Rasman: gli agenti condannati

video_processo_rasman.jpg

Il processo Rasman

L’omicidio Rasman non comparirà nei titoli dei telegiornali e non sarà discusso nei salotti televisivi dedicati alla Franzoni e allo stupro di Guidonia. Nessuno informerà che, per la prima volta nella storia della Repubblica, degli agenti della Polizia di Stato sono stati condannati per omicidio colposo. Nella Polizia ci sono uomini e donne che ogni giorno rischiano la vita per i cittadini. Nel calendario dei Santi Laici ci sono centinaia di poliziotti uccisi dalla mafia e dal terrorismo. Ed è per questo che episodi come quello di Trieste vanno resi pubblici, per evitare che succedano ancora. Perché gli italiani si possano rivolgere con fiducia alla Polizia, che deve proteggerli, solo proteggerli.

Sommario:
L'aggressione
Il processo
La sentenza
La famiglia di Riccardo
Una sentenza storica

Daniele Martinelli: "Salve a tutti, mi trovo al tribunale di Trieste per seguire il processo di Riccardo Rasman. Sconsiglio alle persone impressionabili la prosecuzione della visione di questo video, visto che tra poco vi mostreremo le immagini di come è stato ridotto dopo il delitto perpetrato da almeno tre agenti.Fatti che si svolgono ai danni di un ragazzo affetto da schizofrenia paranoide, malattia che contrae nel novantadue, quattordici anni prima di morire, durante il servizio militare in seguito a pesanti atti di nonnismo che subisce a Cordovado, la caserma militare di aeronautica.
Riccardo in questi anni si è curato al centro di salute mentale di Trieste, quindi conosciuto e schedato anche dalle forze dell’ordine visto che già nel novantanove, dieci anni fa, si erano presentate alla casa dei genitori in seguito alla segnalazione di un vicino di casa che si lamentava dei rumori molesti che Riccardo avrebbe arrecato, ebbene arriviamo all’ottobre de 2006, periodo nel quale nel frattempo Riccardo ha acquistato un monolocale in un palazzo nel quale vivono altre famiglie con soggetti in cura al centro di salute mentale.

L'aggressione

Alcuni testimoni riferiscono di aver sentito degli spari, degli scoppi di petardo, l’usciere del palazzo che si chiama Pollanz chiama la polizia per accertamenti, la polizia arriva, si presentano sull’uscio di casa di Riccardo, bussano, Riccardo non apre, chiamano i rinforzi, arrivano i vigili del fuoco armati di piede di porco che forzano l’ingresso e a questo punto entrano nell’appartamento buio di Riccardo.
Lo stato d’animo di Riccardo, essendo affetto da schizofrenia paranoide, peggiora quando sa di essere aggredito o teme di essere aggredito da persone non conosciute, poiché in questo modo si manifesta la malattia, ossia in manie di persecuzione. Perciò in quel contesto, Riccardo vive quel che già teme, ciò che la sua malattia gli fa temere.
Si vede aggredito da questi agenti che lo sbattono sul suo letto, lo picchiano, un agente gli blocca un polso con una manetta, l’altro agente gli blocca l’altro polso con un’altra manetta, un terzo agente cosa fa? Gli lega, con del fil di ferro, le caviglie perché evidentemente, essendo in stato di affanno e di agitazione, Riccardo ha sicuramente una reazione inconsulta in quel momento. Legato a mani e piedi gli agenti continuano a picchiare Riccardo, tant’è che dall’autopsia emerge anche una ferita alla testa presumibilmente inferta con un corpo contundente, forse con lo stesso piede di porco, non si sa, fatto sta che a quel punto viene preso di peso in posizione supina e messo a terra.
Riceve dei calci alla schiena, vomita sangue, uno dei due agenti gli si siede sulla schiena e a quel punto Riccardo bloccato muore per asfissia posturale perché nel frattempo le due manette gli sono state congiunte dietro alla schiena. Per cui in quella posizione con una persona seduta sopra la schiena non puoi far altro che morire di asfissia. Impiega un po’ di minuti a morire Riccardo, non muore in un istante.

Il processo

Fatto sta che la tragedia si è compiuta, viene aperta un’inchiesta d’ufficio, titolare dell’inchiesta è il pm Pietro Montrone che l’anno scorso, più o meno ad aprile, chiede l’archiviazione del caso data l’eccezionalità della situazione e l’esigenza di difesa da parte degli agenti. Senonché, invece, una indagine presentata dalla difesa della famiglia Rasman assunta dall’avvocato Giovanni Di Lullo, chiede l’opposizione dell’archiviazione, opposizione che viene accolta dal gip, gip che convoca la prima udienza nella quale è il pm stesso, che dopo aver letto l’indagine presentata dal legale di Rasman, dice: “Non stiamo qua nemmeno a discutere, ritiro la mia richiesta di archiviazione perché secondo me da queste indagini emergono particolari che vanno approfonditi e quindi si potrebbe configuare il reato di omicidio colposo ai danni degli agenti. Per cui l’udienza è stata rimandata ad una settimana fa, sempre qui al tribunale di Trieste, il rito scelto dagli imputati è quello abbreviato, perciò si tiene in camera di consiglio alla presenza soltanto delle persone interessate, chiuso al pubblico e di conseguenza ai giornalisti a meno che non siano gli stessi imputati a richiedere che il dibattimento sia pubblico.
si aspettava la sentenza, che non è arrivata dopo che si è dibattuto tutto il giorno, fin quando non è arrivata la giornata di oggi nella quale è stata convocata la seconda udienza per decidere questa sentenza, sentenza di condanna che andiamo a sentire."

La sentenza


Pm Pietro Montrone: "Sì sì. ha accolto in buona parte le richieste del pm"

Daniele Martinelli: "possiamo saperlo pm scusi?"

Giuliana Rasman: Deve venir fuori la verità! Ricky non ha buttato nessun petardo! Deve venir fuori la verità! Ho capito ho capito è andata bene adesso stai calma. Non abbiamo vinto, stiamo tranquilli.

Giovanni Di Lullo: "Sono stati condannati i due capi pattuglia, i sovrintendenti Mis e Miraz, l’assistente De Biasi ed è stata prosciolta l’assistente Gatti.

Daniele Martinelli: "Condannati a quanto?"

Giovanni Di Lullo, difensore fam. Rasman: "Condannati a sei mesi di reclusione ciascuno con la sospensione condizionale della pena.

Daniele Martinelli: "Cos’ha inciso nella sentenza?"

Giovanni Di Lullo: "La motivazione sarà resa entro novanta giorni, che aspetteremo di leggere, adesso è stato letto solo il dispositivo con la dichiarazione di responsabilità di questi tre agenti.

Daniele Martinelli: "Perciò sono state accolte le richieste?"

Giovanni Di Lullo: "Sono state accolte le richieste della pubblica accusa nella maggior parte, una delle quattro persone è stata prosciolta (l’agente donna Gatti) per ragioni che per ora non siamo ancora in grado di valutare, evidentemente è emerso che la sua partecipazione non è stata influente nel determinismo della morte devo pensare io, però questa è una cosa che potremo valutare solo quando avremo le motivazioni.


La famiglia di Riccardo

Daniele Martinelli: "Signor Rasman vuole dire qualcosa?"

Duilio Rasman: "Mah, speravo in un’altra maniera, almeno che sia fatta una certa giustizia perché di quello che posso dire veramente, abbiamo ricevuto un colpo troppo grosso.
All’età che abbiamo un figlio che ha sofferto tanti anni, al quale io stavo sempre vicino, mi sono dedicato a lui in tutto e per tutto, è stato un colpo troppo grosso e penso che anche loro avranno una coscienza per dire che hanno sbagliato perché certe cose come queste me le ricordo soltanto in tempo di guerra, allora veramente, posso dire che a Trieste, un sollievo come questo ci sta, almeno un po’ di giustizia.

Daniele Martinelli: "Farete appello?"

Duilio Rasman: "Questo non lo so, bisogna parlare con gli avvocati."

Daniele Martinelli: "Giuliana, questa sentenza?"

Giuliana Rasman: "Spero che ci siano dei riscontri in futuro e che si possa fare piena chiarezza su tutto quello che non è stato detto in queste udienze, perché si è parlato dei quattro poliziotti però ci sono molte altre cose che devono essere chiarite riguardo al perché loro hanno agito in questa maniera!
Perché sfondare una porta e massacrare una persona in questo modo… Riccardo non è morto per un collasso, Riccardo è morto per le botte in un lago di sangue, quindi ci devono essere delle spiegazioni sul perché loro hanno agito in questa maniera…"

Daniele Martinelli: "Che voi non sapete dare?"

Giuliana Rasman: "Mah ci sono negli atti scritte, dagli stessi poliziotti, determinate cose che gli avvocati già sanno, per le quali dovrebbe essere fatto un processo a porte aperte perché devono essere chiariti tanti altri particolari, perché non sono soltanto quattro poliziotti i responsabili, per noi sono molte altre persone, comprese quelle del palazzo in cui Riccardo aveva questo monolocale.

Daniele Martinelli: "Avvocato Anselmo, questa sentenza, allora, com’è?"

Fabio Anselmo: "Mah io non valuto il peso della sentenza nelle condanne, valuto la sentenza in sé perché secondo me ha un significato enorme e giusto, finalmente.

Daniele Martinelli: "Sei mesi per un omicidio."

Fabio Anselmo: "E’ un omicidio colposo, sono forze dell’ordine quindi questo non dobbiamo dimenticarlo. Sulla misura della pena non mi piace espormi.

Daniele Martinelli: "Ma si pensa già all’appello o che cosa?"

Fabio Anselmo:"Adesso vedremo in base alle motivazioni della sentenza, noi sinceramente miravamo alla condanna e al riconoscimento di una responsabilità penale per la morte di Riccardo Rasman, e questo secondo me, è un dato di fatto importante sul quale si è lavorato.
Non dimentichiamo che siamo intervenuti mentre era in corso una richiesta di archiviazione!

Daniele Martinelli: "Ma perché per le forze dell’ordine c’è un occhio di riguardo?"

Fabio Anselmo: "Questo non sta a me dirlo, diciamo che è una questione di carattere politico sulla quale io preferisco non pronunciarmi, io entro nella questione processuale, diciamo che sicuramente è più difficile.

Una sentenza storica

Daniele Martinelli: Dunque sono due gli aspetti importanti di questa vicenda triste: il primo è l’eccezionalità del fatto che il pm, in sede di udienza, ritiri la propria richiesta di archiviazione.
Il secondo dato è questa condanna per omicidio colposo che se da un lato pare irrisoria, essendo di soltanto sei mesi per una vita umana, dall’altro configura, in questa Italia, uno scenario nuovo perché per la prima volta viene inflitta una condanna per omicidio colposo ad un poliziotto. Non era mai successo prima e sembra che dalla casistica risulti soltanto una condanna per omicidio preterintenzionale.
Questa sentenza finirà su tutte le riviste giuridiche e potrebbe cambiare il quadro anche per episodi in corso di trattazione o anche per episodi futuri."

Daniele Martinelli: "Allora un anno fa il pm Montrone chiedeva l'archiviazione di questo caso e voi come gruppo regionale dei Verdi cosa avete fatto?"

Alessandro Metz: "Abbiamo pagato una pagina intera sul quotidiano locale "Il Piccolo" per poter dire quanto stava accadendo, in quanto da ciò che si leggeva negli articoli che uscivano, si stava molto attenti ai termini usati.
Per esempio non c'è mai stata la parola uccisione! Riccardo Rasman è stato ucciso.

Daniele Martinelli: "Quindi vuol dire che Il Piccolo non ne parlava?"

Alessandro Metz: "Ne parlava però in maniera tale per cui rappresentava la realtà in maniera sfalsata. Un conto è parlare di una persona che è stata uccisa, poi sarà un tribunale, un giudice a decidere se in maniera volontaria, colposa, preterintenzionale, quello non sta a me giudicare a un processo, però è stato ucciso.
Prima di pubblicarla il direttore del quotidiano Il Piccolo ha voluto che incontrassimo il legale del quotidiano perché andassimo a trattare parola per parola quello che si poteva pubblicare o meno. Nonostante fosse una pagina a pagamento, alcune parole non era possibile stamparle, una di queste era che i quattro poliziotti avevano ucciso Riccardo Rasman.
Già, dopo lunghe trattative abbiamo pubblicato comunque quello che ritenevamo importante dover dire, in maniera, su alcuni passaggi edulcorati perché altrimenti questa notizia non sarebbe mai passata nella maniera più opportuna."

Daniele Martinelli: "L'importo sborsato dai Verdi del Friuli Venezia Giulia sono stati 3.500 euro pagati a questo quotidiano. Ora, dopo questa sentenza ci si chiede il perché, rimane l'amarezza in bocca sui motivi di tanta ferocia e di tanta cattiveria nei confronti di un ragazzo incensurato, che per altro era sofferente e conosciuto in città per la sua malattia.
A tal proposito non so se a questo punto ci sarà una richiesta d'appello, come già avete potuto sentire dalle interviste.
Vi lascio con queste poche dichiarazioni che ho raccolto dalla madre di Riccardo, la signora Maria. Per quanto mi riguarda è tutto."

Maria Rasman: "Là erano d'accordo! Quello che abbiamo scoperto non è solo Polizia, là furono tanti mandanti perché il signor Pollanz lavora per conto della cooperativa sociale Domio, la stessa che ha assegnato l'alloggio in cui abitava Riccardo, tramite l'ufficio Basaglia.
Perciò là ci sono tanti collegamenti. Ha capito? Ci sono cose che ci sono state nascoste. E questi collegamenti io devo pregare che vengano fuori perché la nostra famiglia soffriva già da 14 anni, da quando Riccardo si ammalò durante il servizio militare, in ultimo me lo hanno ammazzato.
Noi invece... dopo invece che abbiamo fatto tanto per nostro figlio, ce l'hanno ammazzato. Noi eravamo così contenti di curarlo e dargli quello che gli serviva. Non c'era nessuno che lo aiutava. Questo si deve scoprire non può stare nascosto!
Mio figlio non era un bandito, non era un mafioso, si vede che qualcuno gli ha fatto una brutta denuncia.
Io le devo dire una cosa! Loro gli stavano alle calcagna da un anno e mezzo fin quando lo hanno trovato da solo. Perché non andava mai da solo, aveva paura, stava sempre con me o con mio marito, con la sorella. "Mamma vieni su a pulire un po'?" Noi andavamo nel suo alloggio, andava la sorella ma lui non era mai solo.
Quel giorno stette con me e con mio marito fino alle sette e mezza, ci lasciammo all'incrocio con mio figlio che mi disse: "mamma ci vediamo fra un paio d'ore..." Lei lo ha più visto? Curare un figlio trentaquattro anni e poi sparire all'improvviso è una vergogna!
Lasciammo le nostre terre slovene di Portorose per venire a vivere in Italia per stare più tranquilli, e invece qua in Italia ci hanno ammazzato il figlio senza sapere il perché! Con tutto il bene che gli abbiamo voluto! La nostra famiglia con questa storia è stata distrutta! Non so cos'altro dirle. La nostra famiglia è stata distrutta! Dopo una vita di lavoro... "

Post precedente: In morte di Riccardo Rasman

.......................................................................................................................

Cancelliamo il Canone Rai

Diffondi l'iniziativa

Chi disdetta il canone può iscriversi al gruppo di Facebook:
Cancelliamo il canone RAI

.......................................................................................................................

Il calendario dei Santi Laici 2009 è disponibile in download gratuito nel formato pdf o a prezzo libero, nella stampata su carta patinata.
Diffondi il calendario


Scarica l'ultimo numero del magazine Scarica "La Settimana" N°04-vol4
del 25 gennaio 2009

Postato il 30 Gennaio 2009 alle 17:19 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1219) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Polizia, Rasman

Commenti piu' votati


[OT]

Un messaggio da fare arrivare alle alte sfere.

Per la pulizia del blog:

La maggior parte dei Troll, della disinformazione, dei flame, delle cazzate, proviene da commenti di utenti non certificati, cioè non iscritti.

Scrivono una fesseria, si disconnettono, cambiano nome, e continuano a scriverne altre, creando solo disturbo e confusione.

Piccolo rimedio: consentire l'inserimento di messaggi solo a chi si è registrato.
Non li elimina del tutto, ma ne falcia un po.

Non è cosa nuova visto che la maggior parte dei blog richiede la registrazione per postare.

Mi aiutate cortesemente a fare arrivare questo messaggio in alto?
Grazie.

[Fine OT]

Libero Dalla Guerra, Forlì Commentatore certificato 30.01.09 20:02| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 89)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SEI MESI DI RECLUSIONE CIASCUNO CON LA SOSPENSIONE CONDIZIONALE DELLA PENA.


PER AVER:


-Fatto irruzione nel suo appartamento ed ucciderlo.

-Non chiamato il 118 e il centro di salute mentale che lo aveva in cura e che distava pochi chilometri dal posto.

-Colpito ripetutamente Riccardo con il piede di porco utilizzato per scardinare la porta di ingresso.

-Usato il fil di ferro per legare i piedi.


DOVE E' POSSIBILE TUTTO QUESTO?
Tutto questo è possibile in ITALIA.

monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 18:10| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 67)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Doverosissimo O.T.

Andrea Camilleri:

"Bisogna stringere una alleanza tra persone che non hanno "le carte macchiate" e cioè che siano oneste,
con la fedina penale pulita,
che non abbiano mai fatto politica e si decidano a farla in questa situazione d'emergenza".

"Sono perfettamente convinto che oggi come oggi il centro-sinistra, così come è organizzato, non sia minimamente in grado di fare una seria opposizione.

Oggi Di Pietro rappresenta l'unica vera opposizione.

Allora cosa bisogna fare per evitare un disastro? Il problema a mio avviso, ove non si voglia frazionare ulteriormente l'opposizione è quello di avere una lista che,
pur rappresentando i "senza partito",
sia in qualche modo legata a un partito già esistente,
il più vicino agli ideali,
e non agli INTERESSI di coloro che compongono la "lista dei senza partito"

Mi pare che sia importante saggiare se c'è la volontà di questo affiancamento fra due liste possibili, e individuarne le possibilità di realizzazione".

Ora Camilleri si sa di che stazza sia e questo suo ragionamento mi appassiona e mi attrae moltissimo!!!!

Non vedo perchè non lo si possa condividere!!!!

Non vedo il perchè di questo "ANNASPARE" continuo nel vuoto!!!!

Non vedo perchè non si voglia appoggiare questo progetto!!!!

Non vedo perchè il Despota possa continuare a governare imperterrito senza una vera opposizione!!!!

Ho bestemmiato????
Vi chiedo scusa!!!!

Una buonissima serata!!

GERONIMO . Commentatore certificato 30.01.09 17:35| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 58)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OGGI 30 GENNAIO, SONO 61 ANNI DALL'UCCISIONE
DI QUEL GRANDISSIMO MAHATMA GANDHI!!!!
NESSUNO NE DA' NOTIZIA. NEANCHE UN CENNO DA DECENNI!
GANDHI CI HA GUIDATO ALL'APPRENDIMENTO DI UNA
E COMPLETA ARTE DI VIVERE.
FERMIAMOCI UN ATTIMO PER UNA PREGHIRA.
GRAZIE.
gfossati

g fossati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 18:52| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 51)
 |
Rispondi al commento

Ripeto

“ALCUNI RIPOSANO” ma “GLI ITALIANI VIGILANO”

Da Eurispes sul "LODO ALFANO".

L'86,3% degli italiani sono contrari a concedere l'immunità alle alte cariche dello Stato. Lo dice il rapporto annuale dell'Eurispes diffuso oggi, Venerdì 30 Gennaio 2009.

Secondo la rilevazione condotta dall'istituto di ricerca Eurispes.
- 86,3% “DEI CITTADINI SI DICE CONTRARIO A TALE PROVVEDIMENTO”.
- 9,4% a fronte di coloro i quali sono favorevoli, composti dal 6,7% di abbastanza e dal 2,7% di molto.

“PROVA D’APPELLO” per la “LIBERA INFORMAZIONE” vediamo se divulgate la notizia.

“DI PIETRO & C.” = 86,3%
“LA CUPOLA ROMANA”= 9,4%

Non c’è che dire un bel “CAPPOTTO CONTRO IL PREMIER BARAZALETTIERE ” a cui i sondaggi di gradimento, “DANNO RISULTATI IMBARAZZANTI”, e un'altra “STREPITOSA VITTORIA DI POPOLARITÀ” per il PD (PARTITO dei DORMIENTI).

Paolo R. Commentatore certificato 30.01.09 17:49| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 46)
 |
Rispondi al commento

Per le forze dell'ORDINE,
pene raddoppiate rispetto ai cittadini normali, in caso di reato.
Perchè abusano di una condizione privilegiata rispetto a comuni cittadini nell'usare ARMI e poteri che gli vengono conferiti in virtù del loro ruolo di tutori dell'ordine.
La severità da usare nei confronti di chi sbaglia carpendo la buonafede dev'essere doppia, in omaggio al principio secondo cui l'azione a tradimento da parte di un nemico è prevedibile e quindi consente un maggior numero di tutele e precauzioni.
Chi abusa della fiducia conferita al suo ruolo è due volte traditore, e il rapporto reato/pena diventa anch'esso doppio, se di Giustizia si deve parlare.
Tale principio va applicato ovunque, in qualunque campo, anche e soprattutto in politica.

Chi abusa della fiducia di un gruppo di individui mostrandosi come loro alleato e tutore, e approfitta di tale posizione per poter liberamente tramare alle loro spalle e consegnarne le vite ai veri nemici dichiarati, è due volte colpevole.
Ecco perchè il ruolo assunto da chi ora incarna le nostre speranze è di una importanza VITALE, impareggiabile, che non ammette manovre occulte, che invece vengono messe in conto e perciò rese più "accettabili" se si riferiscono all'altra parte politica, quella che attualmente governa e lo fa nel modo che, per assurdo paradosso, ha sempre mostrato palesemente di utilizzare.

Per un' assurda contorsione della realtà, è più trasparente il mafioso piduista corrotto senza scrupoli incapace, piuttosto che chi, con la scusa del fare opposizione contro tanto male, tenta di risucchiare verso di sè il consenso dei tanti speranzosi di cambiare.
Meditiamo bene su questo, e buona fortuna a chi incarnerà le nostre speranze.
Ne avrà un gran bisogno.

Ecsidor Ics Commentatore certificato 30.01.09 18:03| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 38)
 |
Rispondi al commento
Discussione

URGENTISSIMO!!!!


TELEFONATE SUBITO ALLA ZANZARA
N.VERDE 800240024,QUINDI GRATUITO.
mail;lazanzara@radio24.it
mail;giuseppe.cruciani@radio24.it
LOTTIAMO CONTRO LA FALSA INFORMAZIONE

CONTINUA L'ATTACCO VIGLIACCO E SENZA SOSTA DEL GIORNALISTA CRUCIANI,COSTRETTO DA CENTINAIA DI MAIL A TRASMETTERE INTERAMENTE IL SONORO ALLA FINE COMMENTA COSI;"PAZZESCO".
OVVIAMNETE HO GIA MANDATO DECINE DI MAIL CON L MIO NUMERO DI CELL. PER POTER REPLICARE,OVVIAMNETE NON VENGO RICHIAMATO DAL CORAGGIOSO GIORNALISTA.......

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 19:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione


«Da noi parole anche più dure verso il Colle»

«Vorremmo far presente, sia ai vari esponenti politici pronunciatisi riguardo alle parole di Antonio Di Pietro rivolte al Presidente della Repubblica sia al Quirinale stesso, che le affermazioni fatte dai componenti dell'Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia, vanno nella stessa direzione e sono state ben più dure».
«Anche noi familiari — ha proseguito — ci chiediamo il perché dei troppi silenzi del Capo dello Stato che tace anche quando le funzioni istituzionalmente previste gli imporrebbero di pronunciarsi ed intervenire. Ancora una volta chiediamo al Capo dello Stato di prendere posizione sulle continue violazioni della Costituzione operate dall'oligarchia che governa il Paese e di smettere di avallare, in qualità di Capo del Csm, le decisioni, lesive per la democrazia, adottate dall'organo di autogoverno della magistratura in merito alla presunta guerra tra procure». Infine Sonia Alfano, ha rivolto un ennesimo invito al Capo dello Stato affinché «si ricordi che questa nostra Seconda Repubblica si fonda sul sangue di Falcone e Borsellino e di centinaia di vittime innocenti della mafia e si renda conto che i suoi silenzi altro non fanno che avallare l'operato di chi ha addosso la responsabilità di quelle stragi e siede adesso in Parlamento».

Riporto la frase di Di Pietro che faccio mia perché NON VOGLIO RIMANERE IN SILENZIO:
"il silenzio uccide, il silenzio è mafioso, il silenzio è un comportamento mafioso. Ecco perché non vogliamo rimanere in silenzio".

Sante Marafini Commentatore certificato 30.01.09 20:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento

Se non vogliamo vedere l'Italia definitivamente fottuta serve una sola cosa:

IMPEGNO! IMPEGNO! IMPEGNO!

Impegnatevi a informare le persone intorno a voi, i vostri familiari, i vostri amici, i vostri colleghi, quella stragrande maggioranza di cittadini ignari che si bevono tutti i giorni le balle dei quotidiani e dei TG, parlate con le persone e fate vedere loro i fatti, cercate di fargli capire come stanno veramente le cose.
Io lo faccio da tempo, magari qualcuno si è pure scocciato di sentirmi, ma a qualcun'altro ho aperto gli occhi, e continuerò.

Questo è ciò che tutti noi dobbiamo fare: informare costantemente le persone che conosciamo.

Serve IMPEGNO! IMPEGNO! IMPEGNO!

Massimiliano Monopoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 17:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento

RESISTENZA-RESISTENZA-RESISTENZA !!

Bisogna votare tutti per DI PIETRO

Bisogna muoversi, 1 10 100 1000 piazze farnese al giorno !!

CORAGGIO !!

Ciro C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 19:39| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento

!!!!!!!!!!!VOTATE!!!!!!!!!!

http://sondaggi.quotidianonet.ilsole24ore.com/?sondaggio=1154&risultati=1

SONDAGGIO DE ILSOLE24ORE:

Giusto eliminare le intercettazioni?

No (78.18%)

Sì (20.71%)

Non so (1.1%)

Totale voti: 5262

Thomas C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 17:50| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento


LA GIUSTIZIA DEI RICCHI

C'e' un filo che lega tutte le cose , un filo
che parte da una lunga intervista di Violante sul corriere della sera che in dettaglio anticipa e dà le linee guida della riforma della giustizia.
Tra i primi a postarla , nella riduzione dei magistrati e maggior controllo sul CSM , nell'aumento dei poteri della polizia inquirente , nella riduzione del ruolo e autonomia del magistrato. Non avevo colto l'enorme cambiamento in peggio del cittadino .
Ci ha pensato qualcun altro ad approfondire e sapete chi.
......
Oggi se senza motivo un poliziotto si diverte a prendermi a calci in culo perchè nessuno è perfetto....qualunque denuncia , notizia arrivi al magistrato , da chiunque arrivi , povero , ricco , potente , sfigato , vicario ecc il magistrato la deve prendere in considerazione , è obbligato a farlo.
......
In futuro l'obiettivo è di staccare la polizia giudiziaria dal pubblico ministero ; praticamente è la polizia che dovrebe portare le notizie di reato al PM, dopo averne provato la fondatezza .
Quindi domani la Signora Rasman ...non vedrà condannati gli agenti colpevoli ....anche se con pene lievi ....ma SARANNO IMPUNITI. E nessuno saprà niente , perchè mai la cosa arriverà al magistrato.
Questo riguarda tutti i corpi di polizia che massicciamente stanno collocandosi sul territorio.
........
Non solo ma verrà limitato il ruolo ed il potere autonomo del sostituto procuratore .
........
Un De Magistris ,una Forleo in futuro non potranno mai partire , un Apicella nemmeno arriverà al tribunale del riesame per vedersi assolto e poi cialtronescamente condannato dal CSM.
Non è un caso che il 17 Gennaio ed il 28 Gennaio eravamo in piazza .

Tutto corre sullo steso filo che si sta trasformando in corda per impiccarci , negandoci gli ultimi diritti costituzionali.

E che Travaglio perdoni le inesattezze di un allievo poco attento.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 19:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento

RESISTENZA-RESISTENZA-RESISTENZA !!

Continuo l'appello del grande Salvatore Borsellino, se si continua soltanto a scrivere su questo blog non andremo da nessuna parte !! Bisogna muoversi, reagire, il tempo passa e la fine è vicina !! Daccordo con chi dice che dobbiamo informare i cittadini, ma è anche vero per noi tutti, pur essendo abbastanza informati e vaccinati continuamo a starcene seduti comodamente dietro i nostri pc !!

Bisogna muoversi, 1 10 100 1000 piazze farnese al giorno !!

CORAGGIO !!

Piero Lestingi, Trani - Ba Commentatore certificato 30.01.09 18:54| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE: IMPORTASNTISSIMO!

Il giudice che controlla i conti dei politici controllato dai politici: l’Italia, Paese a legalità zero!

Con la scusa di rendere efficiente la giustizia contabile, la si mette al guinzaglio dei politici controllati, politicizzando il suo organo di autogoverno e attribuendo rilevanti poteri di indirizzo al suo presidente.

Il tutto in una normetta NASCOSTA collocata all’interno del disegno di legge 847, noto come “Brunetta”, in modo da passare inosservata.
Stiamo di fatto legalizzando corruzione e ogni sorta di malaffare. In un momento di recessione, si impedisce al giudice che persegue gli autori del danno erariale (cioè coloro che dissipano i nostri soldi) e che li condanna a rifondere allo Stato i danni causati, di operare con la necessaria indipendenza dal potere politico, ossia dal soggetto controllato, ossia glgi si impedisce di operare con efficienza. E’ come liberalizzare lo sperpero del denaro pubblico ad opera dei politici, che lo usano per coltivare il proprio orticello elettorale.

Per questioni di spazio non riporto di seguito l’articolo pubblicato da GIAN ANTONIO STELLA sul Corriere della Sera di oggi. Uno dei pochi Giornalisti che ci rimane:E i controllori del governo finirono sotto controllo

DOVETE ASSOLUTAMENTE LEGGERLO sul corriere della sera online.

Stiamo in guardia!

anna m., palermo Commentatore certificato 30.01.09 20:23| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inghilterra, lavoratori in piazza
contro gli operai italiani
Protesta contro un'azienda che ha inviato nel Lincolnshire tecnici specializzati provenienti dal nostro Paese.

e scoprimmo di essere anche noi degli emigrati rifiutati. Silenzio

silenzio 54 30.01.09 19:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

-- O.T. --

B.E.P.P.E G.R.I.L.L.O LEGGI QUI

Per Beppe Grillo e i blogger che si stanno lamentando per le scorribande di teppisti nel blog.

Se il blog avesse due CheckBox in alto, appena sotto il post principale:

- una per filtrare via dalla vista i post di nick non certificati;
- l'altra per filtrare via dalla vista i censurati;

accontenteremmo tutti, tranne i troll.

Avete capito bene, io non censurerei definitivamente più nessuno ma semplicemente darei la possibilità al visitatore di filtrarli via dalla vista, la stessa cosa vale per i nick non certificati.

La censura non cancellerebbe più i post ma gli assegnerebbe uno stato di censurato (un flag in gergo), cosa che porterà il post via dalla vista di quel lettore che attiverà il filtro facendo clic sulla casella "nascondi post censurati".
La stessa cosa per i post di nick non certificati, un bel clic su "nascondi post non certificati" e ti togli dalla vista pure quelli.

Quando uno lo desidera toglie il segno di spunta alle caselle e si ritrova nel blog com'è adesso.

Questo è semplice, nella misura di una giornata lavorativa di un esperto informatico, e in fondo accontenta tutti:
- niente censura definitiva
- posso postare tutti
- chi, come me, vuole leggere gente non in mala fede, tira un sospiro di sollievo e sbricia il blog com'è adesso quando e quanto gli va.

Beppe mi offro, tu sei genovese quindi ci faremo una bella discussione sul prezzo ma, dammi retta, ti serve! :-))

Maurizio G.C. Commentatore certificato 30.01.09 23:01| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fenomeno Beppe Grillo è in declino?

Certo che si, come questo blog è in declino.

Quando è iniziato il declino? Quando dei deficienti hanno voluto imporre la loro volontà sul blog a discapito dell'interesse comune, ed hanno imposto di prepotenza Il Signoraggio, Le Scie Chimiche, La Profezia Dei Maya, ed altre cazzate del genere che chi è un minimo accorto ci sta lontano 100 miglia.

Quando ripuliamo il tempio dai mercanti?

Francesco B. Commentatore certificato 30.01.09 19:12| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

APPELLO PER LA FONDAZIONE DI UN CANALE RADIO. Noi conosciamo la realtà delle cose perchè ci informiamo sul pc costantemente ma ho notato che molti sono all'oscuro di tutti gli avvenimenti perchè guardano solo i tg o i giornali. Le persone non hanno notizie della realtà del Paese. Fare un canale t.v.? Vogliamo mischiarci a questa spazzatura? Certo che no! C'è uno strumento che è il più economico e capillare mezzo d'informazione. LA RADIO! Tutti l'ascoltano, dai più giovani ai più anziani! Molti di noi hanno delle attività con la radio sempre accesa. Tutti ascolterebbero e gratis! Pensate a Radio Londra famosa nell'ultimo conflitto! Siamo o non siamo in "guerra"? Fondiamo stà RADIO V-DAY ! E' semplice e arriva a tutti!

Wandel Thoreau Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 21:11| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Jorge Troccoli, Torturatore e ufficiale della Marina uruguaiana colpevole della scomparsa di sei cittadini italiani.

Ha l'asilo politico nella italietta berlusconiana rifuitando la estradizione richiesta dal governo democratico del uruguai

nel uruguai non c'è la pena di morte ma la giustizia lo aspetta per essere giudicato per la tortura di donne e studenti non che dal assesinato di sei italiani durante la dittatura fascista della decada 80

Frattini invece di rompere tutto il giorno con batisti rompe anche per questo fascista latinoamericano nascosto dal governo italoide berlusconiano

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 13:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quando i primi politici condannati ?


Capisc'a me

Antonio Cataldi 30.01.09 17:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVVISO di ELMETTI - Roma
------------------------

nel pomeriggio sono stato da un amico che ha un'attività di internet point, assistenza cellulari con ricariche e abbonamenti più gioco on line di scommesse più trasferimenti di denaro ....

tutte attività al "top" di questi tempi !!!

ebbene, calo del lavoro del 40%
non "riscosso" da "3" e "wind" svariati mila euro!
aggiungiamo che ...
al mercato del quartiere ULTRAPOPOLARE stamattina
ERA PRATICAMENTE DESERTO !!!!!

fine mese, con stipendi "forse" riscossi ...!?

i poliziotti condannati ?????
mmmmmmm.....zuccherini per cavalli da macello !!!

quei cavalli siamo noi!

LENIN DI PIETRO, Stalingrado Commentatore certificato 30.01.09 22:02| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESITO GIURIDICO -Politico -istituzionale

Può il Copasir , avente come presidente Rutelli(ER CICORIA) coinvolto nell'inchiesta Why NOT? ed in quella di Napoli/Roma con l'imprenditore ROMEO, INTERROGARE ed INDAGARE i Magistrati ed i GIUDICI che stanno ancora indagando coloro che ne sarebbero coinvolti -compreso Rutelli?

Quale CONFLITTO e/o INCOMPATIBILITA' di carica vi si potrebbero ravvisare?
Per favore,chi mi può rispondere?

ADP in Sardegna

L'Italia dei Valori ritiene irrituale e pericoloso, per l'indipendenza della magistratura,il comportamento del CopasiR,che oggi ha convocato il magistrato De Magistris,per giustificare le proprie attività giurisdizionali",considerando"…quanto meno inopportuno che,persone e parlamentari verso i quali i magistrati si sono espressi in provvedimenti che hanno ancora un'attualità,il giorno dopo diventino essi inquirenti dei loro giudici".
L'ex magistrato di Mani Pulite ha invitato, quindi,il Copasir (ER CICORIA presidente!)*“…a occuparsi delle questioni che attengono al suo ufficio,e di non fare il giudice dei giudici, come sta avvenendo proprio questa mattina*.Per quanto riguarda la polemica sulla manifestazione di piazza Farnese e per chiarire le affermazioni, a suo dire,fraintese dalla stampa,Di Pietro ha detto che“…in quella piazza non c'erano eversori,né sovversivi,ma solamente familiari di vittime di mafia e di lotta alla mafia e, rispetto alla istanze di legalità che arrivano da quella parte,ho detto,ripeto e ribadisco,che il silenzio uccide;il silenzio è mafioso.Sono parole,queste,che prima di me hanno detto altri e che hanno fatto riflettere in positivo-ha dichiarato Di Pietro-,ma soltanto perchè le ho dette io,sono suonate come vilipendio. Sono stato frainteso dalla stampa e nessuno ha accusato il Capo dello Stato di essere mafioso".Per spiegare ulteriormente il concetto del“silenzio mafioso”,il leader dell'Idv ha chiamato in causa le intercettazioni.

PS
Rutelli,indagato,INDAGA ed interroga De Magistris!

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 21:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

PAROLE DI BORSELLINO CHE NON RIESCO A DIMENTICARE
...l avete sentito di cosa parlavano berlusconi e dell utri...ecco perchè vogliono impedire le intercettazioni...
..ce n erano 100 tra poliziotti e carabinieri. fuori la porta di Paolo per chiedergli di far parte della sua scorta, si erano messi in fila per andare a morire...
..come stanno uccidendo de magistris, Apicella e Forleo...
...quella ignobile trattativa tra lo stato e la criminalità....
...Genchi ha dimostrato che quel telecomando era nel castello dove c era un centro del sisdi, i servizi segreti italiani, è da lì che è arrivato il comando che ha provocato la strage...
ecco perchè Genchi deve essere ucciso anche lui...
i media non parlano di questo ma di napolitano offeso da Di Pietro..
NOI DOBBIAMO ESSERE PIU FORTI DI LORO
LORO METTONO A TACERE BORSELLINO E NOI DOBBIAMO FARE IN MODO CHE IL SUO DISCORSO VENGA LETTO DA TUTTI, NON LASCIAMOLO SOLO, AIUTIAMOLO, AIUTIAMOCI...

ermanno m, roma Commentatore certificato 30.01.09 19:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

OT:
HI HI HI...SPERO KE GLI OPERAIITALIANI SIANO TUTTI LEGHISTI....:


"Sporchi immigrati tornate a casa vostra"

"Le frasi rivolte ai lavoratori stranieri sono più o meno queste: “Sporchi immigrati. Tornate a casa vostra. Togliete lavoro a gente di qui che ne ha bisogno”. Quante volte si sentono ripetere espressioni simili, in Italia, da chi non sopporta la vista degli immigrati di un colore o di un altro. Be’, in questi giorni le stesse frasi sono state pronunciate qui in Inghilterra all’indirizzo di lavoratori italiani. Alla raffineria Lindsey Oil di Grimsby, gestita dall’azienda petrolifera francese Total, è stato assunto un gruppo di manovali italiani e portoghesi, scrive il quotidiano Daily Express di Londra, apparentemente perchè costano meno. Una legge europea lo permette. Sono ospitati da una speciale nave-albergo, con un contratto di lavoro a tempo. Ma agli operai inglesi la cosa, in piena recessione, non è andata giù: ieri hanno dichiarato sciopero e protestato piuttosto vigorosamente per la presenza degli italiani. Alcuni dei quali, o almeno presunti tali, sono ripresi in una fotografia del Daily Express mentre agitano il dito medio e fanno il gesto dell’ombrello davanti al naso degli operai inglesi. “Gli italiani lavorano male e non rispettano le norme di sicurezza”, dice un operaio inglese al quotidiano di Londra. “La nostra non è una protesta razzista, ma quei posti di lavoro spettavano a noi. E’ un’ingiustizia”"

Vajont. per non dimenticare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 17:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

mia sorella come titolo di studio ha solo il catechismo....comunque ha sempre fatto la cameriera..

un giorno se lo è fatto buttare da un consigliere provinciale...ed è iniziata la sua brillante carriera....adesso è revisore dei conti e responsabile dell'indicizzazione e redazione del bilancio consuntivo e previsionale .....

la fortuna di nascere donna...e con una maggioranza "attenta" ai ruoli istituzionali femminili...

il marito...poverino..laureato in economia alla bocconi...vende materassi in lattice ..casa per casa....purtroppo è maschio e nessun politico gielo ha buttato !

sono fiero di mia sorella....e spero che questo governo regga altri 30 anni.....altrimenti sarebbe improbabile che fassino ..la torre..o d'alema ..glelo buttino....per farla diventare top-manager presso la unipol !!!

queste fortune vanno prese al volo...e con la politica giusta...ovvero il PDL !!!!!

Peppino Garibaldi, casa mia Commentatore certificato 30.01.09 21:51| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

letta sul sito di dipietro:

Da Eurispes sul "LODO ALFANO".

L'86,3% degli italiani sono contrari a concedere l'immunità alle alte cariche dello Stato. Lo dice il rapporto annuale dell'Eurispes diffuso oggi, Venerdì 30 Gennaio 2009.

Secondo la rilevazione condotta dall'istituto di ricerca Eurispes.
- 86,3% “DEI CITTADINI SI DICE CONTRARIO A TALE PROVVEDIMENTO”.
- 9,4% a fronte di coloro i quali sono favorevoli, composti dal 6,7% di abbastanza e dal 2,7% di molto.

--------------------------------------------------

p.s. aggiungo: quel 2,6%, sarebbe il numero reale di cittadini che voterebbero per berlusca se l'informazione facesse il suo mestiere.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 30.01.09 19:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

“DELFO ZORZI” “SITUAZIONI IMBARAZZANTI” per “SILVO BERLUSCONI”

Per l’assassino Battisti “SI’ USA LA MANO PESANTE CON IL BRASILE”, Ok va bene.

Ora però ci aspettiamo la stessa mano pesante con il “GIAPPONE”, che ospita “DELFO ZORZI” imputato nella “STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA”.

Oppure il governo italiano ritiene che dal ritorno in patria di “DELFO ZORZI” escano “SITUAZIONI IMBARAZZANTI” per il “NOSTRO BEN AMATO PREMIER”.

“DELFO ZORZI” nel 1974 si è trasferito in Giappone e nel 1989 ha preso il passaporto giapponese. Il “PENTITO MARTINO SICILIANO”,(oggi latitante) teste nei processi per la strage di “PIAZZA FONTANA” e “PIAZZA DELLA LOGGIA”, “AVREBBE SCAGIONATO DELFO ZORZI DA OGNI ACCUSA”, però sarebbe stato pagato nel 1994 con “SEIMILA MARCHI TEDESCHI” provenienti “DA UN CONTO SVIZZERO RICONDUCIBILE ALLA FININVEST/MEDIASET”.
“DELFO ZORZI” è stato indagato e rinviato a giudizio per la Strage di Piazza della Loggia a Brescia, processo nel quale è tuttora imputato.

“MARTINO SICILIANO”, il «PENTITO» delle inchieste sulle stragi di “PIAZZA FONTANA e PIAZZA DELLA LOGGIA”, risulta essere stato pagato nel 1994 con sei mila marchi tedeschi provenienti da uno dei conti svizzeri che gli inquirenti ritengono riconducibili all’architettura “FINANZIARIA PROTAGONISTA DI INGENTI FRODI FISCALI E FALSI NEI BILANCI FININVEST/MEDIASET NELLA COMPRAVENDITA DI DIRITTI CINE-TV.” Il dato spunta da un rivolo dell’inchiesta Mediaset della Procura di Brescia, titolare già di un fascicolo su una differente ipotesi di pagamento a Siciliano, datata 1998 e a suo dire ispirata da l’on. “GAETANO PECORELLA” uno dei legali dell’imputato di strage DELFO ZORZI (poi assolto per Piazza Fontana).
Nell’ambito delle accuse mosse a SILVIO BERLUSCONI nell’inchiesta Mediaset, i PM individuano un “FIDUCIARIO DELLA FAMIGLIA BERLUSCONI”, L’AVVOCATO MILLS che avrebbe «prelevato in contanti e occultato», tra il 1992 e il 1994, oltre 63 milioni di dollari stornati dalla FININVEST.

Paolo R. Commentatore certificato 30.01.09 19:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Non entro nel merito della sentenza, tantopiù che le motivazioni si avranno tra 90 giorni.

Io penso solo una cosa.

La polizia c'entra relativamente.
Che si comportino molte volte da irresponsabili è noto; il fatto è che prima o poi quest'uomo avrebbe fatto probabilmente una brutta fine, visto il suo stato.

Sotto naja i suoi "commilitoni" hanno approfittato di una persona mite (a quanto dicevano i genitori e i conoscenti) subissandoli di angherie e carognate, il famoso nonnismo; cosa che ha conclamato poi la debolezza, peggiorandogli lo stato mentale. Questo era permesso da un sistema militare che definire irritante e obsoleto è poco. Le cose son migliorate con la leva volontaria, dove ci vanno persone motivate per quel servizio e non la massa belante dell'Italia.

Io vorrei vedere ai ferri i sub-umani che hanno provocato questo: i cossiddetti "commilitoni", poveri d'intelletto, idioti, deficenti e chi più ne vuol mettere gliene metta.

Se esiste una giustizia divina, che questa provveda e faccia pagare i reali colpevoli, visto che la giustizia terrena fa alquanto cagare...


Renato Balestrato (forever inkazzato), Unsere Liebe Frau im Walde (Senale) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 19:06| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

!!!!!!!!!!!!!!!!O.T. IMPORTANTISSIMO!!!!!!!!!!!!!!

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!LEGGETELO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

PORTIAMO IN TRIBUNALE LA TRUFFA DI STATO DEI CIP 6

L’Enel
chiamata in giudizio da “Diritto al Futuro”
Gli inceneritori non
producono energia rinnovabile
Lo sancisce una disposizione dell’Unione
Europea
Ogni utente italiano paga un sovrapprezzo del 7%


Si è svolta
questa mattina a Palazzo Valentini, sede
della Provincia di Roma, la
conferenza stampa promossa
dall’Associazione “Diritto al Futuro” per la
presentazione della vertenza legale nei confronti del
gestore della
rete elettrica diretta al recupero del
sovrapprezzo destinato alle
fonti rinnovabili, utilizzato
invece per finanziare gli inceneritori.

L’Associazione “Diritto al Futuro”, che raccoglie al
proprio interno
attivisti da tempo impegnati nel movimento
“Rifiuti Zero”, prevede
nelle prossime settimane
migliaia di sottoscrizioni di cittadini utenti
che
sottoscriveranno le denuncia per il recupero delle quote dal
2004
al 2007.

Il presidente dell’Associazione Rossano Ercolini ha
dichiarato: «Finalmente con questa vertenza si offre uno
strumento
concreto affinché ogni cittadino utente possa
non solo portare alla
luce una colossale truffa che ha
dirottato nelle tasche dei petrolieri
e dei gestori degli
inceneritori miliardi di euro pagati con la
bolletta
elettrica, sottraendoli alle energie rinnovabili, ma anche
chiedere la restituzione del maltolto».

CONTINUA SU.....http://beppegrillo.meetup.com/197/it/messages/boards/thread/6169509

VOTATELO E DIFFONDETELO!!!!!!!!!!!!!!!!

Mak 89 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 02:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

--- LA COSTITUZIONE ---

Articolo 1 della costituzione italiana

“L’Italia è una Repubblica democratica,
fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.”


--LA COSTITUZIONE FOTTUTA--

L’Italia NON è più una Repubblica democratica
ma una DITTATURA MAFIOSA,
fondata su milioni di disoccupati, sul lavoro nero, sui collaboratori a progetto, sui lavoratori “a somministrazione”,
sui lavoratori a tempo determinato, a progetto,
occasionali, senza dimenticare i CO.CO.CO. etc. etc.

La sovranità appartiene al Dittatore Nano, ai Leccaculo del Dittatore Nano, ad una Casta (politici, magistrati, giudici, deputati,
senatori, presidenti, ex-presidenti, etc.) di corrotti, mafiosi o semplicemente
deficenti e quaquaraquà.

Facta non verba (berluskoni mi dà il vomito), Viareggio Commentatore certificato 30.01.09 20:54| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE VOGLIAMO OTTENERE QUALCOSA DOBBIAMO RISCHIARE,PAGARE PEGNO.
HO PARLATO CON BEPPE E GIUSTAMENTE MI HA DETTO IN POCHE PAROLE;MUOVETE IL CULO...
HA RAGIONE,DELEGARE SEMPRE A QUALCHE ALTRO CIO' CHE CE' DA FARE E' UN MALEDETTO VIZIO ITALICO.COSI' NON NE USCIAMO.
IL BLOG DEVE ESSERE UN MEZZO NON UN FINE.
CREDERLO E USARLO COME FOSSE IL FINE LO REPUTO UN ATTO DI PIGRIZIA ED UN LAVARSI LA COSCIENZA,CON UNA VELATA E NON MOLTO VIGLIACCHERIA.
SVEGLIAMOCI

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 09:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

P A R A D O S S O

CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Non solo nessun politico si vergogna e prenda iniziative contro gli episodi del post di oggi, chiedendo scusa alla famiglia di Riccardo, ma fan di più,

presentano denuncia per villipendio a Di Pietro solamente perchè ha detto la sacrosanta verità e cioè che "il silenzio uccide, il silenzio è mafioso, il silenzio è un comportamento mafioso. Ecco perché non vogliamo rimanere in silenzio".

PERCHE' NON INIZIATE A FARE PULIZIA AL VOSTRO INTERNO DI TUTTI QUEI POLITICI CONDANNATI CHE SIEDONO IN PARLAMENTO???????

SIETE RIDICOLI E PURTROPPO RIDICOLIZZATE ANCHE L'ITALIA E TUTTI GLI ITALIANI ONESTI.

ANDATE AFFANCULO!!!!!!!!!!!!

francesco mare, torino Commentatore certificato 31.01.09 14:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Su piazza Frnese e il comportamento vergognoso e inaccettabile di certa stampa che ci ha offeso profondamente.
Se io uccido la memoria di un crimine, uccido di nuovo le vittime di quel crimine.
Se i giornali scherniscono o ignorano o deformano una manifestazione per le vittime della mafia, uccidono di nuovo le vittime della mafia.
Non stiamo parlando di un partito, di una filosofia o di una moda.
Stiamo parlando di assassini.
In nessuna maniera e a nessuno, e nemmeno per bieco opportunismo, è consentito manipolare la verità per favorire degli assassini

viviana v., Bologna Commentatore certificato 31.01.09 13:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ad Annozero c’è un giornalista come Travaglio che parla di Berlusconi per ciò che è. Nella storia televisiva italiana, da quando c’è Berlusconi, la trattazione di tanti fatti che lo riguardano con schiettezza, è vero, non si era ancora vista.
1-10-100-1000-travaglio
liberiamo tutti il travaglio che sta in noi

ANGELO s., cagliari Commentatore certificato 31.01.09 10:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi cerca il pelo nell'uovo parlando di Di Pietro ha una trave veltrusconiana nell'occhio.

gennaro esposito 30.01.09 22:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

TREMONTI
SE E' VERO CHE VUOI PRENDERTI I CONTI DORMIENTI
PRENDITI NAPOLITANO,
CONTE DI CASTEL DELL'OVO.

Ecsidor Ics Commentatore certificato 30.01.09 20:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

.... LA POLIZIA NON HA UCCISO RICCARDO...RICCARDO E STATO UCCISO DA 3 UOMINI DI MERDA CHE DI PROFESSIONE FANNO I POLIZZIOTTI E POI E STATO UCCISO ANCORA UNA VOLTA DA UN ALTRO UOMO DI MERDA CHE DI PROFESSIONE FA IL GIUDICE!!!SAREBBE BELLO POTER AVERE LE FOTO DEI TRE IN GIRO X INTERNET COSI INCONTRANDOLI UNO POTREBBE SPUTARGLI IN FACCIA...HO UN AMICO AL QUALE ABBIAMO DATO COME SOPRANNOME"MARTELLO PNEUMATICO" LUI DICE CHE STAREBBE VOLENTIERI CHIUSO IN UNA STANZA CON QUEI TRE PEZZI DI MERDA VIGLIACCHI!!!!

MARIO D'ADDEZIO (zorro de roma), VERONA Commentatore certificato 30.01.09 20:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stralcio di un intervista (tratta da annozero) fatta ad una signora romana sull'operato di berlusconi in merito all' ondata di criminalità dilagante nelle periferie romane.

"Solo questo le vojo dì à berlusconi, che da quando è annato ar governo fa à star, parla ride ebbasta... che s'annasse a far metter a n'atro pò dè capelli e massaggi e massaggetti, che finora addetto solo questo".

Aò..La capacità di sintesi dei romani è bastardamente efficace!
Quoto 1000%

Blissett Luther, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 00:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Riflessione sul BLOG

basterebbe mettere un limite ai post giornalieri perchè a scrivere 1 cosa intelligente al giorno si fa fatica mentre a scrivere centinaia di puttanate si fa prestissimo.

Del fatto che il blog è appestato da dementi o da pagati per screditarlo se ne ha subito la perceione quando si vanno a leggere i commenti piu votati.... ebbene più sono votati e piu sono stronzate ( inizialmente non era così )e altri commenti molto intelligenti passno nel dimenticatoio manco letti.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 30.01.09 19:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

TELEFONATE SUBITO ALLA ZANZARA
N.VERDE 800240024,QUINDI GRATUITO.
mail;lazanzara@radio24.it
mail;giuseppe.cruciani@radio24.it
LOTTIAMO CONTRO LA FALSA INFORMAZIONE


Grande Cruciani, stai toccando il fondo.
Per dimostrare le tue tesi anti-dipietriste tarocchi anche i filmati. Nella registrazione sul grave vilipendio al capo dello stato mancano circa un minuto e venti di registrazione che ne stravolgono il senso.
NON MI FACCIO INTIMIDIRE
Vedi caro Cruciani, la "mancanza di rispetto" c'è stata, ma non di DiPietro nei confronti di Napolitano ma della politica e del giornalisno nei confronti (per l'ennesima volta) delle vittime di mafia e dei loro famigliari che hanno organizzato la manifestazione e sono stati, per l'ennesima volta, semplicemente ignorati.
Riscoprite la Vergogna!!!!


cruciani io ci aggiungo;perchè non manda il sonoro del filmato di salvatore borsellino,di sonia alfano,di travaglio...il perchè non lo fa lo sappiamo tutti.deve pilotare la discussione e le successive telefonate dei suoi ossequiosi ascoltatori,quei pecoroni che iniziano l'inetrvento sperticandosi in ringraziamenti e complimenti,confondendo il diritto ad esprimere il proprio pensiero con uan concessione della casta dei media.ascoltando la sua trasmissione sembra che questo governo abbia la fiducidel 99% degli italiani e fortunatamente non è così.continua;
ieri un vostro redattore mi ha telefonato cercando di intimidirmi allo scopo di farmi recedere dal continuare la mia battglia contro a falsa informazione,alla mia energica reazione si intimoriva lui...sappiate che non smetterò di combattere contro un informazione l servizio del potente di turno vera metastasi di questo paese.
in vari blog hanno imparato a conoscere "la zanzara" per la sua parzialità e opera di costante disinformazione.
NON MI FACCIO INTIMIDIRE ED INVITO TUTTI A INTEVENIRE ALLA ZANZARA CHIAMANDO IL N 800240024
PER INTERVENIRE SPACCIATEVI PER FILO GOVERNATIVI.
INVIATE QUESTA MAIL E RILANCIATE,GRAZIE

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 19:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Il Presidente Gianfranco Fini ha detto che bisogna portare RISPETTO a chi, come Morfeo, rappresenta tutti gli italiani.
Dissentire moderatamente, ma sempre con RISPETTO.

Mi ricorda il mio vecchio Maestro di scuola elementare che ci insegnava il rispetto per il Signor Direttore, a cui dovevamo battere le manine ad ogni di lui apparizione.

Impunità e rispetto, dunque. Il Presidente della Repubblica ha sempre ragione.

IL LITTORIO RITORNA, SEGNAL DI FORZA E DI CIVILTA'!

Stephen Maturin, HMS Surprise Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 01:24| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

CHI E’ IN TOSCANA DEVE ESSERCI.
ALZIAMO IL CULO DALLA SEDIA E ANDIAMO IN STRADA.MI SPIACE DOVERLO DIRE MA DAI COMPAGNI DEI CENTRI SOCIALI DEI SINDACATI DI BASE,DELLA COSIDETTA SINISTRA RADICALE E DALLA DESTRA ESTREMA,QUI’ NEL BLOG AVETE MOLTO MA MOLTO DA IMPARARE.UN PAIO DI GIORNI FA UNA DECINA DI MILITANTI DELLE CARC HANNO BLOCCATO IL CONSIGLIO REGIONALE TOSCANO OTTENENDO VISIBILITA E DOVEVATE VEDERE LE FACCIE DEI CONSIGLIERI DELLA MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE,SI CAGAVANO ADDOSSO.E’ MESI CHE VI INVITO A BLOCCARE CON MAIL E TELEFONATE TRASMISSIONI RADIO-TELEVISIVE CHE FANNO FALSA INFORMAZIONE E SALVO RARE ECCEZIONI NON VI MOVETE…
SVEGLIATEVI….
QUESTA SERA A FIRENZE ,AL PALA MANDELA,CE' BEPPE GRILLO.PUO' ESSERE UN OCCASIONE PER INCONTRARSI CONOSCERSI E SOCIALIZZARE,IO HO GIA' VISTO LO SPETTACOLO MA SARO' LI DAVANTI CON LA TELECAMERA PER PARLARE CON LA GENTE...
DOBBIAMO DARE CORPO A QUESTO BLOG,se STIAMO SOLO QUI' DENTRO NON FACCIAMO UN PASSO AVANTI.
--------------------------
Io un passo avanti l'ho fatto. Oltre a protestare per le irregolarità che noto nella vita che mi circonda direttamente tutti i giorni, ho partecipato anche alla manifestazione di piazza Farnese. Tu c'eri? Delle manifestazioni o meglio, delle pagliacciate organizzate da questi centri sociali che fanno capo ad un partito, non me ne può fregare di meno. In questo caso si parla del CARC "Comitati di Appoggio alla Resistenza per il Comunismo". Accusati e denunciati nel 1999 perchè reputati fiancheggiatori delle Brigate Rosse. Inoltre, non vedo di buon occhio questi centri sociali anche perchè la gran parte delle volte sono quelli che nelle manifestazioni, previa autorizzazione del loro partito di appartenenza, scatenano sempre delle rivolte già pianificate a tavolino. Basta con questi loghi e queste bandiere che non servono più a niente. Se vogliamo cambiare il paese, scendiamo nelle piazze e nelle strade a manifestare come dei cittadini trasparenti e lontani da faziosità di vario genere.

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 10:37| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno.
Mi scuso per l'O.T. (Off Topic).

Ho creato un gruppo su Facebook ... se volete aderire ...

http://www.facebook.com/home.php?ref=home#/group.php?gid=47192064093&ref=mf

Vota Sonia Alfano Presidente della Repubblica Italiana ...

... e Salvatore Borsellino Vice-Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura (C.S.M.).

"Ad essere offesi ed indignati siamo noi nel constatare il silenzio di tutti davanti alle denunce delle famiglie degli uomini e delle donne morti in difesa della Costituzione Italiana. Ad essere offesi siamo noi nel leggere la nota del Quirinale risentito per delle garbate affermazioni e non per le decine di pregiudicati ed amici di boss che siedono in Parlamento. Ad essere offesi e delusi siamo noi nel dover, ancora una volta, scendere in piazza per pretendere giustizia e rispetto dei principi fondanti di questo Stato, nonostante abbiamo già pagato a questa nazione il prezzo più alto che si possa pagare."

http://www.familiarivittimedimafia.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1057

"Quel fresco profumo di libertà" (Salvatore Borsellino).

Federico F. 31.01.09 14:47| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Io so per certo che Berluskoni è mafioso.

Io so per certo che Al(fano) Capone è mafioso.

Io so per certo che Frank Rutello (faccia d'angelo) è corrotto (o mafioso)

Io so per certo che Morfeo il Napolitano è complice del Berluskoni mafioso.

Io so per certo che D'Alemans è corrotto
(o mafioso)

Io so per certo che Scccchifani è mafioso


Io so per certo che la Procura di Catanzaro
è un covo di corrotti e mafiosi

Io so per certo che Dell'Utri è mafioso

Io so per certo che Cuffaro è mafioso

Io so per certo che Mangano era un mafioso

Io so per certo che Nick il Mancino è mafioso

Io so per certo che Uuèltroni è scemo

quindi per il nostro bene, per il futuro dei
nostri figli e per gli italiani onesti...

Difendiamo Di Pietro
Difendiamo De Magistris
Difendiamo Travaglio
Difendiamo Vulpio
Difendiamo Genchi
Difendiamo la Forleo
Difendiamo Apicella
Difendiamo la memoria di Borsellino
Didendiamo la memoria di Falcone
Difendiamo tutti i "Trasferiti" d'italia

Facta non verba (berluskoni mi dà il vomito), Viareggio Commentatore certificato 31.01.09 14:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

--- POCHE PAROLE ---

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Morfeo il Napolitano è un mafioso.

Anton W. Commentatore certificato 31.01.09 14:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

--- È LA FINE? ----

da repubblica.it

Roma, 11:33

Morfeo il Napolitano

DENUNCIA CONTRO DI PIETRO

per quale motivo????


„presidente“ te lo voglio dire col cuore in mano

VAFFANCULO

Facta non verba (berluskoni mi dà il vomito), Viareggio Commentatore certificato 31.01.09 11:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

SENZA PAROLE--------------------------

CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!

CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!

CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!

CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!

In questi casi mi vergogno di essere italiano.

Non so quanto serve ma, DA PICCOLO CITTADINO ITALIANO IMPOTENTE, sento il dovere di PORGERE LE SCUSE ALLA FAMIGLIA DI RICCARDO.

Evo Rossi, Torino Commentatore certificato 31.01.09 09:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

CHI E’ IN TOSCANA DEVE ESSERCI.
ALZIAMO IL CULO DALLA SEDIA E ANDIAMO IN STRADA.MI SPIACE DOVERLO DIRE MA DAI COMPAGNI DEI CENTRI SOCIALI DEI SINDACATI DI BASE,DELLA COSIDETTA SINISTRA RADICALE E DALLA DESTRA ESTREMA,QUI’ NEL BLOG AVETE MOLTO MA MOLTO DA IMPARARE.UN PAIO DI GIORNI FA UNA DECINA DI MILITANTI DELLE CARC HANNO BLOCCATO IL CONSIGLIO REGIONALE TOSCANO OTTENENDO VISIBILITA E DOVEVATE VEDERE LE FACCIE DEI CONSIGLIERI DELLA MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE,SI CAGAVANO ADDOSSO.E’ MESI CHE VI INVITO A BLOCCARE CON MAIL E TELEFONATE TRASMISSIONI RADIO-TELEVISIVE CHE FANNO FALSA INFORMAZIONE E SALVO RARE ECCEZIONI NON VI MOVETE…
SVEGLIATEVI….
QUESTA SERA A FIRENZE ,AL PALA MANDELA,CE' BEPPE GRILLO.PUO' ESSERE UN OCCASIONE PER INCONTRARSI CONOSCERSI E SOCIALIZZARE,IO HO GIA' VISTO LO SPETTACOLO MA SARO' LI DAVANTI CON LA TELECAMERA PER PARLARE CON LA GENTE...
DOBBIAMO DARE CORPO A QUESTO BLOG,se STIAMO SOLO QUI' DENTRO NON FACCIAMO UN PASSO AVANTI.

contattatemi;
cell.3771447634
mail;vittoriopampa@yahoo.it
contatto skype;paolo papillo

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 09:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente ci sono bravissimi agenti, tutti lo sappiamo e tutti li ringraziamo, però… sono troppi e troppo spesso (perché non dovrebbe accadre mai) si rivestono di un’”impropria” autorità.
Sono cittadini come noi che hanno scelto, per vocazione o quant’altro, di proteggerci. Invece, accade che A VOLTE esercitino un potere esagerato, inopportuno.
E’ vero che rispondono a degli ordini, ma sappiamo, per esempio, che nei posti di blocco non dovrebbero fermare donne se non c’è almeno una donna tra gli agenti, a meno che non ci siano buone motivazioni (e casomai sfrecciano intanto noti pirati della strada!)

Credo, purtroppo, che se al posto di Riccardo, quegli "agenti" (QUEL TIPO DI "AGENTI") avessero scovato una covo di delinquenti, sicuramente oggi quei delinquenti sarebbero tutti vivi e vegeti.

Sabrina M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 21:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carlo Carli che scrive il suo commento alle ore 12:57.

Io e te sappiamo che tutto ciò è UNO SCHIFO!!
Soprattutto per chi dice di avere a cuore le sorti del POPOLO ITALIANO!
VERGOGNA!

VIVA l'ITALLIA. VIVA BEPPE GRILLO!!

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.01.09 13:01| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

"Prima di pubblicarla il direttore del quotidiano Il Piccolo ha voluto che incontrassimo il legale del quotidiano perché andassimo a trattare parola per parola quello che si poteva pubblicare o meno. Nonostante fosse una pagina a pagamento, alcune parole non era possibile stamparle, una di queste era che i quattro poliziotti avevano ucciso Riccardo Rasman.
Già, dopo lunghe trattative abbiamo pubblicato comunque quello che ritenevamo importante dover dire, in maniera, su alcuni passaggi edulcorati perché altrimenti questa notizia non sarebbe mai passata nella maniera più opportuna."

Alessandro Metz

manuela bellandi Commentatore certificato 30.01.09 19:16| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento

'sera al BLOG
* * * * * * *

La prima PREMIER LESBICA
(islandese)

***

L'orientamento sessuale in questione, il lesbismo, che non è solo un "gusto", ma è un modo di condividere la vita affettiva e relazionale, è spesso oggetto di discriminazione.

In moltissimi paesi, compreso il nostro, a causa di quell'orientamento sessuale si viene discriminati, non ci sono diritti, non ci si può unire con garanzie di legge, i propri figli a scuola vengono spesso guardati male.

Ecco perché fa notizia, perché in un paese civile come la Islanda, Johanna ha avuto la opportunità di dare ai suoi connazionali il meglio di sè, senza che il suo orientamento sessuo-affettivo abbia fatto da ostacolo insormontabile.

E' brava Johanna ed è anche lesbica, cosa che non guasta e non è un merito. La sua storia dimostra che in Islanda il concetto di pari opportunità è messo in pratica.

Facciamo il paragone con l'Italia?

Delia Vaccarello
30 gennaio 2009

unità.it


Buonasera unico commento della serata.
Va bene se, accertato il reato, vengono condannati anche dei poliziotti.
Anzi se ciò non era mai accaduto, essendo questo caso la prima volta, ancora meglio.
Che si possa pensare che ci siano sacche al di la o addirittura al di sopra della legge, non porta nulla di buono.
Sbagliato invece è generalizzare, dicendo che tutta la polizia è così.
No, questo è sbagliato.
Appena delle persone si associano in una qualsivoglia organizzazione, tale organizzazione rispecchia, più o meno, la società che l'ha generata. Troveremo così, all'interno di tali organizzazioni, tutte (o quasi) le tipologie e nelle stesse percentuali, circa, della società stessa.
Quel che rimane è che non dovrebbero essere consentite in via nominale delle sacche di privilegiati di fronte alla legge.
Dicevo che ciò non porta nulla di buono poichè, inconsciamente poi il popolo si sente autorizzato ad imitare i capi... un po come i figli fanno con i loro genitori.
Il fatto che la legge debba essere uguale per tutti non è giustizia (che non può esistere in questo mondo) bensì solo un fatto di buon senso e intelligenza per il buon andamento della cosa pubblica in tutte le sue sfaccettature... sempre a patto che si abbiano a cuore le sorti di tutto un popolo.
Senza tale premessa il mio ragionamento diviene una semplice e nemmeno tanto divertente barzelletta.
Chi ha occhi per leggere ed una mente aperta legga... Chi non è daccordo.... avete ragione anche voi...

Buonasera e 'nanotte in contemporanea... Ciao

P.S. Andrea S.... lei è come Dr. Jackill e Mr. Haid.. alterna giudizi sagaci (ancorchè inneggianti magari al governo attuale) a offese gratuite.
Una via di mezzo? Ciao e ricorda però che qui sei nel campo delle persone che non la pensano come te... esendoci delle opzioni un po particolari... se provochi (Ce lo sai che lo fai vero?) fai scattare una reazione... non ti ci lamentare poi ovviamente dai!
Ciao.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.09 23:39| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Salve.

Cominciare a fare un po' ci chiarezza, ok? Vi va?
Bene.
L'obiettivo di questo blog, quello primario, è mantenere un elevatissimo numero di contatti, col solo scopo di fare in modo che il maggior numero possibile di Persone possano apprendere le informazioni che Beppe Grillo, bontà sua, ci offre, in chiave quasi sempre satirica, irriverente, a volte scurrile, ma è una sorta di volgarità che serve a far passare meglio il messaggio, a colorarlo e a fare in modo che rimanga impresso, insieme ad un sorriso amaro.

Orbene, se l'obiettivo dichiarato è la numerosità dei commenti, se tutti si stesse sull'argomento, credo che dopo alcune decine di postsss si sarebbe già detto tutto.
Ad esempio, sul post attuale, dopo aver stigmatizzato l'operato dei cosiddetti tutori dell'ordine in questione, dopo aver espresso solidarietà a chi è stato privato di libertà, vita e diritti, dopo aver inserito links a storie simili, in breve il tutto si sarebbe esaurito, a meno che non si voglia ripetere all'infinito la giostra. Spunta fuori un link ad una notizia, per esempio agli ultimi sviluppi del caso De Magistris. E' chiaramente un O.T., utilissimo ma sempre O.T. Commento da eliminare, in base alle regole di netiquette ben definite sopra al pannello in cui si scrive. Spunta fuori una battuta di spirito, per alleggerire un po' il peso della cappa di sconforto innescata dal post. Niente, da tagliare. Invece rimane tutto. Questo perchè in realtà a questo blog viene lasciata quella dose di anarchia che fa bene allo spirito, quel non sottostare alle regole che alla fine vede convivere sia post serissimi ed in tema, sia post di tutt'altro genere. E questo "fa numero", mantiene il blog ai primi posti tra i blogs più frequentati al mondo. Gli garantisce visibilità e la garantisce quindi all'operato del nostro amato Bepùn. Ok?
NESSUNO, ripeto NESSUNO, ha il diritto di dire cosa si deve o non si deve scrivere.
Questo blog è anarchia, è LIBERTA'.
E' la sua ragione di esistere.
..

Ecsidor Ics Commentatore certificato 31.01.09 13:27| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Manuela Bellandi posta alle 19.16
****************************************

"Prima di pubblicarla il direttore del quotidiano Il Piccolo ha voluto che incontrassimo il legale del quotidiano perché andassimo a trattare parola per parola quello che si poteva pubblicare o meno.

Nonostante fosse una pagina a pagamento, alcune parole non era possibile stamparle, una di queste era che i quattro poliziotti avevano ucciso Riccardo Rasman.

Già, dopo lunghe trattative abbiamo pubblicato comunque quello che ritenevamo importante dover dire, in maniera, su alcuni passaggi edulcorati perché altrimenti questa notizia non sarebbe mai passata nella maniera più opportuna."

Alessandro Metz

*********

E' curioso l'intervento di un legale..non e' chiaro quale tipo di bilancio esiste in questo caso, tra il direttore responsabile ed il legale..

La prevaricazione del legale, oggi e nel panorama attuale, puo' senz'altro aggiungere un altro filtro di offuscamento alla descrizione dei fatti

Ed . Commentatore certificato 30.01.09 22:53| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disabilita'. Da Vaticano situazione grottesca su mancata ratifica Convenzione. Si apra discussione su rapporti con Italia
di Donatella Poretti *
28 Gennaio 2009


Sintesi dell'intervento in Aula in data odierna
Sulla questione disabilita', ritengo si sia verificata una situazione curiosa, un atteggiamento grottesco per cui uno Stato teocratico come quello del Vaticano, che vuole occuparsi di corpi da mantenere obbligatoriamente in uno stato di non vita grazie alle macchine, come per la condizione di Eluana Englaro, non vuole che quelle stesse macchine, quella tecnologia, quella scienza, quella ricerca, siano messe al servizio anche delle persone con disabilita'. Quindi, a quelle persone che sono in vita, si e' pronti a negare diritti come quelli legati alla sfera sessuale e riproduttiva. E' curioso che il Vaticano non sottoscriva questa Convenzione sulla disabilita'; altrettanto curioso che, in occasione della Giornata della memoria, il Vaticano e il Papa, con una coincidenza che ha dell'incredibile, abbiano riabilitato i lefebvriani, tra cui c'e' anche chi nega l'Olocausto. Dopo avere celebrato ieri la Giornata della memoria, oggi il Senato, istituzione di uno Stato laico, ratifica la Convenzione sulla disabilita'. Io credo che dovremmo domandarci quando dedicheremo una seduta alla discussione dei rapporti che manteniamo con questo Stato -quello del Vaticano, quello che e' oltre Tevere, non democratico, a-democratico, teocratico- al quale continuiamo a dare soldi del contribuente italiano e con il quale manteniamo un Concordato, con cui quindi abbiamo buoni rapporti che credo dovremmo iniziare a rimettere in discussione; quanto meno, dovremmo iniziare a dibatterne e impegnare le Aule del Parlamento anche nella discussione di questi argomenti.

Qui il testo completo dell'intervento: http://blog.donatellaporetti.it/?p=451

manuela bellandi Commentatore certificato 30.01.09 19:51| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori