Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

OIL


OIL.jpg
Il film inchiesta "OIL: il potere e la dignità dei sardi" di Massimiliano Mazzotta è dedicato all'inquinamento e alle condizioni di lavoro alla Saras della famiglia Moratti, in Sardegna. Alla Saras hanno perso la vita di recente tre operai di una ditta appaltatrice. La Saras ha chiesto il sequestro del film.

1 Giu 2009, 22:08 | Scrivi | Commenti (26) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Caro Brillo (... ops .. volevo dire Grillo),
sono sempre lo spezzino disincantato che ogni tanto ti invia commenti per avere delucidazioni sulla tua bella villa in Svizzera sul lago di Lugano (Svizzera della quale non ti sei mai permesso di scrivere alcunche' di denigratorio
perche' forse siamo in presenza di un paese perfetto....mmmmmmm....)per le quali raramente ho ricevuto delle risposte.
Comunque ti aggiorno su una chicca che forse ti sei dimenticato, a proposito del Dott. Moratti
(con moglie dichiaratamente di estrema sinistra
- sic ! - .
Qualche anno addietro compro' il pacchetto azionario di maggioranza della squadra della mia citta' - LO SPEZIA F.B.C. - con l'intento neanche troppo velato di costruire poi un terminal petrolifero nel golfo dei poeti.
La cittadinanza si e' sollevata contro questa ipotesi di speculazione e - fortunatamente -
non se ne e' fatto piu' nulla.
Il giorno dopo il Dott. Moratti vendeva tutto il suo pacchetto azionario ad altri, non riscontrando piu' interessi della specie suddetta.
Questa piccola memoria , perche' a volte i mecenati e i compagni a loro vicino , non sono
nella realta' quelli che appaiono.
Ovviamente mi riferisco al Moratti attuale presidente emerito dell'INTER.
Ti saluto belin....

Giovanni Dondi

giovanni dondi 28.02.11 08:55| 
 |
Rispondi al commento

@Francesco Argiolas
ehm, il pastore con mascherina? è appunto una foto scattata da Andrea Manunta parecchi anni fa, per partecipare ad un concorso fotografico!!! quindi diciamo meno male che pastori e cittadini non se ne vanno in giro con la mascherina antigas, anche se penso che, in alcune giornate, sarebbe utile.
Il doc.OIL non mette in discussione la formazione e la sicurezza dei dipendenti Saras, ma la situazione dei lavoratori esterni, che ENTRANO nella PROPRIETA' Saras per lavori di manutenzione. Ora, i dirigenti e responsabili sicurezza Saras dovrebbero essere ben informati sulla situazione formazione e sicurezza fornita o meno ai dipendenti ditte esterne, o no? Anche l'argomento "straordinari sospesi dopo incidente in Saras" e "meglio stare zitti per non perdere lo stipendio e magari crepare per 800,00 euro" ci farei un pensiero. Sarebbe meglio e giusto lavorare, fare anche gli straordinari avendo in dotazione i necessari strumenti di protezione personale, anche quando e soprattutto si lavora in fretta nei periodi di fermata. o no? Il tutto, ovviamente, anche per garantire l'incolumità dei dipendenti Saras. o no?
saluti

Monica Assari Commentatore certificato 21.06.09 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma quanta gente c'è che dice un sacco di cose senza sapere di ciò che parla??? Tanto per cominciare gli operai che si dice prendano una miseria sono dipendenti di ditte appaltatrici esterne e quindi non sono stipendiati dalla saras, ma dalle stesse ditte. Gli stipendi non vengono decisi da dalle ditte ma si segue il contratto collettivo nazionale di lavoro. Inoltre non è stato detto che dopo l'incidente che purtoppo è successo è stato eliminato il lavoro straordinario con grande dissenso degli stessi operai proprio per il fatto che il lavoro straordinario era l'unico modo per queste persone di portare a casa un buon stipendio, quindi è inutile proclamare gli scioperi davanti alla saras quando il vero problema sono le ditte esterne. Gli operai lo sanno e non si lamentano con le ditte esterne perchè sanno che altrimenti alla scadenza del contratto questo non verrà rinnovato e si ritroveranno senza lavoro. Per quanto riguarda le recenti morti sul lavoro accadute in saras, non sono dovute a una mancanza di sicurezza della saras, visto che in raffineria di sicurezza ce n'è veramente tanta...Per quanto riguarda il film oil, mi fa solo ridere perchè a mio avviso dice un sacco di idiozie. Io vivo a sarroch e non mi è mai capitato di vedere un pastore con una mascherina antigas a filtri ( che poi il filtro usato da quel signore del video ha una durata veramente limitata, quindi per un pastore è veramente inutile l'utilizzo di quest'ultimo...!).
per quanto riguarda invece le emissioni inquinanti, la saras si tiene sempre molto sotto il livello limite di emissioni descritto dalle leggi italiane sia per quanto riguarda l'aria che per quanto riguarda il mare... Con questo non voglio dire ce comunque la saras non rovini il paesaggio o che non inquini ma secondo me è il prezzo giusto da pagare per il lavoro. Tutta la sardegna si basa sul lavoro prodotto dalla saras direttamente e indirettamente, quindi a mio avviso è un bene che ci sia.

Francesco Argiolas 20.06.09 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ennesimo scandalo. la SARAS che in un altro paese civile dovrebbe per lo meno mettere la testa sottoterra chiede che venga ritirato il documentario denuncia e nessun giornale parla di questa tentata operazione di censura nei confronti di oil da parte della famiglia moratti. e pensare che c'è gente che va dietro al calcio e che innalza ad eroe il patron moratti mentre a 1000 km da san siro 3 operai stanno perdendo la vita

francesco p., grottaglie Commentatore certificato 15.06.09 10:11| 
 |
Rispondi al commento

**

ndonio desanbasilio, tiburtina Commentatore certificato 12.06.09 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, con immensa gioia vedo Oil qui nel tuo spazio. Immensa perchè io e il mio partner abbiamo realizzato la colonna sonora del film e curato l'audio in generale.

Grazie

johnny melfi Commentatore in marcia al V2day 05.06.09 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Cari partiti,
la colpa del nostro dissesto politico è solo vostra perchè mandate avanti degli emeriti imbecilli, privi anche della dovuta cultura idonea per governare un paese come il nostro, inserito nell'Europa.
Tutti noi italiano dovremmo smettere di finanziarvi perchè ormai non ci rappresentate più: vogliamo politici seri e non buffoni come Berlusconi che pensa solo a candidare veline e non persone qualificate e responsabili.

Ma non vogliamo neppure personaggi come quelli della sinistra che pensano solo ad inserire nel nostro tessuto nazionale immigrati, senza tener conto che il loro costo pesa sulle nostre teste anche in termini di giustizia. Infatti, care persone di sinistra, non fate altro che volerli inserire in postazioni lavorative a discapito nostro, volete dargli alloggi pagati con le nostre tasse senza tenere conto che molti italiani non hanno lavoro e casa dove poter costruire la propria famiglia. Smettetela di dire che gli immigrati sono una risorsa perchè non è vero, almeno in questo periodo di crisi dove milioni di italiani stanno perdendo il proprio lavoro o sono precari da anni.

Ma insomma, cari partiti, è possibile che abbiate solo a disposizione invasati che non pensano agli italiani ma ad altro?

Se è così dovete essere aboliti e dovete lasciare a noi la scelta di che mandare avanti e chi no, visto che siamo noi a finanziare anche voi.

Care donne italiane che non siete più nel fiore degli anni o che non siete belle come Noemi, che può sculettare nuda in cerca di un "papi" che la inserisca nella politica o nel mondo dello spettacolo, pensateci bene quando vi appresterete alle urne perchè per voi, un posto di lavoro non ci sarà davvero. Oggi per poter lavorare, bisogna essere giovani, belle ed extracomunitarie.

E voi giornalisti, siete stati anche voi nominati dal "papi", visto che non fate altro che scrivere stupidaggini?
Vi siete dimenticati dei costi esosi dei politici o ci guadagnate anche voi con la nostro malessere?

settore menopausa 03.06.09 10:31| 
 |
Rispondi al commento

No sequestrare un Film documento, è Uccidere 2 volte povere persone, che si guadagnano con salari da fame a loro rischio e pericolo, un futuro sempre più compromesso.

Luciano B., Verona Commentatore certificato 02.06.09 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Domenica proprio in Sardegna si è costituito il movimento degli invisibili, capitanato ed organizzato dalla e intorno alla figura di Diego Cugia, papà di Jack Folla, Alctraz ed incredibile autore televisivo "relegato" al ruolo di scrittore di romanzi, in quanto personaggio non gestibile e scomodo.
Un altro Italiano illustre che "scende in campo". Siete tanti Italiani illustri, i soli ai quali ormai noi Italiani meno illustri diamo ascolto. Perchè non riuscite ad unire questi sforzi, a convogliare queste energie. Dio bono, saremmo tutti presenti se te, Gino Strada, Diego Cugia vi uniste in un progetto unico che si chiamasse: SALVIAMO L'ITALIA.
Capitemi, come tanti, sono alla deriva senza un'identità anche politica che mi rappresenti.
Scusa lo sfogo e la preghiera.
Facciamo finire questo schifo

giancarlo forte 02.06.09 16:19| 
 |
Rispondi al commento

possiamo fare un elenco lungo km sulle malefatte della classe politica.......
possiamo fare centinaia di proposte per migliorare la qualità della nostra vita....
possiamo urlare, discutere, protestare...

fino a che IL POPOLO ITALIANO DORME, anestetizzato dai mass media c'è poca speranza.

IO MI SONO SVEGLIATO e come voi ho visto lo scempio... GRAZIE BEPPE... ora svegliamo gli altri

daniele p., levanto Commentatore certificato 02.06.09 15:39| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE! Come sarda ti ringrazio di cuore e con tutta la simpatia ti mando un saluto affettuoso per ciò che fai, non stancarti di denunciare, sbattere in faccia ciò che non ci vogliono mostrare, di castigarli ridendo. Ti voglio bene, a mènzus bìere! Annarita

annarita p. (), sardegna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.06.09 13:27| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!!!

Il ministro Scaiola ha dato in concessione alla società australiana PoValley di eseguire perforazioni per cercare nuovi giacimenti petroliferi nell'alta Brianza, nel Parco della Valle del Curone e Montevecchia, l'ultimo grande parco e polmone verde a nord della ormai cementificata Brianza. Un parco nel quale si è investito in bioagricoltura e sviluppo ecosostenibile, grazie al quale in Brianza stanno tornando rapaci notturni e diurni, volpi, scoiattoli e addirittura il raro gatto selvatico. Uno dei due pozzi di ricerca dovrebbe essere addirittura in un'area di interesse paleoarcheologico, in cui sono state ritrovate le più antiche tracce di ominidi in Lombardia.

http://merateonline.it/Finestra_Zoom.asp?ID=64800&Sezione=MAIN

http://www.gevcurone.it/

Aiutateci nella protesta, firmate qui:
http://blog.libero.it/ilvimercatese/

Davide B. Commentatore certificato 02.06.09 12:39| 
 |
Rispondi al commento

l'Italia sta per diventare un enorme campo petrolifero. Il petrolio italiano e' di bassissima qualita', abbisogna di particolari opere di raffinamento, che sputeranno nell'aria inquinanti di ogni genere come gia'accade nella martoriata Basilicata.

Qui la mappa dell Abruzzo petrolizzando

http://1.bp.blogspot.com/_HC8MR7OWhgM/Sagz0P9eowI/AAAAAAAABC4/e_dqcHwIQFA/s1600-h/Abruzzo-concessioniweb-ok2.jpg

Qui commenti e osservazioni varie su Mr Moratti e le sue lacrime di coccodrillo. La Saras sfonda i (larghi) limiti italiani di emissioni di inquinanti un giorno si e due giorni no, mentre Milly e Letizia dalle loro comode case milanesi si vantano di amare e di proteggere l'ambiente.

http://dorsogna.blogspot.com/2009/01/quegli-altri-siamo-anche-noi.html

http://dorsogna.blogspot.com/2009/05/la-morte-saras-sarroch.html

http://dorsogna.blogspot.com/2009/05/moratti-linter-e-i-morti-di-sarroch.html

http://dorsogna.blogspot.com/2008/06/sarroch-sardegna-e-laria-fine.html

Maria R D'Orsogna 02.06.09 10:19| 
 |
Rispondi al commento

In Danimarca ieri in tv anno fatto vedere un isola autonoma dalle fonti energetiche praticamente i cittadini anno deciso di non usare piu fonti fossili usano solo le rinnovabili (sole vento maree ) che è successo adesso a inquinamento zero anno pure troppa energia e che fano ........... la vendono pure alla Danimarca il massimo.
Un particolare noi abbiamo piu sole di loro pero il problema è che NOI SIAMO L ITALIA
FORZA BEPPE con le liste a 5 stelle se no questi s.....i ci fanno venire il cancro a tutti

simone cameli, grottammare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.06.09 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alle volte mi chiedo se stiamo vivendo in un incubo collettivo:
gli operai continuano a morire per infortuni sul lavororo, nella totale indifferenza. Il governo anzichè rafforzare la normativa che li tutela sta smantellando quel poco che il precedente governo prodi aveva introdotto in materia;

berlusconi si sta letteralmente facendo beffe degli italiani, dimostrando il più totale disprezzo per le regole dell'etica e della morale pubblica, senza che tutto ciò vada minimamente ad intaccare la sua popolarità;

l'attuale crisi economica e finanziaria ci sta lentamente ma inesorabilmente impoverendo; il bello è che le banche stanno tornando a fare le stesse cose che ci hanno condotto a questo stato di cose e la finanza si sta riorganizzando per massacrare indifferenti ed inermi risparmiatori;

il presidente della repubblica, ogni tanto sembra svegliarsi dal suo letargo e pronuncia i soliti discorsi di circostanza: lo ascolto e mi fa tanta pena, mi ricorda i vecchietti che vengono imboccato all'ospizio.....

mi chiedo che senso abbia tutto ciò, quale sia il disegno nascosto che ci sta facendo lentamente ma inesorabilmente affondare in questa italia cialtrona.

Sto vacillando, forse sto per cadere.......ma mi rialzo......ed urlo più forte di loro....almeno fino alla prossima malefatta!

predica male 02.06.09 06:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

il documentario OIL racconta perfettamente la realtà del polo industriale di Sarrock:inquina creando una nuvola cupa perenne in cielo e deturpa lo splendido paesaggio sospeso tra il mare ormai inquinato e le verdi colline che ci sono ancora anche se sono contaminate da 50 anni di SARAS in nome del Massimo profitto...e nel frattempo altri 3 Uomini muoiono in questo mercato impazzito dove l'operaio è diventato semplicemente un numero intercambiabile con un altro...come tanti piccoli indiani veniamo colonizzati dal conquistatore di turno che in cambio di lavoro da dipendente precario ci distrugge pure la terra!!!

roberto u., cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.06.09 02:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ricordiamoci come sono andate le ultime votazioni regionali della sardegna, poi riflettiamo...

SALVA TORE 02.06.09 01:41| 
 |
Rispondi al commento

CISAO BEPPE
E' AGGHIACCIANTE CHE NON SI CONTINUI A FAR NIENTE, LA SARAS COME QUELLO CHE E' AVVENUTO A TORINO SONO DELLE MORTI BIANCHE VOLUTE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 01.06.09 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sconcertante......

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.06.09 23:40| 
 |
Rispondi al commento

è molto triste, se non drammatico, tarpare le verità scomode. quando,poi, ci sono di mezzo morti reali e potenziali la cosa assume un tratto schizofrenico che neppure Hofmann saprebbe risolvere.
Caro presidente degli idrocarburi "neri ed azzurri" prenda atto delle colpe e delle mancanze e rispetti il dolore e il sudore della gente immolata su delle energie dannose e controproducenti ( anzi producenti solo per chi le trasforma e vende). è inutile oscurare film,documenti,testimonianze...di tutto si dovrà render conto, in un modo o nell'altro: NIENTE SUCCEDE PER CASO

tommy boy 01.06.09 22:38| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori