Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tfr: chi si muove è perduto


V_day_Firenze.jpg

Investire in azioni e obbligazioni la propria liquidazione non è stata una buona idea. Per fortuna il 60% dei lavoratori del settore privato non ha ascoltato le sirene della previdenza integrativa e ha fatto bene.
Beppe Scienza ci spiega perchè.

"Caro Beppe,
è bello sapere di aver dato buoni consigli. Oltretutto così non ti possono accusare di limitarti alle denunce, senza proporre mai nulla di concreto. I recenti crolli di azioni e obbligazioni dimostrano quanto sia stato opportuno il consiglio di tenersi il TFR (www.beppegrillo.it/il_tfr_mormorò).
In effetti il “referendum” per l’abrogazione del TFR non è passato: più del 60% dei lavoratori del settore privato ha preferito non rinunciarvi. Giornali e televisione li invitavano a dare ascolto ai politici e agli economisti amici della previdenza integrativa. Invece gli italiani, birichini!, in larga maggioranza hanno disubbidito a Cesare Damiano, ministro del lavoro ed ex-dirigente di fondo pensione, al bocconiano Tito Boeri, a Giuliano Cazzola o a Marcello Messori, passato dalla Fondazione Di Vittorio ad Assogestioni, l’associazione padronale dei risparmio gestito (certi intellettuali sono proprio campioni di trasformismo).
Hanno preferito dare retta a Beppe Grillo e ai pochi altri che gli consigliavano di tenersi il TFR, come il sottoscritto nel libro “La pensione tradita” (www.fazieditore.it) o Giuseppe Altamore su “Famiglia Cristiana” (www.sanpaolo.org). O più semplicemente hanno dato retta al proprio buon senso. Così ora possono starsene in panciolle, guardando con distacco le turbolenze sui mercati finanziari.
I lavoratori italiani passati ai fondi pensione sono invece giustamente preoccupati. Da fine giugno la Borsa americana è scesa quasi del 2%, quelle europee del 3,5% e l’italiana addirittura del 6%. La crisi in America dei mutui cosiddetti subprime, ha scatenato una serie di crolli che fa perdere soldi a molti rimasti intrappolati nella previdenza integrativa.
Ma il peggio è la mancanza di trasparenza. Nei fondi pensione italiani ci sono obbligazioni legate ai mutui subprime e andate a gambe all’aria? Nei loro portafogli ci sono poi altre mine inesplose? Probabilmente sì, ma non si può saperlo perché gli elenchi completi dei titoli posseduti sono tenuti rigorosamente segreti." Beppe Scienza

Ps: Ho annullato i prossimi due spettacoli di Trento e Novara, ho gridato troppo e mi è andata via la voce. Non preoccupatevi. Ripeto: non preoccupatevi. Le fragole sono mature. Ripeto: le fragole sono mature.

24 Set 2007, 15:38 | Scrivi | Commenti (2298) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ieri ho sentito Berlusconi dire" Se vinco garantirò la privacy a tutti gli italiani". Ma chi se ne frega della privacy!!!.Io non ho nulla da nascondere e tutti gli italiani e le persone oneste come me,non hanno nulla da temere. Male non fare , paura non avere. Invece, IO VOGLIO TENERE D'OCCHIO OGNI DEPUTATO,OGNI SENATORE, COMPRESA LA SUA FAMIGLIA, COMPRESI I PORTABORSE E I SEGRETARI E VOGLIO CHE SAPPIANO CHE SONO SOTTO STRETTA SORVEGLIANZA, PROPRIO PERCHé HANNO IN MANO UNA NAZIONE, UN POPOLO!!!!DEVONO SAPERE CHE QUESTO POPOLO LI STA OSSERVANDO, ALTRO CHE PRIVACY!. Devono sentirsi spiati, intercettati giorno e notte. Devono sapere che NOI li guardiamo ogni giorno come al grande fratello.Così come ogni mafioso, delinquente, stupratore, assassino, sequestratore, attentatore, camicase, rapinatore, deve sapere che non la farà sempre franca.E la Giustizia, (mammamia quella!!) non deve avere un colore.Deve essere neutrale, imparziale, giusta!! Cambiamento, cambiamento!! Ci vuole buonsenso, buonsenso , Ma non ce n'è più in giro in questa povera Italia?o per il mondo? Spaventoso!.Se vince Berlusconi temo la guerra civile.E guarda caso l'ho pure votato.Non lo farò mai più. Io la penso così chi è con me? PORTOS
.

edda zinelli 23.01.08 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Allora: che cosa significa questta frase che sembra essere in codice "LE fragole sono mature"??

Spiegatevi, per favore.

giacomo stringa 12.11.07 22:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho visto la puntata di anno zero la settimana scorsa...
Beppe, potresti mettere nel tuo blog un riassunto sul tfr e i fondi previdenziali come Cometa,per far vedere dove vanno i soldi dei metalmeccanici che vi hanno aderito?
E... domanda, c'è modo per uscirne? o decidere noi come in quali società investirli?

Alex Gnappo 22.10.07 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e tutti voi,
nella puntata di ANNOZERO del 18-10-2007 si parla di TFR e di fondi pensione "indipendenti" anche italiani non inseriti nella lista presentata dal governo per l'adesione. Guardare il filmato della puntata al dal min.50 al min.55
Qualcuno di voi è a conoscenza di dove trovare un'elenaco di detti fondi anche indipendenti?
Sarebbe utile, come la "mappa del potere"
Grazie
Elena

elena indignata Commentatore in marcia al V2day 20.10.07 20:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ti ho incontrato questa estate all'Elba sul molo di Portoferraio, stavo andando a farmi una doccia era pomeriggio inoltrato (purtroppo i bagni sono lontani dalla banchina), ti ho incrociato e salutandoti ti ho detto che la rete e' forte e lo e' sempre di piu', tu hai ammiccato con un sorriso, ed io ho continuato per la mia strada, ora dopo alcuni mesi leggo sulla rete del signoraggio, e' una cosa molto interessante e se in queio termmini, e' un vero danno per noi popolo italiano, ma non e' questo il problema, mi piacerebbe tanto ma tanto sapere cosa ne pensi e quale e' la tua posizione, io credo in te ed in quello che fai e dici e ti seguo sul blog ed anche nei V-day, ma soddisfa ti prego questa mia curiosita', ho bisogno di sapere tu come la pensi in merito.
A presto magari la prossima estate al solito molo.
ciao

Marco

Marco Lizzani 19.10.07 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Tenere il tfr in azienda significa avere una tassazione del 23% , contro un 15% (che diventerà con gli anni 9,5% dei f.di pensione). Se non si pensa alla previdenza complementare, come si farà a vivere,da anziani, con cio'che l'INPS ci darà (non ha soldi ora). Si puo' investire in fondi equilibrati , non per forza in azoni e fare gli adeguati calcoli,in prossimità del traguardo pensionistico, per disporre dell'intero capitale!

graziella zanotti 16.10.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Sarò un’utente ‘fuori moda’, ma sono tuttora convinta che le Poste Italiane dovrebbero, più che emulare banche, venditori di paccottiglia, etc., CONSEGNARE LE MISSIVE AL DESTINATARIO!
Grazie alla privatizzazione, ci si trova in una situazione a dir poco snervante!
Vivo a Messina, che, se non fosse per i politici messinesi, sarebbe una città meravigliosa.
Come forse saprete l’ufficio poste di Faro Superiore di Messina ha creato grossi problemi alla popolazione, dovuti a:
1. un portalettere che si è portato a casa circa 2 quintali di posta
2. portalettere trimestrali che non conoscono il territorio
Ciò, ovviamente, significa che:
a) la posta arriva in maniera temporalmente random (ad agosto il postino avrà fatto le sue consegne forse due volte)
b) la posta arriva in maniera logisticamente random (le buste vengono inserite nelle cassette delle lettere senza considerare né i cognomi, né gli indirizzi né altro)
Mi ritrovo, mediamente una volta alla settimana, ad avere in mano bollette, estratti conto, avvisi di raccomandate di persone a me del tutto sconosciute ovvero, di persone conosciute, alle quali le recapito io stessa! Ovviamente, la posta non mia la riporto negli uffici postali: ma quello a me più comodo e più vicino (sant’Agata) rifiuta di riprendere i plichi, per cui spesso il sabato mattina devo perdere un’oretta per riconsegnare buste varie all’ufficio di Faro superiore o ad altri. Non voglio neanche parlare dei problemi di privacy derivanti e del fatto che la forza pubblica non sa più come gestire la mole di denunce ricevute. Tutto questo da almeno 2 anni!!!
Ogni ulteriore commento è del tutto superfluo!!!!!

Dora Magaudda Commentatore certificato 11.10.07 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarò un’utente ‘fuori moda’, ma sono tuttora convinta che le Poste Italiane dovrebbero, più che emulare banche, venditori di paccottiglia, etc., CONSEGNARE LE MISSIVE AL DESTINATARIO!
Grazie alla privatizzazione, ci si trova in una situazione a dir poco snervante!
Vivo a Messina, che, se non fosse per i politici messinesi, sarebbe una città meravigliosa.
Come forse saprete l’ufficio poste di Faro Superiore di Messina ha creato grossi problemi alla popolazione, dovuti a:
1. un portalettere che si è portato a casa circa 2 quintali di posta
2. portalettere trimestrali che non conoscono il territorio
Ciò, ovviamente, significa che:
a) la posta arriva in maniera temporalmente random (ad agosto il postino avrà fatto le sue consegne forse due volte)
b) la posta arriva in maniera logisticamente random (le buste vengono inserite nelle cassette delle lettere senza considerare né i cognomi, né gli indirizzi né altro)
Mi ritrovo, mediamente una volta alla settimana, ad avere in mano bollette, estratti conto, avvisi di raccomandate di persone a me del tutto sconosciute ovvero, di persone conosciute, alle quali le recapito io stessa! Ovviamente, la posta non mia la riporto negli uffici postali: ma quello a me più comodo e più vicino (sant’Agata) rifiuta di riprendere i plichi, per cui spesso il sabato mattina devo perdere un’oretta per riconsegnare buste varie all’ufficio di Faro superiore o ad altri. Non voglio neanche parlare dei problemi di privacy derivanti e del fatto che la forza pubblica non sa più come gestire la mole di denunce ricevute. Tutto questo da almeno 2 anni!!!
Ogni ulteriore commento è del tutto superfluo!!!!!

Dora Magaudda Commentatore certificato 11.10.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Sarò un’utente ‘fuori moda’, ma sono tuttora convinta che le Poste Italiane dovrebbero, più che emulare banche, venditori di paccottiglia, etc., CONSEGNARE LE MISSIVE AL DESTINATARIO!
Grazie alla privatizzazione, ci si trova in una situazione a dir poco snervante!
Vivo a Messina, che, se non fosse per i politici messinesi, sarebbe una città meravigliosa.
Come forse saprete l’ufficio poste di Faro Superiore di Messina ha creato grossi problemi alla popolazione, dovuti a:
1. un portalettere che si è portato a casa circa 2 quintali di posta
2. portalettere trimestrali che non conoscono il territorio
Ciò, ovviamente, significa che:
a) la posta arriva in maniera temporalmente random (ad agosto il postino avrà fatto le sue consegne forse due volte)
b) la posta arriva in maniera logisticamente random (le buste vengono inserite nelle cassette delle lettere senza considerare né i cognomi, né gli indirizzi né altro)
Mi ritrovo, mediamente una volta alla settimana, ad avere in mano bollette, estratti conto, avvisi di raccomandate di persone a me del tutto sconosciute ovvero, di persone conosciute, alle quali le recapito io stessa! Ovviamente, la posta non mia la riporto negli uffici postali: ma quello a me più comodo e più vicino (sant’Agata) rifiuta di riprendere i plichi, per cui spesso il sabato mattina devo perdere un’oretta per riconsegnare buste varie all’ufficio di Faro superiore o ad altri. Non voglio neanche parlare dei problemi di privacy derivanti e del fatto che la forza pubblica non sa più come gestire la mole di denunce ricevute.
Ogni ulteriore commento è del tutto superfluo!!!!!

Dora Magaudda Commentatore certificato 11.10.07 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono una cliente di telefonia fissa Infostrada da qualche anno. Sin'ora non ho avuto alcun motivo di lamentarmi del servizio.
Sabato scorso (6 Ottobre 2007), in seguito ad un forte temporale, il mio telefono ha smesso di funzionare. Ho telefonato al numero propostomi (803155) ed ho parlato con un'operatrice molto garbata.
Quest'ultima, alla fine di tutti i controlli effettuati, è arrivata alla conclusione che c'era bisogno dell'intervento dei tecnici. Dato che il mio telefono fisso non funzionava, ho lasciato il numero del mio cellulare: sarei stata contattata il giorno seguente.
Da allora tento disperatamente di avere notizie, ma:
1. se chiamo l'803155 un voce preregistrata mi avverte che la mia richiesta di assistenza è in fase di risoluzione
2. se chiamo il 155 o l'area fai da te, mi si risponde che devo telefonare dal mio numero fisso (che ovviamente non funziona)
Qualunque altro tentativo di parlare con un operatore fallisce miseramente.

La ringrazio per l'attenzione e Le invio i miei più cordiali saluti

Dora Magaudda

Dora Magaudda 11.10.07 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma negli ultimi anni, la raccolta dei fondi comuni di investimento, risulta, dai dati di Assogestioni, essere sempre negativa; a fronte, cioè, di x sottoscrizioni vi sono y disinvestimenti (e y è maggiore di x). Ad esempio, a fronte di un sottoscrittore che investe 100.000 euro, c’è ne un altro che disinveste per 200.000 euro e quindi la raccolta diventa negativa.
Ma la banca deve guadagnare sempre e allora quale poteva essere un’altra forma di guadagno certo, costante e che costasse poca fatica, da proporre ai BALOCCHI? Il Tfr, naturalmente, che garantisce sempre la commissione di gestione alla banca (anche per i prossimi 40 anni, se il sottoscrittore dovesse essere giovanissimo). Ho visto prospetti informativi che illustravano i costi dei fondi pensione ed in alcuni casi ho notato la commissione di gestione, che il cliente paga (anche se non se ne rende conto) del 5%. La banca, quindi, incassa per 40 anni un 5% all’anno, con i soldi del cliente. Veramente onesti! E per caso avete sentito un politico, di qualsiasi schieramento, obiettare qualcosa al riguardo? Ne avessi mai sentito (dei politici) parlare male delle banche, uno. E’ più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca. Non è che sotto sotto ci siano dei favoritismi (finanziare, ad esempio, le campagne elettorali?)? Ah, no dimenticavo che i politici del BELPAESE hanno a cuore l’interesse della popolazione e se per sbaglio vengono intercettati a parlare di operazioni bancarie, ricordatevi che lo fanno per Voi. Che carini!
http://sapienza-finanziaria.blogspot.com

Marco Calì 05.10.07 16:44| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma negli ultimi anni, la raccolta dei fondi comuni di investimento, risulta, dai dati di Assogestioni, essere sempre negativa; a fronte, cioè, di x sottoscrizioni vi sono y disinvestimenti (e y è maggiore di x). Ad esempio, a fronte di un sottoscrittore che investe 100.000 euro, c’è ne un altro che disinveste per 200.000 euro e quindi la raccolta diventa negativa.
Ma la banca deve guadagnare sempre e allora quale poteva essere un’altra forma di guadagno certo, costante e che costasse poca fatica, da proporre ai BALOCCHI? Il Tfr, naturalmente, che garantisce sempre la commissione di gestione alla banca (anche per i prossimi 40 anni, se il sottoscrittore dovesse essere giovanissimo). Ho visto prospetti informativi che illustravano i costi dei fondi pensione ed in alcuni casi ho notato la commissione di gestione, che il cliente paga (anche se non se ne rende conto) del 5%. La banca, quindi, incassa per 40 anni un 5% all’anno, con i soldi del cliente. Veramente onesti! E per caso avete sentito un politico, di qualsiasi schieramento, obiettare qualcosa al riguardo? Ne avessi mai sentito (dei politici) parlare male delle banche, uno. E’ più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca. Non è che sotto sotto ci siano dei favoritismi (finanziare, ad esempio, le campagne elettorali?)? Ah, no dimenticavo che i politici del BELPAESE hanno a cuore l’interesse della popolazione e se per sbaglio vengono intercettati a parlare di operazioni bancarie, ricordatevi che lo fanno per Voi. Che carini!
http:sapienzafinanziaria.blogspot.com

Marco Calì 05.10.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Negli ultimi anni, la raccolta dei fondi comuni di investimento, risulta, dai dati di Assogestioni, essere sempre negativa; a fronte, cioè, di x sottoscrizioni vi sono y disinvestimenti (e y è maggiore di x). Ad esempio, a fronte di un sottoscrittore che investe 100.000 euro, c’è ne un altro che disinveste per 200.000 euro e quindi la raccolta diventa negativa.
Ma la banca deve guadagnare sempre e allora quale poteva essere un’altra forma di guadagno certo, costante e che costasse poca fatica, da proporre ai BALOCCHI? Il Tfr, naturalmente, che garantisce sempre la commissione di gestione alla banca (anche per i prossimi 40 anni, se il sottoscrittore dovesse essere giovanissimo). Ho visto prospetti informativi che illustravano i costi dei fondi pensione ed in alcuni casi ho notato la commissione di gestione, che il cliente paga (anche se non se ne rende conto) del 5%. La banca, quindi, incassa per 40 anni un 5% all’anno, con i soldi del cliente. Veramente onesti! E per caso avete sentito un politico, di qualsiasi schieramento, obiettare qualcosa al riguardo? Ne avessi mai sentito (dei politici) parlare male delle banche, uno. E’ più facile trovare un ago in un pagliaio che sentire un politico parlare male di una banca. Non è che sotto sotto ci siano dei favoritismi (finanziare, ad esempio, le campagne elettorali?)? Ah, no dimenticavo che i politici del BELPAESE hanno a cuore l’interesse della popolazione e se per sbaglio vengono intercettati a parlare di operazioni bancarie, ricordatevi che lo fanno per Voi. Che carini!
http://sapienza-finanziaria.blogspot.com

Marco Calì (http://sapienza-finanziaria.blogspot.com) Commentatore certificato 05.10.07 16:34| 
 |
Rispondi al commento

si parla molto di previd.integr.per lav.dip.,ma molto poco o niente per i giovani professionisti.
mio figlio ha 7 anni di esercizio della professione di ingegnere e l'INARCASSA gli chiede di versare 18.000 euro per riscattare i 6 anni di laurea + 1 anno di servizio militare.
gli conviene versare i 18000 eu (e perchè) o gli conviene sottoscrivere un fondo(e quale?)?

PIU IN GENERALE NON SAREBBE IL CASO DI
PARLARE UN POCO DELLA PREV.INTEG. DEI
GIOVANI LIBERI PROFESSIONISTI,che pure costituiscono una buona fetta di giovani laureati?
grazie per la risposta

giovanni concilio 03.10.07 11:18| 
 |
Rispondi al commento

si parla molto di previd.integr.per lav.dip.,ma molto poco o niente per i giovani professionisti.
mio figlio ha 7 anni di esercizio della professione di ingegnere e l'INARCASSA gli chiede di versare 18.000 euro per riscattare i 6 anni di laurea + 1 anno di servizio militare.
gli conviene versare i 18000 eu (e perchè) o gli conviene sottoscrivere un fondo(e quale?)?

PIU IN GENERALE NON SAREBBE IL CASO DI
PARLARE UN POCO DELLA PREV.INTEG. DEI
GIOVANI LIBERI PROFESSIONISTI,che pure costituiscono una buona fetta di giovani laureati?
grazie per la risposta

giovanni concilio 03.10.07 11:15| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe ti seguo da parecchi anni e non posso che complimentarmi con te perchè ormai sei la la verità,la vera informazione.Mi domando perchè non fondi un partito visto che sei anche circondato da persone autorevoli scienziati,filosofi economisti e quant'altro...il tuo nome attirerebbe tutti e di piu gli italiani ,coloro che ti seguono da sempre e tutti quelli che ti hanno ascoltato nelle piaZZE????CHE NE DICI???

manuela zana 02.10.07 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Cari ragazzi,

rispondo brevemente all’articolo proveniente dal blog di Beppe Grillo, scritto da Beppe Scienza che probabilmente in comune con “scienza” ha soltanto il cognome e non i requisiti.

Leggendo il suo articolo deduciamo che avrà probabilmente un’età compresa tra i quaranta e i cinquant’anni, un lauto conto in banca e, appartenendo al regime pensionistico retributivo, una speranza di pensione intorno all’80% dell’ultimo stipendio.

In sostanza, a lui non interessa nulla di previdenza complementare o pensioni integrative perché semplicemente NON NE HA BISOGNO.
Ma lo sa questo signore la speranza pensionistica di un ventenne? Gliela ricordo io: intorno al 40-45% dell’ultimo stipendio. E sarebbe giusto per un giovane non aprire nessun fondo integrativo pensionistico? Lasciare che il datore di lavoro si tenga il Tfr che potrebbe servire per assicurarsi il futuro?

E vorrei aggiungere una precisazione. Questo signore parla di crisi delle Borse, indici azionari che crollano, raccomanda di lasciare il Tfr al datore di lavoro e di “starsene in panciolle”.

Ma prima di parlare è bene informarsi perché la quasi totalità dei fondi pensione prevedono diverse linee di investimento, dall’azionario puro a fondi garantiti e, ribadisco, garantiti con un rendimento assicurato intorno al 2% netto qualunque che sia il risultato della gestione nell’anno di riferimento, indipendenentemente dall'andamento della Borsa.

Diamo più ascolto a persone competenti e ricordiamoci che per ogni scelta sul nostro futuro bisogna informarsi, informarsi e informarsi!

davide colubrina 01.10.07 12:41| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao....a proposito di tfr,sarebbe utile aggiungere un posto a tavola!!.....Della trattenuta irpef che i nostri grandi si trattengono nessuno ne parla?ebbene tale trattenuta che viene applicata al momento della riscossione del tfr o del suo anticipo e' pari al 23%(1/4 cari ragazzi).e' un'assurdita' che nessuno Governo si e' mai degnato di debellare,in quanto il tfr e' un qualcosa dei singoli lavoratori!!

Francesco magnotta 30.09.07 21:40| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI I LAVORATORI CHE HANNO SCELTO DI SPOSTARE IL PROPRIO TFR CREDO ABBIA FATTO UNA SCELTA SBAGLIATA, QUALUNQUE SIA LA SCELTA.
STRANAMENTE LE BANCHE E LE ASSICURAZIONI SI SONO CALATE COME DEI FALCHI; CI SI E' CHIESTO PERCHE'? EVIDENTEMENTE HANNO VISTO UNA GRANDE TORTA DA SPARTIRE E CI HANNO PROVATO. DOVE SONO GLI ECONOMISTI DEI SINDACATI? RICORDO QUANDO NEGLI ANNI '70TENTARONO DI CREARE UN FONDO CASSA PER LA CREAZIONE DI POSTI DI LAVORO NEL MEZZOGIORNO OVE LORO AVREBBERO DOVUTO GESTIRE IL TUTTO.A ME E' STATO SUFFICIENTE VEDERE LA GESTIONE DELL'INPS DAL 70 IN AVANTI, TUTTO LO SPERPEROCHE C'E' STATO. DICO A TUTTI CHE NON E' POSSIBILE UNIFICARE AVVOCATO DIFENSORE E GIUDICE. SE IL SINDACATO VUOLE ESSERE UTILE AI LAVORATORI FACCIA L'AVVOCATO E BASTA. SE INVECE VUOLE SVOLGERE DIVERSE ATTIVITA' ASSUMA PERSONALITA' GIURIDICA, PAGHI LE TASSE ED EVITI DI ESSERE LA CORPORAZIONE CHE E' ATTUALMENTE.
UN PENSIONAT MALTRATTATO DAI SINDACATI.

ettore usala 30.09.07 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,

mi auguro solo che questo nostro URLARE nkn sia tipicamente ITALIANO ovvero...gridiamo ma non agiamo. Basta con queste prese in giro da parte di gente che manteniamo alla grande. Manteniamo i politice e le loro grandi famiglie e non siamo più in grado di mantenere le nostre!!! Facciamo sacrifici per pagare le tasse e dare Ossigeno a questa classe politica di ignoranti e disonesti. Nonostante si sia costretti a rinunciare al Superfluo (CHE NEL MIO CASO PU VOLER DIRE UN PAIO DI SCARPE IN PIU' RISPETTO AL PREVISTO)nulla cambia. Ci tassano aria, acqua e pensieri. Siamo costretti a lavorare tanto e sempre di più per non avere nulla, assolutamente nulla. E' una vergogna. Questa gente DISONORA i BUONI ED ONESTI ITALIANI (ce ne sono ancora). Cosa possiamo insegnare ai nostri figli se poi viene tutto messo in discussione dalla realta'?
Andiamo avanti a testa alta e facciamo sentire le nostre ragioni ma soprattutto facciamo vedere che siamo ancora in grado di ragionare con le nostre teste e non con le loro. Le nostre teste di gente pulita ed onesta!!!

laura tovoli 30.09.07 10:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti scrivo in merito ai fondi pensione integrativi italiani. Volevo solo informarti che, a differenza di quello che scrive il Prof. Scienza, alcuni Fondi Pensione integrativi di Categoria (cioè fondati dallo Stato e dalle organizzazioni Sindacali di quasi ogni categoria lavorativa) i propri investimenti li rendono visibili eccome, per l'informazione degli iscritti e di chi altro volesse controllare.
In particolare sul sito di due dei fondi integrativi più grandi (Fondo Fonte per il terziario e Fondo Cometa per i metalmeccanici), scaricando il bilancio del 2006 è possibile vedere (dopo qualche pagina) i primi 50 titoli in cui il patrimonio del fondo è stato investito e, a seguire, molte altre informazioni su chi amministra i soldi degli iscritti e in che percentuali. Questo grazie alle delibere della Covip che è l'organo incaricato di controllare l'operato dei Fondi Pensione.
Se poi il Professore si riferisce ai fondi privati delle banche, su questo non posso replicare in quanto non li conosco così come conosco quelli di categoria.
Il punto però è sempre lo stesso: tenersi il proprio TFR per i giovani precari come me vuol dire non riuscire a mettersi via niente. Di fatto ogni 6 mesi di contratto ci viene data la liquidazione che corrisponde a malapena ad un altro stipendio. Pensi che i giovani mettano da parte quei soldi sotto il materasso per i tempi cupi o pensi piuttosto che li spendano per tirare a campare nella speranza di essere richiamati al lavoro? e allora non è meglio investirli in un Fondo di Categoria tutelato dalle leggi dello Stato e il cui valore quota negli ultimi anni non ha fatto altro che crescere, a dispetto dei mercati azionari?
L'INPS, ormai in via di decomposizione, tra qualche anno chiuderà di sicuro i battenti e, con grande sconforto di chi non ha voluto aderire ad un Fondo Pensione DI CATEGORIA (ci tengo a specificare DI CATEGORIA),solo chi avrà scelto il Fondo sarà riuscito a mettere da parte la sua pensione.
V-Day everyday!

Elisa Clanetti 28.09.07 21:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti scrivo in merito ai fondi pensione integrativi italiani. Volevo solo informarti che, a differenza di quello che scrive il Prof. Scienza, alcuni Fondi Pensione integrativi di Categoria (cioè fondati dallo Stato e dalle organizzazioni Sindacali di quasi ogni categoria lavorativa) i propri investimenti li rendono visibili eccome, per l'informazione degli iscritti e di chi altro volesse controllare.
In particolare sul sito di due dei fondi integrativi più grandi (Fondo Fonte per il terziario e Fondo Cometa per i metalmeccanici), scaricando il bilancio del 2006 è possibile vedere (dopo qualche pagina) i primi 50 titoli in cui il patrimonio del fondo è stato investito e, a seguire, molte altre informazioni su chi amministra i soldi degli iscritti e in che percentuali. Questo grazie alle delibere della Covip che è l'organo incaricato di controllare l'operato dei Fondi Pensione.
Se poi il Professore si riferisce ai fondi privati delle banche, su questo non posso replicare in quanto non li conosco così come conosco quelli di categoria.
Il punto però è sempre lo stesso: tenersi il proprio TFR per i giovani precari come me vuol dire non riuscire a mettersi via niente. Di fatto ogni 6 mesi di contratto ci viene data la liquidazione che corrisponde a malapena ad un altro stipendio. Pensi che i giovani mettano da parte quei soldi sotto il materasso per i tempi cupi o pensi piuttosto che li spendano per tirare a campare nella speranza di essere richiamati al lavoro? e allora non è meglio investirli in un Fondo di Categoria tutelato dalle leggi dello Stato e il cui valore quota negli ultimi anni non ha fatto altro che crescere, a dispetto dei mercati azionari?
L'INPS, ormai in via di decomposizione, tra qualche anno chiuderà di sicuro i battenti e, con grande sconforto di chi non ha voluto aderire ad un Fondo Pensione DI CATEGORIA (ci tengo a specificare DI CATEGORIA),solo chi avrà scelto il Fondo sarà riuscito a mettere da parte la sua pensione.
V-Day everyday!

Elisa Clanetti 28.09.07 21:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Gent. Sig Grillo ho 42 anni e 23 di contributi e vorrei esprimere il mio parere anche se in ritardo sulla riforma pensionistica il parere di tutti e che è una fregatura ed è anche il mio non sono un economista ma penso che anche le pensioni d'oro abbiano contribuito al collasso del sistema e quindi alcuni dopo una vita lavorativa agiata con stipendi da favola perche appoggiati dal politico di turno anche da pensionati continuano sulla stessa strada io penso che almeno quando andiamo in pensione davanti allo stato dovremmo essere veramente più uguali e la vera riforma pensionistica sarebbe equiparare le pensioni forse avremmo pensioni più alte e i soldi basterebbero per tutti

Mauro Puddu 28.09.07 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La previdenza integrativa integrativa così concepita non è altro che una presa per i fondelli del lavoratore dipendente, complici i sindacati. Solo la metà dei sodi accantonati il lavoratore ne potrà venire in possesso, è laltra metà beneficierà di un vitalizio che sarà una miseria. Perchè non hanno lasciato la possibilità di poter optare per per l'incasso di tutto il TFR versato?. Addesso per almeno 25-30 anni le banche accumulano denaro, ma quando sarà il momento di esborsare quei fondi che non anno avuto un sufficiente e costante incremento di iscritti avranno difficoltà a pagare il vitalizio quidi fallirà. Poi guardiamo al trascoro, c'è poco da sperare. Per fondi di categoria stessa cosa.
La cosa che mi fà arrabiare è che tutto è stato fatto da un governo di sx con l'ok degli industriali, e con l'avvallo del sindacato.

Giuseppino R. Commentatore certificato 28.09.07 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono contenta che finalmente gli italiani si siano resi conto della "sporcizia" in cui naviga la politica del nostro paese indipendentemente dal partito di appartenenza. Il movimento si deve estendere in tutt'Italia, anzi faccio un appello alla mia città, POTENZA, affinchè si mobiliti per far sentire la propria voce.
Il 12 ottobre alle 19 ci sarà un incontro a Montereale, vicino al monumento ai caduti per fare il punto della situazione, VI ASPETTO NUMEROSI!

Cristiana L. Commentatore certificato 28.09.07 17:55| 
 |
Rispondi al commento

perchè affidare i pochi soldi del tfr alla volatilità dei mercati azionari ?? se al giorno d'oggi si riesce ancora a risparmiare qualche soldo è meglio investirlo in normali fondi che possano essere costantemente controllati e che consentano, in caso di necessità, disinvestimenti pressocchè immediati.
sui fondi della previdenza integrativa non si ha alcuna certezza di poter effettuare queste operazioni, inoltre la cifra investita risulta minoritaria rispetto alle potenziali somme risparmiate (rappresenta circa 1/12 della retribuzione totale annua). il rischio è quello di ritrovarsi a non avere più nulla se l'andamento dei mercati azionari non è favorevole; se poi si scelgono dei fondi obbligazionari il rendimento non sarà mediamente maggiore di quello garantito dai normali fondi bancari, con la non trascurabile differenza che questi ultimi possono essere gestiti in completa libertà dai sottoscrittori.
Secondo me meglio è lasciare il tfr all'inps con la certezza, tra l'altro, che i soldi ti vengano subito consegnati in caso di dimissioni.

Luca Codecà 28.09.07 17:54| 
 |
Rispondi al commento

CIAO ! SE VI DICESSI CHE PER OTTENERE IL MIO T.F.R. SONO RIMASTO IN PROTESTA GIORNO E NOTTE INCATENATO ALL`INGRESSO PRINCIPALE DEL COMUNE DI MESSINA PER BEN 145 GIORNI SI AVETE LETTO BENE 145 GIORNI CI CREDERESTE? EPPURE E` COSI` SONO UN EX IMPIEGATO DEL COMUNE DI MESSINA NON IN PENSIONE.LA MIA STORIA?SE VUOI TE LA RACCONTO,ALTRIMENTI CERCA SU INTERNET CASO SEBASTIAN PULEO (AVV.ENZO OCERA).RAGAZZI TUTTI ATTENZIONE NON E`UNO SCERZO ^ATTENTO POTREBBE ACCADERE ANCHE A TE^ AMICI DI BEPPE SE VOLETE TELEFONATEMI 3473790843 SEBASTIAN. SULL`ACCADUTO AVREI INTENZIONE DI SCRIVERE UN LIBRO VORREI UN CONSIGLIO . CIAO BEPPE CIAO A TUTTI. MESSINA 28/09/07 SEBASTIAN. p.s. la battaglia l`ho vinta.

sebastian puleo Commentatore certificato 28.09.07 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah che dire torniamo ad attribuire tutti i danni a Berlusconi?
Francamente mi sembra un passaggio qualunquista.

Andrea Cateni 28.09.07 17:20| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe ho sentito che hai avuto un abbassamento di voce a causa di un raffreddore ;io credo piuttosto che i tuoi problemi vocali siano dovuti all'abuso e al mal uso vocale :parli tanto,a lungo,urli(come si fa a non urlare quando si parla di quegli stronzi!).Dato che in tanti hanno cercato di non farti parlare e non ci sono riusciti,non vorrei che ti fermasse una disfonia.Sarei molto lieta quindi di darti qualche consiglio (sono una logopedista).

nico faragulo Commentatore certificato 28.09.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao sono Giorgia una ragazza che ormai da anni lavora presso una compagnia assicurativa italiana molto importante e nel leggere il commento del Sig.r Beppe Scienza sono rimasta abbastanza male in quanto non sono riuscita a cogliere il perchè non sia conveniente per un lavoratore investire il proprio tfr in un fondo pensione scegliendo magari un comparto garantito i cui rendimenti si avvicinano molto all'interesse legale del tfr (1,5%+ 75% tasso inflazione); in ogni caso il fondo pensione mi permette di avere alla scadenza una tassazione molto vantaggiosa (15%massimo-9%minimo) rispetto al tfr lasciato in azienda (23% minimo) e, come ho letto in un altro commento, non corro il rischio di sperperare durante tutta la vita lavorativa (attualmente molto incerta)la mia liquidazione la quale non sarà certo supportata da una buona pensione visto che si parla di un 50% massimo della retribuzione.
Ci tengo a precisare che oltre a consigliarlo ai miei clienti ho sottoscritto anche personalmente il mio fondo pensione già dal 2001.

giorgia gambioli 28.09.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento

caro Sig. Grillo qualche giorno fa su un Tg è stata passata la notizia che in un comune per far quadrare il bilancio ai pensionati del servizio trasporti dei trasporti sono stati tolti i benefit che furono previsti nel contratto. Tutto questo ha fruttato un risparmio al comune di ben 20.000 euro a discapito dei poveri pensionati.
ieri ho letto su un giornale di economia locale che gli ex e ripeto scrivendolo grosso come una casa EX!!!! parlamentari e senatori tra benefit e rimborsi per viaggi su QUALSIASI mezzo ci costano la bellezza di 2,6 milioni di euro. fate un po' voi. Ma se qusti benefit venissero tolti come ai poveri pensionati del comune non sarebbe più giusto?

ciao fulvio

fulvio m. Commentatore certificato 28.09.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento

NO AL DECRETO BIABCHI!è UN INUTILE STANGATA!PROCESSI E SOLDI BUTTATI X INGRASSARE GIUDICI ED AVVOCATI!

Manuel Piardi 28.09.07 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Qui c'è la risposta di Clemente Mastella a Beppe Grillo: www.ilcapoluogo.it

Luca Ceccarelli 28.09.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Ho il fegato distrutto..
Ho il fegato a pezzi...
Ma non perchè io beva molto, no assolutamente, ho il fegato ridotto in condizioni pietose per l'enorme fastidio dei "nostri" politici. Beppe Grillo renditi conto che sei peggio di Hitler o di mussolini. Stai facendo del male a noi Italiani e, come se non bastasse, sei istigatore di violenza!!! Io e mia moglie abbiamo messo fine alla visione dei Tg e delle varie trasmissioni pro-partito!! Beppe vedere la tua foto sempre sullo sfondo di "Porta a Porta" mi fa venire la nausea..
Sto preparando nel mio paese volantini con scritto "Non votate" (asterisco) In grandissimo sotto "I POLITICI CORROTTI". Io e mia moglie siamo con te..ciao Beppe!!

Sandro Dessi Commentatore certificato 28.09.07 16:22| 
 |
Rispondi al commento

NO AL DECRETO BIANCHI!

è un indiscriminata e inutile mazzata in termini pecuniari che non ha alcuno scopo educativo ma solo l'intento di svuotare le tasche degli italiani costringendoli a spese insostenibili x difendersi da accuse di reati penali!
provate a fumare una canna alla mattina e mettervi alla guida la sera.vedrete che nelle vostre urine,al momento di un eventuale accertamento, saranno trovate tracce di stupefacenti e allora sarete considerati alla stregua di delinquenti e vi sara ritirata la patente(dopo mesi dall accertamento ovviamente!non subito!prima la burocrazia si deve avviare!nel frattempo voi potete liberamente circolare con la vostra vettura che tanto,anche se è stato appurato che siete un "pericolo" nessuno ve la ritirera prima di qualche mese!ma è assurdo!xke con tre birre la si ritira subito e si elimina il problema senza tante idiozie??chiusa parentesi)quindi,dato l'utilizzo di questi efficacissimi metodi si è sempre da considerare una persona come sotto l'effetto di stupefacenti,las si processa,le si toglie la patente e le si danno da 1000 a 4000 euro di multa!!anche se l'azione illegale è stata commessa ore ed ore prima quando ancora nn aveva toccato la macchina!

giusto punire,ma nei dovuti termini e con la dovuta capacita di pesare i fatti!nn si puo proporre un decreto assurdo che nn definisce che nn fa corrispondere subito ad un infrazione(se mai c'è stata)una pena,che senso c'è altrimenti?!mettiamo la gente in carcere x niente o vuotiamole il portafoglio,facile cosi..

Manuel Piardi 28.09.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Ho il fegato distrutto..
Ho il fegato a pezzi...
Ma non perchè io beva molto, no assolutamente, ho il fegato ridotto in condizioni pietose per l'enorme fastidio dei "nostri" politici. Beppe Grillo renditi conto che sei peggio di Hitler o di mussolini. Stai facendo del male a noi Italiani e, come se non bastasse, sei istigatore di violenza!!! Io e mia moglie abbiamo messo fine alla visione dei Tg e delle varie trasmissioni pro-partito!! Beppe vedere la tua foto sempre sullo sfondo di "Porta a Porta" mi fa venire la nausea..
Sto preparando nel mio paese volantini con scritto "Non votate" (asterisco) In grandissimo sotto "I POLITICI CORROTTI". Io e mia moglie siamo con te..ciao Beppe!!

Sandro Dessi Commentatore certificato 28.09.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Qui c'è la risposta di Clemente Mastella a Beppe Grillo: www.ilcapoluogo.it

Luca Ceccarelli 28.09.07 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Qui c'è la risposta di Clemente Mastella a Beppe Grillo: www.ilcapoluogo.it

Luca Ceccarelli 28.09.07 16:02| 
 |
Rispondi al commento

e adesso salviamoli tutti!!mi sembra che quello che accadde al giudice falcone(lasciato solo)sta' accadendo in questi giorni in calabria!!
io avrei una storia in merito da raccontare, "molto interessante",aspetto che qualcuno si faccia vivo alla mia email!!
credetemi ne vale la pena!

francesco macri Commentatore certificato 28.09.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento

l'altro ieri a porta a porta di vespa c'era il giornalista della testata "il giornale" che ha letteralmente denigrato beppe grillo sotto tutti i punti di vista e come ultima affermazione ha dichiarato ad alta voce che tutti coloro che aderiscono al blog sono: la feccia della società italiana, testuali parole!.... spero che la Sua testata giornalistica prenda Le proprie distanze da un individuo del genere!

matteo colletta Commentatore certificato 28.09.07 15:13| 
 |
Rispondi al commento

l'altro ieri a porta a porta di vespa c'era il giornalista della testata "il giornale" che ha letteralmente denigrato beppe grillo sotto tutti i punti di vista e come ultima affermazione ha dichiarato ad alta voce che tutti coloro che aderiscono al blog sono: la feccia della società italiana, testuali parole!.... spero che la Sua testata giornalistica prenda Le proprie distanze da un individuo del genere!

matteo colletta Commentatore certificato 28.09.07 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,vorrei scrivere in merito ad un problema che da mesi tocca migliaia di cittadini italiani soprattutto residenti nelle regioni del Nord. Mi riferisco ai sempre più in voga blocchi alla circolazione delle auto cosiddette non ecologiche(non catalizzate,Euro0,Euro1 ed Euro 2).Dallo scorso anno specialmente in Piemonte e Lombardia i possessori di queste auto sono oggetto di pesanti disagi e discriminazioni a causa dei provvedimenti del blocco della circolazione; blocchi che impongono a privati e lavoratori un fermo macchina che va dalle 4 alle 8 ore giornaliere!! Risultato? Un clamoroso fallimento: la qualità dell’aria non è migliorata e il blocco si è rivelato solamente una misura penalizzante per i cittadini,e un buon affare per le case costruttrici; il motivo per cui scrivo è chiedere un AIUTO concreto per fermare questo scempio che costringe le persone, soprattutto quelle appartenenti alle fasce di reddito piu' basse e che dunque non possono permetterselo, all’acquisto di un nuovo veicolo NON necessario dato che ne sono gia' in possesso. Molti italiani sono alla “fame”!!pensionati che rubano al supermercato o che frugano tra i rifiuti per mangiare sono all’ordine del giorno!! Possibile che per risolvere il problema dell’inquinamento si debba proprio costringere quel 10% di automobilisti possessori di anziani veicoli a rottamare la propria auto? Nessuno ha mai chiesto loro se erano d’accordo!! Nessuno si chiede con quali soldi potranno comprare un nuovo veicolo!!Nessuno ha mai spiegato loro che esser affezionati alla propria vecchia R4 o Fiat Uno o Alfetta è un reato!!! Perché succede tutto questo e nessuno fa NIENTE per fermalo? E per finire,notate il paradosso che si è creato! Il governo centrale con la scorsa finanziaria ha commisurato il costo del bollo al livello di emissioni inquinanti; ma poi cosa succede a quel veicolo sul quale è stato ha pagato un bollo salatissimo?NEL COMUNE DI RESIDENZA NON PUO’ CIRCOLARE perché INQUINA!! Caro Beppe ... AIUTO!!

Gabriele M. Commentatore certificato 28.09.07 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto una breve ricerca in rete sui 98 mld .
Vi riassumo quello che ho letto.A seguito della denuncia dei giornalisti del sec.XIX,dalla interrogazione di Fernado Rossi(mov.politico dei cittadini)e di Di Pietro,Visco è costretto,il
27 giugno 2006, a istituire una comm.d'inchiesta presieduta da Grandi,suo sottosegretario.Inizia il gioco dei quattro cantoni,coi documenti spediti a X,che li spedisce a Y.Ben 9 mesi dopo (nove!),il
26/03/2007 la comm.dell'on.Grandi consegna la relazione a Visco.Complimenti per la velocità!Ma dove avranno cercato quelli della commiss.?In ogni caso non possono tacere le macroscopiche anomalie
nella gestione delle slot-machine.Tra le società "beneficiarie" di questo regalo miliardario ci sarebbero uomini appartenenti a famiglie legate a
"cosa nostra",ma anche e soprattutto esponenti di partiti politici (AN -DS ).Si riusciva a evadere il fisco con un trucco semplicissimo,non collegando le macchinette in rete e quindi sottraendole al monitoraggio,ma quello che è più inquietante ,nel momento in cui la commissione d'inchiesta punta il dito contro i Monopoli di Stato ,questi non hanno mai chiesto alle concessionarie il pagamento di nemmeno un euro di multa.Sarà un caso,ma i politici sono "dentro"le concessionarie,e il direttore gener.dei Monopoli è Giorgio Tino,parente di Antonio Maccanico.Si proprio quel Tino che venne nominato dal centrodestra e confermato dal governo Prodi,nonostante avesse ricevuto,un mese prima,un avviso di garanzia dalla
Procura di Potenza.Accanto a lui,in qualità di direttrice dei monopoli,siede Gabriella Alemanno,sorella di Gianni ,ex ministro di An.
In rete ci sono tanti altri dettagli interessanti.
Quello che voglio ricordare è che con 98 miliari di Euro (190 mila miliardi!!!di lire),ci si potrebbero costruire metropolitane in tutte le citta d'Italia,o rifare 500 ospedali.Ricordiamo che se un "comune cittadino" non paga una multa si va dal fermo amministrativo del mezzo , all'accensione di ipoteca sugli immobili.

maurizio di vita Commentatore in marcia al V2day 28.09.07 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Ho cercato nel blog la parola "mobbing" e a malinquore escono solo poche righe,anche se poi mi rimandano a tutto quello che rappresenta "gli schiavi moderni".
Senza nulla togliere all'argomento (anzi) il tema sul quale vorrei portare l'attenzione (e magari molto altro di più) è la situazione lavorativa soprattutto dei meno giovani in cui ANCHE UN CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO DIVENTA PRECARIO: poco si parla e ancor meno si fà per combattere tale situazione. Parlo di chi è meno giovane come me e che ha vissuto tutto l'iter del precariato, ma che dopo varie vicessitudini lavorative e 8 anni in una nota azienda pesarese,(con un curriculum che si definirebbe qualificante), mi ritrovo disoccupata a 39 anni.
Io sono single ma non sò se meglio o peggio: devo contare solo su di me e non su un compagno con il quale con-dividere spese e situazioni "pese" della vita!
Tutto ciò dopo 6 anni di contrasti con l'azienda o chi per lei, dopo essermi difesa (e sottolineo difesa)anche ma inevitabilmente con l'aiuto dei sindacati che se sono stata fortunata non mi hanno "recato danno": ad esempio ho ricevuto tutta una serie di provvedimenti disciplinari i quali non sono stati mai "impugnati" e per chi conosce largomento questo può ritorcersi contro di me.
Mi sono ritrovata una bella lettera di licenziamento subito dopo aver acquistato una casa (se casa si può definire uno spazio "calpestabile" di 29 mq) grazie all'aiuto dei miei anziani genitori pensionati, ma con l'intenzione di prendere un mutuo(a vita!)per ridare parte del valore della casa ad una sorella.
Ora sono allo stremo delle forze e con un equilibrio psico-fisico fragile per non dire compromesso. Dovrei rimettermi a lavorare perchè con le spese per la nuova casa ho bruciato il TFR e che per fortuna mi hanno dato ma già ad un primo conteggio risulta mancante la liquidazione di 1 anno e 7 mesi!
Non vi dico poi cosa significa cercare lavoro: è alla fine un lavoro non retribuito e con un bel pò di spese! Sono praticamente.....

Franca Amati Commentatore certificato 28.09.07 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti scrivo in merito ai fondi pensione integrativi italiani. Volevo solo informarti che, a differenza di quello che scrive il Prof. Scienza, alcuni Fondi Pensione integrativi di Categoria (cioè fondati dallo Stato e dalle organizzazioni Sindacali di quasi ogni categoria lavorativa) i propri investimenti li rendono visibili eccome, per l'informazione degli iscritti e di chi altro volesse controllare.
In particolare sul sito di due dei fondi integrativi più grandi (Fondo Fonte per il terziario e Fondo Cometa per i metalmeccanici), scaricando il bilancio del 2006 è possibile vedere (dopo qualche pagina) i primi 50 titoli in cui il patrimonio del fondo è stato investito e, a seguire, molte altre informazioni su chi amministra i soldi degli iscritti e in che percentuali. Questo grazie alle delibere della Covip che è l'organo incaricato di controllare l'operato dei Fondi Pensione.
Se poi il Professore si riferisce ai fondi privati delle banche, su questo non posso replicare in quanto non li conosco così come conosco quelli di categoria.
Il punto però è sempre lo stesso: tenersi il proprio TFR per i giovani precari come me vuol dire non riuscire a mettersi via niente. Di fatto ogni 6 mesi di contratto ci viene data la liquidazione che corrisponde a malapena ad un altro stipendio. Pensi che i giovani mettano da parte quei soldi sotto il materasso per i tempi cupi o pensi piuttosto che li spendano per tirare a campare nella speranza di essere richiamati al lavoro? e allora non è meglio investirli in un Fondo di Categoria tutelato dalle leggi dello Stato e il cui valore quota negli ultimi anni non ha fatto altro che crescere, a dispetto dei mercati azionari?
L'INPS, ormai in via di decomposizione, tra qualche anno chiuderà di sicuro i battenti e, con grande sconforto di chi non ha voluto aderire ad un Fondo Pensione DI CATEGORIA (ci tengo a specificare DI CATEGORIA),solo chi avrà scelto il Fondo sarà riuscito a mettere da parte la sua pensione.
V-Day everyday!

Elisa Clanetti Commentatore certificato 28.09.07 14:16| 
 |
Rispondi al commento

gli interinali sono schiavizzati e gli operai sono presi da un angoscia crescente l'azienda dove lavoro corrono come dei matti perche l'azienda continua a dire che siamo troppi quelli a stipendio fisso anche io correvo come un matto
fino a quando non mi feci male seriamente ora sono un pezzo di m...a da eliminare con adeguati lassativi e paure di cancro a colon
i sindacati dicono che quello che avevamo ERA TROPPO e il mercato lo richiede questa elasticita'
quale mercato le finanziarie vanno a gonfie vele qui in italia non si arriva risparmiare che poche decine di euro che i tiket medici pensano a tirare via
vivo solo e faccio poco piu di 8 chili di immondizia all anno e pago come famiglie composte da piu persone? MI SA CHE VADO A FARE IL PRETE :)
sono obbligato a pagare un canone televisivo un po come pagare il pizzo
ho iniziato a pagarmi casa alleta' di 21 anni
ora e mia e non devo dare piu gnente a nessuno
PERCHE' DEVO pagare ICI? e' la prima e unica casa che potro mai avere E CHE FATICHE
perche non andare a votare e' una cosa SBAGLIATISSIMA ?quando vedi che litigano per il potere E NO PER L'ITALIA?
IL PATRIOTTISMO L'ALTRUISMO IL PREOCCUPARSI CHE SPOSTARE UN GRANELLO DI SABBIA POTREBBE PORTARE A GRAVISSIME CONSEGUENZE PER IL PROSSIMO NON E' NEL
NOSTRO DNA AZIENDALE SE NO A QUESTORA LA MIA AZIENDA GLI AVREI FATTO UN DERETANO GRANDE PIU DI QUELLO CHE PENSATE NON PER VENDETTA MA PER GIUSTIZIA HO DATO L'ANIMA E HO RICEVUTO L'iNFERNO
GRAZIE ITALIA

moreno mantovani 28.09.07 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Ho cercato nel blog la parola "mobbing" e a malinquore escono solo poche righe,anche se poi mi rimandano a tutto quello che rappresenta "gli schiavi moderni".
Senza nulla togliere all'argomento (anzi) il tema sul quale vorrei portare l'attenzione (e magari molto altro di più) è la situazione lavorativa soprattutto dei meno giovani in cui ANCHE UN CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO DIVENTA PRECARIO: poco si parla e ancor meno si fà per combattere tale situazione. Parlo di chi è meno giovane come me e che ha vissuto tutto l'iter del precariato, ma che dopo varie vicessitudini lavorative e 8 anni in una nota azienda pesarese,(con un curriculum che si definirebbe qualificante), mi ritrovo disoccupata a 39 anni.
Io sono single ma non sò se meglio o peggio: devo contare solo su di me e non su un compagno con il quale con-dividere spese e situazioni "pese" della vita!
Tutto ciò dopo 6 anni di contrasti con l'azienda o chi per lei, dopo essermi difesa (e sottolineo difesa)anche ma inevitabilmente con l'aiuto dei sindacati che se sono stata fortunata non mi hanno "recato danno": ad esempio ho ricevuto tutta una serie di provvedimenti disciplinari i quali non sono stati mai "impugnati" e per chi conosce largomento questo può ritorcersi contro di me.
Mi sono ritrovata una bella lettera di licenziamento subito dopo aver acquistato una casa (se casa si può definire uno spazio "calpestabile" di 29 mq) grazie all'aiuto dei miei anziani genitori pensionati, ma con l'intenzione di prendere un mutuo(a vita!)per ridare parte del valore della casa ad una sorella.
Ora sono allo stremo delle forze e con un equilibrio psico-fisico fragile per non dire compromesso. Dovrei rimettermi a lavorare perchè con le spese per la nuova casa ho bruciato il TFR e che per fortuna mi hanno dato ma già ad un primo conteggio risulta mancante la liquidazione di 1 anno e 7 mesi!
Non vi dico poi cosa significa cercare lavoro: è alla fine un lavoro non retribuito e con un bel pò di spese! Sono praticamente.....

Franca Amati Commentatore certificato 28.09.07 14:06| 
 |
Rispondi al commento

LA POLITICA COME SERVIZIO E NON COME PRIVILEGIO
(prima parte)


CARO BEPPE,
condivido in pieno le tre iniziative legislative mediante proposta popolare da te promosse.
CREDO comunque, molto umilmente, che i tempi siano maturi perchè si proceda ad un’iniziativa molto più generale ed ambiziosa, da tutti ormai attesa.
Vi è oggi un diffusissimo malcontento rispetto agli innumerevoli privilegi dei politici e della politica. E’ NOTO, ad esempio, come i parlamentari (e, copiando le loro leggi, i consiglieri regionali) maturino il diritto alla pensione dopo avere ricoperto la carica per poco più di due anni, mentre i comuni lavoratori la ottengono dopo quaranta o cinquant’anni e si vorrebbe per costoro innalzare ulteriormente l’età pensionabile; senza parlare dei precari, che la pensione neppure la vedono. E’ PARIMENTI NOTO come parlamentari e consiglieri regionali maturino una pensione per ogni legislatura e quindi più pensioni cumulabili tra loro. MENO NOTO (non lo hanno scoperto neppure gli autori del best-seller La Casta) è invece il fatto che qualche anno fa il parlamento (e, sulla scorta di questo, anche vari consigli regionali) ha approvato un provvedimento il quale prevede che le pensioni di reversibilità dei parlamentari possano essere destinate non solo al coniuge (com’è per tutti i lavoratori dipendenti) ma anche ai figli e/o addirittura ai nipoti: il che significa che, se un parlamentare decede oggi e la sua pensione di reversibilità viene destinata ad un nipote, sia noi contribuenti che i nostri figli e poi i nostri nipoti dovranno farsi carico di detta pensione, ipotecata dunque per intere generazioni a venire; e significa anche che, se un parlamentare ha fatto più legislature in parlamento e/o in consiglio regionale, le sue diverse pensioni di reversibilità potranno essere separatamente destinate ai suoi vari parenti e discendenti.
(continua) (niente)

vincenzo d. Commentatore certificato 28.09.07 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho fatto una breve ricerca in rete sui 98 mld .
Vi riassumo quello che ho letto.A seguito della denuncia dei giornalisti del sec.XIX,dalla interrogazione di Fernado Rossi(mov.politico dei cittadini)e di Di Pietro,Visco è costretto,il
27 giugno 2006, a istituire una comm.d'inchiesta presieduta da Grandi,suo sottosegretario.Inizia il gioco dei quattro cantoni,coi documenti spediti a X,che li spedisce a Y.Ben 9 mesi dopo (nove!),il
26/03/2007 la comm.dell'on.Grandi consegna la relazione a Visco.Complimenti per la velocità!Ma dove avranno cercato quelli della commiss.?In ogni caso non possono tacere le macroscopiche anomalie
nella gestione delle slot-machine.Tra le società "beneficiarie" di questo regalo miliardario ci sarebbero uomini appartenenti a famiglie legate a
"cosa nostra",ma anche e soprattutto esponenti di partiti politici (AN -DS ).Si riusciva a evadere il fisco con un trucco semplicissimo,non collegando le macchinette in rete e quindi sotraendole al monitiraggio,ma quello che è più inquietante ,nel momento in cui la commissione d'inchiesta punta il dito contro i Monopoli di Stato questi non hanno mai chiesto alle concessionarie il pagamento di nemmeno un euro di multa.Sarà un caso,ma i politici sono "dentro"le concessionarie,e il direttore gener.dei Monopoli è Giorgio Tino,parente di Antonio Maccanico.Si proprio quel Tino che venne nominato dal centrodestra e confermato dal governo Prodi,nonostante avesse ricevuto,un mese prima,un avviso di garanzia dalla
Procura di Potenza.Accanto a lui,in qualità di direttrice dei monopoli,siede Gabriella Alemanno,sorella di Gianni ,ex ministro di An.
In rete ci sono tanti altri dettagli interessanti.
Quello che voglio ricordare è che con 98 miliari di Euro (190 mila miliardi!!!di lire),ci si potrebbero costruire metropolitane in tutte le citta d'Italia,o rifare 500 ospedali.Ricordiamo che se un "comune cittadino" non paga una multa si va dal fermo amministrativo del mezzo , all'accensione di ipoteca sugli immobili.

nevia togni Commentatore in marcia al V2day 28.09.07 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, dopo il "perdono" a Mastella ti chiedo? Ma quando è che la smeterai di fare il buffone? Per un attimo mi ero illusa!

Elena Rossi 28.09.07 13:00| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE BEPPE!! CONTINUA, ANZI, CONTINUIAMO COSI'!!

ps: Avete letto la notizia di oggi da Udine: "Voto di scambio messo per contratto"??

Paolo P 28.09.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti scrivo in merito ai fondi pensione integrativi italiani. Volevo solo informarti che, a differenza di quello che scrive il Prof. Scienza, alcuni Fondi Pensione integrativi di Categoria (cioè fondati dallo Stato e dalle organizzazioni Sindacali di quasi ogni categoria lavorativa) i propri investimenti li rendono visibili eccome, per l'informazione degli iscritti e di chi altro volesse controllare.
In particolare sul sito di due dei fondi integrativi più grandi (Fondo Fonte per il terziario e Fondo Cometa per i metalmeccanici), scaricando il bilancio del 2006 è possibile vedere (dopo qualche pagina) i primi 50 titoli in cui il patrimonio del fondo è stato investito e, a seguire, molte altre informazioni su chi amministra i soldi degli iscritti e in che percentuali. Questo grazie alle delibere della Covip che è l'organo incaricato di controllare l'operato dei Fondi Pensione.
Se poi il Professore si riferisce ai fondi privati delle banche, su questo non posso replicare in quanto non li conosco così come conosco quelli di categoria.
Il punto però è sempre lo stesso: tenersi il proprio TFR per i giovani precari come me vuol dire non riuscire a mettersi via niente. Di fatto ogni 6 mesi di contratto ci viene data la liquidazione che corrisponde a malapena ad un altro stipendio. Pensi che i giovani mettano da parte quei soldi sotto il materasso per i tempi cupi o pensi piuttosto che li spendano per tirare a campare nella speranza di essere richiamati al lavoro? e allora non è meglio investirli in un Fondo di Categoria tutelato dalle leggi dello Stato e il cui valore quota negli ultimi anni non ha fatto altro che crescere, a dispetto dei mercati azionari?
L'INPS, ormai in via di decomposizione, tra qualche anno chiuderà di sicuro i battenti e, con grande sconforto di chi non ha voluto aderire ad un Fondo Pensione DI CATEGORIA (ci tengo a specificare DI CATEGORIA),solo chi avrà scelto il Fondo sarà riuscito a mettere da parte la sua pensione.
V-Day everyday!

Elisa Clanetti Commentatore certificato 28.09.07 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Pubblico una lettera del fratello di Paolo Borsellino e di Sonia Alfano indirizzata al Capo dello Stato.

“Chiediamo l'intervento del Capo dello Stato per porre fine all'imbarazzante ed offensiva attività del Ministro Mastella tesa ad imbavagliare la verità e scongiurare che la giustizia possa, definitivamente, arrivare a lui.
Per evitare ciò ha chiesto al CSM il trasferimento del PM De Magistris motivando la richiesta come atto dovuto a seguito delle risultanze delle ispezioni ministeriali presso la Procura di Catanzaro. A tale proposito, se Mastella si proclama corretto per questo atto "doveroso", saremmo curiosi di sapere come si definisce il Ministro Amato in considerazione del fatto che lo stesso talvolta preferisce ignorare le risultanze delle ispezioni ministeriali (vedi mancato scioglimento del Consiglio Comunale di da DAGOSPIA

guido marrella 28.09.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti scrivo in merito ai fondi pensione integrativi italiani. Volevo solo informarti che, a differenza di quello che scrive il Prof. Scienza, alcuni Fondi Pensione integrativi di Categoria (cioè fondati dallo Stato e dalle organizzazioni Sindacali di quasi ogni categoria lavorativa) i propri investimenti li rendono visibili eccome, per l'informazione degli iscritti e di chi altro volesse controllare.
In particolare sul sito di due dei fondi integrativi più grandi (Fondo Fonte per il terziario e Fondo Cometa per i metalmeccanici), scaricando il bilancio del 2006 è possibile vedere (dopo qualche pagina) i primi 50 titoli in cui il patrimonio del fondo è stato investito e, a seguire, molte altre informazioni su chi amministra i soldi degli iscritti e in che percentuali. Questo grazie alle delibere della Covip che è l'organo incaricato di controllare l'operato dei Fondi Pensione.
Se poi il Professore si riferisce ai fondi privati delle banche, su questo non posso replicare in quanto non li conosco così come conosco quelli di categoria.
Il punto però è sempre lo stesso: tenersi il proprio TFR per i giovani precari come me vuol dire non riuscire a mettersi via niente. Di fatto ogni 6 mesi di contratto ci viene data la liquidazione che corrisponde a malapena ad un altro stipendio. Pensi che i giovani mettano da parte quei soldi sotto il materasso per i tempi cupi o pensi piuttosto che li spendano per tirare a campare nella speranza di essere richiamati al lavoro? e allora non è meglio investirli in un Fondo di Categoria tutelato dalle leggi dello Stato e il cui valore quota negli ultimi anni non ha fatto altro che crescere, a dispetto dei mercati azionari?
L'INPS, ormai in via di decomposizione, tra qualche anno chiuderà di sicuro i battenti e, con grande sconforto di chi non ha voluto aderire ad un Fondo Pensione DI CATEGORIA (ci tengo a specificare DI CATEGORIA),solo chi avrà scelto il Fondo sarà riuscito a mettere da parte la sua pensione.
V-Day everyday!

Elisa Clanetti 28.09.07 12:36| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO BEPPE ERA ORA CHE QUALCUNO VENISSE FUORI A RACCONTARE A TUTTI CIò CHE SUCCEDERE IN UN GOVERNO DEVASTATO DA CARRUZIONE.
SPERO DAVVERO CHE LE LISTE CIVICHE PRENDANO PIEDE E VENGANO CONSIDERATE TOTALMENTE.
PERCHE I PARLAMENTARI SONO TUTTI FIGLI DI P*****A.
AL GOVERNO CE SEMPRE STESSA GENTE CHE NON HA MAI FATTO NULLA DI BUOMA MA SOLO A PENALIZZARE I CONTRIBUENTI CHE PURTROPPO NON SI RIBELLA NESSUNO DI LORO.

AMMIRO IL TUO CORAGGIO E LE TUE CRITICHE.
CONTINUA COSI CHE AVRAI TUTTO L'APPOGGIO DI TUTTI.

CIAO

valerio baroni 28.09.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO BEPPE ERA ORA CHE QUALCUNO VENISSE FUORI A RACCONTARE A TUTTI CIò CHE SUCCEDERE IN UN GOVERNO DEVASTATO DA CARRUZIONE.
SPERO DAVVERO CHE LE LISTE CIVICHE PRENDANO PIEDE E VENGANO CONSIDERATE TOTALMENTE.
PERCHE I PARLAMENTARI SONO TUTTI FIGLI DI P*****A.
AL GOVERNO CE SEMPRE STESSA GENTE CHE NON HA MAI FATTO NULLA DI BUOMA MA SOLO A PENALIZZARE I CONTRIBUENTI CHE PURTROPPO NON SI RIBELLA NESSUNO DI LORO.

AMMIRO IL TUO CORAGGIO E LE TUE CRITICHE.
CONTINUA COSI CHE AVRAI TUTTO L'APPOGGIO DI TUTTI.

CIAO

valerio baroni 28.09.07 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Salve
provo la sensazione che stai esagerando.
Quello che sarebbe bello da vedere è o sono i "fatti" quello che si realizzano e non la parole, possono dar fastidio ,ma non risolvono i problemi reali.
Saluti luigi.

luigi lombardozzi 28.09.07 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe Grillo, ancora Grazie e poi ancora Grazie, se puoi fare qualcosa anche per noi giovani che siamo rovinati, causa del forte precariato, con questi contratti a progetto, dove veniamo soltanto sfruttati e sotto pagati, con nessuna garanzia... è una vergogna, poi ci si chiede come mai i giovani fanno fatica a programmarsi una vita........ .

Grazie Beppe, condivido a pieno le tue parole, i tuoi ideali, sono dalla tua parte, come del resto tutti gli italiani dai :-)

Riccardo R. Commentatore certificato 28.09.07 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe Grillo, ancora Grazie e poi ancora Grazie, se puoi fare qualcosa anche per noi giovani che siamo rovinati, causa del forte precariato, con questi contratti a progetto, dove veniamo soltanto sfruttati e sotto pagati, con nessuna garanzia... è una vergogna, poi ci si chiede come mai i giovani fanno fatica a programmarsi una vita........ .

Grazie Beppe, condivido a pieno le tue parole, i tuoi ideali, sono dalla tua parte, come del resto tutti gli italiani dai :-)


Riccardo

Riccardo R. Commentatore certificato 28.09.07 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,vorrei scrivere in merito ad un problema che da mesi tocca migliaia di cittadini italiani soprattutto residenti nelle regioni del Nord. Mi riferisco ai sempre più in voga blocchi alla circolazione delle auto cosiddette non ecologiche(non catalizzate,Euro0,Euro1 ed Euro 2).Dallo scorso anno specialmente in Piemonte e Lombardia i possessori di queste auto sono oggetto di pesanti disagi e discriminazioni a causa dei provvedimenti del blocco della circolazione; blocchi che impongono a privati e lavoratori un fermo macchina che va dalle 4 alle 8 ore giornaliere!! Risultato? Un clamoroso fallimento: la qualità dell’aria non è migliorata e il blocco si è rivelato solamente una misura penalizzante per i cittadini,e un buon affare per le case costruttrici; il motivo per cui scrivo è chiedere un AIUTO concreto per fermare questo scempio che costringe le persone, soprattutto quelle appartenenti alle fasce di reddito piu' basse e che dunque non possono permetterselo, all’acquisto di un nuovo veicolo NON necessario dato che ne sono gia' in possesso. Molti italiani sono alla “fame”!!pensionati che rubano al supermercato o che frugano tra i rifiuti per mangiare sono all’ordine del giorno!! Possibile che per risolvere il problema dell’inquinamento si debba proprio costringere quel 10% di automobilisti possessori di anziani veicoli a rottamare la propria auto? Nessuno ha mai chiesto loro se erano d’accordo!! Nessuno si chiede con quali soldi potranno comprare un nuovo veicolo!!Nessuno ha mai spiegato loro che esser affezionati alla propria vecchia R4 o Fiat Uno o Alfetta è un reato!!! Perché succede tutto questo e nessuno fa NIENTE per fermalo? E per finire,notate il paradosso che si è creato! Il governo centrale con la scorsa finanziaria ha commisurato il costo del bollo al livello di emissioni inquinanti; ma poi cosa succede a quel veicolo sul quale è stato ha pagato un bollo salatissimo?NEL COMUNE DI RESIDENZA NON PUO’ CIRCOLARE perché INQUINA!! Caro Beppe ... AIUTO!!

Gabriele M. Commentatore certificato 28.09.07 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,vorrei scrivere in merito ad un problema che da mesi tocca migliaia di cittadini italiani soprattutto residenti nelle regioni del Nord. Mi riferisco ai sempre più in voga blocchi alla circolazione delle auto cosiddette non ecologiche(non catalizzate,Euro0,Euro1 ed Euro 2).Dallo scorso anno specialmente in Piemonte e Lombardia i possessori di queste auto sono oggetto di pesanti disagi e discriminazioni a causa dei provvedimenti del blocco della circolazione; blocchi che impongono a privati e lavoratori un fermo macchina che va dalle 4 alle 8 ore giornaliere!! Risultato? Un clamoroso fallimento: la qualità dell’aria non è migliorata e il blocco si è rivelato solamente una misura penalizzante per i cittadini,e un buon affare per le case costruttrici; il motivo per cui scrivo è chiedere un AIUTO concreto per fermare questo scempio che costringe le persone, soprattutto quelle appartenenti alle fasce di reddito piu' basse e che dunque non possono permetterselo, all’acquisto di un nuovo veicolo NON necessario dato che ne sono gia' in possesso. Molti italiani sono alla “fame”!!pensionati che rubano al supermercato o che frugano tra i rifiuti per mangiare sono all’ordine del giorno!! Possibile che per risolvere il problema dell’inquinamento si debba proprio costringere quel 10% di automobilisti possessori di anziani veicoli a rottamare la propria auto? Nessuno ha mai chiesto loro se erano d’accordo!! Nessuno si chiede con quali soldi potranno comprare un nuovo veicolo!!Nessuno ha mai spiegato loro che esser affezionati alla propria vecchia R4 o Fiat Uno o Alfetta è un reato!!! Perché succede tutto questo e nessuno fa NIENTE per fermalo? E per finire,notate il paradosso che si è creato! Il governo centrale con la scorsa finanziaria ha commisurato il costo del bollo al livello di emissioni inquinanti; ma poi cosa succede a quel veicolo sul quale è stato ha pagato un bollo salatissimo?NEL COMUNE DI RESIDENZA NON PUO’ CIRCOLARE perché INQUINA!! Caro Beppe ... AIUTO!!

Gabriele M. Commentatore certificato 28.09.07 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, vorrei sottoporre alla tua attenzione una grave lacuna legislativa. I neo laureati che intraprendono la libera professione iniziano a lavorare presso gli studi professionali o come tirocinanti, se il tirocinio è previsto, o come indefiniti collaboratori. Gli studi potendo contare su una grande offerta solitamente sfruttano la loro posizione per non pagare oppure creare situazioni di lavoro nero. Ritenendo che il laureato anche se svalutato enormemente rimane il massimo prodotto sociale e culturale di una nazione, ritengo che non sia mai stato previsto un contratto di tipo formativo o similare per regimentare una situazione che coinvolge un considerevole numero di persone. La situazione è assimilabile allo sfruttamento e sommando i mancati contributi alle tasse non pagate ed al fatto che per un sistema universitario troppo prolisso che ti fa laureare ad una età avanzata, un neo laureato inizia ad essere in grado di versare i contributi ben oltre i trenta anni che come età risulta considerevole. Io ritengo che in un paese civile sia inaccettabile una situazione nota e conclamata e che nessuno affronti mai il problema, anche se parliamo di corporazioni forti.
Ti ringrazio per la possibilità concessami ma questa è soltanto la punta di un iceberg tra lavor e università.

Enrico Agonigi
Architetto

Enrico Agonigi 28.09.07 11:17| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe era ora che qualcuno si svegliasse e spronasse la gente a muoversi,la cosa che ti chiedo e di non entrare mai nei loro ingranaggi.Siamo stanchi non se ne può più loro gaudagnono tanto e noi non abbiamo i soldi per un pacco di pasta, siamo arrivati all'osso.Oggi anche se ti privi di mangiare e di andare al cesso comunque ti arriva qualcosa da pagare e se non hai i soldi sono capaci di togglierti tutto.A loro non importa se tu mangi o no per loro sei solo uno che deve pagare e basta.Questa è libertà,certo di morire,ma il nostro non è uno stato di diritto? Altro che monarchia quì i principi sono raddoppiati.

umberto posillipo 28.09.07 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Beato chi riesce ad averlo il problema del tfr vuol dire che un lavoro ancora lo ha.
Io ho 48 anni e un lavoro a tempo determinato (12 mesi) ero riuscito a trovarlo, poi dopo 4 mesi sono cambiate le necessita aziendali e allora vai col mobbing che ormai subisco da 2 mesi circa tanto da costringermi a mettermi in malattia.
Ho letto il Vs. libro schiavi moderni molto interessante ed in molti di quei casi mi ci ritrovo.
Adesso sto cercando un altro lavoro ma niente nulla vogliono i giovani sotto i 35 max per poterli sfruttare grazie alla legge che li aiuta, francamente non so come fare e si di professionalità acquisite ne ho ma ho anche 48 anni ! forse e l'età per levarsi di torno.

Vincenzo Surace Commentatore certificato 28.09.07 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Riprenditi Beppe, abbiamo tanto bisogno della tua voce....
P.S. Un pensiero ed un augurio al POPOLO BIRMANO, ai MONACI e MONACHE BUDDISTI....

Maurizio Mauro 28.09.07 09:36| 
 |
Rispondi al commento

La questione del TFR è sicuramente l'aspetto più inquietante della politica economica di questo governo.
Con la complicità di un sindacato superficiale e non responsabile si è consegnata una parte integrante dello stipendio ai fondi pensione.
Molti sono caduti nel tranello, e oggi, tremano.
Il mondo finanziario, vive di regole proprie, al di sopra dei controlli dei governi, ha la libertà di riempire il " mercato " di carta straccia, di cambiali e di titoli senza alcun valore.
Ma a quanto pare questa volta il giochetto non ha dato i frutti sperati.La maggior parte dei titoli sono rimasti in mano alle banche,ne è la prova l'intervento delle banche centrali, che hanno dovuto finanziare la carta straccia con moneta sonante,hanno cioè dovuto battere moneta, per non far fallire miseramente le banche coinvolte.
Il quadro è desolante, a partire dal mercato azionario, aziende super-indebitate, che producono degli utili ridicoli, e questo lo chiamano libero mercato, io la chiamerei più semplicemente repubblica delle banane.
L'operazione TFR è quindi stata un ,subdolo, tentativo di drenare liquidità,dalle tasche dei dipendenti, con questa operazione hanno raschiato il barile, sono arrivati al capolinea.
Chi ha risparmi se li tenga ben stretti e liquidi,uscire da tutte le posizioni, azionarie e obbligazionarie,e posizionarsi su asset sicurissimi, poichè il tracollo è vicino.

fausto donati 28.09.07 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La questione del TFR è sicuramente l'aspetto più inquietante della politica economica di questo governo.
Con la complicità di un sindacato superficiale e non responsabile si è consegnata una parte integrante dello stipendio ai fondi pensione.
Molti sono caduti nel tranello, e oggi, tremano.
Il mondo finanziario, vive di regole proprie, al di sopra dei controlli dei governi, ha la libertà di riempire il " mercato " di carta straccia, di cambiali e di titoli senza alcun valore.
Ma a quanto pare questa volta il giochetto non ha dato i frutti sperati.La maggior parte dei titoli sono rimasti in mano alle banche,ne è la prova l'intervento delle banche centrali, che hanno dovuto finanziare la carta straccia con moneta sonante,hanno cioè dovuto battere moneta, per non far fallire miseramente le banche coinvolte.
Il quadro è desolante, a partire dal mercato azionario, aziende super-indebitate, che producono degli utili ridicoli, e questo lo chiamano libero mercato, io la chiamerei più semplicemente repubblica delle banane.
L'operazione TFR è quindi stata un ,subdolo, tentativo di drenare liquidità,dalle tasche dei dipendenti, con questa operazione hanno raschiato il barile, sono arrivati al capolinea.
Chi ha risparmi se li tenga ben stretti e liquidi,uscire da tutte le posizioni, azionarie e obbligazionarie,e posizionarsi su asset sicurissimi, poichè il tracollo è vicino.

fausto donati 28.09.07 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Io faccio parte di quel 40% che ha investito il proprio TFR. A parte il fatto che, come in ogni investimento, vi è sempre una certa componente di rischio, è innegabile il fatto che politici ed economisti abbiano fatto una vera e propria campagna promozionale contro il TFR in azienda. Ma quello che ora mi chiedo: perchè è tolta la possibilità ai lavoratori di tornare sui propri passi? (cosa che invece spetta al lavoratore che abbia lasciato il TFR in azienda..)

Gianluca Lomastro 28.09.07 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe.
potremmo organizzare qualcosa del genere :
fermi, dico fermi tutti per 15 giorni,a piedi per strada,in silenzio,neanche una sigaretta per terra,farci vedere seduti nelle piazze,specialmente quelle sedi del potere,massima educazione,nessun tipo di violenza,ripeto.tanti cartelli , uno potrebbe essere : LA VOSTRA PRESENZA NON E' PIU' GRADITA.
insomma fermare tutto per 15 giorni,e vedrai che se ne andranno,mi dici di fronte ad una cosa del genere cosa faranno ? forse come in Birmania..? non credo.
A presto.

Nicola

nicola l. Commentatore certificato 28.09.07 06:28| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe penso che tu debba occuparti di un nuovo cliente.......il ministro Pollastrini.....questa beve e pure tanto.....penso che non sappia veramente che cosa dice......quanto gli diamo a questa? ......di che partito è?
l'unica cosa che ho capito di quello che ha detto è che bisogna occuparsi seriamente delle cose ....quali cose non lo ha detto

ciao e buona fortuna.....ma tanto questi la sedia non la mollano ....piuttosto metteranno all'indice quelli inscritti a questo blog

augusto di berardino 28.09.07 01:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate per i 2 post,mi e' scappato un clik di troppo.

Silvio T. 28.09.07 01:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, vorrei che tu parlassi anche dei sindacati, carrozzoni mangiasoldi che tutto fanno fuorché difendere i lavoratori.
Il mio è uno dei tanti casi di mobbing conclamato, un "massacro" avvenuto sotto gli occhi indifferenti dei sindacalisti. Se ho voluto dfendermi, ho avuto bisogno di pagare un avvocato e, per fortuna, ho vinto. Ho inviato alle organizzazioni sindacali (locali, regionali e nazionali) la seguente lettera, ma temo che troverò un muro di gomma:

"Si è conclusa positivamente la mia causa di lavoro contro il Comune di Chiavari, con il conseguente reintegro al posto ottenuto a seguito di concorso pubblico, come responsabile dell’Ufficio Cultura.

Dal 2004 ho più volte portato la vicenda all’attenzione delle RSU e degli esponenti sindacali territoriali..., sia in pubbliche assemblee, sia in colloqui privati, convinta del ruolo del sindacato nella tutela dei dipendenti, iscritti e non.

Per quanto mi consta, nessuno ha sentito il bisogno di approfondire il problema, di chiedere spiegazioni, di chiarire le ragioni del mio illegittimo allontanamento dall’Ufficio Cultura.

L’unico intervento di cui sono a conoscenza è quello di un RSU che, nell’autunno 2003, con una semplice domanda, ha chiesto (e ottenuto) di passare ad occupare il posto di lavoro da me vinto con titoli specifici.

Ne prendo atto.

Distinti saluti.

Barbara Bernabò
(funzionario Comune di Chiavari)".

Credo che nessuno mi risponderà mai e che nessuno chiederà spiegazioni ai sindacalisti che non hanno fatto il loro dovere per piccoli interessi personali o dei "compagni di merende".
Mi aspetto un VAFFANCULO anche per loro!!!!!

Saluti e buon lavoro

Barbara Bernabò

barbara bernabò 28.09.07 01:05| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
premetto che molte cose di quello che dici,le approvo anche io,ma nello stesso tempo mi domando:chi sei? un predicatore? un hacker? un comico? un politico? ( forse vorresti fare politica ),un condottiero? sei il salvatote,un profeta o forse il Messia? cazzo..secondo me,neanche tu lo sai!
Il tuo scopo qual'e' portare l'Italia come la Francia del 1789?
La soluzione dove'?Hai mai pensato che l'utopia e' la base,l'ingrediente principale di tutti i tuoi concetti? ( a parte le verita' nascoste che ci sforni e ci fanno solo incazzare di piu'!).
Parli tanto di pubblicità e poi sei il primo a farla,incominciando dal tuo bloog,( per citarne una del passato:ci hai fatto due palle con quello skype..che solo Dio lo sa! ecc..ecc..).
Beppe...io sono un semplice operaio italiano,che beve l'acqua e la paga,illuminami tu!cambio paese o continuo a sentire sempre le stesse cose?parole,perole..
"Hai mai pensato a fare un colpo di stato? cosi',magari...incominci a fare fatti e non ci martelli piu' le palle con le tue prediche,( lavaggi del cervello ),che tanto come ho detto prima,sono solo delle semplice parole che ci fanno incazzare di piu'.
Ti ringrazio per lo spazio,ti faccio i miei saluti,
Silvio.

Silvio T. 28.09.07 01:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
premetto che molte cose di quello che dici,le approvo anche io,ma nello stesso tempo mi domando:chi sei? un predicatore? un hacker? un comico? un politico? ( forse vorresti fare politica ),un condottiero? sei il salvatote,un profeta o forse il Messia? cazzo..secondo me,neanche tu lo sai!
Il tuo scopo qual'e' portare l'Italia come la Francia del 1789?
La soluzione dove'?Hai mai pensato che l'utopia e' la base,l'ingrediente principale di tutti i tuoi concetti? ( a parte le verita' nascoste che ci sforni e ci fanno solo incazzare di piu'!).
Parli tanto di pubblicità e poi sei il primo a farla,incominciando dal tuo bloog,( per citarne una del passato:ci hai fatto due palle con quello skype..che solo Dio lo sa! ecc..ecc..).
Beppe...io sono un semplice operaio italiano,che beve l'acqua e la paga,illuminami tu!cambio paese o continuo a sentire sempre le stesse cose?parole,perole..
"Hai mai pensato a fare un colpo di stato? cosi',magari...incominci a fare fatti e non ci martelli piu' le palle con le tue prediche,( lavaggi del cervello ),che tanto come ho detto prima,sono solo delle semplice parole che ci fanno incazzare di piu'.
Ti ringrazio per lo spazio,ti faccio i miei saluti,
Silvio.

Silvio T. 28.09.07 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie beppe. Grazie per averci dato voce, grazie per averci dato una speranza, una luce, le cose si stanno mettendo troppo male in Italia, noi, giovani professionisti, siamonati stanchi, stanchi di essere presi in calci in bocca dal peggior governo che l'Italia abbia mai avuto, stanchi di vederci sopraffatti dall'illegalità diffusa, stanchi delle tasse e dei disservizi immani...stanchi dell'arroganza di chi occupa posti pubblici sia di basso che di alto livello, siamo una nazione con milioni di fior di laureati a spasso e fior di caproni che lavorano nel pubblico..grazie Beppe, e grazie a voi tutti, popolo dei blog....da oggi, avrete un amico in più. continuate così!!
Mario da Anzio

Mario Marcellini 28.09.07 00:05| 
 |
Rispondi al commento

grande grillo

SAVERIO B. Commentatore certificato 27.09.07 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, per rispondere a questo argomento riguardo al TFR ti dirò semplicemente una cosa: tanta confusione.
Dal primo gennaio al 31 giugno si doveva decidere che fare del nostro TFR.
Verso la metà di aprile mi sono recato in un ufficio postale per vedere che tipo di investimento mi proponevano.
Bè sono rimasto sconcertato perchè il consulente mi aveva detto che il governo non aveva ancora posto dei paletti sui tipi di investimenti da scegliere. Il consulente mi ha detto di ripassare...
Mi sono recato agli inizi di giugno e ho trovato una bella sorpresa.
Per le aziende con più di 50 dipendenti erano obbligati (correggimi se sbaglio) a investire il loro TFR, a seconda del settore in cui si trovavano, in fondi scelti dallo stato.
Lo scandalo è che gli operai di alcuni settori erano costretti ad investire il loro TFR nell'azionario!! RISCHIANDOLO.. Come si fa a far rischiare il TFR ad un operaio!! Alla fine della cariera lavorativa se le le azioni vanno male ti giochi il tuo TFR!UNA INDECENZA.
Io lavorando in un azienda non tanto grande l'ho lasciato li... Fan culo loro.
Ciao

Fabio Mezzalira 27.09.07 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, per rispondere a questo argomento riguardo al TFR ti dirò semplicemente una cosa: tanta confusione.
Dal primo gennaio al 31 giugno si doveva decidere che fare del nostro TFR.
Verso la metà di aprile mi sono recato in un ufficio postale per vedere che tipo di investimento mi proponevano.
Bè sono rimasto sconcertato perchè il consulente mi aveva detto che il governo non aveva ancora posto dei paletti sui tipi di investimenti da scegliere. Il consulente mi ha detto di ripassare...
Mi sono recato agli inizi di giugno e ho trovato una bella sorpresa.
Per le aziende con più di 50 dipendenti erano obbligati (correggimi se sbaglio) a investire il loro TFR, a seconda del settore in cui si trovavano, in fondi scelti dallo stato.
Lo scandalo è che gli operai di alcuni settori erano costretti ad investire il loro TFR nell'azionario!! RISCHIANDOLO.. Come si fa a far rischiare il TFR ad un operaio!! Alla fine della cariera lavorativa se le le azioni vanno male ti giochi il tuo TFR!UNA INDECENZA.
Io lavorando in un azienda non tanto grande l'ho lasciato li... Fan culo loro.
Ciao

Fabio Mezzalira 27.09.07 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, per rispondere a questo argomento riguardo al TFR ti dirò semplicemente una cosa: tanta confusione.
Dal primo gennaio al 31 giugno si doveva decidere che fare del nostro TFR.
Verso la metà di aprile mi sono recato in un ufficio postale per vedere che tipo di investimento mi proponevano.
Bè sono rimasto sconcertato perchè il consulente mi aveva detto che il governo non aveva ancora posto dei paletti sui tipi di investimenti da scegliere. Il consulente mi ha detto di ripassare...
Mi sono recato agli inizi di giugno e ho trovato una bella sorpresa.
Per le aziende con più di 50 dipendenti erano obbligati (correggimi se sbaglio) a investire il loro TFR, a seconda del settore in cui si trovavano, in fondi scelti dallo stato.
Lo scandalo è che gli operai di alcuni settori erano costretti ad investire il loro TFR nell'azionario!! RISCHIANDOLO.. Come si fa a far rischiare il TFR ad un operaio!! Alla fine della cariera lavorativa se le le azioni vanno male ti giochi il tuo TFR!UNA INDECENZA.
Io lavorando in un azienda non tanto grande l'ho lasciato li... Fan culo loro.
Ciao

Fabio Mezzalira 27.09.07 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Cortesemente vorrei sapere se e quando verrà rifatto lo spettacolo a novara.
Grazie

carlo fedele 27.09.07 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Condivido tutto quanto dice Beppe Grillo. Non capisco però perchè non ha vomitato tutto questo 5 anni fa nella precedente legislatura quando sono stati fatti attacchi conto la magistratura, contro il sistema d'informazione e leggi su misura.Gli italiani (grillo li sopravvaluta molto) credono che siano attacchi riferibili solo alla sinistra , A Prodi e al suo governo. Perchè non parla di come siamo stati ridotti da chi ci ha governato prima? Secondo me dovrebbe ricordare continuamente che l'attacco al sistema politico è bipartisan. Se guarda le reti mediaset si accorgerà che lo stanno strumentalizzando, dimenticando che lo schieramento di centrodestra conta un numero di politici condannati in via definitiva, che quando hanno potuto , hanno sfruttato la loro posizione di vantaggio meglio e più degli altri. Beppe vuoi Berlusconi al governo? Dillo chiaramente.

anna esposito 27.09.07 20:23| 
 |
Rispondi al commento

caro Grillo:
io non ho la tua stessa abilità nel parlare e credo ancora meno nello scrivere però, sforzandomi, voglio proporre alcune riflessioni.
Qualche anno fà vidi un tuo spettacolo in cui presentavi l'automobile a idrogeno per combattere l'inquinamento atmosferico.
Ricordo che in una scena tu facevi aereosol dal tubo di scappamento della vettura.
Allora pensai:
Come mai nessuno pensa di sfruttare questo affare che sembra essere eccezionale?
Quindi cominciai ad informarmi con degli amici ingegneri i quali mi dissero:
Non è un problema fare andare ad idrogeno una macchina.Il problema,semmai,è procurarsi l'idrogeno.
Mi spiegarono che,in quegli anni, per produrre 1l. di idrogeno occorreva spendere una energia superiore ad 1l. di gasolio e quindi non si sarebbe risparmiato niente nè in termini di denaro nè in termini di inquinamento ambientale.
Ora,dopo anni, stanno infatti uscendo delle automobili a combustibile idrogeno porò con una tecnologia molto diversa da quella macchina presentata nel tuo spettacolo.
Il ragionamento appena detto lo voglio riportare ai giorni nostri.
A me piace il Grillo parlante che sà cogliere il tempo per sensibilizzare l'opinione pubblica su temi importanti che riguardano la nostra vita: nella politica, nel sociale,ed in tutti i campi.
Però ho una certa diffidenza dei PREDICATORI che dicono di avere tutte le verità in tasca e che solo loro possono salvarci dal fallimento.
Le verità sono sempre tante e nessuno può dire che la sua è migliore delle altre.
Detto questo ti ringrazio per questo spazio che mi hai concesso e saluto tutto il popolo del BLOG:
tonino

antonio di battista 27.09.07 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto una breve ricerca in rete sui 98 mld .
Vi riassumo quello che ho letto.A seguito della denuncia dei giornalisti del sec.XIX,dalla interrogazione di Fernado Rossi(mov.politico dei cittadini)e di Di Pietro,Visco è costretto,il
27 giugno 2006, a istituire una comm.d'inchiesta presieduta da Grandi,suo sottosegretario.Inizia il gioco dei quattro cantoni,coi documenti spediti a X,che li spedisce a Y.Ben 9 mesi dopo (nove!),il
26/03/2007 la comm.dell'on.Grandi consegna la relazione a Visco.Complimenti per la velocità!Ma dove avranno cercato quelli della commiss.?In ogni caso non possono tacere le macroscopiche anomalie
nella gestione delle slot-machine.Tra le società "beneficiarie" di questo regalo miliardario ci sarebbero uomini appartenenti a famiglie legate a
"cosa nostra",ma anche e soprattutto esponenti di partiti politici (AN -DS ).Si riusciva a evadere il fisco con un trucco semplicissimo,non collegando le macchinette in rete e quindi sotraendole al monitiraggio,ma quello che è più inquietante ,nel momento in cui la commissione d'inchiesta punta il dito contro i Monopoli di Stato questi non hanno mai chiesto alle concessionarie il pagamento di nemmeno un euro di multa.Sarà un caso,ma i politici sono "dentro"le concessionarie,e il direttore gener.dei Monopoli è Giorgio Tino,parente di Antonio Maccanico.Si proprio quel Tino che venne nominato dal centrodestra e confermato dal governo Prodi,nonostante avesse ricevuto,un mese prima,un avviso di garanzia dalla
Procura di Potenza.Accanto a lui,in qualità di direttrice dei monopoli,siede Gabriella Alemanno,sorella di Gianni ,ex ministro di An.
In rete ci sono tanti altri dettagli interessanti.
Quello che voglio ricordare è che con 98 miliari di Euro (150 mila miliardi!!!di lire),ci si potrebbero costruire metropolitane in tutte le citta d'Italia,o rifare 500 ospedali.

maurizio di vita Commentatore in marcia al V2day 27.09.07 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto una breve ricerca in rete sui 98 mld .
Vi riassumo quello che ho letto.A seguito della denuncia dei giornalisti del sec.XIX,dalla interrogazione di Fernado Rossi(mov.politico dei cittadini)e di Di Pietro,Visco è costretto,il
27 giugno 2006, a istituire una comm.d'inchiesta presieduta da Grandi,suo sottosegretario.Inizia il gioco dei quattro cantoni,coi documenti spediti a X,che li spedisce a Y.Ben 9 mesi dopo (nove!),il
26/03/2007 la comm.dell'on.Grandi consegna la relazione a Visco.Complimenti per la velocità!Ma dove avranno cercato quelli della commiss.?In ogni caso non possono tacere le macroscopiche anomalie
nella gestione delle slot-machine.Tra le società "beneficiarie" di questo regalo miliardario ci sarebbero uomini appartenenti a famiglie legate a
"cosa nostra",ma anche e soprattutto esponenti di partiti politici (AN -DS ).Si riusciva a evadere il fisco con un trucco semplicissimo,non collegando le macchinette in rete e quindi sotraendole al monitiraggio,ma quello che è più inquietante ,nel momento in cui la commissione d'inchiesta punta il dito contro i Monopoli di Stato questi non hanno mai chiesto alle concessionarie il pagamento di nemmeno un euro di multa.Sarà un caso,ma i politici sono "dentro"le concessionarie,e il direttore gener.dei Monopoli è Giorgio Tino,parente di Antonio Maccanico.Si proprio quel Tino che venne nominato dal centrodestra e confermato dal governo Prodi,nonostante avesse ricevuto,un mese prima,un avviso di garanzia dalla
Procura di Potenza.Accanto a lui,in qualità di direttrice dei monopoli,siede Gabriella Alemanno,sorella di Gianni ,ex ministro di An.
In rete ci sono tanti altri dettagli interessanti.
Quello che voglio ricordare è che con 98 miliari di Euro (150 mila miliardi!!!di lire),ci si potrebbero costruire metropolitane in tutte le citta d'Italia,o rifare 500 ospedali.

maurizio di vita Commentatore in marcia al V2day 27.09.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo PRESIDENTE!!!!!!!!!!!!

DANIELE FARFARINI (nerchione) Commentatore certificato 27.09.07 17:30| 
 |
Rispondi al commento

LETTRA APERTA
caro grillo
sono un "ragazzo" di 32 anni che,ormai da mesi,vorrebbe entrare in politica fondando un nuovo gruppo con uu mio amico,claudio.
l'italia è governata da schifo,verrebbe voglia di scappare,ma io e claudio abbiamo un problema:purtroppo AMIAMO questo paese.E vorremmo cambiarlo.Ma per farlo dobbiamo entrare dalla porta principale ancora vergini(politicamente parlando)altrimenti si corre il rischio di essere fagocitati o(peggio ancora)di conformarsi a questo sistema.
Non siamo dei tecnici,ma abbiamo ideali e idee che non sono assimilabili ad alcun schieramento politico di destra o sinistra che sia.
alcune nostre idee sono trasversali,altre nuove
ma per applicarle abbiamo bisogno di una persona come te,che ci aiuti ad entrare con prepotenza nel mondo politico dei grandi.
Claudio e io in questi mesi abbiamo discusso e messo sulla carta quelli che sono i punti cardine del nostro programma
ho visto in tv il tuo discorso introduttivo al V DAY e sono rimasto stupito:TUTTO (lottizzazione rai e rete4 sul satellite a parte)coincideva con i nostri discorsi.
ci sono però altri punti che vorrei brevemente elencarti:stato laico(nessuna ingerenza di nessuna religione),vincolo di mandato per i governi,privatizzazione del sistema pensionistico,riapertura delle casa chiuse,legalizzazione droghe leggere,sburocratizzazione per le imprese,fine del lavoro in nero e degli sprechi,neutralità dell'Italia in politica estera(Svizzera docet).
anche se può sembrare utopia realizzare i nostri propositi,sappiamo che gli italiani,e soprattutto i giovani,sono stufi di questa sorta di pseudopolitica fatta di mummie,accattoni e delinquenti che ci governa.
e sappiamo che sarà dura,durissima
ma chiediamo solo la possibilità di poterci provare con tutte le nostre forze per annientare ogni casta,cosca,lobby che danneggia il nostro paese
se vuoi e puoi contattaci,potremmo esporti meglio e + approfonditamente le ns intenzioni.
grazie per l'attenzione
maurizio e claudio

maurizio sala 27.09.07 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Esprimo solidarietà a Grillo e lo invito a non scomporsi più di tanto per la corale ondata di denigrazione a mezzo stampa (e televisione) di questi giorni: il Potere si difende e gli operatori dei media vengono schierati in prima linea nella reazione ad un fenomeno politico-mediatico(il media in questione è internet, la rete) senza precedenti nella storia del nostro Paese. Le idee espresse in tanti dibattiti sulla democrazia diretta tra anni '60 e '70 stanno finalmente cominciando a trovare una prima applicazione operativa di massa.La massificazione di tale prassi operativa è resa possibile dalla rete: questa la grande intuizione di Grillo, che ha saputo svilupparla grazie alla forza del suo blog e del suo mestiere di comico. Con il V-day tali istanze di democrazia dal basso sono finalmente venute allo scoperto, entrando in una dimensione politica.Ciò ha richiamato l'attenzione della classe politica e di conseguenza (siamo in Italia) quella dei mass-media. Giornali e televisioni si dedicano ad analizzare le dinamiche politiche che le istanze espresse dal "popolo di Grillo" hanno suscitato, tralasciando(come al solito) di parlare dei contenuti. Ciò che Grillo dice da anni sul nostro capitalismo malato e corrotto non viene degnato della minima attenzione. Non se ne parla ora, come non se n'è mai parlato prima. A dimostrazione che in Italia un giornalismo realmente indipendente non esiste. Detto in soldoni: si acconciano a parlare della "Casta" e dei costi della politica per non dover (per non potere) parlare di Tronchetti Provera ed affini. Insomma, se si è proprio costretti si attacca - attacchi all'acqua di rose naturalmente - il più "debole". Finchè non sia passata la nottata.I grilliani politicamente attivi, per i quali anch'io simpatizzo, sono in questo momento i nostri monaci birmani: a loro non spareranno e non lanceranno lacrimogeni forse (anche se a Genova nel 2001 l'hanno fatto), ma riserveranno, sul piano verbale, il medesimo trattamento.
vito zingale

vito zingale 27.09.07 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi vengono in mente antichi versi letti in gioventù:
"IN TEMPI MENO LEGGIADRI E PIU' FEROCI,I LADRI SI APPENDEVANO ALLE CROCI; IN TEMPI MENO FEROCI E PIU'LEGGIADRI SI APPENDONO LE CROCI IN PETTO AI LADRI"!.
Adesso il tempo è scaduto.Con la prossima manifestazione il messaggio sarà forte e inequivocabile.Gli italiani si stanno riappropriando del loro paese.Se l'azione pacifica non sortirà gli effetti voluti,scopriranno di cosa sono capaci gli italiani incazzati sul serio.
Ps. baffetto d'alema sei un vile nascosto dietro l'immunità parlamentare.Deponi quell'aria arrogante e "Costituisciti".Dimettiti con l'onore delle armi finchè sei in tempo.AL PUNTO IN CUI SIAMO ABBIAMO POCO DA PERDERE.VENIAMO A ROMA COME UNA FIUMANA UMANA A PRENDERVI A CALCI IN CULO

maurizio di vita Commentatore in marcia al V2day 27.09.07 14:18| 
 |
Rispondi al commento

grande beppe grillo...hai coinvolto migliaia di persone..ma hai fatto molto bene a mandare tutti a fare in culo..per quello che valgono i politici un vaffanculo è troppo poco...ci vorrebbero calci in culo..sono tutti corrotti i porci nn se ne salva uno,beppe continua a spaccarli e prima o poi sarà ora dello scontro ed il popolo sarà con te...auguri per il resto delle tue tappe..

mirco crosia 27.09.07 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ciao, sono Massimiliano ho 35 anni e sin dalla più tenera età ho sempre seguito i tuoi interventi fino a quando non sono diventati scomodi (v.democrazia) L'essere qui oggi a scriverti è per dirti che la tenacia paga nonostante tutto hai sempre perseguito i tuoi obiettivi "in solitudine" e adesso io e gli altri che si sono aggregati vogliamo spalleggiarti, sei il nostro portavoce naturale penso che noi tutti abbiamo pensato e detto certe cose a riguardo la politica e politicanti ma cose dette al bar o per strada con amici o conoscente assolutamente inefficaci.
E' ora di gridarlo ai quattro venti che siamo stanchi di dare senza ricevere, non che gli Italiani siano un popolo di tornacontisti, ma se anche ogni tanto ci dessero il minimo "sindacale" non sarebbe male no? Le mie origini sono siciliane io lavoro al "nord" (nord in base a che cosa poi) ed ogni tanto quando chiamo al telefono i miei che abitano ancora lì sento dire non ci danno l'acqua da 20 giorni.... e poi ci si stranisce che in africa percorrono Km e km per prenderne un recipiente.
ma non voglio tediarti con queste cose tu ne sai anche di più gravi di queste porcherie.
Volevo solo farti sapere che ti considero le nostre "ali della libertà".
Siamo con te.
massimiliano

Massimiliano P. 27.09.07 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Ieri a matrix su canale 5 c'era (tra i vari ospiti in studio) anche il leghista ed ex ministro della giustizia, Castelli. A un certo punto, il paladino della giustizia padana, pensa bene di leggere pubblicamente un sonetto, scritto (chissà da chi) nel secolo scorso. In tale sonetto, in sostanza, si criticava la classe politica del tempo e lui commentava la cosa, col suo sorriso sarcastico che lo contraddistingue, dicendo che, alla fine, le critiche ai politici ci sono state sempre. Come dire: è inutile che urlate, cambiano i suonatori ma la musica rimarrà sempre quella. E continuava a ridersela fino alla fine del programma. E' proprio vero, quindi, che i politici, dalla pancia
STRA-piena, sono lontani anni luce dai reali problemi dei cittadini!

Guido . Commentatore certificato 27.09.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
sono una ragazza di 25 anni spaventata dal tuo articolo in quanto il mio fidanzato rietra tra il 40% della popolazione che ha aderito ai fondi pensione (grazie alla disinformazione).
E' possibile fare qualche cosa per salvare il nostro futuro?
Si può in qualche modo recedere o il nostro futuro è segnato per sempre??
Grazie
Ps. Grillo continua così!!!

Francesca Provana 27.09.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Quanto afferma il Prof. Scienza fa riferimento al breve-medio termine; nel lungo termine le performance tra TFR e mercato azionario sono *quasi sempre* a favore del secondo anche in un arco temporale di soli 10 anni.

*Sempre* se il calcolo viene riferito a 20 anni.

Investire il TFR in un indice di borsa (tramite un ETF...) sarebbe stata comunque la soluzione migliore....

Ritengo utile segnalare sull'argomento una risorsa particolarmente utile e documentatissima:

http://www.ifa.com

Cordialmente,
--
Mauro Magnani

Mauro Magnani Commentatore certificato 27.09.07 11:24| 
 |
Rispondi al commento

V-DAY A ROMA BEPPE!...OCCORRE ARRIVARE A ROMA...IO CI SARO' CON LA PIOGGIA E CON LA NEVE...
CAGNARA A TUTTO SPIANO SOTTO I BALCONI...IL GRANO E' MATURO ...ripeto...IL GRANO E' MATURO E' ORA DI MIETERE...RIUNISCI TUTTI I MEETUP...E PORTALI A ROMA...VERREBBERO ANCHE DALL'ESTERO...

bruno revolfato 27.09.07 10:44| 
 |
Rispondi al commento

V-DAY A ROMA BEPPE!...OCCORRE ARRIVARE A ROMA...IO CI SARO' CON LA PIOGGIA E CON LA NEVE...
CAGNARA A TUTTO SPIANO SOTTO I BALCONI...IL GRANO E' MATURO ...ripeto...IL GRANO E' MATURO E' ORA DI MIETERE...RIUNISCI TUTTI I MEETUP...E PORTALI A ROMA...VERREBBERO ANCHE DALL'ESTERO...

bruno revolfato 27.09.07 09:57| 
 |
Rispondi al commento

V-DAY A ROMA BEPPE!...OCCORRE ARRIVARE A ROMA...IO CI SARO' CON LA PIOGGIA E CON LA NEVE...
CAGNARA A TUTTO SPIANO SOTTO I BALCONI...IL GRANO E' MATURO ...ripeto...IL GRANO E' MATURO E' ORA DI MIETERE...RIUNISCI TUTTI I MEETUP...E PORTALI A ROMA...VERREBBERO ANCHE DALL'ESTERO...

bruno revolfato 27.09.07 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera l'onorevole Vittorio Sgarbi ha dato dei Dementi a chi segue Beppe Grillo, detto da lui critico d'arte e professore dovrebbe offendermi, ma chissà perchè mi ha fatto solo ridere... una persona del suo calibro che non capisce un H (o meglio una CHIOCCIOLA!!!)di tecnologia, internet ecc. mi fa solo pena.
Vittorio Sgarbi mi sa tanto che devi rimetterti a studiare!

alessandro de angelis 27.09.07 08:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe.
stasera ho visto un tuo spettacolo,e,alla fine mi e' piaciuto il discorso di come si e' potuto sopravvivere fino ad oggi.
io ho "solo" 37 anni,ma anchio ho passato le mie giornate fuori,a spasso,con lividi e sbucciature sui ginocchi,e tornato a casa,prendevo anche due manate dalla mamma.
io mia figlia invece la sto facendo sentire una regina.forse sbaglio,ma non mi fido di lasciarla in balia del mondo.
so che non lo potro' fare per sempre,ma adesso e' cosi'.pero' grazie alle tue parole,ho capito che bisogna riappropriarci del nostro mondo,dove potevo andarmene in giro senza trovare troppimalviventi(c'erano anche allora).
la conoscenza delle cose,come dici te,ci puo' far sopravvivere meglio,anche in un mondo sempre piu' difficile.conoscendo si previene l'influsso di tutti quegli stronzi che normalmente vagano per l mondo ad aspettare di mettertelo nel culo.se so che me lo puoi mettere nel culo pero',vedrai che troverai il buco protetto da uno scudo.
grazie di farmi pensare ed incuriosirmi su cose che a volte si danno per scontato.
con stima...Diego da Livorno.
ciao.

diego m. Commentatore certificato 27.09.07 02:47| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti...sto guardando matrix su canale 5,e come nei precedenti speciali, tra qui anno zero, ancora matrix, si parla tanto di Grillo come possibile paura per i politici merd. ma nn di quello che veramente ha portato:innovazione nel comunicare ma soprattutto verità , tanta semplice verità,quellache i politici ci continuano a nascondere,per tenerci ingoranti e sotto il loro controllo.SONO STUFO!!!
Oltretutto parlano sempre di lui ma nn c'è nessuno che lo inviti in qualche dibattito.
GRILLO TI PREGO DI CONTINUARE NELLA TUA LOTTA, NOI TUTTI TI ACCOMPAGNAMO, SEI LA MIA SPERANZA PER UNA ITALIA MIGLIORE, SOPRATTUTTO PER IL MIO FUTURO VISTO CHE HO ANCORA 23 ANNI...non vedo l'ora di partecipare vivamente a qualche manifestazione che spero verrà presto.
con tanto impegni si può fare,le fragole sono mature....

fabrizio g. Commentatore certificato 27.09.07 00:18| 
 |
Rispondi al commento

posso incollare il mio TFR a quello di un politico e di conseguenza riscuotere io e la mia famiglia (sono l'unico che lavoro e ho moglie e due,per ora,figli a carico)tutte le agevolazioni di conseguenza?il sogno della mia vita,e' non vincere al superenalotto,ma buttarlo in culo ha chi mi ha sempre fregato da generazioni!!!mio padre ne sarebbe felice!

marcello ferrini 26.09.07 22:45| 
 |
Rispondi al commento

complimenti a beppe ti ho (visto) a schio sei grande come al solito,per non parlare poi del v-day.
voglio dirvi di una cosa di cui mi sono accorto una quindicina di anni fa: osservavo il cielo dall'altopiano di asiago. nel giro di dieci minuti
dopo il passare di molti aerei da sereno che era
divenne coperto e il tutto era dovuto all'allargarsi
delle scie degli aerei. da quel giorno ho osservato
spesso questi fenomeni diventando un po' esperto
nel riconoscerli tali. sono convinto che le istituzioni lo sanno ma non ne ho mai sentito parlare. io ne ho parlato un po' a tutti probabilmente essendo scambiato per visionario o pazzo ma e' vero. caro beppe & company verificateeeeeeeeeee!!!!!!!! p.s. se vi accorgerete che ho ragione ho altre chicche da raccontare; cominciamo con questa.

eraldo meneguzzo Commentatore certificato 26.09.07 21:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me Berlusconi non sta acquattato nell'ombra chiedendosi come si faccia a mobilitare così tanti giovani.. Per me è seduto da tempo a tavolino. Programma qualcosa di grosso con i soci della birra: Fini..e tutto il fascistume del partito di FI. Partito che fà schifo per le pensone che lo compongono come pure i suoi elettori, parte amorale ed opportunista della nostra società. Oggi votano FI , per 50 anni hanno votato Democrazia Cristiana e prima erano iscritti al partito fascista di Mussolini. Con questa zavorra di gente bisogna fare i conti!! Con questi pesi morti non si va da nessuna parte.Per me Berlusconi sogna soluzioni autoritarie...come quella di Pinochet in Chile. Egli conta proprio con questa zavorra riplasmata alla moderna da Emilio Fede, Maria de Filippi e Maurizio Costanzo. Conta sulla loro passività. Ma noi , noi non ci prenderanno!!!

Pancho Villa 26.09.07 21:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In ciò che ho trovato scritto ritengo ci sia qualcosa di inesatto. Nei fondi pensione(prendiamo come riferimento quelli NON ASSICURATIVI, i quali, nella maggior parte dei casi hanno altissimi costi di gestione che erodono i rendimenti), il TFR è investito mensilmente, rivestendo quindi le caratteristiche del c.d. PIANO DI ACCUMULO.Il discorso quindi è particolare e non si presta a generalizzazioni (potendo costituire, la discesa dei mercati un'opportunità di guadagno con il piano di accumulo e non certo una perdita secca). Per il resto, chi non ha un profilo di rischio idoneo agli investimenti è giusto che lasci i soldi in azienda o in fondi che garantiscano quantomeno lo stesso rendimento della gestione INPS. Ma a mio avviso, anche l'INPS, se potesse, garantirebbe quel rendimento ai lavoratori ma quel capitale lo investirebbe. Il problema è che non ha il tempo di investirli, dovendo essere impiegati immediatamente per il pagamento delle pensioni. Infine,vorrei precisare che il fondo pensione non ha a che fare con la predestinazione luterana: se un mercato cambia prospettive, ci si sposta su di un altro, senza spese. E' essenziale quindi essere seguiti da un buon consulente finanziario. Come me (per la serie:-Se non credi in te stesso, chi ci crederà!)
Ciao.
Gianluca

gianluca parziale 26.09.07 20:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ALCUNE DELLE TANTE COSE SU CUI PUNTARE DOPO IL
V-DAY

- ELIMINAZIONE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI
PARTITI

- ELIMINAZIONE DEI FINANZIAMENTI AI GIORNALI

- ELIMINAZIONE DEGLI ENTI INUTILI E PARASSITARI
(Es:Programma italia,progetto ponte,comunità
montane,ordini professionali,finte onlus)

- ACCORPAMENTO DEI PICCOLI COMUNI

- AVVIAMENTO DI UN PIANO PER ELIMINARE LE
PROVINCIE E RICOLLOCAMENTO DEI DIPENDENTI

- RIDUZIONE DEGLI ORGANICI DEI MINISTERI ALLE
REALI NECESSITA'(LEGGO CHE AL MINISTERO DEGLI
INTERNI IL NUMERO DEI DIPENDENTI E' 10 VOLTE
QUELLO CHE SAREBBE SUFFICIENTE)

- MENO BUROCRAZIA CHE PARALIZZA IL PAESE
(INFORMATIZZAZIONE DEI SISTEMI)

- INTERVENTI A FAVORE DELLA FAMIGLIA ( TASSE
SCOLASTICHE, LIBRI,CASA ,AUMENTO DELLE
DETRAZIONI ,ECC).

- COPERTURA SANITARIA GLOBALE (DEPUTATI E SENATORI
GODONO DEL 100% DI RIMBORSO PER SPESE SANITARIE
CHE SI ESTENDE AI FAMILIARI, SUOCERI COMPRESI)

- CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SUL RISPARMIO
ENERGETICO

maurizio di vita Commentatore in marcia al V2day 26.09.07 18:41| 
 |
Rispondi al commento

ALCUNE DELLE TANTE COSE SU CUI PUNTARE DOPO IL
V-DAY

- ELIMINAZIONE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI
PARTITI

- ELIMINAZIONE DEI FINANZIAMENTI AI GIORNALI

- ELIMINAZIONE DEGLI ENTI INUTILI E PARASSITARI
(Es:Programma italia,progetto ponte,comunità
montane,ordini professionali,finte onlus)

- ACCORPAMENTO DEI PICCOLI COMUNI

- AVVIAMENTO DI UN PIANO PER ELIMINARE LE
PROVINCIE E RICOLLOCAMENTO DEI DIPENDENTI

- RIDUZIONE DEGLI ORGANICI DEI MINISTERI ALLE
REALI NECESSITA'(LEGGO CHE AL MINISTERO DEGLI
INTERNI IL NUMERO DEI DIPENDENTI E' 10 VOLTE
QUELLO CHE SAREBBE SUFFICIENTE)

- MENO BUROCRAZIA CHE PARALIZZA IL PAESE
(INFORMATIZZAZIONE DEI SISTEMI)

- INTERVENTI A FAVORE DELLA FAMIGLIA ( TASSE
SCOLASTICHE, LIBRI,CASA ,AUMENTO DELLE
DETRAZIONI ,ECC).

- COPERTURA SANITARIA GLOBALE (DEPUTATI E SENATORI
GODONO DEL 100% DI RIMBORSO PER SPESE SANITARIE
CHE SI ESTENDE AI FAMILIARI, SUOCERI COMPRESI)

- CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SUL RISPARMIO
ENERGETICO

maurizio di vita Commentatore in marcia al V2day 26.09.07 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti.
Quando mi fu chiesto di decidere sul TFR dal mio datore di lavoro nonchè amico recitai testualmente:" Peppe, i miei soldi stanno bene dove stanno. E' decisamente più probabile che vada in bancarotta l'Italia piuttosto che la tua azienda".
Rispondete al quesito:

preferite che i vostri soldi restino in un'azienda nella quale lavorate ogni giorno e che potete controllare da vicino seguendo l'andamento delle vendite, degli acquisti o addirittura della finanza

OPPURE

volete che vadano in un calderone del quale non sapete nulla ... in mano a gente che non conosce il valore dei "VOSTRI" soldi, che spesso si improvvisa investitore rampante fregandosene altamente del rischio correlato ai singoli strumenti finanziari e che non esiterebbe un minuto a mettere a repentaglio i risparmi di una vita?

MEDITATE GENTE ... MEDITATE

Alberto D. Commentatore certificato 26.09.07 18:06| 
 |
Rispondi al commento

No signori in questo caso non sono d'accordo.
Non si può dire che la borsa italiana ha perso il 6% da giugno, perchè bisogna anche dire che ha guadagnato il 20% nel 2005 e nel 2004. Così si fa davvero cattiva informazione.
E' corretto dire che chi deve stare nei fondi meno di 5 anni non investa in titoli azionari, ma è storicamente provato che per permanenze più lunghe i rendimenti dei fondi azionari siano di gran lunga superiori a qualsiasi altro investimento. Provate a vedere in quanto tempo le borse mondiali hanno recuperato dopo il crollo dell'11 settembre!!!!!!!!!!!!!!
Credo sia anche corretto segnalare che in tutti i fondi (chiusi, aperti, di categoria, aziendali) debbano obbligatoriamente essere presenti due linee di investimento: una a capitale protetto (garantisce il capitale versato negli anni) ed una a rendimento garantito (garantisce il rendimento previsto per legge del TFR in azienda).
Quindi per favore evitiamo analisi da quattro soldi su dati e basi che sono FALSI o meglio falsati, altrimenti scendiamo allo stesso livello di quelli che vogliamo cacciare.
Questo ovviamente non significa che non si possa discutere dei fondi pensione e del perchè sono nati ma è tutto un altro discorso, ma facciamo questo e non diciamo stupidaggini.

giuseppe m. Commentatore certificato 26.09.07 17:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Questa si che è cattiva informazione, anzi direi strumentalizzazione di dati.Sig Scienza ma cosa scrive. Chi investe in un fondo pensione lo fa per un lungo periodo.Sarebbe bello costituirsi la pensione integrativa versando per esempio 1000 euro all'anno per 3 anni!!!!!
Perchè non si documenta e non pubblica i dati relativi all'andamento dei mercati finanziari nell'ultimo ventennio!!! I lettori noterebbero con gran stupore una performance di almeno un 300% cioè molto , ma molto di più della rivalutazione del TFR aziendale che viaggia al 2% annuo. E meno male che sul blog si legge,cosa in parte vera, che l'informazione è manipolata!!!!

key pax 26.09.07 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Mi stupisce molto la superficialità di questo post.Ricordo che, per chi volesse costituirsi una pensione integrativa, sarebbe necessario che versasse per un numero elevato di anni (da 20 in su).Pertanto sig. Scienza vada a vedere quanto hanno reso i mercati finanziari negli ultimi 20 anni( non per 6 mesi) rispetto ad un tfr che rende mediamente il 2%. Noterà, forse con grosso stupore, che la resa di qualunque mercato azionario mondiale dal 1987 ad oggi è stata di almeno il 300% e quindi almeno 5 volte superiore ad una rivalutazione tfr.Infatti tutti i fondi pensione anglosassoni utilizzano questo metodo da 40 anni con buoni risultati.
Al posto che criticare gli strumenti di previdenza integrativa(qualunque essi siano) perchè non scrive come faranno le persone che oggi hanno meno di 40 anni a vivere, quando saranno pensionati, con il 40-50% dell'ultima retribuzione?

key pax 26.09.07 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna riformare anche il sistema di giudizio nel penale. Spesso a causa di un giudice (giudicante) con problemi personali o troppo inesperto o con l'utero storto si elargiscono condanne errate. C'è bisogno che a decire sia una giuria popolare (come in america, ma senza pena di morte). saluti, aldo

ALDO SACCONE 26.09.07 15:20| 
 |
Rispondi al commento

TFR O NO, SE PENSO CHE QUELLE VACUE NULLITA' DI LAPO, PIERSILVIO E NEPOTISMO ASSORTITO, SON PRIVI DI OGNI PROBLEMA ECONOMICO, SENZA AVERE ALCUNA QUALITA' SE NN DI ESSERE NATI BENE, E IO SPACCO IL CENTESIMO, MI VIENE UNA INCAZZATURA TALE....

Francesco Manfredi 26.09.07 14:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere all'articolo che del 40% che ha scelto i fondi pensione non proprio tutti l'hanno scelto ma sono saìtati obbligati poiché avevano già una quota sottoscritta coi fondi pensione e non gli hanno permesso di poter scegliere di lasciare il proprio TFR in azienda. Questo è quello che si chiama rubare legalmente, poiché non viene data la possibilità di scegliere, come succede per varie situazioni di tutti i giorni. E' ora di dire RESET.
Saluti
NINO

Antonino Barresi 26.09.07 14:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere all'articolo che del 40% che ha scelto i fondi pensione non proprio tutti l'hanno scelto ma sono saìtati obbligati poiché avevano già una quota sottoscritta coi fondi pensione e non gli hanno permesso di poter scegliere di lasciare il proprio TFR in azienda. Questo è quello che si chiama rubare legalmente, poiché non viene data la possibilità di scegliere, come succede per varie situazioni di tutti i giorni. E' ora di dire RESET.
Saluti
NINO

Antonino Barresi 26.09.07 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere all'articolo che del 40% che ha scelto i fondi pensione non proprio tutti l'hanno scelto ma sono saìtati obbligati poiché avevano già una quota sottoscritta coi fondi pensione e non gli hanno permesso di poter scegliere di lasciare il proprio TFR in azienda. Questo è quello che si chiama rubare legalmente, poiché non viene data la possibilità di scegliere, come succede per varie situazioni di tutti i giorni. E' ora di dire RESET.
Saluti
NINO

Antonino Barresi 26.09.07 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere all'articolo che del 40% che ha scelto i fondi pensione non proprio tutti l'hanno scelto ma sono saìtati obbligati poiché avevano già una quota sottoscritta coi fondi pensione e non gli hanno permesso di poter scegliere di lasciare il proprio TFR in azienda. Questo è quello che si chiama rubare legalmente, poiché non viene data la possibilità di scegliere, come succede per varie situazioni di tutti i giorni. E' ora di dire RESET.
Saluti
NINO

Antonino Barresi 26.09.07 14:06| 
 |
Rispondi al commento

più che le fragole io direi che le castagne sono buone...calde e arrosto...ovvero caldarroste....vincdaddy

vincenzo m. Commentatore certificato 26.09.07 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere all'articolo che del 40% che ha scelto i fondi pensione non proprio tutti l'hanno scelto ma sono saìtati obbligati poiché avevano già una quota sottoscritta coi fondi pensione e non gli hanno permesso di poter scegliere di lasciare il proprio TFR in azienda. Questo è quello che si chiama rubare legalmente, poiché non viene data la possibilità di scegliere, come succede per varie situazioni di tutti i giorni. E' ora di dire RESET.
Saluti
NINO

Antonino Barresi 26.09.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
sono una giovane donna di 32 anni. Ho trovato la politica nel mio biberon....erano gli anni 70, mio padre, i miei nonni tutti militanti del P.C.I mi hanno orgogliosamente passato valori alti, il senso dello stato, il rispetto per la cosa pubblica spesso anche a costo della propria persona, la fede , la speranza nel cambiamento, la lotta.
Milito da quando ho 13 anni, la mia prima tessera della F.G.C.I era falsa perchè non avrei potuto fino ai quattordici. In questi ventanni ho vissuto tante fasi, forse nessuna così spiazzante.
Ad oggisono assessore alle politiche sociali del mio piccolo comune di 8.500 abitanti. Nel frattempo ho studiato motlo e sto per diventare psicoterapeuta. Per dedicarmi all'assessorato mi sono licenziata e collaboro con una comunità per tossicodipendenti e passo tanto tempo in comune. Percepisco una indennità di 950 euro di cui 100 li verso al partito a cui appartengo ( i D.S.).
Ho seguito come tutti le vicende che ti vedono protagonista in questi giorni insieme a migliaia di persone ormai schifate dalla politica. Condivido tante delle cose cghe denunci, poco le esagerazioni.
Ti scrivo perchè credo dirappresentare una storia tra tante di persone oneste che fanno politica o perlomeno ci provano, in modo sincero e con spirito di servizio ( io ne conosco tante, per fortuna) e vorrei che tu parlassi anche di queste, di quelle che lo fanno per volontariato o per 850 euro al mese lorde( sì perchè ci paghiamo tutto benzina e telefono extra). Vorrei le tue campagne non facessero dilagare un senso di sfiducia e di disprezzo incondizionato e indisto perchè questo sarebbe non tanto antipolitica ma mancanza di rispetto verso le istituzioni e perdita di un senso dello stato così come tu spesso denunci.
Per il rsto dico a coloro che faranno liste civiche e quindi forse capiranno cosa significa fare davvero politica e amministrare che cambiare è responsabilità , fatica e non basta essere contro.
Lo pensavo anch'io ma a sedici anni.

Nicla Messora 26.09.07 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Assolutamente corretto. Hai evidenziato UNA delle innumerevoli contraddizioni della politica economica degli ultimi anni. Hai parlato del TFR ma analoghe contraddizioni potrebbero essere evidenziate per le pensioni. Beninteso, la 'contraddizione' sussiste nell'IPOTESI che il vero fine della politica economica sia l'interesse del lavoratore..
(cioè che la politica persegua l'obiettivo di garantire il massimo rendimendo per il lavoratore: quindi i BOT anziche i fondi-pensione-integrativa, per fare il tuo esempio).
Se invece si assume il concetto di Stato-Borghese (cioè nell'interesse della classe borghese)
ecco che improvvisamente.... si capisce tutto. La contraddizione svanisce..

PS
Nella scienza Galileiana le teorie che sopravvivono sono quelle che spiegano i fatti sperimentali. Quelle che non li spiegano, muoiono.

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 26.09.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
da qualche anno, in seguito all’approvazione della legge 30, la cosiddetta legge Biagi, non si fa altro che parlare di flessibilità dei lavoratori e pian piano si sta arrivando a tirare talmente tanto l’elastico del lavoratore, che ora rischia di rompersi. I precari non sono altro che “lavoratori in nero legalizzati”. Analizzando la busta paga di questa nuova categoria, notiamo che non vengono più versati in alcun modo i contributi, utili a far maturare la pensione e il trattamento di fine rapporto: il lordo equivale al netto! Questi soggetti non godranno né della pensione erogata dall’INPS, nè tantomeno della pensione integrativa, in quanto non maturando il trattamento di fine rapporto (TFR) e non potendolo versare a un fondo pensione o trattenerlo nell’azienda, è matematicamente impossibile ottenere la pensione integrativa. I vecchi lavoratori con un contratto a tempo indeterminato, invece, godranno di ambedue le cose. Sono stati istituiti per legge, lavoratori di serie A e di serie B. Il lavoro nero è emerso, sommergendo e prendendo il posto di quello che in passato garantiva una vecchiaia, non dico agiata ma che almeno permetteva di non morire di fame e stenti. Altro che innalzamento dell’età pensionabile! Scaloni e scalini porteranno i giovani d’oggi a non percepire alcuna pensione. Stiamo assistendo allo sfascio del “Welfare”. Nel programma dell’Unione era previsto il superamento della legge Biagi, con modifiche a favore dei precari, invece si assiste ad un peggioramento della stessa. Gli unici che criticano le misure approvate recentemente dalla concertazione tra Governo e parti sociali, sono i partiti della sinistra “radicale”, mentre i radicali “veri” sono a favore delle misure, anzi le vorrebbero ancora più dure.

Massimiliano Cordeddu 26.09.07 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver visto ballaro ieri sera per l'ennesima volta con politici differenti ma con le stesse medesime idee-affermazioni (sia destra che sinistra che centro), mi domando come mai noi poveri italiani quali siamo, dobbiamo ancora andare a votare per l'uno o per l'altro, ma perchè alle prossime elezioni facciamo finta di niente e facciamo votare solo loro, d'ogni modo che votano per lore stessi e si eleggono da soli (tanto noi per loro non valiamo niente), mentre noi ci inventiamo qualcos'altro? (tipo organizziamo un V-day con ricche scorpacciate di cibo mettendo qualche eruo a testa, ovviamente per farlo chiederemo un prestito agli strozzini autorizzati dalle nostre amate leggi italiane)

Maximiliano Z. Commentatore certificato 26.09.07 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
da qualche anno, in seguito all’approvazione della legge 30, la cosiddetta legge Biagi, non si fa altro che parlare di flessibilità dei lavoratori e pian piano si sta arrivando a tirare talmente tanto l’elastico del lavoratore, che ora rischia di rompersi. I precari non sono altro che “lavoratori in nero legalizzati”. Analizzando la busta paga di questa nuova categoria, notiamo che non vengono più versati in alcun modo i contributi, utili a far maturare la pensione e il trattamento di fine rapporto: il lordo equivale al netto! Questi soggetti non godranno né della pensione erogata dall’INPS, nè tantomeno della pensione integrativa, in quanto non maturando il trattamento di fine rapporto (TFR) e non potendolo versare a un fondo pensione o trattenerlo nell’azienda, è matematicamente impossibile ottenere la pensione integrativa. I vecchi lavoratori con un contratto a tempo indeterminato, invece, godranno di ambedue le cose. Sono stati istituiti per legge, lavoratori di serie A e di serie B. Il lavoro nero è emerso, sommergendo e prendendo il posto di quello che in passato garantiva una vecchiaia, non dico agiata ma che almeno permetteva di non morire di fame e stenti. Altro che innalzamento dell’età pensionabile! Scaloni e scalini porteranno i giovani d’oggi a non percepire alcuna pensione. Stiamo assistendo allo sfascio del “Welfare”. Nel programma dell’Unione era previsto il superamento della legge Biagi, con modifiche a favore dei precari, invece si assiste ad un peggioramento della stessa. Gli unici che criticano le misure approvate recentemente dalla concertazione tra Governo e parti sociali, sono i partiti della sinistra “radicale”, mentre i radicali “veri” sono a favore delle misure, anzi le vorrebbero ancora più dure.

Massimiliano Cordeddu 26.09.07 12:25| 
 |
Rispondi al commento

TFR.
Attenzione a non dare alla gente informazioni capziose circa i fondi di previdenza integrativa contrattuali. Il fondo Cometa, ad esempio, che è quello dei metalmeccanici non ha mai investito le proprie risorse in strumenti riconducibili ai titoli coinvolti nella crisi dei mutui subprime.
Non si può generalizzare su un argomento così serio e importante per la gente. Gli iscritti ai fondi contrattuali sono tantissimi e se proprio si devono dire sciocchezze e gettare nel panico le persone che almeno lo si faccia con cognizione di causa e con dati alla mano...il blog è potente ed è un mezzo di espressione diretto ed efficace ma è altrettanto vero che dà la possibilità a chiunque di dire tante sciochezze. P.

Punkrazio Punkrazio 26.09.07 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
da qualche anno, in seguito all’approvazione della legge 30, la cosiddetta legge Biagi, non si fa altro che parlare di flessibilità dei lavoratori e pian piano si sta arrivando a tirare talmente tanto l’elastico del lavoratore, che ora rischia di rompersi. I precari non sono altro che “lavoratori in nero legalizzati”. Analizzando la busta paga di questa nuova categoria, notiamo che non vengono più versati in alcun modo i contributi, utili a far maturare la pensione e il trattamento di fine rapporto: il lordo equivale al netto! Questi soggetti non godranno né della pensione erogata dall’INPS, nè tantomeno della pensione integrativa, in quanto non maturando il trattamento di fine rapporto (TFR) e non potendolo versare a un fondo pensione o trattenerlo nell’azienda, è matematicamente impossibile ottenere la pensione integrativa. I vecchi lavoratori con un contratto a tempo indeterminato, invece, godranno di ambedue le cose. Sono stati istituiti per legge, lavoratori di serie A e di serie B. Il lavoro nero è emerso, sommergendo e prendendo il posto di quello che in passato garantiva una vecchiaia, non dico agiata ma che almeno permetteva di non morire di fame e stenti. Altro che innalzamento dell’età pensionabile! Scaloni e scalini porteranno i giovani d’oggi a non percepire alcuna pensione. Stiamo assistendo allo sfascio del “Welfare”. Nel programma dell’Unione era previsto il superamento della legge Biagi, con modifiche a favore dei precari, invece si assiste ad un peggioramento della stessa. Gli unici che criticano le misure approvate recentemente dalla concertazione tra Governo e parti sociali, sono i partiti della sinistra “radicale”, mentre i radicali “veri” sono a favore delle misure, anzi le vorrebbero ancora più dure.

Massimiliano Cordeddu 26.09.07 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Faccio presente che quanto scrivete non è esatto, poichè chi ha aderito ad un fondo pensione a fine giugno inizia ad investire a metà agosto la prima quota di tfr maturato (per l'appunto a luglio). Quindi:1. Il tfr maturato è rimasto sano e salvo e non ha subito nessuna fluttuaizione di mercato. 2. La quota investita e versata dal datore di lavoro ad inizio Agosto sarà stata investita nei 15gg successivi percui ha beneficiato del ribasso del mercato perchè ha acquistato ad un prezzo più basso del precedente. 3. Per le quote investite nei mesi successivi idem con patate.
4. Se la linea di investimento non è azionaria, ma una linea garantita, (e dico garantita non monetaria, perchè non è la stessa cosa)non ha subito nessuna fluttuazione.

Concludo dicendo che l'articolo è inpreciso, pertanto ingenera disinformazione e nuoce a chi come me lavora con coscenziosità nel settore. Resto a disposizione di chiunque abbisogni di spiegazioni in materia.

Marco Pieretti 26.09.07 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani!
il mondo televisivo, i mass-media ed i politici, stanno cercando di intimorirci, con falsi "SE", con falsi "ci sarà la catastrofe"... ci vogliono far credere che dare retta a Beppe, si rovini l'Italia... cercano di farci credere che il cambiamento significa sfacelo, dittatura, anarchia...
mi sembra di ascoltare i vecchi papi e i vecchi stregoni...!!
Hanno capito che il loro avversario (il popolo) s'è svegliato! e sta pretendendo il potere che esso ha di diritto. Se la stanno facendo sotto dalla paura!
Cercano di intimorirci per farci rassegnare! per desistere... GIAMMAI!! La ragione è dalla nostra parte, l'unità e la lealtà dei nostri diritti e dei nostri ideali di giustizia farà la differenza.

Un consiglio Beppe: attento ad entrare in politica (se lo farai), quelli sono dei burocrati nati... riusciranno a fregarti con le loro leggi, non stare troppo al loro gioco! Loro giocano con leggi su misura per loro. ma tu già lo sai.
Non ci serve un altro politico, almeno finchè le leggi restano queste...!

Roberto R. 26.09.07 11:16| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!! Il fatto che economicamente non convenga conferire il TFR in un fondo pensione, NON E' IL SOLO GRAVE PROBLEMA. Il TFR nasce come sistema per scaricare sulle aziende il costo di un sistema di sostegno alla disoccupazione che, in Italia, non è mai effettivamente decollato: se un'azienda da il TFR al dipendente nel momento in cui lo licanzia, lo Stato non deve pagare i sussidi alla disoccupazione. Ora, io mi chiedo: ma se il mio TFR lo verso in un fondo pensione e nel frattempo, prima di maturare il diritto alla pensione, perdo il lavoro, prima di trovare un'altra occupazione con che cosa campo? Non crederanno mica che i 6 mesi di indennità di disoccupazione, pari al 40% (quaranta!!!!) della retribuzione media degli ultimi 2 anni, siano sufficienti per sopravvivere prima di una ricollocazione lavorativa? PERCHE' DOBBIAMO ESSERE CONDANNATI ALLA POVERTA' MENTRE QUELLI SI FANNO I VOLI DI STATO ALLA FACCIA NOSTRA? CACCIAMO I MERCANTI DAL TEMPIO!!!!!

massimo m. Commentatore certificato 26.09.07 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come mai un pensionato (37 anni di lavoro) deve pagare la tasse come un lavoratore in attivita,i famosi scaglioni di reddito,e avere l'adeguamento della stessa come dice indice istat detratte tutte le limatazioni della stessa (GOVERNO), e non come i lavoratori? se non ricordo male negli anno 70/80,
c'era una sola aliquota del 10% secca.
si potrebbe chiedere alla Corte Costituzionale
se sia costituzionale e agli onorevoli(sigh)se sia giusto.
un ringrazziamento in attesa di un tuo commento

LUCIANO BONAZZOLI 26.09.07 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra davvero incredibile che in una società che si definisce "evoluta" come "la nostra" un individuo, comprovatamente reo di crimini, al quale sia stato apertamente richiesto di lasciare un posto di pubblica rappresentanza che evidentemente NON può ricoprire, non si riesca a rimuovere queste facce bronzee dalle cariche fraudolentemente sfruttate. Di quanta sporcizia ci sia all'interno della politica oramai ne sappiamo fino alla nausea. Vorrei però far notare che questi criminali non solo devono lasciare immediatamente la loro pubblica funzione ma DEVONO PAGARE TUTTE le malefatte perpretate nei confronti degli italiani, con la CONFISCA di tutti i loro beni "fino al 10° grado di parentela". Sarà bene prepararsi a sostituire nel breve termine il 99% della classe politica e bene farà il buon "Grillo sparlante" a restare al di fuori della mischia e farsi portavoce di una attenta vigilanza. Un'ultima cosa; i politicanti si sono lamentati del linguaggio "inappropriato" indirizzato nei loro confronti; allora io domando loro una cosa: se mezzo milione di italiani hanno PUBBLICAMENTE detto loro di andare a f... vorrà pur dire che qualcosa non va! Che la gente è oramai alla disperazione e si sente stanca di esser giornalmente "stuprata" da politici, giornalisti, sapienti e sapientoni e dai loro "amici". Rinnovo un plauso a Grillo che ha avuto il coraggio di urlare in faccia a questi porci e di aver tenuto duro per tutti questi anni, credendo nella bontà intrinseca del popolo italiano.

Giacomo M. 26.09.07 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Senza essere grandi matematici ci sono alcune cose che non tornano e delle quali nessuno parla: 1) come è possibile che dopo 40 anni di contributi mensili di circa il 30% dello stipendio uno/a prenda una pensione da fame, quando se avesse investito mese per mese gli stessi versamenti in un normale Bot sarebbe ricco? Possibile che nessuno ne debba rispondere?
2) Il Tfr maturato durante la vita lavorativa è di alcune decine di migliaia di euro, se questa cifra in mano ad un pensionato fosse investita in un normale BOT o BTP si avrebbe un'interesse annuale di almeno 2000 Euro.Questo interesse da solo garantirebbe l'integrazione che viene data sulla pensione (calcolato dai tecnici in circa il 10% della stessa se tutto và bene) senza contare che il pensionato avrebbe in più tutta la cifra del TFR per fronteggiare eventuali spese. Non è che ti levano il TFR e ti danno solo l'interesse?
3)Quando il TFR veniva gestito dai pensionati la parte che non veniva spesa passava ai figli che oggi con questa riforma non avranno più niente e saranno un pò più poveri.
4)Se non si riesce ad arrivare a fine mese con lo stipendio pieno, integrando poche decine di euro su una pensione che sarà il 50% dello stesso ma contemporaneamente levando decine di migliaia di euro di TFR alla gente fra qualche decennio avremo centinaia di migliaia di poveri.

Pensando P 26.09.07 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)le fragole saanno mature ma aprire il blog è sempre più difficile e lento.

2) è ora di passare a iniziative del tipo: dividere per tre il numero dei politici (dagli onorevoli giù giù fino ai consiglieri di zona)

3) dividere per tre lo stipendio dei politici a partire dagli onorevoli stipendi

giuseppe nava 26.09.07 08:30| 
 |
Rispondi al commento

mi viene il sospetto che qualcuno stia cercando di sfruttare il momento per entrare in politica tramite la porta sfondata dal vday e dal blog. io dico che si deve rimanere all'esterno e controllare con occhio più attento richiedendo e ottenendo ciò che spetta senza permettere a nessuno di certificarsi e andarsi a sedere nel nome di grillo in qualche banco decisionale e soprattutto pagato e privilegiato. la strada più giusta è l'informazione e la denuncia. scusate e buon proseguimento

gianni g. 26.09.07 01:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao Beppe!
ho sentito Floris che ha provato ad invitarti, ma perchè non vai a Ballarò?

W il V-day V-day V-day V-day V-day V-day

luigi LIMONGI Commentatore certificato 26.09.07 01:18| 
 |
Rispondi al commento

mi viene il sospetto che qualcuno stia cercando di sfruttare il momento per entrare in politica tramite la porta sfondata dal vday e dal blog. io dico che si deve rimanere all'esterno e controllare con occhio più attento richiedendo e ottenendo ciò che spetta senza permettere a nessuno di certificarsi e andarsi a sedere nel nome di grillo in qualche banco decisionale e soprattutto pagato e privilegiato. la strada più giusta è l'informazione e la denuncia. scusate e buon proseguimento

gianni g. 26.09.07 01:08| 
 |
Rispondi al commento

mi viene il sospetto che qualcuno stia cercando di sfruttare il momento per entrare in politica tramite la porta sfondata dal vday e dal blog. io dico che si deve rimanere all'esterno e controllare con occhio più attento richiedendo e ottenendo ciò che spetta senza permettere a nessuno di certificarsi e andarsi a sedere nel nome di grillo in qualche banco decisionale e soprattutto pagato e privilegiato. la strada più giusta è l'informazione e la denuncia. scusate e buon proseguimento

gianni g. 26.09.07 01:07| 
 |
Rispondi al commento

mi viene il sospetto che qualcuno stia cercando di sfruttare il momento per entrare in politica tramite la porta sfondata dal vday e dal blog. io dico che si deve rimanere all'esterno e controllare con occhio più attento richiedendo e ottenendo ciò che spetta senza permettere a nessuno di certificarsi e andarsi a sedere nel nome di grillo in qualche banco decisionale e soprattutto pagato e privilegiato. la strada più giusta è l'informazione e la denuncia. scusate e buon proseguimento

gianni g. 26.09.07 01:01| 
 |
Rispondi al commento

mi viene il sospetto che qualcuno stia cercando di sfruttare il momento per entrare in politica tramite la porta sfondata dal vday e dal blog. io dico che si deve rimanere all'esterno e controllare con occhio più attento richiedendo e ottenendo ciò che spetta senza permettere a nessuno di certificarsi e andarsi a sedere nel nome di grillo in qualche banco decisionale e soprattutto pagato e privilegiato. la strada più giusta è l'informazione e la denuncia. scusate e bun proseguimento

gianni g. 26.09.07 00:50| 
 |
Rispondi al commento

il lavoro c'è ma nn si vede...migliaia di aziende pubblicano settimanalmente le ricerche di personale sui quotidiani, sui periodici, sulla rete ma quando noi poveri cristi inviamo il c.v. esso serve solo alla loro banca dati al fine di monitorare le ns abitudini, gusti, esigenze per poi venderle ad altre aziende che sanno come fare per "clonarci" abbastanza al fine di indurci ad acquistare i pordotti di Tizio e di Caio. insomma, siamo super controllati e veicolati come degli automi verso i loro interessi.
ve lo dico con certezza poichè ho fatto questo lavoro per 20 anni!!!
ora vi dico perchè in Italia l'economia nn gira: il potere economico è in mano alle banche che a loro volta fanno assolutamente capo allo stato italiano che a sua volta decide le macro e micro politiche economiche fino ad arrivare ai furbetti del quartierino...se sei un aspirante imprenditore e nn hai denaro e meglio che ti dedichi a pensare ad altro perchè nessuno, dico nessuno, ti aiuterà mai a far partire la tua impresa. fenomeni alla google, da noi, nn esistono e nn potranno mai esistere e sapete perchè? nn si da credito alle idee che sono la migliore risorsa umana!!! facciamo un esempio concreto: sono andato alla unicredit, ho chiesto un mutuo per acquistare un terreno e costruire delle unità immobiliari ad uso residenziale, il business planning era perfetto, la redditività anche, il rischio ZERO, si sa, quando si ha a che fare con gli immobili il rischio nn esiste, cosa mi hanno risposto? lei, prima deve comprare il terreno con i suoi soldi, poi noi le eroghiamo il finanziamento in base allo stato di avanzamento dei lavori, fai una casa, la devi pagare all'impresa? ti mando un funzionario a verificare poi erogo l'importo. Al che rispondo: scusi tanto, ma se avessi avuto i denaro per acquistare il terreno mi sarei rivolto a lei con quello che mi costate d'interessi? lui: "sa, l'istituto nn investe denaro per conto della sua azienda è lei che prima deve investire...". Ecco come siamo messi.

danilo adriani 26.09.07 00:39| 
 |
Rispondi al commento

il lavoro c'è ma nn si vede...migliaia di aziende pubblicano settimanalmente le ricerche di personale sui quotidiani, sui periodici, sulla rete ma quando noi poveri cristi inviamo il c.v. esso serve solo alla loro banca dati al fine di monitorare le ns abitudini, gusti, esigenze per poi venderle ad altre aziende che sanno come fare per "clonarci" abbastanza al fine di indurci ad acquistare i pordotti di Tizio e di Caio. insomma, siamo super controllati e veicolati come degli automi verso i loro interessi.
ve lo dico con certezza poichè ho fatto questo lavoro per 20 anni!!!
ora vi dico perchè in Italia l'economia nn gira: il potere economico è in mano alle banche che a loro volta fanno assolutamente capo allo stato italiano che a sua volta decide le macro e micro politiche economiche fino ad arrivare ai furbetti del quartierino...se sei un aspirante imprenditore e nn hai denaro e meglio che ti dedichi a pensare ad altro perchè nessuno, dico nessuno, ti aiuterà mai a far partire la tua impresa. fenomeni alla google, da noi, nn esistono e nn potranno mai esistere e sapete perchè? nn si da credito alle idee che sono la migliore risorsa umana!!! facciamo un esempio concreto: sono andato alla unicredit, ho chiesto un mutuo per acquistare un terreno e costruire delle unità immobiliari ad uso residenziale, il business planning era perfetto, la redditività anche, il rischio ZERO, si sa, quando si ha a che fare con gli immobili il rischio nn esiste, cosa mi hanno risposto? lei, prima deve comprare il terreno con i suoi soldi, poi noi le eroghiamo il finanziamento in base allo stato di avanzamento dei lavori, fai una casa, la devi pagare all'impresa? ti mando un funzionario a verificare poi erogo l'importo. Al che rispondo: scusi tanto, ma se avessi avuto i denaro per acquistare il terreno mi sarei rivolto a lei con quello che mi costate d'interessi? lui: "sa, l'istituto nn investe denaro per conto della sua azienda è lei che prima deve investire...". Ecco come siamo messi.

danilo adriani 26.09.07 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dopo tutto.....qualcuno nutre ancora dei dubbi sul fatto di mandare a V......... tutti coloro i quali tra poco si ripresenteranno dicendoti..."Votami" e io saprò cosa fare?
Grido solo una cosa: non facciamoci prendere dalla paura che "l'avversario" si presenterà alle urne, fottendoti e fottendosi allo stesso tempo!!!
Non pensiamo di far vincere il così detto "male minore"
U N I A M O C I e A Z Z E R I A M O L I ! ! !

fabrizio giannì 25.09.07 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che ogni cittadino italiano, per bene, onesto, che rispetta le regole, si senta veramente tradito nel profondo, anzi direi disgustato nell'essere rappresentato da questa classe politica.
Finiamola, finiamola, organiziamo qualcosa di importante, qualcosa di pacifico ma di veramente significativo. Faciamo capire ai signori delle poltrone DORO che devono andare a CASA ...A CASA...A CASA ...

Daniele Chiecchi Commentatore certificato 25.09.07 23:35| 
 |
Rispondi al commento

"Mastellone" stà facendo la figura da "tortellone" (su rai tre a ballarò).... Mastella vattene sei Ladro e ti hanno scoperto... tu e tutta la famiglia tua.. Ladro Vattene... farai la fine di CRAXI, da cui hai ereditato il Viscidume...

V-Day V-day V-day V-day V-day V-Day V-day V-day V-day.
Hai visto Beppe, questi Giornalisti: son passati da "tutto tace", al "non facciamo nemmeno una trasmissione senza nominarti"....

Siete vecchi e già morti cari politici Corrotti!

nico me (4mori) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 23:06| 
 |
Rispondi al commento

c'è MASTELLA su RAI 3 a BALLARò

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it

SCRIVETEEE ballaro@rai.it
SCRIVETEEE ballaro@rai.it
SCRIVETEEE ballaro@rai.it
SCRIVETEEE ballaro@rai.it
SCRIVETEEE ballaro@rai.it
SCRIVETEEE ballaro@rai.it

Katia C. 25.09.07 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo,
finalmente gli italiani si stanno piano piano accorgendo la pubblicita' e' una cosa e la realta' e' un'altra, ne abbiamo avuto la prova molte e molte volte, sono ormai molti anni che per principio non compro mai niente di tutto quello che viene pubblicizzato con qualsiasi mezzo e, devo dire che mi sono trovato sempre bene.... il tfr pare che sia andato bene, ora tocca alla previdenza integrativa, senti come battono il tamburo?? hai notato quanti sono interessati? Se c'e' questo grosso interesse, mi pare evidente che ci sia da guadagnare, non mi spiego perche' i nostri dipendenti ci consigliano metodi alternativi, penso che chi e' delegato a gestire questo importante settore non sia molto adatto e quindi non si guadagna lo stipendio che prende, oppure ha un conflittino d'interessi, potrei anche sbagliarmi ma la cosa mi lascia parecchi perplesso.
Stai facendo una cosa fantastica, se va avanti cosi', fra non molto, potremo girare il mondo senza vergognarsi di essere italiani.

orso maremmano Commentatore certificato 25.09.07 21:03| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ti seguo da tempo immemore. Da quando era castrato dalla politica che ti aveva cancellato dai video. Oggi invece le p. ce le hai libere. Mi preoccupo: Tommaso Aniello a Napoli finì male perchè venne fagocitato dal potere. E' difficile resistervi ed è inutile affermare che "da dentro si modificano le cose". Non è vero: dentro si annega.
Beh, Beppe, volevo dirti che tante e tante volte mi hai ospitato nel tuo blog e adesso ne hò uno appena nato, mio. (?) Non mio: a disposizione.

Se mi scrivessi anche tu un commento? Chiedo troppo? http://blog.libero.it/dicilatua/

bianca fasano 25.09.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 'investito' in Posta. Mi hanno assicurato che il capitale è garantito, ci si può solo guadagnare (anche se poco). Io mi sono fidato...
Ho fatto male? Eventualmente si può tornare indietro?
Il fatto è che sono giovane, e andare in pensione con meno di metà stipendio mi dà molto fastidio. (sempre se ci arrivo alla pensione)

Daniele C. Commentatore certificato 25.09.07 20:58| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Io ho 'investito' in Posta. Mi hanno assicurato che il capitale è garantito, ci si può solo guadagnare (anche se poco). Io mi sono fidato...
Ho fatto male? Eventualmente si può tornare indietro?
Il fatto è che sono giovane, e andare in pensione con meno di metà stipendio mi dà molto fastidio. (sempre se ci arrivo alla pensione)

Daniele C. Commentatore certificato 25.09.07 20:49| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' una stupidaggine. i mercati sono scesi e allora? il mercato italiano ha perso il 6% ma dal 2003 ha fatto il 100%. negli ultimi 10 anni una media del 7% annuo. Quando è uscito l'indice telematico nel 1994 (Mibtel,) misurava 10000 punti. Oggi siamo a oltre 30mila. l'indice comit (lo storico della borsa italiana) nel 1972 era 100. Oggi oltre 1800. Bastano questi dati? Bisogna smetterla di guardare alle borse con l'ottica di breve termine. I fondi pensione sono investimenti a 30-40 anni!!!!!!

marco compiani 25.09.07 20:33| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe volevo sapere cosa doveva fare un lavoratore al primo impiego . perche non aveva sceltta x ilsuo tfr a dovuto meterlo nel fondo di aaprtenenza ciao grazie di quello che fai

valerio carloni Commentatore certificato 25.09.07 19:31| 
 |
Rispondi al commento

ITALIANI FACCIAMO UN V-DAY ALLA SETTIMANA IN TUTTE LE PIAZZE D'ITALIA NON FACCIAMO RIDEPOSITARE IL POLVERONE SMOSSO

Mauro B. Commentatore certificato 25.09.07 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie al blog di beppe grillo ho conosciuto il sito del prof. Beppe Scienza, uno studioso serio ed indipendente, del quale invito a leggere il libro "la pensione tradita", che offre un'informazione non solo sui fondi-pensione ed il tfr, ma in generale sul sistema pensionistico equilibrata e non tendenziosa. Per fortuna non è una voce isolata; ci sono altri studiosi che hanno l'onestà e il coraggio intellettuale di andare contro corrente, fornendo dati che smentiscono l'allarmismo sulle pensioni: l'economista Felice Roberto Pizzuti e il sociologo Luciano Gallino.
Oggi la vera emergenza è la situazione pensionistica futura dei giovani lavoratori, che secondo le proiezioni di numerosi studi avranno una pensione pari al massimo al 40% dell'ultima retribuzione. A questi giovani stiamo preparando una pensione da fame, per effetto del sistema contributivo che calcola la pensione sui contributi versati nell'intera vita lavorativa, piuttosto che sulle retribuzioni degli ultimi dieci anni di lavoro (calcolo retributivo). Questo problema è ben presente a chi decide sulla pelle degli altri (governo, sindacati confederali e confindustria): in tutti questi anni, però, si è continuato a togliere diritti ai lavoratori anziani, senza dare nulla ai giovani. Non è vero che è in atto una guerra dei padri contro i figli, come voglino farci credere, ma si stanno impoverendo i padri, mentre ai giovani è già destinato un futuro povero. Non credo proprio che questo sistema possa durare ancora per molto.

andrea malatesta Commentatore certificato 25.09.07 19:12| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ITALIANI FACCIAMO UN V-DAY ALLA SETTIMANA IN TUTTE LE PIAZZE D'ITALIA NON FACCIAMO RIDEPOSITARE IL POLVERONE SMOSSO

Mauro B. Commentatore certificato 25.09.07 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra disinformazione bella e buona

Antonio1955 l. Commentatore certificato 25.09.07 19:08| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe ero al tuo spettacolo domenica sera a Jesolo. E' bello sentirti incitare all'informazione la gente. L'ignoranza porta spesso a subire le decisioni e le azioni dei furbi con un atteggiamento da vittima. Siamo nel terzo millennio e non deve più essere così. Non lo dobbiamo permettere. L'"ufficio complicazioni cose semplici" che abbiamo a Montecitorio deve essere smantellato. Complicare le cose semplici è una formula che non permette chiarezza ed informazione e che permette ai politici di ingrassare solo ed esclusivamente le loro tasche a spese di noi cittadini.
Abbiamo una carta costituzionale che fa invidia a molti popoli, dobbiamo esserne consapevoli ed utilizzarla quale strumento di uguaglianza libertà progresso sviluppo e giustizia.
Ti ringrazio Beppe per la tua voce, la tua grinta, la tua preparazione e la tua intelligenza. Perchè attraverso la tua voce hai sviluppato in parole i pensieri del 90% degli italiani.
I giornali hanno scritto che il tuo spettacolo è stato un comizio e che (in quanto tale) gli spettatori non avrebbero dovuto pagare.
Se i comizi fossero tutti così interessanti, puliti e giusti sarei ben felice di partecipare pagandoli tutti e sarebbe per me un grosso guadagno, poichè ascoltare "fregnacce" è solo una perdita di tempo e di denaro nonchè un notevole stress psicofisico.
Grazie Beppe, quei 30 €uro che ho pagato sono stati i soldi più ben spesi dei miei 45 anni.
Voglio solo sperare che non ti facciano del male... Luisa

maria luisa cibin 25.09.07 19:00| 
 |
Rispondi al commento

certamente i ns. dipendenti politicanti non hanno investito la loro liquidazione su un fondo pensione. quindi se dovevano dare l' esempio ancora una volta non l' hanno fornito A FFFANCULO!

alessandro g. Commentatore certificato 25.09.07 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, perchè oltre alle altre leggi sulle candidature non aggiungi anche che il CANDIDATO, PER PRESENTARSI ALLE ELEZIONI, DEVE AVER GIA' VOTATO IN QUEL SEGGIO, CIRCOSCRIZIONE O ALTRO.
In questo modo si ELIMINEREBBERO tutti i professionisti delle POLTRONE che vagano per l'Italia per un seggio sicuro e senza sapere alcunché delle esigenze dei probabili elettori e nell'unico interesse del partito.

Franco Rizzo 25.09.07 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per il messaggio non pertinente al post. Stasera Mastella sarà a Ballarò. Propongo di scrivere in massa alla trasmissione (ballaro@rai.it) per sollecitare il fin troppo educato Floris a rivolgergli qualche domanda sul caso De Magistris, anche se ciò non rientra nella scaletta del programma. Per chi non avesse voglia o tempo di scrivere, allego il testo della mail che gli ho appena mandato. Copiate e incollate (anche eliminando qualcosa, se non condividete). Mi raccomando però firmate con nome e cognome, non diamo l'impressione di barricarci dietro l'anonimato!


Gentile Signor Floris,
Da giornalista professionista, quale Lei sicuramente è, non può non rendersi conto che la presenza del Ministro Mastella a "Ballarò", dopo i recenti sviluppi del caso De Magistris, solleverà nel Suo pubblico un'ondata di polemiche.
Vorremmo quindi pregarla, nella duplice veste di cittadini italiani e di utenti RAI, di non ignorare tali polemiche e di dare invece il giusto spazio ad un argomento che, sebbene non strettamente connesso al tema della puntata, merita senza dubbio di essere approfondito.
Sarebbe sterile e superfluo, oltreché piuttosto avvilente, assistere a due ore di divagazioni sui "costi della politica" (problema increscioso, ma che purtroppo rappresenta solo la punta dell'iceberg) sorvolando sul fatto che tra gli ospiti intervenuti a parlarne vi è un Ministro della Repubblica accusato di aver rimosso dal suo incarico un magistrato che stava indagando su di lui.
La invitiamo pertanto a essere "scomodo" e a non aver paura di sollevare la questione. Magari invitando in studio o contattando telefonicamente l'onorevole Angela Napoli, che da anni si batte per denunciare le collusioni tra politica e malavita organizzata in Calabria, e che ha già più volte espresso la sua contrarietà all'iniziativa di Mastella senza godere della minima visibilità mediatica.
Certi che il nostro appello non rimarrà inascoltato, La ringraziamo per l'attenzione e La salutiamo cordialmente.

Margherita Scherpiani Commentatore certificato 25.09.07 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Mahh io sono abbastanza scettico sul fatto che esista o meno una formula vincente... ho letto il libro di Scienza, e conosciuto il sitema assicurativo... certo chi lascia il grano in azienda non sbaglia un kaiser, si prende l'inflazione etcetcetc... ma oggi come oggi se esistono strumenti per rivalutare ben oltre i sudati risparmi bisogna farlo... quest'anno la borsa perde il 6% e chissene frega... compro e aspetto che risalga... il trend intanto nel lungo è sempre a salire... certo man mano che ci si avvicina al momento che si vuole incassare bisogna prendere provvedimenti per mettersi al sicuro, ma esistono anche quelli... solo che bisogna leggere, documentarsi, studiare, e non affidarsi ciecamente al primo che passa, se si vuole ottenere qualcosa di più. A lasciarli in azienda si può anche battersene il beliscimo, ma ci si accontenta... e si spera che all'azienda non succeda nulla, perchè anche se i crediti da lavoro sono chirografari, può anche capitare che non ci sia trippa nè per cani nè per gatti nè per nessuno, quando si lavora per alcuni delinquenti che è inutile negare... alle volte ci sono. Quindi nessuno ha "LA RICETTA", studiate leggete documentatevi... capite checca**o volete fare... poi turatevi il naso... toccatevi i gioielli e fate il vostro gioco...

Dario Mozzaglia 25.09.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per il messaggio non pertinente al post. Stasera Mastella sarà a Ballarò. Propongo di scrivere in massa alla trasmissione (ballaro@rai.it) per sollecitare il fin troppo educato Floris a rivolgergli qualche domanda sul caso De Magistris, anche se ciò non rientra nella scaletta del programma. Per chi non avesse voglia o tempo di scrivere, allego il testo della mail che gli ho appena mandato. Copiate e incollate (anche eliminando qualcosa, se non condividete). Mi raccomando però firmate con nome e cognome, non diamo l'impressione di barricarci dietro l'anonimato


Gentile Signor Floris,
Da giornalista professionista, quale Lei sicuramente è, non può non rendersi conto che la presenza del Ministro Mastella a "Ballarò", dopo i recenti sviluppi del caso De Magistris, solleverà nel Suo pubblico un'ondata di polemiche.
Vorremmo quindi pregarla, nella duplice veste di cittadini italiani e di utenti RAI, di non ignorare tali polemiche e di dare invece il giusto spazio ad un argomento che, sebbene non strettamente connesso al tema della puntata, merita senza dubbio di essere approfondito.
Sarebbe sterile e superfluo, oltreché piuttosto avvilente, assistere a due ore di divagazioni sui "costi della politica" (problema increscioso, ma che purtroppo rappresenta solo la punta dell'iceberg) sorvolando sul fatto che tra gli ospiti intervenuti a parlarne vi è un Ministro della Repubblica accusato di aver rimosso dal suo incarico un magistrato che stava indagando su di lui.
La invitiamo pertanto a essere "scomodo" e a non aver paura di sollevare la questione. Magari invitando in studio o contattando telefonicamente l'onorevole Angela Napoli, che da anni si batte per denunciare le collusioni tra politica e malavita organizzata in Calabria, e che ha già più volte espresso la sua contrarietà all'iniziativa di Mastella senza godere della minima visibilità mediatica.
Certi che il nostro appello non rimarrà inascoltato, La ringraziamo per l'attenzione e La salutiamo cordialmente.

Margherita Scherpiani Commentatore certificato 25.09.07 17:44| 
 |
Rispondi al commento

TFR O NO, SE PENSO CHE QUELLE VACUE NULLITA' DI LAPO, PIERSILVIO E NEPOTISMO ASSORTITO, SON PRIVI DI OGNI PROBLEMA ECONOMICO, SENZA AVERE ALCUNA QUALITA' SE NN DI ESSERE NATI BENE, E IO SPACCO IL CENTESIMO, MI VIENE UNA INCAZZATURA TALE....

Francesco Manfredi 25.09.07 17:37| 
 |
Rispondi al commento

per quanto riguarda la giustezza di aver aderito ai fondi pensioni contrattuali o no,non ci sono dubbi,solo con il contributo contrattualmente versato dalle aziende e con la detassazione della cifra versata dai lavoratori,il "capitale"ha una buona base di remunerazione,certamente i fondi aperti non sono come quelli contrattuali,anche per quanto riguarda la tipologia di investimenti.Seconda osservazione,non credo che le persone avverse alle grandi opere,saranno contente di come verranno utilizzati i soldi che obbligatoriamente andranno all'inps,in alternativa,perchè lo hanno detto chiaramente saranno utilizzati per finanziare le grandi,dannose ed inutili opere.
Invece di sparare contro i fondi cercate di denunciare gli insostenibili tagli alle pensioni future che obbligano i lavoratori alla pensione impropriamente chiamata integrativa,mentre dovrebbe essere chiamata sostitutiva,viste le fameliche ed avverse attenzioni mediatiche e politiche ad un futuro dignitoso dei lavoratori.

Mario Iacobelli 25.09.07 17:35| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per il messaggio non pertinente al post. Stasera Mastella sarà a Ballarò. Propongo di scrivere in massa alla trasmissione (ballaro@rai.it) per sollecitare il fin troppo educato Floris a rivolgergli qualche domanda sul caso De Magistris, anche se ciò non rientra nella scaletta del programma. Per chi non avesse voglia o tempo di scrivere, allego il testo della mail che gli ho appena mandato. Copiate e incollate (anche eliminando qualcosa, se non condividete). Mi raccomando però firmate con nome e cognome, non diamo l'impressione di barricarci dietro l'anonimato!


Gentile Signor Floris,
Da giornalista professionista, quale Lei sicuramente è, non può non rendersi conto che la presenza del Ministro Mastella a "Ballarò", dopo i recenti sviluppi del caso De Magistris, solleverà nel Suo pubblico un'ondata di polemiche.
Vorremmo quindi pregarla, nella duplice veste di cittadini italiani e di utenti RAI, di non ignorare tali polemiche e di dare invece il giusto spazio ad un argomento che, sebbene non strettamente connesso al tema della puntata, merita senza dubbio di essere approfondito.
Sarebbe sterile e superfluo, oltreché piuttosto avvilente, assistere a due ore di divagazioni sui "costi della politica" (problema increscioso, ma che purtroppo rappresenta solo la punta dell'iceberg) sorvolando sul fatto che tra gli ospiti intervenuti a parlarne vi è un Ministro della Repubblica accusato di aver rimosso dal suo incarico un magistrato che stava indagando su di lui.
La invitiamo pertanto a essere "scomodo" e a non aver paura di sollevare la questione. Magari invitando in studio o contattando telefonicamente l'onorevole Angela Napoli, che da anni si batte per denunciare le collusioni tra politica e malavita organizzata in Calabria, e che ha già più volte espresso la sua contrarietà all'iniziativa di Mastella senza godere della minima visibilità mediatica.
Certi che il nostro appello non rimarrà inascoltato, La ringraziamo per l'attenzione e La salutiamo cordialmente.

Margherita Scherpiani Commentatore certificato 25.09.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento

ho ascoltato la mia vocina interiore che diceva di lasciare il mio tfr li in azienda, e per ora ho fatto bene.
non so spiegare in breve la mia posizione, ma normalmente quando una qualsiasi cosa (case ,telefonini, televisori al plasma,viaggi da sogno, auto costose e via dicendo )che fino a poco tempo prima erano di pertinenza del cosidetto ceto abbiente, c'è dimezzo una mezza, avolte intera, fregatura.
morale:COFUCIO dice "se la mattina ti sveglòi con 4 PALLE ,non sei un fenomeno, ti stanno in..... ciao

alberto begni 25.09.07 17:33| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
TI SEMBRA NORMALE CHE L'INPDAP - DICO INPDAP, SCRIVA A TUTTI I PENSIONATI DICENDO CHE - SE NON FANNO NULLA - SI TROVANO UNA TRATTENUTA NELLA PENSIONE CHE TI PERMETTEREBBE DI AVERE IL DIRITTO DI AVERE SUGGERIMENTI ED INFORMAZIONI PER FARE INVESTIMENTI O DEI MUTUI.
COMUNICAZIONE NORMALE, NON RACCOMANDATA. E SE VA PERSA ? PER EVITARLO PUOI (???? DICE IL LIBRETTO ) COMUNICARE ALLA SEDE PROVINCIALE TALE DECISIONE.
NON HO COMMENTI ADEGUATI- DOBBIAMO INSERIRE ANCHE LO STATO TRA COLORO CHE TENTANO DI IMBROGLAIRCI E FREGARCI DEI SOLDI ??
CIAO

ATOS P. 25.09.07 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi scuso per il messaggio non pertinente al post. Stasera Mastella sarà a Ballarò. Propongo di scrivere in massa alla trasmissione (ballaro@rai.it) per sollecitare il fin troppo educato Floris a rivolgergli qualche domanda sul caso De Magistris, anche se ciò non rientra nella scaletta del programma. Per chi non avesse voglia o tempo di scrivere, allego il testo della mail che gli ho appena mandato. Copiate e incollate (anche eliminando qualcosa, se non condividete). Mi raccomando però firmate con nome e cognome, non diamo l'impressione di barricarci dietro l'anonimato!


Gentile Signor Floris,
Da giornalista professionista, quale Lei sicuramente è, non può non rendersi conto che la presenza del Ministro Mastella a "Ballarò", dopo i recenti sviluppi del caso De Magistris, solleverà nel Suo pubblico un'ondata di polemiche.
Vorremmo quindi pregarla, nella duplice veste di cittadini italiani e di utenti RAI, di non ignorare tali polemiche e di dare invece il giusto spazio ad un argomento che, sebbene non strettamente connesso al tema della puntata, merita senza dubbio di essere approfondito.
Sarebbe sterile e superfluo, oltreché piuttosto avvilente, assistere a due ore di divagazioni sui "costi della politica" (problema increscioso, ma che purtroppo rappresenta solo la punta dell'iceberg) sorvolando sul fatto che tra gli ospiti intervenuti a parlarne vi è un Ministro della Repubblica accusato di aver rimosso dal suo incarico un magistrato che stava indagando su di lui.
La invitiamo pertanto a essere "scomodo" e a non aver paura di sollevare la questione. Magari invitando in studio o contattando telefonicamente l'onorevole Angela Napoli, che da anni si batte per denunciare le collusioni tra politica e malavita organizzata in Calabria, e che ha già più volte espresso la sua contrarietà all'iniziativa di Mastella senza godere della minima visibilità mediatica.
Certi che il nostro appello non rimarrà inascoltato, La ringraziamo per l'attenzione e La salutiamo cordialmente.

Margherita Scherpiani Commentatore certificato 25.09.07 17:21| 
 |
Rispondi al commento

TFR O NO, SE PENSO CHE QUELLE VACUE NULLITA' DI LAPO, PIERSILVIO E NEPOTISMO ASSORTITO, SON PRIVI DI OGNI PROBLEMA ECONOMICO, SENZA AVERE ALCUNA QUALITA' SE NN DI ESSERE NATI BENE, E IO SPACCO IL CENTESIMO, MI VIENE UNA INCAZZATURA TALE....

Francesco Manfredi 25.09.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

salute a tutti. saro' ipocondriaco, ma l'altra sera hanno fatto un programma sulla mafia. in realta' hanno snocciolato un elenco di persone messe a tacere per sempre perche' parlavano troppo o scomode.spero fosse solo un caso e non una coincidenza.per finire ,se si riuscisse a limitare il mandato a due legislature,si risolverebbe la madre di molti problemi. grazie

loris gherardi 25.09.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Mahh io sono abbastanza scettico sul fatto che esista o meno una formula vincente... ho letto il libro di Scienza, e conosciuto il sitema assicurativo... certo chi lascia il grano in azienda non sbaglia un kaiser, si prende l'inflazione etcetcetc... ma oggi come oggi se esistono strumenti per rivalutare ben oltre i sudati risparmi bisogna farlo... quest'anno la borsa perde il 6% e chissene frega... compro e aspetto che risalga... il trend intanto nel lungo è sempre a salire... certo man mano che ci si avvicina al momento che si vuole incassare bisogna prendere provvedimenti per mettersi al sicuro, ma esistono anche quelli... solo che bisogna leggere, documentarsi, studiare, e non affidarsi ciecamente al primo che passa, se si vuole ottenere qualcosa di più. A lasciarli in azienda si può anche battersene il beliscimo, ma ci si accontenta... e si spera che all'azienda non succeda nulla, perchè anche se i crediti da lavoro sono chirografari, può anche capitare che non ci sia trippa nè per cani nè per gatti nè per nessuno, quando si lavora per alcuni delinquenti che è inutile negare... alle volte ci sono. Quindi nessuno ha "LA RICETTA", studiate leggete documentatevi... capite checca**o volete fare... poi turatevi il naso... toccatevi i gioielli e fate il vostro gioco...

Dario Mozzaglia 25.09.07 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Tema: il lavoro precario e mobbing

Data la situazione lavorativa e lo sfruttamento da parte di alcuni imprenducoli del lavoratore grazie alla legge 30, consiglio di divulgare nome e cognome delle aziende che pagano male, sfruttano, fanno mobbing, assumono con contratti per niente chiari, rinnovano a progetto all'infinito e cambiano ragione sociale perchè ormai troppo compromessi.

Ebbene DIVULGATE ai vostri amici e conoscenti, se conoscete qualcuno che sta per entrare in quella azienda non tacete, fategli sapere com'è l'ambiente, com'è trattato il lavoratore.

DENUNCIAMO!!
FACCIAMO SAPERE!!
VERITAAAAAAAAAA!!

PS1: bravi ai ragazzi del meetup che sono stati alla giunta comunale di Torino Lunedi scorso. Avete il mio sostegno.

PS2: oggi il "flop" l'ha fatto il TG2 dell'una e il suo direttore a far vedere che i politici non sono presenti nemmeno a ragguagli importanti riguardo ai NOSTRI militari spediti in Afghanistan.

PS3: pronto pronto, la polenta e la salsiccia sono pronte ripeto PolentA e sAlsicCia sono pronte.....

Francesco Boccaccio 25.09.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

vorrei fare una riflessione e fare 2+2 rispetto a quello che si legge attualmente sulla pagina di repubblica online. padoa schioppa parla di una manovra leggera da 8-11 miliardi di euro.il costo del senato per il 2007 e di circa un MILIARDO di euro, la camera di circa 1,5 MILIARDI di euro. ciò vuol dire che circa il 25% della manovra finanziaria è destinato al mantenimento delle due camere: un migliaio di deputati più circa 2500 addetti. se andiamo a contare che in queste cifre non sono considerati i ministeri, gli enti locali ed enti pubblici vari, mi viene da pensare che delle nostre tasse solo circa la metà andranno a coprire tutte le necessità dei cittadini, sanità lavoro e soprattutto gli stipendi del pubblico impiego, che, aggiungo forse non sono così tanti come vogliono farci credere ma sono solamente POCHI i privilegiati che campano da parassiti
grazie

gianguido aroni 25.09.07 16:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao
sulle ali dell'entusiasmo ho aperto anche io un mio blog.
Se vi vs di visitarlo ecco i riferimenti

http://leopinionidigeronimo.blogspot.com/

geronimo p. Commentatore certificato 25.09.07 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Tema: il lavoro precario e mobbing

Data la situazione lavorativa e lo sfruttamento da parte di alcuni imprenducoli del lavoratore grazie alla legge 30, consiglio di divulgare nome e cognome delle aziende che pagano male, sfruttano, fanno mobbing, assumono con contratti per niente chiari, rinnovano a progetto all'infinito e cambiano ragione sociale perchè ormai troppo compromessi.

Ebbene DIVULGATE ai vostri amici e conoscenti, se conoscete qualcuno che sta per entrare in quella azienda non tacete, fategli sapere com'è l'ambiente, com'è trattato il lavoratore.

DENUNCIAMO!!
FACCIAMO SAPERE!!
VERITAAAAAAAAAA!!

PS1: bravi ai ragazzi del meetup che sono stati alla giunta comunale di Torino Lunedi scorso. Avete il mio sostegno.

PS2: oggi il "flop" l'ha fatto il TG2 dell'una e il suo direttore a far vedere che i politici non sono presenti nemmeno a ragguagli importanti riguardo ai NOSTRI militari spediti in Afghanistan.

PS3: pronto pronto, la polenta e la salsiccia sono pronte ripeto PolentA e sAlsicCia sono pronte.....

Francesco Boccaccio Commentatore certificato 25.09.07 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Hai dimostrato agl'Italiani che qualcosa si può fare.
Tu che in orogine sei un Grande Comico hai saputo riunire un "esercito" di italiani pronti a seguirti e a dire la loro di fronte a questi "pagliacci" di politici che riescono solo a derubare l'Italia di tutti i suoi beni ( i nostri beni).
Noi giovani Italiani non abbiamo un futuro sicuro,oggi lavoro e domani chi sà? e poi Prodi dice che ci vogliono gli extra comunitari per mungere le mucche?? Non so se avete guardato Porta a Porta? Quante baggianate in così poco tempo!!! é proprio una faccia da C...!!!!!!
Beppe confido in te perchè sei sempre stato un uomo che dice la verità ed é proprio per questo che sei sempre andato avanti, balle non ne hai mai dette, hai sempre e solo detto la verità e questa è la tua forza!

GRAZIE BEPPE! SEI GRANDE! HAI RIACCESO LE SPERANZE DEGL'ITALIANI!!

Marta R. Commentatore certificato 25.09.07 16:17| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti
sulle ali dell'entusiasmo ho aperto anche io un mio blog.
Se vi va potete visitarlo
http://leopinionidigeronimo.blogspot.com/

geronimo p. Commentatore certificato 25.09.07 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non mollare che non non molliamo; sperano di farci paura sti buffoni che ormai vaneggiano e parlano a vanvera.
E' un segno che ormai...se la fanno sotto e si arrampicano sugli specchi con mille scuse e mille cazzate ipocrite che gli escono da quelle FALSE bocche.

andrea b. Commentatore certificato 25.09.07 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Oggi nel Tg2 "trionfo del pluralismo"hanno dato voce ad un canuto Signore,rappresentante non ricordo quale movimento che arringava l'operato della sinistra...un "Grillo formato tg2" ??...
Dopo l'intervista a Corona sul quotiniano La Nazione in cui un giornalista rivolgeva domande sul V-Day...Si COrona il fotografo...noto!
Un altro parere autorevole !!!Questa è l'informazione.... in Italia.

Andrea Frateschi 25.09.07 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Sul TFR ce ne sarebbe da dire... Lavoro in uno studio di consulenza e vi assicuro che tutti i lavoratori dipendenti ai quali abbiamo consegnato i moduli per la scelta della destinazione del TFR avevano le idee chiare: "evitare che anche lo stesso TFR andasse a finire nella fogna".
Mio padre oggi è in pensione, e grazie al cielo prende una pensione non tanto differente dallo stipendio da operaio che prendeva finchè lavorava (€ 1050 - 1100 circa). Però l'esperienza di mio padre mi è servita anche per capire come stare alla larga dagli investimenti che convengono solo ai maiali che ti consigliano di farli.
Nella fattispecie: mio padre ha comprato le azioni della Banca Popolare di Sassari nel 1986; quest'ultima poi, con le titpiche capriole finanziarie (fusione, incorporazione e cazzi vari) fatte insieme al Banco di Sardegna (ora di proprietà della Banca Popolare dell'Emili Romagna), è stata svalutata fino a rendere il valore delle azioni inferiore a quello di una cagata di cane.
Riepilogando: dove sono finiti i risparmi di mio padre lavorati in 4 anni da emigrato in africa a 55° gradi all'ombra?????? DOVE SONO???? DOVE, CAZZO? Gli indagati della causa non hanno subito nessuna condanna. il processo? forse non va avanti perchè i risparmiatori non hanno soldi per gli avvocati? ah beh, non ne hanno anche perchè qualcuno glieli ha fottuti i risparmi.
Detto questo...e scusate lo sfogo: secondo voi i lavoratori dipendenti devono mettere i propri soldi in mano (TFR, o altro) ai maghi della finanza creativa?
...MA ANDATE A FANCULO VOI E LE RIFORME DEL TFR!

RICCARDO MUREDDU 25.09.07 15:47| 
 |
Rispondi al commento

E' come per la certezza della pena, o magari come il rispetto di un programma che un elettore ha giudicato positivo, insomma dobbiamo avere fiducia... fiducia... fiducia. Anche perchè se finiscono i soldini per sorvolare l'Atlantico questi "signori" come fanno? Ascoltate le parole del Papa, quest'uomo comincia a piacermi.

p.santoro Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 15:28| 
 |
Rispondi al commento

LE FRAGOLE SONO MATURE. OK.
QUI RADIO LONDRA RISPONDE:
"I VIOLINI D'AUTUNNO FERISCONO IL MIO CUORE CON MONOTONO LANGUORE".
DOPO IL D- DAY IL V - DAY.
FORSE LORO NON SE NE SONO ANCORA ACCORTI DI QUELLO CHE POTREBBERO ANDARE INCONTRO, A FRONTE D' UNA CRISI DI GOVERNO PROSSIMA. TFR INCLUSO.
BUONA GIORNATA COMUNQUE A TUTTI!!

STEFANO M. Commentatore certificato 25.09.07 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Condivido molti argomenti trattati da Grillo. Questo proprio NO. Vengono criticati i fondi pensione che in altri paesi esistono da 30 anni e funzionano, in Italia dobbiamo essere sempre diversi. Al posto di sparare a zero sempre su tutto bisognerebbe fare delle proposte serie e soprattutto attuabili.Forse non è noto che tra 20 anni le pensioni erogate, facendo una stima ottimistica, saranno il 50 percento della retribuzione. Questo non solo, come noto a tutti per la cattiva gestione dell'inps, della politica e compagnia bella, ma soprattutto per un fatto oggettivo demografico che ha portato il rapporto lavoratore pensionato è di 1,5 a 1 cioè un lavoratore e mezzo deve mantenere un pensionato.Quindi fino ad oggi siamo andati avanti allargando il buco(il 60% del deficit pubblico è dell'inps),continuando così saremo ai livelli del terzo mondo. La soluzione è creare, come hanno fatto 30 anni fa tutti i paesi più sviluppati, la previdenza integrativa che darebbe in più quel 20-30% di retribuzione che l'inps non sarà in grado di dare.
Il sig. Scienza dice che la borsa ha perso il 6-7% da inizio anno, vero.Non dice però che negli ultimi 20 anni i mercati finanziari si sono rivalutati almeno del 300% o forse più.Una persona che si deve fare la pensione non versa per 6 mesi ma forse per 20,25 o 30 anni.
L'affermazione mi sembra un po manipolatoria.

key pax 25.09.07 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera ne ha parlato Striscia la notizia !

Mentre IL GOVERNO e gli ORGANI D’INFORMAZIONE continuano a TACERE, SU QUESTO BLOG SI DEVE INSISTERE sulla questione dei 98 MILIARDI NON PAGATI DAI MONOPOLI DI STATO ALL'UFFICIO DELLE ENRATE, TASSE EVASE (Come quelle di Valentino Rossi), FATTO GIA’ ACCERTATO DA COMMISSIONI MINISTERALI E GUARDIA DI FINANZA !!

IL RAPPORTO E’ DA MESI SUL TAVOLO DI VISCO !!!!
PERCHE’ IL GOVERNO NON FA CHIAREZZA ?? LA NOTIZIA E’ VERA O NO??
Se la notizia é vera, questi soldi sono legittimamente del Popolo Italiano

DEVONO ESSERE RESTITUITI, TIRATI FUORI SUBITO , invece di continuare a inventare nuove tasse e nuove finanziarie.

TRAVAGLIO, SANTORO, FLORIS, DI PIETRO, ma dove sieteeee !!!

Si deve insistere tutti contro queste ignobili e vergognosi crimini perpetrati da questa banda di ladri e biechi individui, neppure degni di chiamarsi uomini, eletti al Parlamento per il DOVERE ISTITUZIONALE di tutelare il Popolo Sovrano.

Altro che soluzioni cilene, qui ci vuole l'Esercito, gli Alpini che mandino tutti quanti a casa, bianchi rossi e neri e si possa ricominciare, finalmente, da capo.

Così va il mondo, purtroppo.
Pietro

pietro rossi Commentatore certificato 25.09.07 15:01| 
 |
Rispondi al commento

A voi che in questo blog avete inneggiato al ritorno di Valium e della sua cricca di bugiardi;
A voi che vi siete bevuti quello che le segreterie vi hanno ORDINATO di fare e siete corsi a votarlo alle primarie farsa;
A voi che nonostante fossero palesi le balle che diceva questo maneggione democristiano, lo avete votato lo stesso;
A voi che con sarcasmo puerile vi siete vantati di indossare le t-shirt con scritto "Io sono un coglione"
A voi, che vi bevete quello che gli intellettuali, i benpensanti e le personalità di spicco (Scalfari e Bocca ex camice nere) dicono purchè si dichiarino di sinistra;
A voi che credevate fosse possibile che un dossettiano molle come un fico fosse in grado di mettere d'accordo Dini con Diliberto, Di Pietro con D'Alema;
A voi che prendevate per il culo il Berlusca quando voleva abolire l'Ici e avete applaudito Rutelli quando l'ha riproposto qualche mese fà;
A voi che parlavate di buco di bilancio lasciato dal centrodestra e avete creduto che il "tesoretto" del 2006 (finanziaria del centrodestra ancora in vigore) fosse merito di Visco e della "lotta all'evasione";
A voi che solo ora criticate Bertinotti e il suo politichese, quando invece il divo Fausto ha sempre sparato una miriade di cazzate;
A voi che accettate l'indulto senza colpo ferire solo perchè promosso dal centrosinistra;
A voi che andate in manifestazione contro il governo che Voi stessi avete votato;
A voi che avete accettato che il governo fosse formato da più di un centinaio di segretari e sottosegretari;
A voi che avete pensato che 280 pagine di cartigienica potessero essere attuate dal mortadellone, Rutelli e Pecorone Scanio;
A voi, che siete solo capaci di protestare e andare dietro come un gregge al primo stronzo che si mette ad urlare in piazza perchè nel vs. cervello ci sono solo slogan, piscio e vento;
A voi che siete la rovina d'Italia,
.....a VOI và il mio VAFFANCULO!

W l'ITALIA (quella vera che ragiona)

Aronne Piperno 25.09.07 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ci hai promesso che al più presto si farà un V-DAY sul giornalismo non potresti aggiungere anche su una proposta di legge su quanto riguarda l'esubero di parlamentari? Non ti sembra che sia arrivato il momento di ridimensionare o addirittura chiudere palazzi che non servono? Non ci basta una camera per decidere su ciò che si deve fare?
Vorrei chiederti un'altra cosa visto che siamo in DEMOCRAZIA perchè la presidenza della repubblica non ci fa sapere quanto costa a noi comuni mortali specificando le varie voci di spesa?
Non far passare troppo tempo al prossimo V-DAY che siamo tutti in attesa

luigi Zaia 25.09.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Affidersi agli investimenti finanziari, delle banche...

Vorrei capire come fà uno che per una vita ha fatto il salumiere, ferriviere, impiegato, postino, barbiere, operaio... a decidere di cimentarsi nell'economia di borsa, affidandosi a degli sconosciuti che dovrebbero fare il tuo interesse.

In altre parole quel 40% di persone si sono presi i loro rischi e non dovranno poi lamentarsi, sarebbe bastato loro leggere "Pinocchio" per non aspettersi una piantina di monete.

Giovanni Ruggiero Commentatore certificato 25.09.07 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera ne ha parlato Striscia la notizia !

Mentre IL GOVERNO e gli ORGANI D’INFORMAZIONE continuano a TACERE, SU QUESTO BLOG SI DEVE INSISTERE sulla questione dei 98 MILIARDI NON PAGATI DAI MONOPOLI DI STATO ALL'UFFICIO DELLE ENRATE, TASSE EVASE (Come quelle di Valentino Rossi), FATTO GIA’ ACCERTATO DA COMMISSIONI MINISTERALI E GUARDIA DI FINANZA !!

IL RAPPORTO E’ DA MESI SUL TAVOLO DI VISCO !!!!
PERCHE’ IL GOVERNO NON FA CHIAREZZA ?? LA NOTIZIA E’ VERA O NO??
Se la notizia é vera, questi soldi sono legittimamente del Popolo Italiano

DEVONO ESSERE RESTITUITI, TIRATI FUORI SUBITO , invece di continuare a inventare nuove tasse e nuove finanziarie.

TRAVAGLIO, SANTORO, FLORIS, DI PIETRO, ma dove sieteeee !!!

Si deve insistere tutti contro queste ignobili e vergognosi crimini perpetrati da questa banda di ladri e biechi individui, neppure degni di chiamarsi uomini, eletti al Parlamento per il DOVERE ISTITUZIONALE di tutelare il Popolo Sovrano.

Altro che soluzioni cilene, qui ci vuole l'Esercito, gli Alpini che mandino tutti quanti a casa, bianchi rossi e neri e si possa ricominciare, finalmente, da capo.

Così va il mondo, purtroppo.
Pietro

pietro rossi Commentatore certificato 25.09.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La statale che porta da Venafro (Is) a Castel di Sangro (Aq) è piena di curve ed in salita e se si capita dietro un camion è la fine. Su quella strada oltre alla giustissima linea continua della mezzeria che a norma del codice della strada impedisce il sorpasso ed ai ripetuti segnali di "controllo elettronico della velocità da parte degli organi competenti" Ieri 24/09/07 ero su quella strada (intorno alle 17,00) e puntualmente trovo il fatidico camion che viaggia a velocità ridotta. Io ed altri automobilisti, in osservanza a quanto stabilito dal codice della strada ci accodiamo all'autotreno e diligentemente attendiamo di poterlo superare dove consentito. Ad un certo punto noto nello specchietto una grande Subaru nera con il lampeggiante azzurro che azionando la sirena ci sorpassa quasi in curva. Dietro la Subaru ecco una bellissima Maserati anch'essa con il lampeggiante, seguita da un'altra Subaru. Per loro il codice della strada è un opzional. Se non sbaglio la sirena è ammessa solo in casi di emergenza che assolutamente. L'unica emergenza che c'era ieri era scorrazzare un appartenente alla cosca (come giustamente li ha chiamati Travaglio) a chissà quale impellente emergenza nazionale. Che schifo! Ma i soldi per la Maserati,le due grandi Subaru e tutto il personale di scorta chi li caccia? Il signore che sta dentro la Maserati? Non credo. Ed allora ieri lui si è sentito nel diritto di superarmi a sirene spiegate in barba alle più elementari regole del codice della strada, io oggi mi sento in dovere di mandarlo con tutto il cuore AFFANCULO! Visto che a noi stanno togliendo anche il TFR, mentre per loro i soldi per le cazzate ci sono sempre!!!

Manlio Di Meglio 25.09.07 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Affidersi agli investimenti finanziari, delle banche...

Vorrei capire come fà uno che per una vita ha fatto il salumiere, ferriviere, impiegato, postino, barbiere, operaio... a decidere di cimentarsi nell'economia di borsa, affidandosi a degli sconosciuti che dovrebbero fare il tuo interesse.

In altre parole quel 40% di persone si sono presi i loro rischi e non dovranno poi lamentarsi, sarebbe bastato loro leggere "Pinocchio" per non aspettersi una piantina di monete.

Giovanni Ruggiero Commentatore certificato 25.09.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

oto che anche nella newsletter appena ricevuta viene indicato che la crisi finanziaria " Mondiale " con i relativi tracolli di banche e soprattutto di ignari finanziatori di esse, é provocata dall'insolvenza dei " Mutui immobiliari Americani"!!

Tutto vero? In parte? O tutto falso?

Mettendosi a fare i quattro conti della serva, possiamo pensare che se anche il 5% del popolo americano sia diventano ad un tratto insolvente al 100% non potrebbe raggiungere il valore complessivo di tutti i miliardi di dollari o euro che le varie banche nazionali e centrali di tutto il mondo, hanno messo sul mercato per sopperire alla mancaza di liquidità.
Ma dietro a tutte quelle cartolarizzazioni dei debiti cosa è in realtà nascosto o occultato?

Ci sono le coperture finanziarie di tutte le strane plusvalenze su valori di vendite di società , bond, ecc. ecc. post 11 settembre 2001?

Non credo che l'insolvenza vera o presunta di pompieri, poliziotti, operai, impiegati, commesse ecc. ecc. Americani, possa raggiungere i livelli in volume propinati dall'informazione finanziaria globale.

Penso che una verifica e riflessione su questo tema vada accuratamente fatta.

gigi abetini 25.09.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

09/25/07@14:07:18> [SHOUTcast] DNAS/win32 v1.9.5 (Dec 27 2004) starting up...
[main] loaded config from C:\Programmi\SHOUTcast\sc_serv.ini
[main] initializing (usermax:32 portbase:8000)...
[main] No ban file found (sc_serv.ban)
[main] No rip file found (sc_serv.rip)
[main] opening source socket
[main] source thread starting
[main] opening client socket
[source] listening for connection on port 8001
[main] Client Stream thread [0] starting
[main] client main thread starting
[source] connected from 127.0.0.1
[source] icy-name:Radio Savona Web (Licenze common's creative)prove tecniche di trasmissione ; icy-genre:Nuovi Talenti
[source] icy-pub:1 ; icy-br:32 ; icy-url:http://www.radiosavonaweb.com
[source] icy-irc: ; icy-icq: ; icy-aim:
[source] source dropped connection. disconnecting.
[source] connected from 127.0.0.1
[dest: 207.200.98.4] server unavailable, disconnecting
[source] icy-name:Radio Savona Web (Licenze common's creative)prove tecniche di trasmissione ; icy-genre:Nuovi Talenti
[source] icy-pub:1 ; icy-br:32 ; icy-url:http://www.radiosavonaweb.com
[source] icy-irc: ; icy-icq: ; icy-aim:
[yp_add] yp.shoutcast.com gave error (nak)
[yp_add] yp.shoutcast.com gave extended error (404 Cannot see your station/computer from the Internet, disable Internet Sharing/NAT/firewall/ISP cache.)

andrea baldo Commentatore certificato 25.09.07 14:14| 
 |
Rispondi al commento

[SHOUTcast] DNAS/win32 v1.9.5 (Dec 27 2004) starting up...
[main] loaded config from C:\Programmi\SHOUTcast\sc_serv.ini
[main] initializing (usermax:32 portbase:8000)...
[main] No ban file found (sc_serv.ban)
[main] No rip file found (sc_serv.rip)
[main] opening source socket
[main] source thread starting
[main] opening client socket
[source] listening for connection on port 8001
[main] Client Stream thread [0] starting
[main] client main thread starting

andrea baldo Commentatore certificato 25.09.07 14:08| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, qundo iniziò il bombardamento mediatico di scegliere il destino del mio e quello di mia moglie sul TFR non sapendo cosa fare siamo andati al sindacato (CIGL) il quale ci ha consigliato fortemente di investire su questi fondi (per me quello destinato al settore del commercio e per mia moglie a quello del settore delle pulizie), sottolineo fortemente per via che a qui a poco le pensioni andranno sempre di più a calare, si parla mi sembra del 60% dell'ultimo stipendio (prego di correggermi se sbaglio). Quindi integrare il TFR per raggiungere una pensione decente (ha ha ha).
Ringraziamo il buon Dio di non aver ascoltato chi dovrebbe tutelarci. Purtroppo in quei giorni non potevamo collegarci con il tuo blog, ti prego perdonaci e dicci la nostra penitenza.
P.S. Ma se fallisce l'azienda dove lavoro dopo l'ho preso nel....?

Riccardo Tei 25.09.07 14:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La statale che porta da Venafro (Is) a Castel di Sangro (Aq) è piena di curve ed in salita e se si capita dietro un camion è la fine. Su quella strada oltre alla giustissima linea continua della mezzeria che a norma del codice della strada impedisce il sorpasso ed ai ripetuti segnali di "controllo elettronico della velocità da parte degli organi competenti" Ieri 24/09/07 ero su quella strada (intorno alle 17,00) e puntualmente trovo il fatidico camion che viaggia a velocità ridotta. Io ed altri automobilisti, in osservanza a quanto stabilito dal codice della strada ci accodiamo all'autotreno e diligentemente attendiamo di poterlo superare dove consentito. Ad un certo punto noto nello specchietto una grande Subaru nera con il lampeggiante azzurro che azionando la sirena ci sorpassa quasi in curva. Dietro la Subaru ecco una bellissima Maserati anch'essa con il lampeggiante, seguita da un'altra Subaru. Per loro il codice della strada è un opzional. Se non sbaglio la sirena è ammessa solo in casi di emergenza che assolutamente. L'unica emergenza che c'era ieri era scorrazzare un appartenente alla cosca (come giustamente li ha chiamati Travaglio) a chissà quale impellente emergenza nazionale. Che schifo! Ma i soldi per la Maserati,le due grandi Subaru e tutto il personale di scorta chi li caccia? Il signore che sta dentro la Maserati? Non credo. Ed allora ieri lui si è sentito nel diritto di superarmi a sirene spiegate in barba alle più elementari regole del codice della strada, io oggi mi sento in dovere di mandarlo con tutto il cuore AFFANCULO!

Manlio Di Meglio 25.09.07 13:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti,
scrivo per chiedere di avanzare tutti assieme una richiesta ai nostri onorevoli Deputati e Senatori di dare una prova tangibile della famosa trasparenza di cui tanto si parla. Iniziamo con il richiedere l'apertura di una sito internet in cui noi tutti possiamo andare a vedere i costi sostenuti dagli onorevoli e le relative motivazioni.
Ad esempio XX Euro per Airbus del giorno xx per il Sen. C. Mastella, a bordo Sig.xx in qualità di ....Motivo del Viaggio....
Questo ovviamente per ogni voce di spesa, comprese quelle di rapresentanza, missioi al'estero, cene ufficiali. Non deve poi mancare un resoconto dettagliato delle spese vive di Camera e Senato.
Non dovrebbe essere necessario leggere il libro di Stella per sapere che fine fanno una parte dei nostri soldi.

Mi pare che in inghilterra anche la corte Reale faccia questo.
E' una piccola cosa ma intanto vediamo come vengono gestiti i pochi (ci dispiace) spiccioli dai nostri politici.

Non sarebbe poi chiedere troppo anche essere informati su come sono impiegati i capitali destinati ai vari enti e ministeri, anche in questo caso tutto nel dettaglio. Sarà sicuramente necessario assumere qualche dipendente... o forse può essere riconvertito qualche barbiere e/o cameriere e/o cuoco in esubero in una delle due Camere.

Davide F. Commentatore certificato 25.09.07 13:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
scrivo per chiedere di avanzare tutti assieme una richiesta ai nostri onorevoli Deputati e Senatori di dare una prova tangibile della famosa trasparenza di cui tanto si parla. Iniziamo con il richiedere l'apertura di una sito internet in cui noi tutti possiamo andare a vedere i costi sostenuti dagli onorevoli e le relative motivazioni.
Ad esempio XX Euro per Airbus del giorno xx per il Sen. C. Mastella, a bordo Sig.xx in qualità di ....Motivo del Viaggio....
Questo ovviamente per ogni voce di spesa, comprese quelle di rapresentanza, missioi al'estero, cene ufficiali. Non deve poi mancare un resoconto dettagliato delle spese vive di Camera e Senato.
Non dovrebbe essere necessario leggere il libro di Stella per sapere che fine fanno una parte dei nostri soldi.

Mi pare che in inghilterra anche la corte Reale faccia questo.
E' una piccola cosa ma intanto vediamo come vengono gestiti i pochi (ci dispiace) spiccioli dai nostri politici.

Non sarebbe poi chiedere troppo anche essere informati su come sono impiegati i capitali destinati ai vari enti e ministeri, anche in questo caso tutto nel dettaglio. Sarà sicuramente necessario assumere qualche dipendente... o forse può essere riconvertito qualche barbiere e/o cameriere e/o cuoco in esubero in una delle due Camere.

Davide F. Commentatore certificato 25.09.07 13:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao sono una lettrice e sostenitrice di tutto quello che il nostro beppe sta organizzando... ma oggi sono qui per chiedere a tutti voi che vedete e leggete il blog di farvi sapere che c'è un bimbo di appena 17 mesi con una leucemia fulminante e necessita di sangue di tipo b+ se qualcuno riuscisse a trovare la compatibilità con questo bimbo prego di contattare questo numero: 055 56625 e contattare il sig riccardo capriccioli è uregente grazie.
Sperando per il meglio attendo notizie del programma grillo. Beppe siamo tutti con te.

giorgia gerbasio 25.09.07 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUELLO CHE CONVIENE A ME CONVIENE ANCHE A VOI !!!

Questa è la filosofia di molti, il successo si misura dalla lunghezza della lingua .....
Quello che conviene a me, bisogna difenderlo a denti stretti, calunniando, mentendo, facendo finta di indignarsi ...

FACCI E GIANNINI, DUE GIOVANI GIORNALISTI, IL NUOVO CHE AVANZA, LE LORO IDEE SONO FUTURISTICHE ....

LORO, VISTO CHE OCCUPANO POSIZIONI PRIVILEGIATE VOGLIONO CHE LE COSE NON CAMBINO.
LORO SI TROVANO LI PERCHE' CE LI HANNO MESSI !

IL FUTURO IMMOBILE.....

ECCO UN ESEMPIO DI COME SI HA SUCCESSO NEL 2007, PORTANDO IL "VASSOIO" PER I POTENTI E PER I PARTITI.

SOLO L'IDEA DEL V DAY, QUELLA DI UN AZZERAMENTO DELLA CLASSE POLITICA, LI TERRORIZZA !!

SE DOVESSE CAPITARE UNA COSA DEL GENERE, LORO SI TROVEREBBERO IN MEZZO AD UNA STRADA SENZA LAVORO.

LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI ?
No !
Loro sono giornalisti e sono LAVORATORI POLITICAMENTE UTILISSIMI....


VERGOGNA !

Guardateli subito !


**************************************************************************************************


http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=omnibus&video=3920


**************************************************************************************************

Il dovere di fare informazione..... quello mio !!!


PER FARE PRESTO INIZIATE INTORNO ALLE 08,50 DEL RIQUADRO VIDEO.
NON PERDETEVELI, SONO DEI FENOMENI !!!!


Capisc'a me

Antonio Cataldi 25.09.07 13:29| 
 |
Rispondi al commento

De', le fragole a ottobre??? Alla faccia dell' OGM!!

P.S. X la famiglia di Beppe: grazie per la vostra pazienza. Siete un esempio per tutti.

Luca Roggi 25.09.07 13:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT: BATTUTACCIA SULL'ALZHEIMER.Caduta di stile o mancanza di sensibilità?
Caro Beppe quella frase che hai scritto qualche giorno fa non me la sarei aspettata proprio mai da te...non volevo credere che l'avessi davvero postata tu, pensavo fosse un'invenzione dei media che ne stanno dicendo di cotte e di crude su di te... invece... che delusione... un vero colpo basso...

Riporto dal sito: http://oknotizie.alice.it/go.php?us=68214268b350cd68
"Quando si è a capo di un vastissimo movimento popolare, occorrerebbe avere una sensibilità superiore, per non offendere e ferire milioni di sofferenti, per non fare del dolore uno slogan da stadio, perché la malattia non diventi il simbolo sgradevole della politica, per non imbruttire ulteriormente la politica lei i suoi mali li ha già: si chiamano indifferenza, lassismo, corruzione, demagogia… non c’è bisogno di neologismi estrapolati dal dramma, chi combatte la guerra quotidiana con l’Alzheimer non merita questo, ha diritto al rispetto…"

A chi toccherà domani fare da paragone? Ai malati di Sclerosi Multipla? A chi soffre di SLA? Oppure a chi ha la Distrofia Muscolare? O forse a noi tutti Handicappati e malati in generale che abbiamo creduto in te, che avresti potuto aiutarci a portare avanti delle battaglie per migliorare la nostra vita? Io ci credevo in te e nella tua sensibilità, mi era rimasto solo un comico come paladino a dar voce alle mie proteste per il mancato rispetto dei miei diritti, il mancato rispetto del malato e disabile in generale... invece.... è stata un'amara delusione, mi sento tradita anche da te.... che tristezza infinita....
Non c'è proprio nessuno a questo mondo che ci porta un minimo di rispetto a noi malati.... si fa un gran parlare di rispetto per gli animali, per gli stranieri, per i diversi, per questi si fanno campagne, proteste di piazza, ma per i malati e i disabili nessuno si fa mai portavoce, nessuno spende mai una parola in difesa dei nostri diritti.

Cristiana Di Stefano Commentatore certificato 25.09.07 13:20| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e ciao a tutti,
volevo fare qualche considerazione in relazione alla gogna mediatica che si sta scatenando intorno a questo blog:

Il V-day è stato evidentemente un successo inatteso che ha messo paura a una parte della classe dirigente del nostro paese (io stesso ho partecipato spinto dalla voglia di uno studente di 25 anni).
Molte reazioni politiche sono state pesanti e scomposte ma alcuni moniti secondo me andrebbero considerati e non presi sotto gamba.
Penso infatti che 300000 firme raccolte siano un segnale molto forte: lo testimonia il fatto che da due settimane non si parla d' altro! Però (c'è un però), allo stesso tempo credo che un blog che riesca a concentrare lo scontento di molte persone dopo una giornata come quella dell'8 settembre abbia anche delle responsabilità (proprio per il numero di firme raccolte). Penso che ora inizi la partita più importante se si vuole dare risposta a queste persone.
Si rischia infatti di fregarci con le nostre stesse mani; ora abbiamo una visibilità notevole e questo blog lo vengono a leggere anche persone che fino a pochi giorni fa non sapevano neanche che esistesse; fanno servizi ai tg pronti a cogliere il primo post fuori dalle righe!
Io personalmente eviterei inutili offese e volgarità, siamo tanti e non vorrei che ci identificassero (ormai siamo un'entità sociale!) così soprattutto ora che non si parla più della SOSTANZA delle idee portate avanti ma solo della FORMA con cui si sostengono(cmq importante)!
Ho paura che continuando così finisca tutto in una bolla di sapone!
Le idee e i concetti espressi sono già esplicativi di un malessere di fondo contro un certo modo di fare politica e di dirigere il paese che senso ha irrobustirli con espressioni che a questo punto possono solo ritorcersi contro?

Un'ultima considerazione riguarda la tanto temuta deriva populista del blog..spero fortemente che ognuno continui a pensare con la sua testa ed eserciti il suo spirito critico. Beppe non va mitizzato.

Renato Nistri 25.09.07 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Sul TFR ce ne sarebbe da dire... Lavoro in uno studio di consulenza e vi assicuro che tutti i lavoratori dipendenti ai quali abbiamo consegnato i moduli per la scelta della destinazione del TFR avevano le idee chiare: "evitare che anche lo stesso TFR andasse a finire nella fogna".
Mio padre oggi è in pensione, e grazie al cielo prende una pensione non tanto differente dallo stipendio da operaio che prendeva finchè lavorava (€ 1050 - 1100 circa). Però l'esperienza di mio padre mi è servita anche per capire come stare alla larga dagli investimenti che convengono solo ai maiali che ti consigliano di farli.
Nella fattispecie: mio padre ha comprato le azioni della Banca Popolare di Sassari nel 1986; quest'ultima poi, con le titpiche capriole finanziarie (fusione, incorporazione e cazzi vari) fatte insieme al Banco di Sardegna (ora di proprietà della Banca Popolare dell'Emili Romagna), è stata svalutata fino a rendere il valore delle azioni inferiore a quello di una cagata di cane.
Riepilogando: dove sono finiti i risparmi di mio padre lavorati in 4 anni da emigrato in africa a 55° gradi all'ombra?????? DOVE SONO???? DOVE, CAZZO? Gli indagati della causa non hanno subito nessuna condanna. il processo? forse non va avanti perchè i risparmiatori non hanno soldi per gli avvocati? ah beh, non ne hanno anche perchè qualcuno glieli ha fottuti i risparmi.
Detto questo...e scusate lo sfogo: secondo voi i lavoratori dipendenti devono mettere i propri soldi in mano (TFR, o altro) ai maghi della finanza creativa?
...MA ANDATE A FANCULO VOI E LE RIFORME DEL TFR!

RICCARDO MUREDDU 25.09.07 13:15| 
 |
Rispondi al commento

hanno distrutto l'italia .
50 anni fa l'italia non aveva il mostruoso debito pubblico che oggi ha .
se magari fosse servito per risanare i centri storici . per dare servizi adeguati allora non sarebbe mostruoso ma virtuoso .
invece esiste perchè hanno rubato . si i politici hanno rubato l'ITALIA.
VERGOGNA.
DIMEZZATE GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI. TOGLIAMO TUTTI GLI SPRECHI ACCESSORI A LORO CONCESSI.

ma PURTROPPO L'ITALIA è UNO STATO MAFIOSO.
abbiamo COSA NOSTRA , LA NDRANGHETA , LA CAMORRA , I MINISTERI , GLI ASSESSORATI , E I COMUNI .
TUTTE MAFIE . TUTTE NOSTRE .

mostruoso.

paco fran 25.09.07 13:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

"le fragole sono state raccolte!" RIPETO!!
"LE FRAGOLE SONO STATE RACCOLTE!"

D. F. 25.09.07 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Io un'informazione sul costo di un c/c olandese o austriaco lo faccio. Se avete due euro, fatelo anche voi.
Saluti

Guido Sebastiani 25.09.07 12:12


Il costo di un conto olandese e' ridicolo rispetto all'itaglia.

L'interesse sui risparmi e' sul 2% o poco piu'.

I mutui... altro pianeta. Qui il tasso fisso e' al 4%. La banca ti dice i vantaggi/svantaggi dei tassi fissi/variabili. A me hanno consigliato i tassi fissi dal momento che la tendenza dei tassi e' quella di aumentare.

E te lo dice la banca eh ???

altro pianeta!

Alessandro Gerico 25.09.07 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha sottolineato un fatto banale: se i soldi del tuo TFR li dai ad un fondo pensione (qualsiasi), quando hai finito di lavorare il TFR NON LO TROVI PIU', o meglio, ne puoi prendere un pezzo subito per poi, sperando di vivere, avere un modesto vitalizio.

Una volta col TFR , finito di lavorare, ti compravi la casa.
Adesso vogliono che tu lo metta li' per avere una pensione per sopravivere. Come siamo caduti in baaso. Chi dobbiamo ringraziare?

Nota: se entri nel fondo pensione non puoi piu' uscirne: questo, insieme alla adesione per silenzio assenso, mi ha dissuaso del tutto ad aderire: mi sarebbe sembrato di aderire ad un contratto con una azienda telefonica truffaldina: NON DIMENTICHIAMO CHE SIAMO IN ITALIA ED UNA VOLTA USCITI, I SOLDI NON LI VEDI PIU'.

Antonio Dessi 25.09.07 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Si può fare di più...

Malasanità e hacker.

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6067&numero=955

Beppe, contattali e fanne una rubrica sul tuo blog!

Ciao!

italo profeti Commentatore certificato 25.09.07 13:05| 
 |
Rispondi al commento

dimenticatevi questo link

http://myonions.blogspot.com

NON scaricate le loro canzoni.. NON ascoltatele!
O diventerete come loro |:

- m. Commentatore certificato 25.09.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

hanno distrutto l'italia .
50 anni fa l'italia non aveva il mostruoso debito pubblico che oggi ha .
se magari fosse servito per risanare i centri storici . per dare servizi adeguati allora non sarebbe mostruoso ma virtuoso .
invece esiste perchè hanno rubato . si i politici hanno rubato l'ITALIA.
VERGOGNA.
DIMEZZATE GLI STIPENDI DEI PARLAMENTARI. TOGLIAMO TUTTI GLI SPRECHI ACCESSORI A LORO CONCESSI.

ma PURTROPPO L'ITALIA è UNO STATO MAFIOSO.
abbiamo COSA NOSTRA , LA NDRANGHETA , LA CAMORRA , I MINISTERI , GLI ASSESSORATI , E I COMUNI .
TUTTE MAFIE . TUTTE NOSTRE .

mostruoso.

paco fran 25.09.07 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti,
volevo fare qualche considerazione in relazione alla gogna mediatica che si sta scatenando intorno a questo blog:

Il V-day è stato evidentemente un successo inatteso che ha messo paura a una parte della classe dirigente del nostro paese (io stesso ho partecipato spinto dalla voglia di uno studente di 25 anni).
Molte reazioni politiche sono state pesanti e scomposte ma alcuni moniti secondo me andrebbero considerati e non presi sotto gamba.
Penso infatti che 300000 firme raccolte siano un segnale molto forte: lo testimonia il fatto che da due settimane non si parla d' altro! Però (c'è un però), allo stesso tempo credo che un blog che riesca a concentrare lo scontento di molte persone dopo una giornata come quella dell'8 settembre abbia anche delle responsabilità (proprio per il numero di firme raccolte). Penso che ora inizi la partita più importante se si vuole dare risposta a queste persone.
Si rischia infatti di fregarci con le nostre stesse mani; ora abbiamo una visibilità notevole e questo blog lo vengono a leggere anche persone che fino a pochi giorni fa non sapevano neanche che esistesse; fanno servizi ai tg pronti a cogliere il primo post fuori dalle righe!
Io personalmente eviterei inutili offese e volgarità, siamo tanti e non vorrei che ci identificassero (ormai siamo un'entità sociale!) così soprattutto ora che non si parla più della SOSTANZA delle idee portate avanti ma solo della FORMA con cui si sostengono(cmq importante)!
Ho paura che continuando così finisca tutto in una bolla di sapone!
Le idee e i concetti espressi sono già esplicativi di un malessere di fondo contro un certo modo di fare politica e di dirigere il paese che senso ha irrobustirli con espressioni che a questo punto possono solo ritorcersi contro?

Un'ultima considerazione riguarda la tanto temuta deriva populista del blog..spero fortemente che ognuno continui a pensare con la sua testa ed eserciti il suo spirito critico. Beppe non va mitizzato.

Renato Nistri 25.09.07 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti,
volevo fare qualche considerazione in relazione alla gogna mediatica che si sta scatenando intorno a questo blog:

Il V-day è stato evidentemente un successo inatteso che ha messo paura a una parte della classe dirigente del nostro paese (io stesso ho partecipato spinto dalla voglia di uno studente di 25 anni).
Molte reazioni politiche sono state pesanti e scomposte ma alcuni moniti secondo me andrebbero considerati e non presi sotto gamba.
Penso infatti che 300000 firme raccolte siano un segnale molto forte: lo testimonia il fatto che da due settimane non si parla d' altro! Però (c'è un però), allo stesso tempo credo che un blog che riesca a concentrare lo scontento di molte persone dopo una giornata come quella dell'8 settembre abbia anche delle responsabilità (proprio per il numero di firme raccolte). Penso che ora inizi la partita più importante se si vuole dare risposta a queste persone.
Si rischia infatti di fregarci con le nostre stesse mani; ora abbiamo una visibilità notevole e questo blog lo vengono a leggere anche persone che fino a pochi giorni fa non sapevano neanche che esistesse; fanno servizi ai tg pronti a cogliere il primo post fuori dalle righe!
Io personalmente eviterei inutili offese e volgarità, siamo tanti e non vorrei che ci identificassero (ormai siamo un'entità sociale!) così soprattutto ora che non si parla più della SOSTANZA delle idee portate avanti ma solo della FORMA con cui si sostengono(cmq importante)!
Ho paura che continuando così finisca tutto in una bolla di sapone!
Le idee e i concetti espressi sono già esplicativi di un malessere di fondo contro un certo modo di fare politica e di dirigere il paese che senso ha irrobustirli con espressioni che a questo punto possono solo ritorcersi contro?

Un'ultima considerazione riguarda la tanto temuta deriva populista del blog..spero fortemente che ognuno continui a pensare con la sua testa ed eserciti il suo spirito critico. Beppe non va mitizzato.

Renato Nistri 25.09.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe! Grazie di esistere! Riposati, riprendi la tua voce e torna più in forma che mai!

adele gambaro 25.09.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha sottolineato un fatto banale: se i soldi del tuo TFR li dai ad un fondo pensione (qualsiasi), quando hai finito di lavorare il TFR NON LO TROVI PIU', o meglio, ne puoi prendere un pezzo subito per poi, sperando di vivere, avere un modesto vitalizio.

Una volta col TFR , finito di lavorare, ti compravi la casa.
Adesso vogliono che tu lo metta li' per avere una pensione per sopravivere. Come siamo caduti in baaso. Chi dobbiamo ringraziare?

Nota: se entri nel fondo pensione non puoi piu' uscirne: questo, insieme alla adesione per silenzio assenso, mi ha dissuaso del tutto ad aderire: mi sarebbe sembrato di aderire ad un contratto con una azienda telefonica truffaldina: NON DIMENTICHIAMO CHE SIAMO IN ITALIA ED UNA VOLTA USCITI, I SOLDI NON LI VEDI PIU'.

Antonio Dessi 25.09.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Non diciamo stupidaggini perchè i fondi pensione sono un'ottima cosa e nel lungo periodo (parlo di oltre 10 anni) rendono sicuramente di più di quello che rederebbe il tfr se tenuto in azienda.
Quindi facciamo la guerra per le cose giuste (privilegi vergognosi ai parlamentari, sprechi folli di denaro NOSTRO da parte di chi lo amministra ovvero loro finanziamenti scandalosi ai giornali)ma leggiamo le statistiche prima di parlare.

issim se 25.09.07 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Si può fare di più...

Malasanità e hacker.

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6067&numero=955

Beppe, contattali e fanne una rubrica sul tuo blog!

Ciao!

italo profeti Commentatore certificato 25.09.07 12:53| 
 |
Rispondi al commento

@ Sei un milanese e sicuramente conosci il centro sociale Leoncavallo. In questi giorni c'è diatriba perchè Farina vorrebbe pagare l'affitto per dimostrare che il centro sociale non è un occupazione abusiva, ma un'attività socialmente utile che dà reddito a tantissime persone. Cosa ne pensi?---

Io sono stato uno dei primi nel 1989 ad aprire un centro sociale pagando regolarmente l'affitto, Via Ascanio Sforza 87, sui navigli a Milano, e feci boom, oltre 1000 persone tutti i sabati e decine e decine durante la settimana

Era un centro sociale in cui non si vendevano alcoolici e droghe di nessun tipo, in faccia ai nemici dell'umanità sui navigli, a Milano, il centro dello spaccio notturno di alcoolici e droghe pesanti

I nemici dell'umanità mi ostacolarono comunque, il tema non è l'affitto, ma le attività socialmente utili, se avessi venduto alcool e droga mi avrebbero aiutato

l'affitto serve a dimostrare ai cittadini in buona fede che lo sei anche tu e che stai svolgendo una normale attività con la quale offri un servizio per il quale la gente paga e con i cui soldi puoi dare lavoro e dignità a tante persone, e che non stai trasgredendo nessuna legge

conosco bene Farina, è un mio estimatore, viene sempre a leggere il mio sito , e conosco benissimo tante persone del centro Leoncavallo che sono miei amici amici amici amici che hanno lavorato con me per anni e anni e anni e con i quali abbiamo incuneato la nonviolenza e le attività socialmente utili dentro al Leoncavallo e Rifondazione Comunista

Bisogna continuare così, un assicurazione contro gli infortuni per tutti quelli che lavorano dentro al leoncavallo, niente droga, niente alcool, attività socialmente utili, remunerazione equa per tutti i lavoratori , nel caso non ci fossero soldi, in biglietti ingresso che poi smazzandoli diventano soldi contanti con cui si può vivere

La Filiale di Banca Etica Autonoma Autogestita
http://domenico-schietti.blogspot.com/2007/08/la-filiale-di-banca-etica-autonoma.html

renata lippa 25.09.07 12:52| 
 |
Rispondi al commento

dimenticatevi questo link

http://myonions.blogspot.com

NON scaricate le loro canzoni.. NON ascoltatele!
O diventerete come loro |:

- m. Commentatore certificato 25.09.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe, stasera avevo organizzato una grande cena a casa mia per poi trasferirci tutti insieme al muovisimo palazzetto dello sport di novara, che AVREBBE DOVUTO ospitare il tuo spettacolo...
hai rovinato tutti i miei piani! Si può sapere quando hai intenzione di farlo questo benedetto spettacolo rimandato? E vedi di non urlare troppo la prossima volta! ciao ti bacio

Claudia Bonaro 25.09.07 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Sul TFR ce ne sarebbe da dire... Lavoro in uno studio di consulenza e vi assicuro che tutti i lavoratori dipendenti ai quali abbiamo consegnato i moduli per la scelta della destinazione del TFR avevano le idee chiare: "evitare che anche lo stesso TFR andasse a finire nella fogna".
Mio padre oggi è in pensione, e grazie al cielo prende una pensione non tanto differente dallo stipendio da operaio che prendeva finchè lavorava (€ 1050 - 1100 circa). Però l'esperienza di mio padre mi è servita anche per capire come stare alla larga dagli investimenti che convengono solo ai maiali che ti consigliano di farli.
Nella fattispecie: mio padre ha comprato le azioni della Banca Popolare di Sassari nel 1986; quest'ultima poi, con le titpiche capriole finanziarie (fusione, incorporazione e cazzi vari) fatte insieme al Banco di Sardegna (ora di proprietà della Banca Popolare dell'Emili Romagna), è stata svalutata fino a rendere il valore delle azioni inferiore a quello di una cagata di cane.
Riepilogando: dove sono finiti i risparmi di mio padre lavorati in 4 anni da emigrato in africa a 55° gradi all'ombra?????? DOVE SONO???? DOVE, CAZZO? Gli indagati della causa non hanno subito nessuna condanna. il processo? forse non va avanti perchè i risparmiatori non hanno soldi per gli avvocati? ah beh, non ne hanno anche perchè qualcuno glieli ha fottuti i risparmi.
Detto questo...e scusate lo sfogo: secondo voi i lavoratori dipendenti devono mettere i propri soldi in mano (TFR, o altro) ai maghi della finanza creativa?
...MA ANDATE A FANCULO VOI E LE RIFORME DEL TFR!

RICCARDO MUREDDU 25.09.07 12:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Si può fare di più...

Malasanità e hacker.

http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6067&numero=955

Beppe, contattali e fanne una rubrica sul tuo blog!

Ciao!

italo profeti Commentatore certificato 25.09.07 12:46| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe,

Credo ti ti stia sbagliando di grosso a portare avanti le mani con la storia " chi ha la pensione integrativa di RIMETTE".
E' del tutto normale che se hai una pensione integrativa che si basa su azionariato ad elevata percentuale in questo periodo si perde...
Ma se si detenie un fondo pensionistico a bassi richio e sono molti MONETARI E OBBLIGAZIONARI questo rischio non intercorre.

Mi sei simpatico, ma quando si dicono le cose per spaventare non è nemmeno giusto !!!

- allora io ti dico questo:

Se tra 10/20 anni il debito pubblico sarà cosi alto che l'Italia verrà buttata fuori dall europa e ci sarà una svalutazione del 80% e l INPS dichiarasse fallimento....
Chi avrebbe scelto la pensione integrativa si sarebbe salvato !!!

Se si va avanti cosi con il debito pubblico e i nostri dipendenti continuano a mangiare si farà quella fine !!!

Allora non vuol dire nulla fare paragoni tra fondi pensione e TFR in azienda.

Antonio pireddu 25.09.07 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Mah!
Io sono cattolica e anche praticante ma per me il papa è solo un uomo, e sbaglia come ogni uomo.

PS : ho un cesto di fragole mature, se qualcuno volesse approfittarne ;)

Sonia S. Commentatore certificato 25.09.07 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Sono giornalista a Paris Match. Gia ho mandato un altro mail. Vorrei fare un reportage (intervista) di Beppe Grillo. Per favore, rispondi...

Sylvie Santini 25.09.07 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha sottolineato un fatto banale: se i soldi del tuo TFR li dai ad un fondo pensione (qualsiasi), il TFR NON LO PRENDI PIU', e soprattutto non sai quanto prenderai alla fine,
o meglio, ne puoi prendere un pezzo subito per poi, sperando di vivere, avere un modesto vitalizio.
Una volta col TFR , finito di lavorare, ti compravi la casa.
Adesso vogliono che tu lo metta li' per avere una pensione per sopravivere. Com siamo caduti in baaso. Chi dobbiamo ringraziare?
Nota: se entri nel fondo pensione non puoi piu' uscirne: questo, insieme al silenzio assenso, mi ha dissuaso del tutto ad aderire: NON DIMENTICHIAMO CHE SIAMO IN ITALIA ED UNA VOLTA CACCIATI I SOLDI NON LI VEDI PIU'.

Antonio Faggioli 25.09.07 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Amici avete visto striscia? Parla di 98 miliardi di euro che quei mangiam..... che ci governano vogliono
lasciare agli amici e alla mafia. SONO DISGUSTATO e pensare che li ho votati. Visco con striscia non parla perchè gli sono antipatici. Quello STR.... DEVE SPIEGARE AGLI ITALIANI perchè nonn incassa le tasse dai suoi compari e continua a ROMPERE i COG..... agli altri. Vedi il video http://www.video.mediaset.it/video.html?
sito=striscia&data=2007/09/24&id=5722&categoria
=servizio&from=striscia

Renzo G. Commentatore certificato 25.09.07 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Anche ai sindacati occorre dare una regolata.Accettando il principio del silenzio-assenso hanno dimostrato che anche per loro gli affari vengono prima della tutela dei lavoratori. Vero che i fondi collegati ai sindacati son tutelati, ma in caso di botto finale, chi paga è il contribuente...

alessandro ponsiglione 25.09.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Ricevuto.
Votate P.C.I
Partito Comici Italiani
In una nazione dove politici e giornalisti fanno ridere
e la verità dobbiamo chiederla ai comici
solo una risata ci può salvare.

Antonio Impagliazzo Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Questo post dice tutto e dice niente!!! La borsa ha avuto oscillazioni, non tutti i fondi hanno investito in mutui subprime o in azioni in perdita. Per cui sarebbe auspicabile dare un'informazione più dettagliata e non sparare solo nel mucchio. Anche io sono contrario ai fondi ma non si può generalizzare così tanto perchè allora potrei dire che c'è stata una perdita del 6% ma partendo da un +13% rispetto al TFR classico. Quindi ripeto, per non incorrere nel dare informazione parziale è necessario dare maggiori dati

INCAZZATO NERO 25.09.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

ho trovato davvero divertente il tuo racconto dei rapporti con tuo figlio, che ti dice: "papi, calmati un po"
anche io ho un figlio e la tua battaglia è doppiamente la mia, perchè io sento le tue stesse identiche responsabilità nei suoi confronti: altro che il "massificati" di Scalfari!
Certo, una critica radicale è pericolosa, e deve essere portata avanti con giudizio, ma adesso sta ai politici onesti aprire un dialogo e mettersi in gioco.
Veniamo alla parolaccia del V_Day. Io ho sempre detestato il turpiloquio, che non mi ha mai fatto ridere nemmeno quando usato dai comici. Debbo dire che grazie a te ho recuperato il valore liberatorio, oltre che dissacratorio e pienamente efficace della parolaccia.
Veramente in passato amici me lo avevano detto: quando ci vuole ...ci sta bene, ma mandarli a quel paese è stato un momento davvero eccezionale

umberto maggetti 25.09.07 12:28| 
 |
Rispondi al commento

"Una la lotta all'evasione seria e rigorosa"....ahahahahahahahahahah!!!....vaffffanculoooooo!!!!.....cos'è sta storia dei 98mld di EURO DI EVASIONE grazie all'utilizzo delle macchinette del videopoker?!?...eeeeehhhh?!...ministro Visco cos'è??!!!!...dove sono finiti tutti sti soldi?!!!??...e della presunta presenza di alcuni politici nei consigli di amministrazione delle società gestori delle macchinette?!?!...come al solito chi denuncia tutto cio??..ma STRISCIA LA NOTIZIA ovviamente!!...i nostri media statali(Mediaset non la considero mia) il mutismo piu assoluto!!!..Vaffanculoooooooooooooo!!!...

Tanto per... Commentatore certificato 25.09.07 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi tutti,
sono iscritta al blog da tempo, non ho potuto firmare l'8 settembre, ma mi piacerebbe poterlo fare in futuro, per contribuire a dare maggiore forza alla voce unanime che si sta sollevando da parte di quegli italiani che non ammettono le "stranezze" che si verificano quotidianamente nel nostro povero Paese.
Ci hanno levato il lavoro;
ci hanno levato l'istruzione;
ci hanno levato dalle tasche quei pochi risparmi messi da parte con tanti sacrifici;
ci hanno levato la giustizia;
ci hanno levato il diritto di credere in Dio, di esclusiva proprietà alla chiesa;
ci vogliono levare la libertà di pensiero e di parola.
Un popolo indigente e ignorante è più facile da manovrare, se poi anche la fede viene manipolata dai pochi, è ancora più facile renderlo impotente.
I massmedia poi, con la falsificazione dell'informazione, danno il colpo di grazia.
Grillo, con grande coraggio, ha dato voce a quello che era il nostro pensiero. Grazie a lui abbiamo ripreso coraggio e,
con nostro grande stupore, ci siamo ritrovati in tanti : UNA FORZA.
Samo in tanti a dire basta alle connivenze, alla corruzione, alle collusioni, vogliamo che in questa NOSTRA ITALIA, della quale noi siamo il POPOLO SOVRANO, venga ripristinata la DEMOCRAZIA!!!!
Basta ai mazza, ai berlusconi, ai mastelloni giuggioloni, ai cirini pomicini, ai previti, ecc., sono tutti collusi, appattati: la mafia con la loro omertà (io non parlo, ma tu anche devi tacere) è nelle loro stanze, i terroristi sono loro.
Avanti tutta, resistiamo e vinceremo, la nostra è la più bella battaglia pacifica nata dal libero pensiero.

cettina d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:26| 
 |
Rispondi al commento

adesso sono disoccupata, ma se un giorno avrò di nuovo il TFR seguirò i tuoi consigli...
Ciao Beppe!

Sonia M 25.09.07 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Ricevuto.
Votate P.C.I
Partito Comici Italiani
In una nazione dove politici e giornalisti fanno ridere
e la verità dobbiamo chiederla ai comici
solo una risata ci può salvare.

Antonio Impagliazzo Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Grillo!!!Abbiamo trovato in te qualcuno che dà voce alla nostra disperazione!!!Dico sempre che ci vuole una vera rivolta, ne parlo con tutti e tutti vorrebbero rivoltarsi ma..... cos'è che ci frena? La paura? La paura di chi? Di chi ci gestisce la libertà, il sorriso, la serenità!!Non dobbiamo aver paura "l'unione fà la forza" e vinceremo, otterremo ciò che è giusto... RAGAZZI, ITALIANI E' IL MOMENTO DI SALTARE ADDOSSO A QUELLE BELVE ASSATANATE DI SANGUE, DEL NOSTRO SANGUE!!!! Organizziamoci, io sono pronta e sono certa che come me siete in tanti!!! POLITICI: siete un'altra massa di LADRI AUTORIZZATI!!!!!
Beppe sei la nostra forza, siamo tutti con te e LORO lo sanno e hanno paura di questo, hanno paura di te CHE SEI LA VOCE DEL POPOLO ITALIANO!!!

Jessica Paschini 25.09.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

SIGNOR GRILLO GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE STA FACENDO

antonio vitale 25.09.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Capitano: 500-600

Jack Giannotti Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Lettera aperta.
Caro Beppe, vorrei esprimerti una civile posizione critica e spero che tu capisca.
Come tutte le persone che hanno problemi e che, spesso, non sanno più dove sbattere la testa; che un giorno sì e l’altro pure s’indignano per come vanno le cose, eccetera, anch’io, come te, avrei voglia di urlare, di gridare l’indignazione, lo sconcerto, la rabbia. Perché? Perché sì, perché in fondo è tanto liberatorio, perché alla fine non uccidiamo nessuno e via dicendo. Seppure i contenuti della gran parte delle cose che affermi sono assolutamente condivisibili e mi vedono al tuo fianco, il tuo modo di affermarle invece mi lascia perplesso. Voglio farti partecipe di una cosa che forse aiuterà anche chi legge a capire a cosa mi riferisco. La mia compagna svolge da molti anni un lavoro fondamentale per la nostra società: è maestra di scuola materna (pubblica). Le sue classi sono sempre formate bambini di estrazioni socio-economiche e di nazionalità diverse e lei, nel suo piccolo, cerca di svolgere un buon lavoro di “semina” e integrazione. Bene, l’altro giorno, un bimbo ha iniziato a gridare, con una certa enfasi, dei bei “vaffanculo” a squarciagola, dicendo che l’aveva sentito in televisione e che tutti lì ridevano. Ora, non è che la cosa in sé sia disdicevole, ma capisci che per un comunicatore come te, anche i modi di trasmettere i contenuti e i valori, per migliorare lo schifo e l’iniquità in cui viviamo, sono fondamentali? Ci sono forme relazionali che creano ancor più muri di quelli che ci sono, che rischiano di favorire l’esclusione e il rifiuto dell’altro. Credo che non solo bisogna fare attenzione alle cose che si dice, ma anche a come le si dice, soprattutto chi è un modello di riferimento per molti. Credo, davvero, sia giusto che tu inizi a porti anche questo problema.
Con affetto e stima.
marco cinque

marco cinque Commentatore certificato 25.09.07 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Amici lettrici e amiche lettori

A comunque e qualunque e chi che sia

Nella misura in cui progressivamente e spessatamente

Se mi rivoterete ci sarà chiù pilu pi tutti, chiù pilu pi tutti

Qui l'ho scritto e qui lo leggo

Mi è stato anche chiesto

Se vengo rieletto cosa intendo fare per i poveri e i bisognosi

Cazzu cazzu ..io.. io non c'avevo pensato

Affettivamente il nostro pensiero

Non può non andare là dove c'è disperazione sofferenza e dolore

Cosa si può fare ?e soprattuttamente cosa posso fare io?

"Na beata minghia!"è ora di finirla cu sta mania della pace

siamo in guerra non c'è tregua ,1 elezione dopo l'altra

io non faccio prigionieri

tu mi voti..

io ti trovo 1 lavoro e ti sistemo

tu non mi voti..ndo culu a tia e a tutta a famigghia!

Io amo lo scontro

Basta cu questa storia dei pacifisti nella persona di De Santis all'opposizione

Bastasu..ah! De Santis bastasu

Il bastasu di De Santis cari amici lettori e amiche lettrici

Ha fatto polemica su di me

Dicendo in giro che mi sono intascato i soldi

Della comunità europea per i corsi di formazione al lavoro

ah! Bastasu..i miei corsi su pilu e sviluppo sostenibile erano i più frequentati di tutti

ai miei seminari sul commercio equo e solidale du pilu c'era la fila

De Santis se a tia u pilu non ti piace

Sunu cazzu toi!

De Santis tu ti sei fissato che i problemi del meridione sono il lavoro,

Lo sviluppo economico, la valorizzazione delle risorse naturali

Ma chiù natura du pilo chi c'è,u pilu crea sviluppo,u pilu crea lavoro

Io sono stato a rimini e a riccione

Ed ho scoperto cosa è che muove l'economia di una regione come la romagna

U PILU!

Qui a noi in italia non serve lavoro

che se uno sa firmare due assegni a vuoto di fame non muore

qui non servono viadotti e ponti..ca dunni namo ghiri..va!!

qui serve u pilu!abbiamo una tavica di pilu ca risale al tardo medioevo

è per colpa du pilu ca i giovani sono costretti ad emigrare

De Santis bastasu!

Sentitamente Grazie
Cetto La Qualunque

Cetto La Qualunque 25.09.07 12:22| 
 |
Rispondi al commento

PENSO CHE SE CI LIMITIAMO A PUNZECCHIARE, COME STIAMO FACENDO, I NOSTRI DIPENDENTI, POSSIAMO OTTENERE DEI RISULTATI SENZA RICORRERE ALLA VIOLENZA, MA SE CREDIAMO DI ATTACCARE LE BANCHE, LE MULTINAZIONALI DEL PETROLIO E TUTTI I POTERI OCCULTI CHE CI SONO DIETRO QUESTE QUATTRO MARIONETTE, ALLORA è MEGLIO CHE CI PREPARIAMO A QUALCOSA DI MOLTO PIù SERIO E PERICOLOSO PERCHè CI DOVREMMO ASPETTARE ATTACCHI PROVENIENTI DA OGNI DIREZIONE, STATI UNITI, VATICANO, BANCHE, PETROLIERI, CASE FARMACEUTICHE, EBREI, MAFIE INTERNAZIONALI E CHI NE HA Più NE METTA .

PS.
GRILLO FORSE STAI FACENDO IL PASSO PIU' GRANDE DELLA GAMBA, CONSIDERA CHE L'ITALIANO MEDIO CON LA STESSA FACILITA CON CUI TI OSANNA è PRONTO AL PRIMO PERICOLO A VOLTARTI LE SPALLE.
LA STORIA CE LO INSEGNA, IN ITALIA DOPO LE PRIME BOMBE SU ROMA NON SI TROVAVA PIù UN FASCISTA E TUTTI ERANO PRONTI AD ACCUSARE MUSSOLINI DI TUTTI I MALI, QUALCOSA DI SIMILE CI PERMISE ANCHE DI VINCERE LA PRIMA GUERRA MONDIALE E SE RISALIAMO ANCORA PIù INDIETRO NEL TEMPO, SCOPRIAMO CHE I SAVOIA PER DIVENTARE LA NOBILTà PIù POTENTE DI ITALIA SONO PASSATI DA UN VOLTAFACCIA ALL'ALTRO FIN DAL MEDIOEVO.

ITALIANI POPOLO DI TRADITORI, BISOGNA GUARDARSENE.

ORLANDO FURIOSO Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a te Beppe e a tutti coloro che leggono. Io ho scelto un fondo pensione integrativo...non ho proprio più scampo? Non c'è nessuno che sia in grado di informarmi su qualche cavillo etc etc. Sì, lo so, forse ho fatto uno sbaglio, ma aiutarsi in fondo è anche lo scopo di questo blog no?

Grazie per chi lo farà e per chi si asterrà di giudicare il mio errore-fraintendimento. Bè, se alla base non ci fosse stato un fraintendimento non avrei commesso errori...

Marco Convertino 25.09.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Ricevuto.
Votate P.C.I
Partito Comici Italiani
In una nazione dove politicie giornalisti fanno ridere
e la verità dobbiamo chiederla ai comici
solo una risata ci può salvare.

Antonio Impagliazzo Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

il sen. Castelli (dipendente) non deve avere paure.
che scriva su questo blog e dica apertamente di essere con noi.
se ne prenderà le conseguenze....

andrerodia parodi 25.09.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

IL FUTURO NEGATO, SPERANZA TRADITA PER LE PROSSIME GENERAZIONI
============================================
I nostri genitori dicevano: "Studia Figlio mio, così non dovrai sopportare sacrifici e privazioni";

Sacrifici e Privazione dei nostri AVI di buona volontà, nella speranza di offrire un mondo migliore per le future generazioni.

Ora sappiano che si stanno prefigurando futuri tutt'altro che rosei e che le prossime generazioni, pagheranno gli egoismi di quei pochi BIMBI nati prima di loro che hanno incassato enormi guadagni dal sacrificio dei loro COETANEI, e che non ancora sazi oggi spingono la loro voracità fino all'eccesso precarizzando, sfruttando, schiavizzando le nuove generazioni di BIMBI dimostrando ancora una volta in essi l'assenza di coscienza e moralità.

Il credo di quei bimbi è nel pensare che la ricchezza si possa calcolare nella quantità di beni, gioielli, denaro posseduti, niente di più falso la vera ricchezza e nella capacità di produrre quei beni con qualità e maestria; ricchezza che non puoi comprare, si forma con l'impegno e la ricerca di metodi migliorativi per produrre.

I BIMBI CHE FURONO COSI' EGOISTI DA DEPREDARE OGNI RICCHEZZA REALE CONTANDO SULL'INCOMPRENSIONE DI COSA E' VERA RICCHEZZA.

Come per gli indiani d'america raggirati con specchietti in cambio di terre e tesori, ancora oggi si barattano Denari ed Ori in cambio di sottomissione, schiavismo manifatturiero, sottosviluppo Economico Sociale sempre in favore di mercati in cui vige la legge del più furbo e non del miglior produttivo, infatti e qui mi rivolgo al MontieZemolo nazionale e BerlusCaiser in cambio dei vostri specchietti pubblicitari costringete il costo della vita a salire sempre di più, grazie alla vostra legge se "Vendo non investo il ricavato ma continuo a produrre uguale o meno alzando il prezzo dei prodotti in favore della pubblicità".

NON E' LA PUBBLICITÀ' A COMPRARE IL PRODOTTO MA L'ACQUIRENTE.

Si dovrebbe investire per produrre di più, riducendo i prezzi.

A. Pace (anima in pena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Capitano: 500-600

Jack Giannotti Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Sul TFR ce ne sarebbe da dire... Lavoro in uno studio di consulenza e vi assicuro che tutti i lavoratori dipendenti ai quali abbiamo consegnato i moduli per la scelta della destinazione del TFR avevano le idee chiare: "evitare che anche lo stesso TFR andasse a finire nella fogna".
Mio padre oggi è in pensione, e grazie al cielo prende una pensione non tanto differente dallo stipendio da operaio che prendeva finchè lavorava (€ 1050 - 1100 circa). Però l'esperienza di mio padre mi è servita anche per capire come stare alla larga dagli investimenti che convengono solo ai maiali che ti consigliano di farli.
Nella fattispecie: mio padre ha comprato le azioni della Banca Popolare di Sassari nel 1986; quest'ultima poi, con le titpiche capriole finanziarie (fusione, incorporazione e cazzi vari) fatte insieme al Banco di Sardegna (ora di proprietà della Banca Popolare dell'Emili Romagna), è stata svalutata fino a rendere il valore delle azioni inferiore a quello di una cagata di cane.
Riepilogando: dove sono finiti i risparmi di mio padre lavorati in 4 anni da emigrato in africa a 55° gradi all'ombra?????? DOVE SONO???? DOVE CAZZGli indagati della causa non hanno subito nessuna condanna. il processo? forse non va avanti perchè i risparmiatori non hanno soldi per gli avvocati? ah beh, non ne hanno anche perchè qualcuno glieli ha fottuti i risparmi.
Detto questo...e scusate lo sfogo: secondo voi i lavoratori dipendenti devono mettere i propri soldi in mano (TFR, o altro) ai maghi della finanza creativa?
...MA ANDATE A FANCULO VOI E LE RIFORME DEL TFR!

RICCARDO MUREDDU 25.09.07 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...ieri sera mentre cucinavo il petto di pollo a mio figlio e rimescolavo il purè sui fornelli sento quelli del tg2: Grillo manda un messaggio in codice ai suoi adepti....LE FRAGOLE SONO MATURE...io col cucchiaio di purè in bocca nell'assaggio mi giro di scatto verso la tv,alzo il dito medio che non si sa mai che il tubo catodico riesca a percepirlo,e con risatina beffarda torno a girare il pollo....
mio figlio: "mamma cosa fai?"
io "niente niente....il pollo è cotto...e le fragole mature..."

giulia sambugaro Commentatore in marcia al V2day 25.09.07 12:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Sei un milanese e sicuramente conosci il centro sociale Leoncavallo. In questi giorni c'è diatriba perchè Farina vorrebbe pagare l'affitto per dimostrare che il centro sociale non è un occupazione abusiva, ma un'attività socialmente utile che dà reddito a tantissime persone. Cosa ne pensi?---

Io sono stato uno dei primi nel 1989 ad aprire un centro sociale pagando regolarmente l'affitto, Via Ascanio Sforza 87, sui navigli a Milano, e feci boom, oltre 1000 persone tutti i sabati e decine e decine durante la settimana

Era un centro sociale in cui non si vendevano alcoolici e droghe di nessun tipo, in faccia ai nemici dell'umanità sui navigli, a Milano, il centro dello spaccio notturno di alcoolici e droghe pesanti

I nemici dell'umanità mi ostacolarono comunque, il tema non è l'affitto, ma le attività socialmente utili, se avessi venduto alcool e droga mi avrebbero aiutato

l'affitto serve a dimostrare ai cittadini in buona fede che lo sei anche tu e che stai svolgendo una normale attività con la quale offri un servizio per il quale la gente paga e con i cui soldi puoi dare lavoro e dignità a tante persone, e che non stai trasgredendo nessuna legge

conosco bene Farina, è un mio estimatore, viene sempre a leggere il mio sito , e conosco benissimo tante persone del centro Leoncavallo che sono miei amici amici amici amici che hanno lavorato con me per anni e anni e anni e con i quali abbiamo incuneato la nonviolenza e le attività socialmente utili dentro al Leoncavallo e Rifondazione Comunista

Bisogna continuare così, un assicurazione contro gli infortuni per tutti quelli che lavorano dentro al leoncavallo, niente droga, niente alcool, attività socialmente utili, remunerazione equa per tutti i lavoratori , nel caso non ci fossero soldi, in biglietti ingresso che poi smazzandoli diventano soldi contanti con cui si può vivere

La Filiale di Banca Etica Autonoma Autogestita
http://domenico-schietti.blogspot.com/2007/08/la-filiale-di-banca-etica-autonoma.html

renata lippa 25.09.07 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono sconcertato, davvero, non ne posso più di sentire Beppe Grillo di quà, Beppe Grillo di là!
Siamo l'unico paese dove ci sono parlamentari condannati, si, ma siamo anche l'unico paese dove la gente che non sa più dove sbattere la testa, segue un ex comico che si interessa di politica, che predica bene e razzola male!
Condono tombale?Ferrari?Barca a motore?
Ma insomma un po' di coerenza!!e voi ZOMBIE che fate gli apostoli, imparate un po' a ragionare con la vostra testa, non con il qualunquismo becero che trasmette quest'uomo!
Volete risolvere i problemi?Cominciate a essere un po' meno italiani, cominciate a dire qualche "vaffanculo" in meno, cominciate a cambiare un minimo la vostra mentalità, perchè i politici che sono lì, ci sono per colpa di chi li ha votati!
Il parlamento rispecchia solamente la gente che c'è in Italia, un branco di bigotti che non sanno fare altro che sbraitare contro un sistema che hanno creato loro, che si sono voluti profondamente!
Forse l'Italia si vuole male, forse siamo destinati a essere considerati da tutta Europa le pecore nere della civiltà!
Non riesco veramente a capire, a nessuno piacerebbe un minimo di civiltà in questo paese?
Volete cambiarlo??
E allora siate un po' meno bacchettoni e datevi da fare veramente, diventate voi politici, dato che siete molto onesti, o forse sapete solo urlare verso un mondo che odiate per chissà quale motivo?
Sono frustrato, perchè non capisco se sono io a ragionare diversamente da voi, o siete voi a ragionare con un qualunquismo che non rappresenta la normalità.
Sono scosso, non penso che questo "grande" paese possa cambiare, perchè voi siete i primi a non volerlo!!
Mi auguro che il vostro amato Beppe, mi risponda a questo messaggio, perchè io sono veramente esasperato da lui e tutto l'entourage che ci sta dietro!!
Aspetto una risposta che non sia demagogia!
Saluti, Alberto Battista!

Alberto Battista 25.09.07 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

forse avranno già proposto una cosa simile, ma cosa ne pensate di uno sciopero del voto? Al posto della preferenza, in ogni occasione di voto, si potrebbe scrivere una frase del tipo "ora basta", o comunque cercare qualcosa da scrivere di significativo. Voglio vedere se alle prossime elezioni, comunali, provinciali, regionali o politiche che siano, si presenta solo il 10% degli aventi diritto, che reazione avranno i nostri amati politici parassiti

Massimo Carcheri 25.09.07 12:14| 
 |
Rispondi al commento


GOVERNO: DI PIETRO, SE CADE NON E' DETTO CHE SI VADA AL VOTO

Roma, 25 set. (Adnkronos) - "La durata del governo non corrisponde sempre alla durata della maggioranza parlamentare e del Parlamento stesso" quindi se il governo Prodi dovesse cadere non e' detto che "si vada automaticamente alle urne". E' l'opinione di Antonio Di Pietro, leader dell'Idv e ministro per le Infrastrutture, intervenuto a 'Radio radio'. Anche perche', spiega, "con questa legge elettorale sarebbe inutile andare a votare".

********************************************

LA SOLITA MINESTRA!

FA FINTA DI NIENTE SUL REPULISTI DEI GIUDICI SCOMODI!

E POI SPARA BALLE SULLA NON COSSISPONDENZA TRA DURATA DI GOVERNO E DURATA DELLA MAGGIORANZA!

QUESTI SONO PRONTI ALL'INCIUCIO E LA VOLONTA' DEGLI ITALIANI NON CONTERA' UNA CIPPA LIPPA!

SVEGLIATEVI CHE VI STANNO FREGANDO!

silvia b. Commentatore certificato 25.09.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Non ho comprato casa pensando che pagare 220.000 un trilocale di 80 metri in un paesino dell'alessandrino fosse follia, e giudicando un salto nel buio un mutuo trentacinquennale per pagarlo.

Sto mettendo via due soldi (due, non uno di più) rinunciando a tutto per poi cercare qualcosa di più conveniente quando la sbornia del mercato immobiliare si sarà calmata (sempre facendo un mutuo).

Ho dei risparmi in banca, che dopo 15 anni di lavoro, farebbero ridere mio padre se fosse ancora vivo.

Però non vorrei perderli, pena il suicidio o l'omicidio di qualche pezzo di merda che è da 20 anni che ci dice che va tutto bene quando invece siamo sull'orlo del collasso (il debito pubblico che aumenta a botte di una finanziaria al mese rende l'idea?).

Secondo voi, e praticabile, possibile, auspicabile l'idea di aprire un normalissimo conto in paese UE, ad esmpio l'Austria che mi sembra parecchio solida, e trasferirci i risparmi?

Forse fra paesi della comunità non è così complicato! A volte mi sembra di essere paranoico, ma prima o poi il coperchio salterà. Allra sento amici che mi dicono che se non trovassero più i soldi sul conto scoppierebbe la rivoluzione, morti, saccheggi... e quindi è impossibile che succeda, che il sistema avrebbe troppo timore delle conseguenze.

Io penso siano balle. Chi perderà i soldi si fotterà! Potremo spaccare qualche vetrina del Carrefour, o picchiare il direttore di banca, o sodomizzare anche l'impiegata.
Ma se i soldi non ci saranno più non ci saranno più, punto e basta! I Profumo del caso saranno alle Maldive mentre qui sarà l'inferno.

Gli argentini sono più sanguigni ed orgogliosi di noi, ma li hanno fottuti lo stesso.

Io un'informazione sul costo di un c/c olandese o austriaco lo faccio. Se avete due euro, fatelo anche voi.

Saluti

Guido Sebastiani 25.09.07 12:12| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si abbiamo capito che chi è fortunato ha potuto decidere dove mettere il tfr .. ma io devo perforza farmi una pensione privata perchè tara cococo contratti a progetto lavoro interinale alla fine è la mia ultima spiaggia... se qualcuno di buon cuore sà darmi qualche consiglio concreto... farebbe un bel favore non solo a me.

Chiara L 25.09.07 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione