Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Morire costa troppo


mastella_sx.jpg
La crisi ha i suoi lati positivi. Morire è diventato un investimento troppo costoso. Vivere conviene di più. Il Governo del Maryland, Stati Uniti, ha dichiarato che una condanna a morte costa tre volte più del carcere a vita. Il Montana e il New Mexico non possono permettersi la sedia elettrica. I boia perdono il lavoro. Mastella con l'indulto aveva già capito tutto. Ha messo in libertà migliaia di criminali per salvare le casse dello Stato, ma anche Previti.

27 Feb 2009, 09:51 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ANCONA - Una donna ha cercato di rapire un bimbo colombiano di circa un anno nel centro di Ancona, ma è stata bloccata dalla madre e si è poi allontanata a bordo di un'auto con un complice. Il fatto è avvenuto intorno alle 12:15, nei pressi degli uffici finanziari, all'angolo tra via Palestro e via Simeoni.


tagliamo entrambe le mani a queste bestie!

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 28.02.09 05:12| 
 |
Rispondi al commento

la pistola del mattatoio per i maiali costa pochissimo

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 28.02.09 04:12| 
 |
Rispondi al commento

Mastella, con quale faccia lei vorrebbe tornare in politica? Mi spieghi, mi illumini!
Strunz!

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.02.09 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Era evidente che volevano PORTARSI AVANTI PER SALVARSI IL CU.. E LA FACCIA, E L'IMMAGINE
Alvise

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 27.02.09 21:32| 
 |
Rispondi al commento

mastella se mi ciucci la cannella ti voto se mi dai un lavoro ti voto se mi dai un po di torroncini ti voto se mi dai una casa nel centro di roma ti voto

Ente Bustarella 27.02.09 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Certo che Mastella è proprio un essere ripugnante.
Gli staccherei volentieri le braccia e lo pesterei con le sue stesse mani. Phuà , mi fa schifo.

luca f. Commentatore certificato 27.02.09 14:20| 
 |
Rispondi al commento

In futuro rimarrai in vita fino a quando non potrai permetterti le spese funebri.
Non importa in che condizioni.

Andrea B. Commentatore certificato 27.02.09 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, il governo degli spot adesso ha fatto partire la cassa mediatica sulla "regolamentazione" dello sciopero. Nella realtà se la stanno facendo addosso. Hanno paura che un numero abbastanza alto di cittadini si trovino nello stesso luogo e nello stesso momento senza preavviso. Fra poco vieteranno le riunioni all'apero con più di 5 persone. Ma gli conviene?

giorgio peruffo 27.02.09 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

All'epoca di Papillon, i francesi in Guiana Francese ai detenuti facevano costruire tutte le infrastrutture.
Da strade, edifici e chiese.
Oggi beneficiano di tali infrastrutture che nel tempo sono state migliorate.

Non capisco perché non si possa ritornare a questo tipo di pena.

Si in carcere ma devono pagarsi il soggiorno.

Ad esempio nelle industrie di compostaggio dei rifiuti, gli si da un minimo per le loro cose e il resto del salario serve a finanziare le carceri.


quello che mi piace di piu del governo di stato (di tutti)
e che tutti loro si lamentano del antipolitica di ieri e di oggi
ma nessuno di loro pensa di cambiare
nessuno di loro crede che sia venuto il momento di
cambiare la politica
parlano di lavoro e ..FANNO LEGGI CONTRO
parlano di lavoratori impiego di protezione del lavoro POI INCENTIVANO LE FABBRICHE AD ANDARE AL ESTERO
fanno legi per la sicurezza e poi fanno TAGLI AL SETTORE
parlano di tagliare gli sprechi e POI SI AUMENTANO I PROPRI
parlano del ambiente e poi PARLANO DI INCENERITORI E NUCLEARE
parlano di coscienza civica e responsabilita e poi PARLANO DI INTERESSI DI PRIVATI IN QUESTIONI POLITICHE
mettono i loro interessi privati E LI FANNO PAGARE A NOI
ABBIAMO SOLO UNA POSSIBILITA DI USCIRNE VIVI DA QUI
mettiamo i politici (sosia)del bagaglino
quelli SONO PIU SERI

stefano b., rovato Commentatore certificato 27.02.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

avete mai fatto caso che la legge nasconda sempre inghippi
il decreto e una forma di fa credere che ai cittadini di essere al sicuro
decreto di prodi sul caso reggiani(che non segui nessuna legge)
decreto sui stupri......
decreto sulle ronde.....

decreto sulla prostituzione (idem)
fatta dua una che nei suoi calendari era meno vestita di certe ragazze sulla strada ... ma quella e arte....
in
QUESTO CASO CI SONO 2 MOTIVI PER UNDECRETO CHE FINIRA SENZA LEGGE
1 i clienti sono circa 10milioni
mi vuoi mettere 10 milioni di elettori che mi votino contro....)
2 la maggioranza dei clienti siede in parlamento
caso mele e il caso sircana
certi assessori ANTI PROSTITUTE beccati CON QUESTE...


MA CERTE LEGGI A FAVORE DI ...
QUELLE PASSANO SUBITO
legge per salvaguardare rete 4
e un esempio....PIU LAMPANTE DI COSI
LA PRIVATIZZAZIONE DELLE BANCHE IN CRISI...
L ALITALIA IL BONUS A LORO IL MALUS A ...NOI

certe protezioni
durante il regime di prodi ci fu una finanziaria che impoveri la maggior parte di italiani
PER RISANARE LE CASSE D'ITALIA..........
IO LA CHIAMEREI PER MANTENERE IL LIVELLO DI PRIVILEGI DEI POLITICAZZ. invece
e chi ebbe vantaggi allora
due caste
una le banche che ebbero sgravi(casualmente prodi era primo azionista di banca intesa (quella di bond argentini)PER INTENDERCI

e una PER UNA POLITICA MAFIOSA (ds lega e an )che evasero 98miliardi di euro)CASO DEL GIOCO DEL LOTTO E BINGO
che poiil governo prodi esonero dal risarcimento alla fine del suo mandato
in finis...
PERCHE MAI MERAVIGLIARCI SE MASTELLA E IL SUO DECRETO ATTUATO POI IN LEGGE(STRANO..)
INDULTO
abbia messo in liberta anche i carcerati ...........meta era nel suo partito.......

stefano b., rovato Commentatore certificato 27.02.09 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, lo ribadisco, tenere in carcere dei criminali, è contro produttivo, li si deve far lavorare, in fondo se hanno recato un danno alla società non è di certo stando rinchiusi in una cella che lo ripagano.

Non ci sono fondi per costruire nuove carceri??
Bene, anzi male, però la manodopera per costruirli ce l'abbiamo (i carcerati) , il materiale...pure tutto quello di riciclo...

Giustamente dobbiamo reinserirli nella società, e quale modo migliore se non quello di farli lavorare e insegnarli un mestiere?

I comuni vanno a pezzi?
La rete idrica perde?
I costi per l'installazione degli impianti fotovoltaici ecc.. sono troppo alti?
Nessuno fa' la raccolta differenziata porta a porta?

Cazz ma pensate a quanta manodopera abbiamo,
quanti carcerati ci sono?

E quale mestiere migliore gli si può insegnare al giorno d'oggi se non quello di riparatori, installatori di impianti per il risparmio energetico?

Non è più facile anche per loro rientrare in società dicendo in carcere ho imparato un mestiere, e mi sono reso utile riparando le vostre città?

Dante Tettamanti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.02.09 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è spam è un INIZIATIVA http://condivisioncar.ilbello.com/
per condividere la tua auto rispettando l'ambiente! in 4 giorni:
7 utenti ,3 viaggi, 360 visite con 1200 pagine visualizzate gruppo di facebook

http://www.facebook.com/home.php?ref=logo#/group.php?gid=67816489637&ref=nf

Diffondete l'iniziativa!

Lorenzo G., Busto Arsizio Commentatore certificato 27.02.09 10:41| 
 |
Rispondi al commento

satira si satira no
metteteli tutti dentro a far un bel party
e vi raccomando saldate la cella e buttate le chiavi

Maverick. Ita Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.02.09 10:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori