I Comuni ai cittadini

V_day_lista_civica.jpg
immagine di red.pilgrim

E adesso? Dopo il V-day?
La parola è ai cittadini. Ogni Meetup, ogni gruppo può, se vuole, trasformarsi in lista civica per le amministrazioni comunali.
I cittadini devono entrare in politica direttamente. Per la loro tutela e per quella dei loro figli.
I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi.
Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo.
Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche.
Le liste che aderiranno ai requisiti che pubblicherò sul blog tra qualche giorno avranno la certificazione di trasparenza “beppegrillo.it”. Tra i requisiti ci saranno, ad esempio, il non essere iscritti a partiti ed essere incensurati.
Le liste potranno comunque chiamarsi come gli pare ed essere autonome nella loro azione. Ci potranno anche essere più liste in una stessa città.
Le liste certificate saranno pubblicizzate dal blog e messe in condizione di scambiarsi informazioni e esperienze attraverso una piattaforma comune on-line che sarà messa a disposizione, sempre attraverso il blog.
Io non parteciperò a nessuna manifestazione nei prossimi mesi. Non sto promuovendo la presentazione di nessuna lista civica, né locale, né nazionale.
La loro voce i partecipanti del V-day non la prestano a nessuno. Sono i megafoni di sé stessi. I cittadini che si fanno politica.
Per le liste civiche rimanete sintonizzati sul blog. Stay tuned.

Postato il 16 Settembre 2007 alle 15:16 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
Commenti (3024) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico
| La Settimana | Trackback (23)
Tags: v-day

Commenti

 

Caro Grillo hai una grande confusione in testa. Deciditi, prima esordisci dicendo di formare lista civiche, poi dici di non appoggiare nessuna lista addirittura di dare mandato al tuo legale di perseguire chi usa la parola "Grillo". Ma allora, quando pensi di crescere. Sappiamo che le prossime sono incosituzionali. Ma tu che cazzo stai facendo per impedire le prossime elezioni amministrative? Spero che tu risponda, Un tu sostenitore, da molto tempo. TAGLIA LA TESTA AL TORO METTITI IN POLITICA E MANDIAMO A F.C. TUTTI Grazie. Tuo fedelissimo
Renato Marangon

Renato Marangon Commentatore certificato 01.03.08 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe tutto cio che dici e giusto,coerente e soprattutto rassicurante nel caso vada tutto a buon fine avere piena rappresentanza di se stessi in un governo e sempre stato il desiderio di un popolo,ma non e' mai stato realizzato in nessuna parte del mondo;infatti superando le monarchie e le dittature(alcuni paesi)il massimo che siamo riuscti ad ottenere e' la rappresentanza parlamentare;che forse in passato era un tantino+dignitosa;negli ultimi decenni abbiamo raggiunto il massimo;si candida solo chi ha denaro,chi ha le lauree,chi e' colto e magari corrotto,tutti gli altri non hanno importanza come gli operai la gente semplice e umile che deve subire a testa bassa i soprusi,i privilegi di potere e la grande strafottenza dei nostri veri problemi.
credi veramente di poter risolvere questi problemi?e'un tentativo disperato ma onesto da parte tua o e'solo campagna elettorale per beppe grillo?noi abbiamo bisogno di queste risposte non vogliamo un'altra delusione e una presa per il cu.. c bastano quelle che abbiamo.
spero ke tu sia onesto e cio che fai fallo con cuore io voglio crederti e nel mio piccolo condividere la tua battaglia anzi la nostra;buona fortuna.
Ps.non candidarti potresti rovinare tutto e poi quando parli di incensurati dovresti rivedere la tua posizione perke un reato di mafia o di omicidio non sono uguali ad un reato di opinione o amministrativo,e poi chi e' o e' stato iscrittoad un partito non puo' ricredersi?su questo non sono daccordo si deve salvare l'italia e gli onesti cittadini e questo non possono farlo solo i cittadini senza macchia e senza paura ammesso che esistano.

toto' m. Commentatore certificato 08.02.08 01:40| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo perchè devi fare il V2 il 25 aprile? per una sorta di Liberazione? beh, io non sono d'accordo.
perchè non lo fai il giorno di Pasqua?
In fin dei conti Pasqua è la vittoria del bene sul male nasce l'uomo nuovo, risorge un nuovo uomo.
La settimana dopo Pasqua è propizia per le semine e per i "trapianti" nell'orto. Una rinascita totale; Pasqua è all'inizio di primavera insomma sarebbe una data ideale. O hai paura dei preti? per me il 25 aprile vale molto, è il giorno che si festeggia la liberazione dell'Italia dal periodo dittatoriale e dalle sue amicizie e complicità contermini.
è il giorno della Libertà.
Libertà che, volenti o nolenti, noi oggi godiamo e che permette a te ed a me di potersi esprimere e che è costata il sacrificio di tanti, uomini e donne e bambini, magari trucidati solo perchè hanno aiutato chi crede nella libertà.
Correvo in bici ed ho vinto diverse volte, ma il rammarico più grande è stato quando, in una gara che commemorava un partigiano e si svolgeva il 25 aprile di ogni anno arrivai secondo.
Ci tenevo a vincerla per rispetto del passato e delle persone di allora e di quelle che sono venute dopo quel 25 aprile.
allora io ti chiedo, per favore, cambia data e lascia stare pure la Pasqua và.... che c'è tanta gente che ha ancora bisogno di ricordare queste date.
so che non cambierai perchè forse non puoi cambiare, perchè hai messo in piedi un movimento troppo grosso e difficile da fermare e questo mio appello sarà inutile, ma sappi che se il v2 lo farai quel giorno, ricorda che io, anche se mi trovi d'accordo in altre tue istanze, mentalmente spedisco a te un grande Vaffa3 (cioè al cubo).

Maurizio Gazziero 14.01.08 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Per lo stato siamo cittadini solo quando conviene a loro!!!

Fabien V. Commentatore certificato 03.01.08 19:25| 
 |
Rispondi al commento

E’ stata attivata una petizione a favore del giudice Clementina Forleo per una GIUSTIZIA UGALE PER TUTTI questo e il link per la firma:

http://www.petitiononline.com/mod_perl/signed.cgi?Forleo

Non ce un banner chi e disponibile faccia girare questa petizione a piu persone è l'unico modo per diffonderla grazie Mimmo

P.s. : Chiedo allo staff di Beppe Grillo se per cortesia può realizzare un banner di collegamento con la petizione

DOMENICO D'ORAZIO Commentatore certificato 03.11.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

De magistris è stato condannato a morte da "Mastella e compagni"..
Difendiamo i maggistrati onesti.. Troppe vie sono intitolate ipocritamente a gente onesta come falcone borsellino e così via.. Dico ipocritamente perchè dopo tutti si fanno in 4 per difenderli, ma prima li lasciano soli e li fanno scannare dai loro sicari.
VERGOGNAAAAAA!!!
Lucio Matteucci

lucio matteucci 09.10.07 00:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho 32 anni:nel 99 sono stato in lista per le comunali di Fossano (cuneo)in forza italia e nel 2004 con una lista civica di centro sinistra.tra meno di due anni ci risiamo.attualmente lavoriamo per la città ma personalmente lavoro per i cittadini di Fossano ne di sinistra ne di destra...per tutti!!!!!c'è bisogno di altro, beppe,non dimenticarti di Fossano!!!!!!!!!!

giovanni mina Commentatore certificato 08.10.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

salve a tutti,sono uno studente universitario innamorato della sua terra e del suo paese...vi scrivo per chiedere aiuto a beppe perche' interceda per lo spirito santo nelle menti dei miei coincittadini.Io sono di tricase,un paese in provincia di lecce,e ogni giorno mi chiedo a quanto possa arrivare la stupidità umana.il nostro ex sindaco,in carica per 6 anni,causa caduta del comune(grazie a dio,)si vuole ricandidare.Fin qui nulla di che, ma...Si è presenteto ai cittadini come il salvatore dell'ambiente...di casa sua.Casa abusiva sul mare,indagato per corruzione per concessioni edilizie poco chiare.In piu' la regione puglia aveva messo in progetto un parco che partiva dal capo di leuca fino ad otranto con passaggio obbligatorio nel mio paese.Il progetto presenta una continuità nella forma e nel modo di intendere il parco,ma...il nostro caro coincittadino ha pensato bene di modificare un po il progetto...guardandolo dall'altro il parco da noi e una serpentina che guarda caso sguscia tra la casa del sindaco(ex per fortuna)e quella del presidente del consiglio comunale con lo sprint finale tra un villino o una paiara guarda caso di proprietà di consiglieri comunali.perche questo?è chiaro...entrare nel parco comporta tanti vincoli che il nostro lord coppola non puo certamente caricarsi addosso.E potrei stare una vita a raccontare le nefandezze di questa persona ma mi blocco qui.Morale delle favola?tra un po ci saranno le primarie nel mio comune e il signor onnipresente è il favorito e non per suoi meriti... i cittadini non lo vogliono,ma a volerlo sono i dirigenti diossini della mia regione,che tra l'altro probabilmente lo vogliono anche come deputato...conclusione...con questa legge elettorale avremo un altro pregiudicato in parlamento...ne avevamo proprio bisogno...!

cellula impazzita 08.10.07 18:52| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

W il V-DAY.

Caro Beppe Grillo,

ha mai provato a calcolare quanto ammonta il bilancio complessivo di spesa della casta-politichese:
stipendi,
indennità,
vitalizi con scala mobile e oltre,
gettoni di presenza,
affitti,
immobili,
ici,
foresteria,
traslochi,
segreterie,
contributi ai gruppi parlamentari e ai quotidiani,
personale,
viaggi,
consulenze,
rimborsi spese sanitarie quasi totali,
vitto,
alberghi,
raccomandati,
macchina,
autista,
carburante,
cellulare,
sconti,
etc.

Naturalmente il bilancio di spesa e su tutti:
quirinale,
presidenze,
parlamenti,
regioni,
province,
comunali e
circoscrizionali.

Molto probabile sono causa del deficit e di conseguenza del debito pubblico.

La questione che voglio porre può essere epocale, basta:
re,
dittature,
regimi militari,
politici,
partiti,
impunità e privilegi.

Gli eletti delle liste civiche beppegrilliane eseguono alla lettera le leggi proposte, elaborate e votate da noi.

Ecco alcune regole:
info-internet,
internet gratuito,
internet point,
contributi volontari,
bilancio pubblico,
no spese e si volontariato,
iscrizione su sito web protetto con ssl (128 bit),
username e password.

Nel sito web, tutto è deciso dal 50% più uno fra tutti gli iscritti:
statuto,
iniziative,
programma.

La parte più interessante del sito web, è dove ogni iscritto può dare proposte e soluzioni su qualunque argomento.

Ogni proposta e soluzione è messa ai voti:
si,
no,
indecisi e
percentuale dei votanti iscritti,
quelle che superano il 50% più uno degli iscritti è legge.

Qualunque argomento intendo:
affari esteri,
ambiente e tutela territorio,
beni e attività culturali,
comunicazioni,
difesa,
economia e finanze,
giustizia,
infrastrutture e trasporti,
interno,
istruzione università e ricerca,
lavoro e politiche sociali,
agricole e forestali,
sviluppo economico,
tesoro bilancio e programmazione economica,
salute,
etc.

Tanti saluti e buona maturazione!

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 05.10.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Beppe,
sai dirmi perchè l'aem assieme alla fattura ci richiede di compilare un questionario dettagliato sulle caratteristiche della casa in cui abitiamo? SONO DIVENTATI ANCHE LORO POLITICI E FINANZIERI? ma dov'è la privacy?

TI PREGO RISPONDIMI PERCHE' NON MI SEMBRA UNA RICHIESTA GIUSTA. Grazie
FRANCESCA

francesca barrese 04.10.07 11:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao vorrei sapere come fare per avere il bollino bappe grillo per la lista civica
danieleamoroso@libero.it

daniele a. Commentatore certificato 02.10.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti
considerando che vorrei crearmi una lista civica qualcuno mi saprebbe dire come fare ad avere il bollino di beppe grillo.
fatemelo sapere presto.
danieleamoroso@libero.it

daniele a. Commentatore certificato 02.10.07 13:46| 
 |
Rispondi al commento

posso dare la mia disponibilità a candidarmi nella lista civica per le amministrazioni comunali? mi permetto di scrivere così perchè vorrei tanto prestare la mia collaborazione verso questa giusta causa promossa da te beppe che ha finalmente un po' il sapore della rivoluzione.

giusi frade 01.10.07 22:27| 
 |
Rispondi al commento

W il V-DAY.

Caro Beppe Grillo,

ha mai provato a calcolare quanto ammonta il bilancio complessivo di spesa della casta-politichese:
stipendi,
indennità,
vitalizi con scala mobile e oltre,
gettoni di presenza,
affitti,
immobili,
ici,
foresteria,
traslochi,
segreterie,
contributi ai gruppi parlamentari e ai quotidiani,
personale,
viaggi,
consulenze,
rimborsi spese sanitarie quasi totali,
vitto,
alberghi,
raccomandati,
etc.

Naturalmente il bilancio di spesa e su tutti:
quirinale,
presidenze,
parlamenti,
regioni,
province,
comunali e
circoscrizionali.

Molto probabile sono causa del deficit e di conseguenza del debito pubblico.

La questione che voglio porre può essere epocale, basta:
re,
dittature,
regimi militari,
politici,
partiti,
impunità e privilegi.

Le leggi c'è le proponiamo e le votiamo da noi!

Ecco alcune regole:
info-internet,
internet gratuito,
internet point,
contributi volontari,
bilancio pubblico,
no spese si volontariato,
iscrizione su sito web protetto con ssl (128 bit).

Nel sito web, tutto è deciso dal 50% più uno fra tutti gli iscritti:
statuto,
iniziative,
programma.

La parte più interessante del sito web, è dove ogni iscritto può dare proposte e soluzioni su qualunque argomento.

Ogni proposta e soluzione è messa ai voti:
si,
no,
indecisi e
percentuale dei votanti iscritti,
quelle che superano il 50% più uno degli iscritti è legge.

Qualunque argomento intendo:
affari esteri,
ambiente e tutela territorio,
beni e attività culturali,
comunicazioni,
difesa,
economia e finanze,
giustizia,
infrastrutture e trasporti,
interno,
istruzione università e ricerca,
lavoro e politiche sociali,
agricole e forestali,
sviluppo economico,
tesoro bilancio e programmazione economica,
salute,
etc.

Tanti saluti e buona maturazione!


dal sito web: http://www.societacivile.it/primopiano/articoli_pp/berlusconi/nuovicandidati.html

Categorie penali*

Condannati defin.....

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 01.10.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ma stavolta sono io che non devo farmi piu i peperoni la sera parafrasando uno spot della TIM tramesso in questo periodo.

Ho sentito bene al TG1 quando il giornalista a proposito di Mastella e di Grillo ha detto:

" alla fine i comici e i politici fanno pace! Accordo programmatico tra Mastella e Grillo......azzzzzzzzzzz
addirittura andrebbe a Ceppalonia per aiutarlo a scrivere un libro sulla casta dei giornalisti!!!!! ariazzzzzzzzzzzzzzz.......Saranno stati i peperoni mi sono detto eppure non li ho mangiati.........strano!

ma Grillo lo sta prendendo l'ennesima volta per il culo o stavolta parlava sul serio?.........perche se fa sul serio stavolta Grillo se fumato er cervello...

Ma come prima gli da del incapace......poi gli scrive sul blog che la legge sull'indulto non è farima del suo sacco?..bhoooooooooo


prima lo prende per il culo sul fatto che Mastella ha aperto un blog per rispondere alle accuse di Griilo........poi andrebbe a Ceppalonia per aiutarlo a scrivere un libro?...... aribhooooooooooooo

Chiaramente Mastella non se le fatto dire due volte ..invitandolo immediatamente a Ceppalonia...

Stavolta mi sono perso........questa uscita di Grillo mi ha spiazzato spero che chiarisca subito questa sua intenzione che spero vivamente rimanga sulla presa in giro........SPERO!

Mimmo D'Orazio 28.09.07 21:25| 
 |
Rispondi al commento

I COMUNI AI CITTADINI: ANDIAMO AL SODO

Caro Grillo,
sacrosanta l'idea di stimolare alla partecipazione attiva i cittadini qualunque (come me), partendo dai problemi di casa propria,ossia dai comuni.
La "grande" politica partitocratica inizia proprio da lì!

Ma urge un passo avanti, molto concreto: idee,proposte,consigli,suggerimenti e informazioni sul "come si fa" a fare una lista civica,a proporla nei tempi e modi di legge,a redigere un programma presentabile, a raccogliere le necessarie firme di "presentazione" della lista, etc. etc.

Per chi non campa di politica serve allora un aiuto pratico e davvero concreto!
Perché allora non organizzare sul tuo blog un'area "di assistenza" per tutto questo?

Sarebbe indispensabile e utilissimo, se si vuole passare dalla legittima protesta ai fatti.

mm

PS
Leggo su corrierone che ti sei astenuto dal concedere il tuo "imprimatur" alla lista civica nazionale di veltri e altri.
Qualche giorno prima sul blog ti avevo consigliato di pensarci non due ma duecento volte prima di elargire "marchi di qualità" a chicchessia.
Giusto e generoso, se ci credi, aiutare chi intende darsi da fare per rinnovare questo nostro sgangherato Paese. Ma poi, chi ha gambe per camminare, cammini! Perché "...è dai frutti che si riconosce l'albero".
Ciao e grazie.

MARCO M. Commentatore certificato 28.09.07 14:56| 
 |
Rispondi al commento

W il V-DAY.

Caro Beppe Grillo,

ha mai provato a calcolare quanto ammonta il bilancio complessivo di spesa della casta-politichese:
stipendi,
indennità,
vitalizi con scala mobile e oltre,
gettoni di presenza,
affitti,
immobili,
ici,
foresteria,
traslochi,
segreterie,
contributi ai gruppi parlamentari e ai quotidiani,
personale,
viaggi,
consulenze,
rimborsi spese sanitarie quasi totali,
vitto,
alberghi,
raccomandati,
etc.

Naturalmente il bilancio di spesa e su tutti:
quirinale,
presidenze,
parlamenti,
regioni,
province,
comunali e
circoscrizionali.

Molto probabile sono causa del deficit e di conseguenza del debito pubblico.

La questione che voglio porre può essere epocale, basta:
re,
dittature,
regimi militari,
politici,
partiti,
impunità e privilegi.

Le leggi c'è le proponiamo e le votiamo da noi!

Ecco alcune regole:
info-internet,
internet gratuito,
internet point,
contributi volontari,
bilancio pubblico,
no spese si volontariato,
iscrizione su sito web protetto con ssl (128 bit).

Nel sito web, tutto è deciso dal 50% più uno fra tutti gli iscritti:
statuto,
iniziative,
programma.

La parte più interessante del sito web, è dove ogni iscritto può dare proposte e soluzioni su qualunque argomento.

Ogni proposta e soluzione è messa ai voti:
si,
no,
indecisi e
percentuale dei votanti iscritti,
quelle che superano il 50% più uno degli iscritti è legge.

Qualunque argomento intendo:
affari esteri,
ambiente e tutela territorio,
beni e attività culturali,
comunicazioni,
difesa,
economia e finanze,
giustizia,
infrastrutture e trasporti,
interno,
istruzione università e ricerca,
lavoro e politiche sociali,
agricole e forestali,
sviluppo economico,
tesoro bilancio e programmazione economica, salute.

Tanti saluti e buona maturazione!

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 26.09.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Senza dubbio il v day ha rappresentato un momento di riflessione per tutti gli italiani. Come capo gruppo di una lista civica gia da anni in consiglio comunale, ma sempre all'opposizione plaudo con soddisfazione il Suo operato, poichè ha il merito senza dubbio di aver sensibilizzato la coscenza degli italiani in particolare di ogni cittadino, partendo proprio dai comuni dove già esistono Liste Civiche, nate proprio perchè vedono e constatano l'incapacità e l'inefficienza della politica a livello amministrativo nel governo delle città e dei comuni.Un impegno quello delle liste civiche appunto per affrontare i temi e le problematiche attuali lontano da ogni sudditanza politica ma sempre nel rispetto delle istituzioni.
Il mio quindi vuole essere un incitamento alla Sua opera per far si che, finalmente si esca dalle vecchie logiche partitiche e si sensibilizzino sempre più tutti i cittadini verso un nuovo modo di fare politica, incentrato sui progetti e sui contenuti in un vero contesto democratico.
Fornari Pier Paolo
Capo Gruppo "Lista Civica Insieme per Poggio Berni

pier paolo fornari 25.09.07 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Senza dubbio il v day ha rappresentato un momento di riflessione per tutti gli italiani. Come capo gruppo di una lista civica gia da anni in consiglio comunale, ma sempre all'opposizione plaudo con soddisfazione il Suo operato, poichè ha il merito senza dubbio di aver sensibilizzato la coscenza degli italiani in particolare di ogni cittadino, partendo proprio dai comuni dove già esistono Liste Civiche, nate proprio perchè vedono e constatano l'incapacità e l'inefficienza della politica a livello amministrativo nel governo delle città e dei comuni.Un impegno quello delle liste civiche appunto per affrontare i temi e le problematiche attuali lontano da ogni sudditanza politica ma sempre nel rispetto delle istituzioni.
Il mio quindi vuole essere un incitamento alla Sua opera per far si che, finalmente si esca dalle vecchie logiche partitiche e si sensibilizzino sempre più tutti i cittadini verso un nuovo modo di fare politica, incentrato sui progetti e sui contenuti in un vero contesto democratico.
Fornari Pier Paolo
capo gruppo Lista Civica "Insieme per Poggio Berni"

pier paolo fornari 25.09.07 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Senza dubbio il v day ha rappresentato un momento di riflessione per tutti gli italiani. Come capo gruppo di una lista civica gia da anni in consiglio comunale, ma sempre all'opposizione plaudo con soddisfazione il Suo operato, poichè ha il merito senza dubbio di aver sensibilizzato la coscenza degli italiani in particolare di ogni cittadino, partendo proprio dai comuni dove già esistono Liste Civiche, nate proprio perchè vedono e constatano l'incapacità e l'inefficienza della politica a livello amministrativo nel governo delle città e dei comuni.Un impegno quello delle liste civiche appunto per affrontare i temi e le problematiche attuali lontano da ogni sudditanza politica ma sempre nel rispetto delle istituzioni.
Il mio quindi vuole essere un incitamento alla Sua opera per far si che, finalmente si esca dalle vecchie logiche partitiche e si sensibilizzino sempre più tutti i cittadini verso un nuovo modo di fare politica, incentrato sui progetti e sui contenuti in un vero contesto democratico.
Fornari Dott. Pier Paolo
Capo Gruppo Lista civica "Insieme per Poggio Berni"

pier paolo fornari 25.09.07 20:43| 
 |
Rispondi al commento

W il V-DAY

Caro Beppe Grillo, ha mai provato a calcolare quanto aggrava il Deficit e di conseguenza il Debito Pubblico, il costo totale della casta di tutti i politici: quirinale, presidenze del parlamento, governi statali, regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali; tenendo conto: stipendi, indennità, vitalizi con scala mobile, gettoni di presenza, affitti, immobili, traslochi, segreterie, contributi ai gruppi parlamentari, personale, spese per viaggi, alloggi e altro che si può solo pensare?

La questione che pongo può essere epocale, perchè va bene per ogni nazione: eliminare i partiti, perchè le leggi sono proposte, elaborate e approvate dal 50% più uno sul totale dei residenti.
I partiti non faranno mai qualcosa contro di loro, occorre costruire LISTE CIVICHE e quando si avrà la maggiozanza, RESET di tutti i partiti.

Le mie soluzioni e proposte per la CERTIFICAZIONE DI TRASPARENZA sono: contributi volontari e no obbligatori, resoconto pubblicato delle entrate e uscite, no spese fisse, struttura snella e leggera, no alle spese in generale e si al volontariato; lo statuto, le iniziative, il programma, cioè ogni questione, deve essere fatto con il 50% più uno degli iscritti; iscrizione nel sito, protetto con ssl (128 bit) rilasciato esempio da www.verisign.com; struttura del sito web: elenco proposte e soluzioni su qualunque argomento, ogni proposta e soluzione con le votazioni: SI, NO, INDECISI, % VOTANTI ISCRITTI, perchè quelle approvate sono solamente con il 50% più uno.
E' chiaro che qualsiasi questione, vuol dire di tutto: affari esteri, ambiente e tutela del territorio, beni e attività culturali, comunicazioni, difesa, economia e finanze, giustizia, infrastrutture e trasporti, interno, istruzione università e ricerca, lavoro e politiche sociali, politiche agricole e forestali, sviluppo economico, tesoro del bilancio e della programmazione economica, salute.

Meglio farsi le leggi che delegarle a pochi, saranno sicuramente molto migliori.

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono modi diversi per farsi notare, se non quello di sbraitare. Lo insegna ogni giorno la TV! In questo marasma, va bene anche un Grillo, quello "parlante", di una coscenza che troppi si ingegnano di narcotizzare. Sicuramente anche Lui è un narciso, ma chi non lo è, di quelli che vediamo ogni giorno in quella "scatola nera" che registra il peggio del peggio? Quanti si fanno notare con pochezze che offendono? Politici, professori di ogni genere, professionisti, conduttori, giornalisti, pseudo critici, "mignotte, frocioni" e via discorrendo... tutti Sgarbi e più sgarbati di Sgarbi...che hanno imparato da Lui. Ben venga anche il Grillo, che almeno non nasconde il capello grigio di una saggezza, che altri nascondono con altri colori e creme di m.. Un "sasso nello stagno" o in "piccionaia", lui lo ha lanciato e nessuno può chiamarlo "vigliacco"!..Diciamolo pure: fin da piccolo è stato simpatico. Il potere ha sbagliafo a non farlo sfogare di tanto in tanto. Adesso quel fiume, è un fiume in piena e dunque porta con sè fin troppa m...melma! Scrivo e dedico a tutti gli edonisti il mio "Umile fiore alpino": Appassisce il narciso/ mortificato nell'io/ rifiorito capo chino/ è quel fiore splendido,/delicato, profumato e alpino.
Anch'io, che sono un umano, so di correre questo rischio...e se nel caso fosse, voglio che quel narciso, incontrato, arrancando su pe' i monti, mi ricordasse la lezione! E pensare, che molti dei sopra citati edonisti, troppo spesso, hanno il coraggio di parlare di umiltà!
Filippo Crudele

Filippo Crudele 24.09.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento

LISTE CIVICHE: ORA PASSIAMO AI FATTI

Caro Grillo,
per passare dalle buone idee ai fatti, ai comuni cittadini digiuni di politica e di leggi elettorali serve un aiuto concreto e fondamentale: cosa fare in concreto per arrivare a presentare una lista civica alle prossime elezioni amministrative?

Sarebbe perciò indispensabile che, all'interno del suo blog, ci fosse un'area informativa con suggerimenti,riferimenti a leggi e regolamenti e quant'altro di "pratico" può servire a chi intende darsi da fare.

Senza questi consigli pratici, gli eventuali volonterosi corrono il rischio di arenarsi alla prima difficoltà burocratica...o di cadere nelle grinfie di qualche "praticone" non certo disinteressato.

Caro Grillo, ci pensi.
Si tratta di un "aiutino" assolutamente indispensabile per quanti sono sempre stati fuori dai maneggi della politica, ossia per quanti hanno sempre e soltanto vissuto del proprio lavoro. Ma sono proprio queste persone che servono, se vogliamo cambiare qualcosa.

Cordialmente,
mm

MARCO M. Commentatore certificato 24.09.07 16:25| 
 |
Rispondi al commento


E' suonata l'ultima campanella per in nostri politici,una campanella che segna la fine di una ricreazione che dura da molti.....troppi anni.

Pper tutti gli amici di roma in preparazione della lista civica:

www.v.day.it
http://riprediamocilitalia.blogspot.com/

mettiamoci in contatto per iniziare questo cammino verso un italia pulita.

Mimmo D'Orazio 23.09.07 23:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao ragazzi sono di Sant'Ilario d'Enza in provincia di Reggio Emilia e vorrei creare una lista civica con il vostro appoggio potete mettermi con qualcuno della mia zona o darmi indicazioni su come fare? vi ringrazio anticipatamente...

ortensio mogavero 23.09.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, ma scherziamo ? Forza diamoci da fare. Incontriamoci per zone, creiamo le liste e presentiamoci.
Vogliamo veramente cambiare le cose ? Vogliamo rendere i comuni diversi? Ok chi si candida e magari chi viene eletto dovrà operare in trasparenza sempre in continuo contatto con il Blog di Beppe o uno strumento della rete messo in piedi appositamente per uno scopo di controllo e confronto. Chi ha paura di entrare al potere per rimanere poi imbrigliato dimentica che se si va, si va per cambiare, per portare criteri e principi di merito, per portare trasparenza, per regolare i bandi pubblici, per creare meccanismi di controllo sugli appalti etc etc.... c'è tanto di quel lavoro da fare !! Io ci sono. Sono in fervida attesa di iniziative REALI e PRATICHE.
Ciao a tutti.

Gabriele C. Commentatore certificato 22.09.07 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, ma scherziamo ? Forza diamoci da fare. Incontriamoci per zone, creiamo le liste e presentiamoci.
Vogliamo veramente cambiare le cose ? Vogliamo rendere i comuni diversi? Ok chi si candida e magari chi viene eletto dovrà operare in trasparenza sempre in continuo contatto con il Blog di Beppe o uno strumento della rete messo in piedi appositamente per uno scopo di controllo e confronto. Chi ha paura di entrare al potere per rimanere poi imbrigliato dimentica che se si va, si va per cambiare, per portare criteri e principi di merito, per portare trasparenza, per regolare i bandi pubblici, per creare meccanismi di controllo sugli appalti etc etc.... c'è tanto di quel lavoro da fare !! Io ci sono. Sono in fervida attesa di iniziative REALI e PRATICHE.
Ciao a tutti.

Gabriele C. Commentatore certificato 22.09.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono un membro del Meetup di Brescia e ti scrivo in merito al tornado che ci è piombato sulle teste dopo l'8 settembre.
Il discorso delle Liste civiche è fondamentale...i cittadini, ora che hanno urlato il proprio sdegno, DEVONO anche muovere le mani...sicuramente non basta farsi sentire, occorre agire nel concreto.
Era comunque da aspettarsi che molti avrebbero approfittato della cosa, rappresentanti di partito che ci contattano per inglobarci nelle loro fila o che usano il meetup come tribuna elettorale...è un gran casino!!!!
per non parlare del discorso certificazione...dal tuo comunicato non è ben chiaro cosa significhi...spuntano meetup come funghi in attesa del fantomatico bollino.
A mio avviso si sta snaturando il significato del meetup...io l'ho sempre concepito come strumento, cammino, movimento per riuscire a fare ed avere un'informazione libera e indipendente, vera, pulita. Un sistema che permettesse a tutti di sapere quello che non vogliono farci sapere...un modo per proporre delle soluzioni, costruttive e utili alla collettività, allo schifo che le amministrazioni ci propinano tutti i giorni...
Ma con la tua proposta di trasformare i meetup in liste civiche...non corriamo il rischio di perdere l'indipendenza che ci ha contraddistinto fin'ora?
e se qualche gruppo decidesse di diventare una lista civica e di chiamarla con il nome meetup...quei gruppi che non lo faranno...verranno comunque etichettati come gruppo politico!!!
Io credo che, nonostante sia doverosa la discesa in campo della gente, questa discesa non spetti ai gruppi meetup(non con questo nome per lo meno!)perchè è altrsì necessaria la voce fuori dal coro che sia sempre pronta a puntare il dito e a urlare quando qualcosa non funziona!
e quella voce, che fin'ora si è identificata anche nei gruppi meetup, ha funzionato bene!!!perchè correre il rischio di distruggerla?
Chiariscici, per favore la tua posizione...un solo post hai scritto...poi il silenzio!
Grazie
Ilaria

Ilaria Taini 22.09.07 10:38| 
 |
Rispondi al commento

L'idea delle liste civiche mi sembra interessante. Il pericolo maggiore è che, sull'onda dell'entusiasmo, vengano votate persone senza nessuna esperienza amministrativa: mandare a gambe all'aria un comune non mi sembra un buon metodo per correggere i mali dell'Italia. Una volta superato questo non facile problema però non vedo come possa essere visto negativamente un maggior impegno della gente nella politica della propria città o del proprio paese. Se le liste sono formate da incensurati e da non iscritti hai partiti e hanno obbiettivi meritori come quelli comunemente discussi in questo blog, che siano o no certificate da Beppe Grillo, sono una buona cosa lo stesso. Chi ha paura delle liste civiche quindi? Certo è ovvio che quando uno slogan si trasforma in qualcosa di concreto rischia di far tremare le gambe anche a chi prima lo gridava, ma gli unici che possono aver da temere dalle liste civiche sono i partiti. Un metodo di canalizzazione del voto che sappia raccogliere l'eredità del V-Day e spingerla verso qualcosa di costruttivo spaventa i partiti che si vedono scavalcati dal movimento. Non capisco i contrari a questa proposta... Tanto attivi nel criticare quello che c'è e poi? Se il movimento rimane solo in piazza alle prossime elezioni cosa bisognerebbe votare? Di nuovo il meno peggio? Beh, io sono stanco di votare quello che ruba di meno e se c'è la speranza di un'ondata di rinnovamento voglio che sia cavalcata. Subito!

Andrea Stella 2 Commentatore certificato 22.09.07 04:22| 
 |
Rispondi al commento

Ci voleva un esperto per chiarirci le idee su Grillo, lo tsunami che ha sconvolto il mare della squacquera politica: Sgarbi, un cacasenno in veste di merdologo doc. “Io non l’ho cacato. Grillo è un Travaglio un po’ meno stitico.”
Questa è la riflessione viscerale partita da un detonatore sfinterico con progetto di peto che si è risolto in loffa. E’ un pensiero sciolto come una diarrea irrefrenabile: “ per Veltroni la cultura è cinema, per Grillo è internet”. Per Sgarbi che è uno deciso, non uncacadubbi, la cultura è interwicinet. ”Grillo: la figura che gli assomiglia di più è Dio”. E qui, il dissertare sul dissentimento con Grillo, dai confini della dissenteria si libera in purgatezza.

canfigliazzo a. Commentatore certificato 22.09.07 02:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe in parte hai ragione sulle tematiche esposte. Ma per essere del tutto convinto mi farebbe piacere se TU in prima persona, oppure i tuoi seguaci, rispondeste ad alcuni quesiti :
1)Mi sembra molto strano tutto questo casino nel momento "storico" della nostra politica ( Nascita PD e federazione di Sinistra) ?
2) Criticare la politica e poi appoggiare liste civiche certificate, NON pecchi di ONNIPOTENZA, oppure e' un modo diverso per occupare il potere ?
3) Alla luce di tutto cio' mi sembra che sotto sotto appoggi la cdl

IN 2 parole NON MI CONVINCI, non per alcune giuste proteste ma per l'insieme del contesto.
un saluto comunista e fiero di esserlo per combattere le ingiustizie di questa società
Maurizio

maurizio c. Commentatore certificato 22.09.07 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in parte hai ragione sulle tematiche esposte. Ma per essere del tutto convinto mi farebbe piacere se TU in prima persona, oppure i tuoi seguaci, rispondeste ad alcuni quesiti :
1)Mi sembra molto strano tutto questo casino nel momento "storico" della nostra politica ( Nascita PD e federazione di Sinistra) ?
2) Criticare la politica e poi appoggiare liste civiche certificate, NON pecchi di ONNIPOTENZA, oppure e' un modo diverso per occupare il potere ?
3) Alla luce di tutto cio' mi sembra che sotto sotto appoggi la cdl

IN 2 parole NON MI CONVINCI, non per alcune giuste proteste ma per l'insieme del contesto.
un saluto comunista e fiero di esserlo per combattere le ingiustizie di questa società
Maurizio

maurizio c. Commentatore certificato 22.09.07 00:48| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in parte hai ragione sulle tematiche esposte. Ma per essere del tutto convinto mi farebbe piacere se TU in prima persona, oppure i tuoi seguaci, rispondeste ad alcuni quesiti :
1)Mi sembra molto strano tutto questo casino nel momento "storico" della nostra politica ( Nascita PD e federazione di Sinistra) ?
2) Criticare la politica e poi appoggiare liste civiche certificate, NON pecchi di ONNIPOTENZA, oppure e' un modo diverso per occupare il potere ?
3) Alla luce di tutto cio' mi sembra che sotto sotto appoggi la cdl

IN 2 parole NON MI CONVINCI, non per alcune giuste proteste ma per l'insieme del contesto.
un saluto comunista e fiero di esserlo per combattere le ingiustizie di questa società
Maurizio

maurizio c. Commentatore certificato 22.09.07 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in parte hai ragione sulle tematiche esposte. Ma per essere del tutto convinto mi farebbe piacere se TU in prima persona, oppure i tuoi seguaci, rispondeste ad alcuni quesiti :
1)Mi sembra molto strano tutto questo casino nel momento "storico" della nostra politica ( Nascita PD e federazione di Sinistra) ?
2) Criticare la politica e poi appoggiare liste civiche certificate, NON pecchi di ONNIPOTENZA, oppure e' un modo diverso per occupare il potere ?
3) Alla luce di tutto cio' mi sembra che sotto sotto appoggi la cdl

IN 2 parole NON MI CONVINCI, non per alcune giuste proteste ma per l'insieme del contesto.
un saluto comunista e fiero di esserlo per combattere le ingiustizie di questa società
Maurizio

maurizio c. Commentatore certificato 22.09.07 00:39| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in parte hai ragione sulle tematiche esposte. Ma per essere del tutto convinto mi farebbe piacere se TU in prima persona, oppure i tuoi seguaci, rispondeste ad alcuni quesiti :
1)Mi sembra molto strano tutto questo casino nel momento "storico" della nostra politica ( Nascita PD e federazione di Sinistra) ?
2) Criticare la politica e poi appoggiare liste civiche certificate, NON pecchi di ONNIPOTENZA, oppure e' un modo diverso per occupare il potere ?
3) Alla luce di tutto cio' mi sembra che sotto sotto appoggi la cdl

IN 2 parole NON MI CONVINCI, non per alcune giuste proteste ma per l'insieme del contesto.
un saluto comunista e fiero di esserlo per combattere le ingiustizie di questa società
Maurizio

maurizio c. Commentatore certificato 22.09.07 00:33| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe in parte hai ragione sulle tematiche esposte. Ma per essere del tutto convinto mi farebbe piacere se TU in prima persona, oppure i tuoi seguaci, rispondeste ad alcuni quesiti :
1)Mi sembra molto strano tutto questo casino nel momento "storico" della nostra politica ( Nascita PD e federazione di Sinistra) ?
2) Criticare la politica e poi appoggiare liste civiche certificate, NON pecchi di ONNIPOTENZA, oppure e' un modo diverso per occupare il potere ?
3) Alla luce di tutto cio' mi sembra che sotto sotto appoggi la cdl

IN 2 parole NON MI CONVINCI, non per alcune giuste proteste ma per l'insieme del contesto.
un saluto comunista e fiero di esserlo per combattere le ingiustizie di questa società
Maurizio

maurizio c. Commentatore certificato 22.09.07 00:30| 
 |
Rispondi al commento

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Post N. 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Grande Beppe Grillo, finalmente hai svegliato L’Italia.
Ci voleva una bella scossa, ora non si fa altro che parlare del V-Day e degli sperperi della politica, purtroppo un pò meno della legge Vergogna (la Biagi..)
Non ho potuto partecipare, al V-day, ma avrei voluto esserci.
Non seguo molto il tuo Blog, ma conosco certe iniziative tramite il movimento della Lista Civica Nazionale (LCN), a cui tu hai aderito.
Proprio su questo ti pongo una domanda:
Come mai le proposte di legge di iniziativa popolare portate da te sono differenti da quelle della Lista Civica Nazionale?
Che bisogno c’era di proporre l’ineleggibilità per tutti i reati, quando esiste già una proposta di legge (della LCN) che prevede l’ineleggibilità per determinati reati, contro la pubblica amministrazione, finanziari e di mafia?
Che bisogno c’era di proporre l’esclusione dopo due legislature di tutti i Parlamentari, quando invece, basta escluderli dalle cariche istituzionali e di governo che sono i luoghi deputati a gestire l’amministrazione pubblica e che favoriscono le clientele e gli sperperi di denaro pubblico?
Non ti sembra che hai un tantino esagerato?
Non ti sembra che così facendo, spingendo troppo sul buttiamo tutto a mare (anzi, vaffanculo a tutto), si rischia di scendere in un QUALUNQUISMO di bassa lega?
Inoltre, la storia delle liste con il tuo Bollino te la potevi risparmiare; da una parte dici che il movimento si è creato da se, in rete, ed è vero, tu sei soltanto il mezzo per dare visibilità; dall’altra, invece, ti arroghi il diritto di fare le liste…., e la LCN, allora, cos’è, non ne occorre certo un’altra?
Si può sapere a che gioco giochiamo?
E poi, senza un progetto valido e unitario alle spalle, non si rischia di fare l’Armata Brancaleone?

Segue ……………

_Vincenzo Raso Commentatore certificato 21.09.07 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma che grosse menti,attive e sempre alla ricerca della perfezione,del pelo nell'uovo. Perchè è l'uovo il fulcro del discorso. Beate le galline che possono fare tutte le uova che vogliono,e con un solo gallo,tutti i pulcini che vogliono.
Perchè io,il gallo,quando lo troverò? Se son carini,sì e no hanno la terza media,se sono mostri,hanno la laurea,se son carini e laureati,o son già sposati o hanno 12 amanti. Ormai trovare marito è come trovare un braccialetto d'oro in mezzo alla strada,una valigetta di soldi,un sarcofago con mummia autentica sul ciglio di una strada .

Scontato che se hai la terza media,hai più probabilità e se sei laureato,o sei medico,o non hasi speranze. Se poi sei brutta come una ranocchia,e depressa,stai tranquilla che ti sposi.

Pensare a giri di parole,quando oggi,se vuoi avere rapporti sociali,devi spendere al supermercato,devi spendere per iscriverti in palestra,al corso di taglio e cucito delle contadine caucasiche,trasferite in india...

ang jolie 21.09.07 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Post N. 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Grande Beppe Grillo, finalmente hai svegliato L’Italia.
Ci voleva una bella scossa, ora non si fa altro che parlare del V-Day e degli sperperi della politica, purtroppo un pò meno della legge Vergogna (la Biagi..)
Non ho potuto partecipare, al V-day, ma avrei voluto esserci.
Non seguo molto il tuo Blog, ma conosco certe iniziative tramite il movimento della Lista Civica Nazionale (LCN), a cui tu hai aderito.
Proprio su questo ti pongo una domanda:
Come mai le proposte di legge di iniziativa popolare portate da te sono differenti da quelle della Lista Civica Nazionale?
Che bisogno c’era di proporre l’ineleggibilità per tutti i reati, quando esiste già una proposta di legge (della LCN) che prevede l’ineleggibilità per determinati reati, contro la pubblica amministrazione, finanziari e di mafia?
Che bisogno c’era di proporre l’esclusione dopo due legislature di tutti i Parlamentari, quando invece, basta escluderli dalle cariche istituzionali e di governo che sono i luoghi deputati a gestire l’amministrazione pubblica e che favoriscono le clientele e gli sperperi di denaro pubblico?
Non ti sembra che hai un tantino esagerato?
Non ti sembra che così facendo, spingendo troppo sul buttiamo tutto a mare (anzi, vaffanculo a tutto), si rischia di scendere in un QUALUNQUISMO di bassa lega?
Inoltre, la storia delle liste con il tuo Bollino te la potevi risparmiare; da una parte dici che il movimento si è creato da se, in rete, ed è vero, tu sei soltanto il mezzo per dare visibilità; dall’altra, invece, ti arroghi il diritto di fare le liste…., e la LCN, allora, cos’è, non ne occorre certo un’altra?
Si può sapere a che gioco giochiamo?
E poi, senza un progetto valido e unitario alle spalle, non si rischia di fare l’Armata Brancaleone?

Segue ……………

_Vincenzo Raso Commentatore certificato 21.09.07 20:06| 
 |
Rispondi al commento

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - Post N. 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Grande Beppe Grillo, finalmente hai svegliato L’Italia.
Ci voleva una bella scossa, ora non si fa altro che parlare del V-Day e degli sperperi della politica, purtroppo un pò meno della legge Vergogna (la Biagi..)
Non ho potuto partecipare, al V-day, ma avrei voluto esserci.
Non seguo molto il tuo Blog, ma conosco certe iniziative tramite il movimento della Lista Civica Nazionale (LCN), a cui tu hai aderito.
Proprio su questo ti pongo una domanda:
Come mai le proposte di legge di iniziativa popolare portate da te sono differenti da quelle della Lista Civica Nazionale?
Che bisogno c’era di proporre l’ineleggibilità per tutti i reati, quando esiste già una proposta di legge (della LCN) che prevede l’ineleggibilità per determinati reati, contro la pubblica amministrazione, finanziari e di mafia?
Che bisogno c’era di proporre l’esclusione dopo due legislature di tutti i Parlamentari, quando invece, basta escluderli dalle cariche istituzionali e di governo che sono i luoghi deputati a gestire l’amministrazione pubblica e che favoriscono le clientele e gli sperperi di denaro pubblico?
Non ti sembra che hai un tantino esagerato?
Non ti sembra che così facendo, spingendo troppo sul buttiamo tutto a mare (anzi, vaffanculo a tutto), si rischia di scendere in un QUALUNQUISMO di bassa lega?
Inoltre, la storia delle liste con il tuo Bollino te la potevi risparmiare; da una parte dici che il movimento si è creato da se, in rete, ed è vero, tu sei soltanto il mezzo per dare visibilità; dall’altra, invece, ti arroghi il diritto di fare le liste…., e la LCN, allora, cos’è, non ne occorre certo un’altra?
Si può sapere a che gioco giochiamo?
E poi, senza un progetto valido e unitario alle spalle, non si rischia di fare l’Armata Brancaleone?

Segue ……………

_Vincenzo Raso Commentatore certificato 21.09.07 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
ho 40 anni, sono sposato è ho tre figli.
Lavoriamo entrambi, e pur non essendo precari, con i nostri due stipendi e il mutuo da pagare ancora per 15 anni, siamo alla pura e semplice sopravvivenza.
Non è il solito lamento all'italiana...purtroppo.
Seguo da lettore il blog da parecchio e con crescente entusiasmo, ma confesso che pur ammettendo che la proposta delle liste civiche mi entusiasma, contemporaneamente sono preoccupato.
A causa di una lunga serie di delusioni (forse sono sfortunato), pur partendo da ragazzo convintamente dedicato alla divulgazione di idee e notizie, nella speranza di provocare quel "risveglio delle coscienze", ho progressivamente perso fiducia nei confronti del genere umano, in generale.
In molti si parte pieni di buoni propositi e con nobili ideali, ma poi lungo la strada,per passare un esame, per avere un lavoro,per fare un passettino in avanti in termini di carriera, per avere una casa in qualche ente, per sistemare un figlio, ecc.ecc.ecc tantissimi si perdono.
E chi prova ad andare avanti con le sue forze, senza accettare "strani" compromessi, convinto che la dignità sia una cosa importante, si ritrova ad essere considerato un fallito, che si nasconde dietro a delle scuse per giustificare i suoi mancati successi.
Ho cercato di insegnare ai miei figli ad essere liberi, critici, pensanti, a detestare e combattere i "furbi"......avrò fatto bene ? (me lo sto domandando spesso).
Ripeto sono un po' spaventato dall'idea di fare da soli...spaventato dall'arrivo di altri furbetti, con l'ambizione di sostituirsi ai politici attuali, per sistemarsi, alla faccia di tutte le belle parole fin qui dette.
Ma Grillo ha ragione, dobbiamo imparare a fare gli adulti, senza un leader, senza un capo.
Responsabilmente, dobbiamo imparare a fare il nostro dovere e a pretendere il rispetto dei nostri diritti.
Basterà la certificazione di Grillo ?
Spero di si.
Io vivo a Roma...c'è gia qualcuno che sta tentando di organizzare qualcosa ? dove ?

alessandro vignati 21.09.07 04:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe Grillo questa è la mia idea:

1. quanto costa la politica nel suo complesso? Dal politico: circoscrizionale, comunale, provinciale, regionale e nazionale, per finire al presidente della repubblica? Portaborse, segretaria, personale e altro? Inefficienza con raccomandazioni, tangenti, sprechi e privilegi?

2. dei politici si può fare a meno.

3. i vari livelli territoriali (circoscrizionale....) sono determinati dalle leggi fatte dai cittadini stessi.

4. collegamento internet gratuito per tutti.

5. la proposta di legge è d'iniziativa e elaborata da un cittadino o più (comitato, associazione e altro).

6. la proposta di legge viene letta su internet e votata, quella che raggiunge il 50% più uno degli aventi diritto al voto, viene approvata o bocciata secondo i SI o i NO, hanno precedenza di attuazione le leggi con più consenso dei SI.

7. per scardinare il parassitismo politicante, occorre formare un nuovo partito chiamato: Potere ai Cittadini. L'eletto non può estemporare, ma proporre disegni di legge con il meccanismo su citato, dal punto 3. al 6.

8. una volta ottenuta la maggioranza, il Parlamento viena sciolto e le leggi vengono approvate come descritto sopra.

E' un buon livello di democrazia!
Altro che rivoluzione francese.
La storia ha iniziato con il faraone che si credeva un dio, sono seguiti il re e l'imperatore, per continuare con il dittatore e il monarca, oggi ci sono tanti piccoli dei, che fanno e disfano a loro piacimento: presidente della repubblica, presidente del consiglio, ministri, sottosegretari, parlamentari, consiglieri (dal regionale, provinciale, comunale e circoscrizionale), con privilegi impensabili e scandali allucinanti.
Il passo successivo è: Potere ai Cittadini.
Una nazione come l'Estonia, dove c'è un livello enorme nell'uso d'internet (inventori di Skype) e di trasparenza, alcune leggi sono state approvate dal parlamento, su proposta di legge dei cittadini.
Salutoni a Tutti e buona maturazione.

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 21.09.07 00:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E adesso caro Beppe? La tua proposta di riprenderci i Comuni con le liste civiche non mi convince; nel recente passato sono fiorite molte liste civiche a livello comunale (spesso sotto mentite spoglie) ma nella sostanza non è cambiato nulla. Inoltre a Roma continuerebbero a farsi gli affari loro; il serpente dev'essere ucciso dalla testa e non dalla coda. Personalmente credo che sarebbe molto più efficace portare questo vento di rinnovamento fino in parlamento; ogni volta che vado a votare sono stufo di scegliere per il male minore. E' come trovarsi davanti ad un chirurgo che ti chiede se vuoi farti tagliare la mano destra o la sinistra (ed il guaio è che non sai neanche se sei mancino o destro) ed alla fine dell'operazione ti dicono che hai scelto tu. Se mi permetti Vaff.......o! Se per poter andare a Roma serve un partito, pazienza, in fondo il male non è rappresentato dal partito in quanto tale ma dalle persone che lo rappresentano. Ti prego la prossima volta che andremo a votare consentimi di scegliere di potermi tenere entrambe le mani. Grazie

Fabio Zeni 20.09.07 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei un grande!!
Perchè non andiamo tutti (IO GIA' VI DICO CHE SAREI IN PRIMA LINEA) sotto il Parlamento e sotto al Senato con cartelli (fatti da noi)di protesta della serie "Andate a lavorare"; "Stiamo arrivando!!"..etc..PER MANDARE A CASA I POLITICI?
Rimaniamo lì..tutti i gg...ci diamo il cambio..finquando NON SI DIMETTONO TUTTI??
E Poi vialibera alle liste Civiche !!
Ci siamo rotti le b.......
La miccia è accesa.
Non molliamo.
Quanti aderiscono?
Io ci sono.

GIACOMO REMOLI 20.09.07 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei un grande!!
Perchè non andiamo tutti (IO GIA' VI DICO CHE SAREI IN PRIMA LINEA) sotto il Parlamento e sotto al Senato con cartelli (fatti da noi)di protesta della serie "Andate a lavorare"; "Stiamo arrivando!!"..etc..PER MANDARE A CASA I POLITICI?
Rimaniamo lì..tutti i gg...ci diamo il cambio..finquando NON SI DIMETTONO TUTTI??
E Poi vialibera alle liste Civiche !!
Ci siamo rotti le b.......
La miccia è accesa.
Non molliamo.
Quanti aderiscono?
Io ci sono.

GIACOMO REMOLI 20.09.07 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Da tempo seguo te come artista e in seguito come cittadino. Sono rimasta profondamente colpita dal seguito del movimento e delle idee, ormai certa che in questo paese il senso di cittadinanza, civiltà e legalità fosse ormai in disuso. Nonstante ciò però la speranza in me stenta a risorgere: io vivo a Palermo, siciliana nell'anima e nel cuore. C'ho creduto da adolescente quando cominciavano e risorgere i movimenti studenteschi, c'ho creduto all'università ai tempi della Pantera e ho continuato a crederci quando c'era la primavera palermitana... poi tutto si è spento, represso nella più becera mentalità mafiosa che ha trucidato insieme agli uomini le nostre speranze. Parli di liste civiche e di elezioni e ci ho quasi fatto un pensierino, poi mi sono ricordata dove vivo, dove stanno crescendo i miei figli. Allora sono ritornata con i piedi per terra: io vivo a Palermo, città trafitta e morente, l'ombra di quello che è stata ed il fantasma di quello che poteva diventare. E' vero: di mafia non si muore più ammazzati per strada come avveniva qualche anno fa, perchè la mafia adesso è dentro il sistema, dentro ogni cosa, dentro le mentalità. Mi sono così scoperta disillusa e colpevole di non essere andata via quando potevo, quanto meno per dare una vera speranza ai miei figli. Sarebbe bello presentare liste civiche pulite, restutuire dignità al diritto ed all'onestà..ma ecco qui non credo proprio che si siano i numeri per farlo, caro Beppe, cari ragazzi, cara gente dei movimenti...
Qua più che mai chi è onesto rischia di morire. Hanno lavorato bene nella nostra psiche per uccidere ogni speranza. Nonostante tutto non mi sono nè adeguata nè rassegnata, semplicemente "ritirata". Che speranza ci può essere per una politica pulita e seria quando appena alle ultime elezioni hanno stra-vinto persone notoriamente indagate e/o allacciate con "amici" degli "amici"? Che speranza se già alle elementari si insegna l'omertà e
qui i voti si comprano con un cellulare?

rosalba contentezza 20.09.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento

E' da un anno e mezzo che seguo ogni giorno il tuo Blog e mi ha davvero colpito la tua carica e la voglia di cambiare. Ho però un paio di obiezioni da fare:
1 E' giusto voler cambiare il sistema dei partiti per provare una democrazia dei cittadini ma essa è difficilmente praticabile. L'idea delle liste civiche può essere una possibilità ma non sono anch'essi dei partiti? Non sono dei gruppi di persone che si ritrovano e seguendo intenzioni comuni cercano di fare delle proposte? Forse si tornerebbe alla situazione odierna che si vuole cambiare...
2 L'anti politica è secondo me pericolosa. La gente, per cambiare davvero le cose, non deve disaffezionarsi alla politica nonostante l'evidente schifezza della nostra classe politica. L'unico vero modo perchè il cittadino si possa difendere è il conoscere. Solo con esso si può davvero rispondere alla politica. Per fare ciò bisogna partire dal basso ma nel senso di insegnare alla nuova generazione ( mi metto anche io tra questa avendo 20 anni) a vivere all'interno della vita politica ad interessarsi ad essa non a fregarsene pensando che tanto non si possa cambiare nulla. Per questa mancanza credo che la vostra generazione debba prendersi le proprie responsabilità e cercare di rimendiare al più presto. Come si fa a contestare un politico che parla se non si hanno le base per capire? Perchè a scuola non si insegna più educazione civica o la storia del novecento e meno che mai la storia repubblicana dell'Italia?
In conclusione volevo ringraziarti per quello che fin'ora hai fatto diffondendo nei tuoi spettacoli la conoscenza dei fatti, dal caso Parmalat alla Telecom al problema ambientale. Credo che quello fosse il vero mezzo per poter cambiare i cittadini non mandarli allo sbaraglio uniti solo dalla voglia di distruggere.
Grazie per l'attenzione e scusate lo sfogo.

Daniele

Daniele Gorgone 20.09.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, guarda che il problema parte proprio dai comuni. Domenica 16/9 De Corato e la Maiolo hanno mandato vigili "manganellatori" che hanno dato multe pazzesche al mercatino di antiquariato di Brera a Milano, nonostante le proteste dei passanti hanno distrutto un mercatino che esistre da 30 anni, Il motivo? nessuno lo sa, dovevano rinnovare il permesso, hanno tirato in lungo, e al momento buono hanno colpito gente normale, in regola con licenze e tutte le menate richieste, ti ripeto trenta anni di attività. Stiamo andando verso una monarchia periferica? Ciao.

fabio mandelli 20.09.07 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francesi....tedeschi....inglesi...Siamo solo noi i coglioni che ci facciamo governare da un manipolo di mezzi uomini che hanno giurato fedeltà alla vitton stracolma del loro portaborse...se i nostri nonni potessero vedere come ci siamo ridotti...poverini...hanno combattuto per chi???Per i Mastella che firmano per l'indulto e nascondono la mano dietro i perbenismi schifosi e i falsi moralismi...e che non hanno le palle nemmeno di rispondere ad un ragazzo che per colpa loro ha perso la famiglia...per i Prodi che rispondonono "cosa volete da noi, i parlamentari sono lo specchio degli italiani"...per un paese dove a San Vittore ci sono meno delinquenti che in parlamento???....parole vuote...sono tutti parole vuote... A CASAAAAAAAA...andate e zappare la terra e recitate il mea culpa in ginocchio, con la cenere sul capo per tutte le porcate e il degrado che avete portato...Ora sì che l'Italia è in ginocchio...non alla fine della guerra...almeno lì qualcuno ha rischiato le sue chiappe per un qualcosa, chi per scacciare la dittatura, chi per aiutare i partigiani a discapito della vita...ho 26 anni, sogno una famiglia anch'io....ma se qui non cambia qualcosa...con che cuore si possono mettere al mondo dei figli...per dargli cosa...Gli inglesi si sono uniti nel protestare contro un regime bancario che voleva truffarli...Hanno detto NO e lo hanno fatto insieme...hanno perso ore di lavoro insieme per dire NO agli strozzini...perchè non lo possiamo fare anche noi...Meno male che esistono persone come Beppe ancora...Grazie per quello che stai facendo...

Silvia Baldi Commentatore certificato 20.09.07 05:48| 
 |
Rispondi al commento

Nella puntata al cloroformio di ”Porta a Porta” del 17 settembre, dico 17, Prodi ha ufficialmente smentito di essere Valium. “Sono sveglio come un grillo” ha detto con la solita voce sibilante al grisou e la faccia piena da piadina allo squacquerone. Sotto la giacca: una flebo al caffè; sotto le chiappe un crick per restare tosto. E’ sveglio. Siamo felici per lui che ama il melodramma e non
il genere comico. Pare stia facendo i gargarismi al nepente per cantare “ Nessun dorma” con tanto di acuto finale: “All’alba vincerò” che sarà l’inno del Prodi night, giusta opposizione al VDay. Sarà una lunga notte, ma la sveglia avrà il trillo del Grillo.

canfigliazzo a. Commentatore certificato 20.09.07 03:02| 
 |
Rispondi al commento

salve,
non ero al V-dey ma avrei voluto esserci.Voglio ringraziare Beppe e i suoi amici solo perchè esistono, ultimamente da cittadino deluso e sfiduciato per lo sfascio di questo nostro paese non credevo potesse esserci via di uscita, forse sbagliavo!
E' d'obbligo tendere a riportare l'etica e la morale soprattutto in quei posti dove gente come Roberto Saviano viene additato come il male e dove la camorra non è mai esistita, invece probabilmente, coincide o condiziona la politica.

Beppe, Roberto, amici Vi invidio siete gente con le palle!!!!

massimo borrelli 20.09.07 03:00| 
 |
Rispondi al commento

una questione mi affligge: Di pietro è il ministero delle infrastrutture,praticamente un doppione del ministero dei trasporti publici e denuncia un surplus di dicasteri nell'attuale governo...è credibile? o quantomeno AMBIGO? sta cavalcando l'onda mediatica post V-day? sbizzarritevi!

maurizio seidita 20.09.07 01:51| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti
sto guardando matrix ,a parte di pietro e i giornalisti presenti,i politici non hanno ancora compreso il perche'della parola vaffffannculo!!!.
C'e' qualcuno che possa spiegar loro il perche' della parola sopracitata !!.
Le originim partono dal fatto che quando uno parla, L'altro fa sempre finta di non capire o ti risponde sempre e comunque con parole che non anno alcun significato, tanto per pararsi il "culo".Uno normale cosa fa! TI MANDA AFFANCULO.

Mi sento pero' in obbligo di giustificare una persona Sicuramente in buonafede ,riguardo al vaffanculo, sarebbe il braccio destro nel nostro presidente del consiglio,che cercando di anticipare il fenomeno del v day, forse avvertito dall'intelligent del nostro paese, a pensato bene di documentarsi di persona ,vagava furtivo in stradine semibuie nella capitale, chiedendo consigli ad un brasiliano con tanto di tette e parrucca,chissa quali segreti cercava di carpire , forse la teoria di darwin l'evoluzione della specie!! non so. Ricordate di lui qualche tg ne a parlato.
Pecio' mi rivolgo anche a lui sperando di aver fugato ogni dubbio sul v.day
Grillo cerca di chiarire a loro il perche' della parola incriminata ,cerca di farlo in un modo complesso perche' con parole normali non capiscono.
anche voi grilini spiegate alle menti superiori il significato.

PS.i SOLITI GIORNALISTI DEL PIFFERO HANNO MESSO IN MEZZO I MALATI DI ALZAIMER (PER UN AFFERMAZIONE DI GRILLO RIVOLTA A VALIUM AL2%COME LA CRESCITA DEL PAESE COL AZZ CHE CRESCE IL PAESE)DI CERTO NON RIFERITA AI MALATI) "VEGOGNA .VERGONA ALL'INFINITO STRONZI VIGLIACCHI ANDATE AFFFANCULO!!!! PRONTI A STRUMENTALIZZARE ,LORO E SOLO LORO QUELLI CHE NON HANNO RISPETTO PER QUESTI AMMALATI!!!!! .
CHI TOCCA GRILLO TOCCA NOI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
E POI SI CHIEDONO COME MAI LI MANDIAMO AFFFANNNCULOOOOOOO CAZZO CHE GENIIII

diego nembr 20.09.07 01:31| 
 |
Rispondi al commento

pur nn trovandomi d'accordo su tutte le teorie(e ci mancherebbe fosse così)desidero plaudere all'immane lavoro che il Sig Grillo e il suo staff stanno epatopaticamente portando avanti da tempo per scuotere le masse(uso di proposito il plurale)ed è eloquente(si commenta da sola)la risposta standardizzata e stereotipata di quasi tutto il mondo politico al V day(comprensivo delle eco televisive e giornalistiche di questi giorni): quasi tutti a soffermarsi a commentare la forma usando ammassi di parole formali tese a dimostrare l'inesistenza di una sostanza;teoremi politici composti da intere discariche(alcune anche abusive)di belle forbite parole che hanno (come sempre)l'unico e costante obiettivo di distruggere,confondere,irretire i teledipendenti(e purtroppo di questi ultimi ce ne sono tanti in Italia, forse troppi)bevitori spesso inconsapevoli di balle mostruose che quotidianamente vengono divulgate con quella bella forma che fa,x esempio oggi,di BeppeGrillo il fenomeno Beppe Grillo.FENOMENO?ma leggete la definizione del vocabolario riguardo la parola fenomeno,e provate a leggere anche la definizione di ONOREVOLE:attenzione a come vengono usate le parole(attenzione non alla forma ma alla sostanza)perchè spesso ci facciamo prendere per il naso;quante volte x es. si è sentito parlare di Uranio Impoverito - Islam Moderato - Non Piove Da 1 Mese Aumenta Frutta e Verdura - Piove Ormai Da 1 Mese Aumenta Frutta e Verdura - Estate + Torrida Degli Ultimi 100 Anni(Matusalemme in confronto a Bernacca era un infante)e subito dopo pubblicità del condizionatore + condizionatore di tutti con la solita vulva che ti invita e ti invoglia.Meccanismo quanto mai intelligente quello dei condizionatori: si brucia petrolio producendo effetto serra per far funzionare una macchina che deve combattere le conseguenze dell'effetto serra(DAVVERO INCREDIBILE);sembra proprio un'invenzione di qualche nostro parlamentare. Ciao Beppe

vittorio roasio Commentatore certificato 20.09.07 01:28| 
 |
Rispondi al commento

Lo scossone è stato dato. Chi non è contento dello scossone dato da B.Grillo è in malafede. Come non si può essere stufi di questa nazione che vive solo dei propri ricordi? Chi ama viaggiare e ha la fortuna di farlo, si rende conto delle differenze tra le nazioni democratiche e quelle che si definiscono tali. L'Italia, appunto, si può solo definire tale. Non c'è peggior sistema di quello che ti fa credere di poter scegliere e non te ne da l'opportunità. Io sono stanco dei politici mangiasoldi, dell'illegalità portata avanti dai nostri concittadini, delle prepotenze vissute e praticate dalla collettività senza più alcuna identità. La cosa più scandalosa è che ogni qualvolta sorge un problema invece di risolverlo si riesce a parlare solo di quale legge fare per tappare il buco creato dal sistema. Siamo pieni di leggi, che nessuno fa applicare. Le leggi sull'impiego, le leggi sulle strade, leggi per l'antitrust, leggi per le trasparenze bancarie, leggi in difesa del cittadino, leggi comunali, leggi per la tutela del malato, una costituzione dagli spiccati obblighi morali. Ma nessuno che applica le migliaia di leggi esistenti. E tutti a fare ciò che credono. Chi vive guidando, chi vive per ospedali, chi vive per lavorare e dare da mangiare ai propri figli (invece di lavorare per vivere), chi scopre che le banche hanno fottuto tutti i soldi, chi ha avuto i genitori ammazzati da un tipo che con l'indulto è "fuori", chi vive nella speranza di poterlo fare in una nazione migliore, è stanco. Come dice Grillo, i politici sono nostri dipendenti ma non si comportano come tali. Ci sfruttano, giocando a lasciarci in tasca l'essenziale per arrivare a fine mese. Solo che molti non riescono più ad arrivarci. Un giorno bisogna parlare del gioco dei mutui a tasso variabile. Lo specchietto per le allodole. Ora, a parte questo sfogo, non è ora di muovere il culo e mandare a casa chi cura i propri interessi anzichè quelli di coloro che pagano le tasse mantenendoli? Un abbraccio a tutti.

Flavio Massimo 20.09.07 01:14| 
 |
Rispondi al commento

sto guardando mentana (vaff...): Feltri è d'accordo con noi ! cosa abiamo sbagliato ?

massimo caselli 20.09.07 01:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo scossone è stato dato. Chi non è contento dello scossone dato da B.Grillo è in malafede. Come non si può essere stufi di questa nazione che vive solo dei propri ricordi? Chi ama viaggiare e ha la fortuna di farlo, si rende conto delle differenze tra le nazioni democratiche e quelle che si definiscono tali. L'Italia, appunto, si può solo definire tale. Non c'è peggior sistema di quello che ti fa credere di poter scegliere e non te ne da l'opportunità. Io sono stanco dei politici mangiasoldi, dell'illegalità portata avanti dai nostri concittadini, delle prepotenze vissute e praticate dalla collettività senza più alcuna identità. La cosa più scandalosa è che ogni qualvolta sorge un problema invece di risolverlo si riesce a parlare solo di quale legge fare per tappare il buco creato dal sistema. Siamo pieni di leggi, che nessuno fa applicare. Le leggi sull'impiego, le leggi sulle strade, leggi per l'antitrust, leggi per le trasparenze bancarie, leggi in difesa del cittadino, leggi comunali, leggi per la tutela del malato, una costituzione dagli spiccati obblighi morali. Ma nessuno che applica le migliaia di leggi esistenti. E tutti a fare ciò che credono. Chi vive guidando, chi vive per ospedali, chi vive per lavorare e dare da mangiare ai propri figli (invece di lavorare per vivere), chi scopre che le banche hanno fottuto tutti i soldi, chi ha avuto i genitori ammazzati da un tipo che con l'indulto è "fuori", chi vive nella speranza di poterlo fare in una nazione migliore, è stanco. Come dice Grillo, i politici sono nostri dipendenti ma non si comportano come tali. Ci sfruttano, giocando a lasciarci in tasca l'essenziale per arrivare a fine mese. Solo che molti non riesco più ad arrivarci. Un giorno bisogna parlare del gioco dei mutui a tasso variabile. Lo specchietto per le allodole. Ora, a parte questo sfogo, non è ora di muovere il culo e mandare a casa chi cura i propri interessi anzichè quello di coloro che pagano le tasse mantenendoli? Un abbraccio a tutti.

Flavio Massimo 20.09.07 01:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i francesi mi sono antipatici: però una cosa buona
ce l'anno in attivo: hanno fatto la rivoluzione francese; oggi la democrazia nata da quelle teste
mozzate ci consente di tagliare le teste senza farlo realmente(almeno finchè dura un certo benessere); fatto è che i privilegi, il nepotismo,le ingiustizie c'erano allora come adesso e la vessasione economica a cui siamo sottoposti è chiaro che è dovuta oltre agli sprechi del passato agli sprechi della nobiltà di
di oggi(leggi partiti con il loro enorme enturage
di voti comprati)

roberto C. Commentatore certificato 20.09.07 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Mauro Mazza?Che dire,non potendo essere V DAY
è diventato V Visitors.

paolo gasperini 20.09.07 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Desidero ringraziare te Beppe e tutti gli amici che ti hanno aiutato e sotenuto e tutto coloro che come me continueranno a seguirti e sostenerti.Sono una operaia di 42 anni, una delle tante che non arriva mai alla fine del mese, una delle tante che lo stato non riconosce come famiglia (in quanto convivente)ma a cui il fisco dice no alle riduzioni fiscali per la famiglia (ho una figlia di 11 anni) perchè in quanto convivente il reddito si cumula...una delle tante che non può pagare i libri di scuola obbligatoria perchè troppo costosi,che non può curarsi i denti..una delle tante che spera di morire presto.Sono una delle tante vittime di un comune privo di umanità,ma che inneggia alla fiera del tartufo.Ostaggio della mia miseria come tanti..troppi.Non sogno di diventare ricca, ma solo di poter vivere e non sopravvivere, di vedere una società equa dove chi sbaglia paga,e chi è meritevole viene premiato.Sogno un mondo pulito e aria respirabile, sogno che ci sia restituita la dignità di appartenere ad una Nazione che è dalla parte dei giusti non dei più forti.Spero che tutto questo un giorno possa essere una realtà che i nostri figli avranno la fortuna di vivere e che questo non resti solo "il sogno".Grazie con tutto il cuore

sabrina nocchetti 20.09.07 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti stufi!!! Io ho 32 anni e sono stanco di vedere le solite faccie e i soliti indagati.
BASTA!!! Qualcuno é arivato a dire attenzione alle pistole!!! Ma se i veri delinquenti sono loro!!! Basta!!! Se non proviamo a cambiare rimarremo nella solita ZOLFA!!! Basta.
Io sono dalla parte di Grillo. Proviamo a fare qualcosa, tanto peggio di cosí!!!
Ciao a tutti e forza ma non italia forza con la voglia di cambiare di migliorare questo paese in mano alla CASTA!!! E speriamo in BENE!!!

Marco Palazzo 20.09.07 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per l'intrusione, ma vorrei sapere dopo si può reperire il testo del dossier che Grillo ha consegnato a Prodi mesi fa.

massimo ricci 20.09.07 00:39| 
 |
Rispondi al commento

E molti anni che non voto piu.
sono nauseato dalla politica dai partiti e da chi vota a sinistra o a destra solo per campanilismo da stadio.
Basta uscire dai confini per vedere che lo stato italiano non e degno di un paese europeo ma molto piu vicino al terzo mondo.
Chi nega questo aimè sguaza in questo sistema rivoltante e non fa nulla per cambiarlo.
Si vanta degli insegnamenti tipici della mentalita truffaldina e del piu furbo .
La nostra classe dirigente è impresentabile Personalmente mi sento la coscienza sporca e un criminale nel dover rispettare queste leggi fatte da un governo che consente e favorisce un illegalita diffusa.
I cittadini se ne sono accorti e sono stufi.
Ben venga la tua protesta grillo ,che poi nnon e nulla di eccezzionale,basta dire quello che si pensa,e si vede.
Tornero a votare soll se fondi un movimento ...avrai il mio voto.
La reazione dei politici e sconsiderata .
Hanno paura e non sanno piu come mantenere il potere...nessuno ha avuto il coraggio di ammetere e vero Grillo dice la verita....
Siamo schifati ,nauseati ,rivoltati nel vedere queste facce da culo in televisione che non hanno mai fatto un cazzo nella loro vita ...e ci voglino insegnare a vivere....
I problemi del paese sono seri....gravissii e loro ci spaccano i coglioni con i pacs...i lavavetri ai semafori ...la legge elettorale...
case popolari ne hanno piu fatte ????
l indulto (liberiamo i criminali ) ma anche i politici corrotti...
tutti d accordo che schifo...

Roberto Della Volpe 20.09.07 00:25| 
 |
Rispondi al commento

grazie grillo sei un grande !!
stanno tremando questi professionisti dellle parole vuote......
avanti cosi......
enzo

enzo colaluca 19.09.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento

MOVIMENTO PER L'ABBATTIMENTO DELLA CASTA

Penso si possa andare oltre le liste civiche.

Si potrebbe formare un movimento per l'abbattimento della casta. Questo movimento dovrebbe presentarsi alle politiche e ottenere una forza tale da poter condizionare l'azione di qualsiasi governo si fara'. A questo governo si dovranno imporre una serie di misure, poche ma fondamentali, per eliminare i privilegi piu' vergognosi di cui gode l'attuale classe politica e per scrivere delle regole che "favoriscano" comportamenti piu' onesti e trasparenti. Ottenuto questo risultato il movimento dovrebbe sciogliersi.

Questo movimento dovrebbe evitare di prendere posizione su temi economici, sociali, fisscali o altro, temi di importanza fondamentale, ma che creerebbero inevitabilmente divisioni all'interno. Il movimento dovrebbe invece essere focalizzato su pochi obiettivi condivisi, credo, dalla grande maggioranza dei cittadini, ma che la casta al potere non ha alcun interesse a perseguire. Esempi di obiettivi:
- le proposte di legge del V-day (dubito che verranno recepite dal parlamento attuale)
- la riduzione del numero dei parlamentari (io personalmente abolirei il senato),
- norme che "disincentivano" la frammentazione dei gruppi parlamentari,
- norme per la trasparenza dei bilanci degli enti pubblici
- limiti ragionevoli agli stipendi di parlamentari, consiglieri regionali, manager di aziende statali, ecc...

Per fare un solo esempio concreto, mi sembra "ragionevole" che se lo stipendio di un insegnante italiano e', per ipotesi (non conosco i dati), uguale ai due terzi dello stipendio di un insegnante francese (o inglese, o tedesco,...) lo stipendio di un parlamentare italiano debba essere uguale ai due terzi dello stipendio del suo collega francese. Per quanto riguarda la pensione, non ci vedo nulla di male ad applicare ai parlamentari il normale sistema contributivo che si applica ai nuovi occupati, comuni mortali.

Filippo Cesi 19.09.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
leggo sempre tutte le notizie interessanti che pubblichi e mi trovo quasi sempre daccordo con te. Ma ahimè, questa è la seconda volta consecutiva che ho qualcosa da puntualizzare e a cui vorrei che te e gli altri lettori rispondeste.
Faccio parte di un partito extraparlamentare che già nel 1999 ha raccolto le firma necessarie per una proposta di legge di iniziativa popolare di responsabilità politica per tutti gli eletti nei confronti degli elettori. Ovviamente è ancora lì che giace "dimenticata", nessun parlamentare pensa neanche minimamente a metterla all'ordine del giorno. Questo te lo racconto per farti capire che non siamo tanto distanti dalle tue idee. Siamo sicuramente molto più distanti dal modo attuale di far politica, basti sapere che nel nostro partito siamo tutti volontari!
Ora tu scrivi: "Tra i requisiti ci saranno, ad esempio, il non essere iscritti a partiti". Per cui, io, iscritto al Partito Umanista, non avrò MAI il tuo consenso, a prescindere da quello che dico? O forse ti riferisci ai partiti attualmente parlamentari? Nel qual caso puoi specificarlo?
Mi farebbe piacere poter anche discutere con te di altre questioni. Sono disponiblie anche a farti conoscere il nostro programma.
un abbraccio
emì

emiliano cristilli 19.09.07 16:51| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
leggo sempre tutte le notizie interessanti che pubblichi e mi trovo quasi sempre daccordo con te. Ma ahimè, questa è la seconda volta consecutiva che ho qualcosa da puntualizzare e a cui vorrei che te e gli altri lettori rispondeste.
Faccio parte di un partito extraparlamentare che già nel 1999 ha raccolto le firma necessarie per una proposta di legge di iniziativa popolare di responsabilità politica per tutti gli eletti nei confronti degli elettori. Ovviamente è ancora lì che giace "dimenticata", nessun parlamentare pensa neanche minimamente a metterla all'ordine del giorno. Questo te lo racconto per farti capire che non siamo tanto distanti dalle tue idee. Siamo sicuramente molto più distanti dal modo attuale di far politica, basti sapere che nel nostro partito siamo tutti volontari!
Ora tu scrivi: "Tra i requisiti ci saranno, ad esempio, il non essere iscritti a partiti". Per cui, io, iscritto al Partito Umanista, non avrò MAI il tuo consenso, a prescindere da quello che dico? O forse ti riferisci ai partiti attualmente parlamentari? Nel qual caso puoi specificarlo?
Mi farebbe piacere poter anche discutere con te di altre questioni. Sono disponiblie anche a farti conoscere il nostro programma.
un abbraccio
emì

emiliano cristilli 19.09.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Condivido (quasi) tutto quello che dici e fai Beppe. Ma concordo con chi sostiene che questa storia delle liste civiche è un po azzardata.
E' ovvio che tali liste, in caso di elezioni, non raggiungerebbero il 51% ed è presumiblile che rosicchierebbero (in massima parte) voti all'elettorato di centro sinistra con il rischio di ulteriori frammentazini a tutto vantaggio del centroDx.
Ora, possiamo anche tentare la strata del 'harakiri'... o del 'tanto peggio tanto meglio'. Ma dobbiamo valutarne i rischi ed esserne consapevoli.
E' vero che questo governo ha disatteso tutte le aspettative, ma il precedente mi sembrava peggio.

Un'altro appunto che mi sentirei di fare è sugli attacchi ai partiti. Secondo me dovresti puntare il dito sui 'politici' non sui partiti. In tutte gli stati, anche quelli che ritengo possano essere presi ad esempio (penso ai paesi del nord europa) non sono riusciti a fare a meno dei partiti. Sono le persone (i politici) che fanno la differenza e che deveno essere rinnovati.
Noi siamo un popolo diverso. Anche gli idraulici di Oslo sono diversi di quelli Genova, cosi come i magistrati ecc.
Per anni questa diversità non è stata un grosso problema; anzi la nostra approssimazione ci ha permesso di sperimentare strade nuove ..,, ha forse stimolato la nostra creatività... ma ora siamo giunti ad un livello di complessità tale, per cui una società senza regole condivise e rispettate (come è ora l'Italia) è insostenibile. Secondo me è questo quello che pensano molti di quelli che come me ti hanno seguito l'8 settembre. E credimi, siamo tanti ma non siamo maggioranza nel paese.
Ti faccio un esempio: se domani ti proponi come un partito che fa rispettare TASSATIVAMENTE il limite dei 130 km/h in autostrada... io ti voterei. ma non posso dire altrettanto degli altri 999.999. Questi siamo e dobbiamo prenderne atto

Secondo me, se volgiamo incidere nella società e non fare un buco nell'acqua, dobbiamo promuovere URGENTEMENTE una rivoluzione culturare.

Massimiliano M. Commentatore certificato 19.09.07 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Avete sentito le cose demenziali che ha detto il direttore del TG2 Mazza. Il servo di Fini è uscito di senno

Mario Giordano Commentatore certificato 19.09.07 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Da L'altravoce.net
Quelli che si sono messi in fila per firmare con Grillo non sono antipolitica, chiedono invece il rinnovamento e indicano la volontà di tornare a dire qualcosa sulla politica»: i 300mila portati in piazza dal comico genovese non spaventano Renato Soru, presidente della Regione Sardegna e candidato per la segreteria del Partito democratico sardo. Il referendum sulla legge statutaria del 21 ottobre lo preoccupa invece di più perché potrebbe cancellare «una legge che abbiamo discusso e votato per due mesi», per restare al sistema attuale, «dove i poteri non sono specificati e ci troviamo col rischio di avere 100 consiglieri regionali dopo le prossime elezioni», cancellando anche «l'unica legge in Italia sul conflitto di interessi».

«In Italia sta succedendo che 300mila persone si mettono a firmare per una legge e che un libro come “La casta”, non un romanzo d'avventura, vende 700mila copie», osserva Soru. «Anche mia figlia è andata a firmare...
Per saperne di piu' vedi il sito www.chiccoporcu.it

Angela Cotza 19.09.07 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo una proposta di lista civica indipendente che stiamo cercando di realizzare in vista delle elezioni comunali di Pisa 2008

Vedi http://conventionprimarie.blogspot.com

Ogni commento è più che gradito (preferibilmente lasciatelo al blog di cui sopra, così lo leggiamo facilmente)

Se qualcuno ha intenzione di intraprendere iniziative simili in altri Comuni ce lo faccia sapere

Damiano Anselmi 19.09.07 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo plaudo alla sua iniziativa di reazione popolare e populistica alla incapacità costosa dei politici a incontrare le esigenze dei cittadini.Si possono all'infinito denunciare le nefandezze di questa classe politica, accendere la scintilla del malcontento popolare,cosa già avvenuta pericolosamente in passato nel 92 ad esempio ma anche nella storia europea, vedi rivoluzione francese, rivoluzione d'ottobre ecc., con il rischio già vissuto di aprire a tentazioni anarchiche o peggio dittatoriali.Il deterioramento in senso partitico della politica oggi, non può essere ostracizzato a priori, perchè dà diritto di voce alle minoranze,ma regolato secondo principi di rappresentanza maggioritaria. La casta politica in italia è una delle caste in attesa di regolamentazione,vedi la casta dei magistrati, dei baroni universitari, e via via le caste professionali.Corre obbligo pertanto suggerire proposte costruttive che possono dare ad esempio un contributo su come valorizzare il lavoro dei parlamentari.questi signori, eletti per gestire il bene pubblico, potrebbero percepire le loro idennità non più collegate a quelle dei magistrati,( che a loro volta dovrebero essere retribiti per la qualità e la quantità delle sentenze), ma ad esempio all'indice PIL della nazione, un indicatore cioè della produttività e del benessere economico del paese che deve essere tutelato e incoraggiato delle leggi approvate dal parlamento. La proposta pertanto è quella di contenere i costi complessivi della politica italiana(dalle amministrazioni comunali alle rappresentanze parlamentari nazionali e europee nello 0.5 % dell'indice PIL, oltre all'abolizione dei meccanismi attuali di calcolo del trattamento pensionistico di questi signori.Quanto alla moralità,trovo riduttivo escludere dall'eleggibilità persone con condanne penali o civili, specie in una realtà di abusi, e di errori giudiziari, e in generale di non controllo sull'operato dei magistrati.

roberto bolognese 19.09.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo una proposta di lista civica indipendente che stiamo cercando di realizzare in vista delle elezioni comunali di Pisa 2008

Vedi http://conventionprimarie.blogspot.com

Ogni commento è più che gradito (preferibilmente lasciatelo al blog di cui sopra, così lo leggiamo facilmente)

Se qualcuno ha intenzione di intraprendere iniziative simili in altri Comuni ce lo faccia sapere

Damiano Anselmi 19.09.07 14:02| 
 |
Rispondi al commento

caro Bebbe, l'idea delle liste civiche può essere condivisibile in quanto si tratta di iniziative autenticamente democratiche, ma ha in se un vizio di base non trascurabile, io non credo che la semplice adesione al movimento (V-day, Bebbe Grillo, chiamalo come ti pare) possa essere un certificato di "sana e robusta costituzione", i furbi del quartierino sono sempre dietro l'angolo. Io propongo di abbinare a questa iniziativa il boiccottaggio di ogni evento elettorale a partire dalle provinciali fino alle politiche, togliamo linfa alla casta, delegittimiamo l'intera classe politica e costringiamoli a prendere la cosa maledettamemte sul serio.

loris sartor 19.09.07 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo una proposta di lista civica indipendente che stiamo cercando di realizzare in vista delle elezioni comunali di Pisa 2008

Vedi http://conventionprimarie.blogspot.com

Ogni commento è più che gradito (preferibilmente lasciatelo al blog di cui sopra, così lo leggiamo facilmente)

Se qualcuno ha intenzione di intraprendere iniziative simili in altri Comuni ce lo faccia sapere

Damiano Anselmi 19.09.07 13:48| 
 |
Rispondi al commento

l'idea delle liste civiche mi sembra assurda e mi delude. Forse nn avevo ben capito lo spirito del v-day. Che i politici siano incensurati è condizione necessaria ma nn sufficiente. Dovrei votare qualcuno solo perché è una persona onesta? Io ho degli ideali POLITICI, VALORI in cui credo e temo invece che la gente che plaude a questa iniziativa abbia molta rabbia che, perché no, potrebbe dar vita a dei buoni programmi ma dietro ai quali ci sarebbe ben poco. Vorrei sapere in cosa crede la persona che sto votando: Crede che gli stipendi attuali dei politici siano troppo alti? Crede che la mafia esista realmente? Crede che chi amministra lo stato dovrebbe essere un dipendente del cittadino? Queste convinzioni dovrebbero stare alla base, universalmente condivise, di qualcosa di più. Nn possiamo fermarci a questo, nn possiamo accontentarci di questo altrimenti avrebbero ragione loro è anti-politica e basta.

silvia minaldi 19.09.07 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Faccio mia la correzione di Luca. SCRIVIAMO SULLE SCHEDE "RESET" AD OGNI CONSULTAZIONE "IMPOPOLARE" A PARTIRE DALLE EUROPEE!!!

Il movimento spontaneo deve SPAZZARLI via per poi ricostruire, ognuno con le ricette che ritiene più opportune, perchè non siamo tutti uguali, o meglio siamo tutti UGUALMENTE presi per il c....
Non dobbiamo discutere sul come risolvere il problema delle pensioni, DOBBIAMO FARE IN MODO CHE PRIMA DI TOCCARE LE PENSIONI A CHI A STENTO CI MANGIA NON SI PRENDANO GLI AEREI DI STATO A C...O DI CANE, NON CI SIANO 2 o 3 Volte i parlamentari necessari, NON SI PAGHINO DI AFFITTO MILIONI DI EURO PER UFFICI INUTILIZZATI, NON SI PAGHINO 3 BARBIERI DI STATO. Quando VALIUM PRODI mi dice che bisogna guardare il bilancio e lo fa guardando con l'acquolina in bocca il MIO portafoglio MI INC....o

Giuliano Papadia 19.09.07 12:42| 
 |
Rispondi al commento

E ADESSO DELEGITTIMIAMOLI TUTTI!!!
Liste civiche? Potrebbe essere un'idea anche se si corre il rischio di generare ammucchiate.
Comunque parliamone e verifichiamo se esistono le premesse per portare avanti obiettivi condivisi.
Nell'attesa provo a lanciare una provocazione: e se andassimo in massa (ma davvero in tanti, anzi di più) a votare scheda bianca alle prossime elezioni del Partito Democratico (un partito nuovo nato già vecchio)? Ve l'immaginate se prendessimo una valanga di voti? Non sarebbe uno smacco agli stati maggiori? Non sarebbe un'altra prova della nostra forza? Non sarebbe dimostrazione di grande partecipazione alla faccia di chi ci taccia di qualunquismo?
Credete che ne prenderebbero atto o continueranno a fare gli struzzi?

paolo greco 19.09.07 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti nessuno escluso.
inizio con una battuta semplice """Vai Avanti te che a me viene da RIDERE"""".
questo è il significato dell'iniziativa di Grillo !!!!che non condivido per niente........
Sta nascendo un nuovo partio??
Ok!!! lo chiameremo dei ***Ridolini****.
No si può lanciare il sasso e poi nascondere la mano ,se grillo ha iniziato un percorso o avventura ....... è più semplice che la porti a termine e non lasciare ai soli cittadini l'ingombenza della gestione pubblica senza basi come sta ventilando ....se poi li vogliamo chiamare semplici cittadini....... perchè credo che intorno a grillo c'è gente affamata di popolarità e che appoggia grillo per altri scopi ,questa è la mia impressione.Un minatore che diventa il segretario comunale, senza una base scolastica senza esperienza di nessun genere della burocrazia ,senza offesa per lui che rispetto come lavoratore la vedo brutta la faccenda . ..Ecco
questo è il partito dei RIDOLINI
Il nuovo partito che si sta formando è il partito delle battute..... senza avere una iniziativa di nessun genere illudere la gente è da egoisti.
Scusatemi la cosa a me mi è molto strana sono diffidente per natura e non appoggerò mai l' uomo chiamato GRILLO che rispetto a tanti è tondo di peso per natutra....

ciao ciao

Zagor

Zagor.m 19.09.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Da L'altravoce.net
Quelli che si sono messi in fila per firmare con Grillo non sono antipolitica, chiedono invece il rinnovamento e indicano la volontà di tornare a dire qualcosa sulla politica»: i 300mila portati in piazza dal comico genovese non spaventano Renato Soru, presidente della Regione Sardegna e candidato per la segreteria del Partito democratico sardo. Il referendum sulla legge statutaria del 21 ottobre lo preoccupa invece di più perché potrebbe cancellare «una legge che abbiamo discusso e votato per due mesi», per restare al sistema attuale, «dove i poteri non sono specificati e ci troviamo col rischio di avere 100 consiglieri regionali dopo le prossime elezioni», cancellando anche «l'unica legge in Italia sul conflitto di interessi».

«In Italia sta succedendo che 300mila persone si mettono a firmare per una legge e che un libro come “La casta”, non un romanzo d'avventura, vende 700mila copie», osserva Soru. «Anche mia figlia è andata a firmare...
Per saperne di piu' vedi il sito www.chiccoporcu.it

Angela Cotza 19.09.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao al grande Beppe e a tutti voi,
Finalmente ed era ora,da tempo seguo il blog e ogni iniziativa brilla per onestà di intenti,quello che Grillo cdice non è altro che l'amara realta Italiana ma non di oggi,direi di "quasi"sempre,almeno che io possa ricordare a 29 anni.
Veivere il V-Day è stato per me realmente un sogno, vedere una vera "rivoluzione" in atto,dove la gente finalmente apre il cervello,riflette ,comincia a capire con chi abbiamo a che fare,chi sono i signoroni che siedono qui a Roma e che vivono nella Bambaggia e nello sfarzo.E'ora di dire basta e di farlo tutti assieme,non so nemmeno come si crea una lista civica,ma credo che qui a Roma ne troverò abbastanza per poter scegliere,anche se le mie personali idee ne vorrebbero vedere 1 sola per città,in modo da far vedere come il POPOLO SIA UNITO almeno su questo.Dare voce al popolo è sempre stata una buona idea,dargli una concreta speranza di cambiamento è la CHIAVE di svolta secondo me.Per favore non arrendetevi mai, seguite sempre le vostre idee e ricordatevi che questo BEL PAESE è nostro,di tutti noi, non di pochi privileggiati che ne fanno un uso proprio di interessi ecc..Un'altra cosa, si potrebbe un giorno ottenere una politica che non preveda stipendi,che non sia quindi una professione(il politicone),magari pagare le spese ma ogni politico dovrebbe in primis essere un lavoratore di quelli che sanno come và la vita reale,le banche i prestiti i tassi da strozzini legali ecc.....magari un giorno chissà.......

giovanni i. Commentatore certificato 19.09.07 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Ciao al grande Beppe e a tutti voi,
Finalmente ed era ora,da tempo seguo il blog e ogni iniziativa brilla per onestà di intenti,quello che Grillo cdice non è altro che l'amara realta Italiana ma non di oggi,direi di "quasi"sempre,almeno che io possa ricordare a 29 anni.
Veivere il V-Day è stato per me realmente un sogno, vedere una vera "rivoluzione" in atto,dove la gente finalmente apre il cervello,riflette ,comincia a capire con chi abbiamo a che fare,chi sono i signoroni che siedono qui a Roma e che vivono nella Bambaggia e nello sfarzo.E'ora di dire basta e di farlo tutti assieme,non so nemmeno come si crea una lista civica,ma credo che qui a Roma ne troverò abbastanza per poter scegliere,anche se le mie personali idee ne vorrebbero vedere 1 sola per città,in modo da far vedere come il POPOLO SIA UNITO almeno su questo.Dare voce al popolo è sempre stata una buona idea,dargli una concreta speranza di cambiamento è la CHIAVE di svolta secondo me.Per favore non arrendetevi mai, seguite sempre le vostre idee e ricordatevi che questo BEL PAESE è nostro,di tutti noi, non di pochi privileggiati che ne fanno un uso proprio di interessi ecc..Un'altra cosa, si potrebbe un giorno ottenere una politica che non preveda stipendi,che non sia quindi una professione(il politicone),magari pagare le spese ma ogni politico dovrebbe in primis essere un lavoratore di quelli che sanno come và la vita reale,le banche i prestiti i tassi da strozzini legali ecc.....magari un giorno chissà.......

giovanni i. Commentatore certificato 19.09.07 10:50| 
 |
Rispondi al commento

"POVERINI" i politici ... "POVERINI", tutto ciò che si muove dal basso viene definito volgare ... loro naturalmente sono in alto!Definiscono lo stesso B.G. volgare!... VOLGARE?!? Sostengo alla grande i modi e le parole di B.G., sostengo alla grande la sua "volgarità" verbale, perchè affonda colpi, spero mortali, contro la VOLGARITA' MORALE dei politici!SIGNORI ... stanno incominciando a stringere le chiappe, la dissenteria li colpirà ... PURGHIAMO I DIS-ONOREVOREVOLI ... PURGHIAMO I PUZZONI!!!

Giovanni Limongelli 19.09.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao al grande Beppe e a tutti voi,
Finalmente ed era ora,da tempo seguo il blog e ogni iniziativa brilla per onestà di intenti,quello che Grillo cdice non è altro che l'amara realta Italiana ma non di oggi,direi di "quasi"sempre,almeno che io possa ricordare a 29 anni.
Veivere il V-Day è stato per me realmente un sogno, vedere una vera "rivoluzione" in atto,dove la gente finalmente apre il cervello,riflette ,comincia a capire con chi abbiamo a che fare,chi sono i signoroni che siedono qui a Roma e che vivono nella Bambaggia e nello sfarzo.E'ora di dire basta e di farlo tutti assieme,non so nemmeno come si crea una lista civica,ma credo che qui a Roma ne troverò abbastanza per poter scegliere,anche se le mie personali idee ne vorrebbero vedere 1 sola per città,in modo da far vedere come il POPOLO SIA UNITO almeno su questo.Dare voce al popolo è sempre stata una buona idea,dargli una concreta speranza di cambiamento è la CHIAVE di svolta secondo me.Per favore non arrendetevi mai, seguite sempre le vostre idee e ricordatevi che questo BEL PAESE è nostro,di tutti noi, non di pochi privileggiati che ne fanno un uso proprio di interessi ecc..Un'altra cosa, si potrebbe un giorno ottenere una politica che non preveda stipendi,che non sia quindi una professione(il politicone),magari pagare le spese ma ogni politico dovrebbe in primis essere un lavoratore di quelli che sanno come và la vita reale,le banche i prestiti i tassi da strozzini legali ecc.....magari un giorno chissà.......


Per me non c'erano dubbi sul successo del V-Day di B. Grillo: rappresenta anzi solo in minima parte gli italiani che vogliono un'unica vera grande riforma, quella della politica. E' necessario perciò insistere, potendo contare credo sul consenso sempre crescente, anche fattivo e concreto, dei cittadini. Ritengo che i temi della riforma, a partire dalla non eleggibilità dei condannati, debbano interessare tutto il territorio nazionale, fino alle più piccole comunità. Questi a mio avviso i punti salienti della riforma:
-ridurre il numero dei componenti le assemblee rappresentative, spesso pletoriche e autoreferenziali, dal Parlamento fino ai più piccoli comuni(12 consiglieri comunali più un sindaco anche per comuni di poche centinaia di abitanti !).
-ridurre le indennità sia per il risparmio, sia per recuperare il senso civico della missione politica (non più un mestiere ).
-eliminare l'incompatibilità tra parlamentari e ministri, cosiglieri e assessori,onde evitare che persone senza il consenso dei cittadini vadano ad amministrare e ad aumentare le spese in modo iperbolico.
-fissare un limite di mandato e di candidature non solo per il Parlamento, ma anche e soprattutto per gli enti locali.Si tenga conto che l'Italia è fatta in maggioranza di piccoli comuni ed è fondamentale che il cambiamento parta dalla base.In Sardegna più del 70% sono comuni con meno di 2000 abitanti e la vita civica in molti di essi è avvelenata letteralmente dalla politica;ci sono consiglieri comunali di professione, candidati tutta la vita (4,5 e 6 volte) e grazie al sistema elettorale dell'ex PCI Bassanini, stanno sempre lì.Un sistema elettorale che non consente agli elettori (pochi) di filtrare i candidati migliori, come dovrebbe essere in un sistema democratico e costituzionale, ma che consente, al contrario l'elezione col voto di pochi parenti, grazie alla preferenza unica, anche ai peggiori ceffi del villaggio.Quindi è indispensabile, anche per le minime condizioni di vivibilità

Giovanni Piras 19.09.07 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao al grande Beppe e a tutti voi,
Finalmente ed era ora,da tempo seguo il blog e ogni iniziativa brilla per onestà di intenti,quello che Grillo cdice non è altro che l'amara realta Italiana ma non di oggi,direi di "quasi"sempre,almeno che io possa ricordare a 29 anni.
Veivere il V-Day è stato per me realmente un sogno, vedere una vera "rivoluzione" in atto,dove la gente finalmente apre il cervello,riflette ,comincia a capire con chi abbiamo a che fare,chi sono i signoroni che siedono qui a Roma e che vivono nella Bambaggia e nello sfarzo.E'ora di dire basta e di farlo tutti assieme,non so nemmeno come si crea una lista civica,ma credo che qui a Roma ne troverò abbastanza per poter scegliere,anche se le mie personali idee ne vorrebbero vedere 1 sola per città,in modo da far vedere come il POPOLO SIA UNITO almeno su questo.Dare voce al popolo è sempre stata una buona idea,dargli una concreta speranza di cambiamento è la CHIAVE di svolta secondo me.Per favore non arrendetevi mai, seguite sempre le vostre idee e ricordatevi che questo BEL PAESE è nostro,di tutti noi, non di pochi privileggiati che ne fanno un uso proprio di interessi ecc..Un'altra cosa, si potrebbe un giorno ottenere una politica che non preveda stipendi,che non sia quindi una professione(il politicone),magari pagare le spese ma ogni politico dovrebbe in primis essere un lavoratore di quelli che sanno come và la vita reale,le banche i prestiti i tassi da strozzini legali ecc.....magari un giorno chissà.......

Gianni Iavarone 19.09.07 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao al grande Beppe e a tutti voi,
Finalmente ed era ora,da tempo seguo il blog e ogni iniziativa brilla per onestà di intenti,quello che Grillo cdice non è altro che l'amara realta Italiana ma non di oggi,direi di "quasi"sempre,almeno che io possa ricordare a 29 anni.
Veivere il V-Day è stato per me realmente un sogno, vedere una vera "rivoluzione" in atto,dove la gente finalmente apre il cervello,riflette ,comincia a capire con chi abbiamo a che fare,chi sono i signoroni che siedono qui a Roma e che vivono nella Bambaggia e nello sfarzo.E'ora di dire basta e di farlo tutti assieme,non so nemmeno come si crea una lista civica,ma credo che qui a Roma ne troverò abbastanza per poter scegliere,anche se le mie personali idee ne vorrebbero vedere 1 sola per città,in modo da far vedere come il POPOLO SIA UNITO almeno su questo.Dare voce al popolo è sempre stata una buona idea,dargli una concreta speranza di cambiamento è la CHIAVE di svolta secondo me.Per favore non arrendetevi mai, seguite sempre le vostre idee e ricordatevi che questo BEL PAESE è nostro,di tutti noi, non di pochi privileggiati che ne fanno un uso proprio di interessi ecc..Un'altra cosa, si potrebbe un giorno ottenere una politica che non preveda stipendi,che non sia quindi una professione(il politicone),magari pagare le spese ma ogni politico dovrebbe in primis essere un lavoratore di quelli che sanno come và la vita reale,le banche i prestiti i tassi da strozzini legali ecc.....magari un giorno chissà.......

Gianni Iavarone 19.09.07 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Mio caro Beppe questa volta hai fatto un errore grossolano,non puoi permetterti di inserire, un qualsiasi politico in una categoria, sia essa di malati di delinquenti o di abusivi nessuno, accettera'mai di annoverare nelle proprie file, un facente parte della odierna classe politica.
Un malato di alzaimer ha la propria dignita',se avessi dato del lavavetri a Fassino, oggi ti sputerebbero sul parabrezza a tutti i semafori.Se hai coraggio, prova a dire che Mastella dovrebbe fare il posteggiatore abusivo, ti posso garantire che la tua auto sarebbe ridotta cosi' male che non avrebbe piu' diritto nemmeno all'incentivo statale della rottamazione,pensa che io,che sono da sempre simpatizzante della sinistra,mi sento indignato, quando il Cavaliere,si permette di dare del Comunista a Dalema,offendendo milioni di persone e nessuno lo redarguisce.Attento a come parli,se proprio devi fare paregoni, ti posso consigliare categorie che siano moralmente somiglianti:politici e banchieri,manager d'assalto e ministri,giornalisti e prostitute no scusa meglio di no, altrimenti provocheresti un dramma,pensa che articolo sui giornali:"Beppe Grillo provoca sciopero generale delle prostitute"pero' di conseguenza ci sarebbe un abbassamento sostanzioso delle spese del governo,sarebbe da valutare.Buona fortuna

Ildo Gardenghi 19.09.07 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Evviva. Plaudo all'iniziativa. Il mio suggerimentoè che se sulle cose da fare ci può essere disaccordo,non deve essercene sui principi informatori che dovrebbero essere chiari e comprensibili atutti. Personalmente,visto il punto cui siamo arrivati basta un solo principio che dovrà essere ribadito ossessivamente in ogni occasione e prima di ogni decisione:la questione morale. E' inutile spiegare di cosa si tratta,lo capiscono tutti;tuttavia bisognerà applicarla sempre e senza eccezioni cominciando dalla selezione dei capi,dei loro sottoposti e così via.
Se si farà così avremo rappresentanti e suppo4rters onesti e scrupolosi,professionalmente preparati,rispettosi delle leggi e orientati al bene della comunità ed ogni loro azione dovrà essere valutata sempre secondo il parametro della questione morale. Non si potrà che migliorare. Via le camarille,i nepotismi,le infingardaggini,l'egoismo,il pressapochismo e viva l'onesta',la dedizione,la competenza.
giuseppe brizzi-roma

giuseppe brizzi Commentatore certificato 19.09.07 09:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
10 anni fa in un paesino in provincia di Roma io ed un gruppo di amici avemmo l’idea di fare una bella lista civica e partecipare alle elezioni comunali perché non ne potevamo più dei partiti e del loro modo di gestire la cosa pubblica. Siamo quindi arrivati con 10 anni di anticipo sul tuo V-Day. Prendemmo un bel politico, ex PCI, a cui il partito aveva fatto un torto e che per l’occasione si era messo un bell’abito nuovo di sindaco civico, e vincemmo alla grande le elezioni. Iniziammo ad amministrare il paese con trasparenza e partecipazione popolare. Ogni tre mesi facevamo una bella assemblea pubblica in cui credevamo di partecipare veramente alle vicende amministrative. Intanto il nostro caro sindaco, da vecchio marpione della politica, si preparava un suo vero e proprio potere personale fatto di favori, attenzioni e clientele. Eravamo talmente ciechi ed ingenui che ci adoperammo, dopo 4 anni, per la sua rielezione al secondo mandato. Vistosi toccato da tanta grazia iniziò in lui un vero e proprio delirio di onnipotenza e infallibilità. In poco tempo la trasparenza e la partecipazione si ridussero a meri momenti di testimonianza verso il capo indiscusso. Tutte le decisioni amministrative venivano prese da una sola persona. Il suo delirio arrivò al culmine ed ebbe la faccia tosta di proporre la sua candidatura alle ultime elezioni amministrative (in spregio alla legge che vieta il terzo mandato ai sindaci) sbandierando ancora la sua avversione ai partiti ed abbracciando ancora una volta la lista civica. Fortunatamente non è stato rieletto. Attualmente questo professionista della politica continua a proporre liste civiche e non mi meraviglierei se ti chiedesse il bollino di qualità che tu sicuramente gli consegnerai Con questa storia reale ho voluto dimostrare che la gestione del potere modifica le persone e che chi criticava i partiti ha poi usato il peggio della gestione del potere: clientelismo, arroganza, superbia.

Francesco P. Commentatore certificato 19.09.07 08:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Trovo la proposta, come sempre, GENIALE!!!: partire dalle liste civiche per la città.

I problemi gravi li hanno solo gli abitanti che subiranno la TAV, la Base di Vicenza, le discariche e gli inceneritori nelle terre del Sud, la deturpazione paesagistica in Val di Chiana o quelle situazioni maggiormente pubblicizzate dalla stampa e dalla televisione, grazie ad una ottima e organizzata manifestazione di massa.

Il problema è unico e riguarda tutte le città.
In tutte le città e persino penso nei paesini, le amministrazioni di centro destra e centro sinistra (senza distinzione di bandiera! Tranne singole eccezioni) hanno applicato la regola di anteporre l'interesse privato ai diritti della comunità, dei quali hanno fatto carta straccia.

Ciò vale per la nera (nei due sensi visto lo smog che impesta i nostri polmoni) EX-capitale Milano, traformatasi oggi in nuova e opulenta capitate IM-MORALE D'Italia, dove ci stanno sommergendo di cemento, costruiscono parcheggi in pieno centro;
Così fanno cassa in 3 chi costruisce chi, per quanto riguarda quelli per i privati, li acquista
per specularci sopra e il comune che incassa 3 volte: 1 da chi paga il biglietto del parcheggio a rotazione, 1 dai residenti e da chi parcheggia in superficie, infatti si parla già di parchimetri,
1 con il tiket di ingresso.
Portano uffici e permettono l'apertura prolungata dei locali notturni in pieno centro, così si inquina sia acusticamente che atmosfericamente anche la notte.
Costruiscono strade facendole passare in mezzo a quartieri altamente popolati e tunnel che faranno sbucare migliaia di macchine in pieno centro

Questo non succede solo a Milano, succede anche nella rossa Roma.
Nella altrettanto rossa Umbria, dove l'acqua pubblica è stata venduta a una impresa di acque Minerali ed è stata razionata alla popolazione

SEGUE PARTE SECONDA

Enrica Noseda 19.09.07 07:04| 
 |
Rispondi al commento

E TUTTO RITORNO' NELLA NORMA (PARTE 2)

Tutto e’ di nuovo nella norma. E’ il trionfo del qualunquismo. L’Italiano lamenta: e’ sempre colpa di qualcun altro. PIOVE! Governo ladro.
Non fa niente che l’Italiano medio non paga le tasse, frega il prossimo presentandosi al lavoro (magari al Comune altrimenti appartenente ai Politici) alle 9 invece delle 8 e se ne va a casa alle 3 invece delle 4. Non fa niente se l’Italiano va dal professionista per un consulto e si accorda per pagare di meno senza la ricevuta fiscale cosicche’ rubano tutti e due… Ma chi se ne frega? Loro rubano lo Stato come se lo Stato fosse questo mostro dai mille tentacoli e non un mostro foraggiato dagli Italiani esattamente con collusioni come questa descritta.
Non fa niente se l’Italiano trema al pensiero di dover prendere rischi e si nasconde dietro una m… di anacronistico articolo 18 che rende impossibile fare impresa in Italia. Oops! Nessuno di quelli che hanno aderito al movimento Grillo e’ parte di questi Italiani. E’ sempre colpa di qualcun altro. Del politico, cioe’ di uno di quei 25 criminali che in compagnia di altri sono stati messi al Governo dagli … ITALIANI!

In Italia non e’ la politica che puzza; puzza il tessuto sociale. La politica e’ solo l’espressione del tessuto sociale. Fin quando l’Italiano non si mette in discussione, si assume le proprie responsabilita’ e decide che la festa e’ finita, ci saranno movimenti alla Grillo che si auto ingoiano nella “politica”.

Giovanni Tonelli 19.09.07 05:40| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La formazione di liste civiche che possano in qualche modo portare i reali bisogni della gente ai loro 'primi' dipendenti' e punzecchiarli a lasciare il politichese per fare cose utili sul il proprio territorio ! Non è assolutamente semplice quando ci sono comuni che dal dopoguerra continuano ad essere dominio di maggioranze alla sinistra del 60% ed oltre: si sono infiltrati ovunque sistenado parenti ed amici in una serie di enti inutili,uffici nullafacenti.
Gradirei tanto dare una bella lezione a certi compagni che si ricordano dei cittadini solamente alle elezioni.
Consiglio di postare qualche istruzione tecnica di 'come fare nascere' politicamente e soprattutto burocraticamente una LISTA CIVICA.

Valter V. Commentatore certificato 19.09.07 02:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E' stato bello ridere con te e ci siamo divertiti un mondo ma i tuoi discorsi si sono fatti sempre più seri, forse perché sembra che ci sia sempre meno da ridere ormai.
Bene, ora se si vuole veramente fare qualcosa l'unico strumento possibile è la Politica. Quindi o tiriamo fuori gli attributi e ci attiviamo in prima persona o ci mettiamo d'accordo e ci limitiamo a sentire i tuoi spettacoli, ridiamo tanto e torniamo a casa frustrati più di prima.
Io, nel mio piccolo ma spero con tanti altri, sono con te.
Ciao e grazie!

Nikola Duper 19.09.07 02:00| 
 |
Rispondi al commento

Pronto per le liste civiche .
Buon senso e buona volonta
oltre a idee maturate per mezzo secolo
da discutere a tutto campo.
Saremo in tanti !!!

Strato Caster Commentatore certificato 19.09.07 00:47| 
 |
Rispondi al commento

Piu' che la parola ai Cittadini daremo i fatti.
Buona Volonta' e Buon Senso saranno i due elementi fondamentali della lista civica di coloro che insieme a me aderiranno alla proposta.
Non ci resta che attendere le successive comunicazioni dal blog di Grillo utili per procedere
Da parte mia ho gia' tutta una serie di proposte politiche che ritengo positivamente risolutive
dei molti attuali problemi circa lavoro, previdenza, giustizia, sanità, interni, esteri, etc. certo meritevoli almeno di valutazione popolare e certo molto scomodi e opponenti per la Cupola di Criminalità Organizzata
("CCO" in seguito)che attanaglia il Paese.
Saremo in tanti.

Strato Caster Commentatore certificato 19.09.07 00:05| 
 |
Rispondi al commento

il grillo parlante ha mostrato solo IL RE NUDO, grazie Grillo! i politici chiusi nella loro Realpolitik, i tornaconto di parito, che senza etica dignità permettono a quelli in malafede di farsi i loro affari (se non crimini) privati usando la res publica.

E se un Vday fossero milioni di italiani per 7 giorni a TELEVSIONI SPENTE? quante energie si libererebbero per parlare e confrontarsi in pubblico? quanta forza e intelligenze in campo e non a "porta-a-porta"?

E se iniziassimo da OSSERVATORII CITTADINI sulla gestione del denaro pubblico prima di fare già delle liste civiche?

simone lanza 18.09.07 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera il nostro dipendente Prodi durante la trasmissione Porta a porta ha detto:

"gli italiani non sono meglio dei politici"
Propongo di mandare una e mail di protesta al nostro dipendente schizzofrenico basta cliccare sul sito

http://www.governo.it/Presidente/Biografia/biografiaProdi_it.html

cercare a sinistrae cliccare : governo on line si apre una finestra : manda una email al presidente inondiamolo di e mail di protesta...........io lho fatto.

Mimmo D'Orazio 18.09.07 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma se i politici non dichiarano i propri stipendi , vanno in pensione con due legislature , indennità e benefici da nababbi , auto blu etc
Mi chiedo come possono tutelare gli interessi dei lavoratori se curano così tanto i propri , dove trovano il tempo? Ma siamo o non siamo i loro datori di lavoro ?

nicola Zito 18.09.07 21:48| 
 |
Rispondi al commento

E' stata grande la manifestazione!! Bisognerebbe che si estinguesse la razza dei politici di professione.
Ciao

giorgio carturan (sunland) Commentatore certificato 18.09.07 21:20| 
 |
Rispondi al commento

E' da un anno e mezzo che seguo ogni giorno il tuo Blog e mi ha davvero colpito la tua carica e la voglia di cambiare. Ho però un paio di obiezioni da fare:
1 E' giusto voler cambiare il sistema dei partiti per provare una democrazia dei cittadini ma essa è difficilmente praticabile. L'idea delle liste civiche può essere una possibilità ma non sono anch'essi dei partiti? Non sono dei gruppi di persone che si ritrovano e seguendo intenzioni comuni cercano di fare delle proposte? Forse si tornerebbe alla situazione odierna che si vuole cambiare...
2 L'anti politica è secondo me pericolosa. La gente, per cambiare davvero le cose, non deve disaffezionarsi alla politica nonostante l'evidente schifezza della nostra classe politica. L'unico vero modo perchè il cittadino si possa difendere è il conoscere. Solo con esso si può davvero rispondere alla politica. Per fare ciò bisogna partire dal basso ma nel senso di insegnare alla nuova generazione ( mi metto anche io tra questa avendo 20 anni) a vivere all'interno della vita politica ad interessarsi ad essa non a fregarsene pensando che tanto non si possa cambiare nulla. Per questa mancanza credo che la vostra generazione debba prendersi le proprie responsabilità e cercare di rimendiare al più presto. Come si fa a contestare un politico che parla se non si hanno le base per capire? Perchè a scuola non si insegna più educazione civica o la storia del novecento e meno che mai la storia repubblicana dell'Italia?
In conclusione volevo ringraziarti per quello che fin'ora hai fatto diffondendo nei tuoi spettacoli la conoscenza dei fatti, dal caso Parmalat alla Telecom al problema ambientale. Credo che quello fosse il vero mezzo per poter cambiare i cittadini non mandarli allo sbaraglio uniti solo dalla voglia di distruggere.
Grazie per l'attenzione e scusate lo sfogo.

Daniele

Daniele Gorgone 18.09.07 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' da un anno e mezzo che seguo ogni giorno il tuo Blog e mi ha davvero colpito la tua carica e la voglia di cambiare. Ho però un paio di obiezioni da fare:
1 E' giusto voler cambiare il sistema dei partiti per provare una democrazia dei cittadini ma essa è difficilmente praticabile. L'idea delle liste civiche può essere una possibilità ma non sono anch'essi dei partiti? Non sono dei gruppi di persone che si ritrovano e seguendo intenzioni comuni cercano di fare delle proposte? Forse si tornerebbe alla situazione odierna che si vuole cambiare...
2 L'anti politica è secondo me pericolosa. La gente, per cambiare davvero le cose, non deve disaffezionarsi alla politica nonostante l'evidente schifezza della nostra classe politica. L'unico vero modo perchè il cittadino si possa difendere è il conoscere. Solo con esso si può davvero rispondere alla politica. Per fare ciò bisogna partire dal basso ma nel senso di insegnare alla nuova generazione ( mi metto anche io tra questa avendo 20 anni) a vivere all'interno della vita politica ad interessarsi ad essa non a fregarsene pensando che tanto non si possa cambiare nulla. Per questa mancanza credo che la vostra generazione debba prendersi le proprie responsabilità e cercare di rimendiare al più presto. Come si fa a contestare un politico che parla se non si hanno le base per capire? Perchè a scuola non si insegna più educazione civica o la storia del novecento e meno che mai la storia repubblicana dell'Italia?
In conclusione volevo ringraziarti per quello che fin'ora hai fatto diffondendo nei tuoi spettacoli la conoscenza dei fatti, dal caso Parmalat alla Telecom al problema ambientale. Credo che quello fosse il vero mezzo per poter cambiare i cittadini non mandarli allo sbaraglio uniti solo dalla voglia di distruggere.
Grazie per l'attenzione e scusate lo sfogo.
Daniele

Daniele Gorgone 18.09.07 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' da un anno e mezzo che seguo ogni giorno il tuo Blog e mi ha davvero colpito la tua carica e la voglia di cambiare. Ho però un paio di obiezioni da fare:
1 E' giusto voler cambiare il sistema dei partiti per provare una democrazia dei cittadini ma essa è difficilmente praticabile. L'idea delle liste civiche può essere una possibilità ma non sono anch'essi dei partiti? Non sono dei gruppi di persone che si ritrovano e seguendo intenzioni comuni cercano di fare delle proposte? Forse si tornerebbe alla situazione odierna che si vuole cambiare...
2 L'anti politica è secondo me pericolosa. La gente, per cambiare davvero le cose, non deve disaffezionarsi alla politica nonostante l'evidente schifezza della nostra classe politica. L'unico vero modo perchè il cittadino si possa difendere è il conoscere. Solo con esso si può davvero rispondere alla politica. Per fare ciò bisogna partire dal basso ma nel senso di insegnare alla nuova generazione ( mi metto anche io tra questa avendo 20 anni) a vivere all'interno della vita politica ad interessarsi ad essa non a fregarsene pensando che tanto non si possa cambiare nulla. Per questa mancanza credo che la vostra generazione debba prendersi le proprie responsabilità e cercare di rimendiare al più presto. Come si fa a contestare un politico che parla se non si hanno le base per capire? Perchè a scuola non si insegna più educazione civica o la storia del novecento e meno che mai la storia repubblicana dell'Italia?
In conclusione volevo ringraziarti per quello che fin'ora hai fatto diffondendo nei tuoi spettacoli la conoscenza dei fatti, dal caso Parmalat alla Telecom al problema ambientale. Credo che quello fosse il vero mezzo per poter cambiare i cittadini non mandarli allo sbaraglio uniti solo dalla voglia di distruggere.
Grazie per l'attenzione e scusate lo sfogo.
Daniele

Daniele Gorgone 18.09.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Liste civiche per le comunali?
Non credo che sia una buona idea. Preferirei che questo rimanesse un movimento di opinione e di pressione esterno al palazzo ed alle regole della politica tradizionale. Altrimenti, se entra nell'agone politico si "partitizza", con tutti i pericoli che qualcuno nei commenti ha spiegato.
Fra questi ne cito uno, da evitare come la peste: la dispersione del consenso trasversale che fino ad oggi invece è andato in crescendo ed ha ancora grossi margini di crescita.
Vorrei che ciò che è nato dal V Day fosse un modo innovativo di lottare ed aggregare trasversalmente tutti i cittadini che hanno a cuore la democrazia.
Ovvero la casa di tutti noi.

Massimo Prati 18.09.07 18:37| 
 |
Rispondi al commento

L'idea delle liste civiche mi sembra interessante. Il pericolo maggiore è che, sull'onda dell'entusiasmo, vengano votate persone senza nessuna esperienza amministrativa: mandare a gambe all'aria un comune non mi sembra un buon metodo per correggere i mali dell'Italia. Una volta superato questo non facile problema però non vedo perchè possa essere visto negativamente un maggior impegno della gente nella politica della propria città o del proprio paese. Se le liste sono formate da incensurati e da non iscritti hai partiti e hanno obbiettivi meritori come quelli comunemente discussi nel blog di Beppe Grillo, che siano o no certificate, sono una buona cosa lo stesso. Chi ha paura delle liste civiche quindi? Certo è ovvio che quando uno slogan si trasforma in qualcosa di concreto rischia di far tremare le gambe anche a chi prioma lo gridava, ma gli unici che possono aver da temere dalle liste civiche sono i partiti. Un metodo di canalizzazione del voto che sappia raccogliere l'eredità del V-Day e spingerla verso qualcosa di costruttivo spaventa i partiti che si vedono scavalcati dal movimento. Non capisco i contrari a questa proposta... Tanto attivi nel criticare quello che c'è e poi? Se il movimento rimane solo in piazza alle prossime elezioni cosa bisognerebbe votare? Di nuovo il meno peggio? Beh, io sono stanco di votare quello che ruba di meno e se c'è la speranza di un'ondata di rinnovamento voglio che sia cavalcata. Subito!

Andrea Stella 2 Commentatore certificato 18.09.07 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Ho partecipato attivamente e con entusiamo al V-Day con i ragazzi del meet up di Caserta raccogliendo numerose firme.Vedo in televisione che molti impostori della vecchia politica per non perdere consensi vorrebbero infiltrarsi nel nostro movimento.Ti prego di non tradire le nostre aspettative e quindi di non lasciarti irretire da questi ignobili mascalzoni che hanno e continuano a distruggere la nostra Italia.
Sei diventato per numerosissimi italiani l'ultima e l'unica speranza per il futuro.Dobbiamo tutti insieme dare un volto nuovo e umano alla politica italiana.

Francesco Brignola 18.09.07 17:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

SEGUE ---> ... Alla fine sono sempre le solite 4-5 persone più convinte che tirano il carretto per tutti.
Condivido il tuo punto di vista: una spallata a questo sistema dobbiamo darla ad ogni costo, e la strada che indichi spero sarà efficace, ma riguardo alle braccia alzate dell'altra sera NON sono affatto d'accordo sulla loro utilità, forse perché ancora mi ostino a pensare che la forma sia direttamente collegata con la sostanza ed è la forma che permette una selezione delle persone che vogliamo avere al nostro fianco in futuro. Ogni 1000 che mandano affanculo ce ne sono 1-2 che sono veramente disposti a mettersi davvero in gioco e dal momento che i mali dell’Italia non vengono solo dall’alto ma anche, e soprattutto, dal basso, quanti meetup pensi siano davvero maturi per proporsi come liste civiche?
Nient'altro, solo una piccola pulce nell'orecchio, spero...
Un saluto senza “V” e un abbraccio forte.

fabio

Fabio Amoretti 18.09.07 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
visto che su questo blog "si discute e ci si confronta" come tu affermi, allora ci provo, per non perdere l'abitudine di pensare con la mia testa e mantenere sempre in forma gli anticorpi dello spirito critico, ora che la spallata l'abbiamo data e il problema è diventato "come" e con chi rimboccarsi le maniche.
Sabato sono venuto a vederti a Milano e non ho potuto fare a meno di notare una differenza importante dai tuoi show precedenti, soprattutto dal "RESET!" di qualche mese fa che era un tale concentrato di energia, entusiasmo e informazione da risultare evidentemente irripetibile. Ma non sono qui per farti le piccole pulci (come troppi mediocri commentatori in questi giorni), vorrei solo comunicare la mia impressione personale, soprattutto riguardo a QUEL momento, quando TUTTI nel palazzetto hanno alzato le braccia con le dita a V... tutti MENO il sottoscritto perché le folle con le braccia alzate, qualunque sia la causa, mi mettono a disagio e pur condividendo ogni parola del tuo monologo, non mi fido dei miei simili, soprattutto se radunati in folla. E ho l'impressione che, nonostante la forza delle ragioni del V-Day, non possiamo indicare solo una faccia della medaglia (la non-politica dei partiti e della Casta al potere) senza considerare l'altra, altrettanto pesante e cioè: la non-partecipazione dei cittadini ai problemi che li riguardano direttamente.
Ti seguo da tanti anni, sono anche stato un promotore attivo nel Meetup di Milano dai tempi del Bosco di Gioia (e ci siamo incontrati a Torino per il 1° raduno dei meetup)... in seguito sono andato personalmente in una tv locale lombarda a consegnare pubblicamente il nostro "Onorevoli Wanted" a uno sbeffeggiante Gianfranco Rotondi che proponeva la rifondazione della DC... e quindi, per esperienza diretta, posso dirti che il problema n.1 nei meetup non sono i politici e i loro partiti, ma la mancanza di partecipazione da parte della maggioranza degli iscritti! ----> SEGUE

Fabio Amoretti 18.09.07 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Liste civiche per le comunali?
Non credo che sia una buona idea. Preferirei che questo rimanesse un movimento di opinione e di pressione esterno al palazzo ed alle regole della politica tradizionale. Altrimenti, se entra nell'agone politico si "partitizza", con tutti i pericoli che qualcuno nei commenti ha spiegato.
Fra questi ne cito uno, da evitare come la peste: la dispersione del consenso trasversale che fino ad oggi invece è andato in crescendo ed ha ancora grossi margini di crescita.
Vorrei che ciò che è nato dal V Day fosse un modo innovativo di lottare ed aggregare trasversalmente i cittadini che hanno a cuore la democrazia.
Ovvero la casa di tutti.

Massimo Prati 18.09.07 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Liste civiche per le comunali?
Non credo che sia una buona idea. Preferirei che questo rimanesse un movimento di opinione e di pressione esterno al palazzo ed alle regole della politica tradizionale. Altrimenti, se entra nell'agone politico si "partitizza", con tutti i pericoli che qualcuno nei commenti ha spiegato.
Fra questi ne cito uno, da evitare come la peste: la dispersione del consenso trasversale che fino ad oggi invece è andato in crescendo ed ha ancora grossi margini di crescita.
Vorrei che ciò che è nato dal V Day fosse un modo innovativo di lottare ed aggregare trasversalmente i cittadini che hanno a cuore la democrazia.
Ovvero la casa di tutti.

Massimo Prati 18.09.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Non sono favorevole per le liste civiche, alla fine andrà tutto in malora, perché non ci sono le leggi giuste, anche a livello circoscrizionale è entrata la politica........
Caro Beppe, hai intrapreso la strada giusta chiedendoci di scendere in piazza, non mollare, insisti, io ti seguirò sempre.

Mario D. Commentatore certificato 18.09.07 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena cominciato ad usare il computer spero di cavarmela,sono una signora di 51 anni,il mio unico scopo attualmente è quello di combattere questa sporca società corrotta.quindi mi associo e approvo totalmente, quanto Beppe Grillo sta facendo.Non ho mai avuto fiducia nella politica italiana neppure da ragazza, quando a scuola si scioperava assieme ai metalmeccanici ed in corteo ci si ritrovava nella solita piazza di De Ferrari,ho sofferto la fame da piccola, oggi ho paura possa ancora succedere.Mio marito ha lavorato nell'amianto per 20 anni gliene hanno riconosciuto solo otto,sette anni fà si ammala di tumore siamo in causa con l'imps, non vogliono riconoscergli l'invalidità,abbiamo due figli,un ragazzo di 16 anni ed una ragazza di 25,in attesa di un bambino, disoccupata e sola.Per finire abbiamo lo sfratto ho chiesto aiuto alle istituzioni, comune, provincia regione,ai servizi sociali che per tutta l'estate si sono fatti negare,abbiamo qualche risparmio che ci permette ancora di respirare e la pensione di mio marito.l'UNICA PROPRIETà? un terreno dove potremmo costruire una piccola casa che a noi basterebbe,sono tre anni che ci proviamo e stiamo ancora aspettando che i nostri amministratori comunali ci diano il permesso.Nel frattempo lo sfratto sta diventando esecutivo.Che altro dire? Ho provato a chiedere dei fondi per poter aprire una attività, in questo modo sarei riuscita a dare lavoro ai ragazzi,non ci sono fondi,non so dove sbattere la testa non mi vengono più idee,tagliano ogni possibilità alla gente di ingegnarsi per vivere,siamo totalmente dimenticati dalle istituzioni, IL MIO COMMENTO,RIGUARDA ONOREVOLE PIER FERDINANDO CASINI:"SI VERGOGNI LEI, NON SI AZZARDI MAI PIU'AD OFFENDERE LA DIGNITA'DEGLI ITALIANI!IL COMUNE POPOLO ITALIANO NON HA NULLA DI CUI VERGOGNARSI LA MAGGIOR PARTE DI NOI LE CONSENTE DI VIVERE LA VITA DI LUSSO CHE CONDUCE!DI CERTO I PROBLEMI REALI CHE TANTE FAMIGLIE AFFRONTANO OGNI GIORNO, LEI NON LI VIVE NEPPURE NEI SUOI PEGGIORI INCUBI.

gianna caviglia 18.09.07 16:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Guardate che dice Di Pietro sul VDAY
http://www.youtube.com/watch?v=cItViqHvVsc&sdig=1

salvatore benedetto 18.09.07 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe vorrei criticare (spero in modo propositivo) alcune caratteristiche del "movimento" che si è creato intorno a te.

Ti seguo spesso ma da lontano, più a causa dei tuoi modi che per quello che dici.
E per questo vengo alle critiche , spero utili:

- il tuo modo di dire le cose "da comico" ha indotto secondo me molte persone a credere che quella sia la maniera giusta di affrontare le cose; questi non capiscono infatti che va colto il messaggio e non tanto prestato attenzione al contenitore del messaggio (a meno che non siamo un popolo di comici)

- l'iniziativa delle liste civiche è una cosa positiva, spero siano riempite di contenuti (soprattutto propositivi) e non di turpiloqui o parolacce. Io credo che tu abbia tutto il diritto di chiamare una giornata V-day invece che con qualche altro acronimo più attinente ai diritti civili delle persone, ma credo anche che questo induca molti a pensare che se mai fossero attivi in qualche lista civica il filo conduttore potrebbe legittimamente essere il V.

- Spero in verità di poter far parte delle liste civiche che tu proponi, anche se non sono di sinistra, non sono di destra, sono forse moderato e ho un buon senso della giustizia, dico poche parolacce e tendo prima a trovare una giustificazione plausibile ad un comportamente errato e poi eventualmente attaccare duramente.

- Auspico inoltre che le liste civiche non possano essere l'ennesimo carro dove i filgi di papà trovino il luogo adatto per il loro divertimento, oppure quelle mascherine di sinistra e di destra, che sembrano uscite da un film sul disagio sociale, trovino un luogo dove sfogare le loro frustrazioni.
Il paese è fatto di gente mediocre e banale come me, non di persone che si impegnano perchè hanno un po' di tempo libero.

Buona fortuna a tutti.

Marco R. Commentatore certificato 18.09.07 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Ok, per me può essere un buona mossa, ora vediamo cosa succede.
Magari scopriamo che anche la brava gente quando si comincia a giocare alla politica si perde.
Forse i politici prima di entrare a palazzo ci credevano. Alcuni almeno.
Ma l'impatto col potere è durissimo, e pochi o nessuno resistono.
Credo.
Vediamo.
Speriamo.

Comunque dovesse anche andare tutto male resta la soddisfazione di farli saltare sulla sedia!

Prima il potere ti ignora e ti esclude, poi ti combatte sotterraneamente (magari coi servizi pubblici segreti e la telecom) poi quando sei diventato visibile ti critica e scredita (vedi La Repubblica in questi giorni), poi se ancora reggi, cerca di inglobarti (ci ritroveremo Mastella candidato, e due nipoti di Beppe nell'UDC).
Resisteremo?

Intanto io è due giorni che cerco di mandare un post, ma il sito si blocca e stavolta ci ha messo comunque un sacco.

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
A me piace molto l'idea di Beppe Grillo del suo blog perchè permette a giovani e meno giovani di avere una informazione più limpida e chiara e soprattutto di aprirci gli occhi e svegliarci su molte cose.
Però penso che la conseguenza debba essere che ognuno di noi nel propio piccolo e quotidiano prenda coscienza del marcio del nostro paese e di ciò che leggiamo in questo blog e cerca di cambiarlo qualsiasi sia il lavoro che farà e la vita che farà.NON CERTO ENTRARE IN POLITICA SENZA AVERE PASSIONE E CAPACITA'NEL VOLERLO FARE,MA ENTRARCI GIUSTO COSI PER FARLO O COME ALTERNATIVA PER GUADAGNARE.
RISCENDIAMO IN PIAZZA,OGGI 10.000 MILA DOMANI 50.000 E COSI AVANTI,MA NON CONTINUIAMO A FARE I POLITICI DALL'OGGI AL DOMANI,SENZA AVERE PASSIONE DI FARLO(GIA'NE SONO IN TROPPI AL GOVERNO CHE NON SONO NATI POLITICI MA LO SONO DIVENTATI PER INTERESSE).CONTINUIAMO A FARE CIO CHE CI PIACE,DOTTORE,INPRENDITORE,OPERAIO,PROFESSORE,MURATORE ,ECC... E TROVARCI INSIEME SPERANDO CHE TORNI UN PO'DI POLITICA VERA FATTA NON PIU' DI SOLI SOLDI MA ANCHE DI PIACERE E VOGLIA DI FARLA VERAMENTE.
P.S. e cmq penso che,con gli interessi che oggi ci sono in politica,non permetteranno di lavorare cosi facilmente.

Grazie

Lorenzo

lorenzo santomero 18.09.07 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Liste civiche per le comunali?
Non credo che sia una buona idea. Preferirei che questo rimanesse un movimento di opinione e di pressione esterno al palazzo ed alle regole della politica tradizionale. Altrimenti, se entra nell'agone politico si "partitizza", con tutti i pericoli che qualcuno nei commenti ha spiegato.
Fra questi ne cito uno, da evitare come la peste: la dispersione del consenso trasversale che fino ad oggi invece è andato in crescendo ed ha ancora grossi margini di crescita.
Vorrei che ciò che è nato dal V Day fosse un modo innovativo di lottare ed aggregare trasversalmente i cittadini che hanno a cuore la democrazia.
Ovvero la casa di tutti.

Massimo Prati 18.09.07 16:16| 
 |
Rispondi al commento

X TUTTI QUELLI CHE SI LAMENTANO DELLE LISTE CIVICHE: - PERCHE' CRITICATE? AVETE QUALCOSA DI MEGLIO PER FARE POLITICA SENZA FARLA? AVETE QUALCHE SUGGERIMENTO ALTERNATIVO ALLE LISTE CIVICHE CHE NON SIA UNA RIVOLUZIONE ARMATA? VOLETE CAPIRLO CHE I POLITICI FARANNO DI TUTTO PER SCREDITARE GRILLO E N O I ? VUOL DIRE CHE HANNO ACCUSATO IL COLPO E NOI DOBBIAMO SOSTENERLO PARLANDO ALLA GENTE, AL VICINO, ALL'AMICO IN CHAT OVUNQUE DOBBIAMO PORTARE IL SEME DELLA LIBERTA' CHE GRILLO PREDICA DAL 1980!!! E' L'UNICO CHE SI E' ESPOSTO IN TUTTI I MODI, ATTACCATO DA TUTTI MA NON E' MAI AFFONDATO . HA RESISTITO PER CHI? PER GLI ITALIANI ONESTI, NON HA MAI CHIESTO NIENTE A NESSUNO SE NON PER FINI GIUSTI, CIOE' PORTARE A CONOSCENZA DI TUTTI IL MISFATTO CHE SI PERPETRAVA GIORNO PER GIORNO NEI PALAZZI CHE CONTANO.VI SIETE MAI CHIESTI SE VOI AVRESTE AVUTO IL CORAGGIO DI ESPORVI IN QUESTO MODO? aLLORA FATE UN RESET DEL CERVELLO E COMINCIATE A PENSARE COME PORTARE AVANTI QUESTA OPPORTUNITA' UNICA DI RISOLLEVARE LA NOSTRA ITALIA! GRAZIE BEPPE, LO GRIDERO' FINQUANDO AVRO' ARIA NEI POLMONI!!!P.S. SO CHE MOLTI DENIGRATORI SONO INFILTRATI CHE TENTANO DI DESTABILIZZARE IL BLOG, PERSONALMENTE SONO CONVINTO DI CIO' CHE STIAMO FACENDO E SPERO LO SIATE ANCHE VOI. NON FATEVI PLAGIARE ASCOLTATE LA VOCE DEL CUORE E NON QUELLA DEI MEDIA!!!!! PENSATE, PENSATE!!!

gianni salerno 18.09.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande beppe è giusto mandare a quel paese i nostri politici che fanno di tutto x distruggerci il futuro a noi giovani,soprattutto a quelli del sud come me(sono della calabria)
tutti i cittadini,noi giovani particolare dobbiamo fare di tutto x entrare nei nostri comuni e lavorare in modo democratico e deciso togliendo le mele marce che ci sono dappertutto
io sono con te
la lista civica è giusta

giovanni c. Commentatore certificato 18.09.07 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Io aspetterò di vedere i requisiti che usciranno sempre qui sul blog, per capire con che criterio si potrà aprire una lista civica e come funzionerà la sua eventuale organizzazione.
Però prevedo un po' di lotta per chi vorrà "comandare" e gestire la cosa, una volta avviata.
E ovviamente questo, andrà a favore dei partiti più grossi e a favore della dispersione dei voti.

Andrà a finire che in ogni città ci saranno più liste che candidati, proprio perchè ciascuno vorrà essere il "capo" della propria lista invece che aderire ad un'altra lista.

Francesco Ricci 18.09.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Liste civiche per le comunali?
Non credo che sia una buona idea. Preferirei che questo rimanesse un movimento di opinione e di pressione esterno al palazzo ed alle regole della politica tradizionale. Altrimenti, se entra nell'agone politico si "partitizza", con tutti i pericoli che qualcuno nei commenti ha spiegato.
Fra questi ne cito uno, da evitare come la peste: la dispersione del consenso trasversale che fino ad oggi invece è andato in crescendo ed ha ancora grossi margini di crescita.
Vorrei che ciò che è nato dal V Day fosse un modo innovativo di lottare ed aggregare trasversalmente i cittadini che hanno a cuore la democrazia.
Ovvero la casa di tutti.

Massimo Prati 18.09.07 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,ho una gran paura che l'unica speranza di cambiare qualcosa e di mandare a casa tutti i lestofanti ruffiani ,possa finire in una bolla di sapone.Non so cosa consigliarti,fai attenzione,loro sono capaci di cadere sempre in piedi.Vai con i piedi di piombo,un passo alla volta senza fretta.Le teste d'uovo oneste ci sono anche in Italia:cercali.Non ti fidare di nessuno!un Abbraccio Carlo

Carlo Dardano 18.09.07 15:58| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe
ieri, ma è la seconda volta in poco tempo, mi sono recato ad uno sportello informazioni dei vigili urbani di Milano. Entrambe le volte sono stato trattato con arroganza, sufficenza e in modo maleducato. Anche l'aspetto dei dipendenti pubblici lasciava molto a desiderare camicia slacciata, capelli e barba lunga, noia dipinta in volto.
Forse è per questo che il presidente del consiglio Romano Prodi si permette di insultare gli italiani dicendo che il popolo italiano non è certo migliore della ns. classe politica. Dimostrando tutta la considerazione che ha nel popolo e nella ns. intelligenza. Se questo è un discorso responsabile ....... ma nessuno dice nulla

aldo b. Commentatore certificato 18.09.07 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Guardo la televisione e vedo che questi politici e ospiti vari presenti a queste trasmissioni non sanno nulla di quello di cui il Paese ha bisogno.. nel senso pratico come nel senso morale. Questi parlano immersi in una ipocrisia che pervade la loro grandissima faccia tosta specializzata nell'omettere e, più di recente, di negare quello che di grande Grillo sta facendo...sanno solo etichettare in qualunquismo tutta la cultura e informazione che gente come Grillo fa da anni.. informazione ostacolata, perché non rispecchia interessi economici o corporativi... ma dove sono gli interessi della gente??? dove c'é il buonsenso??? Ma questa volta mi vien da ridere.. perché la gente ha imparato da gente come Grillo a distinguere le balle che i media convenzionali propugnano costantemente.Questa gente é vecchia dentro,per scelta o per natura,in ogni caso vecchia.Come si fa a dire che Grillo rappresenta l'antipolitica quando poi dite che Grillo vuole fare politica?Certo che Grillo fa politica! ma la fa da tempo e con metodi ispirati ad un amore verso il prossimo che voi sembra vi impegniate a non usare.E poi i giornalisti... prima un silenzio da censura,poi quando hanno visto la voglia di cambiamento manifestata attraverso i numeri,allora si.. se ne parla ad ogni occasione.. Ma non hanno colto, non hanno capito.. le domande che fanno sono domande che puzzano di vecchio, puzzano di vecchio come la classe politica che gli piace intervistare... gli argomenti sembra siano sempre voti e votazioni,chi va al governo e chi no.. e alla fine chi é qualunquista??Dove si parla di nuove tecnologie? dove si parla di ambiente, energia pulita,partecipazione popolare e democrazia? se ne parla solo raggirando gli ostacoli.. dicendo "si, é una cosa importante" o "si, io questo l'ho fatto, questo l'ho proposto" Ascoltate le domande e le risposte tra giornalisti e politici, vien da ridere per l'arte di eludere una domanda e l'arte di non fare una domanda che colga la concretezza di un argomento.

Andrea B. Commentatore certificato 18.09.07 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Liste civiche per le elezioni comunali?
Non credo che sia una buona idea. Meglio che questo rimanga un movimento d'opinione e pressione democratica dall'esterno del palazzo, un pungolo incessante verso la classe politica. Viceversa, nascerebbe un soggetto che entra nell'agone politico e si "partitizza", con tutte le ricadute negative facilmente immaginabili, e con la certezza di disperdere il consenso trasversale dell'opinione pubblica che fino ad oggi invece è andato in crescendo.
Vorrei che questo fosse un modo innovativo di aggregare i cittadini ed un nuovo strumento di lotta.
Parlo di cittadini di qualunque opinione che hanno a cuore i valori fondamentali della democrazia che sono stati distrutti e vilipesi da tutti i politici, di destra e di sinistra.
Fare liste civiche certificate...direi di no.

Massimo Prati 18.09.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Signori, il V-DAY è stato il punto di partenza, ora dobbiamo fare l'altro piccolo passo, formare la lista civica, per parlare di politica bisogna fare politica.. L' 8 SETTEMBRE IL POPOLO ITALIANO INVOLONTARIAMENTE HA GIA' FATTO POLITICA.

Katia Fiordelisi Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signori, il V-DAY è stato il punto di partenza, ora dobbiamo fare l'altro piccolo passo, formare la lista civica, fila come l'olio, per parlare di politica bisogna fare politica.. per pulire il marcio che è all'interno. L' 8 SETTEMBRE ABBIAMO GLI ITALIANI INVOLONTARIAMENTE HANNO FATTO POLITICA.

Katia Fiordelisi Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 15:01| 
 |
Rispondi al commento

CATTIVERIE

Prima o poi qualcuno dirà che l'unica differenza fra Grillo e i partiti è che i comizi di questi ultimi sono gratuiti.

Grillo è un uomo di spettacolo, giustamente è il suo lavoro, ovvio che tutto ciò abbia un costo. Ha avuto l'intelligenza di fare spettacolo con la realtà italiana, che è già in sé stessa comica.

MA.....
...se la metafora diventa realtà il mito crolla! (questa per capirla ci vuole un po' di filosofia, ma se la legge Beppe capirà)

Quindi spero che Grillo ci ripensi. Visto però che la frittata è già fatta, suggerisco di condirla con altri requisiti. Essere vergini penalmente e politicamente non basta. Ci vogliono COMPETENZE!!!

Io suggerirei liste di ESPERTI, non di ragazzi sfigati e squattrinati che odiano il sistema non tanto perché è corrotto, quanto perché si sentono esclusi.

Luigi Nicolai Commentatore certificato 18.09.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bravo beppe!! la politica deve ripartire dal basso, dalla base.. noi votiamo anche ogni volta che compriamo qualcosa, ogni volta che accendiamo o no la tv, ogni volta che accettiamo o no di lavorare per chi ti sfrutta..

lodovico mancini 18.09.07 14:38| 
 |
Rispondi al commento

bravo beppe, la politica deve ripartire dal basso,dalla base, e come dice padre alex noi votiamo ogni volta che compriamo qualcosa, ogni volta che accendiamo o spegnamo la tv, ogni volta che accettiamo di lavorare per degli sfruttatori o rifiutiamo..

lodovico m. Commentatore certificato 18.09.07 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, adesso che ti hanno normalizzato, e con te hanno scongiurato il serio pericolo della piazza, nei palazzi del potere dormono sonni tranquilli. Trova almeno il coraggio di ammettere che, attraverso le liste civiche, tante persone inesperte finiranno nella VASCA DEI PIRANHA. Grazie

sandra m 18.09.07 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se sia una cosa giusta o meno credo lo possa dire solamente il tempo. Certo è una decisione coraggiosa. Sarebbe stato molto, ma molto più comodo, popolare e conveniente continuare sulla stessa linea. Ma forse era ora di rischiare qualcosina, rischiare di bruciarsi un pò le chiappe. Ripeto, non sarà semplice, e molti lupi sono lì ad aspettarci al varco (anche quelli interni al blog). Ognuno è libero e responsabile delle proprie scelte. Questa, per quanto difficile e controcorrente, è una decisione di grande responsabilità che fa compiere un salto importante (la traiettoria ovviamente è ancora sconosciuta). Proviamoci, al massimo si fallirà, ma almeno - a differenza di tante parole - ci abbiamo provato. P.S. Il fatto che i tanti poteri forti e oscuri si siano allarmati e mobilitati - era da un pò che la faccia di Grillo non compariva così spesso sulla tivì - è già un buon segno. Evvai!!.

Marco Boris 18.09.07 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, adesso che ti hanno normalizzato, e con te hanno scongiurato il serio pericolo della piazza, nei palazzi del potere dormono sonni tranquilli. Trova almeno il coraggio di ammettere che, attraverso le liste civiche, tante persone inesperte finiranno nella VASCA DEI PIRANHA. Grazie

sandra m 18.09.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, come và?
Spero che tutto questo movimento che si sta creando non venga, come succede molto spesso, oscurato da qualcosa che suscita l'interesse generale, più che politica ed economia. Mi riferisco agli scandali e alle trovate che l'informazione anche "involontariamente", per spettacolo e per vendere qualcosa in più, "tira fuori...".
Ritengo che bisogna fare attenzione; chi "muove i fili", lo fa oramai da molto tempo e, conosce bene, perchè ne ha esperienza e con successo, i metodi di come far perdere l'interesse ai più. Non mi stupirei se nei giorni a seguire, succedesse qualcosa di così ecclatante che attiri i normali mezzi di informazione e, tolga l'attenzione da questo ennesimo tentativo di far alzare la testa a chi, di solito, la tiene girata dalla parte opposta...
Buona fortuna a chi si prodiga per il bene di tutti...
Ciao

riccardo s. Commentatore certificato 18.09.07 13:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari tutti, mi sono un po' preoccupato quando ho letto della vostra campagna per le liste civiche. Forse non è la mossa giusta. La "politica" italiana è un subdolo Generale Inverno, ti aspetta, ti fa camminare e poi ti fagocita. No, io credo che la classe politica attuale tema come la morte una sola cosa: L'Astensionismo. questo deleggitimerebbe una intera classe politica, senza appello, e costringerebbe allo stesso tempo la società civile che fino a oggi è stata alla finestra a scendere in campo per tenere vivo il paese. Costringerebbe quell'Italia che lavora, e anche bene, giorno per giorno e notte per notte, ad impegnarsi in un vero rinnovamento. La potenzialità c'è, la forza c'è, la competenza non manca. Altri paesi hanno dimostrato che una classe poitica rinnovata e giovane ha la capacità di capire il paese per davvero. Altrove hanno dovuto aspettare una rivoluzione o la fine di una dittatura, quì potremmo farlo semplicemente facendo mancare i voti a una classe politica parassita e tossica per l'organismo Italia.
Semplicemente. Cominciate a parlare di astensione e vedrete che la loro facile ironia scompare nel nulla.

Gabriele G. Commentatore certificato 18.09.07 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe,
condividendo appieno lo sconforto e il disagio per la situazione politica attuale denunciata nel V day, mi piacerebbe tantissimo dare voce al mio pensiero e l'idea della lista civica mi avvince.
Si potrebbe avere qualche informazione (come dicono in certi ambienti il know-how) per la creazione di una lista?
Grazie anticipatamente

riccardo b. Commentatore certificato 18.09.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe che anche A Casalnuovo di Napoli ci fosse un meetup, e perchè no anche una lista civica, amici di Casalnuovo che ne dite? Ci organizziamo?

Emiddio P. Commentatore certificato 18.09.07 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Egr. On. (si fa per dire) Prodi,
ho sentito le Sue parole al Tg1 ieri sera, sulla comparazione della nostra classe politica che rispecchia la nostra società. No, egr. Onorevole, Lei non se le può permettere queste affermazioni. Lei avrebbe dovuto dire che parte della nostra società è come parte della nostra classe politica italiana, Lei e tutti quelli come Lei, di sinistra di centro e di destra. Non può fare mal comune mezzo gaudio ne, pensare che tutti gli italiani sono dei disonesti.
Se si riferisce a quei commercianti, liberi professionisti e in genere tutti quei lavoratori che evadono quel pò di tasse per arrivare a fine mese, altrimenti sarebbero costretti a chiudere, ne conosco tanti, non li può paragonare a tutti quei privilegi, che voi politici indegnamenti vi appropiate.
Quindi egr. professore, professore di che, che ci sta insegnando? se ne vada, insieme a quelli come Lei, glielo dice uno che sfortunatamente l'ha votata.

Giovanni Merletti 18.09.07 13:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
10 anni fa in un paesino in provincia di Roma io ed un gruppo di amici avemmo l’idea di fare una bella lista civica e partecipare alle elezioni comunali perché non ne potevamo più dei partiti e del loro modo di gestire la cosa pubblica. Siamo quindi arrivati con 10 anni di anticipo sul tuo V-Day. Prendemmo un bel politico, ex PCI, a cui il partito aveva fatto un torto e che per l’occasione si era messo un bell’abito nuovo di sindaco civico, e vincemmo alla grande le elezioni. Iniziammo ad amministrare il paese con trasparenza e partecipazione popolare. Ogni tre mesi facevamo una bella assemblea pubblica in cui credevamo di partecipare veramente alle vicende amministrative. Intanto il nostro caro sindaco, da vecchio marpione della politica, si preparava un suo vero e proprio potere personale fatto di favori, attenzioni e clientele. Eravamo talmente ciechi ed ingenui che ci adoperammo, dopo 4 anni, per la sua rielezione al secondo mandato. Vistosi toccato da tanta grazia iniziò in lui un vero e proprio delirio di onnipotenza e infallibilità. In poco tempo la trasparenza e la partecipazione si ridussero a meri momenti di testimonianza verso il capo indiscusso. Tutte le decisioni amministrative venivano prese da una sola persona. Il suo delirio arrivò al culmine ed ebbe la faccia tosta di proporre la sua candidatura alle ultime elezioni amministrative (in spregio alla legge che vieta il terzo mandato ai sindaci) sbandierando ancora la sua avversione ai partiti ed abbracciando ancora una volta la lista civica. Fortunatamente non è stato rieletto. Attualmente questo professionista della politica continua a proporre liste civiche e non mi meraviglierei se ti chiedesse il bollino di qualità che tu sicuramente gli consegnerai Con questa storia reale ho voluto dimostrare che la gestione del potere modifica le persone e che chi criticava i partiti ha poi usato il peggio della gestione del potere: clientelismo, arroganza, superbia.

Francesco P. Commentatore certificato 18.09.07 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, come và?
Spero che tutto questo movimento che si sta creando non venga, come succede molto spesso, oscurato da qualcosa che suscita l'interesse generale, più che politica ed economia. Mi riferisco agli scandali e alle trovate che l'informazione anche "involontariamente", per spettacolo e per vendere qualcosa in più, "tira fuori...".
Ritengo che bisogna fare attenzione; chi "muove i fili", lo fa oramai da molto tempo e, conosce bene, perchè ne ha esperienza e con successo, i metodi di come far perdere l'interesse ai più. Non mi stupirei se nei giorni a seguire, succedesse qualcosa di così ecclatante che attiri i normali mezzi di informazione e, tolga l'attenzione da questo ennesimo tentativo di far alzare la testa a chi, di solito, la tiene girata dalla parte opposta...
Buona fortuna a chi si prodiga per il bene di tutti...
Ciao

riccardo s. Commentatore certificato 18.09.07 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

10 anni fa in un paesino in provincia di Roma io ed un gruppo di amici avemmo l’idea di fare una bella lista civica e partecipare alle elezioni comunali perché non ne potevamo più dei partiti e del loro modo di gestire la cosa pubblica. Siamo quindi arrivati con 10 anni di anticipo sul tuo V-Day. Prendemmo un bel politico ex PCI, a cui il partito aveva fatto un torto e che per l’occasione si era messo un bell’abito nuovo di sindaco civico e vincemmo alla grande le elezioni. Iniziammo ad amministrare il paese con trasparenza e partecipazione popolare. Ogni tre mesi facevamo una bella assemblea pubblica in cui credevamo di partecipare veramente alle vicende amministrative. Intanto il nostro caro sindaco, da vecchio marpione della politica, si preparava un suo vero e proprio potere personale. Eravamo talmente ciechi ed ingenui che ci adoperammo, dopo 4 anni, per la sua rielezione al secondo mandato. Vistosi toccato da tanta grazia iniziò in lui un vero e proprio delirio di onnipotenza e infallibilità. In poco tempo la trasparenza e la partecipazione si ridussero a meri momenti di testimonianza verso il capo indiscusso. Tutte le decisioni amministrative venivano prese da una sola persona e i grandi ideali della lista civica fatta da cittadini comuni erano ormai carta straccia. Comunque non paghi di come eravamo stati trattati alla fine del secondo mandato il nostro caro sindaco ebbe la faccia tosta di proporre la sua candidatura alle ultime elezioni amministrative (in spregio alla legge che vieta il terzo mandato ai sindaci) sbandierando ancora la sua avversione ai partiti ed abbracciando ancora una volta la lista civica. Un gruppo di suoi sostenitori tra cui io non appoggiammo questo nuovo tentativo e fortunatamente la maggioranza della cittadinanza fece altrettanto. Attualmente questo profess

Francesco P. Commentatore certificato 18.09.07 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Veramente da scompisciarsi!!!

Il commento di oggi di D'Alema ripostato da La Repubblica:

"Normalmente quando si eliminano i partiti, i politici, i Paesi sono governati dai militari, dai banchieri, dai tecnocrati"

E non si rende nemmeno conto che è QUESTA classe politica che, A TUTTI I LIVELLI ISTITUZIONALI, ha instaurato il governo dove dettano legge banchieri, grandi affaristi, tecnocrati e, soprattutto, aggiungo io, il Vaticano e le mafie grazie a compiacentissimi colletti bianchi.

Fortunatamente escludo ancora i militari, perchè, penso che come i Magistrati e le Forze dell'ordine in maggioranza, fortunatamente in Italia propendano per la democrazia, per la sovranità del popolo.
Sovranità del popolo che l'attuale legge elettorale ci ha tolto e che con la discussione in Parlamento ed il referendum la dirigenza di tutti i partiti, tranne singole eccezioni, non intendono restituirci in quanto hanno ed intendono mantenere l'oligarchia dei partiti e dell'attuale dirigenzucola politica.


Il rischio reale con delle liste civiche all'insegna dei principi di Grillo, di Pancho Pardi, di Veltri, di Flores D'Arcais, di Travaglio, della Gabanelli, di Sabina Guzzanti e simili, è un rischio terribile solo per la classucola politica: che il popolo si riappropri della politica, decidendo di premiare chi intende agire, secondo i principi della nostra Costituzione, nell'interesse di tutta la comunità (leggi prioritari i diritti di tutti NON gli interessi economici di alcuni; dei partiti inclusi).

Il rischio reale è che l'Italia torni ad essere un paese civile e INIZI VERAMENTE ad applicare i principi della nostra costituzione.

Il rischio che le nostre liste civiche diano priorità alla globalizzaione dei diritti umani anzichè, come la nostra classucola politica ora stà facendo, la globalizzazione degli interessi economici di pochi.

Enrica Noseda 18.09.07 13:16| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Guardate, io sono uno di quelli che fino a poco tempo fa mi sbellicavo davanti ai dvd di grillo. Ma la piega che hanno preso gli eventi in questi ultimi giorni mi spaventa un po'. Sono daccordo con Scalfari: di questo passo si finisce nella dittatura, è sempre stato così (e non sarà certo grillo il dittatore, a buon intenditor poche parole). Grillo scherza col fuoco. E poi se proprio doveva sollevare dei problemi poteva farlo in modo più costruttivo: cosa significa che il mandato per un parlamentare deve durare al massimo due legislature? Pensate sia così facile reperire ogni 10 anni nuovi nomi di buona qualità e intelligenza politica? E perchè se uno dimostra di valere non può continuare a dare il suo prezioso contributo? E poi che significa impedire a qualsiasi condannato di entrare in parlamento? Si doveva specificare per quali reati scatta l'ineleggibilità. E' da sciocchi non distinguere ad esempio tra reati di mafia e reati di opinione. La storia insegna: dai tribuni non è mai venuto fuori nulla di buono. L'errore di Grillo sta nel pensare che tutti i problemi del paese dipendano dalla classe politica. Volete sapere di chi è invece la responsabilità più grossa? Degli italiani. Della nostra mentalità. Gente che non appena può evade le tasse, lucra su qualsiasi cosa, gente senza ideali, quaraquaquà. Questo è il paese dei furbetti. E' una questione di cultura, di responsabilità, di senso civile. Se non cambiamo testa noi per primi non ci sarà politica che tenga. La nostra classe politica è lo specchio vivente del paese. E poi non andiamo a smoccolare in piazza. Un saluto.

Andrea Poli 18.09.07 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono alcuni mesi che seguo con interesse il Blog di Grillo anche se avevo notato che la maggioranza dei frequentatori fosse costituita quasi tutta da elementi di estrema sinistra. Di tanto in tanto ho postato dei miei commenti, sull’onda della mia lunga esperienza di vita, sperando di dare un contributo per una miglior convivenza civile e sociale.
La manifestazione del V-Day mi ha particolarmente interessato e fatto sperare in un radicale cambiamento.
La raccolta delle tante firme ha dimostrato come i cittadini italiani siano stanchi di come sono trattati dai vari partiti, sia di Dx che di Sx, ed hanno firmato proprio per protestare contro questo sistema.
Ora mi chiedo: così tanti avrebbero firmato se si fosse detto che la loro firma sarebbe servita per creare un nuovo soggetto politico? Penso proprio di no!
Leggendo poi i due decaloghi di Beppe Grillo, relativi ai partecipanti alle liste: non iscritti a partito e incensurati, vado subito con la mente a Di Pietro, sono parole speso da lui ripetute e siccome, proprio pochi giorni addietro, il suddetto ha spiegato che sarebbe pronto anche a sciogliere l’IDV se si fosse fatta una legge elettorale per l’eliminazione di tanti piccoli partiti, ecco che sull’onda di Grillo si è subito appoggiato. Per cui, Grillo sta creando le basi per un nuovo partito in cui far confluire le varie liste civiche e la candidatura di Di Pietro sarà identica a quella di Veltroni per il PD.
Forse mi sbaglierò, ma mi fa pensare!

giuseppe p. 18.09.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao, come và?
Spero che tutto questo movimento che si sta creando non venga, come succede molto spesso, oscurato da qualcosa che suscita l'interesse generale, più che politica ed economia. Mi riferisco agli scandali e alle trovate che l'informazione anche "involontariamente", per spettacolo e per vendere qualcosa in più, "tira fuori...".
Ritengo che bisogna fare attenzione; chi "muove i fili", lo fa oramai da molto tempo e, conosce bene, perchè ne ha esperienza e con successo, i metodi di come far perdere l'interesse ai più. Non mi stupirei se nei giorni a seguire, succedesse qualcosa di così ecclatante che attiri i normali mezzi di informazione e, tolga l'attenzione da questo ennesimo tentativo di far alzare la testa a chi, di solito, la tiene girata dalla parte opposta...
Buona fortuna a chi si prodiga per il bene di tutti...
Ciao

riccardo s. Commentatore certificato 18.09.07 13:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
grande il V-day, grandissimo il tuo impegno, bellissimo il movimento creato con i meetup.
Molta gente ha voglia, crede di poter cambiare le cose o che almeno lottare per farlo sia l'unica possibilità che resta per dare un senso alle nostre vite.
Un mondo migliore...
Già, anche io voglio un mondo migliore, un'Italia migliore, una Bari (la città in cui vivo) migliore; credo realmente e fortemente che si possa fare, e la mia fiducia si basa su tantissime persone che conosco e che la pensano come me, PERSONE PULITE, che non vivono di compromessi, di "magna magna", di mediocrità, ma che anelano a qualcosa di più alto, di più vero, di più rispondente alla nostra natura umana.
Ma credo che una lista civica non risolva il problema...o meglio, che la lista civica sia un approdo dopo un percoso SOCIALE mirato a COSTRUIRE NUOVE PERSONE!!

Se non ci stringiamo attorno a grandi ideali, se non costruiamo un'umanità diversa attraveso informazione e formazione, come potremo fare meglio di quelli che ci sono adesso?
Quando ci troveremo noi nella situazione truffaldina, non cadremo ugualmente o peggio ancora?
Quando scemerà la passione, non ci venderemo anche noi al migliore offerente?

Per questo e molto altro, stiamo costituendo (ancora in fase di studio e creazione) a Bari un'associazione culturale-politica che parte dall'informazione (come fai tu), e passando attraverso il dibattito, la formazione, lo studio, arrivi a proposte concrete che si possano ripercuote positivamente sulla collettività.
Questa è politica!!

Mi piacerebbe tanto un tuo parere sul nostro progetto, una discussione...
Aspetto fiducioso!!

Grazie per quello che fai, dai un po' di forza a noi giovani...
Grazie!

Francesco Sciacovelli 18.09.07 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono completamente con te nella tua protesta che colpisce il degrado, ma fai attenzione anche tu a non usare gli stessi termini che tutti noi contestiamo mi riferisco al vaffanculo day. Non deve essere una protesta volgare, perde di stile e di forza, tu hai dei contenuti da portare e su questo cresceranno le aggregazioni. Fare politica significa conoscere le regole per entrarci lo so che abbiamo tanti brutti esempi intorno che è normale sentire rabbia, ma lavora senza teatralità e sarai sempre più convincente.
Un abbraccio affettuoso

paolo lazzarini Commentatore certificato 18.09.07 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Italia, la difinformazione dilaga su tutti i fronti!Mi vedo sul sito msn motori i fossili che sono usciti all'ultimo salone di Francoforte, auto che per comprarle e mantenerle ci vuole una vita di lavoro e altro, hanno fortemente criticato la Prius IBRIDA al quale sono 2 anni che ci circolo ed è una vettura a dir poco stupenda su tutti i punti di vista: Ambiente, ottimizzazione energetica, confort.
Hanno commentato:

http://autoshow.motori.msn.it/autoshow/frankfurt2007/Article.aspx?cp-documentid=5445136

un ringraziamento particolare a chi vuole disinformare tutto questo, per ricambiarlo è arrivata un'altra IBRIDA. Una cosa sola gli DICO: Che Dio ti salvi

elia rizzuti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, come và?
Spero che tutto questo movimento che si sta creando non venga, come succede molto spesso, oscurato da qualcosa che suscita l'interesse generale, più che politica ed economia. Mi riferisco agli scandali e alle trovate che l'informazione anche "involontariamente", per spettacolo e per vendere qualcosa in più, "tira fuori...".
Ritengo che bisogna fare attenzione; chi "muove i fili", lo fa oramai da molto tempo e, conosce bene, perchè ne ha esperienza e con successo, i metodi di come far perdere l'interesse ai più. Non mi stupirei se nei giorni a seguire, succedesse qualcosa di così ecclatante che attiri i normali mezzi di informazione e, tolga l'attenzione da questo ennesimo tentativo di far alzare la testa a chi, di solito, la tiene girata dalla parte opposta...
Buona fortuna a chi si prodiga per il bene di tutti...
Ciao

riccardo s. Commentatore certificato 18.09.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 29 anni e da un paio abito in un ormai Ex verde comune nella provincia veneziana.
Dico ex perchè è stato cementificato il + possibile e oramai sembra di stare in città e non in campagna.
Questo è successo grazie ad una amministrazione comunale al dir poco pessima che ha costruito case senza pensare alle strade e agli abitanti ma solo ai propri interessi.
Penso che la proposta di Beppe si entusiasmante visto che sono proprio i comuni le aree che più vincolano i cittadini, i comuni dove gli eletti sono nella maggior parte dei casi, professionisti, industriali o commercianti che proprio in quel comune lavorano.
Metterci in gioco in prima persona è l'unico modo per tornare ad una democrazia

Cristian C. Commentatore certificato 18.09.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

I tre punti del v-day hanno raccolto, in una società affamata di fatti e non più di parole, grande consenso. Delle liste civiche certificati da beppegrillo.it , quindi un po' da tutti noi, mi sembra la strada giusta da percorrere per dare quelle risposte che una classe politica stanca e corrotta non sa e non vuole dare. Una osservazione: la community, tramite l'apporto di tutti, potrebbe suggerire poche linee guida qualificanti a queste liste, in modo da perseguire tutti gli stessi condivisi obiettivi. Es: la raccolta differenziata, l'efficienza delle amministrazioni, fino ad arrivare alla stesura di macro obiettivi da "imporre" al governo centrale. Si potrebbe utilizzare lo strumento dei forum per concertare insieme del come vogliamo il nostro futuro.. visto che chi è chiamato a farlo per noi non lo fa'......

Riccardo Sozio Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe c'è un nome ben preciso per quello che stai cercando di divulgare ovvero la politica dal basso: "la democrazia partecipativa".
La democrazia partecipativa è una forma nuova e sperimentale di fare politica che si afferma giorno dopo giorno attraverso i forum di discussione oltre che telematici soprattutto concreti e reali in ogni quartiere dei comuni che la volessero attuare.
Le liste civiche di cui parli se volessero potrebbero aderire alle tue proposte ma allo stesso tempo aggirare i problemi che tu poni come hanno fatto per tanto tempo. Ecco perchè io sono contrario alle liste civiche!
Poi cosa intendi per incensurati?
Quante persone ci sono che hanno combattuto per diritti sacrosanti come un lavoro, una casa e sono stati condannati?
Quindi stiamo molto attenti a come formuliamo queste proposte che sono sperimentali non dobbiamo dimenticarlo!
Come non si può dimenticare la matrice di sinistra di questo nuovo modo di fare politica. Perchè se si parla di democrazia partecipativa non si può non partire da quei popoli dell'America latina che ogni giorno cercano di riappropriarsi delle proprie risorse come ad esempio in Chapas con il sub-comandante Marcos.

turiddu calabrone 18.09.07 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo sulla proposta delle liste civiche. Sercondo me, un altro ulteriore requisito di "garanzia" dovrebbe essere la partecipazione alle liste delle donne. Possono cioè avere il bollino blu solo le liste che prevedono una presenza pari di uomini e donne. La necessità di questo credo sia evidente.
Mi dite come si fa a partecipare a un meet up?

stefania trocini Commentatore certificato 18.09.07 12:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Cari bloggers,
non trascuriamo questa opportunità che il V-Day ci ha dato di poter finalmente dire basta al circolo vizioso della politica che si è instaurato ed incancrenito nel cuore del nostro "democratico" Stato. Ora che i vari mestieranti della politica si sono accorti di noi ed hanno paura, paura di perdere i privilegi acquisiti, diamo loro la spallata finale.
Non dobbiamo temere o esitare difronte a questo Leviatano che tutto divora e tutto consuma.
Anni fa a Praga avvenne un significativo "defenestramento" della classe politica...noi non siamo barbari per cui affileremo le nostre armi, le liste civiche, per poter colpire al cuore il malcostume dilagante di questi lestofanti.
Abbattiamo il sistema partitico che ci ha condotto allo sfascio.

Alessandro M. Commentatore certificato 18.09.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Fanculizzarsi?
Un importante prerequisito per la formazione delle liste

A me non sembra una cattiva parola e nemmeno una cattiva idea. Se non ricordo male è un'invenzione di Aldo, Giovanni e Giacomo. La cosa interessante è che trattasi di verbo riflessivo. Io mi fanculizzo, tu ti fanculizzi, egli si fanculizza, etc. L'uso prevalente è una esortazione, un invito a "fanculizzarsi" (imperativo: fanculìzzati, fanculizzatevi).
"Fanculizzarsi", oltre a espungere definitivamente il sessuale (invero ce n'era ben poco anche nel semplice e transitivo "vaffanculo"), rappresenta un cruciale passaggio filosofico. Non sono io che ti mando affanculo, quanto invece mi chiedo e ti chiedo se per caso non sia il caso che tu prenda in considerazione l'evenienza. Di fatto ti sto invitando a prendere una posizione pensosa, critica e autovalutativa. Per dirla tutta, "fanculizzarsi" ricorda un po' il Dasein. E' l'esserci come fottersene, mandarcisi come segnale irenico dei portatori di pace e nello stesso tempo di solitudine irrimediabile che pure contribuisce a costituire quella comunità - come avrebbe detto Blanchot - inconfessabile, di quelli che, alla fin fine, santi o dannati che siano, si strafottono. Non intrasenti in quel "mi ci sono mandato da me" una nobile condivisione, un'appartenenza alla comunità dei senza comunità. "Da me", non da solo, s'intende. Il fanculizzato infatti, come lo psicanalista secondo Lacan, si fanculizza (leggi "autorizza") da sé ma non da solo. Occorre infatti che qualcun Altro ne dia testimonianza.
Eco, ricordando una sua cena a Parigi con Jacques Lacan, rimase colpito dal perentorio invito a "mangiarsi il Dasein" che d'un tratto gli arrivò dall'autorevole psicanalista. A distanza di anni, Eco ricorda quell'enunciato come l'equivalente di una microanalisi, di un lampo terapeutico di verità. Non è più in gioco un banale "fanculo a","fanculo con", (màmmata, suòrta, etc.), ma la possibilità che è data all'umano e a lui solo di fanculizzarsi da sé.

Massimo Celani 18.09.07 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Fanculizzarsi?
Un importante prerequisito per la formazione delle liste

A me non sembra una cattiva parola e nemmeno una cattiva idea. Se non ricordo male è un'invenzione di Aldo, Giovanni e Giacomo. La cosa interessante è che trattasi di verbo riflessivo. Io mi fanculizzo, tu ti fanculizzi, egli si fanculizza, etc. L'uso prevalente è una esortazione, un invito a "fanculizzarsi" (imperativo: fanculìzzati, fanculizzatevi).
"Fanculizzarsi", oltre a espungere definitivamente il sessuale (invero ce n'era ben poco anche nel semplice e transitivo "vaffanculo"), rappresenta un cruciale passaggio filosofico. Non sono io che ti mando affanculo, quanto invece mi chiedo e ti chiedo se per caso non sia il caso che tu prenda in considerazione l'evenienza. Di fatto ti sto invitando a prendere una posizione pensosa, critica e autovalutativa. Per dirla tutta, "fanculizzarsi" ricorda un po' il Dasein. E' l'esserci come fottersene, mandarcisi come segnale irenico dei portatori di pace e nello stesso tempo di solitudine irrimediabile che pure contribuisce a costituire quella comunità - come avrebbe detto Blanchot - inconfessabile, di quelli che, alla fin fine, santi o dannati che siano, si strafottono. Non intrasenti in quel "mi ci sono mandato da me" una nobile condivisione, un'appartenenza alla comunità dei senza comunità. "Da me", non da solo, s'intende. Il fanculizzato infatti, come lo psicanalista secondo Lacan, si fanculizza (leggi "autorizza") da sé ma non da solo. Occorre infatti che qualcun Altro ne dia testimonianza.
Eco, ricordando una sua cena a Parigi con Jacques Lacan, rimase colpito dal perentorio invito a "mangiarsi il Dasein" che d'un tratto gli arrivò dall'autorevole psicanalista. A distanza di anni, Eco ricorda quell'enunciato come l'equivalente di una microanalisi, di un lampo terapeutico di verità. Non è più in gioco un banale "fanculo a","fanculo con", (màmmata, suòrta, etc.), ma la possibilità che è data all'umano e a lui solo di fanculizzarsi da sé.

Massimo Celani 18.09.07 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima idea!!!

Bruno Foglietta 18.09.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe,per dare finalmente voce al popolo italiano!!!Siamo tutti con te!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Claudia Rossi 18.09.07 11:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve Signor Grillo,

mi chiamo Sandro, lavoro e studio a Milano, da poco trasferitomi da Roma.
E' da parecchio tempo che la seguo, leggo il suo Blog, ascolto i suoi comunicati, la seguo. Non sono venuto a V-Day, glielo dico subito.

Sono sempre contento quando una persona cerca di motivare gli altri a cambiare le cose, a smuovere le masse, etc. Lo facevo sempre anche io, nel mio piccolo di intile ruota del carro del sistema, con i miei amici. Non sono stato fortunato quanto Lei. Complimenti.

Però, una cosa che noto, non mi piace della sua campagna: Sta cimentando Odio.
Odio verso la Politica, odio verso la classe dirigente, Odio verso chi dovrebbe essere la voce del Popolo. Questo secondo me è sbagliato. E glielo dico da militante del Partito Comunista di Rifondazione, che molti vedono ancora come uno che mangia Bambini.

Oltretutto, noto con rammarico, che Lei è diventata una Moda, signor Grillo. Una moda del momento, come lo fu a suo tempo Moretti, come lo saranno in futuro altri.

C'è differenza tra inneggiare al disordine civile come fa Bossi e come fa Lei?

E' giusto alzare la coscienza politica, ma l'Odio no. In fin dei conti anche Lei in questo momento sta facendo politica.. qualcuno potrebbe inneggiare all'Odio verso di Lei.. e via di seguito, fin che qualche pazzo non fa qualche cazzata..

Saluti

Sandro

Sandro Santececca 18.09.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
siamo sulla strada giusta. Chi ti dice che sei già entrato in politica ha ragione. Certo, la politica è tutto. Anche il prezzo del pane è determinato dalla politica. Tutto è politica.
Nell’antica Grecia polis divenne il termine con cui si indicava la città come stato autonomo, che all’epoca era l’organizzazione politica del Paese.
Quindi tu, noi tutti, non potevamo fare altrimenti.
Oggi ho ricevuto 10 SMS di amici di Abbiategrasso che mi hanno promesso di aiutarmi, qualora dovessi fare una lista civica. Ho risposto che si farà.
Purtroppo le elezioni ad Abbiategrasso ci sono appena state ma non aspetterò il 2011. Occorre organizzarci da subito. Chi è d'accordo con le nostre idee deve farsi avanti.
Nei comuni i problemi sono tanti: dal traffico, alla raccolta dei rifiuti (mia grande passione), agli asili...fino al voto agli immigrati.
Ho voglia di impegnarmi e di portare con me molta gente. Tutto, hai ragione, parte dal Comune. Se a Roma c’è del marcio, significa che nei Comuni c’e del marcio. Quindi occorre anche pulire i Comuni, non solo il Parlamento.
L'unica cosa che potrebbe preoccupare, come ha scritto Andrea Stella nel blog, è la mancanza di esperienza. Vorrà dire che per 5 anni torneremo a scuola.
Vorrei dire a tutti che entrare in politica dal basso è la conseguenza più giusta dopo il successo
del V-day.
Non dobbiamo avere paura ma fare paura ai partiti.

Forza a tutti.

DOMENICO PEDRETTI
ABBIATEGRASSO - MILANO

Domenico Pedretti 18.09.07 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
la tua idea di far ripartire la politica dei cittadini dai comuni con la presentazione delle liste civiche noi l’abbiamo lanciata nel 1997. Nel nostro paese, in provincia di Roma esattamente 10 anni fa presentammo una lista civica. Vincemmo le elezioni ed iniziammo ad amministrare con metodo nuovo. Aprimmo la casa comunale ai cittadini, la trasparenza e l’informazione era il nostro scopo principale. Ogni cittadino si sentiva partecipe dell’azione amministrativa. Ogni tre mesi facevamo assemblee pubbliche per proporre iniziative e per ascoltare il resoconto dell’amministrazione. Avevamo creato un nuovo metodo di governare il paese in modo trasparente e democratico. L’iniziativa ebbe talmente successo che per la prima volta una amministrazione nel nostro paese fu riconfermata dopo 5 anni di amministrazione. Durante il secondo mandato, però, iniziò quello che spesso accade nell’animo umano, e cioè il delirio di onnipotenza e di infallibilità che colpisce ogni essere umano quando ha potere (da questo la frase governare e meglio che fottere). Il sindaco (ex PCI) si trasformò in podestà . I cittadini non venivano più ascoltati e soprattutto le decisioni venivano prese all’interno di un solo “cervello”. L’associazione “Uniti per Cambiare” terminò la sua funzione, prevalse il solito metodo clientelare che ebbe il suo apice con la gestione del Piano Regolatore Generale. Il delirio di onnipotenza fu talmente grande che in occasione del rinnovo dell’amministrazione nelle elezioni del 2006 il sindaco propose la sua candidatura per la terza volta contravvenendo alla legge che vieta i tre mandati consecutivi. Era ormai diventato un professionista della politica e non mi meraviglio se nelle prossime elezioni si ripresenterà con una nuova lista civica chiedendo ed ottenendo il vostro bollino di certificazione. Ho raccontato

Francesco P. Commentatore certificato 18.09.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Le liste civiche possono funzionare... ricostruire una vera democrazia in Italia si puo' fare solo partendo dal basso. Non basta chiamare un partito ''democratico'', se poi le persone che quel partito andra' a candidare saranno le stesse che ci hanno deluso in tutti questi anni. Ha ragione Grillo, poi, quando dice che nei Comuni si influenza DIRETTAMENTE la vita delle persone, dei cittadini. Io spero che l'iniziativa parta e che funzioni al meglio!

Riccardo Maccabruni 18.09.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Bellissima idea!!!

Bruno Foglietta 18.09.07 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Cari noti critici del V-Day, che ci date dei qualunquisti: scommettiamo che per voi si mette male? Oggi ho incontrato gente che fino a un mese fa non sapeva neanche cos'era il TG1. Stamattina mi hanno fatto nomi e cognomi di giornalisti (tipo Brusadelli di Panorama) e commentato articoli con una professionalità impensabile. Con citazioni da Travaglio a Sartori. Si vanno responsabilizzando e informando. Ho letto anche io panorama: solita storia. Copertina dedicata a Ken Follet, e solo una piccola foto a destra dedicata a Grillo. Ho letto gli articoli di Brusadelli e Vespa, che non fanno che dire che grillo fa più male a sinistra che a destra (come se a Grillo possa interessare), che noi popolo del v-day siamo delusi non dalla politica, ma da Prodi.. e poi?.. ah, che se navighiamo in rete in un blog o siamo girotondini oppure comunisti-verdi. Ho fatto studi molto seri sulla politologia, e mi pare proprio che la cultura della rete stia vincendo. A chi se lo sta chiedendo, fidatevi: il v-period durerà! E andiamo con queste liste civiche.

Cosimo Pastore Commentatore certificato 18.09.07 11:02| 
 |
Rispondi al commento

dopo 10 giorni dal v-day prodino fa i suoi commenti premettendo che non fa uso di valium.

ha ragione: il valium non lo avrebbe rincoglionito cosi' a lungo.

a questo punto è meglio casini: dice le stesse stronzate ma non ti fa aspettare una vita.

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

dopo 10 giorni dal v-day prodino fa i suoi commenti premettendo che non fa uso di valium.

ha ragione: il valium non lo avrebbe rincoglionito cosi' a lungo.

a questo punto è meglio casini: dice le stesse stronzate ma non ti fa aspettare una vita.

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

dopo 10 giorni dal v-day prodino fa i suoi commenti premettendo che non fa uso di valium.

ha ragione: il valium non lo avrebbe rincoglionito cosi' a lungo.

a questo punto è meglio casini: dice le stesse stronzate ma non ti fa aspettare una vita.

alberto rossi Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe se davvero dovesse andare in porto la tua idea sarò uno dei più accaniti sostenitori della tua lista civica nella mia città. Ma permettimi un piccolo consiglio, prima di apporre il tuo "bollino" su una lista, consultati con i cittadini di quel Comune. Infatti non tutti i delinquenti hanno precedenti penali, pertanto si potrebbero infiltrare nella lista civica tanti soggetti poco raccomanadabili che hanno la fedina penale linda. Nella mia citta, le scorse elezioni, si sono presentati tanti di questi "soggetti" che mi è venuto lo schifo di andare a votare ed infatti non l'ho fatto. Quindi, prima di approvare la lista chiedi a noi che ti diremo vita morte e miracoli dei singoli candidati.
VIVA LA LISTA CIVICA "V-DAY", VIVA BEPPE GRILLO

felice c. Commentatore certificato 18.09.07 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Guardo la televisione e vedo che questi politici e ospiti vari presenti a queste trasmissioni non sanno nulla di quello di cui il Paese ha bisogno.. nel senso pratico come nel senso morale. Questi parlano immersi in una ipocrisia che pervade la loro grandissima faccia tosta specializzata nell'omettere e, più di recente, di negare quello che di grande Grillo sta facendo...sanno solo etichettare in qualunquismo tutta la cultura e informazione che gente come Grillo fa da anni.. informazione ostacolata, perché non rispecchia interessi economici o corporativi... ma dove sono gli interessi della gente??? dove c'é il buonsenso??? Ma questa volta mi vien da ridere.. perché la gente ha imparato da gente come Grillo a distinguere le balle che i media convenzionali propugnano costantemente.Questa gente é vecchia dentro,per scelta o per natura,in ogni caso vecchia.Come si fa a dire che Grillo rappresenta l'antipolitica quando poi dite che Grillo vuole fare politica?Certo che Grillo fa politica! ma la fa da tempo e con metodi ispirati ad un amore verso il prossimo che voi sembra vi impegniate a non usare.E poi i giornalisti... prima un silenzio da censura,poi quando hanno visto la voglia di cambiamento manifestata attraverso i numeri,allora si.. se ne parla ad ogni occasione.. Ma non hanno colto, non hanno capito.. le domande che fanno sono domande che puzzano di vecchio, puzzano di vecchio come la classe politica che gli piace intervistare... gli argomenti sembra siano sempre voti e votazioni,chi va al governo e chi no.. e alla fine chi é qualunquista??Dove si parla di nuove tecnologie? dove si parla di ambiente, energia pulita,partecipazione popolare e democrazia? se ne parla solo raggirando gli ostacoli.. dicendo "si, é una cosa importante" o "si, io questo l'ho fatto, questo l'ho proposto" Ascoltate le domande e le risposte tra giornalisti e politici, vien da ridere per l'arte di eludere una domanda e l'arte di non fare una domanda che colga la concretezza di un argomento.

Andrea B. Commentatore certificato 18.09.07 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione questi non sono politici questo è potere capace di fare la guerra civile pur di restare sulla poltrona hanno fatto respirare la sfiducia in tutto e quindi fra tutti. Le basi dovranno essere innanzitutto il rispetto,secondo,creiamo uno statuto o costituzione scritti su carta morale di impegno personale e i diritti saranno la semplice conseguenza della nostra capacità di dover essere coscienti e coerenti,fondato su regole morali alle quali,chi intende farne parte,deve sentirsi in grado di mantenere sempre e comunque la capacità di rispettarle e ovviamente verrà da se di farle rispettare. La punizione peggiore sarà di autoescludersi.Terzo,la scuola dovrà dare una educazione che coniughi l'apprendimento e la ricerca di se stesso con una educazione sociale improntata sul rispetto,sulle emozioni,sulla soddisfazione della propria vocazione o scelta,un insegnamento che faccia andare di pari passo quelle che sono le nozioni necessarie con il carattere e la predisposizione del singolo individuo.La ricerca di se stesso,la vocazione porterà ad un impegno o scelta cosciente che genererà benessere morale e quindi sociale.Diritto al servizio sanitario per tutti e tante altre(secondo me)valide soluzioni per sconfiggere il vero problema di questa società, creato ad arte dal potere,"la prostituzione" perchè se non ci avete fatto caso per ogni cosa che devi dire o devi fare ti devi comportare come se dovessi prostituirti,in alternativa devi associarti per delinquere.3000 anni fa l'impegno sociale poi chiamato politico era un dovere ed un onore(dopo essersi guadagnato il pane)oggi è possibile ridare dignità ma soprattutto far nascere le prossime generazioni nella dignità nel rispetto degli altri e quindi di noi stessi con un buon programma una autoregolamentazione in cui le persone possano ritrovarsi e da cui partire ognuno col proprio viaggio e anche se ognuno diverso con la consapevolezza dell'imprescindibilità dell'esistenza dell'altro nel primario dovuto rispetto.1 PARTE

mirco m. Commentatore certificato 18.09.07 10:11| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI A ROMA!!!!!!!!!

FACCIAMO UN GRAN FALO'!!!!!

BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!

FORZA FACCIAMO QUALCOSA CHE DIA VERAMENTE NOIA!

FORZA RAGAZZI E' IL MOMENTO DI SPINGERE!
NON LI VOGLIO + VEDEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

GRAZIE A TUTTI E CONTINUIAMO COSI'

BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!
BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!BRUCIARE LE SCHEDE ELETTORALI DAVANTI A MONTECITORIO!!!!!

Riccardo Sinopoli (bauhaus) Commentatore certificato 18.09.07 09:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo un gruppo di colleghi che vorrebbe sapere cosa deve fare per iscriversi ad una lista civica.

ramona conca 18.09.07 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
chiedo solo un pò più di informazione:
1)ma se il caro Beppe ha sempre detto che non voleva entrare in politica, perchè lo sta facendo anche se dalla porta di servizio?
2)d'accordissimo sulle Liste Civiche, ma vorrei solo capire meglio cos'è questa specie di "bollino blu" nelle liste civiche

Grazie, non cominciare a confondermi anche tu come sta facendo ed ha sempre fatto questa politica; mi appoggio solo a te..Grazie

giusi leonardi Commentatore certificato 18.09.07 09:06| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' arrivato il momento critico, la Politica attiva...
Obiezione: non mi sembra condivisibile l'esclusione dal parlamento di TUTTI i condannati. I reati d'opinione non possono essere equiparati agli altri; se di reati si può parlare essi rappresentano il dissenso agito e coraggioso.
Auspicio: Più donne in politica. Hanno la capacità di NON ubriacarsi facilmente di potere, diversamente da quanto accade ai maschietti, oltre ad essere capaci di una dedizione assoluta ai compiti.
Meditate gente (e Beppe), meditate...

massimiliano mori Commentatore in marcia al V2day 18.09.07 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

seguo con massima attenzione il senso e le azioni di questa protesta e finchè rimane in questo ambito la condivido. non vorrei mai che finisse con l'integrazione alla politica anche di questo movimento. l'idea di liste civiche mi sembra ottima però vorrei sapere come si potrebbe fare per organizzarla e non laciarla alla confuzione che ognuno di noi evidentemente farebbe. ci sono già delle idee oppure ne state aspettando? Io qualcosa avrei in mente

massimo merelli 18.09.07 08:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
siamo sulla strada giusta. Chi ti dice che sei già entrato in politica ha ragione. Certo, la politica è tutto. Anche il prezzo del pane è determinato dalla politica. Tutto è politica.
Nell’antica Grecia polis divenne il termine con cui si indicava la città come stato autonomo, che all’epoca era l’organizzazione politica del Paese.
Quindi tu, noi tutti, non potevamo fare altrimenti.
Oggi ho ricevuto 10 SMS di amici di Abbiategrasso che mi hanno promesso di aiutarmi, qualora dovessi fare una lista civica. Ho risposto che si farà.
Purtroppo le elezioni ad Abbiategrasso ci sono appena state ma non aspetterò il 2011. Occorre organizzarci da subito. Chi è d'accordo con le nostre idee deve farsi avanti.
Nei comuni i problemi sono tanti: dal traffico, alla raccolta dei rifiuti (mia grande passione), agli asili...fino al voto agli immigrati.
Ho voglia di impegnarmi e di portare con me molta gente. Tutto, hai ragione, parte dal Comune. Se a Roma c’è del marcio, significa che nei Comuni c’e del marcio. Quindi occorre anche pulire i Comuni, non solo il Parlamento.
L'unica cosa che potrebbe preoccupare, come ha scritto Andrea Stella nel blog, è la mancanza di esperienza. Vorrà dire che per 5 anni torneremo a scuola.
Vorrei dire a tutti che entrare in politica dal basso è la conseguenza più giusta dopo il successo
del V-day.
Non dobbiamo avere paura ma fare paura ai partiti.

Forza a tutti.

DOMENICO PEDRETTI
ABBIATEGRASSO - MILANO

Domenico Pedretti 18.09.07 08:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,
facci capire in maniera un pò più chiara come fare per le liste civiche, lascia perdere le affermazioni scontate tipo "fonda un partito quello che i partiti li vuole distruggere".
La verità che invece deve venire fuori è che:
POSSIAMO PROVARE A CREDERE A QUEI POLITICI CHE PARLERANNO DI RIDURSI GLI STIPENDI CONCRETAMENTE. CAVOLO. PERCHE' DI QUESTO NON SI PARLA APERTAMENTE IN TELEVISIONE. E' QUESTO QUELLO DI CUI QUESTI DATORI DI LAVORO SONO STANCHI. NON VOGLIO PAGARE PIU' QUESTI STIPENDI E QUESTE PENSIONI PER UNA PRESTAZIONE PROFESSIONALE CHE UN BUON CONSULENTE SI FAREBBE PAGARE MOLTO MENO.
BASTA! BASTA! BASTA!
(forse questo slogan sembrerà più a modo alla classe politica dato che diamo peso alle parole e non alla sostanza)
Vi prego facciamo qualcosa.
Paola

PAOLA ABATE Commentatore certificato 18.09.07 08:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' normale che ci siano le critche, soprattutto se a farle sono i diretti "INTERESSATI". E si perché proprio di interessi si parla, quando si chiede alla "Casta" di non candidarsi oltre le 2 volte, di mettere il voto di preferenza togliendo ai partiti la sovranità di scelta. Vai avanti Beppe e sappi che stai interpretando il pensiero di milioni di famiglie stanche, stanche di non arrivare a fine mese e di vedere che un deputato ha in busta anche "l'indennità di parrucchiere", stanche di sentire Prodi (come ieri sera ha ripubblicizzato a Porta a Porta) vantarsi per aver diminuito lo stipendio suo e dei Ministri del 30%: ma sapete quanto guadagnava prima? circa 19.000 euro al mese (poiché all'indennità di Presidente del Consiglio si somma quella di Deputato). In sostanza circa 228.000 euro annui senza contare il vitalizio, le somme versate a titolo di rimborsi vari ecc...( in internet trovate migliaia di pagine che trattano l'argomento). Sapete quanto impiega un impiegato medio per guadagnare questi soldi? Circa 12 anni. Quindi non penso che ci sia da vantarsi per il taglio quanto invece da avere quel tanto di pudore per quanto percepito prima (e anche adesso). Beppe, stanno pubblicizzando le liste civiche come una tua strumentalizzazione del V Day, ma noi sappiamo che non è così. Io credo ai cambiamenti, credo ai miglioramenti (ottenuti con mezzi pacifici) e quello che stai portando avanti tu è perfetto. Dicono che volevi entrare in politica prima di fare il V Day? E tu faglielo credere tanto noi sappiamo che non è così ed anche se lo fosse avresti comunque esposto il tuo programma, scomodo, tanto scomodo da far "scomodare" tutti - TUTTI - a commentare il pensiero di un "comico". Vai avanti, in nome dell'Italia, quella dei lavoratori, di coloro che portano a casa 1000 euro al mese tra stanchezza e privazioni ma che godono, forse più dei potenti, dei piccoli tesori della vita (che aimé il denaro non può acquistare). Ciao

Luca Re 18.09.07 08:31| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so di quante persone potrai fidarti d'ora in avanti caro beppe, i politici già stanno studiando il modo di azzittirti un'altra volta, parlano già in modo uguale evidentemente hanno deciso a tavolino come contrastarti e metterti in cattiva luce agli occhi del popolo, hanno paura, altrimenti non si muoverebbero così solidari tutti tra loro, sanno benissimo che se tu vincessi per loro sarebbe l'esilio politico, ma per ottenere questo avrai bisogno di persone serie oneste e fidate che al momento credo siano poche, in quanto anno pensato bene di portare la popolazione ad una immoralità diffusa in ogni settore ciò è stato possibile attraverso la LORO televisione il vero potere nelle loro mani.
Chi riuscirà a colpire la tv riuscirà e metter fine a gran parte di questo scempio sociale.
Io da italiano sono mortificato e provo vergona ad essere rappresentato nel mondo da tali persone, mi rimane difficile farlo capire anche ai miei figli, non capisco invece di cosa si vantano o di cosa sono fieri questi politici. Se ti dovesse servire una persona onesta contattami pure ne sarei lusingato, nel frattempo non fidarti di quelle che hanno già iniziato a corteggiarti e mettersi dalla tua parte o ritenerti un amico.
Avrei tanta voglia di sentir chiamare l'ITALIA Nazione, e non più paese come lo chiamano loro, ascoltare commosso l'Inno di Mameli e vedere sventolare il Tricolore.
Forza e Coraggio caro Beppe....

dario aceranti Commentatore certificato 18.09.07 08:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
siamo sulla strada giusta. Chi ti dice che sei già entrato in politica ha ragione. Certo, la politica è tutto. Anche il prezzo del pane è determinato dalla politica. Tutto è politica.
Nell’antica Grecia polis divenne il termine con cui si indicava la città come stato autonomo, che all’epoca era l’organizzazione politica del Paese.
Quindi tu, noi tutti, non potevamo fare altrimenti.
Oggi ho ricevuto 10 SMS di amici di Abbiategrasso che mi hanno promesso di aiutarmi, qualora dovessi fare una lista civica. Ho risposto che si farà.
Purtroppo le elezioni ad Abbiategrasso ci sono appena state ma non aspetterò il 2011. Occorre organizzarci da subito. Chi è d'accordo con le nostre idee deve farsi avanti.
Nei comuni i problemi sono tanti: dal traffico, alla raccolta dei rifiuti (mia grande passione), agli asili...fino al voto agli immigrati.
Ho voglia di impegnarmi e di portare con me molta gente. Tutto, hai ragione, parte dal Comune. Se a Roma c’è del marcio, significa che nei Comuni c’e del marcio. Quindi occorre anche pulire i Comuni, non solo il Parlamento.
L'unica cosa che potrebbe preoccupare, come ha scritto Andrea Stella nel blog, è la mancanza di esperienza. Vorrà dire che per 5 anni torneremo a scuola.
Vorrei dire a tutti che entrare in politica dal basso è la conseguenza più giusta dopo il successo
del V-day.
Non dobbiamo avere paura ma fare paura ai partiti.

Forza a tutti.

DOMENICO PEDRETTI
ABBIATEGRASSO - MILANO

Domenico Pedretti 18.09.07 08:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo e la politica.
Sin da giovane mi sono iscritto ad un Partito? Perché? Ho sempre ritenuto che l’impegno nel sociale fosse un mio dovere civico! Molti altri miei conoscenti non hanno mai avuto alcun interesse oltre il loro interesse personale. Se tra quelli che avevano passione civile molti, troppi, facendo politica sono finiti a fare, purtroppo, solo gli interessi personali, non è comico ritenere che quelli che hanno sempre pensato ai propri interessi, d’un colpo si mettano a fare gli interessi della comunità? ..
Non è comico constatare che Beppe Grillo propone quello che Berlusconi ha già fatto quindi anni orsono? Non è stato lui infatti il primo ad irrompere nella politica, dalla società civile? Come volevasi dimostrare: facendo prima di tutto i suoi interessi!...
I partiti in una democrazia (il meno peggio dei possibili sistemi di governo della cosa pubblica!) hanno il compito di selezionare la classe politica. Non lo hanno fatto bene!!! Ammettiamo, ma non si può con l’acqua sporca gettare anche il bambino. Si possono proporre alternative, ma non dire che si può fare a meno di qualsiasi criterio di selezione!… Tanto meno si può riproporre il metodo Berlusconi cioè quello di prendere per la strada chi sta facendo solo i suoi interessi per metterlo a fare gli interessi pubblici, sperando che rinunci ai propri.
Che un comico proponga delle cose comiche è più che normale! Che lo seguano in tanti, pensando che dica cose serie, non è proprio così comico!…

Igino Piutti 18.09.07 08:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Italianiiiiiiiii!
Attenzione alle liste civiche, ricettacolo, spesso, sopratutto nei piccoli comuni di: personaggi trombati dai partiti del palazzo e con la voglia di rivalsa.
Bottegai legati a famiglie storiche del luogo in cerca di visibilità perenne.
Imprenditori in attesa del loro momento di scendere in campo per poi barattare con il palazzetto locale l'eventuale affermazione con i propri interessi pubblici .
Molti abituè del : oggi a sinistra domani a destra,fiutata l'aria stanno dando vita ad una nuova razza di aspirante politico il : verginpop !
Molti dei soliti noti, già gettano nei cassonetti statue del Duce e di Lenin, e regalano alle famiglie possibili serbatoi di voti copie di "Gomorra" firmate dall'autore come programma elettorale.
E poi,poi, tanta gente onesta e in buona fede. Io chiederei oltre al penale, anche una NON iscrizione ad un partito da almeno 2 anni e l'impossibilità TOTALE di partecipare se in un passato recente si è stati già candidati in una lista Civica, regola da far valere anche in caso di cambio residenza.

Un saluto da 3xResistere.

p.s essendo ancora iscritto a quello che era il maggior partito della sinistra italiana mi autoescludo con dolore.

carlo delaurentiis 18.09.07 08:16| 
 |
Rispondi al commento

ECCO LE LISTE CIVICHE LOCALI IN DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATIVA

Negli ultimi anni il Nostro Bel Paese dei mille campanili e dei mille municipi ha visto risorgere un "localismo" positivo fondato sul rapporto attivo tra cittadini, territorio e comunità amministrativa per comprendere, condividere e risolvere problematiche locali. Un nuovo "localismo" che da positivo è diventato propositivo dando vita a "strane liste civiche" con programmi "elettorali" comprensibili, concreti, realistici e con candidati per nulla "politici di professione".

Sono queste le cosiddette Liste Civiche Locali in Democrazia Diretta e Partecipativa che stanno rinnovando e rivoluzionando la pratica politica.

La democrazia diretta e partecipativa è un modus operandi che richiede un coinvolgimento attivo e costante della popolazione locale e per questo è più spesso enunciata per mera propaganda elettorale dai partiti tradizionali, che sperimentata realmente.

Diversamente, molte liste civiche locali fondano la loro proposta politica praticando e promuovendo la partecipazione dei cittadini attraverso metodi di democrazia diretta. Alla radice c'è quasi sempre un attivismo culturale e sociale, di organizzazioni, comitati ed aggregazioni apartitiche che operano per restituire la sovranità popolare ai cittadini adottando forme e metodi decisionali di condivisione con ampi strati sociali e collettivi su diverse istante e tematiche territoriali.

Per questi motivi alcuni esponenti dei vari meetup locali di Beppe Grillo, alcuni comitati e liste civiche locali in democrazia diretta, hanno dato vita al portale www.partecipa.info, "luogo ideale" di aggregazione per il confronto, la condivisione di esperienze, la produzione e lo scambio di informazioni e idee per una "rete fra le tante liste civiche locali (esistenti o potenzialmente in divenire) in democrazia diretta e partecipativa".

SEGNALATE TUTTE LE LISTE CIVICHE QUI: http://www.partecipa.info/

Francesco Simi 18.09.07 08:08| 
 |
Rispondi al commento

ECCO LE LISTE CIVICHE LOCALI IN DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATIVA

Negli ultimi anni il Nostro Bel Paese dei mille campanili e dei mille municipi ha visto risorgere un "localismo" positivo fondato sul rapporto attivo tra cittadini, territorio e comunità amministrativa per comprendere, condividere e risolvere problematiche locali. Un nuovo "localismo" che da positivo è diventato propositivo dando vita a "strane liste civiche" con programmi "elettorali" comprensibili, concreti, realistici e con candidati per nulla "politici di professione".

Sono queste le cosiddette Liste Civiche Locali in Democrazia Diretta e Partecipativa che stanno rinnovando e rivoluzionando la pratica politica.

La democrazia diretta e partecipativa è un modus operandi che richiede un coinvolgimento attivo e costante della popolazione locale e per questo è più spesso enunciata per mera propaganda elettorale dai partiti tradizionali, che sperimentata realmente.

Diversamente, molte liste civiche locali fondano la loro proposta politica praticando e promuovendo la partecipazione dei cittadini attraverso metodi di democrazia diretta. Alla radice c'è quasi sempre un attivismo culturale e sociale, di organizzazioni, comitati ed aggregazioni apartitiche che operano per restituire la sovranità popolare ai cittadini adottando forme e metodi decisionali di condivisione con ampi strati sociali e collettivi su diverse istante e tematiche territoriali.

Per questi motivi alcuni esponenti dei vari meetup locali di Beppe Grillo, alcuni comitati e liste civiche locali in democrazia diretta, hanno dato vita al portale www.partecipa.info, "luogo ideale" di aggregazione per il confronto, la condivisione di esperienze, la produzione e lo scambio di informazioni e idee per una "rete fra le tante liste civiche locali (esistenti o potenzialmente in divenire) in democrazia diretta e partecipativa".

SEGNALATE TUTTE LE LISTE CIVICHE QUI: http://www.partecipa.info/

Massimo Zeno 18.09.07 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Rieccomi caro Grillo,
Primo non ascoltare mastella (minuscolo minuscolo), lui fa solo il suo interesse. Leggi ad personam. E la gente lo sa.
Sentite, come si fa a d aderire o formare liste civiche?
Grazie per qualsiasi risposta.
Marisa.

Marisa Radin 18.09.07 07:55| 
 |
Rispondi al commento

non cascarci amche tu.se scendi in politica, anche mascherata da bollino, perdi completamnete la tua forza di chi, fa riflettere, mette in luce, smaschera con quella qualifica di "comico" che diventa arma e armatura. certo fare solo critica può diventare qualunquistico e solo gridare ai cattivi un facile alibi per mettersi a posto la coscienza non sempre così pulita. è giusto che i cittadini si riprendano in mano la forza della politica, l'importanza dell'impegno civile, ma senza bollini, anzi con la promessa che anche loro saranno mandati a vaff se invece di progettare il nuovo diventeranno la brutta immagine del vecchio. sono ridicoli i politici che rispondono a te chiedendoti risposte politiche, ma diventi patetico tu se inizi a farlo diventando...politico.voglio continuare ad essere un lettore ascoltatore del blog di Grillo, senza pensare se è di destra o di sinistra, ma solo che è in grande osservatore della vita e delle persone che guardano il presente pensando il futuro, senza la tiutubanza di andare contro... se stesso.

roberto sogni 18.09.07 07:48| 
 |
Rispondi al commento

Era ora che qualcuno mettesse insieme le voci sempre più frequenti di cittadini altamente scontenti della scandalosa classe politica che ci ritroviamo, ormai siamo un paese da "quarto" mondo belle facce in tv che ci fottono da mattina a sera.

Gilberto Verdini 18.09.07 07:44| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ringraziare Beppe Grillo. Perchè ha gettato un sasso nelle acque stagnanti della politica che,soprattutto negli ultimi anni,ha ridotto l'Italia ad un paese dove non ci sono più diritti,specie nel mondo del lavoro,e dove l'unica azienda che tira è quella della criminalità organizzata(e non). Ben vengano quindi le liste civiche,sono d'accordissimo pure sul bollino di garanzia,si deve assolutamente impedire che mafiosi e opportunisti si riciclino nelle nuove liste. Ai candidati,perciò,andrà fatto un vero e proprio "esame del sangue",se una persona è onesta non avrà niente da nascondere. Avanti così dunque,e speriamo che presto ci sia un'altro V-day.

marco mariotti 18.09.07 07:21| 
 |
Rispondi al commento

Si ma beppe, queste cose se venissero gestite dal comune devono essere regolamentate DA DIO, e con un nuovo sistema burocratico, non QUESTA MERDA che abbiamo

Egon Tosca 18.09.07 03:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento di poter esprimere la mia opinione riguardo la questione delle liste perchè lo ritengo un atto minatorio,il primo serio e poenzialmente incisivo,nei confronti di una politica corrotta e ladrona... una politica che mi piacerebbe sottolineare non risponde più ai nostri bisogni che naufragano alla deriva da tempo,ma risponde ai soli interessi d'un singolo,o di tanti singoli...parliamo di una politica da decenni in continuo deterioramento che spero vivamente,questo atto coraggioso e detterminato di Grillo,possa riportare sulle retta via,cioè la nostra,quella del popolo elettore...una politica fatta davvero da noi,i diretti interessati,una politica che si occupi seriamente delle problematiche di questa italia consumata dalla truffa,una politica fatta da noi,per noi...

andrea bassu 18.09.07 02:10| 
 |
Rispondi al commento


Cosa succederà quando le nostre 300.000 firme arriveranno in Parlamento? Proveranno in tutti i modi ad insabbiare o a rendere inefficace il V-DAY. Per evitarlo alle 300.000 firme dobbiamo aggiungerne tante, tante altre. Allora saranno costretti ad approvare la legge di iniziativa popolare, ma non per iniziativa, per SOLLEVAZIONE popolare!

La nostra Associazione ha creato una petizione di sostegno alle 3 proposte del V-DAY, se non avete potuto firmare al V_DAY o volete mettere un'altra firma questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=12&Itemid=petizioniobj

Manderemo le firme raccolte alle Camere quando dovranno discutere la legge di iniziativa popolare, tanto per "rinfrescargli" la memoria!


Importante: cerchiamo volontari per la Lista Civica V-DAY, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Max R. Commentatore certificato 18.09.07 02:07| 
 |
Rispondi al commento

E TUTTO RITORNO' NELLA NORMA (PARTE 1)

Mi ero illuso che l’iniziativa di Grillo fosse un’espressione del disagio sociale espresso in maniera divertente e non l’alba del neo-qualunquismo.
Ed adesso anche Grillo e' in politica. Grillo dice che "rigetta" la politica, in realta' la sua e’ politica di rigetto.
Faccio subito presente che le parole "politica" e "partito” o “lista" non sono di per se' parolacce. Al contrario, sono i piloni di una democrazia rappresentativa in opposizione al qualunquismo e - purtroppo - ipocrita movimento Grillesco.
Analizziamo il post:
1. “I Comuni ai cittadini”
Come se fino adesso i Comuni fossero stati degli extra-terrestri. Chi ha votato i cittadini che sono al Comune? I cittadini stessi! Cioe’ coloro che dicono che sono stufi della politica…
2. “I cittadini devono entrare in politica direttamente. Per la loro tutela e per quella dei loro figli.”
3. Ditto. Sin dagli antichi Greci, la democrazia per funzionare deve essere di rappresentanza… immaginate tutti i Romani a rappresentare se stessi al Campidoglio? Dov’e’ il consenso maggioritario vs. la ricerca del proprio interesse, cioe’ esattamente cosa si addebita ai “politici”?
4. “Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche.”
E qui l’ossimorone con l’asserzione 1. Lista = rappresentanza. I cittadini si fanno rappresentare da quelli in lista. Qual’e’ la differenza rispetto al sistema attuale?

Non commento sul “bollino Grillo” alle liste. Pacchianata. Ma vedo un ossimorone.
5. “Io non parteciperò a nessuna manifestazione nei prossimi mesi. Non sto promuovendo la presentazione di nessuna lista civica, né locale, né nazionale.”
Non vedo come “certificare liste” sia differente dal promuoverle

Giovanni T. Commentatore certificato 18.09.07 01:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe. Mi sorge un dubbio. Ho sempre pensato che la classe politica italiana, in un certo senso, sia lo specchio del paese... Perchè ci sono politici bravi, onesti, competenti, appassionati così come ce ne sono di mediocri. purtroppo. e questo lo trovi anche nella vita reale. le persone, la gente insomma. i bravi ed i cattivi e tutte le sfumature che possono esserci. Penso che la politica di oggi in Italia stia passando il passaggio dall'antico al moderno e per dirla in breve anche la gente, gli elettori la stanno vivendo così. Mi piace credere che si passerà dalla classica considerazione: "voto questo o quello perchè fa i miei interessi" ad una nuova coscienza che dice: "voto questo o quello per come fa a far funzionare tutto per bene. il lavoro. gli imprenditori ed i lavoratori. l'immigrazione e l'integrazione. conciliando ambiente e sviluppo. modernità, ricerca... ". Torniamo al dubbio. Il dubbio quindi è... non è che il V day sia anche verso quell'italietta di cittadini mediocri cui fa comodo votare degli altrettanto mediocri? Non è che l'interesse e gli interessi e i soldi ed il potere e le meno tasse per tutti, pur di averli, si da il voto anche ad un condannato, o un inquisito che te li ha promessi? Il riferimento alla scorsa legislatura è puramente casuale... forse, altro dubbio, il V day aveva più senso farlo allora.

andrea v. Commentatore certificato 18.09.07 01:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho finito ora di vedermi e godermi Beppe Grillo su Rai 2 a cura di Minoli.
Tre reti Rai stavano parlando di LUI.
Nel Vespasiano di Vespa, purtroppo ritornato da oggi con Prodi,a Primo Piano con Rosy Bindi .....e sono fuggito sul DUE è ho goduto perchè ho ripassato il fenomeno Beppe dalle sue origini.
Si è visto il filo rosso di questi suoi 30 anni di spettacolo antipolitico di carriera.
E così mi sono ricordato dii una campagna elettorale dove io ero candidato a Rimini al Senato per la lista Bonino e del suo spettacolo a Rimini,dove vive la sua prima famiglia.
Come spesso era solito fare ,venendo a Rimini ,qualche ora prima dello spettacolo,anche questa volta per avere delle idee telefonò a Werther Casali chiedendo che novità c'erano sulla campagna elettorale e su Rimini.
Werther gli spiegò della Merda in Mare ,delle fogne e del manifesto di denuncia che avevamo messo per tutta la città e anche del manifesto elettorale che era stato ideato per me.
Nel giro di qualche ora fui obbligato a portarglieli in camerino prima del suo spettacolo.
E quando iniziò lo show, sapendo che il Sindaco era presente in prima fila ,lui con i due manifesti sotto braccio iniziò una filippica sulla Merda in mare con "Basta merda in Mare! dando alla fine sulla testa del sindaco botte con il manifesto arrotolato.
Quindi facendo vedere foto di candidati riminesi e prendendoli per il culo per come apparivano, all'improvviso. aprendo il mio cartello elettorale urlò
"Questo è il vero candidato!" E mostrò al pubblico un grande TABAR in posa che diceva "Vota Sergio il più umano dei candidati-Parola di Tabar"
(famoso bracco italiano bianco arancio).
Sarà un paraculo però ancora una volta ha sfondato percorrendo strade che avremmo voluto fare noi.
Il suo blog su milioni di blog nel mondo è 12° in classifica.
L'ultima volta che l'ho visto gli ho regalato il libro che l'associazione Basta Merda in Mare ha scritto come radicali riminesi però lui sponsorizzava i Verdi ,Rifond

sergio giordano 18.09.07 01:25| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente sono d'accordissimo con lo spunto datoci da Beppe di mettere in pratica le cose in cui crediamo. E' giunto il momento di agire in prima persona senza più delegare a chi finora ci ha sempre preso in giro.
Il tempo è il nostro nemico; infatti perdere altro tempo in una critica sociale interessante ma sterile di risultati rischia di far diventare il movimento dei meet up come un fenomeno transitorio e folkloristico, al pari di quello rappresentato da chi manifestava il proprio disgusto verso la classe politica sotto il palazzo di Giustizia di Milano nel 1992 o, più recentemente come quello di chi girava intorno ai palazzi della politica.
Tutto è finito nel dimenticatoio per la caratteristica molto italiana di dimenticare troppo in fretta.
A scuola mi hanno insegnato che un altro famoso genovese sosteneva l'imporatanza di associare al pensiero la messa in pratica di questo.
Vanno sicuramente discussi i princìpi cui ispirarsi ed i metodi da seguire nella costituzione di questee liste per evitare che l'anarchia agevoli chi vuole vuole mettere in cattiva luce il movimento o peggio ancora, che si disperda rapidamente il vario patrimonio ideale che ha risvegliato in noi Beppe Grillo.

Raimondo Acampora 18.09.07 01:24| 
 |
Rispondi al commento

NON DISPERDIAMOCI!
CARO BEPPE SCENDI IN CAMPO TU IN PRIMA PERSONA.
FONDIAMO IL PARTITO R E S E T
E SBATTIGLI IN FACCIA LA VERITA' CHE SEMPRE CI TENGONO NASCOSTA.

TORNA DALL'ESILIO IN CUI HANNO CERCATO DI CACCIARTI PER PIU' DI DIECI ANNI

QUESTA VOLTA C'E' TUTTO UN POPOLO CHE TI SOSTIENE
NON SEI SOLO

SIAMO TANTI

LASCIAMO IL NOSTRO SEGNO

FACCIAMOLO PER I NOSTRI FIGLI
PER POTEGLI DIRE UN GIORNO CHE NON SIAMO STATI A GUARDARE MA CI ABBIAMO PER LO MENO PROVATO!

r e s e t

fabio amadei 18.09.07 01:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

io penso che sia arivata veramente l'ora di cambiare
in modo radicale questa politica ho criticato tanto la destra ma mi accorgo che la sinistra e' la sorella gemella.
Mandiamoli a casa tutti costruiamo un vero partito per la nostra italia io o 32 anni ed un bimbo di 3 anni , non oso pensare che avvenire abbia mio figlio
tra 20 anni se rimane tutto cosi'.
Chiamiamolo RISANAMENTO il partito del futuro cosa farei? :
1 toglierei tutti i contratti di lavoro a tempo determinato per passarli a indeterminato salvo i due anni di apprendistato.
2 ai nostri vecchi che percepiscono la pensione sociale la passerei a 800 € al mese al di sotto si muore di fame non e possibile.
3 sanita' pubblica non farei pagare alcun tiket e visite specialistiche per chi a reddito inferiore ai 20000 € lordi annui.
4 taglio drastico dello stipendio a parlamentari
del 50% netto riusciranno a vivere dignitosamente ugualmente, cosi' come a tutti coloro che lavorano come dipendenti alla camera ed al senato in modo equo naturalmente.
5 lotta contro il lavo nero ce ne troppo e va debbellato e' una piaga che frutta miliardi di € all'anno.
6 combattere mafie italiane e straniere radicate nel nostro territorio non serve uno stato di polizia semplicemente basta premiare i cittadini che collabborano in modo anonimo altrimenti succede il contrario la mafia paga i cittadini
come accade da decenni.

7 mi piacerebbe vedere il ritorno del made in italy sono stufo di comprare oggetti vari ed anche alimenti provenienti da ogni parte del mondo facciamo circolare i nostri soldi in italia ci saranno piu' posti di lavoro e reinizieremo vivere dignitosamente.

grazie Beppe per lo spazio che mi dai e dico agli amici lettori che ogni consiglio e' ben accetto credo che il dialogo sia la cosa piu' importante che possa esistere per coesistere in questo mondo.

allora amici lo fondiamo questo partito vi aspetto
by


antonio lelli Commentatore certificato 18.09.07 01:17| 
 |
Rispondi al commento

Fatta eccezione per piccole realtà locali,

LE LISTE CIVICHE NON SONO UNA BUONA TROVATA .
HANNO BISOGNO DI :

1) TANTI SOLDI
2) UNA PODEROSA MACCHINA ORGANIZZATIVA
3) COMPETENZE SPECIFICHE

I PRIMI ABBONDANO IN FORZA ITALIA
LA SECONDA E’ PATRIMONIO DELL’ EX PCI
LE TERZE SI PRESTANO AD INFILTRAZIONI MAFIOSE

E dopo l’8 settembre … TUTTI A CASA ….

In cerca di nuovi lidi, espatri chi può

s. poggi 18.09.07 01:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ECCO LE LISTE CIVICHE LOCALI IN DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATIVA

Negli ultimi anni il Nostro Bel Paese dei mille campanili e dei mille municipi ha visto risorgere un "localismo" positivo fondato sul rapporto attivo tra cittadini, territorio e comunità amministrativa per comprendere, condividere e risolvere problematiche locali. Un nuovo "localismo" che da positivo è diventato propositivo dando vita a "strane liste civiche" con programmi "elettorali" comprensibili, concreti, realistici e con candidati per nulla "politici di professione".

Sono queste le cosiddette Liste Civiche Locali in Democrazia Diretta e Partecipativa che stanno rinnovando e rivoluzionando la pratica politica.

La democrazia diretta e partecipativa è un modus operandi che richiede un coinvolgimento attivo e costante della popolazione locale e per questo è più spesso enunciata per mera propaganda elettorale dai partiti tradizionali, che sperimentata realmente.

Diversamente, molte liste civiche locali fondano la loro proposta politica praticando e promuovendo la partecipazione dei cittadini attraverso metodi di democrazia diretta. Alla radice c'è quasi sempre un attivismo culturale e sociale, di organizzazioni, comitati ed aggregazioni apartitiche che operano per restituire la sovranità popolare ai cittadini adottando forme e metodi decisionali di condivisione con ampi strati sociali e collettivi su diverse istante e tematiche territoriali.

Per questi motivi alcuni esponenti dei vari meetup locali di Beppe Grillo, alcuni comitati e liste civiche locali in democrazia diretta, hanno dato vita al portale www.partecipa.info, "luogo ideale" di aggregazione per il confronto, la condivisione di esperienze, la produzione e lo scambio di informazioni e idee per una "rete fra le tante liste civiche locali (esistenti o potenzialmente in divenire) in democrazia diretta e partecipativa".

SEGNALATE TUTTE LE LISTE CIVICHE QUI: http://www.partecipa.info/

Francesco Simi 18.09.07 01:12| 
 |
Rispondi al commento

piu' ti sento e piu' ti vedo mi sembri berlusca. ma non sarai tu, alla fine, il suo successore?

emil george ciuffo 18.09.07 01:08| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Guardo la televisione e vedo che questi politici e ospiti vari presenti a queste trasmissioni non sanno nulla di quello di cui il Paese ha bisogno.. nel senso pratico come nel senso morale. Questi parlano immersi in una ipocrisia che pervade la loro grandissima faccia tosta specializzata nell'omettere e, più di recente, di negare quello che di grande Grillo sta facendo...sanno solo etichettare in qualunquismo tutta la cultura e informazione che gente come Grillo fa da anni.. informazione ostacolata, perché non rispecchia interessi economici o corporativi... ma dove sono gli interessi della gente??? dove c'é il buonsenso??? Ma questa volta mi vien da ridere.. perché la gente ha imparato da gente come Grillo a distinguere le balle che i media convenzionali propugnano costantemente.Questa gente é vecchia dentro,per scelta o per natura,in ogni caso vecchia.Come si fa a dire che Grillo rappresenta l'antipolitica quando poi dite che Grillo vuole fare politica?Certo che Grillo fa politica! ma la fa da tempo e con metodi ispirati ad un amore verso il prossimo che voi sembra vi impegniate a non usare.E poi i giornalisti... prima un silenzio da censura,poi quando hanno visto la voglia di cambiamento manifestata attraverso i numeri,allora si.. se ne parla ad ogni occasione.. Ma non hanno colto, non hanno capito.. le domande che fanno sono domande che puzzano di vecchio, puzzano di vecchio come la classe politica che gli piace intervistare... gli argomenti sembra siano sempre voti e votazioni,chi va al governo e chi no.. e alla fine chi é qualunquista??Dove si parla di nuove tecnologie? dove si parla di ambiente, energia pulita,partecipazione popolare e democrazia? se ne parla solo raggirando gli ostacoli.. dicendo "si, é una cosa importante" o "si, io questo l'ho fatto, questo l'ho proposto" Ascoltate le domande e le risposte tra giornalisti e politici, vien da ridere per l'arte di eludere una domanda e l'arte di non fare una domanda che colga la concretezza di un argomento.

Andrea B. Commentatore certificato 18.09.07 00:58| 
 |
Rispondi al commento

NON DISPERDIAMOCI!
CARO BEPPE SCENDI IN CAMPO TU IN PRIMA PERSONA.
FONDIAMO IL PARTITO R E S E T
E SBATTIGLI IN FACCIA LA VERITA' CHE SEMPRE CI TENGONO NASCOSTA.

TORNA DALL'ESILIO IN CUI HANNO CERCATO DI CACCIARTI PER PIU' DI DIECI ANNI

QUESTA VOLTA C'E' TUTTO UN POPOLO CHE TI SOSTIENE
NON SEI SOLO

SIAMO TANTI

LASCIAMO IL NOSTRO SEGNO

FACCIAMOLO PER I NOSTRI FIGLI
PER POTEGLI DIRE UN GIORNO CHE NON SIAMO STATI A GUARDARE MA CI ABBIAMO PER LO MENO PROVATO!

r e s e t

fabio amadei 18.09.07 00:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ECCO LE LISTE CIVICHE LOCALI IN DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATIVA

Negli ultimi anni il Nostro Bel Paese dei mille campanili e dei mille municipi ha visto risorgere un "localismo" positivo fondato sul rapporto attivo tra cittadini, territorio e comunità amministrativa per comprendere, condividere e risolvere problematiche locali. Un nuovo "localismo" che da positivo è diventato propositivo dando vita a "strane liste civiche" con programmi "elettorali" comprensibili, concreti, realistici e con candidati per nulla "politici di professione".

Sono queste le cosiddette Liste Civiche Locali in Democrazia Diretta e Partecipativa che stanno rinnovando e rivoluzionando la pratica politica.

La democrazia diretta e partecipativa è un modus operandi che richiede un coinvolgimento attivo e costante della popolazione locale e per questo è più spesso enunciata per mera propaganda elettorale dai partiti tradizionali, che sperimentata realmente.

Diversamente, molte liste civiche locali fondano la loro proposta politica praticando e promuovendo la partecipazione dei cittadini attraverso metodi di democrazia diretta. Alla radice c'è quasi sempre un attivismo culturale e sociale, di organizzazioni, comitati ed aggregazioni apartitiche che operano per restituire la sovranità popolare ai cittadini adottando forme e metodi decisionali di condivisione con ampi strati sociali e collettivi su diverse istante e tematiche territoriali.

Per questi motivi alcuni esponenti dei vari meetup locali di Beppe Grillo, alcuni comitati e liste civiche locali in democrazia diretta, hanno dato vita al portale www.partecipa.info, "luogo ideale" di aggregazione per il confronto, la condivisione di esperienze, la produzione e lo scambio di informazioni e idee per una "rete fra le tante liste civiche locali (esistenti o potenzialmente in divenire) in democrazia diretta e partecipativa".

SEGNALATE TUTTE LE LISTE CIVICHE QUI: http://www.partecipa.info/

Francesco Simi 18.09.07 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Guardo la televisione e vedo che questi politici e ospiti vari presenti a queste trasmissioni non sanno nulla di quello di cui il Paese ha bisogno.. nel senso pratico come nel senso morale. Questi parlano immersi in una ipocrisia che pervade la loro grandissima faccia tosta specializzata nell'omettere e, più di recente, di negare quello che di grande Grillo sta facendo...sanno solo etichettare in qualunquismo tutta la cultura e informazione che gente come Grillo fa da anni.. informazione ostacolata, perché non rispecchia interessi economici o corporativi... ma dove sono gli interessi della gente??? dove c'é il buonsenso??? Ma questa volta mi vien da ridere.. perché la gente ha imparato da gente come Grillo a distinguere le balle che i media convenzionali propugnano costantemente.Questa gente é vecchia dentro,per scelta o per natura,in ogni caso vecchia.Come si fa a dire che Grillo rappresenta l'antipolitica quando poi dite che Grillo vuole fare politica?Certo che Grillo fa politica! ma la fa da tempo e con metodi ispirati ad un amore verso il prossimo che voi sembra vi impegniate a non usare.E poi i giornalisti... prima un silenzio da censura,poi quando hanno visto la voglia di cambiamento manifestata attraverso i numeri,allora si.. se ne parla ad ogni occasione.. Ma non hanno colto, non hanno capito.. le domande che fanno sono domande che puzzano di vecchio, puzzano di vecchio come la classe politica che gli piace intervistare... gli argomenti sembra siano sempre voti e votazioni,chi va al governo e chi no.. e alla fine chi é qualunquista??Dove si parla di nuove tecnologie? dove si parla di ambiente, energia pulita,partecipazione popolare e democrazia? se ne parla solo raggirando gli ostacoli.. dicendo "si, é una cosa importante" o "si, io questo l'ho fatto, questo l'ho proposto" Ascoltate le domande e le risposte tra giornalisti e politici, vien da ridere per l'arte di eludere una domanda e l'arte di non fare una domanda che colga la concretezza di un argomento.

Andrea B. Commentatore certificato 18.09.07 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Visto come stampa,TV e politicaccia si stanno cacando sotto dopo quella splendida manifestazione spontanea dell'8 Settembre?Tutti a denigrare,girano la frittata,dicono che anche il popolo dei grillini è contrario alle liste civiche da te promosse(o meglio,ispirate)!Non vi fate ingannare,è il solito giochetto da due soldi che i nostri dipendenti usano quando qualcuno da fastidio;non potendolo uccidere lo denigrano!D'Alema FANCULO,Prodi FANCULO,Berlusconi FANCULO,Fassino FANCULO,Mastella RIVAFFANCULO(uno è poco),Calderoli FANCULO e così via e così discorrendo quasi tutti e 900 i "nostri" rappresentanti!Sono pienamente d'accordo con la proposta di creare liste civiche del V-DAY!Spazziamo via questi corrotti,infami sanguisughe!

Marco Donati 18.09.07 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Visto come stampa,TV e politicaccia si stanno cacando sotto dopo quella splendida manifestazione spontanea dell'8 Settembre?Tutti a denigrare,girano la frittata,dicono che anche il popolo dei grillini è contrario alle liste civiche da te promosse(o meglio,ispirate)!Non vi fate ingannare,è il solito giochetto da due soldi che i nostri dipendenti usano quando qualcuno da fastidio;non potendolo uccidere lo denigrano!D'Alema FANCULO,Prodi FANCULO,Berlusconi FANCULO,Fassino FANCULO,Mastella RIVAFFANCULO(uno è poco),Calderoli FANCULO e così via e così discorrendo quasi tutti e 900 i "nostri" rappresentanti!Sono pienamente d'accordo con la proposta di creare liste civiche del V-DAY!Spazziamo via questi corrotti,infami sanguisughe!

Marco Donati 18.09.07 00:37| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE SEI GRANDE, IL TUO CARISMA STA FACENDO STRINGERE IL CULO A TUTTI COLORO CHE SCALDANO LE POLTRONE DEL POTERE RICEVENDO PRIVILEGI.. DALLE PENSIONI A VITA A TUTTO IL RESTO... SEI LA VOCE DELLA GENTE... NB. NON FARE L'ERRORE DI FARTI RAPPRESENTARE DAI SOLITI NOMI DELLA POLITICA ... LA TUA FORZA è LA GENTE COMUNE.. CHE SI E' VERAMENTE ROTTA DI QUESTO MARCIUME POLITICO ..CONTINUA COSI' !!! GRAZIE GRAZIE DA CHI COME ME CI CREDE VERAMENTE IN UN RINNOVAMENTO ANZI IN UNA RIPULITA GENERALE.

mirco tamannini 18.09.07 00:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Io sono d'accordo con chi ritiene prematuro e forse sbagliato scendere direttamente in campo e affrontare i politicanti sul loro terreno..ho il timore che possa succedere quello che ho visto alcuni anni fa, quando esplose(almeno qui al nord) il fenomeno "Lega" , che anch'io (confesso..) ritenni salutare per mettere in discussione il "sistema", rompere gli schemi e riportare l'uomo qualunque ad interessarsi degli affari suoi (la "politica", appunto); mi ricordo che si ritornava a vedere gruppi di giovani nei bar e per strada che discutevano e commentavano le "provocazioni" del nuovo movimento, come da tempo gia' allora non si vedeva...Quello che è successo poi lo abbiamo visto tutti..la conquista di un po' di seggi, un bel po' di "cadreghini" ottenuti e tuttora difesi con caparbietà, un nugolo di portaborse sfaccendati (parenti per lo più - vero Umberto?-) strapagati e privilegiati, nella migliore tradizione del Palazzo, corruzione, opportunismo (Credieuronord, non dice più niente a nessuno?) ecc. ecc. Ecco non vorrei essere blasfemo ed irriverente, ma non vorrei proprio che anche questa iniziativa prendesse la stessa piega. Il Meetup nazionale DEVE restare fuori dalle logiche del "sistema", continuando ad assestare colpi ai fianchi e a tirare sassi senza nascondere la mano, ma anzi rivendicando il principio di portare gli interessi dei cittadini (e non quello di pochi - !!!!!.. si fa per dire.. adepti della casta che ci sfrutta come schiavi nubiani per costruire piramidi per la gloria dei faraoni) al centro di tutta l'attività politica.
Per esempio credo sarebbe più pertinente boicottare le elezioni, trovando forme di protesta (anche clamorose) per coinvolgere il maggior numero di votanti possibile e farlo astenere dal votare (una sorta di astensionismo attivo...) fino a inficiare la validità delle elezioni stesse. Il 17% che i giornali dicono voterebbero per Grillo, è ancora troppo poco, bisogna arrivare al 50%, e poi ne parliamo.
Vittorio

vittorio rosso 18.09.07 00:16| 
 |
Rispondi al commento

perche' oggi chi sbaglia non dovrebbe pagare il giusto,perche' se io non voglio zingari sotto casa sono razzista,ma non ci sono all'olgiata vero?Perche non volete vedere che in qualsiasi istituto statale c'e'una buona parte di chi non fa niente e perche chi gli e accanto tace? Perche ognuno di noi e' coscente dei propi compromessi ma non e' piu disposto a ridiscuterli?Ma ci ascoltiamo mentre continuiamo a raccontarci balle?La soluzione?usa la bilancia del tuo scontento nell'altrui situazioni,vivi l'altrui rabbia come fosse tua indignati per chi potrebbe essere tua figlia e riascoltati,cosa senti?

ivano minghi (dago65) Commentatore certificato 18.09.07 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha detto che i partiti dopo gli anni 80 sono diventati " comitati elettorali" o “ agenzie semipubbliche" per l’organizzazione delle elezioni .
La partecipazione è umiliata, la rappresentanza oscurata, resta una delega vuota e senza verifica.
Ogni volta che la gente si organizza fuori dagli schemi si grida allo scandalo e alla antipolitica
Fra istituzioni e aggregarsi della società non c’è inimicizia, c’è dialettica.Ma il manovratore non vuole essere disturbato!
Comunque la gente deve smettere di "volere la frittata senza rompere le uova".
L'esperienza fatta alle scorse elezioni in un paese della provincia cosentina(Castrovillari) ha rivoluzionato e sconvolto le vecchie logiche ed ha dimostrato che un altro modo era possibile. Presi il 22/% dei voti con una formazione di 60 persone (3 liste civiche) con nessuna altra voglia che esserci e mettersi a lavoro . Un marciapiede fatto bene non è nè di destra nè di sinistra. Bisogna solo prevedere dei forti modelli partecipativi e di controllo.
Buon lavoro a tutti Lena

Lena Luongo 18.09.07 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Hanno paura, tutti da dx a sx, vai avanti.
Ho 41 anni e ho quasi sempre votato a destra.
Adesso basta : VAFFA.....!!!
CIAO

ALESSANDRO B. Commentatore certificato 18.09.07 00:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Bellissima idea!!!

Bruno Foglietta 18.09.07 00:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Italianiiiiiiiii!
Attenzione alle liste civiche, ricettacolo, spesso, sopratutto nei piccoli comuni di: personaggi trombati dai partiti del palazzo e con la voglia di rivalsa.
Bottegai legati a famiglie storiche del luogo in cerca di visibilità perenne.
Imprenditori in attesa del loro momento di scendere in campo per poi barattare con il palazzetto locale l'eventuale affermazione con i propri interessi pubblici .
Molti abituè del : oggi a sinistra domani a destra,fiutata l'aria stanno dando vita ad una nuova razza di aspirante politico il : verginpop !
Molti dei soliti noti, già gettano nei cassonetti statue del Duce e di Lenin, e regalano alle famiglie possibili serbatoi di voti copie di "Gomorra" firmate dall'autore come programma elettorale.
E poi,poi, tanta gente onesta e in buona fede. Io chiederei oltre al penale, anche una NON iscrizione ad un partito da almeno 2 anni e l'impossibilità TOTALE di partecipare se in un passato recente si è stati già candidati in una lista Civica, regola da far valere anche in caso di cambio residenza.

Un saluto da 3xResistere.

p.s essendo ancora iscritto a quello che era il maggior partito della sinistra italiana mi autoescludo con dolore.

carlo delaurentiis 18.09.07 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Noto con dispiacere dei termini forti nei vari scritti, non è che le parolacce diano più incisività o rendano più chiare le risposte. Condivido il movimento, ora i ns. politici si sono svegliati e guardando dalla finestra al mattino si sono ricordati di avere sempre chiesto una riduzione degli addetti nonchè dei loro privilegi, forse una visione celeste da decenni sospesa nel cielo di Roma. Beppe è un uomo saggio, incallito in questo momento ha raggiunto il cuore (portafoglio) di chi conta, dobbiamo stargli vicino ed attendere senza scrivere troppo per non sbagliare.

silvia bertorello 17.09.07 23:57| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/679.

I post di altri blog che fanno riferimento al post I Comuni ai cittadini:

» Un po’ di Mastella dalla penna di Travaglio da Diarium Neminis
&Dall’articolo;/a> che Marco Travaglio ha scritto sull’Unità il 15 Settembre scorso, in “onore” della “Mastellata” sull’areo di stato, estraggo questo passaggio Parlare con lui (Mastella, ndr) di question... [Leggi]

16.09.07 16:06

» La politica peer-to-peer da V-day
Dopo le previsioni dei giorni scorsi, lanciate dai giornalisti-sociologi-politologi, sulle intenzioni di Beppe Grillo e la politica, Grillo stesso stravolge tutto e rivela il fulcro del V-Day: le liste civiche. L’unico vero strumento per iniziare... [Leggi]

16.09.07 17:16

» Beppe Grillo ha detto Sì da { capemaster }
In pratica saranno sempre le stesse banane su per il culo. Però queste avranno il bollino, vuoi mettere? ... [Leggi]

16.09.07 19:07

» Politica! da quisud.net
Il 12 settembre in un post del nuovissimo forum Ora Basta! scrivevo quanto segue in risposta all’appello di un utente che ci invitava le sue idee/considerazioni per un nuovo partito che possa cambiare le cose. “Ravvisi, giustamente secondo ... [Leggi]

16.09.07 20:19

» Beppe Grillo spinge le liste civiche da sblogghiamo
Ora il gioco si fa duro. Fin quando Beppe Grillo rimaneva nel “chiuso” dei suoi palazzetti e bacchettava politici, amministratori e centri di potere in pochi ci facevano caso. Tutti si sentivano al sicuro e credevano che quella sorta di sa... [Leggi]

16.09.07 20:34

» Riguarda le aziende ma anche ...i genitori No ai Rfid sottocutanei obbligatori da La Democrazia On Line
Il senato della California vieta i badge sottocutanei obbligatori per gli esseri umani, preoccupato per la privacy... [Leggi]

16.09.07 20:47

» I Comuni ai cittadini: il dopo V-day con le liste civiche di beppegrillo.it da diggita.it
E adesso? Dopo il V-day?
La parola è ai cittadini. Ogni Meetup, ogni gruppo può, se vuole, trasformarsi in lista civica per le amministrazioni comunali.
I cittadini devono entrare in politica direttamente. Per la loro tutela e per quella de... [Leggi]

16.09.07 21:35

» Grillo, via libera alle liste civiche da Corriere Della Sera
Le regole per ottenere la sua certificazione: non essere iscritti ai partiti ed essere incensurati... [Leggi]

16.09.07 23:09

» Beppe Grillo in politica con le liste civiche. da Pasquale Caterisano Blog
Beppe Grillo si fa le sue liste, anzi no! darà la sua ‘benedizione laica’ tramite un bollino “amici di Grillo” a tutti coloro che vorranno presentare una lista di qualsiasi nome alle prossime torna te elettorali. Ed ecco lo s... [Leggi]

16.09.07 23:22

» Beppe Grillo al V-day da Le Guerre Civili
Grillo si fa le sue liste civiche e va -nonostante le smentite- verso un suo partito. [Leggi]

17.09.07 00:57

» Piccoli grilli crescono. Su Facebook da First Amendment
Soltanto per segnalarvi che su Facebook è già nato un gruppo per mettere insieme e far dialogare coloro che vogliono aderire alle liste civiche lanciate ieri da Beppe Grillo. Dopo i meetup, ora è il turno di Mark Zuckerberg. [Leggi]

17.09.07 01:43

» Ma Grillo lo sa cos'è una Lista Civica? da prcValdelsa blog
di Liste Civiche i comuni ne sono già pieni fanno più casino della grandine. Sono nei consigli comunali, aprono picchetti impossibili, raccolte firme per imbottigliare l'aria, STRONZATE. poi si chiamano alla concertazione e scappano tutti, non è stato... [Leggi]

17.09.07 09:55

» Sua Maestà Beppe Grillo! da I miei pensieri
Peggio dei Beppe Grillo in Politica....vi sono solamente le liste civiche certificate!! [Leggi]

17.09.07 11:09

» In medio stat “Grillus” da Diarium Neminis
Anche l’ultima mossa di grillo ha provocato rumore. Che poi è esattamente quello che vuole Grillo. Ma voglio analizzare un attimo la cosa. Il popolo della rete si divide per lo più in due grandi fette riguardo a Grillo. Una fetta è quella dei... [Leggi]

17.09.07 11:27

» Liste civiche: un modo per fare oltre che distruggere da Fofo's blog
[...] In effetti l'azione iniziata con il V-Day deve continuare e non può limitarsi ad altre contestazioni. Dobbiamo fare oltre che distruggere. L'unico modo concreto per "fare" all'interno del sistema è quello di entrarci, e si vuole entrare in modo a... [Leggi]

17.09.07 12:23

» I Comuni ai cittadini… da Social Network e Web 2.0
Un altro post di Beppe Grillo sul suo Blog provoca un macello nella politica nazionale. Sissignori, i politici hanno paura! Per la prima volta in questa legislatura la sinistra di Fassino, Rutelli. d’Alema e la destra di Casini, Fini e La Russa s... [Leggi]

17.09.07 12:45

» RABBIA-V-generation da Rabbia made in me [ blog ] - La rabbia che ci nasce dentro
... [Leggi]

17.09.07 14:26

» Beppe Grillo si ri-dimensiona. E fa del bene a se da In-Significante
Quando ho letto il post di ieri, ho subito pensato che Grillo fosse tornato in sé, che forse la sbronza piazzal-telematica di questi giorni fosse passata. Io che ho firmato al V-day, (non da ‘grillino parlante’ ma da persona che riteneva sensate le t... [Leggi]

17.09.07 16:49

» Beppe Grillo si ri-dimensiona. E fa del bene.. da In-Significante
Quando ho letto il post di ieri, ho subito pensato che Grillo fosse tornato in sé, che forse la sbronza piazzal-telematica di questi giorni fosse passata. Io che ho firmato al V-day, (non da ‘grillino parlante’ ma da persona che riteneva sensate le t... [Leggi]

17.09.07 16:49

» I Comuni ai cittadini da ? Web2.0 tool ?
I Comuni ai cittadini Dal blog di Beppe Grillo: immagine di red.pilgrim E adesso? Dopo il V-day? La parola è ai cittadini. Ogni Meetup, ogni gruppo può, se vuole, trasformarsi in lista civica per le amministrazioni comunali. I cittadini devono entrar... [Leggi]

17.09.07 19:02

» La risposta POLITICA di Beppe Grillo da IL PARERE di G.Tonetti
Ormai è chiaro: hanno paura di Beppe Grillo! Non passa ora della giornata che in tv e sui giornali non parlino del Vaffanculo Day e delle critiche che sono state lanciate da più di 200 piazze italiane contro i partiti e la classe politica attuale. N... [Leggi]

17.09.07 22:55

» Quanti Grilli per la testa da Pazzia Umana
Ho sempre seguito il blog di Grillo abbastanza spesso. In Italia bisogna fare così, cercarsi le notizie vere su blog di gente competente, oppure comprarsi un libro di Travaglio. Quindi non capisco ancora che ci fate su questo blog... A volte ho ... [Leggi]

17.09.07 23:08

» Partecipazione e senso civico attivo da Alberto Leone
Prologo Sul blog di Grillo: Dai Comuni si deve ripartire a fare politica con le liste civiche. Le liste che aderiranno ai requisiti che pubblicherò sul blog tra qualche giorno avranno la certificazione di trasparenza ?beppegrillo.it?. Tra i req... [Leggi]

18.09.07 01:00