Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La bicicletta a punti


bicicletta_a_punti.jpg
Il nuovo articolo 219-bis, secondo comma, del Codice della strada, presente nella legge sul pacchetto-sicurezza entrata in vigore a inizio agosto contempla pesanti sanzioni se "le violazioni sono commesse alla guida di un veicolo per il quale non è richiesta la patente di guida". A un ciclista che non rispetta il Codice si potranno togliere punti dalla patente o ritirarla. Un'innovazione legislativa straordinaria, applicabile a tutti quei veicoli per cui "non è richiesta la patente di guida". Tricicli, monopattini, palloni aerostatici, pattini a rotelle, skateboard, ma anche muli, cavalli, pony. E' la vendetta trasversale della legge...

23 Ago 2009, 21:58 | Scrivi | Commenti (211) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

è proprio una bella legge del cazzo (stavolta passatemi il termine). se volevano veramente dare un segnale di civiltà e sicurezza dovevano obbligare il ciclista ad indossare il casco protettivo, invece si sono solo limitati ad inserire sanzioni, utili per le casse comunali, a chi non rispetta il codice della strada. La prossima legge forse sarà consentire ai motorini ed automobili di percorrere le piste ciclabili. come direbbe ghedini mavalà mavalà mavalà

stefano rosati 10.09.09 14:08| 
 |
Rispondi al commento

e tempo di smetterla. è tempo di ribellione contro leggi stupide e dannose, politici mafiosi.
ci siamo rotti i coglioni.
ma con chi cazzo credete di avere a che fare, solo con i lobotomizzati?????
andatevene a' ffanculo.

massimo pagante Commentatore certificato 30.08.09 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Perché se equiparazione ci fosse, tra un potenziale pericolo creato da un ciclista che passa con il rosso (a proprio rischio di vita, tra l’altro) e un SUV che passa con il rosso, se al ciclista si tolgono 6 punti patente e 200 euro di multa al guidatore del SUV bisognerebbe cavare gli occhi, dato che questa legge fatta da idioti e supportata da idioti sostiene l’equiparazione di una violazione del CdS di ciclista e guidatore di SUV: stessa pena, sottintendendo, stessa pericolosità potenziale.

Poi, va da se, che ogni sostenitore di questo provvedimento può essere e dimostrare che il cervello fornito dal padreterno loro è stato sprecato, ma, com’è noto, in democrazia anche gli stupidi hanno diritto d’opinione.

Claudio S. Commentatore certificato 30.08.09 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
innanzitutto vorrei rispondere al signor ANGELO DAGNINO e al suo intervento del 28.08.

Egregio signore,
se lei fosse andato in bici, a velocità di codice, forse avrebbe un opinione diversa dei ciclisti, i quali, per la maggior parte, sono anche automobilisti.
Personalmente vado in bici da oltre 30 anni, e ho subito cadute e incidenti di vario tipo, questo mi ha permesso di realizzare alcuni semplici pensieri:
1. Il ciclista, diversamente dal ragazzino sullo scooter truccato, viene ignorato non solo da automobilisti, ma anche, e soprattutto, dai pedoni che attraversano fregandosene dei ciclisti che arrivano a oltre 30 all’ora, ipotizzando che, in caso di urto, non succeda loro nulla. Come ogni persona con un minimo di buon senso sa, non è esattamente cosi, però, per chissà quale meccanismo, il pedone se ne frega della bici ma sta ben attento alle auto e moto;
2. In caso di urto tra pedone e ciclista, che lei ha scioccamente citato, anche il ciclista cade rovinosamente a terra, proprio perché la bici è un mezzo di grande agilità ma ridotta stabilità, inoltre, come penso lei avrà potuto notare, il ciclista non è corrazzato come l’automobilista nel suo carrozzone chiamato SUV;


Queste due semplici constatazioni, vissute da qualunque ciclista ma non, come facile supporre, da automobilisti che non hanno mai messo il culo su una bici, e che quindi, parlano senza sapere un’accidenti, ma da buoni italiani presuntuosi, stupidi ed arroganti, confondono la loro opinione personale con i fatti, fanno, banalmente, decadere l’equiparazione dei danni provocati in caso di incidente da un ciclista e da un automobilista (peggio se su SUV, ingombrante, inquinante, sprecone e, come diciamo qui da noi, da patacca).

Claudio S. Commentatore certificato 30.08.09 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Questo si che significa incentivare all'utilizzo di mezzi alternativi e non inquinanti!

Luca Mich 30.08.09 02:23| 
 |
Rispondi al commento

e per ki nn ha la patente e guida la bici e commette un'infrazione???
lo arrestano????

Federico S., Palermo Commentatore certificato 29.08.09 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Il rispetto delle regole è fondamentale, le bici non inquinano e' ovvio ma sono comunque un mezzo di circolazione e come tali devono osservare i divieti e quant'altro.
ma scalare i punti dalla patente...è una grossissima puttanata.....

roberto veltri 29.08.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento

La bici non inquina, punto!
Perciò sono meglio 1000 bici in giro a fare infrazioni piuttosto che una singola automobile che brucia combustibile fossile, perde olio, CO2, traffico, file, ecc.
Tra l'altro noto un continuo accanimento tra le persone...calmatevi, aprite gli occhi e siate più furbi!
Viva la bici, abbasso la benzina! (diesel incluso!)
;-P

Fabrizio Lazzeretti, Roma Commentatore certificato 29.08.09 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Se commetto un'infrazione in bici mi tolgono i punti dalla patente...se ce l'ho la patente...eventualmente mi prenderanno giù la targa e me l'invieranno a casa per posta come fanno con gli autovelox?
Il nostro paese ha una grande fortuna, al potere si trovano un'insieme di fenomeni che nessun'altro paese potrà mai ostentare!
Un nome a caso Gasparri che non sa l'italiano ma è stato ministro delle comunicazioni, non me ne voglia cito lui come esempio, ma tutti fanno la loro parte, Capezzzone che fumava le canno con Pannella è culo e camicia con Giovanardi, Maroni che è stato in galera è il capo della polizia...si occupano dei punti della patente dei ciclisti ma non della crisi che sta colpendo noi cittadini...bravi PAGLIACCI!

andrea z., cotignola Commentatore certificato 29.08.09 01:27| 
 |
Rispondi al commento

Ah, poveri ciclisti ... Tutti li odiano ...
Ma poi perche' detestarli...?
Con i loro abbigliamenti cosi' sportivi e sgargianti, sembrano tanti piccoli Gimondi...
E poi del resto cosa fanno di male a parte:
- passare con il rosso e di conseguenza creare
un pericolo serio per chiunque
- sfrecciare a grande velocita' sulle strisce
pedonali, senza rallentare minimamente e lamentandosi anche se c'e' qualcuno che attraversa
- andare in coppia o a tre ben sapendo che esiste
una norma del CdS che impone alle biciclette
di procedere in fila indiana ...
Se un ciclista sbatte contro "un Suv" certamente
ha la peggio ma se un ciclista sbatte contro un pedone CHI ha la peggio?
E ancora... chi sono i ciclisti? Hanno un numero
identificativo sulla bicicletta? Non mi pare...
Se uno di loro mi investisse e scappasse mi darebbe molto fastidio, sapendo che non posso identificarlo. Certamente anche gli automobilisti lo fanno ma non sempre la fanno franca...
Poiche' siamo un popolo totalmente incivile e senza educazione e' logico che i legislatori ricorrono a rimedi estremi sperando di portare un po' di ordine...
Pero' vuoi mettere, i ciclisti ...

ANGELO DAGNINO 28.08.09 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oramai non c'è affatto più da aspettarsi una manovra o legge atta a tutelare e a migliorare la vita dei cittadini.. C'è da aspettarsi solo porcate senza senso..
Ma questi sono troppo furbi per fare leggi senza senso.. Un qualche tornaconto perforza ce lo devono avere..
Allora possiamo starcene qua a subire la loro merda o reagire..

Io non ne posso più..e neanche voi.. O formiamo un esercito di guerriglieri contro montecitorio o me ne vado

Matteo Salerno 28.08.09 04:19| 
 |
Rispondi al commento

Quando vedo un adulto in bicicletta, penso che ci sia ancora speranza per la razza umana G.H.Wells.
Se vedesse quello che sta succedendo da queste parti, penso che manderebbe la speranza a farsi fottere

fabio orsini 27.08.09 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Voglio vedere che fanno a mio zio nullatenente e senza patente ahah

GIUSEPPE F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.08.09 09:38| 
 |
Rispondi al commento

x christian romeo:

Come scritto in precedenza, invertiamo le parti, lei e i suoi amici automobilisti (che suppongo, dalle vostre parole, usiate la macchina anche per andare al cesso) vi mettete in bici, io macchina.

Vediamo chi rischia cosa.

Quando lei sotiente "rischio di investire" sottindende DI ESSERE DALLA PARTE DEL TORTO, perchè nessuna persona sana di mente sosterrebbe, dopo aver investito qualcuno, di essere dalla parte della ragione.

Il CdS della strada, egregio signore, sostiene che, quando lei esce da un parcheggio o si immette in una strada avente precedenza DEVE IMMETTERSI CON LA MASSIMA PRUDENZA.

Il che significa, banalmente, che lei deve guardare non solo a destra e a sinistra, ma anche davani e dietro.

Ora, se lei è troppo pigro (com'è normale, visto che avete sempre il culo in auto) per guardare da una parte sola, il problema è suo.

Come lei ben sa, se per disgrazia durante un incidente c'è un ferito, comunque le viene "fermata" la patente.

E questo deterrente, per voi automobilisti a cui non frega nulla dei ciclisti, che pensate CHE LA DISTANZA DI SICUREZZA dai ciclisti, soprattutto in fase di sorpasso, sia 20 centimetri, dovrebbe farvi ragionare.

Purtroppo è evidente che una persona che non rispetta la salute degli altri, per pigrizia, per stupidità o supponenza, come, arrogantemente voi automobilisti pensate di essere e siete, non meritano coniderazione.

Per conto mio, continuerò ad andare in bici, rispettando, come sempre il codice della strada,
e a mandare a fare in culo gli automobilisti che se ne fottono, violando il CdS, degli altri, se poi si fermano, non c'è problema, chiameremo l'ambulanza, ed essendo piuttosto allenato, dubito che serva a me....

Cosi vedremo cosa sapete fare senza la protezione della vostra scatola di latta.

Claudio S. Commentatore certificato 27.08.09 09:15| 
 |
Rispondi al commento

....dei ciclisti.

Passando dai minorenni ai maggiorenni, alzi la mano chi non ha visto andare moto di grossa cilindrata a oltre 200 all'ora sulle provinciali, chi non ha mai visto una moto elaborata o con targa orizzontale (per fregare i velox).
Alzi la mano chi non ha mai visto uno scooterone (chiamato anche lavandino o cesso) con scarico modificato "per rendere più aggressivo lo scarico e guadagnare 5 km di velocità massima" in mano ad adulti a cui toglierei la patente a vita, sorpassare allegramente contromano ai semafori, sulla destra le auto in movimento, tagliare la strada alle bici.

E questo governo, con tutta questa merda che gira per strada, con tutti queste persone "furbe" che si comportano da principi e ai quali ti verrebbe voglia di sbatterli contro un muro, inasprisce le pene contro i ciclisti?

Gentile Governo, prima di fare i provvedimenti inaspriti contro una categoria di utenti della strada dovrebbe:
1. Sanzionare (obbligando le forze dell'ordine a far rispettare il codice, non a chiudere occhi e orecchie) i comportamenti PERICOLOSI;
2. Sanzionare i comportamenti FASTIDIOSI;

Fatto questo, possiamo riparlare dei ciclisti, e dei pedoni che attraversano la strada con il telefonino all'orecchio senza guardare chi transita in carreggiata.

Prima, però, ci togliete dalle palle i motorini truccati e le moto fuorilegge, entrambe le categorie nemmeno sfiorate dal nuovo CdS ne, tantomeno, dalle forze dell'ordine.

Già che ci siamo, anche una bella strizzatina agli automobilisti deficiente che "ragionano" (pur non avendo il cervello per farlo) piuttosto che "rispettare" il Codice della Strada.

Claudio S. Commentatore certificato 27.08.09 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
negli ultimi giorni ci sono state molte polemiche su questo strano articolo.

Qualcuno è arrivato a sostenere che "protegge anche i ciclisti, perchè il deterrente solleciterebbe il ciclista ad un comportamento più corretto".

Vero, in teoria, ovvero se la colpa degli incidenti in cui vengono coinvolti ciclisti e veicoli a motore fosse sempre dei ciclisti.

Sfortunatamente non è cosi:
Da ciclista (e automobilista) spesso osservo comportamenti particolari; mentre vado in bici (con le ruote sulla linea continua destra che delimita la carreggiata all'esterno, quindi più a destra di cosi non posso andare) spesso gli automobilisti, per sfregio forse, passano rombando a meno di mezzo metro, 80 100 kmh, su strade con limite a 50.

Hanno idea, questi automobilisti, di non essere in un video gioco?
Se per caso io prendo una buca e sbando di mezzo metro, hanno idea, questi automobilisti, di quello che puo' succedere ad un ciclista tirato dentro a 100 all'ora?

Quindi le bestie sono gli automobilisti che si comportano cosi...

Ho letto poi, che l'automobilista pretende di avere la strada libera, senza mezzi più lenti, e nessuno ha spiegato perchè le strade debbano essere, moralmente e giuridicamente, il regno delle macchine.

Sarebbe come sostenere che a Maranello, mentre i collaudatori Ferrari provano le auto prima di conegnarle a clienti e concessionari, pretendano che i rincoglioniti con Panda e Punto si scansino perchè passano loro.

Dunque da qualunque punto di vista, una legge iniqua e antidemocratica.

Aggiungerei, poi, la strana bizzarria, in cui si permette a ragazzini minorenni di girare con veicoli illegali e talmente elaborati da dover essere sequestrati (secondo il CdS) senza che le forze dell'ordine battano ciglio, ma visto un motorino 50 (che fa 120 e più chiasso di un mille) fermato dai vigili, carabinieri o polizia.
Mai visto un sequestro e multa per circolazione con mezzo non immatricolato...

Mezzi ben più pericolosi e fastidiosi.......

Claudio S. Commentatore certificato 27.08.09 08:49| 
 |
Rispondi al commento

La bicicletta a punti - Prima di fare una nuova legge i Ns. dipendenti dovrebbero usare il buon senso.
Per usare l’intelligenza perduta dovrebbero, Masturbarsi!!!!!!

Jean.Z 27.08.09 00:11| 
 |
Rispondi al commento

ma non ha alcun senso togliere punti dalla patente auto se fai qualche cagata in bici ( non sono una ciclista e son la prima a dire che ogni tanto i biciclettari, così come i pedoni, rompono proprio le balle).piuttosto che si separino i diversi ambiti.oggi ci vuole la patente per tutto..a sto punto che si patentino anche i ciclisti e che i punti vengano tolti di li..

luisa c., montà Commentatore certificato 26.08.09 17:52| 
 |
Rispondi al commento

vi abbandono vado sul principale.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 19:45| 
 |
Rispondi al commento

x

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 19:31| 
 |
Rispondi al commento

X tutti quelli che non sono convinti che W GRILLO W
Legga il blog.


..................................

E se il post era dall'altra parte....?

Quanti avrebbero trattato la questione.

SPOSTATELO nella parte principale x favore.

paolo piconi (madreitaliana), Roma 23.08.09

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 19:14| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=UohHhjtNyMk

Si si l'ìimbecille dietro Caselli sta ridendo.

MIN 0.52

Mah? l'immagine e il tema è la strage che costo la vita alla scorta e FALCONE.

?????????????????????????????

paolo piconi (madreitaliana), Roma 25.08.09

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 18:57| 
 |
Rispondi al commento

La donna cannone - Francesco De Gregori

http://www.youtube.com/watch?v=8HdfF-S0WUw&feature=related

andra' mai in bici?

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 18:34| 
 |
Rispondi al commento

E io non mi chiamo: fattinvestire x farti contento !!!!!!!!!!!!!!

paolo piconi (madreitaliana), Roma 25.08.09

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Se uno con l'auto uccide 10 persone ferme ad aspettare l'autobus....non facciamo mica il processo a tutti gli automibilisti...ERGO??????????????????????????????

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 18:14| 
 |
Rispondi al commento

christian romeo 25.08.09 09:


anna maria manca, cagliari 25.08.09 13:


Tutto vero abbasso la bici.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.08.09 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla grandre!!!! se veramente dobbiamo rispettare la legge, allora rispettiamola tutta e tutti. Sia chi va in macchina che chi va in bicicletta o a piedi! Altro che sei punti sulla patente: una bella saccata di eurozzi e via anche la bici. Mi dispiace ma questa volta i berluscazzoni l'hanno indovinata.
Che poi le leggi che abbiamo siano leggi del kaiser.... questo è un altro discorso

antonio gorini 25.08.09 17:42| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che hanno fatto una legge per dare gli incentivi a comperare le bici. In poche settimane hanno finito i fondi ed ora per rifinanziarla hanno avuto l'idea geniale di spemre i soldi fatti risparmiare ai ciclisti.
E così se passo con il rosso rischio la stessa multa di uno alla guida di un SUV con la differenza che se quello alla guida del SUV investe un ciclista muore il ciclista, mentre se il ciclista che passa con il rosso investe il SUV ...muore sempre il Ciclista.

Davide R., Varese Commentatore certificato 25.08.09 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace, ma per me stavolta hanno ragione. Le bici sono giustamente considerati veicoli al pari delle auto dal Codice della strada. Ma tutti ignorano questa cosa, per cui si sentono di fare quello che vogliono, soprattutto in città. Non sono solo gli automobilisti ad essere indisciplinati, e non me ne vogliano gli altri utenti ciclisti del forum rispettosi dei regolamenti (poche eccezzioni che confermano la regola). Quasi ogni giorno rischio di mettere sotto un ciclista perchè uscendo dal parcheggio mi escono da un senso vietato dalla cui parte non guardo per ovvie ragioni (se è senso vietato da lì NON DEVE venire nessuno), oppure perchè vagano di notte sulla strada statale (la 106, per giunta!) senza giubbino catarinfrangente. Mancano le piste ciclabili? E' vero, ma questo non li autorizza a fare quello che gli pare per strada, proprio come quegli automobilisti che tanto disprezzano e criticano.

christian romeo 25.08.09 09:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premesso che questa nuova legge è di una imbecillità stratosferica, vorrei ricordare a tutti i ciclisti, me compreso, che la biciclette è un veicolo e pedalando si dovrebbero rispettare alcune norme che pochi conoscono:
1)non si possono usare i passaggi pedonali, ma quelli ciclabili, a meno di non condurre la bici a mano
2)non si deve pedalare contromano
3) si devono rispettare i semafori e le precedenze
4) se i ciclisti sono 2 o più, non si deve procedere affiancati
5) si deve sempre segnalare un eventuale svolta
6) si deve sempre evitare di mettersi in condizione di non essere visti, come affiancarsi sulla destra di un camion o di un mezzo pubblico o viaggiare di notte senza luci.
Con un poco di buon senso io non ho mai avuto incidenti, ma la vita del ciclista nelle città di oggi è comunque molto più dura che una volta.
Ciao a tutti

Renato Mantegna 25.08.09 01:53| 
 |
Rispondi al commento

prima colpisci gli automobilisti,dopo i ciclisti e dopo?multiamo i passanti che atteversano la strada fuori dalle strisce?puniamo gli appassionati di skate-bord senza casco?e poi dopo chi?questa è la dimostrazione che sta gente è completamente impazzita e non sa più cosa inventarsi per spillare i soldi alle persone.la verità è che questa gente fa questo tipo di leggi che colpiscono solo i cittadini comuni escludendo di fatto i politici liberi di fare quello che vogliono.ps:quali altre stronzate saranno in grado di fare nei 3 anni rimanenti?

devis q. Commentatore certificato 24.08.09 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Sera ..anzi nottete:)
zzzzzz

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Quanti soldi risparmiati.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Se avessi la lampada di aladino...chiederei al genio ..via le auto.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Anni fà ero in bici con i miei bimbi,sul marciapiede (largo 5,7 metri)di ponte Garibaldi Roma.
Un tizio del tutto NON DISTURBATO se non x il fatto che lui essendo pedone noi dovevamo scendere
dal marciapiedi ,

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 21:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto questo è allucinante!

Francesco Brignola, Caserta Commentatore certificato 24.08.09 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Biciclette sui marciapiedi (invasi dalle autoimmobili.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 21:27| 
 |
Rispondi al commento

TROPPA POCA VISIBILITA' AL POST

@GRILLO.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma se mi mettono sotto con la macchina mentre in bici attraverso la strada non sulle strisce pedonali
mi tolgono i punti dalla patente e me li mettono
per tenermi cucito il corpo martoriato???
Marco

Marco Rasori 24.08.09 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate, se io vado in bicicletta con una persona non patentata ed entrambi becchiamo la multa, che succede che a me levano i punti e a l'altra persona no?? oppure gli levano la bici?? oppure gli mettono in acconto i punti per la futura patente?? legge molto ambigua...

Sky Luke 24.08.09 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due ragazzi del borgo cresciuti troppo in fretta
uno amava la figa l'altro la bicicletta
un incrocio di destini in una strana storia
di cui nei giorni nostri si è persa la memoria
una storia d'altri tempi, di prima del motore
quando si correva per rabbia o per amore
ma fra rabbia ed amore il distacco già cresce
e chi sarà il campione già si capisce
Vai Girardengo, vai grande campione
già un ghisa ti segue su quello stradone
Vai Girardengo, non si vede più Papi
è dietro a quella curva, è sempre più distante.
E dietro alla curva del tempo che vola
c'è Papi in bicicletta ed in mano il pistola
se di notte è inseguito spara e centra ogni fanale
Papi il bandito ha una mira eccezionale
e lo sanno le banche e lo sa la questura
Papi il bandito mette proprio paura
e non servono le taglie e non basta il coraggio
Papi il bandito ha troppo vantaggio.
Fu antica miseria o un torto subito
a fare del ragazzo un feroce bandito
ma al proprio destino nessuno gli sfugge
cercavi elettore ma trovasti un gregge.
Ma un bravo poliziotto che sa fare il mio mestiere
sa che ogni uomo ha un vizio che lo farà cadere
e ti fece cadere la tua grande passione
di aspettare l'arrivo d'un gran puttanone
quel traguardo volante ti vide in manette
brillavano al sole come due biciclette
Papi oramai il tuo Giro è finito
e già si racconta che qualcuno ha tradito.
Vai Girardengo, vai grande campione
t'insegue già il ghisa su quello stradone
Vai Girardengo, non si vede più Papi
è sempre più lontano, è sempre più distante
sempre più lontano, sempre più distante…
Vai Girardengo, non si vede più Papi
Sempre più lontano, sempre più distante...

Ed Warner 24.08.09 18:09| 
 |
Rispondi al commento

proprio ieri...mi trovavo sul lungomare di Ostia..e mentre osservavo una papa' con il proprio figlio che con la bicicletta andava sul marciapiede per evitare le macchine e le moto che tranquillamente sfrecciavano indisturbati oltre i 100 km orari in strada,....pensavo.. e se ora arrivano i vigili e lo multano quale sarebbe stata la sua reazione...e la mia???..........

DANILO della canfora (bikecity), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 18:02| 
 |
Rispondi al commento

...non ho parole...si sono accorti che sempre piu' persone usano la bicicletta al posto della macchina e questo non va bene!!!!..a questo punto era meglio l'indifferenza dei passati governi!!
.........comunque in strada ne vedremo delle belle!!!

DANILO della canfora (bikecity), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma questa stupida cosa vale anche a piedi? Io attraverso spessissimo la strada con il rosso, in diagonale, fuori dalle strisce... Se un domani mi fotografano o mi ferma un vigile mi tolgono i punti della patente?

Peter Amico 24.08.09 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Io voglio fare la brava ciclista e quindi cerco le piste pedonali, ma, ahimè, sono a singhiozzo, interrotte dai passi carrai (almeno quelle più antiche), si stringono, si allargano, finiscono su un muro o su una chiesetta, diventano un parcheggio di macchine, sono miste con i pedoni (e lì, chi vince?), mi tocca allora andare sulla statale, mi suonano i TIRS (devono trovare divertente far scattare di paura i ciclisti), se la statale è a due corsie e devo girare a sinistra devo aspettare un passaggio pedonale e portare la bici a mano oppure rischiare la pelle e attraversare veloce mentre una macchina mi sta prendendo di mira...non è bici, è stress, poi mi metto sui bordi stradali, con le luci, i catarifrangenti, il caschetto, ma i bordi sono tutti rotti pieni di buche, esco dalla carreggiata rischio di cadere nel canale (che schifo), tutto pieno di cartacce o preservativi usati (sono molto scivolosi)....e poi mi si viene a dire che guardo il paesaggio???
E' difficile tornare vivi da certi giri in bici (Colli Euganei), e adesso per premiarmi, se DEVO fare qualcosa di non corretto (come attraversare dove non ci sono le strisce) MI SI TOLGONO punti dalla patente?

# # (ex principessa sissi) Commentatore certificato 24.08.09 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Ho capito ma se io la patente non ce l'ho quali punti mi levano? Forse l'agente mi obbligherà a prendere prima la patente e poi a togliermi i punti oppure non, potendo fare niente, mi chiederà scusa e mi manderà via?

Franco F. Commentatore certificato 24.08.09 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
il quesito è questo: se mio figlio minorenne commette un'infrazione mentre è in bicicletta è possibile che per una sua infrazione della legge i punti vengano detratti a me, che sono il padre?
Perché se è sì rinuncio alla patria podestà e faccio richiesta che venga adottato da accappatoio selvaggio.
Con affetto.
Siro.

Siro Ciotti Commentatore certificato 24.08.09 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei proporre un filmato disponibile su internet:

Sito DAILYMOTION, digitate "connetti il cervello".

Dimostrazine pratica, qualora ce ne fosse bisogno, in particolare per gli automobilisti favorevoli a questa legge della lieve differenza tra auto e bici, focalizzando sui danni che possono provocare.

Attenzione: non è un film!

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aiuto
Qualcuno sa rispondermi?

Se giro in bicicletta qualcuno delle forze dell'ordine può chiedermi la patente?
Sono obbligato ad averla con me?
Ho l'obbligo della guida con gli occhiali ma in bicicletta non li uso, sono in multa?

Oddio quanti problemi!! quasi quasi prendo la macchina...

Arcibaldo Ron 24.08.09 16:46| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Un tempo, piu' Punti raccoglievi sulla Tessera e prima Vincevi una Bicicletta.
Ora, ne bastan pochi e perdi anche l'Auto.....Mah!

enrico w., novara Commentatore certificato 24.08.09 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Siamo noi poveri ciclisti quelli che rischiamo la vita ogni volta che ci facciamo un giro sulle nostre strade scassate piene di pazzi al volante.
E questi cosa fanno ci multano anche e per di più ci tolgono i punti, viviamo in un paese dove il più debole perde sempre

paolo manenti 24.08.09 16:02| 
 |
Rispondi al commento

a un tizio che cammina per la strada ubriaco cosa gli fanno? gli tolgono patente, porto d'armi e passaporto con un'ammenda di 3000 euro e lo mandano a disintossicarsi dal fratello di giovanardi?

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 24.08.09 16:00| 
 |
Rispondi al commento

è incostituzionale, si elevano sanzioni differenti a partire dallo stesso "reato", ne consegue che (per l'ennesima volta) non siamo tutti uguali davanti a questa legge

cesare lazzini 24.08.09 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Vista l'incompetenza ed il pressapochismo di chi fa queste leggi (e la lega non è nuova a certe figure... ricordiamoci il ministro dell'interno ZannaBiancaMaroni nel primo governo del diversamente onesto al TG1: Sì, ho firmato quella legge, ma che ne sapevo, non l'ho mica letta...) mi permetto di fare una proposta: per rimediare all'impossibilità tecnica di togliere punti a chi la patente non la ha, perché non fare una legge che obblighi tutti, ma proprio tutti, a prenderla? Naturalmente, tenendo conto delle capacità di ciascuno ma, diciamo, dai sei anni in poi? Fino a quell'età, tutti in braccio a mamma e papà, con assoluta proibizione di poggiare un piede sul pubblico suolo! Detta così può sembrare una stupidaggine, ma pensate cosa diverrebbe dopo un paio di settimane di strombazzamento da telegiornali e giornali prezzolati che gridassero ai continui incidenti che accadono nelle strade, e implorassero il governo di intervenire per porvi rimedio! La immaginate la sfilata delle solite facce "importanti" Capezzone, Bondi, Maroni, Borghezio, Bossi, Bonaiuti, Tremonti, La Russa, Frattini e così via... (mi scuso per il turpiloquio) piangere sulle continue stragi ed assicurarci che il CAPO è dispiaciuto quanto e più di loro, dal dispiacere non dorme più, non mangia più, scopa anche un po' di meno e sempre con la faccia triste...
Dopo un mese, un popolo che loro sanno beota inneggerebbe al trionfo per la legge che lo obbliga a prendere a sei anni la patente di vivere.
Auguri, Italia, ma te la sei cercata...


Sono un ciclista da anni, lo faccio come sport e uso la bici quotidianamente per andare a lavorare, tranne in caso di pioggia; Ho anche la patente dell'auto, ma la uso raramente.
Sono d'accordo a mettere piu regole per noi ciclisti, ma di pari passo dovremmo avere anche piu diritti. Si sa, diritti e doveri viaggiano a braccetto;
Se ci fossero piu piste ciclabili (vere, e non piene di buchi) e una maggior attenzione da parte degli automobilisti sicuramente i ciclisti saranno piu invogliati e motivati a rispettare le regole.
La faccenda dei punti sulla patente non ha nessun senso, é un assurdo.
Sono fermamente convinto che sia un bene per l'intera società che le persone viaggino in bicicletta, quando é possibile. Credo quindi che la bicicletta vada incentivata, invece succede il contrario, le piste ciclabili scarseggiano e quando ci sono in genere sono piene di buche, e quasi sempre la qualità del loro asfalto é peggiore di quello delle strade.
Quindi, prima preoccupiamoci di spianare la strada ai ciclisti, in tutti i sensi, e SOLO quando questo sarà fatto (in Italia ci vorranno credo anni) si potrà pretendere di far rispettare le norme, etc etc


Riccardo I 24.08.09 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Per me possono andare tutti a Cagare!Chiaro?

Luciano B., Verona Commentatore certificato 24.08.09 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Questa é una legge incostituzionale ,perchè di fatto discrimina il ciclista patentato dal ciclista senza patente.

francesco.l 24.08.09 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi ha inventato questa interpretazione della patente come "attestato di conoscenza del Codice della Strada"???
La patente e' una "ABILITAZIONE ALLA GUIDA" di una determinata categoria di veicolo. IL CODICE DELLA STRADA DEVE CONOSCERLO CHIUNQUE (PEDONI COMPRESI) UTILIZZI LE PUBBLICHE VIE e STRADE. Forse che il pedone puo' permettersi di non conoscere le regole della circolazione stradale? Come e dove si puo' attraversare? Dove non si puo' andare?
La decurtazione dei punti ha il senso di diminuire progressivamente, fino a revocarla, l'abilitazione a condurre i veicoli per i quali si era stati abilitati in caso di recidiva nelle infrazioni. Decurtare punti alla patente di guida per infrazioni commesse alla guida di un veicolo per il quale NON e' richiesta la patente (o addirittura per infrazioni commesse da pedoni) e' un illogico totale ed e' anticostituzionale perche' differenzia le sanzioni senza un motivo valido come aggravante.

Roberto FURLAN Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vday 3 !

montanara bella 24.08.09 14:46| 
 |
Rispondi al commento

carissimi,
avrei un'idea da proporre:
riconsegnare le patenti in questura e andare tutti
in bici o a piedi, piano piano..
hihi.che risate

cristina menconi 24.08.09 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Urge un Vday 3.

marina l. Commentatore certificato 24.08.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho ricevuto una sgridata da un vigile perchè pedalavo e parlavo al cellulare.......mi è sembrato di essere tornata bambina,quando i miei mi sgridavano per una marachella.....ma cavoli non si può proprio più fare niente, senza rischiare una multa!!!...

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 24.08.09 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con Giorgio D., manca la cultura dell'educare, in ogni campo,e chi governa gode di questa situazione perchè potrà sempre punire chi non ha coscienza... anche il pedone distratto o rincoglionito può essere pericoloso per sè e gli altri...

marina l. Commentatore certificato 24.08.09 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Il terremoto si è fatto sentire dalle parti di coloro che pretendono di governare e di fare le leggi. Ora ci vorrebbe una scossetta di ottavo grado. A volte la Natura è benigna con i "popolacci". Oremus.

Alberto Gramaccini 24.08.09 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Eccellente, concordo e sottoscrivo quanto asserito da Giorgio D.:

Gli automobilisti esclusivi ritengono di essere dei principi, "spostate quando passa Bruno" citanto gassman nel "sorpasso".

Viziati anche da questo governo che farà strade "apposta" per ridurre i disagi (non che siano necessarie) degli automobilisti.

Corretto, riprendiamoci l'ambiente, vivere più sano, invece di avere sempre il culo sull'auto, di esasperarsi per 2 minuti di fila, e, soprattutto, vivere l'ambiente, andando a piedi, a correre, in bici e non nascondendosi dentro una scatola di latta ogni volta che si lascia casa.

Questo, in Germania, visto che è stata citata in questo blog già avviente.

Naturalmente l'italia, che, in termni europei è un paese quasi sottosviluppato, fa coincidere il benessere con la comodità del trasporto pirvato, essenzialmente automobili.

Il che la dice lunga sull'arretratezza della mentalità di questo paese, da anni 70.

"Sprecare è bello" dovrebbe essere lo slogan.
Oppure "Da casa tua alla spiaggia con l'aria condizionata" un altro.

Poi si lamentano della mancanza dei parcheggi, dei graffi sulla vernice, delle bozze sulle portiere.
E cosa vi aspettate, sempre chiusi in macchina, riuscireste a creare un ingorgo anche con un autostrada per automobile a disposizione.

Ricordate, un auto, anche da ferma, necessità di 10 metri quadri (considerando le manovre per uscire dal parcheggio), la bici, si e no, 1 e mezzo, e, al limite, la porti a spalla, quindi la pacheggio anche oltre i muretti in spiaggia.

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Adesso ho capito la legge...vuole ritirare la patente a Prodi, xchè Prodi o gira in bici o in pulman,e siccome il pulman non lo guida Prodi...

giuseppe perna 24.08.09 14:16| 
 |
Rispondi al commento

@ Stefano: magari quei 2 che hai incrociato non erano "ubriachi" ma erano solo 2 persone POVERE che non possono permettersi l'auto e che per un qualsiasi motivo volevano muoversi di sera. Magari hanno solo le bici che sono riusciti a procurarsi, senza catarifrangenti, ma suppongo non fossero in mezzo alla strada ma a bordo strada come è normale che sia.
Che dovrebbero fare secondo te? Non uscire? Uscire a piedi? (ancora più pericoloso).
E poi sei convinto che i catarifrangenti o le lucine li aiutino molto ad essere più visibili? Come il giubbottino catarifrangente per i pedoni? Ma davvero siamo arrivati al punto che bisogna togliere alla gente la libertà di CAMMINARE per dare spazio alle automobili?
La STRADA, il REGNO DELL'AUTO.
Ma per cortesia, restituiamo gli spazi alla gente, torniamo a vivere nel verde e smettiamola di creare un mondo di cemento, di vivere in alveari e rinchiusi in lattine di metallo che diventano le nostre padrone.
E smettiamola con le leggi IDIOTE.

Giorgio D. 24.08.09 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A questo punto bisogna togliere i punti anche ai PEDONI dato che anche loro possono essere ubriachi. Allora a questo punto si torna a quanto dicevo nel post sulle droghe: togliamo la patente direttamente a chiunque abbia mai bevuto qualcosa di alcolico in vita sua, quindi esclusi alcuni rari super astemi, a TUTTI.
Al signore che poi ha scritto che i ragazzi idioti vanno in bici per potersi ubriacare, dico che questo è un effetto IDIOTA di una legge IDIOTA. Sono il primo a dire che un ubriaco o strafatto in auto è pericoloso, però CHIUNQUE sia stato in discoteca 4 ore a rincoglionirsi è PERICOLOSO anche se non ha bevuto NIENTE, però non facciamo una legge per chiudere le discoteche.
Non si può fare leggi per impedire OGNI COSA che possa potenzialmente essere pericolosa, altrimenti smettiamo sia di vivere che di LAVORARE (ricordate il numero dei morti sul lavoro in Italia?).
Le leggi servono per PUNIRE comportamenti sbagliati, punto. NON SONO EDUCATIVE. Bisogna EDUCARE. Io mi sono ubriacato poche volte in vita mia, e non ho mai guidato da ubriaco, eppure questa legge mi punisce anche se mi bevo quel mezzo bicchierino di grappa dopo una cena luculliana, ma non si chiede se mi rallenta di più la grappetta o quelle 20 portate che mi sono scofanato. Rallentato non vuol dire automaticamente PERICOLOSO. Sono pericoloso se NON MI RENDO CONTO di dover essere più prudente, dato che sono rallentato. Al mattino siamo tutti più rincoglioniti alla guida, ma allora proibiamo di uscire in auto dalle 4 alle 10 di mattina?
Non so, ma ci ragionate sulle cose prima di spararle, o vivete sempre e solo nella PAURA di fesserie dette dai TG che poi esorcizzate con le LEGGI?
Ricordo ancora le leggi approvate sulle museruole ai barboncini e ciuaua per evitare aggressioni agli esseri umani: RIDICOLE.

Daltronde viviamo rinchiusi in prigioni di cemento come ai tempi delle incursioni barbare, e pensiamo di essere "civilizzati"... -__-

Giorgio D. 24.08.09 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con te Beppe, sul fatto che tanto lo stato fa queste cose per intascarsi più soldi possibile.

Ma se un ciclista in seguito a questo provvedimento viene multato si vede che se lo meritava.
Io l'altra sera tornavo da una cena fuori e su un vialone di campagna ho incrociato sulla mia strada due ciclisti senza luci nè catarinfrangenti. Me ne sono accorto all'ultimo, perchè i vialoni di campagna senza luci non aiutano in questi casi. Per fortuna o avuto la prontezza di reagire e ho evitato loro ed un frontale con una macchina che sopraggiungeva. Ma se non ce l'avessi fatta?

Il ciclista, come il pedone o chiunque si affacci con qualsiasi mezzo sulla strada deve conoscerne le regole per evitare di far male a se e soprattutto agli altri.

Magari la minaccia di una sanzione eviterà altri comportamenti pericolosi, sai come siamo fatti noi italiani: non capiamo finchè non ci tocchi i soldi.


Concordo pienamente con Nicola Rindi,
quello che ha descritto è esattamente quello che succede e vive un qualunque ciclista, ovviamente, gli artefici di tale comportamento sono automobilisti che non hanno mai inforcato una bici.

Se lo avessero fatto, si renderebbero conto dell'estremo pericolo delle manovre descritte.
Posso aggiungere che un automobilista che è anche ciclista, rispetta senza ombra di dubbio gli altri ciclisti, proprio perchè vive entrambe le esperienze.

E' altrettanto vero che nei paesi mitteleuropei le sanzioni sono simili alle attuali italiane, con qualche piccola differenza:
Ad esempio la netta separazione tra piste ciclabili e carreggiata, spesso separate da un marciapiede rialzato e non, come avviene in Italia, solo da un colore diverso.

In Italia, rimanendo in tema, le pista ciclabili sono costantemente invase da moto, auto e persino autobus, usate come parcheggi per carico-scarico.

Ho visto personalmente due furgoni parcheggiati uno su pista ciclabile e l'altro dirimpetto, in modo da lasciare solo lo spazio per un auto tra loro, dietro al furgone sulla pista ciclabile si è fermata una volante dei carabinieri, 4 frecce e via al bar, nessun attenzione ai due furgoni.
Dubito che in Germania si assista a cose simili.

Aggiungo che, sanzionare in questo modo veicolo extrapatente, equivale a preoccuparsi, in caso di furto dell'auto, dei guanti dimenticati sul cruscotto.
Tutto questo considerando lo stato di semianarchia delle strade italiane.

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Extra terrestre, portami viaaa..."
Povera italia e poveri italiani! ciao beppe

marina l., zoagli Commentatore certificato 24.08.09 13:34| 
 |
Rispondi al commento

E' una st.....ta perchè il ciclista se non rispetta le regole ci rimette le penne quindi in strada deve per forza stare attento ! Comunque alla faccia loro ieri ho comprato un'altra bici !!!

Wandel Thoreau Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non esiste medicina che possa curare le conseguenze degli scarichi dei veicoli a combustione dei derivati del petrolio. Così tali veicoli, che oltre ad essere causa di incidenti che provocano vittime pari a quelle di una guerra mondiale, sono anche causa di gravi malattie -l'auto privata nuoce gravemente alla salute causando malattie incurabili, sopratutto ai bambini-. E chi non ha ne auto e ne moto? Viene danneggiato e non rimborsato. Chi non ha auto e moto o è persona responsabile e di coscienza o molto probabilmente ha problemi economici, ciò significa che oltre a dover subire ulteriori danni dal prossimo, quelli di salute, viene anche trattato con medicina di "serie c o giù di lì" intossicandosi ancora di più. Chi non possiede suddetti veicoli dovrebbe ricevere un rimborso del danno che quotidianamente subisce da tali veicoli.

Gianni Carlevaro 24.08.09 13:22| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
VENDETTA TRASVERSALE DELLA LEGGE, VENDETTA TRASFERSALE DELL'ANTISTATO SU UN MEZZO ECONOMICO ED UTILE COME LA BICLETTA, ABOLIAMO QUESTA LEGGE ABONIVOLE APPENA POSSIBILE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 24.08.09 13:10| 
 |
Rispondi al commento

sono appenna tornato da una vacanza a berna, strasburgo, friburgo dove la bicicletta è il mezzo più diffuso, perfino i poliziotti girano in bici!!!
quì a genova sono state disegnate 2 piste ciclabili subito dopo uno spazio in cui hanno messo quelle bici elettriche forse da affittare, queste piste lunghe circa 100 metri dopo un breve tratto su strada continuano sul marciapiede!!!
cosa vorrà dire questo????

tommaso stanizzi 24.08.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

andare in bicicletta o andare a cavallo è una questione di cultura. nei paesi nordici, e in poche città italiane la bicicletta è usata come mezzo di trasporto che non inquina, così come il cavallo. non passerà molto tempo che dovremo berci il petrolio e tornare alla bici e al cavallo.

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 24.08.09 13:04| 
 |
Rispondi al commento

C'è molti di noi, un equivoco: pensiamo che il blog sia contro le multe ai ciclisti che violano il codice della strada, ma non è così.
Le multe per i ciclisti che passano col rosso o commettono altre infrazioni sono già previste da quando c'è il codice della strada (che nessuno le faccia è un altro paio di maniche), e non sono affatto contrario a questo. Tuttavia mi chiedo che senso abbia multare un ciclista se passa col rosso, quando, ad esempio, se si mette in fila come previsto dal codice, poi al momento del verde ci incazziamo se non parte veloce come una moto! O quando arriviamo a una rotonda e gli tagliamo la strada se il ciclista deve prendere la 2 o la 3 uscita della rotonda e noi automobilisti dobbiamo andare alla prima uscita (me l'hanno fatto quando ero ciclista e più di una volta tantè che ho smesso di usare la bici per questo e per altre forme di pericolosi comportamenti fatti da automobilisti INCAPACI DI GUIDARE).
Insomma siamo arrabbiati non per la sanzione in se del taglio punti che potrebbe anche non essere sbagliata in se, come ci ricordano chi vive nei paradisi per ciclisti olandesi o tedeschi, ma ci arrabbiamo perchè sappiamo come andrà a finire: IL SOLITO FESSO CHE PERDERA' LA PATENTE PER AVER BEVUTO 1 BICCHIERE DI VINO A PRANZO E POI ESSERE USCITO IN BICI, E, AL CONTRARIO, UNO STORMO DI COCAINOMANI CHE POTRANNO CONTINUARE A GUIDARE IMPUNITI CON FERRARI E PORSCHE.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Per il signor Fabio:

"Pensate se di notte doveste girare in macchina incontrando ogni dove ciclisti ubriachi, gente sullo skate ubriaca, etc etc"

Ma dove sta scritto che il codice della strada debba essere fatto per "semplificare" la vita degli automobilisti incasinando quella degli altri?

Da dove viene questa presunzione che l'automobilista ha, moralmente, più diritti degli altri?

Se l'automobilista ha uno ubriaco vicino sta attento, cosi come quando un cicloamatore la sera esce in auto sta attento agli imbranati che fanno quello che pare al volante.

E' assurdo pensare che la strada sia fatta per gli automobilisti e vista solo dagli automobilisti.
E chi l'ha detto, secondo quale principio?

E' proprio quest'arroganza che supporta l'idea che quando passa l'automobilista, tutti si debbano scansare, come Gassman nel "sorpasso", ma de che?

Se c'è un mezzo lento, che sia uno scooter regolare, un ape, una bici e non c'è lo spazio, stai dietro e aspetti.

Questo sostiene il codice della strada.

Secondo:
Lasci perdere la nenia "del pericoloso per se",
se un automobilista non vuole allacciare la cintura di sicurezza, se un motociclista non vuole mettere il casco, sono affari suoi, si fa male lui in caso di incidente.

E lasci perdere anche "i ragazzi che vanno in bici ad ubriacarsi", perchè potrei aggiungere che possono andarci anche a piedi.

Multiamo i pedoni ubriachi?

Perchè non fare i controlli all'uscita dei ristoranti e multare tutti i pedoni ubriachi?

Vorrà dire che i ciclisti andranno tutti in auto, tanto si paga la stessa cifra.
Perlomeno non fatico inquino di più e faccio più rumore..

Un ottimo provvedimento nella direzione del rispetto dell'ambiente, degno di questo governo.

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 12:51| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,

perchè dovrebbe essere una stupidata quella di togliere punti alla patente a chi va in bici?
Seguite questo ragionamento: soglia di alcohol zero per i neopatentati (vogliamo o no diminuire le morti sulle strade?), e tra i più furbi troviamo i ragazzi che decidono di uscire in bici, così possono ubriacarsi per bene. Andare in bici ubriachi la notte credo sia abbastanza pericoloso per se e per gli altri, e cosa si può fare per fermare questa moda? Si potrebbe vietare di andare in bici ubriachi, e allora quanto crediate che ci mettano i più furbi a iniziare a uscire in monopattino etc? Per questo si vieta di usare qls mezzo quando si è ubriachi, e a ragione: una persona ubriaca in pattini a rotelle non è pericolosa secondo voi? Finchè gira in un centro città dove non ci sn macchine forse, ma se già va su strada è pericolosa, per se e per gli altri. L'unico modo per evitare tutto ciò è fare leggi drastiche. Pensate se di notte doveste girare in macchina incontrando ogni dove ciclisti ubriachi, gente sullo skate ubriaca, etc etc, e l'unico modo per evitare tutto ciò è usare il pugno di ferro.

Io penso che dovrebbe bastare il buonsenso e un po di intelligenza a dirti di non uscire in bici ubriaco, ma dato che oggi non funzona così non ce altro modo che fare quete leggi.

Mi vergogno solo che noi oggi abbiamo bisogno di essere "curati" così a vista, perchè da soli non siamo in grado di badare alla nostra incolumità e a quella degli altri.

Fabio Rimoldi 24.08.09 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Suggerimento. Se avete la patente , siete in bicicletta , state passando col rosso ed un vigile in macchina vorrebbe fermarvi il suggerimento è : Cambiate rapporto , pedalate controsenso più velocemente possibile , e raggiunta la debita distanza alzate il dito medio.

Simone Curini 24.08.09 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ludwig o chiunque abiti in Germania, Francia, Olanda Svizzera ecc ecc e ditemi per favore, se un automobilista in Germania, non si ferna a dare la predecedenza a un pedone sulle strisce oppure parcheggia in una pista ciclabile o su un posto riservato ai disabili o sul marciapiede non lasciando spazio nemmeno a uno che cammina senza problemi per passare viene multato?
In italia no...

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le leggi in italia sono solo diventate una attività commerciale volta a fare soldi.

Mi capita sempre piu spesso di vedere gente che passa i posti di blocco a 200km all'ora impunita con la faccia del poliziotto di turno sgomenta.

poi passa un disgraziato che ha le gomme lisce perchè senza soldi ed ecco sche fiocca la supermulta.


siamo arrivati agli sgoccioli dalla credibilità dello stato.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 24.08.09 11:57| 
 |
Rispondi al commento

anche la guida del passeggino?

anche la guida delle cibatte e degli stivvali?

hahahahhahahhahahahhah


ma che VERGOGNA!!!!


NON ESISTE NEPPURE IL MODO DI DIRE GUIDARE LA BICICLETTA TANTOCHE' USA DIRE ANDARE IN BICICLETTA E NON GUIDARE LA BICICLETTA.


FATE UNA PROVA SU ALTAVISTA!!!

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 24.08.09 11:51| 
 |
Rispondi al commento

dico solo una cosa...al di la' di inutili polemiche tra automobilisti e cicilisti....
io sarei anche d'accordi (parlo da amante della bici) ad un codice severo anche per i ciclisti.
ma saro' d'accordo su questo solo quando ci saranno piste ciclabili sicure, segnalate, con cartelli stradali ben visibili. Se i nostri ministri delle infrastrutture non sanno di cosa parlo vadano in francia o in olanda...non chiedo la luna...
quando potro' fare almeno 20 km su una pistaciclabile senza dover attraversare statli suicida...saro' d'accordo ad un codice stradale per le bici, con relative sanzioni

Luca Corradino 24.08.09 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo cosa ci sia di strano. Abito in germania da un paio d'anni e qui le multe ai ciclisti con tanto di punti patente le fanno senza nessun problema.
Se vai contromano, se non hai le luci, se sei ubriaco alla guida di una bicicletta......
E qui le biciclette sono MOLTO usate.....

Sandro A. 24.08.09 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da gente così questo e altro!

http://www.youtube.com/user/AntiLegaNord#play/uploads/0/yX4yMQCLwes

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 24.08.09 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi se un ciclista non ha la patente paga la multa e continua a fare i c..zi suoi, mentre se ha la patente la rischia.
Credo sia una schifezza.

Franco B. Commentatore certificato 24.08.09 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare una proposta ai non-ciclisti:

Proviamo ad invertire le parti, voi andato in bici e io vi faccio il pelo a 20 centimetri dal gomito con la mia macchinetta.

Lo faccio una ventina di volte in 10 km.

Poi vediamo se, dall'alto del vostro pontificare contro i ciclisti, cambiate idea, visto che chi "intralcia la circolazione" delle auto sono i ciclisti.

Naturalmente, sempre che siate in grado di scendere dalle vostre fedeli macchinette che occupano 10 metri quadri di asfalto e che, stranamente, non ingombrano.
Parcheggiate ovunque vogliate, anche in mezzo alle piste ciclabili.
Non mettete le frecce quando tagliate la strada negli incroci ai ciclisti, da perfetti rincoglioniti.
Suonate all'incrocio non appena scatta il verde, perchè il ciclista che, stranamente, si è fermato con il rosso, non è scattato come pantani.

A fare di tutta l'erba un mazzo, come si suol dire, e sostenere che TUTTI i ciclisti sono indisciplinati, vanno sui marciapiede, passano con il rosso, equivale a dire che tutti gli automobilisti (esclusivi, ovvero quelli che sono sempre con il culo in macchina) sono dei delinquenti, che non danno la precedenza, che non rispettano il limite, che se ne fregano degli stop.

Ovviamente non è cosi, ma, ripetto facciamo il test:
Voi in bici, una cosa leggera, 20 km, roba da vecchietti con infarto, e io vi faccio il pelo con la macchinetta figa ad un palmo da voi.
Poi forse, cambierete idea.

Va da se che la supponenza di alcuni italiani è sconcertante, parlano senza avere la minima idea di quella che è la realtà.
Inutile aggiungere che voi, automobilisti viziati e sedentari, siete tra questi.
Sfortunatamente per la nostra democrazia, anche i dementi hanno diritto alla parola e al voto, unico difetto della medesima.

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Decisamente daccordo con Giuseppe V.: i punti sulla patente sono nati affinchè raggiunto un limite di infrazioni si bloccasse l'uso del veicolo sospendendo la patente. Ma se commetto infrazioni in bici e raggiuno quota zero punti...posso continuare a commettere infrazioni in bici. Non ha senso. Anche il fatto che chi ha la patente si veda decurtato i punti e chi non ce l'ha no. E' una discriminazione, tanto più che già erano previste le multe ai ciclisti. Ricordiamoci poi, per la questione sicurezza, che chiunque può essere pericoloso, anche a piedi! Ma se andiamo ad analizzare gli incidenti stradali mortali è sempre la componente automobile la causa maggiore. Di sicuro il ciclista che va contromano, che passa con il rosso ecc...è pericoloso e quanto mai fastidioso. Ma c'è da dire che anche l'automobilista passa volentieri con il rosso, va in contromano, usa il segnalatore acustico a sproposito (altamente sanzionabile ma nessuno se ne occupa). Per quanto riguarda l'avversione nei confronti dei ciclisti che vanno in gruppo, beh...in Spagna è contemplato, da noi un giorno potrebbe finalmente esserlo. Per quanto riguarda le piste ciclabili non utilizzate: molte volte, qui in Italia, conviene viaggiare su strada normale perchè tali piste sono talmente disastrate e PERICOLOSE! GIà le piste ciclabili risultano essere pericolose: da quelle larghe solo 40 cm, a quelle che prevedono l'attraversamento al centro delle intersezioni ( e non a lato marciapiede), a quelle che ti fanno fare il giro panoramico con tanto di ostacoli, mentre tu hai fretta di arrivare al lavoro...Quando si faranno delle piste ciclabili come si deve allora saremo tutti più sicuri. Per adesso ricordiamoci sempre che il ciclista è molte volte vittima di comportamenti sconsiderati degli automobilisti e che nel 99,99% dei casi in un impatto tra auto e bici l'automobilista ne esce con una riparazione al veicolo e il ciclista entra in ospedale, con conseguenze che si porterà dietro tutta la vita.

carlo rossi 24.08.09 11:29| 
 |
Rispondi al commento

è solo l'ennesimo raschia barile , serve solo per prendere più soldi ,a me piace andare in bicicletta ,qui dove abito è proibito per natura ,nel senso che il codice della strada è a interpretazione rischi la vita pure sui marciapiedi
e ci preoccupiamo delle bici

august p., torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Questa è un'ingiustizia, io ho 30 anni e sto facendo adesso la patente sperando di aumentare le mie possibilità di trovare un lavoro (magari fuori città).Quindi è da sempre che giro in bici o con i mezzi pubblici. A Milano girare in bici è da eroi! Intanto grazie a noi c'è meno traffico e meno smog e solo per questo dovreste baciarci il culo. Poi dove sono le piste ciclabili a Milano? E' tanto comodo mettere bici ed auto sullo stesso piano vero? ma non lo siamo, non abbiamo gli stessi diritti sulla strada e chi è in bici rischia di farsi molto male, basta che un cretino non guardi prima di aprire la portiera e se non ci danno la precedenza noi schiattiamo, non ammacchiamo il mezzo e basta. Complimenti a Milano la città dell'expo sostenibile. Io giuro che se un vigile ci prova solo a farmi la multa gli salto al collo, basta! Non rispondo più delle mie azioni.

alice squarzina 24.08.09 11:25| 
 |
Rispondi al commento

che molti ciclisti siano dei DEFICIENTI è una cosa appurata già da molto tempo, da quando sono state ammesse alla circolazione stradale,quelle biciclette di serie che escono prive di qualsiasi segnalatore luminoso che, se di giorno sono funzionali, la sera diventano una MINA VAGANTE per gli automobilisti.Ho avuto già più
discussioni con ciclisti che si atteggiano a PADRONI DELLA STRADA in condizioni sfavorevoli ma ovviamente senza risultato (verso sera un ciclista con tanto di figlio a bordo, richiamato perchè privo di luci, aveva ancora delle ragioni da opporre)perciò il male come al solito lo provoca chi non ha un benchè minimo senso della sicurezza propria e altrui. Il che non giustifica certo quel barbaro provvedimento di togliere punti sulla patente al ciclista-automobilista perciò sarebbe opportuno rivolgere una domanda ad un tribunale preposto per far rispettare i doveri ed i diritti dei cittadini. Le famose biciclette prive di qualsiasi segnalatore luminoso,chi circola in modo disinvolto e la CRONICA CARENZA di piste ciclabili che, i governanti in genere NON VOGLIONO perchè se si circola in AUTO, va tutto a beneficio dei suddetti PARASSITI,il motto da sempre è CONSUMA E INQUINA che noi dobbiamo guadagnare (il noi comprende anche le FORZE DELL'ORDINE,se fermiamo le auto, chi da lo stipendio a questi parassiti?)Perciò, come dicevo, sarebbe opportuno un ricorso ad un tribunale (TAR, CORTE COSTITUZIONALE ecc. ecc.) per capire se provvedimenti di questa portata siano lesivi del diritto verso le persone corrette, sappiamo bene che se si incontra un vigile troppo vigile ma di scarsa intelligenza, si può andare incontro a problemi. Vediamo che si può fare ne frattempo e chiediamo che vengano messe al bando quelle infelici biciclette prive dei segnali di sicurezza.

emilio f., voghera Commentatore certificato 24.08.09 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Personalmente, direi che è paradossale...
Posso essere d'accordo su una pena pecuniaria, anche il ciclista deve rispettare il codice! La questione dei punti è assurda, com'è possibile togliere punti a chi guida un mezzo per cui la patente non è richiesta? Ma bene, siamo ormai asuefatti da questi paradossi legislativi all'italiana.
Vien piuttosto da pensare che siano le leggi stesse ad essere un'istigazione a delinquere!
Meglio non avere la patente... non avere l'assicurazione... non avere un conto in banca... insomma.... meglio non avere un cazzo!
Tanto? che ti fanno? male che ti vada, ti ammazzano in carcere! :)

Com'era la canzone di Tenco? ah si... vedrai... vedrai... vedrai che cambierà! (prima o poi passeranno a miglior vita pure questi)

Blu

Blu Notte 24.08.09 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Uelà Beppe!
Ma perchè criticare sempre tutto a priori?
Hai mai visto come gira in bici la gente? In città prova a contare le gente che gira sulle ciclabili e quanta ne gira fuori. A mazzi!! E se investo un ciclista fuori da una ciclabile ho una attenuante? E vogliamo parlare degli allegri corridori che con sprezzo del pericolo girano in gruppo come al giro? Non ce l'ho coi ciclisti ma se io in auto devo rispettare delle regole mi pare sensato che anche loro lo debbano fare. Ave

Zagor Tenay Commentatore certificato 24.08.09 11:10| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Chi va in bicicletta deve rispettare il codice stradale:quindi,non deve attraversare con il "rosso".
Chi va a piedi deve attraversare sui passaggi pedonali e non deve gettarsi a tuffo sulle "zebre".
Chi va in motocicletta non deve attraversare i centri abitati a 100/h e sulla strada normale non deve superare i 90/h.Inoltre sull'autostrada non deve superare i 130/h.
Idem per gli autoveicoli.
Quando le persone capiranno di rispettare queste piccole ma utili cose,le leggi non serviranno più.E' solo questione di cultura e di buon senso.

Giuseppe V. Commentatore certificato 24.08.09 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Domanda se andare in bicicletta da titolo per togliere punti alla patente di guida, VUOL DIRE CHE A CHI VIENE RITIRATA LA PATENTE NON PUÒ GIRARE IN NEPPURE BICICLETTA.

Mettiamo che uno sia fermato per un’inflazione in bicicletta e gli chiedono se ha la patente,

Risposta:
No non l'ho disponibile, me la hanno già ritirata.

- Che fanno tolgono i punti a memoria futura

Paolo R. Commentatore certificato 24.08.09 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Per Giorgio P. e altri sostenitori di questo provvedimento:

Preciserei che esiste una piccola differenza tra motorini e bici, metterle nella stessa categoria puo' essere fatto solo da un automobilista incallito, di quelli che vanno al cesso in auto, tanto per intenderci.

Inoltre, vorrei ricordare che parlare di "deterrente" contro i pericolosi ciclisti (tirando fuori nientemeno che la legge di Newton sull'inerzia) equivale a dire che i ciclisti sono dei delinquenti per strada, il che non è vero.
Il ciclista, se allenato, puo' mantenere una velocità costante superiore, si e no, ai 40 orari, in caso di urto è completamente esposto.

Il motorino tutt'altro, non ci vuole nulla per andare a 80, basta girare la manetta.

Nella realtà quello a cui si assiste, ma lo sanno solo i ciclisti, e che i ciclisti vengono spesso ignorati dagli altri veicoli e anche dai pedoni, che se ne fottono se il ciclista ha la precedenza.

Chi ci rimette è, dunque, quasi sempre il ciclista, altro che sciocchezze dette da persone ignoranti su questo blog.

I ciclisti, per chi non lo sapesse, devono sempre stare attenti che gli altri diano loro la precedenza, quando ce l'hanno, devono sempre stare attenti a non essere tamponati da qualche automobilista rincoglionito, o a quelli che tagliano loro la strada con scooter o moto, macchine, camion e cosi via.

E con questo comportamento dei conducenti di veicoli a motore uno, onestamente, se la sente di sostenere questo provvedimento?

Dev'essere o un cretino o un leccaculo di Berlusconi, perchè altrimenti non si spiega.

Per il signor Ludwig, lei è d'accordo sul deterrente? Bene, allora introduciamo il sequestro del mezzo e un paio di giorni di galera per chi gira con veicoli non a norma.
Questo provvedimento sarebbe ben minore, come severità, di questa fessereia del governo.
Tra l'altro, in linea con quanto viene fatto in europa.

Gente, vedete un po' di usare il cervello prima di scrivere stupidaggini...

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo me quello punitivo non è il giusto atteggiamento nei confronti dei ciclisti. Soprattutto verso chi andando in bici non inquina, non genera traffico, non fa rumore ... mi sembra un disincentivo all'utilizzo del mezzo ecologico. Soprattutto in molte città dove la nuova viabilità tende a creare lunghissimi sensi unici, è difficile costringere un ciclista a fare un percorso lunghissimo per giungere a meta. Per ciò che mi riguarda trovo questo giro di vite un pò esagerato. la decurtazione dei punti poi è assurda. credo proprio che se qualcuno proverà a fermarmi scapperò via ... che mi inseguano con l'auto in mezzo al traffico!!!!
Questa italietta comincia a farmi veramente pena. Antonio, 31 anni

Antonio Ruggiero 24.08.09 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente un provvedimento giusto!!
Le bici e gli scooter hanno un codice stradale particolare,infatti ognuno pensa di poter fare ciò che gli pare.Per le bici,poi,tutto è lecito,e se viaggiano contromano,sul marciapiedi e non ti sposti subito si incazzano pure.Se non vi sono sufficienti piste ciclabili c'è un'altra soluzione,andare a piedi,e sperare di non venire investiti da qualche stronzo che va sul marciapiedi in bici.

sergio simone 24.08.09 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh, che cosa ci aspettiamo da un paese governato dai peggiori eletti dai loro simili?

Invece di inventarsi assurdi regolamenti inutili, che pensino a potenziare il trasporto pubblico.
Imparino da Tokyo: ho visto pochissime auto in centro, tanta gente in bici, con tutte le conseguenze su smog e tranquillità (per quanto caotica sia la grande città piena di gente a piedi). Questo perché? Servizio metro CAPILLARE, efficiente al secondo, pulito e rapido.

Raffaele L Commentatore certificato 24.08.09 10:20| 
 |
Rispondi al commento

La multa è giusta e c'era già per bici, ecc, ma non capisco i punti della patente: per andare in bici non serve la patente e quindi se li ritirano a me che sono patentato e quindi informato sulle regole della strada, perchè devo essere discriminato a favore degli ignoranti minorenni?
Solo per far girare l'economia...e solo per non colpire sempre e solo i poveri autoIMmobilisti!
Vedremo se i vigili mi beccheranno...posso sgusciare dove voglio, se mi beccano passare col rosso, per non farmi prendere passerò su marciapiedi, entrerò in cortili, sgattaiolerò per sentieri dei parco...byebye strunz!
Speriamo che non impongano targa, casco e tuta fluoerescente! Sarebbe troppo gay!


In questo paese,i cari politici,devono imparare una cosa molto importante,prima di decidere le sanzioni per quanto riguarda il codice della strada,perchè non mettono il cittadino nelle condizioni di muoversi con mezzi pubblici o meglio ancora,perchè non integrano le piste ciclabili nell'idea di urbanistica attuale.FORSE NON CONVIENE??????

roberto livoti, torino Commentatore certificato 24.08.09 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Un altro modo molto furbo per rubare soldi ai cittadini. Io comunque continuerò ad andare in bici sui marciapiedi perchè dove abito io non ci sono piste ciclabili e le vie sono molto trafficate.

Sabina M., Biella Commentatore certificato 24.08.09 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
stavolta sono d'accordo con il provvedimento preso dal Governo...

Mi dispiace, ma l'assoluta incoscenza di molte persone che vanno in bici, a piedi o in motorino, deve trovare un qualche deterrente!

Non è che per il fatto che si è in bici o in motorino si possa passare agli incroci quando il semaforo è rosso, andare contromano, saltare sui marciapiedi, ecc.
Così si rischia la vita e la si fa rischiare anche ad altri...

Se gli italiani non rispettano loro per primi le regole più basilari è inutile chiedere poi a chi ci governa di fare altrettanto!

Poche volte mi sono trovato d'accordo con i provvedimenti del governo (l'ultima era stata quella di vietare il fumo nei locali pubblici), ma questa volta devo dire che hanno fatto bene!

La libertà del singolo non deve mai nuocere agli altri!

Giorgio P. Commentatore certificato 24.08.09 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Segnalo un'ineasattezza... muli e cavalli e asini, se sono montati, non sono "veicoli" ma "animali": la strada infatti è destinata alla circolazione "dei pedoni, veicoli ed animali". A meno che i bravi quadrupedi non siano montati, ma usati per trainare "un veicolo a trazione animale", allora il carro è veicolo, ma l'animale resta animale.

C'è una profonda ingiustizia nelle sanzioni pecuniarie: colpiscono diversamente in base al reddito. Una sanzione di 1000 eur può essere un disastro per qualcuno, può essere una sinecura per altri. E' impensabile ma affascinante pensare che attraverso le sanzioni economiche "ciascuno contribuisca secondo le sue possibilità": vi immaginate che la stessa infrazione produca, che so, una multa di 50 eur a un poveraccio e di 50.000 eur a un prepotente ed arrogante riccone? Il problema è solo che questi ultimi sono spesso anche evasori fiscali... :-(

Alessandro Brollo (alexbrollo), Monfalcone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo distruggendo il pianeta,con la nostra stupidità e come dice benigni non c'è rimedio ad essa.I nostri politici(rimango perplesso dal grande ciclista PRODI)non hanno saputo fare di meglio che sanzionare in maniera assurda dei comportamenti gia di per se sanzionati dal cds.Sicuramente e più complicato e richiede conoscenza ed impegno,pensare una politica del trasporto sostenibile dove i veicoli senza motore dovrebbero avere un ruolo determinante.COMPLIMENTI ALLA NOSTRA CLASSE DIRIGENTE PROIETTATA VERSO IL FUTURO

antonio l'americano 24.08.09 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto che si creino disparità di trattamento tra chi ha la patente e chi non ce l'ha, non costituisce un elemento di anticostituzionalità? Gli aspetti principali per ogni azione che si compie, qualunque essa sia, sono il buon senso e la coscienza. Io sono un cicloamatore che compie uscite regolari in bici da diversi anni. Rispetto, o almeno cerco di farlo sempre, ogni norma del codice della strada ma anche ogni norma dettata dal mio buon senso (così non sfreccio nelle passeggiate, segnalo la mia presenza con voce o fischio, non passo col rosso, etc. etc.), e come me lo fa la maggior parte dei ciclisti. Tuttavia, come al solito e come per tanti altri casi, per gli errati comportamenti di pochi indisciplinati (rispetto al totale dei ciclisti) si è preferito colpire l'intera categoria in nome di una ormai abusatissima ricerca della sicurezza.
Così magari l'automobilista o il motociclista che non usa mai la freccia per un cambio di direzione, che si comporta come padrone assoluto della strada compiendo manovre pericolosissime incurante degli altri, che considera l'unico adattamento della guida in caso di pioggia l'aver acceso i tergicristalli, etc. etc., plaude a questo provvedimento come soluzione alla "piaga" ciclisti.
Pretendere inconsciamente ma con ostinazione la castrazione legislativa come unica soluzione di un problema è veramente da ingenui. Qualche nostro politico di oggi ma anche di ieri, è in grado di dirmi se sono mai state fatte campagne informative di comportamento per ciclisti, automobilisti, motociclisti (non amplio l'elenco solo per rimanere nell'argomento ma ce ne sarebbe bisogno)? Non mi risulta, l'unica cosa è stata inasprire o inventare sanzioni punendo anche le sciocchezze. E tutti a guardare solo perchè non è toccato a noi.
Il fatto infine che in Germania applichino già una norma analoga non deve significare che è giusta. Loro sbagliano come noi e se è ingiusta qui lo è anche là. I loro buoni esempi invece non li usiamo mai.

ugo marini 24.08.09 09:34| 
 |
Rispondi al commento

A dei criminali che "guidano" il paese cosa li togliamo?

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 09:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Amici del Blog,
per una volta mi trovo in disaccordo con la maggioranza di Noi...mi spiego:
vivo in Toscana, per la precisione in Versilia e potrete quindi immaginare la densità di biciclette con cui mi devo confrontare quotidianamente.
Adoro (come spero la maggioranza delle persone con un po' di cervello) i mezzi non inquinanti come, appunto, la bicicletta e preferirei di gran lunga un modello urbano "tipo Oxford" in cui bici e mezzi pubblici sono gli unici veicoli circolanti, ma purtroppo siamo in Italia dove due grandi problemi coinvolgono in prima persona i ciclisti:
1- la carenza di infrastrutture a loro dedicate (ciclopiste per lo più assenti o incomplete)
2- la carenza di "cultura stradale" della maggior parte dei cilisti (sportivi in primis).

Ovviamente dove mancano le ciclopiste il ciclista è forzatamente indotto a circolare in mezzo agli altri veicoli, purtroppo però spesso le ciclopiste sono deserte e ti ritrovi le bicicletta a destra e a manca e devi stare attento a non stirarne qualcuna...quindi mi chiedo...ma perché molti ciclisti si sentono nel diritto di poter violare il cds senza sanzioni?

Il discorso dei punti sulla patente lo trovo, come molti di noi, una mega-cazzata...basterebbe applicare indistintamente le sanzioni amministrative, ma non facciamo passare il messaggio che siccome la bici non inquina allora non bisogna sanzionare i ciclisti.

Ernesto De la Serna, Havana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Hallo!

Prima ho dimenticato un aspetto: se uno non ha la patente, non ha mai dimostrato di conoscere il codice stradale. Chi invece la patente ce l' ha, CONOSCE il codice stradale e agisce contro migliore conoscenza.

In questo caso, la patente è un aggravante. Il Carabiniere che uccide la fidanzata, perchè accidentalmente parte un colpo dall' arma di servizio, non c' è "non sapevo", "il nonno non mi ha mai spiegato" o "alla sicura non ci ho proprio pensato" che tenga!!


In quanto ai danni che un ciclista può fare, sono più di quanto un possa credere. In prima linea, con o senza casco, rischia la sua pelle. Poi anche quella di passanti o altri ciclisti che si scontrano o che cercando di evitarlo causano altri incidenti.
Ed i ciclisti sono ancora più esposti dei pedoni, viste le limitate possibilità di reagire: a piedi, ti fermi subito o fai immediatamente un passo indietro o di lato -- in bicicletta c'è Newton Lex I-III che ti limitano nelle tue possibilità!


Saluti!

Ludwig

Ludwig Meyerhoff 24.08.09 08:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti,
eh già, questo Governo è arrivato ai paradossi, addirittura una legge iniqua, tale è infatti una legge che prevede sanzioni differenziati in base ai diversi documenti posseduti e, peraltro, non richiesti per svolgere un attività.

A quando il ritiro del passaporto per attraversamento al di fuori delle striscie pedonali?

Come molti di voi avranno notato, le categorie di utenti della strada penalizzate da quest'ultima revisione del CdS sono ciclisti e, più o meno, automobilisti, ma non tutti, solo quelli "non ricchi".

Perchè?

Perchè i punti della patente tolti per una data infrazione si sono ridotti, aumentando, contemporaneamente, le sanzioni.
Esempio: Superare il limite di velocità di non oltre i 10 kmh (salvo il 5% di tolleranza con un 5 kmh di minimo) viene sanzionato da 38 a 155 euro di multa.
Indovinato quale multa adotteranno i vigli?

Va da se che i beneficiari di questa innovazione sono:
1.Gli automobilisti ricchi;
2.I motocilisti (come prima, visto che girano con targa orizzontale, quindi se ne fottono dei velox);
3.I motorini (50 che dovrebbero fare 50 ma, e nessuno ha capito perchè, vanno tutti almento a 80, anche dove il limite è a 50, alcuni vanno anche a 120);

Domanda ai vigili:
Dato che un veicolo elaborato (non più conforme al foglio di circolazione) puo' essere sanzionato con multa tra 360 e 1400 euro, come mai, per rimpinguare le casse del comune sanzionate, in modo zelante, gli automobilisti e non i due ruote a motore?
Come mai, dato che tra i veicoli a motore le auto sono le più silenziose, vengono tartassate per le virgole, mentre i ducatoni con scarico in carbonio e motorini e scooteroni con scarico pollini da 110 db vengono ignorati?

Per il governo:
Non vi viene in mente d'essere degli idioti, sanzionando oltremodo i ciclisti, che sono, tra gli utenti, i meno inquinanti, rumorosi e salutari?

Claudio S. Commentatore certificato 24.08.09 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Credo di non sbagliare:

In questo post ci sono riuniti i commenti + c hiari; e maturi .

W la bicicletta.
wGRILLOW.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 08:35| 
 |
Rispondi al commento

questi...si sono bevuti il cervello

samuele nesci 24.08.09 08:34| 
 |
Rispondi al commento

Al di la della battuta, la norma del cds pone l'attnzione su quei soggetti che, pur conoscendo le regole del cds (la patente è un'attestato di conoscenza, sempre che non sia comprata), decidono di violarle. Di fatto, senza patente, la norma non colpisce. Considerando le bici ed i tricicli (ape car) che fanno il cavolo che vogliono, e che si è dovuto introdurre anni fa una norma che prevedesse un patentino obbligatorio dai 14 anni, mi pare evidente che il senso delle normative è di sensibilizzare i fruitori al rispetto del codice. Poi, dato che siamo Italiani, ognuno faccia come meglio crede. Saluti a tutti.

luca t. 24.08.09 08:23| 
 |
Rispondi al commento

bellissimo... vedo già i carabinieri che fermano una ventina di ciclisti (quelli vestiti tutti colorati con le scarpette)perché non hanno i segnalatori luminosi di sicurezza

durruti buenaventura 24.08.09 08:13| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe meglio se evitassero di trasmettere modelli sbagliati alla televisione, tipo la pubblicità della MINI che sfreccia, poi scrivono di non imitare..., oppure la pubblicità della BACARDI dove il modello da seguire è uno che vomita parole in inglese per fare il figo, poi scrivono BEVI RESPONSABILMENTE..., andate a fare in culo!

Massimo S. 24.08.09 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Legge demenziale, va bene la multa ma con quale criterio ci si arroga il diritto di penalizzare la patente quando per guidare quel dato mezzo essa non e' richiesta?? Mi associo con chi ha detto che la legislazione per punire abusi dei ciclisti su strada esisteva gia' e ricordo che anche un pedone puo' venire multato se per esempio attraversa col rosso, che poi venga applicata scrupolosamente e' altro discorso... ma allora quante volte gli autovelox non scattano la foto quando c'e' l'eccesso di velocita'?? Non penserete davvero che siano sempre attivi, vero?
Una legge accanita come questa poteva essere ideata solo in questo paese, che primeggia nel mondo, e non solo in Europa per assenza di piste ciclabili.
Mi associo inoltre a chi ha gia' detto che andrebbe considerata la potenzialita' di danno che puo' fare una bici rispetto a qualsiasi altro mezzo a motore, e anche con chi ha detto che questo puo' essere un preludio per un patentino ciclistico... e perche' no, magari targa stile ciclomotore e conseguente assicurazione obbligatoria... no comment!
Ricordo pero' molto bene quando il precedente governo oso' accennare ad una proposta di legge per una soprattassa sui SUV: se avessero proposto di abolire il calcio sarebbe scoppiato meno casino, chi protestava l'ha avuta subito vinta e il testo della proposta e' stato prontamente incenerito con orrore ed ignominia. Devo pensare che in Italia ci siano moolti piu' SUV che biciclette?? Puah!

Massimo Pompilio 24.08.09 08:02| 
 |
Rispondi al commento

A parte se uno non ha la PATENTE che gli TOLGONO?
E DAI QUESTI PENSANO ALLE BICICLETTE E DOPO DEPENALIZANO IL FALSO IN BILANCIO HO L IMMUNITA ALLE ALTE CARICHE DELLO STATO.
NON SIAMO PIU ALL LIMITE LO ABBIAMO GIA PASSATO.
FORZA BEPPE CON IL MOVIMENTO DI LIBERAZIONE:

simone cameli, grottammare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 07:52| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è una legge sbagliatissima, ma ho l'impressione che come al solito sia fatta all'italiana... ovvero incompleta. Questo tipo di legge esiste già in Germania. Infatti anche per la guida in bicicletta ad esempio bisogna essere sobri e rispettare il codice della strada, altrimenti vengono tolti i punti dalla patente. Non è sbagliato. A volte anche i ciclisti possono essere un pericolo, come quando in due occupano tutta una strada.Oppure quando corrono in un'area pedonale all'impazzata, incuranti ad esempio dei bambini che in un'area come questa possono essere più liberi di muoversi. Ho vissuto otto anni a Monaco di Baviera e vi assicuro che che è davvero una cosa seria andare in bicicletta. Certo qui in Italia manca tutto il resto che non dà sicurezza nè ai ciclisti ad esempio ma nemmeno a coloro che usano la macchina. Dove abito io l'asfalto è pieno di buchi e non hanno mai pensato ad una pista ciclabile. Per quanto riguarda l'asfalto, ogni buca che vedete è da considerarsi un furto, dato che è la qualità carente dei materiali usati.
Fidatevi: siamo nel paese del mangia mangia.

patrizia monaco 24.08.09 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Intanto la notte , per tutta la notte , e non prendono mai nessuno,
sfrecciano,( rumeni albanesi cingalopakistani, egiziani ...), alcuni , veramente ubriachi, altri no' perche' maomettani,
per le strade della citta'.
Io sono allibito,
comunque per la bici ....ci vuole la laurea, tesi su garibaldi e discussione in trevinano antico,
se no'.

antonio2 i., arezzo Commentatore certificato 24.08.09 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Siamo arrivati all'assurdo..... Sarebbe come dire ad un cieco che ti multo perchè non vedi.....

Rino Castronovo 24.08.09 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Hallo!

Vivo in Germania, e quì se anche a piedi passi il semaforo rosso, ti fanno la multa. E se ti beccano che guidi la bicicletta ubriaco, ti ritirano la patente per un mese.

La domanda centrale è se il regolamento stradale va mantenuto o meno. E non se i danni che può creare un ciclista siano inferiori a quelli di un automobilista. In questo caso, sento già la scenetta: "eeeh, cosa vuole che sia, signor vigile! Sono andato in retromarcia sull' autostrada perchè ho superato il casello. Ma mica è successo qualcosa! Non ne esce mai uno, non ho rischiato nessuno -- cosa vuole che sia?!"

Saluti!

Ludwig

Ludwig Meyerhoff 24.08.09 06:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se sono in bici e mi fermano i vigili... giuro.. davvero giuro li mando A FARE IN CULO! Voglio che venga pure refistrato il mio nome e cognome
Igor Venturi, dice che se lo fermano in bici i vigili li manda a FARE IN CULO, e

se ne va...

Grazie

Igor Igor, Genova Commentatore certificato 24.08.09 05:16| 
 |
Rispondi al commento

Legge sbagliatissima!!! Certo che però alcuni (un po troppi a dire il vero) ciclisti della domenica mattina vestiti di tutto punto che mi attraversano i semafori con il rosso in velocità ti fanno gridare ECHECAZZO o no! Comunque legge sbagliata perchè come al solito non risolve una cippa, non cura una piaga sociale, non rende le strade più sicure, le quali comincerebbero ad esserlo se asfaltate come si deve, e con la segnaletica orizzontale e verticale in ordine.

fabrizio i., varese Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 02:03| 
 |
Rispondi al commento

Le sanzioni per i ciclisti c'erano già, che poi nessumo le applicasse è altrettanto certo (avete mai visto multare un ciclista che passa col rosso?) però questa mi sembra una trovata da bananna republic, quale siamo, così una persona che non ha la pantente è decisamente avvantaggiata, a meno che non sia il preludio a una nuova patente per... guidare le biciclette con relativo esame .... e IO PAGO! E IO PAGO!

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.09 02:00| 
 |
Rispondi al commento

E' guerra alle droghe leggere e all'alcool...

qualcuno ha bisogno di liquidi e il mercato della cocaina è il più rapido...

Non possiamo sempre pensare che chi legifera è in buona fede , ma inetto.

manuela bellandi Commentatore certificato 24.08.09 01:26| 
 |
Rispondi al commento

No no, hai capito benissimo. 2 pesi e 2 misure. chissà la marea di ricorsi...io lo faccio di sicuro se mi appioppano una multa con ritiro punti dalla patente. una vergogna cmq.

Cristina V, Padova Commentatore certificato 24.08.09 00:40| 
 |
Rispondi al commento

AH AH AH...
Ma al mulo o all'asino che gli tolgono???Quale sanzione devono apporre?AL PALLONE CHE GLI DICONO SCENDI DA QUESTO LATO ALTRIMENTI.....VERAMENTE INCREDIBILI
A mio figlio di 4 anni che è costretto ad andare sul marciapiede perchè non esistono piste ciclabili, che fanno, gli ritirano i punti della futura patente???

Giancarla M. Commentatore certificato 24.08.09 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Se questa legge è giusta allora anche a chi attraversa a piedi un passaggio pedonale con il semaforo rosso si devono togliere i punti della patente.
La verità è che certi politici, tanto per far ossigenare un po di più il cervello, sarebbe ora che andassero a lavorare in bicicletta invece che con le auto blu.

Antonio C., Falconara Commentatore certificato 23.08.09 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Dai dai a raccolta il mondo dei cicli.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 23:10| 
 |
Rispondi al commento

Voto e quoto tutti.
(i ciclisti)

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 23:03| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI IN BICI PROTESTIAMO ora dopo è tardi.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 23:00| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=Pvbqit3r1o0&feature=related


Berlusconi sviene
--------------------

SEMBRA UNA FIXSION

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:50| 
 |
Rispondi al commento

ora pero' (da ciclista e da automobilista) pretendo che se uno alla guida di auto, in condizioni non idonee (droghe o alcool) provoca incidenti gravi e mortali, le venga revocata la patente a vita.

paragonare i danni che posso fare (ubriaco o altro) alla guida di una bici piuttosto che alla guida di una macchina o peggio di un mezzo pesante è ILLOGICO.

in genere le pene sono commisurate ai danni che potresti provocare. quindi questa trovata non ha senso

ivan m. Commentatore certificato 23.08.09 22:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

PRESTO VEDREMO I VIGILI URBANI, POLIZIA E CARABINIERI, DAVANTI ALLA SCUOLE ELEMENTARI, MEDIE O AI GIARDINI PUBBLICI, “CHE TOLGONO PUNTI ALLE FUTURE PATENTI DEI RAGAZZINI”, E PERCHÉ NON TOGLIAMO I PUNTI ANCHE AI LORO GENITORI, DOVEVANO INSEGNALI COME CI SI’ COMPORTA PER LA STRADA.

I PUNTI LI’ HANNO IN TESTA QUELLI CHE HANNO SCRITTO QUESTA STUPIDAGGINE, PROBABILMENTE DA PICCOLI HANNO SBATTUTO LA CRAPA.

ALLORA PERCHÉ NON TOGLIERE DEI PUNTI DALLA PATENTE ANCHE A CHI VA IN GIRO A PIEDI, UBRIACO, POTREBBE FINIRE SOTTO UN AUTOMEZZO, SENZA RENDERSENE CONTO, O CADERE E FARSI DEL MALE A SE O AD ALTRI.

L’UNICA COSA DA FARE SAREBBE QUELLA DI PROIBIRE A QUESTI GENI DI SCRIVERE DELLE LEGGI, VISTO CHE SCRIVONO DELLE STRUNZATE.

Paolo R. Commentatore certificato 23.08.09 22:44| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Questa è una delle basterdate più pazzesche che potevano fare. Sono dei BASTARDI SENZA DIO.

Massimo Baldo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo al delirio vorrei non essere più italiano

Lorenzo Sorci, Fano Commentatore certificato 23.08.09 22:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

sarebbe meglio usarle di + le bici anzichè penalizzarle cosi'

anzi io farei chiudere definitivamente i centri delle grandi città ai motori.la macchina fuori in parcheggio e ti danno una bici per girare in città. Metro' su cui salire anche con la 2 ruote.

TUTTI IN BICI!!!

ivan m. Commentatore certificato 23.08.09 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Squallor - Tromba (1980)*

http://www.youtube.com/watch?v=dOor9bFYQlo&feature=related
..............................
Ci hanno "TROMBATO" ah ah ah ah

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Squallor - Gennarino Primo


http://www.youtube.com/watch?v=EHeFqD2Q9hg&NR=1

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Sbagliato, come tutte le esagerazioni, come il sequestro dell'auto in caso di alcol, tutte leggi discrininanti. Le sanzioni cmq per essere giuste dovrebbero essere in base al reddito...il principio dell'utilità marginale.

Claudio M., Rho Commentatore certificato 23.08.09 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma scusate un secondo, questa non è discriminazione verso chi ha la patente??
Cioè, a parità di "reato", per es. due in bici che ubriachi passano col rosso, se uno ha la patente di guida e l'altro no, cosa si fà? a uno si applica una sanzione ulteriore con il ritiro dei punti sulla patente, e all'altro niente??
Due pesi e due misure??
Avrò capito male...

Luca N., Poggio Berni (RN) Commentatore certificato 23.08.09 22:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E se il post era dall'altra parte....?

Quanti avrebbero trattato la questione.

SPOSTATELO nella parte principale x favore.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dite di un raduno di bici contromano?

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 23.08.09 22:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti ciclisti a raccolta ora o mai più.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Noi andiamo in bici, LORO su autoblindi pesanti 8 ton scortati da altri autoblindi blu ripieni di pistole e bodyguard che noi gli paghiamo.
Provassero ad andare al lavoro in bici o in tram come in inghilterra, svezia, danimarca!Fanno leggi su cose che ignorano!

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 23.08.09 22:10| 
 |
Rispondi al commento

Ci obblicano aD USARE "L'AUTOIMMOBILE DI GIORNO E MISSILE DI SERA"

@ WGRILLOW
QUESTA é LA MADRE DI TUTTE LE BATTAGLIE.


Sconfitta l'auto poi passiamo al calcio e il gioco è fatto.

paolo piconi (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.08.09 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori