Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Morire di carcere


Morire di carcere
Intervista a Ristretti Orizzonti
(12:55)
ristretti_orizzonti.jpg

Ogni anno muoiono in carcere circa 180 detenuti. Un terzo sono suicidi. Chi si toglie la vita è di solito un ragazzo alla prima detenzione. Nel 2009 la proiezione è di 70 suicidi, un record storico. Un tasso superiore di 21 volte a quello della popolazione italiana. Si potrebbe pensare che sia normale che ciò succeda, non solo qui, ma anche negli altri Paesi. Invece il Canada, per fare un esempio, ha un tasso quattro volte più basso di quello italiano e, per fare un altro esempio, il ministro della Giustizia polacco si è dovuto dimettere a causa di un suicidio. In galera chi non si suicida diventa un delinquente abituale, un pericolo per la società quando finirà di scontare la pena. L'affidamento ai servizi sociali è stato quasi eliminato dal governo. L'affidamento è una misura di rieducazione a tutela della sicurezza dei cittadini. I detenuti affidati ai servizi sociali, infatti, difficilmente compiono altri reati e ritornano in carcere: solo tre su dieci. Chi sconta la detenzione solo in carcere spesso continua a delinquere: ben sette su dieci. Il blog ha intervistato l'associazione: "Ristretti Orizzonti" che informa da anni sulla condizione delle carceri italiane.

Sommario:
Ristretti Orizzonti, una voce dal carcere
2009, un ecatombe silenziosa
Suicidio e altri tipi di fuga
Le misure alternative: la soluzione efficiente, economica e dimenticata

Ristretti Orizzonti, una voce dal carcere

"Sono Francesco Morelli, lavoro nel centro studi di Ristretti Orizzonti, una realtà nata circa 12 anni fa all’interno della Casa di reclusione di Padova che si è sviluppata nel corso degli anni anche all’esterno, abbiamo un progetto di informazione sostanzialmente sul carcere che è nato con una rivista cartacea, questo è l’ultimo numero, è una rivista sulla quale scrivono i detenuti e nasce per raccontare questa realtà dando così voce a un’esigenza che prima non era soddisfatta, perché quando abbiamo iniziato a lavorare noi, non esisteva una voce diretta delle persone che stavano in carcere che raccontasse il loro mondo.
Dal 2002 abbiamo iniziato anche a indagare quello che è l’aspetto più oscuro del carcere, il suicidio in carcere, la morte in carcere, i fenomeni di autolesionismo e quant’altro viene classificato dal Ministero come evento critico, comunque dal 2002 abbiamo iniziato ricavando dati: 1) dalle fonti giornalistiche, quindi agenzie di stampa, giornali, il web che ci ha aiutato molto; 2) le segnalazioni delle persone che invece hanno a che fare con i detenuti, quindi i loro parenti, i volontari, a volte anche gli operatori del carcere, da lì abbiamo iniziato a mettere insieme questo dossier sulle morti di carcere, il dossier si chiama: “Morire di carcere”. I dati del Ministero sono sempre un po’ più bassi dei nostri, non ti dico che il Ministero classifichi ogni anno 100 morti di detenuti e noi ne classifichiamo 300, noi ogni anno raccogliamo all’incirca 170/180 casi di cui all’incirca 1/3 sono suicidi, il Ministero ne classifica 20/30 in meno sul totale delle morti e giusto nel 2008 avevamo contato 48 suicidi, il Ministero ne ha contati 42, da cosa è data questa differenza? Che per noi i morti di carcere sono quelli che, per esempio, si impiccano mentre sono in cella, in carcere, vengono soccorsi in tempo, non sono ancora morti, sono in fin di vita, spesso, vengono caricati in autoambulanza, sull’autoambulanza muoiono prima di arrivare all’ospedale, oppure arrivano all’ospedale in coma, muoiono dopo alcuni giorni, per questi casi noi parliamo di morte di carcere e li mettiamo nei nostri dossier, per il Ministero se una persona esce dal muro di cinta del carcere ancora viva, quindi viene caricata in autoambulanza viva, per lui non è più morto in carcere, arriva in ospedale, viene ricoverato in coma, però è vivo, non è morto di carcere e quindi non rientra nelle statistiche del Ministero."

2009, un ecatombe silenziosa

Francesco Morelli: "Quest’anno sta succedendo un'ecatombe, quest’anno noi abbiamo già contato 50 suicidi, a fronte dei 48 contati l’anno scorso, poi divenuti ufficiali 42 e la proiezione è di 70 suicidi in carcere quest’anno".
Laura Baccaro: "Sono una psicologa specializzata in criminologia e collaboro con Ristretti da alcuni anni. Quest’anno è un’ecatombe effettivamente e questo fatto dalle nostre indagini, da quanto siamo riusciti a capire, dipende da un motivo importante, anzi forse due: il sovraffollamento che comunque non è secondo noi il fattore determinante, tanto quanto le politiche di sicurezza, perché vengono applicate. Cosa sta succedendo? Che le persone in carcere vivono la percezione della realtà esterna, filtrata dai mass media. L’opinione qual è? L’opinione è lasciamoli dentro, lasciamoli in qualsiasi modo per la sicurezza, non li vogliamo più fuori."
Francesco Morelli: "Teniamo conto che la media delle persone che rientrano in carcere dopo una prima esperienza è del 70%, il livello di non accettazione della società è tale per cui quando uno esce non trova dove andare a abitare, non gli danno lavoro, non trova amicizia, non trova niente, se non nei circuiti criminali".

Suicidio e altri tipi di fuga

Laura Baccaro: "Quindi anche questo clima, soprattutto questo clima di questo vissuto dai detenuti fa sì che sfuggo alla situazione, sfuggo, mi rendo libero in qualche modo e metto in atto delle strategie di protesta, delle strategie di evasione, qual è il suicido, d’altra parte gli eventi critici, come diceva prima Francesco, negli eventi critici c’è anche l’evasione e suicidio a piena regola ci sta in questo. Nel suicidio l’autolesionismo in carcere, parliamo di una media intorno ai 5 mila episodi all’anno di autolesionismo e di tentato suicidio intorno agli 800, la media degli ultimi 5 anni, non è legato al dipendente da patologie mentali o patologie psichiatriche, vero è che c’è un’altissima percentuale di disagio mentale che viene acuito dalle condizioni di vivibilità che la persona si trova a vivere in questo momento, se noi andiamo a vedere poi, proprio legandoci al fatto dell’invivibilità delle condizioni, dell’assenza di speranza, parlare di uomini con il futuro di dietro, noi andiamo a vedere il tasso di suicidio in carcere è di 21 volte superiore al tasso di suicidio della popolazione italiana. All’estero se è successo in Polonia, un detenuto si è suicidato, è successo a gennaio, il Ministro della giustizia ha dovuto dimettersi."
Francesco Morelli: "Il direttore delle carceri del Canada, proprio ieri ha lanciato l’allarme per il suicidio nelle carceri, in due anni si sono uccisi 17 detenuti, in Canada sono andato a vedere, perché non era nell’articolo, ci sono 38 mila detenuti circa, quindi hanno un tasso che è 4 volte più basso rispetto a quello italiano e con ciò il Direttore delle carceri ha detto che la situazione dei suicidi è insostenibile, quindi per loro è inaccettabile avere un tasso di suicidi che è 4 volte più basso di quello italiano."
Laura Baccaro: "Il suicidio è una risposta alla mancata percezione di sicurezza nella società esterna, come mai? Come facciamo a resistere malgrado tutto? Come fanno le persone a salvarsi la pelle in questa situazione e quindi noi avevamo individuato dei fattori più che di resistenza, che ci davano un’idea passiva, ma di residenza quindi dei fattori interni alla persona, in questi fattori di residenza rientrano sempre la progettualità, i legami sociali, per quanto riguarda la proiezione fuori, il mantenimento dei legami familiari, le possibilità di lavoro, ma per quanto riguarda dentro, in carcere, la possibilità di lavorare internamente, la speranza di accedere a misure alternative e poi, come si può dire in gergo, l’abilità, la capacità di fare la galera, di saper stare in galera."

Le misure alternative: la soluzione efficiente, economica e dimenticata

Francesco Morelli: "Saper stare in carcere è fondamentale per evitare di suicidarsi, è fondamentale per evitare conflitti con gli altri detenuti e con l’istituzione, quindi per evitare di finire in isolamento, di prendere botte, per uscire il meglio possibile dal carcere. E’ un’abilità che alcune categorie di detenuti non hanno, non hanno perché in carcere non sono mai state, le persone arrestate la prima volta, le persone giovani, le persone che vengono da dei disagi particolari come i tossicodipendenti, come gli stranieri, arrivano in carcere impreparati, è logico che uno arrivi impreparato a un’esperienza del genere, se è la prima volta che lo arrestano, però questa mancanza di esperienza si rileva spesso fatale perché in effetti i suicidi sono molto più frequenti tra le persone alla prima detenzione e tra le persone giovani. La speranza nelle misure alternative si è andata affievolendo in maniera spaventosa, quella rappresentava, credo per molti anni, un valido deterrente, uno sa che se gli danno 10 anni, deve scontarseli tutti e 10, perché ormai fino a qualche anno fa e poniamo proprio come divisore l’indulto, l’indulto ha cambiato completamente la faccia del carcere, nel senso che dopo l’indulto nessuno è più uscito, prima dell’indulto c’erano all’incirca in maniera alternativa quindi in affidamento, in semilibertà lo stesso numero di persone che erano in carcere, oggi ci sono 64 mila persone in carcere e 9 mila persone in misura alternativa, i detenuti si uccidono di più anche per quello, perché il carcere di oggi è un carcere dove le condizioni sono di maggiore sofferenza e la speranza è venuta meno.
Quindi il carcere secondo me non funziona, funzionano meglio le misure alternative! Un condannato in misura alternativa, in affidamento ai servizi sociali, costa 5 euro al giorno allo Stato, un detenuto costa dai 150 ai 200 euro al giorno allo Stato. Con la misura alternativa la situazione si ribalta, non più il 70% che torna dentro, ma il 30%. Quindi solo il 30% di coloro che scontano la pena invece che in carcere, in affidamento, in semilibertà e quant’altro, tornerà a commettere un reato, il 70% di chi sconta la pena in carcere, tornerà a commettere un reato, questo è proprio il contrario della sicurezza!"

Ps. L’Associazione Grilli Venezia, presso il Parco Bissuola-Mestre, sabato 19 e domenica 20 settembre, organizza la prima edizione della Festa dell’Inform@zione

Pps Sabato 19 Settembre 2009 alle ore 10.30 in via Duomo a Napoli, l'associazione "La Terra dei Fuochi" in collaborazione con i Meetup Amici di Beppe Grillo di Napoli, Caserta, Giugliano, Calvizzano, Portici e Pozzuoli e altri, organizza l'evento pubblico: “Nudi” per la Terra dei Fuochi - STOP ai ROGHI !

18 Set 2009, 15:51 | Scrivi | Commenti (520) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Non solo di carcere, ma anche di OPG dove prima violentano e poi ammazzano perché la violenza non sia riportata. E la legge protegge i suoi devoti maiali sino ad occultare prove e fabbricarne altre false!

http://blog.libero.it/Daddy54/1446809.html

http://web.tiscali.it/WebLiner/katy.html

Prima stuprata da due infermieri ed un medico, poi resasi testimone di stupro (e testimoniò) nonché il novembre 2005 ammazzata per non parlare!

Tutto ciò per uno spinello MAI fatto?

3mendo 24.06.11 23:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I miei più sinceri compliementi a Beppe Grillo per questo post.
Finalmente in Italia c'è qualcuno che, oltre alle associazioni, dà informazione VERA circa l'utilità del carcere.
So che Lei è molto amico di Antonio Di Pietro: lo spieghi anche lui, che anziché parlare di misure alternative alla detenzione continua a parlare solo di "aumentare il numero delle carceri in Italia".
Cominciamo a far capire ai nostri politici che il carcere non è e non può essere la soluzione a tutti i mali d'Italia.
Ancora complimenti per il coraggio dimostrato riportando questi dati.

Spero vivamente che questo punto sarà inserito nella scheda GIUSTIZIA relativamente alle "primarie dei cittadini".

Marco Mambrini 02.10.09 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo SCUSA ero ubriaco, oggi che sono sobrio toglierei la parola poesia e metterei VERITA'.X i soldi l'uomo si abbassa a fare le peggiori cose. Sono d'accordo sulle carceri vivibili e produttive x un futuro lavoro in Societa'.Ma la pena in base al reato la devi scontare.Questo lo fai x la legge xche' ci sono delle Regole io non la chiamo GIUSTIZIA.In ITALIA la Legge e' x i SUDDITI...X I SOVRANI,RICCHI e POTENTI NO. QUESTA E' L'ITALIA e adesso VADO A BERE....VAFFANCUULOO'

Pierino Mitex Commentatore certificato 24.09.09 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Avrei necessità di mandarVi un' allegato sconvolgente..in un Comune di Firenze la scuola chiede un' offerta di € 10.00 a bambino (non obbligatoria trattandosi di elemosina) dato che la scuola non ha i fondi x la carta igienica, i registri, l' abbonamento Internet..ecc...
Che schifezza..oltretutto ogni anno paghiamo € 25.00 x l' assicurazione e materiale didattico!!!
E non si può stare zitti!!!
Una mamma arrabbiata..

Alessandra Bruzzese 24.09.09 12:56| 
 |
Rispondi al commento

le carceri un posto al sole, colazione la mattina,pranzo e cena, televisione durante la giormata e gran riposo, a letto presto è tutta salute. in questo giardino delle meraviglie aspetto il mio posto. meglio li che in questo stato, di merda. fuori pieno di ladroni con la camicia bianca, di usurai dal nome banche, da giustizieri dal nome giudici, da massoni dal nome politici,da imprenditori dal nome padroni.da lobby dal nome maffiosi, da protettori dal nome sindacati.
no grazie meglio la galera li c'è più rispetto li c'è più comprensione li c'è piu uguaglianza li c'è un po di amicizia li c'è un mio fratello.
ora e sempre rivoluzione per il popolo e con il popolo.
lotta finche non c'è il mutamento dello stato senza trattare senza se e senza ma.
lunico solo obbiettivo è cancellarli.
vogliamo i loro beni indietro tutti sono degli italiani e devono essere a loro sequestrati.
e cantiamo il nostro canto libero the deum.

www.sanculotti.com 22.09.09 20:28| 
 |
Rispondi al commento

la funzione rieducativa è possibile solamente in pochi e ridotti casi che andrebbero valutati e catalogati e trasformati in legge.

nella maggioranza dei casi (che andrebbero valutati e catalogati) è pura utopia ideologica.

PS: la discriminazione è alla base del diritto.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 21.09.09 06:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono un assistente capo di polizia penitenziaria con 25 anni di servizio alle spalle.parlare di carcere,pene e detenuti,in questo momento non ha nessun senso per noi che lavoriamo all'interno. allo stato attuale dele cose,pur con una legge di riforma che ci ha "regalato"un ordinamento "civile", l'unico nostro compito è aprire e chiudere un cancello.a teramo,con un istituto aperto nel 1986(compreso per chi se lo ricorda nello scandalo delle carceri d'oro),la capienza "tollerabile" per una almeno corretta vivibilità è di 260/270 detenuti.oggi ne ospitiamo circa 400.l'ultimo suicidio è avvenuto qualche settimana fà e gli screzi o i confliti tra detenuti,a causa del sempre minore spazio a disposizione,avvengono quasi quotidianamente. questa parvenza di ministro che abbiamo,insieme al suo governo,partì con la costruzione di nuovi istituti.non essendoci risorse economche ne per la costruzione ne per il personale,dopo pochi giorni si passò alla ristruturazione di spazi già esistenti (qualcuno propose anche prefabbricati). sempre per mancanza di soldi,attualmente si è passati alla eventualità di mettere una terza branda in celle di 10,30 metri quadri.vi posso garantire che il personale è allo stremo delle forze.tra soppressione di posti di servizio,accorpamenti e turni che arrivano sino alle 10 ore,senza nulla per mettere in pratica quello che la legge ci impone, è chiaro che la funzione "rieducativa" è pura utopia. i rapporti con l'esterno,le pene alternative,gli affidamenti in prova sono favole. oggi prevale solo l'aspetto custodiale.vi posso garantire che i danni provocati dalla bossi/fini li stiamo pagando pesantemente.ci siamo convinti,sulla base di quanto il ministro sta facendo a seguito dei tagli delle risorse economiche(noi come polizia e carabinieri),ci stannoportando alla deriva.non avendo nessuna voce in capitolo,siamo costretti a subire anche una incapacità tecnica dovuta all'incompetenza di che ci amministra. le carceri,passata l'estate,sono tornate in cantina

Giampiero Cordoni, Teramo Commentatore certificato 20.09.09 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho lavorato 5 mesi per la LOCAL NEW MEDIA di Milano concessionaria di WIND e INFOSTRADA:ho percepito circa 300 euro al mese per girare 8/9 ore al giorno a spese mie per Milano(in pratica non mi pagavo nemmeno la benzina....)ed ora da 6 mesi cerco invano di farmi pagare qualche centinaio di euro di provvigioni residue.........
Perchè la magistratura non indaga sulle ormai centinaia di società che vivono sfruttando le migliaia di persone come me che hanno bisogno di lavorare offrendo quasi impossibili lavori di vendita per i quali poi nemmeno ti pagano tanto possono cambiare disgraziati bisognosi........
Tra queste società provate sulla mia pelle c'è anche la famosa TRECCANI.........

Paola BERNETTI 20.09.09 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Evvaiiiiiiiiiiii Beppe !!!!!! Tu proponi il paese dei Balocchi per ogni delinquente e balordo, italiano o straniero. Niente più galera qualunque cosa combini ti mandano a fare qualche lavoretto socilamente utile e tutto finisce li, puoi andare a rubare tutti i giorni, pestare le vecchiette per fregare i soldi della pensione, fare a coltellate per questioni di viabilità....etc...etc...
Tanto a Beppe Grillo cazzo gliene frega!! Lui vive con i suoi 4 mln di € all' anno nella sua villa, mica con 1200€ al mese a Quartoggiaro a subire i reati verso è così permissivo

Puddu Efisio 20.09.09 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimi,
il sistema carcerario versa in gravi condizioni , ne siamo coscienti, e questo è un problema che va risolto.
Il 41 bis , no, non è un problema per i soggetti mafiosi sottosposti a regime carcerario restrittivo, ovvero il problema si può risolvere basta che i mafiosi collaborino con la giustizia, contribuendo così a mettere le cose in modo, con le loro testimonianze, che anche il problema delle carceri venga seriamente affrontato.
In quanto ai loro legali , quelli dei mafiosi, che si lamentano per le restrizioni imposte alle loro visite in carcere e ai tempi di colloquio, non va dimenticato che Salvatore Riina , in tempi sospetti , prima delle nuove norme sul 41 bis, ha mandato messaggi fuori dal carcere.Messaggi mafiosi.
Messaggi non per aiutare la giustizia, visto che ci ha informati che mai collaborerà, ma per imporre la sua volontà di capo mafia alla faccia delle sue vittime e chiedendo giusto l'abolizione del 41 bis e la revisione dei processi .
E' l'ora di finirla di far finta di essere dalla parte dei carcerati che poco importano ai nostri politici e a benpensanti pieni di opportunismi, e valutare seriamente di rimandare i mafiosi a Pianosa e l'Asinara a 41 bis.
Il 41 bis è un carcere severo non disumano , è il carcere per i mafiosi rei di strage, mafiosi che hanno massacrato persone inermi e innocenti, vittime che non interessano a politici e avvocati congegnali alla mafia.
Cordiali saluti

Giovanna maggiani Chelli
Associaizone tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili

giovanna maggiani chelli 20.09.09 11:16| 
 |
Rispondi al commento

tra un pò conosceremo tutti i presenti,hanno distribuito perfino 2500 bandierine tricolori per festeggiare l`arrivo delle salme,ci manca l`applauso finale e qualche autografo

nespolo n. Commentatore certificato 20.09.09 09:39| 
 |
Rispondi al commento

l`arrivo delle salme,sembra di seguire lo sbarco sulla luna

nespolo n. Commentatore certificato 20.09.09 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Pur aborrendo l'idea di punire in senso lato, non mi sento di sostenere oltre le spese che dei poveri disgraziati disperati, condannati colpevoli di ignoranza, impongono alla società senza, o raramente, ottenere una vera rieducazione.
Forse quattro belle frustate o una settimana di percorrenza obbligatoria della Salerno-Reggio in luglio o agosto riuscirebbero ad essere più economiche, dissuasive e, in ultima analisi, meno crudeli dei metodi vigenti.

catto leghista 20.09.09 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Sempre la solita solfa!Poveri detenuti, maltrattati ecc. ecc., ma non dicono che il sitema penitenziario italiano è uno, malgrado tutto, migliore al mondo, basti pensare che i carceri hannno corsi scolastici e universitari, corsi di ogni genere dal giardinaggio alla pittura, palestra, fitness (addirittura corsi di boxe!!!),assistenza medica (giustamente)h24 con servizi che un cittadino comune si sogna(ovviamente gratis). E ve lo dice uno che nel carcere ci lavora da anni! Per quanto riguarda i detenuti portati all'isolamento, questi Signori forse non sanno (forse?) che non esiste più, difatti è stato abolito per legge da almeno un decennio e le uniche botte, ahime, sono quelle che quasi quotidianamente mandano all'ospedale gli agenti ferite dalle numerose aggressioni che questi poveri detenuti compono. QUESTA E'LA REALTA!Basta con le mezze verità buoniste e lassiste, non fate altro che cadere di continuo nel ridicolo. Per fortuna i cittadini onesti non vi credono più, anzi forse non vi hanno mai creduto e considerato! Grazie

max c 19.09.09 19:43| 
 |
Rispondi al commento


http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.economist.com%2Fopinion%2FdisplayStory.cfm%3Fsource%3Dhptextfeature%26story_id%3D12076765&h=c6c6ce924620425d051a78e4770dd62d http://www.youtube.com/watch?v=BalFIZZrMWA

La denuncia di Mister B all'Economist vede la partita 1 - 0 per l'Economist, si riprende in attesa di conoscere il risultato della squadra Mister B (non è Mister Beans!) Vs. La Repubblica, L'Unità ed altri a seguire. Le scommesse sono aperte, a quanto lo danno i bookmakers?
Leggi: In ribasso! Interessanti i commenti dei lettori de l "Economist"

"In July 2001 Silvio Berlusconi, then prime minister of Italy, launched a lawsuit in Italy alleging that The Economist had defamed him in its article "An Italian Story", which appeared in our April 26th 2001 issue. The magazine cover bore the title: "Why Silvio Berlusconi is unfit to lead Italy". We are pleased to announce that the Court in Milan has issued a judgment rejecting all Mr Berlusconi's claims and requiring him to make a payment for costs to The Economist. The full judgment, in Italian, is available here. The Economist will not be making any further comment. Mr Berlusconi is once again prime minister of Italy.

Readers' comments
Readers have commented on this article (the window for new comments is now closed).

View all comments (360)."

luigi b., Arezzo Commentatore certificato 19.09.09 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Guarda Beppe che in Australia i suicidi in carcere
sono moltissimi, e non solo in carcere.

Tantissimi aborigeni finiscono in carcere e tu sai che per loro il carcere e' la fine, abituati a vivere nei grandi spazi.

Non e' che commettano grandi crimini, tanti sono
misfatti che per la loro etica non lo sono, ma
per i western si.

Tanto perche' l'Italia non e' sempre la primatista assoluta della negativita'.

Ciao. Frank

Frank A. 19.09.09 17:30| 
 |
Rispondi al commento

nuovo post ragazzi

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 19.09.09 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'sto posto è diventato una caciara!
Molto più bello ora, veramente.
Non si capisce neppure più con chi si sta parlando.

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 15:34| 
 |
Rispondi al commento

OT

Calisto Tanzi ricomincia dai dolci

21 Febbraio 2009

Calisto Tanzi, l'ex patron della Parmalat, torna alla ribalta e lo fa nel mondo dei dolci.

Tanzi condannato a dieci anni di reclusione per il reato di aggiotaggio e ostacolo all'attività di vigilanza, ha ricominciato a lavorare in una azienda di dolciumi a Parma, in strada Martinella, per la produzione di muffin da vendere in America e Canada.

Un'idea che fa venire in mente una linea di prodotti che tanzi aveva già lanciato in passato, la Mister day.

La notizia che Tanzi è ritornato ad essere un imprenditore è stata riportata ieri dal quotidiano on-line parma.repubblica.

Ma l'impresa, che riunisce alcuni amici dell'ormai 70enne, è vista con ostilità nel paese dove migliaia di famiglie hanno vissuto da vicino il fallimento di Parmalat.

Come riferisce il quotidiano, Calisto Tanzi, da cinque giorni si reca diligentemente sul nuovo posto di lavoro a Parma, non lontano dalla sua villa.

Lì istruisce i collaboratori per l'avvio dell'azienda dolciaria.
Nel progetto si avvale del supporto di un amico, che è in affari con una pasticceria del centro della città emiliana.
Poi, nel pomeriggio va a prendere i nipotini a scuola.

I lavori, negli 800 mq situati nella prima periferia di Parma, sono iniziati in novembre e sono in un buono stadio di avanzamento.
Sembra ci sia già anche qualche macchinario.
E' ancora presto per parlare di successo o altro, ma una cosa è certa: Calisto Tanzi è tornato a fare l'imprenditore, come se nulla fosse successo.

L'avvocato di Tanzi, Giampiero Biancolella, appresa la notizia ha precisato: "E' solo un'attività di consulenza per un'azienda parmigiana.
Il cavaliere dedica solo un paio di ore al giorno a questa attivita e niente più".

http://www.lungoparma.com/cronaca_di_parma/34162.html

Silvanetta P. Commentatore certificato 19.09.09 15:33| 
 |
Rispondi al commento

diretta da Vasto sulla giustizia:

de magistris, sonia alfano, salvatore borsellino, genchi, li gotti.

modera peter gomez

sul blog di di pietro e di salvatore borsellino

Anna m, Palermo Commentatore certificato 19.09.09 15:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tu non hai un'idea di come siamo felici di stare dall'altra parte (fb) e ti giuro che si hanno più notizie lì che in quel di Grillo!!!
Non ti dico come ci divertiamo, scherziamo, beviamo il caffè, lo spritz, il limoncello, da morireeeeeeeeeeee...!!!
E la cosa importantissima che lì nessuno ti può rompere i COGLIONIIIII (scusami)!!!!
Aggregati e sarai felicissima!!!
E'il vero corroborante per un nuovo inizio di giornata!!


**Tarantini fermato per droga**
Accusato di spaccio l'imprenditore dei festini a palazzo Grazioli. La procura: "Pericolo di fuga"

proprio ora che aspettavo "la roba buona" da bari !!!

despotaaaaaaaaaaa! maledettooooo!!!
la vuole tutta per seeeeeeeee!!! e per l'infame verdeeeee!!!

GERONIMO ... Commentatore certificato 19.09.09 15:24| 
 |
Rispondi al commento

ciao mandi!

meri c Commentatore certificato 19.09.09 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il terremoto dei banchieri

18 settembre 2009

Sotto l’albero di Natale quest’anno molti terremotati abruzzesi troveranno una bella sorpresa: il regalino arriva dalla banca e, mai come in questo caso, è un vero e proprio “pacco”.

Grazie al decreto Abruzzo dell’aprile scorso, convertito in legge il 24 giugno, tutte le rate dei mutui e dei finanziamenti destinati agli aquilani sono state sospese fino a dicembre 2009.

La rateizzazione è stata così congelata e di fatto è slittata di nove mesi. Una bella boccata di ossigeno per i terremotati.

Una boccata però breve e velenosa: la Cassa di risparmio della Provincia dell’Aquila, il principale istituto della città, ora esige gli interessi sui mesi sospesi.

In poche parole si tratta di una specie di “tassa sulla sospensione”. "Gli interessi andranno pagati – ha confermato all’Ansa il direttore della filiale di Ovindoli, Agostino Alonzi – in quanto il decreto non prevede il titolo gratuito”.

Molti terremotati di ritorno all’Aquila in questi giorni di riapertura delle scuole, hanno già avuto l’amara sorpresa: il loro debito nei confronti delle banche, invece di diminuire, è magicamente cresciuto.

E oltre a pagare una casa che almeno in questo momento non hanno più, e a fare i conti con la perdita del lavoro, ora devono anche sborsare gli interessi che in alcuni casi possono arrivare a migliaia di euro: un ristoratore di Ovindoli, Davide Pompili, con un capitale residuo di 85 mila euro, a gennaio dovrà versare circa 2.400 euro di interessi.

Con l’aggiunta di un piccolo particolare: che nessuno glielo aveva detto prima.

Segue
http://antefatto.ilcannocchiale.it/2009/09/18/il_terremoto_dei_banchieri.html

Silvanetta P. Commentatore certificato 19.09.09 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma tu senti questo nano di ministro
MORTO DI FIGA
che manda a morì ammazzati gli avversari.

MORTO DI FIGA!!!

Ma non ti vergogni a SERVIRE un uomo che ha fatto DELLA RENDITA IN CONFLITTO DI INTERESSI NAZIONALE E INTERNAZIONALE
UNA RAGIONE DI VITA!

PECORA!!!
T'HA DOMATO!
O SEI FEMMINA?
SCEGLI TE!

Cordialmente

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 15:08| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Guerra e Occidente...

http://www.espertone.net/2009/09/guerra-e-occidente-normal-0-14-false.html

James Hetfield, Bari Commentatore certificato 19.09.09 14:59| 
 |
Rispondi al commento


@ margherita, alias grillina beppina delle 13:23

Credo sia normale quando si dà corso ad una iniziativa di questo tipo incrociare le dita, specialmente se non si hanno le coperture statali di cui godono tutti i giornali che, nonostante questi contributi NOTEVOLI, annaspano lo stesso.

Ed è anche per questo che per attirare quei pochi sprovveduti e creduloni acquirenti spesso sparano titoloni con parolone spauracchio tipo: emergenza, giallo, crisi, il mondo trema, tragedia e aggiungiamo pure per mantenerci nella quotidianità le “missioni di pace all’estero”!

Bene, “Il Fatto” sarà certamente un giornale fuori dalle righe da questo punto di vista e non solo: non ci saranno sconti per nessuno, quando si è liberi da lacci e laccetti ce lo si può permettere.

Diffonderlo potrei dire che dovrebbe essere un dovere, visto che spesso ne è stata fatta esplicita richiesta ..... adesso si tratta soltanto di dar seguito a ciò che si è andando scrivendo per un bel po’ di tempo: diffondere e portarne a conoscenza cara Margherita.

E’ inteso che non mi aspetto un contributo leghista & C., ma un commento acidulo come il tuo si, quello era praticamente scontato ^_^


Silvanetta P. Commentatore certificato 19.09.09 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Turni per dormire in un letto.
In alcune carceri italiane, i detenuti stipati nelle celle si dividono il letto. Oggi tu, domani io. E poi ci si meraviglia che il carcere imbestialisce.

Mi chiedo il senso di tutto ciò.
Non è razionale quanto succede.
Ci sono caserme dismesse sparse in tutta la penisola.
Necessitano di una manutenzione, ma possono essere recuperate.
Perchè è anche vero che chi non rispetta le regole, deve scontare una pena in carcere. Pertanto non è che si possano risvuotare di nuovo, come con l'indulto.

Ma il carcere deve avere un fine costruttivo nell'individuo. No distruttivo e peggiorativo.
Vivere nella cattiveria porta a diventare ancora più cattivi di come siamo. Per difesa.

Non si può tanto chiacchierarci attorno. Bisogna risolvere il problema. Ma più si aspetta, più ingrandisce.

Girasole di Giugno, Treviso Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come mai brunetta ce l'ha tanto, come il suo capo, coi comunisti?........e con chi non accetta di "appecorinarsi"?.........
forse perchè se ambedue crescevano e erano grandi e grossi, campavano di prepotenza?.....no, quello già lo fanno!
forse perchè chi non si allinea, li smaschera?......no loro se vengono "presi con le mani nel sacco" possono dire che è tutta colpa dei comunisti!
forse perchè la notte escogitano i trucchi e il giorno vengono smascherati!
forse perchè chi li "combatte" apre gli occhi ai "fessi".
forse perchè non ci và bene che si "mangiano" tutto.
forse perchè ci siamo stancati delle loro facce.
no è solo perchè gente così ha rotto i COGLIONI.

valter pierucci 19.09.09 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Bagnasco: "Degrado politico e crisi
perché mancano progetti ed etica"
-------------------
Ecco, comincino loro a individuare tutti i ladri di qualità eccelsa che sono incistati nelle loro amministrazioni e che vivono all'ombra di principi etici annunciati e mai applicati.
La chiesa è come una pietra al sole, se la alzi vengono fuori scarafaggi, vermi umidi e zecche.
Abbiano il coraggio di applicare quello che sanno fare meglio, stare zitti.

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 14:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

INTERVISTA AD ANTONIO AMATO PROC.CAPO DI BARI DOPO L'ARRESTO DI TARANTINI
http://www.youtube.com/watch?v=7OUkX0USLOE&feature=player_embedded

antonio gril 19.09.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento

...però sulle statistiche riportate...
di quelli affidati ai servizi sociali solo il 30% (rispetto al 70% di chi sta fisso in galera) torna in carcere, quindi estendiamo la procedura.
Ok, ma non si può fare il confronto così, quelli "affidati" sono anche i più "affidabili", appunto.

omar contini 19.09.09 14:23| 
 |
Rispondi al commento


> PROGRAMMA PER LA MANIFESTAZIONE BOND ARGENTINA/PARMALAT DEL IL 23- 24 DI

SETTEMBRE2009 a ROMA
> Mercoledi 23 Settembre 2009
> 11.30-14 ambasciata argentina P.zza Esquilino 2
 Passaggio davanti al Ministero dell’Agricoltura per richiesta sostegno del Ministro ( no grana no grano)
> 14.15-18 Ministero Tesoro VIA XX Settembre 97
> Durante lo spostamento dall' ambasciata al Tesoro abbiamo chiesto di poter consegnare una petizione al Presidente della Repubblica.
>
> giovedi 2 4 Settembre 2009
> 9-11.30 Camera dei Deputati P.zza Montecitorio
>
 12.00-13.30 ambasciata Repubblica Federale Tedesca via S.Martino della Battaglia, n° 4

 14.20-16 Banca MPS SU VIA DEL CORSO N°264 ROMA e sul tratto di marciapiedi contiguo tra i civici 225/226
>
> Verranno utilizzati due striscioni su cui e chiesta la tutela dello Stato italiano e Basta Soldi allo stato argentino.
> Utilizzeremo due megafoni e alcune pentole per far sentire la nostra rabbia "Cacerolazo" sopratutto all'ambasciatore argentino
> Gli spostamenti saranno fatti in maniera individuale senza arrecare disturbo alle persone e alla circolazione

Orlando Masiero 19.09.09 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Al sig. PRESIDENTE
Degli Stati Uniti d’America
BARACK OBAMA

oggetto: bond argentina


Apprendiamo dai giornali della possibilità argentina di ottenere finanziamenti da parte del Fondo Mondiale Internazionale. Tanti italiani , che hanno perso i loro risparmi per l’ inadempienza di questa
nazione con i "bond argentina", chiedono alla S.V. un intervento presso il FMI , volto al congelamento
di tali fondi sino a che l'Argentina non onori i propri debiti. Ricordiamo che le sentenze emanate da tribunali tedeschi e degli Stati Uniti D'America , a favore dei risparmiatori , condannano
il paese a pagare per inadempienza volontaria e non oggettiva.
Pertanto, tale nazione deve essere esclusa dai circuiti finanziari internazionali. In attesa di una risposta in merito e a nome dei risparmiatori “bond argentina” italiani Le porgo distinti saluti.

Orlando Masiero 19.09.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Perché la morte di sei mercenari vale più di migliaia di disoccupati in un Paese rincoglionito?
quando cazzo la smetteranno di prenderci per il culo
e definire guerra quello che accade in afghanistan?
sono morti in sei e sono pochi
povere le altre vittime (dieci) morti in un paese occupato da forze che invadono per il DIO PETROLIO E O PER LA DROGA

fly on-line Commentatore certificato 19.09.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Mauro Maggiora

Forse dovresti smetterla di atteggiarti come un oracolo.
Dici che quello che ho scritto è un'astrazione, un mito che non esiste, ma stranamente non mi risulta, anche perchè conosco personalmente tre persone arruolate nell'esercito che sono state o devono partire per l'Afghanistan: uno è figlio di un camionista, il secondo è figlio di un muratore, il terzo è orfano perchè il padre, quando lui era piccolo, è morto in un incidente al lavoro.
Ma tralasciando questo aspetto ti sei degnato almeno di vedere l'estrazione sociale dei parà e il loro luogo di provenienza?
Te lo dico io, uno era del Salento, figlio di ex immigrato in Svizzera ed ora lavoratore in una ditta di costruzioni, un altro era di Fuorigrotta-zona nota per il tasso di disoccupazione alle stelle, come tutta la Campania-, un altro era di Viterbo, figlio di un operaio, un altro era dell'oristanese, figlio di un allevatore, con un fratello anch'esso arruolato nell'esercito, un altro era della Val D'Agri-zona notissima per il suo "splendore economico- sposato con un'insegnate precaria, l'ultimo era di Salerno,quindi sempre di una zona con un alto tasso di disocuppazione.
Magari, nonostante la tua stupidità, i loro bisnonni erano in trincea durante la prima guerra mondiale, usati anche loro come carne da macello, quindi, nonostante il tempo che passa, sembra non sia cambiato nulla.
Anzi qualcosa è cambiato, grazie ad interventi idioti come i tuoi e grazie naturalmente alla propaganda e alla retorica nazionalista, capita spesso di vedere queste persone nutrire degli orientamenti politici di estrema destra, nonostante in famiglia hanno i genitori con la tessera Cgil o Fiom-te lo dico per esperienze personali, le astrazioni le lascio volentieri a te-.
Quindi grazie ai tuoi interventi ed al pensiero di tanti imbecilli,questi morti sono sfruttati dalla propaganda nazionalista per far montare il risentimento contro chiunque tenti di far capire le motivazioni del ritiro dall'Afghanistan.

Alessio A. Commentatore certificato 19.09.09 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*
**
***

Brunetta: "Vada a morire ammazzata
la sinistra che prepara colpo di Stato"

CORTINA - Il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione Renato Brunetta, al convegno del Pdl a Cortina d'Ampezzo, attacca ancora la sinistra "elitaria e parassitaria", accusandola di preparare un colpo di Stato. Alla "sinistra per male" manda a dire: "Vada a morire ammazzata. E alla sinistra "per bene" chiede: "Recuperi gli ideali di una volta".

La sinistra si liberi dalle elite. "Mentre gestivamo la crisi non abbiamo visto l'opposizione" ha tuonato Brunetta dal palco "e questo per la democrazia è un problema. Abbiamo visto le elite, o sedicenti tali, impegnate a buttare giù il governo. Sono sempre le solite: quelle delle rendite editoriali, finanziarie, burocratiche, cinematografiche e culturali, che hanno combattuto il governo reo di aver cominciato a colpire le case matte della rendita". Alla "sinistra perbene" Brunetta rivolge l'invito a liberarsi dall'oppressione di questa "elite di merda". Una "povera sinistra che si fa usare", ma Brunetta ha la soluzione: "A questi compagni propongo una lotta di liberazione da questo abbraccio mortale".
--------------------------------

BEPPE C'E' ARIA SEMPRE PIU' PESANTE DI GOLPE MILITARE .

QUESTI TIRANO UNA SCOREGGIA E CHIEDONO CHI E' STATO.

STANNO PROVOCANDO, SONO DEI PROVOCATORI DI PROFESSIONE, LO FANNO SPERANDO CHE QUALCHE SQUILI TIRI IL PRIMO COLPO.

POI SCATENERANNO I MILITARI.

OCCHIO BEPPE, CONTINUANO CON MAGGIORE INSISTENZA A SCARICARE LE LORO COLPE, QUI SI METTE MOLTO MALE.

ciao tvb ...

***
**
*

guido _guida, zena Commentatore certificato 19.09.09 13:51| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN ITALIA NON CAMBIA MAI NULLA! SE TOCCHI D'ALEMA MUORI.
TARANTINI E' INDAGATO DA MOLTI MESI MA, APPENA COINVOLGE D'ALEMA, LUI (GRAZIE ALLE CORRENTI DELLA MAGISTRATURA "AMICHE") LO FA ARRESTARE.
E' CERTAMENTE VERO CHE BERLUSCONI SIA X L'ITALIA UNA GRANDE ANOMALIA ( E PER DI PIU' NEGATIVA), MA E' ALTRETTANDO VERO CHE, AL CONTRARIO DI D'ALEMA, LUI NON E' MAI STATO DIGERITO DAI "POTERI FORTI".
IO NON SO' CHI SIA, FRA BERLUSCONI E D'ALEMA, IL PIU' PERICOLOSO, MA DI CERTO SO' CHE CORRE MOLTO MENO RISCHI CHI ATTACCA BERLUSCONI.

gianfranco c., cosenza Commentatore certificato 19.09.09 13:48| 
 |
Rispondi al commento

La destra è allo sfascio.
Adesso giocano a chi la spara più grossa.

CORTINA - Il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione Renato Brunetta, al convegno del Pdl a Cortina d'Ampezzo, attacca ancora la sinistra "elitaria e parassitaria", accusandola di preparare un colpo di Stato. Alla "sinistra per male" manda a dire: "Vada a morire ammazzata. E alla sinistra "per bene" chiede: "Recuperi gli ideali di una volta".


ah ah ah

Colpo di Stato della sinistra ???? ah ah ah

Ma sa di avere come presidente la tessera 1816 della P2 ???

Ministro piccolo ma con l' ego grandissimo.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Già, perchè il fatto di ritrovarsi in carcere per un reato che è tale solo perchè qualcuno l'ha deciso, e soprattutto per evidente convenienza (vedi Mother Mary ... Beatles), e vedere che quei porci che commettono VERI REATI (poichè se fatti da persone di potere SONO PIù GRAVI, FANNO PIù DANNO, PRESUMONO IL PRINCIPALE REATO: QUELLO DI AVER INGANNATO E DI STAR ROVINANDO UNA NAZIONE), se ne stanno fuori, beati, e se riconosciuti colpevoli ...
Pensate che chi commette reati non le veda ste cose?
Magari non inizia a commetterli per quello?
Uno nasce povero (grazie ai politici), in un quartiere di merda (grazie ai politici), si ritrova senza, o con un istruzione praticamente inutile (grazie ai politici), senza avere i soldi per mangiare (grazie ai politici), oppure convinto che la felicità sia essere uno degli 8 del grande fratello (grazie ai politici...uno in particolare) o soltanto mettendo calze Smarty (grazie ai politici...sempre cicciolino in testa) ecc ecc.
è un mondo di merda, in cui molte volte il reato è CERCARE DI ESSERE LIBERI (SE VOGLIO "FUMARE" SONO CAZZI ASSOLUTAMENTE MIEI, SE NON GUIDO), in cui il reato è inventato per far fare soldi alla mafia (L'ERBA -E ANCHE IL RESTO- NON COSTEREBBE NIENTE, SE LEGALE, E PER IL RESTO NESSUNO DOVREBBE RUBARE PER PROCURARSELA, NE LA MAFIA FAREBBE MOLTI PIù DANNI DI QUANTI NE FANNO I TOSSICI PERSINO ORA CHE è ILLEGALE), e in cui il reato è necessario (VISTO CHE QUALCHE PEZZO DI MERDA SI STA PRENDENDO TUTTI I SOLDI MANGEREMO CAZZI), ECC ECC ECC.
V'è UN SOLO REATO CHE ADESSO CONTA, E CHE STA FACENDO DANNI IN ITALIA: ED è BERLUSCONI.

Il Giusto 19.09.09 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Quattro indagati per droga ospiti del premier. L'11 agosto 2008
il gruppo partecipa ad una festa nella residenza sarda del Cavaliere
Quella cena dei "bravi ragazzi"
tra i lussi di Villa Certosa
Nella villa di Cala di Volpe, in Costa Smeralda, una cassaforte per custodire la "polvere"

di PAOLO BERIZZI


Tarantini con Mannarini e Verdoscia
BARI - C'era Simon Le Bon che cantava. C'era Simona Ventura. Ma c'erano anche gli "ospiti sbagliati". Quelli che "danno la droga a tutti", quelli che "brindiamo a questo vino sopraffino e facciamoci sopra un bel tirino". Quelli che "stanno riempiendo di coca mezza Sardegna" - come dice al telefono, una notte, "in stato confusionale", la soubrette Francesca Lana. Quelli delle feste dove sniffano "come i matti" e sciolgono le pasticche di Md nei bicchieri, e dove all'alba il domestico trova una ragazza svenuta in giardino, "ma cosa le hanno dato?!". Ma certo, "quelli di Bari", come li chiamavano in Costa Smeralda.

Definizione smilza e efficace, da "goodfellas". Quei "bravi ragazzi" erano tutti seduti a tavola, l'11 agosto 2008, a Villa Certosa. Ospiti del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. A mangiare e a bere e a cantare, nella residenza estiva del premier, il gruppo è al gran completo. Quattro. Tutti indagati dalla Procura di Bari per cessione di cocaina. Gli "ospiti sbagliati" (da una definizione di Berlusconi) sono i "tre moschettieri" Gianpaolo Tarantini, Massimo Verdoscia, Alessandro Mannarini (il primo è in carcere, il secondo agli arresti domiciliari)....segue su
http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-29/cena-certosa/cena-certosa.html

Il nostro silvio non si è fatto mancare niente, però lui è sempre all' oscuro di tutto.
Gli portano le p....ne in casa e dice di non sapere, nelle sue feste avviene di tutto, compreso lo spaccio della droga, e lui non sa e non si accorge di niente.
Va bene che per lui siamo CO....NI ma anche lui non scherza in quanto a Cog.....ggine.

Sante. Marafini Commentatore certificato 19.09.09 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piace l'idea di regalare qualche copia del "Fatto", Silvanetta, perchè penso proprio che le aspettative dell'editore siano state un po' deluse.

Ma certo voi, acquistandone un bel po' per distribuirle gratis, alzerete il livello.

Già gli italiani leggono poco i quotidiani a maggior diffusione, tranne la Gazzetta dello Sport, ovviamente, figuriamoci chi è che compra in edicola un giornale di "nicchia".

Giustappunto quelli che fanno parte di quella "nicchia".

Un po' pochini, per sostenere i costi.

Ma vedrai, Silvanetta, che presto questo diventerà un quotidiano di partito ed avrà anche lui i suoi bei contributi statali.

Di quale partito?
Beh, non è difficile indovinare.

beppina grillina 19.09.09 13:23| 
 |
Rispondi al commento

A Napoli, si è sciolto il sangue di san gennaro.
Tutti a baciare la teca,bassolino e jervor
inclusi.

Ma come si fà!!!!!!

antonio d., carrara Commentatore certificato 19.09.09 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla "sinistra per male" manda a dire: "Vada a morire ammazzata. (DICE BRUNETTA )
io dico ci VADA tutta la merdaccia politica.

al m. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 13:19| 
 |
Rispondi al commento

...MA QUANTI TARANTINI CI SONO ANCORA IN CIRCOLAZIONE? QUANTI NE SERVONO AL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI VOLUTTUARI DI OGNI POLITICO?...OGNI TANTO OCCORRE FARE UN'EFFICACE OPERA DI DEFRAMMENTAZIONE POPOLARE...

TESI VS ANTITESI= (sin.tesi), Atlantide Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 13:19| 
 |
Rispondi al commento

CORTINA - Il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione Renato Brunetta, al convegno del Pdl a Cortina d'Ampezzo, attacca ancora la sinistra "elitaria e parassitaria", accusandola di preparare un colpo di Stato. Alla "sinistra per male" manda a dire: "Vada a morire ammazzata. E alla sinistra "per bene" chiede: "Recuperi gli ideali di una volta".
---------------------
E' andato !!
Paga il fallimento sostanziale rispetto alle aspettative che ha creato !!
E non avendo altro capo espiatorio su cui contare se la prende coi soliti "comunisti" e coi "marziani".
"Gli ideali di una volta" sono serviti al ministro brunetta e al nano a prendere per il culo le persone che in buona fede hanno affidato la loro solidarietà, il loro amore per la cosa pubblica, la loro abnegazione, il loro altruismo.
Bhe Brunetta, lo sai che c'è ?
C'è che ci si è rotti i coglioni di lavorare per la "gloria del signore", di pagare debiti per l'accumulo di ricchezza di pochi e che non serve ad altro che a produrre altro accumulo, senza sviluppo, senza ritorno, senza un progetto di paese che ci porti fuori da questo pantano fatto di furbetti e di furboni.
Il colpo di stato c'è già stato, lo ha compiuto questo governo quest'anno nell'assordante silenzio dei compiacenti "mezzi di disinformazione".
Comincia in questi giorni la liberazione nazionale dai parassiti veri, di finta destra e finta sinistra che senza scadenza sostanziale di mandato, senza verifica sui risultati, senza pudori, senza più limiti ammorba il paese da decenni e lo lascia libero solo di pagare il conto morale ed economico dei loro misfatti.
E' cominciato con un VAFFANCULO, e proseguirà più "romanamente" e materialmente con un "MAVAMORI'AMMAZZATO".


Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT International

USA: UN MORTO OGNI 12 MINUTI IN USA PER LA MANCANZA DI ASSISTENZA SANITARIA

Study: Lack of insurance leads to death every 12 minutes

maro sowclett Commentatore certificato 19.09.09 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Eh si...Brugnetta oggi merita un commento.

Il socialista ed ex "radicale". Radicale è stato perchè aveva la tessera.
E' stato quando "TROMBAVA MENO ma ciaveva un grammo di COERENZA in più".
Ora fa LA SPONDA agli "illuminati che sbagliano".

COMUNQUE

Tra una "trombatina" e l'altra trova il tempo di parlare addirittura di "colpo di stato".
Te la immagini l'UDC che fa un colpo di stato insieme alla banda dei quattro?

Magari avessero LE PALLE per pensare a un colpo di stato.
Ciavremmo meno problemi di
OPPOSIZIONE DEMOCRATICA.

Saluti

ps: sempre con la donna appresso eh?
Brugné...piantala di trombare e torna a LAVORARE.

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare che di tutto ci stiamo occupando, meno che dei morti in carcere.
Finisce sempre così, quando ci si ostina a rimasticare argomenti triti e ritriti.
Che non interessassero più a nessuno -o quasi- lo si era già visto pochi giorni fa, quando si è discussa la morte in carcere di un ragazzo.
Chissà a quando la prossima puntata?

scorrazzi gianmaria pierottino Commentatore certificato 19.09.09 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti. Stavo vedendo su Youtube il filmato di Beppe Grillo a Livorno del 19 maggio 2009 e al minuto 41 della parte 6 l'audio scompare! Proprio mentre Beppe stava parlando dell'accordo con la Libia...che sarà successo?

Uhm...

Giovanni Destito 19.09.09 13:03| 
 |
Rispondi al commento

MANIFESTAZIONE "AGENDA ROSSA" per sostenere i magistrati di Palermo,Caltanissetta,Firenze e Milano impegnati nelle indagini sulle stragi del 1992-93 e sul rapporto mafia-politica.

INFO SU:
http://www.italiaterranostra.it/?p=1723

DOBBIAMO ESSERE CENTINAIA DI MIGLIAIA.

Mai Più Commentatore certificato 19.09.09 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Comunque dai dettagli che vengono fuori sull'attentato in Afghanistan viene fuori una cosa proprio mirata sugli italiani e ben pianificata.

Oltre al suicida c'era un gruppo nascosto vicino che ha mitragliato quelli usciti dal secondo blindato.
E infatti non mi spiegavo il numero così alto di morti e feriti visto che un blindato era ancora abbastanza intatto.
Ora è chiaro.

Ecco qui la ricostruzione.

http://www.corriere.it/esteri/09_settembre_19/ricostruzione_attentato_03dca8f0-a4e8-11de-8486-00144f02aabc.shtml

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro della Pubblica amministrazione e Innovazione, Renato Brunetta, attacca ancora la sinistra «elitaria e parassitaria», accusandola di preparare niente meno che un colpo di Stato. Alla «sinistra per male» manda a dire: «Vada a morire ammazzata».
Brunetta si è montato il cervello , la statura non è acqua, ricordarsi per quando ritornerà ad essere piccolo, modesto, umile, professorino in miniatura raccomandato.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 12:49| 
 |
Rispondi al commento

SILVIO COMPRA LA FORD, CHE DI ESCORT TE NE INTENDI !


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 19.09.09 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Dal Il Fatto Quotidiano...

Interessante l'articolo:

Il terremoto dei banchieri.

Questi sono un'altra casta da eliminare assolutamente...hanno fregato i terremotati senza nessuna pietà


Giuseppe G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Rieccoci coi carcerati. Ma non abbiamo migliori cause da sostenere?
Perchè non ci occupiamo invece delle VITTIME di chi è finito dentro?
Sempre a dare addosso alle forze dell'ordine, in qualsiasi veste si presentino. Bello!
Ma si dimentica che le forze dell'ordine altro non sono che una categoria di lavoratori.
Niente: ogni due per tre ci tocca sorbire questo coro di belati sui poveri galeotti. Che dentro sono, dentro devono essere e dentro concludono le loro esistenze, se così decidono.
Occupiamoci di problemi veri e seri.

scorrazzi gianmaria pierottino Commentatore certificato 19.09.09 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Porta a porta e le case di legno coinsegnate dall'impresario funebre ed il becchino presentatore, orribile , mortuaria, speculazione squallida, un vespasiano ed un puttaniere.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi, Fini, l'ora del faccia a faccia.

MI RACCOMANDO SILVIO NON DIMENTICARE IL LIBRETTO DEGLI ASSEGNI, CHE POI LE COSE NON VANNO A POSTO .....


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 19.09.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento


Berlusconi-Fini, l’ora del faccia a faccia .
Difficile vista la differente statura dei due.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Brunetta a concluso rilevando che «la Chiesa non ha mai avuto tanto dallo Stato italiano in termini di 8 per mille e questo dimostra la nostra serietà». bravooooooooooooo.

"Brunetta ha descritto le elite come quelle «della rendita parassitaria, burocratica, finanziaria, editoriale»." berlusconi ?

Insomma la Chiesa è brava quando sta dalla parte di Berlusconi, accettando il suo abbraccio mortale. Veroooooooooooooooo
*
Brunetta: «Elite irresponsabili
vogliono un vero colpo di stato»
Chi? Fini? Casini? Le Banche? Gli statali ?
Gli ex comunisti alleati di Berlusconi ?
Boh!

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 12:32| 
 |
Rispondi al commento


OT

18 settembre 2009, in Peter Gomez

La paura e la speranza

Ci siamo.
Dopo dieci giorni di numeri zero finalmente si comincia.

Mercoledì prossimo "Il Fatto quotidiano" sarà in edicola.

Le preoccupazioni in questo momento non si possono nascondere.
Per risparmiare sui costi il giornale chiuderà alle otto di sera, quando tutti gli altri arrivano almeno fino alle 22.

La squadra è ottima, ma è ridotta all'osso.
I ragazzi per mesi - almeno fino a che le condizioni economiche non ci permetteranno altre assunzioni - dovranno ammazzarsi di lavoro.
E se qualcuno si ammala tutto potrebbe incepparsi.

Certo, in vent'anni di giornalismo non ho mai visto un quotidiano uscire con le pagine bianche. Ma ogni tanto il dubbio mi assale.
Le cose da migliorare sono tantissime.
E il timore è quello di rischiare di deludere molte attese.

Anche il fatto che, come avevamo preannunciato, non verremo distribuiti in tutta Italia (Calabria dove sei?), può lasciare l'amaro in bocca a tanti.

In queste ore stiamo cercando di convincere l'editore a un altro piccolo sforzo: ad allargare almeno di poco il numero di edicole in cui saremo presenti.
Comunque consola pensare che chi davvero ci vuole, ci potrà leggere grazie gli abbonamenti in pdf e postali.

Altra paura: le pagine sono poche.
Dovremo scegliere con oculatezza gli argomenti su cui concentrarci.
In Italia non esiste solo Berlusconi, non esiste solo la (poco seguita) politica, non esistono solo le devianze delle nostre pessime classi dirigenti.
C'è un Paese da raccontare.

Se qualcosa funziona ed è una notizia, bisogna trovare il modo di dirlo.

Segue

http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/

-----

Potremmo dare una mano anche noi(anche se siamo abbonati) regalandone qualche copia ad amici, parenti ecc., soprattutto i primi numeri per far conoscere e diffondere il “nostro” nuovo quotidiano.

E’ nell’interesse di tutti che il "Fatto" possa procedere a vele spiegate.

In bocca al lupo a tutta la redazione!!!

Silvanetta P. Commentatore certificato 19.09.09 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Siamo 400.000 farabutti. Evviva !

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 12:26| 
 |
Rispondi al commento

LO SPUTTANAMENTO STA DIVENTANDO UNIVERSALE ...

Nella sede della Conferenza delle Regioni, all'entrata, c'è una lavagna che segnala le riunioni all'ordine del giorno.
Oggi, dopo la notizia della cancellazione del vertice con il premier Silvio Berlusconi, la tensione è palpabile.
E sulla lavagna compare questo messaggio: «Incontro Berlusconi-Regioni salta di nuovo. Ma se l'incontro lo organizziamo a Palazzo Grazioli ci viene? Regioni, attrezziamoci in modo più allettante». Firmato: «Patrizia».


ah ah ah

bell' esempio ...
potremmo impegnarci nel fare comparire scritte simili un po ovunque ....

ah ah ah

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento

intervista in escusiva nel tg net del proc capo di bari Antonio Laudati per l'arresta di Tarantino
http://www.youtube.com/watch?v=7OUkX0USLOE&feature=player_embedded

grillino irp 19.09.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento

IN UN PAESE DOVE SE VAI IN OSPEDALE TI UCCIDONO, COSA VI ASPETTATE DALLA GALERA CHE VI CURA ?


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 19.09.09 12:24| 
 |
Rispondi al commento

DIZIONARIO BUGIARDONI AUTUNNO 2009:

Imprenditore:magna-ccia, spaccia-tore e tossico in fuga in Tunisia

Stat-ista : la-dro e corruttore in fuga in Tunisia

Escort: pu-ttane di alto bordo

Effetti collaterali delle azioni di pace:civili ammazzati durante le azioni di gu-erra

Missione di pace: gu-erra

Fanti contadini analfabeti e poveri uccisi nelle trincee:parà della Fo-lgore (versione sinistra)

Eroi della pa-tria: parà della Fol-gore (versione destra)

Stragi infami:azioni di gue-rra tra occupanti ed occupati

Politica a favore della famiglia: ammucchiata

Famiglia :cosca

Religione di stato: fondamentalismo medioevale

Terrorismo: gue-rra

Vittime:carnefici

D/i/o: astenuto

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 19.09.09 12:21| 
 |
Rispondi al commento

e i padri di famiglia sempre onesti per ottenere un lavoro devono delinquere, dovresti vergorgnarti di questa affermazione,pensavo fossi una persona per bene ,mi sbagliavo

truvonio sempre 19.09.09 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Bondi :

"Antonio Di Pietro si comporta come un bandito. E la Sinistra se non si dissocia apertamente dalle sue parole è complice di chi si atteggia a bandito"
^^^^^^^^^
Coglione di un Bondi, ma cosa credi che la sinistra abbia fattofino ad oggi se non dissociarsi continuamente dalle dichiarazioni e dalla linea politica di Di Pietro?
Allora è inutile che glielo ricordi o la richiami all'ordine, la sinistra sa già come deve comportarsi...

Franco F. Commentatore certificato 19.09.09 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PASSAPORTO DAL CARCERE ALL'OSPEDALE
Non risulta chiaro il passaggio di competenze tra carcere e ospedale (e ambulanza). Se il carcerato esce gravissimo, in fin di vita dal carcere, verso l'ospedale, la conseguente morte non è più attribuibile al carcere. Allora, i sei tentativi di suicidio, o meglio il suicidio a "effetto ritardato" dovrebbe essere di responsabilità dell'ospedale (o del trasporto in ambulanza)? Sembra che i ministeri, dell'Interno e della Sanità, appartengano a Stati diversi. Comunque il potere medico c'entra lo stesso perchè chi dovrebbe fare da ponte è il medico carcerario; ma i medici sono sia potere che servi del potere. Anche se li si vogliono rendere distinti e separati carceri e ospedali sono istituzioni panottico molto affini, gemelle.

Gianni Carlevaro 19.09.09 12:11| 
 |
Rispondi al commento

IN GALERA NON CI VANNO I GRANDI MANAGER, QUELLI CHE HANNO DISTRUTTO L'INDUSTRIA, RASO AL SUOLO LA TELEFONìA, ANNIENTATO IL COMMERCIO, NON VANNO I POLITICI CORROTTI NE LE PUTTANE CHE LI SPOMPINANO A 1000 EURO AL GIORNO, NON VANNO I RICCHI E I POTENTI CORROTTI DI QUESTA REPUBBLICA DELLE BANANE MARCE! ANDIAMO NOI DISOCCUPATI SE RUBIAMO AL SUPERMARKET UN PEZZO DI PANE, O SE CI BECCANO CON UN GRAMMO DI HASHISCH MENTRE IN PARLAMENTO "TIRANO" COCA COME FOSSE FARINA!! ITAGLIA PAESE DI MXRDA!!

Stefano Fiocchi (the machinist) Commentatore certificato 19.09.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

DIZIONARIO BUGIARDONI EDIZIONE AUTUNNO

Imprenditore(vedi Tarantini): magnaccia, spacciatore e tossico

Escort: puttane di alto bordo

Effetti collaterali delle azioni di pace:Civili morti in azioni di guerra e di aggressione:

Eroi vittime di vili attentatori: occupanti di un paese straniero morti in azioni di guerra.


Poveri fanti meridionali analfabeti uccisi nelle trincee nemiche e dall'imperialismo plutocratico(versione sinistra) e dai talebani mozzatori di teste(versione destra)

Stragi infami : azioni di guerra

Eroi: mercenari e mafiosi

Vittime:carnefici


Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 19.09.09 12:09| 
 |
Rispondi al commento

lo psiconano!
le escord!

SILVIO, FORD DALLE PALLE!!!!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 12:07| 
 |
Rispondi al commento

PERFETTAMENTE IN TEMA

Tarantini deve avere "vuotato il sacco".
E magari ora ha paura che qualcuno "lo mette in mezzo".

PERTANTO
quello se va dentro deve essere sicuramente separato dagli "altri".

http://www.corriere.it/cronache/09_settembre_19/tarantini_cocaina_malori_ragazze_sardegna_1a4dbbc2-a4ea-11de-8486-00144f02aabc.shtml

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi ho visto il TG di Euronews.
La le escort le chiamano con il loro nome : PROSTITUTE.


Nano Ciarlatano Puttaniere, DIMETTITI.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate OT.

Sono favorevole alla produzione di energia pulita e alla realizzazione di centrali eoliche e fotovoltaiche, ma nel modo giusto e nei luoghi più adatti, che non siano di forte impatto nei confronti delle bellezze naturali , delle nostre coste e del sistema marino. se qualcuno vuole può firmare la petizione.Vogliono distruggere uno dei posti più suggestivi della Sardegna. se non mi credete dgt. S'archittu su youtube.
Ps. in Sardegna non mancano gli spazi per produrre energia eolica e fotovoltaica, ma come dicevo, ogni cosa va fatta nel posto giusto.

http://www.facebook.com/group.php?gid=137386121571

c'è poco tempo per impedirlo divulgate questa notizia.

Gianni Rosa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Non molto tempo fà ho riletto il capitolo "I sommersi e i salvati" del libro SE QUESTO E' UN UOMO di Primo Levi... ci sono analogie impressionanti ed ancor più come da queste concezioni pare che l'Uomo non sia capace di disfarsene e ciclicamente ci ricaschi dentro. Ogni volta, immancabilmente, puntuale come un orologio svizzero.

Forza Beppe,

Davide Pollastri 19.09.09 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio rivolto solo a quelli che passeranno come sempre TUTTA la loro giornata in questo spazio:

Sfigati è sabato!!! Almeno per quelche ora spegnete il computer, la televisione, la radio, l'i-pod e tutte le cazzate con un led E ACCENDETE IL CERVELLO!!!

PASSATE UN PO DI TEMPO CON I VOSTRI CARI O CON I VOSTRI AMICI SE NE AVETE!!!!

USCITE, ANDATE NEI PARCHI, PRENDETE UNA BICI, RIAPPROPRIATEVI DAVVERO DELLE VOSTRE CITTÀ!!!

UNA VOLTA TANTO FATE QULLO CHE PREDICATE SCHIACCIANDO TUTTO IL GIORNO DEI TASTI!!!

CAMBIATE LA SCOCIETÀ VIVENDOLA COME VORRESTE CHE FOSSE!!!!

NON VI PREOCCUPATE, QUANDO TORNERETE A CASA NESSUNO AVRÀ RUBATO LA VOSTRA POLTRONA E IL PC NON SARÀ SCAPPATO DI CASA!!!


Oh , finalmente una bella notizia! Almeno quelli che ci restano secchi sicuramente non deliquono più!

Marco Di Falco 19.09.09 11:39| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Respingimenti

Così come è stato impostata la pratica dei "respingimenti" è come se avessimo APPALTATO a Gheddafi di costruirci una NOSTRA Guantanamo personalizzata, anch'essa fuori dal paese "utilizzatore finale" delle segregazioni e delle morti di persone indesiderate.

Con una aggravante pessima.
Che FORSE a Guantanamo venivano segregati prevalentemente pericolosi terroristi (diamogliela per "buona", per attenuante se così si può dire).
Noi nei "campi di accoglienza" Libici mandiamo donne, bambini, vecchi, poveracci, perseguitati politici, intellettuali e buoni lavoratori stanchi dei soprusi dei loro paesi, insomma ...
Che VERGOGNA!

E poi vanno a battersi il petto (leghisti e accaniti berlusconiani) in chiesa !
"Ma va là, va là... "

rosario v. Commentatore certificato 19.09.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

SOLO 20 PSICOLOGI IN 205 PENITENZIARI!!!!
VERGOGNA.
Dall'Ordine Nazionale degl Psicologi
26/06/2009 Rischio rivolta nelle carceri: gli psicologi lanciano l’allarme. Solo 20 gli psicologi di ruolo nei 205 penitenziari italiani.
http://www.psy.it/documenti/Comunicato_stampa_26062009.pdf

Gianni Tosca 19.09.09 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando il governo Prodi (ah, il tanto amato governo Prodi) si azzardo' a concedere una possibilita' al detenuto, stabilendo dei corsi di formazione a chi veniva scarcerato in anticipo, diminuendo cosi' i costi delle carceri (mantenere un carcerato costa di piu' di un corso di formazione), si alzo' la solita cagnara italiana.

"ah ecco, danno il lavoro ai delinquenti"

"Prodi preferisce i delinquenti agli onesti"

"Prodi toglie il lavoro agli onesti"

e cosi' via con lo sciocchezzaio nazionale.

Questo e' un popolo che si nutre di sentimenti, non c'e' niente da fare. Gli italiani nel 2008 hanno avuto la possibilita' di scegliere tra la razionalita' di un professore (un po' addormentato, ma onesto) e i sogni promessi via TV da un losco figuro cazzaro e pure puttaniere.

I risultati si sono visti.

El picafior

Fabrizio G. Commentatore certificato 19.09.09 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con sto fatto delle "migliori firme" avete VERAMENTE ROTTO I COGLIONI!

I commenti non sono "giornalismo".
Solo i post di Grillo fanno giornalismo.

I COMMENTI FANNO "OPINIONE".
OK?

E le firme che ci DOVEVANO ESSERE CI SONO.

Andate a rileggervi l'archivio.
Se ste migliori firme c'erano, di certo non sono state VOTATE da sti coccodrilli dell'ultimo minuto.

ANDATE AFFANCULO UN PO'!

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 11:27| 
 |
Rispondi al commento

HANCK BUKOW :
"Tutti i maggiori sondaggi, ripetuti nel tempo, mostrano una maggioranza favorevole al ritiro dal'AFGHANIATAN.
Il governo e il principale partito d'opposizione, il PD, parlano di irrinunciabilità della missione afghana.
L'opinione pubblica civile e democratica si fa ascoltare dalla politica?
...I problemi sono 3:
1) Siamo o non siamo civili?
2) Siamo in democrazia?
3) Che cazzo contano questi sondaggi se continuano a fare quello che vogliono?"

RISPOSTA
1) No,l'essere umano non perde mai occasione per mostrare la propria mancanza di cilviltà,con buona pace di tutti i soldi che si spendono per l'educazione.
2) No,per il semplice fatto che la democrazia non esiste,se esistesse tutto il popolo sarebbe chiamato ai referendum per votare qualunque DDL.
3 ) Servono a dare un'illusione di partecipazione ai grandi fatti del mondo,per poter dire "IO SONO CONTRO",invece sei PRO dal momento che accendi il PC e paghi la corrente elettrica prodotta col perolio.

Winston Wolf, Los Angeles Commentatore certificato 19.09.09 11:15| 
 |
Rispondi al commento

NUOVA DC E LEGA

Il domatore è vero che è messo sotto una pressione VERA.

Ma il problema che sta venendo fuori è che il Vaticano spa sta prendendo la palla al balzo per rimetterci in piedi la DC!
E non invece per rimettere in moto processi democratici.
Le ultime dichiarazioni di Don Crociata la dicono lunga.
Vorebbe mandare al Governo il PARTITO UNICO DEI CATTOLICI. Se poi è trasversale E' LO STESSO!
Dopo la massoneria ci prendiamo pure l'Opus Dei?
E' cosi o no?

Ora se il PD e la sinistra "radicale", idv, radicali, socialisti (che è diventata quasi na bestemmia, fate voi) non RIELABORANO la loro politica di Federazione unitaria, il Vaticano cià buone probabilità di successo.
UNO STATO ESTERO!
Voi avete un pò sottovalutato LO SFOGO di Don Farinella (?) quando ha parlato di Stato Estero e delle scelte "pragmatiche" della Cei.
Significa che sta prevalendo come al solito la real politik.
Se dopo Berlusca arrivano Fini, mammiachecasini, bottiglione e Rutelliroma come la mettiamo?
Con franceschini pure che li appoggia è ovvio!

L'Italia per la vaticano spa è terreno di una politica "sperimentale".
E' infatti L'UNICO paese d'europa che deve sottostare a queste "fathwa" cattoliche.
***

Il Federalismo è una cosa buona e seria.
Non si può dire di essere "per l'europa" e poi essere contro il federalismo.
Perchè la UE è basata sullo stesso principio.
Tra gli altri sono Republiche Federali:
Germania
Svizzera
USA
Che stanno meglio di noi. Sanità a parte.

Saluti

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nano in "transition implosion"

EdoHard Commentatore certificato 19.09.09 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo parzialmente con Francesco Pace.

Un blog non e' uguale ad invitare alcuni in casa propria, e quindi stabilire chi ti piace o non ti piace.

Qui siamo in rete e se fai un blog di discussione lo fai alla luce del sole e aperto a tutti.

Grillo ha sempre detto: "il blog e' aperto a tutti"

Bisogna distingure:
Un conto e' bannare, censurare chi usa il blog per offendere, provocare, usa termini scurrili, sostenerene azioni illegali etc.

Un altro conto e' bannare o permettere ad alcuni di cancellare messaggi solo per avere opinioni diverse anche da quelle di Grillo.

E' evidente che se il blog deve essere frequentato solo da persone che condividono sempre tutto e questo tutto e' esattamente quello che pensa Grillo e amici suoi, non e' vero che "e' aperto a tutti", e si usano gli stessi metodi di chi e di cosa si vuole combattere.

Si nota infatti che le regole del blog ben descritte, non vengono rispettate moltissime volte, nell'indifferenza dei moderatori, ma l'unica regola che viene sempre attuata e':

"Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi."

Ma non solo, non viene scritto nell'avvertimento:

" e banneremo gli email dei messaggi cancellati"

Cosa che viene fatta regolarmente e sistematicamente.

Non si devono cancellare commenti di nessuno se non infrangono le regole del blog, che sono quelle nell'elenco: "non sono consentiti"

Tanto meno bannare nessuno se non infrange dette regole.

Ricercare il consenso con la prevaricazione delle idee di altri e' inutile, infatti e' notorio che il blog ha perduto l'80% della sua diffusione e le migliori "firme"

Mi meraviglia che gli amministratori, nonostante tutto continuino imperterriti ad usare gli stessi metodi, fregandosene della enorme diminuzione di commenti e delle "dimissioni" di ottime firme.

Ma il commercio spregiudicato della C.a.s.a.l.e.g.g.i.o e' piu' forte di qualsiasi democrazia.

Sara Sacchi 19.09.09 10:22| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

se parliamo di carcere, come punizione, ci stò, il carcere è stato creato apposta, per detenere persone cruenti, psicopatiche, criminali.
non era stato ideato, per detenere persono che commettono piccoli reati o reati non "pericolosi" per la cittadinanza.
purtroppo poi, come tutte le cose, si degenera e l'eccezione, diventa regola.
con tutti i soldi che si spendono a "vanvera", si potreppe invece impostare, il carcere "duro", e il carcere inteso come "cella all'Americana", dove la persona che ha commesso "piccole Stronzate", sta li due-tre giorni, poi paga una cauzione e esce, senza aver "sporcato" la fedina (se non ha i soldi per la cauzione, si fanno delle rate, automaticamente tolte dallo stipendio, se non lavoratore, si manda ai servizi sociali per il periodo dell'importo per cauzione)
proposta oscena, qui da noi, ma proviamo ad immaginare che una persona 1) non delingue facilmente a caso; 2) pagare cauzioni, non è divertente, specie se ti "inseguono" fino che non paghi; 3) reati "leggeri" che non ti sporcano la fedina, ma che ti fanno riflettere con due tre nottate di "cella", penso che non ti marchiano;
poi per finire, diciamo anche che tanto il figlio del potente, in carcere non ci và tanto facilmente, pertanto la nostra situazione carceraria, sta come stanno gli ospedali, i mezzi pubblici, i servizi al cittadino;
d'altronde la situazione del "nostro nanocapo" la sapete, e fintanto che non fanno carceri con a disposizione celle per "festini", lui non ci và!!!!!!!!!!!!!

valter p., roma Commentatore certificato 19.09.09 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Ai nostri "moderatori" piacerebbe molto di diventare anche loro dei
"domatori di femmine e di pecore".

Io non sono nè una ne l'altra.
Figurati...

Saluti...

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Ho visto la signora D'Addario sia nella versione Svizzera che in quella Francese, non affatto simili. Nelle due si atteggia a vittima e dice di non averlo fatto per soldi e non averne ricevuti.. E'una grande bella donna, una di quelle da mille euro a notte. Solo constato personale: Che cosa pensare di una giovane donna che passeggia in citta con un vestito trasparente che lascia vedere lo slip? E il fatto del registratore nascosto? Non sarà stata istruita per giocare alla contessa Castiglione con Berlusconi? I giornalista francese gia citato ha ragione " C'est une histoire de cul! di corna e di gelosia. Edizione moderna di Cavalleria Rusticana avendo come musica, solo cori di perbacchie, indirizzate ai protagonisti e a chi gongola di presentarla.

jeannette e ernest 19.09.09 10:04| 
 |
Rispondi al commento

quelli che fanno casino sul blog sono quelli che clonano i nick, o certi nick improponibili che appaiono e scompaiono, tipo ieri un certo x etcetc. che proponeva di eliminare i commenti dove metteva una x. cercano di catturare l'attenzione, si sruffianano qualcuno per attirarlo dalla loro parte, e poi seminano zizzania.
non e' difficile capire chi rompe i coglioni.
pero', mi ripeto, nessuno dovrebbe permettersi di riprendere un bloggher perche' crede che sia O.T. o con l'accusa di usare il blog come una chat o scambiare qualche frase con amici .
eventualmente discutere, ma mai attaccare per queste cose.
le regole di un blog in fondo sono le stesse di quando siamo invitati a casa di un amico dove ci sono altri suoi ospiti, ci vuole rispetto e se non apprezziamo il blog o chi ci sta dentro, nessuno ci dice di restare.
p.s. queste regole esistono in qualsiasi sito internet, che sia il sito degli ingegnerei o second life, non e' censura, semplicemente i rompicoglioni vanno bannati.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 19.09.09 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che palle!!!!!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Retorica.
Ho rispetto per tutte le morti.
Ma questa retorica di regime mi fa veramente vomitare. Non sono comunista ne mi posso dire di sinistra, ma parlare di eroismo di sacrificio per la patria in questi casi mi fa veramente schifo.
Uso parole forti volutamente. Sapete che per andare a fare il soldato bisogna avere una raccomandazione? E sapete che per andare in missione all'estero ci vuole un'altra raccomadazione? Sapete che la percentuale di morti e feriti tra i lavoratori dell'edilizia è circa due volte più alta che tra i lavoratori in divisa( forze armate e forze dell'ordine)?
Sapete che un militare(soldato semplice) di 20 anni impiegato nelle nelle missioni all'estero guadagna circa 5400Euro al mese? Ed un graduato,per esempio , un maresciallo , può arrivare quasi a 7000euro?
Certamente non me la prendo con loro( avessi qualche anno di meno ci andrei anche io), ma da qui a farne degli eroi !
Mauro


mauro cardoni, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche le guerre più crunte hanno le loro "tregue".
L'importante è essere BUONI e non "buonisti".
Buonista è Veltroni.

LIBERTA', VERITA' E GIUSTIZIA
(sempre maiuscolo)

Buona rotazione terrestre.

Alex Malpietro () Commentatore certificato 19.09.09 09:40| 
 |
Rispondi al commento

I desaparecidos poi li ritrovi per il 50% ad affollare l'inferno carcerario, il lavoro nero, la prostituzione, la delinquenza. Senza dubbio un bel giro d'affari di schiavi. Ma realmente si vuole porre fine a questo commercio?

Giuditta De Nittis 19.09.09 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Le carceri italiane sono lo specchio, la coscienza sporca di questa nazione. In galera se senti i detenuti sono tutti innocenti. Se così fosse il carcere sarebbe un seminario per martiri. Qui in Italia si fabbricano disgraziati e dove ci sono disgraziati si annidano sciacalli e sfruttatori delle miserie umane. Una irresponsabilità inaccettabile. Strano, non si previene nulla. Non ho mai visto organizzazioni o volontari o difensori del diritto occuparsi del dolore o del lutto di chi a causa di questa umanità si trova la vita e l'esistenza distrutta per sempre. Nessuna assistenza, nessuna organizzazione umanitaria. Si vede che il dolore di chi perde un familiare o un amico, o un figlio (come la morte) é ripudiato, allontanato, rimosso, ma sopratutto non attira fondi economici o mestieri su cui campare. Non é un caso che qui si fabbricano ed esistano realtà, ghetti e fenomeni danteschi altrove impossibili solo ad immaginarli. Eserciti di disgraziati che approdano sulle coste italiche abbagliati da una speranza d’asilo o un'illusioni sociali per poi nei fatti essere abbandonati al proprio destino, a sopravvivere nei peggiori bassifondi dell'esistenza civile, lagher urbani, senza che nessuno, (a partire dai professionisti della fede e dell'accoglienza ad ogni costo, per finire ai riscossori di coscenza e dei diritti umani) se ne preoccupi o abbia uno straccio di programma di inserimento o accoglienza. Mi suona male che organismi come Amnesty International, Croce Rossa, l'Onu, ecc…(intascando fondi e soldi a palate) non si scomodino nel preoccuparsi di che fine fanno queste miserabili vite, una volta che sono sul suolo italico. Nessuna denuncia, nessun interesse, nessuno scandalo. La lobby del dolore ingrassa ed intasca su vite reali, rese virtuali esistenze e girandole di identità contraffatte, anonime, inesistenti, pronte per il mercato della carne umana e della necrofila economia dell’IMMIGRAZIONE che nutre questa specie di nazione. I desaparecidos po

Giuditta De Nittis 19.09.09 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Afghanistan.
E poi?

Ma se non ho capito male, abbiamo truppe in tantissimi paesi per tutelare i nostri interessi .. pardon .. per portare democrazia.

Esiste un documento ufficiale che renda conto su quanti militari sparsi per il mondo Italiani abbiamo?
E quanti, in generale, Europei e Americani?

Di quanta ricchezza ci stiamo privando per andare a sottrarre ricchezze altrui? E a vantaggio di chi? Dei signori della guerra, delle mafie, dei trafficanti di droga e di armi?

L'occidente sta facendo ancora la stessa politica stile Vietnam degli anni '60, la stessa politica che portò alla formazione e poi alla morte degli imperi coloniali Francesi, Inglesi e Spagnoli, Portochesi, Olandesi, ..

Il popolo paga, qualcuno (pochi) accumula tesori privati a spese pubbliche, altri si tesaurizza quanto sottratto ai paesi occupati e arricchisce le cattedrali di ori (che poi rimangono li! non producono ulteriore ricchezza, non producono reale progresso economico e civile di un popolo, non producono benessere!).

Soldati continuano a viaggiare, lasciare famiglie e speranze giovanili scambiando i loro anni migliori con la morte di ipotetici nemici.

Qui non si tratta d "avventure", di scoprire il mondo.
Qui di avventuroso, in questa epoca in cui sappiamo tutto di tutti, non c'è più niente.
C'è il rischio.
Quello è rimasto tutto.
C'è la barbarie delle uccisioni.
Quello è rimasta tutta.

Prima gli americani hanno arricchito Saddam, poi l'hanno combattuto.
Prima gli americani hanno arricchito Ben Laden, poi lo stanno combattendo.
Prima gli americani hanno fortificato i Talebani, poi li stanno combattendo.
Ma è una storia che dura da secoli, già dalle guerre imperiali dell'antica Roma e verosimilmente anche da prima: qualcuno mette su un dittatorello, gli si lascia fare il buono e il cattivo tempo, poi (solo poi!) lo si combatte!

Piccola digressione:
Speriamo che in Italia la sinistra che ha arricchito Berlusconi si decida finalmente che non è la soluzione migliore per l'Italia!

rosario v. Commentatore certificato 19.09.09 09:14| 
 |
Rispondi al commento


nano in "transition explosion"

EdoHard Commentatore certificato 19.09.09 09:14| 
 |
Rispondi al commento

KILLER FREEDOM

Buongiorno blog,buongiorno a tutti.

“Roma - Il 14 settembre scorso è stato assegnato alla Commissione Giustizia della Camera un disegno di legge a firma degli Onorevoli Pecorella e Costa attraverso il quale si manifesta l'intenzione di rendere integralmente applicabile a tutti i "siti internet aventi natura editoriale" l'attuale disciplina sulla stampa.”

LO DICO SUBITO,CON CHIAREZZA INEQUIVOCABILE.

QUESTO E’ UN’ INVITO PUBBLICO ED ESPLICITO A TUTTI I “GRANDI DELLA RETE”,CHE FANNO PARTE DELLA BLOGOSFERA,COME DEL RESTO NOI,PESCI PIU PICCOLI,DELLO STESSO MARE.
LA RETE E’ DI NUOVO SOTTO PESANTE ATTACCO,DA PARTE DEL REGIME,C’ E’ BISOGNO DI VOI,E SUBITO!

VI CHIEDIAMO AIUTO E SOSTEGNO,PER DIFENDERE IL “DIRITTO ALL’ INFORMAZIONE LIBERA IN RETE”.

CI RIVOLGIAMO AD OGNUNO DI VOI!

DA BEPPE GRILLO,AD ANTONIO DI PIETRO,DA CLAUDIO MESSORA,A PIERO RICCA,DA DANIELE MARTINELLI,A MARCO TRAVAGLIO E VIA VIA,TUTTI I PERSONAGGI,CHE CON IL LORO CONTRIBUTO,POSSONO SENSIBILIZZARE L’ OPINIONE PUBBLICA.

LO DICO CON SINCERITA’,E CONSAPEVOLEZZA,REALIZZARE IO,O ALTRI “PESCI PICCOLI” DELLA RETE,INIZIATIVE ISOLATE ED ESTEMPORANEE,SAREBBE INUTILE E POCO PRODUTTVO.

CARI GRANDI DELLA RETE,C’ E’ BISOGNO DI VOI!!!

VOI,DOVETE CREARE UN’ INIZIATIVA,A SOSTEGNO DEL “DIRITTO ALL’ INFORMAZIONE LIBERA IN RETE”,ALLA QUALE NOI TUTTI BLOGGER,CERTAMENTE ADERIREMO.

MA ANDARE DA SOLI,PER NOI,SAREBBE INUTILE,C’ E’ BISOGNO DI ESSERE TUTTI UNITI,TUTTA LA RETE HA BISOGNO DEL VOSTRO SOSTEGNO.

CREATE UN BANNER,UNA PETIZIONE,UNA RACCOLTA FIRME,QUALCOSA CHE SIA,IL PIU VISIBILE E CONCRETO POSSIBILE.

DATEVI DA FARE!

NOI SIAMO CON VOI,DA SEMPRE,MA VOI,DOVETE ESSERE CON NOI!!!

Christian Pì

Roma,19 settembre 2009

Segue sul blog "avapxos"


modi subdoli per smuovere le coscienze.siamo degli artisti

nespolo n. Commentatore certificato 19.09.09 09:00| 
 |
Rispondi al commento

tg net itpinia...intervista ad Antonio Laudati nuovo proc. capo di Bari.
http://www.youtube.com/watch?v=7OUkX0USLOE&feature=player_embedded

antonio gril 19.09.09 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i maggiori sondaggi, ripetuti nel tempo, mostrano una maggioranza favorevole al ritiro dal'AFGHANIATAN.
Il governo e il principale partito d'opposizione, il PD, parlano di irrinunciabilità della missione afghana.
L'opinione pubblica civile e democratica si fa ascoltare dalla politica?

...I problemi sono 3:
1)Siamo o non siamo civili?
2)Siamo in democrazia?
3)Che cazzo contano questi sondaggi se continuano a fare quello che vogliono?

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 19.09.09 08:48| 
 |
Rispondi al commento

piano piano gli amici di berlusconi finiscono in galera, restiamo in febbrile attesa che ci vada anche lui, ci basterebbe che fuggisse all'estero senza bottino come Bettino.
che fine finiranno i suoi killer e servi?
D'Alema ha i soldi pèer comprarseli tutti?

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 08:47| 
 |
Rispondi al commento

che si impenna soprattutto nelle regioni meridionali e nelle isole. Ancora bassa (intorno al 20%) la quota di quanti lavorano alle dipendenze dell'amministrazione penitenziaria (in tutto 10.920, di cui 10.261 uomini e 659 donne): 847 lavorano in carcere per conto di imprese e cooperative, 785 detenuti "semiliberi" lavorano per conto di datori esterni e altri 51 (tra loro una sola donna) lavorano in proprio.
"'Ferragosto in carcere 2009 - ha spiegato la parlamentare Rita Bernardini - ha rappresentato la piu' massiccia azione di sindacato ispettivo mai effettuata in Italia. Azione che ha consentito di associare ai dati statistici di ciascun istituto cio' che ognuno dei visitatori ha potuto vedere con i suoi occhi parlando con quella 'comunita' penitenziaria' fatta, certo, da persone private della loro liberta' ma anche di direttori, agenti, educatori, psicologi, assistenti sociali che la dolente realta' del carcere la vivono quotidianamente".
IN CELLA CON LE MAMME 116 BAMBINI - Nelle celle italiane vivono detenuti con le loro mamme 116 bambini. E' uno dei dati forniti dal Partito radicale in occasione della presentazione alla stampa del dossier sullo stato delle carceri, aggiornato alla meta' del mese con i dati di 216 istituti penitenziari su 217.
"Poco dopo la sua nomina - ha ricordato la parlamentare Rita Bernardini - il ministro Alfano aveva promesso che non ci sarebbero mai piu' stati bambini in carcere; noi ne abbiamo trovati 116, anziche' i 60-70 di qualche mese fa".
"Nella maggior parte dei casi - ha rincarato la dose Antonella Casu, segretaria del partito - si tratta di bambini che non escono mai dal carcere, spesso per la mancanza di personale volontario. In molte realta' non esistono spazi attrezzati per i piu' piccoli, al punto che nelle nostre visite periodiche molti direttori, richiesti di indicare dove sia il 'nido', sono costretti ad ammettere che l'unico nido e' la cella".

mariluuu barbera, arzano napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Berlusvconi e Bossi sono per andarsene dalla guerra appena possono e senza fare una brutta figura poolitica,
D'Alema per restare comunque e se possibile rafforzarci
ingrao e Strada poer uscire dalla guerra e subito.
Il più estremista per la guerra risulta D'Alema.
Che carino.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poco meno di 22mila detenuti in piu' di quelli che gli istituti penitenziari italiani dovrebbero ospitare e 8mila agenti di polizia penitenziaria in meno di quelli previsti in pianta organica. In queste due cifre c'e' buona parte dell'"emergenza carceri" disegnata dal Partito radicale nel dossier presentato a una decina di giorni dalle visite che 167 tra deputati, senatori, consiglieri regionali e garanti per i diritti dei detenuti hanno fatto in 186 istituti su 217 (compresi istituti minorili e ospedali psichiatrici giudiziari) dell'iniziativa "Ferragosto in carcere 2009".

Attualmente - si legge nel dossier, che raccoglie i dati di 216 istituti - sono reclusi in 63.211 (60.473 uomini e 2.738 donne), a fronte di una capienza "regolamentare" di 41.351 posti e di una capienza "tollerata" di 60.375: "l'esubero - ha spiegato Antonella Casu, segretaria del partito - supera il 150% in almeno una decina di istituti, con picchi oltre il 200%".
Quanto agli agenti di polizia penitenziaria, quelli "assegnati" sono 37.543 ma quelli "effettivamente in servizio" risultano 34.111, a fronte di un organico fissato a 42.118 unita': il deficit di organico - avvertito piu' al nord che al sud - "e' cresciuto di 3mila unita' nel giro di pochi mesi".
Carente anche la dotazione di educatori (684 quelli effettivamente in servizio contro i 1.088 in pianta organica), mentre gli psicologi al lavoro sono 352, piu' dei 124 previsti.
I detenuti comuni sono 53.130, quelli in alta sicurezza 9.291, quelli sottoposti al regime del 41 bis 748.
Il numero dei detenuti con condanna definitiva (30.619) e' inferiore a quello dei detenuti in attesa di giudizio (31.109): di questi ultimi 15.363 sono "imputati", 10.381 "appellanti" e 5.251 "ricorrenti". Un detenuto su quattro (15.660) ha problemi di tossicodipendenza, il 3,4% (2.159) e' in terapia col metadone, il 2% (1.249) e' sieropositivo.
Gli stranieri sono 22.644 (21.675 uomini e 969 donne), per una percentuale media del 35,8% c

mariluuu barbera, arzano napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 08:42| 
 |
Rispondi al commento

il lavoro nobilita l`uomo.non si direbbe,verrebbe da dire un`altra presa per i fondelli tipo,"la legge è uguale per tutti",roba da baci perugina.non voglio discutere il fatto che "il lavoro nobilita l`uomo" che lo trovo sacrosanto,discuto il fatto che non ci sono uomini.il lavoro nobilita appunto uomini,la parola "UOMO" per me ha ancora un significato GRANDE,quello che sto vedendo io invece è una massa di bipedi maschi e femmine che non so che cazzo stanno facendo.probabilmente,il prossimo passo sarà solo massa,senza più distinzione m/f.
allegria!!!

nespolo n. Commentatore certificato 19.09.09 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Domenica in Italia le salme dei soldati uccisi a Kabul da un'autobomba. Rientrati nella notte i quattro feriti gravi. Lunedì i funerali di Stato e il lutto nazionale. Il governo è diviso, ma Napolitano invita a tenere la barra dritta.
e diverse posizioni sulle guerra
destra
* Transition strategy". Ma Bossi...
sinistra Gino Strada: «Dobbiamo ritirarci»
sinistra Ingrao: "Basta con questa guerra..."
destra D'Alema:il ritiro? Una catastrofe.
Strada e Ingrao contro berlusconi e D'Alema. Tutto torna.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 08:39| 
 |
Rispondi al commento

La verità.
Tutta l’Europa parla di Berlusconi. L’Italia tace. Qui la politica è stata rilevata dalla magistratura, e con l’opposizione è lo stesso: siccome non c’è , è stata sostituita da due giornali (l’Unità e la Repubblica) e da un canale televisivo (Rai3). Andrea Camilleri, El Pais 18 settembre.
Bravo Camilleri!

cesare beccaria Commentatore certificato 19.09.09 08:35| 
 |
Rispondi al commento

dalle 07,42 alle 08,19 deu commenti!
due commenti in 37 minuti!

non c'è niente da dire, chi voleva raggiungere questo risultato c'è riuscito!
i miei più sentiti complimenti, a loro ed allo s.t.a.f.f. che lo hà permesso.

beppe, quando ti riappropri del "nostro" blog?

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO DI BANNATI!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PURTROPPO LA NOSTRA CIVILTA' (ED ERA UNA CIVILTA') NEGLI ULTIMI QUINDICI ANNI E' REGREDITA IN MANIERA PRECIPITOSA ED ANGOSCIANTE.
RECENTEMENTE PER CIRCA UN ANNO HO AVUTO A CHE FARE COI DETENUTI DEL CARCERE DI UNA IMPORTANTE CITTA' ITALIANA.
ED HO POTUTO RISCONTRARE CON I MIEI OCCHI CHE IL LIVELLO DI CIVILTA' DELLA NOSTRA POVERA ITALIA IN MATERIA CARCERARIA SFIORA CONTINUAMENTE LO ZERO. CELLE SOVRAFFOLLATE, SCARAFAGGI DAPPERETUTTO, ANCHE DI GIORNO... E POI ARROGANZA E STRAFOTTENZA A IOSA... GIUDIZIO: ZERO SU ZERO...

Alto Biondo 19.09.09 08:19| 
 |
Rispondi al commento


\_/) per non perdere le sane abitudini

Buongiorno Blogghers !
:))

edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Ieri mi è stato cen.su.ra.to un commento da parte
dei cosidetti "INFAMI" del blog!!
Perchè avevo fatto notare che questo blog non superava gli 800 commenti giornalieri....!!!

Riposto il commento precedente a quello cen.su.ra.to.mi:

Ciao Beppe!!

Ti volevo sottolineare una cosa molto delicata che sta succedendo in questo tuo misterioso blog:

LA CENSURA DI COMMENTI "SCOMODI"!!!

Ti vorrei far notare che "sistematicamente" vengono censurati dei commenti non offensivi e non scurrili mentre a pochi noti si lascia: "carta bianca"!!

Ma veramente non c'è modo che questo scandalo lo si possa evitare??

Ecco perchè notissime firme non postano più in questo tuo blog!!

Ma questo tuo blog non dovrebbe essere, come esempio, il più "trasparente" del pianeta??

Quante volte te l'ho detto di LEGGERLO bene bene questo tuo blog!!!

Con affetto

GERONIMO

P.s.
Combatterò sino alla morte questa mia lotta!!!!

Una buonissima giornata!!

GERONIMO .. Commentatore certificato 19.09.09 07:42| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUELLO CHE I TALEBANI STANNO FACENDO PER IL LORO PAESE SI CHIAMA RESISTENZA.

STANNO FACENDO QUELLO CHE I NOSTRI PARTIGIANI FACEVANO NEL 44 NEL NOSTRO PAESE.

DOMANDINA:

SE I PARTIGIANI SONO DA CONSIDERARE EROI,COME POSSONO ESSERE CONSIDERATI I TALEBANI ?

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 19.09.09 07:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pietro Ancona
Il dolore per la morte dei nostri militari non deve ottenebrarci fino a mancare di rispetto per chi resiste all’occupazione Nato. Il Kamikaze è saltato in aria con loro e bisogna almeno riflettere sul perchè uno è disposto a morire così. Insultare la Resistenza afghana come ha fatto la dx non fa capire quello che succede. L’Afghanistan da 8 anni è occupato da eserciti Nato e contractors che puntellano un governo inviso alla popolazione retto da un trafficante di droga. Un governo che avrebbe dovuto introdurre la democrazia e avviare un processo di liberazione della donna e ha fatto il contrario. L’unica ragione per la quale l’Italia è lì è l’appartenenza alla Nato e prestigio e convenienza di rapporti con gli USA. Gli afghani non hanno mai minacciato l’Italia ma hanno la sventura di abitare una nazione appetita dagli USA nel loro disegno di dominio mondiale. Il pericolo terrorista è un’invenzione della propaganda alimentata per giustificare ogni sorta di nefandezza contro la popolazione civile del MO. Consideriamo la morte dei nostri militari un prezzo di sangue pagato a una alleanza in cui non abbiamo voce in capitolo. L’Occidente combatte le sue guerre coloniali con eserciti di professionisti. Le truppe sono reclutate nelle regioni povere dell’Impero, negli Usa come in Italia. I 6 morti sono tutti del sud e se avessero avuto alternative avrebbero scelto un altro lavoro. Hanno dovuto arruolarsi, per i soldi necessari ad un matrimonio o a un mutuo. Per questo il loro destino è ancor di più inaccettabile se l’alternativa era la disoccupazione o il lavoro nero e malpagato. Ai giovani del Sud la Gelmini chiude possibilità di sbocco nell’insegnamento e il federalismo il lavoroa nelle PA del Nord. Il Potere continua ad usarli dopo la morte. Negli USA le salme sono rimpatriate furtivamente. Da noi si fanno solenni funerali di Stato per un ceto politico cinico, pagato in modo scandaloso, che si serve anche di questi morti per accaparrarsi favori e protezioni

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.09.09 07:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Duce tu sei la luce !!
Quando si controlla la pubblicità si controllano anche i giornali falsamente indipendenti costretti ,se non proprio a mentire, ad addolcire le notizie o a censurarle tout court .Nessun giornale vive delle proprie vendite . Una realtà quella della stampa italiana che l'opposizione non ha capito, quando non è stata complice ( D'alema) nel legiferare a favore di un blocco mediatico che, alla fine, controlla il 90% del prodotto dell'informazione . Leggerezze e complicità di chi dovrebbe essere mandato a casa invece di correre per la segreteria del maggior partito di opposizione.

va pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 19.09.09 07:03| 
 |
Rispondi al commento

La guardia di finanza pignora "gli orecchini" a maradona

Che buffonata dai migliaia di evasori totali
quei bei bresciani, milanesi,piemontesi, romani e italia tutta niente?

per fare show prendiamo gli orecchini al pibe de oro..... buffoni

In tanto la mafia lavora tranquilamente sbarcando droga a salerno, la ndranghetta continua suoi cantieri milanesi, gasparri o la moratti prenderano loro stipendi pubblici ma gli insegnanti a Benevento e italia tutta continuano a occupare i tetti in forma di protesta per il maggiore licenziamento di massa italoide.

Ha per non dire di Papi .... chi sà che notte di follie la trascorsa.

Buon orecchini a tutti.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 07:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tre associazioni di giornalisti europei denunciano l'azione intimidatoria e legale di Berlusconi sulla stampa e dicono che non ci sono precedenti nella Ue
"Usa il suo potere politico ed economico per tentare di controllare l'informazione"
"Per la prima volta nella storia dell'Unione Europea", affermano nella loro iniziativa i tre gruppi, "un capo di governo, l'italiano Silvio Berlusconi, ha lanciato una virulenta offensiva contro la libertà di stampa, avviando azioni legali o minacciando svariati giornali italiani o europei". Berlusconi non ha esitato a usare il suo potere politico ed economico per tentare di controllare l'informazione in Italia e nella Ue", al punto da accusare giornali e giornalisti italiani e internazionali "di cospirare contro il suo governo".
Le Monde esprime "tristezza" per quello che ha visto in tale trasmissione, in cui "94 villette" sono state consegnate ai sinistrati: "Tristezza per le 11 mila persone che vivono ancora sotto le tende e per le altre 25 mila ancora alloggiate negli alberghi della costa Adriatica. Ma tristezza anche per gli italiani, ammassati davanti al video, per assistere a una simile messa in scena".
il Guardian riporta che "Berlusconi si dice pronto a dimettersi, se la Corte Costituzionale gli toglierà l'immunità giudiziaria" da ogni processo che gli è stata garantita dal Lodo Alfano, la legge approvata dal suo governo; e il quotidiano inglese riferisce anche che la popolarità del premier è scesa secondo un sondaggio al 47 per cento, il livello più basso da quando Berlusconi è stato rieletto presidente del Consiglio. Lo spagnolo Abc dedica un lungo articolo al "dibattito su un possibile successore di Berlusconi in Italia". E l'agenzia Inter Press Service fa un reportage sulla televisione italiana intitolato "Estetica dello striptease".

viviana v., Bologna Commentatore certificato 19.09.09 06:48| 
 |
Rispondi al commento

LIBERTA', amici
Bisogna RITROVARE il gusto e la realizzazione della LIBERTA' per ciascuno di noi.

Occorre liberarsi dal GIOGO di questi vergognosi, osceni potenti che giocano sopra di noi, sulle nostre vite, sul nostro futuro.

Costoro MERCIFICANO TUTTO, ti tolgono ogni speranza di un futuro sereno, ASFISSIANO il nostro mondo.

Dobbiamo fare nostro IN TOTO il DISCORSO ALL'UMANITA' di Chaplin ne "Il grande dittatore".

"L'odio degli uomini passerà, i dittatori moriranno e il potere che hanno strappato al mondo ritornerà al popolo. Qualunque mezzo usino, la libertà non può essere soppressa.
Soldati! Non consegnatevi a questi bruti che vi disprezzano, che vi riducono in schiavitù, che irreggimentano la vostra vita, vi dicono quello che dovete fare, quello che dovete pensare e sentire! Non vi consegnate a questa gente senz'anima, uomini-macchina, con una macchina al posto del cervello e una macchina al posto del cuore!
Voi non siete delle macchine! Siete degli uomini! Con in cuore l'amore per l'umanità! Non odiate! Sono quelli che non hanno l'amore per gli altri che lo fanno.
Soldati! Non combattete per la schiavitù! Battetevi per la libertà! Nel diciassettesimo capitolo di san Luca sta scritto che il regno di Dio è nel cuore degli uomini.
Non di un solo uomo, non di un gruppo di uomini, ma di tutti voi. Voi, il popolo, avete il potere di creare le macchine, di creare la felicità, voi avete la forza di fare che la vita sia una splendida avventura. Quindi in nome della democrazia, usiamo questa forza, uniamoci tutti e combattiamo per un mondo nuovo che sia migliore, che dia agli uomini la possibilità di lavorare, ai giovani un futuro, ai vecchi la sicurezza.
Promettendo queste cose i bruti sono saliti al potere. Mentivano: non hanno mantenuto quella promessa e mai lo faranno"

E liberiamoci anche dei PICCOLI TIRANNI che giornalmente, credendosi "dei in terra", COMPRIMONO IL NOSTRO MONDO, ci fan credere di essere impotenti a risollevarci, mentre son loro i NON UOMINI !

rosario v. Commentatore certificato 19.09.09 05:22| 
 |
Rispondi al commento


E' uscito IL PRIMO Articolo DEDICATO ai Bilberberg in ITALIANO

di Francesco Bevilacqua

http://www.terranauta.it/a1346/le_recensioni_di_terranauta/il_club_bilderberg_i_veri_controllori_dei_destini_del_mondo.html

Il Club Bilderberg: i veri controllori dei destini del mondo

Alcuni la ritengono un’invenzione, un’esagerazione dettata dalla paranoia, altri una struttura legittima e per certi versi necessaria, altri ancora – pochi, purtroppo – la conoscono da tempo e in qualche modo cercano di combatterla o per lo meno di non piegarsi a essa. La stragrande maggioranza della gente tuttavia – e questa è proprio la sua forza maggiore – non ha la minima idea di cosa si stia parlando. Questa idea ce la possiamo fare grazie all’ultimo, imponente lavoro del giornalista investigativo Daniel Estulin e l’oggetto misterioso a cui si fa allusione nelle prime righe di questo articolo è proprio il famigerato gruppo Bilderberg, protagonista del libro dell’autore spagnolo Il Club Bilderberg – La storia segreta dei padroni del mondo .

UN ARTICOLO CORAGGIOSO dopo un articolo della REUTERS Italia

http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE58B0AS20090912

parla di NUOVO ORDINE MONDIALE come la manna dal cielo.

TREMORTI SI ALLINEA PUBBLICAMENTE e PLAUDE al NWO.

Tempo fa diceva che gli ILLUMINATI erano un gruppo di FUORI di TESTA vi ricordatead Anno Zero la trasmissione con BERTINOTTI?

http://www.youtube.com/watch?v=wepXuMd7Y-4

Taxi O'ccupato ( salta su') Commentatore certificato 19.09.09 03:51| 
 |
Rispondi al commento

questa storia dei carceri mi sa tanto che non piace al popolo che invece vorrebbe pene ben più severe.

non dimentichiamoci che in italia per finire in carvere bisogna proprio esagerare altrimenti è difficile finirci.

Semmai il problema sono gli psicopatici che invece che per pazzi sono presi per recidivi e finisce perciò che in carcere ci va il pazzarello e non il criminale e poi .....suicidio.

ma i manicomi?

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 19.09.09 03:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL MONOLOGO OVVERO LE CAZZATE DELLO PSICONANORIDENS DI "PORTA A PORTA"!

Martedì 15 settembre un certo premier detto Papi è stato ospite di Bruno Vespa a "Porta a porta" in una edizione speciale della trasmissione dedicata alla consegna delle prime case nelle zone terremotate abruzzesi. Nel suo discorso, praticamente un soliloquio, Papi ha citato numerosi dati sulla politica del governo.

Quali veri e quali falsi?

VERO O FALSO?
http://mail.live.com/default.aspx?wa=wsignin1.0

Parte 1 Produzione industriale
Falso.
Gli ultimi dati dell’Eurostat
(14 settembre 2009) mostrano che l’Italia si trova al settimo posto nella crescita della produzione industriale.

http://www.lavoce.info/multimedia/-Unfiledivoce/pagina252.html

Parte 2 Ripettare gli impegni
Falso.
Prendiamo alcuni punti del “Contratto con gli italiani” firmato da Silvio Berlusconi nel 2001 durante la stessa trasmissione Porta a Porta.

http://www.lavoce.info/multimedia/-Unfiledivoce/pagina251.html

Parte 3 Immigrazione
http://www.lavoce.info/multimedia/-Unfiledivoce/pagina250.html

Parte 4 Debito pubblico
Falso per quanto riguarda il debito pubblico dei paesi europei come si può vedere dalla tabella seguente con i dati forniti dall’Eurostat.

http://www.lavoce.info/multimedia/-Unfiledivoce/pagina249.html

lavoce.info

Angelo Renda, Ribera Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 02:33| 
 |
Rispondi al commento

TG NET irpinia del 19 sett.2009 intervista al nuovo procuratore capo di bari Antonio Laudati.
http://www.youtube.com/watch?v=7OUkX0USLOE

antonio grill 19.09.09 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Le carceri, pattumiere della nostra onesta società come tutte le pattumiere vanno svuotate per non costruirne di più grandi e caxxi loro per i più deboli.
Questo è un pensiero pragmatico e condivisibile da chi in fondo o in cima al suo cuore pensa al mondo come ad un'azienda.
Per chi ha la debolezza dell'umana pietas restano obsoleti pensieri sulla dignità umana come bene unico di qualunque desiderabile società, dentro e fuori dalle carceri.

fran cesca Commentatore certificato 19.09.09 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Perchè si arriva a uccidere una figlia?

Per uno straniero che vive in italia, all'incirca
si prospetta l'idea dell'inadattabilità della nostra mentalità a qualunque forma di benevolenza.

Cioè si immagina che chi ti liscia lo faccia per scopi disonesti.

E noi che li abbiamo voluti in tutti gli spazi sociali abbiamo da pensarci sulla pubblicità nefasta della politica del mondo sull'integrazione.

Il silenzio, in questo caso è d'oro ?

(sarebbe una domanda da fare)

s p 19.09.09 00:37| 
 |
Rispondi al commento

TRAVAGLIO in stand-by, il cda lascia il cerino al dg

Dopo la bufera sull'informazione Masi cerca sponde e non le trova

Una seduta dai toni «pacati», per via delle notizie arrivate dall'Afghanistan, e nessuna decisione. Nemmeno sul contratto di Marco Travaglio, che resta sospeso: la palla è nelle mani del direttore generale Mauro Masi, che nei prossimi giorni (la partenza del programma di Michele Santoro è confermata per giovedì prossimo) dovrà dire la sua.

Probabilmente lunedì, visto che martedì si terrà la conferenza stampa per presentare la nuova stagione.

Tema all'ordine del giorno del consigilio d'amministrazione di viale Mazzini, l'informazione: dall'ultimo caso Vespa-Ballarò a Annozero, appunto.

Il presidente Paolo Garimberti ripete le critiche sulla scelta di rinviare il debutto del programma condotto da Giovonni Floris su Raitre per far posto allo spot di Silvio Berlusconi a Porta a Porta. Una rivoluzione dei palinsesti Rai in corsa per non disturbare la propaganda del Cavaliere in prima serata, che alla fine si è rivelata un pasticcio: polemiche roventi per un magro 13% di share che, nonostante i 16 milioni di contatti verificati direttamente a palazzo Grazioli, non ha fatto piacere né al premier né a Bruno Vespa, che pure aveva caldeggiato quella scelta.
.
.
Peccato che già dalla scorsa edizione del programma il testo degli interventi di Travaglio a Annozero vengano visionati, prima della messa in onda, sia dallo stesso Masi che dal direttore di rete.

(il manifesto)


MAGISTRATI EROI!

GIORNALISTI AUTOIMBAVAGLATI!

ORA VADO A DORMIRE CON LA SPERANZA CHE DOMANI MATTINA, QUANDO MI SVEGLIERO',
SAPRO' FINALMENTE DA una di QUESTE DUE VALOROSISSIME CASTE CHI E' O CHI ERA(spero)

A N T I L O P E C O B B L E R

DAI DAI FATE UNO SFORZINO DITECELO LDLMMV*

*l'anima de li mejo M.V.

Maurizio I., Roma Commentatore certificato 19.09.09 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Tutta questa enfasi nella difesa dei carcerati non la capisco. Si ok perseguiamo il secondino che ha provocato il morto, perche' e' un fuorilegge, ma per cortesia perseguiamo allo stesso modo i milioni di fuorilegge che in carcere in Italia non ci vanno mai. Io credo che il problema principale del paese Italia (io vivo all'estero da 10 anni), sia proprio la mancanza di certezza della pena. Spero che Beppe faccia altrettanti posts sui quelli che in carcere e' bene che ci vadano a finire, e per un bel po'. Il perdonismo all'Italiana e' una grande sciagura per il sano funzionamento di una societa'.

Anthony NY Commentatore certificato 19.09.09 00:19| 
 |
Rispondi al commento

@ Lenin

Rinunciare alle privatizzazioni?

Ma le privatizzazioni o, per meglio dire, le svendite dei gioielli dello Stato per cui grandi manager sono stati pagati profumatamente per portarli sull'orlo del fallimento, proprio per far sembrare tali svendite l'unica cosa giusta da fare, non sono un'idea interna italiana, ma il frutto di un ordine venuto da fuori a cui i governi italiani non hanno osato disubbidire, tant'è che a iniziarle fu Prodi e Berlusconi ha continuato sullo stesso solco. Su questo, destra e sinistra sono stati pienamente d'accordo.

sancho . Commentatore certificato 19.09.09 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che secondo me la carcerazione è un sistema barbaro, arcaico per cui se fossi un giudice non riuscirei a condannare nessuno.
Sarei però un pessimo giudice, un pessimo ministro della giustizia, socialmente un pericolo.
Nessuno oggi è in grado per motivi meramente pratici di proporre un sistema radicalmente sostitutivo alla carcerazione.
Il suicidio è, come è stato detto, un tentativo di evasione.
La prima prigione è però nella psiche, nel corpo vissuto come un contenitore e resta una fantasia nevrotica fino a che non diventa drammaticamente reale.
E allora è l'incubo che diventa realtà, che si incarna, nei muri della "casa circondariale", nell'essere ridotto a corpo da gestire, numero.
L'incubo che si fa materia, nei cancelli che sbattono chiudendosi, nella cadenza degli orari, nel tempo espropriato che non passa.
Corpo muto tra i corpi muti, carne senza nome.
Crollano le false motivazioni che hanno dato un senso malinteso alla propria vita per sbattere nel contro senso imposto dallo sguardo del secondino, dagli spioncini di controllo, dall'occhio totalizzante di una struttura panottica quale è quella del carcere.
Tutto si confonde, tutti sono innocenti, ma tutto congiura contro un capro espiatorio cui adossare una colpa che non è attribuibile solo a sè.
E improvvisamente tutta la propria vita, quella che si credeva propria, gestita dal proprio ego, appare sovra determinata, come una logica sequenza, un circolo vizioso, che non aveva altro scopo che quello di ricondurre proprio li, come se ci si fosse sempre stati sul limite di una resa dei conti con la vita ...

Io non so come sia il caso in questione nei dettagli giuridici ma per taluno la carcerazione equivale ad una condanna a morte, unica pena possibile per qualunque reato.
Non credo sia diffice individuare le persone a rischio, ma l'unica cosa che psicologi e farmaci comunque possono fare è tentare di far convivere "il soggetto" con il proprio incubo.

Quello che provo è una profonda, sincera, pietà.

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Commento di un lettore de "Il Giornale" in risposta ad un articolo online:

"Ormai il limite della decenza è stato ampiamente superato. Questo farabutto (Di Pietro ndr) stà diventando il vero pericolo della democrazia italiana. Mi auguro che i politici di centrodestra rifiutino qualsiasi contato con questo forsennato, e sopratutto serve subito una legge chiara sul finanziamento ai partiti ***PDL sveglia!!!!!!!!."

Una legge chiara? In Italia? E per giunta sul finanziamento pubblico ai partiti?
Ma questo dove vive? Su una luna di Plutone?
Questi sono argomenti che i politici italiani non amano diffondere troppo.

vito_ farina_ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.09.09 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Da un paio di gg. non funzia sottocomment.
Comunque, Grazie a Tutti: siete Voi a tener Vivo il Futuro, così Cari ed Appassionati, Onesti e Belli.
Ed a Sorprendermi e Gratificarmi per la Vostra Gentilezza Generosa, che invero, non merito poichè son minimo, tendente al Nulla....
E poi, la mia Vita l'ho Bevuta quasi al fondo.
Solo lo Spirito, rimane in Bottiglia.
Poi, si Librera' nell'Aria.....
Notte Allegra: è Festa tra Noi!

enrico w., novara Commentatore certificato 19.09.09 00:11| 
 |
Rispondi al commento

OT
Siccome non mi intendo di carceri , carcerati, carcerieri e terapie di riabilitazione,prendo per buona l'informazione e ne faccio tesoro.
Però .........
se ci fosse una classifica per il miglior post tra tutti i blog italiani, oggi il mio voto andrebbe ad "I LOVE SILVIO" sul byoblu.com.
Semplicemente incantevole!


GdB 

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 19.09.09 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Le ragazze dei festini dalla Gdf

Militari della guardia di Finanza di Bari sono a Roma per ascoltare, come persone informate dei fatti, alcune ragazze reclutate dall'imprenditore Giampaolo Tarantini per partecipare alle feste a casa di Silvio Berlusconi.

Un gruppo di otto ragazze è stato convocato dai finanzieri «per informazioni testimoniali» nella caserma del nucleo regionale di polizia tributaria di via dell'Olmata, nella Capitale. Gli interrogatori sono in corso, l'ultimo è previsto per la tarda serata.

Un altro gruppo di donne era stato interrogato invece ieri a Milano.

All'Olmata convocate anche Vanessa Di Meglio e Francesca Lana. Gli investigatori vogliono verificare la veridicità delle dichiarazioni di Tarantini nell'interrogatorio di fine luglio.

L'imprenditore sostenne tra l'altro di aver portato una trentina di ospiti a 18 serate a Palazzo Grazioli e una sola a Villa Certosa in Sardegna e di aver retribuito alcune di queste per prestazioni sessuali, ma di sua iniziativa.

La maggior parte delle ragazze non avrebbe confermato agli investigatori il racconto di Tarantini.


Ed è perchè le carceri sono piene che tengono fuori tutti i delinquenti incalliti della politica anche se condannati in primo e secondo grado?

Buona sera e buona notte.

farfallina c., universo Commentatore certificato 19.09.09 00:01| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

"Saper stare in carcere è fondamentale per evitare di suicidarsi"?
anche saper stare fuori è fondamentale per evitare il suicidio, credetemi

liliana g., roma Commentatore certificato 18.09.09 23:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

****** LA FANTASIA NON E' AL POTERE ! ******

LA PENA DI MORTE E' UNA COSA MOSTRUOSA -----

Poichè chi la somministra sa bene che non si può passare attraverso un muro.

La morte è certamente un enigma superiore a qualunque interrogativo di ogni scienza.

Solo chi è un eletto riesce a morire traccaindo una strada per gli altri. Non diamo questi incarichi dispoticamente.

Chiunque crede che la morte sia da somministrare, penso, non avrà nemmeno il tempo di accorgersi cosa gli succederà.

In ogni particella dell'universo c'è una qualche cosa che presto darà i suoi frutti (sembrano silenziose).

(leggete l'articolo su repubblica di una -sfortunata- esecuzione)



s p 18.09.09 23:53| 
 |
Rispondi al commento

La guerra è un grande affare che rende le nazioni sempre più schiave dei banchieri e demolisce i popoli!

Sono tanti gli agenti che fomentano le guerre e fabbricano pretesti.
E gli va bene anche quando i pretesti li costruiscono male, come nel caso delle torri gemelle.

Anche la crisi è un grande affare per i banchieri, che costringono gli Stati , ormai loro schiavi, ad indebitarsi ulteriormente per foraggiare proprio le banche! E' un corto circuito assurdo, talmente assurdo che nessuno ci crede!:)
Ma oggi si crede a tutto tranne che alla verità!:)

sancho . Commentatore certificato 18.09.09 23:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRAMSCI

L'amore per la chiarezza categorica e dogmatica, propria dell'ideologo e del sognatore gli interdicono la simpatia e la comunicazione sicché sotto il fervore delle indagini e le esperienze dell'inchiesta diretta, sotto la preoccupazione etica del programma, sta un rigorismo arido e una tragedia cosmica che non consente un respiro di indulgenza. Lo studente conseguiva la liberazione della retorica innata nella razza negando l'istinto per la letteratura e l'agile gusto nelle ricerche ascetiche del glottologo; l'utopista detta oggi il suo imperativo categorico agli strumenti dell'industria moderna, regola colla logica che non può fallire i giri delle ruote nella fabbrica, come un amministratore fa i suoi calcoli imperturbabile, come il generale conta le unità organiche apprestate per la battaglia: sulla vittoria non si calcola, non si fanno previsioni perché la vittoria sarà il segno di Dio, sarà il risultato matematico del rovesciamento della praxis. Il senso etico é dato qui dalla tolleranza e dalla sicurezza silenziosa: c'è la borghesia che lavora alacremente per la vittoria del proletariato.

Più che un tattico o un combattente Gramsci é un profeta. Come si può esserlo oggi: inascoltati se non dal fato. L'eloquenza di Gramsci non rovescierà nessun ministero. La sua polemica catastrofica, la sua satira disperata, non attendono consolazioni facili. Tutta l'umanità, tutto il presente gli é in sospetto. Chiede la giustizia a un feroce futuro vendicatore.

1924 - R.L. - P.G.

Alex Malpietro () Commentatore certificato 18.09.09 23:51| 
 |
Rispondi al commento

"Il comunismo quindi, e con lui il fascismo, non sono che reazioni AL NOSTRO DOVERE DI ESSERE LIBERI : evasioni dalla realtà e diversivi, buoni per la nostra neghittosità e vigliaccheria; SEMPRE BISOGNOSA del bastone e del pane straniero: da quello di Francesco Giuseppe a quello di Lenin, da quello del Papa a quello di Barrère. Contro tale conclusione starebbe però l'osservazione che una parte delle masse ha pur trovato in questa forma di azione diretta almeno un incitamento alla volontà di autonomia e di responsabilità."

1924 - R.L.

Alex Malpietro () Commentatore certificato 18.09.09 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Trattativa tra Stato e mafia
Interrogato Nicola Mancino

Il vice presidente del Csm, Nicola Mancino, è stato sentito ieri dai pm di Caltanissetta e Palermo nell'ambito delle nuove indagini sulla trattativa fra Stato e mafia e sulle stragi del 1992. Il politico, che all'epoca dei fatti era ministro dell'Interno, ha sollecitato nelle scorse settimane i pm di essere sentito come testimone. I magistrati, come riportano alcuni quotidiani, lo hanno ascoltato a Roma.

Mancino avrebbe confermato di non ricordare l'incontro con Borsellino al Viminale pochi giorni prima dell'attentato.

L'atto congiunto delle due procure è stato fatto il giorno dopo la riunione alla procura nazionale antimafia dove hanno partecipato i pm di Palermo, Caltanissetta, Firenze e Milano.
Tutti titolari di inchieste che ruotano attorno alle stragi di Falcone e Borsellino e a quelle del 1993. In questa occasione i pm di Firenze non hanno fornito ai colleghi il verbale di interrogatorio del pentito Gaspare Spatuzza in cui parla del senatore Marcello Dell'Utri e di suoi eventuali contatti con i fratelli stragisti Filippo e Giuseppe Graviano.

http://palermo.repubblica.it/dettaglio/trattativa-tra-stato-e-mafia-interrogato-nicola-mancino/1724434

cettina d. isola () Commentatore certificato 18.09.09 23:48| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

OT

http://www.19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=1713:tutte-le-prove-nel-cestino&catid=2:editoriali&Itemid=4

Tutte le prove nel cestino
Editoriali - Editoriali
Scritto da Peter Gomez
Venerdì 18 Settembre 2009 18:00

No, no e ancora no. La decisione di non ascoltare Massimo Ciancimino e di non far entrare nel processo contro Marcello Dell’Utri la lettera con cui il boss Bernardo Provenzano chiedeva a Silvio Berlusconi di “mettere a disposizione una delle sue reti televisive” offrendo in cambio appoggio politico e la garanzia che i suoi figli non sarebbero finiti nel mirino di Cosa Nostra, chiude un dibattimento in cui i giudici d’appello hanno respinto pressoché tutte le richieste dell’accusa. L’elenco delle nuove prove rimaste nel cassetto è così impressionante.

Vediamone qualcuna. Il 7 febbraio del 2007 la corte si è rifiutata di ascoltare l’ex capomafia di Altofonte Francesco Di Carlo. Il procuratore generale Nino Gatto avrebbe voluto chiedergli il nome di una ex segretaria – Di Carlo era un imprenditore – che avrebbe partecipato con lui a un incontro con Berlusconi avvenuto in un ristorante di Milano. Identificarla e interrogarla era importante: in questo modo sarebbe stato possibile riscontrare ulteriormente le dichiarazioni di Di Carlo che in primo grado erano state alla base della condanna. Niente da fare. Il 5 ottobre dello stesso anno i giudici hanno anche respinto una memoria e i documenti che, secondo il pg, dimostravano come davvero nel 1994-95 Forza Italia avesse tentato di far approvare una serie di norme favorevoli a Cosa Nostra. Un particolare fondamentale per l’accusa, visto che l’iter legislativo coincide esattamente con quanto raccontato dal pentito Salvatore Cocuzza.

(continua al link)


-------------------------------
Notte a tutti

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se magari esco dal coro, ho letto l'articolo e penso che bisogna smettere di essere buonisti.
Questi "signori" non sono stati messi in carcere in maniera arbitraria ma perchè hanno commesso reati, e sicuramente se ne sono altamente fregati delle loro vittime, perchè dovremmo avere pietà di loro?
Io personalmente i carcerati non li lascerei a poltrire in carcere ma li metterei a lavorare, facendogli fare dei lavori utili alla società del tipo asfaltare strade o ricostruire nelle zone terremotate, chiaramente sotto stretta sorveglianza , e finita la giornata lavorativa di nuovo in carcere, sicuramente essendo stanchi non penseranno a suicidarsi anche se più se ne fanno fuori meno spendiamo per mantenerli, con grosso sollievo per le casse statali.
Sono stanco di sentire che nelle carceri la vita è insopportabile, chi va in carcere è perchè ha fatto una scelta e ne deve subire le conseguenze, ma purtroppo siamo in itali , paese dove chi commette reati è più tutelato delle vittime dei reati stessi, praticamente viviamo in un paese da schifo.

paolo buzzini 18.09.09 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

La strage di Kabul e la strage della libertà di stampa

di Paolo Farinella, prete

I titoli di quasi tutti i giornali, dei tg e dei commentatori sono unanimi:

«Strage di Italiani in Afghanistan: 6 militari uccisi».

Ecco il modo ideologico di leggere e dare false notizie per vere.

La «strage» riguarda 20 afghani e 6 militari, tutti uccisi nello stesso istante e con le stesse modalità; poi vi sono oltre 60 feriti afghani e 4 militari italiani.

I feriti italiani sono stati rimpatriati per le cure necessarie, gli afghani sono rimasti per strada e se non interviene Emergency restano lì ad aumentare il numero dei morti afghani.

A costo di apparire cinico (e non lo sono) non riesco a piangere questi morti «italiani», isolati dal loro contesto reale.

Mi dispiace e sono addolorato che qualcuno debba morire così e per le loro famiglie che adesso avranno un vuoto esistenziale e affettivo che nessuno potrà riempire: non le parole d’ordinanza della retorica politica che subito ne ha fatto degli «eroi» in appoggio ad una politica miope, demenziale e incivile che pretendeva di esportare la democrazia con le armi e assicurare la sicurezza seminando morte tra la popolazione inerme afghana.

Morti inutili, morti senza senso.

No! Non ci sto! I soldati morti sapevano che potevano morire (fa parte del loro mestiere), ma sono andati ugualmente per scelta e per interesse economico, cioè per guadagnare di più.

So anche che molti vanno per il brivido della guerra, per dirla alla popolana per menare le mani e sperimentare armi nuove e di precisione.

segue

http://temi.repubblica.it/micromega-online/la-strage-di-kabul-e-la-strage-della-liberta-di-stampa/

Silvanetta P. Commentatore certificato 18.09.09 23:19| 
 |
Rispondi al commento

un mio amico che vive in svizzera vicino Ginevra, mi dice che in tv scoraggiano tutti ad andare in Calabria e in Italia in genere per via delle scorie gettate nei fondi marini con le navi, e si parla di piu' di cento navi del genere affondate,,,altro che rilancio turistico...

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 23:17| 
 |
Rispondi al commento

ho lavorato in una ditta di manutenzione idraulica presso una casa di reclusione del centro italia per 8 anni poco tempo fà arrivò una delegazione di agenti di pol penitenziaria dalla tailandia i loro comandanti ci dissero che le nostre carceri non erano carceri bensi alberghi a 3stelle lo dice il fatto che dopo poco tempo questi detenuti te li ritrovi a spasso poi i lavoranti hanno lo stipendio ed un detenuto colombiano mi ha detto 20000 euro ho in banca guadagnati quà dentro cè la socialità se vanno d accordo mangiano insieme non c è da lagnarsi si dannano i 41 bis gli stranieri lavoranti mandano i soldi nel loro paese cosi i parenti in ogni parte del mondo dicono :pensa un pò sono arrivati i soldi daun carcere in italia---chiaro incentivo a venire qui sopratutto delinquenti

giuseppe spera 18.09.09 23:11| 
 |
Rispondi al commento

OT

L'uomo che ha creato l'abisso nucleare

di Riccardo Bocca

Filmati con i test per lanciare scorie radioattive nel fondo dei mari.

E documenti sulle coperture internazionali all'attività di Giorgio Comerio, il faccendiere al centro delle trame dell'omicidio Alpi

C'è qualcuno che si muove nell'ombra.
Qualcuno che vuole cancellare i risultati delle indagini svolte su un capitolo gravissimo della recente storia italiana: l'affondamento clandestino di rifiuti tossici e radioattivi nei mari di mezzo mondo, Mediterraneo incluso.

Una vicenda sulla quale ha scavato, a metà anni Novanta, l'attuale sostituto procuratore generale di Reggio Calabria Francesco Neri, e da cui è emerso un sistema criminale che per gli investigatori "attenta all'incolumità dell'intera popolazione mondiale".

Al centro della scena, legati allo smaltimento illecito di scorie nucleari, l'omicidio in Somalia della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e dell'operatore Miran Hrovatin.

La vendita internazionale di armi strategiche. L'accordo tra massonerie, mafie e governi.
Nonché il sistema illegale con il quale l'Enea (l'Ente italiano per le nuove tecnologie, energia e ambiente) avrebbe eliminato avanzi radioattivi.

segue
http://espresso.repubblica.it/dettaglio/l-uomo-che-ha-creato-l-abisso-nucleare/2030963

Silvanetta P. Commentatore certificato 18.09.09 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dai Tarantini o Tarantino :-) non disperare che tanto Papi ti tira fuori in un istante ...

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A TUTTI GLI OTTIMISTI E A DI PIETRO!
Se sperate nell'implosione di Berkuskoni, perdete ogni speranza voi che.....poiché il trono di Silvio é solidamente sostenuto da Andreotti, dal Vaticano e dalla Massoneria! Ne volete ancora! Questi comandano l'Italia e, a meno che gli italiani faranno l'assalto " alla bastiglia" (ma sul serio), Berluska non crolla. Traballerà, forse, ma non crollerà. Quando lo molleranno questi ENTI, allora si, sarà la sua fine. Per il momento lui garantisce ancora troppo e quindi lo lasciano fare. Ricordate Salvo Lima?

G. Mazzei 18.09.09 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Silvanetta, or Brunella F., Paolo il Piccone, un tempo quello blu', Francè', il Tin, Marilu', Viola, Mario l: , Alessio, Aldo etc. mi fan Evadere.
Da me stesso: la mia Prigione.
Spazio con lo Sguardo, Apro la Mente, Scaldo il Cuore, Dilato l'Anima.
Fuori è Lager, Fame, Fastidio, ma la sera, attorno alla Stufa, un pugno di Patate al Cartoccio, nella Cenere, ravvivano l'allegria.
La Gestapo, fuori Ringhia e Monta la Guardia al Freddo.( Chissa' Ignazio: "faceva" la Guardia?....)
Noi, troviamo la Forza di cantare, poichè sappiamo che il tempo è a nostro Favore, perchè Galantuomo.
Strano modo d'intender la Galanteria; quasi sembra un marinaio di guerra naufragato in un Puerto Escondido, dove al limitar del Colle, Campeggian i Masnadieri del BarbaNera.
Sotto il Tropico delle Bananas, ScimmieTarre e Bandanas.....
Balletti al Cotton Club fino all'Alba, Parietti per Faretti, Faletti a far Folletti, oltre il Bongiorno.
Così, sorridendo a Denti Stretti della lor Follia, incidiam Tacche all'Albero del Cocco, calendario Cosmico.
E segnar al Machete lo sciacquar di Lune, par un Tichettio di Metronomo a dar il Ritmo al Tempo: prova d'una Sinfonia.
Tic, Tac, tic tac....
Il Tuo Bel Viso, le dita a sfiorar i Capelli, lo Sguardo buttato oltre le Onde, Accendono le Danze, verso l'Infinito.
Tu, hai Acceso il Tempo!

enrico w., novara Commentatore certificato 18.09.09 22:56| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Segnali deboli di fine impero

Vi ricordate di Cirielli?
Massì dai, quello della legge Cirielli, una delle tante porcherie fatte da Berlusconi, in questo caso per abbassare i tempi della prescrizione di Previti.

Oh: sta scappando anche lui dalla nave che affonda.
E si è addirittura speso contro il passato della Carfagna definendolo «assai diverso dal mio».

Dopodiché lo scazzo si è incarnato ancor di più nei suoi uomini, uno dei quali su Facebook ha pubblicato una foto osè della ministra con la didascalia «Carfagna, noi la preferivamo così».

Scommettiamo?
Quando tutto sarà finito, i più feroci contro il berlusconismo saranno proprio quelli che in questi anni hanno dovuto, per convenienza o paura, difendere l’indifendibile.

E i loro sfoghi faranno sembrare buffetti le dieci domande di Repubblica.

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/

Silvanetta P. Commentatore certificato 18.09.09 22:54| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

LA ZATTERA DELLA MEDUSA

La Sala dei Passi Perduti, a Montecitorio, con il suo pavimento ben lucido, pare una gran vasca per ludi nautici, una specie di "Teatro Marittimo" di una nuova Villa Adriana: e i suoi ampi divani rossi, ovali, sono le zattere sontuose per i ludi degli schiavi e dei condannati.

Bella deserta.

Fuori che sul terzo divano. Sul terzo divano rosso sono accosciati degli uomini, una diecina. C'erano stamattina alle 9, ci sono anche nel pomeriggio.

Avvicinandomi, ne riconosco qualcuno. Sono i banditissimi, i disperatissimi dei bandi fascisti. Ecco l'on. Zanardi, l'on. Garibotti, l'on. Zirardini. Uno, che non conosco, ci ha messo anche i piedi, sul velluto roseo del divano: pare che il pavimento lucido gli faccia paura, e se ne sta colle ginocchia in bocca, tutto rannicchiato, su quell'ultimo lembo di rosso che è il divano di Montecitorio.

Questi banditissimi si comunicano le notizie dei rispettivi collegi. Bandi, olio di ricino, incendi alle cooperative, cacciata di amministrazioni comunali, complicità delle autorità, debolezza del governo, partigianeria della magistratura: tutta l'opera. I commenti sono monotoni: smania di un governo forte, aneliti di rivincita, sospiri.

Fortunatamente, l'on. De Bellis, uomo caritatevole, dritto in piedi dinanzi al divano rosso, racconta delle barzellette; e tutti gli uomini sul divano rosso ridono.

Dico ad uno di essi che domani parto per fare un giro negli Abruzzi.

- Beato lei, che può ancora muoversi!

E il mio interlocutore mette i piedi sul velluto roseo anche lui, e si sdraia.

1922 - R.L.

Alex Malpietro () Commentatore certificato 18.09.09 22:54| 
 |
Rispondi al commento

sigaro toscano
sera

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i francesi hanno le palle tanto che hanno fatto la rivoluzione e tagliato un bel po' di teste noi siamo mafiosi e malandrini del cazzo.

vincenzo ribuffo 18.09.09 22:45| 
 |
Rispondi al commento

ma Ivan, Dino, Luca, Ettore, Claudia, Missy, Monica, Rebecca, Libero, Sissy, Mauro, Geronimo,Fabio, er fruttarolo, el picafior...e tanti altri....ma dove caspita siete andati a finire tutti??
Beh, se mi leggete buona notte a tutti!

meri c Commentatore certificato 18.09.09 22:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Effettivamente c'è poco da commentare. Il post si commenta da solo. Speriamo solo di non finire dentro per qualsivoglia motivo. Approfitto, e non me ne vogliate, per fare l'ennesimo appello.
Dove stanno i 4 mori? Spero non in galera ma se fossero finiti lì qualcuno ci avvisi. Almeno le visite saranno garantite, gli porteremmo arance e culurgionis. Qualcuno mormora che sarebbero stati assunti a far da badanti ai maiali nella porcilaia modello ad Arcore ma non vi è conferma a ciò.
Da queste parte siamo preoccupati e non poco. Poniamo che il Biscione cada e con lui qualche filisteo, o era Sansone? cmq poniamo che si trasferisca in Costarica con tutti i dipendenti, e noi?
Propongo interpellanze parlamentari ed extraparlamentari sul tema e una campagna di sensibilizzazione nonchè un concorso per trovare i nuovi 4 mori. Organizziamoci e partite.
Scusate ma qualcuno lo doveva dire.
Informazione di servizio:
ci sarà una manifestazione popolare indetta per il 2 Ottobre a Villasimius in piazza per protestare contro l'eccessiva libertà di topless sulle spiagge. Formigoni, Casini e Buttiglione i relatori. Non mancate.

Quinto Moro, Cagliari Commentatore certificato 18.09.09 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perdonate ma bisogna che vi dica alcune cose di me.
Soffro terribilmente. Sto digitando dal tetto di casa mia e guardo le stelle.
Sotto passeggia la gente mano nella mano curandosi di evitare le filiere di formiche ritardatarie.
Guardo con un binocolo da caccia la finestra di un palazzo color rosa e ci vedo una signora che stira i pantaloni del marito, suppongo...ma poi vedo che i pantaloni li indossa lei e allora mi chiedo perchè le donne non stirano più i pantaloni ai loro mariti ?
Una tristezza immensa mi anima, vedo un gabbiano notturno con una fotocamera che fa scatti alla luna...
In fondo, appena velato da una nuvola, un altro gabbiano stringe un cacciavite col becco e minaccia il gabbiano fotografo di perforargli un'ala...
Io son sempre più disperato. Le papere nella fossa dell'Abate non trovano più i loro piccoli e sull'argine Sparafucile tiene un sacco sulle spalle e ride.
questa sarebbe pure una notte stellata, ma son troppe le cose che non quadrano nella mia testa...
Ci deve essere qualcosa nell'aria. Qualcosa che impedisce anche alla signora che stirava i pantaloni ad uscire di casa per far visita ai parenti straccioni.
Ma tutto sommato domani la collina riavrà il suo suonatore, avrà una croce e una pietra di colore grigio.

sera


eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 22:34| 
 |
Rispondi al commento

OT

(ANSA) - ASSISI, 18 SET - 'Stiamo attraversando una crisi da cui potranno uscire nuovi assetti e prospettive', dichiara il segretario della Cei, mons. Crociata. I cattolici consolidino la propria unita' che e' stata cosi' 'provvidenziale' nel recente passato dell'Italia. E' quanto ha sottolineato il segretario della Cei, intervenendo ad un convegno ad Assisi.Ha inoltre sottolineato che dal mondo cattolico arrivino alla politica 'uomini retti'. La Chiesa non fa politica, ma veglia su etica.

Mons.Crociata, un nome e una promessa

fran cesca Commentatore certificato 18.09.09 22:33| 
 |
Rispondi al commento

ma nessuno sa raccontare una barzelletta? Dai che poi vado a letto felice

meri c Commentatore certificato 18.09.09 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FORSE SIAMO QUASI TUTTI PRIGIONIERI...DEL SISTEMA E FORSE ANCHE DEL SIGNORAGGIO BANCARIO CHE NON HO ANCORA CAPITO SE E' UNA COSA SERIA O UNA BUFALA CHE GIRA IN RETE...
LUCA

luca cimillo 18.09.09 22:23| 
 |
Rispondi al commento

I media non solo non informano, disinformano. Nessuno ci ha mai parlato del debito di 3.000 milioni (TREMILAMILIONI) di euro relativo a TASSE IMPAGATE di Telecom, nessuno ci ha informato che a dicembre 2008 c'è stato un concordato con il fisco grazie al quale è stato concesso uno sconto di 2.700 MILIONI, DUEMILASETTECENTOMILIONI, di euro!!
Bene, questa sera, La7 ci ha comunicato che TELECOM è stata premiata, una delle motivazioni è "ETICA".
Faccio "un giro" (non sulla ruotina) per approfondire.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 18.09.09 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Se in uno spazio ristretto raggruppi gente incline alla violenza..(vedi carceri)...compresi i carcerieri che sono + carcerati dei detenuti,

cosa vuoi che accada.....????? non può certo nascere una comunita' di "VOLEMOSE BENE"!!!

z

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 22:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I commenti sono pochi?????

con questi post chi vuoi che commenti cosa?????

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Tarantini was arrested at the airport at Bari, capital of the southeastern Puglia region.

Probabilmente gli inquirenti pensavano che stesse per scappare arresatato Tarantini all'Aeroporto di Bari.

http://news.brisbanetimes.com.au/breaking-news-world/berlusconi-call-girl-fixer-arrested-20090919-fvml.html

5 min fa

SUPER HOTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTT !!!

Hot stuff ^_^ (stoned to the bone %/*#*%@), Potland Commentatore certificato 18.09.09 22:11| 
 |
Rispondi al commento

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzNanottete

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 22:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X marco g. torino che scrive

Parlando di carceri, che sono quello che oggi esiste, è proprio il problema della sicurezza a fermare le iniziative che dici tu. Nessun direttore può esporre il carcere ad una rivolta: se i detenuti stanno buoni si lavora alla rieducazione, se fanno casino si lavora per contenerli. Le due cose insieme è impossibile, secondo me.

Infine io credo fermamente che il carcere debba fare paura. Le persone devono avere paura di andare in carcere, deve essere un deterrente: altrimenti diventa (ancora di più) una pacchia delinquere; perchè è noto che siamo visti come il Paese della non-punizione.

--------------------------------------------------

non sono io che dico che il carcere serve a rieducare, ma la costituzione.
la pena consiste nella privazione della liberta', altre pene aggiuntive, la mancanza di cure adeguate in caso di malattia, l'esagerata promiscuita' e l'ozio che portano a squilibri mentali e comportamentali, l'accettazione di regole all'interno del carcere che esulano la legge, etcetc., sono tutte cose che non c'entrano niente con quello che deve essere il carcere.
credo poi che, a parte qualche raro matto, e poi tanti di loro col tempo si calmerebbero, tutti in carcere accetterebbero di seguire corsi, imparare un mestiere, ma ti metto anche il solo imparare a suonare uno strumento musicale, etcetc., fermo restando che si tratta di un carcere, la gente va controllata. non sto parlando di farlo diventare un club mediterranee. rimane un carcere, con i suoi secondini, le sbarre, etcetc.
solo che all'interno la gente viene stimolata a migliorarsi. chiunque se glie ne viene data la possibilita' cerca di migliorarsi. e' una legge di natura. il tempo che hanno da passare li' dentro poi lavora a favore di questa legge.
ripeto comunque: le eccezioni ci sono per ogni cosa, ma non si deve guardare l'eccezione e farne una regola.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.09.09 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi pare quantomeno contraddittorio che voi giustizialisti che vorresti vedere in galera anche chi prende una multa per sosta vietata oggi vi rendiate conto che le galere fanno schifo. Che lì si muore e si vive una non vita. Mah! Ancora convinti che l'indulto sia il male peggiore di una società?

Libero pavan 18.09.09 22:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=H6aNbXwWyXw


Detenuto in attesa di giudizio - parte 7

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste un programma (tipo il "processo del lunedì" calcistico)Che tutti i giorni ci tiene informati dei risvolti del "lodo alfano".


Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perdonatemi
ma come lucano...mi tocco. Quando ci fù la strage di Nassyria il governo dello psico-nano annunciò che il deposito di scorie nucleari si doveva aprire a Scanzano J.co....lo stesso giorno.....

giovanni l., policoro Commentatore certificato 18.09.09 22:01| 
 |
Rispondi al commento

perdonate ma la cattiveria e' indizio di intelligenza ?
grazie

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 22:00| 
 |
Rispondi al commento

settimi al mondo?

in sei ore 221 commenti. considerati i coatti a ripetere ci saranno..quante? una cinquantina di persone a scrivere?

glob sob 18.09.09 21:59| 
 |
Rispondi al commento

già tutto va male, a venire qui ci si deprime stasera. morti,morti e morti Un po' di vita perbacco..

meri c Commentatore certificato 18.09.09 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi: "Progetto con gli alleati per riportare in Italia i militari'" rep.it

Alè! berlusconi scavalca a sinistra d'alema napolitano bossi e obama

..buona interpretazione

ale oo 18.09.09 21:53| 
 |
Rispondi al commento

MORIRE DI GUERRA

Ritorno sulla morte dei soldati.
Il pensiero di Alessio incarna ,secondo me, la sinistra di oggi e la sua totale astrazione dalla realtà.
Alessio dice "Lenin era anti-imperialista ma era solidale con i soldati, vittime dello stesso imperialismo".
Bene, per Alessio i fanti della Grande Guerra,contadini analfabeti e disperati, massacrati nelle trincee sono come i Parà della Folgore nell'anno di grazia 2009.
Un pensiero diffusissimo a sinistra, l'iconografia identitaria di mentecatti come Sansonetti e Diliberto è ferma ai tempi del governo Tambroni e del piano Marshall..
Io dovrei credere alla favoletta secondo cui un povero giovane meridionale senza arte nè parte e senza cibo per la sua famiglia si arruola,guarda un po' , nei Parà della Folgore.
Queste stronzate andate a raccontarle a qualcun altro .
I parà della Folgore sono professionisti, superspecializzati, non giovani dickensiani con le pezze al culo, andatevi a leggere i loro curricula.
Hanno fatto una scelta professionale, che contempla il rischio morte.
Una scelta che è la loro scelta e che non discuto.
Ma nessuno mi può chiedere di partecipare alla ridicola sceneggiata patriottica, alla farsesca rappresentazione della mistica del martire ucciso dai vigliacchi talebani.
E questo è un punto.
Altro punto è la questione che riguarda l'assurdità delle finte missioni di pace, ma questo è un altro argomento che non va mescolato con quanto ho scritto sopra.
Altra stupidaggine della sinistra, chiedere a comando il ritiro delle truppe quando c'è il morto e tacere per il resto del tempo.
La richiesta di ritiro va formulata in maniera pressante , non ad intermittenza e non perchè è morto un soldato..

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 18.09.09 21:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E lo speaker della Tivù svizzera mostra un reportage su Patrizia D'Addario dicendo:
-Vi mostriamo quello che in Italia non potreste mai vedere.
Accolo!
http://tv.repubblica.it/dossier/10-domande/la-tv-svizzera-incontra-la-d-addario/395?gallery

E poi se diciamo che in Italia non c'è LIBERTA' di Informazione, Libertà di chi vuol far sentire la sua voce, e magari essere anche smentita-o,siamo smentiti da vcolui che è vissuto sempre e solo di Falsità e Menzogne, propagandando una Falsa Libertà, ed inserendone la "parola" anche nel nome del Partito.
Che tristezza per tutti coloro che ancora gli credono!
Dovremmo tutti chiedere un risarcimento per DANNI Morali ed etici a Berlusconi: è lui il Male assoluto!

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:47| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Autobomba a Kabul: muoiono 16 persone, 6 sono parà della Folgore. E’ la sporca guerra che il governo rivendica e che l’opposizione parlamentare non ha il coraggio di contestare. L’Italia vi sta partecipando a pieno titolo, in spregio alla sua Costituzione. La Federazione della Stampa rinvia al 3 ottobre la manifestazione prevista per sabato. Un errore. Si manifesti ovunque, subito, in tutti i modi possibili, contro la guerra, per la pace. Dunque in guerra si muore. E il Paese lo scopre quando a soccombere sono i suoi figli, i giovani che abbiamo inviato in Afghanistan, come ha asserito impassibile il ministro della Difesa, a “difendere la nostra libertà contro il terrorismo”. E mentre costui aggiunge i soliti insulti agli attaccanti (“infami vigliacchi”),
il suo collega agli Esteri si riempie la bocca con “l’orgoglio italiano”. Lessico di guerra, per un fatto bellico. Si scopre pure, quindi, che l’Italia è in guerra: la parola che Mussolini
definiva “paurosa e fascinatrice”, dopo l’orgia di sangue e di ferro e di fuoco del Ventennio, a cui era seguita un’era sostanzialmente di pace, è
stata accuratamente bandita, in tutti i conflitti dell’era post-bipolare, dalla Prima Guerra del Golfo in poi. Da allora, nondimeno, i nostri militari li abbiamo visti costantemente in azione;
ma hanno compiuto interventi umanitari, operazioni di polizia internazionale, o addirittura di peacekeeping,e quant’altro: di guerra non si doveva, non si poteva parlare.
Ora, davanti a questi morti, che diremo? E potremo ancora dire qualcosa? "Antonio Di Pietro ha ragione e le reazioni inviperite e indignate dei premurosi colonnelli della Pdl non riusciranno mai a cancellare la semplice verita': Berlusconi e' il peggior presidente del Consiglio della storia d'Italia, ad eccezione pero' dal cavalier Benito Mussolini Berlusconi, infatti, non e' ancora riuscito ad eguagliarlo, proclamando formalmente una dittatura e trascinando l'Italia in una devastante guerra mondiale. PAOLO FERRERO

PETTIROSSO_DA_COMBATTIMENTO _ COLLODI 18.09.09 21:45| 
 |
Rispondi al commento

Un'ultima cosa: la missione di "PACE" ci costa 3milioni di euro al dì;
le bombe che hanno ucciso gli ITALIANI sono prodotte in """""ITALIA"""""in PUGLIA x essere precisi.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Castrazione chimica volontaria
offerta agli stupratori in Spagna, allarghiamola anche ad i presidenti e agli assassini!!! Facciamola in Italia questa legge!!!Per tutti!!

Pino Arbore 18.09.09 21:42| 
 |
Rispondi al commento

!!(dover fare).......FATE.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:39| 
 |
Rispondi al commento

che ho detto ?
che ho fatto ?
scusate non ero in me
Ma voi, eravate in voi per capire che non ero in me ?
sera

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 21:39| 
 |
Rispondi al commento

zzz

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:37| 
 |
Rispondi al commento

le missioni di guerra costano, mantenere un esercito costa, e questo fa salire il pil.
come sarebbe quindi il pil nazionale senza queste spese? mi sa che resterebbe costantemente sottozero.
la ricchezza di una nazione che sta in piedi per le spese militari, invece che per il benessere dei cittadini.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.09.09 21:35| 
 |
Rispondi al commento

OT

Lo Stato, provincia di Arcore

Marco Travaglio

Nell’ambito della privatizzazione dello Stato e delle sue istituzioni, ce ne siamo appena giocate altre due: l’Avvocatura dello Stato e forse un pezzo di magistratura.

Ieri la Corte d’appello di Palermo ha rifiutato di esaminare le nuove prove a carico di Marcello Dell’Utri: le dichiarazioni di Massimo Ciancimino sulle tre lettere (una delle quali sequestrata nel 2005 in casa Ciancimino e rimasta sepolta in procura per quattro anni) che Provenzano avrebbe scritto a Berlusconi facendogliele recapitare da Dell’Utri.

La possibilità che Dell’Utri fungesse da pony express fra il boss e il premier avrebbe dovuto quantomeno incuriosire la Corte che sta processando Dell’Utri per il suo ruolo di trait d’union fra la mafia e il Cavaliere.

Invece il presidente Dall’Acqua se n’è uscito con un’ordinanza in cui spiega che la lettera e i verbali di Ciancimino non contengono “fatti riconducibili a Dell'Utri suscettibili di utile rilievo processuale”.

Curioso argomentare: un tizio è imputato, poniamo, per essere il galoppino del clan dei Marsigliesi.
Poi, durante il processo, salta fuori la prova che il capo dei Marsigliesi lo usava come galoppino.
E i giudici che fanno?
Dicono che la nuova prova è inutile: in fondo si riferisce solo ai rapporti fra i Marsigliesi e il tizio imputato per i suoi rapporti con i Marsigliesi.
Speriamo che la Corte riscopra i fondamenti della logica in tempo per la sentenza.

Intanto l’avvocato dello Stato Glauco Nori si precipita alla Consulta per difendere la costituzionalità del Lodo Alfano.

Ma, per la strada, è colto da una drammatica crisi d’identità e non riesce più a distinguere tra lo Stato e Berlusconi, né tra se stesso e Ghedini.

Stando al sito ufficiale dell’Avvocatura dello Stato, questa è “un ‘pool’ di giuristi specializzati che rappresenta e difende in giudizio l'amministrazione statale e, più in generale, tutti i poteri dello Stato…”.

segue sottocommenti

Silvanetta P. Commentatore certificato 18.09.09 21:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

visto il post dico ai detenuti di stare allegri e di vederla da questo punto di vista beh stai scontando una condanna ma per lo meno dai un occhiata ciò che leggi ( i giornali) in questo modo tu sconti in relazione ad un errore in quanto sconti la condanna sei già di fatto onesto, a conti fatti ti puoi guardare allo specchio e guardarti negli occhi dicendoti è vero ,per chi ha pensiero su generis, vederla in quest'ottica

Frida Panebianco 18.09.09 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Si muore in carcere,
si muore in guerra,
si muore si muore in automobile.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

simm 'e napule paisa'

Ieri. Di permanenza o ritiro delle nostre truppe dall'Iraq la sede per parlarne non è il Giappone nè il Presidente della Repubblica l'autorità decisionale, ma il Parlamento italiano

Oggi.Siamo qui, siamo lì e ci resteremo.

Il padrino di Gallipoli deve avergli fatto una proposta che non ha potuto rifiutare

quaqqua raqqua 18.09.09 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Hi.

A volte non basta conoscere il senso delle cose, a volte dobbiamo sapere quali cose non hanno affatto un senso.

Ad esempio che senso ha sapere di cosa è capace la persona che ami?.

Tutto và a pezzi, specialmente l’accurato ordine delle regole e delle leggi.

Noi guardiamo il mondo nello stesso modo in cui siamo fatti.

Guardalo da un bel giardino e tutto ti sembrerà allegro, sali su un altopiano e vedrai devastazione e assassinio.

Verità e bellezza sono negli occhi di chi guarda.

Ho smesso di cercare di capire tutto..........molto tempo fa.......

Tartarughe surrogate.

Siamo messi male!!!!!!

Bye.

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 18.09.09 21:27| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=jsNvV9WRFtk&feature=related

come posso trovare il video in lingua Italiana??????????


:)

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Non sono le mie fortune a darmi dei diritti, è semmai la mia sfortuna."


http://www.youtube.com/watch?v=WOegAoJrPH8&feature=related

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:21| 
 |
Rispondi al commento

In carcere si suicidano e la cosa fa notizia, ma quanti si suicidano perché non ce la fanno più ad andare avanti?
Come mai che questi dati non trapelano?
Questa crisi ha dimensioni catastrofiche ma nessuno, sindacati in primis dice niente.
Ma non lo vedete cosa sta succedendo?

Mauro P. Commentatore certificato 18.09.09 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Ancora un post, sul carcere?
Le pene alternative? D'accordo!

PERO'
Io pensavo un carcere che ti insegna un mestiere.
Nel mondo di oggi l'unica pena alternativa che funziona è questa.

TE GLI FAI FARE DEI CORSI MENTRE STANNO DENTRO E POI LI MANDI A LAVORARE! Sorvegliati ma a LAVORARE!

CHE SI IMPARANO A FARE QUALCOSA!

Un mondo dove quando incontri un ex carcerato, dici
CAZZO QUELLO E' UN FIGO, E' STATO DENTRO E ORA FA L'IDRAULICO E GUADAGNA UN SACCO DI GRANA!
E quell'altro dice poi all'amico:
eh...IO CIO' AVUTO LA SFIGA DI NON ANDARE IN CARCERE E ORA NON SO FARE UN CAZZO!

Così....

Saluti

Alex Malpietro () Commentatore certificato 18.09.09 21:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=clAzOrGHNsk&feature=related

IL CONTE DI MONTECRISTO giustizia divina

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 21:17| 
 |
Rispondi al commento

La guerra è sbagliata, sempre, ma necessaria a volte.
In Afganistan, come in Iraq o in Libano c'è uno sporco lavoro da fare, come andare a pulire le cisterne, o i tubi dei dissipatori di fumi degli impianti industriali o come medici stare a stretto contattto con le malattie infettive e mortali.
Sono morti "bianche", vite perse sul posto di lavoro, mi dispiace ma almeno noi non stumentalizziamo oltre l'evento con la solita retorica.
Quello che comunque fa sempre pensare è la provenienza di questi "operai" la Campania, disoccupazione, disperazione...................

Maurizio I., Roma Commentatore certificato 18.09.09 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MORIRE DI CARCERE

Dal capolavoro di Nanni Loy, "Detenuto in attesa di giudizio"
Film del 1971, da allora non è cambiato nulla..

http://www.youtube.com/watch?v=vKLLivAiZvs&feature=related

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 18.09.09 21:10| 
 |
Rispondi al commento

MORIRE in CARCERE, in GUERRA, MORIRE, XCHE'..... I SOLDI........ I SOLDI KAKKA....POESIA DI MERDA

Pierino Mitex Commentatore certificato 18.09.09 20:51| 
 |
Rispondi al commento

...MA QUALE COMMOZIONE?

con tutto il rispetto per chi è morto così tragicamente mi permetto anche di chiedere che ci si aspettasse da un esercito che va "in missione di pace" in un Paese in cui ogni giorno si fanno saltare in aria kamikaze, con stragi di civili e bombardamenti nato.
ci si aspettava forse una magia? una protezione celeste che sfidasse le statistiche e la casualità e proteggesse solo l'esercito italiano? perchè gli italiani ci sanno fare? i telegioranli stuzzicano l'orgoglio nazionale facendo trapelare questi miti. si parla di professionalità dell'esercito. non nutro dubbi su questo. ma la guerra è guerra! saranno fondamentalisti o trafficanti di droga o signori della guerra o clan tribali non cambia. non vogliono farsi importare la demiocrazia dall'occidente!
di che commozione si parla? ripeto che posso capire il dolore dei parenti, sono un essere umano e quindi nelle mie esperienze c'è il dolore per la morte di cari. ma certamente tutti sapevano che i militari italiano andavano a rischiare la vita.
non la metto in politica nè in geopolitica. non chiedo neanche che ci stia a fare l'Italia in Afghanistan visti i brogli elettorali denunciati.
chiedo solo perchè i mass-media ripetano ad libidum una trista corona di retorica e luoghi comuni, con la relativa commozione della gente comune.
l'unico dolore serio è per chi rimane a piangere i caduti. madri, padri, mogli, figli...

il resto è speculazione mediatica e politicante. non credo la "gente comune" capisca più dopo otto anni il senso di questa "missione di pace" in luogo di guerra.

se l'esercito italiano dev'esserci in Afghanistan per accordi internazionali lo si dica apertamente.
si dica che "dev'essere" così perchè il mondo "va così".

c'è chi è l'impero e chi è fuori dall'impero. che c'è una strisciante guerra globale. che la guerra è lo stato normale dell'homo sapiens sapiens e che la tecnologia incrementa il numero dei morti in battaglia.
ma la si smetta con al commozione dell'uomo comune!!!


entrare in carcere e restarci
in Italia è molto difficile
devi essere moltissimo povero
e aver commesso un crimine non
ecclatante.......
se no arriva Taormina...
.

cimbro mancino Commentatore certificato 18.09.09 20:47| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCALATA BNL, INSIDER TRADING:

GIUDICI E P.M. DI PARTE! SCHIFOSI!

6 MESI PATTEGGIATI CON 13.OOO € e qualche spiccio,poco più che un citycar.

V E R G O G N A M O C I !

Maurizio I., Roma Commentatore certificato 18.09.09 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Straziante è l'alibi che mi sono dato.
Mi sono relegato nell'ambito di una mia presunta scemenza o imbecillagine.
E così ho percorso le strade del mondo con quello sguardo credulone che fantastica sulle bontà della vita.

MA MAI NESSUNA COSCIENZA LIMPIDA HO SAPUTO RICONOSCERE NELL'ALTRO.

Questo terribile equivoco denota drammaticamente una mia volontà di potenza affossata solo da un misero complesso di inferiorità

ps, abbiate pietà di me!

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Riposto. Sorry per errore di data.

Ricordo a tutti i blogghisti che non hanno sottoscritto l'abbonamento, che mercoledi 23 Settembre sarà il edicola il primo numero di "Il Fatto Quotidiano". Sarà', come da promessa, un giornale senza aiuti pubblici, nè padroni palesi o occulti. Non lasciatevelo sfuggire. Diamo un segno di coerenza con le nostre idee di gente libera e non condizionata da falsi profeti e proprietari di TV. Ad majora.

Roland Eagle () Commentatore certificato 18.09.09 20:40| 
 |
Rispondi al commento

D'Alema dice che ritirarsi dall'Afghanistan sarebbe una catastrofe.
Io credevo invece che sarebbe una catastrofe restare laggiù anche solo un anno.
Il debito pubblico aumenterebbe, infatti, del 200% e il numero dei disoccupati crescerebbe due volte rispetto a quello attuale.
Questo personaggio enigmatico però ha detto la stessa cosa quando si cercava una exit strategy per scappare dall'Iraq.
Si vede che non sopporta di vedere le donne con il burka.
Embé? E se pure fosse? E' normale per il leader di un moderno Partito Democratico. O no?

NOSTRADAMUS


alessandro c., Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 20:39| 
 |
Rispondi al commento

leggete

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2009/09/visti-da-lontano-berlusconi-el-pais.shtml?uuid=385af590-a449-11de-8be0-284a1ad6d475&DocRulesView=Libero

angelo giliberto Commentatore certificato 18.09.09 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi non morirà in carcere
ha rubato troppo...ha spalato!
.

cimbro mancino Commentatore certificato 18.09.09 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo a tutti i blogghisti che non hanno sottoscritto l'abbonamento, che mercoledi 13 Settembre sarà il edicola il primo numero di "Il Fatto Quotidiano". Sarà', come da promessa, un giornale senza aiuti pubblici, nè padroni palesi o occulti. Non lasciatevelo sfuggire. Diamo un segno di coerenza con le nostre idee di gente libera e non condizionata da falsi profeti e proprietari di TV. Ad majora.

Roland Eagle () Commentatore certificato 18.09.09 20:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cazz
prima volvo scrivere
BUONASERA AMICI DEL BLOG
ed e' uscito un bel po di roba a me sconosciuta
mi sa che cambio pusher
hahaha
ciao amico mio del nord m.m.

fly on-line Commentatore certificato 18.09.09 20:26| 
 |
Rispondi al commento

lo standard delle carceri di un paese è una delle migliori (ma forse la migliore in assoluto) spie per capire il livello della democrazia e della civiltà del paese stesso, l'Italia è più vicina a paesi come la Tunisia o il Marocco che la Norvegia o la Svezia, e questo non per colpa del sud (come i leghisti amano pensare), ma a causa dello scarsissimo livello culturale e civile della cittadinanza stessa (e di condeguenza dei suoi rappresentanti istituzionali)

ciccio c. Commentatore certificato 18.09.09 20:26| 
 |
Rispondi al commento

l'altro giorno a radio radicale intervistavano un ex militare che era stato in queste missioni, praticamente se le era fatte tutte, iraq, somalia, afghanistan, pluridecorato, etcetc.
adesso e' malato di una forma di cancro gravissima, e raccontava che tanti militari sono nelle sue condizioni e non se ne parla.
descriveva le condizioni ad es dei carri armati in cui sono costretti a lavorare, con all'altezza dei testicoli del manovratore una centralina senza schermatura che emette frequenze a 12.000 volt, con il serbatoio del gasolio sotto i loro piedi anche questo non schermato e loro costretti ad annusare i vapori che vi salgono, con i carri armati senza adeguatti filtri per l'esterno che si riempiono dei fumi dello scarico del motore, etcetc.
e di tutte queste cose, i malati, le condizioni malsane di lavoro, etcetc., nessuo ne parla e vengono oscurate.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.09.09 20:23| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I diritti umani? Dove sono finiti?

Credo che il grado di civiltà di una comunità si misuri sul rispetto della dignità umana, specie dei più piccoli, degli anziani, dei più deboli, dei più poveri, dello straniero. E, su questo versante, non stiamo neppure tornando indietro, ma stiamo sprofondando in un abisso. Stiamo cancellando anche la convenzione di Ginevra e successive del DIU, e si è visto chiaro con i "respingimenti".
C'è proprio la volontà di farci sprofondare nell'abisso.
Perché Feltri attacca Boffo e poi Fini? Dico Feltri per dire i suoi padroni. Semplicemente per intimidire coloro che ancora si schierano per la difesa della dignità umana e dei diritti inalienabili dell'uomo.
Le carceri sono piene, ma piene di chi? Di quelle categorie non protette: poveri e stranieri poveri. E' divenuto quasi impossibile che un ricco ladro e assassino varchi la soglia del carcere e men che meno che vi rimanga. Il reato che più viene perseguito oggi è il "reato" di povertà. Quante volte abbiamo sentito dire ai poliziotti:"abbiamo le mani legate". Ebbene, adesso gliele hanno sciolte, ma solo nei confronti dei poveri di tutte le razze. Perché mai prendersela con i ricchi e potenti, che diviene una cosa rischiosa? Con i poveri non si rischia nulla e si fa un buon lavoro riempiendo le carceri.
Le carceri sono sovraffollate, ma tanto la stragrande maggioranza dei carcerati sono poveri, e chissenefrega? I pochi ricchi che vi transitano possono permettersi molti conforts e trattamenti di favore.
Il punto su cui stiamo cedendo è proprio sulla difesa dei diritti umani, che dovrebbero essere garantiti a tutti incondizionatamente, in carcere come in ogni luogo.
Stiamo cedendo sulla dignità!
Hanno privatizzato e continuano a privatizzare tutto, cosicché lo Stato è divenuto proprietà privata dei padroni. Con l'ultimo attacco alla dignità umana, stanno privatizzando anche i nostri corpi e la nostra anima, e chi non ci sta è fuori!

sancho . Commentatore certificato 18.09.09 20:23| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

=== === ==== ==== ~~~ ~~~~~ [[Categoria:]] {{cat|}} #REDIRECT [[]]
{|align=center style="border: 1px solid black; padding: 4px;" | |} {{{}}}
{{inc}} {{stub}} {{nondiz|{{subst:7g}}|~~~~}} {{form|}} {{rest|}} {{subst:V-C}} {{citnec|}} {{cit|}} {{quote||}} {{dialogo||||}}

fly on-line Commentatore certificato 18.09.09 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come mai GRILLO non era a ostia,
?????????????????????????????????????????????

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 20:20| 
 |
Rispondi al commento

O.T. sui morti in afghanistan

l'altro giorno a radio radicale intervistavano un ex militare che era stato in queste missioni, praticamente se le era fatte tutte, iraq, somalia, afghanistan, pluridecorato, etcetc.
adesso e' malato di una forma di cancro gravissima, e raccontava che tanti militari sono nelle sue condizioni e non se ne parla.
descriveva le condizioni ad es dei carri armati in cui sono costretti a lavorare, con all'altezza dei testicoli del manovratore una centralina senza schermatura che emette frequenze a 12.000 volt, con il serbatoio del gasolio sotto i loro piedi anche questo non schermato e loro costretti ad annusare i vapori che vi salgono, con i carri armati senza adeguatti filtri per l'esterno che si riempiono dei fumi dello scarico del motore, etcetc.
e di tutte queste cose, i malati, le condizioni malsane di lavoro, etcetc., nessuo ne parla e vengono oscurate.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.09.09 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Di Pietro: "Berlusconi finirà come Saddam"
Bondi: "Il leader Idv si comporta da bandito"


Antonio Di Pietro
ROMA - "Presto ci sarà l'implosione di Berlusconi, che cadrà con il dito alzato, facendo finta di niente fino all'ultimo minuto, esattamente come Saddam Hussein". Antonio Di Pietro, nel suo discorso alla festa del partito oggi a Vasto, torna ad attaccare il premier, accusandolo di aver "ridotto il paese al lastrico, alla invivibilità e al discredito internazionale". Pronta la replica di Sandro Bondi, coordinatore nazionale del Pdl: "Antonio Di Pietro si comporta come un bandito. E la Sinistra se non si dissocia apertamente dalle sue parole è complice di chi si atteggia a bandito".

Guarda al futuro, Di Pietro. A un dopo Berlusconi che pare vedere prossimo. "Siamo in un momento di transizione molto pericoloso perché Berlusconi è al tramonto e sta tramontando come è accaduto a Nerone, Catilina, Hitler e Mussolini. Ma a farlo fuori ci sta pensando la sua stessa maggioranza che si spartisce le spoglie del despota che muore" continua Di Pietro.

E' un fiume in piena, il leader dell'Idv. Che ne ha per tutti. Per Bruno Vespa ("ha scambiato la Rai e Porta a Porta con il salotto di casa sua") e per Umberto Bossi che "ha giurato fedeltà alla costituzione ed è uno spergiuro quando torna a parlare di secessione". Poi ricorda le parole del presidente del Consiglio e le ribalta: "Questo governo è il peggiore degli ultimi 150 anni e Berlusconi è stato il premier peggiore. Se ne vada per sempre prima della celebrazione dei 150 anni dell'unità d'Italia".

Infine, intervistato da "A", Di Pietro azzarda un nuovo paragone a tutto danno del premier: "Gli italiani sono fortunati perché Berlusconi non ha il fisico e la forza di Hitler. C'è un regime e ormai non lo dico solo io, come nell'autunno scorso in piazza Navona. Allora tutti mi davano del pazzo, anche dal Pd. Oggi sono tutti d'accordo con me".

GRANDISSIMO Di Pietro, PICCOLISSIMO Bondi.

Sante. Marafini Commentatore certificato 18.09.09 20:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 31)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=U6hIU_2gzY4


DI PIETRO A VASTO ED IL POPOLO DI INTERNET - FESTA ITALIA DEI VALORI 19/09/09
-----------------------------------------------

La rete come la livella di TOTO'.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 20:17| 
 |
Rispondi al commento

come mai beppe non era a vasto?

salvatore t., Messina Commentatore certificato 18.09.09 20:16| 
 |
Rispondi al commento

SANGUE


Ieri in Afganistan,a Kabul,sono stati ammazzati barbaramente,6 ragazzi italiani,come noi,altri 4 feriti gravemente.

Delle reazioni della politica tutta ,non voglio parlare,perche non me ne importa un cazzo.
Sporchi,luridi,infami e schifosi bugiardi,loro,e le loro BUGIE sulle FALSE missioni di pace.

Ma quale pace!

Non si va in missione di pace,armati fino ai denti,a bordo di mezzi blindati;questa è guerra.

Una guerra schifosa,strisciante,vigliacca,fatta
combattere a ragazzi di trent’ anni,per due soldi in più,che alcuni di loro,non vedranno mai,perche ora sono chiusi,tra quattro pareti di legno pesante,dalle quali non usciranno più.

Non più un saluto ai loro giovanissimi figli,rimasti orfani,non più una carezza,un bacio,alle loro mogli,rimaste vedove,non più un pranzo di natale,con le loro famiglie,non più una risata con gli amici,non più un’ incazzatura,per una bolletta troppo alta,non più le battaglie per il motorino ai figli,non più la festa per il diploma,non più i rimproveri quando tornano tardi.

Segue sul blog "avapxos"

Christian Pì Commentatore certificato 18.09.09 20:15| 
 |
Rispondi al commento

^_^

Farfallina Cettina 18.09.09 20:06| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=K3Lp5xdPcCc&feature=fvw

La verità.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Un motivo per cui abbiamo un indice di delinquenza cosi´alto e´per la convinzione che chi delinque la fa franca.

La polizia, i carabinieri non fanno il loro lavoro che e´principalmente la prevenzione dei crimini, anzi tollerano spesso e volentieri la microdelinquenza, rendendo la vita impossibile ai cittadini onesti e in qualche modo incentivando il passaggio a crimini piu´grossi, dopo i quali la redenzione e´molto difficile.
Chi vittima di un omicidio (parente) tollera che l´assassino sia in liberta´vigilata?
E´facile fare statistiche e proporre soluzioni alternative, ma chi e´morto o chi e´stato vittima di un crimine si chiede: perche´essere clementi?
Perche´non punire?


O.T.


DI PIETRO A VASTO

http://www.youtube.com/watch?v=U6hIU_2gzY4

Stanco_ Mavoglio (dallatoscana) Commentatore certificato 18.09.09 20:00| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=K3Lp5xdPcCc&feature=fvw

Buona sera....ecco le soluzioni a tutto.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RISPOSTA IN RITARDO SUI SOLDATI

Mi scuso, rispondo qui a quelli che si sono scandalizzati per il mio commento di ieri sugli "eroi" e i "martiri" di Kabul.


Alessio A.
Innanzitutto ti rispedisco al mittente l'epiteto "idiota" , tanto per essere precisi.
Poi, ho trovato il tuo commento un po' criptico.
In estrema sintesi:
la tua concezione del soldato che si arruola per miseria poteva andare bene nell'Italia rurale degli anni cinquanta, quella pasoliniana.
Sveglia!!
Comunque, quand'anche ci fosse questo sottoproletariato, per me il bisogno non giustifica il fatto di arruolarsi e andare a rompere i coglioni a migliaia di km di distanza.
Ognuno è libero di fare ciò che vuole, loro sono liberi di intraprendere la carriera militare, io sono libero di rompermi i coglioni nel leggere gli sproloqui retorici, nazionalisti, pauperisti e classisti, dalla Fiamma Tricolore al Partito dei comunisti di Ferrando.

A tutte le anime buone che mi dicono di vergognarmi e di avere rispetto dei morti :
Cercherò di essere minimale per permettere a tutti di capire.
Ci sono le tragedie collettive e le tragedie individuali.
Io, semplicemente disconosco la dignità di tragedia collettiva ( sulla cui attribuzione un nichilista estremo come me è sempre molto parco)per la morte di soldati in guerra.
In questo senso, ripeto, il dramma collettivo non esiste.
IN QUESTO SENSO, RIPETO ME NE FREGO
Poi, c'è la tragedia individuale.
Su questo, visto che io non sono sciacallo e non speculo sul dolore altrui non dico nulla, una tragedia individuale è patrimonio degli affetti della persona morta e non di discussioni da osteria e da blog.
Una pratica pudìca che consiglio modestamente a tutti, non può fare che bene..

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 18.09.09 19:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prendo la parola con OT,

Caro Beppe,una mia personale considerazione sul tuo post del 17 Settembre,che considero una delle pagine più buie dalla nascita del tuo blog,sulle righe dei commenti più votati possiamo ritenere presenti le basi di quella società che tu immaggini,fatta di cittadini informati,consapevoli,testimoni dei comuni a 5 stelle,divulgatori dello stato di diritto,difensori delle fasce di popolazione più deboli,di uguaglianza di diritti fondamentali,dispensatori di eticità e morale.Ancora adesso provo un senso di vergogna nei confronti di chi ieri si è affaciato fiducioso in questo spazio, trovandoci un delirio borderline collettivo,e ancora mi vengono i brividi nell'immagginare i familiari di questi disgraziati fratelli, confrontarsi con una realtà fatta di unsulti ai propri cari morti ammazzati. Non è retorica, ma una VITA non può essere calpestata,dileggiata esponendo ideali,ideologie,religione, ieri quella parte di cittadini che noi intendiamo consapevolizzare,rendere coscienti,si ricompatterebbe nei suoi ranghi, disgustata da tanta crudezza d'animo.

Peppone . Commentatore certificato 18.09.09 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b LEGGERA'QUESTO POST.
DI SICURO !

SONO SICURO CHEDA DOMANI PROVVEDERA' AL RIPRISTINO DI TUTTE LE CARCERI,ALLA MESSA IN SICUREZZA SIA FISICA CHE STRUTTURALE.

CAZZO...FRA POCO TOCCA A LUI E TUTTA LA SUA COMPAGNIA FINIRE IN SEMINARIO.

MA NON SARA' COSI':FINIRANNO SUBITO A PIAZZALE LORETO.

PS.IL BOIA,LO RICORDO,SONO IO!!!!!!
MI SONO PRENOTATO DA TEMPO:NON ROMPETE LE PALLE OK.

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 18.09.09 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a lei signora Farfallina.
Non ho mai creduto alla favola di un internet come luogo per un possibile sviluppo di quella idea chiamata democrazia diretta.
Come in tutte le invenzioni dell'uomo i benefeci maggiori che se ne ricavano vanno sempre a finire verso l'alto...verso, cioè, quella casta di potenti che con misure adeguate sanno tenere costantemente sotto controllo qualsiasi invenzione umana e trarne, per l'appunto, il loro vantaggio.

Tanto vale, e credo che sarebbe opportuno, continuare a fare politica con i mezzi tradizionali.
Giornali, comizi, volantinaggio, feste di partito, e compleanni vari...almeno queste attività già le conosciamo mentre la nuova via è ancora tutta da imparare.

sera

ps. perdonate il pessimismo.

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

anni fa fare il militare era un dovere, a una certa eta' bisognava andarci.
vedevo la cosa come un carcere, con la differenza che la sera si poteva andare a passeggiare un po' nella citta' che ospitava la caserma.
poi, parlando con un amico, questo mi diceva che sotto i militari aveva imparato a guidare i camion e aveva preso la patente c, un altro mi dice che era diventato un esperto in elettronica, aveva fatto corsi per l'uso dei loro macchinari, c'e' gente che prende il brevetto di pilota di aereo, di elicottero, etcetc.
ecco che il discorso del fare il militare un po' cambiava di prospettiva.
per tornare al discorso galera, se proprio uno ci deve andare in carcere, se esci da li' che sai di piu' e sei piu' professionale di prima, te la vivi in un altro modo.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.09.09 19:41| 
 |
Rispondi al commento

:...MORTI A KABUL....:
Post n°263 pubblicato il 17 Settembre 2009 da mar1anna
Tag: BARE, DELUSIONE, GOVERNO, ITALIA, LUTTO, MILITARI, MISSIONE, MORTE, PACE, RABBIA, TRICOLORE
oggi sono..... a dir poco arrabbiata... ed e raro che mi succeda... ma sentire della morte dei sei italiani morti a KABUL...

tenente Antonio Fortunato

caporalmaggiore Matteo Mureddu

caporalmaggiore Davide Ricchiuto

maggiore Roberto Valente

caporalmaggiore Giandomenico Pistonami

caporalmaggiore Massimiliano Randino

MI FA ANDARE SU TUTTE LE FURIE..

morti per non so piu cosa.... rispetto per la divisa???....

onore alla parola PACE???....

o solo per la Speranza di un DOMANI MIGLIORE?????.....

sono stanca... si STANCA... di sentire per telegiornale di

ANGELI in DIVISA che rischiano la vita.. per una

MISSIONE. ormai sempre piu colorata di ROSSO SANGUE...

BASTA DI LUTTI NAZIONALE...

BASTA CON BARE COPERTE DA TRICOLORE...

BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!

basta combatte in nome di una pace che mai verra...

basta di sentire parole... SI SOLO PAROLE.... da chi ci governa...

BASTAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!... BASTA CON I MORTI.. CON FAMIGLIE IN LACRIME.. E CON LACRIME VERSATE SU UN MARE DI PAROLE E MENZOGNE.. DOVE REGNA SOLO IL ............POTERE.............. SOLDI...... E LA VOGLIA DI ESSERE "UNICI"....

ORA CHIEDO CARO MINISTRO DELLE DIFESA ........... LA RUSSA.....

QUANTE VITTIME ANCORA DOVRANNO ESSERCI PER FAR FINIRE L'ORRORE DI QUESTA GUERRA ORMAI SENZA " FINE"???????........................

CHIEDO AL SIGNOR BERLUSCONI... VISTO CHE E STATO COSI BRAVO A RIDARE UNA CASA A COLORO CHE L'HANNO PERSA NEL TERROMOTO DEL 6 APRILE... FACCIA QUALCOSA PER FAR SI CHE NON CI SIANO PIU FAMIGLIE A VERSARE LACRIME SEMPRE PIU AMARE....

CHIEDO A COLORO CHE CI GOVERNINO DI DIRE BASTA!!.. A MORTI IN DIVISA.. MA DI LOTTARE DAVVERO PER UNA PACE MONDIALE...

ONORE E SILENZIO... PER CHI OGGI E

CADUTO IN ONOR

marianna carfora 18.09.09 19:40| 
 |
Rispondi al commento

insomma il blog è sotto attacco!!...

POVERI ILLUSI!...

william v., rovereto (TN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@ AnSia NewSSS @@@
*** Il nascente lodo:"LewinsKy/D'Addario" ***

Dal nostro inviato:Cardinal Mendoza

Gianpaolo Tarantini (l'imprenditore barese al centro/destra delle inchieste per un giro di droga,Viagra e.....signorine,definite dai quotidiani,"escort") è stato fermato dalla Guardia di Finanza (non comandata dallo specialissimo generale Speciale) mentre si trovava in aeroporto a Bari.Ora è nel carcere di quella città.

BerlusKazz,appena appreso la notizia,ha convocato il consiglio dei minestrelli a "Palazzo Grazioli",nella sale 69 quella con appesa una foto del letto di Putin.Entro le ore 24 il consiglio dei minestrelli sfornerà un nuovo lodo per renderlo immune dall'inesistente reato di "utilizzatore finale della prostituzione".

(( Il lodo sarà denominato:"Lodo LewinsKy/D'Addario" ))
Dall'inviato Mendoza(cardinale tutto da bere)

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 18.09.09 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Sera a lei signor Sodano , è un piacere risentirla.

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 19:26| 
 |
Rispondi al commento

buonasera scusate l'ingenuità , che mi deriva unicamente dalla mia totale ignoranza informatica.
Ma qualcuno saprebbe dirmi se è possibile clonare un indirizzo email ?
Inviando così email false a persone con le quali sono in contatto facendole passare per mie ?
Possono davvero succedere queste cose ?

Grazie

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il suicidio è l’atto estremo di una persona debole o di chi pensa di non avere altre vie d’uscita.
Chi lo compie è sicuramente meno colpevole tra tutti i colpevoli.

Il dato preoccupante qui è che i veri malfattori non ricorreranno mai al suicidio, anzi o dentro o fuori dal carcere questi riescono a riprodursi alla grande!.
La verità, purtroppo, come è stato detto, è che la speranza di vita per quei poveri disgraziati (casomai dentro per una reato stupido), per lo più giovani o stranieri, è azzerata.
Possiamo pretendere (in un paese civile sì!) che chi vive in condizioni di disagio accertato possa sperare di cambiare le sue condizioni e guardare con fiducia al futuro se noi che viviamo “liberamente” spesso non lo facciamo?
Ma poi se un detenuto ad esempio per piccolo furto o per detenzione di droga sa che sorvegliano la sua pena veri malfattori e delinquenti, quelli con i colletti bianchi, a chi rivolge la sua rabbia e quale educazione di giustizia recepisce?

Sabrina M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate, fuori tema, oppure no forse troppo in tema...vabbe' fate voi...

http://www.youtube.com/watch?v=Gh7-KD6RtWQ&feature=player_embedded#t=130

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, anche stasera niente?

Ok ci si vede domani !.....

Moreno M., Ferrara (Provincia) Commentatore certificato 18.09.09 19:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lunedì i funerali di stato per i 6 militari uccisi. Dove e quando l'Italia eccelle, la parata, facce di circostanza, i politici con il viso serio, i preti, le vedove, i figli, mancano solo i responsabili veri della guerra.

cesare beccaria Commentatore certificato 18.09.09 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Ricci difende le veline , un aqltro voltagabbana, comunista di berlusconi, soldi e donne. bravo ricci, comolimenti .

cesare beccaria Commentatore certificato 18.09.09 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dice di costruire nuove carceri? Ma se ce ne sono 6 o 7 o più in Italia gia finite e mai usate...sono "là" a marcire. Ma il denaro per costruirle no è marcito, è solo passato di mano...E vogliono costruirne ancora? Per "mangiare" altro denaro?

dario g., a casa mia Commentatore certificato 18.09.09 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera.

eppgius otisespo ((p.d.p)) Commentatore certificato 18.09.09 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Su quest blog prima c'erano i troll, ora ci sono è strunz ....

Mamma mia che sperpetuo !


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 18.09.09 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il carcere è nato per i poveri e come tale viene usato, le misure alternative sono di un Paese civile, democratico, dove si rispettano le leggi e non esistono i capi di governo che insultano i giornalisti che pongono domande, che vivono in un perenne conflitto d'interessi che fa comodo a tutti i ricchi.

cesare beccaria Commentatore certificato 18.09.09 18:48| 
 |
Rispondi al commento


Cei: "In arrivo nuovi assetti politici
i cattolici diano il loro contributo"

-----------------------------------------------


ATTENZIONE!........TENERSI PRONTI!........

Giuseppe P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.09.09 18:46| 
 |
Rispondi al commento

OT

ARIDAJJE!
Ci riprovano DI NUOVO:
http://www.lsdi.it/2009/09/17/nuovo-allarme-contro-i-rischi-per-la-liberta-di-informazione-in-rete/

Silver Surfer, shalla-bal Commentatore certificato 18.09.09 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cei: "Da crisi attuale nuovi assetti
Dal mondo cattolico uomini retti"

ASSISI - "Stiamo attraversando una crisi dai molteplici risvolti" dai quali emergeranno "nuovi assetti e inedite prospettive che matureranno in questi mesi e in questi anni". E' quanto ha detto questo pomeriggio monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei.....

...

"Non spetta alla Chiesa prospettare soluzioni tecniche per la politica degli Stati, ma le compete un irrinunciabile dovere di annuncio, testimonianza e presenza", ha aggiunto il segretario generale della Cei.

...

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/crociata-crisi/crociata-crisi/crociata-crisi.html

???????

Comfortably Numb Commentatore certificato 18.09.09 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo blog mi sembra l'Italia, tutti si lamentano ma nessuno è cazz' di fare neanche un click !


E ci lamentiamo, facciamo gli snob, ma non ci accorgiamo che poi i mezzi per non lamentarci....

Ridicoliiiiiiiiiii !

Click !

Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 18.09.09 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Cei: "Da crisi attuale nuovi assetti
Dal mondo cattolico uomini retti" (???)

ASSISI - "Stiamo attraversando una crisi dai molteplici risvolti" dai quali emergeranno "nuovi assetti e inedite prospettive che matureranno in questi mesi e in questi anni". E' quanto ha detto questo pomeriggio monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei, intervenendo al seminario nazionale......

In questo frangente, ha aggiunto il prelato, sul versante della carità, della verità e dello sviluppo integrale "i cattolici sono chiamati a intervenire con particolare urgenza". C'è la necessità, ha aggiunto, di sviluppare lo "statuto di cittadinanza" del cristianesimo "nella vita e nella cultura contemporanea", grazie a "uomini retti" che provengono dal "vasto e complesso mondo cattolico", il cui "contributo" è "importante e atteso per il bene comune nel passaggio significativo e incerto di questi anni".

"Non spetta alla Chiesa prospettare soluzioni tecniche per la politica degli Stati, (EH DIREI PROPRIO DI NO!)

ma le compete un irrinunciabile dovere di annuncio, testimonianza e presenza", ha aggiunto il segretario generale della Cei.

....

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/politica/crociata-crisi/crociata-crisi/crociata-crisi.html

NON SONO MAI RIUSCITA A CAPIRE QUESTI MESSAGGI AMBIGUI....

Comfortably Numb Commentatore certificato 18.09.09 18:34| 
 |
Rispondi al commento

la nottata passata in questura....con la paura e la tremenda certezza del dolore che stavo per recare alla mia famiglia...la classicca famiglia per bene...ma nel senso buono...mia figlia di 3 anni che fortunatamente si trovava a casa dei miei...alla mia compagna Erika che era finita in mezzo a questo casino solo per il fatto di essermi venuto a prendere al lavoro...quel giorno la mia auto si era rotta...perciò con due milioni di rimorsi , per i miei, per mia figlia e per Lei, costretta a vivere quel tremendo incubo (che purtroppo era reale)....le impronte digitali, le foto segnaletiche...mentre le facevano a me...nella mia testa c'era solo il pensiero che dopo sarebbe successo anche a lei....
Insomma dopo tutto questo "film"....ci portarono alle Vallette e ci divisero ovviamente...per due giorni non seppi niente di lei e di quello che succedeva fuori...poi la vidi al processo , così provata , così sofferente...ancora ora ho quel viso stampato nella mente....fortunatamente a lei la scagionarono...e ritornò a casa...io presi un anno agli arresti domiciliari.....al processo uscì fuori la verità e fui costretto a dirla pure a lai...infatti ero tossicodipendente (eroina e cocaina)...sempre inalata o fumata...per cercare di mascherare il più possibile ed avere un bel lavoro con un ottima posizione sociale...
Scusa il termine , tutte stronzate , ero tossico da più di 10 anni ...smettevo, ricominciavo...un pò come tutti quelli come me....mi feci la mia bella carenza in cella soffrendo come un cane...(ma credo che sia giusto così)...poi incominciarono a curarmi con le terapie per la disintossicazione...infatti ero nel braccio 11...quello dei tossici...perchè mi dichiarai subito tale...appena i sintomi della carenza si fecero sentire in carcere, perchè ai carabinieri a domnada risposi negativamente, insomma speravo ancora di uscirne pulito...povero scemo ed illuso...
Ho passato 4 giorni in carcere prima di essere trasferito a casa...addirittura con la scorta...e ti posso

Andrea Gritti 18.09.09 18:32| 
 |
Rispondi al commento

il carcere, spesso utile, e' indubbio, ci sono persone veramente fuori di testa e pericolose per gli altri, deve essere un posto dove si insegna un mestiere, si educa la gente all'arte, casomai il piu' grande assassino potrebbe essere un ottimo pianista, cioe' deve essere un posto dove le menti delle persone vengono tenute occupate, non lasciate sole a se stesse, e stimolate verso il positivo, un lavoro, un hobby, un'arte, uno studio, la socialita' in generale, quindi anche lo sport , etcetc.
se la gente, specialmente un certo tipo di persone che hanno intrapreso un cammino verso il malaffare, viene lasciata a se stessa, anzi, stimolata con il peggio per ambiente e condizioni di vita, andra' ancora piu' fuori di testa e le verra' stimolato l'odio oppure la disperazione.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 18.09.09 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione