Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fiato sul collo a Bari, il contropiede


demagistris
Il comune di Bari non si smentisce. Seconda puntata dell'operazione fiato sul collo. Se la videocamera è in mano a un cittadino si invoca l'assenza di autorizzazione, se invece è in mano a un giornalista pubblicista si pretende di verificare l'iscrizione all'albo. C'è qualcosa che non va nel comune di Bari? Potremmo chiederlo ai 226 presidenti di seggio che alla vigilia delle elezioni hanno dato forfait consegnando la città al caos elettorale.

10 Giu 2009, 15:35 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ho 17 anni, vorrei chiederti se posso partecipare all'iniziativa "Operazione Fiato sul Collo" e se è legale filmare all'interno del consiglio.
Grazie mille!

Giuseppe Mustacchia (beppe92), Sassuolo, Modena Commentatore certificato 02.12.09 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa perchè ad oggi sul sito del ministero risultano ancora 3 sezioni non scrutinate al comune di Bari? in fondo pagina è scritto: GLI ATTI DELLE SEZIONI MANCANTI SONO STATI INVIATI ALL'UFFICIO CENTRALE.
Cosa sta succedendo?

Giovanni Urso 12.06.09 11:16| 
 |
Rispondi al commento

è la prima vola che commento .in realta' basta la mia iscrizione al blog che è tutto un commento

osvaldo scognamiglio, napoli Commentatore certificato 11.06.09 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono davvero stanca di quest'informazione inesistente!!!
Magari non serve a niente, ma ho mandato quest'e-mail al tg1, tanto per far vedere che non subiamo in silenzio le stupidate che dicono:

"Vi scrivo per commentare i 39 secondi mandati in onda in data 11 giugno 2009 nell'edizione delle 20.00 riguardo l'intervento di Beppe Grillo alla Commissione Affari Costituzionali del Senato.
Dato che dovreste informare il pubblico, mi è spiaciuto constatare che i primi a non essere informati siete proprio voi.
Innanzitutto non si è trattato di uno show, era invece un incontro molto serio per illustrare la proposta di legge popolare Parlamento Pulito alla Commissione affari costituzionali (dopo la raccolta di 350.000 firme l'otto settembre di due anni fa, dopo la consegna delle firme all'allora presidente del Senato Franco Marini e la loro validazione).
Inoltre Grillo non è stato invitato, ma è andato per far valere uno dei diritti dei cittadini italiani, in qualità di primo firmatario della proposta di legge popolare.
Mi dispiace che invece di illustrare il desiderio di giustizia e onestà degli italiani, che si esplica con questa legge popolare, vi siate soffermati unicamente sulle espressioni colorite di un cittadino esasperato dalla situazione del Paese.
Cordiali saluti.
Silvia Barbieri"

Silvia Barbieri 11.06.09 19:42| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, ti sono grata x ciò ke hai fatto e ke fai, ti prego però di non trascendere nelle espressioni, o meglio di adeguarti ai contesti x dire quel ke devi ed ottenere quel ke vogliamo, altrimenti fai il loro gioco e vanifiki tutto.

isabella polito 11.06.09 16:02| 
 |
Rispondi al commento

La Storia si ripete; A me questo qualunquismo che tanto abbonda oggi, proprio nn va giù. Come lazzo si fa a dire che destra e sinistra sono uguali? E i diritti uguali per tutti?! E le lotte operaie? E quelle di emancipazione della donna? I salari, le 8 ore e la settimana corta, lo Statuto dei lavoratori, le 150 ore per la scuola pubblica, il divorzio e l' aborto, i sindacati nelle fabbriche, le lotte studentesche? Come mazzo si fa a dire che noi siamo uguali a chi ha messo bombe nelle stazioni nelle piazze e nelle banche, ha spacciato eroina nei '60 per comprare armi, che ha sparato a sindacalisti ed intellettuali, ha picchiato lavoratori che manifestavano pacificamente e ha tramato con l' alta borghesia, la politica più corrotta e i militari, per un colpo di Stato? Come razzo si fa?

ivan IV Commentatore certificato 11.06.09 14:16| 
 |
Rispondi al commento

SON TUTTI GAY COL CULO DEGLI ALTRI !!! IO NON HO FATTO LA PUBBLICITA' ALLA YOMO E NEMMENO HO UN REDDITO MILIARDARIO COME TE... MI GUADAGNO IL PANE COL SUDORE DELLA FRONTE E NON POSSO PERMETTERMI DI GIOCARE ALLA RIVOLUZIONE COME FAI TU. DALLE MIE PARTI SI DICE : '' Compagno ? Ti lavora che mi magno ''

enrico scampini 11.06.09 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe..vorrei chiederti un consiglio su una cosa che mi angoscia non poco..sono in guerra con la ..come posso difendermi da loro..tipo blocco amministrativo dell'auto..premetto che la cifra che mi chiedono io non l'ho mai vista in mano mia..5,800 euro in un unica soluzione x multe vecchie di 10 anni..ho diritto a difendermi o devo pagare magari facendomi prestare i soldi da qualcuno con tutte le conseguenze del caso..se la cosa esula da quello che si scrive su questo blog non rispondermi xchè capisco che questo è un problema personale..ti mando un abbraccio e speriamo che il basso continui a crescere..

gianluca z., roma Commentatore certificato 11.06.09 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Sono Napoletano e vivo a Roma da 20 anni amo molto la mia città ed ho sentito fortemente il problema della spazzatura a Napoli.
Vi premetto questo per arrivare velocemente alla domanda semplice.
Perchè i Colori della Differenziata a Napoli a Roma, in calabria e perfino da paesino a paesino, sono differenti?
Non sarebbe più facile che io quando a Roma ho una materiale riciclabile in mano e lo devo buttare so di poterlo buttare anche in un contenitore in autostrada perchè i colori sono uguali in tutto il paese?.
Sembra difficile imporre a tutti i comuni la stessa colorazione della differenziata?
Vi prego spiegatemi il perchè, io non mi rendo conto come si possa pensare di aiutare il cittadino a riciclare la spazzatura se non gli si da la possibilità di farlo in modo semplice.
Grazie e viva Napoli

Claudio Russo 11.06.09 11:29| 
 |
Rispondi al commento


Mercoledì 10 giugno 2009

Comunicato stampa


Urgenza informazione su L’ Aquila

A distanza di circa due mesi dalla notte tragica del 6 aprile scorso, la situazione nella provincia dell’Aquila sta velocemente precipitando. Fra tre mesi, in quelle zone potrebbe arrivare la neve. Non si intravedono speranze di avere una casa per coloro che potrebbero ritornare nelle abitazioni meno colpite. Nessuna speranza per coloro che vedranno la demolizione completa delle loro case. Nei prossimi giorni, verso il 15 giugno, si terranno riunioni urgenti tra la popolazione e la Protezione Civile, per capire se entro novembre si possa avere una sistemazione in container. Continua senza pausa, la sospensione della rete internet nei campi tenda. Sembra si voglia impedire ai sopravvissuti di comunicare con l’esterno.

Il giornalismo televisivo, radiofonico, delle emittenze di stato e delle più importanti reti private, evita di fare report sulla gravissima situazione. Nelle settimane scorse, durante il mese di maggio, nel periodo di massima allerta pioggia, con temperature notturne bassissime, si sono verificati decessi per anziani malati. La provincia è continuamente sottoposta a militarizzazione 24 ore su 24, e tutti i comuni colpiti sono sottoposti a commissariamento. Nessun sindaco può quindi decidere la sorte del proprio territorio. Nei giorni 15 e 16 giugno, il governo Berlusconi voterà il Decreto che potrebbe fare arrivare la ricostruzione della città addirittura al 2032. Pare che la votazione del decreto avverrà con la fiducia del Parlamento. L’imminente manifestazione del G8, sottopone la città a leggi speciali. Per il momento, pochi quotidiani e pochi settimanali, come ad esempio ‘Carta’, si occupano del caso ‘L’Aquila’. Sindacati, forze politiche, associazionismo, e tutti coloro che possono fare qualcosa per impedire che tutto questo degeneri, possono contattare questi siti: youtube.com/user/aq060409 oppure scrivere a uscitadi

saverio bambi Commentatore in marcia al V2day 11.06.09 11:28| 
 |
Rispondi al commento

gentili signori, ho letto il discorso alla commissione affari costituzionali di ieri. sono molto avvilita da come l'evolversi degli eventi politici italiani sta portando allo sfacelo l'idea costituzionale di libertà e i nostri diritti di cittadini. il discorso mi ha in parte rincuorata, sia perchè dà voce a quelli che come me non hanno voce, sia perchè sembra preannunciare la fine di una pseudodittatura in cui solo i ricchi sono davvero contenti (lo psiconano può fare comizi solo in piazze chiuse). in realtà, ho paura che non sia così, che la gente continuerà inspiegabilmente ad appoggiare l'attuale maggioranza, e questo mi lascia nuovamente frustrata e con ben poche speranze. ma cosa possiamo fare direttamente noi cittadini per mostrare la nostra avversione verso questo regime imposto? grazie, e vorrei tanto che risposte ci fossero.

cinzia tosati 11.06.09 10:57| 
 |
Rispondi al commento

io non ce la faccio piú, non ho piú la pazienza di credere nell'italia e negli italiani, non c'é piú alcun dubbio l'intelligenza, l'onestá, il Lavoro, sono doti e valori in assoluta minoranza nel nostro paese, Beppe come fai ad avere tanta pazienza? come fai a credere ancora negli italiani? Siamo difronte ad una maggioranza di menefreghisti e ottusi, sto diventando "neonazista", odio tutti, vivo in spagna e tutti mi prendono per il culo sullo psico-nano, io non so piu che dire io non mi sento piu orgoglioso del mio paese, tra la delinquenza della destra e il cretinismo della sinistra io non so piu che fare!

Marco Pondrelli (svidipon), Trani Commentatore certificato 11.06.09 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Allora mi viene da chiedere perché i miei figli, che hanno capacità giuridica, non possono esprimere attraverso i loro genitori o curatori le proprie necessità e i propri bisogni…

Chi, più dei genitori, può rappresentare una realtà che ha un bisogno urgente di essere rappresentato e di far sentire la propria voce..? Non voglio creare una posizione di antagonismo contro le generazioni più vecchie, ma bisogna creare almeno una posizione di parità dove le future generazioni hanno la possibilità di crescere e prendere per mano questo paese sempre più vecchio e egoista dove prevale un protezionismo estremo che sta danneggiando il futuro del paese.
Perché non dare alle famiglie questa possibilità di far pesare la propria voce, visto che sono loro che hanno avuto il coraggio di creare qualcosa di nuovo, per rappresentare il futuro del paese, un futuro che altrimenti cosi sembra un futuro fatto per pochi…
Chi è che si prenderà cura delle generazioni più anziane se le generazioni più anziane non danno la possibilità ai giovani di crescere e prendere la responsabilità di decidere per il bene di tutti…
Grazie per l’attenzione
Manuele Panzera

Manuele Panzera 11.06.09 09:56| 
 |
Rispondi al commento

grande beppe, almeno stai provando a fare qualcosa
dopo anni di bugie ed immobilismo, stai risvegliando
noi italiani che non ne possiamo più dei soprusi di questa gente, della loro arroganza ed ignoranza,come la signora che si è offesa perchè hai detto che erano vecchi,sembrava la padrona del mondo.si deve ricordare che se non ci fossimo noi a spaccarci la schiena per 1000 euro al mese,loro non sarebbero lì a prenderne 10000 per leggere un giornale.ci dai la speranza che davvero si possa cambiare questo sistema, dove sono tutti d'accordo prima se ne dicono di tutti i colori ma in fondo sono tutti d'accordo basta che ci sia una fetta per tutti, e nei comuni è ancora peggio,da anni la solita gente amministra solo nel loro interesse.
continua così
grazie Beppe

isacco sordi 11.06.09 00:55| 
 |
Rispondi al commento

allora

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.06.09 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi. Scendiamo in piazza.

La gente è troppo ottusa ed ignorante e i politici giocano su questo.

Il sistema è assolutamente perfetto. Ogni cosa è pensata e studiata a tavolino per far si che qualcuno si arricchisca (di potere e non solo) alle nostre spalle.

Apparentemente non c'e nulla che si possa fare.

Forse l'unica soluzione è che i politici vengano ammazzati.

Ma siamo brava gente, nn siamo in grado di fare determinate azioni ma dobbiamo far paura

La tv, i giornali, sono fonte di disinformazione.
Evitiamoli come la peste.

Passiamoci informazioni attraverso internet, attraverso strumenti con i quali ci puo essere interazione. Non strumenti passivi che impossibilitano ogni risposta.

Scendiamo in piazza, prendiamoli a sputi, insulti!
Dobbiamo essere tanti.

PS: Il contatore visite dell'intervento su youtube è bloccato a 305. Si sono comprati anche google?

Bruno Fortunato 10.06.09 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Come hanno votato ...??

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.06.09 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Voglio INTERCETTAZIONI PUBBLICATE sui giornali ! molti politic sono collusi con la camorra ! si blocca tutto ? niente indagini?

Graziella iaccarino-Idelson, napoli Commentatore certificato 10.06.09 20:39| 
 |
Rispondi al commento

<Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere
di gente infame, che non sa cos'è il pudore,
si credono potenti e gli va bene quello che fanno;
e tutto gli appartiene.
Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!
Questo paese è devastato dal dolore...
ma non vi danno un po' di dispiacere
quei corpi in terra senza più calore?
Non cambierà, non cambierà
no cambierà, forse cambierà.
Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali?
Nel fango affonda lo stivale dei maiali.
Me ne vergogno un poco, e mi fa male
vedere un uomo come un animale.
Non cambierà, non cambierà
si che cambierà, vedrai che cambierà.
Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali
che possa contemplare il cielo e i fiori,
che non si parli più di dittature
se avremo ancora un po' da vivere...
La primavera intanto tarda ad arrivare.


Oggi il mondo mi spaventa, mi spaventa quello che lscio in eredità amia figlia. Speriamo di farcela.

paolo s., cremona Commentatore certificato 10.06.09 20:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
QUANDO IMPARERANNO UN PO' DI DEMOCRAZIA QUELLI DEL COMUNE DI BARI, PROPINATEGLI LE WEB CAM, DEVONO SAPERE I BARESI DEVONO SAPERE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 10.06.09 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Per filmare senza essere notati, basta un paio di occhiali da sole recorder con videocamera incorporata su internet si trovano al costo di 109.00 euro con carte sd fino a 2GB.

Dimartino Giuseppe 10.06.09 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Ok...adesso vorrò vedere quando i consiglieri delle Nostre liste civiche chiederanno di filmare OGNI INTERVENTO COMUNALE......

AHAHAHAH....CE NE SARANNO DELLE BELLE....

GIUSEPPE F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.06.09 18:20| 
 |
Rispondi al commento

http://www.maplin.co.uk/Search.aspx?menuno=80100

non c'e' bisogno di essere "iene" per filmare senza essere notati...

Alex M., Londra Commentatore certificato 10.06.09 18:06| 
 |
Rispondi al commento

strano non sembrano così attacati alla privacy quando devono fare campagna elettorale......sono disponibili, sorridenti .......

Giovanni Avenia (giovanni da penne), Penne Commentatore certificato 10.06.09 17:15| 
 |
Rispondi al commento

La lettura di questo articolo porta via 2 minuti. Ma è divertentissimo e sbugiarda Berlusconi e le sue bugie su Obama...

http://www.sconfini.eu/Cronaca/il-15-giugno-saro-da-obama-e-invece-ci-ritroviamo-gheddafi-a-roma.html

Luca Farisi Commentatore certificato 10.06.09 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Grande Grillo!
ma non sembravano tanto intenzionati a darti retta!!!
pratica archiviata ci vediamo tra un qualche anno.
Grillo la gente è troppo ignarante così non si va da nessuna parte.
Bisogna coinvolgerla, farla ragionare!!!
Scendere in piazza e INCAZZARSI.

Giovanni Iurlo 10.06.09 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Grande Grillo, anche oggi al Senato l' hai sbriciolati quei 20 che erano presenti di cui la metà leggeva il giornale 5 erano con il cellulare ma come si fa ad andare avanti così ma prima o poi ci rifaremo dal "basso".

daniele gambino, livorno Commentatore certificato 10.06.09 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori