Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Grazia per Vallanzasca


discorso_Borsellino.jpg
Clicca il video

Mastella non si ferma neppure a Natale. Ha chiesto la grazia per Bruno Contrada, l’ex dirigente del SISDE condannato a dieci anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Il presidente Napolitano ha trasmesso la richiesta ricevuta dall’avvocato di Contrada.
Mastella ha detto
che: “La grazia a Contrada è un atto dovuto”. Non ha specificato a chi. A eventuali politici coinvolti nelle stragi mafiose? Alla criminalità organizzata? Gli italiani non hanno chiesto nulla al ministro di Grazia e Indulto (di Giustizia non se ne parla mai). Neppure la sorella di Paolo Borsellino, che vuole incontrare al più presto Napolitano, intrattenutosi di recente per un’ora e mezzo con lo psiconano.
Rita Borsellino ha dichiarato: “Ritengo l’ipotesi della grazia estremamente grave. Contrada è stato condannato per reati commessi tradendo la sua funzione di servitore dello Stato, quello stesso Stato per cui Giovanni, Paolo e tanti altri rappresentati delle istituzioni hanno consapevolmente dato la vita. Comprendo i sentimenti di pietà che si possono avere nei confronti di un uomo nelle condizioni di Contrada, ma la sua vicenda giudiziaria ha sempre lasciato l'alea del dubbio sul fatto che il dirigente del Sisde abbia detto fino in fondo ciò che sapeva sulle complicità di parte delle istituzioni con l'organizzazione mafiosa. Coloro che si accingono a decidere devono sapere che questo dubbio si riaccenderà anche sul loro operato. Uno Stato deve sapere distinguere e ricordare altrimenti il rischio, dirompente per un Paese democratico fondato sulla giustizia, è che domani possa apparire legittima e dovuta anche la grazia ai boss mafiosi. La mia richiesta al Capo dello Stato è da sorella di Paolo ma anche da parlamentare e da cittadina italiana.”
L’Associazione delle vittime di via dei Georgofili e la Fondazione Caponnetto si sono pronunciate contro la grazia.
Contrada agiva nelle istituzioni, ma per conto di chi? Se non vuole rispondere a questa domanda deve rimanere in carcere. O forse è perché non risponde che lo si vuole graziare?
Dal libro di Francesco La Licata: “Storia di Giovanni Falcone” dopo il fallito attentato a Falcone nella sua casa all’Addaura:
“Capisci cosa è successo? Si è verificata la saldatura. C’è stata la coincidenza di interessi…” Ma tra chi? “Te lo dirò un’altra volta”. Non me lo disse mai più, tuttavia era chiara la sua allusione tra mafia e altri poteri, fossero apparati dello Stato o poteri autonomi che nel tempo si sono serviti e di quegli apparati e della stessa mafia.”
Propongo uno scambio al ceppalonico: Vallanzasca al posto di Contrada. Vallanzasca almeno non era pagato da noi per delinquere nei servizi segreti e si è sempre esposto in prima persona.

Ps: Le nostre cosiddette istituzioni guardano sempre al passato. C’è bisogno di primavera, di discutere del nostro futuro e ci ritroviamo a dover discutere di Contrada, Mastella e Napolitano: 220 anni in tre.

Diffondi la Petizione: Copia e incolla il codice
Nessuno tocchi Clementina

26 Dic 2007, 12:51 | Scrivi | Commenti (1375) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Vista la generale convinzione di colpevolezza per il caso Contrada, mi auguro che i pentiti che si sono impegnati a dimostrarla, non entrino anche nel gruppo dei magistrati, in Italia sarebbe normale anche questo, così tutti potremmo essere incolpati di tutto e condannati da altri, già condannati ma cristianamente pentiti, senza lasciare spazio a dubbi o perplessità.
Confido nel buon senso comune.
Paola

PAOLA SCALAMOGNA 16.01.08 16:58| 
 |
Rispondi al commento

è notizia di stamane ( 16.01.08 )
Clemente Mastella si è dimesso. Che sia il primo segnale di svolta? Speriamo Bene...

marco c. Commentatore certificato 16.01.08 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Provi a pensare se Contrada fosse veramente innocente......................................................................................................................................

fabian f Commentatore certificato 04.01.08 12:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento


Ciao Beppe, ti seguo spesso sul tuo blog e scusami se solo ora scrivo riguardo a Contrada (il tuo post è del 26/12). Volevo solo dire che c'è un'imprecisazione sul caso Contrada da te descritto... o forse sono io che non ho capito bene. Mi sembre che Contrada non abbia assolutamente chiesto la grazia, anzi lsembra l'abbia rifiutata più e più volte. Contrada si è sempre proclamato innocente. Questo atteggiamento, alquanto insolito per un mafioso o per un delinquente chicchessia, mi ha messo una pulce -grande quanto un elefante- nell'orecchio! Quanti personaggi "famosi" sono stati sbattuti dentro per concorso in associazione mafiosa? possibile che Contrada fosse solo? ... Qui si apre un dibattito enorme, ma conoscendo ormai la NON giustizia della giustizia italiana, è più facile sbattere dentro un innocente che mafiosi davvero tali. Ne abbiamo più di uno in Parlamento, forse anche al Governo. Attenzione: non voglio dire che Contrada sia innocente, ma nemmeno dire che sia colpevole solo perchè un Giudice ha sentenziato e non voglio nemmeno dire che si merita la malattia di cui sta soffrendo. Non dimentichiamo che Buscetta qualche anno fa, durante gli arresti domiciliari, venne fotografato in crociera con tutta la sua famiglia al seguito. QUESTO E' SCANDALOSO. Grazie per avermi dato la possibilità di dire ciò che penso! Simonetta

simonetta zugno brunetti 03.01.08 17:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

MASTELLA CONTRADA NAPOLITANO BERLUSCONI PRODI MA VAFF................

ornella innocenti 02.01.08 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Nella miseria in cui ci hanno cacciato ancora una volta l'edilizia diviene il "volano" dell'economia, solo che stavolta è la sinistra a favorire la speculazione: Torino, Roma, Savona Salerno sono i casi più eclatanti dell'offerta, per quattro soldi, ai privati di suolo pubblico onde realzzare cubature mostruose di cemento da far impallidire punta Perotti. Che fare. Protestiamo contro il nuovo sacco edilizio messo in atto dalla speculazione sui suoli demaniali e pubblici (almeno a DC consentiva la speculazione sui soli privati). I cittadini saranno in tal modo cornuti e bastonati: i suoli pubblici offerti per pochi euro ai privati vedranno enormi volumetrie che rovineranno l'ambiente senza che siano neppure offerti in cambio i servizi utili: ma dove sono i magistrati, ad ascoltare le telefonate indecenti dei vip? l'ambiente non deve essere tutelato? e dove sono le nalis ambientali dei megaprogetti di Bfill, Fuksas, Libeskind ecc.?

alberto cuomo 02.01.08 19:04| 
 |
Rispondi al commento

La pace, la libertà. "sogno" che mai scade, assurge a simbolo di dignità umana.L'Italia è un Paese che lotta e combatte per la pace.Credo che in una società dove prevale il materialismo difficilmente regna la pace. attiviamoci sul l'esempio del Cristo affinchè trionfi la pace.Ho scritto diverse poesie per la pace. Con i miei versi non voglio condizionare questo diritto, ma invito ai giovani e meno giovani ad una riflessione maggiore per trovare insieme il filo conduttore,che conduce alla pace e all'amore fraterno. CUSTRUTTORE 'E PACE

Voglia 'a pace e so' p' 'a pace!
Pare na cosa antica, ma è attuale.
Io m' addumanno voglio 'a pace,
ma i' che faccio pe' 'sta pace?..
Organizzo, dico e cumbatto, pe' fa' pace!..
Sento, veco e leggo: morte, guerra
e rivoluzione... ma 'sti fatte me turmentano...
Allucco strillo e voglio 'a pace
ma 'na notte aggio capito
pe' fa' pace che nce vo'...
S’adda tacè p' 'ammore 'e ll’ate
e murì dint' 'a ll'orgoglio
sulo accussì s’addeventa
nu vero custruttore 'e pace...
Armando Fusaro "Napoli"


fusaro armando 02.01.08 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la mio commento tardivo,
Un paio di mesi fa AN ha portato in piazza 500000 persone (a detta loro) per l'ordine pubblico e la certezza della pena.
Ora scendono in piazza per la liberazione di Contrada con lo strisciante appoggio delle TV del Berlusca.
Tutto fa voti in questo degradato paese!

Daniele Colombo Commentatore certificato 02.01.08 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Ipotesi di codice mafioso:

CONTRADA ha dichiarato che era ottimo amico e collega di BORSELLINO, ma la sorella e i figli dell'uomo assissinato dalla mafia negano questa amicizia e collaborazione di cui si vanta il condannato per collaborazione questa si con la mafia.

ALLORA PERCHE' ha rilasciato le dichiarazioni di cui sotto riportate dalla stampa:
-Contrada replica che tanto animosità contro di lui non è giustificata tanto più che con il giudice aveva un ottimo rapporto: "Di Paolo Borsellino ho un grandissimo ricordo", ha detto Contrada al suo legale che lo ha incontrato nell'ospedale Cardarelli di Napoli dove l'ex numero tre del Servizi segreti interni sconta la pena. "Con Borsellino c'era un'ottima collaborazione professionale, ma anche un'amicizia che ci portava a frequentarci fuori dal lavoro"-.

Prima frase "di Paolo Borsellino ho un grandissimo ricordo"

tradotto in ipotetico codice mafioso:
"se non mi tirate fuori ho delle cose da dire che non vi conviene lasciarmi quì", la domanda seguente è CHI può tirarlo fuori?

seconda frase "Con Borsellino c'era un'ottima collaborazione professionale, ma anche un'amicizia che ci portava a frequentarci fuori dal lavoro".

traduzione ipotetica:
Quelle prove e carte che io ho non le troverete negli archivi ufficiali, quindi credetemi e tiratemi fuori.

Ora non ho la sfera di cristallo ma baso le mie deduzioni come farebbe uno scrittore di romanzi criminosi di mafia, ho letto molto Camilleri.
So bene che non si tratta di un romanzo ma della vita di un uomo condannato in via definitiva che si dichiara innocente, come so con certezza delle vittime della mafia che tirate in ballo non possono difendersi o smentire perchè morti ammazzati, mentre chi è vivo lotterà per la sua libertà comunque colpevole o innocente.
Io non giudico nessuno,ci sono i Giudici deputati a ciò e se essi decideranno di liberare Contrada accetterò tale decisione come dovono accettarla gli innocentisti in caso contrario.

waldimiro cardi 02.01.08 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi limito a citare una massima letta non ricordo dove: “Il servo che non si ribella è peggio del padrone che lo comanda” e - la Storia lo insegna -noi italiani come servi abbiamo pochi rivali.

Luciano D. Commentatore certificato 02.01.08 01:18| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo anche ricordare che il signor contrada e' in Galera senza il suo Mandante/Socio del Sisde, ovvero il Signor Oscar Luigi Scalfaro, il quale ha evitato l'imputazione e la sicura condanna grazie al signor Massimo Dalema, allora capo del Governo, il quale propose una "leggina" che rendeva non imputabili gli ex Presidenti della Repubblica.Quando si parla di "Legge ad Personam" sarebbe il caso di ricordarla...

Bagnino Mannaro 01.01.08 15:05| 
 |
Rispondi al commento

La Mafia, io lo dico e l'ho sempre detto che la mafia non è in Sicilia solamente, ho anche indicato che il modo di fare di Mastella e un modo mafioso cioè, da come parla da come gesticola da come si comporta, mi prendono x pazzo, chi vivrà vedrà!

la Mafia è chi gestisce denaro, meglio se pubblico, DOVE Cè DENARO ED INTERESSI ASSOCIATI AD ESSO VI è CORRUZIONE, E DOVE Cè CORRUZIONE VI è ASSOCIAZIONE, E DOVE Cè ASSOCIAZIONE Cè M A F I A.

CIAO A TUTTI VOI E BUON ANNO
OPERAI METALMECCANICI SI NASCE.

fabio n. Commentatore certificato 31.12.07 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Grillo,

La seguo a sprazzi compatibilmente con le mie attività (sono spesso all'estero) e pur non attivandomi fattivamente ho creduto e credo fermamente nella sua proposizione, perlomeno come soggetto che "sente" e traduce i bisogni reali di una società, come quella italiana, lacerata nella propria identità prima che nel malcostume istituzionale che Lei giustamente attacca.
Mi perdoni ma le istituzioni sono anche la magistratura e gli organi che la regolano, sono soggetti alla legge anch'essi e non possono incriminare e condannare senza aver assunto ed onorato l'onere probatorio.
Chiunque abbia letto gli atti processuali del caso Contrada avrà denotato la TOTALE ASSENZA DI PROVE CERTE, il FARRAGINOSO ITER INDIZIARIO e la VOLONTA' ENDEMICA DI COLPIRE UN UOMO CHE HA SERVITO NOI CITTADINI E LO STATO CON REITERATI SUCCESSI CONTRO IL MONDO MALAVITOSO!
Invito per obiettività a vedere il curriculum di Bruno Contrada, la lealtà istituzionale dello stesso e per contrapposto l'avvilente teorema giudiziario per il quale OGNI ASSUNTO RIPETO OGNI ASSUNTO E INFORMAZIONE DATA DAI PENTITI CHE LO HANNO ACCUSATO NON HA POI TROVATO ALCUN RISCONTRO OGGETTIVO NEL PROCEDIMENTO.
Bruno Contrada ha sofferto e soffre pene indicibili per essere stato fedele servitore dello stato e nessuno ora potrà restituirgli quanto merita.
Caro Grillo, conosco la Sua posizione sul caso, la rispetto ma non la condivido, mi perdoni ma su Bruno Contrada Lei ha torto.
Sul sito http://www.brunocontrada.info/arresto.php c'è la possibilità per chiunque di farsi un'idea anche minima, pur non pretendendo di leggere gli atti come ho fatto io lo ritengo un dovere per chi ritiene di dover esporsi a giudizi per difendere la verità.

La ringrazio per lo spazio che mi ha concesso e per la libertà di aver potuto esprimere una posizione diversa dalla sua (per questo caso).

Emilio

emilio valoti 31.12.07 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Avete visto che Bruno Contrada rifiuta la grazia...
Ha fatto bene e a chi crede che sia mafioso, andate a vedere gli atti del processo che lo riguardano!

W,wwww Bruno Contrada e attenti ad alcuni professionisti dell'antimafia

gigi turchi 31.12.07 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Francesca Angeli e gian Marcio Chiocci de "Il Giornale"stanno facendo strame del mestiere del giornalista.
direttore non condivido quasi nulla della vostra linea politica ma siccome avete della buone penne qualche volta vi leggo.
Ma sulla vicenda Contrada siete assurdi,il signore in questione è stato condannato in via definitiva nonostante difeso da ottimi avvocati e con un interesse dei media che non ha permesso abusi o torti ai danni del predetto.
La canzone che i pentiti si sono vendicati del suo operato di poliziotto integerrimo è stonata e dimostra che chi intende cantarla è privo di altri argomenti a sua difesa,altrettanto assurda è la richiesta su una commissinone sui pentiti,guarda caso finche questi accusavano pari loro andavano bene appevano toccavano i potenti diventavano prezzolati calunniatori,vi ricordo che lo strumento dei collaboratori di giustizia è utilizzato in tutti i paesi affetti da fenomeni di criminalità organizzata.
Altro agire truffaldino dei sopracitati giornalisti è confondere l'aspetto di una eventaule revisione del processo Contrada con l'aspetto umanitario di concedere un eventuale grazia a Contrada.Se il signor Contrada è così tanto malato da non poter stare in carcere è giusto che gli venga differita la pena come prevede il nostro ordinamento,su questo aspetto non penso ch esi possa accusare di accanimento della magistratura nei confronti del detenuto Contrada anzi in tempi rapidissimi,cosa che se vi informate non avviene per i comuni detenuti,il tribunale di sorveglianaza di Napoli analizzera la situazione e deciderà sull'incompatibilita del Contrada con la detenzione in carcere.
Sempre il "giornalista"Chiocci si scandalizza del trattameto riservato al Contrada nel reparto ospedaliero per detenuti del Cardarelli di Napoil,la informo che tutti reparti analoghi hanno caratteristiche da lagher...,non mi risulta che abbiate fatto mai inchieste su questo. forse pretendete due tipi di trattamenti diversi per detenuti VIP e poveraci

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.07 09:47| 
 |
Rispondi al commento

Francesca Angeli e gian Marcio Chiocci stanno facendo strame del mestiere del giornalista.
direttore non condivido quasi nulla della vostra linea politica ma siccome avete della buone penne qualche volta vi leggo.
Ma sulla vicenda Contrada siete assurdi,il signore in questione è stato condannato in via definitiva nonostante difeso da ottimi avvocati e con un interesse dei media che non ha permesso abusi o torti ai danni del predetto.
La canzone che i pentiti si sono vendicati del suo operato di poliziotto integerrimo è stonata e dimostra che chi intende cantarla è privo di altri argomenti a sua difesa,altrettanto assurda è la richiesta su una commissinone sui pentiti,guarda caso finche questi accusavano pari loro andavano bene appevano toccavano i potenti diventavano prezzolati calunniatori,vi ricordo che lo strumento dei collaboratori di giustizia è utilizzato in tutti i paesi affetti da fenomeni di criminalità organizzata.
Altro agire truffaldino dei sopracitati giornalisti è confondere l'aspetto di una eventaule revisione del processo Contrada con l'aspetto umanitario di concedere un eventuale grazia a Contrada.Se il signor Contrada è così tanto malato da non poter stare in carcere è giusto che gli venga differita la pena come prevede il nostro ordinamento,su questo aspetto non penso ch esi possa accusare di accanimento della magistratura nei confronti del detenuto Contrada anzi in tempi rapidissimi,cosa che se vi informate non avviene per i comuni detenuti,il tribunale di sorveglianaza di Napoli analizzera la situazione e deciderà sull'incompatibilita del Contrada con la detenzione in carcere.
Sempre il "giornalista"Chiocci si scandalizza del trattameto riservato al Contrada nel reparto ospedaliero per detenuti del Cardarelli di Napoil,la informo che tutti reparti analoghi hanno caratteristiche da lagher...,non mi risulta che abbiate fatto mai inchieste su questo. forse pretendete due tipi di trattamenti diversi per detenuti VIP e per poveri cristi.

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.12.07 09:44| 
 |
Rispondi al commento

C'e' qualcosa che non va.

Caro Beppe e cari commentatori del blog, c'e' qualcosa che non va, il fatto che venga chiesta la grazia per un condannato come Contrada, che si e' sempre dichiarato innocente, e' molto strano.
Non giudico negativamente l'istituto della grazia in quanto tale, penso che sia possibile graziare qualche condannato che ha mostrato evidenti segni di pentimento e accettazione della condanna imposta e che abbia mostrato in modo esplicito e convincente di ravvedersi.
Ma perche' graziare un soggetto che la grazia non l'ha richiesta e, soprattutto,continua ad affermare di essere innocente e quindi non e' ovviamante pentito?
Perche' si alzano le voci di importanti personaggi a difesa di questo condannato?
Non so voi, ma per me, la contradditorieta' e il controsenso di questa vicenda sono palesi.
Vorrei concludere questo commento con una domanda a chi ne sa sicuramente piu' di me.
Parlando con una collega di lavoro laureata da poco in giurispudenza ho scoperto che negli ambienti universitari e' diffusa una particolare convinzione (o voce o insegnamento ufficioso comunque lo vogliate chiamare) probabilmente alimentata dagli stessi professori che afferma che l'ambiente giudiziario e l'ambiente politico non siano cosi' separati come sembra.
Piu' nello specifico questa mia collega affermava che, in effetti, nella storia del nostro Paese piu' volte personaggi di potere si siano serviti della Magistratura per eliminare i loro avversari politici, residui di una pratica che risale ai tempi in cui i poteri dello Stato non erano ancora divisi.
Vorrei sapere se c'e' qualcun'altro che ha sentito la stessa cosa e che pensa a riguardo.

Saluti

Alberto D'Andrea Commentatore certificato 31.12.07 00:45| 
 |
Rispondi al commento

...Infine vorrei dire: BASTA CON IL CREDERE A QUEI CIALTRONI DEI PENTITI! Con le loro finte "confessioni" mettono nei guai PROPRIO I LORO NEMICI, non certo gli amici!
Chi ha fatto questa Legge sui pentiti o è un idiota o voleva dare alla Mafia un'arma giudiziaria per eliminare i suoi avversari senza nemmeno bisogno di sparare.

Luigi Nicolai Commentatore certificato 30.12.07 17:56

________________________________________

Ecco un altro che non ha la minima ìdea di che cazzo sta parlando.Mi chiedo cosa muove tali persone ad aprire la sezione commenti per scrivere idiozie del genere .
Ma documentarsi prima no? . degli atti giudiziari sono convinto che non avete letto proprio niente( va be che siamo sotto le feste ma vorrebbe dire non avere proprio un cazzo da fare)

Tutti gli arresti dei boss si basano sulle dichiarazioni dei pentiti.Prima di Buscetta della mafia non si sapeva un bel niente di cosa nostra .

Contrada come Enzo Tortora? .. mah! Mi chiedo se chi scrive sia in buona fede

Roberto_ 30.12.07 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Le carceri di nuovo strapiene!
Gli ingressi in carcere aumentano vertiginosamente. Con questo andazzo si può facilmente prevedere che tra meno di un anno le carceri italiane saranno di nuovo terribilmente strapiene, con livelli di sopravvivenza allucinanti, per chi avrà la disgrazia di trovarcisi rinchiuso/a.
Il provvedimento di indulto dello scorso Agosto ha diminuito un po' il sovraffollamento, portando la popolazione detenuta dalle 63.000 presenze del luglio 2006, a fronte di una capienza inferiore ai 40.000 posti, alle 38.000 presenze attuali. È trascorso poco più di un anno e siamo giunti ad oltre 49.000, con incremento di 1.200 persone al mese.
Senza quel provvedimento di indulto le carceri sarebbero esplose... tutti lo sapevano!
Così come tutti sapevano che, se dopo l'indulto, non si fossero abrogate le leggi volute dal governo di destra, le carceri sarebbero tornate ad esplodere.
mi riferiamo alle leggi fortemente punitive nei confronti di comportamenti ritenuti non omologati:
- alla leggi Bossi-Fini che si illude di affrontare il problema dell'immigrazione con la galera;
- alla legge Fini-Giovanardi che vuole sbattere in galera chi fuma uno spinello;
- alla legge Cirielli che moltiplica gli anni di galera per i recidivi;
- se non si fosse aggiornata adeguatamente la legge delle misure alternative (la cosiddetta Legge Gozzini, del 1986) rendendo più facile l'accesso a sanzioni diverse dalla galera,
- se non si fosse messo mano a riscrivere il Codice Penale italiano dandogli un aspetto meno fascista Codice che ancora porta, vergognosamente, la firma di Mussolini essendo stato varato nel 1931...
- se non si fossero presi questi provvedimenti, tutti e tutte sapevano che le prigioni italiane avrebbero ripreso a riaffollarsi con un ritmo accelerato.
Non solo il governo di centro-sinistra è venuto meno alle più moderate aspettative, ma ha fatto il contrario: ha rincorso il delirio securtario berlusconiano-fascista.

giuseppe s. Commentatore certificato 30.12.07 23:16| 
 |
Rispondi al commento

La legge sui collaboratori di giustizia l'ha voluta gente come Falcone, Borsellino, etc...

E' uno dei pochi strumenti efficaci per combattere la mafia.
tant'è che i nostri amati politici si sono premurati a svuotarla quasi di significato avvalendosi degli imbonitori televisivi e "giornalosi".

alfio s. Commentatore certificato 30.12.07 20:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BRUNO CONTRADA COME ENZO TORTORA!!!

Un servitore dello Stato onesto e capace, proprio per questo "punito" dalla malavita con il solito giochetto dei finti pentiti, con la complicità dei colleghi-squali che, per invidia, hanno voluto eliminare un rivale ben più capace di loro.

PRIMA DI PARLARE DI CONTRADA, PER FAVORE LEGGETE GLI ATTI DEI PROCESSI-FARSA DA LUI SUBITI!
http://www.brunocontrada.info/

Tra l'altro, in sede di primo Appello, Contrada fu ASSOLTO! Con un ridicolo pretesto quella sentenza fu annullata, l'Appello venne ripetuto e infine, come voleva la Ragion di Stato, Contrada venne condannato SENZA PROVE, CON TESTIMONIANZE LA CUI CONTRADDITTORIETA' E' STATA AMMESSA PERSINO DAGLI ACCUSATORI!!!!!

Ora chi ha accusato falsamente Contrada riceve una PENSIONE DALLO STATO con vari altri privilegi.

Chi non crede all'assoluta innocenza di Contrada rifletta: MA VI PARE POSSIBILE CHE IN QUESTO SCHIFOSO STATO SONO I VERI COLPEVOLI AD ESSERE PUNITI????

SE CONTRADA ERA COLPEVOLE A QUEST'ORA ERA LIBERO: AVREBBERO CERTAMENTE TROVATO QUALCHE TIMBRO MANCANTE PER ANNULLARE LA SENTENZA!!!!

PROPRIO PERCHE' E' INNOCENTE NON HA CHI LO PROTEGGE!

Infine vorrei dire: BASTA CON IL CREDERE A QUEI CIALTRONI DEI PENTITI! Con le loro finte "confessioni" mettono nei guai PROPRIO I LORO NEMICI, non certo gli amici!
Chi ha fatto questa Legge sui pentiti o è un idiota o voleva dare alla Mafia un'arma giudiziaria per eliminare i suoi avversari senza nemmeno bisogno di sparare.

Luigi Nicolai Commentatore certificato 30.12.07 17:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già Beppe, le nostre cosiddette istituzioni guardano sempre al passato. C’è bisogno di primavera, di discutere del nostro futuro e non di mafiosi. Ma forse una speranza per il 2008 c'è.

Il comizio di fine anno per il rinnovamento ed il futuro:

http://il-lamento.blogspot.com/2007/12/comizio-di-fine-anno-per-il.html

Scusa, rido, ma rido amaro.

Giuliano R. Commentatore certificato 30.12.07 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Non credo accettabile che si ritenga che in una Sentenza siano scritti dogmi di fede o che i Giudici siano esseri infallibili e perfetti.

Le Sentenze vanno rispettate ed eseguite (come fece Ghandi, che a differenza di molti "disubbidienti" di oggi, trasgrediva le regole imposte dalla legge quando le riteneva ingiuste ma ne accettava comunque le punizioni - più volte è stato imprigionato ma mai si è opposto a ciò).
I Giudici vanno rispettati.
Ma questo non significa che non sia possibile esprimere una critica, purché - a mio avviso - informata e basata su elementi di fatto, né che sia un grave peccato ritenere che una sentenza sia sbagliata.

La libertà di opinione è ancora garantita dalla Costituzione, che non solo prevedere la possibilità di punire con il carcere un uomo, ma dovremmo ricordarci che ripudia la pena di morte e la tortura e tutela la salute umana.

Il nostro ordinamento prevede inoltre la possibilità di revisione dei processi (proprio perché nelle sentenze non ci sono scritti dogmi), anche a seguito di Sentenza della Cassazione e questa è l'unica strada che il Dr. Contrada, dimostrando quantomeno coerenza, accetta di percorrere.

Io credo che il Dr. Contrada sia anch'egli vittima della mafia, dalla quale non è stato ammazzato ma è stato ridotto in catene. Solo questo è il motivo per il quale mi interesso alla vicenda Contrada... perché credo che la mafia, in questo momento, non stia subendo una sconfitta ma stia vincendo e dimostrando tutta la propria capacità di mettere lo Stato contro se stesso e le vittime della mafia le une contro le altre.

Rispetto l'opinione altrui ma ritengo di avere il diritto di averne una mia.

Posso sbagliare io, come possono sbagliare gli altri. L'unica differenza è che se sbaglio io il Dr. Contrada ha subito quello che spesso non subisce nemmeno un mafioso conclamato... se però ho ragione la mafia ha vinto, perché è riuscita a far fuori un servitore dello Stato molto scomodo ed a lanciare un messaggio chiaro agli altr

Andrea Russo_2 Commentatore certificato 30.12.07 16:46| 
 |
Rispondi al commento

AI DIFENSORI DI CONTRADA

Voi che vi muovete in difesa di un condannato in via definitiva e di conseguenza delegittimando una sentenza che DEVE essere costata in termini di carrierra e di sicurezza personale dei GIUDICI che l'hanno emessa non potrete mai convincerci dell'innocenza presunta a priori, quando anche i pentiti e loro familiari, da voi denigrati, hanno pagato con la vita le loro testimonianze contro la mafia e i loro complici.
Ora che una pur minima giustizia segua il suo corso, non mi fate paura.

waldimiro cardi 30.12.07 13:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Invito tutti a leggere le carte processuali sul sito www.brunocontrada.info per avere un opinione informata.

Personalmente rispetto la sentenza della magistratura ma anche i giudici possono sbagliare. Io, lette le carte, credo che il Dr. Contrada sia innocente.

Andrea Russo

Andrea Russo_2 Commentatore certificato 30.12.07 13:32| 
 |
Rispondi al commento

A Massimo Corradi

Vorrei ricordare che per la prima volta un funzionario dei servizi segreti viene condannato, devono esserci state delle circostanze riscontrate al di la di ogni ragionevole dubbio perchè i Giudici siano stati COSTRETTI a condannare CONTRADA agente del SISDE.
Dopo le stragi di Brescia e Bologna dove tutto si è dissolto in nebbia grazie soprattutto ai depistaggi dei servizi segreti uno di loro viene preso con le mani nel sacco, mani che secondo i pentiti e l'accusa hanno collaborato a far scattare nai tempi giusti il detonatore che ha spezzato Falcone e Borsellino e con essi la battaglia che una parte dello Stato aveva deciso di combattere veramente contro la mafia.

A Massimo Corradi vorrei ricordare che non tutti noi siamo fessi, se lo ricordi prima di scrivere ovvietà che offendono l'intelligenza e il dolore delle vittime della mafia.

waldimiro cardi 30.12.07 12:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

condivido assolutamente il seguente editoriale:

Immondizia sull'Unità
Contrada, l'editoriale de Il Foglio

Travaglio irride il carcerato sul giornale di Antonio Gramsci

Bruno Contrada, vecchio e malato, chiede secondo legge alla magistratura di sorveglianza il differimento della pena per potersi curare o per morire dignitosamente. In termini morali il prigioniero chiede alla coscienza civile dell’Italia, che si batte per l’abolizione della pena di morte in tutto il mondo, di pronunciarsi su una pratica carceraria disumana quando si accanisce su senilità e malattia, una pratica talvolta equivalente all’irrogazione di una pena di morte graduale, lunga, particolarmente dolorosa. A questa domanda rivolta da un uomo che teme di perdere, assieme alla vita, la possibilità di rivendicare il proprio onore e la propria innocenza, si può rispondere in modi diversi. Uno è certamente ripugnante: l’irrisione rivolta con sufficienza e protervia a un uomo in quelle condizioni.

Marco Travaglio ha scritto proprio in questo modo, sostenendo che chi si ammala prima del termine della pena muore in carcere, e tanto peggio per lui, chissenefrega. Ha scritto questo me-ne-frego, degno di un pubblico di lettori che sarebbe anch’esso immondo se non lo coprisse di lettere censorie, su un giornale, l’Unità, che è stato fondato da Antonio Gramsci. Il fondatore di quel giornale, quando le condizioni carcerarie ebbero aggravato in modo irreversibile la sua malattia, venne scarcerato, per ordine di Benito Mussolini, il dittatore che un tempo aveva decretato di non lasciar funzionare più il suo cervello luminoso, in modo che adesso potesse appassire e morire in una clinica privata, da uomo libero. Sul suo giornale trovano ora spazio le immondizie di Travaglio. Contrada non è Gramsci, e la sua vicenda divide l’opinione pubblica, ma il sadico sbeffeggiatore dei detenuti ammalati è quel che dimostra di essere. Il direttore liberal Antonio Padellaro, o quel delicato grafomane di Furio Colom

Giovanni Cepollina 30.12.07 11:12| 
 |
Rispondi al commento

credo che tutte le dichiarazioni da borsellino a caponnetto ai georgofili a dipietro siano gravi ingerenze nella facoltà che napolitano e solo lui ha di concedere la grazia a contrada. vorrei ricordare brevemente visto che pochi lo fanno la vicenda giudiziaria che lo vede protagonista: condannato in primo grado, assolto in appello, ricusata la sentenza in cassazione, ricondannato in appello e confermata la sentenza in cassazione. a oltre 12 mesi le motivazioni della cassazione non sono ancora state rese note. l'accusa è CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA. molto vaga e poco circoscrivibile e non previsto come reato nella legislazione giudiziaria. non dimentichiamo che tutto questo avviene mentre schiere di pentiti ex-tagliagole vivono tranquilli e protetti e mantenuti a spese dello stato - cioè nostre...

Massimo Corradi 30.12.07 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe e ciao ragazzi,io scrivo dal venezuela,sono scappato dall italia sei mesi fa.. avevo troppo disgusto nel vedere la mia amata patria governata dalla mafia.usata come un supermarket dai potenti di turno..ma credete si tratti di mafia o piuttosto di lobby massoniche judee a cui non importa del nostro paese? um uomo lo diceva mio nonno,lo aveva capito 60 anni fa.. l italia agli italiani... io onestamente non credo che pochi cosidetti mafiosi analfabeti possano avere la meglio su uno stato,che dispone di cervelli acuti,risorse,servizi segreti,ecc.. sveglia..italiani...

gabriele m. Commentatore certificato 30.12.07 06:50| 
 |
Rispondi al commento

GIOACCHINO BASILE PARLA DI BRUNO CONTRADA:

Bruno Contrada non è l'uomo delle Istituzioni condannato a seguito delle calunnie dei pentiti...
Rita Borsellino non stà diffamando Bruno Contrada, come minaccia fra "le righe" l'avvocato Giuseppe Li Pera.
La mia storia e le mie difficoltà sociali e politiche, notificano al dil là d'ogni ragionevole dubbio che , Bruno Contrada e un attore di quell'infame teatrinoche ha garantito, (a mio avviso per conto delle "Istituzioni Politiche" ) le illegalità di quel consociativismo, che dal 1979 (omicidio del giornalista di cronaca Mario Francese, Cesare Terranova e Lenin Mancuso) al 19 luglio 1992, strage di via D'Amelio, utilizzo le funzioni stragiste di "cosa nostra" per inibire ad ogni costo i dettati della legge, previsti chiaramente dalla nostra Costituzione Democratica.
Bruno Contrada non può e non deve ricevere alcuna Grazia, senza aver prima confessato e indicato con chiarezza quelli che, lungo l'arco di quegli infami 13 anni s'avvantaggiarono delle sue funzioni e di quelle di "cosa nostra". Se è vero che lui stà soffrendo è anche vero che, i "pezzi di carne" dei nostri Eroi non furono mai ricomposti con certezza!!!
Bruno Contrada non può negare d'aver bivaccato "fraternamente" con i criminali in via Guido Jung, in via Ruggero Marturano ed in via Don Orione, perchè l'ho visto io, con i miei occhi.
Bruno Contrada deve spiegare queli tipi di contatti aveva con il suo confidente, Antonino Pipitone, da me visto per ben due volte, in piena attività; in via Montalbo la tarda mattina, ed in via Dei Cantieri il pomeriggio di sabato 18 luglio con Pietro Scotto, "il telefonista", "accozzaglia umana" a disposizione di "cosa nostra" che ben conosco da sempre.
Bruno Contrada non può dire, di non aver mentito ai Giudici perchè io, con prove inoppugnabili ho dimostrato ad essi che, la saletta riservata nel ristorante "il Delfino" esisteva e come subito dopo "le dichiarazioni dei "pentiti" quel Ristorante fù stravolto ..(continua)


PER FRANCO MANCA: E' VERO CI SONO POCHI GIORNALISTI CORAGGIOSI, MA DOVE METTIAMO LA BRAVISSIMA MILENA GABANELLI DI REPORT? FABRIZIO GATTI DELL'ESPRESSO? E MARCO TRAVAGLIO A SUO TEMPO COLLABORATORE DI MONTANELLI?

regina effe Commentatore certificato 29.12.07 23:12| 
 |
Rispondi al commento

La storia di Contrada rappresenta solo una delle mille faccie della nostra "benamata puttana" ...
faccia in cui non è mai chiara la linea che divide qualcosa, da qualcosa di opposto; faccia dove il nascondersi nel grigio e nell'ombra rappresenta la capacità più distinta della nostra politica; faccia in cui tutti aspettano l'evolversi delle situazione per saltare su un carro, addobbato a festa dai vincitori, ma che sotto nasconde il lorcio di decenni di storia, spesso scritta col sangue e con la sofferenza della povera gente.
Popolo ... non siete un cazzo, siete solo gli spettatori (paganti) di uno spettacolo che non diverte affatto a al quale siete costretti ad assistere inermi, come degli automi programmati a puntino, a cui è consentito di muoversi in una libertà fatta di confini ben definiti, confini non deliniati dalla responsabilità e dalla civiltà, ma diseganti da una mano che ha più menti ed un solo pensiero.
Amnestia ? Libertà ? Grazia ? ... Io proporrei una medaglia d'oro al valore, e senza dubbio una tessera come socio onorario a palazzo chigi ...
Qualcun altro, uno stupido popolano come me, la penserà in maniera opposta ..
E lo Stato ? I nostri Politici ? La giustizia ? Io credo che chi di dovere stia sperando che ogni secondo sia l'ultimo di Contrada .. Immaginate che bel risvolto ? Tutti quelli che avrebbero dovuto pronunciarsi potranno guardare le due ali di folla con il sorriso di chi voleva ... con il sorriso del vincente .. una carezza velata di tristezza per chi lo desiderava graziato e l' ha visto morto, un sguardo duro, autoritario e compiaciuto per chi lo voleva dentro a marcire per il resto dei suoi giorni..
Italia.. splendida Italia .. dove il non shierarsi fa politica, fa le vittorie, fa gli "uomini"

roberto d. Commentatore certificato 29.12.07 21:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Siamo sicuri che Contrada stia in carcere perchè colpevole? Dopo aver letto il blog http://www.brunocontrada.info/index.php non ne sono più sicuro. Mi sconcertano oltretutto le dichiarazioni di Caponnetto che fino a qualche minuto fa credevo persona irreprensibile e di fiducia! Invito tutti coloro che, come me, erano e sono certi che Bruno Contrada sia un mafioso, a leggere il blog: http://www.brunocontrada.info/index.php perchè dopo, vi rimarranno molti dubbi e poche certezze. CONSIDERATO POI CHE, IN QUESTO CAZZO DI PAESE I VERI MAFIOSI NON PAGANO MAI (vedi Andreotti, libero PERCHE' PRESCRITTO), mi sembra strano che abbiano inculato proprio Contrada! Chi ha voglia, TEMPO E CURIOSITA', SI COLLEGHI AL BLOG!!!

Mario Palestro 29.12.07 21:30| 
 |
Rispondi al commento

<Vallanzasca è un santo a confronto dei soggetti di oggi che sono trattati coi guanti, dalla """"giustitia""""", italiota.

diego fabbres 29.12.07 21:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Questa volta non sono d'accordo. Ho letto molti degli atti della vicenda di Contrada, e del materiale pro e contro reperito su internet, e la cosa mi sembra sempre più una specie di caso Tortora.
Io non sono un fine giurista ma mi sono convinto che nei confronti di Contrada sia stata perpetrata una enorme ingiustizia.
Invito tutti ad assumere maggiori informazioni in merito e poi chiunque rimanga dell'opinione che meglio crede.

Silvano Briciola 29.12.07 20:42| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

...si sta incentivando la figura del collaboratore di giustizia o la si sta sopprimendo? l’omertà è giunta in parlamento? non doveva essere nelle aride terre siciliane come è arrivata fino a lì?Chi potrebbe avere interessi a tenerlo dentro con la bocca chiusa o visto che tiene la bocca chiusa a tenerlo fuori? Chi ha paura di Contrada? e Contrada di chi ha paura?

un giorno forse si saprà nel frattempo facciamo gli innocentisti ed i colpevolisti che a noi italiani riesce bene.

aggiungo infine ciò che recita il codice penale:

"la gravità della malattia fisica implica,da una parte, l’oggettiva serietà del male; dall’altra, un giudizio relativistico che tenga conto delle condizioni di efficienza sanitaria del singolo istituto carcerario.Come ha ben osservato la Corte di cassazione, dovrà tenersi conto della possibilità di fruire, in stato di libertà, di cure e trattamenti sostanzialmente diversie più efficaci rispetto a quelli che possono essere prestati in regime di detenzione"

stop

elena . Commentatore certificato 29.12.07 18:50| 
 |
Rispondi al commento

..si è dovuti ricorrere alla teoria della convergenza del molteplice. Dico solo che ne io ne voi ne altri possono riprocessarlo,nel dubbio della sentenza e nella certezza delle sue condizioni di salute si chiede la grazia che può essere data d’ufficio dal PDR niente di più.Rimane comunque un condannato al quale si da l’umana possibilità di morire in casa con i fratelli ed i figli(servitori anch’essi atuttoggi dello Stato)che per 15 anni hanno sofferto questa situazione senza averne alcuna colpa.Non è un assoluzione.Non è scandalo.Andreotti e Carnevale è scandalo! Stessi pentiti stesse accuse,sentenza diversa.E poi ribadisco che nel topic di Grillo si intravede una vena mediatico-populista che mi delude.Risulta che le dichiarazioni degli stessi pentiti siano state bollate come "inattendibili" in diversi altri processi che li vedono protagonisti(Andreotti,Carnevale) quindi non sempre i pentiti dicono il vero, ricordiamoci che sono delinquenti fra l’altro arrestati dallo stesso Contrada negli anni 80 che nella sua carriera ha ricevuto onori dallo Stato e dall’opinione pubblica in passato, colluso con la mafia o no ha sbattuto dentro diverse persone.Se collabora in teoria è meglio per lui, se non collabora in teoria è meglio per lui.Che ne sai tu, che ne so io, che ne sanno gli altri?

"Contrada agiva nelle istituzioni, ma per conto di chi? Se non vuole rispondere a questa domanda deve rimanere in carcere. O forse è perché non risponde che lo si vuole graziare?" dice Beppe

E se risponde che succede a lui ed alla sua famiglia? Se si ostina a non rispondere vorrà dire che il carcere a vita è meglio della verità? perchè una persona preferisce il carcere al fare dei nomi cosa che invece lo farebbe uscire per riabbracciare i suoi cari da eroe? non dispone delle garanzie giuste? la nuova normativa sui collaboratori di giustizia (febbraio 2001) tutela meglio i collaboratori o obiettivamente peggio? chi rischierebbe con questa normativa di collaborare con la giustizia?

elena . Commentatore certificato 29.12.07 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per la prima volta nn sono d’accordo con Grillo con quello che ha scritto. Ricordo che Contrada è stato processato da pentiti di mafia arrestati da lui e assolto,gli atti del processo di 2000 pagine parlano chiaro non ci sono prove documentali solo testimoni(pentiti), carabinieri e poliziotti che dopo la testimonianza sono stati promossi e ad oggi uno di essi è indagato insieme a Cuffaro per concorso esterno in associazione mafiosa,nè le famiglie delle vittime nella qualità possono dire se una persona debba ottenere la grazia oppure no è come se loro decidessero per una condanna a morte quando si sa che se si parla di mafia nulla è chiaro nemmeno le sentenze.La questione è molto delicata perchè si parla della vita di una persona che è stata condannata dalla giustizia italiana e dall’opinione pubblica per fatti che nessuno ha visto,altrimenti perchè tanta polemica e tanti dubbi? la giustizia non dovrebbe essere certezza?per un ergastolano che ha commesso 40 omicidi sarebbe facile rispondere alla richiesta di grazia "no!" ma per un uomo che è stato prima assolto e poi mentre indagava su chi lo aveva accusato è stato riprocessato dopo pochi mesi e condannato in cassazione con gli stessi capi d’imputazione e gli stessi atti,mi dispiace credo di avere un lieve ma ragionevole dubbio, poi magari mi sbaglierò quando si verrà a sapere tutta la verità(prima o poi salterà a galla i figli ne hanno fatto una ragione di vita). Ad ogni modo il post di Grillo è troppo striminzito per un processo che è durato anni e per atti di un processo che messi assieme formano un palazzo di 3 piani,mi dispiace dirlo. Io avrei scritto di Mastella che è veramente un demente("...é un atto dovuto") nell’esercizio delle sue funzioni, ma le vittime di mafia non possono esprimersi non fanno cosa giusta mi dissocio.Inoltre ricordo che una Corte lo aveva assolto perché il fatto non sussiste e che per condannarlo, in assenza di riscontri oggettivi alle accuse farneticanti dei criminali reo confessi, si è

elena . Commentatore certificato 29.12.07 18:46| 
 |
Rispondi al commento

io non giudico, ma leggendo il post sono andato a curiosare sulla vienza giudiziaria di contrada e leggendo attentamente ho notato che manca l'informazione necessaria per capire la vicenda io non avevo opinioni in meito, ora c'e l'ho invito tutti qualunque sia la propria conclusione ad informarsi , grazie e mi auguro che in un blog che leggo spessissimo ci sia spazio anche per chi va controcorrente, giancarlo

giancarlo p. Commentatore certificato 29.12.07 15:38| 
 |
Rispondi al commento

La Vedova di Borsellino ha ragione non vi e grazia che si possa accordare ad un "omminichio" di quella specie, che si penta veramente e cominci a fare i nomi e cognomi, altrimenti fra qualche anno chiederà un risarcimento per la condanna subita, mastella dirà ingiustmente.Vuoi vedere che una volta graziato riceverà anche un miracolo e guarirà dalla malattia.

Maurizio Giannattasio Commentatore certificato 29.12.07 15:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
ANCHE TANZI QUANDO ERA IN CARCERE ERA UN MALATO GRAVE. DA QUANDO è LIBERO INVECE...

Roberto Fili 29.12.07 14:53| 
 |
Rispondi al commento

sono contro questa grazia, se sta molto male i giudici possono decidere di differire la pena o va all'ospedale piantonato, la grazia sarebbe un colpo di spugna su tutto quello che ha fatto.
P.s. Ho letto che è entrato in ospedale ma che dopo meno di un giorno ha firmato per uscirne e tornare in carcere, le mie potesi sono due: 1)non sta così tano male da dover essere ricoverato a forza; 2)fra ospedale e carcere ha scelto il male minore...

Mike Trapani 29.12.07 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Gente, innanzitutto auguro a tutti Voi e relative Famiglie Buone Feste, Vi invito a non stupirVi di fronte a questi tristi eventi, che a mio parere non posso definirli novità, vi è stata l'ennesima mastellata, ATTO DOVUTO di un fanullone che ha avuto fortuna soltanto di essere stato eletto, finendo ad occupare un ruolo che non le si addice, ma non è l'unico, ogni giorno in parlamento estraggono dal cilindro leggi occulte, e noi impotenti restiamo a guardare, contestando certe decisioni con parenti, colleghi o amici al bar dello sport, poi arriva la sera e ognuno a casa propria per consumare quello che ci possiamo permettere con quel poco che guadagnamo con fatiche e sacrifici, ma in modo onesto. Spero che il 2008 porti a tutti noi gioia e serenità, e chissà qualche buona notizia.
Leonardo

leonardo vecchiatini 29.12.07 14:42| 
 |
Rispondi al commento

NESSUNA GRAZIA PER CHI E' STATO COMPLICE DI MAFIOSI. BASTA CON LA GIUSTIZIA DA SUPER MERCATO

www.forzanuovacava.splinder.com

vito m. 29.12.07 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Indubbiamente concedere la grazia a una persona malata qualunque sia il crimine da essa commessa potrebbe essere un fatto di pietà o di compassione però è altresì vero che le cause prodotte dalle azioni di tale persona hanno provocato delle conseguenze tragiche e drammatiche nella vita di altre sono praticamente cose che si ripetono nel tempo ora visto che viviamo in Italia paese tipicamente dedito al NON rispetto per la gente comune al NON rispetto delle leggi e delle regole al NON rispetto delle sentenze giudiziarie dato che poi alla fine in galera i condannati ci stanno veramente poco mi viene da pensare perchè accanirsi contro una sola persona.
Come cittadini bisogna cercare di fare cambiare le cose alle ultime elezioni il governo precedente da vomito lo abbiamo sostituito con un altro che pure io ho votato e del quale non riesco a trovare una definizione. Come ci si può difendere se ci ritroviamo ad aver che fare con dei cialtroni si da una parte che dall'altra. Se avete una risposta datemela grazie

Fulvio Corsi 29.12.07 07:17| 
 |
Rispondi al commento

Sulle news di Google leggo:-
"'L'iniziativa del presidente Giorgio Napolitano è il più bel regalo di Natale che Bruno Contrada potesse ricevere''. Lo dice l'avvocato Giuseppe Lipera che intende ''ringraziare il Capo dello Stato per la grandissima sensibilita''' e ''sperare che si possa trovare nel più breve tempo possibile una soluzione umana per il grave stato di salute dell'ex numero due del Sisde".

"bel regalo...", "natale...", "Grande Sensibilità..."! Chissà perchè il pensiero mi corre verso Falcone e Borsellino, seppelliti sotto tre metri di terra e che nessuno più potrà fargli a costoro "bel regalo...", "natale...", "Grande Sensibilità..."! .........................

Mario Palestro 29.12.07 01:59| 
 |
Rispondi al commento

Trovo triste leggere giudizi sulla signora Borsellino da persone che per puro gusto di fare i bastian contrari "scimmiottano" idee altrui.

Mi chiedo quanti di questi grandi pensatori con il culo "bello comodo" abbiano avuto un famigliare ucciso o semplicemente abbiano subito la mafia

GIACOMO FALCO 29.12.07 01:53| 
 |
Rispondi al commento

VARGOGNA VERGOGNA E ANCORA VERGOGNA!!!

marco c. Commentatore certificato 28.12.07 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Contrada....la Massoneria.....Opus Dei.....Cia.....Mastella....il Governo....Prodi.....sono tutti lì....e noi paghiamo!!!!

ANGELO FOLLE (angefou) Commentatore certificato 28.12.07 22:36| 
 |
Rispondi al commento

....sono stanco di sentire le solite cazzate.....sono stufo di essere un italiano rappresentato da certi esseri.... da ministri che sono presenzialisti e protagonisti.....da deputati che stanno sullo scranno solo per la diaria e i bonus che riscuotono.
.....la grazia Contrada non e' che l'ulteriore offesa alle nostre coscenze e intelligenze e cio' che mi disturba di più è la posizione del Presidente Napolitano..............caro compagno Giorgio mi sei caduto parecchio..........nessun rispetto verso i morti ammazzati di via dei Georgofili.........ma tanto ci dovremmo essere abituati dopo i morti della Banca dell'Agricoltura, Bologna, Ustica, Moby Price e tutti i dimenticati delle varie stragi di Stato che in questi anni non hanno mai avuto uno straccio di colpevole.
L'arroganza con cui Mastella & Co. e' figlia di quell'indifferenza in cui e' caduta tutta la coscenza del popolo italiano, addormentato da una stampa inesistente, che predilige il gossip all'informazione pura, da una televisione velinistica che non è altro che un tentacolo della Piovra.
Mi sono rotto i coglioni di questo paese che fa rientrare monarchi al di fuori del tempo e che poi chiedono risarcimenti miliardari al popolo che loro stessi hanno tradito e abbandonato. Mi sono rotto i coglioni di ricchi che ostentano i loro beni senza che nessuno ci metta gli occhi, e sopratutto le mani, per fargli pagare le tasse e magari diminuirle a chi vive del solo stipendio.
...Ma perlomeno adesso c'e' una piccola luce di speranza, e magari solo di sfogo e in questo, ed altri blog diamo voce alla rabbia che a volte e' talmente tanta che la voce si strozza in gola.
E a chi vuole che cio' sia solo qualunquismo e pressapochismo vorrei rispondere che questa dovrebbe essere la vera politica, dove tutti hanno voce e la possibilita' di esprimersi.
In ogni caso i colpevoli devono pagare!
Vi saluto.
.....Hasta la victoria siempre............

roberto rolle

roberto rolle Commentatore certificato 28.12.07 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Tags: Attualità
Ultim'ora/CONTRADA


.

"All'inizio del sedicesimo anno del mio calvario intendo continuare ad urlare la totale estraneità alle infamanti accuse rivoltemi. Lo farò fino a quando avrò un filo di voce che mi permetterà di rivolgermi a qualsiasi Giudice disposto ad ascoltarmi. Per questo motivo non ho chiesto alcuna grazia, poiché questa riguarda i colpevoli.


Voglio quindi rasserenare gli animi dei parenti delle vittime della mafia che hanno manifestato le loro opinioni senza conoscere personalmente l'uomo Bruno Contrada e quello che lui ha compiuto nella lotta contro la mafia.


Spero così che i toni di questi giorni vengano smorzati e ringrazio coloro che hanno creduto e credono in me ".


Santa Maria Capua Vetere 28/12/07
BRUNO CONTRADA


ad Avv. Giuseppe Lipera
www.studiolegalelipera.it


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

marina salvadore 28.12.07 19:51| 
 |
Rispondi al commento

che tristezza...!
sempre peggio sempre...

roberto licheri 28.12.07 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Spero che il ministro mastella usi lo stesso metro di giudizio usato a favore di contrada, anche per De Magistris e la Forleo quando i suoi amici del CSM li avranno messi al patibolo, altrimenti SI CREEREBBE UN'INGIUSTIZIA che andrebbe ad INTACCARE I SANI PRINCIPI DEMOCRATICI

livio pietramale 28.12.07 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Se Contrada è colpevole, che paghi per le colpe che ha da espiare, ma non facciamo demagogia, vi prego: i veri colpevoli amici cari, sono a Roma: non crederete mica che i vari boss della mafia-'ndrangheta-camorra etc etc siano i veri capi di tutta la banda, vero ?
Questi sono pesciolini, perchè coloro che comandano stanno incollati alle poltrone di Roma, e per nulla al mondo si vogliono schiodare da lì! L' importante è che non facciamo finta di nulla, perchè sono loro i veri mandanti dei vari omicidi Falcone, Borsellino,Dalla Chiesa e tanti tanti altri personaggi seri, che per ruolo hanno ricoperto incarichi scomodi e sono stati ammazzati. Tutti gli altri sono comparse di quella fogna che chiamiamo politica...

mauro c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 17:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

PER NON DIMENTICARE....ALCUNI SONO MORTI PER QUESTO PAESE....ALTRI INVECE FORSE SE NE SONO DIMENTICATI....
Da:http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Borsellino#_note-0
La Strage di Capaci fu un attentato mafioso in cui il 23 maggio 1992, sull'autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci e a pochi chilometri da Palermo, persero la vita il giudice antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo, anch'ella magistrato, e tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro.

Gli esecutori materiali del delitto furono almeno cinque uomini (tra cui Giovanni Brusca, che fu la persona che fisicamente azionò il telecomando da grande distanza al momento del passaggio dell'auto blindata del giudice, che tornava da Roma), i quali avevano riempito di tritolo un tunnel che avevano scavato sotto l'autostrada (per assicurarsi la buona riuscita del delitto, ne misero circa 500 kg) nel tratto che collega l'aeroporto di Punta Raisi al capoluogo siciliano. Purtroppo sono conosciuti soltanto i nomi degli esecutori poiché le indagini che miravano a scoprire gli intrecci con la politica sono state sempre insabbiate.

La strage di Capaci ha segnato una delle pagine più tragiche della lotta alla mafia ed è strettamente connessa al successivo attentato di cui rimase vittima il giudice Paolo Borsellino, amico e collega di Falcone

Il 23 maggio 1992 nell'attentato di Capaci perdono la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco di Cillo. Due mesi prima della sua morte, Paolo Borsellino rilascia un'intervista ai giornalisti, L'intervista mandata in onda da RaiNews 24 nel 2000 è di trenta minuti, quella originale era invece di cinquanta minuti. In questa sua ultima intervista Paolo Borsellino parla anche dei legami tra la mafia e l'ambiente industriale milanese e del Nord Italia, facendo riferimento, tra gli altri, a Marcello Dell'Utri, Vittorio Mangano e Silvio Berlusconi.

Alessio L. Commentatore certificato 28.12.07 16:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Noi ci soffermiamo sui politici, e va bene.
Ma esidtono ancora imprenditori onesti?
Una volta si veniva osteggiato, esclusi dal mondo del lavoro per motivi politici, per delle idee.
Adesso si è esclusi semplicemente perché si è onesti ed un pochino intelligenti. Gravissimo se si dispone di un po' di cultura. Escluso a vita senza possibilità di grazia.
Esistono ancora operai onesti?
Sempre di più il mondo del lavoro è popolato da ruffiani incapaci nel proprio lavoro ma capacissimi nel calunniare i loro compagni, nel metterli in cattiva luce, specie se sono bravi.
C'è tutto un mondo, ormai, che sembra ragionare alla rovescia.
Forse il vero problema siamo noi stessi.
Forse ognuno di noi, nel suo piccolo, ha qualcosa da cambiare dentro di se.
Ciao

alfio s. Commentatore certificato 28.12.07 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda a Mastella ma perchè la grazia a favore di contrada è un atto dovuto. Dovuto da
chi e da che. La certezza della pena deve valere
anche per codesto condannato dalla nostra Magi-
stratura nei vari livelli fino in Cassazione.
Quindi significa che contrada ha fatto quello di
cui è stato condannato. E' schifoso parlare di atto dovuto e di grazia. Finiamola e facciamo parlare Contrada che dica una volta per tutte
quei segreti che fanno tremare i politici e per cui si stanno adoperando per la grazia. Non è
stato consentito a Craxi di venire in italia per curarsi ed oggi invece si vuole parlare di grazia per uno come contrada che a seguito di sentenza di tutti i gradi di giustizia è stato condannato. Parli contrada e si riabiliti agli
occhi del popolo ci dica i segreti che lei ha
per cui i politici si stanno dando da fare per
farle avere la grazia.

giuseppe sardoc 28.12.07 15:54| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei solo far notare due cose.. quando Grillo parte in q

Luca Paolo Virgilio 28.12.07 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi farebbe piacere vedere contrada uscire dal carcere, però in posizione orizzontale....

Mauro P 28.12.07 14:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Avete voglia? Copiate e incollate, chissà quante ne riusciamo a mandare

L'indirizzo del presidente della repubblica è questo:

https://servizi.quirinale.it/webmail/


Signor Presidente, sono un cittadino italiano, con ancora tutti i doveri e tutti i diritti. La mia fedina penale é limpida. Sono orgoglioso di far parte del popolo italiano, ma se Lei vuole concedere la grazia al mafioso Contrada, per favore lo faccia nel suo nome e non nel mio. Grazie.

P.S. Per me potrebbe anche dimettersi insieme a Mastella.

Ale q Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Mastella non è altro che lo specchio dei politici che abbiamo che neanche abbiamo votato e che purtroppo anche paghiamo.

sguardo attento 28.12.07 14:42| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

@ paolo frosini
===============

il concorso esterno in associazione mafiosa e' stato oggetto di numerose discussioni.

Oggi fa fede la sentenza della casazione del 2005,
vedi:
http://www.altalex.com/index.php?idnot=14
http://www.altalex.com/index.php?idnot=2076

La mia personalissima opinione e'che questo reato sia stato introdotto/inventato per permettere ai cari politici inquisiti di accedere alle attenuanti generiche e quindi alla prescrizione ridotta, cosi' da salvarsi dalla marea di processi che li avrebbero condannati.

Tra le righe, i primi ad incanalare il codice verso una decisa linea di tutela degli inquisiti a danno della magistratura inquirente, talmente grave da meritarsi ripetuti richiami (tutti ignorati) da parte della comunita' europea, e' stato (ahime') il governo delle sinistre verso la fine degli anni novanta (il nano ha solo perfezionato sui personam il loro modello).

Povera Italia

fabio bencivenga (deneb) Commentatore certificato 28.12.07 14:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

condivido, copio, incollo....

Nel nome del popolo italiano....

Signor Presidente, sono un cittadino italiano, con ancora tutti i doveri e tutti i diritti. La mia fedina penale e limpida. Sono orgoglioso di far parte del popolo italiano, ma se Lei vuole concedere la grazia al mafioso Contrada, per favore lo faccia nel suo nome e non nel mio. Grazie.
P.S. Per me potrebbe anche dimettersi insieme a Mastella.

domenico g. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 14:07| 
 |
Rispondi al commento

contada è stato condanato per la prima volta in appello
ma non c'è il ragionevole dubbio in costituzione?
e poi condannato per concorso esterno in associaizone mafiosa
me lo trovate questo reato nel codice?
grazie

paolo frosini 28.12.07 14:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Beppe ...
Si sa che l'informazione permette di controllare la gente.
Lo stanno dimostrando le intercettazioni e tutto il resto che svolto anche illegalmente permette di reperire le 'armi dei ricatti'.
Ormai intercettare le telefonate lo posso fare anch'io con apparecchiature fatte in casa.
Sistemi d'intercettazione tempest per vedere cosa si fa sui computer senza collegamenti costa meno di 1000$.
Ma se io non ho nulla da nascondere non temo le intercettazioni.
Come mai i politici hanno questo affanno tanto da farsi comprare i telefoni anti intercettazioni ?

http://tuttifuoriotuttidentro.wordpress.com/2007/12/11/intercettazioni-telefoniche/

C'e' un motivo 'legale' ?

Flavio Bernardoti 28.12.07 13:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve,
sinceramente anche se mi aspettavo tutto questo,sono
esterefatto,indignato,deluso,mi vergogno dell'italia, ma stiamo scherzando?
dare la grazia a Contrada? vi risulta forse che lui insieme a tutti gli
altri mafiosi hanno concesso la grazia hai vari giudici che difendevano
l'italia e gli italiani i quali sono stati uccisi come insetti fastidiosi?
NO! Allora nessuno di questi soggetti che hanno rovinato l'Italia e
continuano a farlo e ucciso SIGNORI che volevano difendere l'Italia
meritano la grazia,anzi serve rimettere la pena di morte per eliminare
tutte queste persone che per lo stato sono solo costi inutili di gestione e
si libererebbero molte carceri e finirebbe il comando dei Mafiosi e dei
Politici corrotti, ma visto che anche l'italia e contraria alla pena di
morte dare più potere alle forze dell'ordine di uccidere in
mafiosi,spacciatori di droga,trafficanti di droga,stupratori,e pedofili al
momento dell'arresto, l'Italia si pulirebbe dello schifo e migliorerebbe lo
stile di vita degli italiani.

Francesco T. Commentatore certificato 28.12.07 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questi ultimi mesi mi sono spesso chiesto dove sono finiti gli italiani.

Ci scandalizziamo per Contrada? Sarebbe normale (e bello)in un paese civile scandalizzarsi per la grazia ad un vicedirettore del SISDE condannato a 10 anni di carcere per mafia (in appello).

Ma questo non e' un paese civile, francamente non penso sia nemmeno un paese... e' un incubo, un maledetto incubo in cui riesci a far aprire parzialmente gli occhi al tuo vicino solo se gli parli di calcio!

Questo e' il paese in cui un condannato per mafia in via definitiva ma prescritto (tale Andreotti, tra i tanti) viene invitato ai talk shows, viene presentato come un grande statista, gli si permette di pontificare e ridicolizzare fatti drammatici e gravissimi (lui e'quello che non va ai funerali di giudici assissinati dalla mafia perche'preferisce i battesimi).

Questo e'il paese dove un presidente del senato (tale Pera) difende un mafioso conclamato (tale dell'utri) anch'esso condannato in via definitiva, al senato, davanti a tutti i senatori, come modello di vita e grande amico! E tutti i senatori che applaudono!!!

Questo e'il paese dove anche un presidente della camera (tale casini) si sente in dovere di spendere parole in difesa dell'amato dell'utri, alla camera, ed anche li tutti che applaudono.

Questo e' il paese dove Orazio Licandro (pdci) ed Angela Napoli (an) propongono una mozione per escludere dalla commissione antimafia i parlamentari sotto processo per mafia (in un paese vero non si dovrebbe proporre una cosa tanto ovvia). Risultato della votazione: 421 contrari e 21 favorevoli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E'il vostro paese questo?

Sono i vostri rappresentanti questi?

Ma non vi fa schifo?!

Ma non ci facciamo schifo?

Ma vogliamo ancora stare qui a lamentarci sui blog invece di darci una svegliata ed iniziare a diffondere a tutto e tutti la verita'?

fabio bencivenga (deneb) Commentatore certificato 28.12.07 13:11| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, io della colpevolezza di Contrada non ho la verità in tasca, se bisogna fidarsi della sentenza facciamolo....quello che mi chiedo è : nell'ipostesi che Contrada sia stato veramente ciò che gli viene addebitato....QUANTI CONTRADA CI SONO NELL'APPARATO ISTITUZIONALE ? e chi tiene le fila di tutto ? Questo è il dilemma da sciogliere.

GIUSEPPE . Commentatore certificato 28.12.07 13:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Salve,
sinceramente anche se mi aspettavo tutto questo,sono esterefatto,indignato,deluso,mi vergogno dell'italia, ma stiamo scherzando? dare la grazia a Contrada? vi risulta forse che lui insieme a tutti gli altri mafiosi hanno concesso la grazia hai vari giudici che difendevano l'italia e gli italiani i quali sono stati uccisi come insetti fastidiosi? NO! Allora nessuno di questi soggetti che hanno rovinato l'Italia e continuano a farlo e ucciso SIGNORI che volevano difendere l'Italia meritano la grazia,anzi serve rimettere la pena di morte per eliminare tutte queste persone che per lo stato sono solo costi inutili di gestione e si libererebbero molte carceri e finirebbe il comando dei Mafiosi e dei Politici corrotti, ma visto che anche l'italia e contraria alla pena di morte dare più potere alle forze dell'ordine di uccidere in mafiosi,spacciatori di droga,trafficanti di droga,stupratori,e pedofili al momento dell'arresto, l'Italia si pulirebbe dello schifo e migliorerebbe lo stile di vita degli italiani.

Francesco Tredici 28.12.07 13:04| 
 |
Rispondi al commento

IL PROBLEMA NON è TANTO SE DARE O MENO LA GRAZIA AD UN UOMO VECCHIO è MALATO CHE FORSE PUR ESSENDO COLPELVOLE POTREBBE ANCHE RICEVERLA.
IL VERO PROBLEMA DI QUESTO PAESE è LA CERTEZZA DELLE PENE E DEL FATTO CHE CHI HA COMMESSO REATI SCONTI E PAGHI IL SUO DEBITO CON LA SOCIETA'.
IO VIVO A ROMA MA SONO NAPOLETANO è VI ASSICURO CHE SONO STANCO DI VEDERE CHE IN QUESTO PAESE COME HO MODO DI CONSTATARE TUTTI I GIORNI ASCOLTANDO GR PARLAMENTO ALLA RADIO SI DISCUTONO DI COSE INUTILI IL VASSALUM IL SISTEMA ELETTORALE TEDESCO, SPAGNOLO ECC...ECC.. PER NON PARLARE DI ALTRE INTERROGAZIONI PARLAMENTARI SUL POLIGONO DI TIRO NAZIONALE CHE VERRA' CHIUSO NON RICORDO NEMMENO IN QUALE PAESE DEL NORD ITALIA, OPPURE LE ORE PERSE A DISCUTERE SULL'IMPORTANZA D'INVIATARE IL DALAI LAMA IN PARLAMENTO (PERCARITA' NON HO NULLA CONTRO IL DALAI LAMA) MA SECONDO VOI SONO QUESTI I VERI PROBLEMI DI QUESTO PAESE LA LEGGE ELETTORALE SARA' IMPORTANTE è ANDRA FATTA MA NON SAREBBE IL CASO DI CAMABIARE PRIORITA' PER RENDERE QUESTO PAESE MODERNO PER DARE CERTEZZE A QUESTA ITALIA CARCERI NUOVE INVECE DI IDULTI E GRAZIE? CERTEZZA DEL LAVORO PER I GIOVANI? UN VERO RICAMBIO GENERAZIONALE NELLA MAGGIOR PARTE DI AZIENDE PUBBLICHE E PRIVATE E NELLO STESSO PARLAMENTO ITALIANO? STIPENDI PIU' ADEGUATI PER BABOCCIONI E NON ( COSI FORSE QUALCHE BAMBOCCIONE CON SACRIFICIO SI POTRA' FAR UNA FAMIGLIA)? EVITARE DI RIMANERE FUORI DALL'EUROPA PER UN RALLENTAMENTO DELL'ECONOMIA CHE SOLO PRODI VEDE IN GRANDE RIPRESA? ISTRUZIONE PIU' MODERNA AL PASSO CON I TEMPI? SANITA'PIU' EFFICENTE ? IO NON HO CERTO LE RICETTE A TUTTE QUESTE PROBLEMATICHE MA DI CERTO CI PENSO SECONDO VOI I NOSTRI POLITICI LO FANNO??HO PENSANO A CONTRADA E AL VASSALUM MODELLO TEDESCO E SPAGNOLO CON UN Pò DI NORVEGESE PECHINESE :-) MORALE DELLA FAVOLA NON CRUCCIATEVI PER UN CONTRADA GRAZIATO MA PIUTTOSTO PER LA GRAZIA CHE OGNI GIORNO SENZA RENDERCI CONTO CONCEDIAMO AI NOSTRI CARI UOMINI IN PARLAMENTO MAGARI POTESSIMO STARE LI ALCUNI DI NOI PER UN GIORNO

francesco iuculano Commentatore certificato 28.12.07 12:29| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Che strano, tutti i colletti bianchi che finiscono in carcere hanno malattie gravi. Ma fatemi il piacere. La moglie di Contrada dice che il poveretto ha un diabete all'ultimo stadio? Io sono un medico e il diabete, per essere definito anche se erroneamente all'ultimo stadio deve avere portato almeno a una di queste complicanze: distacco di retina, (la meno grave, l'ha avuto anche mio suocero e continua ad andare a lavorare in campagna e a caccia), amputazione di un'estremità ( Generalmente parte o tutto un arto inferiore o anche entrambi), insufficenza renale fino alla dialisi, ictus. Non mi pare che il signor Contrada mostri nemmeno il colorito dei diabetici gravi. Per cui, evitiamo le prese per il culo e che si faccia tutta la galera. Venga curato se sta male, ma in carcere. Giustizia per le vittime e che i colpevoli paghino con il carcere, chiunque essi siano. Buon anno a tutti, Monica

Monica Murgia Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 12:25| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma scusate, ma non era in fin di vita contrada?
stava per morire, questione di ore, al massimo di giorni. era affetto da...

da?

diabete!

manco diabete insulinodipendente, no, diabete mellito. l'innocuo diabete mellito che colpisce l'80 % della popolazione italiana dai 50 anni in su. diabete mellito, più i postumi di una bronchite...

e voi destri tutti a piangere, a singhiozzare... BUAAAAAAHHHH contrada sta male. è in fin di vita! diamogli la grazia! BUAHHHHH, tutti a passarsi i fazzolettini, a rincuorarsi...

COGLIONI! pure mia madre ha il diabete mellito, e sta meglio di me!

voglio consigliare al medico di contrada di aggiungerci anche un po' di alopecia incipiente nella prossima visita medica. non si sa mai riesce a commuovere di più i giudici...

Danilo De Rossi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 12:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ma quando si condanna un delinquente ad un certo numero di anni di detenzione, MICA C'E' LA TACITA CONDIZIONE ".....TRANNE CHE..." oppure " FINO A QUANDO NON INTERVENGANO PROBLEMI DI SALUTE" ?????

joselita s. Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 12:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei non si dimenticasse la pietà umana. Si tratta , pur sempre, di un uomo nel dolore e nella sofferenza.
Se dimentichiamo la pietà rischiamo di diventare come coloro che contestiamo.
Ma una cosa è la pietà ed altra cosa è la grazia.

alfio s. Commentatore certificato 28.12.07 11:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

per bruno contrada e per quello che rappresenta ci vorrebbe la forca in pubblica piazza, nessuna pieta' cristiana per chi ha contribuito a deviare il nostro futuro...morire come un maiale abbandonato in carcere ecco cos'e' la giustizia.

mariano di giorgio 28.12.07 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Forse la Grazia non è un'iniziativa di Contrada. Appare possibile che gli sia stata suggerita per accontentare il suo bisogno, comprensibile, di vivere in un ambiente adeguato alla propria condizione fisica. Potrebbe essere che per la prima volta in vita sua si trovi ora in una situazione di effettiva insostenibilità, e che, scrigno di grandi segreti visto il lavoro che faceva, non riesce magari a trattenersi dal desiderio di liberarsi di un peso. Si aggiunga il patema che magari ha dentro per una condanna che ritiene ingiusta, è umano pensare che, visto che ha nulla da perdere, potrebbe venirgli voglia di dire cose che in salute non direbbe. La libertà dalla condizione carceraria e la possibilità quindi di trascorrere il tempo della malattia in condizioni più adatte, desiderio che avrebbe ognuno di noi, sarebbe un sollievo tale da garantire ancora il suo silenzio, silenzio d’obbligo a vita per chiunque abbia fatto un lavoro come il suo. Non si può dunque nemmeno escludere che sia a conoscenza, al di là della sua storia giudiziaria, di cose inerenti i misteri ancora tali relativi agli attentati del 1992. Quando un essere umano ha più nulla da perdere, se è o è stato una persona con ruoli istituzionali delicati, diventa una potenziale mina vagante. La Grazia forse la vogliono altri, non lui direttamente. E' un'ipotesi che vale la pena tenere in considerazione.

Andrea Nenz Commentatore certificato 28.12.07 11:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE E' GIUSTO RIMETTERE FUORI CONTRADA PERCHE' MALATO, SAREBBE GIUSTO METTERE FUORI ANCHE TUTTI GLI ALTRI CONDANNATI PER MAFIA O TERRORISMO O ALTRO. NO A QUELLI NO, QUELLI , GLI ALTRI NON CONTANO, DEVONO MARCIRE GIUSTAMENTE IN GALERA.CHE MARCISCA ANCHE LUI ALLORA.LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALI PER TUTTI, E NON PE ALCUNI.E LA PENA DEVE ESSERE CERTA, ALTRIMENTI E' SOLO UNA BUFFONATA.

Franco ROSSI 28.12.07 11:07| 
 |
Rispondi al commento

SOFRI SOFFRE
CONTRADA SOFFRE
TANZI S'OFFRE, DI NUOVO, AL MONDO IMPRENDITORIALE

PROPONGO LA GRAZIA PER I PRIMI DUE E NIENTE PROCESSO PER L'ULTIMO

CHE C'E' DI STRANO?

ciao ciol 28.12.07 10:29| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Che tristezza ragazzi questo ha fatto ammazzare della brava gente e il gentil Mastella gli dà la GRAZIA? Ma in che razza di mondo viviamo.... NO COMMENT..

Francesca Masoni 28.12.07 09:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe,
non faciamo un'inutile ironia che potrebbe offendere. naturalmente tu non parli sul serio quando proponi la grazia per vallanzasca, e naturalmente la provocazione per esistere, deve essere forte, ma pensa a chi, leggendola, potrebbe avere un conato di vomito. penserei alla sensibilità di quelli che vallanzasca ha privato dei propri affetti, agendo per conto proprio, è vero, ma facendo danni irreparabili. non scherzare con i sentimenti di chi non può difrndersi. grazie, raffaella cittadini

raffaella cittadini 28.12.07 09:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Basta!
ne abbimo i coglioni pieni di questi politici
fatela a noi la grazia.
andate a casa!

pietro bruzzone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.07 08:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Grazia a Contrada? Visto che è stato condannato per reati di mafia, mi sembra paradossale concedere una cosa simile. Vittima di calunnia ed errore giudiziario? Sicuramente possibile, ma finché non è provato il contrario non è il caso di dare un "segnale" del genere ai mafiosi. Tuttalpiù essendo molto malato, si potrebbe concedere una pena alternativa ....in nome dell'umana pietà. Un saluto.

Fabrizio D. Commentatore certificato 28.12.07 08:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

LA SORELLA DI CONTRADA HA SCRITTO e io rispondo.

Dico alla sorella di contrada che invita a leggersi le carte prima di emettere un giudizio che quelle carte processuali di condanna le hanno scritte i Giudici fino alla Cassazione e quindi massimo rispetto per esse e la certezzadella pena deve essere applicata atutti i colpevoli, specialmente per reati di mafia.

Alla sorella di Contrada ripeto la domanda di Rita BORSELLINO:

dopo Contrada a chi la grazia per reati mafiosi?

Riina è malato grave da due anni così dicono, Provenzano è stato operato di recente e le sue condizioni sono in peggioramento, inoltre sono vecchi e non fanno più male a nessuno.
Così si apre la strada alla pax mafia Stato in cui lo stato si è arreso perchè la mafia è entrata nel palazzo e ora non ha più logica di esistere come fuorilegge ma deve salvare e accomodare i referenti che per decenni hanno collaborato per aiutare il potere a mantenersi con le buone o le cattive, lo Stato faceva il buono.
Adesso con le televisioni e il controllo dell'informazione non è più necessario eliminare fisicamente gli avversari al potere costituito, bastano le campagne diffamatorie e la disinformazione di Tg e giornali quasi tutti.
Nei palazzi comandano direttamente con personaggi indagati per mafia e sotto processo vedi Cuffaro,in Parlamento siedono molti onorevoli in odore di mafia e persino condannati.
Presidente Napolitano L'indulto è passato ma questa volta le levo la fiducia se firma la grazia per Contrada o chiunque altro implicato direttamente o indirettamente nelle stragi mafiose, quanto a Mastella i fatti che lo riguardano parlano da soli.

waldimiro cardi 28.12.07 08:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che contrada (il minuscolo è d'obbligo)debba uscire si dal carcere ma per essere torturato e ucciso insieme a mastella e napolitano: sono tre vermi schifosi che non meritano pietà!

Mauro P 28.12.07 07:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ciao

giampiero rizzardi 28.12.07 05:31| 
 |
Rispondi al commento

altra prossima prodezza del ceppalonico e dei suoi accoliti: lo smantellamento della figura del Giudice di Pace, già sfruttato, sottopagato (magre indennità ferme dal 1998) e senza previdenza sociale.

Massimo Armellini 28.12.07 04:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ho sempre pensato che l'anticonformismo dovesse necessariamente essere coniugato con la conoscenza, senza di essa risulterebbe solo una vuota e falsa reazione al conformismo. Credevo che questo assunto fosse la forza delle sue idee, ma purtroppo ne è venuto meno con le sue ultime dichiarazioni riguardo la grazia a Bruno Contrada. E' stata una delusione sentire la sua voce nel coro di chi, non sapendo, o avendo orecchiato superficialmente, o commettendo gravi illazioni si è permesso di intervenire su di una questione così complessa, se si leggessero le carte processuali(la invito a farlo), e delicata, se si conoscessero veramente le condizione di Contrada. Mi sono sempre piaciute le sue parole perchè sostanziate da ricerche acute, da inconfutabili documentazioni, ma ora la velocità di prendere posizione, come tutti gli altri, le ha rese tristemente vuote. La invito a documentarsi e a non nascondersi dietro un comune pregiudizio ideologico per cui si è già colpevoli se si è appartenenti alle forze dell’ordine o addirittura ai servizi segreti, ma ancora di più a pensare che solo chi è morto abbia combattuto la mafia; a Contrada, in fondo, gli si imputa solo di essere vivo. Eppure Contrada grazie alla mafia non si è arricchito, non ha fatto carriera ed è andato in galera. I pentiti che lo accusano non sono riusciti a fornire uno straccio di prova, ma le loro testimonianze, vuote parole, insieme con altre sono diventate prova. Ci tengo a precisare che molta parte dello Stato che lei attacca ha solo interesse a lasciare tutto sepolto in un carcere militare e trae grande vantaggio da una voce, come la sua, provocatoria, ma solidale. Ida Contrada, sorella di Bruno

Ida Contrada

Bruno Contrada se malato andrebbe scarcerato,cosa che avviene spesso in casi del genere ,ma questo è compito della magistratura non del Capo dello Stato.Che poi abbia pagato per chi piu'sta alto di lui è un altro discorso ma farne un eroe dell antimafia quando c'e' una sentenza ....

franco G. 28.12.07 03:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FINIRA' LA NOTTE?


Cantano ancora i galli
nella notte,

si odono scrosci di mani
che si lavano ossessive

e Giuda non smette mai
di baciare
il volto dell'uomo.

alfio s. Commentatore certificato 28.12.07 01:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

GIOACCHINO BASILE PARLA DI BRUNO CONTRADA:

Bruno Contrada non è l'uomo delle Istituzioni condannato a seguito delle calunnie dei pentiti...
Rita Borsellino non stà diffamando Bruno Contrada, come minaccia fra "le righe" l'avvocato Giuseppe Li Pera.
La mia storia e le mie difficoltà sociali e politiche, notificano al dil là d'ogni ragionevole dubbio che , Bruno Contrada e un attore di quell'infame teatrinoche ha garantito, (a mio avviso per conto delle "Istituzioni Politiche" ) le illegalità di quel consociativismo, che dal 1979 (omicidio del giornalista di cronaca Mario Francese, Cesare Terranova e Lenin Mancuso) al 19 luglio 1992, strage di via D'Amelio, utilizzo le funzioni stragiste di "cosa nostra" per inibire ad ogni costo i dettati della legge, previsti chiaramente dalla nostra Costituzione Democratica.
Bruno Contrada non può e non deve ricevere alcuna Grazia, senza aver prima confessato e indicato con chiarezza quelli che, lungo l'arco di quegli infami 13 anni s'avvantaggiarono delle sue funzioni e di quelle di "cosa nostra". Se è vero che lui stà soffrendo è anche vero che, i "pezzi di carne" dei nostri Eroi non furono mai ricomposti con certezza!!!
Bruno Contrada non può negare d'aver bivaccato "fraternamente" con i criminali in via Guido Jung, in via Ruggero Marturano ed in via Don Orione, perchè l'ho visto io, con i miei occhi.
Bruno Contrada deve spiegare queli tipi di contatti aveva con il suo confidente, Antonino Pipitone, da me visto per ben due volte, in piena attività; in via Montalbo la tarda mattina, ed in via Dei Cantieri il pomeriggio di sabato 18 luglio con Pietro Scotto, "il telefonista", "accozzaglia umana" a disposizione di "cosa nostra" che ben conosco da sempre.
Bruno Contrada non può dire, di non aver mentito ai Giudici perchè io, con prove inoppugnabili ho dimostrato ad essi che, la saletta riservata nel ristorante "il Delfino" esisteva e come subito dopo "le dichiarazioni dei "pentiti" quel Ristorante fù stravolto ..(continua)


PERCHE' VI MERAVIGLIATE?
Contrada era uomo dello stato, contrada lavorava per lo stato che laveva assunto. Contrada ha fatto quello che il suo datore di lavore gli aveva chiesto di fare.
Contrada informava, eseguiva e lavorava per lo stato "antistato" di cui non ci siamo liberati ancora.
Salvo Lima luogo tenente in Sicilia per la DC era ben conosciuto da Contrada cui lui riportava.
al tempo delle stragi Palermitane come premio Giulio Andreotti da primo ministro fu fatto senatore a Vita dall allora presidente della republica che piu di tutti era interno ai servizi segreti, Francesco Cossiga. Il progetto era di fare Zu Giulio presidente della republica.
Grazie a Dio cadde. Contrada ha lavorato per lo stato perche lavorava per ZU' Salvo e Zu Giulio, Cossiga e gli altri. Contrada non lo si puochiamare traditore se rispettava chi gli dava a mangiare. ecco perche e'doverosa la grazie. o no?
Borsellino e Falcone sono stati uccisi dalla mafia per conto dell antistato che ci governava e per cui Contrada lavorava.
Che confusione, Vero?
I nostri eroi Borsellino e Falcone erano arrivati troppo lontani con quello che avevano scoperto. Contrada grandissimo servitore dell (anti)stato tanto che lo continua a servire fino a oggi, sa perfettamente per conto di ki ha lavorato e perche non si e' mai pentito e non ci ha mai detto la verita, e alla fine e' stato rispettato come il codice della mafia vuole.
Rispetto dovuto sotto forma di grazia.
Chi propone la Grazia? Clemente Mastella che insieme a Salvatore Cuffaro fu testimone di nozze del braccio destro di Bernardo Provenzano, Francesco Campanella, l' uomo che fornì a Provenzano i documenti falsi per andare in Francia a operarsi alla prostata. Per la cronaca Mastella e' stato eletto parlamentare D.C. per la prima volta nel 1976. Anche Mastella deve qualcosa a Contrada ecco perche la grazia sembra doverosa.
saluti da uno che e' proprio schifato.

Napolitano sei anche tu uno di loro, ed io non avevo dubbi.

Gianpaolo Grazioli 28.12.07 01:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ricordate l'ex ministro De Lorenzo? Quello che, aveva permesso la diffusione di sangue infetto, quello che per favorire maggiori introiti alle cause farmaceutiche aveva permesso di aumentare le dosi dei farmaci che i malati dovevano assumere, quello che aveva tra i suoi valenti collaboratori la famigerata Lady ASL (la quale, poveretta, non contenta dei suoi redditi miliardari era stata costretta a compiere atti illeciti per il suo grande amore di madre nei confronti del figlio gravemente disabile, cosa che noi, esseri umani normali, non possiamo - lo disse lei stessa - comprendere)? Bene, il ministro De Lorenzo, dopo pochi giorni di carcere, era ridotto in un tale stato di prostrazione fisica e psichica ed in condizioni di salute talmente precarie che, grazie a numerosi interventi umanitari ed alla sua accorata difesa da parte del figlio, riuscì ad uscire dal carcere senza scontare la pena dovuta. Alla faccia dei cittadini onesti, dei malati contagiati dal sangue infetto, dei tanti disabili e delle tante madri di figli disabili che non sono in grado di avere cure appropriate nè adeguati mezzi di sostegno dalle Istituzioni. Indimenticabile esempio di quanto il carcere sia nocivo e comprometta la salute di chi ha i soldi e gli appoggi giusti per permettersi di sottrarsi alla legge e alla giustizia. Mentre i poveretti che in carcere sono veramente e gravemente ammalati restano lì a marcire. Non credo più alle malattie dei ricchi e dei potenti sviluppatesi dietro le sbarre. Nessuna grazia per Contrada, nè per quelli come lui. Non permettiamo più a queste persone, nè a quelli che li difendono, di fregare gli italiani. Se hanno sbagliato, sono i primi a dover pagare, soprattutto perchè non l'hanno fatto per necesità, ma per ingordigia, interesse, potere. Una volta fuori, recupererebbero subito la salute, senza alcuna vergogna, mentre a noi italiani non resterebbe, ancora una volta, che un'enorme sfiducia nelle istituzioni e nei loro rappresentanti.

Daniela Caramel 28.12.07 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo è libero o controllato?

http://www.disinformazione.it/beppe_grillo.htm

Ho letto questo articolo e non so cosa pensare

Antonio Norelli 28.12.07 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Pazzesco!Tutto per niente, ma che gioco fai?Basta colpi di Spugna e servi di mafia o partiti con le mani in pasta. Basta!

Luciano Bovo Commentatore certificato 27.12.07 23:19| 
 |
Rispondi al commento

PER FABIO CORIGLIANO! Ciao Fabio anche io la penso esattamente come te, ma dobbiamo essere di più, in due non si va molto lontani. Comunque chiamami se c'è da muovere il culo e cambiare le cose! Grande Grillo

davide m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Leggo che il commento + votato di oggi è una televisione su internet...

IO DA DUE MESI STO LAVORANDO A QUESTO PROGETTO (denominato "Democrazia Diretta TV", "DDTV" )ED HO POSTATO DIVERSE VOLTE IN MERITO QUI SUL BLOG!

il progetto è ancora in evoluzione, ma sta facendo passi da gigante...potete vedere dettagli al sito http://www.chiacchio.net/ddtv.htm

oppure scaricando il libro (versione draft) che sto scrivendo, disponibile su emule al seguente link

ed2k://|file|Progetti-di-Libert%C3%A0-Democrazia-Diretta-TV-DDTV-WiFi-Giornale-DDNEWS-eMoney-open-knowledge-Rev2_%20Nov3007-di-Ettore%20Chiacchio.pdf|278944|FE6904F81B07FF4C1148BB0F05A4BA29|/

oppure cercando su emule con le parole chiave "DDTV" "Progetti di Libertà"

In questo tipo di televisione TUTTI POSSONO PUBBLICARE E METTERE A DISPOSIZIONE DEGLI ALTRI I PROPRI DOCUMENTI!!

Spero che visto che sentite quest'esigenza collaborerete numerosi al progetto...

(i miei contatti, per spiegazioni ad personam, sono disponibili o nel libro o sul sito)

Ettore Chiacchio
Computer Guru-Libero Pensatore

Ettore Chiacchio (ettor3x) Commentatore certificato 27.12.07 22:42| 
 |
Rispondi al commento

No alla grazia!!!!!!!

Via questi schifosi e merdosi politici dal parlamento!!!!!!!!!!

alfonso arana 27.12.07 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Mastella Mastella Mastella.....
ci hai proprio rotto i coglion-----i.

La graziaaaaaaa a CONTRADA (la fa solo il signore e spero che ti prenda presto tra le sue braccia cosi ti levi da mezzo le palle Te e NAPOLITANO che tanto lì al quirinale e al cimitero resta sempre e sarà ricordato come il CAPO DELLO STATO PIù INSIGNIFICANTE CHE CI SIA MAI STATO)
Comunque Mastella dei miei calzoni l'unico e solo ATTO DOVUTO che ci devi fare a noi cittadini italiani e dimetterti.

P.S. le mie piu sentite condoglianze PRESIDENTE tanto prima o poi sara anche il suo turno e spero ci vada a braccetto con MASTELLA.

alessandro VALENZA 27.12.07 22:19| 
 |
Rispondi al commento

IL NOSTRO E' UNO STATO SUDAMERICANO, ORA MANCANO I COLONNELLI E LE BOMBE. LE CARCERI CHE SOTTERRANO SPESSO INNOCENTI CHE NON SI SONO POTUTI DIFENDERE SONO SEMPRE TROPPE. QUESTO E' UNO STATO CHE CERCA IL SUICIDIO NELLA SOVVERSIONE.

MEIN KAMPF Commentatore certificato 27.12.07 22:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

io propongo un altro scambio,fuori i mafiosi pentiti che hanno contribuito alla cattura dei super boss,dentro MASTELLA,ANDREOTTI e fate voi il resto della lista.
Proviamo a mettere qualche politico tra le sbarre seriamente,magari iniziano anche loro a collaborare con la magistratura??
Che bel sogno

loreto siracusa 27.12.07 21:22| 
 |
Rispondi al commento

HEI MA VI RICORDATE DE LORENZO QUANTO ERA MALATO QUANDO HA FATTO QUEI 4 GIORNI DI CARCERE? LA SERA STESSA CHE E' USCITO LO VEDEMMO IN UN RISTORANTE A FARE BALDORIA.... ERA FORSE UN MIRACOLATO? NON SARA' LO STESSO PER CONTRADA?
A PROPOSITO DI DE LORENZO, E' STATO PUNITO DALLO STATO ED ORA E' IL PRESIDENTE DI UN ASSOCIAZIONE UMANITARIA.... PER SFAMARE LUI, I FIGLI, LA MOGLIE, QUALCHE CUGINO COMPIACENTE!!!
MA PURTROPPO E' VERO, SI RAGAZZI E' PROPRIO IL PRESIDENTE DI UN ORGANIZZAZIONE UMANITARIA, SENZ'ALTRO UNA DI QUELLE CHE SI PUBBLICIZZANO IN TV.... QUELLE CHE NESSUNO AL MONDO CONOSCE... OLTRE CHE IN EUROPA... A PROPOSITO HO GIRATO UN PO' IL TERZO MONDO E DA QUELLE PARTI NON SANNO CHE ESISTE L'UNICEF, L'ONU, ETC ETC, DEVO DIRE PERO' CHE HO TROVATO SPESSO LA CARITAS E MOLTE ASSOCIAZIONI PRIVATE CHE MAI, DICO MAI, ABBIAMO SENTITO MENZIONARE DALLA TELEVISIONE.

stefania brigiolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 21:18| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

perché nonostante i presunti sforzi, la mafia non è stata mai debellata né in questo né in altri paesi. Perché la Mafia è istituzionale ed è strumento di ben altri poteri che, anche a livello internazionale, convivono con essa dal dopoguerra in poi

ROBERTO SCANNAPIECO Commentatore certificato 27.12.07 21:03| 
 |
Rispondi al commento

25 settembre 1979 - agguato mortale al giudice Cesare Terranova. Insieme a lui morì la sua guardia del corpo: maresciallo di p.s. Lenin Mancuso.
Sul posto "per caso" c'era il dottor Contrada. Su un video andato in onda più volte in tv si vedeva chiaro il dottore posto dinnanzi alla portiera dell'autista (mancuso) rantolante ma ancora vivo, e la mano del dottore posta sulla bocca e sul naso di Mancuso volgendogli le spalle e mostrando un quasi sorriso alla telecamera.
Io mi ricordo. Nessun altro si ricorda?E mi chiesi se non si tratttava, quanto meno, di omissione di soccorso. Forse si trattava di pietosa eutanasia.
Questi padroni del mondo giocano sulle dimenticanze. Giocano sull'imbecillità, sul nichilismo che sta disumanizzando l'umanità. Giocano sull'ignoranza e sulle coscienze assopite.
Chi è contro la verità è contro la persona stessa di Gesù Cristo. E questi osano utilizzare anche il suo nome.

alfio s. Commentatore certificato 27.12.07 21:01| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

prodi vuol proseguire il suo lavoro ! mandatelo in pakistan

MEIN KAMPF Commentatore certificato 27.12.07 20:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Il Sig. Contrada ha segnato la sua vita, consapevole di farlo, quando ha accettato di far parte della macchina della morte chiamata mafia. Sapeva benissimo che una volta accettato di far parte della mafia avrebbe segnato per sempre la sua vita sia nel caso non fosse stato scoperto sia nel caso in cui fosse stato scoperto. La seconda ipotesi si è verificata e questo ormai è il suo destino. Morire in carcere come dice la giustizia italiana che lui stesso ha infranto invece di difenderla.

Fabrizio Ba 27.12.07 20:46| 
 |
Rispondi al commento

comincio ad essere sconcertato da certe affermazioni...........comincio ad essere quasi stufo di essere un italiano...........di sentire pietà(?!!?)per elementi (non possono essere chiamati esseri umani) che di pietà non ne hanno mai avuta per nessuno, di vecchie cariatidi (pseudo ex monarchi) che pretendono rimborsi da un popolo che hanno rovinato,di evasori fiscali che ostentano ricchezze e modi di vita che qualcuno dovrebbe "notare", di ministri che operano più per protagonismo e presenzialismo che per competenza ed onesta morale, di onorevoli che siedono in parlamento solo per lo stipendio ed i bonus invece di adoperarsi a leggi e norme più giuste. In via dei Georgofili c'e stata un'ulteriore strage di Stato o no? I servizi segreti ed i loro responsabili devono rispondere e pagare. Non è giusto nè lecito il perdono verso chi non lo merita.
Mastella GO HOME!!!!!!!!! (naturalmente non gli dico dove dovrebbe mettersi il "TURBO" per la grazia a Contrada!!!!).....e mi meraviglia pure la posizione del Presidente della Repubblica! Mi dispiace sig. Giorgio Napolitano......anche lei mi e' cascato...........ma tanto uno più o uno meno..... un giorno un UOMO che si chiamava Martin Luther King disse: "I HAVE A DREAM".......anch'io avevo ed ho un sogno........spero non rimanga solo quello.......Auguri a te e a tutti i blogghisti

roberto rolle Commentatore certificato 27.12.07 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Quante sono le persone che stanno in carcere e stanno peggio di Contrada e di cui nessuno parla? Furtarelli, rapine, spaccio, tossici con L'aids... Perchè Contrada dovrebbe meritare la grazie più degli altri? Cosa ha fatto per meritarla? Giusta o no c'è una sentenza che deve essere rispettata, il resto non m'importa. Se ci sono gli elementi si rifaccia il processo e se è ionnocente esca fuori, altrimenti paghi come tutti quei poveretti che non hanno un nome illustre o favori da incassare.

Antoniokr.

Antonio Durante 27.12.07 20:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo Gavino Ricci deve essere uno aggiornato di passaggio sulle cose vere.Sembra quasi che avesse preso lezioni da CICCHITTO.
Ai tempi del premio del Sole ""24 ore"quelle che mi servirebbero per annullare i qualunquisti,gli egoisti per affari personali,e tutta la gentaglia superficiale che non va prima a constatare i fatti,il Blog di Beppe Grillo esisteva da anni.Mi sembra un poco come la barzelletta Berlusconi che parla di coscienza,la coscienza è una dota delle sole persone perbene che rispettano le leggi e la Costituzione non di gentaglia dedita alla compravendita di Senatori per i soli interessi personali.Datesi che hanno la memoria corta e pensano che anche gli italiani onesti l'abbiano,solo per rammentare che tutti i guai,comunque li stanno sanando,vengono da cinque anni di malgoverno ad uso e consumo persole.
Delle persone con un po d'intelletto andrebbero a rileggersi o rivedersi il filmato delle dichiarazioni ultime di Casini.
Non parliamo poi di Dini riconoscente al Nano sennò la moglie dovrebbe stare nel posto che merita le patrie galere e non solo lei.
Ad maiora e che almeno ogni tanto le malefatte passate,infinite,vi diano un po di luce.

Roberto . Commentatore certificato 27.12.07 19:56| 
 |
Rispondi al commento

I vari commenti a favore di Contrada, chiaramente provenienti da ambienti a lui molto vicini, provocano un fastidioso senso di irritazione.
Potrei anche capire se si chiedesse la grazia per motivi di salute o legati all'età. Ma quando con faccia tosta si insiste nel dire che una persona condannata a 10 anni di carcere è innocente, mettendo in discussione l'operato della magistratura, si mina la credibilità dello Stato e quindi non si puo' poi pretendere da esso un beneficio che a tanti migliaia di detenuti anonimi è invece negato.

Giuseppe Na Commentatore certificato 27.12.07 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Ma ha ragione John Kleeves quando nega che i contatti del governo USA con la mafia italoamericana e tramite questa con la mafia siciliana non servivano affatto per facilitare lo sbarco dell'esercito USA in Sicilia (non ne avevano certamente bisogno...), ma per dare alla mafia - in nome e per conto del governo USA - il ruolo fondamentale nel governo in Italia che ha SEMPRE avuto dal 1945. E questo gli USA l'hanno fatto SEMPRE, in tutte le loro guerre, dopo le quali sono SEMPRE state messe al governo del paese vinto vere e proprie cosche fianziario-mafiose (vedi Cuba, Albania, Somalia, Kosovo, Bosnia-Erzegovina, Iraq, Libano, eccetera). Quando si sarà compreso questo si comprenderanno anche molte altre cose del recente passato o del presente, che appaiono strane o inspiegabili. Buon anno a tutti.

FURIO BASSANELLI Commentatore certificato 27.12.07 19:44| 
 |
Rispondi al commento

MALPENSA E' UNA INUTILE SCIOCCHEZZA VOLUTA DA FORMIGONI (ALTRA INUTILE SCIOCCHEZZA) PER ACCONTENTARE I SUOI APPETITI E LE SUE CLIENTELE. OGGI CHE FINALMENTE S'E' CAPITO CHE LINATE E ORIO SONO PIU' CHE SUFFICIENTI, E SI DECIDE QUINDI DI RIDIMENSIONARE QUELL' AREOPORTO, FORMIGONI SBRAITA E FA LA VITTIMA, PERCHE' I SUOI CLIENTI, LA MAFIA, GLI FARA' UN MAZZO COSI', SE NN CONTINUERA' A GARANTIRE LORO IL BUSINESS DEI VOLI. SO GIA' LA MAGGIORANZA DELLA GENTE COSA PENSERA'; CHE FARMIGONI SI BATTE PER LORO E PRODI SBAGLIA. FNCL

frantoman menfranto Commentatore certificato 27.12.07 19:43| 
 |
Rispondi al commento

COME MAI CONTRADA NO E SOFRI SI.DIO STRAMALEDICA I SEMINATORI D'ODIO\

guido marrella 27.12.07 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Mastella non si vergogna di niente, neanche a Natale. Non ho parole.

Marco Giovannini 27.12.07 19:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma voi non capite.....lo fanno nel nome dell'amore....l'amore che essi provano per il popolo italiano....cosa faremmo noi senza di loro che creano disagio? che ti fanno sentire un burattino senza fili? Non avremmo più scopi ,niente più discussioni sullo psiconano,su mozzarellone, sui banchieri, sui giornalisti schiavi della politica,etc etc... loro lo sanno che noi siamo così, abbiamo bisogno di disagio per poter vivere,( calcio docet) sia mai stare sereni e coscienti che qualcosa funzioni,loro destabilizzano le nostre sicurezze, le poche rimaste , loro sono come i "man in blak", ma lo fanno nel nome dell'amore ....perchè sono cattolici e ci insegnano che il regno dei cieli sarà degli ultimi...in questo riescono bene...io oramai emetto solo una parola quando vedo il TG e sento le notizie di politica ..dico "MAHHHH" e poi anche "BOHH" , non riesco più neanche a vederli per intero i TG, MI NAUSEANO!!!
Che cazzo do post che ho scritto....almeno mi sono sfogato ...
W GLI ITALIANI CHE FANNO ANDARE AVANTI QUESTO PAESE ET SALUT

Albe Caste 27.12.07 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma sì dai, è Natale, un bel tanalibera per tutti è proprio quello che ci voleva, fuori tutti di galera, tanto per come la fanno è meglio lasciarli fuori, e se proprio vogliamo arrestare qualcuno mettiamoci i pensionati da 500 euro al mese e gli operai con un mutuo o un'affitto da pagare, staranno di sicuro meglio in carcere con un tetto sulla testa, riscaldamento,vitto gratuito e un'apparato di sicurezza solo per loro che impedisce ai delinquenti di entrare per depredare le loro poche cose.
Posso forse capire il nanerottolo che ha sdoganato montagne di reati per non andare in galera con il suo gruppo dirigente, ma questa sinistra che sulla legalità e sulla moralità ha fatto delle battaglie importanti proprio non la capisco.
Contrada stà male? E allora? Tanti stanno male, dove sta scritto che la malattia annulla la pena?
Se sta male deve curarsi in carcere come tutti gli altri detenuti, o forse ai politici fa paura vedere un traditore dello Stato trattato come un ladro di autoradio?
In tutti i Paesi avanzati del mondo le sentenze non si discutono, si accettano, discuterle significa minare le basi stesse di uno Stato di Diritto, significa volere distruggere l'autonomia della magistratura e sopratutto significa volere difendere una certa categoria di ladri e mascalzoni, un certo Guzzanti scrive che doveva essere assolto perchè è stato giudicato non colpevole in secondo grado, ma allora per lo stesso principio bisognerebbe arrestare anche chi è stato giudicato colpevole in primo o in secondo grado, come il suo datore di lavoro Berlusconi.
La legge è una sola, e si è colpevoli solo dopo la sentenza definitiva, e quella che ha condannato Contrada a 10 anni di carcere lo è.

Gianni Selva 27.12.07 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
ho sempre pensato che l'anticonformismo dovesse necessariamente essere coniugato con la conoscenza, senza di essa risulterebbe solo una vuota e falsa reazione al conformismo. Credevo che questo assunto fosse la forza delle sue idee, ma purtroppo ne è venuto meno con le sue ultime dichiarazioni riguardo la grazia a Bruno Contrada. E' stata una delusione sentire la sua voce nel coro di chi, non sapendo, o avendo orecchiato superficialmente, o commettendo gravi illazioni si è permesso di intervenire su di una questione così complessa, se si leggessero le carte processuali(la invito a farlo), e delicata, se si conoscessero veramente le condizione di Contrada. Mi sono sempre piaciute le sue parole perchè sostanziate da ricerche acute, da inconfutabili documentazioni, ma ora la velocità di prendere posizione, come tutti gli altri, le ha rese tristemente vuote. La invito a documentarsi e a non nascondersi dietro un comune pregiudizio ideologico per cui si è già colpevoli se si è appartenenti alle forze dell’ordine o addirittura ai servizi segreti, ma ancora di più a pensare che solo chi è morto abbia combattuto la mafia; a Contrada, in fondo, gli si imputa solo di essere vivo. Eppure Contrada grazie alla mafia non si è arricchito, non ha fatto carriera ed è andato in galera. I pentiti che lo accusano non sono riusciti a fornire uno straccio di prova, ma le loro testimonianze, vuote parole, insieme con altre sono diventate prova. Ci tengo a precisare che molta parte dello Stato che lei attacca ha solo interesse a lasciare tutto sepolto in un carcere militare e trae grande vantaggio da una voce, come la sua, provocatoria, ma solidale. Ida Contrada, sorella di Bruno


"Le nostre cosiddette istituzioni guardano sempre al passato. C’è bisogno di primavera, di discutere del nostro futuro e ci ritroviamo a dover discutere di Contrada, Mastella e Napolitano: 220 anni in tre."

Quoto l'intera frase.
Meditate gente, meditate.

Grande Beppe.

Marco L. Commentatore certificato 27.12.07 18:22| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

se mastella é cosi preoccupato per contrada per la sua salute può sempre passare le notti da lui (modi .badante)....Spero nel presidente Napolitano che ragioni come il popolo italiano ,la linfa dell Italia i rami secchi vanno tagliati..

giuseppe l. Commentatore certificato 27.12.07 18:11| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Certo che finire in carcere in italia è come vincere al superenalotto (le stesse probabilità), ma si sta molto meglio che fuori (ti danno da mangiare, da dormire,non paghi affitto e, quando vuoi uscire, ti trovi una malattia qualsiasi incompatibile col sistema carcerario...).
Anche il tizio ricercato per l'omicidio di Perugia e ritrovato in Germania ha chiesto di essere estradato il prima possibile in italia, perchè dopo una settimana in carcere in Germania stava diventando matto: una cella 2*3,senza tv,giornali,radio e nessun tipo di contatto con l'esterno...meno male che esistono le "ferie" nel Belpaese...

matteo plazzi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 18:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

CERTEZZA DELLA PENA!
CERTEZZA DELLA PENA!
CERTEZZA DELLA PENA!
CERTEZZA DELLA PENA!
CERTEZZA DELLA PENA!

Da cittadino italiano PRETENDO che i colpevoli paghino, scontino le loro PENE, fino in fondo.
basta co sti falsi perbenismi del c@zz0, spacciando uno stato saggio che vuol recuperare i condannati.
io voglio vedere marcire in carcere chi ha commesso VOLONTARIAMENTE un reato. chi ha volontariamente rubato e mangiato i NOSTRI soldi (pur non avendone bisogno).
pretendo di vedere scontare le pene fino in fondo, altro che carceri piene.
ci sono mille modi INTELLIGENTI per tenerle sapientemente al completo nel modo giusto. sti politici di merd@ facessero una ricerca su un motore apposito e prendessero spunto da li, fottuti incompetenti ladri magnoni luridi.

a marcire.
e niente indulti, niente "incompatibilità col regime carcerario", MA PORCA TROIA QUALE ESSERE UMANO E' COMPATIBILE COL CARCERE?
in carcere, in cella punto e basta.
via la tv, le tendine colorate e le cenette di capodanno. i carcerati NON stanno in vacanza, HANNO UCCISO, RUBATO, INFRANTO LE LEGGI ->CONSAPEVOLMENTE<-.
se un cittadino non paga una multa perchè ha parcheggiato male nella via in cui ABITA, (ED HA IL REGOLARE BOLLINO DI PARCHEGGIO imposto dal comune senza garantirgli lo spazio per lsaciare la macchina), lo perseguono per ANNI, PER ANNI, i bastardi collusi, mafiosi, politici e VIP di questa orribile TV spazzatura... escono, vanno nei talk show...

"era meglio quando si stava peggio"?

Matteo M. Commentatore certificato 27.12.07 18:04| 
 |
Rispondi al commento

ma che cazzo vuol dire "...è un atto dovuto!!! ""

ermanno muri 27.12.07 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Io spero proprio che il presidente della repubblica, persona nei confronti della quale nutro grande stima, tenga conto di quanto gli chiedono gli italiani.
Molte persone muoino per fame, molti per freddo molti per malattia e tutti in italia, dove molti non sanno come mangiare tutti i giorni, come scaldarsi, e non sanno dove e come curarsi.
nessuno aiuta questa povera gente.
Contrada che è stato condannato, forse non viene curato? forse non è un carcerato che ha tutte le garanzie di legge e della costituzione.
Se contrada vive in queste condizioni deve rimanere il carcere, se invece non viene curato, deve essere Mastella o meglio ancora il responsabile del carcere militare di fargli ottenere le migliori cure, ma sempre nella condizione di carcerato

alberto valtorta () Commentatore certificato 27.12.07 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Il caso Contrada non è così limpido come viene presentato in questo post.
Io della sentenza di un tribunale italiano purtroppo, tragicamente purtroppo non ho nessuna considerazione.
Non ho nessun elemento, ma dalle interviste rilasciate, dalla sue parole e soprattutto dalle reazioni suscitate da una sua eventuale grazia, appare anch'egli una vittima di mafia e non un mafioso.
Falcone e Borsellino insieme ad altri servitori dello Stato sono stati uccisi perchè nel loro lavoro erano efficaci, molto efficaci,
ma i loro parenti che campano con il loro nome e prendono i voti per il loro nome insanguinato che cazzo di credibilità hanno? a che titolo parlano? io proverei profonda vergogna ad approfittare del nome di un fratello morto e fare miei meriti che io non potrei mai ottenere.
In ogni caso liberare una persona da come si apprende quasi in fin di vita non significa offendere qualcuno anzi significa rivendicare una civiltà sconosciuta ai mafiosi, mi domando ma tutti quei stronzi che gioivano per la moratoria sulla pena di morte come giudicano tenere un vecchio malandato in carcere in condizioni durissime? pena di morte o tortura?
Soprattutto in questi giorni qualche riflessione sulla pietà umana andrebbe fatta, in ogni caso la faccia da strega della signora sorella Borsellino non la sopporto proprio, pensare che una persona insignificante come lei possa condizionare il destino di vita o di morte di un'altra persona fa venire i brividi.

Paolo Rullo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono un tuo accesissimo sostenitore e ti ringrazio per l'impegno che profondi a favore di un'Italia che non meritava di sprofondare nel baratro in cui è finita. Ma, tra le cause di questo tracollo, vi è anche una (a volte) strana amministrazione della giustizia. Mi riferisco al caso Contrada: come giornalista ho seguito tutto il processo di primo grado, e ci sono davvero delle cose poco chiare. Mancanza di riscontri alle dichiarazioni dei pentiti, verbali (dove un pentito ha affermato per ben due volte di non sapere nulla sul conto di Contrada)che sono venuti fuori solo per caso e soltanto dopo che il pentito aveva cambiato versione (accusando Contrada), incongruenze temporali, testimonianze a favore di Contrada da parte di decine e decine di colleghi di cui non si è tenuto conto e altro ancora. Capisco che, dall'esterno, a chiunque non abbia seguito nei dettagli il processo, possa sembrare assurdo contestare una sentenza passata in giudicato, ma, credimi, basta analizzare gli atti processuali per rendersi conto che qualcosa non ha funzionato per il verso giusto. Ricordi il caso Tortora? E il caso Dreyfus? L'errore giudiziario, ancorchè consacrato in un atto definitivo, purtroppo esiste. Comprendo la tua indignazione, che sarebbe anche la mia se non conoscessi nei particolari il processo. Ti chiedo soltanto di approfondire ed analizzare il processo medesimo: si tratta di una vicenda che ha dell'incredibile. Ho creato un blog su Internet (www.casocontrada.blogspot.com): non voglio farmi certo pubblicità, non m'interessa, voglio solo porre domande e parlare di fatti sui quali troppo spesso si è taciuto, permettendo che si diffondesse l'idea che Contrada sia necessariamente colpevole al di là di ogni ragionevole dubbio. Con stima e affetto, Salvo GIORGIO - Ragusa

Salvo GIORGIO 27.12.07 17:38| 
 |
Rispondi al commento

mastella sei un mafioso

sebastiano mallia Commentatore certificato 27.12.07 17:34| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Io sono daccordo sulla grazia a Contrada al patto che ci dica dei suoi mandanti. Di quelli che non si sporcano le mani, che rimangono invisibili. Solo così, per curiosità. Tanto non arrecherebbe danno ad alcuno, anzi ne arricchirebbe il curriculum e ne aumenterebbe la stima di questo popolo di idioti. Perché, diciamocelo, i veri colpevoli siamo noi che non siamo nemmeno un popolo. Questo è un "popolo" che ama i furbi, i grandi assassini, i ladri di futuro e se la prende coi lavavetri. Oggi se non sei un pochino delinquente neppure ti fanno lavorare. Sembra che i datori di lavoro abbiano il terrore di assumere gente onesta.
Chiede che chi parla del suo caso ne parli con cognizione.
Contano sulla mancanza di memoria. Ma ancora sono in molti a ricordare, anche se non sono abbastanza.
Ciao

alfio s. Commentatore certificato 27.12.07 17:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

mastella se va avanti cosi tra dieci anni chiedera la grazia per binnu e totò

sebastiano mallia 27.12.07 17:27| 
 |
Rispondi al commento

si tratta di stabilire cosa fare per impedire a sti bastardi di continuare, ormai anche le manifestazioni x grandi che siano nn servono a muovere più il culo di nessuno, anche perchè vengono oscurate alla grande.
Ma che cazzo di paese simo diventati....

stefano ricchebuono 27.12.07 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Il ragioniere genovese Giuseppe Piero Grillo, conosciuto come Beppe Grillo è stato scoperto da Pippo Baudo al cabaret milanese “Il Bullone” alla fine degli anni ‘70.
Dopo aver amato e odiato la televisione, il computer e internet (lo ricordiamo nello spettacolo “Time Out” dove ha iniziato con la distruzione rituale di due computer), nel 2005 apre il suo blog (oltre 500mila accessi giornalieri che lo fa diventare uno dei siti più visitati al mondo) e subito vince il premio WWW messo in palio dal giornale di Confindustria - il quotidiano dei Poteri forti italiani - “Il Sole 24 Ore”!
Da allora il blog ha continuato a crescere e oggi, tradotto anche in inglese e giapponese, è diventato fonte biblica di informazioni per milioni di persone.
Fin qui nulla di strano. La cosa che invece è interessante riguarda il suo editore!
L’editore di Grillo
L’editore di Beppe Grillo oggi è la Società Casaleggio Associati di Milano.
Nella prefazione del libro del 2004 “Web Ergo Sum” scritto da uno dei fondatori della Società, Gianroberto Casaleggio (che ha dato anche il nome alla ditta), Beppe Grillo spiega come ha incontrato quello che diventerà il suo editore di fiducia!
Grillo scrive testualmente: «lo incontrai per la prima volta a Livorno, una sera di aprile, durante il mio spettacolo Black Out. Venne in camerino e cominciò a parlarmi di Rete. Di come potesse cambiare il mondo. (…) Pensai che fosse un genio del male o una sorta di San Francesco (...) Ebbi, lo confesso, un attimo di esitazione. Strinsi gli occhi. Casaleggio ne approfittò.
Mi parlò allora, per spiegarsi meglio, di Calimero il pulcino nero, Gurdjieff (il famoso mago nero, uno dei maestri del cantautore Franco Battiato, ndA), Giorgio Gaber, Galileo Galilei, Anna di York, Kipling, Jacques Carelman (…)
Tutto fu chiaro, era un pazzo. Pazzo di una pazzia nuova, in cui ogni cosa cambia in meglio grazie alla Rete. (…) Ce n'è abbastanza per rinchiuderlo. E' un individuo oggettivamente pericoloso e socialmente utile»[1]

gavino ricci 27.12.07 17:17| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

politici italiani COME SAREBBE BELLA L`ITALIA SENZA DI VOI. SAREMMO PRIMI AL MONDO

salvatore s. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Benazir Bhutto: una vita in prima linea
ROMA - Amata in occidente, beniamina degli americani, Benazir Bhutto, simbolo della democrazia, della modernità, della rivendicazione femminile, è morta in un attentato poco più di due mesi dopo il ritorno in patria, dopo otto anni di esilio volontario, segnata da una lunga battaglia contro accuse di una presunta corruzione e dal dubbio di compromessi poco onorevoli con il regime. I Bhutto, come i Nehru-Ghandi in India, come i Kennedy negli Stati Uniti, sono una delle grandi dinastie politiche del mondo. (ANSA)

cettina d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Benazir Bhutto uccisa in un attentato in Pakistan.
Poteva restarsene in esilio!
Al Qaeda rivendica uccisione.

cettina d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 16:55| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI E'IL MANDANTE DELL'ASSASSINIO DI FALCONE E BORSELLINO. I FASCISTI SONO SEDUTI COMODOMANTE NEL PARLAMENTO DI UNA REPUBBLICA ANTIFASCISTA. I PRETI VANTANO DIRITTI E PRIVILEGI ASSURDI IN UNO STATO LAICO. I MAFIOSI, GLI INDUSTRIALI... TUTTI LORO NON SE NE SONO ANDATI DA DOVE LA STORIA HA VOLUTO CACCIARLI. IO DICO IN CULO ALLO STATO LAICO E IN CULO ALLA REPUBBLICA ANTIFASCISTA!! CI PRENDONO PER IL CULO DA UNA VITA, DA SEMPRE... LORO RUBANO AMMAZZANO TRUFFANO E UMILIANO UN POPOLO INTERO E IL POPOLO CHE FA??? IL V-DAY!!! IL V-DAY??? MA ANDATE A CAGARE ANCHE VOI!!! BASTA! BASTA! BASTA!! RIPRENDIAMOCI CIO' CHE E' NOSTRO!! PERCHE' E' NOSTRO PXXXX DIO!! E' NOSTRO E LORO CE L'HANNO PORTATO VIA!! BASTA PARLARE, BASTA ANDARE IN GIRO A SVENTOLARE BANDIERE!! USCIAMO DI CASA E AMMAZIAMOLI!! (A)MM(A)ZZZI(A)MOLI TUTTI!!!!! (francia docet)

(A) N (A) R K (A) 27.12.07 16:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Piu' treni, meno macchine!
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
A tutti coloro che venerano Grillo come un dio e lo vorrebbero in politica dico; Siete un popolo di cazzoni idolatri. Cosa vi fa credere che Grillo nn diventi come il resto della gia' variegata classe politica? Perche' dovrebbe essere meglio di loro, quando gli mancano cultura, umilta' e spirito di rinuncia? E davvero credete che un paese con 47 partiti abbia bisogno di un 48esimo? Vi meritate i vostri czz di idoli e la vostra czz di classe politica, che vi rappresenta al 100%. FNCL

frantoman menfranto 27.12.07 15:23-16:00

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Stai tranquillo, sappiamo già per chi votare, certo non per te e il tuo partito.
Vai a navigare altrove.
No macchine, no treni, no party.
(si un te garba Grillo, chi ci stai a fari cà?)

cettina d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.12.07 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha proprio ragione il blogger che afferma "Grillo ha fatto quanto potuto", ora tocca a noi, senza aspettare un qualcuno che ci dica cosa fare.Cominciamo a trovare il modo per spendere parole su questo blog per organizzarci e pianificare metodi e tempi di un'intervento urgente.
Di commenti e indignazioni abbiamo invaso questo blog. Ora converrebbe passare all'azione.Pacifica ma DURA. Prima di svegliarci una mattina e accorgerci che il peggio é arrivato.

fabrizio cassano Commentatore certificato 27.12.07 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a tutti gli Italiani onesti perchè in coscienza si chiedano questo: Rita e Salvatore Borsellino,così come tanti altri, hanno pagato la loro credibilità sia col sangue dei loro cari, sia con il proprio coraggio di continuare nel loro nome la lotta per la giustizia: sarà o no più credibile e giusta la loro posizione rispetto a quella di chi, per ingenuità o per indegna malafede, vorrebbe Contrada graziato? Se, come credo, la condanna definitiva dopo tre gradi di giudizio ha un suo fortissimo fondamento, e se, come credo, Contrada è debitamente assistito nel suo stato di malattia, perchè non ascoltare le voci degli onesti e dei giusti? perchè ancora una volta mortificare la giustizia e con lei le nostre speranze in un mondo un po' meno disonesto? Spero che almeno il Capo dello Stato si porrà la questione nei reali termini etici che questa richiede: contiamo su di Lei, Presidente, per dare credibilità ad uno Stato che è veramente al lumicino!

Marcella G. Commentatore certificato 27.12.07 16:21| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti piace questo slogan? "Il Clemente non s'arrende? Forza Clementina, stacchiamogli la spina!"

stefania giallanella 27.12.07 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per comprendere meglio le lettere dei Borsellino suggerirei di leggere il libro I COMPLICI di Lirio e Abbate, in cui si leggono documenti come la lettera scritta da Francesco Campanella, giovane UDEUR siciliano, responsabile della falsificazione di alcuni documenti che hanno permesso al capomafia Provenzano di essere curato in Francia per la prostata. Lettera indirizzata a Mastella in cui lo si ringraziava e lo si paragonava ad un padre. Lettera scritta quando era chiaro l'arresto imminente.

Marco Capizzi 27.12.07 16:13| 
 |
Rispondi al commento

E' una cosa indecente.

Ma più indecente è il fatto che, nonostante ipochi e timidi atti di protesta di chi il senso dello Stato lo ha vivo nei cuori..dei cittadini comuni.., la nostra classepolitica continui imperterrita nelle sue convinzioni di casta vera e propria dimenticandosi che è li a rappresentare il popolo italiano e nonper grazia ricevuta.
E'uno scandalo, una vergogna per tutti e una mortificazione per coloro che hanno subito lutti, dolori, pressioni psicologiche dalla malavita e che lo Stato si preoccupa di tutelare.

Poi alcuni politici si scandalizzano se all'aestero ci considerano dei giullari su una nave che stà affondando..
ma andatevene aff....

Paolo Sterzi 27.12.07 16:08| 
 |
Rispondi al commento

amico Beppe è la solita cacca che i merdosi ci scaricano addosso. Secondo te per quanto ancora dobbiamo sopportare?

Andrea L. Commentatore certificato 27.12.07 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Piu' treni, meno macchine!

frantoman menfranto Commentatore certificato 27.12.07 16:00| 
 |
Rispondi al commento

ho appena appreso della morte di banazir bhutto. sono sconvolto!!!!!
mi ricorda gli attimi successivi alle morti di Dalla Chiesa, Falcone e Borsellino (e di tanti altri).
Ho aperto il sito di Grillo e ho letto della grazia a Contrada.
Sono avvilito e depresso.
quando cambierà il mondo?
qunado le persone oneste potranno vedere finalmente la luce in fondo al tunnel?
fino alla morte di BORIS GIULIANO (vice questore di palermo e grande polizziotto), Contrada (che ne era il vice)per noi ragazzi palermitani era come lo stesso BORIS: un eroe; evidentemente dopo la morte di BORIS GIULIANO, Bruno Contrada si è venduto alla mafia (nell'accezione più estesa del termine : politici; imprenditori; professionisti, clero; delinquenti = tutti uniti nella consorteria o massoneria che dir si voglia).
In memoria dei tanti caduti di mafia e per la giustizia : NO ALLA GRAZIA A CONTRADA!!!!!!!

giuseppe cosenza 27.12.07 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando ci saranno lecca culi e persone ignoranti, l'italia non potrà migliorare ma peggiorare. Il voto non è più nemmeno da considerarsi un'arma a nostro favore perchè non ci sono persone valide da votare. Se penso che con 7 delle loro mensilità potrei comprarmi un piccolo appartamento di 60 mq invece di pagare un mutuo per 30 anni da sola con la speranza che la salute non faccia scherzi mi ribolle il sangue!! Maledetti.

catalini daniela 27.12.07 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alle solite ! I nostri politici ogni giorno ne inventano una di nuova ,porca puttana non hanno nessun ritegno,hanno proprio la faccia come il culo!! abbiamo i brigatisti che insegnano nelle università ,politici condannati che siedono in parlamento e chi più ne ha più ne metta. Facciamolo senatore sto Contrada cazzo !!!
Andate a fan culo vergognatevi .

agostino pertegato Commentatore certificato 27.12.07 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Bongiorno sig. Grillo
mi chiamo Antonella D'Agostino, la compagna di Renato Vallanzasca. Ho apprezzato molto il suo gesto, ne ho parlato giusto stamane con Renato a colloquio e volevo sapere se è possibile contattarla. Renato le è profondamente grato per la solidarietà e la coerenza dimostrata.
Cordiali saluti.
Antonella D'Agostino e Renato Vallanzasca.

Antonella D'Agostino 27.12.07 15:44| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo con la concessione della grazia a Contrada. Ma almeno lui l'ha chiesta.
Bompressi se ne sta a casa da tempo immemorabile perchè in carcere stava male, Pietrostefani è uccel di bosco e nessuno si da pena a cercarlo. Sofri,poi, lo si vuol graziare senza che nemmeno ne faccia richiesta!!! Si vuole ricorrere ad un artificio per fare in modo che a chiedere la grazia siano avvocato e parenti tutti. Nel frattempo vive e lavora fuori dal carcere, scrive su di un quotidiano che ho smesso di comprare e compare sul palco tra i padri fondatori del P.D.
Ma nessuno fa qualche osservazione in proposito?

giovanna giugni 27.12.07 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
vogliamo cominciare con queste "primarie"!!!!!!!

nicola l. Commentatore certificato 27.12.07 15:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/1140.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Grazia per Vallanzasca:

» Grillo, sempre più uomo politico, evita lo scontro con il Quirinale da Antigrillo: il populismo di Beppe Grillo e la mistificazione della Verità
La notizia: “Roma, 24 dicembre 2007 Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dopo le segnalazioni ricevute sulle critiche condizioni di salute di Bruno Contrada, ha avviato la pratica di concessione della grazia.” (link) La ste... [Leggi]

26.12.07 22:04

» STATO A ROVESCIO. da Nicola Andrucci
Il Processo Palermitano a carico di Marcello Dell’Utri è stato un punto di svolta nella scena politica degli ultimi anni. Per la prima volta un alto esponente politico è stato riconosciuto colpevole di”concorso esterno in associazione mafiosa”. SCAR... [Leggi]

26.12.07 23:40

» Le misure di Dini da Globali
“Nei prossimi giorni, nelle prossime settimane indicheremo quale sono le misure di cui il Paese ha bisogno per riprendere il suo cammino e superare il declino.” (Lamberto Dini, 26/12/07) E io che pensavo che Dini si fosse presentato alle el... [Leggi]

26.12.07 23:48

» Napolitano e Contrada da [ fra@politics ] -- Il blog di attualita' di fra@film
Ha trasmesso come da procedura costituzionale la domanda di grazia di Bruno Contrada, agente dei servizi segreti condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Uno che non si è mai pentito e che mantiene il segreto sulla possibile tragica c... [Leggi]

27.12.07 16:22