Grillo168 - Erba di casa mia

Grillo168 - Erba di casa mia
(5:11)
grillo168_18-8-09.jpg
YouTubeQuickTime 56k3GPiPod VideoAudio Mp3
Podcast Audio: podcast.gif rss-podcast.gif
Podcast Video: podcast.gif rss-podcast.gif

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Buon 168! Vi parlerò della droga! La droga! I drograti! Se usi la droga sei un drogato!
Due dati: secondo il ministero della Giustizia, fino alla fine del 2008 in galera c'erano 58.127 detenuti. Adesso ce ne sono 63.771. Sono aumentati di circa 5500 unità, l'unica cosa che aumenta in Italia sono i detenuti.
L'indulto ceppalonico ne aveva liberati ventimila, che sono rientrati quasi tutti. Ma l'indulto, lo sapete meglio di me, è servito non per togliere dalle carceri dei delinquenti ma per tenere quelli veri fuori.
Il discorso è malposto, molto malposto: qui parlano di costruire nuove carceri, ma se Zanna Bianca Maroni dice che la criminalità sta diminuendo che senso ha fare delle carceri nuove, se ci saranno meno criminali fra un po'? Il senso qual è? Vogliono fare anche quelle private, le carceri private! Tronchetti si fa il suo carcere, Ligresti si fa il suo carcere, Colaninno si fa il suo carcere, invece di affidare questa gente ai servizi sociali. La piccola criminalità, anche quella finanziaria, va punita coi servizi sociali. A me non interessa che lo psiconano vada in galera, cosa mi interessa? Lo psiconano deve essere affidato ai servizi sociali, deve spazzare le strade e deve vivere in un bilocale. Quando passi in macchina che vedi Berlusconi che pulisce... che meraviglia, questa è la vera democrazia!
Per fare tutto questo bisogna mettere mano alla legge Fini-Giovanardi, una legge indegna, indecorosa, come chi l'ha concepita. E' una cosa indegna equiparare la marijuana, la cannabis, la canapa cioè una piantina a una droga pesante, bisogna essere bacati di testa.
La legge riempie le carceri ma anche i cimiteri: io ho scritto di quelle persone morte in carcere dopo essere state arrestate per una piantina, parlo del falegname di Perugia Aldo Bianzino e l'operaio Stefano Frapporti di Rovereto.
La canapa è una pianta, come si fa a incriminare una pianta? Anche il Sassofrasso allora. Contiene il principio attivo dell'ecstasy... è un albero, magari Giovanardi ne ha uno nel suo parco. Avrà un Sassofrasso, allora diamo sei anni, dieci anni di galera a uno che detiene un Sassofrasso che contiene il principio attivo dell'ecstasy? Siamo veramente fuori.
Cosa bisogna fare? La Corte di Cassazione il 10 gennaio 2008 ha sancito che la coltivazione sul balcone di casa anche di una sola piantina è da considerarsi un reato perseguibile. Ma perseguibile quanto? Quanto si può perseguire uno che si tiene una piantina sul balcone? Si può perseguire da sei a venti anni di carcere, dice la legge, con una multa che va da 26.000 a 260.000 euro nonché la sospensione del passaporto, patente di guida, porto d'armi, dovrà anche seguire un programma terapeutico e socio-riabilitativo a casa di Giovanardi. Ora lo capite: uno preferisce la pena di morte.
Nel frattempo, mentre fanno queste leggi – anni di galera a uno che ha una piantina – a Gioia Tauro scaricano centinaia di tonnellate di coca che impestano tutta l'Italia. Mentre danno da sei a dieci anni di carcere a uno con una piantina a Milano 150.000 habitué consumano cocaina tutti i giorni.
Questa è una legge ingiusta, antieuropea, ipocrita, mortale, antisindacale, antiintelligenza, discrezionale. Va riscritta, la detenzione di cannabis va depenalizzata: chi fuma uno spinello pagherà una multa, non puoi metterlo in galera come un delinquente abituale. Va fatto un indulto per toglierli tutti dal carcere e fare una legge speciale per mettere dentro i consumatori abituali di cocaina che sono in Parlamento, che conosciamo tutti.

*********************************

**********************************

Postato il 18 Agosto 2009 alle 18:05 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (938) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: cannabis, carcere, droga, Fini, Giovanardi, Grillo168, marijuana

Commenti piu' votati


Caro Beppe,
tanto per fare capire quanto sia di vitale importanza una radicale modifica di questa legge vergognosa eccoti un'altra bella storia, che è la storia di tantissimi qui nel Veneto.
Controllo stradale dei carabinieri alle ore 19, in centro città. Il sig. X, mio marito, 48 anni, dopo otto ore di lavoro da scalpellino a 35°, viene fermato. Secondo loro ha pupille piccole ed è alterato. Inutile dire che provassero loro a tagliare pietre tutto il giorno e vedessero come ti diventano gli occhi. Alchool test: negativo. Improvvisa perquisizione del marsupio: ci sono due canne. ALLARME ROSSO!!! Immediata perquizione di casa, sempre senza mandato. Ora possono. Possono tutto. Possono umiliarti davanti ai tuoi bambini. Li fanno piangere. Rovesciano la casa. Possono contestarti persino il modo in cui educhi i tuoi figli. Possono darti del "tu", sei un criminale. Possono portarti in ospedale a fare le analisi. Possono ritirarti la patente per 6 mesi e farti pagare una multa di 6000 euro. Inutile dire che non fumi quando guidi, non hai mai fatto un incidente, che hai un lavoro con il 100% di rischio infortuni e non ne hai mai avuto uno,che fumi alla sera per dormire, che il THC si lega ai metaboliti dei grassi ed è rilevabile per 7 giorni, che la coca, l'alchool, l'estasi, la Ketamina e l'eroina scompaiono subito anche se i loro effetti sono devastanti, che hai bisogno della macchina per lavorare e che 6000 euro ci metti 8 mesi a guadagnarli, che gli esami del capello che ti faranno per riavere la patente costano 400 euro all'uno, che la Commissione Medica che decreta quanti esami farti fare si autofinanzia con questi esami. Inutle dire che mi rovini, che non ho mai fatto del male a nessuno, che non stai punendo la mia potenziale pericolosità alla guida,perchè non c'è, ma il mio stile di vita e la mia autodeterminazione a curare la mia insonnia in modo naturale. Inutile, soprattutto, dire che mi viene veramente voglia di diventare un criminale o un parlamentare.

elisabetta c. Commentatore certificato 18.08.09 22:08| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 103)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alcune questioni dopo aver letto posts interessanti:

1) Sappiamo molte cose oramai sui motivi che indussero alla "guerra" contro la pianta di cannabis.
La pianta aveva ed ha moltiplici utilizzi come materia prima in campi molto vasti.. dall'industria tessile a quella chimica.
I banchieri Morgan e la multinazionale Dupont sono dietro questa politica che ha favorito il nylon (brevetto Dupont e derivato da petrolio) e comunque l'industria chimica in generale.
Non puoi brevettare la canapa.

2)Una cosa che mi fa incazzare come una bestia in Italia rimane l'incapacita di distinguere l'uso medico da quello "ricreativo".
Nel primo caso non si capisce il motivo di un divieto... il principio attivo (non i cannoni o gli spinelli) ha mostrato di essere utile nella cura del glaucoma... per stimolare la fame nei pazienti in chemioterapia e altro.

3)Uso "ricreativo" come droga. Ci sono studi su pubmed che indicano che la cannabis puo causare o favorire eventi psicotici nei consumatori.
Ci sono molti studi che affermano che la cannabis negli adolescenti con un cervello in formazione possa determinare modificazioni a livello cerebrale.
Posto questo...in un sistema liberale lo Stato non deve rompere troppo le palle ad un maggiorenne che vuole farsi una canna ma deve semplicemente "controllare" il fenomeno,tassandolo e togliendolo dalle mani del crimine.

4)Io sono uno studente di Medicina e Chirurgia e ho viaggiato un po' in Europa.
Credo che la nostra realta comunque sia vicina a quella di un paese come la teocrazia iraniana.
Non vi sembra ridicolo che nei comitati di Bioetica in Italia che decidono questioni di grandi rilevanza per tutti (come la fecondazione assistita... la pillola abortiva ecc.) vi siedano persone in abiti talari che hanno studiato per 20 anni teologia (cattolico cristiana)?
Ma voi pensate che nei paesi del Nord Europa ad esempio queste questioni vengano trattate da vescovi o da personale qualificato come medici,professori,scienziati...??

Marco P. Commentatore certificato 18.08.09 18:59| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 64)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma avete visto il Corriere on line? Lo psiconano dichiara: «Mai organizzato festini,
erano solo cene simpatiche»
Berlusconi: «Mai organizzato festini né avuto relazioni con minorenni» Berlusconi dopo le critiche di «Avvenire»: «Serate ineccepibili sul piano della moralità e dell'eleganza»
E le foto con i tizi con il pisello al vento e le tizie con la passera in bellavista? Ce le siamo sognate? Ma crede che siamo tutti rimbabiti per il caldo e per il Superenalotto? Ma chi vuole prendere in giro?
Franco

Franco Di Leo 18.08.09 18:39| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 50)
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono un "ex tossico".da quasi venti anni sono fuori dalla droga dopo un percorso terapeutico.
considerazioni sulla ia pelle:
la canapa e l'hashish non danno dipendenza;
il tossico è un malato, va curato;
la nostra è una società drogata;
dobbiamo combattere la cultura della droga, non il tossico malato che si autodistrugge;
depenalizzare tutte le droghe, immediatamente;
ALCOOL,FARMACI,TV,AZZARDO ECC.. SONO LE DROGHE PIù COMUNI E PIù POTENTI. DANNO FORTE DIPENDENZA.

antonio pezzuto 18.08.09 20:30| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 49)
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO 168,ERBA DI CASA MIA.

Noi staremo alla legge se anche chi le fa si sottopone al controllo(ma mensile)!

Tutti i parlamentari devono sottoporsi obbligatoriamente al controllo anti droga e alcol una volta al mese!

E' giusto che chi prende decisioni così importanti per la nazione,sia lucido al 100% e non minimamente alterato da stupefacenti o alcol.

Così anche per tutte le forze dell'ordine,ci deve essere un controllo mensile.

Polizia,Carabinieri e Guardia di Finanza nonchè "Guardie Carcerarie",quelli che mettono materialmente in galera chi si fa una canna,devono risultare integri a qualsiasi controllo su droga e alcol!!!

Tutti i lavori che comportano rischio per le persone devono essere sottoposte a controlli periodici su droga e alcol,autisti,medici,ferrovieri,piloti di aerei etc,etc.

ANCHE I GIORNALISTI DEVONO ESSERE SOTTOPOSTI A CONTROLLI MENSILI,NON POSSONO DIRE TUTTE QUELLE CAXXATE DA LUCIDI,O SONO NEL DOLO,FORSE!!!

A proposito...Giornalisti dove cazzo siete???

CONTROLLI MENSILI ANTI DROGA E ANTI ALCOL PER POLITICI E FORZE DELL'ORDINE!!!

I PRIMI A DARE IL BUON ESEMPIO DEVONO ESSERE LORO!!!

NON COME L'INCHIESTA DELLE JENE!!!

Sai che bel bordello!

Buona notte.

Nando.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 19.08.09 03:00| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 30)
 |
Rispondi al commento
Discussione

penso che a volte è meglio coltivare
certe piantine che certe amicizie!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 18:34| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 28)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La coca era il TOP anche quando
ero ragazzino, e qualche anno è passato,
e l'avevano in tasca sempre i più "sboroni",
quelli che arrivavano in disco con la macchina
del papà industrialotto indebitato, e che
avevano la mamma sempre bella e giovane (mignotta
ma nessuno della famiglia lo sapeva).
Quegli sboroni che non sapevano un cazzo della
vita ma avevano imparato a parlare bene e a
prendere per il culo le persone, facendo credere
a tutti che la felicità era quella, apparire e
non fare vedere.
Sono gli stessi sboroni che oggi siedono nei
posti di rilievo della nostra infelice società.
Chi nelle banche, chi come manager aziendali,
chi addirittura come deputati oppure i più
timidi e meno consumatori fanno solo i
portaborse o i giornalisti.
Ligresti, Tronchetti e Colaninno di certo non
conoscevano gelsomino, Maroni lo ha visto un
paio di volte ma lo ha subito schifato, meglio
le piante grasse, e da noi sono in esubero.
In futuro, scorreggiare in pubblico sarà un
massacro, all'aperto; 12 anni di reclusione, al
chiuso l'ergastolo.
Ma dobbiamo stare sereni, questi pagliacci non
si abbattono con le scorregge, altrimenti si
sarebbero già suicidati da un pezzo.

Moreno Corelli Commentatore certificato 18.08.09 20:49| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 26)
 |
Rispondi al commento

E' migliaia di volte più tossico l'alcool. La dose letale è incredibilmente bassa, basta poco per andare in coma etilico. Non parliamo degli effetti psicotropi. Quanti morti ogni anno tra malattie e incidenti? Milioni.
Se si volesse salvaguardare la salute delle persone, usando la stesso logica che si applica alla canapa indiana, bisognerebbe estirpare tutta la vigna, il luppolo, il malto, ecc, ecc e condannare alla galera chi li coltiva.
Quanti morti per assunzione di cannabis? 0, zero, null. La dose letale è di 25kg (kilogrammi). Praticamente una rotoballa.
Chiedete ad un agente di polizia quando è stata l'ultima volta che ha dovuto usare le maniere forti con uno che ha solo fumato. Non saprà cosa rispondervi. E con uno sotto effetto di alcool? Guarderà l'orologio.
Tutto il resto è propaganda e disinformazione.

Andrea F. Commentatore certificato 19.08.09 11:30| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento

LA MIA ESPERIENZA

a 16 anni ho fatto 3 tiri di spinello ed è stato... Bene.

solo che nella mia vita son stato conformista.

io rispetto la Legge come forma di autolesionismo (?).

(La stessa Legge dello Stato classista che cospira contro di me da che i
fascisti e i piduisti sono al potere.)

non ho più fumato da allora.
mi ripromisi che l'avrei fatto ancora da che fosse divenuto legale.

sto ancora aspettando.

perchè - credetemi - chi non è un idiota quando si fa uno spinello (secondo
me) vede la vita e la società con occhi differenti e diventa più libero e
capace di discernere.

se fosse legale farsi spinelli:

1. la chiesa andrebbe a farsi fottere;
2. il conservatorismo andrebbe a puttane;
3. la paura di vivere smetterebbe;
4. la sfera politica sarebbe finita così com'è ora;
5. i banchieri internazionali sarebbero appesi alle gru come in Iran;
6. il conformismo sarebbe sfinito dalla creatività;
7. lo spiritualità prenderebbe il sopravvento sulle umane religioni;
8. la mafia e il criminine organizzato sarebbero fregati con
l'antiproibizionismo e lo spinello legale;
9. la vita sarebbe più autentica: non tutti possono permettersi un
analista, lo spinello è un acceleratore di presa di coscienza; la vita
sarebbe BELLA.

P. S.
Non è apologia questo commento ma puro soggettivismo.
"sono contro la droga".
questa è psuedo-letteratura.
a scanso d'equivoci e querele.
;-)

gennaro esposito 19.08.09 00:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO RIPOSTO QUESTO COMMENTO FINO ALLA NAUSEA...

LA NAUSEA CHE MI FA' VENIRE IL MENEFREGHISMO DI TANTI ITALIANI...

NON FACCIAMO COME I POLACCHI AD AUSCHIWZ...
CHE NON VEDEVANO E NON SENTIVANO NULLA....

NOI SAPPIAMO E SE CI VOLTIAMO DALL'ALTRA PARTE SIAMO SOLO DEI VIGLIACCHI...OGGI A LORO DOMANI A NOI...

NON VOGLIO ESSERE COMPLICE DEI TORTURATORI...
continua;
http://informazionedalbasso.myblog.it/
verso le persone immigrate ci stiamo comportando da incivili , vi rammento la poesia di Brecht....un giorno vennero a prendere me e non c'era rimasto nessuno a protestare.
UN DOMANI LO STRANIERO POTRESTI ESSERE TU RICORDATELO...
HANNO INIZIATO CON GLI IMMIGRATI A SOSPENDERE LE GARANZIE MINIME DI UNO STATO DI DIRITTO , HANNO RIEMPITO LE STRADE DI MILITARI CON LA SCUSA DELLA LOTTA AL CRIMINE, QUANDO I REATI SONO IN DIMINUIZIONE, SI PREPARANO A FRONTEGGIARE CON LA FORZA LE LEGITTIME PROTESTE DI CHI NON CE LA FA' PIU'; PERCHE' HA PERSO IL LAVORO, NON RIESCE A PAGARE IL MUTUO O L'AFFITTO E STA PERDENDO TUTTO.....
NON STARE IN SILENZIO PERCHE' CON IL SILENZIO SEI LORO COMPLICE ...URLIAMO FACCIAMOCI SENTIRE ...
NON PERDIAMO LA DIGNITA'...

http://milano.repubblica.it/multimedia/home/7216680

http://milano.repubblica.it/dettaglio/via-corelli-peggio-del-carcere/1696807

http://www.youtube.com/watch?v=hmdYL9Uv_Z4

paolo papillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 18:41| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE,

concordo sulla depenalizzazione del consumo di marijuana, ma il tuo discorso secondo me è mal posto.

Se qualcuno potesse a norma di legge piantare dell'erba per consumo personale, sai bene che tra questi ci sarà - per forza - qualcuno che la potrebbe spacciare, magari anche darla a qualche 13enne o a qualche ragazzo con meno di 18 anni. Ovviamente in nero, per cui questi introiti non sarebbero nemmeno tassati. Si creerebbe così una nuova economia nera parallela a quella mafiosa, simile a quella della prostituzione oggi esistente nel nostro Paese.
Una saggia soluzione (per levare di mano alla mafia la droga leggera) è legalizzarla ai maggiori di 21 anni d'età. La droga leggera di Stato, dopo l'alcol e la nicotina (che sicuramente sono più dannosi e fanno più morti).

Si possono creare delle parafarmacie apposite (di neolaureati in farmacia disoccupati in Italia ce n'è a bizzeffe) e la si potrà vendere al cittadino che abbia 21 anni (lo dice il dott. Gessa, primario di Cagliari: dopo i 21 anni sia l'alcol che la maria non compromettono lo sviluppo corporeo), con la previa presentazione della tessera sanitaria, come si fa oggi per le sigarette (ma stranamente non per l'alcol, che per molti non è una droga). Così, sarebbe anche controllata meglio, e i cittadini sarebbero anche informati sui rischi.

Se si legalizzassero la maria e le puttane il nostro Pil schizzerebbe in un anno a + 10%: terremmo testa anche alla Cina! Ma l'economia nera che gestisce sia il traffico delle prostitute che lo spaccio di droga leggera, non solo non rientra nel computo della nostra economia come ben sai, ma è anche ESENTASSE!

Trovo invece che affidare al singolo cittadino questa libertà possa creare altri nuovi problemi, risolvendo solo parzialmente quelli che già abbiamo. Questo è il mio parere.

Per il resto, viva la Ganja!

Ciaoooo

michele francia 18.08.09 18:15| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il mio datore di lavoro si droga!!! io sono un tossico "DIPENDENTE"?????????

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 18:08| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
io NON FUMO ma, qualche canna da ragazzo l’ho fatta. ^_^ Sono favorevole all’uso delle droghe sia per uso medico che per lo sballo. Le droghe leggere, come tanti altri modi di divertirsi (birra, vino e corse in moto), fanno parte delle nostre storie…dei nostri 20 anni. Poi si lasciano per far spazio a vite più giudiziose e meno spericolate. Qualcuno continua a usarle e non sarò io a fermarlo. Quando parli di questo argomento, c’è sempre chi ti dice:

“IL SALTO DALLO SPINELLO AL BUCO E’ MOLTO SOTTILE”
Niente di più falso!

Bevendo vino non si diventa alcolizzati e neppure con la birra. E allora perché diventare “dipendenti dalla droga”…tossicodipendenti?

Come dicevo, IO NON FUMO. A me fanno indignare le rivendite di tabacchi: queste andrebbero chiuse!

Uno che per un breve periodo di tempo si fa qualche canna non è un drogato. I DROGATI SONO QUELLI CHE TUTTI I GIORNI COMPRANO “LE SIGARETTE BIONDE E BRUNE” e lo stato legalmente ci guadagna..TUTTO A NORMA.

Bisognerebbe far CAUSA ALLO STATO..UNA CLASS ACTION, per chiedere la chiusura delle rivendite con effetto immediato.

I primi a smettere di fumare dovrebbero essere i rivoluzionari…quelli che non vogliono essere SCHIAVI DELLO STATO.

A questi “rivoluzionari” dico:

“FATE QUALCOSA DI VERAMENTE RIVOLUZIONARIO: SMETTETE DI FUMARE”

Un primo passo verso il cambiamento e fuori dalla schiavitù delle sigarette.

‘sera al BLOG


"Le carceri inutilizzate in Italia risultano essere localizzate nei comuni di: [...]

Non riesco ad inviare il commento con la lista delle carceri e non solo.

Leggetelo al link:

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=16&id=427408
===================================

Il senatore del PD Barbolini chiede, con questo documento, quali provvedimenti si vogliono adottare per la grave situazione in cui versano le nostre carceri ed in particolarmodo alcune che sono vicine al collasso.

L'atto è l'unico che ho trovato online e non ha avuto ancora una risposta ufficiale...è stato pubblicato il 14 Luglio scorso....scommetto che quando l'avrà (se l'avrà) saremo ormai ad un punto di non ritorno...

...hanno la soluzione in mano ma essendo "senza fini di lucro" non la ritengono adatta, pensano che la soluzione sia quella di costruire nuovi edifici...a scopo di lucro...

...poveri noi...:-///

P.S.

Io sono per la legalizzazione e l'antiproibizionismo, ho una piantina della Giamaica, però è stradale, mi arresteranno...???

;-)

max m. (m.m.), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 19:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

OT (e bisognerebbe scriverlo per cortesia di chi legge)

"Ora ci sarà qualcuno che interverrà scrivendo che ci vogliono piu' moschee. Li anticipo rispondendo che per ospitare tutta quella gente a culo in su non basterebbero il triplo delle moschee già esistenti.
Dovrebbero proibire queste cose."
vito_ farina
---------------------------------------------------

Cosa dovrebbero proibire vituzzo? Le religioni in genere o una in particolare che a te sta pesantemente sul cactus?
Nel primo caso, se si potesse fare, vedremmo tante belle teste di c.zzo in meno al pIrlamento in Senato e alla regione (tipo Formigoni) decidere "eticamente" del nostro futuro in base alle loro (FALSE) convinzioni religiose e magari sarebbe un bene....però ne risentirebbe la democrazia e la libertà di pensiero e culto sancite nella nostra costituzione.

Ergo, ti tocca sopportare i musulmani e mica solo quelli, anche gli ebrei, i buddisti, gli scintoisti, gli indù, gli arancioni, i gialli, i penitenti dell'ultimissima ora.....per non parlare poi degli atei che non hanno mai rotto l'anima a nessuno e gli tocca sopportare da millenni la condizione cattocristiana del nostro stato che dovrebbe essere laico.

La realtà è che nessuno vuole RISOLVERE il problema dell'integrazione tra le differenti culture e religioni, perchè se si riuscisse davvero a integrare le persone tra loro in una pacifica convivenza, i legaioli come te non prenderebbe manco più un voto nemmeno per sbaglio. Quindi vi tocca pompare sulla propaganda nazi-cristiana in cui non credete per fomentare odi e intolleranza tra le parti.

La dimostrazione? Leggi la mia "proposta indecente" a riguardo e leggiti le risposte del capogruppo della lega nord di Pieve Emanuele qua:

http://www.giornalelibero.com/dblog/articolo.asp?articolo=1094#commenti

Paolo Cicerone, MiLaNo (o giù di lì) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 22:11| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni anno muoiono nel nostro paese

122.254 persone per incidenti sulle strade

1.120 per incidenti sul lavoro con invalidità spesso permanenti

150.000 persone per cancro

8.000 per influenza

1.300 per omicidio, quasi sempre donne

4.000 per suicidio (1.000 solo in carcere)

nessuno per spinelli.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.08.09 08:17| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' molto più reato grave tenere i seguenti comportamenti:
guardare e partecipare alle selezioni del grande fratello;
guardare da tifosi malati e dementi il calcio;
comprasi un suv per sentirsi qualcuno;
lavorare in modo compulsivo;
giocare d'azzardo in modo compulsivo;
produrre e diffondere trasmissioni televisive che rimbecilliscono le persone e diffondono l'ignoranza;
Essere pedofili, mafiosi,corruttori,ladri di tasse pagate col sudore;
La lista delle droghe è lunghissima......;
Che avere qualche piantina di mariuana ...

mauro lancioni, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.08.09 12:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non riesco nemmeno a capire come abbia fatto la Chiesa di Raztinger a sputtanarsi in un modo così infame nel suo silenzio sulla condotta di Berlusconi, un silenzio tanto ermetico e tanto poco eloquente che Berlusconi lo ha addirittura rovesciato in un consenso e ora si permette di prendere per il culo la CEI, come fosse formata da un branco di vecchi scemi.
Una figura così bassa e vile che non ci può essere cattolico che in cuor suo o con parole dirette non si sia vergognato del papa o di Bagnasco o della folta schiera cardinalizia così ossequiente al potere e così pronta baciare più che la pantofola di Pietro la ciabatta di Berlusconi. Una tale succubanza al potere, un'omertà così pusillanime da perderci la faccia per sempre.
Ma il peggio è che un simile silenzio la Chiesa non l'ha mostrato affatto quando rampognava fieramente il padre della povera Eluana o quando escludeva dalle onoranze funebri in chiesa il povero Piergiorgo Welby o quando ce l'aveva con Prodi per avere accolto nel suo governo la sinistra radicale, mentre rampogne analoghe non le abbiamo mai sentite per chi, come B, ha accolto nel suo governo la destra estrema, o ha preso come eroe nazionale il pluriomicida Mangano o come eroi per i giovani dei loschi figuri come Mambro e Fioravanti o ha intrattenuto rapporti con la P2 o con la mafia, o ha aperto alle giovanissime ragazze la strada dei lettoni.
Qui non si tratta di due pesi o di due misure, ma di una giustizia clericale che oltre che cieca è anche zoppa e parecchio in malafede, troppo per essere l'erede di Cristo, parendo piuttosto la sinistra ala di Mammona.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.08.09 13:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma infatti! un individuo che fuma cannabis, non fà altro che sedare se stesso, riesce a pensare diversamente, ad essere più spirituale e meno materialista, non è pericoloso alla guida e se gli rimane un pò di stress è dovuto dal fatto che per poterselo permettere violando meno reati possibili (la sola detenzione è una semplice infrazione amministrativa), è costretto a consumare tutte le sue entrate spalmate inoltre alle varie bollette, affitto e le varie imposte su benzina, sigarette alcolici e qualsiasi cosa che il monopolio ci permette di consumare da non proprietari perchè da proprietari poi ci sono da pagare le tasse di possesso o i contributi per i servizi concessi. Può sembrare un paradosso ai bigotti, ma è proprio il cittadino onesto che fuma e riesce così a sopportare tutte le inaccettabili contraddizioni provocate dall’incapacità di chi gestisce la cosa pubblica, come si può accettare che un camionista, dopo aver bevuto una bottiglia di vino in 2 persone a pranzo, si vede togliere la patente e quindi la possibilità di lavorare, dallo stesso stato che ne permette la vendita e ne promuove il prodotto. Viviamo in uno stato di polizia che per esercitare il suo potere assoluto, ci fa sembrare fuori legge anche le abitudini più innocue. La verità è che siamo solo degli schiavi e per la maggior parte anche inconsapevoli.

alfonso cannoletta, lecce Commentatore certificato 19.08.09 11:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

http://www.danielemartinelli.it/2009/03/17/associazione-a-delinquere-fra-i-ros/

video in allegato

Al tribunale di Milano si sta svolgendo un processo completamente oscurato dalle televisioni e anche dai giornali.
Tra gli imputati ci sono una dozzina di agenti del Ros, il loro numero uno Giampaolo Ganzer e il giudice Mario Conte, tuttora in carica alla procura di Bergamo, oltre che alcuni narcotrafficanti originari della Colombia e del Libano. Tutti imputati di associazione a delinquere, peculato e falso ideologico.Secondo l’accusa il gruppo di ufficiali istigava l’importazione di sostanze stupefacenti in Italia da immettere sul mercato, parte delle quali venivano sequestrate durante le loro operazioni passate su giornali e televisioni come brillanti operazioni antidroga.Alle udienze che si stanno tenendo al ritmo di 2 a settimana nell’ottava sezione penale del tribunale meneghino, stanno sfilando appuntati e brigadieri in servizio, chiamati a raccontare ciò che sanno su alcune partite di droga sequestrate negli anni ‘90.La corte d’assise giudicante è presieduta da Luigi Caiazzo, la pm titolare dell’inchiesta è Luisa Zanetti. Nel video postato i maggiori dettagli.
--------------------------------------------------
Chissà come mai sia dal governo che dal parlamento non si voglia chiedere di accellerare le indagini nel merito.....

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.08.09 11:32| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

L’EROINA CHE SVENTO' LA TRUFFA ALL'INPS

Mogli, cognati, sorelle, fratelli, cugini, parenti e amici di uomini di rispetto si spacciavano per braccianti agricoli senza esserlo

C’ è una PICCOLA GRANDE DONNA DA PROTEGGERE , in Calabria.

Una donna che sta rischiando grosso per aver fatto un gesto che da qualunque altra parte del mondo occidentale, da Helsinki a Vancouver, è ovvio e normale: ha passato ai giudici i documenti d'una truffa all'Inps. Truffa che per anni aveva fatto scrosciare acquazzoni di denaro su mogli, cognati, sorelle, fratelli, cugini, parenti e amici di uomini di rispetto che si spacciavano, senza esserlo, per «braccianti agricoli».

L’EROINA CHE SVENTO' LA TRUFFA ALL'INPS

Questo è il titolo che appare su un quotidiano ( il corriere ) di UN PAESE MALATO....

SERENITA',PACE,AMORE

salice piangente, francavilla al mare(ch) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.08.09 11:02| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Il modo migliore per ottenere la legalizzazione della canapa e la liberalizzazione del commercio di canapa industriale è piantarla. Coltivatela, troverete i semi ovunque. Una per famiglia. Se già un milione di persone circa la coltiva, altri 4 milioni di persone faranno differenza.
Non è difficile farlo. Vaso+terriccio+acqua+concime. A me cresce bene tra i pomodori. Pomodori e cime giganti.

E' da 5 anni che coltivo canapa. Una volta ne ho regalata mezzo chilo (ne fa tanta se si è bravi agricoltori) a un malato di sclerosi multipla, un ragazzo di 35 anni costretto alla sedia a rotelle; ha scoperto che le cure a cui si sottopone sono molto più vivibili fumando erba. A volte riesce pure a fare qualche passo.
A me piace. Io fumo perché mi piace ascoltare un nuovo disco con la mente in uno stato diverso dal normale. Fare l'amore è molto più intenso. Tra amici che non si vedono da tempo è un ottimo motivo di allegria. Forse farà anche male ma il fatto che lo stato lucri su cose letali come tabacco o gioco (il superenalotto è la nuova Raccolta Pubblica di Oro) mi fa pensare che faccia bene.

La mia è un intenzionale apologia di reato. Bisogna dirle, urlarle e farle le cose se si vuol cambiare il mondo. Anche a costo di finire in galera.

Iniezione letale di grappa per Giovanardi, non si può più sopportare e tollerare un essere simile.

future is unwritten 19.08.09 15:30| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vera storia della marijuana

http://www.youtube.com/watch?v=2Po9PxqRlwc

La canapa è l'unica alternativa al petrolio, a quei petrolieri armaioli che hanno sottomesso il mondo.

Se inquini l'ambiente con la plastica per i prossimi 1000 anni non ti succede niente, se hai una piantina di canapa al balcone ti arrivano i carabinieri a casa.

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 18:26| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

da laRepubblica.it

PECHINO - Esplode in Cina la rivolta contro gli istituti che, con metodi militareschi, promettono di guarire i teenager "malati di web". Pu Liang, 14 anni, è stato ricoverato ieri in gravi condizioni all'ospedale dopo essere stato pestato dai suoi educatori dell'"Anti-traditional Education Training Center" di Chengdu, nella provincia del Sichuan. L'adolescente ha subìto molte fratture e gravi lesioni ai reni. I medici hanno scoperto che i suoi polmoni erano pieni d'acqua.
La polizia ha arrestato il capo degli istruttori e denunciato alcuni compagni di cure di Pu Liang.

La notizia, riportata oggi dai giornali, ha scatenato forti reazioni. Il 2 agosto un altro adolescente di 15 anni, considerato "dipendente da internet", era morto dopo essere stato massacrato di botte in un "campo di correzione" di Guangxi Qihuang, nel sud della Cina. Dopo il suo arrivo, Deng Senshan era stato immediatamente messo in isolamento in una cella. Le sue proteste, il rifiuto di raggiungere la mensa "camminando spedito", avevano scatenato la violenza del personale, che lo ha ucciso a calci e pugni. Quattro persone sono state arrestate e la clinica è stata chiusa.
La polizia ha scoperto che nei centri che promettono di guarire dalla dipendenza elettronica, i ragazzi vengono sottoposti a ripetute sedute di elettroshock. I danni al cervello, secondo i medici, sono devastanti e irreversibili. La popolazione, sconvolta, chiede ora alle autorità di porre al più presto fine a questi abusi.

quando la cura è peggiore del male
ogni riferimento a fini-giovanardi è voluto

liliana g., roma Commentatore certificato 19.08.09 11:27| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli operai non sono nè del sud e nè del nord
ma sfruttati da secoli chiusi nelle gabbie
della mortificazione altro che salariali
ancora oggi tentate di metterli l'uno contro l'altro

in una abnezione disumana serrati
come bestie feroci negli zoo nauseabondi del quotidiano
incatenati ai debiti merce dei vostri infami interessi
puttane prese a calci in bocca da papponi insaziabili

stravolgere scavando nei meandri della miseria
uomini trattati come pezze da piedi
carne appesa ai gangi di un macello dove
la dignatà è stata disossata dalla crudeltà

pelle livida imbrinata da un sudore di acqua amara
comprata senza tasse dai discepoli della mortificazione
senza bandiere da sventolare o inni da cantare
comparse di tragedie e drammi di mischiano all'odore di frittate

l'aurora imbevuta di sangue versato figlia sacrificale
della spavalda sopravvivenza si spande un'attimo di dimenticanza
partono vagoni all'alba ammassati di carne di operai
illuminati da una fioca luce e di bestemmie controverse

affoga il tramonto sui binari sporchi di nequizie
e negli sputi fielosi di bocche stanche di masticare tabacco
anche stasera in tutta la sua pigrizia il treno pieno di angherie
corpi lisi e facce cupe e smunte è in ritardo

si fermerà affannoso di stazioni in stazioni
nessuno si accorgerà dell'operaio morto che ha preso
il mezzo volo sprovvisto di biglietto e destinazione
senza sapere camminare sulle nuvole prima di aprire le porte del paradiso…

Ascea 18 agosto 2009

mariluuu barbera, arzano napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.09 19:11| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

varo beppe, non solo mi trovi d'accordo, ma aggiungo che la canapa faceva parte della cultura dei nostri contadini. veniva tessuta e le sue proprieta' erano da 3 a 5 volte migliori di quelle del cotone. tralascio le proprieta' mediche, perche' il discorso si farebbe lungo ma dico solo che è un buon antiasmatico e un buon antiemetico,sopratutto per chi purtroppo deve fare chemioterapia. poi arrivo' un certo magnate yankee di nome Dupont che traffico' per farla apparire diabolica e poter invadere il mondo con le sue fibre sintetiche. infine le mafie e i servizi segreti che sono i maggiori trafficanti di droghe pesanti guadagnano di piu' con queste ultime. saluti a tutti

luca martinelli, como Commentatore certificato 18.08.09 18:59| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stato in OLANDA dove le DROGHE LEGGERE sono

LEGALIZZATE (e quelle PESANTI...quasi...):

vi POSSO GIURARE che il 90\95% dei "Tossici"

ERANO STRANIERI........

... GUARDA GIOVANARDI, e raffronta come SI

COMBATTE REALMENTE la DROGA e come si ottengono

RISULTATI STRABILIANTI: esattamente con UNA LEGGE

che è l' ESATTO CONTRARIO DELLA TUA !!!!!!!

Togli il CONTROLLO DELLA DROGA A MAFIA,CAMORRA,ecc

e VEDRAI RISULTATI, perchè in ITALIA sembra

tornata l' INQUISIZIONE .

giorgio m. Commentatore certificato 20.08.09 11:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

L'equiparazione delle droghe leggere a quelle pesanti, secondo me, è la prova che qualcuno sa bene quello che deve fare; mi spiego: prendiamo un ragazzino di quelli che sceglie di vendere il "fumo" per alzare soldi o da fumare per se. Quello che è sempre successo prima della legge è che il ragazzo in questione rischiava se le quantità trovategli in possesso e la dinamica del fermo o dell'arresto erano tali da considerarsi spaccio, la quantità poi serviva a stabilire il tipo di spaccio e così via. Quando lo stesso ragazzino veniva trovato in possesso di qualche spinello, se ne tornava a casa o a fumare, con qualche scappellotto, la requisizione e la distruzione dello spinello o dei grammi di "fumo".
Il rischio e il guadagno erano equiparati in qualche modo all'età, alle conoscenze, anche ad una sorta di strada obbligata che visti appunto, i rischi, faceva preferire al giovinetto, una strada semplice e molto più sicura. Non soffermiamoci sul giusto o sbagliato di queste dinamiche, esistono e basta. Quello che invece merita riflessione è la conoscenza di questo mondo da parte di chi suggerisce regole e leggi sulla droga. Oggi, poichè l'equiparazione rende il commercio del fumo, pericoloso quanto quello della coca o dell'eroina, ma molto meno remunerativo, in pochi si ritrovano dentro la voglia di rischiare tutto per pochi euro, ma rischiare le stesse pene per cifre ragguardevoli e di gran lunga superiori ad uno stipendio normale, ti immette subito sulla strada dello spaccio delle sostanze pesanti. Questo è un piano studiato a tavolino da chi con la droga ci campa. E quale strumento migliore di una legge che garantisce il fiorire di questo commercio? I fatti poi, certificano l'abbassamento dell'eta di chi consuma e spaccia al dettaglio coca ed ero. Inasprire le pene con la conseguente imbarcata di nuovi carcerati da stipare nelle patrie galere è solo fumo negli occhi di chi vuol credere che questa legge andava fatta perchè ci son troppi drogati in giro. Invece servono.

Rosso Malpelo 19.08.09 02:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

RIPROPONGO IL MIO COMMENTO, GIUSTO PER ANIMARE UN PO' LA DISCUSSIONE...


CARO BEPPE,

concordo sulla depenalizzazione del consumo di marijuana, ma il tuo discorso secondo me è mal posto.

Se qualcuno potesse a norma di legge piantare dell'erba per consumo personale, sai bene che tra questi ci sarà - per forza - qualcuno che la potrebbe spacciare, magari anche darla a qualche 13enne o a qualche ragazzo con meno di 18 anni. Ovviamente in nero, per cui questi introiti non sarebbero nemmeno tassati. Si creerebbe così una nuova economia nera parallela a quella mafiosa, simile a quella della prostituzione oggi esistente nel nostro Paese.
Una saggia soluzione (per levare di mano alla mafia la droga leggera) è legalizzarla ai maggiori di 21 anni d'età. La droga leggera di Stato, dopo l'alcol e la nicotina (che sicuramente sono più dannosi e fanno più morti).

Si possono creare delle parafarmacie apposite (di neolaureati in farmacia disoccupati in Italia ce n'è a bizzeffe) e la si potrà vendere al cittadino che abbia 21 anni (lo dice il dott. Gessa, primario di Cagliari: dopo i 21 anni sia l'alcol che la maria non compromettono lo sviluppo corporeo), con la previa presentazione della tessera sanitaria, come si fa oggi per le sigarette (ma stranamente non per l'alcol, che per molti non è una droga). Così, sarebbe anche controllata meglio, e i cittadini sarebbero anche informati sui rischi.

Se si legalizzassero la maria e le puttane il nostro Pil schizzerebbe in un anno a + 10%: terremmo testa anche alla Cina! Ma l'economia nera che gestisce sia il traffico delle prostitute che lo spaccio di droga leggera, non solo non rientra nel computo della nostra economia come ben sai, ma è anche ESENTASSE!

Trovo invece che affidare al singolo cittadino questa libertà possa creare altri nuovi problemi, risolvendo solo parzialmente quelli che già abbiamo. Questo è il mio parere.

Per il resto, viva la Ganja!

Ciaoooo

HO GIA' RISPOSTO A RAFFAELE E LELLA NEL PRECEDENTE

michele francia 18.08.09 18:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ho ritrovato un commento in un blog che cita fatti a dir poco SCONCERTANTI!...

Sembrerebbero frutto della mente di un 'quasi pazzo' per la loro gravità...

Ma sto facendo delle ricerche su quello che afferma l'autore per trovarne dei riscontri...

per ora ve ne do solo due assaggi...il sito lo pubblicherò solo alla fine.

"Ci ritrovammo quindi con questo gruzzolo di milioni di euro cash che ci diedero i famosi Berlusconiani Casalesi in questione, che fare? Il ndranghetarello super filo Corleoniano Valerio Bitetto, di fatto, mio capo, mi ordino': "tutti in Banca Mediolanum, e’ banca fascista e massona di estremissima destra, come tutti noi, qui". Cosi' facemmo. Ci imposero una commissione del 5 per cento, che pero' pagammo per solidarieta' …diciamo cosi’, …filopiduista, …Berlusconiana, …via. A un certo punto ebbi delle sensazioni tetre, era l'inzio del gennaio scorso. Andai in Banca Mediolanum per voler ritirare la mia parte ( sette milioni di euro circa). E in contanti. Sconvolti mi chiesero perche'. Dissi che ero un tipo sensitivo che sentivo catastrofi in arrivo e che volevo muovere il tutto in Svizzera. E che volevo che questo movimento via Canton Ticino dei miei sette milioni di euro me lo organizzassero loro. Mi risposero che il loro specialista per le fughe di capitali in Svizzera cash, era il CIELLINO Paolo Sciume' di Banca Mediolanum, detto anche el sciacquatodo in coppia con un altro massone di estrema destra, il super Mussoliniano, Giorgio Pirovano di Banca Mediolanum stessa. Parlai con loro quindi, e il banchiere preferito dei mafiosi dell’ultima generazione, Paolo Sciume’ di Banca Mediolanum, mi porto' presso la Banca Arner di Lugano. Vi aprii un conto, ovviamente cifrato. Il banchiere cosi’ nickato da tutti, “senza vergogna”, Edoardo Lombardi di Banca Mediolanum stessa, mi mise poi in contatto con degli spalloni, capitanati da un certo Aldo Acquistapace di Credit Suisse ( ex spallone di Silvio Berlusconi, Cesare Previti...)

CONTINUA

Dino Colombo Commentatore certificato 18.08.09 18:12| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)Prima parte
PER OBAMA SARÀ L’OPPIO AFGANO A SALVARE L’ECONOMIA
Ciò che il G-20 di Londra ha omesso per pudore, è stato invece solennemente, e sfacciatamente, sancito dal vertice NATO di Strasburgo. Se non fossero stati distratti dalle gaffe (o dalle gag?) di Berlusconi, persino i giornalisti si sarebbero accorti che, finalmente, la linea di politica estera e di politica economica del neopresidente statunitense Obama si è chiarita e ufficializzata: sarà l’oppio afgano a farci uscire dalla crisi economica.
Il vertice del 4 aprile ultimo scorso - sessantesimo anniversario della fondazione della NATO - ha infatti stabilito di rafforzare la presenza in Afghanistan sia in termini di truppe che di mezzi. Inoltre, altri due staterelli fantoccio, Croazia e Albania, sono stati ammessi formalmente nella NATO, mentre Macedonia e Montenegro ne fanno già parte in via ufficiosa, attraverso l’espediente giuridico delle procedure di ammissione. A ciò si aggiunga il che il neonato Kosovo - il primo Stato al mondo creato ex novo dalla NATO - costituisce da anni un territorio statunitense d’oltremare, dato che ospita Camp Bondsteel, la più grande base militare USA del mondo.Camp Bondsteel non è una “cattedrale nel deserto”, ma è un grande santuario circondato da una miriade di altri luoghi di devozione, dato che le basi militari statunitensi e NATO nell’area balcanica sono ormai decine. I Balcani sono diventati oggi una sicura ed efficiente “Opium way” per la materia prima ed il semilavorato provenienti dall’Afghanistan. L’oppio paga non solo le basi militari, ma anche la rete di oleodotti che attraversano i Balcani e trasporteranno il petrolio e il gas dal Mar Caspio e dal resto dell’Asia. Nel momento in cui il sistema bancario mondiale è in crisi, l’area balcanica vede, grazie all’oppio, anche tutto un proliferare di nuove banche, e il Kosovo ha quasi più banche che abitanti.

Bachisio Goddi 18.08.09 21:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Allora guardiamo 2 numeri e vediamo quanti sono intellettualmente onesti

Numero di prigionieri ogni 100,000 abitanti:
USA: 738
Russia: 611
China: 218
Nuova Zelanda: 186
Australia: 157
Inghilterra: 148
Olanda: 128
Canada: 107
Italia: meno di 100

Allora, guardate questi numeri. 2 Volte. E ogni anno ci ritroviamo con le carceri piene e strapiene. Allora perche' collegare la depenalizzazione della cannabis con le carceri?? Eh? Ah gia' gli Italiani sono molto piu' onesti degli Olandesi e dei Canadesi. Ma quale patria della mafia!...Beppe, qui non ti seguo.

Anthony NY Commentatore certificato 18.08.09 19:50| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sei mesi di condizionale
Non sono niente male
Per aver seminato sul mio davanzale
Sei mesi di attenzioni e cure per tenere creature
Con foglie a sette punte con un buon odore

A Marzo la pianti e aspetti che spunti
A Aprile la bagni e cresce
A Maggio la femmine e i maschi separi
A Giugno si riempie di fiori

Ma a Ottobre, mese di raccolta
Mi suonano alla porta
Non sospettando niente
Io apro all’ Attendente

Sei mesi di fatica dura
Per questa fioritura
Me l’hanno sequestrata ed ora sta in questura

A Marzo la pianti e aspetti che spunti
A Aprile la bagni e cresce
Da Maggio a Settembre la vedi fiorire
A Ottobre raccogli e puoi dire
“L’ho coltivata io
non me ne pento neanche un po’”

E pensare che la cannabis ad diva
Potrebbe risanare questo Mondo alla deriva
Potrebbe soppiantare petrolio e i derivati
La plastica ed i farmaci a cui siamo abituati
Sarà per questo che è vietata
Ai despoti non piace
La gente rilassata e l’energia pulita

A Marzo la pianti e aspetti che spunti
A Aprile la bagni e cresce
A Maggio la femmine e i maschi separi
A Giugno si riempie di fiori

A Marzo la pianti e aspetti che spunti
A Aprile la bagni e cresce
Da Maggio a Settembre la vedi fiorire
A Ottobre raccogli e puoi dire
L’ho coltivata io
non me ne pento neanche un po
L’ho coltivata io
Scommetti che lo rifarò!!

punkreas-Canapa

http://www.youtube.com/watch?v=aCfCk2t2_qw


ED...fasullo come un 10 euro fotocopiati !!!!

se confontate i fusi orari che vi propone tramite un "time zone map" vi accorgerete che questo anziano attore d'avanspettacolo digita ...

da PANAMA...dopo venti minuti sta nelle HAWAII..
dopo un'ora...nel PACIFICO lontano 300 miglia dalla terra ferma....l'indomani sta in ALASKA !!!

ED...sei UNA PERNACCHIA !!!!....ma chi credi di prendere in giro ????

ED...per essere meno RIDICOLO...prima di postare ....informati meglio circa i fusi orari....

dai è semplice...è da terza media !!!!!

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 19.08.09 12:28| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN AMERICA LA PRIMA UNIVERSITA’ PER COLTIVARE LA MARIJUANA

da http://cronaca.noiblogger.com/in-america-la-prima-universita%E2%80%99-per-coltivare-la-marijuana/

Sa un po’ di notizia a tratti assurda, ma è la pura verità, negli Usa esiste un corso universitario che insegna come coltivare e commercializzare la cannabis.
Se ogni giorno le autorità fanno di tutto per fermare i sempre più ampi giri di droghe pesanti e leggere che siano, alla luce del sole opera un’università che insegna tutti i segreti per allevare la droga più famosa del mondo. Il suo nome è Oaksterdam University, si trova in California, è recente ma ha già festeggiato i suoi 160 laureati.

Il “creatore” di questa innovativa università è un certo Richard Lee, con un passato da pusher nella zona di San Francisco, ha deciso di ideare questa scuola dopo aver scoperto che ad Amsterdam esistevano corsi che istruivano a mutare la propria attività in una vera e propria impresa.

Cosi Lee, ha deciso di fondare un’università dedicata alla coltivazione della cannabis. I corsi si tengono con esperti di orticultura che teorizzano sulla quantità di cannabinolo che contiene ogni pianta, insegnano come coltivare la pianta, i terreni migliori e l’esposizione al sole.

Non mancano lezioni di legislazione e di economia per avviare al meglio la propria attività da imprenditori dell’erba.Il tutto per 200 dollari a corso più circa 70 dollari per i libri, prezzo modico insomma. Il fatto positivo, è che questo brillante individuo, non l’ha fatto per soldi, a quanto pare era già un veterano della coltivazione di marijuana e non aveva mai avuto problemi di nessun genere.

La sua trasformazione da pusher a maestro, è arrivata per aiutare i malati terminali o coloro che soffrono di malattie legate all’apparato digerente, che grazie all’effetto mitigatore della cannabis potevano trarne sollievo.....>
====

Finirà come per i videopoker?
Se si guadagna bene, ciò che era illegale lo fa lo Stato e diventa legale ...

Exidor ... Commentatore certificato 18.08.09 21:43| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Cerco di schematizzare in punti quanto ho + volte espresso del mio pensiero sulla droga, che ritengo un'ottima mediazione tra le tante cose che leggo qui, spesso giuste ma troppo radicali:

1) si dovrebbe stilare(a cura di commissioni di esperti ad es: http://www.corriere.it/Rubriche/Salute/Medicina/2007/03_Marzo/23/pop_tabella.shtml)una lista di principi attivi e psicopatologie da assuefazione compulsiva(es: gioco d'azzardo, fede calcistica,fanatismo religioso etc)
2)liberalizzare totalmente,sotto una certa soglia,l'uso pubblico di sostanze meno pericolose
3)Concordo con quanto dice "nonno arzillo" sul fatto che l'uso di queste sostanze leggere o pesanti(alcol,droga o gioco d'azzardo),è comunque non adatto a determinate categorie di persone a maggiore responsabilità (madri,padri,parlamentari,patentati etc)
4)Va comunque opportunamente "avvisato" il consumatore dei rischi che corre con il consumo(ad esempio come si fa oggi con il fumo) DISINCENTIVANDONE COSI' l'USO!
5)Questo ovviamente deve valere anche per alcol e gioco d'azzardo (basta pubblicità scassapalle di vini come orgoglio italiano in TV e di superenalotto come droga sociale!)
6)Altre sostanze con principi attivi più forti debbono comunque essere prodotte se hanno usi farmaceutici validi(ad esempio l'eroina è molto meglio della morfina nel trattamento del dolore,soprattutto per i malati terminali)
7)Le sostanze del punto 6 vanno somministrate(e coltivate)con ricetta medica(morfina)/controllo dello stato(es:tabacco)
8)alcune sostanze,fortemente nocive(crack,ecstasy etc)vanno definitivamente proibite ed il loro uso combattuto anche con la libera disponibilità di principi attivi liberalizzati(sostanze leggere della tabella indicata)

Continua sotto...

Ettore Chiacchio
Computer Guru - Libero Pensatore

Ettore Chiacchio, Saronno-Napoli-everywhere-in-the-net Commentatore certificato 19.08.09 10:28| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

TOSSICOLANDIA


Quante distinzioni: droga leggera… droga pesante…

Al sodo:

Come può una mamma “fatta” educare e accudire al meglio i propri figli?

Ed un padre “schizzato” essere loro di buon esempio?

Può un tossico essere un buon cittadino e migliorare la società in cui vive?

Come possono dei cervelli “sballati” svolgere adeguatamente e soddisfacentemente il loro lavoro, ancor di più se delicato?

Non occorre molto per capirlo…

E per capire anche che questa piaga maledetta è un mezzo criminale per imbarbarire sempre di più la nostra società.

A vantaggio di chi? Di coloro che si “fanno”?

Illusi!

nonno arzillo Commentatore certificato 18.08.09 20:28| 
 
  • Currently 2.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori