Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Obesità pubblicitaria


obesita.jpg
foto di florecita_roquera86

Non è buono ciò che è buono. Se ha un marchio è buono. Se non lo ha è insipido. Il contenuto è indifferente. Mangiamo il contenitore. Mangiamo la pubblicità del contenitore.
Una ricerca dell’Università di Stanford sulla scelta del cibo da parte dei bambini ha provato che McDonald è più buona. Stesse patatine fritte, scelta tra confezione con il marchio e senza. Il 77% dei bambini ha preferito la patatina McDonald.
La pubblicità televisiva fa la differenza. La pubblicità dei cibi per i bambini, in cui i bambini sono l’oggetto, il target, l’ascoltatore plagiato. Trasformati in apprendisti consumatori. La merendina, le patatine, i biscotti, i wurstel, le bevande e tutto il resto. Questa pubblicità va vietata. L’obesità infantile in Italia non esisteva, oggi è la norma. E’ un’obesità pubblicitaria. Il virus ingrassante è lo spot.
La pubblicità è pericolosa per gli adulti, ma per i bambini può essere letale. E’ pedofilia commerciale, abuso di menti in formazione. I bambini devono abituarsi a mangiare cibi, non brand. E se possibile senza contenitore. Il latte, ad esempio, deve tornare ad essere solo latte. Mucca, latte, bottiglia, bambino. Semplice. In alcuni paesi è possibile comprare il latte, solo latte e niente brand, da distributori automatici. Si arriva con una bottiglia e si fa il pieno. E il latte è locale e costa meno. Chiedetelo anche al vostro comune.
Secondo il libro bianco della Comunità Europea sull’obesità del 2007: “Negli ultimi trent’anni il numero degli obesi in Europa è cresciuto in modo drammatico, in particolare tra i bambini, dove il numero di obesi è stato stimato nel 30% nel 2006”. Dalla cucina mediterranea ai sofficini e alla carne in scatola. Mamme italiane dove siete? I vostri figli non devono ingrassare come me.


V-day:
1. Partecipa e sostieni il V-day
2. Inserisci le tue foto su www.flickr.com con il tag Vaffa-day
3: inserisci tuoi video su www.youtube.it con il tag Vaffa-day
V_day_Paris.jpg

7 Ago 2007, 17:28 | Scrivi | Commenti (905) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

una nuova diavoleria!!!

L’iniezione anti grasso della BAYER

Alla ricerca di nuovi mercati farmaceutici, la BAYER ha scoperto ora la “medicina estetica” e sta sviluppando una sostanza che, iniettata, dissolve le cellule di grasso. In questo modo, la Compagnia intende contrastare una delle piaghe dell’umanità, il doppio mento, e per questa missione è disposta a rischiare gli effetti collaterali

Una semplice iniezione nel collo per eliminare il doppio mento? Sembra troppo bello per essere vero e potrebbe proprio essere così, nel caso dell’ATX-101, la nuovissima sostanza iniettabile della Bayer che inizia la sua terza fase di test in Europa. Le linee di ricerca devono essere ben scarse se una multinazionale come la BAYER si concentra su progetti di così dubbia utilità.

giuseppe raineri 15.02.12 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. sei un grande....

giuseppe cortese 22.08.10 09:41| 
 |
Rispondi al commento

OBESITA'

Quello dell'obesità è un problema che flagella non solo il nostro paese (vedi USA). Purtroppo, come d'accordo con altri "grillini", i bambini sono tartassati giornalmente dalla pubblicità. Quando ero piccola in due ore e mezza di cartoni animati pomeridiani, ad esempio, la pubblicità durava mezz'ora, e restavano due ore di cartoni (circa 5 diversi). Ora è il contrario, quasi. In due ore vengono trasmessi 3 cartoni e il restante tempo è tutto pubblicitario, dai giocattoli, agli articoli per la scuola, al cibo.
I bambini vengono parcheggiati davanti alla tv e lasciati lì ad assorbire come spugne i messaggi invitanti e succulenti degli spot. Non mi stupisce che, purtroppo, tanti bambini siano fanatici del McDonald. Io piuttosto che andarci MORIREI DI FAME. Bisognerebbe fare educazione alimentare nelle scuole. Vorrei aggiungere che, purtroppo, se l'obesità flagella i bambini, c'è anche l'anoressia, che colpisce soprattutto adolescenti. E' l'altra faccia della medaglia. Le ragazzine, sempre dalla tv, assorbono come spugne modelli impossibili di magrezza e bellezza (è bellezza un mucchio d'ossa informe che cammina?) e si riducono in stato pietoso, rischiando la propria vita.
Io ho 24 anni, sono una ragazza, e mi rendo conto che purtroppo questo va anche al di fuori della tv. Nonostante quello che si dice, ci sono negozi dove non trovi un paio di pantaloni superiore alla taglia 36 o 38, in pratica se lo può comprare una bambina di 10 anni, non una persona della mia età. Per non parlare di maglie XS e via discorrendo...
Bisognerebbe fare davvero qualcosa per evitare che una ragazza di corporatura normale, equilibrata, flessuosa, proporzionata, formosa si senta SBAGLIATA ogni volta che si guarda allo specchio, e cerca disperatamente di somigliare a qualcosa che sa di tutto tranne che di sano e felice.
Grazie Beppe che dai voce a tutti noi.

Taty L. Commentatore certificato 01.02.08 04:14| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro quotidianamente e costantemente per combattere l'obesità, il più grosso problema di salute pubblica che affligge la nostra nazione... una "Pandemia" di livelli planetari come ho scritto tempo fa sul mio Blog.
Il cambio del millennio ha segnato la prima volta nella storia in cui, a livello mondiale, il numero delle persone in sovrappeso ha superato quello delle persone denutrite: come dato demografico, oggi gli 1,3 miliardi di abitanti ipernutriti del pianeta superano gli affamati (800 milioni in totale) di circa 500 milioni. E il divario stà aumentando velocemente.

Negli Stati uniti come in molti altri paesi l'EPIDEMIA di obesità si diffonde sempre di più: il mondo stà ingrassando, ed il ritmo a cui questo avviene oggi è più rapido di 15 anni fa

Questi dati sono apparsi su "LE SCIENZE" di Novembre 2007 e parlano da soli.

Se questa tendenza ad ingrassare continuerà un bambino su 3 nato nel 2000 avrà il diabete da grande. Almeno 100 mila italiani ogni anno si ammalano di diabete di tipo 2; stando alle ultime statistiche le spese sanitarie connesse al diabete sono raddoppiate. Se il diabete viene contratto nei primi quindici anni della nostra esistenza il rischio è che la durata totale della vita si riduca fra 17 ed i 27 anni.
Il bambino medio vede in tv ogni anno all'incirca 10.000 pubblicità sul cibo. Il 95% sono su cereali, bibite gassate e dolciumi. Se un genitore mangiasse ad ogni pasto, ogni giorno per un anno intero con il proprio figlio in ogni pasto potrebbe dare un messaggio alimentare molto importante. Questo genitore avrebbe comunque solo 1000 occasioni per influenzarlo, contro le 10000 degli spot pubblicitari. Quindi sulla carta appare una battaglia impari e spesso da alcuni genitori si sente dire "è tutta colpa della pubblicità"... ma se il genitore si comportasse da genitore e facesse guardare meno tv al bambino avremmo già risolto parte del problema derivante dalla pubblicità...
www.albertofatticcioni.com

Alberto Fatticcioni 16.12.07 18:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

caro beppe io e le mie colleghe abbiamo inviato
al mediatore europeo una denuncia alla politica del governo italiano, in materia di pensione,
lavoro e acquisto prima casa.
con particolare riferimento a tutti i privilegi
che hanno i nostri parlamentari, mentre la maggior
dei cittadini non riesce neanche a far la spesa.

Ci è pervenuta la risposta del mediatore europeo
ed è la seguente:
Da un attento esame della sua denuncia risulta che essa non riguarda l'operato di un'istituzione o di un organo comunitario.
Sono spiacente doverLa informare che non sono abilitato a trattare la sua denuncia.

mi chiedo chi dovrebbe aiutare noi poveri visto
che paghiamo anche le tasse europee
perche' facciamo parte della comunità europee
se neanche a loro possiamo denunciare i nostri
disagi e la continua oppressione della classe eletta pagata da noi che abbiamo mandato al parlamento per gli interessi di tutti e non dei
personali?

lucia menzione 14.12.07 16:41| 
 |
Rispondi al commento

ho scoperto qualche giorni fa che dalle mie parti a Trento sono stati introdotti dei distributori automatici di latte locale. non l'ho ancora provato, ma una mia collega di scuola, dice che è favoloso. quello si che è latte. se non sbaglio si doveva raggiungere una quota di 200 litri. è da qualche giorno, dice la mia collega, che il distributore è sempre vuoto..... Quote superate???

Christian Brugnara 25.11.07 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Trovandomi a Roma per caso mi hanno convinto ad andare a mangiare da un mc donald,io che vengo dalla provincia più a sud della nazione (Trapani) ero piuttosto restio ma i miei figli non hanno sentito ragioni,quindi abbiamo preso un big mac patate fritte e coca cola il tutto presentato in alcuni contenitori sia di plastica che di cartone.La qualità del cibo era a dir poco pessima ma lo stupore è stato, quando alla fine ci siamo alzati per andarcene ho notato la quantità di pattume che abbiamo lasciato,pattume che abbiamo pagato insieme al prodotto commestibile;ritengo che espresso in valore monetario rappresentava almeno un terzo del costo totale.Ora io mi chiedo e vi chiedo non sarebbe più opportuno mettere questo cibo in contenitori riciclabili per non continuare ad insozzare l'ambiente? non sarebbe il caso di istiture corsi per un giusto modo nel consumare?
in maniera tale da obbligare le multinazionali a rivedere alcuni concetti basilari che stanno alla base di qualsiasi tipo di commercio? Magari,sollecitando l'apertura di alcuni negozi che si battono contro le multinazionali tipo coloro che praticano il commercio equo e solidale?ritengo che almeno un tentativo vada fatto:abbiamo questo potente mezzo a disposizione sfruttarlo in modo creativo è un atto di intelligenza e di responsabilità per le future generazioni.

leonardo di stefano 18.11.07 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Su questo argomento, poso dire che ritengo nobile la battaglia Zapateriana ai due estremi dell'alimantazione, e rispondo a coloro che dicono che è totalitarismo, NON VANNO MICA AD AMMAZZARE le persone sovrappeso...

Jacques Bonhomme (metalhead) Commentatore certificato 09.11.07 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
non so se ho ricevuto dei voti e nemmeno mi
interessa. Ho comunque notato che i commenti
più votati sono solitamente i peggiori: dato
che ho l'impressione che IL VOTO dei votanti
(nella maggioranza dei casi) non brilli di
molta razionalità . . .

Severino Verardi 08.11.07 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Molto molto interessante questo post, è importante discutere di questo argomento troppo spesso sottovalutato! Sono uno studente di medicina e mi sto accorgendo di come il sovrappeso e l'obesità sia no delle vere e proprie bombe ad orologeria pronte ad esplodere che, soprattutto per i bambini, rischiano di compromettere la loro vita futura. Forse non fa così paura come il fumo, l'acol o le droghe ma i danni che provoca all'organismo sono da vero bollettino di guerra!
Non sono però così d'accordo nell'addossare tutte le colpe alla pubblicità: anch'io sono stato bambino e come tale ero affascinato dal mondo scintillante proposto dalla televisione. Mi ricordo che quando uscirono sul mercato i "polaretti Dolfin" mi fiondai entusiasta al supermercato con mia mamma con l'idea di fare la scorta...e mia mamma non me li lasciò prendere perchè pieni di coloranti e conservanti. Sul momento piansi come un disperato (avevo 5-6 anni!) ma mia mamma cercò di spiegarmi che non sempre quello che appare più bello è anche più genuinamente buono. Una scatola di ghiaccioli non mi avrebbe sicuramente fatto "male" ma devo essere grato a mia mamma che ha saputo dire di no con decisione (e intelligenza...) al momento giusto! Se tutti riuscissero a fare così il problema dell'obesità infantile sarebbe sicuramente ridimensionato

Andrea Lombi 06.11.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Non so fino a che punto è proponibile la distribuzione del latte tramite distributori, ma sicuramente soleva la questione di troppa confezione dannosa all'ambiente, costosa e molto spesso inutile.Ogni giorno sacchetti pieni solo di ivolucri che coprono quasi tutto ciò che compriamo. Tutta spazzatura che che è così difficile eliminare.Che spreco assurdo...follia

anna maugeri 03.11.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

La pubblicità inganna. Tutti! I bambini si lasciano ingannnare perchè la maggior parte dei genitori italiani lo è a sua volta. Il popolo italiano è totalmente acritico, sta lì pronto a credere a tutto quello che gli viene propinato, a fa il gioco di quelli "che contano" : rincoglionire il popolo per poter fare tutto quello che vogliono. ma come si fa a non accorgersi delle boiate che passa la tv? parlo dei genitori, degli adulti, non dei bambini. fosse solo la pubblicità che inganna... siamo tartassati di programmi tv demenziali, dalle buone domeniche, dagli amici di maria... ma come ci siamo ridotti? ma come si fa a guardare un programma che da anni fa vedere idioti/e che si battono davanti alle telecamere per conquistare il tronista!!! il tronista??? ma chi é? come si fa a far capire alla gente che guarda queste cose senza senso che quella non è realtà??? niente li giustifica, nemmeno la solitudine: spegni la tv e apri un libro... mi sento un' aliena, ho 22 anni e la maggior parte della gente della mia età si ubriaca di reality! chi è il malato? "La speranza è nelle nuove generazioni!" ??? ma le nuove generazioni hanno il nulla nella testa. L'Italia non cambierà mai. E l'unico paese del mondo dove il grande fratello è arrivato alla 7* (?) edizione. questo dovrebbe far riflettere...
spero sia rimasto ancora qualcuno a pensarla come me. La speranza è l'ultima a morire..

federica firmi 25.10.07 20:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, e soprattutto ciao Beppe.
Sono Vale, iscritta al terzo anno di Disegno Industriale, e in teoria dovrei difendere la pubblicità, per quanto riguarda la grafica e un pò tutto quello che c'è sotto.
In realtà la grafica e quindi il brand per quello che ci interessa, non ha niente a che vedere su come viene reclamizzato il prodotto, anche se offre la visibilità e riconoscibilità. Ci sono pubblicità costruttive e pubblicità con doppi sensi o peggio ancora queste di cui stiamo parlando.
Il bambino viene purtroppo sollecitato e incoraggiato a preferire queste merende super caloriche, come per esempio a preferire l'happy meal perchè c'è il regalo e costa poco.
In genere la fascia oraria in cui trasmettono queste pubblicità è la stessa in cui trasmettono i cartoni animati, perciò è il sistema che ci frega, oltre che alla pubblicità ammaliante.

A mio avviso i genitori devono fare molta attenzione quando i loro bambini vedono la tv, non devono cedere facilmente, e soprattutto non comprare tante merendine e boicottare il Mc donald's per quanto possibile...

Cmq per rispondere al commento del medico di Firenze, anche su un quotidiano (credo "la repubblica") di qualche anno fa si parlava di questo problema, e soprattuto dei bambini "vittime" della pubblicità e televisione. Avevano contato quante volte apparivano pubblicità riguardanti cibo in un lasso di tempo abbastanza breve, in fasce per bambini.
Risulto: pessimo.

valentina d'angeli 20.10.07 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, e soprattutto ciao Beppe.
Sono Vale, iscritta al terzo anno di Disegno Industriale (architettura) all'università "La Sapienza", e in teoria dovrei difendere la pubblicità, per quanto riguarda la grafica e un pò tutto quello che c'è sotto.
In realtà la grafica e quindi il brand per quello che ci interessa, non ha niente a che vedere su come viene reclamizzato il prodotto, anche se offre la visibilità e riconoscibilità. Ci sono pubblicità costruttive e pubblicità con doppi sensi o peggio ancora queste di cui stiamo parlando.
Il bambino viene purtroppo sollecitato e incoraggiato a preferire queste merende super caloriche, come per esempio a preferire l'happy meal perchè c'è il regalo e costa poco.
In genere la fascia oraria in cui trasmettono queste pubblicità è la stessa in cui trasmettono i cartoni animati, perciò è il sistema che ci frega, oltre che alla pubblicità ammaliante.

A mio avviso i genitori devono fare molta attenzione quando i loro bambini vedono la tv, non devono cedere facilmente, e soprattutto non comprare tante merendine e boicottare il Mc donald's per quanto possibile...

Cmq per rispondere al commento del medico di Firenze, anche su un quotidiano (credo "la repubblica") di qualche anno fa si parlava di questo problema, e soprattuto dei bambini "vittime" della pubblicità e televisione. Avevano contato quante volte apparivano pubblicità riguardanti cibo in un lasso di tempo abbastanza breve, in fasce per bambini.
Risulto: pessimo.

valentina d'angeli 20.10.07 22:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

penso che quello dell'obesità sia un problema troppo spesso sottovalutato.
le merendine, le bibite ipercaloriche e tanti altri "pasticci" andrebbero mangiati con moderazione e accompagnati da un regolare esercizio fisico, soprattutto durante l'infanzia, quando il fisico si sta sviluppando e si formano gli adipociti (cellule che immagazinano il grasso in eccesso nell'organismo.
Queste sono informazioni che ormai sono note ai più, ma allora perchè i bambini obesi continuano ad aumentare?
c'è chi si rifugia dietro la predisposizione genetica...balle!
le mamme che si sentono dire: "suo figlio deve dimagrire" rispondono: "ma cosa ci posso fare, è un bambinbo che mangia .. e poi guardi me, è costituzione di famiglia".
E magari hanno anche la faccia tosta di portarlo dal medico accompagnato da qualche sfizioso snak da 200Kal.
Ecco, penso che il problema più grave siano i genitori incoscenti che permetto e a volte quasi costringono i propri figli ad ingozzarsi ed ingrassare.
perchè non si pensa di multare questi genitori!? magari sembrerò un pò estrema, ma credo che in alcuni casi limite si dovrebbe pensare anche di allontanare i figli dall'ambiente famigliare e di far seguire dei corsi di buona alimentazione e dei rischi correlati all'obesità, ai genitori.

anna cosseddu 07.10.07 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FERMATELI!!!!!
Stiamo impazzendo...o sono io la ingenua?
Vorrei chiedere a tutti voi un parere.
Una mia cara amica, ha deciso di sottoporsi a mastectomia totale, perchè è stufa di fare i controlli al seno, con una leggerezza incredibile.
In un ospedale l'hanno convinta che si chiama mastectomia preventiva, e.. andando a leggere qualche cosa in internet, scopro che questa bella novità come al solito, arriva dall'america dove una donna di 33 anni, dopo essersi sottoposta al test genetico, ha scoperto che aveva il 50% di possibilità di ammalarsi di cancro, allora? togliamo tutto.
Magari anche un fumatore farebbe meglio a togliere i polmoni ecc.
Dove arriva la pazzia o il potere delle multinazionali?
Marina

marina f. Commentatore certificato 06.10.07 08:03| 
 |
Rispondi al commento

VIA LA POLITICA DALLA SANITA'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Marco D. Commentatore certificato 05.10.07 16:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

I bambini sono bambini e giustamente si comportano come bambini, i grandi siamo noi e forse la colpa è nostra che gli abbiamo insegnato a fidarsi più della televisione che di tutto il resto. Comunque secondo me se avessero fatto la ricerca sugli adulti il risultato sarebbe stato lo stesso. Unica soluzione: mettiamo una votla per tutte il numero di calorie bene in vsita e su prodotti con elevato contenuto calorico scriviamo a caratteri cubitali "in caso di abuso nuoce gravemente alla salute". E poi facciamo pagare le cure a chi sta male per essere diventato obeso nonostate gli avvertimenti! Un po' quello che si potrebbe fare per chi fuma, hai la tosse? Fatti tuoi, hai scelto tu di star male e non vedo perchè io devo pagare per curarti.

Luciano Bisoffi 03.10.07 20:47| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE LA PUBBLICITà DELLE MERENDINE è FRAUDOLENTE, INGANNEVOLE E FALSA

Pubblicità delle merendine varie le propone come "adatte per bambini", "sane", "naturali", "lievitatenaturalmente", "genuine", "di una volta" .... mentre in realtà questi prodotti sono le "bombe" chimiche piene di liviti chimici, grassi idrogenati, addittivi, esaltatori di sapidità e perfino talvotla si aggiunge l'alcool (merendina "Fiesta").
Gli ingredienti sulla confenzione si indicano con le lettere minuscole, onde evitare che il consumatore legga il contenuto del prodotto.
Il Pan di Spagna delle merendine assomiglia ad un'ovatta o alla carta pesta - non può essere un prodotto genuino.
99% dei genitori danno ai figli queste merendine a scuola.
Gli effetti dei prodotti chimici sull'organizmo umano finora non sono stati studiati, mentre il consumo di carboidrati di alto indice glicemmico (merendine e gli altri dolci compreso le bevande zuccherate) provoca la diabete del gruppo 2.

Si fa l'impressione che in Itlaia non esiste il Ministero della Salute.

Babenko Olga

Olga Babenko 01.10.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Proviamo a lasciare i bambini un pò meno soli davanti alla tv. Parliamo con loro, magari mentre li accompagnamo al parco.
Inutile demonizzare sempre e comunque pubblicità, consumismo, marche e sistema mediatico.

Roberta C. 29.09.07 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Il "marchio" è un evento mediatico che determina la scelta?? mazza che scienziati a Stanford!!!
ti/vi vorrei parlare in qualità di Antropologo, sono un docente di una università USA e mio figlio è docente a Tokyo...quella di cui sopra relativa alla ricerca di Stanford è (purtroppo)cosa vecchia...ci sono altre università (la North Texas p.e.) che hanno sopravanzato quella ricerca per farne una relativa alle scienze comportamentali e gli acquisti: ovvero la definizione di NECESSITA' dell'articolo pubblicizzato...ovvero con taluni prodotti i pubblicitari sono passati dall'INDURRE DESIDERIO(E fino a quello ci si poteva pure,a denti molto stretti, stare) all'indurre chi si rende partecipe dell'evento mediatico pubblicitario uno stato di vera e propria necessità relativa all'articolo in questione! Come si fa??? diciamo che non è semplice: occorre targettizzare al massimo il prodotto e definirlo per fascia sociale/di età/sesso/lavoro/ etcetc..insomma si crea un "QUALCOSA" DEL QUALE COLORO CHE APPARTENGONO A QUEL "TARGET" SE NE IDENTIFICHINO SE NE IMPOSSESSINO IN FORMA"CULTURALE"(la cultura è come, per le esperienze e la socialità il gruppo di appartenenza etcetc.. si osserva la realtà che ci circonda)UNA VOLTA IDENTIFICATOSI CON QUELL'OGGETTO SI INSERISCE UN "IDEALTIPO"

Stefano Leonardi 29.09.07 12:41| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con Gianluca Semprini, credo che in questo frangente valga molto di più il ruolo educativo di genitori e nonni rispetto all'azione dello stato. Livia Turco propose di alzare il limite di droga leggera consentita, oddio, penserà qualcuno, lo stato sta diventando antieducativo!!!
Il punto è uno: Lo Stato deve fare lo Stato e i genitori devono fare i genitori.
Impedire a un bambino di essere obeso mi sembra una delle cose più semplici di questa terra, vista anche la predisposizione dei bimbi a correre, giocare, a bruciare calorie, insomma. Io da piccola potevo mangiare un gelato al giorno e solo nei due- tre mesi estivi. Quando ero piccola a casa mia non c'erano bibite se non qualcuna per eventuali ospiti dei miei. E queste erano: crodino, chinotto o aranciata amara. Quale bambino le avrebbe mai bevute?
Ricordo che c'era una mia amichetta che a casa aveva tutte le lecconie che un bambino potrebbe desiderare: merendine, coca cola, patatine... mi sentivo molto come hansel e gretel dalla strega...
Risultato: a 25 anni lei è sovrappeso e io no.
Semplice, no?

Alessandra G 28.09.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono un medico di Firenze che apprezza e sostiene quello che fai in difesa della legalità e del diritto di libera scelta di noi elettori.
Oggi però ti scrivo come nutrizionista e in tale veste vorrei commentare il tuo post del 7 agosto dal titolo: Obesità pubblicitaria.
Condivido completamente quello che asserisci, anche perché mi imbatto ogni giorno nei danni provocati dalla pubblicità sui bambini italiani che sono ai primi posti in Europa per sovrappeso ed obesità ( 36%). Le patologie legate all’obesità infantile sono numerose e gravi: sindrome metabolica, diabete, ipertensione, apnee notturne, malattie cardiovascolari ecc.. senza considerare il trauma psicologico derivante dalla derisione dei compagni e dall’isolamento sociale.
Le cause dell’obesità sono molteplici, tra esse la crescente sedentarietà; sicuramente però un ruolo centrale lo gioca la pubblicità alimentare sempre più invadente e pressante. Le grandi ditte che producono cibi spazzatura come merendine, dolciumi e patatine così come le grandi catene di fast food, McDonald in testa, stanno facendo una corsa ad aggiudicarsi l’attaccamento al brand dei bambini; più piccoli e indifesi sono , meglio è.
Negli Stati Uniti uno studio ha rilevato che i bimbi americani vedono diecimila pubblicità alimentari all’anno e in Italia non stiamo molto meglio.
Quello che più mi ha colpito è che l’unico che ha compreso l’importanza del fenomeno e lo ha denunciato aspramente è stato un “comico” che anche in questo caso è stato più sensibile e reattivo delle autorità preposte al controllo della salute dei cittadini. Credo che noi cittadini dobbiamo ribellarci e difendere la salute dei nostri figli promovendo e proponendo con forza una legge che vieti la pubblicità alimentare ai bambini.

Un abbraccio

Andrea Baroncini

andrea b. Commentatore certificato 25.09.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

sono un medico di Firenze che apprezza e sostiene quello che fai in difesa della legalità e del diritto di libera scelta di noi elettori.
Oggi però ti scrivo come nutrizionista e in tale veste vorrei commentare il tuo post del 7 agosto dal titolo: Obesità pubblicitaria.
Condivido completamente quello che asserisci, anche perché mi imbatto ogni giorno nei danni provocati dalla pubblicità sui bambini italiani che sono ai primi posti in Europa per sovrappeso ed obesità ( 36%). Le patologie legate all’obesità infantile sono numerose e gravi: sindrome metabolica, diabete, ipertensione, apnee notturne, malattie cardiovascolari ecc.. senza considerare il trauma psicologico derivante dalla derisione dei compagni e dall’isolamento sociale.
Le cause dell’obesità sono molteplici, tra esse la crescente sedentarietà; sicuramente però un ruolo centrale lo gioca la pubblicità alimentare sempre più invadente e pressante. Le grandi ditte che producono cibi spazzatura come merendine, dolciumi e patatine così come le grandi catene di fast food, McDonald in testa, stanno facendo una corsa ad aggiudicarsi l’attaccamento al brand dei bambini; più piccoli e indifesi sono , meglio è.
Negli Stati Uniti uno studio ha rilevato che i bimbi americani vedono diecimila pubblicità alimentari all’anno e in Italia non stiamo molto meglio.
Quello che più mi ha colpito è che l’unico che ha compreso l’importanza del fenomeno e lo ha denunciato aspramente è stato un “comico” che anche in questo caso è stato più sensibile e reattivo delle autorità preposte al controllo della salute dei cittadini. Credo che noi cittadini dobbiamo ribellarci e difendere la salute dei nostri figli promovendo e proponendo con forza una legge che vieti la pubblicità alimentare ai bambini.

Un abbraccio

Andrea Baroncini

andrea b. Commentatore certificato 25.09.07 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono un medico di Firenze che apprezza e sostiene quello che fai in difesa della legalità e del diritto di libera scelta di noi elettori.
Oggi però ti scrivo come nutrizionista e in tale veste vorrei commentare il tuo post del 7 agosto dal titolo: Obesità pubblicitaria.
Condivido completamente quello che asserisci, anche perché mi imbatto ogni giorno nei danni provocati dalla pubblicità sui bambini italiani che sono ai primi posti in Europa per sovrappeso ed obesità ( 36%). Le patologie legate all’obesità infantile sono numerose e gravi: sindrome metabolica, diabete, ipertensione, apnee notturne, malattie cardiovascolari ecc.. senza considerare il trauma psicologico derivante dalla derisione dei compagni e dall’isolamento sociale.
Le cause dell’obesità sono molteplici, tra esse la crescente sedentarietà; sicuramente però un ruolo centrale lo gioca la pubblicità alimentare sempre più invadente e pressante. Le grandi ditte che producono cibi spazzatura come merendine, dolciumi e patatine così come le grandi catene di fast food, McDonald in testa, stanno facendo una corsa ad aggiudicarsi l’attaccamento al brand dei bambini; più piccoli e indifesi sono , meglio è.
Negli Stati Uniti uno studio ha rilevato che i bimbi americani vedono diecimila pubblicità alimentari all’anno e in Italia non stiamo molto meglio.
Quello che più mi ha colpito è che l’unico che ha compreso l’importanza del fenomeno e lo ha denunciato aspramente è stato un “comico” che anche in questo caso è stato più sensibile e reattivo delle autorità preposte al controllo della salute dei cittadini. Perché i noti dietologi che sfilano ogni giorno in tv e si pavoneggiano trai fornelli non hanno denunciato ad alta voce questo scandalo? Perchè invece di mettere in guardia l’opinione pubblica dal pericolo Fast Food , gli stessi “professoroni” preferiscono diventare consulenti di tali grosse aziende ? La risposta è piuttosto ovvia. Credo che noi cittadini dobbiamo ribellarci e difendere la s

andrea b. Commentatore certificato 25.09.07 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,
tutto questo mi sembra un tantino superficiale.

Gianluca Semprini 24.09.07 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe (se mai leggerai questo messaggio tra le migliaia del blog), sono sulla tua stessa lunghezza d'onda per mille cose, i blog sono un "mezzo" stupendo, ma il rischio è che poi la ragione finisca a chi, a torto, ti critica per il vuoto di contenuti. E te lo dico rispondendo a questo post perchè parli di una materia che conosco bene. Sono laureato in scienze alimentari e mi occupo di alimenti da più di vent'anni. Non ne posso più di sentire accuse spesso insensate ai criminali delle multinazionali che uccidono la gente con cibo spazzatura. Non ne posso più di sentire elogiare l'alta qualità dei prodotti tradizionali della cultura alimentare Italiana promossi da fantomatiche associazioni che proteggono la "biodiversità" del cibo. Basta con le false equazioni tipo tradizione=buono=sano. Anche a me piacerebbe un mondo dove il latte è solo latte, ma non ci arriveremo sicuramente dicendo "stronzate" su McDonald's ed elogiando il "Burro di Beppino". Che tu ci creda o no ci può essere più qualità in un BigMac che in un Culatello di Zibello. E non fraintendere, non voglio essere il paladino delle multinazionali: sono pure disoccupato grazie a una di loro e mi faccio un mazzo tanto per mantenere la famiglia in un mondo dove poi trovi per strada un Adriano in megaHummer con autista (e lo chiamano ancora Gioco Calcio) o veline milionarie. L'obesità è un problema serio, ma si diventa grassi anche con l'ottima dieta mediterranea se non si sa mangiare e tu stesso ne sei forse un esempio. E' colpa di Algida se le mamme danno il Cornetto ai bambini invece di sbucciargli una mela e dargliela per merenda ? E' più facile dire si (e c'è anche del vero) che farsi un esame di coscienza e pensare a cosa insegnamo ai bambini. Dove sono gli educatori (genitori, insegnanti,...) ? E per insegnare si deve anche sapere e saper dare l'esempio, se si educano i bambini dandogli un sacchetto di patatine per non perdersi Beautiful in TV !!! Ciao. Mario

Mario G 21.09.07 14:13| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Dote

Ormai è trascorso quasi un anno dalla pubblicazione su una delle più famose riviste mediche (The Lancet) di uno studio sui danni neurologici al sistema nervoso in via di sviluppo causati da numerose sostanze chimiche immesse dall’uomo nell’ambiente.
Gli autori
hanno denunciato alla comunità scientifica internazionale una vastissima epidemia di danni neurologici, più o meno gravi, provocata dall’azione tossica sul sistema nervoso in via di sviluppo di agenti chimici che lo raggiungono attraverso l’inquinamento del cibo, dell’
acqua e dell’aria. Epidemia della quale nessuno parla.
Pochi mesi fa
nelle Isole Faroe si è svolta una importantissima conferenza internazionale sulla tossicità di numerose sostanze chimiche su organi ed apparati in via di sviluppo.
Gli scienziati sono giunti alle
seguenti conclusioni.
- le sostanze chimiche presenti nel corpo della madre sono condivise con il feto ed il neonato;
- il bambino viene
esposto a dosi superiori a quelle della madre per il suo minor peso corporeo;
- malattie neurologiche, cardiovascolari, respiratorie, immunologiche, dell’apparato della riproduzione, disfunzioni endocrine, alcuni tipi di cancro, l’obesità ed alterazioni genetiche sono la conseguenza dell’esposizione nelle prime fasi della vita a sostanze chimiche tossiche;
- di particolare importanza è la capacità di modificare l’espressione genetica. Vale a dire di cambiare il fine dell’attività di un gene. Tale modifica può predisporre ad una malattia e viene trasmessa alle generazioni successive.

Nel passato si cercava
di dare una dote ai figli. Adesso che la società è evoluta le cose sono
cambiate ed a loro lasciamo una minaccia. Un rischio legato al loro
patrimonio genetico. Questo nuovo tipo di dote sarà tramandata ai figli
dei figli e così via fino alle generazioni più lontane.

Loro non ce lo
perdoneranno.

Dr. Giovanni Ghirga

Pediatra - Medici per l’Ambiente e
la Salute dell’Alto Lazio


Dr. Giovanni Ghirga 18.09.07 10:40| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Rigurado al discorso del latte... nelle mie zone (parlo della provincia di Como) ci sono fattorie che hanno messo a disposizione di chiunque dei distributori di latte fresco. E' più buono, costa meno e soprattutto non ci si deve sorbire "esilaranti" pubblicità su principini capricciosi che bevono solo il latte della mucca Taldeitali.
Certo che se qualcuno dovesse davvero chiedersi "ma se non è di marca sarà un prodotto valido comunque?" consiglierei a quel qualcuno il ricovero immediato per idiozia pregressa.

Chiara O. Commentatore certificato 17.09.07 13:21| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

caro beppe
il vero cancro della pubblicità è la mancanza assoluta di una vera è propria legislazione. Le pochissime leggi optano solo per delle piccole ammende...e poi sono le stesse agenzie che si autoregolano...scrivono dei protolli di intesa ma con demarcazioni davvero illusorie...alla fine dove girano milioni di euro le regole sono solo una facciata...per ricordare uno spot ci sono cose che nn si possono comprare(la nostra salute mentale) per tutto il resto cè mastercard....

francesco n. Commentatore certificato 12.09.07 18:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

caro beppe
il vero cancro della pubblicità è la mancanza assoluta di una vera è propria legislazione. Le pochissime leggi optano solo per delle piccole ammende...e poi sono le stesse agenzie che si autoregolano...scrivono dei protolli di intesa ma con demarcazioni davvero illusorie...alla fine dove girano milioni di euro le regole sono solo una facciata...per ricordare uno spot ci sono cose che nn si possono comprare(la nostra salute mentale) per tutto il resto cè mastercard....

francesco n. Commentatore certificato 12.09.07 18:09| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Sabato 6 Ottobre a Bussolengo (VR) convegno presso il Teatro Parrocchiale in Piazza Nuova 3, convegno del CO.R.VE.L.VA. www.corvelva.org, dalle ore 15.30 alle 19.30, dal titolo " Prevenzione delle malattie e liberta' vaccinale".

...DAMMI UN BACINO ANZICHE' UN VACCINO

Gennaro Caputon 08.09.07 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è da stupirsi, l'obiettivo della pubblicità è questo!
Dietro ad una pubblicità ci sono studi, niente è lasciato al caso!
Concordo con chi colpevolizza i genitori,i bambini sono sotto la loro autorevolezza!

Chiara C. 08.09.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

ti leggo da tempo ma è la prima volta che scrivo... mi piacerebbe sentirti anche a proposito di quegli spot pubblicitari da condanna a morte relativi ai farmaci... com'è possibile che le notizie più importanti riguardo l'utilizzo e le controindicazioni degli stessi possano essere riportate sullo schermo con un carattere talmente minuscolo da essere ILLEGGIBILE? Ho fatto la prova pure registrando e provando col fermo immagine, NULLA!!! E soprattutto com'è possibile che la voce possa leggere tali indicazioni con un tono di voce più basso e talmente veloce ed innaturale che ti porta istintivamente a distrarti e non farci praticamente più caso? Dico, ma stiamo scherzando??? Che gaiser me ne frega della cronostoria di una stitica che non può andare al lavoro??? Ma che si metta un tappo! In 3 minuti di spot dovrebbero dedicarne 2 e mezzo per l'informativa e le reali potenzialità!!!
Oramai, non riesco più a vederla QUESTA televisione... ma la cosa che mi rende più triste sono le persone che abboccano, segno di una notevole e disarmante ignoranza lobotomizzata :-(

Un saluto a tutti gli altri.

Giorgio Gallo

Giorgio Gallo 07.09.07 10:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

ti leggo da tempo ma è la prima volta che scrivo... mi piacerebbe sentirti anche a proposito di quegli spot pubblicitari da condanna a morte relativi ai farmaci... com'è possibile che le notizie più importanti riguardo l'utilizzo e le controindicazioni degli stessi possano essere riportate sullo schermo con un carattere talmente minuscolo da essere ILLEGGIBILE? Ho fatto la prova pure registrando e provando col fermo immagine, NULLA!!! E soprattutto com'è possibile che la voce possa leggere tali indicazioni con un tono di voce più basso e talmente veloce ed innaturale che ti porta istintivamente a distrarti e non farci praticamente più caso? Dico, ma stiamo scherzando??? Che gaiser me ne frega della cronostoria di una stitica che non può andare al lavoro??? Ma che si metta un tappo! In 3 minuti di spot dovrebbero dedicarne 2 e mezzo per l'informativa e le reali potenzialità!!!
Oramai, non riesco più a vederla QUESTA televisione... ma la cosa che mi rende più triste sono le persone che abboccano, segno di una notevole e disarmante ignoranza lobotomizzata :-(

Un saluto a tutti gli altri.

Giorgio Gallo

Giorgio Gallo 07.09.07 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' verissimo, in genere la gente compra prodotti
industriali, cibo che sa di plastica, merendine con
aspartame e veleni vari.
la colpa è anche della... anzi è solo della pubblicità.Lo sapete come si chiama la proteina della carne? CADAVERINA, non è uno scherzo!!!
A proposito vorrei richiamare all'ordine quei 3
carnivori e scrivo anche il loro nome : Marina,Luca
e ginetto(detto ORACOLO) se quacuno li conosce saprà che i 3 loschi e foschi e noti a tutte le
macellerie d'Italia.....ARRESTATELI!
Saluti a tutti,Piero

Piero Franco 07.09.07 02:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, vorrei porre una domanda da cretina: ma l'alcol etilico che viene usato per la conservazione di generi alimentari imbustati (pane, merendini, dolci soffici, torte lievitate insomma la quasi totalità di prodotti che sono lievitati)non è nocivo? E seppure non lo è al momento dell'ingestione, a lungo andare non produce assuefazione "alcolica"? Insomma ecco la domanda davvero cretina: tutti quei giovani che abbiamo allevato a merendini "alcolici" non saranno alcoldipendenti? Si spiegherebbe la richiesta di alcol del loro organismo..: e tante altre cose, cole 'aumento di alcolismo giovanile. Bah, era una idea, che qualcuno esperto mi risponda per favore, confermandomi che sono una cretina. Speriamo Ciao EXEX

GABRIELLA I. Commentatore certificato 03.09.07 17:20| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La colpa è soprattutto della pubblicità che bombarda i bambini negli oari in cui sono a casa da scuola con continui spot su merendine e bibite,tutti cibi ricchi di tante calorie e poco nutrimento. Ma colpa non è anche dei genitori? perchè M.Donalds
è così importante? perchè è così presente? io ne ho uno vicino casa, è pieno ad ogni ora del giorno sia di adulti che di bambini che mangiano a qualunque ora del giorno panini e patatine. Allora l'educazione alimentare inizia a casa, possiamo insegnare ai bambini a mangiare meglio ed è nostro dovere farlo 1 bimbo su 3 oggi è sovrappeso e queste catene diventano sempre più ricche.

Claudia p. Commentatore certificato 02.09.07 21:09| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ebbene sì, l'obesità (malattia fisica e psichica) oggi è di moda!!la cosa scomvolgente è che tutto parte da coloro che "dovrebbero" aver cura dei bambini,le mamme.Le nostre mamme italiane forse hanno dimenticato che:
- non è l'involucro che fa la qualità di un cibo;
- e che a furia di mangiare merendine, dolciumi e cibi grassosi a dismisura,
diventano le prime responsabili di un futuro figlio obbeso.Xciò cerchiamo di spegnere la tv
e stare di più con i bambini!!

Angela D'Angelo 02.09.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Sempre sulla polemica innescata dal vergognoso articolo
dell' Espresso "Bio che bluff", ecco il controcanto,
interessante anche la scheda su Altroconsumo che mi pare un po' inquietante... Ecco il link all' articolo
http://www.greenplanet.net/images/stories/bluff-espresso.pdf

ps.: come mai l'Espresso non si occupa dei biscotti
del Mulino Bianco che, per farci tornare alla Natura, contengono nanoparticelle di metallo?

Pierpaolo Marescalco 27.08.07 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

ti scrivo per segnalarti che nel silenzio generale si stà "consumando" una colossale truffa ai danni della salute dei cittadini e che colpisce in particolare le fasce piu deboli e indifese della popolazione. I nostri politici dal 1998 hanno cambiato le regole dell'assistenza del Servizio Sanitario Nazionale assoggetando attraverso l'accertamento e l'acquisizione dei requisiti (patologia, invalidità, reddito) il diritto ad una cura e un' assistenza (esenzione ticket). Le prestazioni specialistiche ( Riabilitazione fisica e l'Odontoiatria) e l'erogazione di alcuni medicinali (orfani) necessari alla cura è soggetta a particolari limitazioni. E' facile immaginare che l'acquisizione dei requisiti e la individuazione dei percorsi assistenziali ha dato luogo nel nostro paese a una serie di scorrettezze gravi e "disattenzioni" senza precedenti da parte delle REGIONI che hanno usato la politica di "indirizzo" del Ministero della Salute per applicare a loro piacimento solo la parte della Riforma che limitava le cure e la "spesa" senza nessun controllo, i Direttori Generali ASL motivati da interessi personali hanno quindi incoraggiato le "disattenzioni" non garantendo la diffusione delle informazioni e negando con metodi davvero singolari il diritto alla Salute, e il rispetto della Legge. Hanno falsificato, alterato, nascosto per ben 6 anni la legge come potrai vedere nel sito www.arianuova.eu, nel racconto della mia "storia" come in quella delle altre persone che si sono unite in questa battaglia risulta chiaro che il ruolo dei medici risulta pesantemente condizionato dagli "interessi" dei comitati politico-affaristici dei Direttori Generali ASL.
Ho scritto personalmente più volte al Ministero della Salute e otto mesi fà dopo la costituzione dell'associazione abbiamo scritto una lettera con le firme di 50 cittadini di Foligno al Ministro L. Turco. Non solo non c'è stata nessuna risposta ma da alcune verifiche fatte la nostra lettera giace in un cassetto di

Luigi Santopaolo 26.08.07 03:27| 
 |
Rispondi al commento

Non so se l'argomento è già venuto fuori ma in fin dei conti è un argomento che Beppe Grillo tocca in alcuni suoi spettacoli. I cibi che compriamo sono "contaminati" da altri cibi. Nel formaggio trovi derivati delle uova, nelle conserve zucchero, nel mais zucchero, negli insaccati un po' di tutto: farina, latte, e tanto zucchero. Da vecchi avremo tutti il diabete, in compenso useremo gli edulcoranti nelle caramelle e nel caffè.
Ma non potremmo rimettere lo zucchero dove dovrebbe stare e evitare in tutto il resto. Io faccio la spesa cercando di evitare saccarosio, fruttosio e destrosio dove non ci dovrebbero essere ma ultimamente la mia spesa diventa sempre più lunga e difficile, il banco dei salumi inespugnabile e quello delle conserve un continuo rimettere vasetti sugli scaffali dopo la lettura di etichette. Vi consiglio di guardare anche a voi per capire l'entità della cosa. Lo zucchero crea dipendenza, ci stanno facendo diventare tutti dipendenti. Difendiamoci!

Claudia Checcaglini 25.08.07 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Leggete un po' cosa scrive l' Espresso sui prodotti alimentari biologici.
Fanno male. E' incredibile. http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Bio-non-fa-miracoli/1732248&ref=hpstr1

Pierpaolo Marescalco 25.08.07 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma non sarebbe più semplice e più efficace educare alla pubblicità (genitori e, soprattutto bambini scolari): perché si fa, a chi è diretta, cosa non viene detto, cosa viene permesso,...
Ci sarebbe poi anche da valorizzare le biodiversità agroalimentari. McDonald è un'invenzione fatta per un mondo che non è il nostro, ma cosa dovremmo fare per "valorizzare" il nostro modo di mangiare, prima di arrivare troppo tardi alla conclusione che "quello" era il nostro modo di vivere il cibo etc.
Buon pomeriggio e Buona fortuna, Italia.

GIORGIO ZINTU 24.08.07 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe. La pubblicita mi soffoca, letteralmente, mi deprime l'anima come un cancro malefico. E' troppa, insistente, odio sapere a memoria ritornelli che non ho voluto imparare. Odio AldoGiovanniGiacomo.
Quando ero piccolo e andavo a scuola facevo fatica a memorizzare argomenti di mio non interesse, come la geografia o la storia: se avessi avuto un televisore che invece della pubblicità trasmetteva a ripetizione questi argomenti.... ma quante cose avrei memorizzato!
Saprei perfino quando è nato Garibaldi! Invece sono ignorante. Ma questa è un'altra storia...
Contro la pubblicità ho una sola arma: mi scarico da internet i film che mi interessano e VAFFANCULO DAY! Ci sarò anch'io!

mattia stoppa 24.08.07 10:03| 
 |
Rispondi al commento

BASTA TV

Nicola C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.07 18:33| 
 |
Rispondi al commento

SPEGNI LA TELEVISIONE... FALLO PER IL TUO BENE

Nicola C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.07 17:42| 
 |
Rispondi al commento

SPEGNI LA TELEVISIONE... FALLO PER IL TUO BENE

Nicola C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.07 17:35| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO DEL FAST FOOD E' IL MODELLO DI CIBO CHE IMPORTIAMO DAGLI STATES. OLTRE AI JEANS, AL R'n'R', A HOLLIWOOD, E TUTTA LA TECNOLOGIA, ACCETTIAMO ANCHE LA LORO CULTURA ALIMENTARE. E' VENDUTA NEL PACCHETTO, PRENDERE O LASCIARE...

Francesco Manfredi 22.08.07 15:38| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

V-Dayyyyyy!!!!!

Boschetto a Difesa del RIO FERGIA contro gli USURPATORI D'ACQUA della ROCCHETTA spa / IDERA srl !!!

Filmato 1: http://it.youtube.com/watch?v=9aY2OjMDGxI

Filmato 2: http://it.youtube.com/watch?v=sI4zkwcmPLA

V-Dayyyyyyyy!!!!

Massimo Michelini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.08.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Io abito a Bologna e nei paesi intorno a Bologna (Castel Guelfo, Borgo Tossignano, Sesto Imolese, Poggio Piccolo ed altri) ci sono i distributori automatici del latte: porti la bottiglia , se non ce l'hai la prendi al distributore e con 1 euro ti porti a casa 1 lt di latte che non ha niente a che vedere con quello che siamo abituati a bere...è buonissimo! Direttamente dalla tetta della mucca!

Barbara Massarenti 15.08.07 17:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Scusate ma non capisco l'invasione dei termini inglesi nel nostro italiano: perchè brand anzichè marca, perchè last minute anzichè ultimo minutto, perchè low cost anzichè basso prezzo, perchè background anzichè passato, perchè costumer service anzichè assistenza clienti ecc.? Siamo o no in Italia?

Anna Zarillo 15.08.07 10:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Cosa centra rinfaciare a Beppe il fatto che è sovrapeso? Sapete che stile di vita ha? Ci sono molte persone che pur mangiando poco sono comunque in sovrapeso. E comunque è molto più normale essere in sovrapeso alla sua età che da bambini. O sbaglio?

Anna Zarillo 15.08.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento

La pubblicità punta semplicemente sul fatto che c'è gente che non sà raggionare con la propria testa. Ma dai sè vi dicono di buttarvi nel pozzo lo fatte?

Anna Zarillo 15.08.07 10:06| 
 |
Rispondi al commento

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Ciao a tutti, è stato aggiornato il sito www.V-day.it , OnLine dal 18 Giugno 2007.

Pagina “ Press “ in questa pagina verranno inserite le info di tutto quello che ruota attorno al V-day, inviate i vostri contributi, verranno inseriti.

Quindi, link a radio online in diretta x il V-day dalle piazze, video, link video stream della manifestazione, testi, link a giornali online che parlano del V-day, insomma, tutto sul V-day.

I vostri video fatti durante le manifestazioni che invierete o i link su internet verranno inseriti nella " Area Video " pagina " Arte & Cultura "

Segreterie telefoniche Nazionali e Internazionali + Mail Voce , per lasciare un tuo commento vocale, ti aspettiamo.

Vieni a votare il logo sul V-day che ritieni piu' bello pubblicato sul sito www.V-day.it, se qualche logo ti piace lo puoi prelevare per il tuo uso.

E' attivo il Blog su V-day.it, un altro spazio per farti sentire :-)

E' stata inserita l'area " Arte & Cultura " dove gli artisti possono esprimere il loro talento per il V-day.

Sono stati attivati 3 sondaggi;

1) Sondaggio x indicare agli organizzatori del V-day dove fare la manifestazione, ok Beppe va' a Bologna ma chi ha votato il sondaggio da' altre indicazioni

2) " Cosa fare dopo l' 8 settembre ? " Sondaggio creato con la collaborazione degli iscritti alla Mailing List di V-day.it, le indicazioni votate al momento sono per indire il Referendum.

3) Vota il logo piu' bello per la giornata del V-day

Possibilità di lasciare commento dopo il voto, si chiede correttezza . Tnx

Vieni anche tu a dire la tua.

Un saluto a tutti gli onesti e a chi e' orgoglioso di essere Italiano

Sigfrido

V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day V-day

Sigfrido-3 N. Commentatore certificato 14.08.07 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti, essendo tempo di vacanze, posso dedicarmi ad una lettura più approfondita dei vs. commenti e vorrei farvi notare ciò: io sono nata negli anni 70 (per cui non mi ritengo tanto vecchia e mi ricordo molto bene della mia adolescenza),ho passato il periodo delle pubblicità ogni 3 minuti (era impossibile vedere un film alla TV), nella mia scuola c'erano già i distributori di alimenti ed i miei genitori avevano poco tempo da dedicarmi perchè lavoravano molto, economicamente non mi è mai mancato nulla e COMUNQUE IN CLASSE HO SEMPRE PORTATO I MIEI PANINI FATTI IN CASA DA ME, E QUANDO NON RIENTRAVO A PRANZO ANDAVO OVVIAMENTE A MANGIARE FUORI CON GLI AMICI, LORO SCEGLIEVANO UN PANINO CONGELATO RISCALDATO ED IO UN BEL PIATTO DI PASTA CON BIBITA ED OLTRE TUTTO PAGAVO DI MENO IO NEL TAVOLO RISTORANTE CHE I MIEI AMICI AL TAVOLO BAR E VI ASSICURO CHE NON ERO OBESA! FORSE LA COSA PIU' IMPORTANTE PER I NS. FIGLI E' FARLI PENSARE UN PO' POSITIVO;ANCHE SE CI SONO MILLE PROBLEMI (le multinazionali, l'inquinamento, i politici, LE TASSE, ecc..)VIVERE DEVE ESSERE UNA COSA BELLA!! E' difficile essere genitori, ma lo è sempre stato (con altre difficoltà ma pur sempre difficoltà)e non è colpa della TV ma di noi genitori che pensiamo es. alla pulizia della casa e lasciamo i bimbi parecchio davanti alla TV e non riusciamo a insegnare le poche regole importanti della vita. Sertirsi bene con se stessi (grassi, bassi, belli o brutti che siamo),un pò meno agitati e stressati e pensare ogni tanto come vogliamo senza alcuna influenza interna di famiglia od esterna come la TV. E' bello andare in discoteca, io sono cresciuta con le discoteche, ma ho sempre bevuto analcolici e non ho mai fumato (per non dire altro) perchè mi hanno insegnato che non ha senso autodistruggersi! FORZA RAGAZZI GIOVANI, RITORNATE A VIVERE IN MODO SANO, E' TUTTO BELLO MA NON L'ECCESSO DELLE COSE, PERCHE'L'ECCEDERE PUO' DANNEGGIARE GLI ALTRI E DISTRUGGERE SE STESSI! cosa ne pensate?saluti da Roberta

ROBERTA PAOLA 14.08.07 21:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ci tenevo solo a precisare che sull'articolo scrivi testualmente "in alcuni paesi è possibile prelevare il latte da distributori automatici portando con se solo la bottiglia di vetro e quindi pagare 0,80 € x litro solo il latte ...", in Italia ci sono.
Più precisamente in Friuli Venezia Giunlia in provincia di Pordenone a Fontanafredda ce ne uno, non so però se questo è frutto di una legge regionale (a statuto speciale) oppure è estendibile a tutto il territorio italiano.
Purtroppo però a fianco della bella notizia, devo dire che la diffusione di questa abitudine tarda a prendere piede, in parte a causa della mancanza di pubblicità delle amministrazioni comunali del luogo ed in parte della pigrizia di noi cittadini a cambiare abitudini.
ciao

Luca Tellan 14.08.07 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si parla di censura?

Allora andate qui:

Il blog di Beppe Grillo e la censura metodica

http://n ew-ital y.net/beppe-grillo-c ensura/

(togliere gli spazi vuoti :-)

GrillMoral News 13.08.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera sig. Grillo,
relativamente al ritorno alle "vecchie usanze alimentari" ho constatato che nei comuni in provincia di Brescia le aziende agricole hanno installato diversi distributori automatici di latte, formaggi, ecc... (oltretutto molto buoni!)con costi inferiori dei supermercati, ma non eccessivamente bassi; se i costi fossero più contenuti ed in questo caso ci fosse più pubblicità dei distributori, i bambini (e non solo), prima di andare a scuola andrebbero volentieri a prendere un bicchiere di latte fresco! (la mia bimba di 4 anni è tutta contenta quando la porto al distributore, perchè per lei è una novità piacevole). Oltretutto verrebbe prodotta meno immondizia inutile; il latte nella bottiglia in vetro da riutilizzare è sempre migliore di quello nelle confezioni soprattutto quando fa caldo!
Io abito nella provincia di Bergamo e non so ancora se nella mia provincia ci sono distributori, spero che "Bergamo" ogni tanto prenda esempio da "Brescia" !
Ringrazio per la sua disponibilità
Marenzi

amministratore marenzi 13.08.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Nel comune di Brisighella (RA) davanti al parco pubblico c'è il distributore di latte fresco: 20 centesimi per un bicchiere, 50 centesimi per mezzo litro, un euro per un litro

Fabio Romagnolo 13.08.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, oggi sono entrato in caffe' dove vado di tanto in tanto, non sono un topo da bar, di solito vedevo l'angolo internet, era sparito. ho chiesto notizie e il titolare mi ha detto che non conveniva piu' bisognava portare in questura tutti i documenti, carta identita', codice fiscale....! di tutti i clienti, io in itlia non lo uso lo ho in casa, ma quando giro il mondo, faccio ancora l'autista di TIR, mi fermo durante le pause negli autohof che sono sempre muniti di internet point.... e nessuno si sogna di chiedermi nulla, gli ultimi frequentati sono Karldorf, Basel Weil e Birmingham.... ieri ti ho promesso il ventino per il V day e' oggi causa estiva non e' stato possibile, domattina. Right? Mario Pellerey. (vecchio anarchico '36)non potro' presenziare al V day perche saro' lontano in ferie. no pasaran.

Pellerey Mario 13.08.07 17:54| 
 |
Rispondi al commento

non guardate la publcità,guardate il prezzo della merce...i prodotti di marca costano di più e la qualità è minore,ma noi li compriamo...se riuscissimo a non vedere le scritte sulla confezione,ma solo il prezzo i "grandi capitalisti" andrebbero affanculo domani mattina

simone maccioni 13.08.07 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Fame o fumo?

Trascorro la mia vita, tra gioie e affanni, in una cittadina pigra e convulsa delle Marche, Fermo.
È un luogo dalla storia millenaria rapito dal desiderio tutto marchigiano di avere tutto, subito e senza tante storie (morti e feriti a parte).
Negli anni 60 si era cercato di imitare lo sviluppo industriale della rivale storica, Ascoli Piceno, istallando lungo la vallata del Tenna, naturalmente vocata ad una ricca agricoltura intensiva, dei siti industriali di rilevanza regionale, in particolare uno era lo zuccherificio della Sadam, società saccarifera di dimensione nazionale;
alimentato nel corso dei decenni dal flusso regolare dei finanziamenti comunitari all'agricoltura, lo zuccherificio creava una vera a propria economia a ciclo integrato; gli agricoltori producevano la materia prima, i consorzi lucravano sulla vendita dei prodotti chimici atti alla coltivazione della barbabietola, una fitta rete di terzisti nei lavori agricoli e dei trasporti traevano largo profitto nel periodo della raccolta (agosto-ottobre) un piccolo esercito di operai stagionali integravano durante la stagione, la già nutrita pattuglia dei dipendenti fissi dello zuccherificio (circa 100 persone).
Tutto sembrava andar bene, senza sostanziali scossoni.

