Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'acqua di Dio


water.jpg
foto di Buddha's Ghost

L’acqua è pioggia. L’acqua in bottiglia è marketing.
Ad ogni pubblicità di acqua minerale dovrebbe seguire un invito a bere l’acqua del rubinetto. Pubblicità del buon senso. Se qualche ministero è interessato mi offro gratis.
Imbottigliare la pioggia in un contenitore con un’etichetta e venderla con un lavaggio del cervello. E’ quello che fanno le multinazionali, le concessionarie. Compri in bottiglia quello che esce dal rubinetto di casa.
Un prete mi avverte che Formigoni vuol privatizzare l’acqua in Lombardia. Il pio Roberto non potrebbe farlo, l’acqua è un bene di Dio. Ma lo farà, lo psiconano e la Moratti intercederanno con l’Opus Dei. Formigoni vuole occuparsi anche delle chiese lombarde. Rilevare i sacramenti dandoli in concessione a Comunione e Liberazione. Una confessione 2 euro, abbonamento mensile 10 euro. Sconto del 30% se il confessore è don Gelmini.

L`acqua: Bene comune e universale!

“Perché spendere parole e parole per provare che l`acqua è un bene comune e universale, un diritto fondamentale? È proprio necessario? Se così fosse, poveri noi! Altro che parlare di civiltà! Vorrebbe dire che abbiamo perso ogni concetto di diritto, se è vero che i primi diritti sono quelli che fanno parte costituzionalmente sia dell`essere umano che dell`universo. È come se, parlando a un mondo che si ritiene civile, dovessi dimostrare che esistono i diritti alla libertà, alla giustizia, alla pace. Altra cosa è sapere esattamente in che cosa consistano tali diritti, e come saperli applicare nel concreto. Anche qui starei attento a parlare oggi di civiltà, quando assistiamo a tale perversione a danno della libertà, della giustizia e della pace che un dubbio mi viene: non è che le civiltà antiche - ad esempio, quelle babilonesi, assire, egiziane, greche e romane - non siano state di gran lunga superiori alla nostra? A quei tempi, tra le concezioni che si avevano di giustizia, di libertà e di pace non c`era quel divario che c`è oggi. Oggi, non si parla d`altro che di giustizia sociale, di libertà religiosa e politica, di pace universale, e nello stesso tempo mai come oggi si fanno guerre mondiali, mai come oggi assistiamo ad una sperequazione sociale disumana e cosmica, mai come oggi la libertà è fortemente messa a rischio da condizionamenti di mercato che gridano vendetta al cospetto di ogni diritto dell`Uomo.
Un tempo i beni naturali erano di proprietà dell`universo. Erano visti come beni esclusivi della divinità, che li rimetteva al servizio dell`uomo. L`acqua era un dono di Dio, e tale rimaneva. Oggi non si fa altro che appropriarsi di ogni dono di Dio, e così, ad esempio l`acqua, diventa una merce.
Se l`acqua è un bene comune e universale, non solo non posso appropriarmene per farne una fonte di profitto, ma la società - tanto più se si riconosce civile - ha l`obbligo di dare a tutti, indistintamente, la possibilità di farne uso. Col minor costo possibile.
Ed ecco che la nostra Regione Lombardia, governata da un cultore del dio mercato, il cattolicissimo Roberto Formigoni, sta imponendo la peggiore e disumana legge sull`acqua, cercando di privatizzarla, togliendola perfino dalle mani di Dio: l`acqua è diventata di proprietà delle divinità, ovvero delle multinazionali di cui si serve la Destra politica per sfruttare il mondo. Giù le mani dall`acqua! Sindaci Lombardi, ribellatevi al cultore del dio denaro e alle sue oscene politiche che stanno rovinando l`Ambiente e ogni altro diritto sacrosanto dell`Uomo. Unitevi e coinvolgete i vostri paesi, almeno quella parte sana che è rimasta, quella che crede ancora nella possibilità di dare un radicale cambiamento a questa povera società, governata da cultori di una religione "atea"! Perché non ridare alle feste di partito quel volto socio-culturale e politico di un tempo, quando si discuteva, tra una salamella e l`altra, di cose serie? Il problema dell`acqua è una cosa serissima, da affrontare con franchezza e caparbietà. Non c`è tempo da perdere! Sgretolate le porcate di leggi che sta facendo la Regione Lombardia, in nome del dio denaro, a danno dell`Uomo e dell`Ambiente!”.
don Giorgio De Capitani - S. Ambrogio in Monte di Rovagnate (Lecco)


V-day:
1.Sostieni il V-day con un contributo a:
Conto bancario intestato a Beppe Grillo - ABI 05018 - CAB 12100 -c/c 116276
Swift: CCRTIT2T84A - Iban: IT35B0501812100000000116276 - CIN B- BANCA POPOLARE ETICA
Causale: V-day

2. Partecipa al V-day
3. Inserisci le tue foto su www.flickr.com con il tag Vaffa-day
4. inserisci tuoi video su www.youtube.it con il tag Vaffa-day
V_day_giornali.jpg

28 Ago 2007, 17:05 | Scrivi | Commenti (982) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Buongiorno, il mio condizionatore di casa produce 30 litri di acqua ogni 2 giorni che io raccolgo in un contenitore. Mi sembra stupido buttarla giù dallo scarico, qualcuno sa dirmi se si tratta di acqua che si può riutilizzare? E se si, in che modo?

Marco Cavallotti, Pavia Commentatore certificato 27.06.12 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono Domenico e seguo sempre con molta passione tutte le campagne che difendono i diritti umani. Suprattutto cerco di non farmi fregare dal sistema!!!!
Venerdi scorso mentre ero al supermercato con mia moglie sono stato fermato da un promoter di depuratori di acqua da rubinetto. La prima cosa che mi faceva notare e che il mio carrello della spesa era pieno di casse di acqua minerale (che usiamo non solo per bere ma anche per cucinare). E' vero non ci fidiamo dell'acqua di rubinetto visto che il comune, dove abitiamo, ci fornisce acqua potabile prelevandola da pozzi propri e non da sorgenti o bacini idrici. L'acqua è molto calcarea e al gusto rimane ferrosa e quandi molto sgradevole. Ora ho fissato un appuntamento con questo promoter per la fine del mese e nel frattempo mio sto informando sulle garanzie e qulità diu questi depuratori. Ho letto diverse opinioni più o meno negative sia su i depuratori (a 3 o a 5 stadi con l'aggiunta dei raggi UV ad osmosi inversa etc.) che sulle acque minerali rispetto all'acqua di rubinetto e sono alquanto confuso. Avete mai affrontato da vicino la questione? Conoscete fonti serie ed ufficiali alle quali rivolgersi per avere chiarimenti? o potreste voi fare chiarezza? Tengo a precisare che questi apparecchi montati sotto al lavello della cucina hannno un costo di qualche migliaio di euro più la manutenzione a 3/5 mesi che ha un costo da 50 a 250 euro caduna. Sul web ho trovato gli stessi depuratori a prezzi decisamente più bassi (€350,00 €850,00). Aspetto notizie!
Ps: Beppe hai un gran coraggio!!! che è quello che manca agli italiani. Io lavoro in un ufficio pubblico e combatto il sistema ogni giorno, ma non è facile perchè qui volponi sono tremendi, io non ho scheletri nell'armadio e allora ancora me la batto. Agiamo con la consapevolezza del domani che vivranno in ns. figli...

TARTAGLIA DOMENICO 12.11.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

teb
chex il più forte tra tutti gli istinti, quello della sopravvivenza abbia cessato di fugnere da incentivo

laura giacobbe Commentatore certificato 29.05.08 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Solo oggi sono riuscito ad aprire il sito archivie,e leggo la solita storia architetata da un Giornalista pagato da noi che ci informa,con le parole del suo padrone,siccome ho già rovinato un direttore di testata giornalistica nella zona del Pavese,adesso porterò la notizia ai miei legali per valutare gli estremi della querela ma io vi infomerò tempestivamente dei risultati.
L'INCHIESTA CHE FINE HA FATTO? ANCHE A PURITY ITALIA SONO STATI RISCONTRATI DEI PROBLEMI?
E SE INVECE PURITY ITALIA è STATA TROVATA APPOSTO? PERCHE' QUEL GIORNALISTA DI REPUBBLICA NON HA INFORMATO IN MODO CORRETTO IL PROPRIO LETTORE CHE COMPRA IL GIONALE CHE LO FA MANGIARE? .(NON COMPRATE PIù IL CORRIRE DELLA SERA,RACCONTA BUGIE)


paolo gagliano Commentatore certificato 06.01.08 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Nella politica tutti approdano per fare utili cercando di lavorare poco o meno ancora.(qui c'è un business.)Qui vi invito a collaborare nella vostra zona con questa società TEAM PRESTIGE,per entrare a far parte del nostro team,ed intaccare in modo incisivo gli interessi di quella classe politica che con le acque minerali,ce la d'hanno ha bere.

COLLEGAMENTO A TUTTI I MEETUP INTERNAZIONALI PER PROGETTO ACQUA E SOLUZIONE DEFINITIVA MA CON IL FILTRO c1p.

Puoi nel frattempo visionare il mio sito?www.gagliano.ws
così facendo ci portiamo un pò avanti con i lavori di conoscenza. ti preciso che si tratta di tecnologia C1p ad altissimo contenuto tecnologico intrinseco,sarebbe come inserire sui mercati l'automobile a idrogeno,pertanto è in atto una guerra commerciale di proporzioni inimmaginabili, in quanto si tocca il mercato di chi deve a tutti i costi curare le malattie,
invece con l'acqua pulita si eserciterebbe la prevenzione a scapito delle aziende farmaceutiche, se poi colleghiamo che il 90% delle malattie l'uomo ma anche le donne le bevono, il collegamento è chiaro a tutti.
altro collegamento importante,se gli acquedotti sono mal ridotti è chiaro che il cittadino ricorre alla soluzione più sbagliata, senza saperlo dell'acqua minerale imbottigliata, "attenzione che però è tappata",come qualsiasi medicina,in effetti è considerata "MEDICINA"
Sul territorio Italiano siamo già presenti in alcuni ristoranti di lusso, ma vogliamo invadere anche la normale ristorazione di qualità per farla bere anche alle persone normalmente non di lusso.Beppe Grillo ci ha messo a disposizione questo strumento,per aiutare le nuove tecnologie a mettersi in luce,vi preciso che Beppe da anni utilizza il nostro servizio avendola bevuta in un ristorante,poi l'ha ribevuta in altri ristranti,e ha poi deciso di raccogliere informazioni per non confonderci con i depuratori.(SONO DUE MONDI DIVERSI ) ma la confusione fa comodo.spero di trovare giovani nel vostro meetup,per inserirli nel nostro

paolo gagliano 30.12.07 13:29| 
 |
Rispondi al commento

se Formigoni vuole privatizzare l'acqua e per caso ce la dovesse fare senza nessuna reazione da parte dei lombardi, allora vorrebbe dire che noi lombardi saremmo proprio dei coglioni ( ma non vi siete rotti i coglioni di tutta questa gentaglia?)l'acqua l'ha creata Dio è di tutti e va rispettata perchè è il bene più prezioso che ci sia al mondo, Formigoni No!

Osvaldo Ardenghi 06.12.07 21:12| 
 |
Rispondi al commento

porco Dioooo? vivo a Roma la città eterna che per gran parte credo soddisfi il suo bisogno di acqua tramite un acquedotto costruito da due secoli. Voglio l'acqua minerale direttamente nel rubinetto di CAASAAA MIIIAAA.che si imbottigliassero l'acqua delle dighe al cloro,al fluoro per il bene dei nostri denti? e a chissà cosa.l'acqua è della nostra terra e non può essere svenduta a primo signorotto che la desidera....

gio guglie 24.11.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.acquabenecomune.org/
Sabato tutti a ROMA
Manifestiamo per riappropriarci dell'acqua e protestare contro chi vede un bene comune solo come
una fonte di business.
http://www.acquabenecomune.org/

Matteo B. 22.11.07 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Alcune considerazioni, premesso che per me privatizzare le acque è una bestemmia vorrei aggiungere che allo stato attuale delle cose a gestire le acque in italia sono per lo più società private, quotate in borsa che sono però spesso di genesi pubblica, con frequenti compartecipazioni che le rendono, capaci di produrre costi di gestione simili a quelli del pubblico e prezzi al consumo maggiori del privato perchè da qualche parte devono guadagnare e se non lo puoi fare risparmiando sui costi di gestione lo fai sulla pelle degli utenti. Altra considerazione, molti dei CDA di queste società, nonchè spesso i presidenti e gran parte degli impiegati sono da attribuire a imput venuti direttamente dalla politica spesso locale e quindi queste società, se andiamo a vedere, sono piene di dirigenti "rioccupati" lì perchè magari trombati alle ulime elezioni o provenienti da altri incarichi pubblici nei quali o per assoluta incompetenza o per trombature istituzionali sono stati sostituiti. A parte la prova provata che l'unico riciclaggio legale veramente funzionante in Italia non è quello della spazzatura ma quello degli "apoggiati illustri" un altra pratica che tutto questo consente è la lottizzazione politica sistematica di queste società, nelle quali per essere assunti occorre la tessera. Cosa simile tra l'altro accade anche con la raccolta dei rifiuti e quel che è più grave è che questo sistema con recenti normative, sta per essere rafforzato imponendo alle regioni il raggruppamento di queste situazioni in gestori unici pian piano regionali. Tutto ciò porterà a due cose: 1) non cambiando niente i costi non potranno che aumentare nel tempo e così le bollette, 2) cosa ben più grave,con questo sistema si toglie l'unica cosa che il privato (se veramente privato e non protetto) produce, ossia concorrenza e prezzi più vantaggiosi. Credo proprio che la gestione delle acque pubbliche in Italia sia ad oggi il miglior modo possibile per buttarla in quel posto ai cittadini...

Davide Franceschelli 20.11.07 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Per Simona e per chi crede che l'acqua di rubinetto sia bevibile!

Ciao simona,
riguardo l'acqua contenente ferro, o acqua rossa, tutti i melendugnesi (Lecce) ti possono comprendere, visto che ormani da tre anni e mezzo la ricevono con frequenza irregolare nelle loro case, via rubinetto dell'Acquedotto Pugliese. Quello che posso consigliarti é di non credere a chi dice che quel tipo di acqua é potabile perché la AUSL di Lecce ci ha chiaramente messi in guardia rispetto a quel tipo di liquido che se assunto di continuo può dare problemi gastrointestinali.
Però, chi tace acconsente e se nessuno si lamenta oggi, nessuno interverrà neanche domani e tutto resterà perennemente uguale e liquidamente rosso e i cittadini continueranno a bere acqua al ferro mettendo rischio la propria salute.
Visita www.comitatonoacquarossa.it per avere un'idea più chiara della situazione.
Ciao e in bocca al lupo.
Franco Candido


Franco Candido 19.11.07 00:53

Franco Candido 19.11.07 01:01| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
girovagando su internet mi sono imbattutto sul portale di jacopo fo figlio di dario, dove parla del villaggio alcatraza e da dove si può accedere a diversi link di siti molto interessanti.
Nello specifico parlo della sponsorizzazione sul suo sito di filtri a struttura composita per acqua potabile, costituito da una base di carboni attivi che tramite l'assorbimento eliminano cloro, idrocarburi, tensioattivi, pesticidi e coloranti e da una fine graniglia porosa di rame, che ha effetto batteriostatico (i batteri non si moltiplicano)Trattiene le sostanze in sospensione fino a 0,5 micron e in base alle prove sperimentali eseguite ha dimostrato una totale efficacia depurativa per il cloro attivo e nei confronti di prodotti chimici quali fenoli, clorofenoli, ammine, che possono essere presenti, a bassissime concentrazioni, in acque potabili distribuite dalle reti urbane.
Non altera il contenuto salino dell'acqua e resiste molto bene all'azione del calcare.

Ora volevo chiederti se questo sistema, che naturalmente ha un costo, sia un sistema valido e lo chiedo a te che so che puoi reperire pareri sicuramente tecnici ed autorevoli relativamente all'efficacia di questo sistema

Infine ti chiedo se non sarebbe il caso di pubblicizzare sul tuo blog questo sito dove vi sono diversi link di sicura utilità.

Spero tu possa darmi risposte.
Ciao, grazie

paolo germani 12.11.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

PARLARE DELL'INFORMAZIONE NEGATA
DAI MEZZI DI PROPAGANDA


L'Italia è soffocata da una oligarchia
di stampo "fascista". Occorre proseguire
sulla strada della libera informazione:
ovverosia è indispensabile parlare DELL'
INFORMAZIONE NEGATA e far conoscere
le falsità e le farse dei MEZZI DI PROPAGANDA.
Innanzitutto l'informazione non deve essere
più "amministrata" dai politici e dai "mafiosi".

Severino Verardi 11.11.07 15:31| 
 |
Rispondi al commento

SE IO FOSSI MINISTRO (CANZONE)
di Severino Verardi

SE IO FOSSI MINISTRO
SAI COSA FAREI
FAREI UNA LEGGE
DOVE NON CI SON REI!

. . . NON CI SON RE
NE' SANTI IN PARADISO
NE' DIAVOLI SENZA SORRISO

SE IO FOSSI MINISTRO
SAI COSA FAREI
FAREI UNA LEGGE
DOVE NON CI SON REI!

Severino Verardi 10.11.07 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
non so se ho ricevuto dei voti e nemmeno mi
interessa. Ho comunque notato che i commenti
più votati sono solitamente i peggiori: dato
che ho l'impressione che IL VOTO dei votanti
(nella maggioranza dei casi) non brilli di
molta razionalità . . .

Severino Verardi 08.11.07 15:42| 
 |
Rispondi al commento

CentRocelle Critical Mass - Roma
Arriva la Critical Mass a Centocelle: quartieri di Roma est! scendete in piazza con la bicicletta!!!

http://cmroma.tmcrew.org/?p=21

Paolo Ricci 04.11.07 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

penso che l'acqua debba essere un bene di tutti,e sono nettamente contrario alla privatizazione....le società sono degli sciacalli se non c'è un'organo che li controlla ci succhiano i soldi e anche il sangue....

domenico r. Commentatore certificato 26.10.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono anni che cerco di far capire che l'acqua e' un bene per tutti e difatti mi sono messo nella depurazione.Come combattere i mulini a vento?Io depuro le piscine togliendo il 95% di prodotti chimici,usando solo ozono che e' trasformato dall'ossigeno che e' in aria niente manutenzione e nessuna problematica e con lo stesso meccAnismo riesco a depurare tutti le acque di lavorazione e di scarto compresi i reflui.Pero' nel mercato ci sono importanti aziende che fabbricano depuratori che non funzionano e continuano a lavorare perche' sono appoggiati o dalla politica o da amici,noi che fabbrichiamo e siamo artigiani non riusciamo,senza compromessi,a farci conoscere pero' visto che Voi ci tenete io sono disposto con i miei collaboratori non a scopo di lucro di offrire consulenze gratuite per non farsi "fregare"da nessuno nell'ambito della depurazione.

Certo di una Vs

cordialissimi saluti

Maurizio Barbolla


ciao ciao, son qui che sto cercando informazioni sul "filtro di terracotta" per purificare l'acqua del rubinetto di casa...ho sentito che ne parlavi nel dvd del tuo spettacolo di roma, ma l'hai detto così veloce che non ho capito na mazza!?...cosa darei per non dover esser schiava della bottiglia plasticata sulla tavola!!!!...se qualcuno può dirmi qualcosa di piu...magari!...
grazie e baci

francesca cavani 24.10.07 01:53| 
 |
Rispondi al commento

<ciao Beppe e company, io sono siciliano e opero nel campo del trattamento delle acque,da diversi anni.In un isola morsa dalla sete e dall'impossibilita' di poter in parte del territorio garantire il servizio idrico comunale,il bisness delle acque imbottigliate e' in forte aumento e se affianchiamo il costo dell'acqua di rubinetto molto alto dovuto alla sua carenza,capirai bene la nostra guerra sul territorio per operare nel dare una scelta di liberta commerciale e di riappropriamento delle risorse ambientali,oggi la tecnologia applicata da me trattata permette la piena resa oligominerale di qualsiasi acqua presente in natura,dal'acqua del mare ad acque non potabili,permettendo il riutilizzo anche delle acque di scarto in casi estremi,con l'unico risultato di liberarci dalla schiavitu' commerciale, aumentando anche la qualita' a costi nettamente inferiori.
Per fare un esempio,considerando il costo medio di una confezione al dettaglio si aggira intorno alle 2,00 euro,quella comunale quasi un euro al metrocubo,l'acqua trattata e resa oligominale grazie a impianti di depurazione puo' arrivare a costare meno di 0,0002 centesimi a litro.
Isole come le eolie potrebbero essere rifornite delll'acqua per tutta la cittadinanza depurando l'acqua del mare installando un semplice dissalatore a costi pari a zero,invece le casse comunali da anni spendono enormi somme per trasportare l'acqua,comprandola anche da altri comuni con navicisterne non garantendo piu' una qualita'effettiva per la iperclorazione.
Purtroppo la nostra guerra ideologica si scontra a livello nazionale con le grandi aziende produttive di imbottigliamento che detengono un patrimonio di clienti pari ai due terzi della cittadinaza italiana,una montagna di soldi che alla fine azzera qualsiasi nostro tentativo di divulgazione informativa sui nostri prodotti,da anni cercando di boicottare il nostro operato,vorrei focalizzassi anche tu questo tema per poter intraprendere una strada insieme verso la liberta' idrica

nicola sidoti 20.10.07 04:06| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua è vita, ma se é rossa la vita la distrugge! Basta acqua rossa a Melendugno!
Meglio l'acqua di rubinetto o quella imbottigliata? I Melendugnesi preferirebbero quella di rubinetto, se fosse bevibile!
A Melendugno (Lecce) la salute è in pericolo. La popolazione è disperata! L’acqua potabile fuoriesce spesso rossa dal rubinetto domestico! L'Acquedotto Pugliese (AQP srl) distribuisce spesso questo tipo di liquido "potabile" nell’acquedotto cittadino (in gran parte in cemento-amianto). Basta aprire il sito: www.comitatonoacquarossa.it per rendersene conto.
Dopo le denunce ai carabinieri, dopo le contestazioni delle fatture, dopo le due petizioni all'Unione Europea, non sa più a chi rivolgersi. L'AQP continua a fare orecchio da mercante e ad incassare milioni di euro per acqua che nessuno consuma e che rischia di compromettere la salute dei cittadini.
Tranne qualche giornale locale come il Nuovo quotidiano di Puglia, La gazzetta del Mezzogiorno, Il Gallo e Lecceprima (online), Gli organi di stampa e la TV, timorosi, non osano sfidare il potente Acquedotto Pugliese.
I melendugnesi si sono rivolti ad internet ed hanno creato un sito (www.comitatonoacquarossa.it) perché sperano che diffondendo al massimo le immagini dell'acqua rossa possano indurre i dirigenti AQP e i politici pugliesi a vergognarsi e ad intervenire.
Sosteneteci e diffondete i video e le foto che troverete sul nostro sito.
Qui alleghiamo un piccolo esempio. Diffondete i video dell'acqua rossa! Aiutateci ad ottenere acqua salubre e pulita a Melendugno (Le).
Grazie
Franco Candido
coordinatore del Comitato no-acquarossa di Melendugno (Lecce – Italy)
postmaster@comitatonoacquarossa.it
www.comitatonoacquarossa.it


Acqua rossa nella Fontana di Trevi? Per i melendugnesi non è una novità! Dai rubinetti delle loro case l’acqua scorre “legalmente” rossa tre giorni su quattro. A Melendugno (Le), l’Acquedotto Pugliese mette in pericolo la salute dei cittadini nell’indifferenza generale. Né Vendola, né altri politici regionali, di qualsiasi colore politico, si interessano al problema. Mentre l’AQP incassa milioni di euro per fatture di acqua “potabile” rossa che nessuno consuma, i cittadini vedono compromessa ogni giorno che passa la loro salute. Basta cliccare sul sito: www.comitatonoacquarossa.it per rendersene conto. E voi siete contrari all'acqua in bottiglia? E con cosa si disseterebbero i melendugnesi se non esistesse?
Franco Candido - Comitato No-acquarossa di Melendugno (Le)

Franco Candido 19.10.07 21:50| 
 |
Rispondi al commento

La qualita' dell'acqua potabile in Italia a livello di singolo comune su

www.cheacquabeviamo.it


P.S. Ora i dati sono disponibili tutte le regioni tranne Sardegna e Sicilia, arrivo previsto nei prossimi giorni.

ales g 12.10.07 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
sono un giovane 30enne Calabrese residente nella Prov. di Reggio C. sono da 4 anni alle dipendenze della So.Ri.Cal. S.p.A. società che gestisce tutto il comparto idrico Calabrese.
Vorrei dire che è vero che c'è poca informazione riguardo la sensibilizazzione di tutti gli Italiani ad usare l'acqua del rubbinetto (potabile),perchè se non è potabile le Regioni, le A.S.L. e tutte le società che devono gestire i comparti Idrici avvelenano MILIONI DI ITALIANI, quindi perseguibili PENALMENTE. Tutti gli Italiani devono sapere che per legge tutta l'acqua che arriva nelle loro o nostre case deve essere necessariamente potabile altrimenti non può essere erogata. Cari amici informatevi dalgli Enti interessati se nella vostra zona l'acqua e potabbile, altrimenti ribbellatevi alla Prefettura più vicina. L'acqua è un bene di tutti, e tutti dobbiamo poterne usufruire senza pagare prezzi esorbitanti, ed avere un servizio efficente.
P.S. comperate meno acqua imbottigliata possibile, perchè così collaboriamo tutti al non arricchimento delle Multinazionali che speculano con un bene di tutti.

Giovanni oliveri 12.10.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggi il mio sito web
www.orazio-consiglio.blogspot.it
cordiali saluti
Orazio Consiglio

Orazio Consiglio 11.10.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento

x Stefano (tesi all'Habana),

Se ti interessa sono ben disposto rendere pubblico (gratuitamente) il tuo materiale attraverso il mio sito:

www.waterwedrink.com

ales g 07.10.07 11:40| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua potabile in Italia

www.cheacquabeviamo.it

new entry: Trentino Alto Adige (ottimo lavoro della provincia di BZ), Liguria, Valle d'Aosta (guardate il commento).

ales g 07.10.07 11:25| 
 |
Rispondi al commento

L'origine della logica dei doni di Dio stanno nel come vengono utilizzati, se fosse privatizzata x far arrivare quell'acqua a chi non c'e l'ha avrebbe senso anche questa globalizzazione , ma se la globalizzazione è un sistema x appropriarsi dei migliori beni altrui, per goderne e lasciare a quelli lo scarto o nulla x l'appunto, allora che senso religioso ha anche il dono dell'acqua. Cosi' come i semi sono un dono del Dio assieme al frutto cioè le due cose hanno senso unite, nel momento in cui il seme delle piante sarà di diritto di pochi torneremo allo stesso discorso. Chi si frappone tra l'uomo ed il Dio se non un'entità nemica all'uomo?!...purchè creata dalla stesso Dio...?! E' cosi' quell'entità che è la vera nemica dell'uomo che poi lo spinge all'avarizia alla paura della povertà , alla meschinità ecc.

simon d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.10.07 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti sono Daniele 27 anni, padre di 2 figli,sognatore idealista e semi-disoccupato con tante preoccupazioni.
Da qualche tempo ho fondato un circolo Legambiente a Sora e insieme a qualche amico abbiao deciso di darci da fare per provare a migliorare , nel nostro piccolo , quello che non va nella nostra città.
Vengo al dunque, da oramai molti mesi, dalle ore 13:00 alle 19:00 l'acqua non viene più erogata.
I tubinetti sono a secco e solo chi ha l'autoclave riesce a sopportare questo disagio.
Abbiamo decio di informarci e siamo riusciti a reperire il "Disciplinare tecnico" della Società che gestisce il servizio idrico(A.C.E.A. ATO 5).
--------------------------------------------------
AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N.5
LAZIO MERIDIONALE FROSINONE
DISCIPLINARE TECNICO
Allegato alla Convenzione-Tipo con il Gestore
Legge N°36/94 e L.R. N°6/96
--------------------------------------------------

Chiedo quindi di aiutarmi per capire se è attualmente in vigore e se è vero che le lamentele effettuate dai clienti, se registrate, comportino una diminuzione della bolletta.
Vi prego di rispondere presto grazie.

Daniele Conflitti 05.10.07 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Salve vi scrivo per comunicare e cercare di stabilire una forma di collaborazione al progetto di Tesi, che il 20 ottobre andrò a sviluppare presso il Politecnico dell'Habana (I.S.P.J.A.E.) per una durata complessiva di 3 mesi circa, vi allego le linee guida del progetto, e visto che si tratta di trovare soluzioni al problema dell'accesso all'acqua da parte di tutte le persone , e dello studio dell'applicazione di sistemi tecnologici basati sull'applicazione di materiali naturali, e sul risparmio energetico, vi chiedo la vostra disponibiltà a sostenere e condividere in qualunque forma , questa esperienza. Brevemente io studente laureando della acoltà di Architettura di Firenze, e a giugno terminati gli esami ho proposto questo tema alla facoltà dell'habana , e al mio relatore il prof. Luigi MArino del dipartimento di restauro.
Si è intrapreso un cammino attraverso il quale si è giunti al tema specifico (che visti anche i problemi di accesso all'acqua potabile della città dell'Habana), lo studio di un sistema di captazione e gestione dell'acqua piovana e la sua riabilitazione adattata alle necessità attuali.

Se siete interessati , possiamo intraprendere anche allo scopo di partecipare a dei concorsi o di condividere tali esperienze o innoltrate questa mail a chi potesse essere interessato. Grazie per l'attenzione e Ciao

. Stefano

Stefano Santini 04.10.07 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho letto l'acqua di Dio, ma forse Dio si e dimenticato della mia zona di residenza precisamente Panzano in Chianti dove dal 28 settembre siamo senza acqua nelle case....tiriamo lo sciaccuone una volta al giorno,se ci va bene,la societa dellacqua Publiacqua ha dato un volantino dove dice che verra errogata l'acqua dalle ore 09 alle 14,nella mia zona mentre nell'altra zona dalle 14 alle 09 del giorno dopo...vi sembra giusto che noi abbiamo 5 ore d'acqua mentre gli altri hanno 19 ore?premetto che sono adesso le ore 12.30 ma l'acqua come promesso ancora non e arrivata..la cosa assurda e che non abbiamo acqua per buttare nei cessi e se andiamo a riempire le taniche nella fontana della piazza di Greve in chianti la polizia municipale ci minaccia di farci la multa perche ce una emenda per chi prende acqua dalle fontane in quantita superiori a un bicchiere..sono 5 giorni che non facciamo la lavatrice perche tra l'altro l'acqua quando arriva e a filo e non ce potenza ne per farsi il bagno ne per fare la lavatrice ne lavastoviglie...a lavare un piatto a mano si spreca piu acqua sicuramente....la risposta del comune allae nostre lamentele e stata che finche non piove l'acqua non ci sarà...chiedo allora se qualcuno di voi conosce la danza della pioggia...anzi faro un appello ai pellerossa che ci inviino il loro Dio per un pò

mariapiera pistrelli 02.10.07 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'acqua purtoppo come tutti noi sappiamo non è eterna(ce ne sono circa 14 km3 di litri d'acqua). E la cosa migliore da fare a mio parere per evitare sprechi ecc. è farla ritornare nelle mani dello Stato piuttosto che lasciarla nelle mani di criminali che alzano le bollette ecc. e comunque dev'essere chiara una cosa: l'ACQUA E' UN BENE PUBBLICO!
comunque W L'AMBIENTE!!!!!!!!!!

Alessandro Bernardi 01.10.07 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Guerra dell'Acqua .
29 settembre 2007
Novità sul caso Acqua Rocchetta Rio Fergia a Gualdo Tadino, Nocera Umbra, Umbria.
Udite Udite Amici
E’ emersa una possibilità di mediazione per far cessare lo scontro sulla questione Rocchetta spa Rio Fergia . Ci sarebbe un proprietario di una sorgente e di un terreno il cui sfruttamento non influirebbe sul Rio Fergia. Questa sorgente è vicina alla fabbrica. Ma qualcuno vuole lo scontro ad ogni costo. Il proprietario ha promesso un contributo economico politico in forma del tutto legale s’intenda se riuscirà ad ottenere lo sfruttamento della sorgente e la vendita dell’acqua alla Multinazionale Rocchetta. Ma la cosa importantissima è che l’utilizzo di quest’acqua non provocherà i danni degli altri pozzi perchè si trova su di un’altro bacino idrogeologico.
Ci aspettiamo un’aiuto. I documenti contenenti i dati sono presso la Regione Umbria Ufficio Ass. L.Bottini Ing. A. Viterbo.
Grazie a tutti per l’aiuto che sicuramente darete.


Angelo Gaudenzi 29.09.07 19:11| 
 |
Rispondi al commento

ciao matteo frattone a dire il vro è la prima volto che scrivo in un blog non so se poso risponderti direttamente quindi ti risp da qui..se vuoi sapere di più sulla combustione dell'acqua salata puoi andare su google e digitare -John Kanzius: acqua salata brucia! -
ti appariranno vari siti e anche i video degli esperimenti...ciao

pasquale c. Commentatore certificato 28.09.07 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe o chi mi risponderà per lui...Non sò se tale notizia ti è già giunta ma navigando in rete è già da un pò di tempo mi è capitato di vedere dei video su di uno strano liquido trasparente che prendeva fuoco...incuriosito dalla cosa ho cominciato a fare delle ricerche ed ho scoperto che il liquido contenuto in provetta non è altro che "ACQUA SALATA" .La spettacolare invenzione è stata scoperta da un inventore in pensione della Pennsylvania, John Kanzius. Questa persona è riuscita a dar fuoco all'acqua tramite un apparecchio di radioterapia che lui utilizzava per effettuare ricerche contro il cancro.In un esperimento, l'inventore, con il calore prodotto dalla fiamma è anche riuscito ad avviara un motore ed ha accertato che l'energia prodotta per incendiare l'acqua è "NOTEVOLMENTE" inferiore di quella generata dalla fiamma(per chi ne capisce:gli esperimenti dimostrano un’efficienza del processo di questa specie di elettrolisi maggiore di 1).
Questa fantastica scoperta è stata fatta il mese di luglio ,l'invenzione è stata anche brevettata e per quello che ho letto da internet John Kanzius era anche intenzionato a venderla al migliore offerente per continuare le proprie ricerche sul cancro....
Ma come mai di tale meravigliosa ricerca e del geniaccio di questo inventore non se ne sente più parlare??? vuoi vedere che questo fantastico brevetto forse forse è stato acquistato da qualche compagnia petrolifera o casa automobilistica per qualche milioncino di euro e adesso si trova a prendere polvere dentro ad un cassetto di tali compagnie???
Comunque visto la situazione ambientale in cui ci troviamo e ad i prezzi a cui siamo arrivati di questo "MALEDETTO" petrolio credo che sia proprio il caso che di questa notizia e magari di altre invenzioni del genere se ne parli che la gente saappia e che tutto ciò non finisca nel dimenticatoio arricchendo chi è già ricco.

pasquale c. Commentatore certificato 28.09.07 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe o chi mi risponderà per lui...Non sò se tale notizia ti è già giunta ma navigando in rete è già da un pò di tempo mi è capitato di vedere dei video su di uno strano liquido trasparente che prendeva fuoco...incuriosito dalla cosa ho cominciato a fare delle ricerche ed ho scoperto che il liquido contenuto in provetta non è altro che "ACQUA SALATA" .La spettacolare invenzione è stata scoperta da un inventore in pensione della Pennsylvania, John Kanzius. Questa persona è riuscita a dar fuoco all'acqua tramite un apparecchio di radioterapia che lui utilizzava per effettuare ricerche contro il cancro.In un esperimento, l'inventore, con il calore prodotto dalla fiamma è anche riuscito ad avviara un motore ed ha accertato che l'energia prodotta per incendiare l'acqua è "NOTEVOLMENTE" inferiore di quella generata dalla fiamma(per chi ne capisce:gli esperimenti dimostrano un’efficienza del processo di questa specie di elettrolisi maggiore di 1).
Questa fantastica scoperta è stata fatta il mese di luglio ,l'invenzione è stata anche brevettata e per quello che ho letto da internet John Kanzius era anche intenzionato a venderla al migliore offerente per continuare le proprie ricerche sul cancro....
Ma come mai di tale meravigliosa ricerca e del geniaccio di questo inventore non se ne sente più parlare??? vuoi vedere che questo fantastico brevetto forse forse è stato acquistato da qualche compagnia petrolifera o casa automobilistica per qualche milioncino di euro e adesso si trova a prendere polvere dentro ad un cassetto di tali compagnie???
Comunque visto la situazione ambientale in cui ci troviamo e ad i prezzi a cui siamo arrivati di questo "MALEDETTO" petrolio credo che sia proprio il caso che di questa notizia e magari di altre invenzioni del genere se ne parli che la gente saappia e che tutto ciò non finisca nel dimenticatoio arricchendo chi è già ricco.
Spero di ritornare presto su questo argomento e che magari con il tuo aiuto si riesca a muovere di più

pasquale c. Commentatore certificato 28.09.07 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe o chi mi risponderà per lui...Non sò se tale notizia ti è già giunta ma navigando in rete è già da un pò di tempo mi è capitato di vedere dei video su di uno strano liquido trasparente che prendeva fuoco...incuriosito dalla cosa ho cominciato a fare delle ricerche ed ho scoperto che il liquido contenuto in provetta non è altro che "ACQUA SALATA" .La spettacolare invenzione è stata scoperta da un inventore in pensione della Pennsylvania, John Kanzius. Questa persona è riuscita a dar fuoco all'acqua tramite un apparecchio di radioterapia che lui utilizzava per effettuare ricerche contro il cancro.In un esperimento, l'inventore, con il calore prodotto dalla fiamma è anche riuscito ad avviara un motore ed ha accertato che l'energia prodotta per incendiare l'acqua è "NOTEVOLMENTE" inferiore di quella generata dalla fiamma(per chi ne capisce:gli esperimenti dimostrano un’efficienza del processo di questa specie di elettrolisi maggiore di 1).
Questa fantastica scoperta è stata fatta il mese di luglio ,l'invenzione è stata anche brevettata e per quello che ho letto da internet John Kanzius era anche intenzionato a venderla al migliore offerente per continuare le proprie ricerche sul cancro....
Ma come mai di tale meravigliosa ricerca e del geniaccio di questo inventore non se ne sente più parlare??? vuoi vedere che questo fantastico brevetto forse forse è stato acquistato da qualche compagnia petrolifera o casa automobilistica per qualche milioncino di euro e adesso si trova a prendere polvere dentro ad un cassetto di tali compagnie???
Comunque visto la situazione ambientale in cui ci troviamo e ad i prezzi a cui siamo arrivati di questo "MALEDETTO" petrolio credo che sia proprio il caso che di questa notizia e magari di altre invenzioni del genere se ne parli che la gente saappia e che tutto ciò non finisca nel dimenticatoio arricchendo chi è già ricco.

pasquale c. Commentatore certificato 28.09.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe o chi mi risponderà per lui...Non sò se tale notizia ti è già giunta ma navigando in rete è già da un pò di tempo mi è capitato di vedere dei video su di uno strano liquido trasparente che prendeva fuoco...incuriosito dalla cosa ho cominciato a fare delle ricerche ed ho scoperto che il liquido contenuto in provetta non è altro che "ACQUA SALATA" .La spettacolare invenzione è stata scoperta da un inventore in pensione della Pennsylvania, John Kanzius. Questa persona è riuscita a dar fuoco all'acqua tramite un apparecchio di radioterapia che lui utilizzava per effettuare ricerche contro il cancro.In un esperimento, l'inventore, con il calore prodotto dalla fiamma è anche riuscito ad avviara un motore ed ha accertato che l'energia prodotta per incendiare l'acqua è "NOTEVOLMENTE" inferiore di quella generata dalla fiamma(per chi ne capisce:gli esperimenti dimostrano un’efficienza del processo di questa specie di elettrolisi maggiore di 1).
Questa fantastica scoperta è stata fatta il mese di luglio ,l'invenzione è stata anche brevettata e per quello che ho letto da internet John Kanzius era anche intenzionato a venderla al migliore offerente per continuare le proprie ricerche sul cancro....
Ma come mai di tale meravigliosa ricerca e del geniaccio di questo inventore non se ne sente più parlare??? vuoi vedere che questo fantastico brevetto forse forse è stato acquistato da qualche compagnia petrolifera o casa automobilistica per qualche milioncino di euro e adesso si trova a prendere polvere dentro ad un cassetto di tali compagnie???
Comunque visto la situazione ambientale in cui ci troviamo e ad i prezzi a cui siamo arrivati di questo "MALEDETTO" petrolio credo che sia proprio il caso che di questa notizia e magari di altre invenzioni del genere se ne parli che la gente saappia e che tutto ciò non finisca nel dimenticatoio arricchendo chi è già ricco.
Spero di ritornare presto su questo argomento e che magari con il tuo aiuto si riesca a muovere di più

pasquale c. Commentatore certificato 28.09.07 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao beppe o chi mi risponderà per lui...Non sò se tale notizia ti è già giunta ma navigando in rete è già da un pò di tempo mi è capitato di vedere dei video su di uno strano liquido trasparente che prendeva fuoco...incuriosito dalla cosa ho cominciato a fare delle ricerche ed ho scoperto che il liquido contenuto in provetta non è altro che "ACQUA SALATA" .La spettacolare invenzione è stata scoperta da un inventore in pensione della Pennsylvania, John Kanzius. Questa persona è riuscita a dar fuoco all'acqua tramite un apparecchio di radioterapia che lui utilizzava per effettuare ricerche contro il cancro.In un esperimento, l'inventore, con il calore prodotto dalla fiamma è anche riuscito ad avviara un motore ed ha accertato che l'energia prodotta per incendiare l'acqua è "NOTEVOLMENTE" inferiore di quella generata dalla fiamma(per chi ne capisce:gli esperimenti dimostrano un’efficienza del processo di questa specie di elettrolisi maggiore di 1).
Questa fantastica scoperta è stata fatta il mese di luglio ,l'invenzione è stata anche brevettata e per quello che ho letto da internet John Kanzius era anche intenzionato a venderla al migliore offerente per continuare le proprie ricerche sul cancro....
Ma come mai di tale meravigliosa ricerca e del geniaccio di questo inventore non se ne sente più parlare??? vuoi vedere che questo fantastico brevetto forse forse è stato acquistato da qualche compagnia petrolifera o casa automobilistica per qualche milioncino di euro e adesso si trova a prendere polvere dentro ad un cassetto di tali compagnie???
Comunque visto la situazione ambientale in cui ci troviamo e ad i prezzi a cui siamo arrivati di questo "MALEDETTO" petrolio credo che sia proprio il caso che di questa notizia e magari di altre invenzioni del genere se ne parli che la gente saappia e che tutto ciò non finisca nel dimenticatoio arricchendo chi è già ricco.
Spero di ritornare presto su questo argomento e che magari con il tuo aiuto si riesca a muovere di più

pasquale c. Commentatore certificato 28.09.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Perchè stare attenti a chiudere l'acqua del rubinetto quando ci si lava i denti per poi vedere scavati pozzi per irrigare le rotatorie ormai sparse ovunque sul territorio, pezzi di terra sottratti all'agricoltura che deve produrre sempre di più in sempre meno spazio, è assurdo.
Possono provare ad abbellirle quanto vogliono ma non faranno mai la cosa più logica e utile, se è vero che sono così indispensabili perchè non piantarci degli alberi?necessitano di acqua il primo anno poi ce la fanno da soli.....
ma io sono ignorante e non posso capire....no.
Ma non posso neanche accettare, tollerare

Laura S. Commentatore certificato 27.09.07 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Perchè stare attenti a chiudere l'acqua del rubinetto quando ci si lava i denti per poi vedere scavati pozzi per irrigare le rotatorie ormai sparse ovunque sul territorio, pezzi di terra sottratti all'agricoltura che deve produrre sempre di più in sempre meno spazio, è assurdo.
Possono provare ad abbellirle quanto vogliono ma non faranno mai la cosa più logica e utile, se è vero che sono così indispensabili perchè non piantarci degli alberi?necessitano di acqua il primo anno poi ce la fanno da soli.....
ma io sono ignorante e non posso capire....no.
Ma non posso neanche accettare, tollerare

Laura S. Commentatore certificato 27.09.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro da anni nel setore dell'acqua e nella mia esperienza ho sentito di tutto. Prima di definire "non potable" l'acqua in bottiglia bisognerebbe sapere che è sottoposta a controlli più frequenti di molte acque che escono dai nostri rubinetti (sopratutto se di piccoli comuni). Quello dell'acqua in bottigla è un mercato improprio, con prezzi troppo alti, ma cosa dovrebbe fare chi si ritrova un'acqua imbevibile uscirgli dal rubinatto di casa? Ad esempio quella fornita dal mio acquedotto ha valori di ferro molto superiori ai limiti consentiti, che le conferiscono un gusto sgradevole e insopportabile, e nonostante le lamentele, continua a rimanere tale. Ci lamentiamo tra l'altro di pagare bollette troppo care, senza tener conto che la fornitura in un'abitazione di acqua potabile comprende la manutenzione delle condotte, la potabilizzazione, con relartivi controlli, la fognatura e la depurazione. Di tutte le tasse e le forniture, tra elettrcità e gas, per cui paghiamo le bollette più care d'europa,quella dell'acqua è al contrario la meno care, perchè in talia manca una cultura sull'acqua! Pretendiamo che sia un bene dovuto ma non sappiamo rispettarla! Nell'impianto di depurazione dove lavoro vedo arrivare di tutto, è una lotta continua con l'ignoranza della gente, che prende per una pattumiera lo scarico fognario! Purtroppo questo è un argomento troppo vasto, e mi fa perdere il filo del discorso che avevo cominciato.
Bere o non bere acqua in bottiglia è soggettivo di ogni persona, come si sceglie un vino o una bibita in base al gusto è giusto poter scegliere anche l'acqua in base al gusto e piacere di ogni persona, ciò che bisogna pretendere è che ci venga fornita un'acqua potabile che sia bevibile!

Simona Calvano 27.09.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basterebbe dire, dopo ogni pubblicità sul'acqua minerale imbottigliata, che non è "potabile".
L'acqua potabile è quella che esce dal rubimetto di casa...

Stefano De Santis

Stefano D. Commentatore certificato 26.09.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi riprendiamoci l'acqua del rubinetto
ora è possibile berla anche frizzante....
Finalmente è arrivato anche in Italia un "gasatore"
un eletrodomestico di piccole dimensioni per avere l'acqua frizzante a casa risparmiando e riducendo l'inquinamento dovuto al trasporto si chiama wassermaxx (sul loro sito potrete trovare ulteriori info). Ho avuto occasione di lavorare per loro e vi assicuro che funziona bene.

Ciauz!

Tadzio Malvezzi 26.09.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi riprendiamoci l'acqua del rubinetto
ora è possibile berla anche frizzante....
Finalmente è arrivato anche in Italia un "gasatore"
un eletrodomestico di piccole dimensioni per avere l'acqua frizzante a casa risparmiando e riducendo l'inquinamento dovuto al trasporto si chiama wassermaxx (sul loro sito potrete trovare ulteriori info). Ho avuto occasione di lavorare per loro e vi assicuro che funziona bene.

Ciauz!

Tadzio Malvezzi 26.09.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Credo che ci si dovrebbe muovere un po' di più in materia di Servizio Idrico Integrato.

A più di dieci anni di distanza dalla emanazione della legge di riforma "Galli" (nome del deputato che la ha ideata, e che ora sembra la abbia apertamente "disconosciuta")siamo veramente messi male.

Tutte le aziende idriche, quotate in borsa e non, finiranno a breve come Telecom (ma noi ce ne accorgeremo come al solito a cose fatte), visto il loro livello di indebitamento, l'assenza assoluta di investimenti effettuati, l'assurdo incremento delle tariffe (A FRONTE DI CHE COSA?)e gli elevatissimi ed ingiustificati stipendi dei loro manager (stock options comprese, che anche loro hanno, lòo sapevate?).

Dobbiamo subito agire in maniera decisa per riportare queste aziende nell'alveo sano della gestione e del finanziamento pubblico degli investimenti (vista la natura del bene, che costituisce un monopolio naturale obbligato...; altrimenti si potrebbero privatizzare anche le forze armate), cercando soprattutto di non sprecare le occasioni d'oro che a volte ci capitano (vedi Acquedotto Pugliese....), e che non siamo capaci di gestire, perchè poi un conto è dire, un conto è fare....

Credo che per fare quanto necessario secondo l'arte del possibile (l'ottimo è nemico del bene diceva qualcuno), occorra innanzitutto favorire in ogni parte del paese l'aggregazione di aziende idriche pubbliche mediante l'affidamento "in house" (in gergo significa in pratica che si ripropone il vecchio e collaudato modello para-municipalizzato), dimostrando con dirigenti bravi ed onesti che i pubblici sono più efficienti del privato quotato in borsa.

C'è ancora spazio per questo tipo di azione; nel nord, soprattutto, ci sono moltissime aree in cui il "quotato in borsa" non ha ancora attecchito e proliferato (parecchio Piemonte, tanta Lombardia, quasi tutto il Veneto e tutto il Friuli).

Se c'è bisogno di una mano, io sono pronto.

Marco Ranieri 24.09.07 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Bebbe, venerdì u.s. ha pubblicato sul tuo blog "acqua di dio" una mia relazione politico sociale dal titolo "Beppe Grillo salvaci dalla sete di Gela e dalle ruberie". ti sarei infinitamente grato se potessi interloquire con te visto l'urgenza del problema acqua che ho sollevato. cordialità Orazio Consiglio

orazio consiglio 24.09.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Un' altro torrente è stato prosciugato per la TAV.
Le gallerie in costruzione per la Tav hanno prosciugato il torrente Carza in provincia di Firenze. E' l'ennesimo scempio che questa opera inutile provoca ai danni delle falde acquifere ed ai corsi d' acqua che si trovano sopra di esso sotto la totale indifferenza del governo e dei media, a parte qualche giornale e tg locale. Non riesco a descrivere la gravità della situazione quando dico che un torrente è sparito nel nulla e tutto ciò che comporterà, i pesci e tutti gli animali acquatici spariranno, gli animali si sposteranno per trovare altre fonti d'acqua, la flora e tutto il paesaggio circostante cambieranno.
Ragazzi svegliamo le coscienze

Andrea 24.09.07 13:21| 
 |
Rispondi al commento

La vera sete caro Beppe la trovi nella città di Gela dove l'acqua è riservata a pochi eletti.

Dott. Marco Fasulo 24.09.07 12:51| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe avrei l'urgenza di interloquire con te per la vicenda dell'acqua di Gela. venerdì u.s. ho pubblicato sul tuo sito "l'acqua di dio" una mia relazione politico-sociale cocludendo con un appello fatto alla tua persona. sarei grato se mi contatassi. cordialità Orazio Consiglio

orazio consiglio 24.09.07 12:48| 
 |
Rispondi al commento

I dati sull'acqua potabile che beviamo:

www.cheacquabeviamo.it

New entry: Emilia-Romagna, Basilicata

ales g 22.09.07 16:53| 
 |
Rispondi al commento

I dati sull'acqua potabile che beviamo:

www.cheacquabeviamo.it

New entry: Emilia-Romagna, Basilicata

ales g 22.09.07 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente ora che si avvicina l'inverno l'emergenza siccità se la sono scordata tutti...
io vivo in un piccolo paese in provincia di ravenna e ques'estate è stata chiusa l'ultima fontana del paese (ovviamente quella i centro), ma ne è stata lasciata aperta una fuori dal centro abitato (così bisogna andare in macchina)e che per mancanza di spazio (non c'è posto per parcheggiare)nessuno usa più!!!!!!!!!
Questo è uno spreco!!!!!!!!!!!
Complimentoni a chi ha avuto la brlante idea!!!!!!

nicoletta piazza 22.09.07 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Gela lì, 21 settembre 2007

Caro Beppe,

mi chiamo Orazio Consiglio, sono di Gela e quasi tuo coetaneo.

Tante esperienze ho vissuto nella vita, compresa quella di fare il politico a Gela, città assai difficile per chi, come me, della politica ne ha fatto una missione, un atto di amore verso i più deboli, intestandomi tante battaglie sociali solamente nell’interesse delle classi meno abbienti, per avere dato voce a chi non ha mai avuto la possibilità di esprimerla nei luoghi deputati, nelle platee o nei pubblici comizi per rivendicare i diritti negati e dare loro la dignità di esseri umani
Proprio per questo, nella mia ultima esperienza amministrativa presso il Comune di Gela di alcuni anni fa, nella qualità di assessore, alla guida del sindaco Crocetta, tuttora in carica, conosciuto quale sindaco dell’Antimafia e per la legalità, fui messo alla porta dallo stesso, per avere denunciato alla magistratura di Gela alcuni compagni del mio ex partito per malversazione e malcostume politico. Alla faccia della trasparenza e della legalità.
Purtroppo la politica mi pervade e mi coinvolge e non posso fare a meno di essa per difendere i tanti cittadini che supinamente subiscono angherie di ogni sorta da parte di privati o di pubblici amministratori ed allora, oggi, forse è arrivato il tempo di rimboccarsi le maniche e lavorare per il bene della mia comunità formata di circa 80 mila persone. Grazie anche alla tua spinta che ho il piacere di leggerti in rete.
È da qualche anno che ti seguo attraverso il tuo blog e sono pienamente convinto che sei riuscito a scuotere le coscienze di centinaia di migliaia di cittadini mettendo a nudo tutta la malapolitica sviluppatasi nel corso degli ultimi quindici anni, sia essa di destra che di sinistra.
Soprattutto da quando è sceso nell’agone politico, per eludere le patrie galere, lo psiconano, piduista (tessera 1816), discepolo del “venerabile” maestro Licio Gelli, che ha avuto la capacità, all’insegna del pseudo nuovo, di s

orazio consiglio 21.09.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
volevo solo denunciare come Publiacqua S.p.a. sta gestendo in questo mese la situazione indecente in cui si sono venuti a trovare gli impianti nel Comune di Barberino Val d'Elsa e Tavarnelle Val di Pesa (prov. di Firenze). Ci sono stati sicuramente dei guasti che hanno lasciato più di 10000 persone senz'acqua, alcuni per molti giorni e soprattutto tutti senza nessun preavviso, senza nessuna considerazione degli utenti, di chi caccia i soldi. VI SPINGO A MEDITARE SU COME VENGANO GESTITE LE S.P.A. FRUTTO DELLE PRIVATIZZAZIONI...

Mirco Montomoli 20.09.07 23:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, vorrei dirti k tutti noi x colpa di assure leggi k fanno stiamo andando sempre piu nella merda!...........BEPPE 6 GRANDE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!V-DAY THE BEST!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

giulio montanaro 20.09.07 18:07| 
 |
Rispondi al commento

A tutte le persone interessate del problema acqua suggerisco un libro interessantissimo di Giuseppe Altamore '''' Acqua s.p.a. '''
Dall'oro nero all'oro Blu..
Parla proprio di cosa la privatizzazione dell'acqua in italia stà provocando...
Buona Gastrite a tuttttiiii

Massimiliano Coccato (jmaxx) Commentatore certificato 17.09.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento

A tutte le persone interessate del problema acqua suggerisco un libro interessantissimo di Giuseppe Altamore '''' Acqua s.p.a. '''
Dall'oro nero all'oro Blu..
Parla proprio di cosa la privatizzazione dell'acqua in italia stà provocando...
Buona Gastrite a tuttttiiii

Massimiliano Coccato (jmaxx) Commentatore certificato 17.09.07 22:16| 
 |
Rispondi al commento

A tutte le persone interessate del problema acqua suggerisco un libro interessantissimo di Giuseppe Altamore '''' Acqua s.p.a. '''
Dall'oro nero all'oro Blu..
Parla proprio di cosa la privatizzazione dell'acqua in italia stà provocando...
Buona Gastrite a tuttttiiii

Massimiliano Coccato (jmaxx) Commentatore certificato 17.09.07 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo anche se le opinioni sono tante, le trovo per lo più confuse.
Beppe mi piace da sempre xchè va dritto al problema e riesce a cogliere l'essenziale. l'arguzia e il modo di porgerlo "geniale" è irripetibile (magari ce ne fossero...)
Vengo al sodo: tutto può essere osservato da molti punti di vista, spesso in contraddizione tra loro, e ci sta gente che per ore riesce a tenere "conversazioni" sul nulla per non arrivare regolarmente da nessuna parte.
L'acqua? è ovvio che non può essere ridotta a prodotto commerciale, ma come l'aria è indispensabile, e va custodita come un bene prezioso.
E' un bene pubblico, ma in che modo viene gestito?
E' meglio non fare confusione.... il sillogismo con la gestione "pubblica" dell'acqua non è poi tanto automatico.
Forse potrò apparire dissonante, ma parlo da una terra che tra uguali è ancora + uguale.... dove a fianco di costosissimi dissalatori, si sopravvive con l'acqua delle autobotti, che scorre abbondante nel sottosuolo.
Noi non siamo un paese del terzo mondo, viviamo solamente sperperando come se fossimo il più ricco, rispettando ogni logica da repubblica delle banane.
Il problema non è regolarne i diritti, ma la sua gestione; che sia pubblica o privata deve garantire la necessaria disponibilità per tutti e soprattutto deve essere salubre.
Le tariffe che paghiamo devono partire da una analisi seria dei costi. Oggi si paga (spesso poco)per acqua (da bere?), per trattare gli scarti (depurati i reflui?), ma ci ritroviamo a comprare acqua imbottigliata e con la goletta che sta diventando marrone.
Paghiamo spesso poco (in bolletta), ma chi ha mai fatto i conti reali?
Le gestioni in economia dei tanti comuni quanto costano all'erario? I risultati sono congrui regolari e trasparenti?
Gestisci come ti pare ma tocca stare sul punto e fare in modo che nessuno speculi più sull'acqua.
Il buon dio non credo desideri altro che vederci crescere; i religiosi si preoccupino di questo e non di impedirci di "sbagliare" x legge

sebastiano incazzato (nero è già impegnato..... di piu') Commentatore certificato 16.09.07 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Salve questo è il mio primo messaggio. Io sono di Aprilia (Lt) e nessuno meglio di me o dei miei concittadini sà cosa significa avere problemi con l' acqua. Noi abbiamo ACQUA LATINA che nel giro di 2 anni ha modificato nettamente bollette e servizi, aumentando le prime tramite clausole di manutenzione o altro, e diminuendo i servizi appunto. Beppe informati su i signori di Acqua Latina.

Massimiliano Siviero (aroon) Commentatore certificato 16.09.07 20:38| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua potabile che beviamo:

www.cheacquabeviamo.it

New entry: Veneto

ales g 16.09.07 10:04| 
 |
Rispondi al commento

CIAO raga,
Il mio mestiere è quello del chimico, in quanto tale il pane quotidiano mi viene dato dall'acqua. Il mio punto di vista differisce dalla media dei blogger. In effetti l'acqua potabile è di ottima qualità in gran parte del territorio Italiano, ma con la siccita neanche più tanto. L'acqua potabile è da noi definita come acqua sintetica in quanto deriva da una serie di manipolazioni eseguite ad arte e sotto controlli continui con tecnologie che però non tutti hanno a disposizione e con i soldi che si fottono i politici, vi lascio immaginare.
L'acqua minerale è invece acqua naturale, quella che madre terra ci regala dal suo ventre oramai stanco. Si tratta di acqua che così come sgorga dalla sorgente viene imbottigliata. Acqua minerale anch'essa sottoposto a numerosi e continui controlli da più enti: Università, ASL, ARPA, di conseguenza cade il mito dell'acqua priva di controlli in mano ai privati.
I privati che prendono in concessione la sorgente non sono padroni dell'acqua ma concessionari e quindi debbono sottostare alle esigenze della comunità. Qualora il territorio comunale in cui è presente la scaturiggine necessita di acqua, il sindaco può obbligare il produttore a cedere l'acqua al comune, oppure a trovare nuove fonti.
Il problema vero sta nel malaffare che si viene a creare intorno all'affare acque minerali: miriadi di consulenti, funzionari preposti al controllo che diventano consulenti delle aziende durante e dopo il servizio, e come lo diventano.
Insomma vi posso assicurare che le acque minerali sono sicuramente meglio dell'acqua potabile.
L'errore è della gente che lascia che certi furbacchioni donino concessioni e ne mantengano altre inutilmente. Oppure altri signori dottori e professori che si atteggiano da esperti del settore e si trasformano in macchine succhiasoldi.
L'acqua è una risorsa di tutti, chiunque di noi può avere in concessione una sorgente a patto che abbia centinaia di migliaia di euro da regalare a questo e quello. BADATE GENTE

Riccardo Aigotti (denebola) Commentatore certificato 14.09.07 13:13| 
 |
Rispondi al commento

il controllo dell'acqua ricordiamoci è stato il primo passo del potere mafioso . il bisogno rende accondiscendente la gente, e nella nostra democrazia malata di informazione e false necessità i media omettono ,ignorano, traviano,''terrorismo di sistema''per mantenere le troppe poltrone. TANTE FONTI DI INFORMAZIONE POCHE LE VERITà DIVULGATE.

virga stefano 08.09.07 09:58| 
 |
Rispondi al commento

I dati relativi alla qualita' dell'acqua che esce dal vostro rubinetto(*) li trovate su:

www.cheacquabeviamo.it

Now also in english!


(*) dati forniti dai rispettivi gestori idrici.


Mah.... Purtroppo son abituato alle sparate del Don Giorgio... faziose di parte e.. poco corrette. Sentire dal pulpito dell'altare (è proprio il caso di dirlo) una figura importante (per i cristiani cattolici-come quella di un parroco) insultare con parole poco educate altre persone... beh, non si commenta (chissà se si confesserà x questi insulti).

Definire Formigoni "Destra politica" non fa onore alla vera Destra così come non fa onore a chi definisce Formigoni uomo della Destra politica (che sfrutterrebbe il mondo!)
Vorrei ricordare al pretecattocomunistaribelle che, in Italia, le vere lobby ed i veri poteri forti sono in mano a tutti tranne che alla Destra.
Vogliamo parlare della magistratura? Dei sindacati? Dei grandi gruppi bancari?

Il Don Giorgio farebbe bene a pensare di più alle Anime dei suoi fedeli (ne hanno bisogno, credetemi) invece di rendere le sue messe delle inutili discussioni politiche di parte...

Non ci vedremo al V-day... non ho bisogno di una ricorrenza x mandare(vi) tutti a dar via il....

Cuore Nero 06.09.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Mah.... Purtroppo son abituato alle sparate del Don Giorgio... faziose di parte e.. poco corrette. Sentire dal pulpito dell'altare (è proprio il caso di dirlo) una figura importante (per i cristiani cattolici-come quella di un parroco) insultare con parole poco educate altre persone... beh, non si commenta (chissà se si confesserà x questi insulti).

Definire Formigoni "Destra politica" non fa onore alla vera Destra così come non fa onore a chi definisce Formigoni uomo della Destra politica (che sfrutterrebbe il mondo!)
Vorrei ricordare al pretecattocomunistaribelle che, in Italia, le vere lobby ed i veri poteri forti sono in mano a tutti tranne che alla Destra.
Vogliamo parlare della magistratura? Dei sindacati? Dei grandi gruppi bancari?

Il Don Giorgio farebbe bene a pensare di più alle Anime dei suoi fedeli (ne hanno bisogno, credetemi) invece di rendere le sue messe delle inutili discussioni politiche di parte...

Non ci vedremo al V-day... non ho bisogno di una ricorrenza x mandare(vi) tutti a dar via il....

Cuore Nero 06.09.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Siamo in un mondo di ladri, ok. Ma anche di idioti. O idiote. Cosa compra chi compra acqua in bottiglia tipo "VITA SNELLA"?
1) non compra acqua minerale ma "artificiale", l'acqua cioè non è imbottigliata da nessuna sorgente, ma è normale acqua potabile;
2) il contenuto di sodio basso è paragonabile, se non superiore alle normali acque di rubinetto;
3) si dice che vi vengono aggiunti elementi preziosi come il Magnesio e il Calcio, ma questi sono evidentemente quelli già presenti nell'acqua che viene imbottigliata, non c'è bisogno di nessuna aggiunta;
4) in ogni caso anche il magnesio dà effetti non molto dissimili del sodio in quanto a ritenzione idrica. Il calcio poi è azzardato chiamarlo "prezioso", perchè non si può dire che scarseggi in qualsivoglia acqua (eccetto quella distillata...).
Inoltre, andare in giro con la bottiglia per sventagliare ai 4 venti che si beve vita snella, a me pare poi il massimo del ridicolo, anche se sembra stia consolidandosi come una moda sempre più in via di espansione... Ma la bottiglia almeno buttatela nel cassonetto del reciclaggio!!

Beppe for President!!

Carlo Sca 06.09.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

CHI CREDE IN DIO E' PRONTO A CREDERE A QUALUNQUE ALTRA SCIOCCHEZZA. PERSINO CHE FORMIGONI E' UN POLITICO, E IL SUO PADRONE UN IMPRENDITORE.


Ognuno è padrone di credere o no in Dio.Io ci credo,ma non in qualsiasi altra cosa.
Non sono cattolico,nè cristiano.

Magari credi ai maghi e alle streghe. Oppure ai tarocchi o ai fondi di caffe'. Credi alle banche! Magari credi che l' uomo e' andato sulla Luna o Elvis e' morto. Che Gianni Angelli sia stato un grande capitano di industria, oppure, come fanno 20 milioni di coglioni, credi che il nano sia davvero un grande imprenditore. Sono infinite le sciocchezze a cui si puo' cedere, basta credere alla piu' grossa e scema di tutte. Saluti

Francesco Manfredi 06.09.07 10:08| 
 |
Rispondi al commento

sanzioni rapide ed esemplari per insegnanti assenteisti.....

benissimo...un pò di severità non guasta ma.....

che provvedimenti sono stati presi per parlamentari drogati , puttanieri , pregiudicati , con dipendenti in nero ??

forse mi è sfuggito l'articolo o la severità è un concetto che si applica solo fuori dal parlamento?

peppino garibaldi 05.09.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Questa fregola della privatizzazione sta contagiando tutti ma i risultati sono sempre catastrofici
A Londra lo sciopero della Metropolintana ha paralizzato la citta’
Dicono che lo sciopero durera’ 3 giorni questa settimana e altre 3 la prossima. E' un bel problema!
Le linee del metro’ sono 12 e 9 di esse sono state privatizzate proprio dai laburisti con l'impegno non solo di rimodernarle ma addirittura di ricostruirne ma nulla e’ stato fatto, anzi le societa’ hanno fatto bancarotta, con un buco di 1,2 miliardi di sterline, e ora i libri contabili sono in tribunale, tanto che si pensa di ri-pubblicizzarla. Veramente un bell'affare! Ora 3 milioni di passeggeri sono a piedi.
Spero che questo dia una botta ai fautori delle privatizzazione e che si torni a progetti piu’ intelligenti e degni di una nazione civile.

viviana viva Commentatore certificato 04.09.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Questa fregola della privatizzazione sta contagiando tutti ma i risultati sono sempre catastrofici
A Londra lo sciopero della Metropolintana ha paralizzato la città
Dicono che lo sciopero durerà 3 giorni questa settimana e altre 3 la prossima. E' un bel problema!
Le linee del metrò sono 12 e 9 di esse sono state privatizzate proprio dai laburisti con l'impegno non solo di rimodernarle ma addirittura di ricostruirne ma nulla è stato fatto, anzi le società hanno fatto bancarotta, con un buco di 1,2 miliardi di sterline, e ora i libri contabili sono in tribunale, tanto che si pensa di ri-pubblicizzarla. Veramente un bell'affare! Ora 3 milioni di passeggeri sono a piedi.
Spero che questo dia una botta ai fautori delle privatizzazione e che si torni a progetti più intelligenti e degni di una nazione civile.

viviana viva Commentatore certificato 04.09.07 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe vorrei chiederti un piccolissimo favore, tu che hai una certa influenza potresti far avere tutti questi commenti hai nostri parlamentari?
Volevo scrivere un commento sulla nostra classe politica, ma leggendo quelli gia presenti mi sono reso conto che sarebbe stato solamente una copia.
Io spero che tu riesca a far leggere questi messaggi a tutti quei politici che in questi giorni parlano di tasse, sicurezza, stipendi, leggi elettorali, ecc..., anche se sono sicuro che non cambieranno di una virgola, almeno si potrà dire, il giorno che avremo raggiunto il limite di sopportazione (non è molto lontano), che erano stati avvertiti delo stato d'animo della popolazione.

Ciao e grazie.

Matteo Fortini 04.09.07 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Nicola di che ti lamenti?
Uno dei progetti presentati a Cofferati, sindaco di Bologna, da uno dei magnati bolognesi, prevede la costruzione di un acquaplan nella periferia di Bologna e di un campo da golf in collina.
Sai che un campo da golf rallegra circa 300 persone con scarsa rendita e pesante costo ma toglie acqua a 1.500 cittadini? E che i pesticidi inquinano le sorgenti?
E Cofferati, visto che finora ha fatto esattamente il contrario di quel che avevano chiesto i cittadini, fa suo anche questo progetto del cavolo! Sembra abbia data la sua approvazione a spianare Monte San Donato.. Non bastava il progetto di un metrò di 1 km e mezzo che sostituisce le 3 (tre!) fermate di un pulmino, spaccando la città con una cifra pazzesca, e di un nuovo stadio!?
E noi stiamo qui a parlare di difesa del territorio, bisogni dei cittadini, e acqua bene pubblico..!
Non solo costui prende l'indennità più alta di tutti i sindaci italiani.
Non solo batte il recordo delle multe per circolazione vietata.
L'anno scorso era sceso al 47° posto nella graduatoria dei 104 sindaci italiani.
Quest'anno è sceso ancora, mentre il malcontento cresce.
E i DS che fanno?
Lo ricandidano!!
Così, o Guazzaloca riprende il poso di sindaco e si rimette al bar di Piazza Maggiore a far nulla tutto il giorno, o Cofferati vince di misura, spiana i colli per campi da golf, fa metrò inutili in una città tanto piccola, fa un acquaplan, nuovi stadi o altre cose di cui i bolognesi assolutamente non hanno bisogno e che mai gli hanno chiesto nel programma stilato dalla cittadinanza in un anno di discussioni e lavori.
E i Verdi di Bologna, e Rifondazione cosa ci stanno a fare?
In questa amministrazione tutto non gli è riuscito.
Rieleggetelo e ci riuscirà.

viviana viva Commentatore certificato 03.09.07 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'acqua ERA di tutti (in Emilia Romagna bisognerebbe dire "HERA"). Ora è la principale fonte di lucro. Poi succedono cose strane, Romagna Acque con la diga di Ridracoli distribuisce acqua in tutta la Romagna; quest'anno il livello era basso, si è chiesto di tirare la cinghia (consumare poca acqua come è giusto che sia), i montanari che venivano trovati a prendere un secchio d'acqua nel fiume quasi gli "tiravano", poi sento in TV che all'AcquaFan di Riccione sguazzano nell'acqua di Ridracoli, potabilissima! EEEEEEEEEEEEEE'?????????
Cioè, noi non possiamo usare l'acqua e laggiù sguazzano in quella potabile???

Nicola Andrucci 03.09.07 00:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Creata nuova rubrica “ Satira “ in Arte & Cultura

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti, ultime info sulle notizie nella rete Web.

Inseriti i Video segnalati dai visitatori nella sezione “ Video “.

Chiuse le votazioni x il logo piu' bello.
Vieni a vedere chi ha vinto, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 2 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 02.09.07 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, questo mio commento si riferisce al post con la lettera di Don Giorgio.
Sono lombarda, abito a Grumello del Monte, in provincia di Bergamo.
Bevo da tempo acqua di rubinetto. Non per altro, un giorno per lazzaronismo, ho preso l'acqua del rubinetto per non andare nel ripostiglio a prendere qualla in bottiglia. Risultato: sembra dissetare più di quella che usavo abitualmente. 18 centesimi/€ per 1,5 lt (sai, quando si dice tirare la cinghia almeno dove puoi). Forse quella da 0,78€ x 1,5 lt è migliore, ma non nascondo dubbi. Insomma sta di fatto che l'acqua "di casa mia" non mi ha mai dato alcun problema. Ma non è che la privatizzazione mi tolga anche questo privilegio?
Vorrei capire esattamente di cosa si tratta.
Ultimamente non mi sorprendo più di niente. Attorno a me ci sono persone che si lamentano e punto. Stop. Non vanno oltre. Ma forse conesta questione, mi rivolgo a voi e ai lombardi, potremo veramente toccare le corde giuste della nostra gente.
In fondo si tratta di acqua, alzi la mano chi ammette di poterne fare a meno.
Quindi vi chiedo se non è di troppo disturbo, indicarmi esattamente di cosa si tratta questa proposta, così che io possa fare informazione, almeno nella mia zona.
Vi ringrazio.

miriam vescovi (miriam vescovi) Commentatore certificato 02.09.07 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Per una delle poche volte in vita mia, sono d'accordo con un prete.
Ha ragione dall'inizio alla fine.
E mi ha fatto piacere che ha accusato la Destra.
Anche se la sinistra, non fa certo campagne pubblicitarie per invogliare a bere l'acqua del rubinetto!

Daniele Comoglio 02.09.07 16:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Se interessano i dati relativi alla qualita' dell'acqua a livello di singolo comune (dati forniti dai gestori idrici):
www.cheacquabeviamo.it

(new entry: Piemonte)

ales g 02.09.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo nella bassa romagna, bevo da anni l'acqua diretta proveniente dall'invaso di Ridracoli,ci ha risolto un bel po' di problemi .
Ha una durezza totale di 15°,migliore della maggior parte delle cosiddette minerali,arriva a Rimini in condutture inox,a temperatura 12°.
Purtroppo HERA ne ha rilevato da tempo la proprita' dal consorzio pubblico Romagna acque;
da allora nelle reti comunali viene mischiata con altra di bassissimo rango (60° ed oltre durezza),ed il suo prezzo e' quadruplicato.
Solo 2 punti di fonte pubblica permettono ora l'approvvigionamento diretto e gratutito.
Io stesso ho dovuto telefonare piu' volte per ripristinare la fontana,periodicamente fuori uso...
Privatizzazione modello , non c'e'che dire...

luigi ghigi 02.09.07 11:13| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Anche questa e' una battaglia fondamentale.l'acqua "del rubinetto" e' in realta' certificata da controlli ben piu'meticolosi e frequenti che non quella del supermercato.
Abbiamo per fortuna ,sull'onda ecologista di fine ottanta,conquistato una buona legge ,che e' stata modificata successivamente a favore del businnes delle minerali ( i parametri di analisi sono assolutamente piu'rigorosi per la rete pubblica , paradossale no?)
Va difeso alla morte questo diritto umano fondamentale di accedere all'acqua gratuitamente,
e vanno ritarati BEN piu' rigorosamente i parametri di analisi delle cosiddette minerali...Beppe, non sbagli un colpo...

luigi ghigi 02.09.07 09:58| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Vorrei far presente che il video in coda al post è un falso! E' stato estratto da quello creato dal Meetup di Palermo

http://it.youtube.com/watch?v=es6pySeMRIk

VideoAdria ha RUBATO una MIA creazione. Tante ore passate al computer per poi vedere la gloria degli altri. Non mi sta bene.
Lo staff-grillo non ha neanche avuto l'accortezza di verificare perchè ci fosse scritto in coda al video l'indirizzo del Meetup di Palermo invitando i palermitani in Piazza Politeama. Bastava cercare "meetup palermo" su youtube.
Non c'era motivo di ritagliare il video se non quello di mettere in luce VideoAdria che è diventata creatrice di quel video, prendendosene i meriti e non citando neanche il video originale. Diamo a Cesare quel che è di Cesare.
Votate positivamente il mio commento e fatelo salire. Diamo SEMPRE la GIUSTA informazione.

Giovanni S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.09.07 17:50| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Se volete informarvi sulla qualita' dell'acqua potabile a livello comunale (dati forniti dai rispettivi fornitori idrici):

www.cheacquabeviamo.it

ales g 01.09.07 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Noi tutti siamo fatti d'acqua al 70%.
Che facciamo, ci rigeneriamo a pagamento?

fabrizio saudino 01.09.07 03:26| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Leggo "L'acqua di Dio". Leggo e trasecolo. Quando, per brevi momenti, emergo dal marasma in cui certe notizie mi precipitano, non posso non tornare col pensiero ad un servizio trasmesso qualche tempo fa su RAI3 per REPORT. La trasmissione parlava dell'India, delle condizioni di vita di quel Paese, di come vengono gestite le sue risorse idriche attraverso la privatizzazione che ha consegnato il prezioso e vitale bene nelle mani della solita, esosa, onnipresente multinazionale. Così, in una India che conosce livelli di povertà incredibili ma che si colloca fra le "potenze nucleari", dove esistono ancora le caste ma anche prestigiose ed avanzate università, viene creato, come se se ne sentisse il bisogno, l'ennesimo ed assurdo contrasto sociale: un Paese ricco d'acqua in cui la poca igienicamente sicura sarà diritto esclusivo di chi potrà sopportarne il costo; il tutto per la maggior gloria del profitto.

Mi viene un dubbio: "E se gli intoccabili si incazzassero davvero ? Chi li fermerebbe, visto che lì nessuno osa toccarli ?"

Dubbi nostrani:

1) Queste esperienze non ci dicono nulla ?

2) A casa nostra chi stabilisce, e come, la quantità di cloro nell'acqua potabile, il cui eccesso è uno dei motivi per cui spesso ricorre alla "minerale" anche chi, come me, non ne avrebbe alcun desiderio ?

Domenico G. Commentatore certificato 31.08.07 23:20| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

************** ogni settimana e anche meno, sono costretto a pulire il beccuccio del mio rubitetto, quello fatto a rete e che serve ad evitare che filtri materiale sabbioso.
cio vuol dire che............ per quanto efficiente possa essere tale beccuccio qualcosa dovra pur filtrare? e dove finisce quel qualcosa? NEL MIO STOMACO per cui facendo alcuni CALCOLI, potrei avere I CALCOLI, potrei un giorno dovermi ' OPERARE.
IL BECCUCCIO DEL MIO RUBINETTO QUANDO LO SVITO FAAAAAAAAAA SCHIIIFFFFFOOOOOOOOOOOO. N.B. IO HO 52 ANNI ED HO BEVUTO NELLA MIA VITA CIRCA 50000 LITRI DI ACQUA. QUANTA DI QUELLA SCHIFEZZA SI E' INSINUATA NEL MIO CORPO ???''''''''''' E LA DOVREI PURE PAGARE ( L'ACQUA ) A.F. TUTTI IN PIAZZA AL V.DAY ciao a tutti
CONTROLLATE I VOSTRI BECCUCCI. ************

alfredo f. Commentatore certificato 31.08.07 21:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ma io mi chiede se tutta quella moltitudine di imbecilli che ci governano non sono in grado di gestire un bene pubblico e vitale come l'acqua, e l'unico argomento che hanno alla privatizzazione e che la si fa per una maggiore efficienza e un minor spreco (cioè come dire cela gestiamo noi pubblico c'è molto stretto) allora non mi resta che dire andate tutti a casa e toglietevi da rompere i cogl.........

Valerio perano Commentatore in marcia al V2day 31.08.07 21:39| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Tra i vari commenti all'utilizzo, spreco, monopolio dell'acqua, vorrei aggiungere il mio contributo.
Penso sia attinente ed anche eloquente.
Buon Vaffa Day a tutti!
http://www.youtube.com/watch?v=ldMcFWRoF8Q

Fabrizio F. Commentatore certificato 31.08.07 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Leggo "L'acqua di Dio". Leggo e trasecolo. Quando, per brevi momenti, emergo dal marasma in cui certe notizie mi precipitano, non posso non tornare col pensiero ad un servizio trasmesso qualche tempo fa su RAI3 per REPORT. La trasmissione parlava dell'India, delle condizioni di vita di quel Paese, di come vengono gestite le sue risorse idriche attraverso la privatizzazione che ha consegnato il prezioso e vitale bene nelle mani della solita, esosa, onnipresente multinazionale. Così, in una India che conosce livelli di povertà incredibili ma che si colloca fra le "potenze nucleari", dove esistono ancora le caste ma anche prestigiose ed avanzate università, viene creato, come se se ne sentisse il bisogno, l'ennesimo ed assurdo contrasto sociale: un Paese ricco d'acqua in cui la poca igienicamente sicura sarà diritto esclusivo di chi potrà sopportarne il costo; il tutto per la maggior gloria del profitto.

Mi viene un dubbio: "E se gli intoccabili si incazzassero davvero ? Chi li fermerebbe, visto che lì nessuno osa toccarli ?"

Dubbi nostrani:

1) Queste esperienze non ci dicono nulla ?

2) A casa nostra chi stabilisce, e come, la quantità di cloro nell'acqua potabile, il cui eccesso è uno dei motivi per cui spesso ricorre alla "minerale" anche chi, come me, non ne avrebbe alcun desiderio ?

Domenico G. Commentatore certificato 31.08.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Leggo "L'acqua di Dio". Leggo e trasecolo. Quando, per brevi momenti, emergo dal marasma in cui certe notizie mi precipitano, non posso non tornare col pensiero ad un servizio trasmesso qualche tempo fa su RAI3 per REPORT. La trasmissione perlava dell'India, delle condizioni di vita di quel Paese, di come viengono gestite le sue risorse idriche attraverso la privatizzazione che ha consegnato il prezioso e vitale bene nelle mani della solita, esosa, onnipresente multinazionale. Così, in una India che conosce livelli di povertà incredibili ma che si colloca fra le "potenze nucleari", dove esistono ancora le caste ma anche prestigiose ed avanzate università, viene creato, come se se ne sentisse il bisogno, l'ennesimo ed assurdo contrasto sociale: un Paese ricco d'acqua in cui la poca igienicamente sicura sarà diritto esclusivo di chi potrà sopportarne il costo; il tutto per la maggior gloria del profitto.

Mi viene un dubbio: "E se gli intoccabili si incazzassero davvero ? Chi li fermerebbe, visto che lì nessuno osa toccarli ?"

Dubbi nostrani:

1) Queste esperienze non ci dicono nulla ?

2) A casa nostra chi stabilisce, e come, la quantità di cloro nell'acqua potabile, il cui eccesso è uno dei motivi per cui spesso ricorre alla "minerale" anche chi, come me, non ne avrebbe alcun desiderio ?

Domenico G. Commentatore certificato 31.08.07 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sergio
mi sembra che il punto lo hai toccato tu, contenitori biodegradabili ci sarebbero, ma la cricca del petrolio preferisce che usiamo derivati del petrolio. Punto.
Echissenefrega se il mondo muore?
In quanto ai politici, sono troppo intenti ai loro affarucci personali. Il mondo? Affare di secondraria importanza.

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Se si è cestinati è perchè si è colpito nel segno.
In Abruzzo dal 2005, a causa della più grande discarica di veleni vari che è stata permessa nel corso dei decenni dai politici, pessimi, che la ns. regione esprime, l'acqua che io, ignaro, regolarmente bevevo dal rubinetto fino a poco tempo fa è oggi razionata e gravemente inquinata.
Intorno, il balletto dei vari politici locali e dei propri portaborse messi ai vertici delle Società interessate. Saluti.

Chiara Mente 31.08.07 11:42| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Se siete interessati alla qualita' dell'acqua potabile del vostro rubinetto (dati forniti dai rispettivi fornitori servizio idrico):

www.cheacquabeviamo.it

ales g 31.08.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

IO ODIO Clemente Mastella!!!!
Case «scontate». Enti e politici nel mirino

Clemente Mastella, scrive l'Espresso, «abita all'ottavo piano di un palazzo sul Lungotevere Flaminio». Stavolta da Ina-Assitalia ha acquistato Initium, una società di Pirelli e Generali che concede a suoi inquilini, tra cui Mastella ma anche l'ex capo dello Stato Francesco Cossiga (9 vani e mezzo per 710 mila euro), «prelazione e sconto». Per Mastella, continua l'Espresso, «Initium ha fatto di più». La moglie Sandra e i figli hanno comprato 5 appartamenti nel palazzo, in totale 26 vani e terrazzo per un milione e duecentomila euro.

gigi rozzi 31.08.07 10:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Eppure una plastica "sostenibile" (bisogna sempre fare molta attentione con queste parole) ci sarebbe. Si chiama PLA.
Si ottiene dal mais. Si ! dal mais, e si possono produrre un po tutti i tipi di legami chimici delle diverse "plastiche" (sono tante e diverse). Questa soluzione esiste da diversi anni ormai nel mercato, pero con poco successo, per questo motivo sta diventato difficile per le imprese produttrici sostenerne la produzione per i contorti meccanismi del capitalismo.
Lo scarso successo di queste "plastiche" sono divers. Le imprese producttrici sono in un modo o nell'altro controllate dalle grosse imprese petrolchimiche, inoltre il prezzo di queste "plastiche" e' elevato rispetto alle alternative "non sostenibili". Di fatto se il loro consumo aumentasse, le economie di scale ne permetterebbero una riduzione del prezzo, in un tipico circolo a spirale positiva capitalista che la trasformerebbe nella "plastica" piu' utilizzata al mondo.
Un palliativo comunque, visto che i tempi di biodegradabilita' sono alti e che potrebbe spingere ad un utilizzazione dei coltivi di mais nei peasi sottosviluppati destinato al PLA piuttosto che all'alimentazione.
Il problema e' il CONSUMISMO. Veramente abbiamo bisogno di tanto ? tanto trendy ? tanto cambio ? tanto, tanto, tanto ?
Tutto (o molto) dipende dalle nostre abitudini di consumo. Cambiamole !!!!

Sergio R 31.08.07 10:02| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Il vortice di plastica

Ogni anno si produce quasi 10 milioni di t di plastica, il 10% delle quali finisce in mare. Il 20% è gettato dalle imbarcazioni e dalle piattaforme, il resto arriva da terra
I rifiuti che invadono le nostre spiagge sono i segni più evidenti di un problema enorme. Essi, infatti, non si decompongono come accade ai materiali naturali.
I rifiuti di plastica tendono ad accumularsi in quelle aree di mare dove i venti e le correnti sono deboli. Nell’oceano Pacifico c’è un vortice che attrae il materiale galleggiante, 6 kg di plastica per ogni kg di plankton: un'area grande come il Texas piena di rifiuti, che ruota lentamente su se stessa. E’ la pattumiera asiatica
Si stima che ogni anno più di un milione di uccelli marini, centomila esemplari di mammiferi e moltissime tartarughe siano uccisi dall'ingestione di plastica.
Questi rifiuti sono vere e proprie bombe chimiche perché assorbono i più pericolosi agenti chimici inquinanti.
Il vortice del Pacifico del Nord è solo uno dei 5 maggiori vortici oceanici, ma il problema si ripete altrove
C’è poi la plastica che cala sul fondo. Nel Mare del Nord si contano 110 pezzi di rifiuti per kmq di fondale: 600mila t di rifiuti solo nel Mare del Nord, che possono soffocare i fondali e uccidere le forme di vita
Puoi fare la tua parte:per non buttare la plastica, non comprarla!
Una famiglia di 4 persone consuma almeno 4 bottiglie di plastica al giorno, fanno 1460 bottiglie in un anno. Un danno al mondo. Per niente!

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 08:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La plastica è un derivato del petrolio
Il petrolio ha invaso il mondo e lo ha riempito di plastica
Alla fine saremo sommersi da questa alluvione di plastica che è, nella maggior parte dei casi, inutile
Quando una bottiglia di plastica finisce in mare ci vogliono mille anni perché si degradi
500 anni un barattolo di latta
Vetro, carta, lattine.. sono riciclabili. La plastica no

Quando sono a Londra, ho all’ingresso di casa un contenitore dove metto via via carta, vetro e lattine e ogni martedì arrivano i volontari e ritirarli per il riciclo, tutti i londinesi fanno questa raccolta differenziata che funziona benissimo e stanno bene attenti a ridurre i rifiuti perché anche quelli vengono ritirati un solo giorno la settimana in un solo sacco grande biodegradabile e te li devi tenere in casa o in giardino perché nelle strade non ci sono cassonetti.
Questi volontari lavorano sodo e veloce, non come i netturbini napoletani.
Ma la plastica non la vogliono.

Anche per i rifiuti del giardino ci sono sacchi rosa appositi biodegradabili che si ritirano presso il Municipio e anch'essi vanno in un riciclo apposito.
Ma l'Inghilterra per molte cose è un paese civile
E nei supermercati io non ho visto mai la distesa di marche di acqua minerale che vedo nei supermercati italiani.

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 08:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Se bevi l’acqua di rubinetto:
risparmi soldi e energia fisica
fai risparmiare lo Stato
tieni pulito l’ambiente
sai cosa bevi (e non immetti nell’organismo sostanze che potrebbero essere tossiche o cancerogene)
non inquini il mondo con un consumo ulteriore di petrolio e con miliardi di bottiglie di plastica non biodegradabili che stanno intasando tutti i mari
riduci l’ammontare dei rifiuti che non si sa più dove mettere
non alimenti quelle multinazionali che stanno rovinando il pianeta

Ovvio che questi discorsi non piacciono a certi poteri:
non piaciono a quelle società che a prezzo zero o quasi hanno avuto dallo Stato questo bengodi del furto di acqua pubblica
né ai traportatori
o alla industrie petrolchimiche
e nemmeno, paradossalmente, ai ministri delle finanze, visto che lo Stato sulle accise della benzina ci si ingrassa
a chi gestisce gli inceneritori perché meno immondizia meno soldi
a chi gestisce le discariche(come il fratello di Berlusconi o come la camorra napoletana)
alle grandi multinazionali come la Coca Cola che vorrebbero dominare il mondo e ricattare la gente con quello che mangia e beve
E’ un giro di soldi che alimenta la corruzione
E’ un giro di soldi peggio che stupido, incosciente e spesso criminale, basti vedere le leggi che sono state fatte per falsare i controlli sull'acqua imbott. giusto per favorire la mafia

Non si nasce liberi. Si nasce con gli occhi ciechi come i gattini
C'è solo un modo per diventare liberi: informarsi, ragionare, cominciare a scegliere, evolvere
Ognuno di noi entra in qualche ruolo: padre, madre, figlio, amico, consumatore, compratore, datore di lavoro, lavoratore, cliente, elettore...
Siamo indotti a schemi fissi dalla pubblicità commerciale e dalla propaganda politica, che ormai non si diversificano più, e alcuni subiscono anche l'induzione confessionale
Crescere vuol dire costruire se stessi liberandosi da queste zavorre
Crescere vuol dire scegliere
E se non sai, non scegli, sei scelto

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 08:16| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

In realtà il costo dell'acqua minerale in bottiglia comprende anche il costo delle frottole che si bevono insieme ad essa

Una fa digerire tutto
Una fa fare tanta pipì (ma anche se bevi molta acqua di rubinetto fai molta pipì, vorrei vedere il contrario)
Una risveglia il desiderio amoroso. E cos’è? Il Viagra?
Una è fatta con energia verde. Ma che vo’ dì? E’ fatta di petrolio, semmai
Una è altissima (una volta Report è andato a vedere dov’era la fonte di unacqua venduta come di montagna, e non era sulla montagna ma in pianura, in un luogo inquinato, in mezzo a dei distributori di benzina)
Una si pubblicizza con una particella di sodio. Ma si può essere più scemi?
Una fornisce l'apporto di calcio necessario a prevenire l'osteoporosi nella terza età, ma in un altro spot, previene la calcolosi perché è povera di calcio
Come si possono credere queste fesserie?

Insomma solo se si beve di tutto si può scegliere di bere l'acqua in bottiglia
Occorre crescere

Qui c’è un piccolo problema. Siamo tutti bravi a dire: il mondo va male, ci sono troppe tasse, il sud è mafioso, c’è troppo inquinamento… ecc. Sulle lamentele siamo tutti forti. Ma poi, in pratica, cosa possiamo fare?
Possiamo per es. diversificare lo stile di vita in modo da non essere noi ad alimentare la mafia, la corruzione, l’inquinamento, la stupidità umana
Una cosa deve essere chiara: se qualche criminalo intasca è perché qualche allocco abbocca

http://www.masadaweb.org

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 07:59| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

(L'acqua che esce dal rubinetto sottostà a rigidi controlli. Quella in bottiglia no. B ha alzato le soglie degli elemento tossici e cancerogeni per non danneggiare gli interessi dei gruppi mafiosi che hanno il controllo di quasi tutta l'acqua minerale italiana. Così bevendo acqua minerale si rischia di aumentare le probabilità di bere alimenti tossici e si ingrassa o la mafia o gli speculatori privati che sostengono governi di corrotti
Ma avete mai visto in qualche stradina di montagna i depositivi delle bottiglie di minerale? Migliaia di bottiglie esposte al sole a fermentare con tutti gli effetti del caso. Le autostrade, poi, sono ingorgate da tir che portano acqua su e giù. E finché ci saranno questi livelli di vendita le società imbottigliatrici saranno ver epotenze economiche in grado di non far uscire acqua dai rubinetti siciliani
E per vendere acqua in bottiglia si aumenta l'inquinamento, e si accresce la dipendenza dal petrolio

"Per produrre 1 chilo di Pet, la plastica usata per le bottiglie, occorrono di 2 chili di petrolio e 17 litri di acqua, la cui lavorazione rilascia nell´atmosfera 2,3 chili di anidride carbonica, o40 grammi di idrocarburi, 25 grammi di ossidi di zolfo e 18 grammi di monossido di carbonio.
A cui poi va aggiunto l´inquinamento per il trasporto, visto che solo il 25% delle acque in bottiglia bevute in un Paese provengono dalle industrie nazionali, le altre devono varcare uno o più confini
Forse vale la pena rifletterci" (Bigami)

Maledette bottiglie! Il costo effettivo dell'acqua in bottiglia è solo l'1% del costo di produzione totale, mentre l'imballaggio ne assorbe il 60%
E' una montagna di soldi buttati
Ogni litro di acqua che dall'Alto Adige va in Sicilia costa 6 litri di gasolio
+ il petrolio per produrre la bottiglia di plastica (8 kg per 240 bottiglie)
+ la benzina della tua auto per comprarla
Una famiglia di 4 persone spreca 32 litri di combustibili fossili l'anno
Per niente
E il danno ecologico è immane

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 07:48| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Da Repubblica (L. Bignami)

Dichiarata guerra all´acqua in bottiglia
Molte città del mondo chiedono ai cittadini di abbandonare l´uso dell´acqua minerale per quella di rubinetto
New York ha iniziato una campagna per ridurre le bottiglie di plastica e aiutare l´ambiente. Il sindaco di Salt Lake City fa una campagna campagna simile, e in California numerosi ristoranti servono ormai unicamente acqua del rubinetto
Ma anche in Europa si hanno es. simili
A Roma, dopo 250.000 prelievi dai propri acquedotti, il Comune ha deciso di rendere pubblica la carta d´identità della propria acqua che risulta essere buona, fresca e molto meno dispendiosa (da 100 a 1.000 volte meno) rispetto all´acqua in bottiglia
Eppure americani e italiani in testa, seguiti a ruota dal resto dei Paesi industrializzati, bevono sempre di più acqua in bottiglia. Quanto contribuiscono al deterioramento dell´ambiente?

Todd Jarvis della Water Resources Graduate Program alla Oregon State University (Usa):
«Ogni anno, nel mondo, si consumano 81 milioni di litri di petrolio e 600 miliardi di litri di acqua (necessari per la lavorazione della plastica) per produrre 154 miliardi di acqua minerale in bottiglia, un favoloso business che oggi ha raggiunto i 100 miliardi di dollari l´anno e che continua a crescere, dal 1978 ad oggi è aumentato del 2.000%
A New York. In quella città c'è un controllo dell´acqua da rubinetto tra le migliori al mondo, ma al contempo il consumo a persona dell´acqua in bottiglia più elevato del pianeta
Un uso così alto di bottiglie so deve alla pubblicità che alimenta veri e propri miti. Si pensa che le acque delle sorgenti siano sempre purissime e non è assolutamente vero. Le acque di superficie possono raccogliere inquinanti che difficilmente si trovano nelle acque pescate dai pozzi municipali a centinaia di m di profondità
C'è poi l'autosuggestione. Un test di Legambiente in 6 città italiane mostra che non si riesce a distinguere da 2 caraffe l'acqua della bottiglia

viviana viva Commentatore certificato 31.08.07 07:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Io Formigoni lo punirei con la legge del contrappasso: annegandolo piano piano cn l'acqua in bottiglia! Magari la Rocchetta così mentre annega fa anche tanta plin plin!
Ciao Beppe, ci vediamo l'8!

antonietta esposito 31.08.07 00:21| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ormai per il danaro sarebbero capaci di ammazzare pure la madre!!!!! Altro che religione sono PORCI AL POTERE e come tali vanno trattati!!!

Tommaso . Commentatore certificato 30.08.07 23:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

l'8 settembre mandiamo a casa questi porci della finanza e della politica;tutti i cittadini devono sapere che hanno a che fare con questi maiali ingrassati con i nostri soldi
TAGLIAMOLI I VIVERI!!!!!!!!!!!

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 30.08.07 22:23| 
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti, ultime info sulle notizie nella rete Web.

Inseriti i Video segnalati dai visitatori nella sezione “ Video “.

Chiuse le votazioni x il logo piu' bello.
Vieni a vedere chi ha vinto, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 2 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 30.08.07 22:01| 
 |
Rispondi al commento

La nostra costituzione ci definisce cittadini dotati di pari dignità. Non (!) dovrebbero esistere classi di dignità. Il regime in cui convivono i cittadini si chiama Repubblica Democratica, ossia la Cosa (nel senso di risorse)é Pubblica e la sua gestione è affidata al popolo composto da uguali cittadini. La nostra costituzione è stata redatta per limitare il potere di una parte su quella minoritaria o più debole al fine di prevenire gravi abusi psico-fisici di potere. La mia conclusione è che la gente sia inconsapevole di diritti già acquisiti e chi è al potere ne approfitta confondendo ancor di più acque con il beneplacito della casta sacerdotale. La dice lunga il fatto che il capitalista (nella fattispecie: Formigoni) non si senta sconfessato dalle parole di cristo. Anzi se ne fanno paladini (gioco d'immagine)! Il concetto di libertà del capitalista non tollera limiti di alcun genere neanche le vite altrui; in pratica ammette il sacrificio dell'innocente - l'esatto contrario di quanto professa cristo. Allora bisogna stabilire in cosa consiste la dignità di ogni cittadino; cosa appartiene ad ognuno indistintamente. Cosa non può essere alienato ad un individuo.

angelo tateo 30.08.07 16:24| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Si parla di acqua,ma non dei mezzi che qualcuno utilizza per sottrarcela,che c'è Beppe non t'aregge?

Aprite gli occhi gente
http://www.sciechimiche.org/v-day/v-day.html

Hai perso un sostenitore accanito...

Ivano Caproni 30.08.07 15:03| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!

Anche io da poco tempo sono tornato ad apprezzare l'acqua del rubinetto, che comunque è più garantita di quella minerale.
In più ho scoperto un sistema di uso facilissimo e costo contenuto che mi permette di ovviare alla gasatura.
Quindi ho a casa, senza troppe spese, l'acqua con le bollicine...alla faccia di Brio Blu, non mi piaci più e compagnia fregante!

Ciao

luciano p. Commentatore certificato 30.08.07 14:25| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invito alla lettura,
cari lettori del blog, è con piacere che vi presento il primo libro scritto da una collaboratrice del mio blog.
Tratta di un argomento controcorrente, Il fondamentalismo crisitano e la gestione del potere negli Stai Uniti d'America.
Lo potete acquistare tramite il mio blog, nella sezione "news e comunicazioni".
Buona lettura,
ci vediamo al V-Day!


Se l'acqua dei rubinetti fosse ancora quella della mia infanzia, quando da bambino andavo a prendere l'acqua in piazza con il fiasco e bevevo l'acqua degli Squarciarelli, allora potrei anche optare per l’acqua dell’acquedotto, purtroppo la distruzione del territorio causata dalla speculazione edilizia, costruzione di strade, pozzi abusivi, discariche abusive etc. ha inquinato le falde e i processi di potabilizzazione hanno reso quell’acqua potabile legislativamente, ma a me non piace più e preferisco bere l’acqua imbottigliata.Il governo dovrebbe mettere fine all’occupazione dell’acqua da parte delle società private, l’acqua è di tutti, a cosa servono le autorità di bacino istituite con la legge 183/89 ? si dovrebbero occupare anche delle risorse idriche disponibili e della loro qualità, avete mai sentito qualche commento o provvedimento in merito alla questione?

alfredo roncaccia 30.08.07 14:12| 
 |
Rispondi al commento

OT

DI SEGUITO È IL CURRICULUM DI CESARE GERONZI, PRESIDENTE DI CAPITALIA, UNO DEI GRUPPI FINANZIARI PIÙ IMPORTANTI DEL NOSTRO PAESE, PRELEVATO DAL SITO INTERNET DEL GRUPPO STESSO. OLTRE A QUESTO INCARICO, NOTATE QUANTI ALTRI L’EMERITO FINANZIERE NE RICOPRE. NOTATE INFINE IL TITOLO DI STUDIO POSSEDUTO DALLO STESSO.

CESARE GERONZI
OMISSIS
Attualmente è Presidente di Capitalia S.p.A., Holding dell’omonimo Gruppo bancario comprendente Banca di Roma, Banco di Sicilia, Bipop Carire, FinecoBank e Mcc. E’ altresì Presidente di Capitalia Partecipazioni S.p.A.
Altre cariche ricoperte:
•Membro del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Bancaria Italiana;
•Vice Presidente e Membro del Comitato Esecutivo di Mediobanca S.p.A.
•Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Spa
•Presidente del Consiglio di Amministrazione di Asso.n.e.b.b. Associazione Nazionale per l’Enciclopedia della Banca e della Borsa
•Consigliere di Amministrazione della CASPIE (Cassa Autonoma di Assistenza Sanitaria tra il personale dell’Istituto di emissione)
•Membro del Consiglio Direttivo e della Giunta di ASSONIME
•Membro del Consiglio direttivo dell’Associazione “Guido Carli”
•Membro del Comitato Esecutivo di Aspen Institute Italia
•Consigliere di Amministrazione della Fondazione Amintore Fanfani
•Vice Presidente della Fondazione Italia-Cina
Riconoscimenti:
•Laurea “honoris causa” in Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Bari
•Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
•Commendatore Sacro Ordine di San Gregorio Magno
•Honorary Fellow del Tel Aviv Museum of Art

E’ VERGOGNOSO E INACCETTABILE UNA SITUAZIONE DEL GENERE: GENTE CHE BUTTA IL SANGUE A STUDIARE E CHE OGGI HA QUALE MOLTO PROBABILE POSSIBILITÀ SOLO QUELLA DI LAVORARE PRECARIO NEI CALL CENTER, MENTRE TALE PERSONAGGIO, A CUI IL TITOLO DI STUDIO GLI È STATO PRATICAMENTE REGALATO, REGGE UN IMPERO FINANZIARIO.

MEDITATE GENTE,MEDITATE!

Antonio Scherillo Commentatore in marcia al V2day 30.08.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che acqua sgorga dal tuo acquedotto (dati forniti dai fornitori idrici)?

www.cheacquabeviamo.it

ales g 30.08.07 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei farvi notare che una delle multinazionali più grandi al mondo di distribuzione dell'acqua è la francese SUEZ (fusasi con la società GAZ DE FRANCE).
Il presidente della SUEZ è un tale GERARD MESTRALLET che, oltre a controllare la suddetta società, è anche presidente della PARIS EUROPLACE. Questa è una organizzazione che lavora nel mercato finanziario con ben 150 membri. Tra questi 150 membri compaiono la AIR FRANCE, CARREFOUR, EURODISNEY, FRANCE TELECOM, L'OREAL, MICHELIN, CITROEN, RENAULT, THOMSON, TOTAL e tanti altri oltre che, ovviamente, la SUEZ e la GAZ DE FRANCE. Tra i membri fondatori dell'organizzazione ne fanno parte la BANCA DI FRANCIA, CAMERA DI COMMERCIO E DELL'INDUSTRIA DI PARIGI ecc.
Vorrei invitarvi a visitare il sito www.paris-europlace.net.
In pratica questo sig. MESTRALLET ha in mano la finanza di mezzo mondo (tra cui il destino dell'acqua di molti paesi), uno psico nano alla francese....
Lascio a voi eventuali commenti.
Saluti.


jessica torresan 30.08.07 13:29| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Siamo sicuri che l'acqua del rubinetto sia buoina davvero? Se quella degli acquedotti è di ottima qualità, non lo stesso può dirsi di quella che esce dal rubinetto dopo aver attraversato reti colabrodo, a fianco di fognature nere, e stazionato in autoclavi e serbatoi condominiali mai puliti, spesso ancorta in amianto-cemento.
Meglio l'acqua minerale, possibilmente ognuno quella delle sue parti, senza bere la Levissima in Calabria.

Mimmo Viggiani 30.08.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
La causa di tutta questa confusione sono le parole giuste al posto sbagliato.
Se ad esempio metti "democrazia" nello Stato unitario vien fuori mafia-camorra a tutti i livelli e ti spieghi perché pur conoscendo le persone, a tutti i livelli, l'organizzazione tipo sopravvive meglio di chi la dovrebbe estinguere.
Se metti democrazia come essenza del modello base di stato(cioè l'attuale nel mondo, nelle sue varie forme)vengono fuori tutte le ultime guerre.
Se sintetizziamo al massimo allora:
il mercato non può essere libero, perché altrimenti l'acqua diventa una merce: inevitabilmente.
La politica non può essere fraterna, altrimenti scoppia il partitismo del "faso tuto mi" di destra, sinistra e centro.
La cultura non può essere egalitaria, altrimenti non volano, ma nascono somari inutili alla comunità.
Mettiamo le parole giuste al posto giusto e subito la complessità del vivere quotidiano si esemplifica:
mercato fraterno,
politica egalitaria,
libertà culturale.
Solo così liberté, egalité e fraternité possono avere la chanche di funzionare in maniera sana.
Ma non basta, bisogna disattivare l'ultimo incantesimo della Furbonia University, dove puoi trovare la tesi di laurea di Giunior Dabliu, titolata: "Fregalité"!
Qualsiasi buona idea, qualsiasi persona o gruppo organizzo non potrà mai realizzare una sua magnifica e sana idea se continua a persistere in tutti l'ossessione della necessità di avere "sopra" uno stato unitario come garante della correttezza della vita sociale.
Lo stato unitario (che unisce in un torbido intreccio politica, economia e cultura) ci trufferà sempre, bisogna cambiarlo.
Separiamo le tre aree e non avremo più l'alitalia, il debito pubblico e la scuola dei somari.
Impediamo che uno stato unitario, col trucco delle tre carte, rimetta tutto in gioco... anche quello che tutti noi vorremmo buttare con entusiasmo fuori dalla finestra: politici di professione, furbetti del quartierino, approfittatori, mafie e camorre, lobby.

andrea di furia 30.08.07 12:51| 
 |
Rispondi al commento

E, dulcis in fundo, troviamo anche l'acqua potabile imbottigliata. Proprio cosi’, vera acqua di rubinetto imbottigliata e venduta a prezzo piu’ alto con aggiunta di qualche sale minerale.
Nel mondo l'azienda leader nella vendita della acqua del "rubinetto" e’ la Coca Cola e la imbottiglia per i paesi del terzo mondo privati dell'acqua come bene comune.
E l'acqua Dasani della Coca Cola, imbottigliata e venduta in Gran Bretagna, e’ stata ritirata dal mercato perche’ conteneva una elevata percentuale di bromato.
Mentre, per restare in casa: 25 produttori di filtri per il trattamento dell'acqua potabile sono nel mirino dei Nas. Guarda caso l'inchiesta ha preso l'avvio da un esposto di "Mineracqua" (la federazione italiana delle industrie produttrici di acqua minerale), in cui si faceva riferimento alla somministrazione da parte di alcuni ristoranti di Roma, delle cosiddette acque in caraffa "spacciate" per minerale.

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Da Liberazione

Nel 2004 ben 126 marchi di acque minerali non sono ancora in regola con la riduzione di arsenico, antimonio e manganese, e vengono tranquillamente vendute malgrado la loro pericolosita’, nessuno ne ha imposto la requisizion
Una cosa strana salta all’occhio: mancano i grandi nomi, Danone e Nestle’, per es., e non certo perche’ siano in regola, piu’ probabilmente perche’ hanno fatto i giusti passi presso il ministero (sulle tangenti a Sirchia o a Storace si e’ steso un velo di provvidenziale silenzio) o perche’ hanno fatta l’ozonizzazione peraltro pericolosa
Ricordiamo he l'avvelenamento cronico, dovuto ad esposizione a lungo termine di arsenico attraverso le acque potabili, secondo l'Oms, causa cancro alla pelle, ai polmoni, alla vescica ed ai reni; mentre il manganese oltre la misura consentita, potrebbe incrementare la suscettibilità a infezioni polmonari.
Malgrado questo rischio gli italiani restano i primi consumatori di acqua imbottigliata del mondo. Potenza della televisione! Anzi passano da 80 litri a testa a 82.
Il business delle acque italiane e’ in espansione mondiale: 177 imprese e 287 marchi, 11 miliardi di litri imbottigliati di cui 1 miliardo destinato all'esportazione (soprattutto in Canada e Stati Uniti). Calcolando in 0,50 euro il prezzo medio al litro, si ottiene un fatturato complessivo annuo di circa 5 miliardi e 50 milioni di euro pari a circa 10 mila miliardi di vecchie lire. Solo nel Lazio i consumi di minerale si attestano attorno ai 600 milioni di litri. Di più: in Italia sugli scaffali dei super mercati oltre alla «minerale», troviamo anche «acqua di sorgente»: una via di mezzo tra l'acqua potabile e la minerale. Deve avere un'origine rigorosamente sotterranea, non puo’ essere disinfettata ma puo’ essere trattata (con il famigerato ozono?) per rimuovere l'arsenico, il ferro, il manganese.

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Con l'acqua in bottiglia non sai mai cosa bevi
e il cancro lo puoi trovare proprio lì
del resto al posto dei controlli i 5 anni di Berlusconi ci hanno dato chiari segni di aiuto alla mafia

da Liberazione

“Il Belpaese e’ ricchissimo di fonti, tuttavia, secondo una ricerca Istat del 2000 c’e’ una grave irregolarita’ nell'erogazione nel 24% della popolazione del Molise, nel 30% in Sicilia e addirittura nel 45% in Calabria. In queste ultime regioni, soprattutto a causa piu’ che della siccita’, del cattivo sfruttamento delle falde e delle condotte colabrodo, l'acqua e’ diventata oggetto di ricatto da parte della criminalita’ organizzata e di sfruttamento da parte delle grosse multinazionali… come denuncia Riccardo Petrella, tra i fondatori dell'Università dei beni comuni e presidente del Comitato italiano del "Contratto mondiale sull'acqua":
“La mercificazione di una risorsa primaria della terra rappresenta uno dei mali piu’ grossi e insidiosi per l'umanita’. L'Italia e’ un esempio eclatante di intrecci tra affari leciti e illeciti.
Nel 2003 una serie di inchieste del procuratore aggiunto di Torino Raffaele Guariniello, riscontra nelle acque imbottigliate idrocarburi al benzene 10 volte sopra la media, incriminata la "Guizza". Alcune delle fonti, come la "Fiuggi", vennero chiuse. In questo clima di paura, il ministro della sanita’ Sirchia, nel tentativo di salvare il mercato, in piene feste natalizie, vara un decreto che innalza la soglia di tolleranza per molti degli inquinanti trovati nelle minerali (tra i quali tensioattivi, oli minerali, antiparassitari, idrocarburi) facendo rientrare nella legalita’, come per magia, molte industrie dell'acqua imbottigliata. Il decreto consente ci far rientrare nei limiti di legge le acque minerali con eccesso di arsenico o manganese e di abbassarne le quantita’ con un trattamento di ozonizzazione, che puo’ produrre sostanze indesiderate, come i bromati, cancerogeni

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 12:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

lettura consigliata: Il Mercante d'Acqua, Francesco Gesualdi - Feltrinelli Editore.

Come ho scritto sul mio blog: è una metafora all'evoluzione del mercato mondiale passando soprattutto per quello che sarà l'oro blu del prossimo secolo, vista dall'occhio di un ragazzo che cerca di fuggire dalla realtà che ci circonda, cercando un'utopia, un posto dove stare bene lontani dalla mondanità. Lo troverà ma.... insomma non voglio fare spoiler.
Sono molte le tematiche trattate: dal semplice impoverimento delle scorte idriche mondiali, a una denuncia alla guerra, all'economia del pagare a credito, alla fuga dei valori... a molto altro. tutto in un semplice racconto... che, se vogliamo, diventa didattico e propositivo: si intravede infatti una nuova possibilità di produrre e di lavorare per il bene comune.

Cristian Lorenzini 30.08.07 12:22| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO non sei credibile:

perchè non riporti anche la posizione di PENATI (DS) in proposito???????

Forse perché grosso modo è la FOTOCOPiA di quella di FORMIGONI??

Vai meno a PORTO ROTONDO:

l'aria troppo inquinata dai vari VIP

(Politici, Finanzieri, Furbetti e Furbastri Pregiudicati a vario titolo, Nani e Ballerine, danarosi Predicatori etc.)

probabilmente è satura di FAZIOSITA'n Aereosol Forte e ti fa MOLTO male!

Saro Cupettu 30.08.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Abito a Torre de' Passeri, paese della Valpescara. Le due megadiscariche europee di scorie tossiche quella di Bussi sul Tirino hanno inquinato i pozzi dai quali si alimentava l'acquedotto che raggiunge via via Pescara.
le analisi Asl-Arta datate maggio 2007 hanno riscontrato la presenzanon non solo di tetracloruro, esacloroetano e tetraclorometano, ma anche una concentrazione di idrocarburi totali 36 volte superiore al parametro di legge di 10 microgrammi per metro cubo.
Un esposto fatto direttamente dalla Asl nel 2005 alla procura della Repubblica che denunciava il fatto è rimasto in qualche cassetto....
Abbiamo costituito comitati per cercare di salvare il salvabile e riottenere acqua pulita dai nostri rubinetti.
Finora non siamo venuti a capo di nulla, perchè non ci da una mano a pubblicizzare questa assurda storia?

cesira gelsumini 30.08.07 10:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Italia paese delle vergogne!!

RIVOLUZIONE!!!!!

Federico P 30.08.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo affermare che mai in Italia il fascismo è morto.
Dopo la fine della guerra e la caduta di Mussolini
un fascismo strisciante, travestito, che si ammantava degli slogan della DC e del PCI ha fasciato l'Italia, mentre continuavano le menzogne al popolo, gli affarucci personali, le gerontocrazie al potere, le scalate dei cloni, il servilismo, il nepotismo, la mancata realizzazione dei principi costituzionali, la negazione della democrazia
Poi venne la televisione
Oggi un italiano non sa nemmeno dare una valutazione su qualcosa che non sia filtrata, modellata, strutturata dallo schermo televisivo
Persino il sapore dell'acqua
Una cosa non è buona perché è buona ma perché lo ha detto la televisione
E' per questo che un paese che ha il peggior livello di crescita europeo e un immiserimento crescente, un paese che è in forte misura fatto da anziani pensionati e spesso pensionati poveri, presenta il consumo di acqua imbottigliata più alto del mondo
Ed è per questo che mentre gli ultimi 10 anni presentano il 10% in meno di piogge e i fiumi si stanno esaurendo mentre la siccità avanza, si allargano le privatizzazioni dell'acqua pubblica
Paradossi insostenibili!
E quando l'imbottigliamento delle nostre sorgenti è quasi tutta in mano della criminalità organizzata o di speculatori senza scrupoli, si deve anche assistere all'elogio dell'acqua minerale!
Davvero il paese non è ucciso, si suicida.
Magari con la televisione accesa!

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 10:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La trasmissione "Report" ne parla qui:

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E1068661,00.html

irene . Commentatore certificato 30.08.07 10:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Legambiente lancia allarmi per il sacco dei fiumi. In tv vediamo lo svuotamento costante del Po a opera di pirati che la polizia stranamente ignora
Il 21% dei nostri fiumi sta morendo di inquinamento, furto di materiale, incuria, scempi vari
B ridusse le pene agli inquinatori rendendole piccole multe. Prodi non fa nulla per arginare il crimine e la distruzione del territorio
La forza pubblica è mandata a presidiare l’Afghanistan e i denari pubblici si riversano in armi, mentre il territorio muore e la privatizzazione dell’acqua procede indisturbata
Formigoni vuol vendere l’acqua della Lombardia, Bassolino e Domenici lo hanno già fatto, Tremonti voleva vendere le coste, Prodi ignora i fiumi. Siamo figli di nessuno
Dal 2003 al 2005 ci sono stati 5.000 reati sui fiumi, in testa Lazio, Abruzzo e Toscana
Dx e sx hanno distrutto o ignorato allo stesso modo, surrogando il totale vandalismo delle nostre riserve idriche
Pesca illegale, sostanze inquinanti, mancata depurazione, furto di ghiaia, abusivismo edilizio, mancata regolamentazione delle piene, svendita se non regalo delle sorgenti
Abbiamo condannato a morte perfino il Po, il nostro fiume più grande, degradato dagli scarichi di città senza depuratore, di industrie che rilasciano acque nere e sostanze tossiche, di una agricoltura piena di diserbanti e acidi chimici, dei liquami di allevamenti bovini e suini
Il fiume non può biodegradare tutto. Il suo nemico è l’uomo
Nella miserabile sovrapposizione di regione, province, comuni e comunità montane, i fiumi sono terra di nessuno
Più la politica moltiplica come un cancro le sue cellule parassitarie, più il paese muore nell’abbandono di amministratori cinici, avidi solo di interessi personali e poteri lucrativi e dimentichi del bene pubblico
E ora anche Formigoni…!
I reati contro l’ambiente non sono nemmeno da codice penale e anzi ora si sono depenalizzati anche i reati di falsificazione alimentare
Non ci sono parole per dire lo schifo

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 10:29| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Nel mio comune, Grottaferrata, nei pressi di Roma, la gestione degli acquedotti e della distribuzione idrica é stata affidata all'ACEA, la vecchia municipalizzata di roma. Si pensava ad una buona gestione, data la storica speciliazzazione nel settore, per 20 giorni c'é stata una perdita in una linea in viale 1° maggio, migliaia di metri cubi persi, una ordinanza del sindaco che a causa del depauperamento delle risorse idriche e della siccità vietava l'innaffiamento dei giardini ed il lavaggio delle macchine.Qualcuno pagherà i danni ? Si .... i contribuenti!!.

alfredo roncaccia 30.08.07 10:25| 
 |
Rispondi al commento

CHI CREDE IN DIO E' PRONTO A CREDERE A QUALUNQUE ALTRA SCIOCCHEZZA. PERSINO CHE FORMIGONI E' UN POLITICO, E IL SUO PADRONE UN IMPRENDITORE. CIAO

Francesco Manfredi 30.08.07 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono completamente d’accordo con chi chiede di rendere pubblico l’intero ciclo dell’acqua.
Vorrei brevemente ricordare che a partire dal dopoguerra lo stato effettuò varie indagini al fine di conoscere la situazione relativamente alle condizioni igienico sanitarie del paese e ingenti furono gli investimenti per dotare gli italiani di acquedotti, fognature e reti di distribuzioni idriche. Anche il governo fascista durante il ventennio realizzò grandi opere infrastrutturali, basta ricordare l’acquedotto pugliese, un’opera faraonica per quei tempi, e per considerare l’intero ciclo, dobbiamo ricordare anche le varie bonifiche che hanno reso salubri e disponibili all’agricoltura grandi territori fino ad allora infestate dalla malaria. Tutte queste opere sono state pagate con il sangue dei lavoratori e con sacrifici economici degli italiani. Vedere che la gestione del ciclo dell’acqua è diventato un affare in mano a società private, molte straniere, che, con l’avallo delle istituzioni competenti, pensano solo ai propri utili senza nulla apportare in termini di miglioramenti strutturali per le popolazioni locali, allora si capisce perché questo tema è ormai scottante e posto continuamente alla ribalta.
Per quanto riguarda gli acquedotti é vero che la precedente gestione pubblica, direttamente dei comuni o tramite le vecchie municipalizzate, non era il massimo in termini di rapidità di servizi, ma almeno i costi erano compatibili con un bene che era pubblico; ora le nuove società di gestione, in cui i politici hanno messo i loro amici di partito, con i loro superpagati presidenti e consiglieri hanno solo causato una ormai più sopportabile levitazione dei costi. Non voglio dire nulla sull’imbottigliamento dell’acqua, solo che l’acqua è di tutti, non è di proprietà delle regioni né delle concessionarie. Se questo governo, che ho votato, che non riesce ad ammodernare il paese, non mette nemmeno fine a questo sfruttamento, allora deve andare a casa.

alfredo roncaccia 30.08.07 10:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Forse ci dimentichiamo che il vaticano all'epoca delloscandalo sindona aveva partecipazioni in italia anche sulle s.p.a. dell'acqua, escono dalla portano entrano dalla finestra.
Quel benemerito di Formigoni non é altro che un Ciellino cresciuto e pasciuto, cosa ci aspettiamo.

Daniele Nuvoli 30.08.07 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Non impareremo mai niente dalle disgrazie degli altri?

COCHABAMBA

La Bolivia, di fatto, presenta una delle poche battaglie vincenti in questa guerra.
Nel 1999, il governo boliviano, seguendo le ricette della Banca Mondiale, aveva concesso all’impresa Bechtel la gestione e la distribuzione dell’acqua nella citta’ di Cochabamba. Questa concessione non solo violentava le forme tradizionali di distribuzione, ma espropriava i pozzi, sia privati che comunitari, e incrementava le tariffe.
Si arrivò a rincari del 300% che i campesinos non potevano permettersi e la popolazione si ribellò...scontri, morti, centinaia di feriti e alla fine il contratto di privatizzazione fu cancellato. Ma dobbiamo arrivare a questo?

Sono due anni almeno che Formigoni ci prova con l la privatizzazione dell'acqua
Ma quale cristianesimo? quale democrazia? e dovrebbe essere questo il successore di Berlusconi?
La prima città industriale d'Italia e non ha mai avuto uno straccio di depuratore!
Una cosa da terzo mondo!
e che non ha mai cessato di inquinare il Po e tutto il suo bacino e di inquinare l'Adriatico
E invece di spingere per diventare una città razionale e moderna, lui e la Moratti pensano solo a far peggiorare le cose affidando la gestione dell'acqua da bere e della depurazione a una multinazionale che sarà sopra la legge e porterà Milano a regimi da terzo mondo.
E questi distruttori i milanesi pure li rivotano?!?
Credevo ci fosse qualche intelligenza in questa città dove ho vissuto e lavorato bene e che ho amato. Mi accorgo con amarezza che i dané non rendono più civili le persone ma solo le corrompono e che la superiorità col meridione nasconde solo arroganza e un incredibile vuoto culturale.

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 10:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Io sono completamente d’accordo con chi chiede di rendere pubblico l’intero ciclo dell’acqua.
Vorrei brevemente ricordare che a partire dal dopoguerra lo stato effettuò varie indagini al fine di conoscere la situazione relativamente alle condizioni igienico sanitarie del paese e ingenti furono gli investimenti per dotare gli italiani di acquedotti, fognature e reti di distribuzioni idriche. Anche il governo fascista durante il ventennio realizzò grandi opere infrastrutturali, basta ricordare l’acquedotto pugliese, un’opera faraonica per quei tempi, e per considerare l’intero ciclo, dobbiamo ricordare anche le varie bonifiche che hanno reso salubri e disponibili all’agricoltura grandi territori fino ad allora infestate dalla malaria. Tutte queste opere sono state pagate con il sangue dei lavoratori e con sacrifici economici degli italiani. Vedere che la gestione del ciclo dell’acqua è diventato un affare in mano a società private, molte straniere, che, con l’avallo delle istituzioni competenti, pensano solo ai propri utili senza nulla apportare in termini di miglioramenti strutturali per le popolazioni locali, allora si capisce perché questo tema è ormai scottante e posto continuamente alla ribalta.
Per quanto riguarda gli acquedotti é vero che la precedente gestione pubblica, direttamente dei comuni o tramite le vecchie municipalizzate, non era il massimo in termini di rapidità di servizi, ma almeno i costi erano compatibili con un bene che era pubblico; ora le nuove società di gestione, in cui i politici hanno messo i loro amici di partito, con i loro superpagati presidenti e consiglieri hanno solo causato una ormai più sopportabile levitazione dei costi. Non voglio dire nulla sull’imbottigliamento dell’acqua, solo che l’acqua è di tutti, non è di proprietà delle regioni né delle concessionarie. Se questo governo, che ho votato, che non riesce ad ammodernare il paese, non mette nemmeno fine a questo sfruttamento, allora deve andare a casa.

alfredo roncaccia 30.08.07 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Io sono completamente d’accordo con chi chiede di rendere pubblico l’intero ciclo dell’acqua.
Vorrei brevemente ricordare che a partire dal dopoguerra lo stato effettuò varie indagini al fine di conoscere la situazione relativamente alle condizioni igienico sanitarie del paese e ingenti furono gli investimenti per dotare gli italiani di acquedotti, fognature e reti di distribuzioni idriche. Anche il governo fascista durante il ventennio realizzò grandi opere infrastrutturali, basta ricordare l’acquedotto pugliese, un’opera faraonica per quei tempi, e per considerare l’intero ciclo, dobbiamo ricordare anche le varie bonifiche che hanno reso salubri e disponibili all’agricoltura grandi territori fino ad allora infestati dalla malaria.Tutte queste opere sono state pagate con il sangue dei lavoratori e con sacrifici economici degli italiani.Ora, vedere che la gestione del ciclo dell’acqua è diventato un affare in mano a società private, molte straniere, che, con l’avallo delle istituzioni competenti, pensano solo ai propri utili senza nulla apportare in termini di miglioramenti strutturali per le popolazioni locali, allora si capisce perché questo tema è ormai scottante e posto continuamente alla ribalta. Per quanto riguarda gli acqueddotti é vero che la precedente gestione pubblica, direttamente dei comuni o tramite le vecchie municipalizzate, non era il massimo in termini di rapidità di servizi, ma almeno i costi erano compatibili con un bene che era considerato pubblico.Le nuove società di gestione, in cui i politici hanno messo i loro amici di partito, con i loro superpagati presidenti e consiglieri hanno solo causato una ormai più sopportabile levitazione dei costi. Non voglio dire nulla sull’imbottigliamento dell’acqua, solo che l’acqua è di tutti, non è di proprietà delle regioni né delle concessionarie.Se questo governo, che ho votato, che non riesce ad ammodernare il paese, non mette nemmeno fine a questo sfruttamento, allora deve andare a casa.

alfredo roncaccia 30.08.07 09:55| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Secondo me l'unica vera perversione è volere a tutti i costi speculare su tutto, in una società dei giorni nostri esistono talmente tante cose da vendere che pretendere di vendere quelle fondamentali diventa un vero abuso. Gli imprenditori hanno l'imbarazzo della scelta sul cosa speculare e certi tipi di beni devono essere protetti dalla legge in maniera tale che chi investe capisca che su certi beni non è possibile fare business. L'acqua, le case, la terra, il cibo, sono esempi di beni per i quali dovrebbe sussistere regole molto vincolanti sulla compravendita per prevenire abusi di carattere speculativo.

Fabio M. 30.08.07 09:52| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Messico
Il mercato è in mano alla Coca Cola che imbottiglia l’acqua e perfora pozzi, grazie alla privatizzazione selvaggia concessa dal governo messicano a partire dagli anni ‘80. Lo scopo delle multinazionali è “Alzare i prezzi fino a far male”
In Messico dopo l’arrivo della Coca Cola: fiumi in secca, falde freatiche esaurite, pozzi inquinati, cambi climatici globali, uragani
10 milioni di messicani non hanno accesso alla rete pubblica dell’acqua potabile
Nei 5 stati dove si concentra la popolazione indigena la situazione è anche peggio
Una persona su 4 (quasi sempre donne) raggiunge a piedi la fonte più vicina e trasporta in spalla i secchi d’acqua per uso domestico
Negli anni 80 il governo decise di seguire gli imperativi neoliberisti, dare l’acqua alle multinazionali e smantellare i servizi pubblici. Così ha concesso a privati di sfruttare sorgenti, pozzi, acquedotti e canali, in spregio alla costituzione, dicendo che i privati avrebbero garantito più efficienza
Esperienza disastrosa
Ad Aguascalientes, dove la gestione dell’acqua potabile è in mano al gigante Vivendi, i prezzi sono saliti enormemente con grave peggioramento del servizio. Lo stesso in altre città
Quando le sorgenti hanno cominciato a seccarsi, le multinazionali hanno messo gli occhi sulla selva Lacandona, polmone dell’America Centrale e ultima grande riserva idrica del Messico. Arriviamo all’assurdo che in molte comunità indigene le famiglie spendono in Coca Cola il 20% delle entrate, 40 pesos il giorno (3 €)
Le concessioni sono state date alla Coca Cola per 50 anni a prezzi ridicoli
Ora stanno privatizzando anche i fiumi
E, dopo il disastro provocato in India dalle 2000 dighe volute dalla BM, anche in Messico si parla di costruire 56 dighe. Migliaia di campesinos sono sul piede di guerra
E se ne progettano 350 in centro America, con prosciugamento dei fiumi, distruzione di centinaia di villaggi e mutamenti dell’ecosistema e del clima

masadaweb.org
n°279


viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 09:36| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti, ho 23 anni e sono laureato in chimica; riguardo all'acqua posso assicurarvi che quella proveniente dagli acquedotti comunali è di OTTIMA (e sottolineo ottima) qualità in quanto sottoposta per legge ai periodici controlli di tutti i parametri analitici che ne garantiscono la potabilità. Al contrario di ciò che comunemente si pensa, l'acqua di rubinetto è anche periodicamente disinfettata (a volte si sente distintamente l'odore di cloro). Le acque imbottigliate normalmente non sono molto dissimili da quelle dell'acquedotto, a parte alcune eccezioni come le acque ricche di fluoruro per lo sviluppo dentario dei bambini o quelle ricche di calcio per contenere l'osteoporosi.
Come consiglio a chi, disponendo di un pozzo, fa uso di acque molto dure (>40 gradi francesi) e rischia calcoli renali dò quello di bere qualche litro d'acqua a bassissima durezza ogni sei mesi. Per il resto le acque degli acquedotti non hanno nulla da invidiare a quelle imbottigliate!!!.
Ovviamente informatevi presso il servizio acquedotto del vostro comune sulle caratteristiche dell'acqua fornita.

L'acqua è un bene pubblico e tale deve rimanere!
ciao a tutti....Beppe sei grande!!!!

Filippo A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.08.07 09:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema è che risanano il debito martoriando solo la povera gente, martoriando chi lavora onestamente e con coscienza. L'Agenzia delle Entrate per raggiungere più facilmente i suoi obiettivi, per arricchire i suoi dirigenti amici dei politici si accanisce con i più deboli, quelli che non hanno la forza di difendersi con bravi commercialisti, avvocati o amici in Finanza. Si sono inventati gli Studi di settore, dandogli il nome giusto studi; il problema è che uno studio lo dovresti pubblicare solo quando ne sei veramente certo, quando l'hai dimostrato scientificamente (MA CHI CONTROLLA !!!!) e non quando devi solo dimostrare il raggiungimento degli obiettivi fittizi di un lavoro approssimativo e lassivo, perpetuando solo dolore ed ingiustizia.
Ed è così che si obbligano poveri artigiani a chiudere bottega (l'Italia chiude !!!) solo perchè non rientrano nelle loro statistiche fittizie, solo perchè colpevoli di non dichiarare un certo reddito, di più di quello che guadagnano realmente... Chiusi ed a 50 anni in Italia sei vecchio per trovarti un nuovo lavoro (non ce l'hanno i più giovani laureati) e troppo giovane per la misera pensione.. E la realtà che dice questo non le statistiche della pubblica amministrazione lontana dalla realtà e troppo vicina agli sporchi interessi di parte...

Carmine O. Commentatore certificato 30.08.07 09:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

0

Il saccco di Firenze e i lavavetri

..

Sono cresciuta a Firenze e ogni volta che ci torno mi si serra il cuore come a una rovina crescente

Le amministrazioni hanno rovinato intenzionalmente una delle città più belle del mondo

Sempre più intasata dal traffico, quasi priva di parcheggi, sporca, piena di cattivi odori, coi bidoni dell'immondizia traboccanti, fitta di gente stipata che non sa più come muoversi, con vigili che sanno solo riempire di multe i disgraziati cittadini ostaggi della propria città e sempre più esasperati e ringhiosi, Firenze si satura inesorabilmente di arredi urbani mostruosi, impalcature di ferro, tralicci da feste, attrezzi da gimcana che deturpano le piazze storiche, le chiese celebri, le strade famose, e le amministrazioni danno permessi a non finire per riempire le strade strette e sovraffollate di bancarelle, tavolini, sedie, ombrelloni, edicole.. così che i piccoli autobus devono fare i funambolo per non arrotare qualcuno e si cammina imprecando sui marciapiedi rotti e stretti nel pigia pigia dei turisti maleducati e villani, che mangiano, defecano, sporcano
Sembra una città abbandonata al mercato, alla villania, alla volgarità. E vedere l’abbandono dei musei, senza luce, senza un'organizzazione che sveltisca le file, né ascensori o spazi di sosta e di accoglienza, senza bagni decenti, con custodi sovrabbondanti e fannulloni…

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 09:28| 
 |
Rispondi al commento

1

Lo dico con la morte nel cuore, ma un tempo prendevo il treno per fare la spesa a Firenze, per girare il centro, ora non ci vado più

E ogni amministrazione è peggio. mai risolto il problema dei parcheggi, del sudiciume, del traffico, dell'inquinamento, del verde, delle zanzare, i sindaci si sono occupati solo di far soldi, di dare permessi facili a ogni sorta di sconcezza, di ammazzare di multe il cittadino, di imbruttire la città, di mercificarla, di lasciar morire le antiche botteghe artigiane per aprire a paninerie o abbigliamenti

Mai risolto il problema delle piene dell'Arno o di dove mettere le migliaia di pullman turistici che invadono ogni buco, o la salvaguardia del centro o le comunicazioni con l'aeroporto (la città con più opere d'arte del mondo non ha un aeroporto e i milioni di turisti devono scendere a Pisa a 80 km senza una comunicazione decente con Firenze), mai risolto il problema della cura delle opere d'arte o fatto un museo più moderno che non ci faccia sfigurare di fronte alle eccellenze di Londra o Parigi e tolga dalle cantine le opere d'arte dimenticate, mai una razionalizzazione urbanistica di una qualsiasi cosa, i sindaci si sono premurati solo di vendere l'acqua pubblica di Firenze. Domenici ha trasformato l'acqua in merce

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 09:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Nell'area Chieti-Pescara, secondo analisi fatte dall'ARTA, ASL, WWF, l'acqua contiene tetracloruro di carbonio (altamente cancerogeno) ed altre sostanze inquinanti. Perche' a livello nazionale non se ne parla? ci vogliono tutti morti?
BEPPE ALMENO TU DACCI UNA MANO E FAI SENTIRE LA NS VOCE.

Andrea Di Nunzio 30.08.07 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Nell'area Chieti-Pescara, secondo analisi fatte dall'ARTA, ASL, WWF, l'acqua contiene tetracloruro di carbonio (altamente cancerogeno) ed altre sostanze inquinanti. Perche' a livello nazionale non se ne parla? ci vogliono tutti morti?
BEPPE ALMENO TU DACCI UNA MANO E FAI SENTIRE LA NS VOCE.

Andrea Di Nunzio 30.08.07 09:22| 
 |
Rispondi al commento

2

Per 60 milioni di euro i 50 comuni delle province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo aderenti a Publiacqua hanno tramutato l'acqua, bene comune, in un souvenir da bancarella
50 sindaci hanno tradito centinaia di migliaia di cittadini toscani che vedranno aumentarsi le tariffe dell'acqua e peggiorare la già scarsa qualità (l'acqua di Firenze ha sempre puzzato di cloro), e hanno voluto l'ingresso di ACEA in Publiacqua. Eppure Publiacqua è sotto accusa per lo scempio che ha fatto in Honduras

Acea S.p.A. è una "multiutility", impresa a partecipazione pubblica, quotata in borsa, che gestisce i servizi di acqua, energia e metano, ampliandosi nel processo di privatizzazione dei beni pubblici avviato in Italia dalla Legge Galli del ‘94, ai comandi della Banca Mondiale e degli ordini di scuderia europei

Ma Veltroni ha voluto che gestisse l'acqua di Roma
ACEA ha acquisito la rete di distribuzione elettrica di Enel Roma come gestore unico. Ha partner nazionali e internazionali in Armenia, Perù (con Impregilo S.p.A.) e Albania e ha realizzato il progetto idrico Disi-Amman in Giordania, uno dei 10 più importanti del mondo

In Honduras gestisce i servizi idrici di San Pedro Sula, 2° città e principale centro industriale dell'Honduras, in consorzio con altre società per una concessione trentennale dell'acqua disastrosa, il servizio é pessimo, non tutti i cittadini hanno acqua potabile, né pulita, né sempre

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che risanano il debito martoriando solo la povera gente, martoriando chi lavora onestamente e con coscienza. L'Agenzia delle Entrate per raggiungere più facilmente i suoi obiettivi, per arricchire i suoi dirigenti amici dei politici si accanisce con i più deboli, quelli che non hanno la forza di difendersi con bravi commercialisti, avvocati o amici in Finanza. Si sono inventati gli Studi di settore, dandogli il nome giusto studi; il problema è che uno studio lo dovresti pubblicare solo quando ne sei veramente certo, quando l'hai dimostrato scientificamente (MA CHI CONTROLLA !!!!) e non quando devi solo dimostrare il raggiungimento degli obiettivi fittizi di un lavoro approssimativo e lassivo, perpetuando solo dolore ed ingiustizia.
Ed è così che si obbligano poveri artigiani a chiudere bottega (l'Italia chiude !!!) solo perchè non rientrano nelle loro statistiche fittizie, solo perchè colpevoli di non dichiarare un certo reddito, di più di quello che guadagnano realmente... Chiusi ed a 50 anni in Italia sei vecchio per trovarti un nuovo lavoro (non ce l'hanno i più giovani laureati) e troppo giovane per la misera pensione.. E la realtà che dice questo non le statistiche della pubblica amministrazione lontana dalla realtà e troppo vicina agli sporchi interessi di parte...

Carmine O. Commentatore certificato 30.08.07 09:20| 
 |
Rispondi al commento


3

A Firenze la cessione avvenne senza consultare il consiglio comunale e contro la volontà della popolazione. Qualcuno sapeva che dagli 0,91 euro al metro cubo del 2005 Acea mirava ad arrivare a 3,62?
La logica del profitto ha vinto su tutto

E devo anche leggere su aprileonline (quotidiano SD), che si deve guardare alla "democrazia partecipativa" secondo il modello toscano!?

Ma a Firenze ora non si deve vedere la ripublicizzazione dell'acqua o la soluzione di uno dei tanti problemi endemici, la sx si sveglia.. per un attacco ai lavavetri!
Un'ordinanza comunale urgente prevede il sequestro dell'attrezzatura e pene fino a 3 mesi di carcere. Nemmeno agli incendiari!

La beffa maggiore è la motivazione: per toglierli dal racket ! La stessa di Cofferati quando mandava all'alba la ruspe per radere al suolo le baracche dei rumeni, quando non si era degnato di mandare la polizia municipale o la questura nei punti dove il racket dei manovali avveniva, nei cantieri dove il lavoro nero era la norma

Non ci sono lavavetri o vu comprà, accattoni o zingari a Londra, Parigi, Madrid, Berlino...
Ma non ci sono nemmeno sindaci come questi, che sono loro i primi distruttori di una città


viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Oltretutto l'acqua in bottiglia aumenta la produzione di immondizia che va a ricadere su tutti i cittadini.

Facciamo una legge che tolga tutte le concessioni ai privati, acqua, spiagge, autostrade. Tutte queste cose sono dello stato quindi degli italiani ma per usufruirne devono pagare.

Cornuti e mazziati

Andrea Marcon 30.08.07 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma dell'acqua avvelenata che ci fanno bere a Chieti e Pescara non se ne parla? questo è omicidio di stato.

Andrea Di Nunzio 30.08.07 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Se interessa, tutti i dati relativi all'acqua potabile comune per comune (dati forniti dai gestori idrici):

www.cheacquabeviamo.it

ales g 30.08.07 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti. Acqua. Una risorsa primaria. Senza troppe parole. Di piu': un diritto per tutti.
Io mi fido mille volte di piu' dell'acqua del rubinetto che di quella in bottiglia che ha viaggiato per centinaia di chilometri su un camion al sole e al caldo. Il Comune di Roma ha anche "promosso" la SUA acqua con dei manifesti pubblicitari in tutta la citta', ma cio' non e' stato fatto in televisione, dove invece comanda il dio denaro e dove uno spot che dica BEVETE L'ACQUA DEL RUBINETTO: SE LA BEVI SI VEDE non trovera' mai posto...
Quando vado al ristorante io chiedo sempre l'acqua "del sindaco", ma non tutti i gestori la portano a tavola: la scusa e' che "non e' tanto potabile"...mah...io sono stufo di vedere il mondo intorno a me riempirsi di plastica solo perche' molte persone si illudone che l'acqua nel PET e' piu' sicura di quella del rubinetto! PER BERE NON DOBBIAMO STAPPARE!!!
Inoltre e' possibile ridurre il consumo di acqua del rubinetto installando un RIDUTTORE DI FLUSSO (dal prezzo di pochi euro).

Il vero ORO e' proprio l'acqua.

*G*

Giovanni Destito 30.08.07 07:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Nino lo Bello del Comitato italiano per l’acqua:

Nel giro degli ultimi 20 anni la globalizzazione liberista ha mostrato limiti sempre più evidenti, le cui pesanti conseguenze sono pagate dal sistema biologico del pianeta e a caro prezzo dai più poveri del mondo.
Questo modello ha trattato la terra e le risorse idriche come possesso, non come parti fondamentali di un sistema biologico intero.
D’altro lato si è accelerata la consapevolezza che è necessario una gestione diversa del territorio, come progetto di un sistema interconnesso.
Come pensiamo, ad es., di costruire percorsi di unione sempre più stretti tra i popoli del Mediterraneo se non progettiamo insieme norme, regolamenti, modi di gestione per assicurare l’acqua ad ogni cittadino, per diminuire l'impatto antropico e migliorare le condizioni
biologiche del bacino comune ?
Non ci sono ricette già pronte, occorre un diverso modo di pensare e un diverso stile di vita.
Tante associazioni hanno maturato esperienza nelle battaglie contro la privatizzazione del servizio idrico integrato, contro l'uso smodato delle acque minerali, contro lo spreco della risorsa acqua e contro l'inquinamento e i pesanti impatti nel territorio e sono arrivate a percepire il territorio come ecosistema la cui gestione non può scendere all’alto ma dalle esperienze concrete del territorio.
Occorre contrastare il processo di privatizzazione del servizio idrico integrato, e incrementare la cultura del riuso, del riciclo e del risparmio dell'acqua, la diminuzione dell'impatto antropico, la riqualificazione dei corpi idrici e delle buone pratiche agricole.
...
Belle parole, ma che pensare a un Cofferati che a Bologna pensa di costruire un campo da golf e un acquaplan?
O degli amministratori siciliani che nell’arida isola hanno costruito 58 campi da golf? (216 utenti a campo e ognuno si beve ogni 24 ore la stessa quantità d’acqua consumata da un paese da 8.000 persone)

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Prima di Formigoni (destra) anche Penati (sinistra) dalla Provincia di Milano aveva lasciato senza risposta le richieste di incontro dal Comitato Italiano per l’acqua per un modello di gestione pubblica dei servizi idrici (promessa elettorale).
Milano è stata tradita dalla destra come dalla sinistra.
Consegnare l'acquedotto e i rubinetti nelle mani di una multinazionale è un grave errore politico e un passo grave che non si può prendere anarchicamente senza sentire i cittadini, senza informare, fingendo di ignorare i comitati, le associazioni, i movimenti, le mobilitazioni…
Se non è un deficit di democrazia questo, allora cosa?
Siamo arrivati ad un punto in cui la differenza di facciata non conta se poi le operazioni sono identicamente squallide.
Beppe Grillo disse già anni fa: "se c'è l' idea di far passare sotto silenzio questa storia della privatizzazione dell'acqua, se la dovranno vedere con noi cittadini ".
Ma i cittadini restano nella maggior parte disinformati e in gran parte addormentati, mentre i media li ipnotizzano con fatti di cronaca o beghe quotidiane.
Solo una maggiore informazione e una presa di coscienza che porti più persone a rivendicare i propri diritti potrebbero salvare questo disgraziato paese.
I partiti non più.

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 01:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma è possibile che dobbiamo sperare in un frate comboniano?
Due anni fa Grillo era a Napoli nelle notti bianche e si impedì a Zanotelli di parlare dal suo palco della vergogna di Bassolino che voleva privatizzare l’acqua di Napoli.
Si voleva imbavagliare il dissenso sulla privatizzazione dell'acqua nell'ATO 2, Napoli e Caserta.
E questi erano i DS e il PD è fatto delle stesse persone, hanno cambiato l’etichetta ma il contenuto non cambia
Oggi Veltroni parla di partecipazione, ma siamo diventati duri d’orecchio. Troppe parole vuote abbiamo sentito che non si sono tradotte in fatti. Il programma di Prodi consta di 280 pagine di parole vuote.
La partecipazione, che oggi vuol dire democrazia, diventa sempre sul territorio decisionismo ottuso, sordità alle richieste della gente, cinismo speculativo, svendita dei beni di tutti
Ma davvero si pensa che lo Stato sia un mercato e la politica la sua pubblicità?
Si impedì a Grillo e a Zanotelli di parlare della privatizzazione dell'acqua in Campania, fermamente voluta dal csx contro la società civile organizzata nei comitati civici di Napoli e Caserta. Bassolino poi si rifiutò di parlare.
E ora anche Formigoni lo copia?
Ma con quale faccia?
In Toscana 45.000 cittadini firmarono una proposta di legge regionale di iniziativa popolare chiedendo la ripubblicizzazione del servizio idrico ormai privatizzato. Un Forum Regionale dell'Acqua composto dalle più importanti associazioni ed espressioni organizzate della società civile, dei sindacati, amministratori dei partiti dell'Unione e della maggioranza chiesero che il processo di privatizzazione fosse interrotto.
Come nulla fosse, i sindaci e gli amministratori andarono avanti


viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

A Grenoble sono riusciti a ri-municipalizzato nel 2000 il servizio pubblico dell’acqua e della depurazione, illegalmente concessi ai privati nel 1989.
E’ questa la via da intraprendere da parte delle giunte e dei presidenti di regione, non quella di un aumento della privatizzazioni.
Risultato: il prezzo dell’acqua potabile della città di Grenoble è il meno caro di tutte le città francesi con più di 100.000 abitanti. Esce dal rubinetto naturalmente pura, non trattata, una risorsa duratura e rinnovabile.

Sapevamo che per la destra solo gli affari personali contano, ma che la privatizzazione sia fatta da amministrazioni di sinistra ci fa particolarmente male.
L’acqua è un bene e un diritto troppo prezioso per lasciarlo in balìa del mercato. È un servizio pubblico essenziale che non può essere gestito secondo la logica del profitto. Le decisioni pubbliche devono essere indenni dalla corruzione e dagli interessi privati.
Ma la destra e’ favorevole al libero mercato e la sinistra sta tradendo il suo mandato per guadagnare un pugno di soldi, e gli eurodeputati di destra o di sinistra sembrano fregarsene di tutta la questione mentre i Verdi come al solito sono incapaci di mettere su una campagna che infiammi l’opinione pubblica e di usare persino le normali vie informative di internet.
E come si può contare su Prodi se è stato proprio lui come presidente europeo a permettere che le direttive perverse della Bolkestein trionfassero?
E come si affannava a giurare sulla bontà della Costituzione europea, quando serviva solo a rafforzare un'Europa delle banche, delle società che delocalizzano il lavoro, della caduta dello stato sociale, della distruzione dei diritti del lavoro!
Certo che da un presidente dell'IRI non ci si aspettava di più.
Ma che anche la sinistra estrema si facesse passare sul capo tutto questo senza reclamare...

Questa gente non è con noi, è contro di noi

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Nel grande saccheggio che vede pubblici amministratori svendere la nostra acqua sono al primo posto le giunte rosse, anzi aprileonline (SD) elogia quella toscana come un modello da imitare.
A Livorno l’acqua e’ stata privatizzata a una Spa, ASA. Un dossier ha esaminato i 5 anni di gestione concludendo che i danni ci sono anche con un ingresso del privato per il 40%, proprio perche’ il privato vuole solo raggiungere un utile, sacrificando l'interesse collettivo.
A Bologna e’stato il sindaco Guazzaloca di destra a privatizzare l’acqua e Cofferati ha rimosso il problema come se non esistesse, non ha nemmeno tentato di riportare sotto il controllo pubblico l’acqua dei bolognesi.
A Firenze mi sembra di aver capito che si e’ scelta la strada della societa’ per azioni. Quali sono i rischi?
In genere la gestione privata non e’ trasparente, non investe, non modernizza, non fa manutenzione, non offre garanzie, mira solo all’aumento delle tariffe. I dirigenti di queste societa’ hanno sempre stipendi favolosi.
Si consideri che il settore acqua non comprende solo la distribuzione di acqua potabile ma anche le fogne, le acque refluee,la depurazione.
Avete idea di quello che significherà consegnare tutti questi servizi fondamentali per ogni città, per ogni anche piccolo centro, a società che per diritto sono fuori da ogni diritto? Che non ubbidiscono alla legge italiana perché non sono italiane e godranno di un trattamento ancora più anomalo e anarcoide di quello della stessa hiesa? Nel nostro territorio ma fuori dalle leggi del nostro territorio?
Lo sapete tutti, immagino, che domani non sarà il petrolio la ricchezza del mondo ma l'acqua!
E noi quella ricchezza incalcolabile la svendiamo!

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe non potresti fare un modulo di protesta in merito a questo argomento e presentarlo alla corte costituzionale europea e mandare copie a altri paesi europei in modo che quando fanno un G8 o qualche incontro ci finiscono di smerdarci .Ah poveri noi caproni continuamo a credere alla befana ,ma purtroppo viene pima Natale che come si dice dalle mie parti" è nat'prim' sant'mangione e poi Gesù Cristo".

raffaele quaraniello 30.08.07 00:31| 
 |
Rispondi al commento

A Napoli Iervolino e Bassolino furono ambigui, dissero di tutto e il contrario di tutto: che difendevano l’acqua della Campania quando poi affidarono il servizio idrico ad una società privata, tramite gara pubblica europea.
I napoletani non sapevano nulla. Cercavano di non pagarla, loro, l'acqua. Ma stavano per essere inghiottiti da ladri più grosso di loro.

Zanotelli combatteva da solo come a Nairobi combatteva la miseria nelle baracche. Ma la miseria culturale non è meno grave di quella materiale.
Del resto la Iervolino è quella che, camminando tra i mucchi di munnezza in una città che ha interi quartieri sequestrati dalla camorra, dice: “A Napoli non ci sono problemi, va tutto benissimo" E lei e Bassolino li scelgono tra i 50 saggi del PD!!
Intanto Caltagirone, il suocero dei Casini, ci faceva su un pensierino insieme alla società Lyonnaise des eaux.

Poi attorno a Prodi nasce un “si dice” sul pericolo scampato, ma quando le trombe suonano così fievoli è come per l’abolizione delle esenzioni alla Chiesa, c’è un inghippo che non le fa vere.
Ci consegnano al mercato incaprettati mani e piedi ma noi non ce ne accorgiamo nemmeno.
Eppure è ovvio che se l’acqua cade nelle mani di una multinazionale o dei Caltagironi che la rivendono a una multinazionale, uscirà da ogni legge o controllo pubblico, perché la multinazionale mira solo a massimare i guadagni e a minimizzare le spese e così seguiranno aumento immotivato delle tariffe, sperpero e spartizione di risorse pubbliche, disservizi (basti pensare allo scadimento della rete elettrica statunitense), maltrattamento dei lavoratori interni, scadimento della qualità dell’acqua (nell’America del sud l’acqua di rubinetto è risultata infetta a fronte di costi intollerabili).
L’acqua buona delle fonti finisce tutta imbottigliata per incrementare la vendita delle bottiglie e già ora la vendita delle bottiglie d’acqua in Italia è in gran parte in mano alla criminalità organizzata.

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:29| 
 |
Rispondi al commento

Da un vecchio Report

PADRE ALEX ZANOTELLI: “Privatizzare l’acqua vuol dire che lentamente le multinazionali stanno mettendo le mani sulle acque e poi ce le imbottiglieranno tutte e ce le venderanno. Cioè dove oggi abbiamo 40/60 milioni di morti per fame all’anno, avremo fra poco, se privatizzeranno le acque, 100/200 milioni di persone che muoiono di sete. Qui io mi ribello, come uomo e come cristiano: l’acqua, come l’aria, è un bene sacrosanto, è un diritto.”

Gabanelli: “Delle risorse si occupano le ATO. L’Ato della Campania, ha votato una delibera per affidare il 40% dell’acqua ai privati, la legge europea “vieta” la gestione pubblica.
PADRE ALEX ZANOTELLI rivela il ricatto per cui la UE mette miliardi a disposizione dei comuni purche’ avviino il grande business dell’acqua.
Gabanelli: “Ci sono pressioni di organismi internazionali che spingono verso la privatizzazione dei beni e dei servizi. L’acqua è uno di questi. Ma privatizzarla significa darla in mano ad aziende che hanno il solo interesse di venderla e non certo quello di promuoverne il risparmio e la tutela…. anche in una circolare del nostro Ministero dell’ambiente c’è scritto che la gestione pubblica (in house) è ormai considerata eccezionale e residuale.”

http://www.circoloambiente.org/acqua/acquareport.htm

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Noi non difendiamo l’acqua a livello regionale. Non la difendiamo a livello nazionale.
Non la difendiamo a livello europeo o a livello mondiale.
Come possiamo essere così ciechi dentro?

L’agenda internazionale del governo non può tacere al popolo italiano i successivi passaggi della Bolkestein i negoziati GATS del WTO dai quali l’acqua deve essere sottratta.
Non ci basta vedere cosa hanno fatto ai beni dell’Africa, del Sudamerica, dell’Asia?
Ovunque sono andati hanno fatto il deserto. Per arricchire i 200 gruppi più ricchi del mondo e far diventare più poveri tutti gli altri.
E vogliamo ripetere le stesse sciagure anche in Italia?
E in testa ci devono essere proprio quei Soru o Martini o Formigoni o Bassolino o Burlando che si erano presentati come gli uomini nuovi di partiti nuovi?
Non vediamo che la coscienza dei paesi oppressi rinasce proprio dalla difesa dei loro fiumi, delle loro sorgenti, delle loro foreste, del loro territorio? Perché dove si vende anche questo, si vende la propria anima, si baratta il proprio futuro con un pugno di lenticchie, si muore.

Il neoliberismo è morto, ha fallito tutte le sue promesse, ha impoverito il pianeta, lo ha venduto al demonio.
La politica mondiale ha dichiarato il proprio universale fallimento a Città del Messico, quando 148 governi, compreso il nostro, hanno legittimato e ubbidito agli ordini di una istituzione privata gestita da multinazionali (il WTO), quando hanno deciso che l’acqua non è un diritto umano, quando hanno dichiarato che non sono in grado di garantire l’accesso all’acqua a 1,4 miliardi di persone che ne sono prive e che per questo sono escluse dalla vita.
Come può chiamarsi democratico, civile, cristiano, un paese che dà via la propria acqua?
Che non ne capisce nemmeno il valore?
Come si possono chiamare se non criminali quegli amministratori che agiscono con tanta irresponsabilità?

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Nel programma di Prodi si legge:
"L’acqua è un BENE COMUNE, la cui proprietà e gestione deve rimanere in mano pubblica”.

Noi siamo i paria d’Europa. Non perché l’Europa ci consideri male, ma perché i nostri governanti nulla ci dicono di quello che si briga in Europa.
Ci hanno forse parlato dei contenuti della Costituzione europea?
Ci hanno forse chiamato a un referendum per sapere se la volevamo come è avvenuto in altri paesi?
Ci hanno mai parlato della direttiva Bolkestein che avrebbe distrutto tutti i diritti del lavoro? O ci hanno detto che con la stessa in Europa si apriva il mercato dei servizi e dei beni fondamentali?
No, ci parlano di cosa pensa Montezemolo o vuole Confindustria, di Bossi che fa lo sciopero fiscale o della Chiesa che non vuole pagare tasse, di Caruso che attacca Biagi o Tre, come se noi vivessimo di costoro e non di acqua.
La direttiva Bolkestein ordina che l’acqua sia una merce non una necessità.
Una merce vuol dire deve cadere nelle mani delle grandi multinazionali che ne stabiliranno purezza e costo.
Nella nostra legislazione l’acqua appare come un servizio di carattere economico non, come avviene in Olanda, Belgio, Austria o Svezia, come “un servizio di interesse generale”.
Berlusconi ha ristretto i margini per la gestione pubblica del servizio idrico.
Prodi ha abbandonato anche le ultime difese.
Amministratori senza scrupoli hanno fatto il resto: le privatizzazioni si sono mangiate la nostra acqua in Toscana, Emilia, Liguria, ora in Lombardia.
Il cinismo e la mercificazione sono uguali a dx come a sx.
Si sono venduti tutto: il territorio, le imprese, i beni archeologici, la pace, ora si vendono anche l’acqua.
E mentre i cervelli migliori espatriano e i mediocri al potere si fossilizzano, ora si vendono anche i ministri, vedi Bassanini che aveva cominciato a snellire la PA e per benservito non è stato richiamato dal governo Prodi che preferisce i Mastella mentre Sarcozy lo chiama a snellire la PA francese!

viviana viva Commentatore certificato 30.08.07 00:03| 
 |
Rispondi al commento

In Africa ogni 15 secondi un bambino muore perché non ha accesso all'acqua potabile
Il Papa ha detto: “In un periodo in cui si parla della desertificazione e sentiamo sempre
denunciare il pericolo che uomini e bestie muoiano di sete nelle regioni africane desertificate, ci rendiamo nuovamente conto della grandezza del dono dell'acqua”
Ma la comunità internazionale non si interroga su questa tragedia e i paesi che ancora non ne soffrono come l’Italia rifiutano di pensare che un giorno potrebbero avere la stessa sciagura
Ero in montagna oggi, sull’Appennino emiliano, l’erba era secca , la terra arida e screpolata, nel bosco molte piante erano rosse come fossimo già in autunno. Un contadino ha detto: “Non abbiamo mai visto una siccità così, sappiamo che a volte viene un’annata buona per la castagne e a volte una cattiva, ma se muoiono le piante, non ci saranno più castagne.”
Noi viviamo come cicale e l’acqua che un giorno potrebbe mancarci noi la sperperiamo, la buttiamo da un acquedotto che perde ormai il 45% nel disinteresse generale, la lasciamo mercificare gratis dalle società di acque minerali, la disprezziamo quando esce dal rubinetto, e dobbiamo vedere anche amministrazioni di sinistra come quelle toscane che la privatizzano allegramente. Questo noi lo chiamiamo “civiltà superiore”!

viviana viva Commentatore certificato 29.08.07 23:44| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/v/buL9wCBWfeM

MESSAGGIO di Giovanni Impastato, fratello di Peppino Impastato.

Uto P.I.A. D'Elica Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 23:28| 
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Inseriti i Video segnalati dai visitatori nella sezione “ Video “.

Chiuse le votazioni x il logo piu' bello.
Vieni a vedere chi ha vinto, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 2 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 29.08.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Se vi interessa sapere qualcosa in piu' dell'acqua potabile del vostro comune:

www.cheacquabeviamo.it

ales g 29.08.07 22:19| 
 |
Rispondi al commento

sul fondamentale tema dell'acqua come diritto e

non merce ascoltate il disco dei

MERCANTI DI LIQUORE con MARCO PAOLINI,si intitola

................SPUTI!

ciao, Marco

marco matteazzi 29.08.07 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Solo in Sicilia l'acqua può essere privata!!!!!!!!!!!!!!! Allora? I siciliani bevono senza problemi?
Al V-day vorrei sentire anche Roberto Benigni e Nanni Moretti!!!!!!!! Ce lo fai questo regalo????????????

Gianni De Sanctis 29.08.07 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono un siciliano che vive da qualche mese in Inghilterra. Qui l'acqua al supermercato non la compra nessuno. Tutti la beviamo dal rubinetto. Quella che compri al supermercato e' molto piu' cara della Coca Cola. Per mia sfortuna, non sono un appassionato delle bollicine...

Giovanni Traina 29.08.07 21:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

l' acqua......la televisione ha un potere forte sulle persone, miglioni di pubblicità sull' acqua sono il male peggiore per un bene cosi prezioso.... La privatizzazione sarebbe la fine.... Avere l' acqua dai privati farla diventare un business più di quanto lo è adesso significherebbe che non tutti se la possono permettere........Questa è gente senza scrupoli ragionano con il portafoglio.....Allora io dico ai presidenti di regione che la volessero privatizzare LA DOVETE SMETTERE DI FAVORIRE I VOSTRI COMPARI AVETE ROTTO I COGLIONI!!!!!!! STATE ROVINANDO UNA SOCIETA' BASTA!!!!!!!!!

gianfranco dimasi 29.08.07 20:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Segnalazione:
http://asscarlogiuliani.altervista.org/index.php?Appuntamenti:Concorso_di_poesia

mago forrest 29.08.07 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Io bevo l'acqua del rubinetto filtrata da un filtro a struttura composita che toglie cloro e altre sostanze nocive che possono essere presenti, benché in piccola quantità.
Vi lascio il link.

http://www.aqsystem.it/schede/sottolavello.pdf

Costo? Sono 220 € di impianto e 70 € ogni 5000 litri: se dopo un anno non avete consumato 5000 litri dovete comunque cambiarlo.
Se spalmiamo l'investimento iniziale in 10 anni (ma credo che duri di più), sono 1,4 cent al giorno (più il costo dell'acqua che è irrisorio) oppure, in caso di consumi più bassi, sono 25 cent al giorno.

Non fatevi ingannare da chi dice che questi filtri fanno sì che l'acqua dopo un po' sia piena di batteri: è una balla. Succedeva con i filtri a carboni attivi che ora sono illegali. L'apparecchio rispetta la normativa del Ministero della Salute.

Non è una marchetta, sono solo un cliente soddisfatto.

Valerio Cattaneo 29.08.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ACQUA

Nel mio comune l'acqua fa abbastanza schifo, quella del rubinetto intendo, e in più per arrivare dove abito io la pompano su verso l'alto passando per ulteriori tubi vecchi e autoclavi.
Risultato è che l'acqua del rubinetto non ha un buon sapore.

Per anni ho bevuto l'acqua in bottiglia, preferendo quella con le bollicine. Quella liscia non mi piaceva molto.

Poi ho scoperto la terza via. Periodicamente vado a una delle due fontane di mia fiducia (quando capiterei comunque da quelle parti) e mi riempio una tanca da 10 litri, che mi dura una decina di giorni.

Quell'acqua è molto buona. Ho scoperto che l'acqua liscia non mi piaceva perchè comunque anche quella in bottiglia non ha necessariamente un buon sapore.

Il discorso delle bottiglie che fanno sù e giù e contribuiscono all'inquinamento e al traffico lo condivido. Io ho trovato la soluzione nel prendere l'acqua alla fontana, gratis, quando passo comunque da quelle parti, e dunque con un inquinamento (e un costo) minimo.

Volevo fare ancora una considerazione: bere acqua BUONA è meglio di bere acqua con un gusto tollerabile. Se vi dessero due piatti di pasta ugualmente calorici, ma uno buono e l'altro sopportabile quale mangereste?

Le acque non hanno tutte lo stesso sapore e l'acqua buona è come l'aria buona: impagabile.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro

Uno strano silenzio da parte dei media, ma forse non così strano, circonda la raccolta delle firme per un disegno di legge di iniziativa popolare che si terrà l’otto settembre in tutta Italia nella giornata ribattezzata V-day e organizzata da Beppe Grillo. La legge popolare detta “Parlamento Pulito” prevede tre punti: la non eleggibilità in Parlamento dei condannati in via definitiva; l’impossibilità di essere eletti per più di due legislature; l’elezione diretta del candidato da parte dei cittadini.
L’Italia dei Valori ha presentato per questi stessi punti un disegno di legge parlamentare e sosterrà l’iniziativa del V-day.
L’otto settembre firmerò per “Parlamento Pulito” e così invito a fare eletti e elettori di Italia dei Valori e ogni cittadino italiano che desideri essere rappresentato da persone di specchiata onestà.
170.000 persone hanno aderito, gruppi di 120 città italiane e di 20 città nel mondo partecipano all’iniziativa, ma nessun giornale o televisione ne dà notizia, se non in modo marginale. E’ un ulteriore segno di distacco della politica e dell’informazione dalla società civile. Si preferisce parlare di autocandidature di questo e di quello evitando un vero confronto con i cittadini.
Rinnovo l’invito a partecipare consultando la mappa (clicca) per trovare la propria città.

vedi

http://www.antoniodipietro.com:80/2007/08/otto_settembre_parlamento_puli.html

viviana viva Commentatore certificato 29.08.07 18:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PUBBLICITA' INGANNEVOLI

ESEMPIO

sei litri di acqua qualsiasi NON contengono neanche la quantità di sodio di 1 (non un pacchetto: un solo ed unico) cracker.

se non si hanno particolari problemi, L'ACQUA 'POVERA' DI SODIO NON SERVE A NULLA.

e nessuna acqua serve a fare bene PLIN PLIN ad una persona senza problemi renali; basta berne in abbondanza da qualsiasi rubinetto di potabile.

sono tutte sciocchezze urlate da testimonial simpatici ma poco informati.

IL CREDERCI COSTA SVARIATE DECINE DI EURO ALL'ANNO A FAMIGLIA LETTERALMENTE BUTTATE.

VERIFICATE NEI SITI DELLE ASSOCIAZIONI DI CONSUMATORI

jean bleu Commentatore certificato 29.08.07 18:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Grillo, l'hai ricevuto sto bonifico?

ettore muti 29.08.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un prete vero , un uomo di dio , non finto come quei porci politici ( ma anche tanti preti ) che fanno finta di andare in chiesa ma si comportano in modo indegno , finalmente un prete vero , è talmente raro che mi ha commosso , grazie don Giorgio !!

andrea onesti 29.08.07 18:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

ogni settimana e anche meno, sono costretto a pulire il beccuccio del mio rubitetto, quello fatto a rete e che serve ad evitare che filtri materiale sabbioso.
cio vuol dire che............ per quanto efficiente possa essere tale beccuccio qualcosa dovra pur filtrare? e dove finisce quel qualcosa? NEL MIO STOMACO per cui facendo alcuni CALCOLI, potrei avere I CALCOLI, potrei un giorno dovermi ' OPERARE.
IL BECCUCCIO DEL MIO RUBINETTO QUANDO LO SVITO FAAAAAAAAAA SCHIIIFFFFFOOOOOOOOOOOO. N.B. IO HO 52 ANNI ED HO BEVUTO NELLA MIA VITA CIRCA 50000 LITRI DI ACQUA. QUANTA DI QUELLA SCHIFEZZA SI E' INSINUATA NEL MIO CORPO ???''''''''''' E LA DOVREI PURE PAGARE ( L'ACQUA ) A.F. TUTTI IN PIAZZA AL V.DAY ciao a tutti

alfredo f. Commentatore certificato 29.08.07 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Dottor “Allegria”

Ancora una laurea ad “honoris causa” in comunicazione di massa. Questa volta dopo Valentino Rossi e Vasco Rossi è toccato a Mike Buongiorno, dottor “Allegria”, alla veneranda età di 83 anni, a seguito di una proposta lanciata da “Sorrisi e canzoni”, sì avete capito bene parliamo del settimanale che si è fatto promotore di tale nomina.

Ma ci chiediamo perché tutte queste lauree troppo facili? Ricordiamo che nel 2007 ne sono state rilasciate la bellezza di quasi 100.

Il ministro Fabio Mussi ha accettato le candidature presentate entro il 31 luglio 2007, e con quale criterio no quelle dopo tale data? E’ questo il valore della parità di diritto? Certo è che i nostri politici ci hanno abituato a queste decisioni di “potere” (possono fare tutto quello che vogliono, tanto chi ha il coraggio di contestarli e seppure con quali risultati?).

Il ministro Mussi dovrebbe avere rispetto del “prestigio del titolo” e penso che, come un comune mortale, così i personaggi dello sport, dello spettacolo e quant’altro non siano meritevoli di una laurea, qualunque sia la risonanza che abbia riscosso, è il suo mestiere e se ha ottenuto consensi significa che lo ha fatto bene, così come lo facciamo noi nel nostro piccolo.

Ma che senso ha tutto ciò? Una volta si gridava allo scandalo se si comperava una laurea, oggi un ministro decide a chi e quante lauree ad “honoris causa” riconoscere. Ricordiamo che le lauree ad honoris causa si riconoscono ai vivi a differenza di quelle ad honorem che si riconoscono alla memoria di persone defunte.

Se consideriamo il conferimento della laurea ad “honoris causa” per riconoscimento alla propria esperienza e conclamata competenza in un determinato campo, pur senza aver dato gli esami richiesti per conseguirla, la dovremmo conferire anche a quei medici, dentisti, ingegneri, architetti e professionisti di altri settori che hanno esercitato la professione con positivi risultati senza però essere laureati.

gianni d. Commentatore certificato 29.08.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Un pensionato sociale guadagna 500 euro al mese. A dichiarare un reddito analogo, o inferiore, sono:
i tassisti del Molise (in media 6.175 euro l'anno),
i sarti in Puglia (4.048 euro annui),
i parrucchieri in Campania (6.332 euro),
i pescivendoli del Trentino (3.742 euro l'anno), i ceramisti dell' Emilia Romagna (2.744 euro),
i titolari di autosaloni di Bolzano (1.073),
i rivenditori di ricambi auto in Lombardia (5.556 euro).


Dichiarazioni dei redditi 2005

cimbro mancino 29.08.07 17:22

Perchè non apri anche tu una bella attività autonoma? E' facile! Le licenze adesso sono libere (così chi anni fa le ha pagate care per avere l'avviamento, adesso non recupera più niente dell'investimento iniziale), locali vuoti ne trovi quanti ne vuoi dovunque tu viva (chissà perchè...). Coraggio, in pochi mesi diventerai ricco anche tu!

Maria B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 17:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE, NON SO PIù QUALE SANTO PREGARE PER FAR SI CHE QUALCOSA IN QUESTA ITALIA MIGLIORI. NON C'E LA FACCIO PIù IO E IL MIO RAGAZZO STIAMO CERCANDO CASA SENZA GRANDE PRETESE MA NON TI DANNO LA POSSIBILITà DI FARE UN CAVOLO, SONO COSI ARRABBIATA AMAREGGIATA CHE NEMMENO LA BEVANDA PIù AMARA MI POTREBBE COMBATTERE, HANNO IL CORAGGIO DI DIRE CHE I RAGAZZI STANNO BENE A CASA CHE SONO MAMMONI QUANDO NON TI DANNO LA POSSIBILITA' DI AVERE UN LAVORO CON UN STIPENDIO DISCRETO PER VIVERE, CONTRATTI CHE FANNO VERAMENTE CACARE, ANNUNCI DI CASE DI 35 MQ A 180/190 MILA EURO QUANDO SE VAI HA CHIEDERE UN MUTUO E GRASSO CHE COLA CHE TI DANNO 40/50 MILA EURO CHE OGGI TI COMPRI SOLAMENTE UN BOX, MA E' POSSIBILE CHE SE VOGLIO FARMI UNA FAMIGLIA DEVO CREDERE CHE NON POSSO, E MI DI SPIACE DIRLO MA POI VENGONO I STRANIERI GLI PASSANO CASA ASILO E TUTTO IL RESTO NON E' GIUSTO NON E' SOPPORTABILE QUESTE INGIUSTIZIE E POI ALLA FINE CHI PAGA LE TASSE SIAMO NOI E NON ABBIAMO INDIETRO NULLA NEANCHE LA POSSIBILITA' DI VIVERE.

Serena Vari 29.08.07 17:36| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I gioiellieri e i titolari di bar dichiarano al fisco meno dei 21.500 euro dei maestri elementari ad inizio carriera
I proprietari di saloni per la vendita di autovetture di Piemonte Lazio e Campania, denunciano un reddito inferiore 16.000 euro,
cioè inferiore a quello del loro concittadino che, con la tuta blu, varca da 15 anni il portone di Mirafiori, Cassino e Pomigliano d' Arco.
Sotto i metalmeccanici anche la media dichiarata dai tassisti.

Un dentista in Campania dichiara meno dei 25.000 euro di un poliziotto.

Un dentista nel Lazio arriva a malapena a un impiegato di banca (28.000).

Dati relativi alle dichiarazioni dei redditi 2005.

com'è lo slogan della Lega? pagare poco per ....
non pagare niente?


cimbro mancino 29.08.07 17:04


perchè non ti apri una bella attività anche tu?
Locali vuoti ne trovi quanti ne vuoi (chissà perchè...), le licenze sono libere, in pochi mesi ti ritroverai ricco!!!

Maria B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 17:34| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un pensionato sociale guadagna 500 euro al mese. A dichiarare un reddito analogo, o inferiore, sono:
i tassisti del Molise (in media 6.175 euro l'anno),
i sarti in Puglia (4.048 euro annui),
i parrucchieri in Campania (6.332 euro),
i pescivendoli del Trentino (3.742 euro l'anno), i ceramisti dell' Emilia Romagna (2.744 euro),
i titolari di autosaloni di Bolzano (1.073),
i rivenditori di ricambi auto in Lombardia (5.556 euro).


Dichiarazioni dei redditi 2005

cimbro mancino Commentatore certificato 29.08.07 17:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe....
“RAI”(Realtà apodittica irresponsabile)

Si può parlare di fattore “RAI”quando in una condizione vera verificata si manifesta una irrefutabile volontà di non considerare la dimensione “masochista” delle proprie azioni ( in breve quando si è “st……zi” ).
Chi fuma si trova certamente dentro una “realtà apodittica irresponsabile”,nel fattore RAI: è tanto vero quanto è scritto sulla confezione delle sigarette (NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE)che non lo si può discutere ma nonostante ciò molti fumano .
Fattore RAI è anche bere acqua in bottiglia quando si ha la possibilità di bere quella del rubinetto.
Fattore RAI è imporre di cambiare libri di testo scolastico con frequenza annuale ( questo è un fattore RAI tutto italiano , in europa varia tra i 4 ed i 6 anni la durata di un testo scolastico)
La forza del fattore RAI (quando non è imposizione ) è insita nella pubblicità che riesce a confondere e distrarre la materria cerebrale inducendo a prostrarsi (anche oltre i 90 gradi) agli interessi di un consumismo irresponsabile che specula anche sulla salute ….non mi spiego come mai questo sia avallato pure dalla legge!
Siamo ……..da ingrasso!…. io non fumo e bevo acqua dal rubinetto (non sono tirchia!!!! forse saggia?)
Jessica Moh
fatemi una visita su(w..moheta.it)
ciao

Jessica Moh 29.08.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente un lavavetri fiorentino è sbarcato nelle lande milanese.
Oggi al semaforo tra Via Farini e Piazzale Maciachini, si è presentato un personaggio che più che lavare vetri, minacciava a male parole chiunque non accettasse i suoi preziosi "servigi".

mario bonfanti 29.08.07 17:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'acqua del rubinetto imbottigliata posso decidere se comprarla o meno ma le tasse sull'aria che respiro le devo pagare comunque!!!!
Cominciamo da qui per piacere!!!!

Marco Rosi 29.08.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

E' Far West


Lecco: sono giovani, di carnagione chiara le due donne rinvenute cadaveri in un sacco. Forse uccise a coltellate
Potrebbero essere vittime del racket della prostituzione le due giovani ritrovate cadaveri dentro sacchi della spazzatura in un bosco di Morterone da un cercatore solitario di funghi, ieri verso le 18, lungo la strada che porta in Val Boazzo.

mario bonfanti 29.08.07 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Mi scusi Dott.ing.prof,arch,sir,lord Deschain,Lei normalmente quando qualcuno dissente o contesta quello che dice lo apostrofa con del cornuto ?
Lei si e'laureato all'universita'Bocconi o all'universita' munnezza ? Dai c'ho azzeccato,sei stato smascherato bue di provincia.

Benjamin Clark

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

Generalmente rispondo in questo modo a chi, ai fini di scherno, mi attribuisce titoli che non ho e che tantomeno mi sono auto-attribuito.

Nel tuo caso farò un eccezione, non dirò che sei un cornuto, cosa che d'altro canto non ho fatto nemmeno con mario ( in modo esplicito ), ma semplicemente ti invito a parlare o meglio a scrivere solo se hai argomenti seri per dissentire e/o contestare.

Ricorda che è meglio tacere e dare l'impressione di essere stupidi piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio.

Roland Deschain 29.08.07 17:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L’Italia e l’acqua,
Sarebbe corretto ricordare che il problema acqua per il nostro paese è da sempre un problema politico o similpolitico. Ciò che rappresentò l’”operazione Fiuggi” è un momento da non dimenticare, intorno a quel fatto si articolarono eventi che racchiudono ancora in loro la caratteristica triste, molto triste del nostro paese. Tristezza e povertà di uomini dalle spalle strette e dalle orecchie prominenti che oggi altri uomini di poco conto sono riusciti a far diventare “Cesari immortali”. E’ in quegli anni che è iniziata l’accellerazione del degrado in cui oggi ci troviamo, degrado voluto, fortemente voluto, al fine di abbassare il più possibile il livello della popolazione, abbassarlo in tutti i modi, culturalmente, economicamente, toccando in particolare quegli aspetti che rendono impossibile capire anche le cose più evidenti (ad esempio il Mobbing, v. sentenza cassazione). I tasti che più frequentemente sono stati usati sono sicuramente la scuola e poi le forze dell’ordine rese inefficaci dal continuo contrasto con la magistratura, sino al punto di non agire più, sia l’una che l’altra. Agire per ciò che serve, non rendendosi accettabili attraverso inspiegabili serie televisive di cui, se no, non si capisce il perché. L’imbarbarimento della popolazione accelerato dal voluto mancato controllo sull’immigrazione è uno dei fattori dilaganti sui quali fintamente tutti i partiti politici si sono alternati senza concludere volutamente nulla fino a giungere all’arresto ridicolo dei lavavetri, lasciando inalterati e nulli i controlli sul Racket che controlla prostituzione e droga e chissà in futuro anche l’acqua.
Continuo a pensare che l’8 sett. sia importante ma il nome dato NO.

ugo.arcaini 29.08.07 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUOTO!!!

Brava Lala!!!

*****=====me lo spiegate tutto sto scompiglio per l'acqua lombarda?

ma perchè, nelle altre regioni vi arriva a casa gratis?

o secondo voi c'è differenza tra le bollette dell'ACEA (che mica è per niente politicizzata e fonte di spartizioni e interessi, no...) e quelle che potrebbero arrivare dal privato(che ha comunque prezzi calmierati)?

ma magari fosse tutta privatizzata....

così i propiretari avrebbero interesse a tappare le falle che oggi fanno sì che il 70% si disperda...

se deve essere pubblica, allora lasciate perdere formigoni, e prendetevela con lo stato che dà in affitto le fonti...

fonti pubbliche e chiunque va si riempie la bottiglia e la cisterna

ma poi quando aprite il rubinetto e non esce niente?

l'acqua del sindaco è (a volte) la migliore, ma vi arriva gratis? è pubblica? è "municipalizzata" (altro termine fregatura, per società gestite dagli amici degli amici con parenti e prestanome)

io ho il divieto del sindaco di annaffiare pure le piante in vaso e poi ci sono gli annaffiatoi delle aree pubbliche in funzione pure quando piove... l'acqua del rubinetto mi sfascia una caldaia ogni tre anni (nonostante il filtro) e la bolletta è cara come se mi arrivasse petrolio dal kuwait

e il problema è formigoni?? in toscana (rossa per eccellenza) le cose sono diverse?

lala sala 29.08.07 13:57
*****=====

Moretti Giovanni (sempresenzitalia) Commentatore certificato 29.08.07 17:05| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

I gioiellieri e i titolari di bar dichiarano al fisco meno dei 21.500 euro dei maestri elementari ad inizio carriera
I proprietari di saloni per la vendita di autovetture di Piemonte Lazio e Campania, denunciano un reddito inferiore 16.000 euro,
cioè inferiore a quello del loro concittadino che, con la tuta blu, varca da 15 anni il portone di Mirafiori, Cassino e Pomigliano d' Arco.
Sotto i metalmeccanici anche la media dichiarata dai tassisti.

Un dentista in Campania dichiara meno dei 25.000 euro di un poliziotto.

Un dentista nel Lazio arriva a malapena a un impiegato di banca (28.000).

Dati relativi alle dichiarazioni dei redditi 2005.


com'è lo slogan della Lega? pagare poco per ....
non pagare niente?

cimbro mancino Commentatore certificato 29.08.07 17:04| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate l'OT:

"Edoardo Parodi era il migliore amico di Carlo Giuliani. Si conoscono al liceo scientifico e condividono molto, dal calcio alla politica. Quando Carlo morirà, Edo non riuscirà a staccarsi da Piazza Alimonda. Scriverà a Piazza Manin, il luogo d'incontro della loro comitiva: «Un amico, un fratello, ciao Carlo». Il 2 febbraio del 2002 Edoardo parte per Zurigo. Vuole manifestare contro il Wto e poi andare a Como a seguire il suo Genoa. Durante la manifestazione la polizia elvetica interviene contro chi contesta il Forum, come a Goteborg, Nizza, Genova, con violente cariche e un mare di fumogeni. Dopo la giornata di protesta Edo va a Lugano, dove si ferma a dormire da un amico, Mattia Vassalli, a cui confida di sentirsi stanco e di non riuscire a respirare bene. Proprio lui lo trova, il mattino dopo, steso nel letto con il cuscino intriso del sangue uscito dal naso e da un orecchio. E' miocardite. Diranno di tutto, per "dargli" la colpa: aneurisma, evento traumatico (ma non si scontrò con nessuno), overdose (lui che un buco non ha mai neanche pensato di farselo). Il corpo, cremato, non è stato sottoposto ad autopsia. I maggiori sospettati della sua morte? I lacrimogeni del tipo Cs, che contengono ortoclorobenzalmalononitrile, una sostanza cristallina che si trasforma in gas urticante per la pelle e le mucose, usati dalle forze dell'ordine."

PURTROPPO NON TUTTO SI RICORDA E NON TUTTO SI CHIARISCE.
UN PENSIERO PER EDOARDO.

Vajont. per non dimenticare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 17:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

ben detto beppe!ti aspetto sul mio blog!


Per Valeria S. post delle 16:08

Cara Valeria, (non ci dici quale sia la tua Città)se l'acqua esce dal rubinetto marroncina non è certo potabile. Rivolgiti direttamente all'acquedotto che potrà fare un'indagine e darti risposta (se la tua città ha un azienda servizi seria). Può darsi che abbiano fatto lavori nella zona e che quindi per un po' bisogni farla scorrere, ma ogni acquesdotto pubblico ha l'obbligo di fare le analisi di potabilità ad intervalli brevissimi (parecchie volte al giorno).
Per le acque minerali, che i milioni di italiani continuano a comperare dalle multinazionali, al modico prezzo di 1000 (dico mille) volte quello del rubinetto comunale, basta che vadano una volta all'anno all'università di Pavia a farsi fare l'analisi che stampoano sull'etichetta, e buonanotte. Se andaste a vedere sui ghiacciai da cui sgorgano le purissime e altissime, vi accorgereste che il fall out nero ha raggiunto qualsiasi altezza.
Se sapeste che ad esempio l'acqua Vera (di proprietà ora della Nestlè , che l'ha acquistata da uno che è diventato miliardario facendo un buco per terra. Acqua di pozzo, quindi, non "minerale"!: sa Dio chi gli ha dato il permesso per spacciarla come tale).
Il bello è che tale buco è stato fatto a poca distanza dall'altro buco che alimenta l'acquedotto di Venezia (che però poi potabilizza tale acqua filtrandola e controllandola continuamente). Non dico che la Vera poi non filtri e potabilizzi la sua acqua, sta di fatto che per definirla acqua minerale la nostra legge proibisce che venga filtrata (altrimenti sarebbe acqua di rubinetto e non potrebbe più essere venduta a mille volte il costo in bolletta).
Non so quanti Veneziani sappiano che dal loro rubinetto sgorga, praticamente, acqua Vera! (se lo sapessero i Genovesi, come Beppe, si trasferirebbero in massa!).
Non so se sono contenti invece quelli che comprano l'acqua Vera, sapendo che potrebbero pagarla mille volte meno aprendo il rubinetto!
cari saluti
Paolo Ruffatti

Ruffatti Paolo 29.08.07 16:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

In Sardegna già si sciopera contro le bollette dell'acqua potabile e il giudice da ragione al cittadino disobbediente. Quindi giustissima la protesta per la disobbedienza fiscale di massa contro la vessazione delle tasse. Infine beati coloro che possono bere direttamente dal rubinetto domestico, senza incorrere in qualche colibatterio fecale. Quanti possono permettersi questo lusso? Che però, caro Grillo, te la fanno pagare a prezzo d'oro l’acqua. Speriamo che questa sinistra no ci metta pure le acise!

Mario Nanni 29.08.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Formigoni se hai bisogno di soldi chiedili ai cumenda milanesi, i tuoi amici, quelli che non hanno mai pagato le tasse perchè sono troppo alte.

cimbro mancino 29.08.07 16:11 |

li andiamo a chiedere a queli da roma in giu': loro si che per formamentis pagano tutto il dovuto, non quei barbari del nord che tentano di fottere in continuo lo stato.

########

Messaggio n°199 del 20/08/2007

IL TRIONFO DELLO SCIOPERO FISCALE

La Lega Nord propone uno “sciopero fiscale” per fare cadere il governo
Prodi.
Ecco un breve elenco di categorie che già hanno entusiasticamente
aderito all’iniziativa leghista:


• Gli abitanti del Lazio che si sono fatti togliere i ticket nonostante
il pauroso deficit sanitario regionale.

• I “vucumpra” totalmente abusivi che non emettono alcuno scontrino.

• I fannulloni tricolori tanto grazie all’innalzamento delle pensioni
“basse” e il taglio delle pensioni contributive prenderanno la medesima
cifra dei lavoratori “stakanovisti”..

• Gli abitanti della provincia di Caserta che pagano il canone Rai solo
al 17% degli aventi dovere, record “nazionale” di “celodurismo
televisivo” (dati Uff. Abb. Rai).

• I Rom che hanno TUTTO gratis in cambio di… niente!

• Gli “italiani veraci” come Valentino Rossi che si avvolgono nel
tricolore poi portano la residenza fiscale all’estero.

• I nonni immigrati ricongiunti per fargli avere la pensione INPS senza
avere MAI versato una lira di contributi.

• Gli extracomunitari e meridionali che fanno figli solo per non essere
sfrattati dalla casa perché non pagano affitto e bollette.


Giacché la stampa “politicamente corretta” ci chiede di favorire
l’integrazione degli stranieri e seguire gli esempi di veline e sportivi
di successo, facciamolo!
Cominciamo a integrarci, a non dare più il becco di un quattrino a
questa italia di merda ed al suo governo di fankazzisti.
Poi non diteci che Fottilitalia non è propositiva!

Canna-Power Team

http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

Resoli Giuseppe 29.08.07 16:52| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Sardegna già si sciopera contro le bollette dell'acqua potabile e il giudice da ragione al cittadino disobbediente. Quindi giustissima la protesta per la disobbedienza fiscale di massa contro la vessazione delle tasse. Infine beati coloro che possono bere direttamente dal rubinetto domestico, senza incorrere in qualche colibatterio fecale. Quanti possono permettersi questo lusso? Che però, caro Grillo, te la fanno pagare a prezzo d'oro l’acqua. Speriamo che questa sinistra no ci metta pure le acise!

Mario Nanni 29.08.07 16:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E' Far West


Lecco: sono giovani, di carnagione chiara le due donne rinvenute cadaveri in un sacco. Forse uccise a coltellate
Potrebbero essere vittime del racket della prostituzione le due giovani ritrovate cadaveri dentro sacchi della spazzatura in un bosco di Morterone da un cercatore solitario di funghi, ieri verso le 18, lungo la strada che porta in Val Boazzo.

mario bonfanti 29.08.07 16:44| 
 |
Rispondi al commento

LA MORTE VI COGLIERA' NEL SONNO, E LA VOSTRA SPERANZA DI MORIRE SCOPANDO SVANIRA' NEL NULLA.
CHI HA PARLATO MALE DEI SANTI CONOSCERA' L'INFERNO. QUESTO E' QUANTO VI DICO.
MORIRANNO QUELLI CHE NON POTRANNO PIU' LAMENTARSI DI TUTTO, PERCHE' NON AVRANNO NIENTE A CUI AMBIRE.

Gio' Visani 29.08.07 16:34| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

E' Far West


Lecco: sono giovani, di carnagione chiara le due donne rinvenute cadaveri in un sacco. Forse uccise a coltellate
Potrebbero essere vittime del racket della prostituzione le due giovani ritrovate cadaveri dentro sacchi della spazzatura in un bosco di Morterone da un cercatore solitario di funghi, ieri verso le 18, lungo la strada che porta in Val Boazzo.
mario bonfanti

BISOGNA RIAPRIRE I CASINI!!!
PIÙ LEGALITÀ PIÙ CONTROLLI!!!!

Roberto Giorgi 29.08.07 16:33| 
 |
Rispondi al commento

E' Far West


Lecco: sono giovani, di carnagione chiara le due donne rinvenute cadaveri in un sacco. Forse uccise a coltellate
Potrebbero essere vittime del racket della prostituzione le due giovani ritrovate cadaveri dentro sacchi della spazzatura in un bosco di Morterone da un cercatore solitario di funghi, ieri verso le 18, lungo la strada che porta in Val Boazzo.

mario bonfanti 29.08.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento

me lo spiegate tutto sto scompiglio per l'acqua lombarda?

lala sala 29.08.07 13:57

AVETE MAI SENTITO GRILLO PARLARE MALE DEL SUD?
NO, NO, NO. PERCHE'AL SUD VA TUTTO BENE

AL SUD VA TUTTO BENE
AL SUD VA TUTTO BENE
AL SUD VA TUTTO BENE
AL SUD VA TUTTO BENE

VI HA PARLATO MAI DI BASSOLINO? DELLA CAMPANIA?

GRILLO NON PARLERA' MAI MALE DEL SUD PERCHE' ORMAI IL SUD E' IN MANO ALLA SINISTRA, E QUINDI VA LASCIATO IN PACE.

E' IL NORD CHE VORREBBE CONQUISTARE. MILANO SOPRATUTTO, PERCHE' LA VUOLE IN MANO ALLA SINISTRA.

AL SUD VA TUTTO BENE
AL SUD VA TUTTO BENE
AL SUD VA TUTTO BENE
AL SUD VA TUTTO BENE


me lo spiegate tutto sto scompiglio per l'acqua lombarda?

lala sala 29.08.07 13:57
============================================

Secondo me non apre mai una discussione sul problema sud perche'se parla male del Nord e di alcuni suoi politici il massimo che gli puo' capitare e' di sparire dalla televisione viceversa rischia di sparire dalla circolazione.
Il scior Grillo e' un altro super demagogo,mi ricorda il scior Bossi agli albori della sua carriera politica, se il scior Grillo si decide ad entrare in politica , tempo una quindicina anni anche lui non si stacchera' piu' la cadrega dal cu-lo.
Ehhhhh......il potere del potere

ada rossi 29.08.07 16:30| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' Far West


Lecco: sono giovani, di carnagione chiara le due donne rinvenute cadaveri in un sacco. Forse uccise a coltellate
Potrebbero essere vittime del racket della prostituzione le due giovani ritrovate cadaveri dentro sacchi della spazzatura in un bosco di Morterone da un cercatore solitario di funghi, ieri verso le 18, lungo la strada che porta in Val Boazzo.

mario bonfanti 29.08.07 16:28| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua è poca e 'a papera nun galleggia. Non vi resta che privatizzare l'aria ed abbiamo completato l'opera. Vaffanculo!!!!

Grazie per l'attenzione

Fiore Ranauro Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dott. ing. Deschain, lei normalmente si beve acqua di mare?
E le piante del suo giardino, vengono su rigogliose innaffiandole con la medesima acqua?

Mario Angelino

#################################################

Caro Mario, lo so non è colpa tua, il problema è che dove le persone normali hanno il cervello tu ti ritrovi le corna, e belle grosse pure.

Mi scusi Dott.ing.prof,arch,sir,lord Deschain,Lei normalmente quando qualcuno dissente o contesta quello che dice lo apostrofa con del cornuto ?
Lei si e'laureato all'universita'Bocconi o all'universita' munnezza ? Dai c'ho azzeccato,sei stato smascherato bue di provincia.

Benjamin Clark 29.08.07 16:22| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Santo Domingo (santo domingo (unico e inimitabile)) Commentatore certificato 29.08.07 16:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'acqua è un bene di Dio e non va nè tassata nè commercializzata. Ma la Chiesa (che di Dio fa le veci)le tasse le deve pagare, eccome!!! Altrimenti, cari Bertone and friends, è semplice andare al meeting di CL e dire "le tasse devono pagarle tutti, ma devono essere giuste" quando siete voi stessi a smentirvi per una serie assurda di ragioni...
L'indagine della UE è (stavolta più che mai) sacrosanta...

Franz Malt 29.08.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

@Che differenza c'è fra i vostri e i nemici dell'umanità?-

Grazie, una bella domanda, grazie veramente.

Siamo entrambi esseri umani, almeno così credo, in base ai dati in mio possesso

Ed abbiamo entrambi persone che ci sono simpatiche e persone che ci sono antipatiche

cose che ci piacciono e cose che non ci piacciono

Noi però come medici sotto giuramento curiamo tutti indistintamente, sia quelli simpatici che quelli antipatici

Come ottimi ristoratori, diamo a tutti il miglior cibo possibile senza sputarci dentro

Pur non amando certe situazioni o certi animali, in linea di massimo non cerchiamo di eliminarli

viviamo e aiutiamo a vivere

Invece loro il contrario

Curano quelli amici, e quelli nemici li fanno ammalare

servono bei piattini agli amici, e danno cibo avariato ai nemici

vogliono bene a certe animali e a certe situazioni, e distruggono tutto il resto

Se tu sei un mio cliente, chiunque tu sia, cerco di offrirti il miglior servizio possibile

io mi occupo di problematiche globali, come la biomassa secca, e ho lanciato la campagna 100 Milioni di Tonnellate per tutti, non solo per alcuni, si capisce?

100 MILIONI DI TONNELLATE
http://100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com

Nicola Artistico 29.08.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

E' Far West


Lecco: sono giovani, di carnagione chiara le due donne rinvenute cadaveri in un sacco. Forse uccise a coltellate
Potrebbero essere vittime del racket della prostituzione le due giovani ritrovate cadaveri dentro sacchi della spazzatura in un bosco di Morterone da un cercatore solitario di funghi, ieri verso le 18, lungo la strada che porta in Val Boazzo.

mario bonfanti 29.08.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Formigoni se hai bisogno di soldi chiedili ai cumenda milanesi, i tuoi amici, quelli che non hanno mai pagato le tasse perchè sono troppo alte.
.

cimbro mancino 29.08.07 16:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

....qualche anno fa UNO sull'acqua ci camminava, adesso vedremo che qualcuno sull'acqua ci farà una bella speculazione (tanto per far veder che la Lombardia è sempre in testa a tutto) e di mezzo indovina indovinello chi ci andrà?
Sempre e comunque NOI che come solito ci fermeremo ai soliti borbottamenti (come sempre) con la testa bassa ed in alto il ...............!!!!!!!

Enrico D. Commentatore certificato 29.08.07 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo al rincoglionimento partitocratrico che tutto giustifica , dall’ oil for food , al water for food del Vergine Davanti ,Formigoni . Il quale dopo aver appaltato la sanità lombarda alle cooperative di Comunione e Liberazione , si appresta ad appare l’ acqua potabile , l’oro bianco del duemila, ne sanno qualcosa i siciliani e non solo loro . Naturalmente c’è il mio amico Leganord con una cultura degna del tangentaro Eridano il Bifolco , che, improvvisandosi imprenditore da balere, naturalmente padane , sogna di esportare acqua in tutta Europa , dimenticando che la grande distribuzione parla olandese, francese e tedesco . Per non parlare dei fiumi in secca o della siccità o del rischio desertificazione di gran parte del nostro paese . Più che analizzare e quindi faticare , importante è scorreggiare a Pontida o alla sorgente del dio Po . Tutto fa brodo . Minestrone . Sfoggio di ignoranza prontamente mediata dai tg di regime . filibero .

filiberto faedo Commentatore certificato 29.08.07 16:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

FAR WEST.


"Lecco: sono giovani, di carnagione chiara
le due donne rinvenute cadaveri in un
sacco. Forse uccise a coltellate"

mario bonfanti 29.08.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

io compro l'acqua perchè spesso dal mio rubinetto esce di uno strano colore marroncino....cerco di capire ma ottengo varie risposte...alcuni dicono sia potabile altri no...altri ancore dicono sia la ruggine delle tubature a conferirgli quel colore....io non so come fare...vorrei farla analizzare in forma anonima,ovvero non voglio dire la provenienza dell'acqua da analizzare perchè non mi fido affatto...non credo si possa fare...comunque io sostengo che le acque del rubinetto sono tutte potabili altrimenti non potrebbero entrare nelle nostre case!giusto?ditemi voi se quello che dico è esatto!!!ma comunque non possiamo fidarci di nessuno neanche di chi controlla la nostra acqua!!!!!!attendo una risposta da qualcuno che ne sà + di me!!!grazie........

valeria s. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 16:08| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, perché la battaglia contro la privatizzazione del servizio idrico (insieme ai rifiuti e all'energia) sono i grandi temi cari a tutti gli italiani, ad esclusione dei politici che, chissà perché, se ne dimenticano sempre.

Sbaglio o le nostre priorità sono sempre più lontane da quelle dei consiglieri/assessori/parlamentari/sindaci/superconsulentilegalideglientipubblicipagaticonsoldipubbliciperrisolvereproblemiprivati/dirigenti/funzionari?????????


In risposta ad uno dei commenti precedenti, che diceva "entriamo nel Pd con una corrente Grillo-Di Piero"... MA VI SIETE IMPAZZITI?????
Il Partito Democratico (sigla finta per indicare il vero Partito del Minimo Comun Denominatore) fa schifo!!! E' una bufala!!!!
Non è la vera alternativa a Berlusconi!!!!
Dietro al Pd ci sono i poteri forti, i costruttori di turbogas, centrali a carbone pulito (sic), rigassificatori, Treni ad Alta Velocità, e Veltroni (non ci prendiamo in giro, le primarie le vincerà lui a mani basse) è solo un'astutissima operazione simpatia, sfruttando le ambizioni personali di un sindacuccio di metropoli che vuole fare il presidente del Consiglio dei Ministri.


V-DAY, i nuovi partigiani d'Italia!!!!!!!!!!!!!

Giuseppe Zaccone Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 16:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

- Il paese è ormai fermo ad un semaforo!
- ...meno male che daranno un giro di vite ai lavavetri!

fabio martello Commentatore certificato 29.08.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei farvi notare che una delle multinazionali più grandi al mondo di distribuzione dell'acqua è la francese SUEZ (fusasi con la società GAZ DE FRANCE).
Il presidente della SUEZ è un tale GERARD MESTRALLET che, oltre a controllare la suddetta società, è anche presidente della PARIS EUROPLACE. Questa è una organizzazione che lavora nel mercato finanziario con ben 150 membri. Tra questi 150 membri compaiono la AIR FRANCE, CARREFOUR, EURODISNEY, FRANCE TELECOM, L'OREAL, MICHELIN, CITROEN, RENAULT, THOMSON e tanti altri oltre che, ovviamente, la SUEZ e la GAZ DE FRANCE. Tra i membri fondatori dell'organizzazione ne fanno parte la BANCA DI FRANCIA, CAMERA DI COMMERCIO E DELL'INDUSTRIA DI PARIGI ecc.
Vorrei invitarvi a visitare il sito www.paris-europlace.net.
In pratica questo sig. MESTRALLET ha in mano la finanza di mezzo mondo (tra cui il destino dell'acqua di molti paesi), uno psico nano alla francese....
Lascio a voi eventuali commenti.
Saluti.

jessica torresan 29.08.07 15:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

io compro l'acqua perchè spesso dal mio rubinetto esce di uno strano colore marroncino....cerco di capire ma ottengo varie risposte...alcuni dicono sia potabile altri no...altri ancore dicono sia la ruggine delle tubature a conferirgli quel colore....io non so come fare...vorrei farla analizzare in forma anonima,ovvero non voglio dire la provenienza dell'acqua da analizzare perchè non mi fido affatto...non credo si possa fare...comunque io sostengo che le acque del rubinetto sono tutte potabili altrimenti non potrebbero entrare nelle nostre case!giusto?ditemi voi se quello che dico è esatto!!!ma comunque non possiamo fidarci di nessuno neanche di chi controlla la nostra acqua!!!!!!attendo una risposta da qualcuno che ne sà + di me!!!grazie......

valeria s. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei farvi notare che una delle multinazionali più grandi al mondo di distribuzione dell'acqua è la francese SUEZ (fusasi con la società GAZ DE FRANCE).
Il presidente della SUEZ è un tale GERARD MESTRALLET che, oltre a controllare la suddetta società, è anche presidente della PARIS EUROPLACE. Questa è una organizzazione che lavora nel mercato finanziario con ben 150 membri. Tra questi 150 membri compaiono la AIR FRANCE, CARREFOUR, EURODISNEY, FRANCE TELECOM, L'OREAL, MICHELIN, CITROEN, RENAULT, THOMSON e tanti altri oltre che, ovviamente, la SUEZ e la GAZ DE FRANCE. Tra i membri fondatori dell'organizzazione ne fanno parte la BANCA DI FRANCIA, CAMERA DI COMMERCIO E DELL'INDUSTRIA DI PARIGI ecc.
Vorrei invitarvi a visitare il sito www.paris-europlace.net.
In pratica questo sig. MESTRALLET ha in mano la finanza di mezzo mondo (tra cui il destino dell'acqua di molti paesi), uno psico nano alla francese....
Lascio a voi eventuali commenti.
Saluti.

jessica torresan 29.08.07 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Dunque tra i commentatori abbiamo anche un premio nobel per la fisica!

Dott. ing. Deschain, lei normalmente si beve acqua di mare?
E le piante del suo giardino, vengono su rigogliose innaffiandole con la medesima acqua?

Mario Angelino

#################################################

Caro Mario, lo so non è colpa tua, il problema è che dove le persone normali hanno il cervello tu ti ritrovi le corna, e belle grosse pure.

Nonostante tu non ci creda la tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi 20 anni, e qualche dottore ( di cui non mi sogno di usurpare il titolo ) ha inventato un apparecchio chiamato DESALINIZZATORE, molto utile in quanto consente di rendere POTABILE l'acqua salata.

Per tutti gli usi che tu hai citato ho infatti suggerito di farsi un serbatoio di recupero di acqua piovana, in altre parole, per i minorati come te, infilare la grondaia del tetto in una cisterna anzichè nella fognatura e in tal modo ottenere acqua utilizzabile per USI NON DOMESTICI!


Roland Deschain 29.08.07 15:55| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Fermo restando che non ho abbastanza elementi per giudicare ciò che si vuole fare in Lombardia:
Che una fonte importante diventi totalmente a pagamento lo trovo anti democratico. Che qualcuno ne metta in bottiglia una parte prima che essa arrivi al fiume o al mare per farsela comprare e bere pagando a mille chilometri di distanza lo trovo oramai una norma e fa parte di una altrettanto chiara libertà. Che esistano luoghi abitati in Italia in cui l'acqua del rubinetto non arriva o eventualmente non é potabile per cui si é costretti a comprare l'acqua in bottiglia lo trovo un insulto alla democrazia e alla libertà. Che si privatizzi la distribuzione controllando i costi lo trovo plausibile laddove il pubblico ha costi ben superiori. Beppe se fosse tutto così semplice, allora finito di pagare il costo di una centrale idroelettrica l'energia dovrebbe essere gratis, in quanto l'acqua é un dono di tutti, e la centrale va ad acqua. e così dicendo per altri mille aspetti. L'idea é in se interessante, rivoluzionaria, ma vorrei vedere da dove si incomincia ad applicarla, visto che andiamo avanti sulle imposte dirette ed indirette oltre che sulle accise........sul fatto che le multinazionali siano di destra (come ho letto nel post) avrei inoltre qualche dubbio. Sul fatto che stiamo perdendo di mira libertà fondamentali e buon senso sono d'accordo. Comunque se fosse per me da domani togliamo le accise dalla benzina e la paghiamo 30 centesimi al litro. Dopo di che però pensionati ed impiegati statali ? servizi? E' un bel casino Beppe, comunque é giusto parlarne.
grazie beppe

Massimo Pernigotti 29.08.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Anche in Sardegna l'acqua è stata privatizzata (Abbanoa),e ora mi è arrivato il conguaglio della bolletta,retroattivo all'inizio dell'anno;aumento del 100%!!!!!
p.s. io bevo l'acqua del rubinetto...
ciao

Alessandro Marx 29.08.07 15:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei farvi notare che una delle multinazionali più grandi al mondo di distribuzione dell'acqua è la francese SUEZ (fusasi con la società GAZ DE FRANCE).
Il presidente della SUEZ è un tale GERARD MESTRALLET che, oltre a controllare la suddetta società, è anche presidente della PARIS EUROPLACE. Questa è una organizzazione che lavora nel mercato finanziario con ben 150 membri. Tra questi 150 membri compaiono la AIR FRANCE, CARREFOUR, EURODISNEY, FRANCE TELECOM, L'OREAL, MICHELIN, CITROEN, RENAULT, THOMSON e tanti altri oltre che, ovviamente, la SUEZ e la GAZ DE FRANCE. Tra i meMbri fondatori dell'organizzazione ne fanno parte la BANCA DI FRANCIA, CAMERA DI COMMERCIO E DELL'INDUSTRIA DI PARIGI ecc.
Vorrei invitarvi a visitare il sito www.paris-europlace.net.
In pratica questo sig. MESTRALLET ha in mano la finanza di mezzo mondo (tra cui il destino dell'acqua di molti paesi), uno psico nano alla francese....
Lascio a voi eventuali commenti.
Saluti.

jessica torresan 29.08.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei farvi notare che una delle multinazionali più grandi al mondo di distribuzione dell'acqua è la francese SUEZ (fusasi con la società GAZ DE FRANCE).
Il presidente della SUEZ è un tale GERARD MESTRALLET che, oltre a controllare la suddetta società, è anche presidente della PARIS EUROPLACE. Questa è una organizzazione che lavora nel mercato finanziario con ben 150 membri. Tra questi 150 membri compaiono la AIR FRANCE, CARREFOUR, EURODISNEY, FRANCE TELECOM, L'OREAL, MICHELIN, CITROEN, RENAULT, THOMSON e tanti altri oltre che, ovviamente, la SUEZ e la GAZ DE FRANCE. Tra i meMbri fondatori dell'organizzazione ne fanno parte la BANCA DI FRANCIA, CAMERA DI COMMERCIO E DELL'INDUSTRIA DI PARIGI ecc.
Vorrei invitarvi a visitare il sito www.paris-europlace.net.
In pratica questo sig. MESTRALLET ha in mano la finanza di messo mondo (tra cui il destino dell'acqua di molti paesi), un psico nano alla francese....
Lascio a voi eventuali commenti.
Saluti.

jessica torresan 29.08.07 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Abito in campagna e l'acqua la prendo dal mio pozzo che e' sul mio terreno e che ho speso per farlo, volevano mettermi su il contatore per l'acqua consumata. Altro che dono di Dio.

Massimo Balestrieri 29.08.07 15:49| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'Acqua è importante per la vita.....
non dite che è un ovvietà dopo quello che ha detto Veltroni (.. sarò presidente del Consiglio se eletto!.... GRANDE!!!)

MA SIAMO DEI COGLIONI????
..loro credono di si.....speriamo,....V-DAY per dire:
NO AL PARTITO DEMOCRATICO
NO AL PDL DEL DUO BRAMILLLA-BERLUSCONI
NO AD ESSERE TRATTATI DA COGLIONI..NOOOOOOOOOO

Tonino Silvestri (antonio silvestri) Commentatore certificato 29.08.07 15:47| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Vorrei farvi notare che una delle multinazionali più grandi al mondo di distribuzione dell'acqua è la francese SUEZ (fusasi con la società GAZ DE FRANCE).
Il presidente della SUEZ è un tale GERARD MESTRALLET che, oltre a controllare la suddetta società, è anche presidente della PARIS EUROPLACE. Questa è una organizzazione che lavora nel mercato finanziario con ben 150 membri. Tra questi 150 membri compaiono la AIR FRANCE, CARREFOUR, EURODISNEY, FRANCE TELECOM, L'OREAL, MICHELIN, CITROEN, RENAULT, THOMSON e tanti altri oltre che, ovviamente, la SUEZ e la GAZ DE FRANCE. Tra i meMbri fondatori dell'organizzazione ne fanno parte la BANCA DI FRANCIA, CAMERA DI COMMERCIO E DELL'INDUSTRIA DI PARIGI ecc.
Vorrei invitarvi a visitare il sito www.paris-europlace.net.
In pratica questo sig. MESTRALLET ha in mano la finanza di messo mondo (tra cui il destino dell'acqua di molti paesi), un psico nano alla francese....
Lascio a voi eventuali commenti.
Saluti.

jessica torresan 29.08.07 15:46| 
 |
Rispondi al commento

ENTRIAMO NEL PARTITO DEMOCRATICO CON UNA CORRENTE LEGALISTA CON BEPPE GRILLO E DI PIETRO

giovanni romaniello 29.08.07 15:41| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Antonio Di Pietro unico politico in Italia a fare publicità, direttamente dal suo blog, al V Day....non sarebbe poi tanto male rendere nota questa notizia tramite il suo blog...... Grillo for president (e Di Pietro ministro della GIUSTIZIA)

Emanuele G. Commentatore certificato 29.08.07 15:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

io compro l'acqua perchè spesso dal mio rubinetto esce di uno strano colore marroncino....cerco di capire ma ottengo varie risposte...alcuni dicono sia potabile altri no...altri ancore dicono sia la ruggine delle tubature a conferirgli quel colore....io non so come fare...vorrei farla analizzare in forma anonima,ovvero non voglio dire la provenienza dell'acqua da analizzare perchè non mi fido affatto...non credo si possa fare...comunque io sostengo che le acque del rubinetto sono tutte potabili altrimenti non potrebbero entrare nelle nostre case!giusto?ditemi voi se quello che dico è esatto!!!ma comunque non possiamo fidarci di nessuno neanche di chi controlla la nostra acqua!!!!!!attendo una risposta da qualcuno che ne sà + di me!!!grazie......

valeria s. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FAR WEST.


"Lecco: sono giovani, di carnagione chiara
le due donne rinvenute cadaveri in un
sacco. Forse uccise a coltellate"

mario bonfanti 29.08.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento

L'Acqua è importante per la vita.....
non dite che è un ovvietà dopo quello che ha detto Veltroni (.. sarò presidente del Consiglio se eletto!.... GRANDE!!!)

MA SIAMO DEI COGLIONI????
..loro credono di si.....speriamo,....V-DAY per dire:
NO AL PARTITO DEMOCRATICO
NO AL PDL DEL DUO BRAMILLLA-BERLUSCONI
NO AD ESSERE TRATTATI DA COGLIONI..NOOOOOOOOOO

Tonino Silvestri (antonio silvestri) Commentatore certificato 29.08.07 15:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Bello il discorso sull' acqua come bene di Dio e quindi di tutti !!! ma vedere a fine pagina gli estremi del tuo conto corrente per aiutare il V-day ... Caro Beppe , oltre a parlare come un profeta nei tuoi ( costosi ) spettacoli , cosa fai realmente per migliorare questa ITALIA che tanto ti fa vergognare ? P.S.: anche a me questo sistema fa schifo !!!

Luca D'Auria 29.08.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Abito in campagna e l'acqua la prendo dal mio pozzo che e' sul mio terreno e che ho speso per farlo, volevano mettermi su il contatore per l'acqua consumata. Altro che dono di Dio.

Massimo Balestrieri 29.08.07 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
mi sono mosso un po per vedere cosa si poteva fare per il problema "acqua". Dopo qualche difficoltà ho travo un modo per diminuire l'acquisto di bottiglie di plastica. Spero che ciò possa asservi utile e soprattutto abbiate la possibilità di metterlo in pratica.
Sono uno stundete, ho tentato la via dei filtri per depurare l'acqua di casa, ma ho trovato numerose difficoltà per via dei costi. Ho quindi optato per delle caraffe particolari che si trovano in commercio nelle farmacie ( ma vi consiglio di acquistarle su internet), in cui è possibile versare acqua che viene filtrata dalla caraffa stessa per mezzo dei soliti filtri al carbonio attivo. I costi sono sicuramente più contenuti dei filtri da rubinetto e comunque facendo un po di conti si risparmia qualcosina rispetto alla confezione di bottiglie acquistata la supermercato. Inizialmente riempivo la caraffa con l'acqua di casa, ma aveva comunque un saporaccio , forse a causa dell'autoclave non so. Ho deciso quindi di acquistare un bidone da 10 litri e andare a prendere l'acqua direttamente dalla fontanella vicino casa. Adesso l'acqua sembra buona, presto mi deciderò di farla analizzare per vedere se è effettivamente potabile o troppo dura , intanto mi pare non ci siano problemi. La mia paura è che i rubinetti della fontana essendo non proprio pulitissimi possano trasmetter qualche malattia, speriamo di no, anche perchè il filtro dovrebbe sterilizzare dai batteri..
Facciamo comunque un po di conti:
in una famiglia composta da 3 persone mediamente si consumano 4 0 5 confezioni d'acqua da 6 bottiglie al mese, per un costo mensile di circa 10 -12,50 € al mese.
LA caraffa invece costa 25 € e la compri una volta sola, una confezione da 3 filtri costa 20 €.Ogni filtro dura un mese. Insomma ogni filtro singolarmente costa circa 6€ al mese ,quindi complessivamente a lungo andare si spende la metà e non si consuma plastica delle bottiglie (infatti poi l'acqua dalla caraffa passa alle bottiglie che riuso)

bruno valenti 29.08.07 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
mi sono mosso un po per vedere cosa si poteva fare per il problema "acqua". Dopo qualche difficoltà ho travo un modo per diminuire l'acquisto di bottiglie di plastica. Spero che ciò possa asservi utile e soprattutto abbiate la possibilità di metterlo in pratica.
Sono uno stundete, ho tentato la via dei filtri per depurare l'acqua di casa, ma ho trovato numerose difficoltà per via dei costi. Ho quindi optato per delle caraffe particolari che si trovano in commercio nelle farmacie ( ma vi consiglio di acquistarle su internet), in cui è possibile versare acqua che viene filtrata dalla caraffa stessa per mezzo dei soliti filtri al carbonio attivo. I costi sono sicuramente più contenuti dei filtri da rubinetto e comunque facendo un po di conti si risparmia qualcosina rispetto alla confezione di bottiglie acquistata la supermercato. Inizialmente riempivo la caraffa con l'acqua di casa, ma aveva comunque un saporaccio , forse a causa dell'autoclave non so. Ho deciso quindi di acquistare un bidone da 10 litri e andare a prendere l'acqua direttamente dalla fontanella vicino casa. Adesso l'acqua sembra buona, presto mi deciderò di farla analizzare per vedere se è effettivamente potabile o troppo dura , intanto mi pare non ci siano problemi. La mia paura è che i rubinetti della fontana essendo non proprio pulitissimi possano trasmetter qualche malattia, speriamo di no, anche perchè il filtro dovrebbe sterilizzare dai batteri..
Facciamo comunque un po di conti:
in una famiglia composta da 3 persone mediamente si consumano 4 0 5 confezioni d'acqua da 6 bottiglie al mese, per un costo mensile di circa 10 -12,50 € al mese.
LA caraffa invece costa 25 € e la compri una volta sola, una confezione da 3 filtri costa 20 €.Ogni filtro dura un mese. Insomma ognmi filtro singolarmente costa circa 6€ , quindi complessivamente a lungo andare si spende la metà e non si consuma plastica delle bottiglie (infatti poi l'acqua dalla caraffa passa alle bottiglie che riuso)

bruno valenti 29.08.07 15:31| 
 |
Rispondi al commento

***

E'PPE'BOLLI'R Grasso della panza tua,
che acqua usasti?

*

Orazio Passalacqua 29.08.07 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, il titolo del tuo post ed il suo contenuto è assolutamente pieno di senso per il rispetto dell'umanita'. Ho scritto un post sul mio blog e desideravo inserire il trackback che però a quanto pare non è riuscito...mi dispiace perchè quell'acqua di Dio ed il suo contenuto è veramente speciale...desideravo condividere...

lori marulli Commentatore certificato 29.08.07 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Se volete capire a chi siamo in mano
Fate una ricerca con queste parole:

Protocolli degli Anziani di Sion

Massimo V. Commentatore certificato 29.08.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se volete capire a chi siamo in mano
Fate una ricerca con queste parole:

Protocolli degli Anziani di Sion

Massimo V. Commentatore certificato 29.08.07 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eccoli li, pronti, i soldi della prossima finanziaria, c’erano quasi tutti in cassa, basta che lo Stato li prenda !

Mentre IL GOVERNO e gli ORGANI D’INFORMAZIONE continuano a TACERE, Beppe Grillo FA BENE AD INSISTERE sulla questione dei 98 MILIARDI NON PAGATI DAI MONOPOLI DI STATO ALL'UFFICIO DELLE ENRATE, TASSE EVASE (Come quelle di Valentino Rossi) ACCERTATI DA COMMISSIONI MINISTERALI E GUARDIA DI FINANZA !!

IL RAPPORTO E’ DA MESI SUL TAVOLO DI VISCO !!!!

PERCHE’ IL GOVERNO NON FA CHIAREZZA ?? LA NOTIZIA E’ VERA O NO??

Se la notizia é vera, questi soldi sono legittimamente del Popolo Italiano

DEVONO ESSERE RESTITUITI, TIRATI FUORI SUBITO , invece di continuare a inventare nuove tasse e nuove finanziarie.

TRAVAGLIO, SANTORO, FLORIS, DI PIETRO, ma dove sieteeee !!!

Si deve insistere tutti contro queste ignobili e vergognosi crimini perpetrati da questa banda di ladri e biechi individui, neppure degni di chiamarsi uomini, eletti al Parlamento per il DOVERE ISTITUZIONALE di tutelare il Popolo Sovrano.

Altro che soluzioni cilene, qui ci vuole l'Esercito, gli Alpini che mandino a casa tutti quanti, bianchi rossi e neri e si possa ricominciare da capo.

Già che ci siamo, come mai in Italia con una media di tasse pagate di circa 6.300 euro, ne riceviamo indietro molto meno in servizi, mentre in Germania su una media simile a quella Italiana pagata in tasse dai tedeschi, ricevono indietro circa 10.000 euro in servizi ??

Così va, purtroppo, il mondo...
Pietro

pietro rossi Commentatore certificato 29.08.07 15:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

appello allo staff censuratore:

"le ferie sono un diritto irrinunciabile del lavoratore"

visto che anche ad agosto avete lavorato sodo, perche' non vi prendente un paio di settimane a settembre?


alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 15:19| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

VISIBILITA'

http://notizie.libero.it/

http://canali.libero.it/affaritaliani/culturaspettacoli/beppe_grillo_cavazzuti_agosto_2007.htm

a dire il vero ha resistito nella home di libero per pochissimo tempo... che l'abbiano precauzionalmente oscurata? ;-)

Daniele Spagli (archinauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.08.07 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Beppe in fondo al tuo post, c'e uno spezzone del video tratto dal tuo spettacolo dove informi dei finanziamenti del governo ai giornali.
Proprio in questi giorni tutti i telegiornali riportano la notizia dei controlli della guardia di finanza sul "caro libri".
Ma dove C...o di Italia siamo finiti, finanziamo i giornali e non abbiamo soldi per finanziare l'istruzione dei Ns. giovani.
Ma cosa crede questa dirigenza politica di essere immortale.
Di istruire il meno possibile i giovani in modo che abbiano meno concorrenza, questi maiali della cultura, con tutto il rispetto per il maiale.

Ferdinando Olivieri 29.08.07 14:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Verrei volentieri anch'io :-)


In bikini devi essere uno spettacolo :-).


Gino serio federalista 29.08.07 13:42

Caro Gino,non te lo consiglio!!Ne va della tua salute mentale!

E' più cessa della Silvia B.!!!!!!!

A meno che tu non sia amante dell'orrido.

Un ex della Patty 29.08.07 14:27

************************************

Gino non dargli retta. Io non ho ex ma tutti begli uomini al mio attivo e non ci penso nemmeno a liquidarli nè loro a liquidare me. Mica bischeri!

Patty Ghera alias F i o r e v e r d e 29.08.07 14:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/654.

I post di altri blog che fanno riferimento al post L'acqua di Dio:

» QUANDO L'ACQUA MINERALE DIVENTA UN LUSSO. da perlinecolorate
EVIDENTEMENTE PER ORA IO E BEPPE GRILLO SIAMO IN CONTATTO BLOG-TELEPATICO, SUCCEDE CON LUI ED E' SUCCESSO CON TANTI ALTRI...PROPRIO IERI PENSAVO DI SCRIVERE UN POST SULL'ACQUA MINERALE E SUL DIRITTO SACROSANTO DI BERE ACQUA POTABILE, MA  POTABILE VERAM... [Leggi]

29.08.07 15:11

» Acqua: Pochissima, sporchissima, carissima da Qui Livorno Libera - VideoBlog
  Problema acqua, in un piccolo comune di La Spezia i mei parenti hanno ricevuto conguagli pazzeschi. Sta divendando un grosso problema L’acqua. Un preoccupante dossier e un sito interessante Forum italiano dei movimenti per l’acqua ... [Leggi]

02.11.07 16:22