Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Crimen Sollicitationis


crimen_sollicitationis.jpg

Il video più visto in questi giorni è un servizio della BBC trasmesso il 1 Ottobre 2006.
Riferisce di un documento ufficiale della Chiesa cattolica dal titolo "Crimen Sollicitationis", che spiega come le gerarchie della Chiesa dovrebbero occultare i reati sessuali.
Il video è stato sottotitolato in italiano a cura di http://www.bispensiero.it e dura 40 minuti.

Di seguito è riportata una parte della traduzione del servizio dal sito di Bispensiero.

"DOYLE - Il Crimen Sollicitationis prescrive una politica di segretezza assoluta su tutti gli abusi. Quello che leggiamo qui è una chiara politica di copertura dei casi di abuso commessi dai preti. E anche la punizione per quelli che vorrebbero richiamare l'attenzione su questi crimini ad opera del clero. Il che prova che le gerarchie ecclesiastiche sono interessate unicamente al controllo della situazione. C’è la chiara evidenza che la preoccupazione è solo di controllare e contenere il problema. Da nessuna parte c’è scritto di aiutare le vittime. La sola cosa che impone, invece, è di terrorizzare le vittime con la minaccia di punirle se raccontano l’accaduto. L'obiettivo è proteggere la reputazione dei preti, finchè la Chiesa non compia indagini. In pratica copre i preti pedofili.
Speaker: Fu Ratzinger a imporlo per 20 anni, l’uomo eletto Papa lo scorso anno. Nel 2001 Ratzinger emanò il seguito del Crimen Sollicitationis. Lo spirito era lo stesso. Ribadiva con enfasi la segretezza, pena la scomunica. Ne inviò una copia ad ogni vescovo del mondo. Recentemente ha aggiunto che tutte le accuse devono essere vagliate esclusivamente dal Vaticano. In altre parole solo Roma può pronunciarsi sugli abusi sessuali sui minori.
DOYLE: E’ tutto controllato dal Vaticano, e a capo del Vaticano c’è il Papa. Joseph Ratzinger si occupò di questo per parecchi anni, dopo l’emanazione del Crimen Sollicitationis. Ha emanato il seguito del Crimen, e ora è Papa. Tutto questo significa che le regole e l’approcciosistematico non sono cambiati.
COLM: il nuovo documento fu un’opportunità mancata di modernizzare l’atteggiamento della Chiesa, proprio mentre stavano esplodendo gli scandali più gravi negli Stati Uniti.
Speaker: Colm andò allora a Roma per capire se si trattava di casi isolati sfuggiti al controllo del Vaticano o una copertura sistematicada parte delle gerarchie ecclesiastiche.
COLM - Mentre nel 2002 gli scandali esplodevano in Irlanda, centinaia di casi stavano emergendo negli Stati Uniti. Un rapporto degli USA denuncia 4.500 preti accusati di violenza o abusi sessuali sui minori.
Speaker: - Il centro degli scandali era Boston, e la storia si ripetè ancora una volta: i preti accusati venivano sollecitamente spostati da una parrocchia all'altra. Nuovamente veniva operata una copertura sistematica. Al vescovo prontamente allontanato subentrò allora Padre Patrick Wall, un ex benedettino al quale il Vaticano ordinò di imporre il Crimen Sollicitationis nelle diocesi del Minnesota.
WAL: Ero parte del sistema, ma mi accorsi di essere manovrato ingannevolmente. Fu la “notte dello spirito”. Tutto quello in cui avevo creduto per 10 anni… Decisi di non lavorare più per una istituzione che si sforzava di sembrare santa, ma che pensava solo a proteggere se stessa..."

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°19-vol2
del 14 Maggio 2007

16 Mag 2007, 19:56 | Scrivi | Commenti (2731) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

RIGUARDO A CRIMEN SOLLECITATIONES.
Ogni nazione che si rispetti ha le sue leggi e violarle sistematicamente significa essere un cittadino poco raccomandabile.
Ogni nazione che si rispetti in generale stabilisce che i pedofli siano denunciati alle autorita dello stato dove dei tribunali li possano giudicare e che le vengano inflitte pene secondo quanto stabilisce la legge.
E questo deve essere fatto sia che essi siano laici o ecclesiastici di vario titolo o grado
Se qualcuno non lo fa si rende complice di un grave reato. E questo vale per qualsiasi altro reato di mafia, di estorsone di vilipendio allo stato o di qualsiasi altro reato grave
Abbiamo tutti il dovere di tutelare i minori. E' una sacrosanta verità che un minore violentato sessulmente da un pedofilo da adulto diventera' molto probabilmente una persona disturbata se non un vero e proprio criminale.
Pertanto quando la Chiesa nel proibisce categoricamente di denunciare il pedofilo alle autorità commette essa stessa un crimine e cioe' quello di proteggere un vero e proprio criminale
Il reato di pedofilia viene commesso da una deviata e percolosa, che se non si interviene è in grado di rovinare per tutta la vita addirittura decine di persone.
Costui deve essere assolutamente assicurata alla giustizsi. La galera sarebbe auspicabile nella speranza che li trovi qualcuno che lo ripaghi della stessa moneta con cui lui stesso ha usato nei confronti delle sue vittime, o quantomeno un istituto di rieducazione e anche dopo molti anni non deve essere più messo a contatto con minori.
La clusura in questi casi sarebbe auspicabile.
Personalmente ritengo che si possa discutere su tutto, ma i bambino no, i bambini devono essere tutelati a qualsiasi costo!
Per quel che riguarda la scumunica che la Chiesa riserva a coloro che denunciano il prete pedofilo pensiamo solo a questo, come vengono usati due pesi e due misure: non sono mai stati scomunicati personaggi del calibro di Adolf Hitler (cat

Giorgio 14.09.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento

All'età di 31 anni sono consapevole (sigh...) che le mele marce esistono ovunque, ... anche dove meno te lo aspetti.
I sacerdoti che conosco sono persone per bene, ma non mi stupisco di questi "don" americani, e devono pagare, altro che se devono pagare: penalmente, giuridicamente, economicamente, e con pubbliche scuse!
Potrei anche essere d'accordo sulla castrazione chimica.

Guai a nasconderli per poi consentirgli di proseguire nella loro malattia mentale (perchè poi di questo si tratta) e fare del male ad altre persone (per di più bambini)!!!

Non hanno scusanti nè attenuanti, soprattutto per il ruolo che "dovrebbero" ricoprire.

Sono d'accordo nel dire che la Chiesa deve essere più severa (direi irreprensibile) nei confronti di questi zozzoni. I sacerdoti che conosco concordano pure loro e in questa vicenda sono rimasti nauseati dalla posizione del Vaticano.

Attenzione però a non fare di tutta un'erba un fascio!
Conosco tanti sacerdoti che spendono ogni ora del giorno per stare accanto agli altri, per dare uno spazio ai giovani in oratorio, per ascoltare quando uno ha bisogno di sfogarsi o di un confronto, ... e anche per rimboccarsi le maniche a ristrutturare chiese, oratori e spazi comuni che altrimenti andrebbero a pezzi! E senza L'OTTO PER MILLE non lo potrebbero fare! E' un grosso aiuto che consente AI VERI SACERDOTI di mettere a disposizione strutture (anche bagni e rampe per disabili!) per le persone che vogliono frequentare chiesa e oratorio.

Ognuno è credente a modo suo, chi lo è, chi non lo è, chi lo fa ma non lo è, chi non lo fa (ma in fondo lo è), ... ma non facciamo la cazzata di dire che per 20 depravati mentali, viene screditata tutta la categoria!

anna paseri Commentatore certificato 06.11.07 17:10| 
 |
Rispondi al commento

MI RIVOLGO A COLORO KE APRONO LA BOCCUCCIA SOLO XKé GLI è STATA DONATA SPARANDO UNA MIRIADE DI CAZZATE! O A COLORO KE PARLANO SOLO PER "AVER SENTITO DIRE"!! MAI APRIRE BOCCA SE NON SI è ASSOLUTAMENTE CERTI DI QLLO KE SI VUOL DIRE! E X ESSER CERTI, INTENDO KE BISOGNA DOCUMENTARSI! PREVENIRE è MEGLIO KE CURARE, QUINDI SPARARE BAGGIANTE A PALLA è L'ANTICIPAZIONE DI PROBLEMATIKE FUTURE PROSSIME!! NON APRIRE BOCCA SE NON SI SA E NON SI CONOSCE LA VERA REALTà!
ANDATE SU QST BLOG IN QST PAGINA E TROVERETE TUTTE LE INFORMAZIONI RIGUARDANTI QST VIDEO FATTO DALLA BBC E NON SOLO!! VERAMENTE INTERESSANTE!

http://www.lucianogiustini.org/blog/documents/videobbc

Il mio contatto MSN è swans_ss@yahoo.it per chi volesse aprire un dialogo costruttivo, e non.. UNDER<25

W Sicilian Style

Stefano S. Commentatore certificato 24.09.07 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI RIVOLGO A COLORO KE APRONO LA BOCCUCCIA SOLO XKé GLI è STATA DONATA SPARANDO UNA MIRIADE DI CAZZATE! O A COLORO KE PARLANO SOLO PER "AVER SENTITO DIRE"!! MAI APRIRE BOCCA SE NON SI è ASSOLUTAMENTE CERTI DI QLLO KE SI VUOL DIRE! E X ESSER CERTI, INTENDO KE BISOGNA DOCUMENTARSI! PREVENIRE è MEGLIO KE CURARE, QUINDI SPARARE BAGGIANTE A PALLA è L'ANTICIPAZIONE DI PROBLEMATIKE FUTURE PROSSIME!! NON APRIRE BOCCA SE NON SI SA E NON SI CONOSCE LA VERA REALTà!
ANDATE SU QST BLOG IN QST PAGINA E TROVERETE TUTTE LE INFORMAZIONI RIGUARDANTI QST VIDEO FATTO DALLA BBC E NON SOLO!! VERAMENTE INTERESSANTE!

http://www.lucianogiustini.org/blog/documents/videobbc

Il mio contatto MSN è swans_ss@yahoo.it per chi volesse aprire un dialogo costruttivo, e non.. UNDER<25

W Sicilian Style

Stefano S. Commentatore certificato 24.09.07 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Quante «gaffe» in quel documentario

La «Crimen sollicitationis» in realtà obbliga qualunque cattolico a denunciare i fatti quando ne ha notizia certa, pena la scomunica La lettera di Ratzinger non vuole certo sottrarre alla giurisdizione dello Stato i reati: specifica quale tra i tribunali ecclesiastici se ne deve occupare

Paolo . Commentatore certificato 24.08.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La bufala del documento «copri-pedofili»

La rete televisiva americana Cbs, nel 2003, lo presentò come uno scoop: il documento che spiegava una quarantennale politica di occultamento dei crimini pedofili commessi da sacerdoti cattolici. La Bbc riprese la tesi nel suo documentario del 2006, «Sex crimes and the Vatican», che verrà trasmesso stasera nella trasmissione «Annozero» su Rai 2. In realtà, questa istruzione del 1962, emessa sotto il pontificato di Giovanni XXIII e firmata dal cardinale Ottaviani, non nasceva per occuparsi della pedofilia (problema a cui dedicava una riga in un paragrafo) ma del problema dei sacerdoti che abusavano del sacramento della confessione per intessere relazioni sessuali con le loro penitenti. Tra le menzogne della Bbc su questa «istruzione», quella per cui la «Crimen sollicitationis» avrebbe avuto lo scopo di avvolgere gli abusi in una coltre di segretezza, tale per cui vigeva la scomunica immediata per chi rompeva il segreto. Era esattamente il contrario: scomunicato era colui che, venuto a conoscenza di abu si commessi da un sacerdote in confessionale, e non li denunciato alle autorità ecclesiastiche.

Paolo . Commentatore certificato 24.08.07 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io penso che dovrebbe esser fatta una legge che prescrive che nessuno diverso da un organo dello stato e dai genitori possa dire come un minorenne debba comportarsi. Il fondamento è semplice: un bimbo non sa distinguere tra bene e male e questo comporta la sua totale propensione ad assumere per vero ed assoluto ciàò che gli viene insegnato. questo è un vantaggio se gli si dice di rispettare tutte le persone e di non uccidere non rubare etc, ma diventa un arma se si sfrutta questo stato per porlo in una condizione di schiavitù. Ad un bimbo un adultulto potrebbe dire di esser un dio e di poter decidere della sua vita e della sua felicità, e in un momento il bimbo diventa schiavo. cosa cambia se anziché l'adulto gli è davanti un ministro di un potere non manifestato? il bimbo è posto davanti ad una autorità che non può comprendere ma che lo può manipolare, solo lo stato e i genitori dovrebbero poter insegnar ai giovanissimi come comportarsi secondo le regole stabilite dalla comunità. solo esse devono essere imposte, e una volta adulto ognuno può scegliere se farsi comandare anche da dio. il potere di parlar con autorità ad un bimbo è incommensurabile: lo si potrebbe trasformar in fanatico o terrorista o maniaco e non se ne renderebbe conto. oppure lo si potrebbe educare ad un rispetto assoluto per un potere (religioso-temporale) esterno allo stato e condizionar le sue scelte. questo non deve accadere. tutti una volta rispettate le leggi devono poter scegliere autonomamente e senza influenze scorrette il proprio orientamento. che la chiesa provi a convincere dei maggiorenni all'obbedienza: ne trarrebbe anche prestigio e conferma di genuinità. ma è più facile circuire bimbi giovani, "indifesi". L'uomo è nato libero dico io, se si vuol mettere delle catene lo faccia da solo una volta maggiorenne, non si permetta che altri lo possano fare. La sudditanza psicologica diventa presto obbedienza, timore, schiavitù. è un male relegare le menti dei giovani. e deve esser evitato.

vix contiero Commentatore certificato 12.08.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il documentario sui preti pedofili: tante bugie sul caso O'Grady
venerdì 01 giugno 2007
di Massimo Introvigne
Chi ha visto su Internet o vedrà in televisione il documentario Sex Crimes and the Vatican tratto dal programma Panorama della BBC rimarrà senz’altro colpito dalla sinistra figura dell’ex prete Oliver O’Grady. Il documentario si apre o si chiude con l’ex sacerdote irlandese, che ha vissuto negli Stati Uniti dal 1971 al 2000, ripreso mentre descrive in termini piuttosto espliciti come adescava le sue vittime e quali tipi di ragazzini gli piacevano. Queste riprese sono un pugno nello stomaco: ma sono, a loro modo, anch’esse una bugia.

Non si tratta infatti di uno scoop della BBC ma di sequenze tratte dal film del 2006 Deliver Us from Evil (“Liberaci dal male”) della regista Amy Berg. Un film tecnicamente ben fatto, che ha ricevuto perfino una nomination per l’Oscar, ma dove il ruolo di O’Grady ha sollevato molte perplessità fra i sociologi e i criminologi che studiano i casi di pedofilia di cui sono stati protagonisti sacerdoti. Infatti la collaborazione di O’Grady con Amy Berg non è stata gratuita. È la conseguenza di un accordo con gli avvocati delle sue vittime che – dopo che O’Grady era stato condannato nel 1993 a quattordici anni di reclusione – hanno citato per danni in sede civile la diocesi americana di Stockton, ottenendo trenta milioni di dollari ridotti poi a sette in secondo grado. Gli avvocati che attaccano le diocesi per responsabilità oggettiva di solito lavorano secondo il principio della contingency, il che significa che una buona parte delle somme finisce nelle loro tasche, secondo accordi che per di più sono tenuti nascosti alla stampa. O’Grady si è prestato alle video-interviste degli avvocati – e di Amy Berg – e in cambio essi non si sono opposti al suo rilascio dal carcere dopo sette anni, accompagnato dall’espulsione dagli Stati Uniti verso la natia Irlanda, dove oggi il pedofilo è un uomo libero. Molti hanno criticato la Be

Marina Romano 06.08.07 14:41| 
 |
Rispondi al commento

@@@ CRIMEN SOLLICITATIONIS @@@

15 Luglio 2007
LOS ANGELES - L'Arcidiocesi ""cattolica"" di Los Angeles pagherà un indennizzo record di "660 milioni di dollari",più di un milione a testa,a circa 500 vittime di "abusi sessuali" commessi da preti pedofili a partire dagli anni 1940.
Lo hanno detto gli avvocati dei querelanti. L'accordo dell'ultimo minuto(l'inizio del processo era fissato per lunedì)è il più dispendioso negli "ultimi anni per la Chiesa cattolica",bersagliata da richieste di indennizzi finanziari per numerosi casi di "abusi sessuali" commessi da ""preti"" nei confronti di minori. Ray Boucher, capo del collegio di difesa delle vittime, ha detto che ci sarà presto un annuncio congiunto con l'Arcidiocesi di Los Angeles sull'accordo raggiunto.
(Con l'aiuto del Corriere della sera on line)

P.s.
Il "pastore tedesco" ed il vescovo Ruinaz detto anche "generale DioZ" ringraziano il popolo italiano per l'8 per mille a loro "forzatamente donato".
Cam.

camillo sesmoulin 15.07.07 13:22


camillo sesmoulin 15.07.07 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Ops.. Non avevo visto le segnalazioni gia' suggerite da Cristina e Luciana, che ringrazio di cuore! :-)

Luciano Giustini 13.07.07 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Quel video e' sostanzialmente un falso, dall'inizio alla fine, una buffonata totale.
Purtroppo molti ancora ci hanno creduto fidandosi della Bbc.
Segnalo una pagina sul mio blog dove c'e' tutta la documentazione sulla
vicenda.
http://www.lucianogiustini.org/blog/documents/videobbc

Luciano Giustini 13.07.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Antonio Carchietti.
Informiamoci prima di giudicare!

Alessia Favata 04.07.07 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Data sogno: 16/05/2007

Protagonisti:
Roberto
Rosario
Margherita
Nano cattivo
Gatto indemoniato

Prestigioso cameo:
Grillo Beppe

Accadimenti:

Mi trovo nel mio ufficio tutto preso dal lavoro quando all’improvviso squilla il telefono e noto con gran sorpresa che a chiamarmi è Roberto. Io rispondo e lui mi dice: "Rosario venite subito tu e Margherita a Rende che vi devo far vedere una cosa importante!". Inizialmente io declino l’invito a causa del molto lavoro che incombeva, ma poi mi convince e si offre di venirci a prendere a Cosenza. Arrivati alla sede di Rende, Roberto indossa una maglietta argentata e toglie dal cofano un enorme skateboard che fluttua nell’aria. "Ragazzi, devo rivelarvi una cosa incredibile" - dice - "ho scoperto un varco per una dimensione parallela, adesso ci metteremo tutti e tre su questo skateboard volante e vi farò vedere di cosa si tratta". Margherita prende Roberto per pazzo, io invece ci credo e sono entusiasta, alla fine convinciamo anche Margherita e voliamo verso il cielo alla ricerca del varco dimensionale. Ad un certo punto cado dallo skateboard ma per fortuna esso è dotato di un dispositivo speciale che rivela l’allontanamento dell’individuo e lo va a recuperare in un batter d’occhio. Scoperto allora di essere al sicuro, comincio a farmi cadere di proposito per assaporare la freschezza del vento, ma vengo ben presto sollecitato dai due compagni di ventura che mi invitano a non perdere altro tempo. Ormai siamo vicini, si intravedono delle nuvole con dentro una fitta flora che sono l’inizio del varco dimensionale. Entriamo tra le nuvole e dopo alcune scariche elettriche ci ritroviamo nella tanto attesa dimensione parallela. Noto con un sentimento tra la sorpresa e la delusione che ci troviamo nel giardino di casa mia a Bovalino. All’improvviso esce fuori dall’albero dei fichi un nano orrendo e dallo sguardo perfido, con sopracciglia grosse e incolte come dei rampicanti e un naso arcuato a mezzaluna. Il nano dice ...

Rosario R 27.06.07 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Lettera al Vaticano.

Ho appena finito la visione sul blog di Beppe Grillo del servizio della BBC sui reati sessuali perpetuati da alcuni preti nel mondo.

Quando ho deciso di visionare il servizio ero ben consapevole che ne sarei rimasto colpito. Pensavo che avrei ascoltato testimonianze sugli abusi e mi ero, se si può dire, preparato.

Ma il servizio ha riservato una seconda tragica verità oltre alla già gravissima responsabilità sugli abusi in se.

Lo shock più grande, grande quanto la vergogna che la Chiesa deve sopportare, è l'omertosa copertura che le gerarchie ecclesiastiche si sono precipitate a fornire di fronte a individui che con la fede e la cristianità era evidente che non avessero niente di che spartire.

Mi chiedo come sia possibile che la Chiesa si sia concentrata a come salvare il buon nome piuttosto che a proteggere i bambini. E sebbene possa anche essere disposto a concedervi che ci potessero essere dei dubbi sulla effettiva colpevolezza degli accusati, come si può nel dubbio ignorare l'ipotesi e come se niente fosse spostare i sospettati in un altra diocesi mettendo a rischio altri bambini?
Come è possibile che il dubbio sulla colpevolezza sia stato visto solo come la probabilità che non fosse vero senza invece, fvuoi anche in un ipotetico eccesso di precauzione, verificare con certezza la responsabilità?
Lo schifo, il ribrezzo che ho provato a proposito dei crimini commessi non è stato così grande come quello provocato dalla colpevole responsabilità di un istituzione che dovrebbe essere la garante dell'etica e della spiritualità dei cristiani.

E' come se un giudice che venisse scoperto a coprire in modo mafioso e massonico l'imputato e l'associazione a delinquere alla quale appartiene. Un reato gravissimo più del reato in giudizio.

Come la Chiesa intende reagire a queste accuse infamanti ? Tacere, in questa occasione, è veramente sinonimo dell'acconsentire

Paolo F. Commentatore certificato 25.06.07 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nn ci sono parole per esprimere questo schifo... io fino a oggi nn ne sapevo niente; possibile che una cosa così illegale, immorale, disgustosa nn si sappia? la chiesa è davvero così potente? che possiamo fare noi per combatterla,o meglio... per combattere le atrocità che commette?

marco favaro 23.06.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...danno la scomunica ai preti che non si attengono a queste regole... dunque peppuzzu il papa un comunissimo uomo può decidere la fede di un altro uomo con la minaccia della scomunica.
came faccio per a verla pure io. se questa organizazione a delinquere invece di professare l'amore caritatevole pensa a se stessa volendo riportare il rapporto con i fedeli al medioevo io vorrei tanto essere scomunicato. se qualcuno ha informazioni su come ricevere la scomunica, che me le faccia avere. sleonardo4@ alice .it

mi dispiace per i preti degni di questo nome che sono infangati dalla loro stessa gerarchia.

leonardo siracusa 23.06.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto il filmato tempo fa, e sono rimasta veramente indignata.
Oltretutto ho scoperto solamente da poco tempo che sono anni che queste persone IMMONDE si permettono di avere una propria FESTA.
Ma in che mondo viviamo?
Cosa ha la gente nel cervello?
E perchè lo Stato, ora che sa benissimo che anche nel mondo cattolico esistono certi fatti (ancora più mostruosi a mio avviso), non si impegna al massimo delle proprie forze per estirpare questa piaga?
Sarà un pensiero scontato, ma i bambini devo essere assolutamente tutelati, in tutti i modi possibili!
Come possono i nostri bambini vivere una vita sicura se anche gli stessi adulti, che dovrebbero proteggerli, fanno loro del male?

Cristina Magnolfi 23.06.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che, a corto di argomenti, avete cambiato discorso. Intanto, però, continuate ad ignorare le molte cose che sono comparse in giro contro le tesi da voi sostenute. Mi faccio premura, perciò, di segnalarvi una pregevole raccolta di documenti circa "Sex crimes and the Vatican"; forse la conoscete già o forse vi giunge nuova. Non so se sarà giudicata da voi meritevole di attenzione:
http://www.lucianogiustini.org/

Raffaele Celentano 21.06.07 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

---------------------------
Il Vaticano, niente più soldi ad Amnesty
"L'organizzazione è diventata abortista"
-------------------------
link:
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/esteri/vaticano-contro-amnesty/vaticano-contro-amnesty/vaticano-contro-amnesty.html
---
una parte:"CITTÀ DEL VATICANO - La Santa Sede rompe i ponti con Amnesty International. Il cardinale Renato Martino, presidente del Consiglio Giustizia e Pace, annuncia da New York la sospensione di ogni aiuto finanziario all'organizzazione, che da decenni difende i diritti umani in tutto il mondo e che lui stesso definisce benemerita. La colpa, secondo il Vaticano, ricade su Amnesty per la sua scelta di considerare anche l'aborto un diritto fondamentale da tutelare. "Conseguenza inevitabile di tale decisione - dichiara il cardinale Martino alla rivista americana National Catholic Register - sarà la sospensione di ogni finanziamento ad Amnesty da parte delle organizzazioni ed anche dei singoli cattolici". Il porporato ha soggiunto che "grazie a Dio non esiste un diritto di aborto internazionalmente riconosciuto come si deduce dalla conferenza Onu del Cairo sulla popolazione, che ha escluso l'aborto come mezzo lecito di controllo delle nascite".

Amnesty ha subito replicato: "Non abbiamo mai ricevuto denaro dal Vaticano o da organi che dipendono dalla Chiesa cattolica". Proprio a garanzia dell'indipendenza dell'organizzazione lo statuto esclude la possibilità di ricevere fondi da governi, confessioni religiose, enti di qualsiasi genere.
La dura presa di posizione vaticana - il cardinale Martino ha parlato di "rammarico" - si inquadra nell'offensiva globale che papa Wojtyla ieri e papa Ratzinger oggi conducono contro "l'aborto legale e sicuro" in tutte le organizzazioni internazionali.

Cinque anni fa il Vaticano, insieme al governo americano e ai paesi islamici, condusse una lotta durissima per eliminare dal progetto sanitario dell'Unicef sia la piena educazione sessuale dei minori sia la garanzia..."

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 14.06.07 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Che la BBC abbia avuto un ruolo quantomai equivoco in passato non è una novità ma come si dovrebbe fare ogni volta che si legge o sente una notizia giornalistica sarebbe quello di riflettere su cosa è stato scritto o fatto vedere. Come, d'altronde, si dovebbe fare con tutte le cose che ci vengono dette da chiunque. Non è una cosa di oggi che ci sono guerre tra religioni e che ogni pretesto è buono per mettere in mostra la propria. In questo secolo i religiosi (o psedo), ci hanno messo in condizione di fare scelte capitali sul gradire quella più confacente e più "tollerante" o "adatta" ai costumi locali, agendo su di noi come se fosse un prodotto commerciale. Si è arrivati ad essere partigiani di cose che fino ad ieri sentivamo come riservate, intime. Nessuno mai ha pensato che sono due momenti distinti l'essere credente dal dare seguito a strutture o persone che si autoproclamano portatrici di verità assoluta? Le religioni hanno seguito perchè ci sono debolezze negli uomini che non si aiutano ad uscire da crisi d'identità. Se ci fosse una società con più eguali e non uguali forse non ci sarebbero tante ingiustizie causate molte volte da gerarchizzazioni dei rapporti. Molte religioni hanno aiutato nazisti, dittature militari (Cile, Argentina, Spagna franchista, ecc.), preferendo parlare (solo questo) di giustizia con una mano e suggellare con l'altra patti incoffessabili con abominii umani. D'altrone se si preferisce tenere nascosto vergognose azioni illegali come si può parlare di onestà. Una società di eguali non ha bisogno di cose segrete perchè sono sinonimo di falsità e bugia. La società più è trasparente e composta di pari più è soggetta a perfettizzarsi. O no!

Walter Montella 13.06.07 20:26| 
 |
Rispondi al commento


23 GIUGNO GIORNATA DELL'ORGOGLIO PEDOFILO

Si avete letto bene, il 23 giugno si terrà la giornata Mondiale dell'orgoglio Pedofilo,tutti i pedofili del mondo accenderanno una candela azzurra.Un gesto simbolico per ricordare i pedofili incarcerati perchè - come dicono - "vittime delle discriminazioni, delle leggi ingiustamente restrittive per ribadire l'amore che proviamo per i bambini"(boyloveday international) queste persone (se cosi possiamo chiamarle) hanno pure un sito e non è un sito illegale, non contiene pornografia, anzi questi signori si impegnano a convincere i loro lettori di agire nel bene, di volersi differenziare dai criminali, da chi fa atti violenti, da chi costringe i bambini, i ragazzi, dicendo che loro li amano.
Interessante la galleria di immagini, dove anche babbo natale viene mostrato come pedofilo dove addirittura viene mostrato un prete amorevole con un ragazzo, si evince un desiderio di far apparire assolutamente normale o come perversione sessuale, che ne sò come partecipare ad un'orgia, un rapporto amoroso da tra un ragazzino e un adulto.
Non è una novità, sono 8 anni che questa giornata esiste, che questo sito è on line, nell'indifferenza di tutti gli organismi internazionali, qualcuno ha addirittura richiesto l'intervento dell' ONU, ma tutto è rimasto così comè.Ora è partita una petizione, ci sono 3 pagine su questa giornata e la polizia postale spiega perchè non si può chiudere quel sito.

http://www.epolisroma.it/

Luciana Di Meo 08.06.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento

23 GIUGNO GIORNATA DELL'ORGOGLIO PEDOFILO

Si avete letto bene, il 23 giugno si terrà la giornata Mondiale dell'orgoglio Pedofilo,tutti i pedofili del mondo accenderanno una candela azzurra.Un gesto simbolico per ricordare i pedofili incarcerati perchè - come dicono - "vittime delle discriminazioni, delle leggi ingiustamente restrittive per ribadire l'amore che proviamo per i bambini"(boyloveday international) queste persone (se cosi possiamo chiamarle) hanno pure un sito e non è un sito illegale, non contiene pornografia, anzi questi signori si impegnano a convincere i loro lettori di agire nel bene, di volersi differenziare dai criminali, da chi fa atti violenti, da chi costringe i bambini, i ragazzi, dicendo che loro li amano.
Interessante la galleria di immagini, dove anche babbo natale viene mostrato come pedofilo dove addirittura viene mostrato un prete amorevole con un ragazzo, si evince un desiderio di far apparire assolutamente normale o come perversione sessuale, che ne sò come partecipare ad un'orgia, un rapporto amoroso da tra un ragazzino e un adulto.
Non è una novità, sono 8 anni che questa giornata esiste, che questo sito è on line, nell'indifferenza di tutti gli organismi internazionali, qualcuno ha addirittura richiesto l'intervento dell' ONU, ma tutto è rimasto così comè.Ora è partita una petizione, ci sono 3 pagine su questa giornata e la polizia postale spiega perchè non si può chiudere quel sito.

http://www.epolisroma.it/

Luciana Di Meo 08.06.07 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Già che ci siete, date anche un'occhiata qui: sono quattro interventi molto illuminanti:
http://www.lucianogiustini.org/blog/archives/2007/05/ancora_sul_video_della_bbc.shtml

Raffaele Celentano 06.06.07 22:58| 
 |
Rispondi al commento

prego, servitevi:

- - - -> http://www.uaar.it/

giorgio manca 05.06.07 20:25| 
 |
Rispondi al commento

COSTANTINO VITALIANO SI E’ RECATO IN CHIESA ED HA DONATO 5€.
SUBITO IL VATICANO HA COMMENTATO:
“LA DONAZIONE DI COSTANTINO E’ VERITÀ’ STORICA!!”
-----
Da Il Vernacoliere:
http://www.vernacoliere.com/

LEGGETE QUI:
http://www.vernacoliere.com/fumetti/donzauker.php

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 05.06.07 09:11| 
 |
Rispondi al commento

------------------------------------------------
Conferenza di Cascioli a Venezia sulla vera storia della Bibbia
------------------------------------------------
http://www.luigicascioli.it/cascioli_italia/video/venezia-2007/video-venezia.html

ASCOLTATE, NE VALE LA PENA.

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 05.06.07 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Per par condicio, quanto meno, vi invito a leggere quanto ho postato nel blog seguente:
http://attivissimo.blogspot.com/2007/05/video-bbc-bandito-dal-vaticano-spopola.html
Raffaele Celentano (alias Raf46)

Raffaele Celentano 04.06.07 16:22| 
 |
Rispondi al commento

...CHE SCHIFO.......!

paolo sanvito Commentatore in marcia al V2day 03.06.07 19:01| 
 |
Rispondi al commento

La Vaticano SpA ha colpito ancora!

La Stampa di ieri (1 giugno), riporta dentro un rettangolo minuscolo di 4 x 5 cm, nascosto a pagina 22:

"Il credito scolastico per gli studenti che hanno seguito le ore di religione CATTOLICA potrà essere calcolato ai fini del voto di maturità".

Questo si chiama DISCRIMINAZIONE, perché gli studenti sono costretti a scegliere se accettare il lavaggio di cervello oppure venire penalizzati nel conteggio dei crediti. Praticamente un reato di estorsione in piena regola, legalizzato dal consiglio di stato.

Altre informazioni:

http://www.repubblica.it/2007/01/sezioni/scuola_e_universita/servizi/
maturita-2007-/religione-conta/religione-conta.html

Gianluigi Scanferlato Commentatore certificato 02.06.07 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOGLIO ESSERE SCOMUNICATO, COME POSSO FARE?

mattia maragno 02.06.07 02:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che fai Carchietti ? Prima scrivi un pamplet di 4 post e poi non sai rispondere a una domanda banalissima ?
Caudana informati tu e smettila di dire che il video è calunnioso: la calunnia è un reato e va provato di fronte alla magistratura, che la Chiesa lo faccia se pensa di aver ragione altrimenti stia in RELIGIOSO SILENZIO,...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 01.06.07 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La risposta al video Sex Crime and the Vatican la potete leggere cliccando sul mio nome...

Riassumendo, il video è una bufala, ed è risaputo fin dalla sua uscita in Inghilterra...

Purtroppo nessuno si è preoccupato di verificare i contenuti e le accuse del filmato, nemmeno Beppe Grillo e i suoi agguerriti, anticlericali fan...

Saluti
Maurizio


Ieri sera finalmente hanno trasmesso questo filmato in televisione... e questa mattina durante una trasmissione su una rete privata regionale, la quale da spazio alle opinini dei telespettatori, ho sentito (purtroppo) parecchie persone che si lamentavano del fatto che santoro abbia voluto rendere la cosa pubblica. Sentivo queste persone condannare sì quei preti pedofili, ma condannavano anche santoro, per aver mostrato in televisione questo filmato e per aver creato un dibattito su un argomento tanto delicato... Incredibile dove può arrivare il bigottismo. HANNO TOCCATO IL PAPA, NO, NON SI FA!!!
Tutti i giorni sentiamo e leggiamo notizie di violenza e di abusi e queste notizie siamo tutti pronti ad ascoltarle e a sputare sentenze (giuste o sbagliate che siano) ma quando queste notizie riguardano la chiesa... NO!!! NON BISOGNA PARLARNE!!! PER CARITA' I PANNI SPORCHI VANNO LAVATI IN CASA E NESSUNO DEVE SAPERE!!! O addirittura si arriva perfino a negare...
Perché? Perché non dobbiamo sapere? Sono queste le cose che ci devono realmente interessare peché dobbiamo imparare a saperci difendere... Grazie.

Simona C. Commentatore certificato 01.06.07 11:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sei un pedofilo e vuoi continuare a svolgere la tua "attività" senza rischi? Entra a fare parte della grande famiglia della chiesa cattolica. Avrai vito e alloggio e bambini a volontà da stuprare e violentare con la benedizione della chiesa cattolica. Non avere paura perchè sarai protetto e non avrai mai guai con la giustizia. Anzi, la chiesa cattolica ti incoraggerà a stare ancora "più vicino" ai bambini di tutto il mondo visto che potrai viaggiare per fare "nuove esperienze" e ricorda che la chiesa cattolica sà perdonare quindi dovrai imparare a perdonare tutti i bambini che non saranno "buoni" con te.
MA IN CHE MONDO DI SCHIFO VIVIAMO?????

BOUYAHIA SYLVIA 01.06.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carchietti rispondi a una sola domanda: perché la segretezza si estende, come anche tu hai affermato, alle SENTENZE ? Infatti, come neanche a te è sfuggito all'art. 11 si dice "... si deve fare in modo che tali procedimenti siano svolti con la massima riservatezza e, una volta giunti a sentenza e irrogate le pene, su di essi si mantenga perpetuo riserbo."
Sei in grado di fornirmi l'esempio anche di un solo ordinamento giudiziario di un paese civile che prevede una regola del genere ?

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 01.06.07 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Carchietti rispondi a una sola domanda: perché la segretezza si estende, come anche tu hai affermato, alle SENTENZE ? Infatti, come neanche a te è sfuggito all'art. 11 si dice "... si deve fare in modo che tali procedimenti siano svolti con la massima riservatezza e, una volta giunti a sentenza e irrogate le pene, su di essi si mantenga perpetuo riserbo."
Sei in grado di fornirmi l'esempio anche di un solo ordinamento giudiziario di un paese civile che prevede una regola del genere ?

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 01.06.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di censura ho saputo da un amico che ieri sera in coincidenza della trasmissione di Santoro è stata celebrata una messa straordinaria nella Chiesa di S. Marcellino a Roma.Vorrei sapere se qualcuno ha notizia di altre messe casuali celebrate anche in altri posti.

Giuliano D. 01.06.07 10:30| 
 |
Rispondi al commento

---------------------------------------
SE ASCOLTATE RADIO MARIA IN QUESTO MOMENTO POTETE CAPIRE L'"ONESTA'" CRISTIANO-CATTOLICA DI QUESTE PERSONE....MA GLI VENISSE...
STANNO SPUTANDO MERDA SU SANTORO & Co.
---------------------------------------

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 01.06.07 09:20| 
 |
Rispondi al commento

sto vedendo il documentario in questo momento in tv (hanno deciso di mandarlo in onda nonostante l'opposizione di landolfi...e la CEI ha anche avuto il coraggio di affermare: "la chiesa italiana non invoca censure, tiene però al rispetto della verità". magari della LORO verità). di fronte a testimonianze simili (spero l'abbiate visto anche voi su anno zero) è difficile rimanere impassibili. sono cose che ti agghiacciano, ti inorridiscono, ti disilludono. disilludono che esista un briciolo di moralità, almeno nell'animo di chi predica così bene riguardo ad essa, di chi è sempre pronto a sostenere i veri valori e a schierarsi in prima fila qualora noi comuni mortali perdessimo la percezione del bene o del male. allora io dico basta.
p.s. il crimen sollicitationis si commenta da solo.

danilo torre 31.05.07 22:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

(prosegue)“Sono coperti dal segreto pontificio…4, le denunce extra-giudiziarie di delitti contro la fede ed i costumi, e di delitti perpetrati contro il sacramento della penitenza, come pure il processo e la decisione…”. Quindi: denuncia (ossia, il veicolo processuale della notizia di reato), processo e sentenza. Ancora una volta, nessun segreto sui fatti, ma solo ed esclusivamente sul processo!
Insomma, credo che sia impossibile equivocare. E davvero, una spiegazione più chiara di questa appena fornita non mi riesce. Nessuno può “mettere in piazza” il processo che si svolge davanti al tribunale ecclesiastico, o davanti a qualsiasi tribunale: questo è ovvio! Ma la vittima può senz’altro, senz’altro denunciare il reato – cioè il fatto - alla Procura della Repubblica. E le parti del video che sostengono il contrario sono autentiche menzogne, che fanno leva su estrapolazioni, del tutto decontestualizzate, di singoli frammenti di frase, ammantati di mistero e di suggestioni mal piazzate.
Sto forse difendendo i pedofili? Solo chi è in mala fede – perdonate la schiettezza – può sostenerlo. Sto difendendo, invece, la verità dei riscontri oggettivi. E la verità è, come ho cercato di spiegare, banalmente questa: chi accusa Benedetto XVI di connivenza coi pedofili è, carte alla mano, un pubblico mentitore.
Lo ribadisco: la Chiesa può non piacere. Nessuno è costretto ad entrarvi. Ma nessuno ha il diritto di insinuare ciò che è falso con il solo scopo di trovare “conferme” alle proprie convinzioni. Che, d’altronde, mi sembrano piuttosto “ferme” anche a prescindere dalla perdita di queste ottime occasioni di saggio silenzio.

Antonio Carchietti 31.05.07 20:56| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

(prosegue)risultare innocente e che gode della presunzione di non colpevolezza fino alla condanna definitiva (art. 27 Cost.).
3. Anche la Chiesa, quindi, chiede la segretezza per i suoi processi, e per gli stessi motivi. Ma questo è il punto centrale: LA SEGRETEZZA COPRE IL PROCESSO CANONICO IN SE’ E SOLO IL PROCESSO CANONICO IN SE’!!! NON IL FATTO ACCADUTO CHE NE E’ ORIGINE!!! NON C’E’ SCRITTO DA NESSUNA PARTE, DUNQUE, CHE LA VITTIMA DEI SOPRUSI NON POSSA DENUNCIARE I PRETI PEDOFILI, ED I SOPRUSI DA LORO SUBITI (ossia, per l’appunto, il fatto accaduto), ALL’AUTORITA’ STATALE!!! E’ questa la grande truffa del video!!! Ed è questo il punto su cui non ho insistito abbastanza nei precedenti interventi: mi sembrava davvero ovvio! Siamo cioè, per dirla in breve, al solo – e semplice – segreto istruttorio e procedimentale: quello che anche lo Stato italiano prescrive per i “suoi” processi. Chiaro ora?
4. Le prove? Basta leggere i documenti incriminati!!! A) Il crimen sollicitationis, parlando proprio del segreto, dice ai punti 11, 12 e 13 che il vincolo di segretezza opera per le cause trattate: per le cause!!! Cioè, per quanto attiene al processo!!! Denuncia (all’autorità canonica), procedimento, sentenza. Non è affatto un segreto sui fatti accaduti! Chi non volesse controllare sul testo in latino, trova conferma sul “sunto” del sito di wikipedia. Non è dunque un divieto di denuncia alle autorità dello Stato! Il processo davanti al tribunale ecclesiastico chiede – come tutti i processi – segretezza. Ma i fatti che vi stanno a monte possono senz’altro essere denunciati alla Procura della Repubblica; B) Anche la lettera del 2001 del Card. Ratzinger dice expressis verbis: “Le cause di questo genere sono soggette al segreto pontificio”. Le cause!; C) Per chi ancora diffidasse, è la stessa “struttura” del segreto pontificio ad afferire al processo, e solo ad esso: le “norme sul segreto pontificio” (approvate da Paolo VI nel 1974)recitano all’art. 1: (continua)

Antonio Carchietti 31.05.07 20:49| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

(prosegue) Questo proprio no! Significa che la Chiesa, semplicemente, ha – come uno Stato – le sue leggi, i suoi tribunali, le sue pene, e che tutto questo complesso di strutture si affianca all’apparato statale. Situazione simile – per capirci – la si riscontra nell’ordinamento (autonomo) militare: esistono leggi e codici militari, nonché un tribunale militare che dunque ha una sua specifica e insostituibile “ragion d’essere” (la punizione di chi, militare, si macchi di condotta illecita) ma che non sostituisce di certo il tribunale dello Stato (il quale continua a punire il militare-cittadino per fatti che, secondo lo Stato italiano, sono parimenti illeciti). Insomma, ordinamento della Chiesa ed Ordinamento dello Stato convivono parallelamente, con una propria autonomia e, ad un tempo, senza che l’operatività dell’uno escluda quella dell’altro. Sono chiaro fin qui? Sulla verità di tutto questo, non può esserci dubbio: basta chiedere conferma ad uno studente in giurisprudenza del primo anno, oppure consultare il manuale di Diritto Canonico del Petroncelli, pag. 7 ss.
2. Nella sua autonomia, l’Ordinamento della Chiesa ha dunque, come quello dello Stato, i suoi processi. Come “ragioni” lo Stato italiano – ed ogni Stato – quando deve disciplinare un processo, è noto a tutti: massima riservatezza e, in talune fasi, vera e propria segretezza. Sia nelle indagini (sempre), sia in alcune fasi importanti del procedimento (l’udienza preliminare, per esempio, non è pubblica), siasia, in alcuni casi, nel corso dell’intero processo. Uno di questi ultimi casi è proprio il processo che coinvolga un minore, nel quale il Presidente del Tribunale può limitare l’afflusso del pubblico al dibattimento, o, più radicalmente, il Collegio può disporre che l’udienza si svolga a porte chiuse. Davvero palesi sono le ragioni di tutto questo: buon esito delle indagini, tutela della privacy dei testimoni e soprattutto della vittima, nonché di quella dell’accusato che potrebbe (continua)

Antonio Carchietti 31.05.07 20:42| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di proporre un ulteriore intervento, che sarà senz’altro l’ultimo. Ciò perché ho notato, dagli interventi inviati in risposta ai miei precedenti, come l’esposizione del mio pensiero sia stata in buona parte non sufficientemente chiara, ed in altra parte travisata. Mi propongo di spiegare definitivamente il mio pensiero, cercando di essere – questa volta – completo e chiaro. So che difficilmente le diverse posizioni troveranno un punto d’incontro, ma – per contribuire ad un dialogo autentico – ho comunque il dovere di dire la mia e di farlo nel miglior modo possibile.
Dunque: in primis, riassumiamo la tesi da cui prende le mosse l’intera discussione. Essa è grossomodo: nel 1962 la Chiesa ha coperto la pedofilia di alcuni suoi sacerdoti mediante l’atto “crimen sollicitationis”, imponendo il segreto a tutti su tutto. Poi, nel 2001, l’allora Card. Ratzinger ha confermato il crimen sollicitationis estendendolo esplicitamente ad ogni atto di pedofilia, coprendo tutto col segreto pontificio. Dico bene fin qui? Se dico bene, questa tesi, nella sua interezza e documenti alla mano, è falsa e frutto di travisamenti. E ora proverò a spiegare – una volta per tutte – perché. Premessa fondamentale: non sono certo qui a difendere l’indifendibile. I sacerdoti pedofili non meritano nessuna difesa, hanno compiuto un crimine orribile. E. al pari, molti Vescovi hanno gravemente sbagliato nel non adottare misure drastiche nei confronti dei colpevoli. La pedofilia va condannata, combattuta e punita. Sono stato abbastanza chiaro su questo? Perfetto. Ma, fermo tutto ciò, lo ribadisco: la tesi secondo cui il Card. Ratzinger avrebbe “coperto i pedofili” è una autentica porcata inconsistente. Ecco perchè:
1. Premessa fondamentale: l’ordinamento giuridico della Chiesa è “autonomo”. Cosa significa? Non certo che può fare quello che vuole a dispetto di ogni morale, o che i suoi membri non siano soggetti alle leggi degli Stati! (continua)

Antonio Carchietti 31.05.07 20:35| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Si Andrea Isolani l'ho letto l'articolo di Introvigne, un fondamentalista cattolico fra l'altro membro di Alleanza Cattolica che insegna nelle università dell'Opus Dei: ma come mi piacerebbe trovare un giornalista indipendente che scrive di queste cose, invece si accusa la BBC di anticlericalismo non si sa bene per quale ragione e si prende come bibbia tutto quello che c'è scritto sull'Avvenire davvero un modo indipendente di vedere le cose...
Comunque quell' articolo contiene balle madornali:
1)dice che il video presenta come segreto il documento di Ratzinger del 2001 mentre non è vero, il video presenta come documento segreto è il Crimen Sollicitationis è infatti lo è;
2)dice che non è vero che il Crimen esclude la collaborazione coi tribunali civili, infatti non lo dice però dice che tutti devono mantenere il segreto e che il segreto deve essere mantenuto pena scomunica anche dopo la sentenza basta leggere l'art. 11, dunque esclude implicitamente qualsiasi tipo di collaborazione nei fatti
3)dice che il Crimen impone la denuncia degli abusi entro un mese e dunque non copriprebbe gli abusi; peccato che la denuncia di cui si parla è quella esclusivamente agli enti ecclesiastici con segreto annesso come ho già spiegato sopra;
4)dice che non è vero che la lettera di Ratzinger è il seguito del Crimen, mentre invece c'è scritto proprio sulla lettera che si vogliono rinnovare le istruzioni del Crimen stesse, FINORA IN VIGORE, data la promulgazione dei nuovi codici canonici
Insomma le solite falsità targate Avvenire prima le dice Andrea Galli per un verso e poi Introvigne per l'altro, basterebbe leggersi i documenti per capire se la contano giusta loro o la BBC e comunque nessuna calunnia è contenuta nel documentario altrimenti perché la Chiesa non ha agito in giudizio ? Evidentemente perché le cose dette nel documentario sono VERE mentre quelle dette da Introvigne sono balle...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 31.05.07 18:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non diciamo sciokkezze ke i pedofili ci sono ovunque, perkè sappiamo benissimo ke nella Chiesa ce ne sono di più! A me personalmente hanno sempre fatto skifo i preti e di certo non mi dispiacerebbe se qualke giustiziere solitario li uccidesse tutti... ma forse godrei di più nel vedere un mondo finalmente libero dalle religioni organizzate. Poi lasciamo stare tutte le menate storiche perkè qui si parla di ADESSO! E' ora di cambiare ragazzi. Io non credo nell'inferno quindi dobbiamo bruciarli qui sulla terra questi skifosi maiali

luca p 31.05.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sottoporre alla vostra conoscenza, per completezza d'informazione, il testo dell'intervento di Massimo Introvagine che potete trovare al seguente indirizzo: http://www.cesnur.org/2007/mi_05_22a.htm

Vorrei solo ricordare, pur non discutendo l'autorevolezza della BBC, che la stessa è stata autrice del servizio sui fatti di Rennes Le Chateaux (perdonate il modo in cui l'ho scritto!!)dal quale poi è scaturito il Codice da Vinci e tutto il fiume che ne è seguito.
Domandina polemica: che la BBC goda nel cercare di gettar discredito sulla Chiesa? La Chiesa non è perfetta e questo lo si sa anche se la si vorrebbe tale, ma che sia il covo del male questo personalmente non lo credo.
Grazie per lo spazio messomi a disposizione.

Andrea Isolani 31.05.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Ascolta Matt Cicci: qui il punto non è che ci sono più pedofili di qui o più pedofili di là, il fatto è che la Chiesa ha fatto di tutto per coprirli sia coi documenti citati dal video sia coi suoi comportamenti concreti.
Se davvero il video fosse diffamatorio, cioè dicesse il falso, allora perche la CEI non ha denunciato per calunnia la BBC e non ha ottenuto la condanna e la cancellazione del video ? Semplice, perché le cose dette nel video sono VERE e gli sarebbe toccato pagare le spese processuali...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 31.05.07 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uhm...chi è che ha fatto l'inchiesta? Ah si, un inglese...anglicano? Protestante? Probabile...e se si parlasse di video diffamatorio?


Eh? Qualcuno ha parlato di faide tra cattolici e protestanti/anglicani? Ooooh, nessuno? Forse allora nessuno sa che esistono ancora...malainformazione? Ignoranza?

Svegliatevi, bimbi...i pedofili esistono ovunque: tra gli etero, tra i gay, tra i vecchi, tra i più giovani, tra gli atei e i credenti...anzi, a dirla tutta sono proprio gli anglicani quelli che, fino ad ora, hanno tenuto nascosti i maggiori reati di pedofilia tra membri del clero.

E comunque: anglicani != (diverso) da cattolici

Meditate

Matt Cicci 31.05.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Celentano ascolta a casa mia un segreto è un segreto e se deve essere mantenuto non è che ne parlo con qualcuno e con qualcun altro no: all'art 13 si ricorda testualmente che"il dovere di mantenere il segreto deve essere osservato anche da coloro che accusano o denunciano il prete e dai testimoni" e più avanti nell'art. 13 si dice che il trasgressore è punito con la sospensione a divinis ipso facto. Nella formula A che riportavo si parla di un segreto "su tutte le materie e i dettagli" e "verso TUTTI", magari ci fosse scritto invece che il segreto non è verso le autorità giurisdizionali civili, ci fosse scritto allora avresti ragione te...
Per finire, è vero che l'obbligo di denuncia sta in capo solo ai pubblici ufficiali, tuttavia credo che un'autorità morale, o che si ritiene tale, come la Chiesa e che vuole insegnare a tutti come si sta al mondo, non può coprire questi delitti, altrimenti ricomincio a sentire il puzzo di cui prima...
Il fatto poi che le sentenze restino segrete puzza ancora di più...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 30.05.07 19:00| 
 |
Rispondi al commento

La prima reazione al video è: "PRENDO IL PAPA E GLI DO TANTE DI QUELLE SBERLE DA FARLO RICONGLIONIRE DEL TUTTO."
Il motivo per il quale non mi sposo in Chiesa, non è per la mia fiducia in un probabile Dio ma per le persone che compongono il clero.
Le sensazioni (che ovvio non sono uguali per tutti) sono negative, come di oscurare le mente delle persone, manipolarle in nome di Gesu'e della verita' con la scusa del peccato e della redenzione.
Nulla di piu' falso.
Mi chiedo perchè, tornando al video, l'informazione, la stampa non abbia avuto il coraggio di mandare in onda un video che urla giustizia.
Abbiamo l'obbligo morale di difendere i bambini, di costringere la Chiesa a cambiare le regole interne, di proteggere questi preti maledettissimi e pedofili.
Se me ne trovassi uno davanti, diventerei una bestia forse non migliore di lui.
Cosa possiamo fare per cambiare le cose??
Come è possibile che si nascondino dentro le mura del Vaticano possibili preti stranieri accusati di pedofilia??
Come si puo' permettere un simile crimine?
Se Ratzinger facesse davvero questo (e le prove ci sono) lo vedrei come un pari loro: schifoso.
Non mi vergogno di essere cosi pesante, mettere le mani addosso ad un bambino, rovinargli la vita per sempre è un'azione a dir poco oscena.
Dentro di me ... sento una tale rabbia e contengo a stento le lacrime!
Sono senza parole.

Stefania D. Commentatore certificato 30.05.07 17:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

NON VOLEVO CREDERCI!!! eppure ci credo eccome. Posso credere assolutamente che la chiesa voglia tener nascoste le proprie nefandezze!! cosa vi aspettavate da una COMUNITA' (o come preferite chiamarla) che ha da poco fatto mea culpa per le stragi di streghe ed eretici???

Silvia Nicolini Commentatore certificato 30.05.07 17:05| 
 |
Rispondi al commento

La risposta al video Sex Crime and the Vatican la potete leggere cliccando sul mio nome...

Riassumendo, il video è una bufala, ed è risaputo fin dalla sua uscita in Inghilterra...

Saluti
Maurizio

Maurizio Caudana Commentatore in marcia al V2day 30.05.07 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Bertoncini, guarda che si tratta di due cose diverse:
il segreto, che se violato comporta la scomunica, è appicato "su ogni cosa avvenuta durante le fasi del processo" (cito come tu hai riferito); non vuol dire che la vittima o chi per essa non possa rivolgersi anche alle autorità civili: nessuno ha parlato di scomunica in questo caso;
che poi il vescovo che venga a conoscenza del reato non sia obbligato a denunziare il reo alle autorità civili non è cosa strana: nessuno è obbligato a denunziare qualcun altro, se vale per i comuni cittadini può valere anche per un vescovo; ciò non significa che ci sia da vantarsi della decisione, in qualunque caso; questo particolare è stato messo in evidenza in diversi interventi che ho letto qua e là.

Raffaele Celentano 30.05.07 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Celentano tu dici:"Ma il ricorso – o il deferimento – alla Congregazione non impedisce alla vittima o a chiunque ne sia venuto a conoscenza di poter ricorrere anche alla giustizia dello stato. Il documentario insinua, però, che in questo caso il ricorrente incorrerebbe nella scomunica “latae sententiae”, il che è falso!"
Eppure il documento impone un vincolo assoluto di segretezza sia per le cause trattate che per il documento stesso, sia durante il procedimento che successivamente alla decisione ed esecuzione della sentenza (art. 11); il giuramento di silenzio perpetuo su ogni cosa avvenuta durante le fasi del processo, il cui testo è fissato nella Formula A, è obbligatorio per tutti gli intervenuti nel procedimento canonico: gli imputati ma anche le vittime dei crimini contestati e gli eventuali testimoni. Il segreto non può essere violato in alcun modo, «né direttamente né indirettamente», «nemmeno per un bene maggiore o per causa urgente e grave», «salvo dispensa esplicita del sommo pontefice», sotto pena di scomunica latae sententiae.
Ora o io sono un analfabeta o lì c'è scritto il contrario di quello che dici te. Non solo.
Tarcisio Bertone, in una intervista al mensile cattolico "30 giorni" del 2001 afferma testuale:
"Non escludo che in particolari casi ci possa essere una forma di collaborazione, qualche scambio di informazioni, tra autorità ecclesiastiche e magistratura. Ma, a mio parere, non ha fondamento la pretesa che un vescovo, ad esempio, sia obbligato a rivolgersi alla magistratura civile per denunciare il sacerdote che gli ha confidato di aver commesso il delitto di pedofilia. Naturalmente la società civile ha l’obbligo di difendere i propri cittadini. Ma deve rispettare anche il “segreto professionale” dei sacerdoti, come si rispetta il segreto professionale di ogni categoria, rispetto che non può essere ridotto al sigillo confessionale, che è inviolabile."
Se mi permetti, quando sento dire queste cose, la puzza per me diviene INSOPPORTABILE

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 30.05.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

EHI GENTE!!!SE AVETE SEGUITO BALARO' FINI HA ANNUNCIATO CHE NON TRASMETTERANNO IL VIDEO SEX CRIMES AND VATICAN AD ANNOZERO......VI INVITO A LEGGERE QUI
http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=146751&f=194

NON NE POSSIAMO PIù!!! GENTE QUA SI DEVE FARE QUALCOSA E SUBITOOOO!!!!!!QUESTO E' GRAVISSIMO!!!!DOPO TANTE CENSURE ED EPURAZIONI E ALTRO.....CI MANCA SOLO CHE FANNO COME CHAVEZ CHE HA KIUSO LA TV DELL'OPPOSIZIONE!!! GENTE SVEGLIAAAA E VERGOGNAMOCI DI AVER PERMESSO E DI PERMETTERE TUTTO QUESTO!!! RESETTTT!!

Marco M. Commentatore certificato 30.05.07 00:27| 
 |
Rispondi al commento

A Francesco Bertoncini
Mi sembra ovvio che un documento in cui viene disciplinato lo svolgimento di procedimenti canonici contro la santità dei sacramenti (Sacramentorum sanctitatis tutela, dice il documento di Giovanni Paolo II) richieda il ricorso a un tribunale ecclesiastico, nel caso la Congregazione per la dottrina della fede che assume nel contesto la funzione di tribunale apostolico. Chi pensi che possa ricorrere a questo “tribunale”? Il dovere del ricorso incombe a colui che è venuto a conoscenza del reato, magari in confessione (nel qual caso non potrebbe assolvere il reo, perché quel peccato [di pedofilia, intendo] è un peccato “riservato” nel senso che la sua assoluzione è riservata alla suprema autorità della Chiesa: il Papa e per lui la Congregazione. Queste cose qualunque studente (non troppo schiappa) di diritto canonico te l’avrebbe potuto chiarire.
Ma il ricorso – o il deferimento – alla Congregazione non impedisce alla vittima o a chiunque ne sia venuto a conoscenza di poter ricorrere anche alla giustizia dello stato. Il documentario insinua, però, che in questo caso il ricorrente incorrerebbe nella scomunica “latae sententiae”, il che è falso!
Non ho voglia adesso di mettermi a sciorinare citazioni o rimandi. Per chi li vuole trovare, sono disseminati ormai in una caterva di siti e blog. Ad esempio, questo è uno degli ultimi che ho trovato, girando qua e là:
http://paparatzinger-blograffaella.blogspot.com/2007/05/in-evidenza-il-documentario-della-bbc_9288.html
Ma se uno arriccia il naso solo se sente da lontano “puzza d’incenso”, temo che non troverà molto che contrasti con le sue tesi. Qualche primo chiarimento, ad esempio in merito al significato di “peccato riservato” avresti potuto averlo, come dicevo, contattando un canonista o andando a cercare nel Codice di Diritto Canonico. Ma se rifuggi come la peste tutto ciò che ha quella “puzza” di cui sopra, resterai sempre con le tue convinzioni, che potrebbero essere infondate o incomplete.

Raffaele Celentano 29.05.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Raffaele Celentano, su questo blog non è affatto rappresentata solo una parte, sono intervenuti tanti che la pensavano come te e tu sei libero di intervenire però devi accettare le critiche degli altri e usare degli argomenti come io ho fatto; non sono un disinformato come pensi tu, mi sono scaricato sia il Crimen che la lettera De Delictis Gravioribus e se sei in grado di dire che affermo il falso fallo ma argomenta le tue ragioni...
Ho letto il tuo post all'indirizzo che hai fornito: citi gli articoli dal 15 al 19 che prescrivono l'obbligo di denuncia dei crimini di sollecitazione a pena di scomunica, denuncia che però sempre deve essere rivolta alle autorità ecclesiastiche, denuncia sulla quale cade il segreto così come su tutto quello che riguarda il processo e su tutto quello "che viene deciso ed eseguito", così come testualmente è scritto all'art. 11: cosa che non salvaguarda nessuno, dato che le sentenze dovrebbero essere per loro natura pubbliche altrimenti mai si saprà se un prete è pedofilo o meno, come è in effetti avvenuto in molti casi.
Se veramente il video della BBC fosse una calunnia, bene allora la Chiesa faccia causa ai giornalisti e dimostri, in tribunale e documenti alla mano, che le cose dette nel video non corrispondono al vero e allora sarò il primo a volerlo cancellato, ma non mi si dica, come è scritto sull'Avvenire, che il documento è falso perché "è stato sconfessato dalla Conferenza Episcopale Inglese", un'affermazione a dir poco ridicola per le persone di buon senso...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 29.05.07 22:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Volevo inserire un commento preciso che non desse adito a fraintesi, ma data la lunghezza, fui costretto a dividerlo in più parti. Mi resi conto alla fine dell'operazione che la prima parte non era arrivata a destinazione; ci riprovai altre tre volte, ma inutilmente; allora ho desistito.
Il commento completo l'ho postato qui, se vi aggrada leggerlo:
http://attivissimo.blogspot.com/2007/05/video-bbc-bandito-dal-vaticano-spopola.html
insieme ad altri che lo hanno seguito.
Evidentemente qui si ha una sola direzione da seguire, e chi non la segue non è ben accetto o viene trattato come ho potuto constatare.
Non importa. Il tempo è galantuomo...
Buonasera.

Raffaele Celentano 29.05.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Raffaele Celentano: ecco a voi un'altra vittima della disinformazione marcata Avvenire e Giornale ed ecco a voi come si sbugiardano le sue balle.
1) Il riferimento al Crimen Sollicitationis è contenuto a chiare lettere nella lettera di Ratzinger; infatti si legge che le nuove istruzioni contenute nella lettera stessa rinnovano quelle del Crimen, FINORA IN VIGORE, ma che necessitano del rinnovo appunto perchè sono stati promulgati i nuovi codici canonici; dunque non è una invenzione del video
2)Non è affatto vero che parlano solo gli speaker: ci sono le testimonianze dirette di Colm, violentato a suo tempo da padre Fortune, della nonna del ragazzino violentato in Brasile, di quell' ex prete che è uscito dalla Chiesa per vergogna e tante altre;
3)Il segreto istruttorio non c'entra nulla dato che l'art. 11 lo prevede anche per la SENTENZA e, in ogni caso, la Chiesa e i suoi tribunali non sono competenti a giudicare un reato ma lo è la magistratura dello Stato dove il reato è commesso ad es. questo è stabilito all'art. 6 del codice penale in Italia: i preti non sono una casta che si autogiudica, ma sono cittadini come gli altri mettitelo bene in testa Celentano, perciò la puzza di insabbiamento c'è eccome dato che nel documento NON E' PREVISTA NESSUNA COLLABORAZIONE CON LE AUTORITA' CIVILI NE' NESSUNA TUTELA PER LE VITTIME !
Insabbiamento che è stato attuato eccome ,sia ascoltando le testimonianze di Tom Doyle sia leggendo le conclusioni del rapporto Ferns e di altre indagini in merito, l'atteggiamento della Chiesa è stato definito "di stampo mafioso" e lo stesso Ratzinger è stato incriminato negli USA per OSTACOLO ALLA GIUSTIZIA e ne è uscito solo perché gode di immunità come capo di Stato...


Francesco Bertoncini Commentatore certificato 29.05.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.cesnur.org/2007/mi_05_22a.htm

filippo marconato 29.05.07 15:46| 
 |
Rispondi al commento

oggi ho visto il video inerente lo scandalo dei preti pedofili e volevo esprimere il mio rammarico e la mia tristezza perchè la cosa che mi ha fatto più dispiacere è il fatto che per vedere questo video sono dovuto andare sul sito di un " comico " che per nostra fortuna ha una leggera inclinazione a dire ciò che pensa basandosi su fatti e non su parole. Io odio chi evita alle persone la conoscenza dei fatti, hanno forse paura che cominciamo a pensare con la nostra testa? hanno paura che ci accorgiamo che a questo mondo esistono cose che devono essere migliorate?
Questo è il vero cancro di questo mondo, non dare l' opportunità alle persone di ragionare con la propria testa, ci vogliono trasformare in tanti robot che hanno automatizzato il loro schematico metodo d' insegnamento.
Se quei preti hanno fatto veramente quelle cose c' è solo da provare una gran pena per loro, ma sono sicuramente delle persone malate che hanno anche loro bisogno di aiuto, ma non trovo parole di comprensione per coloro che attuano una violenza ancora più subdola, perchè non facendo niente fanno del male, sembra paradossale ma è così e questo non mi provoca nè rabbia nè rancore solo una profonda tristezza.
Io spero vivamente che i visitatori di questo blog aumentino a dismisura perchè vuol dire che ogni giorno aumenteranno anche coloro che vogliono migliorarsi e migliorare questo mondo, ciò vuol dire mettersi in discussione e ammettere che abbiamo sbagliato e, caro Vaticano, questa è la cosa più divina che esista al mondo.

marco bettoni 29.05.07 11:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

nessun commento...?
*****************************


IL PRIMO ATTO VIOLENTO CONTRO I BAMBINI NON E' LA PEDOFILIA....

ma l'aborto legalizzato e di stato.

Non ho mai visto i radical chic di sinistra che scrivono su questo blog scendere in piazza contro i MILIONI di bambini che muoiono ogni giorno di fame.

I vostri sacerdoti "pedofili" (tutta erba un fascio) sono ogni giorno a testimoniare con la vita aiutando i bambini senza niente che muoiono di fame perche occorre dare loro un futuro.
I bambini americani e europei sono forse piu importanti di un neretto africano!?

per la cultura radical borghese chic si.

non vedo bandiere della pace piantate nei deserti dove muoiono bambini a centinaia ogni giorno

non vedo questi uomini e donne scandalizzati per le bambine musulmane ogni giorno, non violentate, ma infibulate!

giusto come dice il papa -questo lo ha detto- che occorre far luce sul passato e mettere in atto cio che serve per evitare nel futuro.

i bacchetoni radical chic si riepiono la bocca di belle parole : ma dove trovi uno di loro che dice queste parole che ha detto il papa e nella sua prima enciclica parla di EROS!?

La rivoluzione russa l'hanno voluta gli americani finanziandola del '15, la vogliono ora in europa perche i cattolici hanno detto no alla guerra in Iraq.

il messaggio di Papa BXVI e' rivoluzionario perche nessuno se lo aspettava, turba le coscienze dei laicisti a tutti i costi perche mette a nudo le debolezze della Chiesa e degli uomini.
altro che insabbiamento: presi in contropiede reagiscono con cattiveria.
ma il mondo e' in mano a Maria che e' madre di tutti e sapra aiutarci a trovare la strada.
la crociata dei cristiani non si fa con le armi ma con la preghiera: anche per chi ha sbagliato.

marco giusti 29.05.07 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Grillo e tutti. Ho visto il video Crimens, è allucinante nn trovo altre parole. Però vorrei estendere a tutto il blog, una proposta. In Irlanda e USA si sono create associazioni per difendere, ascoltare e denunciare il clero che strupra il bambini e gli adolescenti. In Italia non esiste nulla, e ratzinger lo abbiamo in casa.Perchè non fare una cosa concreta, utilizzando i meetup, e specialisti in materia per costituire una associazione pro vittime di abusi ecclesiastici? Facciamo qualcosa di concreto. Io credo che sia possibile. Le vittime e le famiglie avrebbero un luogo dove andare, e sicuramente si inizia a scalzare la pedofilia del vaticano.

silvia verna 28.05.07 19:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

oggi ho visto il video inerente lo scandalo dei preti pedofili e volevo esprimere il mio rammarico e la mia tristezza perchè la cosa che mi ha fatto più dispiacere è il fatto che per vedere questo video sono dovuto andare sul sito di un " comico " che per nostra fortuna ha una leggera inclinazione a dire ciò che pensa basandosi su fatti e non su parole. Io odio chi evita alle persone la conoscenza dei fatti, hanno forse paura che cominciamo a pensare con la nostra testa? hanno paura che ci accorgiamo che a questo mondo esistono cose che devono essere migliorate?
Questo è il vero cancro di questo mondo, non dare l' opportunità alle persone di ragionare con la propria testa, ci vogliono trasformare in tanti robot che hanno automatizzato il loro schematico metodo d' insegnamento.
Se quei preti hanno fatto veramente quelle cose c' è solo da provare una gran pena per loro, ma sono sicuramente delle persone malate che hanno anche loro bisogno di aiuto, ma non trovo parole di comprensione per coloro che attuano una violenza ancora più subdola, perchè non facendo niente fanno del male, sembra paradossale ma è così e questo non mi provoca nè rabbia nè rancore solo una profonda tristezza.
Io spero vivamente che i visitatori di questo blog aumentino a dismisura perchè vuol dire che ogni giorno aumenteranno anche coloro che vogliono migliorarsi e migliorare questo mondo, ciò vuol dire mettersi in discussione e ammettere che abbiamo sbagliato e cara chiesa, questa è la cosa più divina che ci possa essere.

marco bettoni 28.05.07 19:12| 
 |
Rispondi al commento

La responsabilità della Chiesa Cattolica va al di là di quanto visto nel video: essa è responsabile dell'allontanamento, o della ripulsione, di molte persone sincere da tutto ciò che ha a che fare con l'esistenza di un eventuale Creatore.
Se pensiamo ai cappellani militari che durante la II Guerra Mondiale "benedicevano" le armi e i soldati tedeschi, da una parte, e altri cappellani militari che facevano altrettanto in Gran Bretagna. Nazioni cattoliche le une contro le altre. Poteva esserci Dio dietro questa religione?
Potevano essere i rappresentanti di Dio sulla terra?
Dio giudicherà questa organizzazione religiosa perchè
1- ha la colpa di allontanare molte persone dal Creatore
2- diffonde false dottrine (per esempio impone una sessualità finalizzata alla procreazione, impedendo l'uso di anticoncezionali;
si pone come intermediaria tra Dio e l'uomo chiedendo di confessare ai preti i propri peccati).
3- si intromette nella politica, condizionando le masse.
Mi fermo qui. Ma non certo perchè non ci sarebbe altro da dire.
Ciao. Giuseppe.

Giuseppe Luciano 28.05.07 18:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ok, questo papa non mi è mai andato a genio ed ora comincio ad avere conferme di qualcosa che prima era solo un fatto di pelle.

Almeno ora chi versa l'8%. alla chiesa sa che i soldi verranno utilizzati per aiutare le vittime della pedofilia.... A TACERE!

Ma che C...o di mondo è questo?

Flavio Sartori 28.05.07 18:11| 
 |
Rispondi al commento

La risposta al video Sex Crime and the Vatican la potete leggere cliccando sul mio nome...

Riassumendo, il video è una bufala, ed è risaputo fin dalla sua uscita in Inghilterra...

Saluti
Maurizio


In conclusione

Già solo questi pochi appunti dicono quanto corretta sia l’informazione contenuta nel documentario in parola. Notiamo che, a parte la prima di Doyle, le altre affermazioni vengono fatte dallo speaker, non dagli intervistati. Non si tratta quindi di registrare le opinioni degli intervenuti, bensì di fornire notizie false e tendenziose per portare gli spettatori a conclusioni predeterminate, quindi per manipolarli… alla faccia della correttezza della BBC!

Raffaele Celentano 27.05.07 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dice ancora lo speaker: “Nel 2001 Ratzinger emanò il seguito del Crimen Sollicitationis”
Se con “seguito” si intende un documento che riforma e manda definitivamente in archivio quello precedente, onestà intellettuale vorrebbe che lo si dicesse chiaro. In realtà la lettera Ad exequendam non era il seguito della Crimen sollicitationis, bensì il documento di attuazione di quanto stabilito dalla Sacramentorum sanctitatis tutela (documento – motu proprio – del papa Giovanni Paolo II) e da altri documenti che l’avevano preceduta. Ma è più comodo usare quel termine che fa pensare ad una conferma della prassi prevista dal Crimen sollicitationis.

Dice ancora lo speaker: [Il documento del 2001] “ribadiva con enfasi la segretezza, pena la scomunica”
La segretezza su cosa? E la scomunica per quali delitti? Leggendo bene il documento, ci si accorge che
la segretezza riguarda il processo e tutti gli atti connessi: è l’equivalente del segreto istruttorio che vige nei processi civili e penali della giustizia di qualunque paese civile;
la scomunica colpisce coloro che violano questo segreto istruttorio (ah, se ci fosse anche nell’ordinamento italiano!) e coloro che essendo a conoscenza di reati di quel genere (quelli di cui si tratta nel documento) non ne riferiscono all’autorità ecclesiastica competente.

Ultima citazione, sempre dello speaker: “Recentemente ha aggiunto che tutte le accuse devono essere vagliate esclusivamente dal Vaticano”
Recentemente? Quando e con quale provvedimento? In realtà sono proprio quei documenti già citati che sottraggono ai tribunali ecclesiastici locali le cause riguardanti quei delitti più gravi (Graviora delicta, appunto); se questo fa sentire puzza di insabbiamento, cosa si penserebbe se i colpevoli di quei delitti venissero giudicati dal tribunale diocesano o regionale?

Raffaele Celentano 27.05.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Dice ancora lo speaker: “Nel 2001 Ratzinger emanò il seguito del Crimen Sollicitationis”
Se con “seguito” si intende un documento che riforma e manda definitivamente in archivio quello precedente, onestà intellettuale vorrebbe che lo si dicesse chiaro. In realtà la lettera Ad exequendam non era il seguito della Crimen sollicitationis, bensì il documento di attuazione di quanto stabilito dalla Sacramentorum sanctitatis tutela (documento – motu proprio – del papa Giovanni Paolo II) e da altri documenti che l’avevano preceduta. Ma è più comodo usare quel termine che fa pensare ad una conferma della prassi prevista dal Crimen sollicitationis.

Dice ancora lo speaker: [Il documento del 2001] “ribadiva con enfasi la segretezza, pena la scomunica”
La segretezza su cosa? E la scomunica per quali delitti? Leggendo bene il documento, ci si accorge che
la segretezza riguarda il processo e tutti gli atti connessi: è l’equivalente del segreto istruttorio che vige nei processi civili e penali della giustizia di qualunque paese civile;
la scomunica colpisce coloro che violano questo segreto istruttorio (ah, se ci fosse anche nell’ordinamento italiano!) e coloro che essendo a conoscenza di reati di quel genere (quelli di cui si tratta nel documento) non ne riferiscono all’autorità ecclesiastica competente.

Ultima citazione, sempre dello speaker: “Recentemente ha aggiunto che tutte le accuse devono essere vagliate esclusivamente dal Vaticano”
Recentemente? Quando e con quale provvedimento? In realtà sono proprio quei documenti già citati che sottraggono ai tribunali ecclesiastici locali le cause riguardanti quei delitti più gravi (Graviora delicta, appunto); se questo fa sentire puzza di insabbiamento, cosa si penserebbe se i colpevoli di quei delitti venissero giudicati dal tribunale diocesano o regionale?

(Continua ancora)

Raffaele Celentano 27.05.07 23:08| 
 |
Rispondi al commento

salve,
qualcuno utilizza questo versetto biblico per tentare di far credere che Gesù sia contro la violenza sui bambini:
"se qualcuno scandalizzasse uno di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina da asino e venisse sommerso nel fondo del mare." Vangelo di Matteo,18,6

Questa citazione dimostra la cattiveria di Gesù verso i bambini.
Gesù difende solo i bambini che credono in lui.
"Un giovane lo seguiva, coperto soltanto con un lenzuolo; e lo afferrarono; ma egli, lasciando andare il lenzuolo, se ne fuggì nudo", (Marco,14,51-52).

Cosa farebbe Gesù se un bambino non crede in lui?
"In quel tempo prendemmo tutte le sue città e le votammo allo sterminio: uomini, donne, bambini; non vi lasciammo nessuno in vita.(Deuteronomio 2:34)"


C'è bisogno di chiedere ad un bambino se crede in Gesù?
Solo la sottomissione è quello che cerca Gesù: "Inoltre, conducete qui i miei nemici, che non hanno voluto che io regnassi su di loro e uccideteli alla mia presenza(Luca 19:27)".

Cosa ha fatto il padre di Gesù con i primogeniti degli Egiziani?
"e quando il faraone si ostinò a non lasciarci andare, il SIGNORE uccise tutti i primogeniti nel paese d'Egitto, tanto i primogeniti degli uomini quanto i primogeniti degli animali. (Esodo)"

Francesco Scanagatta

francesco scanagatta Commentatore certificato 27.05.07 19:42| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, ieri sera ero a livorno a vedere il tuo spettacolo, ci hai mostrato un piccolo spezzone del video della BBC, il mio cuore si è frantumato in milioni di particelle, come i milioni di lacrime che le vittime avranno versato per colpa di questi esseri così spregevoli, che non meritano neanche di esser nominati con qualsiasi nome esistente nel linguaggio umano..
io sono una ragazza credente, la fede finora mi ha sempre dato la forza di andare avanti, di sentirmi in un qual modo protetta da qualcuno, di poter parlare con qualcuno anche nella solitudine più devastante, ma, il mio credere, da qualche anno a questa parte è divenuto piùintimo,personale, niente più Chiesa ne messe, niente di niente.. nessuno può aver la certezza che davvero esista un Dio, ma se così fossi, con che coraggio ci potremmo mostare al suo cospetto fingendo che tutto sia andatro bene, fingendo che facciamo parte di un mondo sano, puro, pieno di amore e fratellanza che lui tanto desiderava e predicava con tutte le sue forze? non è possibile.. loro, quelli che dovrebbero riportare le sue parole e farci vivere in armonia, sono i primi che rovinano le nostre esistenze compiendo atti così spregievoli da far accaponar la pelle, loro che tanto criticano le guerre, la camorra, i criminali, sono i primi che si comportano da tali. nascondono, o meglio, cercano di nasconder le sporcizie nel loro segreto, insultndo le nostre menti, facendoci passare da imbecilli che non vedono e non possano agire, loro che tanto si reputano santi, hanno devastato e rovinato l'unica cosa che poteva dar forza ai più deboli, che dovrebbe dar aiuto a chi davvero ne necessita ed invece si aiutano a vicenda a coprirsi, a tenerci lontani dalla realtà incresciosa che li ricopre di tanto schifo.ringrazio dal profondo del cuore che esistono almondo persone come te che ci aprono gli occhi e ci mostrano davvero per quelli che sono coloro che predicano la pace e l'amore ma che non sanno neanche di cosa si tratta realmente.grazie

beatrice pallini 27.05.07 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Mentre si scomunica Milingo perchè si è sposato, il vaticano si guarda bene da scomunicare mafiosi e criminali di ogni sorta. Sorge il dubbio che la storia si ripeta continuamente se è vero, come la storia documentata ci racconta, che l'organigramma ecclesiale aiutò i nazisti a fuggire in america latina con passaporti della "santa sede" del tutto falsi. Vi potrà sembrare del tutto strano, ma questa notizia non mi sconvolge più di tanto. La Chiesa, nel suo ordine gerarchico, ha sempre difeso se stessa e continuerà a farlo fino a quando lo consentiranno tutte le istituzioni baciapile. Nella mia amata Palermo, Don Pino Puglisi fu lasciato solo a se stesso. Il risultato è stato quello che tutti conosciamo. Adesso si ricordano di lui una volta l'anno, una corona e via. Mentre il centro da lui costruito con le sue sole forze, rischia la chiusura. E questo sarebbe gravissimo in un quartiere di frontiera come brancaccio. Ma del resto il compito primario del vescovado, è quello di curare l'anima dei credenti, il corpo è a perdere.

Antonino Piazza 27.05.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Liberiamo i bambini dalla religione, da tutte le religioni!
Niente battesimo, niente catechismo, niente madrasse islamiche o scuole ebraiche per i nostri piccoli!
Ne faremo degli uomini e donne liberi anche di decidere se avere una religione, e quale, o non averla.
In piu', gli eviteremo i rischi di cadere preda dei pedofili.
Saluti
Giovanni

Giovanni Freethinker 27.05.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento

E poi Tarsi, d'accordo forse il carcere come luogo rieducativo non sarà il massimo eccetera eccetera puoi anche avere le tue buone ragioni, forse un giorno si troverà qualcosa di meglio, però per ora il sistema è questo e allora ti chiedo, se il sistema è questo, è giusto che un povero cristo qualsiasi che ruba una gallina vada in galera e un prete che sevizia bambini resti al suo posto o venga trasferito semplicemente da un'altra parte ? Perché se non te ne sei accorto, il problema principale posto dal video è proprio questo...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 26.05.07 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Ascolta Tarsi: se fosse vero che il principio è sempre corretto, che non ci devono essere differenze tra piccoli sbagli e grandi sbagli allora non avrebbe senso nemmeno la distinzione tra illecito civile e reato che invece c'è ed ha senso proprio per il grado crescente di pericolosità per la convivenza civile che c'è fra l'uno e l'altro, ragion per cui in un caso si ritiene sufficiente come pena il risarcimento, nell'altro invece è ritenuta necessaria la reclusione; all'interno poi del codice penale le pene variano comunque tra il furto di galline e il genocidio, ragion per cui l'uniformità di cui parli semplicemente NON ESISTE per motivi ovvi.
Dunque la differenza tra la bugia alla mamma e la violenza su minorenni c'è eccome mi pare...
Però, perdonami ma qui stiamo andando fuori tema del post: io non voglio fare filosofia del diritto, non mi interessa, quello che il video incriminato dice è che:
1)Ci sono stati migliaia di casi di pedofilia commessa da preti negli USA,Brasile ed altri paesi: è vero o no ?
2)Il Crimen Sollicitationis tratta di tutti i casi in cui il chierico sollecita il crimine usando la confessione e si estende anche ai Crimen Pessimum (art. 71) è vero o no?
3)Il documento copre questi atti imponendo il segreto a pena di scomunica su tutti gli atti del processo ecclesiastico e sui risultati del processo come si legge all'art. 11, è vero o no ?
4)Il documento di Ratzinger riconferma quello del 1962, è vero o no ?
5)La chiese non sono ambiti extraterritoriali e perciò il sacerdote che compie un reato è soggetto alla legge dello Stato in cui si compie il crimine, è vero o no ?
Queste sono le semplici domande a cui si dovrebbe rispondere ma non lo si vuole fare e si cambia argomento e la si butta in filosofia, ma il problema rimane purtroppo...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 26.05.07 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Credevo che il mondo islamico fosse il solo ad essere veramente contorto...
Mi rendo conto che anche nel mondo cristiano, nella nostra tanto AMATA CHIESA, ci sono problemi veramente gravi.
E' un mondo che và alle rivescia, non esiste più nulla di buono.
La chiesa è una delle peggiori "organizzazioni" che esistono in questo mondo.
Mi chiedo: Il nostro 8 per 1000 destinato alla chiesa a cosa gli serve in definitiva? a pagare a questi orrendi sbagli?.

romolo v 26.05.07 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Volere che la magistratura svolga il suo compito nel più efficiente dei modi penso sia un'aspirazione di tutti noi onesti cittadini. Non entro nel merito dei problemi della giustizia in Italia che potremmo far notte senza cavare un ragno dal buco.
Questo è un fatto indiscutibile e nessuno è forcaiolo nel volere che la magistratura lavori al meglio.

Metto sul piatto 2 aspetti che possono farci continuare il confronto e che al momento sono motivo di incomprensione.
La prigione io non la considero una forma di risarcimento alla società di quello che è stato tolto, nè tanto meno una punizione, ma il tentativo di migliorare la società cercando di educare al rispetto altrui e alle regole di convivenza civile tutti gli individui che hanno dimostrato di avere queste carenze. E nel frattempo proteggere il cittadino da una persona potenzialmente pericolosa.

L'altro aspetto è il "principio" che proprio per la sua natura intrinseca non può piegarsi ai nostri comodi diventando giusto per piccoli sbagli e non giusto per sbagli più brutti. Se il principio è corretto, lo è sempre. Rimane da stabilire se lo vogliamo considerare giusto o no.
Il principio è condannare il peccato e non il peccatore, il quale invece potrà essere aiutato a capire i propri sbagli e a crescere.
Il principio dell'azione è il credo su cui si appoggia l'individuo, credo che si è formato durante la crescita che non in tutte le famiglie ha le caratteristiche giuste per sviluppare individui sani. Però la persona può anche essere ri-educata, con tutte le difficoltà del caso, a una vita civile non conflittuale.

Non mi sono espresso al meglio, perdonami.
Buona serata.

Claudio Tarsi 26.05.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace Tarsi ma non trovo molto senso in quello che dici: il tuo ragionamento può valere per cose di poco conto, una bugia o una scorrettezza professionale sul lavoro per esempio ma qui si parla di GRAVI REATI, non so se te ne rendi conto...
Io sbaglio ? Certo che sbaglio, tutti sbagliamo nella vita e mi sento anche in colpa dopo aver sbagliato, ma quando si compie un REATO non ci si può aspettare che gli altri non ce la facciano pagare, altri che poi altro non sono che la Magistratura che ha l'obbligo dell'azione penale come tu ben saprai.
Da uno sbaglio a VIOLENTARE RIPETUTAMENTE BAMBINI c'è una bella differenza mi pare... Mi chiedi se mi perdono o mi giustifico poi, ma non sta a me giudicarmi, se compio un reato sarà la legge a giudicarmi sarebbe bella se ognuno potesse autogiustificarsi, ma la legge esiste proprio per assicurare a tutti una pacifica convivenza civile, tutto qui, non mi sembrano ragionamenti da forcaiolo o cosa...
Ognuno di noi è responsabile delle sue azioni di fronte alla società e agli eventuali danneggiati e deve risponderne, è un principio normale basta leggere l'art. 2043 del codice civile per esempio...


Francesco Bertoncini Commentatore certificato 26.05.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Luisa forse non avevo intuito il punto a cui volevi arrivare... il discorso che hai aperto sul giudizio della fede potrebbe portarci via tutti i nostri giorni, provo a lanciare lì uno spunto di riflessione: dire che la fede è un fatto personale è sacrosanto e verissimo, ma le opere concrete, le parole espresse sono valutabili. La parte concreta della fede va analizzata e criticata, quando e come serve, per crescere ognuno verso Dio in comunione con i fratelli e in confronto con loro. Se ci asteniamo da questo confronto rischiamo di vivere una falsa fede sterile dei buoni frutti che siamo invitati a portare...
Grazie del confronto, a presto, ciao.

FRANCESCO Sono sicuro che se fai uno sforzo a cercare qualcosa di buono nel non condannare il peccatore, ma il peccato lo puoi trovare.
Intanto ti chiedo: Tu non sbagli mai? Quando sbagli ti senti in colpa? ti perdoni o ti giustifichi? Se a colui che hai reso danno te la vorrebbe far pagare a tutti i costi come lo vedresti?
In queste risposte puoi trovare senso in ciò che ho scritto. Ciao!

Claudio Tarsi 26.05.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Si "siamo tutti uomini", "aiutiamoci a vicenda", "si condanna il peccato non il peccatore", quest'ultima affermazione è la più idiota che abbia mai sentito: condanniamo l'assassinio ma non l'assassino, condanniamo il furto ma non il ladro, condanniamo lo stupro ma non lo stupratore.... che bel mondo che ne verrebbe fuori se si applicassero i tuoi cosidetti principi, sleghiamo il crimine dal criminale e tutto si risolverà ! Per la serie "a un passo dal manicomio"....

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 26.05.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Claudio, la mia frase era ironica. Non stavo mettendo etichette a nessuno. Il significato della frase è che ultimamente quando si parla di Chiesa si viene indicati come Comunisti, Gay (che non lo sono io ma non vuol dire per cio' che ne do' un connotato negativo), se si fà una critica. Anche se questa critica voleva essere costruttiva. Volevo infatti saltare la parte del dibattito del tipo: " Ah ecco ma allora sei una comunista mangia preti!!" e io "Non non sono comunista, e i comunisti no mangiano i preti". "Ah ma allora sei Gay e vuoi i Dico", e io " Non non sono Gay, e se lo fossi non mi sentire meno cattolica per questo, la Fede è un dono e stà a ogniuno coltivarla".
Ma grazie per avermi costretta a puntualizzare una cosa inutile.

Non permetterti di mettere in dubbio la mia Fede, primo perchè non sei Dio per giudicare, secondo perchè è una cosa personale e intima. Una parte molto importante di me, che segna ogni mio giorno e ogni mio passo. Cio' non toglie che io sia libera di esprimere cio' che penso, senza per questo essere aggredita da chi la pensa in modo diverso.
Io ho espresso il pensiero, le mie considerazioni, le mie conclusioni, e ho fatto una domanda precisa a cui spero rispondano presto le Alte sfere della Chiesa, che sono state davvero poco accorte, sempre a mio parere, nel gestire lo scandalo sia americano che irlandese.
Ma ripeto questo è quello che penso io, e credo di aver diritto da cristiana di esercitare il Libero Arbitrio.

Luisa Mura 26.05.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Luisa, sarai pure praticante, ma ancora la fede non ti ha neache sfiorato, se no non potresti usare frasi come "non sono comunista o gay", come se un qualsiasi uomo di fede potesse far differenze tra uomini etichettandoli come le maglie del mercato... L'uomo è individuo unico e irripetibile, con tutte le sue potenzialità di bellezza, con tutte le sue brutture e piccolezze, ma sicuramente, per sua natura, non identificabile con una sigla.

Ciò non toglie che chiarezza deve essere fatta su questo argomento. Tutti gli interessati a capire dovranno però prendere coscienza che la logica cristiana è molto diversa dalla logica superficiale (che si vede subito) e razionale, quindi per comprendere a pieno quello che era l'intento del Vaticano nel provulgare quello scritto bisogna essere in buona fede prima, e non ne vedo molta in questo blog dove i più hanno già tratto conclusioni e identificato la Chiesa con la Mafia, e non emotivamente turbati dalla falsa paura che scappino pedofili fuori da sotto il letto...La pedofilia è sempre esistita, come tanti altri mali del mondo, va combattutta, ma l'ansia da paura non aiuta certo a trovare soluzioni migliori.

Ricordiamoci sempre che va combattuto il peccato e non il peccatore, perchè se no ci troveremo prima o poi davanti a noi stessi e ai nostri sbagli senza la coerenza sufficiente di condannarci o senza la forza di perdonarci. In entranbi i casi non vivremo più in pace o nella verità.

Siamo uomini e siamo tutti su questa terra fianco a fianco, aiutiamcoi a stare meglio a vicenda!

Claudio Tarsi 26.05.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma che fai Arrigo Merillo ricopi Perri ? Oppure siete la stessa persona ? Benedetto è un rivoluzionario quanto Berlusconi è comunista, ma dico chi ve lo ha fatto il lavaggio del cervello a voi altri ? Prendete esempio dalla sig.ra Luisa Mura, cattolica come voi ma non credulona, dimostra di avere spirito critico e di documentarsi, non come voi pagliacci che siete capaci solo di riportare gli articoli dell'Avvenire !!! Svegliatevi !!

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 25.05.07 21:15| 
 |
Rispondi al commento

risposta a chi ha scritto che SEMBRA che...ma come si fa a giustificare tutto quello che hai visto dicendo SEMBRA. ma vergognati, la tua ottusità ti porta addirittura a chiudere gli occhi di fronte a dei fatti mostruosi commessi da quelli che predicano pace, rispetto e amore. credo che se Gesù potesse farebbe una bella pulizia delle gerarchie ecclesiatiche. stai attenta che parlo di gerarchie ecclesiastiche e non metto in discussione la dottrina cristiana. se tu fossi veramente cristiana saresti più schifata di me per quello che hai visto e sentito. perchè non mandi tuo figlio in una di quelle parrocchie invece di dire SEMBRA. a me SEMBRA che tu, piuttosto che credente sei una cattoclericale (sai che vuol dire?). i cristiani veri dovrebbero essere inferociti che la loro volontà venga rappresentata da chi stupra bambini e al tempo stesso predica la carità cristiana! il papa, dovresti saperlo, è dio sceso in terra. secondo te, chi si occupava di occultare certi episodi, può ricoprire questo ruolo? a me SEMBRA di no. veltroni, a suo tempo, dopo n viaggio in africa scrisse un libro intitolandolo "forse dio è malato"; credo che la definizione più adatta è che "forse dio è laico". e concludo chiedendoti nuovamente di mandare tuo figlio (qualora hai figli) in quelle parrocchie di bravi preti.

matteo auriemma 25.05.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

"L'informazione non può essere censurata"

Se cliccate sul video non funziona piu' google e youtoube l'hanno rimosso perche' viola i diritti di copyright della BBC.
Se pero' volete vederlo essendo in Rete nulla sparisce perche' la rete salva sempre ci sono sempre molti modi per vederlo.

Io non l'avevo visto ma visto che lo hanno censurato ora me lo vedo.

La Censura in rete non serve.... fa l'effetto contrario

Marco Arco Rossi 25.05.07 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Rinnovo il mio commento:
Sono Cattolica, Ho visto il documentario della BBC, ho letto il "Crimen Sollicitationis" in latino (perchè le opinioni me le faccio da sola). Risultato? Sono profondamente delusa, in Vaticano esiste una politica su come trattare questi casi, che sottolinea la necessità del segreto pena la scomunica, ma non esiste una politica per difendere e aiutare le vittime dei carnefici. Del documentario posso dire che in effetti pone un po' troppo l'accento su Ratzinger, ma non lo indica come l'autore del docuemento del 1962. Siccome sono come dicevo Cattolica, vado a messa etc etc, voglio le dovute spiegazioni. Non sono scesa ieri dall'albero delle banane, il latino lo capisco, mi aiuto con il vocabolario non temete :o), quindi c'è poco da gridare alla calunnia e alla malafede. C'è scritto grande così che i vescovi devono custodire in luogo riservato il documento, non farlo vedere a nessuno e non commentarlo con nessuno. C'è scritto ancora più chiaramente, nel paragrafo 11:
“Poiché in verità ciò che nel trattare queste cause deve essere il più possibile curato e osservato è che le stesse cose siano compiute in modo segretissimo e, dopo che siano state definite e già eseguite, siano coperte da un silenzio perpetuo, tutti e i singoli in qualunque modo pertinenti al tribunale o ammessi alla conoscenza dei fatti per il loro ufficio, sotto la pena di scomunica latae sententiae [.] saranno tenuti a conservare inviolabilmente lo strettissimo segreto, che è comunemente reputato un segreto del Santo Uffizio”
ORA chiarito che non siamo dei cretini ignoranti, ci sediamo cari vescovi e mi date una spiegazione seria? e No, NON sono comunista nè Gay, sono proprio cattolica praticamente, quindi saltiamo questa parte, grazie.
Aggiungo: "se qualcuno scandalizzasse uno di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina da asino e venisse sommerso nel fondo del mare.” Vangelo di Matteo,18,6
I bambini non si toccano

Luisa Mura 25.05.07 17:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

--------------------------------------
Religione, Fioroni avverte il Tar "Ricorso al Consiglio di Stato"
-------------------------------------------
da:
http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-religione/religione-ricorso/religione-ricorso.html
-----
Sulla "guerra di Religione" Fioroni non molla. Con una nota il ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, rilancia e contro il provvedimento del Tar Lazio sta valutando la possibilità di presentare ricorso al Consiglio di Stato. Proprio l'altro ieri i giudici amministrativi, suo caso dell'ammissione agli esami di maturità, si sono pronunciati a sfavore dei prof di Religione: l'ora impartita da questi ultimi non dà crediti utili per l'ammissione e la valutazione finale dell'esame di maturità. Il provvedimento è stato salutato con soddisfazione in primo luogo dalla Flc Cgil che ha sponsorizzato il ricorso.

Ma Fioroni non ci sta; "Il Ministero della Pubblica Istruzione ha preso contatto con l'Avvocatura dello stato affinché venga valutata la possibilità di proporre appello al Consiglio di Stato nel più breve tempo possibile, vista l'imminenza degli esami". E "anche in relazione a quelli che saranno gli sviluppi della vicenda il ministero valuterà se e quali indicazioni fornire agli istituti scolastici". Una risposta chiara e decisa arriva dal segretario della Flc Cgil, Enrico Panini, che proprio ieri aveva invitato Fioroni ad "avvisare urgentemente del cambiamento di indicazione le scuole che tra pochi giorni saranno impegnate negli scrutini"

La posta per gli insegnanti di Religione è alta. Il loro giudizio nello scrutinio finale pesa quanto quello degli altri colleghi, oppure no? Il Tar Lazio, che ha momentaneamente sospeso parte dell'articolo 8 dell'ordinanza sugli esami di Stato, pare abbia preso una posizione ben precisa con motivazioni giudicate da Panini "significative". "La norma - recita il provvedimento in questione - configura l'insegnamento della Religione come..

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 25.05.07 15:28| 
 |
Rispondi al commento

DAMMI 3 PAROLE ADATTE ALL'ARGOMENTO...

CLORO
AL
CLERO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

BASTA VATICANI, PAPI, FUMATE BIANCHE,ECC..
VIA TUTTO! ASSASINI!

Andrea Carolillo (il_carolillo) Commentatore certificato 25.05.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

IL PRIMO ATTO VIOLENTO CONTRO I BAMBINI NON E' LA PEDOFILIA....

ma l'aborto legalizzato e di stato.

Non ho mai visto i radical chic di sinistra che scrivono su questo blog scendere in piazza contro i MILIONI di bambini che muoiono ogni giorno di fame.

I vostri sacerdoti "pedofili" (tutta erba un fascio) sono ogni giorno a testimoniare con la vita aiutando i bambini senza niente che muoiono di fame perche occorre dare loro un futuro.
I bambini americani e europei sono forse piu importanti di un neretto africano!?

per la cultura radical borghese chic si.

non vedo bandiere della pace piantate nei deserti dove muoiono bambini a centinaia ogni giorno

non vedo questi uomini e donne scandalizzati per le bambine musulmane ogni giorno, non violentate, ma infibulate!

giusto come dice il papa -questo lo ha detto- che occorre far luce sul passato e mettere in atto cio che serve per evitare nel futuro.

i bacchetoni radical chic si riepiono la bocca di belle parole : ma dove trovi uno di loro che dice queste parole che ha detto il papa e nella sua prima enciclica parla di EROS!?

La rivoluzione russa l'hanno voluta gli americani finanziandola del '15, la vogliono ora in europa perche i cattolici hanno detto no alla guerra in Iraq.

il messaggio di Papa BXVI e' rivoluzionario perche nessuno se lo aspettava, turba le coscienze dei laicisti a tutti i costi perche mette a nudo le debolezze della Chiesa e degli uomini.
altro che insabbiamento: presi in contropiede reagiscono con cattiveria.
ma il mondo e' in mano a Maria che e' madre di tutti e sapra aiutarci a trovare la strada.
la crociata dei cristiani non si fa con le armi ma con la preghiera: anche per chi ha sbagliato.

arrigo merillo 25.05.07 11:44| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

------------------------------
L'arroganza dei "servi di Dio"
------------------------------
da:
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1824
------------------
Se c'è qualcosa che affonderà la chiesa di Roma non sono i suoi errori nel passato, ma la sua arroganza nel presente. Non sarà stata la pedofilia in sè (errare humanum), ma il fatto di averla nascosta (perseverare diabolicum). E di averla addirittura inizialmente negata, come nel caso che segue, arrivando a denunciare la vittima per "danni all'immagine ed al prestigio".

Come se fosse la maison di Valentino.

Massimo Mazzucco

24oreInviaStampaAgrigento, 17:29

PEDOFILIA: CURIA AGRIGENTO RISARCISCE VITTIMA DI UN PRETE La Curia di Agrigento ha risarcito il giovane che aveva denunciato di essere stato vittima di abusi sessuali da parte di un prete. La vicenda vedeva contrapposti un ex seminarista di Agrigento M. M., e la sua guida spirituale in seminario, un sacerdote che ha patteggiato la condanna in 2 anni e 6 mesi per abusi sessuali. Nei giorni scorsi -ma la notizia si e' appresa solo oggi - e' stato infatti firmato un accordo tra le parti. L'entita' del risarcimento e' coperta da una clausola di riservatezza presente nell'accordo, ma supererebbe i 50 mila euro. La vicenda era stata trattata anche nel dicembre scorso dalla trasmissione televisiva "Mi Manda Rai Tre", tra le polemiche. La Curia di Agrigento in un primo tempo aveva infatti chiesto al ragazzo vittima di abusi ...

... un risarcimento di 200 mila euro per "danni all'immagine ed al prestigio" della Chiesa di Agrigento. Il giovane ha ora deciso di destinare i soldi del risarcimento appena ricevuto, alla "Associazione per la mobilitazione sociale" da lui stesso fondata nel 2004 con lo scopo di combattere il disagio giovanile e promuovere campagne di sensibilizzazione sulle violenze a danno dei minori. Tra le iniziative dell'associazione, il prossimo 23 giugno una fiaccolata silenziosa per ricordare le vittime della pedofilia


Per tutti quelli che non hanno abboccato e essendosi fatte le giuste domande hanno dei dubbi sulle accuse mosse dal filmato, segnalo l'articolo di Massimo introvignie su il Giornale.
Evidentemente chi ha letto i documenti e` in grado di smascherare le affermazioni false che mirano ad accusare il Papa.
A me il dubbio mi era venuto solo pensando: Ma il Vaticano che ci guadagna a favorire la pedofilia?
Chi e` contro iul Papa che ci guadagna a riesumare fatti vecchi?
Questa si chiama persecuzione ma la Chiesa e` sempre li` nonostante duemila anni di persecuzioni. Il comunismo invece e` morto, solo che alcuni comunisti sono ancora vivi. Ma arriva per tutti....

Sergio

Sergio Missori 25.05.07 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Per la cronaca: sembra che il documento in questione non possa essere stato emanato dall'attuale papa che all'epoca era un semplice professore in Germania, sembra che il documento in questione sia piuttosto un'incoraggiamento alla denuncia dei fatti di violenza carnale non solo nei confronti dei bambini...sembra inoltre che il silenzio debba essere mantenuto solo per quanto riguarda il segreto confessionale e prima che l'imputato in questione sia stato definitivamente condannato e accertata la consapevolezza...insomma SEMBRA proprio che ancora una volta l'informazione sia stata manipolata ad arte facendo di tutta l'erba un fascio...siamo di fronte ad un'europa schizofrenica che accetta qualsiasi cosa in nome di una libertà sessuale che diventa schiavitù e paura (vedi Olanda), una società ipocrita che si scandalizza a voce alta e che non accetta i peccati altrui

Chiara Millesi 25.05.07 09:56| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

volevo solo avvertire che dalla rete hanno tolto il filmato!!

che scandalooooo

Stefania Tamberlani 24.05.07 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Ah Tarsi l'abbiamo capito: sei un santo e vuoi perdonare tutti, ma si facciamo un bell'INDULTO TOMBALE, tutti fuori !!!
Forse tu vivi in Paradiso ma sarebbe meglio tu scendessi sulla Terra: si possono perdonare certe cose, certamente, ma guai a essere permissivi con tutto; dimmi una cosa ma allora a che serve la Magistratura ? Tu dici che tanto quelli riescono fuori e poi rifanno tutto come prima: EH NO BELLO ! Certo, se si tiene tutto segreto e gli si dà un'ammonizione o si trasferiscono da un'altra parte, certo che ricominciano come prima e infatti si è visto ! Ma se uno va in galera, dopo tutti lo sanno quello che ha fatto, ha la fedina penale sporca e di sicuro mio figlio lo vedrebbe in cartolina, caro mio !
Vallo a dire a quelle migliaia di genitori in USA, in Irlanda, in Brasile quelle cose... Vallo a dire a quella nonna che c'è nel video che dice che il nipote NON HA PIU' VOGLIA DI VIVERE !
Poi, se permetti, per perdonare qualcuno bisogna anche che quel qualcuno si PENTA, che ammetta il proprio errore e si faccia processare, prima di tutto, non che si nasconda o si trasferisca o scappi e diventi un ricercato ( come padre Henn nel video ).... Secondo te invece, uno violenta mio figlio, lo nasconde con la complicità della Chiesa e io dovrei perdonarlo ? Se non sbaglio anche in confessione si richiede il PROPOSITO DI NON COMMETTERE PIU' PECCATO...
Ma si vede che per te i preti sono una casta di intoccabili, si devono sempre perdonare SENZA SE E SENZA MA,....

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 24.05.07 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Nicola solo 3 anni fa avrei concordato a pieno quello che scrivi, anzi ero al punto tale da incominciare a farmi giustizia da solo e se non avessi cambiato prospettiva a quest'ora sarei già sulle tracce di quei malati.
C'è stato un momento in cui ho cercato con oggettività quello che era giusto e mi sono accorto che non riuscivo a sostenerlo, mi sono accorto che io non ero giusto, che sbagliavo, e la mia coscienza non mi permetteva più di condannare gli altri perchè come io trovavo giustificazioni ai miei sbagli ho immaginato che gli altri trovassero altre giustificazioni che io non vedevo, ma che ai loro occhi potevano essere giuste.
Dovevo guardare bene dentro di me e fare pulizia, questo lavoro interiore mi ha mostrato infinite brutture che vivevo quotidianamente senza accorgermene e mi ha tolto ogni sicurezza su ciò che pensavo giusto, ogni rigerimento l'ho dovuto rivedere. Ho scoperto che l'unico modo per costruire il mondo di pace che desidero è portare la pace nel mio cuore, l'unico posto di cui io abbia realmente il controllo. L'incontro con Cristo mi ha mostrato la strada per quella pace, e da quel momento tantissimo è cambiato nella mia vita. Sono stato testimone di tantissime grazie e di quanto grande sia la potenza della preghiera e dell'amore e come concretamente agisce nella mia vita e di quelli che mi stanno accanto.
Ogni giorno facciamo migliaia di scelte, l'Amore stravolge quelle priorità e il mondo non è più lostesso.

La ricerca di giustizia e verità che stai effettuando ti mette più vicino a Cristo di quanto immagini. Ti auguro ogni bene, ciao a presto.

Claudio Tarsi 24.05.07 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Bene, allora passi una trentina d'anni in carcere (e spero che ti inculino a te a sangue e con un manciato di rena) e tutti siamo contenti perchè non c'è altro da fare.Perdonare perdonerà Dio se c'è, intanto fai la galera(i manicomi li hanno chiusi).

Intanto non sono 30 gli anni di galera, ma 7 come visto nel video. Ma poi visto che parliamo in linea di principio e il perdono è una prerogativa di Dio, ma perchè non li facciamo secchi?! Così ci costano pure e quando escono rifanno le stesse cose. Secchiamoli e stiamo più sicuri!

Mi sembra che questo lo fanno a pietrate ancora da qualche parte, ma non penso che sia un modello di civiltà a cui vorrei ispirarmi.
E' una strada già battuta e non ha reso il mondo più bello nè più sicuro.
L'educazione all'amore e al perdono è l'unica via per costruire una società più GIUSTA.
Accrescere la sensibilità di tutti permette di scoprire con più facilità sia i casi di pedofilia, perchè ci mette in ascolto dei nostri figli, sia ci permette di ridurre i comportamenti anti-sociali.

L'odio è odio, non ce n'è uno giusto e uno sbagliato. Si possono aiutare i maniaci senza doverli odiare... ti invito a cercare su questa via, avrai soddisfazioni. Anche nel buddismo e induismo si trova molto scritto su questo.
Ciao!

Claudio Tarsi 24.05.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Bene, allora passi una trentina d'anni in carcere (e spero che ti inculino a te a sangue e con un manciato di rena) e tutti siamo contenti perchè non c'è altro da fare.Perdonare perdonerà Dio se c'è, intanto fai la galera(i manicomi li hanno chiusi).

Intanto non sono 30 gli anni di galera, ma 7 come visto nel video. Ma poi visto che parliamo in linea di principio e il perdono è una prerogativa di Dio, ma perchè non li facciamo secchi?! Così ci costano pure e quando escono rifanno le stesse cose. Secchiamoli e stiamo più sicuri!

Mi sembra che questo lo fanno a pietrate ancora da qualche parte, ma non penso che sia un modello di civiltà a cui vorrei ispirarmi.
E' una strada già battuta e non ha reso il mondo più bello nè più sicuro.
L'educazione all'amore e al perdono è l'unica via per costruire una società più GIUSTA.
Accrescere la sensibilità di tutti permette di scoprire con più facilità sia i casi di pedofilia, perchè ci mette in ascolto dei nostri figli, sia ci permette di ridurre i comportamenti anti-sociali.

L'odio è odio, non ce n'è uno giusto e uno sbagliato. Si possono aiutare i maniaci senza doverli odiare... ti invito a cercare su questa via, avrai soddisfazioni. Anche nel buddismo e induismo si trova molto scritto su questo.
Ciao!

Claudio Tarsi 24.05.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

----
Claudio Tarsi 24.05.07 11:19

Il dolore umano, lo sdegno, come la paura sono strumenti di controllo delle masse e abbiamo avuto un concreto esempio nella "grande democrazia americana". Il popolo terrorizzato da un finto attacco terroristico, ha dato il voto al primo che si è proposta a dare una falsa sicurezza (non c'era nessun attacco) costruita a suon di bombardamenti. Sono stati rotti tutti i trattati internazionali giustificandoli con il dolore dei connazionali morti che abbiamo scoperto sono stati uccisi dallo stesso governo che ha minato gli edifici perchè crollassero.
[...]
Chi, forte di questo sentimento di dolore e voglia di "giustizia", si giustifica per insultare e condannare il prossimo inganna se stesso e si mette al pari dei pedofili,
[....]
Attenzione e coerenza! La violenza delle parole è più forte di quella fisica.
-------------------------------------

Caro Claudio Tarsi
sulla prima parte del tuo discorso, stavolta, ti quoto in pieno; mi riferisco all'uso della paura per il controllo delle masse e l'autoattentato dell'11 settembre fatto dal governo americano; su questo non ho dubbi, solo certezze (FISICHE).
La conclusioni che tiri fuori però sulla pedofilia mi sconcerta.
Intanto applichi il tuo ragionamento al contrario:
la paura è lo strumento della chiesa (religioni e stregoni in generale) da millenni; vedi inferno e punizioni eterne. La rabbia e voglia di giustizia delle persone sono si dovute ad odio ma per dei fatti reali, avvenuti; c'è quindi necessità di GIUSTIZIA ora, che non è vendetta, è GIUSTIZIA. Hai inculato un banbino? Bene, allora passi una trentina d'anni in carcere (e spero che ti inculino a te a sangue e con un manciato di rena) e tutti siamo contenti perchè non c'è altro da fare.Perdonare perdonerà Dio se c'è, intanto fai la galera(i manicomi li hanno chiusi).
Mi sembra invece che qui sia te a farti ingannare dalla chiesa che consideri "buona" a priori..come se fosse il governo americano CHE NON POTREBBE MAI AVER FATTO...

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 24.05.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ti ringrazio Daniela D., la cosa di Berlusconi e del Milan comunque me l'ero inventata io che sono interista ma almeno io lo dicevo per difendermi dai milanisti quando si perse 6-1, per scherzo,.... qui invece si legge addirittura di ipotetiche congiure made in USA per fare fuori il Vaticano e il bello è che lo pensano davvero...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 24.05.07 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Si Tarsi, ora i pedofili dobbiamo rieducarli e non metterli in galera ma questo ti sarebbe mai venuto in mente se il caso non avesse coinvolto la Chiesa? Al giorno d'oggi si fa presto a non mettere la gente in prigione: sono tutti matti oppure sono malati oppure sono vecchi oppure....
Il carcere ha anche la funzione di tutelare le vittime attuali e potenziali prima di tutto, io non ci credo a tutti questi matti, malati... Chi violenta, stupra ecc ecc non è un matto per me è un CRIMINALE punto e basta !! E non lo dico solo io lo dice anche un certo Gesù Cristo che chi fa del male a un bambino è meglio che si metta una macina al collo e si butti nel mare; ma è evidente come la Chiesa di oggi tutto faccia tranne che seguire gli insegnamenti di Cristo e te con lei....

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 24.05.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra distorsione che ho sentito più volte e nella quale non mi ritrovo è quella del carcere come PUNIZIONE, ma il carcere non dovrebbe avere compito RIEDUCATIVO?
Ovvero se un individuo è pericoloso socialmente non è che quando è stato "punito" esce migliore.
Questo è valido in generale, in più quando c'è un caso grave come la pedofilia che la psichiatria non riesce a curare per la maggiorparte delle volte, a cosa serve il carcere?! A sperare che lo uccidono quando è dentro?!

Una risposta è da pensare mettendo in campo molteplici sensibilità, sociali, mediche e legislative.
Non mi pare che al momento da queste discussioni stia venendo nulla di buono, perchè si spreca molto tempo in chiacchiere inutili e pochi sono i commenti che propongono concrete soluzioni al problema. Invito psicologi, dottori e chi abbia esperienza in merito a suggerire soluzioni.

Grazie della collaborazione. Ciao.

Claudio Tarsi 24.05.07 17:29| 
 |
Rispondi al commento

è vero è uno schifo,bisogna punire i preti come se fossero cittadini normali e non difenderli di più degli altri.l
Ma non scordiamoci che nella chiesa ci sono tanti sacerdoti e vescovi che fanno veramente pastorale che veramente aiutano chi ne ha bisogno e che sopratutto accusano tutti i preti pedofili

e anche sul vangelo c'è scritto"chiunque faccia del male ad un bambino è meglio che si leghi una pitra al colloo e si butti in mare"

andrea valeriani 24.05.07 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Senti Tarsi facciamo così: visto che a condannarli i preti pedofili secondo te ci si pone sul loro stesso piano io ti proporrei di farli SANTI: propongo da subito padre Oliver O'Grady come santo patrono dei bambini e la sua intitolazione ai nuovi asili nido che ne dici ci stai ?

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 24.05.07 14:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti..volevo sfogarmi con Voi, dopo aver visto il video dei preti pedofili...sono al quanto disgustata..
Lo potevamo anche immaginare sinceramente..ma avere poi delle "prove" così...che dire..
Pensare che io tempo fa credevo, ma pian piano mi si stanno aprendo gli occhi..attorno a me c'è così tanto di negativo che uno quasi quasi si deve chiedere, ma ne vale la pena vivere in questo mondo così orrendo?
Come fai a vivere te stesso,le persone a te care, mettere al mondo dei figli che dovranno affrontare un futuro chissà peggio del nostro?
Siamo noi uomini ad ammettere le stragi più grandi e se non ci SVEGLIAMO questo mondo sarà la nostra rovina! e pensare (così almeno detto nel video) che Lui, il papa, che ci dovrebbe guidare, così si dice, fa circolare una lettera per tutti i preti del mondo di tacere su gli episodi di violenza sui bambini!
Bambini che sono il futuro del mondo!!!, che poi si parla del papa della gioventù!come si fa??Svegliarsi la mattina e guardarsi ancora allo specchio?che mondo...e sopratutto, che mondo pensare, che quasi nessuno si ribella e stanno tutti zitti per non rovinare l'immagine della chiesa, ma preferiscono avere un mondo di piccole vittime, che dentro di sè porteranno per tutta la loro vita questo trauma con sè, sapendo che nessuno gli darà ascolto!!mai!
Come facciamo a guardare magari il prete della nostra città,del nostro paese e non chiederci: Ma lui ne è al corrente?cosa sà?
L'uomo è disposto a tutto?pur di avere fama, potere, soldi ecc...?Siamo veramente tutti fatti così male?
C'è una speranza per questo mondo?e pensare che questo è una dei tanti problemi che ci viene NASCOSTO!
Cene sono duemila di problemi che ci vengono nascosti!!Si prendono gioco di noi!
Bisogna informarsi, con tutti i mezzi, che è senz altro difficile e spesso impossibile, ma bisogna provarci, L'UOMO CHE è INFORMATO è PERICOLOSO!CI VOGLIONO TUTTI IMBRANATI!COSI NON DIAMO FASTIDIO... non facciamo che ciò accada!che dire... ci e cosa ci salverà?

silvia kaneider 24.05.07 14:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti..volevo sfogarmi con Voi, dopo aver visto il video dei preti pedofili...sono al quanto disgustata..
Lo potevamo anche immaginare sinceramente..ma avere poi delle "prove" così...che dire..
Pensare che io tempo fa credevo, ma pian piano mi si stanno aprendo gli occhi..attorno a me c'è così tanto di negativo che uno quasi quasi si deve chiedere, ma ne vale la pena vivere in questo mondo così orrendo?
Come fai a vivere te stesso,le persone a te care, mettere al mondo dei figli che dovranno affrontare un futuro chissà peggio del nostro?
Siamo noi uomini ad ammettere le stragi più grandi e se non ci SVEGLIAMO questo mondo sarà la nostra rovina! e pensare (così almeno detto nel video) che Lui, il papa, che ci dovrebbe guidare, così si dice, fa circolare una lettera per tutti i preti del mondo di tacere su gli episodi di violenza sui bambini!
Bambini che sono il futuro del mondo!!!, che poi si parla del papa della gioventù!come si fa??Svegliarsi la mattina e guardarsi ancora allo specchio?che mondo...e sopratutto, che mondo pensare, che quasi nessuno si ribella e stanno tutti zitti per non rovinare l'immagine della chiesa, ma preferiscono avere un mondo di piccole vittime, che dentro di sè porteranno per tutta la loro vita questo trauma con sè, sapendo che nessuno gli darà ascolto!!mai!
Come facciamo a guardare magari il prete della nostra città,del nostro paese e non chiederci: Ma lui ne è al corrente?cosa sà?
L'uomo è disposto a tutto?pur di avere fama, potere, soldi ecc...?Siamo veramente tutti fatti così male?
C'è una speranza per questo mondo?e pensare che questo è una dei tanti problemi che ci viene NASCOSTO!
Cene sono duemila di problemi che ci vengono nascosti!!Si prendono gioco di noi!
Bisogna informarsi, con tutti i mezzi, che è senz altro difficile e spesso impossibile, ma bisogna provarci, L'UOMO CHE è INFORMATO è PERICOLOSO!CI VOGLIONO TUTTI IMBRANATI!COSI NON DIAMO FASTIDIO... non facciamo che ciò accada!che dire... ci e cosa ci salverà?

silvia kaneider 24.05.07 14:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Propongo una denuncia in massa che parta da questo sito contro il papa.
Lo so che ha l'immunita' ma almeno proviamoci! Che ne dite?

massimiliano mauceri 24.05.07 13:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

-----------------------------------------------
Amnesty, usata la paura per violare i diritti
-----------------------------------------------

"La politica della paura ha dominato il 2006. Leader senza scrupoli si sono volutamente serviti della paura per creare divisioni, reprimere il dissenso ed eludere la giustizia. I governi hanno incoraggiato un clima di intolleranza che ha alimentato conflitti e violazioni dei diritti umani, creando un vuoto di diritti di cui hanno approfittato gruppi armati e interessi di parte per perseguire i loro scopi.

Il Rapporto Annuale di Amnesty International, che documenta la situazione dei diritti umani in 153 Paesi e Territori nel corso del 2006, mette in luce un mondo devastato da conflitti armati, repressione e discriminazione, dove le donne sono costantemente esposte al rischio di violenza e in cui intere comunità sono attanagliate da povertà ed esclusione sociale. Un rapporto che non fa sconti a nessuno. Italia compresa.

Italia. Il nostro Paese ha continuato ...."

--
continua su:
http://www.unita.it/view.asp?idContent=66180

---

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 24.05.07 12:28| 
 |
Rispondi al commento

vorrei rispondere, ma è tutta la mattina che provo a postare e non riesco. Non è possibile che un blog così importante abbia sistemi informatici tanto modesti.

voglio scrivere 24.05.07 12:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il dolore umano, lo sdegno, come la paura sono strumenti di controllo delle masse e abbiamo avuto un concreto esempio nella "grande democrazia americana". Il popolo terrorizzato da un finto attacco terroristico, ha dato il voto al primo che si è proposta a dare una falsa sicurezza (non c'era nessun attacco) costruita a suon di bombardamenti. Sono stati rotti tutti i trattati internazionali giustificandoli con il dolore dei connazionali morti che abbiamo scoperto sono stati uccisi dallo stesso governo che ha minato gli edifici perchè crollassero.
Sono iniziate due guerre che producono morti e tanto odio ogni giorno.

In più è psicologia che un uomo in preda a un emotività forte come quella prodotta dalla paura riduca il ventaglio di possibilità che a mente libera potrebbe cogliere. Ecco perchè si dovrebbero calmare i toni, visto che la verità non è facile da individuare.

La critica in ogni campo si faccia va fatta non in preda al panico o allo sdegno perchè non è credibile nè significativa.
La critica è uno strumento potentissimo dell'uomo nella società moderna, chi ne fa un uso scorretto e irresponsabile non gli dà il giusto valore, nè tantomeno nè sfrutta le reali capacità.

La violenza psicologica non è minore di quella fisica, anzi.
Chi, forte di questo sentimento di dolore e voglia di "giustizia", si giustifica per insultare e condannare il prossimo inganna se stesso e si mette al pari dei pedofili, che con giustificazioni della loro mente distorta, non capivano che facevano del male ai bambini; Ogni "guerra" in famiglia come mondiale parte da qulacuno che giustifica se stesso per poter abusare della persona che ha difronte sia a parole che fisicamente.
Attenzione e coerenza! La violenza delle parole è più forte di quella fisica.
Buona giornata.

Claudio Tarsi 24.05.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il dolore umano, lo sdegno, come la paura sono strumenti di controllo delle masse e abbiamo avuto un concreto esempio nella "grande democrazia americana". Il popolo terrorizzato da un finto attacco terroristico, ha dato il voto al primo che si è proposta a dare una falsa sicurezza (non c'era nessun attacco) costruita a suon di bombardamenti. Sono stati rotti tutti i trattati internazionali giustificandoli con il dolore dei connazionali morti che abbiamo scoperto sono stati uccisi dallo stesso governo che ha minato gli edifici perchè crollassero.
Sono iniziate due guerre che producono morti e tanto odio ogni giorno.

In più è psicologia che un uomo in preda a un emotività forte come quella prodotta dalla paura riduca il ventaglio di possibilità che a mente libera potrebbe cogliere. Ecco perchè si dovrebbero calmare i toni, visto che la verità non è facile da individuare.

La critica in ogni campo si faccia va fatta non in preda al panico o allo sdegno perchè non è credibile nè significativa.
La critica è uno strumento potentissimo dell'uomo nella società moderna, chi ne fa un uso scorretto e irresponsabile non gli dà il giusto valore, nè tantomeno nè sfrutta le reali capacità.

La violenza psicologica non è minore di quella fisica, anzi.
Chi, forte di questo sentimento di dolore e voglia di "giustizia", si giustifica per insultare e condannare il prossimo inganna se stesso e si mette al pari dei pedofili, che con giustificazioni della loro mente distorta, non capivano che facevano del male ai bambini; Ogni "guerra" in famiglia come mondiale parte da qulacuno che giustifica se stesso per poter abusare della persona che ha difronte sia a parole che fisicamente.
Attenzione e coerenza! La violenza delle parole è più forte di quella fisica.
Buona giornata.

Claudio Tarsi 24.05.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

--------------------------------------
Parma, 12 anni al missionario pedofilo
Abusava dei bambini in Nicaragua
------------------------------------

"PARMA - Dodici anni di reclusione con rito abbreviato per don Marco Dessì, il missionario sardo accusato di abusi sessuali nei confronti di minori e detenzione di materiale pedopornografico.

Il Gup del Tribunale di Parma Roberto Spanò ha riconosciuto il sacerdote colpevole di tutte le accuse che sono state mosse dalla procura parmigiana. La sentenza tiene conto dello sconto di pena di un terzo previsto dal rito abbreviato con il quale il missionario di 59 anni è stato giudicato.

La Pm Lucia Russo, che ha coordinato le indagini dei carabinieri del comando Provinciale di Parma e ha sostenuto in aule le accuse, aveva chiesto una condanna a 16 anni di reclusione. Le motivazioni...."
---------------------------------------
leggi su:
http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/esteri/video-preti-pedofili/condannato-dessi/condannato-dessi.html

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 24.05.07 09:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

da:
http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/cronaca/crocifisso-appello/crocifisso-appello/crocifisso-appello.html

----------------------------------------------
Condannato il giudice anti-crocifisso
"Sono vittima della discriminazione religiosa"
------------------------------------------

Il giudice Luigi Tosti
L'AQUILA - E' rimasto fedele alle sue convinzioni anche quando i suoi colleghi sono usciti dalla camera di consiglio per leggere la sentenza: il giudice Luigi Tosti nell'aula della Corte d'appello dell'Aquila non è entrato perchè alla parete era appeso un crocifisso.

Com'era accaduto nell'inverno di due anni fa, anche i giudici di secondo grado hanno condannato il magistrato del tribunale di Camerino a sette mesi di reclusione e un anno di interdizione dai pubblici uffici.

La pena gli è stata sospesa ma la condanna per il suo atteggiamento anti-crocifisso resta inalterata: "La presenza o meno del crocifisso in un'aula di giustizia è irrilevante ai fini dello svolgimento del processo e non crea una condizione di illegittimità".

Tosti si considera "vittima della discriminazione religiosa" e continua a rifiutarsi di tenere udienze in aule di tribunale dove è esposto il simbolo della cristianità. In alternativa alla rimozione del crocifisso, chiede di potergli giustapporre la menorah ebraica, simbolo della sua religione. Il magistrato annuncia un ricorso in Cassazione e uno alla Corte di giustizia dell'Ue: "Voglio che sia rispettata l'eguaglianza religiosa e la libertà religiosa".
------------------

inoltre:
--------------------------
Il giudice Luigi Tosti denuncia penalmente per discriminazione religiosa i ministri Clemente Mastella e Roberto Castelli
--------------
http://nochiesa.blogspot.com/

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 24.05.07 09:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Oggetto: mobilità 2007 Form S.P.A. Villasanta Mi
Salve sono un dipendente della Form, faccio parte della lista dei mobilitati e far presente che l'Azienda sta valutando di eliminare del personale specializzato con anni d’esperienza rimpiazzandolo con personale a pari mansione assunto circa un anno fa con la mobilità in corso nel 2006 ( tutto questo è stato portato in evidenza nelle varie assemblee con i sindacati del Rsu Sig. C........ e sig. F....) questo per farvi capire quanto ci hanno tutelato. Seconda considerazione, l'azienda non sta valutando i carichi familiari e l'anzianità del personale che intende mettere in mobilità. Nel mio caso stipendio monoreddito con 3 persone a carico assunto nel 2000, e inoltre in certi casi abuso di mobbing per ottenere dei candidati per la lista mobilitati.
Porgo con l'occasione distinti saluti. Facchin Flavio

Flavio Facchin 24.05.07 09:18| 
 |
Rispondi al commento

CHI SALVERA' L'ITALIA E GLI ITALIANI?

UNA NUOVA DEMOCRAZIA?
UN NUOVO REGIME DITTATORIALE?
UNA NUOVA MONARCHIA?
UNA NUOVA CHIESA?
UNA NUOVA RIVOLTA POPOLARE?
UNA NUOVA ASSOCIAZIONE TERRORISTICA?
UNA NUOVA ASSOCIAZIONE MAFIOSA?
UNA NUOVA TECNOLOGIA?
UNA NUOVA FORMA DI ENERGIA?
UNA NUOVA TEORIA ECONOMICA?
UN NUOVO FARMACO?
UNA NUOVA TRASMISSIONE TV?
UNA NUOVA PUBBLICITA'?

TUTTE COSE GIA' VISTE E SENTITE MA NON SONO SERVITE, COME FARE ALLORA?

Antonio Oliviero 24.05.07 02:46| 
 |
Rispondi al commento

Francesco Bertoncini sei un grande!!! Bravo! gli hai risposto per le rime.

Egreggio Antonio Perri. Gli atteggiamenti come il suo mi fanno letteralmente rivoltare lo stomaco. Continuiamo pure a voler rimanere cechi! Bravo...è la gente come te che permettete all'omertà di esistere!! Che schifo!!
Scusate i toni...ma i bambini non li deve toccare nessuno! Questo è veramente troppo!

Daniela D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.05.07 21:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ho visto il video ma chi abbiamo per papa?

come può parlare ai fedeli di moralità quando

continua a proteggere e a nascondere dei preti

pedofili.............

bruna S. Commentatore certificato 23.05.07 21:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Notate come sono deboli, inconsistenti e ripetitive le scuse di coloro che vogliono difendere i protettori dei pedofili in ogni modo.
C'e' persino chi non sapendo cos'altro dire cerca di fare attacchi personali inventandosi vite che nemmeno conosce o che ripete come una macchinetta le dichiarazioni del papa in Irlanda, come se le dichiarazioni contassero e non i fatti. Un altro, evidentemente in trance mistica, si è immaginato fantomatici attacchi del governo americano che non avrebbe avuto abbastanza consenso all'attacco in Iraq.
Ce ne fosse uno che ha un minimo di misericordia per le vittime! Ma cosa sono costoro? Invasi dal diavolo?
Se le dichiarazioni contassero, se le sole parole contassero, noi non avremmo solo la chiesa migliore del mondo ma anche la politica! Ma per qualcuno le parole sostituiscono ogni verità. Vivono costoro come automi in un mondo di tenebra e non hanno percezione del dolore umano.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 20:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedevo come mai nel viaggio del papa in Brasile non ci facevano vedere le folle oceaniche e il motivo c’era: le folle oceaniche non ci sono state
Non c’era il milione di fedeli che si aspettavano dal paese più cattolico del mondo, forse 100.000 persone. Il cardinal Hummes, Prefetto della Congregazione per il clero, ha detto che i fedeli non andavano per paura di essere imbottigliati nel traffico (sic).
Il papa ha detto varie sciocchezze, a favore della castità o contro il preservativo o di elogio ai conquistadores. Tornato a Roma ha corretto il tiro riconoscendo che ci furono atrocità
Quando Voitila fece i suoi 3 viaggi, il Brasile era sotto una dittatura
Ratzinger trova un presid. democraticamente eletto. Ma Lula vuole un Brasile laico, vuole legalizzare l’aborto nelle prime 12 settimane, far ricerca sulle staminali embrionali, riconoscere le unioni tra gay
Ogni anno c’era in Brasile un milione di aborti clandestini e fino a 1000 donne morte
Lula ha detto che quelli che avversano il preservativo soprattutto come prevenzione dall’AIDS sono ipocriti e le sue fa campagne per il suo uso danno buoni risultati
Lula ha detto: “Ci sono molte religioni in Brasile e noi dobbiamo convivere con tutte, nelle forme più rispettose e più democratiche possibili. Sono convinto che uno Stato laico è una garanzia per la difesa della democrazia”
Leonardo Boff, famoso teologo della Teologia della Liberazione, oggi professore di Etica dell’Univ. di Rio dice: “Con questo Papa la Chiesa continua il suo cammino dentro di sé, senza la dimensione del dialogo che aveva con Paolo VI e Giovanni XXIII, senza parlare con le culture moderne, senza cercare una verità più piena che serva a tutta l’umanità”
In Brasile in 20 anni il 20% dei fedeli ha lasciato il cattolicesimo per altre religioni, ci sono 18.000 preti dove ne servono 100.000. Il Papa dice: “La Chiesa deve solo insegnare e non ha nulla da imparare”. E avanti così verso la fine…

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento

ho visto il video, mi viene da vomitare....

Anita M. 23.05.07 19:18| 
 |
Rispondi al commento

A Antonio Perri: ora addirittura per giustificare i pedofili arrivi tu a dire che tutto è stato orchestrato dall'America perché il Papa (ah piccolo particolare non QUESTO Papa ma il precedente) aveva tuonato giustamente contro la guerra all'Iraq. Io francamente mi domando: ma come fate a trovare delle giustificazioni così assurde, veramente in questo modo si sfiora il ridicolo mi sembrate come quel tale che disse che il Milan vinse 6-1 perché il giorno dopo Berlusconi doveva vincere alle elezioni.
Il fatto che negli USA si siano verificati REALMENTE MIGLIAIA DI CASI di pedofilia invece sono in secondo piano per te.
Poi continui a delirare dicendo che il vero reato non è la pedofilia ma l'aborto roba che ormai solo a sentirla dire ridono da tutta l'Europa (per non piangere ovviamente). Io mi domando ma a che livello siamo arrivati ? Stiamo mettendo in discussione cose come l'aborto o il divorzio che si consideravano conquiste acquisite fin dagli anni '70 e dall'altra le tentiamo tutte per giustificare la pedofilia e l'atteggiamento disgustoso di omertà della Chiesa...
Ma forse sto sognando o son desto ?

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 23.05.07 18:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

NON DOVETE PAGARE L'8 X MILLE
SOLO GLI STUPIDI LO FANNO
TAGLIAMO TUTTI FONDI ALLA CHIESA
DONAZIONI BENEFICENZA TUTTO!
FACCIAMOLO PER PROTESTA!
DIAMO UNA LEZIONE A QUESTA CHIESA DI MERDA
CHE NESSUNO FACCIA PIU' DONAZIONI!

ale dervi Commentatore certificato 23.05.07 18:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ai vescovi irlandesi, nell’ottobre scorso, il Papa aveva rivolto queste parole riguardo alla piaga pedofilia: "Nell'esercizio del vostro ministero pastorale negli ultimi anni avete dovuto rispondere a molti casi dolorosi di abusi sessuali su minori. Questi sono ancora più tragici quando a compierli è un ecclesiastico”. E aveva aggiunto: “Le ferite causate da simili atti sono profonde, ed è urgente il compito di ristabilire la confidenza e la fiducia quando queste sono state lese”. Per cui: “Nei vostri sforzi continui di affrontare in modo efficace questo problema, è importante stabilire la verità di ciò che è accaduto in passato, prendere tutte le misure atte ad evitare che si ripeta in futuro, assicurare che i principi di giustizia vengano pienamente rispettati e soprattutto, guarire le vittime e tutti coloro che sono colpiti da questi crimini abnormi".

Basta inventare storie assurde su insabbiamenti o coperture, il reato di pedofilia è odioso e difficile da scoprire, ma la volontà è quella di combatterlo e aiutare chi ne subisce la violenza.

Chi dice diversamente lo fa in malafede e inganna se stesso e gli altri che lo ascoltano facendo terrorismo mediatico. Cosa che su questo blog si è sempre combattuta perchè si sa bene che lo strumento terrore è quello usato dal governo USA per iniziare le guerre ora in atto.
Buona giornata a tutti.

Claudio Tarsi 23.05.07 18:05| 
 |
Rispondi al commento


Un documentario sempre censurato in Italia è PREDICABENE RATZOLA MALE di Sara Ballerini e Luna Coppola... in merito alle unioni civili..

fatevi un giro sul sito e guardatevi il trailer... vale veramente la pena... spero che grazie ad internet anche questo DOC riresca ad essere distribuito come si deve!

http://www.predicabeneratzolamale.org

http://youtube.com/watch?v=DuFQ_1MLJcQ

;)

Matteo 23.05.07 17:53| 
 |
Rispondi al commento


Un documentario sempre censurato in Italia è PREDICABENE RATZOLA MALE di Sara Ballerini e Luna Coppola... in merito alle unioni civili..

fatevi un giro sul sito e guardatevi il trailer... vale veramente la pena... spero che grazie ad internet anche questo DOC riresca ad essere distribuito come si deve!

http://www.predicabeneratzolamale.org

http://youtube.com/watch?v=DuFQ_1MLJcQ

;)

Matteo F. Commentatore in marcia al V2day 23.05.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento

non ho visto il film e nemmeno mi interessa,mi basta vedere e sentire ogni giorno le interferenze della chiesa nelle faccende di uno stato sovrano con il placet della gran parte di questa scamorza di politici al potere ed all' opposizione. Assistiamo giorno dopo giorno alla deriva integralista cattolica,alle cose sensa senso dette da un pseudo religioso eletto a papa da una congrega di malfattori in tonaca rossa.Vedo i talebani ed tutti gli integralisti islamici con la loro imposizione di usi e costumi e penso che in vaticano sia tutto molto simile,questi pseudo cristianicattolici stanno mettendocela tutta per ribadire il loro integralismo in una società civile.Non arrivano a pensare e a capire che le crociate sono finite da oltre mille anni e non abbiamo alcun sepolcro da difendere,l' inquisizione è morta e sepolta e l' autodafè se facessero loro prelati.Siamo in un paese libero, con i limiti imposti anche da questo sistema cattolico ma paese libero che rivendica la propria autonomia religiosa senza passare dal clero,falso portatore di novelle e di fede.Vedo troppi preti scontenti in giro(e sono quelli che veramente ci credono),ingannati ed in crisi anche loro da questa falsa morale e dall' ipocrisia papale e vaticana,mi auguro una bella implosione.
Anni e anni di pontificato di Carol Woitila,amato da tutti ed anche da me che sono lontano mille miglia da questa religione,per la sua umanità, comprensione,pietà buttati nel cesso da una cricca di malfattori con a capo un mancato SS.A questa chiesa auguro poco, così come ai suoi bracci armati di parole fosche a quel bagnasco che si piange addosso e a tutti quelli che gridano al lupo.I lupi vi schifano,non siete carne da lupi sarete buoni solo per i vermi quando verrà il vostro turno.Woytila aveva chiesto scusa per quello che avete fatto in sud america,mi ha fatto molto male sentire le parole di questo papa in Brasile a difesa della sua versione dei fatti, perfino Romero che ha dato la vita è stato dissacrato.Dio c'è.

Biagio Di Meglio 23.05.07 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Claudio, tu non hai la più pallida idea di chi sono io, di cosa faccio e di cosa ho fatto nella mia vita
Le tue illazioni che io faccia solo chiacchiere sono grottesche
Smetti tu piuttosto di minimizzare i reati e di confondere santi con pedofili! Francamente sei sepre più penoso nella tua difesa a oltranza dei criminali

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 16:32| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,ti scrivo dopo aver visto attentamente e non senza ribrezzo il video della bbc sul grande operato del vaticano in questi anni(in genere si dovrebbe usare la maiuscola per quest'istituzione ma mi stanno così sullo stomaco che non gliela metto!)Sono stupita non tanto della loro perfetta organizzazione in merito e neanche del fatto che tutto sia stato taciuto per decenni,ma dal fatto che queste persone che di purezza e castita hanno fatto il loro manifesto e che in nome del Signore hanno combattuto crociate sanguinarie,oltre a essere complici di tale SCHIFO pensano di avere il diritto morale di dirci quale sia la vera famiglia come costruirla ;tanto da mettere in crisi un intera nazione.Spero che proprio la mia anzi la nostra Bella Italia non sotterri la testa e di fronte alla crudeltà e alla poca misericordia .Ma poi mi chiedo perche fanno voto di fedeltà e castità questi animali??Forse s'intende castità se non fanno l'amore o non amano??allora se queste sono le condizioni beh non hanno mica violato il codice!!!fare l'amore certo che no.Chiedetelo ai poveri angeli distrutti se quello era amore..Beppe tu sarai sicuramente più attento di me a certe cose..ma secondo te come mai Benedetto XIV ha avuto tante care parole per il Piccolo Tommy quando venne rapito e mai nessuna parola alle vittime del clan a cui fa capo????So che neppure tu troverai una scusa valida perchè non ci sono SCUSE.Non possono esserci non devono e mai potranno esserci GIUSTIFICAZIONI SPIEGAZIONI .
La cosa più triste è che quei bimbi come tanti altri mentre ti scrivo si fidano di chi dovrebbe essere loro modello e guida e i loro genitori li finanziano pure.ci chiedono l'8x1000 e noi glielo diamo,ci chiedono offerte e noi le diamo sentendoci meglio e accolti nella casa di Dio,e quei bimbi che vorremmo salvare dalla fame conosceranno LA PARTE PEGGIORE DELL'UOMO CHE USA LA FEDE INCUTERE TIMORE E GIUSTIFICARE IL LORO OPERATO..Mi rattrista perchè Dio esiste ma ora molti ne dubiteranno...

CLAUDIA SANNA 23.05.07 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PRIMO ATTO VIOLENTO CONTRO I BAMBINI NON E' LA PEDOFILIA....

ma l'aborto legalizzato e di stato.

Non ho mai visto i radical chic di sinistra che scrivono su questo blog scendere in piazza contro i MILIONI di bambini che muoiono ogni giorno di fame.

I vostri sacerdoti "pedofili" (tutta erba un fascio) sono ogni giorno a testimoniare con la vita aiutando i bambini senza niente che muoiono di fame perche occorre dare loro un futuro.
I bambini americani e europei sono forse piu importanti di un neretto africano!?

per la cultura radical borghese chic si.

non vedo bandiere della pace piantate nei deserti dove muoiono bambini a centinaia ogni giorno

non vedo questi uomini e donne scandalizzati per le bambine musulmane ogni giorno, non violentate, ma infibulate!

giusto come dice il papa -questo lo ha detto- che occorre far luce sul passato e mettere in atto cio che serve per evitare nel futuro.

i bacchetoni radical chic si riepiono la bocca di belle parole : ma dove trovi uno di loro che dice queste parole che ha detto il papa e nella sua prima enciclica parla di EROS!?

La rivoluzione russa l'hanno voluta gli americani finanziandola del '15, la vogliono ora in europa perche i cattolici hanno detto no alla guerra in Iraq.

il messaggio di Papa BXVI e' rivoluzionario perche nessuno se lo aspettava, turba le coscienze dei laicisti a tutti i costi perche mette a nudo le debolezze della Chiesa e degli uomini.
altro che insabbiamento: presi in contropiede reagiscono con cattiveria.
ma il mondo e' in mano a Maria che e' madre di tutti e sapra aiutarci a trovare la strada.
la crociata dei cristiani non si fa con le armi ma con la preghiera: anche per chi ha sbagliato.

antonio perri 23.05.07 16:06| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Espresso
La 1 causa legale contro una curia è stata presentata a Napoli, dagli avvocati Aulino e Santoianni. Chiedono 170.000 € perche’ il cardinale Michele Giordano, "era a conoscenza della malattia di padre Giovanni ma non fece niente per impedire che molestasse sessualmente Gaetano, un ragazzo di 14 anni con lieve ritardo mentale". Se il tribunale deciderà di accogliere le motivazioni dei legali e costringere la curia a risarcire i danni, morali e psichici, subiti dal ragazzino, il precedente aprirebbe la strada a decine di risarcimenti milionari
F. Poterzio, medico psichiatra e docente all'Università Statale di Milano, informò l'arcivescovo che padre Giovanni "e’ affetto da disturbo bipolare di primo tipo, in fase di grave eccitamento maniacale" e segnalava l'opportunità che il sacerdote fosse allontanato dai servizi di catechesi e non fosse lasciato con ragazzini. Il professore per 3 volte ha parlato al telefono col cardinale. Invano
Padre Giovanni aveva delle attenzioni particolari verso i suoi chierichetti. Uno di questi, Gaetano, aveva qualche problema di apprendimento e per questo era seguito dagli assistenti sociali. Sono stati loro a denunciare quel prete alla magistratura. Durante un viaggio a Roma, il sacerdote e Gaetano passano la notte insieme e si sarebbe accoppiato con due ospiti di sesso maschile, costringendo Gaetano ad assistere, chiedendogli anche di partecipare… In attesa dell'esito della causa civile, la curia non ha adottato alcun provvedimento di cautela. Dopo le parole dei giudici, dopo le perizie psichiatriche, dopo le ammissioni di padre Giovanni, l'unica misura del vescovado, è stata un 1° trasferimento in altra parrocchia e la destinazione in uno dei piu’ importanti ospedali napoletani, reparto pediatrico.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Espresso
Quando, nel '94, Marco e’ entrato nell'istituto religioso di Favara non poteva passare inosservato. Capelli neri e grandi occhi verdi, era introverso e sensibile, piu’ fragile degli altri. E piu’ bello. In quei corridoi lunghi e freddi e in quelle stanzette da dividere con altri seminaristi scopre tutto sul sesso. Quello sbagliato, quello di un adulto con un ragazzino. A guidarlo, a fargli da padrino, c'era don Bruno: "Non devi parlarne con nessuno", gli ripeteva, "il nostro e’ un rapporto unico, non e’ peccato e quindi non lo devi neanche confessare". Quando don Bruno torno’ dal bagno dopo il primo rapporto gli chiese soltanto: "Ti sei sporcato?". Altre volte lo avrebbe sporcato, soprattutto nell'anima. Marco soffriva di coliche, non riusciva a dormire e aveva frequenti attacchi d'asma. Ora racconta che tutti i malesseri sono scomparsi quando scappo’ dal seminario e trovo’ il coraggio di denunciare tutto al padre rettore, al suo parroco e al vescovo. Quelle denunce pero’ sono servite solo a lenire i sintomi psicosomatici. Non e’ stato preso alcun provvedimento nei confronti di don Bruno, che ancora oggi, dopo aver patteggiato, esercita il ministero sacerdotale. Nella sentenza di condanna, emessa dal giudice Luigi Patronaggio, al sacerdote venivano concesse le attenuanti generiche perche’ "la complessa vicenda che ha visto protagonista il religioso va inscritta in quel particolare clima che caratterizza le comunita’ chiuse come il carcere, i collegi, le navi durante lunghe navigazioni, dove spesso si instaurano, tra soggetti deboli ed esposti, dinamiche a sfondo omosessuale". Marco, che oggi ha 23 anni, nel dolore ha trovato la forza di laurearsi in psicologia, di fondare un'associazione che si occupa di minori molestati e gira l'Italia per testimoniare il suo calvario.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Espresso
Quando, nel '94, Marco e’ entrato nell'istituto religioso di Favara non poteva passare inosservato. Capelli neri e grandi occhi verdi, era introverso e sensibile, piu’ fragile degli altri. E piu’ bello. In quei corridoi lunghi e freddi e in quelle stanzette da dividere con altri seminaristi scopre tutto sul sesso. Quello sbagliato, quello di un adulto con un ragazzino. A guidarlo, a fargli da padrino, c'era don Bruno: "Non devi parlarne con nessuno", gli ripeteva, "il nostro e’ un rapporto unico, non e’ peccato e quindi non lo devi neanche confessare". Quando don Bruno torno’ dal bagno dopo il primo rapporto gli chiese soltanto: "Ti sei sporcato?". Altre volte lo avrebbe sporcato, soprattutto nell'anima. Marco soffriva di coliche, non riusciva a dormire e aveva frequenti attacchi d'asma. Ora racconta che tutti i malesseri sono scomparsi quando scappo’ dal seminario e trovo’ il coraggio di denunciare tutto al padre rettore, al suo parroco e al vescovo. Quelle denunce pero’ sono servite solo a lenire i sintomi psicosomatici. Non e’ stato preso alcun provvedimento nei confronti di don Bruno, che ancora oggi, dopo aver patteggiato, esercita il ministero sacerdotale. Nella sentenza di condanna, emessa dal giudice Luigi Patronaggio, al sacerdote venivano concesse le attenuanti generiche perche’ "la complessa vicenda che ha visto protagonista il religioso va inscritta in quel particolare clima che caratterizza le comunita’ chiuse come il carcere, i collegi, le navi durante lunghe navigazioni, dove spesso si instaurano, tra soggetti deboli ed esposti, dinamiche a sfondo omosessuale". Marco, che oggi ha 23 anni, nel dolore ha trovato la forza di laurearsi in psicologia, di fondare un'associazione che si occupa di minori molestati e gira l'Italia per testimoniare il suo calvario.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Ai vescovi irlandesi, nell’ottobre scorso, il Papa aveva rivolto queste parole riguardo alla piaga pedofilia: "Nell'esercizio del vostro ministero pastorale negli ultimi anni avete dovuto rispondere a molti casi dolorosi di abusi sessuali su minori. Questi sono ancora più tragici quando a compierli è un ecclesiastico”. E aveva aggiunto: “Le ferite causate da simili atti sono profonde, ed è urgente il compito di ristabilire la confidenza e la fiducia quando queste sono state lese”. Per cui: “Nei vostri sforzi continui di affrontare in modo efficace questo problema, è importante stabilire la verità di ciò che è accaduto in passato, prendere tutte le misure atte ad evitare che si ripeta in futuro, assicurare che i principi di giustizia vengano pienamente rispettati e soprattutto, guarire le vittime e tutti coloro che sono colpiti da questi crimini abnormi".

Basta inventare storie assurde su insabbiamenti o coperture, il reato di pedofilia è odioso e difficile da scoprire, ma la volontà è quella di combatterlo e aiutare chi ne subisce la violenza.

Chi dice diversamente lo fa in malafede e inganna se stesso e gli altri che lo ascoltano facendo terrorismo mediatico. Cosa che su questo blog si è sempre combattuta perchè si sa bene che lo strumento terrore è quello usato dal governo USA per iniziare le guerre ora in atto.
Buona giornata a tutti.

Claudio Tarsi 23.05.07 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche io posso ripetere una distinzione che ho sempre praticato contro coloro per cui tutte le vacche sono bianche.
Da volontaria che ha operato nel sociale e che ha avuto una figlia volontaria che ha fondato con padre Zanotelli la campagna italiana delle bandiere di pace ed ha lavorato accanto alle suore missionarie a Rio e accanto a padre Kizito a Nairobi, credo di poter portare la mia testimonianza, ed è una testimonianza che discrimina, non confonde e dà a ognuno il suo secondo le opere che ha fatto
Io credo e continuo a ripeterlo che ci sono e ci sono sempre state due chiese, quelle dei cattolici di base, che sono vicini ai problemi e ai dolori della gente e operano per aiutarli disinteressatamente e spesso a costo della loro vita, e quelli che governano il grande corpo della Chiesa dai palazzi della CEI o dai palazzi del Vaticano.
Le due chiese non sono sovrapponibili e anzi nel caso della Teologia della Liberazione è stato chiaro che si tratta di due entità totalmente diverse.
Quando si parla di missionari, di volontari, di poveri preti è una cosa.
Quando si parla della CEI è un'altra.
Abbiamo la dimensione della solidarietà e quella del potere.
Ma nel discorso comune quando di parla genericamente di chiesa su un giornale si intende sempre la chiesa del potere e non quella dei missionari o dei volontari, si intende la chiesa "politica" e non credo che in essa ci siano molti santi, salvo personalità eccezionali, a cui mi inchino, come il cardinale Carlo Maria Martini.
Ma se qualcuno intende continuare a confondere la chiesa del potere con quella dell'amore io continuerò a dirgli che è proprio fuori di ogni senso.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Si sono scatenati! Cdl, mondo cattolico... il video è falso, le date non coincidono ecc...
Benissimo!! E allora noi li anticipiamo:
Andate su Wikipedia. Cercate "papa ratzinger". Al terzo punto del paragrafo "Aspetti controversi e aperture" troverete un breve riassunto del fatto e soprattutto LE DATE. E' tutto spiegato in poche righe. Leggetelo, fatelo girare. Devono vederlo tutti!!! La verità deve diventare una priorità!

Daniela D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.05.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Ai vescovi irlandesi, nell’ottobre scorso, il Papa aveva rivolto queste parole riguardo alla piaga pedofilia: "Nell'esercizio del vostro ministero pastorale negli ultimi anni avete dovuto rispondere a molti casi dolorosi di abusi sessuali su minori. Questi sono ancora più tragici quando a compierli è un ecclesiastico”. E aveva aggiunto: “Le ferite causate da simili atti sono profonde, ed è urgente il compito di ristabilire la confidenza e la fiducia quando queste sono state lese”. Per cui: “Nei vostri sforzi continui di affrontare in modo efficace questo problema, è importante stabilire la verità di ciò che è accaduto in passato, prendere tutte le misure atte ad evitare che si ripeta in futuro, assicurare che i principi di giustizia vengano pienamente rispettati e soprattutto, guarire le vittime e tutti coloro che sono colpiti da questi crimini abnormi".

Basta inventare storie assurde su insabbiamenti o coperture, il reato di pedofilia è odioso e difficile da scoprire, ma la volontà è quella di combatterlo e aiutare chi ne subisce la violenza.

Chi dice diversamente lo fa in malafede e inganna se stesso e gli altri che lo ascoltano facendo terrorismo mediatico. Cosa che su questo blog si è sempre combattuta perchè si sa bene che lo strumento terrore è quello usato dal governo USA per iniziare le guerre ora in atto.
Buona giornata a tutti.

Claudio Tarsi 23.05.07 14:37| 
 |
Rispondi al commento

I media hanno come al solito iniziato a bombardare. Si mette in guardia lo spettatore che il video potrebbe essere falso, che non coincidono le date, insomma si fa ostruzionismo. Benissimo!! E noi li anticipiamo!
Su Wilipedia cercate "papa ratzinger". Al paragrafo "Aspetti controversi e aperture" troverete al terzo punto la spiegazione in breve dei fatti e soprattutto le DATE! La devono finire di depistare!! Censuratori del cavolo!!!

Daniela D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.05.07 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Senti Tarsi, ormai ho perso le speranze su una tua risposta al mio appello, ne devo convenire che per te i preti è giusto che siano giudicati solo dalla Chiesa...
Poi riporti le dichiarazioni del Papa che vuole combattere i pedofili, bla bla bla...
Sai Tarsi il PICCOLO problema è che Ratzinger dal 1981 al 2005 è stato prefetto della Sacra Congregazione per la dottrina della fede e dunque SAPEVA di tutte le cause di pedofilia sotto i tribunali ecclesiastici: allora perché nella stragrande maggioranza dei casi i pedofili venivano semplicemente ammoniti o trasferiti e su tutto calava il segreto ? Perché quando le autorità civili lo vengono a sapere la Chiesa fa di tutto per ostacolare le indagini ? Perché Ratzinger stesso è stato incriminato nel 2005 per ostruzione di indagini ? Perché se quel video è calunnioso la Chiesa non ha fatto causa alla BBC ?
Le dichiarazioni del Papa sono CHIACCHERE, ma i fatti si sono svolti assai diversamente mi pare...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 23.05.07 14:29| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La citazione esatta del discorso di Ratisbona è:
«Nel settimo colloquio edito dal prof. Khoury, l'imperatore tocca il tema della jihād, della guerra santa. Egli, in modo sorprendentemente brusco, brusco al punto da stupirci, si rivolge al suo interlocutore semplicemente con la domanda centrale sul rapporto tra religione e violenza in genere, dicendo: "Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo, e vi troverai soltanto delle cose cattive e disumane, come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede che egli predicava". L'imperatore, dopo essersi pronunciato in modo così pesante, spiega poi minuziosamente le ragioni per cui la diffusione della fede mediante la violenza è cosa irragionevole. La violenza è in contrasto con la natura di Dio e la natura dell'anima. "Dio non si compiace del sangue, non agire secondo ragione è contrario alla natura di Dio. La fede è frutto dell'anima, non del corpo. Chi quindi vuole condurre qualcuno alla fede ha bisogno della capacità di parlare bene e di ragionare correttamente, non invece della violenza e della minaccia… Per convincere un'anima ragionevole non è necessario disporre né del proprio braccio, né di strumenti per colpire né di qualunque altro mezzo con cui si possa minacciare una persona di morte"

Era quasi scontato che si perdesse di vista totalmente il senso globale della lezione del papa e che restasse scolpito nella mente solo il passo:
"Mostrami pure ciò che Maometto ha portato di nuovo e vi troverai soltanto delle cose cattive e disumane, come la sua direttiva di diffondere per mezzo della spada la fede che egli predicava"

In tempi così pericolosi, col mondo islamico in subbuglio e un Medio Oriente attaccato da "crociate" cristiane, il minimo da dire è che il papa questa frase se la poteva risparmiare perché ci sarebbero state reazioni veementi ( una suora,Leonella Sgorbati, a Mogadiscio è stata ammazzata)
Il papa di questa lezione ha dovuto chiedere scusa

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 14:28| 
 |
Rispondi al commento

IL PRIMO ATTO VIOLENTO CONTRO I BAMBINI NON E' LA PEDOFILIA....

ma l'aborto legalizzato e di stato.

Non ho mai visto i radical chic di sinistra che scrivono su questo blog scendere in piazza contro i MILIONI di bambini che muoiono ogni giorno di fame.

I vostri sacerdoti "pedofili" (tutta erba un fascio) sono ogni giorno a testimoniare con la vita aiutando i bambini senza niente che muoiono di fame perche occorre dare loro un futuro.
I bambini americani e europei sono forse piu importanti di un neretto africano!?

per la cultura radical borghese chic si.

non vedo bandiere della pace piantate nei deserti dove muoiono bambini a centinaia ogni giorno

non vedo questi uomini e donne scandalizzati per le bambine musulmane ogni giorno, non violentate, ma infibulate!

giusto come dice il papa -questo lo ha detto- che occorre far luce sul passato e mettere in atto cio che serve per evitare nel futuro.

i bacchetoni radical chic si riepiono la bocca di belle parole : ma dove trovi uno di loro che dice queste parole che ha detto il papa e nella sua prima enciclica parla di EROS!?

La rivoluzione russa l'hanno voluta gli americani finanziandola del '15, la vogliono ora in europa perche i cattolici hanno detto no alla guerra in Iraq.

il messaggio di Papa BXVI e' rivoluzionario perche nessuno se lo aspettava, turba le coscienze dei laicisti a tutti i costi perche mette a nudo le debolezze della Chiesa e degli uomini.
altro che insabbiamento: presi in contropiede reagiscono con cattiveria.
ma il mondo e' in mano a Maria che e' madre di tutti e sapra aiutarci a trovare la strada.
la crociata dei cristiani non si fa con le armi ma con la preghiera: anche per chi ha sbagliato.

antonio perri 23.05.07 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Ai vescovi irlandesi, nell’ottobre scorso, il Papa aveva rivolto queste parole riguardo alla piaga pedofilia: "Nell'esercizio del vostro ministero pastorale negli ultimi anni avete dovuto rispondere a molti casi dolorosi di abusi sessuali su minori. Questi sono ancora più tragici quando a compierli è un ecclesiastico”. E aveva aggiunto: “Le ferite causate da simili atti sono profonde, ed è urgente il compito di ristabilire la confidenza e la fiducia quando queste sono state lese”. Per cui: “Nei vostri sforzi continui di affrontare in modo efficace questo problema, è importante stabilire la verità di ciò che è accaduto in passato, prendere tutte le misure atte ad evitare che si ripeta in futuro, assicurare che i principi di giustizia vengano pienamente rispettati e soprattutto, guarire le vittime e tutti coloro che sono colpiti da questi crimini abnormi".

Basta inventare storie assurde su insabbiamenti o coperture, il reato di pedofilia è odioso e difficile da scoprire, ma la volontà è quella di combatterlo e aiutare chi ne subisce la violenza.

Chi dice diversamente lo fa in malafede e inganna se stesso e gli altri che lo ascoltano facendo terrorismo mediatico. Cosa che su questo blog si è sempre combattuta perchè si sa bene che lo strumento terrore è quello usato dal governo USA per iniziare le guerre ora in atto.
Buona giornata a tutti.

Claudio Tarsi 23.05.07 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole per quel documentario (Crimen Sollicitationis) è inutile che le reti nazionali continuino a farmi vedere quello che fà flavia Vento che con tutto il rispetto non me ne frega un cazzo, è ora che la gente sappia. Domanda: non si può fare una petizione far dimettere il papa? se si, cosa stiamo aspettando?
Anche se sarebbe meglio finisse in galera, visto che se io coprissi un reato e non lo denuncio mi danno 8 anni di favoreggiamento!!!
Non vado avanti perchè le uniche parole che mi vengono in mente in questo momento sono da censurare!!!
Grazie e spero che questa cosa non finisca a tarallucci e vino!!!
Manuel

Manuel Cossu 23.05.07 14:18| 
 |
Rispondi al commento

IL PRIMO ATTO VIOLENTO CONTRO I BAMBINI NON E' LA PEDOFILIA....

ma l'aborto legalizzato e di stato.

Non ho mai visto i radical chic di sinistra che scrivono su questo blog scendere in piazza contro i MILIONI di bambini che muoiono ogni giorno di fame.

I vostri sacerdoti "pedofili" (tutta erba un fascio) sono ogni giorno a testimoniare con la vita aiutando i bambini senza niente che muoiono di fame perche occorre dare loro un futuro.
I bambini americani e europei sono forse piu importanti di un neretto africano!?

per la cultura radical borghese chic si.

non vedo bandiere della pace piantate nei deserti dove muoiono bambini a centinaia ogni giorno

non vedo questi uomini e donne scandalizzati per le bambine musulmane ogni giorno, non violentate, ma infibulate!

giusto come dice il papa -questo lo ha detto- che occorre far luce sul passato e mettere in atto cio che serve per evitare nel futuro.

i bacchetoni radical chic si riepiono la bocca di belle parole : ma dove trovi uno di loro che dice queste parole che ha detto il papa e nella sua prima enciclica parla di EROS!?

La rivoluzione russa l'hanno voluta gli americani finanziandola del '15, la vogliono ora in europa perche i cattolici hanno detto no alla guerra in Iraq.

il messaggio di Papa BXVI e' rivoluzionario perche nessuno se lo aspettava, turba le coscienze dei laicisti a tutti i costi perche mette a nudo le debolezze della Chiesa e degli uomini.
altro che insabbiamento: presi in contropiede reagiscono con cattiveria.
ma il mondo e' in mano a Maria che e' madre di tutti e sapra aiutarci a trovare la strada.
la crociata dei cristiani non si fa con le armi ma con la preghiera: anche per chi ha sbagliato.

mario neri 23.05.07 14:15| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ho visto che non hai letto con attenzione. Te lo riscrivo Viviana.

Viviana non ho mai difeso nessun pedofilo, nè tantomeno se è prete, ma visto che il tuo attacco alla chiesa è generalizzato e non si limita ai pedofili mi son sentito in dovere di ricordare che i Santi fanno parte della chiesa senza voler giustificare nessuno.
Rimane la mancanza di rispetto delle idee altrui.
Non penso che io come altri, per esprimere le idee sul blog dobbiamo subire i tuoi appellativi come: povero, folle, inrecuperabile, cinico, dannato, ecc...
Questo è quello che hai insegnato ai tuoi figli e nipoti? Che chi si confronta con te o si uniforma alle tue idee o deve essere eliminato con l'insulto e l'umiliazione?! Perchè se così fosse mi preoccuperei più dei problemi che hai lasciato ai tuoi figli prima di far la paladina della giustizia dei bambini degli altri.
Lascia risolvere i problemi dei bambini a chi ha già la Pace e può quindi aiutare a trovarla. Tu allenati al rispetto del prossimo nelle piccole cose o farai soltanto i tuoi comodi egoistici per sentirti buona e giusta, ma senza mai ottenere un reale risultato di aiuto per l'altro visto che il tuo fine è inseguire il TUO senso di giustizia, che non tollera e distrugge il diverso.

Un consiglio di cuore perchè vedo che investi tante energie nella ricerca di fonti, ma non molta nella forma per esprimerle che è altrettanto importante.

La Chiesa siamo noi, tutti quelli che si sforzano di amare Gesù e gli altri in Lui, potresti essere anche tu, e quindi potresti incominciare a muoverti te per le adozioni, per la fame nel mondo e per tutte le altre richieste che facevi alla chiesa.
Datti da fare per essere coerente...per ora sei solo chiacchiere.

Claudio Tarsi 23.05.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

-----------------------------------------------------
Quando accade che più fatti apparentemente scollegati avvengano in tempi ravvicinati e colpendo sempre la stessa persona o istituzione mi domando: cui prodest? a chi giova? Perchè in pochi mesi ci sono stati gli attacchi al Papa per il discorso di Ratisbona (attacchi gratuiti, se aveste letto il suo discorso), ripreso dal tipo sconosciuto il 1 maggio (pure li con un riferimento sconclusionato, messo li per fare la battuta) le inchieste dei preti pedofili (che non dico siano inventate[…]
Marco Ci 22.05.07 18:09
--------------
Caro Marco Ci,

la risposta è la più semplice: ci sono molti attacchi perché quello che c’è dietro è scandaloso e vero. Purtroppo molte persone, pur leggendo in internet tutte le notizie e potendo quindi decidere per conto proprio sembrano non rendersi conto della verità. Anche te fai strane affermazioni tipo “attacchi gratuiti” riferiti a Ratisbona!? Scusa ma cosa dici? Ha fatto lui un attacco gratuito ai musulmani! Cosa era secondo te, un discorso di apertura e fratellanza?
E in Brasile! Ha detto che con la conquista dopo la scoperta, loro non hanno fatto nulla per imporre il cristianesimo e non hanno cancellato la cultura precolombiana! Ma gli venisse…
Nessun giornale ha dato risalto a questa OFFESA e RITOCCO STORICO per esempio, e secondo te come mai questa difesa invece?
Purtroppo il controllo dei media è totale da parte di questa gente perché fa comodo a tutti quelli al potere; se credi alla chiesa sei controllabile, non c’è niente da fare e una volta istruito fin da piccolo non riesci più a toglierti dalla mente questa idea, come la tua, che la chiesa faccia del bene!? Ma guarda a chi danno l’8 x 1000, no? Va quasi tutto nelle loro tasche.

In realtà è sempre e solo la chiesa che attacca tutti, e dice come votare, con chi sposarsi, cosa credere, ma più che altro cosa NON FARE….


------------------------------------------------
IL NOSTRO OTTO PER MILLE A MR. BUSH
------------------------------------------------
Leggete qui:
http://www.altrenotizie.org/alt/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=5628

--
estratto:
"Hanno rubato la buona fede degli italiani. Hanno sottratto denaro destinato dai cittadini al patrimonio culturale del Paese per fare la guerra. Insomma, hanno realizzato una vera e propria truffa per finanziare la missione in Iraq. Questo è successo nella scorsa legislatura quando una parte dell’8 per mille, normalmente destinato a finanziare associazioni di solidarietà, ambientaliste o impegnate nella tutela dei beni culturali, è stata invece stornata a favore di una delle missioni militari più sciagurate mai organizzate dal nostro Paese. E adesso ammettono, i governanti di ieri di centrodestra, sfoderando la stessa faccia tosta di sempre, che siccome le casse dello Stato le avevano già prosciugate per bene, c’era poco da scegliere; meglio andare a togliere i soldi alla cultura piuttosto che ammettere di non avere più fondi per combattere la sporca guerra di Bush. L’eccesso di servilismo li ha anche resi ladri.

Peccato che tutto questo sia venuto fuori solo oggi; sei mesi fa, in campagna elettorale, questa notizia avrebbe avuto un peso diverso e non stentiamo a credere che la vittoria del centrosinistra avrebbe potuto avere margini più solidi. Eppure, dopo il sano disappunto delle prime ore, già sembra passato tutto in giudicato, come se in fondo fosse normale, in un Paese come questo, che i desideri e le istanze dei cittadini vengano sempre in secondo piano rispetto alle mire politiche di chi governa. E’ bene sottolineare, al di là del senso comune, che in questo caso la truffa l’ha commessa il governo Berlusconi. La prossima volta, alle urne, sarà bene tenerlo a mente con chiarezza.

A denunciare il fatto è stata ....."

Continua nel sito indicato all'inizio

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 23.05.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

------------------------------------------------
IL NOSTRO OTTO PER MILLE A MR. BUSH
------------------------------------------------
Leggete qui:
http://www.altrenotizie.org/alt/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=5628

--
estratto:
"Hanno rubato la buona fede degli italiani. Hanno sottratto denaro destinato dai cittadini al patrimonio culturale del Paese per fare la guerra. Insomma, hanno realizzato una vera e propria truffa per finanziare la missione in Iraq. Questo è successo nella scorsa legislatura quando una parte dell’8 per mille, normalmente destinato a finanziare associazioni di solidarietà, ambientaliste o impegnate nella tutela dei beni culturali, è stata invece stornata a favore di una delle missioni militari più sciagurate mai organizzate dal nostro Paese. E adesso ammettono, i governanti di ieri di centrodestra, sfoderando la stessa faccia tosta di sempre, che siccome le casse dello Stato le avevano già prosciugate per bene, c’era poco da scegliere; meglio andare a togliere i soldi alla cultura piuttosto che ammettere di non avere più fondi per combattere la sporca guerra di Bush. L’eccesso di servilismo li ha anche resi ladri.

Peccato che tutto questo sia venuto fuori solo oggi; sei mesi fa, in campagna elettorale, questa notizia avrebbe avuto un peso diverso e non stentiamo a credere che la vittoria del centrosinistra avrebbe potuto avere margini più solidi. Eppure, dopo il sano disappunto delle prime ore, già sembra passato tutto in giudicato, come se in fondo fosse normale, in un Paese come questo, che i desideri e le istanze dei cittadini vengano sempre in secondo piano rispetto alle mire politiche di chi governa. E’ bene sottolineare, al di là del senso comune, che in questo caso la truffa l’ha commessa il governo Berlusconi. La prossima volta, alle urne, sarà bene tenerlo a mente con chiarezza.

A denunciare il fatto è stata ....."

Continua nel sito indicato all'inizio

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 23.05.07 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Il servizio della BBC fu realizzato dopo che la Chiesa si oppose alla guerra in Iraq.

Fu una rappresaglia attuata dalla grande democrazia americana, come negli anni sessanta quando la Chiesa prese posizione, a parole, contro il consumismo.

L'amministarazione Bush ha preso a cuore il problema ambiente da un giorno all'alro. Hanno cambiato strategia forse per non lasciare buoni argomenti elettorali agli oppositori.

Tutto lo schifo è buono basta che si appoggi la politica americana. Anche Gheddafi è diventato affidabile; il nuovo tutore americano per l'Africa.

Questo tipo di manovre sono ipocrite, fatte da opportunisti vigliacchi, altro che democrazia.
Come mai certa gente arriva al potere? Dov'è la virtude, il coraggio, la bellezza, la giustizia e l'amore?

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 23.05.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Ai vescovi irlandesi, nell’ottobre scorso, il Papa aveva rivolto queste parole riguardo alla piaga pedofilia: "Nell'esercizio del vostro ministero pastorale negli ultimi anni avete dovuto rispondere a molti casi dolorosi di abusi sessuali su minori. Questi sono ancora più tragici quando a compierli è un ecclesiastico”. E aveva aggiunto: “Le ferite causate da simili atti sono profonde, ed è urgente il compito di ristabilire la confidenza e la fiducia quando queste sono state lese”. Per cui: “Nei vostri sforzi continui di affrontare in modo efficace questo problema, è importante stabilire la verità di ciò che è accaduto in passato, prendere tutte le misure atte ad evitare che si ripeta in futuro, assicurare che i principi di giustizia vengano pienamente rispettati e soprattutto, guarire le vittime e tutti coloro che sono colpiti da questi crimini abnormi".

Basta inventare storie assurde su insabbiamenti o coperture, il reato di pedofilia è odioso e difficile da scoprire, ma la volontà è quella di combatterlo e aiutare chi ne subisce la violenza.

Chi dice diversamente lo fa in malafede e inganna se stesso e gli altri che lo ascoltano facendo terrorismo mediatico. Cosa che su questo blog si è sempre combattuta perchè si sa bene che lo strumento terrore è quello usato dal governo USA per iniziare le guerre ora in atto.
Buona giornata a tutti.

Claudio Tarsi 23.05.07 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno si è accorto che da stamattina non è possibile accedere a www.bispensiero.it ?
Per ora mi auguro e penso sia per un guasto tecnico...se il problema dovesse sussistere per troppe ore allora mi sa che toccherà chiamare tale oscuramento in un altro modo e magari cominciare a muoversi di conseguenza

paco de renzis 23.05.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

L’imbarbarimento della societa’ moderna e’ un fenomeno denunciato ma non corretto, che sa solo crescere, come la spazzatura a Napoli.

2 punti vorremmo rilevare:
la costante diminuzione di sicurezza sociale, e il gap crescente tra vertici e base.
La cronaca sta ormai superando tutto il resto: ogni giorno una catena insostenibile di stupri, atti di pedofilia, violenze a donne, minori, disabili..
Il processo e’ incapace di arginarla, viziato com’e’ da pene irrisorie e sotto i 2 anni, arresti domiciliari, condoni, patteggiamenti, prescrizioni, indulti. Una casta politica omertosa, per difendere i propri reati, ha finito col depenalizzarli tutti, distruggendo il principio della pena certa e alzando la diffusione del crimine. Cio’ mina profondamente l’idea stessa di giustizia e di civilta’. Se la giustizia si abbassa e se la chiesa stessa contribuisce ad abbassarla, possiamo sperare poco nella possibilita’ di educare a un’idea morale di convivenza ordinata.
Diminuiscono sicurezza e senso morale, aumenta la sfiducia nelle autorita’.
In politica come nella chiesa si assiste alla presenza di volontari che dal basso si danno molto da fare per migliorare il mondo, operatori sociali come religiosi, sensibili e attivi ma del tutto inascoltati. I vertici sono sempre piu’ lontani dai problemi del mondo, e pensano solo all’autotela secondi i crismi di una casta ristretta e autoreferenziata. Quello che Stella e Rizzo denunciano per la casta politica coinvolge anche la CEI come casta religiosa.
Il loro unico scopo e’ la loro salvaguardia, l’imposizione di condotte e atti non conformi ai tempi o alle richieste di fedeli o dei cittadini, il potere per il potere.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono allibito.
Questa gente criminale e mafiosa si permette anche
di difendere la "Famiglia".
Un giorno tutto questo finira',facciamo il possibile vi prego,salviamo il salvabile in
questo stato dove tutto ormai e' mafia e Crimine

marco galardi 23.05.07 11:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Espresso
Orrore in seminario
All'età di 12 anni, nel 1994, Marco Marchese è stato violentato nel seminario minore vescovile di Favara, nell'Agrigentino. Don Bruno, il sacerdote che ha abusato di lui e di altri sei minorenni, nel 2004 ha patteggiato ed è stato condannato a due anni e sei mesi. La prossima settimana inizierà il processo anche in sede civile contro don Bruno, il seminario e la curia della città siciliana, a cui i legali di Marco Marchese, l'avvocato Salvino Pantuso e Giuseppe Di Bella, chiedono 65 mila euro di risarcimento per danni biologici e una cifra ancora da quantificare per i danni morali. Non una grossa somma, per una violenza che ha accompagnato tutta l'adolescenza e che è costata a Marco gravi problemi di salute, lunghe terapie in analisi e un tentativo di suicidio. "Ci siamo attenuti alla percentuale di danno biologico indicata nella perizia medica di parte", spiega, quasi a giustificarsi, l'avvocato Di Bella. Non si è fatta attendere la contromossa della curia che chiede un risarcimento di 200 mila euro a Marco, colpevole di aver infangato l'immagine del vescovado. La controcitazione recita: "La curia vescovile di Agrigento ha subìto e continua a subire, a causa del comportamento offensivo e oltraggioso tenuto dal Marchese, pesanti danni che si ripercuotono sull'immagine, sul decoro e sul prestigio che la curia riveste nell'opinione pubblica". Il vescovo, tramite il suo legale, ha ritenuto di dover essere risarcito. Nella stessa controcitazione si legge che "il comportamento lesivo tenuto dal Marchese, concretizzatosi nell'abnorme pubblicità compiuta anche a mezzo Internet, ha infangato il prestigio della curia". Insomma, anche se un dodicenne è stato stuprato nel seminario, non c'è bisogno di alzare tanto polverone

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Espresso
Il silenzio è sacro
di Giorgio Sturlese Tosi
40 casi noti, molti rimasti nascosti. Le curie italiane difendono il segreto. A costo di non rimuovere i molestatori o denunciare le vittime

L'orco sotto la tonaca di Sandro Magister
Fedeli fino all'omertà di Marco Lillo

Il papa si è rivolto ai vescovi irlandesi ed è intervenuto più volte nello scandalo statunitense, ma nessuno conosce l'estensione del problema pedofilia nella Chiesa italiana. Eppure dal 2000 le cronache giudiziarie hanno segnalato le vicende di 40 sacerdoti finiti sotto inchiesta per questi reati. Pochi statisticamente, ma indicativi di un malessere dai confini inesplorati. Perché alla discrezione che giustamente protegge indagini con vittime minorenni, si aggiunge un rispetto verso le gerarchie ecclesiastiche che porta a tutelare il segreto istruttorio in modo eccezionale. Una cortina di riservatezza che, secondo molte denunce, incentiva anche una spinta al silenzio da parte delle curie. Dove la preoccupazione non è punire i colpevoli ma evitare la pubblicità negativa, tentando ogni strumento per delegittimare chi trova la forza di ribellarsi alla violenza.

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Il silenzio è sacro
di Giorgio Sturlese Tosi
Quaranta casi noti, molti rimasti nascosti. Le curie italiane difendono il segreto. A costo di non rimuovere i molestatori o denunciare le vittime

L'orco sotto la tonaca di Sandro MagisterFedeli fino all'omertà di Marco Lillo

Il papa si è rivolto ai vescovi irlandesi ed è intervenuto più volte nello scandalo statunitense, ma nessuno conosce l'estensione del problema pedofilia nella Chiesa italiana. Eppure dal 2000 le cronache giudiziarie hanno segnalato le vicende di 40 sacerdoti finiti sotto inchiesta per questi reati. Pochi statisticamente, ma indicativi di un malessere dai confini inesplorati. Perché alla discrezione che giustamente protegge indagini con vittime minorenni, si aggiunge un rispetto verso le gerarchie ecclesiastiche che porta a tutelare il segreto istruttorio in modo eccezionale. Una cortina di riservatezza che, secondo molte denunce, incentiva anche una spinta al silenzio da parte delle curie. Dove la preoccupazione non è punire i colpevoli ma evitare la pubblicità negativa, tentando ogni strumento per delegittimare chi trova la forza di ribellarsi alla violenza.


viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono Cattolica, Ho visto il documentario della BBC, ho letto il "Crimen Sollicitationis" in latino (perchè le opinioni me le faccio da sola). Risultato? Sono profondamente delusa, in Vaticano esiste una politica su come trattare questi casi, che sottolinea la necessità del segreto pena la scomunica, ma non esiste una politica per difendere e aiutare le vittime dei carnefici. Del documentario posso dire che in effetti pone un po' troppo l'accento su Ratzinger, ma non lo indica come l'autore del docuemento del 1962. Siccome sono come dicevo Cattolica, vado a messa etc etc, voglio le dovute spiegazioni. Non sono scesa ieri dall'albero delle banane, il latino lo capisco, mi aiuto con il vocabolario non temete :o), quindi c'è poco da gridare alla calunnia e alla malafede. C'è scritto grande così che i vescovi devono custodire in luogo riservato il documento, non farlo vedere a nessuno e non commentarlo con nessuno. C'è scritto ancora più chiaramente, nel paragrafo 11:
“Poiché in verità ciò che nel trattare queste cause deve essere il più possibile curato e osservato è che le stesse cose siano compiute in modo segretissimo e, dopo che siano state definite e già eseguite, siano coperte da un silenzio perpetuo, tutti e i singoli in qualunque modo pertinenti al tribunale o ammessi alla conoscenza dei fatti per il loro ufficio, sotto la pena di scomunica latae sententiae [...] saranno tenuti a conservare inviolabilmente lo strettissimo segreto, che è comunemente reputato un segreto del Santo Uffizio” (traduzione di Lian Dyer: http://liandyer.blog.tiscali.it/ck3281649/)

ORA chiarito che non siamo dei cretini ignoranti, ci sediamo cari vescovi e mi date una spiegazione seria? e No, NON sono comunista nè Gay, sono prorpio cattolica praticamente, quindi saltiamo questa parte, grazie.

Luisa Mura 23.05.07 10:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

ho appena letto un articolo di Repubblica dove si parla di questo documentario come un qualcosa di falso, mendace e anticlericale, qualcuno aggiunge poi che se gli inglesi guardano cose di cattivo gusto perchè dovremmo farlo anche noi ecc. Io che non ho gli strumenti per decifrare, chiedo a voi che cosa intendono per falso e mendace.
Grazie Giovanna

samorì giovanna 23.05.07 10:18| 
 |
Rispondi al commento

abbasso le lobby gay e di sinistra
prima si fa condannare qualcuno poi si fa un bel serizio
voi fate alla rovescia
non avete principi fate schifo
avete unico obiettivo quello didistruggere ogni valore tradizionale e lo fate con ogni mezzo

paolo frosini 23.05.07 08:54| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Chi custodirà i custodi?” (Platone, La repubblica). Platone dice che i custodi sono in grado di provvedere a se stessi perché sono i migliori. Ma chi lo dice che sono i migliori? Lo dicono loro stessi. Ah, allora…

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 07:55| 
 |
Rispondi al commento

La chiesa dice: il documento è spazzatura perché contiene falsità. Vediamo allora quali sarebbero queste "falsità"
Solo una: il filmato considererebbe il Crimen del '62 come prodotto dal cardinale Ratzinger, mentre nel 62 era un semplice teologo (si noti che ci sono stati dei blogger che hanno insistito molto su questo punto)
E' tutta qui "la falsità"? Non è vero
Nel documentario Ratzinger è chiamato in causa a partire dalla metà degli anni 80, quando assume l'incarico da parte del Vaticano di controllare che i vescovi siano attenti nel far rispettare i dettami del Crimen. Riceve anche il compito di ritoccare lo stesso documento e ne irrigidisce i contenuti, riaffermando la scomunica a chi si presenta a testimoniare in tribunale sul reato, senza prima parlarne ai rappresentanti della Chiesa o prima che essa se ne sia occupata per prima
Riuscirà Monsignor Betori a dimostrare che anche le confessioni del prete pedofilo del video (il quale per 38 minuti espone la sua lucida follia) siano falsità?
E come la mettiamo con i 4500 preti trovati colpevoli e condannati negli Stati uniti? Anche quelle sono falsità? Tutta la Magistratura americana sarebbe immondizia?
L'Avvenire ha detto che la BBC ha sparso "volgari calunnie". Dunque anche la BBC sparge immondizia? Tutto il mondo congiura contro il Vaticano e solo lui è intonso e puro!?
Difficile credere a un tale fumus persecutionis
Tanto più quando chi vuole difenderlo si appella alle opere pie e ai santi che certo non mancano (ma quando mai la presenza dei buoni dovrebbe condonare i cattivi? E' forse sparita la responsabilità personale di ognuno e l'uomo deve essere assolto solo per la chiesa a cui appartiene? sarebbe comodo) o tanto più quando chi vuole difendere l'apparato alto della chiesa di Roma lo fa identificandola col Cristo (il che teologicamente è una bestemmia, perché confondere l'uomo con Dio è idolatria, significa spostare a un fallibile piano umano l'infallibilità divina. Il papa non è Dio)

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 07:35| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In USA sono riusciti a fare una inchiesta seria sull’argomento, da noi tutti i partiti remano contro (il 70% degli italiani ha sfiducia nei politici, e i media non se la passano meglio). L’Italia non è più un paese libero, siamo “semiliberi”; saremo anche ai primi posti per vendita di armi, spesa militare e corruzione politica ma siamo 79simi nella libertà d’informazione. Per questo nessuna meraviglia se i media tacciono sulla pedofilia del clero e Cappon frena Santoro.
Si tenga conto che il bambino abusato non parla, cerca di rimuovere quello che gli è stato fatto come una colpa che lo sporca e lo sprofonda. Solo quando sono passati molti anni può trovare la forza di parlarne con un medico (ma da noi gli psicoanalisti vanno poco) o con le forze di polizia e questo può accadere quando le condizioni esterne lo permettano, come è accaduto in USA dove una inchiesta ha dato coraggio alle vittime. Le inchieste sono salutari, possono anche dare coraggio, far sollevare il velo di silenzio e di vergogna che costringe tanti che hanno subito molestie da bambini a parlarne
Ma in Italia la chiesa gode di una protezione implicita che attraversa politica e mondo dell'informazione e che copre i suoi crimini. I giornalisti ormai non fanno più inchieste, non svelano più mostruosità. Possiamo confrontare la coraggiosa inchiesta del Boston Globe ai banali trafiletti riassuntivi apparsi in 30° pagina sui nostri giornali, una cosa che fa vergogna a un paese civile. Qualunque blogger saprebbe fare di meglio. E la condotta della tv non è stata da meno. Una informazione embedded, pavida e vigliacca, che non tocca i mostri sacri, guidata da una cricca di industriali e finanzieri che hanno prostituito la missione giornalistica riducendola a precariato malpagato e vacillante col consenso di governi che intendono l’informazione solo come spot propagandistico del loro malaffare
E così chi dovrebbe stare sotto accusa si prende gli applausi di folle ignoranti o fanatizzate

viviana viva Commentatore certificato 23.05.07 07:04| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

l'impressione forte ed il primo pensiero va al fatto che: visto le cause con richieste di risarcimento miliardarie che vengono intentate negli U.S.A. contro la chiesa ed constatando che quest metterebbe finalmente in ginicchio quest'istituzione che niente ha a che fare con la parola di dio, credo che l'elezione di razzingher sia stata studiata con l'intento di riuscire a sistemare definitivamente la faccenda!A quanto pare non c'è persona più preparata in materia.

cosimo p. Commentatore certificato 22.05.07 23:10| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Forse Annozero trasmetterà questo video. Il problema è che hanno già iniziato tutti i telegiornali ad alzare il consueto muro di disinformazione. Inizia l'ostruzionismo! Già stanno mettendo in guardia lo spettatore che si tratta di un "documentario spazzatura". Fanno troppo schifo!!!!
Non ce la faccio più a vivere in questo paese ipocrita. La democrazia NON ESISTE!!!

Daniela D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.05.07 21:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

LA CHIESA E' UNA MERDA!
PER FORTUNA NESSUNO PIU' CI CREDE!
I PRETI SONO DEI PEDOFILI BASTARDI!
DOBBIAMO CACCIARE IL VATICANO DALL'ITALIA
IMMAGINATE SE IL VATICANO SI TRASFERISSE IN FRANCIA!??!I FRANCESI SAPREBBERO COME COMPORTARSI
BASTA CON QUESTA MEDIEVALITA'
SIAMO NEL 2007
LA RELIGIONE CATTOLICA E' FINITA!
E CHE CAZZO!

ale dervi Commentatore certificato 22.05.07 21:31| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monsignor Betori dice che in Italia non ci sono risarcimenti alle vittime perché la chiesa riconosce responsabilità solo personale, in cambio il 90% dei preti pedofili viene cacciato

Speriamo che sia vero, e che non ci sia stato uno scambio delle regole: un tempo infatti il prete colpevole veniva cacciato immediatamente e per fare santo un papa ci volevano 40 anni, magari oggi, per qualche qui pro quo per fare santo un papa ci vuole un attimo e per buttare fuori un pedofilo ci vogliono 40 anni.

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 21:09| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Se veramente da un punto di vista cristiano l’uomo, come vuole la chiesa, "diventa completamente umano solo con una famiglia" e questa vale solo se è finalizzata ai figli,

perché:

-non si dà ai preti il diritto di farsi una famiglia e di praticare una sana sessualità?

-la chiesa non espelle dal suo seno i preti pedofili che stuprano i bambini ma anzi li difende?

-la chiesa non cura la famiglia in ogni modo possibile? Favorendo le donne che lavorano, le ragazze madri, gli asili gratuiti, le scuole gratuite?

-è sempre stata boicottata dalla chiesa nelle scuole una sana educazione sessuale?

-si sono ostacolate in ogni modo le adozioni nazionali e internazionali?

-non ci si è mai battuti per aiutare in ogni modo le famiglie povere come avviene in altri paesi europei?

-la chiesa non appoggia quei governi che fanno qualcosa per la famiglia (il csx) e appoggia invece chi in due governi per la famiglia non ha fatto mai nulla e ha dato pubblicamente scandalo con condotte private licenziose e libertine? ed è stato applaudito nonostante queste

Le famiglie italiane sono 23 milioni e solo una parte in continuo calo risponde ai requisiti della Chiesa. Se si ama la famiglia, perché non si protegge la la famiglia qualunque essa sia? Perché si intende escludere la tutela ai figli delle famiglie di fatto?
Cristo voleva forse costituire una setta esclusiva? Per pochi privilegiati? O parlava a tutto il mondo?

E poi: perché a chi chiede tutela sociale contro l'aggressione dei pedofili si risponde che "sono pieni di odio" contro la chiesa?
Cristo rovesciò i banchi dei mercanti nel Tempio e accusò in modo molto irato scribi e farisei.
Era forse dominato dall'odio? O non era piuttosto sdegnato per un desiderio superiore di giustizia?

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 20:00| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

La risoluzione europea contro l’omofobia della CEI è durissima con forte richiamo al governo italiano e a quello polacco perché aboliscano le discriminazioni a base sessuale nei diritti civili.
Bagnasco respinge l’accusa ma è la stessa Comunità europea a fargliela senza mezzi termini. Eppure è lui che ha portato in piazza migliaia di persone per bloccare i DICO ed è lui che ha detto che l’omosessualità è l’anticamera di incesto e pedofilia. Come si fa a negare cià che si fa mentre lo si fa?
Bagnasco parla di “una chiesa pastorale portata al dialogo”. Ma anche questo è falso!
Noi vediamo una Chiesa chiusa e arrogante, che rifiuta ogni dialogo o autocritica, che attua continue ingerenze sullo Stato, che dà ordini al Parlamento, che blocca un ddl del Governo, che boicotta un referendum e strumentalizza un valore come la famiglia per bassi scopi di potere.
La famiglia è un valore civile. Non è un valore laico o religioso, è un diritto di tutti. Ma la laicità può garantire anche la famiglia confessionale mentre il confessionalismo non garantisce le unioni laiche. Le presunzione confessionale è un minus rispetto a un prius. Dunque una prevaricazione rispetto ai valori generali di una comunità.
Bagnasco dice che non vuole attizzare lo scontro tra laici e osservanti, ma è proprio quello che sta facendo. Chi ha partecipato al Family day lo ha fatto in nome della famiglia; chi ha indetto la manifestazione lo ha fatto contro i DICO. Anche l’uso della piazza è stato politico.

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 19:43| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guarda Matteo, che Santoro il video voleva farlo vedere da subito, è stato Cappon a rimandarlo affinché la Chiesa preparasse i suoi cannoni
Ora vedremo come si difendono costorE

E tu non ti creare una realtà a tua immagine e somiglianza!

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 19:37| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

per Andrea Del Bianco, che dice:

In sostanza: non oso dire che il video sia spazzatura mediatica, ma non presentiamola come verità censurata....
---

Beh, considerando la fonte del video, la BBC non è il TG4 di Emilio Fede, quindi prima di chiamare "spazzatura mediatica" quel video ci vuole un minimo di evidenza.

Per quanto riguarda Wikipedia, non so quanto sia attendibile (non Wikipedia, ma l'autore o gli autori dell'articolo che tu dici).

La maggior parte del contenuto presente su Wikipedia è inserito da volontari. E se il volontario che ha scritto l'articolo in questione è un prete difficilmente parlerà male del suo datore di lavoro.

Quindi fino a prova contraria, ritengo il video "abbastanza credibile".

Ubi dubium, ibi libertas.


Gianluigi Scanferlato Commentatore certificato 22.05.07 19:19| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ho scritto una mail a monsignor Betari...

Gli ho scritto che vada a farselo prendere nel culo!

nessuno nessuno 22.05.07 18:54| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Santoro è intelligente e aspetta infatti qualche giorno prima di far vedere il video pubblicamente... perchè molte cose affermate e alluse lì non corrispondono al vero!

Matteo Zorzanello 22.05.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono guardato, per intero, il video. La domanda che mi son posto è: verità censurata o spazzatura multimediale? Siamo pieni dell'una e dell'altra...
Non è difficile appurarlo. Appena terminata la visione sono andato su google ed ho lanciato la ricerca con le parole chiave "Crimen sollicitationis". Fatelo anche voi.
Il primo collegamento indicato è il seguente: http://it.wikipedia.org/wiki/Crimen_sollicitationis
Vi invito a cliccarci, come ho fatto io, ed a leggerlo.
Confesso che non ho fatto in tempo a scaricare e leggermi tutto il "Crimen" (di cui peraltro c'è solo la versione in latino ed in inglese.... sigh!), ma una cosa mi par chiara: RATZINGER NON C'ENTRA UN CAVOLO. Il documento è del 1962, e fu varato da Papa Giovanni, figurarsi!
Ho letto solo la VERA (capirete da soli perché dico VERA) "comunicazione Ratzinger", del 2001.
E mi pare francamente tutt'altra cosa da come dipinta.
In sostanza: non oso dire che il video sia spazzatura mediatica, ma non presentiamola come verità censurata....

Andrea Del Bianco 22.05.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe credere che non sia vero. Mi piacerebbe credere che esiste la giustizia DIVINA e TERRENA anche della chiesa. Mi piacerebbe credere che i preti siano TUTTI buoni, e mi piacerebbe credere che quelli non buoni vengano CACCIATI dalla chiesa e boicottati dai loro superiori (come avviene in OGNI paese civile), ma chissa' perche' credo che possa esistere un occultamento da parte della chiesa sulle questioni pedofile, come su altre questioni di altro tipo. Mi fanno schifo i discorsi perbenisti dei preti che nascondono dei malviventi. Vi ricordate la prova delle iene che filmavano genitori che denunciavano ad un prete che i figli avevano subito violenze e attenzioni sessuali da preti di altre parrocchie? Non ci fu uno che decidesse di far andare il genitore dalle autorita!

Silvia Nicolini Commentatore certificato 22.05.07 18:12| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Quando accade che più fatti apparentemente scollegati avvengano in tempi ravvicinati e colpendo sempre la stessa persona o istituzione mi domando: cui prodest? a chi giova? Perchè in pochi mesi ci sono stati gli attacchi al Papa per il discorso di Ratisbona (attacchi gratuiti, se aveste letto il suo discorso), ripreso dal tipo sconosciuto il 1 maggio (pure li con un riferimento sconclusionato, messo li per fare la battuta) le inchieste dei preti pedofili (che non dico siano inventate). Le accuse di ingerenza politica quando il ruolo della Chiesa è di dare una guida morale, certamente anche ai politici (ma non mi riusulta che poi un politico non possa votare liberamente).
Chiedo a tutti: PERCHé? cosa si ottiene dalla sparizione della Chiesa? Denaro, certo.... Ops, non dovevo dirlo. Magari c'è ancora qualche idealista che crede di salvare il mondo da una piaga. Aprite gli occhi e rendetevi conto che state facendo il gioco di chi ha convenienza a tappare la bocca alla Chiesa. Il gioco di chi dal fatto che la Chiesa cerchi di porre freno alla "libertà" dilagante ha paura. Libertà intesa non nel senso di essere consdapevoli delle proprie scelte (quale messaggio più libertario del Vangelo, in questo senso) ma nel senso di poter fare tutto ciò che si vuole, anche a scapito degli altri. E questa libertà rende molto denaro!

Marco Ci 22.05.07 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Quando accade che più fatti apparentemente scollegati avvengano in tempi ravvicinati e colpendo sempre la stessa persona o istituzione mi domando: cui prodest? a chi giova? Perchè in pochi mesi ci sono stati gli attacchi al Papa per il discorso di Ratisbona (attacchi gratuiti, se aveste letto il suo discorso), ripreso dal tipo sconosciuto il 1 maggio (pure li con un riferimento sconclusionato, messo li per fare la battuta) le inchieste dei preti pedofili (che non dico siano inventate). Le accuse di ingerenza politica quando il ruolo della Chiesa è di dare una guida morale, certamente anche ai politici (ma non mi riusulta che poi un politico non possa votare liberamente).
Chiedo a tutti: PERCHé? cosa si ottiene dalla sparizione della Chiesa? Denaro, certo.... Ops, non dovevo dirlo. Magari c'è ancora qualche idealista che crede di salvare il mondo da una piaga. Aprite gli occhi e rendetevi conto che state facendo il gioco di chi ha convenienza a tappare la bocca alla Chiesa. Il gioco di chi dal fatto che la Chiesa cerchi di porre freno alla "libertà" dilagante ha paura. Libertà intesa non nel senso di essere consdapevoli delle proprie scelte (quale messaggio più libertario del Vangelo, in questo senso) ma nel senso di poter fare tutto ciò che si vuole, anche a scapito degli altri. E questa libertà rende molto denaro!

Marco Ci 22.05.07 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Non solo il protezionismo della Chiesa ai preti pedofili è gravemente allarmante, ma anche l’intolleranza che essa manifesta contro l’unione consenziente di due maschi adulti è un sintomo grave, così come la tendenza a identificare omosessualità con pedofilia (vedi Bagnasco), due atti che normalmente non sono associati, il primo indica una tendenza sessuale naturale sociale, il secondo una tendenza patologica psichiatrica antisociale
La grave intolleranza della chiesa cattolica contro gli omosessuali potrebbe essere spiegata da violente pulsioni sessuali provate nei seminari o in luoghi dove c’è troppa contiguità maschile, come tentativo di esorcizzare, negandolo, "un problema di desiderio"
Insomma: si demonizza ciò che si desidera

http://www.masadaweb .org

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 17:41| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

verso la sacralità del sacramento stesso non deve affermare niente fuori del processo così come la parte lesa finchè non vi sia stata una sentenza. Tali processi sono cose estremamente dolorose, da non esporre al pubblico ludibrio e al circo mediatico, in particolar modo non deve essere violato il segreto della confessione che ricordo, per inciso, lega i sacerdoti (non chi si confessa). Allo stesso tempo deve essere istruito un processo canonico per l’aspetto del reato che riguarda la sfera morale con riferimento all’essere un sacerdote.

Concludo affermando che se ci sono casi supportati da prove concrete si debba procedere e riconosco che la chiesa debba essere più trasparente e più decisa in tale ambito contro i preti che si sono macchiati di un crimine così orrendo, se ci sono delle colpe a qualsiasi livello vanno accertate e bisogna agire di conseguenza e molto duramente ma è necessario anche appurare i fatti con razionalità e giudizio senza isterie di massa e non scordandosi anche del bene che la Chiesa fa e che non viene quasi mai pubblicizzato ma che comunque è presente molto più del male commesso che comunque fa punito severamente.

Gianluca Bartoli 22.05.07 17:38| 
 |
Rispondi al commento

La pedofilia non è un reato comune. E’ una grave malattia psichiatrica che indica una devianza della sessualità in una identità non sviluppata In genere è praticata da maschi maggiorenni su bambini
E' causa della maggior parte dei delitti sessuali e costituisce un grave pericolo sociale
Purtroppo il pedofilo può essere scoperto solo dopo che ha compiuto vari delitti. A quel punto, viste le carenze istituzionali, al massimo subirà una condanna penale, spesso patteggiata o ridotta al minimo da attenuanti varie. La cattura avviene dopo che vari stupri sono stati compiuti. La società non è allertata al pericolo grazie a pratiche omertose che mantengono il silenzio sulla pericolosità del pedofilo, che quindi può commettere i suoi crimini indisturbato, addirittura protetto dalla struttura che lo dovrebbe allontanare
Purtroppo, una volta individuato, le cure servono a poco, sono soggetti a recidiva perché la devianza sessuale ha andamento cronico
Spesso il pedofilo è stato un bambino abusato che ripete in modo coatto il trauma ricevuto attivandolo su altre vittime, che possono divenire pedofili a loro volta, perpetuando il crimine
Gli abusi possono essere avvenuti in famiglia, scuola, palestra, oratorio, e possono ripetersi in collegi, caserme, seminari..anche in età adulta. I luoghi dove il bambino o il ragazzo dovrebbe trovare la massima protezione (casa, chiesa, scuola) sono spesso gli stessi dove i pedofili si appostano per trovare “le bestiole” Essi hanno tecniche più o meno elaborate per circuirli o intimidirli. La tecnica fa parte del piacere (l’appostamento, i doni, la subornazione ..)
La pedofilia è caratterizzata da fantasie, impulsi sessuali o comportamenti fissi intensamente eccitanti che riguardano bambini dal corpo ancora indifferenziato, pre-pubere, per cui non conta che sia maschio o femmina (la bambola), anche se ci possono essere preferenze
Le vittime dei preti pedofili sono in prevalenza maschi sopra i 6 anni

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 17:24| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Senza voler assolutamente giustificare chi ha commesso i crimini di cui si parla,penso che questa informazione potrebbe essere diffusa con il fine di screditare e indebolire delle gerarchie a vantaggio di altre che non conosciamo,utilizzando il nostro scandalo e la nostra indignazione come gli americani sanno fare tanto bene.Anche se il documentario mi ha convinto,non conosco ne' avevo mai saputo di abusi di preti su ragazzini,ma in compenso so di molte persone che con le loro conoscenze importanti hanno evitato multe,denunce,servizio militare,pene,hanno trovato un ottimo lavoro case popolari ecc ecc.

stefano lucato 22.05.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento

La gente non capisce la specificità della morale cattolica. Parlo dei principi su cui si basa il sistema di credenze del cristianesimo di tipo cattolico. Cosa distingue l'essere cattolico da una semplice lettura delle parole evangeliche. Per il Cattolico dio è l'autorità massima, del tutto distaccata dall'impurità del mondo temporale ed assolutamente incomprensibile da un essere temporale o terreno. Dunque le sue parole valgono come ordini indiscutibili trasmessi per bocca della casta sacerdotale. La chiesa è la gerarchia è lo strumento, la voce attraverso cui dio parla. E' dio che sceglie, che elegge. I sacerdoti al di là della loro umanità sono semplici strumenti proprio come lo fu giuda, usato da dio per i suoi proggetti imperscrutabili. I sacerdoti sono dotati di un potere che li eleva al di sopra degli altri esseri umani. Questo potere si chiama spito santo. Il guaio di questa religione integralista è il senso dell'autorità che è la stessa che irretisce le vittime innocenti di abusi sessuali. Che non sono solo bambini ma anche donne. e' una mentalità di cui gli italiani sono profondamente impastati. Fascisti nell'animo.
La violenza psicologica è diffusa e a vari gradi e anche in termini di educazione familiare, gnitoriale. Autorità genitoriale. Io me ne sono liberato ma i segni restano. E' una catena di generazioni. Io immagino che gli stessi stupratori infantili siano essi stessi stati vittime nella loro infanzia. Hano così potuto apprendere una procedura, una possibilità d'essere e di sfogare istinti basici. Uomini solo uomini. Spero che non s'instauri una pericolosa caccia alle streghe.

angelo tatheo 22.05.07 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Io ho scoperto oggi di questo video e dopo averlo visto sono rimasto effettivamente scioccato. Tuttavia un esame più approfondito mi ha permesso di notare diverse incongruenze e mi sento in dovere di fare alcune precisazioni, premettendo che:

a) Non contesto nel merito le accuse fatte e di cui si è trovato un effettivo riscontro tramite l'ire legislativo. Questo non è compito mio ma dei giudici.

b)Invito tutti a considerare ancora una volta la presunzione di innocenza che ogni imputato ha prima della sentenza definitiva. Non mi voglio aggrappare a vincoli burocratici ma bisogna evitare il linciaggio mediatico che purtroppo questo video, anche perché male interpretato e mal ricevuto dall'opinione pubblica, sta facendo.
E' bene far vedere il torbido per estirparlo ma non è bene scagliarsi contro nessuno che non è stato condannato e di far di tutta l'erba un fascio criminalizzando chi non è il responsabile, diretto o indiretto di tali azioni, facendosi prendere da una sconsiderata reazione emotiva.

Tanto per cominciare....il documento incriminato di essere lo scudo dei predi pedofili non è uno scudo perchè non si riferisce a TUTTI gli atti di pedofilia in generale compiuti da consacrati ma SOLO a quelli effettuati durante il sacramento della confessione o sotto l'apparenza di tale sacramento (se un prete per adescare un bambino dice di "giocare" o di "doverlo" confessare, tanto per intenderci).
Questo incrina notevolmente il video che l'aveva presentato come IL documento scudo dei preti pedofili, visto che ci si può immaginare quanti siano quelli che usano il confessionale o la scusa di confessarsi per adescare un minore.
Tuttavia anche in questo caso il documento prevede l'obbligo del silenzio, per entrambe le parti in causa FUORI dal procedimento giudiziario. Ciò significa che se un vescovo scopre casi di pedofilia dovuti a un parroco può e deve denunciarli ma ne caso che siano stati commessi nel sacramento della confessione, per rispetto (continua...)

Gianluca Bartoli 22.05.07 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Io ho scoperto oggi di questo video e dopo averlo visto sono rimasto effettivamente scioccato. Tuttavia un esame più approfondito mi ha permesso di notare diverse incongruenze e mi sento in dovere di fare alcune precisazioni, premettendo che:

a) Non contesto nel merito le accuse fatte e di cui si è trovato un effettivo riscontro tramite l'ire legislativo. Questo non è compito mio ma dei giudici.

b)Invito tutti a considerare ancora una volta la presunzione di innocenza che ogni imputato ha prima della sentenza definitiva. Non mi voglio aggrappare a vincoli burocratici ma bisogna evitare il linciaggio mediatico che purtroppo questo video, anche perché male interpretato e mal ricevuto dall'opinione pubblica, sta facendo.
E' bene far vedere il torbido per estirparlo ma non è bene scagliarsi contro nessuno che non è stato condannato e di far di tutta l'erba un fascio criminalizzando chi non è il responsabile, diretto o indiretto di tali azioni, facendosi prendere da una sconsiderata reazione emotiva. (continua…)

Gianluca Bartoli 22.05.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Io ho scoperto oggi di questo video e dopo averlo visto sono rimasto effettivamente scioccato. Tuttavia un esame più approfondito mi ha permesso di notare diverse incongruenze e mi sento in dovere di fare alcune precisazioni, premettendo che:

a) Non contesto nel merito le accuse fatte e di cui si è trovato un effettivo riscontro tramite l'ire legislativo. Questo non è compito mio ma dei giudici.

b)Invito tutti a considerare ancora una volta la presunzione di innocenza che ogni imputato ha prima della sentenza definitiva. Non mi voglio aggrappare a vincoli burocratici ma bisogna evitare il linciaggio mediatico che purtroppo questo video, anche perché male interpretato e mal ricevuto dall'opinione pubblica, sta facendo.
E' bene far vedere il torbido per estirparlo ma non è bene scagliarsi contro nessuno che non è stato condannato e di far di tutta l'erba un fascio criminalizzando chi non è il responsabile, diretto o indiretto di tali azioni, facendosi prendere da una sconsiderata reazione emotiva.


Tanto per cominciare....il documento incriminato di essere lo scudo dei predi pedofili non è uno scudo perchè non si riferisce a TUTTI gli atti di pedofilia in generale compiuti da consacrati ma SOLO a quelli effettuati durante il sacramento della confessione o sotto l'apparenza di tale sacramento (se un prete per adescare un bambino dice di "giocare" o di "doverlo" confessare, tanto per intenderci).
Questo incrina notevolmente il video che l'aveva presentato come IL documento scudo dei preti pedofili, visto che ci si può immaginare quanti siano quelli che usano il confessionale o la scusa di confessarsi per adescare un minore.
Tuttavia anche in questo caso il documento prevede l'obbligo del silenzio, per entrambe le parti in causa FUORI dal procedimento giudiziario. Ciò significa che se un vescovo scopre casi di pedofilia dovuti a un parroco può e deve denunciarli ma ne caso che siano stati commessi nel sacramento della confessione, per rispetto (continua..

Gianluca Bartoli 22.05.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Di fronte a delitti efferati (e la sodomia di un bambino è uno di questi)ci sono criminologi che tentano una perizia psichiatrica dei cosiddetti "mostri", ma gli esiti sono socnfortanti: i due fidanzatini di Novi, la mamma di Cogne, i due vicini di Erba, Pietro Maso, Luigi Chiatti..
Cos'è che manca a questi "mostri"? Un impulso, un sentimento, un desiderio diventano in loro irrefrenabili, scatenano raptus. Passato quel momento, tutto trona apatico, griglio, indifferente.
Il soggetto sembra non rendersi conto della sproporzione del suo atto e la causa, può persino negarlo o non ricordarlo. Sembra lucido, intelligente ma in lui manca qualcosa manca la responsabilità di quello che ha fatto
Pietro Maso uccide i genitori per avere i loro soldi poi va a ballare, oggi ci fa sapere che si è convertito al cristianesimo (?!)
Gatti uccide gli zii freddamente, li fa a pezzi e li getta da un dirupo, è freddo, indifferente
Luigi Chiatti sta fin dalla nascita in un bretrotrofio di suore, con ogni probabilità fu abusato da bambino, visto il suo odio per le figure femminili possiamo pensare alla responsabilità di una suora o all'odio per la madre che lo ha abbandonato, dimentica i primi 6 anni di vita, i suoi ricordi partono dalla adozione, è un bambino difficile, isolato e ribelle. Il suo corpo cresce ma dentro quel corpo resta un bambino. Chiusura, incomunicabilità, asoc. In caserma presumibilmente viene violentato di nuovo.
A 24 anni incontra un bambino, Simone, di 4 anni e lo prende. Lo spoglia, lo accarezza, lo strangola
Sparisce anche un tredicenne, Lorenzo. Lo porta nella sua casa e lo scanna. La polizia lo trova ancora pieno di sangue. Ripete: "Non sono stato io, io sono un bravo boy scout”
La perizia fu: personalità borderline,identità scarsa, io debole, anaffettività, scarso controllo degli impulsi
In base alla legge Gozzini ebbe un permesso premio...
C'è qualcosa che non va in questo Stato, c'è qualcosa che non va in questa Chiesa

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 16:45| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho scoperto oggi di questo video e dopo averlo visto sono rimasto effttivamente scioccato. Tuttavia un esame più approfondito mi ha permesso di notare diverse incongruenze e mi sento in dovere di fare alcune precisazioni, premettendo che:

a) Non contesto nel merito le accuse fatte e di cui si è trovato un effettivo riscontro tramite l'ire legislativo. Questo non è compito mio ma dei giudici.

b)Invito tutti a considerare ancora una volta la presunzione di innocenza che ogni imputato ha prima della sentenza definitiva. Non mi voglio aggrappare a vincoli burocratici ma bisogna evitare il linciaggio mediatico che purtroppo questo video, anche perché male interpretato e mal ricevuto dall'opinione pubblica, sta facendo.
E' bene far vedere il trobido per estirparlo ma non è bene scagliarsi contro nessuno che non è stato condannato e di far di tutta l'erba un fascio criminalizzando chi non è il responsabile, diretto o indiretto di tali azioni, facendosi prendere da una sconsiderata reazione emotiva.

Tanto per cominciare....il documento incriminato di essere lo scudo dei predi pedofili non è uno scudo perchè non si riferisce a TUTTI gli atti di pedofilia in generale compiuti da consacrati ma SOLO a quelli effettuati durante il sacramento della confessione o sotto l'apparenza di tale sacramento (se un prete per adescare un babino dice di "giocare" o di "doverlo" confessare, tanto per intenderci).
Questo incrina notevolmente il video che l'aveva presentato come IL documento scudo dei preti pedofili, visto che ci si può immaginare quanti siano quelli che usano il confessionale o la scusa di confessarsi per adescare un minore.
Tuttavia anche in questo caso il documento prevede l'obbilgo del silenzio, per entrambe le parti in causa FUORI dal procedimento giudiziario. Ciò significa che se un vescovo scopre casi di pedofilia dovuti a un parroco può e deve denunciarli ma ne caso che siano stati commessi nel sacramento della confessione, per rispetto (continua...)

Luke.B 22.05.07 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Cosa bisogna fare per non essere più considerati cattolici:

http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/

Cesare Ghirelli 22.05.07 16:45| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Heila' Beppe!
Innanzitutto un appunto...devo dire che cominciamo bene: mi sono appena iscritta al tuo blog e, uno, mi finisce la mail di conferma direttamente nell'antispam, due, nel tuo blog funziona tutto bene, ma mi e' toccato chiudere tutte le finestre ogni volta che apro cio' che concerne Crimen Sollicitation...
oddio! saro' diventata paranoica!!!!!
naaa, son psicologa, lo saprei.Sara' sfiga.

Scrivo perche' sto vedendo questo video del travaglio
http://www.youtube.com/watch?v=Vh0Zj_e95ME
e mi veniva da chiedere...
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO, MA LI' IN BRASILE C'E' UN BAMBINO DI CINQUE ANNI CHE E' TRISTE E VUOLE MORIRE!!!!
Ma li' c'e' un bimbo di pochi anni che ha voglia di morire, c'e' nessuno esperto in legge che porti avanti la sua causa? Qualcuno sa come fare?
Si puo' scoprire come mandargli un abbraccio, e quello che ha voglia? c'e' un modo per lo meno di coccolarlo?

Dai su! A parte la denuncia, proviamo a far qualcosa, anche di piccolo.

Saluti!

milena z. Commentatore certificato 22.05.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Claudio
non posso farci niente se continui a sembrarmi un poveretto, uno che non sa quello che dice e usa il nome di Dio invano
Non posso accettare che vi sia chi si crede cristiano mentre dice quello che hai detto tu:
- che chiedere la punizione di preti pedofili e volerli fuori dalla chiesa sia essere animati da odio
-che chi difende l'infanzia in realtà attacca preti innocenti
- che si può equiparare chi agisce con santità ai criminali, come se tutti fossero uguali, i don Liegro e i violentatori
- che si deve accettare con naturalezza che vi siano pedofili (senza punirli) tanto ce ne sono sempre stati
- che 10.000 vittime emerse siano prove futili

Quello che affermi è così anomalo che non posso dirti: "Bene, bravo, avanti così.. rispetto la tua opinione"
No, tu sei un pericolo
Io vedo in quelli come te una disumanità pericolosa, una mancanza di differenziazione tra bene e male, una assenza di anima, una specie di insensibilità dell'immaginazione e della partecipazione, per cui nemmeno vi ponete il problema dell'infanzia violata e se vi scandalizzate lo fate solo in quanto membri di una associazione che volete difendere a priori
Difendete una immagine, perdete la sostanza del problema
E' questo che mi spaventa ma evidentemente nemmeno lo capisci, altrimenti non focalizzeresti la questione su te stesso, sul fatto che io ti rispetti o meno. Per te solo questo conta: esssere riconosciuto, la qualità di cosa sei nemmeno ti interessa, mentre per me la qualità di una persona è tutto, e la sua appartenenza è nulla. Di fronte a una tragedia come la pedofilia a te interessa solo il tuo piccolo egocentrismo.. non ho parole
Tu mi procuri dolore per il solo fatto di essere come sei. Il tuo dramma è l'ANOMIA (a nomos senza legge), essere slegato dalla società umana, non sentire pietà, non partecipare alla sofferenza dell'altro
Chi è affetto da anomia è come se gli mancasse un pezzo, non riesce a sentire il dolore di un bambino e devia su altri discorsi...

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 16:05| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

(premetto ke con quello ke ho scritto non accuso tutti i preti xkè per fortuna non sono tutti così)
BASTA CON I PRETIII!!! NON SE NE PUO' PIU'!!!!
sono sempre in mezzo alla politica a rompere i co*****i! non fanno altro ke dire no ai DICO, algi omosessuali, ai pedofili. predicano bene e razzolano male! mi fanno schifo! non li posso + vedere! non dico che Dio non esiste.. posso essere anke credente ma di certo non sono loro i suoi vicari!
hanno sempre fatto casini fin dal medio evo, ma ve ne rendete conto se non bruciavano i cosi detti "eretici" a ke punto eravamo ora con la tecnologia con la scienza??? tutto è stato rallentato per + di mille anni per colpa loro!!! e ancora oggi usano le solite tecniche cercando di terrorizzare le persone! ma quelli ke ci credono ormai sono solo gli anziani! i giovani non ci credono +!!! ancora pochi anni e tutto cambierà! un grande evento accadrà tra qualche anno non preoccupatevi...

Mattia A. 22.05.07 15:56| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sembra che Santoro lo trasmetta in Annozero...
lo dobbiamo pure pagare...il nostro canone, ma stavolta soldi spesi per qualcosa di interessante... L'ho visto 1 volta da sola e una con mio marito gratis in internet grazie alla comunicazione di Beppe....vediamo se lo censurano....

monica buzzini 22.05.07 15:35| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe,cosa dire..secondo me c'e' qualcosa di piu' grande sotto agli scandali della chiesa.Qualcosa che fa venire i brividi anche a te che ne sai piu' di tutti e ci illumini ogni giorno sulle nefandezze del mondo.
Qualche giorno fa si e' sentito parlare degli abusi in quella scuola materna..vi sono coinvolte molte persone e secondo me ne sono coinvolti anche i genitori degli stessi bambini maltrattati,che sanno e che hanno aderito a questa specie di iniziazione volenti o nolenti.La mente umana si puo' modellare,piu' facilmente quando si e' bambini e sotto effetto di sostanze allucinogene.Lo scopo di questi ''riti'' che si devono ancora accertare portano a pensar che ci sia una setta che coinvolge molti settori,molte categorie,ad usare queste persone che crescendo con questi traumi possono poi attraverso l'effetto dell'ipnosi fare in modo che chi li ha traumatizzati diventino i padroni della loro vita e usarli per qualunque scopo,specialmente nei campi delle pubbliche relazioni tra governi dei diversi paesi e dei servizi segreti. Non e' un male fine a se stesso.Non tutti pero' ne sono coinvolti,solo una coppia di genitori ''normali''che contro tutte le minacce e le intimidazioni sta cercando di far sentire la propria voce riguardo la propria bambina,ormai sconvolta da queste visioni e traumi che hanno destabilizzato il cervello suo e di questi bambini innocenti coinvolti.Ti potrei consigliare delle letture per entrare piu' nel dettaglio ma te le risparmio a meno che tu non voglia veramente capire di cosa io stia parlando.Vorrei pero' che questa coppia di giovani genitori possa alzare la voce,i rimedi psicologici ci sono,sono pochi gli psichiatri che le conoscono e il lavoro e' lungo per riportare la persona alla normalita' e scordare gli eventi che hanno prodotto e continuano a produrre effetti sulla vita tutta delle persone coinvolte.Per me ci stiamo ''americaniazzando'' e questo e' solo uno di tante altre conseguenze di questa ''americanizzazione''.Stammi bene

guido iachini 22.05.07 14:46| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Tarsi, sto ancora aspettando se vuoi firmare la mia proposta o no...

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 22.05.07 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viviana ho riletto quel che ho scritto e non trovo riferimenti a ciò di cui mi accusi.
Per altro sono molto dispiaciuto di vedere che continui ad ignorare le mie richieste di rispetto delle idee altrui.
Non penso che io come altri, per esprimere le idee sul blog dobbiamo subire i tuoi appellativi come: povero, folle, inrecuperabile, cinico, dannato, ecc...
Questo è quello che hai insegnato ai tuoi figli e nipoti? Che chi si confronta con te o si uniforma alle tue idee o deve essere eliminato con l'insulto e l'umiliazione?! Perchè se così fosse mi preoccuperei più dei problemi che hai lasciato ai tuoi figli prima di far la paladina della giustizia dei bambini degli altri.
Lascia risolvere i problemi dei bambini a chi ha già la Pace e può quindi aiutare a trovarla. Tu allenati al rispetto del prossimo nelle piccole cose o farai soltanto i tuoi comodi egoistici per sentirti buona e giusta, ma senza mai ottenere un reale risultato di aiuto per l'altro visto che il tuo fine è inseguire il TUO senso di giustizia, che non tollera e distrugge il diverso.

Un consiglio di cuore perchè vedo che investi tante energie nella ricerca di fonti, ma non molta nella forma per esprimerle. Ciao.

Claudio Tarsi 22.05.07 13:12| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Fate come me, andate in www.apostasie.org scaricatevi il modulo e SBATEZZATEVI. Sono in quattro gatti in uno staterello di mezzo Km ed influenzano le decisioni di mezzo mondo solo perchè ci hanno battezzato quando non capivamo un c+++o. Toglietevi da questa industria, che accumula denaro sfruttando la superstizione della gente (esattamente quello che faceva Vanna Marchi).

Paolo Giovannini 22.05.07 12:57| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe credere che siano tutte fandonie...che non sia veronulla....che non c'e' da avere paura di chiunque si avvicini a mia figlia...ma purtroppo le cose non stanno cosi. Posso credere che la chiesa faccia di queste cose dopo tutte le nefandezze che ha fatto in passato chiedendo SCUSA solo di recente??? SI, io dico di si, e non solo perche' sono oramai fuori dalla chiesa, ma perche' VEDO cosa fa la chiesa...e il potere che ha su tutte le decisioni politiche. Posso credere che nasconda i suoi preti pedofili, ma non posso credere che gli altri stati glielo permettano...se fosse stato un altro governo (magari con qualche pozzo petrolifero) sono sicura che Bush non aspetterebbe due giorni a prendere la scusa per bombardarlo!!!

Silvia Nicolini Commentatore certificato 22.05.07 12:27| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

L'immoralità sta nell'apparire sempre luminosi nascondendo le profonde frustrazioni nel essere privi delle sane laiche gioie della vita,pur mantenendo i privilegi eclesiastici,di arroganza potere,e invidia che trasformano il moralista in lupo,e il lupo in uomo.ciao

gigi.l 22.05.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

E' una cosa veramente oscena....io sono stato educato fin da bambino a credere nella Chiesa, in Gesù, ed in tutto quello che predica il Cristianesimo, e fin quì tutto ok....ma questo é uno dei tanti casi in cui come si suol dire il fare dei preti "predica bene e razzola male".
Non si può minimamente parlare di amore verso il prossimo quando proprio chi predica la parola del Signore "approfitta del prossimo" tra l'altro con rapporti anche omosessuali (che sono in pieno contrasto con quello che dice la Chiesa) se vogliamo perché quello di cui si parla é di abusi su bambini maschi.
Perché viviamo un Paese malato in cui per salvare la faccia delle grandi istituzioni i Media ci fanno vivere nell'ignoranza???? Per fortuna che esiste la Rete.

Giuseppe Fersini 22.05.07 12:01| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Valentina Bomitali: basta andare su wikipedia alla voce Crimen Sollicitationis e trovi il link in fondo ai "Riferimenti e note" c'è la versione in latino e in inglese e per la lettera di Ratzinger del 2001 c'è anche quella e addirittura tradotta in italiano. Consiglio a tutti quelli che cianciano senza essere informati di scaricarsi i documenti e poi avviare il dibattito

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 22.05.07 11:59| 
 |
Rispondi al commento

A Valentina Bomitali: basta andare su wikipedia alla voce Crimen Sollicitationis e trovi il link in fondo ai "Riferimenti e note" c'è la versione in latino e in inglese e per la lettera di Ratzinger del 2001 c'è anche quella e addirittura tradotta in italiano. Consiglio a tutti quelli che cianciano senza essere informati di scaricarsi i documenti e poi avviare il dibattito

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 22.05.07 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena visto il video. Sconcertante, anche se devo dire che non so cosa credere.

Giovanni A. Commentatore certificato 22.05.07 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che la RAI verifichi e corregga i sottotitoli in Italiano prima di mandare in onda il video: già è difficile identificare i vari personaggi a causa dei nomi stranieri, ma tradurre, addirittura, "successore" invece di "superiore" confonde definitivamente le idee e vanifica in parte il significato della denuncia. Per facilitare l'identificazione, peraltro, si potrebbero indicare le vittime col nome di battesimo e i preti col cognome preceduto dalla "qualifica" es. padre O'Grady, cardinal Mahoney etc).

Giulio Dettori 22.05.07 11:40| 
 |
Rispondi al commento

A Valentina Bomitali: basta andare su wikipedia alla voce Crimen Sollicitationis e trovi il link in fondo ai "Riferimenti e note" c'è la versione in latino e in inglese e per la lettera di Ratzinger del 2001 c'è anche quella e addirittura tradotta in italiano. Consiglio a tutti quelli che cianciano senza essere informati di scaricarsi i documenti e poi avviare il dibattito

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 22.05.07 11:30| 
 |
Rispondi al commento

è pretestuoso l'accostamento che il video fa del "Crimen Sollicitationis" con la copertura del problema pedofili: il video accusa Ratzinger senza prove: il documento ricorda che c'è il segreto confessionale: i preti non possono per nessun motivo rivelare ciò che hanno sentito in confessione... punto e basta! il problema pedofili è reale e va affrontato, la chiesa statunitense ha compiuto il grave ed imperdonabile errore di tentare di insabbiare il tutto ma dire che tutti i preti sono pedofili e che Ratzinger li difende è una calunnia! pensate che questi reati i preti li facciano in confessionale? io non credo proprio, ci sono molte altre più comode situazioni! in Italia ci sono stati decine di preti coinvolti in casi del genere sul numero complessivo di 80 mile circa... mi pare pretestuoso dire che sono tutti pedofili. Ultima cosa: ci sono anche molte persone sposate che hanno il problema pedofilia: ci sono stati casi eclatanti in Belgio ma anche da noi... non si risolve questo problema semplicemente dicendo che i preti devono sposarsi!

Matteo Zorzanello 22.05.07 11:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

.....senza parola....( in realtà le parole le avrei eccome, ma nonbasterebbero 2000 caratteri )

Edoardo Bellanti 22.05.07 10:52| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Notizia dal Corriere della Sera:
21 mag 22:03
Violenza sessuale: prete condannato a risarcimento
AGRIGENTO - Un seminarista di Agrigento e' stato risarcito per gli abusi sessuali subiti da un prete mentre frequentava il seminario. Il sacerdote aveva gia' patteggiato la pena di due anni e mezzo. Ora e' stato raggiunto tra le parti anche un accordo sul risarcimento che supererebbe i 50 mila euro. Il giovane ha ora deciso di destinare la somma all' ''Associazione per la mobilitazione sociale'' da lui stesso fondata tre anni fa per combattere il disagio giovanile e promuovere campagne di sensibilizzazione sulle violenze a danno dei minori. (Agr)

Federica Pettinari 22.05.07 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Duemila anni e passa fa c'è stato sulla Terra un uomo stupendo di nome Gesù Cristo che insegnava a chi gli stava a accanto molte cose, da come comportarsi in famiglia, a come dissipare i propri dubbi, a come vivere i rapporti con gli altri e con le proprie e propri compagni.
Disse anche una volta "Chi tocca i bambini - tocca me!"...Questo la dice lunga su come la Chiesa sia lontana dal suo ispiratore e diciamocelo francamente quando vedo quei 500 - 1000 vescovi tutti insieme mi vengono in mente strane cose ovvero soldi donne interessi questi uomini li hanno messi tutti da parte?
Ho studiato 7 anni dalle suore e di cose strane ne ho viste.
Mia figlia non frequenterà la Chiesa ma io mi sento ancora Cristiano cioè amante di quegli insegnamenti che mio fratello Gesù mi ha dato.
La Chiesa che voleva lui sicuramente non è quella di oggi e forse Giovanni Paolo II lo sapeva...ha fatto di tutto per cambiarla e un po c'è riuscito...Chissà quante battaglie ha dovuto affrontare e quanti tramavano alle sue spalle..Ora abbiamo Ratzinger il cui solo nome mi fa paura...Che dio l'abbia in Gloria e che lo perdoni.
Se non fosse stato Capo della Chiesa sarebbe stato processato negli Stati Uniti e chiuso in galera per favoreggiamento.
Basta a questi preti che si sposino che possano fare dei figli che possano avere i soldi che vogliono e non facciano danni piu del dovuto.
A me sembra che la castità Gesù non l'abbia mai ordinata...aveva pure una compagna!!!

vincenzo di sabato 22.05.07 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noto che in questo blog c'è una grande sete di giustizia...nessuno però con l'onestà di condannare chi sostiene quel genocidio legalizzato chiamato ABORTO, la più grande nefandezza del 20° secolo...

Cristiano F. Commentatore certificato 22.05.07 09:32| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

--------------------------------------
INVITO TUTTI A LEGGERE IL COMMENTO DI
Ricardo Portabuono
--------------------------------------

Tutta la mia solidarietà....per quello che può servire

Nicola Ulivieri Commentatore certificato 22.05.07 09:28| 
 |
Rispondi al commento

visitate...http://indaco-indaco.blogspot.com/
e dite la vostra opinione

roberta rezzonico 22.05.07 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Qualunque istituzione sana si regge su una idea di giustizia. Essa deve premiare le sue persone migliori e punire chi sbaglia. Dove questo non avviene e dove addirittura i buoni sono allontanati (don Milani, Padre Zanotelli, Leonardo Boff, Padre Vitaliano della Sala…) e i rei sono protetti, non siamo più in una società giusta ma in una congrega di criminali, come la mafia, appunto.
Non solo, come pretendono alcuni mentendo spudoratamente, la Chiesa non ha mai punito i preti pedofili ma essa li ha addirittura premiati, visto che il cardinale Law se ne sta beato nella chiesa di S. Maria Maggiore a Roma, ed ha partecipato all'elezione dell'attuale papa dopo aver celebrato la messa funebre in morte di Wojtyla
Dopo i fatti di Boston, in altre nazioni le vittime hanno trovato il coraggio di denunciare gli stupri, nelle cattolicissima Irlanda e Polonia. In Italia no. Perché? Perché qui i giornalisti sono succubi, la stampa non è libera, la Chiesa gode di favori altrove inesistenti, e la classe politica è servile nei suoi confronti. Il che non ci mette certo ai primi posti nella classifica della libertà.

Il capo della CEI Bagnasco si permette dire che la classe politica non può ignorare il Family day. Noi diciamo che non può ignorare nemmeno l’enormità dello scandalo della pedofilia.
La Chiesa continua a presentare una faccia arrogante quando è in colpa di mancata difesa di innocenti e dovrebbe solo chiedere perdono riconoscendo le sue colpe e cambiando l’assurda regolamentazione con cui protegge in piena omertà criminali pericolosi.

Tutto il resto è ipocrisia!

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 07:53| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’ una totale falsità che la Chiesa sollevi i preti pedofili con atto pubblico, quello che avviene invece è una copertura totale del reo.
Quando scoppiò lo scandalo dei preti pedofili a Boston nel 2002, il Boston Globe mandò 8 inviati e ne uscì un’inchiesta tanto eccellente da vincere il premio Pulitzer. Fu considerato lo scoop più importante dai tempi del Watergate ed ebbe enormi conseguenze in tutti gli States, cambiando anche le norme sulla privacy.
Non solo si rimossero personaggi importanti, come il cardinale Bernard F. Law e si mandarono in crisi le parrocchie per l’enormità dei risarcimenti alle vittime ma i fedeli disgustati fecero calare di un quarto le offerte.
Contro il reverendo Georghan ci furono ben 120 accuse ed egli poi fu ucciso. Non solo il cardinale non lo aveva rimosso ma si era limitato a spostarlo in altra parrocchia dove continuò le sue depravazioni.
L’inchiesta fu considerata il più importante caso dopo il Watergate in 30 anni di storia americana e di qui si può misurare l’abisso che li separa dai giornalisti italiani i quali fanno un anonimo trafiletto di 3° pagina mentre la sinistra rimuove il problema e la destra pone il veto alla sua discussione in tv.
Per il diritto di informazione entrambe non sanno fare di peggio che l’immonda legge Mastella con cui si imbavaglia la stampa e Di Pietro addirittura l’appoggia.
Così non solo i preti pedofili, come altri criminali, non saranno puniti ma si impedisce persino che i loro reati siano conosciuti, mettendo a repentaglio altre vittime.
Se una compagine di governo esercita il potere per difendere i criminali e non i cittadini, possa essa perire nelle fiamme di una rivoluzione perché peggio non potrebbe fare!

viviana viva Commentatore certificato 22.05.07 07:45| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ancora più esplicito il vaticanista del Corriere della Sera, Luigi Accattoli che affida al suo blog una valutazione interessante. “Il video coinvolge papa Ratzinger pretestuosamente; esprime - mischiato al giusto sdegno per gli scandali - l’interesse degli ambienti dell’avvocatura di diversi paesi che ha sfruttato e sfrutta l’affare delle condanne per risarcimento (si sono avuti anche casi di accuse montate per far soldi); nel mixage con cui è condotto, alla vera inchiesta giornalistica e all’interesse per l’affare avvocatizio si associa la curiosità morbosa per le modalità delle devianze sessuali. Giudizio negativo dunque. Ma ciò non toglie che quei fatti sono avvenuti e che è bene conoscerli. Non va diffuso questo video, ma andrebbe fatta - da parte della Chiesa - una divulgazione critica e formativa della serietà dello scandalo. Solo facendo chiarezza in proprio la comunità cattolica limiterà il danno che le potrà venire da chi sicuramente farà un uso strumentale di quell’esigenza di chiarezza”.

Federico F. 22.05.07 00:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Segno, per chi abbia un minimo di buon senso giuridico, della volontà romana non certo di occultare, ma di dare piuttosto il massimo rilievo a certi reati, riservandone il giudizio non a realtà "locali", potenzia lmente condizionabili, ma ad uno dei massimi organi della Santa Sede.
Questa, e non altra, è stata la posizione della Chiesa cattolica sui reati ad essa interni di pedofilia. Questa, e non altra, la limpida testimonianza del nostro Papa che in tempi non sospetti si scagliò contro la sporcizia nella Chiesa.
I calunniatori dovrebbero chinare il capo e chiedere scusa.

Federico F. 21.05.07 23:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

--------MOLTO IMPORTANTE--------
--------------------------------
--------------------------------
Ulteriori crimini della chiesa.
Ringrazio Valentina Bomitali
che ha riportato in una "discussione" questi link con queste notizie:
http://www.aprileonline.info/2576/i-peccati-della-chiesa
http://nicotri.blogautore.espresso.repubblica.it/2007/04/08

Fabrizio B. Commentatore certificato 21.05.07 23:42| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

C'è da dire che quel documento veniva presentato dalla Bbc come un marchingegno furbesco, escogitato dal Vaticano per coprire reati di pedofilia, quando invece si trattava di un'impor tante istruzione atta ad «istruire» i casi canonici e portare alla riduzione allo stato laicale i presbiteri coinvolti in nefandezze pedofile. In particolare, trattava delle violazioni del sacramento della confessione. Da notare che l'Istruzione richiedeva il segreto del procedimento canonico per permettere ad eventuali testimoni di farsi avanti liberamente, sapendo che le loro deposizioni sarebbero state confidenziali e non esposte a pubblicità. E di conseguenza anche la parte accusata non vedesse infamato il proprio nome prima della sentenza definitiva.
Insomma, un insieme di norme rigorose, che nulla aveva a che fare con la volontà di insabbiare potenziali scandali. E che il testo Crimen Sollicitationis non fosse pensato per tale fine lo dimostrava un paragrafo, il quindicesimo, che obbligava chiunque fosse a conoscenza di un uso del confessionale per abusi sessuali a denunciare il tutto, pena la scomunica. Misura che semmai dà l'idea della serietà del documento e di coloro che lo formularono, se si pensa che in base alla legge italiana il privato cittadino (tale è anche il vescovo e chi è investito di autorità ecclesiastica) è tenuto a denunciare solo i crimini contro l'autorità dello Stato, per i quali infatti è prevista la pena dell'ergastolo.
Senza contare che Joseph Ratzinger, più tardi diventato sì prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, avrebbe firmato - ma siamo nel maggio 2001 - una Lettera ai Vescovi e altri Ordinari e Gerarchi della Chiesa Cattolica, pubblicata anche negli Acta Apostolicae Sedis, dove si prevede espressamente che "il delitto contro il sesto precetto del Decalogo, commesso da un chierico contro un minore di diciotto anni", sia di competenza diretta della Congregazione stessa.

Federico F. 21.05.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa notizia era nota da diversi "anni" grazie a internet.

La questione non riguarda i Santi o i Martiri.

Ipazia di Alessandria è una martire pagana eppure nessuna statua la commemora, né nessuna preghiera specifica.. come esistono tanti santi e tanti martiri senza questo titolo che, attraverso i loro gesti e la loro storia, hanno compiuto "esempi di umana carità" che è, secondo me, un valore laico e non religioso!

Se ci sono dei Santi sopra gli altari delle chiese, poco importa sul caso che sta approdando in Italia: la questione è solamente una..

*se qualcuno commette atti riprorevoli e potenzialmente "illeciti" (come nascondere i pedofili anche solo nell'ideologia!!!) ne deve rispondere eticamente, moralmente e legalmente.

Purtroppo alcune figure ecclesiastiche non ne risponderanno mai legalmente dinanzi un tribunale sopra le parti a causa di una "toga" o di un "titolo" che indossano.... ma se esistono situazioni compromettenti e deplorevoli è un sacrosanto dovere risponderne e un sacrosanto diritto averne coscienza, conoscendo questo fatti.

Occultare accuse del genere è sprezzante, e per la mia natura IO mi metto sempre dalla parte della vittima non del carnefice. La Chiesa dovrebbe incentivare la divulgazione di questo documento affrontandolo in prima persona per "dimostrare" la totale estranietà.

Perchè il Papa, nonostante queste accuse che circolano nel mondo, non ha mai preso parola per sfatare questa "presunta" caccia alle streghe?

Se il filmato è una bufala, se tutte queste prove sono false, sia presa l'iniziativa di dimostre con lealtà e civiltà l'estranietà ai fatti, invece di tacere o di nascondersi dietro la gonna di Santa Madre Chiesa!

Mi auguro che il filmato sia trasmesso in tv e si apra un dibattito in tutto il mondo al fine di CONOSCERE la verità su queste accuse gravissime!

Il mio pensiero non va all'inviolabilità delle "toghe papali" ma alle vittime di ogni abuso sessuale...

Francesco Faraoni 21.05.07 22:29| 
 |
Rispondi al commento

non è una novità che la chiesa nasconda le sue magagne....tutta la sua vita si fonda su bugie e su chi crede a tali bugie...per rimanere in vita a bisogno proprio che noi piccoli esseri umani crediamo di essere inferiori a lei, che lei è l'unica che può salvarci!
bhe non è così aprite gli occhi perchè solo se tutti apriamo gli occhi e vediamo quanto è miserabile la chiesa possiamo scardinarla...non abbiamo bisogno di lei per credee in Dio, lui è sempre con noi è parte di noi, Dio ci perdonerà perchè il suo amore nei nostri confronti è immenso e perchè siamo parte di lui, Dio non ci giudica non pensa che esista qualcosa di giusto o sbagliato...ai suoi occhi siamo tutti uguali...
le religioni ci dividono perchè si fondano su qualcosa di immensamente sbagliatoil potere e la ricerca di questo potere.
d'altronde è la storia che ce lo insegna...la chiesa ha sempre ambito al raggiungimento del potere, pensavamo fosse cambiata e forse lo è ma non del tutto...ha ancora bisogno di quel potere per mantenersi in vita...ha negato tutte le magagne che aveva, non ha inviato aiuti quando ha saputo del genocidio degli ebrei, e solo dopo ha chiesto scusa, questo solo per citare un episodio.
la chiesa non impara dalla storia rimane ancorata alle vecchie abitudini e perpetua in un continuo stato di menzogna solo per cercare di sopravvivere.
certo bisogna dire che in una istituzione marcia ci sono anche individui da salvare preti che si sono adopratie si adoprano pre il bene della comunità che prendono seriamente il loro lavoro.
E allora possiamo arrivare ad una sola conclusione
la chiesa è fatta di uomini, uomini che si perdono e uomni che mantangono la retta via, uomini giusti e non, uomini proprio ugali a noi.
e da qui si capisce che la più grande bugia della chiesa è proprio che loro sono più qualcosa di noi che senza di loro non ariveremmo a Dio. aprite gli occhi loro sono come noi e non abbiamo bisogno di loro non più ora che abbiamo scoperto che non sono niente più di noi

Giulia Livi 21.05.07 22:22| 
 |
Rispondi al commento

x francesco bertoncini:

la firmo io la letteraaa!!
e conosco altri che lo farebbero di corsa!!

Valentina Bomitali 21.05.07 21:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao!
qualcuno mi sa dare un link dove scaricare il testo del crimen?
grazie!

Valentina Bomitali 21.05.07 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povero Claudio, vedo che sei irrecuperabile.
Che Dio t'assista nella tua follia!
Io sono una mamma e sono una nonna, ma tu non hai la più pallida idea del valore di una piccola creatura umana.
Spero che tu non sia un prete e che tu non abbia a che fare con bambini perché il tuo cinismo è ributtante, possiamo solo pensare che anc he tu sei un pedofilo.
Se tu non capisci il valore di uno solo di questi bambini, tutte le tue preghiere si tramuteranno in bestemmie, e se continui a negare questi crimini per proteggere questi pedofili, Dio salvi la tua anima perché si è completamente dannata.

Come puoi confondere i buoni con i cattivi come se fossero la stessa cosa e dire che chi desidera che i cattivi finiscano in galera offende anche i buoni? Ma sono tutti uguali nella tua testa? Buoni e cattivi? Non saranno tutti uguali nella tua povera testa malata? non vorrai che in nome dei santi si lascino in libertà degli stupratori? Che senso ha ricordare le opere pie e le persone sante? Non è di loro che parliamo. Parliamo di criminali
Che senso ha dire: la pedofilia è sempre stata? anche l'omicidio è sempre stato. Questo vuol dire che gli omicidi non devono essere incarcerati? o che la società non ha il diritto di difendersi dagli elementi pericolosi perché esistono i buoni? ma che nesso c'è? Come si può parlare di odio quando le famiglie vogliono solo difendere i loro bambini dai lupi? Cosa c'entra l'odio? Il crimine va punito per giustizia, non per odio.
Tu sei proprio fuori
Vuoi difendere un prete in quanto prete al punto da non tollerare che un prete che commetta un crimine debba essere punito per esso..al pujnto da non tollerare che si possa solo riferire il suo crimine
Credi che la chiesa debba essere sopra di ogni sospetto come fosse una divinità confondendo bianco con nero? Se è così, tu hai una tale idea idolatrica della chiesa che fa francamente schifo
Ognuno deve essere valutato per ciò che è, il buono come buono, il criminale come criminale

viviana viva Commentatore certificato 21.05.07 21:32| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Claudio Tarsi: nessuno mette in dubbio che ci siano persone che fanno opere buone, che fanno del bene nella Chiesa.... Ma, proprio per questo, non ci si possono foderare gli occhi di prosciutto e far finta di non vedere le cose scomode, anzi una istituzione SERIA le vede e le affronta ! Sei disposto a firmare con me una dichiarazione del genere :"per la serietà della Chiesa Cattolica, pretendo che ogni volta in cui un vescovo viene a conoscenza di un reato di pedofilia commesso da un prete suo sottoposto, ne faccia immediata denuncia SIA all'autorità religiosa, SIA a quella civile competente secondo i dettami dell'art. 6 codice penale". Sei disposto si o no ?

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 21.05.07 21:23| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Povero Claudio, vedo che sei irrecuperabile.
Che Dio t'assista nella tua follia!
Io sono una mamma e sono una nonna, ma tu non hai la più pallida idea del valore di una piccola creatura umana.
Spero che tu non sia un prete e che tu non abbia a che fare con bambini perché il tuo cinismo è ributtante.
Se tu non capisci il valore di uno solo di questi bambini, tutte le tue preghiere si tramuteranno in bestemmie, e se continui a negare questi crimini per proteggere questi pedofili, Dio salvi la tua anima perché si è completamente dannata.


viviana viva Commentatore certificato 21.05.07 21:20| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

A Claudio Tarsi: nessuno mette in dubbio che ci siano persone che fanno opere buone, che fanno del bene nella Chiesa.... Ma, proprio per questo, non ci si possono foderare gli occhi di prosciutto e far finta di non vedere le cose scomode, anzi una istituzione SERIA le vede e le affronta ! Sei disposto a firmare con me una dichiarazione del genere :"per la serietà della Chiesa Cattolica, pretendo che ogni volta in cui un vescovo viene a conoscenza di un reato di pedofilia commesso da un prete suo sottoposto, ne faccia immediata denuncia SIA all'autorità religiosa, SIA a quella civile competente secondo i dettami dell'art. 6 codice penale". Sei disposto si o no ?

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 21.05.07 21:16| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno impedisce a nessuno di credere in Gesù Cristo. Solo permettete che si possa essere critici nei confronti dell'istituzione che si fregia del titolo di rappresentante in terra del suo verbo. Permettete che si possa parlare di Dico, di laicità, di rapporto Stato Chiesa, di morale individuale e universale, di preti buoni e cattivi, concedete noi questo diritto.Almeno tollerateci e se riuscite..perdonateci perchè non sappiamo ciò che diciamo. Grazie.

Stefano Pozzi 21.05.07 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ascolta Imbemba: visto che non hai davanti il Crimen Sollicitationis io ce l'ho e l'ho letto.
Allora se anche tu lo avessi letto vedresti che al Titolo IV "COMUNICAZIONI UFFICIALI" si stabiliscono i doveri di comunicazione che stanno in capo ai tribunali ordinari della Chiesa e vedresti che per ogni caso di condanna, sospensione o ammonizione, tali comunicazioni vanno date o al Sant'Uffizio o al vescovo presso il quale il prete è stato eventualmente trasferito (artt. 67-68-69) e all'art. 70 si ribadisce che TUTTE QUESTE COMUNICAZIONI UFFICIALI DEVONO ESSERE FATTE MANTENENDO IL SEGRETO DEL SANT'UFFIZIO ! Di quali sentenze pubbliche vai cianciando ? Nel documento è scritto all'art. 70 ESATTAMENTE IL CONTRARIO e cioè che tutto rimane segreto anche dopo la sentenza !! Informati prima di sputare sentenze !
A chi poi dice che questo documento non è mai stato segreto basta leggere alla prima pagina "Questo testo deve essere diligentemente conservato negli archivi segreti della Curia come strettamente confidenziale. Niente di tutto questo deve essere pubblicato o aggiunto a qualche commento". Ragazzi basta leggere, scaricatevelo e poi parlate !!

Francesco Bertoncini Commentatore certificato 21.05.07 20:58| 
 |
Rispondi al commento

AIUTOOOOO!!!!!!!!!

Qui dentro c'è gente che crede ancora a Prodi e Berlusconi che VUOLE IMPEDIRMI di credere in Gesù Cristo!!!!!

Cristiano F. Commentatore certificato 21.05.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai un nemico e non lo sai
Hai un nemico e lo finanzi!

Dovrebbe essere questo lo slogan della prossima campagna pubblicitaria dell'otto per mille.

Vi racconto la mia storia.Mi chiamo Ricardo Portabuono ed ho 31 anni.Vivo in Italia dal 1982 ma sono nato in Argentina.Mio padre si chiamava Riciere Samburro ed è uno dei 36.000 desaparecidos argentini ,scomparso a Buenos Aires il 3 maggio 1979 quando io avevo quattro anni.
Di mio padre non ho mai saputo nulla fino alla prima metà degli anni novanta quando dopo la scoperta di una fossa comune il ministero degli interni della repubblica Argentina ha convocato la mia famiglia per esercitare la costituzione di parte civile nel processo penale che si sarebbe celebrato di lì a poco.
Il processo si concluse con la condanna di due capitani della marina militare argentina a 12 anni di carcere,ma una cosa di quel processo mi ha sconvolto:sapere che mio padre,persona molto religiosa, prima di essere ucciso ha ricevuto la benedizione di un prete e che quello stesso prete dopo sedici anni chiamato a testimoniare si è rifiutato di fare i nomi dei carnefici di mio padre preferendo piuttosto la pena di due anni di carcere per reticente testimonianza.
Fino a quel momento ero stato un cattolico osservante e nella religione avevo trovato tanto conforto,ma quando dalle carte processuali ho capito come erano andate le cose mi è venuta voglia di vomitare anche l'anima assieme al corpo di cristo che per anni avevo preso ogni domenica nell'eucarestia.
Adesso ho fede in una sola consapevolezza;abbiate tutta la fede in dio di cui siete capaci,ma non fidatevi mai di nessun religioso di qualunque confessione sia perchè chiunque crede di avere un rapporto privilegiato con Dio è un inaffidabile esaltato.

Ricardo Portabuono 21.05.07 20:37| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se per 1700 anni (non 2000, il cristianesimo nasce dopo il concilio di Nicea, 325 dC) nessuno ha affossato la chiesa è solo perché fin dai suoi albori la chiesa ha sempre ucciso e sterminato chiunque non era un fedele; davvero devo spiegartelo io e te non lo capisci da solo?
Ora la pena di morte non c’è e in rete si può parlare, ma come hai visto se qualcuno (Rivera) dice una verità in tv…allora non si esita a definirlo terrorista….ma se c’era ancora il rogo…


Nicola Ulivieri 21.05.07 17:40
Ma Nicola non puoi non strappare un sorriso a chi ti legge, ma solo questo hai visto fare dai Santi'? Uccidere il prossimo! O forse pensi che i Santi non sono mai esistiti, nessun miracolo è mai esistito, ospedali, scuole, missioni, case d'accoglienza sono costruite solo per farsi belli.
Non capisco che logica è questa.
Io le prove che Gesù è vivo ce l'ho sotto gli occhi tutti i giorni nella gente che opera incessantemente confidando nella sua parola e nella preghiera.
Ma tu che prove hai? Uno scrittore con reperti archeologici o altri fonti storiche? Ah lui si che ha la verità, sicuro, incontestabile. Scusa, ma non è più logico credere alle opere buone che salvano le persone?

Claudio Tarsi 21.05.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scandaloso che in Italia solo ora si sappia di questa documento vaticano che mira a sommergere i crimini.
Solo ora perchè, come ho letto su La Stampa da parte di un utente, un esponenente dell'UDC ne volle bloccare la diffusione...Oltre a lui sicuramente tutti i politici del centro destra e molti del centro sinistra.
Ci fu un'inchiesta de Le Iene mesi fa riguardo agli abusi, perpetrati in Italia, da parte di alcuni preti su minori e ogni prelato intervistato cosa diceva?Che codesti preti non dovevano essere denunciati, ma semplicemente reguarditi e spostati in un altro paese.
Ciò è scandaloso, perchè questa decisione mette in pericolo altri bambini, li mette alla mercè di questi maniaci-criminali!!! Non c'è un minimo di senso della giustizia in questa scelta. Non c'è un minimo di solidarietà verso i bambini. Non c'è nulla, se non una scandalosa copertura e censura. Come dire: sono cose che possono capitare, le capiamo...lasciamo pure che continuino a farle...mah!
Se io fossi nei panni della Chiesa, vorrei mostrarmi pulita, espellendo quindi questi criminali, mettendoli nelle mani della Giustizia dello Stato nel quale compiono questi crimini.
Una cosa che mi ha spaventato, guardando il video,è il pensare a quei bambini che non osavano denunciare il fatto. I bambini sono troppo fragili, li si può rendere inermi con poche parole. E un prete coi suoi discorsi sui peccati, sull'inferno, sul rispetto che loro devono nutrire verso di lui che rappresenta Dio in Terra, ecc, può davvero mettere in pericolo la loro individualità e sottometterli.
Non voglio neanche immaginare in quale stato brado senza rispetto per l'individuo e le sue libertà di pensiero, movimento, ecc. vivremmo, se fossimo in una teocrazia!
Ma per fortuna l'uomo vive nella ragione e i poteri delle religioni saranno sempre minori!!!


L'AMORE VINCE SEMPRE

Gesu' e' morto in croce per tutti, credenti, laici, comunisti, ebrei, atei, gay....

il suo e' un messaggio d'amore per tutto il mondo.

chi vuol cambiare il mondo, come il comico che qui ci ospita, deve avere il coraggio di andare fino in fondo e non solo lanciare il sasso.

Gesu ha parlato di amore e l'hanno crecefisso.

Ha pagato con la vita per salvare il mondo.

Ogni cristiano che legge questo blog prega per voi per tramutare il vostro odio in amore.

ciao a tutti.

marco tadeini 21.05.07 19:07| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione