Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Riotta24ore


Riotta24ore.jpg
Riotta non delude mai, neppure nei dibattiti estivi. Lui ha capito Internet prima degli altri. Aperto il primo blog come giornalista. E, dopo aver letto i commenti, il primo giornalista a chiuderlo. Di questo ne va fiero lui e ancora di più la blogosfera. Meglio del suo blog c'è stato solo quello di Mastella. Ma il ceppalonico era di un'altra categoria. Anche nel peggio Riotta24ore arriva secondo. L'opinione di Riotta sulla Rete è una pietra miliare nella comunicazione. Per lui i commenti dei lettori sono tutti deficienti, scemi. Lui vola più in alto. La sua "filosofia giornalistica è di dare le notizie, virgola, dare tutte le notizie". I telespettatori del TG1 ancora le stanno aspettando...

16 Ago 2009, 21:37 | Scrivi | Commenti (63) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Poiche' il ri-otta e' stato pagato con i soldi dello stato quando era in rai, e ora viene pagato con i soldi dei confindustriali piu' quelli delle sovvenzioni statali alla stampa (??), non PUO' mai andare contro la mano che lo nutre: volete che muoia di fame sotto un ponte chiedendo l'elemosina?

Ce ne sono pseudo intellettuali del nulla, ma i tipi cosi' non li batte nessuno: difficile che venga superato. Se si spegne la tv e non si comperano certi giornali sovvenzionati dal governo, neanche esistono.

fabrizio c. Commentatore certificato 20.08.09 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Riota tra le altre cose fa anche parte del Council of Foreign Relations, il che è tutto dire... chi non sa cos'è questo "organismo" si faccia il solito giretto informativo in rete che ne vale la pena!

alessandro m., panicale PG Commentatore certificato 19.08.09 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.
Al momento mi trovo a letto avendo una frattura alla schiena da giugno (e ora con molte difficoltà stà migliorando).
Oggi girando su internet vi o trovato e o viso il blog con i monologhi, che sono daccordo.
Se mi permetterete e se volete vi fornirò in seguito tutte le cartelle cliniche di quello che mi è successo.

Vi spiego in breve cado il 4 giugno a S.Marcello pistoiese dopo essermi alzato dei colleghi mi accompagnano all'ospedale locale dove mi si dice e viene scritto una contrattura muscolare (avendogli detto alla dottoressa che avevo fatto una capriola in aria e avevo sbattuo sia la testa che la schiena) chiestogli se potevo guidare il 9 da S.Marcello a Cosenza mi si dice che potevo farlo, non mi anno fatto nessuna radiagrafia per vedere se ci poteva essere una frattura.
Guido per 850 KM ritorno e dietro insistenza di un amico mil 12 mi faccio una risonamza magnetica dove si vede una frattura alla d12 vicino al midollo spinale e altre.

La mia rabbia e che secondo diversi legali,tribunale del malato non posso fare niente contro la negligenza del sanitario.

Mi scuso con il mio italiano scritto e di averla assillato con un mio problema, ma relazionando con altre persone sembra che il problema sia diffuso su tutto il territorio nazionale, e se esiste qualcosa non di parte che difenda noi poveri mortali figli di morti (non ho nessun santo in paradiso)

Come si puo fare una lista civica nel comune di Rende CS Visto che io non ne so proprio nulla!!!!!! grazie.

Gianfranco Mazzuca 19.08.09 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Il partito di Pannella - Bonino.. sembra una officina che forgia di esseri ad impronta opportunista… la fabbrica di persone con doppia o tripla tessera. Mi spiego: gente che ha in tasca più tessere di partiti diversi, un piede in due o tre staffe. Per me è la scuola di un opportunismo…ammantato però da giustificazioni razionali e libertarie. Le defezioni opportuniste dal partito dei finti digiunatori, sono all’ordine del giorno. Rutelli essere politico polipoide , continua oggigiorno, le sue metamorfosi ..poi l’indimenticabile faccia da culo di Capezzone che ripete le cazzate ordinategli da Cicchitto, quest’ultimo altra faccia informe segnata dalle stimmate della menzogna. Capezzone parla con faccia seriosa e convinta , sembra quasi credere a quello che dice. Gli consiglierei degli occhiali da sole a specchio , e nei ritagli di tempo di andare a ‘fanculo.

Italia pulita 18.08.09 19:01| 
 |
Rispondi al commento

La più grande cazzata da sempre sparata: sostenere di sconfiggere il male. Ne avete visto ieri in TV l'ultima: quella che da una ricerca di laboratorio sulle staminali si sconfiggerà tra tanti anni il male incurabile del cervello. In effetti qualcosa è cambiato, se prima si dava un limite temporale al raggiungimento del successo, precisamente cinque anni ed in seguito si è passati a sette anni, ora il successo è temporalmente illimitato. In televisione non hanno fatto vedere come si è arrivati a quanto annunciato -un modo di "sviluppo neuronale", cioè tutte le operazioni riduttive di laboratorio, manipolazioni e altri artefatti per ottenere ciò che si voleva bensì un progetto diciamo di fantascienza su come si arriverà a risolvere mali incurabili che distruggono il cervello. Finora il "successo" è avvenuto sui topi e per giunto costretti in laboratorio: perché la televisione non fa vedere tutto ciò che viene fatto al topo già ancor prima della sua nascita fino a ciò che rimane alla fine dell'esperimento assieme alle condizioni del laboratorio? Il vero male incurabile che affligge l'individuo, l'umanità e che ha danneggiato l'intero pianeta è quello di voler sostenere di sconfiggere il male. Finisco con un frase di J.Baudrillard "La trasparenza del male": La rivincità dell'Altro Mondo: abbiamo portato nel resto del mondo abbastanza germi, abbastanza malattie, epidemie e ideologie nei confronti delle quali era privo di difese; sembra ora che con un rivolgimento ironico delle cose siamo noi oggi senza difese di fronte ad un infame piccolo microbo arcaico".

Gianni Carlevaro 18.08.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma lo avete ascoltato? La prima cosa di cui ha parlato a proposito di internet sono i soldi. Si era sentito frustrato dal figlio che gli diceva "Papà sei l'unico che non hai fatto soldi con internet!", ma lui ha capito tutto sulla rete e nella vita. Minzolini? Ovvio che il nulla non possa giudicare il nulla. Tra sei miliardi di persone che oggi possono comunicare in rete perché qualcuno dovrebbe sopportare la sua spocchiosa mediocrità?

Peter Amico 18.08.09 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei il più grande, sei la dimostrazione (l'unica con Travaglio...) che l'informazione non è di sinistra o di destra...
E' INFORMAZIONE!!!!!!

Grazie!

Claudia G., Roma Commentatore certificato 18.08.09 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Anonimato nel blog? Dare tutte, ma proprio tutte, le notizie? Non ritenetemi reticente? ... e così via.
Non c'è una frase tra quelle dette che non trasudi più che reticenza un distillato di ipocrisia veterodemocristiana che la dice lunga sulla sua carriera per "meriti". Il suo allontanamento non sarebbe una gran perdita per una TV pubblica seria, diventa una anomalia per quella servile poltiglia dell'informazione che è ormai la stessa TV pubblica.
Lasciamolo nelle amorose mani dei tenutari della confindustrialeconomia (di cui afferma di non capire molto!). I cittadini avrebbero diritto a giornalisti seri, basta che se lo ricordino quando fanno le loro scelte.

gianni gazzerro 18.08.09 13:35| 
 |
Rispondi al commento

riotta riotta perchè non produci RICOTTA!

mario l 18.08.09 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalare quanto segue: quest'anno dopo gli esami di terza media di mia figlia mi sono recato presso l'istituto scolastico per verificare l'esito degli scrutigni. Una volta si usava il termine "promosso/a" ora mi sono trovato di fronte alla scritta "licenziato/a" per definire lo studente che supera gli esami.
La mia prima reazione è stata ironica, ma poi ho iniziato a riflettere.
Non è che abituano i nostri figli a considerare positivamente la parola licenziata/o? Così tanto per renderli per esempio più felici e sereni quando perdono il posto di lavoro...........

Paolo Nalli 18.08.09 12:44| 
 |
Rispondi al commento

se volete andate su you tube ed alla voce riotta ne vedrete delle belle da vomitare

a umberto 18.08.09 08:02| 
 |
Rispondi al commento

deficiente sarà riotta e tutti quei coglioni di giornalisti finti che infestano la rai. andate affanculo

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 17.08.09 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Grande Trarco Mavaglio, sempre in prima fila...
Per quanto riguarda Riotta che suggerisce sapientemente di dare tutte le notizie, io gli chiederei un'altra volta perché nei titoli del suo tg ha censurato la condanna di Mills il 17 febbraio scorso. Magari stavolta anziché minacciarmi, mi querela sul serio e ci guadaglo pure qualcosa... ;)

bed badinfo (bed) Commentatore certificato 17.08.09 19:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

RIOTTA.
Il primo blog ad aprire e il primo a chiudere .......... piu veloce di BOLLS nei 100 metri

simone cameli, grottammare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.09 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto le condizioni d'uso del blog e mi domando se definire l'amico Riotta faccia a culo sia definibile turpiloquio...io dico che è ritratto realistico. Avrei in mente molto di peggio ma mi trattengo. Pensando a lui, a Capezzone, a Mastella e signora, a Sgarbi, a "leccalecca" Emilio mi rendo conto di quanto siamo ingiusti a volte con le mosche o gli scarafaggi, bollati come inutili sviste della Natura. Quanto c'è di peggio!

Andrea Alunni 17.08.09 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

who is fucked is Riotta?

Feltri travestito? Giordano con gli occhiali?

Belpietro con i capelli tinti e glasses? Fede?

Metti tutti i pezzetti di questi insieme e componi un quadro che ti da la faccia del bold dwarf.

Cheers. Frank

Franco A. Commentatore certificato 17.08.09 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Il più grande licenziamento di massa nella storia della Repubblica

Il più grande licenziamento di massa nella storia della Repubblica, lettera inviata anonima a Tecnica della Scuola, di seguito troverete una lettera che in maniera concisa fotografa l'esistente. Diffondiamola nella rete, ma soprattutto sulla stampa, vi invito a tradurla e a inviarla ai giornali degli altri paesi, ai politici e alle istituzioni locali. Vi chiedo comunque di farla circolare anche come lettera ai giornali. Sta passando sotto silenzio, cari lettori, uno dei fatti più gravi della storia repubblicana di cui il fenomeno dei licenziamenti è un brutale effetto derivato, la dismissione della scuola pubblica statale, un grave attacco alla scuola nazionale, per reintrodurre localismi, egoismi , anacronistiche divisioni tra Nord e Sud . Le esternazioni di Bossi e della Lega nonché quelle del ministro Gelmini ci lasciano sconcertati, mentre, sotto i nostri occhi, si sta compiendo la rottamazione del personale docente, uomini e soprattutto
donne che dopo anni di studio, concorsi superati, titoli acquisiti, esperienze maturate, sfruttamento pluriennale sempre con stipendio iniziale in zone disagiate, in scuole di frontiera, sacrifici familiari, ora conosceranno la disoccupazione, l'avvilimento e la disperazione, in un paese che sta scivolando verso l'ignoranza e la barbarie che avrebbe bisogno di loro: di conoscenza, di cultura, di cittadinanza, di scuola.
Libero Tassella

matteo cecchini 17.08.09 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Dare le notizie, tutte le notizie. Il quesito è: quale può essere ritenuta una notizia e quale no.
Si dice che notizia non è il cane che morde l'uomo ma l'uomo che morde il cane.
Orbene, ordunque, cioè e comunque, il cane non morde più l'uomo perché ha capito che è deficiente e quindi non capirebbe il messaggio e l'uomo non morde il cane perché il cane non si fa mordere da un deficiente.
Poiché le "notizie" sono quelle relative ai fatti catastrofici, la notizia è che i deficienti oggi gestiscono il potere e pretendono di assoggettare gli altri che in grande misura accettano ciò con rassegnazione.

Alberto Gramaccini 17.08.09 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Gentile lettrice e gentile lettore, ti metto al corrente della lettera che ho inviato (tramite il loro sito) oggi, 17 agosto 2009, al Presidente dell'Inter, il Signor Massimo Moratti, proponendogli la mia candidatuta ad allenare, appunto l'Inter, con uno stipendio pari a zero euro, ma che diventerebbe di circa 12.000.000 di euro (più o meno quello che percepisce l'attuale allenatore José Mario dos Santos Felix Mourinho) solo nel caso la squadra nerazzura dovesse vincere la Champions League.

Ho ricordato anche al Presidente dell'Inter che un primario di ospedale percepisce circa 4.200 euro al mese e che quindi con i soldi dello stipendio di Mourinho vengono retribuiti 240 primari di ospedale (12.000.000/50.000 = 240).


Il testo della mia lettera é sul blog
http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/

Marco Calì, consulente finanziario indipendente

Marco Calì (http://sapienza-finanziaria.blogspot.com), Monselice (PD) Commentatore certificato 17.08.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Eterno secondo in tutto!!!

Marco Destefanis 17.08.09 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Povero Riotta... Si è svegliato dal suo mondo di favole e si è accorto che ancora c'è qualcuno che usa la propria testa e non le manda a dire.

E pensare che è stato direttore del TG1 e ora de "Il Sole 24 Ore...


http://ilparere.blogspot.com/

Giovanni Tonetti 17.08.09 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Riotta è arrivato secondo pure al torneo annuale "Riporto dell'osso".

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 17.08.09 13:56| 
 |
Rispondi al commento

L'ennesimo giornalista che soffre di meteorismo orale.

elvy b., new york Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.09 13:27| 
 |
Rispondi al commento

consiglio per gli internauti: non guardate il video è noia pura, leggetevi i commenti, LOL troppo divertente!!! hahaha

MrTitian 17.08.09 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Il Fido Riotta si sente a disagio sulla rete dove ognuno può dire la propria, molto meglio la televisione, li arrivano solo complimenti dai potenti di turno accompagnati da una carezzina ed un biscottino. e bravo il Fido Riotta

Giuseppe Picciuca 17.08.09 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Lacchè è un sostantivo (e qui di sostanza ve n'è appena la giusta quantità utile per l'assemblaggio) quindi di aggettivi ancora nulla.
Ciao.

Hermes Caduceo, Arcadia Commentatore certificato 17.08.09 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Se questo e' un Direttore di giornale ... Il solito servo Italiano che pagherebbe pur di vendersi.
Tanto per cominciare l'anonimato non c'e'. Io mi firmo con nome e cognome e se chi gestisce il blog vuole interloquire con me piu' che volentier di dialogare.
Sicuramente, deve averlo chiuso perche' non sopportva l'insostenibile peso della verita'.

Mario Caporali Commentatore certificato 17.08.09 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Riotta sembra un fesso, ha la faccia da fesso,
ma non lasciatevi ingannare..
lui è veramente fesso!
.

cimbro mancino Commentatore certificato 17.08.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Riotta ha fatto bene a chiudere il suo blog: il boom che ci sarà nella Rete gli farebbe esplodere le deboli coronarie che si ritrova. Continui pure i suoi ritiri montanari in quel sanatorio per pseudo intellettuali, tanto la rivoluzione si è sempre fatta altrove.
La Rete sarebbe a sua dire piena di deficienti?
Grazie a lui, uno in meno.

Elisabetta Palermo 17.08.09 11:15| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=ODLXF883u_I

paolo masucci 17.08.09 10:17| 
 |
Rispondi al commento

sulla rai c e' poco da salvare (santoro e la gabanelli)tutto il resto e zavorra, una zavorra montata in 30 anni fatta di raccomandazioni private ogni tanto ci fanno vedere vecchie bobine,di filmati come zorro chi sa se un giorno si romperanno, dandoci la possibilita' di vedere una cosa diversa.

giuseppe gagliardo 17.08.09 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Se mi esce un figlio come Riotta mi sparo sulle palle.

Maurizio Mazzullo 17.08.09 10:07| 
 |
Rispondi al commento

...se non capisce niente di economia (parole sue) come fa a fare il direttore del sole 24 ore?
incredibile... come se un allenatore di una squadra di serie A dicesse che non capisce niente di calcio... dopo due minuti anche il presidente più scalcinato gli darebbe un calcio in culo...

Fabio Bravi 17.08.09 09:57| 
 |
Rispondi al commento

mettiti la divisa da carcerato
ti manca solo la cravatta e la giacca

.... poveraccciooo .....

Jonni Caseri, bottanuco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.09 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Jhonny RAIotta Ricotta, l'ammerregano di Palemmo che ha studiato alla School of Journalism and Communication di Nuova York definisce la rete i blogs e i commenti ... cretini? E il suo TG1 cos'era allora? E lui cos'è? Uno che ha paura dei commenti della gente come lo definirirebbe il sig. RAIotta? E adesso che lavora per Confindustria non c'è conflitto di interessi con la SUA professione?
A Jhonny ... MAVAFF ... an CUORE!!

Marco B. 17.08.09 08:59| 
 |
Rispondi al commento

E' uno dei tanti che fa parte del regime.

Giuseppe V. Commentatore certificato 17.08.09 08:54| 
 |
Rispondi al commento

il giornalista ha 2 strumenti che sono uno come una torcia nel buio che che gli permette di metterci sotto la luce quello solo ciò che vuole lui e un altro strumento che una sorta di ingranditore-rimpicciolitore che serve per fa apparire grandi i problemi piccoli oppure piccoli i problemi grandi a seconda della convenienze.

ecco bisogna che se usa per fini ignobili questi 2 strumenti sia sottoposto al giudizio del popolo!

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 17.08.09 08:43| 
 |
Rispondi al commento

RIOTTA la zotta....

PENTITI STRONZOLO!!!

Don Zauker, livorno Commentatore certificato 17.08.09 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma cercando RIOTTA BLOG CHIUSO mi esce solo un'intervista al corriere riportata dalla Liparini nel 2006.
C'è qualcuno che mi sa fornire un link?
Grazzz

www.giornalismi.info/aldovincent

Aldo Vincent, port au prince Haiti Commentatore certificato 17.08.09 07:49| 
 |
Rispondi al commento

Riotta: non esiste ancora un aggettivo, un epiteto, per definirti...

Roberto Vian, Mestre-VE Commentatore certificato 17.08.09 01:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo il fatto che un IMBECILLE come questo è arrivato ad essere direttore del più importante tg di rete pubblica deve far pensare tutti quanti noi e farci porre tante domande!

Lorenzo ., firenze Commentatore certificato 17.08.09 01:07| 
 |
Rispondi al commento

a Riotta... nonostante l'allontanamento, data la tua "composizione", ancora si sente la puzza....

federico svevo 17.08.09 01:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma Jhonny Raiotta una volta non se ne stava negli USA? Perchè non ci torna? Forse non hanno i bidoni della differenziata per smaltire un rifiuto dell'informazione come lui...

Alessandro I. Commentatore certificato 17.08.09 00:55| 
 |
Rispondi al commento

il signor riotta è pregato di chiudere la bocca.grazie...

devis q. Commentatore certificato 17.08.09 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Riotta RIOTTOSO e BUGIARDO,
con questa intervista hai potuto finalmente raggiungere il culmine della mancanza di preparazione della lingua parlata dimostrando di possedere un linguaggio estrememente scarno, scarso e pieno solo di movimenti facciali e boccali che esprimono il tuo pressapochismo.
Hai detto NIENTE e NULLA: il VUOTO!
Ho sempre dubitato di coloro che storcono bocca, muscoli facciali e sopracciliari alla Capezzone: sono falsi e privi della benchè minima capacità di valutare criticamente i fatti.
Che cosa hai mai comunicato?
Dubito che un tuo BLOG potesse offrire tematiche e temi sui quali poter intervenire , sviluppare un dialogo , riflettere e crescere: semmai retrocedere e regredire.
E come avresti potuto farlo: non lo avresti saputo fare? Non hai mai interessato ed appassionato gli ascoltatori; figuriamoci i lettori. Non hai nè contenuto nè forma.
Quali argomenti interessanti hai mai offerto agli utenti del Tg1? NESSUNO, come non lo hai saputo fare sul tuo BLOG, ed anche adesso.
Ho chiuso il tuo intervento: mi è bastato ascoltarti e vederti per pochi minuti per capire che non stavi dicendo NULLA, come di te in tivu'non ricordo NULLA.
Puoi ritenerti anche fortunato: Min(CH)iolini ti ha superato! Non ha fatto che spiare nei frigo- bar dei turisti ferragostani e farci sapere il loro pranzo sulla spiaggia.Dal NULLA all'OVVIO della stupidità, il passo è stato breve quanto la distnza da un ombrelone all'altro: il vero problema delle spiagge.
Un consiglio interessato:SPARISCI per SEMPRE!

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.09 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Alla TSI Televisione della Svizzera Italiana uno spot ogni ora informa su come comportarsi ora per prevenire la grande epidemia fra qualche mese.
Qui potete vedere il filmato

http://www.pandemia.ch/it/tv-spot.html

La RSI Radio televisione della Svizzera Italiana propone anche un filmato di pochi minuti in cui si cerca di risponde alle domande più frequenti in merito al nuovo virus, e si danno indicazioni semplici, ma efficaci, per evitare il contagio.

filmato http://www.rsi.ch/home/channels/lifestyle/benessere/2009/07/30/H1N1.html#Video

Misure igieniche e comportamentali basilari, per non nuocere e nuocersi a casa, al lavoro o in viaggio:
Lavarsi sovente e accuratamente le mani, con acqua e sapone. Evitare contatti ravvicinati, luoghi affollati e mezzi di trasporto pubblici. In caso di tosse e starnuti, utilizzare un fazzoletto usa e getta o coprirsi naso e bocca con il braccio. In caso di sintomi sospetti, rimanere a casa propria e chiamare il medico di famiglia

Forse anche in Italia si potrebbero evitare una parte dei molti morti che ci saranno quest'inverno, se la gente fosse informata a tappeto. Si fanno decine di spot totalmente inutili, perché non farne uno che può salvarci la vita?


Grazie

lorella romanelli 16.08.09 23:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
purtroppo non tutti sono avveduti..

Piuttosto la cosa che stupisce (ma nemmeno tanto), è come siano arrivati così in alto certe persone!
Sicuramente non per capacità di capire ed anticipare il futuro...

Purtroppo con le nomine politiche in Rai ci finiscono personaggi capaci e, più spesso, incapaci appoggiati dal politico di turno...

Queste persone rispondono solo ai loro referenti (politici), non devono fare vera informazione ma piuttosto una "buona disinformazione" volta a incensare l'operato di pochi e denigrare tutti gli altri.

Ma perché gli italiani continuano a votare i politici che hanno messo certi personaggi a capo della Rai?
Mistero...

Giorgio P. Commentatore certificato 16.08.09 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno ha ciò che si merita, Riotta un caxxo, visto che non capisce una sexa di giornalismo.

Nik Salsabanda 16.08.09 23:09| 
 |
Rispondi al commento

frega na sega di quello che dice Riotta. Lui è il passato e spero che presto venga inghiottito dal nulla come tutti i suoi compari

piero g 16.08.09 22:40| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
LASCIAMELO DIRE TUTTA, BEPPE E' SOLO UN POVERO GIORNALISTA DEFICENTE, CHE NON CAPISCE IL CAMBIAMENTO DI QUELLO CHE STA' AVVENEDO, LUI CAPISCE SOLO I SUOI TELEGIORNALI E LO PSICONANO, CAPISCE SOLO I SUOI DATORI DI LAVORO, OLTRE CHE DI BALLE, RIOTTA EMIGRA, E FAI PRESTO...........
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 16.08.09 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Dato che sono un "capelli bianchi" della Rete, nel senso che sul Web italiano ci bazzico dal 1997, tengo a precisare che il primo scazzo lo ebbe con me perchè aveva postato una bufala.
Ricordo inoltre che Lui, Colombo ed Eco, furono sì i primi ad occupare un Sito Web, MA ERANO PAGATI!! Cioè prepcepivano una ricca prebenda. Quando si cominciò a capire come funzionavano le cose e che la rete non rendeva (allora!Pensate che come quotidiani on line c'era solo Affaritaliani, Punto Informatico e il corriere di Caracas in italiano per gli emigranti dove scrivevo pure io) se ne andarono, insalutati ospiti.
Ciao a tutti!

www.giornalismi.info/aldovincent

Aldo Vincent 16.08.09 22:22| 
 |
Rispondi al commento

R. hai toccato il fondo della dignità.

Alessandro Pecorari, Poggio Terzarmata Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.08.09 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, grandioso, questo commento!!!!
è troppo anche per uno come il riottino....
non se lo merita!!!!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 16.08.09 21:57| 
 |
Rispondi al commento

bèh! insomma....
definire il riotta un giornalista,
è come come dire che sgarbi è simpatico!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.08.09 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Spero di non vederlo mai più.

Detto ciò ho sentito anche delle cose ragionevoli, soprattutto sul tenore dei commenti (non è certo all'altezza di ciò che viene commentato) e sulla dispersione che si genera con l'aumento delle voci.
Certo non dovrebbe essere lui a dirlo, nè dovrebbe permettersi di dare di "deficienti" a TUTTI i commenti sui blog o siti di giornali.
MA che l'anonimato tiri fuori il peggio non è in discussione.

edoardo a. Commentatore certificato 16.08.09 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei dibattiti su internet più insulsi che abbia mai sentito. Riotta fiero di aver chiuso il suo blog, il solito attacco all'anonimato (che in realtà è solo apparente) di internet.
Infine, l'assurda idea di Riotta che ognuno scrive un blog e non legge quello degli altri. Io ho un blog e ne leggo una decina.

Alessio R. 16.08.09 21:49| 
 |
Rispondi al commento

giu le mani da internet!

Vanessa M. Commentatore certificato 16.08.09 21:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori