Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il proibizionismo che uccide


Civiltà drogate di proibizionismo
(17:30)
pannella.jpg

Agosto è il mese degli appelli. Dopo quello per la difesa della Rete dalle querele, oggi il nuovo appello riguarda la depenalizzazione delle droghe leggere.
Troppe persone sono arrestate e non tornano più a casa per uno spinello, da Aldo Bianzino a Stefano Frapporti. In molti paesi d'Europa la marijuana è libera. In Italia c'è la libera circolazione delle droghe pesanti e l'arresto di poveri diavoli per un spinello. A Milano i consumatori abituali di cocaina sono stimati in 150.000. Il porto di Gioia Tauro è la porta d'ingresso per ogni tipo di droga in Europa.
Per risolvere il problema dell'affollamento delle prigioni è sufficiente depenalizzare la marijuana. Per risolvere il problema di strani suicidi e di infarti improvvisi in cella è sufficiente depenalizzare la marijuana. Chiedo a tutte le forze politiche e ai movimenti che vogliono sostenere questo appello di farsi vivi al più presto.
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Testo dell'intervista a Marco Pannella:
"Blog: Marco Pannella, leader del partito Radicale, partito che conosciamo per le numerose iniziative e battaglie anche vinte. In Italia si parla di sostanze stupefacenti, la Fini Giovanardi è soltanto l'ultima delle leggi che provoca qualche effetto, per pochi grammi di fumo di hashish si finisce in carcere e poi qualcuno di questi detenuti muore in poche ore, o per la vergogna o perché viene picchiato da qualcuno. Com'è possibile che l'Italia abbia ancora una legge di questo tipo?
M.P.: Devo dire purtroppo non solo l'Italia. Adesso vediamo Obama, anche negli Stati Uniti il proibizionismo è stata una bandiera. E' una bandiera internazionale. Onu e via dicendo. Però siccome hai detto e hai ragione, c'è una serie di leggi, rivendico il fatto che la serie di leggi c'è perché siamo riusciti a ferirle a morte tante no? Gli italiani ci hanno dato il 54% su una proposta antiproibizionista nel '93, tra l'altro come anche quella per l'abolizione del finanziamento pubblico per una serie di nostri motivi, vincemmo, stravincemmo. E anche per il passaggio nel sistema americano che riguardava le leggi elettorali, poi venne fuori il mattarellum e altre cose... quindi devo dire che un'affermazione che sembrò eccessiva è degli anni '70. Se dobbiamo fare una previsione di come ci sarà una metamorfosi del male totalitario fascista, comunista e via dicendo, sarà quella che verrà presentata in nome dell'onestà della salute e via dicendo il proibizionismo sarà la nuova reincarnazione di quello che è stato battuto. Abbiamo visto giusto perché oggi in realtà noi abbiamo alla frontiera americana, per esempio col Messico, che alla fine devono stare lì con gli eserciti costantemente col rischio. Perché? Il proibizionismo. La forza data alla malavita della droga che poi con Saviano e gli altri viene fuori che appunto, ormai si confonde il capitalismo finanziario ufficiale perbenista, non dico per bene perché non c'è, e quello di natura ufficialmente criminale. L'Afghanistan ha una spiegazione. Alla base è il proibizionismo
blog: terra dell'oppio
M.P.: appunto perché se in Italia si stabilisse dal Veneto al Piemonte la proibizione della coltura dell'uva perché senno c'è il vino, credo che diverrebbe una battaglia sociale enorme. Ora, la marijuana, adesso con Obama da un certo punto di vista già ci sono dei segnali di rinunce al proibizionismo perché ne viene ripescata la vera storia che da millenni era la produzione locale indigena come da noi nel Mediterraneo, si dice siamo la civiltà dell'ulivo e dell'uva. In Afghanistan, appunto, quello che si è verificato è che tutta la coltura montagnosa ma non solo, è quella dell'oppio. A questo punto ci sono gli interessi di tutto l'ordine sociale, dai Mong tutta quella zona fino alla Cambogia e al Vietnam con i montagnari e gli altri, che sono dei contadini produttori... morale oggi per fortuna prendendo l'iniziativa che appoggiamo, noi siamo in contatto, di promuovere una convenzione Onu sull'uso della foglia di coca, alla masticazione della foglia di coca, che è da sempre quello che fanno le famiglie per le caratteristiche energetiche e per l'assoluta non nocività assoluta della foglia di coca dai cui procedimenti industriali esce la cocaina. E' un problema gigantesco che già produce milioni di morti, perché tu parlavi giustamente delle carceri, bè com'è noto noi Radicali siamo membri spesso, non solo in Italia, ma membri onorari sempre delle carceri. Su questo c'è qualche problemino poi più tardi ti darò l'elenco di quante volte siamo condannati per queste azioni non violente e allora voglio chiedere a Beppe e a Tonino eccetera come la mettiamo? perché non si denuncia il fatto che noi siamo degli avanzi di galera insomma, per queste cose, perché leggo che noi non dovremmo essere candidati, devo dire in termini non giuridici ma qualche volta anche giuridici, gli atti della Camera dicono che dal '76 tutti i nostri interventi insistono su questo: le caratteristiche della partitocrazia sono di essere un'associazione per delinquere contro la Costituzione i diritti fondamentali, contro le leggi dello Stato e che sono al potere loro. No? allora capisci che hanno voglia pure loro di toglierci dai coglioni anche perché io sono felice che finalmente Beppe pare che scenda adesso in campo come diceva quell'altro, intendevo dire Silvio, lui sa che ne sono felice anche se ho qualche dubbio di come lo fa, poi Dio ce la mandi buona a lui a noi e a tutti quanti. Potresti fare un'intervista a un nuovo nostro compagno parlamentare europeo perché direi che è stato il grande zar dell'antidroga dell'Onu e dell'Italia e di Vienna, si chiama Arlacchi.
blog: ah Pino Arlacchi
M.P.: certo certo
blog: candidato con Tonino alle europee
M.P.: già ma voglio dire... ha sempre avuto molto a che fare con noi. Io ricordo che addirittura 15 anni fa, se ci fosse qui Emma Bonino ricorderebbe subito la data, eravamo andati per queste cose, ufficialmente parlamentari europei esponenti del partito Radicale transnazionale in Colombia. Stiamo nella capitale, dopo poche ore ci viene detto apparentemente con grande preoccupazione "guardate prendete subito l'aereo perché come vedete sono stati ammazzati un procuratore dalle forze partigiane tra virgolette, appunto i narcotrafficanti, allora successe che io riuscii a imbrogliare Emma, l'unica volta che mi è riuscito, per cui lei partì perché c'ero anch'io in aeroporto ma io persi l'aereo tra virgolette... per dire come tutto questo è il nostro vissuto. E' il problema dell'America latina, è il problema di decine di milioni di persone... sono riusciti a ottenere questo: che mentre prima la foglia di coca era in alcune zone del mondo, il papavero peggio ancora, oggi in Islanda lo si può coltivare, come in Polonia nei paesi nordici... è il risultato che hanno ottenuto. Da questo punto di vista credo che noi come Partito Radicale siamo riusciti a tessere nella nostra povertà nelle nostre situazioni, siamo stati arrestati in giro, abbiamo anche compagni, che per esempio, occupandosi troppo di questa roba noi avevamo Andrea Tamburi, che era andato a Mosca a fare azione coi nostri compagni fu assassinato mentre si stava occupando di questa roba. Il nostro compagno Antonio Russo in Cecenia che poi è stato assassinato dai russi e via dicendo, giornalista per radio Radicale, era un altro compagno che perfino in Africa e poi nella ex Yugoslavia dove era addirittura scomparso, si era occupato anche della connessione degli stati proibizionisti con le forze della malavita internazionale che loro usavano per combattere i cosiddetti partigiani della libertà, i dissidenti nei loro paesi,
blog: i radicali locali
M.P.: sì, oltretutto erano pure tesserati perché la Politkoskaya veniva ai nostri congressi, questo sarebbe un elenco che non finisce più
blog: allora un paese democratico cosa dovrebbe fare, che tipo di leggi dovrebbe adottare? dovrebbe liberalizzare tutto? marijuana coca
M.P.: vedi, c'è una cosa, i nonni dei ragazzi di adesso 35 anni fa, passavo per le strade di Roma e c'era scritto "legalizza la marco" come legalizza la marco? loro hanno imparato sin dal primo giorno che la nostra posizione è legalizzare, non proibire, non vietare, non liberalizzare, perché la droga è da 40 anni liberalizzata e lo è adesso. Io il pane non lo trovo in Italia adesso, magari in Francia o in Belgio lo trovo a mezzanotte il pane, gli alimentari, qui da noi vietato! senno ti chiudono il negozio, mentre se uno cerca la droga non c'è bisogno perché è la droga che lo cerca per strada a mezzanotte. Quindi come sul divorzio, come sull'aborto, noi cosa abbiamo fatto? abbiamo regolamentato, cioè legalizzato, cioè fatto emergere dal nero e disciplinato, tra l'altro in modo severo perché siamo prudenti all'inizio, vediamo cosa succede. La legge Fortuna, oggi non riusciamo grazie al Vaticano a passare al divorzio breve e non costoso, non lo vogliono. Niente! adesso c'è questa storia per la quale abbiamo lottato 15 anni sulla RU 486, adesso che il cardinale Bagnasco proibisce, bè su questo noi vogliamo regolamentare. Vogliamo che ci sia informazione e conoscenza, mettere in condizioni la donna... ma il fumatore il ragazzo e il padre del ragazzo mettere in condizioni di dire c'è lì magari al supermercato ma in genere in farmacia, c'è quella cosa che è marijuana, ma deve documentare che è quella e non adulterata perché grazie alla criminalità proibizionista che cosa hanno ottenuto? che oggi la marijuana è vero che molto spesso ha una forza un potere diciamo "drogante" moltiplicato per 40 perché è interesse così tu vai lì e gli dai questo al ragazzo, lo dai al nonno del ragazzo che continua a fumare e quello gli va a finire male. Quindi noi viviamo nelle carceri, adesso noi stiamo portando ad una visita delle carceri il 14, 15 e 16 agosto più di 120 parlamentari italiani. Perché? perché la campagna che abbiamo fatto sull'indulto a favore dell'indulto che ha ridotto semmai la criminalità... adesso ormai è chiaro no? abbiamo le statistiche! Ci sono stati più rientri nelle prigioni di coloro che ne sono usciti per avere finito di scontare la loro pena, più rientri in un anno, il doppio di coloro che ne sono usciti perché hanno pagato, rispetto a quelli che erano usciti per l'indulto. Noi vogliamo l'amnistia di tutti i ragazzi della droga. Le vite distrutte, le famiglie, l'indegnità. Ora io su questo dovrei vergognarmi perché 2 o 3 volte siamo riusciti ad ottenere delle cose inaudite in termini di leggi in questo stato antidemocratico. Perfino Craxi ad un certo punto faceva concorrenza ad Almirante per fare il proibizionismo. Giuliano Ferrara uscì dal partito comunista anche perché non lo ritenevano abbastanza proibizionista e anti proibizionista! tanto per dire i climi che si sono creati, e oggi dobbiamo dire che nelle carceri è un miracolo! perché poi quando entriamo lì dentro siamo come degli ex carcerati che vengono lì liberi e sono accolti devo dire dagli africani. E' incredibile, noi abbiamo questo Radio carcere che viene ormai ascoltato dai direttori da tutti gli operatori, dalla polizia giudiziaria perché vorrei dire che c'è un problema di qualcosa che riguarda la comunità penitenziaria. Dici carcere e pensi ai carcerati. Se dici comunità penitenziaria significa che dai direttori ai secondini che erano considerati gli aguzzini e via dicendo, oggi c'è una tale maturazione civile che davvero so che se vado lì devo lottare anche a favore del poliziotto penitenziario che soffre, e lo dice! ma come facciamo a tenere questi in questo modo bestiale? Noi abbiamo dei direttori di carcere come quello di Trieste di cui abbiamo appena saputo, che ha trovato una nuova iniziativa. Siccome il carcere è sovraccarico non c'è più modo manco non hanno i bagni dove far dormire la gente, ha preso i materassi, li ha numerati e a questo punto non c'è più quello che sta nella cella tal dei tali, quello che ha il materasso tal dei tali. Ed è una trovata che almeno permette di stare su dei materassacci ma di starci. 14, 15 e 16 agosto più di 100 parlamentari in carcere per visitare con noi, e siamo accolti, speriamo che anche voi tutti siate accolti per un'attenzione nuova che avrete, accolti in queste comunità penitenziarie in cui abbiamo centinaia di ragazzi e decine di migliaia nei 10 anni, di ragazzi che sono sopravvissuti dalla morte del Mediterraneo, che stanno per morire lì da carcerati perché non hanno avuto avvocati, non hanno saputo difendersi, non parlavano nemmeno l'italiano, magari avendo solo hashish."

*********************************

**********************************

12 Ago 2009, 20:16 | Scrivi | Commenti (942) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

I fumatori sull'intero pianeta sono più di 1 miliardo e 100 milioni, Nel 1999 sono morte per cause dirette o comunque riconducibili al fumo 3 milioni di persone (1 ogni 10 secondi), cifre fornite dall'OMS.
Ogni anno le bevande alcoliche uccidono in Europa 115.000 persone e costano alla società 125 miliardi di euro, pari all’1,3% del PIL europeo, L’alcol è responsabile per il 7,4% di tutte le malattie e morti premature, Europa: 115.000 morti all’anno per alcool
Costo sociale di 125 miliardi di euro, pari a 1,3% del PIL, cifre fornite dall'ISTAT.
Dal 1999 a oggi sono morte per cause dirette o comunque riconducibili a Marijuana, hascisc è pari a 0.
Ultimi studi e ricerche di tutto il mondo confermano le proprietà antitumorali della marijuana, oltre alla cura di svariate malattie e disfunzioni che già da tempo sono state confermate attraverso studi e sperimentazioni dirette, http://www.youtube.com/watch?v=5LB9POLbHWk.
Se tutto questo non dovesse essere ancora sufficiente, basti pensare che legalizzando le droghe leggere, si creerebbero milioni di posti di lavoro, almeno un miliardo di euro all'anno, derivato sia dal nuovo mercato che dall'incremento del turismo.
Ovviamente, senza prendere in considerazione che tutti questi soldi e anche di più, vanno ora nelle mani della criminalità, organizzata o disorganizzata che sia.
Perché io mi devo sentire un drogato, socialmente emarginato, quando bevo pochissimo e non fumo se non la marijuana?
Perché mi devo veder ritirata la patente quando non ho mai causato nessun incidente in vita mia?
Perché io mi devo sorbire un colloquio con un assistente sociale che mi riempie solo di informazioni false?
Ora, se fossi io il porco, maiale, drogato, accetterei le conseguenze e basta se non fosse che un onorevole su tre fa uso di stupefacenti, prevalentemente cannabis, ma anche cocaina. Questo il dato: il 32% è risultato positivo, il 20% alla cannabis, e il12% alla cocaina.
Vaffanculo è troppo poco, Ora Basta!!!

Gianluca M., Milano Commentatore certificato 22.04.12 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Il bigottismo, falso perbenismo, e l' ipocrisia di tutta questa bella gente che si preoccupa degli altri, che si allarma se ogni tanto muore qualcuno al punto di circondare e restringere sempre piu le liberta individuali mi fa sempre piu vergognare di essere italiano !!!!
Siamo milioni , e se in un anno muoiono 30 persone in auto che hanno bevuto una birra si fa subito una legge su chi beve , ma non si parla mai dei 300 che non hanno bevuto la birra e ne hanno uccisi 3000 ..
Mi fa specie soprattutto la gente che basta vedere una stronzata al telegiornale e subito appoggia qualsiasi cosa , perche la detta il telegiornale .... se non si vuole morire comprate la pillola dell' immortalita perche sapete ... noi dobbiamo morire tutti , e non per questo qualcuno deve impedirci di vivere come ci pare ... e soprattutto non comprate piu le auto perche si puo morire, non andate al market perche ci puo essere cibo avvelenato e non respirate perche anche l' aria vi uccide giorno dopo giorno .. ma perche non si arresta chi inquina l' aria che e di tutti ? e meglio prendersela con chi si fa le canne tanto la gente e davvero stupida e nessuno si accorge che vi hanno tolto la liberta e la dignita e se avete un' anima la perdete quando votate ..
il cervello ve lo ruba la tv tutti i giorni e ve da piu dipendenza di una canna ... in quanto la canna non ne da !!!!

Orazio Orlando 20.08.09 18:09| 
 |
Rispondi al commento

perfettamente ragione con le leggi antidroga, ma forse alcuni per troppa ignoranza non sanno che la marijuana non è una droga, e i suoi effetti non solo NON sono dannosi, ma aiutano a liberare la mente, a rilassarsi e a curare malattie come il glaucoma! la canapa è proibita perchè è scomoda, perchè il petrolio non si venderebbe più perchè con la canapa puoi fare di tutto, e questo lo sa beppe, come lo sanno i petrolieri, ma non lo sanno la maggioranza delle persone che è stata convinta che sia una pianta demoniaca quando invece era di uso comune pure nel mediterraneo fino a qualche decennio fa.. informatevi ignoranti che non siete altro.

mario b. Commentatore certificato 18.08.09 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Non so c ha ragione sulla droga,
ma la cosa stupefacente è la necessità di drogarsi!
Del resto anche le sigarette si fumano solo perche sono una droga leggera che provoca lieve benessere e forte dipendenza.
Perchè bisogna ridursi alla dipendenza a sostanze di cacca?

Poi l'italia è il paese delle miglionate di leggi da far rispettare solo ai nemici. Lo sanno tutti da dove arriva la droga ma in galera finiscono solo i pirla. (che siamo tutti noi).

Diego CartaRomana Commentatore certificato 18.08.09 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Capisco che un uomo, la massa, nasce ignorante e per lo piu muore ignorate, cioè seppure intelligenti, ignorano meccanismi economici e politici e di disinformazione accurata, ma non è un buon motivo per imprenditori ignorantissimi e immorali, di costruire una centrale nucleare nel culo dei suddetti. Non è una buona scusa ...


Caro Beppe, la seguo da anni e la appoggio spesso nelle sue battaglie, ma questa volta mi trovo in obbligo di dissentire.

Le droghe "leggere", così chiamate perchè con effetti inferiori rispetto a quelle "pesanti", non sono certamente esenti da rischi.
I primi sono quelli legati agli effetti immediati dopo l'assunzione della sostanza: una semplice riduzione dei tempi di reazione (i "riflessi", per farci capire da tutti) è sufficiente per avere conseguenze pericolose se il soggetto guida o usa macchinari. Del resto, chi approverebbe che un ubriaco si metta alla guida o che usi un macchinario industriale?
Inoltre, da ormai 15 anni sono disponibili decine (se non centinaia) di articoli scientifici che dimostrano che l'uso di droghe, SIA QUELLE "LEGGERE" CHE QUELLE "PESANTI", inducono un aumento del rischio di varie patologie, tra tutte quelle psichiatriche. Come esempio posto qui un articolo trovato su pubmed (una grande banca dati online con varie pubblicazioni scientifiche):
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18560513?ordinalpos=7&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_DefaultReportPanel.Pubmed_RVDocSum

Dato che è suo costume appoggiarsi a specialisti del settore per meglio comprendere determinati aspetti che non sono alla portata di tutti (cosa che ho sempre apprezzato), la invito caldamente ad informasi a tal proposito, sperando (ma di questo sono sicuro) che abbia il buon senso di fare marcia indietro su questa sua opinione.

Un caro saluto.
Luca

Luca Deriu 18.08.09 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Il festival delle cagate su questo blog non ha proprio mai termine a quanto vedo! Invece di chiedere l'inasprimento delle pene per gli "abituali" cocainomani, eroinomani ecc...si chiede di alleggerire quelle sulle droghe leggere.Ma voui sputate in faccia alle migliaia di famiglie distrutte da figli che si drogano e muoiono, o peggio da coglioni che si drogano, si mettono al volante e uccidono.Non fate finta di niente droga è droga...non c'è quella leggera e quella pesante...come l'alcool a mio parere!Ho vent'anni non bevo, non mi faccio di niente e non lo farò mai,e ogni santa sera mi diverto un macello ugualmente con i mei amici...chi è che si gode di più la vita, io o chi si fa????? tolleranza zero a partire dallo spinello perchè ho visto amici, troppi amici,partire da li e finire ocon lo spendere centinaia di euro(sudati dai genitori) ogni sera per ogni sorta di porcata esistente a questo mondo! Non è proibizionismo radicali del cavolo, è buon senso, è vivere e lasciare vivere....è chiaro però che vale sempre che ogniuno può fare ciò che vuole; bè, chi si droga per me può fare ciò che vuole solo se si chiude dentro la propria casa, senza danneggiare alcuno attorno a lui a parte se stesso...e anche in modo grave....perchè in questo paese DROGA E' SINONIMO DI LIBERTA'?

Simone A. 17.08.09 22:07| 
 |
Rispondi al commento

gent.mo grillo

in questi giorni la mia città di origine scafati in prov.di salerno è assurta agli onori della cronaca nazionale per il duplice vile attacco ad extracomunitari a colpi di spranghe .... a mio avviso si tratta di un intollerrabile clima razzista che serpeggia nel paese, acuito dalla idiozia di istituire bande armate quali le ronde... ebbene l'amministrazione comunale forzista a cosa ha pensato come brillante risposta in un momento in cui la gente sfugge dalla politica, non si fida più, la ritiene lontana dai loro bisogni : si aumentano l'indennità una tantum che ogni consigliere può spendere per attività istituzionali passando dai mille euro istituiti dal centro sx agli attuali 5 mila euro , pertano la spesa ipotizzata di 15 mila euro l'anno ora passa a 150 mila euro l'anno... la motivazione pubblicizzare l'attività dei consiglieri....io mi indigno ancora per queste ed altre porcate ....

salvatore dionisio 17.08.09 18:38| 
 |
Rispondi al commento

La Legge Antidroga è ed Era contro la Costituzione della Repubblica italiana e contro la dichiarazione universale dei diritti umani!

La Legge antidroga continuerà a favorire l'evasione fiscale dei guadagni derivanti dal commercio: favorisce ed alimenta l'evasione delle tasse (Art.54 Cost.).

La legge Antidroga impedisce la creazione di posti di lavoro regolari e di Nuovi posti di lavoro: è contro l'occupazione (Art.1 Cost.).

La Legge Antidroga impiega forze dell'ordine, cioè dipendenti pubblici, cioè stipendi, cioè soldi, sottratti ad altre attività di cui "il pubblico abbisogna": è una politica economica disastrosa e contro l'interesse pubblico alla gestione dello Stato secondo criteri di efficenza economica che non prevede sprechi di risorse!
E' una legge che ha alterato e continua ad alterare il libero scambio dei prodotti derivanti dalle piante di canapa, coca, papavero etc...

La Legge Antidroga non informa e disinforma dagli anni 30 ed è contro la Scienza e la Filosofia!

Le forze dell'ordine che applicheranno questa Legge SANNO di operare contro la Costituzione.
I Politici che hanno fatto questa Legge Vogliono una nuova Guerra Civile!

I Neofasciti insiemi al Pd, all'italia dei Valori ed ai sovietici stanno Massacrando per l'ennesima volta l'Italia e la sua Costituzione!

Fermiamoli!


Michelangelo D. Commentatore certificato 17.08.09 17:17| 
 |
Rispondi al commento

grande grillo, è evidente che tra chi ti segue c'è gente troppo ignorante, la marijuana lo sanno tutti che non è una droga dai, ancora con il solito perbenismo da ignoranti, informatevi almeno.

luca p. 17.08.09 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, non nego che per me sei una sorta di mito che seguo da tempo per il coraggio e la forza di combattere che infondi. Tuttavia anche un mito può sbaglire, come tutti noi del resto.
Io spero che mio figlio non veda e non senta il messaggio di Pannella, col suo sigaro in bocca e l'espressione da "faccio quello che mipare" Sappiamo che è stato un grande nel portare avanti le sue battaglie contro il proibizionismo , per il divorzio, l'aborto etc. Ma anche i grandi, come Pannella, possono sbagliare. Il proibizionismo per alcuni casi si è rivelato distruttivo, ma il suo contrario " la liberalizzazione/legalizzazione" può essere altrettanto distruttiva. Immaginiamo di liberalizzare le droghe, poi, quando non basterà più si dovrà liberalizzare la vendita delle armi ( se lo fanno in America perchè non dovremmo farlo noi?) Infine si dovrà decidere se legalizzare le mafie e le camorre ( perchè no? loro sono forti e potenti perchè operano nell'illegalità e nell'incognito. Se anche il loro operato fosse legale ucciderebbero di meno!)
Secondo te, riferendici ai messaggi anzidetti, un mestiere così difficile qual'è quello del genitore che destino potrà avere?

antonino luciano agnello Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.09 13:47| 
 |
Rispondi al commento

In diverse occasioni ho apprezzato Grillo, non ultima quella di candidarsi nel PD, ma sulla depenalizzazione delle droghe leggere non sono d'accordo, in quanto fanno comunque male anche se in misura lievemente più ridotta rispetto a quelle pesanti. Siamo già tutti abbastanza addormentati!!!!

Maria De Vitis 17.08.09 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, pur essendo di destra (non più con Berlusconi, anzi oramai con nessuno, ma sempre a destra)in questi ultimi anni ti ho sempre appoggiato davanti a colleghi ed amici e, del vero, cntinuerò a farlo poichè credo in ciò che porti avanti. Ma cosa ci guadagnamo questa volta dalla depenalizzazione della marjuana? Se il fumo uccide e l'alcool provoca stragi tra i giovani e non, pensi forse che la marjuana possa rappresentare un 'alternativa più sicura per la salute alle prime due? Sono un fumatore e so già quanto mi costi questo in termini di salute. Anche io ho cominciato con la certeza che avrei smesso quando volevo. Non è così, caro Beppe. E non lo sarà ne per l'alcool ne tantomeno per una droga, come la marjuana, leggera o pesante che sia. Credi che i giovani e meno giovani ne abbiano veramente bisogno tanto da non potersi divertire atrimenti? Scusami, stavolta non condivido questa battaglia, per me "stupida e insensata". Non posso farlo; da giovane (non ho neanche 30 anni) stò già pagando con la vita i danni irreversibili del tabacco. Con affetto, un tuo fan.

Andrea Scollo 17.08.09 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, per la prima volta non siamo d'accordo. Le droghe leggere sono spesso la porta d'accesso per le droghe pesanti e solo chi non è imparziale in un giudizio merito può sostenere il contrario. Lo Stato DEVE dare l'esempio con le sue leggi e con le sue azioni perchè queste non siano solo repressive ma abbiano anche una funzione educativa...depenalizzando - legalizzandole - le droghe leggere e la loro distribuzione per risolvere il sovraffollamento delle carceri significa ragionare come coloro i quali depenalizzano il falso in bilancio per ovviare alla corruzione, alla concussione ed al riciclaggio di denaro di dubbia provenienza...non cediamo un altro pezzo di legalità alla condotta criminale ed ai suoi effetti.
Con stima.

Antonio Barbagallo 16.08.09 02:41| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti . io vivo in venezuela da 2 anni,e sull argomento ho qualche rivelazione per voi.prima una premessa,nel mondo si consumano diariamente 100 kg di coca,a dir poco. facciamo 4 tonnellate mensuali. esce dalla colombia dove ci sono marines yankee dovunque,cia,satelliti,ecc. come fanno 500 campesinos non eruditi a fergliela sotto il naso?? si dice che la farc usa i proventi della coca per finanziarsi... la coca frutta miliardi di dollari annui,dove li usa la farc?hanno armi obsolete,qualcosa non torna... idem per afganistan con eroina,anzi li ci sono italiani,inglesi,yankee,tedeschi con le loro intelligence.i satelliti vedono tutto.i confini blindati..eppure gino strada dice che la produzione triplicata.... conclusione.. la droga ,ovvero la 3 industria del pianeta la gestiscono i governi occidentali per finaziarsi. fanno dare cosi i soldi ai loro cittadini.. fingendo di combatterla,,... riflettete sui numeri e i fatti.....

gabriele manzoni 16.08.09 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Ammetto che e' un po' che manco dall'Italia(per fortuna da quel che vedo),cosi' che non sono molto informato.Ma quando ho aperto il blog,piu' per curiosita' e incontro commenti contro Beppe Grillo solo per aver detto una volta ancora nientaltro che la verita',mi sono innervosito.Com'e' possibile che ancora facciano queste distinzioni,soprattutto gente che se occorre fa peggio.
1. e' stato dimostrato,dalle iene mi sembra,che hai politici che "governano" il Nostro Paese,che quello delle canne sarebbe il problema minore;
2. sto vivendo in Tenerife.I ragazetti dai 12 ai 99 anni vendono in tutti i lati dell'isola.Chi vuole fumare non ha problemi di nessun genere,eppure per le strade non e' questo da temere,ma chissa' come e' l'alcool.
3.Sono stato in Scozia a lavorare.Dopo 6 mesi posso dire di essere diventato gia un alcoolizzato.Posso dire anche di essere stato un DROGATO di canne.Per un periodo +o- lungo non ho fumato una sigaretta e incredibile ma vero non ho sbattutto con la macchina neanche una volta.Dopo quello che ho letto mi viene solo da dire :"che culo che ho avuto se e' cosi pericolosa".Ricapitoliamo:
-ero mezzo alcolizzato,ma per smettere di bere sono stato un mese a casa:se non potevo(volevo) bere nemmeno mi sarei divertito;
-ero un drogato,ma x smettere semplicemente non l'ho cercata;
-in compenso il vizio della sigaretta ancora non sono riuscito a perderlo.
Ora spero che qualcuno dei cosi tanti "bien pensanti" che magari fuma sigarette,o beve,insomma solo dei bravi ragazzi, mi dica a causa di quale effetto chimico, magia,effetto serra magari, o come si voglia chiamare,devono dirmi perche' la canna l'ho lasciata, con l'alcool e' stata una fatica degna di Ercoles e con le sigarette ancora non sono riuscito.Non capisco,con tutti i veri problemi che esistono,l'Italia (perche' non sono i politici)sta facendo una figura vergognosa,almeno fuori dell'europa(mia morosa e' argentina e ho parlato con gente di vari paesi)a cusa della legge sugli immigranti.Non capisco

alessandro bortolotto 16.08.09 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che le droghe leggere sono al pari delle droghe di Stato (alcool e sigarette), solo che non propagando che le ultime sono cause di suicidio in carcere.

Dirò di più, fermo restando le differenze emotive e sull'attenzione cosciente (una sigaretta è differente da una pinta di birra e ancora differente da una canna), le prime due sono "legali", ovvero non proibite, pur creando dipendenza e alterazione dello stato emotivo.

Or dunque, se lo Stato sbaglia già due volte, non vedo il motivo di reiterare una terza volta.

Ci lamentiamo delle stragi del sabato sera, ma è coscienza condivisa che sono causa principale di alcool ed eccessi vari (magari droghe pesanti).

Sostengo che non debbano essere licenziate "nuove droghe" (leggeri o pesanti) sotto il monopolio di Stato, ma allo stesso tempo debbano essere resi (dallo Stato) nuovi strumenti per uscire dalle dipendenze o semplici abitudini viziose. Tanto per la cannabis quanto per le sigarette e alcool.

Allo stesso tempo non vedo motivo alcuno per penalizzare (nel senso del reato) le une quanto le altre. Sono tutte (sigarette, alcool e droghe) figlie dello stesso Stato. Se talune non sono perseguite per Legge non v'è ragione logica per perseguirne solo altre.

Una moratoria, servirebbe una moratoria di Stato per sigarette, alcool e droghe tutte, che non punti al reato della pena (giacchè son tutte figlie di un vizio di Stato), ma che riconosca la responsabilità dello Stato nel loro consumo e che imponga severi divieti per le nuove generazioni che verranno ed aiuti concreti per coloro che vogliono uscire da questa dipendenza (per intenderci chi vuole seguire un percorso per smettere di fumare dovrebbe essere erogato e pagato dalla ASL giacchè è lo Stato che ha messo in vetrina la sua droga - droga di Stato-), ma chi non ha la forza o la voglia di smettere non può essere castigato se fino a ieri era lo Stato stesso che consentiva, anzi promuoveva, il suo consumo.

Ecco, la questione è un poco più complessa.

Claudio Anastasio, Roma Commentatore certificato 15.08.09 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, grazie dello spazio che hai dedicato all'argomento. Sono anni che se ne parla, ma nessuno dice mai nulla ... chissa'perche'.

FOose per i cavalli in ascensore dello "stalliere"?

GIorgio Gatti 15.08.09 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Pannella ha sempre lottato per difendere i porci
(tossici,puttane,froci),tutta gente della sua
categoria del resto.
In compenso,non avendo mai fatto un cazzo in tutta
la sua vita,considera parassiti quelli che vanno
in pensione a 57 anni !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LUNGATO Federico 15.08.09 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io uso la cannabis per problemi di salute. Ho risolto la spasticità , l'incontinenza e il prurito irrefrenabile, incurabile secondo la siqenza medica ufficiale. e invece basta uno spinello ed è tutto rientrato in 5 minuti.
Soffro di sclerosi multipla ed ho conosciuto la cannabis all'eta di 33 anni dopo aver ascoltato una puntata di reprt su rai3. Fa più quella trasmissione per i malati che qualsiasi campagna informativa. Nell'associazione che abbiamo formato ci sono anche malati di epilessia, AIDS, glaucoma, fibromialgia, e tanti di sclerosi multipla. Riporto il sito dell'associazione
www.pazienticannabis.org

Pino Cucci, Roma Commentatore certificato 15.08.09 10:39| 
 |
Rispondi al commento

L'era del proibizionismo in stile USA anni '30 ormai è in pieno svolgimento:
il tabacco, le droghe... hanno già iniziato anche con l'alcool..
la tolleranza zero per chi guida e gli orari da coprifuoco in città sono l'inizio dei segni tangibili del regime...

Ma chi ci guadagnava allora con tutto quel proibizionismo?
Al Capone e l'FBI corrotto...

Tutto questo non serve ad altro che ad aumentare sia gli introiti del mercato illegale a cui la casta è strettamente connessa che gli introiti legati alle pene comminate.

Fa parte del debito contratto con le varie mafie che ora esigono la loro parte e ricattano chi è mooolto ricattabile, sia perché gli piace la patata, sia perché è mischiato con tutti, sia perché gli piace anche la bamba e in ogni caso non disdegna di ricavare la sua percentuale anche da questi traffici, come ha sempre fatto d'altra parte..

A Palermo, parole di Borsellino, non indagavano mica sui cavalli dell'ippodromo di San Siro...

Centro Estremo Commentatore certificato 15.08.09 03:22| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo che si riflettesse su un paio di cose.
L'alcol in quantità molto moderate, non fa male al nostro corpo. Eppure se ne abusiamo, portiamo il nostro fisico verso un'inesorabile distruzione. Gli alcolici si possono vendere e comprare liberamente, hanno già vissuto il loro proibizionismo e l'anti-proibizionismo. Il risultato? Pensateci... Oggi ci ritroviamo a lottare contro il problema dell'alcolismo che diventa sempre più grande, contro le numerosissime vittime di incidenti stradali dovuti al consumo di alcol, malattie dovute ad abuso, emarginazione sociale degli alcolisti, età media dei consumatori che si abbassa sempre più...
E guarda un po' dopo l'anti-proibizionismo, adesso stiamo spendendo soldi e energie per arginarne gli effetti collaterali, inasprendo le pene per chi guida in stato di ebbrezza, vietando la vendita sulle strade, frange orarie, divieto di vendita ai minori di tot anni...
Fumare tabacco non fa mai bene al nostro fisico, neanche in piccole quantità. Eppure c'è l'anti-proibizionismo, sigarette per tutti. Solo che poi ci si accorge che la gente che fuma muore, forse perchè abusano e fumano troppo, e muore la gente ke sta vicino ai fumatori senza fumare. Quindi si corre ai ripari, si rende il tabacco meno accessibile a livello economico, si fanno campagne pubblicitarie anti-tabacco e si proibiscono quelle pro-tabacco, si proibisce di fumare nei luoghi pubblici, si appiccicano annunci d morte sui pacchetti d sigarette, si fomentano associazioni e cliniche che aiutano a "smettere".
Adesso va di moda la marijuana: ok, legalizziamola, tutti con lo spinello in bocca, almeno fino a ke.. ci renderemo conto ke la gente nn ne fa uso bensì abuso, e avremo una generazione d giovani "bruciati", e dovremo correre ai ripari, e ci renderemo conto troppo tardi che non abbiamo fatto altro che aggiungere un altro male alla nostra società.
Dimostri di avere i COGLIONI sig. Grillo, lotti per eliminare la piaga del tabacco... o è sarebbe troppo IMPOPOLARE?

Daniele Brusetti 15.08.09 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non si ricorda dei politici italiani drogati, rimando a questo indirizzo http://www.lugano-ticino.com/international/politici-drogati.php

Se non si deve depenalizzare, che siano messi alla gogna chi usa stupefacenti in parlamento, altro che privacy....

Antonio Gagliano 15.08.09 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Eco dei politici nel dire no alla depenalizzazione. Però la coca al parlamento va bene...
Allora chiediamo che tutti i parlamentari vengano controllati con i test antidroga.
Cocainomani che hanno il potere di legiferare...è normale?

Antonio Gagliano 15.08.09 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Scusate tutti se mi replico, ma c'è una cosa che vorrei fosse considerata. Sarà per loro (Beppe e Marco) inutile fare questi spots, se poi quando ci sarà da darsi da fare si sarà sempre in un numero limitato.

Bisogna che le persone capiscano (tutte) che la depenalizzazione è l'unico modo per fermare la porcheria sintetica che uccide, proprio come le ridicole ed inappropriate leggi che stranamente non colpiscono tutto il "male", ma solo una parte e cioè quella che a loro non può dare lucro.

Qual peggior droga esiste se non quella di poter mantenere nell'ignoranza la gente?

Se quei signori non vedono certe cose se ne vadano via dal Governo, e se le vedono si dimettano perché nulla fanno se non fare campagne di attacco a "streghe e maghi"...

I radicali iniziarono a quell'epoca con la campagna di sensibilizzazione, ora sembra divenuto esclusivo cavallo di battaglia di quei cervelli arretrati.

Bisogna reagire e rimettere a posto la verità scippata.

3mendo 14.08.09 23:22| 
 |
Rispondi al commento

IO NON HO MAI FUMATO NEPPURE UNA SIGARETTA IN VITA MIA, MA METTERE IN GALERA CHI HA FUMATO SPINELLI E' DA PAESE TOTALITARIO.
QUESTO PROIBIZIONISMO DA MALATI DI MENTE FASCISTI SQUADRISTI NAZISTI E' VERGOGNOSO,
LA LIBERTA' VA TUTELATA, CON IL SOLO LIMITE DI NON DANNEGGIARE IL PROSSIMO
INOLTRE LIBERALIZZARE LE DROGHE PORTEREBBE ALLA FAME LE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI CHE VI LUCRANO
LO CAPISCE ANCHE UN BAMBINO, MA QUESTI BENPENSANTI BIGOTTI SQUADRISTI NON LO CAPISCONO

sergio d. 14.08.09 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi chiamo lucio Barletta sono avvocato e da anni mi batto contro i diritti violati.
sono presidente di S.O.S. DIRITTI e sono tra i promotori di varie iniziative tra le quali, unitamente all'amico Giulietto Chiesa, quella di aver invitato Beppe Ggrillo al Parlamento Europeo. Ho scritto un testo giuridico sull'immigrazione, ho un sito internet e sono a disposizione per iniziative a tutela dei blogger.

Lucio Barletta 14.08.09 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe e grande Marco.
Ottima intervista Martinelli.

Resto dell'idea che al prossimo VDAY dovremmo anche farci tutti un cannone collettivo in stile radicali anni 70

e vaffanculo per l'ennesima volta a quel porco pedofilo mafioso: sappi che si vede lontano kilometri che pippi dal mattino al mattino..

prima o poi ti cuccheranno anche per quello e vedrai che figura di merda.

Centro Estremo Commentatore certificato 14.08.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.... VERAMENTE UN PROBLEMA IMPOOOOORTAAAANTIIIISSSSSIIIIIMOOOOOO!!!
Libertà di fumare merda! Veramente un problema importantissimo, da farci su un digiuno.

.... e poi confondere questa stronzata del fumo con la tragedia di quei due poveracci uccisi per uno stupido spinello!!! Che mistificazioni.

Giovanni M. 14.08.09 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Ottima intervista e ottimo Grillo che torna a parlare e sensibilizzare sull'antiproibizionismo.

Il dibattito su questo tema e' normale in Europa; nell'Italia dei clerico-proibizionisti, dove ci son voluti 20 anni per legalizzare la pillola RU486, la regolamentazione delle droghe leggere sembra fantascienza purtroppo. I media poi si trastullano con le "opinioni" dei Gasparri di turno invece di informare su questo tema assai serio.

Io ho scritto un piccolo blog sul tema, per chi vuole sapere come la pensa un iscritto al PD che spera di vedere Marino alla segreteria del partito:

Legalizzare le droghe leggere?
http://zamparini.wordpress.com/2009/08/14/legalizzare-le-droghe-leggere/

gabriele zamparini 14.08.09 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Queste grandi vertita non possono purtroppo essere comprese dalla maggiorparte dei "benpensanti"che continuano ad affolare p.zza san pietro la domenica ,sono tuttavia convinto che il tempo ci darà ragione come già avvenuto per molte altre battaglie.

Ottorino G., Bevagna Commentatore certificato 14.08.09 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile che sfilza di parole a vuoto!!!! Ma l'avete letto? Se adesso Beppe da spazio a Pannella ...... SIAMO ALLA FINE!
L'80% delle campagne dei radicali sono campagne per la morte!!! La droga, l'aborto, l'eutanasia ecc.... MORTE LIBERA PER TUTTI!!

Giovanni M 14.08.09 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Meglio tardi che mai!!! Era ora!!! Quanti morti dovranno esserci ancora a causa di una legge fatta apposta per favorire il commercio clandestino di una sostanza innocua se non benefica per l'umanità come la Marjuana?
Che mondo di pazzi!
Grazie Beppe Grillo, era ora che lanciassi questa campagna, sono anni che te lo chiediamo!
Grillo for President.
Alessandra Zanga

alessandra zanga, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.08.09 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Gasparri, ossia fenomenologia di un essere inutile tra gli inutili ... difensore acritico dello status quo, paladino di istituzioni paramafiose come la chiesa e il parlamento, non mi meraviglierei se questa ameba divenisse presto titolare di qualcosa di importante. Come ebbe a dire il buon Travaglio... dopo Schifani, la muffa, ecco Gasparri è la muffa!

Antonio Paiano 14.08.09 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Dai Beppe, molla Tonino e mettiti col Marco!

Giuseppe M. Commentatore certificato 14.08.09 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Gentili Pannella e Grillo, leggo con piacere che vi state ancora dando da fare per evitare lo scempio di persone che ogni giorno sono colpite da tali malsane leggi fatte da chi vuole imporre un proprio potere demenziale. A me, con le loro leggi hanno ammazzato la figlia, prima facendola divenire (via loro "medicinali" - accanimento terapeutico) epilettica, poi stuprandola all'OPG di Castiglione delle Stiviere e ora cercando di mettere tutto a tacere, facendo sparire anche cronologie mediche e altro. Abbiamo prove che li posso da subito mandare dal boia, però la loro legge appositamente studiata per evitarlo, non lo permette.
Vi invito pertanto a non mollare tale battaglia, perché uno stato che lascia morire per alcol e incarcera per uno spinello, non è uno stato, ma una sorta di inutile "ente"..!

All'epoca scrissi ad entrambi voi, per un aiuto a risolvere la questione su mia figlia, dato che di mezzo ci sono le famigerate strutture OPG di detto Stato, cosa di cui i cittadini neppure sanno come siano impostate e cosa siano realmente. Là dentro bisogna metterci certi politici... e non chi si è fatto lo spinello!

Come altri, attendo pure io di sapere un qualcosa per cui andrete avanti contro tali aberranti leggi da manicomio!

3mendo 14.08.09 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Se la legalizzi,togli il business ai mercanti !
Non te lo permetteranno mai Grillo! Una "sana" politica proibizionista (presto toccherà anche all'alcol) crea grandi affari e grandi ricchezze !

p s 14.08.09 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Legalizzazione, informazione, antiproibizionismo.

Luther Blissett 14.08.09 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione ad ospitare Pannella nel blog. E' bravissimo ad appropriarsi delle cause che hanno successo per poi metterli a disposizione dei notabili di turno; è anche bravo (come tutti i radicali) a nascondersi dietro grandi e piccoli movimenti di opinione per appropriarsene e disinnescarli. Ricordatevi dell'esempio del divorzio: oggi moltissimi pensano che sia stato un successo di Pannella e del partito radicale, di Loris Fortuna e del partito socilista che hanno presentato la legge e l'hanno fatta approvare (senza i radicali che sono sempre stati quattro gatti) non si ricorda più nessuno. Attenzione Beppe tra qualche anno questo blog potrebbe chiamarsi Pannella e grillo. Specialmente se i notabili amici di Pannella cominciano a chiamarlo così sui loro giornali e televisioni. Potrebbe finire che ci occuperenno solo di cazzate tipo la legalizzazione delle droghe leggere (come se guidando fatti di canapa indiana ci si ammazzasse di meno) o dell'estinzione delle foca monaca. Negli anni '60 l'FBI ha scoperto ed utilizato diverse metodologie per disperdere i movimenti e le assembleee in aree sterili che non davano problemi alla classe dirigente. Pannella è il terminale italiano di queste tecniche collaudatissime e molto efficaci.

Mancuso F. 14.08.09 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cdx e di csx hanno fatto a gara a spuntare le armi alla difesa contro il crimine per aiutare il crimine stesso, con tagli di fondi, mezzi, organici e stipendi a polizia, GdF e carabinieri, con leggi che, per liberare politici corrotti, hanno fatto anche il gioco della mafia
Andrea Bandini, portavoce del sito www.poliziamunicipale.it dice: “Chi consuma la coca non si considera un tossicodipendente. Considera tossico chi si buca di eroina e quindi per lui consumare coca è normale e non è un reato”
Il reato è sempre quello di qualcun altro
Per i nostri onorevoli è anche peggio, ci vogliono far passare che loro che si fanno di coca e di eroina non sono tossici, ma lo è il ragazzo che si fa uno spinello
Se sono tanto proibizionisti perché non si fanno monitorare di frequente la saliva o il sangue? Perché sono invece tanto ipocriti da dare in escandescenze quando un Caruso mette provocatoriamente delle canne nei vasi da fiori del Transatlantico?
Le cifre spese dai governi per la lotta al narco-traffico sono smisurate e i risultati sono minimi. Anzi aumentare la severità delle leggi è risultato controproducente
Arrivati a questo punto, è la stessa miseria dei risultati rispetto ai capitali investiti a spingere a prendere in esame proprio la legalizzazione delle droghe leggere, il che in Italia segnerebbe uno ulteriore fallimento delle politiche sciatte e assassine del Pdl.
Persino quotidiani conservatori come l’Economist o il Washington Post hanno cominciato a sostenere la legalizzazione della marijuana, e anche negli USA questa idea si fa strada (vedi lo stesso Schwarzenegger ), il che la dice lunga perché, se perfino la patria del proibizionismo ci ripensa, vuol dire che il suo fallimento è conclamato
I governi potrebbero distinguere droghe leggere e non (proprio quello che la Fini Giovanardi non fa), e usare il denaro liberato per la prevenzione, la sensibilizzazione dei giovani e la cura dei tossici. Qualcosa che lo stato italiano quasi non fa

masadaweb.org

viviana v., Bologna Commentatore certificato 14.08.09 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Il direttore dell’Unodc dice che siamo l’unico paese in cui il tasso di cannabis è addirittura in crescita. Basterebbe solo questo per decretare la follia della Fini Giovanardi
L’Italia, inoltre, conta circa 300 mila consumatori di eroina, il totale più alto di Europa dopo l’Inghilterra, e gli italiani sono tra i principali consumatori anche di cocaina in Europa: il 2,2% della popolazione la usa almeno una volta l’anno, e i nostri parlamentari probabilmente tutti i giorni, siamo al 3° posto dopo Inghilterra e Spagna
La Ue spende 40 mld di dollari all’anno per combattere il narcotraffico
Dai dati del 2008 del Dipartimento della pubblica sicurezza si sa che sono stati 42.196 i chili di droga sequestrati in Italia, 32% più del 2007, e più 48 % per la cannabis
La droga ha un giro d’affari di 320 miliardi di dollari all’anno
Di fronte all’offensiva delle forze dell’ordine, il mercato della droga ha reagito con più fantasia e nuove risorse. La coltivazione dell’oppio si è spostata dalla Turchia e dalla Thailandia per approdare in Birmania e al sud dell’Afghanistan. Le campagne per combattere le coltivazioni di coca in Sudamerica ha portato il solo risultato che queste piantagioni si sono spostate in luoghi più nascosti. Secondo l’Onu, se esistesse un Paese basato sul commercio della droga questo sarebbe la 21a economia mondiale con un pil di 243 miliardi di euro. Sempre l’Onu fa sapere che il 42% della produzione mondiale di cocaina viene sequestrata ma il consumo sale e i prezzi sono scesi del 10-30%
Abbiamo anche l’assurdo che legalmente droga e narcotraffico non sarebbero competenze dirette della polizia locale visto che il parlamento rinvia di anno in anno la riforma che attribuirebbe tale competenza
La lotta contro il narcotraffico, gestito da camorra e N’drangheta, è impari e persa in partenza perché la mafia dispone di mezzi economici inimmaginabili e le forze dell’ordine invece sono sempre più indebolite dai progressivi tagli dei governi

viviana v., Bologna Commentatore certificato 14.08.09 08:55| 
 |
Rispondi al commento

L’ipocrisia massima è vedere governi che si professano proibizionisti e poi hanno rapporti collaborativi con i centri del narcotraffico e fanno addirittura leggi che li favoriscono, come questo premio fiscale di Tremonti al rientro dei capitali sporchi dai paradisi fiscali.
Grazie al proibizionismo, si è ottenuto di dare più potere e più danaro ai gruppi dei narcotrafficanti e di mettere in commercio droga tagliata e dunque mortale.
Ora i tribunali sono paralizzati, le carceri scoppiano, mentre le leggi di B non fanno altro che carcerare persone non pericolose, mentre nel contempo depenalizzano i reati finanziari e trovano scappatoie per ricchi e onorevoli. Quando la situazione diventa esplosiva si fa un condono, che serve a liberare amici di corruzione e aggiunge ingiustizia a ingiustizia.
Gasparri ha giurato che in Italia non si avrà mai una libera circolazione di droghe leggere e intanto uno dei migliori amici del premier è uno spacciatore di cocaina, Tarantini, che nelle sue ville gliela fa girare a fiumi e la fa provare a minorenni. Ma la Chiesa tace anche su questi orrori.
In Italia sembrano ignorare che la marijuana non dà dipendenza, può essere utilizzata come medicinale, come analgesico al posto della morfina, per i malati terminali. Ma qui la lotta contro il dolore non è mai cominciata e si continua a ritenere che sia una buona esperienza per i malati, forse li purifica, quando chiunque abbia assistito a un’agonia spaventosa sa benissimo che non c’è nessuna purificazione nel dolore ma solo l’estinzione miserevole di ogni tratto umano.
Eppure si dovrebbe sapere che ci sono elementi medicinali nella cannabis, per es. il cannabinolo combatte gli effetti dell'osteoporosi negli anziani
Con tanta criminalizzazione (la legge Fini Giovanardi è un capolavoro di idiozia e cattiveria), il risultato e’ che l’Italia è il paese con più consumatori di spinelli, l’ 11,2% della popolazione tra i 15 e i 64 anni ne fa uso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 14.08.09 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Non sono assolutamente daccordo con il legalizzare le droghe, anche se leggere. Non è daccordo neppure la nostra costutuzione dove recita che "la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo". Bisogna far capire quanto sia invece sbagliato e nocivo per una persona farne uso, aiutare le persone ad uscire dalla dipendenza. Come già scritto in diversi altri post, anche io conosco persone che iniziarono con droghe leggere per cercare poi una forma di "divertimento" sempre maggiore quindi verso qualcosa di più pesante. Il passo di trasformazione o meglio regressione da persona a micete è veramente breve; la vita si trasforma in un'attesa di una prossima "sballata".

In ogni caso perchè dovremo legalizzare un qualcosa della quale la criminalità organizzata detiene grossa parte del traffico? Non mi sembra poi una grande trovata poi quella di proporre l'iniziativa utilizzando come specchio per le allodole il fatto che in questo modo meno persone vadano in carcere. Dai, depenalizziamo anche i furti d'auto! Così avremo ancora meno gente nelle carceri. In ogni caso credo sia anche una colossale bufala perchè non è certo per uno spinello che si finisce in carcere.

Essere liberi di consumare droghe significa essere liberi di vivere una prigione.

Utilizzare droghe è un male. Non trasformiamo la nostra cara Italia in un popolo di zombie usciti da un film di George Romero ma facciamo di tutto per rendere il nostro popolo quanto più lucido ed attento possibile. Mi pare poi che le priorità al momento non siano certo volte alla legalizzazione di uno stupefacente.

Nicolò Arisci 14.08.09 08:51| 
 |
Rispondi al commento

@@ AnSia NewSSS:Droghe leggere,drogato pesante @@

((( Grillo:"Depenalizzare le droghe leggere" )))

Grillo vuole la depenalizzazione delle droghe leggere perché,nonostante in molti paesi d'Europa la marijuana sia libera,in Italia troppe persone sono arrestate e non tornano più a casa per uno spinello.In Italia,continua Grillo,c'è la libera circolazione delle droghe pesanti e l'arresto di "poveri diavoli" per un spinello.
###
Gasparri,il rincoglionito,ha promesso:"In Italia la circolazione di droghe leggere non sarà mai resa libera".Al Gasparri,rincoglionito da sempre,basta e avanza che l'unico "depenalizzato" in Italia sia berlusKazz,il drogato "pesante" perenne.
Cam.

P.s.
Gasparri ha anche detto che Grillo é l'unico politico che lavora a pagamento...

Minchia signor tenente:Non sapevo che Gasparri
e gli altri lavorassero "gratis et amore dei".
#######

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 14.08.09 07:10| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe,
giustissima l'idea di depenalizzare le droghe leggere. in italia ci sono milioni di fumatori che lavorano e studiano e che sono delle parti attive di questa società, ma che per una politica cieca e proibizionista si trovano a far fronte a delle sanzioni amministrative al pari di criminali.

gianpiero di maggio 14.08.09 05:58| 
 |
Rispondi al commento

GASPARRI: «IN ITALIA MAI LA LIBERA CIRCOLAZIONE»
Grillo: «Depenalizzare le droghe leggere»
L'appello del comico sul suo blog: «Troppe persone sono arrestate e non tornano più a casa per uno spinello»

MILANO- Beppe Grillo fa discutere. Ancora. Questa volta il comico è nel mirino per la sua proposta di depenalizzare le droghe leggere. Lo scrive sul suo blog. «Agosto è il mese degli appelli. Dopo quello per la difesa della Rete dalle querele, oggi il nuovo appello riguarda la depenalizzazione delle droghe leggere».

LA PROPOSTA- È un problema, per il comico, che esiste: «Troppe persone sono arrestate e non tornano più a casa per uno spinello. In molti paesi d'Europa la marijuana è libera. In Italia c'è la libera circolazione delle droghe pesanti e l'arresto di poveri diavoli per un spinello. A Milano i consumatori abituali di cocaina sono stimati in 150.000. Il porto di Gioia Tauro è la porta d'ingresso per ogni tipo di droga in Europa». Secondo Grillo «Per risolvere il problema dell'affollamento delle prigioni è sufficiente depenalizzare la marijuana. Per risolvere il problema di strani suicidi e di infarti improvvisi in cella è sufficiente depenalizzare la marijuana».

LE REAZIONI- «Non proibire ma educare: questa è la soluzione che il governo non prende nemmeno in considerazione, perchè difende gli interessi delle multinazionali e non certo la salute delle giovani generazioni», sottolinea il segretario della Rifondazione comunista Paolo Ferrero. Ma per Maurizio Gasparri presidente dei senatori del Pdl, quello del genovese è «cabaret», per giunta di basso livello: «Grillo, l'unico presunto politico a pagamento, cerca pubblicità per rimpinguare le casse di casa con i biglietti delle sue carnevalate. In Italia non sarà mai resa libera la circolazione di droghe».

http://www.corriere.it/politica/09_agosto_13/grillo_droghe_appello_9209dd40-8842-11de-94f5-00144f02aabc.shtml

Ahmadidnt Win 14.08.09 01:34| 
 |
Rispondi al commento

Bene Beppe, prima si dice che le droghe sono un modo per controllare le energie dei giovani e fare in modo che non si ribellino a chi cerca di tenerli ingabbiati, e ora si invoca la liberalizzazione delle droghe leggere. Se una persona ha bisogno di stupefacenti, è un perdente che non sa usare le infinite risorse che sono dentro di lui. Conosco decine di persone che usano droghe, e la loro vita non è certo migliorata, anzi!Se la marijuana non fa davvero nulla, perchè avete bisogno di prenderla? Aprite gli occhi cari!Alberto C. Venezia

Alberto Ciscato 14.08.09 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Copio un commento pubblicate alle 14.30 e che ha ricevuto 10 VOTI
********************************************

E' opera del NICK a punti flessibili, un segno di TRAFFICI per fare delle cose non del tutto NORMALI quando si accede al Blog, ma il NICK LUCKY-mini-gangster-scippa-nicks-che-usa in-MULTI-TASK-per-conversare-da-solo-LUCANO deve farne di queste e di altre..

Leggere il RECITARE da pseudo-attore per prossimo INCARICO come autore e librettista dei TRASH-BAGAGLINO-BLOG, Studi di Segrate
******************************************
EH?

MA DAVERO?

AH, MENO MALE.

ESSU', PURE TE, NON E' DETTO CHE I BUOI SIANO DEL TUTTO SCAPPATI .... DAI, BEPPE, NUN FA' COSI' ... VEDIAMO SE NEL DOPOFERIE POSSIAMO AVVIARE TUTTI INSIEME UN'AZIONE LEGALE CONTRO IGNOTI... ANZI, CONTRO NOTI, PER DANNEGGIAMENTO DEL BLOG ... dici che non sono manco di iddivvù? ... ah no?
vabbè, checcefrega, noi avviamo la causa contro quei nick che hanno devastato tutto, e poi in fase istruttoria verranno chiamati a deporre e dovranno dire se era una loro libera iniziativa a nome di idv .. così li querela pure Tonino ... oppure se erano solo dei sabotatori per riscattarsi dalle loro vite di merda ... dai ... vedrai che forse siamo ancora in tempo per recuperare .. tu non te la prendere .. tranquillo, Bepùn ... però la prossima volta che in giro per l'Italia ti dicono che ci sono dei cessi che ti stanno distruggendo il blog, DAGLI UN'OCCHIATA, CAZZO!!!!

ok.
ripasso più in là .... no, niente aragosta, grazie .. troppe antenne ... usatele per il diggitale terrestre .... vedi un po' se Gianroberto riesce a farle entrare in culo il filo dell'antenna e fagliela tenere ben in alto, l'aragosta ... e faccelo rimanere, in quella posizione .... così impara, pure lui .... ecchecazzo ... sempre così ... nei momenti più importanti loro cianno da fare ... vabbè .. vediamo che se pò ffà .... saluti nautici alla comitiva .....
************
La FONTE

in SOTTOCOMMENTO..>>>>

Gervaso O. Commentatore certificato 14.08.09 00:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mauro Maggiore, 22.40 di IERI, meritatamente il piu' votato

Estraggo un punto
*********************

P.S.:

Lo so che criticare il blog è diventato stucchevole, però è più forte di me.

Edededed si esprime:

E' molto il DISCORSO DEL MOMENTO cio' che scrivi sopra, ed e' giusto esprimerlo e sopratutto capire che la leggenda urbana della CENSURA non c'e'

Esistono INSUFFICIENTI meccanismi, da parte dell'Amministrazione, riguardo alla registrazione (LOGIN) e spesso attivita' intermittenti di disattivazione ed attivazione delle funzioni VOTO, SEGNALA COMM INAPPROPRIATO, RISPONDI al COMMENTO

L'assalto e' del tutto TEPPISMO e SABOTAGGIO VIRTUALE, con sparizione pianificata di NICKS ed intera serie di commenti e sottocommenti

***********
Fate una prova:

Restate una decina di giorni senza leggere i commenti, poi fate un'indigestione di due o tre ore leggendo il delirio patologico senza soluzione di continuità.

Arriverete all'essenza del blog e non sarà un bel vedere...
**************

Carissimo,

l'essenza del Blog, nell'intera Blogosfera, e' di un ELEMENTARE stravolgente

TEMA

Se si permette al Blog di accettare DEPISTAGGI continui organizzati, di colore strategico e di carattere SOCIAL NETWORKING o CHAT, l'essenza di cui sopra viene STUPRATA

Al momento, ed e' esclusivamente una OPINIONE mia che nasce da una serie di osservazioni e linkaggi tra commenti, attivita' COSTANTE da salariati di gruppi di MUTUO SOCCORSO e simili squallori, il Beppe molto intelligentemente, tiene il CAPPIO flessibile ed aperto: acquisisce MATERIALE da usare nelle sedi opportune, qualora se ne verificasse, e se ne verifichera' la necessita'

Se scrivere su un Blog e' un fatto verificabile che dimostra l'esistenza di un buon numero di SERI partecipanti, il concetto del POTERE del Blog, diritti e doveri di chi posta, NON e' ancora VISIBILE

La caduta del RATING segnala STRATEGIE, e qui lo scrivere cose valide e' solo una BUONA componente, SOLO UNA

Gervaso O. Commentatore certificato 14.08.09 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Il Buon Desani in sottocommento alle 12.25
********************************************

IL PRINCIPE DEI GRILLINI-DOC

- età 30/40 anni circa, anche qualcosa di più ....

- divertente sempre, in ogni caso, la satira "tira"

- posta concetti "profondi", perchè la vita sulla terra

- attacca "con garbo" la criminalità organizzata (mafia o simili)

- critica in modo penetrante l'IDV e Di Pietro

- mette in risalto il pensiero "socialdemocratico" del PD

- ridicolizza chiunque è schierato con ADP

- offende anche in modo volgare donne che sono per IDV

- critica l'operato di Beppe Grillo, comunque vada.

- scassa i coglioni alle "guardie del blog" pro Grillo+ADP

- una volta ingiuriati, sfanculati, grida alla censura stalinista e invita i seguaci su altre piattaforme (SOLO CAZZEGGIO) informatiche (facebook)

CONFERMA TUTTO e ...aggiunge

Ti sei scordato di dire:

- capace di inventarsi qualunque cosa per umiliare le merdacce come te, Ed, Stirner e altro merdame convinto di aver ormai invaso blog e movimento col consenso dei Ca.sa.leggi che, vista la mala parata, vi hanno cestinati e hanno tirato lo sciacquone.

- acerrimo nemico della cosca di IDV, a cui appartieni, e che il Beppe ha appena mandato al macero lanciando il MLN, costringendo poi il trattorista (inquinato di merde come te) a fare una dichiarazione in cui "spera di essere interlocutore privilegiato del movimento"

----------------------------------------------

Facciamo anche il nome e cognome: Antonio Exidor

(vabbè il cognome di un PUPAZZO DEL CAZZO!)

********

Aggiungerei:

NICK a punti mobili..indi un POTENZIALE TRUFFATORE INFORMATICO

Il LUCKY-mini-gangster-scippa-nicks-che-usa-per-recitare-minicommedie-SCEME-LUCANO, ama anche SCIPPARE parole ed espressioni altrui: e' del tutto PROBABILE che sia foraggiato a PIZZINI, con lui ANALFABETA ed EXTRACOMUNITARIO (un Returnik dal Sud America e DEPRESSO)

Buona Lettura

Gervaso O. Commentatore certificato 13.08.09 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Il Buon Alessio A posta alle 16.43
***********************************
@Ahmadidnt

Allora sei una ex tossica allevata ed accudita in qualche comunità di stampo integralista.

Ne ho visti tanti, tossici fino a due giorni prima,diventare dei moralisti intolleranti ed implacabili.

Molti tossici di ieri sono i fascisti di oggi.

Povera gallina spennacchiata!

*******
Carissimo Alessio,

in questo NICK abbiamo in fatti una MASCHERA per i SONDAGGI dal mondo della NANO-EDITORIA(tm)

Il procedere degli interventi del NICK e' ESCLUSIVAMENTE provocatorio e recitativo

Chiede, in altre parole, risposte, che poi TRAGHETTA al compratore

E' una attivita' molto in linea con i PIANI che il NANO-SYSTEM(tm) sta mandando avanti, per infiltrare la Rete...

E' il famoso DRAPPELLO dei SOLDATINI VIRTUALI MEDIOCRI-ORIENTALI, una forma di mercenariato al servizio di campagna CONTRO

In questo caso, contro il Blog di Beppe Grillo che, come ben sappiamo, tocca TEMI del tutto non da Comunita' Cazzeggio

Un metodo per offuscare detti TEMI, depistare e danneggiare il Rating del Blog, consiste ed e' visibile con l'infiltrare detti PATETICI caratteri, vecchi e nuovi, per una continua MISSION SABOTATRICE

Il FORZARE il CHAT, il FLAMES e simili infantilismi, per delegittimare uno dei Blogs piu' seguiti al mondo

Ed avvicinandosi ad Ottobre e prossimi appuntamenti dopo il FERRAGOSTO, e' prevista una enorme attivita' dalla Sala di Regia SABOTA BLOGS

Buona Navigazione

Gervaso O. Commentatore certificato 13.08.09 22:50| 
 |
Rispondi al commento

http://it.wikipedia.org/wiki/Effetti_della_cannabis_sulla_salute

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 22:48| 
 |
Rispondi al commento

dalla "discesa in campo" (puzza anche per il pannellone!) allo spazio per il pannellone: beppe cominci a puzzare anche tu! vedremo, ma per adesso non sono tranquillo. hai dato spazio a pannella che pontifica senza contraddittorio su quello che gli pare, ma chi è costui? dell'italia di oggi, non è responsabile anch'egli? sta fra i coglioni da quarant'anni, possibile che il bene lo abbia fatto solo lui e il male tutto i democristiani? dice che legalizzare significa disciplinare, ma a me sembra che significa solo mettere le tasse su altri prodotti di consumo (a quanto le puttane. eppure ci riprovano periodicamente). e capezzone che ne pensa? non sarebbe il caso di proibire l'obbedienza a berlusconi? anche per lui l'uva e l'oliva sono equiparabili alla cannabis? forse prima deve chiedere chiarimenti a zaia!!! quando mi parlano dell'oppio penso alla "guerra dell'oppio", alla rivolta dei boxer in cina nell'ottocento (pannella, chiedi che i giovani studino davvero la storia!!): anche quella volta c'erano gli antiproibizionisti come pannella: erano gli inglesi colonizzatori che lo volevano mettere nel culo ai cinesi con la droga, perchè non avevano soldati sufficienti per prendersi la cina con la guerra. la droga come prosecuzione della colonizzazione senza armi.
invece di liberalizzare, educhiamo. invece di delegare, prendiamoci le nostre responsabilità di genitori! se i giovani (e gli ex giovani tanto cari a pannellone) hanno bisogno di sostanze stupefacenti per stupirsi della vita, perchè non gli facciamo vedere il nostro impegno nel volontariato? impegnarsi per gli altri produce l'effetto più stupefacente che ci sia: la felicità!! per te!!! e senza effetti collaterali indesiderabili.
la liberalizzazione è solo la via più facile

gabriele alfano 13.08.09 20:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non saprei davvero da dove cominciare a proposito....
se scrivo un papello potrei diventare noioso.

il fatto é:

i FIORI DI CANAPA (questo é il nome) sono una MEDICINA (e non una droga) eccezionale,quasi imbattibile nei campi in cui é usata.
se fumata pura con un vaporizzatore fa BENE,non fa male....

il resto sono BALLE create ad arte negli anni del proibizionismo negli U.S.A. , perché con la canapa ci si puo fare quasi tutto,dal carburante alla carta,ha piu di 20.000 usi differenti.

non voglio annoiarvi, fatevi qualche ricerca,leggetevi il libro di Jack Herer: the emperor wears no clothes.

é la bibbia della canapa.


beppe,per favore,se ne hai l'occasione intervista herer,fallo conoscere agli italiani!

grazie mille, ciao a tutti!

g. bossi 13.08.09 20:29| 
 |
Rispondi al commento

COSA SIGNIFICA IN REALTA IL PROIBIRE? CHI VERAMENTE TI PROIBISCE? io quando lo spirito santo mi concede la grazie di trovare dell'erba o del fumo "non sono abituato a chiamarlo hashi..sbaglierei pure a scriverlo" lo consumo volentieri e faccio tesoro degli stati d'animo e dei pensieri che vivo ma questo è un'altro discorso che puo capire chi fuma da anni e a imparato a conoscere se stesso e il fumo. fino ad adesso ho avuto per una sola stagione l'onore di coltivare e consumare erba del mio giardino e vi assicuro che sono stati dei bei cannoni conditi da rapporti umani positivi,una volta nella vita..almeno. vi è poco da dire..finche la tua cattiveria interferira con la mia liberta le cose belle saranno sempre appiglio per far del male . poi il classico esempio dell'alcool dimostra quanto la gente non vuol capire di proposito.. SE MI CAPITA IO BEVO PERONI COME BIRRA E' BUONA ED E' ITALIANA. MA LA PERONI COSA FA IN REALTA??? LA PERONI VENDE DOSI DI ALCOOL IN PERCENTUALI PRECISE CHE RITROVIAMO NEI VOLUMI DELLE BOTTIGLIE E COSI VIA. sono stufo di ripeterlo.. ciao

gabriele de simone Commentatore certificato 13.08.09 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Spagna. Studio: la cannabis altera la memoria

Fin dal primo spinello, la cannabis altera la memoria. Se la si usa abitualmente, l'amnesia s'intensifica e persiste anche quando non si e' sotto l'effetto della sostanza. Lo sostiene un gruppo di ricercatori dell'Universita' Pompeu Fabra (UPF) di Barcelona, che ha potuto determinare in quale area del cervello avviene il disturbo e come si alterano i neuroni perche' non possano ricordare, in uno studio pubblicato da Nature Neuroscience il 3 agosto.
Il consumo di cannabis concerne l'ippocampo, una regione del cervello in cui s'incontrano i circuiti neuronali necessari a effettuare una serie di compiti cognitivi legati alla memoria. "La cannabis agisce su alcuni piccoli neuroni dell'ippocampo, gli interneuroni, che intervengono nell'attivita' dei neuroni incaricati di ricordare", spiega Rafael Maldonado dell'Unita' di Neurofarmacologia della UPf.

Di fatto, gli interneuroni sono il primo anello del circuito neuronale del ricordo. "S'incaricano d'inviare il neurotrasmettitore GABA, che funziona come inibitore di segnali, e l'inibizione e' necessaria affinche' la memoria funzioni", spiega Maldonado. Nel cervello di chi non consuma cannabis il neurotrasmettitore e' in equlibrio con l'altro, il glutammato, che e' un attivatore. Cosi', il processo di dimenticare e ricordare si sviluppa in modo efficace. Invece, quando s'assume cannabis, l'attivita' di GABA finisce per essere inferiore a quella del glutammato. "Si rompe l'equilibrio. Cosi' si altera la via della segnalazione che controlla la sintesi di proteine che servono ai neuroni. Queste, come ultimo anello, sono incaricate di ricordare", spiega il ricercatore. "Se si fuma molto, si altera la sintesi di proteine, al punto che crediamo siano cambiamenti di lunga durata". Irreversibili? Le prossime ricerche del gruppo si concentreranno su questa risposta.

Ahmadidnt Win 13.08.09 20:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi sul sito della BBC:

Il cannabinolo combatte gli effetti dell'osteoporosi negli anziani.

http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/scotland/edinburgh_and_east/8199007.stm

A parte questo, se il sabato sera voglio farmi una canna invece di farmi un uiski, perché devo renderne conto ad altri?

Nuvola Grigia Commentatore certificato 13.08.09 19:03| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO VIDEO E' STATO GIA' CENSURATO DA YOUTUBE, LO RIPROPONIAMO SPERANDO CHE DURI PIU' DI UN GIORNO, GUARDATELO FINCHE' SIETE IN TEMPO!!!

DIFFONDETE, COMBATTIAMO LA CENSURA!

#########################################

DAGLI AUTORI DI "SINCERITU"

un nuovo brano tutto da ridere....

"CERTE NOTTI (a Villa Certosa)"
dei KomicBlues

http://www.youtube.com/watch?v=54BqnFz0oZw

##########################################

DAGLI AUTORI DI "SINCERITU"

un nuovo brano tutto da ridere....

"CERTE NOTTI (a Villa Certosa)"
dei KomicBlues

http://www.youtube.com/watch?v=54BqnFz0oZw

##########################################

new hope, new.hope@live.it Commentatore certificato 13.08.09 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Ce sta o viruss ?
Ch r'e' ?
sera
sera

eppesuig otisopse (p.d.p) Commentatore certificato 13.08.09 19:00| 
 |
Rispondi al commento

"

L'angolo dei figli di botànica

MARIA SENZA PECCATO


Miccichè fu ripreso dalle telecamere di Palazzo Madama mentre entrava con un sacchetto di farina boliviana.
Lasagne istituzionali?

L'on. Mele fu beccato anch'egli in giri di farinacei esaltanti. Omelettes di Medellin?

..e il mito dell'avv. Agnelli che, a quanto sembra, sembra quasi che svezzò Lapo fin dalla tenera età?

Tutto regolare, nessun reato, nessun peccato.
Amen.

Poi ti beccano con delle piantine di canapa indiana in casa e, a meno che non dimostri di essere un rasta praticante, finisci nei casini come un delinquente qualsiasi.

In altre zone del mondo la cannabis è un rimedio naturale quasi miracoloso per mille afflizioni: anoressia, terapia del dolore, epilessia, tanto per citarne qualcuno.

Ma in Italia dobbiamo necessariamente rimanere radicati al vecchio, per rimanere in media con l'età media della nostra classe dirigente.
A forza di guardare indietro, al passato, abbiamo tamponato il futuro.
E la colpa è nostra.
Chi tampona ha sempre torto.

Per fortuna che ci sono in giro tante constatazioni amichevoli: sei un bastardo, ma ti perdono.
Chi se la sente, faccia pure.

Il perdono è la miglior vendetta, disse qualcuno.
Ma è anche LA linfa mortale, l'incentivo alla persistenza nell'errore.

Il ragazzo non potrà mai perdonare chi gli ha tolto tutto, anche se qualcuno cercherà di convincerlo a farlo.
Che questo qualcuno, almeno, lo aiuti anche a portare il fardello della sua vita azzerata da uno Stato Comatoso ed ingiusto.
Per noialtri, non rimane che provare a versare una piccola goccia in una tinozza che, spero, possa servire almeno ad innaffiare un po' di futuro.
Che è una pianta legalmente coltivabile, a quanto sembra.
Almeno per ora.

Buongiorno fèisbuc.
Vi perdòno o vi pèrdono.
Basta spostare un accento, checcevò?

Càffe espressò a disposizione.
E controllate che quella roba bianca nella zuccheriera sia davvero zucchero :)

"

Exidor ...... Commentatore certificato 13.08.09 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Più di 4000 sostanze tossiche sono contenute nel fumo di tabacco. Chi fuma un pacchetto al giorno assorbe in un anno l'equivalente di una tazza di catrame e in 20 anni 6 chilogrammi di particelle di polvere. Nicotina, condensati (catrami o bituminosi), monossido di carbonio e certi gas irritanti (ossidi d'azoto, formaldeide, Acroleina, ecc.) sono gli agenti più nocivi nel fumo per la salute. il fumo di sigaretta produce PM10 in modo analogo all'inquinamento da traffico

* La nicotina: crea dipendenza

Il monossido di carbonio: ostacola l'azione dei muscoli e del cervello
L'arsenico e i derivati del cianuro. dei veri e propri veleni
L'acetone, proprio quello per togliere lo smalto dalle unghie!
La formaldeide: un gas irritante impiegato dalle industrie nella lavorazione delle stoffe, carta, legno e coloranti
Il catrame: si deposita nei bronchi e nei polmoni e può provocare il cancro
L'ammoniaca: un gas tossico dall'odore caratteristico!
Additivi chimici come l'acido silicico, carbonico, acetico, formico, benzoico; il diossido di titanio; prodotti sbiancanti delle ceneri; ecc.
Il polonio 210: UNA SOSTANZA RADIOATTIVA . Fumare 30 sigarette al giorno equivale, in un anno, a 300 radiografie al torace
Tante altre sostanze irritanti, tossiche e cancerogene.

Il fatturato delle multinazionali che producono sigarette è circa 60 volte superiore al bilancio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Le tasse sul tabacco rappresentano una parte rilevante delle entrate statali

tassare anche gli spinelli? vuoi vedere che è questa la soluzione dell'annosa questione?

liliana g., roma Commentatore certificato 13.08.09 18:19| 
 |
Rispondi al commento

E' tutto il giorno che cerco di mandare un commento . Mi sono rotto e se co0ntinua così mi tolgo da tutto con voi

gianni fiorani, Brescia Commentatore certificato 13.08.09 18:17| 
 |
Rispondi al commento

La Danza_discorde sul baratro dell'esistenza.
==========
Come si potuto credere nell'inganno, in questa vita e non nell'altra, poiché la si vive è deve avere un prezzo, sembriamo ritenere non ci sia alternativa a questa vuota esistenza, si è deciso e resa un consumo la vita, una goccia dopo l'altra, fino all'ultimo spasimo.

Se è così, ci si dovrebbe chiedere parimenti, quale sarà l'onere dopo la morte? Si dice che sia la fine di tutti i mali, ma chi può dirlo?

Se la morte è il frutto della vita ed il suo raccolto, la sua bontà e maturazione sarà proporzionale alla sanità e genuinità di cui in corpo si è nutrita.

Del frutto acerbo o dell'albero arido, conosciamo di certo la destinazione, dal frutto dell'inganno ha avuto origine questa insipienza che fu l'immediato scotto pagato dall'orditore trasmutato e che conobbe dal primo istante il destino di coloro che di quel frutto rimarranno avvinti.

Chi sa e vide eppure non comprese, persevera nella follia di voler possedere in mondo e quel che vive e vegeta, traluce e splende che egli stesso non si accorge e distrugge, per l'incoscienza ed avidità causa di un'eredità promessa, ("regnerai sul mondo per divina investitura, tutto t'appartiene") di cui resterà vittima della sua e della rovina del mondo, per quell'inganno illusorio originario subirà uguale sorte.
======
La vita è il tempo ove le inettitudine e le qualità si fanno figli e nascono per affrontarsi e confrontarsi in una realtà inconscia resesi visibili agli occhi dei genitori per comprendere e scegliere se è bene apprenderle o allontanarle da se. Un cernita nelle varie generazione ognuna setaccio del seme dalle ramificazioni del frutto del male.

A Pace

A Pace (ricercatore del buonsenso), Italia Commentatore certificato 13.08.09 18:12| 
 |
Rispondi al commento

LE GERARCHIE ECCLESIASTICHE AMANO IL MALE?....

PINOCHET=DITTATORE CRIMINALE, TORTURATORE E SANGUINARIO...CATTOLICO...MAI SCOMUNICATO

FRANCISCO FRANCO=DITTATORE FASCISTA TORTURATORE E SANGUINARIO....CATTOLICO....MAI SCOMUNICATO

GIULIO ANDREOTTI=CONTIGUO ALLA MAFIA...CATTOLICO...MAI SCOMUNICATO

RENATO DE PEDIS=CRIMINALE SANGUINARIO E PLURIOMICIDA, MASSIMO TRAFFICANTE DI DROGA, SEPPELLITO CON TUTTI GLI ONORI IN ESCLUSIVA TOMBA CARDINALIZIA...CATTOLICO....MAI SCOMUNICATO

E L'ELENCO POTREBBE CONTINUARE ALL'INFINITO...

QUALCUNO VORREBBE FARMI CREDERE CHE GESU' SAREBBE DACCORDO?

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 18:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ARRIVATO L'ARROTINO!!!
RIPARA OMBRELLI, CUCINE A GAS,
E SE NECESSARIO
VI FA UNA MODIFICA
E AVRETE OMBRELLI A GAS E CUCINE PARAPIOGGIA!!

DONNE!!!

E' ARRIVATO L'ARROTINO!!!


sì lo so che è una cagata, ma se leggete i postss della brigata EmilioFede ne converrete che come stronzata è meglio questa .... mò l'eunuco fallito Stirner attacca un Mauro Maggiora che tutti sappiamo essere un'ottima persona e tranquilissimo blogger, altra gente è stata bannata ..... ma noooooooo .... Beppe non lo vuole fare il M.L.N. ..... scherzava .... era per spaventare un po' gli amici (SUOI amici, sia chiaro) dell'IDV ... tutto qui ....

Exidor ... Commentatore certificato 13.08.09 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Buonsera,

Ho fatto un pisolino nel lettino, ho persino fatto un sognettino.
Stasera, se non erro, è sortita di numeri a lotto, cabballerò e tenterò la sorte.

Il sogno :

Ero un angelo ribelle, avevo una mezza aureola,in attesa di una intera. Mi piaceva gironzolare per i tetti dei condomini di Città del Vaticano e origliare dai comignoli i proclami sul Libero Arbitrio degli umani. Ne afferravo i dettagli salienti e godevo della mia spensierata libertà, ma ogni volta, un serpente irriverente sbucava da un comignolo e rideva a crepapelle, anzi a mutapelle.
La mia aureola anzichè congiungersi a l'altro punto , striminziva su se stessa.
Decisi allora, di portarmi sui tetti della Roma Liberale, quella in cui dai comignoli dei tetti del potere temporale, salivano alti e diritti i proclami sul Danno. Rassicuravano la mia mente angelica quei Principi così giusti e responsabili, che mi beavo di esser lì ad ascoltarli. Quando ad un tratto di nuovo quel serpente si appalesa. Questa volta ha una penna in bocca e una borsa sulla coda e mi dice :
Sono l'agente degli agenti delle Assicurazioni Contro i Danni, firma qua.
Firmai e la mia aureola spar' del tutto. Deluso mi provai a volare per altri luoghi, ma caddi giù e finii in una piantagione di cannabis, di non so quale parte del globo. So solo che il mio sogno finisce qui.

Sera

ps.

Angelo 12
Aureola 20
Mezza Aureola 10
Serpente 34
Roma 89
Cannabis 90

sera, di nuovo.




eppesuig otisopse (p.d.p) Commentatore certificato 13.08.09 17:48| 
 |
Rispondi al commento

meglio drogato che leghista
dalla droga ne puoi uscire

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 17:44| 
 |
Rispondi al commento

@Giorgio Aldrovandi

Tu dici "ognuno DEVE essere libero di farsi male quanto più gli aggrada".

MA PER QUALE MOTIVO TI DOVRESTI FARE DEL MALE DICO IO!?

Ma non avete niente di meglio da fare??
Fate del bene piuttosto!

E non fate finta di non capire...

Ahmadidnt Win 13.08.09 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il Daily Mail :

"Berlusconi in accappatoio: Silvio si rilassa mentre è in vacanza in barca in Italia... circondato dalle guardie del corpo".

..............

si rilassa???....si rilassa???...

Le fabbriche stanno chiudendo....da domani tanti italiani ( spero in grande maggioranza tra chi lo ha votato!)non avendo più un lavoro non sapranno più come fare a mantenere se stessi e le proprie famiglie e lui....SI RILASSA??????????????

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 17:41| 
 |
Rispondi al commento

E allora no!

Ahmadidnt Win 13.08.09 17:38| 
 |
Rispondi al commento

da un recente studio medico, sembra che i leghisti siano immuni dai danni della droga, poichè questa può prendere il cervello, e loro ne sono privi.

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 17:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Ahmadidnt Win


non esiste dipendenza (assuefazione) per i derivati della cannabis.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 13.08.09 17:30| 
 |
Rispondi al commento

"spetta alla Conferenza episcopale emanare norme generali in questo campo d’azione, e spetta al Vescovo diocesano regolarlo e vigilare su esso” (Diritto Canonico, canone 804)”L’Ordinario del luogo si dia premura che coloro, i quali sono deputati come insegnanti di religione nelle scuole, anche non cattoliche, siano eccellenti per retta dottrina, PER TESTIMONIANZA DI VITA CRISTIANA e per abilità pedagogica. .È diritto dell’Ordinario del luogo per la propria diocesi di nominare o di approvare gli insegnanti di religione, e parimenti, se lo richiedono motivi di religione O DI COSTUMI, di RIMUOVERLI OPPURE DI ESIGERE CHE SIANO RIMOSSI”(Diritto Canonico, canone 805).

...................

CHE STRANO...PER LA CHIESA UN INSEGNANTE DI RELIGIONE PUO' E ANZI DEVE ESSERE RIMOSSO SE DI FACILI COSTUMI...

SANTITA'...PERCHE' INVECE IL CAPO DEL GOVERNO DI UNA INTERA NAZIONE NO???????

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 17:30| 
 |
Rispondi al commento

perchè berlusconi può andare a puttane, illegalmente
il minchiovano sparare cazzate impunemente
ed io non posso fumarmi traquillo uno spinello?

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 17:29| 
 |
Rispondi al commento

STAI DIVENTANDO SEMPRE PIU' PERTINENTE AL TEMA.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 17:27| 
 |
Rispondi al commento

perchè berlusconi può andare a puttane, illegalmente
ed io non posso fumarmi traquillo uno spinello?

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 17:21| 
 |
Rispondi al commento

o.t.
Entro 15/30 gg storna da 5 a 10%.
Poi va a chiudere l'enorme GAP di ottobre 2008 entro 6 mesi a 25.000.
E li poi escono.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 17:15| 
 |
Rispondi al commento

ha pure dei casini con la guardia di finanza.
Ma comunque sia ho visto che qualche agente di polizia si fa le sue serate in compagnia di Maria e' una condanna della mia vita e' il dramma,
perche' non potrà essere io Maria Giovanna e una capanna.
mi e' rimasta solo una can-zon del mio core asson
le vacanze le faro' in Giamaica dalla mia Maria bella
aspetto e intanto voto Pannella e canto.

OHIIIII MARIAAAA
TI AMOoooooo
OHIIII MARIAAAA
Ti voglioooo

La Strillettera, Hogwarts Commentatore certificato 13.08.09 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T. positivo.

oggi ho dato regolare disdetta del canone RAI.

sto meglio.

oddio, ce la faranno pagare sicuramente in altro modo.

comunque è un primo passo ed il mio vaffxnculo fattuale indirizzato con sentimento a quella mandria tutta di mxrde e zerbini che dirigono quella falsa e vergognosa pseudo-informazione di quel regime di mxrda che si vede in giro.

ovviamente questa iniziativa fa il paio con l'abbonamento ad antefatto.

se invece ci toccano la rete proporrei qualcosa di meno democratico, nel loro stile per intenderci.
li andiamo a trovare a casa uno per uno e gli spieghiamo bene perchè sono cose che non si fanno.

ahimè prevedo l'autunno più caldo dal medioevo ad oggi, ripeto, ahimè prevedo l'autunno più caldo dal medioevo ad oggi ...

niamo suppo 13.08.09 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Sono sconvolto da tutte le banalità insensate e i pregiudizi che girano nei commenti.

Beppe, io mortifico il mio orgoglio implorandoti in ginocchio, pregandoti di fare un post sui reali effetti sulla salute della cannabis, ti supplico: tu sei un comico, a te la gente ci crede. Il delta 9 tetraidrocannabinolo cura il cancro, proprio così IL CANCRO! È l'evidenza SCIENTIFICA di molti studi effettuati in Spagna, Canada, Stati Uniti, Inghilterra. Basta digitare su YouTube "marijuana cancer" e vedrai che tutti i video parlano di questo. Ti invito a visionare "Run from the Cure - The Rick Simpson Story", a leggere la pagina di wikipedia "Effetti della Cannabis sulla salute". Te lo chiedo con le lacrime agli occhi. Questo blog che si distingue per la sua fama di ultimo baluardo di verità non può esimersi dal parlare della cura alla più grande pandemia che affligge l'umanità, del destino di moltissime persone nel mondo che soffrono per i trattamenti chemioterapici, per i medicinali assolutamente inutili delle ditte farmaceutiche, preoccupate solo di fare soldi con i brevetti dei loro prodotti sintetici. Forse anche tu pensi che assumere marijuana causi solo danni, ma ti supplico veramente di aprire la tua ragione e il tuo cuore a questa VERITÀ!

Ti ringrazio per lo spazio che mi sono preso per questo mio sfogo, ma ti giuro che da quando mi sono informato su questo non dormo troppo bene. Spero vivamente che tu risponda a questo mio modesto appello e che tu possa scrivere qualcosa al riguardo.

Un caloroso saluto con simpatia e ammirazione.

Non lo dico 13.08.09 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Così è troppo facile!

Adesso dò un'occhiata al grafico del 2005 perchè non mi fido.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Postate voi documentazione che dimostri i benefici derivanti dall'uso regolare di cannabis.

Vi sfido.

Ahmadidnt Win 13.08.09 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


A M.a.n.t.o.v.a.' a te farebbe propio bene un bel cannone! SOLO A TE !

Maximus Roman Emperor (), (SPQR) Commentatore certificato 13.08.09 17:06| 
 |
Rispondi al commento

adesso inizio a capire la gente in questo paese grazie a cosa si sia fottuta il cervello.

pannella non riesce nemmeno a fare un discorso sensato.... il cervello gli si è completamente spappolato...

VUOLE SOLO I SOLDI DA PARLAMENTARE PER BUCARSI A SPESE DEL CONTRIBUENTE...

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2 considerazioni:
1) credo che una societa' debba contrastare quello che in se' e' un danno per i cittadini.
ad es. il furto, non dipende dalla quantita' che si ruba, e' sempre un danno, un'appropriazione indebita. quindi, naturalmente sempre con una pena equilibrata al danno, sara' da proibire.
i derivati della cannabis non rientrano in questa categoria di situazioni, non sono un danno in se'. e su questo credo che nessuno possa portare teorie o link per dimostrare che invece lo siano. cosi' come le sigarette, l'alcool etcetc. non sono un danno in se'.

2) e' comunque un crimine, quando lo stato maramaldeggia su persone che per 1.000 motivi, debolezza, depressione, momenti particolari della vita, incoscienza, vizio, etcetc., possano essere caduti in una qualche forma di autodistruzione (mi riferisco alle droghe pesanti, alcool, antidepressivi, etcetc.)
mandare in galera poi addirittura una persona per uso di derivati della cannabis, che e' esente dalle negativita' di altre sostanze, e' un crimine odioso da caccia alle streghe medioevale, frutto dell'ignoranza, crudelta' e incoscienza. e del business malavitoso.


francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 13.08.09 17:05| 
 |
Rispondi al commento

IPOCRITI

La Strillettera, Hogwarts Commentatore certificato 13.08.09 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER NON ABBASSARE I RIFLETTORI!!!

*****IL CASO SANNINO DI FIRENZE****

UN CASO DI MALA GIUSTIZIA ! (non adatto ai deboli di stomaco)

http://www.casosannino.com/historia-del-caso/

http://current.com/items/88945215_v2day-firenze-antenneattive-intervista-gino-sannino.htm

Spider B. Commentatore certificato 13.08.09 17:04| 
 |
Rispondi al commento

chi proibisce vuole SOLO GUADAGGNARE IN NERO !!!

della salute della gente se ne frega alla grande!

altrimenti anche sulla cannabis ci dovrebbe essere
scritto gli effetti collaterali !!!

come sulle sigarette !

IL CONTRABBANDO esisterà sempre !!!
perchè l'arte di arrangiarsi è "roba" italiana...
ma c'è differenza mantenersi con un contrabbando
parallelo o avere in mano TUTTO IL MERCATO DELLO
SPACCIO !!!!

....il ragionamento si potrebbe applicare anche a coloro che affittano case in nero !!!!!
IL MERCATO LO PROMUOVE IN QUANTO MANCA L'EDILIZIA
POPOLARE !!!!!

.....la base della MERDA è sempre la stessa!

Antonio Lenin_inased (), Roma Commentatore certificato 13.08.09 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Però che scoop!

Ahmadidnt Win 13.08.09 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbiamo già visto cosa produce la 'scuola' pannelliana : i Rutelli, i Capezzone . Spazzatura integralista che si attarda a dare dei fascisti agli altri ,mentre in realtà dovrebbero sedersi su un campo di cazzi a villa La Certosa, con tanto di nipotini e nipotine , che il Nonno Papi ha reclutato tra le battone dei teocom.

lo scettico, Peseggia di Scorzè Commentatore certificato 13.08.09 16:57| 
 |
Rispondi al commento

E VAIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!

GLI ho spennato altri $500 dollari stamattina.

Considerando che stiamo combattendo tutti contro un ROBOT "High frequency Trading" la cosa mi godere proprio come un MAIALEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!

E' bello fottere il SISTEMA che ti mette contro non piu' Trading professionisti MA un Robot Trading System neanche coci' cosi' ma HIGH Frequency.

Vuol dire che i Trader che guadagnano sono proprio forti !!!!

Ve l'ho gia' detto meglio del sesso e di SUPER MARIO BROSS ! No Super Mario Bross non ve l'avevo detto.

BEAT THE SYSTEM baby !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Maximus Roman Emperor (), (SPQR) Commentatore certificato 13.08.09 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Ho postato sul blog di casini tale commento. Con il sospetto che venga censurato, lo condivido anche col blog di Grillo.
E' inerente alla risposta di Casini, ovviamente negativa, sull'argomento "depenalizzazione droghe leggere".

Giusto qualche dato per smentire Casini. L’Italia è il paese col più alto tasso di consumatori di cannabis in Europa. L’Olanda, dove è legalizzato, il 15.

http://www.dirittiglobali.it/articolo.php?id_news=14050

http://pastapippo.wordpress.com/2009/05/07/consumo-di-cannabis-in-europa/

E, da ultimo, il link più autorevole (World Drug Report 2008):

http://www.unodc.org/documents/wdr/WDR_2008/WDR2008_Statistical_Annex_Consumption.pdf


Lillo Montalto Monella 13.08.09 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Questo è un esempio di depenalizzazione con legalizzazione parziale. I consumatori sono legali, ma i venditori no. ?????????? BOH !

In Olanda il possesso di droghe leggere è stato depenalizzato 33 anni fa e ogni anno si vendono in media 265mila chili tra marijuana e hascisc per un giro d'affari da due miliardi di euro. I 702 coffee shops (i locali autorizzati a vendere droghe leggere) portano ogni anno al Tesoro circa 400 milioni di euro di iva.
Ora vorrebbero mettere una picola tassa in più per via della crisi "La tassa deve rappresentare solo una piccola percentuale del prezzo, anche per prevenire che la gente compri droghe leggere illegalmente". Malgrado la cosiddetta bedoogbeleid, o "politica della tolleranza", che le ha conferito la reputazione di Mecca delle droghe leggere, in Olanda la cannabis è tuttora ufficialmente illegale e perciò, in linea con la legislazione europea, non vi si può imporre alcuna tassa straordinaria. La riforma del '76 infatti ne ha depenalizzato solo il possesso sino a 5 grammi. I coffee shops possono invece tenerne in magazzino sino a 500 grammi, ma paradossalmente non possono comprarla legalmente.


http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/esteri/ricetta-spinello/ricetta-spinello/ricetta-spinello.html

Alina F., Varese Commentatore certificato 13.08.09 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Ahma didn't win possiede la verità ineluttabile: non contradditela. La discussione sta scadendo nell'insulto gratuito.

Giorgio Aldrovandi, Monza Commentatore certificato 13.08.09 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a tutti è noto il fenomeno delle sigarette di contrabbando....

costano meno....sono al netto delle accise ed hanno da sempre un imponente mercato.....

di rimando...legalizzo le droghe leggere...ad un certo prezzo....comprensivo di oneri fiscali ed aggi per i rivenditori....

cosa vi fa pensare che la mafia rinunci ad un mercato parallelo e più competitivo vendendo lo stesso prodotto in nero ?

...secondo me...con la parata della liberalizzazione...si vuol tenere caldo un certo elettorato potenziale....quello dei CANN-IBALI !!

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 13.08.09 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Ahmadidnt

Allora sei una ex tossica allevata ed accudita in qualche comunità di stampo integralista.
Ne ho visti tanti, tossici fino a due giorni prima,diventare dei moralisti intolleranti ed implacabili.
Molti tossici di ieri sono i fascisti di oggi.
Povera gallina spennacchiata!

Alessio A. Commentatore certificato 13.08.09 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lascia perdere... che alle mafie non gli fai un baffo legalizzando la cannabis.....

Ahmadidnt Win 16:15


OK, è come dici tu ! COSA NOSTRA ringrazia e

baciamo le mani!

Antonio Lenin_inased (), Roma Commentatore certificato 13.08.09 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Buongiornoooooooooooooooo!!!!!

E lo chiameremo il blog dei "COPINCOLLA"!!!!
Quanta tristezza!!!
Si cerca in tutti i modi di far salire il numero dei commenti ma non c'è niente da fare!!!!
E le notissime firme che scrivevano in questo blog dove sono andate a finire???

Beppe!!!!
Che de so la zio ne!!!

GERONIMO .. Commentatore certificato 13.08.09 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fà meno danni lo spinello che il TG4!
legalizziamo gli spinelli, proibiamo i TG!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 16:29| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@bellandi

Articolo interessante quello di D'Avanzo.
Mi permetto di integrare per i più pigri.

È questa difesa mediatica, è questo "miracolismo mediatico" che il capo del governo, protetto dal suo conflitto di interessi, vuole consolidare, rendere aggressivo e dominante, più di quanto oggi non lo sia, in attesa di isolare e colpire i suoi avversari o i non conformi con leggi ah hoc, manovre di potere, e magari le mosse di burocrazie sottomesse (Murdoch è soltanto il primo della lista degli "ostili", selezionata nelle riunioni segrete di questi giorni).

Il Cavaliere militarizza subito il fronte della comunicazione, quindi. Via Mario Giordano, il povero direttore del Giornale assoggettato quanto basta, ma senza alcun peso specifico. Che arrivi Vittorio Feltri da Libero, un "peso massimo". Che Clemente Mimun, direttore del Tg5, si adegui alla bisogna e all'esempio di Augusto Minzolini, direttore del Tg1. E se non se la sente, che lasci la seggiola a Maurizio Belpietro, quello sì che sa il fatto suo quando si tratta di menar le mani che poi a Panorama si troverà un altro "picchiatore" per dirigerlo. È con questo "pacchetto di mischia" (Minzolini, Feltri, Belpietro, Mimun) che il capo del governo vuole "militarizzare" la comunicazione e deformare il racconto della realtà. Può farlo certo in casa sua in assenza di una legge sul conflitto di interessi, ma è legittimo che lo faccia anche in quella casa di tutti che è il servizio pubblico radiotelevisivo? Può farlo senza che gli organi di garanzia tecnici, politici e istituzionali muovano un ciglio e trovino la forza di profferire parola? Sappiamo che Paolo Garimberti è in Viale Mazzini come "presidente di garanzia", meno si comprende che cosa e chi stia garantendo. Non certo il telespettatore italiano che non ha saputo nulla e nulla saprà di quanto in Italia e all'estero accade al capo del governo.......

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Dal Giornale al Fatto
La storia del “cono d’ombra” e del giornalista di sinistra in un giornale di destra, ovvero: ecco perché me ne vado a “Il Fatto”, nella speranza che nasca un giornale che non ha padrini, non ha autocensure, non è mettinculista nè leccaculista, insomma, tendenzialmente libero.

di LUCA TELESE

Gianni Rosa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 16:29| 
 |
Rispondi al commento

@Ahmadidnt

Sei come un moscone di chiesa, ripeti la preghiera all'inifinito senza ragionare e fare un'analisi su cio' che affermi.
Ciapa le scale e fila a let.

Alessio A. Commentatore certificato 13.08.09 16:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


I drug test utilizzati dalla polizia contrastare la guida sotto leffetto di sostanze stupefacenti sono inaffidabili e costosi!!. Più la metà delle volte in cui sono utilizzati segnalano falsi-positivi, che poi vengono puntualmente smentiti dalle analisi effettuate dai laboratori delle Asl. Questa la denuncia fatta da una persona assolutamente affidabile come il dirigente della Regione Piemonte, sezione Polizia Locale, Stefano Bellezza, al convegno del progetto europeo Cast sulla valutazione dellefficacia delle campagne per la sicurezza stradale, che ha riportato alla ribalta il problema dell’inaffidabilità dei narco-test.
Questi si limitano a rilevare tracce di sostanze che l'autista ha assunto, indipendentemente dal fatto che lo abbia fatto appena prima di salire in macchina o in qualsiasi altro momento degli ultimi 30 giorni. Daltra parte, la legge sanziona la guida sotto leffetto di sostanze stupefacenti, ma non fissa un livello massimo consentito: anche la minima traccia rilevata è sufficiente per determinare la colpa.
Paragonandolo all'alcool, queto test mi sembra nettamente penalizzante in quanto non viene fissato un valore minimo tollerato.
Così facendo cè il rischio di rovinare(mi sembra la parola piu appropriata si pensi alla probabile perdita di lavoro,etichettamento..ecc) cittadini solo per il fatto che risultino positivi ad un primo controllo perchè paradossalmente 15 giorni prima hanno dato 1 o 2 tiri a uno spinello!!! assurdo! Come mai in un paese "civile" non se ne parla visto che potenzialmente sono a rischio milioni di cittadini??!!!SVEGLIA!!!!!

Mauro Manuzzi 13.08.09 16:26| 
 |
Rispondi al commento

LA MASCHERA TRASPARENTE

Pannella, la Faccio e la Bonino non mi hanno mai incantato nè convinto.
Per me sono solo maestri falliti di alunni ritardati!

nonno arzillo Commentatore certificato 13.08.09 16:25| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Intercede il sindaco, arriva il permesso di soggiorno provvisorio
di Federica Cravero

La polizia ieri mattina è andata a cercarlo per dirgli che c´era un modo per farlo rimanere in Italia. Ma Jahangir Chacklader, 27 anni, venditore di rose arrivato clandestinamente tre anni fa dal Bangladesh, ha preferito allontanarsi dalla sua casa, un appartamento di ringhiera a Barriera di Milano, e lo stesso hanno fatto i suoi fratelli e amici. «Non si fidano più, hanno paura - raccontano i connazionali che vivono nel quartiere - Perché già una volta sono rimasti fregati». Solo ore dopo l´avvocato Elena Virano è riuscita a prendere contatto per spiegargli la buona notizia: c´è una pratica per il permesso di soggiorno pronta in questura con il suo nome. Allora sì, è stato contento, ma probabilmente lo sarà davvero quando avrà in mano le carte che gli garantiscono che adesso sarà un immigrato regolare e non dovrà più nascondersi.

Il caso di Jahangir Chacklader era scoppiato perché nella notte tra sabato e domenica era stato rapinato e, soccorso da un cittadino che aveva chiamato la polizia, grazie alla sua collaborazione aveva fatto arrestare i presunti responsabili, tre giovani romeni. Come prevede la legge, però, arrivato il momento di dare i suoi dati di parte lesa, si era scoperto che l´uomo era irregolare. E così, visto che era appena entrato in vigore il nuovo decreto sulla sicurezza, oltre all´ordine di espulsione, aveva ricevuto anche una denuncia per clandestinità.

Stamattina lui e l´avvocato si presenteranno insieme nelle stanze dell´Ufficio immigrazione e metteranno a posto tutta la documentazione necessaria per un permesso di soggiorno ai fini di protezione sociale in base all´articolo 18 del Testo unico sull´immigrazione. Un nulla osta per ragioni umanitarie, in sostanza, voluto dal legislatore soprattutto per tutelare quelle prostitute vittime della tratta che collaborano con la giustizia.

(13 agosto 2009 repubblica.it)

manuela bellandi Commentatore certificato 13.08.09 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda l’alcool quando fu emanato per questa sostanza un provvedimento legislativo negli Stati Uniti che ne proibiva la produzione e l’uso,che diede origine al periodo del "proibizionismo" non diminuì affatto il consumo di alcool e non diminuirono gli alcoolizzati e si ebbe un’ondata di delinquenza feroce ed arrogante, foraggiata in gran parte dai proventi del traffico degli alcolici. Alla fine il provvedimento fu abolito.
Proibire qualcosa non è mai servito a nulla se non a rendere più desiderabile una cosa.
Probabilmente se proibissero i libri ne venderebbero sotto banco a milioni.
Il problema è sociale e dopo aver capito cosa può far bene o male si dovrebbe cercare di fare educazione senza imporre nulla.

filippo l. Commentatore certificato 13.08.09 16:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

IL CASO

La campagna d'autunno
del Cavaliere azzoppato


di GIUSEPPE D'AVANZO

Il Cavaliere, per levarsi dai guai degli scandali politici e sessuali in cui s'è cacciato da solo, ci ha provato - prima - con una comunicazione sovrabbondante, ipertrofica. Televisione, interviste, maquillage familiare con foto a colori del Figlio Marito Padre Nonno così amorevole, così italiano. Non ha funzionato. Le menzogne erano così assordanti che gli sono scoppiate in mano. Cilecca. Dunque, cambio di marcia e di strategia. Il flusso verbale, le patetiche e quotidiane battute sulle minorenni, le grottesche vanterie da "santo puttaniere" sono state archiviate e sostituite dal silenzio, autoimposto e imposto. Gioco comodo perché, come ha scritto il Financial Times ieri, "Berlusconi guida un regime costruito sul suo impero mediatico che include il controllo delle televisioni nella quasi totalità e di buona parte della stampa scritta. Anche la Rai, la tv di Stato, ha evitato di seguire in maniera adeguata il caso di Patrizia D'Addario sul suo canale principale". Ora anche la strategia del silenzio appare inadeguata. E' utile a nascondere all'opinione pubblica domestica quanto siano disonorevoli le sue condotte private e vulnerabile il suo agire pubblico.
Oscura la catastrofe della sua reputazione all'estero, che finisce col travolgere anche la credibilità del Paese tutto intero, ma non muta di un'acca uno stato delle cose che - Berlusconi sa - peggiorerà in autunno.

Ecco perché, prima di dileguarsi per una decina di giorni chi lo sa dove e chi lo sa perché, il premier sta organizzando truppe, generali e piani per la "campagna di autunno". Oggi la crisi di Berlusconi la si può ricostruire così: il capo del governo, nell'Occidente euroamericano, è un'anatra zoppa. L'establishment internazionale attende la sua uscita di scena, prima o poi.

SEGUE :

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-18/berlusconi-divorzio-18/berlusconi-divorzio-18.html

manuela bellandi Commentatore certificato 13.08.09 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Preferisco essere provinciale che farmelo mettere in culo da Eridano il Bifolco , il riciclatore alla grande di denaro sporco .
Le donnette che stanno in vetrina ad Amsterdam non sono figlie della propria scelta , ma delle botte e della violenza . Ghetti sui quali soffia il vento del neo razzismo che ingrossa le file dei partiti xenofobi . Amsterdam non è una cartolina illustrata ,nè tanto meno il paese dei balocchi . C'è dolore dietro certe scelte che ghettizzano. Vite spezzate che il buonismo a buon mercato non rissoleverà mai .

lo scettico, Peseggia di Scorzè Commentatore certificato 13.08.09 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@cesare beccaria


Ciao, a proposito di Nadia Urbinati, leggi questo da Femminismo a sud:

Faccia la domanda giusta la prego: chieda dove stanno i mezzi di informazione che non censurano, quelli che informano davvero. Chieda di chi sono le risorse e come vengono gestite, chi egemonizza la cultura di sinistra di questo paese, chi tratta le lotte delle donne come fossero baronati, cerchie ristrette al solo contesto politico-istituzionale-accademico, in cui plurititolate hanno più diritto di parola di chi si fa il culo (si può dire culo, vero?) per le strade tutti i giorni.

Poi, abbia pazienza, ci sono donne che si suicidano per paura dell'arresto per clandestinità, donne che muoiono perchè hanno paura di recarsi in ospedale dove saranno denunciate se non hanno il permesso di soggiorno, disoccupate che hanno bambini da sfamare e sfrattate che hanno bisogno di un tetto: lei davvero pensa che in questo momento storico una iniziativa di signore ben vestite e indignate per via del puttanaio di berlusconi sia la cosa più necessaria? Davvero è così urgente inseguire iniziative inutili a fare da passerella mediatica per certe donne e certi partiti?

Non sarebbe forse il caso che le signore ben vestite accettassero di lottare a riflettori spenti e si sporcassero le mani e venissero a dare un'occhiata nei campi rom per vedere come vengono trattate le persone dagli sgherri delle amministrazioni locali (comprese quelle di centro sinistra)?

Lei è affascinata dalle lotte per le strade di teheran, ma saprebbe spiegarci come mai l'immaginario delle persone che pubblicano le sue lettere non va oltre il fango di un accampamento nomade? Dove sono i cittadini, le donne del centro sinistra quando c'e' da sporcarsi le mani? Tutte a fare le intellettuali borghesi con belle lettere pubblicate sui quotidiani a chiedere come mai in italia la lotta delle donne non è esteticamente gradevole e visibile come quella condotta a teheran?

Sera bloggers.

monica c., FRATTAMAGGIORE NAPOLI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Sempre dal solito link... e con questo finisco di scassarvi...

"Emerge inoltre una forte tendenza al policonsumo, ossia un utilizzo contemporaneo di più droghe, evidenziando come la cannabis sia una droga “trasversale”, molto spesso associata a cocaina ed eroina sia nella popolazione generale (rispettivamente 84,4% e 76,8% dei casi), che nella popolazione studentesca (rispettivamente 91,9% e 82,3% dei casi). Il periodo di latenza che intercorre dal momento di primo utilizzo, al momento in cui la persona tossicodipendente accede ai servizi per il trattamento, può essere molto lungo e raggiungere anche i 12 – 14 anni. Questo campanello di allarme evidenzia la necessità di rafforzare gli interventi di prevenzione e contatto precoce, necessari per ridurre i danni, ma anche i costi derivanti dall’uso di droghe.
Internet si afferma sempre più quale nuovo “luogo” di spaccio e commercializzazione di sostanze legali ed illegali: dalle farmacie online, dove è possibile acquistare farmaci senza prescrizione medica utilizzabili per scopi non terapeutici, ai drugstore, dove è possibile acquistare sostanze psicoattive e psicotrope illegali, oltre ai forum, blog e social network dove sono reperibili e si possono scambiare informazioni a riguardo."

http://www.dronet.org/comunicazioni/res_news.php?id=1724

Ahmadidnt Win 13.08.09 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

«c’è, da parte delle persone attorno a noi, una specie di accettazione. Il senso dell’inutilità collettiva».
Ho pensato: ha messo il dito sulla piaga, Nadia Urbinati.

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco a prendere una posizione.
Condivido molti pro e contro.
Bisognerebbe avere risposte a molti interrogativi.
Si avrebbe un aumento degli usufruitori liberalizzando?
O lo stesso proibizionismo di per sé è un incentivo?
Sarebbero efficaci gli stessi divieti che esistono già per l'alcool,
per il fumo, es. divieto di guida, locali per fumatori, ecc.?
Sarebbe un grosso colpo per la malavita che ne trae forti guadagni ?
Una proposta ce l'avrei e sarebbe quella di liberalizzare le droghe per un periodo limitato, es. un anno e poi analizzare la situazione e decidere il da farsi.
Lo sò non è una geniata, ma qualcosa bisogna pur fare, perchè la situazione attuale non è bella.

Aldo F., napoli Commentatore certificato 13.08.09 16:10| 
 |
Rispondi al commento

LA DROGA UCCIDE!
Albert Hofmann, il padre dell'lsd, è morto lo scorso anno all'età di 102 anni.
Comunque le campagna pubblictarie contro la droga, siccome sono intrise di un moralismo ridicolo, secondo me sono controproducenti. I giovani sono incentivati a consumare droghe se guardano quelle pubblicità: c'è marco che corre felice in spiaggia alle 6 del mattino, poi c'è jenny che strabuzza gli occhi e sembra quella ragazza del film "l'esorcista".
Ma dai....

Alessio A. Commentatore certificato 13.08.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

Conduttore tv commissionava omicidi e poi faceva lo scoop filmandoli

La sua troupe arrivava sul luogo del delitto prima della polizia. Eletto deputato, non può essere arrestato. In galera il figlio, accusato di omicidio
Presentatore tv, deputato statale e trafficante di droga, aveva trovato un escamotage per eliminare i rivali narcos, guadagnare voti e audience nel suo programma: ordinava omicidi che la troupe televisiva filmava arrivando in anticipo sul luogo del delitto. Protagonista del folle piano, secondo la polizia, Wallace Souza, conduttore di un noto show sul crimine. Secondo gli investigatori, con l’aiuto del figlio, è stato il mandante di almeno cinque delitti nella regione dell’Amazonas. Tutti documentati dalle telecamere. Ne hanno dato notizia i media britannici. Il responsabile statale della sicurezza, Francisco Cavalcanti, ha dichiarato che in alcune occasioni i fatti venivano costruiti ad arte, ma in altre si è trattato di veri propri omicidi. Souza è accusato di vari reati, tra cui traffico di droga e possesso di armi, ma non può andare in carcere perché gode dell’immunità. Il figlio Rafael però è finito in manette con le accuse di omicidio, traffico di droga, e possesso illegale di armi. Il programma è stato sospeso l’anno scorso all’inizio delle indagini
(12-08-09 ilsecoloxix.com)

manuela bellandi Commentatore certificato 13.08.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Portare i nostri corpi in piazza, occupare spazio, farci vedere, farci sentire. Contarci, per ricominciare a contare.
Bisogna tornare ad occupare le piazza, bisogna cominciare a reagire al regime berlusconiano che dura da 15 anni.

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 16:06| 
 |
Rispondi al commento

desani...sul proibizionismo sei stato chiarissimo stamane...hai offerto ai lettori un pezzo di storia degli anni 20 che dimostra il fallimento dello stesso ....

il mio/nostro problema è un altro.....

i ragazzi che ci circondano sono un pò rincoglioniti.....il fenomeno si può tamponare con delle "limitazioni" o facendogli fare di tutto e di più ?

a breve verrà fuori che il limitare gli alcoolici ai ragazzi avrà fatto lievitare i prezzi del mercato illegale degli stessi....

cosa fare ? liberalizzare tutto ?....

l'uovo di colombo : per spaccio 10 anni senza patteggiamento !!! non sarebbe più semplice ?

ma i nostri pappo-politici hanno paura nel legiferare in tal senso....la mala gli taglierebbe le palle !!!....meglio liberalizzare.

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 13.08.09 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOPO 15 GG CHE NON LEGGO UNA RIGA DEL BLOG DI GRILLO RITORNO PER AGGIORNARMI E.... e con grandissima sosrpresa trovo che le ultime notizie sono in linea con le vecchie... niente di nuovo.. solo un gruppo di masochisti, sempre gli stessi, prostrati davanti al muro del pianto... gente che piangendo aspetta che Grillo faccia la rivoluzione x loro...

arrivederci... a tra altri 15 gg...

roberto brianza

rob m., como Commentatore certificato 13.08.09 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)Ma allora vietiamo totalmente la vendita di alcoolici, dalla birra alla rhum, perché l'alcool è una sostanza psicotropa.
E visto che ci siamo, abroghiamo l'aborto perché instilla la "cultura della morte" e subito dopo il divorzio perché distribuisce "cultura della distruzione della famiglia"
2)Questa è visione fascistoide, assolutista: non vedo perché la società deve costringere il singolo individuo a tenere le condotte condivise da una maggioranza.Qui ci si dimentica che l'uomo in natura nasce libero, ma l'evoluzione sociale (giusta o sbagliata che sia) fa sì che una persona che nasce ha già una serie di diritti e di doveri.Cari fascisti proibizionisti, eccitati dal suono delle manette, stimolati da divieti e polizia e perquisizioni, il mio consiglio è il seguente: non rompete i coglioni agli altri imponendo col divieto e col carcere ciò che non vi aggrada, perché un giorno potrebbe capitare lo stesso con voi.
Delissi, Modena

1)BRAVO hai centrato in pieno tutte e 3 le cose, non puoi bere e andartene in giro come se niente fosse, esistono i preservativi che vanno messi prima di farti una scopata e puoi farti anni di convivenza per capire se la persona che hai vicino è giusta per te oppure no, che cazzo fai, ti sposi a scatola chiusa?
2)se a te piace farti una dose, fattela, sei libero di ammazzarti come più ti piace, ma senza coinvolgere altre persone che ti stanno vicino, vuoi morire? bene, VAFFANCULO, ma da solo. E visto che non c’è una persona con un briciolo di cervello (di solito le persone che si fanno una dose sono dei perfetti cretini) che si metta in disparte per fare queste cose, anzi va in luoghi altamente frequentati, la droga si rende illegale per TUTELARE LA MAGGIORANZA CHE VUOLE VIVERE LA PROPRIA VITA SENZA CHE UN COGLIONE GLIELA ROVINI.
Ancora con queste fregnacce del tipo fascista o comunista? Ma siete peggio dei ragazzini? Vi riempite la bocca con parole tipo lottiamo combattiamo, ma andate a ciucciare il latte da mammina

Roberto Benedetti 13.08.09 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spiacente, ma da Pannella non prendo consigli nè suggerimenti

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 16:03| 
 |
Rispondi al commento

alcune considerazioni:
1) i derivati della cannabis e' dimostrato che non sono tossici, cioe' non sono un veleno per l'uomo e gli altri esseri viventi, al contrario di tante altre sostanze di uso comune.
2) non portano all' assuefazione, cioe' l'abitudine del corpo umano e della mente alla sostanza, da cui nasce il bisogno, cosa che ad es succede per alcool, caffeina, micotina, sostanze varie chimiche.
pero', per demonizzare queste sostanze, si fanno notare gli effetti che crea col suo abuso e quello che questi effetti potrebbero produrre, anzi, si enfatizzano, facendone spesso una caircatura della realta', uso pericoloso dell'auto, problemi sul posto di lavoro, eventuali turbe psichiche, apatia etcetc., tutte cose che nessuno nega, possono essere provocate ripeto dall'abuso e che comunque anche l'abuso e spesso solo l'uso delle altre sostanze procurano, con in piu' gli effetti negativi detti prima, tossicita', quindi malattie,tanta gente muore ogni anno in italia per cirrosi epatica, tumori vari, etcetc., e assuefazione.
a loro vantaggio poi, i derivati della cannabis si stanno scoprendo utilissimi per certe malattie fisiche e psichiche.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 13.08.09 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Beppe! Posso anche concepire le campagne per la tutela della dignità degli animali, ma difenderli tutti ed a qualunque costo mi sembra eccessivo.
A studiare devono andare! Pure quella cariatide di Pannella, che se studiava pure lui invece di fare manifestazioni e comizi certe minchiate ce le risparmiava.
Prima di liberalizzare le droghe, si devono liberalizzare il cervello da troppi reality e vestiti alla moda.
Poi dai, se c'è il profitto a scuola e si comportano bene, se si fanno uno spinello papà fa finta di non vedere...o forse si fa un tiro pure lui, fancacchio!

fabio martello Commentatore certificato 13.08.09 15:58| 
 |
Rispondi al commento

"In tutti questi giorni non abbiamo mai perso la speranza. Passavamo il tempo discutendo. Questa vicenda ha dimostrato che abbassando la testa non si va da nessuna parte". Roberto, il sindacalista della Fiom, barricato per otto giorni insieme con gli operai della Innse

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Un pò di numeri sui penitenziari:

La percentuale di stranieri in carcere è del 37%, ma se prendiamo in considerazione le condanne comminate la percentuale scende al 26%. Nel 2004 infatti sono stati 62.000 gli stranieri che hanno ricevuto una condanna penale rispetto ai 177.000 italiani. Il 51% degli stranieri condannati è passato dal carcere ma solo il 27% degli italiani condannati ha subito la stessa sorte. La causa di questa disparità non è la maggiore gravità dei reati commessi dagli stranieri ma il minore accesso alle cosiddette misure alternative a parità di reato commesso.

http://demopazzia.splinder.com/post/20104999/Piccola+guida+alla+lettura+del

manuela bellandi Commentatore certificato 13.08.09 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto... non ce la faccio a rispondere a tutti eh!!!

Tacci vostri e delle canne...

Che c'avete in corpo il demonio????

:)))

Ahmadidnt Win 13.08.09 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che la droga se diventa un'abitudine frequente rischia di rendere i più giovani sempre più stupidi di quello che sono, il discorso di Pannella sulla legalizzazione della droga è accettabile. La sua proibizione è il regalo più grande che i politici possano fare ai mafiosi e mi è capitato di leggere che proprio i più proibizionisti sono quelli più legati con questa mafia.
Le droghe leggere sono prodotti naturali sempre usati in passato. Quindi non vedo perché debbano essere così condannate.
Anche bere troppo fa male e anzi, gli incidenti sono per la maggior parte dei casi proprio causati da questo. Perché allora non si proibiscono anche gli alcolici?

Per il resto Pannella non mi convince affatto o mi convince molto poco. Ok che bisogna affrontare e risolvere il problema della situazione disumana dei carcerati italiani, ma elogiare in questo modo l'indulto è veramente troppo.


http://ilparere.blogspot.com/

Giovanni Tonetti 13.08.09 15:55| 
 |
Rispondi al commento

....
Sentite... voi fate quello che volete...

Ma io non leggo ancora nessuno studio che dimostri effetti positivi della cannabis. Se non per scopi terapeutici e in limitati casi.

E ne tantomeno ho visto niente di positivo nelle persone che ne facevano uso regolare e che ho conosciuto.

Fate un po' voi..

Adieu
Ahmadidnt Win

==================================

Nemmeno dai tuoi link con i quali hai tappezzato il blog si evince la veridicità assoluta della nocività della cannabis. Scienza vuole che ogni scoperta - per essere tale - sia dimostrabile e riproducibile in qualsiasi momento, non quantificata in percentuali o approssimazioni! Per tanti link postati da te sulla nocività della cannabis, ne avrei potuti postare altrettanti che dimostrano il contrario.
Il punto focale rimane la contestualizzazione sociale della droga, la cultura, la modalità e le caratteristiche generali del soggetto che la assume.
La ricerca assurda e costante dello stabilire il discernimento di quello che è il bene e il male, appartiene a una cultura bacchettona, bigotta e ormai bugiarda, che ha bisogno di continue conferme che non arriveranno dal semplice osservare i drogati al parco o squartando topini in laboratorio.
La cività dei Maya, fatta di grandi masticatori di foglie di coca, è sopravvissuta oltre 4000 anni. Ultracentenari monaci buddisti e discepoli induisti fanno uso di oppiacei fin dalla notte dei tempi.
Il problema, quindi, sta in come si pone l'UOMO di fronte alle cose che lo circondano e non nelle cose in sé, emancipate, che ti piaccia o no, dal tuo bene e dal tuo male.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 13.08.09 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facciamoci del male....

http://magazine.libero.it/videotormento/crazy/cerco-berluscone-lisa-fusco-ne10270.phtml?ssonc=1715326477

harry haller Commentatore certificato 13.08.09 15:53| 
 |
Rispondi al commento

"Abbiamo una Costituzione altamente democratica ma ancora lontana da una effettiva e concreta attuazione.

Le carceri in Italia sono piene, i detenuti sono circa sessantamila, gli extracomunitari superano i diecimila e i tossicodipendenti sono un quarto dei reclusi. Dando uno sguardo a quella che è oggi la situazione generale delle carceri, al loro degrado strutturale, al sovraffollamento, alla carenza di personale specializzato ci si può rendere conto che la struttura carceraria non educa e non allevia i disagi dei reclusi.


Il carcere così strutturato è solo ‘criminogeno’, non serve a redimere le persone.

I diritti sono tali perché esigibili: ciò richiede da parte dello Stato una attivazione particolare verso i detenuti, dovrebbe trattarsi di un intervento urgente di assoluta priorità.

L’articolo 27 della Costituzione laddove prescrive il carattere delle pene come tendenti alla rieducazione del condannato, impone allo Stato di garantire azioni positive per il reinserimento sociale a vantaggio del singolo e della società. "

http://www.tesionline.it/default/tesi.asp?idt=24531


@Ahmadidnt

Vedi, non ti accorgi che cadi in contraddizione e fai finta di non capire cosa significa la legalizzazione.
Parli di skunk, di droghe che vengono adulterate e/o "selezionate" per diventare piu' "micidiali", ma dimentichi che la legalizzzione prevede sopratutto il controllo sulle sostanze, che oggi vengono tagliate con porcherie dalle varie mafie ed intemediari.
Dimentichi anche che molti dei danni sono causati dalle sostanze con cui vengono tagliate le droghe vendute per strada.
E' inutile creare degli spauracchi come fai tu, bisogna parlare della riduzione del danno, perchè è impossibile proibire un fenomeno che ha una domanda imponente ed inoltre esiste da sempre...


"Gli sciti, dunque, prendono il seme di canapa e lo gettano nelle pietre arroventate al fuoco; il seme libera un fumo odoroso e inebriati da qesta sauna, gli sciti lanciano urla di gioia"

Erodoto, V secolo a.C.

Alessio A. Commentatore certificato 13.08.09 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo me non capite il senso del proibizionismo
e dell'anti-proibizionismo !

come non lo capiscono i nostri attuali governanti!

infatti! la mafia prospera!

i danni o i pregi delle droghe nun c'azzeccano!

ps.
da quando hanno messo la scritta :
" il fumo uccide "
non è morto più nessuno!...siamo tutti qui !
anche quello che fuma i sigari toscani!
...non ce l'ho la birretta fresca, costa troppo!

Antonio Lenin_inased (), Roma Commentatore certificato 13.08.09 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parlamentari in carcere per Ferragosto
«Il Papa celebri messa a Rebibbia»
Qualcuno faccia in modo di farceli restare per molti anni.

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 15:46| 
 |
Rispondi al commento

E se non va bene come dico allora significa che si vuole legittimare IL VIZIO.

Chiamiamolo con il suo nome.

Perche se non ti basta farti la vacanza ESOTICA allora sei caduto nel VIZIO.

Vogliamo parlare di PATOLOGIA per cui non esiste al momento una cura?

Vogliamo ritornare sul discorso degli ENZIMI.

Sappiamo ancora troppo POCO della genetica per permetterci il lusso di LEGALIZZARE TUTTI I VIZI.

Non ci basta comne ci hanno fottuto con la nicotina?

Andiamo oltre?

E vabbè facciamoci pure del male...

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 15:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque sta de fatto che le leggi le subimo noi e chi le fa, fa quer cazzo che je pare!

filippo f. (filippof) Commentatore certificato 13.08.09 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre la canapa ha una funzione "anti-colonialista": pensiamo a quanti stati, sopratutto in Africa, che hanno gran parte della loro produzione impegnata in monocolture come il cotone- mi viene in mente il Malawi-, spesso gestite da grosse compagnie occidentali.
Queste colture, che richiedono l'impiego di grandi quantitativi di acqua e di pesticidi e quindi hanno un impatto ambientale devastante, sono orientate verso i mercati del ricco occidente, impedendo quindi alla popolazione locale di sviluppare l'agricoltura per soddisfare i fabbisogni locali.
Questo sistema determina poi la migrazione di gente disperata perchè viene espulsa e cacciata dalla propria terra.
Insomma pensiamoci alla canapa, altrimenti poi non si puo' sbraitare contro le migrazioni quando il nostro stesso stile di vita occidentale contribuisce a generarle.

Alessio A. Commentatore certificato 13.08.09 15:39| 
 |
Rispondi al commento


L'Aquila, "Villa Certosa o Palazzo Grazioli"
lo sfollato chiede di abitare dal premier
l'aveva promesso del resto
rispodni, perchè non rispondi?

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 15:39| 
 |
Rispondi al commento

RICORDO CHE QUALCUNO HA DETTO:

"SE IL MONDO E' DOMINATO DAL DIAVOLO...ROMA NE E' IL SUO TRONO".
Dino Colombo
*******

Radix Omnium Malorum Avaritia-
-The Root of Evil is Greed!

R adix
O mnium
M alorum
A varitia

La radice di ogni male è l'avarizia (intesa come sete smodata di denaro) e Roma ne è la sede ed il trono.

Leghisti padani ignoranti, alla larga!!!
Questa è roba paleocristiana, messaggio in codice acrostico per screditare i dominatori romani.

PS:

Niente a che fare con roma ladrona nei cui ristoranti i vostri rappresentanti vanno a mangiare: bossi tremonti cota e frankestein calderoli in brache corte bianche ripreso dai suoi come cafone elevato alla nona potenza.

Roma cafona da quando ci siete voi!

valerio m. Commentatore certificato 13.08.09 15:38| 
 |
Rispondi al commento

THC marijuana sclerosi multipla glaucoma artrite reumatoide.

Le persone che soffrono cercano cio' che possa aiutarle. Perche' escludere la marijuana, solo perche' alcuni la usano per fini ricreazionali. Questo non ha alcun senso.

http://www.youtube.com/watch?v=ezU3y9C5URI


tendenzialmente sono per la libertà in tutti i sensi....è giusto che il singolo faccia della della propria vita ciò che crede....

in un clima in cui ormai i genitori se ne sbattono le palle dei figli....è giusto che sia lo stato a porre dei freni ?

bambini che si ubriacano....che si inculano nei cessi...che si drogano....che fanno del bullismo una ragion d'essere....

anni fa ...quando esisteva la "famiglia"...non si pensava a queste coglionate.....erano i genitori che rompevano le corna ai figli se tardavano od esageravano....

adesso a questi ragazzi chi ci dovrebbe pensare ? PANNELLA ?........

trovo giusto che le limitazioni provengano dallo stato....i genitori ormai hanno perso il controllo dei ragazzi...in tutti i sensi.....

tanta depravazione è frutto della nostra superficialità.....

noi da piccoli ...in estate si andava a bottega...per due spiccioli...la sera si tornava stanchi....COL CAZZO pensavamo ai tatuaggi...agli alcolici ..alle canne.....ai pub ed alla vita notturna !!!!

mettiamo al mondo dei DEPRAVATI....ed i politici come PANNELLA....ne traggono consensi elettorali strumentalizzando il fenomeno !

bah !...desani offrimi una birretta ghiacciata..

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 13.08.09 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo,
sei un folle a pensare di liberalizzare la marijuana, lo spinello come tutte le altre droghe vanno combattute. Forse proprio perchè lavoro con bambini e ragazzi vedo quanto facile è convincerli che farsi uno spinello non è pericoloso, solo un folle può sostenere il contrario. Beppe, una volta ti seguivo per le tue idee e gli ideali corretti, ma ormai sei arrivato ad un punto in cui la follia sta prendendo il sopravvento. E come me se ne sono accorti moltissimi italiani.

Dario Dario 13.08.09 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Poi non capisco sta moda di oggi di rompere i coglioni al vicino di casa.

Una volta erano più intelligenti e DEMOCRATICI e soprattutto SI FACEVANO I CAZZI LORO.

Ti piace l'Oppio vai in Oriente e stacci un bel pò.

Ti piace la coca vai dall'Indio che ha messo su un'industria.

Ti piace l'hascih. E dovè il problema? Fatti un giro qui vicino. Ti fai passare la voglia.

Poi quando tornate CI RACCONTATE COME' LA STORIA COME FACEVANO UNA VOLTA.

Ma lascia stare i tuoi vicini di casa.

Un pò di rispetto per chi non la pensa come te.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 15:33| 
 |
Rispondi al commento

george washington coltivava marijuana (per fumarla) nei giardini della casa bianca.
una volta questa sostanza faceva parte della vita delle persone, ne' piu' ne' meno come per noi il vino.
poi si e' deciso di criminalizzare, anzi demonizzare i derivati della canapa e tanta propaganda e' stata fatta per convincere la gente che e' roba che porta incubi e malattie.
sono quelle idee che ancora girano nella nostra mente quando sentiamo parlare di hashish o marijuana.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 13.08.09 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Mi è venuta un'idea: proviamo a "seminare" e/o "spargere" dei semini di canapa lungo ruscelli, zone semi-paludose, campi incolti,in questo modo la canapa diventerà così diffusa che sarà davvero controproducente cercare di reprimere la sua diffusione e quindi si arriverà alla legalizzazione.
A qusto punto potremo sfruttare la canapa in tutte le sue potenzialità.
Rispetto al cotone ha un basso impatto ambientale perchè non ha bisogno di pesticidi ed ha dei consumi idrici molto piu' bassi.

Alessio A. Commentatore certificato 13.08.09 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Oggi diversi giornali strillano “Ferragosto in carcere per 150 parlamentari”……è un bel titolo, per un attimo mi ero illusa….

meri c Commentatore certificato 13.08.09 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, finalmente apri una finestra sul mondo radicale. Sono contento di questo e spero che nel futuro ci possa essere una collaborazione più stretta tra due movimenti politici e sociali non sempre concordi, ma sicuramente singolarmente degni e seri, che possono fare la differenza nel passaggio ad una democrazia reale molto auspicata.

Federico Di Vincenzo

Federico Di Vincenzo, Roma Commentatore certificato 13.08.09 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Delissi - Modena

Tu sei una fascista e nemmeno te ne accorgi.

Ciò che non piace a te deve essere proibito a tutti gli altri.
La legge, insomma, deve dipendere dalla tua esperienza personale: tutto ruota intorno a te.
E allora se per te la canna è una stronzata, chi fuma una canna deve finire in galera.

Ma ragionando in questo modo è possibile proibire tutto.
Una mia amica, ad esempio, ha provato un rapporto anale. Mi ha detto che è assurdo, che fa male, che non procura piacere e che non si rimane incinta.
E allora che senso ha incularsi?
Vietiamo il rapporto anale per legge! Chi osa metterlo in culo a una donna, anche se questa è consenziente, va immediatamente arrestato e condannato!

Sei una fascista, cara mia.

****

Dovrei anche risponderti?

Ahmadidnt Win 13.08.09 15:26| 
 |
Rispondi al commento

.....
Accanto alla crescita dei consumi di cannabis, nel 2008 si registra anche un forte aumento della produzione italiana di “super skunk”, una tipologia di cannabis con un’elevata concentrazione di principio psicoattivo e, quindi, più pericolosa per la salute, con coltivazioni autoctone concentrate soprattutto nel sud del paese.

.....

http://www.dronet.org/comunicazioni/res_news.php?id=1724

Ahmadidnt Win 13.08.09 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

penso di non aver mai riso cosi tanto in vita mia come oggi di voi italiani, popolo di gente misera, ma proprio misera misera misera. dentro e fuori, in azione e in pensiero, tutti pronti a sguainare la spada della "societa civile" per l'ennesima caccia alla canapa. Mi fate un po riidere, ma é un riso che nasconde lo schifo che provo per tutti quelli che parlano di cose che non sanno, che hanno la pretesa di poter gestire le vite altrui, e che oramai hanno dato di fatto che la democrazia vuol dire dittatura della maggioranza.

Pasolini, uno che non temeva di essere controcorrente, commentava stupito l'uniformazione delle masse in seguito alla diffusione della televisione. Bene, a 30 anni e piu dalla sua morte, le cose sono andate solo verso il peggio.

BECERI E IGNORANTI, ma avete mai pensato che se si sostituisse in blocco l'uso della cellulosa con quello della canapa si risolverebbero meta dei problemi che affliggono la nostra societa civile. Ma avete il coraggio di guardare oltre la vostra parrocchia e notare che ci sono STAI CHE PERMETTONO L'USO PERSONALE DELLE DROGHE LEGGERE.

Oggi sono schifato dal popolo che frequenta questo blog. La totale assenza di serieta e di un minimo di uso del cervello é l'ennesima prova che nonostante tutti gli sforzi, anche da questo lato dei cittadini nion si avra mai e poi mai una qualsivoglia presa di coscienza. Voi italiani schifosi vi meritate solamente quello che avete.

Sono sempre piu felice di essermene andato, proprio qua dove se fumo una canna resto un cittadino di serie A. COsi come chi ama gente dello stesso sesso, cosi come chi ama vestirsi come arlecchino, cosi come chi ama stare a discutere in mezzo a 20 sconosciuti in un parci di democrazia e liberta. L'italia é come gli italiani la vogliono, e ogni volta che é possibile, gli italiani mostarno quanto poco( zero) valgono.

Pecore, beceri e ignoranti. Vale piu la cenere della mia canna che la meta di voi messa assieme.
PAGLIACCI!!!!!!!!!!

peppo 'o straniero 13.08.09 15:21| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma che volete fare un'altro TESTO UNICO sulla legalizzazione?

Così ti fanno comprare la droga in farmacia e A GIUSTA COMPENSAZIONE TI LEVANO IL DIRITTO DI PENSARE E RESPIRARE.
Tutto nello stesso articolo di legge!

Ne abbiamo TROPPE di leggi!
Non ci capisce più un kaiser NESSUNO!

Bisogna sfoltire!
La gente non sa più quali soono i suoi DIRITTI E I SUOI DOVERI.

E' TUTTO ALEATORIO.
Basta con sto sbandieramento della produzione legislativa in termini QUANTITATIVI.

VOGLIAMO UN ARTICOLO DI LEGGE ALL'ANNO MA CHE SIA CHIARO E COMPRENSIBILE A TUTTI!

E basta con ste FINANZIARIE dove in un solo comma ci mettono TUTTO IL PIANETA!

La laurea non basta più. Manco i Parlamentari conoscono tutta la normativa che producono!

VFC!

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 15:16| 
 |
Rispondi al commento

La legalizzazione è molto diversa dalla liberalizzazione. Pannella dice che ora , di fatto, c'è una liberalizzazione pressochè selvaggia, mentre con un intervento di legalizzazione ci sarebbe una regolamentazione dei sistemi di vendita e di circolazione delle sostanze stupefacenti. Occorrerebbe studiare bene come limitare il più possibile il potere ed il guadagno dei cartelli della droga.
Buongiorno.

Alina F., Varese Commentatore certificato 13.08.09 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Credo che servirebbe prendere l'esempio da ciò che hanno fatto i lavoratori della Innse. Protesta sul territorio, coalizione e perseveranza fino al raggiungimento dell'obbiettivo. Altro esempio è stato quello delle scorie in basilicata e campania; la gente ha lottato in prima persona ed è riuscita ad ottenere una piccola vittoria: NO SCORIE radioattive nella loro città!Dobbiamo prendere esempio e cercare di partecipare, tutti, sul territorio, nelle nostre strade, nelle nostre città.

Stefano S. 13.08.09 15:13| 
 |
Rispondi al commento

l'INDIPENDENT:

"Perché per gli italiani non conta?. E infatti sull'Independent c'è un paginone sul perché gli italiani continuano a fregarsene degli scandali di Berlusconi".

.....No caro Indipendent...non è che gli italiani continuano a fregarsene...semplicemente grazie alla nostra (dis)informazione non ne sanno un catzo....

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 15:10| 
 |
Rispondi al commento

mah!
per conto mio la possono anche legalizzare, la droga!

ci sono già un mucchio di droghe molto più letali che sono legalizzate, anzi, sponsorizzate, dallo stato!

secondo voi fà più male uno spinello fumato in campagna sotto ad un pino, oppure fare una bella e sana passeggiata in una grande città, con smog, legalizzato, proveniente dagli autoveicoli, radiazioni varie legalizzate, provenienti da antenne varie legalizzate (esempio quelle di Radio Maria, che devono fare più danni ai romani che le radiazioni di Chernobyl ai russi)
E lasciamo perdere quello che mangiamo!
Un pomodoro proveniente dal sud raccolto ancora verde matura allegramente tra asfalto e gomma sull'autostrada, e poi vi lamentate che sà di polistirolo.
La carne che proviene dall'estero, che la metti in padella e miracolosamente sparisce per lasciare il posto ad un liquame che assomiglia ad acqua.

Ma sì, abbrustoliamoci al sole discutendo di spinelli e canne, mentre intanto il mare si riempie di porcherie impronunciabili, l'importante è avere l'abbronzante del numero giusto.
Magari poi l'abbronzante ci protegge dal sole ma ci inquina il sangue, và a sapere con che cazzo lo fanno!

SVEGLIA, RINCOGLIONITI!

PS: BUONPOMERIGGIO!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si sta sottovalutando il potenziale di molte droghe, che non fanno neanche così male (personalmente e socialmente) come mamma e tivù ci hanno abituato a credere.

Quanto alle mafie, non crolleranno mai, ma in tempo di crisi un po' soldi nelle casse dello stato, senza cambiare realmente le abitudini di nessuno, farebbero solo comodo.

Giorgio Aldrovandi 13.08.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la tesi che la mafia lucri "MILIARDI DI MILIARDI DI EURO E $" è UNA BALLA DI FIENO ENORME QUANTO LA COSTELLAZIONE DI ORIONE.

Il giorno successivo alla liberalizzazione delle "leggere", la mafia INONDERà IL MERCATO DELLE "PESANTI" OFFRENDOLE COME CARAMELLE AI BAMBINI DI 8, 9 e 10 anni.... (perchè occorre educarli da fanciulli, a farsi e a rubare dalla tasche di mamma e papà, o prurandosi soldi dove e come capiti in qualsiasi modo, anche minacciando i compagni di classe, oppure facendosi abusare sessualmente: poi immagino che discuteremo di legalizzare anche la pedofilia, ossia l'uso mercificatorio del corpo dei bambini)...

la legalizzazione 8che fondamentalmente esiste perchè tanta tolleranza è evidente) è solo un pretesto di chi vuole giustificare le proprie abitudini con una legge tollerante.

non sono le leggi a dirci cos'è bene e male ma l'uso di quel cervello che certe sostanze rendono inabile.

anzichè cercare PRETESTI SMETTETE DI FUMARE! vediamo se siete LIBERI DAL FUMARE O SE NE SIETE SUCCUBI!

VEDIAMO CHI è DAVVERO LIBERO IN QUESTO PAESE DI MERDA!

se è vero che la mafia si arrcchisce con le canne (cosa balzana) una ragione in + per non fumarle.

Anzichè pretesti correggete i comportamenti, perchè se agli errori si intende dare un senso, il migliore è quello di imparare da essi ad evitarne il ripetersi. una legge che aiuti a mentire a se stessi non è un senso.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIORNALISTA DI RAIMAFIASET CANALI 1,2,4,5,6,7
SE UNA MATTINA TI SVEGLI E GUARDANDOTI ALLO SPECCHIO DEL BAGNO VEDI INVECE RIFLESSO UN CILINDRO DI STERCO...NON SPAVENTARTI...QUELLA E' LA TUA VERA IMMAGINE...PER ESSERTI VENDUTO...

"MA IO NON MI SONO VENDUTO...E' SOLO CHE MI C..GO SOTTO...DALLA PAURA DI PERDERE POSTO E PRIVILEGI..."

BENE....E ALLORA CAMBIA MESTIERE...LASCIA QUEL POSTO A TUOI COLLEGHI CON UN PO' PIU' DI PALLE....

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

beppe...stiamo vincendo...devi passare al livello mondiale:dovresti coinvolgere qualche star!
che so'...Jovanotti...vasco...piuttosto che bonovox...johnny clegg...youssoun dour
provaci grillo...qualche benintenzionato potresti trovarlo!

massimiliano panunzi 13.08.09 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una volta che Beppe Grillo scrive un post coraggioso e NON banale, ecco che i grillini in massa si rivoltano mostrando il loro bieco conformismo e una punta di fascismo.

I grillini sostengono: legalizzare la mariuana è tipico della "cultura dello sballo".
Ma allora vietiamo totalmente la vendita di alcoolici, dalla birra alla rhum, perché l'alcool è una sostanza psicotropa.
E visto che ci siamo, abroghiamo l'aborto perché instilla la "cultura della morte" e subito dopo il divorzio perché distribuisce "cultura della distruzione della famiglia".
Come se la gente divorziasse per colpa della legge.

Qualcuno dice: lo Stato deve costringere il cittadino a comportarsi come ritiene giusto e impedire di farsi potenzialmente del male.

Questa è visione fascistoide, assolutista: non vedo perché la società deve costringere il singolo individuo a tenere le condotte condivise da una maggioranza.

Se a me piace il piercing e mi infilo una spilla su capezzolo sicuramente mi faccio del male, ma saranno cazzi miei? O quelli che non amano il piercing (che sono appunto la maggioranza) devono costringermi a non farmi il piercing perché a loro non piace e impongono che io mi comporti come loro con la scusa che "il piercing mi fa male"?
E chi se ne fotte se mi fa male! Se non danneggio qualcun altro perché la società deve impormi i comportamenti che ritiene giusti nella mia sfera PRIVATA?

Qui ci si dimentica che l'uomo in natura nasce libero, ma l'evoluzione sociale (giusta o sbagliata che sia) fa sì che una persona che nasce ha già una serie di diritti e di doveri.

Lasciate almeno che nella propria vita privata, nella proopria intimità, la gente faccia qual cazzo che vuole.

Cari fascisti proibizionisti, eccitati dal suono delle manette, stimolati da divieti e polizia e perquisizioni, il mio consiglio è il seguente: non rompete i coglioni agli altri imponendo col divieto e col carcere ciò che non vi aggrada, perché un giorno potrebbe capitare lo stesso con voi.

Delissi, Modena 13.08.09 14:54| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Figurarse se vojo questionnà con ADP pe' na cazzata del genere.

Annamo avanti,
Oh, a' Marco fatte forza e nun te ferma troppo a Reggina Celi.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,
Volevo intervenire su questo argomento, ma proprio non riesco a comprendere il significato della parola drogarsi.
Quindi rinuncio e poseterò più avanti, sempre che sonno non mi prenda, qualcosa sul colesterolo.
sera

eppesuig otisopse (p.d.p) Commentatore certificato 13.08.09 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Papi non può venire si sta facendo una sniffata legalizzata .
Lo sappiamo tutti che il proibizionismo ha arricchito Al Capone e la malavita statunitense organizzata, compreso il sen. J. Kennedy ,padre del presidente assassinato a Dallas. Purtroppo oggi il problema è etico, visto che si tratta della vita pubblica e parlare di liberalizzazione di droga vuol dire portare voti ai rottinculo della lega legalizzatori di denaro sporco . Bisogna lasciare tempo al tempo e questo è un tempo burrascoso.

lo scettico, Peseggia di Scorzè Commentatore certificato 13.08.09 14:48| 
 |
Rispondi al commento

RICORDO CHE QUALCUNO HA DETTO:

"SE IL MONDO E' DOMINATO DAL DIAVOLO...ROMA NE E' IL SUO TRONO".

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poi detto tra noi: ma vi pare che batta pari Pannella nel video?

E la balla che liberalizzando la cannabis si stroncherebbero le mafie andate a venderla altrove.

Le mafie trovano sempre qualcosa su cui lucrare... siete degli illusi se credete il contrario. Ma voi non lo credete e io lo so.

Ahmadidnt Win 13.08.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento

su sto blog girano pure i m.a.n.t.o.v.a.n.i lucani!!

sarà una nuova razza italica , un esperimento della
lega o del piddì !...prove di allenza future !!!

Antonio Lenin_inased (), Roma Commentatore certificato 13.08.09 14:41| 
 |
Rispondi al commento

-pronto mandatemi il 118...trattasi di infarto..

-mi scusi ma non possiamo...l'autista si fatto una canna !

-pronto..113..correte c'è un infartuato !!!

-mi scusi...ma la pattuglia nei paraggi sta ciucciando un bel cannone !!!


PANNELLA !!!! MA HAI MAI LAVORATO IN VITA TUA ??

La malavita ha 1000 fonti di guadagno...non è certo la vendita dell'erbetta che sottrae loro reddito !!!!

...mi faccio il mio soliti sigaro (garibaldi)....

p.s. il sigaro non si respira...fa meno male delle sigarette......

Peppino Garibaldi, Casa mia Commentatore certificato 13.08.09 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La legalizzazione delle droghe "leggere" è il primo e necessario passo per indebolire le mafie. E il prezzo calerebbe eccome, ci sarebbero meno intermediari disonesti (gli stessi spacciatori, interpellati, ammettono di mantenere alti i prezzi solo per una logica di cartello, e non per il reale valore della cannabis). Dovremmo RIVEDERE le LEGGI sulla droga alla luce della REALE e accertata PERICOLOSITÀ delle sostanze, questo porterebbe molti pregiudizi a crollare, e condurrebbe a una legge fondata su FATTI CONCRETI.
_ Proposta shock (ma attuabile) da parte di un libero utilizzatore: LSD distribuito in farmacia dietro ricetta medica. Non dà dipendenza e permette una seria e spietata introspezione psicologica. Ne esci cambiato, in meglio.
_ Sito di informazione DOCUMENTATA DA STUDI MEDICI: www.erowid.org

E liberiamoci un po' dei pregiudizi inutili, cari beppegrillini.

Giorgio Aldrovandi 13.08.09 14:38| 
 |
Rispondi al commento

prologo:

"d'altronde il cocainomane puttaniere alla guida del paese per nome e conto dei suoi reali sudditi non ha insegnato nulla..."


IL POPOLO DELLE CARAMELLE

sì liberalizzate le droghe così la società si troverà con gente sballata a cui affidare ruoli di responsabilità importanti...

io di stronzate ne ho sentite ma questa è davvero espressione di infima mediocrità e soprattutto MALA FEDE...

pannlla fa lo stesso lavoro degli altri POLITICI CORROTTI: DEVE SFRUTTARE UN SETTORE DELLA SOCIETà PER PRENDERE VOTI.... E LO FA VENDENDO LE SUE CARAMELLE...

BOSSI VENDE LA CARAMELLA DELL'EMANCIPAZIONE DEL NORD

BERLUSCONI VENDE LA CARAMELLA DELLA LIBERTà DI CORRUTELA;

LA SINISTRA VENDE LA CARAMELLA DELLA LIBERTà da BERLUSCONE...

probabilmente ANCHE QUI SI VENDONO ALTRE LIBERTà PER CONSEGUIRE PROPRIO TORNACONTO....

E FORSE è DA CIò CHE DOVREMMO LIBERARCI...

se gli uomini non impareranno ad assumersi responsabilità personali e collettive NON SARANNO MAI LIBERI. La libertà è una consegunza dell'assunzione di rsponsabilità, non proviene dalle CARAMELLE CONCESSE DAI PEDOFILI PER PROFITTARE DEI FANCIULLI CON L'INGANNO ED IL SOPRUSO.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Mah!

Io sono troppo perplessa.

Di canne ne ho fatte in giovane età... di torte pure..sbronze ne ho prese...ma poi finisce lì.

E sono grata a chi mi ha educato se vuoi fin troppo severamente.

Ma mi volete spiegare di cosa state discutendo?

Che la cannabis è cosa buona e da promuovere?

Ma quando mai? Per cosa? A chi? Sulla base di quali studi?

Poi qualcuno azzarda discutere degli psicofarmaci, dimenticando che queste sono semmai prescritte per disagi o malattie serie. E che anche qui senza ombra di dubbio i medici abusano molto spesso nel prescriverli... e sappiamo tutti perchè.

Ma la canna cosa cura? Nulla. È un vizio, un passatempo se vuoi. Piacevole per taluni, per altri no.

Io la sensazione di mattone nel capo a seguito di una canna (per quel poco che posso ricordarmi) non riesco a capire che piacere possa dare...

Ma il punto è questo: per quale assurdo motivo liberalizzare quello che alla fine altro non è che un vizio.

Allora liberalizziamo anche le foglie di cocaina?


Ahmadidnt Win 13.08.09 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=tktl6MQK-Yg

er fruttarolo Commentatore certificato 13.08.09 14:31| 
 |
Rispondi al commento

EH?

MA DAVERO?

AH, MENO MALE.

ESSU', PURE TE, NON E' DETTO CHE I BUOI SIANO DEL TUTTO SCAPPATI .... DAI, BEPPE, NUN FA' COSI' ... VEDIAMO SE NEL DOPOFERIE POSSIAMO AVVIARE TUTTI INSIEME UN'AZIONE LEGALE CONTRO IGNOTI... ANZI, CONTRO NOTI, PER DANNEGGIAMENTO DEL BLOG ... dici che non sono manco di iddivvù? ... ah no?
vabbè, checcefrega, noi avviamo la causa contro quei nick che hanno devastato tutto, e poi in fase istruttoria verranno chiamati a deporre e dovranno dire se era una loro libera iniziativa a nome di idv .. così li querela pure Tonino ... oppure se erano solo dei sabotatori per riscattarsi dalle loro vite di merda ... dai ... vedrai che forse siamo ancora in tempo per recuperare .. tu non te la prendere .. tranquillo, Bepùn ... però la prossima volta che in giro per l'Italia ti dicono che ci sono dei cessi che ti stanno distruggendo il blog, DAGLI UN'OCCHIATA, CAZZO!!!!

ok.

ripasso più in là .... no, niente aragosta, grazie .. troppe antenne ... usatela per il diggitale terrestre .... vedi un po' se Gianroberto riesce a farle entrare in culo il filo dell'antenna e fagliela tenere ben in alto, l'aragosta ... e faccelo rimanere, in quella posizione .... così impara, pure lui .... ecchecazzo ... sempre così ... nei momenti più importanti loro cianno da fare ... vabbè .. vediamo che se pò ffà .... saluti nautici alla comitiva .....

Exidor ...... Commentatore certificato 13.08.09 14:30| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa nasce dal PROIBIZIONISMO
-----------------------------

RAPPORTI TRA BR E 'NDRANGHETA: LE INTERCETTAZIONI

Pubblicata in data 18/2/2007

I reduci delle Brigate rosse hanno sempre mantenuto vivi e ben coltivati i rapporti con uomini della ‘ndrangheta calabrese. Con loro hanno gestito spezzoni di narcotraffico e con loro hanno avviato triangolazioni per lo scambio di armi e droga.

Un canale criminoso forte e solo parzialmente esplorato, per come conferma la rilettura, che in queste ore viene fatta presso la Procura nazionale antimafia, in contatto con quelle distrettuali di Milano, Torino e Firenze, di episodi a dir poco inquietanti

A carico di questi, in concorso con il presunto boss Paolo Sergi, 65 anni originario di Platì e residente a Bovalino, veniva posta l’accusa di avere

- illegalmente detenuto e portato in luogo pubblico armi da guerra semiautomatiche di fabbricazione israeliana, bombe a mano, detonatori, esplosivo ad alto: fatti accertati nelle province di Reggio Calabria, Pistoia e Firenze dal marzo al maggio del 2003 -.

la cattura di Sergi Il progetto di cessione dell’arsenale, che comprendeva anche dei micidiali razzi anticarro a puntamento elettronico di "recentissima fabbricazione", non andava in porto perché nel frattempo Paolo Sergi veniva tratto in arresto nell’ambito di una maxi-operazione per traffico di internazionale di stupefacenti.

by sito "PD calabria"

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

il buffo è che coloro contrari ai "criminali" citati ..sono i maggiori "finanziatori" degli
stessi !

riflettiamo con molta "ATTENZIONE" !!!!

ps.
notare le "origini" delle armi !

Antonio Lenin_inased (), Roma Commentatore certificato 13.08.09 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Cioè ma Grillo! dai spazio ad un cretino che vuole la liberalizzazione della droga?! qui non si stà parlando della canapa che può essere usata come carburante o altri impicci, qui stiamo parlando di uso di droghe che alterano di poco o di tanto lo stato mentale di una persona!
metti che uno ha un arma in casa, un altro che si mette alla guida dopo essersi fatto un cannone, altri che vanno strafatti in luoghi altamente frequentati tipo gli stadi... non siamo in paesi civilizzati, dove c'è un altro tipo di educazione.
e anche a riguardo della pillola abortiva o del matrimonio, sono assolutamente sfavorevole, ci possono pensare prima di farsi una sc**ata a quello che può succedere e prendere le dovute precauzioni, una volta che due gameti si fondono in un unica cellula, già da quel momento di deve considerare un essere umano, prendere quella pillola è un omicidio!
e per quello che riguarda il matrimonio, non è una cosa che deve essere presa alla leggera, fatevi ANNI di convivenza, se c'è qualcosa che non va, la si deve vedere prima, non che il giorno dopo che uno si incontra fa:"ah che bello sposiamoci perchè non abbiamo un cavolo da fare".
basta con questo antiproibizionismo del cavolo! anche gli anziani devono sottostare a delle proibizioni, come i bambini, perchè non si finisce mai di sbagliare!

Roberto Benedetti 13.08.09 14:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vogliamo liberalizzare la marijuana?
E perchè no?
Molti dicono che è un toccasana in molte occasioni, ed io essendo fumatrice accanita dall'età di 16 anni, non posso certo impedire ad altri di fare lo stesso con altre sostanze.

Il tabacco dà dipendenza come la marijuana.
Forse non procura gli stessi effetti, nel senso che io fumo una sigaretta non perchè voglia lo sballo, ma semplicemente per fare una pausa.
Non ho allucinazioni, non vedo il mondo migliore di quello che è, le ripercussioni sull'organismo... beh, non sono così immediate ed evidenti, visto che sono ancora qui, dopo tanti anni di tabacco.

Lo spauracchio del tumore ai polmoni per i tabagisti: so di gente che non ha MAI fumato in vita sua, ed è morta per tumore al polmone.

Evidentemente altre cause concorrono all'insorgere della malattia.

A prescindere da questo, se uno vuole fumarsi la marijuana, lo faccia.
Ognuno è libero di morire della morte che vuole.

Se vuole morire di marijuana, lo faccia, come pure di eroina cocaina o alcool.

Bisognerebbe però togliere queste occasioni di suicidio ai malviventi.

Gestisca lo Stato, lo smercio, e spedisca fuori dai piedi tutti quelli che ci campano.

lariana-09 13.08.09 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARI GIORNALISTI DELLE TV DI RAIMAFIASET...

SE QUALCHE VOLTA VI CAPITA DI SVEGLIARVI NEL CUORE DELLA NOTTE...E TROVATE CHE VOSTRA MOGLIE ( O VOSTRO MARITO) DISTESA ACCANTO A VOI VI STA GUARDANDO FISSO DA UN PO' DI TEMPO...NON PREOCCUPATEVI...SI STA SOLO CHIEDENDO SE HA ACCANTO UN UOMO O UNA MER...DA VENDUTA...

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*
*
*
NOOOO PANNELLA NOOOO

Noooooo Pannella no, per carità!!

Alla larga da quella banderuola.

*
*
*

Aurelio C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Mannaggia che vuoti di memoria! Ma i romani quanno venne annibale je montarono la tenda a villa torlonia ? E ce mannarono la carfregna a pija la mano a muhammar annibale?
De sicuro c'è che annibale se ritirò de fretta e furia quanno vennero li antichi parenti de borghezio a liberacce!
Rimase cosi schifato ner vedelli, che frustò tarmente l'elefanti che schiopparono de fatica.

luigi p. Commentatore certificato 13.08.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Chi si ricorda?

IRAN-CONTRAS

chi ricorda più il colonnello Norton che "eroicamente" si prese tutte le colpe di quell´operazione salvando i livelli superiori?

Gli stati (i servizi segreti,eh?)utilizzano le droghe "vietate" come soldi , per creare del nero con cui finanziare le operazioni parallele . Invece di girare con valanghe di moneta, si scambiano pani , oppure armi .
Altro che mafia , che si è visto che quando vogliono, li arrestano eccome.
Loro sono solo manovalanza...

Se ne faccia una ragione Pannella,
che con Arlacchi dell´IDV non c´azzecca proprio,
e lo dice pure...

paolo moretti, roma Commentatore certificato 13.08.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento

E DAI .....NON ACCUSATEMI DELL'ETERNO FUORI TEMA!

Una tartaruga verde
trovata in Sardegna!

pur se è una delle maggiori vagabonde dei mari, i responsabili del Centro Recupero Animali Marini del Parco Nazionale dell'Asinara, struttura del Cts nel Nord Sardegna, quasi non credevano ai loro occhi quando se la sono vista davanti. Domenica scorsa hanno dovuto soccorrere per la prima volta nella storia del centro una Chelonia mydas, la 'tartaruga verde', una specie rarissima, classificata come ad alto rischio di estinzione nella lista delle specie minacciate. Il ritrovamento della Chelonia mydas nelle acque italiane è eccezionale non soltanto perché è una specie ormai rarissima nei nostri mari, ma anche perché abita di solito la parte sud-occidentale del Mediterraneo, dove si contano pochissimi siti di nidificazione.
la Chelonia mydas veniva certamente da una festa di VILLA CERTOSA,
VUOLE RIPRODURSI E CERTAMENTE A VILLA CERTOSA HA TROVATO IL SUO ABITAT.
STATTE A VEDè CHE TRA' TUTTI I MERITI IN POLITICA CHE SI PIGLIA IL BERLU'ADESSO DIRA' CHE LA INVITATA LUI.

mario l 13.08.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uccide molto di piu' l’indifferenza…figlia di poca intelligenza

umberto x., DemosLandia Commentatore certificato 13.08.09 14:10| 
 |
Rispondi al commento

...

@ luca popper

non fa lo gnorri hai capito benissimo!

CHI SOSTIENE I COSTI DELL'ACQUISTO E DELLA DISTRIBUZIONE di sta merda!?

Chi saranno i fornitori, i mafiosi!?

....

a proposito il cugino di una parente s'è bruciato il cervello a forza di canne...

Se lo Stato facesse concorrenza alla mafia, cosa improbabile (più economica la collaborazione), SAI COSA FAREBBE LA MAFIA!? ABBASSEREBBE I COSTI DELLA COCA, DELL'EROINA, DELLE DROGHE PESANTI in generale ED INONDEREBBE IL MERCATO... inoltre ne commerciabilizzerebbe di nuove, le canne non se le farebbero + nessuno e passerebbero direttamente alla PESANTI...

...luca tu pensi con distacco per semplicistica convenienza... ma questa è gente che da un cambiamento simile trae migliore linfa le cui ripercussioni poi però NON LE subisci TU MA GLI ALTRI ( quelli di cui non ti frega na mazza).

... la realtà non è egocentrica filosofia.
Morris Fleed (goblin)

==============================================

Il dibattito si sposta così sulle regole del mercato, che ci vuole consumatori DI TUTTO.
Che differenza passa, mi domando, tra la cannabis e l'abuso dei farmaci dannosi come le benzodiazepine che vengono legalizzati, consigliati, prescritti e venduti bellamente, malgrado siano arcinoti gli effetti che provocano sulle persone?
Chissà, forse un giorno, abbandonati i timori per la salute e le ripercussioni morali, nascerà il ministero dello sballo etico. I grossi mercanti di stupefacenti si costiturianno in grandiose SpA quotate in borsa, le merci si distribuiranno con regolare fattura, prescizione e bolla di accompagnamento. Tutto regolare, secondo il libero mercato.
Del resto, pure una mia amica si è bruciata il cervello a suon di Xanax.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 13.08.09 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA SECONDO VOI...QUANTI PSEUDO-GIORNALISTI, SPECIALMENTE DELLA TV, VISTO CHE E' IL MEZZO DI (DIS)INFORMAZIONE PIU' SEGUITO...QUANDO LA SERA TORNANO A CASA, ACCAREZZANDO IL PROPRIO BAMBINO,NON HANNO IL CORAGGIO DI GUARDARLO NEGLI OCCHI...PERCHE' SI SENTONO UNA MER...DA VIVENTE VENDUTA???

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 14:09| 
 |
Rispondi al commento

SFOLLATO DELL'AQUILA CHIEDE ALLOGGIO A VILLA CERTOSA


PESCARA - Tra le domande per la sistemazione in alloggi provvisori presentate dai terremotati aquilani, ve n'é una che indica come destinazione villa Certosa o palazzo Grazioli, residenze del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. La richiesta - inviata alla protezione civile e al Comune dell'Aquila - è di Antonio Bernardini, la cui casa, nella zona rossa del centro storico dell'Aquila, è inagibile. Nel tipo di sistemazione preferita, alla voce "alloggi in affitto" a penna é stato aggiunto "se possibile, a villa Certosa oppure a palazzo Grazioli".

"Non si tratta di una provocazione - ha detto all'Ansa il terremotato aquilano - ma di una richiesta legittima basata sulle dichiarazioni del presidente il quale aveva pubblicamente promesso che avrebbe ospitato nelle sue case alcuni terremotati. In questo modo avrei anche l'occasione di essergli utile con consigli basati sulla mia esperienza di terremotato prima in auto, poi in tenda e infine in due alberghi, e di profondo conoscitore della città". Bernardini è segretario generale ed economo del Consorzio di ricerche applicate alla biotecnologia (Crab), ma fu licenziato illegittimamente sei anni fa ed è in attesa che sia dato seguito a due sentenze della magistratura che impongono al Consorzio il suo "reintegro immediato" nelle funzioni e il pagamento delle retribuzioni e dei contributi.


Fonte Ansa.


L'AMICO MICA E' FESSO, VUOI VEDERE CHE GLI CAPITA PURE A LUI QUALCHE BIONDONA IN CARNE....

Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 13.08.09 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Aho,a staffe,ma che devo fa',devo cambia' nicche pe' pote' posta'??

Ve possino!!

er fruttarolo Commentatore certificato 13.08.09 14:01| 
 |
Rispondi al commento

MA SECONDO VOI...C'E' QUALCUNO DI QUESTI PSEUDO-GIORNALISTI, SOPRATUTTO DELLA TV, CHE LA MATTINA GUARDANDOSI ALLO SPECCHIO...SI SPUTI IN FACCIA PENSANDO A QUANTO E' VENDUTO????

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 14:00| 
 |
Rispondi al commento

OFF topic storico. Annibale passò sulle alpi invece che in sicilia perchè sapeva che in padania era pieno di zoccole! E si portò pure gli elefanti!

luigi p. Commentatore certificato 13.08.09 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si può credere nell'inganno della vita, solo perché la si vive, eppure sembriamo credere che tutto si paghi in questa vuota esistenza, ma una domanda dovrebbe scaturire spontanea, se siamo così incapaci dal aver deciso e reso costosa consumare la vita, goccia dopo goccia, fino all'ultimo spasimo.

Se in vita cosi è, quale sarà, e se sarà l'onere da sostenere dopo la morte? Si dice che sia la fine di tutti i mali, ma chi può dirlo? Se alla morte si ottiene il frutto della vita, la sua bontà e maturazione sarà proporzionale alla sanità e genuinità di cui in corpo si sarà nutrita.
Di un frutto acerbo o di un albero arido, conosciamo di certo la destinazione.

A Pace (ricercatore del buonsenso), Italia Commentatore certificato 13.08.09 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Le battaglie antiproibizioniste vanno inserite nel contesto in cui sono nate.

Sono nate alla fine degli anni 70 e primi anni 80.
Quando la gente si faceva PER STRADA IN MEZZO AI PASSANTI!

Quando l'antiproibizionismo ne ammazzava un tot al giorno per overdose e poi per aids.

In alcuni paesini mi hanno detto che ne hanno uccisi più i Farmacisti CHE SI RIFIUTAVANO DI VENDERE LE SIRINGHE che la droga stessa.

Questo era il contesto.
Ma ora non è più.

Ora il problema è dei ricchi che si fanno di coca nelle loro ville.

Di quelli mi frega UN KAISER.

CHE RESTINO IN CLANDESTINITA'!

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poco da dire a riguardo.
La chiesa e i seguaci cattolici bigotti preferiscono un morto in galera che affrontare la realtà, cosi facendo si sono " salvati " la coscienza.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate l'OT

Domanda: ma il vitto e alloggio per le escort a palazzo Grazioli li pagava lui o li metteva in conto spese al Debito Pubblico??

No, giusto così per sapere...

filippo f. (filippof) Commentatore certificato 13.08.09 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Le fabbriche chiudono, la gente viene licenziata, le famiglie di quei lavoratori perdono tutto.

I bisogni degli italiani aumentano...

NEL FRATTEMPO L'ITALIA CONTINUA A DARE OGNI ANNO MILIARDI DI EURO AD UNO STATO STRANIERO COME IL VATICANO.

Qualcuno mi spiega dov'è la LOGICA in tutto questo???

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@max stirner

ADP:
«Io col Pd non sono in buoni o in cattivi rapporti: semplicemente non ho rapporti.

hi....hi....hi
he...he...he..
aiaiai sig.ra longari

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quello che piu' mi preme non e' se uno si fa una "canna" o meno,affari suoi,ma il resoconto in teremini finanziari sulla lotta alle droghe! milioni spesi (taSCHE NOSTRE) per combattere questa guerra,con quali risultati? nessuno ,tutti continueranno a farsi le canne!

roberto spano 13.08.09 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Adesso dico la mia stronzata del giorno.
La dico in un momento di avvilimento ed esasperazione.
Io propongo la patente per poter votare.
Lo so che non è fattibile, che è antidemocratica e tanti altri difetti.
Ma per me non è giusto che a concorrere a scelte da cui dipende la vita di tanta gente onesta debbano concorrere pecoroni, ottusi, egoisti, ignoranti di propria volontà, tutta gente facilmente manovrabile.
Senza questi, quanti elettori verrebbero meno soprattutto al PDL, alla Lega ?
Dico tanti.
Allora si potrebbe istituire questa patente ?
NO !
Ed allora saremo sempre fottuti finchè non entreremo nel loro covo (il parlamento) e lì a combatterli.

Aldo F., napoli Commentatore certificato 13.08.09 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TRA I PARADISI FISCALI CHE SI VOGLIONO COMBATTERE RIENTRA ANCHE LA BANCA DEL VATICANO???

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 13:34| 
 |
Rispondi al commento

MARCO PANNELLA POTREI MANDARTI AFFANCULO MA NON LO FACCIO!
TI RISPETTO PER LA TUA STORIA (E PER LA TUA ETA'), ANCHE SE NON CONDIVIDO QUASI UN CAZZO DI QUELLO CHE DICI.
FORSE IL MOTIVO E' CHE IN ALCUNE PROBLEMATICHE SEI TROPPO AVANTI E DI CONSEGUENZA NON SI E' ANCORA PRONTI.
BRUTTO QUAND'È COSI' I MERITI SE LI PRENDONO SEMPRE GLI ALTRI.
SE NELLA VITA OGNUNO DI NOI POTREBBE FARE TUTTO QUEL CAZZO CHE GLI PARE NON SAREBBE UNA SOCIETÀ CIVILE MA ANARCHIA. L'ITALIA E' PURE TROPPO ANARCHICA PER I MIEI GUSTI!
VUOI DROGARTI? FALLO! MA NON ROMPERE IL CAZZO ALLA GENTE CHE NON TI VUOLE O CHE NON VUOLE TUTTO QUESTO.
LEGALIZZIAMO? OK!
UNA BEL CANNONE PRIMA DI ANDARE AL LAVORO E L'UOMO CAMPA!
DOVE SI VA OGGI? SU UN'IMPALCATURA? CAZZI TUOI!
MA A GUIDARE UN TRENO, A GUIDARE UN BUS, TRAM, SALA OPERATORIA, AUTOAMBULANZE SE PERMETTI SONO CAZZI NOSTRI!
TU DIRAI CHE TUTTO QUESTO SUCCEDE GIÀ CON CHI BEVE.
INFATTI, CERTE PERSONE CHE SVOLGONO MANSIONI CHE COINVOLGONO ALTRE PERSONE ANDREBBERO RADIATE.
COMUNQUE QUANDO PRENDO UNA SBRONZA DI SOLITO BASTA
UNA NOTTATA E TI RIMANE AL MASSIMO UN BEL MAL DI TESTA.
UNA VOLTA HO FUMATO PAKISTANO, BEH PER 3 GIORNI NON HO CAPITO PIÙ UN CAZZO, SEMBRAVO ACTARUS DENTRO GOLDRAKE!
SENZA PENSARE CHE CI E' MANCATO POCO CHE SPACCASSI LA FACCIA AL MIO CAPO AL LAVORO! MI SAREI FOTTUTO DAVVERO.

HO 40 ANNI, TROPPO GIOVANE PER GIUDICARE O DIRE LA MIA, PERO' AD OGGI, PENSO CHE LA GENTE NON CORRA DIETRO AD UNA DETERMINATA COSA.
SI VUOLE TRASGREDIRE, NON IMPORTA COSA E' AL MOMENTO.
LA MAFIA E' SEMPRE PRONTA AD ACCONTENTARE LE TUE TRASGRESSIONI!
CHE FACCIAMO LIBERALIZZIAMO TUTTO?

Giuliano C., latina Commentatore certificato 13.08.09 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ANTIPROIBIZIONISMO L'ARMA DI DISTRUZIONE FINALE DELLA MAFIA. ECONOMIA DELLA CANAPA FUTURO DELL'INDUSTRIA VERDE FREE-PETROL

blogo sardo, Q.S.E.ca Commentatore certificato 13.08.09 13:32| 
 |
Rispondi al commento

LA VERA fonte di potere e ricchezza della mafia è il mercato delle droghe,GRAZIE ALLA COMPLICITA' DELLO STATO CHE PER LEGGE REGALA ALLA MAFIA MILIONI DI CLIENTI LASCIANDOLI,CON LA SCUSA DEL PROIBIZIONISMO,IN BALIA DI PERSONE E GRUPPI SENZA SCRUPOLI SENZA NESSUN TIPO DI TUTELA.DA QUANDO LO STATO TRASFORMA PER LEGGE ONESTI E LIBERI CITTADINI IN POTENZIALI DELIQUENTI LA MAFIA HA AUMENTATO SIA IL MERCATO CHE IL SUO POTERE.E' ORA CHE LO STATO APPLICHI LA POLITICA DELL' ANTIPROIBIZIONISMO PERCHE' E' L'UNICA STRADA PER COMBATTERE SERIAMENTE LA MAFIA NEL NOSTRO PAESE. PROIBIZIONISMO = ARMA DI DISTRUZIONE DI MAFIA

blogo sardo, Q.S.E.ca Commentatore certificato 13.08.09 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Non c'entra niente con l'argomento di oggi, ma vorrei rispondere a quelli che si sono fatte grasse risate perchè ho detto che esperti di strategia militare hanno stabilito che lo sbarco in Sicilia,da parte degli alleati, è stato un errore gravissimo.

A parte le ripercussioni che ha avuto sulla vita quotidiana (la rinnovata potenza della mafia), se qualcuno si fosse preso la briga di andare un po' indietro nel tempo, avrebbe visto che Annibale, quando ha fatto la sua campagna contro Roma, non è passato dalla Sicilia, coi suoi elefanti, ma si è fatto le Alpi.

E Annibale è definito da tutti stratega di primordine.

Si dice sempre che si deve imparare dal passato, ma evidentemente qualche ignorantone e presuntoso ritiene di essere più bravo della Storia.

lariana-09 13.08.09 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

so che la Benini ha mandato una lettera aperta a Grillo sul 3° Vday ma su questo blog non ce n'è traccia. si può sapere la risposta?

enza raso 13.08.09 13:28| 
 |
Rispondi al commento

La Chiesa si fa difendere dalle verigini ministre per ristabilire la forza della religione cattolica nella scuola pubblica, ovviamente al solo scopo di potere e denaro, tutto qui.
Il Papa chiama e le puttame accorrono e saranno perdonate.

cesare beccaria Commentatore certificato 13.08.09 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa ho sentito dire che gli insegnanti di religione devono devolvere parte dello stipendio alla chiesa locale da cui dipendono...sapete se corrisponde al vero?...c'è qualche sito che ne parla?....

grazie

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 13:25| 
 |
Rispondi al commento

@ luca popper

non fa lo gnorri hai capito benissimo!

CHI SOSTIENE I COSTI DELL'ACQUISTO E DELLA DISTRIBUZIONE di sta merda!?

Chi saranno i fornitori, i mafiosi!?

Forse è bene istituzionalizzarla la mafia così passeremmo direttamente ad una dittatura mafiosa, benchè lo stiamo addivenendo rapidamente...


a proposito il cugino di una parente s'è bruciato il cervello a forza di canne...

Se lo Stato facesse concorrenza alla mafia, cosa improbabile (più economica la collaborazione), SAI COSA FAREBBE LA MAFIA!? ABBASSEREBBE I COSTI DELLA COCA, DELL'EROINA, DELLE DROGHE PESANTI in generale ED INONDEREBBE IL MERCATO... inoltre ne commerciabilizzerebbe di nuove, le canne non se le farebbero + nessuno e passerebbero direttamente alla PESANTI...

...luca tu pensi con distacco per semplicistica convenienza... ma questa è gente che da un cambiamento simile trae migliore linfa le cui ripercussioni poi però NON LE subisci TU MA GLI ALTRI ( quelli di cui non ti frega na mazza).

... la realtà non è egocentrica filosofia.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Su questo post, non sono daccordo.
Il fatto che la droga pesante circoli al pari della leggera senza che fino ad oggi si siano presi provvedimenti seri per emarginare il fenomeno non credo possa spingerci a legalizzarla.
Di fatto nei paesi dove è libera non c'è una incidenza maggiore...ma i viaggi "organizzati" in Olanda non devo certo farli presenti a nessuno. non siamo ipocriti. Se ci aggiungiamo che una persona sotto effetto di alcolici o droghe può deliberatamente uccidere qualcuno se alla guida ritengo che la droga vada combattuta a tutti i livelli. Lo sballo non è avvallabile.
Mi spiace, ma con questo appello proprio non sono daccordo

Alberto Scanferla 13.08.09 13:21| 
 |
Rispondi al commento

aiutoooooooooooo
offro un week end al mare
nella splendida chia marina
a chi mi traduce in italiano comprensibile
quanto ha scritto
un MAGGIORENTE DEL BLOG
"---Fingendo come da copione, recitata in gruppo (la strategia), e secondo gli ORDINI ricevuti dalla SALA di REGIA della NANO-EDITORIA (tm), il generoso (e scaltro, se e' il caso) Beppe Grillo invita vari tipi di SQUALLORE ad esprimersi al meglio

Tra i piu' attivi e MEMORABILI pubblicisti di detta STRATEGIA (un odore di Don Felipe enorme ed altri personaggi da il giornale) un classico ORMAI del bloggher andato a male

E cioe', un ex ARDITO da Circoli ULTRAS CANNIBALI SEMPRE (una finzione da Bagaglino), ora sembrerebbe, interessato alla BULLI-TICA

Il Link dal carattere NOVELLA 2000, CHI, A e simil monumenti al progresso della Razza Berlusclonara---"
NON E' UNO SCHERZO

piccolofly piccolofly, angelo.piccolofly@gmail.com Commentatore certificato 13.08.09 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PROPOSITO DI ESSERE "UNITI CONTRO L'ABUSO DI POTERE"

HO TROVATO QUANTO SEGUE SUL SITO CHE DICHIARATAMENTE PUBBLICA DOCUMENTI ALTRIMENTI SEGRETI O RISERVATI.

LO RIPORTO COME L'HO TRADOTTO COL MIO TRADUTTORE SIMULTANEO 'Bing'( CON TUTTE LE LACUNE CHE ESSO COMPORTA) MA LEGGENDOLO ATTENTAMENTE SE NE PUO' CAPIRE LA SOSTANZA( DOPO LO RIPORTO IN UN ALTRO COMMENTO ANCHE NELLA LINGUA ORIGINALE);

SERVIREBBE ANCHE LA CONSULENZA DI QUALCHE BRAVO INFORMATICO CHE NE CAPISCA BENE I RIFERIMENTI ALFANUMERICI RIPORTATI PER TRADURLI IN UN LINGUAGGIO COMPRENSIBILE AI PIU'.

IN SOSTANZA, DA QUELLO CHE HO CAPITO, SI DICE CHE CON LA SCUSA DI BLOCCARE SITI PEDO-PORNOGRAFICI, IN EFFETTI SI BLOCCANO ANCHE SITI PER LO PIU' A SFONDO POLITICO, CHE DI PEDO-PORNOGRAFICO NON HANNO NULLA.

ECCOLO:

Questo elenco presenta 287 siti internet attualmente censurati dall'Italia. Questo sistema quasi-voluntary, che è stato introdotto sotto il vessillo della lotta "pornografia infantile" si basa su un elenco segreto, incontrollabile di nomi di sito. A causa di questa mancanza di trasparenza e la potenza del sistema di censura, la lista nera è di interesse intenso.
Segreto "pornografia infantile" censura blacklist in altri paesi, ad come Cina, Tailandia, Australia, Finlandia e Danimarca hanno tutti dimostrato da WikiLeaks a sono stati danneggiati in censurando non foglio contenuto pornografico, inclusi i contenuti politici (tutti tranne la Danimarca). Sembra essere una legge di affari umani che quando tali sistemi potenti e incontrollabile, vengono introdotti, essi presto isolati dal loro scopo dichiarato.
La maggior parte dei siti presenti nell'elenco italiano sembra essere indipendenti di pornografia infantile. Mentre alcuni mi pare che riguardano le immagini di adolescenti, la stragrande maggioranza dei siti è correlata ai quello che sembra giuridica giovani-adulto pornografia. Alcuni siti sono indipendenti a qualsiasi tipo di pornografia.
(vedi COMMENTO delle 2.49 al sottocomm.)

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 13:08| 
 |
Rispondi al commento

@lorenzo

Non è che Pannella si spieghi tanto bene......
**************************
Caro mio, na fatica per tenerlo sul tema.
Hai visto quanti tagli il video?

2000 caratteri? E che ci fa con 2000 caratteri?

Ci fa il preambolo..

Hai voglia i bannamenti....

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SPRUZZATA DI BENALTRISMO

Non c'è verso.
Parlo della contraddizione nell'auspicio di una droga "libera" in un contesto in cui lo Stato viene definito mafioso e mi rispondono vantando i benefici stranoti dell'antiproibizionismo, che sento elencare da decenni (che cazz c'entra?).
Parlo del concetto di droga come bene di consumo definitivo, lo paragono per iperbole ad altri oggetti feticcio della società dei consumi e un manipolo di tromboni boriosi, ignoranti e mentecatti mi cazzia.
E' un mio problema, non so scrivere e ho idee confuse .
Allora riproviamo:
"Benaltristicamente", dico che la battaglia contro la depenalizzazione delle droghe è l'ultimo dei nostri problemi nella scaletta delle priorità di questo sgangherato paese.
Sbracciarsi, urlare, rompere le palle sull'argomento come fanno i radicali e la sinistra è una pura e semplice perdita di tempo,malafede e miopia politica.
Per i radicali, ultraliberisti e sostenitori della società dei consumi, basta poter vendere un bene di stato in una farmacia per aver risolto il problema della droga .
Per la sinistra radicale, che a parole dice di condannare questo sistema pur essendone parte integrante in più c'è la spiacevole e patetica patina ideologica:per questi poveri idioti consumare marijuana o hascish è ideologicamente e politicamente più corretto che macerarsi il cervello con un "blecberri".
Intanto , prima di porsi il problema della droga di stato bisognerebbe domandarsi che tipo di stato abbiamo e ci auguriamo di avere.
Oppure che rapporto dovrebbe intercorrere tra le istituzioni e il cittadino e quale sia il concetto di bene comune e di attenzione nei confronti della popolazione.
Essendo stato antiproibizionista per anni e nella consapevolezza piena dell'assurdità di ogni proibizionismo mi chiedo oggi che senso abbia concentrarsi sullo status della sostanza e non sulla sua valenza e/o utilità...

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 13.08.09 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma se il mio capo si droga, io sono un tossicodipendente?

meri c Commentatore certificato 13.08.09 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a proposito: e chi dovrebbe pagare i costi della distribuzione di sta merda!?


e sarà la mafia a fornire la merda allo stato corroto al potere?

chi si occuperà della distribuzione e gli investimenti sull'organizzazione saranno di competenza della mafia o dello stato-mafia pagati dai cittadini-sudditi!?


se i genitori obbietteranno li si manda in galera per proibizionismo?

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Pannè... fa na cosa ... vatte a fa na canna con il Dalailama... perchè tanto è amico tuo vero?

lo hai ricevuto... ed hai preso un posizione ferma... su sto discorsetto... (su quel discorsetto) vero.... Giacinto detto Marco...

un'altra cariatide...come se non ce fossero già troppe... qui dentro e sopratutto fuori da qui.

a Beppe ammollalo a questo!

Paolo out of the blu 13.08.09 12:57| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Nessuna coalizione ma ci sono alcune battaglie civili (non la droga) che meritano una riflessione seria.

Le cellule staminali ad esempio.

Il riconoscimento delle coppie di fatto, altro esempio.

Infine, lottare per i popoli dove la democrazia non esiste o dove i regimi si camuffano. Non è come lottare per noi stessi?

Che famo? Parliamo solo di Mafia? Che pure è importante.

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Non è che Pannella si spieghi tanto bene......
ad ogni modo,massimo rispetto per lui e tutto il suo partito, fatto da persone che hanno sempre lottato per ciò in cui credono rimanendo sempre coerenti con il loro pensiero....e non come tanti ipocriti che ci sono in parlamento che cambiano idea secondo come tira il vento....che fanno leggi contro la droga e tirano cocaina nei cessi del parlamento... che fanno leggi contro prostituzione e organizzano festini pieni di puttane!!! ITALIANI APRITE GLI OCCHI CAZZO!!!!

Lorenzo ., firenze Commentatore certificato 13.08.09 12:54| 
 |
Rispondi al commento

io penso che su sto blog ci sono tanti "grillini-doc" che stanno prendendosi a schiaffi !

i destri sulla mano destra
i mancini sulla mano sinistra

perchè oggi sono totalmente pentiti di aver dato il voto europeo a De Magistris e Sonia Alfano !

...i meschini non capivano che la corazzata Beppe
Grillo ne sarebbe uscita
RAFFORZATA IN OGNI REPARTO ....

ora è inutile combattere chi ha già vinto!
oppure provare a rivoltare i fatti , come fà sempre il berlusca-pedonano che vi paga!


Antonio Lenin_inased (), Roma Commentatore certificato 13.08.09 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la regina Vittoria fosse ancora viva e venisse in Italia, oggi sarebbe arrestata?
Fumava erba contro i dolori mestruali.
La più famosa tossicodipendente di tutti i tempi.
Certo però, che se indagheranno bene a Bari.....

mauro caputo 13.08.09 12:51| 
 |
Rispondi al commento

HO CAPITO COME FINIRà


quando ci si indignava per MELE LA COCA E LE PUTTANE.... era in errore chi si indignava...


questa è l'Italia del paese dei balocchi


il popolo delle libertà.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 12:50| 
 |
Rispondi al commento

(cont)

la necessità di cambiare testo di anno in anno diventa incomprensibile quando il testo è "La Divina Commedia", "I promessi sposi" o addirittura il dizionario! Una famiglia con un figlio che frequenta le scuole medie si trova a spendere, in tre anni, un migliaio di euro solo in libri. Libri che, trattandosi di scuola dell'obbligo, sarebbe giusto avere dalla scuola in comodato d'uso.

Nel sistema scolastico la Chiesa s'era già insinuata con gli insegnanti di religione, fin dal 1923, quando la riforma fascista della scuola rese obbligatorio l'insegnamento della religione cattolica. Col Concordato del 1929, si rese obbligatorio anche nelle scuole medie e in quelle superiori. Nel 1984, con la modifica al Concordato firmata da Bettino Craxi e dal cardinale Agostino Casaroli, il cattolicesimo perse lo status di religione di Stato. A fronte della perdita, si istituiva il famigerato otto per mille, oltre ad una serie di immunità e privilegi per le figure ecclesiastiche (art.4). E infine, col Nuovo Concordato l'ora di religione nelle scuole passò da obbligatoria a facoltativa.
Ma quanta voce hanno gli italiani in capitolo? Nessuna, si tratta semplicemente di un accordo fra due caste. Non può essere proposto un referendum per l'abolizione o la modifica del Trattato, del Concordato o delle leggi collegate ad esso perché non sono ammessi, nel nostro ordinamento, referendum riguardanti i trattati internazionali. Anche una proposta di legge popolare per l'abolizione del Concordato è ugualmente inammissibile perché la legge ricade in una dei casi previsti dall'articolo 80 della Costituzione.

(per chi volesse leggere tutto
http://www.bispensiero.it/index.php?option=com_content&view=section&layout=blog&id=10&Itemid=584 )

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, ciao tutti
Spero che tu possa arrivare a leggere questo post. mi dispiace che sia fuori tema, non ho trovato altro posto dove potermi lamentare. solo voi potete aiutarci.

Sono un ex-studente straniero dell'università di Parma. mi sono sempre mantenuto grazie alla borsa di studio. in questi ultimi anni la ERGO ente, gestore delle borse di studio nella regione Emilia Romagna ha limitato a 15 e 35 posti, i vincitori stranieri della borsa di studio per i primi e anni successivi rispettivamente. Gli studenti stranieri dovrebbero mantenersi quindi lavorando. il problema è che, i dattori di lavoro assumo solo con il permesso di soggiorno in mano. non accettano più le ricevute della posta, visto la ridigità delle legge sull'emigrazione da quando straniero e terrore oppure insicurezza, sono divenuti sinonimi. molto spesso, come mi è successo per tre anni consecutive quando faccevo il dottorato e quando lavorovo come ricercatore in università, si va a ritirare il documento (pds) già scaduto (nel mio caso, non potevo partecipare a conferenze fuori dall'italia; cosa ovviamente molto grave per un ricercatore). Gran parte degli studenti stranieri >90% arrivati l'anno scorso a parma e probabilmente in tutta l'Emilia Romagna, sono rimasti fuori dalla graduatoria per le borse di studio; e il pds richiesto a gennaio 2009 sarà pronto a gennaio 2010. Quindi, non hanno potuto lavorare durante l'anno e neanche approffittare degli stagionali di quest'estate. Sono molto preoccupato per il futuro di questi e di quelli che arriveranno negli anni futuro.
Beppe e tutti voi che postate in questo blog e credete nella giustizia e benessere per tutti, aiutatemi a denunciare questo fatto. Date una mano almeno agli studenti, i quali parteciperanno in modo consistente come lo sto faccendo io in questo momento allo sviluppo socio-economico e culturale di questo paese che amiamo tanto che puirtroppo va progressivamente in declino.
grazie a tutti
Roger

Roger Yebeutchou, Parma Commentatore certificato 13.08.09 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uno Stato nello Stato...

Scritto da Vania Lucia Gaito

"Gli avvenimenti degli ultimi giorni mi spingono a tornare a fare in conti nelle tasche della Chiesa cattolica. Non è una pretesa illegittima, trattandosi di soldi che provengono dalle nostre tasse e che questo governo gestisce in barba agli interessi degli italiani. La pietra dello scandalo sono 120 milioni di euro che la Chiesa ha preteso che non le venissero toccati: i finanziamenti alle scuole paritarie cattoliche.

Non paghi dell'otto per mille, dell'esenzione Ici, di svariati altri privilegi e del cinque per mille ricevuto da numerose associazioni cattoliche, la Chiesa ha saputo infiltrarsi in due settori cardine dello Stato: la sanità e l'istruzione. Si sa, quando si tengono saldamente in mano la cultura e la salute delle persone, si tiene tra le mani la loro vita intera. Ma fin qui nulla di male: qualsiasi azienda privata può aprire una clinica o una scuola.
I problemi cominciano a sorgere quando le cliniche e le scuole private pretendono che sia lo Stato a contribuire, il più largamente possibile, alla loro esistenza. E in tempi di recessione, quando si tagliano i fondi alle scuole pubbliche (per i più distratti, ricordo che in Italia lo studio è ancora un diritto), pretendere che i finanziamenti alle scuole paritarie non vengano toccati è quanto meno da irresponsabili. Ma ovviamente è accaduto.

La verità dei fatti è che la salute e l'istruzione sono diventati un business. La scuola è il campo di battaglia delle case editrici, che ogni anno propongono (e impongono) nuovi libri di testo. Da comprare obbligatoriamente e che l'anno seguente saranno ritenuti, dalla stessa casa editrice, obsoleti. E se così potrebbe anche essere, per esempio, per un libro di geografia (negli ultimi anni la geografia politica mondiale sembra essersi rivoluzionata), (cont)

Dino Colombo Commentatore certificato 13.08.09 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Più che la droga, io proibirei a questi delinquenti di entrare in parlamento.

Renato Balestrato (forever inkazzato), Unsere Liebe Frau im Walde (Senale) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Quando c’è un’idea giusta, a prescindere di chi è, bisogna riconoscerlo.
È ormai risaputo che il proibizionismo è controproducente ed alimenta traffici illegali.
Ricordiamo cosa accadeva negli Stati Uniti per l’alcol?

Lo sbattere in galera chi fa uso di spinelli e, viceversa, tollerare comportamenti risaputi, a volte anche svelati- ma spesso sottaciuti- di identificati gruppi (da gente dello spettacolo ai militari, dagli studenti ai politici,..) è sintomo delle paradossali contraddizioni che dobbiamo sorbire.

Le carceri sono un enorme calderone, un carnaio: il grado della pena non ha importanza. Un clandestino alla stregua dell’assassino. Un ladro di biciclette come uno stupratore.
Se poi il reo è persona possidente, la pena è addirittura commutata in premio (vedasi la promozione di mafiosi e condannati vari a personaggi influenti con potere decisionale pubblico).
Qua è veramente un manicomio, un incubo allucinante (tanto per essere in tema)!

Invece, la sola ed unica strada è l’informazione, l’educazione civica, un vivere sociale fondato su valori assoluti ed eticamente indiscutibili. Solo così si allontanano il rifiuto della realtà e la ricerca d’evasione, ovvero la noia e l’assenza d’entusiasmi.

Sabrina M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace Beppe, ma è una battaglia che non condivido, perché sono contro una società che promuove la cultura dello sballo in tutte le sue forme e le conseguenze di questa cultura sono evidenti. Leggo commenti assurdi: chi vuole depenalizzarla perché almeno non si arricchisce la mafia, chi invece perché c'è chi fa ben di peggio (cocaina), chi addirittura vorrebbe depenalizzarla per svuotare le carceri, chi peggio di tutti la considera una scelta che ha a che vedere con la libertà (non se ne può più dell'abuso di questa parola, ma che libertà c'è nella schiavitù?), e nessuno che parla invece di recupero da questo orrore.
Anziché combattere la droga in tutte le sue forme (anche in quelle iniziali), anzichè farti promotore, con i tuoi 4 miliardi di guadagno annuali, di campagne di aiuto per centri di recupero di questi giovani che non hanno più vita e che alla minima difficoltà hanno cominciato con la marjuana, che fai? Ti fai paladino di questa grande libertà? Dillo ai tuoi figli che possono farsi tutte le canne che vogliono.
Siamo proprio alla frutta, una società morta, drogata, inebetita, annoiata, che ha il terrore della sofferenza. Mi dispiace, ma le tue idee oramai sono incastrate in termini di appartenenza politica e ideologica ben definita, non sei il nuovo che avanza, purtroppo.

Lucio R. 13.08.09 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a panne' ma vaffanculo va'!

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 13.08.09 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Se vuoi fare una coalizione di partiti con Pannella e Di Pietro, il "maanchismo" veltroniano raggiungerebbe vette finora inimmaginate.
Auguri!

paolo moretti, roma Commentatore certificato 13.08.09 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Droga?
Come Berlusconi
Tutto fumo e niente arresto

viviana v., Bologna Commentatore certificato 13.08.09 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Dal Buon Soldato dell'Informazione che penetra al cuore dei MISTERI OMERTOSI, un fatto di cronaca dal Far West del Paese

12 agosto 2009, in Marco Travaglio

Scarcerate (e condannate) Luigi Campise

************
Mosca tzé tzé

Ci siamo arrivati, finalmente: ora abbiamo gli arresti a furor di popolo e a gentile richiesta del ministro della Giustizia.

Nell’ambito della progressiva privatizzazione della sicurezza e della giustizia, è bastato che un giornale (Il Corriere della sera) raccogliesse il comprensibilissimo allarme del padre di una ragazza uccisa due anni fa a Soverato, che Il Giornale titolasse in prima pagina

“La giustizia sta dalla parte dell’assassino”,

che altri quotidiani strillassero alle “scarcerazioni facili” e che il Guardagingilli Alfano minacciasse di sguinzagliare i suoi ispettori, perché i giudici di Catanzaro rimandassero in galera il presunto assassino (presunto perché, nonostante la sua confessione, non è stato condannato in via definitiva, ma solo in primo grado).

Segue al Link

http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/

Buona Lettura

E per il RILASCIATO

In Tedeschia c'e' un futuro

Tedeschia, o delle due Germanie

La normale, e poi quella descritta nell'intervista a PETRA....

Buona De-Frullata

Gervaso O. Commentatore certificato 13.08.09 12:17| 
 |
Rispondi al commento

@max stirner

Antonio Di Pietro: «Pazienza. Alle Europee ho fatto l’8%, da allora sono trattato come un appestato. Chiusura totale. Che a centrodestra lo capisco pure; ma con gli alleati è paradossale. Se ci fa caso il Pd parla sempre di fare alleanze ora l’Udc, ora con la Poli Bortone. A noi manco ci nominano: eppure senza l’Idv non avrebbero un solo consigliere comunale»

In questa frase di ADP c'è IL NOSTRO FUTURO.
Se le prossime elezioni sono quasi pari
arriverà DIE GROSSE KOALITION
PDL-UDC-PDMENOELLE
lega appoggio esterno?

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sulla manodopera che mancherebbe per i divieti non sarei preoccupato.

Ciabbiamo tutta la Romania che sta venendo qui da noi.

25% è già qui.

Lo dico senza polemica, come informazione per chi abita in zone che "non tirano".

Sandro A., Parma Commentatore certificato 13.08.09 12:08| 
 |
Rispondi al commento

DAL BLOG DI ANTONIO DI PIETRO

PER TUTTI I COGLIONAZZI CHE... "GRILLO CONTRO ANTONIO DI PIETRO"

http://www.antoniodipietro.com/

[...]

Libero: Esattamente un anno fa noi scrivemmo che Beppe Grillo avrebbe fondato un partito, e si sarebbe alleato con lei in un movimento valutato al 10%. Lei ci disse che era una pirlata. E ora?
Antonio Di Pietro: «Mo’ sono contento del suo Movimento di Liberazione Nazionale: ha fatto una scelta giusta, combattere dall’interno»

Libero: Quelli del Pd non sono contenti
Antonio Di Pietro: «Pazienza. Alle Europee ho fatto l’8%, da allora sono trattato come un appestato. Chiusura totale. Che a centrodestra lo capisco pure; ma con gli alleati è paradossale. Se ci fa caso il Pd parla sempre di fare alleanze ora l’Udc, ora con la Poli Bortone. A noi manco ci nominano: eppure senza l’Idv non avrebbero un solo consigliere comunale»

Libero: Come vede il congresso del Pd?
Antonio Di Pietro: «Io col Pd non sono in buoni o in cattivi rapporti: semplicemente non ho rapporti. E ahò- se si mettono in testa di ricandidare Bassolino o Loiero l’anno prossimo… Uomo avvisato…»

Libero: Il Giornale riguardo Luigi De Magistris intravede la possibilità che l’astro nascente dell’Italia dei Valori voglia, in fondo, far le scarpe al Fondatore, a lei…
Antonio Di Pietro: «Si, vabbè, io e De Magistris ci siamo fatti una risata. Io e lui ci sentiamo dieci volte al giorno e siccome qualcuno vuole mettere zizzania abbiamo fatto un patto di sangue: crediamo solo a quello che ci diciamo»

Libero: Però perchè De Magistris non si è dimesso da magistrato?
Antonio Di Pietro: «De Magistris non si dimette perché se lo fa l’inchiesta in corso su di lui del Csm decade senza un giudizio. E lui vuole uscirne a testa alta, senza macchia»

Max Stirner, http://StirnerMax.splinder.com Commentatore certificato 13.08.09 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le droghe in genere secondo me sono sempre state,nel corso della storia,quasi esclusivamente ad appannaggio delle classi dirigenti delle varie civiltà...che erano allora i gran sacerdoti,gli sciamani, i cinesi saggi inghiottivano oppio o lo fumavano...insomma,tutto quello che concerneva l'uso di varie droghe era ad appannaggio di pohi tossici...io penso che in una democraziz moderna,fermo restando il diritto di scelta personale di ciascuno,lo stato abbia il dovere quantomeno di scoraggiare l'uso di sostanze che alterano la personalità....non vietare,ma scoraggire,quindi...e questo dovrebbe essere fatto anche nei confronti dell'alcool!....il vino(dalle mie parti il barbera), era la droga dei nostri nonni....già,ma toccare il vino è tabù,ne va dell'economia del nostro paese!
comunque,in una democrazia,ogni persona deve avere il diritto di scelta,sempre che non causi danni ad altri.
gli unici che non dovrebbero avere diritto di scelta dovrebbero essere i parlamentari,perchè un parlamento tossico può essere molto dannoso per il paese.....ma forse loro pensano ancora di essere gli sciamani

franco b. 13.08.09 12:07| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE MARCO PANNELLA!!! SEI UN ESEMPIO PER MOLTI POLITICI CHE, PURTROPPO, PENSANO CHE LA POLITICA SIA UNA SECONDA PROFESSIONE (un esempio: De Mita)E NON UN'ARTE QUASI AL SERVIZIO DEI CITTADINI...E LE LOTTE CHE MARCO PORTA AVANTI TESTIMONIANO CHE LUI SIA UNO DEGLI ULTIMI ESPONENTI DI UNA POLITICA SANA, GIUSTA, VERA!!!

carmine gazzanni, isernia Commentatore certificato 13.08.09 12:05| 
 |
Rispondi al commento

L'insostenibile pesantezza dell'essere

Per un attimo si rientra in matrix . Chiuso il
blog , ci si rimette gli occhiali dell'italiano
medio e un po' pigri un po' beoti si assapora la
comune della sdraio e l'orda di mammiferi che
popola le spiagge.

Ecco il rito del giornale sotto l'ombrellone ,
caffettino e mi gusto ....repubblica o il
corriere.

Incredibile due serissimi problemi ; il professore di religione non dà crediti ,. non concorre alle valutazioni e poi un serissimo dibattito sulle gabbie salariali Nord-sud ; sussulto di vomito...no'! non cedere.. sii positivo ...rilassati....e il vicino d'ombrellone intavola una disquisizione sulla chiesa e lo guardo con sguardo..omicida mentre il figlio imbecille gioca con Iphone da 500...euro. Tornerà utile.
....
Vanity fair...no....Barbara Berlusconi e l'intervista.....troppo pericoloso faccio finta di leggere e mi sparo un ghiacciolo.
....
Al terzo giorno di astinenza totale da blog e contatti comincia un sottile nervosismo , allergia a tutto e tutti , al quarto giorno sogno di arrivare come negli Usa con un garand e fare una strage in spiaggia ....gustandomi i relativi collegamenti....televisivi....e foto di rito...e sogno gabbie salariali piene di politici e banchieri chiusi ad arrostire al sole.

Poi leggo l'intervista del procuratore antimafia Grasso che attacca tardivamente la legge sulle intercettazioni e contro la libertà di stampa , ovviamente pensata per aiutare la politica e la mafia.....Nordio la difende .....bravo....in attesa di incarichi ....dal Pdl....
....
Cena con gli amici , alcuni molto vicini ....a
noi e al movimento...
Il giovane rampante , quello dell'Iphone è la mia vittima ....dopo che mi dice che ci si collega...su internet

" Grazie ho bisogno almeno di 20 minuti di
ossigeno "

il blog và avanti ; macina qualità , argomenti , VALORE ....non si ferma , và controcorrente , aiuta i blogger con l'assistenza legale.

Noi non molleremo PIU'.

ciao a tutti.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.08.09 12:02| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTO VIDEO E' STATO GIA' CENSURATO DA YOUTUBE, LO RIPROPONIAMO SPERANDO CHE DURI PIU' DI UN GIORNO, GUARDATELO FINCHE' SIETE IN TEMPO!!!

DIFFONDETE, COMBATTIAMO LA CENSURA!

#########################################

DAGLI AUTORI DI "SINCERITU"

un nuovo brano tutto da ridere....

"CERTE NOTTI (a Villa Certosa)"
dei KomicBlues

http://www.youtube.com/watch?v=54BqnFz0oZw

##########################################

DAGLI AUTORI DI "SINCERITU"

un nuovo brano tutto da ridere....

"CERTE NOTTI (a Villa Certosa)"
dei KomicBlues

http://www.youtube.com/watch?v=54BqnFz0oZw

##########################################

new hope, new.hope@live.it Commentatore certificato 13.08.09 11:58|