Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lo strabismo di Maroni


Conferenza sull'ingresso di Romania e Bulgaria nell'Unione Europea
(15:29)
stupro_Guidonia.jpg

Nell'immaginario degli italiani il barcone con gli emigranti africani ha sostituito l'Uomo Nero, il Babau. Centinaia di disperati che rischiano la vita in mare, spesso persone con il diritto di asilo politico. Mentre Maroni guarda alle sponde della Libia, si dimentica che sono entrate in Italia centinaia di migliaia di persone dall'Est. Comunitari in regola, in prevalenza con passaporto rumeno. Nessuno li ha fermati, gli ha chiesto se avevano un lavoro, una casa, un reddito. Abbiamo sfruttato gli onesti e ci siamo disinteressati dei disonesti.
Dal 2007, con l'ingresso della Romania e Bulgaria in Europa, si sono aperti i cancelli. Non dell'Europa, ma dell'Italia. La maggior parte dei Paesi europei adottò la moratoria. Dall'Est si riversarono nell'unico Paese con le frontiere di burro a norma di legge. Come acqua in un imbuto. E' arrivato di tutto. Nelle carceri italiane la percentuale di detenuti dell'Est è impressionante. L'uomo nero in carcere è merce rara. Il problema. a livello di grandi numeri, non è il delinquente extracomunitario, ma quello comunitario.
L'Italia versa alle casse dell'Europa circa 12/13 miliardi di euro ogni anno, di questi circa otto rientrano da noi. il resto va ai Paesi che hanno maggior bisogno di investimenti. Tra questi, la Romania. In sostanza, le nostre tasse servono ad aiutare i Paesi europei meno sviluppati. Fin qui nessuna obiezione. Però l'Italia è il primo partner commerciale della Romania. 22.000 nostre aziende vi hanno aperto nuove attività o hanno delocalizzato grazie agli incentivi comunitari. Le imprese italiane sono sbarcate all'Est con l'obiettivo di far soldi. Diminuire i costi di produzione, non dover sottostare ai controlli sul lavoro esistenti nel nostro Paese. E, se possibile, usare comunque il marchio Made in Italy. In cambio la Romania ha potuto esportare manodopera a basso costo per l'edilizia, quasi sempre in nero, e liberarsi di migliaia di persone indesiderate. Nessuna moratoria. La Lega non mosse un dito. A onor del vero, neppure gli altri. Chi ci ha guadagnato? Mi viene in mente un solo nome: la Confidustria.
Prodi e la Bonino alla domanda: "Quanti sono stati gli ingressi dalla Romania?" non seppero rispondere.Frattini allora vice presidente della Commissione Europea, oggi ministro degli Esteri, si disse contrario a forme di limitazione dell'entrata di lavoratori bulgari e rumeni in Italia, come avvenne in altri Paesi dell'UE. Abbandoniamo al suo destino chi ha diritto all'asilo politico e spalanchiamo le porte a persone con la fedina penale lunga un chilometro solo perché comunitari. In Italia abbiamo la libera circolazione dei delinquenti, per questo vogliono venire tutti da noi. Respingere chi ha diritto all'asilo politico è un delitto contro l'umanità. Tutto il resto è business.

Testo della conferenza sull'ingresso della Romania e della Bulgaria nella Comunità Europea di Frattini e Bonino all'inizio 2007 (video):
Bonino: Grazie di questa iniziativa. Per prima cosa un calorosissimo benvenuto ai 30 milioni di cittadini e cittadine romeni e bulgari che nei prossimi giorni saranno cittadini europei. Penso che questa, al di là del benvenuto istituzionale dopo il lavoro di questi anni, sia una di quelle giornate che coinvolgono gli uomini e le donne, 30 milioni peraltro. A loro questo grandissimo benvenuto.
Con una avvertenza: so che sono due opinioni pubbliche euroentusiate. Vorrei che contro mille difficoltà che comunque avranno nei prossimi mesi continuassero a rimanerlo. E’ un avvertimento che vorrei che anche le leadership rumena e bulgara rivolgessero alle loro opinioni pubbliche. L’Europa è anche disciplina, capacità di vivere insieme, come nelle grandi famiglie non è tutto rose e fiori. Sarebbe utile che fin d’ora i leader rumeni e bulgari avvertissero la loro opinione pubblica che ci saranno anche decisioni difficili da prendere non immediatamente visibili come positive, penso alla questione dell’Euro. Come sapete, Romania e Bulgaria non hanno avuto la possibilità, dico io fortunatamente, dell’aut-aut dalla regione euro: questo significa un’accelerazione delle riforme economiche che nell’immediato non saranno viste in modo brillante. L’idea è che spetta alla leadership politica nostra e vostra è quella di riuscire a passare il messaggio della visione complessiva per cui noi abbiamo voluto l’allargamento e voi avete voluto entrare. La strada per il paradiso può anche essere accidentata ma ricordiamoci qual è la visione.Due questioni che affronto subito.
Una è la mobilità dei lavoratori, facciamo il panorama complessivo della situazione. I Paesi che esercitano la moratoria sono Spagna, Gran Bretagna, Irlanda, Danimarca, Austria. Dall’altra parte, Polonia, Finlandia, Slovacchia, Estonia e Lettonia hanno rinunciato alla moratoria. Si devono ancora pronunciare Paesi importanti come Italia, Germania e Francia. Il nostro Paese sta valutando la situazione e io credo che tutta una serie di elementi, ivi compreso una visita del ministro Amato, possano essere determinanti per l’assunzione della posizione del Governo italiano; al quale mi premurerò di sottoporre alcuni dati che mi sembrano rilevanti. Il primo è che, per esempio per quanto riguarda i rumeni, gli ultimi dati ufficiali danno 175.000 rumeni in Italia, regolarmente recensiti. Non mi avventuro, ma fate voi. Già basterebbero, ma esiste l’altra area in cui non mi avventuro in termini di quantificazione. Per quanto riguarda i cittadini bulgari, sono 60.000 legalmente. Sto parlando di dati formali, fine 2004.
Infine vorrei segnalare che è da tener presente un dato reso pubblico dalla Fondazione Europea di Dublino: sono il 4% i cittadini che si sono trasferiti all’interno dell’Unione Europea e meno del 3% quelli che si sono trasferiti all’esterno. Per essere chiari, secondo questo rapporto l’emigrazione di massa nell’Europa allargata è letteralmente un mito. Consentitemi di dire che ormai sono vecchia abbastanza per aver visto una serie di allargamenti, da quello Spagna, Portogallo, Grecia ai 10 nuovi membri e infine questo. Tutte le volte è la stessa storia: ci invaderanno. Io mi ricordo nel 1986 c’era il terrore di spagnoli, portoghesi e greci che provenivano da Paesi in via di ristrutturazione, che avrebbero invaso i membri fondatori. Non si è visto niente di tutto ciò, anzi siamo noi che andiamo in Spagna a milioni. Ricordo un giorno che il presidente finlandese che, rispetto ad una parte di opinione pubblica terrorizzata che arrivassero i tedeschi, armi e bagagli, a occupare la ridente Finlandia, disse: “Non si è visto nessuno, tant’è che io volevo vendere case e proprietà ai tedeschi ma non si è presentato nessuno”. Dico che ci sono problemi che vanno governati, ne hanno fatto riferimento il vicepresidente Frattini e il ministro Amato, ma smettiamola col mito dell’invasione. Calmi tutti perché è di tutta evidenza che non sia così. Credo, anzi, che la scarsa mobilità all’interno dell’Unione Europea cominci ad essere definita come uno dei problemi veri. Se guardate uno studio del Sole 24 Ore, è dimostrato che la scarsa mobilità e la scarsa compenetrazione di ingegni è un elemento di freno dell’economia e non l’opposto.I cittadini europei sono molto radicati a casa loro, sono poco mobili, e questo limita la compenetrazione di ingegni. Infine, c’è un dato molto significativo uscito oggi che sperò farà discutere, che è il contributo degli emigrati in Italia che è quasi del 6,1% del pil. Non solo Rumeni e Bulgari, ma dovremmo smetterla di prendere questo come un problema di invasione ma per quello che è: un fenomeno che va governato ma che ha enormi potenzialità reciproche. Ancora, brevemente: è stata sottolineata l’importanza del messaggio politico… è vero, io ho dato dati del 2004 sui rumeni in Italia. Il dato del 2005 è di 287.000, dati Istat. Mi pare che non abbiamo offerto fin’ora problemi particolari, anzi andiamo a vedere i dati del contributo netto al PIL. Una cosa per quanto riguarda la mia competenza di commercio internazionale: noi abbiamo relazioni ottime seppur diverse di interscambio commerciale con la Romania e la Bulgaria: voglio solo segnalare che ultimamente è diventata non delocalizzazione ma presenza di grandi imprese italiane, comprese otto banche. Semmai con l’entrata della Romania possiamo prevedere un flusso delocalizzante in Moldavia.
..L’interscambio con la Bulgaria ha registrato un incremento notevole negli ultimi anni e devo dire che l’attuale flusso di investimenti diretti fa dell’Italia il primo investitore della Bulgaria. Sono due regioni di grandissima commistione, di vera e propria economia quasi comune. Sicché da tutti questi punti di vista ancora un grande benvenuto ai 30 milioni di nuovi cittadini di questa grande famiglia. E’ l’inizio di una seconda tappa di questo lungo percorso. Può darsi che abbia, come tutti i percorsi, momenti accidentati ma se entrambi guardiamo alla visione del perché stiamo insieme questo sarà un esempio molto positivo per altri Paesi e per la stessa Unione Europea.
Grazie al Ministro Bonino.
Sono Julia Sandravista, corrispondente de “I giovani romeni”. Volevo sapere se l’Italia farà come Germania e Inghilterra mettendo la moratoria.
Frattini: Il ministro Bonino poi risponderà per il governo italiano. Io dico: la Commissione Europea ha pubblicato un documento che spiega perché, secondo noi, queste barriere non si dovrebbero porre con gli argomenti cui ha accennato il ministro Bonino e cioè che storicamente l’effetto invasione non c’è stato e in più noi riteniamo che l’area geografica del sud-est europeo, relativamente a Paesi come l’Italia, è di interesse prioritario. Oltre alla ragione generale, non c’è il pericolo d’invasione, c’è anche una ragione specifica. Il mio può essere soltanto un auspicio che la Commissione ha indirizzato a tutti i Paesi Membri.
Bonino: Fermo restando quanto ho detto prima, la novità – ho una nota dettagliata di chi viene per studio, lavoro, lavoro autonomo, subordinato – è che dal 1° gennaio 2007 l’ingresso di romeni e bulgari non sarà più disciplinato dalla Bossi-Fini ma dal p.r. 54 del 2002, testo unico delle disposizioni in materia di circolazione e soggiorno dei cittadini comunitari, con l’eccezione dei lavoratori subordinati qualora il governo italiano prendesse la direzione della moratoria che ha pure delle fattispecie, due anni, cinque, massimo sette. Peraltro ricordo solamente che non c’è niente di più fragile delle decisioni politiche, il che può avere anche un aspetto positivo per me che sono un’intemerata ottimista. Tant’è che avevamo avuto una posizione molto aperta inglese che invece ha improvvisamente deciso in modo diverso. Vediamo se i dati di contiguità reale tra rumeni e bulgari rispetto all’Italia possono far assumere al nostro Paese una posizione o immediatamente più aperta o dopo una fase transitoria molto ridotta.

14 Mag 2009, 17:54 | Scrivi | Commenti (1110) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Beppe, per favore smettila di definire "feccia" i migranti che vengono dall'est, te l'ho sentito dire a Livorno di recente. So che non era tua intenzione offendere, era un'esasperazione per far ridere, ma con il razzismo che dilaga bisogna stare attenti. Troppe volte nella storia, in Europa e anche in Italia i Rom in particolare sono stati perseguitati ed emarginati. Anche loro, che sono gli ultimi, sono vittime di questo capitalismo. La vera lotta che può dare concreti risultati è contro i padroni del mondo, e va fatta tutti insieme. Anche insieme ai Rom. Ci sono molti Rom che lavorano onestamente, ma non fanno notizia, perchè non rivelano la propria etnia, hanno paura di essere giudicati male, soffrono di un complesso di inferiorità e di colpa. Gli altri, quelli che rubano, secondo te cosa potrebbero fare? Chi gli darebbe un lavoro? Una casa? Sono il frutto di decenni di emarginazione. Non basta dire che sono cattivi, bisogna dire come fare perchè non lo siano. E non si potrà dire mandiamoli a casa: non ha mai funzionato, non è giusto e non funzionerà mai.
Ciao, con affetto.

Ignazio C., Livorno Commentatore certificato 21.05.09 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Beppe ti ho visto di recente a Livorno, e hai di nuovo appellato il popolo rom come "feccia"....so che il centro del discorso è che c'è stato uno scambio tra il Governo italiano e rumeno per favorire aziende italiane in Romania. Ma definire delinquenti e feccia indistintamente gli immigrati che provengono dall'est è un grave errore: la maggioranza di questi sono persone oneste cui la storia ha riservato un triste destino e meritano rispetto; i poveracci che vivono ai margini della società e delinquono purtroppo si trovano prigionieri di una spirale di emarginazione e pregiudizio razzista, e le tue sparate peggiorano la situazione; senza pensare che il razzismo dilaga tra il popolo italiano, e parlando così lo incoraggi pericolosamente. Dovresti essere sincero fino in fondo, come è nel tuo carattere: da una parte ci sono i capitalisti, confindustria, i loro politici, la loro stampa, dall'altra c'è il popolo, la vittima, e tra questi anche i più emarginati, i diseredati, i rom, anche quelli che delinquono. Non voglio difendere i delinquenti,dico solo che non basta dire che sono cattivi, bisognerebbe dire come fare per impedire che lo siano. E credo che questo ci porterebbe a dire che bisognerebbe conquistare una vita migliore e dignitosa per tutti, levando ai ricchi e ai padroni il maltolto.
Beppe dillo pubblicamente che non hai nulla contro i rom, che bisogna lottare uniti perchè ogni essere umano ha diritto ad una vita dignitosa e, perchè no, alla felicità?
Ciao,
con affetto.
Ignazio.

Ignazio Cardillo 20.05.09 23:37| 
 |
Rispondi al commento

MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANA!
colonialismo? certo! promettiamo alla Libia autostrade costiere, le regaliamo motovedette perchè fermino a modo loro i barconi degli immigrati, rispediamo esseri umani dall'inferno da cui provengono alla faccia della convenzione di Ginevra e del buon senso comune... e stiamo a guardare rassegnati...
ma prima o poi la storia ci chiederà conto di questa indifferenza, perchè la responsabilità non è solo individuale, non basta dire "io non li ho votati"! la responsabilità è collettiva e storica, generazioni di tedeschi hanno provato vergogna per il nazismo, generazioni di europei si sono chieste come un popolo avesse potuto accettare tale disumanità...
e noi? cosa aspettiamo per opporci a questa dittatura? solo il popolo può esprimere dissenso, ma non c'è tempo per aspettare le prossime votazioni. Gli italiani sono burattini che in testa hanno pensieri che altri hanno confezionato per loro. "i neri ci rubano i posti di lavoro e i posti agli asili nido". in un paese civile il lavoro è retribuito per tutti nello stesso modo, non c'è concorrenza tra poveri, e ci sono asili per tutti, non c'è concorrenza tra poveri.
qui la concorrenza c'è, è parte della strategia.
... e noi si continua a dormire...
MI VERGOGNO...

ilaria contro 20.05.09 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, siamo due giovani architetti di Fano, Mirko e Davide.
Sappiamo che presto sarai anche dalle nostre parti, finalmente.
Da qualche anno abbiamo una società di costruzioni, la quale sta puntando tutto sull’architettura sostenibile: stiamo realizzando a nostre fottute spese una palazzina in bioarchitettura al 100% in classe energetica A+
Crediamo nella sostenibilità del vivere, nella eticità di ogni forma di commercio.
Usiamo pannelli fotovoltaici rigirando al cliente il Conto Energia, riutilizziamo le acque piovane, usiamo domotica, abbiamo con il solare ed il fotovoltaico l’eliminazione della caldaia e del gas,
tutto BIO per giunta, x la collettività e x la nostra salute fisica e mentale.
Saremo i primi in Europa ad avere la classificazione di Casa Clima “Nature”.
Tanta pubblicità su tante riviste di settore, quotidiani, ma solo per scopi elettorali.
In realtà, siamo fortemente ostacolati dall’imprenditoria locale che si incazza, facendo leva con le vecchie solite armi della “venerabile età” delle ditte; le amministrazioni non sanno neanche di che cosa si stia parlando. le agenzie immobiliari boicottano la vendita degli appartamenti, pilotate da chissà chì!
Condivisione e soprattutto sostenibilità per chi ci prova, un cazzo!

Non vogliamo assolutamente pubblicità, saremmo delle merdine. Però vorremmo, se possibile che tu trovassi un minuto per visitare il nostro cantiere o che dicessi che in questa città c’è gente che credendo nel sostenibile, sta lavorando sodo e sta per avere un riconoscimento europeo importante (almeno per noi).
Saluti
Mirko e Davide

mirko s., fano Commentatore certificato 20.05.09 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Intanto potremmo fare una cosa semplice: se dobbiamo ristrutturare casa chiamiamo gli italiani. Se dobbiamo mangiare una pizza andiamo dagli italiani, la frutta compriamola ai banchi degli italiani etc etc. Nazionalismo, nazionalismo, nazionalismo. Io lo faccio. Altrimenti non lamentiamoci.

Milo C., Roma Commentatore certificato 20.05.09 09:11| 
 |
Rispondi al commento

La panzana dei clandestini è un brutto capro espiatorio usato per nascondere la corruzione, l' inefficienza e l' inettitudine di questo ammasso di delinquenti che chiamate governo. Oggi i neri dei gommoni, domani l' onda anti G8, poi le posizioni ultrasinistre di Fini, di tutto si parlerà, meno che della bassezza del nano. Saluti

ivan IV Commentatore certificato 19.05.09 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che si smettesse con questo insulto gratuito su questo sito al popolo e alla comunità romena, che da sola contribuisce al 1.2% del pil italiano e presenta 2.300 aziende con titolare romeno che danno lavoro anche agli italiani. Vorei ricordare che alle prossime elezioni amministrative ci saranno molti candidati romeni che si presentano per amministrare le nostre città nel segno dell'integrazione

italo romeno 19.05.09 09:45| 
 |
Rispondi al commento

concordo pienamente con quanto scritto da Beppe ,vorrei farvi notare anche due aspetti sulla questione che a me sembrano molto importanti .il primo aspetto è il seguente ,il forte afflusso di romeni e bulgari ha fornito manodopera a bassissimo costo per l'edilizia lavorano quasi tutti in nero 60 euro anche meno, alti lavorano a cottimo a prezzi che sono fuori da ogni logica (intonaci a 4'5 euro a metro quadro,posa pavimenti 6 euro a metro quadro) ma mentre i costruttori si strofinano le mani per questa manna piovuta dal cielo ,noi stiamo perdendo professionalità,tra qualche anno non avremo più italiani che sanno fare i muratori ,gli intonacatori i posatori di pavimenti ecc ecc ,stiamo perdendo un nosto patrimonio.Il secondo aspetto anch'esso molto interessante è che stiammo sottraendo ricchezza al nostro paese ,i soldi guadagnati qui in italia tolti quelli per vivere vengono dirottati direttamente(giustamente) presso i loro paesi di origine .PS la solidarieta' è un dovere ma c'e bisogno di un rispetto per le regole,ad iniziare da quelle sul lavoro (cosstruttori permettendo).Un'ultima cosa, chi scrive lavora da 15 anni nell'edilizia e sa bene di cosa sta parlando.

Romolo P., San Vito Romano (RM) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.05.09 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I paesi normalmente "fornitori" di badanti, o di personale per collaborazione domestica, stanno scrivendo leggi apposta per scoraggiare i loro preziosi concittadini a nn lasciare il paese in misura tanto massiccia come fanno. L' Inghilterra e i paesi dell' unione europea prendono misure per nn privarsi di tanta risorsa. L' Italia è l' unico paese idiota, che nn capisce l' importanza del fenomeno, e che peraltro non ha una sanità pubblica tale da permettersi il lusso di rinunciare alle badanti. Ci accorgeremo solo tra qualche anno dei disastri irrimediabili che il Pregiudicato, Piduista, Pedofilo sta combinando. Il Professor Prodi era meglio, idiota chi nn lo capisce. Saluti profondamente costernati

ivan IV Commentatore certificato 18.05.09 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Il testo è tratto da una relazione dell’Ispettorato per l’Immigrazione del Congresso americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti, Ottobre 1912
FONTE: RAINEWS 24
QUESTO DICEVANO DEGLI ITALIANI NEL 1912 NEGLI STATI UNITI
Immigrati italiani in Usa
==============================
voi (o i vostri nonni e bisnonni)vi riconoscete in questo? perche' questo o dicevano di "noi"...mi aspetterei da Beppe Grillo un po' meno di faciloneria ed inesattezze quando parla di temi cosi' complessi e delicati....non esageri con il poulismo e controlli meglio le sue fonti....visto che lo sa fare molto bene

Roberta Sartori 18.05.09 15:38| 
 |
Rispondi al commento

“Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane.
Si costruiscono baracche di legno ed alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri.
Quando riescono ad avvicinarsi al centro affittano a caro prezzo appartamenti fatiscenti.
Si presentano di solito in due e cercano una stanza con uso di cucina. Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci.
Tra loro parlano lingue a noi incomprensibili, probabilmente antichi dialetti.
Molti bambini vengono utilizzati per chiedere l’elemosina ma sovente davanti alle chiese donne vestite di scuro e uomini quasi sempre anziani invocano pietà, con toni lamentosi e petulanti.
Fanno molti figli che faticano a mantenere e sono assai uniti tra di loro.
Dicono che siano dediti al furto e, se ostacolati, violenti. Le nostre donne li evitano non solo perché poco attraenti e selvatici ma perché si è diffusa la voce di alcuni stupri consumati dopo agguati in strade periferiche quando le donne tornano dal lavoro.
I nostri governanti hanno aperto troppo gli ingressi alle frontiere ma, soprattutto, non hanno saputo selezionare tra coloro che entrano nel nostro paese per lavorare e quelli che pensano di vivere di espedienti o, addirittura, attività criminali”.
La relazione così prosegue: “Propongo che si privilegino i veneti e i lombardi, tardi di comprendonio e ignoranti ma disposti più di altri a lavorare. Si adattano ad abitazioni che gli americani rifiutano pur che le famiglie rimangano unite e non contestano il salario. Gli altri, quelli ai quali è riferita gran parte di questa prima relazione, provengono dal sud dell’Italia. Vi invito a controllare i documenti di provenienza e a rimpatriare i più.
La nostra sicurezza deve essere la prima preoccupazione”.

NEL MESSAGGIO CHE SEGUE C'E' SCRITTO CHI LO DIVCEVA DI CHAI...

Roberta Sartori 18.05.09 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Il dramma è che non ci sarà mai nessun governo o politico che vorrà fare qualcosa per i cittadini.Anche di pietro, che sembrerebbe l'unica salvezza, ha molte cose da spiegare, ed ovviamente darne le prove, ma non ho mai trovato un politico che, alla richiesta di dimostrare la sua limpidezza, lo abbia fatto, io ho sempre visto che, invece, hanno rigirato la frittata come meglio gli piaceva.Se è vero che di pietro ha avuto aiuti da cirino pomicino, come descritto nel sito che posto il link, beh non la ritengo una "limpidezza".A di pietro l'ultima parola.

http://www.casadellalegalita.org/index.php?option=com_content&task=view&id=1264&Itemid=27

Rotschild b., Zena Commentatore certificato 17.05.09 23:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So Easy:
- Chi ha sempre chiesto di NON allargare l'Europa a mercati che potevano praticare dumping salariale? SOLO LA LEGA
- Chi ha chiesto da 15 anni di applicare misure antidumping su tutti i prodotti che arrivano da stati in cui si lavora a 10 dollari al mese? SOLO LA LEGA
- Chi ha fatto servizi radio e televisivi per far vedere i passaggi alle frontiere Slovene? SOLO LA LEGA
- Chi ha sempre chiesto di identificare/verificare/visitare gli arrivi extraeuropei? SOLO LA LEGA
- Chi ha fatto notare che con la crisi avremo centinaia di migliaia di disoccupati impiazzabili? SOLO LA LEGA
- ecc ecc ecc ecc ecc

L'unico strabismo mi sembra quello di coloro che hanno allegramente votato democristiano e socialista (fozzaitalia, piddi', an, udc... ma oramai pure radicali, idivini, rifondaroli (sigh!)) e hanno CAUSATO cio' a cui MARONI sta cercando di porre rimedio CON TUTTI CONTRO.
Svegliatevi che e' ora!

Giano Bifronte 17.05.09 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo facendoli entrare in europa e' piu' facile, per gli industriali, sfruttare manodopera a basso costo trasferendo la produzione nei loro paesi. Poi chr dici Emma? Basta pensarla come un invasione, gli idraulici etc etc, si vede che vivi nella tua bella e ricca campana di vetro. Prova ad andare sui cantieri o in generale nel campo dell'edilizia pero' portati dietro un traduttore poliglotta perche' non sentirai parlare italiano. Ci state rovinando (ovviamente non solo per questo motivo).

Milo C., Roma Commentatore certificato 17.05.09 02:00| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo al signore con la badante ucraina per suo padre. Ottima persona e non lo metto in dubbio, però ha dimeticato di dirci quanto la pagava. Certamente poco e, quindi, molto conveniente. E' sicuro che pagando il giusto prezzo ad una italiana, mettendola in regola, dandole il giorno di libertà e tutte le garanzie sindacali non avrebbe trovato anche in Italia una badante all'altezza della situazione?

Volatile pn 16.05.09 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ma "loro" sono moooolto avanti;
infatti hanno trovato il sistema per far ritornare tutti i romeni o bulgari a ritornare da dove sono partiti ...e sai come??? semplice!
facendo diventare l'Italia un paese di m....a peggiore di quello da dove provengono!
elementare no!!!

robi bis 16.05.09 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ma và a fan gala!!!! Tu, Santoro, Vauro, Corrado Mineo e tutti gli altri intellettualoidi di sinistra dovreste smetterla di stare a contare i soldi nelle vostre ville/attici controllati dalla security e farvi un giro nelle periferie del cazzo delle grandi città come Milano e Roma. Per tua info qui ( periferia di Milano ) le gang di spacciatori sono tutti belli "abbronzati" come direbbe lo psiconano. Dovresti vederli manco Spike Lee risucrebbe a far di meglio ..rap, catenazzi d' oro, bandane colorate...etc..etc..cmq come dicevi tu ci sono anche quelli dell' est ora cittadini EU, loro gestiscono il giro di donnine. Voi vivete nella fostra favola de politically correct, ma la realtà è brutta sporca e cattiva è fatta di quartieri del cazzo dove la gente vive in case con le inferiate perchè tutto quel che non è saldato o incatenato sparisce, dove ci sono sballati e personaggi di ogni tipo che ne combinano di tutti i colori. Vieni a vederti lo spettacolo delle risse fra extracomunitari ubriachi !! Ma quello che fa più incazzare la gente sono i personaggi come te, Santoro & co che dall' alto dei loro quattrini fanno le prediche sull' accoglienza e sulla solidarietà. Come dicevi TU in un tuo precedente post "si fa presto ad essere buonisti quando il culo ce lo mettono gli altri !!! "

Gesualdo Antani 16.05.09 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giovanni P, tu non hai capito un caxxo. Un sito non è tutto nella HomePage. Va a farti prendere per il culo
-
Tu clicca sulla firma e va oltre la HP

R*I*C*O*S*T*R*U*I*R*E 16.05.09 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono di sinistra, sono per 'integrazione e vivo con un uomo dell'est.

Vorrei solo fare una domanda: perchè è così difficile fare una distinzione tra l'immigrazione e l'immigrazione clandestina?
Vogliamo rispettare i migranti?
Perchè non premiare chi si è procurato un passaporto, un visto, un lavoro, integrarlo, se serve sostenerlo?
Perchè renderlo pari a chi le regole non le rispetta?

Cito le parole di un caro amico, Aziz, marocchino:
"Io sono venuto in italia a 16 anni, col passaporto, mio papà ha firmato per me.
Poi hanno aperto le galere, sono arrivati qui tutti i criminali del Marocco e adesso, per colpa loro, trattano male anche me"

E' un razzista il mio amico Aziz?

Smettiamo di essere bacchettoni, cacciamo i mafiosi dal parlamento, smettiamo di fare del pietismo sull'immigrazione, cerchiamo di ritornare alla LEGALILTA'
Ciao

elena m. Commentatore certificato 16.05.09 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Mai come oggi Beppe; sono convinto di quello,che sostenevi in tempi non sospetti,era tutto vero dal te la do io,ecc,ecc,alla tua esclusione dalle TV,alle aziende dei dentifrici,ecc,dai tuoi spettacoli pagati,chiaramente!come ad ogni comico che continua ad essere pagato,sfruttando la tua scia, ma non ti cagano,hanno paura!!la piazza; se non quella canonica TV. non sanno che cazzo è, e che dire,ma olezzano nel loro splendore,li vogliamo nominare? meglio di no, tengono famiglia? Discè? e questa è una frase di uno che conosco molto vicino,sparito, ehehehehhe, non ti sostengono ma ti cavalcano, eheheehheeh,ma non fanno un cazzo, nessuno scende in piazza,tengono famiglia,però parlano come Petrolini,Toto,ecc ma allora cerà un certo regime, oggi in guanti bianchi,oggi,no tengono famiglia,o ai loro contratti,Beppe sei diverso hai fondato un movimento,eheehhehehhehe, non ne parla Pippo,ma Castelli,hahahaah ha detto grillini,con un certo controllo da parte di Luigi De magistris,che bene ha fatto per ora,a stare tranquillo,ma dove sono questi pezzenti.? dove siete??? non fate piu ridere, schieratevi abbiate il coraggio, come qelli che votano e difendono Berlusconi, pupazzi schieratevi scendete in piazza pupazzi.
Grande Beppe,lista civica a 5 stelle a chi ci crede, si puo fare hanno! paura del movimento
siamo soli senza questi signori, ma facciamo paura.

galletti claudio 16.05.09 00:24| 
 |
Rispondi al commento

BASTA!!!!!!!!!!!!! con questa merda di governo

Domenica Ledda 15.05.09 23:44| 
 |
Rispondi al commento

lettera di laura parte 6
Un'altra cosa.
Vi prego chiunque di voi possa, prenda il treno l'aereo o la macchina e si faccia un giro per L'Aquila e d'intorni. Le tendopoli non sono tutte come quelle a Collemaggio. Scoprirete il livello di falsità che viene profuso a piene mani dagli organi di comunicazione oramai supini e del livello di indecenza del ns presidente del consiglio che prima con lacrime alla cipolla e poi con sorrisi di plastica distribuisce
garanzie e futuro a chi, vivendo in tenda e saggiando sulla pelle la situazione sa, che sono tutte palle.
 
I morti sono serviti subito per mostrarsi umano e vicino alle famiglie, ma ora è meglio dimenticarli in fretta..Via via..nessuna responsabilità, nessun dolo. I pm sono dei malvagi.. ricostruiamo in fretta.. forza la vità e bella, vedrete, tra un mese sarete tutti a casa... Conoscete i nomi delle famiglie che doveva ospitare nelle sue ville?
Le virtù umane travalicano gli eventi, le sue miserie non hanno confini.
Se volete vi prego fortemente di inviare questa mail a quanti vi sono amici. La stampa nazionale si è guardata bene dal pubblicarla.
Un saluto a tutti.
Laura

cara laura io ho fatto quello che potevo sto portando avanti la tua iniziativa spero che voi che leggete fate altrettanto.
loro non si arrenderanno mai... noi neppure

pizzetto 1960 15.05.09 23:36| 
 |
Rispondi al commento

lettera di laura parte 5
Qualcosa di buono però ragazzi l'ho imparato.
Ho imparato che per la richiesta di materiale devo inviare un modulo apposito e che a firmare lo stesso non deve essere il capo campo, la cui responsabilità, fortuna sua, è solo quella di gestire trecento vite, trecento anime, più tutti coloro che ci aiutano dalla sera alla mattina, ma serve il visto del Sindaco, oppure del presidente di circoscrizione oppure di un loro delegato (pubblico ufficiale). Noi dopo aver speso due giorni per individuare chi dovesse firmare questi benedetti moduli, sappiamo che dobbiamo prendere la macchina e quando serve (ovviamente più volte al giorno), raggiungerlo al comune.
 
Un'ultima noticina.
Due giorni fa la Protezione civile si è riunita con gli esperti, ed ha ritenuto che non vi siano motivi di preoccupazione relativamente alle dighe abruzzesi (la terra trema ogni giorno). Ora ricordandomi che analoga sicurezza era stata espressa all'alba di una scossa di quarto grado e pochi giorni prima che il nostro inaspettato evento facesse trecento morti e azzerasse l'economia e la vita di migliaia di persone...ho provveduto, poco elegantemente, ad eseguire il noto gesto scaramantico...
 
Però dei regali li ho ricevuti.
Sono le lacrime di molte delle persone che hanno lavorato alla tendopoli, trattenute a stento nel momento dei saluti; sono le parole e gli sguardi dei vecchi del paese, che mescolano dignità e
paura, coraggio e rassegnazione, senza mai un lamento.

pizzetto 1960 15.05.09 23:31| 
 |
Rispondi al commento

lettera di laura parte 4
Quello che mi lascia stupito, che la gente non sa e che gli organi di informazione si guardano bene dal dire è che tutta la macchina si basa all'atto pratico, sulla volontà ed il cuore di persone che lasciano le loro case e le loro famiglie e che non pagate, cercano di ridare un minimo di dignità e conforto a chi, a partire dalla propria intimità, ha perso tutto o quasi. La protezione civile che molti immaginano (alla Bertolaso per intenderci) non esiste nei campi, almeno non nel nostro. I volontari si alternano, perchè obbligati ad andarsene dopo circa 7 giorni.
 
Cosa comporta tutto questo?
Che ogni settimana si vedono facce nuove con la necessità di ricominciare a conoscersi ed imparare a coordinarsi, che il capo campo cambia anche lui con gli altri e quindi può avere esperienza o meno, che spesso, ed è il nostro caso, la gestione di alcune attività è affidata ai terremotati perchè non viene inviato personale apposito, con inevitabili problemi, invidie acrimonie e litigate tra...poveri.
 
Volete un esempio cristallino della disorganizzazione?
La nostra psicologa, giunta al campo per propria cocciuta volontà, è rimasta anche lei solo una settimana. Vi immaginate quale può essere l'aiuto ed il sostegno che una persona addetta può dare e quale fiducia può riscuotere per permettere alle persone di aprirsi, se cambia con cadenza domenicale??? A questo si aggiungano l'inesperienza di molte persone (spesso e per fortuna sconfitta dalla volontà di far bene) e le tristi e umilianti dimostrazioni di miseria umana che ci caratterizzano e che risultano ancora più indecenti ed inaccettabili in casi di emergenza.
 

pizzetto 1960 15.05.09 23:26| 
 |
Rispondi al commento

lettera di laura parte 3
Una persona minimamante intelligente, a capo di una struttura così grande quale la protezione civile, avrebbe dovuto schierare i propri uomini alle porte della città, come un esercito, pronto a qualsiasi evenienza. Ed invece mi trovo a dover raccontare che le prime venti tende del nostro campo se le sono dovute montare i cittadini del paese (ancora stravolti del sisma), con l'aiuto di una manciata di instancabili volontari, che manca un coordinamento tra i singoli gruppi presenti, che la segreteria del campo (che cerchiamo di far funzionare), è rimasta attiva fino a ieri con un Pc portatile di proprietà di mia proprietà, acquistato "sia mai dovesse servire", e con quello di un volontario; che siamo stati dotati di stampante e telefono ma per la linea Adsl (in Italia ancora uno strano coso...) stiamo ancora aspettando e quello che siamo riusciti a mettere in piedi è merito dell'intelligenza di qualche giovane del posto e dei suoi strumenti tecnici; che abbiamo dovuto chiamare chi disinfettasse e portasse via mucchi di vestiti perchè arrivati sporchi e non utilizzabili; che che fino dieci giorni dal sisma avevamo un rubinetto per trecento persone, nessuna doccia, circa 20 bagni chimici e nessun tipo di riscaldamento per le tende.Vi ricordo che in Abruzzo ed a L'Aquila in particolare la primavera fatica ad arrivare e che anche in queste notti la temperatura continua ad essere prossima prossima allo zero. Non ci si può quindi stupire che molte persone, la maggior parte delle quali anziane (e non tutte con la dentiera...), cocciutamente ed in barba alle direttive che vietano di rientrare nelle case, contiunano a fare la spola dalla tenda al bagno di casa.
 Potreste obbiettare che tutto sommato e visti i risultati raggiunti nel seguire più di quarantamila sfollati questi problemi sono inevitabili e bisogna solo avere pazienza. Condivido il ragionamento.

pizzetto 1960 15.05.09 23:21| 
 |
Rispondi al commento

riflessione riguardo le leggi sull'immigrazione:

Oggi casualmente ho parlato con un marocchino che lavora in italia da 15 anni e con tutta la famiglia qui.

Mi ha confessato che entro pochi giorni si ritroverà in stato di clandestinità per una serie di conincidenze non previste dalla bossi fini.

Io non voglio neppure leggerla la bossi fini ma credo che se può capitare che chi lavora regolarmente pe 15 anni in un paese finisce in una situazione simile, anche fosse un caso più unico che raro, significa che è una legge di merda.

Non dimentichiamoci che giustamente dobbiamo tutelare la nostra cultura e la nosta sicurezza ma in italia ci sono migliaia di delinquenti importati, a volte dei veri a propri criminali, con permessi di soggiorno regolarissimi.

Come la mettiamo caro maroni? la vogliamo si o no smettere di rompere i maroni al popolo?

Perchè qui mi pare che l'unico interesse dei politicisia quello di rompere i maroni e far imbottare dei soldi in un modo legale ma eticamente immorale...... e ciò succede in tutti i settori.....

A dire il vero l'ho letta la legge bissi-fini e ho capito benissimo la filosofia di quella legge.

la filosofia è che se non hai soldi non puoi avere permessi e questo perchè se hai i soldi non hai motivo di rubare mentre se non hai da magiare sei portato a rubare e a delinquere per sopravvivere.

Ma tutti noi sappiamo che il criminale lo è di indole e l'onesto pure perciò è anzi 100 volte piu facile trovare un onesto che muore di fame che un disonesto ricco.

La filosofia Bossi-fini è una chiavica.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 15.05.09 23:18| 
 |
Rispondi al commento

lettera di laura parte 2
Come sapete non sono un tecnico, nè ho una qualche esperienza di gestione logistica e di personale in situazioni di emergenza e quanto vi racconto può essere viziato da uno stato di fragilità emotiva (immagino mi si potrà perdonare). Il fatto è, che a fronte di uno sforzo impagabile profuso da molte delle persone presenti nel nostro campo, (volontari della protezione civile, della croce verde/rossa, vigili del fuoco, forze di polizia etc...), inarrestabili fino allo sfinimento, ci siamo trovati, o sarebbe meglio dire ci siamo purtroppo imbattuti, nella struttura ufficiale della Protezione Civile stessa e nel suo
sistema organizzativo
 
La splendida macchina degli aiuti, per quanto ho visto io, poggia le sue solide e certamente antisismiche basi, sulle spalle e sulle palle dei volontari; il resto da' l'impressione di
drammatica improvvisazione. E non perchè non si sappia lavorare o non si abbiano strumenti e mezzi, ma semplicemente ed a mio parere, perchè si è follemente sottovalutato il problema fin dall'inizio.Se vero che il terremoto non è prevedibile è altrettanto vero che tutte le scosse precedenti (circa trecento più o meno violente prima dell'inaspettato evento) dovevano rappresentare un serio monito. Perchè non è servito il fatto che duesettimane prima del sisma alcuni palazzi presenti in via XX settembre a L'Aquila, poi miseramente sventrati, erano già stati transennati perchè le scosse che si erano susseguite fino a quel momento (la più alta di 4° grado, quindi poca cosa...) avevano fatto cadere parte degli intonaci e dei cornicioni..

pizzetto 1960 15.05.09 23:17| 
 |
Rispondi al commento

Lettera di Laura:

Ciao a tutti.
Oggi è il 20 aprile 2009. Per molti Abruzzesi lo sguardo è congelato all'alba del 6 aprile 2009. Io, fisso il mio sull'ennesimo sorriso paterno e rassicurante del nostro Presidente del Consiglio, che campeggia sul paginone centrale de Il Centro, quotidiano locale e che ancora una volta (pure quando un minimo di decenza richiederebbe moderazione), fa sfoggio di capacità ed efficienza facendo grandi
promesse nella speranza che si dimentichi il prima possibile (si sa gli italiani hanno memoria moooolto corta), che fino al 5 aprile nel meraviglioso piano casa che si intendeva vararare a imperitura soluzione della crisi economica, di norme antisismiche nemmeno l'ombra.
 
Vi scrivo da Colle di Roio (AQ) uno dei paesini colpiti dal sisma del 6 aprile 2009. Il mio paese.
 
Trovo molto difficile fare ordine nel turbinio di pensieri che mi gonfiano la testa, ma ci proverò. E scrivo questa nota perchè credo che solo uno strumento quale la rete permetta di conoscere altre verità, senza mediazioni se non dell'autore.
Il nostro campo è abitato da circa trecento persone, distribuite in una quarantina di tende. Tornati da una vacanza mai iniziata, assieme a Pierluigi, abbiamo cercato di dare un contributo alle attività di gestione della tendopoli che, nel frattempo, (era passata già una settimana dall'inaspettato evento), era andata sviluppandosi.

pizzetto 1960 15.05.09 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Certamente che anche nella destra (soprattutto in udc e forzisti) ci sono dei farabutti i quali per interesse personale o masochisti per cecità indotta dalle loro convinzioni ideologiche, e in particolare religiose, fregandosene dei problemi degli altri italiani, non si rendono conto (o magari sono contenti) dello sconquasso che l'immigrazione, sia quella cosiddetta regolare che, a maggior ragione, quella irregolare, sta producendo nel nostro sistema sociale: competizione sul lavoro e sull'assegnazione di aiuti sociali, soprattutto per gli italiani meno abbienti, aggravio insopportabile sul sistema sanitario pubblico, aumento vertiginoso della criminalità, di quella che incide di più sugli italiani più inermi ma non solo, danni al patrimonio pubblico e privato e persino all'ambiente, ancora più insozzato di prima, e così via. Però ci sono anche coloro, come la Lega, che si oppongono strenuamente alla distruzione della nostra società, mentre a sinistra vedo un coro unanime per l'indiscriminata accoglienza, perciò questi sono molto peggio. Anche tu Grillo, da come ti esprimi, appartieni a quest'ultima schiera di masochisti antitaliani, e allora di che farnetichi? Ero di sinistra, poi non lo sono stato più e non ho più votato per nessuno. Non mi piaccciono neanche Berlusconi e la sua corte. Non condivido certi atteggiamenti della Lega nei confronti di altri italiani, ma mi sa che sono i meno peggio. Va a finire che, turandomi il naso, finirò per votare per loro.

Michele Siosti, roma Commentatore certificato 15.05.09 19:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si sono esibiti tanti difensori d'ufficio, ma l'interessato.... nebbia.

Mi riferisco alla mia richiesta a che Genny Giuliano fosse meno prolisso: su 1113 commenti, penso proprio che cinquecento siano suoi.

Ma non sono nemmeno commenti: sono notizie, che vengono riportare pari pari da fonti d'informazione diverse.

Non ho nulla contro questo. Anzi, ci risparmia un po' di fatica.

Ma che martellamento!

E poi, mai un cenno di vita.
Il sig. Genny Giugliano è forse un I.A. (intelligenza artificiale)?
Una di quelle cose per cui quando inserisci dati devi anche digitare certi caratteri, per distinguere l'umano dal computer?

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Intanto togliamovi dai piedi i barconi, poi penseremo alle frontiere terrestri. E, per favore, smettetela di raccontare fandonie!!

Volatile pn 15.05.09 17:36| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE O.T.:


Desani,
forse non ci siamo capiti, me ne rendo conto.

Tu, Ed e il resto della banda del Mago do Rinascimiento a partire da aprile 2008 avete infettato il blog con martellanti campagne pro IDV, nonstante l'indicazione di Beppe Grillo fosse per l'astensione.
Giusto??
Si o no?
Siete VOI che siete entrati evidentemente a gamba tesa contro le intenzioni del padrone di casa.
Giusto?
Sì o no?
E' vero o no?
IN tutto ciò, si aggiungano i vergognosi e beceri attacchi che avete portato in branco contro chiunque dicesse qualcosa contro IDV, episodi frequentissimi che portavano spesso anche alla magica SPARIZIONE di commenti e sottocommenti "scomodi" per IDV, oltre a misteriose sparizioni di nicks non allineati.
E' successo o no?
Te ne ricordi o no?
Spero di sì.
Questo cosa significa?
Che Grillo aveva dato una indicazione di non - voto, mentre lo s.t.a.f.f. appoggiava in tutto chi invece spammava e favore di IDV e bersagliava con insulti, pressioni, notizie personali sparate in pieno blog, offese personali, intimidazioni, calunnie e minacce a volte neanche tanto velate.
E' vero o no?
Questo significa che eravate VOI a giocare FUORI CASA, in casa d'altri, e correggimi se sbaglio.
Giusto?
Fammi sapere.

Ora:
i candidati del movimento di Grillo si tiene a precisare che sono da INDIPENDENTI, e ripeto INDIPENDENTI, e sottolineo INDIPENDENTI, nelle liste gentilmente messe a disposizione da ADP.

Logica vorrebbe che quindi anche il movimento a cui loro fanno riferimento si ritenga, per ovvia deduzione, INDIPENDENTE dal partito politico IDV.
Ci siamo o no?
E' vero o no?

Studia tu, che poi ti finisco il discorso.
E facendo un brainstorming col lampadario fulminato, provate ad anticipare le mie conclusioni.

Alla prossima.

=======================================

Rispondere, prego.

Exidor .. Commentatore certificato 15.05.09 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non capisco, c'è una differenza fra immigrati extracomunisai clandestini e comunitari o no? allora se esiste non capisco la polemica contro Maroni, a meno che non siate del parere che quello sconcio dovesse andare avanti per una vita ove poveracci pagano il pizzo alle varie mafie col rischio di finire in bocca ai pesci-
Io ritengo che sia stata fatta opera meritevole da parte di questo governo, altri hanno tirato a campare, col rischio di svuorare l'Africa e affollare l'Europa (che se ne frega dei nostri problemi)

giuseppe ferrigno 15.05.09 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Anche questo blog serve come sfogo sociale

MA POI A CONTI FATTI NON CAMBIA NIENTE E GIORNO PER GIORNO STIAMO MORENDO... E' SCRITTO CHE NOI DOBBIAMO" NON FARE PIU' FIGLI" PERCHE' ARRIVANO DA VIA GIA' GRANDI !!!
FATE SCHIFO!!! IN NESSUNA COSTITUZIONE C'E SCRITTO IL DIRITTO ALL'EMIGRAZIONE IO GIRO IL MONDO E SE NON MI COMPORTO COME SI DEVE (mi sembra il minimo di rispetto paesi altrui) MI DAN MAZZATE

TUTTO STO CORO E CAMPAGNA ELETTORALE PER LA SEGA NORD ! BRAVI AVANTI COSì!!!
TANTO CON LE TASSE MANTENIAMO TUTTI!!!
NON UNO MA NON UNO E NEANCHE QUI DICE DI RIDURLE
STE TASSE !!! PARASSITA MANTIENITI TU DA SOLO BASTA SUCCHIARMI I MIEI SOLDI !!! BASTA !!!!

tiger s. Commentatore certificato 15.05.09 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare un caso come altri mille in Italia ma è significativo di come funziona il nostro paese. Il caso richiede molte parole e sono costretto a dividerlo in puntate.
Generalmusic Parte I.
Il 13/2 la gloriosa ditta di produzione strumenti musicali Generalmusic Technologies srl (già Generalmusic Srl già Generalmusic Spa!!???) ha messo in mobilità tutti i suoi dipendenti che non percepivano lo stipendio dallottobre 2008.La richiesta di mobilità è venuta dai dipendenti stessi, se non lo avessero fatto chissà per quanto tempo la ditta avrebbe continuato a prenderli in giro facendoli lavorare con la promessa che un giorno sarebbero stati pagati....Inutile dire che dal giorno del licenziamento la ditta è diventata uccel di bosco per i suoi dipendenti ai quali non solo non ha versato gli stipendi arretrati, i contributi INPS e le tasse ma nemmeno indennità di mancato preavviso, ferie residue e tfr. Addirittura pensate, a quei pochi dipendenti che per assicurarsi una pensione migliore avevano aderito al fondo COMETA non solo non hanno versato la quota di contributi di spettanza della ditta ma si sono persino appropriati della quota personale dell'aderente!!! Tutti questi risparmi,una bella cifra, è servita allimprenditore ad aprire unaltra ditta, Ahlborn Organs Srl, che anche se tecnicamente estranea alla prima, di fatto ne utilizza la stessa sede operativa, lo stesso stock ed anche alcuni dipendenti che, non si sa per quale ragione, sono tornati allovile pur essendone ancora creditori.Comunque stanti così le cose i dipendenti appena licenziati hanno fatto richiesta di fallimento presso il tribunale di Rimini, al fine di poter recuperare il tfr ed una piccola parte degli stipendi arretrati dallINPS.Come contromossa la ditta ha presentato richiesta di concordato preventivo, molto probabilmente per il timore (fondato) che il fallimento possa scoperchiare un bel pentolone.

Luigino G. 15.05.09 16:12| 
 |
Rispondi al commento

IL NUOVO QUOTIDIANO DI PADELLARO

Finisce il primo festival del giornalismo investigativo di Marsala con il primo annuncio del nuovo quotidiano di Antonio Padellaro. La società si è costituita. Tra i soci fondatori lo stesso Padellaro, l’editrice Chiarelettere. Fra i coinvolti Marco Travaglio, Peter Gomez, Pino Corrias e tutti gli autori di Chiarelettere. Sede Roma. Parte in questi giorni una campagna abbonamenti per vedere su quale bacino di simpatizzanti si può contare. 150 euro o giù di lì e si avrà il giornale a casa tutto l’anno e soprattutto si darà una mano all’informazione libera. Il nome: forse, “Il fatto”. Uscita a settembre. Non chiederà finanziamenti allo Stato. Pareggio a 10 mila copie. Maggiori notizie, a breve, sul sito http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/ Basta con le lamentele e le chiacchiere. Mano al portafoglio. Se volete leggere le notizie che nessuno pubblica non avete scelta. Bastano 40 centesimi al giorno (csf)

Gigliotti Mirco, Sarteano (Si) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL SERVO BOSSI "LEGA" FRANCESCUSCONI,STRETTO STRETTO,E PER I COGLIONI!!!

L'IMMIGRAZIONE E' UN BUSINESS,OLTRE AD ESSERE UN ALIBI IDEALE PER GIUSTIFICARE CERTE MISURE RESTRITTIVE,ADOTTATE DAI SOTTO-GOVERNI DEL MONDO PER LA TUTELA DELLA "SICUREZZA" (???)! E ANCHE IL DITTATORE DEMOCRATICO FRANCESCUSCONI VORREBBE FAVORIRLA,L'IMMIGRAZIONE! SOLO CHE NON PUO' FARLO,ONDE EVITARE DI PERDERE I SERVIGI DELLA SERVITU' LEGHISTA RAPPRESENTATA DA BOSSI! FRANCESCUSCONI E' TENUTO IN OSTAGGIO DA UN SUO SERVO! PER QUESTO E' COSTRETTO A CONSEGNARE GLI SCHIAVI SUI GOMMONI,TANTA BELLA MANODOPERA A BASSISSIMO (NANESCO) COSTO, AL SUO AMICO COLONNELLO GHEDDAFI,IN LIBIA! BOSSI,MARONI, NON VOGLIONO PERDERE LA FIDUCIA DEI PROPRI SOSTENITORI PADANI; FRANCESCUSCONI NON VUOLE PERDERE LA LEGA,PER NON RISCHIARE L'INSTABILITA' DEL SUO REGIME! ECCO TUTTO!

BOICOTTA LE PROSSIME FARSE EUROPEE E PROVINCIALI (LE COMUNALI SONO DA VALUTARE CASO PER CASO!),E IL SISTEMA CHE CAUSA EMERGENZE COME L'IMMIGRAZIONE,COMINCERA' A SGRETOLARSI! PROVA,AMICO GRILLINO E NON!

"VOMITARE&SOVVERTIRE"

SognoRosso ., Battipaglia Commentatore certificato 15.05.09 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Ezio Mauro (seguito)
E soprattutto, cosa c'entrano con un'inchiesta giornalistica i sentimenti di odio e invidia? Può B concepire, per una volta, che si possa indagare sui suoi atti e persino criticarli senza odiarlo, ma semplicemente giudicandolo? Può rassegnarsi a pensare che esiste ancora qualcuno, persino in questo Paese, che non lo invidia affatto, né a Roma né ad Arcore né a Casoria? Può ammettere che 10 domande non siano una denigrazione, soprattutto se le si può spazzare via dal tavolo con la semplice forza della verità?“
“B denuncia che "attacchi di così basso livello" giungano presso il voto europeo: ma i tempi e soprattutto il livello di questa vicenda non li abbiamo scelti noi, nemmeno Casoria, le foto festose e i comprimari, i monili, la ragazza incolpevole ma sicura di andare in Parlamento. Non abbiamo deciso noi che tutto questo valesse prima la critica della Fondazione "Farefuturo" di Fini e poi un divorzio pubblico come l'offesa ricevuta, dunque politico come tutto ciò che gli accade …
Per B chi lo critica non può avere autonomia. Per lui, l'adesione è amore e fede, dunque la critica è tradimento e follia. Le domande - non essendo contemplate e per la verità neppure molto praticate, nel conformismo del 2009 - diventano "odio e follia", in un discorso pubblico fatto di vibrazioni, dove tutto è emotivo.
Che cosa concludere? La storia che ha fatto il giro del mondo resta tutta da chiarire, perché il Pres. sa solo minacciare, ma non può spiegare. Dunque continueremo a fare domande, come fossimo in un Paese normale, per quei cittadini che chiedono di sapere perché vogliono capire, rifiutando di entrare nel grande fotoromanzo italiano che sta ingoiando quel che resta della politica”


Bene, se questo è Ezio Mauro, viva Ezio Mauro e viva repubblica!!! Non proprio tutto è morto in questo paese.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.05.09 15:30| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-1/risposta-ezio-mauro/risposta-ezio-mauro.html

Su repubblica D’Avanzo fa 10 domande a B sul caso Noemi
Ma B non ha la faccia di rispondere
Quando risponde mente e viene clamorosamente smentito dai testimoni o dalla moglie
Dunque non risponde alla pubblica opinione perché non può. Ezio Mauro è implacabile e lo sottolinea con fermezza. Abbiamo finalmente un direttore di giornale che non si fa servo
Il lungo monologo da Vespa è una sequela di bugie e atti di arroganza
B è come un mariuolo colto in fallo e ovviamente insulta repubblica perché non si genuflette come gli altri, la minaccia
Ma B è il capo di uno stato, e quel che fa è pubblico, ha importanza pubblica. “Le sue macchie sono macchie istituzionali- dice Mauro- una brutta storia che non si può difendere con la privacy
B è l'uomo che ha unito pubblico e privato fino a confonderli, ha vinto anche con la sua biografia, con le foto della sua famiglia. Ora vediamo quanto gliene importi della sua famiglia, quanto i suoi vizi la offendano
“In tutto il mondo civile, dove esiste una pubblica opinione e la funzione autonoma della stampa, le contraddizioni del potere e la mancanza di chiarezza sono lo spazio naturale del giornalismo, del suo lavoro d'inchiesta, del suo sforzo documentale e infine delle sue domande.
Oggi dobbiamo prendere atto che il Pres., invece di rispondere alle domande, scappa dalle vere questioni aperte che chiamano in causa la sua credibilità, e lo fa insultando. "Invidia e odio", a suo parere, sono i motivi della "campagna denigratoria che Repubblica e il suo editore stanno conducendo da giorni". Che c'entra l'editore con l'inchiesta di un giornale? Non esistono scelte autonome da parte di un quotidiano nella cultura proprietaria del Premier? Cosa bisogna pensare delle domande che proprio ieri il "Giornale" berlusconiano rivolgeva in prima pagina a Di Pietro?
(segue)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.05.09 15:29| 
 |
Rispondi al commento

CHI STA VINCENDO?

Mr. Bean Mr. Bean, Pianeta terra Commentatore certificato 15.05.09 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far notare a tutti però che forse bisognerebbe considerare l'aspetto culturale quando si parla di bassa criminalità imputata all'immigrato.

Tutti dicono che non è bianca, nera, gialla, si parla di punti cardinali etc.

D'accordissimo,
ma ricordate che minor cultura (nel senso più lato che riuscite a immaginare, quindi includendo usi e costumi e sviluppo civico) equivale troppo spesso a essere maggiormente inclini a infrangere le regole.

Questo è lampante specialmente notando le proveninze culturali prima ancora che quelle etniche.

Perchè i popoli con grandi civiltà alle spalle seppur da paesi meno agiati delinquono meno se non quasi per nulla?

Avete mai sentito parlare di Indiani delinquenti?
e Mediorientali? (il primo che scrive marocchino lo mando a scuole serali insieme al figlio di bossi)

E quanti Somali delinquono?

Pochi, pochissimi.

Ora ponetevi la stessa domanda per i popoli di paesi che storicamente non hanno mai prodotto nulla:
Marocco
Algeria
Tunisia
Romania
Albania
etc etc...

Ora ci sarà chi si scaglierà dandomi del razzista, ma ritengo che questa non sia una considerazione totalmente fuori luogo.

Specifico che sono per l'accoglienza.

Callistene B., padova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 15:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho sentito che MARCO TRAVAGLIO (e altri giornalisti di valore) intendono realizzare un nuovo quotidiano che si chiamerà "IL FATTO", e che per prova uscirà per circa 2 mesi solo su internet per vedere se riesce a raggiungere la soglia minima di sopravvivenza per le vendite che dovrebbe essere 10.000.
Si parla da settembre-ottobre

Spero sia vero, sapete nulla????

Gigliotti Mirco, Sarteano (Si) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.articolo21.info/8456/notizia/rischio-terremoti-una-lezione-ignorata.html

Rischio terremoti: una lezione ignorata

Quanti terremoti all’italiana dovremo ancora raccontare prima che questo paese abbandoni le logiche di una prevenzione fatta con le dite incrociate? Nella tragedia aquilana rivive una lezione mai imparata come ha evidenziato l’inchiesta di Rainews24 firmata da Ezio Cerasi Claudio Borelli in cui si focalizzano gli aspetti più evidenti del deficit culturale tutto italiano nella convivenza con i terremoti in modo consapevole. Colpisce la ricostruzione dei fatti dei giorni precedenti alla tragica notte del 6 aprile: i ricercatori del Cnr già nel 2007 avevano consegnato alla Protezione Civile uno studio che fissava una probabilità del 30% - la più alta in Italia - per probabile terremoto, con magnitudo superiore a 5.3, che avrebbe potuto interessare la zona dell'Aquila tra il 2008 e il 2012. Una previsione che si è drammaticamente avverata. Ma di questo studio non vi è traccia nel verbale della Commissione Grandi Rischi che si riunì a l’Aquila cinque giorni prima della grande scossa. Appare poi quasi impietoso il confronto con il Giappone dove si attende con preoccupazione un forte terremoto che nei prossimi due anni potrebbe colpire la zona di Tokai nei pressi di Kyoto. Nel paese del sol levante la prevenzione sismica è una cosa seria eppure l’inchiesta dimostra che l’Italia dispone di tutte le conoscenze scientifiche necessarie. Ma è palese la difficoltà di tradurle in azioni mirate alla mitigazione del rischio sismico. C’è un gap evidente tra scienza ed istituzioni e c’è il limite culturale, sociale e politico di guardare oltre ogni emergenza. Non c’è dubbio sulla priorità della ricostruzione a L'Aquila, ma non è l’unica: geologi e sismologi puntano il dito contro l’assenza di interventi in quelle zone abruzzesi dove è probabile che si verifichi un forte terremoto.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Lavoratori, operai, super tutelati, assistiti.

Ma nessuno pensa ai titolari dell'azienda che dà loro gli stipendi, le previdenze, le tutele?
Cos'hanno questi, per fronteggiare , la crisi?
Gli interventi dello Stato: la cassa integrazione, ecc, che hanno comunque pagato loro, sono rivolti ai dipendenti.

E le piccole imprese?

Loro non hanno nemmeno certe tutele: se vanno a casa i dipendenti, vanno a casa anche i titolari.

E che previdenze hanno i titolari?

La mia è una domanda, non una polemica.

Perchè qui si parla tanto di lavoratori, ma di chi dà il lavoro si parla pochino.

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 15:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè i "disoccupati" di Napoli occupano la sede del PDL?
Comune, Regione e Provincia sono da anni in mano al PD, Le scuole fanno schifo, le strade anche, l'immondizia se non c'era "qualcunaltro" faceva ancora parte dell'arredo urbano, della "sanità" meglio non parlarne, da decenni abusivi di tutti i rami fanno concorrenza spietata ai pochi commercianti ed esercenti regolari, la camorra taglieggia chiunque lavora, e i "disoccupati" bruciano bus e occupano la sede del PD?

Ieri da Santoro le minaccie erano state chiare e oggi la camorra ha cominciato a fare i fatti. Nel frattempo Iervolino e Bassolino REGNANO.

Leandro Leonori (leonid), Gubbio Commentatore certificato 15.05.09 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Il coma della ragione di Roberto Cotroneo

Ci sono cose che riescono a essere ridicole e tragiche. Ridicole perché tutto questo ansimare del cdx e della Lega per approvare in fretta il ddl sulla sicurezza è fuori dalla storia, fuori dalla comprensione dei flussi migratori, fuori da una visione del mondo moderna e concreta
Emendamenti che sono figli di una cultura gretta, limitata, ignorante.. che mostra in tutta la sua evidenza la povertà di cultura politica della Lega. E la sua totale incapacità a leggere i cambiamenti planetari in un'ottica perlomeno sensata. Spiace per i seguaci di Bossi, ma i flussi migratori non si fermeranno, e non li fermerà un partitello del nord di un piccolo paese europeo. Il problema è mondiale, e nessuno pensa di risolverlo in questo modo
Ma la demagogia leghista, appoggiata dall'opportunismo di B, vuole far credere che noi saremo i più integerrimi, i più duri nel ricacciare indietro i barbari. Come fosse possibile farlo. L'inutilità del decreto in realtà non inciderà affatto sui flussi migratori, ma inciderà profondamente nell'imbarbarimento di fette di popolazione depresse e insicure, vittime di una crisi economica durissima, e bisognose di misure egoiste, indifferenti, e scarsamente civili. Passino le ronde, che sono un folclore mal tollerato, che finirà nel nulla. Ma tutto il resto è la dimostrazione di una povertà culturale e sociale del nostro paese che fino a pochi anni fa era impensabile. Impensabile perché il collante cattolico, la tradizione del solidarismo, nelle parrocchie come nelle associazioni di volontariato, mai avrebbe accettato di creare degli invisibili, di tenere 180 giorni gli irregolari nei Cie, nella totale indifferenza e indifferenza e nel completo cinismo
Siamo ufficialmente un paese gretto e ignorante, piccolo e subdolamente razzista. Non lo eravamo, abbiamo portato in superficie il peggio. E ne pagheremo le conseguenze. Più che un sonno della ragione, un vero e proprio coma della ragione. Vergognoso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.05.09 14:55| 
 |
Rispondi al commento

METISSAGE

ORISHAS- QUE PASA

http://www.youtube.com/watch?v=6SeQRHJjnhA

Mauro Maggiora, Genova- Centro Storico Commentatore certificato 15.05.09 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Genny Giugliano,
facci la carità, prenditi una pausa.

Leggere tutto quello che scrivi chiarisce molte cose, ma chiarisce anche che molte cose sono vecchie di anni, se non di decenni.

Se non sono state risolte al momento, è perlomeno esagerato chiedere che vengano risolte TUTTE adesso.

Qualche responsabilità l'ha anche chi ha governato in passato.

Quindi, lascia che ci si occupi delle cose più attuali.

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napoli: guerriglia in città, bus in fiamme
disoccupati in sede Pdl, fermati in otto
“Intanto un gruppo di disoccupati ha fatto irruzione - secondo quanto rendono noto fonti del partito - nella sede del coordinamento regionale del Pdl....”
Leandro Leonori (leonid), Gubbio

Mandateli a fare i badanti dai loro concittadini come bruno pirozzi (e tutti quelli che lo hanno votato) che, a Napoli, non hanno problemi di lavoro e se lo possono permettere.

A Napoli non c'e' lavoro ma in Romania si... 15.05.09 14:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il mio ex datore di lavoro ha mandato a rotoli un' azienda che poteva reggere anche alla crisi,ha continuato ad assumere personale, anche quando sapeva, che non sarebbe riuscito a dargli lo stipendio,i dipendenti venivano pagati,quando andava bene,ogni 90 giorni.Quando la situazione ha cominciato ad aggravarsi , un centinaio di persone si sono ritrovate in mezzo alla strada, senza un soldo e senza il TFR, a oggi molti di questi aspettano ancora 5 mesi di stipendio,e si è scoperto che non ci ha versato nenche i contributi all'imps,il cui debito ammonta a qualche centinaia di milliaia di euro,il sindacatopoteva chiedere il fallimento, ma ha aspettato, x non lasciare a casa le 60 persone (beote ) che lavorano ancora nell'azienda, le quali hanno continuato a non percepire lo stipendio,e non gli sono stati versati i contributi. Ieri sera all'ultima riunione sindacale finalmente l'epilogo, abbiamo firmato l'istanza di fallimento con gli avvocati,dei nostri soldi guadagnati sudando, prenderemo circa il 60%,a cui bisogna togliere, le ferie e i permessi, quindi praticamente, un cazzo. Io ho posto la seguente domanda agli avvocati: la risposta è stata: Ecco cosa è diventato il lavoratore, una volta bastava un operaio a mettere in crisi un'azienda, adesso cento,non contano nemmeno come uno.

lugi b 15.05.09 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA BRUNETTA E' MINORENNE?

HA IL COLLIER?

LO CHIAMA PAPI?

antonio Cervone 15.05.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Grillo,
questo mastro lindo è un cesso ripieno di merda nuovo, oppure è sempre l'asterisco scimunito?
Pensi davvero che questi cosi pervertiti possano fare bene a questo blog?
Cosa aspetti a licenziarli? Specie con la crisi, sul mercato, si trova molto di meglio!:)))

sancho . Commentatore certificato 15.05.09 14:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema delinquenza extrae anche comunitaria E DOVUTA PRINCIPALMENTE ALLA NOSTRA LEGISLAZIONE
E NON ALLA NATIVAINDOLE CRIMINALE DEL EXTRA COMUNITARIO
NON ESISTE LA RAZZA BUONA E LA RAZZA CATTIVA
gli italiani si VANTANO DI ESSER UN POPOLO BUONO
MA LO E'????????
EPPURE LA MAFIA LA ABBIAMO ESPORTATA NOI....
IL CONCETTO DI DESTRA FASCISTA (CHE POI E STATA MAESTRA DEL NAZISMO ) E MADE IN ITALY

stefano b., rovato Commentatore certificato 15.05.09 14:39| 
 |
Rispondi al commento

http://www.socialpress.it/article.php3?id_article=2541

Rita Atria, l’oltraggio continua
venerdì 15 maggio 2009 di Alessio Di Florio

Non sono bastati Marco Amenta e le sue strumentalizzazioni.
Adesso Piera Aiello, cognata di Rita e (ex?) testimone di giustizia viene prima tradita da due appartenenti all’Arma dei Carabinieri e poi abbandonata dallo Stato.

E’ una storia da basso impero, canterebbe Dé Andre. E veramente viene da impressionarsi allo squallore di una vicenda che, mese dopo mese, appare sempre più assurda. Quasi un accanimento sulla memoria e gli ideali di Rita. Assassinata una seconda volta, 18 anni dopo la sua morte fisica. Ed esattamente come allora, abbandonata dallo Stato Italiano.

La vicenda storica di Rita Atria, e della cognata Piera Aiello, è nota. O almeno dovrebbe esserla, in quest’Italia che sventola proclami di sicurezza e leggi contro gli indifesi, e abbandona chi la legalità la costruisce ogni giorno nelle strade e nelle città. Qualcuno in questi giorni ha parlato di ’Robin Hood’ al contrario, debole con i ricchi e forte con i poveri. A questo scopritore dell’acqua calda verrebbe voglia di chiedere perché non sta difendendo Piera o se si ricorda chi è Carlo Ruta ...

E quindi, a beneficio di chi soffre di amnesia ricordiamo che Rita Atria e Piera Aiello facevano parte di una delle più importanti e potenti famiglie mafiose di Partanna. A undici anni viene ucciso il padre Vito. Nel 1991 il fratello Nicola. Dopo questo secondo efferato omicidio Piera, e subito dopo, Rita (che ha solo 17 anni!) decidono di collaborare con la giustizia. Le loro rivelazioni, che si rivelano decisive per arrestare diversi mafiosi e avviare un’indagine su Vincenzino Culicchia (per trent’anni sindaco di Partanna), vengono raccolte da Paolo Borsellino, che diventerà quasi un secondo padre per Rita. E, dopo la strage di Via D’Amelio, sentitasi sola ed abbandonata Rita si toglierà la vita.

(continua al link)


Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Napoli: guerriglia in città, bus in fiamme
disoccupati in sede Pdl, fermati in otto

Commenti Invia Stampa

NAPOLI (15 maggio) - Un bus del trasporto pubblico è stato completamente bruciato da ignoti in piazza Carlo III a Napoli da parte di un gruppo di persone, tre o quattro incappucciate. Ancora da chiarire la dinamica del fatto. Secondo
Sembra che i teppisti abbiano bloccato il mezzo, facendo scendere l'autista e i passeggeri e poi dando fuoco all'autobus sul quale viaggiavano anche due immigrati che si erano feriti in un'altra zona della città e stavano utilizzando il pullman per andare in ospedale.
In un'altra zona della città alcuni cassonetti della spazzatura sono stati rovesciati e dati alle fiamme. Intanto, un corteo di disoccupati organizzati si è mosso da piazza Mancini, nella zona della stazione centrale, per recarsi in Prefettura. La Digos sta cercando di chiarire se la manifestazione dei senza lavoro sia da mettere in relazione con l'incendio del bus e dei cassonetti.

Intanto un gruppo di disoccupati ha fatto irruzione - secondo quanto rendono noto fonti del partito - nella sede del coordinamento regionale del Pdl in piazza Bovio a Napoli. Sul posto ci sono gli agenti del Reparto Mobile della Questura di Napoli. Il fatto si è verificato quasi contemporaneamente all'incendio di un bus da parte di persone incappucciate in piazza Carlo III. Otto persone, coinvolte nell'occupazione della sede del Pdl, sono state portate negli uffici della Digos della Questura partenopea per accertamenti. Appartengono, riferisce la polizia, al Sindacato lavoratori in lotta. Secondo quanto si è appreso da fonti del partito, una quindicina di persone ha fatto irruzione nella sede al quarto piano e ha intimato ai dipendenti presenti di uscire. Successivamente è intervenuto il Reparto Mobile della Questura che ha sgomberato i disoccupati.

Leandro Leonori (leonid), Gubbio Commentatore certificato 15.05.09 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.dazebao.org/news/index.php?option=com_content&view=article&id=4709:palermo-blitz-antimafia-arrestate-21-persone-tra-cui-due-esponenti-delludc&catid=90:cronaca&Itemid=288

Palermo. Blitz antimafia. Arrestate 21 persone, tra cui due esponenti dell’UDC

GIOVEDÌ 14 MAGGIO 2009

di Mariafrancesca Ricciardulli

Tira una brutta aria in casa UDC. A Palermo una vasta operazione dei carabinieri ha portato all’arresto di 21 presunti affiliati a Cosa Nostra e alla notifica di due avvisi di garanzia nei confronti di due importanti leader siciliani dell’Unione di Centro. L’accusa è di voto di scambio e concorso esterno in associazione mafiosa

PALERMO - Questa mattina duecento carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno partecipato all’operazione antimafia Eos, per la cattura, su ordine della Direzione distrettuale antimafia, di 21 presunti appartenenti a Cosa nostra accusati di associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni ed al narcotraffico. Gli arrestati, ritenuti dagli inquirenti vertici e affiliati ai mandamenti mafiosi palermitani di Resuttana e San Lorenzo, avrebbero gestito la “cassa” del clan provvedendo al reinvestimento dei proventi delle estorsioni nel narcotraffico. Dopo aver ricostruito le dinamiche interne ai clan negli ultimi 24 mesi, attraverso intercettazioni video e ambientali, appostamenti e pedinamenti, e grazie alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, un altro duro colpo è stato inferto alla criminalità organizzata palermitana.

In particolare a due clan da tempo attivi nell’imposizione del pizzo a decine di imprenditori e commercianti. Estorsioni i cui proventi venivano poi reinvestiti nel traffico di cocaina, con l’acquisto all’ingrosso di sostanze stupefacenti da reimmettere sul mercato palermitano attraverso una capillare rete di distribuzione al dettaglio.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:34| 
 |
Rispondi al commento

lo stesso è capitato a me con una badante romena.

pero' non è successo lo stesso al mio vicino di casa che veniva legato al letto ed imbottito di tranquillanti, questo finche' il medico se n'è accorto.

saluti.

alberto rossi 15.05.09 14:33| 
 |
Rispondi al commento


NAPOLI: 'GUERRIGLIA' IN CENTRO, BUS DATO ALLE FIAMME

4 O 5 INCAPPUCCIATI FANNO SCENDERE PASSEGGERI E AUTISTA E INCENDIANO IL MEZZO


ultimo aggiornamento: 15 maggio, ore 13:21
Napoli, 15 mag. (Adnkronos) - Un bus di linea e' stato dato alle fiamme da quattro o cinque persone incappucciate a Napoli. E' successo nella centralissima Piazza Carlo III. I teppisti hanno bloccato il mezzo, hanno fatto scendere l'autista e i passeggeri e poi hanno dato fuoco all'autobus. In un'altra zona della citta' alcuni cassonetti della spazzatura sono stati rovesciati e dati alle fiamme.

Leandro Leonori (leonid), Gubbio Commentatore certificato 15.05.09 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.reset-italia.net/2009/05/15/una-risposta-al-premier-di-ezio-mauro/

Una risposta al Premier di Ezio Mauro

di Cartapazio Bortollotti
15 maggio 2009

Dalle pagine di Repubblica, come aveva promesso, il Direttore Ezio Mauro risponde al Premier. La risposta degna di un giornalista che scrive in nome di quell’Articolo 21, che la Costituzione Italiana porta con sè inciso da sempre. Una risposta che speriamo venga letta dagli Italiani, per comprendere la stagione politica attuale che sempre di più assume connotati pesanti ed al di fuori delle democrazie parlamentari.Una parte della lettera che vi porgo in corsivo, il rimanente al link in calce!Per il Cavaliere, chi lo critica non può avere autonomia. Per lui, l’adesione è amore e fede, dunque la critica è tradimento e follia, le domande - non essendo contemplate e per la verità neppure molto praticate, nel conformismo del 2009 - diventano “odio e follia”, in un discorso pubblico fatto di vibrazioni, dove tutto è emotivo.Quanto succede non è una cosa normale. Giustamente non siamo un paese normale.Ma forse c’è qualcosa di più. Il tentativo di inoculare “il pensiero unico”.Tra le righe di questa lettera, Ezio Mauro lo esclama ad alta voce.Leggete tra le righe di questa lettera quello che non c’è scritto.No al pensiero unico. Sì al libero pensiero. Quel libero pensiero che vive in Rete.L’attacco al Direttore di Repubblica, non è il solo obiettivo.Anche in Rete si è molto parlato delle questioni in argomento!Nell’obiettivo c’è anche la Voce della Rete. Stiamo attenti che prima o poi tocca a Noi!Non pensiamo che a Roma, sull’argomento “silenziare la Rete” non ci stiano studiando.E non pensiamo che sia impossibile. In Italia tutto è possibile!In Italia c’è un Parlamento eletto con una legge elettorale perfettamente incostituzionale. Non dimentichiamolo!Una frase dall storia prima di lasciarci per ricordare sempre cosa è la Libertà…Buona Rete dal Vostro Cartapazio Bortollotti

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:30| 
 |
Rispondi al commento

l'asado a la cruz o a la reja: questo stanno facendo dei bisonti. Con chimichurri - salsa mista di extracomunitari -

Intanto che noi cincischiamo, che facciamo le guerre dei branchi, che pisciamo sui confini dei piccoli orticelli virtuali.

sancho . Commentatore certificato 15.05.09 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beati voi che avete un lavoro talmente sicuro e ben remunerato da potervi permettere una badante straniera (gli italiani non li prendete perche' non sono ancora cotti a puntino per essere sfruttati da merde finto buoniste come voi con il culo e i piedi al caldo). Avete quindi poco da protestare. La crisi in Italia non c'e' e gli stipendi non sono stati abbassati dal lavoro nero dei disperati. Tutto va bene e c'e' persino chi si puo' permettere, badante straniera e collegamento internet durante l'orario di lavoro (tra fantomatici gas pericolosi).
Piu' vi si legge piu' viene fuori la pasta di cui siete fatti e le possibilita' di Sonia diminuiscono a vista d'occhio. Meno male che c'e' Grillo che con il suo modo di fare, maschera la “mucillagine” che siete e che lo attornia. Una puzza nauseabonda di sepolcri imbiancati.

Questo commento, dal vostro posto comodo e asciutto di spara palle prezzolati, ovviamente, non lo vo 15.05.09 14:28| 
 |
Rispondi al commento

papiiiiiiiiii... la vogliono anche di schiena, me l'hanno chiesta così

http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-1/noemi-fede/noemi-fede.html

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:24| 
 |
Rispondi al commento

http://www.antimafiaduemila.com/index.php?option=com_content&task=view&id=15916&Itemid=48

Talpe Dda: inizio processo d'appello a Cuffaro

15 maggio 2009
Palermo. Si apre oggi il processo d'appello al senatore Totò Cuffaro, ex presidente della Regione siciliana, all'imprenditore della sanità privata Michele Aiello e ad altri 11 imputati: ex investigatori, medici e professionisti.

Il procedimento venne denominato "Talpe alla Dda", per via della rete di spionaggio realizzata, in Procura, attraverso la quale gli indagati riuscivano ad attingere notizie riservate sulle indagini in corso, fra queste quelle per la ricerca dei boss Bernardo Provenzano e Matteo Messina Denaro. Il processo si apre davanti ai giudici della terza sezione della Corte d'appello di Palermo, presieduta da Giancarlo Trizzino. Cuffaro venne condannato dal tribunale a 5 anni per favoreggiamento e rivelazione di segreto d'ufficio. Aiello, indicato come il prestanome di Provenzano in campo sanitario, aveva avuto 14 anni per associazione mafiosa. La sentenza di primo grado, del 18 gennaio 2008, costrinse Cuffaro - che era stato comunque già sospeso dalla carica dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - a dimettersi. La procura ha fatto appello solo per le posizioni di Cuffaro, Aiello e dell'ex maresciallo dei carabinieri Giorgio Riolo, condannato a 7 anni per favoreggiamento, accesso abusivo al sistema informatico della Procura, rivelazione e utilizzazione di segreto d'ufficio, corruzione e interferenze illecite nella vita privata altrui.

ANSA

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:24| 
 |
Rispondi al commento

METISSAGE 1

113-TONTON DU BLED


http://www.youtube.com/watch?v=IqkLk2fnx2U

Mauro Maggiora, Genova- Centro Storico Commentatore certificato 15.05.09 14:23| 
 |
Rispondi al commento

FINALMENTE su Rai tre hanno dato spazio alle liste civiche di Beppe!!!

Viola del pensiero Commentatore certificato 15.05.09 14:21| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Ai signori come sensible uno che sono stanchi dei pregiudizi e i loro commenti sono intrisi di razzismo e pregiudizi a buon mercato vorrei consigliare di leggere le ultime notizie che parlano di extracomunitari irregolari o "clandestini" come vi piace chiamarli, che si comportano molto meglio dei cittadini italiani quando c'è da intervenire in situazioni di abuso e di violenza.
Dal quotidiano "Il Mattino" :
"PALERMO (14 maggio) - Sono stati donati gli organi di Antonio Raccuglia l'uomo di 68 anni massacrato lunedì mattina insieme alla moglie a martellate da uno psicolabile a Palermo. La morte cerebrale dell'anziano è giunta ieri e subito si sono avviate le procedure di espianto.
Ma intanto sono state diffuse le immagini dell'aggressione riprese dalle telecamere di sicurezza della stazione. Immagini agghiaccianti, soprattutto per l'indifferenza della gente. Solo l'intervento di due immigrati clandestini nigeriani ha fermato la follia dell'uomo che si accaniva sui due poveri anziani. E sono stati proprio i nigeriani a bloccare il folle e a permettere poi la sua cattura.
L'aggressore, Fabio Conti Tozzo, 39 anni, subito dopo l'accaduto era stato bloccato da due nigeriani e arrestato dalla Polfer. Adesso la Polizia chiederà al questore di Palermo di rilasciare loro il permesso di soggiorno."
La xenofobia e i pregiudizi razziali ci porteranno a dei conflitti sociali e politici che ci pentiremo un giorno di aver scatenato.

Davide libero Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, il colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita la passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi e' infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare. Chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

Soltanto l'ardente pazienza portera' al raggiungimento di una splendida felicita'.


Pablo Neruda

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 15.05.09 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buon pomeriggio a tutti....

nella mia città lavorano centinaia di badanti russe..( 600/700 al mese più vitto ed alloggio)

ormai i nostri giovani non hanno più pazienza e spirito di sacrificio....parcheggiano gli anziani quasi fossero un pacco fastidioso ... ingombrante...ed assolvono certi doveri pagando terze persone..(assistenza agli anziani)

ma non è questo il problema.....

perchè in un momento di crisi...non si sbracciano le nostre ragazze accettando questi lavori "umili" ?
.....preferiscono puttaneggiare e frequentare palestre...centri d'estetica...tirare a notte fonda....con i soldi di mammà !!!

ordunque....

se 100 stranieri lavorano in italia...ciò equivale a 100 italiani che non vogliono fare un cazzo !

ovviamente tutto il rispetto per gli stranieri...


non ho pretesa alcuna ....è solo una considerazione che spesso mi riaffiora....

Peppino Garibaldi, casa mia Commentatore certificato 15.05.09 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah...torna sempre il solito problema, se non facciamo rispettare la legge in generale è ovvio che importiamo delinquenza.Per quanto riguarda i rumeni vedo che beppe ha sottolineato le frasi che citano una "non invasione" certamente un commetno poco felice della bonino e di frattini, ma va anche detto che l'economia Romena sta crescendo a livelli da Cina, e che questo in tempi brevi, non credo che si supereranno i dieci anni, porterà alla fine dell'immigrazione rumena. Tra l'altro, nenache l'attuale flusso migratorio rumeno, pur essendo senza dubbio consistente, può essere paragonato come intensità ai flussi provenienti da paesi ben più poveri.in poche parole...sono tanti, ma in proporzione non non poi così tanti, e la maggior parte di loro non è qui per restare(un po' come mio nonno che emigrò 2 volte in america per dare da mangiare alla famiglia e poi dopo pochi anni tornò in Italia).Si tratta di cercare di mantenere buoni rapporti che magari più avanti si potrebbero anche fare buoni affari.(i delinquenti in galera non c'è neanche bisogno di dirlo, e soprattutto di tutte lenazionalità, anche se probabilmente è su questo punto che avremo più problemi in futuro).Per quanto riguarda le migrazioni degli africani(quindi quelli sui barconi),il problema è più grosso se consideriamo che questa gente viene dagli unici paesi che non crescono economicamente e consideriamo che gli studi sui flussi migratori mettono in luce una cosa abbastanza ovvia,ossia che la gente và dove c'è da magnà(generalizzo molto :)) e che non ci sono regole che tengano, (gli statunitensi sparano ai messicani, ma questi continuano ad entrare negli USA) bhè, date queste tre premesse...il problema della migrazione africana è ben lungi dall'essere risolto.ovvimanete ho sorvolato sugli evidenti problemi della strategia adottata dall'Italia per far fronte a queste questioni...sarebbe come sparare sulla croce rossa
saluti a tutti :)

Diego P 15.05.09 14:17| 
 |
Rispondi al commento

http://www.dazebao.org/news/index.php?option=com_content&view=article&id=4702:class-action-non-piu-retroattiva-il-governo-fa-un-favore-ai-bancarottieri&catid=44:lalbero-di-puck&Itemid=329

Class Action. Non più retroattiva. Il Governo fa un favore ai bancarottieri

GIOVEDÌ 14 MAGGIO 2009

di Giovanni Mazzamati

ROMA – Con un colpo di mano il Governo sta di fatto cancellando la Class Action. Il provvedimento, introdotto nel nostro Paese dall’ex ministro Bersani, concede la possibilità ad una classe di soggetti (cioè a persone che ritengono di vantare lo stesso diritto rispetto al medesimo soggetto) di agire legalmente chiedendo che gli effetti giuridici vengano applicati a tutti i componenti della classe stessa.

Questo provvedimento è oggetto di una revisione da parte del Governo che, all’interno del disegno di legge sullo Sviluppo, ne ha limitato una caratteristica fondamentale, cioè la retroattività. I soggetti, generalmente i consumatori, che in passato avevano subito dei torti, non potranno utilizzare lo strumento della Class Action per rivendicare i loro diritti. Potranno però adire le vie giudiziarie singolarmente, ma in questo modo c’è il rischio di incontrare ostacoli insormontabili. Con questa misura del Governo coloro i quali hanno subito le conseguenze di crack bancari o finanziari come quelli della Cirio o della Parmalat non potranno usufruire della Class Action.

Con l’approvazione di oggi dell’articolo 30 bis, infatti, l’aula del Senato sta bruciando le tappe verso il licenziamento previsto per domani dell’intero ddl, il cui contenuto riguarda misure per la competitività delle aziende italiane e norme per l’energia ed il nucleare. In realtà nel testo uscito dal Consiglio dei Ministri questo articolo non prevedeva la totale cancellazione della retroattività della Class Action, ma la limitava a luglio 2008.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:16| 
 |
Rispondi al commento

ESCALATION

dunque nel 97 Berlusconi piangeva sui morti in mare e diceva che non si potevano ributtare questi poveretti sulle loro spiagge
si offriva addirittura di ospitare delle famiglie di albanesi, come oggi fa con i terremotati

qualche anno dopo quando la capitaneria di porto siciliana lo avvertì di non farcela contro tanti sbarchi disse che i pattini per raccattare i cadaveri bastavano

Oggi ordina che siano presi e ributtati sulle spiagge di partenza

Domani che farà? Andrà di persona a fare il tiro di cannone contro i barconi in avvistamento?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.05.09 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.dazebao.org/news/index.php?option=com_content&view=article&id=4714:anpi--la-medicina-dalla-parte-delle-persone-tutte&catid=42:appuntamenti&Itemid=160

Anpi. “ La medicina dalla parte delle persone. Tutte”

VENERDÌ 15 MAGGIO 2009

Redazione
Sabato a Roma un convegno promosso dall’Associazione Partigiani per discutere su: Scienze mediche, diritto alla salute e Costituzione italiana

Ideali resistenziali e vocazione democratica. L’Anpi, l’associazione dei partigiani italiani promuove un convegno su temi di grande attualità. Interviene nel dibattito politico portando la straordinaria esperienza dell’antifascismo e della Resistenza, della lotta per la libertà, Sabato a Roma, alla Casa della Memoria e della Storia, via San Francesco di Sales, a partire dalla 10,30 ne discuteranno Massimo Rendina, Presidente Anpi di Roma e del Lazio, l’on. Giovanni Berlinguer, il prof. Aldo Morrone, l’on Jean Leonard Touadì.

Nel “ manifesto” che convoca l’iniziativa si afferma che “nell’antifascismo e nella Resistenza era indiscusso e riconosciuto tra i principi fondamentali della libertà il primato della persona umana che il fascismo rendeva soggetta alla stato, annullandone le prerogative umane. In tutti i movimenti di Resistenza al fascismo e al nazismo la persona veniva radicalmente opposta sia al concetto che la assoggettava completamente allo stato sia nella sua configurazione nel Herrenvolk, il popolo dominatore anche per ragioni razziali in diritto e in dovere di schiavizzare o eliminare intere etnie definite pericolose per lo sviluppo dell’umanità.” Le persone se appartenente ad etnie da assoggettare o eliminare, nelle rappresaglie e negli eccidi politici e razziali - leggiamo nei documenti nazisti – venivano nominate come pacchi o capi con riferimento al bestiame, mai donne, uomini, vecchi, bambini.”

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma il caso chiama il caso. Sul posto c’era un team fotografico esclusivo del settimanale “Chi” (proprietà Berlusconi) che ha provveduto ad una scrupolosa copertura e documentazione giornalistica dell’evento.(furio colombo )

....................

Quante strane coincidenze per un incontro avvenuto 'PER CASO'!!

Dino Colombo Commentatore certificato 15.05.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Marco F. Torino,
credo tu volessi scrivere "effettivamente NO"; comunque avrei gradito seguisse spiegazione. Un'ultima cosa: La Maddalena non ha che da ringraziare se stessa...non solo, caso mai, siamo noialtri a dover sarcasticamente ringraziare La Maddalena...e non solo.

Luciana ., Sassari Commentatore certificato 15.05.09 14:09| 
 |
Rispondi al commento

...anche oggi piccola strage mafiosa...
..è una moratoria antimafia...?
.
..forse è perchè non è ancora entrato in vigore il decreto sicurezza...!!!!

.

cimbro mancino Commentatore certificato 15.05.09 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Se é come il vostro caffé ecco la risposta:

SCULETTARE NANO-SYSTEM PARABOLICA PIEZZ’E MMERDA SAPROFITA CASTELLINARIA JOE BONANNO

FRANK COSTELLO(CASTIGLIA PIZZINI MANDAMENTO SUPERPIPPA NICK FRODE CRACCARE CAGARE SCACCHETTARE

PRURIGINOSO TABÚ OMERTOSO CERVELLERO JE SFONNAMMO MAJADORA PISCALLETTO SEMENTI FARINACEO


Avete voluto la guerra?

State fuori un giro e tutto finisce, sennó

REPLICA!

SPURGOOOOOOO!!!!!!!!!
----------------------------

Posto su un incontro con Paul Connett, sui -rifiuti zero- organizzato da un MEETUP di Grillo quello di BG e sotto mi ritrovo questa risposta.

E questo sarebbe l'esempio di chi è a favore di Grillo, delle Liste Civiche e dei MU nati intorno a questo movimento?

Cazzo!! E se era contrario cosa scriveva?

RebeccaCheng ., Macondo Commentatore certificato 15.05.09 14:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tremonti indagato
è a domicilio coatto
per aver sparato cazzate a salve
.

cimbro mancino Commentatore certificato 15.05.09 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stella ricorda nel 97 B, la cipolla piagnina contro il cattivissimo Prodi che piangeva sugli albanesi morti in mare:
“Dopo quello che è successo, dobbiamo riscattare la nostra immagine e fare tutto ciò che le nostre possibilità ci consentono, non solo con il nostro esercito per proteggere gli aiuti, ma dobbiamo essere tutti noi generosi. Non sono stato informato né di blocchi né di pattugliamenti. Prodi mi aveva informato dell’intervento finalmente possibile in Albania, dicendomi che era stato trovato un accordo con i paesi di cui mi ha fatto i nomi per una missione di pace. Su questo, io ho detto 'Sono pienamente d’accordo'. Ho studiato diritto della navigazione, so che nessuno può fermare navi civili in acque non territoriali, non è previsto assolutamente un diritto di questo genere da parte di nessuno Stato. L’Italia non può dare al mondo l’immagine di chi butta a mare qualcuno che fugge da un Paese vicino, temendo per la sua vita, cercando salvezza e scampo in un paese che ritiene amico. Il nostro dovere è dare temporaneo accoglimento a chi si trova in queste condizioni . Dobbiamo lavare questa macchia, che sarà pure venuta dalla sfortuna, ma che è venuta da una decisione che non si doveva prendere».
« Vede, io li ho visti, i superstiti del naufragio. Erano disperati. E nessuno era lì con loro, nessuno gli ha detto niente, capito? Si parla di 70 morti, 20 bambini, una tragedia paragonabile a Ustica, e questi qui, dal pres.della Repubblica al pres. del Consiglio al ministro della Difesa, restano a casa loro? È drammatico
Siamo stati chiusi nell’egoismo, non possiamo permettere che succeda più nel nostro Paese. Non possiamo chiudere le porte, 58 milioni di italiani che stanno bene non possono respingere povere persone che vengono qui per cercare un po’ di libertà. Domandiamoci se la tragedia non è anche dovuta, almeno in parte a quel coro di 'gettateli a mare, sono tutti delinquenti' sentito nei giorni scorsi"

ma con che faccia vive questo qui?????????????

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.05.09 14:03| 
 |
Rispondi al commento

ERMANNOOOOOOOOOOOOO
@@@@@@@


Amico mio ci siam fraintesi..!!!!

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 14:02| 
 |
Rispondi al commento

UOMINI DEL MONDO

ministro maroni (doppia m minuscola), forse lei non si ricorda ma anni fa gli italiani partivano dalla loro terra e andavano a cercare lavoro, i meridionali al nord e all'estero, quelli del nord solo all'estero.

Forse neanche ricorda che quelli del nord (non tutti) mettevano i cartelli affissi con scritto "affittasi tranne ai meridionali".

Gli italiani all'estero erano trattati come bestie.

Sarebbe opportuno ministro che ripassasse la storia, sarebbe di grande aiuto.

Inoltre si ricordi che non è questione di pelle o razza, tutti siamo uomini, con pregi e difetti, e tutti possiamo essere onesti o delinquenti, aldilà dell'appartenenza.


Ho copiato il commento del sig. Patriota che condivido in pieno.


Fiume Po, Torino Commentatore certificato 15.05.09 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un po' stufa di leggere luoghi comuni, forse anche frutto di fantasia.

Come quello di Cettina.
Si è sentito di moltissimi casi di persone che hanno dato fiducia ad extracomunitari e, se non hanno perso la vita, hanno perso molti beni.

Non ultimo il caso di Posillipo, dove due coniugi sono stati massacrati dall'ex giardiniere rumeno.

O Cettina e i sinistri sono particolarmente fortunati, oppure altri sono particolarmente sfortunati: derubati da badanti, rapinati da ex collaboratori extracomunitari, stuprati, uccisi.

La fiducia e l'accoglienza, trasformati in delitto.

E le mie non sono fantasie, ma cronaca quotidiana.

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chissà se gli extracomunitari presenti nel territorio, che lavorano e conducono vita morigerata secondo i canoni che l'italiano, essere superiore ed indiscusso padrone di casa, pretende da loro e
dopo aver dato il proprio contributo alle imprese italiane si vedranno diventare di botto clandestini perdendo il lavoro, saranno in grado, come l'italiano, di adattarsi, O, grande speranza, tireranno su un bel casino contro gli idioti che mal hanno governato stato ed aziende.

Chissà.

Perchè lo straniero che è venuto da noi a lavorare, c'è venuto per sopravvivenza arrivando magari da posti dove la violenza e la cattiveria è l'aria che si respira quotidianamente.

E magari, gli gireranno alquanto le balle nel vedersi delinquente tutto in un attimo.
E magari dirà: "cosa? dopo l'impegno che ci ho messo? dopo che mio fratello ci ha lasciato la vita sotto quel ponteggio? dopo che ho imparato ad accettare senza controbattere gli sguardi irrispettosi? dopo che mi sono messo da parte pensieri, usanze, idee, abitudini per integrarmi qui? Col cazzo belli miei, ora vi faccio vedere io come si comporta la gente incazzata che deve salvaguardare la vita dei propri figli!"

E forse, ma forse, qualcosa succederà.

P.S.
Per vivere a contatto con le persone, bisogna imparare a conoscerle, soprattutto se si ha la supponenza di volerle giudicare.
Perchè io non posso affermare che sia la mia, l'idea giusta.
E magari, ogni tanto, mettersi nei panni di chi sta peggio di noi per capirne atteggiamenti ed espressioni, sarebbe vero sinonimo di buon sentimento.

P.S. 2
Gli stranieri che sono qui PER DELINQUERE, vanno rispediti nel proprio paese.

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Toccati i tasti giusti, l'organo suona da solo........

Nel mio sottocommento, dove non c'erano nomi e cognomi, hanno abboccato alcuni pesciolini, il capo comico, quello che prende gli ordini, ha preferito, da "capocomico" par suo, impigliarsi nella rete e non abboccare all'amo!

cettina d., isola Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eilà gente,
come va la Guerra Di Bande tra i "Transformers"
mi sono perso qualcosa?

Obi Wan Per Hobby (trolloconautocontrollo) 15.05.09 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il solito dibattito all'Italiana......

Si divaga, si propaganda, si urla cercando di deviare dal punto focale......

Le masse si spostano.....si sono sempre spostate....si sposteranno....
Non è nè giusto nè sbagliato semplicemente è!!!

Abbiamo 100mln di mangiapizza e discendenti in giro per il mondo......

Fare bù all'immigrato serve solo a rassicurare, giusto, il leghista cerebroleso.....

Io conosco solo 2 direttive base per tentare di regolare il fenomeno....integrazione e certezza della pena per chi delinque perchè, ovviamente, chi partecipa ad una immigrazione rapida e disordinata è in situazione disagiata......
In questo s'innesta la stimata attività dei neomercanti di schiavi, ma allungheremmo il discorso......

Francamente vedere la masturbazione dei leghisti all'espulsione di qualche immigrato sapendo che usciranno dalla porta e rientreranno dalla finestra è puro esercizio di comicità!!!!

Un tempo le immigrazioni erano un pò più violente, nessuno ti chiedeva permesso, distruggevano, stupravano e ammazzavano......ora al massimo danno problemi d'integrazione e di ordine pubblico.......un passo in avanti direi.

Tra l'altro, ahi loro, qualche immigrato/a, probabilmente, fra qualche anno ripulirà di merda e piscio il corpo avvizzito dello Gnomo bavoso......situazione assai poco edificante....

Redpartisan meriggio....

maurizio spina Commentatore certificato 15.05.09 13:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non amo i tg ma qualche volta li vedo e a qulacosa ci credo.
Ieri notizia:
Persona con problemi pscichici che aggerdisce due anziani alla stazione di Palermo a colpi di martello. Uno muore, credo la donna, l'altro è grave. Le telecamere a cirquito chiuso hanno ripreso la scena che il tg ritrasmette.
C'è molta gente, nesuuno interviene (Io commento: non è così strano. Se succede qualcosa di grave, è possibile restare disorientati, non riuscire a capire, guardare quello che fanno gli altri che sono altrettanto disorientati. E' già risuccesso)
Due ragazzi nigeriani clandestini rincorrono l'aggressore lo bloccano e lo portano al posto di PS. Non lo pocchiano, neppure lo strattonano, si limitano ad accompagnarlo.
(commento: dire eroi può essere un parolone abusato e non mi piace. Non mi piacciono ne la parola eroe e ne la parola mostro. Il comportamento di questi ragazzi, esemplare ed altamente educativo dovrebbe far riflettere.)
Finiscono le immagini e la voce del giornalista conclude con queste parole.
A questo punto la folla, probabilmente si è resa conto di quanto è avvenuto vuole linciare l'aggressore. (commento: e questo non riesco proprio a capirlo.)
Questi poi, se davvero ha problemi, è anch'esso vittima di questo mondo. Parafrasando DE Andrè.
Io capisco le buone intenzioni del popolo del blog, gli entusiasmi e la voglia di cambiare la nostra società.
Il blog è però un mondo a se. A volte lo considero una finestra di luce ma, con una società marcia nella sua essenza no è possibile andare avanti.
Come si può se la partita allo stadio è una questione vitale?
Come è possibile se il gossip va per la maggiore? E se tanti programmi televisivi vivono sulle disgrazie altrui?

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 15.05.09 13:46| 
 |
Rispondi al commento

CRONACA:

fonte: corriere.it

"Pil -5,9% nei primi tre mesi su base annua
È il dato peggiore dal 1980, da quando l'Istat effettua le rilevazioni trimestrali

Nei primi tre mesi dell'anno in corso il prodotto interno lordo (Pil) dell'Italia ha subito una variazione su base annua pari a -5,9%, il dato peggiore secondo le stime preliminari dal 1980, cioè da quanto l'Istat effettua le rilevazioni. Rispetto al trimestre precedente (il quarto del 2008) il calo è del 2,4%. Su base congiunturale il Pil registra quindi il quarto calo consecutivo. I dati, espressi in termini destagionalizzati e corretti per i giorni lavorativi, sono peggiori rispetto alle previsioni degli analisti. L'Istat ha anche reso noti i dati definitivi dell'inflazione per il mese di aprile: 1,2% annuo, rivista al ribasso di un decimo la stima preliminare.

DISCESA - «Il risultato congiunturale del Pil è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto dell'agricoltura, dell'industria e dei servizi», afferma l'Istat in una nota. Il Pil acquisito per il 2009, ovvero la crescita media annua che si avrebbe in caso di variazione nulla nei prossimi tre trimestri, è pari a -4,6%. Le ultime stime governative, diffuse il 1° maggio, danno il Pil in calo nel 2009 del 4,2%."

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 15.05.09 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Sonia Alfano indipendente
Evviva!

Josè, Luis, Hernandez, De Ribeira 15.05.09 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto che siamo alla vigilia delle elezioni europee, un paio di quesiti legati al tema della circolazione dei cittadini comunitari all'interno dell'UE:

1) è evidente che le direttive attuali fanno acqua da tutte le parti, visto che ogni paese è libero di imporre moratorie ma che, nel caso in cui non lo faccia, viene abbandonato a se stesso nel fronteggiare percentuali preoccupanti di ingressi con precedenti penali spaventosi nei rispettivi paesi di origine (ai quali non sembra ovviamente vero di potersi liberare impunemente della propria feccia sociale)

2) posto che a queste regole è opportuno mettere urgentemente mano, esistono candidati italiani al Parlamento Europeo che abbiano curriculum e autorevolezza adeguati per affrontare un tema così delicato? OK, De Magistris mi direte, ma qualcosa mi suggerisce che sarà molto, molto solo...

Cristina M., Leifers Commentatore certificato 15.05.09 13:42| 
 |
Rispondi al commento

IL PRODOTTO DELLA CRISI: IL CASO DELL'IMPORTAZIONE DI SCHIAVITù E DI ILLEGALITà

Era tutto previsto...

La crisi originata dall'avidità di manager, politici corrotti, mafiosi doveva trovare la sua naturale continuazione provvedendo a sostituire i lavoratori tutelati dai diritti, con manodopera sfruttabile...

Il centro sinistra UTILIZZANDO LA DEMAGOGIA ha permesso l'ingresso indiscriminato degli emigranti...

Il centro destra ha elaborato leggi che ne agevolassero lo sfruttamento nella CLANDESTINITà... ed ora per PROPAGANDA PROMUOVE IL CONFLITTO SOCIALE, affinchè l'esasperazione e la frustrazione del cittadino AUTOCTONO, sia rivolta contro il semi-cittadino o il clandestino in balia della criminalità, o sfruttato dall'imprenditoria "nazionalista".

Agli avidi ed incapaci IMPRENDITORI questa modalità operativa ha recato inizialmente beneficio, perchè hanno diminuito i COSTI DEL LAVORO, ma successivamente a scapito del POTERE DI ACQUISTO DELLE RETRIBUZIONI, il cui decremento ha determinato la conseguente riduzione dei consumi...

LA CRISI è IL PRODOTTO DELLA ILLEGALITà E DELLO SFRUTTAMENTO della persona umana, CHE entrmbi DERIVANO DALL'AVIDITà.

L'avidità è una forma di schiavitù (interiore) paragonabile agli effetti della TOSSICODIPENDENZA.

Coloro che dominano le nostre civiltà "progredite" sono i TOSSICODIPENDENTI, che nella mistificazione son prodighi nel propinare le loro blande MENZOGNE...

Soluzione: tornare ai valori TRADIZIONALI e accantonare quella FALSA LIBERTà che è stata venduta per COMPRARCI, SOTTOMETTERCI ED USARCI.

DEMOCRAZIA è ASSUNZIONA DI RESPONSABILITà PERSONALE DIRETTA PER IL BENE DELLA COMUNITà DI APPARTENENZA (i politici sono desueti).

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 15.05.09 13:39| 
 |
Rispondi al commento

I mass media ci raccontano che gli immigrati sono indispensabili per l’economia in quanto contribuiscono alla creazione del prodotto interno lordo e versano quantità di imposte dirette e indirette anche se sono clandestini. La qual cosa è tecnicamente vera se non che andrebbe precisato che la fetta di PIL che gli stranieri producono è INFERIORE alla ricchezza che essi assorbono sotto forma di “diritti” (scuola, sanità, case popolari, pensioni e sussidi, costo sociale della criminalità ecc.)
Ma il punto è un altro.
Dei 5 milioni di stranieri residenti nella penisola tra regolari e irregolari/clandestini (ma ormai la distinzione è irrilevante) il 95% è costituito da minori, giovani e adulti in età lavorativa, quindi l’ITALIA E’ UN PAESE CHE STA RINGIOVANENDO non invecchiando!
Per cui la storiella che bisognerebbe innalzare l’età pensionabile per l’invecchiamento della popolazione è un’altra pietosa fandonia a celare l’UNICA VERITA’.
Che il sistema previdenziale italiota è un immenso “schema Ponzi” destinato a collassare da un giorno all’altro. Perché i soldi che voi avete versato, magari per decenni, sotto forma di “marchette”, non ci sono più. Svaniti nel gorgo dell’assistenzilaismo “a pioggia” e negli altri oneri impropri tra cui, dilagante, l’assistenza agli immigrati.

Falso Blondet

Allen G., Mordor Commentatore certificato 15.05.09 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito di maroni,ne ho pieni i medesimi di sentire discorsi anche da gente vicina a me affettivamente che si lascia infinocchiare dalla loro parlantina apparentemente educata(almeno in tv...nei comizi si sa come si esprimono quelli della lega)...belzebu'non ha le corna ed è brutto e sbavoso come talvolta lo si descrive ma per poter corteggiare deve essere fascinoso!abbasso il razzismo!!silvio

silvio valli 15.05.09 13:37| 
 |
Rispondi al commento

A ben vedere la Jervolino non aveva tutti i torti sulla gestione dei rifiuti, anzi!

Fulvio L., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 13:37| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

allora a riguardo della ma-fiat
mi pare che ieri sera ad annozero sia stata spiegata bene la tiritera..
una mega azienda italiana sull’orlo del fallimento…tenuta a galla da azzecca garbugli massoni..
oggi di nuovo indebitatissima tenta di sciogliersi dentro aziende con liquidi…e va a trovare gli USA..
bella la storia dove Merryl linch e Lehman Brothers abbiano aiutato la ma-fiat a fare azioni di equity-swap, poi si è visto la fine che hanno fatto…
in fondo le banche Usa sono quelle che hanno aiutato la Parmalat a fare il mega crac–
il lavoro in italia tra pochi anni sarà un miraggio..
anzi temo che i padroni del mondo abbiano in qualche modo innescato un meccanismo di crisi con crollo delle industrie e dei posti di lavoro, per accelerare le esplosioni interne e creare un nuovo cappello mondiale che controllerà il mondo economico -militare -finanziario -sociale.
Insomma, Marchionne come dicevo è solo un bravo liquidatore.
Gli Ovini torinesi i soldi li hanno, tutti riversati nella exor, dove lavorano anche amici miei,
sono gli operai..che sono messi male.
fatemi dire qualcosa anche su Bombassei..
un lexxa-c-culo cosi’ io non l’ho mai visto…e questi sarebbero confindustria?
ve-rmont che strisciant

Marco F., Torino Commentatore certificato 15.05.09 13:33| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'OPPOSIZIONE E' ININFLUENTE SIA IN PARLAMENTO CHE FUORI.

Facciamo un analisi:

ANNO ZERO
TRAVAGLIO
GRILLO
GUZZANTI
BALLARO'
L'INFEDELE
REPUBBLICA
L'UNITA'
IL CORRIERE (ultimamente)
IL MANIFESTO
LIBERAZIONE
IL PD
DI PIETRO
L'UDC
NOEMI
IL BLOG
ETC ETC ETC

Nonostante tutto questo:

-Il reato immigrazione clandestina passa
-il piano casa si fa'
-le ronde si fanno
-i barconi vengono respinti
-gli operai votano lega
-il lodo Alfano rimane
-il web sara' regolato
-il 25 aprile e' cambiato
-i precari rimangono
-i condannati in Parlamento pure
-l'acqua non si sa che fine fa.
-le centrali nucleari si faranno
-Piu' altre leggi di merda.

Allora se ne deduce che c'e' qualcosa che non va.

Pare che tutte le opposizioni, gli scandali, il divorzio, Noemi e tutto il resto,

NON RIESCONO A SCALFIRE LE SCELTE DELL'ELETTORATO

Altro che marginalmente.

La logica dice che se questo tipo di opposizione e di oppositori non funziona affatto,

SARA' MEGLIO CAMBIARE STRATEGIA!

Ed io come sempre vado controcorrente e suggerisco:

Non andare contro le scelte del popolo.
(vedi immigrazione clandestina)

Proporre nel merito idee attuabili migliori del centrodestra.

ALTRIMENTI SARA' PURTROPPO BENE RASSEGNARSI AD AVERE IL CENTRODESTRA AL GOVERNO PER I PROSSIMI 30 ANNI CON BERLUSCONI E SENZA.


Graziano G., Montecatini Terme Commentatore certificato 15.05.09 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sicuramente nessun politico ha mai visto oltre il giorno dopo.

mi ricordo di un tizio, un tempo presidente del consiglio che disse "La Cina è un opportunità
non dobbiamo averne paura".

per chi ne avesse voglia: http://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/economia/missione-cina/prodi-forum/prodi-forum.html?ref=search

questo per dimostrare che i nostri politici degli ultimi 20 anni, nessuno escluso, andrebbero messi tutti al muro e poi appesi a testa all'ingiu'

saluti nuclearizzati.

alberto rossi 15.05.09 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Una risposta al premier
di EZIO MAURO

Una risposta al premier

Silvio Berlusconi

È MOLTO facile rispondere alle parole di Silvio Berlusconi pronunciate ieri contro "Repubblica", che nell'inchiesta-documento di Giuseppe D'Avanzo gli aveva rivolto dieci domande per chiarire gli aspetti più controversi del caso politico nato attorno alle candidature delle veline nelle liste Pdl, alla denuncia di "ciarpame politico" di Veronica Lario, alla festa di compleanno della giovane Noemi alla presenza del Premier, nel ruolo indiscusso di "Papi". Molto più difficile, per il Cavaliere, rispondere alle domande del nostro giornale. Anzi, impossibile. Berlusconi non sa rispondere, davanti alla pubblica opinione, perché con ogni evidenza non può. Ciò che ha detto su questa storia, nei lunghi monologhi mai interrotti da una vera richiesta di chiarimento, cozza fragorosamente con ciò che hanno raccontato gli altri protagonisti, e soprattutto con quel che la moglie sa e ha denunciato. Meglio dunque tacere, rifiutare la verità, la trasparenza e il confronto, il che per un uomo pubblico equivale alla fuga. Una fuga accompagnata ovviamente da insulti per il nostro giornale, perché il rumore (domani amplificato dai manganelli di carta al suo servizio) copra il vuoto, la mancanza di coraggio e la scelta necessitata dell'ambiguità

Ma l'uomo in fuga è il Presidente del Consiglio. Dunque questa incapacità o impossibilità di fare chiarezza, cercando la verità, è immediatamente un fatto politico, un handicap della leadership, una macchia istituzionale qualsiasi cosa nasconda, fosse anche soltanto l'incapacità di accettare un contraddittorio sui lati che restano poco chiari di una vicenda che ha fatto il giro dei giornali e dei siti di tutto il mondo. Una storia nella quale l'unica cosa che non c'entra proprio nulla è la privacy
Berlusconi è infatti l'uomo che ha unito pubblico e privato fino a confonderli..
Leggetevi tutto l`articolo su Repubblica!!!che stia cominciando a muoversi qualche cosa?

Roberto Svezia 15.05.09 13:28| 
 |
Rispondi al commento

E' un Falso Problema, gestito con Cinica Ipocrisia.
Sempre vi sara' Traffico di Clandestini, con questi Figuri, tanto lo Schiavismo rende e cambia Pelle.
Monitorano il Flusso, ecco che fanno: aprono o serrano il Rubinetto di Sangue.
Perchè non si programma la Fuga dalla Miseria e Disperazione.
La si arresta Affondandola, cannoneggiandola, lasciandola all'Inedia, alla deriva delle Coste Dorate....
Il Traffico di Carne, piace ai Paponi....
Grosi, Grassi Papi.
Tronfi come Maialli al Macello.
Ah! Nanoleon!

enrico w., novara Commentatore certificato 15.05.09 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCUSATE O.T.:


Desani,
forse non ci siamo capiti, me ne rendo conto.

Tu, Ed e il resto della banda del Mago do Rinascimiento a partire da aprile 2008 avete infettato il blog con martellanti campagne pro IDV, nonstante l'indicazione di Beppe Grillo fosse per l'astensione.
Giusto??
Si o no?
Siete VOI che siete entrati evidentemente a gamba tesa contro le intenzioni del padrone di casa.
Giusto?
Sì o no?
E' vero o no?
IN tutto ciò, si aggiungano i vergognosi e beceri attacchi che avete portato in branco contro chiunque dicesse qualcosa contro IDV, episodi frequentissimi che portavano spesso anche alla magica SPARIZIONE di commenti e sottocommenti "scomodi" per IDV, oltre a misteriose sparizioni di nicks non allineati.
E' successo o no?
Te ne ricordi o no?
Spero di sì.
Questo cosa significa?
Che Grillo aveva dato una indicazione di non - voto, mentre lo s.t.a.f.f. appoggiava in tutto chi invece spammava e favore di IDV e bersagliava con insulti, pressioni, notizie personali sparate in pieno blog, offese personali, intimidazioni, calunnie e minacce a volte neanche tanto velate.
E' vero o no?
Questo significa che eravate VOI a giocare FUORI CASA, in casa d'altri, e correggimi se sbaglio.
Giusto?
Fammi sapere.

Ora:
i candidati del movimento di Grillo si tiene a precisare che sono da INDIPENDENTI, e ripeto INDIPENDENTI, e sottolineo INDIPENDENTI, nelle liste gentilmente messe a disposizione da ADP.

Logica vorrebbe che quindi anche il movimento a cui loro fanno riferimento si ritenga, per ovvia deduzione, INDIPENDENTE dal partito politico IDV.
Ci siamo o no?
E' vero o no?

Studia tu, che poi ti finisco il discorso.
E facendo un brainstorming col lampadario fulminato, provate ad anticipare le mie conclusioni.

Alla prossima.

Exidor .. Commentatore certificato 15.05.09 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io ho dovuto cambiare
3 filippine in meno di 2 anni!
mio nonno c'ha provato
con tutte e tre
conclusione:
se vi dicono che sanno fare bene
i massaggi
evitate!

jan magnis & nonno (i soliti due) Commentatore certificato 15.05.09 13:22| 
 |
Rispondi al commento

@ cettina d, isola (15.5.09 10:57)


Cara Cettina,

Ad un club di:

depressi,
ubriaconi,
tossici (e tossiche!)
plagiati,
falliti,
frustrati,
froci,

è meglio non iscriversi!

nonno arzillo Commentatore certificato 15.05.09 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera da Santoro.
Dunque, c'era Bersani che diceva che durante il loro "mandato", prima che la buriana li travolgesse, stavano preparando un "tavolo" per rassicurare Termini Imerese e Pomigliano.
MA NON ERA LUI IL "LIBERALIZZATORE DELLE LENZUOLATE"?
Poi c'era il solito comunista trombato che diceva che "Obama mette i soldi per Chrysler" e la Merkel per Opel e quindi L'ITALIA DOVREBBE!
100 BELLE STATUINE SCELTE TRA I FIDATI FIOM-CGIL!
E un "conduttore" CONDUCENTE!
vi ricordano qualcosa?

CASSA!

Leandro Leonori (leonid), Gubbio Commentatore certificato 15.05.09 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FELTRI
un buon uomo prodigo di consigli camuffati da
critiche , anche per confondere , depistare
l'avversario.
Lui prode cavaliere che istiga il nemico
pubblicando le foto di Veronica nuda ; furbo ,
furbissimo manipolatore , fino al punto di
rinnegare il suo maestro , Montanelli ,
riuscendo ad essere con un piede in
due staffe , con una discuterne , con l'altra
proporsi al suo posto.
Una figura a metà strada fra Cervi e Giordano ,
con un pizzico di obiettività quando occorre ,
quando serve , per specchiarsi e compiacersi.
.....
Oggi consiglio fuorviante per le povere sinistre; Berlusconi non si combatte screditandolo , scendendo al suo terreno ...( quale ? quello delle feste con minorenni , quello della perversione , quello della sfilata delle fighe ....che se acerbe compiaciono di piu' l'imperatore , quello dei 10 viaggi in Abruzzo ....dove a 30 gradi e pieni di pidocchi i terremotati STANNO PEGGIO CHE GLI EXTRA COMUNITARI A LAMPEDUSA ???????) .
Non non dobbiamo indignarci attaccando lo spico papi .....dobbiamo limitarci a far osservare non le cazzate che fà , ma quello che non fà.

Bella stronzata guru Feltri . Perchè Feltri ignora falsamente LA GIGANTESCA TRUFFA DOVE L'INFORMAZIONE MEDIATICA E' AL 90% AL SERVIZIO DEL NANO.....

Un anomalia enorme , che IL PRIMO V- DAY HA SOTTOLINEATO non a caso.
Chiunque perderebbe armato di un fiammifero contro un bazuca .....e l'unica alternativa E' GRIDARE QUANDO SI PUO'....
......
IL nano ha ASSERVITA tutta l'informazione che valorizza il NIENTE che fà ed ha eco , richiamo totale che non ha eguali in nessun paese del mondo....
Non solo l'informazione detta BISOGNI , TEMI ED OPINIONI.

Caro Feltri è un bel vivere quando ci si trova dalla parte giusta .

Lo diceva mio nonno ; il fascismo non è cosi' male quando si è dalla parte giusta ; ma caro mio se sei dalla parte sbagliata è una misera vita .
Per questo era anti-psicopapi. Allora era Mussolini , oggi il nano e i suoi servi

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIU' LE MANI DAI BAMBINI:

"Prosegue il nostro tour dell'informazione consapevole, con un calendario "a tappe forzate": lunedì 18.00 alle h. 20.30, il nostro Portavoce nazionale Luca Poma sarà relatore a una conferenza dal titolo "Salviamo Gianbuirrasca - Bambini e psicofarmaci, nuova emergenza sanitaria?" presso la Sala Civica "Corte Torcolo", a Cavaion Veronese.
Un incontro dedicato ai genitori, organizzato dalla scuola dell'infanzia "Bettina Pasqualini" e con il patrocinio del Comune di Cavaion Veronese. Ingreso Libero".

RebeccaCheng ., Macondo Commentatore certificato 15.05.09 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I miei commenti non vengono pubblicati....non vi piaccio?

Luciana ., Sassari Commentatore certificato 15.05.09 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono riuscita a postarlo tutto, comunque vi invito a leggere per intero l'articolo di GianAntonio Stella oggi sul Corriere. Parla di quando il premier disse : " QUELLE NAVI NON VANNO FERMATE "
l'anno era il 1997 e si era sotto il governo Prodi.
Il nano, con le lacrime agli occhi, protestava perchè Prodi attuava la politica di respingimento.....Leggendo l'articolo avete chiara la dimensiione della statura dello statista pagliaccio che abbiamo, e che ancora, ahinoi, tanti italiani - dicono i sondaggi(?)- apprezzano.
Quetsta maschera (che ci governa) è stata definita "grottesca e tragica" dal sociologo Revelli. Mai definizione fu più efficace ed icastica.
E' stato detto " Una risata vi seppellirà". Forse andrà a finire così, ma tra quelle macerie ci saremo tutti noi.

paola zara Commentatore certificato 15.05.09 13:11| 
 |
Rispondi al commento

RIFIUTI ZERO:

Incontro con Paul Connett. 20 Maggio, ore 21 presso Caffè Letterario a BG.

Organizza MEETUP di BG.

RebeccaCheng ., Macondo Commentatore certificato 15.05.09 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io ci credo,ho fiducia, diamo fiducia agli elettori che nn ne possono più di questi mangiatori dell'Italia.
viva il risorgimento

gabriele zupone 15.05.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento

ECCO QUI LA SUPERTROLLONA MEGATTERA ALLEARSI CON LA FALSA PRENDITRICE MA VERA GALLINA COCCODÉ NUMBER ONE

PER RICOPRIRE D'INSULTI CETTINA!
SIETE DUE TROIE DA CASOTTO E PER VOI DOVREBBERO RIAPRIRLI ALMENO VI GUADAGNERESTE ONESTAMENTE IL PANE!

PUTTANE!

KOLION SFRONTATEZZA REPRESSIONE RACKET MUSUMECI BIANCANEVE PISTOLA MERDA SECCA MULTI-NICK
FINZIONE NICK FRODE PIZZINI DUISBURG LACKY LUCANO CEPPALONI SQUADRISTA JE SFONNAMMO TE DISTRUGGO

IL BOCIA FRODE UMANA MASANIELLO RIFACCISGRBATAMENTELITTORIAMENTERIDERECON FICHI'DINDIADEREGLIO

SCULETTARE NANO-SYSTEM PARABOLICA PIEZZ’E MMERDA SAPROFITA CASTELLINARIA JOE BONANNO

Fuori dai piedi spammatrici professioniste!

^^^^^^^^^^^^^^^^^

mastro lindo alias "il nulla"


E poi sono io che rovino il blog.

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento

-------"Il problema. a livello di grandi numeri, non è il delinquente extracomunitario, ma quello comunitario."-------

Il problema quello vero NON è il delinquente extracomunitario e neanche quello comunitario MA è quello ITALIANO.
E si perchè oltre che per il sole, la pasta, lu mandulino, 'a pizz cu a pummarola 'n coppa L'ITALIA è nota al mondo anche per altro, ovvero LA MAFIA.
Tant'e che questa parola ITALIANISSIMA -MAFIA- è conosciuta, usata e compresa a livello mondiale.
MAFIA che siamo riusciti ad esportare praticamente in ogni angolo del globo. Che cosa dovrebbero dire allora gli americani i giapponesi, i tedeschi altro che neri, marocchini, rumeni ci dovrebbero trattare come i peggiori criminali mondiali.
Ma Noi facciamo le verginelle, come se questo paese fosse il più sicuro del mondo se non ci fossero gli "altri" , i diversi, gli stranieri, i rumeni. E allora facciamo anche finta che Falcone e tanti altri siano stati truciadati da stranieri, allora facciamo finta anche di non vedere che metà italia è in mano alla criminalità e che noi italiani non siamo neanche riusciti a scalfire in 100 anni.
Solo allora possiamo fare finta che questo paese sia il più sicuro del mondo se non ci fossero gli stranieri

settore 7 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 13:06| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA AUDIO DI EZIO MAURO ALLE ACCUSE DI BERLUSCONI E SULLE SUE "NON" RISPOSTE ALLE 10 DOMANDE SUL CASO NOEMI DI REPUBBLICA:

http://tv.repubblica.it/copertina/ezio-mauro-risposta-al-premier/32798?video

Dino Colombo Commentatore certificato 15.05.09 13:01| 
 |
Rispondi al commento

OT
bisogna vergognarsi per essere sterili per l'indifferenza davanti ai continui furti compiuti dalla politica e da quattro finti imprenditori

vergognarsi del fatto che questi individui continuano a mettere le mani nelle tasche degli Italiani e gli stessi stanno fermi ,passivi,sorridenti di chee!!

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/05/14/un-crac-costato-miliardi-cosi-hanno-affondato.html

rivolution

Maverick .Ita Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:56| 
 |
Rispondi al commento

http://dariocampolo.blogspot.com/2009/05/politica-e-mafia-indagati-antinoro-e.html

venerdì 15 maggio 2009

Politica e mafia, indagati Antinoro e Nino Dina (Udc)

C'è Antonello Antinoro assessore regionale ai Beni Culturali, tra gli indagati dell'operazione 'Eos', che stamane ha portato al fermo di 21 affiliati dei mandamenti mafiosi di Resuttana e San Lorenzo. Antinoro è indagato per voto di scambio. Al centro dell'indagine tutta la gestione degli affari illegali di alcuni clan, dal traffico di droga alle estorsioni. I carabinieri cercano un arsenale di armi nel parco di villa Malfitano

di Salvo Palazzolo

Cinquanta euro a voto. Tanto i boss di Resuttana avrebbero intascato per sostenere elettoralmente Antonello Antinoro, dell'Udc, nella corsa al Senato e alle regionali dell’aprile 2008. Il politico ha ricevuto un avviso di garanzia per voto di scambio nell’ambito dell’inchiesta che questa notte ha portato in carcere 19 fra capi e gregari del potente mandamento di Resuttana. Nel registro degli indagati è finito pure un altro esponente politico dell’Udc, Nino Dina, deputato regionale. Per lui l’accusa è di concorso esterno in associazione mafiosa. Sono state le indagini dei carabinieri del Comando provinciale a svelare gli ultimi affari e le complicità dei padrini, fra estorsioni e traffico di droga. Obiettivo, era quello di rimpinguare le casse del clan. Secondo la ricostruzione dell’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dai sostituti Gaetano Paci e Lia Sava, la cosca avrebbe avuto un referente per i rapporti con la politica, Antonio Caruso, insospettabile dipendente di una società regionale, la Multiservizi, assegnato all’ospedale di Villa Sofia.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera da Santoro.
Uno che va in televisione a urlare di non essere orgoglioso di lavorare per una certa azienda dovrebbe avere il pudore di andarsene e lasciare spazio agli altri, ma molto probabilmente verrà promosso dalla stessa Azienda per aver fatto bene il suo "lavoro".
Ieri sera non abbiamo assistito alla lotta di operai sfruttati che cercavano di difendere il loro posto di lavoro con le unghie e con i denti.
MA ALLA SOLITA MANFRINA INSCENATA DA ANNI DAI SOLITI "SINDACATI" E I SOLITI "PADRONI".
PROVE TECNICHE DI "RISTRUTTURAZIONE"

CASSA!

Leandro Leonori (leonid), Gubbio Commentatore certificato 15.05.09 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fiduciosi, mano nella mano, ci avviamo alla catastrofe cantando "questo è il paese del sole, questo è il paese del mare....." accompagnati dalla melodica chitarra di Apicella ed il giullare di corte Silvio Berlusconi. PIL ITALIANO -5,9% ANNUO NEI PRIMI TRE MESI DEL 2009. E' il risultato peggiore dall'80, anno di inizio delle serie storiche confrontabili, e comporta un calo già acquisito per l'intero anno del 4,6%. Si tratta, dice il premier Silvio Berlusconi, di un dato "atteso". Renato Brunetta, ipotizza che nella seconda metà le cose andranno meglio: "nella seconda parte dell'anno ci avvieremo verso tassi negativi più ridotti, che andranno verso lo zero, e poi dallo zero si andrà verso il segno più" I P O T I Z Z A !!!!!!!!

GIANNI SALERNO Commentatore certificato 15.05.09 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pil primo trimestre -5,9%
E' il dato peggiore dal 1980
-------------------------------

Un altro record NEGATIVO dal berlusconismo che pagheremo tutti.

Ma suo populaccio contento vedendo a marroni manifestando le sue migliori miserie umane, dimostrando sua feroccia sù dei più deboli.

Ma udite udite MEDIASET + 3%.

Non c'è peggiore ciecco che quello che non vuole vedere. Con Le europee alle porte.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://bellaciao.org/it/spip.php?article24022

Di : Francesco Merlo
venerdì 15 Maggio 2009


Lacrime, spinte e manganelli, cosi’ l’Italia respinge i disperati

Quei guanti di lattice, che servono a non toccare l’orrore, sono come il nostro pensiero, come i nostri ragionamenti sull’immigrazione-si’ e l’immigrazione-no, le quote, i conteggi, i controlli, le leggi. Le guardie di finanza usano guanti di gomma e noi usiamo guanti mentali. Proprio come loro li indossiamo per non entrare in contatto con il male fisico, con la sofferenza dei corpi.

Ma bastano una, due, tre foto come queste per farci scoprire la fisicita’. Le guardiamo infatti senza piu’ la mediazione della logica, ne percepiamo l’efferatezza e la bruttura. E saltano i ragionamenti, non c’e’ piu’ bibliografia, spariscono i distinguo del "pero’ questo e’ un problema complesso". Ecco dunque la banalissima verita’ che sta dietro ai nostri dibattiti, al nostro accapigliarci sull’identita’ e sulle frontiere: stiamo buttando fuori a calci in faccia dei poveretti che ci pregano in ginocchio stringendo le mani delle nostre guardie di finanza, mani schifate e dunque inguantate.

E ci cade a terra anche la penna perche’ l’occhio e’ molto piu’ veloce e diretto dell’intelligenza con la quale siamo abituati a mentalizzare il mondo. Ci cade la penna perche’ capire e spiegare e’ gia’ tradire l’orrore, significa infatti infilarsi il guanto dell’orientamento politico, dei libri che abbiamo letto, della nostra battaglia contro la xenofobia, significa parlare dell’esplosione demografica e del deflusso inarrestabile dell’umanita’ dai paesi dell’infelicita’ a quelli dell’abbondanza... E invece qui non si tratta ne’ di cultura ne’ di generosita’, qui il pensiero si mostra per quel che e’: un guanto di lattice, appunto.

(continua al link)



Pil: Berlusconi, dati attesi
Ma vediamo un miglioramento, nostro compito infondere fiducia

(ANSA) - ROMA, 15 MAG - 'La crisi esiste, i dati diffusi oggi erano quelli che sapevamo. Ma c'e' un miglioramento della situazione', afferma il premier. Silvio Berlusconi sottolinea che 'nella crisi il fattore massimo e' quello psicologico e per questo nostro compito e' infondere fiducia e ottimismo'.

------------------------------------------------

NON HAI PREVISTO UN CAZZO NANO MALEFICO! CON IL TUO OTTIMISMO SEI PEGGIO DI UN UNTORE DELLA PESTE.

SOLO GUARDARTI ALLA TV HO VOGLIA DI ANDARE IN BAGNO A DISINFETTARMI!

Giuseppe P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:49| 
 |
Rispondi al commento

UOMINI DEL MONDO

ministro maroni (doppia m minuscola), forse lei non si ricorda ma anni fa gli italiani partivano dalla loro terra e andavano a cercare lavoro, i meridionali al norde all'estero, iquelli del nord solo all'estero.

Forse neanche ricorda che quelli del nord (non tutti) mettevano i cartelli affissi con scritto "affittasi tranne ai meridionali".

Gli italiani all'estero erano trattati come bestie.

Sarebbe opportuno ministro che ripassasse la storia, sarebbe di grande aiuto.

Inoltre si ricordi che non è questione di pelle o razza, tutti siamo uomini, con pregi e difetti, e tutti possiamo essere onesti o delinquenti, aldilà dell'appartenenza.

Patriota Italiano, Torino Commentatore certificato 15.05.09 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Genny

bartolo iamonte Commentatore certificato 15.05.09 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vecchia baldracca...in quale reggimento Alpino sei finito(a)...non specifico il nik ma lui(lei) sa a chi mi riferisco.....

Orazio Pennacchioni -Roma () Commentatore certificato 15.05.09 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti!
Con leggi giuste e ben applicate non esisterebbe razzismo ma solo accoglienza e disciplina.
Grazie a questi politici oggi gli italiani (popolo ormai ingiudicabile)sono portati fuori dalla ragione.
Il problema immigrazione si risolve solo alla radice ossia facendo progredire democraticamente e tecnologicamente le nazioni africane, tutto il resto è fumo negli occhi.
Tra meno di cinque anni saremo invasi da fiumi di emigranti assetati e affamati che come bisonti inferociti distruggeranno tutto quello che si oppone a loro (altro che leggi razziali).
Oramai siamo in un punto di non ritorno e quello che stiamo assistendo sono gli ultimi tratti di una civiltà morente.
Proteggete se potete i vostri figli.

Mauro MEO 15.05.09 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Dal Regno dei Cieli!
Gesù- Pietro ke cazzo sta succedendo in Italia?
Pietro- Tutto sotto controllo mio Gesù, abbiamo semplicemente spostato i BOSS(I) dal Meridione in Parlamento!!!

bartolo iamonte Commentatore certificato 15.05.09 12:41| 
 |
Rispondi al commento

OCCHIO NON VEDE, ORECCHIO NON SENTE, E CUORE NON DUOLE.

Inumano e criminale è il modo con cui respingiamo in libia chi emigra da paesi in guerra o con regimi autoritari, persone che non hanno commesso alcun crimine, stanno solo emigrando, sperando di lasciare un luogo dove i diritti umani sono negati verso un paese più "umano". Ma non sanno cosa li aspetta.
Due giorni fa ho visto il documentario "Come un uomo sulla terra", lo dovrebbero vedere TUTTI, soprattutto i ragazzi a scuola, invece eravamo 20 persone al centro Baobab (ed era anche organizzato dal PD Lazio, una conferma di quanto sono ormai lontani dall'elettorato!). Dopo aver visto che i migranti africani che riescono a sopravvivere al viaggio disumano nel deserto (senza acqua né cibo e facendosi i bisogni addosso), vengono poi sballottati da una prigione all'altra, torturati e violentati dalla polizia libica e, dopo mesi e mesi, chi non è morto o impazzito viene venduto a "intermediari", come uno schiavo, a 30 dinari, per lavorare per loro con la promessa di un imbarco per l'Italia, prima o poi... ecco dopo aver visto quello che succede lì, DI COSA VOGLIAMO PARLARE??? Anche questo è un orrendo giro d'affari CRIMINALE adesso ancora più rafforzato da un accordo politico-economico tra i sorridenti berlusconi e gheddafi. E la gente non sa, non guarda oltre il proprio naso, non pensa agli ESSERI UMANI che passano anni tra etiopia e libia in queste condizioni, deturpati di ogni libertà e dignità, che poi magari finalmente si accalcano in 100 su un gommone, per giorni in mare, e nemmeno sbarcano che vengono rimandati lì, in quell'inferno! AIUTO. sono esseri umani, siamo tutti esseri umani, siamo uguali a loro solo che molto più fortunati. ma che paese stiamo diventando? silvietta

silvia ., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento

http://iltafano.typepad.com/il_tafano/2009/05/niente-resterà-impunito-le-promesse-a-minchia-del-cav-cazzuola.html

15/05/2009

Niente resterà impunito: le promesse "a minchia" del Cav. Cazzuola

Terremoto: Berlusconi, case pronte già dal 10 settembre

...fate un copia&incolla di questo articolo di [abruzzo24ore.tv], ----> http://www.abruzzo24ore.tv/news.php?id=10966
perché è certo che fra 119 giorni tutti saremo accusati di aver stravolto le sue parole, sotto la guida dei komunisti:

"...Il governo accelera e punta a consegnare le prime case nuove a partire dal 10 settembre, vale a dire due mesi in anticipo rispetto alla scadenza iniziale. Il termine ultimo infatti è la fine di ottobre, perché le tende devono essere smontate prima che il freddo arrivi di nuovo in Abruzzo. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è consapevole della "mission impossible" che rappresenta la ricostruzione post-terremoto ma si dice convinto che alla fine la battaglia sarà vinta. "Siamo soddisfatti - afferma - continuiamo a lavorare". E questo "nonostante impazzino 'sparlatori' di professione e picchetti di fischiatori organizzati..."
Questa Minchiata è stata rilasciata su abruzzo24ore.tv --> http://www.abruzzo24ore.tv/news.php?id=10966
del 3 maggio 2009 alle 13,10; è stata riportata sugli "Off Topics" del Tafanus dell'11 Maggio, e non è smentibile.

[Qui lo dico e qui lo nego]: --> http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/cronaca/sisma-aquila-10/case-novembre/case-novembre.html
Roma, 14 Maggio - il premier agli stati generali delle costruzioni organizzati dall'Ance: "Entro il 1° Novembre saranno costruite 4000-4500 abitazioni per 13 mila persone. Non ci saranno baraccopoli. Questi alloggi serviranno poi come campus universitario"

(continua al link)


Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Com'è che i leghisti non si sono accorti che un "barcone" di soldi libici (con intenti esclusivamente speculatori) è entrato in unicredit che dopo che si sarà pappata per bene i tremonti bond dichiarerà alfine di essere insolvente e verrà nazionalizzata nuovamente a spese degli italiani?

Tripoli : Berlusconi = Hammamet : Craxi

Ettore Chiacchio
Computer Guru - Libero Pensatore

Ettore Chiacchio (ettor3x), Somewhere-in-the-net Commentatore certificato 15.05.09 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un applauso al grande Giovanni P., Ed, per intenderci, che ha capito fin dall'inizio le trame del teatrino allestito nel blog: c'è uno sceneggiatore che non figura come personaggio principale, poi ci sono gli attori, ognuno con il suo ruolo, il capocomico, che regge le fila e detta gli ordini ricevuti con fare da mafiosetto, lo scemotto, la piagnucolona, quello che riveste il ruolo del furbetto, (peccato, però, che gli altri non siano scemi), il neutrale ma non troppo, e i simpatizzanti, quelli che ancora non hanno capito di essere utilizzati e manovrati.

Ma che bella messa in scena!
Complimentoni allo sceneggiatore!
Il capocomico ora mi fa un po' più pena, poverino, manovrato a dovere.
Notate anche chi scrive a comando, come dice Ed, quando lo fa attraverso i pizzini scrive potabile, quando lo fa di motu proprio, non si capisce quel che dice.

Sta..ff! che aspettiamo a ripulire il blog?

cettina d., isola Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma basta con questo buonismo!!
siamo uno pseudo popolo disunito, vogliamo disunirci ancora di più santificando gli extracomunitari,clandestini,con diritto di asilo,tutti e tutta l'africa intera e l'est europeo?
tutti sono prigionieri politici al loro paese e noi c...oni : ma si' che c'è posto per tutti, tanto siamo un paese multietnico!!!
Napolitano: no al razzismo!
ma dico c...one che nn sei altro, li hai portati tu qui, col tuo beneplacito hai provocato la morte di centinaia di perso9ne in mare!
siamo alla guerra dei poveri , causata da quelli come te, e mi vieni a parlare di nn essere razzisti?
ma vaffan...!
popolo di emme!

alberto n. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Naturalmente sulla condanna di Facci per diffamazione (primo grado s'intende) ci saranno servizi su tutti i Tg di oggi e domani ci saranno gli articoli in merito nelle varie testate giornalistiche, come fecero con quella di Travaglio........... Hahahahahahahaha!
P.S. ribadisco due si e un no per i referendum. Se verrà data la maggioranza assoluta alla camera alla coalizione con più voti e la maggioranza assoluta al senato al partito con il maggior numero di voti, che potrebbero non essere della stessa parte politica, dovrebbe essere necessario riscrivere la legge elettorale ;-)))

Monica Murgia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Che strano: il Corpo politico non fa una piega.
Davanti, Maroni: dietro...il Culo!

enrico w., novara Commentatore certificato 15.05.09 12:32| 
 |
Rispondi al commento

http://www.corrispondenti.net/index.php?id=28395

venerdì 15 maggio 2009

Istat: PIL 2009 a picco, -5,9% dato peggiore dal 1980

Il Prodotto interno lordo italiano è sceso nel primo trimestre del 2009 del 2,4% rispetto al trimestre precedente e del 5,9% rispetto allo scorso anno. Lo segnala l’Istat precisando che si tratta del dato peggiore dall’inizio delle serie storiche, ovvero dal 1980. “Il risultato congiunturale del PIL – commenta l’Istat – è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto dell’agricoltura, dell’industria e dei servizi”.


Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Cia a tutti. Mi chiamo Martino Giuliano e sono della Puglia. Bisogna avvere molta più solidarietà con chi viuene da paesi dove c'è fame e guerra, e invece molti pretendono di trattarli come bestie. Dio li perdoni e li dia senno.

Martino Giuliano 15.05.09 12:30| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=fLEYcIk_Kyw

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Se Maroni è strabico,la Bonino cos'è,cieca?
C'erano dei dati aggiornati al 1 gennaio 2007 per quanto riguarda la presenza di Romeni in Italia.
Istat: 3 milioni gli stranieri in Italia.Romeni ed Ucraini raddoppiati in tre anni.La Repubblica.
I Romeni passati da 178000 a 342000.
Perchè era così impreparata in quella conferenza?
Perchè esibire dati così obsoleti?

Alina F., Varese Commentatore certificato 15.05.09 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poiché il blog oggi è particolarmente mogio, vi racconto questa gustosa scenetta alla quale ho assistito:

Una signora, in fila alla posta, teneva in braccio un cagnolino piccino piccino, ma un po’ peste che si agitava molto. La Signora lo richiamava “ Buono, Oscar, sta’ buono”.
Una vicina di fila osserva “Oscar ?? Io l’avrei chiamato Silvio!”
Risponde la prima signora “Come Silvio? Il mio non è mica così cane !!!”

meri c Commentatore certificato 15.05.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento

http://eddyburg.it/article/view/13155/

Un anno di governo: infrastrutture
Data di pubblicazione: 13.05.2009

Autore: Boitani, Andrea

Un’analisi de lavoce.info (postato il 12 maggio 2009) sul costo delle grandi opere. Questi liberali cancellano sia la pianificazione che la concorrenza, sia lo stato che il mercato.

I PROVVEDIMENTI

Con il decreto del luglio 2008 dedicato alla prima manovra economico finanziaria, il nuovo governo ha resuscitato le concessioni ai general contractors per le tratte non ancora avviate dell’alta velocità ferroviaria: Milano-Genova, Milano-Verona e Verona-Padova. Le concessioni, affidate a suo tempo senza alcuna procedura competitiva, erano state già revocate dai governi di centrosinistra nella XIII e XV legislatura e riportate alla luce dal centrodestra nella XIV legislatura.

In uno dei primissimi provvedimenti approvati dal governo (il Dl 59/2008) è stata inserita una disposizione che rinnova automaticamente e senza gare le convenzioni tra Anas e le concessionarie autostradali. In autunno, il ministro Tremonti ha avuto parole dure nei confronti dei concessionari autostradali, rei di non aver eseguito gli investimenti nei tempi previsti e aver nel frattempo intascato pedaggi giustificati proprio con la necessità di finanziare quegli investimenti. Da tanta severità è però emerso solo un rinvio degli aumenti tariffari in programma (ormai scattati) e una forma semplificata per gli adeguamenti tariffari futuri, con una nuova regola valida per 10 anni, e non più 5, che stravolge sostanzialmente il metodo del price cap. Tanto, per come lo si era applicato per i 10 anni precedenti…

Il cosiddetto “Collegato infrastrutture” al Dpef, sempre del luglio 2008, metteva bene in chiaro che il nuovo governo avrebbe puntato molto, almeno a parole, sulle grandi opere infrastrutturali. Viene rilanciato alla grande il ponte sullo Stretto di Messina.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:21| 
 |
Rispondi al commento

LE BELLE STATUINE

Gerardo Giannone, delegato Fim della Fiat di Pomigliano, ha partecipato al «casting» di Annozero restandone però escluso.

Come mai? Non è abbastanza comunista?

«Io sono iscritto Fim dal 2001 e comunista dalla nascita».

E allora?

«Allora la troupe di Santoro è arrivata a Pomigliano due giorni fa, quattro persone accompagnate da un tizio che sapeva già cosa fare».

Quale compito avevano?

«Dovevano reclutare un centinaio di operai. Santoro li voleva in studio in tuta blu, al posto dei ragazzi della Generazione zero».

Figuranti sugli spalti?

«Non solo. Tre operai dovevano anche intervenire in diretta durante la trasmissione. E quelli di Annozero avevano deciso in anticipo che sarebbero stati tutti della Fiom, due delegati e un semplice iscritto».

Da Santoro ha diritto di parola soltanto la Cgil?

«I nomi erano scritti su un foglietto».

Immagino la rivoluzione degli esclusi.

«Che discorsi. La Fiom non è egemone a Pomigliano. Santoro vuole farsela con loro? Padronissimo. Ma non venga a dire che intende dare voce agli operai».

Che cosa avete fatto voi degli altri sindacati?

«Abbiamo minacciato di non mandare i nostri operai. Allora quelli di Annozero hanno cambiato idea, in studio le tute blu senza i delegati. Il mattino dopo altro cambio di programma: hanno chiesto un rappresentante per ciascuna delle tre federazioni maggiori».

Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil.

«Ci sarebbero anche Fismic, Ugl, Slai-Cobas e Cisal, ma con meno iscritti».

Quindi bisognava scegliere facce nuove da far parlare.

«Noi della Fim abbiamo indicato un componente delle Rsu. Dopo averlo fatto parlare un po’ l’hanno scartato perché dicevano che è grasso».
Doveva essere filiforme come una velina?

«A quel punto sono stato indicato io. Il provino sembrava andato bene, ma dieci minuti dopo hanno voluto un’altra persona ancora. Dicevano che era più giovane e telegenico».

Lei quanti anni ha?

«35».


Leandro Leonori (leonid), Gubbio Commentatore certificato 15.05.09 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Doppo ave' fatto l'Arca
Noe' disse a le Bestie:-Chi s'imbarca
forse se sarvera', ma chi nun monta
si' e no che l'aricconta.
Perche' fra pochi giorni, er Padreterno,
che s'e' pentito d'ave' fatto er monno,
scatenera' un inferno
pe' rimannacce a fonno.
Avremo da resta' sei settimane
tutti sott'acqua: e, li', tocca a chi tocca!-
Ogni bestia tremo'. Ma un Pescecane
strillo':-Viva er Diluvio!- E apri' la bocca.

Francisco C., Milano Commentatore certificato 15.05.09 12:20| 
 |
Rispondi al commento

http://www.osservatoriosullalegalita.org/09/acom/05mag2/1400mauavvojus.htm

14 maggio 2009

Sicurezza : per i penalisti ddl inutile e incostituzionale
di Mauro W. Giannini

Dopo la richiesta di fiducia sul ddl "sicurezza" contro il quale il mese scorso i penalisti italiani si sono astenuti dalle udienze per cinque giorni, l'Unione Camere Penali Italiane e' nuovamente intervenuta denunciando l'adozione di "provvedimenti inutili e propagandistici, in contrasto con i principi della Costituzione". Sotto accusa le ronde, la reintroduzione del reato di oltraggio a pubblico ufficiale,

Secondo l'UCPI, "L’approvazione del disegno di legge sulla sicurezza dei cittadini impone, ancora una volta, la necessità di ribadire la nostra decisa e complessiva contrarietà alle innovazioni con esso introdotte, contrarietà che tante volte l’UCPI ha espresso, anche ricorrendo alla misura estrema della astensione dall’attività giudiziaria. Si tratta di un provvedimento che, in linea con i precedenti interventi realizzati tramite decreto legge, si connota per una matrice squisitamente autoritaria dei rapporti fra cittadino e stato e che segna una profonda involuzione del sistema dei valori costituzionali".

Di una simile concezione, a giudizio dei penalisti, "è emblematica la reintroduzione del delitto di oltraggio, ormai da tempo rinunciato dal nostro ordinamento, che attesta non solo la volontà del legislatore di assegnare particolare ed autonomo rilievo all’onore del pubblico ufficiale, ma anche di garantire ad esso una tutela affatto differenziata rispetto all’onore del privato cittadino. La causa estintiva del reato prevista per l’ipotesi in cui l’imputato risarcisca al pubblico ufficiale ed al suo ente di appartenenza il danno cagionato dall’oltraggio costituisce previsione affatto straordinaria nel sistema penale, atta peraltro a fornire una fortissima arma di 'ricatto' che il cittadino,

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi stò logorando dentro non ho quasi più la forza di lamentarmi
che sia quasi arrivato al limite!!!!!

fabrizio a., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Assodato che la crescita demografica nei paesi di emigrazione è esplosiva e che è stata orchestrata dai paesi industrializzati una politica mondiale a danno e sfruttamento della loro economia, i flussi migratori seguono l’andamento (in tal caso indotto) della domanda e dell’offerta di manodopera.
Se alla moratoria di molti paesi industrializzati (già saturi perchè da prima meta di emigrazione)si aggiunge che nell’opinione collettiva mondiale, pienamente fondata, l’Italia è il paese "della cuccagna" incapace di gestire gli eventi, allora è naturale che flussi migratori eterogenei vi si dirigano. Ed è altrettanto naturale che quegli individui già con reati nel loro paese cerchino di approdare qui. E infatti la devianza straniera in Italia non ha paragoni e i clandestini hanno la maggiore rappresentanza.
In questo contesto, la debole Romania, invasa e saccheggiata ormai da tempo soprattutto dagli italiani,dirige più facilmente (ora che è in Europa)la sua migrazione indiscriminata in Italia.

Allora il punto è che fino a quando ci saranno interessi ambigui e loschi a imporre i dictat, vergognose contraddizioni e scopi oscuri, non arriveremo a nulla di fatto, anzi si acuirà la guerra tra poveri( gli italiani disoccupati contro gli stranieri).
Fino a quando non ci decideremo a spazzare via il pattume che ci rappresenta, a livello nazionale ed europeo, aspettiamoci il peggio.

Sabrina M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Dottrina Sarkozy, parte il corteggiamento italiano
15/05/2009 [ Dario D'Elia ]

"L'industria musicale italiana chiede al Governo di seguire l'esempio francese"

Anche il Senato francese ha approvato la normativa basata sulla Dottrina Sarkozy. Dopo il sì dell'Assemblée Nationale, 189 voti a favore, 14 contrari e 109 astenuti hanno sancito la vittoria della normativa HADOPI. Il primo effetto collaterale è che i rappresentanti dell'industria musicale italiana hanno acceso i motori per convincere il Governo Berlusconi a seguire l'esempio francese.

"Esprimiamo il plauso delle organizzazioni italiane che rappresentano le industria dei contenuti perché siamo convinti che tale intervento risponda pienamente all’obiettivo di contrastare in radice l’assunto che tutto in rete deve essere solo gratis e liberamente accessibile", si legge nella lettera co-firmata da tutti gli esponenti del settore (AFI, AIE, Anem, FEM, Fimi, Fpm, PMI, Unemia, Univideo e Sistema Cultura Italia).

"Al di là degli aspetti tecnici della nuova normativa, la nuova legge francese è di fondamentale importanza per il nostro mondo perché punta a proteggere il patrimonio culturale dell’Unione Europea sviluppando davvero un’economia basata sulla conoscenza, promuovendo il mercato digitale attraverso lo sviluppo e la diffusione in rete dei contenuti creativi legali".

"Ci auguriamo che anche il nostro Paese, con il Comitato contro la Pirateria Multimediale e altre iniziative normative dia seguito urgentemente all’attivazione di politiche pubbliche volte a tutelare il patrimonio artistico e culturale dell’Italia".

Intanto, i deputati socialisti francesi hanno deciso di sottoporre il nuovo testo di legge al Consiglio Costituzionale. Continua infatti a non convincere l'opportunità di consegnare agli ISP il potere di disconnessione dal web.

http://www.tomshw.it/news.php?newsid=18112

M X (hall2001), versilia Commentatore certificato 15.05.09 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Quando il premier disse:
«Quelle navi non vanno fermate»
Berlusconi, la tragedia degli albanesi in Puglia del ’97 e le critiche a Prodi: no ai blocchi, il diritto non lo prevede

Il 30 marzo del 1997, giorno di Pasqua, Silvio Berlusconi è a Brindisi con i 34 albanesi sopravvissuti al naufragio del 28 marzo (Ansa/Caricato)
«Dov’è la cipolla, piagnina?» Erano i primi di aprile del ’97 e il leghista Daniele Roscia, sfot­tendo Silvio Berlusconi per le lacrime versate sugli albanesi morti sulla nave speronata da una corvetta della Marina italia­na, non poteva immaginare che un giorno il Cavaliere avrebbe blindato con la fiducia un decreto come quello di ieri fortissimamente voluto dalla Lega.

Rileggere quanto disse allo­ra il leader azzurro, deciso a sot­tolineare i contrasti dentro il governo Prodi che per arginare gli sbarchi in Puglia aveva vara­to il pattugliamento delle coste andando incontro alla spaven­tosa tragedia della «Kater I Ra­des » affondata con una mano­vra sbagliata dalla «Sibilla», è fonte di sorprese. Per comincia­re, secondo l’Ansa, il leader az­zurro accorso a Brindisi a in­contrare i sopravvissuti, ricor­dò che «l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugia­ti aveva espresso deplorazione su questa misura del blocco na­vale: ora dopo quello che è suc­cesso, dobbiamo riscattare la nostra immagine e dobbiamo fare tutto ciò che le nostre pos­sibilità ci consentono, non so­lo con il nostro esercito per pro­teggere gli aiuti, ma dobbiamo essere tutti noi generosi». Quindi, offerta ospitalità per­sonale a una dozzina di profu­ghi, espresse «le sue riserve sul pattugliamento» e smentì asso­lutamente a Repubblica che Ro­mano Prodi l’avesse preavverti­to: «Non sono stato informato né di blocchi né di pattuglia­menti. Prodi mi aveva informa­to dell’intervento finalmente possibile in Albania, dicendo­mi che era stato trovato un ac­cordo con i paesi di cui mi ha fatto i nomi — Portogallo, Fran­cia, Grecia ed altri — per una missione di pace

paola zara Commentatore certificato 15.05.09 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHÉ UN’ATTENZIONE NON VADA DEL TUTTO PERSA
(@ MONICA C. Frattamaggiore)

Le voglio far sommessamente notare la sensibilità… “politica” che nutrono i blogger verso certi temi, anziché verso altri. Ieri notte lei ha postato, quasi in contemporanea, un commento sulla candidatura di Silvio Berlusconi per il premio Nobel per la pace ed ha avuto, come positivo riscontro, diversi sottocommenti (tra l’altro uno molto spiritoso, del… giocoso M. Angelino). Tre minuti prima ne aveva postato un altro “CONTRO LA CRISI E CONTRO IL RAZZISMO! Campagna Nazionale ‘Da che parte stare’”, tratto “da FEMMINISMO A SUD” ed è rimasto… totalmente… “intonso”. Notato che è una persona così sensibile, pronta e preparata ne tragga lei le deduzioni. Se ha postato quel commento “Contro la crisi e contro il razzismo” credo che ne condividerà le motivazioni, anche se le spiegazioni sono, nella realtà, di tutt’altro genere.
Ecco l’effetto del riformismo e revisionismo intellettuale e politico: “La crisi mostra spietatamente che lo sfruttamento non conosce differenze:” – come scrive lei – non perché “tutti hanno mutui e affitti da pagare, l’incubo del giorno dopo”, ma perché in questo sistema, in cui ci ostiniamo a sopravvivere, è sufficiente che s’incontri forza-lavoro e Capitale perché lo sfruttamento avvenga. Non è questione di volontà, ma di struttura. Altrimenti perché nacquero i comunisti? I comunisti sono rivoluzionari – dopo l’esperienze storiche fatte, non è detto che debbano essere per forza violenti – non si devono adattare o modellarsi a questo sistema, ma unirsi e lottare per superarlo!
Domenico Colitta 13*05*09 - 18,15 in “Vizzini vuol dire fiducia”

DOMENICO COLITTA 15.05.09 12:05| 
 |
Rispondi al commento

http://lottantanove.wordpress.com/2009/05/14/quel-pasticciaccio-brutto-di-viale-mazzini-endemol-uber-alles/

Quel pasticciaccio brutto di Viale Mazzini: Endemol Uber Alles

2009 MAGGIO 14

Forse ci sarebbe da tapparsi le orecchie, cavarsi gli occhi. Far finta di niente.
Mica sapevo, di questo programma Rai: Verdetto Finale. Una copia meno aggressiva – e che strizza l’occhi al sistema giuridico americano – di Forum. Dico: ok. Libera concorrenza.
Libera, certo.
Se ne sentiva il bisogno? E’ il male minore.
Da poco il programma, spostato al primo pomeriggio, è in piena competizione con l’edizione pomeridiana dell’omologo Mediaset. E non è sede per parlare di dati d’ascolto (che vedono grossomodo sempre battuto il programma del primo canale, e comunque non ce ne importa).
Ciò che interessa è che nella sigla finale campeggi un gran bel logo: Endemol.
Sì, Endemol.
In breve: Mediaset, attraverso Mediacinco Cartera (controllata al 75% da Telecinco, gruppo Mediaset, e al 25% direttamente da Mediaset) acquista dalla spagnola Telefonica il 75% di Endemol. Per merito, anche, di una cordata costituita da John De Mol (Cyrte Fund II, fondatore olandese di Endemol) e dalla banca d’affari Goldman Sachs (Gs Capital Partners VI). Che con Mediobanca (Unicredit, Fondaria Sai, Mediolanum, Italmobiliare, Benetton, Fininvest eccetera, presidente di consiglio d’amministrazione Renato Pagliaro, parigrado anche di Telecom e Rcs, e mi fermo che sarebbe lunga per tutti) ha svolto il ruolo di advisor (consulente strategico-finanziario).
Consulenze.
La questione è gigantesca, pachidermica. Telecom, Benetton, Ligresti, Telefonica..

Semplici osservazioni:
>Perchè comprare un format già visto, nato morto, dall’azienda di proprietà concorrente?
>E’ plausibile parlare di un duplice beneficio – vendi programmi di scarsa qualità per indebolire l’appetibilità televisiva e commerciale della concorrenza e passare dalla cassa?


(continua al link)


DICONO CHE I SONDAGGI DANNO IL NANO AL 76%.OMETTENDO DI DIRE CHE IL 76% DEGLI ITALIANI VUOLE VEDERE IL NANO APPESO...

aniello r., milano Commentatore certificato 15.05.09 12:04| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Genny Giugliano, sei meglio del vecchio "Eco della Stampa".

Ma non hai niente altro da fare?

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it/?TAG=casoria

POLITICA
11 maggio 2009
NON DIMENTICARE NOEMI (di Stefano Olivieri)

Non derubrichiamo ciò che è accaduto a Casoria per favore. Non accettiamo la mano di bianco che stampa e tv hanno preso a dare sull’argomento, declassandolo dietro ai clandestini respinti, all’Italia multietnica o meno, alla querelle fra Berlusconi e la CEI sulla questione dell’accoglienza e sul dovere di assistenza. Ciò che è accaduto a Casoria è il frame, assai sospetto per dire la verità, di un film sulla cui trama Berlusconi in primis dovrebbe fornire informazioni dettagliate e sufficienti non per l’età della ragazzotta, non per la sciagurata intervista da lei rilasciata ( “papi” etc..) e nemmeno per la distanza stellare che separa – almeno per quel che ci si vuole far sapere - i destini di una umile famiglia del napoletano da quelli della famiglia del presidente del consiglio.

Qui se tutto deve essere messo a tacere – madre e figlia ormai irreperibili; il padre Elio rilascia interviste scontatamente addomesticate – vuol dire che il pesce puzza sul serio, talmente tanto che neanche con la potenza mediatica di cui dispone il cavaliere si ritiene di correre il rischio di continuare a parlarne. Invece si deve, e si deve pretendere con forza che la stampa sia più coraggiosa che mai, perché se si tace stavolta vuol dire che l’omertà ha avvolto interamente la democrazia italiana.

Tralasciando le giustificazioni – addirittura offensive per l’intelligenza degli elettori, ma si sa che il premier li considera da sempre come bambini di undici anni e neanche troppo svegli.. – trascurando dunque l’amore smisurato di Silvio Berlusconi per i ceti umili e il suo giovanilismo (…), restano due ipotesi di lettura della vicenda.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 12:01| 
 |
Rispondi al commento

FONTE: REPUBBLICA.IT

Riportiamo dalla Repubblica del 07/05/2009, a pag. 38, la risposta di Corrado Augias ad un lettore dal titolo....

Interssante !

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5869&mode=thread&order=0&thold=0

Gipo Pogi Commentatore certificato 15.05.09 11:58| 
 |
Rispondi al commento

http://gisa.splinder.com/post/20542714/Marchette+papiali

giovedì, 14 maggio 2009

«.... Decide le cose all'improvviso. Tante volte è successo alle due di notte che dice: "Va là, andiamo a mangiare una pizza". Così». Già, così. Anche alla festa di Noemi Letizia a Casoria? Al diciottesimo compleanno della ragazzina che lo chiama papi, Silvio Berlusconi ha detto di essere arrivato proprio così: all'improvviso. Poi il Natale scorso la Damiani è arrivata ad Arcore con tutto il campionario. Una roba meravigliosa. E Berlusconi si è messo lì, paziente ad ordinare: trenta collanine, venti ciondoli, quaranta bracciali...».
(Lerch Ghedini)
------------------
«Ma che lato B mozzafiato...magari... Il sedere a mandolino è il risultato di photoshop. L'ha vista Noemi in tv? È una cosarella, esile, esile. Quando si fanno i book bisogna ritoccarsi un po', anche le labbra, quelle si gonfiano, si sgonfiano..».
(Domenico Cozzolino, presunto boy-friend di Noemi)
-------------------
Vomitevole marchetta delle truppe cammellate di Mattino5 al califfo Silvio: il "giornalista" di Chi, Parapiglia, introduce il reportage fotografico dedicato al suo padrone, con sommo gaudio di Imbriachino, della iena ridens D'Urso e dello zombie Liguori. In esclusiva, tutte le foto apparse nel numero di Chi di questa settimana (da me pazientemente scannerizzate, alla faccia dei conati di vomito): dal nuovo fidanzato della verginella illbata "che adora curarsi le unghie", un relitto di Uomini e Donne che stranamente non ha partecipato alla festicciola della fidanzata, al bacio sadomaso con lingua di Anna Palumbo e del busillis Elio Letizia fino all'album celebrativo di papi nano. Roba da far rosicare di colite spastica Littorio Feltri
p.s.: imperdibile l'accurata telenovela Papi Silvio - Noemi, narrata dall' Espresso
---------------------

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Dal Niger quasi 10 mila africani fuggono verso le nostre coste. La guerra per l'uranio e l'alleanza Gheddafi-Sarkozy favoriscono i trafficanti. E gli accordi Italia-Libia diventano così una beffa.

Visto da Agadez, l'ultimo abbraccio tra il premier Silvio Berlusconi e il colonnello Muhammar Gheddafi è una beffa. In questa splendida città di fango rosso in mezzo al Sahara in Niger, l'accordo sull'immigrazione ratificato a Tripoli il 2 marzo scorso è già carta straccia. Da Agadez i camion e i fuoristrada stracarichi di emigranti africani che sperano di arrivare a Lampedusa, in Italia o in Europa hanno ripreso i loro viaggio verso la Libia. Il traffico è ripartito come ai tempi d'oro. Sotto lo sguardo indifferente e spesso interessato dell'esercito libico che controlla la pista di rocce e sabbia alla frontiera di Tumu, nel silenzio del deserto.

Gheddafi, a sud del Sahara, oggi è soltanto un esecutore di decisioni prese a Parigi. Per fermare o rallentare la marcia dei clandestini verso il loro futuro, Berlusconi dovrebbe piuttosto chiedere l'intervento del presidente francese Nikolas Sarkozy: perché la via ai trafficanti di uomini è stata riaperta proprio grazie alla guerra dei tuareg. Una guerra per l'uranio sostenuta dalla Francia nella regione di Agadez. Da novembre 2008 migliaia di persone sono passate dalla città rossa per andare a nord. Con un record di partenze tra gennaio e febbraio: quasi 10 mila ragazzi e ragazze in fuga dall'Africa occidentale. Dalla prossima estate capiremo se questa generazione di ventenni avrà trovato lavoro in Libia o apparirà nei telegiornali sui barconi alla deriva nel Mediterraneo. Il loro obiettivo, dicono, è arrivare in Italia o da qualche parte in Europa.

http://www.vocidallastrada.com/2009/04/la-rotta-delluranio-e-dei-clandestini.html

(

Alba Kan. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:56| 
 |
Rispondi al commento

L'Istat certifica il peggioramento della crisi.
...
Commenta / DIRETTA REPUBBLICA TV

--------------------------------------

Commenta?

Bhà.. Molto tempo fà, uno scienziato annotava su un diario i suoi esperimenti.

'..tolta una zampetta, la cavalletta, al comando SALTA, riesce a coprire con un balzo in avanti una distanza pari a 87 cm.'

'Tolta una seconda zampetta, la cavalletta, al comando SALTA, riesce comunque a fare un salto in avanti di 65 cm.'

'Con tre zampette la cavalletta, al comando SALTA, copre un distanza minore: 40 cm.'

'Con due sole zampette, al comando SALTA, la cavalletta fà un salto di 25 cm.'

'Con una zampetta, il balzo è minimo. 10 cm.'

'Tolta l'ultima zampetta la cavalletta è diventata sorda'.

epe pepe 15.05.09 11:55| 
 |
Rispondi al commento

http://masadaweb.org/2009/05/14/masada-n°-923-14-5-2009-le-tentazioni-del-potere/

MASADA n° 923 . 14-5-2009. Le tentazioni del potere

Scurrrilita’ e idiozia politica – Coca o cortisone? – Franceschini tira la volata –
Di Pietro decide per il NO

“Nulla riesce meglio del successo, che e’ la calamita che tutto tira a se’ e tutto giustifica”.
Alexandre Dumas
..
Un proverbio: Sciacalli ed avvoltoi ne trovi dove vuoi.
..
“Sopravviviamo: ed e’ la confusione
di una vita rinata fuori dalla ragione“
Pier Paolo Pasolini
..
Su Veronica e l’immorale astensione
Viviana Vivarelli

Prim’ancora che la notizia del divorzio fosse sui giornali, gli amici conniventi gia’ gli sputtanavano la moglie. Il vergognoso Feltri butta subito fuori foto pronte di Veronica in teatro discinta e col seno di fuori, vecchie foto di 30 anni fa. Vi immaginate un giornale americano che facesse altrettanto con Michelle Obama o uno inglese con la moglie di Brown o uno spagnolo con la signora Zapatero? Una vendetta lurida e biliosa, che attesta il basso livello di B, la sua capacita’ di non rispettare nemmeno la madre dei suoi figli e dunque la dignita’ di quei figli stessi. Ma che esempio di marito e padre e’ mai questo? Dopo la lubricita’ di un tale machismo caricaturale e insano, credo che a un figlio maschio non resti che la via dell’omosex.E, dopo aver intimato alla stampa di ignorare la porcata di un divorzio che sottende atti libidinosi su minori, ecco che il sire pretende di parlare lui solo e produce la sceneggiata solipsistica, ipocrita e infarcita di menzogne, a Porta a Porta. Dov’era allora il famoso contraddittorio? Quello per cui tanti programmi sono stati messi al palo. O vale solo nei casi in cui il sire non sopporta la critica politica?

Per chi era quella sceneggiata putrida che avrebbe sconcertato anche un lento di mente? Non certo per la moglie, che dopo essere stata trattata come una padella vecchia veniva ora fatta passare per una ritardata mentale,

(continua al link)


INQUIETANTE

"Berlusconi tale e quale” – Vita, conquiste battaglie e passioni di un uomo politico unico al mondo"
Una serie di 15 fascicoli gratuiti per conoscere la storia di “Silvio a prescindere da Berlusconi”. A partire dal 12 maggio, dal martedì al venerdì, in omaggio con Libero.


UN GIORNO NON LONTANO STAMPERANNO FRANCOBOLLI.
MEGLIO ANCORA IMMAGINETTE VOTIVE.
COME SIAMO POTUTI ARRIVARE A QUESTO???
SI PUBBLICA LA VITA A PUNTATE DI UN MAFIOSOPIDUISTA...


monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5887

LA VOCE DEL PADRONE - NUOVI FASCISTI E NUOVI CRIMINI
Postato il Martedì, 12 maggio 2009

DI ANTONELLA RANDAZZO
lanuovaenergia

Qual è la cosa più giusta da fare, salvare vite in pericolo oppure limitarsi a denunciare i crimini del passato senza sollevare un dito verso quelli che si possono evitare nel presente?
Sembrerebbe una domanda molto sciocca, dato che la risposta dovrebbe essere scontata. Ma non lo è per le nostre autorità, che ritengono più grave non sollevare indignazione per i crimini passati che non agire per impedire quelli attuali. Non ci credete? Eppure il sindaco di Roma Gianni Alemanno, in occasione della presentazione del futuro museo della Shoah a Roma non ha fatto altro che denunciare i crimini del vecchio fascismo, sostenendo che “la Shoah degli ebrei d’Europa è stato senza dubbio uno degli eventi più tragici e aberranti che il genere umano abbia mai conosciuto”. Peraltro, Alemanno non è molto preparato in Storia, ignorando che molti altri genocidi erano già stati perpetrati in Africa, in Asia e in America.

Come mai le nostre autorità sono così attente all’Olocausto degli ebrei e ai possibili comportamenti antiebraici mentre ignorano con molta disinvoltura i massacri che avvengono oggi nel Terzo mondo o le tante vittime che perdono la vita nel tentativo di fuggire dall’inferno del loro paese?

Le nostre autorità, essendo corrotte, seguono pari pari quello che il gruppo di potere decide, perdendo non soltanto la dignità ma anche il minimo senso di umanità verso i loro simili. Il gruppo di potere ha deciso che il razzismo più grave è quello contro gli ebrei, specie quelli già morti, uccisi dai vecchi nazifascisti. Inoltre, nel sistema attuale viene generata miseria in molti parti del mondo, e i poveri diventano colpevoli, specie se decidono di espatriare sperando di trovare un lavoro che permetta loro la sopravvivenza.

(continua al link)


Stamani sul treno un amico mi ha detto:

"ho paura per il mio posto di lavoro"

44 anni, 2 figli, biologo ricercatore in una azienda farmaceutica.

Ecco fotografata l'Italia.

Mario Angelino Commentatore certificato 15.05.09 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.terranauta.it/a1067/rifiuti_e_riciclo/la_monnezza_scomparsa_della_campania_e_finita_nella_discarica_di_ferrandelle.html

RIFIUTI E RICICLO
La monnezza scomparsa della Campania? E' finita nella discarica di Ferrandelle

Una squadra di attivisti di Legambiente è riuscita a compiere un sopralluogo a Ferrandelle, una località che si trova tra i comuni di Casal di Principe, Santa Maria La Fossa e Grazzanise. I rifiuti scomparsi dalle città della Campania sono tenuti 'sotto sorveglianza' in una grande discarica a cielo aperto, in un'area completamente recintata. L'area, dichiarata sito di interesse strategico nazionale e strettamente vigilata, era stata confiscata al boss Francesco Schiavone, detto Sandokan. Doveva diventare una fattoria, invece è stata requisita dal Commissario straordinario per i rifiuti. E ora ospita, secondo le stime di Legambiente, almeno un milione di metri cubi di rifiuti indifferenziati.

Sono finiti a Ferrandelle i rifiuti scomparsi dalle città della Campania. Una località che si trova tra i comuni di Casal di Principe, Santa Maria La Fossa e Grazzanise. Sono tenuti sotto stretta sorveglianza in un'area completamente recintata di diversi ettari. Nessuno si può avvicinare più di tanto perché tutto il perimetro è stata dichiarato sito di interesse strategico nazionale e c'è una vigilanza molto attenta che allontana tutti quelli che cercano di guardare più da vicino.
Ieri notte una squadra di attivisti di Legambiente, guidati dal direttore dell'associazione ambientalista, Raffaele Del Giudice, sono arrivati sul posto per fare "un sopralluogo". "Ci sono montagne di rifiuti ammassate senza alcun controllo sui possibili danni sanitari e ambientali – spiega Del Giudice – mentre continua ad arrivare quotidianamente la monnezza da ogni parte della Campania".

(continua al link)


Come s'Eclisso' Milosevich....così Nanosevich!

enrico w., novara Commentatore certificato 15.05.09 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi è un baro che gioca a poker con i soldi degli altri.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:43| 
 |
Rispondi al commento

http://alessandrotauro.blogspot.com/2009/05/la-caccia-allimmigrato-e-lincombenza_14.html

giovedì 14 maggio 2009

La caccia all'immigrato e l'incombenza delle elezioni europee (video)

talia, 2009. Il governo presieduto da Silvio Berlusconi reputa necessario e giustissimo il pattugliamento delle acque internazionali per bloccare gli arrivi dei migranti dal nord dell'Africa. L'opposizione del centrosinistra protesta.

Italia, 1997. (video) Il governo presieduto da Romano Prodi reputa necessario e giustissimo il pattugliamento delle acque internazionali per bloccare gli arrivi dei migranti dal nord dell'Africa. L'opposizione del centrodestra protesta (e Berlusconi piange).

Quante cose possono cambiare in 12 anni. E' vero, 12 anni non sono pochi, ma in un paese decisamente immutabile come il nostro sono come 3 giorni in un paese in continua evoluzione come la Spagna, la Francia, la Germania o gli Stati Uniti d'America.

12 anni fa il leader dell'opposizione Silvio Berlusconi piangeva le vittime extracomunitarie ---> http://archiviostorico.corriere.it/1997/aprile/01/Italia_puo_ospitare_000_profughi_co_0_9704013066.shtml

di uno speronamento involontario compiuto dalla Marina Italiana impiegata nel pattugliamento delle acque. E protestava contro questa arrogante politica di non-accoglienza, contro il pattugliamento dei mari, atteggiamento non consono allo stile del nostro paese.Allora dichiarava: "Io ho parlato sia con l'uno (Casini, ndr) sia con l'altro (Gasparri, ndr) e si sono detti d'accordo con me. Casini questa mattina era un po' imbarazzato perché credo che, in una trasmissione televisiva, si fosse detto d'accordo con l'idea del pattugliamento".

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:42| 
 |
Rispondi al commento

15 maggio 2009

Palermo. Si apre oggi il processo d'appello al senatore Totò Cuffaro, ex presidente della Regione siciliana, all'imprenditore della sanità privata Michele Aiello e ad altri 11 imputati: ex investigatori, medici e professionisti.

Il procedimento venne denominato "Talpe alla Dda", per via della rete di spionaggio realizzata, in Procura, attraverso la quale gli indagati riuscivano ad attingere notizie riservate sulle indagini in corso, fra queste quelle per la ricerca dei boss Bernardo Provenzano e Matteo Messina Denaro. Il processo si apre davanti ai giudici della terza sezione della Corte d'appello di Palermo, presieduta da Giancarlo Trizzino. Cuffaro venne condannato dal tribunale a 5 anni per favoreggiamento e rivelazione di segreto d'ufficio. Aiello, indicato come il prestanome di Provenzano in campo sanitario, aveva avuto 14 anni per associazione mafiosa. La sentenza di primo grado, del 18 gennaio 2008, costrinse Cuffaro - che era stato comunque già sospeso dalla carica dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - a dimettersi. La procura ha fatto appello solo per le posizioni di Cuffaro, Aiello e dell'ex maresciallo dei carabinieri Giorgio Riolo, condannato a 7 anni per favoreggiamento, accesso abusivo al sistema informatico della Procura, rivelazione e utilizzazione di segreto d'ufficio, corruzione e interferenze illecite nella vita privata altrui.

BUON GIORNO BLOGGER...

monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mia paura, spero infondata è che con i rispingimenti, si rischiano di creare tragedie. Prima per quei disperati , la visione di una motovedetta che li soccorreva poteva essere l'inizio di una speranza, adesso, quando vedranno avvicinarsi una motovedetta, sapranno che invece è la fine, è il ritorno all'inferno.Dalla fine di ogni speranza, mi aspetto dei tragici gesti purtroppo questo non è cinismo,questa sarà una tragica realtà, che i nostri governanti, sanno bene , ma a loro dei morti di colore se ne fregano, pensano solo ai voti, che si prenderanno, con l'odio e col cinismo, di questo polpolo ignorante.

lugi b 15.05.09 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Pil in caduta libera.
Il peggiore governo che si poteva immaginare.

E voi state ancora a pensare che abbia fatto bene Grillo a non fondare un partito (senza candidarsi personalmente) e presentarsi alle elezioni?

Potevamo fargli il culo a questa classe politica indecente e invece siamo qui a friggere l'aria.

Riditemelo ancora che le liste civiche saranno una grande rivoluzione dal basso.
Forza.

Ditemi anche quanti decenni ci vorranno però.

Mario Angelino Commentatore certificato 15.05.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UOMINI

Chissà se il ministro maroni e tutti quelli della lega hanno visto il filmato di quel demente che con un martello fracassava la testa a due poveri anziani, mentre nessuno interveniva, tranne due extracomunitari che lo fermavano conducendolo alla polfer.

Ecco, credo che questi due UOMINI siano più degni di tanti altri di essere ITALIANI.

Cogli l'attimo Cogli L'attimo, Genova Commentatore certificato 15.05.09 11:39| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.aprileonline.info/notizia.php?id=12059

Il nucleare di Berlusconi è un bluff

Francesco Ferrante*, 13 maggio 2009, 13:18

Il commento Con l'approvazione dell'articolo riguardante l'Agenzia per la Sicurezza Nucleare, tra l'altro non autonoma e senza adeguate risorse, il Senato ha completato l'esame delle norme inerenti e compiuto un primo passo verso il "ritorno al nucleare", una vera fissazione ideologica di Berlusconi e Scajola

Un complesso, quello delle norme sul nucleare, contro cui si è battuto l'intero Gruppo del Pd al Senato, in cui sono presenti elementi di dubbia costituzionalità. Viene rafforzato il centralismo dello Stato e le Regioni e gli enti locali sono espropriati dei loro poteri; si ricorre all'uso dell'esercito per consentire la costruzione delle centrali; si affida inspiegabilmente al Cipe la scelta del tipo di impianti. Senza dimenticare l'abuso di potere: come altrimenti si potrebbe giustificare il commissariamento della Sogin proprio nel momento in cui questa società aveva finalmente avviato le procedure di decomissioning del vecchio nucleare, e lo stravolgimento del ruolo dell'Enea?

Va poi aggiunto che è stato predisposto il rinvio di sei mesi sulla delega al governo per la localizzazione delle centrali, inizialmente prevista per giugno e rimandandola a dopo l'approvazione complessiva del provvedimento. Questo rinvio è però anche una chiave per capire quale è la reale strategia del centrodestra: continuare ad agitare una bandiera ideologica, quella del "ritorno al nucleare", con la falsa promessa che questo consentirebbe una riduzione del prezzo dell'energia, senza però procedere alla effettiva costruzione di una centrale che inevitabilmente farebbe perdere consensi sul territorio.

Si spiegano così le promesse di Berlusconi e Scajola nella recente campagna elettorale in Sardegna, in cui assicuravano "mai una centrale nucleare in Sardegna"

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Nello stesso periodo, è diminuito del 4,1% nel Regno Unito e del 2,6% negli Stati Uniti.

Pil sempre più a picco: -5,9% rispetto ai primi tre mesi del 2008. E' la variazione peggiore dal 1980.

Secondo le rilevazioni dell'Istat, rispetto al trimestre precedente il calo è stato del 2,4%. Mentre il dato che si avrebbe a fine anno in caso di variazioni nulle si attesta a -4,6%. Stabile all'1,2% l'inflazione. Imprese, meno soldi per chi chiede un prestito.

Roma, 15 mag. (Adnkronos/Ign) - Il Pil, nel primo trimestre, è diminuito del 2,4% rispetto al trimestre precedente e del 5,9% rispetto al primo trimestre del 2008. E' quanto comunica l'Istat, sottolineando che si tratta delle peggiori variazioni dal 1980, ovvero dall'inizio della seria storica confrontabile.

==========================

Sempre più a picco?
Si, ma con ottimismo!

E meno male che l'Italia avrebbe dovuto superare la crisi prima e meglio degli altri!

Che ci stino prendendo per i fondelli, lo avevamo capito, sono loro che non hanno capito che noi abbiamo capito!

cettina d., isola Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:36| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://informazionedalbasso.myblog.it/archive/2009/05/14/il-nepotismo-della-lega-nord.html

14 maggio 2009
ANCHE ALLA LEGA PIACE IL MAGNA MAGNA .... (video)

Se non mi sbaglio quelli della Lega erano quelli che urlavano "Roma Ladrona". Forse qualcuno lassu lo dice ancora, in sottovoce.

Renzo Bossi, la trota del senatur, non e' ancora riuscito a diplomarsi. Dopo ben 3 tentativi. Un bel curriculum devono aver pensato quelli della Fiera Milano per averlo preso tra le loro schiere a vigilare sull Expo. Mi spiego meglio, Renzo Bossi: anni 20, licenzia di scuola media inferiore, figlio del ministro per le riforme Umberto Bossi e' stato inserito nell'organico dell'Osservatorio sulle Fiere lombarde, per vigilare sulla "torta Expo" (vedesi 15mld di finanziamenti preventivati) Qualcuno di voi potrebbe aver pensato ingenuamente che per ricoprire certe cariche bisognerebbe avere qualche esperienza nel campo amministrativo, contabile, fieristico, organizzativo. Invece no. Francesco Speroni, presente in trasmissione, ci ricorda che siccome il Renzo e' abile imprenditore nel settore dei prodotti medicali (leggesi cerotti e garze) puo tranquillamente andare a vigilare sui nostri soldi. Per la maturita c'e tempo. Mi chiedo come mai non abbiamo ancora promosso ad ammiraglio della marina un propretario di un peschereccio o a capo dei vigili del fuoco un abile distributore di estintori.

In trasmissione c'e anche quello sciocchino di Bignami (candidato alle europee per il PD) che, essendo all'opposizione, ha ben pensato di complimentarsi per la riesumazione del ministero del turismo, abolito per via referendaria nel 93. Ministero che e' stato assegnato alla Brambilla, giusto per dimostrarci che i soldi delle nostre tasse vengono spesi con parsimonia. Cosi oltre alla ministra mora (Carfagna) ora abbiamo anche quella rossa (Brambilla). Per la bionda invece dobbiamo aspettare che Noemi compia 21 anni.

(continua al link)


a parziale integrazione del mio commento precedente

fonte corriere.it

CALO MONDIALE - Venerdì sono stati diffusi i dati di molte nazioni, che sono peggiori delle previsioni. In particolare, la Germania registra il calo peggiore dal 1970. La Francia è entrata nel periodo di recessione più lunga dal 1949. Di seguito i dati Paese per Paese: il prima riguarda il dato del primo trimestre 2009 sul quarto del 2008, il secondo il dato tendenziale annuo.

Ue-27 -2,5% -4,4%
Eurozona-16 -2,5% -4,6%
Italia -2,4% -5,9%
Germania -3,8% -6,7%
Francia -1,2% -3%
Gran Bretagna -1,9% -4,1%
Stati Uniti -1,6% -2,6%
Olanda -2,8% -4,5%
Austria -2,8% -3,6%
Rep. Ceca +0,7% -3,4%
Romania -2,6% -6,4%
Bulgaria -3,5% (annuo)
Ungheria -2,3% -5,8%
Slovacchia -5,4% (annuo)
Hong Kong -4,3% -5,5-6,5%
Kazakistan -2,2% (annuo)


dei paesi della cosi detta europa forte solo il dato tendeniale della Germania è peggiore del nostro.Ma la Germania ha una ricchezza e uno stato sociale che noi ce lo sogniamo i loro lavoratori in difficoltà non sono abbandonati al loro destino, moltissimi dei nostri si

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.radicalsocialismo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=779&Itemid=76

Il governo della "cattiveria"
Scritto da Pietro Ancona
giovedì 14 maggio 2009


Un Parlamento controllato da una maggioranza schiacciante di centrodestra si accinge a votare senza discutere una legge che incrudelisce la condizione dei migranti del nostro Paese consegnandoli nelle mani non sempre pietose ed oneste dei datori di lavoro, arbitri assoluti del loro destino di persone normali o di “clandestini”. Un Parlamento svuotato della sua facoltà di legiferazione, privato della dignità di intervenire nel merito delle leggi da varare, fa della Italia un paese meschino, cattivo, percorso da spiriti malvagi di prepotenza verso gli inermi, un paese del quale dobbiamo ogni giorno vergognarci per i rimproveri che giungono dall’Onu, dall’Europa, dalla Chiesa. Anche i poveri sono nel mirino del governo della “cattiveria”. I senza tetto dovranno essere schedati in appositi registri del Ministero degli Interni. Il confine tra povertà e illegalità diventa sempre meno certo ed i clochards diventano oggetto di particolari interessi polizieschi. Le ronde originate dalle guardie padane nate come polizia della Padania-Stato verranno introdotte e finanziate dallo Stato.

Non sono servite a niente le proteste dei sindacati di polizia e dei costituzionalisti che temono sempre di più una gestione privatistica e di parte del monopolio della violenza che dovrebbe essere detenuto soltanto dallo Stato. L’introduzione del reato di clandestinità per i migranti avrà conseguenze devastanti nella sfera dei diritti inviolabili delle persone. Bambini potranno essere dichiarati adottabili e strappati alle loro famiglie, persone potranno essere incarcerate in un sistema penitenziario che desta serie preoccupazioni dal momento che è funestato da suicidi e da condizioni disumane di superaffollamento.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Parafrasando De Luca, si ha l’agghiacciante sensazione, andando avanti nel tempo, che ci sia un medesimo libro di valori e di ideali che le generazioni si sono trasmesse e che governi, partiti e popoli leggano in esso sempre meno, proprio come se un unico dito, scorrendo una sola copia, lentamente ne cancellasse le righe.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 15.05.09 11:27| 
 |
Rispondi al commento

http://toghe.blogspot.com/2009/05/il-berlusconismo-dellassociazione.html

GIOVEDÌ 14 MAGGIO 2009
Il berlusconismo dell’Associazione Nazionale Magistrat

di Felice Lima
(Giudice del Tribunale di Catania)


Ci sono cose che sai, ma che sono talmente gravi e clamorose che a volte, sotto sotto, è come se non ci volessi credere nonostante la loro evidenza.

Ho scritto tante volte che il potere interno alla magistratura, gestito dalle correnti, disgraziatamente è diventato identico al potere esterno, gestito dai politici, e ho illustrato in molti modi questa convinzione.

Ho scritto anche in diverse occasioni come i gestori del potere interno della magistratura difendano ormai solo il loro personale potere usando la asserita difesa dell’indipendenza della magistratura (e, si badi, NON dei magistrati) solo come alibi di facciata.

Ho scritto queste cose, che appaiono del tutto evidenti, ma probabilmente, da qualche parte dentro di me, speravo in una qualche smentita, in un cambio di atteggiamento, in una presa di coscienza.

Per questo le reazioni del “potere interno” alla sentenza con la quale il T.A.R. del Lazio ha dichiarato illegittimo e annullato il trasferimento di Clementina Forleo disposto dal C.S.M. sono riuscite a stupire anche me.

Di quella sentenza, della sua fondatezza in diritto e della irragionevolezza della reazione dei consiglieri del C.S.M. iscritti al Movimento per la Giustizia (una delle correnti dell’A.N.M.) ho scritto in due articoli ai quali rinvio: “Il C.S.M. e Clementina Forleo: ovvero dei pessimi rapporti fra il potere e la legge” e “Il Movimento per la Giustizia il potere e la legge”.

Ieri l’Associazione Nazionale Magistrati ha emesso un comunicato su quella sentenza che offre la prova evidente che i capi dell’A.N.M. pensano esattamente come il Silvio Berlusconi al quale dicono di volersi contrapporre.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ok Beppe! Ormai, purtroppo, abbiamo capito benissimo la situazione.
Mi pare di poter dire che le parole, pur doverose e sacrosante che vai ripetendo da anni, non sono servite e non servono a risolvere questo stato di cose; mi par di poter dire che ai destinatari di turno al potere, tutte queste verità entrano da un orecchio ed escono dall'altro, senza lasciare la pur minima traccia.
Non ti senti un po' frustrato a ripetere fino al parossismo le stesse cose senza che succeda nulla che ci faccia sperare in un futuro migliore?
Al punto in cui siamo, la nostra genetica propensione all'autolesionismo ha creato tanti e tali danni al nostro paese, che pare impossibile possano essere risolti democraticamente e quindi, considerato che non troveranno soluzione, ripetere gli elenchi delle cose che non vanno ha come unico risultato quello di inviperirci e frustrarci sempre di più. Cosa possiamo fare oltre a parlare, parlare, parlare, elencare, elencare, elencare, che sono le attività che a noi latini in genere riescono meglio, a discapito del fare, fare, fare?....
(a dire il vero una ipotetica soluzione ci sarebbe: c'era una volta, nel 1789........)

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 15.05.09 11:26| 
 |
Rispondi al commento

http://iogiocopulito.it/2009/05/giocare-sporco/

Giocare Sporco
By Sandra Amurri
Una notizia che non ha meritato l’attenzione dei quotidiani.

Ieri la Provincia di Campobasso ha affidato l’incarico di costruire una strada, a pochi metri dalla scuola Iovine a San Giuliano, il cui crollò causò la morte di 27 bambini e della loro maestra, all’imprenditore Giovanni Martino, condannato, in Appello, a cinque anni e interdetto dai pubblici uffici, proprio per il crollo della scuola. Martino, inoltre, non è stato rimosso, dal ruolo di Presidente Regionale dell’Associazione A.C.E.M(Associazione Costruttori Edili e Complementari del Molise)di Campobasso

Bookmark It
This entry was posted on Giovedì, Maggio 14th, 2009

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Ok Beppe! Ormai abbiamo capito benissimo la situazione.
Mi pare di poter dire che le parole, pur doverose e sacrosante, non servono a risolvere questo stato di cose; mi par di poter dire che ai destinatari di turno al potere, tutte queste verità entrano da un orecchio e escono dall'altro, senza lasciare la pur minima traccia.
Non ti senti un po' frustrato a ripetere fino al parossismo le stesse cose senza che succeda nulla che ci faccia sperare in un futuro migliore?
Al punto in cui siamo, la nostra genetica propensione all'autolesionismo ha creato tanti e tali danni al nostro paese, che pare impossibile risolvere democraticamente e quindi, considerato che non troveranno soluzione, gli elenchi delle cose che non vanno non fanno altro che inviperirci e frustrarci sempre di più. Cosa possiamo fare oltre a parlare, parlare, parlare, elencare, elencare, elencare, che sono le attività che a noi latini in genere riescono meglio, a discapito del fare, fare, fare?....

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 15.05.09 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://nonleggerlo.blogspot.com/2009/05/filippo-facci-condannato-perche.html

GIOVEDÌ 14 MAGGIO 2009
Filippo Facci Condannato perchè
Motivatamente Servo.

Non provo gusto nel leggere della Condanna di Facci.
Sii, lo so lo so, ma i vaffanculi-imbecille presi e le minacce di portarmi davanti ad un Giudice erano, orsù, ciarpame (alla fine di questo post trovate tutto). Avrebbe fatto meglio a controllare i proprio Berlusco-Impulsi, forse.

Filippo Facci è stato condannato perché diffamò Alfredo Robledo, Sostituto Procuratore al Tribunale di Milano, che dovrà essere risarcito con 50.000 € (ecco l'articolo incriminato: "Gli ultimi saranno gli ultimi" - dettagli sentenza). Quest'ultimo assieme a Fabio De Pasquale ebbe la "colpa" di rinviare a giudizio Silvio Berlusconi per Corruzione in Atti Giudiziari, meritandosi per questo l'articolo diffamatorio di Filippo. Da lì sarebbe poi partito il Latrinaio-David Mills, condannato proprio a febbraio per aver intascato "almeno 600.000 dollari per dichiarare il Falso in 2 processi a Berlusconi" (Corriere.it - 17 febbraio) (ecco come la presero all'estero).

In questi giorni dovrebbero uscire le motivazioni di quest'ultima sentenza, ci piacerebbe capire chi tra Grande Puffo, il Mago Forrest e Rocco Siffredi corruppe corrompendo il corrotto Mills (1° Grado). Purtroppo il Premier onde evitare sentenze David-similari ha preferito costruire attorno a sé un Bunker Legislativo ad-processam, anche se c'è da dire che a breve (ci siamo no?) la Corte Costituzionale con un poderoso soffio benevolo sbriciolerà le mura della vergogna. E Giustizia (italiana) sarà fatta: ripartirà per il nostro Premier un nuovo processo (in cui non si potrà utilizzare la sentenza Mills), i tempi saranno lunghissimi e zzzakkkete ... Prescrizione Matematica.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Stan a spulciare i clandestini.
Noi abbiam gli UFO in parlamento.....
Strani Clan-destini.....

enrico w., novara Commentatore certificato 15.05.09 11:20| 
 |
Rispondi al commento

BUGIARDI BUGIARDI BUGIARDI

come dei pappagalli ben ammaestrati i BERLUSCONIANI ci hanno ripetuto che la crisi in Italia era meno grave che in altri paesi.
ERA TUTTO FALSO....

QUESTI SONO I DATI DEL PIL NEL PRIMO TRIMESTRE DI QUEST'ANNO;

ITALIA -5,9%
GERMANIA -3,8
GRAN BRETAGNA -4,1%
USA -2,6%
FRANCIA -1,2%

ANCORA IN AUMENTO LA CASSA INTEGRAZIONE E I DISOCCUPATI.

fonti ,ilsalvagente.it , il sole 24 ore

ogni volta che incontriamo un politico della maggioranza,in trasmissioni radio telvisve o di persona diamogli questi dati.dobbiamo sputtanarli senza tregua, non abbiamo mezzi ma la nostrà rabbia e la nostra volontà possono fare molto.SVEGLIAMOCI

nei sottocommenti tutte le trasmissioni radiotelevisive alla quali possiamo intervenire.

per conoscere metodi e modalità suggerimenti e consigli per come fare ad andare in diretta contattatemi;
cell. 3771447634
vittoriopampa@yahoo.it
contatto skype; paolo papillo
http://informazionedalbasso.myblog.it/

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.chiaianodiscarica.it/?p=769

Eco-Criminali scaricano e bruciano rifiutui speciali (video)

Giovedì, Maggio 14, 2009

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna.

Il giudizio 15.05.09 11:17| 
 |
Rispondi al commento

niente di nuovo sul fronte...
ci stanno abituando a non vedere, se ci riescono, siamo "fritti".
intanto i soliti, cercano di fare controinformazione, ma i "potenti" sono tali e per questo oscurano costantemente, tutto ciò che non gli fà comodo.
resistenza, come nel 44, boicottaggio e protesta, come nel 68;
informazione REGOLARE,
schede di protesta, voto alle liste, PERNACCHIE E FISCHI AI MESTIERANTI POLITICI!!!

valter p., roma Commentatore certificato 15.05.09 11:16| 
 |
Rispondi al commento

http://www.inviatospeciale.com/2009/05/dimenticata-la-class-action/

Dimenticata la class action

14 maggio 2009

Il centro destra ha mandato in soffitta casi come Cirio, Parmalat, Giacomelli, Finparte e a Finmac e in fumo i risparmi di chi aveva investito in quelle società.
Lo ha sostenuto il vicecapogruppo dei senatori del Pd, Luigi Zanda rendendo noto che la maggioranza chiedendo “per la terza volta una proroga e un rinvio” dell’entrata in vigore della norma.Il senatore ha ricordato come con l’azione collettiva di risarcimento “non si introduce nessun reato nuovo e nessuna nuova aggravante, si offre soltanto ai cittadini, ai consumatori, ai risparmiatori, ai piccoli azionisti una possibilità di difesa migliore dei propri interessi”. Zanda ha rimproverato al centro destra di aver previsto degli “ammorbidimentì sul piano dei contenuti, con le proroghe concesse”.Zanda ha proseguito; “Quando si approvano norme di questo genere, si sa qual è il destinatario, a chi si riferiscono, chi deve essere beneficiato. Si sa, ad esempio, chi doveva essere beneficiato dalla norma sul conflitto di interessi. Chi avrebbe potuto trarre beneficio dalla regolamentazione delle televisioni, chi dalle leggi sul falso in bilancio e chi ha tratto e trarrà beneficio dai rinvii finora effettuati della legge che prevede l’azione collettiva di risarcimento. Non si sa, invece, chi beneficerà di quest’ultimo rinvio. Ma lo sapremo e non sarà un bel momento per il nostro Paese e nemmeno un bel momento politico”.Infine il vicecapogruppo dei senatori del Pd ha ricordato come “la storia è iniziata con l’Alitalia e con la riduzione dei poteri dell’Antitrust. Poi il piano casa, che nella sua prima versione prevedeva la semplificazione delle norme antisismiche. La maggioranza vuole l’emendamento Balboni che elimina la retroattività dell’azione collettiva di risarcimento. È un gravissimo errore perchè così impedisce ad un istituto di civiltà giuridica di entrare rapidamente nel nostro Paese”.

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei commentare questo post dal punto di vista di un immigrato. Beh, in effetti sono un immigrato particolare, ho una laurea, e ho potuto puntare ad un istituto di ricerca internazionale, dove la mia professionalità è ben valutata e ben remunerata.

In questo modo, sto evitando il mio paese di origine, dove all'istruzione e alla ricerca non glie ne frega niente a nessuno, e se pretendi di ottenere un lavoro perché te lo meriti, senza fare anticamera dal politico col cappello in mano, sei fottuto.

Quando sento mettere in discussione Shenghen e il mercato libero europeo, mi vengono i brividi alla schiena. Perché, per fortuna, il mio paese fa parte della UE e sono riuscito a trovare la mia strada in un altra nazione europea. Il mio lavoro è finanziato da programmi di ricerca della Comunità Europea e, essendo i risultati pubblici, torna indietro a tutti gli europei. Se non ci fosse Schengen, dovrei andare continuamente al consolato e all'ambasciata. Quando mi scade il contratto, dovrei aggiungere alla fatica della ricerca di un altro lavoro, l'angoscia del permesso di soggiorno. Avrei meno finanziamenti e meno opportunità. E ne avrebbero meno gli europei.

Questa Europa dei politicanti, che punta troppo al dumping dei diritti, a partire da quelli degli immigrati e dei lavoratori, non piace molto neanche a me. Ma buttare via quello che ha di buono mi fa paura. Infatti, se il mio paese, oltre ad essere sottosviluppato e corrotto, uscisse anche dall'Unione Europea, per quelli che hanno la sfica di esservi nati, e che hanno dovuto, potuto e voluto ribellarvisi uscendone fuori, scegliendo di guardarlo da altrove, per quelli come me sarebbero veramente dolori.

Per cui, per favore, prima di stabilire che tutti i rumeni sono degli zingari delinquenti, pensiamoci bene. Prima di parlare di moratorie e sospensioni degli accordi europei, valutiamo bene quali sarebbero le conseguenze.

A proposito, il mio paese è l'Italia.

Marco.

Marco B. Commentatore certificato 15.05.09 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito dell'invasione dai Paesi dell'Est, mi sembra di ricordare che la mancata moratoria sia dovuta alla gestione dell'UE prima, ed al Governo poi, di Prodi.

Posso anche ricordare male, ma ci si potrebbe attivare per far sì che coloro (siano bulgari, rumeni, kossovari, albanesi, ecc. ecc.), che sono stati condannati per reati commessi in Italia, vengano rispediti ai loro Paesi per scontare la pena.

Con cinesi, indù, filippini, marocchini, tunisini ecc. ecc. è un po' più difficile, ma ci si può provare.

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 11:09| 
 |
Rispondi al commento

DAVANTI E DIPIETRO


VICOLO CIECO...
Sebastiano Messina per "la Repubblica" - Mancano solo cinque settimane e due giorni al funerale. Quale funerale? Quello della democrazia. La cui morte, secondo Antonio Di Pietro, avverrà immancabilmente il 21 giugno, data del referendum. Purtroppo la malcapitata non ha scampo. Di Pietro, che è stato in prima linea per la raccolta delle firme, il 30 aprile invocava la vittoria del Sì «perché questa legge porcata venga cambiata». Se non passa il Sì al referendum, spiegava il 2 maggio, «la democrazia è già morta». Poi, improvvisamente, dopo 11 giorni ci ha rivelato che anche la vittoria del Sì - fino al giorno prima unica fonte di salvezza - «finirebbe per uccidere la democrazia». La diagnosi, dunque, è terribile. Se il referendum non passa, la democrazia muore. Se il referendum passa, muore lo stesso. Cosa possiamo fare? Prepariamo l´abito scuro.

perdindirindina alè Commentatore certificato 15.05.09 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aiuto Beppe, dimmi che non è vero!!!

http://silvioperilnobel.sitonline.it/

Damiano Paolo 15.05.09 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Altro che silvio x il nobel .....

http://www.larondine.fi/index.php?option=com_content&task=view&id=469&Itemid=1

Stanco_ Mavoglio (dallatoscana) Commentatore certificato 15.05.09 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno qui vuol vedere cosa realmente si sta cercando di fare.
Fare in modo che non si assista più all'arrivo di barconi con gente "senza arte nè parte", che non si può assorbire nel mercato del lavoro, e che quindi è destinata a non trovare alcuna occupazione, salvo che nella malavita, e dare invece la possibilità a chi possiede una qualche esperienza di lavoro, o risorse culturali, di venirle ad esprimerle da noi.

Ma per far questo, come per i rifugiati politici, occorre che ci siano controlli alla PARTENZA, non all'arrivo.

Molto giusto quindi istituire nei luoghi da cui questa gente parte, dei centri che consentano di valutare le singole posizioni.

E chi le evita, non è desiderabile, perchè evidentemente il suo unico scopo è quello di approfittare.

Benvenuti dunque coloro che seguono prassi regolari, e respingimento di chi non lo fa.

Di questi ultimi siamo già saturi, e non possiamo certo farci carico noi di tutti i mali dell'Africa.

Se proprio vogliono, lo facciano coloro che ci criticano.

Sensible Uno Commentatore certificato 15.05.09 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Che succede? Vietato rispondere ad alcuni commenti?
Le prendiamo senza darle?

cettina d., isola Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera mi affacciavo per la prima volta sul blog di Beppe,che risaluto volentieri,facendo una semplice ed elementare disamina della politica italiana.
Non menziono le risposte becere avute,anzi signori miei sapete cosa vi dico,che se pensate che le battaglie le facciamo noi,diciamo così i "fortunati" dalla vita,gente alle quali non "manca niente", siete fuori strada.
Non pecco di presunzione stabilire che la maggior parte di voi è salariata,precaria e con i risaputi problemi familiari ed economici,e se voi stessi immagazzinate tanta "PRECARIETA'" in uno spazio così importante,posso dire con molto dispiacere:
"NON AVETE SCAMPO"!
A mai più risentirci.
Gianni.

gianni nazzaro, napoli Commentatore certificato 15.05.09 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


L'Italiano diventa sterile ,purtruppo, non vede,non sente,non sa e non fa.
Le immagini hanno mostrato il disinteresse per quanto accadeva alla stazione di Palermo
una vergogna all'Italiana
un popolo alla deriva sociale

voi come vi sentite?

Maverick .Ita Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.05.09 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dove è finito il nuovo post con la diretta streaming dalla fiera del libro?

lalla l. Commentatore certificato 15.05.09 10:46| 
 |
Rispondi al commento

quando si è "fratelli" e d'accordo sulle idee non esiste il "leccaculismo"
...esiste solo quando c'è il becero tornaconto personale..

Lenin di Pietro

L'ho detto ieri e lo ribadisco oggi.
E'evidente che l'individuo, nell'"ESSERE" colto e contemporaneamente "ESSERE" idiota e stupido venga deriso e commiserato.

Chi si presta in soccorso di un soggetto alquanto Paranoico e Schizofrenico (indipendentemente in pieno accordo sulle sue idee) lo ritengo suo simile e non trovo altra soluzione.

Lia ha esposto una visione del sopracitato con tutta chiarezza e semplicità cosa che voi due non avete.

Le vostre continue "incusioni" sparando nel mucchio come quando e quanto volete porterà sempre in un vicolo cieco.

Dovreste anche voi una buona volta "imparare" ad essere "analfabeti".

Abbassate questa vostra "spacconeria" nell'"essere" e nel "credere" di essere "Superiori" agli altri.

Piantatela di "essere" trasformisti.

Hasta!!

GERONIMO . Commentatore certificato 15.05.09 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione