Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il bamboccione


V_day_song_2.jpg

Mi scrive un bamboccione. Uno di quei venti-trentenni che sfruttano la casa dei genitori come un albergo e la loro pensione per le mancette. Mi ha inviato una lettera per il ministro dipendente Padoa Schioppa. Per comprare la sua prima casa il bamboccione PRIMA deve pagare 12.800 euro di: tasse, notaio e allacciamenti. Lo Stato non gli dà nessun aiuto.
Una proposta per il nostro dipendente da inserire in Finanziaria: elimini le tasse sulla prima casa, l'Ici sulla prima casa, i costi del notaio (per gli atti basta un funzionario comunale) e degli allacciamenti.
Su acqua, gas e elettricità già paghiamo a peso d'oro il servizio, l'allacciamento sia a carico delle società concessionarie e dell'Enel che fanno utili enormi sui bisogni primari.

"Gentile Ministro Padoa Schioppa,
Sono un ragazzo di 30 anni. Lavoro come operaio e vivo in periferia di una grande città e, ahimè, vivo ancora a casa dei miei. L’altro giorno ho sentito le sue parole in tv, e mi sono immediatamente identificato in coloro che lei definisce “bamboccioni”, quei trentenni che lei vorrebbe “mandar fuori da casa”. Mi son detto: “Grande Ministro, Lei ha ragione”. Così mi sono così rivolto alla mia Banca per poter ottenere un mutuo.“Grande Ministro, avrò finalmente una casetta tutta mia”, ho pensato!
Guadagno 1.140 € al mese + 13esima e 14esima, le quali spalmate in 12 mesi mi garantiscono un reddito mensile di 1.330 €
Visto che la rata mutuo non può superare 1/3 dello stipendio, mi posso permettere una rata di 443 € al mese.
Con questa rata mi viene concesso un mutuo di € 85.850 Euro in 30 anni (se aspettavo un altro po’, vista l’età, non me lo concedevano un mutuo trentennale… Grande Ministro, grazie per avermi fatto fretta!)
Con il mio bel preventivo in tasca, ho deciso di rivolgermi immediatamente ad uno studio notarile, per farmi preventivare le spese che dovrò sostenere per acquistare una casa.
Dagli 85.000 € dovrò infatti togliere:
- 4.000 € circa di tasse in fase d’acquisto. "Solo” 4.000 € visto che è la mia Prima Casa! (Grande Ministro, grazie)
- 3.300 € circa di Notaio per l’acquisto
- 2.500 € circa di Notaio per il mutuo
- 3.000 € circa di allacciamenti alle utenze acqua, gas, enel
Per un totale di 12.800 € circa.
Beh… ho ancora a disposizione ben 73.050 € per la mia casetta!
La dovrò arredare, ovviamente, mica posso dormire per terra....Mi sono rivolto così ad un mobilificio come ce ne sono tanti, per ora posso accontentarmi di una cucina, un tavolo con 4 sedie, un divano a due posti , un mobile tv, un letto matrimoniale, un armadio e due comodini… il minimo indispensabile. Mi conosco, mi saprò adattare.
7.500 € circa se i mobili me li monto io! Beh… pensavo peggio!
Ho ancora a disposizione ben 65.550 € per la mia casettina, sono sempre 130erottimilioni di una volta! (Grande Ministro, grazie!).
Entro gasatissimo in un’agenzia immobiliare, è arrivato il momento…
Con 65.550 € mi dicono che posso acquistare:
- 2 garage di 28 mq. al livello - 2 di un condominio di 16 piani
- 2 ampi locali (non comunicanti tra di loro) di mq. 21 ciascuno, nel seminterrato del condominio adiacente
Per l’abitazione più piccola ed economica - un bilocale trentennale di 55 mq. al 1° piano di uno stabile a 18/20 km dalla città - dovrei spendere 110.000 € !
Me ne torno a casa Ministro, a casa dei miei, ovviamente!
Ho fatto quattro conti: per potermi permettere quel bilocale, dovrei:
- o indebitarmi per altri 53 anni, quindi l’ultima rata la verserò finalmente a 83 anni (ammesso che ci arrivi)!
- oppure dovrei guadagnare 2.000 € al mese!
Grande Ministro, grazie!" Un bamboccione

Scarica
 l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°41-vol2
del 14 Ottobre 2007

17 Ott 2007, 13:02 | Scrivi | Commenti (5233) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa
| La Settimana | Trackback (12)
Tags: bamboccione, Enel, Ici, mutuo, Padoa Schioppa, prima casa

Commenti

 

La madre di tutte le speculazioni si chiama Cip6 che dal 1992 con il truffaldino concetto di «fonti assimilabili» (alle rinnovabili, ovviamente) ha regalato 40 miliardi di euro proprio ai grandi produttori di energia elettrica con le fonti fossili (Enel in primo luogo) ed agli inceneritori.
Non contenti di questa truffa colossale – che fra l’altro ha consentito all’Enel di arrivare ad utili annui superiori ai 5 miliardi di euro, ma questo scandalo pagato dai consumatori sembra non interessare a nessuno!”

Aderisci alla campagna di rimborso dei CIP 6
http://www.dirittoalfuturo.it/ .

unoqualsiasi 13.03.11 17:35| 
 |
Rispondi al commento

hummm se non si hanno le capacità di farsi strada ,se non si è intrapendenti, coraggiosi e intelligenti...ci si può benissimo nascondere dietro la scusa della politica deprimente( su questo sono daccordissimo ) e dei soldi...che mancano, che non vi danno, che non piovono dal cielo. Se vuoi casa, famiglia, figli,macchina ecc ecc, devi rimboccarti le maniche e guadagnarteli, il solo fatto di avere una laurea e sedersi su una sedia di una società, non ti deve far credere di avere il diritto ad ottenere tutto quello che vuoi, ti devi sbattere. Guadagni 1000 euro al mese?li prendi per anni e anni di fila senza aumenti?TE LI MERITI!altrimenti ti saresti già imposto o cambiato lavoro o fatto un corso di specializzazione o studiato a casa o andato all'estero, di cose da fare c'è ne sono e i soldi non centrano un cazzo.
c'è un p.s. però, che riguarda i veri disadattati e i veri poveri, coloro che andrebbero certamente aiutati a vivere decentemente, ma non pensavo a loro scrivendo il mio commento, ma all'argomento del post, i bamboccioni!
ciao Marco.

marco castigliego 31.01.08 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace dover dire al nostro "amatissimo" Padoa Schioppa che io vivo con le mie forze da ormai quasi 8 anni fuori casa, eppure nessuno dei politici che dicono queste sciocchezze mi ha mai invitato a dire la mia su questi contratti co.co.co prima, co.co.pro dopo e altre schifezze del genere.....ebbene caro Padoa Schioppa è facile parlare dalla visione della vecchia guardia che non ha mai conosciuto i co.co.co, provaci tu ora con le tue forze a campare con un contratto indecente, coi costi della vita di ora poi possiamo anche riparlarne...sempre che non ti arrenda ancora prima di averci provato !!!!

Victor M. Commentatore certificato 23.12.07 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Villaggio dell'accoglienza. Non è solo un sogno. E' possibile realizzarlo!!!

Vorremmo creare un villaggio. Con delle casette, piccine ma decorose, per le coppie con bambini che hanno perso la casa perchè le banche gli hanno imposto mutui a tassi variabili
Ci avevano provato anche con noi, le banche, sappiamo bene cosa fanno e come sono spietati con chi ha poco. Hanno rubato anni di sacrifici e di sogni a povera gente.

Vorremmo che in questo villaggio ci fosse abbastanza spazio per far giocare i bambini sull'erba, all'aperto, dova possano liberarsi dalle catene dello stare rinchiusi a giocare ai videogiochi.

Vorremmo che tutti i bambini e i ragazzini dei dintorni, da tutta la città vicina meno di due chilometri, potessero venir lì a poter giocare liberamente senza auto e senza pericoli, sentendosi accolti e aiutati e rispettati come è giusto rispettare i bambini nel loro tempo libero, il tempo in cui crescono davvero.

Abbiamo trovato un terreno, abbastanza grande, quasi 2000 metri quadrati. Basterebbe per iniziare. Abbiamo bisogno di aiuto. Da soli non ce la facciamo. Ma siamo assolutamente certi che tu, Beppe, o qualcun altro cheblegge ci contatterà e darà vita ad un sogno che potrebbe cominciare a cambiare la vita di alcuni. Ma se riusciammo a dare il buon esempio si ridà la gioia e la bellezza di un luogo dove stare a centinaia di migliaia di persone che potrebbero fare altrettanto.

Cosa? Prendere terreni agricoli, metterci sopra una serie di casette, di quelle in legno, quelle che volendo ti porti su ruote e che volendo abiti mentre sono ancora su ruote. Quelle che non hanno bisogno di edificabilità.

Le casettine che vorremmo mettere sono quelle casettine leggere, ben coibentate, che fanno risparmiare una marea di soldi sul riscaldamentto e che inquinano un centesimo di quelle di pietra (che come tempi di costruzione risalgono a tempi immediatamente successivi quell'era).

Sono calde, profumano di legno e di libertà.

Silvia L. Commentatore certificato 26.11.07 00:51| 
 |
Rispondi al commento

il nome altisonante
padoa schioppa
depone per provenienze di ceto non medio
ma sicuramente alto!
cosa ci faccia in un governo di sinistra è risaputo ..ormai
percepisce un stipendio come dipendente dello stato!
cosa voglio dire???
semplice il commento di per se stesso ci sta tutto!
il problema è che come ministro della repubblica dovrebbe rispondersi da solo trovando una soluzione per consentire ai ragazzi di lasciare la casa dei genitori contribuendo alla crescita del paese!
ma evidentemente il fallimento più grande è il suo in quanto si è rilveto incapace di dare una soluzione al problema...e guardate lui percepisce uno stipendio da noi tutti per risolvere questi problemi.
una volta lo acrebbero chiamato... con un po di onesta intellettuale.... un fallito!!

vittorio pozzi 22.11.07 10:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.romaprecaria.org/website/

Anna M. Commentatore certificato 13.11.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, mi chimo William Bamboccione Marrazza(Bamboccione e' il mio titolo nobiliare).
La mia paura e' che Padoa Schioppa, e cosi' la maggior parte dei politici, non abbia il senso della proporzione della vita di noi persone "comuni".
Credo che la percezzione della realta' sia su un piano diverso dal nostro. Molti di loro hanno vissuto nell'agiatezza economica, e non conoscono i problemi,purtroppo,naturali di chi guadagna 1000 euro al mese....
Allora mi chiedo: Ma come fa una persona a risolvere un problema se non lo conosce, se non l'ha vissuto?Boh!!
A loro manca la conoscenza del sacrificio, della poverta',del disagio!!!!
In parole povere: Se sto male faccio di tutto per star bene. Se sto bene non mi pongo il problema.
Mi vien da pensare che la politica dovrebbe farla chi vive la vera realta' problematica della societa', cioe' NOI.Siamo noi che lavoriamo 8 ore al giorno per un misero stipendio, e sono i piccoli imprenditori, artigiani, agricoltori ecc ecc. che soccombono sotto i colpi martellanti delle tasse che li costringono a chiudere baracca e burattini,(dovendo poi, ovviamente, mantenere noi givani BAMBOCCIONI).
Credo che la politica dovrebbe dar voce a queste personcine qua.....

P.S:
Scusate..... ora che ci penso,ma questa non si chiama DEMOCRAZIA????

marrazza william 10.11.07 05:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Decalogo del bamboccione: 10 motivi per non riuscire a farsi una vita propria.

1 Gli affitti sono troppo cari: tutto il tuo improbabile stipendio andrebbe lì.

2 Le case sono troppo care: a fronte di un mutuo sicuro e con la certezza di dover pagare, il tuo stipendio è sempre più insicuro.

3 Quel tuo mutuo acceso come una cravatta serve anche per far guadagnare chi ha investito nel mattone, oltre a mantenere il sistema mafiosoclientelare delle concessioni edilizie.

4 Non è possibile andare a vivere sotto i ponti.

5 Il tuo stipendio è flessibile: oggi c'è, domani no, dopodomani boh?

6 Il mutuo ti rende schiavo: se il tuo capo ti chiede di leccargli le scarpe tu lo devi fare, perchè se ti licenzia perdi lo stipendio e la casa.

7 La vita è dura, ma non se si hanno delle possibilità.

8 Peggioreresti la tua situazione.

9 La generazione precedente all'attuale di 20/30/40enni ha saturato tutto: posti di lavoro, redditi, posti di potere, proprietà degli immobili, i giovani non hanno e non trovano nessuno spazio, ai giovani è lasciato solo il peso del debito pubblico fatto dalla generazione precedente che con quei soldi, guarda caso, ha fatto lievitare i prezzi delle case.

10 Ci sono troppe posizioni di rendita: troppi individui percepiscono un reddito senza di fatto produrre niente, gli altri devono lavorare e produrre anche per questi.

luigi bellini 05.11.07 19:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Salve anche io sono un bamboccione come dice il ministro, ma non lo sono per una mia volontà, ma per cause di forza maggiore. Ho voglia di sposarmi e avere una casa mia, ma guadagno 1000€ al mese, tra cui rata e assicurazione della macchina(usata e utilitaria) e abbonamento mezzi pubblici per andare al lavoro, vorrei dire al ministro la casa più economica che ho visto dalle mie parti costa 140000€ ci vorrebbe un mutuo di 30anni a 890€ al mese, pagando poi l'abbonamento dei mezzi per andare al lavoro, quanto mi rimane per vivere? allora ho optato per affittare la casa, ma il più economico si aggira sui 500€ ho detto vabbè il ministro mi aiuta!, ma con +o- 50€ che da lei al mese che ci faccio? lei signor ministro suo figlio o i suoi nipoti li fa lavorare per 1000€ al mese o gli ha trovato un buon lavoro (io sono laureato) essendo in politica, e quante case di proprietà ha? perchè non si fa tornare l'equo canone? e perchè non si impone lo stato sui tassi imposti dalle banche? ho provato a darmi una risposta, mi sa che voi politici siete troppo coinvolti e venire incontro a noi popoli è andare contro il vostro interesse. Tra poco andremo anche noi sotto i ponti insieme ai rom che forse ultimamente hanno più diritti di noi. concludo col dirle grazie per avermi chiamato bamboccione, ma prima di dire stupidagini si metta nei panni delle persone normali e vede come si vive attualmente in italia : "Ogni anno salgono le tasse ma non gli stipendi" e la casa bene di prima necessità come pane e latte sono ormai lusso per voi politici da tutto è permesso.
BLEAH!!!!!!!!!!!!! mi fate sentire male eppure amo l'italia.

Daniele Costa 03.11.07 13:54| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Cosa succederà quando le nostre 300.000 firme arriveranno in Parlamento? Proveranno in tutti i modi ad insabbiare o a rendere inefficace il V-DAY. Per evitarlo alle 300.000 firme dobbiamo aggiungerne tante, tante altre. Allora saranno costretti ad approvare la legge di iniziativa popolare, ma non per iniziativa, per SOLLEVAZIONE popolare!

La nostra Associazione ha creato una petizione di sostegno alle 3 proposte del V-DAY, se non avete potuto firmare al V_DAY o volete mettere un'altra firma questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=12&It

Manderemo le firme raccolte alle Camere quando dovranno discutere la legge di iniziativa popolare, tanto per "rinfrescargli" la memoria!

Importante: cerchiamo volontari per la Lista Civica Volontà Popolare conforme cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

Massimiliano R. Commentatore certificato 03.11.07 02:23| 
 |
Rispondi al commento

ah, dimenticavo, ladro non è solo chi entra in una casa e porta via gli

anelli d'oro, anzi, dallo Zingarelli:
ladro: chi ruba.
rubare: prendere con la violenza o di nascosto ciò che appartiene ad

altri.
chi non si sente che gli è stato preso qualcosa da questi vecchi?

luigi bellini 31.10.07 15:44| 
 |
Rispondi al commento

ah, dimenticavo, ladro non è solo chi entra in una casa e porta via gli

anelli d'oro, anzi, dallo Zingarelli:
ladro: chi ruba.
rubare: prendere con la violenza o di nascosto ciò che appartiene ad

altri.
chi non si sente che gli è stato preso qualcosa da questi vecchi?

luigi bellini 31.10.07 15:31| 
 |
Rispondi al commento

ah, dimenticavo, ladro non è solo chi entra in una casa e porta via gli anelli d'oro, anzi, dallo Zingarelli:
ladro: chi ruba.
rubare: prendere con la violenza o di nascosto ciò che appartiene ad altri.
chi non si sente che gli è stato preso qualcosa da questi vecchi?

luigi bellini 31.10.07 15:13| 
 |
Rispondi al commento

ah, dimenticavo, ladro non è solo chi entra in una casa e porta via gli

anelli d'oro, anzi, dallo Zingarelli:
ladro: chi ruba.
rubare: prendere con la violenza o di nascosto ciò che appartiene ad altri.
chi non si sente che gli è stato preso qualcosa da questi vecchi?

luigi bellini 31.10.07 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I bamboccioni sono bamboccioni perchè la comodità di trovare la pappa pronta non ha prezzo!!

adele so 31.10.07 11:08| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 31.10.07 08:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 30.10.07 23:05| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 30.10.07 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno mai si chiede di chi è la responsabilità se oggi molti giovani hanno enormi difficoltà a lasciare la casa dei genitori?
Un passo indietro: anno 2002 lo scudo fiscale di Tremonti ha consentito il rientro legale di un oceano di soldi esportati illegamente dai 400 ai 500 miliardi di €(500.000.000.000,00.=) con una tassazione ridicola 3% e con garanzia d'anonimato.
I grandi evasori fiscali e la criminalità organizzata hanno ringraziato e dato che le borse di tutto il mondo erano in fortissimo ribasso hanno investito metà di quei capitali negli immobili. Il mercato immobiliare ha risposto subito a questa enorme iniezione di capitali ed i prezzi degli immobili sono triplicati in pochissimo tempo. Risultato: l'acquisto di un appartamento che un semplice operaio negli anni '90 faceva da solo con 10 anni di mutuo vivendo anche dignitosamente oggi richiede 30 anni di mutuo due stipendi e salti mortali per arrivare a fine mese.

E ci ritroviamo con lo schioppa che dice queste cose, quello che non mi va giù è che quello che ha detto non è per spingere davvero i giovani verso le giuste responsabilità della vita. Ciò che schioppa vuole e che sa che all'economia di questo paese sono qui soggetti vincolati dai debiti ad una vita di sacrifici, privazioni e stenti. Fintantochè questo Stato avrà a cuore solo gli interessi del vaticano, delle corporazioni e delle multinazionali, è giusto e corretto:
a) evitare i debiti (mutui, prestiti, ecc.)
b) evitare dai consumi inutili (moda, auto, ecc.)
c) evitare di fare figli
d) evitare la pubblica amministrazione
e) scaricare il più possibile ogni responsabilità

Ieri ho rinnovato la mia carta d'identità, ho chiesto al funzionario comunale di scrivere come professione: bamboccione. Bamboccioni si schioppa, ma non coglione!!!

Memoria animo habens

Paolo Boreggio 30.10.07 17:11| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 30.10.07 16:45| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 30.10.07 15:47| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 30.10.07 15:30| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni
dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sotto la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i
bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.
i bambocci sono bambocci, perchè i nonni sono molto ladri.

luigi bellini 30.10.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sopra la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sopra la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.

luigi bellini 30.10.07 15:09| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sopra la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sopra la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.

luigi bellini 30.10.07 14:40| 
 |
Rispondi al commento

il bamboccio è bamboccio e dovrebbe uscire di casa per farsi una vita sua, ma ahimè non può per cause sopra la sua volontà, ma anche i nonni dovrebbero andare in pensione o all'ospizio e non stare in parlamento o al senato e questo non accade per cause sopra la loro volontà, ma anche i ladri dovrebbero stare in galera e invece sono fuori e alcuni, i peggiori, sono pure nonni e anche questo non accade per cause sopra la loro volontà, ma sicuramente se i nonni ladri andassero in galera o almeno in pensione i bambocci riuscirebbero a comprarsi casa e a fare una vita loro.

luigi bellini 30.10.07 14:35| 
 |
Rispondi al commento

L'arroganza con cui i politici trattano i loro datori di lavoro è intollerabile...Vorrei vedere tps con uno stipendio così... è facile sparare a zero per chi è vissuto sempre col culo nella bambagia, chi fatica invece sa cosa sia la frustrazione di avere dei sogni e non riuscire a concretizzarli... Sarebbe bello se adesso il ministro schioppa aiutasse con delle agevolazioni quei giovani condannati alla dipendenza dai genitori. E che la classe politica cominci a considerare che la pazienza ha un limite... storicamente il popolo italiano è stato abituato a sopportare col capo chino molti soprusi, ma attenzione a non tirare troppo la corda...oltre il danno che i politici ci causano con la loro incompetenza, ora anche le beffe! il vaso è colmo! O per usare un linguaggio più comprensibile per la casta più ottusa mai esistita: Ci avete rotto i coglioni!

Federico Cattaneo 30.10.07 10:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Grandeeeeeee, la lettedra è fantastica!!1-

Chiara Rossi 29.10.07 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Aboliamo i notai! Perchè si devono pagare migliaia di euro per atti che potrebbero essere emessi dalla pubblica amministrazione gratis o quasi??!??!

marco rustignoli 28.10.07 16:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sono un piccolo commerciante, o meglio, lavoro nell'attività di famiglia con mio padre.
Ho una vita abbastanza agiata, e grazie al cielo non mi manca nulla (o quasi) da qualche mese sono divenuto proprietario di un piccolo appartamento di 75 mq vicino al centro della mia città.

Nonostante abbia residenza in quell'appartamento sono un "bamboccione" perché in pratica a parte il dormirci dentro, il resto lo faccio a casa dei miei.

L'appartamento in questione apparteneva ad una mia zia, che per motivi familiari ha deciso di venderlo, il prezzo pattuito era di 175 mila euro che con le spese varie tra pratiche e notai è salita a quasi 190 mila euro.
La mia fortuna è che l'appartamento che ho acquistato è rimasto ammobiliato (la nuova residenza di mia zia non poteva contenere il suo arredamento, così me l'ha regalato (altro risparmio), ovviamente sono cose che hanno qualche ventina d'anni, ma meglio di nulla no?

Ora sia grazie al mio lavoro, che alla disponibilità dei miei genitori 60 mila erano già in mio possesso, un 45 mila circa erano miei risparmi, il resto un regalo dei miei genitori.

Quindi ho dovuto aprire un mutuo da 130 mila euro, su insistenza di mio padre da saldare in 10 anni, quindi ho circa una rata da 1300 euro al mese.
Per aprire questo mutuo però non è stato facile (anche se la banca dice sempre che ci vogliono pochi giorni), dall'inizio della pratica alla sua risoluzione sono passate diverse settimane, e sopratutto ho dovuto dare garanzie (come se il valore dell'appartamento non fosse sufficiente) per ottenere il mutuo. Ma la cosa più singolare è che oltre alle spese del mutuo ho dovuto fare un assicurazione, che è un costo ulteriore, ed in più altri costi che ora non ricordo, sempre per dare "sicurezza" alla banca.

Ora sinceramente mi chiedo una cosa, perché ci vuole tanta burocrazia, e tanti soldi per una casa?
Sappiamo che bene o male le banche sono associazioni a delinquere legalizzate, ma è solo in italia che funziona in questo modo un mutuo?

Massimo Baldan 28.10.07 01:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono un piccolo commerciante, o meglio, lavoro nell'attività di famiglia con mio padre.
Ho una vita abbastanza agiata, e grazie al cielo non mi manca nulla (o quasi) da qualche mese sono divenuto proprietario di un piccolo appartamento di 75 mq vicino al centro della mia città.

Nonostante abbia residenza in quell'appartamento sono un "bamboccione" perché in pratica a parte il dormirci dentro, il resto lo faccio a casa dei miei.

L'appartamento in questione apparteneva ad una mia zia, che per motivi familiari ha deciso di venderlo, il prezzo pattuito era di 175 mila euro che con le spese varie tra pratiche e notai è salita a quasi 190 mila euro.
La mia fortuna è che l'appartamento che ho acquistato è rimasto ammobiliato (la nuova residenza di mia zia non poteva contenere il suo arredamento, così me l'ha regalato (altro risparmio), ovviamente sono cose che hanno qualche ventina d'anni, ma meglio di nulla no?

Ora sia grazie al mio lavoro, che alla disponibilità dei miei genitori 60 mila erano già in mio possesso, un 45 mila circa erano miei risparmi, il resto un regalo dei miei genitori.

Quindi ho dovuto aprire un mutuo da 130 mila euro, su insistenza di mio padre da saldare in 10 anni, quindi ho circa una rata da 1300 euro al mese.
Per aprire questo mutuo però non è stato facile (anche se la banca dice sempre che ci vogliono pochi giorni), dall'inizio della pratica alla sua risoluzione sono passate diverse settimane, e sopratutto ho dovuto dare garanzie (come se il valore dell'appartamento non fosse sufficiente) per ottenere il mutuo. Ma la cosa più singolare è che oltre alle spese del mutuo ho dovuto fare un assicurazione, che è un costo ulteriore, ed in più altri costi che ora non ricordo, sempre per dare "sicurezza" alla banca.

Ora sinceramente mi chiedo una cosa, perché ci vuole tanta burocrazia, e tanti soldi per una casa?
Sappiamo che bene o male le banche sono associazioni a delinquere legalizzate, ma è solo in italia che funziona in questo modo un mutuo?

Massimo Baldan 28.10.07 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Che differenza c'è tra me che vivo in casa dei miei genitori perchè non posso comprare casa e un politico che invece di campare con i soldi dei genitori vive con i soldi della gente e in più ha anche mille privilegi?
Secondo me poche differenze anzi,penso che siano più bamboccioni,a loro modo,i nostri amati politici.

Thomas Piersanti 27.10.07 13:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Che differenza c'è tra me che vivo in casa dei miei genitori perchè non posso comprare casa e un politico che invece di campare con i soldi dei genitori vive con i soldi della gente e in più ha anche mille privilegi?
Secondo me poche differenze anzi,penso che siano più bamboccioni,a loro modo,i nostri amati politici.

Thomas Piersanti 27.10.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

NON POSSIAMO ABBASSARE LA TESTA DI FRONTE AL GOLPE POLITICO-GIUDIZIARIO:

FIRMA LA PETIZIONE - RIDATE L'INCHIESTA WHY NOT A DE MAGISTRIS! -

Questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70&It

Importante: cerchiamo persone interessate per la Lista Civica Volontà Popolare che facciamo conforme a cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

P.S. DOBBIAMO MOBILITARCI IN TUTTA ITALIA!

Max R. Commentatore certificato 27.10.07 01:07| 
 |
Rispondi al commento

padoaschioppa...già uno che si chiama così io la mia fiducia non gliela darei mai..però dato che circa la metà degli italiani a votato sto governo di merda, io e l'altra metà degli italiani ci tocca subire un altro parassita che si crede Dio! Sarebbe facile buttare addosso a sto parassita un pò di merda genuina, ma arrivati a questo punto, dove il Mastella ha le ore contate e pure sto governo di perdi tempo fannulloni con tutti i peggiori vizi di questa società...BUGIARDI, LADRI, APPROFFITTATORI, ONNIPOTENTI(?)...ebbene con gente così qualunque gesto di volontà da parte dei bamboccioni..bamboccioni?? ma..mi sa tanto che tutti quanti noi italiani siamo bamboccioni..tutti o quasi abbiamo una prospettiva del futuro, a meno che cada sto governo di fantocci, una prospettiva talmente umiliante, che solo il pensarlo fa perdere il fiato...tasse, furti, impotenza nel fermare questa voragine che si è aperta sotto i nostri piedi..avrà mai una fine? spero di si..perchè sarebbe triste continuare a vedere che la gente di talento abbandona l'Italia per vivere in modo più civile e moderno...si spero che finisca questo buco nero , questa cappa che ci tiene tutti oppressi dala politica in generale..la piovra che si estende con i suoi tentacoli in ogni anfratto, impedendoci di muoverci liberamente come si può fare a londra o a barcellona...qui è il delirio..veniamo derisi da tutto il mondo ..noi..noi che più di tutto vogliamo rinascere in un paese migliore dove ste cazzo di carceri non vomitino detenuti sulla strada, che quando uno commette un reato lo sconti per 3/4 e poi si becchi un 48 ore premio,
in un paese dove chi stupra e molesta i bambini si becchi senza appello 15 anni secchi, in un paese dove il lavoro NOBILITA L'UOMO...in un paese dove quando accendo la luce possa dire..GRAZIE FRATELLO SOLE...

marcello Di Cuonzo Commentatore certificato 26.10.07 22:14| 
 |
Rispondi al commento

SAPETE CHE IL GRANDE MINISTRO, GRAZIE AD UNA NORMA, PAGHE LE "BELLE-SANE ED ONESTE TASSE" DA LUI DECANDATE CON UNA ALIQUOTA DEL 9,75%. SU UN LORDO DI CIRCA € 11,700,00 INCASSA € 10.550,00 CIRCA. ANCHE IIIIOOOOOOOOO!!!! VOGLIO PAGARE LE TASSE AL 9,750% ED ALLORA SONO BELLE, MA TANTO BELLE.
SALUTI MANDIAMOLI A CASA

VITO BLASI 26.10.07 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi!ma come pretendete di essere capiti da "Padoa",cioè...uno che prende milioni e milioni al mese come può LONTANAMENTE IMMAGINARE di capire uno ke deve campare con uno stipendio da 1000€ 1500€ al mese,per di più con una famiglia,quando lui magari porta orologi,occhiali...che costano dieci volte tanto? e su siate seri!!!
Però lui ci chiama bamboccioni.
Dipendente Padoa Schioppa!embè?è questo il modo di rivolgersi ai suoi datori di lavoro? Ma come si permette? Lei offende tutti noi ragazzi che studiamo e/o lavoriamo, ma soprattutto offende i nostri genitori che fanno I SACRIFICI per darci tutte le opportunità possibili!!!
Lei e i suoi figli sapete cosa sono i sacrifici? Non credo proprio! Allora sa cosa le dico?
V.........!!!

Domenico delle Cave 26.10.07 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
sono una studentessa di 22 anni.
Mi rivolgo a coloro che "non capiscono" i bamboccioni. Sono giovane, lo so, ma da piccola sognavo di metter su famiglia presto, e mi piacerebbe farlo tutt'ora. Solo che avendo ancora una laurea da conseguire, un lavoro "serio" da trovare e altre "piccolezze" il mio sogno di bambina sarà irrealizzabile.
Conto di laurearmi per i 24 anni (mi faccio un bel regalo di compleanno) avrei ancora la possibilità di fare una specialistica. Ma mettiamo che la faccia mentre mi sono già trovata un lavoro... Farei l'educatrice di comunità se riesco a trovare un posto nel mio campo. E quanto guadagnerei?!?!? Certo, sento tutti i giorni la frase "invece di pensare agli altri potevi pensare a te stessa e studiare per qualcosa di più redditizio", ma io sono fatta così. Diciamo che sono fortunata e guadagno da subito 1000€ al mese. Ora che mi metto via un bel gruzzolo per comprarmi casa, ne passano di anni!
E poi ci si lamenta che i giovani fanno figli sempre più tardi e di conseguenza c'è un calo di numero di figli per famiglia! Chi è quell'incosciente che a 40 anni si mette a fare figli su figli? Al massimo uno o due...
E poi certo che i ministri dicono che siamo dei bamboccioni! I loro figli non hanno problemi a farsi una vita, con l'aiuto di papà mica è difficile comprarsi casa! Con un "papi" come loro, pure io sarei già via di casa... E forse sarebbe già mia e non avrei ancora il mutuo da pagare per 30 anni!
Mah, sono perplessa... Siamo veramente messi male.

Laura C. Commentatore certificato 26.10.07 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
sono una studentessa di 22 anni.
Mi rivolgo a coloro che "non capiscono" i bamboccioni. Sono giovane, lo so, ma da piccola sognavo di metter su famiglia presto, e mi piacerebbe farlo tutt'ora. Solo che avendo ancora una laurea da conseguire, un lavoro "serio" da trovare e altre "piccolezze" il mio sogno di bambina sarà irrealizzabile.
Conto di laurearmi per i 24 anni (mi faccio un bel regalo di compleanno) avrei ancora la possibilità di fare una specialistica. Ma mettiamo che la faccia mentre mi sono già trovata un lavoro... Farei l'educatrice di comunità se riesco a trovare un posto nel mio campo. E quanto guadagnerei?!?!? Certo, sento tutti i giorni la frase "invece di pensare agli altri potevi pensare a te stessa e studiare per qualcosa di più redditizio", ma io sono fatta così. Diciamo che sono fortunata e guadagno da subito 1000€ al mese. Ora che mi metto via un bel gruzzolo per comprarmi casa, ne passano di anni!
E poi ci si lamenta che i giovani fanno figli sempre più tardi e di conseguenza c'è un calo di numero di figli per famiglia! Chi è quell'incosciente che a 40 anni si mette a fare figli su figli? Al massimo uno o due...
E poi certo che i ministri dicono che siamo dei bamboccioni! I loro figli non hanno problemi a farsi una vita, con l'aiuto di papà mica è difficile comprarsi casa! Con un "papi" come loro, pure io sarei già via di casa... E forse sarebbe già mia e non avrei ancora il mutuo da pagare per 30 anni!
Mah, sono perplessa... Siamo veramente messi male.

Laura C. Commentatore certificato 26.10.07 08:07| 
 |
Rispondi al commento

sono patrizia la madre di quattro giovani
1 bamboccione di 24 anni
3 bamboccini di 16 e 13 anni
il bamboccione caro ministro studia e a soli ventiquattro anni e laureato e specializzato in diritto internazionale io lavoro in sicilia e non so se raccomandarlo a lei visto che eccezionale com'e' meriterebbe anche di farsi conoscere da lei viaggia con i soldi ricavati da lavori occasionali in locali notturni in tutta europa per imparare le lingue consapevole come e' che per lavorare deve emigrare si questo lei vuole dai giovani come il mio che vadano via da un paese senza speranza raazzi andate via dall'italia
mi dica quali concorsi non da raccomandati avete pubblicato negli ultimi anni, dove non ci sia il figlio di.....albanese patrizia messina

patrizia albanese Commentatore certificato 25.10.07 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Perchè in Italia si parla tanto male della scuola ???? Vi siete mai chiesti come sia università italiana ???

Di chi è colpa se a 30 non si è indipendenti ? In parte sicuramnte a un sistema universitario che dietro nasconde un business clamoroso.

Perchè in Italia ci sono così tante università e mancano i posti per i cosidetti cervelli in fuga ?

Perchè ci sono così tanti master e corsi post-laurea ?

Perchè poi si parla della validità legale della Laurea ?

Perchè una persona è costratta a studiare o a vivere come precario fino a 30 per acquisire le competenze necessarie per vivere ?? Il libro schiavi moderni lo testimonia.

Grillo ha detto di aver organizzato il V-day per dare un fututo migliore ai suoi figli e quindi penso che sia diritto di chi si iscrive all'università di avere una giusta e utile formazione (anche perchè frequenare l'università costa) che possa essere d'aiuto a costruire il proprio futuro.

Perchè alcuni corsi obbligatori per poter lavorare (vedi legge 494/96 per i cantieri e legge 818/84 per l'antincendio, mi riferisco a facoltà "scietifiche") non sono presenti nel piano di studio di uno studente perchè dopo una laure devo perdere ancora tempo e spendere soldi per acquisire oltre che le competenze necessarie per essere autorizzato a svolgere certi lavori ??

Perchè i miei docenti universitari insegnavano a XX e anche a YY se avevano tanta voglia di insegnare perchè non lo facevano in una sede unica ? Ciao !!! Due sedi = due stipendi così 6 miei docenti occupavano 12 posti utili ....

Le università sono diventate come quegli enti inutili creati per dare un posto a persone inutili e far aricchire la casta-bis.

roberto manoli 25.10.07 10:06| 
 |
Rispondi al commento

NON POSSIAMO ABBASSARE LA TESTA DI FRONTE AL GOLPE POLITICO-GIUDIZIARIO:

FIRMA LA PETIZIONE - RIDATE L'INCHIESTA WHY NOT A DE MAGISTRIS! -

Questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70&It

Importante: cerchiamo persone interessate per la Lista Civica Volontà Popolare che facciamo conforme a cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

P.S. DOBBIAMO MOBILITARCI IN TUTTA ITALIA!

Max R. Commentatore certificato 25.10.07 00:46| 
 |
Rispondi al commento

certo, se come dice in un commento sotto un tal Franco Serio il prezzo di una casa è di 300.000 € a Genova..
Conosco Genova, con 150.000 ci prendi una casa di 60-70 mq, forse tu volevi 150mq in centro!

leandra ru 24.10.07 16:29| 
 |
Rispondi al commento

ministro, che SCHIAPPA!!!

luigi bellini 24.10.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
ho 27 anni e vorrei comprare casa, in realtà me la comprerei perchè per vivere a milano spendo 800 euro in nero per 35 mq... il che mi pare assurdo!
Vorrei comprare un 30 mq, ho la fortuna di avere i miei genitori che mi fanno da garanti con la banca e riesco a chiedere un mutuo 100%...ma udite, udite la casa che mi costerebbe 165.000 euro alla fine, facendo due conti, la pago 330.000 euro con il fantastico mutuo 100%!!! cioè + della metà del costo totale della casa e con una rata da 1.103 euro che non mi permetterà + di fare una vita normale e finirò di pagarlo a 52 anni!! Sono ovviamente tormentata giorno e notte sul da farsi... COMPRARE SI O COMPRARE NO?? io dico solo una cosa... "VIVA LA STELLA DELLA SENNA E IL TULIPANO NERO!"

Dani D. Commentatore certificato 24.10.07 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON POSSIAMO ABBASSARE LA TESTA DI FRONTE AL GOLPE POLITICO-GIUDIZIARIO:

FIRMA LA PETIZIONE - RIDATE L'INCHIESTA WHY NOT A DE MAGISTRIS! -

Questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70&It

Importante: cerchiamo persone interessate per la Lista Civica Volontà Popolare che facciamo conforme a cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

P.S. DOBBIAMO MOBILITARCI IN TUTTA ITALIA!

Max R. Commentatore certificato 24.10.07 00:02| 
 |
Rispondi al commento

ho una figlia bambocciona perche a 27 anni ancora è a casa mi dice che non trova lavoro, ma sarà vero? Io mi fido di Padoa se lo dice lui è vero, Lui come del resto tutti i nostri dipendenti sono la bocca della verità....a proposito sentivo di un'ingagine fatta da Rifondazione che il caro,ed è proprio il caso di dirlo, presidente della Fiat percepisce uno stipendio annuale di 7.000.000 di euro quanto lo stipendio annuale di 400 operai messi insieme,ora visti i cospiqui aiuti economici che la Fiat ha preso e che continuerà a prendere provvengono dallo stato, anche lui è un nostro dipendente, ma è cosi bravo che lo paghiamo cosi tanto? Certo sarebbe il caso di rivedere un pò di stipendi anche di dirigenti e presidenti vari...certo che il mio stipendio da infermiera che lavora i festive e le notti e torna a casa abbastanza distrutta...eppure mi dicono di essere brava nel mio lavoro ed ho pure tante responsabilità una delle quali è la salute degli esseri umani che assisto, niente in confronto al lavoro di presidente della Fiat per carità....eppure quelle 1400 euro al mese che raggiungo (non sempre, dipende da quante notti faccio) mi sembrano poche.... sarò un'ingrata?Il fatto è che non mi bastano....sarò una sprecona? Però sono felice di avere dei dipendenti che mandano avanti il nostro paese riuscendo anche ad avere più cariche e anche doppi e tripli lavori, così hanno anche più stipendi...mica come i bemboccioni che di lavoro non riescono a trovarne neanche uno! cambiando argomento, quì c'è bisogno di un'altro Vaffa Day ma in tempi brevissimi. Ciao a tutti mari da cagliari

pischedda mariuccia 23.10.07 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,
mi chiamo Monica e ho 29 anni. Concordo pienamente con il commento lasciato da Sergio Manduchi perchè io ho una figlia di tre anni, sono sposata e ho un bel mutuo 20ennale! Però ho l'indipendenza e la soddisfazione di avere una casa di proprietà. Tutto ciò però vuole dire rinuncie ovvio. Non ho assolutamente abbigliamento di marca ma i miei acquisti li faccio specialmente durante i saldi, ristoranti solo nelle occasioni importanti o cmq ogni tanto quando ci gira. In palestra ci vado certo ma l'abbonamento me lo hanno regalato per il mio compleanno!! A volte faccio il confronto con i miei coetanei o colleghi single che spendono e spandono in divertimenti e viaggi e mi viene un pò di invidia, ma passa nel momento in cui si lamentano dei genitori rompi scatole o del fatto che mutui e affitti sono troppo per le loro possibiltà, perchè io invece non me ne preoccupo. Con questo però non voglio dire che bisogna rinuciare a tutto e fare vita di clausura assolutamente! Occorre solamente fare alcune rinucie e accontarsi di più delle cose semplici.
Mi auguro cmq che i tempi cambino perchè effettivamente così per i giovani non è vivere specialmente dal punto di vista lavorativo. Speriamo. Monica

Monica Milan 23.10.07 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe. Ho 31 anni, una laurea e una quasi specializzazione in medicina, un mucchio di sogni e un incazzo a mille che mi fa stringere i denti la notte e mi fa lacrimare per il mal di testa il giorno. La sanità è una pena, si lavora troppo, male, in pochi e per poco tempo e pochi soldi (noi "pubblici" presi per le palle). Poi ascolto la pubblicità della Nutella e sento che il cuoco della Nazionale ha "una bella responsabilità!" Lui. Lui ha una bella responsabilità!! E gli Italiani ci credono. Non ci capisco più niente Beppe. Io viaggio ogni giorno. Prendo 950 euro al mese. Vedo ogni giorno persone che mi chiedono aiuto, che vogliono guarire, o quanto meno convivere con i loro mali in modo accettabile. Vedo colleghi che dopo turni di guardia massacranti, di ore e ore in sala operatoria e notti in bianco commettono l'"errore", e si vedono finire in prima pagina come dei mostri perchè...perchè hanno lavorato troppo,erano sfiniti! ma questa sanità di merda non assume, e se c'è bisogno devi lavorare anche 24 o 36 ore di fila... Però il cuoco della Nazionale ha delle responsabilità. Quegli analfabeti di ritorno dei calciatori guadagnano milioni, insieme ai loro manager, i tecnici e tutto lo staff al completo. E noi poveri coglioni a comprarci Sky per vederli meglio e in tempo reale, a pagare la Nutella più cara per ripagare il cuoco dalle sue responsabilità, e ad addormentarci sperando di diventare come loro. Mi vien da vomitare Beppe. E l'unico antiemetico efficace è lo sguardo pulito del mio ragazzo e il sorriso di mia mamma, che mi dicono senza parlare che andrà tutto bene, in un mondo o nell'altro. Ma non basta...

Valeria Cruciani 23.10.07 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, siamo arrivati alla fine del percorso.
E' arrivato il momento di scendere in piazza tutti, quelli di destra quelli di sinistra quelli di centro, ma sopratutto quelli che ancora degnamente si definiscono Italiani con le palle. Non per il recariato, non per la sete di giustizia che pure invade il paese, non per il walfare, ma per cancellare definitivamente la corruzzione dilagante che regna nel nostro paese.
In uno stato nel quale più non è garantita la libertà, la giustizia, la sicurezza, il futuro per noi tutti, bisogna intervenire per ripristinare un vero e nuovo stato di diritto. Bisogna che ci si liberi finalmente da questa dittatura latente, da questa sorta di stato Birmano mimetizzato, da questa piaga di politici corrotti che soffocano la voglia di crescita e di democrazia vera del nostro paese.
Dobbiamo chiedere a gran voce immediatamente lo scioglimento delle camere, l'instaurazione di un governo tecnico scelto dal popolo che sia in grado di traghettare il paese a nuove elezioni, fino a che la marmaglia che ci rappresenta risulti definitivamente eliminata dalla scena politica nazionale.
Facciamolo, diventiamo artefici del nostro fututo, riprendiamoci la nostra storia, riattraversiamo, il Piave e riportiamo l'Italia alla VITTORIA...!
Massimo da Nocera Inferiore (SA)

massimo l. Commentatore certificato 23.10.07 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, siamo arrivati alla fine del percorso.
E' arrivato il momento di scendere in piazza tutti, quelli di destra quelli di sinistra quelli di centro, ma sopratutto quelli che ancora degnamente si definiscono Italiani con le palle. Non per il recariato, non per la sete di giustizia che pure invade il paese, non per il walfare, ma per cancellare definitivamente la corruzzione dilagante che regna nel nostro paese.
In uno stato nel quale più non è garantita la libertà, la giustizia, la sicurezza, il futuro per noi tutti, bisogna intervenire per ripristinare un vero e nuovo stato di diritto. Bisogna che ci si liberi finalmente da questa dittatura latente, da questa sorta di stato Birmano mimetizzato, da questa piaga di politici corrotti che soffocano la voglia di crescita e di democrazia vera del nostro paese.
Dobbiamo chiedere a gran voce immediatamente lo scioglimento delle camere, l'instaurazione di un governo tecnico scelto dal popolo che sia in grado di traghettare il paese a nuove elezioni, fino a che la marmaglia che ci rappresenta risulti definitivamente eliminata dalla scena politica nazionale.
Facciamolo, diventiamo artefici del nostro fututo, riprendiamoci la nostra storia, riattraversiamo, il Piave e riportiamo l'Italia alla VITTORIA...!
Massimo da Nocera Inferiore (SA)

massimo l. Commentatore certificato 23.10.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe
oggi sul CORSERA (23 ottobre 2007) ho trovato questa notizia che NON è un barzelletta! Dovremmo riflettere e guardarci intorno, di persone così ce ne son tante, abbastanza per rifare i governi periferici e centrali. TROVIAMOLI !!!

CORRIEREDELLASERA.it del 23.10.2007

Strano ma vero
Imprenditore vive da operaio: "Il 20 avevo finito i soldi"

Enzo Rossi

Come si vive con uno stipendio mensile di mille euro? I politici, gli statisti e gli economisti provano a fare dei calcoli e, in alcuni casi, sostengono persino si possa vivere in maniera decorosa. Un imprenditore di Ascoli Piceno si è spinto oltre al semplice e poco attendibili calcolo ipotetico. Per un intero mese, assieme alla sua famiglia, ha provato a vivere con lo stipendio da operaio ma dopo appena 20 giorni aveva finito i soldi.
Capirai la novità, diranno in tanti, questo già lo si sapeva. Eppure Enzo Rossi, questo il nome dell'imprenditore, a seguito di questo suo tentativo andato a finire in maniera non certo positiva, ha deciso di assegnare a tutti i suoi dipendenti un aumento netto di 200 euro mensili.
"Non mi vergogno di dire che, pur conducendo una vita normale - ha ammesso l'imprenditore 42enne, che opera in uno dei distretti industriali leader mondiale del settore nella produzione di pasta all'uovo - tra mutui, macchina, una pizza per le bambine ed un vestito per noi, non siamo riusciti a superare il ventesimo giorno del mese".
Visto poi che la sua azienda, come molte altre realtà italiane a dire il vero, è in crescita, ha aumentato lo stipendio del suo personale. "E' giusto che retribuisca di più i miei dipendenti perché lavorano bene e meglio degli altri.

E poi non sono assolutamente inferiori ai loro colleghi tedeschi, francesi, inglesi che percepiscono stipendi superiori a quelli degli italiani".

francesco camplese 23.10.07 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA
VERITA'
E'
CHE
SIAMO
UN
POPOLO
DI
UOMINI DI MERDA
E
QUAQUARQUA'

SE
FOSSIMO
UN
POPOLO
CON
LE
PALLE
ALLE
PROSSIME
ELEZIONI
ANDREMMO
TUTTI
A
VOTARE
PER
UN
PARTITO
CHE
NON APPARTIENE
A
NESSUNO
DEGLI
SCHIERAMENTI
DI
DESTRA
E
DI
SINISTRA

COSI'
TUTTI
I
NOSTRI
PIU'
FAMOSI
DIPENDENTI
ANDREBBERO
A
CASA,
SCHIAVI
DEI
NUOVI
ARRIVATI

MA
NON
SUCCEDERA'
E
SAPETE
PERCHE'?

PERCHE'
SIAMO
UN
POPOLO
DI
UOMINI DI MERDA
E
QUAQUARQUA'

L'ITALIA PUZZA...E' MORTA.

P B 23.10.07 16:30| 
 |
Rispondi al commento

LA
VERITA'
E'
CHE
SIAMO
UN
POPOLO
DI
UOMINI DI MERDA
E
QUAQUARQUA'

SE
FOSSIMO
UN
POPOLO
CON
LE
PALLE
ALLE
PROSSIME
ELEZIONI
ANDREMMO
TUTTI
A
VOTARE
PER
UN
PARTITO
CHE
NON APPARTIENE
A
NESSUNO
DEGLI
SCHIERAMENTI
DI
DESTRA
E
DI
SINISTRA

COSI'
TUTTI
I
NOSTRI
PIU'
FAMOSI
DIPENDENTI
ANDREBBERO
A
CASA,
SCHIAVI
DEI
NUOVI
ARRIVATI

MA
NON
SUCCEDERA'
E
SAPETE
PERCHE'?

PERCHE'
SIAMO
UN
POPOLO
DI
UOMINI DI MERDA
E
QUAQUARQUA'

L'ITALIA PUZZA...E' MORTA.

P B 23.10.07 16:10| 
 |
Rispondi al commento

LA
VERITA'
E'
CHE
SIAMO
UN
POPOLO
DI
UOMINI DI MERDA
E
QUAQUARQUA'

SE
FOSSIMO
UN
POPOLO
CON
LE
PALLE
ALLE
PROSSIME
ELEZIONI
ANDREMMO
TUTTI
A
VOTARE
PER
UN
PARTITO
CHE
NON APPARTIENE
A
NESSUNO
DEGLI
SCHIERAMENTI
DI
DESTRA
E
DI
SINISTRA

COSI'
TUTTI
I
NOSTRI
PIU'
FAMOSI
DIPENDENTI
ANDREBBERO
A
CASA,
SCHIAVI
DEI
NUOVI
ARRIVATI

MA
NON
SUCCEDERA'
E
SAPETE
PERCHE'?

PERCHE'
SIAMO
UN
POPOLO
DI
UOMINI DI MERDA
E
QUAQUARQUA'

L'ITALIA PUZZA...E' MORTA.

P B 23.10.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe. Non ce la faccio più. Seguendo le notizie via internet, giornali e ascoltando via radio e televisione...QUANTO MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANA....SEMPRE DI PIU'!!!!!!!!
NON POSSO PENSARE CHE A RAPPRENSENTARMI CI SIA... MASTELLA!
MASTELLA BASTA! VAI VIA! ESPATRIA! O MEGLIO, NASCONDITI!!!

MASTELLA E' L'UOMO GIUSTO PER RIPULIRE L'ITALIA...
MA NON COME MINISTRO DI GRAZIA E GIUSTIZIA MA COME SPAZZINO AUTONOMO! ...SENZA AUSILIO DI SCOPE O SPAZZETTONI... CON LE MANI E LA LINGUA... CHE E' FIN TROPPO LUNGA (CON TUTTE LE CAZZATE CHE DICE CHI OSA CONTRADDIRMI??!!)
ps: MI SCUSO CON LA CATEGORIA DEGLI OPERATORI ECOLOGICI, SENZA LA QUALE LE CITTA' NON POTREBBERO SOPRAVVIVERE. LA MIA NON E' UN OFFESA NEI VS RIGUARDI, SIA BEN CHIARO.

Roberta P. 23.10.07 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro trentenne,
da "bamboccione", categoria in cui mi riconosco ampiamente, vorrei ricordarti che:
mettiamo che lavori da 5 anni, vivendo a casa dei genitori almeno 30/40 mila euro te li dovresti essere messi da parte. Se non lo hai fatto è perchè probabilmente i primi soldi li hai spesi per un'auto da 15/20 mila euro, che magari ne costa altri tremila all'anno di mantenimento. Qualche altro soldino te lo sarai divertito in altro modo.. scelte tue. Comunque, resta il fatto che se quei soldi li avevi, il bilocale te lo potevi comprare (magari ti potevo consigliare una banca un po' elastica nel rapporto rata/reddito e un mobilificio dove arredare decentemente 2 stanze con meno della metà dei 7.000 euro stanziati).
Ci sono nazioni molto più povere di noi dove la gran maggioranza di ragazzi/ragazze va a vivere fuori di casa a 18 anni, quando inizia l'università, e non rientra più. Lavorano per mantenersi gli studi e l'alloggio. La priorità delle loro spese è A) indipendenza finanziaria (nel senso di mantenersi senza chiedere i soldi a casa); B) Istruzione; C) Viaggi. L'auto non se la fanno, vanno in autobus, in treno o anche a piedi, quando la distanza da fare è meno di 3 o 4 Km (infatti sono anche mediamente più in forma di noi.. senza spendere niente di palestra). Spesso, a 30 anni hanno la loro casa di proprietà e un bel lavoro, che gli rende ben più dei tuoi 1000 euro. Nel frattempo si sono anche comprati un'auto.
In Italia ci piace stare a casa, ci piace vivere comodi e ci piace spendere più per mostrarci che per migliorarci. Diciamo che ci piace la pappa pronta. Non dico che sia qualcosa di scandaloso, perchè ognuno vive come gli pare e comunque rinnegherei le scelte che io stesso ho fatto finora. Ma le cose vanno chiamate col nome giusto.
Direi che Padoa Schioppa, uomo capace di dire cose al di fuori della generale ipocrisia imperante nella politica italiana (infatti non è politico), quel nome l'ha trovato: BAMBOCCIONI.


La magistratura è un cornicione cui ancora stiamo aggrappati. Sotto c'è l'africa, il caribe, la fame, il terzo mondo, le repubbliche di banane, l'argentina e la colombia. Okkio al manganello!! Chi può che si scelga uno Stato alternativo dove eventualmente scappare alla svelta. Ad es la Spagna o la Francia come prime scelte...

fabrizio bianchi 23.10.07 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VI SCRIVO PER SOTTOPORRE ALLA VOSTRA ATTENZIONE LA SCORTESIA E L'INGIUSTA OFFENSIVITA' DI UN COMPONENTE DEL MEETUP DI COSENZA, ALESSANDRO SENATO.
IO NON HO IL PIACERE DI CONOSCERLO, MA IN UNA SUA LETTERA APPARSA A PAGINA 58 DEL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA, OFFENDE IL SOTTOSCRITTO, UN CONSIGLIERE COMUNALE DI AN (L'UNICO E DA SEMPRE ALL'OPPOSIZIONE) E L'EX VICEPRESIDENTE PROVINCIALE DEL PARTITO; TUTTI TRA L'ALTRO, DA SEMPRE IMPEGNATI PER LA MORALIZZAZIONE DELLA POLITICA LOCALE, DENTRO E FUORI ALLEANZA NAZIONALE.
CHIEDO DI RIVEDERE LA LETTERA DI ALESSANDRO SENATO , PERALTRO INVIATA IN RISPOSTA AD UN ARTICOLO DEL GIORNO PRIMA (PAGINA 5 DEL QUOTIDIANO) CHE LIBERAMENTE UN GIORNALISTA HA FATTO, FOTOGRAFANDO NOI CON UNO STRISCIONE VICINO IL BANCHETTO DEL MEETUP.
INVITO, PER CONCLUDERE, TUTTI A VERIFICARE UNA MIA LETTERA MANDATA MESI FA A BEPPE GRILLO PER SOTTOPORGLI IL CASO DE MAGISTRIS.
CORDIALI SALUTI

AVV. MICHELE ARNONI
consigliere circoscrizione AN - COSENZA
tel. privato: 3286135713)

Michele Arnoni 23.10.07 13:34| 
 |
Rispondi al commento

www.ilquotidianodellacalabria.it
INVITO LA SPETTABILE REDAZIONE DI QUESTO SITO E TUTTI I SEGUACI DI GRILLO A LEGGERE PAGINA 5 DEL GIORNALE DI CUI ALL'INDIRIZZO WEB, DEL GIORNO 22 OTTOBRE E PAGINA 58 DEL GIORNO 23 OTTOBRE.
UN VOSTRO SEGUACE, CHE NON CONOSCO, FIRMATOSI ALESSANDRO SENATO, HA INGIUSTAMENTE INVEITO CONTRO DEGLI ONESTI E DA SEMPRE IMPEGNATI PER LA MORALIZZAZIONE DELLA POLITICA NELLA LORO CITTA' - DAI BANCHI DELL'OPPOSIZIONE- ESPONENTI DI ALLEANZA NAZIONALE. SOLO PERCHE' HANNO PARTECIPATO AD UN BANCHETTO DEL MEETUP DI COSENZA, IN SOSTEGNO DI DE MAGISTRIS E SOLO PERCHE' UN GIORNALISTA HA CHIESTO LORO DI FARSI FOTOGRAFARE CON UNO STRISCIONE PER UN SUO ARTICOLO, NON CONCORDATO E NON RICHIESTO DA NESSUNO, IL SOTTOSCRITTO CONSIGLIERE CIRCOSCRIZIONALE, L'UNICO CONSIGLIERE COMUNALE E L'EX VICEPRESIDENTE PROVINCIALE DEL PARTITO, SIMPATIZZANTI DI GRILLO, SONO STATI TACCIATI DI APPROPRIAZIONE INDEBITA E DI ILLEGITTIMA INVASIONE DI CAMPO. INVITO ANCHE BEPPE GRILLO, CHE STIMIAMO E SEGUIAMO TUTTI, A RICONSIDERARE L'ATTACCO DEL SUO SEGUACE COSENTINO, CHE AGLI OCCHI DELLA CITTA' E' APPARSO COME UN COMUNISTA INCALLITO. TRA L'ALTRO, INVITO TUTTA LA REDAZIONE A LEGGERE UNA MIA LETTERA DI OLTRE UN MESE FA SUL CASO DE MAGISTRIS, CHE HO ATTENZIONATO A BEPPE GRILLO.
CORDIALI SALUTI
AVV. MICHELE ARNONI
consigliere circoscrizione AN - cosenza
(tel. privato :3286135713)

Michele Arnoni 23.10.07 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Premetto abbia fatto grandi cose beppe, e le condivido tutte... peccato sia arrivato a tutti il msg che contesta la sinistra e quindi spalleggia la destra!figuratevi che sabato ero a roma,1milione di veri comunisti, a manifestare contro il precariato e le leggi fatte da governo silvio... e in tv han detto AROMA CONTRO GOVERNO! Ditemi, rivolete berlusconi? No! Allora gridatelo. prodi sbaglia ma cazzo di nuovo Silvio?!

Fabrizio Battaglini 23.10.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Dal punto di vista politico ed urbanistico, la città di Vicenza negli ultimi anni sta vivendo vicende poco chiare, culminate purtroppo con la questione Dal Molin che il sindaco Hullweck ha colpevolmente tenuta nascosta per più di due anni.
Oggi siamo di fronte al rischio di un nuovo scempio urbanistico che andrebbe, se confermato e realizzato, a contrastare con l’interesse generale della collettività vicentina per soddisfare invece gli appetiti economici di qualche imprenditore.
Prova ne è proprio la vicenda "Piruea Pomari", il più grosso piano urbanistico mai realizzato a Vicenza: un piano che interessa un'area di oltre 450.000 mq per una cubatura complessiva di oltre 420.000 mq dal valore commerciale stimato attorno ai 150 milioni di euro e che in linea d'aria si trova a neanche 3 km dal 'Dal Molin'.
Per la realizzazione di tale sfarzoso progetto, infatti, il sindaco Hullweck ha provveduto a cambiare il piano urbanistico della zona "Pomari" che prevedeva un parco pubblico di oltre 150.000 mq, con un nuovo piano denominato "PIRUEA Pomari", disponendo la cancellazione di tale parco, e nel nome di un presunto interesse pubblico, la concessione a questi imprenditori di un'ulteriore superficie edificatoria di ben 25.600 mq a destinazione Commerciale/Direzionale, superficie non esistente stranamente nel piano regolatore e priva di qualunque motivazione di interesse pubblico.
Ma ciò che principalmente prefigura scenari alquanto controversi e poco trasparenti, è il fatto che pare che dietro all’approvazione del PIRUEA "Pomari", ci sia correlata una diversa operazione di speculazione edilizia, che vede come protagonisti gli stessi soggetti privati titolari di circa il 50% dell'area "Pomari" e l’amministrazione comunale di Vicenza. Quest’ultima infatti, interessata ad acquistare proprio dagli stessi imprenditori una porzione dell'area dove il Sindaco Hullewck durante la campagna elettorale del 1999 si era impegnato a costruire il nuovo Teatro Civico, piuttosto che s

francesco Cavaioni 23.10.07 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Tutti a Montecitorio! Giochiamo al tiro al bersaglio, il primo che stende tre parlamentari inquisiti di seguito vince la macchina blu. Ogni 5 stesi un premio equivalente alle stock option maturate dai 5 stessi. Chi stende Manstella si acchiappa gli immobili da lui onestamente comprati a prezzi da barboni. Che non si dica che la colpa è di Grillo!!! La colpa è dei parlamentari. Basta parole, passiamo hai fatti. Un politico in meno arricchisce l'Italia e le mie tasche. Vi odio politici e giornalisti venduti!

Roberto Nicoli 23.10.07 11:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sottoscriviamo quanto sopra per prendere un impegno, quello di organizzare, durante il ritiro in camera di consiglio dei giudici del processo di Genova, una mobilitazione. La sentenza, cioè il tentativo di riscrivere la storia dal punto di vista del potere, deve trovare un contrasto diretto da parte di tutti coloro che in quei giorni del 2001 scesero in strada nonostante le minacce, l’arroganza, la violenzascatenata contro chi voleva cambiare. Iniziamo noi, con i nostri nomi e cognomi, perché innanzitutto qui vi è la scelta, personale e politica, di continuare a batterci per una verità che non sia addomesticata, che non sia occasione per chiudere ulteriormente gli spazi dei movimenti e del dissenso in questo paese. Ma facciamo da subito appello a tutti, singoli e realtà collettive, perché aderiscano alle iniziative che si proporranno. Perché tutti i compagni processati a Genova siano liberi, perché la storia del potere non sia un ostacolo alla corsa di tutti, quelli che c’erano e quelli che verranno, verso la libertà.Con Carlo nel cuore.
(Carlo è vivo e lotta insieme a noi le NOSTRE IDEE NON MORIRANNO MAI)

romina non dimentica 23.10.07 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscriviamo quanto sopra per prendere un impegno, quello di organizzare, durante il ritiro in camera di consiglio dei giudici del processo di Genova, una mobilitazione. La sentenza, cioè il tentativo di riscrivere la storia dal punto di vista del potere, deve trovare un contrasto diretto da parte di tutti coloro che in quei giorni del 2001 scesero in strada nonostante le minacce, l’arroganza, la violenzascatenata contro chi voleva cambiare. Iniziamo noi, con i nostri nomi e cognomi, perché innanzitutto qui vi è la scelta, personale e politica, di continuare a batterci per una verità che non sia addomesticata, che non sia occasione per chiudere ulteriormente gli spazi dei movimenti e del dissenso in questo paese. Ma facciamo da subito appello a tutti, singoli e realtà collettive, perché aderiscano alle iniziative che si proporranno. Perché tutti i compagni processati a Genova siano liberi, perché la storia del potere non sia un ostacolo alla corsa di tutti, quelli che c’erano e quelli che verranno, verso la libertà.Con Carlo nel cuore.
(Carlo è vivo e lotta insieme a noi le NOSTRE IDEE NON MORIRANNO MAI)

romina non dimentica 23.10.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

La lettera del bamboccione è l'emblema della realtà italiana. e cioè è impossibile comprare una casa a meno che i genitori non ti lascino il gruzzolo.

A Roma periferia meno di 300.000 euro non compri nulla.

ma questo vale per la stragrande maggioranza di città italiane.

ammesso che uno abbia messo da parte 50.000 euro ne rimangono da pagare 250.000
ammesso che si è fortunati e si è in due e si portano a casa che sò due stipendi da 1200 l'uno sono 2.400
la rata massima quindi può essere di 800 euro al mese

ora 250.000 diviso 800 fanno 312 mesi
aggiungiamo interessi e tasse per l'acquisto se si spunta un buon tasso fanno altri 100.000 euro diviso per 800 fanno 125 mesi

sommiamo 125 a 312 dà 437 mesi pari 36,4 anni!!!!!!!!!

e se in questi 36 anni ci sono problemi???????????????????????????????????????????
Ma il Grande ministro interviene con la sua proposta in questo caso darebbe beneficio pari a ZERO.

Michele P. 23.10.07 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscriviamo quanto sopra per prendere un impegno, quello di organizzare, durante il ritiro in camera di consiglio dei giudici del processo di Genova, una mobilitazione. La sentenza, cioè il tentativo di riscrivere la storia dal punto di vista del potere, deve trovare un contrasto diretto da parte di tutti coloro che in quei giorni del 2001 scesero in strada nonostante le minacce, l’arroganza, la violenzascatenata contro chi voleva cambiare. Iniziamo noi, con i nostri nomi e cognomi, perché innanzitutto qui vi è la scelta, personale e politica, di continuare a batterci per una verità che non sia addomesticata, che non sia occasione per chiudere ulteriormente gli spazi dei movimenti e del dissenso in questo paese. Ma facciamo da subito appello a tutti, singoli e realtà collettive, perché aderiscano alle iniziative che si proporranno. Perché tutti i compagni processati a Genova siano liberi, perché la storia del potere non sia un ostacolo alla corsa di tutti, quelli che c’erano e quelli che verranno, verso la libertà.Con Carlo nel cuore.
(Carlo è vivo e lotta insieme a noi le NOSTRE IDEE NON MORIRANNO MAI)

romina non dimentica 23.10.07 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Sottoscriviamo quanto sopra per prendere un impegno, quello di organizzare, durante il ritiro in camera di consiglio dei giudici del processo di Genova, una mobilitazione. La sentenza, cioè il tentativo di riscrivere la storia dal punto di vista del potere, deve trovare un contrasto diretto da parte di tutti coloro che in quei giorni del 2001 scesero in strada nonostante le minacce, l’arroganza, la violenzascatenata contro chi voleva cambiare. Iniziamo noi, con i nostri nomi e cognomi, perché innanzitutto qui vi è la scelta, personale e politica, di continuare a batterci per una verità che non sia addomesticata, che non sia occasione per chiudere ulteriormente gli spazi dei movimenti e del dissenso in questo paese. Ma facciamo da subito appello a tutti, singoli e realtà collettive, perché aderiscano alle iniziative che si proporranno. Perché tutti i compagni processati a Genova siano liberi, perché la storia del potere non sia un ostacolo alla corsa di tutti, quelli che c’erano e quelli che verranno, verso la libertà.Con Carlo nel cuore.
(Carlo è vivo e lotta insieme a noi le NOSTRE IDEE NON MORIRANNO MAI)

romina non dimentica 23.10.07 10:50| 
 |
Rispondi al commento

i tentativi di questo tipo. La disobbedienza non poteva più essere considerata né un modello, né una forma. Oggi in Italia ed in Europa ci sembra dimostrato che si tratta dell’assunzione di un percorso, che può avere forme e modi diversi ed articolati, e trova il suo fondamento in alcune linee di tendenza. Dal Carlini si è partiti con un obiettivo: agire con la disobbedienza. Ci si è ritrovati a resistere, con ogni mezzo possibile, alla furia cieca e di annientamento, che nessuno aveva potuto prevedere in quei termini, che carabinieri e polizia hanno scaricato contro quel corteo. Questo è stato un passaggio naturale, ed è per questo che la resistenza di quel corteo, rivendicata collettivamente fino in fondo, è per lo stato, i tribunali e le istituzioni, difficile da digerire. Ed è in quel contesto che va letto l’omicidio di Carlo. In assenza quindi di facili strumentalizzazioni possibili, in quel caso lo stato ha scelto l’archiviazione. E’ questo il nodo che si tenta di annullare con il processo di Genova. Perché parla agli altri movimenti,
quelli di oggi e quelli di domani, e lo fa con speranza e determinazione, con rabbia e lucidità. Via Tolemaide ha messo in difficoltà il potere, e per questo bisogna tentare di riscriverne la storia, facendola rientrare in un contesto compatibile. A Genova con l’assunto: “In Via Tolemaide erano tutti violenti”, a Cosenza con l’imputazione di “associazione sovversiva composta da oltre ventimila aderenti”. Con questa idea forza dobbiamo riprendere la nostra corsa che è stata interrotta lì, in quella via di Genova, in quella piazza poco distante bagnata del sangue di uno di noi. Altri hanno ripreso a correre, in Germania, in Danimarca, in Val di Susa, a Vicenza. Sappiamo da dove partire per raggiungerli. Dalla difesa di tutti i compagni sotto processo, dal riconoscere ciò che ci ha consegnato Genova, da Via Tolemaide. Sottoscriviamo quanto sopra per prendere un impegno, quello di organizzare

romina non dimentica 23.10.07 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma aver trasformato il proprio obiettivo in uno spazio pubblico costituente, porta ad un’altra incompatibilità per lo stato, che poi i giudici nei tribunali tentano di criminalizzare: il consenso. Il corteo di via Tolemaide, e l’esperienza del Carlini, potevano contare di un appoggio, anche solo in termini di opinione, che andava molto oltre il numero dei partecipanti. E’ possibile per il potere ammettere questa
stranezza? Si può essere cattivissimi, ferocissimi, ma bisogna essere pochi, isolati da tutti, costituenti solo della propria sconfitta: questo è compatibile. Anzi, al di là della volontà dei protagonisti, alcune volte generosi e riempiti di anni di carcere, lo stato assegna un ruolo a tutto ciò, come lo assegna alla testimonianza e alla denuncia. L’importante è che il risultato finale rafforzi le istituzioni, e il loro precario legame con legittimità e consenso. Ma se il consenso si incardina per un attimo a qualcosa che prelude a una non accettazione delle leggi, dell’ordine costituito, e lo pratica collettivamente? Via Tolemaide era anche questo. Un altro nodo, fondamentale, è ciò che è accaduto dopo l’attacco dei carabinieri. L’esercizio di un diritto di resistenza, spontaneo, diretto, diffuso. La disobbedienza non si è trasformata in un gioco di ruolo, appunto. Nelle distorsioni spesso operate da chi, anche all’interno di quel percorso, parlava di disobbedienza ma pensava al governo, la disobbedienza ha rischiato di morire rinsecchita varie volte. Prima perdendo la sua originalità legata al contesto che l’aveva prodotta, e richiamandosi a modelli “storici”: come dire che la nonviolenza dei movimenti birmani è la stessa cosa di quella propagandata da certi parlamentari italiani, che votano le guerre tralaltro. Poi rischiando di diventare un feticcio, un’identità chiusa e pesante, fondata sulle tecniche di lotta più che su un sentire comune. Via Tolemaide, con l’esercizio da parte della disobbedienza, del diritto di resistenza, ha spazzato via tutti

romina nn dimentica 23.10.07 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Premessa:"Figlio di Fabio Padoa-Schioppa, amministratore delegato delle Assicurazioni Generali." Che ne sà uno così dei problemi che può avere il figlio di un lavoratore "Contribuente"? Infatti dice che le tasse son belle (essì che l'avrà pagate mai in toto onestamente!) e che i ragazzi son bamboccioni (forse perchè non sono andati a fare il "Master in economia al MIT di Boston nel 1970" con i soldi di papà? Fonte Bankitalia: "i giovani oggi hanno una busta paga più leggera del 35% rispetto a quella dei genitori e difficoltà crescenti nel costruirsi una carriera. A causare il divario nei guadagni sono state le riforme del sistema previdenziale." Tipetto ambiguo eh? Mah speriamo che Padoa...schioppa!

Daniele D'Innocenzio 23.10.07 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Mandiamoli a casa. Tutti!!!!!!
Facciamo come i monaci in Birmania, scendiamo in piazza e paralizziamo il paese.
Basta con Mastella, Bersani, D'Alema, Prodi e compari.
Facciamo finta che siamo arrabbiati con l'arbitro che ha arbitrato la partita della nostra squadra del cuore e non lo facciamo uscire dallo stadio. Blocchiamo l'ingresso dei palazzi e non li facciamo più uscire, si devono ca****re sotto dalla paura. Ormai si è capito che non basta il V-day, non basta l'essere civili, non basta pagare le tasse o aspettare le prossime elezioni, tanto ce li ritroviamo di nuovo. E' l'unico modo, prendiamo esempio dai monaci birmani, tanto non ci spareranno addosso.....xchè i poliziotti non hanno nemmeno le cartucce......mancano i fondi!!!!!(sic!!!!!!!)
Vergogna

ANTONIO MESSINA 23.10.07 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ed è dalla nostra idea forza, quella di Via Tolemaide, che noi vogliamo contribuire a rimettere al centro ciò che Genova ci ha consegnato. In questi giorni i pubblici ministeri hanno chiarito bene qual è la chiave che lo stato vuole usare per la criminalizzazione del movimento di genova. Il nodo di via Tolemaide, che è stato anche il corteo più partecipato di quei giorni, è l’anomalia che chi riscrive la storia dal punto di vista del potere, deve attaccare. Attorno alla moltitudine degli oltre ventimila di via Tolemaide e del Carlini, a ciò che ha generato l’attacco dei carabinieri, ruotano tutti i fatti del 20 di luglio, compreso l’omicidio di Carlo. Quella moltitudine aveva fatto una scelta precisa: disobbedire all’imposizione della zona rossa, che era il simbolo concreto di tutto il potere esercitato dal G8 in quei giorni. Questa scelta era stata resa pubblica. La disobbedienza, la violazione della legge, era divenuta spazio pubblico e direttamente costituente per una enorme comunità di soggetti, singoli e collettivi. Vedendo oggi ciò che stanno facendo i compagni di Copenhagen, o quello che è successo a Rostock, si ha la dimensione, spaziale e temporale, di quanto quella scelta, rinnovata ed arricchita, sia divenuta pratica di movimento. E non si tratta della “forma di lotta”, anche se le tecniche, ad esempio quella degli scudi, le abbiamo viste ormai ovunque utilizzate, ma del paradigma della disobbedienza. La scelta di violare la zona rossa, di dichiararlo pubblicamente e quindi di non “clandestinizzare” né le pratiche né il processo di costruzione di questo percorso, è parte di questa anomalia attaccata dai tribunali e dallo
stato. I ventimila di via Tolemaide sono stati possibili grazie a questo. E questa scelta, l’essere in tanti e costituirsi a partire da una pratica condivisa e non da altro, oggi la ritroviamo in molte esperienze di resistenza che accompagnano movimenti veri che si battono contro le basi o contro il tav.

romina non dimentica 23.10.07 10:29| 
 |
Rispondi al commento

DOLCINO F A V I è IL MAGISTRATO CHE SOSTITUISCE

DE MAGISTRIS!!!!

a proposito dell'interpellanza che ho inviato prima

guido marrelli 23.10.07 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto per un fatto molto semplice: la storia del potere e quella “sociale”, non viaggiano parallele, ma si scontrano, confliggono. Ed è la forza con cui avviene questo impatto, che determina il risultato. Se si lascia spazio a ciò che il “sistema democratico”, dal parlamento ai tribunali, vuole produrre su Genova, ecco che il risultato sarà sempre a favore del mantenimento del potere e di chiusura per i
movimenti, quelli di allora, e soprattutto quelli che verranno. Il secondo grave errore sarebbe pensare che anche la storia di movimento sia scritta nero su bianco. Sia statica, depositata, perenne. Non è così. Questa storia è viva, a differenza di quella scritta dai tribunali, e cresce, oppure diventa invisibile, carsica, frantumata, insieme a chi l’ha vissuta. Dopo le giornate di Genova, nessuno di noi, di quelli che in maniere diverse hanno contribuito a costruire quella straordinaria insorgenza, che come tutte le cose vere ha fatto i conti anche con le tragedie, ha saputo riprendere parola con forza. Alcuni perché, dopo quell’esperienza di rivolta, molto semplicemente hanno preferito tornare, o saltare, nel solco della “politica ufficiale”, nei parlamenti e nei partiti. Altri perché, a volte, la pratica dei movimenti, ti porta in strade nuove, difficili da sperimentare, piene di dubbi ed incertezze. In generale non siamo stati capaci di assumere i processi contro alcuni di
noi, come fatto politico fondamentale, e abbiamo troppo spesso permesso quindi, che la nostra storia fosse scritta da altri. Ma cosa significa riprendere la parola con forza? Crediamo che abbia poco a che fare con il semplice parlare, denunciare, testimoniare. Questo, certo, è il minimo, ma come abbiamo visto, se non vi è qualcosa in più, qualcosa che diventi motore di tutto il resto, anche quello che si da per scontato, viene inghiottito in una routine che diventa in fretta incapacità. E’ un’idea forza che ha prodotto Genova, non la sommatoria di chi vi partecipava.

romina non dimentica 23.10.07 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Genova, 20 ottobre 2007

E’ vero, vi è una storia delle lotte, dei movimenti, delle persone e una storia del potere. Su questo non vi è dubbio e Genova lo conferma. La storia del potere è spesso scritta per via giudiziaria. I pubblici ministeri che hanno accusato di devastazione e saccheggio 25 manifestanti e che mantengono, per ora, nei loro cassetti centinaia di procedimenti aperti contro altrettanti partecipanti alle manifestazioni contro il g8, sintetizzano bene nelle loro requisitorie questa pratica. Riscrivere, modificare, stravolgere ciò che è accaduto per tentare non solo di cambiarne il senso, ma anche per rimuovere quelle anomalie che rappresentano il segno tangibile della crisi di un sistema. Riscrivere la storia a proprio uso e consumo, infatti, non è solo un vecchio vizio di chi comanda, è anche la misura di quanto questa democrazia, in crisi profonda e irreversibile, abbia la necessità di creare artificiosamente attorno a sé quella legittimazione che non c’è più. Le roboanti parole, scelte con sapienza da questo o quel servitore dello Stato, pronunciate nelle aule di un Tribunale, dovrebbero coprire quello che centinaia di migliaia di persone hanno vissuto, e che in milioni già conoscono. Quelle parole, diventeranno storia ufficiale quando saranno scritte nero su bianco, in calce a condanne ad anni di carcere per chi ha avuto la sfortuna di essere stato scelto come capro espiatorio e la colpa di essere stato a Genova il 19, 20 e 21 luglio del 2001 a contestare il G8. L’archiviazione dell’omicidio di Carlo Giuliani, è stato il primo capitolo della storia di Genova, scritta per il potere dai tribunali. Tuttavia commetteremmo un grave errore a pensare che la questione si esaurisca così, in maniera semplificata. Nella requisitoria dei pubblici ministeri, e nella gestione del processo di Genova, traspare ben di più che la sola conferma di un vecchio assunto, con cui tutti i movimenti di lotta hanno avuto a che fare.

romina non dimentica 23.10.07 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Lamezia Terme, 22 ottobre 2007

Separazione in vista per Mario Placanica, l'ex carabiniere che nel 2001, durante il G8 di Genova, colpi'a morte Carlo Giuliani, e Sveva Mancuso, la moglie 37enne. ''Lo faccio per
per tutelare me stessa, mio figlio e Mario'', spiega Sveva Mancuso all'. ''Siccome stiamo continuando a subire minacce - aggiunge -siamo arrivati alla conclusione di separarci. Io lascio Mario, dopo quelloche stiamo passando, minacce e attentati. E lo faccio per tutelare me e mio figlio, ma anche lui''.

(GLI AUGURO DI TUTTO CUORE UNA MORTE LENTA E IN SOLITUDINE A.C.A.B.....GIUSTIZIA E VERITA' PER CARLO GIULIANI )

romina mio 23.10.07 10:12| 
 |
Rispondi al commento


Ma ora parliamo dell´;eroe di ieri, del superman che ha salvato Prodi e Mastella strappando l´;inchiesta "why not" dalle mani di De Magistris: signori e signore...ecco a voi (rullo di tamburi) Mr. Dolcino Faviii.


Atti Parlamentari
- 26075 -
Camera dei Deputati
X LEGISLATURA - DISCUSSIONI - SEDUTA DEL 17 GENNAIO 1989

MELLINI, VESCE, RUTELLI E CALDERISI.

— Al Ministro di grazia e giustizia.

— Per sapere –

premesso che:

la prima commissione del Consigli o superiore della magistratura si è di recente occupata del caso del magistrato Dolcino Favi, sostituto procuratore della Repubblica di Siracusa; in particolare le accuse mosse al Favi sono di « essere dedito a sistematiche violazioni di norme, in particolare di quelle poste a presidio dei diritti fondamentali dell´;individuo » come sostenuto dal consigliere del CSM Renato Papa dinanzi al plenum del CSM durante la seduta di mercoledì scorso; gli addebiti mossi al dottor Favi riguardano i seguenti episodi :

1) i rapporti con la suocera del pentito Pandolfo, di cui il dottor Favi si servì per far pervenire messaggi alla malavita;

2) Favi ha spiccato mandati di cattura nei confronti di alcuni magistrati catanesi sulla base di intercettazioni telefoniche irregolari, di cui sono state tenute in conto solo quelle con « esito positivo » mentre quelle che potevano servire come prove a discarico non sono state annotate;

3) Favi ha falsificato una delega del procuratore della Repubblica di Messina per il compimento di un atto istruttorio, facendosi da sé un fonogramma;.

4) il mandato di cattura nei confronti di Abbu Abbash, inefficace e per cui il Favi era privo di competenza;

5) il caso dell´;arresto del proprietario di un cavallo che, imbizzarritosi, aveva ferito alcune persone, fra cui un magistrato, il pretore di Lentini. In questo caso il Favi non solo si impossessò del caso levandolo al pretore competente, non solo arrestò il proprietario del cavallo, non solo inventò una serie di reati inesistenti a suo carico

guido marrelli 23.10.07 09:58| 
 |
Rispondi al commento


Atti Parlamentari
- 26075 -
Camera dei Deputati
X LEGISLATURA - DISCUSSIONI - SEDUTA DEL 17 GENNAIO 1989

MELLINI, VESCE, RUTELLI E CALDERISI.

— Al Ministro di grazia e giustizia.

— Per sapere –

premesso che:

la prima commissione del Consigli o superiore della magistratura si è di recente occupata del caso del magistrato Dolcino Favi, sostituto procuratore della Repubblica di Siracusa; in particolare le accuse mosse al Favi sono di « essere dedito a sistematiche violazioni di norme, in particolare di quelle poste a presidio dei diritti fondamentali dell´;individuo » come sostenuto dal consigliere del CSM Renato Papa dinanzi al plenum del CSM durante la seduta di mercoledì scorso; gli addebiti mossi al dottor Favi riguardano i seguenti episodi :

1) i rapporti con la suocera del pentito Pandolfo, di cui il dottor Favi si servì per far pervenire messaggi alla malavita;

2) Favi ha spiccato mandati di cattura nei confronti di alcuni magistrati catanesi sulla base di intercettazioni telefoniche irregolari, di cui sono state tenute in conto solo quelle con « esito positivo » mentre quelle che potevano servire come prove a discarico non sono state annotate;

3) Favi ha falsificato una delega del procuratore della Repubblica di Messina per il compimento di un atto istruttorio, facendosi da sé un fonogramma;.

4) il mandato di cattura nei confronti di Abbu Abbash, inefficace e per cui il Favi era privo di competenza;

5) il caso dell´;arresto del proprietario di un cavallo che, imbizzarritosi, aveva ferito alcune persone, fra cui un magistrato, il pretore di Lentini. In questo caso il Favi non solo si impossessò del caso levandolo al pretore competente, non solo arrestò il proprietario del cavallo, non solo inventò una serie di reati inesistenti a suo carico

guido marrelli 23.10.07 09:54| 
 |
Rispondi al commento


Ma ora parliamo dell´;eroe di ieri, del superman che ha salvato Prodi e Mastella strappando l´;inchiesta "why not" dalle mani di De Magistris: signori e signore...ecco a voi (rullo di tamburi) Mr. Dolcino Faviii.


Atti Parlamentari
- 26075 -
Camera dei Deputati
X LEGISLATURA - DISCUSSIONI - SEDUTA DEL 17 GENNAIO 1989

MELLINI, VESCE, RUTELLI E CALDERISI.

— Al Ministro di grazia e giustizia.

— Per sapere –

premesso che:

la prima commissione del Consigli o superiore della magistratura si è di recente occupata del caso del magistrato Dolcino Favi, sostituto procuratore della Repubblica di Siracusa; in particolare le accuse mosse al Favi sono di « essere dedito a sistematiche violazioni di norme, in particolare di quelle poste a presidio dei diritti fondamentali dell´;individuo » come sostenuto dal consigliere del CSM Renato Papa dinanzi al plenum del CSM durante la seduta di mercoledì scorso; gli addebiti mossi al dottor Favi riguardano i seguenti episodi :

1) i rapporti con la suocera del pentito Pandolfo, di cui il dottor Favi si servì per far pervenire messaggi alla malavita;

2) Favi ha spiccato mandati di cattura nei confronti di alcuni magistrati catanesi sulla base di intercettazioni telefoniche irregolari, di cui sono state tenute in conto solo quelle con « esito positivo » mentre quelle che potevano servire come prove a discarico non sono state annotate;

3) Favi ha falsificato una delega del procuratore della Repubblica di Messina per il compimento di un atto istruttorio, facendosi da sé un fonogramma;.

4) il mandato di cattura nei confronti di Abbu Abbash, inefficace e per cui il Favi era privo di competenza;

5) il caso dell´;arresto del proprietario di un cavallo che, imbizzarritosi, aveva ferito alcune persone, fra cui un magistrato, il pretore di Lentini. In questo caso il Favi non solo si impossessò del caso levandolo al pretore competente, non solo arrestò il proprietario del cavallo, non solo inventò una serie di reati inesistenti a suo carico

guido marrelli 23.10.07 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Con l'aria che tira non c'è più tempo.
Fra qualche giorno, massimo qualche mese, il governo va giù, con la possibilità di ritrovarsi mastrolindo ancora premier.
Sono stanco di questa politica e di tutto quello che gli gira intorno. Più guardo Report e più mi gira male. Parlavi di liste civiche.
Batti un colpo.
Saluti
Stefano

S. S. 23.10.07 08:47| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,

sono una ricercatrice e spesso mi reco in Asia per lavoro e per vacanze. Agli inizi di ottobre mi sono recata in viaggio di piacere in Vietnam. Volevo chiedere delle informazioni e mi sono recata presso la nostra Ambasciata ad Hanoi. Purtroppo era gia' tardi e gli uffici erano chiusi. Mentre ero la' davanti si apre il cancello automatico per far uscire una macchina. Il mio sguardo automaticamente entra all'interno e scorgo un bellissimo palazzetto d'epoca e attaccata al lato del portone una targa con su scritto : "L'Ambasciata piu' ganza del mondo" firmato

Piero Pelu'. Sono rimasta attonita, perche' , avendo girato diverse ambasciate e consolati per lavoro, non mi e' mai capitato di vedere una cosa simile. Con tutto il rispetto per il cantante Pelu', ma una cosa del genere sembra proprio di cattivo gusto e non appropriato. Esporre una targa marmorea all'ingresso al posto di quella ufficiale della Repubblica e' decidamente indegno per un Ambasciata.

Mi sembra strano che proprio il minisitro degli esteri on. D'Alema, passato di li'' qualche giorno prima non se ne sia accorto.

P.b.

paola bonaccorti 23.10.07 08:10| 
 |
Rispondi al commento

Peccato siamo forse la nazione più bella e ricca dell'universo conosciuto è per la storia è per l'arte è per la cultura ma aimè anche per la corruzione e la " burotruffograzia " che non da oggi ma già dall'antica Roma ci attanaglia e ci fà appunto FAMOSI ;
Mi associo all'idea di tanti, programmiamo ,con scadenza le prossime elezioni ,facendo tanta tanta tanta propaganda una PACIFICA RIVOLUZIONE E RIBADISCO PACIFICA con l'annullamento TOTALE dal voto alle prossime elezioni Nazionali e magari scrivendo solo L'ITALIA è NOSTRA.

GIU FON 23.10.07 01:06| 
 |
Rispondi al commento

NON POSSIAMO ABBASSARE LA TESTA DI FRONTE AL GOLPE POLITICO-GIUDIZIARIO:

FIRMA LA PETIZIONE - RIDATE L'INCHIESTA WHY NOT A DE MAGISTRIS! -

Questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70&It

Importante: cerchiamo persone interessate per la Lista Civica Volontà Popolare che facciamo conforme a cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

P.S. DOBBIAMO MOBILITARCI IN TUTTA ITALIA!

Max R. Commentatore certificato 23.10.07 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Ad oggi penso che l'unica soluzione "PER NOI,POVERI COGLIONI ITALIANI" sia:

una "RIVOLUZIONE" "non-violenta" contro la casta che ha preso il potere in italia da alcuni anni.

da mettersi in atto con le seguenti modalità:

1-dobbiamo avere fiducia in noi stessi come esseri umani

2-non dobbiamo più andare a votare

3-non dobbiamo più spendere soldi se non per lo stretto indispensabile per la sopravvivenza fisica


Il caso de magistris è la goccia che ha fatto traboccare il vaso in italia..

Dopo 5anni di governo berlusconi speravo ingenuamente che la sinistra riequilibrasse un pò le cose in italia, ma non è stato così.

mai e poi mai auspico di ricorrere all'uso della violenza ma se il tessuto mafioso legato alla politica italiana s'infittirà sempre di più penso che presto o tardi qualcuno sbotterà e farà un botto così grande che nessuno potrà più far finta di non sentire.NESSUNO.

bisogna fare cerchio e smuovere l'opinione pubblica per mettere alla luce del sole i poteri occulti che esistono in italia.

Grillo ci ha svegliato..de Magistris ci ha provato..

adesso sta a noi è arrivato il momento di risvegliarsi dal mondo dei sogni e di combattere per qualcosa di grande,unico e imprescindibile per ogni essere umano: la LIBERTA'.

Perchè se non ve ne siete ancora accorti l'abbiamo persa e la stiamo perdendo progressivamente tutt'ora.

basta fare un giro con la metropolitana a milano e vedere le facce della gente per capirlo..

ma chi è che è felice in italia??

chi può ritenersi soddisfatto della propria esistenza?

forse sono quelle stesse "persone" che vediamo e sentiamo parlare ogni giorno su radio,tv e giornali?

forse loro sono felici..forse


ciao


stefano aguzzi

stefano aguzzi (vendetta81) Commentatore certificato 22.10.07 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanca di sentire il telegiornale, di leggere il quotidiano e vedere sempre gli stessi nomi e le stesse facce. Il mio professore di diritto mi insegnava tanti anni fà che "il politico" non esiste, ma esistono persone che si dedicano alla politica.
Per assurdo oggi in Italia è proprio la politica che non esiste più.....infatti esistono solo i politici e i loro stipendi, indennizzi, buoni pasto e via dicendo...tutto il resto è fumo negli occhi. Padoa Schioppa, vienici tu in sardegna a trovare un lavoro stabile, benpagato, una casa a meno di 150 mila euro, a fare la spesa al Discount spendendo meno di 100€ a settimana se và bene. Per non parlare dell' acquisto di abbigliamento tassativamente al mercatino per non dire dai cinesi....che per quanto indegni ed evasori fiscali (non emettono mai uno scontrino) sono gli unici che ti vendono un paio di jeans a 10euro. Veniteci voi ben pensanti che pensate di essere gli unici a fare sacrifici rinunciando alla vacanza alla pizza e al mandolino.Io qui per anni ho rinunciato a vivere!!!!
Non si può generalizzare, ancora meno nei confronti di intere generazioni che sono cresciute con la "CRISI" prima ancora di uscire dalla scuola.
Compra la casa,e il mutuo, pagaci ICI TARSU Acqua (che tra poco costa più del gasolio!!!!)Acque Reflue, macchina, benzina, assicurazione, bollo, televisione e abbonamento RAI ..............Potete essere fortunati se avete dei genitori che vi aiutano...ed io!?????
PADOA SCHIOPPA ADOTTAMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Nicoletta Sini 22.10.07 22:52| 
 |
Rispondi al commento

sarei curioso di sapere qual'è lo stipendio di un vescovo o cardinale e quanto delle entrate della Curia, grazie al famoso 8 x 1000 sono destinate alla carità e quanto ad ingrassare i conti della banca del vaticano.
GL

giancarlo lacedra 22.10.07 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Oggi mio figlio che ha 21 anniavuto un offerta di lavoro come elettricista a600euri al mese ,ma che vadino affanculo ste stronzi ma chi cazzo esce di casa,non a senso neppure polemizzare ,i fatti sono anche fin troppo chiari, gia' son rincoglionito di mio se poi sto a sprecare energie per rispondere a padoa bum bum scoppia quella mangia carote del azz,il mio unico neurone(unico neurone per scongiurare un conflitto di interessi) mi indice' uno sciopero generale,e quando mai mi ripiglio.
mentre con un sano e salutare VAFFANCULO ho una flebile speranza che il mio unico neurone mi gestisca almeno l'uso della parola.

ciao

diego nembr 22.10.07 22:18| 
 |
Rispondi al commento

mahhhh leggendo la lettera ho subito pensato...
BEATO TE!!!!
1140euro+13esima e 14esima...dico,ti pare poco?!?!?
non vorrei creare una guerra tra poveri però mi sono risentito da questa lettera...
ho 26 anni e da quasi 4 anni sono in affitto con la mia ragazza.vivo a roma guadagno 900euro senza 13esima e 14esima..idem la mia ragazza.
Ora non voglio entrare nei fatti tuoi ma se vuoi lasciare il nido puoi farlo benissimo.
E permettimi di dirti che 7500 euro per un arredamento base forse sono un po troppi,visto che con qlc soldo in piu ho comprato i mobili,messo il parquet,rifatto il bagno,pitturato casa,buttato giu e tirato su un muro...
magari il mese durerà un pò meno per noi e qlc giorno dovremo mangiare l'aria però tutto sommato preferisco cosi...

Maurizio Pescatori 22.10.07 22:08| 
 |
Rispondi al commento

....e con un affitto non va meglio...considerando che i calcoli fatti sono già veramente all'osso, o si legalizza la prostituzione e si passa a convivenze o comunque "unioni di fatto" mercenarie o non si può vivere da soli. In due si fa fatica ad arrivare a fine mese, e non si vive, ma si sopravvive. CHe tristezza.

Firmato: una 35enne che sta provando a convivere (per amore), ai limiti della sopravvivenza.

michela a. 22.10.07 20:50| 
 |
Rispondi al commento

e' giunto il momenti di scendere nelle piazze riprendersi la nostra dignita' e mandare tutti i politici a casa organizziamo una grande manifestazione per un Italia libera e senza riciclati con programmi seri .

sergio carlini 22.10.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Il Ministro Padoa-Schioppa non sembra avere le idee troppo chiare.

In realtà è certamente vero che la “colpa” della situazione tragica in cui versano oggi i giovani è proprio della generazione dei sessantottini (in realtà, i nati orientativamente tra il 1935 e il 1950), ma non perché troppo “permissiva”, quanto piuttosto perché si è trattato (con le dovute ovvie eccezioni) di una generazione di parassiti che ha “rubato” il futuro dei propri figli attraverso un uso spregiudicato del debito pubblico negli anni ‘70 e ‘80. Il ricorso al debito pubblico ha generato una ingente ricchezza privata delle famiglia, cui corrisponde una desolante povertà pubblica, e nel frattempo questo enorme debito pesa *tutto* sulle spalle delle generazioni più giovani.

In altre parole, la società è stata letteralmente “spolpata” da questa generazione (oggi saldamente al potere, sia economico che politico), e come conseguenza ai giovani vengono oggi *negati* tutti quei fondamentali diritti (lavoro stabile, pensione dignitosa, casa) proprio nella misura in cui ciò è funzionale a preservare i corrispondenti diritti (lavoro parassitario e intoccabile, pensioni generosissime in rapporto a quanto versato, reddito da affitto da seconda casa, ecc.) usurpati (pardon: “acquisiti”) dalla generazione precedente.

Da tutto questo deriva, evidentemente, che gli aiuti intrafamiliari-intergenerazionali non solo non possono essere considerati in alcun modo delle “graziose concessioni”, ma viceversa vanno considerati un obbligo quantomeno “morale”.

Si tratta infatti della semplice *restituzione*, a livello familiare, di una quota minima di quanto sottratto a livello strutturale nel passato (-> debito pubblico) e nel presente (-> lavoro precario solo per i giovani, riforma delle pensioni solo per i giovani, mercato della casa caratterizzato da prezzi esorbitanti solo per i giovani, giacché la “generazione dei parassiti” la casa, e spesso anche la seconda casa, l’ha comprata in modo relativamente facile).

Democrazia Giovanile Commentatore certificato 22.10.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Ecco io trovo ridicolo il discorso di Padoa Schioppa, ma trovo addirittura offensivo che molti italiani si siano schierati con lui. Le uniche persone che io conosco che vivono "da sole" (ahahahaha!!) con 1000,00 € al mese COABITANO in cinque in un trilocale. La casa non appartiene a loro ma ad un proprietario che mescola studenti a lavoratori e permette un continuo turn-over di abitanti. E questo lo chiamano "prendere in mano la propria vita"? Io ricordavo un'altra espressione. Poi bisogna vedere uno dove vive. A Firenze i prezzi delle case sono altissimi, il minimo è 4.500 al metro quadro. Senza contare che molti non si "emancipano" perchè i soldi dello stipendio oggi ci sono e domani no, perchè il lavoro è precario, e se questa gente non se la sente di aprore un mutuo ha tutta la mia comprensione e solidarietà! E chi è stato più fortunato dovrebbe quantomeno avere il buon gusto di tenere il ecco chiuso, perchè non so che cosa questi "bravoni" sarebbero in grado di fare se solo avessero alle spalle condizioni leggermente differenti!

Cristina Flo 22.10.07 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Il Ministro Padoa-Schioppa non sembra avere le idee troppo chiare.

In realtà è certamente vero che la “colpa” della situazione tragica in cui versano oggi i giovani è proprio della generazione dei sessantottini (in realtà, i nati orientativamente tra il 1935 e il 1950), ma non perché troppo “permissiva”, quanto piuttosto perché si è trattato (con le dovute ovvie eccezioni) di una generazione di parassiti che ha “rubato” il futuro dei propri figli attraverso un uso spregiudicato del debito pubblico negli anni ‘70 e ‘80. Il ricorso al debito pubblico ha generato una ingente ricchezza privata delle famiglia, cui corrisponde una desolante povertà pubblica, e nel frattempo questo enorme debito pesa *tutto* sulle spalle delle generazioni più giovani.

In altre parole, la società è stata letteralmente “spolpata” da questa generazione (oggi saldamente al potere, sia economico che politico), e come conseguenza ai giovani vengono oggi *negati* tutti quei fondamentali diritti (lavoro stabile, pensione dignitosa, casa) proprio nella misura in cui ciò è funzionale a preservare i corrispondenti diritti (lavoro parassitario e intoccabile, pensioni generosissime in rapporto a quanto versato, reddito da affitto da seconda casa, ecc.) usurpati (pardon: “acquisiti”) dalla generazione precedente.

Da tutto questo deriva, evidentemente, che gli aiuti intrafamiliari-intergenerazionali non solo non possono essere considerati in alcun modo delle “graziose concessioni”, ma viceversa vanno considerati un obbligo quantomeno “morale”.

Si tratta infatti della semplice *restituzione*, a livello familiare, di una quota minima di quanto sottratto a livello strutturale nel passato (-> debito pubblico) e nel presente (-> lavoro precario solo per i giovani, riforma delle pensioni solo per i giovani, mercato della casa caratterizzato da prezzi esorbitanti solo per i giovani, giacché la “generazione dei parassiti” la casa, e spesso anche la seconda casa, l’ha comprata in modo relativamente facile).

Democrazia Giovanile Commentatore certificato 22.10.07 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio marito ha vissuto con sua madre fino a 38 ( pagando le sue spese tutti mese ) e poi ci ho vissuto anche io ( insieme a lui ) a casa sua per un paio di anni Ci siamo riusciti a mettere soldo da parte e oggi abbiamo la nostra casa. Non trovo niente di strano io fatto che si vive con i propri genitori . Puo essere un modo di risparmiare e purtroppo a volte non c'e altra possibilità per sopraviviere . Oggi ci sono familgie che scelgono di comprare casa insieme ( bifamiliare fattorie ecc ) per dividere le spese quindi si può anche scelgere di viviere con i propri familiari .. Pensate quanto risparmio ... La dipendenza non si acquista solo andanto a vivere da soli per forza , per dimostrare che cosa ??? Certo è che i politici ci vogliono fare credere che il modo giusto è questo ma che ne sanno loro !!

karin odengard 22.10.07 16:30| 
 |
Rispondi al commento

In riferimento al post sotto:
sì, con mille (1000)€ al mese si può vivere da soli senza elemosinare la pensione dei genitori.
E ti assicuro che come me le ragazze ed i ragazzi che a 20-30 prendono in mano la propria vita anche se dipsongono di 1000€ per vivere, per un affitto ce ne sono tante.
Apri gli occhi! Svegliatevi bamboccioni!

carola bi 22.10.07 15:22| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il vero bamboccione è proprio lui il Padoa Schioppa, perchè le sue sono considerazioni da bamboccioni.
Sono considerazioni da gente senza cervello. Mi sembra assurdo che qualcuno lo prenda ancora in considerazione.
Secondo lui, un ragazzo di 30 anni fa un grande affare mettendosi sulle spalle un mutuo di 30 anni per ottenere una casa che forse non finirà nemmeno di pagare. Fa un grande affare a fare una vita di stenti di sacrifici per 30 anni. Perchè non fa lui questi sacrifici. Perchè non li fa fare ai figli. Quando li vedremo fare ai figli dei politici, allora e solo allora li cominceremo a fare anche noi.

Mi piacerebbe sapere la vita di questa gente. Se vivono con 1000 euro al mese, se hanno fatto studi tra mille difficoltà, se fanno fare ai propri figli mille sacrifici e mutui trentennali.
Mi piacerebbe sapere l'evoluzione mentale dei nostri bamboccioni politici (non tutti ovvviamente), non certo i curricula di sicuro di altissimo livello sulla carta. Mi farebbe piacere sapere il grado di consapevolezza dei nostri bamboccioni politici, d'intelligenza, di conoscenza media e non solo di qualche settore specifico.
Chi fa affermazioni come il Padoa o il Prodi... non può che essere lui il bamboccione per definizione. E' evidente la mancanza totale di conscenze sociologiche, e consapevolezza della realtà odierna.
Chi non mantiene i programmi è un bamboccione. Perchè si sa i ragazzini in genere prima dicono A e poi non vogliono mantenere la parola data.
Chi è nel posto giusto e non fa leggi giuste è un bamboccione.

Arturo D. Commentatore certificato 22.10.07 15:03| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

La verità per moltissimi bamboccioni è che a casa si sta meglio, si gode di una certa libertà rispetto al passato, al massimo ogni tanto la mamma rompe ma poi si sa i figli so pezz'e'core, va bene tenerseli fino ai 35 anni fra le sottane.
Una generazione apatica, che non ha interessa neanche a prendersi la propria libertà.

Propongo una giornata contro i bamboccioni! E ce ne sono tanti davvero.

carola bi 22.10.07 14:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se tanti 30-35 enni insorgono contro l'affermazione di Padoa Schioppa probabilmente è perchè si sentono punti sul vivo.
Sono patetiche le motivazioni di chi invoca degli affitti più bassi ed incentivi vari e non precisati.
Io vivo con 1000€ da sola da quando di anni ne avevo 19, pagandomi un affitto, 8una stanza in condivisione, non avendo la possibilità di un'auto e rinuncianto a tante altre piccole comodità.
Per favore, siate ONESTI, almeno con voi stessi bamboccioni di trent'anni!!
Volete solo la minestra fatta da mammà!

patri g 22.10.07 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi sono in vena di comunicare!
Vorrei aggiungere anche che sono stufa di sentire politici che parlano come se stessero vicino alla gente comune, quando invece non ci sono mai stati perchè hanno sempre avuto i cuscini di piume sotto il sedere! sia a destra che a sinistra.
Torno al mio lavoro...che c'è troppo da fare!
Buon lavoro a tutti.
Nadia

Nadia Martorano 22.10.07 14:01| 
 |
Rispondi al commento

La mia storia è sicuramente quella di una bambocciona, non sono stata con le mani in mano ma sicuramente avrei potuto fare di più per la mia indipendenza, adesso mi do da fare e mi rendo conto che è sempre tardi per inziare perchè la situazone odierna ci permette di costuire qualcosa di solido con tempi lunghissimi.
Di viziati ce ne sono tanti in giro a cominciare dai nostri parlamentari.
Viziati o non bisogna però riconoscere che un'abitazione sia se la vuoi comprare e sia se la vuoi prendere in affitto costa moltissimo, la differenza dipende solo dalla possibilità che uno ha o non ha di richiedere un mutuo, perchè rata di mutuo e affitto coincidono quasi sempre come costi.
Io sono romana e mi chiedo se potrò continuare ad essere un abitante di Roma, perchè qui per trovare una casa a prezzo discreto anche come affitto devi arrivare oltre i confini della provincia di Roma. Ci si chiede allora se i soldi andranno spesi di alloggio o di benziana, non sempre si trova lavoro sotto casa!!!
Io quello che credo sia da fare urgentemente è porre delle regole sui costi degli affitti e sull'abitabilità degli alloggi, perchè vi posso garantire che a Roma vengono affittati a 600 euro al mese dei monolocali ex garage con finestre a fessura, distanti 15 km dalla città...che puoi raggiungere solo dopo un'ora e più di traffico!!!
Soluzioni per l'indipendenza si possono anche trovare, però si deve spesso rinunciare all'idea di non essere sfruttati.
Ma qualcosa sicuramente cambierà, perchè siamo quasi arrivati al collasso.
Saluti a tutti.
Nadia

nadia martorano 22.10.07 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bhe ce la fai ancora a vivere con i tuoi...
bella roba, non so se rispettare la tua scelta o vomitare.
Avete mai provato a dividere l'appartamento con 1, 2 o 3 persone come si fa "normalmente" all'estero.
Questa condizione esisteva gia dapprima dell'aumento dei prezzi degli immobili...
... pure i genitori italiani che comprano la macchina ai figluoli: lo sapete che con quei soldi pagate un anno due di affitto???

Ma voi volete vivere con la mamma fino a che non ne troverete una piú giovane che si prenderá cura di voi???

...é con questi mollaccioni qua che dovremmo fare la rivoulzione?


Solo per una testimonianza in più.
Ho 29 anni, sposata da 5 e con due bambini di 2 e 3 anni.
Con due stipendi non riusciamo ad arrivare a fine mese tra mutuo, spese, asilo nido, ... l'ultima vacanza che ho fatto è stato il viaggio di nozze ...
Un amico di mio marito, 35 anni, vive ancora in casa con mamma e papà nonostante abbia un appartamento tutto suo che il caro paparino non ha esitato a comprargli, ma che ancora adesso è chiuso.
Un paio di settimane fa è venuto nell'ufficio in cui lavoro un ragazzo appena diplomato per un colloquio di assunzione.
Gli è stato proposto due mesi di prova e assunzione con contratto di formazione. Ha risposto che deve pensarci perchè per venire a lavorare doveva prima comprarsi la macchina: abita a 15 minuti di bicicletta dall'ufficio ....
Ma che c...o vogliono questi dalla vita??????

Silvia Turato 22.10.07 13:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Intanto io vorrei sapere (e mi meraviglio che nessuno lo abbia chiesto direttamente a lui) a che età il nostro bel ministro bamboccione se ne è andato a vivere da solo ?
E comunque chi non può comprarsi una casa, paghi l'affitto (io lo faccio da 9 anni)...e quello non ha gli AUMENTI PAZZI del mutuo!!

Emanuele Da Ros 22.10.07 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Chi scrive è la mamma di un bamboccione di 32 anni io ne ho 62 pensionata al minimo 430 euro mensili. Il mio bsmboccione è laureato da ben 5 anni in ingegneria delle telecomunicazioni con 110 e lode. Essendo sola ho fatto sacrifici per farlo studiare col bel risultato che sono 5 anni che lavoricchia, da 3 anni a tempo determinato e mal pagato, poco più di 1000 euro al mese, il prossimo marzo gli scade il contratto. e mi sto chiedendo......e poi?. Secondo il mio personale parere la legge Biagi è stata una rovina per i giovani che si affacciano al mondo del lavoro, le aziende ci marciano. Sicuramenti i più penalizzati sono i ragazzi ma anche noi genitori lo siamo. distinti saluti

Mariuccia Gallese 22.10.07 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente tutto ciò che hai scritto è reale,te lo dice un 30enne che questo percorso l'ha fatto 5 anni fa e che attualmente paga 486euro al mese di mutuo ventennale facendo il lavoratore dipendente.Ma trovo che il Grande Ministro(come lo chiami tu) abbia detto la verità!Il consumismo dilagante ci ha abituati a vizi di ogni genere e non si è più capaci alle rinunce!
I nostri genitori hanno fatto salti mortali per creare quello che a noi sembra dovuto(i miei negli anni settanta pagavano il 22% sul mutuo e mio padre risparmiava i soldi della mensa al lavoro,mangiando scatolette di tonno!)mentre noi?Vestiti firmati,macchine,moto,supercene e 2 cellulari in tasca!E guai rinunciare alle ferie!!
Quello che mi chiedo è:A 30anni non hai messo da parte niente da quando lavori??
Il fatto che qualcuno ci riempia il frigo e regali il calore di una casa ci ha fatti diventare dei viziati cialtroni!Ho un amico che lavora per una grossa ditta(che conosciamo bene tutti ma non faccio nomi!)che fa prestiti personali e racconta spesso cosa i giovani riescono a combinare...Gli si è persentato un ragazzo che ha richiesto 13mila euro per l' acquisto di un' auto che ne costava 10mila...La domanda che ne deriva è:Perchè 3 mila euro in più?Gli ha risposto che venendo avanti l' inverno stava pensando al guardaroba invernale!Altri che chiedono finanziamenti per andare a Sharm...Altri addirittura per l' ultimo modello di nike air-max!
In ultimo:ho votato questo governo!Sono incazzato perchè mi ha preso per il culo!Ma sono pienamente d' accordo su ciò che ha detto Padoa-Schioppa!
Beppe,non mollare mai,sei l' unica speranza che ci è rimasta!
Andrea

Andrea Manzato 22.10.07 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Pensavo che un commento in più sarebbe stato un inutile cosa in più da leggere. Poi ci ho riflettuto un momento ed è giusto che, anche se nella sostanza questi commenti siano tutti simili, lasciare quante più testimonianze possibili, perchè si sappia quanto possa essere inutile come politico nonchè ministro dell'economia una persona che rilascia queste dichiarazioni che denota l'assoluto distacco dalla realtà.
Io sono un medico specializzando, prendo uno "stipendio" di966 euro al mese, senza trecicesima e quattordicesima; pago con questo stipendio 1600 euro di tasse all'anno x la specializzazione. Evito di fare il netto perchè mi sento ridicolo. Comunque con la lauta somma che il ministero della sanità mi paga ho deciso che era utile andare fuori dalla mia città a specializzarmi. e così ho fatto. il bamboccione spende adesso anche 360 euro al mese di affitto... penso sia superfluo contare quanti soldi mi restino in tasca al mese per mangiare, continuare a fare il medico (leggi iscrizione annua all'ordine dei medici) e magari riuscire a prendere un treno e spendere 15 uero per tornare ogni tanto a casa... se ne andasse a fare in culo padoaschioppa.. li prendesse lui i soldi che prendo io e poi vediamo che è il deficiente che non si stacca da casa... PS io sono uscito di casa a 25 anni, mia sorella a 18... saluti

Riccardo Manuele Commentatore certificato 22.10.07 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,dopo aver letto qs lettera non posso che concordare il ns amico, ma vorrei anche far presente che oggi la maggior parte dei giovani non si fa mancare nulla per quanto riguarda divertimenti, abbigliamento di marcha, ristoranti e vacanze. Tutto per apparire. Il segreto per riuscire a risparmiare sia quando si è in casa con i genitori oppure già sposati/conviventi è saper rinunciare a qualcosa.
Io ho 29 anni, sposata con figlia ma tutte le vacanze che miei coetanei fanno io non le ho mai fatte e al momento mai le farò. Se riusciamo un asettimana ad agosto al mare. Ristoranti solo per le occasioni, abbigliamento normale e meglio se acquistato durante i saldi. Nonostante tutto vivo lo stesso.

Monica Milan 22.10.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento

...Sei un grande!

A volte mi sembra di veder la gente come tante pecore che corrono dietro a quello o quell'altro pastorello: che dandogli fiducia sia se una volta "rossi, verdi, azzurri, ..viola, bordeaux, ecc.." hanno sempre accettato tutto, mettendosi proprio a..."peco..ra".

Peccato che i "pastorelli" in realtà ogni giorno che passa si stanno rivelando i veri "lupi" e ora...le pecore se ne stanno finalmente rendendo conto!

Purtroppo "il gioco dei lupi (ex..pecore) sarà dura da fermare, ma almeno sperare che si ravvedano e rallentino questa morsa sulla gente che sta lentamente "perdendo fiducia in tutto" (e qualcuno sta morendo dentro lentamente) sarà l'ultima da morire..

..."con gentilezza: per favore se siete davvero CAPACI aiutate gli Italiani se no...VIA !"...

(gli Italiani...stanno lentamente morendo...dentro...ed i giovani sembrano che si stiano abituando e questa infame condizione futurista)

marco ranaldi 22.10.07 12:06| 
 |
Rispondi al commento

ce n'era bisogno di verificare il distacco tra società e governanti, l'esperto in astrazioni e patterns economico finanziari TPS non riesce a immaginare le difficoltà vere, provo a elencarne alcune:
a- importo degli affitti dei mono e bilocali;
b- importo degli affitti di alloggi a media superficie;
c- probabilità di percepire retribuzione da lavoro il mese prossimo se ne mese corrente si è percepita;
d- la vocazione al lavoro autonomo non può sfondare certe soglie statistiche, poi perché mascherare dietro le P-IVA rapporti stabili; perché mascherare da "progetti" lavori banalissimi e prorogabilissimi?
e- vorrei conoscere i gradi di precarietà sopportati dai vari TPS, ma anche Brunetta, nei loro 20-30 anni;prima cioè di arrivare alle precarietà di governanti o parlamentari europei;

f- le precarietà possono sostenersi se c'è sicurezza domestica, siamo però alle soglie in cui i 45-50 enni esclusi dall'occupazione, con figli maggiorenni avranno accanto giovani precari;

morale delle lettere (da a-, a f-) Tommaso P Schioppa, " prima di spararle, pensaci ", Brunetta non essere facilone "scendi dalle poltrone e metti i piedi per terra"
Saluti Alberto Micarelli

alberto micarelli 22.10.07 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Oppure, come ho iniziato a fare io -laureato in informatica e collaboratore CERN- paghi l'affitto e rinunci ad avere un macchina che fra l'altro inquina pure...

Mattia Cinquilli 22.10.07 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Tommaso Padoa-Schioppa: figlio di Fabio Padoa-Schioppa, amministratore delegato delle Assicurazioni Generali.
Che delusione sentire parlare di bamboccioni da un "figlio di papà" che ha avuto tutto nella vita e zero sacrifici. Miniera per questa gente! MINIERA!!!
FIRMATO: DARIO, 40 ANNI, PRECARIO E BAMBOCCIONE, REDDITO DI 500 EURO AL MESE, VIVO A CASA CON I MIEI "ANZIANI" INVALIDI CHE ASSISTO GIORNO E NOTTE PULENDOGLI ANCHE IL CULO, SE NECESSARIO!

MINISTRO...VAI A CAGARE! PRESTO VENIAMO A PRENDERVI DIRETTAMENTE IN PARLAMENTO....

Dario Felci 22.10.07 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Tommaso Padoa-Schioppa: figlio di Fabio Padoa-Schioppa, amministratore delegato delle Assicurazioni Generali.
Che delusione sentire parlare di bamboccioni da un "figlio di papà" che ha avuto tutto nella vita e zero sacrifici. Miniera per questa gente! MINIERA!!!
FIRMATO: DARIO, 40 ANNI, PRECARIO E BAMBOCCIONE, REDDITO DI 500 EURO AL MESE, VIVO A CASA CON I MIEI "ANZIANI" INVALIDI CHE ASSISTO GIORNO E NOTTE PULENDOGLI ANCHE IL CULO, SE NECESSARIO!

MINISTRO...VAI A CAGARE! PRESTO VENIAMO A PRENDERVI DIRETTAMENTE IN PARLAMENTO....

Dario Felci 22.10.07 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sicuramente mi massacrerete, ma quando Padoa Schioppa ha parlato dei 30/40 enni bamboccioni in parte ho condiviso.
Ci sono molti modi x uscire di casa e farsi una vita piu' indipendente anche se gli stipendi sono ridicoli; all' estero ad esempio vanno a vivere in piu' persone nello stesso appartamento naturalmente rinunciando a privilegi che la vita con i genitori puo' dare.
mi piacerebbe che si pensasse anche di andare all'estero, in paesi dove è senza dubbio meno complicato andare a vivere da single.
non vi annoiero' con la mia esperienza, ma posso solamente dirvi che aiuta molto alla crescita e alla qualità della vita avere un posto tutto per se.

andrea caldaro Commentatore certificato 22.10.07 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se gli stipendi fossero adeguati al REALE costo di case e della vita,allora non ci sarebbero bamboccioni.

Purtroppo il ministro,non è di questo mondo,lui,come tutti coloro che banchettano a Roma a spese nostre,per questo che dice simili Belinate!!!!

Mandiamoli tutti a casa!!!!

marco diegoli 22.10.07 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma che vuoi è il sistema familiare italiano che non funziona, un pò è l'indipedenza economica ma anche il discorso di riuscire a vivere da soli
ma comunque io conosco tanti che vivono soli o con la girl :-) non siamo tutti bamboccioni faremo il No Bambocion Day :-) !!

Simone Battorti 22.10.07 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Come è bello parlare quando i propri figli possono andare "fuori dalle balle" perchè li si può raccomandare insidacabilmente. CAro ministrucolo, raccomandi pure noi, così possiamo andarcene di casa. Saremo tutti più contenti, noi, i nostri genitori e lei che ancora non ha fatto qualcosa di buono per noi...

Mario Bove 22.10.07 01:49| 
 |
Rispondi al commento

NON POSSIAMO ABBASSARE LA TESTA DI FRONTE AL GOLPE POLITICO-GIUDIZIARIO:

FIRMA LA PETIZIONE - RIDATE L'INCHIESTA WHY NOT A DE MAGISTRIS! -

Questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=70&It

Importante: cerchiamo persone interessate per la Lista Civica Volontà Popolare che facciamo conforme a cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

P.S. DOBBIAMO MOBILITARCI IN TUTTA ITALIA!

Max R. Commentatore certificato 22.10.07 01:01| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI,GIOVANI,ITALIANI E NON DICO UNA COSA

HO LETTO ALCUNI VOSTRI COMMENTI

E VI GIURO CHE LO LE LACRIME XKE ANKIO SN NELLA

VS SITUAZIONE.

RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!!!!!!!!

ANDIAMO IN PIAZZA TUTTI UNITI X PROTESTARE.....

PERO DOBBIAMO CREARE E SUGGERIRE DELLE SOLUZIONI

COME UNA LEGGE ANTISPECULATIVA SULLA PRIMA CASA
CHE DEBBA AVERE X ESEMPIO UN MUTUO NON PIU DI 10 ANNI,UNO STANDARD,QUALITATIVO E UN RAPPORTO DI IMPEGNO ECONOMICO SOSTENIBILE NEGLI ANNI
I NOSTRI AVI ORMAI DIREI COSI LA CASA LA COMPRAVANO I CONTANTI......E NON E VERO CHE IL 70% DELGI ITALIANI E PROPRIETARIO DI CASA MA E INDEBITATO X LA PRIMA CASA E QUINDI DICO:
ANDIAMO A ROMA INCAZZATI NERI E FACCIAMO APPROVARE DELLE REGOLE DELLE LEGGI CON LA RACCOLTA DI FIRME DOVE LA CASA DECENTE
NON SIA PIU UN LUSSO MA UN DIRITTO.BASTA CON STO STRAPOTERE DELLE BANKE CHE CI STANNO AMMAZZANDO!!!!
RIPETO 2 MILIONI MA ANKE DI + DI PERSONE SOTTO MONTECITORIO CON UNA PROPOSTA X RIPRENDERSI IL FUTURO.
APPLICATA LA LEGGE PROPOSTA ALLORA POTREMO FARE FAMIGLIA E RITORNARE A RESPIRARE ...E L ECONOMIA A CRESCERE I CONSUMI INTERNI IL LAVORO XKE SE UNO GUADAGNA 1000 E X LA CASA E IL CIBO SPENDE 800 SAPETE QUANTI CAZZO SI SUICIDI AVVENIRANNO DA QUI A 30 ANNI....IO NON VORRO ESSERE TRA QUESTI PERCHE PRIMA DI ME VERRANO LORO LASSU
x un altro grande vday rivolta ma deciso
e una promessa....sm888_2@hotmail.com

silvio massi 21.10.07 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ankio guadagno 1100 euro al mese e ho 26 anni ...tra 5 anni dovro lasciare la casa in cui vivo xke mi scadra il contratto che ho stipulato ad un affitto di 500 euro mese......caro ministro io non sono un bamboccione....anzi NN SIAMO BAMBOCCIONI!!!!! SIAMO INCAZZATI NERI XKE VOI GOVERNANTI AVETE FATTO SPECULARE SUI BENI PRIMARI COME LA PRIMA CASA E IL CIBO....ECI AVETE TOLTO IL FUTURO XKE 30 ANNI DI MUTUO SONO UNA VITA LAVORATIVA E IN CAMBIO TI FANNO PAGARE INTERESSI USURAI PER STARE IN UN BILOCALE CHE NON E PARAGONABILE A UNA CASA TEDESCA CHE PER RISCALDARLA CE NE VUOLE DI SOLDI 7 VOLTE MENO(EFFICIENZA ENERGETICA SAI COS' E' PADOVA SKIOPPA?).
IN 30 ANNI POI CE DA RISTRUTTURARLA.....QUINDI
INVECE DI STARE A BLATERALE VISTO CHE ABBIAMO UN GRANDISSIMO DEBITO PUBBLICO PERCHE NON CI METTETE LA MANO PESANTE VOI STATO E CI GUADAGNATE IL GIUSTO FACENDO UNA SERIA POLITICA PER LA PRIMA CASA SENZA SPECULARE ???
PADOVA SKIOPPA SAI UNA SEGA TE COME GIRA IL MONDO....CI AVETE TOLTO IL FUTURO....MA NOI CE LO RIPRENDEREMO.....BEPPE ANDIAMO IN PIAZZA MA NO A BOLOGNA E NO IN 200000 MA IN 2 MILIONI SOTTO MONTECITORIO ...E POI O SCENDONO LORO DA LASSU O SALIAMO NOI......MA POI SE SALIMO NOI SN CAZZI AMARI X LORO... sm888_2@hotmail.com

silvio massi 21.10.07 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare un fatto, forse sciocco e insignificante, ma che un pò mi rode: i DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI CAFFE'! Bè se avete la chiavetta poco male, ma se avete moneta!!!! guai a voi; quasi nessuno vi da ul resto: non vengono accettate monete da 0,1 cent e 0,2 cent e il caffè quanto costa? 0,31 o 0'36 o 0'41 cent!!!! ovviamente bisogna inserire l'arrotondamento di 5 cent in più: una stupidaggine voi dite, ma quanti cent si risucchiano gli installatori ( e quanti se ne sono già incamerati? ). L'Autority e la Guardia di Finanza ne sono al corrente? Saluti
Kit Carson

Giorgio Carpanese 21.10.07 22:13| 
 |
Rispondi al commento

CAMPAGNA LEGA ANTI VIVISEZIONE "NO ALLA CACCIA NEI CAMPI DEI CONTADINI"
PETIZIONE POPOLARE AL PARLAMENTO PER L'ABOLIZIONE DELL'ART. 842 DEL CODICE CIVILE
FIRMA LA PETIZIONE PER FAR RISPETTARE LA VOLONTA' POPOLARE
I CITTADINI PER BEN DUE VOLTE :
NEL 1990 favorevoli il 92,3%
NEL 1997 favorevoli il 80,9%
hanno detto Si all'Abrogazione del Privilegio dei Cacciatori di poter accedere armati nei fondi degli agricoltori.
FUORI I CACCIATORI DALLE TERRE DEI CONTADINI
NIENTE ARMI NEI NOSTRI CAMPI
FUORI I CACCIATORI DA CASA NOSTRA
FIRMA E FAI FIRMARE LA "PETIZIONE CACCIA" PER ABOLIRE L'ART. 842 DEL CODICE CIVILE

REFERENDUM DELLA REPUBBLICA ITALIANA
3 giugno 1990: divieto di accesso ai cacciatori ai fondi privati, affluenza: 42.9%, favorevoli: 92.3%, contrari: 7.7%
15 giugno 1997: divieto di accesso ai cacciatori ai fondi privati, affluenza: 30.2%, favorevoli: 80.9%, contrari: 19.1%
I REFERNDUM FURONO GIUDICATI NULLI PERCHE' L'AFFLUENZA FU SOLO DEL 42,9%
- UN'ABERRAZIONE GIURIDICA -
INFATTI SE L'AFFLUENZA SUPERA IL 50% DEGLI AVENTI DIRITTO E' TEORICAMENTE SUFFICIENTE CHE VOTO SI SOLO 25,1 % DEGLI AVENTI DIRITTO, PER ABROGARE TALE ARTICOLO INIQUO.
ORA IL 92,3 DI 42,9 EQUIVALE A BEN IL 39.6 % DEGLI AVENTI DIRITTO, BEN MAGGIORE DEL MINIMO LIMITE TEORICO IMPOSTO DALLA LEGGE.
clicca sul mio nome pochi click ed arrivi sul modulo della Petizione Online

PS: OGGI UN MORTO DURANTE UNA BATTUTA DI CACCIA IN SARDEGNA

matteo t. 21.10.07 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Ho 28 anni e come il “bamboccione” guadagno 1.140,00 € al mese più 13ma e 14ma mensilità (al giorno d’oggi mi ritengo fortunata). Vivo in prov. di MI(15 km di distanza da dove lavoro)e dopo una lunga ricerca di un immobile nelle vic. di MI,ke non superasse il valore di 100.000 €,mi sono dovuta rassegnare a spostare la mia ricerca fuori.
Purtroppo con questa cifra nelle vic. ho trovato solo monolocali di 35/40 mq(commerciali naturalmente)e solitamente in palazzine da ristrutturare.Niente di nuova costruzione (una volta ho chiesto a un costruttore se vendeva qualcosa intorno a quella somma e mi ha quasi riso in faccia. Stronzo!).
Così mi sono spostata nella prov. di PV(28 km da dove lavoro).Lì ho trovato un monolocale di 58 mq(sempre commerciali)e pur di avere la mia indipendenza ho deciso di comprarlo.
Beh, tirando le somme:
costo immobile:100.000 €
iva su immobile:4.000 €
spese notaio:3.500 €
Per un totale di 107.500 €
(Grazie al cielo gli allacciamenti sono compresi nei 100.000 €. Spese di agenzia non ne ho perché ho deciso di rivolgermi a un costruttore. Con un’agenzia avrei dovuto sborsare 2.000-3.000 € in +).
Mutui al 100% non ne ho trovati, o meglio la rata veniva troppo alta per affrontarla da sola. Così ho deciso di accettare il mutuo fondiario che il costruttore ha stretto con la banca. All’80%.
Quindi il mutuo è di 80.000 € e gli altri 27.500 € li ho “conteggiati” in questo modo:
€ 11.500 di tasca mia (sono riuscita a mettere qualcosa da parte)
€ 10.000 dati alla bambocciona da mamma e papà (senza i quali non avrei mai potuto dare il via alla ricerca dell’immobile o comunque avrei dovuto aspettare più tempo X metterli da parte.)
€ 6.000 chiedo il tfr
La rata del mutuo naturalmente supera 1/3 del mio stipendio, si aggira intorno ai 500 – 520 €… ma la banca mi ha detto ke si può fare… eh si,se dovessero seguire alla lettera le regole penso proprio che non potrebbero concedere il mutuo a nessuno!Voi si ke siete magnanimi!Strozzini legalizzati!

Roberta V. Commentatore certificato 21.10.07 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io amo il mio fidanzato(del sud e bamboccione), voglio sposarmi, farmi una famiglia con dei figli...e ce a farò!alla faccia di questi stronzi di merda che non gliene frega un cazzo di noi che dovremmo essere il futuro del paese(a quanto pare il futuro saranno i rumeni, gli albanesi, gli zingari ecc...)!!mi fa schifo vedere i politici in televisione e ovunque...BUGIARDI, VERGOGNATEVI!!!!

lola p. 21.10.07 21:05| 
 |
Rispondi al commento

è facile parlare per un ministro dell'economia!!! Tanto lui li guadagna più di 2000 euro al mese... ed ho fatto un eufemismo sappiamo tutti quanto guadagnano 'sti magnoni che hanno un ristorante fighissimo ai prezzi delle Mense per i Poveri.
VERGOGNATEVI TUTTI!!!!!!!!!!

Michele Abruzzese 21.10.07 21:01| 
 |
Rispondi al commento

AIUTO!
Non ricevo più gli avvisi dei nuovi post, e ho provato mille volte a mandare commenti ma non arrivano. Mi compare una scritta grigia di errore, in inglese (?).

Se questo arriva, fate qualcosa!!!!!

Fabrizio Castellana Commentatore in marcia al V2day 21.10.07 20:26| 
 |
Rispondi al commento

La famigerata legge cosiddetta biagi rende abominevole il rapporto di lavoro.
Ogni lavoratore deve essere libero di regolare il proprio rapporto di lavoro come meglio crede, a tempo determinato o indeterminato.
Inoltre la legge mette fra datore di lavoro e lavoratore inutili e costosi intermediari.
L’incontro fra offerta e domanda di lavoro può avvenire senza spese, su internet.
Propongo l’abolizione della legge e l’introduzione nel codice civile del testo seguente.
“Art. 2097 – Durata del contratto di lavoro.
Le parti stabiliscono le regole del contratto di lavoro.”


Ho 34 anni, vivo ancora con i miei. Bambaciona? No per niente. Vivo in un piccolo paesino dove per un appartamento di 50 mq ti chiedono comodamente 150.000,00 €, più poi tutte le varie spese extra. I miei hanno una casa tutta loro, costruita con fatica da mio padre, con un normale stipendio da lavoratore dipendente negli anni 70, quando con uno stipendio mantenevi tutta la famiglia, perchè allora dovrei andare a foraggiare i ricchi imprenditori proprietari degli appartamenti in affitto ( sicura fonte di investimento, visto che le azioni sono a rischio) per avere un buco tutto mio dove dover solo dormire, visto che parto al mattino e torno alla sera dal lavoro?
Per non parlare del desiderio proibitivo di mettere su famiglia: se lavori devi "parcheggiare" i bambini al nido che ti costa + di metà stipendio per poi trovarti con dei figli che già in fasce sono stressati e vorrebbero avere un pò di amore materno, che non riesci a dargli perché ti sei fatta un mazzo tanto in ufficio tutto al giorno e alla sera hai mal di schiena e mal di testa e non hai neanche le forze per alzarli, figuriamoci giocarci assieme. Lavoro part- time??? se solo lo nomini il datore di lavoro comincia ad avere delle convulsioni e poi comincia con il mobbing psicologico finché sfinita te ne vai (l'ho visto con i miei occhi su qualche sventurata collega).
che bel quadretto vero?
Sento molta gente che vuole andare all'estero. Anche io e il mio ragazzo ci stiamo pensando.
Siamo stanchi di foraggiare sti politici che come ringraziamento oltre a prenderci per il c.. si permettono anche di offendere.
E' TROPPO! Bisogna mandarli a lavorare sotto paron come si dice dalle mie parti, voglio vedere se si permettono un tale comportamento. Verrebbero licenziati dopo neanche mezza giornata di lavoro .... ammesso che arrivino a metà giornata!
ma chi è che li ha votati?????
Io no di sicuro!!!!!!! E' una vergogna!!!

Simonetta m 21.10.07 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho 22 anni e sto per laurearmi in scienze politiche.non abito con i miei semplicemente perchè mi sono trasferita nella città più vicina per studiare.per potermi permettere di studiare lavoro tutti i giorni e studio di notte e i soldi della borsa di studio li metto da parte per andare a specializzarmi all'estero quando sarò laureata.so che è semplice dire "me ne vado all'estero",ma è assurdo fare tali sacrifici per laurearsi e poi restare in questo paese,dove oltre ai sacrifici economici dobbiamo anche farci insultare da un ministro che non ci rappresenta e che non si rende minimamente conto delle affermazioni che fa.ci saranno anche ragazzi che vivono con i genitori per comodità,ma la maggior parte dei ragazzi italiani è costretta a farlo.quindi a padoa schioppa non chiediamo addirirura di capire a fare qualcosa per noi giovani e in generale per la gente che lavora veramente,ma almeno che si stia zitto e non si permetta di insultarci!
p.s. e che non si lamenti della "fuga dei cervelli":con lui come ministro dell'economia fuggiamo a gambe levate!!!
nico

Nicoletta Peddis 21.10.07 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono uscito da casa definitivamente a 30 anni, con la donna con cui mi sono sposato e poi fatto due figli. Non ho terminato gli studi universitari di ingegneria perchè ho aperto una mia attività. Ora le attività sono divenute 2, lavoro 12 ore al giorno sabato incluso, non ho collaboratori a nero, non rubo una lira di tasse o di contributi. non guadagno quindi molto ma mantengo decorosamente la famiglia. sono ancora in affitto ma spero presto di fare il grande salto. intanto ho comprato lo stabile per l'ufficio. non volgio difendere il ministro, i politici sono quasi tutti dei parassiti che manteniamo noi, ma non mi capacito come ragazzi che impiegano più di 10 anni a laurearsi si domandino come mai non trovano lavoro.... il termine bamboccione può sembrare pesante ma forse a volte calza bene. lo stesso ragazzo della lettera parla di 7.500 euro di mobili come soluzione minima. se va all'ikea dove sono andato io, e dove vanno in tanti, spende la metà, certo deve caricarsi tutto da solo in macchina, portare a casa pesantissimi imballi e poi passare la domenica a montare tutto. ma almeno diventerebbe libero. penso che molti miei coetanei preferiscono la comodità alla libertà, che indubbiamente vuol dire molto sacrificio e responsabilità.

Paolo Mandrelli 21.10.07 16:40| 
 |
Rispondi al commento

quanto mi piacerebbe vederti nelle condizioni di noi giovani massone insolente. un altro esempio ecclatante della vostra perdita di concezzione della realtà

matteo zanichelli 21.10.07 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Fatemi diventare deputato così non faccio più il Bamboccione!!
TOMMASO AIUTAMI TU....almeno sottosegretario...

paolo revello 21.10.07 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Bamboccioni per chi?

Ho letto con interesse alcune mail riguardanti l'argomento in esame, dichiaro di essere pure io un "bamboccione" in quanto vivo e lavoro con i miei genitori e pago le tasse , fortunatamente potrei andare via di casa senza tanti problemi ma sinceramente non ne sento l'esigenza.
Ho pensato che l'idea di TPS di allontanare i giovani dalle proprie famiglie sia solo a suo vantaggio, o meglio a vantaggio della "Patria"!
Infatti se pensiamo a quanto dovremmo allo stato , in imposte dirette o meno, per allontanarci da casa possiamo capire che questo è un atto di vero patriottismo fiscale che porta direttamente alla conseguente felicissima esternazione del ministro quando afferma che pagare le tasse è bellissimo.

COMPLIMENTI MINISTRO!
Sarebbe bello che ci raccontasse la sua storia personale, da adolescente ad ora, per capire se è possibile , seguendo il suo esempio, sfuggire da questa orribile categoria che tanto danno porta alle casse del nostro amato Paese.

Con schifo
Paolo

paolo revello 21.10.07 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Non è giusto! Sono veramente rattristato, per tutto lo schifo che mi tocca vedere e sentire.
Vivo da precario, ho una compagna e una figlia di 16 mesi, guadagno 1200 euro e pago un affitto di 500 più le spese(Milano!!). Una casa Mia??? E una parola Ministro mi creda e una parola mi piacerebbe certo ma.. vede lei probabilmente non vive in Italia non sò dove ma non in Italia.
Ci venga a trovare ogni tanto.
Grazie e che Dio sia con tutti voi.

Francesco Santoro 21.10.07 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di segnalare al bamboccione alcune imprecisioni (sai è solo per la correttza delle informazioni!). Anch'io a breve comprerò casa e mi sono stupita di come mai non riusciamo ad andare via da casa viste tutte le agevolazioni riservate alla prima casa! ha proprio ragione l'eccellente Ministro.
Vi elenco le spese e giudicate voi quelle necessarie e quelle superflue a carico dell'acquirente.
Nel caso di proposta irrevocabile di acquisto I casa registrata:
- imposta fissa di registro (€ 168,00)
- imposta proporzionale dello 0,50 calcolato sull'importo della caparra (!)
- Tributo speciale che varia da uff. a uff. (da 3,72 a 5,16)
- 2 marche da bollo
Spese connesse al mutuo per un importo di € 85.000:
- imposta sostitutiva dell'0,25% sull'erogato(!)
- spese istruttoria bancaria € 150,00
- spese perizia da € 250,00
- assicurazione incendio e scoppio (obbligatoria avente come unico beneficiario la banca) dello 0,020% dell'erogato
- assicurazione sulla vita(obbligatoria solo qando i richiedenti raggiungono l'età di 65/70 anni prima del termine del mutuo, ma insistentemente richiesta a chiunque, avente come unico beneficiario la banca)
- apertura nuovo conto corrente (se non si è già clienti) per la canalizzazione dello stipendio oppure spese su singola rata di mutuo (c.d. spese incasso rata);
- atto notarile di mutuo €1.500,00 circa
Per la cronaca siamo riusciti a spuntare un 5,40% di interessi sul tasso fisso che ci consente di rimborsare alla banca in 20 anni a fronte di €85.000 richiesti "solo" € 139.000!
A questo va aggiunto il costo dell'agenzia immobiliare (3% del valore dell'affare).

E ancora non abbiamo comprato nulla!
Atto di compravendita immobiliare:
- onorario notaio
- spese di registrazione atto
Tutto ciò per un appartamento di 100 mq da ristrutturare!
In bocca al lupo a voi e a me!

Maria Grazia 21.10.07 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di segnalare al bamboccione alcune imprecisioni (sai è solo per la correttza delle informazioni!). Anch'io a breve comprerò casa e mi sono stupita di come mai non riusciamo ad andare via da casa viste tutte le agevolazioni riservate alla prima casa! ha proprio ragione l'eccellente Ministro.
Vi elenco le spese e giudicate voi quelle necessarie e quelle superflue a carico dell'acquirente.
Nel caso di proposta irrevocabile di acquisto I casa registrata:
- imposta fissa di registro (€ 168,00)
- imposta proporzionale dello 0,50 calcolato sull'importo della caparra (!)
- Tributo speciale che varia da uff. a uff. (da 3,72 a 5,16)
- 2 marche da bollo
Spese connesse al mutuo per un importo di € 85.000:
- imposta sostitutiva dell'0,25% sull'erogato(!)
- spese istruttoria bancaria € 150,00
- spese perizia da € 250,00
- assicurazione incendio e scoppio (obbligatoria avente come unico beneficiario la banca) dello 0,020% dell'erogato
- assicurazione sulla vita(obbligatoria solo qando i richiedenti raggiungono l'età di 65/70 anni prima del termine del mutuo, ma insistentemente richiesta a chiunque, avente come unico beneficiario la banca)
- apertura nuovo conto corrente (se non si è già clienti) per la canalizzazione dello stipendio oppure spese su singola rata di mutuo (c.d. spese incasso rata);
- atto notarile di mutuo €1.500,00 circa
Per la cronaca siamo riusciti a spuntare un 5,40% di interessi sul tasso fisso che ci consente di rimborsare alla banca in 20 anni a fronte di €85.000 richiesti "solo" € 139.000!
A questo va aggiunto il costo dell'agenzia immobiliare (3% del valore dell'affare).

E ancora non abbiamo comprato nulla!
Atto di compravendita immobiliare:
- onorario notaio
- spese di registrazione atto
Tutto ciò per un appartamento di 100 mq da ristrutturare!
In bocca al lupo a voi e a me!

Maria Grazia 21.10.07 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di segnalare al bamboccione alcune imprecisioni (sai è solo per la correttza delle informazioni!). Anch'io a breve comprerò casa e mi sono stupita di come mai non riusciamo ad andare via da casa viste tutte le agevolazioni riservate alla prima casa! ha proprio ragione l'eccellente Ministro.
Vi elenco le spese e giudicate voi quelle necessarie e quelle superflue a carico dell'acquirente.
Nel caso di proposta irrevocabile di acquisto I casa registrata:
- imposta fissa di registro (€ 168,00)
- imposta proporzionale dello 0,50 calcolato sull'importo della caparra (!)
- Tributo speciale che varia da uff. a uff. (da 3,72 a 5,16)
- 2 marche da bollo
Spese connesse al mutuo per un importo di € 85.000:
- imposta sostitutiva dell'0,25% sull'erogato(!)
- spese istruttoria bancaria € 150,00
- spese perizia da € 250,00
- assicurazione incendio e scoppio (obbligatoria avente come unico beneficiario la banca) dello 0,020% dell'erogato
- assicurazione sulla vita(obbligatoria solo qando i richiedenti raggiungono l'età di 65/70 anni prima del termine del mutuo, ma insistentemente richiesta a chiunque, avente come unico beneficiario la banca)
- apertura nuovo conto corrente (se non si è già clienti) per la canalizzazione dello stipendio oppure spese su singola rata di mutuo (c.d. spese incasso rata);
- atto notarile di mutuo €1.500,00 circa
Per la cronaca siamo riusciti a spuntare un 5,40% di interessi sul tasso fisso che ci consente di rimborsare alla banca in 20 anni a fronte di €85.000 richiesti "solo" € 139.000!
A questo va aggiunto il costo dell'agenzia immobiliare (3% del valore dell'affare).

E ancora non abbiamo comprato nulla!
Atto di compravendita immobiliare:
- onorario notaio
- spese di registrazione atto
Tutto ciò per un appartamento di 100 mq da ristrutturare!
In bocca al lupo a voi e a me!

Maria Grazia 21.10.07 13:28| 
 |
Rispondi al commento

TPS vergognati si vede che non conosci la realtà delle persone comuni. E poi ci sono persone che ti giusticano. Siete proprio voi la feccia dell'italia.

Franz da TS 21.10.07 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Riporto di seguito la lettera inviata da un lettore di www.grillomnaia.it al sig. Rossi, imprenditore marchigiano che ha voluto provare sulla propria pelle l’esperienza di vivere per un mese (in realtà si è fermato al ventesimo giorno) con lo stipendo riconosciuto ai propri collaboratori. Il risultato sapete quale è stato? Concedere immediatamente un aumento di 200 euro/mese netti ad ogni dipendente. Crediamo che molti nostri politici, imprenditori, amministratori dovrebbero iniziare a fare esperienze di questo tipo. Solo così forse, avendo vissuto sulla propria pelle quel senso di umiliazione che si prova quando non si hanno neppure i soldi per comprare il latte ai propri figli, qualcosa in questo Paese potrà iniziare a cambiare…

Gentile Sig. Rossi,

ho letto con stupore e, non lo nascondo, con commozione la sua intervista rilasciata ad alcuni organi di informazione sulla condizione degli operai e degli impiegati e sulle difficoltà che una famiglia italiana affronta per arrivare a fine mese. La sua scelta di vivere, sebbene solo per venti giorni, con uno stipendio da operaio è una pratica che consiglierei a molti nostri politici, amministratori, dirigenti e imprenditori. Chi le scrive è un uomo fortunato, che grazie agli enormi sforzi fatti dalla famiglia (padre imbianchino con lavoro saltuario e madre casalinga per non dire disoccupata) e studi compiuti riesce a portare a casa da solo circa 2.500 euro/mese. Essere ingegneri talvolta ripaga, anche se da molti anni non è più sempre cosi. Conosco tanti amici e colleghi che dopo anni di sacrificio, studio e gavetta non riescono a portare a casa neppure 1.500 euro/mese. E quando da questa cifra bisogna anche pagarsi un mutuo le lascio immaginare cosa può accadere nella testa di un individuo. Ci si sente frustrati, indignati, scoraggiati e, se proprio glielo devo dire, umiliati. [...continua]

Sul sito www.grillomania.it la lettera in forma integrale.

Cresco Libero Commentatore certificato 21.10.07 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Riporto di seguito la lettera inviata da un lettore di www.grillomnaia.it al sig. Rossi, imprenditore marchigiano che ha voluto provare sulla propria pelle l’esperienza di vivere per un mese (in realtà si è fermato al ventesimo giorno) con lo stipendo riconosciuto ai propri collaboratori. Il risultato sapete quale è stato? Concedere immediatamente un aumento di 200 euro/mese netti ad ogni dipendente. Crediamo che molti nostri politici, imprenditori, amministratori dovrebbero iniziare a fare esperienze di questo tipo. Solo così forse, avendo vissuto sulla propria pelle quel senso di umiliazione che si prova quando non si hanno neppure i soldi per comprare il latte ai propri figli, qualcosa in questo Paese potrà iniziare a cambiare…

Gentile Sig. Rossi,

ho letto con stupore e, non lo nascondo, con commozione la sua intervista rilasciata ad alcuni organi di informazione sulla condizione degli operai e degli impiegati e sulle difficoltà che una famiglia italiana affronta per arrivare a fine mese. La sua scelta di vivere, sebbene solo per venti giorni, con uno stipendio da operaio è una pratica che consiglierei a molti nostri politici, amministratori, dirigenti e imprenditori. Chi le scrive è un uomo fortunato, che grazie agli enormi sforzi fatti dalla famiglia (padre imbianchino con lavoro saltuario e madre casalinga per non dire disoccupata) e studi compiuti riesce a portare a casa da solo circa 2.500 euro/mese. Essere ingegneri talvolta ripaga, anche se da molti anni non è più sempre cosi. Conosco tanti amici e colleghi che dopo anni di sacrificio, studio e gavetta non riescono a portare a casa neppure 1.500 euro/mese. E quando da questa cifra bisogna anche pagarsi un mutuo le lascio immaginare cosa può accadere nella testa di un individuo. Ci si sente frustrati, indignati, scoraggiati e, se proprio glielo devo dire, umiliati. [...continua]

Sul sito www.grillomania.it la lettera in forma integrale.

Cresco Libero Commentatore certificato 21.10.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Riporto di seguito la lettera inviata da un lettore di www.grillomnaia.it al sig. Rossi, imprenditore marchigiano che ha voluto provare sulla propria pelle l’esperienza di vivere per un mese (in realtà si è fermato al ventesimo giorno) con lo stipendo riconosciuto ai propri collaboratori. Il risultato sapete quale è stato? Concedere immediatamente un aumento di 200 euro/mese netti ad ogni dipendente. Crediamo che molti nostri politici, imprenditori, amministratori dovrebbero iniziare a fare esperienze di questo tipo. Solo così forse, avendo vissuto sulla propria pelle quel senso di umiliazione che si prova quando non si hanno neppure i soldi per comprare il latte ai propri figli, qualcosa in questo Paese potrà iniziare a cambiare…

Gentile Sig. Rossi,

ho letto con stupore e, non lo nascondo, con commozione la sua intervista rilasciata ad alcuni organi di informazione sulla condizione degli operai e degli impiegati e sulle difficoltà che una famiglia italiana affronta per arrivare a fine mese. La sua scelta di vivere, sebbene solo per venti giorni, con uno stipendio da operaio è una pratica che consiglierei a molti nostri politici, amministratori, dirigenti e imprenditori. Chi le scrive è un uomo fortunato, che grazie agli enormi sforzi fatti dalla famiglia (padre imbianchino con lavoro saltuario e madre casalinga per non dire disoccupata) e studi compiuti riesce a portare a casa da solo circa 2.500 euro/mese. Essere ingegneri talvolta ripaga, anche se da molti anni non è più sempre cosi. Conosco tanti amici e colleghi che dopo anni di sacrificio, studio e gavetta non riescono a portare a casa neppure 1.500 euro/mese. E quando da questa cifra bisogna anche pagarsi un mutuo le lascio immaginare cosa può accadere nella testa di un individuo. Ci si sente frustrati, indignati, scoraggiati e, se proprio glielo devo dire, umiliati. [...continua]

Sul sito www.grillomania.it la lettera in forma integrale.

Cresco Libero Commentatore certificato 21.10.07 12:55| 
 |
Rispondi al commento

caro ministro del c...o , ho 40 anni ,divorziato e sono dovuto ripeto dovuto tornare a vivere con mia mamma,come mai ? bene cazzone,io percepisco uno stipendio di 1200 euro,400(quando mi và bene)devo giustamente consegnarli ogni mese alla mia ex moglie x il mantenimento della mia stupenda figlia,200 le spendo x le spese di viaggio x recarmi al lavoro,naturalmente ho la macchina da mantenere (senza autista e non è blu ma grigia),quindi tra assicurazione, bollo,meccanica,gomme,revisioni varie e quant'altro,spalmato il tutto sù 12 mesi sono circa 300(quando mi và bene),bisogna contribuire con il mangiare in casa,consegno 100 a mia mamma x la spesa,100 sempre al mese li stò mettendo in banca(mi danno il 2%cazzo)x fare in modo che quando avrà 18 anni mia figlia possa usufruirne x studiare,nudo x strada non posso girare,diciamo tra scarpe e vestiti 30 al mese se ne vanno,con gli altri 70 mi ci pulisco il culo quando mi và bene,altrimenti c'è sempre qualcosa da pagare!la mia tredicesima e quattordicesima?nel dentista x l'apparecchio di mia figlia!!(4000 totali,metà con la ex).mia mamma 1300(compreso la reversibilità),500 di mutuo,200(circa)x le bollette,ici,spese condominiali,e bastardate varie,mangiare 200(siamo in tre ,mia figlia xfortuna viene spesso a pranzo e cena),la sua macchina 200(xchè di km ne fà un pò di meno) revisioni,meccanica,bollo,assicurazione,100 x il futuro di mia figlia,con i 100 che avanzano anche lei ci si pulisce il culo.dove cazzo và mia mamma e soprattutto dove devo cazzo andare io.bamboccione sei tu caro padoa schioppa (minuscolo)e ti dico una bella cosa ......vaffanculo!!!!!!!!

massimo quadrio 21.10.07 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa buona del decreto Bersano era l'eliminazione dell'atto notarile per l'acquisto della casa (una cosa anacronistica nell'era dell'informatica!). Bastava un atto comunale... di impiegati comunali che non hanno niente da fare ce ne sono tanti... poi la pressione delle lobby dei notai ha fatto saltare tutto.
D'altra parte, il governo ha dato una mano ai bamboccioni statali... l'ennesimo aumento contrattuale per tutti, fannulloni compresi. Negli ultimi anni, gli stipendi degli statali sono aumentati più dell'inflazione e più degli stipendi del settore privato... ma quelli si sa, sono un serbatoio di voti!
Leggete "Il liberismo è di sinistra" di Giavazzi e Alesina, e aprite gli occhi su questi governanti che fanno finta di ignorare, invece fanno solo favori ai loro amici. Prodi e Padoa Schioppa dovrebbero essere economisti e certe cose saperle fare...

marco ferrari 21.10.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro caro ministro è davvero spiritoso.
E io le vorrei rispondere dicendo che a noi "bamboccioni" non basta una legislatura per ricevere la pensione. Le case sono poi arrivate ai massimi storici. Come si fa ad aquistare o prendere in affitto un appartamento, quando per gli stipendi normali di un bamboccione non basta una vita per il mutuo e l'affitto costa + di uno stipendio?
Lei, ministro fa finta di non capire e continua a concepire idee illusionistiche senza fare niente per renderle attuabili.
E lei sarebbe anche un ministro di sinistra...boh.

Lorenzo Di Dio Commentatore certificato 21.10.07 12:00| 
 |
Rispondi al commento

siamo all'inverosimile....... pensare alle parole del ministro mi fà una rabbia .... magari sarà scivolato su una frase che non aveva l'intenzione di offendere nessuno..... o magari voleva riferirsi a tutti quei ragazzi di famiglia benestante che la sera alle sette vanno a cenare al bar con gli amici (happy... non sò kè??)dopo una giornata di non lavoro e un (??) pippotto di coca...... ma le poarole del ministro a sentirle dentro come una bomba siamo stati noi.... figli di famiglia che lavoriamo da oltre un decennio per un migliaio di euro ( x i più fortunati) al mese tutti, i giorni o quasi della settimana per 10, 12 ore al giorno..... e stiamo ancora in casa perchè non ce lo possiamo permettere (ha capito ministro????) perchè ci hanno insegnato a non fare mai il passo più lungo della gamba..... i nostri genitori o le generazioni precedenti..... o tutto il piombo che si sprecava negli anni in cui siamo nati tutti noi: i bamboccioni d'italia !! ....abbiamo recepito gli insegnamenti e molti di noi cercano di rigare dritto.... noi..... e voi?? cari ministri di questo o quel governo..... ke cosa state insegnando alle generazioni future.... che cosa state facendo.... tra la rabbia e l'autoironia che mi avvolge sentendo dei bamboccioni..... mi chiedo..... cari politici.... ma non è che la verità è che non sapete fare la parte vostra??? non siete adatti a ricoprire determinati ruoli....?? ...eppure siete lautamente ricompensati.... in tutti i sensi.... mi sà che è a voi che nessuno ha insegnato a non fare il passo più lungo della gamba..... fino ad adesso!!!

maurizio paolantonio 21.10.07 11:45| 
 |
Rispondi al commento

I veri bamboccioni sono quelle facce di culo dei nostri politici che guadagnano in un mese (intralazzi e bustarelle a parte) quello che un operaio guadagna a malapena in un anno di VERO lavoro (e fortunato pure ad avercelo...)
:) dawoR***


Vorrei evidenziare il commento di Maria Laura Frattarelli che reputo UNO DEI MIGLIORI finora letti e che mi pregio di riproporre:

"E' facile parlare dall'alto di un Ministero e fare pubblico j'accuse demonizzando una e più generazioni. Ma non è questo il ruolo di un Ministro, il quale, al contrario, dovrebbe dare e proporre delle soluzioni ai problemi occupazionali e a questo sfracelo economico e sociale in cui tutti riversiamo.
Non è mai successo prima che un Ministro, se la prendesse in maniera così sfacciata e irrispettosa con le vittime, parlando degli effetti e non delle cause. Ma a tutto questo c'è una risposta. T. P. Schioppa in effetti non può minimamente comprendere le origini di questo recente fenomeno sociale, visto che, è vissuto nella bambagia e nell'oro e nato figlio di Amministratore delegato delle Generali. Quando negli anni 60 si è trasferito a Milano per studiare in Bocconi, non avrà di certo alloggiato in una cameretta di un piccolo appartamento fatiscente, condiviso con altri studenti a 500 euro al mese. Avrà poi di certo trovato, il giovane e fortunato Padoino Schioppino, l'aiutino economico del ricco paparino anche quando è volato al mitico e prestigioso MIT di Boston per seguire il Master che avrebbe lanciato la sua carriera in Banca d'Italia. Inutile immaginare poi come sia stato difficile per lui affrontare colloqui di lavoro con il suo bel curriculum vitae et familiae in un'Italia in cui i laureati erano poche migliaia e il boom economico in piena espansione.
Credo che con simili premesse nessuno sarebbe potuto diventare mai un "bamboccione"; o forse sarebbe meglio ritenere tale chi, dopo aver trovato davanti a sè, una vita fatta come una grande autostrada americana a dieci corsie da percorrere su una Ferrari, caduto dall'Iperurano, lancia sentenze così superficiali, irriverenti e disgustose."

Al ministro Padoa Schioppa io dico di scendere dalla sua "turris eburnea" per immedesimarsi e condividere le esperienze del comune mortale.

giuseppe lanfranchi Commentatore certificato 21.10.07 11:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Il Ministro Padoa Schioppa ,,,, (chissa perchè con tutti gli accidenti che gli mandano, non "schioppa" mai!) evidentemente non ha il senso della realtà perchè non vive a diretto contatto di coloro che giornalmente devono fare i conti con un magro bilancio per sbarcare il lunario.
E' vero anche (vedi Bertinotti ex comunista duro e puro, ..... a parole) che ormai, costoro, avendo la pancia piena, dopo aver ben mangiato alla greppia del potere, se ne fregano dei bisogni della società.
Maria Antonietta diceva: "Il popolo non ha il pane? ... ma allora dategli le brioches!) infatti dopo qualche mese si è trovata senza testa!
Padoa Schioppa ha perso il senso della realtà, come del resto TUTTI i politicanti che blaterano davanti ai microfoni, sparando fanfaronate per illudere noi poveri pantaloni che poi, scopriamo che di fatti concreti non se ne concludono.
Il Cittadino comune l'ha sempre preso nel "lisca" sia dal governo sia dai sindacati e la storia non cambia.

beppe franchi 21.10.07 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Se coi genitori non vuoi più condivider l'abitazione,

rimboccati le maniche per la R I V O L U Z I O N E

Povera Italia 21.10.07 10:59| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non oso lamentarmi, ma pongo la mia situazione all'attenzione di tutti per far capire quanto estrema sia la situazione acquisto case.

Sono un fortunato, ho lavorato tanto, ho avuto altrettanta fortuna e guadagno circa 2000€ al mese. Sono soddisfatto e veramente sono vicino a chi non ha avuto neanche la meta' della mia fortuna.

Vivo da solo, non sono un bamboccione (grazie ministro, quanta stima nelle nuove generazioni, ma pensate alle pensioni e a pararvi il ... ), ma pago un affitto spropositato (circa meta' stipendio): vivo a Roma.

Il caro vita, la personale assenza di un anticipo da portare per l'acquisto di un immobile mi pone in questa situazione di limbo per cui o pago a vita un affitto (ovvero compro la casa ad un'altro) o torno a casa dai miei.

Quindi anche persone piu' abbienti hanno la il medesimo problema: ci sono costruttori che vendono case a 250.000 che sono dei veri e propri buchi, e' questa la speculazione che va combatutta e fermata, per consentire a tutti (meno abbienti e non) di comprare con le proprie forze una casa, non dando un contentino pro-tempore per poi ritrovarci tutti nella stessa merda. Non ci vuole un genio dell'economia a comprendere questo: l'ingiusto e' pagare catapecchie cifre astronomiche. Dovremo fermare la domanda per un bel po' per arrestare l'aumento dei prezzi: ERGO dobbiamo rimanere a casa con i nostri genitori...

Politici ignoranti, dimettetevi.

Wyatt Gill 21.10.07 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Collega Bamboccione!
Devo ammettere che dopo aver letto la tua lettera un po' ti ho invidiato! E si perchè tu sei addirittura andato in un'agenzia immobiliare mentre io non posso nemmeno permettermi di pensare di farlo!
1300 euro al mese? Che CULO! E ti lamenti? Io ho una laurea col max dei voti da circa 7 anni, non ho proseguito con gli Studi (specializzazione-dottorato, ecc.) per due motivi: 1) i miei non potevano mantenermi gli studi (sono andato avanti all'Università con le Borse di Studio) 2) Davanti a me sono passati individui che avevano i famosi "santi in Paradiso" (mai sentito parlare di Concorsi truccati all'Univerità????); ho 33 anni e uno stipendio co.co.pro di 710 euro al mese (netti s'intende!) e sono ancora a casa dai miei (e come sarebbe bello invitare per una cenetta romantica qualche mia "amica" a casa....). Ma non sai la cosa più divertente: ho appena iniziato un secondo lavoro a progetto e con due lavori finalmente sono arrivato a guadagnare la strepitosa cifra di 930 euro al mese!!!!!!!! Forse se cerco un altro lavoro riesco a superare i 1000? W l'Italia!

Antonio Landi 21.10.07 10:30| 
 |
Rispondi al commento

ma mandiamoli a casa . basta che non li votiamo più a questi fannulloni di merda si mettessero la marenna(merenda) sotto il braccio e andassero a lavorare fanculoooo

giovanni . Commentatore certificato 21.10.07 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Sono un futuro bamboccione. Futuro perchè ho ancora solo 20 anni e a quest'età è ancora un po' difficile pensare di andarsene di casa ma in un domani mi piacerebbe molto avere la possibilità di avere una vita mia. Purtroppo visto come siamo messi in questo momento l'unica soluzione è restare a casa dei genitori visto che con uno stipendio italiano è impossibile sopravvivere da soli. Loro parlano parlano.. ma parlano del loro mondo. Stipendi troppo bassi e costi sulle case troppo elevati portano ad un'unica conclusione. LO STATO ITALIANO NON SA DARE LA POSSIBILITA' AD UN GIOVANE DI VIVERE DA SOLO E AVERE UN FUTURO. Sono sempre più d'accordo con cui giovani che studiano in italia(con soldi pubblici italiani) per poi traferirsi in altri stati europei dove possono avere un futuro. Ad esempio la spagna. Chissà che magari anch'io un giorno non ci faccia un pensierino...

Samuele Gatti 21.10.07 10:23| 
 |
Rispondi al commento

padoa schioppa e tutti quelli che ti stanno vicino vvvvvvvvvvvvvvaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaafffffffffffffffffffffffaaaaaaaaaaaaaaaaaannnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnncccccccccccccccccccccccuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuulllllllllllllllllllllllllllllloooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

giovanni . Commentatore certificato 21.10.07 10:09| 
 |
Rispondi al commento

HO 19 ANNI.... STUDIO ALL'UNIVERSITA'..... ALLE PROSSIME ELEZIONI METTERO' UNA BELLA CROCE.... PENSO CHE L'UNICO FUTURO CHE MI ASPETTA E' ALL'ESTERO!

Francesca (studentessa) 21.10.07 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Padoa Schioppa voglio farti una promessa: ho una figlia laureata in ingegneria gestionale a cui è stato offerto un "progetto a tempo" a 600 euro mensili a Roma (magari ci affitta un posto letto!) se tu le dai la metà di quanto ha tuo figlio ( o quello di una altro ministro se non hai) ce la mando io fuori di casa a calci nel culo. Oppure ti offro un'altra chance: ammazziamola a 30/40 anni come quell'operaio a cui hanno licenziato la moglie e non sapeva come pagare il mutuo....possiamo sempre dire che si è suicidata! VERGOGNA ,VERGOGNA, VERGOGNA! Restituite il futuro ai nostri figli che hanno il solo torto di non essere figli vostri!

Nunzia Zarlenga 21.10.07 09:26| 
 |
Rispondi al commento

io sono un bamboccione,anche la mia ragazza e'una bambocciona...io fortunatamente lavoro,la mia ragazza benche' laureata e' dipendente precaria a 500 euro mensili quando va bene,io guadagno sui 1200 euro,eppure abbiamo immense difficolta nel crearci il nostro futuro,vorrei chiedere al sig.ministro(ma lo denominerei volentieri con un'altro aggettivo che ricorda una massa informe marrone dall'odore nauseabondo),se i suoi figli siano bambaccioni o no....ah e' vero che sciocco che sono loro gia'hanno anche una casa che il papi gli ha comprato e arredato,per non parlare del lavoro che sicuramente avranno gia' in tasca...grazie per il futuro che ci state creando...........FANCULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

tommaso innocenti 21.10.07 02:43| 
 |
Rispondi al commento

caro grillo,cari signori,cari cittadini di questa nazione di nome Italia,ebbene sapere che c'è lo abbiamo e c'è lo avremo sempre nel c...,perchè con simili politici che ci governano e che superpaghiamo andremo sempre in quel posto

di giulio franco 21.10.07 02:16| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me TPS non capisce un cavolo... lui guadagna 15.000 euro al mese, sai quanto se ne frega. Ma dategli lo stipendio a 3000 euro a sti parlamentari e vedi come cambiano le cose

Giulio S 21.10.07 01:27| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO AL BLOG
Accorrete numerosi! :)
Chi vuole che Beppe Grillo parli di sovranità monetaria e signoraggio bancario?
(copia, incolla,sottoscrivi e riposta)
1)Maria Laura Frattarelli…………………………………………
(PER RAGIONI DI SPAZIO) ………………………………..
71) Manuel Casu
72)roberto roma
73) Mauro B.
74) BRUNELLO TROJANO ROMA
75) Paola Saluzzo
76 )Concetta
77)ARRAS ELSA
78) ARRAS DONATELLA
79)Cristian Adinolfi (ciccillo capece)
80) Leo
81) Benedetto Santino
82 Capochiani Gino
83 Davide Medda
84 Alessandro B
85 Massimiliano Monopoli
86 Monica Serra
87 Marcello Sciuto
88 Stefania G
89 Enrica Giachino
90 Francesco Vitobello
91 MARIO P.
92 MARIANGELA B.
93 cettina d.
94 Busonero Mario (SARDEGNA)
95 Angela Cametti (angela cam)
96 Rinaldi eraldo
97 Massimiliano T.
98 Massimo C
99 Monna Lisa (Lisa Monnato)
100 Ruggiero Christian
101 Piero Calandri
102 Fabio Marx
103 tagliafierro stelio
104 Sante Marafini
105 mario z
106 Chiricozzi Andrea
107 )hans fefe
108 Dand P
109) Fabrizio Di Vito
110 ) marco pane
111)Fabrizio Di Vito
112 Riccardo Orlandi
113Luca L.
114 Giorgio P.
115 Omar R. M.
116 GIUSEPPE M.
117 Chicco Barattoli
118 Damiano Monaco
119 Giuseppe C.
120 Andrea M
121 Franco Muzzi
122 tony pro
123 daniele baroncini
124 mauro m
125 Massimiliano Monopoli
126 Franco Nonnis
127 Melissa Conte
128 Marco lino
129 Pietro Zara
130 LEONARDO gUIDO
131 Orlando Furioso
132 Donatella S.
133 Nicola Neri
134 Tiziana Stellitano
135 Rosa Esposito
136 Gino C.
137 bella ciao- luciano.
138 luca G.
139 Andrea C.
140 stefano d.
141 marco l
142 Latella Ennio
143 Annibale D

Annibal .D 19.10.07 16:41

LA LORO UNICA ARMA E' LA NOSTRA IGNORANZA...

DISARMIAMOLI....

stelio tagliafierro 21.10.07 01:11| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

LA MAFIA DELLE MAFIE!

#################################################
CLICCA SUL MIO NOME X IL VIDEO.

Marcello Di Sante 21.10.07 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono la madre di tre bamboccioni, due femmine e un maschio 30, 24, 19 e sono tutti a carico nostro (stipendio da 1200 euro circa al mese),con i risparmi di 30 anni di matrimonio sto cercando di mantenere all'università le due più grandi, il per il terzo non potrò fare altrettanto, va già bene se si diploma dato che lavora la mattina e il pomeriggio va alla serale.Meno male che siamo riusciti a comprarci una casa(quando costavano in lire)
perchè oggi con l'euro e i continui e ingiustificati aumenti non potremmo sicuramente, nè comprare una casa, nè mantenere le figlie all'università.
Che a dire il vero se non si sbrigano dovrò dire loro andate a lavorare, ehm a lavorare? Certo facile a dirsi e dove? e a quanto?
La mia grande ha lavorato in ufficio per un'azienda import export per 500 mila lire al mese.Dopo un anno licenziata perchè il figlio appena diplomato del datore doveva prendere il suo posto.Poi altri lavoretti a tre mesi e a casa, un impiego in un'agenzia di assicurazioni e dopo qualche tempo stessa storia, figlio appena diplomato e licenziamento figlia.Certo giusto, mandiamoli via di casa così mangiano a singhiozzo, tre mesi si, tre mesi no, sei mesi in una casa in affitto e sei mesi sotto i ponti.
Chi parla naturalmente non ha di questi problemi, quindi gli viene facile criticare. Giusto anche questo e se non ci fossimo i genitori?

marica L. 20.10.07 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pietro Ingrao (coerente discepolo di Antonio Gramsci) usando un vecchio moto alla OCEANICA manifestazione del DISSENSO POPOLARE del 20 10 2007 dice LA LOTTA CONTINUA. Noi PERilBENEdiTUTTI ascoltiamolo e a questo governo da NOI VOTATO pretendiamo il rispetto del PROGRAMMA del 16 OTTOBRE del 2005 NO alla legge Biagi NO alla Guerra SI ai VALORI della Libertà, Democrazia, Pace, Lavoro, Amore, che sono le più ALTE e NOBILI parole che al mondo esistono e NESSUNO può prendersi il diritto di speculare e farne uso per un personale tornaconto perchè sono i più ALTI VALORI PERilBENEdiTUTTI i POPOLI del MONDO. Politici di CASTA con questa legge voi pensate di IMPEDIRE di raggiungere il nostro traguardo. Toglietevelo dalla testa perchè non potete PREVALERE con l'OBBIETTIVO della vostra logica di CASTA IndustrialPoliticoSindacale di CONCERTARE per REALIZZARE il vostro TORBIDO SOGNO.
GIOVANI TALENTI FERMIAMO QUESTO BARBARO SISTEMA. CONTINUIAMO UNITI PER DIMOSTRARE il DISSENSO POPOLARE. Non permettiamo che il TORBIDO SOGNO della CASTA PADRONA IndustrialPoliticoSindacale si realizzi.ONESTI CITTADINI, IMPRENDITORI, LAVORATORI, COMMERCIANTI ARTIGIANI, PESCATORI, PENSIONATI, INTELLETTUALI, DOTTI e SAPIENTI, OPERAI, PASTORI, CONTADINI, PRECARI e DISOCCUPATI. Siamo stati tutti TRADITI dalla CASTA dei politici al servizio degli AFFARI. Prepariamoci perchè il nostro futuro SE QUESTA LEGGE PASSA per i nostri figli sarà veramente DURO per avere un pezzo di pane. IL coraggio lo dobbiamo trovare per FERMARE questo BARBARO SISTEMA. Tutti uniti e coesi dobbiamo dire ai politici, PERilBENEdiTUTTI fatte LARGOaiGIOVANI Talenti Liberi e senza NODI per costruire il TEMPIO dei VALORI per diffondere Pace, Libertà, LAVORO a tutti a tempo INDETERMINATO come vuole la nostra COSTITUZIONE. Unica GARANZIA rimasta per la nostra VITA. PREPARIAMOCI a toglierci le catene che ci rendono SCHIAVI e prepariamo il CAMMINO per costruire il NUOVO TEMPIO dei VALORI PERilBENEdiTUTTI per creare un MONDO LIBERO dai NODI

Mario Flore 20.10.07 22:22| 
 |
Rispondi al commento

caro ministro (appositamente in minuscolo) sig Schioppa (il cui nome già è un programma...)
dunque ci provi lei cazzo e ri cazzo a campare con mille euro al mese, con una merda di lavoro precario del c...o, rata della macchina di seconda mano, assicurazione, bollo, bollette, pregare di non dover andare dal dentista.....
ci provi lei con queste condizioni
poi vediamo se ha ancora voglia di fare lo spiritosone
una non bambocciona che a gran voce dice: bravi bamboccioni! sono uscita di casa a 20 anni ne ho 27, 3000 di debiti e neanche un euro da parte...

gea tiralongo 20.10.07 22:21| 
 |
Rispondi al commento

ho 35 anni e sto nella stesa situazione....voglio un mondo diverso per i figli che non potro' permettermi!!!!!cappottiamolo sto paese di ladri.....e al ministro che ci definisce bamboccioni.....gl auguro di reincarnarsi in un precario del sud Italia...la prossima volta cos' se non altro imparera' cos e':"IL RISPETTO!!!!"si vergogni minisro!!!

Gianni Ferro Commentatore in marcia al V2day 20.10.07 21:00| 
 |
Rispondi al commento

caro ministro, io ho 33 anni a 19 ero già fuori casa lontano 200KM dalla mia famiglia. Mi sono tirato su le maniche e senza aiuto di nessuno....ho lavorato come operaio 12 ore al giorno per pagare le mie spese e aiutare la mia famiglia a SOPRAVVIVERE ...a cui le banche "strozzine legalizzate" avevano pignorato la casa .Oggi ho 33 anni da tre sono un imprenditore e non fa 1€ di NERO, pago le tasse regolarmente e non ho debiti con nessuno (strozzini legalizzati compresi). Mi sono sacrificato e lo sto facendo tutt'ora ......ma x che cosa? Mi domando ...questo non è vivere è sopravvivere!! Credete che il sistema possa andare avanti così? Io credo che dobbiate incominciare a dare il buon esempio...è facile parlare a "pancia piena" ..... per essere credibili dovreste limitarvi lo stipendio! 3000€/mese + €1000 spese forfettarie(e sono già stato largo) Mi sembra uno stipendio per il vostro livello politico anche troppo "elastico". Se poi portate dei risultati, Bonus da decidere proporzionatamente! Allora si che chi è lì a fare teoricamente il bene del proprio Paese (di tutti i cittadini e non di una parte di Lobby dei "piani alti") lo farebbe per il bene dello Stato. Signor ministro fino che non venga ridefinito il ruolo del sistema Stato "NON CAMBIERA' MAI NULLA".
e il cittadino "lavorerà" per "FOTTERTI".Infatti questo è il "gene modificato" dell'italiano medio, modificato dalle incalcolabili leggi, usi, costumi, del nostro sempre più amato SISTEMA ITALIA". Cordiali Saluti.Ho appena saputo che hanno tolto l'inchiesta a DE MAGISTRIS!!!dopo che Mastella è stato indagato!! Gente è ora di ribellarsi a questo sistema del non Diritto!Facciao qualche cosa !

emilio c. Commentatore certificato 20.10.07 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Si è tolto la vita in fabbrica un operaio 40enne di Macerata: era disperato perché non riusciva più a pagare il mutuo della casa appena comprata.
Io ne ho 34 ho 2 bambini e pago un mutuo da 750 euro mensili, spero vivamente che mia moglie non perda mai il lavoro visto il mutuo ventennale ma, ma caro il mio bamboccione io mi sono buttato...

matteo zanirato 20.10.07 17:21| 
 |
Rispondi al commento

oh no, è terribile...che futuro ci può aspettare, ora come ora?


Caro Bamboccione,
scusami, ma secondo me tu non hai capito il senso di ciò che il Ministro voleva dire!
Chi ha mai parlato di ottener mutui comprar casa? Perché non affittarla, una casa?
Per dimostrare la mia buona volontà, ecco che anche io mi appresto a fare diligentemente i miei conticini!
Ecco, ho 33 anni e mi sono laureata perfettamente in tempo, col massimo dei voti. Come premio per la mia dedizione allo studio, mi ritrovo a lavorare (al nero) in uno studio tecnico.
Quando va bene prendo 650€ al mese. Quando va maluccio sui 450€. Ovviamente per me niente tredicesima…se mai, visto che ad agosto lo studio è chiuso, non prendo proprio niente. Perciò diciamo che in media guadagno sui 500€ al mese.
Nella città in cui vivo l’affitto di un monolocale + servizi, in una zona non centrale, si aggira intorno ai 450-500€, perciò non posso permettermelo. Ma so accontentarmi! Dividerò l’affitto di un appartamento con altre persone, in un paesino periferico.
Qui spenderò 300€ di affitto per una stanza singola, insieme ad altri 2 bamboccioni! Ho calcolato che spenderò intorno ai 40€ al mese per la luce, 15 per il gas, 6 per l’acqua, 20 per le spese condominiali. Il telefono fisso non lo voglio, ma per il cellulare se ne andranno sui 15€ al mese. Fa 96€, ma approssimiamo a 100.
Per raggiungere il posto di lavoro con i mezzi pubblici mi ci vorranno 4 euro/giorno, e se considero una media di 20 giorni lavorativi mensili, arriviamo a 80€.
300+100+80=480€ al mese. Altri 20€ saranno necessari per le emergenze.
Ma posso essere orgogliosa di me!
Per festeggiare, allora, spalanco tutte le finestre, e pure la porta d’ingresso, così da creare una bella corrente, e mi vado a sistemare proprio al centro della mia bella casina nuova, così campo D’ARIA…perché a ‘sto punto, se la matematica non è un’opinione, non mi sono rimasti neanche più i soldi per fare la spesa!
Ecco, caro Bamboccione…questi sono sacrifici…!!!

Anna Lisa 20.10.07 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non c'è futuro...

una ragazza 20.10.07 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Penso che è molto grave che un ministro offenda quasi 8 milioni di suoi cittadini ed è una volta la dimistrazione, qualora ce ne fosse ancora bisogno della lontananza dei politici dalla vita quotidiana, propabilmente il figlio e poi il nipote di Padoa Schioppa vivono fupricasa xke gia siedono in chissa quanti consigli d'amministrazione.Oggi io vivo in una media citta del sud di 150.000 abitanti dove con 100milioni di lire 20 anni fa si acquistava un appartamento di 100mq oggi 100mq costano 300mila euro se capita una buona occassione circa 6 volte di piu ma gli stipendi in questi 20 anni sono aumentati sei volte tanto? E' vero che orami nella mia città non c'è quasi piu spazio per costruire e ciò fa aumentare notevolmente i prezzi ma che si è fatto per evitare questo i politici riflettano prima di parlare.

elio poggi 20.10.07 14:59| 
 |
Rispondi al commento

NOTIZIA STRASTRASTRAORDINARIA------------oggi ho preso il giornale e cosa trovo in prima pagina?MASTELLA INDAGATO!!!incredibile,da non credere,in italia succedono ste cose,ma è impossibile che il ministro,anzi,minestra,della giustizia faccia ste cose.BASTAAAAAAAAAAAAAAAA,è ora che se ne vadano via.paghiamo solo noi.sono stanco di vedere ste persone di merda.FACCIAMO QUALCOSA tutti insieme.mandiamoli via. firmato cittadino italiano stanco di venir preso x il culo

matteo a. Commentatore certificato 20.10.07 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro Schioppa, ma lei ha mai riflettuto su quello che dice o apre la bocca solo per farle cambiare aria, io non sono un giovane, ma ho un figlio diplomato con 80/100, dopo un anno e mezzo che cerca lavoro, dopo vari lavori offerti da agenzie a tempo determinato, è ruscito da avere un lavoro come apprendista, e a questo punto ho capito quale fregatura era la legge nr° 30 o legge biagi. Lei non sò se è al corrente di che fregatura sia per i giovani, pagati all'inizio con mezzo stipendio , è difficile andare via da casa e mantenersi, io non sò se lei ha figli, sicuramente, loro non avranno difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro, purtroppo non è così per milioni di giovani. DI QUESTI CI VOGLIAMO INTERESSARE O VOGLIAMO FARE COME LE TRE SCIMMIETTE?

gar massimo 20.10.07 14:36| 
 |
Rispondi al commento

carissimi notai,carissime agenzie immobiliari,carissimi politici di m***a,da parte di un bamboccione(x colpa vostra),andate a....................................FANCULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.-------------BEPPE FPR PRESIDENT

matteo a. Commentatore certificato 20.10.07 14:33| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,
qualche precisazione in merito alla lettera del bamboccione:
-il calcolo delle tasse si fa sul costo della casa, e non a priori, e può variare sensibilmente (sia in peggio che in meglio) a seconda del tipo di compravendita, pur restando nell'ambito "primacasa".
-lo stesso vale per le spese notaio (che per altro mi sembrano altine).
-il muto, nei casi più fortunati è concesso sul 100% del valore della casa, quindi i soldi per le spese "accessorie" non possono essere inclusi: per una casa da 65.550 € al massimo ottengo un mutuo da 65.550 €!
-un operaio di 30 anni si suppone che lavori già da una decina di anni ed in 10 anni di lavoro, abitando con i propri genitori, non ha messo da parte neanche un soldo da considerare?

nota: i nostri genitori sono usciti dalla casa dei loro andando mediamente in affitto e mediamente con due stipendi perchè entrambi lavoravano, per poi acquistare dopo una casa di proprietà, senza divano, mobile TV, senza telefonino cellulare, magari con 10.000 € di automobile...
domanda: perchè mai noi (in italia solamente poi...) dovremmo sentirci in diritto di uscire di casa dei nostri comprando subito una casa di proprietà e con un solo stipendio?

il tuo post ha generato una enorme quantità di risposte e tutte brillano di considerazioni giuste e piene di buon senso, con le quali sono d'accordo, ma nessuna di queste mi convince che se uno vuole veramente una casa sua, una vita sua, 2 garage di 28 mq. possono diventare una reggia. l'epiteto del nostro ministro accademico della crusca (che di sicuro sarà uno di quegli insopportabili che in un'ora finiscono il bartezzaghi, quando a me ha sempre portato via tutta la settimana quando ero al liceo) è stato decisamente fuori luogo, ma mi piacerebbe vedere nelle risposte al tuo post (che però sono moltissime e che devo ancora leggere tutte) la voglia di cambiare la propria vita (e di cambiare il mondo) a prescindere dal fatto che possa cambiare il sistema.

simone ferron 20.10.07 14:14| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bè, almeno può continuare a definirsi "ragazzo" a 30 anni.

Francesco Bistocchi 20.10.07 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 46 anni e sono di Roma, non vivo più a casa con mia madre, ma solo perchè quando avevo 16 anni ho perso mio padre e con la sua liquidazione di impiegato dello stato mia madre nel lontano '77 è riuscita a comprarmi un piccolo appartamento di 40mq, ma certo che se non avessi avuto questa sfortuna non credo proprio sarei riuscita ad uscirne, visto che ora dopo ben trent'anni sono ancora in quei 40mq (e ora siamo in due), ho sempre lavorato in nero ed ora ho anche perso l'ultimo lavoro che avevo e vista l'età non riesco a trovarne un'altro (dato che il problema della disoccupazione viene trattato sempre con riferimento ai giovani e noi siamo gli invisibili). E vi dirò, mi reputo anche fortunata rispetto ai ragazzi di oggi almeno ho un mio buchetto dove poter morire di fame!!!
Se avessi avuto il senno del poi, me ne sarei andata in tempo da questo paese di merda per non dover vedere questo scempio, dopo aver lottato e creduto in un mondo migliore in quegli anni in cui le piazze erano piene di barricate e gli animi dei giovani di allora colmi di ideali. Perdonate il senso di rimpianto che traspare da queste parole, ma c'ho una tristezza e una delusione dentro che mi soffoca e avrei tanta voglia di urlare ancora come allora, ma non è più la stessa cosa...
Infondo anch'io sono solo una bambocciona mancata per poco!

Cinzia Sbardella 20.10.07 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzzi dobbiamo fare sentire la nostra voce è una vergogna che questa gente stia in parlamento i veri bambocioni sono loro che guadagnano 15mila euro al mese per non far niente o peggio rubare e far danni.Gente sapete qualè la cosa incredibile che qesta manica di corrotti e parassiti abbiano ancora il coraggio di fare della retorica e dare titoli!!Ma vadano loro a pagare mille euro di affitto guadagnandone 1200..guardate lo dico dal cuore POLITICI VAFF..!!!!

golconda g. Commentatore certificato 20.10.07 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Io ho 46 anni e sono di Roma, non vivo più a casa con mia madre, ma solo perchè quando avevo 16 anni ho perso mio padre e con la sua liquidazione di impiegato dello stato mia madre nel lontano '77 è riuscita a comprarmi un piccolo appartamento di 40mq, ma certo che se non avessi avuto questa sfortuna non credo proprio sarei riuscita ad uscirne, visto che ora dopo ben trent'anni sono ancora in quei 40mq (e ora siamo in due), ho sempre lavorato in nero ed ora ho anche perso l'ultimo lavoro che avevo e vista l'età non riesco a trovarne un'altro (dato che il problema della disoccupazione viene trattato sempre con riferimento ai giovani e noi siamo gli invisibili). E vi dirò, mi reputo anche fortunata rispetto ai ragazzi di oggi almeno ho un mio buchetto dove poter morire di fame!!!
Se avessi avuto il senno del poi, me ne sarei andata in tempo da questo paese di merda per non dover vedere questo scempio, dopo aver lottato e creduto in un mondo migliore in quegli anni in cui le piazze erano piene di barricate e gli animi dei giovani di allora colmi di ideali. Perdonate il senso di rimpianto che traspare da queste parole, ma c'ho una tristezza e una delusione dentro che mi soffoca e avrei tanta voglia di urlare ancora come allora, ma non è più la stessa cosa...
Infondo anch'io sono solo una bambocciona mancata per poco!

Cinzia Sbardella 20.10.07 13:24| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ma non lo avete capito? I veri BAMBOCCIONI sono loro!!!! Non fanno un cazzo dalla mattina alla sera e prendono i miliardi!!!! Ci fregano i soldi! Nonostante il debito bubblico elevatissimo (il 3 nel mondo!!!!!!!!!), i nostri "dipendenti" continuano a fotterci un sacco di soldi senza mai risanare niente!!!! Basta 10 100 1000 V-DAY!!!! avete rotto!!!!!!

Francesco Capone 20.10.07 13:09| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Io sono l'esatto contrario di un bombaccione...ho 31 anni e da quando ne ho 24 vivo nella casa che mi sono fatto ( e per fatto intendo una villetta costruita di sana pianta su un terreno edificabile di 800 metri) senza l'aiuto dei miei...come ho fatto?? semplice ho sempre fatto due lavori operaio di giorno, pizzaiolo la sera, per un totale di circa 70 ore settimanali, lavorando tutti i giorni compreso sabati domeniche feste. mai un giorno di mutua ho lavorato anche con la febbre e la diarrea....lavorando sempre non hai neanche il tempo di spendere e così risparmi di più. Ora però sono stufa di farmi il culo per una cazzo di casa che vedo solo per dormire, forse se me ne sarei stato dai miei ora avrei un bel gruzzolo (tra soldi che ho messo nella casa di tasca mia interessi sul mutuo che ho dato alla banca e bollette e spese varie che ho sostenutoin questi 7anni) e me ne potrei andare a vivere di rendita a santo domingo alla faccia di sto paese di merda....invece devo continuare a farmi il culo perchè la casa è della banca per altri 15 anni....bella merda...

jerry folino Commentatore certificato 20.10.07 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Io sono l'esatto contrario di un bombaccione...ho 31 anni e da quando ne ho 24 vivo nella casa che mi sono fatto ( e per fatto intendo una villetta costruita di sana pianta su un terreno edificabile di 800 metri) senza l'aiuto dei miei...come ho fatto?? semplice ho sempre fatto due lavori operaio di giorno, pizzaiolo la sera, per un totale di circa 70 ore settimanali, lavorando tutti i giorni compreso sabati domeniche feste. mai un giorno di mutua ho lavorato anche con la febbre e la diarrea....lavorando sempre non hai neanche il tempo di spendere e così risparmi di più. Ora però sono stufa di farmi il culo per una cazzo di casa che vedo solo per dormire, forse se me ne sarei stato dai miei ora avrei un bel gruzzolo (tra soldi che ho messo nella casa di tasca mia interessi sul mutuo che ho dato alla banca e bollette e spese varie che ho sostenutoin questi 7anni) e me ne potrei andare a vivere di rendita a santo domingo alla faccia di sto paese di merda....invece devo continuare a farmi il culo perchè la casa è della banca per altri 15 anni....bella merda...

jerry folino Commentatore certificato 20.10.07 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Io sono l'esatto contrario di un bombaccione...ho 31 anni e da quando ne ho 24 vivo nella casa che mi sono fatto ( e per fatto intendo una villetta costruita di sana pianta su un terreno edificabile di 800 metri) senza l'aiuto dei miei...come ho fatto?? semplice ho sempre fatto due lavori operaio di giorno, pizzaiolo la sera, per un totale di circa 70 ore settimanali, lavorando tutti i giorni compreso sabati domeniche feste. mai un giorno di mutua ho lavorato anche con la febbre e la diarrea....lavorando sempre non hai neanche il tempo di spendere e così risparmi di più. Ora però sono stufa di farmi il culo per una cazzo di casa che vedo solo per dormire, forse se me ne sarei stato dai miei ora avrei un bel gruzzolo (tra soldi che ho messo nella casa di tasca mia interessi sul mutuo che ho dato alla banca e bollette e spese varie che ho sostenutoin questri 7anni) e me ne potrei andare a vivere di rendita a santo domingo alla faccia di sto paese di merda....invece devo continuare a farmi il culo perchè la casa è della banca per altri 15 anni....bella merda...

jerry folino Commentatore certificato 20.10.07 12:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si,certo, bisogna uscire di casa al piu' presto
ma solo per prendere a calci in culo tutto l'arco parlamentare;poi rientrarci e sbattere la porta in faccia ai merdosi di tutte le risme,e a
un blog che perde giorni di tempo a commentare le
parole di un inqualificabile bavoso.

Stefano paradox 20.10.07 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Non solo gli uomini sono in queste condizioni!!1 non ci danno la possibilità di avere un futuro! tutti hanno il diritto di studiare ma in pochi ci riescono perchè studiare costa troppo, una coppia giovane non riesce a prendere un mutuo e a sposarsi, un donna o un uomo non riescono a farsi una vita propria senza dover dipendere dai genitori e poi ci lamentiamo perchè l'italia è un paese di vecchi, non ci danno la possibilità di avere figli, gia solo vivere da soli costa pensate in due o addirittura in 3!!1 io ho 22 e volevo sposarmi ma purtroppo non posso perchè il mio fidanzato sta nelle stesse condizioni di questo ragazzo 28 con un lavoro ma per la banca non è sufficiente, le case costano troppo , naturalmete io sono studentessa universitaria che cerca di pagarsi gli studi e mettersi qualcosa da parte per il futuro lavorando in un call center ma che deve fare i conti con gli esam,lavorando 6.30 ore al giorno e quando mi laureo!!?? forse tra 2 anni e pensate che a febbrario entro anche fuori corso!! è una vergogna,mi vergogno della politica italiane e di noi italiani che abbiamo fatto si che quella gente li prendesse piede!e chi ci rimette? noi giovani che ci vediamo chiuse le porte in faccia, che veniamo considerati solo nulla facenti senza sogni, bhe i sogni ce li avete tolti voi e come questo ragazzo io sorridendo vi ringrazio..vi ringrazio di cuore per averci tolto la possibilità di vivere tranquilli!!

silvia agamennone 20.10.07 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Si,certo, bisogna uscire di casa al piu' presto
ma solo per prendere a calci in culo tutto l'arco parlamentare;poi rientrarci e sbattere la porta in faccia ai merdosi di tutte le risme,e a
un blog che perde giorni di tempo a commentare le
parole di un inqualificabile bavoso.

Stefano paradox 20.10.07 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Si,certo, bisogna uscire di casa al piu' presto
ma solo per prendere a calci in culo tutto l'arco parlamentare;poi rientrarci e sbattere la porta in faccia ai merdosi di tutte le risme,e a
un blog che perde giorni di tempo a commentare le
parole di un inqualificabile bavoso.

Stefano paradox 20.10.07 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me bisogna fondare il PBS;Partito Bamboccioni Schiavizzati.Io ho lavorato per 7 anni e 4 mesi per un organismo di controllo per i formaggi Dop sardi,sparandomi 70mila km all'anno facendo ispezioni a nastro per i caseifici sardi;i miei contratti erano co.co.co e poi a tempo determinato in modo tale che se avessi rotto le scatole mi avrebbero potuto licenziare senza problemi.Intanto mi pagavano mediamente ogni 4 mesi e dovevo chiedere ai miei i soldi per poter garantire i viaggi per le ispezioni;per fare un esempio,lo stipendio di giugno 2006 l'ho visto a maggio 2007(mentre aspettavo che l'organismo mi richiamasse in servizio).Ho avuto persino un incidente in auto ed il giorno successivo ero già al lavoro;c'erano da recuperare 2 mesi in cui mi promisero il rinnovo del contratto ed invece fui stato costretto alla disoccupazione.Il contratto a tempo determinato mi è scaduto il 31.12.06 e ho dovuto attendere il 3 agosto 2007(dopo promesse e promesse mai mantenute)per avere una specie di loro proposta in cui avrei dovuto lavorare sino al 31.12.2007 e con i pagamenti per ogni ispezione dopo 120 giorni.Inoltre negli anni passati a lavorare da solo mi dicevano che costassi troppo, ora invece hanno deciso di assumere altre 4 persone con poca esperienza in campo;per la serie "un ispettore è troppo,4 sono pochi"!!!Inoltre il coordinamento degli ispettori non è stato dato a chi ha lavorato per anni e anni in campo guadagnandosi la fiducia dei caseifici,ma a chi purtroppo ha le spalle coperte con l'attuale amministrazione sinistroide.In definitiva,tra tasse e trasferte ci avrei perso;mi sono trovato costretto a non accettare il contratto-farsa!!Le ispezioni si sarebbero potute fare tranquillamente in 2 persone ed invece la torta,già misera,ora è divisa per 4.La sinistra è dalla parte dei lavoratori?Si,dei propri...

Alessandro Ledda 20.10.07 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Si,certo, bisogna uscire di casa al piu' presto
ma solo per prendere a calci in culo tutto l'arco parlamentare;poi rientrarci e sbattere la porta in faccia ai merdosi di tutte le risme,e a
un blog che perde giorni di tempo a commentare le
parole di un inqualificabile bavoso.

Stefano paradox 20.10.07 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici ho 25 anni, anch'io sono un bamboccione (detto dal ministro), però ho voglia di uscire da questa situazione, lavoro da 5 anni guadagno i soliti 1000€ al mese, non pretendo la casa in città,, sto risparmiando anche per uscire, e quindi divertirmi... purtroppo...
Ma oggigiorno, non si può pretendere più di tanto, il governo stesso lo dice se vuoi è così altrimenti attaccati al tram! Perciò ho capito che devo fare di testa mia e che risparmiando e mettendo da parte i soldini per altri 5 anni forse avrò la mia casa... grazie sempre al grande ministro, ed hai governi degli ultimi 15 anni, che hanno fatto molto per le loro tasche....
Qundi, altri 5 anni...incrociamo le dita...sempre che le cose non peggiorino!!! Perchè se continua così ahimè siamo fritti!!!!
Salute a tutti

Paolo R. Commentatore certificato 20.10.07 11:29| 
 |
Rispondi al commento

tanto non cambierà nulla:
come diceva Orwell, la classe media chiede aiuto ai pezzenti per spodestare la classe politica: una volta raggiunto l'obiettivo la classe media diventa classe politica e quest'ultima classe media ricominciando il circolo vizioso.
e i pezzenti rimarranno pezzenti per sempre...

reno tavella 20.10.07 10:57| 
 |
Rispondi al commento

vaffanculo ministro!
1000€ di sgravio annuale...che cazzo mi compro, le patatine??BASTARDO!

matteo b. 20.10.07 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Non credo di poter rientrare nella definizione di bambocciona: sono uscita di casa a 19 anni. Lavoravo e studiavo, all'inizo i miei mi hanno aiutato, ma me la sono dovuta cavare presto da sola. Ho diviso l'affitto con altri ragazzi per 10 anni. Ora convivo e pago l'affitto; ho 29 anni. In due prendiamo 1700 € al mese, viviamo in un bilocale, non andiamo al cinema, quando si esce a cena si va dal piadinaro a 10 € in due, una birra con gli amici ogni tanto. Fine dei lussi.Il resto se ne va in spese di sopravvivenza. I miei amici "bamboccioni" non se la passano tanto meglio: stare con i genitori non è esattamente gradevole e se non se ne vanno è solo per soldi.

Posto questo vorrei dire al signor ministro: gli sgravi sull'affitto andranno anche bene, ma personalmente SONO STUFA DELL'ELEMOSINA! Il lavoro dei ministri sarebbe quello di amministrare le cose in modo tale da mettere la gente in condizioni di cavarsela da sola, non quello di distribuire soldi una tantum (e insultare per sovrappiù). Vergogna! Che comincino a lavorare sul serio.

Elisa Tomassini 20.10.07 09:56| 
 |
Rispondi al commento


Padoa Schioppa ha ragione

BAMBOCCIONI

In mezzo a ragazzi che non sanno con che mezzi impostare il futuro, esistono anche e purtroppo quelli del giro di conoscenze del nostro nobile Schioppa:
figli della medio/alta ed alta società, ke ben meritano l’appellativo di BAMBOCCIONI: eredi di capitali, di imprese, aziende, immobili da gestire.
Bamboccioni che bestemmiano col governo perché non si guadagna pi che è impossibile andare avanti che ci sono troppe tasse. Bamboccioni senza palle, che vivono la notte a sballi, si alzano nel pomeriggio, passano in azienda a fare i fichi e poi vanno all’happy hour a sbullare col suv.
Gente ke tutti gli anni vede assotigliarsi il capitale, assieme alla stima per se stessi e la rabbia inespressa ke indirizzano dove capita.
Gente ke per sentirsi un imprenditore si iscrive a Forza Italia!

Paolo R. Commentatore certificato 20.10.07 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro ministro,
è colpa nostra se rimaniamo in casa a fare i "bamboccioni" e non riusciamo a metter su una famiglia tutta nostra, sempre che tu intenda questo e non qualcos'altro, come ad esempio andar fuori di casa riuniti insieme ad altri dieci amici "bamboccioni" per dividere le spese, le camere e l'unico bagno a disposizione, visto che della famiglia questo governo non fa mai alcuna parola.

E a questo proposito ti dirò che l'unica categoria che ancora oggi mantiene voi, con i vostri assurdi privilegi e continuerà a mantenervi anche quando sarete vecchi bavosi arteriosclerotici, sarà solo e sempre qulla categoria che oggi disprezzi: la famiglia con i loro frutti, i figli.

Quei figli e quei bambini di oggi, a cui le vostre manovre non concedono alcun sostentamento, manterranno con i loro stipendi le vostre laute pensioni di domani, vi faranno da autisti quando sarete tremanti e poco vedenti a causa della demenza senile (di cui, a causa di una certa precocità se ne iniziano a vedere le conseguenze), vi verranno a visitare e a curare quando gli acciacchi si faranno più acuti.

Ma tu e gli altri tuoi colleghi, caro ministro,
state calpestando, scoraggiando e ridicolizzando tutte le famiglie, italiane e non, attraverso le vostre assurde manovre e attraverso la vostra assurda ideologia, che non prevede matrimoni tra eterosessuali e di consegueza i figli.

Ricordatelo ministro, i bambini e i giovani di oggi saranno la tua stampella di domani, perchè prima o poi ne avrai bisogno, come tutti noi e se non prevedi questa continuità della specie, allora la nostra Italia è destinata a morire, insieme a voi "bamboccioni eccellenti" che riuniti in parlamento, non costruite niente ma distruggete soltanto.

Sì, caro ministro è tutta colpa nostra, ma solo perchè ti abbiamo eletto e insieme a te abbiamo scelto, un giorno maledetto, il tuo partito che ha tradito la nostra fiducia!!!

Rita D. 20.10.07 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Fra poco il governo cade!!!!
COSTITUIAMO UN'ALLEANZA DI LEBERAZIONE DEMOCRATICO POPOLARE PER NON PERMETTERE CHE RITORNINO QUESTI SCHIFOSI!!!!!!!!!!!!

Tommaso . Commentatore certificato 20.10.07 09:28| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Libertà, Democrazia, Pace, Lavoro, Amore, sono le più ALTE e NOBILI parole che al mondo esistono e NESSUNO, NESSUNO, NESSUNO può prendersi il diritto di speculare e farne uso per un personale tornaconto perchè sono i più ALTI VALORI PERilBENEdiTUTTI i POPOLI del MONDO. Politici di CASTA con questa legge voi pensate di IMPEDIRE di raggiungere il nostro traguardo. Toglietevelo dalla testa perchè non potete PREVALERE con l'OBBIETTIVO della vostra logica di CASTA IndustrialPoliticoSindacale di CONCERTARE per REALIZZARE il vostro TORBIDO SOGNO.
GIOVANI TALENTI FERMIAMO QUESTO BARBARO SISTEMA. UNIAMOCI PER DIMOSTRARE il DISSENSO POPOLARE. Non permettiamo che il TORBIDO SOGNO della CASTA PADRONA IndustrialPoliticoSindacale si realizzi.ONESTI CITTADINI, IMPRENDITORI, LAVORATORI, COMMERCIANTI ARTIGIANI, PESCATORI, PENSIONATI, INTELLETTUALI, DOTTI e SAPIENTI, OPERAI, PASTORI, CONTADINI, PRECARI e DISOCCUPATI. Siamo stati tutti TRADITI dalla CASTA dei politici al servizio degli AFFARI. Prepariamoci perchè il nostro futuro sarà veramente DURO per avere un pezzo di pane. IL coraggio lo dobbiamo trovare per FERMARE questo BARBARO SISTEMA. Tutti uniti e coesi dobbiamo dire ai politici, PERilBENEdiTUTTI fatte LARGOaiGIOVANI Talenti Liberi e senza NODI per costruire il TEMPIO dei VALORI per diffondere Pace, Libertà, LAVORO a tutti a tempo INDETERMINATO come vuole la nostra COSTITUZIONE. Unica GARANZIA rimasta per la nostra VITA. PREPARIAMOCI a toglierci le catene che ci rendono SCHIAVI e prepariamo il CAMMINO per costruire il NUOVO TEMPIO dei VALORI PERilBENEdiTUTTI per creare quel MONDO D’AMORE LIBERO e di PACE. IL destino del MONDO è nelle nostre mani SLEGHIAMOLO dai NODI del BARBARO SISTEMA e LIBERIAMOCI da queste CATENE. Prima che loro realizzino il loro TORBIDO SOGNO. FERMIAMOLI.

Mario Flore 20.10.07 06:23| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro dell'economia invece di fare il cabarettista, provi a lui a vivere con 1000 Euro al mese senza i privilegi che ha. Vergogna

VINCENZO PALUMBO 20.10.07 03:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma dove sta scritto che per andare a vivere da soli bisogna prima avere la casa di proprieta'??? Perche' in Italia hanno tutti questa esigenza di comprare casa?!? Io vivo negli USA e qui in genere i ragazzi vanno via di casa a 18-20 anni, non certo a 30 (e di certo non dopo aver comprato casa; si accontentano di una stanza in affitto da dividere!). Direi che ha proprio ragione il ministro: i bamboccioni mammoni italiani sono abituati bene e non concepiscono l'idea di andare in affitto o fare qualche rinuncia, preferiscono stare a casa con mamma e papa'!

Alberto De Sole 20.10.07 03:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi sono i ministri che abbiamo in un "partito del popolo" hanno mai lavorato in vita loro e quando parlano dicono solo cazzate, però sono bravi a vivere sulle spalle degli italiani.
Ma chi cazzo li ha eletti ?

alex bianco 20.10.07 03:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

---è difficile vivere da bamboccione anche con 1000 euro al mese penso sia molto più facile fare il politico, anche con soli 5000 euro al mese---
---se proprio insiste facciamo cambio, quando vuole mi contatti Caro Ministro---

Nicola Musso (muschio) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.10.07 02:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro "Bamboccione" (scusa il termine),
La mia è per darti tutta la mia solidarietà.
Ho lavorato molto nell'edilizia, conosco i costi di una casa.
Non ti dico i costi in percentuale, perchè troppo complicato.
Ti dico solo che una villetta di 80 Metri, antisismica rifinita con finiture medie, costa, compreso il guadagno dell'imprenditore poco piu che artigiano 60 mila euro, più iva. I problemi sono:
I soldi per l'acquisto del terreno
Gli oneri di urbanizzazione
Gli oneri di concessione.
Questi sono i costi più alti. è possibile eliminare buona parte dei costi del terreno, moltiplicando da parte di comuni e regioni i terreni edificabili. Chiaro che adesso hanno i comuni il coltello dalla parte del manico, le mani in pasta, magari (ma è una mia idea, non ho prove) qualche mazzetta in qua e la, per foraggiare il partito.
Quindi se la villetta costava 60 mila + iva ci devi aggiungere almeno 100 mila di terreno. Mica è finita, ci sono gli oneri del comune, del genio civile, che su 160 mila fanno almeno 40 mila, e siamo a 200 mila. Qualche cosa il progetto costa, un po di direzione lavori etc etc arriviamo ad altri 30 mila. A grandi linee, ovviamente.
Quindi:
Costo villetta 60.000+
Terreno 100.000+
Oneri 40.000+
Professionisti 30.000=
----------
230.000 Euro
Per abbattere i costi del terreno, basterebbe moltiplicare per 3 i terreni edificabili, ma i comuni sono soggetti ai potentati e non possono andare contro la casta.
Gli oneri sulla prima casa, non hanno ragione di esistere, la casa è anche un diritto, oltre ad essere un fondamentale bisogno primario.
Se venisse fatto quanto sopra la casa potrebbe costare 120 mila euro, una villetta di 80/90 metri, con un po di giardino, rifinita.
Gli appartamenti nelle palazzine costano ancora meno. E la speculazione che fa lievitare i prezzi e le tasse. E' la CASTA che ha in mano le decisioni dei comuni, e delle regioni.
Bamboccione caro, hai tutta la mia solidarieta.

eduardo freni Commentatore certificato 20.10.07 01:55| 
 |
Rispondi al commento

Cosa succederà quando le nostre 300.000 firme arriveranno in Parlamento? Proveranno in tutti i modi ad insabbiare o a rendere inefficace il V-DAY. Per evitarlo alle 300.000 firme dobbiamo aggiungerne tante, tante altre. Allora saranno costretti ad approvare la legge di iniziativa popolare, ma non per iniziativa, per SOLLEVAZIONE popolare!

La nostra Associazione ha creato una petizione di sostegno alle 3 proposte del V-DAY, se non avete potuto firmare al V_DAY o volete mettere un'altra firma questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_content&task=view&id=12&It

Manderemo le firme raccolte alle Camere quando dovranno discutere la legge di iniziativa popolare, tanto per "rinfrescargli" la memoria!

Importante: cerchiamo volontari per la Lista Civica Volontà Popolare conforme cert. trasparenza beppegrillo.it, per partecipare o avere maggiori info questo è il link:

http://www.volontapopolare.it/index.php?option=com_registration&task=register

Grazie!

Max R. Commentatore certificato 20.10.07 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Salve, ho 32 anni e sono un praticante avvocato. Voglio denunciare la mia situazione di sfruttamento continuo, il fatto che lavoro gratis per 12 ore senza un euro, il fatto che il Ministro Mastella ha deciso di rendere il nostro accesso al mondo del lavoro quasi impossibile.
Vi è ormai un progetto, creare pochi studi di avvocato con manovalanza a basso costo formata dai praticanti e dai legali più giovani.
E poi Padoa Schioppa ci chiama Bamboccioni.
AIUTATECI

rocco giardini 20.10.07 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono anch'io una bambocciona di 27 anni! Anche il mio ragazzo lo è, solo che lui è un pò più bamboccione, di anni né ha 32!!! Ci siamo messi a cercare casa, senza grosse pretese, una casetta dove poter vivere in tre, data l'intenzione di allargare un giorno la famiglia. Viviamo in un paesello di provincia, non in una grande città, quindi la speranza era di riuscire a contenere i prezzi. Fatti un paio di conti ci siamo accorti che riuscivamo, forse, a puntare ad un mini (molto mini) appartamento, dove già in due stai stretti. Le case di circa 65 mq, con un fazzoletto di terra che te lo spacciano per giardino (con due sedie è già finito lo spazio) vanno da un minimo di 135.000 euro in su! Più arredo, spese, e varie... Mica posso indebitarmi per 30 anno per un buco! Ok, allora pensiamo di costruire a casa dei miei, c'è un pò di giardino, magari una casetta ci sta...chiamiamo il geometra, fra perizie, notai per il passaggio e via dicendo ci hanno sparato una cifra di circa 30.000 euro!!! Più le spese per la costruzione e ovviamente l'arredo. Io lavoro da 6 anni, per i primi due prendevo circa 650 euro al mese, negli ultimi anni circa 830 euro. Mi sono comperata la macchina (doveroso, dato che qui non ci sono mezzi pubblici!), ho speso una cifra assurda dal dentista (solo nell'ultimo anno 4.000 euro)... ME LO SPIEGA SIGNOR MINISTRO COME FACCIO AD ANDARE FUORI DI CASA?! E' LEI IL BAMBOCCIONE! MA D'ALTRONDE E' IMPOSSIBILE CHE RIUSCIATE A CAPIRE! PRIMA DOVRESTE PROVARE A VIVERE CON LA PAGA DI UN OPERAIO!

ingrid cabas 20.10.07 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro.........VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!.....AHHHHH!
GRAZIE!!!!!

Alessandro P 19.10.07 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Ministro.........VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULO VAFFANCULOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
GRAZIE!!!!!

Alessandro P 19.10.07 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Holetto la lettera del "bamboccione" bene, io non sono un bamboccione, mi sono sposato 4 anni fa, allora avevo 30'anni io e 25 mia moglie, ora abbiamo due figli, e un bel mutuo per l'acquisto della prima casa.
Allora tutte le banche ci consigliarono di fare un mutuo col tasso variabile, poichè dicevano che non sarebbe mai aumentato tanto.Noi ingenui ci fidammo.
Ora che i tassi di interese sono alle stelle, abbiamo deciso di rinegoziare il mutuo,paghiamo niente meno che 200 euro in più rispetto a quando abbiamo iniziato.
La nostra decisione l'abbiamo presa spinti anche dal fatto che con la legge Bersani sulle liberalizzazioni,non avremmo dovuto più pagare le spese di preestinzione del mutuo con la banca S. Paolo.
NON E' VERO NULLA FARABUTTO!!!! Le spese di preestinzione si pagano al 50% e, cosa ben più grave e, che rinegoziando il mutuo con un'altra banca che magari ti offre un tasso più conveniente del tuo, perdi completamente lo sgravio fiscale (ovvero l'iva che viene rimborsata a luglio col modello 730), bella liberalizzazione che hai fatto,MAFIOSO che non sei altro,e grazie ancora per l'aiuto che date ai giovani bamboccioni.

sergio bussolo 19.10.07 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Libertà, Democazia, Pace, Lavoro, Amore, sono le più ALTE e NOBILI parole che al mondo esistono e NESSUNO, NESSUNO, NESSUNO può prendersi il diritto di speculare e farene uso per un personale tornaconto perchè sono VALORI PERilBENEdiTUTTI iPOPOLI del MONDO. Con questa legge voi pensate di IMPEDIRE di raggiungere il nostro traguardo. Toglietevelo dalla testa perchè non potete PREVALERE con l'OBBIETTIVO della logica di CASTA PADRONA IndustrialPoliticoSindacale di REALIZZARE il vostro TORBIDO SOGNO.


I miei bamb(gg) dopo aver letto:
Marco ha detto, toh come a "Marcovaldo"
ed Elisa ha fatto quattro salti nel blog.
Ho l'impressione che sia diventato una magnifica, volontaria culla per l'eutanasia dalle/delle coscienze poco pulite. detersivo ecology-tec e
speruma ben di diventare sempre più tanti

laura giacobbe Commentatore certificato 19.10.07 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ex bamboccione di 34 anni essendo sposato da un anno. Ma riflettendo bene credo di esserlo ancora... perchè?
Semplice: perchè per vivere in un appartamentino dignitoso (soggiorno, camera da letto, cucina e bagno) a Quarto in provincia di Napoli, devo accettare che i miei paghino la metà dell'affitto che ammonta in totale a €550.00.
Io sono un operaio non specializzato in una piccola fabbrica nel casertano ed il mio stipendio non arriva ai mille euro mensili (eccezion fatta per lo scorso mese d'agosto dove li ho superati di 50 euro, olè!) Mia moglie attualmente è disoccupata a causa di problemi di salute.
Che bamboccione che sono!!!

Paolo D'Alessandro 19.10.07 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono ancora un bamboccione, ho appena 20 anni e vivo con i miei.
mi preoccupa il fatto che potrei diventare un dei tanti bamboccioni...
guadagno 818 euro al mese con 14 mensilità e per tre anni ho l'apprendistato, poi passerò all'enorme cifra di 950 euro circa al mese.
Come potrò mai permettermi una casa?
Anche solo un buco di monolocale?

Ministro Padoa-Schioppa, vai a casa!!!!

Nicco HRM 19.10.07 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono anch'io una bambocciona di 27 anni! Anche il mio ragazzo lo è, solo che lui è un pò più bamboccione, di anni né ha 32!!! Ci siamo messi a cercare casa, senza grosse pretese, una casetta dove poter vivere in tre, data l'intenzione di allargare un giorno la famiglia. Viviamo in un paesello di provincia, non in una grande città, quindi la speranza era di riuscire a contenere i prezzi. Fatti un paio di conti ci siamo accorti che riuscivamo, forse, a puntare ad un mini (molto mini) appartamento, dove già in due stai stretti. Le case di circa 65 mq, con un fazzoletto di terra che te lo spacciano per giardino (con due sedie è già finito lo spazio) vanno da un minimo di 135.000 euro in su! Più arredo, spese, e varie... Mica posso indebitarmi per 30 anno per un buco! Ok, allora pensiamo di costruire a casa dei miei, c'è un pò di giardino, magari una casetta ci sta...chiamiamo il geometra, fra perizie, notai per il passaggio e via dicendo ci hanno sparato una cifra di circa 30.000 euro!!! Più le spese per la costruzione e ovviamente l'arredo. Io lavoro da 6 anni, per i primi due prendevo circa 650 euro al mese, negli ultimi anni circa 830 euro. Mi sono comperata la macchina (doveroso, dato che qui non ci sono mezzi pubblici!), ho speso una cifra assurda dal dentista (solo nell'ultimo anno 4.000 euro)... ME LO SPIEGA SIGNOR MINISTRO COME FACCIO AD ANDARE FUORI DI CASA?! E' LEI IL BAMBOCCIONE! MA D'ALTRONDE E' IMPOSSIBILE CHE RIUSCIATE A CAPIRE! PRIMA DOVRESTE PROVARE A VIVERE CON LA PAGA DI UN OPERAIO!

ingrid cabas 19.10.07 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo esprimere il mio pieno consenso a Daniele,ha fatto un appello a mio parere utile e molto significante.
Per quanto riguarda i bambocioni che dire non voglio prendere le difese del nostro ministro, ma credo che si riferisse a quella categoria di ragazzi/e che non si schiodano da casa non per problemi impossibilità, ma, perchè la comodità di mamma e papà prevale; fortunatamente il mondo è bello perchè è vario credo ancora che ci sono tanti ragazzi come me che hanno degli ideali e che per costruirsi un futuro ce la stanno mettendo tutta.
Chi se ne frega di ciò che dicono, andiamo avanti per la nostra strada convinti in ciò che crediamo e consapevoli di ciò che vogliamo.

anna oretti 19.10.07 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Io mi sono sentita offesa, anche perchè a volte caro ministro, bisogna pensare che i ns genitori hanno bisogno anche dei ns soldi per poter campare decentemente...
Come posso fare a denunciarlo per diffamazione?
O loro ci possono offendere perchè sono intoccabili????
Oh mi girano i coglioni e tanto...
Ma vaffanculo a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!

Alice Bettini 19.10.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento

E' il momento di insorgere. Enti, lobby e banche stanno raschiando il fondo del nostro barile, non ci sono più soldi ma loro continuano imperterriti a rubare

Alessio Giorgi 19.10.07 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Di questo passo l'unica via possibile è l'istituzione di leggi PACS per gruppi. Ad esempio 4 amici potrebbero regolarizzarsi come conviventi con una legge PACS-DICO moderna e accedere ad un mutuo comune :) L'unione fa la forza. Bamboccioni di tutta italia uniamoci !

Fabio M. Commentatore certificato 19.10.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

E' la stessa lettera ke compare sul messaggero che mi ha fatto sorridere, nel senso che secondo me Padoa-Schioppa non voleva dire che quelli che vivono alle spalle e sulle spalle dei genitori devono a tutti i costi acquistare una casa e andare via, ha detto responsabilizzatevi uno può anke prenderla in affitto con un amico/a e dividere le spese
Ma il punto è che secondo me in fondo sono fortunati a lavorare e a poter spendersi tutto lo stipendio x se stessi, tanto vivono con i genitori e quindi di spese responsabili non ce ne sono.
Acquistare una casa è sacrificio, si deve rinunciare a un sacco di cose e non tutti sono costretti a farlo, avendo chi li protegge ossia i genitori..
Poi se proprio uno deve acquistare una casa xchè pretende il massimo?
nella vita si deve essere umili..

Giuseppe Altieri 19.10.07 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco perche' dobbiamo rispolverare il matrimonio ragazzi...trovati una bella ragazza che sia brava e fa il bravo così puoi accenderti un mutuo ed andare d'accordo per i prossimi 30 anni con tua moglie...questa cosa la dovrebbero sponsorizzare i preti ragazzi! ma ci pensate, quale crisi dei matrimoni! Un matrimonio per un mutuo!!

Vai!

Il Gufo 19.10.07 19:41| 
 |
Rispondi al commento

E' la stessa lettera ke compare sul messaggero che mi ha fatto sorridere, nel senso che secondo me Padoa-Schioppa non voleva dire che quelli che vivono alle spalle e sulle spalle dei genitori devono a tutti i costi acquistare una casa e andare via, ha detto responsabilizzatevi uno può anke prenderla in affitto con un amico/a e dividere le spese
Ma il punto è che secondo me in fondo sono fortunati a lavorare e a poter spendersi tutto lo stipendio x se stessi, tanto vivono con i genitori e quindi di spese responsabili non ce ne sono.
Acquistare una casa è sacrificio, si deve rinunciare a un sacco di cose e non tutti sono costretti a farlo, avendo chi li protegge ossia i genitori..
Poi se proprio uno deve acquistare una casa xchè pretende il massimo?
nella vita si deve essere umili..
Grazie

Giuseppe Altieri 19.10.07 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Condivido e confermo la testimonianza di un disagio che ricorda lo stesso disagio che avevano gli egiziani durante i 7 anni di carestia ai tempi di Giuseppe con la differenza che oggi non c'è carestia.

CRISTIANO PELLEGRINO Commentatore in marcia al V2day 19.10.07 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Bamboccione Day - C’è un sito che invita tutti a partecipare al Bamboccione Day del 1° Dicembre 2007 e su cui si può ordinare la maglietta con scritto “Sono un bamboccione”, è su: http://www.cellulotto.org !!!

Luca Degli Esposti 19.10.07 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Bamboccione Day - C’è un sito che invita tutti a partecipare al Bamboccione Day del 1° Dicembre 2007 e su cui si può ordinare la maglietta con scritto “Sono un bamboccione”, è su: http://www.cellulotto.org !!!

Luca Degli Esposti 19.10.07 19:15| 
 |
Rispondi al commento

FIRMA LA PETIZIONE PER FAR RISPETTARE LA VOLONTA' POPOLARE CHE PER BEN DUE VOLTE :
NEL 1990 favorevoli 92,3%
E
NEL 1997 favorevoli 80,9%

hanno detto si all'abrogazione del privilegio dei cacciatori di poter accedere armati nei fondi degli agricoltori.

CAMPAGNA LAV "NO ALLA CACCIA NEI CAMPI DEI CONTADINI"
PETIZIONE POPOLARE AL PARLAMENTO PER L'ABOLIZIONE DELL'ART. 842 DEL CODICE CIVILE
*************************************************

FUORI I CACCIATORI DALLE TERRE DEI CONTADINI
NIENTE ARMI NEI NOSTRI CAMPI
FUORI I CACCIATORI DA CASA NOSTRA

FIRMA E FAI FIRMARE LA "PETIZIONE CACCIA" PER ABOLIRE L'ART. 842 DEL CODICE CIVILE

Aiuta i nostri amici animali, non essere insensibile al grido di dolore e di aiuto che ti chiedono tanti animali a rischio estinzione, non permettere che gli esseri viventi specie dopo specie spariscano per sempre dal nostro Pianeta.

REFERENDUM DELLA REPUBBLICA ITALIANA
3 giugno 1990: divieto di accesso ai cacciatori ai fondi privati, affluenza: 42.9%, favorevoli: 92.3%, contrari: 7.7%
15 giugno 1997: divieto di accesso ai cacciatori ai fondi privati, affluenza: 30.2%, favorevoli: 80.9%, contrari: 19.1%

I REFERNDUM FURONO GIUDICATI NULLI PERCHE' L'AFFLUENZA FU SOLO DEL 42,9%

MA NELLE VOTAZIONI POLITICHE SE L'AFFLUENZA FOSS'ANCHE DEL 10% SAREBBERO COMUNQUE VALIDE

clicca sul mio nome pochi click ed arrivi sul modulo della Petizione Online

matteo t. 19.10.07 18:49| 
 |
Rispondi al commento

con quella faccia che si ritrova il ministro PADOA
SCHIOPPA dice bamboccioni agli altri,non mi sembra proprio il caso

antonio staffetti 19.10.07 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro bamboccione, scrivo in difficoltà perchè quanto ti devo dire è contro corrente; pertanto... ho letto con interesse la tua mail, l'analisi non fa una grinza, però scusa... sapessi ........ io ho 43 anni, tre figli, un lavoro mi sento abbastanza tranquillo, una casa di proprietà un lavoro che mi soddisfa ecc. ecc. ma sapessi quante banane ho raddrizzato per arrivarci, non mi sono mai pianto addosso ! nessuno ti regala nè ti regalerà niente, tanto meno Padoa Schioppa.
A 22 anni ho fatto una scelta: di giorno lavoravo, di sera studiavo, dalla terza media ho raggiunto una laurea, non ho mai fatto un giorno di malattia e se necessario andavo ad imbiancare le cancellate e gli appartamenti di sabato e domenica.
Adesso quando vedo i "pirletti" di trent'anni che lavorano con me e mi dicono... ma qui si fa fatica, io pensavo che..., mica è facile...., gli morsicherei una gamba ma li compatisco !
certo, è difficile, sai quanto mi piacerebbe a me uscire la sera, ballare la cavallina e la mattina dopo con i reflui di coca starmene a letto a dormire come fanno gli under trenta di oggi... e invece ho fatto la scelta di vivere con grinta e passione.... indi per cui Padoa Schioppa ... con le sue frasi mi fa una sega a due mani.
nella vita o hai la grinta o ci si piange addosso, nel secondo caso stai tranquillo che ti sotterrano.

ciao

Franco Fabris 19.10.07 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo messi così male che non si può mai avere completamente ragione o torto su nessuna questione.
Istintivamente sarei portato a dare ragione al Ministro.
Noi italiani(parlo per me e per moltissimi amici e conoscenti), tendenzialmente, abbiamo poco coraggio di fare scelte coraggiose in campo lavorativo.
Da casa non se ne va nessuno, nemmeno quelli che potrebbero tranquillamente permetterserlo.
Il miraggio (di questi tempi davvero tale) del posto fisso non ha mai smesso di affascinare l'italiano medio.
Ma come è possibile essere ragazzi a trent'anni???
Mi padre era del 23 ed a ventidue anni aveva già fatto una guerra, combattendo per due anni sulle montagne.
A ventidue anni era un uomo.
In altri paesi, anche senza eventi tragici come la guerra, i ragazzi dedidono di andarsene di casa perchè in tal senso li spinge la famiglia.
Ma da noi è tutto così maledettamente complicato.
Non si può dare torto a nessuno ed è tragico perchè così si annulla ogni senso di responsabilità personale.


roberto gargnigo 19.10.07 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire a questo coglione di schioppa.. che vorremmo tutti avere una propria casa... ma con quali soldi???Ma lui per dire una cosa del genere non sà niente dell'Italia...!!!!E noi siamo governati da questi dementi... continuo a rimanere senza parole!!!

claudia azzurri 19.10.07 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Signor Impiegato Orazio
dello spazio
di Concetto e Assunta Precaria
Si denuncia la scomparsa del signor Impiegato Orazio dello spazio L'ultima volta che e' stato visto indossava una tuta blu, modello salopette, recante marchio omonima azienda finiture plastiche sald che e' anche lo sponsor di questo comunicato.
da linventato.it

pasquale conti 19.10.07 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Signor Impiegato Orazio
dello spazio
di Concetto e Assunta Precaria


Si denuncia la scomparsa del signor Impiegato Orazio dello spazio L'ultima volta che e' stato visto indossava una tuta blu, modello salopette, recante marchio omonima azienda finiture plastiche sald che e' anche lo sponsor di questo comunicato.
da linventato.it

pasquale conti 19.10.07 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Io credo soltanto che il ministro dovrebbe, oltre che dare le dimissioni, VERGOGNARSI per l'analisi "bambocciofila" che ha esplicato in TV. Siamo stufi di questa situazione e VOGLIAMO che il DIRITTO ALLA VITA venga rispettato!!!

Alessandro Russotto 19.10.07 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Ministro, prova tu a vivere con 1000 Euro al mese. Tienitelo pure il bamboccione per te.
A già ... siamo in democrazia ... autoblu, ottimo stipendio ... indennità parlamentare ... andate a lavorare che è meglio, magari zappando la terra così provate la fatica ...

stefano de vecchi 19.10.07 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Cari bamboccioni e bamboccione e simpatizzanti.

C'è solo una cosa da fare a questo punto non andiamo più a votare questi parassiti di centro sinistra e centro destra sono tutti uguali,mettetevelo in testa.

Delegittimiamoli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Eros B. Commentatore certificato 19.10.07 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Ho barattato la vita per pochi spiccioli e la vita
non mi ha voluto pagare più di quanto io supplicassi
alla sera contando la mia misera paga.
Perché la vita è un datore di lavoro giusto e vi darà
esattamente ciò che chiedete;
una volta stabilito il compenso, beh, dovete accettare gli accordi presi.
Ho lavorato per quattro soldi e solo alla fine ho
capito tristemente che qualsiasi prezzo avessi chiesto
alla vita, mi sarebbe stato pagato volentieri".

Eric Butterworth

Caro bamboccione oggi hai compiuto un 'azione e centinaia di persone ti hanno risposto!! Cosa vuol dire? vuol dire che una semplice azione fatta con determinazione causa un effetto uguale e contrario.. anzi molte volte l'effetto è maggiore..
forse è giusto che tu ti sieda un attimino prenda uno specchio e ci guardi dentro..
Che cosa vedi? vedi una persona felice? soddisfatta di ciò che ha dato alla vita e di ciò che la vita ti ha ritornato? ciò che vedi, sei tu e solo tu!! che ti piaccia o no tu sei la causa del tuo successo come del tuo insuccesso, quindi sta a te e solo a te cambiare la tua immagine o posizione attuale..
hai più ragioni per farlo che non farlo...
Sacrificio, perseveranza e soprattutto volontà di vivere libero avendo il coraggio di prenderti ciò che vali non è irreale e VITA, mettiti alla prova, credi in più in te stesso invece di demandare ad altri le tue responsabilità, gli altri hanno già i loro casini, non ti aiuteranno, o meglio prima devi dare per ricevere..e non chiacchiere ma azioni, azioni preposte e dirette a qualcosa di grande. La differenza frà te e una persona di successo sta solo nel fatto che quella di successo ha degli obbiettivi e crede fortemente di arrivarci, tu invece ti dai per vinto e lasci la tua vita in mano all'attesa.. che purtroppo per te ti farà solo bruciare la tua breve esistenza..
Se credi di valere di pù dunque decidi te quanto e paga lo scotto per arrivarci, ma questo non è solo un discorso economico ma sopprattuttop di priorità.. cont

Roberto Spiller 19.10.07 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Inutile dire che ho riso a crepapelle...diciamo riso per non
piangere... E' la prima volta che scrivo in questo blog, ma ne sento la
necessità da molto tempo. La vita di tutti i giorni è diventata una
lotta contro l'invisibile, ma che spesso troppo intangibile non è,
ignoranza, tracotanza, dispotismo.
Io sono una lavoratrice di 31 anni, dall'età di 24 anni vivo fuori
casa, ora dal 1 settembre sono stata costretta a tornare a casa dai
miei, eh si, perchè al contrario di ciò che pensa il nostro ministro,
Padoa Schioppa, non tutti i "bamboccioni" d'Italia sono contenti di
dover coabitare con i propri genitori ed aggiungo nessuno di quelli che
intraprendono una scelta simile vengono in alcun modo aiutati!
Concludo nel dire che la trafila di banche, notai e quant'altro, l'ho
fatta anche io, ma con scarsi risultati... mi chiedo come il ministro
intenda far uscire i "bamboccioni" d'Italia dalle case dei loro
genitori, se facendoli ancora spesare dai propri familiari, come
attualmente, o come???? Non vedo all'orizzonte politiche decenti sulla
casa (ma neanche sul lavoro) che riguardino in particolari i giovani.
A presto

Kristal M. 19.10.07 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire al nostro caro ministro padoa schiappa di alzare le chiappe dalla sua poltrona di pelle e di farsi un giro tra la popolazione cosi vede cos'è il mondo reale e quindi spara meno caxxate.Cosa ne puo sapere uno con una indennità mensile di oltre 20000€ e tutta una serie infinita di privilegi pagati col sudore degli italiani!!!Dio perdonalo,non sa quello che dice!!!

Peppe V. Commentatore certificato 19.10.07 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe

Scusa per il tu,E' possibile dare una tiratina d'orecchi anche all' ENEL che mi fà pagare l'iva
sulle imposte?

cordiali saluti

Ennio

ennio fari 19.10.07 17:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/716.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Il bamboccione:

» Bamboccioni d'epoca da il blog di Stefano Maciocchi
Ho già avuto modo di scrivere su Tommaso Padoa-Schioppa e sulle sue infelici esternazioni. Chiede agli italiani più poveri, quelli a reddito fisso a cui lo stato ritiene le tasse alla fonte, sacrifici, lacrime e sangue ed in più li epiteta come "fannul... [Leggi]

17.10.07 13:50

» I bamboccioni e gli speculatori da Globali
Leggo un interessante intervento sul blog di Grillo sul problema giovani/casa/bamboccioni (l’infelice uscita di Padoa Schioppa). Quella lettera è perfetta perchè fotografa la situazione citando le cifre e i fatti essenziali. Quello su cui non ... [Leggi]

17.10.07 15:46

» IL Bamboccione da rosannamarani
IL Bamboccione [Leggi]

17.10.07 15:58

» I bamboccioni da blog.morphey.org
Sono indignato dal nostro caro Ministro. Riporto il link ad una lettera inviata a Beppe Grillo riguardante un ragazzo che ha provato a comprare casa. Ecco il link ... [Leggi]

17.10.07 16:38

» Istat: Giovani italiani sono 'mammoni' per colpa del precariato da Cani Sciolti
I giovani italiani sono mammoni per necessita'. E' quanto emerge da un'indagine dell'Istat secondo cui 7 giovani su 10... [Leggi]

17.10.07 17:47

» Un momento di relax da Quanto costa vivere?
Ecco cosa fanno i bamboccioni grazie al graditissimo aiuto dello schioppone. W lo schioppone! :-)   [Leggi]

17.10.07 17:56

» I bamboccioni da Quanto costa vivere?
Sono rimasto allibito di fronte alla penosa ?battuta? del ministro della finanze padoa schioppa (l?ho scritto in minuscolo). La nuova finanziaria dovrebbe prevedere la possibilità per i giovani, in un'età compresa tra i 20 e i 30 anni, di godere di det... [Leggi]

17.10.07 17:57

» Inno di Erdam da Libero Video
Video musicale tratto dal premiato cortometraggio "Star Boiled", parodia fantascientifica diretta da Giovanni Carta... [Leggi]

18.10.07 04:26

» Eco e i bamboccioni da LA VOCE DI KAYFA
È normale, direi quasi fisiologico, che un?icona della cultura di sinistra qual è Umberto Eco si serva dello strumento a lui più idoneo, nel caso specifico la scrittura, per prendere le difese del Governo in carica a lui politicamente vicino. In partic... [Leggi]

18.10.07 11:55

» notizia interessante.... da LIVING IN AMERICA
Se andate a questo link..http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/716.1310413616 potrete leggere un alrticolo interessante.. e rispondere a tutte le persone che conoscete che magari vi dicono :" eh..io alla tua eta' vivevo da solo e mi mantenevo!!! ... [Leggi]

18.10.07 16:27

» Bamboccioni pt.2 da 1000 euro al mese
Ieri sera puntata bellissima, come al solito, di AnnoZero, dove si parlava di lavoro precario, di lavori non precari che pero’ non ti permettono di arrivare degnamente a fine mese, del famigerato protocollo welfare (non votato dai metalmeccanici,... [Leggi]

19.10.07 11:29

» Il “bamboccione” e lo stato speculatore da Pasquale Caterisano Blog
di Beppe Grillo Mi scrive un bamboccione. Uno di quei venti-trentenni che sfruttano la casa dei genitori come un albergo e la loro pensione per le mancette. Mi ha inviato una lettera per il ministro dipendente Padoa Schioppa. Per comprare la sua prima ... [Leggi]

19.10.07 12:54