Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli Schiavi (Moderni) sono tanti, milioni di milioni...


Slaves.jpg

Il Corriere della Sera ha attaccato Beppe Grillo e il libro: “Schiavi Moderni” con l’editoriale di Pietro Ichino il 14 agosto in prima pagina e con due articoli oggi a pagina 10. Troppa grazia.
Questo libro deve dare molto fastidio. Mi fanno passare come un fomentatore di odio, un falsificatore. Ichino mi chiede un confronto pubblico, venga a Bologna l’otto settembre e lo avrà. Prima però si ripassi il libro. Lo hanno scritto i precari, non l’ho scritto io. Lo hanno commentato un premio Nobel per l’Economia. Joseph Stiglitz, e un professore universitario, Mauro Gallegati.
Vogliamo discutere la legge 30? Vogliamo riformare le leggi sul lavoro? Non vogliamo fare un c...o? Fate un po’ voi. Il problema rimane e prima o poi esploderà.
Luciano Gallino sulla Repubblica di oggi, nell’articolo: “Precariato Globale” scrive: “Un primo elemento è il numero di coloro che hanno un’occupazione precaria, vuoi perchè il contratto è di breve durata, oppure perchè non sanno se e quando ne avranno un altro. Secondo una stima da considerare prudente, esso si colloca tra i 4 milioni e mezzo e i 5 milioni e mezzo di persone ... Cinque milioni di persone con un lavoro precario rappresentano più del 20% degli occupati. Ma questi sono soltanto i precari per legge – certo non soltanto a causa della legge 30, bensì di un’evoluzione della nostra legislazione sul lavoro iniziata, come minimo, sin dal protocollo del luglio 1993.”

Il professor Gallegati risponde a Ichino.

Caro Beppe,
“Schiavi Moderni” voleva essere solo un libro che riportasse storie, purtroppo, vere di ordinario precariato. Le polemiche di questi giorni ci fan capire che “Schiavi Moderni” è molto di più che una raccolta di testimonianze: è il segnale del disagio di una generazione. Sarà allora il caso, nonostante sia Ferragosto, di provare a rifletterci ancora.
Una organizzazione certo poco contigua al terrorismo quale l’OECD ha più volte ricordato che quando si liberalizza il lavoro a termine, tale riforma va accompagnata da riforme nel campo della protezione dell’impiego, altrimenti si viene a creare un mercato del lavoro caratterizzato da profonde differenze tra lavoratori a tempo determinato e a termine con diversi diritti, tutele e retribuzioni, specie per i giovani e per i meno qualificati. Inoltre si può produrre un ricorso ai contratti a termine che genera un effetto negativo su produttività e crescita professionale: il lavoro a termine è spesso caratterizzato da breve durata del contratto e da assai limitate opportunità di crescita professionale (e quindi di retribuzioni e pensioni), o addirittura di formazione delle competenze. In breve: senza interventi a protezione del lavoratore a termine, la flessibilità si trasforma in precarietà con conseguenze immediate sulla vita dei singoli lavoratori coinvolti e di più lungo periodo sulla società.
Quest’ultimo aspetto non viene spesso enfatizzato. Inviterei tutti ad una breve riflessione. La disciplina del mercato del lavoro, se mira alla sola flessibilità, rischia di innescare effetti indesiderati, se non contrastanti, rispetto a quelli che si dichiara di voler perseguire. I vantaggi di breve periodo che si ottengono da forme d’occupazione temporanea possono tramutarsi in svantaggi nel lungo periodo, in termini di maggiori costi per il sistema pubblico, sanitario e previdenziale, e per la composizione stessa della spesa sociale. Questo perché la precarietà influenza comportamenti e stili di vita che vanno al di là di scelte strettamente economiche: quando, ad esempio, costituire un nuovo nucleo familiare, aver figli o accendere un mutuo?
Il problema è il solito: se il lavoro è flessibile gli imprenditori assumono più facilmente, ma senza le adeguate protezioni sociali, il rischio d’impresa va a ricadere sui lavoratori nel breve periodo e nella società (ovvero su tutti noi) nel lungo. Siamo disposti a condizionare così pesantemente il futuro (di tutti) a vantaggio (di pochi) di oggi?
Vediamo ora cosa hanno prodotto in Italia le riforme del mercato del lavoro. Negli ultimi 10 anni sono stati creati più di 2 milioni di posti di lavoro, soprattutto grazie al forte incremento dei contratti temporanei e dalla regolarizzazione dei lavoratori immigrati. Nella postazione agli “Schiavi Moderni” viene fatto rilevare come il ricorso a contratti temporanei o a impieghi part-time abbia “diluito” l’occupazione. Se è infatti aumentato il numero degli occupati, la produzione totale non ha seguito un andamento analogo: si è prodotto lo stesso livello di PIL con un uguale volume di lavoro. Il numero di occupati è aumentato solo perché due lavoratori a termine con un contratto di 6 mesi equivalgono ad un lavoratore su base annua. E siccome il costo per l’impresa di 2 lavoratori a termine è inferiore al costo di 1 a tempo indeterminato… (state tranquilli: non mancherà qualcuno che vorrà farci credere che la persona a cui viene rinnovato un contratto semestrale sarà in fondo contenta del protrarsi di questa precarietà).
Se i contratti di lavoro atipici rappresentano meno del 15% dell’occupazione totale, il 30% dei giovani hanno un contratto di lavoro dipendente in forme atipiche. Il valore è tre volte superiore rispetto alle altre classi d’età e questo ci avverte che i “nuovi” impieghi sono prevalentemente atipici mentre un’analisi del livello d’istruzione presenta risultati sorprendenti: l’incidenza dell’atipicità è superiore per i laureati.
Infine i dati sulla cosiddetta “trappola della precarietà”, cioè il passaggio mancato da lavori precari a stabili: dati ISTAT ci informano che oltre il 55% dei lavoratori atipici ha mantenuto un contratto “atipico” (lavori svolti prevalentemente da lavoratori che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996).
La legge 30 ha cercato di regolamentare il lavoro atipico e, tra l’altro, di disciplinare il fenomeno dei co.co.pro. (ex co.co.co.) nell’intento di restringerne l’uso, se utilizzato come strumento per sottrarsi alla legislazione di tutela del lavoro.
Di fatto però, senza interventi pubblici a tutela del lavoratore atipico, ci si è ancora una volta ridotti ad ampliare le alternative dell’imprenditore privato nell’impiegare lavoro, che ora dispone di tipologie contrattuali, diverse dal tempo pieno e per una durata indeterminata: lavoro a tempo parziale, determinato, intermittente e ripartito. Di fatto, viene ampliata la discrezionalità dell’imprenditore nell’assumere lavoro mentre nulla si muove per tutelare i diritti dei lavoratori.
Se non interverranno cambiamenti significativi dei tassi di trasformazione verso lavori non precari, né i necessari aumenti di occupazione “reale”, il nuovo mercato del lavoro non sarà capace di mantenere il sistema nel suo complesso (risparmi, sanità, previdenza e stato sociale). E di tutto ciò faremmo volentieri a meno. Grazie per l’ospitalità.” Mauro Gallegati

Scaricate il libro "Schiavi Moderni"

V-day:
1. Sostieni il V-day
2. Partecipa al V-day
3. Inserisci le tue foto su www.flickr.com con il tag Vaffa-day
4. inserisci tuoi video su www.youtube.it con il tag Vaffa-day

15 Ago 2007, 15:14 | Scrivi | Commenti (952) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

come fa uno stato in deficit a regalare per anni prepensionamenti e pensioni baby?chi pagherà questi bei regali dati senza alcuna copertura
economica e poi siamo sicuri che chi votava certi politicinon lo facesse per un cambio di favori.
Siamo sicuri che il marcio sia solo in Parlamento?
Iopenso che purtroppo un pò di pulizia sia da fare anche fuori dai palazzi del potere.cosane pensate?

massimo G. Commentatore certificato 23.12.07 19:42| 
 |
Rispondi al commento

che tristezza dopo 6 anni dalla laurea mi ritrovo un'altra volta disoccupata,ormai il mio curriculum è lunghissimo, ora invidio anche chi ha contratti a tempo determinato ma vengo rinnovati ogni anno..beati voi.

MARTINA ZORZI 14.11.07 14:12| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti. Sono una schiava moderna, precaria da sempre, ho 30 anni, convivo da un anno e ora visto che non riesco per nessun motivo a farmi assumere a tempo ind. ho deciso di avere un figlio...
tutte le volte che faccio un colloquio, molto spesso, almeno due volte a settimana, mi dicono:" ma lei convive e ha trent'anni quando pensa di fare un figlio....
certo che se mi dessero delle possibilità di insermi è una cosa che rimanderei volentieri a tempi più economicamente stabili. ma.... visto lo stato delle cose e visto che ho continuato a rimandare fino a adesso ho deciso di dare comunque seguito al mio desiderio di avere un figlio con la persona che amo. e vaffa a tutti quelli che dicono che le donne incinta non lavorano!!!! mia madre quando aspettava me è andata al lavoro fino a due settimane prima di partorire ed è tornata al lavoro quando io ho compiuto tre mesi. ma cosa pensa questa società ... non abbiamo la possibilità grazie al precariato di mettere su famiglia e poi quando sei una ragazza che si impegna sul fronte lavorativo e famigliare, perchè ci crede, alla fine sei comunque escluso.

Morgana M. Commentatore certificato 16.10.07 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, sono indignato!
Premesso che sono un precario,
ho avuto modo di votare in azienda per l'accordo sul Welfare (protocollo del 23 luglio 2007) del contratto dei metalmeccanici. Il risultato del voto è stato una cosa incredibile!
HA VINTO IL NO! Ma come!? Se uno dei punti del welfare era il seguente obiettivo:

***
(cfr. Repubblica del 12/10/2007)
MERCATO DEL LAVORO - Cinque le pagine dedicate a questo settore nelle quali si toccano i nodi cruciali del settore: dai contratti a termine al lavoro a chiamata. Il Governo punta a intervenire sui contratti a termine rendendo piu' difficile reiterarli oltre i 36 mesi. Oltre questo termine, scattano dei vincoli: il contratto dovra' essere stipulato presso la direzione provinciale del lavoro. Se non si rispetta la procedura, il nuovo contratto si considera a tempo indeterminato.
***

Com'è possibile che abbia vinto il no??
Beppe ci sono in giro troppo interessi e troppe teste che fanno la loro parte nel gioco della conduzione dei lavoratori. Mi si scusi il termine ma è davvero uno schifo!
Precari! Italiani! Parlo a tutti voi! Rassegnatevi, la contrattazione metalmeccanici è una presa per il c..o! Siamo destinati a MORIRE PRECARI!
Invito tutti i callcenteristi a rispondere al telefono in questo modo a partire da domani: "Buongiorno mi chiamo PRECARIO, in cosa posso esserle utile?"
VAFFANCULO! I sindacati non esistono piu'! Sono dipendenti anche loro!

Luigi Di Pasquale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.10.07 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, sono appena entrato nel blog e questo è il mio primo commento. Volevo innanzitutto spostare l'attenzione del lavoro su una faccia del lavoro stesso ovvero il praticantato / tirocinio. Vorrei sapere se c'è qualcuno che ha fatto o sta facendo il praticantato presso stud di commercialisti e come giudica questa esperienza e se tutti sono enormemente soddisfatti dai loro datori di lavoro in termini economici e di soddisfazione professionale. Contattatemi pure, ogni tanto entrerò a dare un'occhiata...ciao.

Alberto M. Commentatore certificato 06.10.07 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono stato precario per 10 mesi dopo la laurea;ogni 3 mesi firmavo un nuovo contratto con la stessa azienda."Casualmente" ogni contratto scadeva prima di qualche festività ed il successivo lo firmavo al rientro delle ferie...in sostanza ferie mai pagate! Mi imponevano straordinari non pagati anche di sabato(!!!),e per svolgere mansioni da operaio che,con rispetto per gli operai,decisamente non mi riguardavono(!!!).A volte mi imponevano anche di fare il corriere dei loro prodotti con la MIA macchina... Attualmente lavoro per un'altra azienda con contratto di 18 mesi,faccio 8 ore di lavoro al gg e ciò che conta sono le mie competenze e la mia capacità di apprendimento.Se tutto va bene al termine dei 18 mesi il contratto passerà a tempo indeterminato...altrimenti ognuno per la sua strada ed amici come prima! Un accordo di questo genere rispecchia una politica che il mio attuale datore di lavoro segue con tutti i neo assunti da un po' di tempo,e mi sembra molto corretta:lui ha il dempo di conoscermi e la possibilità di tutelarsi (eventualmente) da un incompetente/perditempo, io ho il tempo di dimostrare le mie capacità, se ne ho. Per questo io sono certamente un precario ma,di fatto,non mi sento tale,semplicemente perchè non mi sento preso per in giro(o per lo meno non mi sembra di esserlo).Il precedente datore di lavoro invece si nascondeva dietro alle solite "esigenze di produttività" per impormi contratti che gli consentissero di spremermi al massimo... Che rabbia quando penso che buona parte della pubblica amministrazione è occupata da para**li a tempo indeterminato che hanno ottenuto cariche di responsabilità per raccomandazione.Questo pubblico esercito di occupatori di sedie e cazzeggiatori a pagamento rallenta il paese mentre,nel settore privato,un esercito di schiavi si lascia sfruttare per tirare la carretta: QUESTO E' IL VERO CARBURANTE DEL PAESE!!! Spero che un giorno venga fatto un monumento per questi eroi della patria.....

Giacomo S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.09.07 21:50| 
 |
Rispondi al commento

La notte scorsa per la prima volta ho visto il programma TV di Riotta dove Scalfari di Repubblica e Sartori hanno avuto modo di intervenire con i loro contributi
Mi ha fatto molto piacere vedere Il Sig. Scalfari palesemente infastidito da ciò che sta suscitando lo tsunami Grillo
Affinchè fosse veramente tsunami,con la presente,nel mio piccolo, ho il piacere di portare a mia volta un po di acqua
Tanti anni fa un personaggio autorevole disse:ora che si è fatta l'italia,facciamo gli italiani
BUGIA!
Nessun movimento politico ha mai voluto questo!
Lo slogan di Grillo potrebbe essere Italiani,rifacciamo l'Italia!
Gli intervenuti alla trasmissione TV, hanno criticato all'unanimità l'ignoranza parlamentare che propone leggi come la soppressione di SPA
Io mi domando come può il Nostro Stato riconoscere ai parlamentari un trattamento previdenziale come quello attualmente in vigore
Io penso che il trattamento previdenziale di un parlamentare debba assolutamente essere come quello di tutti i cittadini ovvero secondo i versamenti che sono stati effettuati durante l'intera carriera lavorativa
In questo modo i parlamentari non verrebbero ricattati da Presidente del Consiglio con le proprie dimissioni e lo Stato risparmierebbe un disastro di soldi
Questa mia proposta "di legge" è sicuramente retroattiva e andrebbe a ricalcolare TUTTE le pensioni parlamentari
Questo argomento credo possa essere devastante in parlamento poichè appoggiato in toto dai lavoratori italiani
Ultimo argomento LE PENSIONI ECCELLENTI.
Purtroppo non ho gli strumenti o le conoscenze per portare nomi o cifre ma sono certo che ancora oggi il NOSTRO STATO riconosca pensioni eccellenti a personaggi ricercati dalla magistratura,(vedi mani pulite)
latitanti o morosi con lo STATO
Non è pensabile che i Carabinieri ti suonino alla porta per portarti dentro perchè hai frodato lo Stato e alla porta di servizio ti suona il postino che ti vuole dare dei soldi
Il postino però non suona due volte!

luigi manoli 22.09.07 23:48| 
 |
Rispondi al commento

La notte scorsa per la prima volta ho visto il programma TV di Riotta dove Scalfari di Repubblica e Sartori hanno avuto modo di intervenire con i loro contributi
Mi ha fatto molto piacere vedere Il Sig. Scalfari palesemente infastidito da ciò che sta suscitando lo tsunami Grillo
Affinchè fosse veramente tsunami,con la presente,nel mio piccolo, ho il piacere di portare a mia volta un po di acqua
Tanti anni fa un personaggio autorevole disse:ora che si è fatta l'italia,facciamo gli italiani
BUGIA!
Nessun movimento politico ha mai voluto questo!
Lo slogan di Grillo potrebbe essere Italiani,rifacciamo l'Italia!
Gli intervenuti alla trasmissione TV, hanno criticato all'unanimità l'ignoranza parlamentare che propone leggi come la soppressione di SPA
Io mi domando come può il Nostro Stato riconoscere ai parlamentari un trattamento previdenziale come quello attualmente in vigore
Io penso che il trattamento previdenziale di un parlamentare debba assolutamente essere come quello di tutti i cittadini ovvero secondo i versamenti che sono stati effettuati durante l'intera carriera lavorativa
In questo modo i parlamentari non verrebbero ricattati da Presidente del Consiglio con le proprie dimissioni e lo Stato risparmierebbe un disastro di soldi
Questa mia proposta "di legge" è sicuramente retroattiva e andrebbe a ricalcolare TUTTE le pensioni parlamentari
Questo argomento credo possa essere devastante in parlamento poichè appoggiato in toto dai lavoratori italiani
Ultimo argomento LE PENSIONI ECCELLENTI.
Purtroppo non ho gli strumenti o le conoscenze per portare nomi o cifre ma sono certo che ancora oggi il NOSTRO STATO riconosca pensioni eccellenti a personaggi ricercati dalla magistratura,(vedi mani pulite)
latitanti o morosi con lo STATO
Non è pensabile che i Carabinieri ti suonino alla porta per portarti dentro perchè hai frodato lo Stato e alla porta di servizio ti suona il postino che ti vuole dare dei soldi
Il postino però non suona due volte!

luigi manoli 22.09.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, vorrei sapere se a qualcuno è successo di essere stati contattati da SKY per il pagamento di pseudo arretrati. Il fatto: mio padre nel 2000 è stato abbonato per pochi mesi alla ex tele+ , abbonamento poi interrotto semplicemente non pagando più la rata mensile, come previsto dal regolamento...Ed ora un certo Sig. Zonin con la scusa di "dover chiudere la nostra pratica" prima invia una lettera, poi ci TELEFONA a casa chiedendo la misera cifra di 200 Euro!!! Non so come ma mi puzza di truffa, voi che ne dite???? PLEASE HELP ME
Baci Silvia.

Silvia De Angeli (solf) Commentatore certificato 17.09.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“più mercato.....più fregato”
SdL propone un Referendum contro la precarietà

SdL Intercategoriale (Sindacato dei Lavoratori - sindacato di base)propone a forze politiche e sindacali, associazioni, singoli cittadini e lavoratori, di intraprendere una iniziativa referendaria, a partire dal tema centrale della precarietà. I QUESITI REFERENDARI, partendo dalla PRECARIETA’, interesseranno anche pensioni, salute, istruzione, servizi pubblici e democrazia sindacale. Uno strumento da sperimentare per dare respiro generale alle criticità che i lavoratori, i precari, i disoccupati, i cittadini vivono quotidianamente e che potrebbe accompagnare e sostenere le mobilitazioni dei prossimi mesi, a cominciare dall'opposizione al protocollo su pensioni e welfare siglato da CGIL-CISL-UIL il 23 luglio scorso.
La piaga della precarietà colpisce il figlio del medico come quello dell'operaio ed è quindi un problema che coinvolge il cittadino come lavoratore, come soggetto sociale e politico. Precarietà, ma non solo precarietà, perché è ormai sotto gli occhi di tutti che il falso mito del mercato, delle privatizzazioni, delle liberalizzazioni, sta distruggendo il tessuto sociale ed economico della società, rendendola più povera, meno giusta e meno unita. E' tempo di reagire, di contare e di contarsi: la campagna Referendaria che proponiamo può e deve diventare un importante strumento di mobilitazione a sostegno della giustizia sociale, andando quindi ad evidenziare le contraddizioni dell’impianto neoliberista che oggi guida e “regola” i rapporti sociali ed economici nel nostro paese, calpestando solidarietà e welfare, giustizia e coesione sociale. L'iniziativa referendaria potrebbe condurre alla raccolta delle firme nella prossima primavera.
Fabrizio Tomaselli - Coordinatore Nazionale di SdL Intercategoriale
Per informazioni/adesioni:
info@sdlintercategoriale.it
f.tomaselli@sdlintercategoriale.it
Credo e auspico che anche Grillo potrebbe essere interessato all'iniziativa !

Fabrizio Tomaselli 14.09.07 18:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Anch'io sono stato precario per 10 mesi dopo la laurea;ogni 3 mesi firmavo un nuovo contratto con la stessa azienda."Casualmente" ogni contratto scadeva prima di qualche festività ed il successivo lo firmavo al rientro delle ferie...in sostanza ferie mai pagate! Mi imponevano straordinari non pagati anche di sabato(!!!),e per svolgere mansioni da operaio che,con rispetto per gli operai,decisamente non mi riguardavono(!!!).A volte mi imponevano anche di fare il corriere dei loro prodotti con la mia macchina... Attualmente lavoro per un'altra azienda con contratto di 18 mesi,faccio 8 ore di lavoro al gg e ciò che conta sono le mie competenze e la mia capacità di apprendimento.Se tutto va bene al termine dei 18 mesi il contratto passerà a tempo indeterminato...altrimento ognuno per la sua strada ed amici come prima! Un accordo di questo genere rispecchia una politica che il mio attuale datore di lavoro segue con tutti i neo assunti da un po' di tempo,e mi sembra molto corretta:lui ha il dempo di conoscerti e la possibilità di tutelarsi (eventualmente) da un incompetente,tu hai il tempo di dimostrare le tue capacità...ed hai le ferie pagate! Per questo io sono certamente un precario ma,di fatto,non mi sento tale,semplicemente perchè non mi sento preso per in giro(o per lo meno non mi sembra di esserlo).Il precedente datore di lavoro invece si nascondeva dietro alle solite "esigenze di produttività" per impormi contratti che gli consentissero di spremermi al massimo... Che rabbia quando penso che buona parte della pubblica amministrazione è occupata da para**li a tempo indeterminato che hanno ottenuto lavoro per raccomandazione.Questo pubblico esercito di occupatori di sedie e cazzeggiatori a pagamento rallenta il paese mentre,nel settore privato,un esercito di schiavi si lascia sfruttare per tirare la carretta:questo è il vero carburante del paese!!! Spero che un giorno venga fatto un monumento per questi eroi della patria.....

giacomo satriani Commentatore in marcia al V2day 12.09.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere dove posso trovare il libro Schiavi Moderni. Grazie sei grande

santo morgavi 12.09.07 17:16| 
 |
Rispondi al commento

L'aspetto del precariato non è limitato ai soli giovani, che rappresentano comunuqe il fenomeno più evidente, ma all'intero mondo imprenditoriale privato ed in buona misura anche a quello pubblico (solo per citare uno dei casi più alti vedi quello dei giudici onorari, cioè precari, che trattano il 50% dei giudizi).

La differenza tra pubblico e privato è dato dal fatto che chi è in pianta stabile nel primo non ha timori di divenire precario. Diverso è il settore privato, dove al grido di "Dio lo vuole!" di antica memoria si sta da anni attuando la politica di riduzione dei costi tramite l'espulsione, più o meno dolce, dei lavoratori "pesanti" per poi assumere il "precario".

Al solito, grazie anche alle utili indicazioni dei consulenti fiscali e ai commercialisti vari, la tendenza ha interessato prima la grande azienda, per poi approdare anche alle piccole imprese artigiane, dove tra l'altro l'espulsione della forza lavoro "pesante" viene reintegrata dal precario a basso costo e magari con contributi all'impiego: l'extracomunitario. Con buona pace per il sicuro aumento del razzismo.

Semplificando, la società civile si trova quindi sempre più divisa tra settore pubblico (nel suo complesso, comprendente politici centrali, regionali, locali e dipendenti delle varie amministrazioni), sindacati e imprenditoria da un lato e il mondo del precariato dall'altro. Popolo quest'ultimo che aumenta di giorno in giorno, col che aumenta di conseguenza la schiera di chi ha difficoltà nel riconoscersi in quel "pubblico" cui si contrappone.

Certo, in mezzo abbiamo ancora chi ha lavoro stabile e la massa dei pensionati, ma il timore attanaglia anche loro, visto che i soldi si vanno a prendere dove è più facile.

Visto che in democrazia è la somma dei voti a vincere, basterrano i 300€ in più ai pensionati per ingraziarseli oppure si dovrà escogitare qualche altro stratagemma per aumentare la base dei consensi?

Franco P. Commentatore certificato 09.09.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Un titolo della repubblica di oggi: "Cassazione il mobbing non è reato, al massimo risarcimento".
Questo vi sembra giusto? posso capire se la cosa non ha ripercussioni sulla salute ma se una vittima di mobbing oltre a subire i maltrattamenti, per colpa di questi, matura un'infarto? considerato che Beppe ha scritto il libro "schiavi moderni”, ho pensato che questa era la sede più adatta per sottolineare questo problema che esiste solo in Italia e non solo per i precari ma anche per i lavoratori di ruolo.
E' un problema serissimo che ha bisogno di una legge per la tutela dei lavoratori e per fare in modo di dargli un pò di serenità. Non penso che sia giusto lavorare e lottare con i problemi della vita, tipo la mancanza del potere d'acquisto che il governo crea perchè non sà gestire il nostro denaro (vedi art: "i dolcetti del debito pubblico") e per poter guadagnare il piatto di pasta, e niente più, della serie che ieri, su un'art. c'era scritto parlando dei mutui e i loro problemi che una signora di Milano per non perdere quello che aveva già pagato con un mutuo a tasso variabile e la casa, ha dovuto venderla.
Per la serenità sul lavoro (almeno quella) i sindacati che fanno, dormono? un paio d'anni fa si diceva che la vittima non doveva più trovarsi le prove ma l'accusato, tutte balle. I sindacati dormono.
Per concludere un’ esempio: Russia 1917, nonostante la riforma agraria che il ministro Stolipin fece, per placare il popolo, dando ad ogni contadino il suo pezzo di terra ... la rivoluzione ebbe luogo ugualmente e questo mi sembra l’esempio più azzeccato oggi in Italia perché se non si danno una mossa, io noto solo malcontento nelle persone che non penso abbiano più altre guance da porgere.

alfonso cannoletta 30.08.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Inseriti i Video segnalati dai visitatori nella sezione “ Video “.

Chiuse le votazioni x il logo piu' bello.
Vieni a vedere chi ha vinto, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 2 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 23.08.07 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi Meetup mi hanno proprio rotto le BALLE!!!.....è da un'ora che cerco di entrarci per contattare qualcuno ma non ci riesco....mi sembra un Mudd Club..... Ora organizzo un comitato (veramente fisico, e non virtuale) di "amici di Grillo" nella mia cittaduzza (visto che pochi usano la rete qui).
Organizer??....viceOrganizer??....FANCUL IL MEETUP!!!!

Un'Anarchico libertario.

Daniele Costantini 23.08.07 02:20| 
 |
Rispondi al commento

http://it.youtube.com/watch?v=pFqKyitbn_4

Massimo Michelini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.07 01:59| 
 |
Rispondi al commento

Tra poco ci sarà il grande incontro dei giovani con il Papa nella piana di Montorso, vicino Loreto. Io abito in Ancona e ovviamente i giornali e il tg Marche mi aggiornano costantemente di come la macchina organizzativa stia preparando l'evento. Nessuna rock star nel mondo ha mai avuto un palco faraonico come quello che stanno preparando a Montorso. Ma quanto costa, ma soprattutto, chi paga? La ricchissima santa casa di Loreto o forse, visto che Bertolaso è nell'organizzazione, noi cittadini italiani? Se la chiesa vuol spendere milioni di euro per un mega show che palesi al mondo la sua vicinanza ai poveri e agli umili ha il diritto di farlo ... se lo fa con i sui soldi. Gianni Maggi Ancona.

Gianni Maggi Commentatore certificato 22.08.07 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra poco ci sarà il grande incontro dei giovani con il Papa nella piana di Montorso, vicino Loreto. Io abito in Ancona e ovviamente i giornali e il tg Marche mi aggiornano costantemente di come la macchina organizzativa stia preparando l'evento. Nessuna rock star nel mondo ha mai avuto un palco faraonico come quello che stanno preparando a Montorso. Ma quanto costa, ma soprattutto, chi paga? La ricchissima santa casa di Loreto o forse, visto che Bertolaso è nell'organizzazione, noi cittadini italiani? Se la chiesa vuol spendere milioni di euro per un mega show che palesi al mondo la sua vicinanza ai poveri e agli umili ha il diritto di farlo ... se lo fa con i sui soldi. Gianni Maggi Ancona.

Gianni Maggi Commentatore certificato 22.08.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Tra poco ci sarà il grande incontro dei giovani con il Papa nella piana di Montorso, vicino Loreto. Io abito in Ancona e ovviamente i giornali e il tg Marche mi aggiornano costantemente di come la macchina organizzativa stia preparando l'evento. Nessuna rock star nel mondo ha mai avuto un palco faraonico come quello che stanno preparando a Montorso. Ma quanto costa, ma soprattutto, chi paga? La ricchissima santa casa di Loreto o forse, visto che Bertolaso è nell'organizzazione, noi cittadini italiani? Se la chiesa vuol spendere milioni di euro per un mega show che palesi al mondo la sua vicinanza ai poveri e agli umili ha il diritto di farlo ... se lo fa con i sui soldi. Gianni Maggi Ancona.

Gianni Maggi Commentatore certificato 22.08.07 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Rimango sempre più esterefatto dalla cieca violenza di chi pretende la flessibilità di chi deve lavorare onestamente per vivere, mentre da parte propria cerca in tutte le maniere di non otteperare ai propri obblighi sociali (leggi pagare le tasse). Tutto questo sotto gli occhi dei politici, dei giornalisti e dei sindacati. E ora di dire basta.
Chi non partecipa al V day, perde una buona occasione per dire qualcosa di buono.

Stefano Rampini 22.08.07 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dici si degli schiave molto moderni quelli che la legge prende per il culo??
e da quando non si sa.
Da quanto tempo non si ritoccano le paghe degli autisti?
Perche una legge che dovrebbe essere applicata (http://www.asaps.it/trasporto/trasporto_merci/0033.html)non viene applicata basterebbe visualizzare i dischi dei camion alle aziende ma nessuno fa!!
Sai quanta evasione c'è, quanti padroni ladri non ti pagano il dovuto??
PS: o ci pensi te a divulgarlo o faccio da me...

In fede
G.S.

Stefano Giardini Commentatore in marcia al V2day 22.08.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al V-day parliamo di sign orag gio, facciamo scoprire questo inganno alle masse: questo è la radice di tutti i problemi. Spero che non mi cen su rino.

Carlo Coletta Commentatore certificato 22.08.07 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Al V-day parliamo di sign orag gio, facciamo scoprire questo problema alle masse: questo è la radice di tutti i problemi. Spero che non mi cen su rino.

Carlo Coletta Commentatore certificato 22.08.07 15:32| 
 |
Rispondi al commento

1)I SALARI italiani sono tra gli ultimi in Europa! Viceversa, balziamo al primo posto per le retribuzioni dei DIRIGENTI d’azienda e dei PARLAMENTARI: le più alte d’Europa!
Sono stati resi pubblici, negli stessi giorni, anche i confronti tra gli stipendi dei parlamentari italiani e quelli dei loro colleghi dell’Unione Europea. Anche in questa classifica, l’Italia è in testa: un parlamentare italiano prende tre volte tanto (16.000 euro) di un parlamentare francese (meno di 7.000 eu
ro al mese, compresa un'indennità per l'alloggio).

2)Anche gli STIPENDI dei MANAGER italiani sono stati resi noti. E mentre in Italia, come abbiamo visto, gli stipendi dei lavoratori aumentano ogni anno del 2,7%, gli stipendi dei dirigenti d’azienda aumentano ogni anno del 17%, otto volte l’inflazione! Lo stipendio medio dei primi 108 manager italiani è di 3.500.000 di euro all’anno! Quando poi lasciano una azienda, anche se l’hanno lasciata in crisi, se ne vanno con liquidazioni da favola.

3)E cosa dire dei PROFITTI DELLE IMPRESE: nel 2005 le prime 40 aziende italiane hanno accumulato profitti per 30 miliardi di euro.

4)Metà delle famiglie italiane vive con meno di 1.300 euro al mese (dati Istat), un terzo di esse dichiara che arriva a stento a farcela.

ALLORA QUI I CONTI NON TORNANO!!!!

gigi rozzi 22.08.07 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Diego, quanto ti capisco !
Mio nipote, laurea in ingegneria a pieni voti e master triennale americano, ci ha messo due anni a trovare lavoro e l'ha trovato solo grazie a una raccomandazione influente, altrimentie ra sempre lì a fare lavoretti disperati
Dopo 10 anni guadagna 2.000 euro al mese che a Milano non permettono a una famiglia nemmeno di vivere.
Con laurea solo triennale e senza master e senza raccomandazioni un caro amico giovane a Londra ha trovato "immediatamente" lavoro e guadagna al mese 5.000 pound, 7.500 euro.
E' vero che a Londra il carovita è superiore però guarda quanto ci corre!
Inutile piangersi addoso e fare confronti.
Ed è per questo che ti dico: se puoi, vai via dall'Italia! qui grazie a destra e a sinistra le cose non possono che andare peggio!
Tra tutti hanno pensato che il solo modo per aiutare il lavoro fosse reprimerlo! se non son matti...

viviana viva Commentatore certificato 22.08.07 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si vuole intervenire in modo equo sul lavoro occorref arlo su 2 fronti:

da un lato frenare la corsa alla precarizzazione senza tutele che sta producendo l'immiserimento del paese, la perdita di futuro per i giovani, l'impossibilità di vivere e di farsi una famiglia per milioni di persone, reimmettendo quelle garanzie e quegli ammortizzatori che la legge Biagi prevedeva e che dx e sx hanno eliminato cinicamente

dall'altro occorre però una revisione dei sindacati, i quali da difensori dei diritti del lavoratore sono diventati progressivamente sostenitori di abusi
Non è possibile che vi siano lavoratori illicenziabili di fronte a lavativismo, assenteismo, furto, reati, danneggiamenti e persino stupri e pedofilia
I dipendenti della PA possono oggi fare quel che vogliono: arrivare tardi, uscire prima, non presentarsi affatto, bivaccare senza far niente salvo chiedere gli straordinari, fare un lavoro di m...a, rubare, fare danni e restano inamovibili
La Guardia di Finanza corrotta non è licenziata
Il poliziotto sadico resta poliziotto
L'addetto ai bagagli ruba nelle valige da anni ma non viene mandato via
Il maestro pedofilo cambia al più di scuola
Il chirurgo che ammazza i pazienti continua a operare
L'infermiere che stupra le malate resta infermiere
Il lavativo ovunque sia continua a fare il lavativo o addirittura è promosso
Il giudice venduto continua a far sentenze

E non si permette che il merito o l'impegno siano decisivi per lo stipendio, ma in molti casi lo si dà allo stesso modo a chi fa bene a chi fa male, allo stakanovista come al lavativo
I Sindacati non possono continuare a difendere queste iniquità
Non possono essere i Taormina o i Pecorella del lavoratore da difendere anche se reo
Occorre che il datore di lavoro riprenda la sua possibilità di licenziare in taluni casi
O ai sindacati non resterà nemmeno uno dei loro protetti e periranno di morte veloce
Occorre che la questione morale entri nel mondo del lavoro!

viviana viva Commentatore certificato 22.08.07 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Smettiamola con questa menzogna, da dx a sx, che per aumentare l'occupazione occorre far crescere la precarizzazione!
E' una bugia tale che non ha alcun senso rispondere alle provocazioni ipocrite degli Ichino
Se si vuol fare qualcosa per sostenere l'occupazione interna, si combatta la delocalizazzione del lavoro in paesi di schiavi senza diritti fuori da ogni regola del lavoro e di produzione!
Basta una legge semplice a livello UE:
si obblighi per legge che ogni prodotto presenti la dicitura: "Made in..."
Così saprò chiaramente che il giocattolo Chicco o Prenatal è fatto in Cina
Sarò io a decidere se acquistarlo o no, se temo sia non a regola CEE o inquinato da vernici al piombo
Devo sapere che le scarpe Adidas sono "Made in Australia" e, se sono animalista, posso decidere di porre fine alla strage di canguri
Io consumatore devo sapere cosa compro
La commessa di Prenatal mi dice candidamente che TUTTI i giocattoli sono ormai "assemblati" in Cina. Ma quale "assemblati"? Costruiti interamente in un paese, che non osserva le norme dell'Organismo Mondiale di Sanità, che è fuori dalle regole UE, che tratta come schiavi i lavoratori disconoscendo qualsiasi tutela, che sfrutta il lavoro dei bambini..
Se compero pelati a marchio italiano ma raccolti in un paese che non applica alcuna norma sui pesticidi, devo saperlo che possono essere pericolosi
Se compro un arrosto, devo sapere se viene da una zona dove c'è l'afta epizoica
Ho diritto all'informazione, perché senza informazione l'uomo vive come un cieco
Ognuno deve scegliere secondo le sua percezione di sicurezza o le sue idee
Non posso vivere in un mercato dove tutte le mucche sono bianche solo perché i potenti del mercato hanno deciso di massimare i profitti
Sapere vuol dire scegliere. La scelta diversifica l'acquisto e premia la produzione interna meglio protetta e regolamentata salvando l'occupazione nazionale
Riportamo il lavoro all'interno del nostro paese!

viviana viva Commentatore certificato 22.08.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento

La precarizzazione è uno dei tanti effetti perversi della globalizzazione senza diritti tesa solo ad aumentare la ricchezza dei più ricchi del pianeta diminuendo i loro doveri e il rispetto che devono alla persona
Ma non abbiamo visto solo la dx peggiore, allineata all'economia fatta con la guerra dei neocons americani, e non solo i radicali italiani che da sempre hanno difeso contro ogni logica qualunque vincolo statale alle imprese, abbiamo anche dovuto sentire D'Alema dire che contro la globalizzazione non si può fare niente e abbiamo dovuto vedere il suo governo aprire col pacchetto Treu che poi è diventato legge Maroni, quel tempo di insicurezza e sofferenza per i lavoratori italiani che sembra non aver mai fine
Il paradosso è che le leggi UE si sono schierate nella difesa di diritti e tutele che stati come la Cina nemmeno riconoscono
Per es. l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che comprende 192 paesi, detta legge sulla salute delle persone e l'integrità dei prodotti
Ma a che serve se poi le imprese delocalizzano la produzione in paesi come la Cina che quelle norme nemmeno le seguono?
Che difesa c'è per il consumatore, se poi si troverà marchi dietro cui stanno produzioni selvagge e senza controlli? senza tutele o garanzie?
Uno degli scopo della delocalizzazione del lavoro è, oltre ai bassi salari, anche poter trasgredire norme e obblighi che esistono nel territorio nazionale, a tutela della salute dei lavoratori inpiegati, a difesa dei loro diritti, a garanzia che il bene prodotto non sia tossico, inquinato, pericoloso ecc.
Se la globalizzazione ha preso al volo invece la possibilità di escludere obblighi e doveri, è chiaro che essa si presenta come totale anarchia, estromissione alla legge del mercato, legge della giungla dove tutto è lecito
Ora io non posso aspettare che anche la Prenatal o la Chicco si autodenuncino per pericolosità accertata dei prodotti, a danno fatto
Chiedo una prevenzione contro la produzione selvaggia e efferata

viviana viva Commentatore certificato 22.08.07 13:29| 
 |
Rispondi al commento

FRA I RICCHI DEL MONDO AUMENTANO GLI ITALIANI. FAMOSE SONO LE 7 VILLE IN SARDEGNA DEL NANO, I 7 VASCELLI DI DEL VECCHIO E GLI INNUMEREVOLI AEREI PRIVATI DI MONTEPREZZEMOLO. IL NOSTRO E' IL PAESE DOVE SI VENDONO PIU' ROLLS E FERRARI. TUTTA QUESTA RICCHEZZA DERIVA DALLO SFRUTTAMENTO DELLA FORZA LAVORO, COSTITUITA PREVALENTEMENTE DA GIOVANI. SE QUESTI ULTIMI NN SANNO DIFENDERE I LORO INTERESSI, COME FECERO I GIOVANI DEL '68, PERCHE' INSTUPIDITI DALLE TELEVISIONI DELLA P2, CHI SAPRA' FARLO AL POSTO LORO? SALUTI CARISSIMI

Francesco Manfredi 22.08.07 13:04| 
 |
Rispondi al commento

FRA I RICCHI DEL MONDO AUMENTANO GLI ITALIANI. FAMOSE SONO LE 7 VILLE IN SARDEGNA DEL NANO, I 7 VASCELLI DI DEL VECCHIO E GLI INNUMEREVOLI AEREI PRIVATI DI MONTEPREZZEMOLO. IL NOSTRO E' IL PAESE DOVE SI VENDONO PIU' ROLLS E FERRARI. TUTTA QUESTA RICCHEZZA DERIVA DALLO SFRUTTAMENTO DELLA FORZA LAVORO, COSTITUITA PREVALENTEMENTE DA GIOVANI. SE QUESTI ULTIMI NN SANNO DIFENDERE I LORO INTERESSI, COME FECERO I GIOVANI DEL '68, PERCHE' INSTUPIDITI DALLE TELEVISIONI DELLA P2, CHI SAPRA' FARLO AL POSTO LORO? SALUTI CARISSIMI

Francesco Manfredi 22.08.07 12:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sto leggendo in questi giorni schiavi moderni e mi sta dando una speranza o meglio sento il mio lutto alleggerirsi...(è il mio stato d'animo perche non mi è morto nessuno..)che dire 32 anni precaria..rispetto ad altre persone credo di averle provate tutte..call center (orari serali/notturni), pubblico impiego (cavoli ho fatto anch'io il militare) e aziende private ( fuori di testa..bisogna lavorare lavorare)..forme contrattuali le ho provate tutte tranne il tempo indeterminato..ora lavoro in un'azienda al centralino fino a dicembre e presa in giro da tutti i dipendenti perchè dopo una laurea è stata l'unica cosa che mi son meritata..grazie a voi mi sento meno sola..

martina zorzi 22.08.07 11:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PERilBENEdiTUTTI Padri e Madri rasserenate i vostri DUBBI e non lasciatevi andare perchè le cose stanno per cambiare. Date il tempo e fatteli CRESCERE per capire che quello che conta sono i VALORI che giorno per giorno ti devi CONQUISTARE. NOI a 14 anni si iniziava a LAVORARE e qualcosa si cominciava a guadagnare iniziando il CAMMINO fino ha trovare la CONSAPEVOLE RAGIONE della nostra VITA. I genitori oggi i figli li vogliono GIUSTAMENTE acontentare. Fare di tutto per non far mancare niente e continuamente COCCOLARE fino ad arrivare all'età che deve andare a lavorare. LAVORO, dilemma, ODIERNO PROBLEMA della vita. Facile trovare LAVORO per chì è raccomandato o chi di CASTA è nato. Triste è per chì al figlio altro non gli può dare oltre alla SPERANZA che un giorno possa LAVORARE. NOI tutti uniti e COESI lo possiamo FARE e GARANTIRE a tutti i nostri figli un LAVORO che è la CONSAPEVOLE RAGIONE della loro VITA.
A questo punto NOI popolo di onesti OPERAI e tutte le categorie di LAVORATORI dobbiamo dire BASTA alle logiche di questa CASTA PADRONA e chiediamo in modo FERMO e DECISO il rispetto del PROMESSO PROGRAMMA altrimenti CADA questo FOLLE governo di FALSA e IPOCRITA SINISTRA nemica della FAMIGLIA e del LAVORO a tempo INDETERMINATO per TUTTI.
Prima che QUESTI Signori della CASTA
IndustrialPoliticoSindacale
decidano il nostro destino
PERilBENEdiTUTTI
DONNE,ONESTI, IMPRENDITORI, LAVORATORI,
PENSIONATI,DOTTI e SAPIENTI
OPERAI, PASTORI, CONTADINI,
GIOVANI TALENTI
COESI e LIBERI dai NODI
uniamoci perchè col nostro lavoro diventiamo
l'unica forza che può salvare L'Italia, L'Europa,
la Terra, e tutti i popoli del Mondo da una
CATASTROFE.
VOI COLONNE PREPARATEVI perchè sarete chiamate a togliere le catene che rendono l'UOMO SCHIAVO. LIBERATELO per preparare il CAMMINO per costruire quel MONDO D'AMORE LIBERO e di PACE. IL destino del MONDO è nelle vostre mani SLEGATELO dalle CATENE.


Sto leggendo in questi giorni schiavi moderni e mi sta dando una speranza o meglio sento il mio lutto alleggerirsi...(è il mio stato d'animo perche non mi è morto nessuno..)che dire 32 anni precaria..rispetto ad altre persone credo di averle provate tutte..call center (orari serali/notturni), pubblico impiego (cavoli ho fatto anch'io il militare) e aziende private ( fuori di testa..bisogna lavorare lavorare)..forme contrattuali le ho provate tutte tranne il tempo indeterminato..ora lavoro in un'azienda al centralino fino a dicembre e presa in giro da tutti i dipendenti perchè dopo una laurea è stata l'unica cosa che mi son meritata..grazie a voi mi sento meno sola..

martina zorzi 22.08.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento

INCOERENTI GRAVISSIME e INTOLLERABILI le parole dette dal Ministro del Lavoro Cesare Damiano assieme al leader della Cisl Raffaele Bonanni sul welfare che mettono l'altolà dicendo. Il protocollo del 23 luglio è il migliore degli ultimi 25 anni. Il Parlamento è sovrano (QUINDI IL POPOLO PER LORO NON CONTA NULLA) e il governo lo rispetterà fino in fondo nello spirito e nella lettera così come è stato concordato un mese fa con le parti sociali la maggioranza dovrebbero avere presente l'etica della responsabilità, rendersi conto dei rischi che si corrono. Perché se si tira troppo la corda si spezza e in ballo c'è la tenuta stessa del governo (LA CORDA LA VOLETE METTERE AL COLLO DEGLI OPERAI e di tutti i LAVORATORI scordatevelo non ve lo PERMETTEREMO MAI). Quando si è al governo bisogna obbedire è un controsenso manifestare contro se stessi, un'alchimia che non capisco. E se si tira troppo la corda il governo cade e non ci sarà un altro governo di centrosinistra, si spianerebbe il ritorno della destra. Rincara Bonanni dicendo, l'accordo sul welfare va tutelato così com'è e tutti devono accettarlo. Sosterrò sempre l'accordo come la Cisl sosterrà la legge Biagi.

A questo punto NOI popolo di onesti OPERAI e tutte le categorie di LAVORATORI dobbiamo dire BASTA alle logiche di questa CASTA PADRONA e chiediamo in modo FERMO e DECISO il rispetto del PROMESSO PROGRAMMA altrimenti CADA questo FOLLE governo di FALSA e IPOCRITA SINISTRA.
Prima che QUESTI Signori della CASTA
IndustrialPoliticoSindacale
decidano il nostro destino
PERilBENEdiTUTTI
DONNE,ONESTI, IMPRENDITORI, LAVORATORI,
PENSIONATI,DOTTI e SAPIENTI
OPERAI, PASTORI, CONTADINI,
GIOVANI TALENTI
COESI e LIBERI dai NODI
uniamoci perchè col nostro lavoro diventiamo
l'unica forza che può salvare L'Italia, L'Europa,
la Terra, e tutti i popoli del Mondo da una
CATASTROFE.
VOI COLONNE PREPARATEVI perchè sarete chiamate a togliere le catene che rendono l'UOMO SCHIAVO. LIBERATELO per preparare il NUOVO CAMMINO.

Mario Flore 22.08.07 01:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, volevo metterVi a conoscenza del disastro per molte famiglie di dipendenti di un ipermercato : ho sentito da amici che la catena Bennet ha da poco acquisito il Borgo di Romano di lombardia 01/08/07, da subito (sebbene c'è una circolare che dice che le mansioni non cambieranno fino a fine anno) stanno degradando persone di grande esperienza (5 - 15 anni) Buyer e responsabili che dopo avergli dato la camicia gliela tolgono e gli danno il grembiule mettendoli a pareggiare e caricare i banchi.
Donne con figli e persone che abitano a 30-40 km , a cui vengono dati turni spezzati con pause di tre-quattro ore al centro giornata (si alzano al mattino alle 5,30 e rientrano a casa alle 21,30 ) , ho sentito che questo sistema d'orario è frequentemente usato da questa società . ed altro ancora.
Ma questo non è mobbing ? c'è qualcuno che conosce le regole ?
Come possiamo noi esterni fare qualche cosa di concreto per migliorare questa situazione ?
Forse boiccotare?
Super Beppe Aiutali Tu!
Grazie

Mario verza 21.08.07 22:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PERilBENEdiTUTTI DIFFONDIAMO L'AMORE e vedrete che ogni MALE MUORE. Se l'AMORE è la cosa più bella che al mondo esista, io innamorato della mia compagna la chiamo e gli dico ti desidero lei quando è d'acordo con grande passione mi guarda mi sorride e mi risponde faciamo l'AMORE e ci diciamo TI AMO AMORE MIO. Ma cosa è l'AMORE ? l'Amore è quell'IMMENSO VALORE che non si limita alla PASSIONE, perchè IMMENSO è l'AMORE. Se fai del bene agli altri è AMORE, la generosità è AMORE, la solidarietà sono azioni d'AMORE. Ascolta gli altri che non la pensano come te, rispettali dialoga con loro e sè possibile condividili perchè anche questo fa parte dell'AMORE. Cosa è un UOMO o una DONNA che non possiedono il VALORE dell'AMORE sono quelle persone che hanno solo odio, indifferenza, disprezzo per gli altri e per la VITA perchè non sanno cosa sia e cosa è l'AMORE. AMORE, AMORE, AMORE come sarebbe bello vivere tutti i popoli in un MONDO d'AMORE.
VOI persone avide e di CASTA che non sapete cosa sia AMORE fatte LARGOaiGIOVANI talenti LIBERI e senza NODI per costruire il TEMPIO dei VALORI per diffondere L'AMORE tra i popoli e salvare il MONDO da una CATASTROFE delle CASTE che fanno le GUERRE che creano solo ODIO. FERMIAMOLI PERilBENEdiTUTTI.

Mario Flore 21.08.07 22:16| 
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Chiuse le votazioni x il logo piu' bello.
Vieni a vedere chi ha vinto, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 2 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

Possibilità di lasciare commento dopo il voto, si chiede correttezza . Tnx

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 21.08.07 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Un precario imparare a stare ZITTO altimenti se reclama dei diritti lavorativi contrattuali rischia di perdere quel lavoro che in un modo o nell'altro riesce a falo andare avanti per qualche mese!
Ma perchè quei ministroni non l'hanno ancora capito il perchè di tante morti bianche?

teresa notaristefano 21.08.07 19:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

>

Ho letto bene? "gli imprenditori assumono di più"?
Laurea in ingegneria + master + specializzazione e sono disoccupato da quasi 3 anni, e sono pure in triste compagnia di altri come me. La battaglia sulla precarietà sarà giustissima IN FUTURO, quando chi vuole lavorare ne avrà la possibilità concreta. Io AMBISCO, da domani, ad un lavoro precario perchè stasera devo (come moltissimi altri) elemosinare la cena a casa dei miei genitori, poi devo elemosinare un letto. Domani elemosinerò la colazione e i vestiti che indosserò etc. AMBISCO (come moltissimi altri) ad andare sui ponteggi a 30 metri di altezza a fare l'operaio senza protezioni (ci sono anche riuscito e per fortuna aggiungo, ho guadagnato dei soldi) perchè preferisco rischiare di morire da un ponteggio fra due anni lavorando piuttosto che fra 2 giorni di fame. La priorità è il lavoro per il maggior numero di persone possibile, poi viene il protezionismo, il proibizionismo e tutto il resto. La priorità è sopravvivere (si, siamo a questo punto): cibo (magari una volta al giorno, meglio 2 o 3; molti come me si accontenterebbero di pochissimo) acqua, vestiti e riparo, poi si pensa a migliorare la propria condizione: lavoro stabile; poi si pensa a vivere: famiglia, casa, etc. Se qualcuno vuole davvero fare una battaglia sul lavoro (senza contare le emergenze sociali che dalla mancanza di lavoro traggono alimento) scelga una priorità davvero importante, non quella più conveniente a seconda del momento. Oppure faccia come gli pare, tanto non cambia nulla.

diego diego 21.08.07 12:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

MIO FIGLIO DISOCCUPATO A SETTEBRE PER TERMINE CONTRATTO TRIMESTRALE,(600 EURO MENSILI)CHE BELLO HA LAVORATO ALTRI 3 MESI!!!!HA 27 ANNI.Cosi'passa il tempo un ragazzo nel pieno della vita,quali progetti per il futuro???ARRANCARE ALLA RICERCA CONTINUA DI UN LAVORO.
BELLO QUESTO DISEGNO POLITICO!!!
Senza lotte è stata creata una generazione di.....SCHIAVIMODERNIFELICI!!!
IDEALI PER LA QUALE HO LOTTATO UNA VITA per lasciare a mio figlio questa eredità?PECCATO!!!!MI SENTO MALE!!!!

giovanna ribechini 21.08.07 12:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

>

Ho letto bene? "gli imprenditori assumono di più"?
Laurea in ingegneria + master + specializzazione e sono disoccupato da quasi 3 anni, e sono pure in triste compagnia di altri come me. La battaglia sulla precarietà sarà giustissima IN FUTURO, quando chi vuole lavorare ne avrà la possibilità concreta. Io AMBISCO, da domani, ad un lavoro precario perchè stasera devo (come moltissimi altri) elemosinare la cena a casa dei miei genitori, poi devo elemosinare un letto. Domani elemosinerò la colazione e i vestiti che indosserò etc. AMBISCO ad andare sui ponteggi a 30 metri di altezza a fare l'operaio senza protezioni (ci sono anche riuscito e al diavolo tutto il resto) perchè preferisco rischiare di morire da un ponteggio fra due anni lavorando piuttosto che fra 2 giorni di fame. La priorità è il lavoro per il maggior numero di persone possibile, poi viene il protezionismo e tutto il resto. La priorità è sopravvivere (si, siamo a questo punto): cibo acqua, vestiti e riparo, poi si pensa a migliorare la propria condizione: lavoro stabile; poi si pensa a vivere: famiglia, casa, etc. Se qualcuno vuole davvero fare una battaglia sul lavoro (senza contare le emergenze sociali che dalla mancanza di lavoro traggono alimento) scelga una priorità davvero importante, non quella più conveniente a seconda del momento. Oppure faccia come gli pare, tanto non cambia nulla.

Diego Dibrigida 21.08.07 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

>

Ho letto bene? "gli imprenditori assumono di più"?
Laurea in ingegneria + master + specializzazione e sono disoccupato da quasi 3 anni, e sono pure in triste compagnia di altri come me. La battaglia sulla precarietà sarà giustissima IN FUTURO, quando chi vuole lavorare ne avrà la possibilità concreta. Io AMBISCO, da domani, ad un lavoro precario perchè stasera devo (come moltissimi altri) elemosinare la cena a casa dei miei genitori, poi devo elemosinare un letto. Domani elemosinerò la colazione e i vestiti che indosserò etc. AMBISCO ad andare sui ponteggi a 30 metri di altezza a fare l'operaio senza protezioni (ci sono anche riuscito e al diavolo tutto il resto) perchè preferisco rischiare di morire da un ponteggio fra due anni lavorando piuttosto che fra 2 giorni di fame. La priorità è il lavoro per il maggior numero di persone possibile, poi viene il protezionismo e tutto il resto. La priorità è sopravvivere (si, siamo a questo punto): cibo acqua, vestiti e riparo, poi si pensa a migliorare la propria condizione: lavoro stabile; poi si pensa a vivere: famiglia, casa, etc. Se qualcuno vuole davvero fare una battaglia sul lavoro (senza contare le emergenze sociali che dalla mancanza di lavoro traggono alimento) scelga una priorità davvero importante, non quella più conveniente a seconda del momento. Oppure faccia come gli pare, tanto non cambia nulla.

Diego Dibrigida 21.08.07 12:00| 
 |
Rispondi al commento

PERilBENEdiTUTTI DIFFONDIAMO L'AMORE e ogni MALE MUORE. Se l'AMORE è la cosa più bella che al mondo esista, io innamorato della mia compagna la chiamo e gli dico ti desidero lei quando è d'acordo con grande passione mi guarda mi sorride e mi risponde faciamo l'AMORE e ci diciamo TI AMO AMORE MIO. Ma cosa è l'AMORE ? l'Amore è quell'IMMENSO VALORE che non si limita alla PASSIONE, perchè IMMENSO è l'AMORE. Se fai del bene agli altri è AMORE, la generosità è AMORE, la solidarietà sono azioni d'AMORE. Ascolta gli altri che non la pensano come te, rispettali dialoga con loro e sè possibile condividili perchè anche questo fa parte dell'AMORE. Cosa è un UOMO o una DONNA che non possiedono il VALORE dell'AMORE sono quelle persone che hanno solo odio, indifferenza, disprezzo per gli altri e per la VITA perchè non sanno cosa sia e cosa è l'AMORE. AMORE, AMORE, AMORE come sarebbe bello vivere tutti i popoli in un MONDO d'AMORE.
VOI persone avide e di CASTA che non sapete cosa sia AMORE fatte LARGOaiGIOVANI talenti LIBERI e senza NODI per costruire il TEMPIO dei VALORI per diffondere L'AMORE tra i popoli e salvare il MONDO da una CATASTROFE delle CASTE che fanno le GUERRE che creano solo ODIO. FERMIAMOLI PERilBENEdiTUTTI.

Mario Flore 21.08.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Un lavoratore base con contributi ferie 13ma e voci varie costa all'azienda circa 25000 euro l'anno. Fate da esempio. Assumete un lavoratore e dovete avere la fortuna che sia bravo altrimenti non lo potete licenziare (!) e vedete se riuscite a fare profitto con i servizi che sapete offrire.

Esempio terra terra: avvia una piccola impresa di pulizie per la quale basta poco materiale. Il lavoratore ti costera' almeno 13 euro l'ora (25000euro/48settimane/40 ore. Aggingi materiale etc e mettici un po' di profitto tuo. Se riesci a trovare vari clienti disposti a pagare almeno 20-25 euro l'ora per farsi fare le pulizie allora sei sulla buona strada per assumere e contribuire ad alleviare il problema del precariato.

Il cliente e' padrone dei suoi soldi. I soldi arrivano sempre dal cliente. Se il cliente considera un servizio troppo caro, il cliente rinuncia a tale servizio e i soldi non arrivano piu'.

Rob zava 21.08.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento

QUANTO LAVORANO I NOSTRI POLITICI , SI SPACCANO LA SCHIENA!(MI FANNO QUASI PENA)
La Santanché come Edwige Fenech
Il fatto raccontato dalla battagliera onorevole di An risale a una decina di anni, ai tempi del suo approdo a Montecitorio. Era una matricola della politica, anche se la sua fama di donna piacente era già piuttosto consolidata. Al suo arrivo a Roma i suoi "concamerati", pardon colleghi di An, le fecero una serie di scherzi: «Sembrava di essere in caserma», dice sconsolata. Prima le inviarono una finta di lettera di benvenuto di Casini, allora presidente della Camera, con ammiccamenti abbastanza espliciti; poi diffusero una finta prima pagina del Corriere con una sua foto nuda; infine l'apoteosi: la visita medica con guardata di gruppo. Spiega la Santanchè: «Appena arrivata in Parlamento mi mandarono a fare la visita medica, dicendomi che era obbligatoria. Quindi andai in infermeria, il medico mi fece l'anamnesi e mi disse di andare a spogliarmi. Io andai dietro il separé. Mentre mi toglievo i vestiti ho sentito un gran rumore e infatti in infermeria c'erano almeno una ventina di parlamentari» LiberoNews

gigi rozzi 21.08.07 01:01| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti, molto interessante leggere i vs. commenti.sono una ex dipendente (25 anni di onorato servizio)ora artigiana (improvvisamente sono diventata evasore fiscale! nemmeno so come si fa).le leggi sono state create per facilitare le assunzioni. assunzioni che le aziende privare facevano e fanno con il contagocce a causa dell'esagerato costo lordo del lavoro dipendente (il più alto in Europa) e dell'assoluta impossibilità di allontanare chi una volta ottenuto l'impiego fisso fa poi il lavativo. di questo dobbiamo ringraziare i nostri sindacati che da troppo tempo oramai chiedono solo meno lavoro e più soldi e proteggono i lavativi. perchè i lavoratori onesti nessun imprenditore con un pò di cervello li lascia a casa. vi ricordo inoltre che quando si parla di precariato si parla per la maggior parte di lavoratori del settore pubblico. se vengono tagliati i fondi per le assunzioni gli enti pubblici ricorrono a contratti a termine e similari. quando un'azienda privata dice basta assunzioni perchè non ci sono soldi, significa basta assunzioni PUNTO! prova di questo è che l'ultima finanziaria ha stanziato milioni per ridurre il precariato, ma dove? nel settore pubblico naturalmente, alle aziende private non è arrivato un accidente di nulla. però i ns politici sono bravi, altrimenti non riuscirebbero a farsi eleggere no? quando si riempiono la bocca di parole come precariato, sociale eccetera non fanno altro che farci credere che pensano a tutti, in realtà i fondi stanziati vanno ad alimentare ulteriormente l'enorme elefante mangiasoldi, pigro ed indolente che è il settore pubblico garantendosi così una percentuale di voti che gli permette di continuare ad incassare i loro favolosi stipendi. lo sapete che praticamente tutti i politici provengono da un impiego nel settore pubblico? oppure sono ex sindacalisti,che manco si accorgono di avere dei collaboratori che lavorano in nero! concludo con le COOP. da anni, da sempre fanno contratti atipici, perchè loro si?

Maria Grazia Panzani 20.08.07 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace per il Prof. Biagi e prego per l'anima sua, ma la Legge 30 è una vera e propria MER... Bisogna tirare subito la catena e far sparire questa Legge stro...

Pasqualino Coccaro 20.08.07 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono piuttosto deluso che per il vostro scolapasta il termine sig nroag gio sia troppo grande... perchè ?

Carlo Coletta Commentatore certificato 20.08.07 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Va bene così, purchè se ne parli.

Carlo Coletta Commentatore certificato 20.08.07 14:57| 
 |
Rispondi al commento

grande

Donato rena 20.08.07 13:54| 
 |
Rispondi al commento

grande

donato c. 20.08.07 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
sono anch'io uno schiavo moderno e non me ne vergogno a dirlo anzi quando mi chiedono come va rispondo una m...a!!
Attualmente lavoro come interinale in una grande ditta di servizi di rete e faccio il grafico. lavoro dal Novembre 2006 in questa ditta e sono arrivato al 4 rinnovo di contratto (il 1° di 1 mese e gli altri di 3 mesi) e mi hanno appena comunicato che a causa di problemi dell'azienda (non certo dovuti a me) non mi rinnoveranno il contratto in scadenza i primi di Settembre. Uno spettacolo!! ma non è tutto..
Prima di questa azienda lavoravo sempre come grafico pubblicitario in un'azienda di moda piuttosto famosa. All'inizio venivo pagato a "Ritenuta d'acconto" per circa 6 mesi. Poi hanno deciso di assumermi (come Apprendista visto che avevo 26 anni). Ho lavorato per circa 1 anno e mezzo fino a quando mi hanno comunicato che mi avrebbero ridotto l'orario ad un part-time a causa dei problemi interni all'azienda (investimenti fatti male e spese dei dirigenti fuori misura), fatto sta che con un part-time non ce la facevo a tirare avanti (affitto, macchina, assicurazione ecc..) visto che non è proprio facile campare con 500 euro al mese (quando va bene!)mi è toccato cercarmi un'altro lavoro.
Non sono laureato ma ho un diploma ed ho studiato in scuole private dopo il liceo, sento sempre parlare di persone che hanno 1 o 2 lauree addirittura e lavorano nei call-center, me ne dispiace per loro ma anche persone con dei "semplici" diplomi hanno diritto di lavorare ( e come me ce ne sono tantissimi si sa!!). Vivere in queste condizioni è devastante e mi fa incazzare una cifra se penso a quante poco offerte-occasioni di lavoro mi capitano. A Settembre vado a lavorare come cameriere in un ristorante...questo ho trovato (per fortuna). Auguro a tutti quelli come me di trovare un lavoro gratificante e sicuro ed auguro a tutti quelli che decidono e che decideranno dei nostri futuri di far le cose per bene altrimenti ci incazziamo!!
Samuele

Samuele Guidi 20.08.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,

scrivo un commento al messaggio del Dr.Gallegati dicendo che non servono lauree in economia o in giursiprudenza per capire che tali leggi sono state pensate per scardinare l'intero sistema sociale italiano, nel nome di un progresso e di un'Europa unita che unita non è e non lo sarà mai, tanto che a seguito della massificazione e del vero sacrificio di entità nazionali, il jolly viene vinto da chi ne è rimasto fuori preseguendo poitiche alternative e perché no nazionali...
per quanto riguarda a precarietà mi spiace enormemente che ci sia ancora chi scrive e chi pensa a destra o a sinistra, i "contratti atipici" sono stati ideati per dare un servizio alle lobby finanaziarie, la COOP persegue una politica di precarietà e di discriminazione, gli istituti finanziari, grandi aziende...
Vi chiedo di far si che il V day possa dare un segno di civiltà e della consapevolezza ormai acquisita anche dalle nuove generazioni...

mt cenni 20.08.07 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma voi della sinistra che "ciarlate" sul lavoro precario e sui contratti a tempo determinato come la peggiore jattura di questi tempi, cosa proponete per i FANNULLONI pubblici? (Inchino dixit).
Lo sapete che nel privato chi non "pedala" rimane al palo?(non lo licenziano ma non ha neppure un avanzamento per anzianità) a differenza del pubblico dove la "professionalità" è legata solamente al tempo che passa e non alla produttività e l'efficienza (Mi viene da sganasciarmi dalle risate sentendo Bertinotti e Marini che parlano di "altra professionalità che si paga [Sic!]" quando difendono i barbieri ed i porta-acqua dei valletti del nostro parlamento!".
Va bene.. ragazzi....lavoro a tempo indeterminato per tutti...ma chi non è efficiente (e qui i sindacato dovrebbe offrire tutele reali e non protettorati di partito).. giù in cantina a spuntare tabulati!

Alessandro Mann 19.08.07 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Chi non è d'accordo con il V-Day è libero di farlo, per cui il mio appello è rivolto a tutti coloro che credono di liberare l'Italia dai famelici avvoltoi e...approfittatori dell'auspicato rinnovamento.
"Non accettiamo la partecipazione al V-Day di politici, giornalisti (tranne quelli seri) e personaggi di dubbia moralità".
Se ciò non dovesse accadere, vuol dire che non abbiamo capito niente.
Al V-Day sarò presente con oltre cento amici.

Raffaele Mercurio 19.08.07 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i commenti (tranne qualcuno)convergono verso la stessa direzione: liberare l'Italia dai famelici avvoltoi.
Allora, trasmettiamo un chiaro e significativo segnale di rinnovamento.
"Al V-Day non accettiamo la partecipazione di politici, giornalisti (ad eccezione di qualcuno)e personaggi di dubbia moralità".
Se ciò non dovesse accadere, vuol dire che non abbiamo capito niente.
Al V-Day sarò presente con oltre 100 amici.

Raffaele Mercurio 19.08.07 17:55| 
 |
Rispondi al commento

PER I SINDACATI FUNZIONA TUTTO A MERAVIGLIA!!!
LEGGE BIAGI - Poi il segretario della Cisl ha toccato anche il tema della legge Biagi. La Cisl si riconosce e sosterrà «qualsiasi iniziativa bipartisan a favore della Legge Biagi» ha spiegato Bonanni, difendendo «l'affidabilità» di una legge di cui, ricorda, è stato «un costruttore». «Tutto ciò che consolida l'unità di opinioni a sostegno della Legge Biagi - sottolinea Bonanni -, già molto larga, mi vedrà a favore». Per il leader della Cisl «la legge Biagi deve servire a unire le realtà e non a dividerle. Mi riconosco - aggiunge - in tutto ciò che procede a far vivere una realtà larga che non solo si riconosce nella legge Biagi ma in un nuovo modo di fare politica in cui le norme non cambiano a secondo dei governi». Bonanni, senza entrare nelle polemiche degli ultimi giorni innescate dal caso Caruso che bolla come «tormentoni agostani», ci tiene però a sottolineare che «il comportamento deve essere molto attento per dare un segnale alle realtà che tentano di minare l'unità costruita attorno alla Biagi». Il sindacalista invita dunque a« partire da quell'elemento di grande unità per conservarla».
CORRIERE 19/08/2007

gigi rozzi 19.08.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Il V-day è francamente penoso e d'altronde molto italico:
A) per l'uso della lingua inglese: "giorno del vaffanculo" evidentemente suonava poco global (strano per sti' antiglobal)
B) perchè costa niente il massimalismo qualunquista
C) perchè non impegna a far niente di concreto
D) proporre qualcosa costa troppa fatica, perchè implica studiare a fondo i problemi, analizzare, confrontarsi, mediare...... mentre è molto più facile mandare tutto e tutti affanculo.
Il vaffanculo italico è il figlio naturale di "chissenefrega" e della "cagata pazzesca".
Il D-Day è stato annunciato ai partigiani francesi dai versi di Verlaine "les sanglots longs de violons de l'autummne blessent mon coeur d'un langueur monotonne ..."
Lancio un idea per sclegliere i versi del V- Day
Ciao Giampiero

Giampiero Murialdo 19.08.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento

La legge Biagi (legge 30/2003 riforma del lavoro varata dal secondo governo Berlusconi) è ANTICOSTITUZIONALE perchè offende la dignità UMANA e si deve assolutamente RIFIUTARE e basta perchè OFFENDE il LAVORO ma sopratutto chi LAVORA. Un mascherato maltrattamento di metodo USA e GETTA della persona che viene adoperata come strumento di produzione. Grave e barbaro affronto che non puo essere chiamato lavoro ma solamente USO o SFRUTTAMENTO per prestazione d'opera. Signori BARONI della CASTA IndustrialPoliticoSindacale mettetevi in testa che il tempo stà per SCADERE. Non direte più ho lo fai ho tene vai ne trovo altri mille al posto tuo. BASTA veramente BASTA fatte LARGOaiGIOVANI talenti LIBERI dai NODI per costruire un NUOVO LIBERO SISTEMA che lavori e produca PERilBENEdiTUTTI e non per favorire solo i PRIVILEGI e gli AGI della CASTA PADRONA. Rassegnatevi perchè senza di NOI, VOI non siete NIENTE. SFRUTTATORI preparatevi perchè gli OPPRESSI non vogliono essere più SFRUTTATI perchè faranno LARGOaiGIOVANI PERilBENEdiTUTTI.
Prima che i Signori della CASTA
IndustrialPoliticoSindacale
decidano il nostro destino
PERilBENEdiTUTTI
DONNE,ONESTI, IMPRENDITORI, LAVORATORI,
PENSIONATI,DOTTI e SAPIENTI
OPERAI, PASTORI, CONTADINI,
GIOVANI TALENTI
COESI e LIBERI dai NODI
uniamoci perchè col nostro lavoro diventiamo
l'unica forza che può salvare L'Italia, L'Europa,
la Terra, e tutti i popoli del Mondo da una
CATASTROFE.
VOI le COLONNE sarete chiamati a togliere le catene che rendono l'UOMO SCHIAVO. LIBERATELO per preparare il CAMMINO per costruire quel MONDO D'AMORE LIBERO e di PACE. IL destino del MONDO è nelle vostre mani SLEGATELO dalle CATENE.

Mario Flore 19.08.07 01:28| 
 |
Rispondi al commento

Gli altri paesi CRITICANO l'Italia ma la colpa non è di chi delinque ma di chi continua a farli liberamente delinquere. Prevenire è il principio che si deve inculcare. Se vogliamo che fatti come (Genova G8), (Catania Ispettore Raciti), (Livorno quattro bambini Rom muoiono bruciati vivi in una misera baracca sotto un cavalcavia), (6 calabresi uccisi a Duisburg per un regolamento di MAFFIA), e tutti i fatti di cronaca NEGATIVI che leggiamo giornalmente nei giornali non devono o non diventino la regola della notizia che poi passa di secondo piano. Sono fatti gravissimi che niente hanno a che vedere nel costume e con l'onesto popolo Italiano. Il popolo i VALORI li rispetta e la colpa è di chi è cieco perchè fa finta di non vedere ed è sordo perchè non sente mai le lamentele del popolo. Tutto questo è da imputare all'incapacità di TUTTI i politici che pensano solo a PROTEGGERE l'AFARE e non riesce più a fare una seria oposizione e neanche a GOVERNARE LIBERAMENTE. Non riesce a evitare che sucedano questi ORRENDI fatti gravi. Tolleranza zero è una parola che non si deve mai pensare e non si deve neanche parlare. PREVENIRE bisogna assolutamente prevenire perchè questo si può fare.PERilBENEdiTUTTI bisogna impegnarsi a fare un attento albero delle cause, risalire e fermare queste PIAGHE SOCIALI che spingono gli altri paesi a criticare ingiustamente gli Italiani che attoniti subiscono queste ESTERE mediatiche violenze senza averne nessunissima colpa. Perchè la colpa è di chi non sà GOVERNARE quinsi se ne deve ANDARE e fare LARGOaiGIOVANI talenti LIBERI e senza NODI che governino PERilBENEdiTUTTI.

Mario Flore 19.08.07 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Cari giornalisti/politici.
Non ho avuto il piacere di leggere gli articoli di republica/corriere della sera, ma il piacere di leggere il libro schiavi moderni si!!!!!!!
dal libro ho appreso che riassume in modo minuzioso, un argomento che tutti i lavoratori dipendenti e datori di lavoro conoscono molto bene, quindi nulla di nuovo.
Dovè lo scandalo ? cosa ha indotto i massmedia italiani ad interessarsi del contenuto di questo libro ? I mass media in primis e i nostri cari "governanti" dovrebbero interessarsi, al vero scenario del mondo del ( lavoro ) in quanto il vero problema è che nessuno sa effettivamente cosè.
il lavoro oggi in italia e nel mondo è precario, sotto pagato,con orari e comportamenti da galera, giusto la libera uscita e vai. Diritti? cosa sono ? il destino di ogni lavoratore spesso è nelle mani di dirigenti incapaci è scusate un po ignoranti.
la classe dirigente nella stragrande maggioranza delle aziende italiane è incapace e completamente insensibile nei confronti dei rapporti umani e dell'ambiente.
il mondo del lavoro sta andando verso un collasso vero e proprio, nel giro di qualche anno saremo al livello di 100 anni fa.
altro che legge Biagi qui vanno riscritte tutte leregole ripartendo dallo statuto dei lavoratori. onorando la costituzione italiana nel punto dove dice la republica italiana è fondata sul diritto lavoro.
riflettete politici riflettete !!!!!!!!!!!!!!!

giovanni vaccaro 18.08.07 22:04| 
 |
Rispondi al commento

VOLEVO SOTTOLINEARE 2 ALTRI ASPETTI LEGATI AL PACCHETTO TREU E ALLA LEGGE BIAGI:

1)La precarietà si lega anche ai bassi salari (forse la vera piaga degli ultimi anni).
I datori di lavoro si rivolgono alle agenzie internali con pretese assurde vogliono dipendenti giovani belli bravi buoni qualificati con anni di esperienza e l'offerta è sempre la stessa salari in entrata DA FAME.
Ora prima che fossero istituite le Agenzie interinali il datore di lavoro se lo prendeva spesso in quel posto perche non aveva società private che bussavano continuamete alla sua porta con immensi database che raccolgono migliaia di curricola .
Se voleva una persona molto qualificata e voleva pagarla 2 soldi o aveva un'immensa fortuna o se la prendeva in quel posto.
Ora la situzaione è differente sono i datori di lavoro che usufruendo dell'apporto delle agenzie interinali , dettano legge anche sugli stipendi in entrata. Bassissimi!!!!
AGENZIE INTERINALI= SALARI PIU' BASSI.
2)La precarietà è strettamente legata ad una
bassa formazione del personale che vi opera.
Una società che ha in mente di prendere un lavoratore solo per qualche mese non si mette a perdere tempo a formarlo e a qualificarlo per le mansioni di più alto livello .
Lo inpiega nelle mansioni più semplici e per lavori se possibili quantitativi.
E il lavoratore precario alla fine non si qualifica e finisce per essere richiamto per mansioni che ha gia fatto e quindi di basso rilievo
PRECARIETA'= BASSA FORMAZIONE DEI LAVORATORI.


gigi rozzi 18.08.07 21:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il discorso è senza ombra di dubbio il resoconto di quello che sta accadendo oggi in Italia nel campo lavorativo ma non mi sono chiare certe sfumature... Insomma il motivo per cui accade ciò nessuno lo ha detto...
DATORE DI LAVORO + PRECARIATO = RISPARMIO
PRECARIO + DATORE DI LAVORO = MENO SOLDI
In pratica sembra che serva per far guadagnare ulteriormente i datori di lavoro, anche se come alibi si usa la mancanza di lavoro, in pratica meglio poco che niente!!!
OK...fin qui ci siamo ma le mie congetture sono frutto di quello che ho letto e sentito sull'argomento ma non ne conosco le reali cause...?!?

Andrea Salvarani 18.08.07 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso è senza ombra di dubbio il resoconto di quello che sta accadendo oggi in Italia nel campo lavorativo ma non mi sono chiare certe sfumature... Insomma il motivo per cui accade ciò nessuno lo ha detto...
DATORE DI LAVORO + PRECARIATO = RISPARMIO
PRECARIO + DATORE DI LAVORO = MENO SOLDI
In pratica sembra che serva per far guadagnare ulteriormente i datori di lavoro, anche se come alibi si usa la mancanza di lavoro, in pratica meglio poco che niente!!!
OK...fin qui ci siamo ma le mie congetture sono frutto di quello che ho letto e sentito sull'argomento ma non ne conosco le reali cause...?!?

Andrea Salvarani 18.08.07 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso è senza ombra di dubbio il resoconto di quello che sta accadendo oggi in Italia nel campo lavorativo ma non mi sono chiare certe sfumature... Insomma il motivo per cui accade ciò nessuno lo ha detto...
DATORE DI LAVORO + PRECARIATO = RISPARMIO
PRECARIO + DATORE DI LAVORO = MENO SOLDI
In pratica sembra che serva per far guadagnare ulteriormente i datori di lavoro, anche se come alibi si usa la mancanza di lavoro, in pratica meglio poco che niente!!!
OK...fin qui ci siamo ma le mie congetture sono frutto di quello che ho letto e sentito sull'argomento ma non ne conosco le reali cause...?!?

Andrea Salvarani 18.08.07 21:07| 
 |
Rispondi al commento

A proposito del lavoro atipico, antesignano di ogni legge Biagi, voglio segnalarvi i casi dei medici SIAS (servizio integrativo di medicina nelle carceri), e degli infermieri penitenziari. Negli istituti di pena italiani, grazie ad un vecchia legge, la 740 del 1970, è stata istituita questa figura medica, retribuita con un finto contratto libero professionale. Questa fa le stesse cose ed ha gli stessi compiti del Medico Incaricato, una sorta di cordinatore della sanità nell'itituto di pena, a 18 ore settimanali e con contratto di subordinazione. Entrambe queste figure timbrano il cartellino di presenza giornaliera, entrammbi soggiacciono ad ordini gerarchici del direttore di istituto, i medici sias addirittura lavorano quasi sempre più ore rispettoo al Medico Incaricato, questi ultimi, i SIAS,132 ore e passa al mese, contro le 76 ore mensili degli incaricati. A questi sono riconosciuti ferie, tredicesima. malattia, gravidanza per la donna, indennità di risoluzione di rapporto, e quant'altro, ai SIAS nulla. Personale che lavora da anni e anni, 15 o 20 anni con contratti biennali sempre rinnovati, senza alcuna interruzione. Stesso discorso per gli infermieri a convenzione, che svolgono gli stessi compiti, anzi quantitativamente di più dei colleghi dipendenti, perchè precari e ricattati dai loro colleghi e dagli Incaricati, ma con nessuna garanzia o tutela sociale. Prima di Biagi, a precarizzare il mondo del lavoro, ci aveva pensato sin dal 1970 il Ministero della Giustizia. Alla faccia della Giustizia. Stesso discorso per i GOT, i giudici ordinari di tribunale, convenzionati, per i giudici di pace, per gli psicologi nelle carceri. Il primo EVASORE CONTRIBUTIVO è ed è stato il Ministero della Giustizia. Alla faccia della Giustizia. On Mastella, è al corrente di tutto questo precariato pubblico? O si predica bene e si razzola male? Un datore di lavoro privato che si sognerebbe di assumere gente con questi contratti sarebbe già al di là delle sbarre.
F. Saverio Schinza

saverio schinzari Commentatore certificato 18.08.07 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Vaffanculo-Dayyyyyy!!!!!

A Boschetto(PG) di Gualdo Tadino a Difesa del RIO FERGIA contro gli USURPATORI D'ACQUA della ROCCHETTA spa / IDERA srl !!!

Filmato 1: http://it.youtube.com/watch?v=9aY2OjMDGxI

Filmato 2: http://it.youtube.com/watch?v=sI4zkwcmPLA

V-Dayyyyyyyy!!!!

Massimo Michelini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.07 20:53| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe non dimentichiamoci ke il corriere della sera è un giornale del governo italiano,da solo non reggerebbe....

sergio scolozzi 18.08.07 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Giusto due giorni fa un amico mi parlava dei suoi "diritti" essendo dipendente part-time a tempo determinto presso il call center della Wind...Retribuzione inferiore rispetto al personale a tempo indeterminato a parità di lavoro prestato, nessun riconoscimento economico per le prestazioi domenicali, se esse coincidono con un giorno festivo si perde l'indennità festiva...e via dicendo. Chissà questa sottospecie di giornalista se parlerebbe così se si trovasse alle medesime condizioni contrattuali guadagnando 550 euro al mese, eppure Angelo (è il nome dello schiavo moderno) ha una laurea come lui...Se le BR non avessero fatto l'errore di uccidere Biagi avremmo avuto una persona in più col la quale "confrontarsi" l'8 settembre a Bologna, peccato!
Saluti.

Antonio Barbagallo 18.08.07 15:17| 
 |
Rispondi al commento

faccio un appello agli illustrissimi signori sindacalisti,
ai tavoli delle trattativr chiedete che ai lavoratori in appalto o atipici, o altro, venga applicato il contratti della azienda appaltatrice o che richiede un servizio .pubblico o privato,perchè cosi' agli atipici dovrebbero applicare ben altri e più congrui contratti.ma voi ,lo sò, purtroppo non lo chiederete mai.

letizia maffi Commentatore in marcia al V2day 18.08.07 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
mi auguro che il confronto avvenga davvero e che sia suffragato da dati, numeri e pareri oggettivi.
Sottoscrivo l'ultimo commento di andrea manetti, soprattutto quando riporta il fatto che non ha notato alcuna smentita de facto a ciò che Ichino ha scritto.
Senza cadere nei luoghi comuni nè dall'una (giovani fannulloni, sud che non fa nulla, eccetera), nè dall'altra (imprenditori squali, eccetera).


Daniele Gianello 18.08.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Gli schiavi moderni sono innanzitutto le vittime della retorica vergognosa e inaccettabile non di rado presente su questo spazio.Prendiamo la legge Biagi e l'articolo di ICHINO sul Corriere, non mi pare di acer letto smentita o commento qui inerente le parole quotate sul corriere dal giuslavorista e riprese dal testo schiavi moderni riguardanti il sarcasmo indefinibile su Biagi e la moglie passando attraverso l'altro parallelo con Gemma Calabresi.
Non leggo risposte di Grillo in merito a quelle parole, ribadisco gravi per quanto incredibili.

sugli schiavi e sulla precarietà, cerchiamo di smentire Ichino sui dati ufficiali in sedi ufficiali, magari in un contraddittorio oggettivo.

la Danimarca è il paese con la minor disoccupazione al mondo, è una socialdemocrazia, ma non esiste il posto fisso nè il tempo indeterminato "salvo cataclismi", come qui.
Qui dopve stiamo difendendo i privilegi dei tempiindeterminati a scapito di chi la flessibilità deve farsela tutta da solo.In Danimarca, socialdemocrazia ripeto, si viene licenziati con 8 giorni di preavviso qualunque contratto si abbia, pubblico o privato, non esistono i "nulla facenti", la pubblica amministrazione è efficiente, i licenziati, con i soldi risparmiati in tal modo, vengono riqualificati a spese dello stato e trovano veloce ricollocazione e sempre con gli stessi soldi vengono sussidiati adeguatamente per un anno e mezzo o fino a che nn trovano nuovo lavoro se ciò avviene in un tempo minore.E' una flessibilità etica e spalmata su tutte le generazioni.Non mi risulta che lì vivano particolari tensioni sociali, è uno dei paesi con la qualità di vita più alta al mondo.Quando quets epoche cose verranno accettate dal sindacato osceno e dalla sinistra massimalista, faziosa e 'dolosa' che abbiamo il nostro sarà un paese migliore.

andrea manetti 18.08.07 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A chi dice che questo blog è pregno di qualunquismo rispondo che i primi qualunquisti sono loro con i loro luoghi comuni che recitano con molta indifferenza (perchè la cosa non li tocca): "Ai giovani non va di fare nulla."
Cari signori, ci saranno pure giovani a cui non va di fare nulla (come a molti adulti che rubano lo stipendio e che levano il lavoro a gente decisamente più responsabile, più motivata, più responsabile!!!!) ... ma c'è anche chi lavora sette giorni su sette facendo un secondo lavoro nel week-end per cercare di mettere sù uno stipendio più decente. Io sono uno di quelli e mi sono rotto dei luoghi comuni, delle pubblicità e delle trasmissioni televisive che ci dipingono attaccati al grembo materno per un piatto di pasta. Oltre al danno, anche la presa per i fondelli. In questo paese ci sono giovani che fanno il loro lavoro ed anche quello di quei signori fortunati che hanno un contratto a tempo indeterminato e pensano di aver diritto di lavorare poco e di prendersi la malattia per uno stupido mal di testa. Noi giovani non abbiamo mallattia e ci tocca lavorare anche quando stiamo male.Facile parlare quando si hanno i diritti, vero?!? V-Day anche contro coloro che occupano posti di lavoro senza meritarli affatto!!!! Prima di puntare il dito contro i giovani, pensate a quanto veramente date sul posto di lavoro...e provate a vivere almeno un anno con contratto e stipendio da precario!!!! Prendete più di noi, fate molto meno di noi...e avete anche la faccia di parlare, di accusare ...e di essere insoddisfatti. Riflettete prima di parlare! La schiavitù vi fa comodo, ma arriverà pure il momento dei no, il momento del vaffa che meritate di ricevere!!! Vergognatevi parassiti! Prima di parlare dei giovani fatevi un esame di coscienza. Il posto fisso che avete, lo meritate veramente!?!

roman mike 18.08.07 11:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e dopo tangentopoli questi, signori hanno dovuto trovare strade alternative per far entrare i soldi nele loro tasche ...ed una di queste strade alternative è l'esternalizzazione dei servizi nella P.A. (e non solo...pensate anche a Telecom) ... esternalizzano i servizi a società sempre in mano loro, così il giro dei soldi ha un'apparenza di legalità. Se non sbaglio uno dei primi ad esternalizzare fu proprio il Comune di Roma. E' giusto che il datore di lavoro possa fare contratti a progetto per "provare" il lavoratore, ma dopo un anno è giusto che il datore di lavoro gli faccia un contratto a tempo indeterminato, se è soddisfatto del lavoratore. Così avrebbe senso la legge Biagi... Ma l'Italia è la patria dei furbi e delle anomalie istituzionalizzate. Ci tengono in schiavitù! Ci danno pochi soldi per tenerci per la gola, con il terrorismo psicologico di non vedere rinnovato quel contratto a progetto e di vedere sfumare anche quella misera entrata. Ci negano un futuro professionale...ogni rinnovo di contratto a progetto non prevede scatti di stipendi e di competenze, si ricomincia sempre d'accapo. Ci negano un futuro come persone: niente tempo libero, niente garanzie, nessuna possibilità di mettere su famiglia. L'opinione pubblica rifletta sul malessere odierno e sugli effetti che tutto ciò avrà sul futuro di questa società...non si limiti a dire "poveri givani", perchè ciò che viviamo sulla nostra pelle ora, avrà pesanti conseguenze sulla società italiana. Prima di parlare, pensate a tutte le sfaccettature della faccenda e pensate molto bene alle conseguenze sul futuro prossimo. Per quanto mi riguarda, la società non mi assicura nulla...quindi non vedo perchè devo dare alla società italiana dei figli, quando non basto quasi neanche a me stesso. Fate due conti ... con 1000 euro al mese cosa ci si fa? E' tempo di V-Day, non c'è dubbio!

roman mike 18.08.07 11:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Te lo do io il lavoro!

Franco Vagge 18.08.07 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Ichino prova a conoscere i fatti prima di sparare cazzate.

Francesco Moretti 18.08.07 08:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Tutti coloro che non riconoscono il precariato come piaga della nostra società dovrebbero ragionare con il cervello, e non con la loro pancia piena. Riflettano bene sui futuri effetti di questo bieco sfruttamento.
Senza sicurezza non si costruisce un futuro, non si crea una famiglia ... non si vive da liberi, ma da schiavi. Senza sicurezza e senza un congruo stipendio non si hanno consumi, l'economia ristagna, la crisi aumenta.
Scusate la scrittura, ma scrivo di getto e con la stanchezza di una giornata lavorativa appena terminata.

roman mike 18.08.07 02:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Anche io sono uno schiavo moderno da ben sei anni, ed oltre alle pacche sulle spalle e le strette di mano per il lavoro svolto con responsabilità, non ho mai ricevuto nulla.
Il mio stipendio continua ad essere sotto la soglia di vivibilità dei 1000 euro e all'orizzonte non vedo nessuna offerta di assunzione a tempo indeterminato.
Questo governo non farà nulla per migliorare le condizioni lavorative per il semplice fatto che dietro al precariato ci sono le esternalizzazioni dei servizi. Di chi sono secondo voi le società che forniscono i servizi?
Ovviamente dei politici. La società che da in appalto dei servizi sborsa ingenti somme di denaro, le società per i servizi intascano fior fior di quattrini perchè nella maggior parte dei casi non fanno alcun investimento in strumenti di lavoro o infrastrutture ( e se li fanno sono una cifra veramente esigua) e pagano due soldi noi schiavi moderni ... spremendoci il più possibile con il ricatto morale, visto che siamo disposti a tutto pur di avere un nuovo rinnovo o la promessa di un contratto a tempo indeterminato. Se così non fosse, perchè mai le società sono disposte a pagare di più per dei servizi che potrebbero facilmente fare i propri dipendenti? Il Comune di Roma ha molte esternalizzazioni...e dipendenti che escono beatamente dopo pranzo. Perchè tutto ciò? Comunque siamo nelle mani di governanti che non hanno lungimiranza politica, nella migliore delle ipotesi. Il precariato non fa aumentare i consumi, anzi li abbatte visti gli stipendi da 1000 euro e l'incertezza del domani. Il precariato incide profondamente sulla società: chi può permettersi di formare un nucleo familiare con mille euro al mese e affitti che non vanno sotto gli 800 euro? Saremo sempre più un paese a natalità zero ... e probabilmente l'italiano tra qualche anno sarà una minoranza in questo paese. Il precario non ha contributi, quindi anche il sistema pensionistico scoppierà. Perchè non pensano a tutti questi effetti socio-culturali?

roman mike 18.08.07 02:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

V-Day
http://skakkomatto1585.blogratis.net/

propongo che fino al v day, per espandere il virus, legare una fascia al braccio con su scritto V-Day

Danilo D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.07 22:19| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 17.08.07 21:25| 
 |
Rispondi al commento

..e gli schiavi moderni non finiscono qui......
Io penso che oltre ai precari un pò tutti i lavoratori con un certo reddito siano schiavi.
Vedete, quando devi pagare un mutuo e sei una persona per bene, per la tua serietà diventi schiavo del lavoro..... non ti dai tregua.... pensi al posto.... pensi al collega che ti può fare le scarpe....
Un'altra considerazione: ci riempiamo di elettrodomestici, telefoni, computer, auto, cazzate tecnologiche per recuperare tempo per lavorare di più e poter pagare tutto questo !!!!!!
Non me ne voglia, Grillo: dobbiamo mandarti a rappresentarci!!!!!!!!!!!!! Ci siamo rotti i Co.....ni di tutti i rappresentanti che ci dicono si al momento del voto e poi scaldano lo scranno! Maledetti siano tutti !!!!!
Cordialità, Anton Pes.

Anton Pes 17.08.07 20:49| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCHIAVO RAI
Caro Beppe,

volevo esprimerti la massima gratitudine per la nobile iniziativa che avete intrapreso con la pubblicazione del libro schiavi moderni. Ho 30 anni e anche io sono uno schiavo di questi e lavoro con contratto a tempo determinato nella "tua" meravigliosa RAI.
Oggi la RAI, questo enorme pachiderma politico, salotto del potere, si basa esclusivamente sui contratti a TD perchè i così detti interni (Contratti a Tempo indeterminato) giustamente se ne fottono di fare i servi dei vari autori incapaci i quali sono piazzati in RAI con contratti milionari, che in parte andranno a finire nelle tasche dei politici che ce li hanno infilati.
Noi TD lavoriamo anche 12 ore al giorno e molto spesso senza straordinari (ci sono produzioni che danno solo un misero forfait), gli autori e gli interni invece si vedono al massimo 2 ore a settimana, ma creano e guadagnano. Creano a tal punto che poi i FORMAT li compriamo alla ENDEMOL di Berlusconi.
E' una situazione bestiale, dove non c'è un minimo di stimolo ad andare avanti e se ti lamenti o ti rifiuti di fare qualcosa non ti chiamano per il contratto successivo. Inolre, non solo sai che devi sgobbare per degli inetti imbecilli, ma sei consapevole del fatto che rimmarrai sempre a marcire al tuo posto perchè non farai mai carriera, almeno che non cominci a trovarti il protettore di turno.
Eppure quando ho messo piede in RAI dopo aver studiato e sgobbato per anni, incontrai un vecchio dirigente democristiano che mi disse: "Non ti preoccupare che qui su dieci ne prendiamo sempre un paio buoni da far crescere, perchè saranno quelli che manderanno avanti l'azienda e lavoreranno anche per i raccomandati!" Peccato che oggi nemmeno quel paio sono più utili, perchè c'è bisogno solo di schiavi, tanto l'azienda la manda avanti ENDEMOL.

Scusa per la Giaculatoria sconnessa,
e grazie di nuovo.

Lorenzo Ghilosi 17.08.07 20:12| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Il V. DAY è la proposta più stupida e qualunquista degli ultimi due secoli e non manca di una certa "finezza".
Per quanto riguarda la legge Biagi: leggetevela bene prima di criticarla.
La mia esperienza: mi sono laureato in Medicina nel 1979 e fino al 1982 ho avuto lavoretti molto più precari degli attuali e pagati infinitamente di meno.
Non c'era nessuna legge Biagi che in qualche modo mi tutelasse ed ero più sfruttato di quanto oggi si possa immaginare.
Il fatto è che allora eravamo abituati a farci il mazzo ed un medico neolaureato passava anche l'estate a fare traslochi o a dare il bianco senza vergognarsi.
Adesso questi lavori si lasciano agli immigrati perchè ci si sporca le mani.
Ragazzi, datevi da fare. Per ottenere qualcosa nella vita non dovete lamentarvi ma AVERE FAME: fame di decidere voi il vostro futuro e non di aspettare il posto pubblico fisso con il mito di lavorare poco-lavorare tutti.
E poi un consiglio: non lasciatevi affascinare dai Guru come Grillo! E' un simpatico grillo parlante miliardario, gli piace tantissimo condizionare le giovani menti perchè guidare le masse dà un'esaltante senso di potere ed il qualunquismo inoltre costa pochissimo (non male per un genovese) .
Ma è' un vizio di quelli della nostra generazione quello di sbraitare come cattivi maestri senza mai costruire qualcosa in silenzio.
Con affetto e rispetto per tutti.
Giampiero

Giampiero Murialdo 17.08.07 19:39| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 17.08.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

a tutti coloro che non ascoltano le grida di dolore degli schiavi moderni, senza futuro !
VERGOGNATEVI

guido marrapese 17.08.07 18:45| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

I giornali in Italia sono molto utili.....solo
sono un po' cari,ritoccando il prezzo in basso
tutti i carrozzieri farebbero la fila alle edicole
e si darebbe un senso a questo spreco di carta per di più sovvenzionata dallo stato!

w. tarantino 17.08.07 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Insegnanti o badanti?
Caro direttore,
siamo i genitori di un bambino di 10 anni, tetraplegico, ma vivace e curioso, che quest'anno frequenterà la V elementare presso la Scuola Elementare Collodi di Biella. Ogni anno scolastico nostro figlio, malgrado la nostra tenace, ma inutile, opposizione, si è visto assegnare una nuova insegnante di sostegno, mai di ruolo presso l'Istituto. Teniamo a precisare che gli insegnanti di sostegno hanno un orario di lavoro ridotto rispetto agli altri insegnanti e sono molto spesso precari, soggetti ai criteri di un'arida graduatoria che ogni anno,come al gioco della roulette, assegna un insegnante ad uno o, a volte, a più bambini.
Anche quest'anno succederà la stessa cosa e siamo ancora più dispiaciuti perchè l'insegnante dello scorso anno, molto sensibile e preparata, aveva impostato un programma specifico, in collaborazione con i tecnici della riabilitazione, che prevedeva l'uso del computer, elemento indispensabile alla comunicazione nel caso del nostro bambino.
In genere quando si discute di precariato si fa riferimento alle condizioni di vita del lavoratore. Quasi mai si pensa ai cittadini che usufruiscono dei Servizi che il lavoratore precario offre. Riteniamo che la mancanza di continuità, che costituisce un grave problema per gli studenti di ogni ordine e grado, sia ancora più grave per i bambini con disabilità di vario genere in cui il legame affettivo e il percorso educativo specifico richiedono tempi e attenzione maggiori.
Il rischio per l'insegnante è di veder svilire la propria professionalità di educatore trasformandosi in semplice badante mentre per il bambino il rischio ancora maggiore è quello di non poter provare a sfruttare le proprie potenzialità

alessandra moscatello 17.08.07 17:48| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non ho letto l'articolo (e non ci tengo, a questo punto), ma invece ho letto il libro, tutto, dopo averlo scaricato, gratis.

Lavoro in condizioni precarie da più di 10 anni e pensavo di aver colto il fenomeno in ogni sua sfaccettatura, ma il libro mi ha informato di tutta una serie di aspetti che mi erano suggiti. L'ho trovato molto interessante, quasi un'indagine sociologica.
Parla di quello di cui i giornalisti ormai non parlano più: la realtà.

Consiglio al giornalista del corriere, ora che lo ha criticato, magari su commissione, di leggerlo anche. Sono sicuro che non l'ha fatto. Se l'avesse letto non lo avrebbe criticato, ma avrebbe anzi ringraziato chi lo ha messo insieme.

Il lavoro precario doveva, grazie al suo bassissimo costo (gran parte del quale ricade ora sul lavoratore), far emergere il lavoro nero, cosa che in parte è riuscita, ma ha contemporaneamente fatto immergere il lavoro classico, a tempo indeterminato.

Ogni mese che passa senza che si metta drasticamente mano alla situazione, precipita milioni di persone in un abisso sempre più buio. Questo ha un crescente costo sociale.
Coloro che non stanno intervenendo urgentemente ne portano la responsabilità, politica e morale.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 17.08.07 17:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

OT SALUTE

CHE MAL DI DENTI!

Il dentista è un bene di primaria necessità, vale a dire, non si può farne a meno, quando un dente duole, va sradicato o curato, l'intervento del dentista è dolorosamente fondamentale.
Solo che in Italia il dentista ha prezzi a dir poco proibitivi che gravano in maniera ignobile sul bilancio delle famiglie.
Provate a pensare quanto costa a due genitori curare i dentini dei bambini, far mettere l'apparecchio o quant'altro.
E come al solito, per spremere la brava gente che lavora onestamente, ci si attacca a beni di primaria necessità e c'è gente che i denti li paga a rate, chiede degli anticipi sul licenziamento , perfino accende il mutuo.
Ora, io non so come sia la politica al riguardo all'estero, ma posso parlare di una mia esperienza personale, vissuta, nel 1995 in Austria, a Vienna per la precisione
Lavoravo come gelataia in una gelateria italiana situata nella capitale austriaca. Tra un gelato e un altro, mi si erano formate quattro carie (cosa di cui non avevo mai sofferto in vita mia) e cominciarono a dolorare.
Sopra di noi, nel palazzone, c'era un dentista.
In Austria, il dentista lo paga lo stato, basta dimostrare che lavori e hai una busta paga. Io ce la avevo, ero assicurata e pagavo le tasse, per cui, mostrando semplicemente una busta paga, mi rifeci 4 denti senza sborsare uno scellino.
Certo, il governo non dette all’odontoiatra dieci scellini a dente, ma ne dettedi più, perché venivano usate le tasse della gente, che una volta tanto venivano impiegate in maniera intelligente, così che la persona non ne debba risentire ulteriormente sul proprio bilancio.
Almeno nel 1995 era così, non so come sia ora.
Ma dico io, ma con le tasse che paghiamo noi italiani, questa politica la potrebbe attuare anche il nostro governo
Invece no, noi che siamo più belli i denti ce li dobbiamo pagare e ci costano un occhio della testa, così come trovo vergognoso dover pagare ticket sanitari e addirittura le fisioterapie della

www.fottilitalia.com

Resoli Giuseppe 17.08.07 17:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Tipico caso di frustrazione da invidia: gli articoli del sig.Ichino si leggono poco e durano lo spazio di un giorno, poi vengono buttati con il resto del giornale. Ben diversa è la popolarità e la diffusione di questo blog. Insopportabile anche sentir difendere il lavoro a tempo da chi non lo pratica (e ha un posto fisso e ben pagato)...

Andrea Bottura 17.08.07 16:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Dico solo che ho una figlia di 3 anni (agevolazioni irpef scadute.. chissa perchè abbiamo bisogno solo fino a 3 anni forse xchè dopo è figlia di un altro.....) con madre che forse percepirà il prossimo stipendio a dicembre (cosi le hanno promesso..."call on job") e che during v-day sarò all'estero per lavoro... Vorrei solo che che i destroidi fasci di s.h.i.t e i comunisti parassiti del ca..o capissero che fino a che ci contrappongono ideologie vuote, noi normali non otterremo nulla, e partecipassero senza bandiere di partito (firmare petizione popolare raga!!!!!!). D10 V_aka sa screv mel!!!!!!!!

cristiano maio 17.08.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

437 giorni 9 ore il tempo di una spallata

alessandro lombardi 17.08.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Dopo i politici, sono i giornalisti i primi a non (voler) interessarsi al paese reale.

Simone D. Commentatore certificato 17.08.07 15:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Chi, come me, ha votato per questo Governo, lo ha fatto anche nella convinzione che avrebbe cancellato queste riforme assurde che stanno togliendo ai lavoratori diritti acquisiti con lotte, fatica e sangue dalle generazioni che ci hanno preceduti. Lo ha fatto magari ascoltando quei politici "di sinistra", "comunisti" italiani o rifondati che seduti sulle poltrone di Ballarò criticavano la "cosiddetta legge Biagi che con il lavoro di Biagi non ha niente a che fare". Lo ha fatto pensando che il primo provvedimento del governo non sarebbe stato l'indulto, bensì una riforma del lavoro che fosse più rispettosa della dignità e della professionalità dei lavoratori, delle donne, degli uomini, delle PERSONE.
Bertinotti, Diliberto... quello che mi stupisce non è che non abbiate fatto nulla. Quello che mi stupisce è perchè nessuno ve ne chiede conto. Nemmeno a Ballarò.

Cosimo Buccarella 17.08.07 14:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

SECONDO ME IL V DAY CORRE IL RISCHIO DI VENIR STRUMENTALIZZATO DAL MONDO POLITICO CHE è FIN TROPPO AFFEZIONATO ALLA POLTRONA. LA CLASSE DIRIGENTE CHE ABBIAMO è UNA CLASSE FURBA E SORDA ALLE ESIGENZE DEI CITTADINI ITALIANI LE SUE MENZOGNE CI HANNO ROTTO AMPIAMENTE GLI ZEBEDEI. E NON POSSO VEDERE GLI STRANIERI HE VENGONO APPOSTA A DELINQUERE NEL NOSTRO PAESE PERCHè SANNO BENISSSIMO CHE TANTO LA LEGGE QUI è MORBIDISSIMA. è ORA DI DIRE TUTTI QUANTI BASTA CON QUESTA MASOCHISTICA GENEROSITà VERSO CHI NON SE LA MERITA E ANZI SE NE APPROITTA ANCORA UNA VOLTA PER FARE QUELLO CHE GLI PARE. LA CROPNACA NERA CI HA ROTTO GLI ZEBEDEI, CRIMINALI NOSTRANI ED ESTERI TUTTI CON LA PENA CHE SI MERITANO SENZA DISCUSSIONE ALCUNA. BASTA CON QUESTO PERMESSIVISMO CHE PRESTO CI RENDERà TIMOROSI DI USCIRE DALLLE NOSTRE CASE.

Aldo Martello 17.08.07 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ho letto l'articolo di Ichino sul Corriere e devo dire che come tutti i suoi articoli sono vergognosi ed indecenti!Siamo dentro una guerra fra chi si definisce democratico e vittima(Ichino)e chi è un barbaro,violento e despota(lavoratori,politici come Caruso o sindacalisti come Cremaschi che ancora li difendono).La storia purtroppo non cambia mai e come sempre viene manipolata e stravolta visto che i colpevoli sono i lavoratori e le brave persone sono Ichino,Treu e Biagi che modificano le Leggi sul lavoro per potere sfruttare meglio le persone a vantaggio dei padroni e delle imprese!!! Vergogna!!! Molto meglio quello che sta facendo con grande fatica Chavez in Venezuela!!!

Carles Tugnoli 17.08.07 14:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Facciamo sentire il nostro sostegno a
Roberto Saviano
a questo sito.

http://alexptt.altervista.org/

I giornalisti imbavagliati possono aprire bocca ?

Possono levarsi la benda ?

C' E' U N G I O R N A L I S T A ? !

Abbiamo sete di informazioni !

ndò sono ?


C' E' U N G I O R N A L I S T A ? !

dario ogliastro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON HO ANCORA LETTO IL LIBRO SCHIAVI MODERNI COSA CHE FARO' A BREVE.
A ICHINO VORREI SOLO CHIEDERE: A UN GENITORE CHE HA MANTENUTO 4 FIGLI (RIPETO: QUATTRO) ALL'UNIVERSITA' TUTTE FUORI SEDE (CATTOLIA MILANO,SIENA,PERUGIA,LEUVEN(BELGIO) CON ENORMI SACRIFICI (COSTO MEDIO MANTENIMENTO PER FIGLIO :VITTO,ALLOGGIO A NERO..,ECC. PARI A 150.000.000 DI LIRE PRO CAPITE DILUITE NEL TEMPO A MOTIVO DELLA DIFFERENTE ETA' DEGLI STESSI UTILIZZANDO ANTICIPI SU TFR, RISCATTO FONFO PENSIONI INTERNO,PRESTITI,STIPENDIO) COME NON DEFINIRE "SCHIAVI" I PROPRI FIGLI CHE ORA LAVORANO A MILANO CON UNO STIPENDIO DI 700 EURO DONT 500 DA UTILIZZARE PER PAGAMENTO FITTO?
SA ICHINO CHE OGNI MESE DEVO CONTINUARE A BONIFICARE ALMENO 500 EURO CADAUNO PER FARLI SOPRAVVIVERE? SE HA UN CONSIGLIO DA DARMI ME LO DIA COSI' RISOLVO IL PROBLEMA.GRAZIE.

antonio basile 17.08.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO BEPPE

I RICCHI DIVENTANO SEMPRE PIU' RICCHI E I POVERI SEMPRE PIU' POVERI.
QUESTO IN UN PAESE MODERNO NON PUO' AVVENIRE.
QUANDO PAESI COME LA CINA SI SONO AFFACCIATI NEL MERCATO I PREZZI DOVEVANO DIMINUIRE E IN ITALIA DOVEVA VERIFICARSI QUALCHE ANNO DI DEFLAZIONE.
LA COSA NON E' AVVENUTA E IL VANTAGGIO ECONOMICO E' ANDATO A RIMPINGUARE I FORZIERI DEGLI IMPRENDITORI,DEGLI IMPORTATORI DEI COMMERCIANTI.

Orlando Masiero 17.08.07 13:25| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe non so se hai notato che anche in Vaticano hanno letto il best-seller dell'anno "La casta" (vedi n. di "FAMGLIA CISTIANA" in cui si rispiondeva a Prodi, ma la copia in commercio probabilmente doveva essere censurata nei capitoli che rigardavano lo Stato Vaticano altrimenti avrebbero evitato ed eviterebbero di citarlo.
In ogni caso sempe meglio dei vari politici italiani che lo hanno letto lo citano continuamente ma forse non lo hanno capito oppure pensano che si riferisca alla casta politica di un altro stato

alessandro lombardi 17.08.07 13:21| 
 |
Rispondi al commento


x roberto ionni

HAI BEVUTO TROPPO STASERA O TI FAI ANCHE TE COME GRECO?


profimilly 16.08.07 20:46

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Sempre onorato di finire nelle tue citazioni sempre a sproposito e nelle liste di proscrizione di un deficiente.

Tuttavia caro "Vestri" ho già avuto modo di approfondire in passato il fatto che a "farsi", oltre a non potermelo permettere non mi faccio neppure di sigarette.

Non tanto per la manfrina che faccia male, che è cosa risaputa, ma per la goduria e la soddisfazione di NON CONTRIBUIRE al VOSTRO INDOTTO :) Fino all'ultimo schifoso della filiera.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Vedete ! questo sistema non funziona, la natura insegna!, o ci sono precari anche lì?.
Per me non se ne viene fuori,il consumismo funziona così.
Questo sistema è marcio!

paolo giannotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Ichino ha ragione. Grillo e Gallegati anche. Non vedo dove sia il dibattito, se non una sterile discussione sul nome degli eventuali colpevoli della situazione del precariato in Italia. Biagi è morto assassinato, e c'è poco da riderci sopra. Le storie contenute nel libro Schiavi Moderni sono vere e descrivono una situazione reale (e Ichino mai lo nega). Il post di Gallegati non risponde all'articolo di Ichino. Mi piacerebbe vedere finalmente una discussione tra persone intelligenti e in buona fede (sia Grillo che Ichino lo sono), basate su elementi concreti. Invece della solita cacofonia all'italiana.

Beppe sei un grande. Un saluto da Belgrado.

Mattia Poretti 17.08.07 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra che nessuno faccia notare che manca molto lavoro a causa della globalizzazione (una volta lo chioamavamo sfruttamento del terzo mondo). Il paese subisce la sleale concorenza di chi è più forte e importa sostanzialmente tutto lavoro nero, perchè con le leggi di quei paesi lo si può definire tale. Solo una richiesta di lavoro maggiore dell'offerta potrà migliorare le cose. Un sistema completamente libero, con un'integrazione valida dello Stato nei periodi in cui si resta disoccupati, contributi uguali per tutti, sarebbe la cosa migliore. Infatti non va dimenticato che è sbagliato imporre un lavoratore ad un imprenditore, ma anche imporre un'impresa ad un lavoratore che deve avere la reale possibilità di cambiare lavoro, cosa che può fare se di lavoro ce n'è. Non mi dilungo, su questa mia utopia, ma ci tenevo ad esprimerla.

sergio crespi 17.08.07 12:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

In soccorso degli speculatori
Marco d'Eramo


La crisi delle borse, da tempo annunciata, si è puntualmente verificata. La fragilità del sistema finanziario internazionale, fondata sul castello di sabbia del prestito facile da un lato e della bolla immobiliare dall'altro (due facce della stessa medaglia) è stata descritta tanto bene da economisti così autorevoli come Marcello De Cecco e Joseph Stiglitz che sarebbe presuntuoso e ridondante tornarvi sopra.
È utile invece soffermarsi sulla reazione a questa crisi della Banca centrale europea (Bce). La Bce è mastino inflessibile del debito, quando sono enti pubblici - stati, regioni o comuni - a chiedere soldi in prestito ai mercati. Ogni sforamento provoca latrati ringhiosi del governatore (ora Jean-Claude Trichet) per ricondurre gli improvvidi trasgressori a più miti consigli (a meno che a sforare non siano Francia e Germania: allora l'ululato si trasforma in uggiolio). Ma, miracolo, all'improvviso le vestali dell'ortodossia monetarista pura e rigida si lanciano nella finanza creativa e flessibile.
La stessa Bce che bacchetta sulle mani chiunque osi rivalutare le pensioni più esigue della spaventosa, astronomica cifra di 40 euro al mese, tra ieri e l'altro ieri ha sborsato con commovente sollecitudine la misera somma di 156 miliardi di euro! E perché? Per impedire di fallire a una serie di banche europee che per anni hanno speculato su mutui facili e bolla immobiliare, che su questi due pilastri hanno complessivamente accumulato centinaia di miliardi di plusvalenze, e che ora vanno salvate «a tutti i costi» per «non far crollare tutto il sistema». Ma a chi appartengono questi 156 miliardi di euro sborsati allegramente dalla Bce in due soli giorni? Se il buon senso non inganna, sono soldi pubblici, cioè versati dai contribuenti. Siamo tutti noi, con le nostre tasse, a correre in aiuto agli speculatori troppo speculanti, ora speculati.

manuela bellandi Commentatore certificato 17.08.07 12:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non ci siamo. Per vincere una battaglia è assolutamente necessario capire chi è il nemico. Schiavi moderni, precari di tutta Italia, il nemico non è l'imprenditore è il legislatore, il sindacato!
Hanno creato loro due caste di lavoratori ben diverse e distinte: il pubblico e il privato. Hanno creduto che l'azienda Italia non fosse un'azienda, hanno sprecato e sprecano tutt'ora. Non devono far tornare conti e bilanci e possono premiare fannulloneria da luogo comune con stabilità e inflessibilità.
Tutti vorremmo lavorare in qualche ente, vero? Ce lo insegnano fin da bambini: "un posto statale è sicuro. Studia e fa un concorso. Non perderai mai il posto". Vero o no?
Sono milioni di lavoratori, milioni di voti...
Se non entri in quella casta, sei nel privato e sono cavoli tuoi.
E anche se anche ti rendi conto che l'azienda per cui lavori sarebbe destinata a sicuro fallimento se fosse amministrata come l'azienda stato giustamente non te ne frega niente e pretendi anche tu gli stessi diritti del dipendente pubblico.
Democraticamente corretto. Nulla da eccepire, ma economicamente impossibile.
Bisogna demolire la casta del settore pubblico. Non succederà mai perché sono troppi voti, ma il problema è tutto lì: la pubblica amministrazione che pesa come un macigno sulle teste di tutti noi.
Facciamoli lavorare. I dirigenti sono gli imprenditori dello stato, se falliscono a casa. E i dipendenti? Se continuano a fotocopiarsi la Treccani a spese del contribuente, a casa anche loro.
Facciamo valere le stesse regole per tutti. Basta questo. E non dimentichiamoci che in un economia sana e forte imprenditori e dipendenti devono lavorare in armonia, l'uno per l'altro, per raggiungere gli stessi obiettivi.
Poi ci sbarazzeremo anche dei furbetti del quartierino e speculatori vari.

Enrico La Talpa (enrico.latalpa) Commentatore certificato 17.08.07 11:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Credo di forme di lavoro flessibile ci sia reallmente bisogno. Molte aziende, specialmente medio piccole abbiano la necessità di non caricarsi di costi fissi oltre una certa misura e allo stesso tempo poter apprifittare di contingenze di mercato momentaneamente favorevoli.Oppure avere la possibilità di ingrandirsi solo per un periodo legato ad un determinato progetto. Naturalmente una azienda che si trovi in questa necessità, preferirebbe assumere a tempo determinato a costi superiori rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato poichè quello che interessa è la possibilità di dimagrire in breve tempo, qualora il progetto sia concluso o la contingenza di mercato favorevole esaurita. Invece siamo all'assurdo che il lavoratore ( a questo punto "precario" ) viene pagato meno, su di esso gravano meno imposte e cosi le aziende spendono di meno rispetto ad una lavoratore a tempo indeterminato oltre ad avere il vantaggio di potersene disfare preticamente in qualsiasi momento. Qui sta l'inghippo se ho ben capito.

gigi comanducci 17.08.07 11:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

amici non so se vi ricordate quali erano gli obiettivi delle nuove Brigate Rosse quando circa un anno fa ci fu la loro soppressione. Pietro Ichino era uno dei loro obiettivi!!! ora vi spiegate perchè e il perchè? cari amici se avete la possibilità andatevi a vedere e informatevi chi è Pietro Ichino

alessandro brillo Commentatore certificato 17.08.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

L'articolo integrale di Petro Ichino si può leggere facendo una ricerca 'beppe grillo' sul sito del Corriere della sera.

andrea rabutto 17.08.07 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Professore,sono le persone colte e preprate come Lei che dovrebbero fare i ministri per un futuro migliore.

Alessio Giorgi 17.08.07 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Volevo denunciare l'ennesima porcata alla quale si prestano i nostri giornalisti televisivi.Perchè se un semplice cittadino ha avuto precedenti penali gli viene marchiato in fronte e alla prima occasione ci viene ricordato menzionandolo come "Il Pregiudicato" mentre dei nostri "Onorevoli" condannati non si fa altrettanto? Proporrei una querela di parte a tutela di tutti coloro che in futuro venissero ricordati e presentati come ex delinquenti.La legge è uguale per tutti o no??!! Bossi in questi giorni sta invitando a non pagare le tasse, Berlusconi tempo fa invitava a rimettere il mandato a chi l'avrebbe fatto,alla faccia della coerenza fanno pure parte della stessa coalizone.Abbiamo ancora bisogno d'altro per capire chi ci ha governato e probabilmente ci rigovernerà?Spero che la gente cominci a mettersi paura veramente,se non facciamo veramente qualcosa siamo rovinati(ricordate l'Argentina?).L'8 Settembre abbiamo una grossa opportunità firmiamo le 3 proposte di legge,se riuscissimo a mandare a casa i nostri "Onorevoli Pregiudicati" sarebbe un bel successo no? W il V-day,partecipiamo tutti numerosi diamo una spallata a questa classe politica corrotta,ruffiana,disonesta,lavoriamo per dare un futuro migliore ai nostri figli nipoti.Buon V-day a tutti!

Armosini Lino 17.08.07 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
volevo innanzitutto ringraziarti per tutto ciò che stai facendo con questo blog.
Grazie per aver portato sotto gli occhi di tutti il livello di vergogna nella quale ormai la nostra Italia è sommersa da anni.
Credo che l'entusiasmo che stia colpendo i lettori di questo blog e tutti i tuoi collaboratori sia ormai quasi alle stelle ed a quanto pare anche il tuo.
Beppe rimani più possibile con i piedi per terra, almeno tu, controlla questo entusiasmo e continua a guardarti da tutto ciò che bolle anche all'esterno di questa grande realtà. Io son tornato ad essere ottimista ma ho paura di chi sui giornali ha iniziato a pensare (anzi ci sta già provando) ad estirpare questo germoglio di democrazia che hai fatto nascere e che stiamo facendo crescere.
Non ho parole, davvero non capisco dove si trovi il coraggio di scrivere cazzate pur di leccare il culo a chi di dovere...
Questa secondo me è un'altra battaglia da portare avanti, caro Beppe: fare in modo che rinasca il giornalismo vero, e non con la coercizione ma con la LIBERTA', isolando chi scrive tanto per scrivere, perchè perchè strumentalizzato o peggio perchè Prostituito. Chi scrive notizie false, va Sputtanato, perché scrivere cose non condivisibili può essere accettabile, ma scrivere falsità significa ABUSARE...
Oggi comprare qualche quotidiano e leggere dello stesso argomento, sembra di assistere ad un di quei programmi del marito di Costanzo.

Luca Loprieno 17.08.07 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Sulla questione Ichino-Grillo a proposito della legge 30.
In questo blog, accanto a buoni spunti, trovo soprattutto tanti commenti in cui la rabbia acceca la ragione e fa di ogni erba un fasci-STA-o.
Credo che un buon modo per affrontare il tema sia quello di Alfonso Gianni del quotidiano "Liberazione" organo del partito di Rifondazione Comunista (vedi articolo al link seguente).
http://www.liberazione.it/giornale_articolo_ricerca.php?id_articolo=100446

Marco1 Rossi1 Commentatore certificato 17.08.07 09:22| 
 |
Rispondi al commento

chissa che non diminuiscano i lavori e i lavoratori che "certi lavori gli italiani non vogliono più fare"e torni la voglia di fare "tutti" i lavori.

alfonso sala 17.08.07 09:00| 
 |
Rispondi al commento

........sbaglio o qualcosa bolle in pentola :)

Raga... mandiamoli tutti a FANKULO.... ANZI A VAFFANCULO STIAMO ARRIVANDOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!

fabio izzetti Commentatore in marcia al V2day 17.08.07 08:31| 
 |
Rispondi al commento

"Borse in picchiata, ma Wall Street tiene
In Europa in fumo 304 miliardi di euro"

Io il mio TFR l'ho lasciato in azienda! e voi? ai Fonfi Pensionisti complementari? Il mondo costruito intorno a voi? cosa succederò tra 20 anni il vostro consulente globale avra' investito parte del vostro tfr su mutui sub-prime o peggio?

IO NON MI FIDO DI QUESTI "COSI" E VOI?

A prescindere dal tfr questo crack "tutto Americano" preoccupa soprattutto per lo schifo che possono ragiungere le Banche. Non sarà il Crack del '29 ma mi preoccupa seriamente!!! (soprattutto perche' i nostri politici non si preoccupano. Questo mi fa paura!!!)

"I mutui subprime costituiscono uno dei comparti più vulnerabili del mercato della casa, dove le crepe sono più vistose. Ad ottobre il totale dei mutui subprime sottoscritti quest'anno, che sono in arretrati superiori ai 90 giorni o su cui grava procedura di esproprio o riacquisto, sono saliti al 2,52% ad ottobre.
Crediti e mutui subprime sono concessi a categorie sociali a basso reddito, soprattutto neri ed ispanici, a condizioni punitive: alti tassi d'interesse, forti penalizzazioni sugli arretrati, ecc. Alla fine degli anni Novanta il volume del credito subprime era a 100 miliardi, oggi è salito a qualcosa tra i 650 e i 980 miliardi, di cui un decimo sono mutui-casa.
Una decina d'anni fa questo era il mercato degli usurai, ma le grandi banche commerciali hanno esaurito il mercato rappresentato dai ceti medi. Nel 2005 per la metà dei prestiti subprime le banche non hanno chiesto documentazioni sul reddito. Nella prima metà del 2006 un mutuo casa su cinque è stato stipulato a condizioni subprime, riferisce la Mortgage Bankers Association."
Nessun rischio per le Banche naturalmente te le infilano nei tuoi fondi di investimento. Ed è tutto legale. Rovinano le famglie indigenti e gli investitori ed E' TUTTO LEGALE!!!! CAZZ..

gigi rozzi 17.08.07 03:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x Marco Aurelio

sono d'accordo col tuo commento...ma quel "propaganda partigiana" perchè?
marco aurelio 16.08.07 22:31

Intendevo dire che nel suo articolo Ichino cerca di accreditarsi come l’ autorevole economista che cita dati apparentemente oggettivi, mentre a me invece sembra che lui scriva avendo una tesi precostruita tutta tesa a dimostrare la positività della legge Biagi e . . . quindi di parte !
Parla più da politico che deve difendere la credibilità di qualcosa che non da studioso che cerca la verità ! Può darsi, naturalmente, che io mi possa sbagliare , ma comunque questa è l’ impressione che ho avuto !!

Attilio S. Commentatore certificato 17.08.07 00:48| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PIETRO ICHINO E' ANNI CHE FARNETICA IN MALA FEDE. TUTTO CIO' NON SI PUO ACCETTARE. GLI EX COMUNISTI SONO PERICOLOSISSIMI, PIU DI QUELLI CHE MANGIAVANO I BAMBINI! CARUSO HA SCORDATO UN NOME I GIORNI SCORSI!

GIANLUCA COCCO 17.08.07 00:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Io ritengo che non ci sarebbe competizione tra i due tipi di lavoratori, uno ha la sicurezza e l'altro guadagna un pò di più perchè il posto è a rischio....dovrebbe essere la stessa cosa anche nel rischio di incidenti sul lavoro...

manuela bellandi 16.08.07 23:21


Mah, più che creare potenziali occasioni di conflitto e disparità interne alle aziende, mi concentrerei di più nell'offerta "esterna" al giovane che, più o meno volontariamente, accetta un lavoro precario, e ha bisogno di servizi essenziali quali : affitti a prezzi ragionevoli e calmierati, tutela previdenziale in caso di periodi di buco retributivo, sussidio di disoccupazione, in modo da permettergli l'accesso ad un mutuo e dargli la possibilità di versare contributi previdenziali in modo continuativo...

Quanto al rischio per le aziende di avere brutte sorprese dai dipendenti fissi, beh la lotta sull'art. 18 è stata talmente sanguinosa che temo l'argomento sarà tabù per i prossimi 50 anni (per i governi di qualsiasi colore) . Anche in questo siamo lontani anni luce dall'organizzazione del lavoro di altri paesi europei...

Quanto agli incidenti? Controlli, controlli, controlli e ancora controlli. E in caso di inadempienze sanzioni, galera, sanzioni e ancora galera.

Ciao
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 16.08.07 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Le normative che favoriscono il precariato sono figlie della voracità padronale e dell'incapacità di modificare lo Statuto dei Lavoratori in relazione ai cambiamenti radicali che sono avvenuti nell'organizzazione del lavoro e nel mercato del lavoro. Anche Ichino é incapace di uscire da questa ambiguità. Il tuo libro caro Grillo descrive la realtà, comosco altrettante storie di ordinaria precarietà a partire da quella retributiva, tuttavia é necessario rimodellare le fondamenta del sistema di tutela dei lavoratori nel lavoro così come si é andato consolidando, negli ultimi venticinque anni, senza capacità di controllo da parte delle organizzazioni sindadali. Lo statuto é nato alla fine di una stagione contrattuale che aveva visto l'azione determinata del sindacato sull'organizzzazione del lavoro. Oggi mi occupo di pazienti psichiatrici e di zingari, ma ero ancora un dirigente sindacale dei metalmeccanici quando si aprì questa discussione, nel lontano '83-'84, del secolo scorso (fa un certo effetto scriverlo).Tra pochio anni, quelli che hanno gestito la trattativa Unidal e Lagomarsino, i primi grandi processi di mobilità contrattata, saremo morti. E' stata quella l'occasione per ricostruire il sistema di tutele nel lavoro e del lavoro. All'epoca il giovane legale della Camera del Lavoro, Pietro Ichino era decisamente un rigido conservatore di quel che c'era. Abolire la Biagi senza modificare lo Statuto, porterà solo a ulteriori tarsferimenti delle imprese produttrici di merci con la contemporanea abnorme espansione dei lavori cosidetti terziarii sempre più personalizzati e precarizzati. Insomma, come per molte altre questioni, anche questa é una discussione in cresta d'onda, come gli spot pubblicitari.Ce li dimentichiamo, salvo quello che ci ha indotto a comprare qualcosa.

sandro venturoli 16.08.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Certo è che a lungo andare un'azienda "seria" avrebbe un doppio svantaggio da questo sistema, e cioè pagherebbe di più per avere un lavoratore poco motivato ad impegnarsi perchè sceglie volontariamente un lavoro a termine.
E mettiti nei panni di un lavoratore "stabile" con il suo bagalio di formazione ed esperienza , e che si impegna al buon andamento dell'azienda, messo accanto a un collega "di passaggio" magari meno skillato ma più pagato di lui ...no, non ci siamo.


Cristina M. 16.08.07 22:59 |

*************************

Molte delle aziende che conosco non assumono volentieri a tempo indeterminato perchè anche per le aziende non è garantita continuità nelle vendite...inoltre bisogna riconoscere che sovente si hanno brutte sorprese da alcuni dipendenti a tempo indeterminato...anche se ciò non toglie che si possa dire altrettanto per i titolari d'azienda.

Io ritengo che non ci sarebbe competizione tra i due tipi di lavoratori, uno ha la sicurezza e l'altro guadagna un pò di più perchè il posto è a rischio....dovrebbe essere la stessa cosa anche nel rischio di incidenti sul lavoro...

Se un settore registra più incidenti si aumenta ampiamente la paga base...vedresti che ben presto si risolverebbe anche quel problema

manuela bellandi Commentatore certificato 16.08.07 23:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

MA CHE FINE HA FATTO IL CUNEO FISCALE DI 5 PUNTI PERCENTUALI ENTRO 100 GIORNI,CON CUI IL GOVERNO FRODI DA TE VOTATO LAST YEAR SI RIPROMETTEVA DI RIDURRE IL COSTO DEL LAVORO X AUMENTARE L'OCCUPAZIONE? 22:57

Dear Richie Rich,

Che fine ha fatto il cuneo fiscale???
Guarda che ho studiato dalle suore quindi non posso risponderti...

A cosa serve cosa l'ultimo post del Beppe?

Mi porti a Parigi per poi comprarmi un trivial s ex toy? Ma allora ci vado da sola con le amiche, che razza di proposta è?

Uffa lo sapevo, mi sono persa il tuo messaggio di due giorni fa...ti V.U.M.D.B. ma non posso stare attaccata al monitor tutto il giorno per cogliere al volo i tuoi post prima che ti cancellino...sai ho anche una vita, degli amici, un lavoro, una casa da mandare avanti, dei libri da leggere, se no poi mi dai della ignorantona decerebrata e con me parli solo di...mentre io posto cose ultraserie (che tu non c...i regolarmente), arrivi tu e mi distrai...

Quanto alle new sensations mi spiace ma l'8/9 sai che sarò in Ireland...quindi dovrai trovarti qualche altra stolta g rillina...certo che ti conviene cambiare drasticamente metodi di broccolaggio, ma manca un mese e so che ce la puoi fare. Anche senza BMW perchè checchè ne dica tu noi donne sappiamo anche essere romantiche e non solo wicked social climbers...

Vero ragazze?

Cristina M. Commentatore certificato 16.08.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

Per Margherita:
Sono d'accordissimo sul discorso della legalità. Ma tu parli di "strutture" senza approfondire ulteriormente. In realtà il discorso è molto complesso, perchè, sì, esistono ad es. i servizi sociali territoriali, ma purtroppo, nella migliore delle ipotesi (se il caso è veramente disperato, la modulistica è compilata in modo corretto, ci sono i fondi comunali, l'assistente sociale si fà trovare in ufficio nell'orario di ricevimento e magari quel giorno è di buon umore - spesso requisito indispensabile per il buon esito della pratica - ) viene assegnato un assegno minimo di sussistenza per tre mesi... e poi? Nisba! Poi esiste ad es. (giusto per citarne uno) il banco alimentare, ma anche lì il discorso (esperienza diretta) non è affatto semplice: devi rivolgerti al centro di smistamento territoriale competente, produrre accurata documentazione, ecc. poi magari vedi che arriva gente con i mercedes a prendersi i pacchi mentre i DISPERATI non hanno la forza, la capacità, l'istruzione per accedere a questi servizi come detto già abbastanza inefficienti... Capisci? Io non giustifico, ma comprendo, infatti cerco di portare i servizi a casa di queste persone e di far riacquistare loro un pò di fiducia. Il punto è proprio questo: chi sta male non va nelle strutture, bisognerebbe che chi opera nelle strutture vada da chi sta male... un saluto.


salvo filippello Commentatore certificato 16.08.07 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro precario, i salari spropositati dei politici, la delinquenza impunita, e chi più ne ha più ne metta... se nn cambiano noi elettori, noi italiani, non potremmo cambiare la ns classe politica! Nessun imprenditore in politica.. nessun politico colluso con l'imprenditoria!

vincenzo mazzella Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 23:02| 
 |
Rispondi al commento

manuela bellandi 16.08.07 22:35

Certo è che a lungo andare un'azienda "seria" avrebbe un doppio svantaggio da questo sistema, e cioè pagherebbe di più per avere un lavoratore poco motivato ad impegnarsi perchè sceglie volontariamente un lavoro a termine.
E mettiti nei panni di un lavoratore "stabile" con il suo bagalio di formazione ed esperienza , e che si impegna al buon andamento dell'azienda, messo accanto a un collega "di passaggio" magari meno skillato ma più pagato di lui ...no, non ci siamo.

Se invece è il datore di lavoro a imporre un contratto a termine le regole dovrebbero fare sì che ci sia un controllo severo su modalità di applicazione, correttezza di trattamento e soprattutto non eccessiva reiterazione di questa forma contrattuale da parte dell'azienda.

E lo si può fare solo incrementando fortemente i controlli e concedendo veri ed efficaci incentivi fiscali all'azienda solo dopo avere accertato un corrispondente effettivo comportamento virtuoso. In questo modo ne beneficiano il lavoratore, l'azienda e il sistema paese. Meno tasse solo in cambio di più offerta di lavoro, efficienza e benessere sociale.

Cristina M. Commentatore certificato 16.08.07 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

25 MILIARDI DI EURO. E' la cifra che la Germania investirà da qui fino al 2009 in innovazione, sviluppo economico e occupazione, con l'obiettivo di consolidare la crescita economica e ridurre drasticamente i problemi dell'occupazione.

Mission : Abbassare i costi del lavoro, puntare sulla flessibilità del mercato del lavoro, alleggerire la burocrazia per le piccole e medie imprese e ridurre progressivamente gli oneri aziendali a carico del sistema assistenziale (che gestisce l'erogazione dei sussidi di disoccupazione), naturalmente separato da quello previdenziale, liberando cifre che le aziende possono reinvestire, anche in nuova manodopera. Proteggere e guidare i giovani senza lavoro con progetti ad hoc verso sbocchi occupazionali, e curare l'offerta di formazione accompagnandola a partire dal sistema scolastico con incentivi e premi ai più meritevoli e promettenti. Offrire nuove chance lavorative agli over 50...


La flessibilità non deve essere un tabù, perchè senza di essa non c'è futuro. Ma ci vogliono anche politici RESPONSABILI, PRAGMATICI E REALISTI che la governino conciliando le esigenze imprenditoriali con la dignità dei lavoratori.

Occorre anche una base di elettori RESPONSABILI, PRAGMATICI E REALISTI che portino in Parlamento questo tipo di "dipendenti". Ma noi elettori, lo siamo davvero?

Cristina M. Commentatore certificato 16.08.07 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che nel lavoro sia importante soprattutto l'equità e la libertà di scelta.

Il modo corretto per risolvere questo problema della precarietà sarebbe di uniformare la retribuzione proporzionalmente al rischio.

Ci sono molte persone che preferiscono il lavoro, non precario, ma saltuario...se il contratto è atipico la retribuzione deve essere ampiamente superiore al contratto più stabile.

Le aziende che non volessero impegnarsi a tempo indeterminato con un dipendente dovrebbero solo pagarlo un pò di più...così sarebbe equo a parer mio

manuela bellandi Commentatore certificato 16.08.07 22:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L’ articolo del Prof. Ichino mi pare per la gran parte pura propaganda partigiana; Egli sostiene che: “1) i rapporti di collaborazione autonoma continuativa sono riconosciuti dalla legge italiana fin dal 1959 e hanno avuto crescente diffusione negli ultimi 30anni; 2) che la legge Biagi ha, semmai, introdotto una disciplina restrittiva di quei rapporti”
E’ vero, esistono da prima, ma secondo me, erano spesso trattati come eccezione ad una regola quasi sul limite del consentito; questa “debole regolarità” paradossalmente, spesso, favoriva il lavoratore;
l’ azienda che li cercava per flessibilità, tendeva a dare adeguate contropartite perché interessata alla “serenità” del rapporto che evitasse di aprire contenziosi potenzialmente “dannosi”.
Le due leggi hanno svalutato il rapporto proprio perché l’ hanno “legittimato” lasciando ampi margini discrezionali alle imprese che si sono trovate a gestire rapporti atipici perfettamente regolari ed usabili con economicità e rischio azzerato; di fatto pregiudicando le garanzie per i lavoratori più deboli e giovani:
Nel mio campo (informatica) se comparo un contratto atipico di 10/12 anni fa con quello di un giovane oggi, direi, che fatte le opportune correzioni sia economicamente che normativamente il contratto odierno vale tra il 50 e il 60 % di quello vecchio !!
con Ichino invece, concordo che sia intollerabile criminalizzare le persone ed additarle come odiosi nemici politici;
Tant’ è che non mi piace che si continui a chiamarla legge Biagi usando, cinicamente il nome di un uomo barbaramente ucciso, considerato da settori degeneri della sinistra estrema come un infame e dalla destra come eroico martire !!
E’ più civile chiamarla semplicemente legge 30; della legge sono responsabili i deputati che l’ hanno votata e non un uomo che non può più né sostenerla nè rinnegarla.

Attilio S. Commentatore certificato 16.08.07 22:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sarà lombrosiano però questo Pietro Ichino sembra proprio un liberto e del liberto ha atteggiamento e comportamento nei confronti dei suoi ex compagni di lavoro (forzato). Auguriamogli di diventare un uomo davvero libero.

Antonio Di Cosola 16.08.07 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Per porre rimedio alla diatriba insorta circa i guasti che la legge Biagi produrrebbe nel mondo del lavoro, basterebbe introdurre contratti a tempo indeterminato per tutti ma abolire contestualmente l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori, per tutti i dipendenti di qualsiasi azienda, compresi quelli statali. Privilegiando la meritocrazia anche i fannulloni perderebbero il vizio di mangiare pane a tradimento.

alfredo tosti 16.08.07 21:48| 
 |
Rispondi al commento

PROVERÒ A CIMENTARMI CON IL PROF. GALLEGATI
(nonostante l’angusto… spazio)

Gallegati: “’Schiavi Moderni’ è molto di più che una raccolta di testimonianze: è il segnale del disagio di una generazione”.
Colitta: anche se “Schiavi moderni” è molto di più che una raccolta di testimonianze NON è vero che è il segnale del disagio di una generazione! Tutte le generazioni di venditori di forza-lavoro, dall’avvento del capitalismo fino ad oggi, furono, erano, sono state e sono oggetto di sfruttamento da parte del “datore” di lavoro (Capitale); sia che la loro forza-lavoro sia impiegata in un lavoro a tempo indeterminato, sia che non lo sia affatto. Il Capitale stesso è prodotto dall’impiego della forza-lavoro, dal lavoro; senza quest’ultimo non ci sarebbe Capitale. In questo sistema il lavoro è la misura di ogni cosa, di ogni bene!
Sono secoli ormai che ci dibattiamo in questa difficile contraddizione, purtroppo senza riuscire a risolverla, nonostante si siano svolte, alla ricerca della sua soluzione, anche cruenti rivoluzioni. E gli aggiustamenti (leggasi riforme) non riusciranno mai a risolverla: riusciranno soltanto a lenire i mali che essa crea con questi rapporti sociali di produzione. Continueranno a vivere imprenditori da una parte e a sopravvivere “schiavi” dall’altra, i lavoratori (l’alienazione e l’odio sociale stessi nascono da questa contraddizione!).

Difatti, nella lettera di Gallegati a Grillo, tutto quello che ne consegue, dimostra soltanto l’uso di un grande tecnicismo (confusione e debolezza) che si crea a bella posta per tentare di far… quadrare il cerchio. Insomma se non si eliminano questi soggetti-figure sociali: capitalisti da una parte e venditori di forza-lavoro dall’altra, checché ne spiegano tutti i… Gallegati del mondo, noi continueremo a brancolare nel buio e lasceremo agli altri, ai posteri (ai nostri figli e nipoti), la definitiva soluzione di questa secolare contraddizione.
A causa della costituzione del blog, quanti mi leggeranno?

DOMENICO COLITTA 16.08.07 21:31| 
 |
Rispondi al commento

X MARTINO LUNA

MICky maggio Commentatore certificato 16.08.07 21:21| 
 |
Rispondi al commento

MICky maggio 16.08.07 20:37

Micky il tuo commento di oggi è nettamente condivisibile.

La scuola e la famiglia hanno responsabilità enormi nell'aver cresciuto ragazzi senza spina dorsale.
Io sono uscita da scuola qualche anno prima di te (1986) ma ho portato il grembiule fino alla maturità, e ho imparato cosa significa la dura disciplina e il rispetto per gli insegnanti e la loro autorità. Se tornavo a casa con un voto ottimo la reazione dei miei era "è il tuo dovere" (ovviamente erano orgogliosi ma lo capisco solo ora e li ringrazio di non avermi mai sopravvalutato).

Oggi parliamo giustamente di giovani precari privati della dignità di uomini e lavoratori, ma la perdita di dignità inizia molto prima, nella scuola, nell'università, con ragazzi abbandonati a se stessi perchè seguiti da insegnanti demotivati, in scuole fatiscenti prive di risorse finanziarie da investire, e metodi efficienti solo quando si tratta di applicare privilegi baronali o clientelari.

E i genitori, invece di lottare per un'educazione migliore dei propri figli che fanno? Gli comprano la macchina a 18 anni e se vengono bocciati o espulsi perchè si drogano in classe vanno a menare il preside...

Qualcuno che ha vissuto veramente l'epoca della contestazione studentesca può spiegarmi due cose?
Cosa ha fatto scattare la ribellione di allora al sistema?
Perchè quelle istanze si sono perse con il tempo, e i ragazzi di ieri si sono trasformati nei genitori borghesi e squallidi di oggi?

Cristina M. Commentatore certificato 16.08.07 21:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vaffanculo-Dayyyyyy!!!!!

A Boschetto(PG) di Gualdo Tadino a Difesa del RIO FERGIA contro gli USURPATORI D'ACQUA della ROCCHETTA spa / IDERA srl !!!

Filmato 1: http://it.youtube.com/watch?v=9aY2OjMDGxI

Filmato 2: http://it.youtube.com/watch?v=sI4zkwcmPLA

V-Dayyyyyyyy!!!!

Massimo Michelini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,sono uno schiavo moderno,di quelli che, prima o poi,diventerà un pensionato moderno,senza pensione.sono 4 anni che vado avanti a contratti a termine,il governo non fa nulla, e se mai lo farà sara troppo tardi.i precari futuro non hanno,se penso al futuro mi spavento,che c...o mi riserverà?andrò a chiedere l'elemosina?lavare i vetri ai semafori? mah.....oppure mi farò mantenere dal governo che verrà al potere? quanti siamo,i precari? si potrebbe fare un partito.ciao

antonio chiarella (anto61) Commentatore certificato 16.08.07 20:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Parliamo della schiera di consulenti neolaureati che le aziende reclutano e sbattono su qualche "progetto" a fare lavori di basso livello...Una volta il consulente era colui che metteva a disposizione la propria professionalità per un'azienda, anche fosse a tempo determinato, e il contratto era tra l'azienda e il consulente: non tra l'azienda, ottomila intermediari e poi in fondo a raccattare le briciole una persona che ha studiato, si è fatta il culo per diversi anni per prendere una laurea.
Posso ritenermi a buon diritto una persona fortunata perché con la mia azienda ho un contratto a tempo indeterminato, ma non posso dire altrettanto di molti miei colleghi.

Sarah R. Commentatore certificato 16.08.07 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Io appena uscii da scuola 7 anni fa già prevedevo il futuro lavorativo di tutti i miei coetanei,ma nessuno mi credeva,bene,ho previsto giusto purtroppo,siamo tutti piccoli schiavi presi per i fondelli,ma non abbiamo la forza di fare nulla perchè sapete cosa ci hanno tolto?la voglia di lottare,di manifestare,di urlare i nostri diritti,una volta ci tenevano buoni impedendoci di acculturarci e di capire,ora ci tengono buoni annebbiandoci la mente con la droga!!!I giovani di oggi accettano volentieri tutto perchè la droga ha modificato le loro menti e se non è la droga è la mala informazione.Non so nemmeno io descrivere la nostra società,ma adesso prevedo un futuro piuttosto crudo,prevedo i giovani di oggi i barboni di domani!!!smettete di farvi cannette pensando che siano innocue,cercate di rimanere lucidi con la mente e di lottare come avevano fatto i nostri nonni e i nostri genitori,sputando sangue,ma ottenendo i loro DIRITTI

MICky maggio Commentatore certificato 16.08.07 20:37| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il professor Pietro Ichino è uno squallido personaggio al soldo degli industriali,l'ho visto varie volte in trasmissioni televisive dove puntualmente attaccava i lavoratori accusandoli di essere degli scansafatiche(evidentemente l'unico che lavora in Italia è lui e i suoi padroni Tronchetti Provera,Montezemolo ecc.)
Non si capisce come un personaggio così possa essere stato un sindacalista(o forse si capisce quali personaggi stanno all'interno del sindacato e perchè si approvano delle leggi che permettono lo sfruttamento selvaggio delle persone senza nessuna opposizione di questipseudosindacalisti).
Chi avesse voglia di chiedergli qualche chiarimento sul suo conetto di lavoratore-schiavo può scivergli a questo indirizzo pietro.ichino@unimi.it - per favore niente minacce o insulti per non essere accusati di essere terroristi.è quello che vogliono.

piero neri 16.08.07 20:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, il V-day si avvicina e cominciano gli attacchi mediatici per screditare te e l'evento.
Qualcuno ha paura....ma non la fa certo a te o a tutti quelli che hanno aderito.

ANDREA B. Commentatore certificato 16.08.07 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Giornalisti,scrivete delle cose vere,ad esempio che muoiono 4 lavoraqtori al giorno,che arrivano chiusi in scatoli dalla Slovacchia,o dalla Grecia dove sono morti anche quei 60 cinesi che nessuno ricorda più,questi poveri cristi arrivano da frontiere pagando 13 euri a testa in dei camion senza aria,dove vanno a finire i soldi,che pagano i clandestini? Chi sono i complici dei trafficanti? Invece ogni giorno di scrivere cazzate indagate,portate a galle delle verità crude,come i bambini chiusi nelle carceri filippine ed ogni giorno vengono venduti a tranci,o interi a pedofili,scrivete degli stupri di bambini in Darfur,scrivete delle ragazze dell'est chiuse in bordelli facendole prostituire a suon di mazzate,scrivete chi veramente si fotte i soldi degli operai,chi ha costruito il gioco al massacro dell'economia italiana,invece voi servi scrivete solo menzogne e tutto contro le persone oneste,siete dei porci che si abbuffano con qualsiasi cosa che il padrone gli da da mangiare anche merda.

marilùùù barbera Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 20:25| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

@@ Please,be patient... @@@

Ma..mi stai dando del berlusKazziano?
Massimo,Massimo.
camillo sesmoulin 16.08.07 20:19

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Non ti darei mai del Berlusconiano, sarebbe come voler sviare il discorso. Credo.

Noi invece non vogliamo sviare il discorso, o sbaglio?


Beppe
ho chiamato quel numero, tutto risolto, si tratta di una svista, di un disguido, di un teorema mentale dettato dalla paranoia.

La paranoia nasce da una mancanza: c'è molta acqua ma si muore di sete, troppo cibo ma si soffre la fame, molta fregna ma non si cucca; qui non c'è comunicazione, non c'è chiarezza.

Allora sto pensando di ritornare all'antico, di rilassarmi, di non farmi prendere dalla mania, di guarire dalla paranoia evitando ad esempio di andare a vedere ogni giorno il post di grillo.
Di non accollarmi responsabilità inesistenti, teoremi campati in aria, cercare a tutti i costi di contribuire a migliorare il sistema, partorire delle idee, ecc. o chiedermi: avrò messo tutte le virgole?

Qui non c'è comunicazione. Fortuna che la verità è una anche se professata da uno stolto:
nulla- idea- realizzazione.
Partorire idee evidentemente non basta visto che cadono nel nulla. Dopo tanto tempo mi sembra di nuotare ma la corrente mi mantiene sempre allo stesso punto. Qualcuno mi imputerà di aver nuotato con poca energia, ma queste sono le mie forze, le mie spalle.

Allora ritorniamo all'antico e se le meningi mi chiedono continuamente di elaborare, ricercare, costruire, comprendere, teorizzare, allora tieni, fai scacco al re.

F. Marillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 20:24| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

In altri posti sarebbero già occupati?
Bene, mandali là.
Poi mi sai dire quali sono questi Paesi.
Margherita Grassi 16.08.07 19:55

l'Ignoranza regna sovrana

Mai andata, che ne so, a Francoforte?

Per la città la maggior etnia che vedi non è quella tedesca, ma turchi o affini(pakistan, bangladesh ecc.)

In Italia abbiamo due problemi sul fronte immigrazione:

1)Dei politicanti che non sanno come risolvere il problema

2)Forze dell'ordine inefficienti, tranne quando c'è da usare qualche metodo "fascista"

Le regole ed esempi in tutta Europa ce ne sono...e non mi sembra che ci sia qualcuno favorevole all'immigrazione selvaggia, neanche questi fantasmi rossi, i quali sono utili solo per i porci comodi del padroni che sanno come rincoglionire i pseudo-fascisti.

A tutti i fascisti d'Italia:

Le vostre idee non sarebbero cattive, ma ogni buon fascista si fa rincretinire dal padrone di turno.

Forzanovista elenca queste grandi differenze iudeologiche fra voi ed un'estremista di sinistra...e poi le anologie.

Vediamo quali sono di più.

VI FATE USARE DAI CAPITALISTI IN UNA MANIERA CHE ANCHE I VOSTRI DUE MENTORI SE NE VERGOGNEREBBERO.

UCCIDIAMO LA DEMOPLUTOCRAZIA IN ITALIA E FONDIAMO LA TERZA REPUBBLICA

roob nonsolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 20:14| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Anche un giornalista mediocre,che scrive la verità si accorgerebbhe del disagio dei lavoratori,ci sono operai che muoiono ogni giorno,altri lavoratori per finire a provare di resistere fino a fine mese con i loro mensile da miseria swi privano di tutto insieme alle loro famiglie nel 2007 degli operai per tirare avanti devono fare veri sacrifici,poi ci sono quelli che finiscono nelle reti delle finanziarie che con il loro strozzinaggio li tengono sotto per lunghi periodi,è questo giornalista del cazzo servo degli imprenditori e capitalisti con la sua mediocrità vuole mettere in dubbio il quotidiano delle vite vissute a stenti,per colpa di sfruttatori papponi,la gente muore di fame eè questo giornaluccolo di merda cacata da culi di imprenditori dice che lui è profumato? Invece puzzi d'arroganza di mazzette che i tuoi padroni ti dannofacendoti abbaqssare il pantalonew se è necessario,sei come quasi tutti i giornalisti italiani servo e garantista della pagnotta,alla fine sei uno schifoso che gioca con la pelle di chi prova a sopravvivere stringendosi la cinta,ed invece di elogiare persone che cercono di fare qualcosa aprendo gli occhi dell'opinione pubblica,ti metti contro chi soffre e muore lavorando.Come cazzo ti chiami ti devi vergognare,e scrivere tutte le oscenità che commettono quelli che ti pagano,perchè veramente sei una merda.Ma come delle persone simili si spaccian o abusivamente per giornalisti?

marilùùù barbera Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento

che schifo anche ichino contro i precari , conntro di te !
ma fà niente continua cosi' non ti capiscono !
w il v day e beppe grillo !!!!!!1

daniele barison 16.08.07 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Io odio Clemente Mastella

ECCO UNO CHE E' SFAVOREVOLE A MODIFIACE/ABOLIRE la LEGGE BIAGI

Il prologo ed i festeggiamenti del matrimonio del figlio di Clemente Mastella sarebbero costati:
la bellezza di un milione e 250 mila euro di contributi erogati alla ISIDE NOVA Sandra che tutto move (da il giornale.it)
- che l'assegno di unmilione 250mila staccato dalla Regione Campania, con a Presidenza del Consiglio Regionale Campania la moglie del ministro Clemente Mastella, sarebbe stato incassato dalla Iside Nova, associazione fondata e ad presidenza della moglie del ministro Mastella sino al 2005 ;
- che l' attuale presidenza della Iside Nova, dopo la elezione a Presidente della Regione Campania della moglie del ministro Mastella, è passata nel 2006 al figlio del ministro Mastella,
- che dopo aver incassato l'assegno di unmilione250 mila , la Iside Nova, a presidenza il figlio del ministro Clemente Mastella, ne ha incassato recentemente un altro di 750mila euro emesso dalla Regione Campania per la manifestazione quattro notti e.... di la luna piena;

gigi rozzi 16.08.07 20:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

@@@@@@@@ La brace.....@@@@@@@@


A picco le Borse mondiali
Milano perde il 3,45%
L'Europa "brucia" 304 miliardi


"Ah,poter raccogliere una piccola brace....".
Cam.

p.s. (1)
Bruxelles ritiene che abbiano fallito nel predisporre una pronta reazione.
Sarà indagato il ruolo di grosse società,come Moody's e Standard & Poor's,nella crisi finanziaria del "subprime" che sta devastando i mercati.

p.s.(2)
((((((( Bossi:"Sciopero fiscale" )))))))

"Dovrà recuperare ciò che ha investito nei fondi Subprime o deve recuperare i soldi della "famosa e fallimentare:Credieuronord "la Banca Padana?".
Cam.

camillo sesmoulin 16.08.07 20:10| 
 |
Rispondi al commento

PS: un salariato sa sempre quello che prenderà a fine mese, uno con partita iva no (nel bene e nel male)
lala sala 16.08.07 19:32

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Certo, lui con partita IVA è flessibile... ma al rialzo... non sa mai di quanto mi aumenterà il prezzo delle patate o dei ravanelli...

Uno può aumentarsi lo stipendio quando gli pare... l'altro, fino a prova contraria, resta al palo, confidando magari in una contrattazione a 700 giorni... che al meglio gli toglierà più soldi in busta paga, come avviene di fatto.

"Cambia bancarella" risponderà il nipotino di Stalin liberal democratico... ma cosa cambia se sono tutti d'accordo nello strangolarti?

Chi dei due ce l'ha più nel kulo?

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 20:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Welfare State Mastelliano

Il meccanismo ormai collaudato da qualche anno è questo: la Regione finanzia,Sandra Mastella (moglie)è il presidente del Consiglio della Regione Campania. il Comune finanzia, l’Ente del Turismo finanzia e Iside Nova (presidente Mastella junior) incassa.
Se vuoi uno stand nel centro storico per vendere le pannocchie, le castagne o i centrotavola fatti con il punto a croce devi sborsare 2000 euro alla famiglia Mastella.

gigi rozzi 16.08.07 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Salve,tentavo di inviare allo staff un file che mi ha mandato un'amica venezuelana sulle proposte di modificazione della Costituzione di quel Paese che si ritroverá molto presto ad essere una fotocopia della peggior Cuba ma molto piu' repressiva.Non conosco venezuelani entusiasti per le prossime privazioni di libera espressione,possesso e liberta' di vestirsi come preferiscano ma ho giá avuto modo di sentire persone sull'orlo della disperazione. Ci terrei ad inviarvi il testo delle proposte (che solo aspettano la scontata conferma del parlamento).Sono 2 paginette ma per problemi tecnici del sito non riesco a inviare una segnalazione allo staff.Grazie.

luca c. Commentatore certificato 16.08.07 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, ora basta!!! Ho deciso di scaricare il libro "Schiavi Moderni", lo leggo e invito anche gli amici a fare altrettanto. Il giornalista Pietro Ichino forse non si è accorto che esistono tanti lavoratori precari che non riescono ad avere un futuro con il quale poter avere una vita: casa, figli, ecc. Ichino è un privilegiato e non ha vissuto e vive da precario ma da lavoratore con un tranquillo avvenire; e questo gli fa dire che le cose vanno bene e ci dobbiamo accontentare. Ma chi non è contento sono i milioni di lavoratori precari, hai capito Ichino!!!!!
Ciao, Valdemaro

Valdemaro Morandi 16.08.07 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Torino
La cosa che più mi ha sconvolto dell'editoriale
di Ichino è l'accostamento tra terrorismo e polemica accesa. E' una provocazione idiota che
giornalisti privi di scrupoli portano avanti da decenni.Accostano fatti aberranti come gli assassinii del terrorismo con dichiarazioni politiche dal tono polemico e pensano così che la frittata sia fatta.
Può essere che così si riesca a scatenare odio insensato allo stato puro. Ma sia ben chiaro, solo quello delle teste di legno.
Del resto l'esimio non si è risparmiato nulla infiorando le sue argomentazioni di infinite altre assurdità.
Perciò penso che come Bertinotti debba chiedere scusa agli elettori di Rifondazione per la scelta politicamente insensata di aver fatto eleggere in Parlamento Caruso, così il corriere della sera dovrebbe farlo verso i suoi lettori per le stupidaggini del suo giornalista.

Claudio Foresti 16.08.07 19:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

sono un operatore sociale che quotidianamente si "spende" per le fasce sociali più disagiate e che conosce abbastanza bene i problemi legati alla mancanza di condizioni sociali minimamente accettabili, alla mancanza di certezze, di un futuro che è sempre più incerto... (io stesso lavoro in una cooperativa privata che in mancanza di commesse...). Sono d'accordo con chi dice non è sufficiente lamentarsi, bisogna avere iniziative, provare a crearsi un lavoro... ma quali strumenti hanno oggi i precari, i deboli, le persone socialmente ai margini? C'è una totale sfiducia nelle istituzioni, negli uffici pubblici, aprire una partita IVA? Bisognerebbe prima fargli prendere la licenza media! La mia grande preoccupazione in realtà sono gli atteggiamenti spocchiosi e razzisti di chi minimizza queste tragedie quotidiane, di chi DEVE rubare per dar da mangiare alla famiglia! Consorziarsi? Ma non fatemi ridere! E poi come si fa a criticare chi porta le proprie testimonianze di esperienze allucinanti legate al mondo del lavoro? Qui invece di solidarizzare si preferisce accusare di protagonismo! Allucinante! Poi volevo invitare tutti i razzisti che mandano i loro commenti a pensare che la feccia esiste in tutte le etnie e le città non sono di nostra proprietà, dico si globalizza tutto fuorchè gli esseri umani? Comunque grazie Beppe per l'impegno quotidiano, per portare avanti le tante battaglie sulle disuguaglianze sociali. Certo è un pò triste che debba farlo un comico, ma in realtà ormai sei molto ma molto più di questo... Un saluto!

salvo filippello Commentatore certificato 16.08.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Ecco:mi sbaglierò, ma quello che leggo sul blog circa il ministro Mastella, moglie, figlio,e "Iside Nova",sul "Corriere"
sarà difficile trovarlo. Come su "Repubblica".
Non si sa mai,però ,se c'è spazio fra una stupidaggine e l'altra....

Claudio Fantuzzi 16.08.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ti sbagli!

Sono sempre contro i governi!
Da qui', le vostre conclusioni errate, che vi fanno pensare che io propenda a una sconsiderata immigrazione selvaggia!

In Germania non ci sono leggi piu' severe.
Semplicemente ci sono politiche serie: Accoglienza, rispetto per la persona, dignita sociale...e soprattutto controlli e pene severe per i trasgressori!
Ti sembro un alieno?
In mancanza di tutto questo, con persone abbandonate a se stesse, con persone che vivono in luoghi che dividono con topi e serpenti, con mancanza totale di assistenza e servizi (non solo sociali)...ti pare che io mi scagli contro chi delinque?
Sarei un demente...o semplicemente uno che considera gli "altri", cittadini di serie b!
...e ritorno sempre al punto!
Vuoi risolvere il problema...o cavalcare e assecondare il problema?
antonio ciardi Commentatore certificato 16.08.07 19:18

In Germania se passeggi da solo in strada e una pattuglia di polizia sta passando è MOLTO probabile che questi ti fermino e facciano i dovuti controlli

In Italia avviene all'incirca la stessa cosa: Arriva la Digos in mezzo a 4-5 ragazzi, trova un paio di spinelli e li sequestrano...ooops li rubano per fumarseli, nel frattempo in una via parallela un rumeno sta sodomizzando un'italiana


Forzanovisti voi NON dite bugie, ma lo capite che i nemici non sono gli immigrati?

Se Li volete sbattere tutti fuori senza cambiare sistema e cultura di questo paese allora Non arriveremo a nulla.

Quando i forzanovisti fanno gli esempi con le altre nazioni, dovete quotarli, ma non perchè li sbattono fuori facilmente, perchè lì la POLIZIA fa la POLIZIA e non delinque sotto copertura come in Italia.

Quanti di KG di varie droghe sequestrano sulle navi clandestine a Lampedusa? Ufficialmente sembra nessuno e sai perchè? I clandestini a rompere i coglioni a noi e la droga a Finanzieri e Guardie Costiere che un po' se la tengono per loro e un po' la mettono nel mercato.


Signor Ciardi,
credo che lei non abbia ben compreso.
Non è questione di laureati, ma del tipo dei laureati.
Se noi avessimo laureati in ingegneria civile, meccanica, aeronautica, ambientale, nonchè diplomati in meccanica industriale, o semplice meccanica, in economia e commercio, in gestione aziendale, in marketing, i nostri ragazzi troverebbero lavoro anche prima di finire il corso di laurea.

Il fatto è che, in nome del pezzo di carta, si privilegiano facoltà semplici come filosofia, giurisprudenza, filologia delle nazioni americane (sic!), regia teatrale e cinematografica e cose del genere.

Tutte cose rispettabilissime: ma se di ingegneri, meccanici specializzati ecc. ecc. c'è un grosso bisogno, meno ce n'è per esperti critici teatrali o filosofi.
Anche perchè la filosofia di vita si impara giorno per giorno.
Poi ci sono coloro che vedono che gli psichiatri americani fanno affari d'oro, e si laureano in psichiatria.
Senza considerare che uno su un tot emerge, e che non siamo in America.
IO RESTO DEL PARERE CHE ALLE TURBE UNO DEVE RISPONDERE CON LE PROPRIE RISORSE.

E' questione di cambiare mentalità ai genitori, ed ai figli.

Margherita Grassi 16.08.07 18:46
.............................................

La risposta e' nei miei interventi precedenti!
Comunque:
Voi c'avete un occhio chiuso...e l'altro in vacanza!
Tutti questi laureati "inutili", in altri posti sarebbero da tempo occupati.
...perche' non ti poni questa domanda?
Se poi venissi a sapere che anche quel tipo di laureati da te esporto, e' costretto a emigrare...come la mettiamo?
In Italia c'e' EMERGENZA PER TUTTO...non escludere niente!:-)

Tschüss meine liebling...ich denke nur an dich...tag..und nacht!

antonio ciardi Commentatore certificato 16.08.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi sono spiegato bene.
Non parlavo di quegli artigiani di cui parli tu.
Parlavo di coloro che,con partita I.V.A.,svolgono funzioni da "dipendente".

Tipo Elettricisti,nelle ceramiche o in altre grosse imprese.
Ciao ancora.
Cam.
camillo sesmoulin 16.08.07 19:20

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Infatti il discorso "contro" le "tutele" del lavoratore dipendente pubblico, poche balle, mirano a demolire le tutele del lavoratore dipendente in generale.

Quello che alle merde interessate fa veramente paura è l'applicazione delle regole anche nel settore privato. Cosa che si vorrebbe eliminare cominciando a colpire NON certo la CASTA ma i disgraziati a mille euro al mese del pubblico impiego.

Non È un caso che le facce dimmerda, specie su questo blog, passano poi subito ad attaccare il lavoratore salariato in sé.

Un classico.

Quello che appunto vorreste è spostare il mansionario del lavoratore dipendente direttamente sotto la contrattazione da partita IVA.

Non contiamoci balle, il fine ultimo è solo e soltanto questo.

Riconosco il Vostro Sogno, anche se NON lo rispetto, pur stimandolo...

Ma rispetto ed apprezzo ancor di più chi certe conquiste le ha affermate col proprio sangue.

Prassi, visto l'andazzo, dalla quale non si può prescindere.


VAI COL PRECARIATO!!! I LORO FIGLI INTANTO INCASSANO!!!!!
A seguito deliberazione del Gruppo San Francesco, Francesco Miglino segretario nazionale del partito internettiano, ha presentato un esposto alla
PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO
e per conoscenza al GIP Clementina Forleo, per esporre alla Magistratura l’ agire, all’ interno delle Istituzioni repubblicane, della famiglia del ministro Clemente Mastella e chiedere se è corretto oppure si configurano un conflitto di interessi o altri reati, avendo appreso che:
- “(…) Il prologo ed i festeggiamenti del matrimonio del figlio di Clemente Mastella sarebbero costati:
“(…) la bellezza di un milione e 250 mila euro di contributi erogati alla ISIDE NOVA è Sandra che tutto move (…)” (da il giornale.it)
- che l’assegno di unmilione250mila € staccato dalla Regione Campania, con a Presidenza del Consiglio Regionale Campania la moglie del ministro Clemente Mastella, sarebbe stato incassato dalla Iside Nova, associazione fondata e ad presidenza della moglie del ministro Mastella sino al 2005 ;
- che l’ attuale presidenza della Iside Nova, dopo la elezione a Presidente della Regione Campania della moglie del ministro Mastella, è passata nel 2006 al figlio del ministro Mastella,
- che dopo aver incassato l’ assegno di unmilione250 mila €, la Iside Nova, a presidenza il figlio del ministro Clemente Mastella, ne ha incassato recentemente un altro di 750mila euro emesso dalla Regione Campania per la manifestazione “quattro notti e.... più la luna piena”;

gigi rozzi 16.08.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il sig.Ichino sul Corriere sembra aver preso un colpo di sole, e Mauro Gallegati avrebbe potuto scriverti le stesse cose in dieci righe.Beppe,è gente che comunque non capisce che un blog ha bisogno di sintesi.Quella che manca ai quotidiani,impegnati-specialmente ora- a scrivere sul nulla,come di Zucchero che manda a quel paese(giustamente)qualche scosciata arricchita,di cui non frega nientet a nessuno (sia della scosciata-cafona;sia di Zucchero,che non è più quello di "Dune Mosse" che da vent'anni sta ripetendo all'infinito senza riuscirci).

Claudio Fantuzzi 16.08.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Salve,tentavo di inviare allo staff un file che mi ha mandato un'amica venezuelana sulle proposte di modificazione della Costituzione di quel Paese che si ritroverá molto presto ad essere una fotocopia della peggior Cuba ma molto piu' repressiva.Non conosco venezuelani entusiasti per le prossime privazioni di libera espressione,possesso e liberta' di vestirsi come preferiscano ma ho giá avuto modo di sentire persone sull'orlo della disperazione. Ci terrei ad inviarmi il testo delle proposte (che solo aspettano la scontata conferma del parlamento).Sono 2 paginette ma per problemi tecnici del sito non riesco a inviare una segnalazione allo staff.Grazie.

luca cominu 16.08.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma se guardiamo invece ceh all'antica europa all'america. Lì non esiste neppure il contratto a tempo indeterminato. Eppure mi risulta che vivono lo stesso e pure meglio che qui. Il problema è quindi che bastava obbligare la retribuzione del lavoro atipico ad un compenso almeno il doppio di quello a tempo indeterminato.

Maio Fanelli 16.08.07 19:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Giornalisti italiani vergonga!
L'8 settembre un bel vaffa, tutto per voi, non ve lo leva nessuno.
Dovreste dare un servizio agli utenti libero, "sano", corretto, invece sempre con la testa sotto la sabbia.....
Un bel RESET! anche a tutta l'informazione italiana, carta stampata e televisioni ed internet.

sim c. Commentatore certificato 16.08.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

ma levami un curiosità: perchè ce l'hai tanto con i negozianti? (a parte la solita tiritera dei ricchi evasori, che condivido ma penso essere realtà solo per i "grandi", che magari di negozi ne hanno una catena, e non per il piccolo bottegaio che si fa il cu.o e spesso non copre le spese mensili)

lala sala 16.08.07 18:59

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Un salariato, se non è cretino, conosce benissimo dove lascia il salario.

Poi si può anche cercare di confondere le idee con la minoranza assoluta di chi prende 10mila euro al mese....

Ma chi vive di vero salario sa perfettamente di cosa si parla.


Ovviamente i posti di lavoro devono essere rinnovati per il ricambio naturale e quindi sono sempre disponibili. Semplicemente vengono dati a conoscenti e raccomandati. Cosi' stanno le cose in Italia e motivi sono tanti per costume o per la paura di assumere la persona sbagliata, se non ti posso licenziare allora non ti assumo (semplice no?!?). Abituatevi.

Le soluzioni ci sono, basta darsi da fare e darsi da fare NON include lamentarsi come si fa nel libro.

1)Dedicarsi al lavoro autonomo. Basta aprire una partita IVA
2)Consorziarsi. Invece di iscriversi alle agenzie di lavoro interinale perche' non associarsi ad altri precari e crearne una diventadone soci? In tal modo avreste la paga del precario + il profitto dell'agenzia interinale.

Vale davvero la pena sprecare mesi di tempo cercando un posto di lavoro che c'e' ma non ve lo daranno mai perche' non vi conoscono? E' molto piu facile cercare clienti!
Per quanto riguarda i laureati frustrati....beh.... il corso di laurea lo avevate scelto voi. Nulla vi devono la societa' (gia' vi ha pagato il corso di studi) ne il mercato del lavoro. Se ci sono (ad esempio) 1000 posti e 2500 laureati che ambiscono a quei posti. 1500 di questi laureati dovranno fare qualcos'altro.

rob zava 16.08.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma basta con sta storia degli schiavi moderni!
Basta con il cercare "il posto" invece di cercare lavoro!
Il datore di lavoro ha l'interesse a non lasciarsi scappare collaboratori validi e il contratto a termine è una scappatoia per ovviare all'assurda legge che prevede pochi giorni di prova per i neoassunti.
Ma credete che i posti di lavoro si possono creare per drecreto legge?
Il rischio d'impresa, la concorrenza spietata, le tasse vessatorie, la criminalità con il pizzo da pagare, la burocrazia, la carenza di strutture e servizi, la funzione civile svolta con le assunzioni obbligatorie di diversamente abili, le responsabilità civili e penali sui prodotti o servizi offerti....
Chi si lamenta provi a fare l'imprenditore e assuma subito a tempo indeternminato tutti i collaboratori che vuole!

Marco Giangregorio 16.08.07 19:21| 
 |
Rispondi al commento

beppino il prof.Auriti è morto l'11 agosto 2006 nn mi sembra che tu ne abbia ricordato l'anniversario della morte o sbaglio?
poi ho notato che stiamo diventando troppo autoreferenziali, fermati un attimo rifletti e torna indietro, almeno a due tre anni fa...

antonio parisiq 16.08.07 19:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

beppino il prof.Auriti è morto l'11 agosto 2006 nn mi sembra che tu ne abbia ricordato l'anniversario della morteo sbaglio?
poi ho notato che stiamo diventando troppo autoreferenziali, fermati un attimo rifletti e torna indietro, almeno a due tre anni fa...

antonio parisi 16.08.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

la vera rivoluzione è la conseguenza della disperazione ed il superamento del limite di sopportazione.....

non ce li vedo i rivoluzionari con adsl videotelefonino e televisore al palsma !!!

è presto........

peppino garibaldi 16.08.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Massimo,condivido il tuo "final pensiero".
Ciao.

p.s.
Guarda che fra i titolari della partita i.v.a. ora ci trovi anche dei "poverissimi Operai" che devono,obbligatoriamente,fingersi artigiani.

Tante ditte anzichè assumere un dipendente, pretendono ed ottengono arigiani con partita I.V.A.(questi artigiani sono ancora più schiavi dei dipendenti).
Cam.
camillo sesmoulin 16.08.07 18:47

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼
E tutto questo cosa c'entra col promuovere la macelleria sociale?

Nel momento in cui questa coltre pretende la riduzione dei DIRITTI sindacali non può che innescare una contro coltre, che a buon diritto rivendicherà lo scontrino fiscale...

Chiediamo lo scontrino fiscale o quando serve la fattura.

Se offrono lo "sconto" in cambio della rinuncia a scontrino o fattura denunciamoli, se temete rappresaglie fare buon viso e ricorrere all'anonimato, ma denunciamoli.

Non fidatevi mai dello "sconto". È sempre una bidonata pagata sovrapprezzo. Richiedete la fattura. Con lo sconto non si ha diritto al risarcimento quando piazzano il BIDONE.


IDEM quando tornero' a LONDRA as long as.... 18:46 |


Grande capo Bufalo Ingessato,


Ti dissi tempo fa che non sono una squaw, e di totem non mi occupo...

Mi prenderò il tempo di ammirare le tue pics quando sentirò da te un apprezzamento sincero di almeno una delle mie idee anzichè sempre e soltanto sfottò o le solite schermaglie ironiche e allusive ..dì la verità che fai sempre più fatica a trovarmi un difetto...DO UT DES ...

La tua mail è un pezzo che te la chiedo, anche perchè se sto due giorni senza entrare nel blog mi perdo regolarmente le tue risposte (VERO CENSURATORI?), così come attendo da molto tempo molte altre spiegazioni (p.es. referendum) ma come al solito fai il difficile...e non sei ancora nemmeno rich&famous, figurati dopo!

Tutti uguali gli uomini...

Becky Sharp

Cristina M. Commentatore certificato 16.08.07 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
mi sono iscritto da poco e questo sito mi é già familiare. Continua ad occuparti di noi e fatti valere.

Sergio F. Commentatore certificato 16.08.07 19:02| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

@ massimo greco


te lo riscrivo visto che nei sottocommenti non è passato....


stai esagerndo davvero con le dosi (come dice qulcuno più giù), o stai cercando di smettere di fumare e sei mooolto nervoso?

le due categorie erano i grillini e i cretini...

:D

seriamente parlando, guarda che il popolo delle P.I: non è fatto solo da bottegai; sai quanti precari travestiti sono costretti ad aprire partita iva per lavorare (senza tutele e passando pure per evasori?)

sulle licenze commerciali la tua idea ha lati positivi (tutti possono "provarci") e negativi (un quartiere con 10 pizze a taglio e 10 lavanderie, senza una frutteria o una cartoleria non è proprio il massimo....)

se invece parli di altre categorie (tipo farmacia) si ricade in un problema di caste, e non c'è bersani che possa risolverlo

sui tassisti sono più cauta: non conosco le problematiche della categoria, ma mi pare di capire che la licenza è un po' il sostituto della "liquidazione", e non mi pare poi che facciano una bella e ricca vita....

ma levami un curiosità: perchè ce l'hai tanto con i negozianti? (a parte la solita tiritera dei ricchi evasori, che condivido ma penso essere realtà solo per i "grandi", che magari di negozi ne hanno una catena, e non per il piccolo bottegaio che si fa il cu.o e spesso non copre le spese mensili)

lala sala 16.08.07 18:59| 
 |
Rispondi al commento

MA QUANDO SI COMINCERA' A VEDERE LA FINE ED A SPALARE STA' MONTAGNA DI M***A?

Ma Ichino ce l'ha un figlio co.co.co..co.co.pro..
o e' lui stesso uno di questi?
MADICCHEPPARLA ALLORA?
(magari conosce solo le "consulenze")

Ancora news(?????) Da Sviluppo Italia s.p.a.
(Societa' per azioni DEL MIN. ECONOMIA E FINANZE)
OSSIA...soldi pubblici e gestione privata e soprattutto cli-en-te-la-re!
( Leggasi anche: AG. DEL DEMANIO! Dal primo all'ultimo centesimo soldi dello Stato ma assunzioni e gestione degli amici degli amici)

Il link di Sviluppo(Parenti-Casta)Italia:

http://213.215.144.81/public_html/articolo_index_33761.html

anton ross Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe voglio solo ringraziarti perchè sei uno dei pochi che informa la povera popolazione italiana in maniera semplice,ed efficace, mettendo alla luce i paradossi di questo sistema chiamato capitalismo.

Canducci Gianluca 16.08.07 18:52| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
In primo luogo abolizione della legge 30, e ritorno ad un lavoro stabile al meno per chi è all'inizio e chi lo cerca, punto. In secondo luogo, quei venduti di giornalisti non s'immaginano l'immane quantità di calci in c... quando si arriverà ad un punto di non ritorno, perchè quando i precari,i giovani s'incazzerranno non ce ne sarà per nessuno ( compreso lo PSICONANO), perchè se ci vogliono rubare il DIRITTO a fare una famiglia, AVERE una casa, AVERE dei bambini, In breve FARE QUEL C.... CHE RITENIAMO GIUSTO FARE PER IL NOSTRO FUTURO, devono vedersela con noi TUTTI i TERRORISTI/DIPENDENTI.
Poi una piccola riflessione: in questi anni sono diventati sofisticati i giochi i video la televisione, ma quello che non vuole cambiare sono i politici e i giornalisti lecca piedi, dobbiamo cambiare lì, se non arranchiamo.
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Per tenere i lavoratori sotto precariato c'è pure un comitato:

Comitato Legge Biagi

http://www.giovaneitalia.it/webgiovaneitalia/indexnew.asp?ID=40&ID_Coll_Menu=1

NIENTE ASSENZE PER MALATTIA, FERIE, PENSIONE, MATERNITA' PER TUTTI !

Questo è progresso !

Vito D'Onofrio 16.08.07 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chiediti perche' in altri paesi si delinque meno!
Involontariamente la risposta e' nei tuoi commenti: INVOLONTARIAMENTE!
Non mi dire che se ci "ragioni"...non la trovi!:-)))

antonio ciardi 16.08.07 18:29

Si, ma tu non parli di pene piu' severe da applicare, tu ti scagli solo sulla Bossi Fini solo in maniera ideologica. Se qualcuno invoca pene piu' severe per gli extracomunitari tu sei il primo ad incazzarti e a ricordare che gli italiani sono "peggiori". O sbaglio?

In Germania hanno leggi sull'immigrazione che sono molto piu' severe della Bossi Fini.
Se io ti domandassi ora che ne pensi della Bossi Fini tu molto probabilmente mi diresti (buonisticamente come al solito) che è una legge fascista e che non va bene. Continueresti a lodare quelle leggi odierne che hanno prodotto la delinquenza extracomunitaria che si vede nelle strade.

Vito Farina 16.08.07 18:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia ci sono 2.000.000 di immigrati.
In Germania dieci!

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

antonio ciaedi è un bugiardo comunista

gli immigrati in Italia sono 4 milioni, di cui 3,1 regolari

in germania non so
ma la Germania ha 80 milioni di abitanti quindi la densità di immigrati è ormai più bassa che da noi

Resoli Giuseppe 16.08.07 18:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

5 milioni di precari
il 20% della forza lavoro
Come a dire che un lavoratore su 4 non ha diritti, ferie, pensione, copertura per le malattie o gli incidenti sul lavoro, ed è sottopagato
Se ci mettimo anche il sommerso la cifra sale
Il sogno di Confindustria piccola media e grande è di far sparire un po' alla volta il lavoro protetto sostituendolo con lavoro precario
Dopodiché dello statuto dei lavoratori ci può fare un gran fuoco
Le leggi della destra e della sinistra hanno promesso che il precariato avrebbe aumentato l'occupazione
Che l'occupazione sia fittizia lo rivela il fatto che non è aumentato né il PIl né il tot di lavoro espletato
L'occupazione non è stata aumentata, è stata diluita
Il lavoro che prima era fatto da una persona ora è diluito su due
La prima era in grado di sostenersi, i due no
ma il costo dell'impresa è diminuito
E lo stato praticamente li scarica gettandoli nel limbo dei non esistenti
Promettevano che il lavoro precario era solo l'anticamera del lavoro fisso , ma ciò non è stato, si è reso solo il datore di lavoro più avido
30% dei giovani ha un lavoro atipico, ma non entra in alcun lavoro regolare. Passa un anno, due, dieci ed è ancora lì senza diritti e senza contratto
La cosa peggiore è che le percentuali di lavori atipici salgono per i laureati

Dice Mauro Gallegati:
"E' stata ampliata la discrezionalità dell’imprenditore nell’assumere lavoro mentre nulla è stato fatto per tutelare i diritti dei lavoratori.
Se non interverranno cambiamenti significativi dei tassi di trasformazione verso lavori non precari, né i necessari aumenti di occupazione “reale”, il nuovo mercato del lavoro non sarà capace di mantenere il sistema nel suo complesso (risparmi, sanità, previdenza e stato sociale).”

L'Italia aveva un sistema protetto. Destra e e sinistra hanno complottato per rovinarlo in nome del dio liberista. I risultati sono pessimi.
Inutile attaccare Caruso.
E Iachino dovrebbe vergognarsi!

viviana viva Commentatore certificato 16.08.07 18:41| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Va respinta con forza l'idea di Umberto Bossi di uno sciopero fiscale. Ritenevamo che Bossi fosse maturato ed invece la sua idea di uno sciopero fiscale per agitare la piazza contro il presidente Prodi ci ripropone il Bossi secessionista, anti italiano, dei primi anni della Lega Nord". Lo sottolinea una nota dei Popolari-Udeur che ribatte alla proposta del leader del Carroccio.

"Agitare la leva fiscale per mandare a casa il governo è quanto di più antidemocratico si possa immaginare - si legge nella nota del partito di Clemente Mastella -. Bossi ricordi che in Parlamento c'è una maggioranza, anche se non consistente, liberamente eletta dagli italiani poco più di un anno fa, e che le battaglie, una opposizione democratica, le conduce nelle sedi istituzionali e non nelle piazze".


ma pensa te che discorsi tirano fuori sti delinquenti: sanno benissimo che la gente e' incazzata e son buoni solo a parlare di democrazia


forza Bossi il popolo e' con te ( e c'e' anche qualche compagno pentito)

EMILIO DE BONI 16.08.07 18:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Hahaha attualmente sono schiavizzato da una costola di una società francese (assicurazioni) in cui soooooolo il 70% dei dipendenti ha il contratto a tempo indeterminato, hahhaha non doveva esserci il tetto del 15%^ Ovvimanete il contratto è quello delle telecomunicazioni, non bancario assicurativo hhahahahha.

Scappate dall'italia a tutti i costiiiiiiiiii

Carlo T. Commentatore certificato 16.08.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

i nostri padroni parlamentari e i loro servi giornalisti volgiono solo che stiamo zitti che tanto va tutto bene.
il precariato? un'invenzione, al massimo un male necessario.
la legge 30? utilissima, grazie ad essa la disoccupazione è bassissima e gli industriali festeggiano a champagne e aragosta alla faccia di noi precari...ma dobbiamo stare zitti altrimenti fomentiamo il terrorismo anarcofasciocomunista!

io ho 36 anni ed attualmente lavoro a 25 km da casa con un contratto part time a circa 700 euro mensili, 20 ore settimanali e straordinari su richiesta quando serve all'azienda, rifiutrali? si potrebbe ma poi si rischia di nn avere il contratto rinnovato quindi testa china e lavorare.
che Ichino lo chieda a quelli come me un bel confronto.

grande beppe continua cosi, reset!!!

stefano fiocchi 16.08.07 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
la mia riflessione/domanda è semplice...come può un POLITICO (di qualsiasi schieramento)che guadagna circa 10.000 euro al mese tra stipendio e rimborsi capire le problematiche di un lavoratore comune che guadagna circa 1000 euro al mese???

LA RISPOSTA E' SEMPLICE NON PUO'!!!!

Lui non saprà mai cosa vuol dire pagare 500 euro per un monolocale o 600 euro per un mutuo con uno stipendio di 1000 euro!!!

Lui non sapra mai cosa vuol dire lavorare per 35 anni prima di prendere la pensione...tanto lui la prende dopo solo 2 anni di legislatura!!

Lui non saprà mai cosa vuol dire farsi 2 ore di traffico per andare a lavorare...tanto ha l'autista!!

Lui non saprà mai cosa vuol dire pagare 1.330 euro per un litro di benzina...tanto ha i rimborsi!!

Potri continuare per ore!!

La questione è semplice ci vogliono politici che capiscano quali sono le problematiche comuni e che vengano cambiati con rapide turnazioni così da non abituarsi troppo al lusso di fare il politico!!

Oscar Ch Commentatore in marcia al V2day 16.08.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

((((((((((( Crimen Sollicitationis )))))))))))))


Gasparri lancia(Per il 15/08)il don Gelmini day:
Giù le mani dal "Pierino" dei don.
Il 15 agosto saremo in migliaia a Zervo sull'Aspromonte per il Gelmini day,annuncia Maurizio Gasparri,ex ministro "rott'incul" di An.
Prosegue dicendo:"Entro quella data,la pseudo inchiesta di Terni deve essere chiusa,o conclusa".
(Questo è un ordine fascista o è semplicemente un intervento a gamba tesa?).
"In Procura(dice l'ex minitro berluscoiones) facciano presto a distinguere gli eroi della vita,come don P.Gelmini,dai calunniatori"(sic)
L'appello di Gasparri è stato già raccolto da F.I.(calabrisella mia)e A.N.che,ambedue,al grido di:"dio è con noi",marceranno compatti in difesa della religione cattolica attaccata da procuratori "sicuramenti atei" e,per di più,appartenti "a lobby radical schic ebraico giudauiche".
((((( Gasparri,ed il "Pierino Day",ecco cosa mi mancava in Agosto ))))))))
Joseph

joseph pane 06.08.07 21:57|
#############################################

@
L'inchiesta non è ancora conclusa come pretendeva LUI,il berluscones più berluscones di berlusKazz.
Una domanda,visto che i quotidiani sono in festa:
"Ieri al "Pierino day" in quanti erano?"
Cam.

camillo sesmoulin 16.08.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Il problema immigrazione e' serio e va affrontato!

antonio ciardi 16.08.07 18:12

Come no! A parole.
Aderisci allo sciopero fiscale? Io si, proprio perchè delle parole sono stufo.
Tu invece no.

ps
a Roma non tremeranno per il vday. Prova invece a fargli mancare dei soldi, e vedi come alzano il culo.


Vito Farina 16.08.07 18:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brescia, 16 ago. - "Esprimiamo ferma riprovazione per il preoccupante episodio verificatosi la sera di Ferragosto nelle adiacenze della moschea di via Corsica. Un gesto che emula analoghi episodi accaduti nei giorni scorsi nella nostra regione. Nell'esprimere la solidarieta' alla comunita' islamica di Brescia, si riconferma sempre e con determinazione il principio del rispetto della legalita', del libero, corretto confronto delle opinioni e delle professioni religiose, della civile convivenza, del rifiuto di ogni gesto che possa richiamarsi all'intolleranza e all' incivilta' dei comportamenti". Paolo Corsini e Luigi Morgano, rispettavivamernte sindaco e vice di Brescia, condannano fermamente il presunto attacco incendiario avvenuto la sera di Ferragosto

"Gli atteggiamenti con intenti intimidatori intaccano le condizioni e la pratica della vita comunitaria e le regole delle liberta' e della democrazia che appartengono al nostro paese.


non riesco piu' a capire cosa dicono sti animali di politi rossi:
questi ci rapinano, ci volgiono convertire, ci costano, stuprano , vendono morte, ci uccidono e secondo i due compagni in teoria dovremmo porgere l'altra guancia...mah

clemente de mita 16.08.07 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e Gent.mo prof. Gallegati,

il decreto legislativo 276/03, attuativo delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla Legge 30/03, collegandosi con le norme comunitarie, mira ad aumentare i tassi di occupazione e stabilità del lavoro (art. 1, comma 1), complicando, però, la vita di un lavoratore che, motivi di inoccupazione, disoccupazione, ricollocamento professionale, etc., si metta alla ricerca di una nuova collocazione lavorativa..
Un abbozzo delle “riforme nel campo della protezione dell’impiego”, auspicate dal prof. Gallegati, è contenuto nel medesimo decreto all’art. 12, comma 1, cioè con il sicuro prelevamento del 4 per cento della “retribuzione corrisposta ai lavoratori assunti con contratto a tempo determinato”, e, sempre nel medesimo articolo, comma 2, con un altro 4 per cento defalcato dalla “ retribuzione corrisposta ai lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato”, in riferimento, però, alle agenzie di somministrazione, che a loro volta, non erogano lo stipendio completo al lavoratore, perché trattengono anch’esse una percentuale. Queste “trattenute” sono destinate, le prime, ad interventi atti a promuovere la qualificazione e riqualificazione per il percorso lavorativo e per non ben precisate misure di carattere previdenziale; le seconde, riguardanti i lavoratori a tempo indeterminato (merce rara, in via di estinzione), destinate alla cassa integrazione; a verificare l’utilizzo della somministrazione come deterrente alla pratica del “lavoro nero”; ad “iniziative” (quali?) per l’inserimento e reinserimento, nel mercato del lavoro, di lavoratori svantaggiati; per la promozione (campagna pubblicitaria?) di “percorsi di qualificazione e riqualificazione professionale”. I “prelievi”, secondo la normativa, sono immediati, ma le riforme per tutelare il lavoratore non hanno trovato attuazione e sono ancora imbrigliate nella mente del legislatore.
Si evince che il lavoratore a tempo determinato o indeterminato, in

Chiara Bianchi 16.08.07 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ho appoggiato ed appoggio tutte le tue iniziative , ma questa volta permetti che ti dia un piccolo spunto ???
Chiediamo " l'abbattimento" di enti inutili ..... io ne conosco 2/3 che succhiano il sangue ai poveri agricoltori della mia zona .
Sono quelli che se per caso devi togliere una pianta di olive devi fare una domanda , così pure se devi piantarla , poi se percaso hai piantato 10 ettari (2200 piante ) senza aver fatto nessuna domanda aspetti il condono se vuoi regolarizzare il tutto , oppure lasci tutto a tacere tanto a nessuno importa niente e niente ti succederà .
Non dimentichiamoci che i dipendenti di questi enti sono tra quei privilegiati che fino a poco tempo fa andavano in pensione anche con solo 20 anni di servizio . Sono anche loro che hanno contribuito a ridurre la produttività del nostro paese , il quale adesso cerca di recuperare terreno anche con l'utilizzo del precariato . Tu caro Beppe cosa ne dici ? E voi tutti cosa ne dite?

lorenzo da Vasto 16.08.07 18:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/641.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Gli Schiavi (Moderni) sono tanti, milioni di milioni...:

» Beppe Grillo da Olobarat
Tutti questi precari laureati che vediamo nel libro in quanti anni si sono laureati e con che votazione? [Leggi]

20.08.07 02:01