Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Assassinii (di massa) sul lavoro


Cambogia.jpg

Nel 2006 ci sono stati 1302 morti sul lavoro, 930 mila infortuni, circa 27 mila invalidi. Un costo sociale di 41 miliardi di euro ogni anno. 5/6 tesoretti.
Nel 2007 il numero sarà superato senza problemi. Solo lo scorso 5 novembre sono state assassinate sul lavoro 5 persone. I loro nomi erano Immacolata, Alan, Francesco, Cristiano e Paul.
E’ una guerra che i giornali non raccontano, i che politici ignorano o usano.
Bisogna domandarsi perchè un uomo o una donna decida di lavorare a rischio della sua vita. Non sono mai morti casuali, chi muore sa di affrontare un pericolo. Decide di farlo perchè ha dei figli, per pagare il mutuo della sua casa o semplicemente per sopravvivere. Lo fa perchè senza diritti, clandestino o precario con una lettera di licenziamento prefirmata, così, se alza la voce, si licenzia da solo.
Ci sono più caduti in Italia in un anno che soldati statunitensi nella guerra in Iraq. Non basta? Dove si vuole arrivare? E perchè nessuno ne fa una battaglia nazionale, da vincere, da combattere fino in fondo senza fare nessun prigioniero?
Chi ci guadagna? Perchè qualcuno ci guadagna di sicuro.
Oggi, domani, per tutta la settimana i media ci satureranno il cervello con la violenza del calcio. Se qualcuno ha sbagliato deve pagare, ma per i morti sul lavoro nessuno si indigna, nessuno carica la polizia, nessuna prima pagina. Il calcio è uno strumento di distrazione di massa. Non fa pensare. E’ come il delitto di Perugia, quello di Garlasco o la Franzoni.
Non c’è altra soluzione per il calcio: va chiuso almeno per un anno. Bisogna fermarsi e riflettere. Occuparsi di cose più serie come la morte per motivi di lucro di 1500 lavoratori all’anno.Lucro perchè la sicurezza costa all’azienda molto di più di una causa per un “incidente” sul lavoro.
Bisogna occuparsi della protesta della signora Maria, madre di un operaio romeno, Bogdan Mihalcea, travolto da un'ondata di piena mentre svolgeva la manutenzione di un condotto sotterraneo Dopo sedici mesi l'inchiesta giudiziaria non ha ancora accertato le responsabilità. Maria protesta davanti al Comune di Torino e alla Smat (l'azienda committente dei lavori poi appaltati e subappaltati alla ditta in cui Bogdan prestava servizio in nero). Se non succederà nulla ha detto che si darà fuoco.

Diffondi la Petizione: Copia e incolla il codice
Anti Gentiloni Divide

11 Nov 2007, 19:42 | Scrivi | Commenti (2212) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

D'accordo, va bene la moratoria sulla pena di morte, un po' piu' discutibile la moratoria sugli aborti, ma nessuno pensa a proporre una MORATORIA SULLE MORTI BIANCHE !!??

1300 morti all'anno sul lavoro SONO TROPPI !!

Sono 1300 morti in piu' rispetto all'obbiettivo auspicabile !!

E siamo anche di gran lunga al di sopra delle medie europee (i dati numerici si trovano facilmente su Internet). Cio' dimostra l'inutilità del nostro modo bizantino e farraginoso di sfornare e non applicare leggi e norme (626, 494, ecc.)che sono 10 volte superiori (quantitativamente) a quelle di Francia e Germania.

Mi dispiace che nel blog, oltre che sugli organi di "informazione", questo sia un argomento troppo poco trattato: solo episodicamente e per pochi giorni emergono fatti tragici ed eclatanti come quello della Thissen di Torino, poi tutto dimenticato, ed i 4 morti quotidiani nessuno li considera piu' (non fanno "notizia").

Se è questo il frutto della nostra "civiltà" c'è da rimpiangere di non essere "barbari".

Tita Bellini Commentatore certificato 03.01.08 14:22| 
 |
Rispondi al commento

perugia come cogne

stefano c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.12.07 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo a tanta sofferenza di realtà lavorativa, in quanto sia le Istituzioni di Governo o locali esprimono una netta indifferenza,che non attivano alcun immediato intervento reale o azione di volontà seria, in merito alle continue denunce da parte degli operatori,impiegati per l'assistenza alunni disabili delle scuole pubbliche di Napoli,legge 328.UNa condizione incancrenita a discapito dell'utenza e dei lavoratori prodotta dagli appalti pubblici del comune di Napoli.Disarmati da suddetto comportamento,non ci resta che da chiedere a tutte le Istituzioni responsabili del Settore."MA COME FATE A NON VERGOGNARVI?"

FLORINDA MENNITTI 21.11.07 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Poco fa ho assistito ad un servizio diffuso dal tg5 nel quale veniva propinato che vanna marchiin attesa del giudizio defitivo ha trovato lavoro in un centro di estetica come direttrice.
A parte che di questo non importa niente a nessuno non si capisce come il sedicente girnalista che la intervistava ha dedicato alla cosa un tempo eccessivo facendola straparlare facendole fare la sua versione dei fatti facendocela apparire una povera vittima che se lavora non ha certamente a sua disposizione i 62 miliardi di lire per come le viene contestato.
Io mi chiedo ma a chi importa una tale lagna?
e mai possibile che in questo paese che i colpevoli di reati vengano osannati e talvolta santificati.Non aveva niente di meglio il sedicente giornalista da mettere in onda? o dobbiamo pensare che una parte del bottino della marchi viene speso con minchiate simili.ritengo che in proposito dovrebbe intervenire l'autority
comminando una pena pecuniaria rilevantissima nei confronti di BANALE 5 (canale 5).

leonardo di stefano 20.11.07 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Cari Lettori,

che il partito di plastica, ovverosia
"Forza Italia", si sia sciolto è sicuramente
una buona notizia per le persone oneste, anche
per coloro che nell'illusione avevano votato
questo partito, ma è altresì preoccupante che
i politici continuino sulla strada della "finzi-
one e dell'imbroglio". Oggi possiamo dire che
l'Italia non è più in Italia (scusate il gioco
di parole). Agli italiani onesti vengono negati
i diritti fondamentali che dovrebbero esistere
in un paese civile e che ormai in questa nostra
terra dissanguata dal cinismo del clientelismo
non esistono più. L'Italia in quanto Repubblica
Democratica non esiste più già da anni: per tro-
vare l'Italia bisogna andare in un altro paese.
Il fatto è che sono talmente tanti quelli dis-
onesti e corrotti che l'onestà è diventata un
optional. Già ce la stanno facendo pagare per
la nostra ostinata e ostentata onestà. Qualcuno
ad es. si è già informato sulla mia persona per
trovare il modo migliore per rendermi innocuo.

Severino Verardi Commentatore certificato 20.11.07 16:37| 
 |
Rispondi al commento

REMEMBER . . .
RIMEMBRO . . .
ossia
FILASTROCCA STORICA
PER LETTORI ATTENTI


Oh! dolore assai tremendo egli provò
L'imperante imperialista che sul nulla
Si fermò e affermò il suo ... (il resto di-
Vampò) spicciolo mondo che si trulla

Mentre l'uomo in Argentina in Italia ecc. ...
Assai poco si trullò vedendo dall'oblò
Che Mister Cogliò ogni cosa ri-obliò
Come fece? Sapete ... il sole oscurò ...

E oscurando e rioscurando l'Italia s'arrestò
Si ritrovò aldilà come un granchio nel mare
E oscurando e rioscurando l'Italia s'arrestò
Arrestarono l'imperatore lì il sole poi tornò.


TESTO tratto
da "Mini Anthology"
di Severino Verardi
(GIRALDI editore -
giraldieditore@tin.it)

Severino Verardi Commentatore certificato 19.11.07 11:01| 
 |
Rispondi al commento

La terza guerra mondiale è già in atto!
oggi 18 novembre, per il secondo anno, l'ONU ha dichiarato il giorno dedicato alle vittime degli incidenti stradali.
-1.000.000 di morti all'anno nel mondo, per incidenti stradali;
-300.000 morti al giorno nel mondo;
-8.000 morti in Italia, all'anno;
-300.000 feriti, all'anno;
-20.000 disabili, all'anno.
Per tutti questi incidenti lo stato spende 30.000.000.000 ? all'anno!!!!!!
il ministro dei trasporti, Bianchi, dice: che nel 2010 i morti saranno DIMEZZATI!
quindi avremo solamente:
-4.000 morti;
-150.000 feriti;
-10.000 disabili.
c'è poco da essere allegri!!!
il signor ministro, non potrebbe far una legge per eliminare definitivamente questi DISASTRI???
per esempio:
-far circolare autoveicoli che non superino i 100kmh.
nel 2010, avremmo pochissimi incidenti!!!.

ANTONIO.

ANTONIO M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.11.07 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa in lombardia a lavorare come in africa ? In Francia ci sono aziende produttrici di sistemi di sicurezza dalle cadute dall'alto che lavorano da 20 anni nel settore , noi solo da qualche anno abbiamo intridotto una normativa europea 795 , legge regionale in toscana tanti complimenti , tutta l'italia ? Sono nate aziende che producono sistemi di sicurezza che dovrebbero fare il possibile per salvare la vita dell'operatore , invece anche quì solo questione di soldi ... Dove sono i controlli per la qualità del servizio , ci sono dei requisiti che bisogna rispettare , ma non sono in grado di farli rispettare , qui dobbiamo essere noi a non cedere alle tentazioni del mercato , la sicurezza nei cantieri a un senso SALVARE LA VITA AL LAVORATORE , non un costo , chi dovrebbe fare formazione è più confuso di chi cerca formazione , mettendo in difficoltà chi con tutte le forze si impegna a lavorare onestamente guardando avanti per crescere e migliorare (imprenditore) , non come oggi che sono solo degli Arricchiti , fiduciosi che sono solo fuochi di paglia aspettiamo che si brucino bene e nel frattempo , VAFFANCULO .

Pierluigi M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.11.07 14:52| 
 |
Rispondi al commento

SE LA SIGNORA MARIA HA BISOGNO D'AIUTO POSSO RIMEDIARE LA BENZINA E I FIAMMIFERI.UN rumeno CHE BRUCIA E' SEMPRE MEGLIO DI UN rumeno CHE DELINQUE.

roberto malpassi 18.11.07 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi sono di nuovo io ma ho anche questa curiosità: come si fa ad avere giustizia quando non la si ottiene nei posti atti allo scopo? C'è qualcuno a Genova ed in altre parti d'Italia che ritiene di essere stato minacciato, taglieggiato, deriso da persone pagate ANCHE DA ME e che siedono su comode poltrone pagate ANCHE DA ME? Penso che per questi tipi fare il proprio dovere sia solo una frase, che probabilmente non sanno nemmeno cosa voglia dire. O FORSE SI?! ada cardelli se avete voglia di scrivermi la mia mail è questa: ada.cardelli@libero.it

ada cardelli 18.11.07 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno ho bisogno di un'informazione: la frase " Tanto per il suo buon governo " apposta alla fine di una lettera di diffida è una frase minacciosa oppure no? La ho appena ricevuta da un' avvocata di Genova e non essendo abbastanza acculturata 8io naturalmente) mi rivolgo al mio mito genovese come me Beppe Grillo e a quelle persone che sapranno togliermi questa curiosità. GRAZIE INFINITE A TUTTI ada cardelli

ada cardelli 18.11.07 12:57| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,SONO ALCUNI ANNI CHE TI SEGUO, E ORA CHE LE NOTIZIE ARRIVANO DIRETTAMENTE X MAIL, NN MI PERDO PIÚ NULLA.LA RETE(COME LA CHIAMI TU)É SEMPRE STATA DALL INIZIO UNA FINESTRA APERTA SUL MONDO.É SICURAMENTE IL PIÚ GRANDE MEZZO DI COMUNICAZIONE POPOLARE.VIVO IN GERMANIA ,X CUI HO UN TERMINE DI PARAGONE CON L INTALIAlA DIFFERENZA É CHE CHIUNQUE SIA AL GOVERNO, GOVERNA!.FINO A QUALCHE ANNO FÁ, PENSAVO AD UN MIO RIENTRO IN ITALIA.STÓ INFATTI ACQUISTANDO CASA, GRANDE SOGNO DELLA MIA VITA ,AVERE UN POSTO INDIPPENDENTE NELLA MIA TERRA DI ORIGINE(CHI É EMIGRATO MI CAPISCE) HO CAMBIATO IDEA. SOLO ORA APPREZZO REALMENTE IL BUON FUNZIONAMENTO DI QUESTO PAESE.
SEGUO TUTTI I PROGRAMMI DI RAI TRE TG COMPRESO, PIÚ ANNO ZERO, ADORO TRAVAGLIO. MI RICONOSCO IN TUTTI QUELLI CHE TI SCRIVONO E CHE SONO DISGUSTATI DALLA SITUAZIONE POLITICA E GOVERNATIVA COSÍ INTRALLAZZATA E MANIPOLATA A BENEFICIO DI POCHI, IN TUTTA LA SUA DIMENSIONE DA NORD A SUD, DA EST AD OVEST. E QUESTA É LA COSA PIÚ SPAVENTOSA! LA SUA CAPILLARITÁ! x CUI PENSO CHE L UICO MODO X USCIRNE FUORI SIA NIL SINGOLO COMPORTAMENTO DI CIASCUNO DI NOI. L EDUCAZIONE DEI NOSTRI FIGLI AD UN PENSIERO AUTONOMO E AL RISPETTO DEGLI ALTRI SENZA DELEGARE QUESTE FUNZIONI A RELIGIONI O ISTITUZIONI.ESSENDO D ESEMPIO, SE NECCESSARIO AUTOEDUCANDOCI. FACENDO DELLE SCELTE ONESTE, REAGENDO CIVILMENTE ALLE INGIUSTIZIE, CIASCUNO NEL PROPRIO PICCOLO COSMO X COSTRUIRE IL GRANDE.vEDO UN GRANDE POTENZIALE NELLE FUTURE GENERAZIONI, BASTA FARGLI CREDERE CHE UN MONDO MIGLIORE SIA POSSIBILE XCHÉ COSÍ É!
UN SALUTO A TUTTI QUELLI CHE TI SEGUONO, GABRIELLA M.

GABRIELLA MAMELI-PRIOL 18.11.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Cari italiani voglio portarvi a conoscenza di un fatto che "di fatto" ha dello scabroso , a dir poco: migliaia di famiglie si ritrovano sulla strada per quella che , iniziata come una campagna proambiente , sta assumendo invece interessi a dir poco vergognosi.Sto parlando di PortoMarghera e del processo di chiusura irreversibile del suo polochimico . Qualcuno tempo fa aveva parlato di riconversione per una chimica pulita garantendo una forza al motore economico del nord est nel settore industriale. ENI aveva fatto varie promesse a riguardo degli investimenti nell'ordine dei 400/600 milioni di euro per bonifiche e riconversioni che avrebbero portato a produzione di idrogeno e quant'altro decantato per tanto ,troppo tempo. Ora le cose sono diverse , tutte le maggiori industrie del polo sono fuggite o lo stanno per fare ( dow chemycal , Solvay, Montefibre e molte altre !) spinte dalla stessa politica Eni , che se da una parte promette , dall'altra Taglia , con il risultato che migliaia di operai con le loro famiglie e le numerosissime ditte dell'indotto si troveranno nel giro di poco tempo a dover affrontare una crisi economica senza precedenti e che porterà sicuramente a una crisi del settore industriale portando l'italia ad acquistare chimica all'estero ( magari da industrie ubicate furbamente vicino ai nostri confini )come del resto stiamo facendo da oramai troppo tempo con L'Energia .Risultato : noi diventiamo più poveri e il costo della vita ,ovviamente , aumenta. Eh be qualcuno dirà : almeno non inquinano ! E INVECE NO !! UDITE BENE : ENI STA PER RADDOPPIARE LE RAFFINERIE A RIDOSSO DELLE LAGUNA DI VENEZIA , PRONTI A PRODURRE PIù IDROCARBURI NON CURANTI DELL'AMBIENTE E DELLA SALUTE DEI CITTADINI E DI TUTTO IL NORD EST (PER NON PARLARE DELL'ADRIATICO) . CHE FINE HANNO FATTO I BUONI PROPOSITI ? DOV'è FINITO L'IDROGENO , l'ENERGIA PULITA ? E PERCHE LA REGIONE VENETO A DATO PARERE FAVOREVOLE AL PROGETTO ? CI SONO TANTE TROPPE PERSONE CHE ATTENDONO UNA RISPOSTA

Mircos Barellas (mircos69) Commentatore certificato 18.11.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento

AIUTO.Scusate sè vi disturbo mi chiamo Ruotolo Rocco abbiamo formato un comitato Italiani Indigenti e o ricevute tante telefonate di gente che voleva essere aiutata e tanta che voleva aiutare adesso o preso degli impegni ad aiutare delle persone e vorrei una mano da voi spero che lo facciate e non siano solo parole che vogliamo cambiare tutto e poi alla fine siamo come i politici parliamo e non combiniamo niente e una cosa seria è uscito pure un mio articolo sul mattino di padova dove io resiodo chiunque vuole aiutarmi a fare una colletta e dsre un'altro schiaffo morale a questo stato lo faccia RUOTOLO ROCCO VIA D.PIACENTINO N.9 PADOVA 35135 TEL. 3895893025 GRAZIE

rocco ruotolo 18.11.07 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Dove sono quelli a cui piaceva tanto la mortadella?
Adesso daranno un sacco di soldi a Celentano
Potrebbero usare quei soldi per ridurre il canone
invece se loi pappa lui che per i comunisti che odiano il denaro
IPOCRITI
.

tommaso conidi 18.11.07 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Giovani Talenti VOI siete la speranza che può e deve creare l'ARMONIA per rasserenare questo problema che in Italia ormai da tempo è presente. Superate le differenze ideologiche e di RAZZA confrontatevi con rispetto reciproco senza espressioni di differenza, parlate di PACE, LAVORO, AMORE e CULTURA. Unitevi e datevi la mano e riportate la politica ai VALORI e alle regole di un serio confronto perchè l'Italia è di questo che oggi ha bisono. Uniti e coesi PREPARATEVI liberi dai NODI perchè voi GIOVANI TALENTI siete la speranza. Non sprecate il tempo aspettando vane promesse. Impegnatevi a cambiare questo BARBARO SISTEMA per far tornare la politica una ragione ETICA e MORALE imparziale e disponibile senza dimenticare mai che sono i VALORI quelli che contano PERilBENEdiTUTTI, Pace, Libertà, Lavoro.GIOVANI datevi da fare perchè voi siete una RISORSA che stà diventando vecchia senza lavorare. L' IMMIGRAZIONE è un problema minore se pensi alla EMIGRAZIONE dei nostri GIOVANI TALENTI non raccomandati costretti ad EMIGRARE per trovare lavoro per colpa della CASTA IndustrialPoliticoSindacale che CREA lavoro fisso e a tempo indeterminato solo ai propri figli.
Datevi da fare GIOVANI e non ILLUDETEVI perchè se hanno fregato noi figuriamoci voi. Perchè Non CONCRETIZZERETE mai una vostra famiglia con questo SISTEMA USA e GETTA voluto e concertato dai BARONI e dalla CASTA IndustrialPoliticoSindacale un garante salario e 40 anni di CONTRIBUTTI lavorando solo qualche giorno al mese. IL vostro FUTURO sarà fatto solo di speranza aspettando le promesse VANE della CASTA avida e bugiarda. Noi popolo degli ONESTI uniti e coesi possiamo e dobbiamo FERMARE questo BARBARO SISTEMA perchè si può e si deve FARE per salvare l'Italia la Nazione GARANTE dei VALORI Pace, Libertà, Lavoro duraturo e sicuro PERilBENEdiTUTTI.

Mario Flore 18.11.07 01:30| 
 |
Rispondi al commento

DALLE MIE PARTI SE NON TI PIEGHI TI SPEZZANO !!!
MONTEPULCIANO COMUNE DELLA PROVINCIA DI SIENA.
DA SEMPRE GOVERNATO DALLA SINISTRA !!!


SE MI CREDI RIPETI IL MESSAGGIO SUL BLOG !!!

Marco Cacioli () Commentatore certificato 18.11.07 00:06| 
 |
Rispondi al commento

W il V-DAY.

Caro Beppe Grillo,

ha mai provato a calcolare quanto ammonta il bilancio complessivo di spesa della casta-politichese:
stipendi,
indennità,
vitalizi con scala mobile e oltre,
gettoni di presenza,
affitti,
immobili,
ici,
ristoranti,
traslochi,
segreterie,
contributi ai gruppi parlamentari e ai quotidiani,
personale,
viaggi aerei e fs,
consulenze,
rimborsi spese sanitarie quasi totali,
alberghi,
raccomandati,
macchina e autista,
carburante,
cellulare,
teatri,
etc

Naturalmente il bilancio di spesa e su tutti:
quirinale,
presidenze,
parlamenti,
regioni,
province,
comunali e
circoscrizionali.

Molto probabile sono causa del deficit e di conseguenza del debito pubblico.

La questione che voglio porre può essere epocale, basta:
re,
dittature,
regimi militari,
politici,
partiti,
impunità e privilegi.

Gli eletti delle liste civiche beppegrilliane eseguono alla lettera le leggi proposte, elaborate e votate da noi.

Ecco alcune regole:
info-internet,
internet gratuito,
internet point,
contributi volontari,
bilancio pubblico,
no spese e si volontariato,
iscrizione su sito web protetto con ssl (128 bit),
username e password.

Nel sito web, tutto è deciso dal 50% più uno fra tutti gli iscritti:
statuto,
iniziative,
programma.

La parte più interessante del sito web, è dove ogni iscritto può dare proposte e soluzioni su qualunque argomento.

Ogni proposta e soluzione è messa ai voti:
si,
no,
indecisi e
percentuale dei votanti iscritti,
quelle che superano il 50% più uno degli iscritti è legge.

Qualunque argomento intendo:
affari esteri,
ambiente e tutela territorio,
beni e attività culturali,
comunicazioni,
difesa,
economia e finanze,
giustizia,
infrastrutture e trasporti,
interno,
istruzione università e ricerca,
lavoro e politiche sociali,
agricole e forestali,
sviluppo economico,
tesoro bilancio e programmazione economica,
salute,
etc.

Tanti saluti e buona maturazione!

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 17.11.07 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la storia insegna o almeno dovrebbe.........vedere mastellau col basco del che e un offesa a tutti gli uomini che hanno sacrificato la propria vita x la liberta del proprio popolo mentre tutti sti qua ci stanno schiavizzando.pensano solo a non cadere x non perdere la poltrona.senza distinzione di corrente

bruno alias geronimo 17.11.07 21:45| 
 |
Rispondi al commento

la storia insegna o almeno dovrebbe.........vedere mastellau col basco del che e un offesa a tutti gli uomini che hanno sacrificato la propria vita x la liberta del proprio popolo mentre tutti sti qua ci stanno schiavizzando.pensano solo a non cadere x non perdere la poltrona.senza distinzione di corrente

bruno alias geronimo 17.11.07 21:44| 
 |
Rispondi al commento

la storia insegna o almeno dovrebbe.........vedere mastellau col basco del che e un offesa a tutti gli uomini che hanno sacrificato la propria vita x la liberta del proprio popolo mentre tutti sti qua ci stanno schiavizzando.pensano solo a non cadere x non perdere la poltrona.senza distinzione di corrente

bruno alias geronimo 17.11.07 21:43| 
 |
Rispondi al commento

P O E S I A

da "Mini Anthology"
di Severino Verardi
(5/10/2004 - GIRALDI editore)
giraldieditore@tin.it


LE STELLE DELLA COSCIENZA . . .

Le stelle della coscienza austera
Sui sentieri di guerra usurati

Come armi nella Primavera
Di Praga - tra sogni usurpati

Come l'offesa senza alcun rimedio:
"Il lavoro rende liberi." La nausea

Furibonda - ciò che chiamano tedio
Le stelle della coscienza austera

Dove sono?

Severino Verardi 17.11.07 20:25| 
 |
Rispondi al commento

AIUTO.Scesate sè vi disturbo mi chiamo Ruotolo Rocco abbiamo formato un comitato Itliani Idigenti e o ricevute tante telefonate di gente che voleva essere aiutata e tanta che voleva aiutare adesso o preso degli impegni ad aiutare delle persone e vorrei una mano da voi spero che lo facciate e non siano solo parole che vogliamo cambiare tutto e poi alla fine siamo come i politici parliamo e non combiniamo niente e una cosa seria è uscito pure un mio articolo sul mattino di padova dove io resiodo chiunque vuole aiutarmi a fare una colletta e dsre un'altro schiaffo morale a questo stato lo faccia RUOTOLO ROCCO VIA D.PIACENTINO N.9 PADOVA 35135 TEL. 3895893025 GRAZIE

rocco ruotolo 17.11.07 18:36| 
 |
Rispondi al commento

E' da 21 anni che faccio il poliziotto, nella mia vita ne ho viste di cotte e di crude, ho cercato di aiutare molte persone, ne ho arrestate e fermate molte altre. E comunque ho cercato di trattare tutte le persone e ripeto TUTTE! con gentilezza, educazione e perchè no anche con fermezza quando è servito. Con questo non voglio entrare nel merito del collega di Arezzo, se ha sbagliato è giusto che paghi ma voglio ricordare ai più che noi poliziotti al mattino non usciamo di casa con l'intento di uccidere qualcuno, ne tanto meno per spaccare la testa a qualcun altro. E' ora di finirla di generalizzare: i poliziotti sono bastardi, i poliziotti sono assassini e così via!!!! Sotto ogni divisa c'è un uomo con una famiglia con degli amici con altri interessi oltre al lavoro e con la voglia di vedere un mondo migliore come voi!!!!! Quindi per piacere, mi rivolgo a tutti i falsi moralisti, prima di guardare gli altri GUARDATEVI ALLO SPECCHIO E MEDITATE!!! Quando vi trovate davanti un poliziotto nell'esercizio delle sue funzioni vi trovate davanti un uomo con degli incarichi particolari ma sempre un uomo è! quindi rispettatelo come lui rispetta voi e se non vi rispetta o fa il maleducato (ripeto sotto il vestito c'è un uomo che ha un nome) non ricambiate l'arroganza con la violenza, ci sono altre vie per far valere i propri diritti non facciamoci la guerra tra poveri. Un saluto a tutti - Michele da Venezia.

michele pin 17.11.07 17:36| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

A fine agosto ho messo alice home tv e l'ho installato a metà ottobre e non ho calcio sky che era compreso e gratis fino a gennaio. Ho chiamato circa 15 volte al numero verde e al 187 e non ho cavato un ragno dal buco.Non sono riuscito a trovare una via alternativa al telefono per comunicare con la telecom,mail,lettera ecc...Ho deciso di disdire tutto sempre via telefono ma non sono riuscito ancora a fare nulla perchè come ormai succede da un mese dicono che mi ricontatteranno loro e "ovviamente" il nulla!!! E'incredibile il modo in cui trattano i clienti. Non hanno un minimo di etica e rispetto per le persone che pagno un servizio...
Come faccio a far valere le mie ragioni?

Schifato

michele tosi 17.11.07 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, gira questa mail:

Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¬ 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione è stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE

TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (per ora!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari....[continua]


Poi pare anche che i mass media non abbiano "il coraggio" di diffondere questa notizia!!!
Vi risulta vero???

Gianpaolo Saracino (gianpy.it) Commentatore certificato 17.11.07 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, sono un RSPP di uno stabilimento chimico e posso confemare ciò che scrivi nell'articolo; potrei proporre una veloce e facile soluzione: L'assicurazione obbligatoria per le imprese sulla salute e sicurezza sul lavoro, cioè: meno lavori in sicurezza più paghi di premio assicurativo, e se non raggiungi il minimo nell'organizzazione di un sistema di prevenzione e sicurezza stai certo che nessuno ti assicura (rishierebbero di perdere troppi soldi le assicurazioni), inoltre essendo obbigatoria (l'assicurazione) l'impresa non potrebbe lavorare.
Sarebbe un sistema meritocratico: chi è più sicuro paga di meno.

..... e il cerchio si chiude !!!

Oggigiorno paga tutto "lo stato" quindi pagano gli "altri"!!!!!

luca Misino 17.11.07 12:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

DALLE MIE PARTI SE NON TI PIEGHI TI SPEZZANO !!!
MONTEPULCIANO COMUNE DELLA PROVINCIA DI SIENA.
DA SEMPRE GOVERNATO DALLA SINISTRA !!!

Marco Cacioli () Commentatore certificato 17.11.07 09:54| 
 |
Rispondi al commento

POESIA
Pag. 461
da "ANTHOLOGY VERARDIANA"
di Severino Verardi


NON VORREI MARCIRE

Non vorrei marcire

prima di sentire
le api stonate
cantare come ranocchie innamorate

Non vorrei marcire
prima di avere salvato le formiche operaie
e slinguazzato le gaie cicale celate

nel bel mezzo del cammino più assurdo . . .
dove appare uno stendardo tete-à-tete
di un tetragramma torque

. . . sì perché prima di partire dalla vita
vorrei sentire il ritornello del carcadè
toccato dal vento dentro un ramo acerbo . . .

e pisciare in parlamento
. . . cagare sul microfono in play-back
nell'oscurità della luce . . .

Non vorrei marcire
prima di strappare la mia croce
nel pus del pub sul bus

Non vorrei mai consumarmi
come caduco acquoso
cus cus.

Severino Verardi Commentatore certificato 16.11.07 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre il non parente di Clemente ma solo un omonimo.
La sicurezza sul lavoro è un problema enorme e io lo vivo sulla mia pelle tutti i giorni,anzi a dire il vero mi sono talmente abituato a lavorare così che non percepisco neanche più il pericolo,mi sembra tutto "normale".
Perchè le persone accettano di lavorare in "insicurezza"???
Una bella domanda che ha decine di risposte,non esiste una risposta che accomuna tutti i lavoratori,vi elenco le più comuni:
-perchè il sindacato non fa niente e quindi le persone per farsi le proprie ragioni devono ingaggiare battaglie personali con l'azienda,praticamente si va contro un carroarmato armati di fionda!!
-perchè i figli devono mangiare tutti i giorni e il mutuo arriva tutti i mesi
-a volte per ignoranza non ci si rende conto di rischiare la propria vita o si pensa che possa succedere solo agli altri
-perchè si spera di far carriera e si fa di tutto per essere ben visti
-perchè non si può cambiare il mondo da soli

Sinceramente neanche io ho mai fatto niente per cambiare le cose e subisco tutto,lavoro nella stessa azienda da 8 anni e in questi anni sono morti 3 miei colleghi,qualche giorno di sciopero e tutto torna come prima...
Scusate lo sfogo e spero che la mia testimonianza possa essere utile a qualcuno..

fabio mastella 16.11.07 20:18| 
 |
Rispondi al commento

riguardo alle morti sul lavoro è vero ormai sono diventate(normali)e nessuno ne parla non fanno trsmissioni, non ci sono articoli in prima pagina, i tg non mandano in onda i loro funerali,ormai chi lavora è come uno schiavo all'epoca dei faraoni morto uno cè subito un'altro che prende il suo posto mentre per il calcio non è così perchè il calcio viene usato per nascondere i veri problemi del paese

umberto beriola 16.11.07 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Basta co sto pallone der cazzzzz......
Italiani pecoroni sveglia vi fanno il lavaggio del cervello.

Luca . Commentatore certificato 16.11.07 14:51| 
 |
Rispondi al commento

RIPETO:
Mi rivolgo allo staff del Blog. Sono sicuramente bravi, ben intenzionati e migliori di me.
Però...
SE TROVO ANCORA UN SOLO POST DELLA MERDA NEZISTA:
H2 SO4 ( exH2S ex HCN per avvenuta bannatura) 16.11.07 11:54
VI DENUNCIO AI CARABINIERI PER DIFFUSIONE DI MATERIALE INNEGGIANTE AL NAZISMO E NEGAZIONISTA. HO GIÀ SALVATO TUTTE LE FARNETICAZIONI PUBBLICATE.
CI SONO STATE GIÀ CONDANNE PENALI SIA IN AUSTRIA CHE IN FRANCIA. PRENDETEVI QUALCHE RESPONSABILITÀ!
DIRITTO DI PAROLA È UNA COSA, ISTIGAZIONE AL REATO È UN'ALTRA!!
FABIO CASTELLUCCI

Fabio Castellucci 16.11.07 12:03

Fabio Castellucci Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.11.07 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,sono un dipendente di una fonderia di verona oggi alle 7.00 l'ennesima tragedia in fabbrica,un altro collega morto.In un anno e' gia' il secondo e ci mancava poco che ci fosse anche il terzo.Stamattina prima della partenza per la manifestazione di PADOVA per il CCNL,l'operaio e' stato chiamato all'interno della fabbrica per un problema al cubilotto,non si e' neanche messo la tuta.E'stato trovato annegato in una vasca.Mi chiedo chi sara' il prossimo?Siamo sotto personale,siamo obbligati a cambiare gli orari di lavoro anche tre volte a settimana e in ditta regna una organizzazione a dir poco caotica.Ma l'importante e' produrre e non fermarsi.

SIMONE ZANON 16.11.07 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Notizia di stamattina: SANDRI tifoso lazziale ucciso domenica da una pallottola, poco prima aveva partecipato ad un AGGUATO ARMATO contro tifosi Juventini.
SONO ALLIBITO. CHE SCHIFO.
Tutti a santificare caino...CHE SCHIFO
Tutti a piangere chi la morte se l'è cercata...CHE SCHIFO
Tutti i parenti e amici a chiedere giustizia perchè era un bravo ragazzo...CHE SCHIFO

Se la brava gente invece muore sul lavoro a nessuno frega niente...loro non sono eroi sono solo dei COGLIONI che vanno a lavorare onestamente tutti i giorni per mantenere una famiglia.

Ma ci siamo IMPAZZITI, il mondo va al CONTRARIO.

RESET
Diamo le medaglie al valor di Patria a chi se lo merita e buttiamo invece nel CESSO tutti quelli che fanno della violenza, dei sopprusi il loro stile di vita mascherandolo sotto quello che chiamano fede calcistica ma che in realtà si definisce DELINQUENZA

Dario C. Commentatore certificato 16.11.07 09:53| 
 |
Rispondi al commento

quello delle morti/infortuni sul lavoro è una tematica che sento molto; le cifre sono allarmanti e nessuno, sembra farci caso.
Lavoro in un azienda dove la sicurezza del lavoratore non è certo al primo posto dei pensieri del datore di lavoro; abbiamo continuamente segnalato la cosa a tutti, e il risultato è stato nullo, si aspetta l'infortuno grave o peggio il morto. Se questo è normale in un paese normale?

Fabrizio Schincaglia Commentatore certificato 16.11.07 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine siamo sempre un enorme gregge nascosto nella nebbia, tutti a belare, tutti.
Ma il singolo belato è indistinto, quello che risalta è l'abbaiar del cane!

Ed i cani hanno abbaiato che un "tifoso della lazio" è stato ucciso da un "poliziotto"...
e noi tutti a belare, belare, belareeeeeeee...

...e qualche caprone ha preso a cornate qualche altro caprone, ma continuiamo sempre a belare... perchè l'abbaiare del cane ci ha spaventati e scossi.

La realtà che continuiamo ad ignorare è che un'uomo è stato ucciso da un'altro uomo.

Cosa c'è di umano in una società che arma la mano di un'uomo per essere difesa?
Che bontà dimostriamo quando chiediamo che un poliziotto usi "la giusta violenza" per difendere i nostri figli...
Insegnamo ai nostri figli che la violenza è sbagliata ma che può essere giusta relativamente a qualcosa, è quel "relativamente" che è sbagliato.

Anche un ladro morto è morto, tanto quanto un banchiere, questo è stato scoperto già due/tre mila anni fa.

E la violenza è sempre sbagliata, mai giusta.

Oppure, se vogliamo accettare che si usi la violenza per difenderci, dobbiamo imparare anche a pagarne, qualche volta, purtroppo, l'orribile prezzo.

La colpa in fondo è di ognuno di noi che abbiamo accettato la responsabilità di armare degli uomini, senza poi avere la certezza che questi stessi uomini abbiano piena coscenza di ciò a cui sono chiamati.
E' impossibile averne la certezza, perchè la motivazione di un'impresario edile, che non protegge le impalcature, mettendo a rischio la vita altrui risparmiando e procrastinando il giusto fallimento della sua impresa, è paragonabile al gesto di un uomo che spara ad un presunto rapinatore, per procrastinare il giusto fallimento di questa sbagliatissima società, oppure al gesto pazzesco di un pilota di rallye che travolge il pubblico sbagliando una curva come infine al gesto apocalittico di un pilota di bombardiere che sgancia l'atomica su hiroshima.
Sbagliare è umano... purtroppo...

Alfredo I. Commentatore certificato 15.11.07 23:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo il tuo blog, per la prima volta, ho notato che hai parlato delle cosidette "morti bianche",ti ringrazio di averlo fatto, sicuramente per ricordare il sacrificio che hanno fatto quelle persone tra cui uno di essi(Alan) mio parente, morto a Brescia a 40 anni schiacciato da uno scavatore dopo un volo di circa 35 metri, mentre lavorava per la realizzazione della futura metropolitana della città. Spero solo che questi sacrifici non siano vani, ma dei segnali per i quali tutte le grandi aziende impegnate nelle grandi opere pubbliche facciano del tutto per garantire ai propri operai maggiore sicurezza e un ritorno nelle braccia dei propri cari non in una bara, come successo ad Alan, ma con i propri piedi e salutare le mogli ed i figli, ora vedove e orfani ai quali restano solo i ricordi e la proria famiglia stretta intorno a loro.

Ranucci Umberto 15.11.07 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Inizio parte 4
I latini dicevano: “dura lex, sed lex”, la legge e’ dura, ma e’ la legge. Allora, se non ci vanno bene le nostre leggi sull’occupazione, gli appalti, la salute e la sicurezza, il fisco, l’obbligo scolastico, ecc…,facciamole cambiare. Ma intanto rispettiamole! Invece, troviamo sempre il modo per fregarcene, eluderle, evaderle. Chi ci rimette e’ sempre il piu’ debole: chi muore o si ammala per il lavoro, spesso immigrato e precario.
Platone col suo “il Critone” non ha insegnato niente a molti, cosi’ come Cesare Beccaria in “Dei delitti e delle pene” e molti altri.
Anche oggi 3 morti! Viva l’Italia e gli italiani.

Massimo Peca

Massimo Peca Commentatore certificato 15.11.07 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Inizio parte 3-4
Sempre sulla qualita’, ci tengo a farvi leggere quanto ha scritto Beniamino Deidda, procuratore generale della Repubblica presso la corte d'appello di Trieste, nella sua relazione “Organizzazione dell’attività inquirente e strumenti per garantire una cultura specialistica negli uffici giudicanti “, fatta ai magistrati che erano presenti nel corso di formazione “Tutela della sicurezza del lavoro” presso il CSM a Roma il 23, 24 e 25 maggio 2007:
"...Penso all’uso illegittimo della disposizione cui si è già fatto cenno. Ci sono regioni in cui quest’uso è assai diffuso e sembra non avere rilievo la circostanza, che in verità appare decisiva, che l’articolo 25 del decreto legislativo 758/1994 faccia divieto di utilizzare gli istituti della diffida e della disposizione “nelle contravvenzioni”. Ma i servizi di certe regioni italiane ritengono che la disposizione sia misura troppo dura nei confronti del contravventore e allora adottano la più dolce misura della disposizione, una sorta di avvertimento che entro un certo termine il contravventore deve mettersi a posto. Qualsiasi magistrato che si occupi di queste cose avrebbe pazientemente spiegato che questa prassi è contra legem e non può essere adottata da servizi pubblici e da UPG che hanno il preciso obbligo di portarsi secondo la legge…”.
Deidda, non alludeva a qualche prevedibile regione del sud, dove molti pensano che i controlli non ci sono o sono fatti in modo molto discutibile (e’ vero ANCHE questo), ma di alcune regioni del nord e del centro Italia, Emilia-Romagna e Veneto in primis.
Ora, questa e’ la situazione nella migliore delle ipotesi. Allora, se sommiamo tutto cio’, la situazione che viviamo non puo’ essere che questa. Non bisogna meravigliarsi e l’indignazione deve fare un salto di qualita’: si devono chiedere i dati veri su chi effettua i controlli!

Massimo Peca Commentatore certificato 15.11.07 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Inizio parte 3-4
Sempre sulla qualita’, ci tengo a farvi leggere quanto ha scritto Beniamino Deidda, procuratore generale della Repubblica presso la corte d'appello di Trieste, nella sua relazione “Organizzazione dell’attività inquirente e strumenti per garantire una cultura specialistica negli uffici giudicanti “, fatta ai magistrati che erano presenti nel corso di formazione “Tutela della sicurezza del lavoro” presso il CSM a Roma il 23, 24 e 25 maggio 2007:
"...Penso all’uso illegittimo della disposizione cui si è già fatto cenno. Ci sono regioni in cui quest’uso è assai diffuso e sembra non avere rilievo la circostanza, che in verità appare decisiva, che l’articolo 25 del decreto legislativo 758/1994 faccia divieto di utilizzare gli istituti della diffida e della disposizione “nelle contravvenzioni”. Ma i servizi di certe regioni italiane ritengono che la disposizione sia misura troppo dura nei confronti del contravventore e allora adottano la più dolce misura della disposizione, una sorta di avvertimento che entro un certo termine il contravventore deve mettersi a posto. Qualsiasi magistrato che si occupi di queste cose avrebbe pazientemente spiegato che questa prassi è contra legem e non può essere adottata da servizi pubblici e da UPG che hanno il preciso obbligo di portarsi secondo la legge…”.
Deidda, non alludeva a qualche prevedibile regione del sud, dove molti pensano che i controlli non ci sono o sono fatti in modo molto discutibile (e’ vero ANCHE questo), ma di alcune regioni del nord e del centro Italia, Emilia-Romagna e Veneto in primis.
Ora, questa e’ la situazione nella migliore delle ipotesi. Allora, se sommiamo tutto cio’, la situazione che viviamo non puo’ essere che questa. Non bisogna meravigliarsi e l’indignazione deve fare un salto di qualita’: si devono chiedere i dati veri su chi effettua i controlli!

Massimo Peca Commentatore certificato 15.11.07 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Inizio parte 2-4
Sulla quantita', le situazioni sono molto diverse da regione a regione della nostra Italia. Questo perche’, generalmente, tra la classe politica e dirigenziale manca il senso del dovere. Istituire in ogni ASL un Servizio di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro (SPSAL) e farlo funzionare non come un reparto ospedaliero, e’ un obbligo che risale al 1978. Fare in modo che abbia le risorse economiche ed umane sufficienti, e’ un dovere. Ma il grande salto culturale che e’ stato iniziato con la riforma sanitaria del 1978, non ha attecchito. La sanita’, ancora oggi, e’ l’ospedale, i medici, le cure. La prevenzione primaria non e’ patrimonio culturale comune. Allora, secondo me, sarebbe opportuno attribuire ad un'unica amministrazione pubblica nazionale, separata dal SSN, i compiti svolti attualmente dalle ASL, dai servizi ispettivi delle direzioni provinciali del lavoro, dai Carabinieri del NIL e dall’ISPESL.
Sulla qualita', vorrei dire che, per quanto ne so, nella migliore delle ipotesi e’ anch’essa molto “variegata”. Pero’, credo che ci sia un tratto comune in ogni regione: la professionalita’ dei Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro (TPALL, cioe’, degli ufficiali di polizia giudiziaria – UPG- che si occupano della vigilanza di cui stiamo parlando) e’ quasi sempre frutto di sacrifici personali, dovuti alla convinzione di fare un lavoro utile alla nostra societa’. Tra mille difficolta’, impedimenti piu’ o meno “istituzionali” e condizionamenti di vario tipo, non ultimo quello dell’economia locale e di chi la rappresenta, del sindacato in generale, che si ricorda dei morti, feriti e dei malati del lavoro solo quando ne parla la stampa, ma non dicono mai niente sulla situazione degli SPSAL. Solo a titolo di cronaca, un TPALL (oggi ci vuole la laurea) guadagna 1395,64 euro netti al mese ed il contratto della sanita’ e’ scaduto da 21 mesi.
Inizio parte 2-4

Massimo Peca Commentatore certificato 15.11.07 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Parte 1-3
Ogni tanto si parla degli omicidi colposi e delle lesioni, gravi o gravissime, a discapito dei lavoratori. Anche le tecnopatie (le malattie professionali) fanno parte di quest'ultimi reati penali.
Una cosa e’ certa: i morti, i feriti e gli ammalati non sono mai vittime della sfortuna. C’e’ sempre una ragione logica e una azione preventiva attuabile, quasi sempre molto poco costosa. Chi dice il contrario e solo un ignorante.
Il mio modesto parere, da operatore del settore, e' che i principali responsabili di tutto cio' sono la scarsa o nulla cultura della legalita' e della prevenzione che abbiamo nel nostro Paese. Il lavoro irregolare e’ una conseguenza di questa cultura. Si potrebbe fare un discorso analogo per il fisco.
Ormai sono parecchi anni che esiste l'obbligo di informare/formare i lavoratori e tutti gli altri soggetti che si occupano della tutela della salute e della sicurezza in tutti gli ambiti lavorativi. Abbiamo un apparato legislativo notevole ed autorevole, che detta regole fin dal 1751.
A parte i discorsi sull'opportunita' di inserire tra le materie scolastiche tali argomenti (e formare i bambini fin dall'asilo nido!), un altro grosso ostacolo alla soluzione di questo problema e la quantita' e la qualita' della vigilanza.
Su questo, c’e’ l’assoluta mancanza di informazione, trasparenza della pubblica amministrazione ed assenza di rendiconti autorevoli. La stampa ed il blog di Grillo potrebbero fare molto.
Tutti devono sapere (o ricordare), che la legge di riforma del servizio sanitario pubblico (SSN), ha demandato alle ASL, fin dal 1978, la vigilanza sul rispetto delle norme che tutelano la salute e la sicurezza dei lavoratori. Gli ispettori del lavoro (i dipendenti del ministero omonimo), normalmente, si occupano degli aspetti contributivi e contrattuali dei rapporti di lavoro. Questo, la stampa non lo dice mai! Neppure Grillo, ma forse lui non lo sa.
Fine parte 1-3

Massimo Peca Commentatore certificato 15.11.07 19:35| 
 |
Rispondi al commento

beppe,
non dimenticarti di noi,LAVORATORI NEL SETTORE PRIVATO,come il solito chi parla più dei salari bassissimi, dei contratti strozzaculo, dei lavoratori finti-soci delle cooperative, tutta gente pagata al minimo e costretta a ignorare sicurezza sul lavoro e stabilità lavorativa.siamo tutti in affitto
NON SI AFFITTANO LE CASE MA LA GENTE, IN ITALIA!!!
DI ANCHE QUESTO A STRASBURGO!!!

letizia maffi Commentatore in marcia al V2day 15.11.07 17:31| 
 |
Rispondi al commento

chi ci guadagna???
è una domanda ormai frequente che mi pongo ogni volta che vado in Tribunale per cercare di sistemare la mia situazione!!!!
Ora sono 7 mesi che stò aspettando di essere chiamata al Tribunale dei Minori per avere qualche notizia ma ancora tutto tace!!!!!
Chi ci guadagna?????
Il Tribunale Ordinario si è reso incompetente sulle decisioni da prendere per gli assegni di mantenimento ai figli di coppie di fatto ed ha passato la palla al Tribunale dei Minori saturo di altre situazioni ed io come altri ASPETTIAMO DI ESSERE CONVOCATI e i MESI PASSANO e ................chi ci guadagna????
Una cosa è certa che nel frattempo io così come altri dobbiamo tenerci l'avvocato per le magagne quotidiane!!!!!
COSA NE PENSI?????
CIAO ELENA

ELENA SCAPIN 15.11.07 12:58| 
 |
Rispondi al commento

PRIVILEGI ROMANI: OPERAIO, MURATORE, METALMECCANICO, CHE FAI UN LAVORO USURANTE E CHE ANDRAI IN PENSIONE A 60/65 ANNI, LEGGI QUA E RIBELLATI!!!!!!!
tratto dal Corriere di stamane
http://www.corriere.it/cronache/07_novembre_15/senato_pensione_rizzo_stella.shtml):
ROMA - I questori del Senato, decisi a tagliare i privilegi, stanno per proporre ai sindacati interni un immenso sacrificio: da gennaio tutti in pensione a 53 anni. Chiederete: è uno scherzo? Per niente: mentre il resto del Paese discute sul limite dei 61 anni (dal 2013) e la Germania ha già alzato l'asticella per arrivare a 67 anni, i dipendenti di Palazzo Madama possono ancora ritirarsi (in gran parte) quando sono sulla cinquantina, belli e aitanti. L'ARTICOLO INTEGRALE LO TROVATE SUL SITO.


Paolo Fortis 15.11.07 10:57| 
 |
Rispondi al commento

I FEROCI E LURIDI PEZZI DI MERDA CHE CI SONO STATI IMPOSTI "DEMOCRATICAMENTE" SONO FIGLI DELLA STRAGE DI VIA D'AMELIO: QUEL 19 LUGLIO IL TRITOLO CRIMINALE SALVò "LA DEMOCRAZIA" DI QUELLI CHE!!!
IN QUEL TEMPO ED IN QUEI GIORNI NESSUN "MASTELLA" DI TURNO AVREBBE POTUTO FERMARE PAOLO BORSELLINO, AL QUALE AVEVO CONSEGNATO LE PROVE DOCUMENTALI DELLA COMPROMISSORIERA FRA PARTECIPAZIONI STATALI (FINCANTIERI) E "COSA NOSTRA"!!!
DENTRO QUELL'INFAME CALDERONE, C'E LA STORIA DEI LAVORATORI DEL CANTIERE NAVALE DI PALERMO, OSTAGGIO DEL TRADIMENTO DELLA CIGL, DEL PCI POI PDS E DI QUEI SERVI CHE, DENTRO LA PROCURA DI PALERMO, CON LE ROZZE OMISSIONI DI RUTINE UCCISERO LA SPERANZA FIN DENTRO LE COSCIENZE DEI LAVORATORI E DELLA GENTE DI QUELLA BORGATA MARINARA CHE FIN DALL'ANNO 1982 SI OPPONEVANO A "COSA NOSTRA" ED AI SUOI COMPARI ANNIDATI NEI TUGURI SINDACALI E POLITICI!!
ERA UN "MODELLO CONSOCIATIVO" MOLTO PIU LURIDO DI QUELLO SCOPERCHIATO DAL PM LUIGI DE MAGISTRIS: ALL'INTERNO DI ESSO "COSA NOSTRA" ESERCITO IL CRIMINE CONTRO I MAGISTRATI E GLI UOMINI ONESTI PIU IN GENERALE, NELL'INTERESSE DI MOLTA DI QUELLA ACCOZZAGLIA, POLITICA, CHE ANCORA OGGI, DICE DI GOVERNARE IL NOSTRO PAESE NELL'INTERESSE DELLA COSTITUZIONE DEMOCRATICA. PRODI E BERLUSCONI SONO I VOLTI DELLA STESSA MEDAGLIA CHE CI FU IMPOSTA CON LE STRAGI DELL'ANNO 1992. AL DI LA D'OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO LA STRAGE DI VIA D'AMELIO FAVORI QUEL "CONSOCIATIVISMO" CHE HA IL VOLTO DI PRODI. CHI LEGGE, PUO COMPORRE IL MOSAICO DEGLI INFAMI VOLTI CHE GODETTERO IL VANTAGGIO GIUDIZIARIO E POLITICO DI QUELLE STRAGI RIVISITANDO LA CRONACA, LA STORIA POLITICA ED I GOVERNI DI QUEL TEMPO, AGGIUNGENDO AGLI INCONFUTABILI ELEMENTI I VOLTI DI QUEI "napoletani" CHE, STRISCIAVANO NEI CORRIDOI DELLE STANZE DEL POTERE DI BETTINO CRAX!!!
CREDO CHE ORMAI SIA ORA DI COMINCIARE A COSTRUIRE UNA RIVOLTA DURA, CONTRO GL'INFAMI PROFITTATORI DEI BISOGNI DELLA GENTE, DELLA DIGNITà DEL NOSTRO PAESE E DELL'ONORE DELLA NOSTRA COSTITUZIONE DEMOCRATICA

Gioacchino Basile 15.11.07 08:11| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO TOCCA TUTTO MA NN IL CALCIO...
TE CAPI REBAMBI'???
COMUNQUE PORTA PURE SFIGA....L'ULTIMA VOLTA CHE L'HAI FATTO ABBIAMO VINTO I MONDIALI..
QUEST'ANNO SE VAI AVANTI CI PORTIAMO A CASA UN ALTRA CHAMPIONS LEAGUE..

ALEX PRINZ Commentatore certificato 14.11.07 22:37| 
 |
Rispondi al commento

chi comanda sa di essere debole e in minoranza,ma gioca con la paura del popolo...(bue),importante è trovare il capo....allora il gioco è fatto, la casta avrà i giorni contati.....auguri......(PREFERISCO NON ESSERE AL POTERE)sento odore di carne al fuoco.vedo il berluska,prodi e c.in un'isoletta nel pacifico a pelar patate....sò cazzi....

renato luccon Commentatore in marcia al V2day 14.11.07 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TI SEI DIMENTICATO CHE I COSSIDDETTI "MORTI SUL LAVORO" SONO AL 99% OPERAI. OPERAI DELL'INDUSTRIA, EDILIZIA, SERVIZI, AGRICOLTURA. OPERAI NON "LAVORATORI" O "CITTADINI"...OPERAI CHE MUIONO COME MOSCHE SENZA IDENTITA. FIGLI DI NESSUNO CHE TUTTO FANNO PER ARRICCHIRE "ALTRI LAVORATORI" A STIPENDIO, SPESSO LASCIANDOCI LA VITA IN PIU' GRANDE QUANTITA' RISPETTO A TUTTA LA PIRAMIDE SOCIALE SOVRASTANTE...


I FEROCI E LURIDI PEZZI DI MERDA CHE CI SONO STATI IMPOSTI "DEMOCRATICAMENTE" SONO FIGLI DELLA STRAGE DI VIA D'AMELIO: QUEL 19 LUGLIO IL TRITOLO CRIMINALE SALVò "LA DEMOCRAZIA" DI QUELLI CHE!!!
IN QUEL TEMPO ED IN QUEI GIORNI NESSUN "MASTELLA" DI TURNO AVREBBE POTUTO FERMARE PAOLO BORSELLINO, AL QUALE AVEVO CONSEGNATO LE PROVE DOCUMENTALI DELLA COMPROMISSORIERA FRA PARTECIPAZIONI STATALI (FINCANTIERI) E "COSA NOSTRA"!!!
DENTRO QUELL'INFAME CALDERONE, C'E LA STORIA DEI LAVORATORI DEL CANTIERE NAVALE DI PALERMO, OSTAGGIO DEL TRADIMENTO DELLA CIGL, DEL PCI POI PDS E DI QUEI SERVI CHE, DENTRO LA PROCURA DI PALERMO, CON LE ROZZE OMISSIONI DI RUTINE UCCISERO LA SPERANZA FIN DENTRO LE COSCIENZE DEI LAVORATORI E DELLA GENTE DI QUELLA BORGATA MARINARA CHE FIN DALL'ANNO 1982 SI OPPONEVANO A "COSA NOSTRA" ED AI SUOI COMPARI ANNIDATI NEI TUGURI SINDACALI E POLITICI!!
ERA UN "MODELLO CONSOCIATIVO" MOLTO PIU LURIDO DI QUELLO SCOPERCHIATO DAL PM LUIGI DE MAGISTRIS: ALL'INTERNO DI ESSO "COSA NOSTRA" ESERCITO IL CRIMINE CONTRO I MAGISTRATI E GLI UOMINI ONESTI PIU IN GENERALE, NELL'INTERESSE DI MOLTA DI QUELLA ACCOZZAGLIA, POLITICA, CHE ANCORA OGGI, DICE DI GOVERNARE IL NOSTRO PAESE NELL'INTERESSE DELLA COSTITUZIONE DEMOCRATICA. PRODI E BERLUSCONI SONO I VOLTI DELLA STESSA MEDAGLIA CHE CI FU IMPOSTA CON LE STRAGI DELL'ANNO 1992. AL DI LA D'OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO LA STRAGE DI VIA D'AMELIO FAVORI QUEL "CONSOCIATIVISMO" CHE HA IL VOLTO DI PRODI. CHI LEGGE, PUO COMPORRE IL MOSAICO DEGLI INFAMI VOLTI CHE GODETTERO IL VANTAGGIO GIUDIZIARIO E POLITICO DI QUELLE STRAGI RIVISITANDO LA CRONACA, LA STORIA POLITICA ED I GOVERNI DI QUEL TEMPO, AGGIUNGENDO AGLI INCONFUTABILI ELEMENTI I VOLTI DI QUEI "napoletani" CHE, STRISCIAVANO NEI CORRIDOI DELLE STANZE DEL POTERE DI BETTINO CRAX!!!
CREDO CHE ORMAI SIA ORA DI COMINCIARE A COSTRUIRE UNA RIVOLTA DURA, CONTRO GL'INFAMI PROFITTATORI DEI BISOGNI DELLA GENTE, DELLA DIGNITà DEL NOSTRO PAESE E DELL'ONORE DELLA NOSTRA COSTITUZIONE DEMOCRATICA.

Gioacchino Basile 14.11.07 20:08| 
 |
Rispondi al commento

UNA SOLUZIONE A TUTTO QUESTO MONDO DI CASTE E DI CORRUZIONE DILAGANTE E DI MALE AMMINISTRAZIONE DOVE NESSUNO MAI PAGA MA METTONO TUTTI I LORO DISASTRI SUL NOSTRO CONTO E SUL CONTO DELLE NUOVE GENERAZIONI SAREBBE: FARE UNA TELEVISIONE SATELLITARE, UNA TELEVISIONE DI DENUNCIA QUOTIDIANA
PER UNA LIBERA INFORMAZIONE...SENZA POLITICA E SENZA PARTITI..MA DEL POPOLO, UNA TELEVISIONE DI LIBERTA' CON I NOSTRI CONTRIBUTI. TEMPO 15 GIORNI DI VERA INFORMAZIONE MOLTISSIMI SAREBBERO COSTRETTI ALL'ESPATRIO, SULL'ISOLA DEI LADRI, SENZA MANTENERLI IN GALERA....

CORAGGIO FACCIAMOLA COMPERIAMOCI UN SATELLITE, SOLO COSI POSSIAMO STERILIZZARE UN VENTENNIO DI MENZOGNE E DI REALTA' NASCOSTE ALLA POPOLAZIONE.
QUESTA E' L'UNICA SOLUZIONE..USARE LA STESSA ARMA.
DEL NANO.

I GIORNALISTI CI SONO E SONO I PIU' BRAVI

GRILLO
TRAVAGLIO
SANTORO
LA GABANELLI
E TUTTO IL LORO STAF, E TANTI ALTRI RAGAZZI
CHE NON HANNO VOCE.

PENSATECI...PENSATECI...USARE LA STESSA ARMA.

enzo nevio 14.11.07 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A incidere negativemente sula sicurezza del lavoro sono i seguenti fattori:
-Eccessivo cvarico di lavoro.
-Imprudenza dei lavoratoti
-Scarsa conoscenza del posto di lavoro a causa del precariato
-Troppe dipendenti a tempo determinato e a nero.
-Rimozione protezioni macchine da parte di datori di lavoro scellerati che pensano solo ai ritmi di produzione
-Scarse protezioni ai lavoratori

La cosa sconcertante che mai nessuna dell 18 associazioni facenti capo a Confindustria non cè la stessa confindustria a mai espresso una parola di biasimo verso queste aziende scorrette che sfruttano il lavoro minorile,a nero,ed altre forme di precariato o non mettono in pratica le norme sulla sicurezza.
Inoltre non hanno mai condannato chi licenzia i lavoratori infortunati o li buttano cadaveri in campagna dopo essere caduti da qualche impalacatura:
VERGOGNA MONTEZEMOLO,BRAMBILLA,ECC.


Anche oggi a Rovigo e a Brescia,a distanza di un'ora,sono morte due persone sul lavoro.Ancora due incidenti,come vengono catalogati nelle statistiche ufficiali,mentre si lavora,mentre si cerca di sopravvivere.
Che volete ma a me questa cosa che una persona muoia lavorando mi riempie di una tristezza infinita.Non riesco a capire come mai in una societa' avanzata e in una nazione come l'Italia si debba pagare questo tributo di vite umane mentre si sta lavorando.
Anche quelle di oggi sono due morti orribili per le modalita' con cui si sono verificate,ma state certi che domani nessun politico,nessun sindacalista si incatenera' o dichiarera' lo sciopero della fame per fermare questa "strage"che ogni giorno ci proietta nella indecorosa classifica in Europa delle morti sul lavoro.Precarieta' e quasi morte certa sul lavoro,con queste percentuali,ci stimolano a fare alcune considerazioni sul problema.Il Presidente Napolitano qualche tempo fa ha toccato l'argomento,perche' da domani non mette questo argomento all'ordine del giorno della Politica,Montezemolo che e' sempre cosi' attento al tema dei contratti e al rispetto delle dinamiche salariali,perche' da domani non lancia insieme a Confindustria una grande "Fatwa" a tutti gli iscritti che hanno avuto dei morti nelle fabbriche o che stanno per averli?
L'Italia ha un governo di Centro-sinistra tutti sostengono che e' la sinistra oltranzista a pilotare la politica di questo governo eppure in Italia si muore ancora sul posto di lavoro,mi spiegate questo mistero?
Pensate per un attimo alle famiglie di queste persone.Stamani si sono lasciati,avranno magari preso il caffe' prima di uscire di casa ed e' come se fossero andati alla guerra,massacrati per 70-80 euro.Quel contratto prevedeva la morte?E per queste somme?Presidente faccia qualcosa,qui e' in gioco la vostra' e la nostra dignita',non importa essere di destra,di sinistra,miglioristi o radical,qui significa essere CRISTIANI.

ernesto la marca 14.11.07 18:19| 
 |
Rispondi al commento


Le Forze dell'Ordine
Anche le FdO e i prefetti nonchè il questore di Arezzo non sono stati d'esempio per nessuno: non hanno reagito,potevano interrompere o bloccare le partite anche contrariamante a quanto stabilito dalla FIGC e come previsto dal decreto del Governo Prodi attuato in occasione della morte di Raciti.
Nessuno ha pensato che era il caso di rassicurare tutti sul fatto che in caso di reato accertato sarebbe stata certa pure la ena e che non vi sarebbero state manipolazioni o favoritismi nei confronti di questo sciagurato poliziotto,a partire dal Questore di Arezzo che sembrava compatire di più il suo umo che la vittima e la sua famiglia.
Quanto sopra mi ha ulteriormente disgustato e indignato, come me anche i tifosi che avranno avuto anche in questo la spiacevole sensazione di una differenza di trattamento tra i due stracitati casi.

I politici
I politici poi sono stati i piùirrespomsabili di tutti: a sinistra ensuno a difeso prodi dagli attacchi strumentali della destra.
A destra per l'appunto hanno vergognosamente strumentalizzato il caso contro il Governo Prodi,additandolo per responsabilità non sue e non solo perchè il decreto fù votato anche dall'opposizione, ma anche perchè non è colpa di chi sta al governo se FICG; Prefetti e Questure disattendono i suoi provvedimenti contro la violenza negli stadi.
E' preoccupante che per occupare delle poltrone si arrivi a tanto, a strumentalizzare una morte e farne scialaggio politico puro: VERGOGNATEVI! Lo urlo con tutto il disprezzo possibile verso quei politici irrensponsabili che così facendo si sono assunti il rischio e la responsabilità di aver gettato banzina sul fuoco acquiendo gli attriti fra tifosi da una parte e politiici,FdO,media e istituzioni sportive dall'altra!


I media
Anche i media sono stati abbastanza disgustosi: seguendo la Doenica Sportiva ma anche Controcampo, non si è potuto fare a meno di consatatare che hanno commentato tutto con una lemma eccessiva. Si sono spese fior di parole,anche troppe,nel richiamare ad una valutazione attenta dei fatti ancora in fase di accertamanto da parte delle forze dell'ordine.
Lo stesso però non fu fatto con il caso raciti: si sparò subito a 0 contro i Tifosi,salvo poi scoprire a distanza di mesi che il poliziotto molto probabilemnte era stato ucciso accidentalente dai suoi colleghi che lo avrebbero investito con una delle loro camionette.
nessuno a parte l'ec calciatore fiorentino Antognoni ( con grande dissenso del conduttore) alla domenica sportive si è permesso di mettere l'accento,com'era doveroso,sulla superficialità con cui un poliziotto aveva fatto uso di uan arma da fuoco,fatto ineluttabile e criminoso in ogni caso.
Se anche l'avvocato della famiglia di Gabriele Sandri non cè la famiglia stesse a suo fratello altro avvocato penalista dicono che è omicidio perchè negare l'evidenza? Perchè coprire il tutto con la scusa che erano costernati dal dolore? Come non fù fatto per la vedova e la figlia di Raciti ndr...per loro il dolore non valeva innazi a certe frasi? Direi di sì visto che fù pure spettacolarizzato!
Tutto questo mi ha disgistato e non ha fatto altro che acquire la spiacevole sensazione che siano state adottati due pesi e due misure nei casi Raciti e Sandri.
Con questi atteggiamnti non lamantiamoci poi che nasca e cresca un odio verso le istituzioni politiche,sportive e forze dell'ordine!

Le Forze dell'Ordine
Anche le FdO e i prefetti nonchè il questore di Arezzo non sono stati d'esempio per nessuno: non hanno reagito,potevano interrompere o bloccare le partite anche contrariamante a quanto stabilito dalla FIGC e come previsto dal decreto del Governo Prodi attuato in occasione della morte di Raciti.
Nessuno ha pensato che era il caso di rassicurare tutt


Morte di Gabriele Sandri: è scempio politico-mediatico e non solo...
La morte di Gabriele Sandri il DJ Romano tifoso della Lazio ucciso ieri in un autogrill a Badia del Pino (AR) è staato un scempio sotto tutti i punti di vista, per le violenze dei tifosi,per l'atteggiamanto della FIGC, dei media, delle forze dell'Ordine e dei politici. Ma andiamo con Ordine

I tifosi
Pur comprendendo la loro rabbia e senza per questo giustificarli,trovo assurdo che siano arrivati a commettere violenze che hanno vanificato un protesta giusta e sacrosanta almeno dal loro punto vista ed in parte anche del mio. I casi Raciti e Sandri saranno pure diversi,ma la parcezione che il secondo appaia quasi di serie B rispetto al primo non è una visone solo dei tifosi.
Per quanto potessero aver avuto ragione sarebbe stato sufficiente protestare in modo pacifivo,abbandonare lo stadio e chiedere ai bagarini il risarcimento dei biglietti e eminacciare la restituzione di abbonamanti allo stadio e a Sky e anche adunarsi a protestare e scandire slogan davanti a Questure e caserme ma senza violenza,quella violenza che mistificata da tutti gli altri a vanificato la protesta.

La FIGC e I Club professionisti
La federazione e i club hanno fatto solo i loro interessi e hanno salvato capre e cavoli ovvero sono rieusciti nell'intento di far disputare il maggior numero possibile di incontri con una scusa al quanto surreale: il caso è diverso da quello di Filippo Raciti più strettamente legato alle violenze da stadio: sarà pur vero ma un morto è sempre un morot e se prevale una sentimento contrario alle posizioni dei Club,per questioni di sicurezza le partite andavano comunque sospese.
Invece hanno prevalso gli interessi economici dei club e di Sky non che delle altri media detentori di diritti radio-tv sul calcio.


W il V-DAY.

Caro Beppe Grillo,

ha mai provato a calcolare quanto ammonta il bilancio complessivo di spesa della casta-politichese:
stipendi,
indennità,
vitalizi con scala mobile e oltre,
gettoni di presenza,
affitti,
immobili,
ici,
foresteria,
traslochi,
segreterie,
contributi ai gruppi parlamentari e ai quotidiani,
personale,
viaggi,
consulenze,
rimborsi spese sanitarie quasi totali,
vitto,
alberghi,
raccomandati,
macchina,
autista,
carburante,
cellulare,
sconti,
etc.

Naturalmente il bilancio di spesa e su tutti:
quirinale,
presidenze,
parlamenti,
regioni,
province,
comunali e
circoscrizionali.

Molto probabile sono causa del deficit e di conseguenza del debito pubblico.

La questione che voglio porre può essere epocale, basta:
re,
dittature,
regimi militari,
politici,
partiti,
impunità e privilegi.

Gli eletti delle liste civiche beppegrilliane eseguono alla lettera le leggi proposte, elaborate e votate da noi.

Ecco alcune regole:
info-internet,
internet gratuito,
internet point,
contributi volontari,
bilancio pubblico,
no spese e si volontariato,
iscrizione su sito web protetto con ssl (128 bit),
username e password.

Nel sito web, tutto è deciso dal 50% più uno fra tutti gli iscritti:
statuto,
iniziative,
programma.

La parte più interessante del sito web, è dove ogni iscritto può dare proposte e soluzioni su qualunque argomento.

Ogni proposta e soluzione è messa ai voti:
si,
no,
indecisi e
percentuale dei votanti iscritti,
quelle che superano il 50% più uno degli iscritti è legge.

Qualunque argomento intendo:
affari esteri,
ambiente e tutela territorio,
beni e attività culturali,
comunicazioni,
difesa,
economia e finanze,
giustizia,
infrastrutture e trasporti,
interno,
istruzione università e ricerca,
lavoro e politiche sociali,
agricole e forestali,
sviluppo economico,
tesoro bilancio e programmazione economica,
salute,
etc.

Tanti saluti e buona maturazione!

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 14.11.07 17:48| 
 |
Rispondi al commento

AI POLITICI D'OGNI PARTITO: VERGOGNATEVI!

"Je suis fatigué"
diceva un francese incatenato a Ginevra.
"Sono stanco"
diceva un italiano SUICIDATOSI perché
non riusciva più a pagare i debiti.

VOGLIAMO CHE L'ITALIA ALZI LA TESTA!
Vogliamo che agli italiani sia lasciata
la testa PER MANDARVI AL DIAVOLO!

Voi politici d'ogni schieramento SIETE
I VERI COLPEVOLI POICHE' AVETE RIDOTTO
GLI ITALIANI ALLA DISPERAZIONE, ma sono
sono altresì colpevoli gli imprenditori
e tutti i vari servi d'ogni provenienza
che si sono sono prestati al vostro gioco.
Chi sa . . . e non dice è anch'esso coin-
volto e partecipe (sia pur indirettamente).
L'omertà e l'indifferenza regnano indistur-
bate in questa Italietta, anzi Italiaccia,
che avete "creato" per fare i vostri comodi.

VERGOGNATEVI!

Severino Verardi Commentatore certificato 14.11.07 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Eppure...Leggo i vari commenti, mi sento in colpa...Credo che tutti noi in qualche maniera, per qualcosa dobbiamo sentirci in colpa...se al lavoro non diamo il massimo, se quando votiamo scegliamo il male minore o non votiamo...se non partecipiamo ai gruppi sorti meetup nella nostra città di grillo, se usiamo un' auto da soli o non risparmiamo luce in casa..se non montiamo i pannelli fotovoltaici...se guardiamo un extra Italiano dall' alto al basso,se non facciamo semplici domande al nostro sindaco facendo capire che controlliamo quello che fa, se non insistiamo con i colleghi di far capire cosa si può fare per migliorare questa nazione, se pensiamo prima o poi vado in Svezia, abbandonando la nave, insomma, mi sento in colpa, anche perchè non so da che parte farmi per migliorare questa nostra Italia..o meglio forse una strada ci sarebbe, incateniamoci a qualche monumento, e poi??non so davvero se ho le forze...anche perchè ho paura, per i miei figli, forse non è molto, ma spero che almeno qualche germe di civiltà nasca in loro, lo so non è molto, ma a parte essere iscritto a IDV...fare sindacato ina Azienda, iscritto al Meetup Grillo della città,ed avere una famiglia che bene o male funzione...ho paura...di non fare abbastanza..e mi sento in colpa..vedere Andreotti in parlamento, mi fa male, De Magistris delegittimato...FORZA GRILLO ALLE PROSSIME ELEZIONI FATTI VOTARE NON LASCIARE CHE L' ITALIA ti accusi di fare vetrina per interesse personale...ormai non regge più fai un partito ti prego...non lasciarci al nostro destino...non è giusto ci hai illuso che si può combattere combatti con le armi della democrazia non della demagogia..chi puo avere la forza di fare da terzo incomodo al sistema, Prodi e Berlusconi sono amici....fanno un po per uno a ciucciare la linfa vitale del NOSTRO paese
C'è bisogno di te della tua forza ti prego...

gian luca 14.11.07 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Un tifoso come noi, una passione smisurata, quasi infantile, maniacale. Il calcio è malato ma a noi non c'importa, per la lazio non c'è orario, chilomerti, freddo o caldo che tenga dove c'è lei ci siamo noi e qualcuno ci prende per pazzi. Ma la passione, la voglia di stadio non ci faceva dormire la notte, i brividi quando si alzano i cori, le palpitazioni quando mancano 3 minuti alla fine, l'odore del campo, le urla dei giocatori, l'abbraccio con gente sconosciuta. Il calcio è aggregazione e oggi ne abbiamo avuto la prova lampante, tutti intorno alla famiglia a ricordare un ragazzo che ha fatto un solo errore, ha seguito la sua passione.

Mario Bianchi 14.11.07 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Scrivo da Sorrento, dove il 1 maggio scorso sono morte due donne: nuora e suocera che uscivano da una chiesa. Sono state uccise per chè il 1 maggio (ripeto 1 maggio) una ditta di illuminazioni davanti alla casa comunale e sotto gli occhi di tutti stava allestendo le luminarie per una festa parrocchiale. Praticamente la gru che conteneva i due o forse tre operai che crollata di botto uccidendo le due di colpo. Poteva essere una strage!
Qui da noi non se ne parla quasi più. esiste solo un blog coraggioso che tenta di tener viva la memoria. Per il resto nulla o quasi. Dell'inchiesta non si sa nulla! delle responsabilità seppur chiare non se ne parla. L'indignazione è durata qualche giorno, al rabbia fatta affogare nell'individualismo. E' uno schifo! altro che tifosi incazzati, io credo che il popolo sorrentino dovrebbe andare ogni giorno dal suo primo dipendente a chiedere spiegazioni, azi a pretenderle! dovrebbe vigilare sulla vicenda giorno e notte e sensibilizzare continuamente l'opinione pubblica, gli imprenditori ed i lavoratori.
Far conoscere i diritti di tutti i cittadini, far conoscere che anche l'ultimo dei cittadini passando vicino a quella gru e a quelle future può pretendere di far fare una recinzione e di deviare traffico di mezzi e persone!

Alessandro Lauro Commentatore in marcia al V2day 14.11.07 15:23| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Un tifoso come noi, una passione smisurata, quasi infantile, maniacale. Il calcio è malato ma a noi non c'importa, per la lazio non c'è orario, chilomerti, freddo o caldo che tenga(un pò come per gli scout) dove c'è lei ci siamo noi e qualcuno ci prende per pazzi. Ma la passione, la voglia di stadio non ci faceva dormire la notte, i brividi quando si alzano i cori, le palpitazioni quando mancano 3 minuti alla fine, l'odore del campo, le urla dei giocatori, l'abbraccio con gente sconosciuta. Il calcio è aggregazione e oggi ne abbiamo avuto la prova lampante, tutti intorno alla famiglia a ricordare un ragazzo che ha fatto un solo errore, ha seguito la sua passione.

Mario Bianchi 14.11.07 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Salve vorrei esprimere la mia amarezza e indegno su quello che stà accadendo in Italia da quando la destra non è più al governo e di cosa sono capaci di inventarsi pur di ritornarci. Non vi siete accorti che tutta la violenza che i media stanno trasmettendo da quando c'è al governo la sinistra è un tentativo "ignobile" di trasmettere paura alla gente "comune". Questo è quello che noto e che penso dal momento che loro non sono capaci di contrastare la sinistr in modo politico e che l'unico modo per farlo cadere è quello di far pensare la gente che l'attuale governo non è capace di governare. Grazie per avermi concesso questo spazio per dire quello che penso

Francesco Graniero 14.11.07 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro ultras se sei capace a leggere potresti rispondere a questa domanda: ma se tu fossi il proprietario della piccola utilitaria che tutti i giorni ti porta a lavoro e che dopo dieci ore passate in giro per uno stipendio pari a 850 euro ti riporta a casa, e il lunedi' scendi in strada e la trovi distrutta , inutilizzabile pronta da buttare via, ma soprattutto se non hai i soldi per ripararla cosa fai? Mi porti tu a lavoro adesso tutte le mattine? Cosa ne poteva la mia macchina? Ed Io? E se perdo il lavoro l'affitto lo paghi tu?

michele mascaro 14.11.07 13:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

LA DEMOCRAZIA IN ITALIA ESISTE?

Se "l'Italia è una Repubblica Democratica
fondata sul lavoro" allora Berlusconi chi è?
Babbo Natale? e Prodi? la Befana?
e i cittadini chi sono? bimbi capricciosi?

LA DEMOCRAZIA IN ITALIA NON ESISTE!
In Italia regna l'oligarchia . . .

Severino Verardi Commentatore certificato 14.11.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Volevo segnalare il mio disappunto e la mia indignazione riguardo alla volontà di fissare per il 25 Aprile, giorno della Liberazione, l'iniziativa proposta dal signor Grillo; il 25 Aprile è un giorno sacro per l'Italia e come tale dev'essere onorato, è il giorno della Liberazione dal nazifascismo, non è un giorno qualsiasi per proporre iniziative che sviano dal senso della ricorrenza, invito le persone che possiedono una certa sensibilità riguardo a tale tema, chiaramente assente al signor Grillo (Casaleggio), di dimostrare la loro indignazione

Andrej

Andrej Vescovi 14.11.07 11:42| 
 |
Rispondi al commento

LA DEMOCRAZIA IN ITALIA ESISTE?

Se "l'Italia è una Repubblica Democratica
fondata sul lavoro" allora Berlusconi chi è? Babbo Natale? e Prodi? la Befana?
e i cittadini chi sono? bimbi capricciosi?

LA DEMOCRAZIA IN ITALIA NON ESISTE!
In Italia regna l'oligarchia . . .

Severino Verardi Commentatore certificato 14.11.07 11:41| 
 |
Rispondi al commento

e poi cosa succede se a fare i controlli... i CONTROLLI ....sono un FINANZIERE molto AMICO del CAPO o il Maresciallo dei Carabinieri che viene a mangiare al ristorante tutti i martedì... insomma, solo io che lavoro nei GROSSI GRUPPI ALBERGHIERI romagnoli becco i MIGLIORI AMICI DELLA GDF???????

antonella barberini 14.11.07 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
l'attività divulgativa che stai facendo è EROICA e nonostante il seguito che hai ogni giorno dimostrato dai V-DAY e quant'altro la domanda che si ripropone è la stessa: PERCHE' CAVOLO GLI ITALIANI NON SI INDEGNANO ETC. ETC......
Perchè lo sai meglio di me, perchè le mani solo legate, perchè MORS TUA VITA MEA, perchè forse perchè abbiamo perso un po' di UMANITA' in cambio di una macchina più GROSSA e un MUTUO più alto.
Non lo sò, io ho sempre visto le cose da un pulpito rialzato. Il mio ragazzo è francese e non ti dico CHE ENORME DIFFERENZA vedere le masse di scioperi che mettono in crisi la circolazione parigina e il reale disagio che porta però sempre a un confronto e a dei piccoli morsi di risultati.
In particolare, ti ho già espresso la mia rabbia verso lo sfruttamento del lavoro quest'estate, quando SCHIAVEGGIAVO nel mio piccolo in un'azienda alberghiera di Cesenatico. E ancora io non mi posso lamentare che un piatto di minestra e un caffè se volevo me lo davano. Dieci ore al giorno tutti i giorni non è vita e non è guadagno, visto che la mia attuale disoccupazione è della metà del mio stipendio dichiarato e il TFR l'ho dovuto RESTITUIRE, cioè sono passata dalla mia banca per cambiare l'assegno e gli ho portato indietro la differenza. Io come tutti gli altri stagionali PRECARI dello staff. E poi mi dicono che avrebbero piacere che rimanessi con loro e che gli sono piaciuta molto con le mie competenze linguistiche, il mio savoire faire, il mio spirito di squadra e di sacrificio e bidibibò.....
Così volevo risponderti alla domanda: INTANTO NON SI INDIGNA CHI A LUI PER PRIMO IL PROBLEMA NON GLI TOCCA E FIN QUI E' SEMPLICE MENEFREGHISMO. E POI NON SI INDIGNA CHI INVECE IL PROBLEMA A LUI GLI TOCCA PERCHE' ...INTANTO PERCHE' E' ANALFABETA O NON PARLA BENE L'ITALIANO E COME FAI A DIFENDERTI COI TUOI TITOLARI, ASSUMI UN INTERPRETE?
E CHI DI QUESTI RUMENI O ANCHE ITALIANI HANNO DIMESTICHEZZA CON INTERNET O UN PC A CASA O LA LINEA VELOCE E QUANT'ALTRO?

antonella barberini 14.11.07 10:53| 
 |
Rispondi al commento

SONO D'ACCORDO!

aurelio centanaro Commentatore in marcia al V2day 14.11.07 10:39| 
 |
Rispondi al commento

I LAVORATORI IN ITALIA
NON HANNO
PIU'
DIRITTI.
SERVONO SOLO A PAGARE LE TASSE!
SENZA AVERE NULLA IN CAMBIO

Orlando Masiero 14.11.07 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, personalmente ritengo che una delle ragioni fondamentali di questi assassinii di massa è la assenza di controlli da parte degli organi competenti. Come in moltissimi altri casi le leggi ci sono ma non vengono rispettate. Certo è anche colpa di un latitante senso di resposabilità di moltissimi imprenditori, che risparmiano sulla pelle dei propri dipendenti.

P.S. quando facciamo il V-day sui mezzi di informazione? In questi giorni ho avuto il tempo di seguire i palinsesti televisivi diurni. Ma che cazzo trasmettono. Solo spazzatura! Evidentemente ci ritengono dei grandi conglioni. Ma dico, anche gli autori, i presentatori, gli "opinionisti", ma non si vergognano di mettere la faccia in tanta merda? Evidentemente poi si lavano coi piccioli!

Ciao Beppe....V-Day-Power!
Ale.

Alessandro Coppolecchi 14.11.07 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Il Ministro dell'Interno Amato ha dichiarato che "ci sono centrali eversive che alimentano l'estremismo nelle tifoserie, che cercano di assoldare come militanti armati contro la polizia tanti giovani che trovano cosi' la loro identita" -aggiungendo- "La procura di Roma ha inteso verificare se negli incidenti di domenica sera c'e una possibile connessione terroristico-eversiva, ma questo e' uno dei temi che dobbiamo affrontare e dobbiamo liberarne il calcio''.

A quanto pare stiamo tornando indietro di 30 anni, alle buie stagioni del terrorismo eversivo, alla strategia della tensione. Emerge ciò dalle parole del Ministro dell'Interno. L'Italia rischia di ripiombare in una delle stagioni più nere della sua storia del dopoguerra.

Edoardo A. Commentatore certificato 14.11.07 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Finchè una pallotola vola nel cielo c'è possibilità che un uomo muoia. Il Cervello non è un accessorio USALO. Se un'arma sai che UCCIDE, prima di usarla PENSA. Le armi non sono oggetti di persuasione ma solo mire di MORTE e DISTRUZIONE.

http://bp1.blogger.com/_vNG2VWrzA5Y/Rv6-w99uRYI/AAAAAAAAAHY/sUVA6pgQdnw/s1600-h/Da+Dio+A+quel+che+vuole+DIO.jpg

Mario Flore 14.11.07 03:52| 
 |
Rispondi al commento

OT
#################################################

PRODI: NUN TE REGGAE PIU'!

BERLUSCONI: NUN TE REGGAE PIU'!

VESPA: NUN TE REGGAE PIU'!

BOSSI: NUN TE REGGAE PIU'!

FINI: NUN TE REGGAE PIU'!

MASTELLA: NUN TE REGGAE PIU'!

VELTRONI: NUN TE REGGAE PIU'!

CASINI: NUN TE REGGAE PIU'!

BONDI: NUN TE REGGAE PIU'!

SCHIFANI: NUN TE REGGAE PIU'!

D'ALEMA: NUN TE REGGAE PIU'!

BERSANI: NUN TE REGGAE PIU'!

PC, PSI, PD, PS, DC, PC, SC, AN, PRI, CNTM, FNRD, ZTI, CNRTFNTRVCBNSDKLNCDF: NUN VE REGGAE PIU'!

#################################################
Clicca sul mio nome x saperne di più.


Per risolvere il problema basterebbe rendere responsabile della sicurezza sul lavoro (che è una responsabilità penale) anche la ditta appaltante e non solo la ditta appaltatrice.

Qualche esperto di legislazione potrebbe proporre qualcosa, no?

Emauele Cisbani 13.11.07 21:45| 
 |
Rispondi al commento


I FEROCI E LURIDI PEZZI DI MERDA CHE CI SONO STATI IMPOSTI "DEMOCRATICAMENTE" SONO FIGLI DELLA STRAGE DI VIA D'AMELIO: QUEL 19 LUGLIO IL TRITOLO CRIMINALE SALVò "LA DEMOCRAZIA" DI QUELLI CHE!!!
IN QUEL TEMPO ED IN QUEI GIORNI NESSUN "MASTELLA" DI TURNO AVREBBE POTUTO FERMARE PAOLO BORSELLINO, AL QUALE AVEVO CONSEGNATO LE PROVE DOCUMENTALI DELLA COMPROMISSORIERA FRA PARTECIPAZIONI STATALI (FINCANTIERI) E "COSA NOSTRA"!!!
DENTRO QUELL'INFAME CALDERONE, C'E LA STORIA DEI LAVORATORI DEL CANTIERE NAVALE DI PALERMO, OSTAGGIO DEL TRADIMENTO DELLA CIGL, DEL PCI POI PDS E DI QUEI SERVI CHE, DENTRO LA PROCURA DI PALERMO, CON LE ROZZE OMISSIONI DI RUTINE UCCISERO LA SPERANZA FIN DENTRO LE COSCIENZE DEI LAVORATORI E DELLA GENTE DI QUELLA BORGATA MARINARA CHE FIN DALL'ANNO 1982 SI OPPONEVANO A "COSA NOSTRA" ED AI SUOI COMPARI ANNIDATI NEI TUGURI SINDACALI E POLITICI!!
ERA UN "MODELLO CONSOCIATIVO" MOLTO PIU LURIDO DI QUELLO SCOPERCHIATO DAL PM LUIGI DE MAGISTRIS: ALL'INTERNO DI ESSO "COSA NOSTRA" ESERCITO IL CRIMINE CONTRO I MAGISTRATI E GLI UOMINI ONESTI PIU IN GENERALE, NELL'INTERESSE DI MOLTA DI QUELLA ACCOZZAGLIA, POLITICA, CHE ANCORA OGGI, DICE DI GOVERNARE IL NOSTRO PAESE NELL'INTERESSE DELLA COSTITUZIONE DEMOCRATICA. PRODI E BERLUSCONI SONO I VOLTI DELLA STESSA MEDAGLIA CHE CI FU IMPOSTA CON LE STRAGI DELL'ANNO 1992. AL DI LA D'OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO LA STRAGE DI VIA D'AMELIO FAVORI QUEL "CONSOCIATIVISMO" CHE HA IL VOLTO DI PRODI. CHI LEGGE, PUO COMPORRE IL MOSAICO DEGLI INFAMI VOLTI CHE GODETTERO IL VANTAGGIO GIUDIZIARIO E POLITICO DI QUELLE STRAGI RIVISITANDO LA CRONACA, LA STORIA POLITICA ED I GOVERNI DI QUEL TEMPO, AGGIUNGENDO AGLI INCONFUTABILI ELEMENTI I VOLTI DI QUEI "napoletani" CHE, STRISCIAVANO NEI CORRIDOI DELLE STANZE DEL POTERE DI BETTINO CRAX!!!
CREDO CHE ORMAI SIA ORA DI COMINCIARE A COSTRUIRE UNA RIVOLTA DURA, CONTRO GL'INFAMI PROFITTATORI DEI BISOGNI DELLA GENTE, DELLA DIGNITà DEL NOSTRO PAESE E DELL'ONORE DELLA NOSTRA COSTITUZIONE DEMOCRATIC

Gioacchino Basile 13.11.07 21:08| 
 |
Rispondi al commento


I FEROCI E LURIDI PEZZI DI MERDA CHE CI SONO STATI IMPOSTI "DEMOCRATICAMENTE" SONO FIGLI DELLA STRAGE DI VIA D'AMELIO: QUEL 19 LUGLIO IL TRITOLO CRIMINALE SALVò "LA DEMOCRAZIA" DI QUELLI CHE!!!
IN QUEL TEMPO ED IN QUEI GIORNI NESSUN "MASTELLA" DI TURNO AVREBBE POTUTO FERMARE PAOLO BORSELLINO, AL QUALE AVEVO CONSEGNATO LE PROVE DOCUMENTALI DELLA COMPROMISSORIERA FRA PARTECIPAZIONI STATALI (FINCANTIERI) E "COSA NOSTRA"!!!
DENTRO QUELL'INFAME CALDERONE, C'E LA STORIA DEI LAVORATORI DEL CANTIERE NAVALE DI PALERMO, OSTAGGIO DEL TRADIMENTO DELLA CIGL, DEL PCI POI PDS E DI QUEI SERVI CHE, DENTRO LA PROCURA DI PALERMO, CON LE ROZZE OMISSIONI DI RUTINE UCCISERO LA SPERANZA FIN DENTRO LE COSCIENZE DEI LAVORATORI E DELLA GENTE DI QUELLA BORGATA MARINARA CHE FIN DALL'ANNO 1982 SI OPPONEVANO A "COSA NOSTRA" ED AI SUOI COMPARI ANNIDATI NEI TUGURI SINDACALI E POLITICI!!
ERA UN "MODELLO CONSOCIATIVO" MOLTO PIU LURIDO DI QUELLO SCOPERCHIATO DAL PM LUIGI DE MAGISTRIS: ALL'INTERNO DI ESSO "COSA NOSTRA" ESERCITO IL CRIMINE CONTRO I MAGISTRATI E GLI UOMINI ONESTI PIU IN GENERALE, NELL'INTERESSE DI MOLTA DI QUELLA ACCOZZAGLIA, POLITICA, CHE ANCORA OGGI, DICE DI GOVERNARE IL NOSTRO PAESE NELL'INTERESSE DELLA COSTITUZIONE DEMOCRATICA. PRODI E BERLUSCONI SONO I VOLTI DELLA STESSA MEDAGLIA CHE CI FU IMPOSTA CON LE STRAGI DELL'ANNO 1992. AL DI LA D'OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO LA STRAGE DI VIA D'AMELIO FAVORI QUEL "CONSOCIATIVISMO" CHE HA IL VOLTO DI PRODI. CHI LEGGE, PUO COMPORRE IL MOSAICO DEGLI INFAMI VOLTI CHE GODETTERO IL VANTAGGIO GIUDIZIARIO E POLITICO DI QUELLE STRAGI RIVISITANDO LA CRONACA, LA STORIA POLITICA ED I GOVERNI DI QUEL TEMPO, AGGIUNGENDO AGLI INCONFUTABILI ELEMENTI I VOLTI DI QUEI "napoletani" CHE, STRISCIAVANO NEI CORRIDOI DELLE STANZE DEL POTERE DI BETTINO CRAX!!!
CREDO CHE ORMAI SIA ORA DI COMINCIARE A COSTRUIRE UNA RIVOLTA DURA, CONTRO GL'INFAMI PROFITTATORI DEI BISOGNI DELLA GENTE, DELLA DIGNITà DEL NOSTRO PAESE E DELL'ONORE DELLA NOSTRA COSTITUZIONE DEMOCRATICA

Gioacchino Basile 13.11.07 20:13| 
 |
Rispondi al commento

W il V-DAY.

Caro Beppe Grillo,

ha mai provato a calcolare quanto ammonta il bilancio complessivo di spesa della casta-politichese:
stipendi,
indennità,
vitalizi con scala mobile e oltre,
gettoni di presenza,
affitti,
immobili,
ici,
foresteria,
traslochi,
segreterie,
contributi ai gruppi parlamentari e ai quotidiani,
personale,
viaggi,
consulenze,
rimborsi spese sanitarie quasi totali,
vitto,
alberghi,
raccomandati,
macchina,
autista,
carburante,
cellulare,
sconti,
etc.

Naturalmente il bilancio di spesa e su tutti:
quirinale,
presidenze,
parlamenti,
regioni,
province,
comunali e
circoscrizionali.

Molto probabile sono causa del deficit e di conseguenza del debito pubblico.

La questione che voglio porre può essere epocale, basta:
re,
dittature,
regimi militari,
politici,
partiti,
impunità e privilegi.

Gli eletti delle liste civiche beppegrilliane eseguono alla lettera le leggi proposte, elaborate e votate da noi.

Ecco alcune regole:
info-internet,
internet gratuito,
internet point,
contributi volontari,
bilancio pubblico,
no spese e si volontariato,
iscrizione su sito web protetto con ssl (128 bit),
username e password.

Nel sito web, tutto è deciso dal 50% più uno fra tutti gli iscritti:
statuto,
iniziative,
programma.

La parte più interessante del sito web, è dove ogni iscritto può dare proposte e soluzioni su qualunque argomento.

Ogni proposta e soluzione è messa ai voti:
si,
no,
indecisi e
percentuale dei votanti iscritti,
quelle che superano il 50% più uno degli iscritti è legge.

Qualunque argomento intendo:
affari esteri,
ambiente e tutela territorio,
beni e attività culturali,
comunicazioni,
difesa,
economia e finanze,
giustizia,
infrastrutture e trasporti,
interno,
istruzione università e ricerca,
lavoro e politiche sociali,
agricole e forestali,
sviluppo economico,
tesoro bilancio e programmazione economica,
salute,
etc.

Tanti saluti e buona maturazione!

paolo cacciavillani Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe L'Italia è una Pseudo Repubbluca fondata sul Pallone, non certo sul Lavoro, altrimenti delle disgrazie sul Lavoro, (Quale?) si sarebbe già da tempo provveduto, ma sono + importanti i teste di cazzo degli Ultrà....

luciano Bovo 13.11.07 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Un teenager di New York disarmato è stato crivellato da 20 pallottole della polizia ed è morto per le ferite. Il ragazzo, Khiel Coppin, aveva 18 anni. I poliziotti, che avevano risposto a una richiesta di aiuto per risolvere una lite familiare a Brooklyn, credevano che il giovane avesse una pistola. Quando la gragnuola di colpi è cessata si sono accorti che l'arma altro non era che una spazzola per capelli.
Della serie ................prima si spara poi si interroga...........

g k 13.11.07 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni mesi fa, un giovane deputato del parlamento italiano definì due leggi con l’aggettivo “assassine”. Un muro di Indignazione venne issato a destra e a sinistra. Mai come in quella occasione i politici italiani sono stati uniti a condannare con fermezza quelle parole. Tutte le differenze ideologiche, caratteriali e di interressi tra le parti si sono appiattite sotto il peso di un “partito unico”. Un tale muro non è mai stato issato di fronte alle continue (o meglio quotidiane ) morti sul lavoro. Se escludiamo ovviamente le tipiche frasi ad effetto stile spot elettorale da dare agli organi di informazione e all’opinione pubblica .
Ma da allora é avvenuto un fatto importante, che alcuni giornali hanno accennato. L’Agenzia Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro ha stilato un catalogo delle malattie professionali del precario. Si parla di insicurezza psicologica progressiva, stress, gastriti, disturbi cardio-circolatori problemi nervosi. Questi disturbi vengono indicati come: “ nuovi rischi per la salute derivanti dalle forme di organizzazione del lavoro e atipiche”. E vengono a seguito di una serie di contratti a breve termiche.
Ora se da una parte le statistiche dicono che circa il 40 % degli incidenti sul lavoro coinvolge giovani dai 18 35 anni. E dall’altra parte che i contratti atipici sono applicati soprattutto nei confronti dei giovani, cioè coloro che hanno minore esperienza spendibile sul mercato del lavoro.
La conclusione è chiara anche ad un bambino delle elementari. Che siano morti bianche o che siano morti lente, sta di fatto che le attuali condizioni lavorative e contrattuali stanno uccidendo i giovani Italiani

Marco Patruno 13.11.07 19:10| 
 |
Rispondi al commento

mentre voi codardi protestate contro lo stato da dietro un computer, gli ultrà sono scesi in piazza a combattere il sistema!

Matteo B. Commentatore certificato 13.11.07 18:37| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite,
L'ITALIETTA va...dove non si sa...si sa si sa
va sempre peggio...
La legalita' in questo paese e diventata utopia.
Gente che muore sul lavoro per negligenza e per sfruttamento, teste di c..o che devastano distruggono attaccano commisariati di polizia
politici condannati che stanno in parlamento a fare leggi e governare...i loro interessi...non il paese.
Imprenditori che rubano , distruggono aziende sane...falsi in bilancio ecc
le persone oneste o che cercano di cambiare le cose vanno sotto inchiesta o trasferite o denigrate con falsita' pur di proteggere quello che non si puo' proteggere come l'illegalita.
Ormai siamo alla frutta...
anzi il caffe'...
Spero non sia come quello di Sindona...avvelenato
E dopo cosa si fa?
Rivoluzione? Dittatura...Non questa camuffata da Democrazia...
Cosa ci resta da fare? forse espatriare?
Io spero di aver la forza di combattere per radrizzare questa ITALIETTA...

Giuseppe C. Commentatore certificato 13.11.07 18:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sono quasi contento di non vedere su questo blog commenti e prese di posizione circa i fatti di domenica... sinceramente la mia prima reazione  stata fottermene... appunto perch ho pensato che oltre la morte di uno sfigato che fa notizia, ci siano altre decine di morti silenziose che non fanno spettacolo e (principalmente) non fomentano nessun tipo di indignazione, specie da parte della cosiddetta ggente "de sinistra" e (peggio) anche della cosiddetta ggente de "estrema sinistra"...

Alberto Bario 13.11.07 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Leggo, tra le varie regole per postare un commento, che non si dovrebbero inoltrare commenti non pertinenti con la discussione postata da Grillo. Beh ma allora che c...o c'entrano le morti sul lavoro con quanto è successo domenica e col calcio ed il tifo?!

Bruna G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 18:19| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bastardi avete ucciso un ragazzo pieno di vita e fate i decreti contro gli ultrà!!

Matteo B. Commentatore certificato 13.11.07 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno di quei fortunati(?)che forse usufruira' di un pensionamento anticipato x esposizione all'amianto.Lavoro al porto di ravenna come facchino(camallo)da 32 anni.L'amianto fino all'80 arrivava via nave in sacchi da 50kg(da caricare in spalla)Quando ogni tanto qualche sacco si rompeva alcuni di noi si divertivano a comprimere a mo' di palla di neve questa poltiglia bianca e lanciarsela addosso..(l'informazione di allora era inesistente)Vi lascio quindi immaginare l'aspettativa media di vita che ci aspetta(checche ne dicano i nostri cari politici)Ma prima di crepare volevo pubblicamente ringraziare(anche a nome dei colleghi) : DINI che con la sua bella legge ci ha allungato la vita lavorativa da 35 a 40 anni , i tecnici leghisti dell'ex governo berlusconi BRAMBILLA e GIORGETTI x aver abbassato i coefficenti di esposizione amianto sul calcolo dei contributi versati x impedirci di andare in pensione troppo giovani (dovevano fare tagli alle spese poverini!)e x ultimo quel genio di MARONI che si e'inventato lo scalone,altrimenti andavamo in pensione 3 anni prima,sempre troppo giovani! Spero di vivere e lavorare x ultimare i miei 49-50anni di contributi INPS a questo bello stato ma nel caso nn ce la dovessi fare e vi capitasse di incontrare questi signori x strada..fategli una carezza e ditegli." questa e' la carezza di un camallo...."

ettore bassi Commentatore certificato 13.11.07 17:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Vergogna, vergogna, vergogna... siamo una vergogna... Tutti noi...
1.300 persone... sono tante, molte, troppe... 1.300 famiglie devastate, per cosa? per profitto, per utile... ridurre i costi e aumentare la produzione... e intanto i "costi" muoiono sul lavoro...
Nel medioevo avevamo, noi schiavi, vitto e alloggio gratuito... oggi neanche quello: oggi non potremmo neanche decidere di vivere nei boschi, perchè ci arresterebbero per vagabondaggio....... dove è la libertà che ci avevano promesso???

LADRI!!!

Claudio M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 17:46| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO IN RECESSIONE?

m m 13.11.07 17:08| 
 |
Rispondi al commento

TUTTA COLPA DI JOHN TITOR

CERCATE SU WIKIPEDIA JOHN TITOR...

Giuseppe P. Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco una cosa. Si afferma che il PIL è crescente, come ogni anno, ma le previsioni dicono che crescerà meno. Come ogni anno comunque cresce. La domanda è questa: ma se ogni anno stiamo peggio l'incremento di PIL o è una bufala pazzesca oppure non si capisce bene in quale tasca finisce. Non è per caso che la riccheza si stia concentrando nelle mani di pochi sempre di più ?

ROBERTO SCANNAPIECO 13.11.07 15:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

vorrei proprio vedere se al concerto del 1° maggio ci sono ancora 500 mila persone che vanno a festeggiare la festa dei lavoratori!!!!
io approfitterei di quella giornata per andare a san giovanni a roma a manifestare urlando e implorando contro coloro che ci sfruttano fino al midollo!!!!!
beppe organizziamo una manifestazione il 1° maggio contro i festeggiamenti della festa dei lavoratori,perchè quella data è diventata la festa degli schiavi moderni

michela maggio 13.11.07 15:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

OT

Come finirà l’Italia leggete

DALLA CARITAS ALLA ‘CARITAS’

Di Domenico Gatti del Canna-Power Team

su
http://www.fottilitalia.com/
"il sito anti-italiano per eccellenza"

Resoli Giuseppe 13.11.07 15:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma in che paese viviamo?
Quello che è successo ieri ha dell' incredibile. Ma ancora piu incredibili sono le conseguenze che si sono riportate negli stadi italiani e a Roma.
Un poliziotto vede una rissa in un autogrill, le macchine che fuggono, forse crede di essere di fronte ad una rapina, forse ad un semplice litigio scaturato da qualsiasi disguido; di certo non può pensare che ad Arezzo, nel parcheggio di una stazione di servizio lungo l' autostrada, si stia svolgendo una scazzotta tra tifosi laziali e juventini( che ci fanno i juventini ad arezzo qnd la juve gioca a parma?? Forse gli parte un colpo, forse spara alle gomme della macchina, forse il proiettile rimbalza, o forse spara per uccidere. Questo elemento lo valuterà la magistratura, e sarà esclusivamente il poliziotto in questione a risponderne.
Ora: cosa c' entra il calcio, il tifo, lo sport con questa tragedia? Se al posto di quei "tifosi" ci fossero state 2 persone che si stavano litigando un parcheggio, ci sarebbe stata la rivolta di tutti gli automobilisti d' italia? O perchè non la rivoluzione di tutti i dj? O di tutti i 28enni? O di tutte le persone che ogni mattina si fermano in quell' autogrill? Quel ragazzo era tutte queste cose insieme.E il polizziotto incapace avrebbe sparato comunque. Proprio perchè incapace. La casualità ha voluto che la situazione fosse quella che ormai siamo abituati a vedere fuori dallo stadio e che, forse, stavolta venisse punito chi non c' entrava nulla. E' stata una enorme strumentalizzazione mediatica; la notizia sull omicidio di un tifoso da parte della polizia crea grande clamore.
Ma voi, che andate in giro per Roma devastando ministeri e caserme, bruciando macchine e cassonetti, voi, che vi ritenete i balilla del nuovo millennio, che andate evocando il nome del duce quando se ci fossero state le vere camicie nere, quelle vere, vi avrebbero fucilato uno ad uno per aver attentato alle forze dell' ordine in un orario, tra l' altro, soggetto al coprifuoco; voi, che i

Alessandro Filippini 13.11.07 15:36| 
 |
Rispondi al commento


I FEROCI E LURIDI PEZZI DI MERDA CHE CI SONO STATI IMPOSTI "DEMOCRATICAMENTE" SONO FIGLI DELLA STRAGE DI VIA D'AMELIO: QUEL 19 LUGLIO IL TRITOLO CRIMINALE SALVò "LA DEMOCRAZIA" DI QUELLI CHE!!!
IN QUEL TEMPO ED IN QUEI GIORNI NESSUN "MASTELLA" DI TURNO AVREBBE POTUTO FERMARE PAOLO BORSELLINO, AL QUALE AVEVO CONSEGNATO LE PROVE DOCUMENTALI DELLA COMPROMISSORIERA FRA PARTECIPAZIONI STATALI (FINCANTIERI) E "COSA NOSTRA"!!!
DENTRO QUELL'INFAME CALDERONE, C'E LA STORIA DEI LAVORATORI DEL CANTIERE NAVALE DI PALERMO, OSTAGGIO DEL TRADIMENTO DELLA CIGL, DEL PCI POI PDS E DI QUEI SERVI CHE, DENTRO LA PROCURA DI PALERMO, CON LE ROZZE OMISSIONI DI RUTINE UCCISERO LA SPERANZA FIN DENTRO LE COSCIENZE DEI LAVORATORI E DELLA GENTE DI QUELLA BORGATA MARINARA CHE FIN DALL'ANNO 1982 SI OPPONEVANO A "COSA NOSTRA" ED AI SUOI COMPARI ANNIDATI NEI TUGURI SINDACALI E POLITICI!!
ERA UN "MODELLO CONSOCIATIVO" MOLTO PIU LURIDO DI QUELLO SCOPERCHIATO DAL PM LUIGI DE MAGISTRIS: ALL'INTERNO DI ESSO "COSA NOSTRA" ESERCITO IL CRIMINE CONTRO I MAGISTRATI E GLI UOMINI ONESTI PIU IN GENERALE, NELL'INTERESSE DI MOLTA DI QUELLA ACCOZZAGLIA, POLITICA, CHE ANCORA OGGI, DICE DI GOVERNARE IL NOSTRO PAESE NELL'INTERESSE DELLA COSTITUZIONE DEMOCRATICA. PRODI E BERLUSCONI SONO I VOLTI DELLA STESSA MEDAGLIA CHE CI FU IMPOSTA CON LE STRAGI DELL'ANNO 1992. AL DI LA D'OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO LA STRAGE DI VIA D'AMELIO FAVORI QUEL "CONSOCIATIVISMO" CHE HA IL VOLTO DI PRODI. CHI LEGGE, PUO COMPORRE IL MOSAICO DEGLI INFAMI VOLTI CHE GODETTERO IL VANTAGGIO GIUDIZIARIO E POLITICO DI QUELLE STRAGI RIVISITANDO LA CRONACA, LA STORIA POLITICA ED I GOVERNI DI QUEL TEMPO, AGGIUNGENDO AGLI INCONFUTABILI ELEMENTI I VOLTI DI QUEI "napoletani" CHE, STRISCIAVANO NEI CORRIDOI DELLE STANZE DEL POTERE DI BETTINO CRAX!!!
CREDO CHE ORMAI SIA ORA DI COMINCIARE A COSTRUIRE UNA RIVOLTA DURA, CONTRO GL'INFAMI PROFITTATORI DEI BISOGNI DELLA GENTE, DELLA DIGNITà DEL NOSTRO PAESE E DELL'ONORE DELLA NOSTRA COSTITUZIONE DEMOCRATIC

Gioacchino Basile 13.11.07 15:31| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace pensarlo....ma credo che, l'ipotesi che il calcio venga soppresso in un paese come l'Italia, sia solo utopia.....ma ci rendiamo conto di quanto sottile sia lo spessore culturale dell'italiano medio!!!!!!!! Mio Dio anche un coglione riesce a guardare e capire ( poi cosa ci sia da capire????) una palla che gira....calciata da 22 menomati mentali, che hanno la fortuna di avere dei piedi buoni, a volte neanche così tanto!!! E così arricchiti.....che SCHIFO!!!!

Per concludere a ma girano solo i coglioni!

Sara Barbetta (precaria) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 15:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Il lavoro dovrebbe essere una esperienza utile per la società e gratificante per le persone, ma se non è così la colpa è anche di molti lavoratori che accettano qualsiasi ingiustizia per tutelare quello che ritengono essere il loro interesse immediato, si lamentano ma non fanno niente per cambiare la situazione e, cosa peggiore di tutte, non sono quasi mai solidali con chi ha il coraggio di farlo... Finchè ci saranno schiavi rassegnati ci saranno schiavisti che li sfruttano. Ognuno ha ciò che si merita. Niente accade per caso.

Maria Stella Giorgini 13.11.07 15:15| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ho assistito ad uno dei tanti sfratti esecutivi in un quartiere cartolarizzato o meglio svenduto,di marghera,quella della la tangenziale e del petrolchimico,,
c'erano le, ovvie, forze dell'ordine, l'ovvio presidente di quartiere, per la cronaca un rifondarolo, il comitatino ,ormai sparuto e spaventato di difesa,e il povero sfrattato che gridava "io lavoro, non sono un delinquente, dove vado a dormire coi miei figli",grida disperate ma inutili, la politica ha il pelo sullo stomaco e la gente tanta paura che questo sia anche il loro futuro
cosa si può costruire in questa maniera?

letizia maffi Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 15:06| 
 |
Rispondi al commento

L' informazione in italia ,se si può definire informazione, tende semnpre a decentralizzare i problemi.
I problemi non vengono risolti, nemmeno discussi, è più facile fossilizzarsi su omicidi irrisolti rendendoli quasi come gossip, non se ne può più, ci sono troppi abusi di potere da parte di politici, polizia e chi gestisce l'informazione!
Il problema delle morti sul lavoro in italia non verrà mi risolto perchè non c'è la vclontà!
Bisogna scendere inpiazza e farsi sentire come succederebbe in altri stati!!!!!
FORZA BEPPE SEMPRE CON TE!!!!!!!!!!!!

giacomo luciani 13.11.07 15:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

...e probabilmente niente sarà fatto, il morto non era persona importante, ne la sua famiglia lo è, in pochi poi credo abbiano il diritto al voto e di conseguenza nessun diritto alla giustizia. Che qualcuno cerchi di far ragionare questa donna altrimenti i morti saranno due, perchè la plebe non conta, perchè noi non contiamo e non sappiamo più come fare per avere un dialogo con chi ci governa e chi ci dovrebbe proteggere, per loro siamo solo persone che si intromettono nel loro lavoro(?) e che farebbero meglio a pensare al propio, anzi non si pensasse a niente sarebbe meglio ancora. Non siamo più un popolo ma solo plebaglia ignorante e invadente, non siamo persone ma voti da tirar fuori ogni quattro anni, ma senza le nostre intromissioni (leggi idee) e le nostre invadenze (leggi tentativo di fare qualcosa per noi e il nostro prossimo); comunque manteniamo il diritto di lavorare, di votare, di pagare e di morire.
Daniela Moscardi

Daniela M. Commentatore certificato 13.11.07 14:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La legge 30 (impropriamente chiamata Biagi dai berluscones) ha creato un dissesto pesante nella vita delle persone: PRODI DORMI?
Abbiamo "imprenditori", manager e dirigenti che hanno perso completamente il senso sociale di un'azienda, di un'impresa e tutto è orientato al solo profitto (per pochi naturalmente).
Come Beppe fa giustamente osservare, oggi nessuno rischia di proprio, chiede prestiti alle banche, che elargiscono miliardi di nostri euro di risparmi; mentre per acquistare casa servono garanzie come il lavoro, il reddito, ecc., per questi filibustieri basta (come già avveniva durante il pentapartito) la telefonata del d'alema di turno.
Le imprese hanno tempi di vita breve, poi si riciclano, si rigenerano, si trasformano, si accorporano e si scorporano con incredibili costi sociali che si ripercuotono sull'intera collettività, a beneficio dei Tronchetti, dei Colaninno del momento.
Il valore sociale è una CAZZATA, il codice etico delle imprese una STRONZATA per ottenere l'adeguamento agli standard di qualità ISO, ICQ, CUCU', COCO', MA ANDATE AFFANCULO!!!

Un esempio di qualche giorno fa: ho accompagnato mia sorella per shopping in un negozio TRUSSARDI del centro di Bari, ha visto un capo le è piaciuto, costo 150,00 euro!!!
Tornata a casa mi ha telefonato incazzata perchè il capo riportava l'etichetta MADE IN CHINA, soprattutto perchè da un capo ITALIANISSIMO (ne aveva acquistati altri allo stesso negozio) non si aspettava un cambiamento del genere.

A distanza di qualche settimana vado all'outlet di Molfetta, un capo simile di una azienda come la Stefanel, MADE IN ITALY costo 20,00 euro!!! (anche se ho trovato anche qui prodotti Made in China).

Già in questo banale e comune caso di vita si può comprendere bene che i gruppi di interesse (piccoli o grandi) che pilotano i mercati e la POLITICA non si accontentano di guadagnare milioni di euro, ma miliardi; poi siamo comunque noi i soliti fessi che pagano per tutto.

BUONA FORTUNA A TUTTI NOI.

Giuseppe C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 14:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo smettere di assumere calcio come fosse vitamina b....il calcio è il vero oppio che offusca la realtà dei fatti (noi)!! Iproblemi vanno affrontati seriamente che il calcio e tutte le cronache affrontate ogni giorno dai media cessino ne abbiamo piena le scatole. Vogliamo fatti per quanto riguarda temi importanti, primo nel mio ordine d'interesse il lavoro. Che i media ci informino su questo e ci facciano diventare un popolo più coscente e civile.

Enrico Bracciali (sottolineando) Commentatore certificato 13.11.07 14:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE IN SARDEGNA SONO ARRIVATE LE COMPAGNIE LOW COST.
ALITALIA DIPENDENTI E SINDACALISTI VAFFANCULOOOOOOOOOOOOOOOO
DA OGGI VOLO CON 10-20 -30 EURO SENZA PROBLEMI

gesuino bussu 13.11.07 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Su questo link ci sono dati veri con testimonianze anche sul mio campo.
Naturalmente quello che dico è verissimo e con testimoni-
LINK DA INSERIRE SUL BROWSER:http://maidireristorantebassissimoceto.blogspot.com/2007/08/ristorante-picchio-rosso.html

GianMaria Le Mura 13.11.07 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale sicurezza? Due anni fa, in ufficio ho aperto una busta contenente polverina bianca e minacce su presunto antrace. Ho dovuto recarmi in ospedale da solo perche' mi e' stato detto che non c'erano ambulanze idonee al trasporto di eventuali contagiati. Tampone faringeo, tampone dermatologico, un paio di capsule di antibiotico e mi hanno mandato a casa.Ho dovuto pagare anche il parcheggio dell'auto nel piazzale dell'ospedale.Non mi è stato riconosciuto infortunio come stress post-traumatico, ho dovuto fruire gli ultimi 3 o 4 giorni di ferie rimastimi.Dovevano fare delle analisi -mi dicevano a Foggia-; ho chiesto dopo un po' di giorni notizie in ospedale e nessuno mi ha saputo dire niente. Sono passati 2 anni (anni, non mesi), non mi e' stato comunicato alcunchè nè dall'ospedale, nè dall'amministrazione dove lavoro, nè dall'A.S.L. di competenza.Quindi ancora oggi non so cosa era quella polverina che ha toccato e, probabilmente, inalato.Queste sono le tanto decantate sicurezza sul lavoro e difesa dei lavoratori?! MAH!!!!!!!!!!!!!!

agostino crocè Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 13:53| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

lo schifo che stiamo assistendo oggi , e' quello che i mortisul lavoro non contano un cazzo e non gli si dedica neanche 5 minuti di telegiornale.
invece sulla morte di quel ragazzo si sta dedicando quasi tutto lo spazio.(non che non mi dispiccia della sua morte )
penso cheoggi le morti vengono utilizzate secondo a ce conviene.

attenti alvoltafaccia 13.11.07 12:59| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Tranquilli tutti, si dà il caso che la fine del mondo avverrà il 21 dicembre 2012.
(Dal calendario Inca).
Dopo non ce ne sarà più per NESSUNO!!!!
Tenete duro!

juvi jolly Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Malgrado tutto noi pensiamo più alla moratoria per togliere la pena di morte, e nessuno fa niente per i morti sul lavoro, Complimenti, Complimenti Governo che tutela i lavoratori, Complimenti sinistra radicale al governo che tutela i lavoratori, complimenti Sigg. presidenti di senato e came
ra ex sindacalisti che tutelano i lavoratori. Ma importante é presentare all'Onu la moratoria sulla pena di morte, e non non fare NIENTE per i morti sul lavoro e i morti sulle strade, Complimenti, Complimenti ancora al Nostro Governo che tutela i deboli.

piero brasil 13.11.07 12:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

SPAZIO ALLA CREATIVITA'

Premessa:
Lungi da me l'idea di volermi "fare
un nome" poiché il nome ce l'ho già.
Io penso che l'arte e la cultura
in generale debbano e possano essere
utili alla causa civile che il Blog
di Grillo sta portando avanti. Chi
sa scrivere bene solitamente si
occupa di cultura (nel senso più
ampio del termine). I poeti infasti-
discono il potere perché esprimono
con raffinatezza e stile il mal-
contento popolare (intendiamoci:
i poeti autentici "sono" popolo,
fanno cioè parte del popolo).


SE IO FOSSI MINISTRO (CANZONE)
di Severino Verardi


SE IO FOSSI MINISTRO
SAI COSA FAREI
FAREI UNA LEGGE
DOVE NON CI SON REI!

. . . NON CI SON RE
NE' SANTI IN PARADISO
NE' DIAVOLI SENZA SORRISO

SE IO FOSSI MINISTRO
SAI COSA FAREI
FAREI UNA LEGGE
DOVE NON CI SON REI!

. . . NON CI SON RE
NE' SANTI IN PARADISO
NE' DIAVOLI SENZA SORRISO


--- Tutti i diritti di questa
canzone sono del sottoscritto.
Chi volesse il CD AUDIO (musica
e parole) di questa CANZONE è
disponibile in offerta libera
contattandomi al seguente indi-
rizzo Email: poetaverardi@gmail.com
(più avanti farò un mio sito Web).

CANTATELA IN STRADA, IN UFFICIO,
NELLE FABBRICHE, SUGLI AUTOBUS,
SUI TRENI O DOVE E QUANDO VOLETE
VOI!

Severino Verardi Commentatore certificato 13.11.07 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Salve Grillo, non mi dispiacerebbe che tutta questa casta, nessuno escluso per non far torto a chiunque, se ne andasse a casa! E si ricominciasse tutto da capo, con altra gente, con altri valori, con altri obiettivi, vista l'impossibilità di cambiare le cose con queste persone. Come fare? Semplice, alle prossime elezioni si sciopera, non si va a votare, e chi se non tu, può promulgare questa semplice iniziativa? Non credo si voglia molto, solo abolire gli sprechi pubblici, i privilegi eccessivi, non quelli innocenti (??), si vuole una efficenza amministrativa decente, si vuole un'etica morale che ti faccia vergognare e dimettere quando compi atti moralmente discutibili (vedi Mele, ma è solo il primo che mi viene in mente). Credo che pur essendoci politici onesti e volenterosi, non possiamo permetterci di avere questa classe politica che ci governa. Quindi è desiderio cambiare sperando di non dover dire "si stava meglio quando si stava peggio" !!!

giovanni di giulio 13.11.07 12:02| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Bologna per bene
Bologna corrotta

Bologna straniera
Bologna migno.tta

Bologna fascista
Bologna a sinistra

Bologna arrivista
Bologna buonista

ma il cielo è sempre più bluuuuuu ... na naaaaaa ... ma il cielo è sempre più bluuuu .... huuuuu ... uuuuhhhhhhh

Salvatore B. Commentatore certificato 13.11.07 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Cari cattocomunisti vi adoro quando mi cestinate.

Facciamo un piccolo riepilogo.

Mi avete dato un mare di etichette: fascista, nazista, ignorante, prezzolato, ipocrita, ecc. ecc. solo perchè ce l'ho con i COMUNISTI CHE ATTUALMENTE SONO AL GOVERNO e che sono gli unici AUTORI E RESPONSABILI DI QUESTO CLIMA DA BARBARIE.

La cosa non mi può che far piacere. Vuol dire che ho colto nel segno. Daltronde non sono l'unico e il solo a sostenerlo. Ho letto post di gente IMPIEGATA P.A. che denunciano brogli, corruzione, sflacelo INAIL, sindacati INUTILI e CORROTTI. Non sono l'unico a sostenerlo. Per mia e vostra fortuna nella P.A. c'è anche chi si rende conto che l'apparato clientalistico instaurato dal Regime comunista in Italia è l'unico responsabile della corruzione morale che regna sovrana tra noi. Non sappiamo neanche ammetterlo. Cerchiamo sempre lo psiconano di turno per darne giustificazione. O cerchiamo il "salvatore b." da cestinare. Et voila.... coscienza pulita.

LA SITUAZIONE ATTUALE è DA ADDEBITARSI ASSOLUTAMENTE ED UNICAMENTE A :

- SINDACATI (triade .... ROSSI);
- GOVERNANTI ATTUALI (rossi);
- GOVERNANTI PASSATI (rossi ... tra una parentesi azzurra e l'altra che non si comporta da meno)
- GOVERNANTI LOCALI E ISTITUZIONI (rossi ... tutti gli uffici STATALI sono pieni zeppi di tesserati PD, QUERCIA, RIFONDAZIONE, ecc. ecc., con il condimento di qualche FASULLO DI DESTRA che non è da meno in imbrogli e porcate)

Rinnovo. Non sono di destra. Ma il vostro additarmi a "fascista" NON RIUSCIRA' MAI A FARMI DIVENTARE FASCISTA O ANARCHICO, tantomeno COMUNISTA. IO CREDO NELLA DEMOCRAZIA ... basta che non sia gestita dai SOLITI IPOCRITI FASULLI LADRI E CORROTTI COMUNISTI. Che in Italia la fanno da padrone dalla notte dei tempi.

Vi abbraccio. ^^

Salvatore B. Commentatore certificato 13.11.07 11:39| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

volete sapere qual'è il piu grande infortunio di massa creato da un gruppo di aziende?quello che stanno subendo gli abitanti e lavoratori dell petrolchimico siracusano avvelenati in silenzio da50 anni di raffinazione selvaggia.qui gli infortunati non hano nemmeno un costo sociale:muoiono velocemente.

sebastiano mallia Commentatore certificato 13.11.07 11:38| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

miliardi di euro per l'effimero(calcio)(politica)e poi non si riesce a sistemare i giovani per un futuro normale di lavoro casa famiglia

sebastiano mallia Commentatore certificato 13.11.07 11:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

sapete che l'Umbria è la regione con la più alta percentuale di incidenti sul lavoro rispetto agli abitanti?

claudio abiuso 13.11.07 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Nn capisco come un datore di lavoro possa tornare a casa (magari una villa), sedersi sulla sua poltrona in vera pelle davanti al caminetto, dopo una cena al ristorante con gli amici e nn avere rimorso per tutta i suoi dipendenti precari o interinali che con 600 - 700 euro al mese nn hanno neanche la benzina per far arrivare la macchina a lavoro. Come fa a dormire sapendo di star rovinando l'esistenza di un giovane che potrebbe essere suo figlio, di una madre che potrebbe essere sua sorella, di un vecchio che potrebbe essere suo padre, quando con poco di piu a testa potrebbe rinunciare al caminetto e dare piu sicurezza e soddisfazione al lavoratore? La vita di un operaio nn vale 700 euro al mese, nn vale tutti i sabati (anche le domeniche) passati dai figli senza i propri genitori. Forse si è dimenticato che nn solo chi ha dei soldi ha anche il diritto di vivere..

Daniele B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 10:20| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

italia--------uno stato di marziani--------gente violenta e rincretinita da una televisione che solo gli idioti-annoiati riescono a sopportare!

renza c. Commentatore certificato 13.11.07 09:20| 
 |
Rispondi al commento

27 Gennaio 2007 Non potrò dimenticare quel giorno perchè mio fratello un "bamboccione" di 36 anni ha avuto un gravissimo infortunio sul lavoro.
Quando arrivai in ospedale non potevo immaginare che nel 2007 esistessero possibilità di finire conciato in quel modo,non scrivo questo per farvi pietà o rabbia ma voi non potete immaginare cosa vuol dire un macchinario che ti mangia un braccio,un'orecchio e parte della tua memoria,cosa vuol dire affrontare trafile burocratiche mentre lui è in coma che lotta tra la vita e la morte e ti viene chiesta la firma di tuo fratello in coma...purtroppo non si stratta solo di sterili cifre,che sono lo stesso importanti si tratta di vite rovinate,sofferenze inutili,e siamo nel terzo millennio.


Caro Grillo sono una ex dipendente inail e ho passato ventisette anni ad occuparmi di infortuni sul lavoro quindi ti posso assicurare di quanto lo sfacelo del mio istituto mi ferisca. L'INAIL PRIMA CHE I POLITICI CI METTESSERO LE MANI ERA IL FIORE ALL'OCCHIELLO DEI LAVORATORI. Ti posso assicurare che non esisteva in Italia nessun lavoratore che non godesse del massimo dei diritti persino quelli che i datori di lavoro non assicuravano se gli accadeva un infortunio venivano assistiti nel migliore dei modi addebbitando i costi al datore di lavoro inadempiente(pochissimi) peerchè le pene per tali inadempienze erano esemplari e gli toglievano la voglia di riprovarci. affiancato all'inail c'era un ente (disciolto) l'Enpi che con i suoi tantissimi ispettori monitoravano il territorio e nessuno ma proprio nessun datore di lavoro sfuggiva ai controlli. I morti sul lavoro non superavano in tutta l'Italia una ventina, la prevenzione era capillare e se si verificava un caso mortale per colpa del datore di lavoro era lui che doveva risarcire per tutta la vita la vedova con una rendita mensile comprensiva degli straordinari e accessori pari all'ultimo stipendio usufruito dall'operaio e ogni due anni aumentato e aggiornato al costo della vita, nonchè gli assegni familiari fino alla maggiore età dei figli.
Oggi tutti cadono dalle nuvole e sprecano tempo a chiedersi come fare per porre un freno alle tanti morti sul lavoro, basterebbe prendere il testo unico di venti anni fa e ripristinarlo era la massima efficienza e per saperlo basterebbe guardare il casellario centrale infortuni per conoscere esattamente i numeri degli infortuni e dei casi mortali ma sicuramente a qualcuno non va di ripristinare la legalità. Sanno benissimo che da che mondo è mondo i datori di lavoro se avessero potuto avrebbero reso i lavoratori schiavi come ai tempi delle piramidi per questo l'inail si era assunto il compito di combatterli.
ma la politica ha distrutto l'inail.

Maria Pia Caporuscio 13.11.07 08:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1- forse non ho capito bene come funziona il blog, ma NON mi fa piacere vedere che molti commenti ad un post sulla sicurezza sula lavoro siano orientati a commentare ben altro; segno che anche qui regna la "distrazione di massa"?
2 - invito chiunque a vedersi questo commento
http://www.puntosicuro.it/italian/index.php?VM=articolo&IA=7461
redatto da un addetto ai lavori; tanto per aggiungere un punto di vista;
3- da "addetto ai lavori" (cioè: lavoro da 7 anni in un SPP... quanti sanno che vuol dire Servizio di Prevenzione e Protezione?) ho l'impressione che spesso si sottovalutino alcune caratteristiche del GLgs 626/94 coma, ad esempio:
- se ci ha messo le mani uno come il leghista Castelli (che se ne è vantato), cosa aspettarsi di buono?
- se l'Italia ha ricevuto 6-7 condanne dalla corte di giustizia europea per avere ratificato scorrettamente, nel 626, le direttive europee sulla SSL, questo vorrà pur dire qualcosa
- uno di più efficaci provvedimenti contenuti nella legge 123/2007 è L'ASSUNZIONE DI 300 NUOVI ISPETTORI DEL LAVORO, il che vuol dire che per anni sono state fatte poche ispezioni e probabilmente di nuovi ispettori ce ne vorrebbero 3000!
- una delle cose più aberranti alle quali mi è capitato di assistere quest'anno è che sia ancora possibile che da parte di associazioni sia datoriali che di lavoratori si levino, in occasioni PUBBLICHE, voci se non di difesa del CAPORALATO quantomeno di invito alle autorità ad andare verso una repressione soft di questo fenomeno ("almeno se lavorano non rubano", "prima di reprimere assicuriamoci che sia emanata una legislazione che eviti l'espulsione dei clandestini" ecc...)

4) Molte delle "colpe" dei lavoratori denunciate su questo blog sono sicuramente vere, ma io continuo a pensare che nel rapporto di lavoro il più debole è sempre il lavoratore ed il più forte è il padrone (pubblico o privato che sia) e che si debba "TUTELARE", da parte della società, il primo, non il secondo.

Marco Moppi 13.11.07 08:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

definire i titolari di impresa schiavisti e a dir poco ignorante stupido e da incoscienti - siamo d' accordo che i sindacati non fanno niente oppure fanno troppo ovvero danno diritti a chi non ne merita e non tutelano chi realmente ne ha bisogno dobbiamo ringraziare i sindacati se l' Italia è in ginocchio- ci sfugge che il nostro paese è un paese che non vive di risorse naturali ma solo di trasformazione di risorse che importiamo e la sconsiderata sindacalizzazione sta affossando il nostro paese che oramai perde terreno e fa acqua da tuttel le parti
rendiamoci conto che la mentalità "boia il padrone" uccide solo gli operai i titolari possono capare di rendita o meglio trasferirsi all' estero
Matteo De SImone ex imprenditore e grazie a prodi attualmente impiegato part time

matteo de simone 13.11.07 07:08| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Forza Italia, e il centrodestra in genere, sta organizzando una raccolta firme e sms per mandare a casa l’attuale governo di Prodi.
Gli servono almeno cinque milioni di sottoscrittori, sia via sms, sia via internet e sia nei tre giorni di gazebo dal 16 al 18 novembre.
Ma il bello non è questo...
Il bello è la richiesta di 1 euro a sottoscrittore , per sostenere le spese..."cioè noi dovremmo votare ( pagando )"...
Allora mi chiedo...ma qui stiamo scherzando o lo dicono davvero ???...
"IO DEVO DARE 1€ PER VEDERMI GARANTIRE UNA COSA DI CUI DOVREI AVERNE TUTTI I DIRITTI"...

Non so a voi ... ma a me viene da urlare ...!!!

Si deve fare qualcosa... io personalmente non ce la faccio piu' a subire queste prese per il culo...
sono sempre piu' incazzata ogni giorno che passa...
Questa gente ogni volta che apre la bocca calpesta la dignità umana...
sopratutto quella della povera gente
che neanche ce la fa a sostenere tutte le spese per arrivare a fine mese ...
e peggio ancora lo fanno col sorriso sulle labbra...

MA ADESSO BASTAAAA!!!!!

1 10 100 1000 10000 VAFFANCULO!!!!!

Cristina Ranuccio 13.11.07 03:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

la giustizia che ci sta a fare..?

daccordo.gli italiani vanno puniti.togliamogli il calcio.ma beppe che senso ha..per far parlare 'sti professori.begli educatori di coscienze.ai soliti è convenuto quello successo ieri(casualmente?).è giusto(poi)mantenere questo profilo nei confonti dell'indagato.ma è indegno quello che i media fanno nei confronti di indagati(cogne,garlasco,perugia...),anche in caso di assoluta colpevolezza sarebbero cazzi loro.no?la giustizia che ci sta' a fare?ora sono gli ultra' il problema.quante ne sentiremo ancora.gia' hanno cominciato(ricominciato)..non voglio difendere gli ultra'.parlano x slogan.non pensano.mi fanno pena quando si picchiano senza senso tra loro o con la polizia.combattono una guerra tutta loro.Ma forse sono dei terroristi se pensano che in questo stato le istituzioni tutte godono dei privilegi sui cittadini?che uno sport sia diventato un businness nelle mani di pochi?che i media leccano da una parte e stritolano dall'altra?che la giustizia ha due pesi e due misure?...orrore...mi è volato il pensiero a due foto.la camera e il senato.prese dall'alto.avete mai visto una foto del genere.le notevoli architetture conterrebbero l'espressione del nostro popolo..forse togliere il calcio è troppo poco

francesco tasca 13.11.07 02:51| 
 |
Rispondi al commento

Scusate una curiosità:
Chi li ha pagati gli stadi che sky & Co. ci mostrano a pagamento?
Da quale finanziamento escono quei soldi?
Magari, in parte, qualche società calcistica ha sganciato, ma gli stadi di italia 90 li abbiamo pagati noi si o no?

Isotti Alfredo 13.11.07 01:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIEPILOGANDO:

Le grandi aziende, possono permettersi di adeguare l'intera fabbrica alle varie norme 626, ISO, ecc... Anzi, diciamo pure che gli preme farlo, per fare figurare spese di ammodernamento, richiedere contributi, sgravi ecc... MA: Queste grandi aziende, son quelle che si affidano a manager ed agenzie, per la ricerca indiscriminata del profitto, e che assumono giovani per 2 lire, non si curano della formazione, mettono in ginocchio chi si avventura nel mondo del lavoro, sono le negriere degli "schiavi moderni". Ergo, boicattare queste aziende!!! Basta, non vogliamo piu' arricchirle e giustificarne l'esistenza, comprando "il prodotto" della "superprodotti Inc. S.p.A international"!!! I prodotti, li compriamo dal Signor Franco, giusto??? Quello sotto casa, che son anni che porta avanti la sua azienda... che non ha il mercedes, ma ai suoi dipendenti quando meritano, da la gratifica... a fine anno, gli da la busta... come si faceva una volta! e dai... e' piu' equo! Se lui va bene, i dipendenti van bene, senza flessibilita' e altri sgami per sfruttarli.... MA ATTENZIONE!!!! Ahia... nel suo laboratorio, ORRORE!!!! mancano gli impianti elettrici con 18 sicurezze... le porte non han le gomme anti-pizzicamento, le macchine son vecchie... ECCHESTRONZO STO SIGNOR FRANCO!!! ma come li fa lavorare sti poveri cristi? AFFANCULO IL SIGNOR FRANCO, BOICOTTIAMO I FRANCHI DI TUTTA ITALIA!!!!

Ma allora, gente.... possibile che a seconda di come Grillo mette giu' un post, qui tutti dicono tutto, e il contrario di tutto???

Franco, vogliamo ammazzarlo, o tenercelo????

Patrick Alexander Amato Commentatore certificato 13.11.07 01:42| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

per quanto riguarda l'aumento degli infortuni sul lavoro concordo pienamente con l'articolo e chiedo: c'è qualche connessione tra l'aumento degli infortuni e l'entrata in vigore della legge 626? .... cosa fa il sindacato per cercare di ridurre gli incidenti sul lavoro? (fuori articolo )... perchè il sindacato, sulle pensioni, mette i "paletti" al governo berlusconi mentre spiana la strada a quello di prodi? ricordiamo che la legge maroni non è ancora entrata in vigore, anche se sono già stati fatti scioperi e manifestazioni. ricordiamoci che i governi di destra NON HANNO MAI TOCCATO LE PENSIONI!
meditate gente, meditate

nunzio eugenio maria 13.11.07 01:18| 
 |
Rispondi al commento

concordo con l'articolo ritengo il calcio, col suo mondo, una spesa sociale elevata.
il precedete governo, senza che l'opposizione rimarcasse questo comportamento (almeno a quanto ne so io), aiutò alcune squadre, tra cui parma e lazio, che non avevano i requisiti per l'iscrizione al campionato e questo CONTRAVVENENDO ALLE DIRETTIVE EUROPEE (non si aiutano le aziende in difficoltà, vedi alitalia)!
scusate l'ignoranza, sapete quanto pagano le società di calcio per il servizio d'ordine all'interno degli stadi?

nunzio eugenio maria 13.11.07 01:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

@ MASSIMO G.
Voglio continuare qunto ti ho risposto il 12.11.07 23:26.
Rileggendo, intuisco gia' che qualc1 potra' interpretare la mia frase in malo modo, e darmi del fascista, dello sfruttatore,accusarmi di essere parte di una "elite" e disprezzare chi si fa il culo, ecc...
Puntualizzo: io lavoro dipendente come addetto alle macchine; Sono in regime di flessibilita', per cui magari lavoro 5 ore in piu', e nn vedo 1 quattrino in piu';A richiesta, lavoro anche presso diverse aziende, quando posso, senno' col cazzo che porto a casa pagnotta a sufficienza per la mia famiglia. Ma nn mi piango addosso, nn mi reputo comodamente uno "schiavo moderno",e nn sto troppo a menare il torrone, che pur lavorando 10 ore al giorno, fatico a fare la spesa necessaria per campare in 3 in affitto: semplicemente, se c'e' da lavorare mi faccio il culo, e non mi tiro in dietro se vengo chiamato la sera o la domenica.
Premesso cio', vado nel dettaglio di come la penso riguardo gli incidenti sul lavoro.
Se un macchinario su cui lavoro ha l'interruttore rotto e che fa scintille, lo comunico al titolare, ed egli si rifiuta di metterci riparo, e anzi mi obbliga a lavorarci pena il licenziamento: E' UN CRIMINALE. Se nn e' la giustizia a fermarlo, se nn sono i sindacati a tutelarmi, allora merita di prendere un fracasso di legnate fuori dall'azienda, al buio, da parte di ignoti.
Se non lo dico al titolare, perche' do x scontato che non lo cambiera', o xche' so di averlo rotto io il giorno prima e temo una cazziata, SONO UN COGLIONE.
Se sapendo che l'interruttore e' rotto, vado a infilarci le dita, per estrarre i cavi e fare un ponte per avviare il macchinario: E' MEGLIO che ci resto attaccato, me lo merito, e' cosi' che deve andare! Purtroppo, e lo dico con grande rammarico, gente cosi' c'e'! In tutte le aziende c'e' quello che "prima o poi si fara' male". Li conosciamo, son predestinati. E io non mi sento di addossare colpe ne a datori di lavoro, ne alle istituzioni, pr la loro IDIOZIA!

Patrick Alexander Amato Commentatore certificato 13.11.07 00:59| 
 |
Rispondi al commento

il calcio è l'oppio dei poveri, quelli che ormai non riescono più neanche a comprarsi le droghe, per altro ormai a buon mercato.
e anche lì, con le partite a pagamento, a chieder soldi.

soldi per pagare calciatori super pagati che passan la maggior parte di tempo in discoteche e feste.


un anno senza calcio, così che almeno tanta gente si disintossichi.

il calcio è una mera distrazione che distoglie lo sguardo su problemi più seri.

forse grillo qualcuno ti ascolterà.
speriamo.


Giordano R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 00:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

il titolare dell'impresa che ha avuto il subappalto e i titolari delle imprese che glielo hanno concesso,devono andare in galera;loro sapevano e sanno che per questi lavori ci sono centinaia di operai rumeni e stranieri senza uno straccio di diritto perchè senza un contratto di lavoro legale e senza sicurezza,tanto morto uno dietro c'è ne sono centinaia migliaia:
dei rumeni adesso se ne parla solo quando delinquono oppure quando sono ROM;però quando sono sfruttati dagli imprenditori Italiani brava gente allora cala il silenzio stridente!!!!!!!!!!!

pasetti luciano luca Commentatore in marcia al V2day 13.11.07 00:01| 
 |
Rispondi al commento

ALTRO CHE STADI ,CHIUDIAMO TUTTA L ITALIA .
SICUREZZA
PRECARIATO
POLITICA INESISTENTE
MAFIA
CORRUZZIONE
SCUOLE

"CHIUSI" PER CAMBIO GOVERNI

"CEDESI " A NUOVA GESTIONE

CIAO A TUTTI ANGELO ( PALERMO ) .

ANGELO C. Commentatore certificato 12.11.07 23:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

http://www.globalproject.info/art-13664.html

Lo sapete?
Il 17 novembre a GENOVA ci riproviamo!!
Sei anni dopo,
Potrebbe essere un'occasione, che ne dite?

Il popolo del V-day ci sarà?

Manca poco, ma cosa aspettiamo?

http://www.globalproject.info/art-13664.html

Roberto A. Commentatore certificato 12.11.07 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Giu' le MANI dal CALCIO !

Viva il CALCIO !

DELINQUENTI di ogni ordine, tipo e FEDE , IN GALERA A VITA !

Max Lanzani 12.11.07 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Salviamo il CALCIO!Premetto che sono dispiaciuto per l' assassinio di un giovane tifoso da parte di un poliziotto di pattuglia ieri .Quante volte nelle mie numerosissime trasferte in auto in giro per l' Italia mi sono imbattuto intifosi "nemici" con i quali litigare per1sciarpa o1 maglietta maldigerita...Spesso e' capitato anche che mi sia trovato sull' autobus "sbagliato" dove qualche drogato si intruffolava per drogarsi coperto dall' anonimato e che poi saccheggiava l' autogrill da delinquente.Ora non conosco l'esatta dinamica dell' omicidio,come non la puo' sapere ancora nessuno,se non proprio i diretti interessati ed i testimoni oculari.Di sicuro non c'entrano gli ULTRAS,ne'iCELERINI.L'assassino non era un poliziotto addetto alla sicurezza negli STADI ne'tantomeno un CELERINO.Il ragazzo era un abbonatodiTRIBUNA,e cio'e'ancora + inquietante, x'ho sempre pensato che solo vivendo da ULTRAS,1avrebberischiato andando allo stadio,ne ero consapevole quando con l' esuberanza giovanile,difendevo i colori della mia citta' da ULTRASin prima linea,ne ero convinto ora che le risse non me le vado + a cercare. Anche perche' il TIFO ULTRAS e'cambiato:1 volta ci si confrontava tra ULTRAS di tifoserie diverse,oggi ormai esiste solo il confronto tra ULTRAS e forze dell' ORDINE.La morte del giovane tifoso e' stata così presa come SCUSA da parte di alcuni teppisti per sfogare la propria RABBIA REPRESSA.I delinquenti che ROVINANO l' immagine "ULTRAS" hanno così messo a ferro e fuoco stadi e citta' italiane.Essere ULTRAS e' vivere7giorni su7 per la propria squadra, non e'COMBATTERE i celerini, gente che pure in passato si e' macchiata di CRIMINI impuniti da parte della solita minoranza di IGNORANTI violentiche si annida ovunque.Essere ULTRAS e' difendere la propria e la propria squadra sempre ed OVUNQUE, ma non e' UCCIDERE il CALCIO come molti stanno cercando di fare ...
Onore al tifoso ucciso, onore agli ULTRAS VERI ( che non saranno MAI quelli BERGAMASCHI...) !


Max Lanzani 12.11.07 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma perche mi avete tagliato cosa ha concluso Taormina?

valerio lanci Commentatore certificato 12.11.07 23:37| 
 |
Rispondi al commento

il grande TAORMINA sta sputando le sue verità in merito i tragici fatti, su una tv. Per i pochi che non conoscono il Taormina, dirò: avv. forzista. Cogne: falsi indizi, ma sopratutto è stato presidente della comissione d'inchiesta sul caso Ilaria Alpi e Miran Hrovatin assassinati in Somalia ,stavano facendo un servizio televisivo , Lavoravano. Taormina conclude cosi: "testuali parole"

valerio lanci Commentatore certificato 12.11.07 23:36| 
 |
Rispondi al commento

ci saranno anche operai incapaci ma tu hai mai lavorato in piccole aziende artigiane?
Se no,e credo sia così visto ciò che hai scritto,prova e vedrai che alcuni ragionamenti,dati per scontati nelle grandi aziende,non sono così palesi

Lavoro nel campo della maglieria: dove il 90% delle aziende sono artigiane...
IO stesso lavoro spesso, ai limiti delle piu' elementari norme di sicurezza,spesso perche' mi rendo conto che il titolare che mi chiama, VIVE nel suo laboratorio, e magari un mio intervento gli costa di piu' di quanto mediamente riesce a svangare a fine mese.
Cio' non toglie alcuna validita' a quanto ho scritto: Se uno scatolone di filato, del peso di 120 KG, porta CHIARAMENTE scritto su tutti i lati, e in tutte le lingue, " NON IMPILARE PIU' DI DUE SCATOLE ", e l'operaio col muletto del 15/18, parte come un asino e ne solleva 3: quando si ribalta, io dico (come diceva a me mio padre): se non s'e' fatto male da solo, allora glie ne deve fare qualcuno...

Nelle grandi aziende gli interruttori dei bagni devono essere ermetizzati con sportelli di gomma, cosi' l'operaio che si e' lavato le mani, se spegne la luce con le dita grondanti non rischia la folgorazione... a me lo han insegnato prima delle elementari, che "interruttore+mani bagnate=NOBBUONO!!!"

Eppure, ho conosciuto chi (assunto da un piccolo artigiano appunto), lo ha fatto!!! Gli dico "cazzo, ma non sai che e' pericoloso? lo san tutti..." RISPOSTA: "Eh, ma qui figurati, finisce la carta, non viene comprata, il titolare manco l'asciugamno ci mette...".
Doveva restarci secco. Uno che ragiona cosi', meglio che muoia PRIMA di diffondere il suo pensiero. Perche' se la mancanza di un bene FONDAMENTALE come un rotolo di carta, giustifica un'azione imbecille e potenzialmente mortale, bene: lavoratori cosi' E' BENE che scompaiano! SONO PERICOLOSI, POTREBBERO PORTERE EMULAZIONI!!! E caro mio.... se ne conoscono a decine nelle industrie....

Patrick Alexander Amato Commentatore certificato 12.11.07 23:26| 
 |
Rispondi al commento

==================================================
Giuseppe Strazzeri 12.11.2007 ore 23.30
==================================================
A PROPOSITO DEL CALCIO.
CHIUDIAMO PER ALMENO UN ANNO QUESTA FARSA.
NON E' ACCETTABILE CHE IL SABATO E LA DOMENICA MIGLIAIA DI POLIZIOTTI, CARABINIERI VENGANO DISTRATTI DAI LORO COMPITI ISTITUZIONALI CPER MANTENERE L'ORDINE PUBBLICO.
SE IL CALCIO E' COSI' PERICOLOSO CHIUDIAMOLO FINO A QUANDO NON SARA' POSSIBILE GIOCARLO IN SICUREZZA E QUANDO DICO CHIUDERE DICO CHIUDERE TUTTI I CAMPIONATI PROFESIONISTI E DILETTANTI. LA VIOLENZA ALLIGNA ANCHE NEI DILETTANTI E ANCHE NELLE PARTITE TRA RAGAZZINI.
INOLTRE LE SPESE DEVONO ESSERE A CARICO DELLE SOCIETA' COMPRESO I DANNI AGLI AUTOGRILL, ALLE CARROZZE FERRROVIARE, ALLE COSE E PERSONE DANNEGGIATE DURANTE GLI SCONTRI CON GLI ULTRA'.
LE SOCIETA' DI CALCIO E TUTTO IL MONDO DEL CALCIO SI SPARTISCONO UNA TORTA MILIARDARIA, PIANGONO MISERIE, ELUDONO IL FISCO, NON PAGANO I CONTRIBUTI
PAGANO CON DILAZIONI DECENNALI. qUANDO C'E' DA INCASSARE INCASSANO, QUANDO C'E' DA PAGARE PAGHIAMO NOI.

BASTA.BASTA.BASTA
SIAMO STUFI, ANCHE SE SIAMO VERI TIFOSI DI CALCIO.
NON VOGLIO PIU' PAGARE PER TUTTO QUESTO

STOP AL CALCIO
ANDIAMO A VEDERE IL RUGBY.
E'PIU' SPORTIVO ED EDUCATIVO.

Giuseppe Strazzeri (beppevicenza) Commentatore certificato 12.11.07 23:24| 
 |
Rispondi al commento

VESPA FA 2 AL PREZZO DI UNO HA MESSO INSIEME 2 CASI DI CRONACA NERA QUELLO DI PERUGIA E QUELLO DI IERI D'AREZZO.OSPITI COME PREVEDEVO I SOLITI.CHE SCHIFO DI INFORMAZIONE

antonio de curtis 12.11.07 23:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

==================================================
Giuseppe Strazzeri 12.11.2007 ore 23.10
==================================================
Il dramma di Gabriele Sandri ripropone in forma sintetica problematiche trattate nei giorni scorsi:la violenza gratuita della polizia,la rabbia e la disperazione metropolitane,la guerra per bande metrpolitane,la sicurezza nelle città, l'impotenza dello stato.
E' strano che la polizia o i carabinieri sparino e uccidano sempre per sbaglio.Io non credo che un poliziotto perda la testa e all'improvviso decida di fare fuoco ad altezza d'uomo di testa sua.Penso che ci siano disposizioni per intervenire in maniera decisa in queste situazioni.Scommettiamo che al poliziotto non succederà nulla?
Probabilmente quando ha sparato non pensava ad una rissa tra tifosi ma a qualche rissa tra stranieri.E perché allora gli ultrà colizzati tra loro hanno scatenato la guerriglia?Tutto questo mi ricorda la guerra per bande tra comunisti e fascisti degli anni '70.Gli ultrà sono come le bande, danno senso di appartenenza,servono a dare un senso (distorto) alla vita.La società non ti dà speranza:non hai diritto al lavoro, non hai diritto ad una casa,non hai diritto alla pensione decente,non hai diritto ad un salario decente. Hai un solo dovere:lavorare come una bestia,rincoglionirti con tv,cellulari,alcool, droghe e sopratutto non pensare.
Cosa resta allora:il nichilismo,la disperazione, il ribellismo confuso,l'autodistruzione.
E la casta in tutto questo ci pasce: i ricchi continuano ad arricchire e i poveri a diventare sempre più poveri.In più hanno trovato un sistema intelligente per spennare i poveri diavoli:le lotterie,i gratta e vinci e il superenalotto.Una vera e propria tassa regressiva sui poveri.Sono loro quelli che giocano e più giocano e più perdono,più soldi spendono.
Un'ultima cosa: se la vittoria al superenalotto è casuale perché si vince quando il 6 è intorno ai 36 mil di euro? Perché le vincite non sono mai consecutive?

Giuseppe Strazzeri (beppevicenza) Commentatore certificato 12.11.07 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Divide et impera è una locuzione latina che tradotta letteralmente significa dividi e domina.

In politica e sociologia si utilizza per definire una strategia finalizzata al mantenimento di un territorio e/o di una popolazione, dividendo e frammentando il potere dell'opposizione in modo che non possa riunirsi contro un obiettivo comune. In realtà, questa strategia contribuisce ad evitare che una serie di piccole entità titolari di una quantità di potere ciascuna possano unirsi, formando un solo centro di potere, implementando così una nuova e unica entità più rilevante e pericolosa. Per evitare ciò, il potere centrale tende a dividere e a creare dissapori tra le fazioni, in modo che non trovino mai la possibilità di unirsi contro di lui.

Quindi questa tecnica permette ad un potere centrale, che può essere un governo dispotico, o un governatorato coloniale-imperialista, numericamente modesto, di governare e dominare su una popolazione sensibilmente più numerosa.

Elemento tipico di questa tecnica consiste nel creare o alimentare le faide e i dissapori tra le fazioni autoctone: facendo ciò si contribuisce all'indebolimento e al successivo deterioramento dei rapporti tra le fazioni o le tribù dominate, rendendo impossibili eventuali alleanze o coalizioni che potrebbero mettere in discussione il potere dominante. Altra caratteristica è il concedere aiuti e promuovere eventuali tendenze a rendersi disponibile e fedele al dominatore. Questa tecnica è applicabile solo se accompagnata da abilità e conoscenze politiche nei suoi campi specifici: scienze politiche, storia politica e psicologia generale e nella fattispecie politica... (www.wikipedia.it)

oppure, per stare al passo coi tempi:

INCIUCIA ET IMPERA!


Luca Accapi 12.11.07 23:02| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma sbaglio o sti buffoni del governo del calcio hanno sospeso le partite di domenica tanto non c'è la serie A ?
Waffanculo stronzi! Ma chi volete prendere per il culo !
STADI CHIUSI PER TUTTA LA STAGIONE, POI SI VEDRA'

fabrizio leone Commentatore certificato 12.11.07 22:54| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTEEEEEE!!! PER LA PRIMA VOLTA SENTO QUALCUNO CHE PENSA COME ME CHE IL CALCIO VADA SOSPESO ALMENO PER UN ANNO, ALMENO. GRAZIE A DIO C'è QUESTO BLOG!!

laura liberati 12.11.07 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"E' perchè i tuoi sensi sono sul chi vive.
Guarda una mandria selvaggia e scatenata, o un branco di giovani e indomiti puledri che saltano a rotta di collo, mugghiando e nitrendo, poichè così detta la natura ardente del loro sangue: se per caso giunge al loro orecchio lo squillo di una tromba o un'aria musicale, vedrai che di colpo si fermano tutti, ( .. ) con gli occhi focosi ammansiti dal dolce potere della musica. Perciò il poeta immaginò che Orfeo smuovesse alberi, pietre e fiumi, perchè non vi è nulla di così inerte, di così duro e rabbioso, di cui la musica non trasformi la natura.
L'uomo che non ha la musica nel cuore ed è insensibile ai melodiosi accordi è adatto a tradimenti, inganni e rapine; i moti del suo animo sono spenti come la notte, e i suoi appetiti sono tenebrosi come l'Erebo: non fidarti di lui. Ascolta la musica"
William Shakespeare, Il mercante di Venezia.

(cantare e ascoltare il cuore è rivoluzionario)
a presto

laura giacobbe Commentatore certificato 12.11.07 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Oggi come spesso mi capita ultimamente mi sento stanco, stufo. HO guardato il tg, dove parlavano del ragazzo ucciso dalle forze dell'ordine, hanno parlato per quasi tutto il tg di questa notizia e? va bene e giusto che se ne parli. QUELLO che ha me ha fatto imbufalire e' l'intervento del presidente della republica: quello che e'successo per le strade di roma, la violenza che ha scosse la strade cittadine non fa parte della nostra italia, l'italia e'ben altra cosa. E' dove e' l'italia? Come il solito latita. Come il solito si ritrova a discutere in qualche aula trovando soluzioni inadeguate a qualsiasi problema ? Parlare Parlare ma RISOLVERE niente buio completo. PAROLE che il vento con il tempo spazza via!!!!

Lancioni Francesco 12.11.07 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Qualche tempo fa mi sono autenticato per intervenire sul tema del post a cui sto scrivendo solo adesso; Ho iniziato l'impegno sociale a 14 anni, nel 1970 in sicilia. Nel 1978 arrivo a Milano e proseguo a fare il sindacalista. Nel 2007 proprio per essere rimasto sindacalista sono una persona distrutta ma ancora piena di dignità, quella che mi da la forza di andare avanti. Le organizzazioni sindacali non esistono più. Il movimento sindacale è morto e sepolto da tempo; resistono ancora pezzi di sindacalismo a macchia di leopardo destinate ad essere sopraffate dal sindacalismo partitico, aziendalista, s/concertativo. Il sindacalista di base (RSU-RLS-RSA) è il segugio delle tessere; il protettore dei datori di lavoro; colui che ha il controllo sociale nelle aziende; che garantisce la pace sociale. Chi non ci sta viene espulso dal movimento sindacale e, se non "capisce", licenziato o indotto alle dimissioni. Se qualche sindacalista non "comprende" qual'è la sua funzione in azienda lo si avvalena con cautela, molto lentamente. Il sindacato è morto ed è la morte lenta di tutte le conquiste del mondo del lavoro; la classe dirigente del movimento sindacale è parte integrante di questo sistema: precarietà, bassi salari, estinzione dei diritti, ingiustizia sociale. Ci sono tanti e tante persone pulite nelle fabbriche/aziende pubbliche e private.
Perchè non ci mettiamo insieme?
Un abbraccio e tanta solidarietà umana e politica ai promotori dellle battaglie che il blog porta avanti.

Tino Marzà (s indacalista) Commentatore certificato 12.11.07 22:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/780.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Assassinii (di massa) sul lavoro:

» Quanto guadagna un insegnante? da "volevo dire"
Ecco dunque quanto guadagnano gli insegnanti delle scuole superiori (2006-2009): [Leggi]

12.11.07 01:06

» Signoraggio Bancario-Atto finale da aaa-hhh
l Ebbene si, adesso la convinzione di essere "fregati" è consolidata. Chi ha già letto il mio blog sà quale è il dubbio sul signoraggio bancario: possibile che il guadagno che deriva dell'emissione della moneta venga distribuito tra... [Leggi]

12.11.07 01:45

» Ripartire da zero da Maxso's Blog
Tutti le persone che hanno visto ?Fight Club?, sono rimasti impressionati e allo stesso tempo ammirano gli incontri clandestini, non capendo il vero messaggio del film. In altre parole il film è una chiara denuncia al mondo attuale, basato sul sistema ... [Leggi]

12.11.07 13:39

» Il calcio non è più credibile da Maxso's Blog
Dopo circa 9 mesi dalla morte del poliziotto Raciti, il calcio è di nuovo nella bufera della violenza. Ad Arezzo, nell?area di servizio Badia del Pino sull?autostrada A1, vengono a contatto alcuni tifosi della Juventus e della Lazio. I supporter juvent... [Leggi]

12.11.07 13:39

» ADDIO, VADO A LAVORO! da ZONA LIBERAta
Ogni giorno muoiono 3-4 persone, facendo una cosa pericolosissima….no non sono soldati che vanno in guerra, ma semplicemente vanno a lavorare. [Leggi]

12.11.07 14:11

» Più importanza alle cose inportanti da Dark Fender's blog
Grazie a Dio non c'è stata nessuna rissa negli stadi, quindi non vedo i motivi per i quali si debbano chiudere gli stessi. Se tutto ciò fosse successo ad una persona diciamo comune, diciamo ad un bambino, sarebbe successa la stessa cosa? [Leggi]

12.11.07 15:08

» Guerriglia in varie città Italiane.Calcio-delirio da http://lineagoticafight.blogspot.com/
E' morto un ragazzo ad Arezzo, si stava recando alla partita Inter-Lazio. Gli hanno sparato, qualcuno per questo dovrà pagare. Solidarietà alla famiglia. Poi c'è il resto: era da tempo che frange violente presenti del tifo organizzato, criminali... [Leggi]

12.11.07 17:35

» I tifosi violenti da kill -9
Un mucchio di teste di cazzo. Da smanganellare per bene. Propongo di utilizzare i tifosi violenti come cavie per le dotazioni anti-sommossa della polizia: li si raccoglie a grappoli con una ruspa durante gli scontri, li si sbatte in un container, li si... [Leggi]

12.11.07 20:16

» calcio e manganelli da 2012: beyond the veil of maya
Potete toccare tutto all' italiano , diritti, libertà personale, dignità.. ma non potete toccargli il calcio: sono tutti pronti a scatenare una falsa ribellione in onore dello sport, ma a nessuno ormai salta più in mente di ribellarsi al sistema... [Leggi]

12.11.07 21:20

» calcio e manganelli da 2012: beyond the veil of maya
Potete toccare tutto all' italiano , diritti, libertà personale, dignità.. [Leggi]

12.11.07 21:21

» Gabriele Sandri e gli Assassinii di massa (sul lavoro e non solo) da Il cittadino nella rete
Non si può morire così! Non è giusto. Non dovrebbe succedere. Ma quante volte lo abbiamo già detto? Quante morti insensate sono accadute e continuano ogni giorno? Anche quando si dovevano e si potevano evitare. Anche Gabriele Sandri, un ragazzo di... [Leggi]

13.11.07 00:40

» Un tragico errore. da Mondo Analogico
Un incidente. Cosi' hanno detto. Povero Gabbo. Mi dispiace per la tua famiglia ed i tuoi amici. Mi dispiace per la SS. Tragico errore. Queste le parole di chi dovrebbe garantire l'ordine e la sicurezza. Non so se sia vero ma spero di si... [Leggi]

13.11.07 17:02

» CARO BEPPE, NON POSSIAMO TACERE SU NULLA. da PERLINECOLORATE
HO LETTO IL POST DI BEPPE GRILLO DELL'11 NOVEMBRE  E COME SPESSO ADESSO MI ACCADE DA UN PO' DI TEMPO A QUESTA PARTE, SONO STRAPIENAMENTE D'ACCORDO CON LUI MA AD UN CERTO PUNTO NON PIU': E' COME SE SI BLOCCASSE UNA PERFETTA ANALISI, COME SE NON FOSSE PI... [Leggi]

13.11.07 23:28

» Centrali eversive alimentano ultras.Terrorismo? da http://lineagoticafight.blogspot.com/
Il Ministro dell'Interno Amato ha dichiarato che "ci sono centrali eversive che alimentano l'estremismo nelle tifoserie, che cercano di assoldare come militanti armati contro la polizia tanti giovani che trovano cosi' la loro identita" -aggiungendo- ... [Leggi]

14.11.07 09:07

» Testo unico sicurezza da Un cittadino nella rete
La strage interminabile che sta avvenendo nel mondo del lavoro italiano ha indotto il governo ad accellerare i tempi per l’emanazione del nuovo testo unico sulla sicurezza. Dovrebbe uscire nei prossimi giorni. In un precedente articolo sul tema s... [Leggi]

04.03.08 16:13