Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Napolitano e i precari


V_day_multietnico.jpg
foto di guerrillaradiobloggo

La Presidenza della Repubblica mi ha scritto per ringraziarmi “vivamente” per il libro “Schiavi Moderni”.
Il Capo dello Stato è d’accordo con i precari. E’ una buona notizia. Napolitano può fare molto per cambiare le cose. Per esempio comprare diecimila copie del libro da distribuire a Confindustria. Qualcuno forse si vergognerà di esternalizzare il rischio sui ragazzi e di internalizzare il profitto sul conto corrente.
Scaricate e fate circolare “Schiavi Moderni”. E' arrivato a 170.000 copie, ma non basta.
Pubblico una storia sulla generazione perduta.

“Sono stanca di stare tra i precari, ma ci sto con dignità. Ho 33 anni, una laurea in sociologia appesa alla parete in casa dei miei... una loro piccola vittoria! Ho debuttato nel mondo del lavoro in un call–center aprendo la partita Iva, poi come segretaria con contratto co.co.co. tra l’altro non più rinnovato causa “crisi economica” (500 euro al mese per 40 ore settimanali). Altre piccole esperienze tanto per non pesare ai genitori. Nel frattempo ho preso il tesserino di pubblicista, perchè il mio sogno nel cassetto “era” fare la giornalista sportiva... Sono finita nel ristorante di un mio parente con contratto a progetto per 800 euro. A questo punto ho deciso di fare il grande salto: vivere da sola, anzi insieme a un’amica, pur non avendo le famose certezze, ma un affitto al passo dei tempi! Stanca di lavorare sempre e solo la sera ho di nuovo cambiato per lavorare in un negozio di abbigliamento come commessa, finalmente assunta, ma part-time: 25 ore a settimana per 600 euro, non male! Ma abbastanza frustrata. Alcune sere arrotondavo nel ristorante. Ora mi trovo in una delle più grandi società di telecomunicazioni italiana, nella speranza di essere assunta a tempo indeterminato. L’occasione mi è stata data da un amico di famiglia forse perchè mi è riconoscente di essere stata una brava baby-sitter per sua figlia, gli euri sono quelli della media, 5,11 euro l’ora... contratto co.co.pro. rinnovabile ogni 3 mesi per la fantastica cifra di 900 euro al mese, fortunata perchè mi vengono retribuiti anche gli straordinari 5 euro l’ora...
Vorrei andarmene da questo Paese...”
C.D. 21.02.2006 16:08


V-day:
1. Partecipa e sostieni il V-day
2. Inserisci le tue foto su www.flickr.com con il tag Vaffa-day
3: inserisci tuoi video su www.youtube.it con il tag Vaffa-day
V_day_Caselli.jpg

6 Ago 2007, 19:05 | Scrivi | Commenti (803) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

questo e un paese d MERDA !

alessandro Toscano (vento07) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.07 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe molto spesso non apro le pagine del Blog,
perche' senza ADSL mi ci vuole una vita e mezzo a completare l'apertura.
Comunque voglio dire semplicemente a Napolitano,vorrei tanto che anche lui fosse un operaio con un contratto a scadenza ,e volendo anche essere buono di 6 mesi in 6 mesi voglio vedere quanto gode,VERGOGNA!!!!!!!

Alessandro Leoni 16.09.07 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe molto spesso non apro le pagine del Blog,
perche' senza ADSL mi ci vuole una vita e mezzo a completare l'apertura.
Comunque voglio dire semplicemente a Napolitano,vorrei tanto che anche lui fosse un operaio con un contratto a scadenza ,e volendo anche essere buono di 6 mesi in 6 mesi voglio vedere quanto gode,VERGOGNA!!!!

Alessandro Leoni 16.09.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento

A LEGGERE LE ORDINARIE DISGRAZIE D' ITALIA MI VIENE LA DEPRESSIONE. O SMETTO DI LEGGERE O URLO

Francesco Manfredi 22.08.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

A LEGGERE LE ORDINARIE DISGRAZIE D' ITALIA MI VIENE LA DEPRESSIONE. O SMETTO DI LEGGERE O URLO

Francesco Manfredi 22.08.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE:

guardatevi assolutamente il video di Caselli su Andreotti che qui Beppe ha messo a fine articolo!

E diffondetelo:

http://www.youtube.com/watch?v=U-9Saud39vg

Carlo Casella Commentatore certificato 20.08.07 17:35| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE:

guardatevi assolutamente il video di Caselli su Andreotti che qui Beppe ha messo a fine articolo!

E diffondetelo:

http://www.youtube.com/watch?v=U-9Saud39vg

Carlo Casella Commentatore certificato 20.08.07 17:23| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTE:

guardatevi assolutamente il video di Caselli su Andreotti che qui Beppe ha messo a fine articolo!

E diffondetelo:

http://www.youtube.com/watch?v=U-9Saud39vg

Carlo Casella Commentatore certificato 20.08.07 17:10| 
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

Vieni a votare il logo sul V-day che ritieni piu' bello pubblicato sul sito www.V-day.it, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 3 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

3) Vota il logo piu' bello per la giornata del V-day

Possibilità di lasciare commento dopo il voto, si chiede correttezza . Tnx

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 18.08.07 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

credo sia inutile prendere le distanze dalle dichiarazioni inqualificabili di quel minus habens di Caruso. Ciò che ha detto è, purtroppo, figlio del clima che anche lei ha contribuito a creare. Se ha intenzione di fare l'opinion maker e non più il comico, forse dovrebbe impegnarsi ad una maggiore diplomazia per evitare reazioni "carusiane".

Anche se mi auguro non fosse sua intenzione, con ciò che dice e fa riguardo alla legge Biagi, lei alimenta l'idiozia di quanti la pensano come Caruso e gli idioti poi si trasformano spesso in tante Nadia Lioce. Purtroppo, pare che siano più di quanti ci aspettassimo. Caruso è in buona compagnia per quel che riguarda la (scarsa) dotazione cerebrale.

Gianluca . Commentatore certificato 14.08.07 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
..ah! ciao anche a tutti voi lettori e scrittori del blog :-)
Schiavi moderni...argomento sicuramente da dibattere e su cui confrontarsi. Direi che è palese il fatto che oggi in Italia stiamo vivendo un momento difficile per quanto riguarda il fronte lavorativo ed io che lavoro all'interno di una di quelle agenzie, beh direi che ne so qualcosa. Non nego di assistere a molto sfruttamento di questa tipologia contrattuale (contratti che durano anche 1 settimana con proroghe ad hoc), i famosi contratti di somministrazione (sembra si parli di bestiame o altro); d'altra parte assisto anche a molto assenteismo e poca voglia di lavorare.
Sono uno studente del master di Ichino, pertanto ho avuto modo di analizzare la famosa legge Biagi in più aspetti e il risultato che se ne ottiene non parla di una legge che aiuta un maggiore occupazione della forza lavoro, nè di una legge che permette una maggiore flessibilità e quindi precarietà. Direi in generale che è una legge il cui forse unico aspetto positivo è che fornisce uno strumento sostitutivo al co.co.co. riconoscendo al lavoratore molti più diritti. Il fatto è che oggi in questo paese, avere contratti a termine per periodi medio-lunghi rischia di dar vita a processi di intrappolamneto in quella che si definisce precarietà da cui non è facile uscire, pertanto gli argomenti da contestare al governo passato e presente sono la totale assenza di una struttura assistenziale. Insomma non stiamo vivendo dal 2003 la precarità, stiamo scontando politiche a protezione di un'unica classe di lavoratori (insider) di un'assenza di ricerca e sviluppo tecnologico, di innovazione, di creazione di nuove opportunità di business. Manca credibilità in una scelta economica chiara e propositiva.
Va beh ce ne sarebbero di cose da dire, torno intanto a somministrare qualcuno

Gianluca Tresca 14.08.07 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, ti scrivo per argomentare un problema grave: LA LIBERTA' DI SCELTA TERAPEUTICA
Mi chiamo Harry e sono presidente di una Associazione Nazionale che cerca di divulgare la conoscenza delle discipline naturali tramite convegni ed un corso triennale di Naturopatia. Scrivo a te dopo 6 anni che cerco, con altri pochi disperati ma genuini, di vedere le discipline bio naturali riconosciute e tutelate mantenendo la nostra dignità professionale. Siamo stati a Montecitorio, in Europa, ho interloquito con vari governi regionali ma, ad oggi nulla di fatto. L'unica regione dove ho visto un movimento è quella in cui vivo, la Toscana. Qui siamo riusciti, grazie ai Verdi, a varare nel 2005 una legge sulle discipline bio naturali ma ad oggi ancora non la vediamo esecutiva perchè nel governo regionali ci si perde nei vari meandri. E' FERMA!! Nelle altre regioni hanno fatto ancor di meno..semplici specchietti attira voti e nulla più. Molti paesi europei vedono la naturopatia ed altre discipline regolamentate (anche l'Ungheria dal '97!!!) e noi non riusciamo a vedere nemmeno un confronto serio in parlamento.
ci hanno detto di attendere la riforma delle professioni con il "Ministro Mascella" ma ad oggi continua la farsa. Un passo avanti, uno indietro, uno avanti e poi 5 indietro.

MI CHIEDO A QUESTO PUNTO se puoi prendere in esame questo caso pubblico. Pubblico perchè in ITALIA IL 40% DELLA POPOLAZIONE FA USO DELLE MEDICINE E DISCIPLINE NATURALI ED E' UN DIRITTO DI OGNUNO DI NOI POTER VEDERE QUESTI SERVIZI SERI. E' UN DIRITTO DI OGNI CITTADINO SAPERE CHE IL PROFESSIONISTA CON IL QUALE INTERLOQUISCE NON ABBIA FATTO UN CORSO DEL CAVOLO PER RICEVERE IL SUO DIPLOMA!!! ad oggi esistono scuole di naturopatia o di shiatsu che danno diplomi dopo 600 ore di formazione!!
Esistono centri che danno un diploma di Reiki dopo un solo fine settimana quando in Giappone la formazione dura oltre i 4 anni!!E' RIDICOLO, E' PURO LUCRO!

Tu che sei un comico...aiutaci.

Harry


Si parla di censura?

Allora andate qui:

Il blog di Beppe Grillo e la censura metodica

http://n ew-ital y.net/beppe-grillo-c ensura/

(togliere gli spazi vuoti :-)

GrillMoral News 13.08.07 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Leggo un articolo su libero.it che recita: "Prodi guadagna più di Sarkozy Quasi 19 mila euro ogni mese".
19000 x 12 = 228000 euro.
Io non sono un commercialista, ne un matematico, ma nella dichiarazione dei redditi relativa al 2006 il sig. Prodi dichiarò 89000 euro.
89000 / 12 = 7417 euro.

E poi non mi devo incazzare?
Aspett forse che vada al governo Berlusconi e faccia un nuovo CONDONO FISCALE, così da poter sistemarsi come fecero i suoi familiari nella scorsa legislatura?

Però io lo so CHE DIO PROVVEDERA'

giuseppe b. Commentatore certificato 13.08.07 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Siamo Italiani, e paghiamo le tasse, forse non tutti i cittadini, e questi
vanno puniti con sanzioni più severe, e non alzandole per quelli che le pagano,
il presidente Prodi ora vuole aiutare i Rom, e noi? Perché questo paese
splendido sta andando a rotoli? Incendi, droga, ubriachi che vanno in giro
uccidendo, non ci sentiamo tutelati noi che abbiamo dei diritti ma anche dei
doveri, e i politici pensano solo a farsi delle leggi su misura per i loro
interessi sia a destra che a sinistra, se il presidente Prodi vuole aiutare i
Rom che prenda i soldi dal suo lauto stipendio. Stiamo diventando razzisti?
Forse… ma non se ne può più. Perché mi è passata la voglia di mettere al mondo
dei bambini? Forse perché non vedo per loro un futuro tranquillo, come non lo
vedo per me!
Per protesta potremmo bruciare le nostre schede elettorali e i nostri documenti.
Cordiali saluti.
Un cittadino scontento.
Lorenzo Compagna

Lorenzo Compagna 13.08.07 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sottolineare una notizia uscita oggi ...
ANSA) - ROMA, 12 AGO - La gestione pensionistica dei collaboratori e i trattamenti economici temporanei, come maternita' e malattia, salvano l'Inps. Gli attivi di queste due attivita' spiccano tra le perdite del bilancio consuntivo 2006, che ha segnato un avanzo economico pari a 658 milioni di euro, in calo dai 2,033 miliardi del 2005. La gestione di prestazioni temporanee dei lavoratori dipendenti ha chiuso il 2006 con un attivo di 6,884 miliardi poiche' l'Inps incassa piu' delle prestazioni che eroga.

....Avete capito bene...incassa piu' delle prestazioni che eroga....solo sui precari .... PURE!!!!!!!!!!!!!!!!!! basta !!! in Francia hanno messo a ferro e fuoco Parigi per una legge sul lavoro che noi ci sognamo...!!!! NON NE POSSO PIù DI MANTENERE CON IL MIO LAVORO TUTTI QUESTI PARRUCCONI!

Stefano Sirio 12.08.07 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Ora non vorrei dare tutte le colpe, ma per quanto riguarda le difficoltà di una certa italia, a trovare lavoro, a riuscire, a realizzarsi, nel lavoro e nella vita, vorrei aggiungere un contributo. Penso che salvo restando le oggettive difficoltà ed i paletti esistenti, la struttura familiare italiana sia un freno terribile, e mi riferisco al mammonismo. Al chiamare bambini ragazzoni e ragazzone di 20 anni, quando va bene, a sclerotizzare i cordoni ombellicali. Ora, che questo dipenda dalle mamme che fanno le casalinghe e se i figli se ne vanno gli mancano le mutande da lavare, a situazioni affettive familiari forse un po deteriorate tra mariti e mogli, ad una sostanziale lobotomizzazione di buona parte della gioventu orientata al calcio, alla gazzetta dello sport ed a non so che cosa. Insomma volevo solo dire che le istituzioni sono anche un prodotto "nostro", italiano. E che l'italia è un paese in larga misura davvero provinciale e vecchio.

andrea g 12.08.07 12:34| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

vivere in italia è difficile, certo, e sono convinto e concordo con chi pensa di andarsene e sono spiacente con tutti quelli che sono contenti. Io ce la faccio ancora. Non voto da vent'anni, ho fatto lavoretti stagionali e poco altro fino a 27 anni, ho lavorato per una multinazionale per 13 anni, poi, a 42 anni, ho mollato tutto e mi sono messo a fare il cuoco ed adesso, sono arrivato a fare lo chef, in 3 anni. Sono fortunato, molto fortunato, perche ho fatto una cosa un po "americana" in una italia invivibile. Ma non mi sento italiano, come diceva gaber, non mi sento italiano. Credo che una terribile percentuale degli abitanti di questo paese sia convinta di avere la possibilità di riuscire prima o poi a fregare tutti gli altri, o meglio, pensano che in un paese così incasinato, se rubi se evadi il fisco se trovi un lavoro "per conoscenze", alla fine esiste sempre la possibilità di raggiungere qualcosa senza fare troppi sforzi. Alla faccia di tutti gli altri. La differenza tra l'italia e gli altri paesi è che qui i furbi sono di più, molti di più. Ti accerchiano e certe volte mi risulta difficile credere che poi quelli in gamba siano davvero la maggior parte. Magari questo blog serve anche a questo. Ma tornando allo stare in italia capisco perfettamente quelli che se ne vanno, e quelli che pensano che si sta bene, che alla fine... il sole la cucina i monumenti le città... Si ok, ma solo se guadagni bene, molto bene, e se hai pochi contatti con le istituzioni. Cioè se sei in ottima salute e in cima a un monte lontano da tutti...

andrea gagnesi 12.08.07 12:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E' il SISTEMA che non VALE tutto il popolo SOVRANO stà GRIDANDO lo dobbiamo FERMARE. Questo è l'anno della SVOLTA perchè la FOLLA che veramente produce e LAVORA ha detto BASTA con questa INSAZIABILE CASTA PADRONA IndustrialPoliticoSindacale che non sanno GOVERNARE. L'Italia Nazione GARANTE dei VALORI scritto e SANCITO dalla COSTITUZIONE Italiana immoralmente TRADITA. Caruso, Mele, Selva, Sircana e pro sindaco Gentilini, ci sono le PROVE e c'è la loro AMMISSIONE delle loro ABITUDINI immorali e Non c'è bisogno di votare SE NE DEVONO ANDARE. Ci son pure LEGGI e sono tante da ABROGARE ma la prima in ASSOLUTO perchè ANTICOSTITUZIONALE e la legge Biagi, MANIPOLATA e DEGENERATA dalla CASTA PADRONA tanto da OFFENDERE il LAVORO ma sopratutto chi LAVORA. PERilBENEdiTUTTI voi della CASTA IndustrialPoliticoSindacale fatte LARGOaiGIOVANI talenti LIBERI dai NODI per costruire un NUOVO LIBERO SISTEMA che rispetti la COSTITUZIONE.
Prima che i Signori della CASTA
IndustrialPoliticoSindacale
decidano il nostro destino
PERilBENEdiTUTTI
DONNE,ONESTI, IMPRENDITORI, LAVORATORI,
PENSIONATI,DOTTI e SAPIENTI
OPERAI, PASTORI, CONTADINI,
GIOVANI TALENTI
COESI e LIBERI dai NODI
uniamoci perchè col nostro lavoro diventiamo
l'unica forza che può salvare L'Italia, L'Europa,
la Terra, e tutti i popoli del Mondo da una
CATASTROFE.
VOI le COLONNE sarete chiamati a togliere le catene che rendono l'UOMO SCHIAVO. LIBERATELO per preparare il CAMMINO per costruire quel MONDO D'AMORE LIBERO e di PACE. IL destino del MONDO è nelle vostre mani SLEGATELO dalle CATENE.

Mario Flore 12.08.07 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'introduzione di "Schiavi moderni".
Prima frase:
"La legge Biagi ha introdotto in Italia il precariato."

Mi chiedo è più idiota l'Onorevole Caruso o Beppe Grillo.
Grillo faccia il comico ma non scherzi sulle vittime, per favore!

Andrea Atrei 11.08.07 22:41| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve signor Beppe Grillo, nn so se leggerà mai questo commento, c'è una possibilità su un milione. Semmai la fortuna mi aiuti e le capita di leggerlo allora mi ascolti. Ho scaricato dal suo blog, il libro,
Schiavi Moderni
Il precariato nell'Italia delle meraviglie

Sono d'accordo con le sue idee, e credo non si possa andare avanti così. Il precariato è cm un virus. Se non si trova una cura, si estende e colpisce altre persone. Così il lavoratore italiano può essere affetto da precarietà. La probabilità di essere affetti aumenta di anno in anno. Nessun politico di destra o di sinistra riesce a trovare una soluzione. E noi giovani rimaniamo zitti. Le cose peggiorano. Non abbiamo rappresentanti che alzano la voce, che si fanno sentire. E chi difende i nostri diritti? Signor Grillo lei ci prova con tutte le sue forze, ma da solo può farcela?
Il V-DAY è una cosa molto interessante, spero saremo in molti. Secondo me si dovrebbe organizzare una manifestazione pacifica, contro il precariato. Con centinaia di migliaia di persone. Per far capire ai politici che deve cambiare qualcosa. Senò dobbiamo rassegnarci e dire addio alla pensione. Vivremo tutta la vita con i nostri genitori. Nn vorrei che il primo articolo della costituzione possa essere letto così:
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro precario ………

Saluti

Giulio S. Commentatore certificato 11.08.07 20:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Da donna un grande grazie a Riccardo Iacona per la sua trasmissione di stasera.
...
Grande giornalismo allo stato puro - niente sconti per nessuno come si deve.
Cristina M. 07.08.07 23:30


Concordo, e per chi non l'avesse vista e volesse farsi una propria opinione senza comodamente pendere dalle labbra dei soliti che hanno sparato i loro commenti il giorno dopo, la può trovare condivisa in rete.
Basta una ricerca per esempio con le parole "senza figli iacona".
Per la cronaca, oltre a toccare i problemi del precariato, la puntata parla soprattutto delle conseguenze della legge 40 (procreazione assistita) andando a vedere la vita vera delle persone, dopo che per diversi mesi prima del referendum abbiamo dovuto sorbirci tutte quelle cavolate ideologiche dei vari "pretazzi" che stanno sia a destra che a sinistra.
Chi ha disertato il referendum dovrebbe ascoltare l'email di una donna con problemi di sterilità che si rivolge proprio a loro, è verso la fine della trasmissione.

Michele B. 11.08.07 19:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hi

d.v Commentatore in marcia al V2day 11.08.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Benché io abbia preso contatto con il blog tramite una segnalazione critica (commento di F. Cicchitto sul "Biagi e Treu assassini" dell'onorevole Caruso), le lettere di tanti giovani e meno giovani precari mi han colpito molto: istruttive e disperanti. "Ragazzi" di 25-35 anni costretti a umiliarsi davanti al "padrone"; a casa coi genitori che gli rinfaccian i soldi spesi per l'università.
Padroni impuniti, del privato o del pubblico, stra-volgono a proprio favore leggi concepite per regolamentare una situazione che esisteva già da tempo. Lavoratori come vittime designate che nessuno difende, capri espiatori di una situazione di crisi che pare senza uscita.

E allora che cosa fa Beppe Grillo per cambiare le cose? Semplice: sposta la mira sui bersagli grossi. Caccia grossa, collettiva, al capro espiatorio: "la legge Biagi ha introdotto in Italia il precariato" (già, prima di Biagi c'eran solo i precari, adesso c'è anche il precariato!) Caccia agli evasori fiscali. Caccia agli onorevoli corrotti.
Andare a caccia è divertente. Risolvere i problemi no, è lungo e noioso; anche perché spesso la loro origine risale indietro nel tempo, e bisognerebbe metter in discussione le proprie "sacrosante" illusioni giovanili...

La nuda verità vien fuori leggendo il blog: in Italia l'offerta di lavoro qualificato è molto inferiore alle domande dei troppi laureati, prodotti dall'ormai quarantennale demagogia del "diritto allo studio" che ha illuso tanti genitori e non pochi lavoratori-studenti. I non laureati, che han cominciato a lavorare almeno dieci anni prima dei loro coetanei, vivono meglio, son indipendenti, con famiglia a carico.
Certo, è duro viver male e non poter scaricare le proprie frustrazioni su altri, ma bisogna almeno provarci. Ecco invece il programma di BG: cacciato il Berlusca, le cose non vanno come si sperava? Allora si deve "fare di più", cacciare tutti i berluschìni!
RISULTATO: forse cadrà qualche berluschìno, certo si moltiplicheranno i frustrati.

Marco R. Commentatore certificato 11.08.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento

ho votato a sinistra mi aspettavo riforme di sinistra invece ; precariato e contatti a termine co.co.co ancora esistenti . pensioni ancora come prima ,riforme neanche l'ombra . a 41 anni con un lavoro da precario con contartto a termine aiutandomi con la pensione di mia madre che vive con me .devo sperare e vivere alla giornata . SPERO CHE ... mi rinnovino il contratto che aumentino la pensione a mia madre che ci sia un adeguamento dei pigioni di casa che abbassino le tasse , ma a Napoli si dice .
CHI E SPERANZ CAMP , RISPRAT MOR .... i detti antichi non si sbagliano mai

Franco Porto 11.08.07 11:47| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Cascella ha scritto una lettera al “Corriere”, nella quale precisa che “la lettera a Beppe Grillo è a mia firma, e mia è la responsabilità delle espressioni con cui ho ringraziato, a nome del Presidente della Repubblica che ne era destinatario, per l’invio del libro sul precariato”. Ancora più triste il seguito: “Quanto ad alcune considerazioni contenute nell’articolo e nei commenti che lo hanno accompagnato, vorrei precisare che nella lettera mi sono limitato a rilevare personalmente l’attenzione con cui nel libro si raccolgono testimonianze di lunga data su questo complesso tema sociale senza peraltro esprimere valutazioni di merito e, quindi, nemmeno ‘condivisione’ dei giudizi formulati su scelte di governo e su provvedimenti legislativi”.

Marcello Rossato 11.08.07 10:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Tutti i commenti di critica contro i laureati in Sociologia o in Scienze della Comunicazione sono non solo inutili ma il risultato diretto di un lavaggio del cervello a cui vi hanno sottoposto sin dalla nascita.
All'estero non solo la Laurea di per se non e' un fattore ne' necessario ne' sufficiente per ricoprire posizioni manageriali, poiche' sono solo il merito e l'esperienza che decidono le sorti di un candidato, ma nessumo mai si sognerebbe di pensare che un pezzo di carta ti possa rendere AUTOMATICALLY un buon manager, avvocato, medico.
Il sistema Italia di per se e' una entita' di stampo camorristico-mafioso a tutti i livelli: dai concorsi truccati, ai posti spartiti tra i sindacati, alle raccomandazioni, dai condoni edilizi a quelli fiscali, dall'auto blu all'assenteismo della Corte dei Conti, da Caselli e Capitano Ultimo soli ed abbandonati, a Falcone e Borsellino quest'ultimo trucidato da un'auto in sosta vietata, dalle auto in sosta selvaggia sparse un po' dappertutto ai precari, dalle cacche di cane nei parchi alle auto che sfrecciano con il rosso, dai vigili al bar agli autisti di autobus ciechi assunti dal Comune,etc
Il sistema e' marcio dalla base, per questo anche dopo mille V-Days non cambiera' nulla.
Se volete un sistema onesto, che vi tratti con dignita' vi offra un lavoro sicuro, un salario di rispetto, possibilita' di carriera basata sul merito, il diritto garantito per tutti ad avere un mutuo, una casa, una famiglia...allora dovete fuggire, andare all'estero e subito.
Non ve ne pentirete MAI!!!!
Bye from the United Kingdom.
Tutti gli Italiani che vivono all'estero e che non dpendono dalla loro mammina vi diranno lo stesso.

Luca Mori Commentatore in marcia al V2day 11.08.07 00:47| 
 |
Rispondi al commento

questo è proprio il primo degli argomenti che più mi incavolare.
Ho i vostri commenti e, da un lato con molto piacere ho scoperto che sono un certo numero quelli che come me, hanno fatto la valigia e sono andati all'estero per cercare di SOPRAVVIVERE.
Sono stato via 4 anni, poi per amore sono tornato in italia da 2, e la situazione va peggiorando esponenzialmente.
Ergo, sto pensando di ripartire.
Trovo che questa sia l'UNICA SOLUZIONE proponibile a chi ha un minimo RISPETTO DI SE STESSO.
Dall'altro lato, mi fa molta tristezza pensare che gli italiani non possano vivere DIGNITOSAMENTE nel proprio "Bel" paese: si fatica troppo solo per sopravvivere in malo modo.
Ci è stato tolto tutto e nessuno si ribella.

Io penso che a parte quelli che hanno preso il proprio destino in mano, gli altri sono UN POPOLO DI BLABLABLA, gente che parla e si LAMENTA DAL MATTINO ALLA SERA, ma non farà mai nulla per cambiare veramente qualcosa.

Da quando sono "tornato", sto facendo il consulente viaggiando per l'europa e l'anno scorso sono stato la maggior parte del mio tempo in francia (lione, parigi, grenoble, e altre piccole cittadine).
Beh, là esiste una dignità.
Un operaio ha uno stipendio buono, con il quale non solo può pagarsi un affitto o un mutuo autonomamente, ma addirittura mantenere la moglie e dei figli.
Non solo, ma un operaio normalmente ha come orario 8-16 e alle 16.30 massimo è già con i figli o a fare qualche suo hobby.
(DA NOI SE TORNI A CASA ALLE 19-20 SEI GIA' UNO FORTUNATO).
Ho viaggiato in altri paesi e ho amici un po ovunque, quindi posso dire che è la stessa cosa in Spagna, Inghilterra, Irlanda, Germania, Svizzera, Portogallo, Belgio, Olanda, Danimarca e non voglio andare oltre....
Questo MI FA DAVVERO INCAVOLARE!!!!
Come è possibile che in altri paesi riescono ad avere una VITA?

Stimo molto i Francesi che si uniscono e si ribellano e nell'arco di pochi giorni ottengono modifiche alle leggi (precariato).
Stimo molto in Francia l'esempio di Sarkozy.
BASTA STRUZZI

luca a. Commentatore certificato 11.08.07 00:35| 
 |
Rispondi al commento

ZITTI E VIA, APRI L'OCCHIO, STAI SGAMMATO, RIEMPI IL SACCO, PAGHI I DEBITI, TI FAI UN FONDO ETICO AUTONOMO AUTOGESTITO E VIA, SEI A POSTO PER SEMPRE

Se con un restrello un vecchietto di 70 anni può raccogliere in un giorno in un bosco quasi mille euro di biomassa secca (ricci di castagne, foglie secche, aghi di pino, rametti secchi, pigne...) da utilizzare per pellet, pasta di legno o cellulosa e guadagnare oltre 10 mila euro al mese ed invece importiamo decine di navi di legnami dall'Amazzonia ogni anno, secondo te perchè?

FORSE CHE SEI SCEMO E TI STANNO FACENDO FESSO?

@ Stai invitando ad andare a rubare biomassa in montagna?-

No cosa dici, sto invitando ad andare a vivere in una comunità montana e vivere onestamente raccogliendo biomassa secca dai boschi

Se non ve la fanno raccogliere, vi procurate un magazzino, una cantina, nascosta e la riempite di biomassa clandestina

NON STATE AD ASPETTARE CHE VI BRUCINO I BOSCHI

Raccogliete la legna, le foglie, i ricci di castagne, gli aghi di pino e fatnne pellet

in un mese di lavoro 15000 € e poi fate finta di niente tutto l'anno

FANNO COSì TUTTI IN MONTAGNA

IN UN MESE GUADAGNANO 20-30 MILA EURO E POI ZITTI ZITTI E VIA, FORZA ANCHE TU DAI!


RACCOGLIENDO PIGNE, AGHI DI PINO, RICCI DI CASTAGNE, FOGLIE E RAMI BASSI SECCHI, PER FARE PELLET, IN UN MESE 15.000€, POI TUTTI L'ANNO A GRATTARSI LE PALLE E RIDERE DEI CITTADINI

COMUNITA' MONTANA, VITA SANA, DIVERTIMENTO ASSICURATO, VACANZA ECOLOGICA, NESSUN DISOCCUPATO, NO SBIRRI NO PROBLEM, TUTTI RICCHI CON LA BIOMASSA E I MOTORI MAGNETICI, CASE A 200€ AL MESE, ARIA PULITA, TANTE FIGHE, TANTA SALUTE, TANTA COMPAGNIA, TANTA SOLIDARIETA, CIBI BIOLOGICI 100%, FOGLIE, RICCI DI CASTAGNE, PIGNE ED AGHI DI PINO PER TUTTI

TINA TURNELLA 10.08.07 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Dr.Treu e Dr.Biagi non hanno nessuna colpa, è Caruso che a lingua sciolta che non riesce a COORDINARE e tratenere ciò che pensa e lui lo dice poi magari se ne pente come fà un (?). Caruso tante volte ha esternato battute INGLORIOSE ma questa volta a ESAGERATO e non basta sanzionarlo ma dal parlamento ALLONTANARLO e sospeso dal suo partito. In Italia ormai TUTTO è DEGENERATO perchè non esiste più il RISPETTO delle REGOLE dei VALORI di ETICA e MORALE. Fanno la legge e trovano l'inganno, dicono una cosa e subito ritratano, fanno REATI e non riesci a dimostrare. QUESTA Nazione è complettamente da RIFFARE. Prepariamoci PERilBENEdiTUTTI a fare LARGOaiGIOVANI talenti (non come CARUSO) LIBERI dai NODI per costruire un NUOVO LIBERO SISTEMA. Finchè in Italia la CASTA IndustrialPoliticoSindacale rimarranno al potere noi del popolo siamo INERMI VITIME del loro barbaro VOLERE. UNIAMOCI e mandiamoli a casa.
Prima che i Signori della CASTA
IndustrialPoliticoSindacale
decidano il nostro destino
PERilBENEdiTUTTI
DONNE,ONESTI, IMPRENDITORI, LAVORATORI,
PENSIONATI,DOTTI e SAPIENTI
OPERAI, PASTORI, CONTADINI,
GIOVANI TALENTI
COESI e LIBERI dai NODI
uniamoci perchè col nostro lavoro diventiamo
l'unica forza che può salvare L'Italia, L'Europa,
la Terra, e tutti i popoli del Mondo da una
CATASTROFE.
VOI le COLONNE sarete chiamati a togliere le catene che rendono l'UOMO SCHIAVO. LIBERATELO per preparare il CAMMINO per costruire quel MONDO D'AMORE LIBERO e di PACE. IL destino del MONDO è nelle vostre mani SLEGATELO dalle CATENE.

Mario Flore 10.08.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Per chi vuole approfondire il tema " il Ns. debito" ,propio oggi leggevo alcuni articoli su questioni legate alle banche centrali ,che a loro insindabile giudizio fanno i c...i che vogliono.
il sito http://www.disinformazione.it/

Francesco Mulas 10.08.07 19:23| 
 |
Rispondi al commento

l'ultima l'ho scoperta per caso ieri!!!! ai pensionati IMPDAP (statali saranno qualche milione)hanno inflitto una tassa (Ritenuta la chiamano ) dello 0.15% sulla pensione per avere diritto ALL'ISCRIZIONE fondo prestiti.Al di la della giustezza o meno della gabella va notato come questa sia stata istituita!!:con decreto minist. del 07/03/2007 n° 45 viene istituita la tassa senza avvisare nessuno di tale evento( se non la pubblic. sulla gazzetta uffic.)e dando la possibilita' di recedere con domanda su apposito modulo da present. all'inpdap.Per fregare i poveri sudditi di turno(pensionati) hanno istituito il "SILENZIO ASSENSO" che scade il 7 ottobre!!Se entro quella data non presenti la domanda di recesso la tassa ti viene accollata !!SE CONOCSETE PENSIONATI INPDAP AVVISATELI(COSA CHE SI SON BEN GUARDATI DI FARE I NOSTRI GOVERNANTI)!!!!

pichiot luigi 10.08.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Carissime/i, riporto qui la risposta del Sig. Andrea Girardini, che credo faccia parte dello staff di Prodi, al mio post dell'8 scorso:
Gentile Sig.ra Pagliuca,
può scrivere le Sue idee in:
www.incontriamoci.fabbricadelprogramma.it
Grazie, caro sig. Giradini, ma proprio non ho più voglia di perdere tempo o scherzare. Le sembra seria la sua proposta di scrivere le mie idee al futuro P.D. dopo quello che i futuri aderenti al nuovo partito stanno già facendo in questo Governo? Come diceva Totò "Ma mi facci il piacere"!
Invece, caro Sig. Girardini, le rivolgo l'unica richiesta seria che mi viene in mente pensando ai DS, alla Margherita ed al futuro P.D.: dateci una tregua con le vostre ridicole e false primarie, abbiate pietà. Evitate di riempire i giornali con troppe chiacchiere.
Comunque, oltre a ringraziarla pubblicamente per la sua risposta, ho molto apprezzato il fatto che mi abbia dato del "lei". Ha fatto bene. Ha "percepito" la mia volontà di non gradire il "tu" (ovviamente a livello politico, privatamente accetto il tu anche dai sassi!) da chi ha aderito al PD, che ha rinunciato alla laicità dello Stato e che ritiene che lo sviluppo si possa e debba ottenere sulla pelle dei lavoratori, massacrando i loro diritti e, di conseguenza, la loro vita e quella dei loro cari. Il Pil, per voi, ha più valore. "Tutto il resto è noia, noia, noia". Distinti saluti

Vittoria Pagliuca Commentatore in marcia al V2day 10.08.07 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei scrivere l’esperienza di mia figlia. Finite le medie inferiori con ottimi voti volle iscriversi alle magistrali, mi chiedeva di iscriverla x maestra elementare, x poi fare la maestra x l’asilo. Io mi chiesi se vuol fare la maestra d’asilo potrà farlo, anche se frequenta e supera lo sperimentale e dato che tutti i suoi insegnanti, fino allora di lei erano molto soddisfatti la iscrissi allo sperimentale e non al corso normale. Frequentò senza bisogno di lezioni private, anzi trovava il tempo di dedicarsi al volontariato x i diversamente abili e aiutava la mamma nelle pulizie domestiche, non mi chiedete come faceva perché non lo so. Alla fine dei cinque anni si diplomò a pieni voti, fece una miriade di lavori insieme al volontariato e decise di laurearsi ( scienze dell’educazione) nel frattempo lavorava con cooperative. Alla fine dei quattro anni di corso, mentre si preparava alla tesi uscì l’ultimo concorso nella magistrale x maestra elementare. Vinse il concorso, mentre dava la tesi x la laura e si laureò con 110 e lode. Adesso lavora come maestra in ruolo, ma si è iscritta a psicologia e so da amiche sue che i suoi voti continuano ad essere intorno ai 28 e ai 30

vincenzo drommi 10.08.07 02:12| 
 |
Rispondi al commento

PARTITO INTERNETTIANO
Via Torelli Viollier, 33 – 20125 MILANO
www.partitointernettiano.it- email: francmi2008@yahoo.it

A seguito deliberazione del Gruppo San Francesco, Francesco Miglino segretario nazionale del partito internettiano, ha presentato un esposto alla
PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO
e per conoscenza al GIP Clementina Forleo, per esporre alla Magistratura l’ agire, all’ interno delle Istituzioni repubblicane, della famiglia del ministro Clemente Mastella e chiedere se è corretto oppure si configurano un conflitto di interessi o altri reati, avendo appreso che:
- “(…) Il prologo ed i festeggiamenti del matrimonio del figlio di Clemente Mastella sarebbero costati:
“(…) la bellezza di un milione e 250 mila euro di contributi erogati alla ISIDE NOVA è Sandra che tutto move (…)” (da il giornale.it)
- che l’assegno di unmilione250mila € staccato dalla Regione Campania, con a Presidenza del Consiglio Regionale Campania la moglie del ministro Clemente Mastella, sarebbe stato incassato dalla Iside Nova, associazione fondata e ad presidenza della moglie del ministro Mastella sino al 2005 ;
- che l’ attuale presidenza della Iside Nova, dopo la elezione a Presidente della Regione Campania della moglie del ministro Mastella, è passata nel 2006 al figlio del ministro Mastella,
- che dopo aver incassato l’ assegno di unmilione250 mila €, la Iside Nova, a presidenza il figlio del ministro Clemente Mastella, ne ha incassato recentemente un altro di 750mila euro emesso dalla Regione Campania per la manifestazione “quattro notti e.... più la luna piena”;

Il Gruppo San Francesco :
- apprezza la correttezza analitica del il “giornale.it” che ci ha informato sull’ esborso della Regione Campania “(…) la bellezza di un milione e 250mila € di contributi erogati alla Iside Nova è Sandra che tutto move (…)”
- annota la drammatica ed angosciante denuncia di Giorgio Bocca apparsa nell’ artico

gruppo san francesco 10.08.07 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah beppe, ripigliati!!
Prendersela con la legge Biagi è anacronistico. Smettiamola di trattare l'Italia come fosse il paese dei balocchi! come fossimo rimasti ai tempi delle grandi industrie! Dove sono finite? Perchè non fai piuttosto un libro di testimonianze di tutti quelli che hanno colleghi che non fanno un cazzo dalla mattina alla sera in ufficio e che sono iperprotetti da tutti i sindacati di questo mondo?
Fatti un giro nelle scuole, negli uffici comunali, nelle università, nei ministeri e vedi quanta gente può permettersi di non far niente e di ricevere regolare stipendio....e questo non solo nello stato!! Ah beppe...ripigliati!

Marco Lupi 09.08.07 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PROBLEMA GRAVE È CONFONDERE LO SPAM CON LA DEMOCRAZIA
GRILLO E L'APPARENZA DI DEMOCRATICITÀ
New Italy Net 09.08.07 17:24

Ciao Hugo,
oltre ai tuoi sono spariti anche quelli di Guerra.
Sfondi una porta aperta con me in materia di condanna della censura.
L'unica spiegazione che dò a questa recrudescenza montante della censura è una "ripulita" del blog in vista dell'imminente V-Day per non spaventare i blogger novelli o i visitatori "occasionali". Come i cinesi che poco prima dell'inizio delle Olimpiadi spareranno bombe chimiche in cielo per diradare per un pò lo smog e presentare al mondo il loro bel cielo azzurro.
Non fraintendermi, in questo caso preferisco lo smog della discussione aspra al piattume dove tutti si vogliono bene e si danno ragione l'un l'altro.

Permetto però di citare l'unica frase che salverei di tutto il materiale bannato (credo di Gaudenzio Porcellis ma è davvero poco importante) :

"Ma davvero ne vale la pena?"

Peace&love a tutti
da una "ortodossa" quasi mai bannata ma che quasi se ne vergogna

Cristina M. Commentatore certificato 09.08.07 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Alla ragazza che ha scritto questa lettera suggerisco di seguire il suo proposito, cioe' quello di andare via da questo paese che non la merita, non il paese Italia, ma chi lo dirige ovviamente. Ti suggerisco, prima di andartene, di spedire al Presidente del Consiglio, la tua Carta d' Identita', quale dimissionaria da Italiana e il Certificato Elettorale quale segno di disprezzo nei confronti della classe politica in segno di, non merito della tua considerazione e del tuo prezioso tempo, che devi dedicare al tuo altamente remunerativo lavoro, per dare loro il tuo voto. Se ti puo' consolare, io, da 10 anni non vado piu' a votare. Ciao e buona fortuna, Luciano

Luciano Lorenzi 09.08.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Parlate di tutto ..... precariato, statali che vogliono più soldi ,politici che si aumentano gli stipendi, sportivi che non pagano le tasse ecc.ecc. adesso mi sono rotto i così detti coglioni.Io sottoscritto lilli fabrizio ti dico caro Beppe Grillo che della mia categoriA VE NE FREGATE TUTTI, ADESSO ORGANIZZO UNO STOP e allora visto che sono un trasportatore di alimentari vi mangerete una bella ceppa ok. Le nostre tariffe sono ferme da una vita e tutto è aumentato e voi che parlate e vi riempite la bocca pensate solo ai vostri resi conto mi fate ridere cari imbroglioni.

lilli fabrizio 09.08.07 13:54| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avrei piacere di sapere come dovrebbe vivere un giovane laureato o meno che faccia un qualsiasi lavoro (ormai la norma è un contratto a progetto) che guadagna circa 800 euro al mese e abbia la brutta e malaugurata voglia di vivere da solo. I figli dei politici hanno gli stessi problemi? Gli italiani vengono accusati di non vole risposte del tipo: gli italiani non farebbero i lavori degli stranieri vorrei proprio vedere se a parità di guadagni hanno le stesse esigenze. Spesso quando un italiano normale con figli (pensa che lusso) possa guadagnare lo stesso che viene proposto ad uno straniero potrebbe vivere dignitosamente? Un cinese per dirne uno a caso spesso vive con altre 10 persone in una stessa casa non lo trova invivibile.Hanno una cultura diversa è normale che si adattano a tutto per necessità, lo faremo ache noi ma lui si riesce ad accontentare (non sto parlando dello sfruttamento degli stranieri)Il muratore italiano è tassato ovunque e poi l'affitto o il mutuo e dove va a vivere. Insiema ai genitori pensionati? Dove non si sa chi è il mantenuto? Orami l'italiano medio sembra ricco rispetto agli stranieri e quindi deve pagarsi tutto, non ha diritto a niente. Non ci mantiene la famiglia con lo stesso stipedio che può prendere un extracomunitario. Chi si rifiuta di fare lavori manuali e cerca di fare lavori da scrivania è solo perchè non può al giorno d'oggi competere con le culture diverse che hanno esigenze diverse dalle nostre e non mi sembra che sia una colpa. non parlo del figlio di papa'
Ripeto chiedendo ai politici perchè le stesse condizioni di favore che vengono date agli stranieri non le attualte anche agli italiani? Se un muratore italiano deve accettare di lavorare a 500, 00 al mese (dico per dire) deve avere in proporzione anche la casa con prezzi proporzionati altrimenti mi spiegate che deve fare questo povero scristo? Se dallo stipendio deve farci uscire tutto?. Il governo ci vuole poveri e sottomessi.

francesca maiani 09.08.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io me ne sono gia' andato da un po', sono laureato in scienze politiche, siamo in tanti in Olanda, dopo una settimana mi hanno dato un "lavoretto" help desk a 1450 euro al mese sempre meglio dei 900 italiani, e poi se sai le lingue ci sono possibilita' straordinarie senza avere la spinta da nessuno, mi dispiace un po' ma io sto bene all'estero

Luca Arduini 09.08.07 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

avviso per chi guadagna 500 euro al mese da precario al call center: cambiate lavoro! lasciate la laurea appesa al muro e andate a lavorare!!! oppure invece di scegliere facoltà del caxxo come sociologia o filosofia iscrivetevi a matematica o a economia. se non riuscite a guadafagnare più di un domestico filippino è solo perchè volete essere vittime di voi stessi. e farvi compatire da napolitano o da beppe grillo (CHE VIVE E GUADAGNA GRAZIE AI RPOBLEMI DELL'ITALIA) ognuno è artefice del proprio fututo, no all'assitenzialismo, si ai licenziamenti. Il precariato è nato come valvola di sfogo all'art 18. Grillo chiariscimi una cosa: vuoi mandare a casa solo i fannuloni statali o anche quelli privati? sappi che con l'art 18 non è possibile licenziare i fannulloni in italia. l'unico modo per otenere lavoratori efficenti è con i contratti a termine. quini o liberalizziaamo il licenziamento o lasciamo il lavoro precario così com'è altrimenti dovremmo issare la bandiera rossa al posto del tricolore e le aziende e gli unomini liberi lascieranno l'italia... altro che evasione fiscale... sfigati!!

fabio mariani 09.08.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho la fortuna di lavorare per lo stato, vinsi un concorso in tempi non sospetti per un ruolo in cui all'epoca eravamo in pochi, ma so cosa significa vivere da precari.
Mio figlio ha lavorato per 3 anni in un call center di una società che gestisce le vendite per WIND. partito dal basso come operatore veniva pagato solo se faceva contratti,in pratica a cottimo,dato che sapeva fare di tutto dall'eletricista all'operatore informatico gli hanno assegnato uno stipendio.Per 600 euro al mese: montava scrivanie, aggiustava computer, inseriva contratti con un programma che sapeva usare solo lui. Un giorno "l'azienda" si è trasferita a in provincia perchè essendo zona "depressa" usufruiva dei fondi della Comunità Europea ed è diventato un pendolare al contrario 150Km al giorno 2 ore di viaggio all'andata e 2 al ritorno se andava bene perchè si muoveva con i mezzi pubblici, impensabile avere un'auto nessuno te la vende a rate con un contratto triennale a provviggioni senza contare che andare in macchina con uno stipendio di 600 euro è da imbecilli.
Nel frattempo l'azienda gruppo IRI per cui mio marito lavorava da 20 anni è stata privatizzata e, guarda caso, ha chiuso.
Per non essere troppo prolissa vado al dunque: mio figlio ora è caduto in depressione non riesce più a pensare al futuro,convinto che non esista un futuro e che sia meglio lasciarsi morire. Mio marito lavora(questo ha trovato) per una coop a 6 euro l'ora a tempo indeterminato ma se sta male o va in ferie niente soldi, ovviamente deve stare ai voleri del "CAPO" perchè gli altri dipendenti sono tutti della Romania disposti a tutto per rimanere in Italia anche se dicono che qui fa "schifo" vogliono i soldi x comprare case al loro paese. Risultato è lui l'extracomunitario vessato perchè parla di diritti dei lavoratori.
Scusate lo sfogo ma mi chiedo se io non facessi l'infermiera in un ospedale pubblico da più di 20a come mangerebbero? E come studierebbe l'altro figlio? Perchè mi chiedo non si ribella nessuno?

sabrina salomone 09.08.07 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho un domanda...
I grandi manager che escono dalle grandi società dopo aver provocato disatri economici indescrivibili e che vengono liquidati con le stock option che aliquota pagano sui profitti di un cosi cospiquo TFR? Lo chiedo perché i comuni lavoratori gente da € 1.200,00.= al mese con 40 ore di straordinario in busta e bacini sui gomiti hanno una tassazione sul TFR pari al 23%!!! Non dimentichiamo che il precendente ministro dell'economia dei pochi Giulivo TreCanyon ha alzato l'aliquota sul TFR dal 18 al 23% anche quella è un'azione vergognosa a cui si doveva porre rimedio già 14 mesi fa.
Memoria Animo Habens.

Paolo Boreggio 09.08.07 11:20| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

A CALCI NEL C**O!

CLICCA SUL MIO NOME PER SAPERNE DI PIU'...

#################################################

Sandro Buontempo 09.08.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Racconto la mia esperienza.

Sono stato assunto a tempo INDETERMINATO dal 1° agosto!
Per 2 anni con contratto a progetto ho sempre fatto le mie 40/48 ore settimanali pari a circa 1200/1300 euro al mese (netti, il lordo mi causa emicranie quindi non lo guardo più).

Grazie all'intervento dei SINDACATI mi è stato proposto il fatidico contrattone da assunto e qui si è verificato l'incredibile: il datore di lavoro mi voleva full time e il sindacato ha proposto l'assunzione a 16 ore settimanali O_o

Con l'università la riduzione delle ore andava benissimo, ma certo non a 16 ore.
Dopo 1 pò di proteste in cui chiedevo al sindacato di proporre almeno 25 ore settimanali in modo da conciliare studio e lavoro mi hanno CONCESSO 20 ore settimanali.

In pratica ho dovuto contrattare con chi mi dovrebbe tutelare invece che con l'azienda, incredibile. E non è stato facile ottenere qualcosa.
L'ufficio del personale mi ha chiamato per chiedermi come mai non fossi più full time e per domandare se volessi aumentare il numero delle mie ore settimanali.

I miei capi ancora non hanno realizzato la cosa e mi danno ancora turni da 8 ore che ogni volta per correttezza vado a farmi correggere.

La mia volontà è di riprendere gli studi e posso anche fare spallucce, ma dovessi mettermi nei panni di altri che forse un contratto da più di mille euro/mese l'avrebbero preso come manna dal cielo... non sarei proprio contento.

Morale l'azienda non è contenta, il lavoratore è allibito e il solo sindacato guadagna la mia adesione che da accordo non posso interrompere (quele ringraziamento per il servizio reso da loro) almeno fino a dicembre...
...dopodichè il mio impegno sarà buttare la loro tessera nel cesso come già facciamo da generazioni in famiglia.
E' una tradizione consolidata ormai.

E sono uno dei più "fortunati", andiamo bene...

Andrea Corbetta Commentatore certificato 09.08.07 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Carne da macello. AK101, C4 e vendetta.

Manwë Sùlimo 09.08.07 10:04| 
 |
Rispondi al commento

sono daccordo; proprio da qui bisogna iniziare dal ridurre le spese.
Un buon padre di famiglia (LO STATO) in difficoltà economica cosa fa, o aumenta le entrate con un secondo lavoro, ma nostro padre (LO STATO) non può farlo perchè ci ha già spremuto come un limone, oppure chiede un prestito, quindi fa debiti, ma nostro padre (LO STATO) non può farlo perchè è già indebitato fino al collo; resta solo una alternativa: si stringe la cinghia e si riducono le spese, e questo nostro padre (LO STATO) può farlo!!!!!
Quindi riduciamo:
il numero dei parlamentari,
i loro stipendi,
i loro vitalizi,
i loro vizi,
le loro comodità,(auto blu, viaggi,...),
gli uscieri dei Palazzi che guadagnano 3000 euro al mese,
gli sprechi di tutta la pubblica amministrazione, dalla carta per le fotocopie agli impiegati inutili che le portano da un'ufficio all'altro in 2 ore e 15 minuti,
RIDUCIAMO LA SPESA PUBBLICA, MA QUELLA INUTILE.
Mi voglio fermare. (è notte)
Saluti

sante m. () Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.07 02:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SIGNORI,
SOSTENIAMO E PROTEGGIAMO IL GIUDICE CASELLI, ANCHE LUI ORA E' IN PERICOLO...!!!
QUANTI ALTRI MARTIRI DOBBIAMO FARE PER QUESTO STATO DI MER.A?

sante m. () Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.08.07 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Le leggi a tutela della matermità in Italia sono tra le più garantiste che ci siano al mondo:talune aziende sono anche riluttanti ad assumerle,perchè tra maternità,permessi vari,malattie del figlio,malattie loro,ecc.,spesso nei primi anni di vita del bambino non si vedono proprio.(...)
Sandro M. 08.08.07 22:12

Ma come Sandro, Vuoi farmi credere che le donne sarebbero addirittura privilegiate sul lavoro, poi fai clamorosamente autogol ammettendo che non vengono nemmeno assunte per paura che figlino e diventino "assenteiste"...gira il mondo e impara davvero cosa sono le leggi garantiste!

Ti hanno mai detto a quante vengono poste clausole del tipo "se resti incinta sei fuori?"

Se vuoi comunque Sandro ne possiamo riparlare quando i figli li farete voi e non avrete più nemmeno quel fastidio da parte nostra, o in alternativa quando sarete disposti a stare a casa voi in maternità al posto nostro lasciandoci tornare al lavoro full time senza la preoccupazione di come fare quando il bambino si ammala, al nido o alla materna non te lo tengono se ha anche poche linee di febbre, i tuoi genitori lavorano o non sono disponibili a tenertelo e non hai i mezzi per pagarti una baby sitter!

Quanto alla sparata che non siamo ai posti di comando "perchè abbiamo iniziato dopo" o perchè avremmo in mano lauree più facili è talmente tirata per i capelli e qualunquista da non meritare nemmeno una risposta!

E leggiti bene i post degli altri prima di sparare giudizi affrettati, visto che ho detto CHIARAMENTE che non sono d'accordo sul divario tra età pensionabile maschile e femminile!

Cristina M. Commentatore certificato 09.08.07 00:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe!
oggi una mia amica mi ha chiamato per dirmi se ti avevo scritto...ha riconosciuto la mia storia!
sono scoppiata in una risata ironico/isterica pensando di farti sapere che oggi sto anche peggio. l'affitto è aumentato e le garanzie nella società dove lavoro peggiorano. POI sono stata assunta a tempo determinato con un contratto di sostituzione maternità obligatoria, finata la maternità mi hanno fatto stare a casa per 20 gg solari... ne ho preso di sole.. ovviamente senza stipendio, ho anche dovuto firmare le dimissioni, riento a breve con un altro contratto di sostituzione maternità... meno male che c'è qualcuno che la sera non guarda la TV ..... Mi è dispiaciuto vedere nei commenti che tante persone perdono il filo e deviano questa discussione costruttiviSSima buttandola sugli studi sbagliati: non capiscono che ANCHE CHI HA LA TERZA MEDIA E ZAPPA LA TERRA HA DIRITTO A DELLE CERTEZZE E GARANZIE... HA DIRITTO A NON ESSERE UNO SCHIAVO.
grazie per quello che fai, ti stringo la mano virtulamente
un abbraccio
Cecilia Dovolich

cecilia dovolich 08.08.07 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Io ho una piccola Azienda e propongo a ingegneri, geometri e laureti vari sempre contratti a progetto. Questo mi permette di poter aumentare la produzione e creare altro lavoro, grazie principalmente al loro lavoro ovviamente. Poi, dopo un paio di anni con vari salti retributivi (fino ad un non indifferente 1000 Euro al mese netti per ex neolaureati di 27-29 anni) se, grazie al loro contributo lavorativo e alle possibilità del mercato, li assumo a tempo indeterminato. Questo mi permette di fare due cose: 1. aumentare il fatturato aziendale senza avere troppi costi fissi (specialmente tasse) che per chi mastica un pò di bilancio sono da evitare come la peste, 2. inserire persone che hanno veramente le capacità e la voglia di lavorare, crescere e bla bla bla. Se i nostri politici ci tolgono questa possibilità equiparando i costi con quelli a tempo indeterminato non è più possibile fare questo discorso. Ieri il mio consulente del lavoro mi ha comunicato che per un mio dipendente a tempo indeterminato a cui voglio far aumentare il livello perché se lo merita devo pagare (al mese ovviamente) 180 Euro e lui sulla busta paga se ne trova 40 netti!!! Quindi abolendo i contratti a progetto si ricadrebbe ancora di più nel lavoro nero e nell'evasione delle tasse (cose che, potete crederci o no non me ne frega niente, stiamo provando ad evitare ad ogni costo nella nostra azienda ma veramente con molta, molta, molta, molta fatica!) PS Infatti non siamo proprio ricchi!!

Giorgio Pridozzi 08.08.07 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riguardo ai precari c'e' una notizia presa dal quotidiano ''il tirreno'' di livorno. 31/07/2007
- gli avvocati sul piede di guerra - quel magistrato e' troppo .... scollato - esposto contro la giudice del lavoro che ha condannato telegate -
in poche parole questo giudice jaqueline magi , -accolse il ricorso di una trentenne livornese che rivendicava la condizione di dipendente anziche quella di collaboratrice- ( dal giornale ) fine del precariato e assunzione dei 418 lavoratori di pronto pagine bianche.
ora gli avvocati pensano che sia troppo sexi e la cancelliera, sempre dal giornale, rincara la dose.
ora mi chiedo puo' essere questa una citta' dove e' stato fondato il partito comunista ?
forse pensano ad un fotoromanzo.
ben venga un giudice che applichi la legge sul lavoro, di jaqueline magi ce ne siano diecimila, centomila, : allora forse potremo cambiare questa nostra italia
sosteniamola !!!!!

patrizia p. Commentatore certificato 08.08.07 21:16| 
 |
Rispondi al commento

scusa beppe ma al capo dello stato pesano le mani? non poteva risponderti direttamente lui ?

massimo valentini 08.08.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi c'è dall'altra parte della scrivania?
Nel novanta per cento dei casi a chi si rechi presso un Centro per l'impiego italiano per un colloquio di orientamento finalizzato alla ricerca del lavoro capiterà di venire intervistato... udite udite... da un lavoratore precario.
In quasi tutte le Province, infatti, i servizi per il lavoro vanno avanti solo grazie a contratti di ogni tipo ma non indeterminati (determinati, partite Iva, esternalizzazioni a enti o associazioni di enti che assumono se, quando e come possono).
Bella contraddizione, vero?
Immaginatevi un bravo laureato in psicologia o sociologia, dall'altra parte dello sportello, che consiglia su come cercare un lavoro. Stabile, se possibile... E mentre spiega curriculum, inserzioni, colloqui, concorsi, banche-dati all'ignaro e fiducioso disoccupato, pensa: "Sì, che se sapessi come trovare un lavoro fisso lo verrei a dire a te, visto che fra un po' sarò pure io disoccupato... An so miga un pataca".
Scrivo da Rimini, se non s'era capito, dove "pataca" significa un mondo di cose.
Un'altra piccola segnalazione locale: un gruppo di ragazzi riminesi (fra cui due o tre di questi laureati, miei amici operatori nei Centri per l'impiego) l'anno scorso ha inciso un Cd ad hoc dal titolo "I'm precario", a cui ho dedicato un articolo leggibile anche sul sito www.cristella.it(nella sezione Articoli: "L'inno dei lavoratori precari")
Av salut!

Maria C. Commentatore certificato 08.08.07 18:14| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di precariato.lavoro per una multinazionale farmaceutica che,in seguito ai tagli sui prezzi dei farmaci ha ultimamente dichiarato degli esuberi.ho tre figli ed una moglie e rischio di uscire dal mondo del lavoro a 46 anni.visita il sito www.informatori .it e fatti un'idea di cio' che significa lavorare per un'azienda farmaceutica.ciao

eduardo buongiovanni 08.08.07 17:30| 
 |
Rispondi al commento

In quest`Italia PAPPONA sono i giornalisti a smuovere i nostri dipendenti al governo, finche` tutti i TG non ne parlano nessuno si muove...
La cosa importante e` che i giornalisti dovrebbero diffondere tutte le notizie senza censura, cosi` tutti i problemi salirebbero a galla e i co....ni dei parlamentari non potranno tirarsi indietro.. Grande Beppe...

Gennaro Miglietta 08.08.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Anche il tg3 ha dato la notizia della lettera di napolitano...
Fra un esatto mese al V-day!!!

Marco Ghiselli 08.08.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile ma vero !!! Anche il TG1 ha dato la notizia della lettera che ti ha inviato il Presidente della Repubblica, facendo anche vedere la foto a fianco di quella di Napolitano....
Grande BEPPE.....

Tutti al V-DAY.....

Emanuele Marchesini 08.08.07 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato il tg1 hanno dato la notizia della lettera mandata a Grillo... Hanno detto che napolitano è d'accordo con i precari finendo col dire che questa è una buona notizia....

io ci sono ...tra un mese V

f. izzetti 08.08.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Piero Ichino (Precariato-ragioniamo sui dati):

"(...)Il problema è che dei casi in cui il lavoro precario funge effettivamente da canale di accesso al lavoro stabile nessuno parla: quelli che «fanno notizia» sono solo i casi in cui questo non accade, in cui il lavoratore resta impigliato a lungo nella trappola del lavoro precario (...).
Questo problema può essere affrontato soltanto col rafforzare professionalmente i più deboli, o aiutarli a trovare la collocazione in cui possono rendere di più (ciò per cui una fase di maggiore mobilità all'inizio della carriera lavorativa è indispensabile); mentre aumentare il costo del loro lavoro rischia di condannarli alla disoccupazione. Ridurre drasticamente la possibilità di lavoro a termine o aumentarne il costo come si propone di fare il nuovo governo può solo rendere la vita più difficile alla parte più debole dei giovani che si affacciano sul mercato. Non dobbiamo dimenticare che nel 1977, quando l'alternativa era soltanto tra il lavoro stabile e la disoccupazione, il contratto di formazione e lavoro (sostanzialmente un contratto a termine, della durata di uno o due anni, con retribuzione ridotta) venne introdotto per iniziativa del sindacato e delle forze politiche di sinistra, proprio per favorire l'accesso dei giovani. E nell'ultimo ventennio attraverso quella «porta» sono passati ogni anno centinaia di migliaia di ragazzi, dei quali (...)più di due terzi hanno visto il contratto a termine trasformarsi, alla sua scadenza, in contratto di lavoro ordinario.
Sindacati e ministro del lavoro faranno bene a non dimenticare quell'esperienza."


Invece di puntare su risanamento di SCUOLA/UNIVERSITA'/RICERCA abbinato a una revisione seria degli AMMORTIZZATORI SOCIALI, ho capito bene o Damiano propone ai precari da 3 anni a trovarsi un sindacalista "compiacente" (che magari gli proporrà il tesseramento..) o "impietosito" che controfirmi con il datore di lavoro il prolungamento del contratto a termine per altri 3 anni?

Cristina M. Commentatore certificato 08.08.07 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E meno male che l'Italia è una repubblica fondata sul lavoro .. spero con tutt'il cuore che una voragine se lo ingoi quel parlamento di merda!

Antonio Amato Commentatore certificato 08.08.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace dirlo ma lauree come sociologia, scienza delle comunicazioni (che tanto adesso fà fichetto e produttà altre migliaia di disoccupati) e tante altre a carattere umanistico non hanno alcuna spendibilità sul mercato. Valgono come la carta igenica. Sono sicuro che lauree a carattere scientifico tecnologico hanno il loro peso sul mercato del lavoro.
bye

Alessandro Blasi 08.08.07 14:37| 
 |
Rispondi al commento

grillini,
io ho scritto una e.mail al presidente napolitano sulle condizioni dei lavoratori non tutelati, fatelo anche voi,mandiamo lettere non solo nel blog di beppe ,ma soprattutto ai politici ai sindacati,, che fanno finta di non sapere come si è costretti a vivere e lavorare in italia.
in questo modo aiutiamo ,non solo le battaglie di grillo, ma anche noi, è una maniera di lottare in prima persona.

letizia maffi Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

NON SONO DACCORDO, MI SPIACE
BIAGI E' STATO AMMAZZATO PER LA SUA LEGGE
IL PRECARIATO E' UNA CONQUISTA NON UNA RIDUZIONE
DOVETE RISTUDIARE TUTTO

F.TO UNO CHE E' STATO PRECARIO PER 15 ANNI

paolo palumbo 08.08.07 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si si.
il presidente Napolitano ha detto grazie per il libro.
fine del commento di Napolitano.
che gli frega a lui dei precari quando spende 200 milioni di euro all'anno tra stipendio e spese varie.
cioe', 10 volte quello che spende la regina di inghilterra.si mandiamo il libro in confindustria dove il presidente Cordero cioe' "agnello" (che non ha mai lavorato in vita sua) chiede a gran voce che la politica aiuti le imprese perche' gli schiavi a contratto non bastano, gli schiavi devono essere totali. lui deve incassare e andare a mign..... cioe' con le donne a pagamento. e se non incassa licenzia, e se minaccia di licenziare lo stato da soldi alle sue aziende senza pretendere niente in cambio.

Juri Livio Romeo 08.08.07 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Non concordo in pieno col messaggio "fotografico", degli extracomunitari col volantino del Vaffa. Molti di essi dovrebbe cominciare mandando a Vaffa... i loro governi (dittatoriali, teocratici, monarchici...) e invece corrono in Italia per mandare affanc... il nostro? Ma allora che ci vengono a fare qui?!
Credo che l'umiltà bisogna chiederla anche a loro. Io parteciperò, da italiano vessato e fregato, al Vday. Ma chiedo che ognuno abbia il coraggio di farlo col proprio governo, così come hanno fatto molti dei nostri antenati a costo della propria vita.

Gino Gelo 08.08.07 14:10| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Io ho già abbandonato il paese. E non ho piu' intenzione di metterci piede per quanto riguarda il lavoro.

In Italia ho avuto esperienze frustranti che mi hanno reso solo arrabbiature (userei volentieri il turpiloquio che mi é proibito in questa sede...).

Solita storia: laurea, master, tre lingue straniere..in Italia ho racimolato degli "stage-sfruttamento" venduti come "grandi opportunità".

Racconto solo questa: stage NON remunerato (come al solito) di due mesi presso una famosa agenzia di comunicazione e creazione eventi di Bologna.

L'ente che ha proposto lo stage mi da un foglio sul quale appuntare le ore di lavoro svolte. ci sono due dati:

- monte ore totale da effettuare
- data di fine stage.

L'impiegata che mi consegna il foglio mi dice:
"posticipo la data di fine stage di una settimana cosicché rientriamo nei termini indicati anche se ti assenti per qualche giorno. Ad ogni modo CIO' CHE CONTA E' IL MONTE ORE e non la data di fine stage".

Durante l'ultima settimana consegno il foglio da firmare alla mia tutor nell'azienda presso la quale sono in stage:
la tutor mi chiede di restare ancora una settimana (retribuita, anche se in maniera risibile...) per terminare un progetto. Io, anche se mi propone davvero pochi euro (meno di 4 euro l'ora) dico di si perché ne ho bisgono.

L'ultimo giorno della settimana "retribuita" la tutor mi guarda e mi dice: "lo sai, vero, che non ti paghero'? Sul foglio dello stage indicava domani come data di fine stage".

Non trovo parole per descrivere la serie di sensazioni che mi hanno attraversato...!!!
Non solo ho lavorato "aggratiss" per due mesi. In piu' non voleva pagarmi le due lire che mi aveva promesso e, peggiore delle cose, mi accusava anche di aver fatto un "gioco sporco"...

Questo é stato davvero troppo.

L'Italia fa scappare tutti e restano solo gli incapaci, quelli che si sentono furbi e qualcuno che non riesce a staccarsi dagli affetti o ha paura di affrontare una lingua straniera.

Laura

Laura Valvo 08.08.07 13:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NEL REFERENDUM DEL V DAY PROPORREI ABOLIZIONE DI UNA DELLE DUE CAMERE DIMEZZAMENTO DEI COSTI INUTILI

pietro a. Commentatore certificato 08.08.07 13:38| 
 |
Rispondi al commento

I PROF PRECARI NON HANNO SCATTI DI ANZIANITA' FINCHE' RIMANGONO PRECARI ANCHE SE LO SONO DA 20 ANNI.

pietro a. Commentatore certificato 08.08.07 13:21| 
 |
Rispondi al commento

I PROF DI RELIGIONE PRECARI SONO PAGATI CON CONTRATTO AL 31 DI AGOSTO , TUTTI GLI ALTRI NO E' SCANDALOSO SEMPRE LA CHIESA DI MEZZO.

pietro a. Commentatore certificato 08.08.07 13:15| 
 |
Rispondi al commento

NO ALLE BABY PENSIONI IN SICILIA E' UNA VERGOGNA

pietro a. Commentatore certificato 08.08.07 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Cari colleghi precari, "non cittadini", personalmente ho fiducia sottozero delle istituzioni perché amministrate da gente paramafiosa e parac... che ammicca con partiti, sindacati e massonerie varie, e anche religiose.
PERCHE' PER OGNI CONTRATTINO DI M... CHE VIENE STILATO E FIRMATO, UNA COPIA NON VA ALLE DIREZIONI PROVINCIALI DEL LAVORO E QUINDI ALL'ISPETTORATO DEL LAVORO? PERCHE' NON POTENZIANO I CONTROLLI SU QUESTA SITUAZIONE CHE E' SIMILE ALL'ALABAMA 1864? ABRAMO LINCOLN L'ANNO SEGUENTE ABOLI' LA SCHIAVITU' E NEL 2007 IN ITALIA C'E' UNA SITUAZIONE VERGOGNOSISSIMA E DI VERA E PROPRIA DISCRIMINAZIONE RAZZIALE. Alle prossime elezioni politiche annullero' le schede elettorali, e prima di chiuderle ci sputero' dentro.
UN BARBONE HA MOLTA PIU' DIGNITA' E FA MOLTI PIU' SOLDI DI UN LAVORATORE DELLA LEGGE BIAGI.

Pasqualino Coccaro 08.08.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro è ormai considerato un mercato. Non ha più il valore che gli spetta, di attività che garantisce dignità e libertà all’uomo.
Il somministrato ha un valore commerciale proprio come un oggetto. Pertanto, il fulcro dell’analisi deve essere rivolto verso quei meccanismi di mercato, appunto, che condizionano i contratti di lavoro.

In teoria si vuol far credere che il rapporto fra chi presta la sua professionalità e chi la usufruisce sia di 1 a 1.
Nell’ottica di mercato, invece, se consideriamo la prestazione come prodotto e chi ne usufruisce come acquirente, sappiamo che, l’acquirente, il datore di lavoro, ha tutto l’interesse ad avere un prodotto a basso costo. Quindi si attuano, alla luce del sole senza che però nessuno ne parli, tutte quelle tecniche atte a svalutare la prestazione professionale per ottenere sempre più costi inferiori.

Non conosco come funziona la macro/micro economia, ma credo per certo che la tattica usata sia quella di indurre il mercato del lavoro all’inflazione.
L’inflazionamento, e conseguentemente la perdita di valore e quindi il costo del lavoro, si può riassumere in una sola parola: disoccupazione. L’alto tasso di disoccupazione conviene alle aziende ed è direttamente proporzionale all’inefficienza della classe dirigente che specula e abbonda di “materia prima”.

F. Marillo Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 08.08.07 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Scappate prima che chiudano le frontiere, l'Italia e' alla deriva non ha piu' il comandante , era il proprietario e ovviamente a salvato il suo culo, scappate prima che comincino a mettere i campi di concentramento (o forse gia' ci sono...), scappate come fecero i nostri nonni un po' di tempo fa', scappate perche' e' in pericolo la vostra libeta' dico la Vostra perche' io gia' sono fuggito, dove sono ora dicono che "chi corre e' un codardo" forse si ma almeno libero di fare e dire cio' che voglio, mi sono auto esiliato, ho iniziato tutto da capo con mia moglie e i miei 2 figli, mi sono finalmente "liberato" dalle cazzate dette alla nazione, dalle ripicche politiche, dalle poltrone sempre piene, dai politi inutili, dalle falze promesse, dalle "conoscenze" utili, dalle mode, dalla Ferrari, dalla Pizza, dalla Pasta (come si mangia' in Italia non si mangia' da nessuna parte...CAZZATE).
Va cambiata la mentalita', il modo di pensare, liberatevi dalle stronzate che ci hanno inculcato, dalla storia scritta dopo, dai luoghi comuni condivisi da tutti ....TUTTE STRONZATE SCAPPATE FINCHE' e' possibile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Piero Came 08.08.07 10:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO DETTO "NO" !

ebbene si, ho avuto il coraggio di dire "NO!" e sono stato premiato.

MI hanno offerto 700 euro al mese, x 3 mesi... a progetto, dall'altra parte di roma rispetto a casa mia.
Ero senza lavoro, ma ho avuto il coraggio di dire "NO GRAZIE... A QUESTE CIFRE OFFENDETE LA MIA DIGNITA' DI UOMO E DI LAVORATORE."

Beh, sono stato premiato, ho trovato lavoro subito dopo e pochi giorni fa HO POTUTO TOGLIERMI LA SODDISFAZIONE DI DI RIFIUTARE NUOVAMENTE LA LORO PROPOSTA, eh si, perchè questi signori mi hanno anche richiamato per trattare il prezzo... MA GLI HO POTUTO DIRE:"NO GRAZIE...ADESSO HO UN LAVORO".

CI VUOLE UN PO' DI CORAGGIO, NON è FACILE, MA SE TUTTI IMPARIAMO A DIRE "NO!", ALLORA IL MERCATO DEL LAVORO CAMBIERà X FORZA.

Con Affetto,
Emiliano Recchia.

Emiliano Recchia 08.08.07 09:57| 
 |
Rispondi al commento

come si deve fare a uscire da questa situazione che ti succhia l'energia vitale lo slancio creativo, io ho 26 anni ho finito gli studi superiori e mi è stato proposto subito di andare a lavorare in un service dove avevo fatto uno stage durante la scuola, contratto di apprendista (tutto normale) ho continuato a studiare come passatempo ma poi mi sono ammalata, e la paga di 500 milalire allora non copriva le spese mediche (per fortuna essendo giovane vivevo ancora con mia madre) inoltre i miei datori di lavoro e colleghi, nonostante avessi un tumore e non un fantomatico raffreddore da poca voglia di lavorare mi accusavano di stare troppo a casa, ho lavorato con valori che persino in ospedale mi hanno detto che ero matta, pensare ch emi hanno pure mandata a casa la visita fiscale a loro spese e... cosa quasi impossibile... il dottore della mutua mi ha allungato il periodo di malattia. Alla fine mi è stato proposto un nuovo lavoro .. con la promessa di un periodo di prova e poi l'assunzione... e da quasi 6 anni lavoro nella stessa ditta prima come co.co.co poi come co.co.pro... molti mi chiedono la differenza.. ma io non ce la vedo. continuo ad avere paga fissa niente straordinari pagati e nessuna sicurezza per il mio futuro. Ma quello che mi fa più incavolare è che sono anni che si dice si promette e si preannuncia una svolta per i giovani lavoratori e poi siamo sempre qui e nessuno delle alte sfere vede niente e non vuole vedere niente. Perchè mi chiedo come fanno a non accorgersi che una ditta su 30 dipendenti ne ha 5 in regola? come fa a non vedere che ha una quindicina di contratti co.co.pro che non potrebbero essere rinnovati e che invece facendo la furbata di lasciarci per un mese senza contratto ogni anno rinnovano? perchè non verificano quanta gente è nelle mie condizioni e da quanto tempo? e mi viene da pensare.... perchè a nessuno gliene frega niente...e noi continuamo a rimanere nel nostro limbo lavorativo sempre più demotivati.

anna amadei 08.08.07 09:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

p r o F j s M 08.08.07 01:00

Buongiorno Gianni,

Se è per quello nei paesi nordici le ministre (donne of course..) stanno istituendo delle commissioni di esperti uomini per ripristinare le pari opportunità dopo che si sono accorte che i maschietti cominciavano ad essere addirittura discriminati...FANTASCIENZA PER NOI ITALIANE...

Se vuoi criticare Iacona fai pure darling, ma prima guardati TUTTI i suoi reportages...visto x caso quello dove snocciolavano le percentuali (tipo particella di sodio dell'acqua L ete) di donne che hanno avuto accesso a posizioni di potere (pubblico/privato/politica/banche ecc...ecc...)? Mi sa di no...

Se gli inglesi sono PRAGMATICI e FURBI e hanno CAPITO che siamo più brave, gli italiani da bravi IPOCRITI CATTOLICI sono ancora convinti che il posto delle donne è in chiesa o a casa a fare la calza...così non vi facciamo fre brutte figure on the job...

Il militare l'hanno abolito quindi non tirare fuori argomenti scaduti come lo joghurt. Fare figli in una società come la nostra che ti dà ZERO aiuti per conciliare famiglia e lavoro e ti ostacola in tutti i modi il reinserimento lavorativo mi sembra alquanto usurante, non trovi? Gaurdati la percentuale di asili nido a disposizione delle madri lavoratrici e poi vai a vergognarti insieme ai tuoi amici, che forse in 5 messi insieme fate un VERO lavoro usurante!

Finally, per ognuna di quelle che la danno in cambio di un well-paid job ce n'è almeno un'altra costretta a darla per un qualsiasi bad-paid job, e per entrambe ce n'è UNO come voi che abusa del suo INCUMBENT POWER..

E ora ti lascio perchè il lavoro (guadagnato con le mie capacità e non con i metodi da te citati) mi chiama...sai non sono molto brava con l'uncinetto...

Attento a non camminare su un terreno minato come quello delle donne..rischi di farti MOLTO male !

With everlasting love
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 08.08.07 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici del blog, siamo in una situazione drammatica in tutti i sensi. Credo che il Governo non abbia ancora fatto una seria legge sul conflitto d'interessi per ricattare gli italiani onesti e la stessa maggioranza. Quando qualcuno si azzarda a lamentarsi, si sente ripetere il ritornello "ma che vuoi che torni Berlusconi?". Io, su precariato, lavoro nero, ecc, avrei tante proposte da fare, basandomi sulla mia esperienza, quella dei miei familiari ed amici....ma a chi le dico? Chi mi ascolta? E pensare che l'Unione, in campagna elettorale, ha promesso la "partecipazione" dei cittadini!!!!Caro Beppe, perchè nel tuo sito non crei un piccolo spazio dedicato alle nostre proposte? Per esempio lo potresti chiamare "l'angolino delle idee"....le nostre idee....così, se non altro, ci illuderemo di non essere "invisibili". Cari saluti a te e a tutti!

Vittoria Pagliuca Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 08:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorresti andartene da quel paese ????

io l'ho fatto!

vivo in un paese dove con una laurea, nel mondo del lavoro vieni CONSIDERATO per quello che sei e hai studiato, quindi guadagni di conseguenza al tuo livello spettante!

Non subito....diciamo dopo due o tre anni arrivi a guadagnarti cifre che puoi permetterti una vita impensabile in Italia.

Dove vivo? In Canada.

ciao


paolo tofani 08.08.07 00:55| 
 |
Rispondi al commento

P.S SBAGLIO O AVEVI DETTO CHE LE PRIMARIE DELL'UNIONE ERANO STATE LA TUA PRIMA ESPERIENZA DI DEMOCRAZIA DIRETTA?

MA ALLORA HO A CHE FARE CON UNA GIOVANE DONZELLA "ALLE PRIME ARMI"...SBAGLIO?

SICURA DI ESSERE UNA BUSINESS MANAGER A 20 ANNI?

CLASSICA FIGLIA DI PAPA', RIGHT?

p r o F j s M 07.08.07 23:58

Primarie 2005? Certo, ma dissi anche che ora conservo la ricevuta per ricordare di non farmi più coinvolgere in simili baggianate, e non certo su tuo suggerimento. Non ti funziona bene il cut&paste...d'altronde aspetto ancora da te il mio pezzo di critica su RAI3...

Visto Iacona? Ti è sembrato sufficientemente anti-governativo? Ha fatto fare alla Turco una figura da poveretta...avrai goduto come un riccio...a sentirla dire che dovrà trovare una mediazione con la Binetti...si figurati!

Stento a capire come Letta (Enrico, of course), che mi sembra una persona seria, si stia facendo invischiare in una macchina tritatutto come questo PD, che se va bene diventerà una nuova DC, solo un pò più retrograda!

And last but not least...per democrazia diretta intendevo un'esperienza politica al di fuori delle canoniche elezioni, un modo per scegliere insieme a priori il nostro leader...purtroppo il Porcellum (aCalderoli, do you remember?) ha azzerato completamente quell'istanza di avvicinamento tra cittadino e politica...MAGARI AVESSI VENT'ANNI...anche se tutti me ne danno almeno 10 di meno devi moltiplicare (quasi) la cifra per due...!

About elezioni...ma Maria Rosa ed io quanto ti dobbiamo pregare perchè ci illustri seriamente le tue perplessità in merito al referendum?

Figlia di papà no di certo, tut che leggi e memorizzi tutto ti sei letto il mio post di risposta a quel padre che mantiene il figlio agli studi a 29 anni e gli paga pure il mutuo?

L'amore folle ti confonde le idee? Mi quoti con roba di due anni fa e poi ti sfugge quello che scrivo oggi?

Ma in fondo sai che ti voglio bene...

Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 08.08.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Ho dato un occhiata ai "Schiavi moderni"
Cavolo non ce altro lavoro in Italia oltre ai Call Center!!!
Venite in Albania si sta meglio ANCHE SE SIAMO IL PAESE PIU POVERO IN EUROPA

Ylli Spahiu
ingegnere 57 anni di Tirana

Ylli Spahiu 08.08.07 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Da donna un grande grazie a Riccardo Iacona per la sua trasmissione di stasera. Con semplicità ed onestà intellettuale ha raccontato tanto sulla dignità delle donne e la loro difficoltà ad affrontare il mondo del lavoro, la precarietà e le conseguenze sulla vita privata e la famiglia, più di tutti i post di Grillo e dei nostri commenti messi insieme.

Grande giornalismo allo stato puro - niente sconti per nessuno come si deve.


P.S. vista una Turco balbettante e rassegnata ai minimi storici di credibilità, lei e il suo governo. Questo è il PD che vi aspetta, futuri elettori delle primarie.

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 23:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spettabili Azionisti dell'Italia S.p.A.,

Come titolare di una delle 59.000.000 azioni, vi ringrazio di concedermi la parola. Mi rincresce constatare che il bilancio dell'esercizio dell'anno precedente chiude decisamente in perdita. E' inutile ricordarvi che, se continuiamo così, rischiamo la bancarotta. Mi sono permesso di far valutare la situazione ad una società di revisione, che ha prodotto la seguente proposta, la quale vado a riassumere. E' indispensabile, e ripeto, indispensabile, operare dei tagli sul personale. So che non è piacevole lasciare la gente a casa, ma qui si tratta di noi o di loro. Qui è in gioco la vita stessa di quest'azienda. Per farlo basterà dividere l'Italia in tante piccole Province s.r.l., con meno di 15 deputati. Dobbiamo licenziare tutti, ripeto, tutti. Ricordate, nessuno è indispensabile. Poi prenderemo solo personale a progetto, una, due legislature al massimo. Basta coi contratti a tempo indeterminato, a tutti i livelli.
Quindi, se avete una mano sul cuore toglietevela, stringete il pugno, distendete l'indice e il medio e ripetete con me:
Deputati Co.Co.Co., Senatori Co.Co.Co.!

michele bodati Commentatore certificato 07.08.07 23:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

il sig. Napolitano conta quanto il 2 di coppe nel salto con l asta, se invece di dire cose giuste iniziasse veramente a far qualcosa di concreto forse potrebbe essere il capo di una rivoluzione culturale che tanto prima o poi ci sara'.Invece parla parla mai poi si lascia passare sotto il naso le peggiori schifezze che il bel paese produce.. io personalmente sono stanco di sentire tanto e vedere poco..
Signor presidente si dia una mossa cortesemente!

umberto piccirilli 07.08.07 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Anche io come molti in italia ho un lavoro a tempo determinato. Ho la fortuna che il mio stipendio non sia male,ma è comunque discontinuo. So quando finisco,ma non so quando rinizio a lavorare. Il massimo è sei mesi in un anno per la stessa azienda e loro ci marciano su continuando a cambiarci appena inutili.E così io vado avanti firmando contratti a tempo record,come l'ultimo di un mese e venti giorni. Questo è lavoro?? Nemmeno la meritocrazia ti salva da questo giro di lavoro illusorio. Penso che la spagna sia la mia prossima meta. Fanculo a chi ci governa!!

marco casatelli Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 22:58| 
 |
Rispondi al commento

http://ladysteffy969.spaces.live.com/blog/cns!2FF353D444F58E54!619.entry

Alex Max Commentatore certificato 07.08.07 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Non avete ancora capito?
Esistono tre tipi di persone,anzi quattro.

1)I morti viventi,che sono quelli che non vogliono sapere per il quieto vivere.
Che seguono le mode,che seguono "lo sport"le vacanze tutti ad agosto la festa di Natale,la bella tomba di famiglia,quelli che nel loro piccolo hanno smania di mostrare i propri mezzi di sostentamento,la bella macchina ecc,ecc.
In pratica quelli che determinano le scelte globali del mercato che ci viene PROPINATO.
2)I venduti,e tra questi quelli che accettando i compromessi fanno carriera,e anche se non la fanno
perchè vigliacchi permettono,pur sapendo,che questo sistema esista.
3)Quelli impotenti che non vedono vie d'uscita,e sparano a zero su tutto,dando appiglio al sistema
per screditare invece quelli che con ragion di causa e impegno operano,poco o molto operano realmente per un cambiamento questi i più infidi
perchè se trovansi nella situazione giusta da vittime diventano carnefici(non tutti)
4)Quelli che realmente portano i pesi di ciò che sanno che si deve fare,che soffrono il male,non
invidiando chi fa il male,ma continuano a operare con ragio di causa,questa è la qualità chiamata Longanimità,non che sopportano per un tempo,ma che sopportano per uno scopo,fino al giorno in cui si raggiungerà lo scopo allora si
dirà basta e arriverà davvero la fine di questo sistema.

Leggendo ciò che viene scritto sul Blog,mi rendo conto che se ponessi la domanda,ma tu personalmente cosa stai facendo,sei dissociato al sistema,in quale di queste categorie ti rispecchi sinceramente?
Cosa rispondereste a voi stessi?

Se ponessi e l'ò posta quanti di voi mi amerebbero e quanti di voi mi odiereste?

Da questo avrete le risposte a voi stessi.

Decidetevi o indecisi.

Non serve arrabattarsi o offendere come uno con la spada colpisce a destra e a manca,che colpisce l'aria,se siete giusti non abbiate timore che il premio alla fine lo riceverete,continuate a operare senza lamentele come si conviene a persone mature.

State Sani.

Eugenio Fava334 07.08.07 22:41| 
 |
Rispondi al commento

http://tirolese.spaces.live.com/blog/cns!CCC88A842CAE9895!714.entry

Alex Max Commentatore certificato 07.08.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento

http://video.google.it/videoplay?docid=-4666718183569074268


Ascanio Celestini sulla memoria e sul precariato

manuela bellandi Commentatore certificato 07.08.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Cara mia, come ti capisco. Lavoro da quando avevo 15 anni, anche io ho iniziato in un call center, contratto co.co.co e uno stipendio misero. Da allora non mi sono mai fermata, anche perchè i soldi che entrano in casa non bastano. Ho solo 23 anni ma mi pesano, come mi pesa arrivare a fine mese con l'ansia che sia l'ora in cui mi mandano a casa, perchè non mi possono più rinnovare il contratto, o come mi pesa guardare alcuni compagni all'università che riescono a godersi le giornate...perchè tanto paga papà. Tra meno di un anno finisco, e siccome non ho le forze per rimanere a lottare per far sì che questo paese cambi e che le nostre voci vengano ascoltate, mi limiterò (pur se vigliacca ed egoisticamente) a fare le valigie e trasferirmi in Spagna, dove i giovani hanno molte più opportunità.

Ana Cancelliere 07.08.07 22:03| 
 |
Rispondi al commento

ma che napolitano vadi a cagare , e la pianti di prendere per il culo gli schiavi da loro che hanno permesso ai padroni di romperci il culo.(mi assumo tutte le responsabilita' di cio' che scrivo) per un pugno di euro al giorno' e per di piu' pochi giorni fa proprio il presidente dei padroni(luca cordero di montezzemolo) ha ringraziato il governo prodi e le sue truppe di rifarditi dell'ulteriore flessibilita' concessagli.
percui e' inutile che il finto comunista napolitano venga a scrivere su questo blog per complimentarsi del libro citato, questa e' solo che una presa per il culo per chi viene sfruttato, e per di piu' perde la vita sui posti di lavoro.

stefano pisapia 07.08.07 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Ottima facoltà Gianni, complimenti!
E il mio pezzo su Rai3?
Vabbè, a proposito, stasera c'è Iacona...
non ti offendi se ti tradisco con lui?
Tra l'altro parlano di donne/lavoro...quindi in tema con questo post, e ne consiglio la visione a tutti.

Margherita, se mi leggi per me Iacona è un esempio di Giornalista con la schiena dritta...indipendentemente per quale rete lavora.
Tieni compagnia tu al mio Gianni, che tra l'altro andate anche d'accordo e non sei una stolta g rillina come me?

A risentirci (forse) + tardi!

Kisses
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 07.08.07 21:07| 
 |
Rispondi al commento

@ Margherita Grassi

A me Piroso non fa schifo.

Giovanni Gambino 07.08.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Gianni, che dire...sono commossa...mi segui dal 2005!

Scusa amoruccio mio, ma il fatto che un TG ammetta pubblicamente di avere manipolato un'informazione, e il fatto che io lo abbia riportato in chiaro, secondo te è indice di apprezzamento o di critica da parte mia?

E poi, come già dissi poco fa a Hugo, non ho il vezzo di autoconservarmi, quindi please tira fuori dal tuo magico cappello a cilindro anche la mia recente tirata sul fatto che il TG3 abbia biecamente utilizzato l'arma "stasera parliamo di Grillo" per lanciare il promo di TG3 PRIMO PIANO delle 23:45, e poi ci abbia lasciati a bocca asciutta (forse per ordine del CDA in mano a quei cattivoni k omunisti in minoranza?).
Sono SICURA che troverai anche quello e che (for my eyes only) lo posterai...

O no?

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Margherita Grassi 07.08.07 19:49

"Dire che il TG3 è migliore, perchè dà spazio a Fassino e a Veltroni, mentre il TG5, oltre che a Fassino e Veltroni, dà spazio anche a Cicchitto o Bonaiuti, questo è indice di limite ed anche di razzismo (parola abusata, ma non me ne viene un'altra)."

L'hai detto tu, non certo io...dove ti risulta questa mia dichiarazione "razzista"? Ma se ho anche detto che di chiedere asilo per il V-Day al TG3 non mi interessa...

Leggi molto ma recepisci poco, e soprattutto ti sfugge il significato della parola bipartisan (=che fa comodo a tutti)!

Ciao io vado a guardarmi Piroso!

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Presidente...

un libro ricevesti,
e subito ringraziasti.

un libro impertinente,
sul tavolo del presidente.

Scritto dalla gente,
non giornalisti e non scrittori,
senza sperare in niente,
che sia di più di un posto...
nel cuore di altra gente.

Della vita attori,
senza fronde né allori

Con quanto cuore lo valutasti...
ma siamo sicuri che lo leggesti?

Giulio Buccini.

Giulio Buccini Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Mah... Beppe... ho letto la lettera... che ti devo dire?

Mi sembra la risposta di facciata di un politico professionista... non di un presidente della repubblica.

La tecnica se ci fai caso è sempre quella che usano per ammorbidire, ammaliare, dire e non dire, calmare con le solite frasi fatte:

"sono sensibile..."
"mi impegnerò nel parlamento..."
"valuteremo..."
"faremo..."
"proporremo..."
"mi farò portavoce..."

FUMO! FUMO! FUMO! Solo fumo negli occhi! Per aspettare che tutto passi e nulla cambi!

SONO IMBUFALITO CON QUESTI PAROLAI!

POLITICI! SIETE TUTTI DEI PAROLAI!
PAROLAI!
PAROLAI!
PAROLAI!

Questi qui ci prendono per il culo! E l'esimio Presidente della Repubblica è il LORO presidente!

Visto che è tanto "sensibile" (quasi quasi mi commuovo) e visto che è nota la sua "sensibilità" (ma a chi? A sua moglie?) cosa fa il Presidente?

Ci può dire il signor Presidente della Repubblica cosa fa?
Un fatto!
Una cosa!
Una azione!

Niente... si è "reso interprete presso il Parlamento ed il Governo" (bontà sua) e non succede niente! Vergogna!
E' come allargare le braccia e dire... pjatevela n'saccoccia!

Non vedo l'ora di andarmene da questa italietta! E sto lavorando per questo! Me ne voglio andare!

Rispettosamente furente, Giulio Buccini

Giulio Buccini Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 19:52| 
 |
Rispondi al commento

pure io elettricista diplomato, non mi danno la 46/90 perche' devo avere 2 anni di apprendistato presso una grande ditta... e cosi' quando devo "legalizzare" un impianto, chiamo un mio "AMICO" che NON ha studiato ma che a lui l'iscrizione all'albo l'hanno data
si prende 400 euri per una firmetta

massimiliano panunzi 07.08.07 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Be posso dirlo questa 33enne ha veramente due palle così e be brava bisogna solo farle i complimenti.
Capisco il suo desiderio di andare via
dall' Italia un paese indietro che non fa politiche per i giovani, per le famiglie e anche per tutto il resto; governato da un branco di magna magna che lunica politica che conoscono e magno tu che magno io.
Forse arrivati a questo punto dovremmo prendere in esempio gli altri paesi Europei più sviluppati e più giovani che si sn avvalsi della nostra esperienza di Repubblica, e be ora noi dobbiamo seguire il loro esempio sulla scia dello sviluppo.

marta minelli 07.08.07 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Leggo di tutto nel limite della decenza e per quanto il tempo me lo concede.
E comunque non ti preoccupare Margherita, che tra poco con la legge bavaglio io e te avremo ben poco da dilettarci...una bella sordina bipartisan e vai!
Ciao
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 19:42| 
 |
Rispondi al commento

SPERO VERAMENTE CHE IL PRESIDENTE L'ABBIA LETTO

VDAY VDAY

"IMAMCOLATI DEVONO ESSERE!!!! NEANCHE UN DIVIETO DI SOSTA"

Gianni Tala Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento

alla sig,ra della generazione perduta. mi chiamo nello e capisco benissimo della tua situazione in quanto mia moglie e in attesa del solito "richiamo" dei comunisti della ipercoop di genova ma come dico a lei ,e mi permetto di dirlo anche a lei signora, non ci piangiamo addosso, guardatevi intorno, ponderate ogni possibilita che vi viene data non scartate niente a priori e cercate di guardare oltre la punta del naso,mi hanno offerto una possibilita di intraprendere una attivita in proprio senza spendere un euro di lavorare in allegria e degli sforzi fatti goderne appieno in termini di denaro e di tempo libero.non andare via da questo paese RIBALTIAMOLO. w il v....... day

ascione aniello Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 19:31| 
 |
Rispondi al commento

CERTO, SONO TUTTI CONTRO IL PRECARIATO, MA QUANDO SI TRATTA DI INTERVENIRE IN MANIERA INCISIVA PER INVERTIRE LA TENDENZA, NON SE NE FA NIENTE. NAPOLITANO IN QUESTI ANNI ERA SUI BANCHI DEL SENATO A PARTORIRE, A COLPI DI LEGGI, IL PRECARIATO ITALIANO. OGGI E' SENSIBILE, MA SE GLI CHIEDIAMO CHE NE PENSA DELL'ABOMINEVOLE PROTOCOLLO DI INTESA SPUTATO DALL'EX PROLETARIO DAMIANO NON PENSO CHE SI DISCOSTI. BISOGNA ABOLIRE LA FIGURA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, UNA FIGURA SEMPRE PIU PATETICA E IPOCRITA. PER L'8 SETTEMBRE UN VAFFANCULO ANTICIPATO ANCHE A NAPOLITANO!

GIANLUCA COCCO 07.08.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Chi è dunque il più condizionato?

Margherita Grassi 07.08.07 19:02


Non ricordo più chi fosse, ma un "vero giornalista" un giorno disse una cosa che suona più o meno "ogni giorno ti devi alzare e prima di sera devi avere pestato i piedi a qualcuno".

In un paese come il nostro, stabilmente al limite tra "libero" e "semilibero" nel ranking mondiale della libertà di informazione, di questo passo le calliste possono anche andare tutte in fallimento.

E sorvoliamo per pietà su qualsiasi confronto anche solo quantitativo dei giornali/TG che definisci "destri" rispetto ai "sinistri".

E hai visto che brava, non ho neanche nominato Travaglio...(oops!)

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Grillini siamo tanti e con tante idee diverse quasi su tutto e questo è un bene ! Ora abbiamo in V.Day e questo è un bene , vediamo il risultato. Io dico che non basterà , se ci riusciamo a mandare a casa i parlamentari delinquenti sarà una soddisfazione , ma il prossimo passo quale sarà ? Non possiamo cambiare questo paese con questo sistema ( ve lo ricordate il sorrisetto del' ex Dc Prodi quando ha ricevuto il Beppe nazionale ? ). Non andiamo più a votare , denunciamo tutti i malfunzionamenti della struttura pubblica , lasciamo le macchine a casa e riversiamoci sui mezzi pubblici almeno per una settiamna , andiamo tutti a parlare con i Prof pregandoli di fare scuola , prendiamoci i ns figli e ricominciamo a fare i genitori , sigilliamo i canali con i tronisti i costanzo show e le zoccole ed il grande fratello , insegnamo l'educazione come i ns padri o nonni l'hanno insegnata a noi ! Proviamoci !!!Un saluto

claudio g. Commentatore certificato 07.08.07 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Grillo i politici permettono l'immigraziione indiscriminata nel nostro paese per consentire alle imprese di ridurre il costo del lavoro. essI sanno che gli stranieri sono facilmente sfruttabili per le loro condizioni di indigenza... la ragione èper cui tacitamente si consente a tutto questo è di sostenere l'economia nazionale che subisce sempre + la competizione delle imprese estere, tuttavia gli imprenditori anzichè abbassare i prezzi sostenendo il potere di acquisto dei redditi preferiscono fruire di questo espediente, che tuttavia è irragionevole poichè gradualmente impoverirà sempre i redditi determinando la conseguente diminuzione dei fatturati.

Mauro Bellaspica Commentatore certificato 07.08.07 19:02| 
 |
Rispondi al commento

[segue]...

Infine poi - e scusate se mi sono così dilungato, ma è necessaria una corretta informazione - Ichino sostiene che v'è stato un calo del ricorso al lavoro precario nel sistema post 2001, e dimentico di proporre le necessarie proposte di modifica sull'art. 62 della legge biagi (il misconosciuto articolo sulle cocoprogetto), conclude dicendo che il problema non è la Biagi ma la legislazione precedente.

A CONCLUSIONE DI QUESTA DISAMINA, VORREI DIRE UNA COSA AD ICHINO: MA CHE CAZZO CE NE FREGA DI CHI E' LA COLPA!!

Qui il problema è che ci sono le normative sullo stage e sul progetto che sono dei veri e propri capestri per i giovani!

Lo stage, addirittura (introdotto dalla Treu) è il modo giuridicamente immune da rischi per l'impresa, per assumere un tiszio qualificato che spala tanta merda, pagarlo poco o per un cazzo, sfruttarlo finchè è possibile e poi, se va bene, se ha spalato tanta merda senza fare biz, se ha vissuto col capo chino e lo stomaco in un bagno di bile per un annetto, iniziare la trafila seriale dei progetti.

Vorrei dire una cosa anche a chi parla di andare via all'estero fare il falegname, il cameriere e così via: immaginate per un istante di non avere il denaro per partire e di avere un bagaglio di esperienze e conoscenze eminentemente nazionali che non potete nè volete buttare alle ortiche dopo tutti i sacrifici (studi di giurisprudenza ad esempio): FIGLI DI PAPINO, come disse un noto comico, è bello fare i culi col culo degli altri!

Giovanni Gambino 07.08.07 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non chiedete alla rete "regina", RAITRE, di fare un po' di propaganda al V-day?

Margherita Grassi 07.08.07 18:22

Cara Margherita,

al V-Day non ci saranno solo indottrinati k omunisti che guardano solo RAI3.

Ecco il vizio di chi è avvezzo a farsi comandare da chi controlla l'informazione. Perchè in un paese civile sono i giornalisti che devono cercarsi le notizie, e non stanno certo attaccati al telefono ad attendere la "gentile richiesta" di turno. Almeno i Giornalisti con la G maiuscola, non quei quaqquaraqqua che oggi vanno per la maggiore e leccano solo quelli proprio contro i quali è stato pensato il V-Day.

Ma tant è, reduci da decenni di veline (quelle vere, anche se in pochi ormai ricordano cosa sono) di regime, all'era dell'oligopolio TV/giornali berlusconiana, in quanti sappiamo ancora riconoscere l'INFORMAZIONE LIBERA?

Degli scrivani servi di regime non sappiamo che farcene.

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 18:42| 
 |
Rispondi al commento

SALVE A TUTTI , IL PROBLEMA VERO DEL PRECARIATO , ALMENO QUA A PALERMO NELL AMINISTRAZIONE COMUNALE , SONO I PRECARI STESSI . L AMINISTRAZIONE COMUNALE DI PALERMO PER PIU DEL 40 % E MANDATA AVANTI DAI LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI ( ALLA FACCIA DEL NANETTO E DEL SUO SCHIAVETTO CAMMARATA CHE PIACE SOLTANTANTO FARE VEDERE IL FUORI DELLA CITTA E NON I VERI PROBLEMI ALL INTERNO ) . TRA RICATTI DI TRASFERIMENTI , TRA PRESE PER IL CULO ECC. , NOI SIAMO BLOCCATI , NON RIUSCIAMO PIU A FARE VALERE I NOSTRI DIRITTI . PRECARI DI TUTTA ITALIA , PALERMO COMPRESA , MUVIAMOCI , FACCIAMO QUALCOSA , MA CON LE NOSTRE IDEE , NON FIDIAMOCI DEI SINDACATI , TANTO SONO COME I NOSTRI POLITICI PAPPONI . SALVE A TUTTI . ANGELO ( PALERMO )

ANGELO C. Commentatore certificato 07.08.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

[segue] il sistema Biagi cambia poco e male in primo luogo perchè polverizza le figure e introduce inesattezze e disomogeneità dal punto di vista giuridico.
L'appunto più grave che si fa alla Biagi è però che ELIMINA le garanzie giudiziarie.
OGNI garanzia giudiziaria.
E' noto che il cocopro non fa più azione giudiziaria, mentre il vecchio cococo conservava qualche chance, se il suo lavoro "autonomo" si risolveva in prestazione lavorativa subordinata.
Oggi, davanti al giudice del lavoro si presentano contenziosi previdenziali e recuperi credito. Niente più problemi di qualificazione del rapporto contrattuale. Il giudice del lavoro -quasi- non serve più. Grazie al berlusca e ai suoi amici piduisti, ovviamente.

Infine ancora, è falso e mistificatorio l'assunto di Ichino quando dice che "i dati disponibili parlano chiarissimo — più di due terzi hanno visto il contratto a termine trasformarsi, alla sua scadenza, in contratto di lavoro ordinario".
Facciamo un sondaggio fra chi vuoi tu: vediamo se dopo il progetto il 66% ha trovato un subordinato o un altro progetto.
La parabola di Ichino può risultare veridica solo se letta in questi termini: "il 33% dei cocopro dopo il progetto viene buttato fuori a calci nel culo".

punto 2. Articolo sulle "leggende della Biagi"

Ne consiglio la lettura a tutti: si tratta di ovvietà una dietro l'altra: parole in libertà.

Ma stiamo ai fatti. Ichino dice che Damiano vuole modificare la Biagi. E parla del punto del programma dell'Unione: "abolizione del lavoro a chiamata, o job on call, e dello staff leasing".

Bene signori: di queste formule contrattuali NON CE NE FREGA UN CAZZO, quindi passiamo avanti.

Ichino ripete la parabola mistificatoria del "lavoro a termine" sostenendo che non c'è evidenza dell'aumento del precariato con riferimento a questo contratto.
E' falso indicare il problema del precariato come problema del "lavoro a termine", che è un "tipo legale" diverso dalle cocopro della Biagi.

Giovanni Gambino 07.08.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

se quella lettera fosse vera!
hai controllato? io si: è un fotomontaggio, probabilmente ti hanno fatto uno scherzo, altro che il presidente della repubblica.
comunque ho scaricato il tuo libro e mi complimento con te (almeno questo non è una falsità come la lettera) se hai percaso l'originale tu esponi quella e non uno scarabocchio............ NO?!

francesco costanza 07.08.07 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Informandoci solo su morti violente, influenza aviaria e simili, vaneggiamento della politica, controllano il comportamento, ti intrattengono, evitano che tu usi la tua testa per pensare, inducono nuove paure e RIMUOVONO INTERAZIONE tra gli individui evitando che essi e diventino FONTE DI NUOVE IDEE.

Non e' evidente che i politici sono solo degli amministratori di favori e degli intrattenitori?

E' il sistema monetario che e' corrotto. La politica non ha il potere di intervenire sul sistema bancario [accordi di Maastrict (art. 105-107) la BCE e' impermeabile a qualsiasi ingerenza degli stati] che e' il responsabile del declino della democrazia. Le BCE applica il sistema fiat-money perseguendo una ECONOMIA DI PURO DEBITO in tutta l'UE.

Questa e' la ragione del crescente indebitamento e la schivizzazione delle nuove generazioni da parte delle banche.

In una ECONOMIA DI PURO DEBITO lo Stato e le banche operano in modo da rastrellare ricchezza dai cittadini fino al punto di rendere impossibile il risparmio. Che e' il punto in cui siamo ora.

Poi tutto il consumo sara' a credito. Questo sta iniziando ad avvenire in questi anni.

L'effetto e' che le masse lavoreranno esclusivamente per onorare debiti. Non essendoci risparmio, cio' di cui si appropriano le banche, con la complicita' dello Stato, e' il lavoro.

All'inizio della catena c'e' il tuo lavoro, alla fine c'e' il nulla, poiche' la banca, per via del regime fiat-money, ha emesso il tuo credito a fronte di nulla.

Questa si chiama USUROCRAZIA o totalitarismo collettivista. La complicita' dello Stato verso un sistema monetario diabolico ha svuotato la democrazia di qualsiasi effetto sul progresso, ricchezza e sviluppo degli individui. Li ha privati del frutto del loro lavoro e li ha resi schiavi di un regime totalitario sovranazionale non democratico.

Il sistema e' tramandato nei secoli grazie a 5 grandi banche internazionali.

Una di queste 5 banche e' GoldmanSachs, da cui Prodi, Draghi, Todoni, Monti provengono

prometeo Commentatore certificato 07.08.07 18:25| 
 |
Rispondi al commento

La legge Biagi e' un esagerata soluzione ad un problema da corso e ricorso storico. Sto leggendo la storia degli U.S.A., per risolvere la recessione del 1929 il colosso statunitense impiego' sino agli anni 1970 -80, passando attraverso leggi del New Deal di Roosvelt , che in alcuni casi venivano abrogate dalla Corte Costituzuionale perche' lesive della liberta' e dei diritti dei cittadini anche dopo due tre anni. Se noi non abbiamo l'intervento della costituente, possiamo indire un Referendum in maniera piu' veloce.

Andrea Migoni 07.08.07 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Solidarieta' a chi ha aperto questa mail.. Chi con una laurea in Sociologia non riesce a permettersi un futuro e vita dignitosa. Amo anche io questo Paese ma siamo troppo indietro (e c'e' chi lo vuole essere purtroppo..) rispetto al resto d'Europa (parole gia' inflazionate ma tristemente veritiere) e la tentazione ad evadere da qua mi sovviene anche a me. Se non hai freni e vincoli vari, prova ad andare in un paese dove ancora la dignita' professionale e', almeno formalmente e a livello retributivo, ancora rispettata..
In bocca al lupo
Paolo

Paolo Paolucci 07.08.07 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Hugo Kolion 07.08.07 17:43

Intanto salutami caramente Rosy Testina (nomen omen) e spiegale tu da buon nordico, l'abisso che sta tra Bolzano e Trento...e impara a non prendere per oro colato le spiate che ti fa la prima pirla di turno.

Secondo, non ho la vanità di conservare le testimonianze dei miei interventi passati, ma in fase pre-V-Day ho ribadito più volte che l'appoggio di Grillo per quel qualcosa che ha finito per essere il V-Day era imprescindibile sia per assicurare alla manifestazione la necessaria visibilità mediatica, sia per avere a disposizione attraverso la rete e il suo blog lo strumento per organizzare il tutto e dare ognuno il proprio contributo.

Ho sempre ribadito che l'assenza di bandiere e padrini di qualsiasi colore era condizione sine qua non per aderire. A Grillo non è richiesto alcun tipo di esempio. Il denominatore comune è, come dicevo, il bisogno di fare sentire in alto la voce DI CHI OFFRE ONESTA' IN CAMBIO DI SERIETA'.

Ecco perchè insisto a dire che rispetto chi nel V-Day non ci crede ma sono convinta che partendo da questi presupposti ci sia posto per tutti, te compreso.

P.S. all'ospizio ci vado regolarmente, non ho mai gettato una carta o (quando fumavo) una cicca per terra e nelle mie frequenti camminate in montagna raccolgo e porto a valle i rifiuti che trovo sul mio cammino.
E me l'hanno insegnato i miei genitori, non certo Grillo.

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 18:14| 
 |
Rispondi al commento

[segue]...
Falsi sono gli assunti di Ichino sulle disparità di trattamento dovute al rendimento dei lavoratori. Basti qui dire che è noto che il fine delle imprese è quello del maggiore rendimento per i soci. Se si può utilizzare utilmente un precario, meno pagato e meno garantito, più impegnato e più aggiornato, perchè ricorrere al subordinato?

Falsi sono gli assunti sull'aumento del "lavoro a termine" che, secondo lo studioso non ha avuto aumenti drammatici come si dice.
Ichino, scientemente indica la forma del "lavoro a termine". Essa non è la collaborazione autonoma. Ma un distinto tipo contrattuale introdotto nel 2001 (368/2001). Ichino infatti indica proprio il 2001 come anno del picco massimo di aumento del contratto in questione.
Egli poi mistifica il dato reale ancora una volta scientemente quando assimila il "lavoro a termine" alle collaborazioni coordinate di Treu.

Sul fatto che sia stato il 1997 -anno dell'introduzione dei cococo- l'annus horribilis per i giovani lavoratori nessuno ha dubbi.
Tanto che ci si aspettava, come da legge delega, l'introduzione di correttivi.
La legge Biagi insomma, entra in vigore in un quadro di totale caos e deregolamentazione (dovuta alla Treu), nella quale le imprese fanno quel cazzo che pare loro coi giovani.

Solo che la legge Treu è un esperimento, e la Biagi E' LA LEGGE sul mercato del lavoro.

Vero è ciò infatti che dice Ichino sulla regolamentazione più stringente della Biagi, che è appunto LA LEGGE di riferimento, essendo il previo pacchetto Treu il maldestro tentativo di introdurre flessibilità nel mercato.
Un esperimento che, come tutte le operazioni provvisorie in Italia, è poi stato ratificato e reso definitivo con il sistema Biagi, il quale comunque, cambia "poco e male le norme vigenti" (le parole sono di un illustre studioso del mercato del lavoro) [segue].

Giovanni Gambino 07.08.07 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari tutti i miei neo..... più o meno laureati.
Prima di iniziare a criticare o condannare questo precariato(creato indirettamente ma non troppo da NOI)!!!!!
Perchè non si inizia a imparare un bel mestiere ma con la M maiuscola, anzichè cercare lavoro come project manager o chissa cos'altro.
Oggi il VERO problema che certi tipi di lavori specializzati(vedi elettricista, idraulico, meccanico...etc.etc.) nessuno li vuole PIU' FARE e vi posso garantire che di personale in questi settori ne cercano ma non ne trovano.....
Vi posso ache garantire che sono ben retribuiti (una volta costruita la formazione pratica)
UNA SOLA FRASE AVER VOGLIA DI USARE L'OLIO DI GOMITO

paolo viscardi 07.08.07 18:12| 
 |
Rispondi al commento

COMUNICATO STAMPA


BEPPE GRILLO: GIOVANI FI, LETTORI NON CADANO NEL TRANELLO

GRILLO STRUMENTALIZZA PRECARIATO


"Leggere le storie dei giovani che vivono il precariato sulla propria pelle contenute nel libro "Schiavi moderni" non può lasciare indifferenti. Ma il lettore deve fare molta attenzione a non saltare l’introduzione curata abilmente dal comico genovese. E’ qui che Grillo inganna lettori e precari sostenendo l'equazione demagogica secondo la quale la legge Biagi = precariato. Sostenere che "la legge Biagi ha introdotto in Italia il precariato. Una moderna peste bubbonica che colpisce i lavoratori, specie in giovane età" è falso e produce guasti sociali. A sotterrare le menzogne di Beppe Grillo sono gli stessi risultati, cioè le centinaia di migliaia di giovani che hanno trovato lavoro e maggiore protezione. Impacchettare le disavventure dei lavoratori e attribuire alla legge Biagi la causa del diffuso disagio che i giovani vivono è un'operazione che manca di senso della responsabilità ed è sintomatica di chi non conosce affatto l'argomento." Così Francesco Pasquali, segretario dei giovani Forza Italia, in una nota commenta il libro di Beppe Grillo.

FRANCESCO PASQUALI 07.08.07 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ambiente. Oltre 400 mila occupati con eco-lavoro

“Attualmente sono piu' di 400mila gli addetti nel comparto del cosiddetto 'ecolavoro', che comprende dal settore agroforestale all'agricoltura sostenibile, dal turismo responsabile al riciclaggio dei rifiuti. Le opportunita' di lavoro nel 'settore verde' potrebbero aumentare in maniera esponenziale, trattandosi di un comparto dell'economia in grande espansione'. Ad affermarlo e' la
presidente onoraria dei Verdi e capogruppo in Commissione ambiente alla Camera, Grazia Francescato, in un intervento pubblicato su 'Notizie verdi', organo ufficiale del partito ambientalista. 'I tempi sono ormai maturi per una 'svolta epocale' - prosegue Francescato - con il mondo dell'impresa: per la prima volta dopo anni c'e' attenzione e consapevolezza sulle tematiche ambientali anche da parte di settori diversi ed eterogenei fra loro.

Le dimensioni ambientali sono strettamente collegate a quelle economiche e sociali: l'opera di riconversione verde dell'economia non puo' essere affrontata solo da noi'. Al contrario e' necessaria una forte collaborazione con tutte le forze attive della societa' a partire dal mondo dell'industria, delle associazioni e dei sindacati, settori che sono sempre piu' consapevoli dell'urgenza delle questioni collegate al riscaldamento del clima. 'Purtroppo, pero' - aggiunge la parlamentare - nel campo delle emissioni di CO2 fino ad oggi solo il settore industriale e' 'dentro' gli obiettivi prefissati dal Protocollo di Kyoto. Nella prossima fase dobbiamo far leva sul settore dei TRASPORTI che emette una quantita' di gas climalteranti che vanno dal 26 al 40 per cento: a tale proposito ci siamo prodigati con una campagna contro le emissioni del parco automobilistico, denominata 'Accelera i tempi frena la CO2'.
Nel futuro molta attenzione sara' rivolta anche al settore dell'EDILIZIA, dove si dovra' puntare sulla bioedilizia e la riqualificazione energetica'. ()

(Econews)
|
V

Paola Bassi Commentatore certificato 07.08.07 17:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere la mia storia al libro "schiavi moderni":dunque,sono un frequentatore del blog,ma mi sento quasi un precario del commento,dato che quando scrivo, questi svaniscono dopo breve tempo come dei co. co. sc.(commenti con scadenza),e non so ,se fare richiesta allo staff per un co.co.in.(contratto commento indeterminato),o chiedere alla presidenza della repubblica,di abolire non la legge Biagi,ma la legge Grillo,dato che non ne capisco le applicazioni.In attesa di vedermi estromettere il prossimo co. co. sc.,porgo cordiali saluti.moreno politici 07 08 07 17:43

moreno politici 07.08.07 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Il dramma, caro Grillo, è anche quello dei senza lavoro di 50 anni, con una voglia matta di lavorare. Che non caga più nessuno!
Che non possono nemmeno scegliere (purtroppo) se farsi la famiglia ed il mutuo oppure no, perché ce l’hanno già!

Lo dico da 38enne, che vede nell’azienda in cui lavora arrivare i curriculum di questi poveracci, inerosabilmente bocciati alla sola vista della data di nascita, senza quasi nemmeno leggerli.
E’ gente che nel peggiore dei casi sa farsi il culo più delle mezze seghe di 18 anni che abbiamo in giro oggi.

Ma non c’è niente da fare. Ma cosa deve fare uno di questi cristi se perde il lavoro, suicidarsi?

Giuseppe Lamarmora 07.08.07 17:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Siamo in Italia!Il lavoro non e' piu un diritto del cittadino ma un dovere alle condizioni dettate dai politici,sindacalisti,industriali cioe' di tutta quella gente che non ha problemi nei supermercati..!!
Sarebbe un grande impegno se per un giorno vi metteste nei panni di chi cerca o di chi ha perso un lavoro e che grazie alle vostre grandi idee rivoluzionarie avete ridotto il paese in un grande incubo sociale!

marcello de cicco Commentatore certificato 07.08.07 17:28| 
 |
Rispondi al commento

tanto impegno sociale dei docenti , non dovrebbe corrispondere ad uno stipendio adeguato e lavoro meno precario?

i pappo-politicastri sanno solo dire " il futuro è nella scuola" ..e allora cazzo gratificate i professori !!!


peppino garibaldi 07.08.07 16:58

==================================================================================================

Ciao peppino,
quoto quanto da te scritto, ridare dignità ad una professione ad alta responsabilità ed alto impatto sociale è sacrosanto, il precariato nella scuola rende precari gli studenti e la cultura, però le gratificazioni dovrebbero seguire un principio meritocratico, aumenti ed adeguamenti a pioggia servono ad una fava, questa è la critica che rivolgo alle organizzazioni sindacali… e sai benissimo che ideale politico io abbia.

Roberto B. Commentatore certificato 07.08.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Quanto vuoi per utilizzare il tuo marchio?-

Non è una questione di soldi, ci sono di mezzo 1 miliardo e 400 milioni di persone senza acqua potabile e un ecosistema allo sfascio a causa dei combustibili inquinanti.

Si tratta del più grosso business del mondo, acqua ed energia assieme gratis per sempre in un prodotto dal costo di poche centinaia di euro

io vivo già nella gloria dei popoli, di più non si può chiedere, se potessi essere ripagato in salute, per tutti, non solo per me, non rifiuterei...

Per me specificamente mi piacerebbe il passaporto e documenti anonimi per continuare a vivere in maniera semplice, senza dover andare in giro con addosso la celebrità

@@CHE CONTROMOSSA INTENDI USARE CONTRO L'USURPAZIONE DEL TUO PRODOTTO DA PARTE DI BANCA GENERALI-RIELLO?--

Innanzi tutto ho denunciato il furto pubblicamente e alla polizia, ma la polizia difende Riello, Banca Generali e i pesci grossi, non accetta mie denunce

Come seconda mossa invito tutti a proseguire con le produzioni clandestine di motori magnetici e Serpenti,ne per dare acqua ed energia gratis a tutto il mondo e fornire a se stessi e agli altri la prova inconfutabile che si tratti di un complotto globale contro il genere umano ordito da una setta che controlla tutti i sistemi di produzione, di informazione, di controllo e repressione

Come terza mossa mostrando la mia totale buona fede e la più sincera volontà di offrire sempre a tutti la possibilità di riscattarsi e riabilitarsi, offro a Riello o a uno qualsiasi degli altri marchi esistenti al mondo in grado di garantire grandi produzioni low cost, di produrre la mia Serpenti,na con motore magnetico a mio nome, il promotore della prima campagna mondiale per eliminare la povertà, per risolvere il problema dell'acqua e dell'energia entro il 2010 per tutti

Fabiana Brisa 07.08.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Se posso dire la mia, secondo me la legge Biagi è una vergogna, ma anche il sistema precedente era vergognoso, i dipendenti abusavano dei loro diritti come stanno facendo ora le aziende.
Avete mai avuto dipendenti a tempo indeterminato? Improvvisamente iniziano ad avanzare pretese, assurde, l'azienda stà andando bene credo sia giusto darmi un aumento, poi quando l'azienda va male se tardi una settimana a pagare lo stipendio ti trovi i sindacati in casa che ti accusano di sfruttamento.
Se non concedi un permesso o un giorno di ferie scatta la mutua provvidenziale come sempre.
Guardate che il lavoro non lo fanno le leggi, lo fanno le persone, come si approfittano gli imprenditori lo fanno anche i dipendenti.
AVETE MAI LETTO "VOLEVO SOLO VENDERE LA PIZZA" L'HA SCRITTO UN EX SINDACALISTA CHE SI ERA DATO ALLA PICCOLA IMPRENDITORIA.(fa pisciare dal ridere ma è emblematico cretdetemi)
IO SONO UN PICCOLO IMPRENDITORE (L'ATTIVITA' PERò LA MANDA AVANTI MIA MOGLIE CON ALCUNE DIPENDENTI) IO HO PREFERITO MANTENERE IL MIO VECCHIO LAVORO A TEMPO DETERMINATO DA 10 ANNI, (NON SI SA MAI COME ANDRA A FINIRE) MAI AVUTO UN PROBLEMA IL MIO CAPO E' ONESTO E IO SONO ONESTO CON LUI, LUI MI PAGA BENE E IO LAVORO BENE.
Ci sono stronzi sia di qua che di la date retta a me, come sempre sono le persone a fare la differenza.
Non vedo perchè ci scandalizziamo per gli abusi della Biagi e mpm diciamo nulla per la vergognosa attività svolta da sindacata negli anni precedenti.

MARCO PISU 07.08.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E meno male che in questo governo ci sono ex-sindacalisti ai posti di comando:
Bertinotti e Marini tra le maggiori cariche dello stato, Damiano ministro del lavoro, D'Antoni vice ministro per lo sviluppo economico !!!
Tutta gente che si è sempre occupata del lavoro degli altri ...
E meno male ... o no !?!?

andrea de meo 07.08.07 17:07| 
 |
Rispondi al commento

44 anni passati cercando un lavoro continuativo e appagante, una esperienza incredibile, vengo assunto recentemente in una piccola sas convinto a lasciare un lavoro fetente per una miltinazionale del wellness/fitness, ora sono nuovamente " a spasso" perchè.... costo troppo!!
VAffanculo!!! vaffanculo vaffanculo!!! anche a quello stronzo " il segreto del mio successo? i miei dipendenti!" vaffanculo!!!

Rinaldo Gasparotto 07.08.07 17:03| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, la legge Biagi è una CAGATA MOSTRUOSA e siamo tutti d'accordo, ma prima dell'avvento della legge Biagi non ho sentito molti lavoratori lamentarsi per gli "abusi" che i dipendenti facevano sopportare ai loro datori di lavoro.
Scansafatiche, che alla prima cosa che gli fai notare ti accusano di mobbing. Vanno al lavoro sempre 10 minuti dopo e iniziano a prepararsi per andare via 5 minuti prima. Guradate che prima della Biagi era vergongoso ugualmente. Gente che se gli chiedi di non andare in ferie allora si mette sotto mutua, se gli neghi un permesso si incazzano come bestie. Guardate che i dipendenti non sono meglio dei loro datori di lavoro prima avevano loro il potere e lo usavano come meglio credevano, adesso gli imprenditori si sono vendicati.
SPERAVO CHE QUESTO GOVERNO METTESSE A POSTO LE COSE MA NON CAMBIERA NULLA

V DAY 08/09

MARCO PISU 07.08.07 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sempre circa il lavoro ...incerto e mal retribuito :

la scuola si deve far carico di:

istruzione
educazione sessuale
educazione stradale
bullismo
droga
pedofilia
problemi esistenziali
incomprensioni con i genitori
violenze in famiglia

ma un bel vaffanculo al ministro della pubblica istruzione gli è stato indirizzato ?

tanto impegno sociale dei docenti , non dovrebbe corrispondere ad uno stipendio adeguato e lavoro meno precario?

i pappo-politicastri sanno solo dire " il futuro è nella scuola" ..e allora cazzo gratificate i professori !!!

peppino garibaldi 07.08.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho altre informazioni alla mano cara Cristina. E poi i dati pubblicati non sono privati. Iniziativa collettiva naïf? Su questo mi trovi pienamente d'accordo. Preferisco comunque lasciare l'iniziativa all'individuo "disorganizzato", ognuno come meglio può. Mentre i collettivi mi sanno tanto di comitati di salute pubblica ... e gli indizi in questo caso ci sono tutti, anche perché stanno facendo di tutto per soffocare la cosa. E qui però mi chiedo: come mai?

Hugo Kolion 07.08.07 16:24


Hugo Kolion 07.08.07 16:24

Hugo te lo dico adesso e poi basta. Con simpatia.
Dopo la tua "segnalazione" (la dovrei chiamare delazione ma ti lascio ancora un bonus di credito) ho guardato la lista dei membri meetup della mia città (BZ, ma tanto lo sai, no?). Nessuna Cristina iscritta dal 6/3/06. C'è una mia omonima con marito e figlio che non sono io. Senza offesa nei loro confronti, ma non hanno nulla a che fare con me.
Non so da dove hai preso le tue fonti nè mi interessa. E penso a nessun'altro di quelli che stanno leggendo il blog.

Tornando al V-Day, se c'è qualcuno che sta soffocando il neonato in culla sono proprio quelli che non si accontentano di dimostrarsi contrari all'iniziativa, ma la denigrano con tutte le forze.
Nei tuoi post parli sempre, e a ragione, dell'ANOMALIA ITALIANA. Anomalo però è anche l'esasperato INDIVIDUALISMO degli italiani, tutti bravi a dire che sono i migliori, i più belli, i più bravi, i più furbi...e intanto restano a guardare quelli che con umiltà si mettono in discussione e provano ad agire...non in COLLETTIVO ma per una volta uniti in un unico obiettivo.

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Precaria anch'io, neanche a dirlo. Ex "lavoratrice autonoma" con partita IVA, non proprio autonoma, attualmente contrattualizzata con cocopro. Ma la cosa più triste è sentirsi dire da un prete che la generazione di oggi è egoista perchè non procrea! Ma mi dite che certezze si possono mai dare a dei bimbi in questa italietta del c...o? Vorrei andarmene anch'io, se solo riuscissi a non essere così legata agli affetti!

Stefania L. S. 07.08.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Sul precariato ne avrei da raccontare per esperienza diretta per molte pagine. Nel mio paese, Rovato in provincia di Brescia, si sta vivendo una situazione occupazionale incredibile. Lavoratori giovani assunti con imprese interinali lo stesso giorno in cui la fabbrica annuncia la chiusura e la delocalizzazione in Polonia, tanto per citare un caso.

Nel mio piccolo, da consigliere comunale neoeletto, ho aperto un piccolo blog per illustrare episodi come questi e descrivere come l'amministrazione comunale di cui faccio parte si muove: serve che anche su tali questioni ci sia trasparenza verso coloro che hanno dato il proprio voto ma anche e soprattutto verso coloro che hanno preferenziato altre liste.

Per chi volesse buttare un occhio:
http://angelobergomi.blogspot.com



ma che cos'è questa viarigattieri, di cui tutti parlano?

Pino Corrao 07.08.07 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Nella mia graduatoria la A546 lingua e civiltà tedesca, in provincia di Varese, c'è una brava donna sposata con tre figli che INSEGNA DA 15 ANNI COME PRECARIA! E quando forse sarà di ruolo, impossibile sapere se e quando, dovrà fare L'ANNO DI PROVA non lo trovate ridicolo?
Per quanto mi riguarda anche io non sono messo male, 10 ANNI DI PRECARIATO NELLA STESSA GRADUATORIA.
SI VERGOGNI LO STATO E POI PARLANO DELLA LEGGE BIAGI

thomas croce 07.08.07 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ragazza che ha scritto ha pienamente ragione e sapete da chi viene questo giudizio? Da un tecnico giuslavorista ( consulente del lavoro ) che tutti i giorni fa lo slalom tra le opportunità il legislatore mette a disposizione per utilizzare sistemi finalizzti a ridurre il costo del lavoro.Sarebbe tutto molto semplice ma ci sono troppe bocche da soddisfare e tutto va a carico della tasca dei lavoratori. Il lavoro e' troppo importante e deve essere più snello e meno burocratico possibile se il fine da perseguire e quello di dare maggior stabilità e benessere ai cittadini per non parlare del futuro di chi sta studiando. Sapete che l'Italia è l'unico paese al mondo che nell'articolo 1 della propria Costituzione cita il lavoro? Come mai non esiste nessuna forma di educazione al lavoro fin dalla scuola? Perchè i lavoratori almeno per un gran periodo della loro vita lavorativa non conoscono i loro diritti? Meditate gente..... qua è una dittatura mascherata da molto tempo, dobbiamo reagire.

massimiliano mazzei 07.08.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento

BEH COSA AGGIUNGERE ... POTREI AGGIUNGERMI IO ALLA LISTA DEI MISERATI!!! LAUREATO IN BIOLOGIA CON 110/110 E CON UNA TESI PUBBLICATA ... BEN 7 ABILITAZIONI ALL'INSEGNAMENTO E ANCORA PRECARIO E CHISSA' PER QUANTO TEMPO ANCORA!!! OPPURE POTREI AGGIUNGERE MIA MOGLIE LAUREATA IN GIURISPRUDENZA E CON 4 ABILITAZIONI ALL'INSEGNAMENTO ANCORA PIU' PRECARIA DI ME DATO CHE LAVORA IN UNA SCUOLA PARIFICATA SENZA STIPENDIO MA CON UNA BUSTA PAGA VIRTUALE PER FARE SOLO PUNTEGGIO!!! >______<

GIUSEPPE VOLLONO 07.08.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Incendi in Campania, spari contro elicottero Fucilata contro un velivolo antincendio, costretto a rientrare. Messo fuori uso il ponte radio della Regione a Montevergine STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
NAPOLI - Per l'assessore regionale Andrea Cozzolino c'è un «disegno criminale in atto». Tanto che l'esponente regionale ha chiesto ai prefetti di convocare i comitati per la sicurezza e l'ordine pubblico. In piena emergenza incendi, la magistratura sta ora indagando su due episodi che si sono verificati lunedì in Campania: un elicottero del servizio antincendio boschivo della Regione è stato raggiunto da una fucilata che ha prodotto diciotto fori nella benna, il sacco utilizzato per il trasporto di acqua. Secondo le prime ipotesi, il velivolo sarebbe stato colpito durante le fasi di raccolta nel Volturno. All'arrivo a Quindici, dove intanto divampava un incendio, la scoperta dell'accaduto che ha costretto l'elicottero L9 a tornare alla base di San Martino Valle Caudina per le riparazioni. Immediata la denuncia all'autorità giudiziaria.

«PONTE RADIO FUORI USO» - Nella stessa giornata è stato messo fuori uso il ponte radio della Regione a Montevergine. Ignoti hanno rotto il vetro d'ingresso e tagliato con una cesoia i cavi rendendo impossibili i collegamenti con la sala operativa regionale. Anche in questo caso, immediata è scattata la denuncia alle autorità competenti

eh,eh..canta napoli...napoli piromane eh,eh

bassolino e sciura maria : che ce fotte a noi ? tanto pagano quei polentoni del nord

gege' di giacomo 07.08.07 16:24| 
 |
Rispondi al commento

schiavi moderni, ma di che cosa e di chi...?
dopo gli darò un occhiata...
d`accordo i politici "guadagnano" abbastanza
senza dover conbinare niente di utile, etc. etc.

e cosa dite dei "dirigenti privati" che
percepiscono compensi da far invidia ad ogni
politico che si "rispetti", tra i quali figurano
soggetti che incassano da 1 Mio. di EUR al mese,
sborsati naturalmente, come sempre dai soliti,
dalla massa incl. precari...e disoccupati...

e se i consumi non bastano, apriamo la caccia
al terrorismo, una trovata da premio nobel per
l`economia... basta pensare che ci sono paesi
che "investono" in questo settore cifre al disopra
del PIL di un paese come l`italia... paese che
ripudia le guerre ma partecipa allegramente
agli armamenti...

e per sviare l`attenzione ogni tanto le forze del`
ordine arrestano uno spacciatore di stupefacenti...
senza poi stupirci dei morti abituali del finesettimana
sulle "nostre" strade a causa di sostanze e mezzi
legali come alcoolici, medicinali e bolidi a 2 e 4
ruote... tanto sono solo ca. 3.000 vittime l`anno...
vuoi che sia...? manco anni di guerra in bosnia e
irac le causano... naturalmente senza contare
le vittime civili... ma facciamo na pausa...



franco stefano 07.08.07 16:20| 
 |
Rispondi al commento

caro "guerra......." ti potevi affibiare un nick più corto !

comunque si comprende che sei incazzato nero...deduco che desideri ardentemente un mondo migliore ...forse sei giovane indi ancora intriso di speranza...il che è ammirevole.

circa le lauree , io non calcherei molto sui dottori delusi.....hanno optato per un corso di studi sperando che i sacrifici spesi si tramutassero in dignitoso riscontro lavorativo.

quelli che hanno optato per le lauree "ad capocchiam" non hanno colpa....io fucilerei quei coglioni di politici della pubblica istruzione che all'epoca non hanno istituito un criterio di "indirizzo " che doveva evolversi in concerto con il mondo del lavoro e stilare una statistica per il diplomato alle prese con l'università.

una chicca :

ci sono in italia alcune facoltà dove si laureano cani e porci (si fa quasi tutto tramite internet)....il tutto per mantenere caldi i posti dei professori .....cosa vuoi che freghi a questi in cosa ti laurei ? l'importante sono le tasse universitarie .......

non colpevolizziano i ragazzi ( i veri porci siamo noi padri...che abbiamo dimenticato le palle sul comodino )

peppino garibaldi 07.08.07 16:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

IL GIRO DEL WEB IN 80 NICKS (in francese Le tour du WEB en quatre-vingts noms) è un romanzo dell'autore francese HUGO KOLION, pubblicato per la prima volta nel 1872. In questa storia il londinese Proff.Mill ed il suo appena acquisito cameriere francese GinoPassepartout tentano di circuire il mondo web in 80 nick, per vincere una scommessa di 20.000 sterline fatta contro i compagni del Reform Club. Le innovazioni tecnologiche del XIX secolo avevano aperto la possibilità di denigrare il blog di Grillo rapidamente e la prospettiva affascinò HUGO KOLION ed il suo pubblico. Il libro potrebbe essere stato ispirato dall'impresa di George Cespuglio Bush che realizzò quest'impresa nel 1870.

alberto c. Commentatore certificato 07.08.07 16:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Luigi Rossetti = IDIOTA

PS. i ROM non sono tutti zingari, come gli zingari non sono tutti ROM... un tempo erano zingari, adesso non ha più senso

Marco Ermini Commentatore certificato 07.08.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Cara Cristina (Meetup member since March 6, 2006), User ID: user 2645959, cristina assistant organizes this Meetup Group:
Hugo Kolion 07.08.07 15:53

???? Caro Hugo stai proprio prendendo un granchio..non sono certo io quella Cristina - mai aderito ad alcun meetup (NON ALMENO DI MIA VOLONTA', VISTO CHE QUA DENTRO SONO TUTTI BRAVI A MANEGGIARE I DATI PRIVATI DELLE PERSONE...), figurati addirittura come assistant, che manco so cosa significa!

La citazione di Gandhi e di Bella Ciao mi trovano perfettamente d'accordo, ci mancherebbe anche.

Quello che non capisco (ma accetto e rispetto a patto che venga ribadita con civiltà e non con disprezzo) è l'ostinazione a voler sminuire e denigrare un' iniziativa collettiva naïf finchè vuoi, ma fortemente voluta da persone che ti garantisco che il cambiamento sono disposte a farlo in prima persona, e non lo pretendono solo dalla "casta".

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 16:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, l'essere umano ha una sola grande regola, oppure Legge, ed è La Legge del mercato. In questa nostra EPOCA IN CUI GRANDI (SI FA PER DIRE)economisti dettano legge, il nostro mondo economico vive alla giornata, come vivono alla giornata milioni di ignoti precari in tutto il mondo. e altrettanti milioni di persone furbastre, tronfie e pettorute vivono una noiosa, squallida pseudoesistenza alle spalle di altre, forse anche più intelligenti. Il cambiamento sarebbe semplicissimo, ognuno di noi dovrebbe ritornare ad essere un semplice uomo quale è ogni essere umano, pago della sola cosa, che in fondo è l'unica che ci fa addormentare e svegliare in pace con noi stessi. L'agire con onestà intellettuale verso tutti, e capire, che in fondo, in fondo anche un piccolo, anzi piccolissimo granello di sabbia, può diventare assieme a tanti suoi simili la spiaggia meravigliosa, a cui tutti aspirano. Con profonda stima Livio Dei

Livio D. Commentatore certificato 07.08.07 16:11| 
 |
Rispondi al commento


Ebbene si', a questo OT non resisto.

Per i forzanovisti vari:

una quarantenne italiana strafatta e in stato confusionale, con il suo bel macchinone ha investito e fatto fuori due romeni, regolari turisti, sulle strisce pedonali.

Il mondo e' proprio sottosopra, eh?

milena d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 16:01| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo. Le tue battaglie sono da me condivise avendo l'età di chi ha visto cose solo brutte (di lavoro) eppure...
Venni assunto come infermiere diplomato dal locale ospedale (PC)anno 1968. Per ben due anni ricevevo ogni tre mesi due lettere dall'amministrazione: una di licenziamento, la seconda d'assunzione. Era allora in vigore il giornalierato;l'attuale precariato o quasi. Non esisteva neppure il co.co.co ma vedi caro Grillo, esistevano pochi drogati, pochi infanticidi, pochi stupri, poco di tutto quanto oggi è enormemente aumentato. Sono dell'avviso che il punto risolutivo di ogni attuale problema è ben altro. Occorre cambiare TUTTA la ciarlataneria politica, occorrono leggi chiare e giuste, occorre limitare il falso afflusso di "mano d'opera (utile)" e di soldati dormienti dell'armata islamica! Ce ne accorgeremo fra vent'anni! A ben osservare il quadro generale di questo nostro popolo, ci accorgeremmo che ciò che un tempo era la Grande Notizia, oggi è normalità di vita. E ogni G.N. viene subito "assopita" da una successiva. E' una pericolosa predisposizione! Combatti pure caro Grillo, hai il mio appoggio morale, ma tu ben sai che l'unico sistema per tornare ai tempi in cui Berta filava occorre un "pugno di ferro". La democrazia di oggi -che non lo è- si protrae come una befana incapace di elargire felicità e gioia e fagocita tutto quanto dovrebbe invece donare per allietare il proprio "popolo". Se avessi la possibilità di regalare ad ogni cittadino il libro LA CASTA, sono certo che in dodici mesi ogni banditore di professione della colla Attak (i 900 e più che sonnecchiano nelle due camere del parlamento)verrebbero presi a calci nel sedere! In quelle pagine è scritto la risoluzione di come sanare il nostro debito pubblico ed il motivo del continuo aumento, ma parlando e scrivendo non si risolve nulla! Siamo purtroppo succubi involontari di gente che pensa solo alla scadenza del periodo utile per usufruire del vitalizio: solo dopo ne vedremo delle belle.

Gian Franco Zanchin 07.08.07 15:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

sui canali mediaset presentano un master di giornalismo danno il sito su cui informarsi...bene..ho una figlia che sta preparando la tesi conosce bene il russo, l'inglese, un po' di francese e spagnolo ed ha studiato i linguaggi di programmazione java ect.. aribene.. le ho proposto di provarci e lei mi ha guardata ironicamente dicendo che già si è informata, che occorrono piu' di seimila euro ed ha concluso dicendo che ammesso il grande sacrificio di trovare i soldi poi, a far la giornalista sportiva, cosa a cui lei ambirebbe, ci mettono una poveraccia o il figlio/a di qualche amico di Berlusconi..? Che rispondere? Hanno rubato i sogni ad una intera generazione, anche lei pensa di trasferirsi a Mosca o a Londra. La meglio gioventu' abbandona la sua terra!

maria angela chiappini Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I piccoli e medi imprenditori italiani non hanno bisogno di laureati?
MA CHI HA DETTO STE SCEMENZE?
Conosco un artigiano. LUI, con 30 anni e passa di esperienza, non ha bisogno della laurea, ma, dopo di lui, la ditta dovra' essere gestita - almeno per quel che riguarda le formule - da un chimico. Un laureato chimico. Certo, a gestire un bar magari non ci vuole la laurea - ma TANTO olio di gomito!!!! Ma non tutti i piccoli e medi imprenditori italiani hanno bisogno solo di baristi e camerieri.

Claudia F. Commentatore certificato 07.08.07 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cavolo tutti a lamentarsi dei neri dei rom dei call center che sfruttano... io tutte le mattine lo vedo con i miei occhi... abito nelle colline toscane,in questo periodo c'è di tutto da fare, raccogliere i fiori di zucca(la mattina alle cinque),i pomodori,interi campi di verdure (sempre quando il sole deve ancora nascere)o filari e filari di viti di uva da reaccogliere... mi fa tristezza vedere amici che hanno "studiato" lamentarsi di non trovare lavoro e prendersela con gli immigrati perchè ci rubano il lavoro!!! macchè rubare (almeno non tutti e chi lo fa dovrebbe essere punito come gli italiani)io li vedo alla mattina in tutti i posti suddetti a lavorare mentre loro,i miei amici, se la dormiranno ancora x qualche ora!!!io glielo dico sempre: adattatevi che la pacchia (di essere mantenuti dai genitori) la dura più poco!! SVEGLIA GENTE -PROFESSORI+LAVORATORI!!

mirko v. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 15:49| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 07.08.07 15:44| 
 |
Rispondi al commento

cancellate tutto,tanto ho ragione io

al posto dei due negroidi senza documenti e abusivi e puzzolenti che prendono in giro ridendo dovevate mettere due italiani

federico buzzi 07.08.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di V-day.

Credo che la forza di Internet sia stata sopravvalutata.

Margherita Grassi 07.08.07 14:52

No, è l'ennesima protesta portanulla che il paese ormai rifiuta. Gli illusi sono sempre meno. Segno di progresso questo.

Hugo Kolion 07.08.07 15:25


Cari Hugo e Margherita,

Facile e comodo spargere a piene mani nichilismo gratuito (magari condito con un pizzico di cinismo), spacciandolo per sano realismo o pessimismo cosmico alla Leopardi.

Se e quando il V-Day fallirà, cosa resterà di voi? Solo una lontana eco di tanti flebili "ve l'avevamo dettooooo..." e nulla più.

Se i fautori della manifestazione sprecano le loro energie, cosa state facendo voi? Il Paese può cambiare solo grazie a forti esempi positivi (lo dite voi stessi) e alla presa di coscienza COLLETTIVA della necessità di un comportamento morale dei SINGOLI.
Ma spesso i singoli da soli non possono nulla di fronte all'"anomalia italiana" dilagante.
Il V-Day può essere l'occasione di un'aggregazione di SINGOLI (e non un intruppamento come volete spacciarlo) con idee anche diverse ma un unico obiettivo. Fare crescere negli italiani la VOGLIA DI CAMBIARE, non solo la casta ma anche noi stessi.

Ciao
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 15:42| 
 |
Rispondi al commento


Beppe Grillo? Non prendetelo sotto gamba
Di Redazione (del 17/07/2007 @ 09:00:00, in ON)

Mario Adinolfi - Una cosa pare chiara. La V non sta per Veltroni. Beppe Grillo l'ha spiegato al Parlamento europeo, poi ha riportato un estratto del suo discorso sul suo blog: "L'Italia è una nazione con un Parlamento non eletto dai cittadini, simile più a un istituto di pena che a un luogo in cui si dovrebbero decidere le sorti della Nazione. Il mio è un appello per restituire la libertà di voto e di informazione all'Italia. L'otto settembre organizzerò in ogni città d'Italia una manifestazione, l'ho chiamata Vaffanculo day. Una via di mezzo tra il D-day dello sbarco in Normandia e V come Vendetta. Quel giorno gli italiani dovranno riprendere in mano il loro Paese distrutto da decenni di partitocrazia, di massoneria piduista, di intrecci tra banche e mafia, di ingerenze del Vaticano nella cosa pubblica, dalla informazione di Stato e di Berlusconi, dai conflitti di interesse". No, la V decisamente non sta per Veltroni. E attenzione a prendere sotto gamba questa cosa.

Beppe Grillo ha intenzioni serie e vuole dare battaglia in politica. Dopo l'8 settembre ci sarà una manifestazione a piazza Farnese a Roma il 6 ottobre, con le liste civiche. In quell'occasione Grillo si farà leader di partito. E' un bene? E' un male? Bollare con "populismo" le parole del comico genovese sarebbe un gravissimo abbaglio. Dietro ai toni da Masaniello, Grillo indica due temi cardine: delegittimazione delle istituzioni rappresentative e crisi dell'informazione. Su tutti e due i terreni indica un problema reale, fornendo una risposta assolutamente politica, simile ma assai piu' deflagrante di quella proposta da Umberto Bossi negli Anni Ottanta con il suo "Roma ladrona".

http://www.novamag.it/dblog/articolo.asp?id=591

alberto c. Commentatore certificato 07.08.07 15:32| 
 |
Rispondi al commento

HO CHIAMATO CARABINIERI E POLIZIA DI STATO PER SEGNALARE DUE INDIVIDUI CHE STAVANO CERCANDO DI RUBARE UNO SCOOTER.
DI SQUILLI NE HO FATTI 12-13 A CIASCUNO, MA NON HO RICEVUTO RISPOSTA.
AL TERZO TENTATIVO DI TELEFONATA ALLA POLIZIA FINALMENTE MI RISPONDONO E RACCONTO IL FATTO DANDO INDICAZIONI DEL LUOGO. MI CHIEDONO SE SAPEVO QUALE FOSSE IL NUMERO DI TARGA E IO HO RISPOSTO DI NO ERO TROPPO LONTANA E NEL FRATTEMPO I DUE SI ERANO NASCOSTI DIETRO L'ERBA ALTA (stavo portando il mio cane in un prato abbandonato) E VEDENDOMI SI ERANO NASCOSTI E TENTAVANO DI METTERE IN MOTO IL VEICOLO CHE NON NE VOLEVA SAPERE DI PARTIRE. QUINDI SEMPRE AL TELEFONO CON LA POLIZIA DICO LORO CHE SE VENIVANO ENTRO MEZZ'ORA IO SAREI RIMASTA NEI PARAGGI E LI AVREI ASPETTATI. LORO MI HANNO DETTO CHE DOVEVO ESSERE PIù PRECISA NEL DARE INDICAZIONI SUL VEICOLO E POI LI AVREI DOVUTI RICHIAMARE. PER FORTUNA NESSUNO MI STAVA AMMAZZANDO ALTRIMENTI AVREI DOVUTO FARE LA DESCRIZIONE DELL'ASSASSINO PRIMA DI MORIRE.

TIZIANA BASSAN 07.08.07 15:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

forse ha ragione Nietzsche quando dice che il nichilismo deve passare gli estremi. forse non si danno inversioni di tendenza, prese di coscienza, cambi di rotta. il declino di un paese e` un evento caratterizzato dalla forza della necessita`.non lo si puo` che assecondare e accompagnare. che navigazione potrebbe avere una nave cui si sono rattoppate le falle? tutte le riforme, le proteste, e i paracadute che possiamo architettare, stanno ad un vero e radicale cambiamento come le polluzioni notturne stanno all'orgasmo: non fanno che ritardarlo. la nave affonda, i topi scappino!

paolo baggi 07.08.07 15:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Leggo dei commenti che mi danno la nausea.
Si percepisce in questo paese di ignoranti trionfanti, dove l'incultura esibita e vantata e' simbolo di successo e di potere, di essersi fatti da soli, di aver lavorato, mentre la cultura e' sostanzialmente simbolo di sfiga, una soddisfazione acida nel denigrare il laureato, dopo averlo umiliato lavorativamente e schiacciato in tutti i modi.
Il laureato studia cose inutili, e' sostanzialmente un nullafacente parassita figlio di papa' che ha perso tempo all'universita', e' pieno di pretese, non vuole fare certi lavori (e che arrogante trionfo nel suggerirglieli sghignazzando...), ha chissa' che boria...
Signori, non sto a dirvi che certi lavori chi e' disperato li fa eccome, solo che sono i datori di lavoro spesso a non volere il grattacapo di un laureato e preferire mano d'opera piu' malleabile magari anche in nero; non sto a dire che alcune persone, in alcune zone, in alcuni settori, per il mercato del lavoro sono zombie o quasi, per esempio le donne e gli over-40 anche iperqualificati. Non sto a raccontarvi le umiliazioni di code di precari insegnanti, i mille curricula spediti senza risposta, il mobbing e la cassa integrazione e l'outplacement.
Non dico niente di tutto questo, perche' doversi giustificare per il proprio dramma, giustificare di fronte a voi, che esibite trionfanti la vostra rozzezza e i vostri danee, sarebbe anche troppo.
Dico solo, e lo confermo con forza, che una societa' che non ha spazio per i laureati e' una societa' senza futuro.
Si puo' parlare di preparare meglio, (e come, con insegnanti usa e getta nelle scuole, con accademici boriosi e lottizzati all'universita'?), di innovare i corsi, di pianificare, ma non di gettare nel cestino dei call center e del nulla tante risorse e tante energie che dovrebbero modernizzare il paese, come societa' e come tecnologia, come sta accadendo in nazioni piu' civili e lungimiranti.
Purtroppo, ci accorgeremo tutti delle conseguenze, e anche voi.

milena d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 15:10| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Ciro Rinaldi

*****=====
Un Italiano Arrabbiato
Un Padre deluso
Un nonno disperato
V-Day ci sarò.

Ciro Rinaldi 07.08.07 14:25
*****=====

Dannazione Ciro, sei una delle poche persone che sono riuscite a colpirmi al cuore, percepisco tutti i sentimenti che hai descritto.

Ma ti sei mai chiesto cosa ti trattiene li?

Vai Ciro, i 70 anni di oggi sono i nuovi 50, puoi fare ancora tantissime cose, non e' ancora giunta l'ora di farsi mettere sotto dalla vita.

Moretti Giovanni (sempresenzitalia) Commentatore certificato 07.08.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Io vivo nel precariato, ovvero ho un bel contratto a tempo indeterminato ma "amministro i somministrati", lavoro in un'agenzia. Ci sono entrata nel 2001, a 29 anni, dopo 4 mesi che ero a piedi, e al colmo della depressione (bla bla, laurea, 2 lingue, 4 anni di esperienza, ultimo datore di lavoro fallito, curricula portati a mano in 10 zone industriali....), mi sono buttata sulla prima offerta di lavoro mi si presentasse.
Quando ho iniziato mi sono resa conto che il nostro ruolo era quello di un vero e proprio collocamento privato (il pubblico inesistente da anni e anni...), quindi le aziende ci contattavano per trovare questa o quella persona con l'obiettivo di assumerla dopo qualche mese di contratto, e così avveniva (salvo incidenti, salvo crisi contingenti, salvo soprattutto le diverse scelte dei lavoratori - siamo una zona a disoccupazione inesistente, le possibilità non mancano..). Poi le cose sono drammaticamente cambiate: l'11 settembre ha portato ad una crisi profonda, da allora le aziende non hanno alcuna capacità - o volontà? - di programmarsi oltre i futuri 3-6 mesi, e i contratti vanno di conseguenza, e la legge Biagi (un uomo assassinato 2 volte: dai terroristi e dai furbi che hanno dato il suo nome ad una legge "dimenticandosi" di corpose parti correttive che lo stesso Biagi aveva raccomandato... che schifo...), una legge che di per se' non ha di molto cambiato gli strumenti ma ha diffuso - grazie Maroni!! - una filosofia di flessibilità="possiamo fare tutto". Ecco quindi i contratti infiniti, gli "stop&go" che se ci si ferma almeno 20 giorni si puo' ricominciare da capo per altri 2 anni, i contratti di una settimana prorogabili, li voglio bianchi, li voglio neri, per carità no maghrebini, ah ma non sarà mica napoletano...!!!
Nel frattempo mi sono presa il lusso di avere una figlia, devo solo decidere se impegnarmi al 100% per il suo futuro, o al 50% e darle una sorella/fratello... Anch'io a volte cullo l'idea di andarmene all'estero...

P T. Commentatore certificato 07.08.07 15:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Grazie per la dritta ...non appena mi laureo scappo da questo paese di m...senza aspettare o agrappandomi a false speranze....almento non perdo tempo!!!

salvo ninni Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Scusate lo sfogo. Due gg. fa aeroporto di roma ciampino. Torno dal Canada per le ferie a casa. Io e mia moglie abbiamo atteso 3 ore per ritirare i nostri bagagli+ 1 ora per l'ultimo mancante ed è rimasto tale con dentro della documentazione necessaria per mio lavoro. Vi tralascio la trafila e la sequela d'insulti dei "poveri" impiegati presenti. Leggo sui giornali che l'enac ha fatto ispezioni preannunciate con la fanfara per rendersi conto della "shit situation". Per come la vedo io, comincerei con il ritiro delle licenze a cominciare dalla società che gestisce lo scalo e poi giù a catena.

Tom Gavazzi 07.08.07 14:58| 
 |
Rispondi al commento

cara mamma... non te la prendere coi cinesi di milano... prenditela con i sindaci di milano... non te la prendere con la cultura comunista... a milano mi pare che il colore di moda sia tutt'altro... cara mamma, forse dovresti smettere di guardare la pagliuzza degli altri e guardarti la tua trave... cara mamma, i cinesi a milano si comportano molto meglio dei milanesi a pechina... cara mamma i cinesi a milano si comportano esattamente come i milanesi... cara mamma, ognuno fa quello che gli permettono di fare... cara mamma, d'accardoi che ogni scarrafone è bello a mamma sua, ma tu sei proprio cieca... cara mamma

roberto brianza Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 14:52| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Riello, nuovo membro cda Banca Generali ha lanciato un prodotto simile alla Serpenti,na, DEUMIDIFICATORE E BOLLITORE CON SFIATO PER IL VAPORE

DESCRIZIONE BOLLITORE RIELLO DAL SITO RIELLO:

Bollitori dotati di serpe,ntina di scambio totalmente immersa nell'accumulo... con facilità di sfiato impianto, grazie alla serpent,ina

@@CHE CONTROMOSSA INTENDI USARE CONTRO L'USURPAZIONE DEL TUO PRODOTTO?--

Innanzi tutto ho denunciato il furto pubblicamente e alla polizia, ma la polizia difende Riello, Banca Generali e i pesci grossi, non accetta mie denunce

Come seconda mossa invito tutti a proseguire con le produzioni clandestine di motori magnetici e Serpenti,ne per dare acqua ed energia gratis a tutto il mondo e fornire a se stessi e agli altri la prova inconfutabile che si tratti di un complotto globale contro il genere umano ordito da una setta che controlla tutti i sistemi di produzione, di informazione, di controllo e repressione

Come terza mossa mostrando la mia totale buona fede e la più sincera volontà di offrire sempre a tutti la possibilità di riscattarsi e riabilitarsi, offro a Riello o a uno qualsiasi degli altri marchi esistenti al mondo in grado di garantire grandi produzioni low cost, di produrre la mia Serpenti,na con motore magnetico a mio nome, il promotore della prima campagna mondiale per eliminare la povertà, per risolvere il problema dell'acqua e dell'energia entro il 2010 per tutti

Per produrla a mio nome come al solito ripeto che il prodotto low cost deve costare il doppio in modo che ogni acquisto possa essere regalato un prodotto analogo.

per i prodotti più costosi non ci sarebbe problemi di un aumento di costo di 200-250 euro, in un mese di risparmio di energia il prodotto si ripagherebbe senza problemi

e comunque fornendo prodotti essenziali low cost una piccola economia rurale disagiata in breve avrebbe un grosso impulso e potrebbero diventare ottimi clienti anche per prodotti completi ed elettrodomestici di ogni tipo

Fabiana Brisa 07.08.07 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono una precaria di 34 anni, laureata da 9 anni in Fisica, con un dottorato europeo sempre in Fisica alle spalle, qualche piccolo lavoretto per tirare avanti, 2 anni di borsa di studio, 2 di assegno di ricerca e NON NE POSSO PIÙ!!!
Vorrei tanto vedere la "luce", poter comprare casa, avere figli e una vita meno "precaria"...
un abbraccio a tutti

Simona Lago 07.08.07 14:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè certe persone utilizzano la rete, in questo caso il tuo blog, per insultare, istigare,oltraggiare, chi legge solo per informarsi in maniera libera?
Spesso chi agisce così lo fa xchè nell'anonimato è più semplice. Utilizzare il blog in questo modo è da meschini.
Sempre più mi convinco che siamo un popolo di immaturi. Abbiamo l'opportunità di esprimere liberamente le nostre opinioni su tutto quello che succede nel nostro paese, cercando di far capire a chi ci governa che ci siamo rotti le p...e , invece non si perde ogni occasione x biasimare l'avversario politico con offese ridicole.
Scrivete qualcosa di sensato se ne siete capaci!!!

titto biritto 07.08.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento

rom da utilizzare come fertilizzanti

negroidi come bitume

federico buzzi 07.08.07 14:43| 
 |
Rispondi al commento

IL VAFFANCULO DAY E' DEDICATO AI POLITICI E AI CATT0 LADRI DI OGNI TENDENZA. MA COME LIBERARSI DAI CATTO MAFIOSI CHE NON SONO IN PARLAMENTO MA CHE STRACOMANDANO IN OGNI ANGOLO D'ITALIA DA MARINA DI RAGUSA A TARVISIO? SE NON CE NE LIBERIAMO NE' ORA NE' MAI ,A FANCULO CI HA GIA' MANDATO LA MAFIA DA ALMENO TRENTANNI E MAI SONO STATI COSI' FORTI E ONNIPOTENTI COME ORA. TUTTI I VERI MAFIOSI SONO COLORO CHE HANNO GIA' SFIDATO IMPUNEMENTE LO STATO DA SEMPRE. LI FACCIAMO SOLO RIDERE CON LE NOSTRE SFILATE DA BUONTEMPONI. LORO COMANDARONO, COMAMDANO E COMANDERANNO SEMPRE,FINCHE' NON SARA'TROVATO IL MODO EFFICACE E DURATURO PER SCONFIGGERLI PER SEMPRE. MA ESISTE QUESTO METODO O E' UN VERO E PROPRIO MIRAGGIO?

CARLO DI CARLO 07.08.07 14:41| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sapere perchè ragazzi che hanno studiato con impegno e profitto per più di 20 anni debbano essere obbligati ad abbandonare il proprio paese per poter sentirsi realizzati ed apprezzati nel loro lavoro.
Mi chiedo perchè in un paese civile ed industrializzato,dei ragazzi debbano scappare dal proprio paese non perchè abbiano problemi con la legge o perchè non hanno ne 'arte ne parte', ma perchè vogliono lavorare dignitosamente.
Mi chiedo perchè a 70 anni invece di giocare con i miei nipotini debba stare davanti un computer con gli occhi che mi fanno male a leggere su un blog nell'attesa che arrivi il momento di vedere i miei figli ed i miei nipotini tramite un schermo di un computer senza poterli mai abbracciare.
A me non resta che chiedermi il perchè, ma voi ragazzi datevi le risposte pretendete anche voi un domani migliore, impegnatevi duramente anche in quel cesso di lavoro che avete, solo così potete raggiungere la consapevolezza che un futuro migliore vi spetta, e che se anche in quella chiavica di lavoro avete dato il massimo, allora pretendete il massimo, pretendetelo con tutte le vostre forze,sfruttando tutti i mezzi tecnologici che avete a disposizione,oggi chiunque di voi può mettersi in contatto con centinaia di migliaia di persone praticamente in simultanea, è una grande forza un'opportunità che forse mai si è avuta nella storia, sfruttatela al meglio per far sentire la vostra voce.
Un Italiano Arrabbiato
Un Padre deluso
Un nonno disperato
V-Day ci sarò.

Ciro Rinaldi 07.08.07 14:25| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio secondo figlio 110 in Ingegneria Edile, dopo 4 anni di lavoro a 0€ (ZERO!!!), (e un lavoro in un Pub per raccimolare 150@ a settimana tutto a nero ovviamente) alla sua prima 'Paga' di 600€ ebbe la dignità di strapparglieli in faccia ed andarsene, adesso deluso dall'Italia e amareggiato per essersi anche lui sentito espulso dal proprio paese da 4 anni lavora a Insbruck per un'azienda che costruisce Ponti e Dighe un po in tutto il mondo, vedo pultroppo anche lui solo una decina di giorni all'anno o tramite msn.
La mia terza ed ultima figlia 110 e lode in Economia e Commercio sono ormai 2 anni che lavora a tempo indeterminato come commercialista presso uno studio 950€al mese ( dimenticavo i primi 3 anni ovviamente a gratis).Sembra intenzionata almeno lei a non farsi espellere dall'Italia e dice che terrà duro, almeno lei posso vederla tutti i giorni senza msn.
Adesso sono quì a leggere su questo Blog di tanti ragazzi e delle loro delusioni, sarà l'età che mi porta a pensare al passato molto più facilmente che guardare il futuro, ma mi ritornano in mente le ristrettezze che ho vissuto durante la 2° Guerra e nell'immediato dopoguerra, però avevamo l'idea che potevamo ricostruire un domani migliore, eravamo nella certezza che ce lo meritavamo e ci spettava di diritto e che lavorando duro potevamo garantire ai nostri figli la serenità che ci era stata negata, eravamo certi che lavorando duro potevamo guardare i nostri figli e dire, a loro no, non anche ai nostri figli, e allora negli anni '60 nonostante avessi già una trentina d'anni,allora erano già tanti,qualche manifestazione e qualche sasso e forse a pensarci meglio anche qualche bottiglia di Vetro di quelle che finito il vino ci si metteva un poco di benzina così giusto per vedere che effetto faceva sulle istituzioni se il bagliore che emetteva avesse illuminato anche il domani,credo che alla fine però un futuro ai miei figli sono riuscito a garantirglielo ma non è stato in Italia e mi chiedo il perchè.

Ciro Rinaldi 07.08.07 14:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sono un genitore 70enne Napoletano di quelli che dopo 40 anni in una fabbrica o 'stabilimento',come si chiamava allora, davanti alla classica 'Catena di Montaggio',si gode da qualche anno la sua pensione, anche cospiqua,ho anche 3 figli tutti laureati, e nonostante fossi l'unico a lavorare in casa sono riuscito a pagargli tutti gli studi e nel frattempo a garantirgli uno stile di vita dignitoso.
I miei ragazzi durante tutta la loro adolescenza sin al conseguimento della laurea, continuavano a ripetermi che loro non avrebbero mai 'Timbrato il cartellino' come me, che non avrebbero mai lavorato tutta la vita in uno 'stabilimento', che non avrebbero mai fatto gli automi che entravano al lavoro quando suonava la sirena e ne uscivano quando risuonava, che al giorno d'oggi il lavoro è 'dinamico' che non c'è l'obbligo dell'ingresso/uscita in un orario strettamente stabilito, che i sindacati si erano venduti ai padroni facendo diventare quelli della mia generazione, macchine ad orario stabilito,e che noi a nostra volta ci eravamo venduti ai sindacati per quattro giorni di ferie all'anno e una febbre a 38 pagata, ma che loro avrebbero gestito il proprio lavoro ed il proprio tempo, che sarebbero stati liberi.
Ma sapevo che il mondo del lavoro specie quello Napoletano è ben diverso.
Imio primo figlio 110 in Ingegneria Meccanica,dopo un lavoro a 0€ (ZERO!) in uno studio per fare pratica, e Co.Co.Pro in un call center a 500@ con turni che coprivano le 24 ore (altro che le mie 08:00/17:00 w.e di festa, da loro tanto bistrattate), si convinse a sputare in faccia al Kapò di turno e continuare a 'Imparare il mestiere'. Dopo 3 anni ad 'Imparare il mestiere' si vide riconoscere un rimborso spese di 400€.Fortunatamente si convinto che l'Italia lo aveva praticamente espulso da un mercato del lavoro quantomeno dignittoso, si è deciso ad 'Emigrare' all'estero, adesso da 5 anni lavora come dirigente in una multinazionale a Sydney, lo vedo solo 30 gg all'anno o con la cam di msn.

Ciro Rinaldi 07.08.07 14:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Basta comunisti, cattocomunisti, magistratura politicizzata, politicanti nullafacenti, alcolizzati, drogati, lavativi, no global, disobbedienti, terroristi, zingari, extracomunitari senza lavoro, ladri e assassini per i quali non è prevista la certezza della pena.

Patty Ghera (patty ghera alias f i o r e v e r d e)

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Alla GOGNA business-men di alcool, droga e sigarette, stragisti, fascisti-riciclatori, nazisti, palazzinari incendiari, mafiosi delle tariffe (veri ladri), razzisti annoiati dei cavalcavia, preti pedofili e sporcaccioni, corruttori, lobbies e corrotti, affaristi usurai, finanzieri bankieri, piazzisti di merda e di veleni su vasta scala..., petrolieri e sciacalli, crumiri, e servi deficienti innati poiché Kani da guardia del sistema appena elencato.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Dai Beppe,
nel tuo blog, offrendo un libero sfogo all'ingiustizie che quotidianamente subiamo hai appurato di avere il consenso di rappresentanti di tutte le classi sociali del nostro paese.
Con un'idea che largamente ci accomuna nel interpretare il disastro in cui versa la nostra società hai consapevolmente realizzato una scuola di pensiero. Abbiamo leggi (e intenzione di esserne rispettosi), abbiamo passione e sopratutto hai moltissimi iscritti che dalle loro riflessioni dimostrano essere vere menti sopraffine.
Con questo seguito a disposizione, con la reputazione di "persona giusta" (più che comico) che ti sei conquistato in questi lunghi anni di attività cosa aspetti a fare il vero grande salto ? Certamente non ti manca il coraggio...
Tu fonda il partito e noi ci iscriviamo e poi ti diamo anche il voto per governare.
Se vogliamo veramente cambiare l'Italia lo dobbiamo fare con i mezzi legali che il sistema non può negarci. Oltretutto sono fortemente convinto che hai più iscritti tu nel tuo blog di quanti possono essere i "militanti" tesserati (tutti) dei partiti che hanno devastato così profondamente il nostro paese.
PS. Ricorda che Berlusconi in soli 3 mesi è diventato "forza" nel paese
Dai Beppe.....

Marco Becattini Commentatore certificato 07.08.07 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MIO NONNO QUANDO EMIGRO' IN AMERICA AVEVA UN CONTRATTO DI LAVORO IN TASCA ED HA FATTO LA QUARANTENA AD ELLIS HILAND.....ED HA SEMPRE ERIGATO DRITTO VOLENTE O NOLENTE PERCHE' L ALTERNATIVA ERA L ESPULSIOJNE CON UN CALCIO NEL CULO... CAPITO IMBECILLI DI BUONISTI ????????????(CIOE' LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DI IPOCRITI E RETORICI ITALIANI)

piero maione 07.08.07 14:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE VOLETE ESSERE SEMPRE INFORMATI SENZA PERDERE TEMPO IN ESTENUANTI RICERCHE IN INTERNET VISITATE

www.risorsetiche.it

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA DI NOTIZIE SEMPRE FRESCHE ED UTILI PER UNA PANORAMICA INTERNAZIONALE COMPLETA DI INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Elisa Currino 07.08.07 14:12| 
 |
Rispondi al commento

c'è modo di recuperare 10.000 posti di lavoro :

commercio ambulante itinerante o a posteggio abusivo di cineserie varie.

i guadagni sono interessanti , tassazione ..regolarmente in nero ...tutto frutto !

niente scontrino fiscale , licenze o tasse occupazione suolo pubblico....in pratica una pacchia !!!!

chiaramente se un vigile o un finanziere si avvicinano alla vosta bancarella...voi ditegli che in quanto italiani.....volete essere trattati ALMENO come i cinesi o i marocchini !!!!!!

buon lavoro..........ragazzi !!!!

peppino garibaldi 07.08.07 14:08| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Non ha scritto il presidente, ma un suo addetto stampa. La sostanza non cambia? Forse si, ma il discrimine tra non dire esattamente la verità e non dire del tutto la verità è più labile di quel che si pensi e nel dubbio è meglio evitare di scivolare su quella china pericolosa.

Arnaldo Colombo 07.08.07 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio una tantum per i festeggiati del V-Day.
GAME OVER. PIU' TENTATE DI BLANDIRE, PIU' FATE IMBUFALIRE.

Alberto Gramaccini 07.08.07 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
il precariato in italia é una cosa vergognosa. io con laurea e master guadagnavo di piu a fare la cameriera a venezia..dico solo che mi sono rotta gli zebedei e sono venuta in belgio...contratto interinale a 2400 euro netti al mese...precario si ma pagato...fanculo l'italia

alice frigato 07.08.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre ammirato Caselli: ho visto il suo video.Ho sempre pensato che Andreotti non fosse innocente,troppi anni al vertice della politica dal dopoguerra.Mi chiedo: Caselli chi te lo fa fare:di cercare ancora di combattere la mafia sapendo come è implicata con la politica.Io se fossi al posto tuo:Mi goderei la pensione con moglie e nipoti.Un grazie per quello che hai fatto fino ad ora.

Paolo.T Commentatore certificato 07.08.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

waldimiro cardi 07.08.07 12:50

Povero Wladimiro,

provo il massimo rispetto per te come uomo, ma come genitore...io fossi in te due paroline con il tuo "bambino" le farei...
29 anni, ancora studia e gli paghi pure il mutuo????
Non venirmi a dire che è indietro con gli studi perchè "intanto lavora come capita"!
E hai il coraggio di dirmi che "siete tra i fortunati"? Tuo figlio di sicuro! O è alla quarta laurea + master + specializzazione o è un piccolo furbo parassita che ha trovato il paradiso in terra!

Conosco persone che con borse di studio, periodi all'estero e sacrifici PERSONALI si sono laureate in tempi ragionevoli. Altro che casetta di proprietà senza avere ancora in tasca nemmeno il pezzo di carta!

Personalmente a suo tempo ho fatto la scelta di rinunciare a proseguire gli studi per non pesare sui miei genitori e ho optato per il lavoro per ottenere un'indipendenza economica nel più breve tempo possibile. Ho vissuto per anni lavorando e dividendo l'affitto di un appartamento con altre due amiche anche loro lavoratrici. Ricordo che al tempo nella mia città eravamo quasi come delle mosche bianche, perchè vivevamo come delle studentesse pur senza esserlo. E ti garantisco che la convivenza non è sempre rose e fiori, ma a distanza di anni riconosco che è stata una bella scuola di vita!

Ora la casa me la sto comprando da me e senza avere fatto sborsare una lira ai miei. Sto anzi risparmiando per aiutarli nella vecchiaia.

Lascia stare i politicanti, i mafiosi, gli affaristi, le lobbies...e dai una sveglia a tuo figlio, perchè se e quando riuscirà ad entrare nel mondo del lavoro lo vedo molto, ma molto male!

Con affetto
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 07.08.07 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma tutti 'sti precari sono laureati in sociologia, lettere, ...e materie umanistiche varie?
Io sono laureato in ingegneria e ho trovato il posto fisso a neanche 4 mesi dalla laurea!

Non è che avete sbagliato corso di laurea?

Nicola Zanta 07.08.07 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napolitano è coerente, ... almeno a parole. Intanto mantiene i suoi 2500 dipendenti del Quirinale, facenti o non facenti, non è a noi dato di sindacare! Eredità ricevuta dal buon Pertini, poi Scalfaro, Ciampi ecc. ... insomma tocca a noi mantenerli con lauti stipendi.
Manteniamo pure gli autisti per 500.000 macchine blu a 2 turni (in media)di 8 ore per un totale di 1.000.000 di autisti, facenti o non facenti, sono sempre lì!! I dipendenti delle Provincie, poi!! Di questi, quanti lavoreranno veramente?
QUESTO E' IL PUBBLICO!!!!!
Nel privato comunque ci sono gli schiavi del 2000, bella differenza vero? Quante ingiustizie nella vita! E mai una volta che il Clero si schieri contro!!! Ma la Chiesa è capitalista.

beppe franchi 07.08.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDO A TUTTI I BLOGGER ANCORA UNA VOLTA COME SI POSSA FARE A LIBERARSI DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA CHE ORMAI DETTA LEGGE IN OGNI CAMPO? I POLITICI SONO UNA PARTE DELL'ITALIA MA CHI IMPERA SU TUTTO E SU TUTTI E' LA MAFIA. I POLITICI SONO UNA PARTE DELLA MAFIA MA NON SONO TUTTA LA MAFIA. POSSIAMO LIBERARCI DEI POLITICI MA NON DELA MAFIA. LO VOGLIAMO CAPIRE O O NON LO VOGLIAMO CAPIRE? O VOGLIAMO CONCLUDERE IL DISCORSO DICENDO CHE LA MAFIA NON ESISTE.

CARLO DI CARLO 07.08.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe Ferri 07.08.07 13:06

STANDING OVATION!!!!!!!
siamo un popolo di massificatori e che fa di tutta l'erba sempre un unico fascio.
si va per categorie e generalizzazioni.
esempio: gli imprenditori sono tutti squali che fanno utili sfruttando i poveri lavoratori indifesi.
COMODO FARE I BUONI TUTTI DA UNA PARTE E I CATTIVI TUTTI DALL'ALTRA
ci sono imprenditori squali e schiavisti e ci sono imprenditori che credono in quello che fanno e mettono di loro, di tasca loro senza essere tenuti a farlo solo perche credono in quello che fanno. ovviamente questi ultimi non fanno notizia e passano inosservati, cosi uno alla volta stanno chiudendo perche danno il cattivo esempio a chi vuole fare finanza e non impresa.
così come ci sono i lavoratori senza arte ne parte ne voglia di lavorare che si limitano a timbrare il cartellino in attesa della pensione per diritto divino.
anche per i call center la storia non è proprio cosi come la si racconta. basterebbe alzare un po' lo sguardo e andare a vedere quanto i clienti dei call center stanno pagando i call center dietro il ricatto che se non sta bene il compenso c'è un'altro call center che si accontenta di meno.
mio caro grillo hai la mia + profonda stima ma sull'argomento stai proprio toppando.
CENSURA?
ho provato in altri post a illustrare la situazione con dovizia di particolari e nomi cosa sta accadendo che nessuno sa...ma il post è stato censurato...cancellate anche questo!
L'IMPORTANTE è INDIVIDUARE IL NEMICO=CATTIVO?
questa vita è fatta di grigi, il bianco e nero assoluti non esistono
PENSATE CON LA VOSTRA TESTA E GUARDATE E CERCATE OLTRE E INTORNO LA PRIMA NOTIZIA ...CHE FA NOTIZIA

(PER CHI RIUSCIRà A LEGGERE PRIMA CHE MI CANCELLINO)

mario rossi 07.08.07 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi viene da piangere a leggere questi commenti io ho 23 anni e 1 diploma da perito che guardacaso mi è solo servito per assicurarmi un posto fisso sapete dove IN FABBRICA.uno di quei posti che piu ti fan rendere conto in che societa d merda viviamo.ci pagano bene solo per non farci andare via ma poi appena possono ce la mettono nel...e i sindacati si puo dire che son piu dei portavoce dell azienda che altro.come posso pensare di cambiare lavoro in qst situazione d precariato?sto resistendo solo per mettere 4 soldi da parte e andarmene affan d in qlke altro stato...odio questo paese che invece di fare prevenzione per le vittime del sabato sera preferisce fare multe esorbitanti che non cambiano nulla ma portano un sacco d $ nelle loro tasche.invece di cercare di sconfiggere le droghe pesanti le paragona a quelle leggere in modo da creare un altro bel giro di $ facili(senza perdere quelli della mafia).invece di creare delle situazioni di vita agiata per far girare l'economia preferisce tenerci tutti a bada non dandoci la sicurezza d un lavoro fisso. la verità è ke han paura d noi e ci tengono sotto controllo cosi.l'unica possibilita per gli italiani e unirsi e iniziare una lotta con tutti i mezzi possibili.personalmente preferirei morire lottando che continuare a subire tutto a testa bassa.siate veri ITALIANI ma non nel senso di nazionalisti del cazzo ma nel senso di tirare fuori le palle e sputare in faccia a tutte sti escrementi: politici, forze dell'ordine (esaltati e corrotti), il papa, il capo di stato.
avete solo una vita se volete passarla cosi son cazzi vostri ma non vi lamentate.se volete cambiare non vi limitate a questo blog ma agite personalmente sabotando la struttura statale primo d tutto non andando a votare.

bertaina nicola 07.08.07 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Destra e sinistra, bianchi e neri, pubblico e privato, precari e a tempo indeterminato, adesso anche laureati e non laureati...anche se ci fosse stata solo una minima possibilità l'umanità sarebbe riuscita a fare discriminazioni perfino tra intelligenti e stupidi.

fabio martello Commentatore certificato 07.08.07 13:40| 
 |
Rispondi al commento

stiamo combattendo una lotta tra poveri quando ci scanniamo tra destra- sinistra. lavoro autonomo e statale. Intanto i politici ingrassano sulle spalle di tutti. Gli italiani devono iniziare a rispettare le regole che ci sono, i deliquenti devono essere puniti. Insomma non possiamo più permetterci un buoismo peloso.
I romani sarebbero stati freschi se volevano trattare a parole con i barbari (quest'ultimi non avendo le nostre stesse regole se volevano roma se la prendevano senza nè chiedere permesso nè senza timore alcuno) se i romanai non avesso fatto valere la loro supremazia. E' brutto me ne rendo conto ma lasciamo che altri popoli entrino senza troppi controlli nè freni poi non ci lamentiamo se piano piano ci sloggerano prima dai negozi,poi dalle case e poi dalla ns terra (ns perchè sudata e conquistata dagli antenati) il problema deve essere affrontato capisco che fino a quando nessuno si sente personalmente minacciato non ha motivo di pensare che il cinese per dirne uno sta allargando il suo potere a macchia d'olio. Lasciamolo fare poi non andate a piangere ..uomo avvisato mezzo salvato

francesca maiani 07.08.07 13:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

" SINDACATI DIFENDONO I LAVATIVI DELL'AEROPORTO DI FIUMICINO, E NON I LAVORATORI ITALIANI SOTTO RICATTO OCCUPAZIONALE E DEI DIRITTI PER COLPA DEI MILIONI DI IMMIGRATI CHE QUESTO GOVERNO IMPUNEMENTE FA ENTRARE..."

Non ti ricordi le file alla posta degli immigrati per la sanatoria voluta dal berluska.... seconda la bossi fini quella gente era tutta clandestina perche seconda quella legge per entrare dovevno avere gia un contratto di lavoro......

stefano alimonti 07.08.07 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

machi e' "GUERRA AI NEMICI DELLA MIA TERRA" ???
un coraggioso fascistello che non si firma...
eroico !!

erio ferrari 07.08.07 13:34| 
 |
Rispondi al commento

..un sonoro VAFFANCULO a tutte le merde razziste forzanoviste che insudiciano il blog con commenti idioti...

Enrico Mencaroni 07.08.07 13:30| 
 |
Rispondi al commento

C'ENTRA POCO CON L'ARGOMENTO, MA QUESTA NOTTE SONO STATO COLTO DA UN INCUBO, PENSAVO AL SENATORE GUZZANTI E ALLA SUA ESTERNAZIONE SU SCARAMELLA ORMAI IN PUNTO DI MORTE DI QUALCHE MESE FA'... QUALCUNO E' IN GRADO DI DIRMI DOVE E' SEPOLTO IL POVERO GARGAMELLA ?? O ERA L'ENNESIMA
CA...T DELL'ESIMIO SENATORE ??

erio ferrari 07.08.07 13:30| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non capisco perchè ci si continua a lamentare in continuazione delle varie lacune del sistema italiano e alla fine non si fa mai nulla. Ma cosa serve a noi italiani per farci perdere le staffe e cacciarli tutti via a pedate? Dopo tutte le prese per i fondelli che vanno avanti da decenni. Cosa aspettiamo? Ancora vivete con la sciocca illusione che il destino di questo paese si cambierà col voto? Col voto non si cambierà un bel nulla! Non serve a niente rivotare una rimescolanza degli stessi elementi di sempre. Dobbiamo unirci tutti insieme e cominciare a fare delle manifestazioni di massa contro lo Stato. Dobbiamo far sentire la nostra voce ed i nostri dissensi. Solo dopo queste lotte di massa e dopo che la casta si sarà scollata dalle poltrone allora si potrà costruire qualcosa di nuovo con gente nuova. Attualmente abbiamo a che fare solo con un circolo blindato che rimpasta le stesse faccie. Sono solo venditori di fumo. Ci sono molti italiani che fanno parte della plebe che fa i sacrifici ogni giorno e che aspetta solo un minimo input per unirsi alla protesta. La dichiarazione fatta di recente dal mortadellone bolognese dovrebbe farci capire con che razza di elementi abbiamo a che fare. Come si può aver fiducia per uno come Prodi che fa danni tramite le sue finanziarie e al contempo tira in ballo anche la Chiesa cattolica per incitarla a fare delle campagne contro l'evasione durante le omelìe in chiesa? Un cinico, un bastardo che con la sua risatina del cazzo sul volto prende spudoratamente per il culo gli italiani. Uno che trae in ballo un vecchio detto di San Paolo per intimorire tramite la religione i fedeli e al contempo dichiara che non ha alcuna importanza se loro politici sono dei lazzaroni, dei ladri che si arricchiscono col denaro pubblico o dei mafiosi. Quello che conta è che noi cittadini dobbiamo ubbidire e pagare le tasse senza fiatare. Questa è la legalizzazione della malversazione! L'ammissione del furto di Stato!

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 13:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

NON SOLO SONO I POLITICI A PREOCCUPARCI PER IL LORO COMPLETO DISINTERESSE VERSO I PROBLEMI REALI DELLA GENTE,PREOCCUPATI SOLO DEI LORO BILANCI CHE PERMETTONO LORO DI VIVERE DA VERI FARAONI MA E' LA CRIMINALITA' ORGANIZZATA CHE DETTA LEGGE IN OGNI CAMPO. BASTI DIRE CHE IN PROVINCIA DI PESCARA 300 MILA RESIDENTI SONO SENZ'ACQUA POTABILE PERCHE' PRESSO IL POLO CHIMICO DI BUSSI, A 50 KM DA PESCARA, CI SONO 185 MILA METRI CUBI DI SOSTANZE TOSSICHE CHE SONO STATE SMALTITE IN QUELL'AREA PER 3O ANNI SENZA CHE NESSUNO FACESSE FINTA DI ACCORGERSENE, SI TRATTA DI RIFIUTI INDUSTRIALI IN UN'AREA DI NOVE ETTARI DI TERRENO, MA CI RENDIAMO CONTO DA QUALI CRIMINALI SIAMO CIRCONDATI E ,COME SE CIO' NON BASTASSE, FANNO TUTTI A SCARICA BARILE. CHE COSA CI DEVONO AVVELENARE DI PIU' OLTRE ALL'ARIA E ALL'ACQUA. IL CIBO CHE MANGIAMO? QUELLO E' GIA' AVVELENATO DA TEMPO COMINCIANDO CON IL PESCE,PIENO DI MERCURIO. MA FORSE E' MEGLIO FAR FINTA DI NIENTE, COME FA PRODI, CHE METTE A CREDERE CHE TUTTO VA BENE DA QUANDO C'E' LUI. BEATO CHI CI CREDE!

CARLO DI CARLO 07.08.07 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Fare impresa in italia è da PAZZI....sostenere il peso di questa burocrazia barocca, fatta di vincoli e sanzioni pazzesche e da PAZZI ubriachi....e anche noi piccoli imprenditori siamo precari presi a calci dai politici e sostenitori di costi pazzeschi per campare.....non ci paga nessuno lo straordinario e la gastrite a 35 anni ....ma davvero questo paese mi ha schifato fino al midollo....aa dimenticavo..NON VOTERO MAI MAI MAI MAI PIU A SINISTRA PATRIA DEI PASTI GRATIS E DIAMO UN POSTO PUBBLICO A TUTTI CHE TANTO I SOLDI SI TROVANO....E LO SBAGLIO DI CUI PIU MI PENTO!!!!

Marco Ferrari 07.08.07 13:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

www.furore.splinder.com

Mi fa piacere, ovviamente, come giovane cittadino italiano che il Nostro Presidente della Reppublica prenda a cuore la questione del precariato.
Un fenomeno che rappresenta una piaga sociale da non sottovalutare assolutamente e alla quale bisogna intervenire immediatamente per non recare ulteriori danni sociali e sopratutto economici a milioni di lavoratori giovani e non giovani. A mio avviso la precarietà, che è divenuto per i capitalisti italiani uno strumento per fare profitto, dev'essere abolita immediatamente.

davide matrone 07.08.07 13:08| 
 |
Rispondi al commento

scusate, non sono razzista, ma quei due lassu' partecipano anche loro al V-day?

protestano contro chi li ha fatti entrare (per avere dei voti) e non li rimanda a casa loro quando vengono fermati per qualche reato (che se lo commetto io mi chiudono dentro e buttano la chiave)?

beppe, ma glielo hai detto che con quanto spendi te per la barca al giorno, loro ci campano la famiglia per un anno?

no, sai, perche' fin che si scherza, poi se si deve parlare sul serio......

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 13:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con Grillo quando sostiene che il precariato è un male per l'Italia e per i giovani. Sono d'accordo con Grillo quando sostiene che il rischio d'impresa non può essere sulle spalle dei giovani. Non sono d'accordo con Grillo quando attacca Confindustria sul precariato. La colpa non è degli industriali (sembrerà strano ma esistono anche industriali corretti) ma del fatto che in Italia esistono troppi raccomandati e fannulloni. Mandiamo a casa i fannulloni del pubblico impiego e assumiamo a tempo indeterminato i giovani meritevoli.

Giuseppe Ferri 07.08.07 13:06| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanto fra un pò crolla tutto il sistema economico e pure il petrolio va giù...sul mio nome il link ad un blog che lo spiega.

Alberto Moravia 07.08.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 07.08.07 12:51

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

[...] Vieni a votare il logo sul V-day che ritieni piu' bello pubblicato sul sito www.V-day.it, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

Sigfrido

V-day V-day....

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Weee Cumpà... come Va?

E gli sponsor... come vanno?

I roller con la pubblicità alla mastercard tiRano? Siii?

Quanti clic a Forza Italia?

E alle suonerie di Alleanza Nazionale?

E la Banca di Roma paga bene? Si?

Ehmmm chi sono quelli di "guadagnare in internet"????

Vaffankulooooooooooooooooooooooooooooooooo!

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 12:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
scusa, perchè quando parli della causa del precariato citi solo la legge Biagi? Se le mie informazioni non sono errate, la Biagi ha istituito il "Contratto a progetto", che altro non è se non una variante (oltrettutto, leggermente in meglio) del "Contratto di collaborazione coordinata e continuativa" creato dal "pacchetto Treu" del 1997 (governo Prodi, in quel momento ancora sostenuto da Rifondazione).
Io non sono contrario a priori alla flessibilità: credo sia una necessità in tantissimi casi, ma credo anche che il concetto di flessibilità sia legato a quello di temporaneità (e non di incertezza eterna sul proprio stato). Penso anche che in Italia abbiamo allo stesso tempo i contratti di lavori più rigidi e onerosi (il "classico" tempo indeterminato) e i contratti più simili a quelli utilizzati nelle piantagioni di cotone. Ma non sarebbe stato più serio, da parte di sindacati e sinistra, riformare il vecchio contratto di lavoro e non accettare che, per compensare altri problemi, venisse rovinata una generazione con i co.co.co.? Perchè hanno preferito questo? Quali sono i motivi?
Ora, il centrosinistra ha basato buona parte della sua campagna elettorale sulla lotta al precariato, ma ... è un anno al potere, e finora che ha fatto ? I suoi politici continuano a parlarne come se al governo ci fossero altre persone: ma il potere lo hanno loro, e, se lo volessero veramente, potrebbero eliminare i contratti a progetti domani stesso. E non credo che questo immobilismo sia determinato dalle forze moderate della maggioranza, perchè mi sembra che la sinistra radicale, quando si impunta su qualcosa, riesca ad ottenerla: evidentemente anche a loro, non so per quali ragioni, lo status quo va bene.
Se la sinistra non può o non vuole fare questa riforma, è veramente squallido che abbia fondato la sua scalata al potere prima, ed il mantenimento del consenso elettorale poi, speculando sulla pelle di migliaia di disperati senza futuro

Marcello Argiolas Commentatore certificato 07.08.07 12:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

messaggio per lo staff: il blog è bellissimo, scrivo spesso, ma alcune volte ho visto i miei commenti cancellati senza ragione, come queli di altri, mentre sono presenti messaggi a dir poco insulsi...per un po' ho smesso di scrivere perchè avevo anche pensato che è troppo facile fare i comunisti coi danè in tasca...ma poi vedo che c'è una miriade di gente inc..., e l' 8 settembre ci sarò anche io. un bacio.

cristiana d. 07.08.07 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, leggo su “Repubblica” di oggi 7 agosto un articolo sull’accordo tra Fiat e la cinese Chery Automobiles che ci deve fare riflettere.

La Fiat ha firmato il 6 agosto l’intesa con la cinese Chery Automobiles, che fornirà all’azienda torinese oltre centomila motori l’anno, motori a benzina da 1,6 e 1,8 litri.

L’amministratore delegato Sergio Marchionne si è detto soddisfatto di questa collaborazione (e vorrei vedere pure il contrario, chissà quanto pochi euro pagherà a motore): “…una base positiva per studiare ulteriori collaborazioni con Chery” (proprio senza vergogna verso gli operai italiani, come dire non fatevi illusioni non ci saranno neanche future speranze).

Quindi dopo l’uscita della nuova Fiat 500, prodotta in Polonia negli stabilimenti di Tichy, ecco un’altra “ingegnosa” trovata dell’amministratore delegato Marchionne.

Certo fare gli imprenditori con queste soluzioni penso non sia proprio “geniale”, forse anche il più piccolo industrialotto ne abbia le capacità: trovare lavoro e prodotti in paesi del “Terzo Mondo” dove la mano d’opera costa poco più di “niente” è un’operazione commerciale da un lato corretta, ma dall’altro significativa della situazione disastrosa e senza speranze in cui versa il nostro Paese.

La Fiat può fare quello che vuole essendo un’azienda privata, però lo Stato, e il governo, non deve più dare alcun sussidio né all’azienda torinese, né ad altri imprenditori ed aziende che si avvalgono di mano d’opera estera, e ce ne sono diversi, anzi dovrebbero tassare di più gli utili.

Riflettiamo e diciamo basta con le prese in giro: possibile che i nostri politici non capiscano che questi avvenimenti sono un forte ed “elementare” segnale per cercare soluzioni, e non chiacchere utopiche, per creare posti di lavoro (e forse mantenere anche i vecchi) competitivi in casa nostra, altrimenti così proseguendo i nostri operai si dovranno trasferire in Polonia, in Cina e in quei paesi del terzo mondo, se vorranno avere un futur

gianni d. Commentatore certificato 07.08.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
in Italia esiste anche la possibilità di proporre leggi di iniziativa popolare: 50.000 firme.
Chi come te ha grande potere mediatico raccoglie le firme in poco tempo.
Visto che il par-lamento fa leggi che fanno lamentare tutti, proviamo a far fare le leggi ai diretti interessati: chissà che non vengano fuori leggi più umane.

giuseppe vella 07.08.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono un papà in pensione, un figlio di 29 anni ancora laureando perchè intanto lavora come capita per cercare di emanciparsi da noi genitori.
Nel mio piccolo stò facendo qualcosa per aiutarlo a inserirsi nella società alleggerendolo da alcuni impegni finanziari importanti: ho dato a lui i miei risparmi di una vita e ho contratto un mututo sulla mia pensione per un suo piccolo appartamento, praticamente mi sono dimezzato il potere di acquisto per il resto della vita (1500 euro la pensione 700 euro il mutuo).
Siamo tra i fortunati ma non so come sarà la mia vita da quì in avanti con 800 euro al mese, ho preso questa decisione perchè se aspettiamo la ripresa ho l'elemosina degli imprenditori appoggiati da questi politici mafiosi stiamo freschi.
Ragazzi e uomini precari sono con voi, io la mia parte di responsabilità ma la prendo e vi chiedo perdono per aver lasciato che una banda di affaristi politicanti si prendessero tutti i nostri risparmi per i loro comodi, facendo piombare il nostro paese in una recessione che sembra non avere fine per i lavoratori e pensionati mentre chi ha avuto dal 2000 in poi con l'euro qualcosa da vendere si è arricchito senza pagare le dovute tasse sempre con la complicità dei politicanti mafiosi tutti di destra o di sinistra.
Solo la lotta dura contro queste lobbyes o caste ci potrà ridare un pò di dignità, cominciamo con ignorarli spengendo la TV e voltandogli la schiena quando l'incontriamo, per loro l'apparire è tutto.

waldimiro cardi 07.08.07 12:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema sta nel fatto che il Presidente della Repubblica potrebbe anche decidere di farsi un po' di pubblicità acquistando qualche migliaio di copie di "Schiavi moderni", ma difficilmente cercherà di far valere il suo peso politico per evitare che gli schiavi aumentino. Baratterei volentieri le copie vendute (scusa Beppe, lo so che le tue radici genovesi tremano di fronte a questa ipotesi)con la certezza di vedere stracciata la legge Biagi e tutte le altre porcate avallate dai sindacati e a favore di chi è già ricco sfondato.

Beppe Fontana 07.08.07 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Volete un bel posto di lavoro ?
" Lavoratevi " un politico o meglio ancora un sindacalista.
Ma affrettatevi, sono rimasti pochi posti disponibili.

andrea de meo 07.08.07 12:45| 
 |
Rispondi al commento

sui canali mediaset presentano un master di giornalismo danno il sito su cui informarsi...bene..ho una figlia che sta preparando la tesi conosce bene il russo, l'inglese, un po' di francese e spagnolo ed ha studiato i linguaggi di programmazione java ect.. aribene.. le ho proposto di provarci e lei mi ha guardata ironicamente dicendo che già si è informata, che occorrono piu' di seimila euro ed ha concluso dicendo che ammesso il grande sacrificio di trovare i soldi poi, a far la giornalista sportiva, cosa a cui lei ambirebbe, ci mettono una poveraccia o il figlio/a di qualche amico di Berlusconi..? Che rispondere? Hanno rubato i sogni ad una intera generazione, anche lei pensa di trasferirsi a Mosca o a Londra. La meglio gioventu' abbandonola sua terra!

maria angela chiappini Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 12:44| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Claudia F.

Scordatela la multietnicità, non ci sarà mai perchè non vi sono le basi sulle quali farla poggiare. Saranno estranei in terra italiana, come saranno estranei in terra svedese o olandese. Eppoi questa è una invasione bella e buona, che avrebbero dovuto fermare dall'inizio anche con l'uso della forza.
A questo aggiungi i politici della sinistra comunista italiana (dio ce ne scampi e liberi) che anzichè arginare il fenomeno delinquenza non fanno altro che incentivarlo. In nome di che? Della multietnicità? Ma chi la vuole questa multietnicità? Non è possibile. E' già difficile tra europei, figuriamoci con quella gente là.
Ci saranno i ghetti per loro, a Padova col muro è già nato un ghetto. Per forza. Non c'è alternativa. Non ci puo' essere alternativa.
La teoria è una cosa, la pratica è un'altro paio di maniche. Queste multietnicità studiate a tavolino non funzionano mica.

Mauro Serafini 07.08.07 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate, sono nuovo, fino all'altro giorno facevo il sindacalista alla fiat, mi spiegato cos'è il cococo?

damiano cesare 07.08.07 12:37| 
 |
Rispondi al commento

LEGGO NELLA RISPOSTA DELLA PREDIDENZA DELLA REPUBBLICA: "... SENSIBILE ALLE GRANDI QUESTIONI SOCIALI DEL NOSTRO TEMPO...".
MA STIAMO SCHERZANDO????????????

VOGLIO CHE LA PRESIDENZA SI IMPERSONIFICHI NELLE "GRANDI QUESTIONI SOCIALI DEL NOSTRO TEMPO"!

DA DOMANI TUTTI A "PANE E CIPOLLA".

ROBERTO BELLUCCI 07.08.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

LA DESTRA PIU' PICCINA E LAVATIVA DEL MONDO

qui

http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it/post/1577658.html

gianni guelfi 07.08.07 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,

ma secondo te a Napolitano, sai quanto gli può interessare la faccenda dei precari?
Suppongo meno di zero.
I politici non vivono, non sono a contatto con il problema del precariato.
I loro figli verranno sicuramente sistemati al meglio occupando ruoli di dirigenza con lauti compensi e contratti dignitosi.
I politici stessi vanno in pensione dopo tre anni di servizio ( chimiamolo così ).
Siamo abbandonati da tutti e da tutto, nei palazzi del potere poco importa della nostra situazione, loro pensano solo ad ingrossare le loro tasche e quelle dei loro amici compiacenti.
Non importa a nessuno se lo stipendio medio e di 800/900 € al mese e gli affitti per un monolocale si aggirano dai 700 ai 1000 €.
Non importa a nessuno che ammesso che ti venga concesso un mutuo, con i contratti farlocchi che ci vengono fatti, per una somma di 150.000 € ( con la quale a Roma non compri un cazzo ) dopo 25 anni, ovvero 300 mesi, ridai alla banca 302.452 €.
Quindi paghiamo, con i nostri stipendi da precari che si aggirano dagli 800 e per i più fortunati 1000 €, un mutuo, per la cifra suddetta, di 1008 € circa, dobbiamo mangiare, dobbiamo pagare le bollette, dovremmo mantenere un automobile, vestirci, mantenere casa, qualche spesa medica, se si sta in condominio bisogna pagare anche quello e tutte le spese necessarie per permetterci di curare la nostra igiene.
Se ai dipendenti dici queste cose, non battono ciglio, non hanno mai vissuto il problemae nemmeno i loro figli lo vivranno mai.
Il problema è che anche questo commento rimmarra solo uno sfogo personale e nessuno commenterà o arrichirà la disccussione.
Siamo ad un vicolo cieco.

Gerardo Varano

Gerardo Varano 07.08.07 12:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao. Il problema del precariato è devastante. Non solo per il fatto economico, ma anche per un fatto "psicologico" personale. Non è bello sentirsi insicuri.
Lavoro da 9 anni, sempre con contratti a termine.
Questo mi ha dato solo la possibilià di essere sfiduciato a prendere casa e a sposarmi con la mia ragazza...
Mi ha fatto venire in mente che la vita ormai non fa più per gente come noi, oneste...
L'unica soluzione è andare via dall'Italia. Ma qui salta fuori anche il lato scolastico. Io ho fatto le superiori e mi sono diplomato con un voto alto ma... sorpresa! Non serve a niente. Non solo perchè il diploma è divenuto un pezzo di carta igienica, ma perchè non ti insegnano niente. Io ho fatto 5 anni di inglese a scuola e mi ero ritrovato in quinta a dire: What's your name? how are you?....(non a questo livello base, ma moooolto vicino).

In sunto: come si fa a vivere? C'è una risposta?
il precariato ci ha spezzato la gamba. E dico LA gamba perchè non è che l'altra stava molto meglio.....
Non posso vivere da solo, ma la cosa più brutta è sentire in TV, a volte, dire che i ragazzi italiani stanno in casa fino a 40 anni perchè sono mammoni!!!!

Francesco Longo 07.08.07 12:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo cambiare il mondo,
ma ho perso lo scontrino ...

andrea de meo 07.08.07 12:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Odi il basket perche' moltissimi giocatori sono neri? ma dai... secondo me sei finto, c'e' sotto qualcosa...

Claudia F. 07.08.07 11:51

Il mio è razzismo per autodifesa. Non mi spaventa la diversità ma l'impatto violento che queste culture diverse stanno provocando nella mia nazione.
Culture diverse che non si confrontano ma si scontrano. L'italiano tollera a mala pena questa diversità. Ma non è solo l'italiano a tollerare a mala pena; sono tutti i paesi europei che mal digeriscono questa invasione. Non ci sarà mai integrazione, non potrà mai esserci.
Questa non è multietnicità, ma un forte impatto tra culture diverse che sta creando disagi.
Il muro di Padova non ti spaventa? Non ti spaventa il fatto che faranno entrare senza nemmeno controllare chi oltrepassa i confini nazionali? Vedremo nuovi muri di Padova. E' questo quello che volevano? E i dati che ha fornito il comandante della polizia non ti fanno spavento? Il 4 percento della popolazione che riesce a compiere il 45 percento delle rapine. Questo non ti spaventa?

Mauro Serafini 07.08.07 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)Una mia amica cercava disperatamente per sua madre novantenne una assistente a tempo pieno,con tutti gli "inquadramenti" di legge, per due mesi d'estate.E il luogo era il Lago di Como,non una valle sconosciuta del Gennargentu.E non si sarebbe dovuta occupare del lato infiermeristico-questa assistente-ma solo e semmai aiutare l'anziana ad alzarsi,fare qualche passo,sedersi di nuovo,badando che non cadesse.
Localmente nessuno era disponibile se non a 12 Euro -al nero-e per un paio d'ore al giorno,cosa che non avrebbe risolto il problema della mia amica.
2)Ho chiamato l'assistenza per un frigorifero door-to-door:250 Euro per la riparazione,mi hanno detto.Ma magari è solo un punto di stagno da saldare, ho osservato.Be'noi saldature non ne facciamo,ha risposto il ragazz,di fretta.Ho preso allora il cacciavite,rifiutando la riparazione,e ho smontato la parte che ho portato a un laureato in agraria che ripara tv e circuiti stampati.Sta da dio,guadagna bene ed è onesto:mi ha chiesto 25 euro, e il frigo funzione bene.
3)Ho incocciato in un sasso,e la marmitta della mia Alfa s'è rotta.L'Assistenza mi ha chiesto 250 Euro per cambiarne una parte.Poi mi sono ricordato
di un ragazzo sveglio-perito industriale-che s'era messo in proprio a fare piccole riparazioni,dopo essersi scocciato di cercar lavoro:40 Euro con fattura,e marmitta come nuova.
Potrei continuare.
Ragazzi -precari o meno- tutta la solidarietà che volete, ma sveglia:in giro c'è un sacco da fare,
e non è detto che se uno/a è laureato/a in lettere-per esmpio- debba per forza fare il/la prof. di italiano-latino-storia geografia. Puo' esserci di meglio in giro.Basta volerlo.O provarci,almeno,senza troppo piangersi addosso.
Penso che molti avrebbero da racconater

Claudio Fantuzzi 07.08.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANIFESTAZIONE A ROMA IL 3 4 DI OTTOBRE 2007

Orlando Masiero 07.08.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 07.08.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

MANIFESTAZIONE
BOND
ARGENTINA
PARMALAT
3 4 OTTOBRE 2007
A
ROMA. CONTRO LE TRUFFE AI DANNI DI RISPARMIATORI

P.S. IL LAVORO E' UN DIRITTO CHE E' STATO TOLTO ALLA GIOVENTU'. SONO ESTEREFATTO.

Orlando Masiero 07.08.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

L' ALTRA CASTA

Fatturati miliardari. Bilanci segreti. Uno sterminato patrimonio immobiliare. E organici colossali, con migliaia di dipendenti pagati dallo Stato. I sindacati italiani sono una macchina di potere e di denaro. Temuta perfino dai partiti.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/L-ALTRA-CASTA/1705468//


Espresso, mica Panorama...

andrea de meo 07.08.07 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Dopo l'ultima fila degli odierni "SCHIAVI MODERNI" c'è posto per i datati (1956) OLTRE 2.000 (duemila) Ungheresi,

MORTI ammazzati dall'ARMATA ROSSA Rossa e dai suoi Sovietci CARRI ARMATI, che secondo alcuni uomini politici italiani andavano a PORTARE LA PACE IN UNGHERIA????????????????????????????????

Chissà cosa pensa al riguardo Imre NAGY giustiziato, o meglio dire ASSASSINATO, dagli "Eroi" ROSSI il 16 giugno del 958?????????????????

Victor Rotciv 07.08.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao,
mi chiamo Alessandro ho 20 anni, ho letto le testimonianze di molti lavoratori di call center e posso dire di sentirmi un MIRACOLATO. A 20 anni ho un contratto di apprendistato/formazione e in passato ho lavorato a progetto ma in una situazione ben differente: facevo l'università e lavoravo per un piccolissima società informatica. Credo che sia una delle poche situazioni in cui la legge biagi serviva effettivamente lo scopo per cui era nata: dare la possibilità agli universitari di pagarsi gli studi. Non avevo alcun motivo per cambiare lavoro, in quanto le condizioni erano ottime (mi pagava anche i contributi e arrivavo anche a 1100 euro netti), ma lasciata l'universita cercavo un lavoro stabile e quindi me ne andai. Ora indubbiamente sono stato fortunato a trovare una delle poche persone oneste d'italia, ma quello che mi chiedo è se quello che le aziende fanno con i lavoratori precari è davvero "legale", se la legge Biagi prevede davvero tutto questo, se queste persone non hanno modo di unisri e denunciare i sopprusi di cui sono vittime. Su quest' ultimo punto volevo sapere se la legge di cui ho sentito parlare, che permetterà alle persone di unirsi in collettivi e avviare processi di "gruppo", verra effettivamente varata, quando e se potrà essere utile. Premesso che basterebbe poco, ossia cambiare come si deve la legge o meglio ancora eliminarla, vista la mia poca fiducia nell'attuale governo, mi chiedo se aspettando tempi migliori (V-DAY) non si possa intanto alzare la voce e farsi sentire magari attraverso lo sciopero. Lavorando da cliente alla WIND, ho assistito allo scioperò attuato in seguito all'esternalizzazione di un call center, alla quale hanno aderito un gran numero di persone. In oltre sono andati in varie trasmissioni a raccontare la loro storia, ragazzi di trent'anni con figli si ritrovavano con un lavoro senza sicurezze o peggio ancora disoccupati.
Concludo con un sentito grazie per il grande servizio di informazione libera che rendi al paese

Alessandro Lomonaco Commentatore certificato 07.08.07 12:06| 
 |
Rispondi al commento

altro elemento preoccupante :

ma l'università da noi funziona?

ti fanno un bel clistere di vetusto nozionismo e ti sbarcano nella realtà . quando un ragazzo va a colloquio per un lavoro..si accorge quanto la realtà sia lontata dalle minchiate che gli hanno fatto ingurgidare.

i ragazzi sono spiazzati....ma la "scuola" sembra quasi che non voglia sfornare giovani preparati........

io sospetto che ci sia volontà politica a non far cultura...perchè il sapere rende critici e liberi...di criticare politica e chiesa.......

immaginate una rivoluzione studentesca cosa comporterebbe per i nostri pappo-politico-chierichetti-banco-usurai ?

peppino garibaldi 07.08.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Marx è stato un grande statista.Magari prima di sparar minchiate leggiti "il Capitale" o informati.

martina baschieri 07.08.07 10:42

Oggi le aziende chiudono, o sopravvivono in qualche maniera. Marx, oggi, avrebbe difficoltà a trovare lavoro. Perchè il problema sta tutto li', nel trovare il lavoro. Non è piu' come un tempo. C'è parecchia crisi, per cui le aziende non vanno piu' guardate con l'occhio accusatore di certi personaggi, ma aiutate fin dove è possibile. Una azienda che vola all'estero è una azienda che non darà lavoro agli italiani.

Mauro Serafini 07.08.07 12:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ho sempre pensato che Caselli facesse un pò parte del sistema e che ce l'averreso mandato a Palermo.......devo ricredermi , dopo questa intervista "illuminate" mi chiedo però perche abbiano fatto fuori BorsellinoeFalcone e basta...comunque non bisogna sempre cercare il complotto ovunque , sper davvero che la maggiorparte degli italiani sappia primaopoi la verità!!
complimenti a lui e alle persone come lui che hanno il coraggio e parlare .

alessio ferraris 07.08.07 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma quando la finiremo con quest'idiozia. Se veramente si vuole cambiare questo stato di cose la ricetta e cosi' semplice e banale che non parlarne, vederla e applicarla ha solo un significato tipicamente gattopardesco, tipicamente italiano. Le imprese se hanno bisogno di flessibilita' la devono pagare. non e' pensabile che la flessibilita' la debbano pagare i lavoratori. i co.co/etc devono costare di piu', almeno il 30% di piu' dei contratti a tempo indeterminato. Solo in questo modo si attuerebbe la vera riforma. I sindacati poi, lasciamoli stare, troppo impegnati a maneggiare i soldi del TFR.
Saluti

Gian N. Commentatore certificato 07.08.07 11:59| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

RIPROPONGO IL MIO COMMENTO E LA SIGNORILE RISPOSTA

Ecco un'altra che si laurea in sociologia (ma che razza di laurea è?) e si lamenta di non trovare un lavoro decente. Ci sono tanti lavori disponibili invece: BADANTE, COMMESSA, DONNA DELLE PULIZIE, STIRATRICE, PORTINAIA, tutti lavori dignitosi che con quella laurea può esplicare al meglio. Intendo dire una cosa semplice: non ci si può laureare in NULLA e SUL NULLA e pretendere un lavoro adeguato che, nel caso specifico per essere adeguato è il NULLA.

Baci a tutti. Amo le BADANTI.

ECCO LA SIGNORILE RISPOSTA

Caro sig. badante/colf, la sociologia consiste nello studio, con l'applicazione dei metodi caratteristici delle scienze fisiche (sostanzialmente sperimantazione ed utilizzo dei metodi induttivo e deduttivo), della società umana.
Pezzo di deficiente, hai capito? Credo proprio di no.

solia nicola

MIA ULTERIORE RISPOSTA

Caro SOLLIA NICCOLA (il raddoppio delle consonanti credo rispecchi la tua abituale pronuncia), NON ho capito, dal momento che CAPISCI TUTTO TU. Grazie per il linguaggio FORBITO (sai cosa vuol dire?. Temo di no).
Baci

GIANCARLO BIASINI 07.08.07 11:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

BEPPE CANDIDATI!!!
Cambiamo il sistema dall' interno!

pietro murru Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sì, sì, tutti a studiare sociologia, psicologia, scienze della comunicazione etc. tutti vogliono fare gli intellettuali, i crepet e i Meluzzi della tv, tanta chiacchiera e poca sostanza.

che civiltà che siamo diventitati fatta di veline, gabibbi e pseudointellettuali.

dove CULTURA MODERNA è un programma che serve a instupidire le masse (altro che 1984 di Orwell, altro che grande fratello)

Giacomo Cavalli 07.08.07 11:48| 
 |
Rispondi al commento

fabio maccioni

Daccordo con te, ma non con l'abrogazione dell'art. 18.
Oggi (da sempre) i mangia-pane-a-tradimento nelle compagnie o nel pubblico possono essere licenziati anche per scarso rendimento.
Annullare l'art. 18 porterebbe ad un disastro in Italia. Ho vissuto all'estero (US) e ci sono grandi differenze con noi. In Italia lo si userebbe come ricatto come si fa per i contratti a termine.
Quello che sarebbe veramente interessante e' un rivoluzione nel mondo del lavoro, dove i sindacati assumerebbero un altro ruolo. Intermediari tra lavoratori e Azienda. Questa e' una idea molto complessa e mi piacerebbe parlarne.
Comunque il sindacato dovrebbe cambiare, e potrebbe avere un ruolo veramente importante nella produttivita' italiana.
Vedi il male dell'Italia (quello veramente grande) e' stato (ed e') l'uso indiscriminato della raccomandazione. Quando non c'e' una quasi connessione mafiosa, c'e' l'incapacita' da parte di pseudo manager di assumere e capire chi vale o meno.
Meritocrazia, ecco la parolina magica.
Se poi vogliamo parlare di manager italiani (allora dovrei passare solo alle brutte parole). Non e' il caso.
Saluti
Carmine

Carmine Federico 07.08.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tu sei un poverino rannicchiato da qualche parte del nord italia. Non hai la minima idea degli investimenti in tecnologia che stanno facendo i Cinesi.

Alessandro Gerico 07.08.07 10:12

Appunto, che ho detto io? Noi in Italia a fare tutti i sociologhi, mentre Cina ed India pensano alla tecnologia. Vorra' dire che faremo tutti i sociologhi in Cina. Tutti i lavori artigianali li facciamo fare ai negri, costruiranno le Ferrari, le Maserati. Noi faremo tutti sociologia. Ci compriamo una pipa e facciamo gli intellettuali. Gerico, è inutile che tu prenda solo spezzoni dei miei discorsi senza collegarli tra loro. Se vuoi continuare a fare il bastian contrario fallo pure. Chi si laurea in sociologia deve avere coscienza che non è come laurearsi in informatica. Vi sono lauree per le quali non è facile trovare sbocchi lavorativi.
Capisci adesso o devi continuare a fare il bastian contrario ad ogni costo?

Mauro Serafini 07.08.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

Bellissimo il video di Caselli su Andreotti,
Dovrebbe essere trasmesso in prima serata a reti unificate.
Ma infatti, penso spesso ad una cosa in merito al V-Day, forse andava un attimo allargata la lista di chi dev'essere cacciato dagli incarichi istituzionali anche a quelli che si sono ritrovati giudicati colpevoli ma che poi per leggi ad personam o prescrizioni funzionali o cavilli giudiziari ad Hoc hanno "riacquistato" credibilità e moralità di fronte al proprio elettorato e non... e sono molti questi casi secondo me, veramente tanti, molti di piu' di chi e' stato condannato in sede definitiva. Andreotti è sostanzialmente COLPEVOLE, poi lasciamo da parte le elucubrazioni in merito ai tecnicismi garantisti della condanna o al parere della cassazione, il fatto più importante a mio avviso è che Andreotti è stato giudicato colpevole di reati gravissimi. Idem per lo psiconano e per decine di altri politici piccoli e grandi che siano....
Bisogna riflettere su questo argomento e trovare una soluzione che parifichi l'azione contro i condannati a questi semi-condannati...

Saluti

Stefano Guerra Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

un pò di fredda autocritica :

spesso dopo il diploma si "bivacca" all'università. non di rado si opta per facoltà "snelle" tipo scienze politiche , sociologia , psicologia , scienze delle comunicazioni o sociali , biologia.....

20 esamucci compreso complementari ...e ti appiccichi il dott. sul biglietto da visita.

sapete benissimo che ci si può "sbrigare" con le note università di Urbino e Chieti...

ergo , il mondo del lavoro oggi è spietato , il dott. non fa più impressione....troppi ragazzi si iscrivono all'università senza alcuna cognizione di ciò che li aspetta...ma cosa grave , senza aver saggiato le possibili probabilità di trovar lavoro.

un esempio : 9 biologi su 10 ora stanno facendo gli informatori scientifici (rappresentanti di supposte )o verifiche HACCP a 20 euro ad intervento !

peppino garibaldi 07.08.07 11:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi, se ti dico che i dipendenti mi hanno fatto saltare in aria l'azienda mi credi? sai quale sbaglio ho fatto? quello di trattarli come se fossero amici, cene aziendali, rimborsi ogni minma cazzata, regali a natale a pasqua ecc...e ogni volta che avevano bisogno di acconti, permessi e stronzate ero sempre a disposizione. Mi rendo conto solo oggi che gli unici 2 lavoratori autentici che avevo e che si facevano un mazzo della madonna erano un magazziniere Napoletano e un autista Albanese, gli altri 29 dipendenti (Italiani) non valevano un cazzo.
Se mi ricapitasse (non credo) prendo solo bisognosi stranieri, e il primo che alza le cresta non gli dico niente, lo aspetto all'uscita e gli sfondo il cranio con una sprangata, dici che come esempio per gli altri è valido?

Filippo Terzo 07.08.07 11:26

Così dovevi fare subito, e quando arrivavano i sindacati una bella mazzata in fronte anche a loro. Ma quale cene e rimborsi, pedalare a frustate nella gobba, vedrai che la tua azienda restava salva.

Antonio Scafuro Da Padova 07.08.07 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando: ai primi posti del Vaff....lo-Day metteteci sindacalisti ignobili, letteralmente al servizio di confindustria, come Bonanni, Angeletti e anche Epifani che continuano a difendere la bontà della Legge Biagi.
Quanto al Ministro Damiano (anche lui ex sindacalista) che in campagna elettorale andava in giro, ed anche in TV, a dire che nel programma dell'Unione c'era scritto che la Legge Biagi sarebbe stata "radicalmente modificata" ma che in realtà voleva dire "eliminata" , un Vaffan....lo gigante non glielo toglie nessuno.
Ho una nipote di 28 anni, laureata e con un ulteriore corso di specializzazione, che finora ha dovuto sacrificarsi a fare diversi mestieri (pur nel mitico Nordest), baby sitter, barista in una stazione di rifornimento,addetta in un call center, tutti rigorosamente precari.
Ora ha un lavoro che le piace (arredatrice in una importante azienda) , si trova bene, i proprietari sono soddisfatti : ma vive quotidianamente nel timore che il contratto trimestrale non le venga rinnovato, non può fare progetti per il futuro, sposarsi, fare figli...
Nel 2006 ho fatto una gran fatica a convincerla ad andare a votare ed a votare per l'Unione, avendole letto il Programma per quanto riguarda la L. 30 : giorni fa , guardando Prodi al telegiornale, mi batte sulla spalla e con tono ironico mi dice : " Zio, come l'avete "drasticamente" cambiata la Legge...! Hanno inventato il sindacalista-badante... Ne parliamo alle prossime elezioni !!".
In Italia ormai una classe politica priva di qualsiasi idealità e di idee politiche sopravvive grazie alle mille clientele ed al malaffare legalizzato (vedi Fondazioni=politici; vedi migliaia di aziende fantasma con relativi consigli di amministrazione; vedi legami politici-aziende-banche-assicurazioni) obbedendo al "pensiero unico" delle grandi lobbies e della Chiesa....
La sinistra c.d. radicale è ad un bivio: se continua ad appoggiare Prodi sparisce, se lo manda Affan...lo forse limita i danni.

carlo costantini 07.08.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano poteva parlare del precariato e della schiavizzazione dei giovani alle celebrazioni per il primo maggio invece di blaterare sulle morti sul lavoro, che pur essendo un triste fenomeno, sono in riduzione strutturale dal 1950 ad oggi di oltre l'80%, quindi sono un non-problema e parlarne e' stato solo un modo, orchestrato dai media asserviti e dai soliti burattinai, per distogliere l'attenzione dal vero ed unico problema:
schiavizzazione delle nuove generazioni.


L'argomento mi sembra abbastanza complesso e non credo che si possa risolvere con battute piu' o meno mordaci.Penso che quello che in Italia chiamiamo precariato nel resto del mondo si chiami mercato del lavore.Vediamo chi si avvantaggia di questa situazione.Gli imprenditori:vero,ma altrettanto vero che grazie all'articolo 18 si devono tenere in ditta anche i scarsamente produttivi perchè non licenziabili.Conseguenza viva il precariato,quando non servi piu' o non lavori fuori dai maroni.
Lo stato:non deve piu' pensare che pagherà loro una pensione,nè tantomeno che deve garantire loro dei diritti.
I sindacati:i precari non interessano anzi sono visti come il fumo negli occhi perchè sanno bene che garantire il lavoratore precario significa mettere a rischio l'art.18 con conseguente apertura del mercato del lavoro e addio alle quote sindacali che ciascuno di quelli che ha un lavoro a tempo indeterminato versa ai sindacati direttamente dalla sua busta paga volente o nolente.
La soluzione migliore è l'abrogazione dell'art.18.
Si aprirebbe il mercato del lavoro(se non lavori come e quanto devi ti licenzio e assumo uno piu' capace),moltissimi lavoratori della pubblica amministrazione sarebbero a spasso soprattutto quelli in esubero e i nullafacenti(per avviare la riforma in maniera dolce bloccherei le assunzioni per almeno 10 anni e vieterei per legge la possibilità per la pubblica amministrazione di stipulare contratti di consulenza).Se non apriamo il mercato del lavoro con regole precise e valide per tutti non vedo alternativa al precariato.Una domanda per chi pensa che il sindacato debba sempre e comunque dire la sua:se voi assumeste una persona per un lavoro e quella divenisse rappresentante dei lavoratori non vi seccherebbe almeno un po' pagargli lo stipendio gratis?Le riunioni sindacali secondo me dovrebbero svolgersi fuori dall'orario di lavoro.

fabio maccioni 07.08.07 11:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Nei tempi lontani gli Africani furono portati in catene contro la loro volontà,in un paese non proprio "accogliente". I loro "padroni"comunque, anche se tra mille abusi, provvedevano a sistemarli in piccole abitazioni,e loro facevono famiglie (di schiavi certo), e siccome la maggioranza dei padroni erano "Christiani", beneficiavono di un giorno di riposo la settimana. Oggi invece chi non è dalla parte dei Padroni NUOVI del Sistema è destinata a diventare schiavo, con l'unica differenza che per quelli di oggi, di qualsiasi razza o colore, c'e poca speranza di avere casa e famiglia. La CASA come IL LAVORO è un DIRITTO PER TUTTI! www.newethicalprojects.org

alan quarterman 07.08.07 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono collegato mascherando il mio IP perché non voglio essere intercettato dalla Polizia Postale Italiana.
L'Italia è il Paese delle Corporazioni Fascio-Sindacali, inventate dal fascismo e conservate dalla Repubblica Democratica Feudale Italiana. Se appartieni alla categoria giusta, fai i soldi a palate. se appartieni alla categoria sbagliata, farai la fame a vita.
esempio di categorie-corporazioni privilegiate: giornalisti e poligrafici.
Un giornalista assunto a tempo indeterminato protetto dal suo contratto nazionale si becca più di 3000 netti al mese piu' macchina, cellulare, sconti dappertutto.
Un poligrafico guadagna in un anno tra i 42000 e 50000 euro lordi, indipendentemente dalla carica che ricopre: anche appena assunto parte con 42000 annui lordi.
Altra categoria privilegiata: i bancari.
Le categorie sfigate sono contratto metalmeccanico, contratto commercio, contratto telecomunicazioni.
In questo blog difendete i sindacati che in realtà sono organizzazioni a difesa di certe caste di lavoratori privilegiate (giornalisti, poligrafici, bancari , ecc) a scapito delle caste inferiori (metalmeccaici, commercio, co.co.pro., ) come ai tempi del medioevo. Faceci caso: giornalisti e poligrafici detengono il potere dell'informazione, i bancari detengono il potere economico-finanziario. Se guadagnano tanto, c'é sempre dietro u potere.

Franco Valerio 07.08.07 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Avevo una bella aziendina, ho cominciato da solo con un paio di amici e dopo qualche anno ci siamo ingranditi al punto che avevamo 31 dipendenti. Prima dell'assunzione e durante il periodo di prova sgobbavano tutti come dei matti, dalle segretarie ai magazzinieri agli autisti. Una volta assunti a tempo indeterminato non hanno più fatto un cazzo, nel giro di tre anni mi hanno ridotto l'azienda come una merda, ho provato a licenziarne un paio e mi sono trovato addosso i sindacati che mi hanno fatto un culo quadrato mentre i idipendenti ridevano perchè ogni cosa era un loro diritto, anche stare chiusi in bagno 3 ore farsi le canne.
5 mesi fa ho portato i libri in tribunale è ho dichiarato il fallimento, adesso questi andrano a prendere per il culo qualche altro ignaro datore di lavoro, e le tasse allo stato le pago col cazzo.......che se li vadano a prendere nel culo i soldi che i dipendenti mi hanno rubato.

Filippo Terzo 07.08.07 11:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io avevo un lavoro a tempo indeterminato. Ci ho sputato sopra pero' perche' mi faceva troppo schifo l'idea del precariato anche se io ero completamente salvo e pagato bene, a vita. Vivevo in un pease che non rispetta i lavoratori e che va in guerra, sputando sulla Costituzione Italiana, vediamo... Art1 - L'Italia e' una Repubblica basata su Lavoro, Art11 - ...e l'Italia ripudia la guerra per risolvere le controversie internazionali... E odio coloro che mi dicono: "Ma come, tu che avevi un lavoro fisso!! Io se fossi in te non me ne andrei" Non credo proprio! Odio quelli che hanno un cervello troppo piccolo per pensare in grande.

Mauro Mazzerioli (mause) Commentatore certificato 07.08.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono ADDIRITTURA ESAUSTO di scrivere, commentare questo scempio di lavoratori.
O CAMBIA QUALCOSA RAGAZZI MIEI oppure qui CI SCAPPA QUALCHE MORTO TRA I POLITICI, VE LO POSSO ASSICURARE.
Ave Amici Schiavi Moderni

Luigi Di Pasquale Commentatore in marcia al V2day 07.08.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Io avevo un lavoro a tempo indeterminato. Ci ho sputato sopra pero' perche' mi faceva troppo schifo l'idea del precariato anche se io ero completamente salvo e pagato bene, a vita. Vivevo in un pease che non rispetta i lavoratori e che va in guerra, sputando sulla Costituzione Italiana, vediamo... Art1 - L'Italia e' una Repubblica basata su Lavoro, Art11 - ...e l'Italia ripudia la guerra per risolvere le controversie internazionali... E odio coloro che mi dicono: > Odio il mio popolo, gli italiani proprio perche' hanno un cervello troppo piccolo per pensare in grande.

Mauro Mazzerioli (mause) Commentatore certificato 07.08.07 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Basta con queste prese per il culo!!!!Vogliamo lavorareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
questo governo non rispetta gli ideali di sinistra veri k io amo,se no avrebbero fatto come prima proposta di legge anzichè i dico,quella di abolire il precariato.Precario vuol dire povero,illuso,senza futuro o come volete voi.In più nel lavoro precario loa qualita dei servizi viene meno,tanto per citaqre un esempio guardiamo a poste italiane,k cambia postini giovanissimi ogni 2,3 o 4 mesi,risultato?Il servizio fa schifo perchè giusto il tempo k il giovane capisce come lavorare viene sostituito quindi tutto da capo.Comunque siamo un popolo di codardi k aspettiamo a dar atto ad una rivoluzione?Si mangia col pane non con le promesse di stupidi ignoranti k sono seduti col culo in comode poltrone!Ho 23 anni e sono perito informatico,non ho manco avuto l'opportunità di un esperienza perchè ovviamente li cercano solo con l esperienza.Ma andate a fa nculoooooooooooooooooooooo.8 settembre V day,ci sarò

marco martucci 07.08.07 10:57| 
 |
Rispondi al commento

La legge sul precariato si è motivata con la crisi economica e l'esigenza di sviluppo, tutto ciò mentre il paese spendeva miliardi di euro in costi della politica, moltiplicazione di cariche istituzionali, consulenze, retribuzioni d'oro in decine di Cda, costosissime ed inopportune opere pubbliche e multe comminate dalla comunità europea.
L'assoluta mancanza di senso per lo Stato, dovuta all'attaccamento alle poltrone ed alla disonestà, hanno privato tutta una generazione, forse più, di un lavoro dignitoso e di una vita serena come neanche la più lunga e sanguinosa guerra avrebbe potuto fare, anzi peggio: la guerra uccide le persone, il precariato le coscienze civili.
Deve importare poco, invero, della stasi nel rinnovo delle infrastrutture, nel rinnovo delle energie, della deturpazione dell'ambiente, della gestione fallimentare delle privatizzazioni o del dilagare dell'ignoranza (l'arte e la cultura sono gli avamposti della civiltà in campo nemico, quindi i primi a soccombere in caso di sconfitta). Ciò che conterà e rimarrà ai posteri sarà la privazione, operata nei confronti di troppe persone, delle aspirazioni e delle aspettative, insomma della vita all'interno di una società. Solo questo, in realtà, richiederà come contropartita il pagamento di un'insostenibile prezzo.
Nella Storia non si entra per aver rappresentato qualcosa, ma perchè si è agito e goduto, inducendo anche gli altri ad agire e godere.
Purtroppo oggi la nostra Storia è fatta solo da rappresentanti che hanno indotto, o meglio costretto, troppa gente ad essere solo rappresentazione di se stessa.

fabio martello 07.08.07 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono una laureata in Ingegneria, di quelle che come dite voi non hanno voglia di fare un c...o seduta dietro la mia scrivania, sono stata lontana da casa mia per parecchio tempo inseguendo il mio lavoro, di notte, di giorno, per 24h,al Nord e al Sud, in Italia e all'estero, ora sono tornata a casa e sto dietro la famigerata scrivania a dirigere uno stabilimento e non mi sento assolutamente una ruba stipendi perchè i soldi che percepisco li guadagno abbondantemente assumendomi resonsbilità ed oneri di decisioni spesso impopolari,ma che garantiscono ai miei dipendenti la sopravvivenza quotidiana loro e delle loro famiglie. La gente che lavora dietro le scrivanie è indispensabile tanto quanto chi sta dietro ad un tornio o ad una pressa, perchè il lavoro si valorizza con i dati e la presentazione degli stessi,con la pubblicazione degli orari e la rendicontazione di ferie e malattie e quant'altro non si debba fare in produzione; lo stabilimento che dirigo non potrebbe fare a meno di nessun reparto,nè produttivo,nè amministrativo,nè analitico. Ciascuno di noi ha le proprie attività da svolgere e non esistono "passacarte"; un impiegato non avrebbe senso senza il lavoro degli operai e viceversa, a ciascuno il proprio compito in base al percorso di vita intrapreso,studi tecnici,professionali,umanistici ecc.ecc. ed è lecito che ognuno raggiunga ciò per cui ha studiato e sogni il lavoro che più gli aggrada, perchè l'università non è uno scherzo,nè una passeggiata e tanto di cappello a chi non potendosela permettere ha lavorato e studiato contemporaneamente per migliorare se stesso,perchè la cultura altro non è che un favore che si fa a se stessi.

Francesca Cavallaro 07.08.07 10:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema non è il precariato in sè, se serve per accentuare il ricambio della classe dirigente e dei quadri intermedi.Diventa un girone infernale quando soltanto una parte della società ne è coinvolta . In particolare quella più giovane . Sentire un politico parlare di flessibilità ,mentre mette la colla sulla propria sedia per non staccarsi più non quadra. Non si può imporre agli altri condizioni che non si vorrebbe vivere personalmente .

filiberto faedo Commentatore certificato 07.08.07 10:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

sono di Napoli. Ho due figli laureati centodieci e lode: In italia niente da fare,sono emigrati in irlanda e negli Usa.hanno trovato immediatamente lavoro dopo aver patito le pene dell'inferno per cercarne uno in Italia.Mi domando: per quale motivo lo stato continua a sprecare soldi per le università; lavoro per la maggior parte dei laureati non se ne trova.Ossia lo trovano i raccomandati dai politici, i figli dei baroni ecc..Tutti sanno che la legge Biagi favorisce le grosse aziende, e nessuno si muove per abolirla. Chiacchiere solo chiacchiere!

mario cecchi 07.08.07 10:48| 
 |
Rispondi al commento

La Presidenza della Repubblica ha scritto anche a me esternandomi tutta la comprensione del Presidente Napolitano sul precariato dei disabili.
L'indomani mi sono recata al Discaunt per fare la spesa e riempito il mio carrello sono arrivata alla cassa : al momento di pagare la cifra di 50 euro ho dato alla cassiera 25 euro e il resto Le ho detto che le cedevo tutta la comprensione inviatami nella lettera dal Capo dello Stato. E Lei di tutta risposta " ha chiamato il Responsabile che ha chiamato la Forza Pubblica, che mi ha invitato a lasciare la spesa lì e a riporla negli scaffali e il Responsabile invitandomi a uscire mi ha detto " se torni ti faccio un culo così. Così la sera a cena a mia figlia le ho servito un piatto pieno di comprensione e mia figlia ha esclamato : mamma, sarà pure una cosa molto buona ma io ho ancora fame " . Allora ho pensato : invece di elargire favolosi e cospicui stipendi ai nostri dipendenti dello Stato non possiamo anche noi stipendiarli con calorosi spicchi di comprensione.
Poche Balle, senza soldi non si mangia!

simonetta piras 07.08.07 10:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Diciamo che è una situazione che riguarda una parte del sistema produttivo. Il trovare qualcuno che abbia le capacità e la voglia di prendersi delle responsabilitè è difficile in Italia come altrove , ed è l'imprenditore capace di coinvolgere il personale con promesse , magari mantenute , che riesce a provocare risultati,
infatti ci sono imprenditori di successo e quelli di "insuccesso". Ma ci sono diversi pulpiti , e quello che conta sono i numeri, e in Italia la "massa battente" sembra destinata a dondolare a vuoto , ma è , e rimane comunque un problema da risolvere. La politica se ne disinteressa, se non a parole. Io direi che sarebbe ora almeno di vedere il problema per quello che è , e non per quello che ci vogliono far sembrare che sia.

Mario Co. 06.08.07 21:40

Ci sono alternative al precariato ? Agli imprenditori conviene guadagnare , e se trovano
da guadagnare con lavoratori a tempo indeterminato , non guardano in faccia a nessuno, li assumono a tempo indeterminato, il resto attiene alla "politica", creare incertezza per poter governare meglio i deboli. Anche gli imprenditori , singolarmente e in gruppo , non contano niente , è il sistema che ne governa le scelte .

Mario Co. 07.08.07 10:41|