Poi, improvvisamente (!?!) l'Unione Europea, nell'ambito degli accordi sulla globalizzazione del commercio, decide che [..]

Continua su energiamoci.it all'indirizzo http://www.energiamoci.it/portale/modules/news/article.php?storyid=20

Roberto Cognigni 13.08.07 11:01| 
 |
Rispondi al commento

La politica agricola suicida dello stato italiano che ha sistematicamente lasciato l'agricoltura e la zootecnia al suo destino, lasciando che le grandi multinazionali dell'agroalimentare (Unilever,Nestlè,Danone ecc.),facessero il proprio comodo mettendo nel loro carrelloo della spesa i marchi agricoli italiani più prestigio, ha provocato le conseguenze illestrate nell'arrtcolo del blog.Non esistono alibi per la classe politica italiana, ineccifiente, inadeguata e ormai desueta. Al fenomeno suindicato si somma l'ignoranza del consumatore tradizionale il quale ormai identifica il brand come qualità di un prodotto anche perchè nessuno lo informa correttamente sulla differenza fra qualità merceologica e qualità commerciale. Ritengo ormai persa la battaglia della qualità, perlomeno fino a quando non vi sarà un rinnovamento della classe politica di questo paese. Bisogna partire dalle scuole, dai consumatori di domani, informandoli circa le metodologie di produzione degli alimenti di qualità. Circa la generazione adulta che abitualmente consuma olio da 3 Euro al litro o peggio ancora olio di sansa.....non esistono speranze.

Silvano Bandinelli 13.08.07 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dell'obesità infantile (e anche adulta), non è solo nella pubblicità in se stessa, ma soprattutto nel genere dei cibi che mangiamo. I CIBI INDUSTRIALI non sono cibi sani. Mangiamo cose diverse da quelle che crediamo, l'apparenza può essere un biscotto, ma gli ingredienti dello stesso sono tanti e dannosi, veniamo ingannati dall'aspetto esteriore dei cibi industriali che all'interno contengono invece cose dannosissime. Lo zucchero è dappertutto, grassi dannosi per l'organismo(colza, palma)prodotti chimici. I nutrizionisti dovrebbero mettere in guardia contro questi cibi, non lo fa nessuno. L'obesità è causata dai cibi industriali.

Enrica Martolini 13.08.07 08:55| 
 |
Rispondi al commento

http://www.disinformazione.it/etichette_ingannevoli.htm

basta citare questo articolo come commento al post... e lo schifo verso la falsità imperantee aumenta a dismisura!

gessica b. Commentatore certificato 13.08.07 00:24| 
 |
Rispondi al commento

sono entrata in un mc'donald francese: bambini di 3 anni sapevano già scegliere alla perfezione il loro mc menu, con dettagli particolareggiati ("nella cola mi tolga il ghiaccio x piacere"). sono tornata a casa allibita sperando che queste cose non accadano anche da noi... ma credo che valga il detto omnia munda mundis.

barbara suigo sanguinet Commentatore certificato 12.08.07 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Abito in provincia di MN e il distributore automatico del latte più vicino è a 25 Km da casa mia, ma non dispero - sapete cosa faccio - vado nell'agriturismo con stalla più vicino che è a 1 Km dal mio paese, ne prendo 6 litri per volta e costa meno di 1€ al litro.
Chiaramente non lo uso tutto in breve tempo, lo scremo e con la panna faccio il burro usando un normale frullino elettrico, il latte scremato e bollito poi, lo metto in bottigliette da 1/2 litro che congelo - vi assicuro, è perfetto e comodissimo -
Nell'agriturismo inoltre posso comprare anche altri prodotti e...... interessante!!!! costano meno che al supermercato e...... interessante!!!! senza imballaggi inutili, basta portarsi i contenitori da casa.
Nel mio piccolo VAFFA....O anche alle multinazionali

a t. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.08.07 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo alla questione trovo illuminante la buffa, esperienza fatta dal sig. Morgan Spurlock autore del documentario "Supersize Me", uscito nel 2004.
Il signore in questione ha cominciato a mangiare 3 pasti al giorno da McDonald's per un mese mettendo su 9 kg e soprattutto mettendo a rischio la propria salute.
Negli ultimi decenni il consumo di dolciumi è aumentato esponenzialmente così come quello di bevande gassate zuccherine.
Il sig. Spurlock ha anche fatto presente che l'unico cibo al Mc Donald's che non contiene zucchero sono le patatine! Mangereste mai insalata con lo zucchero?
Capirebbe anche un bambino allora che l'assunzione di una quantità così elevata di zucchero, a cui si aggiunge la maggiore sedentarietà della media della popolazione innesca un incremento dell'obesità.
I bambini vanno tutelati. E lo si fa istruendo i genitori in modo tale che sappiano gestire l'alimentazione dei propri figli in modo corretto. La non-educazione alimentare porta spiacevolissime conseguenze. Ne cito una: l'aumento di assunzione di zuccheri non metabolizzati attraverso l'attività fisica provoca un contestuale aumento dell'aggressività, valvola di sfogo IN EXTREMIS del nostro organismo. Ecco perché i bambini d'oggi sono irascibili, ipertesi, aggressivi. Troppo zucchero.
Sono inoltre obesi e un giorno si sentiranno a disagio con sè stessi e con gli altri. Consumeranno sempre più antidepressivi pur di tirare avanti "ingrassando" contemporaneamente le case farmaceutiche, già potentissime.
Dal punto di vista economico l'obesità comporta inoltre un aumento delle spese sanitarie, perché contestualmente all'aumento di persone sovrappeso si sviluppano patologie (dall'ipertensione all'insufficienza epatica, renale, cardiaca all'aumento del rischio di ictus cerebrali ecc) che richiedono degenze lunghe in ospedale e cure adeguate, tutte, ovviamente a carico sia dello Stato che del contribuente.

Il cancro del terzo millennio è un cancro dolce.

Giovanbattista F. Commentatore certificato 12.08.07 15:35| 
 |
Rispondi al commento

volevo solo precisare un particolare sulla questione latte e distributori automatici..io vivo in Romagna e posso assicuravi che sono gia diffusi specie nell'entroterra(nei pressi di Morciano di Romagna)e non solo anche nelle vicine Marche come a Gabicce Mare e vi assicuro che è impossibile non trovare la fila se non di notte e il latte proviene dalle fattorie della zona e in fatto di qualità non lo supera nessuno e costa solo 1euro al litro
ciao a tutti

vincenzo leone 12.08.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento

ad alessandria c'è, oh. voglio dire ad alessandria! funziona anche bene, si può acquistare il latte, i formaggi, il miele, tutti i prodotti di una cascina a pochi km dalla città. E' un'idea intelligente e utile e i prodotti sono molto più buoni

kevin giorgini 11.08.07 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Beppe Grillo, nn so se leggerà mai questo commento, c'è una possibilità su un milione. Semmai la fortuna mi aiuti e le capita di leggerlo allora mi ascolti. Ho scaricato dal suo blog, il libro,
Schiavi Moderni
Il precariato nell'Italia delle meraviglie

Sono d'accordo con le sue idee, e credo non si possa andare avanti così. Il precariato è cm un virus. Se non si trova una cura, si estende e colpisce altre persone. Così il lavoratore italiano può essere affetto da precarietà. La probabilità di essere affetti aumenta di anno in anno. Nessun politico di destra o di sinistra riesce a trovare una soluzione. E noi giovani rimaniamo zitti. Le cose peggiorano. Non abbiamo rappresentanti che alzano la voce, che si fanno sentire. E chi difende i nostri diritti? Signor Grillo lei ci prova con tutte le sue forze, ma da solo può farcela?
Il V-DAY è una cosa molto interessante, spero saremo in molti. Secondo me si dovrebbe organizzare una manifestazione pacifica, contro il precariato. Con centinaia di migliaia di persone. Per far capire ai politici che deve cambiare qualcosa. Senò dobbiamo rassegnarci e dire addio alla pensione. Vivremo tutta la vita con i nostri genitori. Nn vorrei che il primo articolo della costituzione possa essere letto così:
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro precario ………

Saluti

Giulio Serafini 11.08.07 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Salve signor Beppe Grillo, nn so se leggerà mai questo commento, c'è una possibilità su un milione. Semmai la fortuna mi aiuti e le capita di leggerlo allora mi ascolti. Ho scaricato dal suo blog, il libro,
Schiavi Moderni
Il precariato nell'Italia delle meraviglie

Sono d'accordo con le sue idee, e credo non si possa andare avanti così. Il precariato è cm un virus. Se non si trova una cura, si estende e colpisce altre persone. Così il lavoratore italiano può essere affetto da precarietà. La probabilità di essere affetti aumenta di anno in anno. Nessun politico di destra o di sinistra riesce a trovare una soluzione. E noi giovani rimaniamo zitti. Le cose peggiorano. Non abbiamo rappresentanti che alzano la voce, che si fanno sentire. E chi difende i nostri diritti? Signor Grillo lei ci prova con tutte le sue forze, ma da solo può farcela?
Il V-DAY è una cosa molto interessante, spero saremo in molti. Secondo me si dovrebbe organizzare una manifestazione pacifica, contro il precariato. Con centinaia di migliaia di persone. Per far capire ai politici che deve cambiare qualcosa. Senò dobbiamo rassegnarci e dire addio alla pensione. Vivremo tutta la vita con i nostri genitori. Nn vorrei che il primo articolo della costituzione possa essere letto così:
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro precario ………

Saluti

Giulio Serafini 11.08.07 20:04| 
 |
Rispondi al commento

i distributori di latte esistono e stanno incrementando in Emilia Romagna già da tempo; si va con la propria bottiglia a prendere dell'ottimo latte, freschissimo, con tutti i nutrienti al completo, e con il sapore di "latte"(e non di bevanda al latte, come quella che si trova al supermercato), a costi ridotti, e si riduce il danno ambientale da iperproduzione di plastica e tetrapack.....vedete voi...forse è meglio ritornare all'antico...o no?

elisa casati 11.08.07 12:37| 
 |
Rispondi al commento

TUTTA LA PUBBLICITA' VA VIETATA !
LA pubblicità non ha più nessuna utilità per il consumatore; sono solo furbate per convincerci a spendere e schiavizzarci nell'era del consu
mismo.
Oramai lavoriamo non per soddisfare i nostri bisogni (corporali dapprima e spirituali in un secondo tempo) ma per soddisfare i LORO INTERESSI, e per fare questo addirittura ci INDEBITIAMO e roviniamo anche le future generazioni.
Dobbiamo ritrovare il piacere di decidere da soli di cosa abbiamo bisogno e non farlo decidere ad altri.
Non pensate anche voi che un mondo senza pubblicità sarebbe migliore e meno aggressivo?
In particolare in televisione andrebbe abolita; i programmi sarebbero naturalmente migliori in qualità (se sono brutti nessuno li guarderebbe) e potremmo finalmente scegliere con il ns gusto, ci sarebbero meno interessi economici in gioco e quindi meno giochi di potere!
PROMUOVIAMO una raccolta di firme per abolire la pubblicità in TV (dapprima dei bambini ma perchè no anche del resto).
BASTA ! NON NE POSSIAMO PIU'

giovanni amoretti (gianclaudio) Commentatore certificato 10.08.07 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dr.Treu e Dr.Biagi non hanno nessuna colpa, è Caruso che a lingua sciolta che non riesce a COORDINARE e tratenere ciò che pensa e lui lo dice poi magari se ne pente come fà un (?). Caruso tante volte ha esternato battute INGLORIOSE ma questa volta a ESAGERATO e non basta sanzionarlo ma dal parlamento ALLONTANARLO e sospeso dal suo partito. In Italia ormai TUTTO è DEGENERATO perchè non esiste più il RISPETTO delle REGOLE dei VALORI di ETICA e MORALE. Fanno la legge e trovano l'inganno, dicono una cosa e subito ritratano, fanno REATI e non riesci a dimostrare. QUESTA Nazione è complettamente da RIFFARE. Prepariamoci PERilBENEdiTUTTI a fare LARGOaiGIOVANI talenti (non come CARUSO) LIBERI dai NODI per costruire un NUOVO LIBERO SISTEMA. Finchè in Italia la CASTA IndustrialPoliticoSindacale rimarranno al potere noi del popolo siamo INERMI VITIME del loro barbaro VOLERE. UNIAMOCI e mandiamoli a casa.
Prima che i Signori della CASTA
IndustrialPoliticoSindacale
decidano il nostro destino
PERilBENEdiTUTTI
DONNE,ONESTI, IMPRENDITORI, LAVORATORI,
PENSIONATI,DOTTI e SAPIENTI
OPERAI, PASTORI, CONTADINI,
GIOVANI TALENTI
COESI e LIBERI dai NODI
uniamoci perchè col nostro lavoro diventiamo
l'unica forza che può salvare L'Italia, L'Europa,
la Terra, e tutti i popoli del Mondo da una
CATASTROFE.
VOI le COLONNE sarete chiamati a togliere le catene che rendono l'UOMO SCHIAVO. LIBERATELO per preparare il CAMMINO per costruire quel MONDO D'AMORE LIBERO e di PACE. IL destino del MONDO è nelle vostre mani SLEGATELO dalle CATENE.

Mario Flore 10.08.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
sono una psicoterapeuta ed in base alla mia esperienza devo dire che negli ultimi anni non solo sono aumentati i disturbi alimentari nei giovani, ma anche l'età media dei ragazzi che ne soffrono si è abbassata.
Molti genitori mi chiedono consigli su come rieducare i loro bambini nel modo di rapportarsi al cibo, che il più delle volte consiste nella tendenza ad abbuffarsi, ma talvolta anche all'attenzione spasmodica alla linea e all'essere magri.
Sicuramente una pubblicità che usa bambini per i suoi prodotti ed è rivolta ad essi come consumatori ha una grande responsabilità, in quanto essi tendono ad immedesimarsi in un modo che può essere anche rischioso per uno sviluppo psicologico equilibrato e consono all'età.

Elisabetta Rotriquenz

Elisabetta Rotriquenz 10.08.07 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Grandioso non ci crederete ho sentito il presidente dei petrolieri italiani De vita che quando per radio gli hanno parlato delle Pompe Bianche(per chi non lo sapesse come era successo a me sono dei distributori indipendenti dove la benzina il gasolio ecc. costano meno)ha detto che,come per i prodotti commerciali,la qualita' garantita dalla marca del prodotto si paga.Nicola

Nicola Zitelli 10.08.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha paura di Beppe Grillo e dell'industria della coscienza?

Andate su Google e digitate:

INDUSTRIA DELLA COSCIENZA

Scegliete poi "More results from …" del sito che riporta dette parole …

Buona lettura :-\

Fido Topoleggio 10.08.07 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi,
è vero la pubblicità non è più l'anima del commercio... è la rovina delle persone.
Volevo rendere noto che a Ciriè (il comune dove io risiedo) in provincia di Torino, è possibile già da più di un anno acquistare latte senza marchio ad 1 euro al litro da pratici distributori automatici, volete mettere la soddisfazione di poter portare da casa la bottiglia riutilizzandola più volte, (inquinando così di meno) e comprare latte proveniente dalle stalle del paese e dei paesi vicini?
E' possibile persino acquistare al distributore la bottiglia da riutilizzare per 30 centesimi...
Qualche piccolo passo... senza pretese!!!
Un saluto a tutti e...
FORZA ITALIA !!!
FORZA V-DAY !!!

Sesia Andrea 10.08.07 15:33| 
 |
Rispondi al commento

bravo beppe hai perfettamente ragione..le nuove generazioni di bambini oltre ad essere ciccioni sono pure più volgari.Quando facevo le elementari io ci si vergognava a dire le parolacce pure se eravamo solo tra noi, mentre ora i bimbi sparano parolacce che non mi ero mai neanke sognata..fanno impressione. Bisogna disintossicarli altrimenti il futuro (che già di suo fa cagare) sarà ancora più nero. Stiamo crescendo dei piccoli mostri anzi dei mostri ciccioni

vero nika Commentatore certificato 10.08.07 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Io sto studiando grafica pubblicitaria,e a scuola una delle materie più importanti è :psicologia della pubblicità.Le Grandi aziende pubblicitarie conoscono i punti da toccare per far comprare al consumatore i loro prodotti in qualsiasi campo...
Quindi state all'occhio.

Andrea Marchetti 10.08.07 14:22| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio vero: la pubblicità è l'anima del commercio!

Giuseppe Guerrasio 10.08.07 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Io da Mc donald's ci ho lavorato. Non in Italia, ma la storia è ovunque la stessa.
Leggete il libro di Morgan Spurlock, autore del documentario "Supersize me"..il libro in inglese si chiama "don't eat this book", non so se ne esiste una versione italiana. è illuminante e agghiacciante..preciso e accurato..
In Italia il Mc non va molto, nella mia città ne esiste uno, soloper turisti, nessuno che conosco ci va. in Irlanda, Inghilterra, America, sono i ristoranti preferiti dei giovani. Li chiamano proprio ristoranti..quello non è cibo, ma insieme di frattaglie e scarti. Lo sapevate che l'olio non viene mai cambiato? e non è olio ma grasso (animale?) che si scioglie col calore..quando comincia a calare nelle "vasche" dove si frigge semplicemente se ne aggiunge dell'altro.
Tutto questo ha dei costi sociali, oltre che umani.

Arianna Tee 10.08.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Merendine, biscotti, cioccolata...mmmhh..buoni!..ma come sempre le "controindicazioni" dipendono sempre da soggetto a soggetto! I miei genitori facevono colazione con latte e pane duro, il cosidetto "zuppone di latte" e certamente non soffrivano di obesità! Anche nell resto della giornata i pasti non erano particolarmente abbondanti di calorie e grassi..eppure sopravvivevano!
Poi l'economia e il tenore di vita è cresciuto e insieme a loro: le prime "delizie" in dispensa, le prime "trasgressioni" fuori orario..ecc..ecc..
Certo il numero dei soggetti obesi ripsetto al periodo dei "zupponi" sarà aumentato, ma dipende come già detto dai soggetti, da come l'organismo assimila le "sostanze impure" e se è capace di espellerle ;-).
Poi c'è anche chi invece mangia solo dolciumi, cioccolatini, merendine, biscottini, e tante altre "schifezze", e magari è così secco/a come un'alice, che a mare non si può guardare, ma sono casi a parte, che non andranna molto lontano con l'età, ma con un soffio di vento, si!
Quindi il consiglio è controllarsi: un bella colazione con latte "fresco"(anke se ultimamente non si capisce più se è latte ciò che ci vendono o acqua e stucco), a prnzo un bel spaghetto con pomodori freschi e basilico con frutta, e la sera un secondo ( per chi no se lo ricordasse parlo di carne, pesce, latticini, o salaumi) contorno e se è estate un bel gelato con 3 palle!
Sicuramente xò il bambino che andrà a scuola invidierà il compagno di classe che avrà con se la famosissima merendina tanto pubblicizzata in televisione da quella famiglia "super invidiata dai papà italiani"...e in questo caso come comportarsi?!?..non ne ho idea..magari la prima volta gliele comprate, ma niente abituè!
Altro caso è la classica ragazza/o lasciata dalla "controparte": ecco che per la delusione si tuffa nel superbarattolone di nutella( o simili)...mmhh..e ora? che soluzione troviamo? beh meglio quello che morire d'amore, la vita è sacra, ma anche gli amici sono un buon rimpiazzo alla nutella

Valerio Lombardi Commentatore certificato 10.08.07 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
sono una mamma molto attenta all'alimentazione di mio figlio soprattutto cerco i prodotti biologici. Ma vorrei un consiglio pratico in alternativa a non dare più il latte ad un bambino di 19 mesi in crescita. La mattina cosa gli dò il caffè? A merenda? L'alternativa la si trova nel pomodoro (ho i miei dubbi anche su questo)Insomma se ci guardiamo in torno tutti i prodotti che abbiamo a disposizione costituiscono un pericolo con la lunga assunzione. L'unica cosa è alternare molto i prodotti (la trova l'unica arma). Boigottare le marche famose che non sempre sono fonte di sicurezza e trovare il vecchio contadino che produce direttamente i prodotti. Noi facciamo il mercvato con le ns scelte alimentari non facciamo che sia il contrario.

francesca maiani 10.08.07 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri la mia ragazza mi ha convinto ad andare a mangiare da McDonald's, giusto per il gusto di andare a mangiare schifezze una volta ogni tanto.
A fine pasto, ho guardato le calorie dell'hamburger con il pollo che avevo preso: solo quello erano 750 kcal circa, con 49 grammi di grassi, tra l'altro certamente di qualità pessima, e 44 grammi di carboidrati, di cui chissà quanti di zuccheri semplici. E ho preso solo l'hamburger. Che succede a chi va lì e si spara il menù completo, con bibita zuccherata e patatine fritte? A occhio, in un solo pasto, si fa fuori più di 1000 kcal, oltre metà del fabbisogno giornaliero con un prodotto ipercalorico e nutrizionalmente scadente. Serve altro?

Mattia Loy Commentatore certificato 10.08.07 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Ieri la mia ragazza mi ha convinto ad andare a mangiare da McDonald's, giusto per il gusto di andare a mangiare schifezze una volta ogni tanto.
A fine pasto, ho guardato le calorie dell'hamburger con il pollo che avevo preso: solo quello erano 750 kcal circa, con 49 grammi di grassi, tra l'altro certamente di qualità pessima, e 44 grammi di carboidrati, di cui chissà quanti di zuccheri semplici. E ho preso solo l'hamburger. Che succede a chi va lì e si spara il menù completo, con bibita zuccerata e patatine fritte? A occhio, in un solo pasto, si fa fuori più di 1000 kcal, oltre metà del fabbisogno giornaliero con un prodotto ipercalorico e nutrizionalmente scadente. Serve altro?

Mattia Loy Commentatore certificato 10.08.07 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Manca la corretta informazione sull'alimentazione e il latte è un esempio eclatante. Diffusa è l'abitudine della colazione con latte e caffè, brioches. Rompiamo questi schemi errati e allarghiamo l'orizzonte alimentare. Negli anni cinquanta non si usava il latte di mucca per i bambini e se una mamma non poteva allattare ci si affidava a una nutrice. Il latte di mucca non è per gli essere umani e il suo consumo non porta nessun beneficio. Basti pensare, nessuno lo dice, che il latte per contenuto di calcio è al tredicesimo posto, al primo ci sono le alghe. Se si vuole fare qualcosa contro l'obesità, di concreto, occorre dare il giusto valore ai cibi e cercare di informarsi in modo adeguato.

Leo Venezia 10.08.07 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Confermo che anche nella zona a nord di Torino, compresa fra Cirié e Rivarolo Canavese, esistono una decina di distributori di latte fresco. Io e mia moglie ci portiamo le bottiglie di vetro già al mattino andando al lavoro ed al ritorno le riempiamo (1€/litro) per avere un latte superlativo il mattino dopo a colazione (sempre ricoperto da un denso strato di panna). Il sabato o la domenica poi capita che usciamo in bici con le nostre due bambine per una passeggiata in mezzo ai campi diretti ad uno di questi distributori per refrigerarci con un buon bicchiere di latte fresco e fare la solita scorta con le solite bottiglie di vetro che laviamo e riusiamo infinite (infinite!) volte.
Dovremmo vergognarci perché così facendo non facciamo crescere il PIL, infatti nessun camion è andato a prendere il latte nelle cascine per portarlo nelle centrali, non è stato usato nessun cartoccio in tetrapack (che poi finisce nelle discariche), nessun furgone ha portato il latte al supermercato, etc.
Il nostro unico timore è che quando la grande distribuzione noterà qualche flessione negativa nella vendita del latte, con la promessa di forniture gratis di latte e tomini, trovi qualche funzionario compiacente di ASL che, invocando magari qualche legge abrogata, farà chiudere questi distributori "per il bene dei consumatori".
Non è poi tanto fantastica o pessimistica come ipotesi visto che la Asl di Ivrea, come ho già avuto modo di scriverle, ha "consigliato" l'amministrazione di Rivarolo Canavese a chiudere l'unico asilo statale del centro paese invocando appunto una legge abrogata già nei primi anni 60, per poter recuperare per fini ancora ignoti un prestigioso edificio con relativo parco di proprietà comunale "perché sprecato per tenerci dei bambini". A tal proposito è utile consultare il sito www.salviamovillavallero.it

Caro Grillo la saluto e la ringrazio per quanto sta facendo per gli Italiani onesti che ancora esistono.
Fabrizio Prato

Fabrizio Prato 09.08.07 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 09.08.07 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Stamattina ho accompagnato mio figlio adolescente al Mc... A lui non gliene frega niente se la madre è fissata per il bio o tutto quello che può essere sano. A casa prende quel che viene, a ogni tanto la trasgressione del Mc lo fa sentire libero. Giuro che io non oso addentare un panino plastificato da un euro. Non riesco a non domandarmi con che carne morta sia fatto... Mi sono mangiata una insalata di mozzarella alternativa ed ho cercato l'angolo delle informazioni sugli ingredienti degli alimenti Mc.
Credo che ci sia una forte ignoranza da parte nostra che entriamo in luoghi simili, ma una grossissima ipocrisia da parte dell'impero Mc che in alto, ma proprio in alto a lato di una parete anonima ti espone una fotocopia scritta in minuscolo ma proprio minuscolo con tutte le delucidazioni di quel che tu metti in bocca e dunque nel tuo organismo mangiando all'americana.
Più che essere evoluti, ci sono gli ignoranti che non sanno, non capiscono e non vogliono sapere e i furbi che super organizzati smaltiscono letame verniciato di colori invitanti. Ah, persino la mia insalata sembrava di plastica ed ho deciso che una volta all'anno per me è già troppo. Ma non erano i maiali che mangiavano di tutto una volta?

nadja p. Commentatore certificato 09.08.07 21:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho le lacrime agli occhi,
Viviamo in Italia il paese della pasta, della pizza e di tanti altri piatti che tutto il mondo ci invidia e invece che mantenere le nostre tradizioni ci stiamo americanizzando sempre più,ormai i nostri centri commerciali sono pieni di Mc Donalds e siamo uno dei paesi con più giovani obesi(ve lo dice uno che ha 16 anni e che purtroppo a scuola o alla sera di ragazzi della mia età in quelle condizioni ne vede).
Non parliamo della tv, ormai le pubblicità delle aziende alimentari sono più frequenti dei telegiornali, tutti questi spot continuano a ripetere che è buono solo il loro prodotto, che gli altri fanno schifo,tutto quello che queste aziende spendono in pubblicità fa si che i prezzi diventino esorbitanti, personalmente ho trovato che una buona soluzione sia acquistare prodotti non dico di sottomarche ma magari quelli con il marchio del supermercato, costano di meno e non c'è molta differenza sul piano della qualità.
Infine vi consiglio di vedere il film documentario su questo argomento intitolato Super Size Me del regista indipendente americano Morgan Spurlock mostra davvero bene come facciano le multinazionali come Mc Donald ad abbindolare i clienti.

Un saluto

Gian L. Commentatore certificato 09.08.07 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho le lacrime agli occhi,
Viviamo in Italia il paese della pasta, della pizza e di tanti altri piatti che tutto il mondo ci invidia e invece che mantenere le nostre tradizioni ci stiamo americanizzando sempre più,ormai i nostri centri commerciali sono pieni di Mc Donalds e siamo uno dei paesi con più giovani obesi(ve lo dice uno che ha 16 anni e che purtroppo a scuola o alla sera di ragazzi della mia età in quelle condizioni ne vede).
Non parliamo della tv, ormai le pubblicità delle aziende alimentari sono più frequenti dei telegiornali, tutti questi spot continuano a ripetere che è buono solo il loro prodotto, che gli altri fanno schifo,tutto quello che queste aziende spendono in pubblicità fa si che i prezzi diventino esorbitanti, personalmente ho trovato che una buona soluzione sia acquistare prodotti non dico di sottomarche ma magari quelli con il marchio del supermercato, costano di meno e non c'è molta differenza sul piano della qualità.
Infine vi consiglio di vedere il film documentario su questo argomento intitolato Super Size Me del regista indipendente americano Morgan Spurlock mostra davvero bene come facciano le multinazionali come Mc Donald ad abbindolare i clienti.

Un saluto

Gian L. Commentatore certificato 09.08.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

QUI GENOVA.
qui da noi il distributore di latte esiste.....!!!!!!!
al mercato orientale di via xx settembre potrete trovare un distributore automatico di latte.
un litro di latte costa 1€, mezzo litro 0,50 €, un bicchiere 10 cent.
la bottiglia o ve la portate voi da casa, oppure ve la vendono per 20 cent.
il latte è buonissimo, genovese, crudo, si può già bere così com'è, si può bollire e scremare (e con la panna vi condite la pasta)

questo latte costa meno (e noi genovesi....) è + buono e non ha pubblicità....

giuditta biasutti 09.08.07 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eccomi sono una mamma italiana, sono quì.......a lavorare 40 ore settimanali con turni di 8 senza pausa pranzo perciò non solo non ho la forza necessaria per controllare cosa mangia mia figlia ma nemmeno cosa mangio io.....e vi assicuro non è questione di buona volontà è questione di tempo, spazio (orto, cucina ampia xkè la conserve non si possono stivare in balconcini affogati dallo smog delle macchine sottostanti).....!E poi parliamoci chiaro preferisco scambiare informazioni con mia figlia sulla musica, la lettura o il cinema che passare in rassegna le etichette dei prodotti alimentari dopo una giornata kunga e ricca di false oppurtunità femminili, insomma dopo un giorno uguale all'altro

Marzia Pasquariello 09.08.07 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da supplente alle scuole medie ho notato che, mentre la mensa scolastica serviva merendine Bio e frutta, i ragazzi si ingozzavano con merendine cremose e patatine fritte preconfezionate delle marche piu´ in voga, acquistate fuori ed addirittura dentro la scuola presso i distributori di cibo all´interno dell´istituto scolastico. Si dovrebbe impedire la presenza di tali distributori...ma alle scuole, sempre con meno soldi, fanno gola.

Massimo M 09.08.07 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma si torna sempre al traguardo le pubblicità fanno schifo ma i genitori dove sono per dire ai loro figli di non mangiare porcherie.Non ci sono o ce ne sono pochi perchè è molto più facile portarli da Mac come si chiama a mangiare uno schifo di panino per prendere il regalo che prepararlo in casa da soli che fa meno male cosi anche i poveri genitori hanno una scusa per uscire di casa .Non ci lamentiamo delle pubblicità loro fanno il suo lavoro siamo noi che siamo un branco di PECORE incapaci ormai di distinguere il sano dal malato ed il buono dal malvagio in nome dell'apparire e del divertirsi a tutti i costi in una società che piange miseria ma che dove vai vai c'è pieno quindi smettiamo di piangerci addosso e riconosciamo che se l'italia fa schifo come fà un bel pò è anche colpa nostra.

Maura Bicchi 09.08.07 15:43| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma è possibile che un intervento non venga pubblicato?
non vedo il mio intervento di ieri...no perchè forse non sarà stato un super-intervento ma almeno era inerente all'argomento del post, il che non si può dire di molti interventi che leggo.
Se sto dicendo una sciocchezza me ne scuso.

marilena marilena 09.08.07 15:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe...

sono due anni che tento di partecipare ad un tuo spettacolo... e ho finamente trovato i biglietti per Este (PD) per il 14 settembre.

Ti faccio i miei più sentiti complimenti, per le battaglie che stai conducendo... sei una persona concreta e sana, in questo mondo corrotto sono rare le persone come te.

ELISA SALVAGGIO 09.08.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

OPINIONE PERSONALE...
Nell' Antica Grecia -da quanto ricordo dal Liceo-esistevano intere comunità Lesbiche ed Omosessuali. Anzi -nell' isola di Lesbo- diciamo pure l'essere Lesbiche era visto come una cosa naturale e costruttiva.

Cio' che è l'inclinazione sessuale -donna, uomo, gay, lesbica o trans che sia- non è certo indice di Moralità di una persona, o di un' Intera Società.

Quando le effusioni all' aperto vengono ostenate eccessivamente, forse posso essere d' accordo che sia inutile ostentarle solo come senso di rivalsa, o di esibizione. Fanno pur sempre parte della sfera Intima e Privata di una Persona. Indipendentemente dal suo Orientamento Sessuale.

Allo stesso modo, è però parimenti inutile che le coppie cosidette piu' "normali" arrivino anch'esse a fare cose più spinte in pubblico. Se è per questo, in giro, non si vedono esagerare solo persone dello stesso sesso, ma anche persone di sesso opposto. Solo che questa è una cosa che viene vissuta e accetata con maggiore "normalita'".

In ogni caso, penso che Leonardo da Vinci nel suo essere -come sembrerebbe- omosessuale, sia stato sicuramente piu' grande di tanti beceri politici del momento, che i Greci stessi -in gran parte precursori della Nostra Civiltà Occidentale- avrebbero volentieri e COSTRUTTIVAMENTE buttato giù dal Monte Athos. In quanto MOLTO PIU' INUTILI e ingombranti di Persone che abbiano veramente voglia di fare. E non solo effusioni sessuali. Gay, Lesbiche, Trans, Etero, o Handicappati che siano! L'essenziale è IMPEGNARSI e avere VOGLIA DI FARE E DI FARE BENE. E NON SOLO SESSO. O vendere parole al vento, come si fa da parte di tanti, sicuramente TROPPI , Politici del momento!

Detto questo, mi auguro ognuno alzi il proprio di dietro: e non solo non per prenderlo in quel posto, ammesso che piaccia, nè tanto meno continuare a prenderlo in quel posto da parte dei Politici, dandosi da fare a costruire una Società più Efficiente, e uno Stato di Diritto, non clientelare.
Luigi

Luigi De Socio 09.08.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CRONACA
InviaStampaL'ex sindaco sceriffo della Lega annuncia "un giro di vite" contro gli omosessuali:
"Se ne andassero nei capoluoghi disposti ad accoglierli. Qui non li vogliamo"
Gentilini:"Pulizia etnica contro i culattoni"
Il prosindaco di Treviso dichiara guerra ai gay
Giancarlo Gentilini, vicesindaco leghista di
TREVISO - C'è bisogno di iniziare una "pulizia etnica contro i culattoni". Con queste parole durissime Giancarlo Gentilini, prosindaco leghista di Treviso, ha dichiarato guerra agli omosessuali. Colpevoli di aver trasformato il parcheggio di via dell'Ospedale in un luogo di incontro dove si consumano rapporti sessuali, suscitando le proteste degli abitanti della zona. "Darò subito disposizioni alla mia comandante dei vigili urbani affinché faccia pulizia etnica dei culattoni - ha detto ai microfoni di Rete Veneta l'ex sindaco sceriffo della Lega, riportano oggi i quotidiani locali - Devono andare in altri capoluoghi di regione che sono disposti ad accoglierli. Qui a Treviso non c'è nessuna possibilità per culattoni e simili".

Gentilini è famoso per essere stato più volte protagonista di polemiche infuocate, l'ultima delle quali dopo il pestaggio dell'onorevole Vladimir Luxuria da parte della polizia russa. A tenere banco soprattutto le sue dichiarazioni sugli extracomunitari, che aveva definito "perdigiorno", suggerendo che "i gommoni degli immigrati devono essere affondati a colpi di bazooka". E adesso ha annunciato un "giro di vite" contro gli omosessuali e gli scambisti. "Useremo la videosorveglianza per stroncare il via vai di scambisti", denunciato dagli abitanti nel parcheggio "a luci rosse", dove è stata segnalata anche la presenza di prostitute. "Darò disposizione di rinforzare le telecamere. Ma a me interessa piuttosto fare i controlli mirati - ha detto ancora Gentilini - Quando la mia polizia vigilerà per la zona ci sarà un fuggi fuggi generale". (l'art. continua su- La Repubbilica.it) Aggiungo: chi semina vento raccoglie tempesta

Giancarlo Rizzo 09.08.07 11:55| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

A CALCI NEL C**O!

CLICCA SUL MIO NOME PER SAPERNE DI PIU'...

#################################################

Sandro Buontempo 09.08.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Ho imparato a leggere le etichette dei cibi e mi sono accorta delle bugie pubblicitarie. A mia figlia di 7 anni ho spiegato di non mangare determinati cibi perchè contengono sostanze che con il tempo sono dannose, risultato, mia figlia rifiuta tutti i cibi che contengono aspartame oli idrogenati formaggi alla parafina ecc.... Mi sento soddisfatta perchè il buon senso di mia figlia ha prevaricato la pubblicità. Credo che bisogna parlare e parlare ai nostri figli e soprattutto spiegare con semplici parole la verità di tante balle pubblicitarie. Le azziende devono vendere, se tu poi hai problemi a loro non gliene frega un accidente, prima il denaro e poi forse la salute delle persone a cui hai venduto la tua merce.

daniela pravato 09.08.07 10:08| 
 |
Rispondi al commento

ultima pagina del settimanale "Famiglia Cristiana" 31 luglio - 5 agosto
pubblicità della ki..er e fe...ro
"dvd o videogioco nelle merendine"
non si dice minimamente quali sono gli ingredienti delle merendine...

ho scritto una mail fulvio donadei,
responsabile direzione pubblicità del settimanale, chiedendogli un commento sulla frase seguente:
"Ogni media è responsabile della pubblicità che diffonde"
posterò la risposta qui

Ettore Callegari 09.08.07 09:46| 
 |
Rispondi al commento

...ancora una volta, vedo quanto bene stia TUTTORA un determinato tipo di persone, in un Paese che ormai fa acqua da tutte le parti. E nonostante l'emergenza idrica.

Mi si suggerisce di fare una cena con caviale, ostriche e champagne, e di aprire i rubinetti di casa, per fare ancora piu' acqua. Cosa che posso fare, e che magari mi darebbe soddisfazione: MA SOLO UNA SODDISFAZIONE DEL MOMENTO.

Peccato che -dopo la soddisfazione del momento- magari mi capiti di avere lo stimolo al vomito. E non certo per la cena opulenta appena fatta. Cosa che mi succede raramente quando sono all' Estero. ORMAI, in più di un Paese. E non solo nei Paesi meno evoluti dell' Italia, ma anche in quelli che ormai ci hanno superato di gran lunga. Ed anche in quelli in quelli che stanno teoricamente peggio: anche in questi ultimi -arrivato all'aeroporto- non mi tocca aspettare da 1 h.e 1/2 - 3 h. per riavere i miei bagagli. Come suggeritomi, posso magari scappare anche SUBITO a mangiare, o magari essere invitato da chi già conosco, o conoscerò. Ma SUBITO.

E allora pensero' -come già talora mi capita- A QUANTO BENE SI POTREBBE STARE IN ITALIA, CHE E' UN BEL PAESE, E A QUANTO PEGGIO INVECE SI STA. PER COLPA DI POCHI CHE AGISCONO NON CORRETAMENTE, E DI MOLTI CHE NON REAGISCONO PER COSE ASSURDE E INAUDITE, LE QUALI COSE INNUMEREVOLI E RIPETITIVE NEL TEMPO - TANTO IN PAESI PIU' EVOLUTI, QUANTO IN QUELLI DEL TERZO MONDO- SCATENEREBBERO ALTROVE, NELLE PERSONE, L' IRA DI DIO.

GRAZIE COMUNQUE DEL CONSIGLIO SUI PASTI LUCULLIANI, PER GODERE IN MANIERA EPICUREA E NON GUARDARE IN FACCIA ALLA REALTA'. Ma quando sono in Italia, MI LIMITERO' AL CONTRARIO A MANGIARE MENO: COSI' -SE HO CONATI DI VOMITO- NON SARO' PORTATO AD ATTRIBUIRE LA COLPA ALLA CENA APPENA FATTA! E NEPPURE AI RUBINETTI APPENA APERTI, CHE -permettendomi di lavarmi in pieno 2007-POTREBBERO POI ESSI STESSI ESSER CAUSA DI CONGESTIONE. COSI' MAGARI SARO' PIU' CONSAPEVOLE DEL FATTO CHE LA MIA NAUSEA DERIVA DA ALTRO.

Luigi

Luigi De Socio 09.08.07 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Leggete un' etichetta di qualsiasi prodotto del mulino bianco barilla...

tutta roba naturale!!!

rolando guerra 09.08.07 09:08| 
 |
Rispondi al commento

p..rrof j s m 08.08.07 22:38
*****************************

Se vai a questo link trovi un'opzione che dice : scarica il libro gratuitamente...è ovvio che se lo vuoi rilegato la rilegatura te la devi pagare...

Non ti far usare così da persone in malafede...


http://grillorama.beppegrillo.it/schiavimoderni/

manuela bellandi Commentatore certificato 09.08.07 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ti ricordi dei messaggi subliminali?
E chi ci dice che questo subdolo sistema, ufficialmente condannato, in realtà, è normalmente praticato da tutte o quasi , le tv nazionali e private?
Ovviamente, la pubblicità 'normale', ossessiva nella sua ripetitività, ha una influenza notevole. E tutti sappiamo come (è normale, diciamo)i bambini siano altamente influenzabili e forse, non solo loro. .Se esiste un sistema per vericare queste mie tesi, ne sarei soddisfatto, di saper come stanno le cose.
Ciao Beppe, ciao a tutti i frequentatori del sito.
Ireneo

Ireneo G. Commentatore certificato 09.08.07 02:29| 
 |
Rispondi al commento

cari amici del blog e' assolutamente vero che le pubblicita' tendono ad aumentare i bimbi obesi, ma io vorrei farvi un esempio: quando ero piccola (ora ho 50 anni) mangiavo di tutto, merendine patatine e di tutte le schiffezze immaginabili, il mio peso massimo era dai 45 ai 50 Kg.,mio figlio ha dieci e' alto 1,56 e pesa 60 kg.. Da quando e' nato gli ho sempre cucinato cibo il piu' sano possibile, non mangia merendine,le patatine le vede una volta ogni morte di papa ecc.. Penso che l'obesita' nella maggior parte dei casi sia anche dovuta a delle mancanze che possono essere d'affetto oppure la poca sicurezza in se stessi e a molti altri fattori. Laura 1325

laura burdese 09.08.07 00:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe Grillo hai uno staff di schifosi censori.

Ho scritto in un post precedente dell'articolo sull'obesità una notizia un po' più importante.

Prodi vorrebbe vendere le riserve auree della banca d'italia per ripianare una parte del debito contratto con le banche centrali che hanno indebitato il nostro paese stampando denaro dal nulla.

Avete rotto il cazzo di censurare queste tematiche.
Dal si-gno-ra---ggio ad altro....

Pubblica i nomi del tuo staff Beppe Grillo.

Paolo DeBustis 08.08.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, volevo segnalare un sito dedicato al mondo dell' ascensore che reputo di utilità pubblica.
http://web.mac.com/stefano.bisi1

Salve.

Stefano Bisi Commentatore certificato 08.08.07 22:59| 
 |
Rispondi al commento

P.S.

...esasperato più che mai, dopo un recente viaggio fatto in Norvegia, di nuovo reimpattato con la meteora Italia, con la sua corsa esasperata verso che cosa non si sa.
IN NORVEGIA, TUTTO BENISSIMO: paesaggi stupendi, gente composta ed accogliente. Mi ha colpito il Senso Civico incredibile che i Norvegesi hanno, tanto che ho fotografato -in piene ore notturne- bancarelle con merce esposta con tanto di prezzo, senza il venditore, senza un telo di protezione su, E NESSUNO TOCCAVA O RUBAVA NULLA.

Arrivato a Fiumicino, MI SONO SUBITO DISPERATO, e sono stato ancora una volta conscio del mio essere -a questo punto PURTROPPO- Italiano: 1 h e 1/2 per riavere il bagaglio, e poi -a più di 40 delle 140 persone con cui ero partito dall' Italia- il biglietto di uscita dal Parcheggio di Fiumicino non funzionava. E ALLA FINE -TROVATO L'UFFICIO "GIUSTO" L'ADDETTO CI HA SEMPLICEMENTE LIQUIDATI DICENDO : "IN EFFETTI, E' UN PO' CHE LA COSA VA AVANTI COSI', NEI PARCHEGGI DI FIUMICINO"

RISULTATO: IN PIU' DI 40 SIAMO STATI SBATTUTI DA UN' UFFICIO ALL'ALTRO DI FIUMICINO -SENZA POTER USCIRE- PER PIU' DI 2 ORE. OLTRE ALL' ORA E 1/2 GIA' PERSA PER RIAVERE I BAGAGLI.

A QUESTO PUNTO, MI METTO LE MANI NEI CAPELLI IO CHE SONO ITALIANO, FIGURIAMOCI UNO STRANIERO...

CON UNA CANZONE DENSA DI SIGNIFICATO DI GIORGIO GABER, DICO CON RAMMARICO -POICHE' L'ITALIA E' PUR SEMPRE IL MIO PAESE- CHE MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO! PER QUESTA , E PER DIVERSE ALTRE COSE!

Luigi

Luigi De Socio 08.08.07 22:53| 
 |
Rispondi al commento

QUASI DA RIVOLUZIONE FRANCESE…

Come INTERESSANTEMENTE apprendo leggendo il LIBRO “LA CASTA” -di Rizzo e Stella- I PRIMI PARLAMENTARI DELLA REPUBBLICA DORMIVANO IN CONVENTO, ED ANDAVANO IN PARLAMENTO A SPESE LORO, DANDO UN BUON ESEMPIO, A COMINCIARE DALLO STESSO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA!

D’ACCORDO CON TALI AUTORI, E –PER DIVERSI ASPETTI- ANCHE CON GRILLO, oggi come oggi, se ci guardiamo intorno, vediamo solo tanti Capi e Capetti di colori variegati, che un giorno sono di qua, un giorno di là, pur di tenere una poltrona, o una sedia , da cui continuare a dispensare favori, e garantirsi continuità, in cambio di VOTI O NUOVI ADEPTI.

E così -dovunque si vada- c'è sempre piu' diffusa la tendenza a trovare una persona infililata da questo o da quello, con poco riguardo alla Meritocrazia, per cui tutto tende ad andare irreversibilmente a rotoli, con danno Morale, Etico e Sociale per tutti.

Soluzione?
AZZERARE TUTTO, come il reset di un computer, e ripartire da zero.
In ALTERNATIVA, valuterei come TOCCASANA in un'Italia IN PIENO DECADIMENTO - per un periodo di almeno 5-10 anni- una DIRIGENZA SUPERIORE della nostra Nazione da Bruxelles, affidando a Commissari Europei Straordinari –possibilmente non Italiani- il Parlamento, il Senato, e la Presidenza Temporanea della Repubblica.
Cio’ che non funziona è talmente radicato in Enti, Sottoenti, e Sovrastrutture Inutili e costose, che solo una mano da PAESI PIU’ CIVILI potrebbe forse risolvere una situazione a precipizio. Mascherata spesso anche dai mass-media, ma pur sempre a precipizio.

Auspico che oggi 1, domani 2, dopodomani 3, 300, 3.000.000 e così via recepiscano TUTTI IL MESSAGGIO e che INSIEME FACCIAMO QUALCOSA!
In bocca al lupo, dunque, a tutti coloro che Pensino ed Operino in Maniera Costruttiva e Differente, facendo proprio il motto THINK DIFFERENT! Si percepisce nell' aria una DIFFUSA SCONTENTEZZA, e si sente VOLONTA' DI
CAMBIAMENTO.


Luigi

Luigi De Socio 08.08.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Deduco da alcuni commenti che il signor Ferrari non ritiene le piante esseri viventi, smetteró di sprecare acqua per le piante.

Per i bimbi assuefatti alla pubblicitá: erano italiani?

Simone Basso 08.08.07 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero, caro Grillo! Eppure....se fossi nato al tempo della dieta mediterranea esclusiva, in quel bel tempo andato in cui c'erano ancora i valori e la solidarieta' (tranne che per le ragazze madri, le checche e i miscredenti), avrei avuto piu' del 60 o 70% di probabilita' di morire prima del primo anno di vita. Se fossi sopravvissuto, a una certa eta' avrei avuto tutti i denti marci e penzoloni come il pisello (senza poter ricorrere al viagra). Se poi mia madre mi avesse concepito fuori dal matrimonio, avrei avuto un'altissima probabilita' di essere ucciso appena nato da mia madre medesima, la quale, a sua volta, se scoperta, sarebbe stata sotterrata viva o bruciata, secondo quanto prevedevano le leggi del periodo della Gemeinschaft contadina, tanto rimpianta dai cattocom. Avrei fatto il bagno a mala pena una volta l'anno,sarei stato esposto a pellagra, vaiolo,scorbuto, lebbra, peste, stupro ecc. ecc. e da vecchio, senza denti, avrei rotto i cosiddetti ai tredici figli, tredici nuore, settecentoventisei nipoti (quelli sopravvissuti), ognuno dei quali in cuor suo avrebbe celebrato un bel Vaffanculo-day nei miei conronti. O no?

pierangiolo berrettoni 08.08.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già pieni di vizzi e di sfarzi,
già pieni di se e di che ?
Siaomo presi dal nostro io interiore, ammettiamolo...
Quello che ci affascina realmente è senso di PRIMO che si ha o si cerca di avere,
"Io, il PRIMO",
"Io, L'UNICO",
"Io, AL CENTRO DELL'UNIVERSO"....
Ma cosa crediamo di essere...
Forse sarebbe meglio se indicassimo noi stessi
aggiungendo una grossa "D" all'inizio del pronome ???
...Dio !!!...
Questo mi lascia pensare...
Chi siamo noi per giudicare coloro che a loro volta giudicano noi ?
Chi siamo noi per dire che LUI fa del male al mio IO, quando anche noi avremmo fatto la stessa cosa ?
"Chi siamo, Noi ?"
Provate a rispondervi e capirete perchè, e per quale REALE motivo, ci stanno facendo tutto questo.
Vi prego, apriamo gli occhi, e chiediamoci, "Chi siamo noi ?", non "chi sono IO ?", ma solo e semplicemente.....

"Chi siamo, Noi ?"
"Cosa vogliamo ?"
"Quali limiti abbiamo ?"
"Di cosa siamo fatti ?".....biologicamente e non nel senso di droghe !!!


Un saluto e spero che vediate tutti la luce...

Giuseppe Ferrari 08.08.07 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

marco aurelio 08.08.07 18:58

Tu vedi ogni forza politica come un’associazione criminale che sadicamente ama creare precari…io invece vedo che uno come Prodi che comunque stimo come uomo onesto ed economista capace( anche se i cattocomunismi mi stanno un po’ sui cosìdetti) rendersi conto della necessità di leggi che favoriscano il lavoro per i giovani e anche delle difficoltà oggettive di creare qualcosa di valido che aderisca alle necessità di mercato! Distruggere è facile costruire un po’ meno! Per la faccenda dell’assassinio di Biagi rimango dell’idea che chi uccide…nel senso di togliere la vita al prossimo se ne deve stare in galera anche se in Italia non è detto! E questo mi fa piuttosto schifo!!saluti!
-----

Hello,

ricordi con quale governo, ed in particolar modo i primi attori dell’attuazione della legge biagi?.

Ritengo dal tuo scritto che; o tu hai scarsa memoria, o sei completamente in malafede, o non vuoi vedere dove ve del marcio.

Incominciata con il governo berlusca, e gloriosamente finita dagli amici dell'opposta coalizione.

Quindi Aurelio….. Prodi tra poco, oppure ha già incominciato, si renderà conto della necessità di leggi che favoriscano il lavoro per i giovani e anche delle difficoltà oggettive di creare qualcosa di valido che aderisca alle necessità di mercato?.

È il caso di scrivere….”rido per non piangere”.

Auguri Aurelio, e quando capirai che le persone che stimi, avranno rovinato il futuro dei tuoi figli e delle generazioni future, spero tu non sia nei guai.

Bye, bye.

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 08.08.07 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Quando i contadini non ci saranno più ci saranno i cibi transamericaeuropaespressgenici? La natura, perchè non si segue la natura? Proposta: quando vi arriva a casa la pubblicità di McDonald, alla faccia della legge sulla privacy, andate al primo McDonald più vicino e dite che non vi interessa. Ognuno di noi nel nostro piccolo può fare qualcosa.

Milko Merloni 08.08.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento

E' da tempo che affronto questo argomento sul sito www.dietamediterranea.it e presso il Museo istituito a Pioppi (SA)teniamo percorsi di educazione alimentare in cui spieghiamo ai ragazzi soprattutto i rischi "da televisione".
Indagini svolte dall'Uni la Sapienza di Roma hanno acclarato che la ns tv è tra le peggiori al mondo per la pubblicità rivolta ai bimbi: trasmettiamo il doppio degli spot deglòi USA sic
e la metà sono di cibo spazzatura.
Inoltre spieghiamo ai ragazzi che mangiare davanti al piccolo schermo è come mettere in collegamento due tubi, quello catodico e quello digerente: non sentire profumi, sapori e senso di sazietà.
Sarei felicissimo di condividere con il tuo blog una battaglia ed una raccolta di firme per fermare la pubblicità del junk food e per promuovere il rispetto dei diritti sacrosanti dei fanciulli.
Disponiamo di dati interessanti venuti fuori da una sperimentazione da noi condotta nel 2006 presso tre istituti scolastici dove abbiamo proposto distributori di frutta fresca.
ciao carmine 338 1418220

Carmine Battipede 08.08.07 20:39| 
 |
Rispondi al commento

oggi mi è capitato di parlare con pasqualino, fa il pastore navigando nei monti quì intorno al mio paese, ha quasi 80 anni ma non li dimostra è pieno d'acciacchi ma non dimostra nemmeno quelli e d'altronde non sa nulla dell'obesità pubblicitaria,ancora adesso dopo aver accudito la moglie disabile macina km con un'ape scassata attraverso questi monti dimenticati da dio e dai turisti per mungere " ad orario " le pecore.
Il latte il latte ecco il problema dice lui che te ne fai di 30/40 cent. per un litro di latte? alla fine non ci compri nemmeno il fazzoletto per asciugarti il sudore,chissà poi cosa succede si chiede che se vai a ricomprarlo costa il triplo,a volte dice persino le pecore sembrano guardarlo con compassione.
quì dice lui ancora si è come al tempo dei feudatari con le tancas i muretti a secco la mancanza dell'acqua e tutto il resto e si sgobbava solo per un tozzo di pane ed eri pure contento se il padrone ti dava una pacca sulla spalla perchè il raccolto era stato abbondante ed i suoi magazzini erano riempiti a dovere.
Quì in sostanza il tempo sembra essersi fermato ed anzi un pò indietreggia insieme al prezzo del latte, e per non indietreggiare i figli sono scappati altrove verso la costa dove c'è il businnes e il mare e le fiche mezzo nude che sembrano così disponibili e non se la tirano come quelle del loro villaggio, e sopratutto non si sente più l'odore del latte cagliato che ancora attende lassù nell'ovile d'essere lavorato,e
poi in fondo anche perchè la cooperativa non li aiuta,e perche il presidente soru non li comprende,
perchè gli incendi hanno bruciato tutto e perchè l'effetto serra poi che dicono e non dicono chissà cosa ne verrà e poi la lingua blu e perchè dio in fondo si è voltato altrove.Pasqualino non è " studiato " ma ancora testardamente sale dalle sue pecore poichè capisce oscuramente che anche se il mondo gira sempre più vorticosamente come un idiota sempre alla sua porta si dovrà fermare a chiedere il latte.

Cèsar Vallejo 08.08.07 20:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

@ Marco Aurelio

"Abbanoa Ecco i Comuni che non trattano.
Oltre sessanta centri dicono no Ecco i Comuni che non vogliono trattare Ci sono i “ribelli”, ovvero i sindaci che mai e poi mai regaleranno i loro acquedotti e il loro passato a una società neonata e già in mezzo alle polemiche."

http://www.sangavino.net/modules.php?
name=News&file=article&sid=720

Chi va a lavorare in Abbanoa riceverà poi lo stesso trattamento degli schiavi. E per cosa? Per ingrassare Abbanoa? Se un comune decide che per amministrare una cosa non è necessario l'uso del "privato", perchè lo devi obbligare minacciando di commissariare il comune?

Solo in Italia puo' accadere. E' lampante che dietra a sta cosa qua vi siano interessi economici che hanno la meglio sulle considerazioni tecniche.

SE UN SINDACO TI DICE
"IO AMMINISTRO BENE SENZA BISOGNO DI FAR INTERVENIRE IL PRIVATO"
Nell'istante che tu lo minacci di commissariamento mi stai dimostrando che in Italia c'è una legge di cacca. Ma noi lo sappiamo benissimo come vanno le cose in questo paese. Cosi' per la legge Biagi. Non serve ad un cazzo se non a ingrassare gli interessi di pochi.

Gaudenzio De Porcellis 08.08.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Questi dati li scrivo solo per Margherita ..che mi fa "i musi" ..perchè sono una donna arretrata ..
Solo per te :

Dati Italiani Fonte Istat

Ø 55,2% delle donne italiane ha subito nell’arco della sua vita almeno una molestia a sfondo sessuale:

Ø 32% hanno subito uno stupro negli ultimi 3 anni, solo 1,3% hanno sporto denuncia

Ø 25,8% molestie verbali

Ø 24,8% telefonate oscene

Ø 23% pedinaenti

Ø 23% atti di esibizionismo

Ø aumentano gli stupri nei confronti delle donne lesbiche perpetrati per punirle donne della loro omosessualità

Ø 96% casi le violenze non sono denunciate

Ø 33,9% di donne non parla con nessuno della violenza subita.

Elisabetta Patti 08.08.07 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Ragazze e ragazzi del blog.........non voglio offendere nessuno ma non ci siamo ancora rotti le palle di questo stato religioso ( e non laico come dice la costituzione), i vari temi su aborto , fecondazione assistita etc... sono diretti dalla chiesa nel nostro paese e i politici molte volte sono i loro burattini, ricordiamo che dei precedenti papi, in tanti hanno usato l'angelus per fare comizi e dare avvertenze ai bravi cattolici............BASTAAAAAAAA..............il papa deve stare fuori da queste questioni per lo meno in italia.......in buona sostanza come ha detto Luttazzi :caro papa se non giochi al gioco non fare le regole...............

Andrea C. Commentatore certificato 08.08.07 20:07| 
 |
Rispondi al commento

@ marco aurelio

Il tuo discorso è giusto, ma qua siamo in Italia. Il tuo discorso va bene se fatto in Germania o negli Usa. Farlo in Italia non ha piu' senso. Non ha piu' senso nulla ormai.
Giocano sulle privatizzazioni e sulle esternalizzazioni perchè alla base vi sono interessi economici che hanno la meglio su altre considerazioni di natura tecnica.
Perchè si esternalizza/privatizza cosi' facilmente? Perchè di preferisce il privato? (che poi puo' contare su leggi come quella di Biagi per sottopagare il dipendente e tenerlo prigioniero di un sistema fatto a tempo determinato).
Lo stato non è piu' in grado di imporre, con autorita che si conviene, agli amministratori della cosa pubblica (sindaci ecc) che svolgano bene il proprio lavoro di amministrazione.

Assistiamo quindi alle privatizzazioni dell'acqua (giusto per fare un esempio, ma ti potrei parlare anche delle esternalizzazioni) che nascono proprio da questa incapacità dello stato nel governare e nell'imporre rigore quando si tratta di curare la cosa pubblica. Ed i falchi sanno aprofittare della situazione, con l'aiuto di politici compiacenti. Il privato che riceve l'incarico aumenta le tariffe, si quota in borsa, e preferisce risparmiare sul lavoratore perchè c'è una legge che l'aiuta in questo.
Siamo in Italia, non dimenticarlo. Su certe cose si potrebbero scrivere intere Iliadi.

Vi sono sindaci che si battono contro le privatizzazioni dell'acqua perchè dicono di amministrare bene (dimostrandolo), senza bisogno che intervenga il privato.
Esempio: in Sardegna, il sindaco di un paese (Aggius, ricco di ottime acque sorgive) si batte contro la privatizzazione dell'acqua.
Io ci vado in vacanza perchè ho dei conoscenti che mi ospitano, il luogo è bellissimo, immerso nella pace e nel verde, e l'acqua è gestita benissimo.
La regione vuole obbligarlo a privatizzare, ed ha minacciato di commissariarlo. Non vuole che le tariffe aumentino, e sa amministrare. Siamo matti?

Gaudenzio De Porcellis 08.08.07 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INSALATA e non INZALATA...che vergogna...che vergogna....
Ciao a tutti.

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

lala sala 08.08.07 19:28

Chiudi discussione
***

Guaio del blog.... ti avevo ringraziato per quel tuo intervento sugli accenti, è bellissimo perchè azzecca in pieno tante cose con poche parole (cosa rara a dire il vero).
Sai le dinamiche del blog molte volte hanno degli sprazzi imponderabili. A volte si risponde a volte no. Questa è la volta che ho risposto.
Sai non tutti i giorni ti becchi dello "stronzo"... Poi se segui quel che scrissi dopo capirai di più. Ciao e grazie, anche se vanitoso qua sopra ho imparato a controllare la permalosaggine...e comunque grazie lo stesso, le criticghe servono a crescere.....Polpette ed inzalata...quattro chicchi d'uva e più tardi un'ora (forse due) di passeggiata...che s'ha da fà pe campà!!!!

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda le nascite da coppie sterili, perchè non considerare le adozioni?

Gaudenzio De Porcellis 08.08.07 19:13

Se il calvario delle pratiche per la fecondazione assistita (in Italia o comunque all'estero) rappresenta un'umiliazione per le coppie il percorso (in tempi di regole, costi e tempi) per un'adozione, internazionale o non, è altrettanto estenuante e non tutti hanno la forza d'animo per affrontarlo.

Personalmente, se mi trovassi nelle condizioni di desiderare a tutti i costi un figlio ed essere nelle condizioni oggettive di dovere ricorrere ad una o l'altra soluzione, propenderei per la seconda, perchè mi piace l'idea di conciliare il desiderio di genitorialità con l'aiuto ad un bambino già nato in difficoltà, ma rispetto profondamente chi desidera arrivare ad un figlio in modo più diretto, cioè con la gestazione ed il parto.
Ciao
Cristina

Cristina M. Commentatore certificato 08.08.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..ed anche il Grillo dice : mamme italiane dove siete ?
Caro Grillo ci sono anche i papà .
eppoi nessuna donna sa più cucinare ..eppoi se per caso sai cucinare ....spesso si mangia FINDUS..
Magari Grillo no.
La tua mamma che fa ? come mai sei cos' grasso ?

Elisabetta Patti 08.08.07 19:29| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

MARCO d. 08.08.07 19:04


****

A proposito, mi ricordi tanto un certo Puddu, sia nell'esposizione che nel tipo di attacco...posso anche sbagliarmi ma mi sa che ci ho azzeccato.
'Nasera di nuovo.

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 19:27| 
 |
Rispondi al commento

guarda che al bellissimo post di Francesco manca pure qualche accento qua e là, altro che professori....

:D

lala sala 08.08.07 19:16
***

brava e grazie!!

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito se volevi fare dell'umorismo, o semplicemente hai preso Novella 2000, tua lettura abituale, e ne hai riportato le interessantissime notizie.

Guarda che in giro c'è altro da leggere.
Ma forse è fuori dalla tua portata.
Margherita Grassi

Gentile Margherita Lei fa una battaglia contro i mulini a vento .
Deve rassegnarsi poichè quella descritta dal blogger è la visione di noi donne che ha la quasi totalità dell'universo maschile.
A loro piace leggere queste cose ...prima che il Times .
La mamma è santa e le altre troie ?
Capito ?

Elisabetta Patti 08.08.07 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Vado a mangiare....Ah, buonasera a tutti.

Mi spiace, anche se non piace quel che scrivo, scriverò lo stesso... 'Nasera.

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MARCO d. 08.08.07 19:04

***

Bavo, prendi il dizionario e se qualcosa non la capisci trovaci il significato.

Il mondo è bello perchè è vario, non è mai troppo tardi per imparare qualcosa, se non ti va di alambiccarti (forse si scrive con due elle, ma non mi va di consultare il dizionario, significa sforzarsi) il cervello, puoi sempre non leggere.
Magari invitare a non scrivere perchè ritieni chi scrive con i paroloni uno stronzo sa di una cosa brutta, magari potresti riformulare il pensiero pensando più a dei fiori piuttosto che ad una dittatura.
Se trovi che il ragionamento è un po forte... è semplicemente reazione a quel che scrivesti, ma senza rancori.
Ciao e non mi leggere più...dalòtronde ora sai che sono uno STRONZO che usa i paroloni.

'Nasera a te.

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Se a questi impedimenti oggettivi aggiungi anche difficoltà quali sterilità o malattie genetiche, e condisci il tutto con un pizzico di legge 40, che unica tra le leggi in materia dei paesi civili nega il diritto alla maternità ma autorizza, anzi di fatto implicitamente impone o l'aborto o la nascita consapevole di bambini malformati...chiudendo ipocritamente gli occhi sul fatto che le coppie meno abbienti si svenano in umilianti viaggi della speranza nelle cliniche all'estero (quadruplicati dall'entrata in vigore delle nuove regole...)

Cristina M. 08.08.07 18:28

In questo devi riconoscere la grande coerenza della chiesa che si oppose anche su temi come aborto e divorzio. Ma la chiesa non ha rappresentato un ostacolo, il parlamento ha deciso comunque. Non rappresenterebbe un ostacolo nemmeno oggi. Oggi prevalgono posizioni politiche di barricamento piu' che altro. Ci si oppone all'altro ideologicamente. Basta vedere tutti i temi affrontati dai nostri politici per rendersene conto. Ci si arrocca ideologicamente.

Hai toccato il tasto aborto con toni molto critici, in effetti una società che legifera sull'aborto senza fare politiche che ne scoraggino la pratica, alla fine genera una fabbrica dell'orrore. Una catena di montaggio che schiaccia come un rullo compressore ogni considerazione in difesa della vita, con una indifferenza ed un cinismo che fa inorridire quelli che ragionano su questi temi. Tu vai ad abortire e trovi solo falchi pronti a farti abortire per soldi. Nessuno che ti chieda perchè lo fai. Nessuno che ti chieda se hai bisogno di aiuto, e se questo aiuto servirebbe a farti desistere. Non è squallido tutto cio'? E' civiltà questa? E' libertà? Uno stato deve tutelare anche chi stà per nascere, e lo deve fare aiutando in primis la donna che decide di abortire con strumenti che la aiutino (anche economicamente) a farla desistere quando cio' è possibile.

Per quanto riguarda le nascite da coppie sterili, perchè non considerare le adozioni?

Gaudenzio De Porcellis 08.08.07 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

marco aurelio 08.08.07 18:55

***

Bravo!

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

buona sera a tutti.

La lotta al particolare serve solo a lenire le momentanee paturnie, i momentanei dubbi, le parziali conoscenze.

Mi spiego:
per me il Beppe va letto nel senso particolare della sua agenda setting, ma, soprattutto, nel senso generale del suo discorso.
Di fatti la lotta al particolare da un senso di sazietà momentanea, ma, assolutamente, non risolve il problema della fame.
Per risolvere il problema della fame si deve affrontare il quesito alla radice ed in senso definitivo (ricordando, tuttavia, che i problemi, molte volte, non possono essere risolti...questione di variabili umane altamente indipendenti...+ posizioni planetarie...presumo...)

Per questo, a volte, mi ritrovo su questo blog a criticare aspramente quel che viene proposto.
Mi ritrovo a dover fare uno spuntino, quando la fame è, invece, atavica.
E soprattutto certi scrittori di questo blog, a fronte di idee sane e ben esposte, mi sembrano tanti pesciolini che vanno dietro al capo branco solo per partito preso.

Molti problemi sono realmente problemi (prendiamo come esempio generale quello degli "SCHIAVI MODERNI") e il Beppe va appoggiato senza se ne ma (a parte, secondo me, quando, per qualche oscuro motivo, i suoi ragionamenti sembra vogliano mettere "generazioni contro"), altri invece sembra siano scritti per appagare la voglia di "stuzzichini" che noi tutti abbiamo.

Dico la verità, sarà perchè son diabetico...ma di stuzzichini ne ho piene le palle!

Ciao blog, ciao Beppe.

Francesco Folchi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 18:56| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se hai visto il film documentario, lo dovresti sapere.......
Paolo Cicerone Commentatore certificato

.............

Vero e mi pare che anche la Mac D. abbia fatto finta di cambiare menù.
Diciamo una cosa :
negli Stati Uniti esiste un enorme problema di obesità infantile e adulta sia di gente che mangia da Mac sia di gente che mangia a casa propria .
Quando si arriva a N.Y di solito ci si aspetta di trovare la bellezza dei mitici divi holliwoodiani ed invece ti ritrovi gente da un quintale e mezzo.
A mio avviso esisteranno due/tre famiglie che portano caratteristiche di bellezza in qualche modo e saranno tutti assunti a hollywood .
Noi stiamo prendendo la stessa tendenza.
A mio avviso siamo in una Società bulimica o anoressica ..manca equilibrio.

Elisabetta Patti 08.08.07 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ciò che scrivi riguardo alla pubblicità.
Per quanto riguarda il latte in bottiglia, dove abito io c'è il distributore del latte fresco,ma non è buono...non è marcato PARMALT ...capirai...ITALIANI SVEGLIAMOCI
Ciao a tutti

Graziano Dalmari 08.08.07 18:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

PS, a proposito della mappa dell'inquinamento europeo, aggiungo, da Piemontese:

é il bello è che abbiamo pure il coraggio di sfottere i Napoletani!

All'8 settembre, saluti a tutti!

Giuseppe Lamarmora 08.08.07 18:42| 
 |
Rispondi al commento

La merda è dentro (il cibo del XX e XXI secolo)...
La merda è fuori.
Beccatevi la mappa dell'inquinamento europeo.
Beccatevi il bel primato che abbiamo.
Per tutti quelli, come me, che pensavano che bastasse abitare in provincia per respirare "aria buona"...

http://www.scienzeonline.org/ambiente/img/pollution_europe_hires-gg.jpg

Lo sapete che razza di malattie stiamo rischiando tutti, vero?
Lo sapete quale dovrebbe essere la priorità di questo e di tutti i governi, vero?

Prima ancora del PIL, prima ancora del lavoro, prima ancora della criminalità.

Perchè qui non esiste autodifesa, non esiste buona volontà, non esiste cura... Questa merda ci soffocherà tutti. I nostri figli in particolare.

Eppure nelle discussioni è sempre all'ultimo posto. Dovremmo fare la rivoluzione per questo motivo! E' il primo motivo per cui ne valga la pena.

A quest'ora dovevamo avere le macchine a "gravitazione antimagnetica, a cuscino d'aria, a lievitazione gravitazionale" o come cazz.o volete. E griamo ancora bruciando cacca di dinosauri di 10.000.000 di anni fa! E' pazzesco!

Saluti.

Giuseppe Lamarmora 08.08.07 18:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando ho cominciato ha fare la spesa alimentare la cosa che più mi ha dato fastidio è stata la possibilità di trovare tutto sempre.
Mi sono reso conto di essere particolarmente ignorante in fatto di cibi, non conoscendo assolutamente i frutti e le verdure di stagione, una mancanza che con difficoltà ancora riesco a compensare purtroppo.

Giuliano Marchesi 08.08.07 18:37| 
 |
Rispondi al commento


Resoli Giuseppe 08.08.07 17:02

.............

Questo film è stato distribuito pochissimo perchè urtava gli enormi interessi economici dell'azienda..
Pero'...perchè mai il protagonista continuava a mangiare porzioni supersize ? Era evidente che faceva quella fine ..esattamente come un tipo che ingurgita mangiare mediterraneo in modo anomalo.
Se avesse mangiato porzioni normali cosa sarebbe successo ?
Guardando il tipo che si cibava di hamburger non aggiungendo nè patatine fritte nè bevande zuccherine si notava che era più che in forma e per nulla in sovrappeso.


Elisabetta Patti 08.08.07 18:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La legge 40 mortifica la donna che vuole diventare madre pur essendo sterile o portatrice sana di qualche brutta malattia genetica.

Ilario Clemente 08.08.07 15:35

NON E' LA LEGGE, MA LA NATURA CHE CI MORTIFICA CONTINUAMENTE! Da sempre nostra nemica e matrigna, avara di doni con noi, va piegata al nostro volere. Solo dominandola l'uomo puo' godere dei suoi frutti. A esempio, la foresta amazzonica ci toglie spazio vitale e offre nicchia ecologica ad immunerovoli specie di bestiacce e piantacce, talune molto pericolose per la salute dell'uomo. Essa avanza ogni anno minacciosamente. Dobbiamo fermarla con serie politiche di disboscamento.

Gaudenzio De Porcellis 08.08.07 18:06


Gaudenzio,
non è certo la natura a frapporsi tra il legittimo e naturale desiderio di maternità/paternità di donna e uomo. Sono problemi ben più prosaici...mancanza di sicurezza lavorativa e quindi economica, di tutela sociale, di infrastrutture a sostegno della donna lavoratrice (asili nido, disponibilità a ottenere il part-time ecc...)

Se a questi impedimenti oggettivi aggiungi anche difficoltà quali sterilità o malattie genetiche, e condisci il tutto con un pizzico di legge 40, che unica tra le leggi in materia dei paesi civili nega il diritto alla maternità ma autorizza, anzi di fatto implicitamente impone o l'aborto o la nascita consapevole di bambini malformati...chiudendo ipocritamente gli occhi sul fatto che le coppie meno abbienti si svenano in umilianti viaggi della speranza nelle cliniche all'estero (quadruplicati dall'entrata in vigore delle nuove regole...)

Lascia stare la facile ironia a base di foresta amazzonica, e discutiamo piuttosto sul fatto che una minoranza potente (è un ossimoro ma è così) impone sprezzantemente il suo credo a chi non ha la forza, i mezzi e le entrature per affermare e difendere la propria dignità.

Cristina M. Commentatore certificato 08.08.07 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e Cari Italiani
Questo problema, comincia a diventare "troppo pesante", vengono creati oramai solo cibi che prevedono una grande dipendenza da chi li consuma, rendono i cibi ricchi in grassi e zuccheri, con dosi dannose per gli adulti e letali per i bambini il cui cervello non può reggere una tale concentrazione e le conseguenze sono ben note: incremento esponenziale dell'obesità, diabete a go go etc etc.......
Se poi parliamo dei vari fast food credo sia doveroso ricordare che è stata proprio la burger king, a dare vita al panino più grasso del mondo (se non ricordo male quasi 700kcal), che le tanto amate patatine di mcdonald vengono fritte in una mistura di oli (90% sego di maiale ,10% oli di scarsissima qualità) e che questi prodotti NON HANNO NULLA DI BUONO............ma è quasi impossibile arrestare questo movimento se non siamo uniti ..........abbiamo tanti modi per lottare insieme.........e tante armi a doppio taglio........purtroppo l'unico modo per riuscirci è partire dal basso, visto che nessuno ci tutela, per questo chiedo a voi tutti di pensare nel vostro piccolo ad una soluzione, sono sicuro che quagliando le nostre idee saremmo più che pericolosi per loro........ricordiamo che i vari dipendenti vengono trattati a pesci in faccia e hanno contratti ridicoli, credo siano loro la nostra forza ,loro che ci possono insegnare le porcherie .........se la televisione non è più utilizzabile useremo il mezzo più potente internet.......spero che qualcosa si faccia davvero o ci ritroveremo ad essere come in texas 1\4 della popolazione obesa.
Tanti Saluti a tutti....
ed un grazie a te immenso Beppe per avere ancora le forze di lottare in questa Italia che ormai è sempre più terzo mondo in europa, sappi che se avrai bisogno io sarò al tuo fianco in ogni battaglia.....sono stufo di essere deriso quando parlo del mio paese con degli stranieri...stufo di vedere che in italia il partito unico esiste già da tempo visto che sono tutti a destra

Andrea C. Commentatore certificato 08.08.07 18:23| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di tette, e di marchi di garanzia(?).
La sindaca mesciata di Castiglione della Pescaia vuole le rose da Prodi(i giornali dovrebbero occuparsi di fatti ben più seri;e poi le rose alla bionda maremmana non gliele manda già Berlusconi?);la Brambilla da Lecco mostra le autoreggenti -di marca- in tv;la Santanché ,lasciamo perdere;una ex-ministra di Siracusa canta (e stona)saltellando nelle sagre di paese;un'altra ancora-sempre bionda,se naturale non si sa,ma ministra invece- va alle feste keniote di Briatore,che notoriamente è uno di sinistra;sui giornali la Sotis-quella del Corriere-cerca con affanno di far ridere scrivendo una volta sì e l'altra ancora-di divorziate,amanti-che abbiano stile però;seguita da Repubblica che al lunedì con una delle Marzotto(ma quante sono, oltre la "contessa"?)ci smarrona con storie di sesso che una professionista del settore-seria-rifiuterebbe;smutandate dappertutto; sedicenni che dicono di non farcela più ché senza Viagra queste li sputtanano urbi et orbi -chissà a trent'anni cosa prenderanno per un'erezione questi disgraziati;la Bindi che "corre" per la poltrona del PD... La moglie a casa.
E poi dicono "le quote rosa"...Queste,Beppe, ci marciano impavide a plotoni "sui testicoli con i tacchi a spillo"(citazione da "Amici miei,Atto III"),e non c'è difesa.Vagina Power.
E pensa che c'è di peggio, m'ha detto un mio amico gay.

Claudio Fantuzzi 08.08.07 18:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

X Dario. E' un bel (e coraggioso) consiglio. Nel senso che la vedo dura per un semplice cittadino come me, mettersi contro ad una multinazionale come quella. Considerando che esistono dei precedenti (ad esempio in Inghilterra) di processi durati anni!! A me basterebbe che ci fosse più informazione in modo che le persone sapessero quello che mangiano. E' verissimo che viviamo circondati da molte cose che fanno male. Il fumo, l'alcol, l'inquinamento. Però ne siamo consapevoli. Voglio dire che sui pacchetti di sigarette non c'è scritto che fanno bene e le puoi dare anche ai tuoi figli. E comunque, per riallacciarmi al post, mi rivolgo ai genitori (lo sono anch'io di due bimbe), ricordando che a fare la spesa ci vanno gli adulti. Per concludere, se ti interessa documentarti su cosa sono e cosa causano i grassi idrogenati, basta che scrivi su qualsiasi motore di ricerca. La conoscenza va condivisa.

paolo tumolo Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e tutti quelli del blog è tanto che non scrivo abito e vivo a Roma da trentasette anni e se qualcuno mi può aiutare a comperare latte sfuso sono pronto a prendere tutte le indicazioni del caso grazie ancora per l'aiuto che ci dai.......Ci vediamo l'8 Settembre.


Lucky.

Luciano Coscarella 08.08.07 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, perché non ci dici che dieta ti ha prescritto il dietologo? Metti anche un po di tuoi esami.
E quella storia del colesterolo a 200?

Valerio Agora 08.08.07 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera ho visto un film che si chiama IDIOCRACY. Affronta proprio l'incognita di come saranno le persone e il mondo tra cinquecento anni se l'unico potere che sopravviverà sarà quello finalizzato al profitto. Ovviamente, è paradossale, trash e classista. Ma l'autore ha ragione da vendere. Appartiene a quella categoria di persone che io definisco "gli analisti dell'evidenza", specie in rapida estinzione, purtroppo. Gli faccio uno spot perché, essendo uscito d'estate, avrà meno spettatori di quanti ne meriterebbe. Fa pensare, più di Harry Potter...
Buon divertimento, Corrado

Corrado Ballarini 08.08.07 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Da un post precedente: '...... e le discariche abusive nel sottosuolo che inquinano la terra e le falde acquifere?
Pensate a quante ne esistono nel Meridione, controllate dalla mafia ufficiale e quella incravattata nei palazzi del potere. Se poi aggiungiamo che le aziende che producono prodotti biologici sono per l'80% al centro sud......

ennio de rossi 08.08.07 18:01| 
 |
Rispondi al commento

marco aurelio 07.08.07 20:45

Hello.

Ora scrivi che la legge biagi è stata stravolta, e per tal motivo non la difendi, quindi l’originale legge, era di tuo completo gradimento?.

FORNIRE FONTE DEI DATI DA TE CITATI GRAZIE!!!.

A me risulta che esista un libro con la raccolta di parte delle scelleratezze dovute alla legge biagi, e lo puoi scaricare gratuitamente, ti risulta?.

Ti risulterà facile domandare a qualche conoscente, amico, che ha la sfortuna di essere incappato in tale disgrazia, come vive?.

Ho la sensazione che tu risponda, per modo di dire, ai miei commenti, senza averli letti completamente!!!!.

Non esiste una legge perfetta, questa legge non andava fatta, PUNTO!.

TUTTI sanno; che paese sia l’italia, che una legge deve garantire che i poteri forti non la utilizzino a loro “uso e consumo”, che una liberalizzazione alla biagi non avrebbe portato vantaggi alla forza lavorativa giovane e più debole, che il signor biagi ha fatto il proprio lavoro, non curandosi degli effetti, e sapendo chi andava a colpire.

Hai un cliché che usi sempre, “Ma la sinistra non è lì a posta per modificarla e migliorarla, etc”.

Elucubrazioni mentali caro mio.

TI RIPETO,NE DX, NE SX, NE CENTRO,I COLPEVOLI SONO TUTTE LE COALIZIONI E GLI AMICI A LATO CHE NE HANNO APPROFITTATO, altro modo per fartelo entrare in testa non né ho!!!!. QUESTA LEGGE CI ACCOMPAGNERA' ANCORA PER MOLTO. Continui con questa tua mania persecutoria, che me frega di Stalin, io per rilassarmi non uccido, e non ho nessun timore a ripetere che certe persone meritano la fine che hanno fatto, tra questi biagi.Tu da buon cittadino modello a parole, ritieni giusta la galera. Concordo!,chi toglie la vita ad una persona, merita la galera. Ma ritengo anche, che chi ha cambiato le sorti del lavoro e quindi le prospettive per un futuro dignitoso, ad un’enormità di individui, sapendo cosa faceva, ed avendo le spalle coperte per evitare la galera, meriti altra e ben peggiore sorte.

Bye.

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 08.08.07 18:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ieri sera sono stato a vedere un film che ipotizza come potrebbe essere il mondo tra cinquecento anni se l'unico potere che rimane è quello del profitto. Ovviamente è un film paradossale, un po' trash e può essere tacciato di "classismo". Ma l'autore ha tanta, tanta ragione. Fa pensare. Gli faccio uno spot perché è un film che, essendo uscito d'estate, avrà meno spettatori di quanti ne meriterebbe. Guardatelo, ne vale la pena. Corrado

Corrado Ballarini 08.08.07 17:54| 
 |
Rispondi al commento

legata all'alimentazione.......

papààà papààà , quanti tipi di tette esistono?

pierino , che io sappia : a pera , a coppa di champagne......e a cipolla !

papààà come sono le tette a cipolla????

pierì...come quelle di tua madre....se le guardi ti viene da piangere!!!

peppino garibaldi 08.08.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, pur non escludendo assolutamente la pericolosità che oggi ha assunto la pubblicità ed il marketing mirato, mi sembra anche giusto osservare che oggi la colpa è anche dei genitori.
Io ho 26 anni e devo dire che quando ero piccolo io e per capriccio, o per semplice curiosità, volevo comprate le patatine o il gelato del momento, mia madre e mio padre semplicemente non me li compravano e se per dispetto li minacciavo di non mangiare o altri tipi di ricatti, la risposta era sempre la stessa: non vuoi mangiare, e non mangiare.
Oggi vedo genitori che comprano al bambino a 7 anni il cellualre per chiamre gli amichetti!
E pur di non dover fare il loro mestiere di genitori, li assecondano in ogni richiesta.
Dove vogliamo andare in questo modo!
La verità e che il marketing e la pubblicità sono una risposta alle richieste della gente, altrimenti non avrebbero successo.

Ciao e grazie a tutti

luca Benanti 08.08.07 17:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oltre alle porcherie che ci propinano quotidianamente nel mangiare, nel bere, nel respirare, dobbiamo pure pagare (le aziende rincarano i prodotti per pagare la pubblicità)per farci rifilare tutte queste schifezze. Chi si ricorda ad esempio il vino al metanolo che provocò morti e rese cieche tante persone?, e le discariche abusive nel sottosuolo che inquinano la terra e le falde acquifere? e tutte le scappatoie ai controlli e le truffe alimentari?
ladri e assassini andate a fare in c..o

antonio franceschi 08.08.07 17:48| 
 |
Rispondi al commento

FUORI TEMA (E VEDIAMO SE MI BANNATE!)

Consigli-proposte-richieste al Governo

Premesso che il nocciolo della questione è sempre l’evasione fiscale, (Montezemolo –bontà sua- ha parlato di vergogna che i redditi superiori a 100.000 euro siano solo lo 0,8% del gettito fiscale) chiedo:
- Non si può – o non si vuole - introdurre un meccanismo di conflitto di interesse tra fornitore di beni e servizi e fruitore degli stessi?
- E’ cosi’ difficile raddoppiare o triplicare il personale addetto ai controlli fiscali? Magari usufruendo di esuberi da altre Amm. Pubbliche?

Una volta introdotto il meccanismo del conflitto di interesse suddetto e pubblicizzando opportunamente il potenziamento dei servizi di controllo sarà enormemente aumentato il deterrente all’evasione poiche’ la probabilità di essere pizzicati sarà molto maggiore.

Inoltre
Perché lo Stato mi permette alcune detrazioni su polizze o mutui (non obbligatori) mentre non mi consente di detrarre nulla di quanto è obbligatorio, vedi ICI e varie gabelle obbligatorie tipo assicurazione auto, bollini blu e verdi ecc. ?
Cosa si aspetta a fare piazza pulita di queste norme inique che ci fanno ODIARE IL PALAZZO ed i suoi abitanti?

INFINE

Proposta per una legge di iniziativa popolare:

Allo scopo di ridurre numericamente le due Camere (che ormai rappresentano solo se stesse): proporre una legge che aggiudichi i seggi in proporzione agli elettori effettivi, non agli aventi diritto elettorale !!!

Mirto S. Commentatore certificato 08.08.07 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Accetta anche di farsi fotografare «adesso mostro la mia faccia e il mio corpo e vi racconto chi sono». Parte con la famiglia. La madre, tutta chiesa e rosari, piange in continuazione. Il padre e il fratello non le rivolgono parola e le hanno detto di sparire. «Ho avuto una vita difficile — ripete —. I miei si sono separati e hanno avuto un tracollo economico, la mia vita è cambiata. Ho cominciato a fare la barista, la commessa. Guadagnavo pochissimo, ho sofferto di anoressia e di depressione. A un certo punto ho detto basta. Mi son rifatta il seno e mi sono sentita più bella». Racconta anche della notte di sesso e cocaina con l'onorevole Mele, ma non vuole parlare dell'inchiesta in cui il deputato è indagato per cessione di sostanze stupefacenti e mancato soccorso: «Lui lo conoscevo già, l'avevo visto a una cena e gli avevo lasciato il mio telefonino. La sera di venerdì 27 luglio mi ha chiamata chiedendomi di raggiungerlo a una cena. Ho preso un taxi e sono andata. Abbiamo bevuto e dopo cena l'amico che era con lui se ne è andato. Noi due ci siamo spostati al Flora. Dopo due drink, siamo saliti alla suite e mi ha chiesto di chiamare un'amica. E' arrivata Maria e abbiamo fatto sesso in tre. C'era coca, tanta coca».


Gustavo Dandolo 08.08.07 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Su Oggi la ragazza protagonista del festino all'hotel Flora La ragazza del caso Mele: la coca era tanta Parla per la prima volta Francesca «Pocahontas» Zenobi, 29 anni: «Potevo morire, mi hanno lasciata lì, nuda sulla moquette» STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO

Francesca Zenobi, 29 anni, si mostra per la prima volta su «Oggi»
MILANO — «Lui mi ha lasciata lì, nuda, sdraiata sulla moquette, potevo morire, forse non ha capito quanto stavo male». Eccola Francesca Zenobi, 29 anni. Lei è quella dell'hotel Flora. La ragazza che dopo una notte di sesso e cocaina con l'onorevole Cosimo Mele, ex Udc, si è sentita male ed è finita al pronto soccorso del San Giacomo di Roma per overdose. Cercata dai giornalisti di tutta Italia, rifugiata in un hotel-prigione, ha scelto di «confessarsi » in esclusiva con Oggi, in edicola da stamattina. Si giustifica: «Non sono una santa, ma non chiamatemi squillo. Ho avuto una vita difficile e speravo in un futuro ricco e felice. Volevo soldi, volevo successo, volevo una vita migliore». Ora sogna di fare un reality. Francesca ha una lunga chioma nera, gli occhi chiari. Piccolina e formosa. Gli amici la chiamano Pocahontas. Ammette: «Questo mio seno prorompente è opera di un chirurgo. Dopo l'intervento mi sono sentita più sicura e ho cominciato a frequentare persone importanti e danarose».


Francesca Zenobi
Accetta anche di farsi fotografare «adesso mostro la mia faccia e il mio corpo e vi racconto chi sono». Parte con la famiglia. La madre, tutta chiesa e rosari, piange in continuazione. Il padre e il fratello non le rivolgono parola e le hanno detto di sparire. «Ho avuto una vita difficile — ripete —. I miei si sono separati e hanno avuto un tracollo economico, la mia vita è cambiata. Ho cominciato a fare la barista, la commessa. Guadagnavo pochissimo, ho sofferto di anoressia e di depressione. A un certo punto ho detto basta. Mi son rifatta il seno e mi sono sentita più bella». Racconta anche della n

Gustavo Dandolo 08.08.07 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mettiamola così : la Destra fa debiti e la Sinistra li paga . E' successo con Clinton negli Usa , ha dovuto ripianare i debiti lasciati da Reagan/Bush , ideando il walfare compatibile. E' successo in Argentina dove la sinistra è stata cacciata a furor di popolo ( di pentole ) e poi la destra peronista ha fatto default . Ma quello che interessa di più al nano playboy è che a ripianare i debiti fatti dal Tremonti degli Evasori e da Eridano il Bifolco della Padania ,non sia una finanza alternativa, ma l' aumento del carico fiscale tout court . Per poi andare nelle Tv di regime a gridare al Tassaro. Politichetta , ma c' è sempre qualche gonzo che ci casca . filibero.

filiberto faedo Commentatore certificato 08.08.07 17:26| 
 |
Rispondi al commento

A Rimini ci sono tre distributori automatici di latte. 1 euro al litro, prezzo onesto e prodotto sempre fresco. Per fortuna che ogni tanto le buone idee prendono piede anche qui!


@Cosa pensi degli anni 70-80-90 e adesso della prima decade del 2000?-

Te lo dico sinteticamente perchè è un argomento che anche Ligabue che di solito dice le cose in 3 minuti e 40, ha dovuto farci un film di oltre un'ora e si è fermato a metà anni 80 per non superare le 3 ore e 40 minuti

Bisognerebbe parlare anche degli anni 60 e anche di Romolo e Remo, Ulisse e Gimondi

Esperimentazioni, se non entri in questa ottica ti ritroveresti a giudicare dallo stesso punto di vista dei nemici dell'umanità

Mancavano sia le esperienze, che le direzioni di vita e le pianificazioni adatte a un mondo diverso che prima non c'era e neanche lo si riusciva ad immaginare

I nemici dell'umanità purtroppo stanno cercando di riportarci allo stato di massa ignorante, carne da macello, schiavi da piramidi, in stato di povertà e dipendendenza fisica e psicologica da un tozzo di pane e un pezzo di figa

Non è una questione morale sui comportamenti che sono stati tenuti da grandi scienziati, leader popolari ed esploratori che hanno condotto esperimenti con la propria vita spesso sbagliando e rimettendoci le penne

E' una questione più complessa, come quando Hoxa venne deposto e in Albania si aprirono delle porte e 3/4 dei giovani albanesi si trovarono dentro lo stadio di Bari

Una volta non potevano esserci tanti Ulisse, Magellano e Livingstone. E neanche Archimede, Leonardo e Van Gogh.

Credo che ora ci siano più esperienze e meno possibilità di sbagliare, però secondo me ci vogliono tanti comitati autonomi, tante dinamiche nonviolente, una per ogni problema del mondo, perchè purtroppo i nemici dell'umanità sono ancora forti ed hanno ancora tutto nelle loro mani

E' un complotto globale, se ti costruisci un motore magnetico e una Serpenti,na per dare acqua ed energia gratis a tutto il mondo, ti togli gli ultimi dubbi.

COMUNITA' MONTANA, VITA SANA, DIVERTIMENTO ASSICURATO, VACANZA ECOLOGICA, NO SBIRRI NO PROBLEM, TUTTI RICCHI CON LA BIOMASSA E I MOTORI MAGNETICI

tania del giudice 08.08.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Io sono cresciuto che un giocattolo lo compri dal giocattolaio o in merceria, le patatine o la bibita, la merendina, al negozio di alimentari ( quando c'erano naturalmente), adesso ci sono i supermarket o meglio i centri commerciali, dove trovi perfino i giocattoli che io al supermarket me li sognavo i giochi, dovevo aspettare l'occasione giusta per andare in città o in merceria con mio padre o mia nonna. Adesso i bambini onestamente mi sembrano un po' confusi, oltre che per "bombardamento" pubblicitario, vedi: cartoon network, jetrix, e oltre che le reti dello PSICONANO, anche dove trovano i loro idoli, pure i gaget nelle patatine al supercato, moda che secondo mè è esplosa ad inizi anni 90.
Io credo che sia tutta strategia di marketing, per vendere alle nuove generazioni aria "fritta" e farli "ingrassare" con le porcherie, perchè per fare questo hanno studiato la "domanda" dei bambini e adesso glielo stanno mettendo lì e non è una STRONZATA, scusa il termine. Ogni giorno studiano i nostri bisogni, alimenteri o meno attraverso il marketing,e li stanno facendo ingrassare/rincoglionire attarverso il marketing.
Alvise

Alvise Fossa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 17:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

io ho vosto il film

SUPESIZE ME

e mi è bastato
nessuno nel blog lo ha citato finora mi sembra
http://en.wikipedia.org/wiki/Super_Size_Me

O.I. (off inculation)
Leggete un altro grande articolo di Domenico Gatti
BLONDET, L’IMPOLITICO DELLO STATO-ZOMBIE

In
http://www.fottilitalia.com/
il sito anti-italiano per eccellenza

Resoli Giuseppe 08.08.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andate a vedere il film FAST FOOD NATION
Splendido atto d'accusa contro il COMMERCIO DI CARNE, con i mac donald, la cultura americana e il nostro modo di concepire gli animali.

Il film è molto duro.... fa vedere la morte in diretta di persone e animali.

beatrice rendani 08.08.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La gente deve capire che il cibo buono non è quello più commercializzato ma quello più salutare. Mc Donald compra pagine su quotidiani tipo Focus per dichiarare la salubrità dei suoi prodotti. Dichiara che i suoi Hamburger sono fatti con il 100% di carni di prima scelta. Magari poi scopriamo che sono fatti con la carne di mucca infetta, e sarebbe il minore dei mali. Non lasciamoci più influenzare dalle pubblicità, ragioniamo con la nostra testa.

davide magalini 08.08.07 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quest'anno più che mai sulle spaggie si assiste ad un numero elevatissimo di bambini letteralmente obesi. Ma i genitori dove sono? O meglio dove sono stati? In tale stato (senza offesa per nessuno, ma per un bambino di 8/10 anni è sicuramente un problema!) non ci si arriva in un mese, e nemmeno in un anno! Assisto in prima persona a bambini che per premio o incentivo a mangiare a pranzo o a cena ricevono un pacchetto di patatine intero. Mia madre non me lo ha mai comprato. Ho 38 anni e non mi è mai mancato nulla, grazie anche ai miei genitori. Tutta colpa della pubblicità?

Raffaello Tolfa 08.08.07 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe
Devi sapere (ma so già che lo sai) che la Tetrapack è un'azienda che produce le confezioni in uno speciale cartone utilizzato per gli alimenti per gran parte dei cibi che noi consumiamo. Durante una mia visita all'"eco-mondo" di Rimini i rappresentanti della tetrapack ci hanno fatto capire quanto siamo stupidi noi consumatori. Bisogna sapere che tale azienda produce i contenitori per il latte usando in gran parte carta riciclata. Chi lavora in questo settore sa che la carta riciclata ha un colore "marrone- giallognolo" che è controindicato dalle indagini di mercato di tutte le aziende che producono latte, come colore dei contenitori di tale bevanda, ragion per cui, per confezionare il latte nei suoi speciali flaconi le aziende prima colorano la carta di bianco oppure di blu, colori che colpiscono di più i consumatori e lo spingono a comprare il latte. Questa operazione però prevede dei costi aggiuntivi e va a innalzare il prezzo finale del latte. Per fare un esempio: il latte in una confezione marrone-giallo a 0.80€ viene venduto di meno rispetto allo stesso latte in una confezione blu o bianca a 1€.Lo dicono delle attente indagini di mercato. Il marketing effettivamente riesce a plagiarci in maniera allarmante, in quanto riesce a convincerci a comprare un prodotto tenuto in una confezione colorata in una certa maniera rispetto allo stesso prodotto posto in un contenitore colorato in maniera differente. Bisogna riflettere su quanto il marketing riesce a prenderci in giro e sulla brutta figura che fa il nostro cervello: beffato soltanto da un cambio di colore. Siamo proprio degli idioti!

Giovanni Fragale 08.08.07 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con te Dario Dario sul "w la libertà". Mi permetto però di informarti che le dorate e succulenti patate fritte del Mac sono cucinate utilizzando olii idrogenati che, per inciso, sono considerati fin dagli anni '70, grassi nocivi per la salute perchè responsabili di parecchi disturbi e patologie anche gravi. Esistono studi pubblicati anche sul American Journal of Clinical Nutritionche testimoniano la correlazione che c’è tra tasso di malattie coronariche e consumo di margarina, il prodotto che ha un importante contenuto di acidi grassi idrogenati. Questo per dire quanto l'informazione faccia di tutto tranne che dire la verità. E cioè che alcuni cibi non siano indicati per l'alimentazione dei bambini in crescita. L'adulto consapevole poi, faccia quello che crede.

paolo tumolo Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 16:39| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Il " Corsera " in prima pagina pubblica la lettera che Napolitano ha spedito a Beppe.
Ce ne hanno messo del tempo per capire i problemi del lavoro precario!!!
Prodi nella sua omelia giornaliera, ha detto che nei suoi 15 mesi al governo, gli operai e i pensionati arrivano tranquillamente alla quarta settimana.
Vorrei sapere chi gli suggerisce queste castronerie.
Altro che comperare prodotti publicizzati, non ci sono i soldi neanche per quelli sconosciuti
Viva Marat, wiva Danton, Evviva Nerone....

bruno de ba 08.08.07 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso , ma sulle riserve auree c'è da ridere.
Se qualcuno è disposto a pagare con materie prime essenziali , il controvalore in oro a prezzi attuali di mercato, anche se non sono un appassionato delle politiche di Prodi , credo proprio non sarebbe poi una cattiva idea. Gli americani sono diventati ricchi vendendo oro agli arabi , e pagando in petroldollari (carta stampata)le loro materie prime . Se troviamo anche noi qualche pollastro da spennare, sarebb eun peccato perdere l'occasione. Ora che i cinesi sembra si siano stancati di comperare bond americani (vedasi recente riunione in Cina, con l'offerta da parte statunitense dei fondi immobiliari USA, con risposta "interlocutoria"(VFC,in sintesi)cinese , cerchiamo almeno di giocarci bene le ultime carte che ci rimangono. L'oro è solo un simulacro , potrebbe essere molto meglio immagazzinare manganese o coltan.

Mario Co. 08.08.07 16:29| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IMPEGNO DI BEPPE GRILLO CON I FREQUENTATORI DEL SUO BLOG.

sul margine destro del blog comparirà il segnakili di Beppe Grillo che verrà aggiornato ogni tre giorni.

BEPPE devi prendere l'impegno di dimagrire una ventina di kili con i frequentatori del tuo blog....
Noi ti seguiremo e qualora tu stia per sgarrare ti prenderemo a calcioni nel sedere.

Rivogliamo Beppe MAGRO... Beppe ci servi cazzuto...magro... un fascio di nervi!

Riccardo Landi 08.08.07 16:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE!!! PERICOLO!!!

Prodi e i 102 ladroni vogliono depredare le riserve auree dello stato, LE NOSTRE!!!

Vigiliamo italiani e italiane. Fuoridalle balle prodi e i banchieri.

Ma voi delle cose serie, se grillo non ne parla (e lui non ne parla) ve ne proprio infischiate: ortotteri!!!

ettore muti 08.08.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

...qualcuno grida:"viva la libertà" con tono sicuro. Invece io mi chiedo se tutti possono gridare "viva la libertà", visto che egli, il pesce più grande, è il primo a manifestare odio e indiferenza verso il pesce più piccolo.

Vergogna Mostro!

lucA utopiA (vergognatevi.com) Commentatore certificato 08.08.07 16:10| 
 |
Rispondi al commento

caro Bebbe, mai come su questo post mi trovi d'accordo.. solo una precisazione, il latte si può trovare senza brand.. io lo compro sempre alla cascina che c'è sulla strada tra casa e lavoro, e non solo, uova, riso, marmellata, miele, formaggi, salumi.. e adesso cominciano anche a vendere la carne. certo x chi vive in città può essere + complicato, ma di sicuro vicino a casa c'è una cascina che vende direttamente i prodotti.

Christian Z. Commentatore certificato 08.08.07 16:07| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Il fatto e' che gli italiani che sono stati negli ultimi 2000anni dei grandi LECCACULI (leccare il clero, leccare i signorotti, leccare il capoufficio per avere una promozione) insomma a forza di leccare, la lingua e' diventata lunga, ed il cervello si e' ritirato.E' da mesi che dico che gli italiani sono BRUTTI, ORRIBILI, i bambini grassi e cattivi. Vi piace fare gli americani? siiii? ed allora continuate a prendervela nel culo e scoppiate con i vostri diabeti. Vi sta bene perche' l'ho gia' detto. DOVRETE FINIRE TUTTI BELLA MERDA, anzi gia' ci siete e non ve ne accorgete neanche, tanto la merda la mangiate gia' comprata impachettata nei supermecati. Le mammine devono farsi le unghie acriliche stile PUTTANA, gli uomini stanno diventano tutti impotenti ,anzi froci. ITALIANI mi fate pena.Servitori della gleba dell'impero americano. VI STA BENE!!!!! Delfi from dawnunder

Delfi Marigo-Spitaleri Commentatore certificato 08.08.07 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Già i Media ci ignorano, se ci disperdiamo poi nelle principali piazze d'italia

##################################################
RISCHIAMO DI FARE UN BUCO NELL'ACQUA CLAMOROSO!
##################################################

Ma perché non andiamo tutti solo a Roma?

Scusate ma dov'è il parlamento?
Per cosa manifestiamo?
Dove risiedono quelli contro i quali manifestiamo?

Carlo Filippini


ma l'obiettivo non è tirare su le firme per la proposta di legge?

fabrizio cutolo 08.08.07 15:48| 
 |
Rispondi al commento

circa valentino rossi,
l'entità dell'evasione comporterebbe anche la condanna penale , vedi limiti di evasione iva in finanziaria.

io penso che tutto vada a tarallucci e vino....vi ricordate il caso "sophia loren " ?

siamo o non siamo italiani ?

il culo lo fanno solo al piccolo negoziante....i grandi dello spettacolo ne escono da "vittime"

peppino garibaldi 08.08.07 15:40| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la puntata di ieri sera di WL'ITALIA l'avete vista? E non ditemi che sono i soliti comunisti di rai tre. La legge 40 mortifica la donna che vuole diventare madre pur essendo sterile o portatrice sana di qualche brutta malattia genetica. Neanche i talebani hanno una legge di mer.a come questa. Ma dal Vaticano ci dicono che è una buona legge. Costringere una danno ad una possibile gravidanza trigemina con forte probabilità di aborto spontaneo sarebbe una cosa da paese civile?????
Ma VAFFANC U L O DAY per tutto l'anno a coloro che tale legge han voluto. C'è da vergognarsi ad essere italiano. Meno male che almeno non sono più cattolico. Così almeno di questo non devo vergognarmi.


Non è solo la TV il problema.L'Italia tutta è una Republica Publicitaria.

la TV è publicita
i giornali è publicita
la radio è publicita,il peggio è i cartelloni seminati in tutte le strade,quando si viaggia sulle strade lunica cosa che si guarda come panoramico sono i cartelloni publicitari.

Vito Liberto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho subito un abuso (come molti altri utenti) da parte di una grande compagnia telefonica, lo racconto nel video seguente:
http://video.libero.it/app/play?id=17324a64539b3747fc63387dfb7b53e6


lo pubblico qui perchè il caso è serio, le persone coinvolte tante, e spesso è scomodo parlare male dei magistrati, ma per diritto di cronaca ci sono cose che non possono essere omesse. Esiste un vero e proprio racket che vede coinvolti avvocati, magistrati e psichiatri, il cui obiettivo è l'interdizione di persone sanissime ma impaccate di soldi, a cui viene affiancato un tutore per la gestione patrimoniale che di solito li lascia sul lastrico.
L'articolo è pubblicato sul mensile Casablanca, che siccome fa antimafia VERA, è stato boicottato e ostacolato da tutte le edicole in circolazione. L'ho ripubblicato on line, nella speranza che possa servire ad aprire gli occhi a qualcuno che potrebbe fare la stessa fine

il titolo è "il racket che interdice"
su www.censurati.it

antonella serafini 08.08.07 15:24| 
 |
Rispondi al commento

beppe sei polemico con tutti e su tutto e poi la settimana scorsa eri in sardegna su una barca da favola

aniello de gregorio 08.08.07 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La pubblicità non plasma solo i cervelli dei bambini, ma anche quelle dei ragazzi e degli adulti, che imitano tutto ciò che la tv gli propone. Guardate durante un ciclo di spot quante pubblicità di alcolici, autodaguidarecomeinF1, telefoninicherincoglioniscono. Il messaggio è sempre quello : Il figaccione di turno ha sempre in mano un bicchiere di superalcolico, attorniato da supergnocche e manda sms mentre guida a 320Kmh, facendo le curve con il freno a mano.

Gennaro Saponieri 08.08.07 15:15| 
 |
Rispondi al commento

...e non dimentichiamo che la pubblicita' di questo tipo ci aiuta a costruire generazioni di malati mentali che quando intorno ai 16 anni si rendono conto di essere grassi e diversi dal canone di bellezza espresso dagli stessi mezzi di comunicazione che fanno la "pubblicita'", si iscrivono in palestra e cominciano ad imbottirsi di pillole per trasformare il loro grasso in muscoli perfetti.

Queste cose influiranno sul loro futuro stato di salute e su quello dei loro figli.

Ma che ci frega, in definitiva oggi siamo qui e domani chissa'...o no? Meglio avere successo ed essere apprezzati oggi per i nostri muscoli e la nostra abbronzatura...domani e' un altro giorno...

Igor Mancini 08.08.07 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Ballata della Moda
(L.Tenco)

Era l’autunno e il cameriere Antonio
servendo un tavolo di grandi industriali
sentì decidere che per l’estate prossima
sarebbe andata di moda l’acqua blu.
Loro dicevano che bastava fare
una campagna di pubblicità
mettere in ogni bar un po’ di bottigliette
ed il successo non poteva mancare.
Antonio tra sè rideva
Ah, Ah, Ah, Ah, Ah, Ah
Diceva me ne infischio della moda
io bevo solo quello che mi va.
Venne l’inverno e Antonio vide al cinema
cortometraggi con bottiglie d’acqua blu
fotografie sui muri e sui giornali
di belle donne che invitavano a provarla.
In primavera già qualcuno la beveva
e pure lui un giorno a casa di un amico
dovette berla perché quello imbarazzato
gli disse scusa ma non m’è rimasto altro.
Antonio però rideva
Ah, Ah, Ah, Ah, Ah, Ah
Diceva io me ne infischio della moda
ma in mancanza d’altro bevo quel che c’è.
Venne l’estate ed in villeggiatura
Antonio aveva sete e non sapeva cosa bere
in ogni bar dove chiedeva un dissetante
manco a farlo apposta gli servivano acqua blu.
Le prime volte lui si era opposto
ma poi pensò ma chi me lo fa fare
e da quel giorno a poco a poco si abituò,
un mese dopo non beveva altro.
Antonio però rideva
Ah, Ah, Ah, Ah, Ah, Ah
Diceva me ne infischio della moda
ma bevo questa bibita perché mi va.
Ora è l’autunno, Antonio è all’ospedale
intossicato perché beveva troppo
e per servire quel tavolo importante
si è fatto sostituire dall’amico Pasquale.
Stan decidendo per la prossima moda,
un pantalone a strisce gialle e nere.
Basterà fare una gran pubblicità
farlo indossare da qualche grande attore.
Pasquale tra sè sorride
Ah, Ah, Ah, Ah, Ah, Ah
E dice me ne infischio della moda
io porto solo quello che mi va.
Ma io vedo già Pasquale
Ah, Ah, Ah, Ah, Ah, Ah
chissà come starà male
coi pantaloni a strisce gialle e nere.

paco de carlo 08.08.07 14:57

Paco,Grazieeeeeee!! SMACK!
La cercavo da anni!
Tenco sì che vedeva lontano!
maria rosa

maria rosa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Minchia, è vero, quando andavo alle elementari 30 anni fa di bambini grassi ce ne era 1 su 10. Adesso sono quasi tutti grassi!

Tristam Shandy Commentatore certificato 08.08.07 15:09| 
 |
Rispondi al commento

e no dai......censurato per aver proposto verdure e cibi sani.....e per aver offerto al blogger la collaborazione della mia struttura a patto che il sito sia a sfondo umanitario ?

giovanotto... una svista perchè oberato di lavoro?....se puoi ..ripesca il post....c'è aria di collaborazione non lucrativa....e la cosa mi piace...e tu censuri le cose sane? bah !!!!!!

senza rancore....buon lavoro..e complimenti ..non è facile gestire un blog di...esuberanti....

peppino garibaldi 08.08.07 15:08| 
 |
Rispondi al commento

@ Maurizio G. Cataldo

Grazie dell'avvertimento, ma ormai li conosco bene, anche se E.M. ha dimostrato fino ad ora un comportamento corretto e civile, mentre gli altri due disturbati mentali e MILL-antatori, continuano a PROVOCARE in maniera DELIRANTE.
Ma che cos'hanno?
Qualcuno gli ha fatto qualcosa?
Si sono contagiati a vicenda e mi sembra di vederli come da Marzullo:-Si faccia una domanda e si dia una risposta". Addirittura s'inventano identità femminili con le quali fanno credere di interloquire e di dialogare. La FOLLIA PURA!
E' dura la vita!
Un saluto
maria rosa

maria rosa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:54| 
 |
Rispondi al commento

valentino rossi:VAFFANCULO ANCHE A TE!
pezzo di evasore che non sei altro!
e'facile far soldi correndo in moto come uno scemo-o rincorrendo un pallone-mentre noi altri ci facciamo un mazzo cosi'e poi,se ci viene mal di denti,dobbiamo decidere se andare dal dentista,o tenerci il dolore per non rinunciare alla settimana vacanza in campeggio...
facile vivere nel lusso, farsi la fighetta del momento(la canalis,sempre lei...),andare al billionaire...
facile se non paghi un cacchio di tasse!
troppo facile!
e ti danno anche una laurea!e noi che ci incazziamo ancora di piu'perche'abbiamo trovato dei prof cosi'stronzi che ci hanno fatto sudare sangue per un 25!
VALENTINOOOOO!
tu,pavarotti,baresi,e tutti gli altri evasori nazionalpopolari,DOVETE PAGARE!
PAGARE TUTTO!
hai preso la laurea in comunicazione:con quella dei redditi,come la metti?
Fanculo a te,e a tutti i ricchi figli di papa'd'italia!voi ora fate i cazzi vostri,ma state attenti:il vaso si sta colmando....

marco capannone 08.08.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIVOLUZIONARE L'ECONOMIA!!!!! RIPORTARE IL SISTEMA ECONOMICO AL SERVIZIO DELL'UOMO E NON PIù L'UOMO AL SERVIZIO DEL SISTEMA ECONOMICO! QUESTA MALEDETTA MONETA CREATA DAL NULLA HA SEMPRE BISOGNO DI NUOVI SPAZI PER VIVERE...ADESSO SI STA IMPOSSESSANDO ANCHE DELLA SALUTE DEI NOSTRI PICCOLI! EDUCAZIONE, CERTO! MA ANCHE IL "SISTEMA" DEVE FARE LA SUA PARTE! POLITICI, DOVE SIETE?

Filippo Corsetti 08.08.07 14:49| 
 |
Rispondi al commento

<< Hanno appena parlato di Beppe nel TG1, riguardo alla lettera di Napolitano!

Qualcuno ha registrato l'edizione del TG1 delle 9.30 di oggi? Sul sito ufficiale non c'è...

Fabio A. 08.08.07 09:42 | Rispondi al commento *******

ne ha parlato anche il TG3 della 14.30 dando risalto al libro di Beppe "SCHIAVI MODERNI" e all'attenzione che Napolitano ha dedicato al problema dei lavoratori precari anche durante il suo discorso di fine anno 2006 (vero..)

Complimenti a Beppe!
e ai lettori del blog che hanno raccontato le loro storie per il libro

speriamo che tutto serva a smuovere le acque


(vero..)
http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/politica/napolitano/testo-messaggio/testo-messaggio.html

Paola Bassi Commentatore certificato 08.08.07 14:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non è solo questa la ragione della decadenza della scuola:è l'imposizione da parte delle famiglie di un LIBERISMO senza REGOLE che genera il CAOS per l'assenza della MORALE e dell'ETICA nei rapporti umani e nella società.
Speriamo che , a lungo andare ci si chiarisca su concetti difficili da dipanare sul BLOG, senza preconcetti e prevenzioni.
saluti.

maria rosa 08.08.07 14:15

Cara Maria Rosa,

e' fiato sprecato, ormai la gente (o comunque la maggioranza) e' ubriaca di liberismo. Si sono convinti che la filosofia dell'ognuno per se possa migliorare il mondo. Guarda le risposte del blog ad ogni post di grillo.

L'aria che tira e' questa:

- se si muore sul lavoro, e' colpa dei sindacati

- le pensioni sono cosa del passato, dobbiamo essere tutti autonomi e indipendenti, ognuno per se'.

- Se uno ha un posto piu' o meno fisso, si deve vergognare, perche' non produce abbastanza.

- Se uno fa un lavoro intellettuale (high skills come si dice ora) e' uno che guadagna a spese degli altri.

eccetera eccetera.

E intanto una parte sempre piu' vasta della popolazione e' abbandonata a se stessa.

Io penso che 30 anni fa la gente era diversa. Era migliore. Siamo stati sostituiti da automi, gente che ripete le ciofeche imparate dalla TV, anzi, alieni, che hanno valori incommensurabili ai 'nostri'.

Mario Porta 08.08.07 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La fune magica.
(di Gianluca Ricciato)

C'erano una volta un uomo e una donna, lui era americano e si chiamava Shell, mentre lei era italiana e il suo nome era Eni. Bei nomi, no?

Un giorno, i loro figli che erano tanti e vivevano in America e in Italia, chiesero loro: "papà, mamma, perchè non ci andate a prendere un po' di petrolio in Africa che qui lo stiamo quasi per finire e non possiamo più giocare con le nostre macchinine?"

Allora papà Shell e mamma Eni vanno in Africa, per la precisione in Nigeria, anzi per essere ancora più precisi in un piccolissimo villaggio dove vivevano da centinaia e centinaia di anni degli uomini primitivi, chiamati Ogoni. Vanno dal capo Ogoni, che era un poeta e si chiamava Ken Saro, e gli dicono: i nostri piccoli hanno bisogno di tanta benzina e noi dobbiamo trasportargliela in fretta altrimenti la finiscono e poi diventano tristi. Per fare questo, dobbiamo costruire un grandissimo tubo porta-petrolio, il petroltubo, che passerà proprio sopra il vostro villaggio e colorerà di nero il fiume dove voi prendete l'acqua per vivere, dove lavate i vostri panni e dove i vostri bambini fanno il bagno. Ma voi sarete contenti di farlo, no? I nostri bambini vogliono tanto bene a voi africani, fanno le collette a scuola per voi, fate vedere che anche voi volete bene a loro!

Ken Saro andò a parlare agli altri Ogoni che non furono però tanto contenti di questa proposta e dissero che papà Shell e mamma Eni non dovevano costruire il loro petroltubo. Ken Saro allora, che era poeta, scrisse una poesia per dire a loro che il suo popolo non voleva il petroltubo, tornò da loro e glie la lesse.

Allora papà Shell e mamma Eni si arrabbiarono, andarono dal Re della Nigeria, che si chiamava Re Corrotto, e tirarono fuori la loro arma segreta: la fune magica, che impiccò il cattivo Ken Saro e tutti gli altri Ogoni che avevano osato ribellarsi alle forze del bene. E così finalmente si iniziarono i lavori al petroltubo.

Stefano C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, sono l'ing. Cannito Pier Paolo di Acqui Terme(AL), mi sono iscritto al meetup di Asti qualche tempo fa, ed ora sto provvedendo a crearlo ad Acqui Terme, sto cercando di fare di tutto per organizzare una manifestazione nella mia cittadina, sono più o meno 20 giorni che mando richieste al mio Comune per avere uno spazio, ma tutte le richieste mi sono state respinte con la scusa di una manifestazione cittadina che si svolge ogni anno chiamata "festa delle feste" che ricade proprio l'8 e il 9 settembre 2007, alla mia sollecita richiesta, riuscendo a parlare, dopo una decina di giorni, con l'assessore al turismo, questa ha avuto il coraggio di dichiararmi telefonicamente: "ma non può chiedere a Beppe Grillo di spostare il giorno?". Questa è l'Italia! Mi è stato detto che la mia manifestazione andava in contrasto con quella che si svolgerà, perchè quella dovrebbe essere una giornata di festa, la nostra invece? Non è una festa intraprendere un percorso che ci porterà alla liberazione dei corrotti presenti nel nostro Parlamento? Ti chiedo allora, permettendomi di darti del tu, di rendere il più visibile possibile questa mia denuncia, e di darmi se possibile qualche suggerimento per risolvere o deviare il problema.
Con l'occasione ti porgo,
cordiali saluti.

Pier Paolo

Pier Paolo Cannito (il pier) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Gli abitanti del villaggio rimasti, furono cacciati dalle loro case e costretti a lavorare gratis per papà Shell e mamma Eni, e si dovevano stare zitti se no venivano impiccati pure loro!

Solo alcune figlie riuscirono a scappare, vennero a vivere in Europa e da allora si possono incontrare di solito a sera tarda sui viali delle nostre città. Sono le cosidette 'nigeriane'...la loro presenza allieta ancora oggi i figli di papà Shell e mamma Eni che grazie all'oleodotto fatto in Nigeria possono ancora passarle a prenderle sui viali con le loro macchinine e portarle in giro per la città!

E grazie al coraggio e alla bontà di Shell, Eni e del re Corrotto, tutti ora vivono felici e contenti!!!

Ricordatevelo sempre, bambini, quando passate davanti a quelle belle insegne luminose dove c'è scritto sopra SHELL o AGIP. E' grazie alla fune magica che loro possono ancora brillare nelle nostre città!!!

ogni riferimento a fatti realmente accaduti in Nigeria nel 1995 è puramente casuale e chi non ci crede è un black bloc

Gianluca Ricciato

Stefano C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Le scrivo per farmi portavoce delle decine di migliaia di vincitori di concorso che aspettano di essere assunti dalla PA.

Da molti anni esiste il blocco delle assunzioni nel pubblico impiego: ministeri, insegnanti, università, enti di ricerca, enti locali, regioni...etc...
Il governo Prodi, dopo la superfinanziaria lacrime e sangue che ha portato un pò di soldi nelle casse dello stato, decide di mettere mano alla triste situazione dei lavoratori precari in italia.
Fa scelte coraggiose: assunzione di 60.000 insegnanti, sblocco delle assunzioni negli enti di ricerca, assunzione di 145.000 precari "storici" della PA...
manca qualcuno?...
...
NOI !!
I VINCITORI "STORICI" IN ATTESA DI ASSUNZIONE !!!!!
Siamo oltre 70.000 ...giovani che hanno guadagnato il diritto costituzionale di lavorare nella PA!
Gente che aspetta anche da 6 anni di essere assunta (e che magari nel frattempo non trova lavoro)!!!!!!!!!!!

Non una voce nè una menzione....un silenzio che si fa assordante e diventa presagio di future ulteriori sventure...

Già, perchè nelle settimane successive si fa chiara l'intezione del governo di favorire anche in futuro (anche dopo lo sbollo delle assunzioni previsto per il 31/12/2007) i precari storici rispetto ai vincitori di concorso.
Così, nello stabilire di diminuire nel tempo il numero di dipendenti della PA, DECRETA che nei prossimi anni per 100 pensonamenti nella PA, ci saranno solo 60 nuove assunzioni a tempo indetemrinato di cui 40 saranno presi dalle liste dei precari storici e 20 saranno vincitori di concorso!!

Ma con queste norme, quanto tempo ci vorra per assumere tutti i vincitori di concorso in attesa di assunzione...che già aspettano da tanti anni?
Perchè i precari (che tra l'altro in questi anni hanno COMUNQUE lavorato) sono considerati più di chi ha regolarmente vinto un concorso (e nel frattempo magari è disoccupato)?

Bruno Larosa
Associazione Vincitori Non Assunti

Bruno Larosa 08.08.07 14:38| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di PUBBLICITA' e dell'ACQUA .

Nell'estate 1987/88 ho ascoltato, per caso, alla radio una canzone di LUIGI TENCO sul pensiero ASSOGGETTATO o che si ASSOGGETTA alla MODA corrente.
Si trattava di una speciale "ACQUA BLU" che avevano cominciato ad offrire in un Bar alla MODA.
Pare che facesse "schifo", maleodorante e disgustosa com'era, eppure tutti la chiedevano e la invocavano fino a sostenere che avesse proprietà terapeutiche.
Diventò la bevanda dell'ESTATE e poi infine "tipica" di quel locale.

Non sono riuscita a sentir o a vedere pubblicata quella canzone , interpretata personalmente da Tenco, che già più di 45 anni fa, da antesignano qual era, aveva visto ben oltre i DANNI della PUBBLICITA' e delle MODE e del CONTAGIO sociale di qualcosa che poteva essere nocivo alla MENTE, prima che al corpo , ma che era "fatto passare" per buono e SALUTARE!

Chi ha mai sentito quel BRANO cantato da LUIGI TENCO, dal titolo:-ACQUA BLU?

Beppe, dai, trovalo!

Un saluto.
maria rosa

maria rosa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIANCARLO BIASINI 08.08.07 13:49


si', l'abbiamo capito che il Re e' perseguitato.

ti sei dimenticato (guarda caso) delle seguenti:

- ANNULLAMENTO DELL'AVANZO PRIMARIO (ma, se la destra se ne fotte dello stato sociale, come e' che ha speso a tutto spiano fino ad annullare l'avanzo primario? mah... boh...)

- RIENTRO DEI CAPITALI DALL'ESTERO, grazie al quale I RICCHI PARASSITI di questo paese hanno avuto un bel regalino dal tremonti

- CONDONI FISCALI vari (no, non lo faremo mai il condono fiscale, diceva il Pivla tvemonti)

- CONDONI EDILIZI vari

- LEGGI E LEGGINE PER GLI AMICI (ma tanto agli italiani questo non puo' fottere di meno, sono abituati alla servitu')

- DISTRUZIONE DELLA SCUOLA (con i famosi CREDITI anche un ASINO puo' recuperare un 2 in matematica, facendo un corso di cucito)


anche tu hai bisogno di un po' di vacanze. Consiglio la NORVEGIA. Fermati a parlare con uno dei locali, chiedigli cosa pensa del berlusca.

Alessandro Gerico 08.08.07 14:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma quando è che vi decidete a sparare in quel cacchio di televisore?

www.rifondazioneborbonica.splinder.com

diego d. Commentatore certificato 08.08.07 14:35| 
 |
Rispondi al commento

guardate questo filamato dell'83 dove giuseppe fava spiega il conivolgimento della mafia con la politica...

http://www.youtube.com/watch?v=jAogBSvaSyU

fatelo girare il più possibile.

luca g. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Le mamme italiane ormai sono ovunque tranne che in cucina e con i loro figli. Sono al lavoro (e questo è inevitabile), dall'estetista, in palestra, a cena con amici, in cerca di nuovi fidanzati, al supermercato a fare scorta di merendine e surgelati con cui tappare la bocca a tutti.

Patrizia Borelli 08.08.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo me sarebbe necessario mettere come insegnamento nelle scuole medie inferiori lo studio della "propaganda" sia politica che pubblicitaria ma siccome se aspettiamo lo Stato per risolvere i problemi possiamo anche morire di vecchiaia mi permetto di segnalarvi un buon libro da leggere e da far leggere anche ai vostri figli se sono abbastanza grandi per capire.

Nati per comprare

di Juliet B.Schor

Oltre agli spot tradizionali, si sono diffuse forme di pubblicità occulta sempre più sottili nel cinema e nella televisione. Le aziende arruolano i bambini come "guerrilla marketer" per raggiungere i loro amici e le loro famiglie.

Juliet Schor in questo libro analizza come un impegno di marketing enorme per dimensioni, campo d'azione ed efficacia, abbia creato una generazione di "bambini commercializzati". Raffinate strategie convincono bambini e ragazzi che i prodotti sono necessari alla loro sopravvivenza sociale. Le pubblicità non li influenzano solo per quello che vogliono acquistare, ma anche per quello che pensano di essere e per come si percepiscono.

Schor rovescia la convinzione tradizionale: non è che i bambini con problemi abbraccino i valori del consumismo; sono i bambini che abbracciano i valori del consumismo che diventano bambini con problemi.

Il libro è un'analisi ben documentata di quello che stanno diventando i nostri figli, sotto gli attacchi di un marketing spietato e privo di scrupoli; ma è anche un invito a genitori e insegnanti a reagire, con indicazioni positive. Quel che è in gioco è il benessere emotivo e sociale dei nostri figli.

bruno bassi 08.08.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

A scuola occorre insegnare una nuova materia:ALIMENTAZIONE,ovvero mangiare seguendo regole che non portino all'obesità.Se i bambini sono quelli più a rischio,allora bisogna educarli da subito.Anche i genitori comunque hanno le loro colpe,dovrebbero seguire di più i propi figli invece,pure loro mangiano schifezze seguendo spesso i "consigli" degli spot. i risultati si vedono:pance e sederi abbonndanti,stomaci dilatati,fegati infiammati.

Riccardo Boccato 08.08.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Concordo!
L'effetto automatico sui bambini per i panini e per le patatine con il marchio McDonald è paragonabile a quello di chi, durante le elezioni politiche, decide di recarsi a votare: Costoro non sono capaci di distinguere oltre ciò che gli viene proposto e per questo si sceglie e ci si adegua in ciò che poi ci tormenta di più.

Scegli nel momento in cui ti senti richiamare,
scegli perchè non hai altre strade da percorrere,
scegli per il semplice fatto che hai bisogno di attenzioni,
scegli perchè altrimenti resti solo.
E' meglio l'ipocrisia o la solitudine?

lucA utopiA (vergognatevi.com) Commentatore certificato 08.08.07 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Beppe oggi eri anche al TG1 delle 13.30 ;-)

Andrea D'Ambra 08.08.07 14:29| 
 |
Rispondi al commento

sono convinto che sia tutta colpa dell'America, tanto per cambiare!
prima dell'americanizzazione dell'Italia non esisteva l'obesità in questo paese, ora esiste e dobbiamo dire grazie agli americani con la loro coca cola, le loro merendine e i loro hamburger.
io infatti, sia per ragioni di salute che per ragioni di idee, da diversi anni boicotto Coca Cola e Mc Donald!
boicottiamola tutti e non gli daremo più possibilità di inobesire i nostri bambini e di vendere merda a noi che ci distrugge!

Michele Menardi 08.08.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

A grillo!!!!!!!
complimenti hai scoperto l'acqua calda!!!

ma vacc...

S.

simone de cristofaro 08.08.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il tribunale del lavoro di Norimberga ha vietato gli scioperi dei macchinisti delle ferrovie tedesche, Deutsche Bahn, fino al 30 settembre prossimo.

I dipendenti delle Deutsche Bahn protestano (o meglio, intendevano protestare) contro i progetti di privatizzazione che il governo del cancelliere Angela Merkel sembra avere già messo a punto e che punterebbero sulla quotazione in Borsa del gruppo e sulla vendita di un 30-40% del capitale ai privati.

DANNI - I giudici hanno motivato la decisione con gli enormi danni economici che uno sciopero delle ferrovie arrecherebbe al paese in questo periodo di ferie e spostamenti. Il sindacato Gdl (che rappresenta 12mila macchinisti) ha già detto di voler presentare appello contro la decisione. I macchinisti avrebbero dovuto incrociare le braccia a partire da giovedì. Oltre agli aspetti legati alla privatizzazione del gruppo, per cui i sindacati temono forti riduzioni agli organici, i ferrovieri della Gdl chiedono aumenti del 31% dei salari, mentre l’accordo siglato fra la Deutsche Bahn e altri sindacati prevede un aumento del 4,5% sui prossimi 19 mesi e un gettone di 600 euro una tantum.

Lo sciopero sarebbe stato il primo in 15 anni.

anche loro saran felici dell'euro e delle frontiere aperte.

nicoletta gentili 08.08.07 14:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
sono una mamma italiana, io e mio marito abbiamo fatto il "lavaggio del cervello" al nostro piccolino dicendogli che le pubblicita' vogliono "farlo scemo", che Mc Donald fa male e non e' vero che e' buono! Quando vado al supermercato con lui dico no a molte sue richieste dettate dalla pubblicita' perche' il carrello lo riempio io e scelgo io attentamente tutti i prodotti leggendo gli ingredienti, certo non sono perfetta e qualche volta cedo al gelato o al budino al cioccolato, ma non e' la norma.
Da neonato gli facevo io gli omoggenizzati e gli davo lo yogurt genuino non quello con aromi, conservanti o amidi modificati! Mio figlio non e' proprio un mangione, e' magro e longilineo, quando lo porto a mare o al parco non sta fermo un minuto, e' agile e instancabile, credo di essere fortunata ma e' un po' anche merito mio se non e'grasso ed in buona salute.

Angela S 08.08.07 14:21| 
 |
Rispondi al commento

La pupplicità è l'anima del commercio. Un'anima brutta. sporca, sordida, fetida, ecc...ma RICCA. E i ricchi, si sa, vengono assolti dai preti e dai giudici e se ne fottono di tutto e di tutti. Così fu è e sarà temo per sempre.

Arnaldo Colombo 08.08.07 14:19| 
 |
Rispondi al commento

per alberto c. che scrive questa frase...

Nel 1987 di un 18 ottobre, mo’ uno dei tanti, ho esposto un ideale che viveva da tempo in molta gente. M'hai messo subito in discussione perché, senza padrone, t' ho detto non dirò mai "SISSIGNORE!". etc etc etc

bella,ma stai prendendo voti con una frase non tua. cita la fonte. o lo devo fare io????

massimo fofi 08.08.07 14:19| 
 |
Rispondi al commento

LA TEORIA DEL COMPLOTTO SECONDO S,CHIETTI

@ Mi faresti perfavore una sintesi della tua teoria del complotto?-

E' molto semplice, se nessuno vuole dare acqua ed energia gratis con la Serp,entina ed i Motori magnetici allora sono tutti d'accordo a non darla

Ebrei, cristiani, cinesi, fascisti, comunisti, indù, ingegneri, bhuddisti... fanno tutti parte della stessa gang nata circa 7000 anni fa in Egitto e divide la società in fazioni in lotta fra loro

Inventa culti cosidetti del bastone terreno e della carota ultraterrena, come quelli di Osiride, Krsna, Mitra, Dionisio, Gesù, tutti nati da una vergine, morti in croce e resuscitati a miglior vita

Con lo stesso metodo formarono tanti regni in lotta fra loro e banche in cui depositare i capitali

Per secoli hanno continuato a costruire e demolire imperi, tutto deve cambiare perchè nulla cambi

Il loro fine è la pedofilia, il sadomasochismo e lo sfruttamento della prostituzione

Nel 1800 con la scoperta del moto perpet,uo Zamboni idearono un piano di 3 guerre mondiali per conservare il potere in una società caratterizzata da nuovi armi di combattimento, eccessi energetici e tecnologia

Il Nuovo Ordine Mondiale doveva generare un governo mondiale, culti globali e nuove forme di pedofilia, sadomasochismo e schiavitù in posti diversi da castelli, fazende, monasteri e prigioni, forse astronavi

Nel susseguirsi di guerre e catastrofi ideati con logica satanica, cioè facendo sempre l'opposto della cosa giusta, i piani del Nuovo Ordine Mondiale prevedevano l'eliminazione dei popoli tribali e di tutte quelle persone reputabili capaci di intendere e volere, capire il grando inganno e scoprire le sale di tortura segrete, il traffico di bambini, di organi, di prostitute e sovvertire l'ordine stabilito

Con l'incognita che siccome stiamo arricchendo l'uranio, il materiale più prezioso dell'universo concentrandolo in bombe di facile trasporto forse ci siano di mezzo extraterrestri che se le vogliano prendere

roby cantarella 08.08.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

islam

consigli per le vacanze a giovani nullafacenti rossi antiitaliani che amano tanto le tradizioni altrui tranne quelle italiane ..... felici di farci invadere grazie all'appoggio di ferrero e pazzi simili.


< per le femmine , girare in bicicletta nei paesi islamici

<per i maschi portare al guinzaglio un cane

nicoletta gentili 08.08.07 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Mai la storia di un Partito (o Lobby) È stata più PUTTANA e dallo ZOCCOLA-DURO camaleontesco.

Massimo Greco Commentatore certificato 08.08.07 14:00 | Rispondi al commento |

"Marco" Giacinto pannella è una zoccola, ma il partito radicale fu altra cosa, quando nacque.

baldo peschicci 08.08.07 14:09| 
 |
Rispondi al commento

E' un problema che sposo perfettamente... tra l'altro da ex allenatore quello dell'obesità tra i ragazzi era un problema.

Purtroppo i genitori hanno sempre meno tempo per cucinare, si stanno perdendo i piatti tipici locali, e troppe famiglie preferiscono cucine rapide a base di schifezze ad una sana cucina casalinga..

La pubblicità infantile come sottolinei è agghiacciante dovrebbe essere pesantemente regolata.

I bambini non hanno capacità di critica dei messaggi negli spot, anche perchè non la hanno gli stessi genitori !!!
Poi bastano i soliti premi pupazzetti e regalini insulsi ed orrendi per convincere un bambino a preferire una schifezza ad un cibo fatto in casa...

Un esempio ? il figlio di una mia amica consumava solo il gelato di una nota ditta detestando i gelati artigianali, consumava solo la "cioccolata" di un'altra nota casa .. che di cioccolato aveva poco o niente dato che erano tutti grassi e latticini, detestando opgni altro tipo di cioccolato a media altra % di cacao.
PEr non parlare delle patatine rigorosamente dei fast food o pacchettini piuttosto che le patatine sempre fritte ma fatta in casa fresche con l'olio nuovo e non rifritte 100 volte..

aldo p. Commentatore certificato 08.08.07 14:09| 
 |
Rispondi al commento

marco aurelio 08.08.07 13:23

▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Come classico radiculo te la sei presa solo perché erano citati i radicali, avendo il finocchio come paraocchi ovviamente ignori il resto del carlino.

Agli albori della loro storia avevano il simbolo della rivoluzione francese (versione giacobina).

Successivamente con una manovra da camera di commercio si sono impossessati del simbolo socialista...

Nel 1977, il loro Statuto parlava di Socialismo Rivoluzionario e fu studiato apposta per cavalcare il movimento dell'autonomia operaia. ALTRO CHE ERNESTO ROSSI.

[NB, nel 77 io andavo alle elementari ma la storia si studia, non si ignora:)]

Temi di mercato erano gli stessi dei noglobal di oggi.

Al primo ingresso in parlamento si andarono a sedere A SINISTRA dei bottegai del PCI.

Nel 1979 intascarono milioni di voti sottratti notoriamente al PCI.

Fatto il colpo... il bottino non era solo elettorale ma era anche una palla al piede.

Quindi negli anni ottanta Fame nel Mondo anche se un certo elettorato ancora gli faceva comodo... basti pensare alla candidatura di Toni Negri.

Poi avremo l'entrismo nei Verdi... L'entrismo nel PSDI per scappare cinque minuti prima dell'arrivo di Mani Pulite, l'entrismo in Forza Italia ed oggi nel PD.

Mai la storia di un Partito (o Lobby) È stata più PUTTANA e dallo ZOCCOLA-DURO camaleontesco.


Ciao, a Milano zona Via Dei Missaglia Parco del Ticinello ci sono delle cascine una in particolare (Cascina Campazzino)dove è possibile prendere il latte fresco crudo ti garantisco che è buonissimo costo 1€ al litro.
Vogliono chiudere queste cascine perchè il comune di milano deve costruire,
Per chi volesse contattare il Comitato Parco del Ticinello per saperne di più o per aderire alle iniziative volte a sostenere il parco ed evitare lo sfratto, per chi vuol far sentire la sua voce, l’indirizzo è: www.parcoticinello.it

giuseppe catano 08.08.07 13:59| 
 |
Rispondi al commento

GIANCARLO BIASINI 08.08.07 13:49

ti sei dimenticato (guarda caso) delle seguenti:

- ANNULLAMENTO DELL'AVANZO PRIMARIO (ma, se la destra se ne fotte dello stato sociale, come e' che ha speso a tutto spiano fino ad annullare l'avanzo primario? mah... boh...)

- RIENTRO DEI CAPITALI DALL'ESTERO, grazie al quale I RICCHI PARASSITI di questo paese hanno avuto un bel regalino dal tremonti

- CONDONI FISCALI vari (no, non lo faremo mai il condono fiscale, diceva il Pivla tvemonti)

- CONDONI EDILIZI vari

- LEGGI E LEGGINE PER GLI AMICI (ma tanto agli italiani questo non puo' fottere di meno, sono abituati alla servitu')

- DISTRUZIONE DELLA SCUOLA (con i famosi CREDITI anche un ASINO puo' recuperare un 2 in matematica, facendo un corso di cucito)


anche tu hai bisogno di un po' di vacanze. Consiglio la NORVEGIA. Fermati a parlare con uno dei locali, chiedigli cosa pensa del berlusca.


Alessandro Gerico 08.08.07 13:58| 
 |
Rispondi al commento

O.T.=========
stasera ore21 presso circolo arci "bencini" in via mercadante a Firenze riunione del meet-up per preparare il V-DAY come si deve!!!
chi vuole partecipare e dare consigli è il bene accetto!

mirko v. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pubblicizzare un prodotto è accettabile se il consumatore è in grado di distinguere il confine tra finzione e realtà. Creare e diffondere materiale pubblicitario indirizzato ai bambini che non hanno ben chiara la linea di questo confine è un atto criminoso; Ha detto bene Grillo definendo questa pratica "pedofilia commerciale". Ci sono paesi come la Grecia dove ciò è vietato dalla legge. Io vorrei che fosse vietato anche nel nostro paese alle aziende, di approfittare delle persone che non hanno strumenti di auto difesa e che devono essere tutelate. Credo però che di questo problema non si parli molto e non sia ben percepita la sua pericolosità e abominia. Invito Beppe a spronare i lettori di questo Blog a inviare mail di protesta al ministro per le comunicazioni affinchè proibisca ai media di mandare in onda spot pubblicitari indirizzati ai minori.Ciao a tutti!

Emanuele Covello 08.08.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere solo questo,oltre a tutto ciò che già si sa sui fast food..perdonatemi se esco un pò dall'argomento "obesità", ma da quando ho letto queste informazioni mi sono spaventata ancora di più.. Mi riferisco alla R E D B U L L (man anche alla B U R N)..Ho saputo che la R E D B U L L è statA creata per stimolare il cervello delle persone sottoposte ad un grande sforzo fisico (stress) e non per essere consumato come una bibita rinfrescante. RED BULL è penetrata in quasi 100 paesi nel mondo. La marca del TORO ROSSO ha come clienti soprattutto giovani e sportivi, i due segmenti più sfruttati per lo smercio della bibita. La FRANCIA e la DINAMARCA l’hanno proibita perché è un cocktail della morte, ottenuto dalla mescola dei suoi componenti vitaminici con " GLUCURONOLACTONE" una sostanza chimica altamente pericolosa.
Essa fu sviluppata dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti negli anni 60 per le truppe in VIETNAM, in quanto fungeva come una droga allucinogena che attenuava lo stress della guerra. Ma i suoi effetti sull’organismo furono tanto devastanti che venne abbandonata la somministrazione davanti all’alto indice di dolori di testa, tumori cerebrali e malattie del fegato, che mostravano i soldati che ne facevano uso.E, dopo tutto questo, sulla lattina di RED BULL ancora si legge che fra i suoi componenti c’è il GLUCURONOLACTONE, catalogato come uno stimolante!!!.
Comunque spero che tra tutti voi che navigate e vi informate veramente grazie alla rete queste cose le sappiate già.
W l'Italia
Silvia

Silvia Colace 08.08.07 13:49| 
 |
Rispondi al commento

IN SICILIA CI SONO ANCORA LE BABY PENSIONI E' UNA VERGOGNA MENTRE NOI STIAMO QUI A PENSARE COME RISOLVERE IL PROBLEMA PENSIONI LA C'E' CHI L'HA GIA' RISOLTO FACENDO I CAZZI SUOI.

pietro a. Commentatore certificato 08.08.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Pubblicizzare un prodotto è accettabile se il consumatore è in grado di distinguere il confine tra finzione e realtà. Creare e diffondere materiale pubblicitario indirizzato ai bambini che non hanno ben chiara la linea di questo confine è un atto criminoso; Ha detto bene Grillo definendo questa pratica "pedofilia commerciale". Ci sono paesi come la Grecia dove ciò è vietato dalla legge. Io vorrei che fosse vietato anche nel nostro paese alle aziende, di approfittare delle persone che non hanno strumenti di auto difesa e che devono essere tutelate. Credo però che di questo problema non si parli molto e non sia ben percepita la sua pericolosità e abominia. Invito Beppe a spronare i lettori di questo Blog a inviare mail di protesta al ministro per le comunicazioni affinchè proibisca ai media di mandare in onda spot pubblicitari indirizzati ai minori.Ciao a tutti!

Emanuele Covello 08.08.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

consiglio a tutti di vedere questi film:
fast food nation e super size me

salvatore sorrenti 08.08.07 13:47| 
 |
Rispondi al commento

In una scuola alcuni genitori hanno prima proposto e poi "imposto" di abolire il grembiule.
Apriti cielo!
Adesso è tutta una sfliata di magliette con Paillettes, stivaletti con calze colorate, gonne e minigonne, ombelichi di fuori, "bacini che si contorcono e sono sempre in movimento"(come dice quella canzone di Capitan Uncino!).
Insomma tutta la "peggiore TIVU'" che viene filtrata come le COZZE -peoci-o mitili- che trattengono le sostanze per poi NUTRIRSENE.

E guai a proporre qualcosa di GIUSTO, non per "OMOLOGARE", per carità , ma per evitare un confronto insano tra etichette, Griffes, marchi e marchette, che non costruiscono NULLA , ma che sono solo simbolo del CONTAGIO pubblicitario di chi pensa che:
L'abito fa il monaco!( anche con la testa VUOTA!)
Un ritorno ad un "NON Mostrarsi ESTERIORE", MA INTERIORE, sarebbe un sano povvedimento per il bene e la riqualificazione e valorizzazione di un'ETICA carente ed assente nella società odierna.
Speriamo che qualcuno provveda .
Oggi i docenti sono VITTIME SOTTOMESSE agli "UTENTI" della scuola, che, come i clienti, hanno sempre e comunque RAGIONE.
MINISTRO Fioroni, le sa queste cose?
Ci pensi dalla sua vacanza estiva.
Un saluto.
maria rosa

maria rosa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 13:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SOLO I PRECARI DI PROF RELIGIONE SONO PAGATI AL 31 AGOSTO GLI ALTRI SI ATTACCANO E' UNA VERGOGNA
I PRECARI NON HANNO SCATTI DI ANZIANITA' E' UNA VERGOGNA
ABOLIZIONE DI UNA CAMERA E DIMEZZAMENTO DEI COSTI INUTILI DA REFERENDUM

pietro a. Commentatore certificato 08.08.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento

SE VOGLIAMO DAVVERO FARLA FINITA CON QUESTE SOLITE LITANIE ESISTE SOLO UNA CURA:
LIBERARCI DI QUESTI CANI ROGNOSI CHE SIEDENO IN PARLAMENTO ED IN SENATO,GENTE SENZA ONORE,SENZA MORALE,SENZA NESSUNA COMPETENZA IN MATERIA,GENTE DISPOSTA A TUTTO PUR DI TENERE IL LORO CULO MARCIO SULLA SEDIA,
DI QUESTA GENTE NON ABBIAMO BISOGNO,SONO NOCIVI COME LE ZECCHE...SENZA OFFESA PER IL SIMPATICO ANIMALETTO CHE SUCCHIA IL SANGUE SOLO PER NUTRIRSI E NON PER COMPRARSI PU-TTANE E CO-CAINA,
VIA QUESTA MARMAGLIA DAI PIEDI,ELIMINIAMO LA MAFIA E LA CAMORRA,I SINDACATI COLLUSI,IL VOTO CLIENTELARE,
ABBIAMO BISOGNO DI GENTE CHE AMA IL PROPRIO PAESE E NON SOLO ED UNICAMENTE IL PROPRIO KULO,SOLO ALLORA SAREMO DAVVERO LIBERI,
SE TUTTO RESTA COM'è SIAMO CONDANNATI ALLA FINE,
MA QUELLO CHE SARà PEGGIO è CHE NON POTREMO NEPPURE LAMENTARCI PERCHè LO ABBIAMO VOLUTO NOI.

aroldo mazzate 08.08.07 13:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

ci sono casi però in cui la bontà delle cose genuine, delle cose fatte con materie prime del posto, "come si faceva una volta" ha la vinta contro il mangiare globalizzato. E' il caso di Altamura, una cittadina in provincia di Bari, in cui nel 2001 è stato aperto un McDonald da 550 metri quadri, il più grande della puglia. il colosso americano ha fatto un'imponente campagna pubblicitaria e i cittadini hanno cominciato a frequentare il fast-food, non tanto presi dalla bontà dei prodotti ma proprio dalla "bontà della pubblicità". più che mai i bambini ne erano entusiasti.
La McDonald non aveva però messo in conto che un anno dopo un panettiere avrebbe aperto un piccolo negozio dove vendere i prodotti tipici della zona come la famosa focaccia. Un pò alla volta la gente ha cominciato ad emigrare verso il nuovo paniettere spinta sicuramente dalla necessità di mangiare qualcosa di più sano. nel giro di poco tempo il fatturato del McDonald è colato a picco costringendo così alla sua chiusura.
La grande M che era posta in cima ad un palo altissimo, che sovrastava la città, è stata smontata di notte e portata via...
Morale: focaccia batte hamburger del MCdonald, i sapori tipici sconfiggono la standardizzazione del sapore. potete trovare ulteriori informazione su internet basta scrivere altamura e McDonald. Stanno girando anche un documentario.
fatemi sapere cosa ne pensate.
alessandro

alessandro mignogna Commentatore certificato 08.08.07 13:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,le mamme italiane sono vittime della pubblicità e del marchio così come i loro figli....non tutte, ma la maggioranza,purtroppo,si.

Fabio Alias 08.08.07 13:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

OT: Ma tanto non sono mica americani...

In questo momento su internet (incluso questo blog) girano messaggi per informare della sorte del condannato a morte texano Kenneth Foster con relativi inviti a spedire mails al governatore del Texas ecc.
Il bello è che queste persona dicono sempre che loro non sono anti-americani ma solo contro le ingiustizie. Ma davvero? Eppure l'America non è l'unica democrazia che condanna a morte. Anche l'India ed il Giappone (paesi democratici) hanno la pena di morte. Sì, esatto, avete letto bene: ogni anno in India ed in Giappone ci sono decine, centinaia di carcerati che subiscono la pena capitale eppure:

-Manifestazioni di protesta davanti alle ambasciate indiane e giapponesi: NIENTE

-Lettere di protesta inviate ai primi ministri dei suddetti paesi: NULLA

-Proposte di boicottaggio dei loro prodotti fino all'abolizione della pena capitale: ZERO

-Associazioni non governative che lottino contro la pena di morte in India e Giappone : NADA (o almeno non le ho trovate io)

-Spot di MTV per salvare la vita a questi carcerati condannati: NISBA

In questo momento in Giappone -tanto per fare un esempio reale- Shoko Asahara (Fondatore e leader spirituale della setta religiosa AUM SHINRIKYO -nome ora cambiato in ALEPH- e responsabile per l'attentato con il gas sarin nella metropolitana di Tokyo nel 1995) si trova nelle carceri giapponesi in attesa dell'esecuzione.
Ebbene, dove siete voi che non siete anti-americani ma semplicemente contro le ingiustizie? Perchè se vi chiedo di Shoko Asahara mi rispondete "Shoko-chi?". Ah, già, ma lui non è mica in America, eh? Il Giappone e l'India mica hanno impedito al PCI di vincere le elezioni nel 1948 e mica hanno impedito all'Italia di passare sotto l'influenza dell'URSS,vero? Mica è una questione di antiamericanismo e basta,no? Nooooooooo, macchè!

Marco Ferri 08.08.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE VOLETE ESSERE SEMPRE INFORMATI SENZA PERDERE TEMPO IN ESTENUANTI RICERCHE IN INTERNET VISITATE

www.risorsetiche.it

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA DI NOTIZIE SEMPRE FRESCHE ED UTILI PER UNA PANORAMICA INTERNAZIONALE COMPLETA DI INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Elisa Currino 08.08.07 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma non finisce qui:

2003
Le 3 Leggi della Goduria
La campagna, composta da 6 soggetti, ha come obiettivo la comunicazione della qualità McDonald’s a mamme e opinion leader.
I 6 soggetti sono: “Le 3 leggi della goduria” freschezza, qualità, sicurezza”, “McMamma, una specie in via di evoluzione”, “Freschezza da godere”, “Premia la mamma, ogni tanto: portala da McDonald’s”, “Mamma mia che goduria” e “Goduria è un bouquet di patatine croccanti”. La head line dei primi 3 soggetti recita “Le 3 leggi della goduria: freschezza, qualità, sicurezza”, mentre i restanti soggetti sarà: “Mamme, tranquille. Alla qualità pensiamo noi.”. Il pay-off di tutta la campagna recita “Succede solo da McDonald’s”.
La nuova campagna utilizza il linguaggio tipico delle campagne “beauty” - ossia volti femminili, su fondo bianco, body copy a piè di pagina – e pertanto insolito per McDonald's e per il contenuto trattato.

2007.
Ricorrenza dedicata alla "McMamme" nei ristoranti del gigante dei fast food.
Uun'ora in tour tra cucine e segreti di marketing. Fritture e tabelle orarie,
una giornata da McDonald's; il motivo?
sottoporre alla proverbiale severità del giudizio delle mamme italiane sicurezza, qualità delle materie prime, pulizia ed esperienza di chi lavora alla produzione dei panini più famosi e diffusi al mondo, andando in giro per un'ora tra friggitrici e celle frigorifere, spogliatoi del personale e bar, zone di stoccaggio e stanze di compressione dei rifiuti. L'hanno fatto, dice l'azienda, 4300 mamme che sono andate nelle cucine di oltre 200 dei 330 punti vendita italiani. Diciamolo subito: un inferno, che funziona benissimo, ma un inferno.

Anna Marotta 08.08.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Anche la pubblicità "velinaria" è pericolosa....
oggi bambine, domani veline...dopodomani chissà....

Claudio Maneo 08.08.07 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL ruolo educativo dei genitori oggi non si considera più. I genitori hanno il dovere di insegnare alcune cose basilari ai figli come queste: indicare i cibi che fanno male, saper leggere gli ingredienti degli alimenti, far conoscere gli elementi di una dieta equilibrata.
Il problema è che i genitori hanno abdicato al loro ruolo educativo (l'ha detto papa Benedetto XVI).

postato da: giampietro petroselli

@ giampietro petroselli

Ad un insegnante che classificava alcuni cibi per approfondire la conoscenza alimentare ed educare i propri alunni a fare scelte salutari e idonee alla salute un genitore scrisse sul diario:
-Si occupi di quello che mangia lei, signora professoressa, e non insegni a mia figlia ciò che deve o non deve mangiare.
Ognuno a casa sua decide e sceglie come meglio crede: e non faccia più indagini conoscitive per sapere i fatti miei e della mia famiglia!
(Il docente aveva fatto un'indagine conoscitiva sui cibi usati dagli alunni nei diversi momenti
della giornata-di solito, si parte sempre da questo.)
Il genitore invocava la PRIVACY!
Quando si dice l'ignoranza: non accettano di saper e di conoscere e preferiscono rimanere nella loro infantile e atavica IGNORANZA.
I genitori a SCUOLA! Abbiamo da recuperare almeno più di una generazione.
La saluto
maria rosa

maria rosa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 13:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E I PAPA' INVECE DOVE SONO? Perché sempre e solo le donne devono vedersi addossata la colpa di queste cose? Che poi stai a vedere che nelle agenzie pubblicitarie e negli uffici del garante delle comunicazioni sono in maggioranza uomini...

elisabetta schiavo 08.08.07 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I McIngredienti:
"Un breve elenco delle principali sostanze artificiali comunemente impiegate nell'industria alimentare comprendono: antiossidanti e conservanti in generale, coloranti, addensanti, gelidificanti, emulsionanti e tensioattivi, aromatizzanti, dolcificanti, potenziatori di gusto '' (gluttammati).Gli aromi naturali "possono essere imitati, simulati, da sostanze chimiche artificiali, create in laboratorio (...) a lungo andare possono essere dannosi per la salute. In Italia quando sull'etichetta c'è scritto aromi naturali, nel cibo ci possono benissimo essere soltanto aromi artificiali e la cosa non è affatto una truffa in quanto la legge lo permette".
Dott. Enzo Rocchi, Il medico in cucina, Ed. La Grafica, Mori 1985.

Sul sito www.mcdonald.it leggiamo:
1998
Collaborazione con l’Istituto Nazionale
della Nutrizione
La collaborazione con autorevoli istituzioni e associazioni competenti sul tema è iniziata nel 1998, quando McDonald’s si è impegnata in un’iniziativa focalizzata sulla qualità alimentare e la nutrizione, in collaborazione con l’Istituto Nazionale della Nutrizione (ora Istituto Nazionale di Ricerca per l’Alimentazione e la Nutrizione, INRAN). Nel 1996 l’INN ha realizzato le “Linee Guida per una sana alimentazione italiana”, con l’obiettivo di proporre modelli di comportamento alimentare, in linea con le tradizioni del nostro Paese, in grado di assicurare un buono stato di nutrizione a tutela della salute. La pubblicazione di una nuova edizione di queste linee guida, aggiornate alle nuove abitudini alimentari della popolazione italiana, è stata l’occasione per avviare una collaborazione tra l’INN e McDonald’s. Questa collaborazione si è tradotta nella realizzazione, all’interno di tutti i ristoranti, di un “angolo qualità” dove ogni cliente riceve informazioni dettagliate sui valori nutrizionali dei prodotti compresi nei menù McDonald’s.

Anna Marotta 08.08.07 13:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Una Casta di Frankestein.

Dellavedova un politico un nome una faccia.

Intervistato da un giornalista pompin.aro di rainotte sulla questione energetica.

Durante il pomp.ino il deputato RADICALE ha sostenuto CON FORZA il ritorno al NUcleare ed il giornalista non si È neppure sognato di ricordargli che la Forza Politica a cui deve la sua immonda carriera di farabutto ha in passato perfino fatto battaglie legali per rivendicare paternità ed uso esclusivo del simbolo col sole che ride... ed in particolare la dicitura "nucleare no grazie".

Il tempo passa... le cose si dimenticano o vengono fatte dimenticare... tanto i cretini sono tanti.

Tra NON molto la EX Cupio-Band negherà perfino di aver mai avuto a che fare con divorzio ed aborto.

Ma cosa sono i radicali?

Ma tutto questo È normale, in un paese di voltagabbana e di arruffoni (basti pensare alla corrotta storia di PCI e PSI).


spesso sento blogger lamentarsi per il reddito insufficiente...altri che reclamano il tempo che fu.....e abbiamo i bimbi che sembrano porci all'ingrasso?

non si usano più le classiche fette di pane con dentro alimenti semplici ed economici ? pomodori , verdura ,frittata , marmellate.....

se anzichè puntare sul risparmio e la genuinità si spendono i quattrini in porcherie con veleni ...io comincio a dubitare della crisi che tanto si lamenta.

domanda cretina : proprio in un momento di recessione economica....perchè tanta obesità? non dovrebbe essere il contrario?

peppino garibaldi 08.08.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe hai una trippa non da poco:

come predicatore sei poco credibile "assai".

Piermariano Laviano 08.08.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

"Non è buono ciò che è buono. Se ha un marchio è buono. Se non lo ha è insipido. Il contenuto è indifferente. Mangiamo il contenitore. Mangiamo la pubblicità del contenitore.!|

omissis
========================================================================

Il Comico Predicatore ha non UNA ma MILLE RAGIONI!!!

Il "MARCHIO" è quello che conta, in tutti i campi e in tutti i settori!

Un esempio:

a Genova-Vesima l'acqua di mare è pulitissima però volete mettere quanto è più "trendy" andare a PORTO ROTONDO e in COSTA SMERALDA, localita notoriamente frequentate in prevalenza da VIP, RICCASTRI, POLITICI, MANEGGIONI e "BORRONI" di varia etnia ed estrazione!

Sempre EVVIVA al "POPOLO COJONE" del grande poeta TRILUSSA!

Guidenrico Oneddu 08.08.07 12:51| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Beppe sei troppo grasso....mangia meno...

cris benelli 08.08.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

NON É IMPUTABILE AI BAMBINI LA LORO CRESCENTE OBESITÁ....SONO I GENITORI CHE NON SI CURANO DELLA LORO SALUTE E NEL FARE LA SPESA COMPRANO QUELLO CHE PENSANO SIA LORO PIÚ GRADITO, QUELLO CHE GLI VIENE COMMISSIONATO DAI FIGLI, QUELLO CHE É STATO VISTO ALLA TELE, QUELLO CHE VA DI MODA...
SENZA RIPETERE OVVIETÁ SAREBBE BENE PORTARE ALLA LUCE LA SCANDALOSA FREQUENTAZIONE DEI MC DONALD DA PARTE DI ADULTI CON I FIGLI CHE ENTRANO COME SE NIENTE FOSSE NEL LOCALE, COMPRANO VELENI PER I BIMBI E PER LORO STESSI E SI SIEDONO A "PASTEGGIARE", COMMENTANDO:MMMMMH CHE BUONO....
I COLPEVOLI DELL'OBESITÁ INFANTILE SONO LORO!!!
SPEGNETE LA TV O IL FLAGELLO DEL XXI SECOLO, LA PLAY STATION E FATE FARE UN PÓ DI SPORT AI BAMBINI....VEDRETE CHE NE GUADAGNERANNO IN SALUTE E IN FORMA FISICA E VEDETE DI STARE SUI FORNELLI UN PÓ DI PIÚ, BASTA CIBI PRONTI, I VOSTRI FIGLI STARANNO MEGLIO....E ANCHE VOI

lorenzo orlandi 08.08.07 12:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Devo dire che la tv si sa che ha un effetto devastante sull'educazione alimentare e non e purtroppo devo ammettere che i genitori di adesso sono spesso senza polso duro e non sanno educare i figli. Abbasso le pubblicità ma abbasso ancor di più chi non sa dare il giusto esempio alimentare ai propri figli.

Roberto berti Commentatore certificato 08.08.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scommetti che l' 8 di Settembre, nelle piazze del V - DAY, ci saranno immancabilmente i venditori di paninazzi e bibitazze super reclamizzate???
Cordialità.

STEFANO M. Commentatore certificato 08.08.07 12:45| 
 |
Rispondi al commento

IL ruolo educativo dei genitori oggi non si considera più. I genitori hanno il dovere di insegnare alcune cose basilari ai figli come queste: indicare i cibi che fanno male, saper leggere gli ingredienti degli alimenti, far conoscere gli elementi di una dieta equilibrata.
Il problema è che i genitori hanno abdicato al loro ruolo educativo (l'ha detto papa Benedetto XVI).

giampietro petroselli 08.08.07 12:39| 
 |
Rispondi al commento

tra una patatina e un hamburger cliccate qua:

http://s1.bitefight.it/c.php?uid=65982

cosi completiamo l'essenza dei giovani moderni

callistene di alessandro 08.08.07 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Siamo acqua e il tutto comincia ...dalla pioggia...Beppe mi rîcordo le tue filippiche delle acque minerali,al sud si bevono quelle del nord e viceversa,trasporto chilometri vuoti a perdere inquinamento....;se le mamme ancora cadono in tentazione per le panacee delle varie minerali cosa si puo' pretendere dai figli? Spero e sono per il bio(il)logico ,a ognuno la scelta ,siamo quello che mangiamo e beviamo tutto il resto é FUTURO!Saluti

marisa ricciuto 08.08.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,sono un'insegnante di Scienze Motorie.Inorridisco di fronte all'obesità infantile.Le spiaggie brulicano di famiglie di obesi,bambini che fanno pena e genitori da prendere a ceffoni.Futuri cardiopatici,diabetici,ipertesi;invito il ministro Fioroni ad intervenire.I genitori vanno educati.A dieta.Di cibi e televisione.Spegnamo la TV.W il V day!!!!

Laura Rosa Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 12:25| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Guardatevi "T h e C o r p o r a t i o n"

Un film-documentario verità

Emanuele Decarli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Guardatevi "The Corporation"!!!

Un film-documentario verità...

Emanuele Decarli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.08.07 12:17| 
 |
Rispondi al commento

oh beppe!!!!a che punto siamo ocn il wi max????abbiamo raggiunto qualcosa??????????

aspettiamo notizie!!!!

Manu R 08.08.07 12:15| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ecco il link al lavoro originale in inglese:

Effects of Fast Food Branding on Young Children's Taste Preferences:

http://archpedi.ama-assn.org/cgi/reprint/161/8/792?maxtoshow=&HITS=10&hits=10&RESULTFORMAT=&fulltext=fast+food&searchid=1&FIRSTINDEX=0&resourcetype=HWCIT

mauro pecchioli

Mauro Pecchioli 08.08.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1987 di un 18 ottobre, mo’ uno dei tanti, ho esposto un ideale che viveva da tempo in molta gente. M'hai messo subito in discussione perché, senza padrone, t' ho detto non dirò mai "SISSIGNORE!".
La mia condanna più pesante è stata quella de non fa parte der presente e de esse delinquente oltre che ignorante… ma sulla pelle mia me so fatto strada, in mezzo a sta società che una vera essenza non ha. A differenza tua io faccio della mentalità della fratellanza e della goliardia lo stile della vita mia.
Ne ho fatta di strada da quel 1987 quando nessuno me capiva ho rischiato pure de andà alla deriva...ma me so rialzato, ho riflettuto, ho ragionato, ho spaccato e con infamia e senza lodi de me sé parlato.

So sceso in piazza pe la maja, li giocatori e la giustizia. Per me er calcio era morto…
Ma so tornato ancora più grintoso a ditte che pe te non so un omo libero ma tifoso.
Ne ho fatta di strada da quel 1987, che dar presidente oltre che cialtrone e demente so stato chiamato cliente, ma io non so merce messa su un bancone come ce vo fa crede qualche benpensante padrone. Non so neanche scomponibile in fattori perché la passione, l’orgoglio e l’amore me spingono verso gesti, a volte mal interpretati, ma che me vengono dar core…
Ne ho fatta di strada da quel 1987, contro tutti e contro te caro giornalista che m hai attaccato dandome der fascista. E' stato proprio questo che m'ha fatto cresce ancora più forte de prima e m’ha fatto capire che dovevo cominciare, per controbattere, ad IRRadiare.

Ne ho fatta di strada da quel 1987. So ultras nella mente, LAZIO dipendente, ma c’ho er core pieno de bontà pe chi vive, non pe colpa sua, in questa società, con enormi difficoltà.

Ne ho fatta di strada da quel 1987. So cambiato e maturato in modo intelligente, pe molti non so più demente, ne’ cialtrone e ne’ ignorante e me so accorto che da quel 1987 so IRRIDUCIBILE da sempre!!!!!!!

Alberto C. Commentatore certificato 08.08.07 12:09| 
 |
Rispondi al commento

non vorrei essere pedante caro Beppe, ma spesso le madri cucinano e poi i padri, invece, elargiscono cibi confezionati. In ogni caso è tempo di parlare di genitori e non solo di madri quando si discute di bambini.

gloria pescatore 08.08.07 12:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

@ Il prodotto low cost con il marchio Standa senza spese aggiunte per la pubblicità fu l'unica invenzione di tuo padre?---

No che cazzo, ne ha inventati almeno 1000 di cose, quella forse è la più importante, ma la più bella è il prodotto "thank you" ideato con Monzino

Se spendi il 15% del fatturato in pubblicità e un altro 15% in spese per controlli e sicurezza hai un 30% che se ne va in fumo.

Se invece togli le guardie ed i controlli e riduci al minimo le pubblicità sui giornali e telvisioni, niente insegne di lusso e luminarie, e metti un 15% di prodotti promo vicino alle casse, da far passare sullo scanner, ma a prezzo zero, risparmi il 15% e dai merce in omaggio ai poveri, che poi faranno pubblicità al prodotto

A quei tempi era improponibile il prodotto promo, o il 4x2 come fanno certi super adesso.

Alla Standa c'era il doppio colpo di tosse e l'uscita larga con le casse dalla parte opposta dell'uscita

Negli alimentari ci si presentava vicino alle casse, si faceva il doppio colpo di tosse, la commnessa del giro prodotti thank you rispondeva col colpo secco e la soffiatina di naso, e il promotore sapeva da che cassa passare, pagava un pezzo di emmenthal ed usciva con i salami, il tonno e il dentifricio nelle tasche dell'eschimo o della palandrana

Poi andavano a casa invitavano gli amici e offrivano il salame di marca, il tonno dell'atlantico, facevano sentire a tutti l'alito profumato.

Prodotti thank you.

Le casse erano vicine all'uscita, belle larghe, anche le scale mobili subito che buttavano fuori in strada con le porte aperte, in vie affollate, e via, i prodotti promo giravano in tutte le case.

Per ogni prodotto promo si prendevano anche 10 clienti fissi.

I Monzino sono adesso fra i più ricchi del mondo, e hanno salvato l'ambiente, l'arte e la cultura Italiana con i loro Fondi Etici Autonomi Autogestiti, e il Popolo paga sempre, il Popolo capisce, ringrazia e si sdebita.

Prodotto Thank You di marca costo Lire 0

Fabiana Brisa 08.08.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma anche lo zainetto è più bello! Quanti amici avevano solo l'"Invicta" perchè gli altri non erano zainetti... Io mai avuto!
Ci vediamo al Vday!

Lorenzo Baraldo 08.08.07 12:03| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Pensi che l'invenzione di tuo padre del prodotto low cost col marchio del supermercato grande aziende che garantisce sia equiparabile all'invenzione della ruota?--

Penso di sì, non è stato facile per me avere un padre che era nel trionfo dei popoli, nella storia del genere umano, che faceva centinaia di milioni di grazie, bravo, bis, thank you, ogni giorno-

@ Mi spieghi quale fu la rivoluzione di tuo padre?-

Furono 3 e tutte riconducibili a mio padre, altri dirigenti Standa di allora e altri precursori in altre parti del mondo con cui si tenevano in contatto

Il marchio riconosciuto garantito 100% a scatola chiusa per i prodotti alimentari: le bottiglie di vino non avevano il marchio, l'insalata non aveva il marchio, i biscotti non avevano il marchio e le etichette: prima i prodotti non si sapeva da chi e dove fossero prodotti e cosa contenessero, la data di produzione e di scadenza, il peso...

La confezione salva freschezza: una volta non essitevano i prodotti sigillati che non potessero essere toccati , manomessi, sostituiti, il caffè rancido, i biscotti umidi, il torrone dell'anno prima...

E infine il grande colpo di genio, tutte quelle aziende che offrivano ottimi prodotti, ma che non potevano garantire copertura legale, economica, difese dai nemici dell'umanità e tutte le garanzie di una grande azienda, tra cui LA PUBBLICITA', inventò il marchio del supermercato, i prodotti Standa con etichetta Standa, garantiti Standa, a metà prezzo del prodotto di marca

Ora in qualsiasi supermercato è normale avere il prodotto low cost a marchio per esempio Coop senza spese di pubblicità

Poi la Standa passò nelle mani dei nemici dell'umanità, prima Montedison e poi Berlusconi, è un marchio che ora fa vomitare, ma proprio perchè c'è il marchio sappiamo che alcuni prodotti anche se venduti in Standa da Berlusconi, sono comunque consumabili, senza sarebbe la disfatta, il trionfo di Berlusconi, Montedison e nemici dell'umanità

Tamara Giotto 08.08.07 12:00| 
 |
Rispondi al commento

O si tratta di piccole aziende di coltivatori diretti che riforniscono direttamente propri clienti fra amici e parenti nei luoghi di produzione, oppure serve l'etichetta chiara, e tra le tante diciture:

- rispetto dei diritti dei lavoratori
- prodotti senza discriminazioni sessuali o razziali
- fair trade
- biologico
- biodegradabile
- no ogm
- numero verde consumatori....

SIAMO TUTTI IN ATTESA DELLE BANANE CHIQUITA CON IL BOLLINO VERDE BIOSOLIDALE

SIAMO TUTTI IN ATTESA DEI PANINI MCDONALD BIOLOGICI CON LE CARNI BIOLOGICHE 100%, CON IL 35% IN MENO DI CARNE, IL 35% IN PIù DI VERDURE BIOLOGICHE, E LA FARINA DEL PANINO BIOLOGICA 100%

SIAMO TUTTI IN ATTESA DI PATATINE MCDONALD BIOLOGICHE FRITTE IN OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA , E NON IN OLIO MINERALE DI AUTOCARRO RICICLATO

SIAMO TUTTI IN ATTESA CHE I SUPERMERCATI ALZINO DEL 3 % I PREZZI DEI PRODOTTI TRADIZIONALI E CON GLI INTROITI RIBASSINO DEL 10-12% I PREZZI DEI PRODOTTI BIOLOGICI

raffaella de nicola 08.08.07 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a napoli Un elicottero della Regione Campania è stato colpito con 18 proiettili che hanno forato il sacco per il trasporto dell'acqua. Poi è stato sabotato il ponte radio della Regione per coordinare gli interventi. Si sospetta la mano della camorra.

Antonio Di Pietro ha commentato: "Siamo ormai al Far West o forse peggio. In alcuni casi ci vuole l'esercito".

nota: lo diceva BOSSI 15 anni fa e gli davano del razzista e ignorante.

nicoletta gentili 08.08.07 11:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

La televisione ci vomita addosso da anni tonnellate di spazzatura, ma il modo migliore per contrastarla non è tanto la censura, ma 1) una maggiore informazione) e 2) una maggiore intelligenza da parte dei genitori.

Non c'è bisogno di una laurea per capire che McDonald e i fastfood ti fanno mangiare schifezze chimiche, sfruttano i lavoratori (vietano tra l'altro i sindacati) e devastano l'ambiente e le persone, spingendo i bambini a scegliere "alimenti" dal dubbio valore. Ma per questi ultimi: che fanno i genitori? vedo sempre più genitori andare a mangiare da mcDonald's portandosi dietro i figli di 4 o 5 anni.. Bravi, così si abitueranno fin da piccoli a mangiare schifezze e poi ci si lamenta se sono obesi.. Cominciamo a educare prima gli adulti

Ruben Benatti 08.08.07 11:53|