Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Hanno arrestato l'UDEUR!


V2-day_mastella_mava.jpg


Ricevo e pubblico una lettera di Marco Travaglio:

"Caro Beppe,
siamo tutti costernati e affranti per quanto sta accadendo al cosiddetto ministro della Giustizia Clemente Mastella e alla sua numerosa famiglia, nonché al suo partito, che poi è la stessa cosa. Costernati, affranti, ma soprattutto increduli per la terribile sorte che sta toccando a tante brave persone. Infatti, oltre alla signora Sandra, presidente del Consiglio regionale della Campania, sono finiti agli arresti il consuocero Carlo Camilleri, già segretario provinciale Udeur; gli assessori regionali campani dell’Udeur Luigi Nocera (Ambiente) e Andrea Abbamonte (Personale); il sindaco di Benevento dell’Udeur, Fausto Pepe, e il capogruppo Udeur alla Regione, Fernando Errico, e il consigliere regionale dell’Udeur Nicola Ferraro e altri venti amministratori dell’Udeur. In pratica, hanno arrestato l’Udeur (un mese fa era finito ai domiciliari l’unico sottosegretario dell’Udeur, Marco Verzaschi, per lo scandalo delle Asl a Roma, mentre un altro consigliere regionale campano, Angelo Brancaccio, era finito in galera prima dell’estate quando era ancora nei Ds, ma appena uscito di galera era entrato nell’Udeur per meriti penali). Mastella, ancora a piede libero, è indagato a Catanzaro nell’inchiesta "Why Not" avviata da Luigi De Magistris e avocata dal procuratore generale non appena aveva raggiunto Mastella, che intanto non solo non si era dimesso, ma aveva chiesto al Csm di levargli dai piedi De Magistris. S’è dimesso invece oggi, Mastella, ma per qualche minuto appena: poi Prodi gli ha respinto le dimissioni, lasciandolo al suo posto che – pare incredibile – ma è sempre quello di MINISTRO DELLA GIUSTIZIA. La sua signora, invece, non s’è dimessa (a Napoli, di questi tempi, c’è perfino il rischio che le dimissioni di un politico vengano accolte): dunque, par di capire, dirigerà il Consiglio regionale dai domiciliari, cioè dal salotto della villa di Ceppaloni.

Al momento nessuno sa nulla delle accuse che vengono mosse a lei e agli altri 29 arrestati. Ma l’intero Parlamento – con l’eccezione, mi pare, di Di Pietro e dei Comunisti Italiani – s’è stretto intorno al suo uomo più rappresentativo, tributandogli applausi scroscianti e standing ovation mentre insultava i giudici con parole eversive, che sarebbero parse eccessive anche a Craxi, ma non a Berlusconi: insomma la casta (sempre più simile a una cosca) ha già deciso che le accuse - che nessuno conosce - sono infondate e gli arrestati sono tutti innocenti. A prescindere. Un golpetto bianco, anzi nero, nerissimo, in diretta tv.

Nessuno, tranne Alfredo Mantovano di An, s’è domandato come facesse il ministro della Giustizia a sapere che sua moglie sarebbe stata arrestata e a presentarsi a metà mattina alla Camera con un bel discorso scritto, con tanto di citazioni di Fedro: insomma, com’è che gli arresti vengono annunciati ore prima di essere eseguiti? E perché gli arrestandi non sono stati prelevati all’alba, per evitare il rischio che qualcuno si desse alla fuga? Anche stavolta, la fuga di notizie è servita agli indagati, non ai magistrati. E, naturalmente, al cosiddetto ministro.

Il vicepresidente del Csm Nicola Mancino, anziché aprire una pratica a tutela dei giudici aggrediti dal ministro, ha subito assicurato "solidarietà umana" al ministro e ai suoi cari (dobbiamo prepararci al trasferimento dei procuratori e del gip di Santa Maria Capua Vetere, sulla scia di quanto sta accadendo per De Magistris e Forleo?). Il senatore ambidestro Lamberto Dini ha colto l’occasione per denunciare un "fatto sconvolgente: i magistrati se la prendono con le nostre mogli" (la sua, Donatella, avendo fatto fallimento con certe sue società, è stata addirittura condannata a 2 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta, pena interamente indultata grazie anche a Mastella). Insomma, è l’ennesimo attacco ai valori della famiglia tradizionale fondata sul matrimonio: dopo l'immunità parlamentare, occorre una bella immunità parentale. Come fa osservare la signora Sandra Lonardo in Mastella dai domiciliari, "questo è l’amaro prezzo che, insieme a mio marito, stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica, dei principi di moderazione e tolleranza contro ogni fanatismo ed estremismo". Che aspettano a invitarli a parlare alla Sapienza?." Marco Travaglio

16 Gen 2008, 17:48 | Scrivi | Commenti (3770) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Eccola!!!

Versione integrale dell'Ordinanza Mastella della procura di Santa Maria Capua Vetere e introduzione al ducumento.

http://fattionline.blogspot.com/2008/04/demente-mastella.html


Fatti Online
http://fattionline.blogspot.com/


Federico Pignalberiq Commentatore in marcia al V2day 09.04.08 22:06| 
 |
Rispondi al commento

andate a vedere cosa scrive l'Impastella su Grillo...
http://clementemastella.blogspot.com/search?q=grillo
Se è vero vorrei chiarimenti dal Beppone, se non è vero vorrei... beh sapete cosa fare se non è vero

Adriano Perrone Commentatore in marcia al V2day 13.03.08 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, avete fatto un giro sul blog del mastellone...desolante e censurante....un deserto...mi fa pena(il blog).
Bel coraggio a "confrontarsi" sul suo blog!

claudio n. Commentatore certificato 06.02.08 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa, a proposito dell'arresto della moglie di Mastella, avevo scritto: "Allora, la casta esiste davvero". Su Google, sto leggendo, per ciò che mi riguarda, l'avverbio "d'avvero" apostrofato. Siamo italiani e dobbiamo difendere anche la nostra lingua, per cui "d'avvero" non mi appartiene; qualcuno, ha effettuato un errore di trascrizione.
Sergio Camellini

Sergio Camellini Commentatore certificato 28.01.08 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Mai, mai e poi mai fidarsi di chi è o è stato un democristiano, di un suo parente o di quello che gli abita vicino.
Persone che si rifanno ad una morale fondata sul niente ed imposta con la paura non possono che essere dei pasticcioni bigotti.
Pensavate seriamente che gente così avrebbe cambiato qualcosa in questo paese senza chiedere preventiva assoluzione all'ufficio marketing del vaticano?
Illusi.
Pensate che veltroni farà quello che una persona dotata di normale intelligenza ed amore verso il prossimo farebbe?
Quando leverà la lingua dal santissimo orifizio (magari si farà aiutare a stapparla da mussi) avrà la bocca così impastata che non riuscirà a parlare.
Al posto suo lo farà bagnasco.

Gianluigi M. Commentatore certificato 26.01.08 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera leggevamo sul Corriere.it che in Senato c’era stata(Corriere della Sera)

Dopo qualche ora si scopriva che la poesia, sedicente di Neruda, altro non era che un “falso d’autore”.

Noi dedichiamo al Sen. Mastella un’altra poesia di Pablo Neruda (questa volta autentica), che riteniamo più consona al suo aspetto e più adatta alle sue corde, con tutto il rispetto dovuto al Poeta cileno.

ODE AL CARCIOFO

Il carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero,
ispida edificò una piccola cupola,
si mantenne all’asciutto sotto le sue squame,
vicino al lui i vegetali impazziti si arricciarono,
divennero viticci,
infiorescenze commoventi rizomi;
sotterranea dormì la carota dai baffi rossi,
la vigna inaridì i suoi rami dai quali sale il vino,
la verza si mise a provar gonne,
l’origano a profumare il mondo,
e il dolce carciofo lì nell’orto vestito da guerriero,
brunito come bomba a mano,
orgoglioso,
e un bel giorno,
a ranghi serrati,
in grandi canestri di vimini,
marciò verso il mercato a realizzare il suo sogno:
la milizia.
Nei filari mai fu così marziale come al mercato,
gli uomini in mezzo ai legumi coi bianchi spolverini erano i generali dei carciofi,
file compatte,
voci di comando e la detonazione di una cassetta che cade,
ma allora arriva Maria col suo paniere,
sceglie un carciofo,
non lo teme,
lo esamina,
l’osserva contro luce come se fosse un uovo,
lo compra,
lo confonde nella sua borsa con un paio di scarpe,
con un cavolo e una bottiglia di aceto finché,
entrando in cucina,
lo tuffa nella pentola.
Così finisce in pace la carriera del vegetale armato che si chiama carciofo,
poi squama per squama spogliamo la delizia e mangiamo la pacifica pasta
del suo cuore verde.

http://www.redrudy.com/?p=242

Paolo Taddeo 25.01.08 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo..... Candidatiiii!!!!!
Noi tutti ti vogliamo Cambieresti qualche cosa in meglio.
Dobbiamo mandare a casa tutti quei politici corrotti di merdaaaa.

Enrico Caporale 25.01.08 14:44| 
 |
Rispondi al commento

E adesso che si fa? andato il governo se ne fa un'altro o è il momento giusto per agire? stiamo qua ad aspettare o diamo il cosidetto dolpo di reni?

Voglio solo un mondo libero e uguale per tutti siano essi bianchi neri o gialli! senza i george clooney o le valeria marini! ma con gli Einstein i Marconi e i Galileo! Niete cofini servono solo a chi detiene il potere!siamo o no figli della stessa terra?

La storia inizia là dove l'uomo è finalmente libero d realizzare la sua vita senza condizionamenti dovuti al dominio dell'economia sulla sua stessa vita.

Mattia Soravia (nx-01) Commentatore certificato 25.01.08 04:04| 
 |
Rispondi al commento

Mastella = MAFIA
Andreotti = MAFIA
Berlusconi = MAFIA
Casini = MAFIA
Prodi = MAFIA
D'Alema = MAFIA
Ratzinger = MAFIA
Mastella = MAFIA
Mastella = MAFIA
.... L'ho già detto che MASTELLA = MAFIA!?!?!?!

VUOI VEDERE CHE IL VERO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E' PROVENZANO???

....che belli che sono!!!
....dicono TUTTO ed il contrario di TUTTO!!!
Condannano da CONDANNATI....
Si riempiono la bocca di "VALORI" che loro stessi DISATTENDONO....
Riescono dire a SE' STESSI LE BUGIE !!!!!

E' come unn incubo, dal quale ti svegli.....e ti rendi conto che il mondo reale è PEGGIO....

Quel LOBOTOMIZZATO di Bossi, ha invocato le ARMI.....INCOSCENTE PIRLA CRETINO IDIOTA DEFICENTE ASINO NULLA FACENTE SPARA CAGATE!!!!!!!!

STA A VEDERE CHE SE L'ITALIA SI SVEGLIA VERAMENTE E' LUI UNO DEI PRIMI CHE SI RITROVA UNA CARABINA NEL CULO!!!

....NESSUNO SI RICORDA QUANDO INCASSAVA LE TANGENTI DALLO PSICONANETTO!?!?!?

MAMMAMIA!!!!!!!!!

.....e comunque... MASTELLA & FAMILY = COSCA MAFIOSA!!!!!

Alessandro Calvi (alexjohncalvi) Commentatore certificato 25.01.08 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna organizzare una manifestazione coi controcazzi a Roma

LUCIANO MATERA Commentatore certificato 25.01.08 00:34| 
 |
Rispondi al commento

Io ho paura! Ho veramente tanta paura!
L'Italia e il mondo in generale va sempre peggio e questi maiali politici ci stanno rovinando la vita. Le elezioni anticipate non servono a niente con le leggi in vigore ora... PER FAVORE! FACCIAMO QUALCOSA PER GIRARE QUESTA CADUTA DEL GOVERNO A NOSTRO FAVORE!!!!

TI PREGO BEPPE!!! La gente ora è stufa e scende per le strade per difendere quel minimo di dignità rimasta.... facciamolo anche noi per queste elezioni!!!! BASTA!!! E' TROPPO!!!!!

Tiziano Giovannini 24.01.08 10:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Muore tanta gente buona in italia ,poverini ,ogni tanto non potrebbe toccare a qualche inbecille tipo Mastella??

Alesandro Leoni Commentatore certificato 24.01.08 08:58| 
 |
Rispondi al commento

beppeeee liberaciiii....mi sa che tra poco si andrà alle elezioni e saremo di nuovo punto e a capo. candidati mi sa che è l'unico modo per cambiare qualcosa in italia!!!

luca sabatino 24.01.08 00:16| 
 |
Rispondi al commento

E' un vero schifo! dobbiamo unirci e non andare a votare NESSUNO! e mandare a casa questa classe politica nessuno escluso,dobbiamo cambiare le regole,a governare persone che non abbiano più di 50 anni e dopo tre legislature A CASA,con una pensione NORMALE come tutti gli onesti cittadini che lavorano.
BASTA CON LA TARANTELLA DELLE ELEZIONI CHE CI PRESENTANO SEMPRE LE SOLITE FACCE.
BOICOTTIAMO IL VOTO!

luca . Commentatore certificato 23.01.08 18:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa ci si poteva aspettare da un ex democristiano. E' di oggi la notizia che il gruppo dell' udeur, salta a piè pari nel centrodestra, me lo aspettavo da tempo, ma farlo dopo gli accadimenti scorsi, fa venire un conato di vomito. Lo reputo un atto indegno,al solo pensiero che mastella mi ha rappresentato come ministro della repubblica italiana fino a qualche giorno fa. Poi giustamente toccato nel proprio intimo e anche in quello famigliare, ( che senso ha -avrà pensato il nostro- se anche da ministro posso essere trattato come un semplice cittadino )col suo pesantissimo punto percentuale, decide di far cadere il governo, che non gli ha garantito l'impunità così meritoriamente guadagnata sul campo.

alfredo masciullo 23.01.08 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Nel caso i nostri """rappresentanti""" decidano per le elezioni anticipate senza una modifica alla legge porcata del maiale padano Calderoli, si potrebbe organizzare una manifestazione straordinaria,magari a Roma?

LUCIANO MATERA Commentatore certificato 23.01.08 13:47| 
 |
Rispondi al commento

chiarito che non è più una questione di destra o di sinistra ma semplicemente una questione di onestà, mi piace pensare che nel Bel Paese esistono persone per bene che hanno voglia di buttare nel cesso questi politici...e ricomiciare.
Possiamo organizzare in ogni città d'Italia e, perchè no, in ogni comune degli incontri per dare visibilità e voce a chi vuole dire BASTA?!

Amalia Riso 23.01.08 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adesso dobbiamo riandare alle elezioni anticipate. Altri soldi spesi per riavere solo facce diverse, forse, che faranno altre promesse, che daranno al colpa dei casini che quotidianamente ci piombano addosso( a noi, non a loro)al governo precedente e così via. Ma se noi non andassimo a votare? tutti, non solo alcuni...qualcuno sà spiegarmi cosa succederebbe, in termini sia pratici che teorici? Non sarebbe un segnale veramente forte?
Bohhhh, ditemi voi!!!!

Fabio De Angeli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.01.08 11:21| 
 |
Rispondi al commento

MASTELLA E' UN VENDUTO A BERLUSCONI E BERLUSCONI UN VENDUTO A MASTELLA. PROMESSE RECIPROCHE. MASTELLA PROMETTE DI FAR CADERE IL GOVERNO E BERLUSCONI PROMETTE DI INTERROMPERE IL DIALOGO CON IL PD PER UNA RIFORMA DELLA LEGGE ELETTORALE, COSI' SI VA AL VOTO CON LA VECCHIA LEGGE E MASTELLA PUO' SEMPRE NAVIGARE NEL MARE DI MERDA DI QUESTA POLITICA.

Nino Cataldo 23.01.08 10:50| 
 |
Rispondi al commento

vorrei capire un attimo.ma se il signor mastella è indagato,oppure visto che ci sono dei dubbi sul suo operato,fatemi capire,può essere rieletto?può ancora andare al governo e fare quello che ha fatto fino ad ora (i suoi interessi)?ma siamo alle comiche,il problema è che non fanno ridere.ma una legge per questa gente non esiste,non si può fare niente per mandarli a lavorare sul serio come noi esseri comuni?

renato baruzzi 22.01.08 21:35| 
 |
Rispondi al commento

(3 -to be continuued...)
Conseguenze però che continuiamo a pagare noi utenti pubblici, noi che con le nostre tasse paghiamo gli stipendi alla ” Casta delle caste” e con il nostro silenzio, qualunquismo, menefreghismo continuiamo a chinare la testa e tirare avanti…davanti ad uno specchio che riflette ormai un’unica immagine deformata di ignoranza, sottomissione. Ancor peggio, in molti, la mancanza di ogni etica certificata dalla convinzione che se “lo fan tutti, lo posso fare anch’io” …e allora dai cassetti degli Uffici pubblici spariscono sempre le penne, le gomme e le colle.

Tipa Monella Commentatore certificato 22.01.08 14:41| 
 |
Rispondi al commento

(to be continueed..)
Eventi che si conoscevano da sempre, perchè la politica si sà è pettegola e tutto è risaputo ancor prima, quando si accettano le alleanze con commenti del tipo ” si, lo prendiamo, bisogna controllarlo perchè gli piace rubare le ciliegie, ma in fondo lavora per la nostra causa, a casa sua, basta controllarlo ogni tanto”. Ecco, perchè poi qualcuno si sente abbandonato, isolato, in fondo tutti hanno goduto di buone marmellate di ciliegia fatte in casa, non è giusto poi nascondere i vasetti vuoti quando bisogna restituirli, affinchè vengano di nuovo riempiti. Forse, questa volta, le cose sono talmente sotto gli occhi di tutti che non si è riusciti a trovare scappatoie politiche per negare l’evidenza dei fatti. Fatti incivili, trame oligarchiche che fanno sprofondare il nostro Paese sotto cumuli di macerie, fermandone il progresso già compromesso dai delicati equilibri economici della globalizzazione, dimostrando al Mondo intero che in ventanni non siamo riusciti a generare una classe dirigente onesta,coesa e compatta, da destra a sinistra, contro la corruzione,impegnata a governare non ad arricchirsi.
Siamo un Paese di saltimbanchi e di buffoni, un “Bagaglino” a cielo aperto, dove i Ministri ballano con “le loro donnine di Stato” svestite, e in nome del Papa testimoniano il loro sostegno catto-politico nella “Piazza delle Piazze”, perchè in fondo, c’è sempre la possibilità di prendere un’ eucarestia e di purificare il tutto, perchè il pentimento è pur sempre una garanzia, perchè l’importante è essere sempre e comunque in buona fede.
E in nome della Fede, della Bandiera, della Patria e della Famiglia giù a raccomandare incapaci e prepotenti, riempendo i nostri ospedali, i nostri Uffici pubblici, il nostro Parlamento di incompetenti, per cui morire sotto operazione diventa solo una naturale spontanea conseguenza.

Tipa Monella Commentatore certificato 22.01.08 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo i titoli dei giornali di oggi sembra che il governo debba cadere perchè “il Ministro della Giustizia è stato lasciato solo dalla sua Maggioranza” e via via a versare fiumi di inchiostro per spiegare tutta una serie di lungaggini interpretative sui tempi, sui modi, “sui perchè e sui però” del Prodi nazionale alle prese con ” il suo Ministro e un intero partito inquisito”.
Ma, arrivati a questo punto, che senso ha non affermare forte che il fallimento è a priori, il fallimento è stato lasciare “Ceppaloni a Ceppaloni”, è stato lasciare che un partito di ” tre civette sul comò” potesse arrivare ad un potere così radicato. E i giornali continuano a dare importanza, a concedere spazio editoriale alla prepotenza di ventilare futuri scenari di candidature e di alleanze. A chi è stato trovato con ” le mani nella marmellata” si dovrebbe concedere lo spazio editoriale necessario solo alle dovute comunicazioni chiarificatorie della propria posizione e non altro. Perchè ascoltare ancora e comunque un rappresentante istituzionale che non è stato in grado di svolgere il proprio mandato in modo ineceppibile come da giuramento di Stato? In questi giorni dolorosi per il nostro Paese continua a passare l’idea che ognuno può fare e dire quello che vuole e comunque continuare a darsi importanza, attribuendosi dignità,rispetto e addirittura combattere la propria causa, quasi di tipo privato, in modo pubblico, usufruendo gratuitamente di spazi sui media, mentre qualunque onesto cittadino, in qualsiasi lavoro, sarebbe già stato isolato e denigrato dai propri colleghi e conoscenti per molto meno. E’ giusto che il governo venga fermato, si tratta di un governo che non ha saputo “governare” nemmeno i propri equilibri, chiudendo gli occhi affinchè il malaffare continuasse a gestire la politica. E’ un governo colpevole di qualunquismo e di buonismo, se non ha avuto la capacità di isolare e anticipare gli eventi a cui stiamo assistendo.

Tipa Monella Commentatore certificato 22.01.08 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANDIAMOLI A CASA TUTTI.
TROVIAMO UN MODO PER FARLO .
LE ELEZIONI ANTICIPATE SONO SOLO UN MODO PER NON CAMBIARE NULLA !!!!

Cerchiamo di organizzare una forma legale per non farli più rieleggere .
Meglio il niente di questo schifo!
L'unica speranza è che qualche illuninato (Grillo, Travaglio, De Magistris...) prenda la leadership di chi non ne può più di questi delinquenti che hanno rovinato l'italia.
Prima di andarcene il più lontano possibile da questo schifo , PROVIAMO A CAMBIARLO !!!!
Alberto - Roma

Alberto Bortoli 22.01.08 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Non so se il commento sia per Mastella o per i giornalisti.
In questi giorni si e' data molta enfasi al fatto dell'arresto della moglie di Mastella. Altrettanta enfasi non c'e' stata, da parte dei giornali e organi di stampa, sui motivi che hanno portato il Magistrato ad ordinare gli arresti domiciliari. Forse cadra' il governo, forse no, ma non sapremo i motivi dell'arresto della moglie. Forse avremo un laconico comunicato. Nessuna indagine. Sappiamo come si sentono gli iscritti dell'Udeur.
In queste occasioni rimpiango il giornalismo americano.

Luigi T. Commentatore certificato 22.01.08 01:27| 
 |
Rispondi al commento

I sentimenti si esauriscono col passare del tempo.
L'indifferenza, l'incredulità, lo sconforto e lo sdegno si sono alternati nel tempo, uno dietro l'altro, ripetutamente fino a divenire soltanto parole vuote. L'ironia è scomparsa insieme alla spensieratezza della gioventù ed il vuoto che è rimasto è stato colmato dalla rabbia, che per la sua impotenza però si è rivelata soltanto disperazione. Se questa disperazione facesse traboccare il vaso, forse del sangue potrebbe pulire le colpe abominevoli di questa casta ignorante e volgare, ed il fuoco appiccato ai palazzi del potere potrebbe forgiare, dalle sue ceneri, una fenice (ma penso più ad un gabbiano, di cui parlava una volta Gaber). Ma la misura non sarà mai colma, e la schiena di questo popolo sarà pronta a curvarsi ancora, come spesso è accaduto in passato, fino all'inverosimile prima che uno scatto di reni possa fare la differenza. La famiglia in Italia è molto importante. Lo dimostra il caso Mastella, ne parla sempre il Papa, lo sanno bene i mafiosi (o camorristi, o 'ndranghetani, ecc ecc) ed è dimostrato dalle rette versate da tutti i politici (soprattutto quelli di sinistra) alle scuole private, cattoliche e non, in cui studiano i loro figli.
Ed è proprio per amore della famiglia che le cose non cambieranno, almeno finchè la fame, quella vera, non farà l sua comparsa in questa storia. Perchè ognuno in famiglia ha un commerciante, che qualche anno fa ha raddoppiato i prezzi a discapito di tutti. In ogni famiglia c'è un lavativo statale che mangia il pane a tradimento. In tante famiglie, soprattutto al sud, c'è un'incapace in uniforme pronto a farsi corrompere. Famiglia: palestra di egoismo su cui si basa questa società di cui tutto il resto ne consegue logicamente. La schiena si curverà ancora, e non per lavorare, non vi sarà scintilla sufficiente per innescare il fuoco e anche tu, Beppe, non me la conti più giusta.. il tuo editore ci tiene molto alla sua famiglia, ed alla telecom, e chissà che tu non sia..

Michele Caruso 22.01.08 00:48| 
 |
Rispondi al commento

come dice la mia mamma"chi fa le cose ha anche la faccia per portarle!ma vaffanculo mastella!

sara l. Commentatore certificato 21.01.08 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono veramente sconcertata dalla politica italiana, da come vengono fatti gli interessi dei parlamentari a scapito dei cittadini. Le ultime notizie poi sono altrochè rassicuranti, come si fa ad applaudire una persona indagata quando ancora non se ne conosce la sua innocenza? Solo in Italia succedono queste cose.
Che cosa possiamo fare per interrompere questo modo di far politica?
Cambiare il Governo?
Purtoppo non vedo un'alternativa propositiva che sia in grado di portare la politica verso il giusto ed unico obiettivo di volere il "bene" dei suoi elettori.
Paola

paola Cappelletti 21.01.08 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Dove é finito il mio post sul" rifiuto del Papa di andare alla Sapienza?

Giuseppe . Commentatore certificato 20.01.08 23:27| 
 |
Rispondi al commento

La prima volta che vidi Mastella ,pensai:
"Bene,ora abbiamo anche un rappresentante dei cartoni animati al governo: il sindaco di Springfield(vedi Simpson)!!!!" è identico e purtroppo REALE!!
E' ridicolo essere rappresentati nel mondo da politici indagati,bell'immagine che diamo!

marianna fucà 20.01.08 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Siamo arrivati forse ad un punto cruciale della nostra repubblica. L'Italia non è più la nostra.
Come ha già fatto Grillo, se vogliamo agire nella legalità e nella democrazia, appelliamoci all'Unione Europea affinchè ci aiuti a risolvere questa situazione imbarazzante: un paese governato da non-corretti, da non onesti, in pratica da NON ITALIANI.
Salviamoci!

Lello D.T./Daniela V.

Lello D. Commentatore certificato 20.01.08 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Da napoletano vi dico che cio che ci asfissia e ci appesta non sono i cumuli di immodizia che sono stati ad arte pubblicizzati e strumentalizzati con l'evidente scopo di nuocere all' immagine del sud italia e dell' italia in generale.
La puzza piu insopportabile e quella di marcio e putrefatto che ci viene dalle istituzioni, ma è ovvio il governo inteso come garante dei diritti e della giustizia sociale e praticamente almeno qui al sud italia praticamnte morto .
E inutile affanersi per trovare soluzioni da attuare con le stesse faccie e gli stessi personaggi, ci vuole un ricambio politico totale.
BEppe inizia tu !!!!!

matteo de simone 20.01.08 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è più niente da dire. La realtà è cosi ovvia e chiara che qualunque altra parola sembrerebbe superflua. Il mondo ride di noi e ... hanno ragione.
Un ultimo pensiero al "mio" Toto Cuffaro... VAFFANCULO. VAFFANCULO. VAFFANCULO.

Quest'anno, se tutto va bene prenderò la laurea e la prima cosa che farò e prendere le valigie e trasferirmi all'estero. Meglio pagare 100 alla Danimarca e non 80 all'italia, almeno li sai che il Primario è diventato Primario per le sue capacità mediche e no per la sua tessera di partito.

Ascoltate tutti, è impossibile cambiare le cose... EMMIGRIAMO

Alfio Ranno 20.01.08 16:58| 
 |
Rispondi al commento

I deputati si aumentano la paga
Al mese 200 euro in più come i senatori.Dopo le polemiche seguite alla pubblicazione delle statistiche europee che assegnano ai nostri politici la maglia nera per essere i più pagati del continente il doppio dei colleghi tedeschi, a Montecitorio inaugurano il nuovo anno con un bell'aumento di stipendio. La versione ufficiale è che si tratta di una misura per adeguarlo a quello dei senatori. 200 Euro lorde al mese. Tutta colpa, si giustificano a Montecitorio, della mancata parità di trattamento rispetto ai senatori che percepiscono un'indennità di 5.613 euro circa. A Palazzo Madama, infatti, non hanno mai rinunciato all'incremento dell'indennità dovuto all'automatico adeguamento della busta paga dei parlamentari a quella dei presidenti della Corte di Cassazione. La Camera sta infatti pensando di restituire ai suoi 630 inquilini quei duecento euro lordi mensili cui avevano rinunciato nel 2007 e che i colleghi senatori continuano a percepire. A rimetterci, naturalmente, saranno le casse dello Stato, visto che la Camera sarà costretta a sborsare oltre un milione e mezzo di euro in più. Insorge l'Italia dei Valori che chiama alle armi Alleanza nazionale con il proposito di battersi in ufficio di presidenza. E pensare che era dello scorso anno il proposito virtuoso dei parlamentari di sacrificare l'aumento di stipendio in nome della morigeratezza in politica. Oggi il dietrofront in puro stile voltagabbana per ragioni di "equità" di trattamento con i colleghi senatori. Ad ingarbugliare ancora di più le cose, ci si è messo poi il blocco delle stesse indennità parlamentari disposto dalla Finanziaria per i prossimi cinque anni. Moratoria, dicono a Montecitorio, che avrebbe di fatto cristallizzato una situazione di disparità tra le due Camere. Bertinotti si trova quindi ad affrontare un'ingarbugliata vertenza: contrastare i privilegi di casta oppure subire i ricorsi dei deputati che sulla base della legge sarebbero inevitabilmente accolti.

Francesco R. Commentatore certificato 20.01.08 15:26| 
 |
Rispondi al commento

I deputati si aumentano la paga
Al mese 200 euro in più come i senatori

Dopo le polemiche seguite alla pubblicazione delle statistiche europee che assegnano ai nostri politici la maglia nera per essere i più pagati del continente (il doppio dei colleghi tedeschi), a Montecitorio inaugurano il nuovo anno con un bell'aumento di stipendio. La versione ufficiale che circola è che si tratta di una misura per adeguarlo a quello dei senatori. Duecento euro lorde al mese. Toccherà a Bertinotti decidere.

Tutta colpa, si giustificano a Montecitorio, della mancata parità di trattamento rispetto ai senatori che percepiscono un'indennità di 5.613 euro circa. A Palazzo Madama, infatti, non hanno mai rinunciato all'incremento dell'indennità dovuto all'automatico adeguamento della busta paga dei parlamentari a quella dei presidenti della Corte di Cassazione. La Camera sta infatti pensando di restituire ai suoi 630 inquilini quei duecento euro lordi mensili cui avevano rinunciato nel 2007 e che i colleghi senatori continuano a percepire.

A rimetterci, naturalmente, saranno le casse dello Stato, visto che la Camera sarà costretta a sborsare oltre un milione e mezzo di euro in più. Insorge l'Italia dei Valori che chiama alle armi Alleanza nazionale con il proposito di battersi in ufficio di presidenza. E pensare che era dello scorso anno il proposito virtuoso dei parlamentari di sacrificare l'aumento di stipendio in nome della morigeratezza in politica. Oggi il dietrofront in puro stile voltagabbana per ragioni di "equità" di trattamento con i colleghi senatori.

Ad ingarbugliare ancora di più le cose, ci si è messo poi il blocco delle stesse indennità parlamentari disposto dalla Finanziaria per i prossimi cinque anni. Moratoria, dicono a Montecitorio, che avrebbe di fatto cristallizzato una situazione di disparità tra le due Camere. Bertinotti si trova quindi ad affrontare un'ingarbugliata vertenza: contrastare i privilegi di casta oppure subire i ricorsi dei deputati che sulla b

Francesco R. Commentatore certificato 20.01.08 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Deputati italiani, i più pagati
I politici tedeschi guadagnano la metà

E' l'Italia a detenere il primato degli stipendi dei deputati più alti d'Europa. L'indennità base in euro è di 11.703 contro 7.668 della Germania, 6.865 del Regno Unito e 5.000 circa di Francia, Olanda e Svezia. E' stato calcolato che, aggiungendo rimborsi e indennità varie, lo stipendio complessivo del parlamentare italiano arriva alla ragguardevole somma di circa 15mila euro netti al mese, più del doppio del suo collega tedesco.

Due milioni al mese, questa la cifra che il contribuente italiano versa per coprire le spese delle retribuzioni dei 101 membri del governo Prodi, che ha stabilito il record di poltrone nella storia della Repubblica. Lo riporta il settimanale L'Espresso. Nel calcolo rientrano voci quali: stipendi, vitalizi parlamentari, rimborsi, aumenti, assegni di integrazione per il presidente del Consiglio, ministri, viceministri e sottosegretari.

Sul gradino più alto c'è Romano Prodi, al quale spettano 26.847,43 euro lordi al mese. Oltre al premier, ci sono ventuno ministri e dieci sottosegreatri con scranno parlamentare che quindi sommano due tipi di stipendio. Tra i ministri con circa 25mila euro da segnalare Barbara Pollastrini, Giulio Santagata, Emma Bonino, Vannino Chiti, Rosy Bindi, Giuliano Amato, Paolo De Castro, Alfonso Pecoraro Scanio e Antonio Di Pietro. Un po' meno pagati, intorno ai 24mila euro, Enrico Letta, Linda Lanzillotta, Massimo D'Alema, Giuseppe Fioroni. I più "poveri", intorno ai 16mila euro, Tommaso Padoa-Schioppa e Paolo Ferrero. Sui 22mila euro lo stipendio di Clemente Mastella.

Francesco R. Commentatore certificato 20.01.08 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo i post emerge che ormai il popolo italiano ne ha abbastanza di questa maledetta casta che ci governa, ma si capisce anche come moltissimi vorrebbero fare qualcosa per migliorare la situazione. Beppe sei molto bravo a denunciare i numerosi problemi del nostro stato, ma non credi che sia ora di aprire un dialogo su quello che si può fare per migliorare la situazione? Per esempio credo che sarebbe giusto che ti occupassi del referendum costituzionale, magari appoggiandolo apertamente. Pensateci, forse qualcosa si può fare per migliorare questo paese malato.

Raffaele P. 20.01.08 15:09| 
 |
Rispondi al commento

PAROLE SACROSANTE NON PENSA CHE SIA ARRIVATO IL MOMENTO DI COINVOLGERE IL POPOLO NELLA VITA POLITICA DI QUESTO PAESE?

BATTERE L'ATTUALE SISTEMA POLITICO CON LA DEMOCRAZIA L'UNICA VERA ARMA INTELLIGENTE IN GRADO DI COLPIRE I DIRETTI RESPONSABILI E NON MIETERE VITTIME FRA GLI INNOCENTI.

FORSE E' IL CASO DI FARE UNA LEGGE ELETTORALE APERSONAM SU IMMAGINE DEL POPOLO ITALIANO,UNA LEGGE CHE DIA FORZA GIURIDICA AI PROGRAMMI PRESENTATI IN CAMPAGNA ELETTORALE AI QUALI POSSONO PARTECIPARE TUTTI I CITADINI ALLA SUA STESURA E FAR SCEGLIERE AI CITTADIBI PRIMA IL PROGRAMMA PIU' COMPLETO CON IL VOTO DI MAGGIORANZA E DOPO SCEGLIERE GLI INDIVIDUI CHE DOVRANNO REALIZZARLO.

IL MANCATO RISPETTO DEL PROGRAMMA A FINE LEGISLATURA DEVE SANZIONARE I RESPONSABILI CON PENE SEVERE.

L'IMPOSSIBILITA' DI RICANDIDARSI ALLE ELEZIONI

L'INTERDIZIONE DA TUTTI GLI UFFICI PUBBLICI
L'IMPOSSIBILITA' DI RICOPRIRE RUOLI DIRIGENZIALI NELLE IMPRESE PUBBLICHE .
QUESTO POTREBBE ESSERE UN INIZIO E' SOLO UNA PROPOSTA,RIUSCIREMMO AD IMPEDIRE A TUTTI I POLITICI DI METTERE LE RADICI SU LE NOSTRE POLTRONE E LASCIEREMMO IL PAESE NELLE MANI DI GENTE CAPACE IN GRADO DI FAR USCIRE I NUMERI DI CUI IL PAESE HA BISOGNO.

Luca Giurleo 20.01.08 14:10| 
 |
Rispondi al commento

la sensazione che poteva cambiare qualcosa finalmente,è durata poco.Vedrete domani come Prodi si mette a 90 gradi e si riprende il Mastellosauro e famiglia.De Magistris condannato!Non andrò più a votare se non cambiano questi cannibali al potere.Sono molto delusa .Dobbiamo aggire e pronto!

delia sanni 20.01.08 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Genovese cerca un migliaio di persone per nuova partenza da quarto dei mille, forse stavolta però ne serviranno almeno qualche decina di milioni. La prima volta hanno provato a fare l'Italia, questa volta bisogna rifarla. E' molto più difficile!

Ivo Saveri 20.01.08 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Siamo vittime di un sistema ammuffito. A guardare i vari telegiornali, mi sono ritrovata a dover cambiare canale perché non riesco a spiegarmi come possano esserci persone che in tv dicano quello che ha detto Mastella. Come si fa ad accusare un sistema giudiziario che sta facendo il proprio lavoro? E oltretutto criticato dal ministro della giustizia?! E non ho visto nessuno che si sia davvero indignato di fronte a certe dichiarazioni, ma chi più chi meno, hanno mostrato solidarietà a chi era stato indagato. Intanto l'Italia recede e secondo me torneremo a condizioni economiche simili al dopoguerra senza neanche averla fatta. Torneremo a vivere tutti in casa coi genitori e si ricreeranno le famiglie patriarcali che si mettono insieme per dividersi le spese. Non so voi, ma io ho vent'anni e non ci voglio stare più a questo meccanismo. Vogliono farci tornare indietro? Noi possiamo far tornare indietro loro. Quarant'anni dopo ci vorrebbe un bel '68. Un bel periodo di manifestazioni e una Rivoluzione come si deve, pacifica e civile. Tutti quelli sotto i trent'anni che entrino in Parlamento e si prendano tutte le poltrone, per non far sedere più la casta che sta lì da decenni. Si occupa il Parlamento e il popolo che vuole avere un futuro, il Paese giovane su cui tutti gli altri Paesi investono, si riprende ciò che gli spetta. Riprendiamoci l'Italia.

Silvia Parziale 20.01.08 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ah.... ora capisco il perchè di quella adesione così convinta al "family day"..... Eh, dev'essere molto importante la famiglia, per il nostro Ministro....

Domenico Conte 20.01.08 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Che bell'intervento Travaglio!
Limpida lucidità ed intelligenza cristallina,
si oppongono manifestamente, come in un quadro del Tintoretto, alle dense ombre ed agli strascichi luridi delle malefatte furbe dei professionisti malintenzionati...

un bel GRAZIE!

cooka boorra 20.01.08 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Marco e Beppe FOR PRESIDENT

Vi aspetto alle prossime elezioni.

Marco Micaroni 20.01.08 08:46| 
 |
Rispondi al commento

meno male se penso che il grassone a pensato all'indulto lo usera per la signora spero che non sia il solito polverone e poi torni tutto come prima sono stanco di stare piegeto a 90 gradi per il mio paese speriamo che le cose cambino cosi mi tiro su' a 45 non e' molto ma la visuale cambia o letto che nel parlamento ci sono anche delle mosche bianche sara' anche vero ma si rovinano frequentando l'ambiente bravo travaglio

marco bovolenta 20.01.08 00:43| 
 |
Rispondi al commento

MASTELLA ANALFABETA FACCIA DI CAZZO.

michele a. Commentatore certificato 20.01.08 00:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

pensieri misti:
...e meno male che Mastella si è levato dai coglioni!!!mafioso d m...
CSM vergogna!!!corrotti del cazzo!
Cuffaro vergognati e accollati la tua condanna.LEVATI DALLA POLTRONA!Considero coloro che hanno partecipato alle veglie di preghiera per Cuffaro (compreso quella cosa inutile del parroco)delle persone inutili , ipocrite e contenti di leccare il culo fituso dei mafiosi...mi vergogno della chiesa cattolica e dei suoi servitori.

alessandra z. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.08 23:20| 
 |
Rispondi al commento

che abbiano "arrestato" Mastella & co. non mi fa star male....anzi....Ma sono sempre più allibito (...eufemismo...) nel constatare come tutte queste persone abbiano la faccia come il culo!...si può dire faccia??...

mario costa 19.01.08 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Un amico leggendo il mio blog sul sito d'arte Equilibri Arte mi ha invitato a leggere questo blog che ho fatto volentieri e leggendo uno dopo l'altro i commenti scritti, questo è il mio contributo...

L'iTaLia Dei VaLoRi è FoRSe RaPPReSeNTaTA Da MaSTeLLa e CuFFaRo?

iL PaRLaMENTo TuTTo,
eSCLuSo aLCuNe MoSCHe BiaNCHe,
aPPLauDe L'iNQuiSiTo CLeMENTe MaSTeLLa,
MiNiSTRo DeLLa GiuSTiZia DeLLo STaTo iTaLiaNo.
PoLiTiCi e CaPi Di PaRTiTo
CoMe aD eSeMPio PieRFeRDiNaNDo CaSiNi e SiLVio BeRLuSCoNi,
Si CoNGRaTuLaNo PeR i CiNQue aNNi Di CoNDaNNa
aL GoVeRNaToRe DeLLa ReGioNe SiCiLia SaLVaToRe CuFFaRo...
CHiSSà PeRCHè TaNTi Di QueSTi,
DoMaNi SaRaNNo a PReGaRe iN VaTiCaNo?
eD iNTaNTo aLTRi LuTTi Di SeRie B,
PeRCHè La GeNTe CHe MuoRe,
PeR 1000 euRo NeTTi aL MeSe,
NoN RaPPReSeNTa NeSSuN VaLoRe...

http://www.equilibriarte.org/enzocorrenti/blog/l-italia-dei-valori-%C3%A8-forse-rappresentata-da-mastella-e-cuffaro-

eNZo CoRReNTi 19.01.08 22:16| 
 |
Rispondi al commento

quello che salta agli occhi e' l'impegno dei nostri politici per le quote rosa...........
mi auguro che le donne riflettano su questo e si impegnino per il da farsi.
visto che siamo in europa, uno sguardo su come funziona lo stato per il cittadino negli altri paesi, ovviamente avanzati, non si potrebbe dare ?

patrizia parlani 19.01.08 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti a Marco Travaglio per la solita attenta analisi della nostra situazione politica. Vorrei segnalare al sig. Travaglio delle voci, che solo un giornalista serio puo verificare, che parlano di minacce anonime subite da Luigi Annunziata, come proiettili, un pestaggio e altro non collegabili alle persone indagate, non si sa mai... ...puo essere materiale per un nuovo libro

roberto improta Commentatore in marcia al V2day 19.01.08 20:22| 
 |
Rispondi al commento

La "villa" di Ceppaloni è forse la casa del custode. Quella di Mastella è la Reggia. Alla faccia del 50% degli italiani che non arriva a 1900 euro al mese. E a quella di chi dice che il "nostro" è solo miserevole antipolitico qualunquismo.

Lorenzo Alberti Commentatore in marcia al V2day 19.01.08 19:18| 
 |
Rispondi al commento

La verità è che da troppo tempo anche sui magistra
ti vi sono estese ombre: le notizie scappano sem-
pre dai tribunali, corrono sole sole; se il giudice sbaglia, quanto paga? Che cosa gli costa?
Vi rendete conto che questa casta ha carriere assi
curate ed emolumenti da favola? Vi ricordate che se i nostri 'amici' (E CHE AMICI) parlamentari han
no preteso l'aumento degli emolumenti, i magistra-
ti avranno gli stessi aumenti? O mi sbaglio ?

MARCELLO C. Commentatore certificato 19.01.08 18:53| 
 |
Rispondi al commento

URGENTE: OCCORRE ORGANIZZARE UNA FIACCOLATA PRESSO IL TRIBUNALE DI SANTA MARIA CAPUA VETERE,IN SOCCORSO AI MAGISTRATI IMPEGNATI A FAR PULIZIA.
LA LOTTA E' IMPARI!
NON FACCIAMOLI SENTIRE SOLI.
TUTTI I MIEI CORREGIONALI ONESTI DEVONO SENTIRE IL DOVERE DI PARTECIPARE, UNANIMAMENTE.
I SAMMARITANI IN ASCOLTO DECIDANO IL GIORNO E L'ORA.
LA MAGISTRATURA SAMMARITANA SAPPIA CHE HA TOTALMENTE IL NOSTRO SOSTEGNO.

Carmine s. Commentatore certificato 19.01.08 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Giuro che ieri sera nel leggere il blog (condanna a Cuffaro - mozione Mastella) ho davvero pensato ad uno scherzo. Dopo tutto ero sul blog di un comico. E' tutto vero. Occorre una manifestazione nazionale a difesa del principio legalità, nell'accezione del rispetto delle regole datesi dalla totalità dei consociati. Qui si rischia, davvero, la continuità della convivenza civile. E il presidente della Repubblica cosa fa ..... non aggiungo altro in quanto persona di buon senso e responsabile. Sono convinto che la situazaione può sfuggire all'indispensabile controllo dell'ordine istituzionale.

pasquale calce 19.01.08 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dell'italia è la casta politica, ma della sotto-casta di burocrati e funzionari pubblici che fannulloneggiano? allora: molti f.p prendono lo stipendio per sedersi in ufficio ma per lavorare vogliono l'incentivo....e se qualche politica prova a sradicare questo costume viene messo all'angolo dalla burocrazia e dal burocrate...

Pippo Piperno 19.01.08 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo
a meravigliarmi qui ormai non sono i Mastella e Dini di turno, la politica si sa e' piena di ladri e malfattori, come ne e' pieno il Parlamento, ma a preoccuparmi sono quelli che vanno a fare le fiaccolate per la moglie di Mastella! quelli che danno i voti a Mastella per tenerlo in Parlamento ed evitargli la galera. Io ho paura di questi italiani non di Mastella. Guarda quell'altro, l'imperatore di Sicilia, amico di Casini, e' stracontento perche' i giudici l'hanno condannato solo per essere amico dei mafiosi ma non mafioso lui stesso! alla faccia delle repubbliche delle banane!

Tarcisio Arrighini 19.01.08 14:41| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia si è ficcata in guai che "levati!", con un piacere straordinario di lotta contro tutti per provare quanto siamo forti e resistenti e degni degli "antichi romani", credo che tra non molto tale riferimento salterà fuori, così come la noterella simpatica di Cuffaro che tratta con un mafioso nel retrobottega di un negozio di abbigliamento: mi è stata tolta la possibilità di pubblicare un racconto in cui parlo di un mafioso che va a chiedere il pizzo e intanto violenta la commerciante che ne diventa l'amante. Questa specie di classe dirigente andrebbe citata per danni all'immagine del commercio e alla fantasia della gente. E perciò gli italiani rifiutano le riforme condotte dalla gente che ci guida e "mistero!" riescono ad ottenere voti a farsi eleggere a farsi ascoltare mentre dicono baggianate. A questo punto sono d'accordo con Benigni: è necessario attraversare l'inferno ma proprio tutto turandosi il naso fasciandosi la testa e rischiare per esorcizzare e scacciare arroganti e ignoranti. Però Dante aveva fede e qui pare che la fede l'abbiano solo questi arroganti sicuri di fottersene di tutto ormai danno schiaffi a destra e a sinistra. Però il fatto che questi arroganti si sberleffino tra loro e per strada, in tv, per fare audience e guadagnare voti e simpatie, ci fa ben sperare. Tra poco si prenderanno a botte al bar, in ufficio e nelle sede istituzionali a fianco dei club calcistici vedremo anche gli asili nido per onorevoli. Andranno al manicomio e noi in paradiso. Ride bene chi ride ultimo. Per ora sono incazzata perchè mi sento fottura.

Laura Saccomanno 19.01.08 14:16| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia si è ficcata in guai che "levati!", con un piacere straordinario di lotta contro tutti per provare quanto siamo forti e resistenti e degni degli "antichi romani", credo che tra non molto tale riferimento salterà fuori, così come la noterella simpatica di Cuffaro che tratta con un mafioso nel retrobottega di un negozio di abbigliamento: mi è stata tolta la possibilità di pubblicare un racconto in cui parlo di un mafioso che va a chiedere il pizzo e intanto violenta la commerciante che ne diventa l'amante. Questa specie di classe dirigente andrebbe citata per danni all'immagine del commercio e alla fantasia della gente. E perciò gli italiani rifiutano le riforme condotte dalla gente che ci guida e "mistero!" riescono ad ottenere voti a farsi eleggere a farsi ascoltare mentre dicono baggianate. A questo punto sono d'accordo con Benigni: è necessario attraversare l'inferno ma proprio tutto turandosi il naso fasciandosi la testa e rischiare per esorcizzare e scacciare arroganti e ignoranti. Però Dante aveva fede e qui pare che la fede l'abbiano solo questi arroganti sicuri di fottersene di tutto ormai danno schiaffi a destra e a sinistra. Però il fatto che questi arroganti si sberleffino tra loro e per strada, in tv, per fare audience e guadagnare voti e simpatie, ci fa ben sperare. Tra poco si prenderanno a botte al bar, in ufficio e nelle sede istituzionali a fianco dei club calcistici vedremo anche gli asili nido per onorevoli. Andranno al manicomio e noi in paradiso. Ride bene chi ride ultimo. Per ora sono incazzata perchè mi sento fottura.

Laura Saccomanno 19.01.08 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Anche se vi seguo da qualche tempo, è la prima volta che intervengo. Lo faccio semplicemente per segnalarvi che il tempo stringe. Tutti i segnali portano a pensare che, in tempi brevissimi, ci sarà la stretta sull'informazione e la randellata sulla magistratura. Quegli applausi bipartisan in Parlamento al miagolio di Mastella sono una prova inoppugnabile. E con gli ultimi sviluppi l'interesse a perseguire quanto sopra è diventato anch'esso bipartisan. Cosa fare? Non vedo alternative, dobbiamo schiodarli tutti, e dico tutti, da quelle maledette poltrone e mandarli dove meritano di stare: in galera!!!! E quelli di Nessuno tocchi Caino non ci vengano a rompere i coglioni. Ma siccome con le buone non oterremo niente, bisogna già pensare di farlo con le cattive. Si accettano suggerimenti, ma a breve.

Antonio Sivec Commentatore in marcia al V2day 19.01.08 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Loro sono le MAFIE, questa classe politica è il vertice di tutte le MAfie, Riina e soci sono manovalanza, interlocutori privileggiati e spesso usati per i traffici di ogni tipo (anche dei voti) poi, quando non servono più, perche hanno trovato qualche altro rappresentante, via tutti al 41bis e se qualcuno della manovalanza si pente, allora ci pensano i quintali di tritolo a far saltare "le orecchie" che hanno raccolto le confidenze, Onesti servitori di questa povera Italia.
Ora, mi chiedo, se chiediamo alle Mafie di volgere le armi contro la Casta, rompendo cosi i rapporti di sudditanza (visto che sono solo i manovali delle mafie a farsi il carcere) eliminare solo e soltanto i politici, cominciando dai parlamentari, uno ad uno, (ovvio risparmiare il personale delle scorte è un'obbiettivo primario) non credete che il 90 percento della popolazione Italiana approverebbe?
Questo vuole essere una provocazione, però...non mi vergogno di averla fatta, se il risultato fosse Macchiavellico, lo spazzamento totale della Casta.

Carmine s. Commentatore certificato 19.01.08 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ieri mattina casualmente,su sky-tg.24,ho avuto modo di sentire, in diretta, la conferenza stampa del ceppalonico mastella,partendo dalla prima guerra d'indipendenza e alla povertà che seguì la seconda mondiale, alle costrizioni dei sopravvissuti, costretti ad emigrare nelle Americhe, il discorso (il suo roteare le pupille e la lingua) accentrato sulla moglie,migrante e alla sua borsa di studio che gli permise il viaggio, lì dove la rincontrò e riportò in quel di ceppaloni,moglie, che tenerezza!
Anche i miei genitori a metà anni cinquanta "migrarono" per le Americhe, con tristezza, però.
Dopo venti minuti di tenerezze giustificative, premessa obbligatoria, ecco la rabbia.
Gli occhi girano ogni due secondi sopra e poi sotto (nel vuoto) la lingua, ogni tanto tutta fuori, nell'angolo sinistro della bocca, ecco che ritenendosi innocente su tutte le accuse a lui profferite,inizia a promettere al suo ritorno, da assolto (accuse infondate, senza briciolo di prove), ghigliottinamenti vari in particolare alla magistratura e per ora che politicamente è più che vivo (appoggio esterno) inizia il vero voto-di-scambio parlamentare, non si dica che sia sul mercato (per ora), poi l'attacco frontale senza tanti veli al DI Pietro.
A questo punto ho spento la Tv, pausa di un caffè. Ho pensato, come un lampo, un ragionamento mai balenato prima: Riina e Provenzano, seduti in una conferenza stampa tre giorni dopo la cattura avrebbero dimostrato più umiltà, onore e quant'altro nei confronti dei Magistrati. Poi, fermato quì il ragionamento, mi sono chiesto come mai ho fatto un simile accostamento ed ecco, piu velocemente di prima, la risposta, ma si! questi signori (mastella,Berlusconi,D'Alema..tutti)ma proprio tutti della Casta sono al vertice della cupola (mafiosamente parlando) massonicamente operante e organicamente a libro paga di tutti noi, profumatamente,con le "collusioni e favoreggiamenti" agli uomini delle mafie, NO!
.....

Carmine s. Commentatore certificato 19.01.08 14:01| 
 |
Rispondi al commento

SE SONO QUESTI GLI UOMINI (SIG!)
DEPUTATI A RAPPRESENTARCI NON VOTARE IL TUO VOTO LI RAFFORZA LI LEGITTIMA COL TUO VOTO LA CASTA DECIDE DI TE AFFOSSA LA TUA LIBERTA' NON VOTARE E LA PIU' GRANDE DELLE MANIFESTAZIONI DI PROTESTA MAI AVVENUTA IN ITALIA, SE SCENDONO IN CAMPO GRILLO, DE MAGISTRIS, FORLEO,TRAVAGLIO,SANTORO ED ALTRI COME LORO SI, SI VOTA ALTRIMENTI NO!
NON VOTARE LA CASTA E' SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI....DESTRA O SINISTRA O CENTRO TUTTI UGUALI SONO!LASCIAMO VOTARE LE LORO FAMIGLIE I LORO LECCA CU....LI I LORO RACCOMANDATI MA NOI RESTIAMO A CASA NON VOTARE!

MARIO L. Commentatore certificato 19.01.08 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Sono oltre 100 interventi su questo argomento, ce ne sarebbero tanti altri se si parlasse di argomenti simili. Conclusione tutti vorrebero con i loro modi mandare a casa tutto il parlamento. Peccato però sono convinto che che se votassimo ora saremmo costretti a rivedere gli stessi nomi di oggi. E' l'uomo italiano che bisogna rifare, forse con altri scandali di questo tipo possiamo ricrederci, io non vedo l'ora. Ho votato a destra per un cambiamento risultato il cambiamento c'e stato ma per le saccocce di di chi è andato su. Ho votato a sininistra ma haimè peggio di peggio. Sono tutti collusi vorrei conoscere le persone per bene attraverso i loro atti. Chissà se con buone e massiccie manifestaszioni si riese nell'intento di mandare via tutto il liquame che ci rappresenta. Per fare una coloscopia bisogna bere 4 litri di acqua per pulire gli intestini dalle feci, chissa quanta ce ne vorrebbe per pilire il parlamento (camera dei deputati, senato, regione, provincia, comune, circoscrizione). Si propone non una ma tante manifestazione o addirittura una presenza costante con una tenda ad ogni edificio. Grillo sei in nostro faro propina manifestazioni di questo tipo sei rimasto solo tu.

Leonardo Trav 19.01.08 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Fanno trasmissioni intere pubblicando intercettazioni di ogni genere, dal delitto di Perugia a GARLASCO ECC, ECC, PER NON PARLARE DI COGNE......... Tutti dicono la loro rimestando volgari dettagli e questioni che andrebbero invece affrontate in altre sedi, perchè i processi ancora non sono terminati o magari non sono neppure iniziati. Si indicano colpevoli, si ipotizzano reati, si scannerizzano atteggiamenti, sguardi, mosse degli indagati. Questo succede alle vite dei normali cittadini e nessuno si scandalizza, anzi ci si specula. Se però a finire nella morsa è un politico, allora si grida allo scandalo, e anche "certi giornalisti" sono pronti a tutto per patrocinare la causa dell'indagato in questione. Non si curano neppure di leggersi le carte, di verificare quali siano le accuse e quali fatti riguardino le indagini. Un politico è innocente perchè è un politico, ed è dunque intoccabile. In altri paesi, la sola ombra del reato getterebbe discredito su chi siede in parlamento. In Italia invece siamo al paradosso, più si scoprono le magagne, più la politica fa cappannello. Si coalizzano destre e sinistre con l'unico intento di salvarsi il culo e continuare a farsi i propri porci comodi alle nostre spalle. Mi viene da ridere quando Prodi parla di serietà, e mi viene ancora da ridere quando sento Berlusconi che parla di rinnovamento. A settant'anni non è ancora sazio? MANDIAMOLI A CASA. E soprattutto ripuliamo il parlamento da tutti coloro che non sono in regola con la giustizia! Non accontentiamoci del "meno peggio" o sarà la fine...

emanuela corda 19.01.08 11:15| 
 |
Rispondi al commento

grazie Marco Travaglio sei un grande giornalista ,uno che non guarda in faccia al potere e che svolge il suo lavoro con dignità ed onestà . Sei assieme a Beppe Grillo l'ultima speranza per noi poveri cittadini italiani che ormai abbiamo totalmente perso fiducia in tutti i partiti politici.
Sono una madre siciliana con due figli che studiano e lottano tutti i giorni per cercare di avere un futuro migliore , mi chiedo spesso che futuro mai potranno avere in una terra senza speranza come la nostra,una terra in cui si scambia il diritto con il favore .

nunzia morreale 19.01.08 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo decine di messaggi e commenti sul blog e su youtube a proposito di Mastella e vedendo tutta questa RABBIA mi é venuto di pensare: Per fortuna Mastella e noi siamo riuniti in un luogo "virtuale" e non fisico. Fossimo stati in presenza fisica di Mastella e avessimo agito gli insulti, Mastella sarebbe già linciato,lapidato, pestato,il suo cadavere straziato e violato appeso per i piedi ad un lampione.
Tutto questo alla faccia della Giustizia che invochiamo per noi e alla faccia dei De Magistris, Forleo, Di Pietro, Colombo, Davigo, Borrelli, Borsellino, Falcone, Caponnetto, Boccassini, e di tutti Magistrati che lavorano giorno dopo giorno al servizio non solo dell'Ideale di Giustizia ma soprattutto della Collettività che siamo noi tutti.
Molto meglio della espressione di rabbia é la circolazione di notizie diffuse in ogni modo e dalla maggior quantità di persone, affinchè vi sia un NOSTRO controllo diretto dell'operato di chi,avendo chiesto e ottenuto che gli sia dato POTERE, si assume la RESPONSABILITà di operare per il vantaggio della Collettività.

carlo pietraforte 19.01.08 10:46| 
 |
Rispondi al commento

nostro inviato a Santa Maria Capua Vetere (Caserta)

Spulciando tra le intercettazioni che a migliaia ingrassano il fascicolo sulle irregolarità del Piano regolatore generale di Casagiove (inchiesta prodromica a quella che poi coinvolgerà i coniugi Mastella e mezzo Udeur campano) saltano fuori conversazioni clamorose che coinvolgono direttamente il presidente della provincia di Caserta Sandro De Franciscis, nipote di Mariano Maffei, procuratore capo di Santa Maria Capua Vetere. Intercettazioni esplosive perché tirano in ballo imprecisati rapporti con la camorra e perché sembrano ricalcare, nella scelta dei medici amici per i posti da primario all'ospedale, le contestazioni che hanno portato all’emissione di misure cautelari per la consorte del Guardasigilli e per i fedelissimi scudieri del Campanile regionale.

MARIO L. Commentatore certificato 19.01.08 10:43| 
 |
Rispondi al commento

La commedia mastellina è ora al secondo atto. Ci tocca anche vedere la fase due. Dopo le lacrime del coccodrillo si passa alla controffensiva, con tanto di minacce al governo e quant'altro. Se la maggioranza deve cadere, è meglio che lo faccia subito, ora che ha un'ultima occasione di salvare il salvabile in quanto a onorabilità. Restare ancora penosamente a galla appoggiando le volgari e inaudite accuse alla magistratura da parte del Ministro della giustizia uscente, sarebbe l'ultimo colpo di coda di un tirannosaurus rex in bambola. La definitiva macchia indelebile sulla fiducia che buona parte degli italiani aveva riposto in questo governo dai mille volti e dalle mille parole. Se si andrà a nuove elezioni, come tutti ormai auspichiamo, non ci si offrirà l'occasione del rinnovo, ma il solito squallido riciclo di vecchi carrozzoni da circo, con i vari pesci pilota al seguito. Dobbiamo dunque organizzarci, unire le forze e proporre candidati nuovi di zecca, fuori dai giochi in partenza. In alternativa possiamo direzionare la nostra preferenza appoggiando coloro che in parlamento si sono distinti per coerenza e onestà morale e intellettuale (sono aimè ben pochi). Tra questi c'è anche il sig.Di Pietro. Io, per quanto mi riguarda proporrei alternative più radicali ancora, liste civiche e intellettuali d'alto rango. Uomini con le palle e con il cervello, che sappiano interpretare il malessere degli italiani, dagli imprenditori agli autonomi, dagli operai agli agricoltori, dagli studenti ai disoccupati ecc. Aspetto il Vday per capire se tu, Beppe, coglierai finalmente l'invito. Siamo alla frutta, ma abbiamo ancora tannta energia per incazzarci!

emanuela corda 19.01.08 10:43| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,da tre giorni non guardo tg mi fanno vomitare.....è scandaloso che su 30 minuti di tg 20 vengano fatti sulle buffonate delle mogli dei politici,tra l'altro io penso mosse già pianificate a tavolino,perche tutto [che LORO sanno]deve portare a qualcosa!E con tutti i problemi dell'italia e del SUO POPOLO,perche se l'italia in qualche modo è ancora un paese da sogno è grazie a noi cioe noi cittadini sia da nord che da sud,tutti noi lavoratori...Quì chiudo chiedendoti,sempre sé possibile,di parlare o di dire qualcosa,a riguardo di una notizia sentita ieri da un mio amico molto informato sulle LADRATE dei politici.Ma è vero che un politico PUò...solo dopo 2 giorni di lavoro dimettersi...E...con una legge[ che non si sa da dove salta fuori]ricevere VITA-NATURAL-DURANTE un VITALIZIO...di più o meno 1.600 euro.....MA ABBIAMO il paese con il più BEL CIRCO DEL MONDO.."IL PARLAMENTO"..grazie infinite

Pavan Simone 19.01.08 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La rivoluzione (dal tardo latino revolutio, -onis, rivolgimento, cfr. re-volvere, rivolgere) è un mutamento improvviso e profondo che comporta la rottura di un modello precedente e il sorgere di un nuovo modello.

Rivoluzione in politica
Rivoluzione americana
Rivoluzione cubana
Rivoluzione culturale
Rivoluzione francese
Rivoluzione industriale
Rivoluzione inglese (dibattito storiografico)
Rivoluzione messicana
Rivoluzione russa

Citazione da Wikipedia.
Non c'è mai stata una rivoluzione italiana e forse non ci sarà mai.
Adesioni?

Fabio Mellini Commentatore certificato 19.01.08 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Anna Maria Greco

da Roma

Per la procura di Salerno ci sarebbe una «regia» dietro gli attacchi al pm di Catanzaro, Luigi De Magistris. E finiscono sotto inchiesta i suoi maggiori «nemici». Non solo il procuratore capo Mariano Lombardi ma anche l’aggiunto Murone e il pm Rinaldi: tutti e tre per corruzione in atti giudiziari per vicende legate alle inchieste «Why Not» e «Poseidone». E sul registro degli indagati della procura campana finisce anche, per abuso d’ufficio e calunnia, il procuratore generale facente funzioni della Corte d’Appello di Catanzaro, Dolcino Favi, quello che ha avocato l’inchiesta Why Not che coinvolge il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, e il premier Romano Prodi.

MARIO L. Commentatore certificato 19.01.08 09:13| 
 |
Rispondi al commento

è vero siamo tutti perennemente incazzati con i politici, è vero che abbiamo mille ragioni per esserlo, è vero che sono un orribile manipolo di mediocri trafficanti di voti e vantaggi ..... vero vero tutto vero. Ero già più che adulto negli anni di tangentopoli e dicevamo le stesse medesime cose, non c'era Grillo (né Travaglio nè Stella)ma DI Pietro Borrelli Bocassini con strumenti un tantinello più incisivi. E che ne è stato poi? Niente. Abbiamo cambiato classe politica? NO, abbiamo sostituito una parte dei vecchi con i loro compari. E l'esame di coscienza che questo maledetto popolo doveva fare non l'ha fatto. E non lo fa manco adesso. Bello vedere le colpe negli altri, difficile riconoscere le proprie. Cominciamo noi, per una volta dal basso, a costrurire l'Italia che vorremmo ed invece di distinguerci a chiacchiere, distinguiamoci dagli altri nei fatti. Scommettete che se ci mettessimo qui seriamente a stilare una lista di comportamenti virtuosi da CONDIVIDERE E METTERE IN ATTO NOI SPONTANEAMENTE nessuno aderirebbe? Perchè la morale, è facile farla agli altri. Vorrei sapere quanti di voi (noi) si rifiutano di chiedere raccomandazioni o appoggi ai politici (o influenti - non cambia) di turno, pagano le tasse, non parchieggiano in seconda fila, raccolgono le cacche dei loro cani ......

siamo propostivi, stiliamolo questo un decalogo di comportamenti virtuosi e seguiamolo noi. Scommettete che non avrò risposta?

bye

massimo v. Commentatore certificato 19.01.08 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Siamo "governati" (lo scrivo tra virgolette perchè in realtà sono in Parlamento a fare tutt'altro) da esseri senza dignità e responsabilità che non pensano ad altro che a se stessi e non si rendono conto che ormai nessuno crede alle loro vergognose bugie e alle penose giustificazioni.
Ma anche noi non abbiamo dignità perchè altrimenti avremmo già agito, manifestato, scioperato e ci saremmo organizzati tutti quanti insieme per mettere fine a questa situazione assurda in cui siamo ostaggi di uno stato e di un sistema che non vogliamo e che non accettiamo più.
Indignamoci un po' di più...poi tutto verrà da se!

Raffaele Piazzolla Commentatore in marcia al V2day 18.01.08 22:46| 
 |
Rispondi al commento

BHE NON E GIUSTO SOLO LA FAMIGLIA MASTELLA BENSI IL 90% DEI PARLAMENTARI E FAMIGLIE COMPRESE ANZI FINO AL 4 GRADO DI PARENTELA DOVREBBERO ARRESTARE MA NON IN CASA PROPRIA BENSI SOLO E PRETTAMENTE IN SARDEGNA

pino ronca 18.01.08 22:45| 
 |
Rispondi al commento

"...ai valori della famiglia tradizionale fondata sul matrimonio"

Forse in questo caso sarebbe meglio dire "fondata su Patrimonio"!

La Mastellopoli è scoperta? Non ci credo! Sarebbe troppo bello per essere vero!
Ah, dimenticavo, io scrivo da Benevento e... conosco i miei polli!

Nicola Rainone 18.01.08 21:15| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi.. questo è lo sfacelo!

fabrizio brigante 18.01.08 21:03| 
 |
Rispondi al commento

amici vi rendete conto che a molti italiani va bene cosi la giustizia l"onesta la trasparenza ect è solo utopia quando cerco di parlare con qualcuno dei nostri problemi noto molta indifferenza anche questo blog ormai lo guardano solo persone che ci credono e non quelli che si dovrebbero vergognare non mi reputo pessimista su niente tranne ora voglio salutare BEPPE GRILLO IN LUI CI CREDO ANCHE SE LO VEDO STANCO X FORTUNA CI SONO ANCORA UOMINI GIUSTI

Salvatore Tarantino 18.01.08 20:39| 
 |
Rispondi al commento

FABRIS DORMI TRANQUILLO
COME PUOI DUBITARE DELLA PIENA SOLIDARIETA' DELL'ESECUTIVO ALLE SVENTURE DEL TUO MENTORE ?
UOMO COLTO, RAFFINATO, CATTOLICO E ONESTO ED INDEFESSO LAVORATORE CUI STA A CUORE SOLO IL BENE DEI SUOI CONNAZIONALI ED ELETTORI
SI VABBE' HA CALCATO UN PO' LA MANO PER FAR ASSUMERE QUALCUNO DEL SUO GIRO, HA MESSO UN FIGLIO DA BERSANI E GLI ALTRI DUE LI HA MESSI NEL PRESTIGIOSO GIORNALE DEL PARTITO "IL CAMPANILE", HA COMPRATO TRE-QUATTRO APPARTAMENTI AL PREZZO DI UNO, SI E' UN PO' ALTERATO CON DE MAGISTRIS E, MAGARI, SICCOME L'UOMO E' PECCATORE, AVRA' PURE COMMESSO QUALCHE ALTRA MARACHELLA CHE NON CONOSCIAMO. MA COSA VUOI CHE SIA !
MA SI', SOLIDARIZZATE (FRA VOI) E SODOMIZZATE (A NOI)

Marco P. Commentatore certificato 18.01.08 19:59| 
 |
Rispondi al commento

La Mastellopoli è oramai scoperta. Le implicanze di natura giudiziaria sono tutte da verificare. Chiedo a Grillo ed a Travaglio, così informato sulle procure di tutta Italia, come mai non riesce a scrivere un rigo, uno solo su quanto hanno scritto tutti i quotidiani di oggi, e cioè sul fatto che il ministro Di Pietro, cui voi stendete tappeti rossi, abbia foraggiato il procuratore che lo ha assolto a Brescia per la vicenda della famosa mercedes con un incarico di 3 milioni relativo ad autostrade. O Di Pietro deve rimanere la santa maria goretti della politica italiana? Sono curioso di conoscere il trattamento che gli riserva Grillo.

pietro carmina 18.01.08 19:52| 
 |
Rispondi al commento

(...to be continuued)

Ma le vittime lo sappiamo già da oggi siamo tutti noi, onesti cittadini del Nord e del Sud che lavoriamo, paghiamo le tasse, andiamo a votare perchè ci hanno inculcato l’idea della democrazia e non ci hanno detto, a scuola, a casa, nel partito, in parrocchia che la democrazia è la conquista di ogni giorno e che a mollare la guardia e a stare sempre zitti, da un giorno all’altro si diventa sudditi dei Re…anche se oggi non hanno la corona, lo scettro non lo mollano facilmente.

Tipa Monella Commentatore certificato 18.01.08 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Forse il problema è che la maggioranza degli italiani nel loro profondo è come la "casta" pensando che comunque dandoGli appoggio qualche vantaggio arriverà.
E' questo il vero problema.Un ministro che dichiara di non essere in grado di gestire il suo mandato istituzionale mi darebbe spavento se non fosse che non ci credo,dato che la sparata aveva verosimilmente altre intenzioni.
Non sò in quale altro paese occidentale si sia mai avuto un esempio di degenerazione del sistema con 3-4 parlamentari decisivi per un governo.
Ma sono gli italiani che vanno a votare e nella cabina mettono la fatidica croce e la mia preoccupazione è che nonostante sia aumentata la presenza di "giovani" nel corpo elettorale la trippa è la stessa,quindi il problema è più grave di quello che sembra con una contrapposizione non sui temi ma sugli uomini,non su cosa è meglio ma su cosa è meglio "per me".
La TIVI non esiste,la stampetta è patetica(avete letto da qualche parte una seria inchiesta giornalistica sui rifiuti di Napoli?).
Resta il Bloog e le prossime elezioni disposto a votare dall'estrema destra all'estrema sx con le persone giuste ed i temi giusti(terreni)
Domy
Mi auguro

domenico zito 18.01.08 18:54| 
 |
Rispondi al commento

( to be continueed...)
Prodi e la sua Maggioranza devono trovare la dignità di dimettersi, devono tagliare i fili ad ogni possibile ricatto (sottoscrivere o cadere…come dire “cada Sansone con tutti i Filistei”…ora che Sansone ha perso i capelli), solo così potranno essere finalmente di nuovo liberi di alzare la testa e di affermare che il Paese intero, dal Nord al Sud, non può essere tenuto al guinzaglio da un gruppo di manigoldi che nel nome, è sempre una garanzia, della fede cattolica hanno fondato il loro potere regalando e ricevendo favori, lavoro, denaro arroccati in un piccolo paesino che dal suo nome “Ceppaloni” fa già pensare ad una “Bassottopoli”. Ma come abbiamo fatto ad arrivare fin qui? E tutti gli altri, in Parlamento, a che bande appartengono?
Oggi è il giorno dell’Ultimatum: ma perchè nessuno nel Parlamento, si alza e dalla sua poltrona di Maggioranza o di Minoranza non dice a Fabris e a Mastella che forse è un po’ tardi per pensare di avere ancora il diritto di chiedere qualcosa al nostro Paese? Il nostro Paese si chiama Italia, e se il suo nome forse deriva da “italoi” che era il modo con cui i Greci chiamavano i vitelli, non significa che sia un Paese di vacche e di tori, e se qualcuno lo ha creduto è ora che sii ravveda perchè le vacche sono magre e da ciucciare è rimasto ben poco, forse solo un po’ di dignità, nelle ossa e nel sangue, che persino un animale sono convinta possiede. “Gli Ultimatum” non piacciono a nessuno e appartengono già al gergo militare; stiamo tutti ben attenti, da domani, perchè dopo gli ultimatum di solito scoppiano le bombe. Abbiamo già dato, abbiamo già visto, per cui “niente paura”,siamo preparati sappiamo che qualche petardo, più o meno anunciato può esplodere in qualche stazione, in qualche via del centro, e sappiamo che la colpa sarebbe ancora una volta sempre di altri.

Tipa Monella Commentatore certificato 18.01.08 18:54| 
 |
Rispondi al commento

“GRAN RIFIUTO” o “ARIA di COLPO di STATO”?

Ma perchè nessuno, giornalisti, intellettuali, politici, imprenditori in questi giorni a rischio per la Democrazia del nostro Paese non dice che forse è in atto un colpo di Stato? Un gruppo politico, irrisorio come numero di voti e come presenza nelle varie Regioni d’Italia, ma “fenomeno del Sud”, un partito-feudo-campanile che da un piccolo paesino(carica di Sindaco) governa Napoli e la Campania (Presidente del Consiglio Regionale), una città e una Regione delle più popolate del Paese, e lo fa con un Ministro alla Giustizia (settore poi così casuale per una Regione ad alto tasso mafioso??’ Così è il Ministro stesso a controllare se stesso e i suoi confratelli massoni) e tre Parlamentari (n.3 voti nel “borsino” parlamentare) che oggi, dopo la solidarietà e il “gran rifiuto” del nostro benemerito Presidente del Consiglio e della Sua Maggioranza, addirittura si permettono “il ricatto del giorno dopo”: -” O riconoscete il discorso del nostro Ministro (screditando la Magistratura) o noi non vi diamo più il nostro appoggio esterno”.
Un appoggio politico che è ciò di più indegno che la storia repubblicana dei Governi del nostro Paese ha mai dovuto subire. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno e si continua a non dire, a non usare le parole vere, quele giuste. Siamo dentro ad un colpo di Stato, fatto e subito dall’attuale classe Dirigente politica, ordito da un miscuglio insano di politica,corruzione, massoneria, servizi segreti, interessi mafiosi ed economici di tutta una classe politica che, questo si, deve trovare da qualche parte la spinta per essere buttata giù. Noi, cittadini, lettori, elettori siamo colpevoli di esserci fatti tappare la bocca e il naso in questi ultimi ventanni per la paura di perdere il lavoro o di diventare invisi alla società civile dei nostri piccoli Comuni - campanili.

Tipa Monella Commentatore certificato 18.01.08 18:50| 
 |
Rispondi al commento

(to be continuued...)

Si, perchè nel 2007, nel III millennio, dopo aver sperimentato nel mondo civile ed incivile ogni forma di gestione politica in 3000 anni di storia, continuiamo ad essere cittadini di piccoli paesi in cui ci si conosce tutti, tutti sanno tutto di tutti e tutti e per il proprio interesse economico hanno lasciato o permesso per il proprio “interesse - raccomandazione” che le cose arrivassero fin qui. E’ poi passata la “consuetudine”, che nel tempo sappiamo diventa diritto, di farsi i fatti propri, in silenzio e tranquillità. Così nel nostro Paese i giovani hanno cominciato a bere e a schiantarsi in macchina contro i pali, di notte, in un gioco di vedo-non-vedo che la dice lunga anche sul giorno dopo. “Il giorno dei giorni” è arrivato: non possiamo più far finta di niente perchè gli altri ci vedono, ci guardano e probabilmente - caro Prodi - visto che siamo in “Eurroppa” ci chiedono il conto della nostra corruzione, della nostra bassezza umana, del nostro portare solidarietà a tutto e a tutti ormai: ladri, mafiosi, assassini, nuove Messaline travestite da Marie Goretti..e ancora chinare la testa di fronte alla realtà dei fatti, borbottare qualcosa per non affermare niente, per non uscire dal coro e perdere il proprio ruolo nello show. Uno show squallido dove i rifiuti per le strade della Campania sono solo la giusta scenografia alla realtà politica e umana di oggi.

Tipa Monella Commentatore certificato 18.01.08 18:49| 
 |
Rispondi al commento

GOVERNO: UDEUR ATTACCA SU GIUSTIZIA, OK A MASTELLA O E' CRISI
EX MINISTRO, PD MI HA ISOLATO. DOMANI INTERROGATORIO MOGLIE
Capogruppo alla Camera Fabris: martedì unanimità o finisce
maggioranza. Prodi: spero mio interim sia breve, processi più
rapidi. Idv chiede subito nuovo Guardasigilli. L'inchiesta va
avanti: oggi gip ascolta persone in carcere.

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Prodi lo ha oggi indicato come 'senior' del gruppo", ha riferito Li Gotti. "Ed è ragionevole e scontato che sia cosi", concorda Manconi, che fa notare: "Non solo Scotti è il più anziano d'età e di esperienza al ministero (dove negli anni Ottanta ha ricoperto l'incarico di capo dell'ufficio legislativo, ndr), ma visto che il rapporto con la magistratura è in questo momento il punto di maggiore sofferenza, l'ex presidente del Tribunale di Roma è sicuramente la persona più adatta" a ricoprire un ruolo di coordinamento del gruppo dei sottosegretari. Incarico, questo, che però - puntualizza Maritati - "non mi risulta sia stato assegnato ufficialmente".

Per favorire il gioco di squadra, i sottosegretari si avviano ad intensificare le riunioni con i 'tecnici' del ministero, in primis con il capo di gabinetto del ministero, Stefano Mogini, designato dall'ex ministro Mastella. "Durante la prima riunione - sottolinea Li Gotti - faremo il punto sulla relazione che Prodi ci ha chiesto di stendere sui temi di competenza di ciascun sottosegretario". Informatizzazione dei processi penali e civili, i cui tempi sono proverbialmente lunghi; ufficio per il processo; situazione delle carceri italiane: giustizia minorile; gestione del personale, amministrativo e giudiziario: questi i problemi che, da oggi, Prodi si troverà sul tavolo di ministro della Giustizia.

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:39| 
 |
Rispondi al commento

PRODI AI SOTTOSEGRETARI, SERVE SQUADRA COESA
Un incontro di poco meno di un'ora, durante il quale ha chiesto a tutti e cinque i sottosegretari di fare il punto sulle competenze di ciascuno, privilegiando la necessità di accelerare i tempi della giustizia, e sollecitando tutti a lavorare in un gioco di "squadra coesa".

Il giorno dopo aver assunto l' interim come ministro della Giustizia dopo le dimissioni di Clemente Mastella, il premier Romano Prodi ha convocato a Palazzo Chigi i sottosegretari del dicastero di Via Arenula: Luigi Scotti (ex presidente del Tribunale di Roma), Luigi Li Gotti (Idv, noto avvocato, ha difeso numerosi 'pentiti' di mafia), Luigi Manconi (Pd), Daniela Melchiorre (in area diniana, sostituto procuratore militare a Torino), Alberto Maritati (Pd).

"A tutti noi ha chiesto di lavorare facendo gioco di squadra, e di esser coesi, perché il nostro attuale ministro fa anche altro", ha riferito Maritati. "Spero di restare per breve tempo al ministero della Giustizia", ha esordito Prodi, secondo il racconto dei partecipanti all'incontro. Il premier ha così nuovamente auspicato quanto detto ieri alle Camere, e cioé che Mastella torni a Via Arenula dopo che sarà chiarita la vicenda giudiziaria che lo riguarda. Al ministero della Giustizia, tuttavia - dove Prodi è atteso nel pomeriggio per incontrare i capi dei dipartimenti - i più stretti collaboratori del leader dell'Udeur stanno facendo gli scatoloni e stanno smobilitando. Seppure Mastella non dovesse tornare, come sembra probabile, l'interim di Prodi viene dato non di lungo periodo. Sicuramente - sostengono negli ambienti del dicastero di Via Arenula - toccherà al premier, in qualità di Guardasigilli, prendere la parola, alla presenza del Capo dello Stato, durante la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario in Cassazione, il prossimo 25 gennaio. Poi si vedrà. Nel frattempo, all'interno del "gruppo coeso" dei cinque sottosegretari sembra rafforzata la posizione di Scotti. "Prodi lo ha oggi i

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:35| 
 |
Rispondi al commento

CAMERA, MARTEDI' VOTO SU RELAZIONE MASTELLA
L'Aula della Camera voterà martedì la relazione sullo stato della Giustizia in Italia. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo di Montecitorio che si è appena conclusa. I deputati avrebbero dovuto esaminare la relazione mercoledì scorso, ma il ministro della Giustizia Clemente Mastella in quello stesso giorno ha rassegnato le sue dimissioni dal governo e pertanto si è deciso di rinviare. Subito dopo la relazione sulla Giustizia, l'Aula della Camera dovrà affrontare la questione Alitalia, la legge comunitaria, ratifiche di alcuni trattati internazionali e alcuni casi di insindacabilità trasmessi dalla Giunta per le autorizzazioni.

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:34| 
 |
Rispondi al commento

MASTELLA: IO LASCIATO SOLO DAL PD, MAI PIU' CON DI PIETRO
"La mattina che mi sono dimesso, mi hanno lasciato solo: nemmeno un vicepremier. E la sera non hanno mandato in tv nessuno a difendermi. Del governo c'era solo Di Pietro: un mio nemico". Clemente Mastella - in un colloquio con 'La Stampa' - accusa il Pd di averlo scaricato. L'ex ministro della Giustizia, dimessosi a seguito dell'inchiesta della procura di Santa Maria Capua Vetere che lo vede coinvolto assieme alla moglie Sandra Lonardo e ai vertici dell'Udeur in Campania, avverte: "Io non so cosa succederà per il governo di Roma. Ci sono tante incognite... Però una cosa gliela posso dire: io in un governo con Di Pietro non ci posso stare più. Un signore che si permette di attaccarmi e che intanto ha fatto avere al giudice di Brescia che lo prosciolse un incarico da tre milioni di euro in faccende di autostrade... Per non parlare di Pecoraro Scanio: io - prosegue Mastella - mi dimetto per un avviso di garanzia. Lui ha seppellito la Campania di rifiuti e resta al suo posto". Quanto all'inchiesta che ha portato sua moglie, Sandra Lonardo, agli arresti domiciliari, l'ex ministro della Giustizia fa notare "come semplice osservazione, perché è anche un amico: ma a Totò Cuffaro lo stanno processando per mafia, ed è rimasto libero; a Sandra l'indagano per concussione e l'arrestano".

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:32| 
 |
Rispondi al commento

2008-01-18 18:05
UDEUR ATTACCA: "CON MASTELLA O E' FINITA"
ROMA - "Se la maggioranza non vota lunedì una mozione di totale condivisione con quanto detto dal ministro Mastella in Aula, e cioé una formula del tipo ascoltata la relazione del governo la si approva, non c'é più la maggioranza non solo numerica ma politica. I nostri voti non si contano più". Lo afferma il capogruppo dell'Udeur Mauro Fabris, conversando con i cronisti alla Camera, a proposito della relazione sullo stato della giustizia che Mastella ha depositato alle Camera mercoledì, giorno in cui ha annunciato le dimissioni. L'esponente dell'Udeur polemizza poi con Antonio Di Pietro: "Di Pietro - aggiunge - non ha finito la campagna elettorale, anzi la sta continuando. Avete sentito cosa ha detto ieri Donadi. Vedremo lunedì".

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:30| 
 |
Rispondi al commento

2008-01-18 16:04
RAI: INCHIESTA NAPOLI, CHIESTO GIUDIZIO PER BERLUSCONI
NAPOLI - Il rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi è stato chiesto dalla procura della Repubblica di Napoli nell'ambito dell'inchiesta sulle segnalazioni a favore di cinque attrici fatte dal leader di Forza Italia al presidente di rai Fiction Agostino Saccà. A Berlusconi è contestato il reato di corruzione.

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:28| 
 |
Rispondi al commento

> News
» 2008-01-18 18:03
MAFIA: CUFFARO CONDANNATO A CINQUE ANNI
PALERMO - Il presidente della Regione Salvatore Cuffaro è stato condannato a cinque anni di reclusione per favoreggiamento semplice e rivelazione di segreto d'ufficio. E' caduta dunque l'aggravante del favoreggiamento a Cosa Nostra. I giudici, tuttavia, hanno interdetto Cuffaro dai pubblici uffici per tutta la durata della pena.

" Voglio ringraziare e abbracciare mia moglie, i miei figli, i miei genitori e i siciliani che mi hanno sostenuto in questi momenti difficili. Vorrei ringraziare anche i miei avvocati". Lo ha detto il governatore siciliano, Salvatore Cuffaro, assediato dai giornalisti uscendo dall'aula bunker dopo la lettura della sentenza."Sapevo di non aver fatto nulla per favorire la mafia. Vorrei ringraziare innanzitutto i miei avvocati che sono stati per me fratelli, senza di loro non ce l'avrei fatta", ha aggiunto. "Quello che faro' lo sapete già. Domani alle 8 sarò al mio tavolo da lavoro". L'ha detto il presidente della Regione Salvatore Cuffaro, commentando la sentenza di condanna.

MARIO L. Commentatore certificato 18.01.08 18:22| 
 |
Rispondi al commento

BRAVO MARCO!!Sei una delle poche voci libere e non asservite,in questa nostra disastrata Italia.I nostri dipendenti in parlamento si parano il c..o l'uno con l'altro,incuranti dei reali problemi del nostro Paese.Facciamo fronte comune.Tu e Beppe,siete le persone giuste per guidare quanti la pensano come noi.teniamoli sempre sotto pressione questi"signori".un saluto a tutti.

vincent c. 18.01.08 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Hanno appena condannato in primo grado Il Governatore della Sicilia cuffaro (scritto apposta con la minuscola)!!!
Ma come cazzo si fa ad andare avanti così...come di fa!!!!
Non ho parole per descrivere la situazione politica dell'Italia...la merda è più pulita!!!

Matteo Morelli 18.01.08 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Mastella e la sua equipe di ladri è solo l'inizio!!teniamo duro, scriviamo, manifestiamo e potremo dare aleno ai nostri figli un futuro "politico" diverso...

Massimo C. Commentatore certificato 18.01.08 18:14| 
 |
Rispondi al commento

cara Beppe , in campania non funziona nulla perchè nei posti di poteri regione , conumi etc. sono STATI DEMOCRATICAMENTE INFILATI incapaci lacchè dei politici e camorristi .... sembra che Mastella non abbia fatto nulla ....beh la moglie di De Mita 8 due strutture convenzionate ) ha saccheggiato insieme a tanti la sanità , IMPREGIGLIO , azienda senza nessuna esperienza nel settore rifiuti ma liquidazione della FIAT per Romiti senior ha costruito inutili CDR e truffato tutti i cittadini campani ( ps hai vistoil Pres. Napolitano a capod'anno a capri con chi era ...ROMITI senior ) ... perchè non si controllano gli appalti IMPREGIGLIO ...i parenti di Valiante ed i giudici fanno giustizia ????????????
Mastella è tutto questo
forse la campania ed il paese si salva solo con nuove BR ???? per fare pulizia
sei rimasto l' unico a difendere la dignità e la legalità ..... hai visto come certi MEDIA e certi giornalisti ... buttano acqua sul fuoco per paura che cadi il governo e ... ??????

luca del dot 18.01.08 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Mastella cita Fedro ("Quando i potenti litigano, sono i deboli che soffrono") e ci prende in giro: non crederà mica di potersi considerare un debole eh? Ma non si rende conto che il potente è lui? Se questi potenti si mangiassero a vicenda, potrebbe esserci una possibilità per toglierseli di torno. Allora forse i cittadini piccoli piccoli potrebbero riappropriarsi di ciò che è loro e magari potrebbero aspirare anche a vincere un concorso pubblico pur non essendo "amici degli amici". Daniela

daniela bianchi 18.01.08 17:39| 
 |
Rispondi al commento

oddio sto per attacarmi alla cannadel gas

anzi no faccio un biglietto aereo di sola andata

tutto questo e vomitevole

federico vettoretto (wetto) Commentatore certificato 18.01.08 17:02| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA APERTA AL PAPA. Santità, Lei che è un attento osservatore delle cose italiane, si sarà sicuramente accorto che il nostro Paese sta vivendo un momento di gravissimo degrado politico ed istituzionale. La straordinaria portata di questo decadimento è sotto gli occhi di tutti: dei cittadini italiani che lo subiscono e di quelli che ci guardano, sconcertati, nel resto del mondo che, dalle pagine del ‘Times’ all’U.E., non perdono occasione per muoverci continui, incontestabili rilievi. Il degrado è percepito da tutti tranne che dai politici italiani i quali continuano a respingere ogni assunzione di responsabilità ostentando ed urlando, con cinica arroganza, il loro potere. In questo momento così delicato, non abbiamo bisogno di altre urla, di ulteriori veleni. Per questo La supplico di non aggiungere le Sue pur Sante grida, i Suoi pur Santi veleni.
Abbiamo, tutti, un grande bisogno di silenzio.
Le più urgenti questioni etiche non possono non tener conto delle effettive emergenze del Paese.
Ci insegni a crescere, Sua Santità, a diventare Uomini e Donne capaci di assumerci le nostre responsabilità. Una volta per tutte. Ci aiuti a scacciare i mercanti dal Tempio. Se non vogliamo continuare a diffondere nel nostro Paese il gene di un ipocrita vittimismo capace di produrre dichiarazioni del tipo: 'credo che anche questo è l'amaro prezzo che, insieme a mio marito Clemente, stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica, dei principi di moderazione e tolleranza contro ogni fanatismo ed estremismo'. La Chiesa ha contribuito a liberarci del comunismo. Ora, però, l’alternativa del capitalismo consumistico, sta producendo altre aberranti mostruosità. E, se in Africa come sempre si continua a morire di fame, l’uomo occidentale si sta suicidando a colpi di colesterolo, diossina e ipocrisia. Ci aiuti a liberarci dal finto perbenismo e dalle diaboliche logiche affaristiche che stanno determinando la distruzione dell’ambiente e dell’uomo. Pace e bene.

eugenio c. Commentatore certificato 18.01.08 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono inorridito oggi guardando il telegiornale. Stralcio di intervista fatta ieri a Ceppaloni a Mastella...... Proseguiva nell attaccare i giudici...camminando con la scorta (4-5 persone)intorno!!!! ora mi domando... se non è più ministro...... che ci faceva ancora con tutta quella scorta?? a che titolo? chi gliela paga? A che titolo parlava quindi????

Nicola T 18.01.08 16:27| 
 |
Rispondi al commento

provo disgusto, rabbia e sconforto quando assisto alla beatificazione mediatica di mastella. ce lo presentano come un eroe vittima di una ingiustizia tremenda. lo stesso disgusto rabbia e sconforto che mi hanno accompagnato durante la lettura del libro Gomorra. dopo averlo letto mi sembra di poter facilmente immaginare cosa ci sia dietro tutto il potere di Mastella e del suo clan.
Sono poche le cose che mi fanno ancora sperare che qualcosa potrebbe cambiare:
le denunce fatte da Saviano, l' informazione vera di giornalisti seri(pochi) come Travaglio , la ribellione di Grillo, anche il rifiuto di unirsi all'applauso a Mastella da parte dell'italia dei valori. ma credo che questo purtroppo non basti.

sento una grande tristezza per il mondo che lasciamo ai nostri figli
Elvi

elvira pace 18.01.08 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Con la vicenda Mastella aumenta il materiale su cui indirizzare i nostri sarcasmi e commenti critici.Non vorrei però che la funzione del blog si riduca solo a questo.Occorre passare dalla protesta alla proposta.Ma,per carita',non siano proposte di legge!!
Intanto anch'io da cittadino qualunque voglio dire la mia su due commenti.Leggo che alle accuse formulategli il Governatore abbia replicato:"Tutto e' stato legittimo":legittimo sì ma non LECITO!!ah,ah,ah
Anche Veltroni ha voluto commentare così:"dò la mia personale solidarietà"Ma, dico io, un uomo pubblico non puo' parlare a titolo personale.Non lo capisce Veltroni?
ilqualunquista maiquotato

Rocco Battisti 18.01.08 16:14| 
 |
Rispondi al commento

DA REPUBBLICA: "Giudicati da una macchietta che sta su You tube". Clemente Mastella attacca frontalmente il giudice che sta indagando su lui e sulla moglie e lo fa nel momento in cui Romano Prodi compie i primi atti da guardasigilli ad interim e ai sottosegretari dice: "Dobbiamo velocizzare i processi". Ma l'Udeur minaccia: "O lunedì si vota una mozione a favore di Mastella o è crisi".
Carissimo Beppe Carissimi Amici,
siamo alle solite: sta per cominciare una nuova commedia all’italiana nel tradizionale stile camorrista e mafioso, E’ in atto, infatti, una vergognosa operazione di ridicolozzazione nei confronti del Procuratore Capo che sta indagando sulla Famiglia di Ceppaloni. Come se un Magistrato dovesse apparire anziché essere. Insomma: la forma in luogo della sostanza. Berlusconi docet. Cose già viste un'infinità di volte. Troppe volte.
Dunque, la Casta si stringe compatta (quegli applausi perforano i timpani per la loro spudorata arroganza), studia il metodo e passa all’attacco. Con la complicità dei loro Mass Media.
Questo è un Paese nel quale – se la Gente Onesta che è la stragrande maggioranza – non si sveglia – rischia di consegnarci definitivamente al Declino Civile e Morale.
NO AI RICATTI DI MASTELLA. SOSTENIAMO DI PIETRO. CONTRO LA CASTA.

eugenio c. Commentatore certificato 18.01.08 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dite di rieducare i nostri politici così come si legge nel link che riporto?..risparmieremo un sacco di soldoni:
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200801articoli/29354girata.asp

Antonio Piras 18.01.08 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto la lettera di Travaglio mi chiedo: Non possiamo predisporre una raccolta firme per suggerire al Presidente del Consiglio Romano Prodi di recuperare l'errore fatto circa due anni fa; dando l'incarico di Ministro di Grazia e Giustizia all'On. Di Pietro che è l'unico eleggibile al suddetto incarico. Contemporaneamente, poichè quasi tutto il Parlamento ha applaudito il discorso di Mastella, dimostrando piena solidarietà nei confronti di un inquisito, DOVE dobbiamo firmare per mandarli tutti a casa ................NON SE NE PUO' PIU' di questa classe politica, arrogante e prepotente.

Alberto Crovara Pescia Commentatore certificato 18.01.08 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti "Amici Miei",
ho 25 anni, vivo nella provincia di Bari ed è la prima volta ke scrivo in un blog.
Se devo esservi sincero sto buttando giu' queste righe con rabbia:
- rabbia perchè vedo andare allo scatafascio l'Italia: non sto parlando (senza offesa) della Romania o dell'Albania...ma dell'Italia, nazione la quale tempi addietro con Roma, ha vissuto e poi successivamente fatto scrivere la storia;
- rabbia perchè questo mese su uno stipendio di 1100 euro mi son visto trattenere ben 693 euro dallo Stato...mentre i parlamentari, al contrario, se lo aumentano a loro piacimento;
- rabbia perchè tra tutta la classe politica non vedo una, ma dico una sola persona che mi dia speranza e che mi faccia vedere un pò di luce visto che ormai siamo entrati in un tunnel senza fine;
- rabbia perchè a soli 25 anni, con i tassi dei mutui attuali, comprare casa x me non potrà essere che solo un sogno...;
- rabbia perchè ieri nel parlamento il sig. Mastella (indagato...!!!!) veniva quasi da tutti compiatito: io proporrei la santificazione;
- rabbia perchè Padoa Schioppa si permette di paragonare noi giovani a dei mammoni. Vorrei veder lui nei nostri panni...vorrei proprio sapere come farebbe lui a comprarsi casa e soprattutto a pagarsi le bollette con uno stipendio irrisorio e non con i miliardi che CI RUBA ogni santo (in onore di Mastella) mese!!!
- RABBIA PERCHE' NOI ITALIANI PER LO STATO NON CONTIAMO UN CAVOLO (TASSE ESCLUSE!).

Dopo avervi enunciato i vari motivi della mia rabbia non mi resta altro che salutarvi e mandare il forse piu' sentito VAFFANCULO della mia vita a tutta la nostra classe politica. TUTTI A CASA, BUFFONI!


PS. GRILLO SEI UN GRANDE!

Vincenzo Binetti 18.01.08 15:48| 
 |
Rispondi al commento

C'è un errore nell'articolo di Marco Travaglio. La famiglia cristiana non è fondata sul matrimonio, ma sul patrimonio!
A proposito, a casa dovrei avere ancore un vecchio "Cuore" con una striscia di Disegni&Caviglia perfetta per questa situazione. Allora si parlava dell'arresto dei socialdemocratici del PSDI, ma è uguale pari pari alla storia dell'UDEUR...

marco pasquini 18.01.08 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, Carissimi Amici,
siamo alle solite: sta per cominciare una nuova commedia all’italiana nel tradizionale stile camorrista e mafioso, E’ in atto, infatti, una vergognosa operazione di ridicolozzazione nei confronti del Procuratore Capo che sta indagando sulla Famiglia di Ceppaloni. Come se un Magistrato dovesse apparire anziché essere. Insomma: la forma in luogo della sostanza. Berlusconi docet. Cose già viste un'infinità di volte. Troppe volte.
Dunque, la Casta si stringe compatta (quegli applausi perforano i timpani per la loro spudorata arroganza), studia il metodo e passa all’attacco. Con la complicità dei loro Mass Media.
Questo è un Paese nel quale – se la Gente Onesta che è la stragrande maggioranza – non si sveglia – rischia di consegnarci definitivamente al Declino Civile e Morale.

eugenio c. Commentatore certificato 18.01.08 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aspettiamo che il dimissionari si prenda un po’ di tempo per riflettere su tutta la situazione, vuoterà sicuramente il sacco su altri politici visto che agli applausi non è seguito il suo salvataggio dal precipitoso ruzzolone. Mi sembra che tutto il sistema politico è concatenato da forti interessi di cui godono indirettamente anche gli schieramenti dell’opposizione. Si sono voluti tanto bene ma adesso qualcuno è stato lasciato solo ed indifeso dalla inaspettata Magistratura la quale ha sbalordito tutti compreso lo stesso Guardasigilli.

Roberto R 18.01.08 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Quello a cui si è assistito indiretta durante il discorso del mastella è scandaloso, ed è chiaro che questa "gente" non lascerà la poltrona neanche con le bombe. Vergogna, questa pseudo gente l'abbiamo eletta noi....Vergogna....vergogna, mi vergogno di essere Italiano, come siamo ridotti.......come ci avete ridotti......dovreste avere il coraggio di andare a fare in culo tutti e liberare i nostri bei palazzi da così tanto marciume.

coco agatino Commentatore in marcia al V2day 18.01.08 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Sto festeggiando per le dimissioni del ceppalonico mastella e la sua accozzaglia di delinquenti del suo partito. L'unica cosa che mi preoccupa  che se ci sarˆ un processo faranno di tutto per insabbiarlo o farlo spostare nel suo feudo, Ceppaloni.
:-) :-) :-):-) :-) :-):-) :-) :-):-) :-) :-):-) :-) :-):-) :-) :-):-) :-) :-)

mauro rossi 18.01.08 14:19| 
 |
Rispondi al commento

ma veramente pensate che questa sia una democrazia? io credo che saimo governati da un folto gruppo di oilgarchi che fanno quello che gli pare. a proposito del papa e dell'universita come si puo parlare di democrazia con uno stato teocratico che non ha nulla di democrazia!

mario c. Commentatore certificato 18.01.08 14:04| 
 |
Rispondi al commento

e come al solito Marco Travaglio è fazioso nel riportare le informazioni. Anche AN ha difeso quello che della magistratura è difendibile, non solo i partiti da lui citati.... ma ovviamente il sig. Travaglio se ne è dimenticato. Strano in una persona che ostenta ottima memoria, di solito.

Quando riuscirà a dare informazioni complete cui aggiungere solo in seguito il proprio legittimo parere personale, diventerà persona meritevole di essere letta.

Attendo fiducioso.

Ciò detto, lo scandalo vero è che la magistratura indaghi solo ora su certe cose che sono tanto squallide ed evidenti (anche tecnicamente cialtrone perlatro) da divenire grottesche. Forse che esistono dei patti tali per cui finchè qualcuno non dà fastidio a qualcun'altro non si belligera, ad onta delle reiterazione di reati gravissimi?

Non ditemi che è così... potrei avere un brutto risveglio domani mattina (è ironia... spero si capisca)

fabio Venti 18.01.08 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma la volete finire di dire cavolate!! ma questo peones di un Travaglio che si erge a professore ma parla sempre e solo in un unica direzione e cioè contro Berlusconi, perchè non si ferma un attimo ed inizia a parlare con lo stesso impegno delle montagne di spazzatura con cui comunisti e verdi stanno sommergendo la campania? 14 anni di governo durante i quali si sono mangiati fiumi di soldi per creare carrozzoni politici con cui acqusire consensi senza pensare al futuro. Il futuro è arrivato ed ora presenta il conto ed è salato per tutti. Nessuno indaga sulle responsabilità della casta politica Campana! La gente e stufa caro Beppe, perche non organizzi qualcosa per aiutare quei poveri cristi? forse perchè c'è quel grande politico di Bassolino che ha distrutto un regione intera con la sua lungimirante opera. Anzichè fare blocchi stradali i Napoletani dovrebbero scaricare l'immondizia sotto la casa del presidente della regione e del sinadaco, sarebbe una bella forma di protesta fargli provare quello che vive la gente comune. Parlate di cose serie e non di cazzate.

C. Pietrini 18.01.08 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Certo che fà impressione e indigna avere deputati indagati o parenti di
deputati privileggiati e ci sono tante cose che non vanno bene ma sono
anche stanca di sentire gente che si lamenta ma che non scende in campo,
noi 37enni siamo stati abituati a una non politica, a guardare da casa a
criticare ma non ci sporchiamo mai le mani sono stanca di protestare di
fare girotondi di uralare dalla piazza...... dobbiamo cambiare i numeri
pensiamo di poter fare meglio allora scendiamo in campo, portiamo i nostri
numeri in modo civile e democartico e mandiamoli a casa...solo allora, solo
dopo che ci abbiamo provato sul serio potremmo dire si può fare di più....."

Lina B. Commentatore certificato 18.01.08 12:09| 
 |
Rispondi al commento

su Ballaro' hanno fatto vedere un campano che si fregiava del Rolex regalatogli da Mastella. Questo elemento finiva l'interveno dicendo che "Mastella e' un gran signore".

Il problema e' che proprio nelle aree geografice notoriamente meno civili che questi "amministratori" vengono votati e spadroneggiano, e come abbiamo visto vengono pure ossequiati.

Ma quale leggi elettorali, basterebbe vietare il voto da Caserta in giu' (a sud vincono sempre "onorevoli" che avrei paura ad averli come vicini di casa ragazzi!) - Oppure si potrebbe permettere il voto al sud solo dopo un esame o una qualche forma di selezione.
Il voto e' una cosa terribilmente seria per permettere ad intere aree oppresse da mafie, disoccupazioni millenarie e addirittura problemi di scolarizzazione di decidere con noi che affrontiamo i nostri problemi preparandoci e sudando, senza aspettare "il posto di lavoro" o "il Borbone" di turno da assequiare.



Scusate lo sfogo, a parte il piglio cultural-razzista, non sarebbe giusto vedere cosa arriva nel parlamento dalle regioni retrogade e mafiose? Voi che ne dite?

Fabio Ramassotto Commentatore certificato 18.01.08 12:08| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Marco sei il mio idolo !!
Mi hai spaccato dal ridere (drammaticamente).

Signori di tutto questo mi viene una cosa sola... FUORI 1 !!!!

Ce la faranno i nostri eroi (leggi italiani senza più pazienza) ad eliminare i politici (con la p minuscola) ? Seguite le prossime puntate ! :D

Alessandro Crapisi 18.01.08 11:52| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile andare a votare una classe politica che si schiera solidale con la banda Mastella.
Ho visto e sentito i commenti e mi aspetto che tutti quelli che desiderano un reale cambiamento non vadano a votare. La giustizia è del popolo che la esercita nelle forme previste dalla Costituzione, nessuno è al di sopra della giustizia italiana. Mandamoli tutti, ma proprio tutti via. Dobbiamo rischiare per essere noi tutti i veri protagonisati della nostra vita, nel senso che la delega è stata disattesa.
Psicononno

antonio TOSCANO (psicononno) Commentatore certificato 18.01.08 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho seguito un servizio dove intervistavano gli abitanti di Ceppaloni e gli veniva chiesto come era la signora Mastella, il 100% degli intervistati la osannava come la madonna ma quello che mi ha lasciato perplesso è stata una di queste abitanti che affermava candidamente ome se fosse un pregio:"La signora mastella avendo io bisogno di una visita urgente a preso il telefono in mano e il giorno dopo sono andata a fare la visita".Certo,chissa se l'ignorante che parla si è resa conto che magari ha superato una lista d'attesa, chissa se io giovane le passassi davanti alla coda in posta e se solo fiatasse,sferrargli uno sganassone in faccia.

Claudio Rizzi 18.01.08 11:34| 
 |
Rispondi al commento

....caro Marco Travaglio,sono un tuo grande ammiratore,così come del mitico Beppe,ho letto la tua lettera e in merito a questa ennesima a dir poco "buffonata" dei "nostri" politici purtroppo sono convinto che siano reazioni tutte figlie del furbastro per eccellenza:il nostro amatissimo psiconano che ne sa una più di Pierino...la miglior difesa è sempre l'attacco....ma cosa possiamo fare per finirla con questa farsa inesauribile?????
un saluto amichevole
M.

marco bartolani 18.01.08 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Mastella......monella!!!

Giovanni O. Commentatore certificato 18.01.08 11:17| 
 |
Rispondi al commento

HANNO ARRESTATO I "COMPARImastella", a quando TUTTI I "COMPARIELLI"?

achille . Commentatore certificato 18.01.08 11:07| 
 |
Rispondi al commento

E' veramente vergognoso, è vero che una persona è sempre innocente fino a prova contraria, però, che l'accusato si scagli contro chi "Bene o male" sta esercitando le sue funzioni , è veramente vergognoso.
Sono un appartenente ad un corpo di Polizia e quando uno dei miei colleghi viene inquisito, arrestato o altro si scagliano tutti contro, anzi con I REATI attribuiti al Signor Mastella sarebbero immediatamente SOSPESI, invece alla camera cosa succede, che il Signor Mastella si difende dalle accuse "Il luogo non è quello giusto per farlo" e poi il Capo del Governo e gli amici lo consolano, MA CHE SCHIFO E'? Stiamo facendo ridere l'intera Europa.

Nik La Porta 18.01.08 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro on. Clemente Mastella non avrebbe dovuto fare troppi discorsi; sarebbero bastate due brevi frasi:
MI VERGOGNO e quindi MI DIMETTO (possibilmente dall'Italia)

marcello polvani 18.01.08 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ONOREVOLE che il Presidente della regione Sardegna il Soru prima di ONOREVOLMENTE occuparsi della spazzatura che stà soffocando la splendida regione Campania,si preoccupasse dei nostri poveri agricoltori Sardi che stanno muorendo di fame schiacciati e fagocitati dall'usura dei tassi ,dopo anni e anni di sacrifici e di ONESTI risparmi messi su con Onestà e ONOREVOLE (e questo per davvero!)sudore della fronte all'Estero.

Paola M. Commentatore certificato 18.01.08 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Penso che mai come in questi giorni il popolo bue italico abbia assistito al teatrino della casta e della massoneria che circonda le istituzioni. Quando succede una cosa del genere non esistono più gli schieramenti ed i giornali di partito o schierati. Esiste solo il mantenimento delle specie.
Lo schifo continua senza che nessuno faccia alcunchè...
Intanto io scommetto che Mastella ce lo ritroviamo nel prossimo governo.

Christian sormani Commentatore certificato 18.01.08 10:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori



Trackback

Qui sotto puoi visualizzare altri blog che stanno scrivendo di questo post.

Se hai un blog e hai pubblicato una tua opinione relativa a questo post puoi utilizzare il trackback per segnalare il tuo intervento perchè venga inserito in questo spazio. In molti blog puoi infatti inserire il link che trovi qui sotto in uno spazio apposito durante la pubblicazione del tuo post.

Indirizzo da utilizzare per il Trackback di questo post:
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/mt-tb.cgi/1320.

I post di altri blog che fanno riferimento al post Hanno arrestato l'UDEUR!:

» La Moglie Ammastellata da GENERAZIONE bLOG - Il blog di fede mello
Ho parlato spesso di Mastella, delle sue magagne, del suo familismo meridionale, della sua concezione furbesca del potere e della politica (mitica la frase durante l’inchiesta De Magistris: “quando tutti rubavano nella prima repubblica io n... [Leggi]

16.01.08 18:13

» Aggiornamento mastelloso da stefano...
Indagato anche Mastella. Fantastica la lettera di Travaglio inviata a Grillo, che comincia così: Caro Beppe, siamo tutti costernati e affranti per quanto sta accadendo al cosiddetto ministro della Giustizia Clemente Mastella e alla sua numerosa famig... [Leggi]

16.01.08 18:38

» Delirium Mastellensis da Today is life ... Tomorrow never comes
[CM] sono un ministro della Giustizia che non riesce a difendere la moglie da un provvedimento ingiusto […] mi dimetto perché tra l’amore per la mia famiglia e il potere scelgo il primo […] la mia coscienza ispirata dalla fede [R... [Leggi]

16.01.08 19:30

» Siamo la coppia più bella da rosannamarani
Siamo la coppia più bella del mondo [Leggi]

16.01.08 20:11

» Papa: “Non voglio imporre la fede” da domenico raimondi
  Credo che Benedetto XVI sarebbe dovuto andare a esprimersi nell?aula magna de La Sapienza, pur sopportando la presenza di una contestazione esterna, magari sgradevole, ma isolata.  I docenti avrebbero avuto la possibilità di interloquire, di fis... [Leggi]

16.01.08 20:33

» Mastellòpoli da Democrazia o no?
Sto guidando, mattina aggrovigliata nel caos romano, arriva un sms: "Gip dispone arresti domiciliari per Sandra Lonard... [Leggi]

16.01.08 20:53

» Hanno arrestato l’UDEUR, ma non si capisce perché da Antigrillo: il populismo di Beppe Grillo e la mistificazione della Verità
Stasera leggevo il documentatissimo articolo di Marco Travaglio sul Blog di Grillo. Marco sa tutto sulla miriade di procedimenti penali cui è sottoposta l’UDEUR. Quasi “l’ira vendicatrice di un popolo oppresso” stava per contag... [Leggi]

16.01.08 23:34

» Clemente Affastella: “I am my wife..” da Il Blog di Daniele Martinelli
“I am my wife” tradotto “Io sono mia moglie”. Lo ha detto in inglese ceppalonico Clemente Mastella a 2 vigili tedeschi che gli avevano chiesto i documenti durante una visita in Germania. L’involontaria verità che equipar... [Leggi]

16.01.08 23:37

» Oggi si Festeggia da Viditu.it
Oggi gran giornata, ricca di eventi storici… si comincia col compleanno di Leonardo, verso le 9 piazza di Spagna invasa da mezzo milione di palline, 9:30 si sparge la voce del mandato di arresto per la signora mastella, che alle 10:30 si dimettev... [Leggi]

16.01.08 23:57

» Dimostrazioni di affetto da Globali
“Filiale e totale vicinanza al proprio vescovo, il Papa” è stata espressa dal cardinale Camillo Ruini a nome della diocesi di Roma “in questa circostanza, che colpisce tanto dolorosamente tutta la nostra città”. Ruini invita &... [Leggi]

17.01.08 01:55

» HANNO LA FACCIA COME IL CULO. da IL NUOVO CHE AVANZA... E CHE CERCANO DI VENDERLO PER BUONO
“Non sta a noi esprimere una valutazione sull’atto di dimissioni. Sono altre le cariche istituzionali che valuteranno il suo gesto. Da parte nostra riteniamo che lei possa e debba proseguire il suo lavoro“. Lo ha detto il vicesegr... [Leggi]

17.01.08 10:26

» MASTELLUM SOLIDARIUM GALERAM da Nicola Andrucci
Mastella indagato per concussione, la moglie ai domiciliari, 23 persone con custodia cautelare, ma i colpevoli sono sempre i Giudici... La Casta politica solidarizza, casomai al prossimo turno toccasse a loro... [Leggi]

17.01.08 11:06

» Mastellopoli, il crollo del Campanile da LA VOCE DI KAYFA
A leggerle o ad ascoltarle le motivazioni che hanno spinto il gip di S. Maria Capua Vetere a chiedere gli arresti domiciliari per Sandra Lonardo, Presidente del Consiglio Regionale della Campania nonché moglie dell?ormai dimissionario Ministro di  Graz... [Leggi]

17.01.08 12:27

» Mani Pulite e l’incapacità di superare un sistema da Meno privilegi per tutti!
Il nuovo caso Mastella riaccende i riflettori sullo scontro, mai sopito dal 1992, tra politica e magistratura. Anche se ero piuttosto giovane quando questo scontro è cominciato, ricordo ancora benissimo la risposta di Craxi alle accuse portate avanti ... [Leggi]

17.01.08 13:41

» Sarebbe anche ora di vergognarsi da Leandro Luccerini
L’annuncio di Mastella delle sue dimissioni mi ha lasciato a bocca aperta. Io mi chiedo con quale faccia i nostri politici possano applaudire un’emerita testa di cazzo (scusatemi il francesismo..) imperatore universale dell’ipo... [Leggi]

17.01.08 16:45

» Il cancro italiano da pdesign84
Il cancro italiano [Leggi]

17.01.08 21:20