Colpevoli di lesa maestà

Le interviste del blog beppegrillo.it: Alessandro Didoni su Gaetano Pecorella
(10:23)
AlessandroDidoni.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Cos'è la violazione della privacy oggi in Italia? Fare una domanda al dipendente Pecorella su Don Peppino Diana il prete ucciso dalla camorra e riprenderlo mentre ti insulta? Venire querelato per violazione della privacy dal dipendente Pecorella? Essere incensurato e ricevere, a seguito della querela, la visita alle 6.30 del mattino di tre poliziotti solo due giorni dopo? E' violazione della privacy trovarsi trattato come un criminale, la casa perquisita e portato in commissariato? Cari pecorelli di tutta Italia, la vostra privacy sta finendo. Se i due ragazzi avessero querelato per violazione della privacy il dipendente Pecorella, questi avrebbe ricevuto la visita della Polizia alle 6.30 del mattino di due giorni dopo? Siamo ancora uguali di fronte alla legge?

Testo dell'intervista:
A. Didoni: Tutto inizia il 19 luglio, a Milano, quando partecipiamo alla commemorazione della morte di Paolo Borsellino in una manifestazione dove si chiede verità sulla strage di via D'Amelio.
Il giorno dopo, lunedì 20 luglio, partecipiamo nel pubblico assieme ad alcune persone di Milano contro le mafie a una trasmissione su Telelombardia, Iceberg, che tratta proprio di questo tema. In studio ci sono degli ospiti piuttosto importanti, abbiamo Nando Dalla Chiesa, abbiamo il figlio di Ciancimino (Vito n.d.r.) che attualmente sta parlando ai magistrati proprio in merito a questa trattativa, Nuzzi, l'autore di Vaticano spa e l'onorevole Gaetano Pecorella. Durante la trasmissione l'onorevole Pecorella fece questa dichiarazione: "se pensiamo a questa trattativa tra Stato e mafia si rischia di perdere fiducia nelle istituzioni". Io sono pienamente d'accordo che i cittadini debbano avere fiducia nelle istituzioni, credo anche che le istituzioni abbiano il dovere, però, di guadagnarsi questa fiducia. Ecco perché in diretta un ragazzo che era con me, Dario, fa una domanda all'onorevole Pecorella riguardo a Dell'Utri, co-fondatore del partito in cui Pecorella è, gli chiede se non prova imbarazzo del fatto che Dell'Utri sia stato condannato in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa. L'onorevole Pecorella risponde che Dell'Utri è stato eletto regolarmente quindi il problema non si pone. Viene data velocemente la pubblicità dal conduttore Parenzo, e io colgo l'occasione dello stacco pubblicitario per fare un'altra domanda all'onorevole Pecorella, gli chiedo come mai nel 2003, visto che era sia presidente della Commissione giustizia alla Camera sia l'avvocato del presidente del Consiglio, quindi due incarichi importanti, come mai decide di assumere le difese anche di Nunzio De Falco, boss dei Casalesi condannato all'ergastolo come mandante dell'omicidio di Don Peppino Diana, il prete anticamorra di cui parla nel suo libro anche Saviano. Il conduttore mi chiede: "ma perché? Nunzio De Falco non ha diritto di essere difeso?" io rispondo: "certo, assolutamente!", ma non era la mia domanda, e tanto meno stavo mettendo in dubbio il fatto che un avvocato possa decidere chi difendere, è nel diritto di ogni avvocato. Però da cittadino mi sento anch'io di chiedere conto di questa scelta che riguarda il piano morale di difendere Nunzio De Falco. Lui si arrabbia, comincia a dirmi che io con quella faccia lì non so niente perché se avesse letto la sentenza lei avrebbe riscontrato che Don Peppino Diana teneva in casa le armi della mafia.
Io non metto in dubbio che all'interno delle carte processuali ci sia stata questa accusa, però l'ho trovato un modo un po' infelice di ricordare un martire dell'antimafia. La stessa reazione l'ha avuta Nando Dalla Chiesa che ha interrotto l'onorevole Pecorella dicendogli: "difendi pure Dell'Utri ma non infangare i morti ammazzati dalla camorra". Finita la trasmissione, fuori dagli studi decido, proprio per passione civile, di chiedere all'onorevole Pecorella di chiarirmi meglio questo fatto. Dario che era con me aveva con sé una telecamerina digitale, quindi la accende, nel momento in cui esce l'onorevole Pecorella io lo saluto, gli dico: "buonasera onorevole, posso farle una domanda?" lui risponde: "no!" Allora io gli dico: "semplicemente un chiarimento in merito a quanto detto prima sulla morte di Peppino Diana". In quel momento una signora che si qualifica come moglie dell'onorevole mi si pone davanti e mi dice: "cosa volete da mio marito? Lui ha gia risposto!" perché faccio queste domande al marito: "le vada a fare a Saviano..." nel frattempo Dario stava continuando a riprendere l'onorevole Pecorella che non diceva nulla, a un certo punto la signora si pone anche davanti alla videocamera di Dario, gli dice le stesse cose: "...andate via!" ci dà dei cretini e dei poveracci. Lo stesso Pecorella ad un certo punto, preso dalla rabbia si avvicina a Dario, gli dà del cretino e gli tira uno schiaffo sulla telecamera chiudendogli lo sportello. In quel momento anche Nuzzi interviene dice: "no no basta" a noi, allontana l'onorevole Pecorella, sinceramente in quel momento lì abbiamo deciso di andarcene perché l'obiettivo nostro era quello di fare una domanda che ovviamente non riguardava la privacy dell'onorevole Pecorella, la quale non ci interessa minimamente, e avere una risposta in merito ad una dichiarazione che io trovavo da chiarire! Questo non è successo, ce ne siamo andati, io a casa mia, Dario a casa sua, Dario non considerando il video di rilevante importanza non lo ha nemmeno scaricato nel computer, tenendolo nella telecamerina, sta di fatto che giovedì mattina, alle 6:30, Dario riceve la visita di tre poliziotti con un mandato di perquisizione per sequestrare il corpo del reato che era questa cassettina. Che poi era la schedina della telecamera. Si ritrova querelato per violazione della privacy dall'onorevole Pecorella e viene portato in commissariato dove gli fanno vedere una foto mia chiedendogli chi sono, lui poi mi fa presente per telefono quello che è successo io rimango sbigottito. Ad un certo punto durante la mattinata ricevo anch'io una telefonata da parte dei Carabinieri di Vimodrone, comune in cui vivo, mi invitano a presentarmi per parlare col comandante, io nel pomeriggio mi reco presso la caserma dei Carabinieri e mi consegnano un verbale dove mi si attesta che sono indagato per concorso in violazione della privacy dell'onorevole Pecorella.
Il mio amico è stato querelato perché aveva una telecamera in mano mentre io sono indagato per concorso in violazione della privacy essendo l'altra persona, quello che faceva le domande. Non credo assolutamente di aver fatto nulla di sbagliato, di aver infranto la legge, credo che oggi il giornalismo non sia quello che deve essere, non soddisfa i miei bisogni e quelli di tanti cittadini di sapere la verità, e di rivelare magari realtà scomode ma che comunque bisogna ricordare.
blog: la cassettina è stata sequestrata?
A.D.:
blog: per cui non avete nemmeno potuto pubblicare quello che avete girato
A.D.: assolutamente! visto quello che era...
blog: perciò questa azione, secondo voi, a cosa è servita?
A.D.: bè, se devo dire la mia opinione è stato un chiaro atto di intimidazione da parte di un potente verso 2 signori nessuno che volevano fare una domanda e che probabilmente hanno toccato un nervo scoperto
blog: vuole lanciare un messaggio all'onorevole Pecorella?
A.D.: il messaggio che vorrei lanciare è semplicemente che non mi trovo nell'accusa che mi ha fatto, non mi sento colpevole, non credo di avere violato la sua privacy, non credo di essere colpevole di nulla. Quello che faccio lo faccio per passione civile, per informarmi e informare. La cassetta, visto la reazione che avete avuto, non aveva alcun valore, né di informazione né d'altro
blog: colpisce la velocità di azione
A.D.: colpisce molto la velocità perché da lunedì se non sbaglio lui ha fatto la querela martedì e già giovedì la Polizia si è presentata in casa di Dario, che voglio dire è anche un bravissimo ragazzo che poteva avere in casa la famiglia, per fortuna in quel momento era da solo, poteva trovarsi in una situazione imbarazzante senza aver fatto nulla di male. Trattato come un criminale.
blog: un'azione di questo tipo vi inibirà per il futuro oppure è come se non fosse successo nulla per cui alle prossime occasioni. Continuerete a fare domande?
A.D.: continuerò a fare domande perché, ripeto, è una cosa che mi viene da dentro, informarmi e informare credo sia un dovere e un diritto. Non invaderemo mai la privacy, cercheremo di non infrangere mai la legge, non è il nostro obiettivo perché senno sarebbe stupido quello che facciamo, quindi anche se non fa piacere ricevere una querela da un personaggio così importante la cosa non è...
blog: sotto inchiesta tra l'altro
A.D.: sotto inchiesta tra l'altro e infatti ho evitato di parlare di questo perché non era inerente al fatto, però diciamolo, è un'intimidazione che però non mi fermerà. Non ci fermerà.

*********************************

"Rudra Bianzino ora è solo, dopo la morte di sua madre Roberta Radici. Deve sostenere le spese per il processo penale contro i carcerieri di suo padre Aldo e studiare, prepararsi a un futuro. Lancio insieme a Jacopo Fo< e al Meetup di Perugia una sottoscrizione per Rudra."
Potete versare i vostri contibuti sul conto corrente aperto presso Banca Etica, IBAN: IT61R0501812100000000128988 BIC: CCRTIT2T84A intestato a: "PER RUDRA BIANZINO".

**********************************

Postato il 29 Luglio 2009 alle 10:21 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (1077) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: camorra, Ciancimino, Dalla Chiesa, Dell'Utri, Diana, Pecorella, Saviano

Commenti piu' votati


questo episodio capitato ai ragazzi di QML è emblematico, siamo troppo pochi a fare questa battaglia per una libera informazione.sono più di 2 anni che vado ripetendo che ognuno di noi si deve trasformare in giornalsita , fare domande scomode al potente di turno ,meglio di persona come fanno QML e Piero Ricca ,ma anche come faccio io con centinaia di interventi telefonici in trasmissioni radio-televisive.non illudiamoci le mail non le leggono neppure e se non gliene arrivano migliaia non fanno ne caldo ne freddo...
diversamente và quando lì interpelli di persona.
Non è facile perchè un conto è sfogarsi, inutilamnete , in un blog un altro è agire esponendosi,. Solo mettendoci in gioco possiamo avere la speranza di cambiare le cose....
facciamoci sentire ,usciamo dalla nostra soggettività di internauti....
pendiamo cscienza che e all'uso della rete non si affianca la mobilitazione nella realtà nulla cambia.

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.09 14:04| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 87)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ultima poi vado a lavorare.
SULLA TERZA REPUBBLICA:
Persino gli zombie del PD (non si sa mai un Lazzaro alzati e cammina). Dico, persino loro si sono accorti di quale tragico fallimento sia il PD.
Loro per primi.
HANNO PAURA!
CI HANNO REGALATO LA TERZA REPUBBLICA!
QUELLA DOVE NON C'E' PIU' L'OPPOSIZIONE!!
E ORA IPOTIZZANO UN RITORNO ALL'ULIVO!!!
NON E' UNA PROVA QUESTA CHE NON SANNO CHE PESCI PRENDERE???
Ma la storia NON FA SCONTI!!
Dopo Prodi anche Veltroni nel GULAG.
Atro che la biografia di CRAXI!
E adesso chi li mette insieme i cocci?
Senza opposizione siamo in balia della pietà dei vincitori.
Come il nostro Didoni.
Glielo leggo negli occhi che non ha i soldi per affrontare le sanzioni e quell'Avvocato Pecorella.
Sarebbe un bel gesto che un Avvocato tra noi CON LE PALLE si facesse carico di questa situazione.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 29.07.09 16:56| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 68)
 |
Rispondi al commento
Discussione

COLPEVOLI DI LESA MAESTA'.

Ne vorrei una al giorno di queste interviste!

Questo è un blog di informazione e sarebbe giusto ospitare al suo interno quelle voci del giornalismo ancora sane.

Beppe,dai l'opportunità a questi poveri cristi di fare il loro lavoro,sono un patrimonio da preservare in un paese dove l'informazione è asservita al potere.

Il vecchio sogno del TG-Blog di Grillo,pochi minuti al giorno visualizzabili a qualsiasi ora e in tutto il mondo.

Se lasciamo soli questi giornalisti lasciamo morire la verità,non tutti hanno la forza di pubblicare un libro.

Diamo visibilità a quei pochi giornalisti che ancora amano fare il loro lavoro,anche questa potrebbe essere una piccola rivoluzione.

Le maggiori visualizzazioni in rete le fanno i "video"!

168 ha fatto oltre 35 mila visualizzazioni in meno di 24 ore,i Fenici quasi 13.500.

Accendiamo il motore di questa Ferrari e smettiamo di pedalare!

Il problema non è la carta stampata,ma la televisione,la gente preferisce vedere immagini!!!

E' più facile fare un numero sul telecomando che accendere un pc,l'Italia è anziana!

Domani la rete sostituirà la TV,ma oggi?

Portiamo il blog in TV,allarghiamo gli orizzonti,pensiamo in grande!

Arrivederci e grazie.

Nando Civic Company da Roma.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 29.07.09 14:59| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 58)
 |
Rispondi al commento
Discussione


propongo la creazione di un fondo di solidarietà per pagare le cause di chi fra noi, esponendosi più degli altri, venga citato in giudizio.

Naturalmente deve essere gestito da Beppe, ognuno contribuirà per quanto può e vuole.

C'è chi fra noi ha più tempo, chi più coraggio, chi più capacità, chi più risorse economiche.
Ognuno può apportare un contributo diverso.

Beppe dovrebbe (ancora di più) raccogliere e fondere queste immense risorse altrimenti atomizzate e inefficaci.

Divisi siamo gocce, uniti siamo un oceano.

Alessandro Doni e chi si dà da fare come lui va aiutato a difendersi, quindi se occorre "si fa colletta".

Dobbiamo essere come i moschettieri, "uno per tutti e tutti per uno".

Quindi Beppe, per favore, crea un "Fondo per la salvaguardia dalla Casta" :-)

Fantômas XXX, Parigi Commentatore certificato 29.07.09 18:46| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 38)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo ripeterò fino alla nausea...

Sarò un sempliciotto ma sono sempre più sbigottito, avendo avuto un parente MARESCIALLO DELL'ARMA (e che Maresciallo, lasciatemelo dire), dalla funzione dei tutori del disordine.

Ripeto che l'unica goduria che proverei nel vedere il debito pubblico oprtarci allo scatafascio (e ci siamo vicini) sarebbe nel vederli senza stipendio.

Se una donna fa una querela per molestie le si da corso dopo sei mesi, e non è raro che nel frattempo la donna sia stata violentata o aggredita da colui che aveva segnalato prontamente

Una domanda alla persona sbagliata e dopo 24 ore dalla denuncia ha TRE poliziotti in casa.

I poliziotti ed i Carabinieri (sopprattutto) che furono si stanno rivoltando nella tomba.

I loro comandanti sono dei pagliacci

Aldrovandi, Sandri, il padre di Rudra... e vengono condannati a 3/6 anni.

Il passo da Carabinieri e Poliziotti a picciotti, un passo che ritenevo impossibile, è stato facilissimo.

Prendiamo atto, siamo un paese di merda. Se il futuro è questo, disgreghiamoci ed ognuno per se.
Torniamo all'epoca comunale che in Italia fu di grande splendore.

Almeno il mio sindaco so dove andarlo a beccare.

Luigi F. 29.07.09 18:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Alessandro Didoni non ha violato
assolutamente nessuna privacy.
L'unico problema è che questa gentaglia
è disabituata a sentirsi porre domande
non concordate preventivamente.
Si appellano alla privacy e non hanno capito
che se vivessimo in qualunque altro paese
democratico dovrebbero dare "Culo e Conto"
di ogni loro passo .

Avanti impuniti che prima o poi le domande
ve le faremo in tribunale !

edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.09 20:32| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno crede ancora che in Italia le cose funzionino come dovrebbero?

Qualcuno ha mai visto un personaggio "importante" fare la fila alle poste ad esempio?

Quanti di voi se ne hanno avuto l'opportunità non sono mai, in vita loro, passati davanti a qualcuno perchè avevano delle conoscenze?

Quanti di voi, nel proprio piccolo, dopo aver constatato l'impossibilità nel perseguire un obiettivo regolarmente, non hanno sfruttato le proprie conoscenze per raggiungerlo?

Pensateci. Tutto inizia già dalle cose più piccole. Un biglietto per un concerto. Una serata a teatro. La partita di pallone. Per qualsiasi cosa, se non si ha il lascia passare da noi è normale cercare la via dell'immoralità che tanto deprechiamo. E questo solo per poter partecipare.

Come potete pretendere che le persone che detengono il potere non lo usino per i loro scopi se siamo tutti cresciuti in una società che è malata alla base?

La meritocrazia oggi è l'appartenere ad una casta. Non importa quale casta. Quella politica, quella della magistratura, quella televisiva, quella di quelli che combattono le caste.

Ovunuqe vi giriate ci sono persone che detengono potere e noi lo subiamo questo potere. Lo subiamo in silenzio perchè siamo abituati a vivere con queste regole non scritte.

Ecco dove è l'ipocrisia. Voler curare una malattia di cui tutti sono malati. E lo sanno.

Per questo spesso qui nel blog chi prova a far passare dei messaggi critici spesso viene denigrato. Perchè anche qui nel loro piccolo ci sono persone che detengono il potere e lo applicano.

Se una persona qualsiasi dice che nel nostro modo di affronatare le cose in questo spazio c'è qualcosa di sbagliato parte subito la denigrazione.

I dubbi e le domande sono lecite solo se le fa qualcuno di credibile perchè CONOSCIUTO.

Senza fiducia fra noi comuni mortali ci sarà la morte della società civile.

Lasciamo la parola ad uno "conosciuto":

http://www.pieroricca.org/2009/04/28/andrew-keen/

http://www.youtube.com/watch?v=p9mZQ2Ny9no


@ Margherita Grassi
Che sicurezza. Non ti viene in mente che la gente possa essere diversa da te? Tu verosimolmente (non sicuramente perchè potresti anche decidere di stupirmi) non avresti fatto domande a nessuno purchè schierato a destra, visto come li difendi a spada tratta senza mettere in dubbio nulla di quello che fanno e che dicono. Invece sei pronta a sparare merda ad altezza d'uomo, purchè sembri anche lontanamente di sinistra, e magari è solo destra moderata. Io ho ancora la speranza che prima o poi riuscirò a vedere uno che vota PDL arrabbiarsi nei confronti dei suoi politici quando fanno o dicono cazzate anzichè annuire indeterminatamente e trincerarsi dietro i "comunisti" che mangiano bambini, o sull'invidia che dovremmo provare nei confronti di un vecchio maiale truccato come una drag queen che giura il falso sulla testa dei figli e che, pur essendo ricchissimo, fa pagare a noi contribuenti lo stipendio delle sue marchettare. Ma evidentemente vi riconoscete in lui. E parafrasando Leopardi: altro dirti non so' ma il tuo "risveglio", s'anco tardi a venir, non ti sia grave.

Monica Murgia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.09 16:55| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gaetano Pecorella:

Inizia la carriera politica come militante di Potere Operaio,
collaborando col servizio giuridico di Soccorso Rosso Militante,
poi entra nel movimento della sinistra radicale di Democrazia Proletaria.
Successivamente entra a far parte del Partito Socialista Italiano,
ed, infine, in Forza Italia.

Nel 2008 è stato proposto dal Popolo della Libertà come giudice della Corte costituzionale

una persona che ama la coerenza, ama la giustizia, ama la politica e su tutto ama il nanodemmerda, visto che ne è anche uno degli avvocati!

pecorella, un nome, una garanzia.

m m (mandi) Commentatore certificato 29.07.09 15:40| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 26)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io una proposta concreta ce l'avrei.

Visto che una rivoluzione armata non si può fare, perchè non facciamo un merda-day ?

Trovarci a Roma a M.Citorio e scaricargli davanti (addosso no, mi raccomando!) ognuno di noi un pacchetto di merda????

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 29.07.09 18:28| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
PER FAVORE FATE GIRARE!!!

Facciamo forza economicamente.

Aiutiamo questi 2 ragazzi che sono stati querelati dagli infami a pagare le spese legali.

Gentilmente, fateci sapere dove possiamo fare donazioni in denaro.

Salvino Segreto Commentatore certificato 29.07.09 20:21| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa che più stupisce di questa ennesima vergognosa storia “al di là della proverbiale vigliaccheria di certi personaggi” che non esitano un attimo nell’utilizzare certi metodi totalmente inadeguati e sproporzionati a quello che poi in realtà accade…...è la solerzia con cui entrara in azione la macchina della giustizia quando, ad averne “bisogno”... sono i soliti pre/potenti di turno….un pò come quando Ricca andò ad intervistare Emilio Fede.... dove si trovò subito un magistrato a cui bastarono pochissimi giorni per stabilire che, cerano tutti gli estremi per ordinare la chiusura immediata del sito di Piero Ricca…

Ps: Il problema però è sempre il solito: se non ci si organizza in maniera tale da dare immediatamente solidarietà e sostegno a tutti quelli che, esponendosi in prima persona, si ritrovano troppo spesso soli e, nella situazione di cui sopra…..in futuro, quelli che avranno il coraggio o “l’incoscienza” di fare questo genere di cose “non a torto” saranno sempre meno!!

antonio f., milano Commentatore certificato 30.07.09 00:29| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento

Ho visto quella puntata di iceberg.

Pecorella, alla domanda dell'amico di Didoni su dell'Utri, ha fatto capire che alla fine sono stati quei minchioni d'italiani ad eleggerlo.
Alla fine ha ragione lui....

L'amico di Didoni era visibilmente emozionato a fare la domanda.
Una cosa penosa querelarli.

Questi sono forti coi deboli e deboli coi forti.

Ma la colpa è di noi microcefali d'italiani.

NEMO PROFETA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.09 15:07| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento

“L’ALLEGRA BRIGATA DEI BERLUSCONES”

L’Italia è amministrata dall’allegra brigata dei Berluscones, composta di belli e abbronzati, pure d’inverno, che se ne vanno sempre in giro con un sorriso che per portarlo ci vuole la mascella allenata; lo stile è quello, ormai noto in tutta Italia del venditore porta a porta. “IN PRATICA DEI VU'CUMPRÀ, CON IL VESTITO DELLA FESTA, PER NON SPAVENTARE LE ARZILLE VECCHIETTE”

I vari gruppi di Berluscones sono disposti a tutto, hanno occupato la stanza dei bottoni e li schiacciano a piacimento seguendo solamente i propri istinti (interessi). Nel disinteresse generale, fra fatalismo e rassegnazione, la politica dell’annuncio roboante guida i loro passi.

Con il potere saldamente nelle loro mani, da anni, L’Italia vive una stagione di degrado che non ha eguali. Zero cultura, zero servizi (sociali e non), zero ordine e legalità (quello vero, non quello virtuale che si sono inventati per accontentare la Lega Nord), zero pulizia e decoro, Anno zero anche per il welfare, nell’assistenza agli anziani e negli asili e scuole, insomma zero in tutto.

L’Italia è in coma vigile, potremmo definirla, un teatro di fantastiche rappresentazioni oniriche, con le casse sfondate da amministratori folli e da campagne d’immagine permanenti, ma che grazie alla “medicina” messa a punto dall’équipe dello “STREGONE D’ARCORE” potrebbe, suo malgrado, non risvegliarsi più.

Di combattere, la disoccupazione, la lordura, il marcio non se ne parla neppure.

“LA MEDICINA SI’ CHIAMA FACCIA TOSTA”, di chi si appresta “A SACCHEGGIARE QUELLO CHE RESTA DELLA GIUSTIZIA, DELLA DEMOCRAZIA, DELLA LIBERA INFORMAZIONE, DELLO STATO SOCIALE E DEI POCHI SOLDI RIMASTI IN CASSA PROBABILMENTE AUMENTANDO ULTERIORMENTE IL DEBITO PUBBLICO”, naturalmente dopo aver dato all’Italia l’immagine maleodorante che la stampa straniera ha mostrato nei mesi scorsi.

Povera Italia, neppure i ladri di caramelle ai bambini, sono scesi così in basso come l’Italia dei "BERLUSCONES".

Paolo R. Commentatore certificato 29.07.09 18:35| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

Pecorella? un altro esempio che berlusconi si è comprato la sinistra ad una svendita fallimentare!

Ettore Chiacchio
Computer Guru - Libero Pensatore

Ettore Chiacchio, Saronno-Napoli-everywhere-in-the-net Commentatore certificato 29.07.09 15:52| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione


UNA PROPOSTA
(siate magnanimi nella forma, ma se è una ca..ata scrivetelo pure nei commenti)

1) Iniziamo a raccogliere le info sugli eventi a cui i nostri politici parteciperanno (inaugurazioni, dibattiti, presentazioni) e le principali manifestazioni di protesta civile che rispecchiano la carta di firenze e le primarie dei cittadini che vengono organizzate in Italia;

2) Diamo loro un peso in base alla loro importanza (da non mancare, livello nazionale, livello locale, con risvolti comuni tipo ambiente, acqua pubblica etc etc,, i politici noti da contestare che vi parteciperanno, l'eventuale risalto sui media stranieri);

3) Istituiamo una specifica Banca del Tempo (ricordo che Manuela Bellandi aveva già scritto al proposito sul blog tempo fa, non ricordo se facesse riferimento proprio al tempo da dedicare alla protesta civile o a qualcosa di diverso) in cui ognuno di noi dichiara di mettere a budget tot giorni all'anno di partecipazione agli eventi in calendario. (e se promette deve mantenere, a rischio della sua reputazione ...)

4) In base all'importanza dell'evento (per il V3-day convocazione coatta, è ovvio ...) e alla sua vicinanza rispetto ai prestatori di tempo trovare il modo, anche con un semplice sistema software di fare le convocazioni; sarà il convocato che deciderà se partecipare o meno sulla base del proprio interesse e spendere così il proprio tempo che ha messo a disposizione.

Potrebbe essere un sistema per coordinare la partecipazione e dimostrare ai cittadini inermi e spenti che noi non molliamo, potrebbe essere un modo per fare da volano verso chi ha ormai perso ogni speranza.

Jacopo della Quercia (jdq) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.09 14:20| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento

Buonasera,
Vivo nelle mie seghe mentali; la ringrazio per lo stupende...
Lo so , mi sento ricco di fesserie, ma veda , queste fesserie mi aiutano a non farmi piu' illusioni...
Ero troppo giovane nel sessantotto e nel 77 gia' di un'altra epoca.
Quando c'era da manifestare per un compagno arrestato, io lasciavo il corteo e mi rifugiavo nella Padula; un Boschetto pieno di faggi e carico di verzura e meditavo sulla sorte di un mio giovane...professore di matematica che viaggiava su una scassatissima e zozza fiat 850 special di colore azzurro . Dentro ci si poteva trovare di tutto, da i resti di un pollo arrosto consumato qualche settimana prima a un torsolo di mela oramai di color marrone cacca...Libri di Bertrand ,Maxwell e persino un Topolino( Walt Disney) di qualche mese prima, ah ! , un'infinita' di mozziconi di sigaretta li si potevano scovare anche nel cruscotto.
Rotoli di carta igienica , un pettine spuntato e , poi, in bella vista l'ultima uscita di un periodico, mi pare Play Boy.
Era di una tristezza infinita...Vederlo solo, senza una compagna mentre attendeva che la vita per lui finisse il piu' presto possibile...
Oggi sono grande , vado ancora per i boschetti della Padula, ho un ricordo sbiadito di quel professore, ma lo stesso rifletto, sulla sorte di tanti...che non avendo coraggio di fare da soli...
chiedono ad altri di essere spronati a farlo.


Sera e figli adulti A TUTTI.

eppesuig otisopse (p.d.p) Commentatore certificato 29.07.09 20:18| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che fatti di questo tipo IMPONGANO da parte della società, una risposta altrettanto dura e rapida! Molto probabilmente in paesi come la Francia o la Spagna se una tale notizia venisse resa pubblica da uno dei primi 10 blog al mondo e la reazione dell'elettorato fosse di estrema indignazione (come immagino), probabilmente Pecorella si sarebbe già dimesso!

Quello che mi preoccupa è che al di là di quel migliaio di commenti che pioveranno su questa vicenda, alla fine, non si andrà e quei due ragazzi si ritroveranno a doversi ( comunque vada) pagare un avvocato penalista ( che costa )!

P.s. Bisognerebbe predisporre innanzitutto un TEAM DI AVVOCATI a disposizione dei torti subiti e delle ingiustizie pepretate ai danni dei normali cittadini che cercano di affrontare questo sistemna marcio e corrotto, altrimenti se UNA SOLA di queste intimidazioni dovesse andare a segno.......l'effetto deterrente potrebbe essere devastante, visto che alla fin-fine chi si lamenta e subisce è quasi sempre un "signor nessuno ed un debole economicamente parlando"!!!

Spider B. Commentatore certificato 29.07.09 14:56| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

consoliamoci, può succedere di peggio ai giornalisti in altre parti del mondo

KHARTOUM - E' stato rinviato al 4 agosto il processo alla giornalista sudanese Lubna Ahmad Hussein che rischia 40 frustate per aver indossato i pantaloni, tenuta considerata "indecente" secondo i canoni islamici e che tre settimane fa è costata una pena analoga ad altre dieci donne vestite allo stesso modo che si trovavano con lei in un locale a Khartoum.

"Le autorità mi hanno detto che devo comparire davanti al giudice - ha annunciato ieri la giornalista che scrive per il giornale di sinistra Al-Sahafa e lavora per la missione delle Nazioni Unite in Sudan (Unmis). "E' importante che la gente sappia quello che accade", ha aggiunto la donna chiedendo ai colleghi di essere presenti quando sarà frustata. "Mi daranno 40 frustate e mi imporranno una multa di 250 sterline sudanesi", circa 80 euro, ha aggiunto.

Stamani la corte l'ha convocata per chiederle se intendeva avvalersi dell'immunità o rinunciarvi e andare a processo. La giornalista ha detto di voler dare le dimissioni da funzionaria dell'Onu, rinunciare quindi all'immunità ed essere processata: l'udienza è stata fissata al 4 agosto.

liliana g., roma Commentatore certificato 29.07.09 23:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Io continuo a non capire come ha fatto la Polizia a rintracciare Dario in due giorni quando nessuno dei due personaggi coinvolti era stato identificato al momento del fatto.

Mancano dei pezzi al puzzle.

50 Stelle (50-stars) Commentatore certificato 29.07.09 19:08| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ricordiamoci che Dell'Utri, come tutti gli altri deputati, non sono stati affatto eletti "regolarmente" dal popolo italiano, bensì dalle segreterie di partito che dopo l'entrata in vigore del proporzionale "porcellum" calderoliano e senza il voto di preferenza, hanno facilitato l'elezione dei soliti noti mettendoli in cima alle liste dei candidati.
In questo modo quindi anche un elettore del Pdl che detesta Dell'Utri ha in pratica votato anche lui, proprio perché si poteva votare solo il partito e non dare preferenza ad un determinato canididato.
Infatti è irritante che parlamentari Pdl continuino ad addurre questa scusa per giustificare la presenza di criminali in Parlamento.

alberto arnoldi 29.07.09 15:47| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Piercamillo Davigo su Pecorella:
http://www.youtube.com/watch?v=hKMMNUyBMKY
..sembra una barzelletta

Paolo Cicerone, 'Ndranghetown Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.07.09 00:15| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Colpevoli di lesa maestà

Ogni giorno BEPPE (al lunedì Marco) POSTA temi importanti che tutti noi commentiamo, facendo sentire i nostri dissensi/solidarietà nel BLOG.

Ma non sarebbe opportuno iniziare qualche forma di protesta che abbia visibilità fuori da questo spazio???

Altrimenti rischiamo di ammalarci con tutte ste schifezze che trattiamo giornalmente senza aver un minimo di sfogo, tolto i commenti, e non facendo nulla di concreto per cambiare questi malesseri italiani, ormai incancreniti.

Patriota Italiano, Torino Commentatore certificato 30.07.09 07:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allura da oggi nun se commenda piu’ in itajano
Vishto ghe semu turnati ali tempi dellu medioevu
La lengua uffuciale e’ lu volgare ( Ciriaco non suggerire..)
Pe’ trova’ nu lavoru abbisogna de fa’ contento
Chi sta sopra de noi de grado co’
La moje in prestitu
Na gallina o nu prosciuttu
Nun bisogna da usa’ shte telecammere pe’ fa’ domanne imberdinenti a li potendi
Sinno se finisce che li giannizzeri te piano e te portino nelle padrie galere
Fasse l’affari propri che se campa cent’anni
Magari meno...
Abbassare la capoccetta quanno che ce viene levato lu lavoru
E mo basta!
Ghe devo studia’ lu dialettu e nun zo’ ancora pronto.
Schtateme bene.

Alex M., Londra Commentatore certificato 29.07.09 17:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe ciao a tutti,
sono Vins168 ,amo la mia famiglia il mio lavoro ho 35 anni tanti sogni per la mia famiglia e per la mia attivita' ma ogni giorno sento parlare di imbrogli di scamboletti di leggi a misura di politico, insomma nn del mio futuro ma del presente di qualcuno ke dovrebbe farla franca....sono stanco.. nn posso lottare ogni giorno e nn ritrovarmi niente..voglio essere un'Italiano SANO uno GIUSTO uno FEDELE alla COSTITUZIONE ...io ..solo io e per io intendo tutti quelli che come me la mattina hanno un solo pensiero dare il buongiorno alla moglie e figli e LAVORARE perche' nn si vive senza lavoro, giustamente. Vorrei poter pensare un giorno che qualcuno pensi a me la mattina e pensi al bene di cui ha bisogno la mia famiglia .....NO all'inquinamento NO alle inpunita'....grazie

vincenzo d., trani Commentatore certificato 29.07.09 20:29| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie ad Alessandro e Dario per il loro impegno;
continuate così: non siete soli!
Questo è un regime di chiaro stampo mafioso.

Tania Ponti 29.07.09 19:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gaetano Pecorella


Laureato in giurisprudenza, avvocato penalista, è stato assistente di Procedura penale del professore Gian Domenico Pisapia e, infine, docente universitario ora in pensione.

Inizia la carriera politica come militante di Potere Operaio, collaborando col servizio giuridico di Soccorso Rosso Militante, poi entra nel movimento della sinistra radicale di Democrazia Proletaria. Successivamente entra a far parte del Partito Socialista Italiano, ed, infine, in Forza Italia.

da Wikipedia


Complimentoni alla faccia del comunismo duro e puro.

I comunisti italiani.....

NEMO PROFETA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.07.09 19:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

scusate l'ot, eh?
Margherita Grassi
Quoto: ( ogni giorno ce n’e’ una..)

“Ave, Filiberto Z.”

( ave?, ma che stai a prega’? o stai cor braccio teso?)

“pur avendo fatto parte di Soccorso Rosso (ed avendo quindi difeso i terroristi delle BR), adesso si è ravveduto;”

( ravveduto? )

“perchè ogni occasione è buona per far casino, perchè non sanno proprio come occupare il tempo, insulsi fanigottoni.
Le botte le hanno perchè le cercano.”

A Margheri’...ma che gniente gniente c’hai er busto der Duce in casa? I telefoni bianchi?
Daje, nun te vergogna’, tanto hai visto, pure si fai er saluto romano pe strada a galera nun ce scappa, anzi...come dicheno, fai outing.

Tanto, pure se a me i cori neri che che odiano er nero ma se vestono de nero perche’ so bianchi ( er paradosso der fascio..) li mannerei a colonizza’ marte pe davero, ce sta tanta gente de ‘sti tempi a cui risurterai simpatica.

Alex M., Londra Commentatore certificato 29.07.09 15:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

circa l'ultima pensata di bossi.....

sono andato a chiudere un paio di contratti a como..

la sera...il meritato relax......ma la comasca ...faceva blugh...blug...ciaff..ciaff...blug...

bossi....perdonami.....ma non sono riuscito a comprendere se era un pompino in dialetto comasco... italiano o ..... barese !!!!!!

saluti a tutti.....

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 29.07.09 17:24| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi stavo chiedendo come mai in un paese dove:

♦ Migliaia di autoarticolati di rifiuti tossici vengono sversati in Campania e nessuno ha visto niente.

♦ Milioni di euro spariscono in opere pseudo pubbliche e nessuno ha visto niente.

♦ Fanno saltare in aria intere autostrade e vie cittadine e nessuno ha visto niente.

♦ Pero' due ragazzi all'apparenza sconosciuti, che fanno domande tutto sommato innoque, che dal loro stesso racconto vanno tranquillamente a casa dopo l'accaduto, vengano rintracciati in un paio di giorni dalla querela senza mai essere stati identificati prima? E mica per terrorismo o un crimine grave, ma per una presunta violazione della privacy?

♦ Vuoi vedere che i "soliti ciechi" all'occorrenza diventano delle linci?

Non lo so, a questa vicenda per come e' raccontata manca qualche cosa, in questo momento non mi interessa Pecorella e il solito blah, blah sulla mafia, mi interessa capire come siano andate veramente le cose.

La reazione e' sproporzionata all'azione.

50 Stelle (50-stars) Commentatore certificato 29.07.09 15:24| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE.
Cazzo ma come è scaduto sto blog.
Sempre i soliti copincolla.
E sempre i soliti "rompicoglioni".
"FEISBUK" è tutta un'altra cosa.
Te l'avevo detto.
Ma lo leggi sto cazzo di blog?
E ora largo a quelli della notte.

RESISTERE RESISTERE RESISTERE . Commentatore certificato 29.07.09 23:29| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io dico solo che se mentre parlassi qualcuno mi riprendesse, sarei perlomeno turbato. La reazione di Pecorella è stata spropositata, ma con i tempi che corrono immagino che i politici stiano molto attenti a chi li riprende e/o registra. E non posso dar loro torto.

Michele Amoretti 29.07.09 22:00| 
 
  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

a proprosito :
come vanno gli ospedali laggiu ?
i costi universitari ?
la monnezza ?
i ponti che crollano ?
le truffe allo stato ?
la sanita che vi si sta sgretolando a vista ?
votate ancora de mita ?
bassolino futuro sindaco di napoli ?
gli incendi dolosi ?
i 600 presidi che vorrebbero venire al nord con gia in tasca la domanda di ritorno a casa ?

siete un'altro mondo, complimenti, siete riusciti ad affondare l'italia con la vostra mentalita' e il voler fottere lo stato nel dna... !!!
( sempre grazie all'aiuto di quella jattura rossa al governo da anni in mix con politicanti meridionalisti)

invece di vedere nella lega il nemico da abbattere... guardatevi i problemi in casa vostra!!!!

mariana carbone Commentatore certificato 30.07.09 10:44| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori