I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]

Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gennaio 2008


31.01.08

Libera informazione in libero Stato

rifiuti_tossici.jpg
La Corte europea di giustizia ha condannato il regime italiano di assegnazione delle frequenze radiotelevisive.
La Corte ha dato ragione a Europa 7, le cui frequenze sono occupate dalla rete di propaganda di Arcore, detta anche Rete 4.


30.01.08

Majowiecki e il ponte di Rialto

majowiecki_vday.jpg
Il Ponte di Rialto fu completato nel 1591. I lavori durarono tre anni. Unisce bellezza e funzionalità. L’ultimo ponte costruito a Venezia doveva costare due milioni di euro, ma la spesa è arrivata a 14 milioni. Per finirlo ci hanno messo sette anni, come per una piramide media. Costruire è un business, non più una necessità. Una speculazione che ha come beneficiari i gruppi immobiliari e le banche. Il professor Majowiecki, presente al V-day, ci guida in un viaggio tra gli orrori dell’urbanesimo moderno. Una via di mezzo tra le tangenti e un quadro di Salvador Dalì.


29.01.08

La Gita su Roma

gita_su_roma.jpg
Lo psiconano minaccia la marcia su Roma se non si vota subito con la legge porcata che fece approvare in tutta fretta nel 2006. La legge mantenuta in vita allegramente per due anni dal centro sinistra TOGLIE al cittadino il voto di preferenza. Vuol dire, ad esempio, che Cuffaro e Cirino Pomicino possono essere eletti senatori da Casini e da Berlusconi e i cittadini possono solo stare a guardare. Testa d’asfalto non le manda a dire sul rinvio delle elezioni: "Milioni di italiani si riverserebbero a Roma per chiederle”. Bossi ha rincarato la dose: “Se non si va al voto facciamo la rivoluzione. Ci mancano un po' di armi, ma prima o poi quelle le troviamo”.


28.01.08

La Casta dei giornali/ Feltri è una ONLUS

V2-day_Napoli.jpg
Feltri è un giornalista geneticamente modificato. Nel suo DNA sono stati introdotti i contributi pubblici. E' una malattia grave per un padano che ha lottato (si fa per dire) contro Roma Ladrona. Per ogni giù c'è sempre un su, per ogni men c'è sempre un più di 5,5 milioni all'anno per Libero. Feltri fa del bene ai suoi giornalisti, alla sua pipa e al suo stipendio. Per questo può essere promosso a ONLUS.


28.01.08

Bulow e i parassiti

V2-day_meglio_gioventu.jpg
Achille Lauro, un vecchio politico napoletano, per ogni voto dava in cambio due scarpe. Una prima e una dopo le elezioni. La politica italiana si è laurizzata. Cuffaro è stato eletto per i 300.000 posti di lavoro che ruotano intorno alla Regione Sicilia. Mastella è amato in Ceppalonia per lo stesso motivo. Sono dei benefattori con i soldi degli altri. I politici sono diventati datori di lavoro dei loro datori di lavoro.Un voto, uno stipendio. Ma chi paga lo stipendio della burocrazia pubblica parassitaria?


27.01.08

La musica è finita

V2-day_consenso.jpg
Il V-day dell’otto settembre duemilasette fu organizzato per cambiare la legge elettorale. Tre punti:condannati fuori, due mandati e la preferenza diretta che nessuno cita: è diventata come il terzo segreto di Fatima. Per la prima volta nella storia della Repubblica sono state raccolte 350.000 firme in un giorno. Il V day fu seppellito dall’ignoranza politica e dagli insulti. Il centro sinistra lo criminalizzò. Il centro destra lo sbeffeggiò. La settimana prima del V day organizzai una conferenza stampa a Firenze. Invitai 500 giornalisti, solo 7 diedero la loro adesione. La annullai. Telefonai all’Espresso per proporgli un servizio sul V day. Mi risposero che avevano “altre priorità”.


26.01.08

Il grande legislatore

V2-day_Fede_Berlusconi.jpg
Lo psiconano ha già iniziato la campagna elettorale. Alla sua età gli rimane poco tempo per rovinare in modo definitivo l’Italia. Ha appena concluso in Senato la campagna acquisti con Dini e Mastella. Topo Gigio Veltroni è stato opzionato. Il suo dovere di sfasciare la maggioranza l’ha fatto. Prenderà il posto di D’Alema nella casa circondariale delle libertà e scriverà tanti libri sull’Africa per la Mondadori. Palleggerà anche, di tanto in tanto, con Ronaldo e Cafù nella villa di Arcore. Testa d’asfalto ha già pronto il suo programma elettorale. Una “legge semplicissima” per limitare le intercettazioni "soltanto alle indagini per terrorismo, mafia e camorra".


25.01.08

L'albo mussoliniano dei giornalisti

V2-day_muro.jpg
A Venezia, Hitler, al primo incontro con Mussolini, si presentò vestito con un impermeabile sgualcito. Il duce e i suoi ministri erano in divisa, fez, stivali, fasci littori e bandiere. Mancavano solo gli schiavi africani con le trombe vestiti di pelle di leone. Da allora Hitler decise di copiare tutto dal fascismo. Tranne una cosa: l’albo professionale dei giornalisti. Non aveva abbastanza pelo sullo stomaco.


24.01.08

Liste Civiche, si parte

liste_civiche.jpg
Ve ne sarete accorti. Ogni giorno esce una notizia di distrazione di massa. Contrada, la legge sull’aborto, il Papa alla Sapienza. Le prime pagine dei giornali sono solo per loro. I giornalisti servi discutono solo di aria fritta. Sono titoli di copertura, nascondono la realtà. Servono per lavorare nell’ombra. Per evitare ogni cambiamento. Come è avvenuto dopo l’omicidio Moro nel 1978, dopo le stragi di Capaci e di via D’Amelio nel 1992 con le morti di Falcone e Borsellino. In seguito sono diventati presidenti del Consiglio i prescritti Andreotti e Berlusconi con le loro amicizie mafiose. La politica è un’attività di copertura del potere.


23.01.08

Lettera di licenziamento per il dipendente Cuffaro

dimissioni_Cuffaro.jpg
La solidarietà a Cuffaro da parte dei nostri dipendenti è oceanica. Oggi a lui domani a me? La solidarietà diventa automatica, un riflesso di Pavlov. Un istinto di sopravvivenza. Le toghe sono sempre rosse. O di sangue, o perchè emettono le sentenze. E' un mondo, quello della politica, in cui solo chi è ricattabile è al sicuro. Non è pericoloso per gli altri. Non può denunciare. Il politico ricattabile è tenuto all'omertà. Il problema non è Cuffaro in sè, non è nè il primo nè l'ultimo a essere condannato. E' grave il silenzio delle istituzioni, che stanno abdicando al loro ruolo di garanti della giustizia e dell'ordine sociale.


23.01.08

La Casta dei giornali/ I politici-editori

V2-day_Casini.jpg
I contributi pubblici per l'editoria dovevano sostenere i giornali di partito, ma sono andati, per la maggior parte, agli editori privati. In fondo non c'è differenza, perchè i veri giornali di partito sono Il Corriere, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Il Messaggero, Il Foglio, Il Riformista, eccetera, eccetera. Dietro a questi giornali ci sono gli interessi economici di persone e di gruppi privati. Il salotto buono del Corriere con Ligresti, Passera, Della Valle e Elkann, tra gli altri. La Confindustria, De Benedetti, Berlusconi, Cordero di Montezemolo, Caltagirone... Gli editori sono loro, i soldi sono sempre i nostri.


22.01.08

Tempo scaduto

V2-day_Stefania_Craxi.jpg
I politici sono i maggiordomi dell’economia parassitaria o mafiosa o della combinazione della prima con la seconda. I padroni ordinano e loro eseguono. Il fuoco di copertura delle loro azioni è compito dei media, che rispondono comunque agli stessi padroni. Il cittadino può decidere solo in base alle informazioni di cui dispone. Va quindi tenuto in coma assistito. I media sono l’anello di congiunzione tra i politici e l’economia. Senza il sostegno del media il politico non sarebbe eletto. Senza le menzogne dei media i politici non potrebbero agire indisturbati.


21.01.08

Una lettera da Vallanzasca

Mastelleide.jpg
Mi scrive Renato Vallanzasca, pluriomicida. Sta scontando l'ergastolo e ha passato in carcere una trentina d'anni. Leggendo la sua lettera ho una strana sensazione. Un ergastolano che mi ringrazia per averlo preferito a Contrada. Il motivo è economico. Vallanzasca non lo abbiamo pagato per delinquere, Contrada invece sì. E' una differenza non da poco per un genovese. Vallanzasca non si dichiara innocente, Contrada invece sì. Vallanzasca è in galera dal 1972, Contrada ha scontato qualche mese. La Grazia si può dare di fronte al pentimento e al riconoscimento delle proprie responsabilità. Non so se Vallanzasca è pentito, Contrada non lo è.


20.01.08

Condannato e Contento

Cuffaro_Falcone.jpg
C’era una volta il cornuto contento. Oggi c’è il condannato contento. Per Cuffaro cinque anni e l’interdizione dai pubblici uffici sono meglio del titolo di Cavaliere o di Commendatore. Casini è commosso, pensava peggio, vent’anni almeno. Lo psiconano ha chiamato il coppola boy per congratularsi. Il condannato è, prima di tutto, un perseguitato, un rifugiato politico. Per lui il Parlamento è il logico approdo. Quando arriva alla Camera o al Senato può finalmente delinquere in santa pace.


20.01.08

La Casta dei giornali/ Il Corriere della Sera

Cuffaro_contento.jpg
Il pesce più grosso dello stagno è quello che non si è fatto prendere. RCS (Corriere della Sera) è il primo gruppo, sia per contributi ricevuti dallo Stato che per le prediche sul taglio dei costi della Casta. Paolo Mieli è meglio di una vecchia carpa.. I suoi giornalisti fanno i moralizzatori, ma RCS incassa in un anno un malloppo di 23.507.613 euro. Quando andate in edicola il Corriere pretendelo gratis, lo avete già pagato in anticipo con le vostre tasse.


19.01.08

Maurizio Pallante e la scomparsa dei rifiuti

interviste_staff_pallante.jpg
Non si parla più della spazzatura di Napoli. L'interesse si è spostato sulla spazzatura politica, più nociva e non riciclabile. Gli inceneritori sono dannosi per la nostra salute e per le nostre tasche. Li sovvenzioniamo attraverso una trattenuta sulla bolletta dell'ENEL di circa il 7% che si chiama CIP6. Senza chiuderebbero tutti. Un contributo sottratto alle energie rinnovabili a cui era stato destinato. Un inceneritore spreca energia invece di generarla, è dimostrato, e soppravvive solo grazie alla tassa sull'energia elettrica.


18.01.08

La Casta dei giornali/ Carlo De Benedetti

Cuffaro_si_dimette.jpg
Quando ho scoperto che all'ingegner De Benedetti lo Stato dà meno di venti milioni di euro di contributi all'anno ci sono rimasto male. Così poco? Per la libertà che ci offre sulle sue testate è nulla, una miseria. La libertà non ha prezzo, ma quella che ci regala il Gruppo l'Espresso è valutata troppo poco. Grazie Ingegnere, grazie. Poteva chiedere di più, ma non lo ha fatto. Un vero signore.


18.01.08

Debito pubblico, profitti privati

V2-day_Piroso.jpg
Il Governo è quello che è. Tira a campare, mentre noi tiriamo le cuoia. Ma lo fa a fin di bene, per risanare l’economia italiana. Diventiamo più poveri per un futuro migliore e i risultati, non si può negare, sono sotto i nostri occhi. La nostra economia è come il conto al ristorante, si spera sempre che siano gli altri a pagare. Ogni governo affida al Governo successivo il conto e il banco prima o poi salta.


17.01.08

La Casta dei giornali/ Il Sole 24 Ore

V2-day_inciucio.jpg
La Confindustria vuole il libero mercato. Il taglio della spesa pubblica. L'allontanamento degli statali fannulloni. Vuole la legge 30/Maroni, il precariato. E, come è ovvio, anche il profitto di impresa. Il suo giornale, Il Sole 24 Ore, ha ricevuto contributi pubblici per 19.222.787 euro nel 2006. Un quotidiano liberista/statalista che fa utili con le nostre tasse. Un esempio di coerenza contro lo spreco.


17.01.08

Applausi...

applausi_Mastella.jpg
La Camera ha applaudito più volte Mastella mentre attaccava la magistratura. Una solidarietà convinta di chi può rischiare di fare la stessa fine. L’Italia dei Valori e il PDCI sono rimasti in silenzio. Il ceppalonico si è dimesso insieme al suo partito. Prodi è a interim alla Giustizia. Dia il ministero a Antonio Di Pietro. E’ forse l’unica via per sopravvivere alla rabbia degli italiani. Applausi ah ah ah ah ah ah ah - ah ah ah ah ah ah ah - ah ah ah ah ah ah ah - applausi della Casta intorno a me applausi - tu sola Sandra non ci sei - ma dove sei chissà dove sei tu - agli arresti forse tu - perché cantare - cantare ma perché - se canto tutta la Casta va in galera insieme a me ...


16.01.08

Hanno arrestato l'UDEUR!

V2-day_mastella_mava.jpg
Ricevo e pubblico una lettera di Marco Travaglio:
Caro Beppe, siamo tutti costernati e affranti per quanto sta accadendo al cosiddetto ministro della Giustizia Clemente Mastella e alla sua numerosa famiglia, nonché al suo partito, che poi è la stessa cosa. Costernati, affranti, ma soprattutto increduli per la terribile sorte che sta toccando a tante brave persone.


16.01.08

La Casta dei giornali/ Estero

V2-day_Pansa.jpg
La nostra immagine all'estero tra la spazzatura, la moglie di Mastella e la solidarietà di Prodi è ormai compromessa. Anche le testate finanziate per stranieri e emigranti all'oscuro di quello che avviene nel nostro Paese, come l'arcinoto "Polesani nel mondo" o il Gruppo l'Espresso (un milione settecentomila euro di contributi all'anno) potranno fare poco per cambiare la situazione.


15.01.08

Biutiful cauntri

biutiful_cauntri.jpg
L'inceneritore di Terni è stato chiuso. Si ipotizza il reato di disastro ambientale. Gli inceneritori sono antistorici e producono diossina e nanoparticelle. Se quello che scrivo è vero e documentato, allora sotto accusa devono finire in futuro tutti coloro che sono responsabili di morti di tumori: i politici, gli amministratori, gli imprenditori con i soldi del CIP6 della bolletta dell'energia elettrica. Se ciò che dico è falso, invito i piazzisti degli inceneritori a dimostrare il contrario su questo blog.


15.01.08

La Casta dei giornali/ La Chiesa

V2-day_Mughini.jpg
Più di 100 giornali o periodici cattolici sono finanziati dallo Stato. Ma non erano sufficienti l'otto per mille e l'esenzione degli immobili religiosi dall'ICI? Le nostre tasse contribuiscono a "La Voce dei Berici della Diocesi di Vicenza" e a "La Valsusa della Stampa Diocesana Segusina". Imperdibili per i fedeli più devoti.


14.01.08

Le macchine usate di Veltroni

veltroni
Veltroni ha mentito in pubblico a milioni di italiani in diretta televisiva. Nel programma di Fabio Fazio: "Che tempo fa" nel 2006. Voi comprereste una macchina usata o un partito democratico da un bugiardo? La televisione permette di dire il falso. Nessuno lo ricorderà. Nessun giornalista servo lo ricorderà. La Rete invece ha una memoria formidabile. Topo Gigio disse, prima di essere eletto sindaco part time di Roma per la seconda volta, che dopo il mandato si sarebbe ritirato dalla politica. E affermò con aria di sfida: "Vedremo se sarà vero o no”. Ebbene, sappiamo che è falso. In un altro Paese la sua carriera sarebbe finita, da noi è appena iniziata.


14.01.08

La Casta dei giornali/ Cooperative travestite

V2-day_io_so.jpg
Di fronte al numero sterminato di giornali assistiti la prima reazione è di farne subito uno per prendere finalmente uno stipendio. Se Fare Vela e Sportsman -Cavalli e Corse hanno ricevuto un finanziamento lo possono pretendere tutti, dai blog ai giornali di quartiere.


13.01.08

Veltrolusconi

Veltroni_Berlusconi.jpg
Per Veltroni la legge elettorale non si fa senza Berlusconi. Per Veltroni la legge elettorale si fa senza gli italiani. Per Veltroni la legge elettorale non si fa in Parlamento. Per Veltroni la legge elettorale non deve tenere conto delle tre proposte della legge di iniziativa popolare: "Parlamento Pulito” Per Veltroni la legge elettorale si discute nei salotti dei segretari di partito, in segreto Per Veltroni 350.00 italiani che hanno firmato per cacciare i condannati dal Parlamento valgono meno di un prescritto


13.01.08

La Casta dei giornali/ Le sedicenti cooperative

V2-day_Feltri.jpg
La cooperativa, secondo il dizionario della lingua italiana, è una società di produzione fondata sul capitale, il lavoro e il profitto impiegati o distribuiti in comune. Libero e il Foglio sono cooperative? Il capitale è il nostro, il lavoro è per il loro padrone e i profitti sono i loro stipendi. In comune ci sono solo le nostre tasse.


12.01.08

Vedi Brescia e poi muori

inceneritore_Brescia.jpg
Brescia è il luogo santo dei piazzisti degli inceneritori. Vi si recano in pellegrinaggio per respirare l'aria salubre direttamente dal camino. Bevono il latte locale e fanno un giro in bicicletta nei dintorni. E' la vittoria della scienza contro le tenebre. Per saperne di più su questo miracolo dell'innovazione ho deciso di aprire una piccola inchiesta. Oggi pubblico la prima parte del viaggio nell'inceneritore. Tenetevi forte.


12.01.08

La Casta dei giornali/ Politici e affini

V2-day_preferenze.jpg
Gli italiani sono in leggera controtendenza. Leggono poco, ma in compenso hanno un numero di giornali sterminato finanziato dalle loro tasse. Da cosa dipende? Dalla scelta eccessiva che confonde il lettore? Dall'informazione asservita ai finanziatori politici?
"Le testate percettrici di contributi diretti, relativi all’anno 2003, risultavano dunque 386, divise in otto categorie, di cui le prime tre primariamente coinvolte nelle polemiche sui soldi ai “giornali di partito”, a sedicenti “movimenti” e alle vere e finte cooperative.


11.01.08

Caccia agli evasori

vday_gallegati.jpg
Questo governo è sorprendente. Vuole la caccia agli evasori e quando li trova non va fino in fondo. 98 miliardi di euro di evasione sono 4/5 finanziarie. L'evasore italiano per essere perseguito deve pagare le tasse, avere un debito modesto con il Fisco e lasciare fuori i partiti. Invece il GRANDE EVASORE MAZZETTARO non rischia mai nulla. Male che gli vada si quota in Borsa e distribuisce i suoi debiti ai piccoli investitori.


11.01.08

La Casta dei giornali/ Missione macero

V2-day_Pasolini.jpg
Tra le cause dell'emergenza spazzatura ci sono i giornali. Non solo in senso metaforico, perchè non hanno informato su ecomafia e raccolta differenziata, ma con il loro contributo diretto.La monnezza è prodotta dagli editori in modo consapevole. Stampano per prendere i contributi dallo Stato e riempire i bidoni della spazzatura.


10.01.08

I piazzisti degli inceneritori

Pianura_inceneritori.jpg
In passato le catastrofi naturali, dall'inondazione del Polesine al terremoto del Friuli, provocavano il fenomeno degli sfollati. Oggi si assiste allo sfollamento della monnezza, però in ottica federale. Se la Regione è di centro sinistra apre discariche e inceneritori alla spazzatura della Regione Campania (di centro sinistra). Se è di centro destra mette il veto. I piazzisti degli inceneritori sono scatenati, a Milano ne vogliono subito un altro, chi li ha già, ma a basso regime, chiede più spazzatura da bruciare. Nessuno affronta il problema della raccolta differenziata e dell'eliminazione dei contenitori inutili.


10.01.08

La Casta dei giornali/ Soldi pubblici, informazione privata

V2-day_Grillo.jpg
Il finanziamento pubblico ai giornali costa al cittadino italiano quasi un miliardo di euro all’anno. L’editoria, può quindi, a pieno titolo essere definita editoria di Stato. Ci sono buoni e anche ottimi giornalisti, quelli che scrivono rischiando la pelle, quelli emarginati, quelli sotto pagati. Il 25 aprile non è contro di loro, ma contro l’ingerenza della politica nell’informazione. Il lettore non conta nulla per l’editore di un giornale, contano di più i finanziamenti pubblici (partiti), la pubblicità (Confindustria, ABI, Confcommercio) e i gadget (dvd, fumetti, eccetera).


09.01.08

Il Pecoraro Espiatorio

spazzatura.jpg
Si è aperta la caccia al Pecoraro Scanio. E’ lui il colpevole. Non Bassolino, non la Jervolino, non i presidenti del Consiglio degli ultimi quindici anni, non la Camorra, non le imprese del Nord che hanno smaltito i rifiuti tossici in Campania per risparmiare, non chi ha preso i miliardi di euro dalla Comunità Europea per opere mai realizzate, non le municipalizzate politicizzate, non i partiti, non la giunta regionale, non le giunte provinciali, non i sindaci contigui alla criminalità organizzata, non chi non ha permesso la raccolta differenziata, non i magistrati che non hanno indagato, non i giornalisti che non hanno denunciato, non i parlamentari campani che stanno a Roma, non le ASL, non chi deve controllare i prodotti alimentari, non chi deve controllare l’inquinamento dell’aria.


08.01.08

Il comma UNO BIS Folena/Luxuria e il degrado della Rete

desertificazione.jpg
Vorrei vivere in un Paese in cui, al mattino, esco di casa, compro il giornale e leggo cosa il Governo e il Parlamento hanno fatto per la MIA FAMIGLIA. Li pago, questi signori, con il mio lavoro, con le mie tasse, attraverso i consumi. Mi aspetto qualche buona notizia quotidiana, di qualunque genere, anche piccola. Per sentirmi sereno, per vivere un giorno di normale serenità. Non pretendo poi molto. Respirare profondamente aria pulita, alzare gli occhi al cielo e sorridere. Al mattino, invece, vengo informato, di rado dai giornali o dalle televisioni, quasi sempre da amici e dalla Rete, di nuovi ostacoli, problemi, sofferenze creati dai nostri dipendenti. Hanno un cilindro magico, estraggono senza sosta leggi, emendamenti, commi per toglierci la tranquillità.


08.01.08

Inceneritori. No comment.

Ingrandisci l'immagine--> Ingrandisci la tabella Tabella estrapolata dalla relazione "Effetti sulla salute associati alla residenza in prossimità degli inceneritori" del dr. Pietro Comba e della dr.ssa Lucia Fazzo del Dipartimento Ambiente e Connessa Prevenzione Primaria dell'Istituto Superiore di Sanità,...


07.01.08

Emergenze e Moratorie

vday_gallegati.jpg
L'Italia è il Paese del sole e delle Emergenze. Ogni giorno ha la sua Emergenza che comporta sempre una seria riflessione di Governo. Tra una emergenza e l'altra, mentre il cittadino è frastornato, ci sono le Moratorie. La prima è stata l'indulto ceppalonico. Tra un'emergenza sicurezza e un'emergenza caduti sul lavoro arriva la moratoria sull'aborto. Tra un'emergenza rifiuti e un'emergenza Alitalia si propone la moratoria sulla Malpensa."Moratoria nostra, vita mea" è il motto dei politici. Nessuno dice più nulla sulla legge Maroni (dove ti nascondi suonatore di jazz in do maggiore?) che ha allineato la politica del lavoro dell'Italia a quelle del quinto mondo . La revisione e/o l'abolizione della legge 30 era nel programma dell'Ulivo, ma adesso siamo in Emergenza. Non si può preteeeendere, direbbe Valium Prodi. La mancanza di sicurezza alla ThyssenKrupp è figlia della legge Maroni.


06.01.08

Spazzatour

Spazzatour.jpg
I giornalisti stranieri hanno fatto un tour in Campania. Uno Spazzatour. Non credevano ai loro occhi. Ma i lettori crederanno ai loro articoli. La Campania come Seveso. I prodotti della terra contaminati come quelli di Chernobyl. Addio turismo. Addio produzioni agricole. Addio tutto, tranne ai tumori in aumento.


05.01.08

Il tandem dei record

Bassolino_Jervolino.jpg
E’ difficile spiegare quello che sta avvenendo in Campania. Quando le responsabilità sono allo stesso tempo della politica, degli imprenditori, della criminalità organizzata e di parte dei cittadini da dove si deve iniziare? Il pesce puzza sempre dalla testa. Bassolino, diessino-diossino, è stato sindaco di Napoli nel 1993, rieletto nel 1997. Nel 2000 diventa presidente della Regione Campania, rieletto nel 2006. Rosa Russo Jervolino, eletta sindaco di Napoli nel 2001, riconfermata nel 2006. Bassolino-Jervolino sembra la marca di un tandem, quando uno scende dal Comune, l’altra lo avvicenda, e il primo sale in Regione.


04.01.08

Kenia in fiamme, politici abbronzati

interviste_staff_bianzino.jpg
I figli e gli eredi della prima Repubblica si scaldano, come lucertole al sole, nelle spiagge di Malindi. Bobo Craxi e la Melandri pasteggiano a champagne e aragoste. Forse li salverà la nostra aeronautica militare. All’interno del Kenia la situazione è più grave. Molti kenioti contestano le ultime elezioni vinte da Mwai Kibaki contro il favorito Raila Odinga. Kibaki è di etnia Kikuyu e Odinga di etnia Luo. Le due etnie si stanno massacrando sotto gli occhi del mondo. Il blog ha raggiunto telefonicamente il premio Nobel per la Pace, la keniota Wangari Maathai.


03.01.08

La fine della democrazia

fini_vday.jpg
Al V-day di Bologna ha parlato anche Massimo Fini. Ha espresso un concetto sintetizzato da Charles Bukowski: "La differenza tra la democrazia e la dittatura è che nella prima ti fanno votare poi ti danno ordini, mentre nella seconda non ti fanno perdere tempo a votare."Se la democrazia rappresentativa è il migliore dei mondi possibili, la sua versione degenerata italiana è il peggiore dei migliori mondi possibili. In Italia il cittadino conta uno, ma non vale un c...o.


02.01.08

La Giustizia di Barbablù

Barbablu.jpg
Per chi vuole liberarsi della moglie per una ventenne dell’Est o per ereditare l’appartamento la legge italiana offre grandi possibilità. Il giudice Bruno Tinti nel libro: “Toghe Rotte” fornisce preziosi ragguagli agli aspiranti uxoricidi. Per prima cosa bisogna disporre di una moglie e di un buon motivo per sopprimerla, quindi la si può eliminare. Chi vuole potrà dar sfogo al suo sadismo in quanto non considerato una seria aggravante.


01.01.08

La guerra dei nonni

guerra_dei_mondi.jpg
Dini, 77 anni e 7 nuovi punti per il Governo, non si arrende. Pensa al futuro. E’ lui il nonno nuovo. Il nonnino sempreinpiedi della politica. Nel 2006 votò per l’indulto. La moglie Donatella Pasquale Zingone Dini è stata condannata a dicembre 2007 a due anni e quattro mesi per il fallimento di quaranta miliardi della società Sidema di cui era amministratrice delegata. Per bancarotta fraudolenta. Reato condonato dall’indulto del mastellone ceppalonico. Che culo.