Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Grembiulini e pallottoliere


video_no_gelmini.jpg

Corteo No Gelmini a Milano

Tagliare gli investimenti nella scuola equivale a segare il tronco di un albero stando seduti sul ramo più alto. Il futuro dell’Italia nasce nelle Università, nei licei, negli asili. Se ne uscirà spazzatura, il Paese rimarrà una discarica.
Quando si parla di scuola si discute di occupazione, di ricercatori licenziati, di 50.000 insegnanti precari che rimarranno a casa. Sui nostri ragazzi però nessuno fiata. Sulle conseguenze per i loro studi. Meno investimenti vuol dire meno qualità, meno aule didattiche, meno laboratori, meno collegamenti in Rete, meno pc per gli studenti.
In pochi anni siamo passati da Internet e Inglese del secondo governo Berlusconi (ricordate le tre I?) ai grembiulini della Gelmini del terzo governo Berlusconi. Il quarto, se ci sarà, introdurrà il pallottoliere in ogni classe.
Lo psiconano taglia perché non ha più soldi. Non li ha per la scuola. Per altre spese invece il problema non sussiste.
Catania, città fallita dell' ex sindaco Scapagnini, riceverà 150 milioni di euro. Non sarà neppure commissariata.
Il Comune di Roma dissestato da Topo Gigio Veltroni ha ottenuto 500 milioni di euro per ripianare parte del deficit. E dal 2010 questa somma (CINQUECENTOMMILIONI) diventerà un finanziamento annuo permanente.
Testa d’Asfalto non taglia le Province (da abolire), gli stipendi dei parlamentari (i più alti d’Europa), i parlamentari (il maggiore per numero di abitanti in Europa). Non accorpa i Comuni sotto i 5000 abitanti, non abolisce una delle Camere.
Non può licenziare i politici e i loro portaborse.
Agli studenti del Politecnico di Milano è arrivata una lettera per il nuovo Anno Accademico. Li informa che:
“E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 112, che prevede per l’intero sistema universitario una forte riduzione del personale e del Fondo di Finanziamento Ordinario, ovvero di quelle risorse che ogni anno lo Stato investe nell’Università. Tale provvedimento comporterà per il Politecnico di Milano una notevole carenza di organico, e colpisce in particolar modo le aspettative di tutti quei collaboratori di ricerca che forniscono la loro opera in regime di precariato, in attesa dell’opportunità di un concorso. Rispetto alla riduzione dei fondi poi è evidente come il taglio stimato per l’Ateneo tra i 20 ed i 40 milioni di euro potrà incidere sulla sua politica nella didattica, nella ricerca e nello sviluppo.”
Il federalismo fiscale della Lega sta producendo i suoi effetti. Fondi ai comuni del Sud falliti, tagli alle Università del Nord. Belin, così sono capace anch’io.

17 Ott 2008, 15:53 | Scrivi | Commenti (1620) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Salve a tutti,
tra poco inizierà il nuovo anno scolastico, io lavoro come precario nella scuola da tempo, e ci resterò ancora per molto altro tempo, il problema è che oltre ad essere precari NON VENIAMO NEANCHE PAGATI, PERCHE' LA SCUOLA NON HA SOLDI, ALMENO QUELLA PUBBLICA!!!!!!!!
Ma lo psiconano lo sa che UN PAESE CHE NON INVESTE IN CULTURA E' UN PAESE MORTO????????????

Maristella Rossi 23.07.09 19:02| 
 |
Rispondi al commento

L'unica soluzione contro il decreto Gelmini e quello Tremonti che tagliano fondi a scuola e università quando questi ultimi potrebbero essere ricavati dalla lotta all'evasione è quello di raccogliere firme tra tutti gli studenti contrari a queste leggi. Se la percentuale dei firmatari sarà altissima la Gelmini non potrà più dire che i contrari sono la minoranza mentre i favorevoli al decreto sono la maggioranza silenziosa.
Quindi penso che l'unica soluzione sia che nelle scuole vengano raccolte le firme tra gli studenti.

Mauro C 05.11.08 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Guardando la trsmissione delle Iene ho scoperto che: il ministro Gelmini (originaria del bresciano)ha preso l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato a Reggio Calabria.Ho visto le statistiche degli abilitati e forse ho capito perchè...qualcuno me lo spiega meglio e soprattutto me lo conferma?

Xavier 75 29.10.08 11:22| 
 |
Rispondi al commento

UNA RISORSA PER LA SCUOLA ED EVITARE QULALCHE TAGLIO DI FONDI SI POTREBBE TROVARE IN PRIMO LUOGO PROPRIO IN PARLAMENTO: FACENDO DUE CALCOLI BASTEREBBERO SOLO 500 EURO IN MENO NELLE BUSTEPAGA DEI PARLAMENTARI PER RACCIMOLARE CIRCA 475.000 MILA EURO AL MESE E CIRCA 5.600.000 ALL'ANNO. POCO PER INCOMINCIARE

M D E 28.10.08 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Bene eccoci di nuovo a leggere su questo blog l'ennesima presa per il culo del nostro caro ed amato Governo.
Io proporrei un referendum assolutamente democratico e inerente alle problematiche italiane.
Primo referedum: L'Italia deve risanare il deficit pubblico. Lei vorrebbe il taglio nelle scuole o il taglio dei coglioni dei ministri?
Secondo referendum: Lei preferisce mandare suo/a figlio/a ad una scuola di innovazione o mandare a fanculo il ministro dell'istruzione Dott.ssa (Laurea al CEPU) Gelmini?
Terzo referendum: Se avesse la possibilità Lei investirebbe sullo sviluppo italiano o investirebbe volentieri il Cavalier Silvio Facciadaculo Berlusconi?

ITALIAAAAANIIIIIIIIIIIII bastaaaaaa dormireeeeeeeeeeee!!!
E' ora di scendere in piazza e se ci vuole rivoluzione rivoluzione sia. A MORTE I DITTATORI

Mirko Pratesi, VASTO (CH) Commentatore certificato 28.10.08 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Erano partiti dal lavoro e non ce ne siamo accorti che si sono insinuati sui più solidi principi costituzionali per minarli e ci sono riusciti.
Lavoro: e tra le prime parole della Costituzione Italiana … mi pare addirittura che l’Italia “è fondata sul lavoro”, sarà per questo che tutto vacilla?
La scuola “obbligatoria”: se non ricordo male un genitore deve mandare obbligatoriamente a scuola un bambino, questo vale anche se passa la riforma Gelmini?
Io penso che tutto questo agire contro dei principi che hanno garantito per anni democrazia e sviluppo potrebbe dare il risultato che la Costituzione verrà dimenticata saranno seguiti gli esempi che vengono amplificati dalle TV e ci si stupirà improvvisamente di quanto maleducati ed ignoranti saranno le future generazioni …E queste ultime magari, avendo orizzonti più limitati, si faranno meno problemi a tirare qualche torta in faccia a chi se lo merita … sarebbe l’unico aspetto positivo.
Io spero che l’impegnatissimo (e stanco del lungo viaggio in Egitto, mi pare) Presidente della REPUBBLICA non firmi per distrazione quel decreto così com’è.

Sabrina Galiazzo 27.10.08 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni anni dopo la “riforma gelmini”:

Gentille Doctorezza:
Vorei candidarmi per il posto di asiztente
uficcio nela vostra fabrica.
Jo batto i tasti molto beloce con un solo
ditto e faccio i caolcoli molto benne.
Credo che io sono molto util per rispondere
al telefonno, anche se non ho molto studio.
Il mio stipendyo est aperto a discuzione e
veda lei quanto mi puo pagare
quanto pensi che io merito.
Poso inisiare immediatamente.
Molte grazie per la atenzzione.
Zinceramente
Raffaele Bianchi

Per la felicità del nostro governo che vive a spese nostre, saremo tutti dei poveri ignoranti, perché grazie alla gelmini avremo studiato nella scuola da lei creata!! Sempre che tra qualche anno la scuola esista ancora!!

Allora mi raccomando studiate meno che potete, così i nostri rappresentanti, quelli ci stanno portano quasi alla dittatura, non avranno mai paura che nessuno gli dica niente!! Tanto la generazione che verrà sarà di ignoranti!

Questo solo per far capire il mio dissenso, perchè metà della mia vita l'ho spesa nello studio e ora forse non potrò andare all'università perchè non sono ricca e non mi sembra proprio giusto come tante altre cose! ciò che mi stupisce di più è che la Gelmini si stupisca di tutti questi dissensi! Mia madre è un insegnante, credo e spero che non perderà il lavoro ma se così fosse chi manterrà me e mia sorella? dovrà chiudersi in una fabbrica con turni massacranti?!!! nella mia scuola non si è parlato di occupazione, ma se potessi quanto la vorrei fare!! ora gli studenti si lamentano che ci fanno studiare troppo, fra poco tempo ci lamenteremo perchè NON LO POSSIAMO PIù FARE!!!!

gaia Bartolotta 24.10.08 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, non capisco come mai Berlusconi, il ministro Gelmini e tutti i seguaci di questo folle governo, vogliono fare tagli alla scuola publica per cercare di risollevare le sorti di questa Italia! Hanno mai pensato di cercare di togliere un po di soldini dai loro stipendi un po alti per rimediare in modo diverso senza, mandare a spasso milioni di gente tra cui molti precari? Quando ci faranno fuori, dove andremo a prendere i soldi per mangiare??? Ogni giorno che passa diventa sempre più difficile esprimere anche i propri pareri, e se non si fa quello che dice il "Cavaliere" , si ricorre anche alla polizia? Stiamo forse tornando alla dittatura?

Massimo F., palermo Commentatore certificato 24.10.08 12:40| 
 |
Rispondi al commento

...e menomale che il video con le parole del presidente del consiglio sono state registrate e possono essere viste e riviste... ve lo immaginate cosa accadrebbe se non fosse così? fioccano le smentite già così! eh eh a volte i media possono avere anche un effetto boomerang.

ma chi lo ha votato cosa ne pensa? non si sente tradito e preso in giro? e tutto il suo entourage cosa fa? io tremerei ogni volta al pensiero di saperlo davanti ad un microfono pronto ad esprimere a voce alta il proprio pensiero e tradirsi e far trapelare le vere intenzioni...

mad b. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.10.08 11:19| 
 |
Rispondi al commento

“Con preghiera di DIFFUSIONE se puoi caro Beppe”

L’informazione non è mai abbastanza, in questo caso è assolutamente NULLA. Gran parte dell’Italia non è al corrente di questa situazione.
Vi chiedo cortesemente di inoltrare questo messaggio a chiunque possa essere presente nel vostro indirizzario con lo scopo di INFORMARE e rendere quindi NOTO quanto sta accadendo alla RICERCA ITALIANA.

Grazie infinite!

NO AI TAGLI AGLI ENTI DI RICERCA
PRECARI ASSUNTI SUBITO, ASSUNTI TUTTI, ASSUNTI DAVVERO

Pianta organica dell’Istituto Superiore di Sanità prima della cura Brunetta: 1869

Dipendenti di ruolo a tempo indeterminato: 1531

Dipendenti precari con contratti di varia natura: 900 circa (non si è riusciti ad avere un numero certo)
Organico di fatto dell’ISS: 2430 circa
Il Ministro Brunetta ha tagliato 171 posti e ora la pianta organica dell’ISS è di 1698 posti

Differenza tra l’organico formale e quello “di fatto”: circa 730 unità.
730 famiglie che rischiano seriamente di trovarsi in mezzo ad una strada per l’intervento del Ministro “più amato dagli italiani”.
L’Istituto Superiore di Sanità senza questi lavoratori non sarebbe in grado di assolvere i propri compiti istituzionali e di ricerca.
Se il provvedimento Brunetta non verrà fermato l’ISS dovrà ridurre il proprio intervento su materie delicate come il controllo dei vaccini e dei farmaci, emergenze sanitarie, controlli ambientali, etc. E dovrà ridimensionare importanti progetti di ricerca.
Ad esempio una recente scoperta scientifica di grande prestigio sul tumore della prostata vede tra i suoi autori ben 6 lavoratori precari, di cui una prima firma.
Tutto ciò potrebbe dissolversi grazie al Ministro Brunetta.
I LAVORATORI PRECARI DELL’ISS SONO IN STATO DI AGITAZIONE PER DIFENDERE LA RICERCA PUBBLICA ED IL PROPRIO POSTO DI LAVORO
IL MINISTRO BRUNETTA METTE IN PERICOLO
LA RICERCA PUBBLICA,
FERMIAMOLO!
Grazie infinite caro Beppe!
abbiamo fiducia in TE!
Viviana Renzi
viviana.renzi@iss.it

Viviana Renzi 24.10.08 10:52| 
 |
Rispondi al commento

¡ɹǝɥƃɐɔ ɐ ıɐʌ ɐɯ

Renato Balestrato (forever inkazzato), Unsere Liebe Frau im Walde (Senale) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.10.08 20:48| 
 |
Rispondi al commento

¿ǝʇǝʌıɹɔs ǝɥɔ ɐɯ

Renato Balestrato (forever inkazzato), Unsere Liebe Frau im Walde (Senale) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.10.08 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Ok Beppe sotto un certo punto di vista grazie a gente come noi ke la pensa diversamente e gente ke reagisce stiamo andando bene, però ti do un consiglio cerca di sviluppare anke FACEBOOK almeno qui all'estero è spaventosamente potente. Loro non mollerranno mai e noi neppure!!! Grazie

Maurizio Surico Commentatore certificato 23.10.08 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Italiani! Lavoratori dell'Urbe e non dell'Urbe, studenti,tenenti, nullateneti,operatori di mano e di capoccia. Uomini e donne d'Italia.Ascoltate!
L'ora segnata dal Destino batte alla vostra porta!
L'ora delle decisioni irrevocabili,ineluttabili e masticabili, e' giunta!Italiani di terra, di mare e per aria, volete Voi dunque, in modo categorico ed incazzatorico finirla per sempre con tutti questi casini di problemi esistenziali a raffica?
Fate come me e come fece a suo tempo A.Toscanini,
e molti altri, fate la valigia e andate all'estero
scieglietevi qualche paese piu' riposante, stabile
che ne so? Zimbabwe-Afgahnistan-Irak-Peru-Kenia,etc.etc.Di sicuro sarete in buona compagnia,
dai dati della romana Istat,risulta che nel mondo ci sono circa 80milioni di ulteriori italiani.
Italiani! Per dormire su certi vulcani, ci vuole un sonno proprio pesante, oppure avere inghiottito
quantita' industriali di sonnifero. Italiani!
Ricordatevi dell'esodo di egizia memoria e trovatevi la vostra personale Terra Promessa, non
aspettatevi l'arrivo di un nuovo Mose',e'troppo tardi. Partira',la nave partira'.......

renato d., topocity Commentatore certificato 23.10.08 18:21| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

ATTENZIONE, LA BANDA BASSOTTI LOMBARDA, COME A GENOVA NEL 2001, VUOLE UN MORTO IN DIVISA. TOPO GIGIO ED IL COMICHELLO COI BAFFI (d'alema) SI ACCONTENTANO DI OSTENTARE UNO STUDENTELLO MOLTO FERITO.

p. g. 23.10.08 08:32| 
 |
Rispondi al commento

Ormai solo un gran 'sommovimento' di piazza può cambiare qualcosa.
Come sempre in passato.
Saluti/Guglielmo

Guglielmo Marlia, Lissone (MI) Commentatore certificato 22.10.08 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Sulla prostesta che cresce contro il progetto Gelmini per la scuola vorrei dire:
la maggioranza degli italiani, padri madri ma anche figli in maggiore età hanno votato a larga maggioranza Berlusconi; come è possibile che ora la rivolta del mondo studentesco e dei docenti sia maggioritaria? Deve esistere una parte di studenti e professori che non sono contrari ai piani della ministra Gelmini;
di riforme tentate ce ne sono state tante e anche di "nuovi sessantotto" ne ho visti, cercare di far salire la tensione fino agli scontri violenti è un comportamento criminale; anche mia figlia studentessa di veterinaria è coni suoi professori a far lezione in piazza, ma detesta chi vuole le barricate,
il malessere e perfino la rabbia in questo nostro Paese sono certamente in crescita preoccupante, ma pensare di nuovo di rovesciare un governo legittimo in piazza sarebbe l'ennesimo errore di una sinistra nostalgica di tempi irrimedia bilmente passati;
infine siamo sicuri che una riduzione degli sprechi nell'istruzione - i mille atenei di nessun valore sparsi in tutta Italia, il rapporto sbilanciato fra numero esiguo di laureati e numero dei docenti addetti ai corsi - sia una cosa sbagliata?
Ricordo che Luigi Berlinguer da ministro provò a premiare i docenti per la loro qualità e che i sindacati fecero muro. La scuola italiana è un mondo fermo nel quale a nessuno è stato permesso di provare a fare cambiamenti.
Il principio di un'opposizione democratica è nel non ritenere che il proprio avversario sia sempre e solo un malintenzionato.

mambo 3., Milano Commentatore certificato 22.10.08 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi mercoledì 22 ottobre continua al Senato dalle ore 16 la discussione sul decreto Gelmini. Spediamo una e-mail alla Gelmini con questo testo:
On. Gelmini,
tra breve sarà approvata anche dal Senato la legge che porta il Suo nome che, tra l'altro, istituisce il maestro unico nella scuola primaria.
Vorrei ricordarLe che:
1) La scuola primaria italiana è la quinta tra quelle dei Paesi OCSE.
2) La legge verrà probabilmente approvata senza che ci sia stato in parlamento il confronto, previsto dalla costituzione, tra maggioranza e opposizione. Il ricorso al decreto legge e alla fiducia infatti non è giustificato da nessun motivo di grave urgenza.
3)La legge produrrà gravi disagi alle famiglie per la riduzione del tempo orario e per lo svuotamento di significato pedagogico del tempo pieno .
4) Il ritorno al maestro unico non è giustificato da nessuna teoria pedagogica, ma solo da motivi di ordine economico.
5) Pedagogisti e psicologi dell'età evolutiva concordano invece nel ritenere la pluralità docente una ricchezza e un'opportunità per i bambini.
Per questi motivi Le chiedo di recedere dalle Sue intenzioni e di ritirare il decreto in questione.
Grazie e cordiali saluti.

L'indirizzo è:gelmini_m@camera.it

giuseppe franzoni 22.10.08 08:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1. Stranieri. Le scuole con un alto tasso di immigrati neoarrivati già predispongono (con quello che hanno -compresenze di insegnanti o disponibilità per ore a progetto, retribuite con il fondo di Istituto)corsi specifici per l'apprendimento dell'italiano, da effettuarsi a scuola durante la settimana. I corsi si articolano all'interno dell'orario curricolare e prevedono comunque l'inserimento dei ragazzi stranieri nelle classi ordinarie, dove peraltro sono più motivati e stimolati ad apprendere la nuova lingua.
2.Numero alunni in classe. A qualcuno sfugge spesso di ricordare che è stato innalzato il numero minimo e quello massimo per costuire le classi, dalla scuola dell'infanzia a quella secondaria di secondo grado (superiore). All'infanzia è stato anche reintrodotto l'anticipo, per cui le insegnanti avranno magari anche il compito di cambiare il pannolino ai bimbi di due anni, mentre vigilano sugli altri 29. Chi ha in mente la scuola di una volta, provi a sforzarsi per ricordare anche quali fossero i modi di conduzione di una classe. La mia maestra menava e chi veniva punito dalla maestra di solito le prendeva anche a casa sua. E' facile comprendere perchè fossimo tutti più mansueti. Che la Gelmini voglia ripristinare anche l'uso della bacchetta e quello dei ceci?
3. Il tempo pieno (40 ore) nella scuola primaria non è stato garantito per iscritto, poichè la definizione dell'organico (quanti insegnanti a quali scuole) rimane un'incognita per tutti. Con quali numeri faranno i conti? Per ora si sa solo che verrà privilegiato il tempo scuola di 24 ore, facile pensare che l'organico verrà formulato sulla base di questo monte ore. Tant'è che i conti(i tagli)sono stati previsti sulla base di questa partita di spesa.
4.Si tagliano le ore, si tagliano i contenuti(italiano?matematica?storia?boh?ce lo diranno)ma la religione no: 2 ore erano e 2 ore rimangono.E, badate bene, nessun taglio sull'organico della curia, anche se la materia è facoltativa e pagata dallo Stato.

Francesca Gargini 22.10.08 07:14| 
 |
Rispondi al commento


Ma perchè la Gelmini non si spalma sulla strada buttandosi da un ponte?

Antonello D., Cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.10.08 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tagliare fondi all'istruzione è un mezzo. Già adesso il "nostro" premier lamenta la fastidisa "opposizione" che fa ostruzionismo!?!? e non gli permette di fare quel che gli pare nei tempi a lui graditi (è più che altro una questione di tempi, perché in realtà fa proprio quel che gli pare)...e allora...meglio ammazzarli da piccoli!!!! Uccidere la cultura, la capacità di discernimento, l'interazione, il confronto....poi finisce che da adulti si permettono di ragionare e capire l'abominio che gente come lui, o magari lui stesso (highlander) sta compiendo. Mi sto battendo per le mie figlie e sento di farlo per l'intero paese, sento con le mie orecchie un'informazione distorta veicolata dai media, volta a tranquillizzare ad oltranza, anche con affermazioni palesemente contraddittorie. Sono preoccupata, DAVVERO. Ottengono il consenso parlando di pagliuzze e nascondendo travi. Si torna indietro e qualcuno risponde: "si stava meglio quando si stava peggio" mi vergogno. Il discorso è troppo lungo, questa controriforma scolastica è da bocciare in toto, ma visto che la maggioranza dei nostri concittadini non ha tempo per pensare e ha bisogno di frasi semplici:
Se le università diventano fondazioni, e quindi la ricerca va in mano ai privati, secondo voi, se di una malattia terribile, ci sono solo 5 casi al mondo, e quindi eventuali medicinali curativi verrebbero venduti a sole 5 persone, il privato investirebbe mila euro di ricerca per trovare una cura a questa malattia? Costi-benefici-guadagni...parliamo di privati. Ma tanto, voi e i vostri figli non saranno tra quei 5 casi, giusto????
Ma tanto cosa lo scrivo a fare qui? Chi legge questi commenti ha voglia di ragionare, sono gli altri che ci preoccupano!!!!
Saluti a tutti

Monia D'Ambrosio 21.10.08 11:33| 
 |
Rispondi al commento

In effetti dalla scuola passiamo tutti, Prima noi e poi i nostri ragazzi. Tanti sono i limiti già riscontrati all'interno di questa realtà in cui, attualmente, nemmeno gli insegnanti più preparati riescono a gestire quelli che sono i problemi che, dal mio punto di vista, sono i più gravi. Non parlo di competenze cognitive, di aspetti didattici, di istruzione nel senso più classico del termine. Mi riferisco alla relazione. A quegli aspetti prevalentemente emotivi/affettivi di cui troppo spesso si sono sottovalutati gli effetti devastanti quando ad essi non vengono attribuite le opportune risorse.
Si parla di integrazione riferendosi erroneamente agli alunni strnieri. Ma davvero pensiamo che i nostri figi, soltanto per essere nati nel nostro paese, siano immuni dai fenomeni più frequenti di emarginazione? Ho la gran fortuna di lavorare in ambito formativo con genitori, insengnati ragazzi e bambini di ogni provenienza. Anni ed anni di attività mi consentono, ad oggi di dire quanta riconoscenza, gratificazione e soddisfazione mi derivi dal riscontro che quotidianamente ricevo dai miei utenti. Persone che timorose, destabilizzate, violentate emotivamente da esperienze di rifiuto, acquisendo quel minimo di competenze utili a gestire delle "sane" opportunità relazionali, recuperano risorse che precedentemente non vedevano in loro stesse. E se questa è la strada, e vi garantisco che non c'è corso di inglese, di matematica di letteratura o quant'altro che possa sostituire una buona preparazione ed educazione al dialogo, cosa diremo ai nostri figli quando adolescenti non sapranno come comunicarci il loro disagio esistenziale?
Una volta consolidata nella percezione di ciascuno l'importanza di una formazione permanente in questo senso, l'ipotesi di dividere i "nostri" dagli "altri" mi fa pensare a quanto da perdere avrebbero gli uni e gli altri, semplicemente.

Pascale Sommadossi 21.10.08 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Tutti uniti contro questa riforma spazzatura!!! A Mamoiada un piccolo paesino della Sardegna ci si sta organizzando con una occupazione simbolica della Scuola Elementare. Eh si perchè è in particolare la Scuola Primaria e dell'infanzia che stanno subendo e subiranno i maggiori effetti della Riforma.
I genitori stanno avviando da luglio una protesta che si estende alle principali cariche istituzionali. L'unica Speranza della Sardegna è il ricorso della Regione alla corte Costituzionale per illegittimità del decreto. Speriamo bene, ma intanto c'è forte preoccupazione e scarsa informazione. I media non diffondono la verità a pieno, è il governo ha forte urgenza di approvare la Riforma per evitare discussioni.
Lottiamo!! NOn possiamo lasciare che distruggano l'Istruzione!!!

Sara Muggittu 21.10.08 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi,
Sono uno studente universitario ventiduenne della provincia di Arezzo, e ho avuto un'idea che potrebbe contribuire a risolvere il problema dei finanziamenti alla pubblica istruzione. Si tratta di un'idea forse un po' assurda, ma realizzabile, AVENDONE VOGLIA. Mi è venuta in mente guardando i servizi dei tg sulla "febbre da superenalotto": non si potrebbe sfruttare questa passione per il gioco per salvare le scuole e le università?
Ho pensato che si potrebbe promuovere la realizzazione di una nuova linea di "Gratta e Vinci" da 1,2,3 e 5 euro, i cui proventi andrebbero INTERAMENTE destinati alla scuola pubblica e all'università. Potremmo chiamare il nuovo biglietto "Pagellone" e basare il sistema di vincite su una serie di "voti" che grattando scopriamo essere assegnati ad una serie di materie. A mio parere con questo metodo sarebbe possibile non solo racimolare un sacco di soldi, ma anche calcolare con grande precisione QUANTI.
Faccio un esempio per spiegarmi meglio: se venissero distribuiti tre milioni di biglietti da 1 euro con un totale di vincite di due milioni, ecco che avremmo guadagnato un milione di euro tondo tondo per salvare la ricerca, il diritto ad un'istruzione di qualità e verosimilmente il futuro dell'Italia. Ovviamente la cifra salirebbe vertiginosamente con i biglietti da 2,3 e 5 euro, senza tener conto che una volta esauriti i biglietti se ne possono stampare di nuovi, per cui i finanziamenti sarebbero in una certa misura continuativi.
La mia idea è questa, e credo che potrebbe avere successo, se venisse messa in atto, perché unisce l'utile al dilettevole (in fondo si vince come con gli altri "Gratta e Vinci"), e anche se le altre persone se ne fregassero, almeno gli studenti potrebbero impegnarsi a comprare un paio di biglietti a settimana.
Il problema è: a chi proporre l'idea? Come eventualmente migliorarla? Come indurre i politici ad accettarla? E cosa ne pensate?
Aiutiamoci!
Lenny

Lenny Graziani 21.10.08 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Cota continuava a ripetere, poi, che i bambini dei migranti “dovevano essere spalmati sul territorio” cosi’ da evitare eccessi nella stessa scuola. “Spalmati sul territorio”! Gia’ l’uso di questo verbo e’ un affronto umano.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Favolosa anche la replica dello scrittore toscano che a Cota che insisteva che almeno al liceo si dovevano fare classi differenziali, per discriminare i liceali figli di migranti, ha detto: “On. Cota, ma le sembra che uno arriva con un barcone e la prima cosa che pensa sia di iscrivere il figlio al liceo?”

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Gad Lerner e’ stato offeso da Cota nella parte finale dell’Infedele, perche’ il leghista si e’ reso conto dell’insostenibilita’ capona dei suoi diktat, della sua enorme ignoranza in materia di scuola e di psicologia infantile e della figuraccia che aveva fatto fino a quel momento ed ha attaccato Lerner, dicendogli che gli faceva fare la figura dell’imbecille per sfoggiare la sua superiore intelligenza. Al che Lerner si e’ risentito e gli ha detto che lui era un giornalista e non uno zerbino, e, se Cota voleva trovare degli zerbini, non doveva andare da lui ma da altri che ben si prestavano allo scopo.
Ma ora sembra che anche gli stuoini politici saranno in aumento, per la serie: “Va dove ti porta l’opportunismo”.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Per l'aiuto ai migranti e non solo gioverebbero anche gli ambienti delle parrocchie (molte lo fanno) e degli oratori si aprisse all'accoglienza anche di chi non è cattolico, ovviamente là dove la primazia culturale o religiosa non superi la pietas e l'accoglienza, perché allora il senso scenderebbe al livello della Lega.
Ho citato la "pietas" dallo scrittore toscano presente all'Infedele, che ha detto: "La pietas non è la compassione ma sentire me nell'altro". Questa pietas dovrebbe essere il primo punto di quella che l'on Cota dovrebbe difendere come "nostra cultura", il 1° punto del Vangelo o del socialismo o del senso umano in genere, perché senza la pietas non siamo più uomini ma bestie, bestie dominate dal cervello rettile, attente solo all'istinti bassi, il possesso, la tribù, il territorio, e incapaci di evoluzione verso l'umano.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 08:21| 
 |
Rispondi al commento

L'inserimento linguistico per adolescenti e adulti appena arrivati in Italia dovrebbe essere compito anche dei Comuni
Anni fa a Bo questi corsi esistevano, gratuiti o quasi, si usavano le aule libere delle scuole al pomeriggio o alla sera per i migranti lavoratori adulti, così come le scuole pubbliche si usavano come sede per aiutare studenti-lavoratori anche italiani a prendersi un diploma, una specializzazione, a imparare l'uso del ps o una 2a lingua non italiana (siamo il paese con la più scarsa conoscenza delle lingue, e, all'Infedele, quando una bimbetta ha detto placidamente che lei sapeva 5 lingue, avrei voluto sapere dall'on. Cota lui quante ne sapeva e quanti del suo partito si alzavano dal dialetto locale)
Un paese civile opera per far evolvere tutti coloro che sono sul suo territorio, e non per tagliar loro le gambe
A Bo, al centro sociale Caserme rosse (unico centro giovanile comunale della città e in zona a forte popolazione cinese) c'erano anche corsi di cinese per bambini cinesi fatti da maestri cinesi, affinché non perdessero le loro radici linguistiche (oltre a mantenere l'uso di una lingua che oggi nel mercato mondiale è ben più importante dell'italiano. Posso ricordare che non siamo nessuno e che all'UE non ci sono nemmeno interpreti dell'italiano?)
La pessima amministrazione Vitali decise di chiudere tutto. Cofferati fece di peggio e, oltre a compiere atti di aggressione sui rumeni, arrivò a penalizzare anche i ragazzini orientati al lavoro, riducendo gli Istituti tecnici (e non è servito nemmeno che Montezemolo ne facesse l'apologia) come non ha risolse il problema delle scuole materne insufficienti
C'è da considerare poi l'enorme bacino del volontariato che da sempre, se solo trova l'accoglienza e i modi giusti, presta aiuto gratuito agli immigrati. Non c'è solo la Lega e non ci sono solo ricchi e corrotti, attenti solo al loro lucro e potere personale, non ci sono solo barbari e razzisti, ci sono anche i volontari

masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Certo, saltava agli occhi che, all'Infedele, la platea che ha accolto l'on Cota era per il 99% contro di lui, con una passione travolgente, anche se lo ascoltava con attenzione, e avrebbe giovato che Lerner creasse un maggiore equilibrio tra pro e contro, anche se trovare persone della Lega informate di didattica e pedagogia mi pare francamente piuttosto difficile. Ma che la trasmissione fosse poco democratica può dirlo solo qualcuno che venga dalla luna. Chi vive in Italia vede ben peggiori squilibri. Perché non guardi il contesto?
Di quale democrazia sostanziale si è avvalso Berlusconi nella formazione del suo governo e in particolare nella scelta delle tre Ministre, Carfagna, Gelmini e Prestigiacomo? Di quale democrazia stiamo parlando con liste bloccate i cui candidati e il cui ordine è stabilito a priori da una dozzina di capipartito e che non si peritano di mandare ai più alti posti dello Stato pregiudicati, corrotti e mafiosi, per non dire di parenti e amanti? Di quali equilibri numerici si è tenuto conto quando Berlusconi dichiara di voler governare a colpi di decreto ignorando il Parlamento? E di quale democrazia si è avvalsa il Ministro Gelmini quando, su un tema delicato come quello della scuola, ha decretato senza sentire nessuno e ha imposto lo stesso decreto alla Camera con la fiducia. In uno Stato che intende governare a colpi di decreto e di fiducia distruggendo i contrappesi al Governo (scuola, stampa e magistratura) la democrazia è calpestata in modi ben peggiori di quanto possa fare Lerner. E se il povero Cota fa la figura del deficiente, ringrazi le sue posizioni mentali e non ne accusi chi invece è portato da passione civile.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 07:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono indignata dal sondaggio del Riformista che attribuisce al decreto Gelmini (usiamo la parola riforma in modo più serio!) una larga accettazione del paese
http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/20362/

Oltre a votarlo, lo si può commentare

Ma di cosa stanno parlando? Sul sondaggio di Sole24ore, che non è certo antigogovernativo, la Gelmini è bocciata dall'87% dei partecipanti
Certo se si fanno domande parziali, sul voto in condotta o le valutazioni numeriche, può darsi che vadano bene, ma prima di tutto non sono certo novità ma ritorni al passato, e può anche darsi che piacciano a un paese di vecchi, incompetenti o senza figli (abbiamo la natalità più bassa d'Europa), ma perché non chiedono cosa si pensi degli 8 miliardi di tagli, della chiusura di 4600 scuole e della crisi del tempo pieno, per non parlare della morte della ricerca e del sistema aziendalistico pigiato a forza in scuole e università (non ne avevamo abbastanza di scuole private o troppo care? Non ci basta la cronica assenza di istituti scolastici in metà del territorio?) in un paese per di più dove i versamenti di ricchi e imprenditori a scuole e ricerca è pressocché zero. Anche i sondaggi possono diventare un sistema di disinformazione e propaganda, se usati male, una sirena da imbonitori per plagiare menti già poco informate e preparate
Diciamo chiaramente che per far cassa, questo governo, taglia indiscriminatamente scuole, giustizia e sanità. E il risultato sarà un popolo sempre più povero, discriminato e abbandonato alle difficoltà, governato da ministri saccenti, incompetenti e inquietanti, il cui unico scopo è favorire cricche ristrette foraggiate fiscalmente e aiutate legislativamente, rese impunibili e improcessabili, e favorite senza merito in un paese sempre più liberista e fascista, proprio quando il fascismo fa danno ovunque e il liberismo sconta la sua più clamorosa sconfitta. Ma questo è il programma del grande "statista" (aggettivo di Bush) appoggiato da Bossi

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 07:19| 
 |
Rispondi al commento

Per chi abbia qualcosa da dire all'on Cota sull'apartheid nelle scuole voluto dai leghisti o a Gad Lerner
avverto che può scrivere a
http://www.gadlerner.it/2008/09/29/linfedele-e-il-razzismo-allitaliana.html
e non importa essere iscritti al blog o lasciare strani e bizzarri dati come l'età, la professione, il titolo di studio o il telefono (che fanno pensare a subdole schedature), e questo coi tempi che corrono mi sembra il massimo della democrazia

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 00:44| 
 |
Rispondi al commento

L'Infedele: l'on. Cota è stato bersagliato da domande e obiezioni di insegnanti e madri sulla mozione leghista di classi differenziali per bambini non italiani per insegnare loro la lingua, creando ghetti ed apartheid
Gli hanno spiegato in ogni modo possibile che che scuola non è solo lingua e che l'integrazione, in particolare per i primi 5 anni, ha risultati infinitamente migliori se il bambino resta nella sua classe di accoglienza, usando solo a tratti laboratori di educazione linguistica, ma vivendo alla pari con tutti gli altri, senza discriminazioni di sorta e molto di più se la classe gode di personale umano preparato e di laboratori d'arte. Gli hanno spiegato che identità e cultura non sono i termini di appropriazione tribale con cui un gruppo promitivo si difende dalle invadenze esterne chiudendosi in un isolamento che vede come nemico ogni diverso, ma che il mondo attuale è un mondo aperto, dove la cultura e l'identità riguardano valori più vasti come la solidarità, la crescita insieme, lo scambio dei reciproci saperi, l'amicizia, la reciproca accoglienza, il reciproco aiuto
Il Cota, sordo e tetragono ad ogni imput, ha trasudato razzismo da ogni poro e si è rifiutato di riconoscere che faceva una difesa della razza di stampo ariano e nazista negando fino all'ultimo il suo razzismo bieco e fanatico, quel razzismo che non è riuscito a prendere le impronte dei bambini rom per il veto europeo, che ha prodotto l'immonda legge Bossi-Fini, ha ostacolato in ogni modo l'integrazione dei migranti fino a trasformare la clandestinità in reato e ha usato l'informazione per aizzare al pestaggio, all'odio, all'assassinio, seminando paura e diffidenza
Privo di conoscenze di psicologia, pedagogia, didattica, etica e senso civico, il Cota ha finito per sentirsi aggredito quando era lui che aggrediva
Una insegnante ha detto: il mondo è complesso e noi educhiamo alla complessità.
A quale cultura si riferiva il Cota? A quella della caverna?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 21.10.08 00:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BENE. CHI è D'ACCORDO CHE QUESTA RIFORMA DELLA SCUOLA SARà DISASTROSA PER IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI E DELL'ITALIA...
ALLORA FACCIA QUALCOSA.
AL DI Là DEL CREDO POLITICO...AL DI DELLE SIGLE SINDACALI..AL DI Là DEL NOSTRO ORTICELLO!

AUTOPROCLAMIAMO UNO SCIOPERO DEI GENITORI. SCARDINIAMO IL SISTEMA.

IL 30 OTTOBRE ASSENTIAMOCI DAL LAVORO (NON IN MALATTIA Nè IN FERIE MA IN SEGNO DI PROTESTA), RISCHIAMO IL RICHIAMO E LA MULTA (SE ABBIAMO DEI TITOLARI COSì OTTUSI DA NON CAPIRE), TENIAMO CHIUSE LE NOSTRE ATTIVITà (TANTO CON LA CRISI CHE C'è CI RIMETTIAMO POCO),...
FACCIAMO SENTIRE.
NON ESISTE LA CATEGORIA DEI GENITORI. E' TRASVERSALE. ESCE DAL MAXI SISTEMA.FORSE è PROPRIO LA STRADA GIUSTA.
VEDIAMO SE HANNO IL CORAGGIO DI DIRE CHE SIAMO TUTTI AMICI DEGLI INSEGNANTI (COME HA DETTO IL SIG. FILIPPI AL TG3 DEL 17 OTTOBRE RIFERITO ALLE MENIFESTAZIONI DELLA NOTTE BIANCA)
BEPPE MI AIUTI? RACCOGLI TU LE ADESIONI?

Veronica Pacciotti, Bologna

veronica pacciotti, monterenzio (BO) Commentatore certificato 20.10.08 23:19| 
 |
Rispondi al commento

sono una mamma di un bambino di quarta elementare che ha il sostegno in classe,e devo dire con certezza che grazie alla doppia maestra si è evitato il peggio.La maestra di italiano ha ascoltato di buon grado i consigli della logopedista e dello psicologo per mio figlio in grave difficoltà di inserimento,la maestra di matematica invece ha deciso di adottare il suo metodo,severa e rigida,fino a quando il bimbo ha reagito:con la maestra di matematica chiude il quaderno e non lavora, allora mi domando ...che succederà se rimane solo la maestra cattiva invece di quella buona? Cosa ne sarà di lui e di tutti quei bambini in difficoltà in mano a maestre troppo autoritarie con troppo lavoro sulle spalle e con programmi in corsa continua incomprensibili e pieni di difficoltà?Anche la mastra piu paziente perderebbe la pazienza!!!!

cinzia murgia 20.10.08 22:07| 
 |
Rispondi al commento

IL PROFESSOR PRODI QUESTA SCEMENZA NON L' AVREBBE COMMESSA. SALUTI

ivan IV Commentatore certificato 20.10.08 18:55| 
 |
Rispondi al commento

"Sono giorni che scorro il blog in attesa di una parola sulla riforma
Gelmini ...ops! scusate, sulla riforma Tremonti.
Brava la ragazza innanzitutto per la rapidità di carriera, per noi
insegnanti è tutto più complicato, per diventare non dico ministro, ma capo
d'istituto bisogna laurearsi,fare un concorso per insegnante, vincerlo,
essere assunti a tempo indeterminato, avere almeno nove anni di servizio in
ruolo e poi fare il concorso direttivo, vincerlo eccc... Comunque
sorvoliamo, quel che è meglio è che nel giro di pochi mesi, che dico,
settimane, grazie alla grande motivazione che la spingeva (Tremonti) è
riuscita là dove prima di lei nessuno era riuscito. E l'ha fatto con
classe: tutto è cominciato nella calda e svogliata estate quando sembrava
che il suo piano di ristrutturazione scolastica si limitasse all'adozione
del grembiulino (fashon però...) e giù dibattiti in spiaggia e servizi in
tv con tanto di interviste su come la pensano gli italiani. Argomento di
grande interesse che ha scaldato gli animi più sensibili... peccato che
intanto il nostro ministro preparava qualcosa di veramente distruttivo ma
che sembra non interessare altrettanto al popolo italiano. Ha deciso che
dopo tanti tentativi falliti era giusto rimettere ordine nella scuola
(partendo come sempre dalle elementari che dal '91 ad oggi è risalita di
nove posizioni nella graduatoria internazionale, non male direi), dare una
sferzata di novità: in una società complessa dove si richiede
specializzazione a tutti i livelli, dove nella stragrande maggioranza delle
famiglie entrambi i genitori lavorano (o per lo meno vorrebbero poterlo
fare), cosa c'è di meglio che tornare alla figura del maestro unico e a una
scuola di 24 ore settimanali (4 ore al giorno per 6 giorni)?
Avrei ancora tanto da dire ma ho finito lo spazio a disposizione.
Ah, dimenticavo, sono una maestra di quelle fortunate che non rischiano il
posto, ma non è questo il punto.
Pubblicate

Claudia Marchioni, Gropparello Commentatore certificato 20.10.08 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho letto tutto e sono sempre più inorridita. E io che ho votato Di Pietro... sono giovane e non so abbastanza di politica per puntare il dito, ma posso solo dire che sono una universitaria che ama ciò che studia, nonostante avesse voluto intraprendere studi più umanistici (ma si sà che certe cose non pagano le bollette, e che se i tuoi sono pensionati non ti possono mantenere fuori città). Ho lavorato un anno come una schiava da un notaio (il mio anno più brutto finora), e ora ho i miei risparmi. Grazie alle riforme non mi basteranno più? Sono solo al secondo anno di un corso triennale, spero almeno che ora Berlusconi non venga a strapparmi pure quel pezzo di cultura e quel titolo di studio per cui sto sudando tanto... se ci saranno questi tagli solo i figli di Berlusconi e dei parlamentari potranno studiare e costruirsi un futuro... spero che per questo marcisca all'inferno, e non l'ho mai osato dire di nessuno. se non di chi ha ucciso perchè si annoiava. o per curiosità. Fate voi le vostre valutazioni. Se c'è qualcuno di voi dell'università di Bologna (o di altri poli dell'unibo: Cesena, Forlì, Ravenna o Rimini) contattatemi sul mio blog o su princeofthebattle@libero.it - chissà che non si possa fare qualcosa di buono per il nostro futuro. Beppe, aiutaci...

Michela Magnani 20.10.08 18:36| 
 |
Rispondi al commento

8 miliardi. Per i sindacati, che stanno studiando il decreto, saranno addirittura 10. A tanto ammonteranno i tagli alla scuola. Questo significa semplicemente l'eliminazione della scuola pubblica. Un terzo della prossima finanziaria, che sarà di 32 miliardi, sarà pagata dalla scuola. Questo è ciò che sta succedendo. E sta avvenendo tramite decreto e senza nessuna contrattazione sindacale. Lo scempio della scuola pubblica, e ancor prima della democrazia, non deve passare.
TUTTO QUESTO NON DEVE PASSARE

corto maltese 20.10.08 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Del berlusca penso tutti i mali possibili. Questo per evitare fraintendimenti.
Detto questo accetto ed approvo tutto quanto grillo denuncia sui risparmi annunciati e non realizzati. Mi sento pero' di affermare anche che da qualche parte bisogna iniziare. Non approvo e non accetto che si incominci dalla scuola. Giusto sarebbe iniziare a tagliare i costi miliardari della malapolitica dal governo centrale fino al piu' piccolo presidio pubblico esistente nella nostra povera e depredata Italia.
Dico anche pero' che nella scuola, come in tanti altri settori esistono sperechi da abbattere. Ora faccio un esempio di spreco che non sopporto e che nessuno denuncia.
I bidelli!!!. Sono 160.000, 40.000 in piu' dei carabinieri!!!.
E che cosa fanno i bidelli? Nulla, Nulla Nulla.
Tutto quello che una volta era loro compito e' stato affidato ad imprese esterne che, ovviamente, costano.
Per questa situazione, oltre ai nostri governanti dobbiamo ringraziare i sindacati che hanno sempre fatto gli interessi delle singole categorie fregandosene del bene comune. Ora siamo al capolinea.
Che ce ne facciamo di 160.000 bidelli nullafacenti?? Io dico, iniziamo dai bidelli che non influenzano la qualita' della istruzione dei nostri ragazzi. No!!. Nessuno ne parla anche se tutti sanno che sono dei perfetti mantenuti in cambio di nulla.
Ripeto, tutte le storie hanno un inizio. Nessuno vuole essere quello che "c'era una volta .......!.
Se non esiste inizio non esiste la fine. E tutto rimane come sempre. Me...da!.
Un esempio? Bersano ed i taxisti. E' forse cambiato qualche cosa nel servizio pubblico notturno da parte dei taxisti. No!!!.
Non esiste inizio e non esistera' fine. Tutto statico.
Auguri Italia. Bulfarini Graziella

bulfarini graziella 20.10.08 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai ragione, Beppe, qui si sta tagliando sul nostro futuro. L'Italia gia` investe poco sulla ricerca (in un articolo di Barbuiani sul Sole 24 ore faceva notare come i fondi dati dalla RAI per i diritti del calcio erano superiori ai fondi destinati ai progetti di ricerca nazionali) ed il berlusca taglia proprio li`! Diventeremo un paese del terzo mondo.

Arcangelo Malvi Commentatore certificato 20.10.08 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Il maestro unico, quello al quale si riferiscono tanti giornalisti e commentatori, invertebrati, non esiste più.Quel maestro era un puntodi riferimento per gli alunni e per i loro genitori. Tale era il mio "Sig. Maestro" al tempo della mia età scolare, 70 anni fa, per i miei genitori che "avevano" la terza elementare. E, certamente, non solamente per i miei! Era il tempo che ci si muoveva con le sole gambe, e all'occorrenza, ci si dotava di un cappotto e di un ombrello. I bambini, quando pioveva, indossavano una mantellina incerata! E si andava a scuola da SOLI, a quei tempi! Il maestro era consapevole del suo ruolo e dedicava tutto sè stesso per l'espletamento delle sue mansioni. Tra le tante sopravvenienze causate dal progresso oggi c'è la necessità di accompagnare i figli sino al banco, naturalmente con la macchina; lo fanno anche i maestri patteggiando con l'abusivo che "guarda" il 'mezzo'!
I ragazzi non vanno più con le mantelline incerate... alcuni indossano pantaloni e giubbini "firmati".
E il maestro, i maestri... non sono più di riferimento! Per nessuno!
I più attempatelli,forse, pensano che per i loro figli... non sarà possibile che indossino il pantalone di.. o il giubbino di..!
Poi dicono che non li mandano via, ma li adibiscono ad altre funzioni! Non so come si regolerebbe il resto dell'europa per risparmiare. Forse comincerebbe col togliere le scorte a tanti di lor signori, o di ridurre i privilegi della casta...
Un saluto.

Antonio Rolando Rossi (roj) Commentatore certificato 20.10.08 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve, il problema è che il Federalimso non è ancora arrivato!!
Se ci fosse,
1 - Catania fallirebbe, Scapagnini verrebbe preso a calci nel culo dai suoi concittadini (invece lo appludiranno perchè ha creato posti di lavoro mantenuti dal Nord);
2 - Roma non peserebbe + sulle tasche di tutti gli altri italiani (non solo del Nord, ma di tutti esclusi i soliti romani) e per ripianare i debiti che ha creato per feste, nottibianche e consulenze dobvrebbe vendere i suoi patrimoni, con relative pedate nel culo al topo gigio della situazione.
3 - Il Politecnico di Milano non dovrebbe tagliare, ma magari potrebbe tagliare l'Università di Palermo dove tra insegnanti e tecnici sono ASSUNTI 4.500 PERSONE!!! FEDERALISIMO SUBITO!!

Amico Padano 20.10.08 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ormai evidente che la tecnica di questo governo è quella di scegliere la vittima (la scuola, in questo caso), studiare il modo per farla fuori, poi spezzettare il tutto e seminare qua e là i provvedimenti, in modo che le probabilità che certe cose -quelle più "critiche"- passino inosservate. Si pensi al blocca-processi, che non aveva alcun nesso in un pacchetto sicurezza. In questo caso, si è presentata la riforma come una leggera incipriatura (il grembiule, il voto in condotta, l'ed. civica che già si insegnava con il nome di Studi Sociali, nulla di nuovo), il maestro unico... Tutte cose rassicuranti, che sanno tanto di sapone da bucato di tempi passati e romantici. Invece, l'accorpamento di classi e il rischio di chiusura di migliaia di scuole, notizie ben più preoccupanti anche per le famiglie, sono stati messi in finanziaria in voci diverse. Così gli insegnanti vengono messi in difficoltà perchè sembra che lottino solo per se stessi, i genitori spesso non comprendono appieno le motivazioni di tanta ribellione e remano contro o partecipano, in modo più o meno consapevole, ad uno strategico piano di isolamento e denigrazione dell'insegnante, ladro di stipendi con dita utili solo a tirare le orecchie all'angioletto di turno, ma soprattutto persona che osa arraffare il 97% dei fondi della scuola col suo stipendio (proclama abilmente studiato per scatenare la gente che non coglie l'inganno di tale affermazione). Di certo ci troviamo di fronte a politici che gestiscono l'informazione e manipolano l'opinione pubblica in modo egregio.
STA A NOI, ORA, FAR APPARIRE FINALMENTE L'IMPERATORE PER CIO' CHE DAVVERO E': NUDO COME UN VERME.

alessandra b. 20.10.08 15:00| 
 |
Rispondi al commento

BASTA STIPENDI DA FAME!

Assistiamo in questi giorni a valanghe di soldi pubblici che, con l'eslpicito assenso dei pù ed il tacito accordo di tutti, corrono al capezzale della grande finanza e delle imprese in crisi per tentare di mettere in atto un "salvataggio"!
Perche' non fare altrettanto per color che lottano quotidianamente per sopravvivere all'indigenza e alla precarietà? Perchè i soldi per i più deboli non ci sono mai e per "loro" sempre? II Governo Berlusconi, in totale assenza di opposizione ed in sostanziale continuità con quanto ereditato da Prodi, ha deciso di sostenere senza riserve le pretese di Confindustria ed in nome del liberismo sta pesantemente attaccando i diritti ed i salari dei lavoratori, dei pensionati e delle loro famiglie. Questo governo si occupa solo dei banchieri, dei palazzinari, delle imprese, degli “amici degli amici”, riservando lacrime e sangue ai ceti popolari, come testimonia un rapporto redatto sulla base di dati forniti dalla Banca Europea, per cui 120 miliardi di euro sono stati dirottati dai lavoratori alle imprese. Invece di mettere mano a questa vera e propria emergenza, la "TRIADE" Governo-Confindustria-Sindacato ha avviato la stagione del definitivo smantellamento di salari, pensioni, scuola, sanità, giustizia, sicurezza. E’ in atto un evidente tentativo di cancellare le conquiste ottenute dai lavoratori grazie a decenni di dure lotte ed enormi sacrifici. E’ in atto la “svendita totale” della res pubblica per affermare la supremazia degli interessi dei “padroni” rispetto a quelli della “gente”!
NON POSSIAMO PERMETTERLO!
E’ ORA DI FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE!
E’ arrivato il momento, considerata la latitanza di tutti i sindacati - ovvero di quelle organizzazioni nate e finanziate dai lavoratori per la difesa e la tutela del lavoro - di comunicare alle OO.SS. medesime, per iscritto, l'intenzione di non voler più contribuire al “loro-sostentamento”!!!
>>>TROVI LA NOSTRA LETTERA SU: HTTP://STATALI.BLOGSPOT.COM

IMPIEGATI STATALI su la testa, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.10.08 13:52| 
 |
Rispondi al commento

La scuola è sempre tra le mire principali di ogni nuovo governo... ancora non è finita la riforma Moratti che già se ne prevede subito un'altra...
parlo da maestra di scuola primaria... ancora tutti presi dall'informatica, dalla convivenza civile, che già ci dobbiamo preoccupare di altro...
abbiamo la lavagna interattiva! oh che bel progresso! ma non abbiamo l'acqua corrente in tutti i bagni!
abbiamo bisogno di insegnanti di sostegno qualificati, di meno alunni per classe ed invece vengono dimezzate le ore per i bambin i diversamente abili, aumentati gli alunni per classe e dimezzati gli insegnanti...
Questo lavoro è stato una vera vocazione per me...ma ora sento veramente tutto il peso dell'inadeguatezza!

giusy rombi 20.10.08 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Allego un mio intervento sul forum proposto da Gramellini (La Stampa) sulla scuola di oggi.

La paginetta delle "aste": nessuna nostalgia.
Mia figlia frequenta la seconda elementare in una scuola nuova e moderna, attrezzata di un'aula computer con una decina di elaboratori e tra le materie scolastiche previste vi sono, informatica ed inglese. Le due insegnanti, si avvicendano al mattino ed al pomeriggio, talvolta in compresenza nell'ora di pranzo. Per le lezioni di informatica formano, necessariamente, due gruppi di alunni per consentire l'accesso al pc ad ogni bambino per le attività previste: mentre un'insegnante è in aula informatica l'altra prosegue le altre attività con l'altro gruppo e la settimana seguente i gruppi si invertono.
Spesso, si è verificato anche lo scorso anno in prima, la biblioteca comunale organizza letture animate, momenti teatrali ed attività varie per l'educazione alla lettura. L'uscita, anche solo per recarsi presso la biblioteca comunale, non sarebbe più possibile con 26 bambini per un solo insegnante.
Là dove sono molte le iniziative culturali e le collaborazioni tra associazioni del territorio ed istituzioni verranno a mancare gli strumenti ed i soggetti.
I nostri ragazzi sono "avanti" anni luce rispetto alla mia generazione di quarantenni, bisogna fornirgli gli strumenti necessari per la loro generazione.
I nonni di quei ragazzi impallidiscono davanti ai nipoti per i quali i libretti di istruzione degli elettrodomestici non hanno segreti, pur senza leggerli. Per quei nonni, figli dei quaderni pieni di aste, quegli stessi libretti di istruzioni richiedono settimane di applicazione e lettura...
Se Tremonti deve tagliare dovrebbe guardare altrove. E' una miopia imperdonabile.

rita lamanda Commentatore in marcia al V2day 20.10.08 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Se l'Italia spende molto per la Scuola e il livello di istruzione degli alunni, nelle classifiche internazionali, è agli ultimi posti, ci sarà qualcosa che non và o no? Ma la CASTA non vuole cambiare!

leo R. Commentatore certificato 20.10.08 11:28| 
 |
Rispondi al commento

LA SCUOLA E' LO SPECCHIO DELLA SOCIETA' IN CUI VIVIAMO.PERCHE'C'E' STATO UN DECADIMENTO DELLA SCUOLA? VOLUTAMENTE PARLO DELLA SCUOLA IN GENERALE PERCHE' LE SCUOLE PRIVATE NON SONO MIGLIORI. BASTA PAGARE UNA BUONA RETTA E I FIGLI DIVENTANO BRAVISSIMI....!! BISOGNA CHE LE FAMIGLIE FACCIANO AUTOCRITICA.SE I FIGLI HANNO UN VOTO BASSO SONO PRONTI A PROTESTARE INVECE DI RINGRAZIARE L'INSEGNANTE CHE ATTRAVERSO IL VOTO CERCA DI DARE UN SEGNALE ALL'ALLIEVO E ALLE FAMIGLIE CHE OCCORRE MAGGIORE IMPEGNO NELLO STUDIO. QUANTI GENITORI CONTROLLANO VERAMENTE CHE I FIGLI FACCIANO IL LORO DOVERE DI STUDENTI? IL VENERDI, IL SABATO E LA DOMENICA I RAGAZZI SONO FUORI A DIVERTIRSI.RESTANO QUATTRO GIORNI PER STUDIARE SONO SUFFICIENTI?
I PROFESSORI TORNINO AD UNA MAGGIORE SEVERITA' EI GENITORI SIANO LORO ALLEATI.I RAGAZZI VADANO A DIVERTIRSI SOLO DI SABATO E SI IMPEGNINO DI PIÙ NELLO STUDIO. QUANDO SI HA UNA CLASSE IN CUI SU 25 RAGAZZI SOLO POCHISSIMI STUDIANO SERIAMENTE L'INSEGNANTE PUO' MOLTO POCO.
APPRENDE SOLO CHI HA VOGLIA DI APPRENDERE E IL MIGLIOR SORDO E' QUELLO CHE NON VUOL SENTIRE.
UN SALUTO A TUTTI.

OLGA S., NAPOLI Commentatore certificato 20.10.08 11:17| 
 |
Rispondi al commento

I soldi non ci sono più e si fanno tagli alla scuola, però ultimamente stanno accadendo cose strane... I libici stanno comprando quote di Unicredit e oggi di Telecom Italia... Vi ricordate che il governo italiano ha sborsato circa 4.5 milioni di euro alla Libia un mese e mezzo fà...
Sembra, si vociferava, che questi soldini servissero a non far continuare gli sbarchi in Italia dei clandestini africani... Ma forse servivano ad altro?!!? Come mai i libici stanno facendo spesa in Italia, o c'è qualcun'altro che sta facendo spesa tramite i libici? Meditate ma agite!!!
Anna - Roma

Anna Lancia 20.10.08 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quella degli insegnanti è una CASTA POVERA,gli insegnanti non sono adeguatamente pagati, ma pur sempre una casta e come tale non accetta che nessuno tenti di cambiare lo status quo.

leo R. Commentatore certificato 20.10.08 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tra vent'anni i nostri figli si vedranno superati da tutti in fatto di preparazione e ci prenderanno a calci nel culo.
L'OCSE dice che la scuola elementare italiana è tra le prime in Europa. Le medie e le superiori sono tra le ultime.
Io mi chiedo: o i nostri figli si rincoglioniscono improvvisamente a 11 anni o qualcuno, come al solito, sta fregando e manda dati sballati all'OCSE.
Sta di fatto che i calci in culo tra qualche generazione li prenderemo di sicuro.

Chicca Cocca Commentatore certificato 20.10.08 10:25| 
 |
Rispondi al commento

DISINFORMAZIONE DI MASSA:
politici e commentatori politici di sinistra continuano a parlare di segregazione razziale,equiparano i problemi dell'handicap a quelli linguistici degli stranieri;
DEMAGOGHI E STRUMENTALIZZATORI, come ripetuto piùvolte si tratterà di corsi di apprendimento lingua, come avviene in molti ,certamente più civili e accoglienti Stati europei.

leo R. Commentatore certificato 20.10.08 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Pisa è da ormai tre settimane che è in rivolta, e come Pisa altre città si stanno muovendo( vedi Milano, Firenze), eppure ciò non ha interessato minimamente i media a livello nazionale, come ad esempio il tg1 e tg2, ma anche le testate nazionali che spesso riportano le notizie marginalmente o imprecise! Vi invito a cercare su youtube i filmati delle proteste studentesche apolitiche di Pisa e vi renderete conto di come è in corso un vera e propria rivoluzione di cui nessuno si è accorto a parte cittadinanza e turisti. Dopo la mitica assemblea in piazza cavalieri con migliaia tra studenti,professori, ricercatori e precari dell'università è seguita un'asseblea di ateneo in cui il rettore si è impegnato di portare la voce degli studenti ai più alti livelli. Continueremo a protestare a fare lezioni in piazza ed a occupare finchè qualcuno non ci ascolterà. Pisa senza UNIVERSITA' è MORTA! L'ITALIA SENZA UNIVERSITA' è MORTA!
NO 133! NO RIFORMA GELMINI!
Un popolo ignorante è più facilmente controllabile!
http://no133pisa.blogspot.com
http://133.anche.no


Volevo soltanto dire che sono contrario al togliere una delle due camere del parlamento: ce ne sono due perché UNA CONTROLLI L'OPERATO DELL'ALTRA. Infatti i metodi elettorali sono diversi, ed i risultati degli schieramenti anche (leggermente). Ci sono leggi che altrimenti passerebbero subito senza bisogno essere discusse, in caso di maggioraza schiacciante.
Basta pensare a quante piú schifezze avrebbe potuto fare Berlusconi in questo tempo se ci fosse solo il senato dove la maggioranza é piú marcata!!


L'IGNORANTI FACILITA IL POTERE DEI LADRI!
La riforma Gelmini/Tremonti ci vuole catapultare in un passato che non ci appartiene più!
Il maestro unico, la riduzione del tempo pieno, la riduzione del personale A.T.A. e dei maestri di sostegno e di tutto ciò che concerne la limitazione drastica delle ore di lezione...
I nostri bambini hanno diritto di avere un’opportunità d’emergere di studiare e nessuno dovrebbe pagare per il diritto allo studio.
Non pensiate che questa sia una protesta di settore, che interessa solo gli insegnanti e gli addetti ai lavori, perché NON E’ COSì!!!! Dobbiamo farci sentire soprattutto NOI GENITORI come cittadini, contribuenti e soprattutto come LORO DATORI DI LAVORO con azioni forti e unificate.

Forse, in passato, le nostre mamme si potevano permettere di stare a casa e accudirci dalle 12,30 in poi perché quello è lo scotto che il taglio del tempo pieno chiede a noi mamme e donne che lavorano.
Oggi come oggi, in una famiglia, non ci si può permettere questo lusso, bisogna contribuire con lo stipendio di entrambi i genitori per poter tirare avanti…..non solo dovremmo diventare più poveri economicamente, ma, soprattutto culturalmente e i nostri figli ne pagheranno le conseguenze.
I nostri bambini ricevono informazioni e stimoli tutto il giorno, l’evoluzione delle tecnologie li ha portati ad essere curiosi, intraprendenti, e vogliosi di sapere….
Voi credete davvero che un'unica persona, per quanto possa essere preparata possa saziare e colmare la sete di sapere dei vostri figli in meno di 5 ore al giorno????
Per non parlare delle difficoltà di tutti i giorni incontrate dagli insegnanti e a cui dovranno venire a capo da soli: bambini stranieri, bambini diversamente abili, classi più numerose e ognuno con le proprie necessità, può far si che questo “MAESTRO UNICO” riesca a lavorare?

Tatiana Antonioli, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.08 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

immaginiamo pure che la lega sia animata da buone intenzioni e le "classi ponte" siano davvero mirate a favorire l'apprendimento degli alunni stranieri attraverso il rinforzo della lingua italiana. ma chi insegnerà l'italiano a questi bambini? per quanto tempo? tutti insieme o divisi in livelli? qualche dettaglio in più e un minimo di discussione e di dibattito: è chiedere troppo?
paola

Paola Longhi 19.10.08 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anzi, no facciamoci quattro risate:

(ASCA) - Roma, 15 ott - ''Pur consapevoli della problematicita' dell'inserimento dovuto alla lingua ed alle diversita' culturali degli studenti stranieri, riteniamo pero' fondamentale per una reale integrazione la possibilita' di scambi di sapere. Chiediamo, quindi, di valutare con la dovuta attenzione la possibilita' di creare 'classi di transizione' che rischierebbero di dar luogo a diversita' tra gli studenti suscettibili di trasformarli in cittadini socialmente diseguali''. E' quanto affermano in una nota congiunta ALESSANDRA MUSSOLINI, Presidente della Commissione Bicamerale per l'Infanzia e segretario nazionale di Azione Sociale-Pdl, e la deputata SOUAD SBAI (pdl), che chiederanno a breve un incontro con il ministro dell'istruzione, Mariastella Gelmini.


...La MUSSOLINI è dunque COMUNISTA?


(ASCA) - Roma, 15 ott - Le classi ponte per gli studenti stranieri complicano l'integrazione e puntano all'espulsione degli immigrati. Il direttore di FAMIGLIA CRISTIANA, Don Sciortino, in un'intervista al Corsera, torna ad attaccare gli interventi del governo in materia di immigrazione.

''Al di la' delle parole usate e magari delle buone intenzioni, mi sembra che la mozione sulle classi di inserimento sia un'iniziativa che prosegue sulla linea di altre proposte, allo scopo di rendere piu' difficile e complicata l'integrazione degli immigrati''.

La mozione approvata dalla maggioranza quindi mira ''a rendere piu' difficile la presenza straniera in Italia'', prosegue Don Sciortino secondo cui con questi provvedimenti si costruisce ''l'humus in cui nascono continui episodi di intolleranza, violenza e razzismo''.


...FAMIGLIA CRISITIANA è forse uno spin-off de IL MANIFESTO?

Federica Bianchi 19.10.08 18:46| 
 |
Rispondi al commento

A chi parla di COMUNISTI propongo di non rispondere nemmeno, perché è evidentemente un folle che i comunisti se li sogna anche le notte e che, per l'ennesima volta non ha capito niente. Soprattutto non ha capito che la protesta non ha colore poilitico, a parte chi vuole infiltrarsi per forza.

Vorrei rispondere a chi dice che serve più qualità che quantità.
E' vero, ma la qualità non si ottiene tagliando personale, tagliando la ricerca, impedendo ai più poveri di andare all'università.

Forse non lo sapete, ma da ultimo il percorso per entrare nella scuola era una corsa a ostacoli.
Per insegnare non bastava più il diplomino magistrale (che non esiste più), ma per l'elementarsi serviva la Laurea (Magistrale) in Scienze della Formazione Primaria (4-5 anni, non ricordo di preciso) e per medie e superiori servivano triennale + specialistica + SSIS (7 anni, minimo).
Questo per iscriversi in graduatoria, poi non era detto che ti chiamassero!

Poi è arrivata la Gelmini e ha deciso di abolire la SSIS - che era a numero chiuso, quindi non ci entravano tutti - e non ci ha detto come si potrà insegnare, adesso, cosa servirà.
L'ha tolta e se ne è lavata le mani.

Ma comunque sia per avere una scuola di QUALITA' occorre INVESTIRE nella scuola, non TAGLIARE.
Pretendete di tagliare ma nel contempo avere anche una scuola di qualità che sia anche pubblica? Allora pretendete la botte piena e la moglie ubriaca.

I tagli sulla scuola uccidono il nostro futuro, perché tutto parte da lì, i professionisti dei vari settori si formano lì, la ricerca nasce da lì.
E questo vale per tutti AL DI LA' DEL COLORE POLITICO.

Per cui, se volete che il vostro paese e i vostri figli abbiano un futuro, mobilitatevi.
Altrimenti, quando la riforma diverrà operativa, e vi accorgerete che i problemi segnalati erano concreti e non c'entrava il grembiulino, non vi resterà che lamentarvi.

Come sempre in Italia: i governi fanno le loro porcate indisturbati e il popolo si lamenta, sì, e tanto...ma solo DOPO!

Federica Bianchi 19.10.08 18:40| 
 |
Rispondi al commento

A TUTTI VOI COMUNISTI che solo quando di torna comodo vi riempite la bocca con l'Europa;
perchè non dite onestamente che il provvedimento delle "classi ponte" viene adottato anche in molti altri Paesi europei?

leo R. Commentatore certificato 19.10.08 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Sulla scuola.
Non sono molto d'accordo sul fatto che l'insegnante unico per le elementari sia negativo. La mia generazione è passata da questa esperienza e non mi sembra che le generazioni successive ( con 3 insegnanti o più) abbiano sfornato alunni migliori. Se oggi un insegnante non riesce a fare apprendere italiano ed aritmetica ( non equazioni differenziali ma aree e volumi al massimo)alle elementari vuol dire che è un pessimo insegnante. Se poi non riesce neppure ad insegnare i primi rudimenti di una lingua straniera,( che lui avrebbe dovuto studiare per almeno 4 anni e che potrebbe integrare con supporti fonici di vario tipo per sopperire alle difficoltà di pronuncia) vuol dire che è andato a scuola a scaldare i banchi. Quindi il problema non è la QUANTITA' ma la QUALITA' degli insegnanti e se si hanno insegnanti migliori sarà giusto pagarli di più.
Pierluigi - Milano

pierluigi poggi 19.10.08 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao sono uno studente dell'università la sapienza di Roma e ho partecipato attivamente a tutto il movimento studentesco universitario dopo l'entrata in vigore della finanziaria 08 e volevo solo far presente ke l'indignazione doveva esserci già da prima della finanziaria poikè la situazione all'interno della sapienza era gia critica da parekkio tempo:corsi annullati x assenza di fondi;impossibilità di escursioni,attività di laboratorio,ecc.quindi volevo dire ke finke qualcuno ci ha potuto ricavare un guadagno nessuno ha dato la possibilità di fare niente; e ora ke c'è la possibilità ke a guadagnarci siano in pokissimi si sono risentiti tutti quelli ke prima erano contenti e felici...quindi l'indignazione per questo momento è doppia poikè all'ipocrisia del mondo universitario si va ad aggiungere una finanziaria fatta con i piedi ke vedrà oltre all'entrata nel mondo universitario dei privati anke importanti tagli ai fondi e al corpo docenti...ke amarezza

andrea t 19.10.08 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Parliamoci chiaro...la situazione ATTUALE dell'Istruzione già FA CAGARE (senza mezzi termini..). Chi, oggi, esce dell'Università, ci esce così come ci è entrato= "con una mano avanti e una indietro" perchè il "Mondo del lavoro" che ci aspetta richiede tutt'altro rispetto a cio' che abbiamo studiato per ALMENO 3 anni...
Ora, si presuppone, che chi verrà tagliato fuori del "Sistema dell'istruzione" abbia molta piu' esperienza di me, che ho da poco terminato l'università (e a me viene richiesta ESPERIENZA per accedere a qualsiasi tipo di lavoro impiegatizio...) QUINDI: dove andiamo?? Dove si va?? Attualmente GIà SIAMO ROVINATI...mettiamo "in strada" anche quelli che attualmente stanno lavorando e dopo che facciamo? Ci scanniamo??
Xo' poi le notate alcune "proposte"?? Il badge da marcare quando si entra e si esce di scuola (così "mamma e papà" potranno sapere se ci vai davvero), il "collare" (posso chiamarlo solo così perchè tale è!) da mettere al collo (così sempre e "SOLO" mammina e papino sapranno dove sei)...beh...e i soldi per queste CAGATE DI CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE DA DOVE LI PRENDETE??
bIG bROtHEr is Here...


http://inviaggioperenne.blogspot.com

Claudia L, Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.08 15:05| 
 |
Rispondi al commento

TAGLI E SPERPERI.
Un governo di banditi non trova di meglio che tagliare scuola e sanità in modo diretto; salari, stipendi e pensioni in modo indiretto con aumento delle imposte indirette e degli enti locali. Però ci sono i fondi per i manager falliti, per gli avvoltoi del CAI, per le banche.
Grillo ci documenti di quanto costano le gloriose intraprese militari all'estero? E di quanto costano gli istituzionali a tutti i livelli e i tanti enti utili solo a creare consenso elettorale? Secondo me ci si potrebbe fare un'Italia nuova di zecca.
Una domanda a tutti i grillini. Cos'è questa smania di voler esserci con la propria identità e creare manifestazioni separate? C'è un popolo in subbuglio e ci sono manifestazioni nazionali e locali a tutto spiano. Come mai il mvimento di Grillo non fa causa comune con gli altri? Già in molti è difficile spuntarla, figurarsi da soli.
Grillo promuove la raccolta di firme per il referendum contro il golpe Alfano? Ultimamente sono stato lontano dal sito, ma vorrei trovare l'invito a firmare ad ogni post.

vincenzo ., raffadali Commentatore certificato 19.10.08 15:02| 
 |
Rispondi al commento

..."Nel 2004, per esempio, lo Stato ha elargito 258 MILIONI di EURO di finanziamenti alle scuole cattoliche, 44 MILIONI di EURO per le cinque università cattoliche, più 20 MILIONI di EURO per il Campus Biomedico dell'Opus Dei, 18 MILIONI di EURO per i buoni scuola degli studenti delle scuole cattoliche.
Nel 2005, l'ammontare dei contributi alle scuole NON statali è stato di 527 MILIONI di EURO (circolare ministeriale 38/2005).
Nel 2006, a fronte dei tagli all'istruzione apportati dalla legge finanziaria, i finanziamenti diretti alla scuola PRIVATA sono stati incrementati fino a 532,3 MILIONI di EURO.
Nel settore della sanità, le convenzioni pubbliche con gli ospedali cattolici classificati ammontano a circa 1 MILIARDO di EURO, quelle con gli istituti di ricerca a 420 MILIONI di EURO, quelle con le case di cura a 250 MILIONI di EURO...
...A questi 2 MILIARDI e 900 MILIONI di EURO l'anno di contributi pubblici diretti alla chiesa occorre aggiungere il cumulo di vantaggi fiscali. ...si può valutare in una forbice fra 400 e 700 MILIONI di EURO il mancato incasso per l'ICI, in 500 MILIONI di EURO lo sconto del 50% su IRES, Irap e altre imposte, in altri 600 MILIONI di EURO l'elusione fiscale legalizzata del mondo del turismo cattolico, che gestisce ogni anno da e per l'Italia un flusso di 40 milioni di visitatori e pellegrini.
...La chiesa cattolica, non eletta dal popolo e non sottoposta a vincoli democratici, costa agli italiani più del sistema politico...in questa forma poco trasparente. Con una serie di automatismi calati dall'alto che prescindono dalla volontarietà del contributo alla religione, principio fondamentale di una democrazia."...

da "La Questua" di Curzio Maltese.

sarita m 19.10.08 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna che ci mettiamo tutti, anche noi genitori di nambibi delle elementari e medie, a combattere contro questo schifo di riforma! Noi nel nostro piccolo ci stiamo provando. Dal "profondo nord" www.labarriera.it.
Paolo di Vigevano

Paolo B., Vigevano Commentatore certificato 19.10.08 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Ora siamo pronti a crocifiggere la Gelmini per il grembiulino o altre amenità.Io mi vanto di non avere le fette di prosciutto sugli occhi.

---

No, tu ti vanti di non aver capito un belino.

I termini del problema:
- Scuole con meno di 50 alunni a rischio chiusura.
E chi abita nei paesini cosa fa?
- Scuole anche con più di 50 alunni a rischio chiusura per "risparmiare", pena il commissariamento delle regioni.
- Abolizione della SSIS non sostituita da nulla.
- Maestro unico con danni per la didattica e per i lavoratori della scuola.
- Riduzione del tempo pieno, con conseguenti danni per quei genitori che lavorano entrambi.
- Classi ponte che discriminano i bambini immigrati.
- Tagli agli insegnanti di sostegno.
- Tagli alla ricerca.
- Università costrette a trasformarsi in fondazioni private con tasse che potranno arrivare a 1000 euro al mese. POTRANNO PERMETTERSELE SOLO I RICCHI.
Inoltre la ricerca, come anche l'insegnamento, sarà sottoposta a interessi particolari; addio libertà!
- Blocco del Turn-over: su CINQUE professori universitari in pensione se ne potrà assumere UNO. Classe docente vecchia, non rinnovabile; sempre meno speranze per i giovani laureati.


Lo volete capire o no che il partito non c'entra?
Ma siete così ottusi da non poter fare a meno di dire sempre "Eh, la sinistra" o "Eh, la destra"?
Ma porca paletta, lo volete capire che lo smantellamento della scuola pubblica riguarda anche I VOSTRI FIGLI?
Ma non riuscite proprio per una volta, una soltanto nella vostra vita, ad andare al di là delle solite idiozie e delle beghe dei politici e capire che dovete prendere in mano la situazione PER VOI, PER LE GENERAZIONI FUTURE?

Ma quale essere dotato di una mente non bacata può DAVVERO pensare che il problema principale sia il grembiulino dei bambini?

Io non protesto perché me lo dice Veltroni, protesto perché VOGLIO FINIRE LA SPECIALISTICA! E se le tasse schizzeranno verso l'alto non potrò farlo. Protesto per quelli che verranno dopo.
Lo capiamo o no?

Federica Bianchi 19.10.08 11:28| 
 |
Rispondi al commento

per gli esuberi dell'ALITALIA si sono messi mille scrupoli, per tagliare il posto di migliaia e migliaia di insegnanti niente, solo grembiulino e voto in condotta. Come faranno a mantenere bambini i genitori che lavorano tutto il giorno se la scuola materna chiude di pomeriggio?, dove andranno a finire quelle maestre che pur essendo di ruolo dovranno perdere la cattedra che occupano da tanti anni?, e il personale non docente, cuochi, bidelli ecc.?
Alla scuopla materna potranno accedere anche i bambini di due anni e mezzo, l'insegnante dovrà fare la baby sitter per tenerli a scapito dei più grandetti, lo sa questo la gelmini?. Lo sa la gelmini che i bambini già a quattro anni raggiungono l'80% della crescita del cervello degli adulti e proprio in quel momento hanno bisogno di capire, condividere, assorbire, crescere sopratutto all'interno di un gruppo come può essere la classe, invece questo governo riduce l'orario dando poca possibilità al bambino di acquisire molte più nozioni, che sono determinanti per la maturazione. Perchè non elimina le mangiatoie come le comunità montane, le province, favorendo e potenziando l'unione dei comuni. Perchè non riducono il numero dei parlamentari, degli onorevoli, tutti i loro privilegi, dopo potrebbero essere credibili nel fare certe scelte. Questa della scuola è e sarà sempre scellerata. Andatavene a casa, spero che allo sciopero partecipino milioni di persone e che lo facciano durare anche un mese.

juanne m., orosei Commentatore certificato 19.10.08 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto parecchi interventi tutti di persone incazzate e dello stesso orientamento (sinistra)che sembrano aver capito da che parte stanno le cose giuste.Io ho tanta confusione nella testa.Secondo me siamo degli irrequieti e vorremmo tutto e il contrario di tutto.Alcuni mesi fa il popolo,democraticamente,ha dato il benservito ad una sinistra sgangherata e inconcludente.Che fine hanno fatto "Mortadella"(Prodi)il bello guaglione (Rutelli )o Pecoraro pensionato ad oltre 9000 euro mensili?Ora siamo pronti a crocifiggere la Gelmini per il grembiulino o altre amenità.Io mi vanto di non avere le fette di prosciutto sugli occhi.Gli sprechi sono sotto gli occhi di tutti e dovremmo denunciare la destra e la sinistra.
Non ho sentito nessuno criticare la scuola attuale che spende il suo bilancio in stipendi,che ha precari in tutti i sensi,che ha bidelle più produttive nel far la maglia che nel muovere la scopa,che ci sono tanti docenti con un pessima rapporto con tutto il sapere.
Se le cose stanno così (o no?)non bisogna intrvenire?E per il resto?Uno alla volta per carità dice il barbiere di Siviglia.I manichei mi fanno venire l'orticaria così pure gli studenti "rivoluzionari"più bbravi con le bombolette che con i libri.Quando ci scrolleremo di dosso la capacità di piangere e basta?

gerardo cazzato 19.10.08 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente Beppe! La scuola ha bisogno di tutti i mezzi per contrastare la disinformazione galoppante in Italia. Grazie e ...continua

laura raumer, san vito di leguzzano Commentatore certificato 19.10.08 07:45| 
 |
Rispondi al commento

Delfi Marigo Spitaleri, secondo lei si sta davvero muovendo tutto questo per una divisa?
Provi ad usare il suo senso logico e mi dica: è davvero possibile che il nocciolo della questione sia "Non voglio che mio figlio indossi la divisa"?

Poi c'è differenza tra aver sempre avuto la maestra unica e reintrodurla, mandando a casa chi "non serve".
Scusate signori, ma se domani vi licenziassero perché siete di troppo voi non protestereste? No? Direste: "Mi sacrifico per la patria"? O magari direste anche voi: "Ma se la scuola elementare è l'unica che funziona, perché cambiarla?".

Mio zio ha avuto il maestro unico, da bambino. Risultato? Il suo maestro era un incapace e ne consegue che a mio zio sono sempre mancate le basi.
Ci fossero i controlli come in Inghilterra si potrebbe anche provare; dal canto mio ringrazio di non aver avuto la maestra unica, perché la mia maestra di italiano mi diceva simpaticamente che, in quanto figlia di un operaio, al massimo avrei potuto lavare i capelli da un parrucchiere. Non è andata come prevedeva, ma immagino cosa sarebbe stata la mia vita se me la fossi ritrovata trenta ore a settimana.

COMUNQUE SIA IL PROBLEMA PER CUI TUTTI NOI PROTESTIAMO SONO I TAGLI.
Vorrei poterlo evidenziare, sottolineare, mettere in grassetto: IL PROBLEMA VERO SONO I TAGLI.

Fosse una questione di grembiulini e voti in condotta nessuno scenderebbe in piazza, nessuno.
Ma nel momento in cui l'Università viene privata del proprio sostentamento, e molte scuole devono chiudere o essere ridimensionate pena commissariamento delle regioni, allora forse - e dico FORSE - è il caso di muoversi per permettere a tutti di avere un'istruzione decente, anche se nascono figli di operai.

Per cui, miei cari e care, se dovete intervenire a difesa del grembiulino non fatelo. Perché il problema non è il grembiulino.
Che protestiamo per grembiulini e voti in condotta vuol farvelo credere quell'informazione corrotta che vi fa il lavaggio del cervello quotidianamente.

Federica Bianchi 19.10.08 01:51| 
 |
Rispondi al commento

BENETTON UNITED COLORS il razzismo passa sull'autostrada di TREVISO
Capitolo secondo
L'incipiente della violenta ferocia,dell'incendio del campo ROM di Ponticelli,uno dei colpevoli all'istigazione edall'azione e' certamente il ministro dell'interno Roberto Ernesto Maroni,con il suo accanimento persuasivo nei confronti dei ROM,che addirittura vuole prendere le impronti digitale ai bambini,quest'atteggiamento vestito del piu' barbaro razzismo,a destato nelle coscienze di molte persone in gravi condizioni economiche una rabbia da sfogare contro chi e' diverso,e si trova in condizioni piu' disagiate degli incendiari esortati per mesi dal ministro degli interni Roberto Ernesto Maroni,che con un martellamento quotidiano entrando nelle case di noi italiani,attraverso canali teleisivi gestiti dal suo capo e' arrivato al suo disgustoso intento di provocare una guerra o guerriglia urbana fra poveri,per distogliere i veri problemi,che attraversa l'Italia. Le corruzioni commesse e tutti gli altri processi che hanno portato l'Italia in un vicolo sproco di una fetorenta fogna soo stati sostituiti,con gli incend dei campi ROM,o con l'arroganza mostruosa dei sindaci scheriffi ei loro affini che hanno avuto la licenza di torturare tipo,il ragazzo di Parma chiuso in una cella senza motivo e riempito di botte dai vigili urbani con licenza di pestaggio,visto che pochi giorni prima avevano lasciato a terra nella cella un'altra ragazza Nigeriana,che non si sa di cosa fosse accusata.Pochi mesi prima con questa provocazione per distogliere il pensiero dei media ci aveva pensato il suino Calderoli Roberto con questa trovata per fare rivoltare l'Islam,La sua maglietta con le vignette su Maometto ha scatenato un putiferio. Eppure il ministro leghista non arretra nemmeno di un centimetro, resiste. Resiste anche di fronte alla richieste di dimissioni di Silvio Berlusconi. Solo Umberto Bossi può decidere sul suo futuro nell'esecutivo. Nel frattempo continua a difendere la sua "provocazione". "

mariluuu barbera, arzano napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.08 01:24| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti alla Maestra di Rimini.Il mondo sta andando a rotoli, purtroppo, e l'Italia aprira' la strada. Vivo da decenni in Australia e ringrazio il cielo quando prendemmo questa decisione.Li' da voi, si contesta tutto. Sinistra e Destra sono ormai delle caricature,non politica. Si parla di maestra unica,grembiulini,integrazione. Qui in NSW dove vivo, i bambini dal primo anno al dodicesimo indossano la divisa ed ogni scuola ha la sua.Le scuole pubbliche sono meno ,diciamo, belle ma certe scuole nei sobborghi ricchi ,hanno divise strabilianti, In ogni caso le scarpe Clark per tutti, anche al 12mo anno, cioe quando le ragazze hanno 18 anni. La divisa e' corredata di molti pezzi sia per l'estate che per l'inverno e le ragazze anche le piu' anziane, non possono truccarsi ne mettersi il rossetto. Alla TV italiana rimango inorridita.Tempo fa vidi all'ingresso di un liceo romano, ragazzi che sembravano dei drogati e ragazze sembravano prostitute, con la pancia in fuori, calze a rete. Ma dove sta andando l'Italia? Mi sembra un enorme bordello.Qui la maestra e' unica e i bambini che vengono da altri Paesi vengono ,si' inseriti, ma non capendo l'inglese, attendono alle lezioni passivamente,solo verso la fine del termine cominciano a capire qualcosa e l'anno seguente ripetonol'anno. Dopo questo si allineano con gli altri. Perche' in Italia si fa tanto chiasso? Perche' la sinistra bacchetta tutti e pochi mesi fa era al potere ed ha fatto un fico secco?Perche' tanto buonismo per i "cattivi" e bastonate per gli "umili"? Qui non esiste il bullismo nelle scuole se non qualche episodio sporadico verificatosi in questi ultimi 30 anni, e non della gravita' che c'e' li'. Insomma, posso solo augurare che le cose vadano meglio e provo compassione per quelle brave maestre che si sgolano per ricevere solo dei calci in c....Ad majora

Delfi Marigo Spitaleri 19.10.08 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei portare la mia esperienza di insegnante di sostegno. Presto servizio in una scuola media di Roma. Posso confermare che la situazione è veramente insostenibile. Rispetto allo scorso anno il numero di ragazzi portatori di handicap è aumentato, molti sono gravi, ma il numero di insegnanti di sostegno è rimasto lo stesso, anzi è diminuito di mezza cattedra. Il risultato è che adesso noi docenti di sostegno ci troviamo a dover seguire 4 o addirittura 5 casi ciascuno, quindi assegnando a ciascun caso 4 ore e ½ o addirittura 3 ore e ½ a settimana. Sì, avete capito bene. In questo modo fare sostegno non ha più senso. Lavorare in questo modo non ha senso. La Preside quando è andata a reclamare, sarebbe meglio dire a elemosinare, un’altra cattedra al Provveditorato, la risposta del dirigente è stata rapida ed eloquente: a Roma 800 alunni aventi diritto sono senza sostegno. Cosa aggiungere? A questo punto lo abolissero il sostegno. Sono riusciti a creare finalmente tutti i presupposti. Era da anni che ci stavano lavorando. Ma a questo punto dovranno fare i conti anche con le famiglie. Non se la possono cavare così. Volete abolire il sostegno? Ok, allora riaprite le scuole speciali chiuse negli anni 70, riaprite i ghetti, ma che siano veri ghetti, tipo lager per capirsi, perchè se no il risparmio andrà a farsi friggere. La volontà e il coraggio non vi mancano, di questo sono certo.

pericle x 18.10.08 23:45| 
 |
Rispondi al commento

"vorrei soltanto dire ke la scuola è un'istituzione importante ke dovrebbe
istruire le generazioni per evitare ke si diventi una nazione di caproni!
però se continuamo ad assumere insegnanti solo perchè raccomandati nn credo
ke andremo molto avanti! è ora di finirla con qst clientelismo vagante...
gli insegnanti per esercitare la professione devono superare un concorso e
di tanto in tanto essere valutati in base al rendimento così come avviene
in altri Stati (vedi Inghilterra)... forza beppe!!!"

maria g., sanremo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 23:19| 
 |
Rispondi al commento

No, per favore, Gramsci lasciamolo dov'è.
Gramsci è morto e sepolto e usarlo per giustificare la Gelmini - una riforma che non ha visto, di cui non ha mai saputo niente, su cui mai si è espresso - è ABOMINEVOLE.

Di sicuro, comunque, Gramsci non sarebbe stato felice di sapere che se si continua così a poter permettersi un'istruzione decente saranno solo i ricchi.

Perché qui, miei cari, si mistifica.
Chi scende in piazza non lo fa né per il grembiulino né per il voto di condotta; chi scende in piazza lo fa soprattutto per difendere IL DIRITTO ALLO STUDIO per le generazioni future, sia che i futuri studenti siano figli di medici sia che siano figli di operai.

Se non riuscite a capire questo, allora, forse avete qualche serissimo problema di comprendonio. Non penso che per difendere il diritto allo studio si debba necessariamente appartenere a un partito piuttosto che a un altro... si deve?

Comunque, per chi fosse interessato, sul sito dell'università di Pisa (sezione ATENEO) ci sono sia l'appello della facolà di Informatica, sia le dichiarazioni del Rettore e dei Presidi delle varie facoltà, seguite alle assemblee rispettivamente di ateneo e di facoltà.
Forse ci capirete qualcosa di più e, soprattutto, capirete che non è questione di qualche studente che vuole stare a casa a dormire.

Anche perché diciamocelo: all'università si può benissimo non andare a lezione così come si possono non dare gli esami. Sono cavoli tuoi, non c'è la maestra che ti mette la nota sul diario.
Ne consegue che a differenza del liceo, dove comunque una volta promosso "avanzi di grado", non seguire le lezioni e non dare esami va solo a svantaggio nostro.
Se ti impegni vai avanti, se non ti impegni resti lì e continui a pagare tasse, affitto, mensa... chi impedisce a noi universitari di stare a casa a dormire, anche senza occupare? E soprattutto, non avere lezioni ed esami a vantaggio di chi va? Nostro. No di certo. Se non fosse che questa è una protesta...

Federica Bianchi 18.10.08 22:27| 
 |
Rispondi al commento

e vuoi mettere il 93 contro il 56%...oh, non si scherza con la preparazione...

clemente pacioso (clementepacioso), reggio calabria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 22:06| 
 |
Rispondi al commento

E tra queste supplenti che l'anno prossimo non lavoreranno non ci sarà qualcuno rotta di palle che farà quello che riterrà giusto?
Possibile che in Italia non esistano esasperati o pazzi un pò più del giusto?
Se non ci sono bisogna chiamare supplenti.
E non sto prendendo in giro nessuno..anzi....
ribelliamoci allo status quo..così non va.....

clemente pacioso (clementepacioso), reggio calabria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 22:04| 
 |
Rispondi al commento

La Gelmini? So che ha preso l'abilitazione all'avvocatura a Reggio Calabria e non a Brescia, in quanto a Reggio c'erano il 93% contro il 56% di promossi.

Ma le specializzazioni in didattica, pedagogia e psicologia necessarie per poter intraprendere una qualsivoglia riforma sulla scuola,sempre che le abbia, dove le ha prese, nel terzo mondo forse?... perchè è là che mi sembra che ci voglia portare...

Ma insomma!!! finiamola con l'avere ministri incapaci e incopetenti nei vari ministeri, perchè combinano solo più danni della grandine!!! Italiani, cerchiamo di pretendere ministri in gamba, che questi ci stanno portando alla rovina. Fermiamoli una buona volta, con le buone o con le cattive.

Ci vogliamo rendere conto che stiamo pagando ministri incapaci e incopetenti con il più alto stipendio di tutta l'Europa? Visti i risultati si meriterebbero solo di essere presi a calci nel di dietro: e facciamolo allora, una volta per tutte invece di osseqiuarli come se fossero dei dell'Olimpo!!!

Rosa Tito 18.10.08 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Dov’e’ piu’ la ragione?
Dove il coraggio?
Dove la lotta dei forti?
Dove sono finite le grandi idee
che fecero grande la storia?
Dove i cuori che batterono
all’unisono col dolore del mondo?
Dove sono le grandi ideologie?
E’ Giuda il prototipo vincente
l’opportunista, il vigliacco
il profittatore
Sono di moda i trenta denari
e le lenticchie di Esau’
che vendette la primogenitura
con la leggerezza del debole
Dove sono le idee-forza
che crearono la speranza?
Le albe dei mondi migliori…
Il cristianesimo, il socialismo, il liberalismo…
Tutto e’ in discarica
Rose e tossici
Bandiere e cambiali
E tutto si macina insieme
In un buio d’inferno.

Masada n. 806. La disperanza
http://www.masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 18.10.08 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti al nostro presidente Napolitano che ha ricordato come sulle riforme della scuola "non si può dire sempre no"...
Invece per quanto riguarda le leggi vergognose e idiote non ci sono limitazioni, lui è disposto a firmarne anche una al giorno.

Andrea Marcuzzo 18.10.08 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci governa ci vuole "ingnotanti"legge 133/08 art 16.Quanti di noi domani potranno mandare i propri figli all'università?Se privatiziamo anche questo e davvero cominciato il "regime",anzi procede come un pendolino non Italiano e chiaro.

Ciro Celardo 18.10.08 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche se corro il rischio di sembrare "qualunque" e impopolare, vorrei solo dire che questo governo riesce a fare quello che fa solo perché noi italiani non siamo come, per esempio, i nostri cugini francesi che costrinse il governo francese a ritirare una riforma della scuola che non piaceva quasi a nessuno.

Raffaele SAVASTANO 18.10.08 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

18 ott 17:43 Politica

ROMA - Anche la celebre astrofisica Margherita Hack scende in campo contro la riforma della scuola contenuta nel decreto Gelmini. "Nella riforma ci sono cose accettabili - ha detto la Hack in un'intervista al giornale online 'quinews.it' - come, ad esempio, la maggior disciplina, e altre no, come la riduzione degli insegnanti o l'introduzione del maestro unico, che comportera' anche un minore insegnamento delle materie, quali l'uso del computer e dell'inglese, e quindi una minore formazione degli alunni". "Il futuro del nostro Paese - conclude Margherita Hack - lo vedo nero, perche' non si finanzia la ricerca e si tagliano i fondi alla scuola, che e' quella che prepara le nuove generazioni.

Massimo Asturi 18.10.08 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Precisazione al commento inviato alle 18,30.
Quando cito gli asini della lega che cantano, è stata omessa una frase, probabilmente per motivi di spazio che ora ripeto per chiarezza.. Questo inno lo cantavano Castelli, Bossi, Tremonti ecc. tutti quelli che ora sono al governo e hanno ipocritamente giurato fedeltà allo stato e alla bandiera.Questi sono i nostri governanti, probabilmente quelli che ci meritiamo.

Vittorio ., Eboli Commentatore certificato 18.10.08 18:59| 
 |
Rispondi al commento

A Vittoria (RG),cittadina di frontiera, dove non esiste qualità di vita e anche la propria vita viene messa a prova ogni giorno, dove l' illegalità dilaga con la complicità dello stato, dove il mondo si è fermato nell'anno 1945, più o meno, infatti nella giunta comunale una sra. ha le deleghe, tra pari opportunità, decentramento, solidarietà, politiche del lavoro ??,formazione professionale ?? e PACE ?? Non esiste niente di tutto questo è tutto una menzogna e addirittura PACE!! Ma a che guerra si riferisce ?? O sarà una delega comunale per la pace - mafiosa ??
Vittoria si è trasformata in placca giratòria, dove arrivano tutti i giorni centinaia di africani, romeni, albanesi, moldavi etc...vengono a lavorare a nero nelle serre, nelle campagne, nei capannoni, però, sempre senza diritti, sfrutatti e scartati con la complicità delle forze dell' ordine, che ormai fanno parte di questo giro perverso.Dove il livello culturale è zero, 80 mila abitanti, nessuna libreria !! Dove pseudoimprenditori girano in mercedes e fanno finta di non vedere la loro colf romena, quando la vedono per strada.
Vedo un paese perduto, dove ormai cambiare non è possibile, la gente si è rasegnata e cerca di sopravvivere senza farsi troppe domande, dimenticati da tutti, dove anche Dio un giorno si è dato alla macchia e diventò latitante.

Rui Fernando Loureiro Matias 18.10.08 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Perché non tagliano i loro stipendi?
Anche il presidente Napolitano ha detto che è giusto tagliare i fondi della scuola, perché siamo in un momento di crisi. Per me va bene, anche se sono un insegnante, però diamo il buon esempio. Quanti sono i dipendenti del quirinale? Credo il doppio di Bachingam Palace,quelli della camera e del senato? I parlamentari, circa mille, mentre ad esempio in America, che è grande cinque volte l'Italia solo 540.E degli stipendi, ne vogliamo parlare? Ultimamente, riportava l'espresso, i nostri "Onorevoli" si sono aumentati lo stipendio, all'UNANIMITA' di 1135 euro al mese, aumento che per la maggior parte degli impiegati statali equivale allo stipendio. Purtroppo la colpa è nostra, perché avevamo avuto la possibilità di mandare tutti a casa, NON votando nessuno, come ho fatto io e pochi altri. Come diceva il grande Beppe Grillo, Veltroni o Berlusconi= Veltrusconi. Bisognava far capire che ci siamo oramai rotti le palle di questi pseudo-politici che pensano solo alla solita poltrona.Il voto era l'occasione di dire Vaffa ai Casini, ai Fassino e consorte che hanno guadagnato per 30 anni 40000 euro al mese, e Fassino è di sinistra, vicino agli operai e ai lavoratori, come lo era il Bertinotti che è andato in pensione con una liquidazione milionaria e una pensione che equivale a quella di 15 operai. Insomma era l'occasione per dare un bel Vaffa generale, ma purtroppo quel grande mago di Berlusconi con le sue menzogne ha preso di nuovo in giro tutti.Non ci sono più le ideologie, si passa da un partito all'altro solo per i soldi e il potere e non per "Onorare" il mandato che i cittadini gli hanno conferito. Questo è il significato del termine "Onorevole", cioè si dovrebbe rappresentare il popolo italiano e la bandiera italiana con onore; non come quegli asini della lega che cantano, quando per l'Italia e il Tricolore sono morti milioni di patrioti.Questo governo è una Vergogna!!!

Vittorio ., Eboli Commentatore certificato 18.10.08 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe prò non puoi attaccare gli editori perchè fanno della malainformazione e poi fai lo stesso !!!

Il federalismo fiscale della lega NON è ancora entrato in vigore.

Ergo, non puoi dire che "il federalismo fiscale della lega sta producendo i suoi effetti" !!!

Paolo Agresti 18.10.08 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono giorni che scorro il blog in attesa di una parola sulla riforma Gelmini ...ops! scusate, sulla riforma Tremonti.
Brava la ragazza innanzitutto per la rapidità di carriera, per noi insegnanti è tutto più complicato, per diventare non dico ministro, ma capo d'istituto bisogna laurearsi,fare un concorso per insegnante, vincerlo, essere assunti a tempo indeterminato, avere almeno nove anni di servizio in ruolo e poi fare il concorso direttivo, vincerlo eccc... Comunque sorvoliamo, quel che è meglio è che nel giro di pochi mesi, che dico, settimane, grazie alla grande motivazione che la spingeva (Tremonti) è riuscita là dove prima di lei nessuno era riuscito. E l'ha fatto con classe: tutto è cominciato nella calda e svogliata estate quando sembrava che il suo piano di ristrutturazione scolastica si limitasse all'adozione del grembiulino (fashon però...) e giù dibattiti in spiaggia e servizi in tv con tanto di interviste su come la pensano gli italiani. Argomento di grande interesse che ha scaldato gli animi più sensibili... peccato che intanto il nostro ministro preparava qualcosa di veramente distruttivo ma che sembra non interessare altrettanto al popolo italiano. Ha deciso che dopo tanti tentativi falliti era giusto rimettere ordine nella scuola (partendo come sempre dalle elementari che dal '91 ad oggi è risalita di nove posizioni nella graduatoria internazionale, non male direi), dare una sferzata di novità: in una società complessa dove si richiede specializzazione a tutti i livelli, dove nella stragrande maggioranza delle famiglie entrambi i genitori lavorano (o per lo meno vorrebbero poterlo fare), cosa c'è di meglio che tornare alla figura del maestro unico e a una scuola di 24 ore settimanali (4 ore al giorno per 6 giorni)?
Avrei ancora tanto da dire ma ho finito lo spazio a disposizione.
Ah, dimenticavo, sono una maestra di quelle fortunate che non rischiano il posto, ma non è questo il punto.
Pubblicate i decreti legge che tutti possano leggerli!

Claudia Marchioni 18.10.08 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono i bocconi amari le ingiustizie, le prepotenze, che ci tocca d'ingozzare, che ci infradiciano lo stomaco: Pirandello
Oggi più che mai, questo detto di altri tempi è attuale, tra il "lodo Alfano" e i tagli alla sanità e la scuola, credo che siamo arrivati alla frutta, se non oltre, e credo che sarebbe importante sapere se le lavagne elettroniche, visto il costo! erano proprio indispensabili o no?.....
Oppure c'è un'altra italianità da difendere con i propri compagnetti di merenda.
Tanto pagano sempre i soliti NOTI.

emanuele d'agrigento 18.10.08 18:05| 
 |
Rispondi al commento

I tagli andrebbero fatti proprio verso tali persone e/o enti così inetti e parassiti in tutti i campi ( propongo un vaffanGulag day ): insegnanti ( ne ho conosciuti ), bidelli o uscieri, poliziotti raccomandati ( dai partiti e non ) fannulloni in esubero, giudici ( come carnevale e simili, capaci di far pagare la parte lesa poiché il potente-furbo di turno "mostra" di non aver soldi o beni intestati, non certo Falcone ecc. ), politici, sindacati a favore del padrone ma con la maschera da paladini ( ce ne son parecchi )!..

Karatov Montj (vidareal.blog.dada.net), Napoli Commentatore certificato 18.10.08 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Oggi Libero pubblica in prima pagina "il raglio della scuola" un articolo vergognoso che mostra il vero volto di questa riforma. Dietro le 85.000 cattedre in meno, il taglio soprattutto nel sostegno già da quest'anno (a Cagliari la misura del taglio è stata del 50% con disabili che si trovano senza insegnante o con sole 6 ore di sostegno settimanali), l'annientamento totale dei precari, il taglio di denaro pubblico alle università, la trasformazione delle stesse in "fondazioni" a capitale privato, il blocco della ricerca e del turnover negli atenei, si nasconde una manovra chiara: la distruzione del sistema di istruzione pubblico. Vogliono creare qualcosa che sia molto più controllabile, perché non sta più bene che nel pubblico ci sia qualcuno che pensi. Annientare le coscienze, così come è stato fatto in gran parte per la stampa, eliminare qualsiasi forma di dissenso. Soltanto così si capisce un attacco di questa portata verso la scuola. E' un disegno dittatoriale portato avanti con arroganza e prepotenza, screditando il mondo della scuola davanti al popolo ormai abituato a sciroppare qualsiasi fesseria. Forse perché agli Italiani piace farsi prendere per il culo o forse perché la memoria del fascismo è conservata da pochi, pochissimi, nella maggior parte appunto: insegnanti. Bisogna lottare con qualsiasi mezzo.

Emanuele D'Urso, Carbonia (CA) Commentatore certificato 18.10.08 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Dal "Discorso pronunciato da Piero Calamandrei al III Congresso dell’ Associazione a difesa della Scuola nazionale (Adsn), a Roma l’11
febbraio 1950"
"Facciamo l'ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuole fare la marcia su Roma e trasformare l'aula in un alloggiamento per manipoli; ma vuole
istituire, senza parere, una larvata dittatura.
Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di stato hanno il difetto di essere imparziali. C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino sotto il fascismo c'è stata. Allora, il partito dominante segue un'altra strada (è tutta un'ipotesi teorica, intendiamoci).
Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora
tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di privilegi. Si comincia perfino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole, perché in fondo sono migliori si dice di quelle di stato. E magari
si danno dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece cha alle scuole pubbliche alle scuole private. A "quelle" scuole private. Così la scuola privata diventa una scuola privilegiata. Il partito dominante, non potendo apertamente trasformare le scuole di stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di stato per dare la prevalenza
alle sue scuole private. Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tenere d'occhio i cuochi di questa bassa cucina. L'operazione si fa in tre modi, ve l'ho già detto: rovinare le scuole di stato. Lasciare che vadano in malora.
Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni.... (continua)

Salvatore de Lorenzo, triggiano (Ba) Commentatore certificato 18.10.08 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Non ho ancora trovato su youtube 'La televisiun' di Iannacci,
però ho trovato questa splendida lettura di Pasolini

"Niente di più feroce della banalissima Televisione"

la televisione, lo strumento fascista per eccellenza, che in mano a un egomane fascista non poteva che portarci e un neo-fascismo più subdolo e spietato del primo, di cui la Lega è complice interessata e contro cui l'immonda sinistra ha perso la voce e la dignità.

Dedico questo bellissimo pezzo di Youtube a Graziano, che soffre e spera e che di Pasolini è sempre stata fervido ammiratore.

http://it.youtube.com/watch?v=xUn10yA09vI

Ecco, quando dico cultura, non mi riferisco ai diplomi, alle lauree o ai master che, volendo, si possono anche comprare come i titoli di cavalierato (i cavalieri in Italia sono 111.459), e che di per sé non significano nulla (anche Berlusconi, Gelmini, Pecorella e Calderoli sono laureati), ma mi riferisco alla coscienza etica, alla civiltà dell'anima, alla capacità di distinguere nella discarica di rifiuti che ci sommerge cosa abbiamo il dovere di salvare per noi e per i nostri figli, perché il mondo evolva e non regredisca a livello bestiale.
Oggi i Pasolini sono finiti. Hanno lasciato il posto ai D'Alema, ai Violante, ai Cirino Pomicino, ai Capezzone.
Ma abbiamo Saviano che ci dà, ancora, una splendida lezione di civiltà, e alla sua vita noi dobbiamo tenere come alla nostra, perché non conta essere vivi se si è schiavi o ridotti allo stato di zombi.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 18.10.08 17:26| 
 |
Rispondi al commento

CERTO CHE SONO INCAZZATA.PER TUTTI GLI ITALIANI PRESI PER IL CULO.IO PENSO CHE SE LA SITUAZIONE CONTINUA CON QUESTO ANDAZZO E DATO CHE ABBIAMO UN ESSERE ABBIETTO,STATE CERTI CHE ANDRà SEMPRE PEGGIO.E ALLORA SI RITORNERà ALLA LOTTA ARMATA,LE PREMESSE CI SONO TUTTE.MA QUELLO CHE MI SCONVOLGE E
è CHE DI SOLITO CHI HA A CHE FARE CON LA MALATTIA DIVENTA PIù UMANO.STO è PEGGIO DI LUCIFERO.MA ANCHE PER LUI SUONERà LA CAMPANA.COME PER TUTTI.E DI FRONTE ALLE SUE SPOGIE CI SARANNO GLI AVVOLTOI PRONTI A SPOLPARLO.EH MA L UNTO DAL SIGNORE OIBO SI CREDE IMMORTALE,MENTRE è SOLO IMMORALE E FATISCENTE.TUTTE LE VOLTE CHE VA SUL TRONO NE SUCCEDONO DI BELLE.11 SETTEMBRE,CRISI ECONOMICA.BOH IO MANCO LO CITO.LE SERPI HANNO LA LINGUA BIFORCUTA.E STO PARLAMENTO CHE SEMBRA LA SUCCURSALE DI AL CAPONE.MA LA GENTE NON VUOLE LE BRIOSCHE,CARO RE SOLO.TANTO TUTTI QUELLI CHE TI ATTORNIANO STAI PUR CERTO CHE IL LORO RENDICONTO C è LO HANNO.VISCIDI E SERVILI.VORREI VEDERE QUANTI DI STI LECCHINI SE FOSSI UNO CHE NON C è LA FA A SBARCARE IL LUNARIODATO QUELLO CHE EI..COME TI SAREBBERO VICINI.VERGOGNATEVI.LIBERTà,UGUAGLIANZA,FRATELLANZA.LO GRIDAVANO DURANTE LA PRESA DELLA BASTIGIA.DATO CHE LA STORIA SI RIPETE.AVETE NOTATO I CICLI,TOCCHERà ANCHE A LORO.CIAO MITICO CIAO AI MEETUP,ALLO STAFF.AL BLOG è A TUTTI QUELLI CHE HANNO ANCORA L ANIMO NEGLI OCCHI.ANCHE SE OFFUSCATI DI PIANTO.UN ABBRACCIO.RITASILVA

ritasilva pistolozzi 18.10.08 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Io il sondaggio di Mannheimer non lo conosco
Magari le domande erano: siete a favore dei giudizi numerici, o del 5 in condotta, vai a capire
Ma se andate al sondaggio di Sole24ore, che non è proprio la Pravda

http://www.ilsole24ore.com/fc?cmd=sondaggio&chId=30&sezId=8720&id_sondaggio=4869

(e ci potete ancora partecipare) risulta che l'87% dei partecipanti la Gelmini la boccia sonoramente e dunque...
E non vi attaccate a quello che dice Panorama
Ma l'avete letta almeno Panorama, cosa è diventata con Belpietro? Una succursale di Bondi n°2. Il volantino santificante e sbrodoloso di Berlusk, e se si sbrodola con Berlusk può farlo anche con le sue veline.

Dunque: viene la Moratti e fa la riforma Moratti: 3600 tipi di liceo, grande entrée alla Chiesa e ai suoi insegnanti nominati dal vescovo, finanziamenti alle scuole private, via Darwin e resistenza, avanti creazionismo e revisionismo fascista, lauree prese su internet, corsi fasulli ma a pagamento per punteggiare inutilmente insegnanti pulriprecari...grandi promesse sulle tre I, internet, impresa (?) e inglese (???)
I berlusk e i legaz esultano. La Moratti ci porta nel mondo del futuro! La scuola italiana decolla sulla Luna!
Poi arriva la Gelmini e via tutto, Moratti nel rusco. Indietro tutta. Sparisce tutta la riforma Moratti, tre I comprese. Si torna ai tempi dell'uno, ma proprio del 1901
Ma i berlusk e i legaz esultano sempr: la Gelmini ci porta nello strapassato. La scuola italiana decolla nelle catacombe
Si ruota la scuola di 360° ma l'unica cosa che resta immutata è l'elogio taca banda di berlusk e legaz. Ora, vi pare non dico intelligente, perché sarebbe troppo, ma coerente?
E poi si deve anche stare a sentire uno come Bo Duke che
.non ha figli
.non ha intellienza
.della scuola italiana capisce un berlusk e un legaz
.eppure pretende di offendere chi è padre, è intelligente e alla scuola partecipa
Ma chi li ha sciolti questi?
Sono cani da pagliaio. Per gli anglofili "straw stack dog"

viviana v., Bologna Commentatore certificato 18.10.08 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Spero vivamente che Marco Travaglio si occupi dell'Istruzione in una delle sue prossime puntate. Anche perchè il precariato e l'istruzione sono stati i temi trattati nella precedente puntata di AnnoZero.

Grazie.

Michele 18.10.08 16:56| 
 |
Rispondi al commento

sono consapevole che in passato si siano fatti troppi sprechi nella scuola, troppi maestri troppi bidelli ma ora stiamo esagerando nell'altro senso. ora i bambini portano pure la carta igienica da casa perchè a scuola non c'è, e molte scuole materne non hanno a diposizione lo spazio per far dormire i bambini nel pomeriggio!!! io sono una giovane insegnante di una scuola paritaria, mi sto prendendo una seconda laurea per abilitarmi e entrare nella pubblica, per quanto lavori nel privato sono molto più favorevole alla dimensione pubblica più rispettosa dell'individuo mentre nel privato basta che il genitore allunghi un pò di soldi in più e le suore tengono il bambino pure fino all'ora di cena . ma ora il pubblico sta offrendo troppo poco e sti benedetti genitori si trovano costretti a mandarli nel privato. la gelmini con sta legge favorirà sempre di più il privato che sfrutta il genitore, visto solo come pagatore di retta, e l'insegnante ( con stipendi miseri, tante ore di lavoro gratis)!!! altro che tagli! qui bisogna investire!!!

martina saro 18.10.08 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Per i vermi berlusconiani che scrivono qui..voglio dire che:IL FASCISMO CREAVA LAVORO E NON LO TOGLIEVA!AIUTAVA LE FAMIGLIE E NON LE UCCIDEVA!GARANTIVA L'ISTRUZIONE OBBLIGATORIA PUBBLICA A TUTTI I BAMBINI!Meglio fascisti che berlusconiani!Non siete voi la destra..La destra è un ideale di giustizia e rigore nei confronti dei banditi come voi..Affrettatevi a fare la tav e abituatevi alle emissioni di gas che vi piacciono tanto.Perchè quei vagoni serviranno a portarvi dove spero io...

max power 18.10.08 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono arciconvinto che se il governo avesse in mente di abolire le province (cosa giustissima),
voi avreste mille argomenti per essere contrari
Tipo:
Posti di lavoro in meno, minore collegamento tra amministratori e territorio e chissa quante altre scuse, e che magari mandereste in piazza il solito mezzo milione di gente per salvare le province.
Totto pur di essere contro a qualsiasi cosa faccia il centrodestra.
Più soldi non è detto che voglia dire per forza più qualità, dipende da come i soldi vengono spesi. Anzi, spesso in Italia, l'aumento della spesa pubblica ha comportato soltanto più clientelismo e più sprechi, senza arrecare nessun miglioramento ai servizi.

Giorgio Gorlani, Boffalora Commentatore certificato 18.10.08 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ma che dici. Il comune di Taranto, fatto fallire da una giunta corrotta, non ha avuto una lira dal governo Prodi ma ha dovuto vendere e sta vendendo gran parte dei suoi patrimoni per ripianare i debiti.
Il caso Catania è diverso, lì c'era il suo medico che ha fatto danni incommensurabili.
Tra l'altro i catanesi non si meritano niente se hanno continuato a rivotare la stessa gente che li ha mandati in fallimento.
E poi non ho capito, solo il politecnico d MIlano ha subito tagli? Guarda che anche le università del sud devono alzare le tasse per raccogliere fondi.
Quì non si tratta più di dire che il nord paga e il sud ne gode!
Quà i soldi sono finiti per tutti.

Giacomo Moretti 18.10.08 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Edededed, la televisiun non so
ma goditi questo bellissimo live : l'avvelenata di Guccini e Iannacci, con quelli al fianco

http://it.youtube.com/watch?v=_8kKW3VXQuk&feature=related

viviana v., Bologna Commentatore certificato 18.10.08 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Di questo passo non mi sorprenderei che qualche giudice citasse per diffamazione SAVIANO (il nostro paese va al contrario,vedere Previti-Travaglio).
Basta che gli sfugga qualche parolina innocente su qualche sottosegretario o altro castarolo protetto dalla maggioranza...

MARTINO LUTERO Commentatore certificato 18.10.08 16:28| 
 |
Rispondi al commento

LE LEGGE E UGUALE PER TUTTI

CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLO STATO SOCIALE, LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA, DELLA PREVIDENZA E DELLA SANITA FIRMATE PER PROTESTA LA PETIZIONE PER ESTENDERE ED APPLICARE LA RIFORMA DEL MINISTRO BRUNETTA AI NOSTRI DEPUTATI E SENATORI IN QUALITA DI DIPENDENTI PUBBLICI POTETE FIRMARE E DIFFONDERE IL BANNER DELLA PETIZIONE SU:
http://firm.iamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
(firmiamo senza mettere il punto)

mimmo dorazio 18.10.08 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GUARDATE QUESTO FILMATO FATTO DAL TG3 SUL SISTEMA DI SMALTIMENTO RIFIUTI DEL CNR DENOMINATO THORN :
http://it.youtube.com/watch?v=IXMchfxGFRs
E NESSUNO NE PARLA MANCO LEI GRILLO FIRMATE LA PETIZIONE PER CHIEDERE IL PERCHE DEL MANCATO UTILIZZO DI QUESTO SISTEMA PRODOTTO DA UN ENTE PUBBLICO COME IL CNR FIRMATE SU:
http://fir.miamo.it/sistemathordelcnr
( FIRMIAMO SENZA PUNTI)

mimmo dorazio 18.10.08 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe...da un'insegnante di scuola superiore di I° grado ...ma che macello eh?? ce lo aspettavamo che il nuovo "Germini" "germinava" cose assurde, tutte le volte che un nuovo governo appare, ecco subito le mani sulla scuola!!!E noi come pecore a piegare la testa e cambiare voti, giudizi ,sentenze...ora il colmo, classi differenziate per stranieri, maestro unico,grembiule, tagli ai precari... E cosa più brutta, caro Beppe è che molti colleghi di ruolo e non , che vedono questa riforma con occhi stuzzicanti , gli stranieri tolti dalle "nostre" classi alletta...io insegno a Como, ma sono Abruzzese e qui, la situazione non è da lega ma quasi. Cosa aspettarci ,le classi differenziate anche per i disabili??? Che progetti di arte e musica finiscano nel dimenticatoio?? Io sono un genitore del futuro e mi rifiuto a mandare mio figlio in una scuola seriale,statica dove un solo personaggio dovrà fargli lettere,matematica,musica,arte,ed. fisica e progetti!!!Sarà capace ,ce la farà???Sono schifata....il 30 Ottobre sciopero!!! e non perchè c'è il ponte di tutti i morti...qui i morti siamo noi!!! Grazie di esserci sempre Beppe

Federica G., Como Commentatore certificato 18.10.08 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Si ci lamenta che il Nano da soldi a tutti escluso quelli che ne hanno piu bisogno. credo che questo farabutto lo faccia anche,assodato che ci siamo pochi sghei,perchè lui,il Nano,pensa che questi non sono i suoi serbatoi di voti.Ma perchè questa gente oppressa non paralizza questo cazzo di paese per giorni,settimane,il tempo necessario a mandarlo affanculo una volta per tutte.Siamo governati da un demente e crediamo di farlo rinsavire con le parole.Ma per favore.

Danilo M., Trapani Commentatore certificato 18.10.08 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Anche oggi i telegiornali non ci hanno dato la notizia più bella. Forse domani... perchè statene certi accadrà ( e sarà sempre tardi )

giovanni m., roma Commentatore certificato 18.10.08 15:31| 
 |
Rispondi al commento

UNA CLAASE DIRIGENTE MIOPE E SCIOCCA,PIENA DI
PRESUNZIONE, OSCURANTISTA E PROVINCIALE.

giacinto ciminello (cimmi), napoli Commentatore certificato 18.10.08 15:27| 
 |
Rispondi al commento

LE LEGGE E UGUALE PER TUTTI

CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLO STATO SOCIALE, LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA, DELLA PREVIDENZA E DELLA SANITA FIRMATE PER PROTESTA LA PETIZIONE PER ESTENDERE ED APPLICARE LA RIFORMA DEL MINISTRO BRUNETTA AI NOSTRI DEPUTATI E SENATORI IN QUALITA DI DIPENDENTI PUBBLICI POTETE FIRMARE E DIFFONDERE IL BANNER DELLA PETIZIONE SU:
http://firm.iamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
(firmiamo senza mettere il punto)

mimmo dorazio 18.10.08 15:20| 
 |
Rispondi al commento


Ma poi Grillo, ma dillo che la lettera è stata scritta da un rappresentante degli studenti(sinistra) e non dai responsabili dell'ateneo...che disinformazione! E' come se si spacciasse per neutrale un commento alla finanziaria firmato da bersani! Sono sempre più convinto che stiate giocando davvero sporco, state fomentando il malcontento di proposito, per non so quali scopi, non mi interessano, ma almeno Voi lettori capitelo, non fatevi addormentare...

andrea benedetti 18.10.08 15:03| 
 |
Rispondi al commento

http://iltempo.ilsole24ore.com/2008/10/17/940135-marco_travaglio.shtml

Ottimo articolo, leggetelo...il video postato ij questa page è del tre ottobre, non del 17 (cioè della manifestazione di ieri); in ogni caso taglierei le mani ai delinquenti che hanno imbrattato i muri della città,bella dimostrazione di cultura la vostra...ci vorrebero 20 riforme gelmini l'anno...

andrea benedetti 18.10.08 14:56| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATEMI SE CAMBIO UN ATTIMO ARGOMENTO, MA HO LETTO POCO FA SU IL CORRIERE DELAL SERA CHE IL GOVERNATORE DELLA BANCA D'ITALIA DRAGHI HA DETTO QUESTE TESTUALI PAROLE:
NON ESCLUSE NUOVE MISURE - Da governi e banche centrali potrebbero arrivare presto nuove misure più decise per contrastare la crisi dei mercati finanziari ha anche aggiunto Draghi. «Non possiamo escludere - ha spiegato - che nel futuro prossimo siano necessari passi ulteriori, e perfino più audaci, per restaurare rapidamente la fiducia, comprese azioni per rafforzare i mercati interbancari».
NON VORREBBE FORSE DIRE CHE VORREBBERO IMPOSSESSARSI DEI NOSTRI RISPERMI E CONGELARLI? MA IO A QUESTO SE LO VEDO GLI FACCIO SALTARE I DENTI. FACCIA DI CAZZO VIENI A TROVARE IN SICILIA CHE TI LI DO IO I SOLDI CHE GLI AMICI TUOI UTILIZZANO PER COMPRARE BARCHE DA SOGNO E COCAINA

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,

sono uno studente del poitecnico di Milano ma non ho ricevuto questa lettera. Sarà che sono al primo anno, ma non è arrivato nulla.

Greco Sergio 18.10.08 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma... stiamo scherzando? Roberto Saviano è il simbolo della lotta antimafia! Polizia, forze dell'ordine, magistrati, fanno certo la lotta alla mafia, ma questo è il loro dovere e penso che lo facciano bene, ma Saviano dà voce e tanti cittadini onesti, che non hanno il suo coraggio, ma sperano in un'Italia migliore, dove non si dà dell'asino a chi manifesta contro la"riforma" della scuola, non si propongono indagati a capo della Consulta,non si accettano le regole europee contro i cambiamenti climatici,ecc..Saviano fa bene ad andare via da questa Italia, ma per favore, dovunque vada, continui la sua lotta

Giovanna La Francesca 18.10.08 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Ormai è sotto gli occhi di tutti che l'università italiana è diventata un mercato generale: raccomandazioni, assunzioni clientelari, corsi di laurea doppiati solo per far "lavorare" i favoriti, un esercito di professori per ogni materia e quant'altro: fanno bene a tagliare, almeno non ci saranno sprechi.

danilo d'angelo 18.10.08 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AL'assemblea sindacale dell'Istituto Italiano di Atene riunitasi il 15
ottobre
2008 ha approvato il seguente documento

Seguiamo con molto interesse e giudichiamo positivamente tutte le iniziative
di lotta che si stanno svolgendo in Italia volte a difendere l'intero
sistema
della formazione e la scuola pubblica dagli attacchi scellerati del governo
Berlusconi, e dei ministri Tremonti e Gelmini.

L'art 64 della finanziaria e il successivo decreto n 137 approvato l'11

ottobre 2008 minano in profondità le fondamenta e la qualità della scuola
pubblica che noi difendiamo.

Guardiamo con favore le iniziative auto-organizzate di
genitori, docenti e
ATA, prima fra tutte quella del 17 di ottobre a Milano e Roma delle quali si
auspica la riuscita, in quanto momenti fondamentali nella costruzione di un
fronte sempre più vasto e unitario di opposizione alle
politiche governative.

Esprimiamo profonda insoddisfazione rispetto al fatto che nonostante la
richiesta di tantissimi lavoratori e lavoratrici della scuola espressa in
assemblee, documenti, lettere ancora una volta non si sia individuata, a
fronte di uno dei più gravi attacchi alla scuola pubblica degli ultimi 30
anni, una giornata comune di sciopero. Era stato infatti richiesto che tutte
le iniziative confluissero nella giornata del 17 ottobre.

Riteniamo comunque che lo sciopero indetto dai sindacati di base COBAS e CUB
per il giorno 17 ottobre e quello del 30 ottobre indetto dalla FLCCGIL, CISL
, UIL, SNALS e GILDA che si auspica non venga revocato, siano
due momenti
significativi nella lotta contro il decreto e i suoi contenuti.

Nello specifico ribadiamo la propria contrarietà

a.. ai tagli previsti dall'art 64 della legge finanziaria in termini di

organici e risorse destinate alla pubblica istruzione
b.. alle sezioni in orario antimeridiano nella scuola per l'infanzia con
un
solo insegnante per sezione, alla reintroduzione del maestro unico nella
scuola elementare con orari diA

angisar 18.10.08 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Un caro saluto a tutti, è da tempo che seguo questo blog, e penso che vengono sprecate molte energie per scaricare la rabbia, ne esce continuamente bollettini di guerra, personali e che non servono a nulla, lo potete fare anche su un pezzo di foglio avreste lo stesso risultato.
Penso che bisogni attivarsi - muoversi - far gruppo - usando le energie per ripartire per conoscere informarsi e crescere formando dalla base una società di persone nuove - pulite - che vogliono ridare alla vita la propria dignità,non sarà immediato il risultato ma lasceremo una scia positiva, anche per chi non trova più senso nella sua vita,e non ha nessuno su cui contare.Questo aiuta a crescere come uomini e donne.Se aspettiamo sempre che siano gli altri o ci soffermiamo a criticare tutto e tutti ci affossiamo nella negatività della quotidianeità, impoveriamo noi stessi e le nostre radici di persone umane,e allora coraggio fate gruppo- condividete-se qualcuno ha bisogno siategli vicini denunciate il tutto ma sostenetele,vedrete che tutto ci verrà in aiuto a partire da Beppe Grillo e tanti altri.

Italia Mia 18.10.08 14:28| 
 |
Rispondi al commento

L'unica cosa che mi viene da pensare è che se l'italiano del futuro sarà STUPIDO (con meno insegnamenti da parte della scuola) più sarà facile governarlo!!!!!...

la pecora non si chiede PERCHE'.... l'uomo sapiens sì....

Luca Monti 18.10.08 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi penso che le cose inizino a muoversi, sono uno studente del politecnico di Torino e l'altro giorno i miei compagni hanno bloccato la strada davanti all'edificio..vi giuro che è stato davvero fantastico vedere ragazzi di ogni estrazione seduti per terra o a chiaccherare pacificamente in mezzo alla strada!!grandissimi..facciamoci sentire da questi idioti di politici!!

Lorenzo M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 14:03| 
 |
Rispondi al commento

E non dimentichiamoci la recentissima proposta bipartisan per la mutua per cani e gatti!
Vabbè, il gatto ce l'ho pure io, ma francamente tra le spese per le medicine del felino e gli investimenti per il FUTURO DI MIO FIGLIO scelgo quest'ultimo!!

Francesca Romana, roma Commentatore certificato 18.10.08 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi: "tempo pieno nella scuola italiana verrà «confermato dove c'era» e «incrementato» di circa il 50-60% perché ci saranno «più insegnanti a disposizione»"

Decreto Gelmini : Art. 4. Insegnante unico nella scuola primaria

1. Nell'ambito degli obiettivi di contenimento di cui all'articolo 64 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nei regolamenti di cui al relativo comma 4 e' ulteriormente previsto che le istituzioni scolastiche costituiscono classi affidate ad un unico insegnante e funzionanti con orario di ventiquattro ore settimanali


Silvio facce sta divisione: 24/6= 4 ore al giorno
Me sa che te c'avevi er maestro unico, dì la verità!

Francesca Romana, roma Commentatore certificato 18.10.08 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Buon meriggio a tutto il mondo
che lo guardo tutto tondo
che lo guardo come il sole
ma lo scrivo poi a parole.

Le parole hanno peso
chi ci fa un po l'offeso
chi risente della bocca
poi ci parte un po la brocca.

Ma ricorda tu che arrabbi
che un di ci incontreremo
e con gioia ti conobbi
colla birra in gran boccali.

Ciao e ve vojo sempre bene a tutti...nessuno escluso.

P.S.: con grandi probabilità anche le mie sono brtaccia rubate alla agricoltura nazionale... capita, siamo in Italia.

Vito farina, un saluto senza trancori.
mario Ravera, ci si incontara per la trebbiatura.
Puc.cina, ciao bellezza sei romana? (silvia per caso?)

Ciao a tutti.

Cheng, Girasole, mark krapps e tutti quelli che qui dimentico, ciao.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

é vero che l'istruzione è un ramo importante della nostra vita, ma lo è alla pari del lavoro, del sistema economico, della mentalità, dell'ambiente, degli affari esteri, della giustizia. Tutto è importante ma ciò non vuol dire che deve esserci uno sperpero: lo avete notato che le "assenze" nel pubblico impiego sono dimezzate dopo gli interventi di Brunetta? Anche nel mondo dell'istruzione, ovviamente.
I TAGLI ci vogliono perchè c'è troppo sperpero: pensiamo ai corsi universitari "doppioni", ai professori che "assumono" i figli nipoti e parenti vari, alle voci di bilancio nascoste e camuffate. A proposito di voci nascoste vi racconto ua storia che mi vede come protagonista: all'Università della Calabria un'associazione studentesca, inesistente perchè sostituita da un'altra, percepì circa 96000 € in 3 anni, parte dei quali nostri soldi è stata utilizzata per uno spettacolo di "Jessica Rizzo" che non ha bisogno di presentazione almeno nel mondo maschile.
Allora mi chiedo e Vi chiedo: se un'associazione studentesca (sindacato) che non esiste più prende tutto questo denaro, quanti ne prendono i sindacati veri e propri? Quanti se ne sperperano per consulenze?
Allora finiamola non difendiamo chi "specula". E tra questi speculatori ci sono anche i docenti, dei quali alcuni non fanno un ca--o, per non parlare delle zitelle che odiano gli studenti, di quelli (la maggiorparte) che non sono preparati perchè assunti per graduatoria e non per CONCORSO. Anche una SCIMMIA con il punteggio di servizio può insegnare. Non parliamo poi di chi si fa il punteggio senza fare neanche un giorno di servizio sfruttando allattamento, malattia, infortunio, congedi parentali, malattia del bambino.
Ma VAF-----LO. Questi sono i FANNULLONI, I FANNULLONI.
E per quanto riguarda i ragazzi, malgrado lo sperpero escono dalla scuola superiore che non sanno le tabelline, non conoscono Garibaldi, non sanno dove si trova TORINO.
Il mio SLOGAN?: Tagli agli sperperi, CONCORSI, e lezioni e docenti SERI!

enzo sellaro 18.10.08 13:22| 
 |
Rispondi al commento

puc. cina

Ciao, mi sei simpatica.
Forse tu hai il cuore che batte per qualcuno che non piace a me.
Sia esso destro, sia esso sinistro, a me fanno decisamente schifo tutti e due.
Ma però.... e sottolineo...ma però.... ci si può scambiare opinioni in armonia.
Ciao puc.cina, buon fine settimana a te.

Ciao un bacio e un abbraccio.....

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Leggete la lettera di Calamandrei scritta nel 1950

gennarino munnezza Commentatore certificato 18.10.08 12:42| 
 |
Rispondi al commento

@Bo Duke

Che nella tua città ci siano classi con il 90% di immigrati e che questa sia la norma e non qualche eccezione valla a raccontare a qualcun altro!!
Dove abiti?
A Brixton, sud di Londra o a Vitry ,periferia sud di Parigi?
In quei rari casi dove le percentuali sono alte ci sono specifici interventi ,già previsti da tempo.
Già il fatto che tu mi metta davanti una percentuale del 90% come significativa e rappresentativa,in un paese come l'Italia dove una città super densa di immigrazione come Milano arriva al 12-13% totale denota la tua miseria intellettuale, la tua triste situazione, la tua puerile volontà di mistificare ...
Queste stupidaggini valle a raccontare ai tuoi compari leghisti semianalfabeti o a qualche altro compare di osteria ,dopo un bel mezzo litro di vino rosso..


Mauro Maggiora, Genova

@@@@@@@@@@@@@@@@@

in certe città della pianura padana Parma Reggio E. Brescia ci sono scuole anche in centro non in periferia in cui gli immigrati sono più del 50% in alcune classi anche il 90%-

saluti


Spendi Spandi Effendi parole di più di 30
anni fa (dal grande Rino Gaetano)


Essence benzina e gasolina
soltanto un litro e in cambio ti do Cristina
se vuoi la chiudo pure in monastero
ma dammi un litro di oro nero
Ti sei fatto il palazzo sul Jumbo
noi invece corriamo sempre appresso all'ambo
ambo terno tombola e cinquina
se vinco mi danno un litro di benzina
Spendi spandi spandi spendi effendi
spendi spandi spandi spendi effendi
Spider coupè gitti alfetta
a duecento c'è sempre una donna che ti aspetta
sdraiata sul cofano all'autosalone
e ti dice prendimi maschiaccio libidinoso coglione
non più a gas ma a cherosene
il riscaldamento centralizzato più ti scalda più conviene
niente carbone mai più metano
pace prosperità e lunga vita al sultano
Spendi spandi spandi spendi effendi
spendi spandi spandi spendi effendi

Giuseppe G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo l’ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuol fare la marcia su Roma e trasformare l’aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura.

Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di stato hanno il difetto di essere imparziali. C’è una certa resistenza; in quelle scuole c’è sempre, perfino sotto il fascismo c’è stata. Allora, il partito dominante segue un’altra strada (è tutta un’ipotesi teorica, intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e di privilegi. Si comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole, perché in fondo sono migliori, si dice di quelle di stato. E magari si danno premi, come ora vi dirò. O si propone di dare dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche alle scuole private. A quelle scuole private. Gli esami sono più facili, si studia meno e si riesce meglio. Così la scuola privata diventa una scuola privilegiata. Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di stato per dare la prevalenza alle scuole private. Attenzione, amici, in questo convegno questo è il punto che bisogna discutere.
Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tener d’occhio i cuochi di questa bassa cucina. L’operazione si fa in tre modi: ve l’ho già detto: rovinare le scuole di stato. Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni. ...

gennarino munnezza Commentatore certificato 18.10.08 12:38| 
 |
Rispondi al commento

"Tagliare gli investimenti nella scuola equivale a segare il tronco di un albero stando seduti sul ramo più alto."

Vero senza dubbio.

Ma perchè non si solleva il lenzuolo anche sugli sperperi dellascuola e sui privilegi baronali delle università?

Per esempio cattedre inutili, istituite per "piazzare il figlio di", e frequentati da studenti che invece di cercare formazione cercano valutazioni generose.

Lezioni tenute da assistenti (precari) perchè il professore è impegnato altrove, magari in remunerative consulenze esterne.

Credo che sia tempo dei privilegi sia agli sgoccioli.
Aggrapparsi ad essi e resistere è umano e comprensibile, ma denunciarli e combatterli è un dovere.

Nessuno vuol fare altri esempi?

Riccardo de Marco 18.10.08 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Mario Ravera.Genova

Nel tuo commento delle 11:32 sembra che tu sia andato a scuola (... sei andato a scuola vero???...) senza capire nulla.
Due belle (presumo) braccia rubate all'agricoltura... un altro dramma italiano perpetrato nel tempo.
Ciao

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 12:35| 
 |
Rispondi al commento

il bello di tutto questo è che lo attendavamo, allora mi chiedo: a cosa servono le manifestazioni in piazza, a cosa servono?, sta andando tutto in malora, nessuno ci ascolata, nessuno ci ascolterà perchè nessuno di loro ci vuole rimettere un bel posto da scaldasedie per un valore medio di 12000 euro al mese (è una vergogna!). mi fermo a pensare ancora un pò: colpo di stato? pugno duro contro questi nostri dipendenti che non ci ascoltano? bisogna prenderli uno ad uno e dirgli in faccia quello che pensa di loro milioni di italiani? bisogna spaventarli? bisogna intimidirli? forse queste persone, dall'alto delle loro belle poltroncine non riescono a vedere cosa c'è in basso? signor Grillo ci dica cosa sta succedendo, perchè io con i miei 27 anni, penso a quanto mi son fatto un culo enorme , ripensando ai lavori notturni che ho dovuto fare per pagarmi l'Università, e per cosa? per un pugno di merda!!!!!!! come bisogna intervenire ditemi? io non ho nulla da perdere a questo punto..

beppe 4., favara Commentatore certificato 18.10.08 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Girasole di Giugno, Treviso
****

Ciao cara...illuminali d'immenso...è il tuo nome che l'impone.

Ragazzi, al sol veder quel nome dovreste girarvi verso il sole ed illuminarvi.
Ogni tanto staccate lo sguardo dalla terra e guardate di sfuggita il sole.
Per terra normalmente s'annida la monnezza!

Ciao Girsole, ma che se parla a fa questi so come i pipistrelli ormai captano solo a parole...vista e udito...amorfi.
Ciao

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma Mauro, Bo Duke scrive da una classe sperimentale di ritardati di Ponte di Legno, dove ci sono 10 persone, Bo Duke e altri 8 allievi ritardati, amici del figlio di Bossi, più due insegnanti meridionali, le uniche che si siano volute occupare di loro.
Lo sai che coi minus habens ci vuole pazienza!

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma certo, i razzisti fanno sempre quello che fanno per il bene di qualcun altro.
Prendono le impronte ai bambini rom e gli bruciano le roulotte, ma solo per una maggiore integrazione sociale.
Fanno i raid sulle baracche dei rumeni ma solo per insegnare loro la bellezza del paesaggio (del resto lo fanno anche i sindaci Pd).
Li fanno bastonare dalla polizia e persino dai vigili urbani ma mica li ammazzano. E che sarà mai?
Hanno creato disposizioni impossibili per negar loro un permesso di soggiorno fino allo stremo, ma è per insegnare la pazienza e la rassegnazione, così sul posto del lavoro nero saranno più mansueti.
E ora vogliono le classi differenziali ma solo perché desiderano che imparino meglio l'italiano.
Gli vogliamo dare anche oratori differenziali, così che imparino bene anche il cristianesimo?
Già gli negano le moschee o altri edifici di culto in nome della tolleranza religiosa che loro non avrebbero con noi.
Si suppone che anche i lager siano stati inventati da razzisti tanto premurosi.
Ed è per questo che piano piano ci stiamo arrivando?
E ora non mi venga un leader religioso della malora a lodare la concordia politica!
E l'opposizione si svegli dal suo coma Silviocomandato e cominci a fare il suo dovere, che tra D'Alema, Fassino e Veltroni stanno mandando tutti questo paese al macello! Ed è ora di finirla con una opposizione che non c'è e un paese in sommossa che non ha più un politico di riferimento!

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 12:22| 
 |
Rispondi al commento

LA GELMINI, LA CARFAGNA, LA PRESTIGIACOMO CONTANO NA SEGA ! SONO BELLE STATUINE STUPIDOTTE CHE DOPO ESSERE STATE ANA-LIZZATE DA BELRUSCONE GODURIONE E FORSE ALTRI SONO STATE PIAZZATE LI' A FARE CAZZATE E A PRENDERSI LE INGIURIE DEGLI ITAGLIANI !!

DOPO AVER DATO VIA IL CULO HANNO VENDUTO PURE LA DIGNITA' !!

MA CHE BEL PAESE !!

TUTTO QUESTO CARNEVALE SULLA SCUOLA SERVE SOLO AD ALZARE POLVERE E NASCONDERE LORO CHE RUBANO A MANBASSA !!

SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !!

carlo raggi 18.10.08 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Lo so che non c'entra nulla con la scuola, ma per questa Italia e per Brunetta, due canzoni una del 1975 Jannacci e una del 1976 di De Andrè.
Dite voi se non sono attuali!
Enzo Jannacci Quelli Che... (1975)
La Televisiun
La televisiun la g'ha na forsa de leun
la televisiun la g'ha paura de nisun
la televisiun la t'endormenta cume un cuiun.
Traduzione:
La televisione
La televisione ha una forza da leone
La televisione non ha paura di nessuno
La televisione di addormenta come un coglione.

Per Brunetta
Fabrizio De Andrè (1976)
Un Giudice
Cosa vuol dire avere
un metro e mezzo di statura,
ve lo rivelan gli occhi
e le battute della gente,
o la curiosità
d'una ragazza irriverente
che vi avvicina solo
per un suo dubbio impertinente:
vuole scoprir se è vero
quanto si dice intorno ai nani,
che siano i più forniti
della virtù meno apparente,
fra tutte le virtù
la più indecente.
Passano gli anni, i mesi,
e se li conti anche i minuti,
è triste trovarsi adulti
senza essere cresciuti;
la maldicenza insiste,
batte la lingua sul tamburo
fino a dire che un nano
è una carogna di sicuro
perché ha il cuore troppo
troppo vicino al buco del culo.
Fu nelle notti insonni
vegliate al lume del rancore
che preparai gli esami
diventai procuratore
per imboccar la strada
che dalle panche d'una cattedrale
porta alla sacrestia
quindi alla cattedra d'un tribunale
giudice finalmente,
arbitro in terra del bene e del male.
E allora la mia statura
non dispensò più buonumore
a chi alla sbarra in piedi
mi diceva "Vostro Onore",
e di affidarli al boia
fu un piacere del tutto mio,
prima di genuflettermi
nell'ora dell'addio
non conoscendo affatto
la statura di Dio.

piero m., san vito al tagliamento (PN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 12:21| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Mercoledì 15/10 ho partecipato all'assemblea organizzata dalla scuola elementare di mio figlio per "chiarire le idee" sul Dl Gemini e tutto ciò che ci gira intorno. Ho ascoltato attentamente i tre interventi in programma e ho cominciato seriamente a preoccuparmi del futuro della nostra scuola pubblica. La prima domanda da parte di noi genitori è stata "Ma cosa possiamo fare concretamente noi genitori per aiutare?" La risposta, visto l'allarmante disinformazione che circonda l'argomento, veniva da sé: "informate!". Io non sono una giornalista e la divulgazione non è il mio mestiere, ma nel mio piccolo volevo cercare di dare il mio contributo cercando un modo per provare ad uscire da questa semplicistica comunicazione basata sugli slogan.

Ho creato un blog, "Viva la scuola" http://vivalascuolainfo.blogspot.com/ con l'idea che potesse essere un mezzo per informare e anche un punto di aggregazione e e di confronto. Ovviamente ho bisogno della collaborazione di tutti, prima di tutto per diffondere l'indirizzo web del blog, poi proprio in modo diretto postando commenti, le vostre opinioni, articoli (citandone le fonti) , foto o quant'altro si pensi sia utile alla comunità, mandando il materiale da pubblicare all'indirizzo -mail che ho creato appositamente vivalascuolainfo@libero.it .
Se poi l'articolo, il videomessaggio o altro venisse da un personaggio pubblico che stimo sarebbe meraviglioso!!!

Questa è un'iniziativa mia personale che spero venga accolta positivamente da tutte le persone che hanno a cuore il futuro dei nostri figli.

Ringrazio in anticipo per ogni piccolo contributo anche solo a diffondere una minuscola informazione in più.

Donatella
(mamma di un bambino che frequenta la scuola elementare L. Galvani a Milano)

Donatella D'angelo 18.10.08 12:11| 
 |
Rispondi al commento

c'è il nuovo post

lalla l. Commentatore certificato 18.10.08 12:11| 
 |
Rispondi al commento

COME SI SMONTA LA PSEUDO RIFORMA GELMINI

====Ipotizzando che...

L'Italia è un paese di 59.000.000 di abitanti + 6.000.000 di immigrati + 3.000.000 di stanziali.

Totale medio 68.000.000 di persone di cui il 75% in età adulta tra i 25 - 75 anni (51.000.000) il restante 25% in età pre-scolare-accademica tra i 5 - 24 anni (17.000.000)

IL MONDO DELLA SCUOLA PUBBLICA

- tra i 5/6 e 10 anni 30% (5.100.000) Materna
- tra gli 11 e 13 anni 30% (5.100.000) Scolare
- tra i 14 e 18 anni 25% (4.250.000) Liceale
- tra i 19 e 24 anni 15% (2.550.000) Accademico


Insegnanti Materna 5.100.000 / 20 fa 255.000

Insegnanti Scolare 5.100.000 / 20 fa 255.000

Insegnanti Liceali 4.250.000 / 20 fa 212.500
per le 11 discipline fa 2.337.500

Insegnanti Accademici 2.550.000 / 200 fa 12.750
per le 35 discipline fa 446.250


Totale Insegnanti 3.293.750 media stipendi (I: 1.350 Euro)
Sarebbe 4.446.562.500 mensile 7,7% del Pil Italiano anno

Personale parascolastico 1 a 300 fa 57.000 (I: 1.150 Euro)
Sarebbe 65.550.000 mensile 1,14% del Pil Italiano anno

Personale direttivo e segreteria 5 a 600 fa 142.000 (Im:1.400 Euro)
Sarebbe 198.800.000 mensile 3,44% del Pil Italiano anno


Questo esercito di persone 3.492.750 pari al 5,14% della popolazione sono oltre che divulgatori della conoscenza anch'essi contribuenti e pagano le tasse pari a 20.209.761.000 annuo, il 2,69% del Pil.

Senza considerare che spendono il resto dello stipendio per consumi e balzelli vari come tutti noi.
Le cifre possono variare ma potrebbero non essere di tanto discostanti a quelle reali.

========
Forse che il Governo non si renda conto che si sta dando la ZAPPA sui piedi da solo?

Economisti o Maldestri inconcludenti?

Considerazioni?

A Pace

PS: Con le Banche non abbiamo ancora raggiunto il nostro obbiettivo, tutto quello che si vede non è frutto del nostro operato, non ancora!
Se le borse perdono i denari non spariscono ma si spostano di mano, non si bruciano.

Il gioco è riempire il canestro e poi lo si vuota.

A Pace (ricercatore del buon senso), Italia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 12:09| 
 |
Rispondi al commento

http://it.youtube.com/watch?v=EK-9HzCce9s&feature=related

HO IL NOSTRO INNO!

mark kaps Commentatore certificato 18.10.08 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Bo Duke

Che nella tua città ci siano classi con il 90% di immigrati e che questa sia la norma e non qualche eccezione valla a raccontare a qualcun altro!!
Dove abiti?
A Brixton, sud di Londra o a Vitry ,periferia sud di Parigi?
In quei rari casi dove le percentuali sono alte ci sono specifici interventi ,già previsti da tempo.
Già il fatto che tu mi metta davanti una percentuale del 90% come significativa e rappresentativa,in un paese come l'Italia dove una città super densa di immigrazione come Milano arriva al 12-13% totale denota la tua miseria intellettuale, la tua triste situazione, la tua puerile volontà di mistificare ...
Queste stupidaggini valle a raccontare ai tuoi compari leghisti semianalfabeti o a qualche altro compare di osteria ,dopo un bel mezzo litro di vino rosso..


Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Venerdì 31 ottobre 2008, presso il Palazzo della Cancelleria, in Piazza della Cancelleria 1, si celebrerà l'84ª Giornata Mondiale del Risparmio, organizzata dall'Acri - Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa. Titolo dell'edizione di quest'anno è "Produttività, Risparmio, Sviluppo".

Interverranno:

Giulio Tremonti, ministro dell'Economia e delle Finanze;

Mario Draghi, governatore della Banca d'Italia;

Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri;

Corrado Faissola, presidente dell'Abi.

Ci saremo anche noi, incatenati.


BOZZA PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE
- IN GALERA CERTI BANCHIERI -
347 3076527 WWW.CONTROLETRUFFE.COM

Appuntamento per il giorno VENERDI' 31 OTTOBRE 2008 alle ORE 9,00 presso il Piazzale della Stazione Termini .

Partenza dalla Stazione alle ore 10, verso via CAVOUR .

All'altezza di Santa Maria Maggiore si gira verso il Viminale e si raggiunge Via Cesare Balbo, dove ha sede il Commissario Straordinario del Governo, il Prefetto Giosué Marino.

Si fa una sosta sotto la sede del Commissario di 15/20 minuti e si riprende la marcia verso Via Nazionale, passando per via Milano. (Con la prossima NEW spiegheremo il motivo della sosta sotto alla sede del Commissario) .

Si percorre tutta via Nazionale (anche davanti alla Banca d’Italia), verso Piazza Venezia, passando in Via delle Tre Cannelle .

Si segue Via del Plebiscito, proseguendo in Corso Vittorio Emanuele, passando davanti alla sede dell’ABI, fino a giungere a Piazza della Cancelleria intorno alle ore 11,30 .

Protesta davanti al Palazzo della Cancelleria, sede dell'ACRI, fino alla chiusura del convegno .


http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&data=2008/10/14&id=4949&categoria=puntata&from=iene GRAZIE 'IENE-LUCCI-MEDIASET ' IL SERVIZIO di martedi 14/10/08 DEL GRANDE ENRICO LUCCI delle IENE su legge SALVAMANAGER primo tentativo di farla passare come legge .SECONDA PARTE DEL SERVIZIO LaCONSEGNA DEL PANETTONE/TANZI EROE

andrea cogo 18.10.08 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono un insegnante di scuola superiore con trentadue anni di servizio, quindi non rischio il posto. Quello che il Governo Berlusconi sta facendo alla scuola è fuori da ogni commento e si spiega solo con precisa volontà di distruggere la scuola pubblica. Tuttavia mi chiedo una cosa: i nostri cari colleghi che hanno votato questi infami, cosa fanno? Li giustificano (ho sentito commenti del tipo: tanto gli altri fanno peggio!)? Non vogliono aprire gli occhi o sono collusi? E perchè quando si fa unoi sciopero della categoria, molti, troppi, pensano solo a non perdere lo stipendio?
Per la miseria, tiriamo fuori le palle altrimenti questi ce le strappano!!!!

stefano rascioni 18.10.08 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro Brunetta, se l'UE ci bacchetta per le nostre emissioni inquinanti, ci mandi la Prestigiacomo a spiegare che basta alzare le soglie consentite per legge e il cancro non c'è più.
E poi danno di lavativi a noi!

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Mauro Maggiora dice cose sacrosante e Bo Duke non sa nemmeno dove stia di casa la logica nonché la pedagogia, cosa che si era vista benissimo anche in altri post. Ma c'è chi continua a parlare di cose di cui non sa nulla e il motivo è quello che magari a scuola non c'è andato abbastanza o ci ha fatto la figura del salame. E forse quel soprannome dipende dal fatto che a ogni domanda scolastica rispondeva. "Bò"

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 11:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

No, Giuseppe, il cielo è sempre più Sky

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 11:53| 
 |
Rispondi al commento

DISCORSO PRONUNZIATO DA PIERO CALAMANDREI AL III CONGRESSO DELL'ASSOCIAZIONE A DIFESA DELLA SCUOLA NAZIONALE IL GIORNO 11 FEBBRAIO 1950

"Facciamo l'ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuole fare la marcia su Roma e trasformare l'aula in un alloggiamento per manipoli; ma vuole istituire, senza parere, una larvata dittatura.

Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di stato in scuole di partito?

Si accorge che le scuole di stato hanno il difetto di essere imparziali. C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino sotto il fascismo c'è stata.

Allora, il partito dominante segue un'altra strada (è tutta un'ipotesi teorica, intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito.

Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole, perché in fondo sono migliori si dice di quelle di stato. E magari si danno dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche alle scuole private. A "quelle" scuole private. Così la scuola privata diventa una scuola privilegiata.

Il partito dominante, non potendo apertamente trasformare le scuole di stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di stato per dare la prevalenza alle scuole private.

Attenzione, questa è la ricetta. Bisogna tenere d'occhio i cuochi di questa bassa cucina. L'operazione si fa in tre modi, ve l'ho già detto, per rovinare le scuole di stato.

Lasciare che vadano in malora. Impoverire i loro bilanci. Ignorare i loro bisogni. Attenuare la sorveglianza e il controllo sulle scuole private. Non controllarne la serietà. Lasciare che vi insegnino insegnanti che non hanno i titoli m

Richard D., Roma Commentatore certificato 18.10.08 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dunque per vincere Berlusk ha promesso

-l'abolizione dell'ICI (e per ripagarla ha affossato i Comuni che si sono dovuti inventare altre tasse o gabelle locali, per cui alla fine il cittadino ha pagato di più),

-la soluzione del problema rifiuti, e per levarli senza fare un piano di riduzione e riciclo minaccia di trasformare il territorio in una fila di discariche e incineritori, ad alto livello di tossicità cancerogena, per pagare i quali si deve inventare tagli alle spese pubbliche

-la soluzione del problema energia, per cui ha pensato 'solo' alle centrali nucleari, per pagare le quali affosserà la scuola

-la soluzione del problema immigrati, per cui ha disposto solo strumenti penali e carcerari, eliminando ogni integrazione ed annullando anche gli aiuti al terzo mondo, col risultato che gli immgrati sono aumentati e che le carceri scoppiano

-la soluzione del problema sicurezza, per cui cui ha messo al sicuro i ladri di Stato e i malfattori finanziari per sterili campagne contro lavavetri, wrighter e vu cumprà, col risultato che la criminalità d'alto bordo è aumentata, i criminali finanziari abbondano in Parlamento e la sicurezza è peggiorata, grazie anche alle campagne di odio e di razzismo sul territorio

Insomma: bei risultati ! Complimenti a chi lo ha votato! Ma complimenti anche a quell'opposizione che non si oppone a nulla e sta lì come corpo morto e ormai marcito!

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 11:50| 
 |
Rispondi al commento

credo che siamo davvero alla frutta!!! sono una ragazza di 26 anni catanese..che vive nel disagio di una città che ha davvero toccato il fondo...una città che amo e che vorrei vedere rifiorire...in fondo le città del sud nn sono cattive..sono gli amministratori che le fanno diventare così!! e poi sono una studentessa universitaria iscritta in una facoltà dove insegnano tutto tranne quello che un domani servirà x lavorare...è proprio vero...si bada a offrire poltrone a vecchi docenti che a curare la cultura di studenti che sul sapere basano la loro vita...anche lavorativa! spero davvero che il vento cambi...che come me e milioni di studenti ce ne siamo altri che si sveglino da questo incubo e che si muovano! si è vero quello che dicono...noi giovani siamo la speranza e la risorsa del futuro...ma quello che mi chiedo è...ma di quale futuro parlano?!!!! beppe sei un grande lottatore e ti ammiro...e verrò a vederti quando verrai nella mia degradata città!!! vorrei che in tutti gli italiani ci fosse un pizzico del coraggio che persone come te...marco travaglio e altri avete! in bocca al lupo x tutto...

alessia toscano 18.10.08 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma il cielo è sempre più blu...

Giuseppe G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...

antonio zennari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:46| 
 |
Rispondi al commento

UNA VOLTA PER TUTTE

La questione delle classi ponte è un falso problema.

1. I bambini stranieri imparano in pochi mesi la lingua, senza problemi e senza traumi.Chi sostiene il contrario non sa nulla di bambini e non sa nulla del processo di apprendimento dell'infanzia.

2. Punto uno premesso, chi se ne frega se lo fanno in Francia!!Se non c'è un problema, perchè cercare una soluzione?
In Francia le classi ponte trovano senso nel loro particolare sciovinismo e nella classica degenerazione tipica dei paesi che furono colonialisti, quelli in cui si parla una lingua forte,diffusa anche altrove:non è il caso dell'italiano , parlato dai ticinesi e da qualche anziano ascaro in Eritrea.

3. Nelle scuole ad alto tasso di presenza straniera ci sono già, DA ANNI, ripartizioni fisse sulle classi con un numero massimo di bimbi stranieri,parlarne adesso come di un fatto nuovo,proposto dalla mozione Coto denota ignoranza abissale.

4.E' evidente che l'intento leghista non sia quello "integrazionista":ai bimbi stranieri verrà insegnato "il rispetto e l'educazione alla legalità":testuali parole, andate a leggervi la mozione.
Questo è il succo , l'intento del legislatore leghista, insegnare a questi negri ,rom e stranieri di merda a non rubare e a non struprare le nostre donne,visto che a casa non glielo possono insegnare..
Mauro Maggiora, Genova

ççççççççççççççç

ecco come scrive un ignorante
il fatto che i bambini tutti siano veloci nell'imparare non significa che bisogna distruggere le classi aspettando loro ed i loro problemi di stare fermi in classe di rispettare i compagni ele compagne
Se in francia ci sono vuol dire che le classi ponte servono il colonialismo è una cazzata ne abbiamo più bisogno noi che non abbiamo avuto colonie di lingua italiana
Nellamia città ci sono classi col novanta x cento di immigrati che rendono impossibile lo svolgimento regolare delle lezioni xè quasi sempre assenti bisogna sempre ripetere le cose xloro non si va avanti

te non ne sai di scuola


Credo che ogni genitore che si rispetti voglia per i propri figli un livello di cultura superiore a quello che ha avuto lui e scuole migliori di quelle di adesso.
I miei avevano fatto solo la 3a elementare ma hanno voluto che io mi laureassi. Ho studiato e lavorato ma senza il sostegno dei miei non ce l'avrei fatta allo stesso modo.
Mia figlia si è laureata, ha più master di me e sa più lingue. Il mondo deve andare avanti, non indietro. E chi vuol ricacciarlo indietro è morto!
Ogni genitore che ama i propri figli vuole per loro una preparazione migliore. Solo i genitori legastri e berluskastri accettano per i propri figli una scuola peggiore di quella che essi hanno avuto. E' una cosa vergognosa e contro natura! Che nessun animale, se avesse questa scelta, farebbe. Che prova solo che idioti ci siano al mondo. I quali avranno dei figli ancora più idioti.
A che scuola li manderanno? Alle private? (ci ho lavorato per anni e so che sentina di nullità siano). Gli compreranno a suon di soldoni quei titoli di cui vogliono ornare le pareti del salotto buono? O li ordineranno per posta come il diploma di Radio Elettra? O millanteranno titoli che non hanno come fece Bossi? Come se l'assenza di cultura e di logica non straripasse da questi somari! Non li portasse a votare leggi che affossano la patria e rovinano i cittadini! Non gli facesse fare scelte che finiscono per distruggeree anche il loro futuro!
Ma davvero credono che la tronfiaggine e la prepotenza possano sostituire la libertà di pensare e di usare il proprio intelletto?
Quando un governo decide di rovinare la sanità, la scuola e la giustizia, come volete sperare che un disgraziato paese possa competere col mondo moderno?
Quando tutto sarà clientelismo politico e ogni merito sarà messo in discarica, ci rivolgeremo all'estero per ogni incombenza e bisogno?
Ma non capite che affossare la scuola vuol dire affossare un paese?
Non gli bastava di aver tagliato il futuro al lavoro?

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari frequentatori del blog,
dicono che così non si può andare avanti e che i tagli sono inevitabili, come se le ore di lezione fossero inutili, superflue;
dicono che la scuola non può servire come ammortizzatore sociale, come se gli insegnanti fossero tutti fancazzisti collocati in un impiego purchessia, come sono invece i politici e i loro portaborse;
LA REALTA' E' CHE STANNO SMANTELLANDO LA SCUOLA PUBBLICA DI STATO SOLTANTO ED ESCLUSIVAMENTE PER REGALARE I SUOI STUDENTI ALLE SCUOLE DI COMUNIONE E LIBERAZIONE.

San Petronio 18.10.08 11:38| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE, MA COSA VI ASPETTAVATE DAL GRANDE STATISTA BERLUSCONI? DALL'UOMO DEI MIRACOLI?
SOLO CALCI NEL C...O E ... PEDALARE!
COME SI SENTONO TUTTI I NON VOTANTI?
PER FORTUNA CHE QUALCHE PERSONAGGIO IN PARLAMENTO C'E' A ROMPERE LE BALLE AL NANO!
E PER FORTUNA CHE QUEI POCHI QUALCHE ELETTORE CE LI HA MANDATI! ALLA FACCIA DEL MENO PEGGIO CHE NON ESISTE!

elena v. Commentatore certificato 18.10.08 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Clima, Brunetta: «Una follia le richieste dell'Ue»


«L'Europa ha poco da bacchettare perchè 20-20-20 è una follia. Per le imprese e per i Paesi»:

lo ha detto il ministro per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta,

in risposta alle polemiche europee con il Governo italiano sul pacchetto per la riduzione delle emissioni inquinanti.
-------------------------

Aooo padano doc ministr brunet ..... figlio da brambil dal venet ...

brutto androide che camini in ginocchio per che invece di perdere tempo per salvare berlusconi in parlamento non pensate di piu al ambiente o a la gente comune.

leghisti dal cavolo !!

negro incazzato oggi !!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:34| 
 |
Rispondi al commento

LA GELMINI, LA CARFAGNA, LA PRESTIGIACOMO CONTANO NA SEGA ! SONO BELLE STATUINE STUPIDOTTE CHE DOPO ESSERE STATE ANA-LIZZATE DA BELRUSCONE GODURIONE E FORSE ALTRI SONO STATE PIAZZATE LI' A PRENDERSI LE INGIURIE DEGLI ITAGLIANI !!

DOPO AVER DATO VIA IL CULO HANNO VENDUTO PURE LA DIGNITA' !!

MA CHE BEL PAESE !!

carlo raggi 18.10.08 11:33| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedete questo benedetto autografo ai presunti censurati .
Cosa mai avranno da dire che potrebbe cambiare la nostra vita .
Chiedete loro un autografo !!
saluti .

David Try Commentatore certificato 18.10.08 11:33| 
 |
Rispondi al commento


Home
Business & Finance
News
U.S.
Politics
International
Technology
Entertainment
Sports
Lifestyle
Oddly Enough
Environment
Health
Science
Special Coverage
Video
Pictures
You Witness
Blogs
Reader Feedback
Do More With Reuters
RSSRSS Feed
Widgets
Mobile
Podcasts
Newsletters
You Witness News
Make Reuters My Homepage
Partner Services
CareerBuilder
Affiliate Network
Professional Products
Support (Customer Zone)
Reuters Media
Financial Products
About Thomson Reuters
Britain to cut immigration due to weak economy: minister
Sat Oct 18, 2008 2:32am EDT


LONDON (Reuters) - Britain plans to reduce immigration in the face of a weakening economy and rising unemployment, the Times newspaper quoted Immigration Minister Phil Woolas as saying Saturday.

"If people are being made unemployed, the question of immigration becomes extremely thorny ... It's been too easy to get into this country in the past and it's going to get harder," Woolas told the paper in an interview.

"This government isn't going to allow the population to go up to 70 million," Woolas said. "There has to be a balance between the number of people coming in and the number of people leaving."

At a time of economic difficulties, employers should put British people first or they will risk fuelling racism, Woolas said.

Immigration has been high under the Labor government which came to power in 1997, and the Times said net immigration is estimated to be more than 200,000 a year until 2012.

Woolas also said he opposed an amnesty for people who came to Britain illegally because it would encourage more illegal immigrants.

The government recently adopted a system under which would-be migrants are awarded points depending on their value to the British economy, designed to encourage skilled immigrants and reduce the number of unskilled economic migrants.

Britain's population is around 61 million.

© Thomson Reuters 2008

Bo Duke 18.10.08 11:31| 
 |
Rispondi al commento

http://it.youtube.com/watch?v=kd0kDxP04eI&feature=related

cimbro mancino Commentatore certificato 18.10.08 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Presidente Napolitano, in merito alla sua affermazione:
"non si deve dire sempre no",
vorrei ricordarle che se ci fosse stato in carica, al suo posto, il nostro Presidente Pertini non si sarebbe mai permesso di fare determinate insinuazioni o firmare leggi
riguardo ai cambiamenti messi in atto dal governo attuale in carica perchè la sua fede SOCIALISTA, non poteva essere messa in dubbio da nessuno, purtroppo ultimamente molte persone dimenticano il loro passato e vanno dalla parte di chi comanda o cercano la via più semplice per ritornare al potere, la propria fede non va mai smentita!!!!!
Cari politici cercate di lavorare di più e andare meno in giro a fare la bella vita perchè siamo Noi che vi paghiamo, state spendendo troppo, siamo alla frutta, intendete?????
Caro ministro Brunetta, al posto di parlare di PREMI fai lavorare le persone che sono negli uffici altrimenti mandali a lavorare in fabbrica, perchè lì se non lavori ti mandano a casa!!!!!!!
Parte della pubblica amministrazione va chiusa, sono poche le persone che sono entrate per merito, la maggior parte sono state inserite tramite la politica.
Riguardo voi cari sindacalisti cercate di fare il lavoro per cui siete pagati,difendere i lavoratori, il sindacato non può e non deve essere il trampolino di lancio per entrare in politica o appoggiare la politica, quando avete fatto i nostri contratti tenendo conto di chi comandava abbiamo sempre preso poco rispetto alla pubblica amministrazione, tutto questo per dire che quando devono spendere i nostri soldi, prendiamone una a caso, riguardo alle missioni all'estero un militare per 6 mesi di missione si porta a casa €30.000, in fabbrica neanche in 18 mesi li prende!!!!!!!!!!!!!!!!
luigi "

Luigi D. Commentatore certificato 18.10.08 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

noi italiani abbiamo i politici che ci meritiamo. sembra banale ma è così.

antonio a., grugliasco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:27| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Inesorably banned

Beh, innanzitutto ti ringrazio per il plurale maiestatis, ma non ci tengo, mi puoi dare del tu.
I miei politici?
quali?
Io non ho politici, ne vorrei avere, lì vorrei qui accanto a me per una bella serie di sevizie..
Io critico la politica sulla scuola, DELLA SINISTRA E DELLA DESTRA, entrambe hanno ridotto questo paese un letamaio , un deserto amorale.
Non ho risposto?
A cosa?
riformulami la domanda, mi è sfuggita...
Io non ti tratto come idiota, non sei un idiota e anche se lo pensassi non te lo direi,perchè sono educato..
E poi di che ti preoccupi?
Sei in linea con cio' che sostiene la maggioranza del paese, sei in ottima compagnia..

Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GREMBIULINI IMBOTTITI,PALLOTTOLIERE PER MITRAGLIATRICE E MASCHERA ANTIGAS

mark kaps Commentatore certificato 18.10.08 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Se riuscite a sanguinare in silenzio
saprete trattenere ogni urlo di gioia.

(A. Rodixe)

Exidor X Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi ricordo che l'introduzione dei 3 maestri, non è stata fatta per migliorare l'offerta didattica bensì per sopperire alla diminuzione degli alunni, e al conseguente esubero di docenti. Dietro il titolone giornalistico "ritorno al maestro unico" si nasconde il fatto che questo sarà affiancato da un altro per la lingua straniera.

leo R. Commentatore certificato 18.10.08 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

squole diferenzziate imparare italiano. Bossi e leghisti tornare a squola insieme nelle aule coi negri. Negri conoscere più bene italiano di Bossi. Leghisti mica conoscere italiano. Loro sapere solo lingua del pirla. la lingua del pirla duro.

rob m., como Commentatore certificato 18.10.08 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Io sono del parere che si possa dare dell'idiota ad una persona senza usare espressamente quel termine.
Ci sono commenti assurdi che, anche se mascherati, fanno intravedere gli insulti e danno ancora più fastidio di una parolaccia.
Banned, non continuare a frantumare i coglioni e non cercare di essere quello che non sei.

p.s.
La Donna Cattiva, per esempio, è meno offensiva con il suo modo genuino, rispetto a Puc.cina che usa termini molto diplomatici
Chiaro il concetto?

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i bambini stranieri hanno sempre velocemente imparato stando in mezzo agli altri, e grazie a compresenze e recuperi individualizzati che ora non ci saranno +
chi rallenta il programma sono i bambini figli d'italiani che sono viziati marci, pieni di vuoto e difesi a spada tratta dai genitori e insegnanti italiani
hanno sempre caldo, o freddo, o devono bere la lattina o mangiare schifezze
dicono non trovo giusto
dicono non ho fatto il compito non ho capito
mia mamma dice che lei pretende troppo
spesso i bambini stranieri li guardano esterrefatti
e spesso rumeni e iraniani si piazzano nelle prime posizioni dei vari concorsi di poesia, olimpiadi
di matematica ecc.
ho bizzeffe di prove a disposizione di quanto sto dicendo
Comunque i corsi sono una cosa, ben vengano, ma anche per gli altri che l'italiano poco lo sanno, e le classi differenziate un'altra. Il gioco vile e' mischiare le acque, giocando su pochi punti che la gente riesce a capire perche' certo non da oggi la scuola e' nel casino, ma non si risolvono i problemi con la malafede
E per quanto riguarda i bimbi in corteo, il dubbio di coscienza ai miei tempi era simile per decidere se fare aderire i figli all'ora di religione o no, rischiando di emarginarli e imporre loro le proprie idee. Balle. Non ci si puo' nascondere dietro un dito. Tanto sia figli che alunni sanno benissimo come la pensi, e quello di cui necessitano sono esempi, modelli, coerenza, coraggio, contenuti.
Andare ad una marcia con il figlio e' certo meglio che lasciarlo solo davanti alla tv o girare per il paese con i petardi le spranghe e le lattine di birra. Da grande si ricordera' e sapra' discernere.
parola di genitore ed insegnante

eleonora forno, Giaveno(TO) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:15| 
 |
Rispondi al commento

UNA VOLTA PER TUTTE

La questione delle classi ponte è un falso problema.

1. I bambini stranieri imparano in pochi mesi la lingua, senza problemi e senza traumi.Chi sostiene il contrario non sa nulla di bambini e non sa nulla del processo di apprendimento dell'infanzia.

2. Punto uno premesso, chi se ne frega se lo fanno in Francia!!Se non c'è un problema, perchè cercare una soluzione?
In Francia le classi ponte trovano senso nel loro particolare sciovinismo e nella classica degenerazione tipica dei paesi che furono colonialisti, quelli in cui si parla una lingua forte,diffusa anche altrove:non è il caso dell'italiano , parlato dai ticinesi e da qualche anziano ascaro in Eritrea.

3. Nelle scuole ad alto tasso di presenza straniera ci sono già, DA ANNI, ripartizioni fisse sulle classi con un numero massimo di bimbi stranieri,parlarne adesso come di un fatto nuovo,proposto dalla mozione Coto denota ignoranza abissale.

4.E' evidente che l'intento leghista non sia quello "integrazionista":ai bimbi stranieri verrà insegnato "il rispetto e l'educazione alla legalità":testuali parole, andate a leggervi la mozione.
Questo è il succo , l'intento del legislatore leghista, insegnare a questi negri ,rom e stranieri di merda a non rubare e a non struprare le nostre donne,visto che a casa non glielo possono insegnare..

Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo che lamentarsi di essere continuamente bannato e farsi un nik che significa inesorabilmente bannato dimostra tutta l'intelligenza del tipo

Mauro Medeot (mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma se continuate a scrivere delle emerite stronzate, come potete pretendere che il vostro commento non venga cancellato?

Qui non ottenete nulla.
Nessuna delle persone che scrivono qui dentro cambierà idea in merito a quanto schifo fa la politica italiana (tutta) ed il sistema mondiale dei potenti.

Perdete tempo per niente e mettete ancora più in evidenza quanto siete limitati ed in mala fede.

Piantatela di lamentarvi e cominciate a scrivere sui blog dei vostri beneamati. Lì troverete maggiori attenzioni e farete delle fantastiche figure.

Suvvia, che palle!

p.s.
questo non vuol dire che quello che viene scritto qui dentro corrisponde necessariamente alla verità. Diciamo che corrisponde al nostro pensiero. Ok?

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caso Abu Omar e occultamento della verità

http://altravoce.blog.espresso.repubblica.it/ultima_voce/2008/10/perche-non-vogl.html

.

Sergio Di Rosa, Cagliari Commentatore certificato 18.10.08 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INESORABLY BANNED.....
VAFFANCULO!

ALMENO QUELLI DELLA SINISTRA NON VIETANO AL POPOLO CIò CHE FANNO ANCHE LORO,
A DIFFERENZA DI VOI COGLIONI......
E POI NON VI SENTITE PRESI PER IL CULO...
SI COMPORTANO COME STALIN,
COME FIDEL......
LORO SONO MOLTO + COMUNISTI DI ALTRI.....

PS.PRIMA DI COMMENTARE CERCA DI APRIRE GLI OCCHI............COGLIONE

CARIOCA PRATESE SFAVATO 18.10.08 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rieccomi!!!!!

novità? virus? infiltrati?

Mauro Medeot (mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHE' RISPETTANO LA CAMORRA, LA MAFIA, LA NDRANGHETA ...E DELEGITTIMANO SENZA RAGIONE APPARENTE (VEDI MARONI IERI !!) I SAVIANO, I BEPPE GRILLO, I FALCONE E I BORSELLINO ECC... ??

EHEHEHEHEHHHHHHHHHHH !!!!!!!!!!!

carlo raggi 18.10.08 10:58| 
 |
Rispondi al commento

La scuola elementare di mia figlia verrà massacrata da questa riforma Gelmini/Tremonti.
E' una scuola già poco amata ,persino dalla giunta di "sinistra" di Genova.
Una scuola che, pervicacemente, testardamente, insegna ed educa al rispetto delle diversità , con una percentuale di stranieri superiore al 30%.
Senza mai un problema linguistico d'inserimento :i bimbi procedono nella crescita personale , nessun rallentamento per colpa dei bimbi stranieri, si progettano attività interdisciplinari , si organizzano uscite, si visitano musei, si fanno gite ecc.
Una scuola con classi a tempo pieno, che, nonostante quello che si dice, NON E' PREVISTO NEL DECRETO, NON SE NE PARLA...
Una scuola già finanziata in parte dai genitori , che comprano mobili all'IKEA, stampanti, toner, tinteggiano le scale e comprano cancelleria per le classi,FACENDO COLLETTE!!
Fondamentale l'apporto di due maestre, per una proposta didattica di questo tipo.
Ma vallo a spiegare a questi aziendalisti del cazzo..

Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:55| 
 |
Rispondi al commento

E comunque, loro non sono razzisti,
sono gli altri ad essere negri!

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cheng Shi
la tua intelligenza illumina noi, ed è quel che conta. Non dar retta agli asini! Scalciano sempre contro chi è superiore a loro. Ma è solo impotenza da invidia. Una cosa che non si curerà certo con la scuola gelminia. La cultura non ha senso invidiarla, bisogna conquistarla. Ma il suo bello è che, a differenza della ricchezza, si può corteggiarla anche senza ricchezza.

Ti regalo qualche bell'anagramma:

Roberto Calderoli = colorito re del bar
Maurizio Sacconi = minuzia rocciosa
Elio Vito = io l'evito
Angelino Alfano = la fola è inganno
Renato Brunetta= aberrante un tot
Silvio Berlusconi = burlesco noi svilì

Se volete sapere qual'è il vostro anagramma
andate su http://www.nightgaunt.org/anagrams/anagrams.htm

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA SCUOLA,L'AUTOMOBILE,IL NUCLEARE?

*************************************************
LA STORIA SI RIPETE.........
I NOSTRI POLITICI NON CAPISCANO UN BEATO CASSO...
PENSANO ALLE AUTO....(A BENZINA,+INQUINAMENTO)

IL NUCLEARE.........(SECONDO LORO COSTA MENO,ED è + EFFICENTE DELLE FONTI RINNOVABILI)

LA SCUOLA?.........BASTA VEDERE CHE FIGURE DI MERDA Fà BERLUSCONI PER IL MONDO.........
QUESTA è LA 1 COSA DA IMPARARE,
NON FARE MAI COME IL PREMIER...............
.....................
CI HANNO PORTATO IN DIREZIONE OPPOSTA ...........
SONO VECCHI E DA VECCHI SI COMPORTANO

CARIOCA PRATESE SFAVATO 18.10.08 10:52| 
 |
Rispondi al commento

FINCHE' NESSUNO REAGISCE PESANTEMENTE QUESTA FECCIA CRIMINALE CONTINUERA' LA RAZZIA LA PREDAZIONE FINO ALLA DISTRUZIONE TOTALE DI QUESTA PENISOLA DI SFIGATI INETTI EBETI !!

SE NON AVETE FIGLI POTETE FREGARVENE MA SE NE AVETE E NON REAGITE FATE QUALCOSA I VOSTRI FIGLI DOMANI VI MALEDIRANNO !!

carlo raggi 18.10.08 10:51| 
 |
Rispondi al commento

LE LEGGE E UGUALE PER TUTTI

CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLO STATO SOCIALE, LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA E DELLA SANITA FIRMATE PER PROTESTA LA PETIZIONE PER ESTENDERE ED APPLICARE LA RIFORMA DEL MINISTRO BRUNETTA AI NOSTRI DEPUTATI E SENATORI IN QUALITA DI DIPENDENTI PUBBLICI POTETE FIRMARE E DIFFONDERE IL BANNER DELLA PETIZIONE SU:
http://fir.miamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
( FIRMIAMO SENZA PUNTO CHIARAMENTE)

mimmo dorazio 18.10.08 10:48| 
 |
Rispondi al commento

LE LEGGE E UGUALE PER TUTTI

CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLO STATO SOCIALE, LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA E DELLA SANITA FIRMATE PER PROTESTA LA PETIZIONE PER ESTENDERE ED APPLICARE LA RIFORMA DEL MINISTRO BRUNETTA AI NOSTRI DEPUTATI E SENATORI IN QUALITA DI DIPENDENTI PUBBLICI POTETE FIRMARE E DIFFONDERE IL BANNER DELLA PETIZIONE SU:
http://fir.miamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
( FIRMIAMO SENZA PUNTO CHIARAMENTE)

mimmo dorazio 18.10.08 10:47| 
 |
Rispondi al commento

ECCO IL MODELLO DI SCUOLA CHE VUOLE LA GELMINI:
A SCUOLA SOLO I RICCHI POTENDOSI PERMETTERE LE SCUOLE PRIVATE E ACQUISTANDO A BUON PREZZO LA LAUREA.
OVVIAMENTE I POVERI CHE NON POSSONO ANDARE NELLA SCUOLA PRIVATA DEVONO PER FORZA ANDARE NELLA SCUOLA PUBBLICA DI CATTIVA QUALITA' CHE LA GELMINI STA COSTRUENDO. QUESTA DONNA E' LA VERGONGA DEL GOVERNO BERLUSCONI, E' UNA DONAN VISCIDA DENTRO, FORSE PERCHE' NON HA FIGLI E NON E' MAMMA E QUINDI NON CAPISCE IL PERCORSO SCOLASTICO CHE IL BAMBINO FA.
BISOGNA LOTTARE FINO IN FONDO, SE MOLLIAMO PENSERANNO CHE SIAMO UN POPOLO DI STUPIDI, UN POPOLO DI COGLIONI COME DICEVA BERLUSCONI L'ILLUSIONISTA.
QUESTO PSICONANO PENSA SOLO AI CAZZI SUOI, PENSA ALLA BORSA PENSA A MEDIASET, PENSA ALLE SUE CONDANNE E A QUELLE DEI SUOI AMICI, PENSA A SALVARE L'ALITALIA E A NON FARE CONDANNARE I SUOI AMICI, PENSA A COMPRARSI IL PARMIGGIANO REGGIANO PERCHE' IN CIRISI SULLE VENDITE, PENSA AD INCONTRARSI CON GHEDDAFI PER CHIUDERE ACCORDI SULLE VENDITE DEI SUOI GIORNALI PROMETTENDO CHE NON SAREBBERO PIU' ARRIVATI CLANDESTINI E INVECE SON OTRIPLICATI GLI SBARCHI, AVEVA PROMESSO CHE NON LICENZIAVA NESSUNO E INVECE IL COGLIONE ILLUSIONISTA LO STA FACENDO IN MANIERA DOLCE. NON CI SONO I SOLDI PER PAGARE GLI INSEGNANTI MA CI SONO I SOLDI PER ELIMINARE IL DEBITO DI ROMA (500 MILIONI DI EURO) E IL DEBITO DI CATANIA (150 MILINI DI EURO).
SPERO MENTRE SIA IN UN VOLO DI TRASFERIMENTO PER IMPEGNI POLITICI CADA IL SUO AEREO E LA FINISCE DI ROMPERE CON TUTTE STE MENATE DEL CAZZO.

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:45| 
 |
Rispondi al commento

LE LEGGE E UGUALE PER TUTTI

CONTRO LO SMANTELLAMENTO DELLO STATO SOCIALE, LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA E DELLA SANITA FIRMATE PER PROTESTA LA PETIZIONE PER ESTENDERE ED APPLICARE LA RIFORMA DEL MINISTRO BRUNETTA AI NOSTRI DEPUTATI E SENATORI IN QUALITA DI DIPENDENTI PUBBLICI POTETE FIRMARE E DIFFONDERE IL BANNER DELLA PETIZIONE SU:
http://fir.miamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
( FIRMIAMO SENZA PUNTO CHIARAMENTE)

mimmo dorazio 18.10.08 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ci dice che la scuola verrà potenziata, ci saranno più qualità, più merito, più tempo pieno. Poi ci dice come farà:
- MENO scuole
- MENO ore
- MENO soldi
- MENO insegnanti
- MENO bidelli
- MENO libri gratuiti
Mi chiedo: ma qualcuno di destra si rende conto dell'idiozia di questo discorso? Se c'è qualche esemplare di destra-pensante, mi può dire come si fa a portare avanti un ragionamento così senza provare vergogna?

mariarita R. Commentatore certificato 18.10.08 10:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha mai detto che i bambini stranieri devono conoscere PERFETTAMENTE l'italiano (come detto da molti CAPISCO TUTTO IO/OPINIONISTI/POLITICI di Sinistra;
E' giusto che gli alunni italiani siano penalizzati, lo svolgimento dei programmi è praticamente bloccato perchè gli insegnanti devono tenere presente che molti degli alunni della classe non capiscono una parola di quello che viene spiegato?
Da genitore e figlio di insegnante ben vengano le classi ponte o cortsi di'italiano.

leo R. Commentatore certificato 18.10.08 10:44| 
 |
Rispondi al commento

IPOCRITI E FALSI MORALISTI.................
............................................
QUESTA DESTRA MORALISTA....
PENSA ALLE FAMIGLIE........
METTE DIVIETI.........
.....................

CHE FIGURE DI MERDA CHE FATE GIORNO GIORNO.

L'AMICO DI BORGHEZZIO HAIDER BUONANIMA,
PRIMA DI LEVARSI DEFINITIVAMENTE DALLE PALLE,
ERA STATO A FARSELO BUTTAR DIETRO
CON AMICI GAY,TUTTO IMBRIACO,
MA "FASCISTA".............
MENO MALE NON ERA COMUNISTA SE NO IKKè FACEVA?
HAHAHAHAHHAHA
HAHAHAHAHAHAH

CARIOCA PRATESE SFAVATO 18.10.08 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Strumentalizzare i bambini è metterli in classi separate!!

E' usarli per dare sfogo al "loro" odio e razzismo!!

Cheng Shih Commentatore certificato 18.10.08 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che sia giusto che un bambino sappia CHE BERLUSCONI E' UN GRANDISSIMO FIGLIO DI ZOCCOLA.

Non dobbiamo insegnargli chi sono i buoni e chi sono i cattivi?
Per la miseria, mi sembra di una banalità sorprendente.

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STRUMENTALIZZAZIONI

Anch'io divento pazzo di rabbia quando sento sproloquiare di strumentalizzazione dei bambini in piazza.
E' un argomento che i cialtroni de “il Giornale” stanno portando avanti già da tempo.
Ma questi hanno dei figli?
Credo che la maggior parte di loro non ne abbia la minima idea,persi tra vernissage, fuori orgiastici a base di cocaina, trans ed escort e presenzialismo.
E se ce l'hanno li posteggiano in scuole private di lusso, trasformandoli in caricature di idioti adulti vestiti come delle scimmie ammaestrate.
Come si permettono di giudicare le persone che manifestano portando con loro i bambini?
Io sono stato in corteo con mia figlia di 7 anni:ha cantato, giocato, corso, riso, sudato,con i suoi amici:
Sono un padre degenere?
Mi devono togliere la patria potestà?
Strumentalizza i bambini significa parlarne sempre a sproposito, usandoli come schermo protettivo per i propri pregiudizi, per discriminare,, per censurare , per occultare le proprie miserie..

Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUGIARDI D'ITALIA

Una raccolta delle menzogne meno famose di alcuni nostri esponenti politici...

ERMETE REALACCI (PD), sulla guerra in Afghanistan

2001: "Ormai siamo fuori dagli accordi NATO e qui si tratta di impegnare dei soldati italiani in azioni di guerra". Se l'Ulivo presenterà la mozione per inviare le truppe non la voterò.
(tratto da Il Manifesto)

2008: "In nostro impegno nell'Afghanistan è significativo e resta nell'ambito delle intese internazionali"


ULIVO - 1 marzo 2002

La manifestazione di domani sarà la prima risposta del centrosinistra alla legge sul conflitto di interesse appena approvato alla Camera. Dopo quello sulle rogatorie, l'Ulivo pensa ad un referendum abrogativo anche delle nuove norme.
(tratto da Repubblica)


LEGA NORD - 27 agosto 2004

La Lega, impegnata in una crociata contro Alitalia, è molto drastica: "Non si può tenere aperto un pozzo senza fondo - ha detto ieri il responsabile dei trasporti Andrea Gibelli - Siamo sulla strada della liquidazione".
(tratto da Repubblica)

4 anni dopo voterà no all'accordo con AirFrance perché avrebbe portato ad una perdita di 2000 unità di personale. Mentre 4 anni prima chiedevano la chiusura TOTALE!


GIULIO TREMONTI - 1 marzo 2002

"Il passaggio dalla Lira all'Euro è stato un successo". (tratto da Repubblica)

Qualche mese dopo da lui e Berlusconi partì la campagna di delegittimazione del governo Prodi per la scelta del passaggio dalla Lira all'Euro.


Questo ed altro ancora su:

http://alessandrotauro.blogspot.com/2008/10/un-tuffo-nel-passato.html

alessandro tauro Commentatore certificato 18.10.08 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione Emanuele, è più facile metterlo in tasca a un popolo ignorante. Basta vedere i leghisti. Allegri, ché dopo Umberto viene Renzo! La saga degli asini continua.

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 10:33| 
 |
Rispondi al commento

la riforma nella scuola è necessaria,ma questa è scellerata
sapete che i bambini che hanno il sostegno,si sono visti DIMEZZARE le ore?già da questo anno,badate bene..
e quindi un bimbo in difficoltà viene ulteriormente penalizzato,ma anche la classe in cui è ,di riflesso,lavorerà peggio
e poi vogliono fare classi ponte per gli immigrati?e magari poi anche per tutti i piu'bisognosi di attenzione?la risposta al problema è tagliare i sostegni?
ma è questo il metodo?

Letizia . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:30| 
 |
Rispondi al commento

OT

@MARIO RAVERA


QUALE PROPAGANDA FAREI IO?

ILLUMINAMI,TI PREGO.

Cheng Shih Commentatore certificato 18.10.08 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... (inizia sotto) Infatti il problema più grave è che nessuno sa niente, i media non ne hanno parlato, se non per screditare a titolo di 'minoranza' chiunque abbia protestato contro questo assurdo disegno di legge!
Dobbiamo riuscire a bypassare il muro dei giornalisti e delle televisioni controllate da questo governo (maggioranza + opposizione, sia chiaro!!) per far sapere, perché tutto questo non passi indifferente!! AIUTACI! L'UNIVERSITÀ NON È SOLO DEGLI STUDENTI MA DI TUTTI!!!! FAI GIRARE QUESTA MAIL A TUTTI I TUOI CONTATTI, anche se non studenti, è importante che tutti sappiano e se ne parli!! DOCUMENTO UFFICIALE: il decreto legge 112/08 articolo 16 Gazzetta Ufficiale (http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm) Il decreto è già stato pubblicato da più di un mese sulla Gazzetta Ufficiale quindi È GIÀ LEGGE!
PER ULTERIORI INFORMAZIONI: http://www.studentidisinistra.org/content/view/487/1. Questa non è una protesta politica ma nell'interesse di tutti Aiutaci a mobilitare tutti perché questo decreto potrebbe cambiare irrevocabilmente l'aspetto dell'istruzione italiana e quindi del paese.

Questa è una mail che sta girando in questi giorni tra gli studenti,almeno di Bari.
Stiamo cadendo sempre più verso il baratro e restiamo a guardare...
Maria

Maria C. Commentatore certificato 18.10.08 10:23| 
 |
Rispondi al commento

.....

Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:23| 
 |
Rispondi al commento

sabato 18 ottobre 2008 10.03.54

--------------------------------------------------------------------------------
Crisi mercati; Warren Buffett: "Comprate azioni americane"
"Sii avido quando gli altri sono cauti"

© APCOM
- "Comprate azioni americane". L'invito arriva da Warren Buffett. L'uomo più ricco del mondo, indicato come uno dei probabili futuri segretari al Tesoro Usa, celebre per la lungimiranza delle sue scelte di investimento, scrive: "sto comprando azioni americane. Sto parlando del mio portafoglio personale, quello in cui, in precedenza, non avevo che buoni del Tesoro del governo Usa. Se i prezzi continueranno a mantenersi interessanti, presto il mio patrimonio personale sarà composto al 100% da titoli americani".
"I miei acquisti - spiega - sono dettati da una semplice regola: sii cauto quando gli altri sono avidi, avido quando gli altri sono cauti".

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Bella citazione, Warren Buffett.

Te ne lascio una di mia:

"Aiuta chi sta peggio di te. Non te ne tornerà nulla probabilmente in termini economici, ma il tuo cuore splenderà di nuova luce".

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://it.youtube.com/watch?v=cMxpetcxDrA&feature=related

UNA PARITETICA RISPOSTA

mark kaps Commentatore certificato 18.10.08 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra incredibile ma, si spiega tutto e tutto si ricollega anche i viaggetti e gli incontri con l' amico bush , sarkozy e putin.
togliere fondi e sostegno creati con i soldi delle tasse pagate prevalentemente dalla povera gente (visto che l'evasione più consistente e posta nei ceti alti),per finanziare e direzionare i capitali dello stato verso aziende private e malgestite.
Uno degli ingredienti principali per realizzare ciò è anche l'ignoranza della massa e il rimbambimento della stessa facendo in ogni modo di convogliare ogni attenzione su argomenti superficiali ed inconsistenti, ma soprattutto ripetere all'infinito lo stesso mantra:tutto va bene , non c'e nulla da temere tuuta colpa dei comunisti.
Come se il nostro fosse mai stato un paese comunista(vedi patto NATO).
Gente pensate quello che volete ,ma, pensate pensate e soprattutto pensate con la vostra testa.
adios

Alessandro Cesarini 18.10.08 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Per tutti coloro che vogliono interessarsi a ciò che sta succedendo all'università italiana allego questa mail con la preghiera di leggere e diffondere..
Il nuovo governo, approfittando dell'estate, ha approvato il 25 giugno con la fiducia un decreto (poi legge 133) che modifica profondamente la struttura dell'università:
1. Ci sarà un taglio di 500 milioni di euro in 3 anni alle università. per alcuni atenei questo potrebbe significare la chiusura.Altrimenti:
2. Con il nuovo decreto le università pubbliche potranno scegliere se diventare fondazioni private o meno. PERCHÈ DOVREBBERO DIVENTARE FONDAZIONI PRIVATE?
3.Per riuscire a finanziarsi aumentando le tasse agli studenti, che non avrebbero più un limite di legge. Le tasse infatti potrebbero aumentare a dismisura, anche raggiungendo i 6-7000 euro l'anno, sul modello delle università americane.
Inoltre le fondazioni verrebbero finanziate da enti privati, come ad esempio le industrie farmaceutiche (forse le sole a poterselo permettere), e tali enti finirebbero per tagliare le gambe a tutti quei settori universitari e di ricerca che non rientrano nei loro interessi.
Ma soprattutto sarebbero le ricerche a venir danneggiate pesantemente, non più spinte dal puro interesse culturale e sociale, ma dai fondi messi a disposizione e dalle commissioni dirette degli enti stessi!! E IL FUTURO?
4. Università di serie A e di serie B in base alle disponibilità economiche degli studenti, quindi titoli di studio dal differente peso e possibile perdita del valore legale di questi.
I collettivi dei vari atenei organizzeranno assemblee per approfondire le conseguenze dei cambiamenti in atto, portati avanti da governi sia di destra che di sinistra di anno in anno, che minacciano quella che DOVREBBE ESSERE una UNIVERSITÀ LIBERA PUBBLICA E DI MASSA.Gli studenti, i ricercatori e i professori si stanno già muovendo e i corsi quest'anno non partono per protesta, ma un problema così grave è ancora poco conosciuto.
Continua...

Maria C. Commentatore certificato 18.10.08 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Berlusk vuole stabilire lui i reati di anno in anno e costringere i Magistrati ad agire non d'ufficio ma a discrezione politica.
E vuole imporre i suoi Giudici alla Corte Costituzionale così che non vi siano problemi per le sue riforme anticostituzionali.
Vuole anche scegliere lui il Commissario di garanzia che controlla RAI e Mediaset al posto dell'Opposizione.
E vuole abolire i contributi di Stato ma solo ai giornali che non sono suoi o di Confindustria e che dunque possono parlare male di lui.
Vuole abolire anche il controllo del Parlamento, eliminare la dialettica democratica e governare con decreti imposti alla fiducia.
Rifiuta il dialogo con l'Opposizione.
Fa leggi a senso unico che arricchiscono solo lui o una cricca di magnati malfattori e impoveriscono tutti gli altri.
Penalizza i comportamenti anche non lesivi di poveri ed emarginati ma depenalizza i reati molto lesivi di ricchi e potenti.
Non ci pensa nemmeno a rendere reato la tortura applicata dalle forze di polizia, anzi la premia.
Protegge mafiosi, camorristi e ladri di Stato.
Come premia di fatto stragisti, ultras assatanati e pluriomicidi.
Indebolisce le forze di polizia con la ridicola parata dei militari sul territorio.
Riempie il paese di discariche ma evita di fare un piano per ridurre o riciclare i rifiuti.
Affida le discariche agli stessi che hanno fatto sciagure con gli incineritori.
Premia con alte cariche i peggiori.
Toglie ai lavoratori i diritti pregressi, aumenta la disoccupazione e il precariato.
E intanto Sacconi vuol limitare il diritto di sciopero e negarlo alle categorie che possono mettere in crisi il Governo.
Tutti quelli che comandano vogliono abolire i sindacati.
E si pensa di revisionare la storia di questo paese riabilitando fascismo e nazismo.
Però non si deve dire che questo è neo-fascismo.
E dopo tutto questo scempio, Berlusk mira a un regime presidenziale forte con diretta elezione popolare e Franceschini, D'Alema e Veltroni, gli sciagurati, concordano

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Invece di pensare a dividere la ricchezza
pensano a dividere i bambini nelle scuole

Legisti di merda andate a fanculo

buon giorno a tutti

youseff horry Commentatore certificato 18.10.08 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto quello che si fa e che si può fare per favorire l'integrazione delle persone "disabili" nella vita di tutti i giorni di tutti noi esseri "normali" è il vero indice che segna il livello della qualità di una società,
a partire dal primo livello della vita sociale di una persona che sono gli asili e la scuola.
Questa riforma distrugge tutto quel poco che si è fatto finora in questa direzione, anche quello più significativamente straordinario dati i mezzi economici messi a disposizione dello stato che alcune regioni nonostante tutto sono riuscite a realizzare.
Questo governo piduista fascista razzista camorrista revisionista creazionista ,
si è mostrato subito per quello che è,
con la faccia di un'emerita nullità di ministro pensa di riportarci indietro di 50 anni ma si sbaglia .....questa pseudo riforma sarà la sua caporetto!
.

cimbro mancino Commentatore certificato 18.10.08 10:18| 
 |
Rispondi al commento

vado a fare un pò di spesa a cavallo del mio fido destriero e due ruote per evitare il traffico.

un saluto a tutti, ci si legge più tardi

Mandi!

Mauro Medeot (mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parliamo anche delle classi ponte? Abbiamo al governo della gente che pensa che riunire in una classe 5 cinesi, 6 africani, 3 albanesi e 4 pakistani sia il modo migliore per far loro imparare l'italiano.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

l'italiano è un optional, l'italianità dell'alitalia non va bene ma bruciare il tricolore è un reato!!!!!!

in spagna c'è il limite del 35 % nelle classi per i bambini non ispanici

vaffanculo!

io conosco un terrone che ha una laurea in ingeneria informatica e sa a malapena installare un programma su windows non è capace da solo di riformattare il disco e intallare di nuovo xp

avremo anche i negri in questa situazione tra breve

saluti


L'uomo è l'unico animale che non apprende nulla senza un insegnamento: non sa parlare, né camminare, né mangiare, insomma non sa far nulla allo stato di natura tranne che piangere.
Plinio il Vecchio


E INFATTI CERCANO DI FARCI PIANGERE, AFFOSSANDO LA SCUOLA, E CERCANDO DI MANTENERE NELL'IGNORANZA LE GIOVANI LEVE.
COME NEL MEDIO EVO, IL POPOLO IGNORANTE SI GOVERNA MEGLIO

SVEGLIAAAAAA!!!!!!!!!!!!!

Mauro Medeot (mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:11| 
 |
Rispondi al commento

inesorably banned 18.10.08 09:47

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

piantala di leggere Il Giornale. Fa male alla salute sai?
;)

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:07| 
 |
Rispondi al commento

quando però leggi pi articoli come

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=298854

ti fa incazzare sapere come i nostri bimbi vengono plagiati...IN NOME DI CHE COSA???? DELL'ODIO ANTIBERLUSCONIANO????
--------------------------------------------------

Ti dovrebbe far incazzare che si cerchi di plagiare i bimbi con la porcheria che passano in tv!!

Quella stessa tv fatta dal tuo nano!!

Quella stessa tv che mette pubblicità a non finire durante la trasmissione di un cartone animato!!

Quella pubblicità che INGANNA.

Che invita i bambini a distruggere.A combattere.A sentirsi dei supereroi!!

Che vende sesso a tutte le ore!!

Cheng Shih Commentatore certificato 18.10.08 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la fate finita di parlare di sinistra? La fate finita di parlare di
grembiulini e stupidaggini di questo tipo?
E' un movimento popolare, chissene frega della sinistra!

Ma siete così CIECHI da non capire che, sinistra o non sinistra, se
l'Università diventa privata non ci andranno nemmeno i VOSTRI figli, anche
se voi Berlusconi lo avete votato?

Ma volete capirlo che la scuola è di tutti, la ricerca è di tutti?
Se io mi ammalo di tumore vado dall'oncologo, dal chirurgo,
dall'anestesista, dall'infermiere e così via. E tutta questa gente chi l'ha
formata? La scuola! Dalla primaria all'università. Devo ringraziare la
scuola pubblica se posso andare in un ospedale pubblico e trovare qualcuno
che mi curi.
E le cure, poi, chi le trova? I ricercatori.
Come fate a dire che tutto ciò non vi riguarda?

Certo che l'Italia è indietro, ci tagliano i fondi di continuo. MA i
laureati italiani, appena vanno all'estero, sono visti e presi segno che
così schifo non facciamo.

Sinceramente sono stufa di sentir dire banalità sul fatto che sia tutto
pilotato dalla sinistra.
La sinistra non c'entra, è una mobilitazione popolare.

La volete una scuola pubblica per i vostri figli, che permetta loro di
studiare e di avere un titolo comunque di prestigio o all'estero ci
ignorerebbero?
O volete che chi nasce povero abbia figli destinati a essere poveri e a non
cambiare mai il loro destino? A voi la scelta.

Noi a Pisa combattiamo tutti insieme e i colori non c'entrano. Non ho mai
visto una sola bandiera di partito.
Abbiamo l'appoggio del lettore, si è mobilitata la normale, ci sono in
mezzo presidi e studenti. Non è solo qualche studente che non ha voglia di
studiare, non potete dirlo perché è spudoratamente falso.

Cercate di capire che la cultura è di tutti e che se la riforma della
scuola va fatta non è tagliando fondi, privatizzando, impedendo l'accesso a
chi non ha i soldi.

LA SCUOLA E' DI TUTTI, IL COLORE NON C'ENTRA.

Federica Bianchi 18.10.08 10:05| 
 |
Rispondi al commento

e) Regolarizzare gli extracomunitari clandestini che già lavorano, per permettere alle aziende la deduzione delle loro retribuzioni, e aumentare la base contributiva e fiscale.

catellomonaco@tin.it

Catello Monaco, Olbia Commentatore certificato 18.10.08 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'EURO E IL DOLLARO SONO SOPRAVALUTATI COME MONETE NAZIONALI, perché, come monete di riferimento, sono agganciati alla produttività mondiale media, mentre contemporaneamente sono aumentati gli sprechi, anche militari, dell'occidente e la produttività degli altri paesi.
Perciò in assenza di correttivi in USA e in EUROPA:
1) Diminuiranno le esportazioni, la produzione, l’occupazione, i salari.
2) Le banche a causa dell’insolvenza di mutui e derivati, saranno in difficoltà a breve e a rischio di tracollo a medio termine.
3) Il denaro, risucchiato dai mutui, scarseggerà sempre più in circolazione.
4) Saremo sempre più invasi, da tutto il mondo, da chi vuol mandare euro o dollari a casa propria. 5) Subiremo fallimenti, pignoramenti, OPA ostili su public company, e licenziamenti.
PER EVITARE TUTTO CIO’ SIA L’UE CHE GLI USA DOVREBBERO ADOTTARE IMMEDIATAMENTE I SEGUENTI PROVVEDIMENTI SINERGICI:
a) Indebitarsi con le banche centrali (gli Stati europei in deroga ai trattati) e con questi soldi:
• Comprare il 50% di proprietà delle banche commerciali, e quindi della loro quota di banche centrali, e quindi di signoraggio.
• Garantire alle banche per un anno al 50% i nuovi prestiti fatti alle altre banche e ai clienti.
• Togliere valore legale ai derivati speculativi, cancellandoli dagli attivi di bilancio delle banche, e quindi dai passivi delle aziende legalmente truffate, o degli enti locali truffati o complici.
• Distribuire soldi alle famiglie e alle aziende, a tasso zero e debito zero, dimezzando tasse e tassi.
• Introdurre una moratoria sui pignoramenti.

b) Fare leggi contro la speculazione al rialzo sulle materie prime e al ribasso sulle azioni.
c) Ridurre gli sprechi delle spese militari, ridefinendone gli scopi, tagliare gli sprechi della burocrazia inutile, e razionalizzare e snellire i servizi.
d) Investire in infrastrutture, risparmio energetico, energie rinnovabili, e ammodernamento degli impianti petroliferi, in cambio di petrolio.
cont.

Catello Monaco, Olbia Commentatore certificato 18.10.08 10:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sistematicamente, ogni volta che si insedia un nuovo Ministro dell'Istruzione, di qualunque schieramento esso sia, appena prova a fare qualche cambiamento, scioperi,manifestazioni, cortei.Possibile che, anche solo da un punto di vista statistico, non ce ne sia uno che vada bene?
E' che gli insegnanti sono una CASTA POVERA ma pur sempre una casta (l'ennesima)e come tale restia a qualsiasi cambiamento.

P.S.
so di cosa parlo,ho un genitore insegnante.

leo R. Commentatore certificato 18.10.08 10:03| 
 |
Rispondi al commento

inesorably banned 18.10.08 09:47

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Piantala di leggere "Il Giornale". Fa male alla salute a lungo andare.
:)

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma la fate finita di parlare di sinistra? La fate finita di parlare di grembiulini e stupidaggini di questo tipo?
E' un movimento popolare, chissene frega della sinistra!

Ma siete così CIECHI da non capire che, sinistra o non sinistra, se l'Università diventa privata non ci andranno nemmeno i VOSTRI figli, anche se voi Berlusconi lo avete votato?

Ma volete capirlo che la scuola è di tutti, la ricerca è di tutti?
Se io mi ammalo di tumore vado dall'oncologo, dal chirurgo, dall'anestesista, dall'infermiere e così via. E tutta questa gente chi l'ha formata? La scuola! Dalla primaria all'università. Devo ringraziare la scuola pubblica se posso andare in un ospedale pubblico e trovare qualcuno che mi curi.
E le cure, poi, chi le trova? I ricercatori.
Come fate a dire che tutto ciò non vi riguarda?

Certo che l'Italia è indietro, ci tagliano i fondi di continuo. MA i laureati italiani, appena vanno all'estero, sono visti e presi segno che così schifo non facciamo.

Sinceramente sono stufa di sentir dire banalità sul fatto che sia tutto pilotato dalla sinistra.
La sinistra non c'entra, è una mobilitazione popolare.

La volete una scuola pubblica per i vostri figli, che permetta loro di studiare e di avere un titolo comunque di prestigio o all'estero ci ignorerebbero?
O volete che chi nasce povero abbia figli destinati a essere poveri e a non cambiare mai il loro destino? A voi la scelta.

Noi a Pisa combattiamo tutti insieme e i colori non c'entrano. Non ho mai visto una sola bandiera di partito.
Abbiamo l'appoggio del lettore, si è mobilitata la normale, ci sono in mezzo presidi e studenti. Non è solo qualche studente che non ha voglia di studiare, non potete dirlo perché è spudoratamente falso.

Cercate di capire che la cultura è di tutti e che se la riforma della scuola va fatta non è tagliando fondi, privatizzando, impedendo l'accesso a chi non ha i soldi.

LA SCUOLA E' DI TUTTI, IL COLORE NON C'ENTRA.

Federica Bianchi 18.10.08 10:01| 
 |
Rispondi al commento

E'concertante che ci sia chi ha da criticare solo l'uso dei bambini nelle manifestazioni.
A parte che è del loro interesse che si parla.
A parte che il loro intervento è giocoso e fa parte delle esperienze della vita.
A parte che nessuno critica allo stesso modo i bambini portati alle manifestazioni religiose o al family day.
O i bambini sfruttati dal mercato in televisione o peggio.
Ma dovreste ricordare anche che la discesa in campo di Berlusk fu preannunciata da enormi manifesti di bambini con la scritta Forza Italia e che le prime uscite di Berlusk in tv lo mostravano sul suo divano mentre giocava con i suoi bambini piccoli e mostrava le mutandine col pizzo della sua bimba più piccolina, nel remaque di un famoso spot similare di Kennedy, per conquistare le elettrici più tenere.
Se proprio i bambini devono imparare qualcosa, non sarà a prestarsi a pagliacciate politiche o religiose o, peggio ancora, di mercato, ma sarà bene che imparino che hanno dei diritti civili da subito e che per quei diritti vale la pena di scendere in piazza.
Dov'era tutta questa cura per l'infanzia quando Feltri pubblicava sul Giornale foto pedopornografiche di bambini abusati nel momento della violenza sessuale?
Dov'era questa difesa dei bambini quando la Chiesa negava contro ogni evidenza l'entità della pedofilia perpetrata da preti?
Dov'era quando la polizia ha scoperto che uno dei vip di FI era un pedofilo e aveva la casa piena di materiale di violenze sui bambini, ma ha taciuto per non infangarlo?
Dov'è tutta questa difesa del bambino in uno Stato che smantella la scuola, che non dà asili in metà de suo territorio, che non predispone pediatri per la crescita e ospedali infantili su tutto il territorio, che costringe le madri lavoratrici a spese suppletive e spesso non affrontabili perché distrugge il tempo pieno e fa fuori la bellezza di 10.000 scuole perché non hanno più di 50 alunni: 2627 scuole primarie, 970 scuole medie, e 5735 asili?
Questo è un parlare da ipocriti!

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La verità è tanto più difficile da sentire quanto più a lungo la si è taciuta.
Anne Frank

Cheng Shih Commentatore certificato 18.10.08 09:53| 
 |
Rispondi al commento

beppe era solo una sparata quella delle azioni mediaset? vorrei vedere te, travaglio e magari santoro lanciare questa iniziativa in modo serio e strutturato.... l'idea mi sembra possa riscuotere un certo interesse tra tutti noi.... quanto è il capitale minimo che ognuno di noi potrebbe investire? esiste un capitale minimo oppure uno volendo può comperare anche una sola azione? come possiamo muoverci? faci sapere

flavio de marchi 18.10.08 09:51| 
 |
Rispondi al commento

E' IL MOMENTO DEI TAGLI.

1° TAGLIO :

IL NUMERO DEI POLITICI,
I LORO STIPENDI,
I LORO PRIVILEGI,
LE LORO PENSIONI.

2° TAGLIO :

I MANAGER DI STATO,
I BANCHIERI CORROTTI,
I FINANZIERI D'ASSALTO,
I TANGENTARI.

3° TAGLIO :

I PALAZZINARI,
GLI STROZZINI,
LA MALAVITA ORGANIZZATA,
L'IMMIGRAZIONE SELVAGGIA'.


LA GRAMIGNA CHE CI SOFFOCA VA TAGLIATA E BRUCIATA, SOLO COSI' POTRA' RISORGERE QUESTA TRIBOLATA ITALIA !!!


sandro spinetti 18.10.08 09:49| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'angolo di Mogol dopo nove grappe

"LA MAFIA NON ESISTE"

TI STAI SBAGLIANDO CHI HAI VISTO NON E'
NON E' UNA COSCA

A CASA MI HANNO SMONTATO IL BIDE'
MA NON E' UNA COSCA

SE ERO UN UOMO POI
MI HAN MESSO ALL'ASTA SU IBEI


LA COSCA NON HA MAI CHIESTO DI PIU'
CHI STA SGARRANDO SON CERTO SEI TU
LA COSCA PRESTA AD USURA PER TE
PERCHE'
LEI VIVE SU TE ......

Exidor X Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Quando un neonato sano, ben coperto, lavato e protetto, piange nelle ore di riposo, lascaitelo piangere; vi sembrerà crudele ma è il miglior modo perchè cresca sereno e sorridente. Dopo un pò non piangerà più.

Mario L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 09:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piero Calamandrei, III congresso Associazione a difesa della scuola nazionale (Adsn), Roma 11 febbraio 1950.
Facciamo l'ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuol fare la marcia su Roma e trasformare l'aula in alloggiamento per i manipoli, ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura.
Allora che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di stato hanno il difetto di essere imparziali. C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino sotto il fascismo c'è stata. Allora, il partito dominante segue un'altra strada (è tutta un'ipotesi teorica, intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private. Non tutte le scuole private. Le scuole del suo partito, di quel partito. Ed allora tutte le cure cominciano ad andare a queste scuole private. Cure di denaro e privilegi. Si comincia persino a consigliare i ragazzi ad andare a queste scuole, perché in fondo sono migliori si dice di quelle di stato E magari si danno dei premi, come ora vi dirò, o si propone di dare dei premi a quei cittadini che saranno disposti a mandare i loro figlioli invece che alle scuole pubbliche alle scuole private. A "quelle" scuole private. Gli esami sono più facili, si studia meno e si riesce meglio. Così la scuola privata diventa una scuola privilegiata. Il partito dominante, non potendo trasformare apertamente le scuole di stato in scuole di partito, manda in malora le scuole di stato per dare la prevalenza alle sue scuole private. Attenzione, amici, in questo convegno questo è il punto che bisogna discutere. Attenzione, questa è la ricetta.

- segue nei commenti -

Giovanni S., Roma Commentatore certificato 18.10.08 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUELLO CHE STA FACENDO IL NANO RISPECCHIA PIENAMENTE
IL SUO MODELLO DI SVILUPPO.... TOGLIERE AI LAVORATORI ED AUMENTARE A MANAGER ,PRESIDENTI POLITICI E
TUTTA QUELLA RISMA DI PARACULI CHE DICONO DI LAVORARE MA IN REALTA NON SANNO UN CAZZO DI LAVORO E
SANNO SOLO COME PEGGIORARE LA VITA LAVORATIVA DI
TANTE PERSONE SENZA MIGLIORARE IL RENDIMENTO E FACCIO L ESEMPIO DELLE FERROVIE DOVE SONO STATI FATTI SOLO TAGLI AI LAVORATORI SENZA TOCCARE IL RESTO CON LA CONSEGUENZA CHE CONOSCIAMO TUTTI.

CIAO BLOG

paolo b. Commentatore certificato 18.10.08 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

D’altronde come non notare che per la sinistra dei mass media “immigrato” per antonomasia equivale quasi esclusivamente a nero, musulmano, indiano o qualsiasi altra etnia dalla pelle NON BIANCA.
Mentre se lo straniero è, per ipotesi Croato, esso è irreparabilmente sospettabile di essere un criminale di guerra ed a rischio di espulsione molto più di un nigeriano o un magrebino.
Se a Milano fossero stati due senegalesi o algerini ad ammazzare involontariamente di botte, per futili motivi, un bianco, italiano o no, nessuno avrebbe sbraitato che si trattava “certamente” di “razzismo”.
Crimini effereati del genere avvengono praticamente tutti i giorni ma essendo i carnefici spesso negri o musulmani le notizie vengono sistematicamente eclissate anche dai giornali locali.
Tale situazione è particolarmente verificabile nelle cosiddette “regioni rosse”, pure ad altissima pressione immigratoria, in cui certi tipi di notizie vengono riportate nemmeno a livello di agenzie di stampa.
Se a Caserta le vittime della mattanza fossero stati, ad esempio, spacciatori serbi i media avrebbero ipotizzato costoro essere paramilitari di Karadžić riciclatisi nello spaccio, puniti quasi giustamente dalle generose genti mediterranee prima del tribunale dell’Aia.
Invece essendo le vittime dei negri, addirittura da alcuni “santificati” come innocui raccoglitori di pomodoro, al Sud “certamente” il razzismo non c’entra!
Come se la camorra sparasse a casaccio.
In quella bestiale esecuzione è difficile non riconoscervi anche un fermento razzista.

Però secondo la MALATTIA MENTALE cattocomunista-unitarista il demone del razzismo deve stare sola a Milano, Varese, Como, Treviso e da un paio d’anni anche a Verona.
L’orrenda strage di Castelvolturno ha scombussolato i piani patologici i quali, dopo il delitto di Cernusco, prevedevano la solita “demonizzazione” e criminalizzazione di Milano e della Padania solo perché alcune persone

da
http://falsoblondet.blogspot.com/

Bo Duke 18.10.08 09:36| 
 |
Rispondi al commento

HO FATTO L'INSEGNANTE DI ITALIANO IN UNA SCUOLA MEDIA PRIVATA PER 3 ANNI.
A nero...
8.600 lire l'ora.
PRATICAMENTE CI CACAVA IN MANO.
Il mio DIRETTORE ci faceva firmare UN CONTRATTO DI ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE.

Ma io non partecipavo a niente.
Lui in compenso si e' fatto NA BELLA VILLA A ISCHIA!!!

monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Loggia P2 e abolizione del diritto di sciopero...

http://altravoce.blog.espresso.repubblica.it/ultima_voce/2008/10/un-altro-diritt.html

.

Sergio Di Rosa, Cagliari Commentatore certificato 18.10.08 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione.

(Victor Hugo)

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Buongiorno blog

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonnnnnnn GIornoooooo ragazzi !!

Cheng , exi , geronimo amici in generale.

borguezio in rappresentanza della extrema destra italoide è in austria per il funerale di heider

brava gente questa leghista he !!

invece qui siamo tutti a manifestare per la scuola
Milan ieri era la milan che sempre mi ha piaciuto

Nelle strade contra il governo reazzionario di berlusconi.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'americano Joe l'idraulico e' il classico elettore di Forza Italia o Lega Nord. Se fosse italiano sarebbe sicuramente uno dei tanti piccoli fans del nano di Arcore o dell'ignorante di Cassano Magnago.
Chi meglio di lui rappresenta il tipico elettore Pdl?
-falso.....e' andato in Tv a spacciarsi per un altra persona
-evasore fiscale...il tipico elettore Pdl predica bene e razzola male
-ipocrita.......insulta e sbraita sugli extracomunitari ma poi di giorno "assume" ed usa extracomunitari in nero nella sua bottega e la sera va a cercare sesso facile nei viali con l'albanese o la nigeriana di turno
IMPORTIAMO JOE L'IDRAULICO IN ITALIA ALMENO I CONSENSI CRESCERANNO ANCORA.........

michele d., como Commentatore certificato 18.10.08 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La lotta per la scuola è una lotta di civiltà.
Ma oggi la civiltà sembra una scialuppa su un oceano nero, attaccata dai pirati.
E chi lotta per l’educazione dell’uomo è come un naufrago che porta tesori a isole di selvaggi che vogliono solo la sua morte.

giovanna v., Castel Maggiore Commentatore certificato 18.10.08 09:26| 
 |
Rispondi al commento

La scuola non è una fabbrica, non produce cose, non ci si può guadagnare sopra, mi pare assurdo che nessun politico lo capisca.
Continuano a tagliare i fondi per l'istruzione perché la scuola non ha potere economico né politico: noi insegnanti siamo notoriamente poveri e dispersi, i ragazzini hanno tra i 3 e 18 anni, non sono ancora interessanti per comprare il loro voto. E' facile far pagare a noi i problemi economici dell'Itala. Tagliare gli sprechi è un conto, ma qui siamo fuori di testa. Ci parlano delle lavagne multimediali ma non abbiamo neanche la carta per le fotocopie o aule decenti, spesso. Vogliono fare le classi ponte per i ragazzini stranieri che non sanno l'italiano (e forse molti non sanno che spesso molti bambini stranieri, dopo i primi mesi diventano i più bravi della classe), ma i mediatori culturali già previsti per legge mancano in tutte le scuole e per seguire meglio i bambini e i ragazzi ci vogliono più docenti, non di meno....chi glielo spiega?

claudia ceccarelli 18.10.08 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono un docente pecario e per fortuna quest'anno sto lavorando...ma non so proprio come finirà qusta storia e tremo per il prossimo anno. Solo una piccola aggiunta:come fa il ministro Gelmini a dire che non ha i soldi se nel nostro paese la sola Rete4 ci costa a noi tutti 350000 Eu al giorno? Soldi che stiamo già pagando....DA ANNI!!!

Roberto Riccardi 18.10.08 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Togliete le scorte ai politici e datele a chi combatte la mafia.
Berlusconi, che ti prendesse un colpo, togliti la tua scorta di oltre 35 poliziotti e pagatela da solo. Brutto nano malefico.
Buongiorno solo agli amici, agli infiltrati fascisti + berluscones auguro di cambiare idea.

cesare beccaria (cesare beccaria), ancona Commentatore certificato 18.10.08 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fare il commissario d'esame in alcune scuole PRIVATE, E' STATA PER ME UN 'ESPERIENZA INDESCRIVIBILE!!!

monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.08 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Nella scuola primaria che frequenta mio figlio,dobbiamo portare durante l'anno a rotazione:
risme di carta, carta scottex, bicchieri di plastica.
EVVIVA LA SCUOLA!!!!
INFORMATEVI PER FIRMARE LA PETIZIONE CONTRO I TAGLI
ALLA SCUOLA E LA REINTRODUZIONE DEL MAESTRO UNICO.

Cristina M., Ortonovo Commentatore certificato 18.10.08 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CRISI Piu' si ascolta la disinformazione sparsa a piene mani da rai tv,talkshaw,esperti dell'ultima ora, più si deve rendere omaggio a GRILLO ! Sembra acclarato - almeno a data odierna - che i ministri di questo Governo non capiscono nulla e non hanno soluzioni,ieri sera a casa del celebre Riotta hanno tirato fuori persino l'identità cristiana (!) dell'Europa.....
Il più sveglio è il solito Tremonti che di economia ne capisce cosi' cosi', però è un bravo fiscalista abile a fare scansare le tasse ai suoi clienti ; la sua abilità consiste nel convergere rapidamente con aud