Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Dario Fo e l'antro della tigre


Dario_Fo.jpg

Intervista a Dario Fo sulla scuola


I giovani lo hanno capito. In gioco non c'è solo il decreto Gelmini, c'è il loro futuro. Questo Paese non è più in grado di garantire nulla. Lavoro, pensioni, ricerca, servizi sociali. Le nuove generazioni troveranno un piatto vuoto, leccato a tal punto da brillare nel buio.
Maroni-prendi-istruzioni vuole denunciare gli studenti che occupano le università. Povero Maroni e povera Lega. Ieri si dicevano al servizio di quello che chiamavano il popolo, oggi sono al servizio di chi Bossi chiamava il mafioso di Arcore.
Senza legittimità morale non si governa un Paese. Non si possono chiedere sacrifici con 18 condannati in Parlamento. In Italia, mentre operai e impiegati perdono il lavoro ogni giorno, chi li governa si compra ville come caramelle. Lo disse anche Frà Cristofaro a Don Rodrigo: "Verrà un giorno...".

Testo:
"L’unico modo, come diceva un certo Mao Tze Thung, bisogna andare dentro dove sta la tigre, per capire l’antro, per capire cosa succede intorno. Io sono stato alla Statale di Milano e ho recitato tenendo una lezione. Mi serviva una provocazione per sentire gli umori, ascoltare attraverso i riflessi quello che era il clima e soprattutto capire una cosa: a che livello di conoscenza e di informazione sono gli studenti. E mi sono meravigliato rispetto a quarant’anni prima, quando ci andai, e mi ricordo un clima caotico, ricordo che le cose erano un po’ a braccio, ricordo che si capivano certi slogan e certi valori che si ripetevano ma che non erano approfonditi.
Insomma, questa gioventù ha invece una conoscenza e soprattutto è evidente che ha dialogato, ha avuto conflitti chiari con gente che la pensava diversamente, e per questo sono informatissimi! Una delle cose che mi hanno detto subito è stata: “Questa è una lotta non soltanto per il problema del denaro, ma per il problema della libertà e della nostra vita.” Cioè noi ci troviamo con un governo che spara basso a tagliare orizzontalmente i danari che ci occorrono per tenere in piedi l’università non soltanto per risparmiare e per farsi la moneta, per usare poi – cosa terribile – per comprare degli aerei o per dare i sussidi all’altra parte del discorso, cioè alla scuola privata. Ma è proprio per distruggerla quella pubblica! Abbassarla, portarle via l’agibilità, lo spazio, il respiro in modo che naturalmente, quella privata, abbia la possibilità di emergere e di essere l’unica università accessibile perché ha dei mezzi e perché chi si presenta paga rette alte che permettono anche di guadagnare e hanno magari professori che guadagnando di più sono selezionati, cosa che per noi non succede.
Un’altra cosa di cui loro hanno chiara idea è la falsità di questo decreto, di questa legge. Che cosa ha sotto? Sanno benissimo e lo dicono sempre: l’università è malata ci sono professori eletti attraverso gabole, ci sono i baroni che hanno in mano tutta la macchina dell’insegnamento e poi tirano dentro i figli., i nipoti, hai queste scuole che sono inesistenti, con programmi spaventosi collocati in spazi di provincia perché servono al luogo, ma servono soprattutto a nuovi baroni che avranno finalmente la propria personale università. Fanno commercio, mercato, scambio.
Ebbene, sono le prime cose che ti dice la Destra. Ma forse c’è scritto nel loro programma che si eliminano? Che tizio, caio sempronio, che ha il figlio il nipote, la moglie eccetera, sarà eliminato e gli sarà fatto una specie di processo per ristabilire la legalità e soprattutto un rapporto univoco, o meglio, equilibrato dell’università? Neanche per idea. Quelli rimangono! E’ il cancro che deve rimanere perché fa parte dell’equilibrio. La nostra università ha delle piaghe terribili, dei morti dentro l’armadio all’infinito, ma naturalmente questi devono rimanere perché la macchina del potere vive attraverso queste forme di piccoli furti, piccole aggressioni, furberie soprattutto sporcizia morale che non esiste.
La cosa che devono fare gli studenti è capire che questa macchina bisogna eliminarla, che anche ai propri professori bisogna gridare non vogliamo un’università fatta di intrallazzi, di giochi, di corrutele e via dicendo. Che bisogna rinnovare, che c’è un fatto morale da perseguire e che ci interessa imparare con dei mezzi perché oltre che gli stipendi molto bassi, checché si racconti che in Italia si spenda molto di più che in altri Paesi, io dico forse si bruciano più soldi, però la condizione di vita dei professori, non dico dei baroni, è dura!
Ecco, prima di tutto bisogna dare una dignità ai professori e farli tornare al livello di quando io andavo all’università sessant’anni fa, e soprattutto dare i mezzi perché se io vado all’estero a fare dei corsi di cosa mi accorgo? Che se tengo lezioni di scenografia mi mettono a disposizione un teatro! Con tutte le calate, tutti gli svergoli, con le quinte, con tutti i passaggi, le tecnologie più avanzate, con le luci… cioè, i ragazzi che studiano per diventare registi, gestori di teatro, per scrivere e via dicendo, hanno la conoscenza di tutto. Sono tecnicamente avanzatissimi. Da noi no! Da noi è come fare scuola guida seduti su una sedia anziché sulla macchina con un cerchio in mano per fare finta di mimare la guida. Be' io ai tempi di Mussolini ero troppo giovane, non ero ancora in università, sono entrato durante la guerra, quando c’era un caos terribile, gente che doveva fare i conti con viaggi incredibili e soprattutto c’erano i bombardamenti. Non si può fare un esempio. Ma Mussolini, con tutto l’affastellamento, aveva cose anche migliori di quelle che ci sono oggi e soprattutto si spendevano dei denari e si facevano strutture nuove e si impiantavano macchine di conoscenza maggiori di quelle che ci sono oggi, è incredibile ma è così.
D’altra parte se tu vai nella storia dell’università, da quando è nata nel decimo secolo venendo in avanti, tu vedrai sempre che le città che avevano un peso, che avevano un’economia alta, che avevano strutture civili molto elevate, pensiero molto elevato e una filosofia alta, ebbene avevano grandi università che non erano soltanto intese come noi abbiamo avuto informazione dal pagamento di rette di grandi signori che potevano permettersi di mandare a scuola i loro figli fino a fondo selezione. No! Esistevano nel tempo già nei comuni dei lasciti, addirittura degli stipendi che si davano a quei degni studenti che dimostravano impegno, soprattutto senso dello studio e volontà profonda di apprendere. Questo oggi non c’è più! La situazione sta crollando, sta svuotandosi, quindi siamo al di sotto della dimensione medievale." Dario Fo

Da Repubblica.it: "Ho visto quelli del camion bianco aggredire e picchiare i ragazzini"


Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°43-vol3
del 26 ottobre 2008



1 Nov 2008, 14:29 | Scrivi | Commenti (1452) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_815046415.html


Ormai siamo finiti...anche il lodo CARNEVALE è passato...queste erano le priorità del governo...questi erano i punti del programma...
Tu elettore di Berlusconi, non ti senti preso in giro dal tuo "Eletto"?
cosa ha fatto finora il governo?
ecco i punti:

1) Rifiuti Campania (nascosti:il problema c'è sempre).
2) Lodo Alfano (no comment)
3) Eliminazione Ici per i ricchi (ai meno abbienti l'aveva tolta il governo Prodi)
4) Alitalia (regalata parte buona al Tronchetto e amici e debiti sempre a noi)
5) Tagli alla scuola (Riforma Gelmini)
6) Lodo Carnevale (la mafia al comando della Magistratura)

Ecco caro elettore di Berlusconi se mi dici che il governo sta lavorando bene..(e non ho messo altro se no ci rimango troppo a scrivere....esempio soldi nostri alle banche che pignorano la casa a chi non può pagare il mutuo per colpa dell'incapacità e la malafede delle banche stesse)....o sei un delinquente e ti meriti un posto in questo parlamento...o sei ignorante...non so cosa mi preoccupa di più..il 60% di elettori ignoranti o il 60% di elettori evasori,delinquenti e in malafede...
La fine è sempre più vicina....lo dico serenamente se no Berlusconi s'incazza...
Io lavoro in Rai e guadagno 1300 euro al mese,e pago il canone come tutti i cittadini onesti, vedrete che toccherà anche a noi, così Mafiaset sarà la sola e unica TV di REGIME...
Auguri Italiani...
Tranquilli il Governo lavora bene...solo Decreti...vi siete chiesti il perchè?
Auguri

Davide Zurru 06.11.08 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Per la prima volta leggo i commenti di questo blog, gestito da Beppe Grillo che, peraltro, mi è molto simpatico.
Si parla di Obama, degli studenti (informatissimi secondo Dario Fo), di pidue, eccetera.
A prescinere dalla legittimità e, molto spesso, dalla fondatezza dei commenti, vedo che comunque sono tutti velati da faziosità e da spirito di campanile: mi sembra che tutto sia volto a commentar in senso critico,nel mentre si auspica l'arrivo di personaggi di livello come Barack Obama anche in italia.
Purtroppo devo rilevare che in Italia si continua a considerare come leit motiv principale nel confronto politico lo schieramento politico(ormai basato su idee appassite ed evanescenti)invece delle idee e delle persone: in un clima del genere non potrà mai arrivare ad una posizione rilevante un Barack Obama, ma semplicemente si continuerà a coltivare il livore tra schieramenti politici (ma sono veramente tali?)senza costruire nulla.
Impariamo a confrontarci con disponibilità e a dialogare: i dialoghi attuli non sono dialoghi, ma semplicemente monologhi interrotti da altri monologhi.
Mi viene anche da pensare che blog come questi, alla fine, invece di essere libera espressione di un'idea, siano semplicemente una terra di nessuno entro la quale inveire contro chi si vuole.
Marco Travaglio è una persona molto intelligente ed ironica e sa come affabulare coloro che lo leggono e lo ascoltano, perchè l'ironia fa più dell'analisi, ma non costruisce nulla, si limita ad alimentare il livore.E così molti di coloro che hanno voce privilegiata nell'informazione, da una parte e dall'altra.
Se coltivassimo di più dentro di noi il germe dei grandi ideali (non preconfezionati da altri, ma che corrispondano alle nostre istanze più profonde), riusciremmo, probabilmente, ad avere al governo dei grandi uomini: ma dobbiamo essere liberi da preconcetti legati allo schieramento politico, rifuggire dalle logiche di partito ed imparare a Conoscere ciò che ci muove saremo migliori

Paolo De Faveri 05.11.08 21:19| 
 |
Rispondi al commento

IMOLA 05/11/2008
IL nano ha già detto la sua cazzata, per la prima volta adetto io sono molto più vecchio di OBAMA, quindi qualche consiglio posso darglielo.
Ma berlusca per favore lascia stare i tuoi consigli possono andare bene per i CICCHITO, I BONAIUTI,I CAPEZZONI, CARFAGNA, GELMINI,non per persone superiori come OBAMA, ma si rende conto il nano che vale di più un pelo di OBAMA che la sua testa d'asfalto.
Lasciamo perdere parliamo di cose serie, vediamo se anche in ITALIA si riesce a cambiare marcia e mandare a casa tutta la casta politica.
Se fossimo come l'AMERICA, meta del nostro parlamento sarebbe in galera, invece siamo governati da persone con pesanti problemi con la giustizia.
saluti giuseppe tonnini

GIUSEPPE TONNINI, IMOLA Commentatore certificato 05.11.08 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe.Anche io oggi ero triste per la italia.io sono venezolana sono arrivata in cerca di qualcosa che non ho mai trovato e so che non trovero.Viene da piangere anche a me.dovro andare via anche di qua?arrivera mai un obama?Ho paura per il futuro dei mie figli il mio e di mio marito.Che dio benediga la America oggi e un grande giorno.

p.d:scusate la mia ortografia.

jacqueline silva 05.11.08 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Bebbe vai!Migliaia di persone stanno aspettando un leader, io per primo. Sei vecchio ed io anche,ma qualcuno deve iniziare perchè qualcuno possa finire!Sei "lucido", sei "vero", sei come ciascuno di noi. Capisci? A tutti serve uno slancio, un'ispiratore, forse un martire! Accetta il tuo ruolo e VAIII! Se non lo farai, poco varrà tutto il tuo cianciare. Ti stiamo tutti aspettando per sapere cosa fare, tutti insieme, tutti per cambiare. Sento, anche se non lo so di preciso, che siamo tanti. Non sei un comico, non sei un profeta, non sei Obama. Ma potresti fare la differenza! Ti voglio bene e ti auguro ogni possibile posto nella storia che non sia un articolo di giornale. Con affetto, hi!

Paolo Zollia (eljaffe), Trieste Commentatore certificato 05.11.08 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, ciao a tutti, ho messo il sinsado di Noto all'asta su ebay per ironizzare lo stato di crisi che sta attraversando il comune e il malcontento dei cittadini.

voi che ne pensate? questo è il link dell'inserzione: http://snipurl.com/5539f

e questo è il link del blog del comune di Noto:
http://www.notobarocca.com/blog/index.php

dove si possono leggere e lasciare commenti a riaguardo.

Paolo M. Commentatore certificato 05.11.08 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo chi? Quello dei "Cinque metri, ripeto, cinque metri!"?!?

Diego Vianello Commentatore certificato 04.11.08 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Le IENE hanno colpito ancora
Godetevi 5 minuti di libidine pura

Ogni governo intelligente e meritevole sa benissimo che di dovrebbe sempre e comunque migliorare la scuola e farne una pratica "permanente".
Ma in Italia questa necessità è drammatica, visti i livelli di ignoranza e demerito in cui è caduta la presente partitocrazia.
Per il demerito basti vedere come siano nominate
onorevoli e ministri persone raccomandate da giardinieri di casa, stallieri di Riina o padrini della mafia, o donne di letto e di bordello, manicure, medici di famiglia, guardie di finanza corrotte, dirigenti RAI traditori, senatori acquistati un tanto al kg, avvocati personali, parenti e affini..
Per la capacità sembra evidente che una buona dose di meritocrazia migliorerebbe del 100% ogni funzione, innalzando decisamente l'Italia perché una classe politica di somari come questa non era mai capitata nella storia repubblicana
Sono urgenti test di ingresso per stoppare almeno i peggiori e "impedire che blocchino il lavoro di routine di tutti gli altri", come dice il leghista Gibelli
Ma non test ai poveri bambini extracomunitari per cacciarli in classi differenziali
Ma proprio agli onorevoli somari!
Le Iene hanno proposto altri test ai tizi che ci comandano e questi sono i bei risultati di ignoranza crassa e supponente dei capoccioni di turno. Considerate che razza di ignoranti abbiamo al vertice della piramide sociale, in quelle belle mangiatoie per inetti che sono governo e parlamento!
Altro che test agli allievi non italiani!!
Questi sono da bocciare proprio tutti! Più che onorevoli sono disonorati!
E dovrebbe essere gentaglia così che viene a peggiorare la nostra scuola?
Forse per portarci al suo livello???

http://uk.youtube.com/watch?v=zrKKT-Y531I&feature=related

http://uk.youtube.com/watch?v=ll-moyMQsEA&feature=related

http://uk.youtube.com/watch?v=IPSyz5KVSiU&feature=related

http://uk.youtube.com/watch?v=654_KdngiGc&feature=related

viviana v., Bologna Commentatore certificato 04.11.08 07:38| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho guardato i giornali sul web e ho notato che non si parla più di scuola, ma solo di università.
Ho paura, ho veramente paura che i media non vogliano più dedicarci tempo. Siamo già passati di moda?
Abbiamo bisogno di voi, non ci abbandonate pensando solo alle università; siamo noi quelli che negli atenei dobbiamo andarci, è importante farci crescere nelle scuole.

Perfavore, non ci dimenticate.

Antonino S., Trapani Commentatore certificato 03.11.08 18:42| 
 |
Rispondi al commento

"Vorrei segnalarvi una tv locale di Scanzano Jonico in provincia di Matera
(il tristemente noto sito unico delle scorie indicato in un decreto poi
ritirato dallo scorso governo Berlusconi)che a
proposito della "riforma Gelmini" riferisce notizie a dir poco oscene.
Questo il link dove si possono seguire i TG degli ultimi giorni
http://www.blutv.net/onair.htm
e questa la mia troppo tenera mail di protesta:
<Vorrei solo comunicare la mia INDIGNAZIONE rispetto alla falsità e
tendenziosità delle notizie diffuse dal vostro TG. Mi riferisco in
particolar modo all'informazione degli ultimi giorni relativa al decreto
Gelmini e alle conseguenti proteste del mondo della scuola. Mi sento
fortemente offesa, come persona e come cittadina di questo paese, da alcune
vostre affermazioni. Citerò solo le più eclatanti:
- A proposito della manifestazione del 30 ottobre dite a priori (il giorno
prima, 29 ottobre) che è "grande e inutile" dimostrando così di ritenere
vane e di non rispettare le ragioni della protesta di un numero
impressionante di cittadini italiani (forse la definite inutile perchè
sapete che questo governo andrà dritto per la sua strada senza curarsi
delle ragioni di quello che per voi è un "popolo credulone"?)
- La sinistra è definita "bugiarda" e accusata di "aver messo le bende
sugli occhi a migliaia di studenti" (Vivissimi complimenti!! Neppure Fede
al TG4 arriva ad emettere tali sentenze!)
-Per quanto riguarda gli insegnanti, sostenete di "non averli visti
protestare con i propri alunni", denigrando così un'intera categoria di
professionisti - che non ha altro strumento se non quello di rinunciare ad
un giorno del proprio misero stipendio per far sentire le proprie ragioni
finora ignorate dal governo - e mostrando di avere degli orizzonti a dir
poco ristretti (forse non oltre i confini di Scanzano Jonico!), dal momento
che il 30 ottobre il 90% delle scuole italiane sono rimaste chiuse.
(continua nella prossima mail)

barbara lombardi, bernalda Commentatore certificato 03.11.08 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Dott. FO,

beh, è la prima volta che do dell' egregio ad una persona che egregia lo è veramente e che nonostante abbia più di 80 anni, sia ancora una persona da ascoltare in questo triste e vecchio paese.
I miei complimenti per la sua "egregia" carriera artistica e professionale.

3 malzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.11.08 15:33| 
 |
Rispondi al commento

¨°º¤ø„ FUCK„ø¤º°¨
¸„ø¤º°¨WORLD! ``°º¤ø„¸
ø¤º°¨¸„ø¤º°¨¨°º¤ø„¸

Andrea B. Commentatore certificato 03.11.08 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Dei rapporti dei regimi con l’arte ho già risposto a puc.cina (notando che ora il blog stoppa i doppioni)
Circa fascismo e scienza, vorrei citare il Manifesto degli scienziati razzisti che il fascismo pubblicò nel 38 e che ricorda in molti passi alcune deliranti affermazioni leghiste

Le razze umane esistono.
Sono una realtà fenomenica, materiale, percepibile con i nostri sensi. Esistono grandi razze e piccole razze.
La popolazione dell'Italia attuale è nella maggioranza di origine ariana e la sua civiltà ariana.
È una leggenda l'apporto di masse ingenti di uomini in tempi storici.
Dopo l'invasione dei Longobardi non ci sono stati in Italia altri notevoli movimenti di popoli capaci di influenzare la fisionomia razziale della nazione. Da ciò deriva che, mentre per altre nazioni europee la composizione razziale è variata notevolmente in tempi anche moderni, per l'Italia, nelle sue grandi linee, la composizione razziale di oggi è la stessa di mille anni fa.
Esiste una pura "razza italiana". Questa antica purezza di sangue è il più grande titolo di nobiltà della Nazione italiana.
È tempo che gli Italiani si proclamino francamente razzisti.
Tutta l'opera che finora ha fatto il Regime in Italia è in fondo del razzismo. Frequentissimo è stato sempre nei discorsi del Capo il richiamo ai concetti di razza. La concezione del razzismo in Italia deve essere essenzialmente italiana e l'indirizzo ariano-nordico. Questo vuol dire elevare l'italiano ad un ideale di superiore coscienza di se stesso e di maggiore responsabilità.
È necessario fare una netta distinzione fra i Mediterranei europei e gli Orientali e gli Africani
Gli ebrei non appartengono alla razza italiana.
I caratteri fisici e psicologici puramente europei degli Italiani non devono essere alterati in nessun modo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 14:40| 
 |
Rispondi al commento

C’è un punto nella manovra di distruzione della scuola non abbastanza esaminato: le classi differenziali volute dalla Lega per un’apartheid dei bambini stranieri, che si accompagna alla sua richiesta della territorializzazione degli insegnanti e della chiusura dei pronto soccorso agli extracomunitari.
In quell’identità che sempre sventolano c’è il disprezzo della bandiera insieme ad un crocifisso agitato a mo’ di randello sugli islamici, in una commistione paradossale in cui è vacuo sia il senso di patria che quello di religione. I simboli sono usati in modo contraddittorio, aggressivo e violento. La patria diventa il piccolo territorio che permette di insultare tutte le patrie degli altri. Il crocifisso, da strumento di pace e amore universale, diventa un randello discriminatorio e ostile.
Ma che patria hanno costoro? E che religione? E che identità?

Oggi su Rai3 alle 13 guardavo Shukran che è un ottimo programma di integrazione sociale.
In onore del 4 novembre, hanno fatto un servizio sui soldati non di origine italiana nel nostro esercito: ragazzi e ragazze dello Sri Lanka, Ucraina, Libia, Somalia, Algeria, Argentina, Messico…
Lo sanno i leghisti questo?
Mi auguro che vedremo presto forze di colore o di altre etnie nella nostra vita urbana; vigili, pompieri, guardie di finanza..
Da un po’ senso vedere una bella ragazza congolese negli alpini. Ma che fa?
La bellezza del nuovo mondo è anche questa.

masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Vestire una propria posizione nel mondo richiede uno sforzo di confezione non indifferente.
Per questo i più portano abiti mentali già fatti. E se sono alla moda del potere, è meglio!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Lo splendente Leon ha detto:
“Ci vogliono rubare anche il sogno!”

Difendete i vostri sogni, ragazzi!
Essi saranno il nostro mondo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:34| 
 |
Rispondi al commento

La storia degli uomini è fatta raramente dai sogni degli uomini. Più spesso dagli incubi.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:33| 
 |
Rispondi al commento

I sogni governano gli uomini quanto le cose concrete.
Essi sono una realtà parallela che a volte sovrasta la realtà concrete e la sovverte.
Bisogna diventare signori dei sogni! Non vittime.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:32| 
 |
Rispondi al commento

La comunicazione è tutto.
Nel momento in cui la sinistra regalò le televisioni a Berlusconi, divenne afona.
Senza resurrezione.

masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:30| 
 |
Rispondi al commento

La pubblicità lo sa benissimo. La valenza positiva o negativa di una parola arriva al cervello prima del suo significato nel contesto di un discorso.
Separate le parole da buone a cattive e mettete solo le buone in ciò che si riferisce a voi.
Attenti quando fate gli slogan!
Essi creano sogni.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Dice, giustamente, Dario Fo, che nelle leggi approvate da questo governo non c'e` affatto scritto che si eliminano i baroni. Bisognerebbe pero` aggiungere che i baroni acquisiscono un potere nuovo: quello di privatizzare l'universita`. Infatti, il potere di trasformare in fondazione privata l'universita` viene dato al senato accademico, che e` costituito dai presidi, cioe` proprio da un gruppo ristretissimo di professori che sono piu` potenti degli altri.
Il governo dice che bisogna combattere i baroni, pero` poi li sostiene. D'altro canto i promotori della legge sono Brunetta e Tremonti. E cosa facevano quei due prima di andare in politica?

Arcangelo Malvi Commentatore certificato 03.11.08 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Un discorso è un’algebra di parole. Le parole hanno un segno.
Quando si comunica, attenti a usare parole positive o negative!
Quando si scrive “dittatura morbida”, si fa un regalo al potere.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:25| 
 |
Rispondi al commento

La libertà è una fatica della madonna.
Per questo i più ci rinunciano in partenza.

Eppure la salute del mondo richiederebbe
un gigantesco sforzo di immaginazione


masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:23| 
 |
Rispondi al commento

La mente è un organo fortemente abitudinario. Ciò che è troppo dissacrante, che stravolge le coordinate logiche, che rovescia i motti della consuetudine o dell’indottrinamento, raramente viene gettonato. Si può essere ostili a un modo di parlare insolito esattamente come a un modo di vestire inusuale.
Anche l’uomo migliore non può che incamminarsi, se ne ha voglia, partendo dal punto dove si trova. Persino Newton non si allontanò troppo dal suo albero di mele.
Per questo il compenso dell’uomo che pensa in modo nuovo non può essere che la solitudine.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:21| 
 |
Rispondi al commento

‘Visitors’ e ‘V come vendetta’ sono due pessimi film ‘neorealisti’ della psiche che spiegano benissimo perché è sconfitta l’insufficienza umana.
Hanno lo scopo lenitivo di curare gli impotenti con fiabe a lieto fine.
Ma attenti! Rifugiarsi in mondi di fantasia non ha lo stesso effetto che avrebbe l’immaginazione attiva in grado di operare sulla realtà. Rischia di chiudere il velleitario in una bolla fantastica senza effetto. Esattamente come certe ideologie politiche

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Il tiranno è un essere che non riuscendo a vivere insieme agli altri, se ne mette sopra, tentando di trasformare quelli che non gli saranno mai amici in complici.
Lo scopo, se è furbo e ben foraggiato, gli riesce benissimo perché agisce sugli istinti più bassi dell’uomo: l’emulazione della forza, l’avidità del vantaggio, l’inerzia del pensiero, l’assimilazione del peggio.
Poi ci sono gli ingredienti soliti: successo, soldi, scopare, sbafo, stronzaggine…
La stronzaggine è fondamentale. E il tiranno per primo deve mostrarne in ampie dosi.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo e dico purtroppo dal più profondo del cuore per un'idea, un'indea sana anche, come quella che i giovani vogliono portare avanti attraverso la protesta, ci vuole sacrificio. Quando leggo di ragazzini e di donne che vengono picchiate senza che ce ne sia alcun motivo e necessità, senza che porti onore alcuno ai picchiatori ma solo inutile sofferenza che si ritorce contro ai picchiatori stessi, ai loro mandanti e manovratori, bene, quando leggo di ragazzini e donne che vengono picchiate mi piange forte il cuore. Quanta stupidità, quanta ignoranza in chi non sa ascoltare la voce innocente dei giovani. Questa scarsissima lungimiranza in chi pensa che il fine ultimo delle cose e dei cammini sia l'accumulo di denaro e basta, sia il prestigio del comando (che poi, in realtà, non è mai esistito e non sarà mai possibile che un uomo ne possa controllare anche solo uno numericamente della sua specie). La vera ricchezza nasce dal saper ascoltare e sapersi sacrificare (materialmente e spiritualmente) per un'idea che va oltre se stessi, oltre il proprio nucleo sociale, oltre il mondo che si è costruito fino ad un certo momento dato. Solo così si nasce ci si sviluppa nella propria individualità e si può, soprattutto, generare altra vità oltre a se, intesa come vita sensibile e vita sociale, di crescita e di sviluppo della civiltà che ci seguirà dopo la nostra morte inevitabile.

maria grazia iachella (mariagrazia74) Commentatore certificato 03.11.08 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito uno che deprecava Halloween.
Halloween è una festa anglosassone creata per i bambini.
In modo divertente permette loro di affrontare i mostri della loro immaginazione. Vestendone i panni, fa loro scoprire che non sono altro che stracci e maschere. Perché il potere che ti fa paura questo è: stracci e maschere.

Un tempo il Carnevale era una grande nemesi dissacratoria dove il mondo era messo a rovescio e il villano si prendeva la sua rivincita sull’autorità politica e clericale.
I tempi moderni hanno tolto ai sudditi questo grande momento liberatorio.
Oggi l’uomo che non ne può più esplode nella follia e genera stragi. In genere di parenti.
Il potere resta indenne.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Sia lode egli eroi, ai resistenti, ai combattenti della libertà, agli artisti!
Sia lode a coloro che facendo ridere gli uomini, li fanno uscire dalla gabbia delle loro paure!
..

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 13:00| 
 |
Rispondi al commento

La Chiesa ha abolito il ridere.
Il potere politico vuole far ridere a comando. Nulla di più lugubre.
I modi con cui il potere ride sono osceni.
I modi con cui B ride sono scellerati: l’olocausto, la fame, la miseria, l’handicap, il dolore..
Non potrebbe dimostrare in modo più grezzo quanto poco gli importi del dolore degli uomini.
La partecipazione, la compassione, l’empatia, il senso di una vicenda condivisa sono buchi dove la materia umana del potere non possiede sostanza.
Il tiranno e un uomo umanamente sottosviluppato


masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di dissentire: il paese non si governa senza legittimità elettorale, meglio un mafioso votato alle urne che un cantastorie senza coraggio il quale pensa di poter pontificare solo pechè in parlamento c'è il verde rame.
Poi, chi da la legittimità morale? Dario Fo? Questo novello Savonarola?
Se volete governare, presentatevi alle elezioni e vincete, altrimenti potrete fare solo una sterile polemica populista, degna del più becero marxismo-leninismo che si sia mai visto.
Andate a lavorare!!!!!!!!!

Francesco B. Commentatore certificato 03.11.08 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La funzione della derisione del potere appartiene alla cura della civiltà.
E non c’è spettacolo più triste del comico satirico che avversi un collega per invidia. In quel punto cade una roccaforte che richiede che ogni combattente tenga la posizione, qualunque essa sia, contro lo stesso nemico.
Nel mondo dell’opposizione politica questa falla è frequente a causa dello stesso punto critico: l’egocentrismo vanesio che vince sul dovere della battaglia. Quando l’ego sovrasta la missione, la sconfitta è scontata.
E se i migliori si distruggono tra loro, non ci sarà più nessun migliore.
Come avviene in ogni romanzo, i grandi progressi avvengono quando gli uomini si uniscono per sostanziosi periodi e non si dividono per virgole faziose.

masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Quando un tiranno cerca di far ridere, è ripetitivo e fastidioso. Lo applaudono solo i cani di Pavlov. Ma il cane di Pavlov non è proprio un bell’esempio di libertà.
Il tiranno può fare il comico involontario perché il potere lo acceca. Ma può fare anche il comico volontario per occupare fin l’ultimo spazio di libertà. “Se proprio volete ridere, vo comando io cosa”. I cloni non possono che ripeterlo, essendo la ripetizione di una ripetizione. I loro slogan sono gli echi sordi con cui il tiranno rimbomba se stesso. Come gli applausi registrati

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:53| 
 |
Rispondi al commento

La satira ha una funzione eminentemente liberatoria.
E’ catartica in senso attivo.
Per questo i regimi che odiano ogni liberazione la odiano come i vampiri odiano l’aglio, la prima medicina che disintossica il povero.
Finché un popolo riuscirà a far satira, avrà sempre un seme di libertà da cui partire.


masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:48| 
 |
Rispondi al commento

L’odio che i fascisti hanno sempre avuto per Dario Fo è la reazione che ha verso l’uomo libero chi, grazie a lui, si scopre servo.
Ovviamente è lo stesso per certi di estrema sinistra che fischiano Beppe Grillo il quale pure realizza la dissacrazione del potere.
E’ questo ‘sacrum’, il divinizzato mostruoso, che li tiene incatenati al fanatismo come una fascinazione di cui sono tossici.


masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo ha scelto una delle vie più ardue della contestazione politica: la satira. Essa generalmente non è di buon livello artistico anche se è sempre di buon valore iniziatico. Ma lui ne ha fatta una magnifica via dell’arte, sfondando verso l’alto.
Mentre il comico del tiranno non sfonda niente, non supera la grossolanità del Bagaglino, con battute trite, pecorecce e da caserma, l’humor di Fo è il violinista sul tetto.


masadaweb
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:41| 
 |
Rispondi al commento

L’uomo che ride ha guadagnato una sfera di integra libertà dove le grinfie del potere non lo ghermiscono. Il potere può censurarlo, radiarlo, punirlo ma non può impedire che l’uomo libero rida di lui. E in quella risata il potere va in frantumi, perde rispettabilità, gli calano le braghe. Un omino che ride del potere può frantumargli le balle mostrando quello che in realtà è: un fantoccio mostruoso fatto di niente.

masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:35| 
 |
Rispondi al commento

per fortuna non ho figli, per fortuna ho (ancora per ora) un lavoro che mi consente di vivere in modo dignitoso..spesso mi confronto con le mie nipoti di vent'anni (gemelle) che sono studentesse universitarie, mi confronto con loro per capire come i giovani vivono la situazione attuale soprattutto dopo questo bel regalo che il governo dello psiconano ha fatto al nostro futuro, alla nostra cultura ai nostri poveri giovani..una delle mie nipoti è iscritta al II anno di biotecnologia e mi ha confessato che, alla luce degli utlimi avvenimenti, è molto tentata dal lasciare gli studi essendo la sua una facoltà con sbocchi quasi esclusivamente nella ricerca (pur essendo disposta ad affrontare tutte le difficoltà che un ricercatore ha in italia); non avrà naenache l'opportunità di fare questa scelta, anche se difficile, perchè i nostri dittatori così hanno deciso..sapete come segue le lezioni? per otto ore su una sedia senza neanche un banchetto scrivendo sulle ginocchia..i bagni sporchissimi..così è oggi l'università..MA QUANDO FAREMO UNA RIVOLUZIONE???? sono in pena per il loro futuro..!

olivia rossi 03.11.08 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Le ideologie sono come i vestiti.
A volte invecchiano nell’armadio senza essere mai usate.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Se un regime è antitetico all’arte, che è libertà, a maggior ragione avversa la satira che annienta una delle sue armi peggiori: la paura.
Un regime si muove su tre coordinate: trionfalismo, cooptazione e minaccia.
La satira lo ridicolizza, sfugge alla sua presa con le ali, e annichilisce la paura trasformandola in sberleffo.
L’uomo che ride del potere imprendibile.


masadaweb.org
Alieni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 03.11.08 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei umilmente pregare il GRANDE DARIO FO e tutta la sua famiglia, loro che possono farlo :di andare nelle università e informare (se ancora ce ne fosse bisogno)i ragazzi,che siamo tutti sull'orlo di un precipizio.Io sono impotente,ma dò a questi ragazzi tutto il mio sostegno.NON MOLLATE è in ballo il futuro del nostro paese.NO alle scuole private, l'istruzione è un bene a cui tutti devono avere il diritto di accedere, non solo i così detti figli di papà.Lottiamo tutti affinchè gli stipendi di lor signori deputati e affini vengano almeno dimezzati.Con i beni sottratti ai mafiosi si creino luoghi d'aggregazione per i ragazzi.Sopratutto lottiamo insieme affinchè questi mafiosi vadano a casa.U saluto a tutti.

Rosa Scali, Rescaldina Mi. Commentatore certificato 03.11.08 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è lega o pdl, il problema è nostro, che da sinistra ci siamo scannati su chi era più democratico. Purtroppo siamo andasti oltre e la gente non ha capito nulla. Dall'altra parte cavalcano la confusione seminando paure ingiustificate (comunisti) come se certe parole facessero paura, noi non siamo all'altezza di rispondere a tono xchè dall'alto della nostra estrema democrazia non siamo capaci di offendere. Sarebbe ora che iniziamo a mettere da parte le divisioni e insieme (tutti i pensanti di sinistra o centrosinistra), ci uniamo per "abbattere" questo flagello popolare, che porta povertà e ignoranza, poi una volta distrutto, possiamo confrontarci e colmare le divisioni con coscenza e legalità, sempre pensando a governare, nell'interesse del popolo e di questa nostra bella Nazione. Se ciò a mio paùrere non avvenisse e in tempi brevi, con queste crisi inventate (le crisi vengono create pre rafforzare il potere forte, con la "fame" si obbedisce di più, per un pezzo di pane e si arriva anche ad implorare) ci piegheranno e i più non continueranno a capire cosa vuol dire Idee di sinistra. Spero non sia utopia, ma intanto ci rendono ridicoli e quelli come me, la maggioranza del paese, si allontana sempre più.
Politici del pd e alleati, non abbiate paura A RISPONDERE A TONO CONTRO CHI QUOTIDIANAMENTE CI OFFENDE, NOI VE NE SAREMMO GRATI.

valter p., roma Commentatore certificato 03.11.08 08:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo è REGIME .Dobbiamo tenerlo ben presebte,ogni voltache qualcuno del governo apre bocca lo fa con l'intenzione di verificare quanto l'opinione pubblica sia disposta ad accettare un ulteriore restringimento delle libertà individuali.VIGILIAMO!!!

augusto m., portorecanati Commentatore certificato 03.11.08 03:08| 
 |
Rispondi al commento

Puc.cina

Leggo ora il tuo post sullì'amore per la cultura e la scienza che avrebbe avuto il fascismo.

Vabbè, è risaputo che il più grande poeta italiano é Marinetti.. no? non avrai dubbi!!
Ma chi sarà mai Dante, l'arte è nata con il fascismo ;)
E il più grande pittore italiano? Balla, ovvio.
Ma dai mi sto scompisciando.
L'architettura del ventennio è quanto di più obrobrioso rivoltante e pacchiano mente umana abbia mai partorito.
(ti invito a farti una passeggiata a brescia, visitare piazza vittoria, dare un'occhiata al "Bigio", poi se non stai vomitando puoi postare un commento)
Ti concedo che il prode duce abbia voluto cinecittà, però ammettiamo pure che i film di quel periodo erano autentici patacconi; se qualcosa di buono è uscito da li è stato solo a partire dagli anni 50, a fucilazione e sputo avvenuti.

Qualto all'amore per la scienza, mi pare che Fermi abbia lavorato in america.
Dai, dai...

elena m. Commentatore certificato 03.11.08 01:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fondiamo un partito senza interessi!! il contratto del politico uguale a quello del metalmeccanico con leggere retroattiva di 30 anni. Chi è bravo come imprenditore fa soldi a palate con le proprie imprese che producono e fanno del bene alle altre classi sociali. Gli interessi di tutti davanti a tutto!

giuliano g., salerno Commentatore certificato 03.11.08 01:06| 
 |
Rispondi al commento

NON CI CAPISCO PIU' NIENTE.

SE E' VERO, COM'E' VERO, CHE TUTTO QUELLO CHE E' ARRIVATO SU AL NORD E' PARTITO DA QUI, DALLA SICILIA (CULTURA SCIENTIFICA E UMANISTICA, ARTE,IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, GENERI ALIMENTARI, TECNOLOGIE - IL LASER E' STATO INVENTATO DA ARCHIMEDE, A SIRACUSA, NON NELLA Val di Non - POLITICA, MAFIA, ABILITA' VARIE, INSOMMA: TUTTO), PERCHE' NON PARTE DALLA SICILIA UNA VENTATA DI DIGNITA', DI ONORE COSI' POTENTE DA COINVOLGERE TUTTA L'ITALIA IN UNA NUOVA RIBELLIONE CONTRO I POLITICANTI E LORO ACCOLITI, CIOE' DEI NUOVI "VESPRI SICILIANI" (Toh!, Guarda caso!)?
CHE DAL TEMPO IN CUI 1000 MAIALI, COMANDATI DA QUELLA CAROGNA DI GARIBALDI SCONQUASSARONO IL SUD PER CONSEGNARNE LE RICCHEZZE ALLE STUPIDE PERSONE (di allora, naturalmente)DEL NORD, LA SICILIA NON ABBIA PIU' AVUTO OPPORTUNITA' DI RISCATTO, DI RIBELLIONE CONTRO L'OPPRESSORE PADANO, LO SI DEVE ALLA MENTE DIABOLICA DEL CAVOUR, IL QUALE HA TENUTO PER LE PALLE (E LO SEGUITA A FARE DALL'INFERNO - IN UN GIRONE A PARTE, E COMUNQUE NON QUELLO DESCRITTO DA DANTE NEL XXVI CANTO)LA SICILOIA E IL MERIDIONE.
IL QUALE CAVOUR, APPOGGIANDOSI ALLE PIU' SPORCHE PERSONE CHE PUR QUI ESISTEVANO (ED ESISTONO ANCORA: IL 5 - 6% DELLA POPOLAZIONE, AL NORD SONO DI PIU'), CREO' QUELLA CONSUNTA ENTITA' POLITICA CHE CHIAMASI ITALIA CHE, CON LA FANDONIA DI VOLER DIMOSTRARE CHE L'ABITANTE DI CANICATTI' è UGUALE IN TUTTO E PER TUTTO A CHI VIVE NELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO, CI SEGUITA A PRENDERE PER IL CULO, OGGI ATTRAVERSO I VARI FASSINO, LA SUA CONSORTE, I SUOI PARENTI SISTEMATI NEI VARI CENTRI DI POTERE,I SUOI AMICI (TANTISSIMI) CHE SOTTO I VESSILLI DI BANDIERE POLITICAMENTE SBUTTANATE POICHE' PRIVE DI IDEALI E DI IDEOLOGIE, TUTTE SI ASSOMIGLIANO, SICCHE' SI PUO' GIUSTAMENTE ASSERIRE CHE, TRANNE DI PIETRO, E' TUTTO UN PARTITO CHE VA DAL COMUNISTA-STALINISTA-POLPOTTISTA FINI AI LIBERAL-PROGRESSISTI POST E CATTO-COMUNISTI TUTTI LITIGIOSAMENTE INSIEME, DALLA PIA BINDI A D'ALEMA, DALLA BELLA MELANDRI ALLA IERVOLINO.

Tyrone Power 02.11.08 23:29| 
 |
Rispondi al commento

SE A FONDAMENTO DELLA DEMOCRAZIA NON VI E'

LA " M O R A L E C I V I L E "

LA DEMOCRAZIA E' COME UNA BOTTE DI VINO

SENZA TAPPO .......COL PASSARE DEL TEMPO IL

VINO FINISCE PER DIVENTARE ACETO.

NOSTRADAMUS 2000 02.11.08 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Per intervenire contro il Decreto Gelmini, questa è una delle possibili modalità: In questi giorni sono moltissime le e-mail inviate al Presidente della Repubblica per chiedergli di non firmare la legge di conversione del decreto Gelmini.

Ora il Presidente della Repubblica non può, per disposto costituzionale, rifiutarsi di firmare una legge approvata dal Parlamento. Egli, però, prima di firmarla, può inviare un messaggio motivato alle Camere con il quale chiede una nuova deliberazione.

Per chiedergli di seguire questa strada, costituzionalmente corretta, ho predisposto il testo di una lettera che chi volesse può inviargli Importanti sono due cose: 1. Che la richiesta sia fattibile (e quella allegata lo è) 2. Che le richieste che gli pervengono siano tantissime

Il meccanismo per scrivere al Presidente della Repubblica è semplicissimo: Andare su Internet Indirizzare a https://servizi.quirinale.it/webmail

Cliccare su La Posta ed appare una finestra sulla quale vanno scritti i propri dati personali ed il testo della lettera (Lo spazio a disposizione contiene esattamente il testo allegato - che va scritto tutto di seguito senza andare a capo - e la firma di chi scrive: non di più)

L’invito a chi concorda è duplice:

1. inviare la lettera

2. trasmetterla a tutte le persone di cui si ha l’indirizzo invitandole a fare altrettanto. L’unica possibilità per essere ascoltati è di essere tanti, tantissimi

TESTO DA INSERIRE NEL MODULO AL PRESIDENTE:

Signor Presidente,la Camera dei Deputati ha approvato la legge di conversione del decreto 137/08 con un voto di fiducia. E’ facilmente prevedibile che altrettanto avverrà al Senato. Non Le chiedo di non firmare quella legge, ma di compiere un a


E IL FIGLIO DI BOSSI, TROMBATO ALL'ESAME CHE HA AVUTO IL PRIVILEGIO DI RIPETERLO PER GRAZIA DIVINA?E' QUESTA LA SCUOLA DELLA GELMINI?LA SERIETà? E' QUESTA LA COSIDDETTA FINE DELLA RICREAZIONE ,COME FARFUGLIATO NEL SOLITO ANTIPATICISSIMO ACCENTO LEGHESE (MI SI CONSENTA IL NEOLOGISMO PER INDICARE IL MODO DI PARLARE STANDARDIZZATO DEI LEGHISTI DOC, CON QUELA PALATA GHEPENSIMì ..MAVADAVIALCUL!

RAGAZZI ,A PROPOSITO DELLA MERITOCRAZIA PER I CAFONI DEL GOVERNO BERLUSCONI, FORSE MOLTI NON SANNO QUESTA:Bossi junior vince ricorso al Tar: potrà rifare l'esame di maturità. Il Pd: Gelmini intervenga
ROMA (3 ottobre) - Il figlio di Umberto Bossi, Renzo, bocciato alla maturità scientifica a luglio, ha vinto un ricorso al Tar e potrà ripetere l'esame. La notizia è stata pubblicata oggi dal Giornale, in un articolo in cui si afferma tra l'altro scrive che il figlio del leaderleghista ripeterà l'esame il 13 ottobre prossimo con gli stessi professori. «Apprendiamo del ricorso al Tar vinto dal rampollo di Bossi, Renzo, che, bocciato alla maturità a luglio, si appresta a giorni a ripetere l'esame con la stessa commissione di docenti», afferma Pina Picierno, ministro ombra delle Politiche giovanili. La vicenda di Bossi junior, continua, «ci richiama alla mente il ricorso al Tar vinto dall'Unione degli studenti, che annullava i test di medicina e chirurgia dell'Università "La Sapienza" dello scorso anno per gravissime irregolarità. In quella occasione - prosegue Pina Picierno - il ministro Gelmini, ledendo il diritto allo studio di migliaia di studenti, si era appellata contro la pronuncia del Tar del Lazio».
«Considerate le palesi differenze tra i due casi, visto che nel secondo ci sembra evidente si tratti non di difesa del diritto allo studio ma di privilegio - conclude - ci aspettiamo che il ministro Gelmini si comporti allo stesso modo, appellandosi contro la sentenza del Tar

RIPORTO UN ARTICOLO DEL MESSAGGERO :

GUY DEBORD 02.11.08 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Manuela Bellandi

“Il problema non è ciò che si può dire, ma quante orecchie sono in grado di ascoltare”.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 18:42| 
 |
Rispondi al commento

http://andreacrivelli.splinder.com/

il video montato ad arte girato dal camioncino bianco
sperando possa essere utile

Martina Brioni 02.11.08 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Il numero 818 è pronto.

Masada n. 818. La scuola. Una battagia di civiltà
http://www.masadaweb.org

.. e D'Alema che dice?
E' il mistero baffo

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 18:33| 
 |
Rispondi al commento

CHE POSSANO FARE UNA VISITA FISCALE A CHI DICO IO MENTRE SI TROVA SEDUTO SUL CESSO CON UNA DIARREA FULMINANTE.
CAZZO, CONSENTITEMI QUESTO SFOGO. SIAMO AGLI ARRESTI DOMICILIARI DOPO ESSRE AGLI ARRESTI IN UFFICIO, OSTAGGI DI GENTE SCOSTUMATA E PRESUNTUOSA QUASI QUANTO I POLITICI ITALIANI.

clemente pacioso (clementepacioso), reggio calabria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 17:53| 
 |
Rispondi al commento

UNA DOMENDA, PREGO.
MA DI QUESTE PETIZIONI SACROSANTISSIMISSIME CHE VOGLIONO ESTENDERE LA LEGGE 133 AGLI ASSENTEISTI PARLAMENTARI COME SI PUO' SAPERE QUALCOSA? A CHE PUNTO STANNO? LE FIRME COME STANNO ANDANDO? SE ESISTE UN RISCONTRO PRATICO? SE E' VERAMENTE POSSIBILE DARE UNA LEZIONE A QUESTI POLITICI COL CULONE PIENO E LA BOCCA FALSA CHE PIU' SCHIFOSA NON SI PUO'? DARE UNA RISPOSTA, PREGO E GRAZIE.

clemente pacioso (clementepacioso), reggio calabria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 17:49| 
 |
Rispondi al commento

al bannato
Io ho una nipotina che cresce in Inghilterra,
conosco le divise (tutte diverse e anche simpatiche) delle scuole inglesi
ma se credi che il punto sia questo, non hai capito niente.
In quanto al fatto che le scuole inglesi siano migliori delle nostre, questo è tutto da dimostrare, e puoi crederlo solo tu che hai questa scompisciata adorazione verso tutto quello che è anglosassone (come hai specificato mille volte con altro nick)
Qualunque laureato italiano svolga lavoro o rierca all'estero si rende conto immediatamente che i titoli di studio non sono equiparabili, te lo può dire chiunque abbia fatto questa esperienza. L'Erasmus ha permesso a ragazzi italiani delle superiore l'inserimento di un anno in scuole di altri paesi e tutti se ne sono fatte matte risate e hanno detto che il nostro livello di preparazione è superiore. Lo stesso vale per i laureati italiani che all'estero fanno una eccellente figura.
Ma tu queste cose non le sai perché non sei mai uscito dalla tua soffitta, non ti sei mai laureato e il soggiorno in un paese anglosassone è sempre rimasto per te un pio desiderio.


viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 17:00| 
 |
Rispondi al commento

"Diminuire le spese militari per salvare la cultura”. E’ quanto propone Dario Fo, il premio Nobel per la letteratura
“La cultura - ha detto Fo - sta vivendo un momento di crisi ed in piu’ ora stanno mancando anche quei pochi finanziamenti statali. Eppure l’Italia ha comprato decine di aerei militari che costano circa 1 miliardo di dollari l’uno: per salvare la cultura basterebbe togliere un 10% a quelle spese inutili "

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 16:48| 
 |
Rispondi al commento

I sottocommenti vanno bene ma compaiono al rovescio. Il primo è l'ultimo in ordine di tempo. Non si può fare una modifica?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Paolo a: "Cos'è la scuola dell'obbligo?

Manacorda: "La scuola dell'obbligo non può essere la scuola della competizione mirata all'immediato posto di lavoro, dev'essere scuola della convivenza, della cultura generale formativa, della cittadinanza"

Uno stato democratico riconosce certi diritti come preminenti per il benessere e lo sviluppo dell'intero corpo sociale.
Possedere una yacht non è un diritto pubblico riconosciuto in cui lo stato rinvenga il suo interesse generale. Far sì che tutti i cittadini frequentino la scuola dell'obbligo invece sì.
Se tutti hanno una stessa base di partenza, obbligatoria e gratuita, il livello globale di un paese si alza con beneficio collettivo.
Per questo lo stato non impegna fondi pubblici perché qualcuno si compri uno yacht, che è un interesse privato, ma lo fa per mantenere la scuola, che è un interesse pubblico.
La scuola pubblica è pagata dallo stato, cioè da tutti noi. Se i ragazzi studiano, si alza il grado culturale di un paese; se aumenta il numero di laureati, se la ricerca avanza, tutti stanno meglio. Il paese è più civile
Per questo, via via che il progresso sociale è avanzato, gli anni della scuola dell'obbligo sono cresciuti da 5 a 8.
La legge De Mauro-Berlinguer prevedeva di unificare elementare e media accorciando il percorso di un anno, per mettere tutti gli studenti nella condizione di frequentare 3 anni di scuola superiore ottenendo una qualifica.
La scuola dell'obbligo doveva arrivare ai 18 anni, dopo di che si poteva entrare nel mondo del lavoro.
Con la Moratti l'innalzamento dell'obbligo scolastico è stato annullato mentre è stato mantenuto l'obbligo formativo, che prevede che gli studenti, dopo le medie, si iscrivano o alle superiori o a un corso di aprendistato.
Finora l'obbligo scolastico è stato fino ai 16 anni. Se il ragazzo non frequentava la scuola, la polizia interveniva sulla famiglia.
La Gelmini lo ha riportato a 14 anni.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Pensare che la polizia debba riformare se stessa è pura follia.
La polizia è funzionale al potere.
In UK i bobby erano disarmati, ma quando si trattò di domare gli hooligan hanno saputo farlo.
Da noi la polizia a Napoli in piazza del Plebiscito sotto il ministro Bianco del csx si comportò in modo repressivo e barbaro identicamente alla polizia al G8 di Genova sotto Scajola e il cdx.
E la protezione governativa dei poliziotti peggiori si è sempre perpetuata, oggi come ieri, da parte del potere (Nitto Palma è stato vergognoso!) identica dalla dx alla sx (il processo al G8 è una vergogna nazionale!), mentre da nessun partito è mai stata chiesta l'istituzione del reato di tortura, con aggravanti fortissime per l'agente di sicurezza che abusa dei suoi poteri.
Se siamo l'unico paese d'Europa a non prevedere la tortura della polizia come reato, allora siamo in condizioni di barbarie e inciviltà.
Se il 1° quotidiano d'Italia, il Corriere, pubblica un articolo di fondo con un vergognosissimo Panebianco che in piena Abu Graib fa l'elogio della tortura, e nessuno chiede che lo si cacci istantaneamente a calci in culo, allora c'è davvero qualcosa di insano in questo paese.

per l'articolo criminoso vedi
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Editoriali/2006/08_Agosto/13/PANEBIANCO.shtml

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Tra le cose che la Moratti tentò di fare senza riuscirci ci mettiamo pure il creazionismo, che è il tentativo delle sette cattoliche americane delle country più retrive che fanno capo a Bush di abolire l'evoluzione darwiniana in nome di una interpretazione restrittiva della Genesi, per cui le specie animali non evolvono nei millenni e l'uomo non discende dalla scimmia, ma tutto nasce, già pronto, dall'atto creativo e istantaneo di Dio.
Se vincerà MacCain il creazionismo tornerà in auge e allora magari avremo un ennesimo decreto Gelmini che lo proclama teoria scientifica ufficiale per l'Italia.
Davvero qui, a forza di regressioni, ci manca solo che sia ripristinata la teoria geocentrica del cardinale Berllarmino!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Carlo Carli posta alle 16.28 di ieri...
**************
Questo blog, a suo modo, è esemplare per l' argomento principale che i fake-persuaders utilizzano per denigrare i non allineati al pensiero, oramai in declino, del nano de mmerda.

Questi personaggi pensano, perché cosi ovviamente pensa il sciur padrun, che i democratici sono ostili al padrone di mafiaset per il solo motivo che gli invidiano il conto in banca.

E qui veniamo all' argomento principalmente utilizzato:

" Quello con i suoi libri anti-nano oppure con le sue idee sinistrorse ha fatto il grano alla faccia vostra....".

Be vi devo dire una cosa,
non ce ne frega niente dei soldi che hanno fatto visto che comunque non hanno fatto niente di illecito.

Potete dire la stessa cosa per il vostro mafioso preferito ?

Ed . Commentatore certificato 02.11.08 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Fare critiche alla scuola è troppo facile!
Magari qualcuno dovrebbe farsi un esame di coscienza su tutto quello che ha deteriorato la scuola e dare a Cesare quel che è di Cesare, dal 6 politico e la promozione facile impetrati dalla sx, alle lauree brevi, la proliferazione delle superiori fino a 900 licei, la moltiplicazione delle cattedre inutili e delle sedi distaccate volutidalla Moratti, l'abbattimento delle competenze tecniche o scientifiche, fino a quella cosa inutile e perversa che sono i corsi SISS o alle lauree prese su internet sempre volute dalla Moratti. Ma il popolo della dx sembra rivestito di piombo su questo punto e, come esultò per la Moratti ieri, così esulta per la Gelmini oggi, senza nemmeno osservare che la manovra della Gelmini distrugge totalmente quello che la Moratti aveva fatto.
Ma chi credete che abbia abolito gli esami a ottobre, il voto in condotta o l'educazione civile? Chi credete che abbia trasformato la scuola in un diplomificio facile? Chi pensate abbia svalutato l'esame di diploma al punto da produrre il 99% di promossi con argomento a piacere? Chi ha lasciato che gli edifici scolastici cadessero in rovina o che i giovani italiani fossero i più ignoranti di lingue straniere, diritti civili o scienze di tutta l'UE?
E aggiungiamoci anche la calata di brache anticostituzionale dei fondi pubblici dati alle scuole private e i privilegi dati al personale confessionale scelto dal vescovo ma pagato dai contribuenti, a cui ognuno ha dato il proprio peggio, da Di Pietro che è sempre stato a favore delle scuole private, ai DS che le hanno favorite, a Fioroni che ha sancito la finanziarizzazione pubblica degli istituti confessionali fino a questa indecente distruzione della scuola pubblica.
Poche cose indegne la Moratti non arrivò a fare: introdurre in modo sistematico il revisionismo storico nei libri di storia con svalutazione di Risorgimento e Resistenza e rivalutazione di Fascismo e Capitalismo. Ma questi ci arriveranno.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Exidor X posta alle 09.33

*********
Cari nipotini,
dopodomani ricorre il novantesimo anniversario della vittoria italiana nella battaglia del Piave, consacrata a Vittorio Veneto.

Dopo la disfatta di Caporetto, l'Italia era piombata nella disperazione più oscura.

Ma dopo poco tempo facemmo il miracolo.

Un esercito di straccioni, male equipaggiati, male alimentati, malamente gestiti da generali incompetenti che ci mandavano ancora all'assalto alla baionetta contro le nuove mitragliatrici austriache che ci falciavano come spighe di grano, quell'esercito di straccioni dicevo, riuscì nell'impresa più ardua.

Seicentomila morti, quasi tutti con una divisa addosso, seicentomila veneti, calabresi, lombardi, sardi, toscani, emiliani, pugliesi, piemontesi, lucani, da ogni regione d'italia erano venuti ad arrossare col loro sangue le acque del Piave in nome di una Patria che chiedeva di respingere l'austriaco oltre il confine, e di riprenderci Trento e Trieste.

Ce l'abbiamo fatta, contro i gas, contro le mitragliate, contro le granate, i reticolati, i cecchini, contro il freddo e il fango delle trincee, contro la fame, la paura, le malattie, le ferite, la disperazione.

Ce l'abbiamo fatta.

Dopo Caporetto, Vittorio Veneto.

Dopo il buio, la luce.

Non mollate.

Se ce l'abbiamo fatta noi in quelle condizioni, voi DOVETE farcela, e senza tanti piagnistei.

Siate degni di discendere da una generazione che fu cancellata per il bene delle generazioni successive.

Buona fortuna, e ricordatevi di noi.


I ragazzi del '99

Ed . Commentatore certificato 02.11.08 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viviana di Bologna, posta alle 10.19

*************************

"Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi, può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell'uomo, del suo benessere, della sua felicità. La lotta per questo obiettivo è una prova che può riempire degnamente una vita."

Enrico Berlinguer

masadaweb.org

n. 818. La scuola. Una battaglia di civiltà

Ed . Commentatore certificato 02.11.08 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Per un decennio, dopo il 71, ho abitato nell'hinterland milanese e ho frequentato gli spettacoli di Dario Fo, in tenda o nel piccolo teatrino barocco dalle poltrone rosse, in un'epoca in cui Milano non era soltanto da bere ma produceva pensiero e immaginazione, creatività e rinascita, una grande Milano, non quella che è diventata ora
Se dovesse definire Dario con una parola, lo chiamarei "un Liberatore"
Ho fatto una volta un corso che è piaciuto molto sui grandi personaggi, "I liberatori", 12 maestri spirituali che hanno aiutato l’uomo a liberarsi dall’egoismo, dall’ignoranza, dall’uso limitato delle proprie facoltà, dalla pigrizia morale, dal pregiudizio… per una nostra possibile evoluzione. Non ho parlato di lui e me ne pento. Tornassi indietro lo includerei.
Capisco l'avversione di chi è imprigionato nel fondo della caverna e non vuole altra vita che quella prigione. Capisco la sua difficoltà ma non partecipo. Dario ha lavorato anche per lui.
Ogni volta che vedevo Dario si rinnovava quello scatto al pensiero che Dario sempre provoca negli spettatori, quello slancio della libertà che è la molla della democrazia, quel sentire comune che innalzava il livello della nostra partecipazione personale alla storia.
La mia ammirazione per l'intelligenza sua, di sua moglie e della sua splendida èquipe è sempre stata costante. Quel teatro è stato per me una scuola che superava le convenzioni ipocrite del potere e dopo mi è molto mancato.
Arrivare a Bologna ha significato toccare con mano la bassezza dell'intelligenza stantia e mediocre, una città di vecchi governata da vecchi, dove la cultura e l'intelligenza sembrano morte e sepolte, dove la politica è morta abitudine e dove le grandi personalità sembrano inesistenti. Dove persino la sx radicale sembra viziata da smanie di protagonismo irrazionali che si disperdono spesso in modo verboso e puramente autoreferenziale senza costruire niente, senza progredire in niente
A Dario la mia più grande riconoscenza

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Milioni di persone che marciano paciicamente in piazza per difendere i loro diritti e il loro futuro rappresentano la democrazia.

Trenta ragazzotti scalmanati miniti di spranghe, spalleggiati da poliziotti indegni e rappresentati in parlamento da un sottosegretario governativo che rovescia la verità dei fatti rappresenta il fascismo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che molti non sanno o fingono di capire è che la manovra della destra di privatizzare la scuola pubblica e gestire ogni scuola come un'azienda privata non si riduce al primo decreto Gelmini sulla scuola primaria, ma consiste in molte fasi che progressivamente distruggeranno la scuola italiana e elimmienranno il diritto allo studio per tutti.
Il 1° atto di questa nefandezza si è sostanziato nella finanziaria, addirittura triennale, di Tremonti che ha fatto tagli alla scuola di 7,8 miliardi, prim'ancora che fossero definite le linee di violenta distruzione del sistema.
Prima si sono fatti i tagli, poi le leggi che li avrebbero giustificati. Queste leggi son solo all'inizio, il decreto Gelmini apparso è solo il 1° di una serie di decreti votati alla fiducia con cui Berlusconi si muove come un carramato autoritario all'attacco della scuola per decretare la fine di un diritto universale e pubblico.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma che ci fotte a noi di Allouin? La festa americana durante la quale si consumano zucche coltivate con fosfati di mercurio al plutonchio di zinchinite.
Quella dove i papà ameregani tirano fuori il barbeque per arrostire bistecche di carne clonata intinte in salsine fluorescenti allo zinco ecc ecc?
Quella dove si bevono bevande con acqua sintetica e colorate con coloranti di tutti i tipi?
Quella dove si mangiano i tacchini scolpiti con carne di tacchino tritata e trattata con conservanti antibiotici ecc ecc?
Che ci frega di questa festa?

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Un cialtrone di nome Berlusconi che sfoggia pubblicamente la sua ignoranza in materia di mitologia e un inglese fantozziano
Un ignorante come Bossi che oltre a non sapersi asciugare, da sempre, la bava agli angoli della bocca, ha seri problemi a coniugare i congiuntivi

Ecco.. questi signori si permettono il lusso di critirare un Premio Nobel.

Forse credono che tutto il mondo viva di letterine e domenica sportiva ma si sbagliano.

Gli italiani, buona parte, vivono di questo. Il resto del mondo ci prende per il culo.
Per fortuna l'Italia è anche il paese di Dario Fo, Claudio Abbado, Rita Levi Montalcini, Carlo Rubbia, Roberto Benigni.... oh oh guarda un po', tutti quelli che il mondo ci invidia sono denigrati in patria!


elena m. Commentatore certificato 02.11.08 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Estraggo alcune linee da cio' che scrive il Fo
************************

Insomma, questa gioventù ha invece una conoscenza e soprattutto è evidente che ha dialogato, ha avuto conflitti chiari con gente che la pensava diversamente, e per questo sono informatissimi!

Una delle cose che mi hanno detto subito è stata:


Questa è una lotta non soltanto per il problema del denaro, ma per il problema della libertà e della nostra vita.

Ed . Commentatore certificato 02.11.08 14:37| 
 |
Rispondi al commento

IMPERDIBILE IL TITOLO ODIERNO DI "LIBERO " .
LA CRISI FA BENE
Se ci sarà più disoccupazione verranno meno immigrati, i nostri figli dimagriranno ed avremo più tempo da passare con il nonno !

QUESTI STANNO INSEGNANDO AI BALUBA PADANI ED AI LORO DECEREBRATI SIMPATIZZANTI CHE PATIRE LA FAME FA BENE !!!!!

INCREDIBILE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

RICCARDO M., VIAREGGIO Commentatore certificato 02.11.08 14:25| 
 |
Rispondi al commento

2
Ilvo Diamanti

Dove sono oggi i valori del 68? Il sindacato resiste solo tra i pensionati. Solidarismo ed egualitarismo sono morti. Non c'è nessuna libertà sessuale da liberare, semmai è il contrario.
Il ritorno dell'autorità che prelude al fascismo non è ostacolato da ideali o politiche, ma da una società frammentata e corporativa. E di etica sessuale più libera manco a parlarne, visti i danni della tv berlusconiana e degli es. di governo. Arrivismo, consumismo e velinismo di massa hanno distrutto ogni morale.
Dunque gli studenti non si preoccupino del 68. Ognuno viva il suo tempo! Essi marcino da soli, senza cattivi maestri! Il loro futuro è ora, non 40 anni fa!

masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 14:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO VISTO.

Ho visto strane cose nei trent’anni trascorsi lavorando in un’azienda privata di credito. Ho assistito ad un’evoluzione… anzi, ad un’involuzione delle attività aziendali, ad un progressivo depauperamento qualitativo, governato da una classe dirigente sempre più ingorda, boriosa ed incapace. Gli “unti dal Signore”, “misteriosamente” proiettati nell’organigramma, a volte si manifestavano. Era sempre in occasione della presentazione, da parte di altri Istituti, di prodotti o servizi innovativi; allora entravano in fibrillazione ed, al grido di “facciamolo anche noi”, mobilitavano le maestranze alle loro istruzioni. Noi pensavamo: speriamo che, almeno questa volta, riusciamo a copiare questo prodotto migliorandolo, ed offrendolo a miglior prezzo. Come il Giappone che era divenuto Potenza Economica mondiale. Ma non era mai così. Il principio basilare della “concorrenza” veniva sistematicamente tradito. A volte, per tastare il polso, mi divertivo a sottoporre loro un problema operativo. Quasi sempre mi sentivo rispondere: lavori qui da vent’anni e non sai ancora risolverlo? Senza mai, peraltro, indicare alcun procedimento risolutivo. Però qualcosa, di male in peggio, facevano: producevano a getto continuo “circolari operative” cui le maestranze dovevano rigorosamente attenersi. Solo se “le cose” andavano male. Perché i Clienti più importanti non dovevano essere “disturbati” dalle disposizioni Aziendali. Se le cose andavano male, comunque, la colpa era dell’impiegato che aveva omesso il proprio dovere, nell’interesse del Cliente. C’era anche un’importane “Servizio Ispettivo” che vedeva solamente le “cose” che l’Azienda gli indicava. Operava ciclicamente nelle unità operative; ma tornava con la “pistola fumante” solo dai luoghi che doveva colpire. Gli “eletti” levitavano comunque, nascondendo le mani sporche ma ostentando aureole e stimmate, verso un fulgido futuro. Le caste sono così. Tutte. Ordini professionali, Partiti, Sindacati ed Organizzazioni in generale.

Carlo Guglieri Commentatore certificato 02.11.08 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
Uno dei nostri migliori politologi, Ilvo Diamanti scrive:
Il '68 è finito andate in pace

http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/diamanti-mappe/diamanti-mappe.html

Il 68 ha 40 anni, ds e sx lo evocano ma a torto
La contestazione giunse in Italia per contagio internazionale, dai campus USA e del maggio parigino. Fu un passaggio d'epoca internazionale, che contestava società, economia, religione, cultura e politica. E marcò uno stacco generazionale. Ma nulla si ripete uguale. Nel 68 genitori, professori, politici, padroni, e chiesa vennero contestati in quanto autorità, il 68 fu una rivoluzione antiautoritaria, che innovava etica e valori, stili di vita e costumi sessuali
Oggi tutto è diverso. Siamo in piena crisi finanziaria ed economica. Prevalgono insicurezza, precarietà, paura per il futuro
40 anni fa i docenti stavano dall'altra parte. Oggi, sono coi manifestanti. Ma ogni categoria ha le sue rivendicazioni. I docenti si sentono marginalizzati, i precari temono di rstare tali, gli studenti manifestano contro il furto di futuro, le famiglie per le enormi spese che si abbatteranno su di loro se la scuola diventa un’azienda
Il richiamo al 68 oggi non ha senso
Ne parla la sx radicale per nostalgia, sperando che si eroda il consenso del governo e torni la base sociale perduta. Ne parla con malizia la dx al governo. La Gelmini dice: "Si torna alla scuola della serietà, del merito e dell'educazione" Dando per scontato che oggi nella scuola non ci sia serietà, merito ed educazione, e ci porta indietro di 40 anni. Sacconi dichiara: "Il 68 è il cancro di questo Paese. Una metastasi prodotta dall'Università corporativa figlia della sx degli anni 70"
Si vuole il ritorno dell'autorità, delle istituzioni e del patriarcato. Ma il 68 è appassito, coi suoi miti ed eroi. Il sindacato resiste solo tra i pensionati. Solidarismo ed egualitarismo sono morti.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 14:22| 
 |
Rispondi al commento

ARIDATECE BENITO !!!

DITTATORE COME IL NANO MA ALMENO IN BUONA FEDE ( PACE ALL'ANIMA SUA )CREDETTE DI FARE QUALCOSA DI BUONO PER QUESTO DISGRAZIATO PAESE .

IL MAFIOSETTO INVECE PENSA SOLO AL C...LO SUO E DEI SUOI AMICHETTI , VERRANNO TEMPI PEGGIORI MA ORMAI SARA' TROPPO TARDI.

andrea onesti 02.11.08 13:58| 
 |
Rispondi al commento

IL POTERE E' DEL POPOLO
MA SPESSO IL POPOLO NON LO SA.

TOGLI ITALIA1 RETE4 CANALE5 DALLA TUA TV

ESERCITA IL TUO POTERE

nemo n., udine Commentatore certificato 02.11.08 13:35| 
 |
Rispondi al commento

ALLARME DEMOCRAZIA!!!

DIVENTA UN CITTADINO ATTIVO.

TOGLI ITALIA1 RETE4 CANALE5 DALLA TUA TV.

nemo n., udine Commentatore certificato 02.11.08 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Si è sempre detto:- A mali estremi, estremi rimedi- Il principale 'tumore' che sta ormai andando in metastasi nazionale, è costituito da una casta politico-parassitaria , i cui effettivi ,tra governo centrale, ministeri vari, regioni, provincie e comuni, pare ammonti a 500.000 unita' parassitarie, le vere nemiche della nostra piuttosto malridotta Italia. Io non so se, al posto di chi sta " governando", sarei migliore di costoro . Ma per come sono 'composto' , non ridurrei la mia nazione in condizioni pietose come questi maledetti, stanno facendo da anni.
Nell' 800, gli oppressori , per lo più , erano stranieri: Austriaci, Borboni... Oggi, i nostri oppressori, sono dei spudorati connazionali che si servono del potere per fare i loro interessi, riducendo la nostra Nazione in condizioni assurde, disumane. Spero vivamente (ma da sola, la Speranza non è sufficiente a cambiare le cose)che quegli individui , la paghino duramente, durissimamente, per il male che ci stanno facendo con la consapevolezza sadica di chi ci gode , nel far soffrire il proprio prossimo e la popolazione Italiana. Ci rivedremo a Filippi (disse qualcuno durante il periodo dell' Impero Romano)e la' , faremo i conti.
Ciao.

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 02.11.08 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I poliziotti andrebbero istruiti meglio. E' controproducente inviare poliziotti improvvisati che ti manganellano le mamme napulitane, facendo il loro gioco.
Sono maestre nell'arte della sceneggiata.
A volte si vedono scene penose, con dei disgraziati (che magari erano in piazza solo per sgranchirsi le gambe) attorniati da poliziotti inferociti che li manganellano.
Le polizie all'estero ci guardano, a noi, figli di quegli antichi romani che costruivano eserciti addestratissimi e micidiali.

Le cariche vanno fatte con raziocinio. Dapprima si inonda la folla in tumulto con idranti e schiumogeni, dopodichè le prime file di poliziotti irrompono per raccogliere i facinorosi ancora storditi e disorientati, mentre l'avanguardia con gli idranti continua la sua opera piu' avanti.
Non puoi pensare di mandare 4 poliziotti in Campania sperando che ti facciano indietreggiare una folla compatta che non indietreggia nemmeno di un millimetro.

A Genova, i poliziotti hanno avuto gioco facile. I ragazzi scappavano un po' qua ed un po' la, a gruppetti. E' facile inseguirli e manganellarli un po'. Il discorso è diverso quando hai le mamme napulitane schierate davanti. Quelle sono piu' toste dei no-global. Non scappano mica, anzi, si gettano a terra e tu alla fine, se non sei addestrato, fai il loro gioco.

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 13:20| 
 |
Rispondi al commento

"VISTO
CHE 39 DEPUTATI E 16 SENATORI SONO MINISTRI E SOTTOSEGRETARI MA NON HANNO
LASCIATO IL POSTO DA PARLAMENTARE
CHE QUESTI SIGNORI PERCEPISCONO IL DOPPIO INCARICO DA PARLAMENTARE E
MINISTRO / SOTTOSEGRETARIO;
CHE QUESTI SIGNORI SONO A TUTTI GLI EFETTI DIPENDENTI PUBBLICI PERCHE
STIPENDIATI DA NOI CITTADINI;
CHE LA RIFORMA BRUNETTA RIBADISCE L’OBBLIGO A NON ASSUMERE ALTRI INCARICHI
OLTRE QUELLO IN ESSERE PER I DIPENDENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE:
AIUTIAMO BRUNETTA NELLA APPLICAZIONE DELLA SUA RIFORMA MA PER TUTTI I
DIPENDENTI PUBBLICI COMPRESI DEPUTATI E SENATORI SOPRATUTTO PERCHE LA LEGGE
E' E DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI
QUINDI FIRMATE E DIFFONDETE IL BANNER DELLA PETIZIONE PER ESTENDERE LA
RIFORMA BRUNETTA A TUTTI I DEPUTATI E SENATORI SU:
http://fir...miamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
(togli i puntini da firmiamo)"

FANNULLONE ITALIANO 02.11.08 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Ed . alle ore 13:04 mi sottocommenta.

Ci tenevo, qui davanti a tutti.
Ed ma vaffanculo!

Con questo sappi piccolo che per me puoi fare quel che vuoi. So chi sei e quanto vali. Per me basta e avanza.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come volevasi dimostrare...casapound ha tolto la funzione messaggi dai video dove cercavano di dimostrare che l'infitrato permanente Alberto detto Zippo non è un infiltrato...

ma noi ti abbiamo beccato sei un infiltrato permanente...che sei dei servizi segreti?
da quanto tempo controlli il movimento casapound?

Stefano Ventura, Cerenova (Cerveteri) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma sti carri armati ...poi dove cazzo stavano!!!!
non mi risulta che Lenin li abbia usati...
al massimo usò i cannoni della corazzata "potionki"

Antonio Desani
---------------------------------------------

Anche Bush. Noi commettiamo l'errore di dire che sull'Iraq vengono sganciate le bombe, mentre in realtà vengono indirizzate elettronicamente.

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Lo so di fare un discorso che a molti starà sul cazzo.

MA COME FATE A PARAGONARE QUESTI FIGURI AL FASCISMO????

Questi ci hanno tolto ogni speranza per il futuro.
In cambio ci hanno dato una sanità sempre più cara, la pensione sarà un'utopia malgrado le tasse sempre più alte che paghiamo. Le scuole saranno solo per i (pochi) ricchi.

Mi risulta che ALMENO negli anni trenta c'era l'INPS, il servizio sanitario nazionale che funzionava, le scuole erano per tutti.

Bisogna tornare a dire: SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO?

Renato Balestrato (forever inkazzato), Unsere Liebe Frau im Walde (Senale) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ed . posta alle 12:23 qualcosa di O.T.

Un caro sorriso a te "congiunzione ed puntata".
Ti qualifichi da solo.

Per il resto... credimi... credimi... credimi...
Noto che astieni le tue voglie da cose senza senso.
Mi fa piacere...letto la mail?

Ciao caro un sorriso dal mare NOSTRUM e non solo TUUM che appunto nulla sei come me...

Un sorriso.... Ricorda di visitare Bellini... Ricorda... mi ringrazierai credimi.

P.S.: so perfettamente chi sei.
Mi spiace t'ha detto male pure sta volta.
Non è lo stecchino lo strumento per vivisezionare.

Una buona con sorrisi.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo la maggior parte del popolino che si ingrassa con telenovele e si sfama con le ostie per la comunione (siamo arrivati anche a questo) non comprende o peggio, non vuole comprendere che c'è in atto una selezione per ELIMINARE il più possibile della popolazione mondiale. Siamo in troppi, i poveri di fatto, quelli che non riescono a gestire l propria vita e questo vale per tutto il mondo, verranno spazzati via. La terra è unica e non regge più al consumo dei residenti allora quei governanti bastardi che stanno infettando tutto e tutti, hanno solo un mezzo, lasciar morire di fame e di guerre oppure eliminare con stratagemmi il più possibile di quelli che non riescono a difendersi. Lo sterminio degli ebrei, è uun esempio più che sufficiente per dimostrarlo, qualcuno a tempo debito rubò e mise in ginocchio l'economia col risultato che a pagare furono persone appartenenti ad una religione (in quel caso razza) diversa. Ora stanno ripetendo in grande la commedia, è la solita solfa.Quel bastardo di W Busssss (del culo) e tutti quelli che lo sostengono, pensate che siano preoccupati solo per un ideale politico anticomunista? Certamente no le loro mire sono ben più insidiose e sporche. Lo psiconanno testa di merda è uguale a tutta quella gentaglia che sta tentando di alienare la maggior parte della popolazione proprio per quel fine. Chi lo sostiene (e non dovrebbero essere molti) sono riusciti con stratagemmi a prendere il comando di quello che ormai sta diventando ogni giorno di più UN CESSO dove evacuare gli stronzi che non si adeguano al regime. Quei POVERI (nel senso che pure loro hanno problemi per l'esistenza) dementi che lo hanno premiato, verranno sistematicamente considerati come tutti gli altri, stronzi da evacuare perchè il regime troverà il sostegno di tutti quei parassiti militari che prosperano sulle disgrazie altrui. I segnali di tutto questo malessere, arrivano da lontano (Cile docet). Comprendiamo il rischio prima che sia troppo tardi.

emilio f., voghera Commentatore certificato 02.11.08 12:33| 
 |
Rispondi al commento

"Parlamento Mediolanum, tutto intorno a Lui".

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Art. 4.

La Res-privata riconosce a tutti i cittadini allineati il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le direttive del suo Omnio Presidente e senza la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale di Mediaset.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Una breve interruzione, per postare un intervento di un Tizio (ma anche Caio e Sempronio) che decide di fare guerra a me (scrive testualmente...War..e' un poliglotta)

Mi scuso con chi legge per l'O.T.. ma a **coltellate alla schiena**, occorre rispondere usando lo stesso linguaggio, mio malgrado

Mio malgrado: nella miniera delle memorie, dove spendo il tempo disponibile, armi non ce ne sono (solo un aspirapolvere, per togliere decenni di polvere ed altro, accumulatasi in quantita'...e poter quindi **penetrare** i misteri dei documenti)

Per il lavoro di mozzo (profumatamente pagato), solo attrezzature che il lavoro richiede, ed una piccola batteria portatile che uso, purtroppo, spesso..in quanto lo **squalismo vorace dei teppisti fasullisti** a volte tende a crescere in **rumore**, se non prontamente rigettato a mare, o nelle cloache che esistono sui moli dove la Super Corrazzata **BEPPE GRILLO** attracca occasionalmente per le necessita' di un buon navigare nel MARE NOSTRUM (aggiungo..non LORUM)
**************
Ambarabà cicci coccò
tre civette sul commò
che facevano l'ammore
colla figlia del
dottore
il dottore s'ammalò
Ambarabà cicci coccò

Buonanotte. Sogni d'oro... speriamo che "congiunzione ed ripetuta più volte" non venga anche li a dirci COSA si deve sognare nel sonno..

ma che du palle!
********
Esimio Francesco che PONTIFICA, lancia EDITTI etc etc

Definire Ed una congiunzione, per Lei cosi' sensibile al discorso RAZZA..rientra nell'etichettare..

Io mi astengo dal vedere BIFOLCHI in giro, o meglio..proprio sono la ultima cosa della Rete, e Lei, esimio, si astenga..

I Poeti VERI, colle vendite multi livello (pensi pensi al *GANE DINERO IN INTERNET*) e linguaggio consequenziale, hanno un permanente divorzio e non riconciliabile in termini veri

E spiacente, al Bagaglino ed ambienti simili, la sua forma di RALLEGRARE gli spettatori forse avrebbe un senso, anche se il FAR RIDERE FORZATAMENTE (vedasi sopra) suona ZERO

Netiquette

Ed . Commentatore certificato 02.11.08 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Art. 3.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali ad eccezione del cittadino "un pò più uguale degli altri".

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà del Presidente del Consiglio, impediscono il pieno sviluppo della sua persona e l'effettiva partecipazione all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Exiiiiiiiiiiiiiiii

mi sono confesatooooo, dopo di tantissimi anni
dopo essere espulso literalmente dala scuola dai fratti francescani per le mie teorie della lungheza dei bracie e di che la mano cade proppio sul piscellino si dio era bravo modificaba tutto al origene.

ma ho giurato al rappresentante della chiesa che non vado a dire (in quanto possibile, conditional)

parolaccie nel blog.

Don marco è un grande qui in paese merita rispeto da parte mia, sempre mi invitava in chiesa ma mai sono andato fino ad oggi.

veramente

bhè provocatori sono inmune per qualche ora.

ciaoooooooo

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito,
da quando ho messo il link al mio blog in questi commenti, il mio blog è scomparso in due giorni dal motore di ricerca famoso mericano. e' tecnicamente normale? Qualcuno che non ama il dibattito allargato? Esterni intendo. Mha, per quello che scrivo ... !

Diego Pasone (da piazza del campo), Siena Commentatore certificato 02.11.08 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Art. 2.

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili del Presidente del Consiglio, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Alessio Onofri, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:15| 
 |
Rispondi al commento

la seconda (la dittatura comunista ndr) auspica l'espansione ideologica attraverso l'elevazione delle coscienze tra le masse.

Antonio Desani, Roma
-----------------------------------

AUSPICA?
AUSPICA???
Cioè in pratica io invado una piazza coi carri armati e mi "auspico" che la gente comprenda la bontà delle mie intenzioni.

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Il resto è sul mio modesto e moderato blog linkato sul nome.

Diego Pasone (da piazza del campo), Siena Commentatore certificato 02.11.08 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Non sono io che ho detto che il potere ce l'ha chi è padrone dell'informazione.
Quindi equivale a dire che ci raccontano una camionata di falsità, per perseguire interessi privati a danno dei popolo.
Come la storiella che è difficile rallentare l'immigrazione clandestina, ed è un serio problema da combattere la competizione al ribasso dei lavoratori. E con la scusa dell'accessibilità al lavoro che gli italiani onesti si sono bevuti, Licenziano e riassumano sempre al ribasso.
Congratulazioni Italia.
Parlarne qui è nel conto della politica, sa che finche non si ha voce sui "giornali" e in tv, sono discosi seri buttati al vento. E finche accade qualcosa i manovratori camaleontici di questo paese che hanno i soldi all'estero, deterrano sempre il potere. La loro paura è solo se di uno o dell'altro camaleonte, sicuramente non la paura di cedere le redini agli italiani. E i camaleonti sono sia a destra che a sinistra, questa è la differenza fra i due poli, entrambi occupati nei loro affari, seppure riescono a far credere a giovani distratti il contario. Sebbene i giovai distratti sono molto meno di quelli vicini ai partiti per ambiziosi interessi personali. Perche altrimenti non capisco difese a spada tratta di castronerie partitiche.

Diego Pasone (da piazza del campo), Siena Commentatore certificato 02.11.08 12:08| 
 |
Rispondi al commento


Buon giorno in ritardo......

Il governo faccia di merda ....si potrebbe pensare si caghi sotto .....la Cai , nota sottomarca di mangimi scadenti per cani , conferma l'accordo .....contro LA CASTA di assistenti e piloti .

Il nano bugiardo infimo insieme allo zombi' Bossi e allaservetta Fini dice che sospende la riforma Gelmini per calmare le acque contro LA CASTA di studenti universitari......

il mondo al contrario , quello che vedete non è vero ......

Non solo... questo discorso... è SBAGLIATO !

non arretrano , CAMUFFANO SUBDOLAMENTE ....attenzione.....

Abbiamo ache fare con delunquenti bugiardi ed infimi....bastardi come la classe politica ed imprenditoriale che rappresentano , quindi :

A) cercheranno di dividere i sindacati di piloti ed assistenti....ma sopratutto gli ha fatto comodo questa interposizione ......perchè vogliono farsi azzerare il debito accumulato nel frattempo ; 300 / 400 milioni di euro a carico dello stato e tutto a carico della bad company , noi.

b) il decreto sulla scuola è LEGGE ; hanno sbagliato a preparare un suppostone da 10000000gr , dovevano inculare piano piano....a piccole dosi .......in modo da DIVIDERE , NON ACCORPARE CATEGORIE .....nella protesta . Parole di La Russa , cosi' coglione da dirci in modo indiretto come vogliono incularci.

Si puo' dire tutto , ma la mafia politica, capitalistica è FURBA ....e ha il controllo dell'economia e dell'informazione . La banda è furba ......noi cialtroni e sudditi che abbocchiamo....

Se Dario fo'- SE DARIO FO'! che conosco da 40 anni QUAsi che ho visto di recente a teatro a Roma , e per un certo periodo...tanto tempo fà mi è stato anche sul cazzo per alcuni eccessi....... , mi dice
che Mussolini faveva cose migliori di questi quà.......chi ha qualche anno puo' capire la portata di questa frase .......detta da Dario Fo'.

il degrado , lo schifo , il vomito di questi luridi.....classe diringente ed etica del paese.....

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me pare che si faccia una gran confusione, magari voluta dal governo, per confondere le idee sulla scuola.
In realtà la Gelmini è forse il capro espiatorio scelto dal governo per mascherare dietro i grembiulini ecc. ciò che la finanziaria ha stabilito.
Non si tratta di una riforma della scuola.
Si tratta di tagli e basta.
Comunque, personalmente ho notato -già a suo tempo (anni 70) - una pletora di giovani insegnanti impreparati, qualcuno addirittuta titolare di cattedra in un liceo, che non conoscevano la loro materia. O veterinari che insegnavano lingue straniere. Questo per dire che le riforme degli anni 70 sono servite a dare un posto a troppi insegnanti che per ragioni sociali non potevano restare senza reddito. Non a riformare la scuola!
Si è tolta ogni possibilità di avanzamento ai meritevoli col risultato che nessuno più conta nulla. Assieme ai validi esistono anche gli incompetenti/fannulloni e sono in egual misura retribuiti. E’ ora di stoppare questa situazione.
La querelle sul maestro unico –che personalmente nelle elementari io approvo- è solo per sviare l’attenzione dal resto. E non mi si venga a dire che un maestro non sa insegnare ad usare un pc.
Mi va bene l’insegnante di inglese. Ma basta.
Piuttosto, vedano adi risolvere il problema dei libri di testo con una sana riforma dei programmi che taglino tutto ciò che è inutile all’apprendimento ed alla formazione. Libri più sobri, di colori, di notizie inutili, di PESO, di PREZZO !!!
E restituiscano responsabilità e merito a chi insegna e forma veramente!

mirto s., vicenza Commentatore certificato 02.11.08 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido in pieno tutto quello scritto e detto da Dario Fo. Il nostro Paese sotto questo Governo Berlusconi e anche sotto l'incapace Governo Prodi, sta attraversando un periodo di arretratezza politico-culturale. E' vero che siamo tornati ai tempi del Feudalesimo: "Se non hai un padrino politico o padrone, non fai carriera". Occorre che tutti insieme, alunni e docenti,si faccia sentire forte la propria voce di disapprovazione contro questi lestofanti che ci mal-governano. Occorre una rivoluzione politica: alle prossime europee non andare a votare, perchè è ormai già tutto deciso. Noi siamo i burattini di Berlusconi e anche di Licio Gelli e Company.

Nicola Ambrosino, Bisceglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, e un saluto a Beppe Grillo. Vorrei invitarvi a visitare questo nuovo sito-giornale on line dedicato alla politica italiana (e a molto altro): si chiama il Politico.it e lo potete visualizzare all'indirizzo www.ilpolitico.it
Aspettiamo i vostri commenti (in coda agli articoli e via posta elettronica).
Ciao, e grazie!

Antonio Ormea 02.11.08 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Dite quello che volete, appena 5 minuti fà ho sentito un giornalista dire (parlando a proposito di un sacerdote) :

"questo sacerdote, che io non lo conoscevo".

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....
Oh caro ma basta leggere la legge:Schema di decreto del Presidente della Repubblica
Regolamento recante modifiche e integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 25 luglio 1997, n. 306, in materia di contributi universitari."
....
Semplificando: diminuendo i finanziamenti statali, per leggi si riducono le tasse universitarie. Non smetti mai di pontificare...prendi cantonate....

paolo a.

==================================


E dove avrei scritto che i tagli si sarebbero ripercossi solo sull'aumento delle rette? A parte che - vado a memoria - tutte le riforme scolastiche alle quali ho assistito nel passato, escludevano l'aumento delle tasse universitarie, ma nell'arco di un paio di anni è avvenuto esattamente IL CONTRARIO di quanto riportato nel testo di ogni decreto.

Comunque, anche ipotizzando che sia come dici tu, il taglio alle risorse universitarie obbligherà lo studente ad accollarsi tutti quei costi che fanno parte del mantenimento dei suoi studi, che non sono solo la retta annuale: infrastrutture, servizi, sovvenzioni, stage, materiale didattico eccetera.

Questo escluderà una gran parte della popolazione dal diritto allo studio. Zapatero, tanto per fare un esempio, ha AUMENTATO i fondi destinati all'università, che già sono maggiori dei nostri, destinandoli proprio agli studenti meno abbienti.

Ecco perchè credo ben poco alla formula della Gelmini che taglia e favorisce. Ma dove si è mai visto? Io non lo reputo attuabile nemmeno alla scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts dove studia Harry Potter...

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 02.11.08 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T. ovvero, l'argomento me lo scelgo io, perchè sono una teppista ;)

L'Unione Europea autorizza un altro OGM per l'alimentazione umana
Dopo la soia, l'Unione Europea autorizza l'importazione di un altro Ogm destinato anche all'alimentazione umana.
Si tratta del cotone LL25 brevettato dalla Bayer e resistente al glufosinate, un diserbante. Dai semi si ricava anche l'olio ed esso, appunto, potrà finire nei nostri piatti.
La Commissione europea continua ad autorizzare Ogm anche se l'opinione pubblica non li ama. Ha addirittura varato un piano segreto per vincerne la resistenza.
Secondo un'indagine pubblicata un paio di giorni fa dalla Fondazione per i diritti genetici, il 66% degli italiani sa cosa sono gli organismi geneticamente modificati. Nel 2000 erano meno del 40%.
All'interno di questo 66%, il 78% è nettamente contrario alla loro introduzione nell'alimentazione. I timori sono legati soprattutto alla salute.

Segue

http://tinyurl.com/5sgqrn


Scoperta l'origine delle scie chimiche...

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scienzaetecnologia/damn-cool-pics/2.html

Danilo De Rossi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:53| 
 |
Rispondi al commento

I ragazzi del 99
Ironia ermetica a parte:
Mah,
io rifiuto la retoria risorgimentale che ha avuto come sua naturale continuazione la retorica della grande guerra.
La grande guerra è stata, in realtà, un genocidio ,che ha annientato un'intera generazione: milioni di giovani fanti ,spesso poverissimi, immolati per una causa che non li riguardava, carne da macello per i cecchini austriaci.
Come ogni guerra, banalmente, una guerra per valori borghesi combattuta dalla classi più umili e più indifese..
Cha ha determinato, poi, la retorica della "vittoria mutilata" ,che ci ha portato dove ben sappiamo.
Se si parla dei morti del 15-18 in un senso così agiografico non siamo messi molto bene..
Non eroi, vittime..
Pessimo esempio...

Mauro Maggiora, Genova (Prè/Molo/Maddalena) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Qui sotto c’è un estratto di una intervista al Corriere delle Sera di oggi che sintetizza il D’Epifani pensiero. Premesso che non ho nulla contro gli immigrati , mi domando quali interessi stiano
muovendo gli atteggiamenti di questo signore , che di tutto sembra stia interessandosi , meno che degli interessi dei lavoratori che perdono il lavoro a causa della globalizzazione e delle delocalizzazioni . Vuole che gli imprenditori si trovino facilitati a fare trattative al ribasso sui contratti , per la competizione indotta tra lavoratori che non vorrebbero accettare “certi lavori” e che quindi, in mancanza di competizione tra poveri , potrebbero accettarli , ma a certe altre condizioni ? Secondo me , questo qua è proprio un vero coglione…ma evidentemente di sinistra…

“”””Nessuno si chiede che cosa succede ai lavoratori stranieri nel momento in cui perdono il lavoro. Sono quattro milioni, sono stati assunti per fare lavori che nessuno avrebbe fatto, e producono il 10% del reddito nazionale».
Dovrebbero essere rispediti ai Paesi d'origine?
«Proprio così. In base alle norme attuali perderebbero insieme al lavoro anche il titolo per restare in Italia. Siccome sono persone che hanno lavorato, e lavorato bene, non avrebbe alcun senso mandarle via per poi richiamarle quando l'economia dovesse riprendere. Né per loro né per il nostro Paese».
Allora?
«Allora la Cgil proporrà di sospendere l'efficacia della legge Bossi-Fini per due anni, allo scopo di consentire a queste persone di trovare una nuova occupazione». Quanti si troverebbero in questa condizione? «Sicuramente decine di migliaia». “””

Mario Co. 02.11.08 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo sapete che prima di iniziare a svolgere qualsiasi lavoro qui chiedono la fedina penale??

Hahaha,impensabile una cosa del genere nella repubblica delle banane!!


Tchuss!

Marco (Seagrey) Commentatore certificato 02.11.08 11:40| 
 |
Rispondi al commento

La nostra indipendenza e irrappresentabilità

va di pari passo con il nostro antifascismo

CONTRO LA 133:-1400 milioni di € in meno alle università pubbliche in 5 anni, turnover al 20%, trasformazione in fondazioni private

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

* 07/11: manifestazioni dislocate città per città

* 14/11: MANIFESTAZIONE NAZIONALE a Roma

* 15-16 Novembre: ASSEMBLEA NAZIONALE alla Sapienza


NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO!!!

Rodiòn Romanovič Raskòl'nikov, San Pietroburgo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:38| 
 |
Rispondi al commento

http://www.dailymail.co.uk/news/worldnews/article-1081624/Goldman-Sachs-ready-hand-7BILLION-salary-bonus-package--6bn-bail-out.html

12 miliardi di euro pronti per i bonus da Goldman Sachs soldi di chi paga le tasse.

la Rivoluzione in usa e' sempre piu' vicina!!!!

Maximus Roman Emperor (), (SPQR) Commentatore certificato 02.11.08 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA SICUREZZA
Se andate al centro di roma vi accorgete che non è assolutamente cambiato niente. I ristoranti continuano ad invadere strade e piazze, i vigili non ci sono oppure quando li trovate sono riuniti in gruppetti a parlare dei c.. loro come sempre, i soliti mendicanti sdraiati con i loro cani, le solite bancarelle abusive, tutto come al solito. Poi sento dire che il turismo a Roma è in preoccupante calo. Ma Alemanno ‘sta pagina l’ha voltata o no?

giovanni ., Roma Commentatore certificato 02.11.08 11:36| 
 |
Rispondi al commento

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*

LEGGETE E GUARDATE I VIDEO XFAVORE: TROPPO ASSURDO

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*

nn centra niente con post... ma mi preme dirlo:

la disinformazione all'emilio fede:
http://iltempo.ilsole24ore.com/adnkronos/?q=YToxOntzOjEyOiJ4bWxfZmlsZW5hbWUiO3M6MjE6IkFETjIwMDgxMTAxMTYwNzQ1LnhtbCI7fQ==

il video della puntata (nn si capisce cosa voglia dimostrare):
http://it.youtube.com/watch?v=4x7c_JNUoNo

la risposta di venessia.com:
http://it.youtube.com/watch?v=msUbNl0NEa8

QUESTA è PROPRIO DISINFORMAZIONE PURA!!

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*

BEPPE GRILLO: dovresti farci un post x fare ridere un pò tutti (quelli ke usualmente nn leggono i commenti)... è troppo comico emilio ke cerca di trovare la notizia dove nn c'è!

davide.

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*

Davide C., Venezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Viviana di Bologna posta alle 08.46
**********************************
I meriti e i titoli di Dario Fo li abbiamo visti.
Vediamo ora la concorrenza.

Maria Stella Gelmini: anni 35, laurea in legge,
esame di abilitazione ad avvocato dato a Catanzaro, perché qui promuovevano cani e porci (il 93% di promossi contro il 94% di respinti a nord), una vera industria di esamifici con esami taroccati che riempie gli alberghi della città
Alla vigilia del turno della Gelmini scoppia lo scandalo di 2.295 su 2.301 partecipanti che hanno fatto lo stesso identico compito con lo stesso identico errore («recisamente» al posto di «precisamente»)Entra un commissario e fa: "Scrivete". E comincia a dettare il tema. Bello e fatto. Piano piano. Per dar modo a tutti di non perdere il filo. (siamo sotto il governo di B)

La Gelmini è stata presidente del consiglio del comune di Desenzano del Garda fino al 2000, anno in cui fu sfiduciata per "inoperosità".
Non ha alcuna competenza di scuola, didattica, pedagogia o psicologia.
Il suo maggiore titolo è quello di essere stata presentata a Berlusconi dal giardiniere di Villa Arcore, Giacomo Tiraboschi.

Giovanni Sartori la cita sulla prima pagina del Corriere come esempio di incompetenza:
«Sono anche a qualificazione zero il ministro della Giustizia Alfano e il ministro dell'Istruzione, una ignotissima Mariastella Gelmini».
A rincarare la dose ci pensa Bossi, che le rimprovera di essere arrivata al vertice del ministero senza essere un'insegnante. Lei va all' Istituto tecnico commerciale Enrico Tosi, a due passi da Cassano Magnago, dove è nato di Bossi a dire: «Mi pare che nemmeno Bossi sia un eminente costituzionalista. E anche Castelli ha fatto il ministro della Giustizia non essendo né avvocato né magistrato»
E' vero. Dell'incompetenza e dell'arretramento culturale dei membri di questo governo e particolarmente della Lega eravamo tristemente edotti, ma sentircelo confermare dal Ministro dell'istruzione è stato un vero piacer

Ed . Commentatore certificato 02.11.08 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema italiano si racchiuse nel "non fare" degli ultimi 30 anni.
La riforma gelmini soprattutto per quanto riguarda le elementari è sbagliata perchè colpisce soprattutto i bambini disabili, togliendo a loro la giusta assistenza.
Però chi va in piazza a protestare deve anche passarsi una mano nella coscienza. Perchè non protestavano quando i sindacati facevano dei lavoratori pubblici una categoria privileggiata?
Perchè un ingegnere deve guadagnare in italia 1300 euro/mese lavorando 40 ore settimanali, mentre un insegnante guadagna lo stesso o poco meno lavorando 20 ore settimanali??
Perchè gli universitari non si indignano quando le facoltà sperperano i soldi per arredi e benefit (vedi l'articolo del corriere della sera: Messina 80.000euro per un quadro)?? Se si vuole dare un futuro a questo paese e bene cominciare delle riforme serie. Ci vuole meritocrazia, ci vuole che chi è assunto nel pubblico non si senta già in pensione, rifiutandosi di aggiornarsi, nonostante tanto tempo libero. C'è bisogno di un rispetto sociale che forse non abbiamo pienamente sviluppato.
Vivo all'estero da due anni. Siamo visti come il paese di pulcinella. Siamo visti come coloro che individuano in tempo i problemi (quello della scuola, dei rifiuti, della burocrazia, dei trasporti, dell'energia, ...) per poi non fare nulla per non intacare i privileggi conquistati.
Così, volta per volta, per difendere l'orticello delle varie corporazioni si è preferito il "non fare" che ha relegato l'italia al passato.
Tuttoggi un grande paese se fossimo ancora negli anni 70. Peccato che sono passati più di 30 anni.
Vincenzo

Vincenzo Sammartano 02.11.08 11:35| 
 |
Rispondi al commento

dopo la mia bella oretta e mezza di fegato marcio e la solita caterva di insulti ricevuti vado a lavorare fino a stasera tardi. Spero di avere instillato a qualche persona intelligente il germe del dubbio. Molti di voi hanno aiutato me a ragionare. Grazie.

TUTTA LA CASTA IN ESILIO. TUTTA.
START FRESH.

LA SOVRANITA' SPETTA AI CITTADINI PER DIRITTO NATURALE.

MORTE ALLO STATO MODERNO.
MORTE ALLA "DEMOCRAZIA" DELEGATA.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 02.11.08 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nell'Agosto 2007 la Merkel stanzio' per gli asili nido 8 miliardi di euro!!!!!!
In Italia col "tesoretto" di 2,5 miliardi sembrava volessero far "decollare" il paese!

L'Italia ordino' 133 aerei da combattimento dagli USA. I micidiali "Fighter":
Ognuno costa 110 milioni di euro cadauno!
Quelli si, NECESSARI..e i soldi si trovano "sempre"!

Ogni militare impegnato ad esportare la "democrazia", costa quanto una classe, per un anno intero:
Ma andate affanculo!

Antonio C. Commentatore certificato 02.11.08 11:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Veltroni si è fatto la sua WEB TV
e adesso D'alema vuole aprire un'altra televisione.

Cos'e' forse la loro era solo invidia?

Hal 9000_V

===========

Se tu non fossi l'uomo del copia-incolla, proverei a spiegarti come dovrebbe avvenire l'assegnazione ai privati delle frequenze pubbliche. Proverei a spiegarti cosa significa la concessione a trasmettere in analogico e il valore che esso assume nell'ambito della Gasparri. Proverei a spiegarti che una frequenza è occupata impunemente ai danni di un'altro privato e tante altre cose..
Ma tu ragioni a suon di copia-incolla e mi riduci il discorso giuridico/politico/televisivo con l'invidia, pensa te...

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 02.11.08 11:27| 
 |
Rispondi al commento

lo sai che i professori universitari itaglioni votano in blocco a sinistra?
Giacomo C
@@@@@@@@@@@@@@@

Scusami, ma anche qua sta cazzate di "sono tutti comunisti"

VOTANO IN BLOCCO A SINISTRA???

Come il rettore Frati della Sapienza, berlusconiano coi figli messi ad architettura??

Dai, su per piacere...


per chi non lo sapesse le contestazioni nelle università sono nate urlando CONTRO i BARONI!

Prima di giungere al Senato, alla Sapienza ci sono stati due assedi sotto il Rettorato!

I BARONI non si sentono toccati, a loro non frega nulla della 133, perchè nessuno li toccherà, sono amichetti degli amichetti degli amichetti e la 133 non dice da nessuna parte che verranno toccati questi privilegi, DA NESSUNA PARTE


Hallo!

Saluti dalla Germania blog!

Non mollate,forse tra 50 anni l'Italia cambierà!

Marco (Seagrey) Commentatore certificato 02.11.08 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Grande Giovanni!
Non ne posso più di sentire gente che parla di grembiulini!
Qui si retrocede come schegge verso regimi medievali dove potere, soldi e diritti saranno nelle mani di pochi e si ripristineranno i servi della gleba, con completa distruzione dei diritti democratici.. e questi stanno a parlare di grembiulini e quanto è bello il maestro unico e che la scuola deve essere gestita come un'azienda
Se la scuola fosse un'azienda, pirla, nessuno avrebbe più diritto a niente. Sei malato? Paghi. Sennò crepi, e fatti tuoi. Vuoi studiare? Paghi. Sennò resti ignorante, e chi se ne frega!
Vogliono ripristinare l'educazione civica nelle scuole e ignorano i principi fondamentali della Costituzione!
Vogliamo fare uno stato aziendalista? Usciremo dalla democrazia.

art. 3: "E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l'uguaglianza dei cittadini, impedisocno il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti all'organizzazione politica, economica e sociale del paese"

art. 9: "La repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecniza"

art.34: "La scuola è aperta a tutti. L'istruzione inferiore è obbligatorie a gratuita. I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi"

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè li reputo ZAMPOGNARI ...

ogni trattato di scienza delle finanze cita la PROGRESSIVITA' dell'imposizione....( equità fiscale)

in pratica più guadagni e più sei tassato....

solo degli ZAMPOGNARI potevano eliminare l'ICI...
quale puro contentino elettorale....

adesso chi ha un trivani risparmia 80 euro..e chi ha un mega attico in centro ne risparmia 800 !!!

questa è "equità fiscale" ? ma questi si sono laureati in osteria ingozzandosi di grappa ????

io avrei ancorato le agevolazioni ICI al reddito imponibile...del singolo contribuente....

adesso i pellegrini devoti al santuario di arcore...cercano affannosamente di recuperare la cazzata fatta...proponendo tagli !!!

io gli taglierei il pisello !!!

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 02.11.08 11:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi piace essere Frustati?

Ecco quelle che abbiamo preso sta settimana:

http://nonleggerlo.blogspot.com/2008/11/frustatina-settimanale.html

Wil Non Leggerlo!, http://nonleggerlo.blogspot.com/ Commentatore certificato 02.11.08 11:19| 
 |
Rispondi al commento

vero tagli di 1500 miliardi in cinque anni, pari a trecento miliardi annui. Che verranno suddivisi su 63 università Italiane.
Sempre molti soldi, ma non venirmi a dire che pagheranno gli studenti con le tasse universitarie. Perché e una palla spaziale.

paolo a.

=========

E, a parte dirmi che è una palla spaziale, riesci a darmene anche una qualche dimostrazione tangibile?

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 02.11.08 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le balle della campagna elettorale.
Ma come mai non si parla più della riduzione degli stipendi che si beccano i signori onorevoli?
e degli enti inutili? e dei contributi ai paesi di montagna che stanno in riva al mare o qualche metro più in alto?

giovanni ., Roma Commentatore certificato 02.11.08 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Buon Giorno.


Mi voglio inserire nel dibattito sulla Riforma della scuola e su quello che hanno appena detto Peppino e Cettina.

Vi racconto la mia esperienza di preparazione ai CONCORSI A CATTEDRA.

Qui si usava cosi': SE VOLEVI L'ABILITAZIONE DOVEVI ANDARE da un DIRETTORE DIDATTICO del PROPRIO PAESE, il quale organizzava corsi di preparazione di MASSA, pagati MIGLIAIA di EURO.

I DIRETTORI DIDATTICI erano ammanigliati CON LE COMMISSIONI D'ESAME cosi' lo SCRITTO lo passavano quasi sempre solo QUELLI CHE AVEVANO PAGATO FIOR DI QUATTRINI.

La sottoscritta ha fatto scorta di libri alla Feltrinelli che ha studiato approfonditamente, avendo gia' la Laurea in Lettere poi si sentiva in grado di superare il CONCORSO PER L'ABILITAZIONE ALL'INSEGNAMENTO NELLE ELEMENTARI E MATERNE, senza scendere a nessun compromesso.

Lo scritto lo ha passato ma agli orali non ha avuto il massimo dei voti PERCHE' NON SI ERA ANDATA A PREPARARE DA NESSUN DIRETTORE.

I CONCORSI VENIVANO BANDITI PER ATTIRARE VOTI ALLE ELEZIONI.
Poi c'era quest'altro MAGNA MAGNA e adesso ci troviamo con una barca di Precari, me compresa che non si sa che fine tragica faranno...

Qualcuno vuole proseguire parlando delle SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE che sono venute dopo?

monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... va bene attribuire tutto il male a chi si odia di più.

Ma almeno la riforma facciamola togliendoci la benda dagli occhi. L'impiego pubblico NON PUO' assorbire più lavoratori di quanti ne richieda il funzionamento efficiente del SERVIZIO AI CITTADINI. La scuola NON PUO' fare eccezione.

La scuola pubblica fa acqua. Non la si migliora cercando di imbucare tutti i parenti bisognosi nel parastato. La scuola pubblica è il futuro.

Giacomo C., Milano

=================

Ma non la si migliora nemmeno tagliando! La nostra scuola elementare è presa a modello in un sacco di altri stati ed è giudicata come una delle migliori.
La scuola superiore invece, dove confluiscono moltissime risorse che meriterebbero almeno una verifica di come vengono utilizzate, la riforma Gelmini non la sfiora nemmeno!

L'università, pur essendo pubblica, è diventata con le riforme passate fatte di numeri chiusi e rette esorbitanti, il privilegio di pochi che possono permettersela.
Da questa situazione alla privatizzazione, il passo è breve. E con i privilegi privati si formeranno nuovamente le baronie e i favoritismi del passato: non solo nella scuola, ma anche nel mondo del lavoro. Il figlio del medico farà il medico, Il figlio del notaio farà il notaio, il figlio dell'ingegnere, idem e cosi' via.
Mentre la cultura generale del paese e il progresso sprofonderanno vertiginosamente.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 02.11.08 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... 98 MILIARDI DI EURO EVASI DAI TITOLARI DELLE SLOT (GIOCO D'AZZARDO LEGALIZZATO COME GLI ALTRI)!!98 MILIARDI DI EURO!!!!TREMONTI CHE CAZZO VUOI DALLA SCUOLA DALL'UNIVERSITA DALL'ARTE???CHE CAZZO VOLETE VOI TUTTI POLITICI DI MERDA?!?!ABBASSATEVI LO STIPENDIO CHE RUBATE TUTTI I MESI A NOI CITTADINI!!!!BRUNETTA VERMICIATTOLO DI MELA INIZIA DAL PARLAMENTO CON L'ASSENTEISMO!!!LA RUSSA( BUFFONE DA PREMIO NOBEL) X LA NOSTRA SICUREZZA FAI UN CONTROLLO ANTIDROGA IN PARLAMENTO MANDA DEI CANI FAI FARE IL PALLONCINO AI PARLAMENTARI QUANDO ENTRANO E QUANDO ESCONO DA LI!!!98 MILIARDI DI EURO X COMINCIARE POI PASSEREMO AL RESTO!!!

MARIO D'ADDEZIO (zorro de roma), VERONA Commentatore certificato 02.11.08 11:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=AdF5TQIv1fU&NR=1

Perche' Obama ha bisogno di creare una National

Security Force ?

Cosa ci deve fare ?

http://www.youtube.com/watch?v=AdF5TQIv1fU&NR=1

Ve lo siete mai domandato?

Fa parte del disegno Bildreberg?

Se ci amazzano la Nationa Security di McCaine o

di Obama entrambi Bilderbergs non e' la stessa

cosa? Ci ammazzeranno sempre e comunque no?

Non e' che forse ci vogliono microcippare con la

forza? Vi fate mai queste domande?

Maximus Roman Emperor (), (SPQR) Commentatore certificato 02.11.08 11:11| 
 |
Rispondi al commento

da: www.pane-rose.it
Le abbiamo digerite tutte: burocratismi, bizantinismi, apprendistato per stregoni della sinistra riformista, cavalcatori di tigri, stagisti in nomenclature prossime venture che si fanno soffiare la testa dei cortei dai fascisti. E, di contro, inviti alla calma, a non farsi strumentalizzare, a proporre anziché distruggere, a concertare, a dialogare. Con spazi di finta comprensione che s’aprono e si chiudono a comando, spesso con una selva di manganellate. Mentre qualcuno mostra sciabole e manette, paventa irruzioni negli atenei, invoca punizioni esemplari. Hanno parlato tutti: Brunetta e Pansa, Berlusconi e Franceschini, Veltroni , Maroni, Cossiga. Abbiamo uno stomaco di ferro.

Adesso tocca a noi. E le nostre argomentazioni, quanto meno, hanno il dono della sintesi: il conflitto. L’unica risposta è il conflitto. Imparare le pratiche, praticare gli insegnamenti: della lotta di strada, dell’occupazione, del sabotaggio, del boicottaggio. Per riprenderci l’università, la cultura, i saperi, l’istruzione. Certo. Ma anche per imporre all’indifferenza cinica del capitalismo assistito, il nostro status di cittadini. Ricominciare dalla scuola per estendere l’incendio al mondo del lavoro: al precariato in cui singhiozzano le nostre vite senza progetto, all’arroganza di una confindustriale lobby di sciacalli pronti ad approfittare dei nostri bisogni, a sfruttare le nostre divisioni, come cercatori d’oro in una discarica.

Quel che sta montando dal mondo della scuola è un segnale di vitalità che non va dilapidato. È speranza pura, ben più preziosa del semplice aspetto rituale, sottolineato ad arte da detrattori e seminatori di discredito. È germe concreto e fattivo, possibilità di una nuova opposizione alle pratiche del lassismo e del menefreghismo; una rivolta di cui avevamo bisogno. Tutti.

Perché il conflitto è l’unica risposta, ma la solidarietà, l’autorganizzazione, la difesa dal basso dei propri interessi comuni, sono strumenti indispensabili per cr

fabrizio stella 02.11.08 11:10| 
 |
Rispondi al commento

DAL SITO DI PAOLO GUZZANTI:

Abbiamo la Carfagna, Ministro della Repubblica, che dichiara di non conoscere ancora così bene la politica.

Ci vogliamo allora domandare perché, se conosce così poco la politica, questa donna è ministro?
Sa, magari uno può dire a me che non conosco bene la politica, magari lo può dire a lei, non c’è niente di male, ma noi non siamo ministri. La vede la differenza?

Per giunta la presenza al Ministero delle Pari Opportunità di una persona di capacità per lo meno discutibili, o su cui comunque si aggira un' ombra, diventata famosa per la sua bellezza e per aver mostrato il suo corpo, rischia di essere un messaggio incredibilmente negativo per le nuove generazioni e per le donne in generale.

Come pensa che si dovrebbe sentire secondo lei una donna (magari brutta e che si è vista negare delle opportunità per via del non troppo appariscente aspetto fisico, o magari belle ma che si è vista negare delle opportunità perché si è rifiutata di dormire con qualcuno), vedendo che il Ministro che dovrebbe garantirle un futuro di Pari Opportunità forse è lì proprio grazie al mondo maschilista che odia?

Come pensa che si dovrebbe sentire una famiglia con una figlia femmina che magari comincia a pensare che coltivare la bellezza e andare in TV è la miglior via persino per entrare in politica?

Lei prenda questo, e poi ci aggiunga che adesso Berlusconi vuole anche darle più importanza rendendola PORTAVOCE (ma un ministro, secondo lei, non dovrebbe pensare a fare il ministro piuttosto che il portavoce?), e addirittura cominciando a sondare il terreno per una eventuale guida della regione Campania. Lei magari dirà che dopo Bassolino pure la Carfagna è meglio, e forse avrebbe pure ragione… ma questo non cambia l’inadeguatezza delle scelte.

In un mondo in cui si sta cercando di tagliare le preferenze accentrare una persona con tutte queste attenzioni mi sembra quantomeno inopportuno. A meno che non ci sia dell’altro dietro che, io almeno, non so.

Caterina Genco, Boston Commentatore certificato 02.11.08 11:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordissimo con Peppino Garibaldi, la riforma della scuola va fatta, ma da persone preparate in materia, non da una sciacquetta.

La Gelmini non ha la competenza adeguata, ha fatto un pasticcio.

Via i "baroni" dalle università, via le raccomandazioni politiche.

Che avanzi la meritocrazia, si sviluppi la ricerca, niente lauree senza esami, di ignoranti laureati in giro ce ne sono troppi.

Si dia una valida spinta alle università pubbliche, abbiamo bisogno di gente preparata, non di imbecilli con la laurea.

cettina d., palermo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Mio figlio va alle elementari; la sua è una classe di 15 bambini con 9 insegnanti, fra trio, sostegno, inglese, per finire con due insegnanti in maternità.
Io ho una piccola azienda con nove dipendenti. L'anno scorso ho pagato il 70 % del fatturato in tasse"

Giustissimo.
Togliamo il sostegno, rifacciamo le classi differenziali per gli handicappati: ora si chiamano diversamente abili e vanno integrati con i "normali", meglio tornare a chiamarli handicappati o deficienti e gettizzarli in classi "parcheggio" che gli faranno finire la scuola dell'obbligo senza intoppi per i figli dell'italia "bene".
Togliamo due insegnanti, che il pluralismo dell'informazione fa malissimo... lo abbiamo visto... se poi tuo figlio becca un'insegnante "capra" per cinque anni, e' rovinato a vita, ma fa nulla... recuperera' all'universita' privata.
Ah! Dimenticavo. Togliamo anche la maternita' ai dipendenti tutti, mica solo le insegnanti. Che diavolo e' questa storia che una donna debba lavorare e fare figli. O lavori, oppure devi stare a casa a preparare la cena per l'uomo che torna alla caverna con la preda cacciata dopo una giornata di duro lavoro.
Quanta nostaligia del bel passato... quel passato in cui si stava tutti meglio, quando c'era l'ius prime noctis e tutti i "cafoni" la domenica mattina ti venivano a rendere omaggio recandoti in dono i prodotti della terra...
Si stava veramente meglio, adesso con tutti questi "sinistri politicizzati, qualunquisti, populisti, fancazzisti" che si sono messi in testa di pensare e si sono convinti che la terra non sia piatta, inizia ad esserci il rischio di non poter piu' governare come una volta...

Giovanni S., Roma Commentatore certificato 02.11.08 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Sala di Cesenatico, dove ha la VILLA questo famoso Dario Fo. Due anni fa una mia amica è andata a chiedergli di fare una tesi (per laurearsi in Lettere e Filosofia) sul suo lavoro. Provate a immaginare cosa gli ha chiesto lui in cambio? Adesso, quando vedo questo porco che fa campagna pro-universitari mi vengono i brividi. Fo ipocrita come tutti gli altri (grillo compreso - un condannato a 1 anno e 3 mesi per omicidio che guadagna 5 mld di euro all'anno).

fo merda 02.11.08 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... avete notato che tutto questo marasma si è mosso solo quando hanno toccato i

BARONI delle università
e i BARONI del volo?

Se non fosse per queste due grandi caste, non vi sarebbero state manifestazioni di alcunche' in Italia, quasi come se a parte loro, nessun italiano ha di qualche problema da risolvere.

Hal 9000_V

==================

E' vero! Quando si è cercato di toccare il BARONE delle televisioni e dell'editoria, invece, lo si è fatto diventare Presidente del Consiglio.

Altro che BARONIA, questa.

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 02.11.08 10:56| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedo come sia stato possibile eleggere uno come Berlusconi. A parte il nome che nella sua etimologia significa "Due Volte Losco", ma come si fa ad affidare il bene comune ad uno che ha sempre fatto magnificamente solo il bene proprio. In libreria ci sono decine e decine di libri che insegnano a rendere efficaci i nostri intenti, Sono libri scritti da psicologi. Berlusconi ha schiere di psicologi che inventano ogni suo discorso parola per parola, al solo scopo di rendere presentabile il suo piano criminoso a difesa del suo benessere economico. E' chiaro che la lotta è in disparità di forze, ma è altrettanto ovvio che è proprio nella conoscenza che sta il potere. RIdurre la scuola ad un ente a pagamento serve unicamente a rafforzare il potere dei potenti. In Argentina è stato fatto questo gioco, come in altri paesi. Inevitabile giungere alla conclusione che dobbiamo riprenderci quello che è nostro: ovvero la democarazia, il potere dal basso e non il potere dal possesso. Gli avidi moriranno come tutti quanti, ma non intendono farlo con dignità. Loro desiderano avere un mausoleo e non una semplice tomba; non fanno i conti con etica o moralità. Sono dittatori. Sono dittatori. Sono dittatori.

ho sonno, frosinone Commentatore certificato 02.11.08 10:55| 
 |
Rispondi al commento

.....segue "ITALIA IN FERMENTO"

Il Giudice Clementina Forleo che si stava occupando delle scalate bancarier Unipol-Bnl-Antonveneta. Prima riceveva le minacce telefoniche, poi le bruciavano l'intera campagna con la casa dei genitori in Puglia, infine le uccidevano i genitori in un pilotato incidente stradale nel quale si salvava, miracolosamente, il marito sposato un mese prima.
Porta avanti l'indagine per reato di aggiottaggio ovvero la manipolazione del prezzo delle azioni della Antonveneta attraverso la diffusione di notizie false.
Gli indagati sono numerosi: Fiorani, Ricucci, Coppola, Fazio, Gnutti e molti altri. Ma a destare scandalo e denigrazione della classe politica nei confronti della Forleo sono i nomi di Vito Bonignore (UDC), Piero Fassino (DS), Massimo D'Almea (DS), Luigi Grillo (FI).
I due Magistrati vengono stritolati dal Parlamento e dagli organi di informazione, prontamente trasferiti e i loro fascicoli scomparsi.
Delle loro inchieste oggi non si sa più nulla e i politici coinvolti sono tutti al loro posto.

Intanto il Governo cade nel mese di Febbraio del 2008, per opera di Clemente Mastella, mentre il Capo dell'allora opposizione Berlusconi viene indagato per compravendita di parlamentari per far cadere il Governo Prodi.

Ci sono nuove elezioni, vince il centrodestra e subito dopo, il 25 aprile, c'è un nuovo V-Day a Torino.
Stavolta piazza San Carlo traborda di cittadini. Sono 100.000 e raccolgono le firme per il referendum per l'abolizione dell'ordine dei giornalisti, l'abolizione del finanziamento pubblico all'editoria, abolizione della legge gasparri.
La casta, insieme all'editoria affonda un nuovo feroce attacco nei confronti di Grillo e dei cittadini che hanno manifestato definiti "allocchi" dal giornalista Aldo Agatino Forbice di Radio1.
Unica voce fuori dal coro è quella di Antonio Di Pietro dell'Italia dei Valori che partecipa ad ambedue i V-Day.
............continua

alessandro l. 02.11.08 10:55| 
 |
Rispondi al commento

...spiega: per il ritorno al maestro Unico?, ma quanti anni hai? Mia figlia, 17 enne, quando andava a scuola aveva il grembiulino, ed erano già presenti i tre maestri. Tre prime, 9 maestre, ma non avevano palestra, mensa, e dovevano mangiare sui banchi. Non era meglio stipendiare 6 maestre in meno? Ora, ce la scopiamo noi la crisi, e non per colpa del nano.

paolo a.

=======================

E perchè non si riforma il sistema scolastico solo nel modo in cui non possano piu' avvenire questi paradossi?
Perchè, con le scuse del maestro unico, del grembiulino, delle cattedre agli amici degli amici e parenti e di privilegi costosi esclusivi che magicamente compaiono solo in questi giorni di riforma, si tagliano silenziosamente 1500 milioni di euro, in cinque anni, alle università?

A chi attribuiamo la paternità di quei tagli, che ricadranno quasi esclusivamente sugli studenti, se non al nano e al ministro del suo governo?

Buongiorno blog

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 02.11.08 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dario Fo ha veramente stufato con la sua "filosofia" vetero comunista. La sua cultura comunista insieme a quella cattolica hanno portato lo sfacelo culturale e sociale in questo Paese. E' il classico personaggio che predica bene e ... .

Anti comunista 02.11.08 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grembiuli...maestro unico...tagli....

non dormiamo da piedi...e qualche titolo di studio lo abbiamo....le abilitazioni non le abbiamo conseguite imbrogliando...riconosciamo che alcune proposte sono aderenti alla realtà e comunque dettate dalla recessione...ma

un argomento tanto delicato andava formulato in concerto con le varie figure ivi coinvolte...

dovevamo subire il fascino carismatico della gelmini ?...abilitata alla professione con un "mezzuccio"..???????

...istruzione...sanità...etc....argomenti portanti della nostra vita..non possono ridursi a mera IMPROVVISAZIONE di ministri resi ....per MERITI...a noi ancora ignoti !!!

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 02.11.08 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VISTO CHE LA RIFORMA BRUNETTA PREVEDE IN MATERIA DI ASSENTEISMO LA VISITA FISCALE A DOMICILIO IN TUTTE LE ORE DEL GIORNO CON CONSEGUENTE DECURTAZIONE DELLO STIPENDIO IN CASO DI MANCATO ACCERTAMENTO FISCALE DA PARTE DEL MEDICO SI CHIEDE PER I SIG ASSENTEISTI PARLAMENTARI: (FONTE IL SOLE 24ORE)
1° berlusconi silvio assenze 4623pari al 98,5
2° verdini denis assenze 4402 pari al 93,8
3° pezzella antonio assenze 4339 pari al 92,5
4° giordano francesco prc assenze 4232 pari al 90,2
5° cicchitto fabrizio FI assenze 4218 pari al 89,9
6 ° fassino piero ulivo assenze 4178 pari al 89,0
7 ° bondi sandro FI assenze 4106 pari al 87,5
L’ESTENSIONE AI DEPUTATI E SENATORI DELLA SUDETTA RIFORMA BRUNETTA LEGGE 133 IN QUANTO PER I SUDETTI SI CONFIGURA LO STATUS DI DIPENDENTI PUBBLICI.
AIUTIAMO BRUNETTA NELLA SUA RIFORMA MA PER TUTTI I DIPENDENTI PUBBLICI COMPRESI DEPUTATI E SENATORI SOPRATUTTO PERCHE LA LEGGE E' E DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI
FIRMATE E DIFFONDETE IL BANNER DELLA PETIZIONE PER ESTENDERE LA RIFORMA BRUNETTA A TUTTI I DEPUTATI
E SENATORI SU:
http://firm.....iamo.it/applicazioneriformabrunettaaideputatiesenatori
(TOGLI I PUNTINI DA FIRMIAMO)

FANNULLONE PUBBLICO 02.11.08 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Io apprezzo molto Dario Fo, sono contro questo governo e le sue porcate, non appartengo a nessun partito politico perchè credo che esista piuttosto ill giusto e lo sbagliato. Credo in ideali e non in ideologie, dato che queste ultime hanno portato solo morte e sopreffazione dei dissenzienti ovunque si siano affermate, quindi il fatto che si cominci un discorso parlando di Mao Tze Thung come se fosse uno da cui trarre ispirazione, mi fa alquanto specie. Con cordo con i contenuti di quello che ha detto Fo prendendo a spunto l'assassino comunista, però mi rifiuto di vederlo utilizzato come esempio positivo. Detto ciò, forza Dario, ma teniamo fuori le ideologie assassine da questa società.

Shad0w Man 02.11.08 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate OT


@Sara Paglini

Sara, scusa, ho letto che sei in contatto con i meet up di Massa e Carrara.

Puoi provare per favore anche con loro a divulgare la storia di malasanita' e giustizia ingiusta , secondo me veramente grave, che sto tentando faticosamente di far conoscere, vedasi ad esempio mio post di ieri alle 19,42 circa?

Quanto e' accaduto puo' purtroppo accadere ogni giorno a ciascuno di noi, se non ci facciamo sentire non cambiera' ma niente ,

C'e' anche un video molto artigianale "Come morire in un grande ospedale!, se si potesse farlo conoscere....

Era una persona coraggiosa, che aveva sofferto molto, di San Terenzo Monti, avva perso dei parenti nell'eccidio dei tedeschi.


Grazie

francesca parodi 02.11.08 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Oggi mi avete sfinita.

Camilla N. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 10:40| 
 |
Rispondi al commento

@ GRILLO
TE NE SEI RESSO CONTO CHE A CRIVERE NEL TUO BLOG
CI SONO SOLTANTO 100 PERSONE?

CIASCUNA CON DIVERSI NICK

LA CRISI E' SPARITA DAI MEDIA E' FINITA

PURE NEL TUO BLOG


3
Come va ripetendo Bossi "è inutile far unire anche gli universitari alla protesta della scuola". B ha dovuto prendere atto anche delle resistenze all'interno della maggioranza. "Occorre trovare i finanziamenti adatti - dice il ministro delle Riforme - perché l'università è una cosa importante"
E in effetti il piano, che è già pronto nel cassetto del ministro dell'Istruzione, si metterebbe nella scia della manovra economica approvata a luglio scorso. Il decreto di Tremonti, cioè, che ha sforbiciato gli stanziamenti per gli atenei nei prossimi 3 anni. Nel 2009 il Fondo per il finanziamento ordinario dell'università è stato ridotto di oltre 700 milioni, gli importi per l'istruzione universitaria di 1600 milioni, i soldi per il "diritto allo studio" ridotti del 60% e persino le risorse per le facoltà "non statali" - tanto care a B - decrescerà di 60 milioni. Ma "al momento è meglio evitare di andare subito anche sulla riforma dell'università"
Un suggerimento su cui ha battuto con insistenza pure Fini,che ha sottolineato i rischi di uno scontro che coinvolga i docenti e i giovani universitari. Gli esperti di An sono usciti allo scoperto chiedendo un confronto con tutte le parti in causa e bocciando preventivamente la strada del decreto e della fiducia. "Servirebbe - ammette anche Caldoro- un patto con il mondo dell'università condiviso"
La 2a puntata del pacchetto Gelmini prende spunto proprio dai "tagli" stabiliti da Tremonti. Il progetto punterebbe a bloccare la "proliferazione" dei corsi, a cancellare le sedi distaccate considerate in eccesso e a trasformare gli istituti in Fondazioni di diritto privato (il decreto 112 già contemplava la "possibilità" per i singoli di atenei di compiere questa scelta che diventerebbe invece obbligatoria). Non solo.
Si sospenderebbero i concorsi per i professori - quelli già banditi nel 2007 e nel 2008 – per attuare il blocco del turn over. I docenti assunti a tempo indeterminato sono circa 65 mila e in Germania 40.000

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 10:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1
Repubblica
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/stop-universita/stop-universita.html

Il clima è troppo acceso. Adesso dobbiamo andare avanti con un po' più di calma". B accende il semaforo rosso. La riforma dell'università deve attendere. Maria Stella Gelmini lascerà per un po' nel cassetto il suo "piano" per gli atenei.
Le manifestazioni di questa settimana un effetto l'hanno avuto. E B non vuole correre rischi. Non ha alcuna intenzione di incendiare la piazza. Soprattutto in una fase in cui le proteste di studenti e professori sembrano sempre più intersecarsi con le difficoltà della crisi economica. "Ora andiamo avanti con un po' di calma".
Il 2° passo studiato dal governo per ristrutturare l'Istruzione pubblica, dunque, verrà rallentato. Il provvedimento - stavano esaminando pure l'opzione di un nuovo decreto - era previsto per la prossima settimana, ma i tempi si allungheranno. Di un bel po'. Eppure solo 4 giorni fa l'intervento era stato annunciato con tutti i crismi dell'ufficialità dallo stesso ministro dell'Istruzione. "Entro una settimana presenterò il piano sull'università", aveva scandito dopo il sì del Senato alla sua riforma scolastica. Del resto, pure B fino a qualche giorno fa sfidava tutti gli scettici, compresi quelli del cdx, ripetendo: "E ora tocca all'università".
Qualcosa, però, negli ultimi giorni è cambiato. Le proteste degli studenti. Le manifestazioni dei docenti. La stagnazione dell'economia. Il clima nei confronti dell'esecutivo non è più lo stesso.
Il calo nei sondaggi lo conferma. Già una settimana fa i dati avevano impensierito B e adesso ha avuto una controprova. La riforma Gelmini non è popolare, soprattutto è stata percepita in senso negativo dalle famiglie. "Non si può insistere subito sullo stesso punto", ha allora fatto sapere.
Bisogna che si calmino le acque per non trasformare la protesta in un rogo in cui si saldano studenti medi, studenti universitari e professori.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Washington, 1 nov. (Adnkronos) - Si era avvicinato al portico di una casa per bussare alla porta per il rituale "trick or treat", ma è stato ucciso dai colpi esplosi dall'interno dell'abitazione. Anche il fratello e il padre del bambino di 12 anni sono rimasti feriti a Sumter, in Carolina del sud, dove si è consumata l'allucinante tragedia.

La polizia ha già arrestato un sospetto, Quentin Patrick, di 22 anni, ma all'interno della casa vi erano anche altre persone quando sono partiti i colpi. Anche la madre del bambino ha assistito all'assassinio del figlio dalla macchina che il padre aveva parcheggiato di fronte alla casa dove i figli volevano andare, come è tradizione fare la notte di Halloween, a chiedere "dolcetto o scherzetto".

===============================

Il seme della follia si fa strada sempre più prorompente.
Di che altro dobbiamo ancora avere paura?

Il governo nullafacente non fa una delle cose che dovrebbe fare, combattere e sconfiggere definitivamente il traffico di droga.

Ma è troppo occupato a combinare pasticci, uno sull'altro.

cettina d., palermo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo anche chiedere con fermezza le dimissioni dell'attuale indegno Ministro della scuola Maria Stella Gelmini!

viviana v
----------------------------------------------

Dobbiamo anche chiedere con fermezza che i raccomandati nella scuola, e nella pubblica amministrazione in genere, cessino di essere.
Onore al merito. Chi merita (povero o ricco che sia) deve avere la precedenza sugli altri. COME AVVIENE IN OGNI DEMOCRAZIA BACIATA DAL SOLE.

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 10:33| 
 |
Rispondi al commento

PER VOI TUTTI CHE MOLTO AMATE IL SEN. BARACK OBAMA


http://www.youtube.com/watch?v=Tt2yGzHfy7s&eurl


CHE DIFFERENZA C'E' TRA LUI E COSSIGA ? NESSUNA!

Maximus Roman Emperor (), (SPQR) Commentatore certificato 02.11.08 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PRESCINDERE
dal passato di Dario Fo, che può avere fatto i suoi sbagli, come tutti noi, il punto è un altro.
In 40 anni di cresta dell'onda la MammaDC, con tutti i difetti che conosciamo, è riuscita a far credere al popolino di avere la migliore delle democrazie possibili.
Poi è arrivato Ghino di Tacco, lo statista dall'appetito insaziabile.
Poi è arrivato l'Uomo di Plastica, indefinibile per mancanza di aggettivi adatti.
I brevi Interregni D'AlemianProdiani li tralasciamo per rispetto del comune senso del pudore.
La situazione è davvero grave.
Non vorrei che qualcuno si rimettesse a sparare, di nuovo.
Sia da Destra che da Sinistra.
Le premesse ci sono, e noi tutti stiamo nel mezzo.

mar max 02.11.08 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Il pensiero "nuovo" e no global intende superare i regimi autoritari qualunque nome abbiano e riportare il potere della democrazia alla sua base fondamentale ideale ed evolutiva: i cittadini!

Viviana V. Bologna

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Un inchino a Viviana.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 02.11.08 10:28| 
 |
Rispondi al commento

non è più, se mai è stato, un problema politico...

la politica, la democrazia, esistono ed hanno senso solo se le persone hanno gli strumenti minimi di comprensione e di analisi per iteragire e "scegliere" veramente.

Leggete i dati sull'analfabetismo e il dealfabetismo in italia!

e non stiamo parlando di istruzione: il 12% dei laureati è dealfabetizzato! non sa più leggere!

il 12% capite?

trovate qui le analisi di Tullio De Mauro e alcuni dati statistici dall'ultima campagna di rilevazioni internazionale comparativa dell'Unicef:

damianorama.wordpress.com

damiano rama, Dresden Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ancelus

NEL NOME DEL PADRE
DEL LICIO
E DELLO SPIRITO IN BIANCO
AMEN.

KARI FRATELI E SORELE
PERLUSKONI HA BLOKKATO LA CELMINI
SULLA RIFORMA NELLE UNIVERSITA'.
E ANKE PER LE SKUOLE
CI SARA' KUALKE RITOKKO.

EFIDENTEMENTE IL TERMINE "LOTTA DI KLASSE"
FA FENIRE IN MENTE LANCI DI KALAMAI,
PENNE BIC NEI BULBI OKULARI
E COLPI DI KATTEDRA SULLA SKIENA.

MA PASSIAMO ALLE KOSE SERIE.
IN OGNI KASO, IO CONTINVERO'
A PROFARE AD ELIMINARE LA LECCE SUL DIFORZIO.
LE TARIFFE DELLA SAKRA ROTA
NON SONO STATE ADECUATE AL KAROVITA
E L'ATTIFITA' NON RENDE PIU' COME UNA FOLTA.

D'ALTRA PARTE, LA LECCE SUL DIFORZIO
FA UN CRAVE DANNO ALLA DONNA.

LA DONNA E' MUSIKA PER LA VITA.

E INFATTI IL DIFORZIO
RENDE LA DONNA
SIMILE ALLA MUSICA SU INTERNET.
SE VUOI SKARIKARTELA
DEFI PAGARE.


HEIL.


Fostro Emiulissimo


Benedetto Icsvì.

Exidor X Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 10:22| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'altro giorno ascoltavo una radio. Un ascoltatore diceva:

"Mio figlio va alle elementari; la sua è una classe di 15 bambini con 9 insegnanti, fra trio, sostegno, inglese, per finire con due insegnanti in maternità.
Io ho una piccola azienda con nove dipendenti. L'anno scorso ho pagato il 70 % del fatturato in tasse"

Chi indovina dove è finito il 70% del fatturato?

Quando il signore chiude tra gli scrosci di applausi trionfanti di molti tra voi intellettuali dispettosi della sinistra itagliona, i nove insegnanti di sostegno andranno a raccogliere tuberi del sottobosco per la cena.

It's plain to see, dodo brains, but you guys are brainwashed.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 02.11.08 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1. fascismo e comunismo sono la stessa cosa rispetto alla questione sociale, in seguito le due ideologie si differenziano notevolmente.
la prima promuove l'aggressione imperialista su stati sovrani (esportazione di ideologia "democratica" coercitiva). la seconda auspica l'espansione ideologica attraverso l'elevazione delle coscienze tra le masse.

per cui "uguali" una ceppa.

Antonio Desani, Roma
------------------------------------------------

Mi vuoi dire che una è preferibile all'altra?

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi, può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell'uomo, del suo benessere, della sua felicità. La lotta per questo obiettivo è una prova che può riempire degnamente una vita."

Enrico Berlinguer

masadaweb.org

n. 818. La scuola. Una battaglia di civiltà


viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 10:19| 
 |
Rispondi al commento


A T T E N Z I O N E:

QUESTA NOTTE HO POSTATO IL SEGUENTE MESSAGGIO. DA UN CONTROLLO TELEFONICO EFFETTUATO QUESTA MATTINA PRESSO IL "Centro San Raffaele" MI DICONO ESSERE FALSO.................

INUTILE COMMENTARE!
CHIEDo SCUSA, LASCIO A VOI GIUDICARE SU SIMILI COMPORTAMENTI. Scusate il disturbo.

MARLOW

==========================================
COME RICEVO TRASMETTO PER INFORMARE NELLA SPERANZA CHE POSSA SERVIRE.
CHIEDO SCUSA A TUTTI CIAO E GRAZIE DELL'ATTENZIONE.
==========================================

SI RICERCA DONATORE B +

>>>

>>> Fondazione Centro San Raffaele

>>> Direzione Area Tecnica

>>> Geom. VIRTUANI Silvano

>>> Tel. 02 . 26432535

>>> Fax 02 . 26434552

>>> email silvano.virtuani@hsr.it

>>>

>>> GIRALO X FAVORE

>>> BIMBO 17 MESI NECESSITA SANGUE GRUPPO B POSITIVO X

>>> LEUCEMIA

>>> FULMINANTE TEL 3282694447 RICCARDO CAPRICCIOLI,

>>> FAI GIRARE LA MAIL

>>> URGENTE E' IMPORTANTE SE LA FERMI 6 UN MOSTRO

>>> SENZA CUORE

>>>

>>> Cinzia Scotti

>>> The Secretarial Office

>>> Division of Nephrology and Dialysis

>>> H San Raffaele

>>> Via Olgettina, 60

>>> 20132 Milano

>>> Tel. ++ 39 02 26433006

>>> Fax ++ 39 02 26432384

>>> e-mail scotti.cinzia@hsr.it
===========================================


frank marlow () Commentatore certificato 02.11.08 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo anche chiedere con fermezza le dimissioni dell'attuale indegno Ministro della scuola Maria Stella Gelmini!

E' ora di tornare a uno stato civile in cui le nomine dei Ministri abbiano un minimo di decenza non siano decise, alla moda del re Sole, in camera da letto o in giardino! E dove una non diventa Ministro perché ha come sponsor un condannato a 9 anni per collusione mafiosa!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari cittadini del sud, Duosiciliani in particolare, guardate questa tabella (anno 1832):

“Annali universali di statistica – A. Balbi, 1832, p313
Territorio e Ricchezza (in franchi)
Lombardo-Veneto 122.000.000
Regno delle due Sicilie 84.000.000
Regno di Sardegna 60.000.000
Stato Pontificio 30.000.000
Granducato di Toscana 17.000.000

Cosa abbiamo guadagnato NOI E VOI dall'adesione al regno sabboia?

ITALIAMERDA, patria matrigna con i suoi figli e puttana coi suoi figliastri.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 02.11.08 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Urge continuare a richiedere con fermezza il ritiro della legge Gelmini!
La piazza deve diventare ancora più grande e che ogni persona di buona volontà affianchi la protesta, perchéla democrazia o è difesa da tutti o non sarà di nessuno.
Ogni rallentamento dell'azione di protesta in questo momento aprirebbe un panorama tragico per il nostro paese, col ritorno a un feudalesimo di mercato e a un regime in cui solo i più ricchi godono di diritti, mentre questi sono negati alla maggioranza delle persone.
Se non difendiamo la democrazia adesso, domani potrebbe essere troppo tardi.
La battaglia di civiltà ci riguarda tutti.
Ognuno di noi, chinque sia, ha il dovere e il diritto di parteciparvi!
Se la democrazia non è qui, non sarà in nessun luogo!

MASADA n. 818 2-11-2008. La scuola, Una battaglia di civiltà

http://www.masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 10:11| 
 |
Rispondi al commento

studenti e professori insieme? la cosa mi puzza e come dire governo e opposizione uniti insieme per il bene del paese, vera e pura utopia, che cazzate che si dicono e che vi dicono!!
ce chi accosta a questa pagliacciata di manifestazione quella degli anni sessanta e settanta, che idiozia, allora si che gli studenti avevano testa su tutti, allora nel pc c'era berlinguer ora chi c'e' veltroni? ma come non era veltrusconi???

vorrei fare una domanda,ALLA MANIFESTAZIONE EPIFANI E' STATO SOMMERSO DA APPLAUSI DOPO AVER DETTO CHE NELLA SCUOLA NON ESISTONO FANNULLONI!!! E QUESTI SAREBBERO GLI STUDENTI LIBERI SENZA COLORE????? SE QUESTA FRASE FOSSE STATA DETTA NEGLI ANNI SETTANNTA IO CREDO CHE EPIFANI SAREBBE STATO RISPEDITO A CASA A CALCI NEL CULO!!!!

SIMONE del franco, latina Commentatore certificato 02.11.08 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per avere il controllo della Lombardia e del Veneto gli Asburgo cedettero i loro diritti dinastici sulle corona del Belgio. Per comprendere l'utilità, per Vienna dello scambio, basti ricordare il classico argomento del Carlo Cattaneo, il quale sempre sostenne che dal 'Lombardo Veneto' Vienna traeva un terzo delle gravezze dell'impero, benché facessero solo un ottavo della popolazione.

Carlo Cattaneo, dell'insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra, Memorie, Lugano, Tipografia della Svizzera Italiana, febbraio 1849.

Lombardi, Veneti, Friulani, Giuliani: Vi ricorda qualcosa?

La libertà che l'italiamerda ci ha regalato è quella di spremerci come limoni, esattamente come l'invasore austriaco. AMMINISTRANDOCI 5 VOLTE PEGGIO.

4 novembre: festa di uno stato tirannico soprannazionale.

LIBERTA' PER TUTTE LE NAZIONI D'ITALIA. SPROFONDI rOMA CAPITALE TRA LE FIAMME.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 02.11.08 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha il pc collegato alle notizie ANSA legge l'avviso che la legge Gelmini è stata momentaneamente congelata per evitare ulteriori disordini. Ma nessuna rassegna stampa lo riporta, e ciò da solo dice che razza di informazione ci propinano. Il tempo reale ormai esiste solo sui blog. Le notizie 'Ansa ultima ora' sul web sono ferme al luglio dell'anno scorso e danno notizie su Prodi!? Qui, se cade un metorite o c'è un colpo di stato, ce lo diranno l'anno dopo!
Se il congelamento dovesse risultare vero (ma ai giornali dormono tutti?)è ora di battere il ferro finché è caldo, perché solo un popolo deciso su quello che vuole può far cadere il governo e tutta la sua marmaglia
Purtroppo la bravata fascista dei 30 spranghisti di Piazza Navona ha fatto precipitare le cose, voltando un movimento pacifico in guerra, purtroppo questa infamità è stata susupportata da polizia e Governo così da far vedere ben chiari i mandanti (la dichiarazione del sottosegretario Nitto Palma è infame!), purtroppo le incitazioni "all'omicidio" poliziesco di Cossiga e i "consigli" a una più feroce violenza di Gelli hanno gettato un'ombra cupa sui modi "democratici" con cui il Governo intende rispondere alla protesta di un intero paese
Se 3 milioni di persone scesero in piazza e fermarono il tentativo di smantellamento dell'articolo 18 sui lavoratori, possiamo e dobbiamo bloccare anche questo tentativo micidiale e maldestro di distruzione della scuola pubblica. E' ora che la protesta popolare persista e si allarghi. B aspetta solo che le acque si calmino per riprendere la sua offensiva e fare della scuola pubblica, già diritto di democrazia, una scuola privata a pagamento, abuso dei più ricchi. A questa ne seguiranno altre: sanità, giustizia, trasporti, acqua..per trasformare uno stato democratico in un mercato liberista
La scuola è un patrimonio di tutti e deve essere difesa da tutti!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 02.11.08 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se i migliori e più capaci intellettuali facessero il loro dovere di dichiarare le loro opinioni e le loro idee sulla situazione attuale del nostro Paese governato dalle mafie, massonerie, dalle lobbies, dalle caste, dal clero, forse avremmo una speranza di rinascere di risorgere di ritornare a vivere e sperare

cesare beccaria (cesare beccaria), ancona Commentatore certificato 02.11.08 09:51| 
 |
Rispondi al commento

i bidelli scenderanno in strada a pulire le strade...

rocco ass e' mazz, sempre in affitto Commentatore certificato 02.11.08 09:48| 
 |
Rispondi al commento

che ottimo ministro sarebbe stata moana pozzi...

vero berlusconi ??

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 02.11.08 09:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dario Fo si unisce al coro delle proteste partendo da una “celebre” frase , detta e scritta da un certo
Mao Tze su un altrettanto celebre libretto rosso , che rappresenta molto bene quanto questo “signore” pensava e cercava di realizzare nella sua Cina rivoluzionaria , contro tutto e tutti , aggregando masse di popolo povero e impaurito dal degrado e dalla dissoluzione sociale dilagante causata da governati corrotti e dalle guerre . Finita la retorica e collocando Mao dove si “merita” , e dove le sue idee e le implicazione di quanto a fatto , sono evidenti a tutti , a me sembra che si continui a girare intorno al problema attribuendo e distribuendo colpe a destra e al centro , qualche volta a sinistra , dimenticando , credo volutamente , che è l’economia la struttura portante di questo sfascio , la mancanza di prospettive di sviluppo , le strategie di politica economica tutte votate all’immediato realizzo , che così si fa bella figura…politiche economiche perseguite da politici imbecilli ( ma non certo per gli interessi di qualcuno) che hanno aperto i loro portafogli e i nostri culi , al bel canto della globalizzazione insostenibile , perché così conveniva a loro e ai loro amici … e bada ben , bada ben , chi da questa politica di grande respiro ha tratto i maggiori utili ? Proprio
quella Cina di cui sopra e che evidentemente dalla “famosa” frase , a tratto insegnamento utile .
Qui è stata evidentemente capita al contrario da chi della internazionalizzazione ha capito che in quel modo si sarebbero fatti degli interessi primari , ma evidentemente senza capire di chi .
Gli studenti universitari , solo quelli che “gli altri” molto meglio studino invece di diventare massa battente solo per aumentare il peso, fanno bene a straincazzarsi per il diritto allo studio , ma guardino alle cause prima che agli effetti , in modo da dirigere i propri calci sacrosanti verso i culi che se lo meritano … tutti quanti ..........

Mario Co. 02.11.08 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo è il Nobel italiano e dice cose da Nobel.
ASCOLTIAMOLO!
non possiamo essere ridotti a vassalli di 4 imbecilli ignoranti.
ci portano al disastro più completo.
si istruiscono i giovani, con spese per il contribuente e quanto si potrebbero raccogliere i frutti li mandiano GRATIS a lavorare per gli altri Stati.
dov'è la logica?
la convenienza di quest'operazione?
Alitalia, non si fà fallire ma ci accolliamo tutte le passività, sono veramente tante compreso il prestito erogato pochi mesi fa. Gli impianti, le aeromobili il personale specializzato lo regaliamo agli amici dei nostri politici per far diventare più ricchi I POLITICI in maniera legale.
Quando sapremo che, ciascuno di loro, ha un castello sulla Luna non potremo chiedergli conto perchè sarà legale. Non ci sarà traccia dei loro furti.
QUESTA è LA MORALE PER L'OPERAZIONE ALITALIA!
tutti puliti e contenti anche noi contribuenti che abbiamo avuto l'esenzione dall'ICI, circa 90 €. L'ANNO che con quella cifra, ci hanno ridato ossigeno nella conduzione della famiglia. Ora pagheremo migliaia di €. a testa, compresi i neonati per risanare i privilegi che i nostri signori politici si sono assegnati tramite l'operazione finanziaria, ed economica che si regge sotto il nome di CAI ex ALITALIA.
Rimane solo un'importante decisione scoperta:
la bandierina dell'Italia dove la mettiamo?

Fior di Loto 02.11.08 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Saviano conferma il suo trasferimento all'estero,e afferma che la Mafia e la Camorra,quando emettono una sentenza di morte,se riesci momentaneamente a evitarla fuggendo,non hai risolto niente.La condanna viene solamente differita.

QUESTA E' L'IMMAGINE CHE DIAMO ALL'ESTERO,UN PAESE DA CUI SCAPPARE.
E dopo la faccenda aiuti Alitalia,l'opposizione alle leggi ambientali Cee,le truffe aiuti CEE,la denuncia della Germania al tribunale dell'Aja,quanto credete ci tengano ancora in Europa?

DEAR COUTRIES OF EUROPE,YOU MUST GET RID OF ITALY

MARTINO LUTERO Commentatore certificato 02.11.08 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hanno rinviato la riforma sull'universita'di domenica,il giorno delli mortacci loro...

rocco ass e' mazz, sempre in affitto Commentatore certificato 02.11.08 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Staff c'è posta per te.
Spero vogliate prendere provvedimenti. Grazie.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cercate di essere seri. Questi studenti protestano e non sanno nemmeno il perchè.
L'unica cosa certa è che la classe studentesca italiana è la più ignorante in assoluto e non è certo colpa solo della scuola.
Da sempre gli studenti sono stati pronti a manifestare per qualche cosa che, comunque, li abbia aiutati a disertare le lezioni.
Poi da Dario Fo ricevere lezioni è il massimo. Lui che rappresenta il simbolo dell'ignoranza consacrata pure con un premio nobel. E' proprio il massimo, abbiamo raggiunto il fondo.

peppe l., palermo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dobbiamo continuare la protesta, loro stanno rovinando l'Italia, stanno già pensando di fare una legge per mandarci in pensione a 70 anni, non hanno più soldi per coloro che ogni mese glieli danno.
Non vogliono ridurre i loro costi, ma solo ridurre al minimo la nostra vita.
Lucia

lucia vincenzi, malalbergo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.11.08 09:34| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori