Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le proposte dei cittadini


primarie_dei_cittadini.jpg

Ieri sera a "Porta a Porta", il presidente del Consiglio, definito ormai dagli stessi giornalisti “Valium-Prodi” parlava seduto dietro a una gigantografia con la mia faccia. Belin, è come se la BBC trasmettesse un discorso alla nazione di Gordon Brown che si rivolge a Mr. Bean.
Prodi mi ha colpito, ha detto una cosa qualunquista: “I cittadini non sono migliori dei politici”. Credo che intendesse tutti i cittadini e tutti i politici. Insomma, siamo un Paese senza speranza.
Valium ha poi continuato dicendo di me: "Ora cambia perchè dalla critica deve arrivare alla proposta”.
Qui mi sono molto preoccupato.
Le proposte infatti ci sono: quelle dei cittadini che per mesi hanno scritto commenti e mail al blog. Non sono mie, sono dei datori di lavoro di Prodi.
Le ho consegnate personalmente a Alzheimer-Prodi a Palazzo Chigi l'8 giugno del 2006. Gli lasciai una lettera di licenziamento nel caso non le avesse tenute in considerazione. Mi rassicurò che le avrebbe trasmesse ai ministri competenti.
Ho il filmato integrale.
Il programma lo hanno scritto i cittadini, non Grillo.
L’Italia cambierà grazie ai suoi cittadini, non grazie a Grillo.
Si parla di vuoto da riempire, ma chi l’ha creato se non l’assenza della politica? Se non la partitocrazia? Attaccano me, ma in realtà attaccano il loro (ex) elettorato.
Sono dei pugili suonati.

Scaricate e diffondete il documento: “Le Primarie dei cittadini”.

18 Set 2007, 16:09 | Scrivi | Commenti (3129) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La mia proposta: sboccare immediatamente la sperimentazione delle cellule staminali in Italia.
Mi riferisco, in particolare, al metodo Vannoni che ha avuto effetti benefici su molti bambini senza speranza e che è stato bloccato senza giusta causa.

Arianna calvanese (chiaramarina pastorelli), Napoli Commentatore certificato 06.03.13 14:47| 
 |
Rispondi al commento

forza 5 stelle
abito a calcinate provincia di bergamo
da sempre ho giudicato la politica e i politici la cosa più sporca.
oggi ho parlato con un candidato sindaco del mio paese che era stato sindaco ben 8 anni fa'. oggi mi ha chiesto di dire la mia per il suo programma , di idee ne ho molte mercoledi prossimo ho l'incontro voglio vedere cosa succede state tranquilli voglio spaccare!
e' ora che i calcinatesi giovani si sveglino!!!
se avete gia' dei progetti in corso con ottimi risultati datemi gli estremi
grazie davide f.

davide frugoni, calcinate Commentatore certificato 24.03.11 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Chiagni e Fotti !

un sistema collaudato …

http://oknotizie.alice.it/go.php?us=f050f80af0aa9b

Giorgio M. Commentatore certificato 28.07.08 19:42| 
 |
Rispondi al commento

siccome in Italia di rivoluzioni liberali o liberiste o libertarie non ne abbiamo mai viste... non si potrebbe occupare pacificamente e ad oltranza il 'sagrato' di Piazza Montecitorio? In massa, per giorni e giorni, disertando il lavoro (perché tanto se i nostri-vostri politici continuano così il lavoro lo perderemo tutti)? Ma insomma, io penso che il dato più preoccupante dello stato attuale è la tottale assenza di risposta da parte degli italiani. Ma cosa ci devono fare perché noi rispondiamo? Qual'è la soglia del dolore degli italiani? Più che dei politici io mi vergogno della mia gente e di me stesso. MUOVIAMOCI

Massimiliano T. Rezza Commentatore certificato 04.02.08 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un comunista, non sono di sinistra, non amo i teoremi delle toghe rosse,ma quello che in questa Repubblica fondata sulle Banane (nuovo art.1 della Costituzione modificata in pejus (o in melius?!)) nessuno capisce, che parlare male di Berlusconi, Dell'Utri, o Previti, non significa essere comunista, stalinista, o un coglione; cosi' come parlare male di D'Alema (nel 1985 Massimo D'Alema ricevette 20 milioni di lire da parte del miliardario barese Francesco Cavallari, che fu in seguito condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. I soldi erano destinati al Partito Comunista Italiano, di cui D'Alema era all’epoca segretario regionale pugliese. Per questo finanziamento illecito D'Alema è stato inquisito ma, a causa dello scadere dei termini di prescrizione nel 1995, il procedimento è stato archiviato dal gip Concetta Russi. L'episodio è stato ammesso dallo stesso D'Alema[6] quando il reato era destinato a cadere in prescrizione), non vuol dire essere fascista, nazista, leghista, o di Forza Italia: significa essere un uomo libero da questi pregiudizi da dittatura sudamericana.

Francesco Ruta 16.12.07 17:14| 
 |
Rispondi al commento

C) Silvio Berlusconi.
1)Sentenze di non doversi procedere
Prescrizione del reato dovuta alla concessione di attenuanti.
La Corte di Cassazione ha affermato che "qualora l'applicazione della causa estintiva della prescrizione del reato sia conseguenza della concessione di attenuanti, la sentenza si caratterizza per un previo riconoscimento di colpevolezza dell'imputato ed è fonte per costui di pregiudizio" (Cass. pen., sez. IV, 21 maggio 1996, n. 5069).

Di seguito le sentenze che ricadono in tale categoria:

Lodo Mondadori, corruzione semplice.
Caso All Iberian 1, 23 miliardi di Lire di tangenti al PSI di Craxi.
Caso Lentini, falso in bilancio (attenuanti generiche e nuova legge intervenuta).

Intervenuta amnistia:
Falsa testimonianza P2.
Terreni Macherio, imputazione per uno dei due falsi in bilancio.

Francesco Ruta 16.12.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

B) Giulio Andreotti:Andreotti è stato sottoposto a giudizio a Palermo per associazione mafiosa. Mentre la sentenza di primo grado, emessa il 23 ottobre 1999, lo aveva assolto per insufficienza di prove, la sentenza di appello, emessa il 2 maggio 2003, distinguendo il giudizio per i fatti fino al 1980 e quelli successivi, ha stabilito che Andreotti aveva «commesso» il «reato di partecipazione all'associazione per delinquere» (Cosa Nostra), «concretamente ravvisabile fino alla primavera 1980», reato però «estinto per prescrizione». Per i fatti successivi alla primavera del 1980 Andreotti è stato invece assolto.

La sentenza della Corte di Appello di Palermo del 2 maggio 2003, parla di «una autentica, stabile ed amichevole disponibilità dell'imputato verso i mafiosi fino alla primavera del 1980».

Sia l'accusa sia la difesa presentarono ricorso in Cassazione, l'una contro la parte assolutiva, e l'altra per cancellare le conclusioni della sentenza di appello. Tuttavia la Corte di Cassazione il 15 ottobre 2004 confermò la sentenza d'appello. Nella motivazione si legge (a pagina 211):

« Quindi la sentenza impugnata, al di là delle sue affermazioni teoriche, ha ravvisato la partecipazione nel reato associativo non nei termini riduttivi di una mera disponibilità, ma in quelli più ampi e giuridicamente significativi di una concreta collaborazione. »

Se la sentenza definitiva fosse arrivata entro il 20 dicembre 2002 (termine per la prescrizione), Andreotti sarebbe potuto essere condannato in base all'articolo 416, cioè all'associazione "semplice", poiché quella aggravata di stampo mafioso (416 bis) fu introdotta nel codice penale soltanto nel 1982, con la legge Rognoni-La Torre.

Francesco Ruta 16.12.07 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera.Volevo solo dire che desidererei non essere bannato, SOLO perchè racconto dei fatti accaduti e non racconto frottole.Come fa Marco Travaglio, che è anche amico di Beppe Grillo, volevo solo raccontare qualche fantastica azione di gente che siede in Parlamento.
A)Marcello Dell'Utri, braccio destro di Berlusconi, senatore del Repubblica, già presidente di Publitalia 80', amministratore delegato del gruppo Fininvest, e fondatore di Forza Italia insieme a Berlusconi:
1) Condannato a 9 anni di reclusione, ed interdizione perpetua dai pubblici uffici, per concorso esterno in associazione di tipo mafioso dal Tribunale di Palermo.La sentenza dice (testuali parole, e non mi bannate!!!): "La pluralità dell'attività posta in essere da Dell'Utri, per la rilevanza causale espressa, ha costituito un concreto, volontario, consapevole, specifico, e prezioso contributo al mantenimento, consolidamento, e rafforzamento dell'associazione di tipo mafioso Cosa Nostra, alla quale è stata offerta l'opportunità, sempre con la mediazione di Dell'Utri, di entrare in contatto con importanti ambienti dell'economia e della finanza milanesi, cosi' agevolandola nel perseguimento dei suo fini illeciti, sia economici che politici."Lascio a voi trarre le conclusioni (qualora non fossi bannato!).
2) Condannato a 2 anni e 3 mesi di reclusione, IN VIA DEFINITIVA!!!, per false fatture e frode fiscale.
3) Condannato a 2 anni di reclusione, dal Tribunale di Milano, condanna confermata a 2 anni dalla Corte d'Appello di Milano, per tentativo di estorsione ai danni di un'imprenditore di Trapani, Vincenzo Garaffa, con la complicità di un'altro trapanese, Vincenzo Virga, condannato all'ergastolo per omicidio.

Francesco Ruta 16.12.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

…% Continua pag.2/2
Che dire poi, degli spettacoli dal vivo che riempiono i palazzetti di ogni dove, non solo per le tue capacità d’ironizzare la realtà, credimi, sono certo che tu possa risolvere le sorti di un sistema politico ormai in decadenza.
Le grandi scelte, che determinano radicali cambiamenti, spesso comportano l’inevitabile esposizione di alcuni soggetti che per la loro natura, il loro carattere ed indipendentemente dalla loro professione, s’impegnano con la forza di volontà, la voglia di fare, la fame di conoscenza e l’infinita umiltà che alberga in ogni uomo dall’indole onesta, a porre in essere le idee ed i progetti nell’interesse sociale, senza essere grandi e potenti leader, perché oggi servono gli uomini, i professionisti i tecnici e tutte le risorse umane che possano ridare forte valenza alla nostra Repubblica, nel senso più letterale del termine, ovvero “COSA PUBBLICA”.
So di essere stato retorico e prolisso ma ho cercato di ridurre in pochissime parole la mia indignazione.…ah dimenticavo, ricorda che in America uno dei più amati presidenti è stato un attore, che nel bene o nel male si è esposto per il proprio paese…sono consapevole che va contro i tuoi principi ma pensaci, senza prenderla troppo sul serio!

Francesco Iudica 27.11.07 19:26| 
 |
Rispondi al commento

che ne dite di fare il CALCINCULO DAY ???

domenico Bari 16.11.07 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alla stregua dei moti carbonari.
L'unica cosa che ci può salvare siamo NOI.
SVEGLIAMO LE NOSRE MENTI ORMAI -DROGATE-assuefatte dal finto spettacolo penoso del calcio delle veline dei grande fratello delle isole dei famosi della classe politica.
NOI SIAMO IL POPOLO cioè L'italia.
ORGANIZZIAMO UNA RIVOLTA POPOLARE.
RIPRENDIAMOCI L'ITALIA.

paolo flamini 08.11.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe al prossimo V-Day proporrei una legge popolare di riequilibrio economico tra la società comune e le cariche istituzionali.

In Italia abbiamo gli stipendi dei lavoratori dipendenti più bassa d'Europa, e gli stipendi dei parlamentari più alti.

Perchè?

Forse perchè i politici italiani pensano più ai loro affari che agli affari di chi rappresentano. Come possiamo indurli a pensare anche a noi?
Proponendo una legge di iniziativa popolare che vincoli al popolo gli stipendi dei politici (tutti non solo del parlamento). Lo stipendio di un politico in italia, dovrà essere calcolato in rapporto alla media degli stipendi dei politici loro pari europei, il rapporto che stabilisce lo stipendio del politico italiano, dovrà essere lo stesso esistente tra media europea e media italiana degli stipendi dei lavoratori dipendenti.

Applicando annualmente questo calcolo per stabilire il valore degli stipendi dei politici, avremo una classe politica che lavorerà maggiormente per tutelare gli stipendi degli italiani, perchè migliorando le nostre condizioni, miglioreranno anche le loro.

Per bilanciare gli stipendi al differente costo della vita presente in ogni regione, calcolerei il rapporto delle medie nel seguente modo:
- Media Nazionale per parlamentari e senatori
- Media Regionale per politici della regione
- Medie Provinciali e comunali per politici di province e comuni

In questo modo i politici saranno incentivati ad applicare un federalismo funzionale e coerente alle reali esigenze territoriali.

Sarebbe da considerare anche la possibibilità di vincolare i politici ad intraprendere una carriera alla volta e quindi a percepire durante l'attività politica il solo stipendio derivato dalle funzioni istituzionali. Se fai il politico di professione, devi fare quell'attività nel 100% del tuo tempo lavorativo, se hai tempo per fare altro, significa che non dai tutto quello che puoi per rappresentare il popolo, quindi puoi tornare al tuo precedente lavoro.
Max

Max DeP 01.11.07 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Beppe al prossimo V-Day proporrei una legge popolare di riequilibrio economico tra la società comune e le cariche istituzionali.

In Italia abbiamo gli stipendi dei lavoratori dipendenti più bassa d'Europa, e gli stipendi dei parlamentari più alti.

Perchè?

Forse perchè i politici italiani pensano più ai loro affari che agli affari di chi rappresentano. Come possiamo indurli a pensare anche a noi?
Proponendo una legge di iniziativa popolare che vincoli al popolo gli stipendi dei politici (tutti non solo del parlamento). Lo stipendio di un politico in italia, dovrà essere calcolato in rapporto alla media degli stipendi dei politici loro pari europei, il rapporto che stabilisce lo stipendio del politico italiano, dovrà essere lo stesso esistente tra media europea e media italiana degli stipendi dei lavoratori dipendenti.

Applicando annualmente questo calcolo per stabilire il valore degli stipendi dei politici, avremo una classe politica che lavorerà maggiormente per tutelare gli stipendi degli italiani, perchè migliorando le nostre condizioni, miglioreranno anche le loro.

Per bilanciare gli stipendi al differente costo della vita presente in ogni regione, calcolerei il rapporto delle medie nel seguente modo:
- Media Nazionale per parlamentari e senatori
- Media Regionale per politici della regione
- Medie Provinciali e comunali per politici di province e comuni

In questo modo i politici saranno incentivati ad applicare un federalismo funzionale e coerente alle reali esigenze territoriali.

Sarebbe da considerare anche la possibibilità di vincolare i politici ad intraprendere una carriera alla volta e quindi a percepire durante l'attività politica il solo stipendio derivato dalle funzioni istituzionali. Se fai il politico di professione, devi fare quell'attività nel 100% del tuo tempo lavorativo, se hai tempo per fare altro, significa che non dai tutto quello che puoi per rappresentare il popolo, quindi puoi tornare al tuo precedente lavoro.
Max

Max DeP 01.11.07 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe al prossimo V-Day proporrei una legge popolare di riequilibrio economico tra la società comune e le cariche istituzionali.

In Italia abbiamo gli stipendi dei lavoratori dipendenti più bassa d'Europa, e gli stipendi dei parlamentari più alti.

Perchè?

Forse perchè i politici italiani pensano più ai loro affari che agli affari di chi rappresentano. Come possiamo indurli a pensare anche a noi?
Proponendo una legge di iniziativa popolare che vincoli al popolo gli stipendi dei politici (tutti non solo del parlamento). Lo stipendio di un politico in italia, dovrà essere calcolato in rapporto alla media degli stipendi dei politici loro pari europei, il rapporto che stabilisce lo stipendio del politico italiano, dovrà essere lo stesso esistente tra media europea e media italiana degli stipendi dei lavoratori dipendenti.

Applicando annualmente questo calcolo per stabilire il valore degli stipendi dei politici, avremo una classe politica che lavorerà maggiormente per tutelare gli stipendi degli italiani, perchè migliorando le nostre condizioni, miglioreranno anche le loro.

Per bilanciare gli stipendi al differente costo della vita presente in ogni regione, calcolerei il rapporto delle medie nel seguente modo:
- Media Nazionale per parlamentari e senatori
- Media Regionale per politici della regione
- Medie Provinciali e comunali per politici di province e comuni

In questo modo i politici saranno incentivati ad applicare un federalismo funzionale e coerente alle reali esigenze territoriali.

Sarebbe da considerare anche la possibibilità di vincolare i politici ad intraprendere una carriera alla volta e quindi a percepire durante l'attività politica il solo stipendio derivato dalle funzioni istituzionali. Se fai il politico di professione, devi fare quell'attività nel 100% del tuo tempo lavorativo, se hai tempo per fare altro, significa che non dai tutto quello che puoi per rappresentare il popolo, quindi puoi tornare al tuo precedente lavoro.M

Max DeP 31.10.07 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Beppe al prossimo V-Day proporrei una legge popolare di riequilibrio economico tra la società comune e le cariche istituzionali.

In Italia abbiamo gli stipendi dei lavoratori dipendenti più bassa d'Europa, e gli stipendi dei parlamentari più alti.

Perchè?

Forse perchè i politici italiani pensano più ai loro affari che agli affari di chi rappresentano. Come possiamo indurli a pensare anche a noi?
Proponendo una legge di iniziativa popolare che vincoli al popolo gli stipendi dei politici (tutti non solo del parlamento). Lo stipendio di un politico in italia, dovrà essere calcolato in rapporto alla media degli stipendi dei politici loro pari europei, il rapporto che stabilisce lo stipendio del politico italiano, dovrà essere lo stesso esistente tra media europea e media italiana degli stipendi dei lavoratori dipendenti.

Applicando annualmente questo calcolo per stabilire il valore degli stipendi dei politici, avremo una classe politica che lavorerà maggiormente per tutelare gli stipendi degli italiani, perchè migliorando le nostre condizioni, miglioreranno anche le loro.

Per bilanciare gli stipendi al differente costo della vita presente in ogni regione, calcolerei il rapporto delle medie nel seguente modo:
- Media Nazionale per parlamentari e senatori
- Media Regionale per politici della regione
- Medie Provinciali e comunali per politici di province e comuni

In questo modo i politici saranno incentivati ad applicare un federalismo funzionale e coerente alle reali esigenze territoriali.

Sarebbe da considerare anche la possibibilità di vincolare i politici ad intraprendere una carriera alla volta e quindi a percepire durante l'attività politica il solo stipendio derivato dalle funzioni istituzionali. Se fai il politico di professione, devi fare quell'attività nel 100% del tuo tempo lavorativo, se hai tempo per fare altro, significa che non dai tutto quello che puoi per rappresentare il popolo, quindi puoi tornare al tuo precedente lavoro.M

Max DeP 31.10.07 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.sono un neoiscritto al blog e vorrei esordire chiedendo se sia possibile porre il problema politico nazionale davanti alla commissione europea!o "è tutto un magna-magna" pure lì?????????????

cono quagliano 28.10.07 11:01| 
 |
Rispondi al commento

E' gia arduo riuscire a seguire i programmi che ci propinano le tre reti RAI. Ma è inammissibile che debbano bombardarci con la pubblicità. Ci impongono di pagare l'abbonamento annuale e poi vendono pure gli spazi pubblicitari. E' alquanto fastidiosa l'interruzione periodica e ravvicinata di qualche raro programma interessante o dei pochi films "vedibili" che, bontà loro, ci elargiscono. La proposta è: o abolire la gabella annuale o eliminare completamente la pubblicità.

Marco Simoni (stinco) Commentatore certificato 16.10.07 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Scusate.
Ma è mai possibile che ogni volta che qualcuno parla di politica (vedi primarie pd) non perda mai occasione di riferirsi all'antipolitica?
Ma che cosa è l'antipolitica?
Potrebbero spiegarci, i giornalisti e i politici o presunti tali, come è possibile che quando una proposta di legge, vera, viene dai cittadini allora si casca nell'antipolitica o peggio nell'anarchia?
Non riesco a capire quale sia la formula che lega il territorio alla politica fatta solo ed esclusivamente dai politici di professione: per quale motivo i cittadini non possono fare proposte di legge, restando fuori dai palazzi di potere, senza correre il rischio di essere considerati simil-terroristi o appartenenti a qualche sfera anarcoide?

Giancarlo Zambù Commentatore certificato 15.10.07 22:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate.
Ma è mai possibile che ogni volta che qualcuno parla di politica (vedi primarie pd) non perda mai occasione di riferirsi all'antipolitica?
Ma che cosa è l'antipolitica?
Potrebbero spiegarci, i giornalisti e i politici o presunti tali, come è possibile che quando una proposta di legge, vera, viene dai cittadini allora si casca nell'antipolitica o peggio nell'anarchia?
Non riesco a capire quale sia la formula che lega il territorio alla politica fatta solo ed esclusivamente dai politici di professione: per quale motivo i cittadini non possono fare proposte di legge, restando fuori dai palazzi di potere, senza correre il rischio di essere considerati simil-terroristi o appartenenti a qualche sfera anarcoide?

Giancarlo Zambù Commentatore certificato 15.10.07 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Scusate.
Ma è mai possibile che ogni volta che qualcuno parla di politica (vedi primarie pd) non perda mai occasione di riferirsi all'antipolitica?
Ma che cosa è l'antipolitica?
Potrebbero spiegarci, i giornalisti e i politici o presunti tali, come è possibile che quando una proposta di legge, vera, viene dai cittadini allora si casca nell'antipolitica o peggio nell'anarchia?
Non riesco a capire quale sia la formula che lega il territorio alla politica fatta solo ed esclusivamente dai politici di professione: per quale motivo i cittadini non possono fare proposte di legge, restando fuori dai palazzi di potere, senza correre il rischio di essere considerati simil-terroristi o appartenenti a qualche sfera anarco-insurrezionalita?

Giancarlo Zambù Commentatore certificato 15.10.07 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Lancio una PROPOSTA: ABOLIRE IL DECORSO DELLA PRESCRIZIONE A SEGUITO DI RINVIO A GIUDIZIO. E' assurdo che, a causa delle lentezze del processo penale, si garantisca l'impunità a chi commette un reato. Utilizziamo lo stesso metodo che esiste nella giustizia tributaria: nel momento in cui il Fisco accerta e contesta una violazione, si interrompe la prescrizione. Se il contribuente fa ricorso al giudice tributario, i tempi del processo non influiscono sulla questione. Il processo può durare anche anni, ma se il giudice alla fine stabilisce che il Fisco ha ragione, la sentenza di "condanna" per il contribuente viene comunque applicata, anche se sono passati decenni dalla violazione. Se nel processo penale il decorso della prescrizione venisse bloccato al momento del rinvio a giudizio dell'indagato (come avviene in Francia), molti più malfattori e delinquenti andrebbero in galera. Meditate

davide amici 12.10.07 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Che cosa succederebbe se alle prossime elezioni nessuno, dico nessuno, votasse?
Oppure nel caso che il "partito dei non votanti" raggiungesse il 50+1 degli aventi diritto, riusciremmo finalmente a fare cadere la seconda repubblica?
Per me sarebbe un sogno.

Giancarlo Zambù Commentatore certificato 12.10.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sarebbe ora di non chiamarli più onorevoli?proposta:toviamogli un appellativo più consono(in tutti i sensi)

franca durizzi 12.10.07 20:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè il "signor" miccichè non viene rispedito a casa dopo le porcate che ha detto riguardo l'aeroporto di palermo?

Riccardo Manuele Commentatore certificato 11.10.07 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Non so se lo hai già fatto ma dovresti promuovere un'altra cosa; " Le pensioni parlamentari" .. dovrebbero essere cancellate .. eliminate .. ecc. Io per ottenere la pensione deve lavorare duramente per 40 anni, senza pensare a chi fa lavori più pesanti del mio. Per i parlamentari bastano due legislature ... ma dove siamo nel paese dei balocchi? Al termine del mandato il parlamentare deve tornare a fare quello che faceva prima, se faceva il fannullone torni a fare il fannullone .. altro che devo pagarli la pensione dopo che per due anni ha fatto la bella vita !!! Tagli .. tagli .. iniziassero a tagliare dall'alto per dare l'esempio e poi arrivare ai rami bassi.

Daniele Taranto 10.10.07 17:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,il V day ha avuto un insperato successo, ha alzato un mega polverone ma il risultato non è cambiato.
Tutti i politici hanno ancora una volta fatto come i bambini: è stato lui, no lui, berlusconi che spudoratamente se ne esce con le sue e dice che lo hai avvantaggiato, questi non cambiano!!!
Allora visto che a fare in culo, dopo che migliaia di italiani ce li hanno mandati, non ci vogliono andare, ho una proposta da farti:
aspettiamo che indicano le nuove elezioni e sapendo il giorno delle votazioni fai partire il conto alla rovescia per il CALCINCULO DAY.
Che ne pensi?
Questi per toglierceli dai co... non ce li dobbiamo far tornare più.
Basta un elenco dei politici che non bisogna votare e la gente non lo farà, così ce ne libereremo definitivamente.
ciao

domenico Bari 10.10.07 16:52| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Volevo dare il mio saluto di sostegno a Beppe!!
Sei un grande!

Gianluca B. Commentatore certificato 09.10.07 22:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'italia è da rifare, inziando dalla classe politica e da quella dirigente.
Dal dopo-guerra ad oggi la società italiana poteva scegliere per le generazioni future un modello educativo che avrebbe prodotto tre tipi di coscienza sociale: teutonica, Italiana genuina ( citata dai giudici .."il buon senso del padre di famiglia), ed infine Italiana fraudolenta.
In tutte le fasce sociali abbimo il terzo modello.

Antonio Melis 07.10.07 22:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Legenda
POLITICA è OGNI ATTO DEDICATO ALLA SOCIETà, SI SPERA PER MIGLIORARLA

POLITICI LE PERSONE CHE ISTITUZIONALMENTE CI RAPPRESENTANO

OVVIAMENTE I CITTADINI NON SONO CONTRO LA POLITICA MA ORA SONO CONTRO TUTTI MA TUTTI I NOSTRI POLITICI E TECNICI E COLLABORATORI E CONSULENTI DEI POLITICI.
AH E DEL FIGLIO BAMBOCCIONE DI PADOA SCHIOPPA CHE BONTà DEL PAPARINO CHE GLI HA TRASMESSO CULTURA STA LAVORANDO BENINO

LUBINO ANGELA (thithula) Commentatore certificato 07.10.07 16:02| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

domenica 7 ottobre 2007
PROPOSTE PER NUOVO SISTEMA ELETTORALE
1 FONDAMENTI
PROPOSTE PER NUOVO SISTEMA ELETTORALE
Avete notato che si perde tanto tanto tanto tanto tempo in parlamento (sigh minuscolo) solo e solo per fare leggi sui sistemi elettorali?
Facciamo fare altre cose e proponiamo noi come e chi deve andare in Parlamento.
LA MIA PROPOSTA VUOLE RICONOSCERE MERITI A CHI LI GUADAGNA. E QUESTI MERITI OVVIAMENTE DEVE RICONOSCERLI IL CITTADINO E NON IL POLITICO

CHI CAMBIA PARTITO DEVE STARE ALMENO 5 ANNI FUORI DA OGNI TIPO DI CORSA ELETTORALE (così gli diamo il tempo di capire)

I POLITICI DI OGNI TIPO DEVONO AVERE MASSIMO 65 ANNI

SONO EQUIVALENTI AI POLITICI, PER I FINI ELETTIVI, TUTTI I CONSULENTI DELLE ISTITUZIONI

I NON ELETTI NON DEVONO ESSERE CHIAMATI AD AMMINISTRARE ENTI PUBBLICI O A FARE GLI ASSESSORI NEI 5 ANNI SUCCESSIVI ALLE ELEZIONI MEDESIME

TUTTE LE VOTAZIONI DI OGNI POLITICO, DI QUALUNQUE TIPO, DEVONO ESSERE PALESE. OGNI DISCUSSIONE E LE VOTAZIONI DEVONO ESSERE IN RETE ENTRO 24 ORE, A DISPOSIZIONE DEI CITTADINI CHE LE VOGLIANO CONOSCERE.

OGNI POLITICO DI QUALUNQUE ORDINE E GRADO DEVE ESSERE ELETTO MASSIMO UNA VOLTA IN QUELLA ISTITUZIONE (ci basta l'esperienza di quelli attuali, hanno imparto molto molto bene)

SI DEVE ESSERE RESIDENTI DA ALMENO 5 ANNI NEL TERRITORIO NEL QUALE CI SI CANDIDA
...

LUBINO ANGELA (thithula) Commentatore certificato 07.10.07 15:56| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

continua PROPOSTE PER NUOVO SISTEMA ELETTORALE
1 FONDAMENTI
PROPOSTE PER NUOVO SISTEMA ELETTORALE
.....

SI DEVE ESSERE RESIDENTI DA ALMENO 5 ANNI NEL TERRITORIO NEL QUALE CI SI CANDIDA

SI INIZIA CON TENTARE DI ESSERE ELETTI NELLE CIRCOSCRIZIONI MA NON NEL CONSIGLIO/GIUNTA/TECNICI ESTERNI

FRA GLI ELETTI IN TUTTI GLI ANNI PRECEDENTI NELLE CIRCOSCRIZIONI SI SCELGONO I CANDIDATI ALLE ELEZIONI COMUNALI

FRA GLI ELETTI IN TUTTI GLI ANNI PRECEDENTI NEI COMUNI SI SCELGONO I CANDIDATI ALLE ELEZIONI PROVINCIALI (FINO A CHE CI SONO)

FRA GLI ELETTI IN TUTTI GLI ANNI PRECEDENTI, NELLE PROVINCIALI, SI SCELGONO I CANDIDATI ALLE ELEZIONI REGIONALI

FRA GLI ELETTI IN TUTTI GLI ANNI PRECEDENTI, NELLE REGIONALI, SI SCELGONO I CANDIDATI ALLE ELEZIONI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI (BASTANO 2/3 DEL NUMERO ATTUALE)

FRA GLI ELETTI IN TUTTI GLI ANNI PRECEDENTI NELLA CAMERA DEI DEPUTATI, SI SCELGONO I CANDIDATI ALLE ELEZIONI DEL SENATO (BASTANO METà DEL NUMERO ATTUALE)

FRA GLI ELETTI IN TUTTI GLI ANNI PRECEDENTI AL SENATO, SI SCEGLI IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.


COME VEDETE SE UNO MERITA RIESCE ANCHE A FARE 40 ANNI CIRCA DI VITA POLITICA PUBBLICA NELLE ISTITUZIONI.

LUBINO ANGELA (thithula) Commentatore certificato 07.10.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Ribadisco la mia idea : unica speranza ,un governo di soli tecnici e , .. niente politica nella rappresentanza dello stato, visto che la res pubblica siamo tutti noi!

Nicoletta L. Commentatore certificato 07.10.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento

E poi si lamentano se i referendum non raggiungono il quorum!
Ho fatto parte diverse volte del seggio elettorale del mio paesino come presidente. Ho notato come fossero iscritti ultracentenari nelle liste. L'ultima volta ho chiesto spiegazioni al responsabile dell'anagrafe del Comune e mi ha risposto che, se non hanno comunicazioni di decesso, le persone restano iscritte nelle liste elettorali fino a 200 anni! Si trattava, probabilmente, di persone emigrate e decedute all'estero di cui non è mai stato segnalata la morte. Incuriosito da ciò ho sfogliato con cura le liste elettorali. Gli emigrati con doppia residenza e gli ultracentenari costituivano circa il 30% dei votanti, e chissà quanti altri ce ne sono in tutta Italia. Se si considerano le volte che ai referendum non si è giunti al quorum, magari escludendo i deceduti iscritti e gli emigrati che non hanno mai esercitato il diritto al voto, qualcosina in più si poteva fare.
Si parla tanto di riforma elettorale, ma il Parlamento si preoccupa solo di regolare le cose che lo riguardano direttamente, mentre per l'unico strumento legislativo diretto a favore del Popolo non si fa nulla. Che togliessero i quorum per i referendum, così chi vuole essere un cittadino attivo non si vedrà penalizzato dai cittadini-valium

Christian R. Commentatore certificato 07.10.07 12:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore, autore del libro "Il paese della vergogna" (Chiarelettere).
Da anni mi batto perché venga riconosciuta verità e giustizia per le stragi italiane in tempo di guerra e di pace. Ad oggi nessuna giustizia per Portella della Ginestra, piazza Fontana, Gioia Tauro, Questura di Milano, Piazza della Loggia a Brescia, treno Italicus, Solo per la strage alla stazione di Bologna e per quella a peteano di sagrado si sono trovati i colpevoli , gli esecutori materiali. Per tutte queste stragi nessun mandante politico é stato individutao. 400 morti e oltre 2000 feriti chiedono che si faccia chiarezza, che si abolisca il segreto di Stato.
Questa battaglia,accanto a quelle che realizzi ogni giorno, diventa sempre più urgente.

Daniele biacchessi Commentatore certificato 06.10.07 22:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CARI AMICI DOBBIAMO TIRARE FUORI LE P..LE,INUTILE CONTINUARE A LAMENTARCI,COSTITUIAMO UN COMITATO A 360° A DIFESA DEI CITTADINI.
ABBIAMO ESPERIENZA TOTALE,DALLE ISTITUZIONI ALLE ASSOCIAZIONI.
FORZA AVANTI TUTTA !
IMPORTANTE!!!!!!!
Cari Amici,
per la nostra Libertà e sopratutto quella dei nostri Figli,vale la pena di lottare Democraticamente,la Giustizia ha il suo percorso,ma prima o poi arriva.
Credo nelle Istituzioni,non credo più a questo sistema di far politica,predicano bene razzolano male,credendo che il popolo sia Scemo.
In Tutto l'arco Costituzionale,non esiste un Parlamentare che abbia il coraggio di prendere realmente le difese della Gente,stanno tutti codardamente a riempirsi le tasche e la futura pensione.
Questo non è leale nei confronti dei Cittadini,per questo chiedo che si dedichi un giorno per trovarci e fondare un grande COMITATO di CITTADINI,per la gente con la gente.
Non sarà un Partito,ma un movimento del POPOLO,che entra nell'arena politica per riportare la Società nel binario della legalità.
Una società GIUSTA,EQUA,SOLIDALE.
Bisogna crederci..io ci sono...
Io ci credo pienamente e dissotterro con civiltà la mia ascia di guerra.
Aderite all'appello,vi comunicherò l'indirizzo.
Con affetto Gaetano.
Gaetano Ferrieri 331 6081341
ferrieri.gaetano@libero.it
SAREMMO IN TANTI CONTRO LA PARTITOCRAZIA CHE FA I PROPRI INTERESSI.
PREDICA BENE RAZZOLA MALE E SCRIVE DEI VALORI SENZA APPLICCARLI.
ELIMINA PERSONE SERIE ONESTE CAPACI.
PER LA GENTE CON LA GENTE.
Gaetano Ferrieri

ferrieri.gaetano@libero.it

331 6081341

Gaetano Ferrieri Commentatore in marcia al V2day 06.10.07 22:39| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna assolutamente cambiare questa antidemocratica legge elettorale.


CARI AMICI
PER IL NOSTRO FUTURO
1° ELIMINAZIONE DELLE PROVINCE,RISPARMIO 11 MILIARDI EURO
E 25.000 POLITICI IN MENO.
2°FINANZIARE CONSORZI FRA PICCOLI COMUNI FINO A 50.000
ABITANTI-MIGLIORI SERVIZI E RIDUZIONE DI ALMENO 90.000
AMMINISTRATORI .
3° NEI C.D.A. PUBBLICI RIDUZIONE A 5 AMMINISTRATORI CHE
SIANO DIPENDENTI PUBBLICI CAPACI L'AMMINISTRATORE DELEGATO
DA ASSUMERE TRAMITE CONCORSO ESTERNO PUBBLICO.IL COMPENSO
NON PUO' SUPERARE I 60.000 EURO ANNUI CON FIDEIUSSIONE PER
DANNI.l'AMMINISTRATORE NON PUO' RICOPRIRE PIU' DI UN
INCARICO .SI RISPARMIEREBBERO 10 MILIARDI DI EURO.
4° SCARICO SULLA DICHIARAZIONE REDDITI DELLE SPESE
STRAORDINARE SOSTENUTE,(EMERSIONE DEL NERO).
5°INVESTIMENTI E FORMAZIONE NELLA SCUOLA IN SINERGIA CON
LA FORZE PRODUTTIVE.
(NON E' VERO CHE LA CINA E I PAESI DELL'EST SONO
CONCORRENTI,BENSI' E' VERO CHE NEL MONDO C'E' RICHIESTA DI
PRODOTTO ITALIANO QUALITATIVO.
DARE INCENTIVI FISCALI AD AZIENDE CHE INVESTONO IN
RICERCA,FORMAZIONE,SVILUPPO,ENERGIA E AMBIENTE.
6°CONTROLLO TOTALE DI TUTTE LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE E
NO PROFIT (NASCONDONO 3,7 MILIARDI DI EURO DI FALSA
FATTURAZIONE)
7° RIDUZIONE TOTALE DI AMMINISTRATORI NEI CONSIGLI
DI:QUARTIERE,COMUNALI,REGIONALI.LE INDENNITA' DEVONO ESSERE
CORRISPOSTE CON GETTONI DI PRESENZA COMPRESI
SINDACI,ASSESSORI E PRESIDENTI COMUNALI E REGIONALI
(CONSIGLIO E GIUNTA).
8)RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI (NON PIU' DI DUE MANDATI) E
COSTITUZIONE DI UNA CAMERA LEGISLATIVA ( INDENNITA' 60.000
EURO ANNUI) E UNA CONSULTIVA COMPOSTA DA RAPPRESENTANTI ENTI
LOCALI E ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE (250 SENZA INDENNITA' A
SOLO SPESE GIUSTIFICATE)
9° UN UFFICIO MINISTERIALE PER LE ISTANZE DEI CITTADINI.

QUESTO E' IL PROGETTO CHE DOVREMMO PORTARE AVANTI NEL
COSTITUENTE COMITATO di CITTADINI PER IL NOSTRO FUTURO.
GAETANO FERRIERI
ferrieri.gaetano@libero.it
331 6081341

Gaetano Ferrieri Commentatore in marcia al V2day 06.10.07 22:35| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao agli iscritti su questo blog....
...sono nuovo, appena entrato, anche se seguo Grillo su internet da quasi un anno...
...sono come tantissimi italiani deluso, offeso, arrabbiato e sopratutto spaventato da questa politica italiana da ormai moltissimi anni (direi quasi da quando sono nato !).
Non se ne puo' proprio più !
Io che vivo lavorando in una forza di polizia nè vedo ogni giorno di cose incredibili e ho la stragrande fortuna di essere ancora vivo e di non essere stato al centro di vicende drammatiche come ne succedono ogni giorno.
Ma è sufficiente solo sfiorare o sentire quello che succede ogni giorno per avere l'amaro in bocca...
Non parliamo poi del grandissimo problema che dubito possa essere risolto così semplicemente come si pensa; ovvero il problema intorno al quale gira tutto il mondo :I SOLDI !!
Chi più nè ha, più ne vuole e più nè accumula.
Chi nè ha pochi, nè vedra ogni giorno sempre meno.
Chi non nè ha, può tranquillamente morire in pace tanto non vivrà abbastanza per vederne.
Forse quando c'erà il Re, l'Imperatore, il Faraone o Raija era la stessa cosa.
Anche allora la plebe, o il popolo non contava un cazzo !!
Una piccola rivoluzioncina (scusatemi l'estremismo !) anche se dolorosa, forse toglierebbe dai cojoni questi politici/mummia
e darebbe una svolta al paese....
...altrimenti tra 10, 20, o 30 anni saremo estinti !
Ad ogni modo a Beppe tutto il mio appoggio anche un eventuale voto se si presentasse alle Amministative, alle Politiche o anche per l'elezione al Circolo dei Bocciofili !!!
Cordialmente.
Ceccacci S.

sauro c. Commentatore certificato 06.10.07 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Io ho la mia squadra di governo....
Presidente del Consiglio Antonio Di Pietro
Ministero della giustizia Clementina Forleo
Ministero degli internit Davigo
Ministero economia Mario Monti
BASTA.....
Il giorno dopo le volanti dei CC e della Polizia sotto casa dei nostri attuali politici !

mario farinelli 06.10.07 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto al prolificissimo Beppe.

Circa l'abolizione dei partiti.
Volevo condividere su questo argomento una riflessione sulla quale non so se qualcun altro si gia' espresso prima. Il mio ragionamento parte da una domanda:

Per quale motivo il rapporto tra un elettore e il suo eletto deve essere mediato da un partito ?

Il partito e' una struttura e come tutte le strutture ha l'obiettivo primario di conservare se stesso. Se il partito media il rapporto, tende inevitabilmente a imbrigliare l'eletto e incantare l'elettore per modificare gli eventi in favore della sua conservazione.

Se un insieme di cittadini hanno l'esigenza di costituirsi in partito per difendere i propri interessi di parte e, attraverso questo proporre dei candidati, sono liberissimi di farlo, ma questo non dovrebbe costituire l'unica possibilita' in quanto la societa' stessa, nel suo insieme (l'insieme dei cittadini) puo' essere considerata un grande partito, poiche' tutti abbiamo degli interessi in comune.
Di conseguenza ognuno ha il pieno diritto di candidarsi a titolo personale col suo programma.
Se otterra' un mandato cerchera' con trasparenza il consenso del parlamento per attuare la sua politica Se fallira' ne rendera' conto, senza maschera, ai suoi elettori.

Un obiezione e' che in questo modo rischiamo di avere 600 partiti alla camera e 300 al senato.
Non e' detto.
I partiti esisterebbero sempre ma avrebbero la dimensione che gli compete: una corrente di pensiero sostenuta da un leader in grado di creare aggregazione e non quella di una struttura parassitaria che necessita delle risorse del Paese per mantenere il suo apparato.
In altre parole: i cittadini eleggono i candidati. Questi si ritrovano in parlamento e si organizzano in partiti (e' il loro mestiere, lo devono fare).
Conoscendo la storia dei candidati sapremmo in anticipo di quale partito fara' parte.
Puo' funzionare ?
Che i partiti attuali garantiscono la governabilita' e' una favola. Che divorano la nazione e' un fatto.

Filippo Gurgone 06.10.07 02:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, hai fatto una cosa giusta, la proposta di legge popolare, ma è un mezzo misconosciuto e di norma il faldone pur corposo di firme raccolte andrà ad ammuffire in qualche polveroso archivio del Parlamento. Dài, su, con un piccolo sforzo supplementare possiamo fare qualche referendum per tagliare le unghie alla casta. 500000 firme secondo me le raccogli in un giorno.
Spigolando tra leggi e leggine che tutelano e perpetuano la casta potremmo trovare il modo di inserire un limite d'età, un limite di parentela, un limite al professionismo e all'affarismo...
Dài, su, giovani azzeccagarbugli d'Italia, datevi da fare a confezionare qualche corrosivo quesito referendario... che poi ci divertiamo. Ciao a tutti

Eugenio Testa 05.10.07 21:22| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, in merito al tuo movimento fatto da tante persone come me, avrei una domanda da porre a tutti, cioè quanto può valere il nostro voto? probabilmente dato che i politici ci definiscono come movimento antipolitica anzichè antiladri non-eletti, non vale poi molto ne per la destra ne per la sinistra, bene io ti propongo di fare un raduno in tutte le piazze italiane, dove il culmine di tali manifestazioni sarà il rogo o lo stralcio della propria scheda elettorale, con lo stesso coraggio che hanno avuto i cittadini di san giuliano di puglia, vedendo tutti assolti i veri RESPONSABILI del disastro accaduto tempo fa!!! spero che ci sia davvero qualcuno disponibile su questo network a raccolgliere la mia proposta... ora ti saluto a presto.. Mario

mario c. Commentatore certificato 05.10.07 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe, in merito al tuo movimento fatto da tante persone come me, avrei una domanda da porre a tutti, cioè quanto può valere il nostro voto? probabilmente dato che i politici ci definiscono come movimento antipolitica anzichè antiladri non-eletti, non vale poi molto ne per la destra ne per la sinistra, bene io ti propongo di fare un raduno in tutte le piazze italiane, dove il culmine di tali manifestazioni sarà il rogo o lo stralcio della propria scheda elettorale, con lo stesso coraggio che hanno avuto i cittadini di san giuliano di puglia, vedendo tutti assolti i veri RESPONSABILI del disastro accaduto tempo fa!!! spero che ci sia davvero qualcuno disponibile su questo network a raccolgliere la mia proposta... ora ti saluto a presto.. Mario

mario c. Commentatore certificato 05.10.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, in merito al tuo movimento fatto da tante persone come me, avrei una domanda da porre a tutti, cioè quanto può valere il nostro voto? probabilmente dato che i politici ci definiscono come movimento antipolitica anzichè antiladri non-eletti, non vale poi molto ne per la destra ne per la sinistra, bene io ti propongo di fare un raduno in tutte le piazze italiane, dove il culmine di tali manifestazioni sarà il rogo o lo stralcio della propria scheda elettorale, con lo stesso coraggio che hanno avuto i cittadini di san giuliano di puglia, vedendo tutti assolti i veri RESPONSABILI del disastro accaduto tempo fa!!! spero che ci sia davvero qualcuno disponibile su questo network a raccolgliere la mia proposta... ora ti saluto a presto.. Mario

mario c. Commentatore certificato 05.10.07 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Sono rimasto scioccato dalla lettera intimidatoria ricevuta dall'agenzia delle entrate che per non aver ancora pagato il canone Rai mi ha minacciato di sequestrarmi gli automezzi (la mia macchina se mal non ho capito) se entro il 30 settembre non pagavo il canone. Allora... io vivo da solo, separato, faccio tre lavori per pagare il mutuo che aumenta di mese in mese, per mantenere i miei figli e pagare le bollette e non posso evitare di dirvi che la Rai per me non esiste in quanto non guardo TV salvo in rare occasioni.
Questi devono smetterla con questo cavolo di canone. LA RAI FA LE SUE BELLE PUBBLICITà PER GUADAGNARE I SUOI SOLDI. A me devono lasciarmi in pace.

Marcello Cicchini.

Marcello Cicchini 05.10.07 01:47| 
 |
Rispondi al commento

faffaculo tu no day!!!
sei una contraddizione perchè il tuo scopo è solo economico!
Ti sei arricchito abbastanza ma la gente non ti seguirà per sempre

marco polo 04.10.07 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno sono nuovo da queste parti ma oggi scusate leggendo qua e la mi si sono addrizzati quei pochi capelli che ho leggendo queste dichiarazioni di MASTELLA.....(Cosa ne pensate e cosa si deve fare difronte a queste cose?) Grazie.
"Non so se siamo pagati troppo, probabilmente un po' meno del giusto". Clemente Mastella torna a parlare dei costi della politica nel corso di un suo intervento a un convegno su giustizia, sicurezza e diplomazia. Un giudizio in controtendenza con l'intervento di Napolitano che ha imposto una dieta ferrea per il personale del Quirinale: organici ridotti, stipendi congelati e inchiesta di una "commissione per la riorganizzazione dell'Amministrazione".
DI PIETRO E FINI: COSì RISPARMIAMO 569 MILIONI. "Una sensibile riduzione dei costi che secondo una prima stima ammonta a circa 200 milioni di euro" con "un risparmio di ulteriori 369 milioni di euro in riferimento agli Enti locali". E' questo il fine di una proposta di legge presentata da Antonio Di Pietro e Gianfranco Fini durante una conferenza stampa. L'obiettivo - "una drastica decurtazione della spesa pubblica portando il risparmio a complessivi 569 milioni di euro" - dovrebbe essere raggiunto, spiegano i leader di Idv e An, attraverso una serie di misure da introdurre già dalle prossime elezioni.
Innanzitutto: "Viene individuato in dodici il numero dei ministri con portafoglio, in cinque quello dei ministri senza portafoglio ed introdotta una specifica previsione che limita a sessantadue il numero massimo dei componenti di Governo". Sempre per quanto riguarda l'esecutivo si propone "il blocco degli automatismi stipendiali e la decurtazione del 30% del trattamento economico complessivo dei ministri, viceministri e sottosegretari che non siano parlamentari, un controllo sulla spesa per il funzionamento degli organi istituzionali e per i rimborsi e una nuova definizione delle indennità parlamentari".

Alessio R. Commentatore certificato 04.10.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

è ora che questi politici siano abbligati a lavorare ed a ottenere risultati concreti , per ottenere questo c'è solo un modo - modificare il loro trattamento economico a secondo dei risultati ottenuti , esattamente come succede a tutti noi. Questo è la chiave di tutto perchè finchè stanno li , mantenuti a nostre spese senza produrre assolutamente niente e perdipiù obbligandoci ogni volta a dover rispondere in solido per la loro inefficienza.

rossi gaetano 04.10.07 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io mi domando perchè nessuno parla dei 98 miliardi di euro,evasi dal fisco, perchè non sono mai stati versati nelle casse statali dalle società che gestiscono la rete delle macchine video poker.aiutatemi perchè non posso credere che siano capaci di fare questo.

mario labbollita 03.10.07 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti, sono una ragazza di 28 anni lavoratrice PRECARIA come tanti altri miei coetanei e non.
Vorrei esprimere la mia grande sfiducia nei nostri parlamentari che ritengono che il loro stipendio è inadeguato (rif. Mastella) e che non hanno idea, a quanto pare, dei redditi medi percepiti dalle famiglie italiane, o lo ignorano?
In una situazione di crisi anzichè andare a gravare sui redditi di noi morti di fame, sarebbe meglio che si privassero loro dei privilegi che si sono dati da SOLI!!!!!!!!!!!!!
Ma chi la detto che devono fare politica????
Perchè non stabiliamo NOI CITTADINI una tariffa a rendimento.... (rendimento non ai festini a cui partecipano che sia chiaro!!!!!)

CHE SE NE TORNASSERO ALLE LORO CASE A PRESCINDERE DESTRA O SINISTRA!!!!!!!!!!

CHI è AL VERTICE DEVE RAPPRENTARE I CITTADINI....
Ma non credo che un italiano medio percepisca 15.000 euro al mese!!!!!!!!!!

CHE DIRE.... HO IL VOLTA STOMACO.

C'è una soluzione? Spero di si...

Facciamo una petizione, rinnoviamo queste camere!!!!!!!

Mandiamoli a zappare la terra e a guadagnarsi quello che si pappano, altro che indennità e privilegi!!!!!!!!!!!!!!1

MARIA ASSUNTA 03.10.07 16:28| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CAINO HA TUTTO E NON CASCA MAI PER TERRA.
sei un mafioso e ti penti hai diritto a ......e...
sei un commerciante o un'imprenditore che si ribella al pizzo, non hai diritto a un c...
perchè gli scienziati al governo non si rendono conto che l'iniziativa dei singoli attraverso associazioni non basta a contrastare il fenomeno.
perchè chi per anni è stato dedito ad attività illecite può beneficiare di grossi vantaggi se fà il pentito e chi ha subito per anni violenza fisica morale ed economica non ha un qualsiasi aiuto dallo stato.
ebbene volete le proposte, iniziate con l'aiutare chi vittima dei ricatti e dei soprusi ha pagato le tesse legali e illegali (PIZZO, TANGENTI) dategli la giusta protezione e una grossa riduzione sulle tasse legali, non è questo un vero incentivo per i commercianti ed imprenditori che hanno subito per anni.
potrebbero rifarsi di ciò che ingiustamente gli è stato tolto, non pagando o pagando in parte le tasse per un pò di anni, cosi si aiuta e si incentiva la lotta all'illegalità. o facciamo chi avut avut avut e chi a rat a rat a rat.

giovanni diana 03.10.07 11:44| 
 |
Rispondi al commento

ma a cosa servono trasmissioni come Anno Zero , Ballaro etc se alla fine tutto resta come prima ?

elio p. Commentatore certificato 02.10.07 23:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ma per quale cazzo di motivo i dipendenti pubblici vengono presi a modello di fannulloni da parte di qualsiasi governo? ma chi cazzo è che va a lavorare la mattina per 1200 miserabili euro al mese ricevendo una miseria di 50 euro di aumento dopo due anni di scadenza di contratto e deve andare a comprarsi pure la penna xe manco soldi per acquistarla ci sono ormai? siamo caduti dalla padella della destra alla brace della sinistra che tanto si erge a paladina dei ceti piu deboli.VAFFANKULO

elio p. Commentatore certificato 02.10.07 22:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

caro Grillo,
penso di poter parlare a nome di quasi tutti i giovani.
SIAMO VERAMENTE STANCHI!
Stanchi per i problemi nelle università o cmq nelle scuole in generale,stanchi per tutte questa ingiustizie impunite che non ci lasciano camminare tranquilli per strada neanche di giorno,stanchi di dover fare sacrifici esagerati per mantenerci gli studi,stanchi di veder soffrire i nostri genitori per le tasse troppo alte da pagare...mentre i"signori" politici che ci dovrebbero rappresentare non fanno altro che godere dei nostri soldi andando in vecanza alle maldive,vestendo valentino,usare toilettes d'oro al parlamento perchè con quelle comuni che usiamo noi rischiano allergie..!e allora Basta,facciamoci sentire,facciamo una rivoluzione pacifica che ci permetta di riottenere i nostri diritti!!

concetta buccheri 02.10.07 19:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Carissimo Grillo,
è una studentessa universitaria a scriverti..una studentessa stanca di doversi indignare ogni qual volta accende la tv.Omicidi,prostituzione,finanziaria,rapine,violenze!!!!!!!!!!!!!!!!MA IN CHE RAZZA DI PAESE VIVIAMO??..Un paese in cui tutto è permesso...ai cattivi..perchè ai buoni non è permesso neanche piu' esprimere un giudizio che devi aver quasi paura che t'ammazzano.
Mah,fino a qualche tempo fa il mio sogno era quello di trovare un bel lavoro onesto e crearmi una famiglia.Ma con quale speranza ormai noi giovani possiamo pensare di crearci una famiglia?Senza soldi..senza sicurezza...senza giustizia...!!BASTA!!BASTA VERAMENTE A TUTTA QUESTA SPAZZATURA...UNIAMOCI giovani di oggi e domani nella sacro-santa lotta per la nostra vita..smettiamola di darci in pasto a chi ci manipola e basta,a che spende i nostri soldi per andare in crociera..molti di noi non arrivano neanche a fine mese!Grillo hai tutta la mia approvazione!

concetta buccheri 02.10.07 19:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

272 corazzieri !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

» 2007-10-02 13:11
Quirinale, verso spesa di oltre 240 mln nel 2007
(ANSA) - ROMA, 2 OTT - La spesa complessiva del Quirinale si assesterà quest'anno su "circa 241 milioni di euro, anche per effetto del recepimento degli effetti del contratto del personale del Senato", 17 milioni più dei 224 milioni di euro del bilancio di previsione per il 2007, a fronte del quale è stata chiesta una dotazione, a carico del bilancio dello Stato, del 3,26% rispetto all'anno precedente (un po' meno del tetto del 3,50% concordato nel 2005 tra gli organi costituzionali).

Questi dati, resi noti in ambienti parlamentari, sono ricavati da una nota informativa del segretario generale della presidenza della Repubblica, Donato Marra. Marra ha risposto così ad una richiesta di informazioni formulata dalla commissione Affari Costituzionali della Camera, presieduta da Luciano Violante, che sta svolgendo una indagine conoscitiva sui costi della politica. Il segretario generale, nel confermare la decisione del presidente Napolitano di fornire "periodicamente una dettagliata informativa sulle linee essenziali del bilancio dell'amministrazione del Quirinale", sottolinea che la spesa complessiva del Quirinale è caratterizzata da "forte rigidità", visto che l'89% è destinato alle retribuzioni del personale, il 59% a quello in servizio, il restante 30% a quello in quiescenza. Al primo settembre 2007, i dipendenti di ruolo al Quirinale sono 979, "rispetto a una pianta organica che ne prevede complessivamente 1.145"; 78 "posizione di comando" (cioé in organico presso altre amministrazioni pubbliche) e 11 a contratto. In più c'é il personale militare e delle forze di polizia "distaccato per esigenze di sicurezza": in tutto 1.038 persone (di cui 272 Corazzieri), rispetto ad un contingente di 1.086 previsto a fine dicembre 2006.

Giovanni Rossi 02.10.07 15:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ho più volte rivisto su WIKI le definizioni di democrazia diretta e le sue sperimentazioni in atto. Lo si sperimenta in Svizzera. Dove se butti una cicca di sigaretta a terra ti sparano, prima i passanti e poi i vigili.
In Italia dove mi sembra evidente lo sfacelo e le derive di tutte le caste nonchè (problema principale) le loro connivenze con le varie forme di antistato.. mafia.. terrorismo.. massoneria etc.
In Italia dove il quarto potere è stato completamente fagocitato in questo sistema e risulta quindi inutile alla sua funzione di garante.
In Italia, dove avremmo bisogno come il pane di istituire con urgenza questo quinto potere, renderlo veloce e semplice. Accessibile a tutti.
Per fare in modo che possa restituire dignità ed indipendenza agli altri poteri.(e potremmo farlo con facilità su base federale ed utilizzando le nuove tecnologie).
In Italia, dove potrebbe essere utilizzato con facilità per l'eliminazione dei cancri della criminalità organizzata.
NO, IN ITALIA noi ce ne freghiamo. D'altronde non ne abbiamo bisogno...
Priorità alla D.E.mocracy, Direct Electronic Democracy!!!
Prima di abbassare la scure, occorre affilare l'ascia.

Marco Travaglioquantobasta 02.10.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

seguito del 27.9 Non si può condannare la storia,bisogna tracciare uno spartiacque il più presto possibile dal quale ripartire,convincerci e convincere che è possibile un mondo adatto per ciascuno e l'importante il fondamentale è che questo mondo,questa vita sono già dentro di noi CREDETECI si tratta soltanto di tirare fuori noi stessi.Bisogna distinguere per prima cosa che questa non è,come definita da coloro che hanno o vogliono il potere,una società complessa ma volutamente complicata ormai obsoleta in tutte le sue parti in tutti i suoi aspetti,bisogna combattere la cultura della distruttività che tende a ignorare il contenuto di noi stessi.Mi piacerebbe variare termini tipo GENTE,cosa significa,suona come un dispreggiativo,vorrei parlare di PERSONE perchè sono loro con le loro vite COMUNI fanno e disfano la storia mentre il POTERE in tutte le sue forme dalla più grande alla piccola,cavalca,dirige,sfrutta per proprio comodo,e attraverso lo studio così com'è formulato e divulgato,cerca di capire quello che c'è da sfruttare creando tante nichhie dove si annidano i vari parassiti.L'impegno sociale poi chiamato politico era un dovere ed un onore è possibile ridargli dignità,ma soprattutto fare nascere le prossime generazioni nella dignità nel rispetto degli altri e quindi di noi stessi con un buon programma ma più che altro creare uno statuto o costituzione o un'autoregolamentazione scritti su carta morale di impegno personale e i diritti saranno la semplice conseguenza della nostra capacità di dovere essere coscienti e coerenti,fondato su regole morali alle quali chi intende farne parte deve sentirsi in grado di mantenere sempre e comunque la capacità di rispettarle e ovviamente verrà da se di farle rispettare,e in cui le persone possano ritrovarsi e da cui partire ognuno col proprio viaggio e anche se ognuno diverso con la consapevolezza dell'imprescindibilità dell'esistenza dell'altro nel primario dovuto rispetto.
Fine seconda parte.Continua.Grazie.

mirco m. Commentatore certificato 02.10.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono una semplice impiegata, stanca di vedersi presa per i fondelli da gente strapagata che non lavora ma ruba, non sono iscritta in nessun partito e vorrei mettere la mia faccia e la mia reputazione a disposizione di chi vuole un'italia migliore.

barbara borra 02.10.07 11:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

questo forse è il post è più chiaro, diretto ed efficace dell'ultimo mese. Grande Beppe, bravo davvero, queste 10 righe dovrebbero trasmetterle i telegiornali che tante chiacchiere stanno facendo su di te e sul v-day.

Stefano Esposito (shaikailash) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.10.07 18:42| 
 |
Rispondi al commento

La misura è colma

Lo Stato italiano pone in essere atti e comportamenti discriminatori nei confronti dei suoi cittadini.
E' ora di dire BASTA con i privilegi politici ed economici regalati alla chiesa cattolica.
Rivolgiamoci direttamente alla Commissione Europea e al Consiglio d'Europa, perché supportino la nostra lotta contro

- i crocifissi appesi nelle aule scolastiche e giudiziarie di un Paese laico,
- l'insegnamento della sola religione cattolica,
- il prelievo forzato dell'otto per mille,
- l'esenzione dall'ICI per gli esercizi commerciali gestiti dal vaticano.

I nostri governanti ci chiedono il voto ogni cinque anni, dopodiché decidono su qualsiasi problema senza tener conto delle nostre opinioni, ci riempiono di tasse, ci riducono gli stipendi e le pensioni, non si preoccupano minimamente dell'aumento del costo della vita, fanno vivere i giovani nella precarietà, impedendo loro di formarsi una famiglia.

Avanti così non si può più andare. Non possiamo continuare a restarcene con le mani in mano. Dobbiano agire di nostra iniziativa, prima che coloro che giocano sulla nostra pelle ci declassino da cittadini a sudditi.

Chi desidera vivere in un Paese laico, dove la realizzazione dei diritti civili non possa venire ostacolata dal clero, una moderna democrazia europea e non una teocrazia medievale, chieda la Letterabastaprivilegichiesacattolica, inviando una email a "axteismo@yahoo.it", inviti i suoi amici blogger a fare altrettanto, ne stampi due copie e le invii ai seguenti indirizzi:

Commissione Europea
rue Archimede 73
8-1040 bruxelles - Belgio

Consiglio d'Europa
Avenue de l'Europe
67075 Strasburgo Cedex - Francia


ALESSANDRO CAPECE Commentatore in marcia al V2day 01.10.07 11:03| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

con l aumento mensile di 50 euro ora si che i dipendenti pubblici arrivano a fine mese, grazie di tutto questo CGIL. Ci sono voluti due anni per rinnovare il contratto ma alla fine siamo stati ripagati con un aumento sostanzioso e con la prospettiva di rinnovare il contratto ogni tre anni anziche due.ha mantenuto la promessa fatta in campagna elettorale la sinistra, non c è che dire,grazie di farmi arrivare a fine mese : VAFFANKULO

elio p. Commentatore certificato 30.09.07 22:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

con l aumento mensile di 50 euro ora si che i dipendenti pubblici arrivano a fine mese, grazie di tutto questo CGIL. Ci sono voluti due anni per rinnovare il contratto ma alla fine siamo stati ripagati con un aumento sostanzioso e con la prospettiva di rinnovare il contratto ogni tre anni anziche due.ha mantenuto la promessa fatta in campagna elettorale la sinistra, non c è che dire,grazie di farmi arrivare a fine mese : VAFFANKULO

elio p. Commentatore certificato 30.09.07 22:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ho appena finito di leggere il capitolo sulla Sanità del documento "Le Primarie dei cittadini", sono d'accordo su tutti i punti, ma ho notato che manca ogni riferimento al testamento biologico, all'accanimento terapeutico, all'eutanasia. Vorrei sapere perchè.

Silvia Grasso 30.09.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
è la prima volta che scrivo su un blog (se non conto quando nell'ultima campagna elettorale scrissi alla mail del sito di Prodi il mio pensiero su un argomento, ovviamente non ebbi nemmeno una mail di "grazie abbiamo ricevuto la sua segnalazione"). Vorrei dare una possibile idea per avvicinare la politica italiana alla terra.
Mi arrabbio da morire ogni qualvolta come ad esempio prima dell'estate in qualche TG si parlava dei problemi idrici attesi per l'estate, dipendenti (a dire del servizio) dagli sprechi dei cittadini, dalle cattive condizioni delle reti idriche italiane; ma dobbiamo tenere presente -disse qualche esponente pubblico- che il costo dell'acqua in Italia è minore di quelo della media europea e dovremmo andare in una direzione di adeguamento di tale prezzo.

MI SALTANO I NERVI! Ma dico io, dici che un servizio non va e mi parli di aumentarne il prezzo. Ma soprattutto è molto bello il giochino di raffrontare sempre tutto ai prezzi dell'UE,ma questo mai avviene invece per quei servizi che paghiamo di piu della media degli altri paesi.
Da chi dipende se un servizio lo paghiamo di piu? Dalla cattiva politica in quel settore messa in atto dai nostri politici.

Orbene, vogliono fare questo giochino, perche non lo facciamo fino in fondo, costruimo un bel paniere di beni e servizi(sensato) e con metodi di rilevazione univoci e valutiamo il buon rendimento della nostra politica dalla variazione in piu o in meno del prezzo di questo paniere basandoci sulla media UE per quei servizi e costi delle istituzioni, e da li diamo un bel incentivo sul risultato sui vari stipendi di politici e manager pagati a fior di milioni di euro. Siamo in linea con gli altri Ok allora mantieni il tuo stipendio (gia piu alto che negli altri paesi), altrimenti inziamo a falcidiarlo anno dopo anno un po come accade per la gente comune grazie alle loro politiche sbagliate. Qua anno dopo anno spendono soldi nostri e non hanno mai nessuna responsabilità. TROPPO COMODO

jack c. Commentatore certificato 30.09.07 12:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

grillo,ma che fai?hai smerdato mastella,come e' giusto fare con quasi tutti i politici,e adesso lo riabiliti?dici che,poveretto,lui non c'entra nulla?che vorresti scrivere un libro sulle altre caste a quattromani con lui?e perche' non a sei mani,con previti?
grillo stai dando i numeri,spero tu rinsavisca presto

carmelo licata 30.09.07 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,non devi assolutamente arrenderti a Mastella,dandogli l'importanza che non merita.Mandalo a fanculo e basta,tanto non merita altro.E'soltanto con la gola profonda come gli altri.Dei cittadini se ne strafotte,arraffa soltanto tutto quello che può.Non bisogna sporcarsi con un individuo simile.FORZA GRILLO...VAI AVANTI.SALUTONI e auguri di cuore !!!Vannino

Vannino C. 30.09.07 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, uno dei promotori e protagonisti delle iniziative pro-De Magistris e anti-Mastella(e anti-Casta), critica duramente Beppe Grillo che accusa, per l’elogio fatto oggi al Guardasigilli, di aver tradito la fiducia e le attese dei giovani calabresi e di tutte quelle persone oneste che in Calabria lottano per scongiurare il trasferimento del magistrato catanzarese (richiesto dal Ministro di Ceppaloni) e per chiedere una giustizia giusta e uguale per tutti. “Siamo tutti profondamente delusi dall’uscita di Grillo che ha fatto pace ed ha elogiato il Ministro della Giustizia, che ha definito il migliore, arrivando addirittura ad autoinvitarsi a Ceppaloni per scrivere un libro sulla Casta dei giornalisti insieme al Guardasigilli. Pensavo che si trattasse di uno scherzo, una trovata di Scherzi a parte. Invece è tutto incredibilmente e terribilmente vero. Grillo che, dopo averlo sino ad oggi massacrato, elogia Mastella e chiede di scrivere un libro insieme a lui. Domando al comico genovese: lo elogia anche per la vicenda De Magistris, affronteranno anche questo caso nel loro libro che scriveranno a quattro mani? Perché anziché annunciare che andrà a Ceppaloni non è venuto oggi a Catanzaro? Perché non viene in Calabria a sostenere la battaglia per la legalità e per una giustizia giusta e uguale per tutti, che portano avanti alcune Associazioni, qualche Movimento, alcuni sostenitori dello stesso Grillo, due politici, alcuni media e i giovani di Calabria con grande passione e coraggio? Grillo ha scelto e detto di voler andare a Ceppaloni, nel regno dell’uomo della Casta,

franco carrara 29.09.07 12:19| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ho letto ,oggi sul Gazzettino, che ci sono quattro deputati del partito radicale, che percepiscono un vitalizio di € 1733 netti al mese chi dal 1987, chi dal 1982,chi dal 1984 ed infine dal 1979 ( quest'ultimo gode anche di un vitalizio da consigliere regionale del Piemonte) . Uno di loro è stato deputato per 1 giorno, l'altro per 2 giorni,il terzo ed il quarto per una settimana circa.
Pannella non sapeva nulla.
VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
CLAUDIO

claudio rosa 28.09.07 13:35| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe!!
daccordissssssimo con le 3 proposte effettuate
e...che ne pensi...
di pagare i nostri politci a ore effettive di lavoro...
come in tutte le imprese,aziende,uffici vari...??
chissa se poi continueranno a non presentarsi in parlamento...?!
fatti tornare la voce!!!
un saluto!

Bl Gi 27.09.07 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho scritto la lettera che segue a Repubblica e ritengo che possa essere di interesse anche a quanti frequentano il tuo blog.
Grazie al comico Grillo, da diversi giorni sui più diversi mezzi di comunicazione segretari e responsabili di partito si esibiscono in proposte di razionalizzazione del sistema politico e di contenimento dei relativi costi.
Leggo oggi, 27/09/07, la lettera di Piero Fassino e mi sembra una buona base di partenza per approfondire il discorso, magari con qualche proposta volutamente “demagogica”. Vediamo i 10 punti:
1) Censimento degli enti che usufruiscono di contributi pubblici: Da estendere anche alle municipalizzate.
2) Riduzione del numero dei parlamentari: Senato come camera delle Regioni, composto da consiglieri regionali.
3) Revoca dell’aumento dei consiglieri regionali: OK
4) Riduzione dei consigli comunali e provinciali e soppressione dei Consigli di Quartiere nelle città con meno di 500.000 persone: OK vedi punto 9 e accorpamento dei Comuni inferiori ad un numero minimo di abitanti.
5) Allineamento di indennità e pensioni di parlamentari alle medie europee: OK con estensione alle varie indennità pubbliche parametrizzandole ad un riferimento privato medio europeo, ad esempio la retribuzione di un quadro di un settore manifatturiero.
6) Criteri di nomina degli enti pubblici e consulenze esterne: OK
7) Limite a 5 membri nei Consigli di Amministrazione di Enti pubblici: OK
8) Limiti alle missioni internazionali: OK
9) Delega alle Regioni della revisione delle attuali Provincie: Eliminazione delle Provincie, eliminazione almeno dell’80% delle Comunità Montane, senza delega alle Regioni, troppo “vicine” a questi enti.
10) Riforma del sistema dei rimborsi elettorali: vedi punto 5, parametrizzazione con riferimento ad una media europea.
Segue in un successivo commento

renato m. Commentatore certificato 27.09.07 21:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CaroGrillo,ho fatto politica da giovane fino al 1993/94,poimi sono ritirato perchè mi sono accorto che la politica non dava più risposte ai cittadini enon era più rappresentativa della "democrazia" di un Paese.Hai tante ragioni, ma sbagli quando intendi abbattere il sistema dei partiti senza specificare, partiti come sono oggi:senza sezioni senza democrazia. Le sezioni di 15 annifa,di qualunque partito erano la presenza sul territorio di una truttura "partito" era partecipazione di cittadini,nelle periferie il segretariao di sezione raccoglieva le istanze dituttii cittadini.Oggi ciò non esiste più lagente è sola non sà a chi rivolgere un'istanza,oggi gli onorevoli non rispondono più nè al territorio nè all'elettorato; questo aumenta il distacco della politica.Se poi si aggunge che oggi lapolitica è peggiorata moltissimo, non esiste una classe dirigente degna di questo nome ma solo amici degli amici del capo che ti fà diventare on/sen, con una serie di privilegi non meritati ai quali si aggiunge arroganza ed inefficienza,il dato è tratto.Mi occupo dialta tecnologia:informatica e di fonti energetiche alternative, cose che la classe politica non conosce nemmeno l'esistenza, è indietro di 10 anni e di conseguenza la PA è indietro di 10 anni,le imprese ed i cittadini sono più avanti della politica di 10 anni.Questo èilcorto circuito del nostro paese.Sela prendono con te ma stai solo raccogliendo un disagio diffusissimo.Il peggi è che la classe politica pur accorgendosi di quanto sia invisa a tutti si continua a chiudere in sè stessa a difesa dei propri privilegi.Bisogna ritornare al sistema proporzionale puro, che è il più democratico e rappresentativo, bisogna che i politici per esseer candidati siano oltre che immacolati superino un test sulle conoscenze dellaPA e dellenuove tecnologie.Invece cosafanno si mettono d'accordo il PD con la CDL per rafforzare il bipolarismo=continuiamo così tutti uniti a nostra difesa:oggi comandi tu domaniio, ma sempre noi.Vai Grillo, vai

Lel Valey 27.09.07 12:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

In appoggio a Paola P. del 22.9.07 Io la penso così(tanto per cominciare) se interessa seguiranno altre proposte:3 punti cardinali,IL RISPETTO è l'unico mezzo per raggiungere la libertà singola e sociale.LA SCUOLA deve dare un insegnamento che faccia andare di pari passo quelle che sono le nozioni necessarie con il carattere e la predisposizione del singolo individuo.Apprendimento,ricerca di se stesso,educazione sociale improntata sul rispetto,sulle emozioni,sulla soddisfazione della propria vocazione o scelta.3DIRITTO AL SERVIZIO SANITARIO PER TUTTI.Si sconfiggerà il vero problema creato ad arte,ma soprattutto i suoi creatori e sostenitori,cioè la prostituzione morale.Perchè se non ci avete fatto caso per ogni cosa che devi dire o fare ti devi comportare come se dovessi prostituirti in alternativa devi associarti per delinquere.Abbiamo i mezzi per poter credere e creare una società giusta,l'informazione,l'istruzione e la tecnologia per rimetterlo a posto,per dare un segnale,la scossa per cambiare i punti di vista propri e di tutti,per vedere positivo,per credere di cambiare veramente in meglio.Un capillare coinvolgimento delle realtà viventi soprattutto giovani che attraverso la loro pura sensibilità sono in grado di capire e che imprimono e imprimeranno sempre più la rotta la direzione della società.Come natura e storia ci insegnano il ruolo di giovani e meno giovani ha avuto regole ben precise proprio perchè naturali,l'entusiasmo,le idee,la forza dei giovani con i non più giovani ma ex però ancora e sempre mentalmente giovani,comunque e sempre proiettati nel futuro dei figli,del domani.Non una società come realtà dimostra guidata da vecchi conservatori incapaci,egoisti,distruttivi poche porche persone per il loro porco potere di tutto l'arco costituzionale che non hanno più nessuna connotazione politica,sociale e tanto meno morale.
Questa è la prima parte,vi ringrazierei se aveste voglia di leggere anche il resto.Ci terrei.Ancora grazie.

mirco m. Commentatore certificato 27.09.07 11:52| 
 |
Rispondi al commento

In questo momento mi trovo in Albania a lavorare con un stipendio 1/4 di quello italiano medio. Sono qui perche' questo paese che e' ancora immerso a tanta poverta' ma presenta una popolazione che ha voglia di arrivare. Di arrivare in alto. Anche gli italiani lo vogliono fare. Ma senza parlare degli infiniti problemi che abbiamo...Come possimo pensare di avere il coraggio di rischiare e non accontentarci quando il nostro capo del governo...quella che dovrebbe essere la nostra guida....sembra messo peggio di mio nonno che ha 90 anni... ha fatto anni a mangiare solo polenta (quando c'era) e ha fatto una guerra??? Prodi...TU NON MI RAPPRESENTI...ANZI...NON RAPPRESENTI NESSUNO CHE HA VOGLIA DI COSTRUIRE IL SUO FUTURO....NON SI CAPISCE NEPPURE SE SEI VIVO O MORTO....TORNA A BOLOGNA NELLA TUA CASA DA 500.000 EURO.
UN ITALIANO ORGOGLIOSO CHE NON VUOLE SUBIRE QUESTA SITUAZIONE.

ELIA C. Commentatore certificato 27.09.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento

perche un politico deve prendere uno stipendio mensile pari quasi al mio annuale?perche dopo pochi mesi ha diritto alla pensione parlamentare che mi dicono sia elevatissima?cosa ci stanno a fare circa 600 parlamentari piu tutti i loro scagnozzi al seguito?perche no riduciamo loro lo stipendio e lo portiamo ai livelli normali come tuutii i comuni mortali?parliamo anche di quanto prendono gli "sportivi" del pallone o di altri sport!!! VAFFANCULO


Sono d'accordo il primo provvedimento è quello di partecipare alle amministrative sia come candidati che come votanti,2)dare un segnale disertando le politiche.Gli ostacoli sono tanti e i passi vanno fatti uno alla volta,pacificamente e democraticamente perchè il sistema è gonfio di parassiti e di lobbyes che vanno minate con democratica gentilezza,ma la forza unica in grado di capovolgere tutto è la volontà di ognuno di noi di crescere,imparare,conoscere,studiare,rafforzare la propria identità il proprio essere per dare forza alla coerenza e gettare le fondamenta del RISPETTO della democrazia e della giustizia.
P.S.
Avrei alcune proposte che,se leggete questo mio commento e rispondete,se vi interessano,potrei mettere in rete.Un saluto a tutti.

mirco montefiori 26.09.07 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Caduta di stile o mancanza di sensibilità? Caro Beppe questa frase non me la sarei aspettata proprio...non volevo credere che l'avessi davvero postata tu, pensavo fosse un'invenzione dei media che ne stanno dicendo di cotte e di crude... invece... che delusione... un vero colpo basso...

Riporto dal sito: http://oknotizie.alice.it/go.php?us=68214268b350cd68
"Quando si è a capo di un vastissimo movimento popolare, occorrerebbe avere una sensibilità superiore, per non offendere e ferire milioni di sofferenti, per non fare del dolore uno slogan da stadio, perché la malattia non diventi il simbolo sgradevole della politica, per non imbruttire ulteriormente la politica lei i suoi mali li ha già: si chiamano indifferenza, lassismo, corruzione, demagogia… non c’è bisogno di neologismi estrapolati dal dramma, chi combatte la guerra quotidiana con l’Alzheimer non merita questo, ha diritto al rispetto…"

A chi toccherà domani fare da paragone? Ai malati di Sclerosi Multipla? A chi soffre di SLA? Oppure a chi ha la Distrofia Muscolare? O forse a noi tutti Handicappati e malati in generale che abbiamo creduto in te, che avresti potuto aiutarci a portare avanti delle battaglie per migliorare la nostra vita? Io ci credevo in te e nella tua sensibilità, mi era rimasto solo un comico come paladino a dar voce alle mie proteste per il mancato rispetto dei miei diritti, il mancato rispetto del malato e disabile in generale... invece.... è stata un'amara delusione, mi sento tradita anche da te.... che tristezza infinita....

Cristiana Di Stefano Commentatore certificato 24.09.07 23:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caduta di stile o mancanza di sensibilità? Caro Beppe questa frase non me la sarei aspettata proprio...non volevo credere che l'avessi davvero postata tu, pensavo fosse un'invenzione dei media che ne stanno dicendo di cotte e di crude... invece... che delusione... un vero colpo basso...

Riporto dal sito: http://oknotizie.alice.it/go.php?us=68214268b350cd68
"Quando si è a capo di un vastissimo movimento popolare, occorrerebbe avere una sensibilità superiore, per non offendere e ferire milioni di sofferenti, per non fare del dolore uno slogan da stadio, perché la malattia non diventi il simbolo sgradevole della politica, per non imbruttire ulteriormente la politica lei i suoi mali li ha già: si chiamano indifferenza, lassismo, corruzione, demagogia… non c’è bisogno di neologismi estrapolati dal dramma, chi combatte la guerra quotidiana con l’Alzheimer non merita questo, ha diritto al rispetto…"

A chi toccherà domani fare da paragone? Ai malati di Sclerosi Multipla? A chi soffre di SLA? Oppure a chi ha la Distrofia Muscolare? O forse a noi tutti Handicappati e malati in generale che abbiamo creduto in te, che avresti potuto aiutarci a portare avanti delle battaglie per migliorare la nostra vita? Io ci credevo in te e nella tua sensibilità, mi era rimasto solo un comico come paladino a dar voce alle mie proteste per il mancato rispetto dei miei diritti, il mancato rispetto del malato e disabile in generale... invece.... è stata un'amara delusione, mi sento tradita anche da te.... che tristezza infinita....

Cristiana Di Stefano Commentatore certificato 24.09.07 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Occorre mettere ordine non solo in Italia ma anche in campo internazionale.Circa 10 anni fa,i giornali pubblicarono la notizia che Lee Iacocca,di chiara origine italiana,riceveva un appannaggio annuale della Crystiler di 5.000 mila miliardi di lire annui,di contro in Africa nel Sahel c'era gente che non aveva neanche un bicchiere d'acqua al giorno.Se al Sig. Iacocca avessero dato 500 miliardi all'anno certamente non sarebbe morto di stenti e cosi se atutti quelli che hanno troppo si toglie abbastanza state sicuri che tutta l'umanità ne trarrà giovamento.Questo è il modello di sviluppo americano che è stato esportato in tutto il mondo.In Italia non c'erano le condizioni affinchè qualcosa del genere accadesse,eppure è successo grazie anche alla complicità dei partiti di sinistra e sopratutto dei sindacati che gestiscono le loro holding.Dopo gli anni 70 è stato un continuo privare i lavoratori di tutte quelle garenzie che li tutelavano.Ora siamo arrivati ai cd contratti atipici.Con tali contratti i miei figli non saranno più garentiti
arriveranno alla pensione come mendicanti e per loro c'è una vecchia di ospizio.Dall'altro avremo una percentuale di popolazione intrno al 20% che quando andrà in pensione potrà alloggiare in un hotel a 5 stelle.Quindi NO!!! allo scipo del tfr chi più guadagna deve mercare il passo e chi non guadagna abbastanza subito in busta un aumento del 50% se ha famiglia del 25% se single.Non è una idea peregrina,durante il ponificato di Papa Giovanni XXIII,quel Sant'uomo
diminui le retribuzioni dei dirigenti per aumentare le paghe dei loro sottoposti,a mio avviso occorre fare la stessa cosa anhe da noi.
non si capisce perchè ad un dirigente Superiore si concedono 60.000 euro come premio di produttività all'anno ed ad un impiegato d'ordine 600,senza tenere conto che il primo guadagna come stipendio annuo 100.mila euro ed il secondo 11.mila.

leonardo di stefano 24.09.07 21:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

MI SEMBRA SCANDALOSO CHE UN CAPO DEL GOVERNO GIUSTIFICHI ANNI E ANNI DI RAPINE DA PARTE DELLA CLASSE POLITICA CON LA FRASE "I CITTADINI NON SONO MIGLIORI DELLA SUA CLASSE POLITICA" MA VAFFANCULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

MARCO 77 24.09.07 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La reazione dell' esimio prof. Valium dimostra una volta di piu' la condiziome stagnante della politica nostrana,in cui i cittadini e le loro proposte vengono totalmente ignorate,dove al governo la parola meritocrazia nn e' contemplata. Ora che nn sanno come difendersi dalle "accuse" di Beppe rispondono nel solo modo che gli rimane, cioe' accusando di rimando, usando una fantasia inarrivabile. Ora che stanno vacillando e la loro nave imbarca acqua dobbiamo dare le cannonate decisive per farli affondare tutti definitivamente, per poi impegnarci di piu' tutti insieme a far ripartire il paese

stefano canonica Commentatore certificato 23.09.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento

La reazione dell' esimio prof. Valium dimostra una volta di piu' la condiziome stagnante della politica nostrana,in cui i cittadini e le loro proposte vengono totalmente ignorate,dove al governo la parola meritocrazia nn e' contemplata. Ora che nn sanno come difendersi dalle "accuse" di Beppe rispondono nel solo modo che gli rimane, cioe' accusando di rimando, usando una fantasia inarrivabile. Ora che stanno vacillando e la loro nave imbarca acqua dobbiamo dare le cannonate decisive per farli affondare tutti definitivamente, per poi impegnarci di piu' tutti insieme a far ripartire il paese

stefano canonica Commentatore certificato 23.09.07 20:52| 
 |
Rispondi al commento

TRASPARENZA IN POLITICA E NELLE AZIENDE: molte persone vogliono rimanere per anni ed anni sui posti di poteri, perchè ritengono di essere più intelligenti di altri. Ma il mondo non ha bisogno di persone super-intelligenti, bensì di maggiore trasparenza. Perciò un frequente ricambio di persone ai posti di potere, impedirebbe la nascita di padroni, che usano ogni cosa per scopi personali. Quando una persona al potere sa che dopo poco tempo sarà sostituita, si compoterà correttamente, perchè è consapevole che la persona che viene dopo conoscerà i suoi errori. Perciò chiediamo un più frequente ricambio di persone, sia nelle istituzioni che nelle aziende.

carmine p. Commentatore certificato 23.09.07 17:08| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono in ritardo nel vedere il video , e nella lettura dei contenuti sulle primarie dei cittadini ,
sono d'accordo , ma vorrei ricordare che gia' l'onu dal 1970 sta cercando di fare questo , con agenda 21 sviluppo sostenibile , quindi manca informazione e coordinamento in italia e nel mondo , le regole ci sono gia' almeno dal 1970, mai attuate .

chiara montagner 23.09.07 11:28| 
 |
Rispondi al commento

sono in ritardo nel vedere il video , e nella lettura dei contenuti sulle primarie dei cittadini ,
sono d'accordo , ma vorrei ricordare che gia' l'onu dal 1970 sta cercando di fare questo , con agenda 21 sviluppo sostenibile , quindi manca informazione e coordinamento in italia e nel mondo , le regole ci sono gia' almeno dal 1970 mai attuate .

chiara montagner 23.09.07 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VANTAGGI IN GENERALE
1) Aumento del potere di acquisto del proprio stipendio pari, come minimo (per aver considerato la fascia di aliquota più bassa) a 176% (da 56,6 a 100)
2) Onesto e giusto pagamento di tasse basato sull’effettivo guadagno invece che sul ricavo
3) Possibilità di debellare l’evasione fiscale in quanto più controllabile
4) Maggior giro di denaro per acquisto dei beni con conseguente rilancio dell’Economia
5) Nuove assunzioni nelle aziende per fronteggiare l’incremento di produzione dovute all’aumento della domanda.

Chi non condivide questa riforma ha interesse a lasciare le cose così come sono, solo per i propri interessi (per evadere le tasse che pagheranno coloro ai quali la detrazione è fatta, ingiustamente, alla fonte e solo perché l’entrata è ben dichiarata).
Armando M.

Armando Mariottini 23.09.07 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei la voce di tutti noi,piccole formiche calpestate in tutto sopratutto nella propria dignita', buoni per pagare tasse.Hai colpito in pieno la nobile casta politica poco credibile,quasi sempre la stessa,sembra che le poltrone del parlamento l'hanno eriditate, sprecona, piena di affaristi senza scrupoli ma padrona dei mass meia di cui anche quei pochi giornalisti a cui credevo mi hanno deluso, Fanno di tutto per minimizzare,calunniare,dire il contrario di tutto e screditare coloro che cercano di rompere questo status quo.Tu hai aperto uno spiraglio e una speranza, sopratutto ai giovani, non deluderli sono abbastanza demoralizzati e presi per il c.. Sono padre di due ventenni spero che tu riesca ad invogliare tutti questi giovani che ti stanno seguendo a cambiare questo status quo perchè se loro si impegnano iniziando dalle liste civiche qualcosa cambierà.

GIUSEPPE BALDANZA 23.09.07 01:06| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

lo stato induce i commercianti a sfidare la malavita a non pagare più il pizzo è sono daccordo.
perchè lo stato non proibisce i comuni a non chiedere il pizzo agli automobilisti con gli autovelox in posti dove non c'è nessun rischio di incidenti........ spero che il potere che è stato dato ai comuni venga controllato da persone di parte,non da chi porta i conti alle casse comunali.

settanni antonio 22.09.07 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma mi domando: perchè non ti metti in politica - parlo sul serio - secondo me, sconfiggeresti sia Prodi che Berlusconi....l'Italia ha bisogno di persone cone te.....io ti voterei per sempre, ciao e...dacci una mano, grazie

vincenzo trovato 22.09.07 23:31| 
 |
Rispondi al commento

a mia moglie che e autonoma gli hanno scippato lo scarico delle spese della macchina che gli serve per lavorare col la dichiarazione del 2006
dato che scaricava le spese al 50per cento ,
hanno pensato ad aprile di questanno di fare una legge retroattiva che non si poteva piu scaricare anche al 2006.
e poi hanno il tesoretto da dare .

Cesare Del sarto 22.09.07 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Sto cercando disperatamente un buon avvocato del lavoro a Bologna per mie controversie con la societa' autostrade per l'italia. Ho gia' scritto a Report di RAI 3 ed Antonio Di Pietro ministro delle infrastrutture senza ricevere nessuna risposta,sono gia' passati piu' di 2 mesi!!!! Non ce la faccio piu',almeno qui,su questo sito ...sara' possibile avere qualche informazione!!!!!!!!!!!

Ste Gue 22.09.07 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Verrei mettere in guardia Grillo e tutti da un grosso pericolo. Il successo ottenuto dal blog di Grillo, e dalle sue iniziative, è dovuto al fatto che finalmente è venuto a galla lo schifo che la gente ha della classe politica corrotta che ci opprime, e in genere della partitocrazia, ormai ultrapotente e ultra-arrogante. Fanno di tutto. Prendono i "loro", e li piazzano nei posti di comando, gente che non sa fare altro che obbedire.Ritengono che tutto, ma proprio tutto, sia loro concesso. Ormai l'Italia si è abituata a questo stato di cose. In nome di un preteso "realismo", anche i migliori padri di famiglia cercano la "sponda giusta" per procurare un lavoro ai propri figli. Insomma: ci siamo abituati ad essere schiavi ed oppressi. Ci siamo abituati ad avere dei capi. Vedo però che in alcuni commenti anche Grillo viene idolatrato, viene ritenuto un capo. Questo non deve avvenire, e sono sicuro che non lo vorrebbe neanche lui. Lui è uno di noi. Di noi italiani veri, dico. Tutti capi solo di se stessi; e un unico capo di tutti: le nostre idee, le nostre giuste rivendicazioni, l'aspirazione ad un futuro migliore. Sotto altro aspetto, c'è poco da ridere della paura che hanno. La faccenda è seria, molto ma molto seria. Hanno il coltello dalla parte del manico, e noi ne vediamo solo la lama. Questo non bisogna MAI dimenticarlo. E quindi agire in modo serio, determinato e pacato insieme, con la testa prima che col cuore. Auguri, Grillo: sei tutti noi, una delle voci più belle che da decenni l'Italia abbia saputo esprimere. Meglio di Caruso e di Pavarotti.

Pino F. 22.09.07 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il programma che hai consegnato a Prodi mi sembra ancora troppo carente la parte inerente l'energia elettrica.
In merito avrei una proposta "la costruzione e diffusione a livello nazionale di pannelli solari a prezzi accessibili a tutti" quindi la nazionalizzazione di fabbriche di pannelli che consentano questa iniziativa: siamo o no il paese del sole?

Ketty Bongiovì 22.09.07 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto cercando disperatamente un buon avvocato del lavoro a Bologna per mie controversie con la societa' autostrade per l'italia. Ho gia' scritto a Report di RAI 3 ed Antonio Di Pietro ministro delle infrastrutture senza ricevere nessuna risposta,sono gia' passati piu' di 2 mesi!!!! Non ce la faccio piu',almeno qui,su questo sito ...sara' possibile avere qualche informazione!!!!!

Ste Gue 22.09.07 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto che se passassero le richieste avanzate resterebbero a casa 119 senatori e 181 deputati, se le cifre sono giuste penso che probabilmente facciano del nostro governo l'ambiente a più alta concentrazione di delinquenti del nostro paese escluse le carceri. Per piacere, ditemi che è uno sbaglio.

Sabino D. Commentatore certificato 22.09.07 21:51| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE. GRAZIE PER IL TUO CORAGGIO, PER AVERCI RISVEGLIATI DALL'IPNOSI COLLETTIVA. NON MOLLARE! ABBIAMO BISOGNO DI PERSONE COME TE. GRAZIE!

massimiliano todisco 22.09.07 21:46| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE. GRAZIE PER IL TUO CORAGGIO, PER AVERCI RISVEGLIATI DALL'IPNOSI COLLETTIVA. NON MOLLARE! ABBIAMO BISOGNO DI PERSONE COME TE. GRAZIE!

MASSIMILIANO TODISCO 22.09.07 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro grillo
Scrivo per due motivi, il primo per invitarti a conglobare nella protesta un giornale informatico
“ Cominciaitalia” che è nato per sostenere quanto hai esposto nel V Day, come eliminare i politici condannati, ridurre a due legislature la presenza dei politici in parlamento e senato, per una politica etica con la riduzione degli stipendi d’oro e dell’allegra amministrazione a favore di se stessi, impiegati in forma lottizzata da entrambi gli schieramenti.
E’ molto semplice amministrare delle società guidate dai politici, quando sai che indipendentemente dai risultati positivi o negativi, potrai riequilibrare le perdite con i soldi delle tasse pagate dai cittadini, rimanendo sempre responsabile della società o nel caso malaugurato della sostituzione con un altro addetto, avrai un’invidiabile liquidazione, anche per pochi mesi d’attività ( vedi i responsabili delle ferrovie e dell’Alitalia ).
Il giornale informatico può illustrare meglio le tue idee ed esternazioni, non furbescamente filtrate e attenuate dai giornali di proprietà o di partito, finanziati con i soldi della comunità.
Il secondo motivo è quello di ridurre la “ Casta”, ma affinché questo sia possibile non bisogna solo cavalcare la protesta, che nel migliore dei casi può fare la fine dell’Uomo qualunque, d’alcuni anni fa, ma bisogna avere un programma.
I politici oltre a tutelare la “ Casta” non hanno preparazione e immaginazione, per questo ti spedisco una lettera che ho mandato al direttore Donatella Papi del giornale informatico
“ Cominciaitalia” pubblicato dalla redazione con il titolo pomposo di “ Il manifesto degli Intellettuali” dove potrai trovare argomenti per un futuro programma.

Cara Donatella Papi
Non ho ancora bene capito sei vuoi essere il primo direttore di un giornale informatico, con tutti gli attributi di una prima genitura o la rappresentante di un nuovo partito politico che sposa le aspirazioni della maggior parte dei cittadini o entrambe le posizioni, un giorn

romano panagin 22.09.07 21:27| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE. GRAZIE PER IL TUO CORAGGIO, PER AVERCI RISVEGLIATI DALL'IPNOSI COLLETTIVA. NON MOLLARE! ABBIAMO BISOGNO DI PERSONE COME TE. GRAZIE!

massimiliano todisco 22.09.07 21:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL VERO SISTEMA FISCALE (ONESTO) E RETRIBUTIVO
PER LA RIPRESA DELL’ECONOMIA

L’attuale sistema fiscale grava soprattutto sui lavoratori dipendenti perché il loro reddito è tassato alla fonte.
Facciamo, ora, un esempio sull’effettivo potere di acquisto del frutto del nostro lavoro
.
Assumendo 100 il valore del nostro stipendio lordo avremo (per la fascia più bassa):
23% tasse fiscali +
9% tasse previdenziali
32% totale tasse

quindi lo stipendio si riduce a:
100 –
32 = (totale tasse)
68 (netto fittizio)

ora con 68 dobbiamo provvedere a vivere comprando beni per il sostentamento es.:
alimentari
abbigliamento
spese per trasporti (auto, mezzi pubblici, etc.)
studio (libri, iscrizioni, corsi aggiornamento, etc)
abitativi (costruzione, manutenzione, affitto, luce, gas, telefono, etc.)
salute (visite specialistiche, medicinali, etc)
etc.

Quasi tutti i beni che acquistiamo hanno una tassa pari al 20% (IVA) già compresa nel prezzo di acquisto.
Quindi il nostro netto 68 non ha un effettivo potere di acquisto di 68 ma di 56,6:
56,6 (68 / 1,20)
Si, perché l’IVA è l’Imposta Valore Aggiunto viene pagata dall’utente finale (consumatore) come se questo ultimo avesse Aggiunto il Valore al bene e del quale ne deve pagare l’Imposta mentre non è così, il Valore Aggiunto è attribuito dalla catena commerciale (che inizia dal produttore e termina alla vendita al dettaglio) pertanto per poter pagare l’IVA il consumatore dovrebbe a sua volta poterla far pagare al proprio datore di lavoro con un nuovo sistema.
... (continua)

Armando Mariottini 22.09.07 21:10| 
 |
Rispondi al commento

UN' ALTRA BATTAGLIA DA COMBATTARE CONTRO IL NUMERO CHIUSO ALLE UNIVERSITà.IL DIRITTO ALLO STUDIO DEVE ESSERE UN DIRITTO DI TUTTI.ALLA LUCE DEGLI ULTIMI SCANDALI AI CONCORSI DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN MEDICINA ED ODONTOIATRIA RISULTA EVIDENTE LA SPECULAZIONE CHE VIENE INOLTRATA AI DANNI DEGLI STUDENTI.IL LIBERO ACCESSO è L UNICA ARMA PER SCONFIGGERE SPECULAZIONI E CLIENTELISMI.CONTRO I BARONI DELL UNIVERSITà LOTTIAMO PER UN'UNIVERSITà LIBERA E APERTA A TUTTI.

paolo nocera 22.09.07 20:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

COSA PUO' SUCCEDERE AI RICICLATI DELLA POLITICA NELLE LISTE CIVICHE BOLLINATE DA BEPPE?

Sono molto preoccupato per la sorte di quei politici che vedranno nel bollino di Beppe una patente per aquisire potere politico personale.
Ieri in consiglio comunale a Monopoli, un consigliere di una civica ha sostenuto il v-day, e si è scatenato l' inferno!
Infatti è stato dileggiato da quasi tutti gli altri consiglieri, ma in particolare uno che ne ha tracciato i suoi percorsi dal 2003.
Per la verità questo consigliere precedentemente candidato nel partito socialista, eletto in una civica, alle provinciali 2004 passò per 24 ore nell' udc, per poi convergere nei Popolari per la Puglia, poi lasciata questa prima delle elezioni si eclissò per tornare alla ribalta nel 2006 con l' Italia di mezzo di Follini, che lasciò dopo qualche mese...
La dignità di quest' uomo è stata profondamente offesa dai colleghi consiglieri!
Ma i supporter di Beppe Grillo:

COSA DEVONO PENSARE DALLE CIVICHE DOVE SONO CANDIDATI EX POLITICI ATTUALMENTE NON ISCRITTI A NESSUN PARTITO?

SONO DENTRO?
SONO FUORI AL MOVIMENTO?

COSA CAVOLO NE PENSATE?

Nicola Napoletano Commentatore certificato 22.09.07 20:09| 
 |
Rispondi al commento

UN' ALTRA BATTAGLIA DA COMBATTARE CONTRO IL NUMERO CHIUSO ALLE UNIVERSITà.IL DIRITTO ALLO STUDIO DEVE ESSERE UN DIRITTO DI TUTTI.ALLA LUCE DEGLI ULTIMI SCANDALI AI CONCORSI DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN MEDICINA ED ODONTOIATRIA RISULTA EVIDENTE LA SPECULAZIONE CHE VIENE INOLTRATA AI DANNI DEGLI STUDENTI.IL LIBERO ACCESSO è L UNICA ARMA PER SCONFIGGERE SPECULAZIONI E CLIENTELISMI.CONTRO I BARONI DELL UNIVERSITà LOTTIAMO PER UN'UNIVERSITà LIBERA E APERTA A TUTTI.

paolo nocera 22.09.07 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
sono iscritto al tuo blog solo da un giorno e quindi mi ci vorrà un pò di tempo per vedere tutti i tuoi filmati sui vari interventi, anche perchè ovviamente gli organi di stampa hanno volutamente oscurato il tutto. Quanto successo l'8 settembre scorso se non fosse stato per il tuo blog sarei rimasto sempre all'oscuro apprendendo le poche (ma SOPRATTUTO FALSE) notizie dai quotidiani e tv del regime.
Adesso ti scrivo perchè proprio oggi 22 settembre 2007 seguendo il tg di canale 5 delle ore 13,00 ho appreso una notizia che almeno per me ha dello sconvolgente.
La notizia è questa per sommi capi: alcuni magistrati della procura di Catanzaro verranno sicuramente rimossi dall'incarico per non aver trasferito al proprio superiore alcune notizie (di scarsa importanza tra l'altro) di una indagine in corso.
All'apparenza nulla di strano ma siccome i magistrati in questione stanno indagando su un altro importantissimo caso la cosa mi puzza non poco.
Il caso in questione è quello relativo all'indagine (avviata anche a livello europeo)su alcuni finanziamenti della comunità economica europea finiti (probabilmente) nelle tasche di imprenditori e politici diessini tra i quali figura anche il nome di Valium-Alzaimer Prodi, il quale ha ricevuto anche un avviso di garanzia in merito proprio da questi giudici di Catanzaro che adesso sono nell'occhio del ciclone per i motivi prima detti.
Nel tg invece, si parla di queste cose in maniera velatissima, il nome di valium non viene nemmeno citato come pure i nomi dei politici DS. Insomma siamo secondo me alle solite, lo stesso caso del generale della guardia di finanza sostituito non si sa ancora bene perchè. Ecco perchè dicevo prima la tv di REGIME, i giornali di REGIME e continuando così avremo tra poco la giustizia di REGIME e chissà cos'altro ancora. Certamente questa cosa non ti sarà sfuggita ma nel caso lo fosse stato volevo che si sapesse almeno in questo blog, giusto per dare un motivo in più per il prossimo VDAY.

Stefano Oggiano 22.09.07 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti scrivo queste poche righe per ringraziarti per tutto quello che hai fatto e che stai facendo. Ti scrivo anche perchè questa missiva vuole essere anche una sorta di testamento spirituale per i miei due figli. Voglio che loro, un giorno, vedano che l'8 settembre 2007 è successo qualcosa di molto speciale. Voglio che sin da ora comincino a capire il significato di termini come incogruenza, ingiustizia e privilegio. Mia figlia mi chiede come sia possibile che una persona che si è resa protagonista della manachella nei confronti dello yacht di Briatore e Mastella venga condannato per direttissima a due anni e mezzo di reclusione mentre un altro soggetto che ha appena spento, ubriaco alla guida di un' auto, quattro giovani vite è libero come un normale cittadino. Svolgo la professione di Agente Assicurativo di una primaria Compagnia Italiana. L'ISVAP, il nostro Istituto di Vigilanza, insieme alla Consob ed al Ministero delle Attività Produttive ha disciplinato il nostro lavoro (Nuovo Codice delle Assicurazioni). Pensa che il sottoscritto prima di assumere un nuovo collaboratore, sia esso dipendente o produttore, deve accertare che lo stesso sia moralmente pulito. Ovvero devo verificare attraverso la produzione del casellario giudiaziario e dei carichi pendenti che non via siano situazioni di pregiudizio. Allora io mi chiedo perchè mai l'artefice di questa Legge non ha pensato che forse questa procedura potrebbere essere adottata anhe per i nostri parlamentari?
Che contro senso! Chi ruba produce Leggi per punire i ladri, chi delinque per punire i delinquenti, chi falsifica per punire i falsificatori, chi prende droga per punire i drogati e.....potrei continuare all'infinito. Pensa che mia madre, una pensionata da 800,00 euro circa al mese non solo riesce a vivere ma quando vado a salutarla con i miei figli riesce anche a dare la paghetta ai suoi nipotini. Io proporrei di affidare il risanamento italiano ai nostri pensionati. Ti saluto.

antonio mernini Commentatore certificato 22.09.07 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, vorrei la leggessi tu personalmente perchè ti seguo e ti voglio bene da sempre ma mi domando perchè non hai organizzato un Vday anche 5 anni fa.I politici erano gli stessi e Silvio ha potuto governare indisturbato, poi abbiamo votato il male minore ed oggi rischiamo di sentirci dire da Silvio:L'avevo detto che era da coglioni votare a sinistra.Le cose che denunci sono vere e sacrosante ma dette ora stanno contribuendo a danneggiare l'attuale governo col risultato che si andasse ora a votare (cosa probabile)ritornerebbe al potedre la CDL.Tutti i canali di comunicazione del gruppo Berlusconi sguazzano in questo caos per fare propagnada politica e quello che molti italiani percepiscono e che questo Governo oltre a mangiare tutti in ns soldi mangerà anche i ns bambini. Ti prego, per par condicio, attacca con uguale veemenza anche la schifezze fatte dalla destra altrimenti rischiamo di passare dalla padella nella brace.Grazie comunque per esporti sempre in prima persona per il bene comune ed augurimoci che i politici recepiscano il bisogno che abbiamo di maggior rigore e serietà da parte loro.

maria greso 22.09.07 19:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stufo di pagare una cifra blu per l'assicurazione della mia auto. Perchè noi napoletani dobbiamo essere trattati come cittadini di serie B? Se si fa il calcolo delle autovetture immatricolate a Napoli e provincia per la media di premio pagato dai proprietari meno il totale della cifra che le assicurazioni pagano per risarcire i sinistri e i furti vi accorgerete che i veri imbroglioni non sono i napoletani. Purtoppo per loro, la matematica non è un'opinione.
A proposito dell'indulto: Mastella e tutti i complici che l'avete votato; per tutti i delitti e i crimini commessi da coloro che ne hanno usufruito, che vi piaccia o no siete colpevoli alla pari con loro.
Perchè non viene mai fatto un'indulto per tutti coloro che sono in contenzioso con le tasse per lo smaltimento dei rifiuti?

Pino La Pietra 22.09.07 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, grazie per tutto quello che stai facendo. Non so come fai.....ma grazie di cuore.
Dai voce a tutti noi italiani che ci sentiamo agustiati da questa pessima classe politica di riciclati. Ero ragazzino, ed oggi che ho 50 anni rivedo le stesse facce e gli stessi sederi dei pseudo-politici incollati alle proprie sedie. Da destra a sinistra....sempre quelli che ci rendono la vita difficile. Vorrei dirti tante cose....ma vedo che ci pensi tu....Un affettuoso saluto dalle Marche.

d.tesei 22.09.07 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei lo leggesse Beppe in persona, perchè io lo seguo e gli voglio bene da sempre ma ti prego Beppe frena stiamo correndo seri pericoli.Avresti dovuto organizzare un V day così già 5 anni fa contro le leggi dello psiconano che ha agito indisturbato per 5 anni.Abbiamo votato il male minore ma se continui a perseguitare questo Governo, ci ritroveremo la ds al potere e Silvio dire:L'avevo detto che votare a sinistra era da coglioni.Per favore non facciamo cadere ora il governo; i canali mediaset ne stanno approfittando per propagandare la CDL.Ti prego aiutaci ad evitare un disastro peggiore.Se oggi si andasse a votare vincerebbero loro. Dissacriamo adesso anche la destra altrimenti il messaggio che molti italiani percepiranno é che LUI AVEVA RAGIONE,i comunisti si stanno mangiando i bambini i nostri soldi e tutti noi. Grazie

maria greco 22.09.07 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoro autonomo sia un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.

Silvio airoldi Commentatore certificato 22.09.07 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, grazie per tutto quello che stai facendo. Non so come fai.....ma grazie di cuore.
Dai voce a tutti noi italiani che ci sentiamo agustiati da questa pessima classe politica di riciclati. Ero ragazzino, ed oggi che ho 50 anni rivedo le stesse facce e gli stessi sederi dei pseudo-politici incollati alle proprie sedie. Da destra a sinistra....sempre quelli che ci rendono la vita difficile. Vorrei dirti tante cose....ma vedo che ci pensi tu....Un affettuoso saluto dalle Marche.

d.tesei 22.09.07 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo ti ho seguito nel tuo Vday e mi sei piaciuto molto sopratutto quando hai fatoo abbassare quella bandiera perchè spero(visto che il comunismo e il fascismo sono passati)che nasca un nuovo partito L'Italia dei giovani dove queste vecchie ideologie non servono a niente e si pensi un po questa nostra Italia che oggi in Europa è stata superata da tutti.
N.B.perchè non suggerite a Berlusconi di fare il
partito CAMPIONI DEL MONDO saluti a tutti

vincenzo cafiero 22.09.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Solidarietà al Giudice De Magistris della Procura di Catanzaro che per il solo fatto di avere toccato la Casta nelle sue indagini, il Ministro con le ali e senza ritegno ha pensato bene mandare gli ispettori e prima ancora di leggere la relazine di 300 pagine fatta dagli stessi, di proporre al CSM di mandarlo in altra sede.
...e poi ci vengono a dire: che sono i cittadini ad essere omertosi... Che la 'ndrangheta si vuole combattere...
Azzeriamo questo apparato politico colluso perché sono loro i prima ad essere mafiosi.

Pino Berardi 22.09.07 17:53| 
 |
Rispondi al commento

beppe fai un comunicato stampa,è attacca il nano del berlusca, molti sono convinti che non hai niente da dirgli,so benissimo che lo farai al momento giusto ma ci sono persone co gli occhi chiusi

frncesco rinnone Commentatore certificato 22.09.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

IL VERO GRANDE FRATELLO


Visto l’alto numero di interventi difficilmente qualcuno leggerà questo messaggio,
comunque voglio scriverlo ugualmente per sfogare tutta la mia indignazione per il modo subdolo
con il quale il potere ( ricordatevi che i politici sono solo delle marionette, il vero
potere non è nelle loro mani ) sta cercando di screditare l’opera di un uomo veramente coraggioso come Beppe Grillo;la tecnica è sempre la stessa in questi casi,cercare qualcosa nell’ avversario che lo può sminuire o far apparire meno autorevole…stai attento Beppe, perché ci proveranno in tutti i modi!!!
Nei giorni scorsi alcuni giornalisti e commentatori si sono scandalizzati per la parola
“ alzeheimer” usata da Beppe per indicare il servo del potere er mortadella Prodi.
Ma vi rendere conto? Vorrei sapere cosa hanno detto questi giornalisti o qualsiasi altro opinion leader sull’operato del nostro ministro della giustizia DIS-ONOREVOLE Mastella,qualcuno si è scandalizzato? Qualcuno ha espresso il suo disappunto? Qualche giornalista ha avuto il coraggio di denunciare ed indagare sui veri motivi che hanno portato un ministro
( corrotto e colluso non ci sono dubbi ) ad un provvedimento tanto scellerato e disastroso? Mi pare proprio di No, e questo dimostra che il controllo sui media è a dir poco imbarazzante.
USIAMO IL POTERE DELLE NOSTRE SCELTE PER ROMPERE L’ INCANTESIMO!,
Boicottiamo rete4 ( che è stata dichiarata abusiva dalla tribunale europeo),
interessiamoci di argomenti reali ed importanti invece di ammassare il cervello con programmi spazzatura, ( gossip di merda ecc.), leggiamo libri e riviste sull’informazione alternativa,e soprattutto usiamo il web per tutte le nostre
ricerche e informazioni, in quanto il web forse è l’unico sistema che è sfuggito
al controllo di chi vuole creare una società di di pecore ignoranti che si controllano e si combattono fra di loro.,W l'informazione senza censura, W la ribellione,
W beppe Grillo.

Fabio I. Commentatore certificato 22.09.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimi politici,
mi stavo chiedendo come mai tutti Voi siete così stupiti e indignati del contenuto dei milioni dei messaggi che hanno congestionato le Vs. mail box … non capisco!
Questi sono i commenti che vengono pronunciate ogni volta che in una TV appare una delle vostre immagini con i relativi discorsi … in ogni casa, in ogni luogo, questo dice l’italiano quando vi vede, … quello che avete letto.
Ma cosa credete che si dica ???? Che bravo, che bello?... hai ragione? … giusto ….Che???
Boh!
Ma in che dimensione siete? Dove siete andati a finire?
Che ingenui, pensate davvero che quei discorseti, o quelle risposte ai TG ci colpiscono e catturano la ns. attenzione?
Non c’è più fascino nelle vostre parole, ne credibilità, ormai siamo immuni, vacinati.
E’ così da un sacco di tempo! E non ve ne siete accorti.
In quelle mail avete sentito per la prima volta la voce della gente.

Distinti saluti


Sabina Barca 22.09.07 16:05| 
 |
Rispondi al commento

ho l'impressione che chi fa politica in italia si senta assolutamente intoccabile,tanto potente,legittimato in ogni sua azione o decisione,legittimato a non considerare le persone comuni in modo cosi' strafottente(e Prodi ne e'l'esempio)che sembrano di un'altro mondo,anzi credo che loro vivano sostanzialmente in un altro realta',fatta di privilegi,comodita',sudditanza,popolarita',ottimi ristoranti,lussuose macchine,belle donne, feste sontuose e nessun problema economico.E allora io dico:come possiamo pretendere che possano ,anche lontanamente ,comprendere i problemi della gente comune.Non hanno colpe,si sforzano di capire ma non ci riusciranno mai.Per esempio,quando Prodi chiede un sacrificio economico non sa che per una persona comune significa privarsi ,molto spesso ,anche dell'essenziale e non di una cena o un vestito come potrebbe essere per lui.Allora smettiamola di criticarli poverini,loro sono solo degli extraterrestri con il mandato di governarci,fanno del loro meglio con la coscienza che si ritrovano.Arrabbiamoci con noi stessi e diamo finalmente una svolta definitiva a questa commedia,alzando la voce,prendendo posizione,indignandoci per le ingiustizie,per le prepotenze,per l'indifferenza,e cominciamo dai nostri comuni,con i nostri eletti.Non facciamo gli spettatori adesso che si e' aperto uno squarcio nella grande diga della politica marcia.Non sottovalutiamoci,abbiamo un potere enorme dentro di noi,Grillo ce lo dimostra.

paolo ubertoni Commentatore certificato 22.09.07 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che il lavoro autonomo sia un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a ber

Silvio airoldi Commentatore certificato 22.09.07 14:23| 
 |
Rispondi al commento

vorrei sapere cose ne pensate sul silenzio stampa in tv di grillo,per esempio ieri sera non è andato nel programma di quel zerbino di Liotta(a fatto bene bravo BEPPE) cerco di capire le motivazioni,sicuramente a ponderato bene questa scelta, sicuramente sta valutando bene il momento più idoneo,con un comunicato ben impostato ed esaustivo,trattando i punti salienti della questione,chiarendo malintesi(voluti dalla stampa per screditarlo ma questo è ovvio no!)sperando sempre che offrirà la possibilità di un contrdditorio,così facendo uscirà fuori tutto lo spirito liberale,in primis del nostro amato beppe,ma anche di noi sostenitori di questo movimento con un solo lucro dare un futuro a noi ed ai nosrti figli. Ciao a tutti. SIAMO GRANDI vi abbraccio

frncesco rinnone Commentatore certificato 22.09.07 14:11| 
 |
Rispondi al commento

TUTELA DELLE LISTE CIVICHE dei "GRILLINI"

Continuando il mio post qui sotto (Crisi della Politica), vorrei dare alcune utili indicazioni per l'integrità e la genuinità delle nascenti Liste Civiche di "Grillini", vedendo un pò quello che succede per alcune di esse.
- Innanzitutto non devono diventare il ricettacolo di personaggi locali trombati dalle precedenti elezioni (ad esclusione di quelli realmente validi, tagliati fuori da logiche di partito per la loro presenza "scomoda");
- Iniziare le riunioni elaborando un piano programmatico da proporre agli elettori;
- Gli iscritti alla lista possono ispirarsi ad idee di sinistra, come di destra, l'importante è il fine ossia quello di volere contribuire al bene della città in maniera disinteressata;
- Chi per primo propone una lista civica in una determinata città, non è che automaticamente si candida come sindaco (non è un gioco, non ci si comporta come bambini che vogliono vincere sempre quando giocano), ma poi ci saranno delle primarie all'interno degli iscritti alla lista civica per decidere chi si reputa più opportuno possa essere presentato come Sindaco (per capacità, serietà ed altro..);
- Lo scopo di queste liste civiche è quello di proporre un nuovo modo di fare politica, più pulito,più giusto e non come è stato fatto ultimamente.. ma UNA POLITICA COSTRUTTIVA,UNA POLITICA POSITIVA,perciò basta con attacchi nei singoli blog alle cose fatte dalle amministrazioni vigenti, ma SOLO PROPOSTE SU CIO' CHE SI DOVREBBE FARE per la città, su ciò che i "Grillini" una volta eletti farebbero o cercherebbero di fare per il BENE DELLA CITTA'.

Poi saranno gli elettori alla fine della legislatura a decidere se si è governati bene, se ridare fiducia alla lista o a qualcuno dei suoi membri.

Sarebbe sufficiente anche solo che alla fin fine emergesse qualche vero VOLTO NUOVO, che si modificasse il modo di fare politica (costruttiva e onesta) e le liste civiche dei grillini avrebbero assolto al loro compito!

Alessandro M () Commentatore certificato 22.09.07 14:05| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, vedo che comunque i politici quasi tutti continuano imperterriti ha prendersi gioco della nostra determinazione, e credibilita evidentemente loro poveri stupidi sono convinti che quello che sta succedendo sia un vento passeggero, e che una volta che la tempesta sarà finita tutto tornera come prima oppure per loro meglio di prima.
E questo la dice molto lungha sulla stima che ha la politica verso i suoi elettori, vedo dai dibattiti televisivi che non vogliono cambiare, vedo la loro perseveranza non ad analizzare il profondo dissenso che il popolo ha nei loro confronti ma ha criticare il modo di esprimersi della piazza,un ottimo esempio di conservatorismo là data polito ad anno zero, questo è un ex giornalista passato alla politica bè il signor polito non cè l'aveva con i suoi colleghi che hanno infanfato e inzzuzzato la politica e le istituzioni,nò lui ha criticato il modo di esprimersi della piazza, il modo di esprimersi di grillo,ecco la politica attuale è fatta di questa gente che non vuole ascoltare il popolo,non vuole dialogare con il popolo,non vuole vivere in mezzo al popolo, nò loro sono una casta e vogliono conservare il loro privilegio, ecco perchè bisogna creare una classe politica nuova,una classe politica che capisca che è il popolo e solo il popolo sovrano, una classe politica che risolve i problemi dei cittadini. Prego iddio che ci risparvi un nuovo avvento di berlusconi e della lega, loro in cinque anni hanno solo fatto ed approvato leggi per uno che avrebbero dovuto condannare e fargli espiare i reati che ha commesso, basta con berlusconi,bossi,e tutti quei vecchi politici che in trent'anni ci hanno portato in questo baratro, basta con questa politica del non fare,è ora che la vera politica abbia il sopravvento su questi uomini che hanno dimostrato in tantissimi anni di essere incapaci di produrre riforme e diritti dei cittadini,caro beppe non fermarti anche sè sappiamo che è molto duro fare quello per cui ti stai battendo.

giovanni smimmo 22.09.07 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Grazie anzitutto per aver messo la tua intelligenza e la tua energia (e i tuoi soldi) a disposizione della parte migliore degli italiani. Ora, però, comincia la parte difficile, escogitare un sistema democratico senza partiti, ché i partiti, in quanto rappresentanti di una "parte" del popolo, sono soltanto strumenti di divisione dello stesso, divisione indispensabile a dominarlo. Tutti coloro che riuscirono ad unire sul serio il loro popolo (qualcuno addirittura popoli di diversa etnìa), da Mussolini a Tito a Miloševič a Saddam Hussein, sono stati il bersaglio degli USA e dei loro "controllori". Poiché questi ultimi non possono vivere e prosperare se non in regime di democrazia parlamentare, quello in cui è più facile corrompere i detentori "nominali" del potere per porli al proprio servizio.

FURIO BASSANELLI Commentatore certificato 22.09.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Forse era meglio avere Mr. Bean come ospite politico a Porta a Porta, e la foto di Prodi alle spalle.
In fondo Mr. Bean avrebbe detto cose' piu' sensate, e la foto di Prodi avrebbe fatto ridere di piu'.

Maurizio . Commentatore certificato 22.09.07 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
per fortuna ci sei tu, non mollare che abbiamo bisogno di te.

Un'altro V day.

marco m. Commentatore certificato 22.09.07 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoro autonomo sia un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto?

Silvio airoldi Commentatore certificato 22.09.07 13:08| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,SONO D'ACCORDO CON TUTTO QUELLO CHE DICI.
VORREI PORRE L'ATTENZIONE ANCHE SU UN ALTRO PROBLEMA,I VIGILI E LE FORZE DELL'ORDINE,I QUALI ORAMAI SONO ARRIVATI AL PUNTO DI FARCI DEI VERI E PROPRI AGGUATI PUR DI RIUSCIRE A STRAPPARE UNA MULTA DI CENTINAIA DI EURO ANZICHE' AIUTARCI A PREVENIRE.
I LIMITI IN UNA STRADA DEL NOSTRO COMUNE,MOLTO TRAFFICATA E' OGGETTO DI CONTINUI ABBASSAMENTI DI VELOCITA'...E PERCHE'?? NON CERTO PERCHE' GLI STA A CUORE LA NOSTRA SICUREZZA MA PIUTTOSTO PERCHE' SONO CON L'ACQUA ALLA GOLA,NON SANNO PIU' COSA INVENTARSI PER PRENDERE DENARO E NOI SIAMO IMPOTENTI DIFRONTE A TUTTO QUESTO PERCHE' SE TI OPPONI ARRIVA IL CLASSICO RICATTO :O PAGHI O RADDOPPIA LA MULTA.
COMINCIAMO ALLORA AD ANDARE TUTTI A 40 ALL'ORA,ANCHE IN AUTOSTRADA,COSI' FORSE CI METTEREMO UN PO' DI PIU' AD ARRIVARE MA ALMENO LORO MORIRANNO DI FAME!!!
LEONE DI MONTEMURLO (PO)

gianna elvira Commentatore certificato 22.09.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta non possono oscurarti, perchè non hai più bisogno dei loro stessi strumenti. Quindi mi sà che è la volta buona che se la prendono....

Non è mai abbastanza.....
Saluti

Angelo Vanchieri 22.09.07 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Italia....questo termine veramente difficile da capire...
Io penso che la Politica italiana negli ultimi 50 anni sia peggiorata del 10000000%...e nn sto dicendo balle (tutta la popolazione si sta accorgendo che è impossibile viverci).
Secondo me le cose da cambiare sono assai infinite...
ma se ci pensiamo ne tribunali c'è scritto: LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI...ma è cosi veramente???certo che NO!!!
Penso che Il V-DAY sia stato veramente fondamentale però dobbiamo pensare che questo è solamente l'inizio e non la fine di una protesta che ha raccolto la bellezza di (300k di firme) e se ci pensate questo è grave e i politici ovviamente iniziano ad avere paura dei CITTADINI..altro termine assai complesso da capire...
Penso che per migliorare l'Italia dobbiamo a mio avviso fare molti referendum ad esempio un referendum che è importantissimo per i giovani può riguardare il LAVORO PRECARIO..(nel mio caso) un altro può essere le Tasse ormai che sono diventate una cosa insostenibile da parte di tutti i cittadini...
IO CON MIO ZIO VOLEVO APRIRE UN NEGOZIO MA VISTE LE TASSE è IMPOSSIBILE...FACENDO 2 CALCOLI ABBIAMO NOTATO CHE DA GENNAIO A LUGLIO SI LAVORA PER LO STATO E DA LUGLIO A DICEMBRE PER NOI....ma sarà possibile che per 7 mesi io debba lavorare per lo stato che ogni giorno che passa mi da meno servizi e mi aumenta le tasse???
Poi se ci pensiamo noi abbiamo secondo la legge la libertà di Parola e di pensiero...
Ma adesso mi chiedo...DI PAROLA???ma siamo sicuri???il povero Beppe perchè dice sempre la sua ha sacco di querele solo perchè non ha paura e va a "COMBATTERE" contro i grandi (Politici,grandi industriali ecc..)ma secondo voi tutto questo è possibile???possiamo vivere in un mondo del genere???COME dice Beppe è ora di farci sentire!!!!
W Il V-DAY!!!!

Mattia Sabba Commentatore certificato 22.09.07 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoro autonomo sia un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto?

Silvio airoldi Commentatore certificato 22.09.07 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoro autonomo sia un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto?

Silvio airoldi Commentatore certificato 22.09.07 11:00| 
 |
Rispondi al commento

TUTELA DELLE LISTE CIVICHE dei "GRILLINI"

Continuando il mio post qui sotto (Crisi della Politica), vorrei dare alcune utili indicazioni per l'integrità e la genuinità delle nascenti Liste Civiche di "Grillini", vedendo un pò quello che succede per alcune di esse.
- Innanzitutto non devono diventare il ricettacolo di personaggi locali trombati dalle precedenti elezioni (ad esclusione di quelli realmente validi, tagliati fuori da logiche di partito per la loro presenza "scomoda");
- Iniziare le riunioni elaborando un piano programmatico da proporre agli elettori;
- Gli iscritti alla lista possono ispirarsi ad idee di sinistra, come di destra, l'importante è il fine ossia quello di volere contribuire al bene della città in maniera disinteressata;
- Chi per primo propone una lista civica in una determinata città, non è che automaticamente si candida come sindaco (non è un gioco, non ci si comporta come bambini che vogliono vincere sempre quando giocano), ma poi ci saranno delle primarie all'interno degli iscritti alla lista civica per decidere chi si reputa più opportuno possa essere presentato come Sindaco (per capacità, serietà ed altro..);
- Lo scopo di queste liste civiche è quello di proporre un nuovo modo di fare politica, più pulito,più giusto e non come è stato fatto ultimamente.. ma UNA POLITICA COSTRUTTIVA,UNA POLITICA POSITIVA,perciò basta con attacchi nei singoli blog alle cose fatte dalle amministrazioni vigenti, ma SOLO PROPOSTE SU CIO' CHE SI DOVREBBE FARE per la città, su ciò che i "Grillini" una volta eletti farebbero o cercherebbero di fare per il BENE DELLA CITTA'.

Poi saranno gli elettori alla fine della legislatura a decidere se si è governati bene, se ridare fiducia alla lista o a qualcuno dei suoi membri.

Sarebbe sufficiente anche solo che alla fin fine emergesse qualche vero VOLTO NUOVO, che si modificasse il modo di fare politica (costruttiva e onesta) e le liste civiche dei grillini avrebbero assolto al loro compito!

Alessandro M () Commentatore certificato 22.09.07 10:55| 
 |
Rispondi al commento

TUTELA DELLE LISTE CIVICHE dei "GRILLINI"

Continuando il mio post qui sotto (Crisi della Politica), vorrei dare alcune utili indicazioni per l'integrità e la genuinità delle nascenti Liste Civiche di "Grillini", vedendo un pò quello che succede per alcune di esse.
- Innanzitutto non devono diventare il ricettacolo di personaggi locali trombati dalle precedenti elezioni (ad esclusione di quelli realmente validi, tagliati fuori da logiche di partito per la loro presenza "scomoda");
- Iniziare le riunioni elaborando un piano programmatico da proporre agli elettori;
- Gli iscritti alla lista possono ispirarsi ad idee di sinistra, come di destra, l'importante è il fine ossia quello di volere contribuire al bene della città in maniera disinteressata;
- Chi per primo propone una lista civica in una determinata città, non è che automaticamente si candida come sindaco (non è un gioco, non ci si comporta come bambini che vogliono vincere sempre quando giocano), ma poi ci saranno delle primarie all'interno degli iscritti alla lista civica per decidere chi si reputa più opportuno possa essere presentato come Sindaco (per capacità, serietà ed altro..);
- Lo scopo di queste liste civiche è quello di proporre un nuovo modo di fare politica, più pulito,più giusto e non come è stato fatto ultimamente.. ma UNA POLITICA COSTRUTTIVA,UNA POLITICA POSITIVA,perciò basta con attacchi nei singoli blog alle cose fatte dalle amministrazioni vigenti, ma SOLO PROPOSTE SU CIO' CHE SI DOVREBBE FARE per la città, su ciò che i "Grillini" una volta eletti farebbero o cercherebbero di fare per il BENE DELLA CITTA'.

Poi saranno gli elettori alla fine della legislatura a decidere se si è governati bene, se ridare fiducia alla lista o a qualcuno dei suoi membri.

Sarebbe sufficiente anche solo che alla fin fine emergesse qualche vero VOLTO NUOVO, che si modificasse il modo di fare politica (costruttiva e onesta) e le liste civiche dei grillini avrebbero assolto al loro compito!

Alessandro M () Commentatore certificato 22.09.07 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoro autonomo sia un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto?

Silvio airoldi Commentatore certificato 22.09.07 10:49| 
 |
Rispondi al commento

TUTELA DELLE LISTE CIVICHE dei "GRILLINI"

Continuando il mio post qui sotto (Crisi della Politica), vorrei dare alcune utili indicazioni per l'integrità e la genuinità delle nascenti Liste Civiche di "Grillini", vedendo un pò quello che succede per alcune di esse.
- Innanzitutto non devono diventare il ricettacolo di personaggi locali trombati dalle precedenti elezioni (ad esclusione di quelli realmente validi, tagliati fuori da logiche di partito per la loro presenza "scomoda");
- Iniziare le riunioni elaborando un piano programmatico da proporre agli elettori;
- Gli iscritti alla lista possono ispirarsi ad idee di sinistra, come di destra, l'importante è il fine ossia quello di volere contribuire al bene della città in maniera disinteressata;
- Chi per primo propone una lista civica in una determinata città, non è che automaticamente si candida come sindaco (non è un gioco, non ci si comporta come bambini che vogliono vincere sempre quando giocano), ma poi ci saranno delle primarie all'interno degli iscritti alla lista civica per decidere chi si reputa più opportuno possa essere presentato come Sindaco (per capacità, serietà ed altro..);
- Lo scopo di queste liste civiche è quello di proporre un nuovo modo di fare politica, più pulito,più giusto e non come è stato fatto ultimamente.. ma UNA POLITICA COSTRUTTIVA,UNA POLITICA POSITIVA,perciò basta con attacchi nei singoli blog alle cose fatte dalle amministrazioni vigenti, ma SOLO PROPOSTE SU CIO' CHE SI DOVREBBE FARE per la città, su ciò che i "Grillini" una volta eletti farebbero o cercherebbero di fare per il BENE DELLA CITTA'.

Poi saranno gli elettori alla fine della legislatura a decidere se si è governati bene, se ridare fiducia alla lista o a qualcuno dei suoi membri.

Sarebbe sufficiente anche solo che alla fin fine emergesse qualche vero VOLTO NUOVO, che si modificasse il modo di fare politica (costruttiva e onesta) e le liste civiche dei grillini avrebbero assolto al loro compito!

Alessandro M () Commentatore certificato 22.09.07 10:45| 
 |
Rispondi al commento

TUTELA DELLE LISTE CIVICHE dei "GRILLINI"

Continuando il mio post qui sotto (Crisi della Politica), vorrei dare alcune utili indicazioni per l'integrità e la genuinità delle nascenti Liste Civiche di "Grillini", vedendo un pò quello che succede per alcune di esse.
- Innanzitutto non devono diventare il ricettacolo di personaggi locali trombati dalle precedenti elezioni (ad esclusione di quelli realmente validi, tagliati fuori da logiche di partito per la loro presenza "scomoda");
- Iniziare le riunioni elaborando un piano programmatico da proporre agli elettori;
- Gli iscritti alla lista possono ispirarsi ad idee di sinistra, come di destra, l'importante è il fine ossia quello di volere contribuire al bene della città in maniera disinteressata;
- Chi per primo propone una lista civica in una determinata città, non è che automaticamente si candida come sindaco (non è un gioco, non ci si comporta come bambini che vogliono vincere sempre quando giocano), ma poi ci saranno delle primarie all'interno degli iscritti alla lista civica per decidere chi si reputa più opportuno possa essere presentato come Sindaco (per capacità, serietà ed altro..);
- Lo scopo di queste liste civiche è quello di proporre un nuovo modo di fare politica, più pulito,più giusto e non come è stato fatto ultimamente.. ma UNA POLITICA COSTRUTTIVA,UNA POLITICA POSITIVA,perciò basta con attacchi nei singoli blog alle cose fatte dalle amministrazioni vigenti, ma SOLO PROPOSTE SU CIO' CHE SI DOVREBBE FARE per la città, su ciò che i "Grillini" una volta eletti farebbero o cercherebbero di fare per il BENE DELLA CITTA'.

Poi saranno gli elettori alla fine della legislatura a decidere se si è governati bene, se ridare fiducia alla lista o a qualcuno dei suoi membri.

Sarebbe sufficiente anche solo che alla fin fine emergesse qualche vero VOLTO NUOVO, che si modificasse il modo di fare politica (costruttiva e onesta) e le liste civiche dei grillini avrebbero assolto al loro compito!

Alessandro M () Commentatore certificato 22.09.07 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Crisi della Politica Riflessioni.
Ecco che cosa (secondo me) non và nella Politica Italiana di Oggi:
- Non mi interessano i privileggi che hanno, se li tengano pure,ma almeno fate qualcosa di BENE e di REALE per il Paese e basta di litigare( invece di discussioni costruttive) sempre tra di voi in un immobilisimo che danneggia solo il paese!
- "Seconda Repubblica", per la maggior parte sono gli stessi politici (o spalleggiatori) che prima erano dietro le quinte dei partiti e che dopo gli scandali di tangentopoli hanno messo davanti la loro faccia ai più sconosciuta;
- Ora è ridicolo dare un nuovo volto ulteriore alla politica con la nascita di nuovi partiti con nuovi nomi, tanto la sostanza è sempre la stessa;
- Quello che deve emergere è la validità della singola persona, che gli elettori votano e su cui ripongono la loro fiducia, ritengo ormai superato il concetto di partito per come è stato distorto nel tempo (partiti di destra che fanno leggi di sinistra e viceversa) e l'ultima legge elettorale invece ha fatto in modo che i politici siano scelti direttamente dai vertici dei partiti e non dalla gente;
- Inoltre si dovrebbe promuovere nella vita le persone che meritano se vogliamo migliorare l'Italia, basta RACCOMANDAZIONI nelle assunzioni, ma anche nella concessione di soldi pubblici(come ogni tanto viene fuori)così si migliora il paese, perchè se per esempio i finanziamenti (agevolati o a fondo perduto)per un'attività invece di prenderli chi merita,li prendono chi hanno le famose "conoscenze" per poi gestirli male o farli "sparire",COME PRETENDIAMO DI MIGLIORARE L'ITALIA, COME PRETENDIAMO DI NON SPERPERARE DENARO PUBBLICO,COME PRETENDIAMO DI TAGLIARE (parlerei meglio di OTTIMIZZARE)LE SPESE DELLO STATO!;
- Insomma, ben vengano le liste civiche locali, se non altro ci sarà la possibilità (si spera), di iniettare una vera democrazia e gente valida al governo di una città(sperando che amministrazioni provinciali o regionali politicizzate non tentino di boicottarle)

Alessandro M () Commentatore certificato 22.09.07 09:44| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari tutti,
sono nuovo di qui e non so se la proposta e' gia' stata fatta, in caso me ne scuso.
Perche' non corredare ciascun candidato al turno unico con un breve curriculum e, se gia' eletto in precedenza, con il numero di presenze in parlamento?

Stefano M. Commentatore certificato 22.09.07 09:38| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Avrei una proposta da fare (Pannella sono molti anni che ci prova, ma con scarso successo). Perchè non sfruttare l'attuale forza dei "grilli", per cercare di ottenere una legge elettorale, a tutti i livelli, UNINOMINALE A TURNO UNICO, se ci prensate bene è l'unico modo per rimuovere velocemente i politici inadeguati e promuovere altrettanto velocemente partiti meritevoli.
PENSATECI BENE.
Cordiali saluti

stefano cipressi 22.09.07 09:02| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Avrei una proposta "vecchia" da fare (Pannella sono molti anni che ne parla, ma con scarso seguito). Perchè non sfruttare l'attuale forza dei "grilli" per cercare di ottenere una legge elettorale, a tutti i livelli, UNINOMINALE A TURNO UNICO, come negli USA o GB. Se ci pensate bene è il vero, unico sistema per rimuovere velocemente politici inadeguati e promuovere altrettanto velocemente formazioni politiche nuove e meritevoli.
Cordiali saluti

stefano cipressi 22.09.07 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Vai così Beppe sei stato l'unico dopo decenni ad avere il coraggio di far sapere ai nostri politici che cosa veramente pensano i loro elettori; PACE E BENE A TUTTI.

gianluca garonetti 22.09.07 05:47| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
da giorni ascolto commenti, riflessioni, analisi.La frase di Prozak-Prodi (Prozik?!)" “I cittadini non sono migliori dei politici” ha in sé una realtà da considerare.Sono d'accordo in tutto con te, ma togliamo pure il "marcio" oggi...domani cosa accadrà? Tornerà del marcio.Il problema sono le "teste".Il problema è quelmodo di pensare per cui se non ti fai raccomandare sei fesso, se rifiuti di pagare per avere un lavoro sei fesso, se non conosci nessuno(che ti raccmandi...o preferisci "presenti"?!)sei disoccupato.Semplicemente un perdente.perché nella vita è vincente chi "sa vivere", chi conosce le regle del gioco.E le regole del gioco noi che scriviamo sul blog le vogliamo onestamente e sinceramente riscrivere.Ma c'è una mentalità intera che va in un verso,e quella bisogna lottare.Lottare contro una cultura sbagliata, del più forte, del più furbo,quello che "conosce".Berlusconi è stimato perché si è costruito un impero, lui ha l'Italia in mano, lui e la sua famiglia controllano i media, le banche, la cultura.Quante persone ha scavalcato per essere quello che è?
Questo bisogna chiedersi: COSA E CHI VOGLIAMO ESSERE, altrimenti facciamo un cambiamento, ma la storia si ripete, perchè la mentalità è la stessa.Voglio avere un posto di lavoro perchè VALGO, non perché conosco!Non perché scavalco qualcun altro!!Non perché sono furba!!VAFFANCULO!!

Paola P. Commentatore certificato 22.09.07 01:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
da giorni ascolto commenti, riflessioni, analisi.La frase di Prozak-Prodi (Prozik?!)" “I cittadini non sono migliori dei politici” ha in sé una realtà da considerare.Sono d'accordo in tutto con te, ma togliamo pure il "marcio" oggi...domani cosa accadrà? Tornerà del marcio.Il problema sono le "teste".Il problema è quelmodo di pensare per cui se non ti fai raccomandare sei fesso, se rifiuti di pagare per avere un lavoro sei fesso, se non conosci nessuno(che ti raccmandi...o preferisci "presenti"?!)sei disoccupato.Semplicemente un perdente.perché nella vita è vincente chi "sa vivere", chi conosce le regle del gioco.E le regole del gioco noi che scriviamo sul blog le vogliamo onestamente e sinceramente riscrivere.Ma c'è una mentalità intera che va in un verso,e quella bisogna lottare.Lottare contro una cultura sbagliata, del più forte, del più furbo,quello che "conosce".Berlusconi è stimato perché si è costruito un impero, lui ha l'Italia in mano, lui e la sua famiglia controllano i media, le banche, la cultura.Quante persone ha scavalcato per essere quello che è?
Questo bisogna chiedersi: COSA E CHI VOGLIAMO ESSERE, altrimenti facciamo un cambiamento, ma la storia si ripete, perchè la mentalità è la stessa.Voglio avere un posto di lavoro perchè VALGO, non perché conosco!Non perché scavalco qualcun altro!!Non perché sono furba!!VAFFANCULO!!

Paola P. Commentatore certificato 22.09.07 01:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo
Ti seguo da anni, solo ora mi son deciso a scriverti ..
Mi dicevano da piccolo : “ognuno ha quello che si merita” e ora io mi chiedo se è giusto che ci
meritiamo i nostri politici, mi chiedo , forse non è mai stato cercato niente di meglio ?
E ancora ..sai perché nella piccola-media impresa gli imprenditori in passato non cercavano impiegati troppo bravi ? Semplice primo perché era difficile trovarli e poi avevano paura che gli prendessero il posto !
Beh non è tanto logico, ma così è stato.
Lo stesso deve essere successo per i politici, e sta continuando ...quelli troppo bravi non ce li hanno voluti ... ora noi abbiamo questi politici, ma sono veramente il meglio ?
Fermiamo questa catena senza fine, lo possiamo fare !
Il tuo appello Grillo è un appello trasversale senza riferimenti ideologici
dobbiamo tracciare una linea di demarcazione tra chi vuol gestire la cosa pubblica PER SE' e chi la
vuol gestire PER GLI ITALIANI , se abbiamo sbagliato finora non è obbligatorio continuare !
A me finora è sembrato che gli allarmi, sfide e crociate indicate da Beppe Grillo siano state tutte più vicino alle persone di quanto lo siano state certe leggi negli ultimi anni.
Grazie per l'attenzione
Roberto

ROBERTO FRANCALANCI Commentatore certificato 22.09.07 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo
Ti seguo da anni, solo ora mi son deciso a scriverti ..
Mi dicevano da piccolo : “ognuno ha quello che si merita” e ora io mi chiedo se è giusto che ci
meritiamo i nostri politici, mi chiedo , forse non è mai stato cercato niente di meglio ?
E ancora ..sai perché nella piccola-media impresa gli imprenditori in passato non cercavano impiegati troppo bravi ? Semplice primo perché era difficile trovarli e poi avevano paura che gli prendessero il posto !
Beh non è tanto logico, ma così è stato.
Lo stesso deve essere successo per i politici, e sta continuando ...quelli troppo bravi non ce li hanno voluti ... ora noi abbiamo questi politici, ma sono veramente il meglio ?
Fermiamo questa catena senza fine, lo possiamo fare !
Il tuo appello Grillo è un appello trasversale senza riferimenti ideologici
dobbiamo tracciare una linea di demarcazione tra chi vuol gestire la cosa pubblica PER SE' e chi la
vuol gestire PER GLI ITALIANI , se abbiamo sbagliato finora non è obbligatorio continuare !
A me finora è sembrato che gli allarmi, sfide e crociate indicate da Beppe Grillo siano state tutte più vicino alle persone di quanto lo siano state certe leggi negli ultimi anni.
Grazie per l'attenzione
Roberto

ROBERTO FRANCALANCI Commentatore certificato 22.09.07 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo
Ti seguo da anni, solo ora mi son deciso a scriverti ..
Mi dicevano da piccolo : “ognuno ha quello che si merita” e ora io mi chiedo se è giusto che ci
meritiamo i nostri politici, mi chiedo , forse non è mai stato cercato niente di meglio ?
E ancora ..sai perché nella piccola-media impresa gli imprenditori in passato non cercavano impiegati troppo bravi ? Semplice primo perché era difficile trovarli e poi avevano paura che gli prendessero il posto !
Beh non è tanto logico, ma così è stato.
Lo stesso deve essere successo per i politici, e sta continuando ...quelli troppo bravi non ce li hanno voluti ... ora noi abbiamo questi politici, ma sono veramente il meglio ?
Fermiamo questa catena senza fine, lo possiamo fare !
Il tuo appello Grillo è un appello trasversale senza riferimenti ideologici
dobbiamo tracciare una linea di demarcazione tra chi vuol gestire la cosa pubblica PER SE' e chi la
vuol gestire PER GLI ITALIANI , se abbiamo sbagliato finora non è obbligatorio continuare !
A me finora è sembrato che gli allarmi, sfide e crociate indicate da Beppe Grillo siano state tutte più vicino alle persone di quanto lo siano state certe leggi negli ultimi anni.
Grazie per l'attenzione
Roberto
p.s. sto preparando msg per blog su ambiente e "comportamento dei politici"

ROBERTO FRANCALANCI Commentatore certificato 22.09.07 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo
Ti seguo da anni, solo ora mi son deciso a scriverti ..
Mi dicevano da piccolo : “ognuno ha quello che si merita” e ora io mi chiedo se è giusto che ci
meritiamo i nostri politici, mi chiedo , forse non è mai stato cercato niente di meglio ?
E ancora ..sai perché nella piccola-media impresa gli imprenditori in passato non cercavano impiegati troppo bravi ? Semplice primo perché era difficile trovarli e poi avevano paura che gli prendessero il posto !
Beh non è tanto logico, ma così è stato.
Lo stesso deve essere successo per i politici, e sta continuando ...quelli troppo bravi non ce li hanno voluti ... ora noi abbiamo questi politici, ma sono veramente il meglio ?
Fermiamo questa catena senza fine, lo possiamo fare !
Il tuo appello Grillo è un appello trasversale senza riferimenti ideologici
dobbiamo tracciare una linea di demarcazione tra chi vuol gestire la cosa pubblica PER SE' e chi la
vuol gestire PER GLI ITALIANI , se abbiamo sbagliato finora non è obbligatorio continuare !
A me finora è sembrato che gli allarmi, sfide e crociate indicate da Beppe Grillo siano state tutte più vicino alle persone di quanto lo siano state certe leggi negli ultimi anni.
Grazie per l'attenzione
Roberto
P.S. con prossimi msg vorrei aprire blog su ambiente e "comportamento dei politici"

ROBERTO FRANCALANCI Commentatore certificato 21.09.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo
Ti seguo da anni, solo ora mi son deciso a scriverti ..
Mi dicevano da piccolo : “ognuno ha quello che si merita” e ora io mi chiedo se è giusto che ci
meritiamo i nostri politici, mi chiedo , forse non è mai stato cercato niente di meglio ?
E ancora ..sai perché nella piccola-media impresa gli imprenditori in passato non cercavano impiegati troppo bravi ? Semplice primo perché era difficile trovarli e poi avevano paura che gli prendessero il posto !
Beh non è tanto logico, ma così è stato.
Lo stesso deve essere successo per i politici, e sta continuando ...quelli troppo bravi non ce li hanno voluti ... ora noi abbiamo questi politici, ma sono veramente il meglio ?
Fermiamo questa catena senza fine, lo possiamo fare !
Il tuo appello Grillo è un appello trasversale senza riferimenti ideologici
dobbiamo tracciare una linea di demarcazione tra chi vuol gestire la cosa pubblica PER SE' e chi la
vuol gestire PER GLI ITALIANI , se abbiamo sbagliato finora non è obbligatorio continuare !
A me finora è sembrato che gli allarmi, sfide e crociate indicate da Beppe Grillo siano state tutte più vicino alle persone di quanto lo siano state certe leggi negli ultimi anni.
Grazie per l'attenzione
Roberto
P.S. con prossimi msg vorrei aprire blog su ambiente e "comportamento dei politici"

ROBERTO FRANCALANCI Commentatore certificato 21.09.07 23:32| 
 |
Rispondi al commento

POLITICA e POLITICI
Caro Beppe Grillo
Ti seguo da anni, solo ora mi son deciso a scriverti ..
Mi dicevano da piccolo : “ognuno ha quello che si merita” e ora io mi chiedo se è giusto che ci
meritiamo i nostri politici, mi chiedo , forse non è mai stato cercato niente di meglio ?
E ancora ..sai perché nella piccola-media impresa gli imprenditori in passato non cercavano impiegati troppo bravi ? Semplice, primo perché era difficile trovarli e poi avevano paura che gli prendessero il posto !
Beh non è tanto logico, ma così è stato.
Lo stesso deve essere successo per i politici, e sta continuando ...quelli troppo bravi non ce li hanno voluti ... ora noi abbiamo questi politici, ma sono veramente il meglio ?
Fermiamo questa catena senza fine, lo possiamo fare !
Il tuo appello Grillo è un appello trasversale senza riferimenti ideologici
dobbiamo tracciare una linea di demarcazione tra chi vuol gestire la cosa pubblica PER SE' e chi la
vuol gestire PER GLI ITALIANI , se abbiamo sbagliato finora non è obbligatorio continuare !
A me finora è sembrato che gli allarmi, sfide e crociate indicate da Beppe Grillo siano state tutte più vicino alle persone di quanto lo siano state certe leggi negli ultimi anni.
Ricordo le tue battaglie per l'ambiente che hanno anticipato di 10 anni almeno le attività di raccolta differenziata che in quasi tutta Italia sono attivate.
Il politico dovrebbe essere un modello di riferimento (i suoi comportamenti non dovrebbero essere contro la morale; tanto per esser chiaro non ci vorrei uno che mostra la maglietta antirazista)
Ti invito Beppe ad aprire blog specifico su ambiente e un' altro su “comportamento del politico”

Grazie per l'attenzione

Roberto

ROBERTO FRANCALANCI Commentatore certificato 21.09.07 23:13| 
 |
Rispondi al commento

vai bebbe continua cosi e mandiamo a casa tutti i politici!!!!!!!Mastella con il suo indulto etutti quelli che continuano a credere a questi vagabondi ladri

patrizio signorini 21.09.07 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera. Innanzitutto intendo complimentarmi con Beppe per il gran polverone che sta alzando, sicuramente avrà, quantomeno, l'effetto di una scossa per svegliare dal letargo chi dovrebbe essere desto e pensare ai problemi seri che ci affliggono. Detto questo, mi permetto di dire che non condivido in pieno la bassezza del linguaggio utilizzato che, se da un lato ha un indiscusso effetto trascinante e carismatico, dall'altro è indice di una profonda ed indiscussa miopia culturale che non riesce a sfondare il muro della superficialità e dell'ipocrisia. La proposta delle liste civiche che in questi giorni viene passata come il toccasana dei nostri guai, qualora avesse un successo di massa, sarebbe un vero disastro, in quanto queste potrebbero portare nel seno delle amministrazioni stuole di incompetenti che bloccherebbero una volta per tutte i farraginosi ingranaggi di una macchina amministrativa cronicamente lenta. Se mi posso permettere di dare un parere ritengo che il talento carismatico di Beppe Grillo dovrebbe essere canalizzato e specializzato per diventare un necessario lubrificante per gli ingranaggi che già ci sono in quanto, non avendo la forza di mettere su un nuovo sistema, rischia di rimanere schiacciato sotto il peso dei pezzi formati ma non assemblabili organicamente in un meccanismo funzionale.

Erre Esse Commentatore certificato 21.09.07 22:42| 
 |
Rispondi al commento

I POLITICI SONO COME I PANNOLINI...........................SONO SPESSO DA CAMBIARE E SEMPRE PER LOSTESSO MOTIVO!

eugenio restelli 21.09.07 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Tra le persone che sono d’accordo con la Sua azione e si esprimono scrivendo nel Suo blog o con altri mezzi, alcune si augurano che sia finito il tempo della denuncia e si passi a quello delle proposte. Lei è andato da Prodi per presentargli delle richieste legate alla realizzazione del suo programma di governo. È stato un forte gesto in rappresentanza di cittadini delusi e imbufaliti che non hanno accesso ai palazzi. Lei ha suggerito un metodo per un rinnovamento: la costituzione di liste civiche antitetiche rispetto al sistema dei partiti. È un giusto appello alla coscienza dei cittadini. E il sistema? Continuiamo a pensare con il Principe di Salina “tutto deve cambiare perché tutto rimanga come prima” che ha anticipato molti comportamenti dei politici, o affidiamo le nostre speranze a qualcuno che tenti di cambiare per cambiare veramente? Ci saranno pure delle persone a cui affidare le nostre aspirazioni tra quelle che calcano le scene della politica, di qualsiasi orientamento; o ci vuole una rivoluzione annientatrice che spazzi via tutto, anche Grillo? Lei dice che l’Italia cambierà grazie ai suoi cittadini, ma non si può portarli tutti a Roma a rielaborare leggi e modificare regole. Perchè Beppe Grillo, sarcastico analizzatore di uomini e costumi, non mi risulta faccia passi per apprezzare delle idee, anche se non in linea con le sue convinzioni, e qualcuno che cerchi di realizzarle con onestà. Che proponga poche cose chiare ma innovative, per dare una scossa sia ai cittadini che alla politica. A questo proposito Le chiedo se ha dato un’occhiata a www.decidere.net, il network promosso da Daniele Capezzone e sostenuto da persone accomunate dalla volontà di cambiare il sistema e le regole dall’interno, con strumenti come il blog e la protesta in piazza (22 settembre), con l’approfondimento aperto a tutti di 13 iniziali questioni concrete e soluzionio proposte. E dirci cosa ne pensa su chi cerca di darsi una mossa parlando chiaro.

Giovanni C. Commentatore certificato 21.09.07 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Tra le persone che sono d’accordo con la Sua azione e si esprimono scrivendo nel Suo blog o con altri mezzi, alcune si augurano che sia finito il tempo della denuncia e si passi a quello delle proposte. Lei è andato da Prodi per presentargli delle richieste legate alla realizzazione del suo programma di governo. È stato un forte gesto in rappresentanza di cittadini delusi e imbufaliti che non hanno accesso ai palazzi. Lei ha suggerito un metodo per un rinnovamento: la costituzione di liste civiche antitetiche rispetto al sistema dei partiti. È un giusto appello alla coscienza dei cittadini. E il sistema? Continuiamo a pensare con il Principe di Salina “tutto deve cambiare perché tutto rimanga come prima” che ha anticipato molti comportamenti dei politici, o affidiamo le nostre speranze a qualcuno che tenti di cambiare per cambiare veramente? Ci saranno pure delle persone a cui affidare le nostre aspirazioni tra quelle che calcano le scene della politica, di qualsiasi orientamento; o ci vuole una rivoluzione annientatrice che spazzi via tutto, anche Grillo? Lei dice che l’Italia cambierà grazie ai suoi cittadini, ma non si può portarli tutti a Roma a rielaborare leggi e modificare regole. Perchè Beppe Grillo, sarcastico analizzatore di uomini e costumi, non mi risulta faccia passi per apprezzare delle idee, anche se non in linea con le sue convinzioni, e qualcuno che cerchi di realizzarle con onestà. Che proponga poche cose chiare ma innovative, per dare una scossa sia ai cittadini che alla politica. A questo proposito Le chiedo se ha dato un’occhiata a www.decidere.net, il network promosso da Daniele Capezzone e sostenuto da persone accomunate dalla volontà di cambiare il sistema e le regole dall’interno, con strumenti come il blog e la protesta in piazza (22 settembre), con l’approfondimento aperto a tutti di 13 iniziali questioni concrete e soluzionio proposte. E dirci cosa ne pensa su chi cerca di darsi una mossa parlando chiaro.

Giovanni C. Commentatore certificato 21.09.07 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoratori autonomi abbiano un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto

Silvio airoldi Commentatore certificato 21.09.07 18:41| 
 |
Rispondi al commento

1) I Nostri 'piccoli' politici di sinistra, centro e destra e i nostri media da 'repubblica delle fave' sono servi degli inserzionisti pubblicitari i quali sono schiavi delle banche. Ci vogliono grandi energie, coalizzazione e determinazione per affrontarli ... forse non è più possibile farlo : ( Time will tell.
2) Grillo è un Buffone che grazie al suo grande cuore e dignità riesce a fare un piccolo miracolo ... far ragionare la gente, stordita dalle cazzate di regime, su come viene presa in giro e coalizzarla. Il dramma è che un Buffone si debba assumere un ruolo così importante. Spero che Grillo, come in un 'Network' (Quinto Potere) stile Italiano, diventi Presidente Del Consiglio cosi il popolo Italiano verrà degnamente rappresentato (battuta!). Speriamo però che nessuno ce lo compri : ))) Grillo sei un COLOSSO!
3) Antonio Ricci, grande maestro di cerimonie fatte di zoccolette disposte a tutto, impizzati arrapati impresentabili e servi dei servi dei servi, farebbe meglio a prendersela con gente della sua taglia e razza (vedi Mr. Bonolis) e lasciare ai grandi le faccende di cui si sta occupando Grillo. Oppure il Nano Oleogrammatico gli ha chiesto di 'scendere in campo'? Ma ci faccia il piacere.

rocco p. Commentatore certificato 21.09.07 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoratori autonomi abbiano un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto

Silvio airoldi Commentatore certificato 21.09.07 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoratori autonomi abbiano un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto

Silvio airoldi Commentatore certificato 21.09.07 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoratori autonomi abbiano un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto

Silvio airoldi Commentatore certificato 21.09.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma la casta sono davvero i politici, o piuttosto i vari Grillo e Travaglio sono un circolo chiuso? In che mondo vivete? Chi avete intorno? Siamo in una democrazia ed i politici sono lo specchio della società! Non siamo, purtroppo, un popolo di sinistra. Ci sono quelli che non urlano e non parlano. Ci sono quelli che evadono e delinquono ai vari livelli, che fanno i furbi, che considerano una dote fregare il prossimo. E votano. E sono la maggioranza. Non gliene frega niente se il politico è stato condannato, anzi. E' ovvio e naturale che la maggior parte dei politici sia come loro e che si sentano rappresentati. Sarebbe ora di farla finita con questo piagnisteo per cui si sarebbe “obbligati” a votare chi non ci rappresenta. Io mi sono sempre sentito rappresentato da chi ho votato. Se anche altri avessero fatto come me, i politici seri e responsabili sarebbero la stragrande maggioranza ed adesso non saremmo qui a piangerci addosso… Cosa cambierebbe se in Parlamento ci fossero anche 50-100 deputati che la pensassero come Grillo? La paralisi di qualsiasi decisione per i veti incrociati? Meglio decisioni che non si condividono pienamente o nessuna decisione che lascia per sempre le cose come stanno?

Valerio Tenga 21.09.07 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoratori autonomi abbiano un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto

Silvio airoldi Commentatore certificato 21.09.07 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver denunciato tutto cio' che non ci va, occorre sviluppare una strategia e
passare alla fase esecutiva.
Cominciamo a ripulire il parlamento, ma come? Chiedendo a loro di tagliarsi i
coglioni con una legge! Facciamolo noi
L'80% dei parlamentari condannati appartiene alla CDL, ben 11 su 25 a FI, quindi
spieghiamo alla gente che per iniziare a pulire il parlamento NON devono votare per
FI e affini.
Purtroppo il 30% di cittadini ancora oggi voterebbe FI: o sono stupidi, o ladri che vogliono essere rappresentati in parlamento.
Se non chiariamo questi punti rischiamo di mandare tutto all'aria e ritrovarci al
governi i maggiori protettori dei ladri!!
Penso il parlamento rappresenti la societa' quindi oltre a criticare giustamente
i politici occorre scuotere i cittadini richiamandoli alle loro responsabilita',
spiegare loro cosa significa democrazia e a non farsi manipolare per strappargli
il voto.

Il lavoro precario? Penso che i lavoratori autonomi abbiano un lavoro precario,
cosa distingue il lavoro precario dipendente dal lavoro precario autonomo?
La parcella!! La mia ricetta e' si alla flessibilita', ma pagando profumatamente,
se e' una vera necessita' momentanea il datore di lavoro dovra' essere disposto a pagare
notevolmente di piu' rispetto ad una assunzione a tempo indeterminato, sara' lui
a valutare la convenienza.
Da parte del lavoratore, lavorare una settimana e guadagnare quanto un mese di lavoro
a tempo indeterminato potrebbe controbilanciare il rischio assunto.

ECOLOGIA mi sembra ci sia molta confusione ed ignoranza, si parla di idrogeno come
la panacea, ma l'idrogeno non e' una fonte primaria di energia, bisogna produrlo
e quindi richiede a sua volta una fonte di energia.
Vogliamo risparmiare energia? Vietiamo di imbottigliare l'acqua e trasportarla
per migliaia di Km. Basta aprire il rubinetto in casa per bere, se vogliamo le bollicine
trasportiamo solo le bollicine che sono molto piu'leggere.
La gente e' disposta a bere l'acqua del rubinetto

Silvio airoldi Commentatore certificato 21.09.07 16:01| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA DI REGOLE POLITICHE
Ciao a tutti. Vorrei riflettere insieme su alcuni argomenti. Non credo che mandare i politici a casa risolva qualcosa. Non credo che il problema sia nelle persone quanto nelle regole. Mi spiego un pò meglio. I cretini, gli incompetenti, i fannulloni, i corrotti esistono in tutti gli ambiti lavorativi (dal commercio al terziario all'industria). Così come non mancano persone capaci in tutti gli ambiti lavorativi. In realtà la sensazione diffusa è che appena una persona entra in parlamento si impantani in una palude di regole, discussioni, che gli impediscano di fare il suo lavoro. A chi storce il naso a questo commento ricordo che del governo fa parte Antonio di Pietro la cui storia personale (e ci sono altri esempi) certifica la buona volontà. Il problema allora non è il voler fare, ma un sistema che probabilmente avvantaggia chi vuole sfruttare il posto di parlamentare per i suoi scopi personali. A che servirebbe allora mandarli a casa? Verrebbero sostituiti da altri nelle stesse condizioni (il passaggio da I a II repubblica docet). Le ragioni della mia diffidenza nei confronti della politica è che le "promesse" elettorali (essendo fatte senza nessun reale vincolo) possano essere facilmente disattese. Credo che proprio questo sio il punto della questione. Usiamo un criterio di gestione dei politici che non useremmo in nessun altro ambito. Chi di noi metterebbe i soldi in mano a qualcuno per costruire casa senza verificarne il lavoro? Chi di noi assumerebbe persone senza verificarne la produttivita? Il posto di parlamentare è un posto di lavoro da dirigente (sia come retribuzione che come responsabilità) senza essere legato al risultato. Questo, e chi lavora in ambito privato lo sa bene, è impensabile. Se produci guadagni, se non produci a casa. Non credo che i potici guadagnino molto in senso assoluto, di sicuro guadagnano tantissimo per quello che producono. E ridurgli lo stipendio o i guadagni non risolve il problema (continua)

Giovanni S. Commentatore certificato 21.09.07 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Avrei una proposta forse pazza e demoniaca, magari già eneunciata (ma io scrivo lo stesso), per risparmiare qualche miliardo di euro tutti gli anni e in tutta europa, non solo in italietta (in america no, perché loro possono tutto).
RISPARMIO DI CARBURANTE PER AUTO TRAZIONE (E NON SOLO).
In attesa di avere finalmente sul mercato tecnologie già disponibilissime come l’idrogeno, le pile a combustibile, il solare o il biodiesel, proporrei per decreto ai costruttori di auto e moto un selettore elettronico per la mappatura del motore (con l’elettronica i costi aggiuntivi sono quasi irrisori) per rispettare i limiti di velocità che esistono in tutto il continente.
Prima dello start dell’auto (e solo a motore fermo o a bassissima velocità) si decide con selettore manuale, una delle quattro posizioni per il rispetto del limite di velocità della strada che si deve percorrere: urbana – 50km/h, extraurbana – 70/80hkm/h, autostrada – 130km/h e ti ci metto anche pista – no limit, così non si blocca la ricerca che fa vendere le ferrari e luca è contento.
Tra pochissimi anni non esisterà più in commercio una sola auto senza navigatore satellitare: tramite GPRS, la mappatura e la percorrenza possono essere controllate in posizione remota da polizia, carabinieri e vigili urbani, senza doverli così distrarre da altri compiti magari più importanti che non controllare gli idioti che hanno voglia di correre ed ammazzarsi (me compreso… che ho na moto che fa paura…).
Risultato: più controlli sugli idioti, più risparmio sui controlli, più risparmio di carburante, molti meno incidenti con tutto quello che ne consegue per il risparmio in materia umana e di sanità.
SONO PAZZO?
Ciao.

davide conte Commentatore in marcia al V2day 21.09.07 08:14| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

per selezionare il personale "dipendente" della nostra POLITICA, sia locale sia nazionale,

propongo di mettere in atto le "vere" primarie.
Mi riferisco a quelle dell'antica Grecia.
Tutti saremmo candidati alla prima tornata (eccetto naturalmente i pregiudicati).

Nota: si scieglierebbe a priori il numero di eletti alla candidatura successiva (che a sua volta, potrebbe essere ad un turno o due)


Angelo Raffaele Rizzi 21.09.07 08:02| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione


siamo con te nella buona e nella cattiva strada.sapendo benissimo che il passo estremo ti costerà caro,e non sei intenzionato a farlo, ma sai anche benissimo che sarà l'unico modo per andare avanti in modo veramente concreto.Fai l'ultimo sforzo per tutti noi.Non mollare siamo vicini alla svolta

frncesco rinnone Commentatore certificato 21.09.07 05:47| 
 |
Rispondi al commento


siamo con te nella buona e nella cattiva strada.sapendo benissimo che il passo estremo ti costerà caro,e non sei intenzionato a farlo, ma sai anche benissimo che sarà l'unico modo per andare avanti in modo veramente concreto.Fai l'ultimo sforzo per tutti noi.Non mollare siamo vicini alla svolta

frncesco rinnone Commentatore certificato 21.09.07 05:44| 
 |
Rispondi al commento


siamo con te nella buona e nella cattiva strada.sapendo benissimo che il passo estremo ti costerà caro,e non sei intenzionato a farlo, ma sai anche benissimo che sarà l'unico modo per andare avanti in modo veramente concreto.Fai l'ultimo sforzo per tutti noi.Non mollare siamo vicini alla svolta

frncesco rinnone Commentatore certificato 21.09.07 05:41| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe so benissimo che la battuta su prodi era e resta solamente una battuta ma tutti quelli che ti temono o ti remano contro cercano di fare notizia solo su quel punto per distrarre òa massa su i temi importanti che hai trattato ma era immaginabile. Andiamo avanti così saimo tutti con te

francesco rinnone 21.09.07 05:01| 
 |
Rispondi al commento

Come ho sempre detto l'indecenza dialettica è la prima regola che noi popolo dobbiamo EVITARE perchè è la regola fondamentale per farsi ascoltare. Il popolo è SOVRANO e il popolo chiede al presidente Prodi e al suo governo il rispeto del programma. Prendersela contro Beppe Grillo è solo TATTICA di PARTE e nessun falso giudizio può mai compromettere la NOBILE causa del DISSENSO POPOLARE. Beppe Grillo avrà anche esagerato ma è vero anche che il popolo non lo hanno mai ascoltato. Sono convinto che prima o poi Beppe Grillo riconosca gli errori. A parte Grillo il problema rimane e noi del popolo dobbiamo continuare per FERMARE questo BARBARO SISTEMA, il sistema non è un muro impenetrabile, è solo un muro dentro il nostro cervello. Il sistema siamo noi basta volerlo e si può cambiare facendo LARGOaiGIOVANI talenti Liberi e senza NODI che governino e lavorino PERilBENEdiTUTTI. IL lungo CAMMINO del popolo continua e ASPETTA il SEGNALE prepariamoci.

Mario Flore 21.09.07 04:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

inoltre, in parte (dico in parte perchè, cmq, mi fa piacere che qualcuno abbia sollevato problemi che Noi cerchiamo di portare alla ribalta da sempre), sono indignato con il Signor Grillo in quanto, dopo il V-Day non posso più essere Comunista poichè con qualsiasi persona parlo di politica, mi dice che la penso come Grillo senza sapere che Noi (in quanto Comunisti) alcune di queste cose le diciamo da 50 anni!!! Che dico 50 anni... da 80 (Fino all'altro ieri eravamo vecchi, ora siamo parte del popolo di Grillo... vabbè... poi dice che l'Italiani sò famosi pe esse sveji... dice!?!)!!! Gramsci (morto nelle carceri fasciste nel 1937) che non è nè un calciatore del passato e tantomeno un cantante ma l'unico vero "Filosofo Italiano" degno di questo termine dal 1900 in poi, da vera avanguardia quale era, prevedeva alcuni rischi ai quali il Popolo Italiano rischiava di arrivare... credo fermamente che Grillo abbia letto Gramsci e che non stia facendo altro che reinterpretare (in maniera talvolta errata) il suo punto di vista facendolo (in maniera oltremodo dolosa) suo!!! Perchè nessuno di noi ricorda questo??? Perchè ci ostiniamo a seguire le battaglie alle quali ci porta la tv??? Perchè non la smettiamo di giocare agli "americani" (nel senso che cerchiamo di imitare quanto di più brutto ci sia in quel paese) e cominciamo a Vivere da Italiani??? Possibile che tutti hanno dimenticato??? Possibile che il potere (attraverso i suoi mezzi più diabolici: messagi subliminali giornali, televisione, falsi documentari storici, pubblicità, paure) abbia veramente vinto in maniera così schiacciante contro la parte sana del nostro paese??? Possibile che facciamo veramente così tanto schifo da non meritare niente di diverso che la classe politica che oggi ci rappresenta???

Cesare Capuano 21.09.07 04:16| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Possibile che prima del libro (che non ho letto e che mi rifiuto categoricamente di leggere) di stella e l'altro nessuno sapesse quello che accadeva??? Sono almeno 10 anni (e ne ho 24) che sento parlare di tutto questo: possibile che a 24 anni debba già sentirmi un'avanguardia in anticipo di addirittura 10 anni sulle masse??? Nooooo, assolutamente no!!! Credo, invece, che oggi, dopo che ne ha parlato la tv, tutti ci sentiamo presi da questo problema!!! la tv... questa maledetta macchina infernale!?! La tv e i suoi padroni che oggi, evidentemente, hanno bisogno di sollevare questo problema per i loro biechi interessi e noi lì, come pecorelle a dire: "si è vero, è uno scandalo, mi vergogno di essere italiano, tutti a casa...", senza ricordare che, almeno da 10 anni c'è chi denuncia (inascoltato per il semplice fatto che non ha spazi televisivi adeguati) questo scandalo!!! Sono diventato Comunista anche per questo, perchè ho visto che c'era chi era disposto a denunciare cose che nessuno diceva!!! Poi... parlo di 10 anni perchè amo parlare solo delle cose che ho vissuto in prima persona sennò sono almeno 40 anni che ci battiamo contro i privilegi e le caste, contro la corruzione e la facile corruttibilità di alcuni politici, contro il precariato, per una riforma della giustizia adeguata... possibile che al popolo italiano queste cose interessano solo quando passano in televisione??? Per 40 anni siamo stati opposizione a questo regime di cose, abbiamo continuato ad esserlo fino ad oggi... possibile che noi siamo stati sempre degli imbecilli ed oggi, invece, chi dice quello che noi affermiamo da sempre è un eroe??? Non credete ci sia un pizzico di contraddizione in noi??Per questo credo che Prodi abbia ragione nell'affermare che ogni popolo ha i politici che merita...noi Italiani,nostro malgrado, meritiamo questo,anzi...credo che questo sia anche troppo per quello che siamo diventati!!!Un Popolo senza memoria...Non ha Futuro e noi, a quanto pare, di Futuro ne abbiamo poco

Cesare Capuano 21.09.07 03:50| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Verrà un giorno, Sagredo, che l'uomo si risveglierà dall'oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo...l'uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo.

Giordano Bruno

GRANDE BEPPE!!!

Rocco Porreca Commentatore in marcia al V2day 21.09.07 03:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda il buon vecchio Prodi non condivido le posizioni del signor Grillo in quanto non riesco a definire deprecabile una persona che, fondamentalmente, in ogni suo intervento, esprime bontà... magari non sarà adatto a fare il Presidente del Consiglio in questo paese nel 2007, ma... non credo sia ascrivibile a quella schiera di politici che ci fanno "vergognare" (Tra virgolette perchè mai mi vergognerò di essere un discendente delle migliaia di persone che hanno lottato per permetterci, ora, di essere qui) di essere Italiani!!! Se poi, magari, ci mettiamo proprio a guardare bene come stanno andando le cose nel nostro paese, beh... non è che poi Prodi abbia tanto torto nel dire che la classe politica non è altro che l'emblema della società!!! Peraltro è sempre stato così nel corso della storia e, l'oggi, non fa eccezione per niente!!! Non la ritengo un'affermazione qualunquista e, tantomeno, mi sento offeso da questo!!! Basti pensare che, ormai, i miti dell'80% dei cittadini italiani sono quelli che stanno in tv o nelle pubblicità!?! Il problema non è solo la classe politica... siamo tutti noi: schiavi del denaro, della disinformazione di giornali e telegiornali, della tv, etc. etc. stiamo perdendo la nostra caratteristica principale: essere Italiani, ovvero persone colme di difetti e con pochi pregi che però sono talmente alti che riescono a far dimenticare completamente tutto ciò che di sbagliato c'è in ognuno di noi!!!

Cesare Capuano 21.09.07 03:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Si è parlato molto della giornata dell'8 Settembre e questo mi ha provocato un grande dispiacere... non tanto perchè si è parlato del V-Day quanto perchè (in classico clima politico italiano) nessuno ha speso una parola per quello che, effettivamente, dovrebbe essere ricordato per quella data!!! La "Fine" del fascismo e l'inizio della resistenza!!! Per quanto riguarda il buon vecchio Prodi non condivido le posizioni del signor Grillo in quanto non riesco a definire deprecabile una persona che, fondamentalmente, in ogni suo intervento, esprime bontà... magari non sarà adatto a fare il Presidente del Consiglio in questo paese, ma... non credo sia ascrivibile a quella schiera di politici che ci fanno "vergognare" di essere Italiani!!!

Cesare Capuano 21.09.07 03:23| 
 |
Rispondi al commento

ieri sera ho visto ho visto Ballarò, 'sta sera ho visto Anno Zero, ho fatto fatica a non cambiare canale per vedere se qualcuno aveva capito qualcosa.
...... Non hanno capito niente, quello che mi fa più paura e che pensano di essere dei geni. Dicono di lavorare per la società, ma parafrasando Grillo di qualche anno fa questi non sanno neanche cosa voglia dire vivere e far parte di una società perchè di fatto ne hanno creata una tutta loro.
Qualcuno ha detto " il sonno della ragione genera mostri". Credo che presto o tardi "I Mostri " arrivano, a quel punto non avranno più scuse, ognuno dovrà rispondere del proprio operato.
Hanno approfittato della ns buona fede per trarne profitti personali, hanno usato le strutture pubbliche a proprio uso e consumo come se fosse la cosa più naturale di questo mondo.Se ci fosse un campionato mondiale di stupidità lo vincerebbero per manifesta superiorità.
E come dicevano i vecchi Povera Italia con questa gente non ne vinciamo più di guerre!!!!!!!!!!!!!

marco c. Commentatore certificato 21.09.07 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Si stanno cagando a dosso tutti, politici, giornalisti e tutte le istituzioni. Guardate le reazioni di questi zombies (i nostri politici) tutti all'unisono a cercaredi ridurre il tutto ad un fenomeno quasi marginale...ma chi e' stato quello stronzo che ha scritto il discorso di Mazza??? Mazza, ma allora davvero non hai capito una mazza! Noi sappiamo che i terroristi siete voi e l'unica arma che vi e' rimasta e' quella della paura. Noi lo sappiamo per certo. Di quale c...o di tragedia parli??? L'unica vera tragedia e' la vostra, la gente comincia a risvegliarsi e voi perdete potere ed autorita'! Io non guardo piu' telegiornali sono una offesa alla mia intelligenza e con lo schifo che ci propinate pretendete pure il canone??? Ma andate affanculo anche voi direttori di TG, ed opinionisti vari! Beppe Grillo AVANTI TUTTA!!!!

Setec Astronomy 21.09.07 01:02| 
 |
Rispondi al commento

No beppe, qui ti sbagli: Prodi non intendeva dire tutti i politici e tutti i cittadini; alcuni si. Prodi ha avuto coraggio:
in fondo quando il ns dipendente ha ragione gli va data. Ci sono anche i cittadini che evadono, lucrano , truccano esami......non solo i politici!!!!

è ora di chiedere il conto!anche per loro.

Voglio dire che se sti Politici puzzoni non si dimettono per quello che fanno (parlo di mastella o di quel ministro che disse che con la mafia si deve convivere o del senatore che si fa portare in ambulanza negli studi televisivi) come accade in tutta europa sarà anche colpa nostra che facciamo troppo spesso spalluccie al grido "tanto non cambia niente!!!, sono tutti uguali!!!"
gente di questo calibro ci conta sulle ns spallucce.....facciamogli una sorpresa.....

Prodi ha ragione quando dice che non c'entra la politica se mancano donazioni di sangue...che è un fatto che dipende dalla cultura e dalla civiltà di un popolo.

Caro Beppe che ne dici di far capire che noi siamo un popolo diverso? che ne dite di organizzare una donazione di sangue in tutte le città italiane...come è stato fatto per il V-day!!!

Dobbiamo capire che adesso basta!!! Non possiamo aspettare che altri facciano ciò che vogliamo sia fatto: FACCIAMOLO!

inoltre una risposta pronta come una mega donazione di sangue davvero spaventerebbe i politicanti che scaldano la seggiola a spese ns!!!

stefano Perini 21.09.07 01:02| 
 |
Rispondi al commento

http://cercasimeraviglie.splinder.com/post/13937960/AutoGrill

(200 caratteri non bastavano...!)

Alice Giuliani 21.09.07 00:54| 
 |
Rispondi al commento

il presidente dell'assemblea regionale siciliana ha una opinione sui tagli ai costi della politica e anche su Grillo (e chi lo paga), ascoltate l'intervista radiofonica su: http://www.rosalio.it/2007/09/20/polemica-sui-costi-della-politica-allars/#comment-105104

giovanni s 21.09.07 00:54| 
 |
Rispondi al commento

Il povero VECCHIO prodi non sa più dove sbattere la testa, se davvero pensa di rispondere a beppe dicendo che la classe politica RISPECCHIA il popolo italiano...

MA STIAMO SCHERZANDO???

NON SIAMO UN PAESE NE DI LADRI NE DI TRUFFATORI ed è ora di urlarlo in faccia a tutti quelli che pensano il contrario, stranieri compresi!!!

Pieno appoggio nello spazzare via tutti questi vecchi politici di m...

Paolo F. Commentatore certificato 21.09.07 00:50| 
 |
Rispondi al commento

il presidente dell'assemblea regionale siciliana ha una opinione sui costi della politica e anche su Grillo, ascoltate l'intervista radiofonica su: http://www.rosalio.it/2007/09/20/polemica-sui-costi-della-politica-allars/#comment-105104

ghino di tacco 21.09.07 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di Alzheimer

Amorale ed indecente utilizzare il nome di una malattia cosi' tragica e devastante per qualificare una persona.
Nell'ottica di un uso piu' civile delle parole, Le auguro di non provare mai sulla propria pelle il significato dell'Alzheimer.

Giovanna Dainesi 21.09.07 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto 1storiella:
“Un giorno un uomo passò per un vicolo e vide una folla di poveri che si accalcavano per ascoltare uno di loro; quest’uomo stava svelando la verità ai poverelli,e cioè che tutto il mondo viveva al caldo,mangiava quando aveva fame e molti stavano pensando all’acquisto di una seconda auto! Il Messia si mise quindi alla ricerca di approvazione e il consenso sfociò in una raccolta firme che sentenziava che il 50% degli stipendi andasse a loro,ai poverelli di strada. Basta ingordigia da parte del resto della popolazione! Ma l’uomo che passò nel vicolo fece in tempo ad invecchiare,e a lui succedettero molte generazioni..ma nessuno dei suoi discendenti seppero ne tantomeno devolsero quella metà dello stipendio,arrivando a comprare non solo una seconda auto,ma perfino una terza.”

SimO

Simone Riccio 21.09.07 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto 1storiella:
“Un giorno un uomo passò per un vicolo e vide una folla di poveri che si accalcavano per ascoltare uno di loro; quest’uomo stava svelando la verità ai poverelli,e cioè che tutto il mondo viveva al caldo,mangiava quando aveva fame e molti stavano pensando all’acquisto di una seconda auto! Il Messia si mise quindi alla ricerca di approvazione e il consenso sfociò in una raccolta firme che sentenziava che il 50% degli stipendi andasse a loro,ai poverelli di strada. Basta ingordigia da parte del resto della popolazione! Ma l’uomo che passò nel vicolo fece in tempo ad invecchiare,e a lui succedettero molte generazioni..ma nessuno dei suoi discendenti seppero ne tantomeno devolsero quella metà dello stipendio,arrivando a comprare non solo una seconda auto,ma perfino una terza.”

SimO

Simo R. Commentatore certificato 21.09.07 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Siamo ancora in una fase iniziale del nostro sviluppo, eppure siamo già temuti dai politici e da tutti i difensori dei privilegi e dell'ordine costituito.
Cercheranno di farci sfogare in modo controllabile e controllato per toglierci tutta l'energia originaria.
"Non ci avrete mai, come volete voi!"
Stiamo in guardia!

Martino Coppola_81 Commentatore certificato 20.09.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Siamo ancora in una fase iniziale del nostro sviluppo, eppure siamo già temuti dai politici e da tutti i difensori dei privilegi e dell'ordine costituito.
Cercheranno di farci sfogare in modo controllabile e controllato per toglierci tutta l'energia originaria.
"Non ci avrete mai, come volete voi!"
Stiamo in guardia!

Martino Coppola_81 Commentatore certificato 20.09.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO I POLITICI SMETTONO DI PARLARE DI POLITICA, SI DANNO ALLA.....FILOSOFIA SCOMODANDO QUELLE POVERE ANIME DI SOCRATE, CICERONE, ETC....
UN BUON CONSIGLIO AL ..."PRETE" ROSSO .....VISTO CHE ADESSO UN COMICO PARLA DI VERA POLITICA...PERCHE' NESSUNO GLI CONSIGLIA (AL PRETE...) DI FARE TIROCINIO SOTTO L'ASCELLA DEL BUON GRILLO PER IMPARARE UN PO' DI COMICITA'?????.......

cusanno gino 20.09.07 23:15| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe


sono un ragazzo d 23 anni ke lavora in svizzera nn c crederai quanto m vergogno quando con qualke svizzero si inizia a parlare d politica!!!!!!!!!!!
mi fanno prima avevate berlusconi ke era indagato ora avete prodi ke a dir la verita mmio cugino d tre anni farebbe politica meglio d lui!!!!!!!!!
l'altro giorno guardo il televideo e leggo ke il nostro pacioccone del ministro della giustizia ha consumato un bel po d soldi ke i lavoratori danno allo stato x andare a vedere il gran premio d formula uno!!!!!!!!!
E mio padre poveraccio deve andarsi a sudare la pagnotta anke se ha molti problemi fisici!!!!!!!!!
BELLA L'ITALIA!
m dispiace per nn essere stato presente alla manifestazione grazie d aver risvegliato un po d gente!!!!!!!

domenico amato Commentatore certificato 20.09.07 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Siamo ancora in una fase iniziale del nostro sviluppo, eppure siamo già temuti dai politici e da tutti i difensori dei privilegi e dell'ordine costituito.
Cercheranno di farci sfogare in modo controllabile e controllato per toglierci tutta l'energia originaria.
"Non ci avrete mai, come volete voi!"
Stiamo in guardia!

Martino Coppola_81 Commentatore certificato 20.09.07 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Siamo ancora in una fase iniziale del nostro sviluppo, eppure siamo già temuti dai politici e da tutti i difensori dei privilegi e dell'ordine costituito.
Cercheranno di farci sfogare in modo controllabile e controllato per toglierci tutta l'energia originaria.
"Non ci avrete mai, come volete voi!"
Stiamo in guardia!

Martino Coppola_81 Commentatore certificato 20.09.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento

tu=tu
lui=politico

tu dormi con le doppie finestre chiuse per non respirare l'aria della tua citta
lui forse dorme in una camera iperbarica

tu guadagni 1.200 euro il tuo/tua compagna 1.200 al mese e paghi un mutuo di 800 euro al mese
lui guadagna 10 o 20 volte di piu e compra casa pagandola il 20% del reale valore (anche se non ne avrebbe bisogno)

tu passi 1 ora e mezza in fila in mezzo al traffico la mattina e rischi di arrivare in ritardo al lavoro e rischi per questo forse di perderlo
lui sull'auto blu con lampeggiante in corsia preferenziale

tu la notte ti guardi intorno e hai paura di andare in giro
lui ha le guardie del corpo

tu paghi bollette a fornitori di servizio corrotti e ladri
lui forse non li paga.. o qualcuno per lui lo fa (forse tu)

tu cambi lavoro 10 volte nella vita
lui fa sempre quello

tu vuoi votare uno che negli ultimi 50 anni non hai mai visto
lui e' sempre lui

tu vivi in un pianeta
lui in un altro

ma che cazzo puo' fare per te uno che non vive dove vivi tu..
ma cosa ne sa.... poverino non e' colpa sua

ma cosa possono fare per te

il problema e' che non so cosa posso fare per evitare lui..

c'e' solo una gioia.. a mesi avro' una figlia..

lui morira' prima di lei.. perche' morira' (non per mano mia..), anche se lui se ne e' dimenticato morira'.. e prima di farlo scoprira' che le sue malefatte sono state inutili..
e la sedia non se la portera' dietro

buona vita a tutti voi

claudio baracani 20.09.07 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, la coerenza e l'onore di Marcello De Angelis non possono essere infangati da chicchessia. Informati meglio sulla vicenda di Terza Posizione e sulla strage di Bologna prima di dare giudizi.
Roberto

Roberto Mancini 20.09.07 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è che è cambiato in noi Italiani?Perchè se non sbaglio siamo ancora italiani.....Cos'è successo ai nostri ideali,quelli veri,quando la destra e la sinistra si picchiavano nelle piazze e a volte si amazzavano anche per difendere i propri ideali?Siamo forse vittime anche noi di questa politica che in piazza ci ammazza con i loro discorsi così lontani da questo mondo in cui viviamo?Chi ha voluto che tutto questo accadesse?In questo mondo ci vorrebbe più umiltà e occhi per vedere i vecchi ancora sorridenti per la strada nonostante tutto,impariamo da loro a guardarci negli occhi e a vivere,ciao dal paz.

matteo pazienza Commentatore in marcia al V2day 20.09.07 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è che è cambiato in noi Italiani?Perchè se non sbaglio siamo ancora italiani.....Cos'è successo ai nostri ideali,quelli veri,quando la destra e la sinistra si picchiavano nelle piazze e a volte si amazzavano anche per difendere i propri ideali?Siamo forse vittime anche noi di questa politica che in piazza ci ammazza con i loro discorsi così lontani da questo mondo in cui viviamo?Chi ha voluto che tutto questo accadesse?In questo mondo ci vorrebbe più umiltà e occhi per vedere i vecchi ancora sorridenti per la strada nonostante tutto,impariamo da loro a guardarci negli occhi e a vivere,ciao dal paz.

matteo pazienza Commentatore in marcia al V2day 20.09.07 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe capire come definiresti il presidente del senato marini.
Hai sentito ch'ha detto oggi? Che i cittadini non sono tutti intelligenti (ha usato un altro aggettivo, ma voleva dire questo!!!!!!!!!!), quindi ha dato ragione al direttore del TG2. Capito amici???????????????????
non siamo tutti intelligenti come lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
I Tuoi (qui la maiscola è d'obbligo, trattandosi di Noi) datori di lavoro ti ringraziano.

Gianni De Sanctis 20.09.07 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non ho ben capito se il premier Prodi si è offeso perchè tu hai ipotizzato che possa essere stato colpito da qualche forma di alzheimer, oppure si sono offesi i malati di questa terribile malattia per essere stati paragonati a Prodi. Bah !!!

Lazzari Giuseppe 20.09.07 21:17| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Alzheimer

Amorale ed indecente utilizzare il nome di una malattia cosi' tragica e devastante per qualificare una persona.
Nell'ottica di un uso piu' civile delle parole, Le auguro di non provare mai sulla propria pelle il significato dell'Alzheimer.

Giovanna Dainesi

Giovanna Dainesi 20.09.07 21:13| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Alzheimer

Amorale ed indecente utilizzare il nome di una malattia cosi' tragica e devastante per qualificare una persona.
Nell'ottica di un uso piu' civile delle parole, Le auguro di non provare mai sulla propria pelle il significato dell'Alzheimer.

Giovanna Dainesi

Giovanna Dainesi 20.09.07 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Cos'è che è cambiato in noi Italiani?Perchè se non sbaglio siamo ancora italiani.....Cos'è successo ai nostri ideali,quelli veri,quando la destra e la sinistra si picchiavano nelle piazze e a volte si amazzavano anche per difendere i propri ideali?Siamo forse vittime anche noi di questa politica che in piazza ci ammazza con i loro discorsi così lontani da questo mondo in cui viviamo?Chi ha voluto che tutto questo accadesse?In questo mondo ci vorrebbe più umiltà e occhi per vedere i vecchi ancora sorridenti per la strada nonostante tutto,impariamo da loro a guardarci negli occhi e a vivere,ciao dal paz.

matteo pazienza Commentatore in marcia al V2day 20.09.07 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Propongo che i candidati delle liste civiche Grillo dichiarino che, se eletti, rinunceranno all'indennità di consigliere per devorverla in beneficenza

giovanni scuticchio 20.09.07 20:55| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Car* amic**, la proposta delle liste civiche, presumo siano solo un tentativo per intimorire la casta, pressandoli ad avviare le riforme, ma quelle vere.
Di fatto, credo che l’opzione di una scesa in campo con un organismo che comunque acquisisca una identità politica, non sia nella filosofia e nell’etica delle tante migliaia di persone che hanno adottato Beppe a oracolo delle loro aspettative per una migliore società. Credo che ognuno di noi debba mantenere quell’identità che lo ha contraddistinto attraverso la propria esperienza di vita, connotandolo socialmente e culturalmente. Chi ha qualche rudimento di socio-politica, sa che un organismo, quando assurge a ente politico deve condensare le aspettative della base in relazione all’eterogeneità culturali, intesa nel senso sociologico della parola. Nell’aberrazione politica dei nostri giorni abbiamo assistito a esperienze inverosimili come la nascita di pseudo partiti politici fondati su slogans, su finti immaginari e su campagne televisive subliminali, che hanno portato al disastro non solo il nostro paese. Io credo, che il nostro compito sia quello di continuare come abbiamo fatto finora a mordere le natiche a coloro che pensano che gli Taliani siano un popolo di sempliciotti narcotizzati dai real-tv e dalle smorfie ipocrite del giornalista affiliato di turno, a diffondere le verità sugli inceneritori che ci stanno ammazzando, sulle scelte energetiche, a smascherare i politici corrotti, a proporre nuove leggi, a garantire uno stato di libera informazione, etc. Questo, credo sia il nostro compito, e per far questo bisogna essere puliti dentro. La politica, in un sistema di capitale, è connivenza, complicità, servilismo, meschinità.
Se vogliamo continuare la battaglia sui valori che sin qui abbiamo sbandierato, non saremo noi a dover scendere in campo, ma saranno loro a dover imparare a volare.

Renato B. Commentatore certificato 20.09.07 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per favore, tu che hai la possibilita' di farlo, diglielo a questi truffatori che ne abbiamo le scatole piene. so che e' l'ennesimo sfogo, ma l'italia e' stufa. e' ora di cambiare la classe politica, e' ora di mettere gente giovane che ha voglia di costruire e ha voglia di smettere di parlare inutilmente.

simone aglio Commentatore certificato 20.09.07 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Da Publio Clodio in avanti, sul palcoscenico della storia sono venuti presentandosi I CAMBIANTI, I CITTADINI INTEGERRIMI, I PERBENISTI, quando invece proprio perché la materia è la Politica, è meglio avere a che fare con chi riesce nel compromesso intelligente come un Cesare che aderire all'intransigenza formale di un Catone Uticense. Il passo avanti è giusto avvenga, dai politici malfattori a chi riesce a soddisfare le esigenze dei cittadini, che son certo si chiamano anche pulizia, ma principalmente: CASA; che siano attenti a sicurezza e polizia, ma essenzialmente a una GIUSTA ED EQUA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO. Come fa presto questa generazione di condoni, rottamazione e no-ICI a cavalcare la protesta, ma spesso non ha alcuna idea di proposta, perché la maggioranza non ha che lamentarsi della moralità pubblica, avendo già abbastanza di tutto il resto. E così affollano questo blog perché o sono come me disoccupati o non fanno niente o cmq riescono ad occuparsi delle belle lettere e delle belle parole. Questo mi preoccupa, come ho visto al V day qui a Torino: tanti giovani e tanti professionisti dei comitati, dei club.
Magari si andrà delineando un popolo maturo, ma dai commenti che leggo, molti sono proprio DI quella generazione che si è lamentata del diritto di sciopero: pensa che Biagi sia un santo e che Pinelli emulo dei piccioni della piazza, prese il volo.
Quand'ero ragazzo eravamo in 10 ad avere i capelli lunghi mentre altri 90, anche della mia età, ci trattavano come capelloni sporchi, con le parole dei genitori, con l'atteggiamento conformista tipico di quegli anni.
In seguito, quando la generazione sdoganò Beatles e Rolling-stone, tutti si dissero libertari, anticonformisti, ed io li ricordo tutti quanti. Erano quelli che a canzonissima votavano Granada e Claudio Villa, perché i Rokers o Gaber sembravano distanti, diversi.
Beppe raccogli le proposte, non ti mettere a raccogliere Uomini, ne andrebbe di questa lotta, non cambierebbe niente, solo la forma

walter m. Commentatore certificato 20.09.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Prodi ha la memoria corta, d'altronda ha 70 anni!

VADA A CASA E VADA IN PENSIONE !

Sara Bassani 20.09.07 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Da Publio Clodio in avanti, sul palcoscenico della storia sono venuti presentandosi I CAMBIANTI, I CITTADINI INTEGERRIMI, I PERBENISTI, quando invece proprio perché la materia è la Politica, è meglio avere a che fare con chi riesce nel compromesso intelligente come un Cesare che aderire all'intransigenza formale come un Catone Uticense. Il passo avanti è giusto avvenga, dai politici malfattori a chi riesce a soddisfare le esigenze dei cittadini, che son certo si chiama anche pulizia, ma principalmente: CASA; che siano attenti alla sicurezza e alla polizia, ma essenzialmente GIUSTA ED EQUA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO. Come fa presto questa generazione di condoni, rottamazione e no-ICI a cavalcare la protesta, ma spesso non ha alcuna idea di proposta, perché la maggioranza non ha che lamentarsi della moralità pubblica, avendo già abbastanza di tutto il resto.
E così affollano questo blog perché o sono come me disoccupati o non fanno niente o cmq riescono ad occuparsi delle belle lettere e delle belle parole. Questo mi preoccupa, come ho visto al V day qui a Torino: tanti giovani e tanti professionisti dei comitati, dei club.
Magari si andrà delineando un popolo maturo, ma dai commenti che leggo, molti sono proprio di quella generazione che si è lamentata del diritto di sciopero: pensa che Biagi sia un santo e che Pinelli emulo dei piccioni della piazza, prese il volo.
Quand'ero ragazzo eravamo in 10 ad avere i capelli lunghi mentre altri 90, anche della mia età, ci trattavano come capelloni sporchi, con le parole dei genitori, con l'atteggiamento conformista tipico di quegli anni.
In seguito, quando la generazione sdoganò Beatles e Rolling-stone, tutti si dissero libertari, anticonformisti, ed io li ricordo tutti quanti. Eran quelli che a canzonissima votavano Granada e C. Villa, perché i Rokers o Gaber sembravano distanti, diversi.
Beppe raccogli le proposte, nn ti mettere a raccogliere Uomini, ne andrebbe di questa lotta, nn cambierebbe niente, solo la forma.

walter m. Commentatore certificato 20.09.07 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, ho 62 anni. nHo sempre seguito i tuoi spettacoli, quando le mie finanze me lo permettevano (non sono pensionato, ma lavoro a circa 600€ al mese). Ho sempre approvato le cose che dicevi sia in ambiente, che in politica e anche ora approvo ciò che dici ma... Si! Questa volta c'è un ma, ed è un ma grande come la differenza che passa dalla dittatura alla democrazia. Intanto c'è da dire che vuoi distruggere i partiti e vuoi crearne uno tuo, quindi, secondo me, non cambierebbe le cose. Vedi, caro Grillo, i popoli hanno sempre avuto bisogno d'una guida: un solo uomo, i partiti, un capo popolo. Ora dimmi e ditemi cari ragazzi che avete seguito e aderito al V-Day, quali di queste soluzioni assicura democrazia, anche se non perfetta? Certo la politica va cambiata ed è su questo che bisogna lottare, ma non distruggendo i partiti (la guida). Hai fatto uno spettacolo e ti hanno seguito... 100000, un milione? ma quanti di "Io non sono ne di destra, ne di sinistra" "E' ora di mandarli tutti a casa" ecc. sono pronti a seguirti in piazza, perché è li, caro Grillo che si possono cambiare le cose, ma non una piazza dove tu puoi fare il tuo spettacolo, che va anche bene, ma dove la gente urla la sua voglia di cambiamento. Dove rischia per questa voglia di cambiamento. Chiedo a quei ragazzi, in quanti seguirete Grillo se dovesse chiamarvi, non per uno spettacolo, ma a lottare? "Partitocrazia"... è una parola che ho gia sentito, anzi l'ho sentita così tante volte da averne la nausea. L'ho sentita da Pannella, che ora è entrato anche lui nella logica del partito.

Valente Nicola 20.09.07 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono in Polonia, questa mattina alle 8.30 mi connetto a internet e con safari questo sito non si apriva, fino alle 9.30 ho tentato.. pensando che la democrazia era finita, mi immaginao la finanzache bloccava questo blog, e mi chiedevo come potessimo far fronte senza il blog di beppegrillo, in modo civile ed ordinato al mare di corruzione che sta affondando l'italia, poi per fortuna ho cambiato browser, con mozilla si apre, sono felice, commosso,siamo ancora uniti, in un ideale, il desiderio di lavorare per i nostri sogni e non per vederceli distrutti, da mille prepotenti pre-potenti bugiardi

Matteo Raggi Commentatore in marcia al V2day 20.09.07 10:42| 
 |
Rispondi al commento

No, utilizzare il nome di una malattia devastante solo per far ridere non mi è sembrata per nulla una buona idea. Beppe stai attento a non esagerare, potresti rovinare il lavoro fatto finora!
Ciao

Homo Sapiens Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.09.07 08:15| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUAL'E' IL PROBLEMA?

Qual è il problema? Troppa grazia? Troppo onore avere una voce che ci ha fatto aprire gli occhi una volta per tutte (come ce ne fosse ancora bisogno) sulla reale natura della politica italiana? Perché, signori miei, le vere scoperte di cui Grillo ci ha resi partecipi sono quelle tecnologiche, quelle economiche, ma non certo quelle politiche. Scrittori di bandiera o unicamente di penna hanno scritto e riscritto le trame bizantine dei palazzi romani fino a darci la nausea. Se qualcuno ne dubitasse gli direi di leggere (senza scomodare Travaglio) Biagi o il mai troppo rimpianto Montanelli. Sappiamo cosa è accaduto e accade. Il vero problema italiano è proprio questo, il poter anticipare con un certo grado di precisione cosa accadrà. E’ questo il vero trionfo del qualunquismo. Le conclusioni di chiacchiere da Bar Sport che in Italia sono vere quanto le conclusioni di un “meeting” di menti illuminate, lungimiranti e idealistiche (ormai pare una parolaccia) quel tanto che basta per mantenersi onesti: il solito, rassegnato “non cambierà mai nulla”. Il percorso dell’una e dell’altra situazione è ovviamente diverso, ma l’aritmetica ci insegna che cambiando l’ordine dei fattori... Senza contare che se una vera e positiva rivoluzione sociale mai si mettesse in moto, lo si avvertirebbe (o meglio “accetterebbe”) principalmente proprio nei bar sport. E’ vero, la cultura nasce dal basso. E dal basso è altresì avvertita e promossa. Nei circoli intellettuali si discute quasi esclusivamente la migliore composizione funebre della cultura. Si rimpiange la sua scomparsa. Le si consegnano riconoscimenti “ad memoriam”. La cultura nasce nei cessi, nei ghetti, nella sporcizia, nella mendacità, nella rabbia, nel dolore e nel comico, appunto. Anche se dovremmo fare un distinguo tra comicità e satira che negherebbe all’istante molte obiezioni mosse da tutto (e dico TUTTO

Mattia Paolinelli 20.09.07 06:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il panorama politico con la sua claque di giornalisti, televisivi e non (forse anche qui sarebbe meglio dire: giornalisti e non). A questo proposito, visto che siamo nell’era della multimedialità, invece di perdermi in sproloqui proporrei a tutti, per chiarire questa distinzione, un link: “Adenoidi”, di Luttazzi (E sempre per far capire che gli italiani sanno usare il computer molto meglio dei loro governanti: scaricatevelo da emule!). Grillo come l’Aretino dunque? Può darsi, come tutti coloro che sanno rompere le uova nel paniere ai potenti facendo diventare divertenti tutte quelle trame invece così noiose e quei sotterfugi così meschini di cui i politici vivono e dai quali le loro anime riescono così imbruttite. Ma per annullare qualsiasi dubbio forse questa domanda dovrei porla proprio a lui. E dunque chi è, cos’è lei, signor Grillo, in realtà? Anche lei un politico, sebbene in fasce? Sotto la sua polo ha già la camicia nera? In realtà quella “cesta” di capelli nasconde una testa rasata con un vaffanculo tatuato sulla nuca? O forse lei è semplicemente quello che è sempre stato e che ha sempre detto di essere? Uno che non è mai riuscito ad accettare di poter scherzare fino a lì ma non più in là. Di poter dire questo ma non quello. Uno che se veramente avesse voluto celebrità e seguito ancora maggiore avrebbe evitato di essere epurato dalla RAI. E allora è forse questo: un esiliato incazzato non per l’esilio, ma per la ragione del suo esilio, che è anche il lamento del bar sport, che è ancora il lamento di una qualunque “intellighenzia” dai Gracchi a oggi: non cambierà mai nulla. C’è chi lo dice perché lo ammette in privato, chi lo urla per schifo, chi lo respira fuori perché è stanco di sprecare altre parole. Lei perché lo dice? Come lo dice? Credo l’abbia detto un po’ in tutti questi modi, perché in fondo lei è un italiano (e un genovese) quanto me e tutti gli altri suoi sostenitori (co-pensanti e non co-automi) e in quanto tali, facili a scoraggiarci quanto a ri

Mattia Paolinelli 20.09.07 06:31| 
 |
Rispondi al commento

riesaltarci in un paese in cui, non solo per Mimì metallurgico, quelli che contano “sono tutti cugini”. E’ quindi facile scoraggiarsi. Ma come ho detto, è anche (molto più misteriosamente) facile riesaltarci.
E così noi, che lei ha fatto riappassionare alla politica (anche se apparentemente per via traversa) dopo le perplessità riguardanti le liste civiche dovremmo accorgerci che questa era l’unica scelta e via possibile: il riappropriarci della politica. Perché non cambierà mai nulla. Se la lasciamo da solo. Se CI lasciamo, se CI abbandoniamo. Se per eccesso di coscienza o di autocritica esprimiamo gli stessi dubbi su chi ha sbagliato e su chi invece deve ancora poggiar la penna sul foglio. Quello che dobbiamo capire è forse che questo non è un movimento di correzione e ricostituzione politica, ma un sentire comune che auspica una correzione e ricostituzione morale, sociale. Mentre alle donne che alle 9 di sera rientravano a casa stanche e malpagate gli si facevano sorbire i pianti di veline lasciate a mollo su un’isola. Mentre a noi uomini toccava ascoltare gli ammonimenti di politici cha salendo su un’auto blu ci annunciavano che avremmo dovuto sacrificare le nostre utilitarie. Mentre ai padri e alle madri che la povertà incattivisce e deprime si da come ricetta per essere genitori migliori il sito istituzionale per l’”educazione informatica” dei figli (indipendentemente che in casa ci sia un computer o meno). Mentre la società ci rinchiudeva nella nostra rabbia, inadeguatezza e impotenza, lei, signor Grillo, parlava senza promettere nulla, ma per sfogarsi insieme a noi. Un “coincazzato” a ricordarci cose che avevamo dimenticato o comunque stavamo dimenticando. E noi ascoltavamo. Lei parla. E noi ascoltiamo. Ora lei vuol far parlare anche altri. Io con piacere ancora maggiore continuerò ad ascoltare. E come vede, a parlare insieme a lei. Insieme a loro. Perché se la prima volta sono andato a vedere lo “show di Grillo”, adesso

Mattia Paolinelli 20.09.07 06:25| 
 |
Rispondi al commento

andrò a vedere lo show di migliaia di italiani che la pensano come me, che ormai ignorano la televisione come mezzo d’informazione (se si può dir così) perché l’informazione se la vanno a cercare il più vicino possibile al suo luogo di nascita, mantenendo sempre e comunque lo spazio per un dubbio. E questo non perché plagiati da lei, signor Grillo, ma tutt’al più da noi stessi. Dal riconoscere che dietro le finestre dei condomini, i portoni delle case e i loro antifurti ci sono persone che non sono estranei. Sembra poco, ma è una rivoluzione. E l’abbiamo fatto senza sentir sbandierare le parole “verità” o “libertà”. Forse perché uguaglianza e fraternità sono le uniche leggi che ci impediscono di essere liberi. Di avere paura.

Mattia Paolinelli, 25 anni, studente


Mattia Paolinelli 20.09.07 06:18| 
 |
Rispondi al commento

Parole sante Beppe! Ancora questi non hanno capito che la gente è veramente arci stufa di questo teatrino e che grazie a te sta iniziando a sveglarsi! Continuano a paragonare il "fenomeno Grillo" con i girotondini e cose del genere, ma nessuno dei precedenti a fatto tanto scalpore e sucitato una tale reazione come il movimento a cui hai dato vita tu, ora tutti dicono che la politica e i politici debbono dare risposte alle istanze degli elettori delusi, se ne accogono solo ORA???!!! Ci voleva un Vday per fargliene accorgere???!!! E ancora credono che possono rimettersi in sella e ci tentano e ci tenteranno in tutti i modi, ma spero che stavolta la gente non si fermi e scenda veramente in campo a cercare di cambiare le cose direttamente, senza più delegare a questo o quel rappresentante di questo sistema marcio, o incapace, di far veramente qualcosa di buono per la società italiana! Assumiamoci le nostre responsabilità! Auto gestiamoci anche politicamente! Non facciamoci più gestire da chi guarda ai propri interessi personali e di bottega!

Alessandro Gonciaruk 20.09.07 02:56| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Grillo,
sono assolutamente d'accordo con la mozione e spero che "vada in porto" al più presto possibile.
Però vorrei parlarle di una cosa importante, che sta proprio sotto gli occhi di tutti.
L'Italia è un Paese DEMOCRATICO, ovvero i cittadini decidono chi ci rappresenta. Ma se chi ci rappresenta (qui parlo delle ultime due legislazioni) decide delle manovre di politica interna, giustizia, economia, lavoro che scontenta il 90 per cento della popolazione, il discorso cambia....l'Italia non è più un Paese democratico, ma OLIGARCHICO, cioè potere di poche persone (alias Parlamento e Senato). Si deve uscire da questa situazione. Anche perchè mi sono stufato di sentire in campagna elettorale (sia a Destra sia a Sinistra) che si abbassano le tasse, che si creano posti di lavoro, e si risolvono solo in utopia.
Vorrei anche esprimere una mia opinione sul comportamento di noi elettori.
Non voglio fare una critica, sia chiaro, ma far presente che in Italia, o nella zona di Latina dove vivo, ci sono queste situazioni.
Ogni giorno sento persone che si lamentano delle cose che accadono quotidianamente, dalla politica all'economia e al lavoro, e basta. Si lamentano. E aspettano che UNO alzi un po la voce per far sentire il disagio che sentiamo. C'è poi UNO che parla e fa "muovere un po le acque"(come il suo caso dell'08/09). Penso che c'è ancora un seppur minimo d'ombra di epoca anni '40, quando UNO comandava l'Italia. Non voglio entrare nel discorso di fascismo e comunismo, che per me sono epoche concluse, ma creare un'altra epoca. Se l'Italia E' DEMOCRATICA, e SE NOI LA VOGLIAMO DEMOCRATICA, facciamoci sentire; al popolo italiano manca unità popolare, a differenza della Francia che ha messo sottosopra Parigi solo all'idea dell'ex Ministro del lavoro (legislatura di Chirac) che ha detto di effettuare un mercato del lavoro strutturato come in Italia. Siamo noi il popolo ed il potere è nostro, non chi siede in Parlamento.
Facciamoci sentire.
Saluti
T.G.

Giancarlo Todaro 20.09.07 01:31| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Grillo,
sono assolutamente d'accordo con la mozione e spero che "vada in porto" al più presto possibile.
Però vorrei parlarle di una cosa importante, che sta proprio sotto gli occhi di tutti.
L'Italia è un Paese DEMOCRATICO, ovvero i cittadini decidono chi ci rappresenta. Ma se chi ci rappresenta (qui parlo delle ultime due legislazioni) decide delle manovre di politica interna, giustizia, economia, lavoro che scontenta il 90 per cento della popolazione, il discorso cambia....l'Italia non è più un Paese democratico, ma OLIGARCHICO, cioè potere di poche persone (alias Parlamento e Senato). Si deve uscire da questa situazione. Anche perchè mi sono stufato di sentire in campagna elettorale (sia a Destra sia a Sinistra) che si abbassano le tasse, che si creano posti di lavoro, e si risolvono solo in utopia.
Vorrei anche esprimere una mia opinione sul comportamento di noi elettori.
Non voglio fare una critica, sia chiaro, ma far presente che in Italia, o nella zona di Latina dove vivo, ci sono queste situazioni.
Ogni giorno sento persone che si lamentano delle cose che accadono quotidianamente, dalla politica all'economia e al lavoro, e basta. Si lamentano. E aspettano che UNO alzi un po la voce per far sentire il disagio che sentiamo. C'è poi UNO che parla e fa "muovere un po le acque"(come il suo caso dell'08/09). Penso che c'è ancora un seppur minimo d'ombra di epoca anni '40, quando UNO comandava l'Italia. Non voglio entrare nel discorso di fascismo e comunismo, che per me sono epoche concluse, ma creare un'altra epoca. Se l'Italia E' DEMOCRATICA, e SE NOI LA VOGLIAMO DEMOCRATICA, facciamoci sentire; al popolo italiano manca unità popolare, a differenza della Francia che ha messo sottosopra Parigi solo all'idea dell'ex Ministro del lavoro (legislatura di Chirac) che ha detto di effettuare un mercato del lavoro strutturato come in Italia. Siamo noi il popolo ed il potere è nostro, non chi siede in Parlamento.
Facciamoci sentire.
Saluti
T.G.

Giancarlo Todaro 20.09.07 01:31| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Grillo,
sono assolutamente d'accordo con la mozione e spero che "vada in porto" al più presto possibile.
Però vorrei parlarle di una cosa importante, che sta proprio sotto gli occhi di tutti.
L'Italia è un Paese DEMOCRATICO, ovvero i cittadini decidono chi ci rappresenta. Ma se chi ci rappresenta (qui parlo delle ultime due legislazioni) decide delle manovre di politica interna, giustizia, economia, lavoro che scontenta il 90 per cento della popolazione, il discorso cambia....l'Italia non è più un Paese democratico, ma OLIGARCHICO, cioè potere di poche persone (alias Parlamento e Senato). Si deve uscire da questa situazione. Anche perchè mi sono stufato di sentire in campagna elettorale (sia a Destra sia a Sinistra) che si abbassano le tasse, che si creano posti di lavoro, e si risolvono solo in utopia.
Vorrei anche esprimere una mia opinione sul comportamento di noi elettori.
Non voglio fare una critica, sia chiaro, ma far presente che in Italia, o nella zona di Latina dove vivo, ci sono queste situazioni.
Ogni giorno sento persone che si lamentano delle cose che accadono quotidianamente, dalla politica all'economia e al lavoro, e basta. Si lamentano. E aspettano che UNO alzi un po la voce per far sentire il disagio che sentiamo. C'è poi UNO che parla e fa "muovere un po le acque"(come il suo caso dell'08/09). Penso che c'è ancora un seppur minimo d'ombra di epoca anni '40, quando UNO comandava l'Italia. Non voglio entrare nel discorso di fascismo e comunismo, che per me sono epoche concluse, ma creare un'altra epoca. Se l'Italia E' DEMOCRATICA, e SE NOI LA VOGLIAMO DEMOCRATICA, facciamoci sentire; al popolo italiano manca unità popolare, a differenza della Francia che ha messo sottosopra Parigi solo all'idea dell'ex Ministro del lavoro (legislatura di Chirac) che ha detto di effettuare un mercato del lavoro strutturato come in Italia. Siamo noi il popolo ed il potere è nostro, non chi siede in Parlamento.
Facciamoci sentire.
Saluti
T.G.

Giancarlo Todaro 20.09.07 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Sto seguendo MATRIX...ma si può!?!?

Si osserva e si analizza più il contenuto verbale che la sostanza del messaggio;e la cosa triste,che nelle interviste tra i cittadini,vi sono ragazzi che minimizzano e si sentono lontani da questo lontano urlo d'aiuto

...GRAZIE!!,questo grazie è per VOI!!

COGLIONI!!!!...analizzatevi questa di parola!!

P.s
E come sempre la discussione politica si sposta verso altri argomenti...gli viene spontaneo dimenticare il punto di partenza...bhà!!

E LA FINE!!!!!!!!!!!!!!!!

Francesco Romeo 20.09.07 01:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
se mi era rimasta una sia pur minima speranza sul fatto che il modo politico potesse in qualche modo riscattarsi, ieri a Ballarò ho perso anche quella. La pantomima pietosa messa in atto dai nostri politici di destra e di sinistra spalleggiati, in senso anche fisico, da un pubblico che applaudiva a comando, è stato un insulto all'intelligenza di chi guardava. Per non parlare del direttore di un giornale che con faccia compresa nel proprio ruolo e con una espressione di estrema sofferenza, cercava di convincerci che se si è scoperto che i politici hanno tutti le mani sporche di marmellata è solo perchè in questo momento l'economia va male e, quindi, siccome le condizioni di vita sono peggiorate, chi sta peggio guarda criticamente chi sta meglio. Lo stesso direttore ha anche detto che tutto sommato, anche Togliatti e De Gasperi guadagnavano più di un operaio ma che mai nessuno si è offeso per questo. Del resto i politici professionisti danno più garanzie perchè si impegnano veramente e non devono suddividere il loro tempo con qualcosa che, come il lavoro, potrebbe distoglierli dai veri problemi!
PER FAVORE QUALCUNO MI DICA CHE STAVO SOGNANDO. Che non è possibile che una persona (Letta) che come minimo guadagna Euro 13.500,00 abbia potuto dire con fare trionfante che al pensionato che prende oggi Euro 450,00 mensili verrà dato prima di natale un assegno di Euro 300,00 e che da Gennaio avrà un aumento del 10% della pensione. Che non è vero che un governo di sinistra ha deciso di detassare le ore straordinarie così finalmente l'operaio potrà guadagnare di più alla luce del sole ed evitare di vedersi pagare in nero. Ditemi che è impossibile che in una nazione con sempre meno nascite, uno dei successi del Ministro Bersani, è quello di aver fatto riparmiare un euro ogni tre giorni a chi usa i pannolini!
Alla fine della trasmissione la domanda "i politici sono una casta?" non ha avuto risposta da nessuno dei presenti
La risposta ovviamente è Si.
Ciao Tina

tina romanò 20.09.07 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Mi rendo conto che sarà un pò come bestemmiare in chiesa, ma il fatto è che nutro stima per Prodi.
Ora, giudicare i politici è difficile (a meno di situazioni eclatanti, e purtroppo ce ne sono molte) perché fare politica è molto complesso: ci sono miriadi di punti di vista diversi di cui tenere conto, miriadi di sfaccettature per ogni scelta che coinvolge persone molto diverse tra loro.
Io apprezzo che Prodi vada in televisione a dire una cosa che tutti sanno in fondo, e cioè che l'italia ha i politici che si merita, perché è un problema culturale prima che politico: lo sappiamo tutti che siamo un paese di furbi e di nepotisti. E lo accetto detto da lui perché mi pare che si elevi da questa bassezza italiana, che altri politici rappresentano egregiamente.
Credo che il primo atto politico ce l'abbia indicato Gandhi: "Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo"

Simone C. 20.09.07 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Usare le armi??
Perchè?
Basta e avanza un blog!
Con un colpo (di testo) ammazzi una civiltà (di politici)!!!

Continua Beppe.

Marco

Marco Tunesi Commentatore certificato 20.09.07 00:36| 
 |
Rispondi al commento

MI UNISCO A BEPPE FINO ALLA MORTE!!!!!!!!!
RIPULIAMO QUESTO PAESE!!!! FORZA BEPPE CHE SEI LA NOSTRA VOCE!!!!!!!!!!!!!!!

Calogero Sallì 20.09.07 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Propongo come tema di discussione, per le prossime liste civiche di Firenze "LA TRAMVIA". A tale scopo ho scritto al Sindaco di Firenze la seguente lettera:

Egr. Sig. Sindaco
Domenica 16 u.s. ho ascoltato un suo commento sulla tramvia al TGR. Lei si lamentava di mancanza di proposte alternative alla tramvia rivolgendosi a tutti quelli che sabato sera con una fiaccolata si sono dimostrati contrari.
La proposta è semplicissima e gli è stata indicata tantissime volte:
La BUSVIA PROTETTA al posto della TRAMVIA.
Che cosa intendo per busvia protetta: un percorso protetto da cordoli e dove al suo ingresso, nei posti strategici, è posto un semplice telepass, come sull'autostrada. Lei sa che è già stato realizzato, no nella tecnologica Germania, ma a Madonna di Campiglio, dove quando passa l'autubus si sposta una fioriera, alle Cinque Terre dove si abbassa un piolo, ecc.
Le riassumo i vantaggi della BUSVIA PROTETTA:
-E' estremamente economica ( i risparmi potrebbero essere impiegati per aumentare i parcheggi dei residenti e acquistare aree da dedicare al verde.
-Può trasportare lo stesso numero di persone
-E' immediatamente realizzabile senza creare eccessivi disagi ai residenti.
-E' facilmente adattabile ai bisogni del traffico nel caso che un percorso non serva più.
-E' ecologica perchè il propulsore del bus può da subito essere a metano, ma può benissimo essere adattato alle nuove energie (idrogeno elettrico ecc)
Sicuramente a questa lettera non avrò mai risposta, ma sinceramente mi piacerebbe sapere se non da Lei, da un tecnico i motivi che L'hanno portata a non adottare questa scelta.
Aldo Baroncini

Aldo Baroncini Commentatore in marcia al V2day 19.09.07 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Italia....questo termine veramente difficile da capire...
Io penso che la Politica italiana negli ultimi 50 anni sia peggiorata del 10000000%...e nn sto dicendo balle (tutta la popolazione si sta accorgendo che è impossibile viverci).
Secondo me le cose da cambiare sono assai infinite...
ma se ci pensiamo ne tribunali c'è scritto: LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI...ma è cosi veramente???certo che NO!!!
Penso che Il V-DAY sia stato veramente fondamentale però dobbiamo pensare che questo è solamente l'inizio e non la fine di una protesta che ha raccolto la bellezza di (300k di firme) e se ci pensate questo è grave e i politici ovviamente iniziano ad avere paura dei CITTADINI..altro termine assai complesso da capire...
Penso che per migliorare l'Italia dobbiamo a mio avviso fare molti referendum ad esempio un referendum che è importantissimo per i giovani può riguardare il LAVORO PRECARIO..(nel mio caso) un altro può essere le Tasse ormai che sono diventate una cosa insostenibile da parte di tutti i cittadini...
IO CON MIO ZIO VOLEVO APRIRE UN NEGOZIO MA VISTE LE TASSE è IMPOSSIBILE...FACENDO 2 CALCOLI ABBIAMO NOTATO CHE DA GENNAIO A LUGLIO SI LAVORA PER LO STATO E DA LUGLIO A DICEMBRE PER NOI....ma sarà possibile che per 7 mesi io debba lavorare per lo stato che ogni giorno che passa mi da meno servizi e mi aumenta le tasse???
Poi se ci pensiamo noi abbiamo secondo la legge la libertà di Parola e di pensiero...
Ma adesso mi chiedo...DI PAROLA???ma siamo sicuri???il povero Beppe perchè dice sempre la sua ha sacco di querele solo perchè non ha paura e va a "COMBATTERE" contro i grandi (Politici,grandi industriali ecc..)ma secondo voi tutto questo è possibile???possiamo vivere in un mondo del genere???COME dice Beppe è ora di farci sentire!!!!
W Il V-DAY!!!!

Mattia Sabba Commentatore certificato 19.09.07 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Non vivo in Italia da anni e della politica italiana meno sento e meglio è. Per quanto possa essere giusto voler cambiare le cose in Italia (ci credo poco ma di solito rispetto chi ci prova), sono esterefatta a sentire che anche il dissenso in Italia usa tattiche infantili e da baraccone e si mette sullo stesso piano delle barzellette di cattivo gusto di Berlusconi sui malati di AIDS (ebbene si, queste notizie fanno il giro del mondo). Che Prodi sia incapace come politico o che non si ricordi niente può essere descritto in mille modi senza dover banalizzare e ridicolizzare una malattia per giunta con un numero sempre in crescita di vittime, con pochissimo supporto e come tante malattie simili circondata da ignoranza e pregiudizio. Ciò è un grosso sbaglio, non solo nei confronti di tutti coloro che in diversi ruoli vivono giornalmente con questa malattia, che si meriterebbero delle scuse, ma è anche il modo ideale per dare ammunizioni a chi le cose in Italia non vuole cambiarle.

Laura S 19.09.07 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

non ho visto la trasmissione Porta a Porta di ieri e onestamente non me ne rammarico. Vedere il nostro Presidente del Consiglio non è mai un bello spettacolo. Tuttavia mi chiedevo come mai non ci fossi anche tu a replicare alle sue discutibili affermazioni. Pensi che non abbiano ancora digerito lo spettacolo del 1994 o Prodi ha paura che venisse rivangata la vicenda IRI (oggi IMI) negli anni della sua presidenza?

Alberto Todeschini Commentatore certificato 19.09.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/politica/grillo-v-day-lista/altro-post/altro-post.html

Ma guardate i furbini/lecchini che attaccano l'umorismo nero senza spiegarne le ragioni di fondo. Senza spiegare che forse Prodi ce l'ha davvero se non si ricorda più un c...o. La mamma dei finti giornalisti è sempre incinta. Se parla a sproposito di qualunquismo dopo aver ricevuto proposte scritte e centinaia di migliaia di firme su cose precise.
Ma dai bisogna capirlo, ma di cosa mangia questo se va in porto la proposta delle due legislature?
Lui e la maggior parte degli altri. Già vedo Mastella all'isola dei Famosi!

Chris Inthemorning 19.09.07 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Cosi mi piacerebbe cominciare una lettera ammesso che il destinatario la leggesse sul serio o fosse disposto a rispondere in prima persona....
http://notizianascosta.splinder.com/post/13911028/Caro+Grillo

Mario Aprea Commentatore certificato 19.09.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Qui ...con quella frase Prodi sta cercando di coinvolgere tutti i cittadini nelle " Carognate dei politici"?'Come??Come??'" Tutti gli italiani non sono migliori dei politici?''Che significa?''Che se ci sono politici LADRI allora questo è perchè tutti gli italiani sono LADRI e pertanto tutto quadra??Ma...stiamo scherzando??Siamo noi i DERUBATI come facciamo ad essere uguali ai ladri??In ogni modo, i Signori del Palazzo non vogliono capire cosa sta succedendo??Semplice...gli schiavi si stanno ribellando, in quanto hanno completamente dimenticato che i loro datori di lavoro siamo NOI!!!E' inutile che affannosamente D' Alema dichiari che non si possono distruggere i partiti perchè le alternative a questi sarebbero tragiche , QUI NESSUNO HA LA PRETESA DI DISTRUGGERE I PARTITI MA SOLO DI " CAMBIARE " I LORO RAPPRESENTANTI!!!Francamente...mi chiedo se esista ancora della stoffa sul fondo dei loro pantaloni...le poltrone dovrebbero averla distrutta!!

Vincenzo De Fraia 19.09.07 17:16| 
 |
Rispondi al commento

prova

nevia togni Commentatore in marcia al V2day 19.09.07 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Cosi mi piacerebbe cominciare una lettera ammesso che il destinatario la leggesse sul serio o fosse disposto a rispondere in prima persona....
http://notizianascosta.splinder.com/post/13911028/Caro+Grillo

Mario Aprea 19.09.07 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
Cosi mi piacerebbe cominciare una lettera ammesso che il destinatario la leggesse sul serio o fosse disposto a rispondere in prima persona....
http://notizianascosta.splinder.com/post/13911028/Caro+Grillo

Mario Aprea 19.09.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Bene ora diciamola tutta, sono almeno 30 anni che diciamo che questi politici non ci rappresentano e sono in malafede. Poi si sveglia una generazione che per anni ha votato FanfaniAndreottiBossi, Mastella, Fini, Zanone, De Mita, Gasparri
, Castelli e Calderoli, quello del maiale e della bandiera bruciata, amico del Filo Sòfo Buttiglione, amico di Previti (se lo conosci lo eviti) e ZanicchiGardini e giù tutti a dire che i politici sono pessimi. A me pare sia in questa infornata i peggiori. D'altronde in Italia da 50 anni i poveri votano i loro aguzzini; ci voleva il Berluscao Meravigliao a conferma. Ma lui abusa della parola libertà che nella storia è parola di sinistra (nel senso che diamo alla sinistra che è "rivoluzionaria" dello status-quo) e la rinfresca col carciofòn. E via tutti quelli che per anni votando topoLa RussaTremonti non hanno mai letto qualcosa di meglio del Giornale, che pure il suo fondatore aveva tentato di togliere dalle mani di quella destra cialtrona che è andata erigendosi. Certamente spesso la sinistra di governo tradisce gli ideali e le lotte del suo elettorato, ma accomunarli ai parolai di Arcore & dintorni davvero ci vuol coraggio, anzi no, è sufficiente questo "popolo" italiano che spesso è italiota e che si accontenta di arrivare verso i 50 anni a far protesta, perché a 20 eran presi dalla CarràCuccarinisuorPaola e ridevano incazzati per la mancanza dei 36 canali televisivi, esempio di libertA. Son quelli che han creduto veramente che i comunisti mangiano i bambini, che Mussolini grande statista e che i treni è bene arrivino in orario. Mai letto di Pintor o: se questo è un uomo di Primo, naaa loro Texwiller e stop, specchio & borghese e ora s'indignano. Se capissero della politica, le proposte di cambiamento sarebbero arrivate prima che al V-day, ai giornali e alle assemblee di fabbrica o di sezione. Ma temo che questa maggioranza di protestari, più che al club calcistico o al comitato del gambero non abbiamo mai partecipato. da paura

walter m. Commentatore certificato 19.09.07 17:00| 
 |
Rispondi al commento

premmessa:parlo per me e generalizzando anche per avere una opinione in + per poter continuare a riflettere.
L'italia per quel che la conosco non ha nè la cultura,nè l'esperienza,nè le capacità di conseguenza,per sostenere un vuoto come l'azzeramento dei vantaggi nel fare il politico.siamo realisti.ho letto commenti fuori dal mondo.se rivoluzionassimo tutto da domani dico che con la cultura e il modus operandi dell'italiano medio si finirebbe a gambe all'aria.dico che manca la coscienza del motivo per cui la situazione politica è oggi così.che serve smontare con forza le caricature che la comunicazione televisiva ha già cominciato a creare di chi è andato al vaffaday. Non esistono i grillini ma esiste la coscienza.Grillo rappresenta l'intelligenza critica,quella senza bandiere.Quindi non mettiamo bandiere.Non facciamo il popolo del divano in pelle perfavore.La rivoluzione deve essere culturale e non del pescivendolo.perchè non facciamo un elenco delle qualità essenziali per poter discutere di situazioni politiche?faccio una domanda: quanti di voi si sono risposti al motivo per cui un uomo come andreotti non è stato allontanato dalla politica nonostante quello che si è detto di lui?se vogliamo che discorsi da pescivendolo escano dai palazzi della politica dobbiamo toglierli in primis dalla nostra vita quotidiana.viaggiamo e osserviamo l'europa.la nostra cultura è indietro.il governo è lo specchio della cultura che viaggia nel paese che governa.facciamo un prontuario degli atteggiamenti da italian style e studiamoli.albertone ci fece dei film.banfi.villaggio.i loro film fanno ridere.ma ci siamo mai chiesti se volessero davvero SOLO far ridere?se penso a villaggio per esempio no.eppure era la foto di quel tempo e ci ridiamo.ricominciamo da lì.dal boom economico.studiamo gli anni 80.ho 33 anni e sono precario.dovrei cercare di "farmi furbo" x campare meglio ma non credo nel furbismo xchè non mi fa vivere bene.quindi?sono un "perdente"?partiamo dalla coscienza.chi siamo?

fabio zanforlin 19.09.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Italia....questo termine veramente difficile da capire...
Io penso che la Politica italiana negli ultimi 50 anni sia peggiorata del 10000000%...e nn sto dicendo balle (tutta la popolazione si sta accorgendo che è impossibile viverci).
Secondo me le cose da cambiare sono assai infinite...
ma se ci pensiamo ne tribunali c'è scritto: LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI...ma è cosi veramente???certo che NO!!!
Penso che Il V-DAY sia stato veramente fondamentale però dobbiamo pensare che questo è solamente l'inizio e non la fine di una protesta che ha raccolto la bellezza di (300k di firme) e se ci pensate questo è grave e i politici ovviamente iniziano ad avere paura dei CITTADINI..altro termine assai complesso da capire...
Penso che per migliorare l'Italia dobbiamo a mio avviso fare molti referendum ad esempio un referendum che è importantissimo per i giovani può riguardare il LAVORO PRECARIO..(nel mio caso) un altro può essere le Tasse ormai che sono diventate una cosa insostenibile da parte di tutti i cittadini...
IO CON MIO ZIO VOLEVO APRIRE UN NEGOZIO MA VISTE LE TASSE è IMPOSSIBILE...FACENDO 2 CALCOLI ABBIAMO NOTATO CHE DA GENNAIO A LUGLIO SI LAVORA PER LO STATO E DA LUGLIO A DICEMBRE PER NOI....ma sarà possibile che per 7 mesi io debba lavorare per lo stato che ogni giorno che passa mi da meno servizi e mi aumenta le tasse???
Poi se ci pensiamo noi abbiamo secondo la legge la libertà di Parola e di pensiero...
Ma adesso mi chiedo...DI PAROLA???ma siamo sicuri???il povero Beppe perchè dice sempre la sua ha sacco di querele solo perchè non ha paura e va a "COMBATTERE" contro i grandi (Politici,grandi industriali ecc..)ma secondo voi tutto questo è possibile???possiamo vivere in un mondo del genere???COME dice Beppe è ora di farci sentire!!!!
W Il V-DAY!!!!

Mattia Sabba Commentatore certificato 19.09.07 16:53| 
 |
Rispondi al commento

ECCO I CONTRIBUTI STATALI AI GIORNALI

Moderatamente.com http://www.moderatamente.com/articolo.asp?val=1) apre una finestra sulle caste. L'articolo parla dei contributi che lo Stato ha concesso ai giornali più importanti e non del nostro Paese per l’acquisto della carta, pubblicando l'elenco di quanti ne hanno beneficiato. Nel 2004 sono state 624 le domande per accede a questi contributi, ma 397 le imprese ammesse per un importo complessivo di euro 84.872.506,74.
Ci sono poi altre forme di agevolazioni, sempre destinate a quotidiani e periodici, che riguardano le tariffe telefoniche, con l'abbattimento del 50% di quelle ordinarie, le tariffe elettriche e soprattutto tariffe agevolate per la spedizione in abbonamento postale. Per capirci, il francobollo per mandarci a casa il giornale. In questo ultimo caso la cifra è cospicua: il rimborso complessivo richiesto dalle Poste Italiane allo Stato, per le riduzioni del costo di quel francobollo è di 280.805.080,54 Euro per il 2004, a 303.159.739,11 per l'anno 2005 e a 307.788.562,71 Euro per l'anno 2006.

Francesco S. Commentatore certificato 19.09.07 16:48| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE!...STAI SMUOVENDO PARECCHIA MERDA E LA PUZZA COMINCIA A SENTIRSI!...E + CHE ALTRO E' LA LORO CHE ADESSO FANNO LA CORSA AL BUONISMO PIU' BECERO, IO SONO D'ACCORDO CON LE LISTE MA SAREI + CONTENTO CHE TU TI PRESENTASSI ALLA FACCIA DI TUTTI PER DIMOSTRARE CHE ANCORA QUALCHE PERSONA CI CREDE!

E OLTRE ALLE LISTE SI APRISSERO DEI CIROCOLI NON POLITICIZZATI DOVE DAVVERO SI POTREBBE LAVORARE E DIBBATTERE SUL SOCIALE?

CIAO MASSIMO

massimo de cesaris Commentatore certificato 19.09.07 16:47| 
 |
Rispondi al commento

premmessa:parlo per me e generalizzando anche per avere una opinione in + per poter continuare a riflettere.
L'italia per quel che la conosco non ha nè la cultura,nè l'esperienza,nè le capacità di conseguenza,per sostenere un vuoto come l'azzeramento dei vantaggi nel fare il politico.siamo realisti.ho letto commenti fuori dal mondo.se rivoluzionassimo tutto da domani dico che con la cultura e il modus operandi dell'italiano medio si finirebbe a gambe all'aria.dico che manca la coscienza del motivo per cui la situazione politica è oggi così.che serve smontare con forza le caricature che la comunicazione televisiva ha già cominciato a creare di chi è andato al vaffaday. Non esistono i grillini ma esiste la coscienza.Grillo rappresenta l'intelligenza critica,quella senza bandiere.Quindi non mettiamo bandiere.Non facciamo il popolo del divano in pelle perfavore.La rivoluzione deve essere culturale e non del pescivendolo.perchè non facciamo un elenco delle qualità essenziali per poter discutere di situazioni politiche?faccio una domanda: quanti di voi si sono risposti al motivo per cui un uomo come andreotti non è stato allontanato dalla politica nonostante quello che si è detto di lui?se vogliamo che discorsi da pescivendolo escano dai palazzi della politica dobbiamo toglierli in primis dalla nostra vita quotidiana.viaggiamo e osserviamo l'europa.la nostra cultura è indietro.il governo è lo specchio della cultura che viaggia nel paese che governa.facciamo un prontuario degli atteggiamenti da italian style e studiamoli.albertone ci fece dei film.banfi.villaggio.i loro film fanno ridere.ma ci siamo mai chiesti se volessero davvero SOLO far ridere?se penso a villaggio per esempio no.eppure era la foto di quel tempo e ci ridiamo.ricominciamo da lì.dal boom economico.studiamo gli anni 80.ho 33 anni e sono precario.dovrei cercare di "farmi furbo" x campare meglio ma non credo nel furbismo xchè non mi fa vivere bene.quindi?sono un "perdente"?partiamo dalla coscienza.chi siamo?

fabio zanforlin 19.09.07 16:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/682.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Le proposte dei cittadini:

» In guanti di velluto col bollino ? da TomasBLOG : Il contraddittorio
La rivoluzione dei cachi ? sbarcata in Italia ed ? ormai inarrestabile. La rivoluzione in guanti di velluto che ha gi? mietuto vittime ad est, in Serbia, Georgia, Ucraina e?Kirghizstan e qualcuno?vorrebbe facesse proseliti anche in Russia alle prossime... [Leggi]

18.09.07 18:25

» ...adesso è colpa nostra!!! da HSimpsonfromSpringfield
...adesso è colpa nostra!!! [Leggi]

18.09.07 19:12

» Ma davvero il popolo del V-Day non è propositivo? da il blog dei giovani lssl
...sembrerebbe proprio il contrario. Nel 2006 il network di persone intorno a Beppe Grillo portarono al Premier Romano Prodi un fascicolo con richieste di azioni concrete su energia, sanità e economia. Il contenuto del fascicolo può essere discuti... [Leggi]

18.09.07 19:18

» Piazza Farnese, Roma, 6 ottobre 2007, ore 15:00 da Democrazia o no?
Per un nuovo tentativo di vera democrazia [Leggi]

18.09.07 19:52

» RIDICOLANDIA... da PERLINECOLORATE
A RIDICOLANDIA ORMAI SIAMO ALLA FRUTTA. HO LETTO POCO FA L'ULTIMO POST DI BEPPE E IN CONTEMPORANEA ASCOLTAVO IL TG5. ECCO LE NEWS: DON BEPPE HA SCATENATO UNA REAZIONE A CATENA: UNA RIDICOLAGGINE TIRA L'ALTRA.DA DOVE COMINCIO? MA NON CREDO ABBIA IMPORTA... [Leggi]

18.09.07 21:38

» Il popolo del blog si divide sull'idea delle liste civiche? da La Mia Notizia - Citizen Journalism in Italy
«In questo modo ci comportiamo come quelli che critichiamo»Ma c'è anche chi dice: «Prendiamoci le nostre responsabilit... [Leggi]

18.09.07 21:43

» Prodi/Mastella/Bertinotti Vs. Beppe Grillo da IL PARERE di G.Tonetti
Le polemiche scaturite dal Vaffanculo Day continuano ad aumentare. L'ultima in ordine di tempo proviene dall'attuale Presidente del Consiglio Romano Prodi. Ieri infatti era ospite alla "Camera televisiva", cioè Porta a Porta, e la puntata non poteva ... [Leggi]

18.09.07 22:09

» Un comico incompreso da C'E' CHI DICE NO! politica, energia, viaggi, tecnologia, musica...
Sembra che nessun politico abbia compreso che la frase di Grillo su Alzheimer-Prodi fosse una battuta, usata peraltro anche negli spettacoli di alcuni anni fa. Prodi ti ricordi delle proposte politiche consegnate da Grillo nelle tue mani 1 anno fa? Ora... [Leggi]

19.09.07 10:01

» Valium-Prodi da Fabio Romagnoli
Ieri sera a "Porta a Porta", il presidente del Consiglio, ha detto una cosa qualunquista: ?I cittadini non sono migliori dei politici?. Mi ha offeso,  ci ha offeso, cari italiani, ci ha fatto passare per dei ladri come loro, noi che paghiamo le tasse r... [Leggi]

20.09.07 19:00

» Lo Scandalo della Informazione Italiana da Divario Digitale
E ci risiamo!! Un ennesimo esempio del livello del giornalismo italiano e di come i mezzi di comunicazione vengano usati. Sul Blog di Beppe Grillo è apparso un articolo, in cui il comico genovese pubblicava un appello di Sonia Alfano e Salvatore Bors... [Leggi]

29.09.07 18:32