Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il tandem dei record


Bassolino_Jervolino.jpg

E’ difficile spiegare quello che sta avvenendo in Campania. Quando le responsabilità sono allo stesso tempo della politica, degli imprenditori, della criminalità organizzata e di parte dei cittadini da dove si deve iniziare?
Il pesce puzza sempre dalla testa.
Bassolino, diessino-diossino, è stato sindaco di Napoli nel 1993, rieletto nel 1997. Nel 2000 diventa presidente della Regione Campania, rieletto nel 2006. Rosa Russo Jervolino, eletta sindaco di Napoli nel 2001, riconfermata nel 2006.
Bassolino-Jervolino sembra la marca di un tandem, quando uno scende dal Comune, l’altra lo avvicenda, e il primo sale in Regione.
Cari campani, fermate il tandem, forse qualcosa cambierà.

Ho il sospetto che la spazzatura campana sia un pretesto per rilanciare gli inceneritori. Quelli che Bersanetor e D’Alema chiamano soavemente termovalorizzatori e che nessuno costruisce più in Europa.
Ho scritto i motivi del no e le alternative. Scaricate il pdf e diffondetelo.

Inceneritori, perché no.
1 - L’incenerimento dei rifiuti li trasforma in nanoparticelle tossiche e diossine
2 - L’incenerimento necessita di sostanze come acqua, calce, bicarbonato che aumentano la massa iniziale dei rifiuti
3 - Da una tonnellata di rifiuti vengono prodotti fumi e 300 kg di ceneri solide e altre sostanze
- le ceneri solide vanno smaltite per legge in una discarica per rifiuti tossici nocivi, rifiuti estremamente più pericolosi delle vecchie discariche
- i fumi contengono 30 kg di ceneri volanti cancerogene, 25 kg di gesso
- l’incenerimento produce 650 kg di acque inquinate da depurare
4 - Le micro polveri (pm 2 fino a pm 0,1) derivanti dall’incenerimento se inalate dai polmoni giungono al sangue in 60 secondi e in ogni altro organo in 60 minuti
5 - Le patologie derivanti dall’inalazione sono: cancro, malformazioni fetali, Parkinson, Alzheimer, infarto e ictus. Lo comprovano migliaia di lavori scientifici
6 - Gli inceneritori, detti anche termovalorizzatori, sono stati finanziati con il 7% della bolletta dell’Enel associandoli alle energie rinnovabili insieme ai rifiuti delle raffinerie di petrolio al carbone. Senza tale tassa sarebbero diseconomici. Nell’ultima Finanziaria è stato accordato il finanziamento, ma solo agli inceneritori già costruiti
7 - In Italia ci sono 51 inceneritori, sarebbe opportuno disporre di centraline che analizzino la concentrazione di micro polveri per ognuno di essi, insieme all’aumento delle malattie derivate sul territorio nel lungo periodo
8 - I petrolieri, i costruttori di inceneritori e i partiti finanziati alla luce del sole da queste realtà economiche sono gli unici beneficiari dell’incenerimento dei rifiuti

Cosa fare con i rifiuti.
1 - Riduzione dei rifiuti (Berlino, per fare un esempio, ha ridotto in sei mesi i rifiuti del 50%)
2 - Raccolta differenziata porta a porta con tariffa puntuale
3 - Riciclo di quanto raccolto in modo differenziato
4 - Quanto rimane di rifiuti dopo l’attuazione dei primi tre punti va inviato a impianti per una selezione meccanica delle tipologie dei rimanenti rifiuti indifferenziati. La parte non riciclabile può essere trattata senza bruciarla con in impianti di bioessicazione
5 - In termini economici non conviene bruciare in presenza di una raccolta differenziata perchè:
- il legno può essere venduto alle aziende per farne truciolato
- il riciclaggio della carta rende più dell’energia che se ne può ricavare
- il riciclaggio della plastica è conveniente. Occorrono 2/3 kg di petrolio per fare un kg di plastica
6 - La raccolta differenziata può arrivare al 70% dei rifiuti, il 30% rimanente può ridursi al 15-20% dopo la bioessicazione. Una quantità che è inferiore o equivale agli scarti degli inceneritori. Ma si tratta di materiali inerti e non tossici con minori spese di gestione ed impatti ambientali sanitari

Se nel settore dei rifiuti non ci fossero le attuali realtà, per legge, di monopoli privati a totalità di capitale pubblico, ma una reale liberalizzazione del mercato, la concorrenza tra le aziende avverrebbe sulla capacità di recupero e l’incenerimento sarebbe superato.

Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°52-vol2
del 30 dicembre 2007

V2-day, per un'informazione libera:
1. Inserisci le tue foto su www.flickr.com con il tag V2-day
2. Inserisci tuoi video su www.youtube.it con il tag V2-day

V2-day_giornali.jpg
Clicca il video


5 Gen 2008, 15:05 | Scrivi | Commenti (1996) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Vorrei segnalare un Dettaglio a cui i media hanno dedicato pochissimo spazio. Chi è la moglie di Bassolino? La senatrice Anna Maria Carloni. Voi sapete quanto conti un voto al senato. Ora capite perchè Prodi non ha fatto nulla contro Bassolino se non la ridicola mossa di un'ulteriore nomina. Ma di ladri ed incapaci non ne avevamo già abbastanza in Campania?

Francesca Barone 25.01.08 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Strano che per i fatti di Napoli i giornali/TV/TG non menzionino mai la moglie del "ceppalonico" LONARDO
ALESSANDRINA
che è anche lei alla presidenza della regione campania; c'è di mezzo una bella coda di paglia??
Ho detto strano ma visto il lecchinaggio dei giornalisti venduti alla fin fine non c'è da meravigliarsi

andrea b. Commentatore certificato 15.01.08 18:37| 
 |
Rispondi al commento

L'altra sera,dopo aver letto "Gomorra" di Saviano,che ha l'ultimo capitolo proprio dedicato ai rifiuti napoletani,mi son imbattutto proprio in una puntata del telegiornale che proponeva un aggiornamento della situazione in campania,come se la situazione dall'anno scorso o dall'anno prima ancora fosse in qualche modo cambiata.
Vedendo il tutto ho pensato che il problema non è come smaltire rifiuti,ma come non produrre rifiuti.
Perciò pensavo se non fosse il caso di dedicare i nostri sforzi alle cause meritevole partendo da quelle più piccole. Intendo dire...usando lo stesso metodo del V-Day,perchè non lo facciamo per proporre che in italia siano ad esempio:
- bandita la plastica per fare i sacchetti,ma che ci debbano essere solo i sacchetti biodegradabili come quelli dell'umido
- bandito il polisitrolo per confezionare pacchi. Una volta ho letto che in un'azienda facevano la stessa cosa con i pop-corn :-)
- perchè non abbandoniamo le custodie di plastica tipo quelle delle mele,ma farle attraverso le patate (anche questo l'ho letto.)
- perchè non costringere i giornali ad usare carta riciclata al 100%

Cioè intendo,perchè non proporre soluzioni,per problemi che non sono complicati da risolvere,e non con la clausola "minimo 70% di questo o quel materiale" ma che sia proposto biodegradabile o che sia riciclato al 100%,in modo da togliere alcuni dei problemi che sono ormai genetici. Magari pensare a contenitori costruiti con le patate e altre soluzioni analoghe fa ridere...ma solo fin tanto che non ci si abitua.
Abbaimo messola legge contro il fumo che personalmente mai mi sarei aspettato di vedere in un paese com l'italia e tutti dopo un primo periodo di insofferenza si sono adeguati.
Perchè non farlo anche con il resto?!
Cioè una svolta netta su piccoli problemi che non sono cosi insormontabili e che e possono essere risolti con più facilità ad esempio del parlamento pulito(senza x questo scordarcene o altro)..ma se risolviamo10/20 piccoli problemi intanto.

Eugenio S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.01.08 15:34| 
 |
Rispondi al commento

a parte tutti i discorsi razzisti, la cosa più importante da iniziare a fare è cambiare cultura in quella città, una cultura dell'illegalità che và avanti ormai dai borboni(vedi ragioni storiche),e salvare un popolo(quello napoletano), ma purtroppo ciò è molto difficile perchè in quella zona non c'è stato lo stato è la CAMORRA, e poi i politici locali fanno il resto...
Io penso che qui per dare un imprinting alla risoluzione ci vorrebbero scelte impopolari ,che però dei politici capaci dovrebbero prendere come si fà nei più importanti paesi del mondo: ovvero non bisogna pensare troppo alla piazza, bisogna spazzare via tutto come un tornado , commissariare tutto, mettere l'esercito a ordine pubblico, far rispettare scrupolosamente tutto(legge,tasse,semafori,pulizia,licenze etc...) per un pò di anni poi la gente si abitua e comincerà a ragionare nella direzione giusta solo così napoli sarà liberà e potrà esprimere il suo meglio!!!

antonio . Commentatore certificato 15.01.08 12:07| 
 |
Rispondi al commento

PRODI!!! Non ce la faccio più, ho la nausea, il disgusto, mi viene il vomito a sentirlo nominare, che uomo disgustoso, raccapricciante, viscido, una pustula!!! Verrà prima o poi il momento che lui e la sua corte di dementi e di vecchi senatori se ne andranno...

ANDREA R. Commentatore certificato 10.01.08 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di intervenire brevente con alcune osservazioni.I termovolarizzatori sono ampliamente utlilizzati in francia.Per fare un esempio a Parigi esistono molti termovalorizzatori che sono utilizzati per la produzione di energia che alimenta una rete di teleriscaldamento che serve tutta la città e una grossa parte della banlieu (evitando riscaldamenti centralizzati a benzina , metano...)
I dati riportati il 5 gennaio dal Blog non sono circostanziati, (produzioni di diossina e altre sostanze.)Ovvero:non sono indicati i luoghi di rilievo e le condizioni.Per gli inceneritori a Parigi i dati facilmente reperibili in rete danno altri risultati (in funzione del tipo di centrale, della tecnologia utilizzata, che oggi permette delle emissioni quali nulle di sostanze nocive per la salute ).Forse i dati in francia non sono esatti o forse non lo sono i vostri ma non bisognerebbe diffondere dati approssimativi e senza comparazioni e verifiche puntuali (la corretta informazione che grillo domanda a gran voce mi sembra qui assente).Oggi la disssiona viene in una parte consistente prodotta dai caminetti e dai barbecue (che ovviamente non sono dotati di sistemi di filtraggio come i piu' moderni termovalorizzatori).
Il riciclaggio dei rifiuti dipende dal sistema industriale che li ricicla e da fattori non sempre gestibili da sole decisioni pubbliche.Esempio:in francia fino a non poco tempo fa i legni trattati non avevano una filiera industriale di riciclo.Quindi venivano inviati in Italia perché da noi erano state sviluppate delle tecniche alla'avanguardia, l'interesse economico industriale, e un prezzo ridotto dei trasporti.Oggi non viene piu' fatto a causa dell'aumento dei costi dei trasporti (questione economica quindi non solo di buona volotà necologica). E per finire:rispetto ai poteri forti dell'economia legati al trattamento dei rifiuti perché non si parla mai dei grandi gruppi e degli interessi legati alla produzione id energia solare?E' una proposta per Grillo.

giulio p. Commentatore certificato 10.01.08 22:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Vorrei utilizzare questo spazio per fare dei ringraziamenti:
1) A te Beppe, per la tua costante campagna di disinformazione sull'energia e sulla gestione dei rifiuti, per le paure e le fobie incontrollate che generi sul nucleare e sulle nanopolveri. Per generare una marea di esperti improvvisati che sparano una marea di cazzate sul tuo blog senza avere la minima cognizione di causa, e senza fare la minima ricerca prima di ventilare l'apparato respiratorio e parlare.
2) A Pegoraro Scanio, che pur di opporsi al termovalorizzatore ha consentito la costruzione di una enorme discarica nei pressi di Napoli, a scapito di ettari di terreno colmi di querce secolari. Il tutto facendo finta di non sapere che la discarica indifferenziata emette gas serra (metano e CO2) per 30-40 anni.
3) Alla Germania per fare soldi con i nostri rifiuti e prenderci per il culo dietro le spalle.
4) Alla Francia, alla Slovenia e alla Svizzera per venderci il 15% del nostro fabbisogno di energia elettrica proveniente dal nucleare.
5) Alla Danimarca e ancora alla Germania, per ispirare gli ambientalisti di tutto il mondo nonostante abbiano un parco di generazione di energia elettrica con circa il 50% DA CARBONE, e nonostante termovalorizzino rispettivamente il 50 e il 22% dei loro rifiuti solidi urbani.
6) Ai dipendenti della nettezza urbana di Napoli (35 volte di più rispetto a quelli di Milano) per avermi fatto sbellicare dalle risate, per i certificati medici che presentano che gli permettono di non raccogliere pesi superiori ai 2 kg, di non raccogliere altri rifiuti perchè allergici alla polvere, PER AVER DENUNCIATO LE AUTORITA' PERCHE' "NON LAVORANDO SI SONO MANGIATI LO STIPENDIO A TRESETTE" (!!!!!!!!!!).

Un grazie di cuore a tutti

Dimenticavo:
7) Ringrazio anche chi ha bruciato i rifiuti per strada causando emissioni di diossina pari a quanta ne emette il termovalorizzatore di Brescia in 440 giorni di funzionamento a pieno carico.

Fabio Finco Commentatore certificato 10.01.08 20:59| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe,correggimi se sbaglio:durante l'incantesimi tour affermavi che dal 93' tu "vai a idrogeno".come?è possibile applicare davvero delle eco-tecnologie alle nostre auto in modo indipendente?l'obiettivo emissioni zero è affrontato dalle case automobilistiche più come un business che una vera emergenza globale,senza contare gli ammanicamenti che le lobby petrolifere hanno coi governi mondiali.
insomma,siamo condannati a soffocare uccisi dagli smog che noi stessi produciamo(inceneritori,auto,fabbriche....)oppure possiamo auto-alimentar(ci)e le nostre macchine in modo alternativo?
p.s:continua così,grazie.

saleh amir 10.01.08 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Molto romantico l'intervento dell'ex ministro dell'ambiente Mattioli sull'inceneritore di Brescia. Ha detto di esservi salito lui sopra personalmente e di aver fatto l'aerosol sulla cappa dei fumi in uscita. Perchè nessuno ha detto che le nano-particelle non fanno odore, ma si depositano silenziosamente nel nostro sperma?, forse, ora, anche Mattioli, come noi, ne ha i "coglioni pieni"?!. Certo che a quel punto ho capito che le ecoballe di cui parlavano non si riferivano ai coglioni ecologici, ma alle mostruose e grottesche bugie che questi Attila dell'ecologia ci vanno propinando con il beneplacito di chi, invece di informare, finge di cascare dalle nuvole nel vedere l'incompetenza e l'indifferenza istituzionale con cui si è aggirato il probelma rifiuti in Campania. Ora, la mia Sardegna, terra generosa, si prenderà un pò di questa mondezza, tanto quì ci sono i poligoni nucleari, quindi, cosa volete che sia, è un pà come aggiungere un pò di Vernel a un caffè pieno di cianuro. Ne avevamo proprio bisogno, chissà se dietro questo apparente atto di generosità si nasconda un giro di mazzette, e che fai a quel punto, politico... "rifiuti l'offerta?"

nuccio salis Commentatore certificato 10.01.08 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti gli italiani uguali?

Scusa se scrivo questo sfogo, ma sono un “emigrante di professione” che non sa a chi rivolgersi per reclamare i miei diritti.
Sono nato nel 1948 e nel 1957, assieme alla mia famiglia mi sono trasferito in Venezuela, dov’è iniziato il mio periplo emigratorio. Oggi, con quasi 60 anni, risiedo in Spagna assieme a moglie, figlie (cittadine italiane) e nipoti.

Il problema che voglio presentarvi è il fatto discriminatorio con cui, noi italiani di quarta (Nord – Centro –Sud – emigranti) siamo trattati.
A Valencia, dove risiedo, la terza città per importanza in Spagna, col maggior porto e varie industri importanti, tra le quali quella della ceramica, praticamente succursale di ditte italiane del modenese, il governo italiano ci mette a disposizione un CONSOLATO ONORARIO (vedere http://www.consbarcellona.esteri.it/Consolato_Barcellona/Menu/Il_Consolato/La_rete_consolare/ ) del quale purtroppo non sappiamo a che serva, perché per qualsiasi tramite devi chiedere appuntamento che ti danno tra due mesi (chiesto il giorno 7 Gennaio e dato per il 10 Marzo) o, rivolgerti a Barcellona (350 Km.) dove, o non si degnano di risponderti al telefono o ti rimettono a Valencia.
Fin’ora, ai “residenti Comunitari” come ci chiamavano ai cittadini dell’Unione Europea, il governo spagnolo ci dava un documento che dovevamo rinnovare ogni 5 anni. Adesso questo documento non esiste più, il mio obbligo è di provvedermi di un Passaporto o Carta d’Identità italiana che posso richiedere andando a Barcellona.
Il bello è che per la maggior parte dei tramiti, incluso pagare con la carta di credito, ti chiedono un documento di identificazione e, guarda caso, la Carta d’Identità italiana, in molti posti non sanno cosa sia...

Leonardo Masina

Leonardo Masina 10.01.08 15:39| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe
ti invio il link di un articolo che ho appena letto sui "termomerdalizzatori" sono scesi in campo tutti: tg 5, corriere, repubblica tutti a dire che senza un incerenitore non si può cammpare. E' un vero scandalo che non ci sia una voce fuori dal coro.
ciao un abbraccio
cosimo semeraro
http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo395499.shtml

cosimo semeraro 10.01.08 15:19| 
 |
Rispondi al commento

OLIO DI RICINO: Sono stato sempre contrario alla violenza, ma per questi merdosi della casta un'eccezione la faccio: Propongo olio di ricino, almeno 1,5 litri pro capite... die!!!

ANDREA R. Commentatore certificato 10.01.08 14:36| 
 |
Rispondi al commento


Come ormai mi capita da un pò di tempo, accendo il mio pc e do uno sguardo alle notizie del giorno, con la speranza, ultima a morire, di poter finalmente leggere cose positive. Invece apprendo sempre e solo le quotidiane coglionate, nei fatti e nelle parole, di questo governo.L'ultima,in ordine di tempo,la trascrivo papale papale così come è stata divulgata dall'APCOM:

Roma, 10 gen. (Apcom) - L'Italia è uscita dalla
fase di bassa crescita e può ora aspirare a uno sviluppo più duraturo. Lo dice il presidente del Consiglio, Romano Prodi, nel suo intervento di apertura al vertice di maggioranza, in corso a palazzo Chigi.

"La riunione di oggi ha un obiettivo principale - sottolinea il premier -: abbiamo bisogno di concentrare le nostre politiche su quelle scelte che possano consentire al nostro Paese di avviarsi verso una crescita più sostanziosa e duratura. Negli ultimi due anni -ricorda -, le cifre sono più che confortanti: l'Italia è cresciuta più di quanto non fosse successo nella prima metà del decennio; gli investimenti sono aumentati, le esportazioni hanno ripreso a marciare a ritmi straordinari nonostante la forza dell'euro, la disoccupazione non è mai stata così bassa. E anche un problema come l'inflazione in salita, che complica la vita ai lavoratori e alle famiglie, va confrontata con le percentuali degli altri Paesi europei che collocano l'Italia in una posizione migliore".

"Certo, però, accontentarci non possiamo - avverte Prodi -. Dobbiamo andare oltre questi risultati. Il Paese ha tutte le potenzialità per lasciarsi definitivamente alle spalle un lungo periodo di bassa crescita e aspirare a uno sviluppo più intenso e duraturo. Spero condividiate con me che abbiamo davanti a noi una grande occasione che non va sprecata - dice rivolto agli alleati -. L'occasione di una grande operazione di rilancio della crescita".

Non faccio nessun commento alla suddetta dichiarazione del nostro Premier,pongo solo una domanda: Quale paese governa?

Adriano Pisano 10.01.08 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare una domanda agli esperti in rete:
mettendo da parte gli interventi strutturali necessari per risolvere la questione rifiuti in Campania.... la domanda che vi pongo è la seguente: è possibile (e se si quanto tempo occorrerà) bonificare tutte le discariche abusive (mi pare di aver sentito 1400) dai rifiuti altamente tossici e riqualificare l'ambiente????
Grazie

Luca Basile 10.01.08 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Onestamente penso che in pochi conoscono pregi e difetti della bioessicazione (e più che altro, la sua attuabilità), credo che un chiarimento in merito sia necessario, sennò la cosa può apparire solo come una "manna dal cielo" per chi è del «partito dei no».

Ad ogni modo il PDF linkato è stato scritto in origine con Micro$oft Word... Anche al V-day parlavi di software libero, ma perché non sei in prima fila a promuoverlo (certo, con i tuoi soldi puoi farci quello che ti pare, ma credo che sarebbe una scelta "morale" in primis)?
Tutto quello che fai in rete lo potresti fare allo stesso modo (se non meglio) anche con certe alternative...

Marco Trevisan 10.01.08 02:23| 
 |
Rispondi al commento

vorrei PROPORRE e non criticare...

vorrei che ci prendessimo un week end, tutti quanti, e andassimo a Roma (equidistante + o - da Nord a Sud) e con la bocca tappata di nastro adesivo sfilassimo silenziosi ma severi di fronte il "nostro" parlamento. Magari non succede niente, ma magari facciamo intanto vedere quanti siamo.
Facciamo il 9 e 10 FEBBRAIO 2008??

Sara Palmieri 09.01.08 18:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Gentili tutti, gentile Sig. Grillo,

PARTE PRIMA -
dissento in massima parte con quanto scritto nell'articolo a proposito dell'incenerimento. Per prima cosa, l'argomento è solo una ma di certo non l'unica, problematica correlata al disastro-rifiuti campano. Com'è presentata, invece, pare che magicamente il Sig. Grillo tiri fuori dal cappello la soluzione definitiva-universale-ad-impatto-zero sia per il trattamento dei rifiuti che per la questione energetica ed ambientale che le si collega.
Mi dispiace, le cose non stanno esattamente così dal punto di vista sia tecnico che scientifico.
Premetto che, da addetto ai lavori nel campo della produzione di energia (idroelettrica, nel mio caso), posso tollerare che si adoperi la questione energia-ambiente per fare spettacolo, che giustamente è il mestiere di Grillo, e magari, se il tema è trattato con ironia e brio, posso anche apprezzare (ero fervente ammiratore di Grillo fino a qualche anno fa). Ciò che ritengo inammissibile è la manipolazione di dati scientifici e la loro - a tratti - falsificazione a scopo demagogico per far presa sull'auditorio medio e aumentare il seguito. La gente in Italia si pasce di allarmismi, estremismi, radicalizzazioni, opposizioni, insomma di tutto ciò che finisce in -ismo e in -zione, e ciò che mi ha sempre stupito di noi Italiani, dopo aver vissuto per 15 anni in Francia, è che tutti si credono tuttologi. Sig. Grillo, mi indigno per il fatto che Lei alimenti questa tendenza e ci marci sopra. E' PERICOLOSO, mica per Lei, ma PER NOI STESSI!!!!!!!
Veniamo quindi ai contenuti dell'articolo sui quali mi sento autorizzato a dire la mia (su altri temi sono ignorante e quindi non apro bocca):

claudio b. Commentatore certificato 09.01.08 16:14| 
 |
Rispondi al commento

non li leggo dal 2000

Fabio Masetti (scriptavolant) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.08 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Preso pari pari dal sito La Repubblica

14:26 Assessore Lombardia: "No alla 'monnezza' di Napoli"
Gli impianti e le discariche che abbiamo non sono sufficienti a ospitare i rifiuti campani. E poi la 'monnezza' lombarda non puzza, quella di Napoli sì. Lo spiega microfoni di Sky Tg 24 l'assessore regionale della Lombardia alle Reti e Servizi di pubblica utilità Massimo Buscemi.


Salvatore Canfora 09.01.08 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eterna collusione tra politica e camorra,questa è la causa principale dell'emergenza rifiuti.Forse non tutti sanno che la Campania non è piena solo di rifiuti prodotti dai suoi cittadini ma anche di rifiuti(velenosissimi) provenienti dal nord Italia.Noi campani saremmo contenti se questo veleno tornasse da chi lo ha prodotto malgrado L'on Maroni tema un blitz notturno in Lombardia. A ciascuno la prppria immondizia.
W l'Italia

andrea donizzetti 09.01.08 14:45| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

QUANDO INFURIA LA BATTAGLIA JERVOLINO SE LA SQUAGLIA.

vittorio de martino 09.01.08 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao A tutti,

Sono un PadanoVenetoNapoletano!!

Amo la Campania ed i Napoletani!!!!
Un'orgoglio x l'Italia!!!

Alle prossime elezioni x il Governatore della Campania e sindaco di Napoli:::??????

VOTATE X BEPPE GRILLO!!!!!! e SVEGLIATEVI!!!!!MADATELI A CASA TUTTI QUESTI FARABUTTI CHE VI HANNO SEMPRE INGANNATO/USATO ED ORA VI STANNO SCREDITANDO AGLI OCCHI DEL MONDO!!!
Siete diventati purtroppo lo zoccolo/a della sinistra nel Sud Italia e siete stati usati dalla sinistra x conquistare il governo dell'Italia ...e questi signori di m...da , hanno preso il governo sulla pelle dei Vs figli, della vs salute , del Vs futuro!!!!....x questo hanno tollerato x tutti questi anni quei 2 deficienti che occupano le cariche più prestigiose della regione Campania!!! BASTA!!!! VAFFANCULOOOOOOOO!!!!!

L'Italia hà bisogno di Voi del Vostro sole del Vostro Sapore , del Vs genio, della Vs allegria e sincerità!!!

Un Italiano!

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.08 11:33| 
 |
Rispondi al commento

SONO NAPOLETANO, VIVO NEL QUARTIERE FUORIGROTTA; TRA ME E IL QUARTIERE PIANURA C'E' QUELLO DI SOCCAVO. QUANDO ESCO LA MATTINA DAL MIO PALAZZO PER ANDARE AL LAVORO TROVO UN MONTONE DI IMMONDIZIA CHE OGNI GIORNO CRESCE SEMPRE DI PIU': LA SERA PORTO IL CANE PER I SUOI BISOGNI (CHE NONOSTANTE TUTTO RACCOLGO CON LA PALETTA PERCHE' MI REPUTO UNA PERSONA CIVILE) E VEDO LE SCORRIBANDE DEI TOPI (ENORMI) CHE SCORAZZANO TRA I RIFIUTI. SONO INDIGNATO, SCHIFATO, ARRABBIATO, DEPRESSO. NAPOLI, LA MIA CITTA', ANTICA CAPITALE BORBONICA E METROPOLI EUROPEA, TERZA CITTA' DELLA REPUBBLICA ITALIANA PER NUMERO DI ABITANTI, RIDOTTA A BIDONVILLE DA QUARTO MONDO. CHI SONO I RESPONSABILI, PERCHE' L'INTELLIGHENZIA NAPOLETANA NON SI MOBILITA CONTRO QUESTO SFACELO ASSURDO, INVECE DI DELEGARE LA PROTESTA DI PIAZZA SOLO AGLI SFORTUNATI ABITANTI DEL POPOLOSO QUARTIERE DI PIANURA!!!!! ORA SI PARLA DI INSTALLARE I TERMOVALORIZZATORI NELL'UNICA REGIONE ITALIANA CHE NE ERA SPROVVISTA!!!! E LA RACCOLTA DIFFERENZIATA???? IN FAMIGLIA L'ABBIAMO SEMPRE FATTA (ANCHE A COSTO DI SCAVALCARE I CUMULI DI IMMONDIZIA PER GETTARE I RIFIUTI DA RICICLARE NELLE APPOSITE CAMPANE).... LA GENTE MUORE DI CANCRO.... QUI C'E' IL PIU' ALTO TASSO DI MALATTIE TUMORALI, ALLERGIE ALLE VIE RESPIRATORIE, SIAMO AL COLLASSO... LA SITUAZIONE E' PEGGIORE DEL TERREMOTO DELL'80. LA STAMPA CHE FA.... REGISTRA SOLO LE BANDE DI FACINOROSI CHE LANCIANO SASSI ALLE FORZE DELL'ORDINE??? MA E' POSSIBILE CHE UNO STATO DI DIRITTO DEBBA PERMETTERE CHE I PROPRI CITTADINI DEBBANO VIVERE A CONTATTO CON I TOPI COME NEL MEDIOEVO???? TUTTI ASPETTANO CHE BASSOLINO E LA JERVOLINO SI DIMETTANO: MA NON C'E' NESSUN ORGANO COSTITUITO CHE POSSA CACCIARLI A CALCI IN CULO PERCHE' NON HANNO SVOLTO IL LORO DOVERE??? IN QUALSIASI POSTO DI LAVORO CHI NON FA IL PROPRIO DOVERE E BENE VIENE LICENZIATO: CI SI REGOLI DI CONSEGUENZA!!!

Luca Basile 09.01.08 10:29| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

HAI PERFETTAMENTE RAGIONE LORENZO,
SE NON FATE UNA PICCOLA RIVOLUZIONE NON RISOLVERETE MAI NIENTE. E ASPETTARE CHE LE ISTITUZIONI FACCIANO QUALCOSA E' UTOPIA.E SE VERAMENTE SIETE PERSONE CHE VOLETE UN SUD MIGLIORE ALLORA FORZA E CORAGGIO RAGAZZI. INCAZZATEVI DI BRUTTO! ALLORA AVRETE APPROVAZIONE E GRANDE RISPETTO DA TUTTO IL MONDO. TANTO SAPETE DOVE SONO. SE LA MAFIA FA PAURA VOI DOVETE FAR PIU' PAURA. NELLA STORIA DEL MONDO PER OTTENERE QUALCOSA SI E' DOVUTO PURTROPPO RICORRERE A MALI ESTREMI E QUESTO ANCORA "PURTROPPO " E' IL VOSTRO E IL NOSTRO CASO. FUORI DONNE BAMBINI E VECCHI E FATEGLI IL CULO E RINASCETE LIBERI.
PRIMA COSA NOLEGGEREI CAMION E CARICHEREI LA SPAZZATURA E LA PORTEREI UN PO' DAVANTI A MONTECITORIO E IL RESTO SOTTO CASA DI PRODI, LA IERVOLINO, BASSOLINO E SOTTO LE VILLE DI QUEI PARACULI CHE CI GOVERNANO.
SCUSATE LO SFOGO MA E' QUELLO CHE PENSO SENZA NASCONDERMI DIETRO FRASI FILOSOFICHE CHE VOGLIONO TROVARE IN TUTTI I MODI RAGIONI O GIUSTIFICAZIONI. LA REALTA' E' QUESTA E LE PAROLE NON BASTANO PIU'.

SABRINA D. Commentatore certificato 09.01.08 10:08| 
 |
Rispondi al commento

mi guardo "LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI"!
..........................................ALLORA SI CACCIARONO VIA I NAZISTI.
NAPOLETANI CACCIATE VIA QUESTI POLITICI!

MARIO L. Commentatore certificato 09.01.08 06:59| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ho visto il filmato sul toor giornalistico dei rifiuti in Campania e l'intervento di rappresentanti, uno, di associazioni di categoria. Il gioco, delle tre carte, continua. E' quello più praticato. Basta andare a Piazza Garibaldi (Napoli): la carta vince, la carta perde. L'importante è cadere in piedi!
Ovvero: mentre si fanno accordi di ogni tipo con il potere più perverso, dall'altra si vestono i panni della denuncia e dell'irritazione.
Gli uomini di potere, a qualsiasi livello, vanno guardati dietro lo specchio!!

rosario troisi 09.01.08 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Potete leggere un articolo interessante e molto chiaro sul problema dei rifiuti pubblicato dal corrispondente a Roma della CNN (in inglese).

http://edition.cnn.com/2008/WORLD/europe/01/07/naples.rubbish.background/index.html

Sicuramente va al nocciolo della questione senza girarci intorno in maniera sconclusionata come accade in questi giorni sui media italiani.

Buona lettura

Silvia B 08.01.08 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe condivido pienamente le considerazioni sugli inceneritori ma a Napoli e dintorni sono ancora troppo lontani dalla cultura della raccolta differenziata, te lo dico per esperienza e conoscenza diretta. Adesso c'è l'emergenza da gestire e poi un inceneritore da far partire che tanto anche così come stanno adesso si respirano di tutto. Magari con dei filtri ed i controlli di un impianto regolarmente funzionante l'impatto ambientale sarebbe anche minore di quello attuale. Poi dipenderà molto da quello che ci bruceranno e se avvieranno subito la raccolta differenziata, evitando di bruciare la plastica ad esempio, l'inceneritore potrà emettere molti meno fumi inquinanti.
Poi, con le strade campane regolarmente liberate da spazzini stipendiati per quel lavoro,(e non dall'esercito da usare solo in emergenza)avremo la serenità di affrontare il problema su scala nazionale, perchè sapere che abitando dalle parti di un inceneritore aumenta il rischi di cancro ai testicoli non fa piacere nè a Venezia nè a Milano e nemmeno ad Acerra.
Giusta invece la decisione di individuare in aree demaniali le nuove discariche: quelle si che dovrebbero continuare ad essere gestite dai militari per togliere il business alla camorra. Niente appalti, niente camorra.
Dunque vediamo cosa suggerire a Pecoraro Scanio per fare qualcosa di pratico. Senza sforzarci troppo copiamo gli altri:
- acqua il bottiglie di plastica, va bene ma con cauzione e quindi da restituire al supermercato (andate in Norvegia e comprate l'acqua minerale e scoprirete come funziona)
- quanti anni sono che si parla dei sacchetti di plastica che non dovranno essere più usati a partire da.....domani non va bene????
E poi.....comunque io faccio un altro mestiere ma in garage mi separo i rifiuti personalmente tutte le sere (abito a Novara) e me ne rendo conto. Non è che il ministro non si se li è mai separati???
Auguro agli amici campani di essere amministrati meglio ed a De Gennaro di durare più di Bertolaso.

Roberto FARRIS 08.01.08 22:38| 
 |
Rispondi al commento

La discarica di pianura confina con l'oasi del wwf parco nazionale degli astroni!!! PIANURA 50 ANNI FA ERA UN CRATERE VULCANICO! OGGI è UNA "PIANURA", di monnezza.

voglio aggiungere due parole visto che abito in zona: meglio l'inquinamento dell'inceneritore per il momento, almeno fino a quando l'emergenza non passa. forse a tutti sfugge una cosa... le discariche attuali, la stessa pianura, i siti per le ecoballe (che di eco non hanno nulla!)tutto quello che c'è attualmente sul territorio..NON VERRà TOLTO MAI PIù!!!LA TERRA è MALATA PER SEMPRE E UGUALE LE FALDE, CON UNA PERCENTUALE DI DIOSSINA DOPPIA A QUELLA DEI TERRITORI INTORNO A SEVESO!! su questi terreni ormai si può solo costruire.
incrementare sicuramente la racolta differenziata ma attualmente non conosco nessuna città del mondo che ricicla fino all'ultimo grammo. e si vuole cominciare proprio da napoli?
siamo realisti.. nella situazione attule l'inceneritore è la situazione più logica con la speranza che siano come quelli tedeschi e di brescia! che miracolo sarebbe.

salvo barba Commentatore in marcia al V2day 08.01.08 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma come si può solo pensare (...e voi tutti a crederci!!)di poter ottenere il 70%di raccolta differenziata in una città grande come Napoli!è praticamente impossibile!..e poi, nell'articolo non è VOLUTAMENTE spiegato che fine farebbe il 15-20% del rifiuto recuperato. Dico volutamente perchè la parola discarica controllata non può assolutamente essere citata in un blog rivoluzionario come questo!
..la bioessiccazione è un trattamento che toglie solo l'acqua presente nei rifiuti e quindi ne interrompe le reazioni biologiche (che ripartiranno una volta messo in contatto il rifiuto con l'acqua, cosa che accade in una discarica!).Quindi la bioessiccazione non è un trattamento abbastanza valido da poter sostituire la discarica o l'inceneritore!
E poi..come si fa a immaginare una società con "rifiuti zero"...è una situazione utopica che non avverrà mai!
Secondo me Beppe Grillo è un aiazzatore di folle sollevando problematiche, per carità giustissime, ma senza mai proporre una soluzione sostenibile o, come in questo caso, una soluzione qualsiasi!Penso sia più facile sollevare questioni e poi lasciare agli altri la soluzione!
Mi piacerebbe confrontarmi su questo tema dei rifiuti che mi sta molto a cuore!

Valentina Costantini 08.01.08 22:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eppure si m'aggire me veche uaglione
cammenave pe vie ra città rò sole ...

Nu crere a nisciuno ca parla pe fà ò bbene
annascunnenne è colpe sotto ò turrene ...

Arraggia è chiù forte ro fiet è munnezz
chi accisa a siren adda pavà cò disprezz ...

Masaniello Nero 08.01.08 21:51| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L’obiettivo rifiuti zero corrisponde, innanzitutto, alla cessazione dello smaltimento dei rifiuti, ossia all’abbandono definitivo o alla distruzione degli stessi.
Ciò significa applicare politiche di disincentivo per il ricorso alla discarica, all’incenerimento o ad altre tecnologie di combustione come la gassificazione, fino a giungere all’azzeramento dello smaltimento.
Il TMB (Trattamento Meccanico Biologico) è una tecnologia che permette di ridurre del 70% i rifiuti indifferenziati da avviare a smaltimento, ed è già oggi applicata con successo, ad esempio in Australia http://www.wsn.com.au/

Non si tratta di una alternativa alla raccolta differenziata, ma costituisce un completamento dei sistemi di riduzione della produzione dei rifiuti all’origine e fornisce un sostegno al sistema di recupero differenziato.
Per realizzare un impianto TMB (un capannone con macchinari già disponibili sul mercato) sono necessari tempi e costi enormemente inferiori a quelli necessari per costruire un inceneritore.

Geppy Quaranta Commentatore certificato 08.01.08 20:02| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pare che in Campania manchino gli impianti per gestire i materiali che provengono dalla raccolta differenziata... Ma scusatemi... Se altre regioni non vogliono i rifiuti indifferenziati campani un'altra cosa sono quei materiali destinati al riciclaggio che come è noto vengono riciclati da ditte private. Appunto queste ditte di altre regioni potrebbero farsi carico di trattare la carta e il metallo e plastica napoletana. Ci sarebbero dei costi di trasporto rilevanti ma se partisse la raccolta differenziata in Campania almeno ci sarebbe il modo di gestire tutta questa massa di materiale.. No?

Vittorio s. 08.01.08 19:13| 
 |
Rispondi al commento

PECORARO SCANIO: qualcuno l'ha visto ieri su Porta a Porta di Vespa?? Ma come siamo potuti scendere così in basso? Ma come possiamo essere governati da questi dementi privi di ogni decenza... che cosa sorrideva ieri continuamente lo sa solo lui e il suo compare Prodi che ride ride e ride... e FA', FA' MOLTO E DURA!!! Ma andate a fanculo!!!

ANDREA R. Commentatore certificato 08.01.08 19:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Non ho avuto tempo di leggere i diversi post di oggi ma voglio segnalarti una notizia arrivata tramite newsletter ingegneri.info, già commentata sul sito di radioradicale:
fainotizia.radioradicale.it/2008/01/08/il-mitico-thor-contro-la-monnezza-napoletana.
Forse val la pena di fare una telefonata al CNR, tanto per capire se si tratta di una bufala o se finalmente la ricerca produce qualcosa di veramente utile.
Altro discorso poi giudicare l'utilità per la società, la casta, la camorra ecc. ecc..

renato marchitelli 08.01.08 18:40| 
 |
Rispondi al commento

non dobbiamo piu' votarli questi ladri, vogliamo gente nuova con idee giovani.

www.ilmondointerinale.blogspot.com

johnny d30 Commentatore in marcia al V2day 08.01.08 17:39| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Se volete farvi un'idea guardatevi Report:
http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,report%5E13863,00.html

Vittorio s. 08.01.08 17:28| 
 |
Rispondi al commento

FORZA NAPOLI

Buttateli dentro al Vesuvio ...lo str..o di bassolino ee quell'oca della jervolino!!!

Vincenzo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.08 15:55| 
 |
Rispondi al commento

PARTE IV
Occorre quindi rendere "naturale" il processo di differenziazione dei rifiuti alle fonti (produttore/consumatore), ridurre le tipologie di rifiuti, ridurre i costi di raccolta, dare valore ai rifiuti realmente differenziati, imporre il ricorso alle bioplastiche.
Plastiche: a mio avviso rappresentano il cuore del problema "rifiuti urbani".
Vietare l'uso e l'immissione di plastiche da idrocarburi sul territorio nazionale con ricorso alle bioplastiche.
Il cosiddetto "umido" potrà di conseguenza contenere shopper, monouso, bottiglie, pellicole, involucri e packaging ed essere trattato così come ben proposto nel documento di Beppe Grillo http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/Le_alternative_agli_inceneritori.pdf o, in alternativa, come alimento animale o fertilizzante od altro.
Mi scuso per aver "invaso" questo spazio con i miei sproloqui, assicuro che l'intenzione da parte mia è di voler essere valido contributo e testimonianza.
Attendo commenti e spero di non essere travolto (legge del contrappasso) da una valanga di ammonimenti e richiami.

Geppy Quaranta Commentatore certificato 08.01.08 15:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel migliore dei mondi possibile le proposte riportate nell'articolo sarebbero ineccepibili: peccato che non è il nostro caso. A proposito, infatti, della raccolta differenziata relativamente a Napoli, vorrei far presente solo due cose: 1 - a Milano viene fatta regolarmente condominio per condominio, pena una pesante multa, ma questo pareva non interessare ai miei vicini napoletani quando vivevo a Milano, i quali svuotavano impunemente le loro cantine nei cassonetti condominiali, costringendo tutti i condomini a pagare pesanti multe; 2 - se andiamo a vedere la massa di rifiuti in questi giorni presente per le strade di Napoli e dintorni, vedremo che non vi sono solo rifiuti deperibili che naturalmente non si possono tenere in casa troppo a lungo, ma anche quelli riciclabili che si potrebbe benissimo attendere a gettare in strada. Sembra anzi che molti abbiano 'approfittato' della situazione per svuotarsi tranquillamente le cantine... Se neanche una tale situazione limite frena la gente dal gettare di tutto in strada senza operare alcuna differenziazione, come possiamo sperare che lo si faccia in condizioni normali?

Vittoria Cognome 08.01.08 15:38| 
 |
Rispondi al commento

PARTE III
Di contro, il giro d'affari dell'industria ecocriminale sfiora il record di € 23 miliardi.
Lo sanno i cittadini ostaggio dei clan criminali in quella che Legambiente ha ribattezzato come "terra dei fuochi": il triangolo dei veleni tra Qualiano, Giugliano e Villaricca (NA) dove si continuano a smaltire, in una sostanziale impunità, rifiuti di ogni tipo.
IPOTESI
Ricordo Beppe Grillo, in tempi non sospetti, strapparci risate a denti stretti con i suoi ammonimenti a contenere gli sprechi energetici e la produzione di rifiuti.
Queste sono le vere priorità!
La tirannia dei consumi, spirale mortale che deve assolutamente essere spezzata!
Prodotti che nascono come rifiuti con un alto anticipo già versato: costi energetici.
Come mai, per produrre energia con generatori eolici, si ereggono tali monumenti alla stupidità?
Quanta energia si è spesa e si dovrà spendere per produrre, installare e manutenere simili dinosauri?
Esistono generatori ad asse verticale che producono energia anche se installati su impalcature in "tubi innocenti" con impatto ambientale pressocchè nullo e maggiore efficienza!
La "gestione rifiuti" dovrebbe muovere da criteri di corretto sfruttamento delle risorse naturali ed energia, eliminando dai processi produttivi tutti gli elementi che sostanzialmente nascono come rifiuti.
Deve essere preferito il riutilizzabile al riciclabile (spesso chimera) riducendo anche il costo energetico.
I contenitori in vetro (riutilizzabili) andrebbero "normalizzati", identificati con rfid passivi ed immessi con i criteri di "vuoto a rendere" in modo da non disperdere risorse ed energia, riducendo contemporaneamente il ricorso a plastiche e tetrapack.
Una corretta politica di raccolta differenziata deve realisticamente prevedere il riutilizzo/riciclaggio della massima parte dei rifiuti, salvaguardando ambiente, risorse ed energia.
Impensabile disporre di risorse umane a costo zero, così come si intende attuare la raccolta differenziata oggi.

Geppy Quaranta Commentatore certificato 08.01.08 15:33| 
 |
Rispondi al commento

PARTE II
Consideriamo la stessa situazione dal punto di vista economico.
Non vi è dubbio che l'Emergenza Rifiuti in Campania sia frutto di elementi politici, economici, sociali e culturali che trovano nello stesso stato di emergenza una loro funzionalità economica.
Si comprende che la soluzione al problema rifiuti in Campania non è facile in quanto l'Emergenza crea generazione di flussi economici molto rilevanti.
Da considerare il ruolo dei media che contribuiscono spesso in modo decisivo nell'ambito dell'orientamento della percezione del rischio da parte della comunità.
Vorrei ricordare la diossina a Caserta di cui non si parla quai più ma è un'emergenza esistente, la finta emergenza dell'influenza aviaria e le tante emergenze periodiche, che periodiche in realtà non sono.
DATI
Il 12.02.1994 il Consiglio dei Ministri dichiarava lo stato di emergenza in Campania al fine della gestione dei rifiuti e, da allora, l'emergenza rifiuti ha risucchiato in un vortice di inadempienze, sprechi ed incapacità oltre € 2 miliardi.
Oggi si manifesta condizione drammatica che mette in pericolo l'ambiente, la salute pubblica, le attività imprenditoriali-turistico-commerciali creando infine gravi episodi di ordine pubblico e ripercussioni negative sull'immagine complessiva del Paese
La produzione di rifiuti solidi urbani è cresciuta significativamente, circa 40 milioni di tonnellate, pari ad oltre 750 Kg/Abitante per anno.
Nel 2004, la spesa media annua di 4 persone in 90 mq risultava di € 196,5/anno, con un massimo di € 244,7 (Campania) ed un minimo di € 110,3 (Molise).
In Campania, con l'aumento della Tarsu, si è assistito al paradosso del servizio peggiore del mondo fornito al prezzo più alto in assoluto.
In Campania la raccolta differenziata è sostanzialmente inesistente, escludendo alcune aree delle provincie di Salerno e Napoli.
Non supera il 6% nei comuni con popolazione superiore ai 50000 abitanti; eppure per la differenziata si sono spesi oltre € 300 milioni.

Geppy Quaranta Commentatore certificato 08.01.08 15:11| 
 |
Rispondi al commento

http://www.modugno.it/archivio/2007/05/lettera_di_sorg.php

a casa nostra, le bugie della sorgenia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Non abbiamo bisogno di energia, e soprattutto, non vogliamo pagarla con la vita dei nostri figli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

maria e. Commentatore certificato 08.01.08 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARTE I
RIPORTO IL POST PUBBLICATO SU ARES IL 22.08.07
Si definisce "emergenza" una situazione, un momento critico, un imprevisto che comporta un possibile rischio.
Il termine viene utilizzato anche in "Teoria dei sistemi complessi" laddove si indica il processo di formazione di schemi complessi a partire da regole più semplici.
Considerando la prima definizione, il termine "emergenza rifiuti" non è esatto, in quanto frutto di eventi ampiamente prevedibili, di convenienze, di connivenze e di cattiva ed irresponsabile gestione.
La seconda risulta invece corretta, in quanto ci troviamo di fronte ad uno schema complesso (Situazione rifiuti in Campania) a partire da regole semplici (le stesse del punto precedente).
Tuttavia la situazione attuale, essendo inattesa ed imprevista per la comunità campana, o meglio per quella parte di comunità campana che non ha tratto diretto beneficio economico e politico dalla situazione stessa, rappresenta emergenza sia in ambito sanitario che ambientale.
La situazione attuale prevede quindi la Gestione di tre differenti aree di Emergenza: sanitaria, ambientale e di sistema.
Quella sanitaria non proviene solo dalla presenza dei rifiuti per strada ma anche e soprattutto dal loro smaltimento: qui le scelte strategiche in corso di definizione a livello Regionale (Piano Generale dei Rifiuti) sono di importanza cruciale per la salute futura dei cittadini Campani.
Quella ambientale è quella più rilevante ed in parte è interconnessa a quella sanitaria.
Ma la domanda che pongo a tutti voi è questa: ci si può ricordare dell'ambiente solo quando ci sono le emergenze? E non pongo la domanda per polemica, ma come persona preoccupata di come i destini della popolazione mondiale siano in mano a persone che se non sono incompetenti sono per lo meno irresponsabili.
C'è l'ultima area di emergenza che ho chiamato di sistema in quanto la situazione attuale richiede scelte immediate ed efficaci e soprattutto da parte di persone competenti.

Geppy Quaranta Commentatore certificato 08.01.08 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Quello che dici Beppe è sacrosanto ma come al solito perdi di vista la realtà.
Non ha alcun senso parlare di raccolta differenziata e di riciclaggio se non esistono (in Campania come in altri luoghi) dei centri attrezzati per lo stoccaggio, la selezione e il riciclo dei rifiuti. Ci sono decine e decine di comuni italiani che si sono rimepiti la bocca del concetto di raccolta differenziata infilando cassonetti anche dentro le mutande dei cittadini per poi fare, sai cosa? mettere i rifiuti tutti nelo stesso posto. Ma che cavolo di senso ha questo?
Quindi, appare evidente che fatta eccesione per alcune perle comunque presenti nel territorio nazionale, parlare di riciclaggio è quantomeno fuoriluogo. Se intendi dire che occorre attrezzarsi per farlo, ok, sono d'accordo. Ma se parli per assoluti e dici che bisogna farlo e basta dimostri soltanto di chiacchierare e basta come fanno gli stessi politici senza renderti conto di come stanno le cose fuori da casa tua.
Parli di bioessicazione. E dove sono in Italia gli impianti di bioessicazione? Io non ne conosco nemmeno uno.
Bisognerebbe costruirli, già. Ma qua non stiamo giocando a Simcity dove basta puntare il mouse, fare click e avere il tuo bell'impianto di bioessicazione. Occorrono le leggi, occorrono le gare d'appalto, occorre il tempo fisico di realizzare le strutture.
Se non si dicono le cose chiaramente ai cittadini e si parla, come spesso fai, per assoluti dicendo quale sarebbe la cosa più giusta da fare ma senza piegare che NON LA SI PUO' FARE ORA, si fa solo disinformazione o malainformazione. La stessa di cui spesso di lamenti.

Marco Bellu 08.01.08 14:21| 
 |
Rispondi al commento

ciao
volevo fare i miei complimenti a fabio finco ed a pierluigi palumbo,a anche segnalare loro, e a tutti quelli che vorranno leggere, una cosa:
abito in provincia di treviso e nel nostro comprensorio la raccolta differenziata si attesta tra l'85 ed il 90% del rifiuto totale, il resto al termovalorizzatore...anche noi abbiamo 4 cassonetti per ogni casa che vengono svuotati regolarmente 1 o 2 volte la settimana (a seconda del tipo di rifiuto) ovviamente anche il risparmio a livello economico è notevole, ma possibile che in giro per l'italia (con ovvio riferimento a napoli) non si capisca sta cosa? si tratta solo di abitudine ed educazione civile e ambientale...

Luca Callegari 08.01.08 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ragazzo di 18anni, i miei genitori sono scettici sui dati degli effetti degli inceneritori (in particolare riguardo all'Alzhaimer) e vorrebbero avere i dati da cui hai tratto queste conclusioni... se sarebbe possibile postarli o farmeli pervenire per mail te ne sarei grato cosi li convinco finalmente che è una lotta giusta...grazie mille

Valerio Cosio 08.01.08 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo apertamente a Fernando Marseglia.
Mi dispiace pe rquello che sta succedendo ma non sono i dimostranti a provocarlo. Ho anche io degli amici a Quarto e sono preoccupatissimo, ma la verità è che non sono i manifestanti a isolare la zona. strade e ferrovie sono state bloccate da gruppi di non più di 5-6 persone CHE NON FANNO PARTE DELLA PROTESTA ma sono pagati per provocare gli scontri e isolare la zona. Ho visto io stesso i binari della Circumflegrea (la linea metropolitana che porta a Pianura e a cava Pisani) bloccate da mobilio e da... nessun manifestante. Proprio così, nessuno blocca le vie di accesso al quartiere e le forze di polizia non rimuovono gli ostacoli al passaggio dei mezzi di trasporto!
Leggi per favore il mio appello sulla discussione "Spazzatour". Ora i manifestanti sono davanti cava Pisani, ma nessuno usa la violenza, nessuno vuole creare disturbi, nessuno cerca lo scontro con le forze di polizia.

Adriano Fazzari (gilbert gosseyn iii) Commentatore certificato 08.01.08 13:13| 
 |
Rispondi al commento

E' finita stanotte la democrazia a Napoli;quello che ho visto dal mio balcone è stato qualcosa che credevo possibile in Cile del periodo di Pinochet.Polizia e Carabinieri che davano la caccia alla gente di Pianura casa x casa!Ho visto sparare (e nn lacrimogeni)ad altezza d'uomo e menarsi anche tra di loro per isterismo!!!Gente massacrata solo per essere sotto casa loro dinanzi ai loro figli al grido napoletani di merda!!!Mi chiedo cos'altro la gente di pianura deve subire,chi tutela noi che come tutti in Italia(x Calderoli nn ci sono risposte, basta la faccia che si ritrova x ritenersi offeso)meritiamo di "morire" in età media nazionale e sperare per i nostri figli le stesse garanzie di chi abita nei quartieri agiati,il salotto "buono" dove è concentrato il sistema clientelare dei signori della politica!Essere le vittime sacrificali delle malefatte di Rosa russo bassolino ai Pianuresi non può essere chiesto, dopo aver sversato x 43! anni nella nostra terra rifiuti di ogni genere,senza mai effettuare una bonifica e peggio ancora indagini sanitarie sui residenti,identificandoci "camorristi", termine a loro conosciuto perfettamente, visto le indagini in corso dalla Procura nei LORO CONFRONTI,con l'intento di deleggittimare i diritti della gente di Pianura e usando militari in soccorso dei potenti e dei ladroni...che democrazia è mai questa?

Pasquale Ricciardi 08.01.08 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei utilizzare questo spazio per fare dei ringraziamenti:
1) A te Beppe, per la tua costante campagna di disinformazione sull'energia e sulla gestione dei rifiuti, per le paure e le fobie incontrollate che generi sul nucleare e sulle nanopolveri. Per generare una marea di esperti improvvisati che sparano una marea di cazzate sul tuo blog senza avere la minima cognizione di causa, e senza fare la minima ricerca prima di ventilare l'apparato respiratorio e parlare.
2) A Pegoraro Scanio, che pur di opporsi al termovalorizzatore ha consentito la costruzione di una enorme discarica nei pressi di Napoli, a scapito di ettari di terreno colmi di querce secolari. Il tutto facendo finta di non sapere che la discarica indifferenziata emette gas serra (metano e CO2) per 30-40 anni: la termovalorizzazione (abbinata cioè alla produzione di energia elettrica e calore) ha invece un bilancio di CO2 negativo.
3) Alla Germania per fare soldi con i nostri rifiuti e prenderci per il culo dietro le spalle.
4) Alla Francia, alla Slovenia e alla Svizzera per venderci il 15% del nostro fabbisogno di energia elettrica proveniente dal nucleare.
5) Alla Danimarca e ancora alla Germania, per ispirare gli ambientalisti di tutto il mondo nonostante abbiano un parco di generazione di energia elettrica con circa il 50% DA CARBONE, e nonostante termovalorizzino rispettivamente il 50 e il 22% dei loro rifiuti solidi urbani.
6) Ai dipendenti della nettezza urbana di Napoli (35 volte di più rispetto a quelli di Milano) per avermi fatto sbellicare dalle risate, per i certificati medici che presentano che gli permettono di non raccogliere pesi superiori ai 2 kg, di non raccogliere altri rifiuti perchè allergici alla polvere, PER AVER DENUNCIATO LE AUTORITA' PERCHE' "NON LAVORANDO SI SONO MANGIATI LO STIPENDIO A TRESETTE" (!!!!!!!!!!).

Un grazie di cuore a tutti

Fabio Finco Commentatore certificato 08.01.08 12:52| 
 |
Rispondi al commento

QUARTO ISOLATA e IL VESUVIO ERUTTA MONNEZZA!
Si! Sempre di più chi fa le spese di tutto e di tutti è il cittadino "normale" (anche se ormai di normale non è rimasto molto in questa nostra provincia napoletana).
A circa un chilometro in linea d'aria da Quarto c'è la discarica con manifestanti e polizia schierati.
La popolazione di Quarto chiaramente solidarizza con chi manifesta: l'aria avvelenata della discarica arriverà anche a noi. Ma, intanto, siamo letteralmente RECLUSI SENZA VIA DI SCAMPO, OSTAGGIO DEI DIMOSTRANTI (la maggior parte di Pianura)e SENZA CHE NESSUNO SI INTERESSI DI NOI.
Tutte le strade di accesso al paese sono bloccate (non solo quelle che portano verso Pianura. Non possiamo nè uscire. nè entrare nel paese (40.000 abitanti!) ed è cominciato l'accaparramento ai generi alimentari nei supermercati e dai pochi benzinai.
Dove siete stampa, giornalisti, autorità, politici? Nulla!
Saremo DIMENTICATI sotto una montagna di monnezza e recuperati dagli archeologi tra qualche millennio aggrappati a qualche sacchetto. FORSE E' QUESTA L'ULTIMA ERUZIONE DEL VESUVIO. NON LAVA MA MONNEZZA!

Fernando Marseglia 08.01.08 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che sono uno studente di ingegneria per l'ambiente ed il territorio e che parlando con colleghi e con professori/ricercatori (che del problema dei rifiuti se ne occupano in prima persona) me ne sono fatto un'idea non per sentito dire o per aver letto qualche commento scandalistico.
Credo che demonizzare gli inceneritori sia da estremisti. E' certo che non siano ad impatto zero (esiste l'impatto zero?), è certo che producano diossina (produce più diossina un normale caminetto domestico!), è certo che producano scarti a loro volta da sistemare o meglio inertizzare, è certo che esistano altri metodi da valorizzare come la raccolta differenziata, etc...
E' però scorretto ritenere che in altri paesi si stiano abbandonando. Sono presenti a Vienna, in Danimarca, in Giappone per dirne qualcuno. In generale sono presenti laddove non si hanno a disposizione grandi spazi (come negli Stati Uniti) dove ammassare e inertizzare le montagne di rifiuti che produciamo.
E' scorretto ritenere che il contenuto di diossina sia catastrofico come di dice. Esistono metodi per abbattere il contenuto di diossina presente nei fumi.
Ritengo che gli inceneritori siano uno strumento valido, pur con i propri limiti, e che, supportati da altri metodi di smaltimento rifiuti, siano da tenere in considerazione.
Sembra che si stia facendo una guerra contro gli inceneritori come a suo tempo è stata fatta contro le centrali nucleari...
e si vede come siamo messi nella produzione di energia...cade un albero in svizzera e...BLACK OUT

Antonio Cabras 08.01.08 12:31| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa che mi sorprende è che nessuno parli di riuso.

Non metto in discussione che la soluzioine del riciclo vada adottata, ma io mi ricordo, e Beppe insegna che le soluzioni più innovative le dovremmo chiedere agli anziani (da uno spettacolo di qualche anno fa), che una volta le bottiglie in vetro erano con "vuoto a rendere" e venivano riutilizzate.... allo stesso modo le ditte che consegnano un elettrodomestico, o altro potrebbero sballare l'oggetto e recuperare l'imballo per un altro articolo con le stesse caratteristiche....
certo non riutilizzerei una bottiglia in pvc, ma riciclarla non fornirebbe di certo un bilancio energetico positivo....

penso che applicandosi un po' di esempi del genere se ne possano trovare tanti.
La cosa a mio giudizio importante di questo discorso è che:
a) il costo dello smaltimento tornerebbe in carico a chi produce.
b) non c'è bisogno di realizzare quasi nulla se non un obbligo al vendita in bottiglie con vuoto a rendere e al recupero degli imballaggi.... niente strutture o aziende o progetti megagalattici.

per l'immondizia prodotta in casa... beh anche lì buttare con troppa leggerezza è un problema.
chiudo citando L. De crescenzo in così parlo bellavista: " Mia madre conservava in una scatola gli spaghi troppo corti per essere usati, con sopra una scritta 'spaghi troppo corti per essere usati'"

Luke Larry 08.01.08 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io sono un ragazzo di 16 anni e per ora vivo in Austria.Rimarró qua fino alla fine di Luglio.Io sono "emigrato" da Napoli prima del problema rifiuti.Le notizie sono giunte fino a qui.Ieri ho letto in prima pagina sul giornale "Kleine Zeitung":"Napoli discarica d´Italia".E ci hanno dedicato un articolo di due pagine,accompagnato da una bella foto nel quartiere Sanitá,dove un ragazzo inizia a raccattare monnezza per bruciarla.
Penso che il problema sia la mancanza di senso civico da parte di tutti noi napoletani,la mancanza di raccolta differenziata,mai avvenuta a Napoli.
Qua hanno la fortuna di avere 4 cassonetti per casa dove buttare carta,resti,bio e vetro.
Spero che a luglio questo problema sia solo un ricordo...altrimenti sai che puzza!
Concludo dicendo che spero che Bassolino e Rosetta si dimettano.
Distinti Saluti a tutti quanti.

Pierluigi Palumbo 08.01.08 10:06| 
 |
Rispondi al commento

...CARI CITTADINI DI PIANURA..QUESTO QUI LO AVETE VOTATO VOI E ORA LO PAGHIAMO TUTTIIII.....Il commissario Bassolino ha fatto assunzioni per 144 milioni di euro. Nel 2001, sono stati ingaggiati 2.400 lavoratori socialmente utili, poi assunti a tempo indeterminato, solo per la raccolta differenziata: i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Visto che gli assunti non bastavano, via con i consulenti: oltre due a settimana per un totale di 500 incarichi al costo di 9 milioni di euro, che arrivano addirittura a 28 comprendendo anche le convenzioni esterne.
Bassolino ha moltiplicato gli stipendi per i dirigenti del commissariato (da 16mila euro a oltre un milione), che ha speso quasi 800mila euro per i telefoni e che ha creato un call center ambientale in cui 34 persone assunte a tempo indeterminato vengono pagate per rispondere dalle 3 alle 4 chiamate al giorno. Un lavoraccio. Che però i giudici non hanno apprezzato: il re del pattume stavolta non l’ha passata liscia ed è stato condannato a risarcire alla Regione 3,2 milioni di euro.
Bassolino ha detto che lui firmava e basta poiché il suo incarico al commissariato era politico e non tecnico: «Ho sempre assunto come mia stella polare il principio della separazione tra politica e attività amministrativa, mi sono occupato solo di scelte strategiche, al resto pensava la struttura organizzativa. Firmavo le ordinanze, ma non leggevo le carte».
Nell’era commissariale di Bassolino i posti di lavoro assegnati sono costati 144 milioni di euro. Nel 2001, solo per l’(inesistente) raccolta differenziata hanno trovato un impiego fisso 2.400 lavoratori, alcuni - stando al «dossier Catenacci» - guadagnano tutt’oggi 1.500 euro.
E che dire del call center ambientale Pan, assegnato senza gara in una settimana, costato oltre 3 milioni di euro? Per rispondere a 4 chiamate al giorno vengo impiegate 35 persone. Assunte tutte a tempo indeterminato.
...DEL RESTO SIETE ABITUATI A CAMPARE SULLE SPALLE DEGLI ITALIANI CHE LAVORANO..

Michele Melli 08.01.08 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tecnologia attualmente disponibile consente di costruire inceneritori capaci di rispettare a pieno la normativa (Direttiva UE 76 del 2000), in qualche caso i valori limite possono essere rispettati anche di qualche ordine di grandezza, è il caso, ad esempio delle diossine, ed è proprio sulle diossine che mi interessa spendere qualche parola. Le diossine, in realtà, sono una famiglia di composti (policloro-dibenzo-diossine e policloro-dibenzo-furani)(PCDD/F) per questo non si misurano semplicemente in ng (nanogrammi), ma in ng TEQ, cioè nanogrammi di tossicità equivalente...comunque a parte questo, l'inceneritore è tristemente noto per la problematica diossine, ma analizziamo criticamente la questione. Forse non tutti sanno che nei rifiuti già sono presenti PCDD/F,la quantità di PCDD/F presente in rifiuto urbano può essere stimata come 50 ng TEQ/Kg di RSU. Questo fatto è fondamentale perchè considerando che, mediamente, l'incenerimento produce 17.63 ng TEQ/Kg di RSU se ne deduce che al netto l'inceneritore abbatte le diossine [BREF on waste incineration]. Mi rendo conto che dovrei spiegare meglio quanto detto, ma se le mie argomentazioni interessano e si apre un dibattito sarò ben lieto, magari, di spiegarmi meglio. Ora voglio spendere le rimanenti 572 lettere per parlare dell'altro grave problema dell'incenerimento: le nanopolveri.Finalmente qualcuno si è preso la briga di contare le particelle ultrafini (dico contare perchè la loro massa è praticamente nulla:conta il numero).è stato effettuato uno studio sull'inceneritore di Bolzano in cui è stato misurato il numero di particelle, di diametro compreso tra i 10 e i 270 nm, sia al camino che nell'ambiente.La
distribuzione
delle particelle nei fumi presenta un massimo di 1600 particelle contro le 10000 misurate nell'ambiente.A voi i commenti o eventuali domande

Antonio Aulicino 08.01.08 09:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Cittadini campani fate benissimo a ribellarvi per quello che sta succendendo ma non posso fare a meno di chiedermi perche' non scendetete in piazza e nelle strade contro la camorra con la stessa determinazione?

Milvano B. Commentatore certificato 08.01.08 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono un abitante di Pianura che, nella confusione generale che si è creata, si tiene lontano dalla manifestazione anti-discarica.

Ho però maturato queste riflessioni:
1) Tralasciando le innumerevoli colpe dell'amministrazione regionale e comunale, le cui malefatte sono ormai note, è ora di fare qualcosa: e purtroppo in questo momento non vedo altra soluzione che l'apertura della discarica dei Pisani e altri siti, nella speranza che una volta per tutte parta un serioe pulito progetto di smaltimento di rifiuti.

2) A questo proposito: il "termovalorizzatore" non sarà il ritrovato tecnologico più all'avanguardia e più "pulito", ma attualmente in Campania è la cosa più logica da realizzare. Quando saremo in grado di muovere questi primi passi (percorsi in tutta Europa) e avremo sotto controllo l'intero ciclo potremmo pensare a dotarci di strutture come quelle proposte (dissociatori ecc.)
Ciò, è ovvio, non esclude la necessità di normative per ridurre la produzione di rifiuti e per sensibilizzare e anche incentivare economicamente (detrazioni sulla tassa sui rifiuti) la raccolta differenziata.

3) Voglio spendere due parole su Pianura e sulla manifestazione: molti di voi non la conoscono così come non la conosce la maggior parte degli "esperti" che parla in tv.
Pianura è stata discarica per 40 anni e insieme a molti luoghi del casertano (Saviano docet) è stata anche discarica abusiva di rifiuti tossici (anche dal Nord).
Dov'erano tutti i manifestanti, cittadini onesti e ambientalisti?
In tv un signore intervistato raccontava che suo fratello trasportava rifiuti qua a Pianura in una discarica abusiva...perchè non l'ha mai denunciato?
Pianura è un quartiere totalmente abusivo, legale grazie agli svariati condoni promessi da i oonsiglieri; è ovvio che nn ci siano fogne ecc, e l'abusivismo continua tutt'ora..PER QUESTO NESSUNO PROTESTA? Noi Contribuiamo al degrado del quartiere quando chiudiamo gli occhi oltre i nostri interessi più meschini...e quando votiamo.

Andrea Vastano Commentatore certificato 08.01.08 02:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che è emerso a Porta a porta è sconcertante oltre che gravissimo....ora per forza qualche testa deve saltare!
Ma attenzione a non distogliere l'attenzione da qualcosa di ancor più grave :cerca "moheta" e capirai quanto vicina potrebbe essere l'Argentina!
Buona notte......ma attenzione che domani potrebbere essere un cattivo giorno.

Jessica Moh (w.....moheta.it) Commentatore certificato 08.01.08 01:56| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile... Oggi ho visto un servizio al tg5 dove si parlava di un inceneritore in Italia(adesso non ricordo il nome della città) ed è stato sbandierato come la soluzione immediata ed indolore per la crisi rifiuti a Napoli!!! E' stato descritto come fanno i venditori in tv con le loro televendite in modo solo ed esclusivamente positivo, quasi conenfasi!!!! Non ci credo! Hanno addirittura intervistato un esponente della difesa ambiente che ha detto ke in 5 anni non hanno registrato danni ambientali rilevanti!!! Ma come!?!?!?!?! Sono senza ritegno e vergogna. Ed al tg5 nessuno che si è preoccupato di vedere se questi termovalorizzatori sono davvero convenienti e ripsettosi dell'ambiente!!!
Mah senza parole!

Lamberto Sollazzi 07.01.08 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
come mio solito ho inviato questo articolo del blog riguardo agli inceneritori a tutti i miei contatti e-mail poichè si tratta di un argomento molto delicato a cui tutti dovrebbero prestare attenzione. Questa è una risposta che ho ricevuto in merito. Vorrei chiederVi cosa ne pensate e come ribattereste...io sono senza parole!


Beppe Grillo saprà anche il fatto suo ma prima di dire certe cose dovrebbe informarsi meglio!!!
In germania non hanno ridotto i rifiuti del 50% ma li hanno smaltiti, e sai come: con in nove e dico NOVE inceneritori che la germania possiede in più dell'italia!!!!!
Questo mi sembra un po in contrasto con tutto quello che dice sul suo bolg? Non trovi!!
Per non parlare poi di tutte quelle sostanze che nascono dall'incenerimento dei rifiuti: non è proprio come dice il caro Beppe Grillo. Ad esempio il termovalorizzatore di Brescia "inquina" ogni giorno come se tutti gli abitanti di milano (circa 2 milioni) fumassero 2 sigarette el giorno!!! Questo se i rifiuti venissero raccolti in modo differenziato.
Quello che ci vorrebbe è un maggior senso civico del popolo. Meno rifiuti si producono meno ce sono da smaltire, questa è la verità!

Clara L. Commentatore certificato 07.01.08 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
da napoletano doc che però ricicla più del 70% dei propri rifiuti solidi urbani, ti assicuro che per portare a termine il piano che tu proponi occorrerebbero più di 20 anni ed un presidio perenne di tutti i cassonetti della regione da parte delle forze dell'ordine.

GIOVANNI BORRELLI Commentatore certificato 07.01.08 22:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Onore ai napoletani, specialmente a quelli che hanno avuto il coraggio di cominciare con le barricate: mi dispiace non esserci! E' comunque arrivato il momento di dire che la misura è colma: Beppe perchè non organizziamo una bella manifestazione proprio a Napoli in tempi brevissimi? Secondo te è legale appropriarsi della tassa dei rifiuti, che i napoletani sicuramente versano, senza che il servizio di smaltimento venga effettuato? Un saluto a tutti e forza Napoli.

walter r. Commentatore certificato 07.01.08 22:17| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che sono uno studente di ingegneria per l'ambiente ed il territorio e che parlando con colleghi e con professori/ricercatori (che del problema dei rifiuti se ne occupano in prima persona) me ne sono fatto un'idea non per sentito dire o per aver letto qualche commento scandalistico.
Credo che demonizzare gli inceneritori sia da estremisti. E' certo che non siano ad impatto zero (esiste l'impatto zero?), è certo che producano diossina (produce più diossina un normale caminetto domestico!), è certo che producano scarti a loro volta da sistemare o meglio inertizzare, è certo che esistano altri metodi da valorizzare come la raccolta differenziata, etc...
E' però scorretto ritenere che in altri paesi si stiano abbandonando. Sono presenti a Vienna, in Danimarca, in Giappone per dirne qualcuno. In generale sono presenti laddove non si hanno a disposizione grandi spazi (come negli Stati Uniti) dove ammassare e inertizzare le montagne di rifiuti che produciamo.
E' scorretto ritenere che il contenuto di diossina sia catastrofico come di dice. Esistono metodi per abbattere il contenuto di diossina presente nei fumi.
Ritengo che gli inceneritori siano uno strumento valido, pur con i propri limiti, e che, supportati da altri metodi di smaltimento rifiuti, siano da tenere in considerazione.
Sembra che si stia facendo una guerra contro gli inceneritori come a suo tempo è stata fatta contro le centrali nucleari...
e si vede come siamo messi nella produzione di energia...cade un albero in svizzera e...BLACK OUT

Antonio Cabras 07.01.08 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Il caso spazzatura di Napoli fa sicuramente capo a problemi vecchi e complicati che io non mi sogno neanche di tentare di capire ma … ACCIDENTI, non è possibile che io debba comprare una merendina, che poggia su un centrino di carta, chiusa in un sacchettino di plastica, dentro una scatola che quando va bene è di carta altrimenti è ancora di plastica, con altre 5 merendine uguali; il tutto in un sacchetto di plastica, spesso con una fascia in cartoncino fuori. Ma in proporzione per ogni merendina quanta spazzatura produco? (Io non mangio merendine per cui ho la coscienza pulita, e il fegato sano. Ma a giudicare dagli scaffali dei supermercati…)
E questo per molti altri prodotti.
Questo dovrebbero vietare a norma di legge, bene l’igiene, bene le cose incartate spesso sigillate ma quando la confezione non è più protezione per il prodotto ma mera pubblicità e strategia di vendita allora pensiamo un po’ di più a come lasciamo il mondo dopo aver fatto merenda.
E’ un piccolo passo ma è sempre un passo in avanti
Piera

Piera Torno 07.01.08 21:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe hai ragione stanno sfruttando la crisi in campania per promuovere gli inceneritori, guardati il tg5 appena trasmesso, ne hanno parlato benissimo, dedicandogli un bel servizio di molti secondi, guardatevi questo servizio giornalistico e i commenti li lascio a voi.

Valerio D'Ancicco 07.01.08 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, a proposito del riciclo ti chiedo di fare attenzione e magari di approfondire un pò la questione della carta. Come sicuramente saprai il metodo più coerente per capire il livello di inquinamento di un prodotto nel sistema ambiente è LCA.
DUE CENNI PER CHI NON LO CONOSCESSE:
Life Cycle Assessment (Valutazione del Ciclo di Vita) rappresenta uno degli strumenti fondamentali per l’attuazione di una Politica Integrata dei Prodotti, nonché il principale strumento operativo del “Life Cycle Thinking”: si tratta di un metodo oggettivo di valutazione e quantificazione dei carichi energetici ed ambientali e degli impatti potenziali associati ad un prodotto/processo/attività lungo l’intero ciclo di vita, dall’acquisizione delle materie prime al fine vita (“dalla Culla alla Tomba”).
La rilevanza di tale tecnica risiede principalmente nel suo approccio innovativo che consiste nel valutare tutte le fasi di un processo produttivo come correlate e dipendenti.

LCA della carta indica chiaramente che ...udite udite, è meno dannoso per l'ambiente produrne di nuova che riciclarla (ovviamente a patto che ci sia una sana politica di rimboschimento programmato).

Caro beppe, ti invito ad informarti su questi temi così da condurre la "nostra" battaglia nella direzione giusta e non generalizzare troppo. Visto che siamo una preziosa fonte di informazioni "oggettive", dobbiamo assumerci la responsabilità di dare dati veritieri.
Invito qualcuno del blog che lavora su questi argomenti a fornire info utili a sfatare il mito del riciclo della carta. Io cercherò di trovare i riferimenti bibliografici originali per poter fornire elementi più attendibili possibili.
Cmq andiamo avanti! Ciao e buona serata a tutti.
Morfeo

Beppe Morfeo 07.01.08 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo Natale sono stato a Napoli ed ho visto paesaggi magnifici, monumenti stupendi, chiese di tutte le epoche. Ho mangiato benissimo pizze, dolci e pasta della "cucina povera". Ho conosciuto persone oneste, lavoratori seri, fantasiosi e preparati. Ho visto montagne di rifiuti e mi sono chiesto come avrei potuto gestire i rifiuti di casa mia, se abitassi a Napoli. Purtroppo non potrei differenziarli, non potrei depositarli in appositi contenitori, non potrei portarli ad una discarica. Tutto questo non c'è. Ed io che per anni ho lavorato per la salvaguardia dell'ambiente, sarei costretto a gettare i rifiuti sulle montagne presenti. Tutto questo grazie a chi ha governato quella meravigliosa città per anni a danno di tante persone serie.

FRANCESCO GENTILE Commentatore certificato 07.01.08 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe sono veramente sconcertato ed umiliato nel vedere l'immagine di Napoli e di tutte le cittadine della provincia, alcune di queste (vedi Pompei, Ercolano ecc.) immortalate nella storia del mondo, sommerse dai rifiuti. Posso assicurarti che gran parte delle persone che vivono in questi luoghi non meritano di essere considerati incivili(come facilmente succede facendo di un'erba un fascio).L'emergenza rifiuti va avanti da quasi 15 anni, tutti gli amministratori che si sono succeduti (destra e sinistra) fino ad oggi non hanno mai preso in considerazione l'idea di effettuare sul serio la raccolta differenziata, si sono solo salvaguardati la faccia mettendo nelle pubbliche vie quelle quattro campane verdi e gialle in modo tale da giustificare la pioggia di miliardi (lire ed euro)che venivano sprecati per non fare niente. Con i soldi che sono stati bruciati fino ad oggi, veramente si poteva fare la raccolta differenziata porta a porta, cercando di dare anche qualche incentivo ai cittadini, visto che anche dalle nostre parti la tassa per lo smaltimento dei rifiuti viene pagata ed anche profumatamente. Ma l' interrogativo che mi pongo da tanto tempo è : "COME MAI FINO AD OGGI NESSUNO E' STATO OSPITE DELLE NOSTRE PATRIE GALERE PER QUESTO SACCHEGGIO CHE SI PEPRPETUA DA PIU' DI UN DECENNIO?"
Dalle pagine dei giornali quotidianamente si legge di persone arrestate per molto meno. Cosa dobbiamo pensare noi comuni mortali "CHE LA LEGGE NON E' UGUALE PER TUTTI"

raf esp () Commentatore certificato 07.01.08 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

credo che la maggior parte degli italiani ti siano grati per le informazioni utili che ci dai in continuazione, però vorrei specificare una cosa che i giornalisti italiani stanno facendo a tuo discapito: sei stato più volte paragonato e associato ai politici, tu che politico non sei! sei un comico! e son d'accordo perchè i tuoi spettacoli sono molto satirici, ma questo blog......questo blog non è satirico, parla dell'Italia che è e non dell'Italia che è stata (descritta solo dai politici in quanto vecchi e bacucchi) a me questo blog mi sembra tanto un blog di un ottimo giornalista. Infatti hai il coraggio di dire ciò che TG non dicono più (o non possono più dire)... oramai con una quasi rivoluzione alle porte(a mio parere!) il Tg2 qualche giorno fa ha avuto ancora il coraggio di dedicare ben 7-8 minuti abbondanti su un servizio di "un aquilotto che si era ferito in una zona italiana dove erano in rischio d'estinzione" ok! mi dispiace! ma quando poi parlano per l'emergenza rifiuti per nemmeno 4-5 minuti l'unica cosa che può emergere dalla bocca dello stomaco è quel senso di nausea che oramai ha colpito tutti gli italiani.
Beppe per me rimmarrai sempre un ottimo giornalista, oddio, anche un buon comico, ma solo quando sali sul palco!

Un Salutone!

Che Dio ci aiuti!

Gaetano Castaldo 07.01.08 18:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti , mi chiamo, William e vivo in Alessandria. Qui si fa la raccolta differenziata e credo sia una buona cosa,bisogna abituarsici ma con un po' di impegno si puo' fare tranquillamente.
Moltissime persone reputano il riciclo noioso e inutile questo perche' non conoscono a fondo il problema e di conseguenza i vantaggi che si potrebbero avere risolvendolo.....
Se i mezzi di informazione invece di martellarci con programmi demenziali o con quelle C.... di pubblicita' sulle suonerie dei gattini tenerini o dei cagnoni rompic..... ci martellassero un pochino di piu' su queste cose io , ad esempio,non conoscerei a memoria tutte le canzoncine idiote delle reclam, ma saprei a memoria tutte le sostanze nocive che un "termovalorizzatore" mi farebbe respirare,conoscerei le malattie a cui andrei in contro e farei di tutto per EVITARE QUESTO PROBLEMA!!
Lo so che troppa cultura a non tutti piace, ma se si tratta della nostra salute e del DIRITTO ALLA VITA non ci devono essere obiezzioni di alcun genere!

william marrazza Commentatore certificato 07.01.08 18:50| 
 |
Rispondi al commento

non capisco cosa sta succedendo. ma ce cosi tanta differenza tra noi e la svizzera? ho visto un paese pulito rigoglioso lucente ordinato bellissimo....ma perche siamo ridotti cosi? capisco che gli svizzeri pagano il doppio delle tasse ...ma guadagnano anche il doppio noi invece continuiamo a pagare il doppio delle tasse ma gli stipendi sono sempre quelli..........quasi quasi mi trasferisco.

boragine maurizio 07.01.08 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe che una volta Grillo fosse propositivo. Come risolverebbe lui il problema dell' immondizia in Campania, considerato che nel cervello di un napoletano nn alberga il cervello di un tedesco. Che la camorra c'e' e controlla tutto il traffico della spazzatura. Che Bassolino nel 2004 aveva predisposto contenitori per la raccolta differenziata, ma detti contenitori sono stati tutti (tutti) distrutti o rubati in una sola notte? Astenersi dalle risposte sciocche.

frantoman menfranto Commentatore certificato 07.01.08 18:16| 
 |
Rispondi al commento

cari napoletani ho letto alcuni commenti adesso sul blog e proprio dai napoletani stessi sorgono rimproveri sul comportamento menefreghista dei cittadini riguardo ai rifiuti.perchè sempre lamentarvi?è vero,pochi fanno la raccolta differenziata è più comodo buttare lì il sacchetto come se per magìa potesse poi sparire.ma forse per voi sparisce perchè sembra che non vediate nulla passate accanto a cumuli di schifezza e...boh!è li ,fa parte del paesaggio!?mah...

titti forestello Commentatore certificato 07.01.08 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe sono un dipendente statale e quindi pago le tasse come il Ministro SCHIOPPA HA DETTO IN UNA DELLE SUE ESTERNAZIONI CHE E'BELLO PAGARLE. LA CATEGORIA DEGLI AVVOCATI PAGA LE TASSE? VORREI SAPERE QUANDO LE ASSICURAZIONI PER UN SINISTRO EMETTONO LA QUIETANZA PER LA LIQUIDAZIONE DELLO STESSO GLI AVVOCATI EMETTONO FATTURA? IO PENSO DI NO. GRADIREI UNA RISPOSTA.
SEI UN MITO NON SOLO PER ME MA PER TUTTI I CITTADINI ITALIANI CHE PAGANO LE TASSE.

rosolino agricola 07.01.08 17:24| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Beppe
so benissimo che questo non è un commento sull'ultimo tuo articolo,ma se puoi accettalo ugualmente.
Stamani finite tutte le feste natalizie piene di falso berbenismo e falsi propositi, sono rientrato di nuovo a combattere per il ns. pane quotidiano e armato di tutti quei buoni propositi che obbligatoriamente devi avere per mandare avanti la tua famiglia, mi sono fatto prendere la mente da tutti quei pensieri che certe volte,almeno io, faccio e cioè come è possibile che un popolo possa essere preso per i fondelli dal proprio governo come qui da noi?
com'è possibile vivere costantemente di gossip come viene fatto qui da noi? com'è possibile vivere costantemente a contatto di arroganza, potere politico, antidemocrazia,falso perbenismo,bigotteria,pateticità e tanti altri appellativi che adesso non sto a continuare ad elencare,ma certamento non rispecchiano niente di buono di questa nostra società che per altro non offre niente di buono se non vaghe e futili illusioni di vivere in un paese ricco sì ma di stupidità.
Ho aperto il bandone del negozio e saturo di questi pensieri che per un momento mi hanno fatto pensare di essere in preda ad un attacco di panico, ho servito il primo cliente della giornata che stranamente caso mi ha esternato gli stessi identici pensieri.
Scusandomi per questo tipo di soliloquio, mi domando: il presidente ce la farà a sposare la bella e non stupida modella? La risposta mi logora alquanto,quanti di questi gossip sono pilotati dalla politica stessa per non farci pensare alle vere problematiche di questo paese che va sempre più alla deriva? agli italiani che sono sempre più presi nell'imitare i cugini AMERICANI dico di lasciare a loro tutta la superficialità che li distingue nel mondo e cerchino invece di imitare altri cugini stranieri che al momento opportuno hanno saputo e sanno ribellarsi a quella classe politica che realmente ci sta sempre più rovinando.Sperando che domani sia un giorno migliore, Ti saluto THE BEAR

andrea c. Commentatore certificato 07.01.08 17:02| 
 |
Rispondi al commento

((((GLI INCENERITORI SONO STATI SDOGANATI!!!))))
Napoli:EMERGENZA RIFIUTI,il presidente della Repubblica,Giorgio Napolitano, ha sostenuto a ridosso di Capodanno due colloqui telefonici con il premier Romano Prodi.Quest'ultimo gli ha parlato di un impianto di incenerimento costruito vicino casa sua,dicendo"che non c'è da temere".Così sono stati - sdoganati - tutti gli inceneritori,di questo BEL PAESE CHIAMATO ITALIA.
Ormai la politika AMBIENTALE è persa,per questo dico....CARISSIMI VERDI,ORMAI NON SERVITE PIU',CHIUDETE E ANDATE IN FERIE!!!
SALUTI DA UN EX VERDE.

Angelo D.C. 07.01.08 16:53| 
 |
Rispondi al commento

MANIFESTAZIONE PACIFICA!!!!!!
*****************************

SALVE A TUTTI, HO SPENTO LA TELE IN QUESTI GIORNI X NON IRRITARMI, PURTROPPO DI PASSAGGIO HO VISTO NEL TG LA MANIFESTAZIONE DEL POPOLO NAPOLETANO.

SONO RIMASTO SCONCERTATO DA QUANTO è ACCADUTO, VEDENDO I POLIZIOTTI CHE DAVANO MANGANELLATE A PERSONE PACIFICHE CON LE MANI IN ALTO IN SEGNO DI NON LOTTA, CHE PER GIUNTA MANIFESTAVANO PER IL DEGRADO IN CUI VIVONO.

MI CHIEDO.......DOVE VIVRà QUELL'INFAME DI POLIZIOTTO CHE HA DATO IL CALCIO NASCONDENDOSI POI, DOVE VIVRà SUO FIGLIO DOVE GIOCA E DOVE STUDIA, LO VORREI SAPERE ANCHE IO COSI CAMBIO CASA, SPERO IN UN PARADISO PERDUTO SENZA LADRI DI STATO E SENZA POLIZIOTTI SERVILI A TUTTI I COSTI.

VERGOGNATI POLIZIOTTO FATTI VEDERE NON NASCONDERTI NELLA DIVISA AFFRONTAMI GUARDAMI NEGLI OCCHI E DIMMI CASA HAI SENTITO DOPO QUELL'AZIONE INFAME, FORSE SEI MALTRATTATO DALLA MOGLIE E TI SCARICHI SULLE PERSONE CHE MANIFESTANO PER UN DIRITTO CHE è ANCHE IL TUO E DI TUO FIGLIO.

TI VORREI DARE UN CONSIGLIO SE VUOI VIVERE ONESTO E A LUNGO NON FARE + QUELL'AZIONE TI POTREBBE RITORCERE CONTRO, (PRIMA O POI SUCCEDERà), TANTO LO STIPENDIO RIMANE TALE E QUALE, COME DEL RESTO LA TUA STUPIDA VITA.

FABIO NISI DA LECCE

FORZA NAPOLETANI

fabio n. Commentatore certificato 07.01.08 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
una possibile soluzione al problema rifiuti viene da un mio collega del CNR. Gliela segnalo così come l'ho segnalata sul mio blog:
http://antonellopasini.ilsole24ore.com
Cordiali saluti
Antonello Pasini

Antonello Pasini 07.01.08 16:45| 
 |
Rispondi al commento

E' davvero uno schifo. Anche i manifestanti in realtà tempo addietro hanno fatto letteralmente schifo vendendosi il voto a politici che avevo interessi ben diversi da quelli dei cittadini e degli onesti contribuenti. A Quarto non vi dico che confusione c'è: strade bloccate, ferrovie e metro bloccate e per strada si vedono scene da guerra civile. Nei negozi iniziano a scarseggiare i prodotti base ed è il caos completo.
La cosa più assurda è che Bassolino non intende dimettersi: è un criminale e un ladro!!

Walter Cianci 07.01.08 16:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

E' la prima volta che immetto un mio commento sul blog di Beppe Grillo. Sono un dottore agronomo e lavoro da ormai 18 anni nel settore della gestione dei rifiuti. Ne ho viste di tutti colori!!!!! Fatte da tutti, bianchi, rossi, verdi, neri, in tutte le parti d'Italia. Il problema della riduzione dei volumi di rifiuti prodotti, ha come soluzione la costruzione di impianti di recupero nonché di discariche autorizzate. Ciò è facile da capire in quanto ogni attività umana entra in cicli biologici che, per loro natura, non possono essere adiabatici (scusate le parole difficili) e quindi alla fine di rifiuti ce ne sono sempre. Il fatto è che, per profonda ignoranza della popolazione, mantenuta in tale condizione da chi ci governa e ci amministra in ambito locale, nessuno vuole che qualsiasi impianto venga ubicato vicino alla propria abitazione. Ripeto qualsiasi impianto, di qualsiasi tipo!!!!!
Vi faccio un esempio: la provincia di Piacenza, dove io abito. Piacenza non è al sud, non ha la reputazione di Napoli, è una provincia "padana", ricca, insomma uno stereotipo da contrapporre allo stereotipo "Napoli". A Piacenza non esiste un centro di compostaggio. Sono 6 anni che un serio imprenditore del settore combatte con l'Amministrazione Provinciale per realizzare un progetto nel quale ha investito tempo e denaro. Gli amministratori pubblici, sulla spinta di fantomatici "comitati", per la paura di perdere le elezioni, hanno sempre messo i bastoni fra le ruote. Gli amministratori di sinistra dicono di no per la paura che "Venga su Berlusconi", quelli di centro destra per la paura che "Vengano su i Comunisti". Risultato nessuno fa un cazzo!!!! Potrei stare qui giornate intere a raccontare aneddoti, storie di vita vissuta nel settore dei rifiuti. La camorra non è la responsabile di questa situazione, semplicemente ci sguazza.

Luigi M. Commentatore certificato 07.01.08 16:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo l'idea della raccolta porta a porta è fantastica l'unico problema è che per attuarla in un semplice condominio di 5 palazzi da 40 appartamenti cadauno ci vogliono come minimo 2 operatori ecologici per una giornata con tanto di furgoncino che raccolgano pesino e lascino la ricevuta per ogni appartamento. Basta poi moltiplicare il numero di condomini, quartieri e grattacieli ed il gioco è fatto ci vuole un'esercito di addetti e mezzi. Naturalmente il relativo costo astronomico lo pagheremo nella TARSU. La vera raccolta differenziata la facevano 30 anni fà due ometti in un magazzino nel mio quartiere. La gente portava la carta ed il ferro, (oggi potremmo portare anche plastica alluminio ecc) ti davano un tanto al chilo e caricato il loro carretto con tanto di cavallo (ometti veramente ecologici) andavano a rivendersi la merce portandosi a casa uno stipendio per vivere loro ed il cavallo. Noi ragazzini ci facevamo i soldi per la merenda ed i padri di famiglia qualche migliaia di lire, che allora non erano poche, per le varie spese. Oggi che siamo furbi il nostro riciclo lo regaliamo (qualcuno mi deve spiegare il perchè) e chi ricicla quello che è un regalo riesce ad essere addirittura in perdita. Un tuo passo concreto per diminuire gli scarti da imballi e la quantità di plastica in giro sarebbe quello di dare la possibilità di scaricare i tuoi libri e dvd dalla rete invece che spedirli in furgoncini diesel come nel 1800 dentro ad un porta dvd derivato dal petrolio o cartone. Inoltre non contribuiresti a far girare dei furgoni vuoti. Argomento inceneritori: ti invito a pubblicare in modo permanente sul blog i documenti in tuo possesso saranno finalmente confrontabili con gli eventuali dati della controparte e noi capiremo dove stà la verità.

renzo x 07.01.08 16:00| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!! Per chi non lo sa anche in Germania la raccolta differenziata porta problemi, di imbrogli e anche li e' questione di soldi, cosi' hanno pensato di diferenziare la spazzatura,direttamente al terminale, con mezzi piu' veloci e sicuri. quello che viene separato e si puo' reciclare viene allontanato da cio' che puo' essere bruciato. Allora io mi chiedo???
Perche'tutto questo accanimento verso i bruciatori? e si demonizza sempre chi li vuole costruire. Perche' non vanno sui luoghi europei a veder come fanno gli altri, non penso che gli altri vogliano morire con le esalazioni, anche perche' tutta la popolazione attorno non lascerebbe fare la costruzzione. Perche' non vogliamo renderci conto che piu' lontano va la spazzatura, piu' costa e piu', chi di merito, ci quadagna. Ma che zucconi di popolo habbiamo nel sud che si lascia trascinare da cazzate dette da ambientalisti del c...o che di ambiente ceratmente non hanno fatto niente o poco. Perche' non copiamo, come fanno gli altri paesi europei con questi problemi. Dobbiamo renderci conto che noi non siamo i migliori e fin'ora habbiamo dimostrato di essere i peggiori in queste cose. Non dobbiamo dare fiato alla malavita organizzata, perche' poi questa te lo toglie, ( VEDI COSA SUCCEDE)
E lo Stato??? Cosa fa???Sta facendo il gioco della malavita, rimanendo assente o per lo meno con piccoli vagiti quasi inesistenti incolpa certamente e giustamente i dirigenti politici e questi cosa fanno??? stanno li inchiodati alla poltrona attaccati da migliaia di ciunga napoletani. Quali sono i motivi di questo accanito attaccamento? domanda lecita, loro ti rispondono che non e' colpa loro e non fanno niente per mollare l'osso. Mi chiedo quanto gustoso e' quest'osso???? DIO SALVI IL RESTO DELL'ITALIA immondizzaria.

gianni F. Commentatore certificato 07.01.08 15:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

mi chiamo Enrico e sono un Ingegnere per l'Ambiente ed il Territorio e lavoro alla Provincia di Cuneo al settore Tutela Ambiente - Inquinamento atmosferico e qualità dell'aria. Volevo segnalarti il "progetto Moniter" dell'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Regione Emilia Romagna. Puoi trovare tutte le informazioni all'indirizzo

http://www.arpa.emr.it/moniter/

Si tratta di un progetto di monitoraggio degli effetti sulla salute degli inceneritori di vecchia e nuova generazione. E' un lavoro molto ben fatto, magari può tornarti utile.

Grazie delle tue "battaglie",

Enrico

Enrico Racca 07.01.08 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a Bassolino e alla Russo Jervolino, tra i colpevoli dello sfascio napoletano va citato Pecoraro Scanio, uno che la politica la predica bene e la razzola malissimo (ha persino fatto eleggere senatore il fratello, come Caligola con il cavallo). Infatti:
1) E' sua la scelta di parcheggiare le ecoballe su suoli agricoli privati, inquinandoli ed arricchendo i proprietari, spesso legati alla camorra. Il commissario Bertolaso aveva proposto di riempire le cave di argilla sequestrate ai camorristi, dando priorità al completamento del termo-valorizzatore di Acerra, che invece Bassolino ha appaltato nel 2000 e forse aprirà nel 2009, già vecchio.
2) Il terrorismo psicologico - nel quale anche Grillo fa la sua parte - sui termovalorizzatori serve a far restare tutto com'è. Mi viene da piangere quando leggo di sonore sciocchezze come il dissociatore molecolare (tutti ne parlano, nessuno che sappia dire dove ce n'è uno, cosa fa, e se lavora su grammi o su migliaia di tonnellate di monnezza). Un giorno di roghi a Napoli produce le stesse polveri sottili emesse in 500 giorni dal termovalorizzatore di Brescia, che però dà energia e riscaldamento a 90.000 persone. Fra dieci anni staremo ancora cazzeggiando con false soluzioni alla Harry Potter, mentre i francesi ci vendono l'energia nucleare e i tedeschi trasformano la nostra monnezza in ricchezza.

Maurizio A. Commentatore certificato 07.01.08 15:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono una cittadina napoletana di 19 anni e a differenza di quei decrepiti che siedono in parlamento, dovrò vivere in questo mondo ancora (mi auguro)per molti anni.Già mi figuro il futuro non solo della mia città,ma di tutto il pianeta, che già è invivibile ora figuriamoci tra 5,10,15anni...dovrò andare a vivere nello spazio per riuscire a sopravvivere alla processo di distruzione della natura che stiamo mettendo in atto.i rifiuti, prodotti del falso progresso dell'umanità,sono un problema che ci affligge oggi,ma ci distruggerà un domani...e beh io credo che oltre a promuovere la raccolta differenziata,che in una città come napoli non è una soluzione allo smaltimento rifiuti perchè plastica, vetro e carta , anche se messi negli appositi contenitori per il differenziamento,vengono poi gettati insieme nelle discariche(e ci sono filmati che lo attestano), DOVREMMO RIDURRE LA QUANTITà DI RIFIUTI PROCAPITE...io ho provato a farlo ma mi sono resa conto che è una mission impossible se pensiamo che solo per mangiare uno yogurt, c'è il vasetto di plastica,la stagnola che chiude e la carta che avvolge la confezione! e allora io una idea ce l'avrei:invitare le aziende di prodotti alimentari a ridurre lo spreco di carta e plastica per confezionare gli alimenti;certo proporre questa iniziativa alle grandi aziende è una impresa al quanto difficile, ma per le piccole aziende locali ridurre carta e plastica per l'imballaggio non dovrebbe essere un gran problema, anzi sarebbe un modo per risparmiare sui costi di produzione.Ad esempio invece di fare tanti piccoli vasetti di plastica per lo yogurt,si potrebbe vendere il prodotto in grandi bottiglie di vetro da un litro che si possano riempire a distributori di yogurt nei supermercati.un altro esempio è quello delle caramelle perchè ogni caramella deve avere un involucro? mettiamole sfuse in un unica busta,il sapore è lo stesso!anche per fare la spesa usiamo un sacchetto di stoffa portato da casa e non la busta di plastica!!!!!

irene d. Commentatore certificato 07.01.08 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Beppe,
vorrei che si raccogliessero le firme per far giudicare Bassolino da un tribunale per crimini contro l'umanità poichè il conto delle sue malefatte (veleni, spazzatura, mutui ecc.)lo pagheranno tra qualche anno innanzitutto i bambini (a migliaia) di questa regione (leucemie ecc.)
Ha dichiarato che non si dimetterà poichè può fare ancora molti danni e l'opera non è completa.

Eugenio Z. Commentatore certificato 07.01.08 15:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe e ciao a tutti, probabile che io sbagli però vorrei dire alcune cose:
1)- forse è il caso, come sostiene anche Marco Travaglio, visto che questi politici responsabili del "visivo" disastro ambientale non se ne vogliono andare di cominciare ad organizzarsi per prenderli a calci in culo una volta per tutte;
2) - denunciare alla Corte dei Conti le inadempienze degli stessi politici, compresi tutti i vari consulenti, che non hanno impedito tale danno all'ambiente...chiaramente la Corte Dei Conti dovrà necessariamente condannarli al risarcimento di tutti i danni...compresi gli stipendi di cui si sono indebitamente appropriati;
3) - non si paga più la tassa sui rifiuti fino a quando il problema non verrà definitivamente risolto;
4) - evitare assolutamente la costruzione di nuovi e vecchi inceneritori (abolirli definitivamente!) e se, per l'immediato sono proprio necessari, utilizzare quelli naturali!!!
5) - procedere da subito ad un ferreo controllo delle decisioni politiche che qualcuno comincia ad ipotizzare;
6) - mandare a fare in c..o con l'elastico tutta la classe politica attuale, che comunque rappresenta quanto di più vecchio abbiamo, per ricominciare a vivere nel rispetto di quella costituzione italiana che garantisce, se fatta aplicare, tutti i migliori principi di democrazia e libertà;
7) - b a s t a e poi ancora b a s t a con le chiacchiere siamo ormai al capolinea e la misura è colma!
Carissimo Beppe organizza una magnifica piazza e ....via!

walter rocca 07.01.08 15:19| 
 |
Rispondi al commento

ogni giorno, in segno di esasperazione ogni campano dovrebbe depositare la propria spazzatura fuori l'ingresso della Regione Campania in omaggio a Bassolino e a Di Palma (attuale capo della Provincia) che ha ricevuto milioni di euro di consulenza ( ma non sa parlare neanche bene l'italiano, ma sivede che si fa capire bene quando vuole ..."VASCO")- inoltre la tassa di smaltimento rifiuti in campania non deve essere pagata. via anche la società ASIA

Gennaro Cosentino 07.01.08 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Napoletani... siete spazzatura !!!!

.....NAAAPOLI NAAAPOLI NAAAPOLI...

siete voi che avete eletto e rieletto queste due merde di politici

come diamine si può tenere un mafioso come bassolino per 14 anni a governare
come si può eleggere un fantoccio come la iervolino in una città di mafiosi

anche un ragazzino di 12 anni si rende conto che se sperari la materia organica di scarto da quella inorganica il volume maleodorante si riduce drasticemente

separare, pulire e compattare - potreste tenere tonnellate di platica carta e metallo negli scantinati per anni senza avere il minimo problema

ma sicome vi considerate signori sapete solo montarvi la testa considerando napoli al centro dell'universo,

non vi volete scomodare a muovere il c..o per evitare questo schifo, questo è quello che vi meritate


già da 10 anni avreste dovuto fare il 100% della raccolta differenziata nelle vostre case
tra 10 anni sarete ricoperti di cenere

continuate a montarvi la testa aspettiamo solo l'eruzione del vesuvio

Davide d 07.01.08 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti scongiuro non ho più la voglia di scrivere su questo blog ... facciamo la rivoluzione e mandiamoli a casa questi pezzi di merda.
Sono loro hanno distrutto la campania (Io sono di Salerno) tra spazzatura, raccomandazioni, tasse, ecc ...
Il nostro sindaco attacca Bassolino ma non parla di quando erano amici e si scambiavano raccomandazioni noi prendevamo delinquenti nelle cooperative a salerno e Bassolino prendeva raccomandati da inviare alla regione campania ... Beppe se vuoi bene alle persone iscritte al tuo blog facciamo una rivoluzione e buttiamoli nella merda in cui ci hanno portato ...
Un salernitano

mirko de stefano 07.01.08 15:00| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

SONO SOLIDALE CON I DIMOSTRANTI E CONTINUERO' PER TUTTA LA VITA A COLPEVOLIZZARE I POLITICI CHE CI GOVERNANO; POSSIBILE CHE NESSUNO CI DICE DOVE METTERE L'IMMONDIZIA CHE E' PER STRADA?

Gianni Borrelli 07.01.08 14:39| 
 |
Rispondi al commento

RaiNew24
2008-01-07

Tutte le strade di accesso al quartiere napoletano di Pianura sono chiuse. Si registrano, infatti, blocchi dei manifestanti lungo via Montagna Spaccata, via Cinzia, alcune arterie di Pozzuoli e del comune di Quarto. Chiusa l'uscita e l'entrata della Tangenziale di via Campana. Si puo' arrivare nel quartiere e, soprattutto nella zona della discarica di Contrada Pisani, unicamente a piedi. Bloccata anche la ferrovia circumflegrea che collega la citta' di Napoli con il litorale Domizio.
Intanto non solo nel quartiere di Pianura ma anche nel centro cittadino si registrano cassonetti rovesciati. L'immondizia invade le strade. In alcuni quartieri occorre fare slalom con le auto tra i sacchetti distribuiti disordinatamente su marciapiedi e carreggiate. In altre zone della citta' si cammina a passo d'uomo ad un unico senso di marcia a causa dei cassonetti che sono stati posizionati al centro della carreggiata.
Si teme che la situazione possa degenerare anche con incendi e roghi dolosi dell'immondizia che giace da settimane nelle strade di Napoli citta' e dell'intera provincia.
La situazione drammatica, causata sia dai rifiuti che dai blocchi dei manifestanti, ha spinto molti genitori a non accompagnare i propri figli a scuola. Si complica, infatti, la situazione per gli abitanti del quartiere di Pianura. Sono molti quelli che, come gli insegnanti, non riescono a raggiungere il proprio posto di lavoro perche' impossibilitati a lasciare le proprie case con le automobili. Difficolta' ad arrivare a Pianura anche per i taxi e i mezzi di trasporto pubblico.
Nel quartiere molti negozi sono chiusi, soprattutto quelli di generi alimentari. Quello che in questo momento preoccupa maggiormente, oltre agli scontri, e' la precaria situazione igienico-ambientale.

Ultime notizie da una cittadina di Pianura
“ Emergenza “. Prendo il Vocabolario della lingua italiana, Zanichelli e leggo: “ Circostanza o eventualità imprevista,spec.pericolosa “, ma davvero poss

Rosalba Caliman 07.01.08 14:03| 
 |
Rispondi al commento

DA "IL GIORNALE" DI OGGI....""Perché il paradosso vero è che qui, nella città devastata dall'emergenza rifiuti, centinaia e centinaia di netturbini pagati per occuparsi della raccolta differenziata non fanno nulla. Assolutamente nulla, dal mattino alla sera. Da più di sette anni. Trecentosessantadue nella sola città. Millecento se si calcola tutta la provincia. Pagati senza lavorare.
Si presentano la mattina, firmano e se ne vanno a farsi gli affari propri.
Tra i 362 dipendenti del consorzio Napoli 5, quello di Napoli città, si verificano fatti straordinari. Ci sono gli operai che dovrebbero raccogliere lo sfraucimma, cioè le macerie dei cantieri, ma che si rifiutano di avvicinare anche un solo mattone in quanto allergici alla polvere come da certificato medico; ci sono quelli che non sollevano i cartoni da terra altrimenti, sempre in base al certificato steso da un professionista iscritto all'albo di Esculapio, rischierebbero traumi irreversibili alla colonna vertebrale. E il campione indiscusso resta sicuramente il netturbino che dedicava le sue ore lavorative a giocare a tresette, e che avendo perso un mucchio di denaro ha pensato bene di fare causa all'azienda per farsi risarcire il danno. Storie che parrebbero inverosimili se non accadessero a Napoli, la città che ventimila spazzini non riescono a tenere pulita. A Milano, con mezzo milione di abitanti in più, gli spazzini sono duemila e duecento""....MORALE?..TENETEVI A MUNNEZZ.


Michele Melli 07.01.08 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe!
Io farei così:
1) Cacciare Bassolino, Jervolino e tutti quei politici (inetti) che hanno (mal) gestito il problema in questi ultimi 10 anni. Sarà demagogico ma si vive anche di soddisfazioni.
2) Trovare un posto a questa spazzatura per ripulire Napoli e l'hinterland (a breve termine)
3) Finita l'emergenza, invece di dormire sugli allori, attivare al massimo la raccolta differenziata, la diminuzione dei rifiuti, la costruzioni di impianti di riciclo e di bioessiccazione, NON INCENERITORI.

Bisognerebbe termovalorizzare certi politici, non i rifiuti.

Patrick D. Commentatore certificato 07.01.08 13:12| 
 |
Rispondi al commento

LORO NON SANNO FARE DI MEGLIO CHE MANDARE L'ESERCITO.
VOGLIONO ad ogni costo sostenere il rè bassolino e la sua corte.
LA FORMA DI LOTTA CHE VOI CITTADINI NAPOLETANI DEVETE FARE E' SOMMERGERE IL rè CON LA SUA STESSA MERDA.
PORTATE LA SPAZZATURA DAVANTI AL SUO PALAZZO,
FATEGLI RESPIRARE A LUI LA DIOSSINA.
NAPOLETANI NON CEDETE, SE LO FATE ASCOLTANDO FALSE PROMESSE SARETE DEFINITIVAMENTE FOTTUTI.
VIVA LA FELICITA'
VIVA LA LIBERTA'

silvio simoni Commentatore certificato 07.01.08 12:58| 
 |
Rispondi al commento

SALVE
trovo al quanto banale accusare solo bassolino e commissari per emergenza rifiuti io non sono di napoli ma ci vivo da 8 anni, basta osservare i cassonetti per capire che il vero problema è la gente troppo stanca per differenziare CARI NAPOLETANI SIETE BUONI SOLO A RIEMPIRVI LA BOCCA DI BUONI PROPOSITI E A SCARICARE LE COLPE, LA COLPA DI QUESTA SITUAZIONE è DI TUTTI ANCHE VOSTRA E COSI DIFFICILE SEPARARE I RIFIUTI??
a gia scusate la camorra bassolino i commissari ma a chi volete darla a bere.

questa situazione e frutto della cultura intrinseca ad ogni napoletano.
sono incazzatissimo perche nel mio comune sapri con raccolta differenziata porta a porta siamo riusciti ad arrivare all'80 % di riduzione di rifiuto a discarica. ed ora arriveranno le vostre ecoballe CHE BELLO!!!

arturo sarubbi 07.01.08 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe, Carissimi Amici,
Vi preghiamo di essere solidali con Pianura che sta per subire un altro disastro ecologico inimmaginabile. La cosa non riguarda solo noi.
L'indifferenza degli italiani onesti consentirà ai responsabili del disastro di piegarci: in carcere rischiamo di finirci noi che protestiamo, loro rimarranno a piede libero.
Vi preghiamo: gridate il Vostro sdegno, unitevi a noi. Abbiamo accolto per decenni i rifiuti tossici del Nord Italia. Vi preghiamo ora di essere solidali. In coscienza. Fermate il Prefetto Pansa che ci sta caricando, che ci sta massacrando in casa nostra. Siamo disperati. Vi preghiamo. Unitevi a noi. Non lasciateci soli.

eugenio cocozza 07.01.08 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti, sono un cittadino di San Giorgio a Cremano nonchè vittima e carnefice di questo dramma assurdo. Sono vittima perchè vivo a contatto con l'immondizia, carnefice perchè come ogni cittadino campano ed in particolare napoletano ho anche io le mie responsabilita' civili e morali. Napoli è da tempo una citta' agonizzante e purtroppo l'immondizia non è solo quella visibile nelle strade.
Il rammarico è che la mia città ha tutte le carte in regola per poter essere tra le capitali mondiali in termini di storia, cultura, bellezza e civiltà ma purtroppo non si fa letteralmente nulla per far sì che cio accada.
A Napoli il problema immondizia è vecchio di oltre trent'anni come ben spiegato nel libro Gomorra da quel Santo di Saviano. Quì l'azienda Camorra ha dapprima risolto il problema dei rifiuti tossici di tutte le regioni Italiane e non solo,concedendo lo scarico in zone agricole(Giugliano e Acerra sono quelle piu'note), dietro lauto compenso e poi ci ha edificato abitazioni civili. Risultato? Le famiglie che con enormi sacrifici hanno acquistato casa in queste zone stanno morendo di cancro.
E ora che si fa??? L'Europa e' allibita, Prodi è mortificato e non capisco il perchè, Bassolino se ne fraga, la Jervolino... beh, se qualcuno avesse notizie ne dia immediato avviso.
La soluzione c'è ma non abbiamo una classe politico/dirigenziale capace di attuarla. La mia proposta è semplice; dobbiamo portare alla luce la verita', far conoscere ad ogni singolo cittadino dove sta la vera immondizia e solo quando debellata del tutto potremmo pensare a costruire un progetto serio per lo smaltimento dei rifiuti rispettando tutti i canoni per il rispetto dell'ecologia e della tutela della salute.
Attualmente Mr. Mortadella & Co. stanno cercando una soluzione al dramma che di sicuro sarà un nuovo dramma se non altro perchè loro sono il vero dramma.
Svegliati Napoli che il tempo per la Rinascita sta scadendo.
Buona vita a tutti!

Salvatore Casella 07.01.08 12:27| 
 |
Rispondi al commento

BASSOLINO e' il responsabile politico,
ha dimostrato incapacita e collusioni con la mala della monezza.
BASSOLINO VATTENE A CASA RITIRO IL MIO VOTO.
I commisari speciali sono serviti solo a cocumare soldi e picchiare la gente, vi sembra normale che una societa SPA deve lei decidore modo e luogo per costruire un inceneritore di 3 tecnologie indietro ?
Spero che nessuno aiuti i camapni ne il governo ne europa solo cosi ci sara' una sommosso popolare e mandera' a casa mister BASSOLINO e compani.

Domenico Man 07.01.08 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo allo sfascio. In un paese dove l'interesse nel campo della spazzatura frutta tutti questi soldi, non ci sono più molte speranze di salvezza. Dobbiamo toccare il fondo: forse poi possiamo piantare i piedi bene a terra per ridarci lo slancio e rimetterci in piedi.
Ma io dico: L'immondizia? Fino a qualche anno fa la malavita si occupava di commercio di droga, di puttane, di appalti nell'ediliza... ora di spazzatura?
A parte il fatto che in meridione c'è un uso spropositato di stoviglie, piatti, tovaglioli e bicchieri usa e getta.... amiche mie, la vostra mamma non vi ha insegnato che con l'acqua ed il detersivo un piatto normale può essere usato migliaia di volte? Se il detersivo poi vi rovina le mani potete usare i guanti.
Mha, una volta si creavano business con le idee giuste. Gli imprenditori si inventavano lavori ed inventavano il più svariato numero di prodotti che permetteva loro di vivere bene e far vivere bene anche il resto dell'italia (vedi occupazione ecc...) Ora no, gli imprenditori puntano sull'immondizia: più ce n'è, meglio è! Tu compri al supermercato un sapone e ti ritrovi nelle mani la plastica per chiudere la scatolina di cartone che a sua volta chiude il sapone.... piccolo per altro! però nel suo insieme è invitante.
Probabilmente poi, quell'imprenditore che fabbrica il sapone ha anche un'azienda di smaltimento rifiuti... proprio vero, come si dice da noi, schei fa schei! (denaro fa denaro)

Claudia

Claudia Chiesura Commentatore in marcia al V2day 07.01.08 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Non sono di Napoli, apprezzo la bellezza unica della città e la calorosità degli abitanti, ci sono stato molte volte..non ci tornerò mai più. E non solo per i rifiuti in strada.. la cui unica colpa dei cittadini è quella di aver dato fiducia a politici locali incapaci, specchio di quelli nazionali che a bordo delle loro auto blu (per di più anche di marca straniera..il colmo!!!) girano per i palazzi del potere di Roma (se voi abitaste a Roma potreste toccare con mano lo scempio dei loro infiniti benefici) e che ci INgovernano!
Non ci tornerò perchè a Napoli non c'è il minimo senso civico, tutto è permesso e lecito, lo Stato è assente anche dove permettendovi di girare senza casco o senza cinture leggittima l'inciviltà ed il diprezzo di tutte le leggi..quindi occhio non vede cuore non duole (anche se ora siamo alla ribalta mondiale per questa storia). L'Italia non ce la farà, siamo già stati superati da paesi che fino a qualche anno fa consideravamo lontani da noi..a noi poveri mortali non resta che sfogarci qui in una guerra tra poveri..e a chi abbiamo messo in mano il nostro futuro ride sornione leggendo queste righe (forse e se sa usare un computer!) da una delle sue case pronto a salire sulla "sua" auto (pagata da noi) e tornare a scaldare la poltrona che gli è stata regalata dal signorotto di turno...in attesa di maturare la sua SUDATA pensione fino alla prossima rielezione.

Michele Melli 07.01.08 11:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

che vergogna siamo nel 3 mondo , bastaaaaaaaaaaaaaa non è possibile un paese democratico ( come ci etichettiamo) non ha la forza della legalità una vergogna .

federico todesco 07.01.08 11:36| 
 |
Rispondi al commento

L'EUROPA CI SGRIDA PER I RIFIUTI CHE CI SONO A NAPOLI. LA MAGISTRATURA COME SEMPRE PRENDE TEMPO,INTANTO IL TANFO DILAGA.CI SONO VIP PARTENOPEI CHE SI VERGOGNANO DI ESSERE NAPOLETANI. MA NEGLI ALTRI COMUNI NAPOLETANI L'IMMONDIZIA VIENE GESTITA IN MODO CORRETTO E SENZA PROBLEMI. MI CHIEDO DOVE STA ILPROBLEMA? STA PER CASO NELLA CAMORRA? MA COME MAI CHI RUBA UNA MELA VIENE ARRESTATO E CHILASCIA LA BUCCIA PER TERRA NON VIENE NEANCHE CONSIDERATO? MA QUI ILPROBLEMA E SERIO E DELICATO. MA LA CAMORRA DOVE RISIEDE? NELLA PRESIDENZA REGIONALE O NEL PALAZZO COMUNALE DOVE RISIEDE LA IERVOLINO? QUI BISOGNA TOGLIERE E VERO LA PATTUMIERA MA SI DEVE INIZIARE DA BASSOLINO E DALLA IERVOLINO.

VALENTINO CASTRIOTA 07.01.08 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Napoletano.
Condivido in toto le proposte di Beppe solo che sono impossibili, al momento da attuare il Campania per due motivi:
1. Al momento c'e' una situazione critica da risolvere in tempi brevissimi. Non c'e' tempo di ripensare al piano di smaltimento rifiuti. Si potrebbe fare della dietrologia ma non mi sembra il momento.
2. Non c'e', ve lo posso assicurare, in Campania una cultura del riciclo dell'immondizia. Per Napoli sarebbe una vera e propria novita' e come tutte le novita' che riguardano la vita dei cittadini deve essere introdotto "dal basso" facendo capire cos'e' e come si puo' fare e poi farlo davvero. In conclusione secondo me bisogna: trovare subito un sito vove mettere i rifiuti, metteceli, e dal secondo successivo partire con la costruzione di impianti idonei allo smaltimento e alla "riqualificazione" dei rifiuti e un secondo dopo cominciare una campagna di "indottrinamento" della popolazione. Tutti gli altri discorsi lasciano il tempo che trovano, al momento. Grazie.


Sono di destra, una liberale che crede ancora nella possibilità di riscatto del nostro Paese.
Mentre infuria la tempesta dei rifiuti vorrei aprire su questo blog un piccolo ma sincero dibattito che apro con queste rime:

CAMBIO!!!

COSI’ AVANTI NON SI PUO’ ANDARE
I NOSTRI POLITICI SON DA CAMBIARE
HANNO LA TESTA SENZA CERVELLO
L’HANNO OKKUPATA DA FALCE E MARTELLO
POI L’HAN VENDUTA AL MIGLIO OFFERENTE
E HAN RIDOTTO IL PASE A PEZZENTE.
SE NON VEDONO LA DIREZIONE
NON POSSON GUIDARE IL TORPEDONE,
FACCIAMO SCENDERE QUESTI PERDENTI
E DIAMO LA GUIDA A PERSONE EFFICIENTI
CHE NELLA TESTA ABBIAN CERVELLO
E DI SAGGEZZA ALMENO UN GRANELLO
CHE FACCIANO USCIRE L’ITALIA DAL GUADO
PERCHE’ DIVENTI UN NUOVO ELDORADO!
Dina Mite

Maria N. Commentatore certificato 07.01.08 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Un esempio pratico che è stato adottato a Basilea (Svizzera) per ridurre i rifiuti e far ragionare la gente: La tassa sulla spazzatura è stata riportata direttamente sul sacchetto d'immondizia. Non è più consentito utilizzare un sacchetto per la spazzatura qualunque, ma bisogna utilizzare un sacchetto ufficiale. Il prezzo preciso ora non lo conosco, però si aggira attorno ai 12 Euro per 10 o 20 sacchetti. L'obbiettivo è chiaro: Più spazzatura viene prodotta da ogni singolo, più il singolo deve pagare per i suoi rifiuti. La tassa a m2 non ha alcun rapporto con la spazzatura che una persona produce. Qualcuno che possiede una casa di 300 m2 si trova a pagare di più di una famiglia che ha un appartamento di 50m2 e produce 4 volte più rifiuti. Così facendo, il cantone di Basilea ha spinto i propri cittadini a fare la raccolta differenziata, mettendo anche abbastanza contenitori a disposizione. Nell'economia si parla sempre di costi esterni. Costi esterni sono costi che ricadono su terze persone per costi creati da altri. Esempio: Come dice Beppe Grillo: L'incerenitore è nocivo per la salute che quindi è un costo esterno, perché i problemi salutari finiscono su persone terze che hanno l'incerenitore in vicinanza. Cosa bisogna fare: Questi costi esterni devono essere osservati nei costi di chi li produce. Anche qui un esempio: Prendiamo caso che una nazione possa produrre spazzatura senza dover pagare mai niente. I costi esterni si riportano su tutti i cittadini, perché a quel punto sarebbe praticamente impossibile vivere in una certa area, e molto probabilmente i costi esterni sarebbero anche riportati su altre nazioni, visto che esporteremmo i rifiuti (da noi non c'è più posto). Se invece ora per ogni litro di rifiuto fissiamo un costo da pagare sono due le conseguenze: Chi consuma di più deve pagare, chi consuma dimeno invece ha la possibilità di ridurre i suoi costi e quindi ne trae vantaggio.

Pietro Ligorio 07.01.08 10:53| 
 |
Rispondi al commento

in che m.....aio viviamo
il Signore disse che un giorno
tutti diventeremo cenere ma si
sbagliava poichè tutti diventeremo m.....a, ma comunque risorgeremo non si da da dove? E poi dove andremo?
Adele Zummo

Adele Zummo Commentatore in marcia al V2day 07.01.08 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe che una volta Grillo fosse propositivo. Come risolverebbe lui il problema dell' immondizia in Campania, considerato che nel cervello di un napoletano nn alberga il cervello di un tedesco. Che la camorra c'e' e controlla tutto il traffico della spazzatura. Che Bassolino nel 2004 aveva predisposto contenitori per la raccolta differenziata, ma detti contenitori sono stati tutti (tutti) distrutti o rubati in una sola notte? Astenersi dalle risposte sciocche.

frantoman menfranto Commentatore certificato 07.01.08 10:13| 
 |
Rispondi al commento

i miei concittadini dico solo che abbiamo una carta sola da giocare non votare più. Dimostrando a questa classe politica che finalmente i napoletani sono stufi di loro (tutti)e che non siamo più disposti a fare di Napoli il paese di pulcinella. un abbraccio a tutti i miei concittadini.

giuseppe guida 07.01.08 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Dove sono gli artisti napoletani che tanto esaltano la napoletanità nel mondo per fare soldi?
NON SI è FATTO SENTIRE NESSUNO!

Pino Daniele: Napul'è na carta sporca e nisciun se ne 'mporta e ognuno aspetta a ciorta!

Manc tu te ne mpuort!!!

Maurizio Dati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.01.08 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La risoluzione dei problemi non implica necessariamente la occulata e coerente scelta delle strategie operative, almeno alle nostre latitudini. In tema di rifiuti il problema non sono i rifiuti quanto i rifiuti umani che senza autorità presiedono e gestiscono le cariche di potere. Gli uomini invisiibili. Cosa fare? Le istituzioni si negano e negano la possibilità di rimuovere l'inganno. Dove sono i partiti, i sindacati, le enclave degli intellettuali?Dove sono gli uomini della Storia? All'orizzonte si intravvedono solo masnade di camorrisiti e di popolani che giocano al "Boia a chi molla".
Cosa fare? Rifondiamo lo stato?le istituzioni? attendiamo il riciclo o il cambio generazionale? Occupiamoci della merda. Ascoltiamo la esperienza degli altri paesi della Europa per eliminare la merda e quella che verrà. Qualcuno ne sa senz'altro più di noi. Il problema non è la merda quanto l'immobilismo,l'aspetta che "cadano gli altri nelle contraddizioni"; il problema sono gli uomini sbaglliati al posto sbagliato. I margini per agire ci sono. Bisogna agire non per spostare ma per risolvere. I cittadini hanno il diritoo di incazzarsi come quello di perseverare anche nell'errore quando nessuno notifica l'errore e negando la ragione di dialogo. Non siamo solo consumatori. Le soluzioni ci sono già, sia per l'immediato che per il futuro. La rivoluzione non giova a nessuno, a maggior ragione in questo paese dove non si riconoscono neppure le macerie.
Si devono agitare vigorosamente i cittadini e gli uomini di cultura, quelli che hanno ancora il naso e gli occhi.

franco rossi 07.01.08 09:29| 
 |
Rispondi al commento

SONO MAGNIFICI! IN QUESTO PAESE DOVE LA "CASTA" IMPERA, SI PUO' ESSERE STATI MINISTRI O SINDACI,ESSERE OGGI SINDACI O PRESIDENTI DI REGIONE, APPARTENERE SEMPRE E COMUNQUE A UNO STESSO SCHIERAMENTO POLITICO - A GARANZIA DELLA MASSIMA CONOSCENZA DEI MECCANISMI CHE REGOLANO I RAPPORTI TRA I VARI LIVELLI ISTITUZIONALI - E ... RIEMPIRE UNA REGIONE DI SPAZZATURA! PROFUMATAMENTE PAGATI CON LE NOSTRE TASSE ORA SI DILETTANO NEL LORO PASSATEMPO PREFERITO: PARLARSI ADDOSSO! CALCI NEL CULO DOBBIAMO DARGLI!

riccardo bonetti Commentatore certificato 07.01.08 09:19| 
 |
Rispondi al commento

no inceneritori
no inceneritori
no inceneritori
far conoscere a tutti la pericolosita' degli inceneritori, ridurre la spazzatura (chissenefrega di prodotti con 3 confezioni???), differenziare, reciclare.
possiamo diventare una societa' civile o no???
per ora facciamo schifo e basta, peggio delle bestie!

maria marielli 07.01.08 09:12| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

E' EVIDENTE CHE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SIA L'UNICA VIA PERCORRIBILE PER EVITARE GLI INCENERITORI E LE DISCARICHE, MA C'E' UN PUNTO IMPORTANTISSIMO SUL QUALE NON SI DICE NIENTE MA CHE DA SOLO PORTEREBBE UNA DRASTICA RIDUZIONE DI RIFIUTI :
BISOGNA OBBLIGARE CON LEGGI E REGOLAMENTI I PRODUTTORI DI BENI DI CONSUMO ALLA RIDUZIONE DEGLI INVOLUCRI E DELLE CONFEZIONI , BISOGNA OBBLIGARE PER LEGGE COLORO CHE PRODUCONO AUTO , GRANDI E PICCOLI ELETTRODOMESTICI A COSTRUIRLI CON COMPONENTI SMONTABILI E RICICLABILI O RIUTILIZZABILI O COMUNQUE ASSEMBLATI IN MODO CHE SIA FACILE DOPO SEPARARE I PEZZI.
FACCIAMO DEGLI ESEMPI BANALI :
1 - AL SUPERMERCATO NON CI DOVREBBE ESSERE PIU' LA MERCE ALIMENTARE CONFEZIONATA NEI VASSOI DI PLASTICA , SI DEVE COMPRARE DIRETTAMENTE AL BANCO.
SI DEVE OBBLIGARE LA GENTE A FARE LA SPESA CON LA BORSA DI STOFFA ( LE BUSTE DI PLASTICA DEVONO SPARIRE). TUTTO QUELLO CHE VIENE CONFEZIONATO IN CONTENITORI DI PLASTICA DEVE ESSERE VENDUTO COL SISTEMA DELLE RICARICHE ECC. ECC -
2 - OBBLIGARE I PRODUTTORI DI AUTO E DI ELETTRODOMESTICI A COSTRUIRLI COL SISTEMA DELL'ASSEMBLAGGIO , POI UNA VOLTA CHE IL BENE E' USURATO , DEVE ESSERE RITIRATO DAL PRODUTTORE , SMONTATO E SMALTITO ECC.
3 - LA PARTE UMIDA DEI RIFIUTI RACCOLTA PER I COMPOST E I CONCIMI.

MA TUTTO QUESTO PERCORSO DEVE POTER ESSERE SEGUITO E CONTROLLATO ANCHE DAI CITTADINI CHE DEVONO ESSERE COSCIENTI PIENAMENTE DEL VIAGGIO "VIRTUOSO" DI TUTTI I RIFIUTI, SAPENDO CHE FANNO UN BENE A SE STESSI E ALLA COMUNITA'.

LUCA TAGLIAFERRI 07.01.08 09:10| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi è causa del suo mal pianga se stesso , voi avete votato chi vi governa nella vostra regione voi siete soggetti alle conseguenze , tutto la . Se ancora voi voterete per questa gente ,non capisco perche vi lamentate ,e poi è un discorso genetico ,perche se ci si sposta un po piu nei quartieri benestani questo schifo non esiste? perche chi vi governa lo votate ancora ?perche andate in moto senza casco? sara che io butto la cicca dal finestrino ma per la miseria ...e poi il problema della vostra immondizia è decennale come mai?il fattore genetico ? il fattore camorra? il fattore stato?il fatore voto?gli insiemi di questi fattori mescolati a regola portano a questo immondezzaio , credo ....che Beppe Grillo l'ha spiegato bene come funziona a voi la scelta , dipende solo da Voi.

FABIO MORICONI 07.01.08 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Non comprate più i giornali? Ma dico a NOI giornalai chi pensa? Per il Parlamento non esistevano più o meno.. Qui esistono eccome. Siamo l'ultima ruota del carro di un sistema dubbio e contorto. Siamo i più importanti e i più bastonati.. Noi GIORNALAI/EDICOLANTI..
Caro Beppe, vieni a dare un'occhiata ai nostri guadagni e ricavi rispetto ai guadagni degli editori dei quotidiani. La fame.. altrochè non comprate più i giornali.. =|

Marianna da Roma 07.01.08 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,

propongo che il golfo di napoli diventi il sito italiano per la raccolta dei rifiuti.
napoli, nea polis, sí, é il nome perfetto per la piú grande discarica d 'italia!!!!!!
tanto sono abituati a stare nel puzzo!!!! e nello sporco!!!!! tra i sorci!!!!!!

la loro soluzione? bruciare quattro autobus, bruciare qualche cassonnetto, bruciare le montagne di immondizie...... ma che bruciassero loro invece di SPUTTANARCI A LIVELLO MONDIALE!!!!

e come dice il carissimo TOTÓ: e io pago!!!!

....che italietta de niente.....

Giacomo F. Commentatore certificato 07.01.08 07:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe è la prima volta che scrivo ma seguo con attenzione le tue battaglie in aggiunta questa volta è che sono di napoli quindi diretto interessato, diminuire i rifiuti a napoli ? è la cosa più semplice del mondo la raccolta porta a porta e molto simile a quella che si faceva alcuni anni fa quando vi erano ( come si chiamano a napoli e fierr viecch( quelli che raccoglievano il ferro ed altre cose x vivere)adesso nn viene fatta più pexchè nn produttiva per queste persone e soprattutto se portano plastica, vetro, cartone, ferro, alluminio o altro devono pagare x venderlo allora mi chiedo il comune nn potrebbe dire semplicemente signori se portate i materiali di raccolta differenziata nelle apposite aree attrezzate ve la paghiamo ? così si creerebbero posti di occupazzione ma soprattutto si invoglierebbe la gente a fare la raccolta differenziata perxchè credimi caro beppe se una persona viene e dice ( signora nn butti la plastica o altre cose nella pattumiera che io passo tutte le mattine a ritirarlo puoi essere certo che entrambe faranno il loro dovere ,la PRIMA X SOLIDARIETà FACENDO COSì LA RACCOLTA DIFFERENZIATA LA SECONDA nn farà mai festa e ritirerà sempre i rifiuti gia separati x farci quantomeno la gionata.CIAO E SCUSAMI SE TROVI QUALCHE ERRORE DI GRAMMATICA

gennaro gargiulo 07.01.08 07:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se l'Italia vogliamo salvare l'UNICO modo è il DISSENSO POPOLARE. POPOLO SOVRANO PREPARIAMOCI tutti UNITI e COESI Prima che i MESTIERANTI POLITICANTI e certi SINDACALISTI servili CONCERTINO assieme con i BARONI e PADRONI e decidano il nostro destino, ONESTI CITTADINI, IMPRENDITORI, LAVORATORI, COMMERCIANTI ARTIGIANI, PESCATORI, PENSIONATI, INTELLETTUALI, OPERAI, PASTORI, CONTADINI, STUDENTI e GIOVANI talenti UNIAMOCI per salvare L’ITALIA, prima che suceda una CATASTROFE. PREPARIAMOCI a togliere le catene che rendono l’UOMO SCHIAVO e preparare il CAMMINO per costruire il NUOVO SISTEMA dei VALORI PERilBENEdiTUTTI per fare un MONDO LIBERO e di PACE.

CLICCA il MIO NOME - OPPURE COPIA e INCOLLA

http://mario-wwwmarioflorecom.blogspot.com/

MARIO FLORE FLORE MARIO Commentatore certificato 07.01.08 07:22| 
 |
Rispondi al commento

AIUTIAMOCI!!!
TROPPO TARDI IL 25 APRILE A NAPOLI
CAVALCHIAMO L'ONDA DI QUESTO VENTO DI MONNEZZA PRIMA CHE SIA UN ENNESIMO ALLARME CHE SMETTERA' DI SUONARE!!! CHE NE PENSATE NAPOLETANI E NON...
BEPPE AIUTACI TU! FISSIAMO UNA DATA...

sono napoletana, vivo in una città del salernitano, Scafati, che fa pure la raccolta differenziata! Scafati, in cui scorre il Sarno, il fiume più inquinato d'Europa, i miei genitori pagano pure una tassa atavica sulla bonifica del Sarno, da decenni, forse gli unici..sapete.. nella speranza....! Mi respiro tutti i giorni la puzza e la malattia di un fiume, causata da scarichi di fabbriche, pellami, pomodori, carcasse e altro, mangio insalata e ortaggi innaffiate presumibilmente con quest'acqua, che chiamarla acqua è pure un' offesa, perchè non "panta rei" più, ma si impatana e fèta!!!
Insomma facciamo pure la raccolta differenziata, un'ottima soluzione, io personalmente non so ancora che strada prende la mia spazzatura dopo che l'ho differenziata, ma un problema alla volta..! SENTO LA PUZZA (che mi invade il cuore e lo fa piangere come una cipolla tagliata a pezzetti) DEI CUMULI DI PIANURA E DI TANTE ALTRE ZONE CHE NON VANNO IN TV PERCHè ANCORA NON HANNO PENSATO AD APRIRCI UNA DISCARICA, MA è POSSIBILE CHE QUESTA "CLASSE" "DIRIGENTE" NON RIESCA A PENSARE E A TROVARE ALTRE SOLUZIONI CHE UNA DISCARICA!!! UN SUGGERIENTO AI DIRIGENTI: NON VA BENE COME SOLUZIONE LA SPAZZATURA NEL VESUVIO!....PERCHè CARI "DIRIGENTI" IL VESUVIO POTREBBE PURE INCAZZARSI E FARE UN BEL RUTTO SPAZZA TUTTO...E VOI CON NOI SOTTO!
scusate la volgarità di solito sono una personcina a modo!


Rossella M. Commentatore certificato 07.01.08 02:59| 
 |
Rispondi al commento

...I TOPI ,VISIBILI LUNGO I MARCIAPIEDI E NELLE STRADE, SONO DIVENTATI CON I LORO RESTI CARBONIZZATI LA DIMOSTRAZIONE DEL DEGRADO IN CUI SONO PRECIPITATI NAPOLI E LA CAMPANIA, UNA SITUAZIONE RISCONTRABILE SOLO NELLE AREE PIÙ ARRETRATE DEL MONDO. QUATTRO AUTOBUS SONO STATI INCENDIATI, OLTRE CENTINAI DI CASSONETTI, PIU’ DI 50 GLI INTERVENTI DEI VIGILI DEL FUOCO, A NAPOLI IN CORSO UMBERTO MANICHINI DEL GOVERNATORE ANTONIO BASSOLINO E DELLA JERVOLINO SONO STATI IMPICCATI AI LAMPIONI. IL PRES. DELLA REPUBBLICA, IN VACANZA A CAPRI., SI E’ DETO “ALLARMATO”. GRAZIE PRESIDENTE PER LA SUA CONSIDERAZIONE, E PER FAR SI’ CHE BASSOLINO E IERVOLINO CONTINUINO A DISTRUGGERE IL GOLFO DI NAPOLI, AD UCCIDERE IL TURISMO ED ANCORA PEGGIO AD UCCIDERE L’ENTUSISMO ED IL SORRISO DEI NAPOLETANI.FACCIAMO UNA RIVOLUZIONE INTELLIGENTE: QUANDO ANDIAMO NEI CENTRI COMMERCIALI, SE PROPRIO DOBBIAMO COMPRARE NON USIAMO LE LORO FOTTUTISSIME BUSTE DI PLASTICA CON SOPRA STAMPATA LA PUBBLICITA’ DELLA LORO RICCHISSIMA AZIENDA, USIAMO UN SACCHETTINO DI TELO DA USARE ANCHE 100 MILIARDI DI VOLTE, NO ALLE LE BOTTIGLIE DI PLASTICA SOLO DI VETRO! I DETESIVI IN NORD EUROPA SONO A DOSAGGIO, OGNUNO PORTA IL SUO BRAVO CONTENITORE DI PLASTICA E RIEMPE, PAGA A PESO E QUINDI DI MENO, FACCIAMO MENO SPAZZATURA ARRICCHIAMO DI MENO LE TASCHE DEI POLITICI E FOTTERE QUESTE MULTINAZIONALI.. SE LE CASSE DELLO STATO SI RIEMPONO DI MENO ECCO CHE CALANO I PREZZI E COL CAVOLO CHE AUMENTANO LE TASSE. SE DIMOSTRIAMO DI AVERE SOLDI LORO SONO CERTI CHE CHIEDENDO POSSONO OTTENERE. NESSUNO MAI SI E’ PREOCCUPATO DI DARE UNA PIAZZA IN ONORE DEL GRANDISSIMO TOTO’!E’ PARTIT QUEST’INIZIATIVA, CHI E’ CON NOI? CHI VE FAR RISPLENDERE DI ORGOGLIO IL NOSTRUOLO GOLFO? DIAMO VITA AD INIZIATIVE PER FAR RISORGERE NAPOLI DALLA SPAZZATURA, PER ELIMINBARE LA SPAZZATURA OCCORRONO BUONE IDEE ED UOMINI DI IMMENSA VOLONTA’. CHI E’ CON ME? SIAMO UN POPOLO CHE MERITA RISPETTO E CON LA FORZA DI CACCIARE CHI FA STAR MALE. SCRIVETE A DIAMANTECAP@HOTMAIL.CO

DIAMANTE CAP 07.01.08 02:24| 
 |
Rispondi al commento

PRIMA DELLA CADUTA DLE SINDACO RINNEGHERANNO DI AVERLO VOTATO

ED OGGI MI VIENE DA RIDERE QUANDO CHIEDO AD UN NAPOLETANO: “VOTASTI TU LA IERVOLINO?” NEGANO , NEGANO, NEGANO …. HANNO VERGOGNA AD AMMETTERLO; TUTTI CONTINUANO A RISPODERMI DI NO, UN NO SECCO E INDIGNATO. INTANTO TUTTI DICONO CHE NON L’HANNO VOTATA, ALLORA COME MAI E’ SINDACO DI NAPOLI QUESTO PERSONAGGIO O MEGLIO QUESTA TESTA DI LEGNO DI BASSOLINO.
CI SIAMO FATTI TRATTARE COME DEGLI IDIOTI, MA NOI NON ERAVANO IL PAESE DI MASANIELLO? CHE A COSTO DELLA PROPRIA VITA TENEVA ALTO I NOME DELLA SUA CITTA’. DOV’E’ I PURO E’ SANTO CAMPANILISMNO? PERCHE’ TANTA APATIA DI FRONTE A TANTO SFACELO? IN TUTTO IL MONDO CI CONOSCEVANO PER LA NOSTRA MUSICA, CUCINA E FOLKLORE .. OGGI NAPOLI= SPAZZATURA= SPARATORIE= CAMORRA. HO CHIESTO AD UN UOMO DI COLORE CHE IMPROVVISA BANCARELLE DI FORTUNA LUNGO VIA ROMA:
– COSA PENSI DI QUESTA SITUAZIONE IMMONDIZIA CHE STIAMO VIVENDO QUI A NAPOLI? -
– “NEL MIO PAESE NON POTREMMO MAI ARRIVARE A TANTO DISONORE”
HA RAGIONE, L’AMICO GEORGERY HA USATO UN VOCABOLO ADATTISSIMO: DISONORE! BASSOLINO E IERVOLINO HANNO DISONORATO IL POPOLO PARTENOPEO. IO CHIEDEREI UN RISARCIMENTO DEI DANNI! PER AVER DENIGRATO IL “NOME” DELLA POPOLAZIONBE CAMPANA, AVER BUTTATO ANCORA PIU’ FANGO DI QUANTO NON CE NE METTANO GIA’ GLI ALTRI ….
BASSOLINO DICE CHE NON SI DIMETTERA’ PERCHE’ E’ SICURO DI POTER DARE ANCORA UN CONTRIBUTO A QUESTA CITTA’ . MA DAVVERO CI RITIENE COSI’ IDIOTI???? SE BASSOLINO E IERVOLINO VOGLIONO DARE UN CONTRIBUO ALLA NOSTRA CITTA’, POSSONO FARLO SOLO DANDO UN UNICO CONTRIBUTO: DIMETTENDOSI. ANCHE EX MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI GASPARRI HA ASSERITO CIO’, AGGIUNGENDO CHE “LUI” E “LEI” POSSONO SOLO ESSERE UN PERICOLO PER I CITTADINI; VERISSIMO!
E’ INUTILE CONTINUARE A NASCONDERSI DIETRO AD UN DITO, QUESTE DUE FIGURE “POLITICHE” SONO RIUSCITE A METTERE IN GINOCCHIO NAPOLI. INVECE DI FAR DIMINUIRE I PROBLEMI LI HANNO RESI GIGANTI ED INSORMONTABILI COME I CUMULI DI SPAZZATURA CHE TRO

DIAMANTE CAP 07.01.08 01:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

V-DAY A ROMA
se si potesse firmerei con il mio sangue

chi è daccordo con me copi e incolli questo messaggio

antonio zago Commentatore certificato 07.01.08 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Le idee di Grillo sono intelligenti e quasi tutte le città hanno la raccolta differenziata o cercano di attuarla, ma per i Napoletani è troppo complicato evidentemente, meglio buttarla per le strade

Riki 1St Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 23:42| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE IL POST UN PO’ LUNGO SUDDIVISO IN DUE

Fà senso vedere che il video Spazzatour inizia dicendo che oltre alla camorra bisogna prendersela con gli industriali. Il bando di gara per la costruzione dei termovalorizzatori era stato vinto da Fisia (Gruppo Impregilo) e mentre la stessa Fisia ha cercato di costruirli era successo il finimondo: gente in strada, mega-cortei, verdi in campo etc. Il risultato? I termovalorizzatori non sono stati fatti e la Campania è esplosa di rifiuti!!!
E sapete che la stessa cosa stà succedendo anche in Puglia e Sicilia? Quanto altre "Campanie" dobbiamo vedere prima di renderci conto che i rifiuti possono essere solamente termovalorizzati (o inceneriti) per non vederli finire in discarica??
I verdi sponsorizzano i "dissociatori molecolari" che non sono altro che dei gassificatori (nel caso che lo sviluppo termico sia endogeno, cioè per reazione chimico-fisica; http://it.wikipedia.org/wiki/Gassificazione) o pirolizzatori (nel caso l'energia termica necessaria sia esogena, e quindi vi è la necessità di utilizzare le torcie al plasma; http://it.wikipedia.org/wiki/Pirolisi). In entrambi i casi queste tecnologie non sono applicabili ai rifiuti urbani data la disomogeneità dei rifiuti urbani e l'impossibilità di caricarli in assenza di ossigeno (il grande nemico di questi processi).
Ma il dissociatore che fà?. "Dissocia" ad altissime temperature le molecole per ottenere un gas ("Syngas") che poi và poi filtrato (il che crea i soliti dannosi residui) e inviato a dei motori a gas per produrre energia elettrica.
La società sponsorizzata dai verdi, l'Energo, ha un piccolo impianto in Islanda estremamente inefficiente in quanto funziona in regime "batch" (bisogna spegnere, aspettare che si raffreddi e riaccendere ad ogni carico di rifiuti: una follia per i rifiuti di una grande città come Napoli, normale invece per una piccola comunità islandese). Il sistema è in batch per non far entrare ossigeno nel sistema.

CONTINUA

Luca Braselli Commentatore certificato 06.01.08 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma i rifiuti essicati e non tossici non si potrebbero bruciare?

Maria N. Commentatore certificato 06.01.08 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe,
ma il tuo post su inceneritori e smaltimento dei rifiuti é qualunquista. E credo manchi anche di basi scientifiche.

Lavoro assieme ad almeno altre 15 persone in un gruppo di ricerca sui rifiuti solidi. Mi sento di dire che parte dei dati che hai fornito sono, se non errati, almeno imprecisi (il maggiore produttore di microparticelle é il settore trasporti e raccolta differenziata significa piú trasporto...). Le soluzioni alternative mancano di alcuna considerazione sociologica (come mai a Treviso riescono a fare l'80% di differenziata e in altri posti no? Se la gente non ha senso civico la tariffa puntuale significherá solo piú rifiuti abbandonati in fossi e siepi...).

Mi spiace, ma per una volta mi dissocio e non diffonderó il pdf.

Saluti
Alessio

Alessio Boldrin 06.01.08 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è la raccolta dei rifiuti ma il deposito degli stessi. Una volta raccolta l'immondizia, dove la portano? Nessuno vuole una discarica vicino casa!! E allora che si fà? E' solo questo il problema.

marina s. Commentatore certificato 06.01.08 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe, ho letto con attenzione i punti da te elencati. Non voglio certo mettere in dubbio l'attendibilità scientifica di questi , quanto porti una questione. Da laureato in biologia, quando ho frequentato il corso di igiene ambientale, son stato portato a "visitare" un paio di inceneritori di Padova, tuttora funzionanti e molto efficienti. Alla mia domanda:" e i fumi, e la diossina?"i tecnici e il mio professore (tutt'altro che simpatizzante dei petrolieri...!) mi risposero che queste sostanze tossiche, prima di essere eliminate, venivano a loro volta "bruciate" a temperature superiori ai 2000°C disgregandole molecolarmente eliminando o attenuando di molto il loro potenziale tossico nocivo. A sto punto mi domando... E' VERO?!?
Poi, per quanto riguarda la situazione di Napoli io credo che:
La Camorra sia ancora troppo forte e radicata per permettere una soluzione veloce del problema. I punti da te elencati sono interessanti e fattibili ma la situazione di crisi attuale presuppone interventi rapidi che non hanno soluzione se non nell'utilizzo di discariche e termovalorizzatori.
BISOGNA EDUCARE I SIGNORI NAPOLETANI ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA!Lo smistamento dei rifiuti a monte in casa qui al Nord, Veneto (dove viene praticata da anni) ha portato a percentuali di riciclaggio superiori al 50% dei rifiuti prodotti, e si può fare certamente meglio. Imparate a votare non solo chi suggerisce la Camorra ma anche i pochi amministratori onesti che ci sono perchè volente o nolente son loro che gestiranno la vostra COSA PUBBLICA e i RIFIUTI.
Un suggerimento: ho fatto una tesi di laurea sul compostaggio industriale: con poca intelligenza l'Italia potrebbe riciclare la quasi totalità del RIFIUTO UMIDO e ricavarne COMPOST ecologico ottimo ammendante e fertilizzante dei terreni;lo fanno da anni molti paesi del Nord Europa con risultati straordinari, in particolare in Germania, Austria e Olanda dove ad esempio la totalità delle aree verdi pubbliche viene concimata con Compost.

Lele Zocki Commentatore certificato 06.01.08 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo
i punti che hai elencato per il recupero dei rifiuti vanno bene per Oslo e Stoccolma.
A napoli (minuscolo) SENTONO ANCORA LA NOSTALGIA DEL COLERA.
E' come chiedere a Osama Bin Laden di andare a messa tutte le domeniche!

giorgio g. Commentatore certificato 06.01.08 21:34| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

C'è qualcuno che può dirmi perchè è stato cancellato il mio post delle ore 13,15 circa riferito alle dichiarazioni dell'egregio Calderoli sull'invio delle "teste di cuoio" a Napoli? Sicuramente era in linea con tutte le regole del blog.Qualcuno che lo ha letto si domandi se per caso anche qui ci sono delle regole non scritte così evitiamo di continuare a perdere tempo inutilmente. Un saluto per tutti. E, comunque, anche qui comincia ad esserci un certo odorino che .... sembra assomigliare a rifiuti bruciati!!!.

walter r. Commentatore certificato 06.01.08 21:30| 
 |
Rispondi al commento

PROPONGO AI GIORNALISTI CHE VOGLIONO FARE ESPERIENZA E METTERSI IN LUCE DI APRIRE UN EDITORIALE SU INTERNET CON UN GIORNALE VERITIERO E LIBERO.
PROPONGO A BEPPE E AD EUROPA 7 L'APPOGGIO DA PARTE LORO PER AIUTARE L'ACCESSO A QUESTO GIORNALE.
CON INTERTET TUTTO è PIù SEMPLICE E VELOCE.

Simone F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 21:26| 
 |
Rispondi al commento

sono di pianura essere napoletano,il sig.napolitano(da CAPRI)si è detto preoccupato.bassolino e iervolino continueranno tranquillamente a fare i cazzi loro,perchè noi non serviamo.facciamogli vedere cosa sappiamo fare solo se scendiamo tutti in piazza e li mandiamo a fare in culo so lo cosi potremo dire di essere uomini e donne!

mario marletta Commentatore certificato 06.01.08 21:04| 
 |
Rispondi al commento

LO SCHIFO DI PIANURA E' LA PROVA DEI POLITICI ASSENTI E LONTANI DALLA GENTE E NOI DOVREMMO NON ANDARE PIU' A VOTARE E PORTARE COME DICE ALESSANDRO LA SPAZZATURA AL COMUNE PROVINCIA REGIONE E D'AVANTI AL PARLMENTO.MANDIAMOLI A CASA TUTTI DESTRA SINISTRA CENTRO E TORNIAMO AD AMARCI DI PIU'NOI GENTE COMUNE INVECE DI FARCI LA GUERRA TRA REGIONI AIUIAMOCI E MANDIAMOLI A LAVORARE NON SI PUO' TOLLERRARE OLTRE,PREGHIAMO DIO CHE CI DONI FORZA VOLONTA' E LE PERSONE ADETTE AL GOVERNO DEL PAESE RITONINO TRA NOI INVECE DI STARE SU MARTE,RINGIOVANIRE, A CASA I FALSI E PARACULI DI OGNI CATEGORIA.FORZA GRILLO AIUTIAMO L'ITALIA A LIBARARSI DEL PATTUME REALE LA CORRUZIONE, GLI OPPORTUNISTI,DAL PATTUME MEDIATICO,EGOISTI FALSI CATTOLICI CHE SONO PRATCANTI PER COVENIENZA.CIAO FORZA ITALANI!!!!!

tito ROMAGNOLI Commentatore certificato 06.01.08 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono napoletano e abito al "nord", qui dove abito hanno iniziato a differenziare già da parecchi anni. Quando l'amministrazione locale ha deciso di farlo ha prima distribuito "ad ogni famiglia" tutto l'occorrente, parlo di contenitori in plastica e relativi sacchetti. Dopo con semplici volantini ha spiegato come differenziare e anche io che sono napoletano ho capito come fare. A Napoli questo non è mai successo, hanno solo riempito le strade di cassonetti che poi regolarmente non vengono svuotati.

Basterebbe così poco per cambiare!

Viva Napoli!!

sergio d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 20:50| 
 |
Rispondi al commento

SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"
SCOPRITE LA VERITA', SCARICATE E GUARDATE "ZEITGEIST"

SALVATORE AZZARONE 06.01.08 20:48| 
 |
Rispondi al commento

CUFFARO brutto stronzo di merda non li vogliamo gli inceneritori in sicilia!!!!4 ne vuole fare 4... e dove li vorresti fare?ma VAFFANCULO!

alessandro Toscano (vento07) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco come mai, la fiera gente di Napoli, citta' medaglia d'oro della Resistenza perche' sessantaquattro anni fa, con le quattro epiche giornate, seppe opporsi alla dominazione tedesca, in questa occasione non fa altrettanto, buttando nel favoloso mare partenopeo il Bassolino, la Jervolino e tutti i capi-camorristici che hanno portato sull'orlo dell'abisso la stupenda citta' del Sole? E pensare che abbiamo corso il rischio di avere Donna Rosa, inquilina per sette anni del colle piu' alto capitolino.

dal re della mezza porzione Commentatore certificato 06.01.08 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo ho la disgrazia di abitare vicino al campo nomadi casilino 900 a Roma (per chi non lo sapesse è il più grande campo nomadi italiano se non europeo - oggetto tra l'altro di svariati e continui servizi giornalistici). Loro costume è bruciare soprattutto la notte quintali di rame con guaina che rendono l'aria letteralmente irrespirabile. Più volte ho chiamato il 113 ed i VV.UU. Le forze dell'ordine non ne possono più di intervenire tanto hanno le mani legate. Al massimo intervengono i VV.FF. che tra l'altro non sanno dove passare perchè le matasse di rame le bruciano nel nuovo parco di Centocelle (hanno divelto la recinzione che li separa......e mi fermo qui!!!!! I cassonetti vengono continuamente scaricati sulla strada dagli stessi zingari per raccogliere quello che è a oro utile. E lasciano tutto quello schifo li per terra. Domanda: perchè devo fare il bollino blu alla mia autovettura alimentata a GPL e fare la raccolta differenziata dei rifiuti oltre a pagare 8 euro il bollino e 240 euro l'AMA per subire tutto questo?

rosati vincenzo 06.01.08 20:31| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe. qui la situazione è davvero tragica. Devi inventare qualcosa. Potremmo iniziare a trovare il modo di non pagare più la tassa sui rifiuti. Forse gli se tocchiamo le "tasche" si svegliano un pò. Nel comune in cui vivo (Orta di Atella - CE) pago 450 euro all'anno per la TARSU per una casa di 85 mq + un box auto (tassato con la stessa aliquota della casa, cioè 3,60 euro mq). Pago 1,20 euro al giorno! Ovviamente potrai immaginare come è il servizio. Sarebbe prevista la raccolta differenziata, ma, colpa anche dell'inciviltà delle persone, non si differenzia nulla. Siamo stanchi. oltre i rifiuti anche una tassa davvero onerosa.

Domenico Marinelli 06.01.08 20:26| 
 |
Rispondi al commento

ci dobbiamo vergognare avete votato quella testa di cazzo di bassolino non solo fa SCHIFO LO SAPETE CHE PRENDE IL DOPPIO DI FORMIGONI e la rrrrooosa iiiervolino la vocina dell'indifferenza? mandateli VIA A CALCI IN CULO FATE UNA RIVOLTA POPOLARE SCENDETE IN PIAZZA BLOCCATE TUTTO FATEVI SENTIRE TOGLIETEVI QUESTO VELO PIETOSO FATE RIDIVENTARE NAPOLI LA CITTA DEL SOLE DEL MARE NON LA CITTA DELLA MUNNEZZA

alessandro d. Commentatore certificato 06.01.08 20:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ogni pretesto è buono, per tutti gli stronzi d'Italia, per sparare su Napoli e i Napoletani, come se la mondezza a Napoli fa parte del DNA dei partenopei e che fosse colpa dei cittadini, i quali si crogiolano nella mondezza e si fanno putre il bagno. Qualunque cazzo succede in città è colpa dei napoletani come se napoli fosse una città separata dalla nazione e il governo di Roma guarda e si fa le seghe. Andate a fare nel culooooooooo!!!!

franco garofalo 06.01.08 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.

Volevo dire che anche una volta gli uomini uscivano di casa verso i 30 anni.

Parlando con mio suocero (60 anni) ho scoperto che la maggioranza degli uomini della sua generazione si è sposata a circa quell'età.
Le donne invece erano molto più giovani, di 6 8 10 o addirittura di 12 anni.
Quindi non è vero che chi sta in casa è un bamboccione, ma è solo una normale routine.
Oggi in più la difficoltà di lasciare il "NIDO" è maggiore perchè uno le case costano, due gli stipendi sono bassi, tre il lavoro è precario.

Chi si azzaredrebbe a costruire una famiglia con queste condizioni così disastrose?

Solo dei bamboccioni come il misitri Padoa-Schioppa.

Abbasso i poliditi che si aumentano lo stipendio e che poi non fanno nulla.

Io sarei disposto a sopportare la politica italiana e i suoi costi a patto che ci fosse veramente più benessere per tutti.

Invece ora oltre al danno la beffa: alti stipendi e disastro totale.
Così, in questo momento, gli stipendi dei parlamentari sono iniqui perchè non fanno bene il compito a cui sono stati delegati dai cittadini.

Quindi o si cambia o si fa un bel casino!!!!

Coraggio Beppe, fatti portavoce di noi cittadini, visto che ti ascoltano.

Stefano B. Commentatore certificato 06.01.08 20:15| 
 |
Rispondi al commento

tutti abbiamo soluzioni per le quali ci vorranno anni - ma intanto?

bruno preciso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Vignetta di Vauro di 15 anni fa
uomo basso
dietro a lui un uomo piu' alto che dice:ehi tu terrone!
dietro all'uomo alto un marziano ancora piu alto chedice:ehi tu terrestre!

Siamo sempre meridionali di qualcuno..

mark kaps Commentatore certificato 06.01.08 20:12| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Un’unica causale sul bollettino postale da parte di tutti Noi aderenti al “vaffanculo day”, da accompagnare al versamento del canone TV a cui obbligatoriamente tutti noi, possessori di apparati televisivi, siamo costretti. Facciamo delle proposte e imponiamo la causale sul bollettino, ad un OK di Grillo, per cui ci possano riconoscere.

giacinto la notte Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho una fame da mangiarmi la munnezza

mark kaps Commentatore certificato 06.01.08 19:53| 
 |
Rispondi al commento

E dopo mi dicono pazza per usare i pannolini lavabili... se non ci mettiamo tutti a fare qualcosa per il pianeta la merda ci arriverà a TUTTI fino al collo non solo ai napoletani.
Ci vorreve una raccolta porta a porta, come scritto da Beppe, e che ci facciano pagare x quantità di rifuiti generati. Siccuramente quando ci toccherano la tasca diventeremo miracolosamente più "ECOLOGICI"

Marina A. 06.01.08 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Se in Europa i termovalorizzatori non li costruiscono più è perchè li hanno già fatti e li fanno funzionare. In Campania sono all'anno zero: non li hanno mai costruiti. Vuoi confrontare?

Scusa ma visto quello che sta succedendo non cominci a pensare che proprio questa campagna oltranzista sui termovalorizzatori abbia contribuito a portarci allo stato attuale, regalando l'"affaire" della spazzatura napoletana alla Camorra?

Io contestai nel post "le Superballe di SuperQuark" il tuo sciocco ed ignorante attacco a Piero Angela e Lorenzo Pinna (il quale pure ti rispose con un commento, che non degnasti di considerazione) per un servizio che mostrava come a Barcellona convivano con un centro di smaltimento efficientissimo, comprendente un termo-valorizzatore in piena città. Le ceneri non altrimenti trattabili le trasformano in materiale stradale:
(www.media.rai.it/mpmedia/0,,superquark^10488,00.html).
Ora dimmi se pensi che i Catalani sono matti, o se lo siamo noi Italiani, visti i risultati. E visto che a Napoli i rifiuti li bruciano direttamente in strada?!!?

Gli inceneritori producono veleni, nanopolveri, ceneri difficili da condizionare ecc... Anche le automobili producono veleni, CO2, polveri sottili ecc.. Io infatti pur vivenod a Roma vado molto in bici. Però all'auto nessuno ci rinuncia. No?

Allora qual'è la soluzione? E' semplice. Fare quello che fa il resto d'Europa. Visto che gli inceneritori servono anche dopo la miglior possibile raccolta differenziata, allora si fanno. E poi si adottano controlli sui residui sempre più rigorosi.
Così fanno in piena città nelle pulitissime Vienna e a Friburgo, città attrezzate con tram. treni pannelli solari e piste ciclabili a non finire, e persino nel piccolissimo stato di Monaco la spazzatura non la mandano a casa degli altri.

Per favore, basta con la demagogia, Beppe!!!
7 anni fa eri contro i computer ed Internet. Se errare è umano, perseverare è diabolico.

Cordiali Saluti

Renzo Mattoli 06.01.08 19:32| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un cittadino di un piccolo paese veneto nella provincia di padova, dove da ormai dieci anni si è iniziato a raccogliere i rifiuti differenziandoli già noi da casa, pensate che lungo le nostre strade non ci sono più da anni i cassonetti per la raccolta dei rifiuti, sono sorti centri per il trattamento del rifiuto umido, e dei rifiuti riciclabili, in discarica va solo quello che non si può riciclare, pensate siamo arrivati ad oltre il 50% di materiale riclato.... non abito in un paese del nord europa, ma abito in italia....quindi i rifiuti possono diventare una risorsa e quello che si è fatto nel paese in cui abito è una realtà che ha coinvolto anche i paesi limitrofi, certo dobbiamo iniziare a differenziare già a casa, ma penso che questo piccolo impegno ci costi veramente poco...E' TEMPO CHE NOI ITALIANI CI SVEGLIAMO E MANDIAMO A CASA CHI NON FA IL PROPRIO DOVERE RENDENDONE NATURALMENTE CONTO, QUINDI NEL CASO IN CUI I SUPER PAGATI COMMSSARI NON FACCIANO IL LORO LAVORO DEBBANO PAGARE ANCHE DI TASCA LORO RESTITUENDO LO STIPENDIO CHE HANNO RUBATO ALLA COLLETTIVITA'..... UN INVITO AGLI AMICI NAPOLETANI MANDATE A CASA GLI INCAPACI E I LADRI.....PERCHE' LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA PUO' PORTARE LAVORO E DIVENTARE UNA RISORSA.... MA SOLO SE CHI CI GOVERNA VUOLE FARE GLI INTERESSESSI DELLA COLLETTIVITA' O PEGGIO PREFERISCA FARE I PROPRI E QUELLI DELLA CRIMINALITA'....RICORDATE CHE I PRIMI AD INFRANGERE LA LEGGE SONO I NOSTRI POLITICI CHE LO FANNO QUOTIDIANAMENTE....AHIMEEEE QUESTA E' LA NOSTRA CLASSE POLITICA....MA NON E' L'ITALIA E GLI ITALIANI

alain reato 06.01.08 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento offeso nella mia intelligenza.
Ma i Grandi Burattinai credono veramente che la gente, con questo tenore di livellamento dei redditi "onesti" su media globale, sopporterà ancora per molti anni una presa in giro di sifatte proporzioni?
Dopo che mungono lo Stato da decenni con tutto ciò che di più meschino e veramente antipolitico ci sia (non certo un blog), credono che NOI si vada a pulire le loro gozzoviglie? Che cosa chiedono ancora allo Stato?
Almeno la smettessero di reinvestire all'estero ciò di cui lo derubano, potremmo anche fingere di essere stupidi ancora per un po'.
Poveri Napoletani! vite disarmate e meschine; arresi e costretti a grugnire nei loro escrementi nutrendosi delle briciole che cadono dalla tavola dei "camorritici" che li usano (politici camorristi n.d.r.) solo perchè diseducati a una libera e piena realizzazione della loro vita e personalità!
Credo che una soluzione al problema rifiuti sia configurabile come una azione anticostituzionale!
L'affetto che nutro per loro mi porta a spezzare una lancia a loro favore: tengono "o mare" che purtroppo cominciano a confondere con la monnezza. Meglio che imparino a nuotare, il salvagente si stà sgonfiando.

daniele galvan Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 19:18| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

perche' i campani non protestano cosi' veemente anche per le discariche abusive della camorra? premetto che per me bassolino e la iervolino andrebbero rimossi, ma in questa storia c'e' qualcosa di piu' profondo. ad es: nelle varie manifestazioni contro la camorra (e di mezzo c'e' la camorra che speculerebbe anche sull'aria che respiriamo) si vedono gli studenti, qualche associazione,i soliti intellettuali, e poco altro. dovrebbero scendere tutti in piazza,incacchiati neri, farsi sentire. tutti, poveri e ricchi. via la camorra, le mafie, le prepotenze, la legge del piu' forte, la bassa furbizia delinquente.

francesco pace (francesco pace 51) Commentatore certificato 06.01.08 19:12| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Continua. Firme al "manifesto" che chiede l'inserimento della materia "Educazione Civica e Ambientale" nella scuola dell'obbligo. Tiziana Falabella - Formatrice e professoressa d'italiano; Anna Sabbatelli - Docente scuola primaria;
Alessandro Cardulli – Giornalista; Serpelloni Alberto - Consigliere comunale Sommacampagna (Vr); Roberto Caristi - Operatore di cooperazione internazionale e educazione alla mondialità; Palmira Di Marco - Insegnante – Roma; Ferruccio Nobili - Responsabile nazionale PRC Pubblica Amministrazione; Ersilia Salvato - Presidente Associazione ROSSOVERDE-SE; Rocco Giacomino - Portavoce Associazione ROSSOVERDE-SE; Ivano Valente - Portavoce Prov. Giovani Comunisti Brindisi; Mariella Ciani - Insegnante di scienze Istituto Magistrale Statale " C.Percoto" di Udine; Giandomenico Martinelli - Idraulico - Umbertide (Pg ); Menia Haciba – Insegnante (Francia);
Maria Dolores Peduto - Architetto; Fabio Del Bianco - Pensionato ex insegnante (Gorizia); Letizia Moroni - Coordinatrice LiberAssociazione Castelli Romani SE; Rossana Ruscelli - Delegata Puglia Liberassociazione; Nino Russo – Regista; Roberto Bechini - Resp. Ambiente e Beni comuni segreteria provincia di Siena; Moreno Biagioni - Nodo toscano Rete Nuovo Municipio; Raimondo De Paula - Libero professionista; Antonio Bitti - Assessore alla Pubblica Istruzione Comune di Ladispoli (Roma); Elena Monguzzi – Traduttrice; Vincenzo Cipullo – Imprenditore; Domenico Gallo – Magistrato (Roma); Vincenzo Lipardi - Direttore dipartimento Comunicazione Istituzionale Comune di Napoli

Carmine Attanasio Commentatore certificato 06.01.08 19:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Continua. Firme al "manifesto" che chiede l'inserimento della materia "Educazione Civica e Ambientale" nella scuola dell'obbligo. Riccardo Alfonso - Direttore agenzia stampa Fidest; Claudio Balzamo - Ingegnere Telecom;
Simonetta De Gregorio - Libera professionista; Imma De Gregorio – Impiegata;
Paolo Sarà – Operaio; Marco Sarà – Impiegato; Velia Califano – Casalinga;
Giuseppe Della Monica - Traduttore; Sannino Maurizio – Impiegato Comunale Napoli;
Lia Attanasio – Funzionario Comune di Napoli; Giovanni Manzo - Presidente cooperativa sociale; Rosanna De Carlo - Ragioniera - Impiegata comunale - Ruoti (Pz); Maria Teresa Iervolino - Insegnante di lingua e civiltà straniere; Nicola Vetrano - Presidente Regionale di ACU Campania - Associazione Consumatori Utenti; Salvatore Napoli - Presidente CGD Napoli; Luciana Florio - Presidente Le Nuvole - teatro arte scienza; Mirko Lombardi - Responsabile nazionale ambiente PRC; Alessandro Biamonte - Avvocato amministrativista;
Girolamo Cancellio – Infermiere Professionale; Vincenzo Acampora - Presidente IACP Provincia di Napoli; Fabrizio Vitolo – Architetto; Giuseppe Dimitri Scognamiglio – Avvocato; Franca Moretti – Pensionata; Marcello Milone – Giornalista; Gaetano Gaudiosi – Ingegnere (Roma); Ottavia Grieco - Professore Italiano e Storia; Paolo Cajati – Ingegnere; Vera Grieco - Professoressa di Matematica e Fisica; Carlo Postiglione - Presidente Associazione Culturale Megaris ed Intercral Campania; Roberta Panza - Tecnico ortopedico; Vega Palombi Martorano - Presidente APO Italia - Associazione Pazienti Omeopatici; Fabrizio Fusco - Medico Chirurgo; Annalisa Coppola – Educatrice; Salvatore Bonadonna - Senatore Prc-Se; Velia Zora - Pensionata; Giuseppe Giuliani – Pensionato; Alain Berthon - Professore Università di Franche-Comté; Ludovico Varriale – Pensionato; Emilia Scala – Pensionata; Martin Stéphanie - Studente francese;
Ferdinando Balzamo – Amministratore delegato Napoli Servizi SpA;

Carmine Attanasio Commentatore certificato 06.01.08 19:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Continua. Firme al "manifesto" che chiede l'inserimento della materia "Educazione Civica e Ambientale" nella scuola dell'obbligo. Leonardo Ragozzino - Responsabile nazionale Settore Sinistra europea del Prc-Se; Maria Elisa Bonelli – Architetto; Giuseppe Buonocore – Architetto; Ornella Cavallo – Architetto; Graziana Santamaria – Architetto; Stefano Sarà – Pensionato; Pietro Pezzella – Architetto; Londrillo Dolores – Biologa; Chiara Catalano - Psicologa-psicoterapeuta; Loredana Diglio - Roma – giornalista; Oliva Rosario - Architetto docente di Arte e Immagine; Mario Passannanti - Architetto/Responsabile aziendale; Anna Pellecchia – Architetto; Massimo Tesse – Docente; Marco Pellegrini – Architetto; Laura Capobianco - Docente di storia e filosofia. Consigliere I Municipalità, Napoli; Mariolina Coppola – Imprenditrice; Alessandro Muzi Falconi - Pubblicitario, relazione pubbliche (prov. La Spezia); Rosario Attanasio – Impiegato; Comitato Genitori Liceo Scientifico "N.Cortese" Maddaloni CE; Coordinamento Genitori Democratici Maddaloni Ce; Agostino Del Monaco - (Presidente consiglio Ist. liceo scientifico "N.Cortese Maddaloni” CE); Natale Fioretto - Funzionario tecnico del comune di Napoli; Eleonora Scoppa - Dirigente scolastico in pensione Napoli; Luciano Ciccarelli - Lav.Autonomo; Carlo Tricarico – Architetto; Franco Visaggio – Scrittore - Dirigente Telecom in pensione; Gennaro Varriale – Dirigente Inps in pensione; Anna De Rose – Medico; Enzo Millich - Già componente della Commissione europea; Antonella La Volpe - Architetto e giornalista; Alessandra De Falco – Insegnante; Antonio Massa – Impiegato; Carlo Melodia – Medico Chirurgo; Erminia Piancastelli – Pensionata; Domenico Miele – Disoccupato; Giuseppe Foggiano – Studente Universitario; Virginia Cangemi – Professore Universitario; Fara Noviello – Impiegata; Annamaria Piccoli – Impiegata; Giovanni Palmieri – Insegnante di scienze motorie; Bruno Gentile - Dirigente medico ASL NA1; Barbara Falace – Naturalista;

Carmine Attanasio Commentatore certificato 06.01.08 19:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Educazione "Civica e Ambientale" nella scuola dell'obbligo. (continua) Ciro Borriello – Capogruppo Verdi al Comune di Napoli; Nardi Alessandro – Vice capo gabinetto Ministero dell’Ambiente; Angelo Giusto – Presidente commissione Sanità Regione Campania; Francesco Minisci Consigliere Comunale di Napoli;
Paride Caputi – Professore Universitario; Bernardino Tuccillo – Assessore Provincia di Napoli; Raffaele Porta – Coordinatore Regionale SD; Gennaro Nasti – Assessore Comune di Napoli; Raffaele Savonardo – Docente Universitario; Enrico Longano – Operatore Video; Marino Marquadt – Giornalista; Antonio Memoli – Architetto; Alfredo Casale – Medico – dentista; Ivana Berthon - Insegnante d'italiano in Francia; Claudia Lubrano – Disoccupata; Alberto Alba - Presidente Legambiente Parco del Vesuvio; Giorgio Connola - Medico; Massimiliano Lupone – Imprenditore; Ornella Scognamiglio - Presidente Proodos; Rossana Lizzi - Dirigente Comune di Napoli; Elio Barletta - Funzionario regionale in pensione; Raffaele Serpico - Segretario Provinciale Unimpresa/Mobilità;Paolo Granato Conte - Commercialista; Anna Cecere - Ricercatore Universitario; Maria Pia Laino - Casalinga, laureata in lettere; AnnaMaria Piccoli – Impiegata; Fabrizio Luongo - Segretario Casartigiani Napoli; Sergio Savastano – Trader; Rosario Giudice - Consigliere Comunale Napoli; Paolo Isa - Impiegato Napoli Servizi SPA; Sabino Genovese – Pensionato;
Assunta Stasi – Pensionata; Massimo Agneto – Impiegato; Ilaria Ferri - Direttore Animalisti Italiani Onlus; Enzo Visaggio - Rappresentante farmaceutico; Imma Simonetti - Architetto Docente; Andrea Becchimanzi - Studente di Agraria a Napoli; Alessandro Biamonte - Avvocato amministrativista; Maria Narzisi - Presidente Ente difesa gatti Palermo;
Barbara Falace - Naturalista-Guida Ambientale Escursionistica; Marisa Idolo - Ricercatrice universitaria; Guido Parrella – Commercialista; Antonio Memoli – Architetto; Gennaro Grassia – Educatore;

Carmine Attanasio Commentatore certificato 06.01.08 18:55| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non esiste un mondo perfetto ma un mondo migliore forse si.
Un mondo migliore è quello senza i Berlusconi e i Rutelli, i Fini e i D'Alema, i Veltroni e i Buttiglioni, i Casini,i Bassolini e i Iervolini.
Un mondo migliore è senza Bossi e i Formigoni, senza prositute e senza lenoni.
Senza papi, vescovi e cardinali, senza ruini, biffi e giordano, senza Fazio, mucca pazza e Bage Bozzo, senza i giubilei e senza i legulei.
Senza l'F.M.I. e la banca mondiale, senza gli O.G.M. e il W.T.O., senza la nato e le bombe in telligenti, senza le guerre e i G. 8, senza Mc Donald e Wall Street, senza preti e senza pedofili.
Un mondo migliore è senza l'U.G.L. e la C.G.I.L., senza la C.I.S.L. e l'U.I.L.; senza gli amato e i d'amato, senza la coca cola e la nutella, senza dell'utri e senza Mastella. Senza Buddismi e cattolicismi, senza ebraismi e senza islamismi. Senza ricchi e poveri e cugini di campagna. Senza tossici e senza forestieri. Senza profughi e senza clandestini. Senza sottooccupati, disoccupati e cassaintegrati. Senza pedofilia e confindustria, senza mafìa e senza camorra. Senza la pena di morte e le pene corporali. Senza eserciti e senza generali....
E' questo un mondo migliore, con il 90 per cento di monnezza in meno
Nino Amendola

Nino Amendola 06.01.08 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e poi la casta dice
"mancano proposte concrete"...

chi ha orecchie per intendere, intenda,
chi ha corna...

Vincenzo C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo l’Italia e’ un paese complicato da diversi fattori quali per esempio il vaticano e c. che contribuisce a dare diritti umani ai criminali e voti ai partiti piu’ collusi quando nella nostra situazione servirebbero carceri e pene sicure. Le carceri costano troppo? Eliminiamo le tv a colori, il riscaldamento e tagliamo sui ranci degli ospiti.. si risparmiera’ qualche piotta no? Inoltre, perche’ i soldi non sono mai troppi quando servono a finanziare opere pubbliche inutili, come il gabibbo di striscia ci fa vedere da anni con dispendi di denaro pubblico paradossali e inconcepibili?
La verita’ ormai e' palese .. la corporazione politica ha tutti gli interessi a tenere una linea morbida negando poteri e risorse alla polizia (che pero' scatenano contro chi manifesta per i propri diritti) e favorendo le cinque mafie ufficiali, (adesso dopo anni di dura lotta al crimine, con i basilischi sono diventate 5) e la criminalita’ piu' genericamente di conseguenza. Perche’? Perche’ non ha piu’ senso fare distinzione tra politici e mafiosi, che sono un tutt’uno in un feedback che alimenta l’un l’altro.. Meglio avere un sistema permessivista che favorisca i delinquenti quindi, dato che tra i politici ci sono senza dubbio quelli piu' pericolosi per la societa'... Napoli e' una delle pulci di questo cane che si morde la coda.. Non occorre essere dei sociologi per prevedere che se i criminali fossero in galera e le pene fossero piu' giuste (e quindi piu' dure) la camorra avrebbe meno presa sul territorio, o no? Se questa e' una situazione di emergenza vanno prese misure di emergenza ma questa classe politica non puo' farlo.. e' fisiologico perche' non possono andare contro se stessi, ma la storia fara' il suo corso e dobbiamo soltanto aspettare ancora un po' il punto di non ritorno e tutto si risolvera' da solo...
Un saluto e un buon anno anche agli amici della digos e servizi vari.. sono un bravo ragazzo, solo un po' stressato.

Roberto D. Commentatore certificato 06.01.08 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Non far mancare la tua firma a sostegno di questa battaglia di civiltà!!
Fai girare questa email a tutti i tuoi contatti.
Per firmare ufficialmente il manifesto bisogna inviare una e-mail a verdecologista@libero.it indicando nome cognome e professione
Vi invio un elenco provvisorio delle persone che hanno già firmato il manifesto che chiede l’introduzione della materia “Educazione Civica e Ambientale” nella scuola dell’obbligo:

Alfonso Pecoraro Scanio – Ministro dell’Ambiente; Patrizio Rispo – Attore;
Fabio Mussi – Ministro della ricerca e dell’università; Pino De Maio - Musicista cantautore;
Franco Giordano – segretario nazionale PRC; Marcello D’Orta – Scrittore;
Tommaso Sodano – Presidente della commissione ambiente del Senato; Vittorio Silvestrini - Presidente Città Della Scienza di Napoli; Tommaso Pellegrino – Parlamentare componente della commissione antimafia della Camera; Massimo Pica Ciamarra – Architetto; Gennaro Migliore - Presidente gruppo PRC alla Camera; Amato Lamberti - Docente universitario Università "Federico II" Napoli; Peppe De Cristofaro – Deputato;
Giulio Gentile - Docente universitario di Storia delle dottrine politiche Università Federico II;
Raffaele Tecce – Senatore; Sergio Stenti - Professore universitario, facoltà di architettura di Napoli; Corrado Gabriele Assessore all’Istruzione Regione Campania; Dino Di Palma – Presidente della Provincia di Napoli; Francesco Borrelli – Assessore Provincia di Napoli;
Isadora D’Aimmo – Assessore Provincia di Napoli; Nicola Oddati - Assessore Comune di Napoli; Mario D’Esposito – Presidente commissione Mobilità del Comune di Napoli; Carotenuto Raffaele – Capogruppo PRC al Comune; Marcello Chessa – Presidente SD Napoli; Francesco De Notaris – ex Parlamentare; Fraissinet Maurizio – Insegnante ambientalista; Antonio Scala – Consigliere Regionale Campania; Francesco Barra – Coordinatore Provinciale SD; (continua)

Carmine Attanasio Commentatore certificato 06.01.08 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo su quasi tutto quello che dice Grillo. Non però sui termovalorizzatori. Bisogna stare attenti ai contenuti più che alle parole. Se per termovalorizzatore si intende solo il recupero di energia dall'incenerimento dei rifiuti il suo discorso fila.
Ma se per termovalorizzatore si intende un impianto che brucia i rifiuti provenienti da un accurato processo di raccolta differenziata e quindi permette il riuso di tutto il resto è un'altra cosa!
Io ho visto un termovalorizzatore di questo tipo in Toscana. La prima fase del lavoro è la cernita del materiale che arriva (già in parte selezionato). La fase umida serve a creare compost (in un grande piazzale adiacente ai capannoni di raccolta). IL legno, la carta e i metalli vengono inviati alle industrie del riuso. Alla fine del processo, rimane un 20% di materiale da inviare in discarica. Insieme ad una oculata gestione dei rifiuti (dei recipienti in primis) e del riciclaggio questa soluzione è per ora quella che meno impatta sull'ambiente, anche se sappiamo esistere livelli di emissione nocive che possono però essere ottimizzate da sempre migliori tecniche di filtraggio e dal monitoraggio continuo.

Alfonso Cristaudo 06.01.08 18:49| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ci sono molte (amenItà) che sono state insinuate ad arte nel trascorrere degli anni, e nelle tradizioni o preghiere o leggi, e comportamenti.

Esse si sgretolano davanti ai nostri occhi imparando a cercare il vero nel poco che ne è rimasto.

Io credo che il vero (sia) - I A H. I Alfa Homega

A coloro dotati di cuore ed anima chiedo di continuare questa ricerca senza tregua, perché solo verità è la (via) della salvezza.

Ecco nelle preghiere Gesù terminava con "Così s'IAH" e non Amen (da amèno che termina con una negazione no al centro una conferma è ed un am iniziale potrebbe significare - non è amore/ato) non usiamolo.

Inoltre Gesù chiamato anche il MessIAH (Messaggero d'IAH)

AlleluIAH sembra un termine tetro mi dà una sensazione strana quasi una esortazione contro, infatti allelù allelù suona Male direi.

GlorIAH invece mi indica potenza


inoltre ho scoperto anche questo sito, che riporta la riscrittura ad opera di Maria Valtorta invalida dalla cintola in giù del Vangelo, questa volta meno ostico e minuzioso di particolari della verità circa la storia accaduta, e seguente.

http://www.mariavaltorta.info/

Pace

Rivelazione Annunziata Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 18:40| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Ad oggi nonostante i miliardi di euro sperperati, anche pagando migliaia di addetti che non lavorano, non si è riusciti ad ottenere un minimo significativo di raccolta differenziata. Per risolvere il problema bisogna diminuire drasticamente gli imballaggi cominciando dalla riconversione delle fabbriche che producono bottiglie di plastica per le acque minerali. Ogni giorno infatti si consumano milioni di bottiglie di plastica di acqua minerale che aumentano a dismisura il volume dei rifiuti. Bisogna quindi ripensare all'imbottigliamento delle acque minerali, attivando processi di incentivi statali alla riconversione delle fabbriche di contenitori, utilizzando, come per il latte, il Tetra Pak che è completamente riciclabile. Per ogni confezione di sei cartoni Tetra Pak di acqua da due litri si dovrebbe prevedere il pagamento di una cauzione di cinquanta centesimi, che verrebbe restituita dal venditore nel momento che il consumatore riporta indietro i sei cartoni schiacciati. Si innesterebbe quindi un circuito di riciclaggio automatico e si eviterebbe di inviare a discarica, ogni giorno, milioni di bottiglie di plastica. Una seria raccolta differenziata farebbe venir meno anche la preoccupazione degli inceneritori considerato che quasi non ne avremmo bisogno se si desse un valore economico alla restituzione e al riciclo dei rifiuti. Pensiamo anche alle migliaia di cartucce per stampanti e fotocopiatrici, dannosissime, che finiscono in discarica. Basterebbe fissare la cauzione di un Euro quando si vende una cartuccia per assicurarsi che quest’ultima, una volta esaurita, ritorni al negoziante. Continua

Carmine Attanasio Commentatore certificato 06.01.08 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Bassolino/Iervolino
A proposito di monnezza, se è vero che mal comune, mezza supposta per uno, è anche vero che l'erba del vicino, si fuma anche da lontano.
Tanto va la gatta al lardo, finchè non la finisce, e non ci sono più le mezze stagioni di una volta.
Si stava meglio quando si stava peggio, e i treni arrivavano in oarario. D'altra parte, se uno ci pensa, chi fa da se, fa per due e diventa anche cieco. Prima potevi lasciare la porta di casa aperta, anche perchè chi non risica, campa più a lungo. "Questa moneta servono" perchè buon riso non scuoce, e vuoi mettere i sapori di una volta.
Al contadino non far sapere quanta è buona l'erba con le pere. E se è vero che il lavoro non ha mai ucciso nessuno(sic), feriti gravi si però.
Quando l'uomo dal monte dice si, tienilo a mente, puoi mangiare la banana, perchè il diavolo, si sà, fa le pentole e lagostina i coperchi. Non vendere la pelle dell'orso con lui dentro, chi dorme non piglia pesci grossi e dolorosi, perchè l'ospite, come la triglia, dopo tre giorni ha l'occhio languido. "CHE COZZE DICI" gridò il vibrione del colera sulla monnezza. Meglio un uovo oggi, prima che diventi pulcino, perchè gallina vecchia, buona fellazio,e lontano dall'occhio non si impara.
Ma, come disse Cristoforo Colombo alla ciurma incazzata, chi va per questi mari, si abbronza e quando torna, è comme "ò scarrafone" bello a mmamma soia. Chi rompe non paga, se è assicurato, e i cacchi sono suoi, specie se senti suonare le campane a morto, non andare ad aprire la porta, perchè se è rosso di sera, allora hai un incendio in casa....non è vero che ogni bel gioco è quando si vince e poi voi, Bassolino/Iervolino, avete voluto la bicicletta...
Nino Amendola

Nino Amendola 06.01.08 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un paese senza più alcuna identità nè civile, nè culturale. Il primo pensiero che mi viene in mente è:" lascio l'Italia e vado a lavorare all'estero". No signori miei!!! E meglio dire: prendiamo tutti questi BRIGANTI, LESTOFANTI, MAFIOSI, CAMORRISTI, MARIUOLI, che non pensano alle persone, non pensano ai bambini, agli adolescenti, ai ragazzi, agli anziani insomma, che ne fregano, e sbattiamo LORO FUORI dall'Italia in quanto persone non gradite con decreto di espulsione immediata!! Come fare? Semplice. Bastano 3000 cittadino per ogni città e cacciano dai palazzi i Delinquenti governativi, si caricano su un carro bestiame e si sbattono al confino con l'immondizia!!!! Ciao a tutti!!

giuseppe tosatti Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alice ne Paese delle Meraviglie

Gennaro faceva parte dei Kapicaze Combattenti per la Libertà dalla Monnezza, e i Capi avevano organizzato un attentato peggio di quello delle Torri Gemelle. In contemporanea, quattro Kapicaze napoletani avrebbero inondato di monnezza il Capo dello Stato e del Governo, il Governatore della Regione e il Sindaco, che per fatal combinazione, si trovavano a Napoli a festeggiare (beati loro!) l’ ANNO…NUOVO (?).
A Gennaro toccava il lancio sul Governatore. Prese con calma la scolatura delle alici, con cui aveva organizzato il magro pasto di Capodanno, ci aggiunse qualche pannolino del nipote e qualche pannolone di zia Carmela, e costruì la sua “bomba”.
Prese il C12 fino a Piazza Vittoria, e si incamminò verso il Palazzo della Regione.
Quando il Governatore si affacciò, Gennaro lanciò la sua “bomba di monnezza”, che colpì in pieno il bersaglio. Il Governatore rimase a bocca aperta: sembrava il pastore della meraviglia, con tutto il sugo di alice che gli colava dal bel vestito blu notte. Sembrava Alice nel Paese delle Meraviglie!
Fu proprio in quel momento che il kapicaze Gennaro (nome in codice : Rambo 8 = Ramm’ ’a bomba ch’ ’a t’ ’a votto) urlò, fra due ali di folla acclamante: “Chesta sacchetta te la manda Pianura! E vulimmo vede’ si si’ capace d’ ’a manna’ ’areta fino ai Pisani! E ’a prossima munnezza che facite, nun ’a manna’ a Pianura: mànnala ’a sòreta!”.

Giovanni Spina 06.01.08 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Basso-lino e jervo-lino me li vedo come arroganti vicerè spagnoli, altro che politici "popolari": il potere non si tocca!

Giorgio Goldoni Commentatore certificato 06.01.08 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Bassolino è stato sindaco per otto anni e commissario per cinque (dal 2000 al 2005) e contemporaneamente governatore. Ha speso - lui e non gli altri - due miliardi di euro (quattromila miliardi di lire), assumendo migliaia di nullafacenti (il rapporto di addetti pubblici alla nettezza urbana tra Campania e Lombardia è 23 a 1) .
Ha appaltato la costruzione degli 8 impianti di CDR senza sorvegliare, e infatti le ecoballe che ne vengono prodotte non sono affatto "eco", ma tecnicamente "trito vagliato", inservibile per la termovalorizzazione.
Ha appaltato nel 2001 la costruzione del termovalorizzatore di Acerra, che forse vedrà la luce nel 2009, ma è già tecnologicamente arretrato.
A Brescia il termovalorizzatore è stato costruito in 18 mesi e riscalda le abitazioni di 90.000 persone.
Bertolaso è stato commissario per pochi mesi, ha proposto una soluzione che i politici mafiosi di centrosinistra non hanno condiviso, ha girato i tacchi e se n'è andato a casa.
Confondere le responsabilità equivale a mentire.

Maurizio A. Commentatore certificato 06.01.08 18:09| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

I napoletani se la meritano. Oltre a votare dei buffoni truffatori, non hanno un c... di senso civico.
Una volta ho visto con i miei occhi, aprire una finestra al 3° piano e gettare un sacchetto di spazzatura in strada e poi ce ne fosse uno che metta il casco in moto !
Ci vuole uno che gli raddrizzi la schiena

mario b 06.01.08 17:55| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

ITALIANIII !!!!!!! MA E' VERAMENTE VERO CHE UN FIGLIO DI VINCENZO VISCO (IL MEZZO-MINISTRO DELL'ECONOMIA CHE HA DIMISSIONATO IL GENERALE DELLA GdF SPECIALE) E' APPENA STATO ASSUNTO COME DIRIGENTE IN UN'AZIENDA CONTROLLATA AL 100% DAL MINISTERO DELL'ECONOMIA ?????? IO NON CI POSSO CREDERE, COME NON POSSO CREDERE CHE IL NUOVO COMMISSARIO ALLA MONNEZZA DELLA CAMPANIA GUADAGNI IL TRIPLO DEL CANCELLIERE TEDESCO !!!!!!!!!
Ciao bella ciao.

vincenzo vizzini 06.01.08 17:46| 
 |
Rispondi al commento

è la seconda volta che invio questo messaggio, non so perchè vengo cancellato...forse perchè non uso parolacce ed esprimo semplicemente la mia opinione? Cmque: ho visitato la Campania, i sobborghi di Napoli, la provincia di Caserta e sono rimasta scioccata dall'abbandono e dall'incuria.Non c'è l'educazione al pulito ed il rispetto agli altri ed all'ambiente.La colpa dei politici, della camorra....certo il problema ha radici profonde, ma c'è anche l'indifferenza del popolo Campano che ,rassegnato all'abbandono, non fa niente individualmente, per dare decoro a quella povera, meravigliosa terra! Ho visto persone accanto ad un cassettone quasi vuoto, scagliare lattine e bottiglie nel prato..un prato i cui fiori più belli erano frigoriferi e rifiuti d'ogni tipo.Diamo pure la colpa ai politici ed alla camorra, ma quei lanci a chi li vogliamo attribuire??????Io nutro molta speranza nei giovani che con la loro voglia di cambiamenti potrebbero intanto iniziare ad insegnare il rispetto per se stessi e per la natura.Non devono farlo per lo stato, ma per loro stessi per la propria dignità.Sta a voi giovani far si che chi viene in Campania non debba vergognarsi di essere Italiano !!!! Ora cancellatemi pure, sarà un'ulteriore dimostrazione di quanto poco ci si possa aspettare.

novy vallini Commentatore certificato 06.01.08 17:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ITALIANIII !!!!!!! MA E' VERAMENTE VERO CHE UN FIGLIO DI VINCENZO VISCO (IL MEZZO-MINISTRO DELL'ECONOMIA CHE HA DIMISSIONATO IL GENERALE DELLA GdF SPECIALE) E' APPENA STATO ASSUNTO COME DIRIGENTE IN UN'AZIENDA CONTROLLATA AL 100% DAL MINISTERO DELL'ECONOMIA ?????? IO NON CI POSSO CREDERE, COME NON POSSO CREDERE CHE IL NUOVO COMMISSARIO ALLA MONNEZZA DELLA CAMPANIA GUADAGNI IL TRIPLO DEL CANCELLIERE TEDESCO !!!!!!!!!
Ciao bella ciao.

vincenzo vizzini 06.01.08 17:42| 
 |
Rispondi al commento

C'e' un errore?
>5 - Le patologie derivanti dall’inalazione sono: ..., Parkinson, Alzheimer, .... Lo comprovano migliaia di lavori scientifici

Mi date un esempio di lavoro scientifico su patologia Alzheimer derivante da inalazione di fumi da inceneritore. Sono d'accordo con tutto, ma questo collegamento alla sindrome di A. non mi e' mai capitato di leggerlo navigando nei siti specifici.
p.e.: http://alzheimers.about.com/od/diagnosisissues/a/alz_risk_factor.htm
http://www.mayoclinic.com/health/alzheimers-disease/DS00161/DSECTION=4

Aggiungo che questa questione dei rifiuti e' fondamentale sia per ecologia che senso civico, poi vogliono chiudere le scuole? Per lasciarci/vi nell'ignoranza, mi sembra che invece a scuola ci debbano andare tutti perche' magari si va a imparare per sbaglio le basi dell'ecologia e dell'educazione civica... sempre che queste vengano insegnate.

Leonardo C. Commentatore certificato 06.01.08 17:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

da ruttocontinuo.blogspot.com
Da Napoli arriva la puzza di un'emergenza che si trascina da 15 anni e che ha arricchito politici, imprenditori e camorra. Arrivato il nuovo anno si è registrato l'aumento del costo di luce, acqua, gas e carburante che, a sua volta, sarà causa di un nuovo rincaro dei prezzi di tutti i generi alimentari. Si calcola che, a causa di detti aumenti, ogni famiglia, quest'anno, avrà una spesa aggiuntiva di 1800 euro. Cresce tra la gente la rabbia ed il senso di insicurezza per il futuro.
La nostra classe dirigente non ha progetti. Gli scandali del passato hanno dimostrato che, parte degli imprenditori e dei politici, hanno puntato sul profitto del malaffare a danno di tutti noi. Si sono arricchiti loro impoverendo noi.
Il merito, nel nostro Paese, sembra andato in pensione: c'è spazio solo per lecchini, raccomandati e truffatori d'ogni genere e risma. Il parlamento si presenta zeppo di gente condannata per corruzione, concussione ed anche per mafia. Abbiamo a che fare con un governo che non riesce a governare e l' opposizione ha a capo un cavaliere plurinquisito, che, negli anni in cui ha governato l'Italia, ha dimostrato che sa fare bene le leggi che servono a lui e ai suoi compari d'affari. Questa politica è troppo lontana dai problemi della gente per poterli rappresentare e risolvere. Sogno una rivolta popolare che li mandi x sempre a casa. Sogno una nuova classe dirigente che rappresenti le realtà sociali da cui proviene, da cui è controllata e a cui deve dare conto del proprio operato. Non vedo differenze sostanziali tra dx e sn, sembrano appartenere ad un sistema autoprotettivo in cui spartirsi la torta del potere e del denaro. Nel futuro, se niente dovesse cambiare, le cose non potranno che andare ancora peggio. Se questa è la realtà, perchè non cambia nulla, perchè la gente non si rivolta, perchè continua a votare dando il voto ai responsabili di tanto degrado culturale, sociale e morale?
AUGURI A TUTTE LE BEFANE D'ITALIA!

rutto c. Commentatore certificato 06.01.08 17:33| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE PER OGGI la nostra protesta a LORO non interessa, non li scompone, anzi la cavalcano.
Notano con soddisfazione che siamo UNITI solo elettronicamente ed è quello che LORO vogliono.
VOGLIONO CHE LA PROTESTA DIVENTI VIOLENTA PER POI ERIGERSI A DIFENSORI DELLA LEGALITA'.
La massa del popolo ( non certo i CTTADINI )
si sentirà così difesa e di fatto avvallano la reazione decisa e risolutiva dei SERVI del POTERE contro quegli INETTI di NAPOLETANI che con la loro protesta stanno destabilizzando IL RE' bassolino e la sua CORTE.
SANNO BENE CHE RISCHIANO LA FINE VIOLENTA E CE LA METTERANNO TUTTA PER SCHIACCIARCI E ANNULLARCI.
SE usiamo le regole da loro messe, PROTESTARE CIVILMENTE, NON FARE CASINO, CHIEDERE A LORO L'AUTORIZZAZIONE PER MANIFESTARE, IL GIORNO E L'ORA, NON RIUSCIREMO MAI A CREARE UNA ITALIA
CHE offra un futuro di FELICITA' E LIBERTA'.
Bisogna agire scardinando le LORO REGOLE DI PROTESTA, usarne delle Nuove, PER PRIMO NON FACENDOCI PIU' INTIMIDIRE DA QUALSIASI LORO MINACCIA.
LORO sono degli usurpatori, NOI non siamo i LORO
schiavi, siamo CITTDINI, siamo noi la DEMOCRAZIA,
LA LIBERTA', IL FUTURO, loro sono da combattere con tutta la nostra FORZA, con ogni MEZZO.
VIVA LA FELICITA'
VIVA LA LIBERTA'

silvio simoni Commentatore certificato 06.01.08 17:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

COME FUNZIONA UN DISSOCIATORE MOLECOLARE?
Grazie a chi è in grado di rispondere.

delio gaidolfi Commentatore certificato 06.01.08 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pascucci?

Stefano Ventura Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 17:20| 
 |
Rispondi al commento

La prova che in questo paese c'è davvero qualcosa di GROSSO che non va è data dal sentire ancora gente che non sa come risolvere il problema dei rifiuti, come se stia aspettando U miracolo.

La soluzione per la Campania e per il resto d'Italia ESISTE C'E' GIA' E VIENE USATO DA SVARIATE NAZIONI CHE NON SOLO CON QUESTO SISTEMA NON INQUINANO E NON EMETTONO PARTICOLATO NELL'ATMOSFERA MA... UDITE UDITE PRODUCE ANCHE MOLTA PIU' ENERGIA DURANTE IL PROCESSO ASSOLUTAMENTE PULITO DI DISTRUZIONE DEI RIFIUTI DEGLI INCENERITORI CANCEROGENI CHE ORMAI NESSUNO COSTRUISCE PIU' IN EUROPA.-

SI CHIAMA - DISSOCIATORE MOLECOLARE - costa poco occupa poco spazio e si puo' ammortizzare in pochissimi anni perche' appunto produce energia elettrica dai rifiuti senza inquinare, questa energia elettrica prodotta quindi puo' essere poi venduta alle compagnie elettriche con un ricavo a seconda delle dimensioni dell'impianto di vari milioni di Euro all'anno. Oppure usata per alimentare direttamente le zone residenziali adiacenti. SI ADIACENTI PERCHE' NON EMETTENDO FUMI PUO' ESSERE COSTRUITO OVUNQUE

Inoltre i rifiuti non necessitano di alcuna preparazione e separazione possono essere ineriti dentro cosi' come vengono raccolti.

NON HA NESSUNA CIMINIERA QUINDI NON EMETTE ALCUNA SCORIA NELL'ARIA, E' UN CIRCUITO SIGILLATO NULLA ESCE DA LI DENTRO SE NON LE SCORIE SOLIDE CHE SONO SOLO IL 3% DELLA MASSA INZIALE CONTRO IL 25% DI QUELLE DEGLI INCENERITORI, E NON CONTENGONO DIOSSINA IN QUANTO NON BRUCIANO ALLE STESSE ELEVATE TEMPERATURE DEGLI INCENERITORI 400-800 GRADI E QUINDI LA DIOSSINA NON VIENE PRODOTTA E I RIFIUTI RESIDUI POSSONO ESSERE SMALTITI NORMALMENTE.

NON DITE CHE NON ESISTE UNA SOLUZIONE AI PROBLEMI DEI RIFIUTI ALTRIMENTI L'UNICO PROBLEMA DIMOSTRATE DI ESSERE VOI.

DISSOCIATORE MOLECOLARE. NON DITE CHE NON ESISTE UNA SOLUZIONE SIA ALL'ENERGIA CHE AI RIFIUTI.
CON TUTTI I SOLDI BUTTATI CON I VARI COMMISSARIAMENTI OVVERO MILIARDI DI EURO SE NE POTEVANO COSTRUIRE CENTINAIA DI QUESTI APPARATI.

roberto d'angelo Commentatore certificato 06.01.08 17:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noto con profonda delusione come Lei si ostina a dare una scusa alla morte.

Non so dalle sue parti, ma dalle mie parti sappiamo che nel sistema democratico attuale esistono 2 poli:
il Cen-Sinistra e il Cen-Destra.

Ora se Lei è davvero gentile da spiegarmi dov'è l'alternativa....

Bassolino, non ha sempre fatto il governatore della Campania ma è stato per molto tempo sindaco di Napoli e per quanto mi è sembrato inizialmente, anche con ottimi risultati, poi si è insediata nel
Comune una pseudo-democristiana sotto false spoglie che ha generato non pochi problemi.

Sono tuttavia dell'avviso che entrambi debbano dimettersi alla svelta.

Ora, non so di quale regione Lei è, ma l'assicuro che la Camorra o la Mafia in generale, è un problema nazionale non solo locale,quindi incentivare e fomentare i cittadini o peggio, meravigliarsi che non lo abbiano ancora fatto, ad organizzare dei sit-in contro la Camorra è un pò come pensare di fare gli eroi con il culo degli altri, senza tenere in considerazione che è compito delle Istituzioni preposte a dovere intervenire, che hanno tra l'altro già parecchia responsabilità in merito.

I napoletani come popolo italiano sono persone pacifiche e d'animo buono e non meritano tutto questo, e Lei lo sa bene.


Un Saluto
il generale


IL GENERALE () Commentatore certificato 06.01.08 17:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre ad imparare come si fa la raccolta differenziata ci vorrebbe il porto d'armi obbligatorio. Così al camorrista gli scaricherei un bel pò di piombo nel culo e col cazzo che fanno ritorsioni. Invece di bruciare la munnezza inerte bruciate la munnezza umana. Quella inerte sparirà per incanto.

Alessandra S. Commentatore certificato 06.01.08 17:13| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma perchè non vi fate gli affari Vostri?
I Napoletani hanno eletto e rieletto Bassolino come sindaco e poi eletto e rieletto come presidente della Regione Campania.
Hanno eletto e rieletto la Rosa Russo Jervolino a Sindaco di Napoli.
Se li esaminate bene, sembrano due personaggi da avanspettacolo......
Contenti loro (i Campani) contenti tutti. O NO?

delio gaidolfi Commentatore certificato 06.01.08 17:10| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Napoli e la Campania, terre meravigliose deturpate dall'incuria e dalla camorra. Un patrimonio così meraviglioso, incantevoli posti subissati dalla "monnezza".
I politici non sono interessati perchè tanto il problema non li riguarda direttamente, vorrei vedere se fossero le loro mogli o nuore ad avere feti con malformazioni. Avrebbero possibilità di scelta, cambiare zona, ma li la gente comune ci deve rimanere nonostante tutti i problemi soprattutto di salute. I politici non sanno fare altro che giocare a rimpiattino (colpa della destra e sinistra)nella solita lotta alla poltrona per i mantenere i loro privilegi. Non faranno mai niente per un giusto senso civico e per il bene comune perchè danneggerebbero il meccanismo che li ha generati. Siamo noi che dobbiamo agire e la pentola a pressione è in procinto di scoppiare. Non si sopportano più discorsi retorici, non si sopportano dibattiti politici che non portano a niente se non a disquisire sulla virgola o sul punto. Li vedi lì in tv con la loro bella cravatta, puliti e lontani dai veri problemi. Tra qualche anno rimarrete da soli in Italia, perchè gli altri saranno tutti emigrati e se vorrete mangiare (come avete fatto fino adesso a sbafo) dovrete cercarvi un lavoro a tempo determinato come badanti dei pochi italiani rimansti in qualche casa di riposo.

giovanna s. Commentatore certificato 06.01.08 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti i "nordisti" che blaterano a proposito del sud, ascoltate le parole di Saviano e le inchieste sugli avanzati veneti e i corretti toscani che affidano i propri rifiuti tossici alle imprese camorristiche...e non mi dite che sono all'oscuro di tutto...certi prezzi concorrenziali puzzano, proprio come la spazzatura!
http://it.youtube.com/watch?v=8wRptJsGDJc&feature=related

Silvia Negri 06.01.08 17:09| 
 |
Rispondi al commento

"le Persone che stanno cercando di rendere questo mondo peggiore non prendono mai un giorno di ferie..come faccio? illuminando il buio"

BoB Marley...E PEPPINIELLO ACEDDI STO CAZZO DI SPINELLO.

Taxi Libero Commentatore certificato 06.01.08 17:09| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
non condivido in pieno la tua protesta contro i giornali e i giornalisti. Per fortuna, ce ne sono ancora tanti che fanno il loro dovere. E non è giusto metterli nello stesso calderone di chi, in vece, ha svenduto la propria professionalità o deve rendere conto a un capo che l'ha fatto entrare (previa raccomandazione) in redazione. Basti guardare il Resto del Carlino di oggi, che riporta una notizia da far venire i brividi: dopo tante conferenze stampa e trasmissioni tv. è bastato che un gironalista andasse a vedere dove erano finiti i 94 milioni di euro confiscati a Fiorani & soci in un primo tempo promessi alla giustizia e alla costruzione di asili nido. Ebbene? Sono finiti nel borsello del ministero del Tesoro, in un non meglio precisato fondo dedicato ad abbassare la pressione tributaria. Quei soldi dovevano servire alla costruire di 10mila posti per asili nido. E a far lavorare un po' meglio alcuni uffici giudiziari dei magistrati, troppo spesso gli ultimi eroi di un'Italia che va a rotoli...senza giornali queste cose si saprebbero difficilmente. Il punto non è mandare aff...i giornalisti. Il punto è mandare aff...i giornalisti venduti.
Pasquale da Bologna

PASQUALE PICARDI 06.01.08 17:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napoli
T'amo città mia
come amico, come sposo, come amante, come figlio,
T'amo vecchia baldracca tremante ad ogni scossone,
Cadente il seno e il trucco pesante.
T'amo con passione, disperazione,
con follia, senza speranza.
Amo i bidoni dei rifiuti vuoti
e le montagne d'immondizia a terra,
amo il vociare confuso,
il traffico caotico e le radio al massimo,
i miseri panni stesi al sole,
i cortei, le proteste e le grida.
T'amo con disperata intensità, forza, passione.
Amo il povero Cristo a mergellina,
godere nel sole primaverile.
Amo la tristezza che sai dare e la finta allegria,
e la malinconia e il dolore.
Amo i poveri ai semafori
a lavare vetri delle auto,
a vendere carta, niente, aria in bottiglia.
Amo la vita che mi dai e il sudore e il sangue
sputato ad ogni istante.
Amo la paura di camminare la sera
per le strade, e le siringhe, e gli occhi sbarrati dei tossici,
i gay al rettifilo,
e i barboni a dormire per terra.
Povera miserabile umanità,
tradita e abbandonata. Relitti
alla deriva, naufraghi in un mare di dolore.
Amo ogni giorno che mi dai
perchè è uno in più e non è l'ultimo,
t'amo per non odiarti,
t'amo ma è follia,
t'amo senza speranze
Sporca, lurida, falsa, ipocrita,
vecchia puttana infedele.
Nino Amendola

Nino Amendola 06.01.08 17:02| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Per Marco Melli:
Se non hsai intenzione di venire a Napoli, smettila di stare lì a sentenziare... E' bello parlare da fuori e giudicare. Prova a viverci qui... Basta avere sol un pò di forza d'animo!!
Ma forse tu nella tua bella casetta non hai bisogno di questo, vero?? Ti dico solo questo: statti ben sicuro che se siamo a questo punto lo dobbiamo anche ai rifiuti tossici che arrivano dalle vostre regioni... E che di sicuro non vengono smaltiti in maniera legale.

Paola S. Commentatore certificato 06.01.08 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si parla di riciclaggio e a questo proposito voglio far notare di quanto l'informazione sia carente anche su questo obiettivo.
Provate a chiedere a amici e conoscenti dove si ricicla il tetrapak, ad esempio, oppure le grucce, oppure i giocattoli rotti, sedie e tavolini in plastica o semplicemente le custodie per dvd e cd. Scoprirete che c'è molta confusione , soprattutto per il fatto che la risposta esatta è che non si possono riciclare!!!! Mentre il polistirolo?? Un altro domandone la cui risposta è "se è polistirolo espanso nella plastica...", ma che vorrà dire espanso??
La verità è che la gente vorrebbe riciclare ma lo vorrebbe fare BENE e per farlo bene c'è bisogno di informazione, e visto che i media non ci pensano impariamo a farne a meno e documentiamoci il più possibile da soli, chiedendo e leggendo il blog di Grillo dove si impara molto e non rimanendo mai con i dubbi!

cinzia Petrongolo 06.01.08 17:01| 
 |
Rispondi al commento

E' BLOCCATO?????

silvio simoni Commentatore certificato 06.01.08 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Al signor Marco Melli vorre dire innanzitutto come mai le è permesso di scrivere su qeusto blog visto che le frasi razziste non dovrebbero essere inserite..secondo vorrei ricordare che le care imprese del nord non solo fanno profitti grazie a lavoratori meridionali ed extracomunitari, ma che per anni i padroncini del nord est che qualcuno ama tanto si sono rivolti alla camorra per smaltire le loro schifezze tossiche!!Quindi signor Melli le rispondo a tono visto che sta offendendo un'intera comunità di persone dicendo che sarebbe utile usare il VEsuvio come inceneritore, dicendo che si sarebbe giusto portare un pò di spazzatura tossica al nord visto che per anni le care industrielle venete hanno campato sul nostro territorio!!Signor troglodita Melli lei si goda i suoi idoli Calderoli e Gentilini, e ricodi che qui al sud è nata al civiltà greco-romana maestra in tutta Europa, quando da voi si facevano ancora i sacrifici umani e cercavate cibo nei boschi come bestie!!

ezio petrillo 06.01.08 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Non è per darti addosso, ma tu cosa fai nella vita per compiacere a Dio? Quali sono, a parte lanciare moniti più o meno personali su questo blog, i tuoi princìpi? Non raccontarmi che il vangelo dice il vangelo dice, perchè dice tante cose, ma tu le fai tutte quelle che dice? O le regali solo agli altri e poi sei come i preti? Come si svolge una tua giornata, è possibile saperlo? O è mistero della fede?
@Filippo Stanzani
--
Caro Filippo, naturalmente solo a Dio è consentito sapere se le mie sono opere buone o cattive, come peraltro per ciascuno di noi. A Lui io ripongo il Giudizio finale, come lo riporremo TUTTI. Non appartengo a nessuna organizzazione, di alcun tipo , in quanto non contemplata dalla dottrina del Cristo, che anzi ne è l’antitesi. Sento di appartenere spiritualmente, ma anche nel mio vissuto quotidiano, a quelle comunità di cristiani (Catari, Bogomili, Hussidi, ecc ) che vivevano felicemente una vita semplice ed umile che furono sistematicamente sterminati dalla “Santa romana chiesa”, proprio perché essi, con il loro modo di vivere, mettevano in luce e contrastavano il FALSO cristianesimo predicato e praticato da questa CRIMINALE organizzazione che viveva e che vive spregiudicatamente nel lusso. Ecco perché oggi è arrivato il TEMPO di fermare questi truffatori, denunciando in TUTTI i luoghi la loro VERA identità. Ogni persona GIUSTA e ONESTA, credente o atea che sia, dovrebbe sentirsi nell’obbligo d’impegnarsi in questa ormai INDECLINABILE battaglia di VERITA’. Ne va del FUTURO DELL’UMANITA’ e non è un'esagerazione. Per le altre domande, ti suggerisco di leggere il Vangelo, tra le righe troverai le risposte che cerchi. Ti lascio con le parole di Jan Hus :
“Perciò, fedele cristiano, cerca la verità, ascolta la verità, apprendi la verità, ama la verità, dì la verità, attieniti alla verità, difendi la verità fino alla morte: perché la verità ti farà libero dal peccato, dal demonio, dalla morte dell'anima e in ultimo dalla morte eterna"
D.G.C.

Cristiano delle origini Commentatore certificato 06.01.08 16:50| 
 |
Rispondi al commento

già inviato

novy vallini Commentatore certificato 06.01.08 16:49| 
 |
Rispondi al commento

sono ormai circa 10 anni che non compero più un quotidiano,ed ho stracciato la tessera del sindacato,l'unico tg che vedo è quello di fido mi faccio due risate,poi spengo.tanto noi sempre i soliti noti,devono pagare il canone,anche per quelli che non lo pagano,compreso l'aumento,di 2 euro,visto che l'azienda va molto bene,inoltre i programmi iniziano sempre più in ritardo con montagne di publicità.è ora che ci riappropriamo della nostra scala mobile,l'articolo 18.perchè se aspettiamo i loro aumenti aspettiamo un pezzo mentre loro i ladri al potere se lo aumentano,senza chiedere niente a nessuno.mi piacerebbe tanto sapere se pagano i contributi oppure se sono esentasse di tutto.ladri schifosi.

romano negromanti Commentatore certificato 06.01.08 16:43| 
 |
Rispondi al commento

@ Danilo De Rossi Commentatore certificato 06.01.08 16:15

> individuare un sito è semplice. difficile è
> superare poi la protesta dei cittadini
> organizzata dai camorristi...
>
> tu sei convinto che basti individuare un sito ed
> è fatta? prova a fare il nome di quell'area,
> vedrai come parte subito la protesta dei
> cittadini che vivono là vicino.

Danilo, ma l'hai visto il video? L'hai letta la lettera? Quei siti SONO LONTANI da centri abitati, LONTANI da falde acquifere, LONTANI da coltivazioni, VICINI ad enormi stradoni costruiti per portarvi le pale eoliche.

Per cortesia, LEGGIAMO ciò a cui rispondiamo.

I SITI IDONEI da adibire a discarica ESISTONO.

Furono individuati dal professore Giovan Battista De' Medici, geologo ed idrogeologo della Federico II di Napoli, contattato dal precedente ed attuale commissario straordinario ai rifiuti proprio per individuare tali siti.

I siti sono stati individuati ma MAI UTILIZZATI, e NON E' DATO SAPERE PERCHE'.

Ne parlò lo stesso De' Medici allo spettacolo di Beppe Grillo a Napoli in giugno scorso, potete vedere il video qui: http://www.youtube.com/watch?v=hFx5dCnA9EY

E leggere una sua lettera in proposito qui: http://ambienti.wordpress.com/testi/discariche-ed-emergenza-rifiuti-in-campania/

Fabio A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No, non crediamo che una sentenza, sempre che sia di condanna, possa riportare la legalità, ma sarebbe già una soddisfazione.
Il clientelismo, purtroppo, qui da noi tocca punte altissime.
Qui la mafia ha l'appoggio di alte cariche dello stato da decenni. E da decenni alte cariche dello stato hanno l'appoggio della mafia.
cettina d. Commentatore certificato 06.01.08 14:10
--------------------------------------------------
E' quello che dice anche il grillo, lo stato ha radici nella mafia come la mafia ha radici dentro lo stato............................. Vivono in simbiosi e per estirparla si deve sacrificare lo stato, oramai in metastasi...............
Il problema è CHI LO DEVE FARE ??????

Giuseppe Campa Commentatore certificato 06.01.08 14:23
------------------------------------------------

Dobbiamo farlo noi, ma stando attenti a non spianare la strada all'estremismo.
Dobbiamo per prima cosa ripristinare la legalità, e poi tutto si fara più semplice.

gna omo Commentatore certificato 06.01.08 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi io vi scrivo da lontano ma da molto lontano e cio che mi salta subito agli occhi è questo piccolo confronto.
A Natale si e svolto a Montecitorio un concerto per aiutare la Republica Democratica del Congo uno dei paesi piu ricchi del mondo dove e vero che si puo morire per mancanza di liberta o pigrizia ma non certo per fame quelli che dicono il contrario dicono delle emerite PALLE.
In questo paese bene o male la spazzatura viene smaltita e in molti casi reciclata dando una soglia di igiene e civilta limitata ma vivibile.

In Italia paese che puo, a sentire raiotta, solamente dare lezioni al mondo compreso a quei "incivili" Statunitensi, c'e Napoli ... certo c'e anche Bolzano ma rimane NAPOLI. Il Presidente non e di Bolzano e di Napoli eppure c'e sempre NAPOLI.
Io penso che forse il Presidente KABILA con i suoi baluba potrebbe fare un concerto per aiutare NAPOLI. Si ma resta NAPOLI patria di Federico II e di TOTO. Duca dica Mi faccia il piacere ... Eppure mi viene il dubbio: "quelli del New York Times hanno proprio torto??? Ora vi lascio e guardo la mia citta in piena africa cosi pulita e penso a quei poveri bambini partenopei. Saluti dal terzo mondo ad un nuovo candidato l'ITALIA .

Giorgio del Forte 06.01.08 16:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Ma Casini si informa sulle novità, sa che esistono i dissociatori molecolari, o passa il tempo davanti allo specchio a dire a se stesso:
- Quanto sono bello, vado d'accordo con il papa, mando a quel paese Berluscaz, ho l'appoggio di A............ e che voglio dippiù, un amaro campano?

cettina d. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazzie Grillo!

Grazzie del bosd sulla monnezza...
oggi gi avede lasciato in bage!

antonio ciardi Commentatore certificato 06.01.08 16:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Le dichiarazioni di buona volontà non bastano più e l'Italia deve subito adottare misure concrete per risolvere il problema dei rifiuti in Campania che dura da 14 anni e pertanto non può definirsi un'emergenza. Lo ha detto il commissario Ue all'Ambiente, Stavros Dimas, in un'intervista a Repubblica.

Pubblicità
"Mi rifiuto di parlare di emergenza, perché un'emergenza per definizione non può durare così a lungo. E questa situazione, a quanto mi risulta, si trascina da 14 anni", ha detto il commissario.

L'esecutivo Ue ha avviato una procedura contro l'Italia perché non ha rispettato la direttiva che obbliga gli stati membri a raccogliere ed eliminare i rifiuti senza danni per la salute e per l'ambiente e proibisce l'abbandono e la discarica incontrollata.

La procedura d'infrazione è stata avviata a giugno, dopo che la commissione ha giudicato insufficiente il decreto legge sull'apertura di quattro nuove discariche -- Serre, Savignano Irpino, Terzigno e Sant'Arcangelo Trimonte.

Entro gennaio Bruxelles potrebbe passare alla seconda fase della procedura, dopo avere valutato la risposta del governo italiano.

"Le dichiarazioni di buona volontà non ci basteranno più. Le autorità italiane dovranno agire, prendere misure concrete e immediate per risolvere la situazione tenendo in considerazione sia le esigenze di salute pubblica sia quelle di protezione ambientale. Occorre raddoppiare gli sforzi". ha detto Dimas a Repubblica.

E come disse il campano Totò "e io pago!"

Roberto D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 16:36| 
 |
Rispondi al commento

bassolino jervolino o berluschino le cose nn sarebbero tanto diverse se prima nn s interviene su alcuni punti fondamentali collegati tra d loro che elenco d sequito:
-corruzzione politica
-mettere fuori gioco la camorra
-educazione civica delle societa italiana riquardante il riciclo
facile a dire ma nn a farsi,se poi s pensa alla classe politica che c governa viene da dire"perdete le speranze o voi che entrate"

carlo pipitone (carlo32) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 16:30| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

BLA BLA BLA BLA BLA..... BEPPE DI quà BEPPE DI là hai sentito BEPPE questa? hai sentito BEPPE quella? BEPPE ho un problema , BEPPE puoi farmi questo,,,,,o quello .... ITALIANI smettiamola di andare addosso a BEPPE GRILLO , lui è solo un grandissimo UOMO è comico che ci a aperti gli occhi (ma da anni )ma possibile che pecore come noi non siamo capaci di organizzarci per prendere iniziative nostre? ma deve fare tutto BEPPE? incominciamo a tirare fuori i COOOGLIIIOOONNNI, ma quelli veri, organizziamo un raduno prima del V DAY , conosciamoci , raccogliamo le firme con un euro di contributo che andranno nelle casse BLOG BEPPE GRILLO facciamolo regione x regione vediamo quanti ne siamo , contiamoci porca troia incominciamo cosi un anteprima V DAY fissiamo una domenica di febbraio verso le tre (15.00) orario delle partite di calcio , vediamo,vediamo quanti ne arrivano. IO ho dato il primo spunto voi del blog cosa ne pensate ? gli organizzatori di beppegrillo cosa ne pensano? poi non litighiamo tra di noi x quello che sta succedendo in campania ,anzi bisogna stare molto vicini ai NAPOLETANI onesti (Cé ne sono tanti)non è bello stare in compagnia con tonnellate di monnezza , VIVA "L"ITALIA VIVA GLI ITALIANI ONESTI meditate , meditate . un saluto da un analfabeta con i coglioni quadrati.

angelo c. Commentatore certificato 06.01.08 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Ligresti è un siciliano che disonora tutta la sicilia. Il fatto che faccia affari al nord non ti autorizza a chiamarlo lombardo. Infatti la Lombardia è piena di mafiosi che non abbiamo certo invitato noi.
Giacomo C. Commentatore certificato 06.01.08 15:48
........................................

Da me che vuoi?
Cosi' si chiama:
Immobiliare lombarda (gruppo Ligresti).

Se ti senti schifato, prenditela con la societa'...lombarda!

Saluti

antonio ciardi Commentatore certificato 06.01.08 16:21| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Nel 1992 la BBC produsse un documentario di circa 2 ore su GLADIO e su tutto il periodo che va dal dopo guerra agli anni 90 quando il documentario venne prodotto.

Il video è diviso in 15 puntate guardatele tutte dalla prima alla 15° parte dal passato all'inizio puo' sembrare noioso ma mano mano che si avvicina al nostro tempo rivela molto..è in inglese ma siccome la maggior parte dei protagonisti sono italiani potrete sentire direttamente dal loro commento.

NATO terrorists Operation Gladio

http://www.youtube.com/results?search_query=NATO+terrorists&search=Search

francesco m. 06.01.08 16:20| 
 |
Rispondi al commento

SE LO FATE IN MASSA ARRIVIAMO A DARVI MAN FORTE
FINO A CHE LO FACCIAMO CAPITOLARE NELLA VERGOGNA
E FACENDOLO NUOTARE NELLA STESSA MERDA CHE HA CREATO.
VIVA LA FELICITA'
VIVA LA LIBERTA'

silvio simoni Commentatore certificato 06.01.08 15:54 |
.................................

Hai visto che anche in te c'e' del buono?
Questo commento puo' essere anche condivisibile.

Ai napoletani non da' fastidio niente, figurati le critiche sensate come queste.

Un conto e' discutere, altro e' lanciare messaggi razzisti come fa', la "coppia piu' bella del mondo"!

antonio ciardi Commentatore certificato 06.01.08 16:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul fatto che Bassolino debba dimettersi non ci son dubbi, ma le sue responsabilità sono limitate al periodo in cui è stato commissario straordinario ai rifiuti, così come lo sono stati Rastrelli (del centro-destra) prima di lui e Bertolaso e Pansa dopo di lui.

Tali commissari sono stati inoltre ordinati dal GOVERNO CENTRALE E DAI SUOI MINISTRI. Le responsabilità non sono quindi unicamente di Bassolino, ma DI TUTTO IL GOVERNO, questo e quello precedente e quelli ancora precedenti.

Le RESPONSABILITA' SONO ANCHE DEL MINISTRO DI PIETRO, che ora chiede le dimissioni di Bassolino.

E sapete perché?

Perché si parla solo di inceneritori e buchi in cui gettare i rifiuti, ma non si parla mai di raccolta differenziata, siti di compostaggio, riciclaggio, riduzione degli imballaggi... e non si parla mai del fatto che i SITI IDONEI da adibire a discarica ESISTONO.

Furono individuati dal professore Giovan Battista De' Medici, geologo ed idrogeologo della Federico II di Napoli, contattato dal precedente ed attuale commissario straordinario ai rifiuti proprio per individuare tali siti.

I siti sono stati individuati ma MAI UTILIZZATI, e NON E' DATO SAPERE PERCHE'.

Ne parlò lo stesso De' Medici allo spettacolo di Beppe Grillo a Napoli in giugno scorso, potete vedere il video qui: http://www.youtube.com/watch?v=hFx5dCnA9EY

E leggere una sua lettera in proposito qui: http://ambienti.wordpress.com/testi/discariche-ed-emergenza-rifiuti-in-campania/

Fabio A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualche tempo fa ho visto un filmato sui primi emigranti italiani che andavano in America...
Ebbene gli emigranti italiani erano divisi fra quelli che provenivano dal nord (trattati come tutti gli altri), e quelli che provenivano dal sud che erano considerati trogloditi!!!
Fabrizio M. Coglione certificato 06.01.08 15:48

-----------

ecco, possibile che ogni volta sto per spegnere il pc viene uno e spara 'na cazzata alla quale non si può replicare?

tu lo sai, caro cazzone, chi erano Sacco e Vanzetti? erano due immigrati italiani in america, uno del sud e l'altro del nord. ma agli americani non gliene fregava un cazzo. per loro erano sottosviluppati uguale, ottimi per essere usati come capri espiatori.

ah e tu lo sai che voi settentrionali fino agli anni 50 eravate i filippini del sud? prova a vedere un qualsiasi film in bianco e nero e ti accorgerai che le donne di servizio parlano sempre veneto..

Danilo De Rossi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 16:08| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono ormai due anni che non vivo più a napoli...lì non è facile trovare lavoro anche se sei laureata, con un master e con tanta voglia di lavorare. vivo a roma perchè lì ho trovato lavoro. difendo napoli davanti a tutto e a tutti. l'anno scorso eravamo in piena faida camorristica e spiegavo alle persone che incontravo che napoli non è il far west e che non tutti i giorni che per strada c'è un morto. poi è arrivato saviano, ho amato e odiato il suo libro pieno di verità. ogni difesa però è sembrata priva di fondamento.
ricordo i primi anni di bassolino...puntava tutto sul turismo. ora non c'è un turista nemmeno a cercarlo col lanternino, chi verrebbe a visitare una delle città più belle d'Italia sommersa dai rifiuti.
dietro i rifiuti c'è tanta "monnezza"(solo i napoletani possono capire il senso lato del termine monnezza)...ma i politici si devono prendere le loro responsabilità...fa troppo comodo tirare fuori la camorra come se fosse il lupo cattivo a cui addebitare tutto. tutti si devono prendere le loro responsabilità, anche noi cittadini spesso zitti davanti alle malefatte dei politici e della camorra. se vogliamo che le cose cambino, ora si deve reagire. c'è il rischio che la nostra città vanga abbandonata a se stessa, la mia generazione sta scappando da questa città che non offre niente e ti succhia l'anima...
...eppure da posillipo c'è uno dei panorami più belli che io abbia mai visto... continuo ad amare la mia città anche se maleodorante...credo anocra che ce la possa fare!

antonietta rubino 06.01.08 16:07| 
 |
Rispondi al commento

L'autore del libro "Gomorra" è stato onesto, ha ammesso che Napoli è incivile, ha fatto bene, è stato onesto, e per questo motivo è costretto a girare con la scorta, perchè i partenopei si sono sentiti offesi, e non solo i camorristi lo hanno minacciato, ma anche i cittadini stessi.Bella cultura.

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 16:05| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Io ho una curiosità molto forte: ogni due mesi si legge dai giornali che vengono scoperte delle discariche abusive della camorra, con rifiuti tossici senza controllo che provocano, (quelli si) tumori e malformazioni. La campania è probabilmente la discarica di tutti i rifiuti chimici d'Italia e d'Europa e là non ci sono assolutamente problemi, nessuno si incatena di fronte ad un camion di sostanze chimiche DELLA CAMORRA, nessuno protesta solo con i camion di dello stato, quelli con un minimo di garanzia tutti si incatenano. Poi mi debbono spiegare perchè nella maggior parte delle regioni del SUD, (compresa la puglia l'ho visto con i miei occhi), è POSSIBILE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E NELLA CAMPANIA NO! allora io dico se la politica campana E' RESPONSABILE DI TALE DISASTRO LO E' ANCHE LA POPOLAZIONE CHE COME AL SOLITO SE NE FREGA, NON COLLABORA ATTIVAMENTE E CONSIDERA IL PROBLEMA NON SUO MA QUELLO DEL PAESE VICINO. ALLORA NON RIMANE CHE DIRE...SIETE TUTTI RESPONSABILI E DOVETE PRENDERE COSCIENZA CHE PROTESTARE ADESSO NON SERVE LA PRIMA PROTESTA DEVE ESSERE FATTA CONTRO LA CAMORRA CHE E' L'UNICA ISTITUZIONE CHE IN FONDO RISPETTATE. LO STATO CHIEDA AIUTO ALLA CAMORRA (è un paradosso) PER FARE RISPETTARE LE PROPRIE ORDINANZE E PER FARE AMMETTERE LE ECOBALLE. HA TRATTATO CON IL PAPELLO CON LA MAFIA LO FACCIA ANCHE CON LA CAMORRA... sono indignato, Salvatore

Salvatore Portincasa 06.01.08 16:03| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Qui in Russia a Naberezhnie Chelny l’aria e’ molto piu’ leggera, sara’ per la lontananza di tutto lo schifo che ho (purtroppo) momentaneamente lasciato in patria o per i -16 di oggi, ma va decisamente meglio. Riguardo al problema dei rifiuti pero’ posso dirvi che gli Italiani ed i Napoletani potrebbero adottare un po’ dell’ animo ecologista dei russi, forzato forse anche da un bisogno di risparmiare spese superflue. Qui le persone quando vanno a fare la spesa si portano regolarmente da casa i sacchetti di nylon che usano molteplici volte, riportano i vuoti del vetro con i quali comprano anche il latte...(il latte confezionato qui scade dopo tre giorni ed e’ in buste in nylon morbide tipo quelle della mozzarella molto meno inquinanti del tetrapak).
Inoltre del cibo non si spreca assolutamente niente per cultura e gli avanzi vanno ad animali domestici e non. Sarebbe un buon inizio..
Oggi pero’ apro il blog per le novita’ e chi ti vedo? Mastella reintercettato?
L’aria e’ tornata molto pesante..

Roberto D. Commentatore certificato 06.01.08 16:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nn sono napoletano, ma da persona con sani principi mi metto nelle loro condizioni. Vai a vivere qualche
giorno a Napoli e vedi comè la situazione, e non tirare fuori i soliti discorsi da nordista.
gna omo


Sono stato in giro in varie zone d'Italia, ma MAI andrò a visitare questa città.Sarò razzista, un maleducato, un delinquente, ma non voglio nemmeno venire anche se dovessero pagarmi un sacco di soldi.E' una questione di pelle, io quando sento un partenopeo, che poi non usa mai l'italiano, ho come un'irritazione fastidiosa.Mi dispiace, ma non li capirò mai.

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 16:02| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nord e' costretto a competere portandosi sulle spalle un sacco pesante, il sud !!!
Adesso ci ha superato la Spagna poi chissa la croazia ecc ecc
Ci vuole il federalismo, forse capiranno i Campani che lo Stato prima di tutto sono loro ???
Qualche tempo fa ho visto un filmato sui primi emigranti italiani che andavano in America...
Ebbene gli emigranti italiani erano divisi fra quelli che provenivano dal nord (trattati come tutti gli altri), e quelli che provenivano dal sud che erano considerati trogloditi!!!
Mi sa che per i campani non sia cambiata molto la situazione.

Fabrizio M. Commentatore certificato 06.01.08 15:48
......................................

Anche nella disgrazia fate i distinguo!?
Me l'immagino quelli dell'ufficio immigrazione:
I "padani" a pulire i cessi...ma non mettetevi le dita nel naso!

...siete incorregibili!

antonio ciardi Commentatore certificato 06.01.08 16:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giorno che noi italiani tutti, da Napoli e Palermo a Milano e Treviso, riusciremo a liberarci della camorra e della mafia, questi maledetti, e dei vetero-leghisti squallidi e con la mente ottusa, tipo Patty Ghera, Calderoli, etc....(mi fa ribrezzo solo scriverli),

allora avremo fatto un passo avanti importante verso la liberazione!
Resistenza. V day 25 Aprile.

Sandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:59| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Sopportare i nostri governanti battibeccare giornalmente, per ciò che non vede l’interesse del Paese è divenuto patetico e dannoso. L’apparenza, di solito ingannevole è quella dell’ angustiarsi per la prosperità del popolo, seppur nella realtà oggettiva sono loro che lo rattristano. Sommersi nei privilegi, presumono ancora d’incantare. La verità li presenta come smarriti esploratori privo di bussola. E’ fondato sulla ragione il detto: "La politica è una faccenda troppo seria per essere lasciata ai politici."

Carlalberto Iacobucci 06.01.08 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Nn è questione di essere buono o cattivo, ma di fare le scelte giuste, il nazi-fascismo è già stato giudicato dalla storia, questa banda di razzisti di m---a che frequenta abitualmente questo blog andrebbero messi al muro!!!
Nessuna pietà per i nazi-fascio-leghisti!!!
gna omo

Infatti è meglio rimanere sotto il feudalesimo rosso di Bassolino e Jervolino.Io credo che sotto le direttive dello Zio, qualche feudatario napoletano sarebbe stato incenerito nel Vesuvio.Comunque sia, contenti i napoletani contenti tutti.Bassolino non lo ha votato nessuno alla fine.

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

giacomo..

grazie per sostantivo "scribacchini"....
bada al tuo pisello O.G.M. !!

comunque hai centrato ...i FARMER'S MARKET stanno riscuotendo molto successo. i prodotti sono eccellenti e si risparmia il 40% . le strutture sono eccellenti e ben organizzate.

ci vado spesso ed è gradevole dialogare ed acquistare dai produttori.......speriamo che questa formula commerciale si propaghi....

pippo

Peppino Garibaldi Commentatore certificato 06.01.08 15:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

X Patty Ghera
Complimenti il tuo supermercato è l'unico in tutt'italia che espone il luogo di provenienza dei prodotti! Ti invito a guardare l'ultima puntata di exit intitolata Cibo Avvelenato e poi spero capirai.

De Rosa 06.01.08 15:55| 
 |
Rispondi al commento

SCONCERTANTE.
ADESSO non possiamo nemmeno fare LORO LA PIU' BANALE CRITICA SI offendano i NAPOLETANI.
E' VERO AVETE RAGIONE.
Siete perfetti IN tutto.
Quello che vi stà succedendo è COLPA MIA, proprio colpa mia.
ADESSO CHE ABBIAMO CAPITO vi prometto che vi aiuteremo, da domani ( oggi è la BEFANA e se permettete non vogliamo che pensiate che veniamo per portarvi un regalo) veniamo noi a PULIRVI LE STRADE E LE PIAZZE.
SE VENIAMO AD AIUTARVI CI DATE UNA MANO o state a guardare, magari sfottendoci e dandoci dei fessi?
A parte l'ironia provocatoria,
se volete VERAMENTE
AVERE IL SOSTEGNO DEI CITTADINI ITALIANI PORTATE LA SPAZZATURA A CASA DI QUELLO CHE PER ANNI VI HA PRESO PER CULO, IL VOSTRO RE' bassolino.
SE LO FATE IN MASSA ARRIVIAMO A DARVI MAN FORTE
FINO A CHE LO FACCIAMO CAPITOLARE NELLA VERGOGNA
E FACENDOLO NUOTARE NELLA STESSA MERDA CHE HA CREATO.
VIVA LA FELICITA'
VIVA LA LIBERTA'

silvio simoni Commentatore certificato 06.01.08 15:54| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ho 25 anni e sono uno sviluppatore software da 3, riguardo questo tema esprimo la mia posizione:
- ottima e legittima la tua osservazione, "se esistono rifiuti da un processo di sviluppo, esiste un errore nel processo";
- solo in Italia si poteva assistere a questo scempio;
- se i rifiuti esistono devono essere la materia prima per qualcos'altro, in questo punto rientra la politica del riciclaggio che in Italia è partita da pochi anni, senza contare che era già stata "scoperta" da altri paesi "secoli" prima;

Adesso io volevo solo dire una piccola cosa, elenco prima di tutto le premesse:
- al TG si sente che "nelle loro rocche di pietra ormai i nani stanno inutilmente abbracciando i loro tesori" e non riescono ad organizzarsi per mandare avanti il paese, quindi esiste la possibilità che il popolo tramite referendum comunichi loro cosa fare;

- la necessità a Napoli e in Campania è ormai diventata emergenza h24, e sempre i "nani" stanno ancora in ferie, se succerebbe una cosa simile a noi comuni mortali ci toccherebbe lavorare sabato & domenica ad una media di 18 ore.

ADESSO VISTO CHE QUESTI "NANI" NON SANNO CHE FARE,PREGO LASCIATECI LAVORARE,SIAMO NOI CHE PAGHIAMO,STAVOLTA I NOSTRI SOLDI LI USIAMO DIRETTAMENTE NOI. ESISTONO REGOLE DI RICICLAGGIO ELENCATE NEL POST DEL BLOG,BENE,SI CHIAMINO GLI ESPERTI PER APPRONTARE LE RISOLUZIONI UTILI,STAVOLTA NON PER LORO MA PER NOI.I SOLDI LI TIRIAMO FUORI NOI,€5 a cranio per delle soluzioni durature ed indispensabili mi sembrano spese bene. Logicamente €5*59milioni di italiani mi sembra una cifra onesta per costruire un nuovo processo di gestione rifiuti e connessi, dato che mettere la toppa, come appresteranno a fare, sicuramente, fra 10 anni riesploderà nuovamente, quindi lasciateci fare le cose a noi, fatte bene e così durareranno, non in eterno però per un periodo di almeno 40/50 anni si.

Giorgio D. Commentatore certificato 06.01.08 15:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

bassolino è l'espressione di una cultura (se così si può chiamare) di una mentalità che ha rovinato napoli e il meridione.ma i veri colpevoli sono tutti quelli che votano per un tornaconto personale,quelli che sperano nella raccomandazione,l'appalto,il privilegio ecc.a napoli non si muove una virgola se non c'è un tornaconto,questo è il tanto decantato"cor e napule"ed è questo che va distrutto,a cartulin e napul,la favola che il napoletano ti aiuta mentre il milanese no,l'espansività che poi scade nell'invadenza,la furbizia,l'opportunismo,il vittimismo,la scusa che i nostri mali derivano dall'occupazione piemontese,sono passati 200 anni!il mondo è andato avanti ma a napoli c'è sempre la stessa plebe sporca e disonesta pronta a leccare il c.al potente e sempre disposta a subire per poi piangersi addosso,è tutto questo che va distrutto.è come un cancro che rinasce ogni volta che c'è troppa libertà (troppa),allora i furbi escono allo scoperto,il guappo,il ladruncolo,lo sfruttatore,lo strozzino,ma più di tutti chi lecca il c.a questi personagi perchè sono i lecchini che danno il potere al marcio che è nella società.i colpevoli veri sono,chi sfrutta il lavoro nero, chi scodinzola attorno al guappo, chi butta la carta dal finestrino dell'auto,chi sporca la strada perchè tanto è di tutti,chi con l'immondizia alla gola vota ancora la stessa classe dirigente,chi se ne frega,chi si piange a dosso,chi fa finta di niente,chi se ne frega dell'educazione,chi vota berlusconi perchè c'ha i soldi,chi va avanti con la furbizia,chi crede che il napoletano e migliore degli altri,chi urla per la strada,chi giustifica il ladro,chi preferisce il parcheggio all'area verde,chi insulta il pedone perchè non si sbriga,chi mette la macchina sul marciapiede, e potrei continuare ancora a lungo.
insomma finché non ci guardiamo allo specchi e ammettiamo a noi stessi quanto facciamo schifo, non troveremo mai la forza morale per risollevarci.

orlando furioso Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

L'importante che il Napoli sia in serie A, di cosa vi preoccupate signori partenopei?Il prossimo anno avrete una squadra che lotterà per la Champions League, così arriveranno i tifosi delle città europee per ammirare le vostre strade piene di spazzatura, ma senza una sola cicca di sigaretta.

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cittadini e utenti del Blog, sono un napoletano. Oggi, come nei giorni precedenti ho,abbiamo, la “monnezza” sotto casa, come grandi pacchi doni sotto l’albero, doni velenosi al nostro orgoglio di cittadini e di NAPOLETANI.Innanzitutto vorrei dire a tutti i vetero leghisti e a tutti i “parla male di Napoli,facile facile” che, prima di emettere sentenze su Napoli e i Napoletani, dovrebbero intanto venire a Napoli, studiare la sua storia, capire chi ci abita, amarla perché Napoli si può solo amare!, e poi provare ad abbozzare un minimo di ragionamento civile e accettabile. La storia della CAPITALE di un regno glorioso,avanzato e durato ottocento anni, occupata 150 anni fa e da quel giorno sfruttata e irrisa prima dai soldati piemontesi, funesti come le cavallette (gran cosa l’Unità d’Italia, W l’Italia, ma è stata fatta un po’ maluccio), e poi da classi dirigenti avide e senza cuore, vigliacche e truffaldine, che hanno saccheggiato di questa splendida città finanche l’orgoglio! In ultimo BASSOLINO, nel quale questa città ha creduto e adesso questo losco figuro non ha neanche il coraggio di abbozzare un minimo di spiegazione…! La verità è che anche le soluzioni + avanzate, come i biovalorizzatori e la raccolta differenziata capillare porta a porta, sarebbero utili se a governare ci fossero persone con grande senso civico e amor proprio e della propria comunità, pronte a fare una “GUERRA”, A PREDICARE LEGALITA’, TRASPARENZA NEI BILANCI E NEI CONTI, A ESPORRE UN PROGETTO CONVINCENTE che ci porti fuori da questo incubo, sapendo di rischiare anche di saltare in ARIA e di farsi TANTI NEMICI, soprattutto la CAMORRA, questo tumore che avvilisce la nostra amata terra. RICORDATE CITTADINI, Napoli è la metafora dei problemi dell’Italia,
se non si salva NAPOLI, non si salva L’ITALIA. RESISTENZA, RESISTENZA, RESISTENZA! W NAPOLI, W L’ITALIA!
V DAY 25 APRILE.

Sandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

La Jervolino inizia dalle piccole cose.Per ora vi sta insegnando che le cicche per terra non si buttano, fra 40 anni potranno insegnarvi la raccolta differenziata, piano piano riuscirete a civilizzarvi.
Se mai dovessero fare la raccolta differenziata, immagino che il ferro lo darete ai signorotti del quartiere, non alla nettezza urbana, o sbaglio?Quella è l'unica cosa che riciclate stranamente....

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Il nord e' costretto a competere portandosi sulle spalle un sacco pesante, il sud !!!
Adesso ci ha superato la Spagna poi chissa la croazia ecc ecc
Ci vuole il federalismo, forse capiranno i Campani che lo Stato prima di tutto sono loro ???
Qualche tempo fa ho visto un filmato sui primi emigranti italiani che andavano in America...
Ebbene gli emigranti italiani erano divisi fra quelli che provenivano dal nord (trattati come tutti gli altri), e quelli che provenivano dal sud che erano considerati trogloditi!!!
Mi sa che per i campani non sia cambiata molto la situazione.

Fabrizio M. Commentatore certificato 06.01.08 15:48| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

un secolo di trapasso dai Borboni all'attuale paese non basta per i napoletani, chissà perchè. Certo con i vari "Francechielli" dell'epoca non perdevano tempo per punire chi sgarrava, bastava pronunciare la fatidica frase "tagliatela 'a capa" e cosi in Piazza Mercato si eseguiva la sentenza. Essere stati sempre sudditi è stato devastante, e cosi ancora oggi lo stato e le istituzioni sono considerate oppressori alle quali bisogna contrapporsi, o comprarsene i favori. Purtroppo i "nuovi arrivati" non eseguono sentenze di morte e in piazza Mercato nessuno perde la testa, (pensate se sotto la mannaia perdessero la testa tutti i camorristi dell'interland), ma può secondo voi uno stato punire costoro se da essi trae molti benefici? Questo è il dilemma. La monnezza è una delle tante porcherie che produce una società ammanicata con i delinquenti, dal piccolo al grosso personaggio. Alle elezioni si assiste ad u n vero mercato delle vacche ; TIZIO telefona a CAIO e gli chiede il "favore" (il voto) e siccome Caio è riconoscente a Tizio per aver a sua volta ricevuto un favore, lo si accontenta. Cosi funziona, e chi pensa che in una società così strutturata possa stabilirsi un minimo di legalità e di onestà si sbaglia. "O pesce fete da a capa" recita un detto, ed io aggiugo che è sacrosanto, ma più di una volta "la coda" è già marcia.

giuseppe ferrigno 06.01.08 15:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Questo capodanno quante guaglioncelle napoletane quattordicenni hanno partorito fra i rifiuti?

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:34 | Rispondi al commento |
.................

Gente come tè andrebbe estirpata sul nascere, e se per caso cresce, andrebbe sterilizzata.
gna omo Commentatore certificato 06.01.08 15:37
...............................

Gna omo,
non essera cattivo/a!!

...La razzistella fioreverde...ne morirebbe!

antonio ciardi Commentatore certificato 06.01.08 15:44| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gente come tè andrebbe estirpata sul nascere, e se per caso cresce, andrebbe sterilizzata.
gna omo


Però non ha risposto alla mia domanda, voi napoletani(sempre che lei lo sia)date la colpa a tutti quanti, voi siete perfetti, voi qui, voi quo, voi qua, e alla fine vivete nel medioevo ellenico.

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:43| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"L'ottuso approva l'errore di chi giudica giusto ed oltraggia il giusto di chi giudica riprovevole"

[Democrito - 410 a.c.]

davide lak (davlak) Commentatore certificato 06.01.08 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quantunquamente e purtroppamente, un uomo viscido e sicuramente non mio amico, tale SAVIANO, ha scritto un libercolo che non ha nessun fondamento con la realtà; traggo da questo libro, che si chiama "Gomorra" questo passo:

Un ruolo rilevante, nella geografia dei traffici illeciti, viene svolto dalla Toscana, la regione più ambientalista d'Italia. Qui si concentrano diverse filiere dei traffici illegali, dalla produzione all'intermediazione, tutte emerse in almeno tre inchieste: l'operazione "Re Mida", l'operazione "Mosca" e quella denominata "Agricoltura biologica" del 2004.

Concludamente tutti i cittadini che giustamente e vicendevolmente condividono con me il fatto che non lo sputo sennò lo profumo, traggano il fatto che di mistificatore e falso trattasi.

W l'Italia.

Sandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:42| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La migliore soluzione per i rifiuti della Campania é (almeno in teoria) la raccolta diferenziata, ma se non fosse possibile non sarebbero da scartare neanche i termovalorizzatori.
Meglio le polveri sottili degli inceneritori che la diossina e gli idrocarburi aromatici degli incendi per strada!
Mi sembra che in Italia si pensi troppo agli effetti negativi delle cose e troppo poco a quelli positivi.
Vi faccio un esempio che penso che sia calzante: il DDT.
Il DDT venne usato dagli anni quaranta in agricoltura, e venne apprezzato da subito perché era molto efficace ed era molto persistente, il che garantiva un´efficacia prolungata.
I successi del DDT furono enormi: vaste aree infestate dalla malaria vennero sanate, grossa diminuzione di perdite di derrate agricole a causa di insetti (il DDT fu creato soprattutto per scopi agricoli). Purtroppo anche gli effetti collaterali furono presto evidenti, si vide che il DDT era cancerogeno, in piú era molto persistente, e quindi un´area inquinata dalla suddetta sostanza lo restava per parecchio tempo.
Cosí dagli anni sessanta comincio (scusate per le "o" senza accento ma sono all´estero e non posso farle con l´accento) un campagna di demonizzazione del DDT che porto alla sua messa al bando nelle nazioni europee (i veri motivi erano puramente economici, comunque...), ed anche in alcune del Terzo Mondo.
Effetti del disuso del DDT: ora centinaia di milioni di persone si ammalano ogni anno di malaria (di cui tanti milioni muoiono), a fronte di un numero sicuramente piú basso e tutto da dimostrare di persone che si sarebbero ammalate di cancro a causa del DDT!
Mi sembra che sarebbe stato meglio che il DDT non fosse stato messo al bando!
Alla stessa maniera si devono vedere non solo gli effetti collaterali dell´uso degli inceneritori, ma anche quelli del disuso!
Demonizzare a priori fa SEMPRE male!
Lo ripeto: meglio gli inceneritori che la spazzatura e gli incendi sulle strade!

Andrea T. Commentatore certificato 06.01.08 15:41| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, hai ragione circa i giornali, io ho 72 anni ma faccio una fatica boia con internet, per non parlare di mia moglie che non sa fare gli sms, il mio principale, (lavoro ancora...un po' per celia..) poi non parliamone, siamo una nazione di vecchi e Internet e' tabu' per noi, cercate di essere piu' facili, io so

Mario Pellerey Commentatore certificato 06.01.08 15:40| 
 |
Rispondi al commento

ieri ho fotografato piazza vanvitelli (una delle piazze principali di napoli) sommersa dai rifiuti con al centro un palco per un concerto organizzato dal comune. stamane avrei voluto mandare le foto su questo forum. oggi ho letto che il concerto è stato interrotto da manifestanti di estrema destra per protesta contro l'emergenza rifiuti e non ho avuto il coraggio di inviare nulla. mi sembra surreale che mi sia trovata a condividere qualcosa con l'estremismo di destra. grazie ancora a tutti i nostri governanti per averci finalmente fatto trovare un accordo con gli oppositori.

ila dic 06.01.08 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Io non mangio la mozzarella di bufala campana.

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:38| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

massa di scribacchini colleghi di sventura italica vorrei dire una cosa semplice
avete presente la macrobiotica? si và dai contadini a prendere prodotti genuini usando sacchi riciclabili acqua minerale insomma roba della terra non mistificata roba che ritorna alla terra non mistificata e pure noi quando ce ne andiamo non portiamoci dietro fette di alberi e frack perchè non è festa quando si crepa
la festa è al mattino quando nasce il sole e noi siamo quà a rispettarci su questa terra
e non ci vuole molto a capirlo ma perchè non cambiare questa cultura di merda che abbiamo ?
via le ciminiere via le multinazionali delle mafie insieme ai mafiosi ecco perchè ci vuole una rivoluzione
la rivoluzione del rispetto umano
un urlo da luciano
AUGH

luciano r. Commentatore certificato 06.01.08 15:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe, nn credo che si possano piu fare battaglie legali o civili in questo paese di merda.... l unica è prendere le armi e far vivere la casta nel terrore di essere giustiziati....cmq messaggio ai napoletani....l avete voluto bassolino???tenetevelo

pol pot 06.01.08 15:37| 
 |
Rispondi al commento

per pattyghera:
cazzo, sti campani ce l'anno su proprio con te!
Dai, fate la pace e discutiamo di cose serie , di idee per risolvere la situazione tutti insieme.

giuseppe c. Commentatore certificato 06.01.08 15:37| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quantunquamente e purtroppamente, un uomo viscido e sicuramente non mio amico, tale SAVIANO, ha scritto un libercolo che non ha nessun fondamento con la realtà; traggo da questo libro, che si chiama "Gomorra" questo passo:

Un ruolo rilevante, nella geografia dei traffici illeciti, viene svolto dalla Toscana, la regione più ambientalista d'Italia. Qui si concentrano diverse filiere dei traffici illegali, dalla produzione all'intermediazione, tutte emerse in almeno tre inchieste: l'operazione "Re Mida", l'operazione "Mosca" e quella denominata "Agricoltura biologica" del 2004.

Concludamente tutti i cittadini che giustamente e vicendevolmente condividono con me il fatto che non lo sputo sennò lo profumo, traggano il fatto che di mistificatore e falso trattasi.

Cetto La Qualunque Commentatore certificato 06.01.08 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Questo capodanno quante guaglioncelle napoletane quattordicenni hanno partorito fra i rifiuti?

Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:34| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN UNICA PAROLA: FORZA NAPOLI !!

Piero Lestingi Commentatore certificato 06.01.08 15:33| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno,

BASSOLINO(che oggi al tg3 ha dett:se servisse a qualche cosa mi sarei già dimesso....) E IERVOLINO ABBIATE IL BUON GUSTO DI DIMETTERVI!

MUOVETE IL VS CULO DA QUELLA FOT...UTA POLTRONA!
MUOVETE IL VS CULO DA QUELLA FOT...UTA POLTRONA!
MUOVETE IL VS CULO DA QUELLA FOT...UTA POLTRONA!
MUOVETE IL VS CULO DA QUELLA FOT...UTA POLTRONA!
MUOVETE IL VS CULO DA QUELLA FOT...UTA POLTRONA!

Grazie!
saluti

Nunzio Parolisi 06.01.08 15:33| 
 |
Rispondi al commento

x Patty ghera
Non lo sai che le aziende del nord sversano i loro rifiuti tossici nelle nostre terre? quindi sono corrotti e colpevoli proprio come i mafiosi! Non lo sai che i prodotti campani sono mandati in tutta l'Italia soprattutto al Nord? E tu non puoi fare nulla per difenderti perchè quando li compri non sai la provenienza?? Spero che un ortaggio di Acerra pieno di diossina ti intossichi e ti faccia crepare

Sandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedete al fioreverde padano, quale sia il suo ideale d'uomo, fra:
Brad Pitt
George Clooney
Raul bove
Borghezio

DAI!!!!!...Non e' difficile!
Al vincitore una vacanza in Carinzia da Heider...
l'abbigliamento sado-maso e' offerto dalla casa!

antonio ciardi Commentatore certificato 06.01.08 15:29| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Secondo me sarebbe un'ottima idea.
Marco- Melli- Commentatore certificato 06.01.08 15:23 -------------------------------- MA CHI SEI IL COGNATO DI GARRONE?... COME ? C'HAI LA FEBBRE A 40.. E QUINDI? AH!!.. STAI DELIRANDO!!..

davide ernesto fambrini guevara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

Sono più di 10 anni che non vivo più a Napoli, ma ogni volta che ci torno a trovare i miei la trovo sempre più sporca e degradata.

Pino Daniele nella sua bellissima canzone "Napule è", diceva ad un certo punto: "Napule è na carta sporca e nisciuno se ne importa".

Sono passati oltre 20 anni, ed è sempre più sporca. Ma chi la governa pensa solo a rubare ed il resto dell'Italia se ne lava le mani (e sotto sotto applaude quando un Calderoli afferma che Napoli non fa parte dell'Italia).

Che tristezza vedere una delle città più belle al mondo ridotta a immondezzaio a cielo aperto.

Daniele . Commentatore certificato 06.01.08 15:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 2)
 |
Rispondi al commento

Per ogni post vedo 1000 e passa commenti.

Mi sono messi a leggere i primi 50 e ho perso 20 minuti.

Se invece di perdere tempo a scrivere, si impiegasse il tempo in qualcosa di + proficuo???

Sono iscritto alla mailing-list di Grillo da quando ha aperto il blog, ma riuscire a seguire tutto è diventato impossibile.

Da qualche tempo ho deciso di togliermi dal PC e passare + tempo con la mia FAMIGLIA... scusate se è poco!

Filippo

Filippo Coraducci Commentatore certificato 06.01.08 15:26| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, il video sul V day mi ha commosso.......

sono fiero di te, grazie di esistere.

non comprerò più un quotidiano sin quando non cambia qualcosa, spero che lo stesso faranno milioni di persone, e cosi vedremo ....

aaahh inizio già a pregustare la goduria dull'informazione finalmente messa a nudo.

Riotta Vaffanculo.

Giorgio P. 06.01.08 15:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

x Patty ghera
Non lo sai che le aziende del nord sversano i loro rifiuti tossici nelle nostre terre? quindi sono corrotti e colpevoli proprio come i mafiosi! Non lo sai che i prodotti campani sono mandati in tutta l'Italia soprattutto al Nord? E tu non puoi fare nulla per difenderti perchè quando li compri non sai la provenienza?? Spero che un ortaggio di Acerra pieno di diossina ti intossichi e ti faccia crepare

De Rosa 06.01.08 15:25| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un Buon Giorno da Napoli assediata.

Sono pronte le ghigliottine?

Firmato "Eleonora Pimentel Fonseca".
Repubblica Napoletana 1799.

Sandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.08 15:24| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 1)
 |
Rispondi al commento

I CAMPANI LO SAPEVANO BENISSIMO, QUANDO HANNO VOTATO BASSOLINO E JERVOLINO, CHE LE SOLUZIONI ERANO DUE:
O DISOCCUPATI IN UN PAESE PULITO O ASSUNTI CON IL POSTO FISSO DI STATO CONVIVENDO CON LA “MUNNEZZA”. HANNO, A SUO TEMPO, VOTATO ED ORA SONO SOLO QUATTRO GATTI A PROTESTARE. PUNTO. NON POSSONO ASSALIRE I MUNICIPI E PICCHIARE QUELLI CHE CI SONO DENTRO... MENEREBBERO I LORO PARENTI!

articolo 21 06.01.08 15:23| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Pensiamo in grande, apriamo la mente a scelte giuste , che limitino anche i problemi di riciclaggio, ma tutto dovrebbe avere un senso logico.
Punto primo ci sono troppi imballaggi e confezioni di ogni genere, ad esempio si potrebbe benissimo, fare a meno della plastica in moltissimi generi alimentari come le bevande e altro.
Tutto deve partire dall'alto, anche le aziende produttrici di spazzatura, perchè qualsiasi azienda produttrice di generi alimentari che vanno confezionati è produttrice anche di spazzatura, devono rendersi conto che agevolare il riciclaggio è l'unica forma per limitare i rifiuti.

gna omo Commentatore certificato 06.01.08 15:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4