Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Primarie dei cittadini 2.0: Economia

  • 1113


Beppe Grillo e l'economia
(8:15)
Grillo_economia.jpg

L'economia sociale è ancora solo una parola che va riempita di contenuti. La produzione di beni che distrugge l'ambiente non è economia. Non lo è una distribuzione diseguale dei beni. Un amministratore delegato non può guadagnare cento, duecento volte più di un dipendente della stessa società. Se nulla si crea e nulla si distrugge in natura, così dovrebbe essere anche per la ricchezza. Non si può inventare come è successo per i derivati e i future. La crisi attuale non è stata creata dagli operai, dai lavoratori, ma dalle multinazionali fuori controllo, dalle banche, dalle finanziarie, dai pescecani delle Borse. Vanno messi sotto tutela dalla politica che non può essere la cameriera delle banche e di un libero mercato incontrollato. Oggi bancarottieri e politici sfilano a Cernobbio a braccetto ogni anno a pasteggiare a gamberoni. Bisogna introdurre i concetti di utilità sociale e danno sociale associati alla produzione. Incentivi per chi è utile, disincentivi per chi danneggia. La produzione locale e le cooperative vanno incentivate. Le società no profit, senza fini di lucro, che solo in Italia sono decine di migliaia, devono essere sostenute.
Il 4 ottobre 2009 nascerà un Movimento di persone, in cui ogni persona avrà un peso, senza capibastone, mandamenti, sezioni, strutture provinciali, regionali, tessere, correnti. Sarà presentato il programma del Movimento in 7 punti: Energia, Salute,Trasporti, Economia, Informazione, Istruzione e Stato e cittadini. Oggi pubblico la proposta per l'Economia per ricevere i vostri contributi.

ECONOMIA
- introduzione della class action
- abolizione delle scatole cinesi in Borsa
- abolizione di cariche multiple da parte di consiglieri di amministrazione nei consigli di società quotate
- introduzione di strutture di reale rappresentanza dei piccoli azionisti nelle società quotate
- abolizione della legge Biagi
- impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno
- vietare gli incroci azionari tra sistema bancario e sistema industriale
- introdurre la responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti con una compartecipazione alle eventuali perdite
- impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se questa si è resa responsabile di gravi reati
- impedire l’acquisto prevalente a debito di una società (es. Telecom Italia)
- introduzione di un tetto per gli stipendi del management delle aziende quotate in Borsa e delle aziende con partecipazione rilevante o maggioritaria dello Stato
- abolizione delle stock option
- abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, ENI, ENEL, Mediaset, Ferrovie dello Stato
- allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei
- riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato con il taglio degli sprechi e con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai servizi senza bisogno di intermediari
- vietare la nomina di persone condannate in via definitiva (es. Scaroni all’Eni) come amministratori in aziende aventi come azionista lo Stato o quotate in Borsa
- favorire le produzioni locali
- sostenere le società no profit
- sussidio di disoccupazione garantito
- disincentivi alle aziende che generano un danno sociale (es.distributori di acqua in bottiglia).

Punti precedenti: Energia, Stato e cittadini , Informazione

27 Set 2009, 16:15 | Scrivi | Commenti (1113) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1113


Tags: Economia, movimento5stelle, Primarie dei cittadini

Commenti

 

Perché dobbiamo pagare il canone Rai
?per pagare i super stipendi dei loro impiegati.un mese del loro stipendio e pari ad un anno di un lavoratore normale.per m'è e come se mi rubate questi euro.a Grillo ( si può fare qualche cosa per abolire il pagamento)perché non oscurano i canali?e lasciano quelli privati o a pagamento..... Ps truffatori

Lorenzo castellese 01.08.16 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Cari grillini se volete realizzare i 20 punti proposti da Grillo e da voi condivisi dovete attivarvi partecipando al prossimo governo senza preconcetti, gli italiani che vi hanno votato aspettano i fatti e non parole.Date fiducia alla coalizione che ha vinto le elezioni,fate partire il governo strada facendo se non sarete soddisfatti dei provvedimenti presi
potete sempre scaccare la spina ed andare al voto,solo cosi si può ridare fiducia alle persone che si trovano in grave difficolta.

Michele Gambino 24.03.13 20:27| 
 |
Rispondi al commento

c'è' bisogno di un BIG BANG economico. Uscita dall'euro....rendere pubblica la Banca d'Italia......ritorno alla Lira...riforma socio fiscale ,semplificazione d'imposta. Introduzione di tassa su moneta e rendite finanziarie. Imposta fissa su attività' produttive e commerciali,concordato preventivo su imponibile Concorso dello stato alla produzione,ritorno all'industria partecipata La riforma deve essere radicale e populista ,con questi punti introduttivi si può creare il volano per rilanciare il paese sconfiggendo quasi totalmente l'evasione fiscale con l'introduzione della tassazione monetaria. È difficile realizzare ciò' ma non impossibile

Uno qualunque 17.02.13 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Lasciete perdere per un attimo evasori e spesa pubblica quelli devono venire dopo , prima bisogna bloccare la strada € che fa diventare lo stato un'impresa e come tale deve finanziarsi dalle banche private, insomma lo stato che è la somma del cittadini a chiedere elemosina alle banche private e tutto questo senza scomodare tesi economiche che fanno vedere il quandro ancora piu fosco ...
La seconda cosa da fare in parallelo è aprovvigionarsi di energia quasi a gratis , intendo come energia tutto quello che serve per vivere dal cibo all'elettricità ecc. , per decenni ci hanno guidato sulla strada che l'energia buona è quella che si compra , ma se si riflette non è proprio così , quando ci dicono che la nostra bilancia dei pagamenti verso l'estero è in attivo al netto dell'energia cosa vuol dire ? solo che se ci producessimo energia in casa passeremo istantaneamente da poveracci a signori . Poi combattiamo pure l'evasione e l'elusione ma per queste serve piu un distillato di onestà da bere ogni mattina che tante altre considerazione , tanto chi evade , anzi chi elude che è molto peggio soprattutto in termini quantitativi di capitali, troverà sempre il modo per farlo aggirando le varie norme . Quindi a noi la scelta...

tino p. Commentatore certificato 17.02.13 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono tante le modifiche normative da apportare
compreso il Dlgs 252/05, decreto capestro che è il mezzo per eccellenza di gestione occulta del ns. denaro ottenuto con il sudore del nostro lavoro.
Se si commette l'errore di affidarsi ad dei fondi pensione complementari rimani vincolato sino al raggiungimento dell'età pensionabile.
Per quale oscuro motivo non si può revocare?
E farci rimborsare il denaro fino a quel momento versato?
Vincoli legalizzati dallo stato, complice del servizio Bancario/Assicurativo privato
Roberto Rossi

Roberto Rossi 16.02.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Io penso la prima cosa da farsi per combattere l'evasione fiscale è cambiare il sistema fiscale.
I cittadini si debbono poter scaricare ogni spesa sostenuta. Per chi volesse cimentarsi nel calcolare la validità del sistema consiglio di effettuare i calcoli per il soggetto passivo e per il suo fornitore e per il fornitore del fornitore. A catena si vede che il beneficio è per il cittadino che non pagherà tasse, ma quelli che prima non le pagavano le pagheranno perchè costretti.

alberto centrella, avellino Commentatore certificato 16.02.13 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,

direi... non solo non sia possibile comprare società a debito ma non deve essere possibile comprare le società depauperando il patrimonio della società cosidetta "target" andando per esempio ad utilizzare la cassa di quest'ultima. Spero che l'opa che Salini sta lanciando su Impregilo non avvenga con queste modalità. Che senso hanno queste oeprazioni in un mercato globale che offre ad ambedue società grandissime opportunità di crescita!

Giovanni Fabbio

Giovanni Fabbio 07.02.13 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Una riforma che farà saltare per aria il sistema truffaldino delle false buste paga e delle aziende che lavorano a nero:

Utilizzare Inail o Inps come filtro tra le aziende e i lavoratori, mi spiego meglio praticamente gli stipendi vengono pagati direttamente dall'ente che si rifà sull'azienda, tutto cio' garantisce efficienza nei pagamenti e la regolarità delle somme versate a titolo di garanzia.....basta con le aziende che si autofinanziano con i soldi di dipendenti che non vedono quattrini per mesi e mesi, l'imprenditore deve assumersi come normalmente dovrebbe essere il Rischio d'impresa con mezzi propri.

Felice Vecchione 02.03.10 10:38| 
 |
Rispondi al commento

made in Italy iva 1%
made in europe iva 10%
mede in USA Australia Japan iva 30%
made in china e affini iva 90%

dato che le nostre fabbriche chiudono e licenziano per aprire in China principalemnte facendoti pagare la merce ad un prezzo italiano allora che ci guadagni pure lo stato...IVA AL 90%

Saluti

Andrea Bocchia 28.12.09 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fosse possibile uscire dai fondi pensione di categoria in maniera gratuita ora invece si è obbligati a restare nei fondi pensione ed una volta entrati non si può più uscire. Io ho fatto l'errore di entrarci........

LORENZO GIROLAMO, VENARIA REALE Commentatore certificato 16.11.09 00:40| 
 |
Rispondi al commento

1) il diritto di conservare la prosperità e la natura comunitaria della terra che rende immorale e
illecito ogni e qualsiasi esproprio, anche per pubblica utilità, in quanto la pubblica utilità di chi
esercita i doveri di cui sopra è superiore a ogni altra utilità;
2) il diritto all’analfabetismo, cioè il diritto di vivere e comunicare per mezzo di una cultura orale in
tutto ciò che riguarda la campagna e le sue opere, il che comporta il divieto di obblighi scritturali o
elettronici o certificatori di alcun genere per le attività contadine che saranno esclusivamente a
carico degli uffici burocratici, per i popoli tribali ciò comporta anche il divieto di pretendere una
documentazione scritta di proprietà della terra, bastando l’uso prolungato ab immemorabili;
3) il diritto alla gratuità dello scambio e della selezione dei semi che comporta il divieto di brevettare
esseri viventi ancorché manipolati dalla scienza e dalla tecnica. Le varietà adattate ai luoghi fin da
tempo immemorabile sono state il risultato attività svolte gratuitamente per il bene della comunità;
4) il diritto di accesso all’acqua e il divieto di qualsiasi attività che comprometta le falde, privatizzi
le acque e ne riduca la disponibilità per i piccoli contadini, le popolazioni indigene o gli
residenti/utenti;
5) il diritto al regime di esenzione dalle norme igieniche imposte dai governi: gli organismi sanitari di
controllo hanno l’onere della prova nel caso sostengano che specifiche pratiche tradizionali adottate
dall’agricoltura contadina provochino danni alla salute del suoi utenti.
6) il diritto al regime di esenzione dalle norme commerciali in quanto le attività di vendita diretta al
pubblico e a dettaglianti da parte dei contadini e indigeni sono sempre state libere e non considerate
attività commerciali.

Luigi Gallo, Torre del Greco Commentatore certificato 25.10.09 07:21| 
 |
Rispondi al commento

Oggi con i subappalti si gonfiano le spese, si superano le leggi antimafia,si precarizza il lavoro riducendo anche le paghe
Per questo i subappalti devono essere aboliti

Luigi Gallo, Torre del Greco Commentatore certificato 16.10.09 15:13| 
 |
Rispondi al commento

• Impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno

Fino a che punto? Anche a costo di sovvenzionarle con soldi pubblici?

• Impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se questa si è resa responsabile di gravi reati

In questo caso non dovrebbero poter ricoprire cariche neanche in altre società.

• Sussidio di disoccupazione garantito

Da dare solo a certe condizioni. Non si possono mantenere all’infinito nullafacenti o non volenterosi.

• Aggiungerei un disincentivo agli imballaggi eccessivi e non costituiti da un singolo materiale, o comunque con materiali non facilmente separabili per la raccolta differenziata.

• Aggiungerei la partecipazione dei dipendenti agli utili aziendali.

Federico Del Bene, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 15.10.09 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Il divario tra lo stipendio di un manager e quello di un operaio una volta era di 30 a 1; ora è arrivato a 300 a 1.
Forse sarebbe il caso di ristabilire come tetto massimo quel 30 a 1 di differenza. Se l'impresa fa utili tali da poter aumentare lo stipendio del manager, deve aumentare anche lo stipendio degli operai che lavorano nella stessa società, mantenendo sempre quella proporzione, o gli utili devono essere reinvestiti senza aumentare lo stipendio del manager.
Uno stipendio 30 volte superiore a quello di un operaio, se quello di un operaio è mediamente di 1'500€, per il manager è comunque di 45'000€ al mese!

E' indispensabile cambiare il sistema che ha portato a questa crisi, e ridistribuire la ricchezza accumulata in questi decenni in pochissime mani grazie allo sfruttamento "legalizzato" dei lavoratori.

Sig. Mason Commentatore certificato 12.10.09 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sussidio di disoccupazione garantito
anche a chi non ha mai avuto lavoro ed ha terminato con gli studi. Al secondo lavoro che il collocomaneto ti fornisce se tu non accetti perdi la disoccupazione per sempre (come funziona in Danimarca)

Luigi Gallo, Torre del Greco Commentatore certificato 12.10.09 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sull'abolizione dei monopoli di fatto mi permetto di dissentire, soprattutto dopo una lunga esperienza nel settore
prima di tutto il monopolio di fatto esisterà sempre in quanto nessuno oostruirà mai una rete gas, o una rete d'acqua, o una rete ferroviaria laddove ne esiste già una.
Ritengo piuttosto che l'aver trasformato in spa e avere messo nelle mani di privati speculatori le imprese che dovrebbero essere l'ossatura del paese sia stato un gravissimo errore.
dovremmo invece puntare alla massima funzionalità di queste aziende, il cui guadagno dovrebbe essere solo quello necessario ad effettuare quegli investimenti che sono necessari al mantenimento in efficienza delle reti e alla loro evoluzione tecnica necessaria.
di conseguenza le reti telefonica fissa,le ferrovie, le poste, l'energia elettrica, il gas, l'acqua (e forse anche i carburanti, la scuola e la sanità)non dovrebbero essere gestiti da privati, i quali provvederebbero solo a spolpare la carne buona e lasciare solo le ossa, ovvero debiti.
oltretutto è stato dimostrato che il libero mercato ha creato in Italia solo cartelli fra le imprese a danno dei consumatori

giorgio gavelli 11.10.09 00:53| 
 |
Rispondi al commento

ti sei scordato: abolizione dei finanziamenti da parte dello stato a quelle aziende che fanno passare di essere in crisi e minacciano di licenziare gli operai, per poi usare i finanziamenti per aprire e fabbricare in altri paesi.....vedi FIAT.

manuele mostardini (purasetola), bagno di gavorrano Commentatore certificato 08.10.09 23:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

almeno voi avete delle proposte concrete ma ricordatevi del turismo,i centri minori,i giacimenti enogastronomici,attività a basso impatto ambientale,i musei,le opere d'arte che ci invidiano tutto il mondo e che se ben gestite e promosse all'estero potrebbero aumentare il turismo e i posti di lavoro ad esso collegati francia docet

marco fagioli 07.10.09 10:10| 
 |
Rispondi al commento

secondo me bisognerebbe riflettere anche sulla liberalizzazione delle licenze commerciali avvenuta qualche anno fa
questa liberalizzazione ha portato alla creazione di questi mega-iper-super mercati dove si entra e si trova di tutto; teoricamente questo potrebbe anche essere l'unico sito di acquisto necessario ad una famiglia per tutti i suoi bisogni...
questo accentramento del luogo d'acquisto ha portato all'impoverimento della piccola struttura commerciale italiana... parlo dei negozi a conduzione familiare che stanno via via scomparendo lasciando il posto al nulla. la vecchia storia che i supermercati offrono lavoro è una farsa: io sono delle marche e conosco un sacco di ragazzi che stanno alla cassa, sottopagati, sempre e comunque a disposizione ma con contratti che valgono meno della carta per tenerci la pizza da mangiare.

questi supermercato sono dannosi in quanto raccolgono la ricchezza che deriva dalla spesa di tutti i giorni ma non la distribiscono sul territorio (es: acquistando da altri negozi), la prelevano e la portano in cassaforte; non arricchiscono il commercio del luogo ma lo sfruttano togliendo ossigeno.

questo è un regalo della globalizzazione.


si potrebbe riflettere su 2 punti:

1) credo che questi supermercati non debbano vendere tutto, quantomeno bisognerebbe sfoltire la gamma dei prodotti che possono vendere per dare spazio a chi sogna di aprire un negozio

2) aiutare i comuni a creare aree simili in cui si può acquistare di tutto ma dove ci sono 30, 40 o 50 negozi tutti di titolari differenti e soprattutto residenti nel comune o nei comuni limitrofi

Piero A. Commentatore certificato 06.10.09 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Pochi sanno che lo scorso 21 luglio TELECOM ITALIA ha firmato davanti al ministero del Tesoro dei contratti di solidarietà per 1054 dipendenti. TELECOM dice mentendo che il settore in questione è in crisi, ma dentro questi 1054 dipendenti ci ha messo di tutto, lavoratori di ogni tipo e che con il settore in crisi non c'entrano nulla. E sapete perchè? Perchè questi 1054 dipendenti con i contratti di solidarieta' saranno pagati per il 50% dello stipendio dall' INPS, dallo STATO, cioe' da TUTTI NOI.
TELECOM si fa pagare i dipendenti dallo Stato salvo poi REGALARE milioni di EURO ai suoi manager (con gli stipendi di 4 super manager pagano tutti i 1054 dipendenti per piu' di un anno!).
TELECOM utilizza soldi PUBBLICI per generare profitti PRIVATI.
Lo Stato deve revocare a TELECOM la concessione pubblica se questo è la sua visione di responsabilità sociale!

Grande Bluff 06.10.09 17:42| 
 |
Rispondi al commento

UNA RIVOLUZIONE CHIAMATA I.V.A.

Riformare l'I.V.A. passando da Imposta Valore Aggiunto ad Imposta Viaggio Aggiunto è la mia idea per riumanizzare l'intera economia.
Il funzionamento è semplicissimo, oggi le aliquote sono decise in base al tipo di bene ceduto. Domani in base a quanta strada ha percorso quel bene per passare dal venditore all'acquirente. Sulle bolle di accompagnamento odierne c'è già l'indirizzo del mittente e quello del destinatario basta calcolare la distanza e stabilire l'aliquota ad esempio: 0% entro 5km, 5% da 5 a 50km e così via fino ad arrivare al 1000% oltre i 10000km. Sulle cifre si può discutere e mettersi d'accordo. Si potrebbe poi aggiungere dei coefficienti se il trasporto è su gomma ferrovia o quant'altro.
Io credo che il risultato sarebbe che alle aziende non converrà più aprire stabilimenti in giro per il mondo per poi venderci le merci prodotte.

Roberto Cerrato 06.10.09 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPONE, MI SPIEGHI PERCHè PARLI DI ABOLIZIONE DEL VALORE LEGALE DELLA LAUREA E NON PARLI DI ABOLIZIONE DEGLI ORDINI PROFESSIONALI CHE COME BEN SAI SONO DELLE CASTE DEL CAVOLO che vanno contro i possibili concorrenti??
l'ABOLIZIONE DEL VALORE LEGALE è NEL PROGRAMMA DEL PDLe della P2 , LO SAPEVI??
lE COSE VANNO DI PARI PASSO ALTRIMENTI FAI IL GIOCO DELLE CASTE E DEI PIù FORTI(ORDINI PROFESSIONALI INUTILI)
TI PREGO NON DELUDERE MILIONI DI STUDENTI E NON....
ANDATE A VEDERE IL DDL DI RIFORMA FORENSE...UNO SCHIFO VERGOGNOSO....SONO LORO CHE DEVONO MORIRE, I BARONI DELL' ORDINE PROFESSIONALE CHE VOGLIONO DECIDERE CHI PUò SVOLGERE LA PROFESSIONE E CHI NO,
SONO TUTTI ULTRA SETTANTENNI GENTE CHE NON CAPISCONO NULLA DI INTERNET,RETE,TECNOLOGIA E CHE TEMONO SOLO LA CONCORRENZA DELLE "NUOVE LEVE" SICURAMENTE PIù PREPARATE DI LORO.
TI RICORDO INOLTRE CHE SE ABOLISCI IL VALORE DELLA LAUREA UNO STUDENTE NON POTRà PUù ANDARE IN GERMANIA, BELGIO,OLANDA,ETC A SVOLGERE LA SUA PROFESSIONE O CONTINUARE A STUDIARE PERCHè IN TUTTI I PAESI EUROPEI NON VERREBBE RICONOSCIUTO IL TITOLO E IL VALORE DEI SACRIFICI FATTI...IL VALORE DEL TITOLO ATTESTA CHE IL LAUREATO IN INGEGNRIA HA DELLE CONOSCENZE PER POTER SVOLGERE LA PROFESSIONE, COSI COME IL LAUREATO IN MEDICINA, IN LEGGE ,IN CHIMICA, IN FARMACIA, MATEMATICA, FISICA.... ETC....
TI CHIEDO DI NON RINCOGLIONIRTI PURE TU....
SI INVECE A MAGGIORI INVESTIMENTI PER L'ISTRUZIONE PUBBLICA E SI A RAFFORZARE L'INSEGNAMENTO DELLA LINGUA INGLESE...
CIAO A TUTTI E FORZA BEPPE
UN SALUTO CALOROSO A TUTTI I PRECARI DELLA SCUOLA
(IO NON LO SONO, SONO UNO STUDENTE UNIVERSITARIO IN GIURISPRUDENZA....FUTURO PRECARIO)

valentino orrù 06.10.09 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Volevo consigliare di inserire nel programma
qualora fosse possibile il concetto di Fiscalità totale . Faccio un esempio ogni cittadino dovrebbe poter scaricare dalle proprie tasse ogni bene e/o servizio essenziale alle proprie necessità.Cibo, Farmaci essenziali, spese mediche,spese per l'istruzione e tutti i beni primari, tutti i servizi offerti da liberi professionisti. Cosa penso succederebbe ....il cittadino paga le tasse anche il 70% su quello che resta ovvero il superfluo....tutti i liberi professionisti sarebbero costretti ad emettere fattura in quanto obbligato dallo stesso cliente.
Lo stato incasserebbe piu' iva in quanto si rilancerebbero i consumi.I cittadini avrebbero piu' soldi da spendere e le aziende da investire.


-Incentivi a tuta l'economia che genera vita (semi, energie rinnovabili, alberi, sviluppo sociale, etc.)
-Introduzione di un misuraqtore della qualità della vita attraverso il quale promuovere i giusti investimenti
-sostegno al commercio equo e solidale e le economie alternative che si basano su questi principi
-promozione del biologico e dell'autoproduzione (ogni individuo si prende diretta responsabilità penale dei prodotti che realizza snellendo le procedure burocratiche di impresa)
-abolire i costi che hanno le imprese per assumere dipendenti

Luigi Gallo, Torre del Greco Commentatore certificato 03.10.09 21:47| 
 |
Rispondi al commento

UP
ABOLIRE IL SEGRETO BANCARIO,ABOLIRE IL SEGRETO BANCARIO,ABOLIRE IL SEGRETO BANCARIO.

aurelio nicastro 03.10.09 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Disincentivi per le aziende con un elevato livello di automazione/meccanizzazione, che tolgono lavoro alle persone?


E' possibile sapere nome e cognome dei parlamentari dell' opposizione che erano assenti durante la votazione per l' approvazione dello scudo fiscale?
Grazie, Mirco Landi.

MIRCO LANDI 03.10.09 12:48| 
 |
Rispondi al commento

A seguito dell'attacco condotto da "Il Giornale", diretto da
Vittorio "Farinacci" Feltri nei confronti della RAI, ho
deciso di applicare una ritorsione, nel mio piccolo, molto
semplice: ho cancellato dalla memoria del mio televisore le
frequenze delle reti mediaset. Mi piacerebbe che altri
conoscessero la mia iniziativa e decidessero se applicarla.
Cordiali saluti.
Emilio TRINGALI
3388552344

emilio tringali 03.10.09 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Pressione Fiscale e aumento del Potere d'Acquisto.

Aumento dell'IVA sui beni non essenziali e diminuzione delle imposte dirette su salari e aziende (IPERF; ILOR; ECC.). L'IVA à più facile da controllare e basterà fare controlli a partire dalla produzione di materie prime per controllare tutta la filiera. In questo modo sarà più difficile evadere. L’aumento calcolato dei salari dovuto alla diminuzione dell’Irpef è maggiore dell’ inflazione per aumento dell’iva. Per esempio se aboliamo l’Irpef per gli stipendi inferiori a 40.000 euro l’anno, e compensiamo le entrate aumentando del 10% l’IVA su merci non essenziali, gli stipendi aumenteranno di circa il 30% e il costo delle merci del 10%.

Aumentare la pressione fiscale sugli investimenti speculativi e le transazioni di capitali in uscita dal Paese. Aumentare le pene detentive e pecuniarie per i reati di evasione fiscale, falso in bilancio, concussione e conflitto d'interesse. Lotta senza quartiere ai paradisi fiscali. Il risanamento della finanza pubblica dev'essere accollato a chi lo ha creato e contemporaneamente ne ha tratto beneficio: la parte più ricca di questo Paese.

Albino Bordieri 03.10.09 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Scambio e commercio

La distribuzione dei prodotti essenziali dovrebbe essere effettuata prevalentemente attraverso cooperative di consumo e non attraverso vari livelli di mediatori o il governo. Questo per non lasciare spazio alla speculazione. La base di scambio fra nazioni dovrà essere, per quanto possibile, effettuato con accordi di scambio diretto di prodotti e materie prime, per evitare lo sfruttamento basato sul cambio monetario.
I prodotti essenziali dovrebbero essere esenti da imposte.
Le imposte dovrebbero essere raccolte nella fase della produzione piuttosto che sui redditi, troppo facilmente occultabili.
Il principio base dell'economia produttiva dovrebbe essere: "per prima cosa incrementare il potere d'acquisto della gente comune".


Regolamentazione del mercato globalizzato.

Per aumentare la produzione locale devono individuati settori a rischio di dumping (es. calzaturiero e abbigliamento) applicando tasse all'importazione a quei Paesi che non rispettano e non fanno passi in avanti nella lotta per i diritti dei lavoratori e la salvaguardia ambientale.

Aumentare i controlli sui prodotti di importazione per verificarne la conformità con le norme CE.

Democrazia Economica.

Riforma della legislazione che regolamenta i fallimenti e le dismissioni di aziende in crisi. Il Governo dovrà valutare il salvataggio solo se esiste una richiesta diretta d'acquisto della proprietà da parte dei dipendenti o dei rappresentanti dei lavoratori.

La democratizzazione delle strutture produttive e commerciali su larga scala dovranno passare per la riforma delle Società per Azioni (SpA) che dovranno trasformare i loro organi amministrativi in organismi liberamente eletti con la formula "un voto un azionista". Questo permetterà un controllo democratico delle attività aziendali sotto il principio della coordinata cooperazione e combatterà la piaga "degli azionisti di maggioranza" che oggi controllano indebitamente le aziende.

Albino Bordieri 03.10.09 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Più cooperazione, meno competizione.

Il sistema basato sulla competizione, senza regole e senza etiche ci ha condotto alla crisi attuale.
Il sistema della grande distribuzione, posto fra i produttori e gli utilizzatori dei beni, assorbe gran parte della ricchezza prodotta.
La soluzione è incentivare i rapporti diretti fra cooperative o gruppi d’acquisto e cooperative o consorzi di produzione per evitare lo sfruttamento di intermediari.
Per evitare ingerenze dei grandi gruppi industriali, gli amministratori delle cooperative dovrebbero essere sempre scelti fra i membri della cooperativa e gli abitanti del luogo dovrebbero avere la priorità nella partecipazione alle imprese cooperative.
Tutte le regioni dovrebbero avere una crescita paritaria, considerando le materie prime, le altre risorse e le potenzialità locali.
I governi, locale e centrale, dovrebbero favorire l’acquisto delle aziende in difficoltà da parte dei lavoratori della stessa azienda.


Sviluppo Industriale

Per garantire un’equa concorrenza ed evitare i monopoli, le industrie chiave dovrebbero essere sotto il controllo del governo diretto o locale.

Risorse minerarie, produzione di materie prime, energia, trasporti, industrie di pubblica utilità dovrebbero essere controllate dallo stato ed essere gestite senza perdite né profitti. Questo potrà evitare monopoli privati di materie prime, favorire l'equo sviluppo di tutte le aziende che potranno contare su materie prime, energia e trasporti ad un prezzo minimo e uguale per tutti.
Lo stato dovrebbe incrementare l'industria del Riciclaggio su larga scala in maniera da produrre materie prime a basso costo e calmierare il mercato internazionale del settore.

Le aziende cooperative, le piccole aziende e le aziende artigiane dovrebbero essere aiutate nella produzione di prodotti di qualità in piccola scala, con contributi per l’innovazione tecnologica e per l’aumento dell’efficienza nella produzione.

Albino Bordieri 03.10.09 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Minime necessità garantite

Stabilire una paga oraria minima garantita per il lavoro svolto che tenga conto dei costi delle minime necessità (alimenti, vestiario, abitazione, sanità e istruzione).
Pensioni minime calcolate per garantire alle persone le minime necessità.

La garanzia del fabbisogno minimo vitale ad ogni persona ha, oltre alle motivazioni etiche, lo scopo di evitare la stagnazione, assicurando che ci sia in ogni momento la massima circolazione monetaria.

Stipendi molto alti per chi ha più meriti dovrebbero essere permessi solo dopo che siano garantite le minime necessità per le fasce economicamente più disagiate.
Questo garantisce l'incentivo al miglioramento che è una componente essenziale per lo sviluppo economico.


Aumento del potere d'acquisto

Per superare la crisi bisogna incentivare il potere d’acquisto e disincentivare il credito al consumo. Per aumentare il potere d’acquisto bisogna incentivare la produzione di beni essenziali a basso costo. Beni essenziali come alimentazione, vestiario, abitazioni, cure mediche, istruzione, trasporto, energia, acqua per l'irrigazione ecc. dovrebbero essere prodotti a prezzo calmierato per incentivare gli scambi economici senza produrre merci inutili.

Albino Bordieri 03.10.09 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Tra i 29 deputati assenti delle opposizioni alla seduta sullo "scudo fiscale", spicca anche quella del parlamentare reggino di IDV, Aurelio Misiti, meglio noto come "l'uomo del ponte e dei termovalorizzatori". Quest'ulti...mo, invece di contrastare la mafia con atti concreti, con il suo voto in aula, ha preferito partecipare ad un convegno a Gioia Tauro sulla "Mafia Pulita-
CIO' BEBBE,CIO' TONI MA CHE TESTE DI CAZZO FREQUENTATE ? O SIE TE MONA O LO FATE!!!!!!!!! CHI PUO' CREDERVI PIU' SE NON PRENDETE QUESTI PERSONAGGI A CALCI IN CULO?????????????

alex cosmini (sciaquonis goliardicus ordo), trieste Commentatore certificato 02.10.09 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Tra i 29 deputati assenti delle opposizioni alla seduta sullo "scudo fiscale", spicca anche quella del parlamentare reggino di IDV, Aurelio Misiti, meglio noto come "l'uomo del ponte e dei termovalorizzatori". Quest'ultimo, invece di contrastare la mafia con atti concreti, con il suo voto in aula, ha preferito partecipare ad un convegno a Gioia Tauro sulla "Mafia Pulita-
Ciò Beppe,ciò Toni o sè mona o fazè i mona!!!! che teste di merda frequentè????????????? come posso credervi più??????

alex prior 02.10.09 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalarti il fantastico sito
silvioperilnobel.it
Sono seriamente tentato di espatriare

Simone Mori 02.10.09 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Io proporrei di alzare la tassa sul capital gain (le ritenute fiscali sui guadagni da investimenti finanziari) al 20% con l'eccezione delle plusvalenze inferiori ai 10 mila euro. Proporrei di tornare ai contratti di lavoro precedenti all'introduzione della Legge Treu consentendo solamente il tempo indeterminato, il determinato, il contratto di formazione e lavoro e quello di apprendistato. Le agenzie per il lavoro (interinali) le convertirei in enti di formazione o le metterei in concorrenza con i centri per l'impiego. Bisognerebbe trovare delle forme per ridurre/eliminare l'evasione fiscale, per esempio, imporre i pagamenti con bancomat o carta di credito al di sopra di 100 euro, oppure dare la possibilità di detrarre tutte le spese sostenute presso lavoratori autonomi e professionisti. Proporrei di aumentare la durata del diritto all'indennità di disoccuppazione e di cassa integrazione. Eliminerei gran parte degli albi professionali per lottare contro le lobby. Introdurrei la gratuità della scuola dell'obbligo e dei relativi servizi e testi scolastici. Finanzierei a tasso zero i costi per gli studi superiori e universitari che gli studenti rimborserebbero una volta entrati nel mondo del lavoro. Obbligherei i patti di sindacato che controllano le società con percentuali superiori al 30% a lanciare un'OPA su tutto il capitale sociale. Ridurrei a due gli scaglioni Irpef (20% fino a 35 mila euro e 30% oltre). Introdurrei un limite massimo agli assegni di pensione d'anzianità (max 4000 euro). Darei un assegno annuale di 1000 euro per ogni bambino fino a 18 anni di età. Farei fare la cura dimagrante alle istituzioni: via le province, via i comuni sotto i 5 mila abitanti, ridurrei i parlamentari e i loro stipendi... Lottare duramente contro la criminalità organizzata e il lavoro nero. Porterei a casa i soldati dall'estero e li farei transitare nelle forze di polizia per presidiare il nostro territorio. Punterei allo sviluppo e alla valorizzazione del patrimonio culturale

Fulvio P 01.10.09 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre, per aiutare la lotta all'evasione fiscale, si dovrebbe:
1. riattivare la lista clienti-fornitori in modo da evidenziare immediatamente chi ha mancato delle dichairazioni
2. il privato dovrebbe poter detrarre le spese relative ad acquisti di beni e servizi per disincentivare il nero

Arrigo M., Varese Commentatore certificato 01.10.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre, per aiutare la lotta all'evasione fiscale, dovrebbe essere riattivato l'elenco clienti-fornitori che il governo PDL ha cancellato.

Arrigo Monesi 01.10.09 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Condivido gran parte dei punti. Due osservazioni:
- viviamo in una società che affoga nelle regole: non sarebbe meglio cercare di semplificare piuttosto che introdurne altre? Per me la ricetta è poche buone regole da far rispettare rigorosamente;
- sugli stipendi ai manager: un manager che guadagna 1 milione netto di € l'anno paga altrettanto (anzi di più) di tasse. Non vi sembra che sia abbastanza per rendere "morale" il suo stipendio?

Federico Mangiantini, Ponte Buggianese (PT) Commentatore certificato 01.10.09 12:00| 
 |
Rispondi al commento

-abolizione dell'iva ovvero detraibilità dal gettito fiscale di tutte le spese per la famiglia ed il lavoro (idraulico, imbianchino, benzina, mutuo macchina, ecc)

APPOGGIO TOTALMENTE.
Vi immaginate quante fatture non emesse?
MOLTO VICINO ALLO ZERO!!

Geoline Geo 01.10.09 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Poverini i nostri politici che fame che hanno, si sono inventati un alternativa al gioco del lotto per spennare gli ultimi poveracci creduloni nei giochi di stato

gabry maier 01.10.09 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Vorrei aggiungere alcune osservazioni sui Punti per l'Economia:
1, penso si debba approfondire l'argomento de "i monopoli di fatto" che Beppe vorrebbe abolire: ci sono anche risorse materiali che vengono messe a disposizione come fossero private, ma sono essenziali alla collettività e sono riconosciute PARTE DELL'INTERESSE GENERALE, o sono state PRIVATIZZATE CON EFFETTI ORRENDI (l'acqua, le FS, l'Alitalia ecc.); IN ALCUNI CASI è stata certo una VENDITA MAL FATTA (e si discute in via pregiudiziale sulla liceità di simili vendite inique, dove cioè il bene privatizzabile è meglio gestito dall'istituto pubblico), ma IN ALTRI è stata una VENDITA DI BENI PUBBLICI CIOE' ABUSIVA;
2, penso che "abolire la Legge Biagi" debba essere meglio precisato: se si intenda solo quello ("abolire") o invece una riforma radicale delle norme sul lavoro, dato che i primi contratti precari risalgono alla Legge Treu di qualche anno prima (comodo precedente per la Biagi). Io propendo per la STABILIZZAZIONE DEL LAVORO anche con un numero ridotto di ore lavorative, perché: il lavoro fisso è una base robusta per il mercato, rassicura la gente, le permette di fare progetti e di intraprendere iniziative, inizia un movimento positivo e fondato su valori reali anziché immaginari delle variabili in gioco.
Non siete d'accordo?
Ciao EUSTON

p. ., firenze Commentatore certificato 30.09.09 16:44| 
 |
Rispondi al commento

queste sono reali risposte per risanare lo stato,altrochè le cialtronate dei nostri cilatroni-dipendenti.......

devis q. Commentatore certificato 30.09.09 14:44| 
 |
Rispondi al commento

tutto giusto, ma bisogna partecipare di più alla vita delle assemblee delle banche e far sentire la voce dei veri investitori. beppe, organizza qualcosa almeno per unicredit e intesa, basta comprare qualche azione ed iscriversi a parlare. l'anno scorso da solo ho raccolto 50 deleghe, se ci muovessimo tutti faremmo molto. e poi bisona far causa alle banche per ricuperare i soldi persi leggetevi il mio libro SOPRA LA BANCA IL BANCARIO CAMPA (Stampa Alternativa) per capire come.

gianluigi de marchi 30.09.09 12:31| 
 |
Rispondi al commento

vorrei anche io dare il mio contributo.
-introduzione del falso in bilancio.
-la class action deve essere retroattiva
-abolizione della prescrizione per reati finaziari
-carcere per chi commette reati finanziari con la condanna commisurata all'importo rubato
-sequestro immediato dei beni,anche se intestati a figli o parenti
-controlli incrociati fino al terzo gradi di parentele (basta un bel computer ed un paio di programmatori)
-abolizione dell'iva ovvero detraibilità dal gettito fiscale di tutte le spese per la famiglia ed il lavoro (idraulico, imbianchino, benzina, mutuo macchina, ecc)
-insegnamento nelle scuole dell'etica finaziaria

saluti

Matteo Bonori 30.09.09 03:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PRIMARIE DEI CITTADINI 2.0: ECONOMIA

Quoto su tutto.

Beppe, vai avanti cosi, gli eventuali affinamenti li faremo strada facendo. I blogger sono tanti e le idee (quelle buone, al servizio di tutti i cittadini) sono smisurate e arrivano in continuazione.

- Basta con gli sprechi;
- Basta con gli indebitamenti pubblici;
- Basta con gli stipendi stratosferici da chiunque percepiti (politici e amministratori pubblici, manager pubblici e privati, banchieri, imprenditori, sportivi, giornalisti, artisti, professionisti...). Non possono esistere simili disuguaglianze. E' una vergogna che invoca giustizia al cospetto di Dio e degli uomini e delle donne che percepiscono redditi 50-100-200 volte inferiori o che non hanno alcun reddito). SI VERGOGNINO!!!!
- Basta ciarlatani in TV che, scientificamente, operano per distogliere i cittadini dai problemi reali del paese;
- Basta con leggi ad personam;
- Basta col sistema elettorale nato per analfabeti (mettere una croce su un simbolo che si trascina dietro oltre a un programma non scelto dai cittadini, anche mestieranti politici di professione non scelti dai cittadini);
- Basta con 8101 piccole Roma con circa 300.000 amministratori con rendite da favola derivanti dalla spremitura dei cittadini con imposte, tasse, installazione di odiosi autovelox, t-red, tutor... I Comuni e le Regioni devono essere chiusi o accorpati all'osso. Non possiamo permetterci simili spese. Spese che si espandono con clientelismi, appalti di comodo, scandalopoli varie... Spese che sarebbero incontrollabili anche se ad amministrare ci fossero 300.000 santi;
- Basta coi propositi di realizzare centrali nucleari che porteranno la catastrofe totale sulla terra. Guardate alla Francia e ai suoi recenti scandali sui detriti radiattivi disseminati in numerose sue zone. E questo é NIENTE in confronto a quello che succederà quando smantelleranno le centrali francesi. Dove metteranno le scorie?
- BASTA, BASTA, BASTA....

Pace e bene a tutti.

gerry g., lendinara Commentatore certificato 30.09.09 01:48| 
 |
Rispondi al commento

Scusate,
voglio contribuire anche io, ma solo per farvi notare come punti quali "abolizione della legge Biagi" non hanno alcun senso. Allora perche' non scrivere "abolizione della disoccupazione"? Suona pure meglio.
I programmi di governo propongono di fare, non di distruggere. Altrimenti e' solo demagogia.
Buon Lavoro.

Francesco Giumelli 29.09.09 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire la mia, dopo aver letto un po di commenti.

1 - la perequazione della ricchezza da parte dello stato verso le sue componenti passa per un equo sistema fiscale. Il sistema attuale fa acqua da tutte le parti causa leggi truffa, controlli inesistenti e speso corruttibili, impunità reale garantita ( vedesi condoni di vari natura e colore)
un sistema semplice è invece quello di scaricare il 100% del netto IVA di tutte le spese vive, dentista idraulico avvocato etc ti fanno la fattura e quegli importi ti abbattono l'imponibile
il tuo CF viene incrociato con PI dei professionisti e cosi gli si entra in casa e si controlla, dichiarazioni di rettiti, le loro fatture di acquisto etc. non sono esperto ma sicuramente si trova il modo di truffare anche così, poi lavoriamo anche a questo....

2 no profit, sacrosante e da sostenere, MA si deve impedire che ad esempio un'associazione no profit possa essere socio unico di una SRL commerciale che vende fa business e fa profitti e che grazie a una contabilità leggera e a un giochino di fatture arriva con il bilancio in pareggio....gli utili vengono ri-fatturati alla associazione che gli incamera gonfiando gli stipendi e prebende varie ( per statuto l'ass non puo dividere gli utili tra i soci). gli utili della SRL diventano premi regali per i soci o dipendenti dell'associazione....

due piccole idee, ma fanno gruppo,

un altro appello pa Di Pietro, aiutiamolo a ripulire il suo partito....dai ragazzi...

Matteo Bartolini 29.09.09 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo che va ABOLITA la grande distribuzione che impone prezzi da fame ai contivatori e allevatori diretti.
Si mangia pane e pomodori (e si bevono latte e acqua!!) non euri.

PS
il mio bisnonno diceva che era prudente tenersi da parte una vacca e un pezzo di terra, che non si sa mai...
Chi ha un proprio orticello se la tenga stretto!

Pietro Filippi 29.09.09 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Un ulteriore punto:

-introduzione del minimo salariale

Mi sembra una ovvio.. che ne dite?!

Matteo Carraro 29.09.09 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Beppe,

aggiungerei un altro punto a quelli che hai già elencato:

LEGALITA' E FISCO: sono due punti strettamente correlati e sono la premessa di ogni sistema economico, anche di un'economia di libero mercato - che non è sinonimo di "giungla" o "tutti fanno quello che vogliono"

Opero nel campo finanziario come dipendente e pago quasi il 40% di tasse. Col condono i fortunati evasori ne pagheranno il 5%

Negli Stati Uniti se eludi il fisco l'IRS ti viene a prelevare anche per 10 euro perchè si serve di un fittissimo sistema di controlli e comunicazioni incrociate che le banche sono obbligate a fornire.
Noi in Italia invece garantiamo l'anonimato agli evasori e gli facciamo pagare meno tasse.
Io vivo a Milano in affitto da 8 anni e non c'è mai stato un locatore che abbia acconsentito a registrare il contratto di locazione. Tutto nero.
Nel sud Italia - da dove vengo - il lavoro in nero è all'ordine del giorno. I liberi professionisti (dentisti, idraulici, eccetera) che ti fanno una fattura sono la minoranza. Fai te.

Inoltre, spero che quando parli di "eliminare i monopoli" sia incluso anche LIMITARE LE LOBBY (notai, giornalisti, tassisti, parlamentari eccetera - solo perchè sono le prime categorie che mi passano per la testa). Non che ce l'abbia con qualcuno in particolare, ma non vedo perchè di fatto alcuni debbano vivere di rendita protetta dallo stato ai danni dei consumatori.

Altro punto, spero che LA RETE - LA CONNETTIVITA' AL WEB sia equiparata ad altre infrastrutture tipo autostrade ed aeroporti. Smettiamola con le sciocchezze dei ponti (in zone stra-sismiche) e delle cattedrali nel deserto che servono sono ad ingrassare le ricchezze della criminalità e PERMETTIAMO AD OGNI RAGAZZO calabrese o siciliano di essere connesso col mondo.

Scappo, ciao

Gius R. Commentatore certificato 29.09.09 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho 37 anni e da più di dieci anni lavoro in proprio nel settore delle costruzioni edili e sono al punto di chiudere l'azienda che ha 6 persone attive compreso me stesso.
Pensare che noi piccoli artigiani siamo; evasori, ladri ecc.. mi fà pensare che che se ssi è in regola con DURC, iscrizione SOA e ISO 9000 si fallisce, al contrario non pagando le tasse si vive.
In un cantiere che stiamo ultimando che mi ha impegnato per sei mesi ho avuto un utile lordo di € 33.000,00 che ancora bisogna pagarci il 40% di tasse l'utile d'impresa, l'ammortizzamento degli attrezzi e il mio stipendio fate voi i conti.
Dimenticavo per dieci anni rispondo di eventuali difformità o vizi (speriamo bene?)
Comunque a 37 la mia voglia di lavorare in queste condizioni è sotto terra.

salvatore vitale 29.09.09 16:19| 
 |
Rispondi al commento

OT:
Mi auguro che, visto l'esaurimento dei posti disponibili al Teatro Smeraldo, venga organizzata la diffusione in streaming delle riprese in diretta così come avviene tutti i lunedì pomeriggio per le comunicazioni di Travaglio.
Ce lo dovete!

P.S.: Quotatemi questo post che così resta visibile!!!

Ernesto De la Serna, Havana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.09.09 16:18| 
 |
Rispondi al commento

L'Agenzia Internazionale per l'energia atomica (AIEA) il 18 settembre ha chiesto a Israele di aprire i propri siti nucleari agli ispettori innescando così un contenzioso che ha portato immediatamente l'Iran a dichiarare che gli ispettori non entreranno nei siti iraniani fino a che non potranno farlo anche in quelli israeliani. Durissima la risposta di Gerusalemme che parla di “soggiacenza ai voleri arabi” sostenendo che questa risoluzione ha come unico scopo quello di “esacerbare le ostilita'politiche”. Va ricordato infatti che Israele non ha mai firmato il trattato di non proliferazione nucleare, a differenza dell'Iran. Quindi,se un paese ha aderito al trattato di non proliferazionenucleare, e poi(forse)viola questo trattato, va bombardato e distrutto(come presto avverrà per l'Iran) mentre se un paese è fondamentalmente criminale al punto di non aver MAI aderito al trattato (come Israele) è libero di fare quello che vuole!!..e tutto questo NON è uno scherzo!!!come non è uno scherzo che le risoluzioni internazionali a carico di Israele non siano mai state rispettate e non ci sono mai state conseguenze a carico di Israele!! Neanche adesso che viene accusato dall'ONU di crimini contro l'umanità per l'ultima strage di civili palestinesi (..in verità la pulizia etnica dei palestinesi ad opera degli israeliani va avanti dal 1948..), quali conseguenze ci saranno? niente,nessuna, mai!!! lo stato israeliano è in pratica il 51° stato degli USA,quindi intoccabile! Israele può avere tutte le armi atomiche, chimiche e batteriologiche che vuole ( e le ha!) e con le quali può colpie in tutto il mondo, in barba a tutti! ..e se si comincia a diffondere la verità? ecco il potente MOSSAD ke fa saltare "qualcuno" a nome di "qualcun'altro" e tutto torna posto! come sempre!!!!!!!

ISRAELE CRIMINALE 29.09.09 16:02| 
 |
Rispondi al commento

guarda che allineare i costi dei trasporti a livello europeo vuol dire il rischio di non potersi più permettere un viaggio in treno.Non tutti i nostri costi sono più alti degli altri.
Per il resto- ma di alcune cose non conosco le implicazioni- sono d'accordo.

concetta flore 29.09.09 15:31| 
 |
Rispondi al commento

Ot

Il presidente Napolitano scrive che non ci si debba rivolgere al Parlamento Europeo per le vicende che riguardano l?Italia.

Perche' se in Italia nessuno ti ascolta?

Forse se li sputtani qualcosa succede.

C'e' una persona che sto cercando da 7 anni di sapere se sua madre abbia perso la vita SOLO per la pinzatura della coronaria o anche PER UNA TRASFUSIONE SBAGLIATA DURANTE LA MEDESIMA OPERAZIONE. avvenuta presso dipartimento del piu' famoso ospedale d'Italia e famoso anche in Europa .

Dopo anni ed anni di lotte siamo a questo punto.

Il presidente Napolitano ha richiesto per iscritto al CSM una valutazione sulle stranissime modalita' di archiviaione del procedimento.

Dopo 3 A N N I non si sa se il procedimento sia stato riaperto o meno perchè cosi' come i medici hanno volutamente tenuto i parenti all'oscuro di fatti gravissimi, cosi' come il magistrato non ha ritenuto di
dovere mai convocare ne' loro ne' i testimoni durante il procedimento , neanche dopo l'archiviazione, quando si sono opposti avendo rinvenuto il documento con il numero di sacca sbagliato, anche adesso non HANNO ALCUN DIRITTO DI CONOSCERE LE DECISIONI PRESE NE' SE ABBIANO GIA' PRESO UNA DECISIONE.


Il presidente Napolitano ha risposto piu' volte, QUANDO RISPONDEVA perche' adesso non risponde piu', che NON PUO' FARE NIENTE SE NON GLI RISPONDONO.

Eppure e' il garante dei diritti dei cittadiN.

Comunque, proprio a seguito della frase del presidente i parenti hanno deciso di scrivere a :

Luigi De magistris
Rita Borsellino
Sonia Alfano


LORO CI RAPPRESENTANO , rappresentano i diritto dei cittadini italiani, e quindi spero possano aiutare i cittadini italiani a TUTELARE I LORO DIRITTI.

francesca parodi 29.09.09 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe mi riferisco alla tua iniziativa "Primarie dei cittadini". Volevo proporti di affrontare il tema casa nel capitolo "cittadini". Avere un'abitazione dove stare è un bene primario come il pane. La casa non può essere un bene speculativo. Non è possibile che per comprarsi una coppia di giovani oggi debba oggi debba impegnarsi su cifre enormi su 40 anni. Migliaia sono gli appartamenti vuoti nelle grandi città. Non è ammissibile tutto questo. Considera che io non sono mai stato comunista, ma un minimo di giustizia sociale ci vuole. Evitiamo danni all'ambiente costruendo altre case quando le case ci sono già. Perché i prezzi sono alle stelle? La leva fiscale deve abbattere i prezzi ed obbligare le grandi proprietà (i palazzinari) a rimettere le abitazioni sul mercato a prezzi accessibili.

Un caro saluto,

Angelo

Angelo Innamorati 29.09.09 14:07| 
 |
Rispondi al commento

DEDICARE UN PUNTO AL LAVORO: è un errore confinarlo con qualche accenno (legge Biagi) all’interno del punto economico! In maggioranza SIAMO LAVORATORI, CREATIVAMENTE salariati, superprecari, SCHIAVI!
Anche con economia in sviluppo siamo destinati alla povertà: negli ultimi 20 anni sono costantemente cresciuti quelli che NON POSSONO DARE UN TETTO O SFAMARE SINO A FINE MESE I PROPRI FIGLI! Notti insonni, lacrime, angustie. Si rimane senza soldi da un giorno all'altro, aumentano RICATTI e salari da FAME. Siamo ASSASSINATI in barba ad ogni norma di sicurezza! SOCIETÀ ED IDEOLOGIA, CI SACRIFICANO LECITAMENTE A PROFITTO E MERCATO, CANCELLANDO DIRITTI, SOLIDARIETÀ E STATO SOCIALE. Con antica arroganza ci impongono sfruttamento ed INGIUSTIZIE con effetti psicologici individuali e sociali devastanti perché si minano bisogni arcaici (nido, cibo, protezione del nucleo familiare)
LE BATTAGLIE PER IL LAVORO tornano utili a tutti gli italiani perché impongono la rimozione delle STESSE cause di fondo all’origine dei problemi su cui abbiamo articolato le ALTRE essenziali e vitali 7 priorità. Infatti È PER GLI STESSI INTERESSI PER CUI SI VESSANO I LAVORATORI, CHE SI DISTRUGGE TERRITORIO, NATURA E TESSUTO SOCIALE, CHE SI DIFFONDE MAFIA E CORRUZIONE AFFERMANDO PREPOTENZA ED ARROGANZA ED IMPONENDO CENSURA E DITTATURA.
Ribellioni SPONTANEE di lavoratori disperati sfociano solo in fiammate facili da sedare a botte, sangue e galera come dimostra la storia fino al XIX secolo… o del 2000-2009! Invece nel ‘900 quando si organizzano nei sindacati (degni di questo nome), nei partiti dei lavoratori ecc. riescono a vincere elevando la qualità di vita del popolo come mai prima. Ora, non dobbiamo copiare pedissequamente dal passato e ripetere gli stessi errori MA ZOCCOLI E BISONTI NON SMUOVONO UNA FOGLIA, se non trovano dove aggregarsi, informarsi, organizzarsi ed unirsi a tutti in una battaglia per una società fondata sull’interesse e benessere comune e duraturo.
NON PERDIAMO L’OCCASIONE.

Paolo Rossi 29.09.09 12:23| 
 |
Rispondi al commento

EX Eutelia/Agile: Venerdì 02 ottobre 2009 - 8 ore di Sciopero Generale per il giorno 02 Ottobre 2009 con presidio a Siena presso la Sede del Monte Paschi di Siena, in quanto una delle principali artefici dello stato di crisi dell’azienda, che vede lavoratori e lavoratrici senza stipendio da mesi e con annunci di gravi e massicci esuberi.

marzia t., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.09.09 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Venerdì 02 ottobre 2009 - 8 ore di Sciopero Generale per il giorno 02 Ottobre 2009 con presidio a Siena presso la Sede del Monte Paschi di Siena, in quanto una delle principali artefici dello stato di crisi dell’azienda, che vede lavoratori e lavoratrici senza stipendio da mesi e con annunci di gravi e massicci esuberi.

marzia t., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.09.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

DEDICARE UN PUNTO AL LAVORO: è un errore confinarlo con qualche accenno (legge Biagi) all’interno del punto economico! In maggioranza SIAMO LAVORATORI, CREATIVAMENTE salariati, superprecari, SCHIAVI!
Anche con economia in sviluppo siamo destinati alla povertà: negli ultimi 20 anni sono costantemente cresciuti quelli che NON POSSONO DARE UN TETTO O SFAMARE SINO A FINE MESE I PROPRI FIGLI! Notti insonni, lacrime, angustie. Si rimane senza soldi da un giorno all'altro, aumentano RICATTI e salari da FAME. Siamo ASSASSINATI in barba ad ogni norma di sicurezza! SOCIETÀ ED IDEOLOGIA, CI SACRIFICANO LECITAMENTE A PROFITTO E MERCATO, CANCELLANDO DIRITTI, SOLIDARIETÀ E STATO SOCIALE. Con antica arroganza ci impongono sfruttamento ed INGIUSTIZIE con effetti psicologici individuali e sociali devastanti perché si minano bisogni arcaici (nido, cibo, protezione del nucleo familiare)
LE BATTAGLIE PER IL LAVORO tornano utili a tutti gli italiani perché impongono la rimozione delle STESSE cause di fondo all’origine dei problemi su cui abbiamo articolato le ALTRE essenziali e vitali 7 priorità. Infatti È PER GLI STESSI INTERESSI PER CUI SI VESSANO I LAVORATORI, CHE SI DISTRUGGE TERRITORIO, NATURA E TESSUTO SOCIALE, CHE SI DIFFONDE MAFIA E CORRUZIONE AFFERMANDO PREPOTENZA ED ARROGANZA ED IMPONENDO CENSURA E DITTATURA.
Ribellioni SPONTANEE di lavoratori disperati sfociano solo in fiammate facili da sedare a botte, sangue e galera come dimostra la storia fino al XIX secolo… o del 2000-2009! Invece nel ‘900 quando si organizzano nei sindacati (degni di questo nome), nei partiti dei lavoratori ecc. riescono a vincere elevando la qualità di vita del popolo come mai prima. Ora, non dobbiamo copiare pedissequamente dal passato e ripetere gli stessi errori MA ZOCCOLI E BISONTI NON SMUOVONO UNA FOGLIA, se non trovano dove aggregarsi, informarsi, organizzarsi ed unirsi a tutti in una battaglia per una società fondata sull’interesse e benessere comune e duraturo.
NON PERDIAMO L’OCCASIONE

Paolo Rossi 29.09.09 12:09| 
 |
Rispondi al commento

DEDICARE UN PUNTO AL LAVORO: è un errore confinarlo con qualche accenno (legge Biagi) all’interno del punto economico! In maggioranza SIAMO LAVORATORI, CREATIVAMENTE salariati, superprecari, SCHIAVI!
Anche con economia in sviluppo siamo destinati alla povertà: negli ultimi 20 anni sono costantemente cresciuti quelli che NON POSSONO DARE UN TETTO O SFAMARE SINO A FINE MESE I PROPRI FIGLI! Notti insonni, lacrime, angustie. Si rimane senza soldi da un giorno all'altro, aumentano RICATTI e salari da FAME. Siamo ASSASSINATI in barba ad ogni norma di sicurezza! SOCIETÀ ED IDEOLOGIA, CI SACRIFICANO LECITAMENTE A PROFITTO E MERCATO, CANCELLANDO DIRITTI, SOLIDARIETÀ E STATO SOCIALE. Con antica arroganza ci impongono sfruttamento ed INGIUSTIZIE con effetti psicologici individuali e sociali devastanti perché si minano bisogni arcaici (nido, cibo, protezione del nucleo familiare)
LE BATTAGLIE PER IL LAVORO tornano utili a tutti gli italiani perché impongono la rimozione delle STESSE cause di fondo all’origine dei problemi su cui abbiamo articolato le ALTRE essenziali e vitali 7 priorità. Infatti È PER GLI STESSI INTERESSI PER CUI SI VESSANO I LAVORATORI, CHE SI DISTRUGGE TERRITORIO, NATURA E TESSUTO SOCIALE, CHE SI DIFFONDE MAFIA E CORRUZIONE AFFERMANDO PREPOTENZA ED ARROGANZA ED IMPONENDO CENSURA E DITTATURA.
Ribellioni SPONTANEE di lavoratori disperati sfociano solo in fiammate facili da sedare a botte, sangue e galera come dimostra la storia fino al XIX secolo… o del 2000-2009! Invece nel ‘900 quando si organizzano nei sindacati (degni di questo nome), nei partiti dei lavoratori ecc. riescono a vincere elevando la qualità di vita del popolo come mai prima. Ora, non dobbiamo copiare pedissequamente dal passato e ripetere gli stessi errori MA ZOCCOLI E BISONTI NON SMUOVONO UNA FOGLIA, se non trovano dove aggregarsi, informarsi, organizzarsi ed unirsi a tutti in una battaglia per una società fondata sull’interesse e benessere comune e duraturo.
NON PERDIAMO L’OCCASIONE.

Paolo Rossi 29.09.09 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo
per favore nei vostri discorsi/iniziative potete considerare e parlare anche della CULTURA - non solo di istruzione. Non ci sono solo i ragazzi che vanno a scuola. Ci sono anche dei cittadini che devono essere educati di continuo alla CULTURA. Dato che questa politica italiana sta demolendo anche la cultura dell'ITALIA - gli intellettuali facevono i viaggi in ITALIA per capire cos'è l'arte e la cultura - e loro la stanno demolendo. A Torino chiudono i musei - non hanno soldi. Chiudono i teatri - non hanno soldi per gli spettacoli. I musicisti (vedi i pensieri di Brunetta) sono considerati dei fannulloni che vogliono vivere alle spalle dello stato... questo è quello che si pensa della musica, dell'arte e della cultura - non fanno soldi, non servono.
Servono AD APRIRE LA MENTE, A FORMARE LO SPIRITO CRITICO - PER FAVORE PARLATE ANCHE DI MUSICA ARTE E CULTURA NEI VOSTRI PROGRAMMI - ne abbiamo tutti bisogno - non ci sono leggi che aiutini i giovani che si interessano di musica e arte a coltivare le proprie passioni, a farle diventare un lavoro - UN LAVORO VERO!! - non queste cazzate interinali ai call center - lavori creativi, per gli altri, per pensare e vivere!!! non per essere sfruttati dall'economia.
Parla anche della SIAE italiana (altra grande forma di parassitismo all'italiana), dei conservatori italiani (in rovina).....
Grazie

sonia schiavone 29.09.09 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Non accettate di vendere le azioni mirato e accettare l opa proposta dagli azionisti a 5,40 gli stessi azionisti l avevano quotata in borsa 6,5 guadognado cosi circa 20.000.000 in piu l operazione viene fatta da benefit a debito (dove dentro a benefit ci sono gli stessi azionisti di maggioranza di mirato)con soldi prestati dalla banca popolare di novara dove guarda caso nel cosiglio di ammistrazione fanno parte azionisti di mirato e benefit.(ci sarà magari un conflitto d interessi?)

questa è la nostra industria e finanza

pedrelli fabrizio 29.09.09 09:10| 
 |
Rispondi al commento

Non accettate di vendere le azioni mirato e accettare l opa proposta dagli azionisti a 5,40 gli stessi azionisti l avevano quotata in borsa 6,5

pedrelli fabrizio 29.09.09 08:53| 
 |
Rispondi al commento

invito Beppe, in caso di approvazione dello scudo fiscale a farsi promotore di una causa contro lo stato cui chiunque si possa aggrgare, chiedendo la restituzione di quanto versato dal 2003 (anno dell'ultimo condono fiscale) ad oggi, meno il 5% che rimarrebbe allo stato.

se la repubblica Italiana e' fondata sul lavoro, non vedo perche' il mio lavoro (le mie tasse) debbano valere meno di quelle di un evasore/falsificatore di bilanci/trafficante per cui le mie debbano essere di piu'!

se tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge, anche io debbo poter pagare solo il 5% su quanto guadagnato (tutto!, il lordo delle nostre buste paga per intenderci) negli ultimi anni... e visto che ho gia' pagato ben di piu' del 5%, e' costituzionale che mi restituiscano quanto di troppo ho pagato.

rimane il fatto che ai delinquenti condonano anche i reati... non si puo' avere tutto, oppure si puo' richiedere dei buoni, che so, per una rapina in banca, da usare nei successivi 6 mesi.

ps: la proposta e' seria, ma va supportata dai fatti. se succede come per la manifestazione di Salvatore Borsellino pochi giorni fa in cui eravamo un numero davvero esiguo, e' inutile qualunque altra forma di protesta, qualunque proposta perde forza.
questa gente tremera' solo quando in piazza ci saranno solo a Roma tre milioni di persone. allora si sara' ben difficile nascondere la cosa al resto degli italiani pigri o assonnati o solo disinformati.
Borsellino ha detto bene, giusto partecipare in rete, ma bisogna scendere in piazza!!! in TANTI, ma cosi' TANTI che la polizia non deve nenche poter pensare di disperdere la folla.

mauro raimondi

mauro raimondi, nepi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.09.09 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, secondo me nel capitolo "economia" bisogna introdurre le detrazioni fiscali fino al 100%. Un esempio: lo Stato attualmente mi rimborsa il 20% delle spese mediche. Se un dentista non mi fa la fattura e ci mettiamo d'accordo, ottengo sicuramente uno sconto superiore al 20% e i soldi mi rimangono in tasca (lo Stato invece me li restituisce ad agosto). In pratica bisogna creare un conflitto d'interessi tra chi usufruisce di una prestazione, un servizio, un bene ecc. e chi lo cede. Di conseguenza, molti (soprattutto professionisti) sarebbero costretti a dichiarare quanto guadagnano e i cittadini, per ottenere la fattura da scaricare, sarebbero costretti a rivolgersi a chi ha un'attività alla luce del sole, anziché a chi lavora in nero. Sono i classici due piccioni con una fava... Ma forse i piccioni sono di più, anzi i "picciotti", visto che la mafia nel lavoro nero ci sguazza.

Giovanni Panunzio 28.09.09 22:56| 
 |
Rispondi al commento

io proporrei anche la partecipazione del dipendente agli utili, con la cessione di quote minime della società "datore di lavoro" a seconda degli anni di lavoro e su base meritocratica.

jessica corrao 28.09.09 22:35| 
 |
Rispondi al commento

L'Economia Italiana?Ma cSE Tanzi Passeggia Tranquillo, beato dopo aver fottuto tutti, ed oggi ad Androkos Il Sindaco e la Giunta ha espresso Solidarietà ad un Mafioso Incarcerato!!!!Ma CHE MERDA SIAMO!

Luciano B., Verona Commentatore certificato 28.09.09 22:01| 
 |
Rispondi al commento

UNA FAVOLA A DIFESA DEI DERIVATI E DEGLI SPECULATORI
Vorrei per una volta essere totalmente controcorrente e parlare bene dei derivati.
Io ho lavorato per circa dieci anni in una grande banca occupandomi delle procedure informatiche per la gestione dei derivati, quindi direi che posso parlarne con una discreta competenza.
Ma voglio spingermi ancora oltre, vorrei parlare bene anche degli speculatori.
Immaginiamo un modo ideale in cui vi sono un coltivatore, che so, di caffè ed uno speculatore che opera in derivati.
Il coltivatore di caffè purtroppo non può permettersi il rischio dell’oscillazione del prezzo del caffè.
Potrebbe guadagnare molto, ma in caso contrario si troverebbe a non poter pagare il salario delle persone che lavorano per lui e magari rischiare il fallimento.
A questo punto compare lo speculatore, che in cambio della vendita di un contratto di opzione, si assume il rischio dell’oscillazione del prezzo del caffè.
Egli specula su molti beni, e magari può anche permettersi di perdere sul caffè perché nel frattempo guadagna sullo zucchero.
In questo mondo ideale, il produttore è salvo dai rischi e lo speculatore ha un ruolo sociale ben definito ed insostituibile.
Certo, questa è una favola, ma è per dimostrare che non è lo strumento ad essere errato, ma è il suo utilizzo al di fuori di regole ben definite.
Non voglio scendere troppo nel tecnico, ma sono ben altri i meccanismi perversi della finanza.
Uno su tutti è la vendita allo scoperto.

Giorgio Borri 28.09.09 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe, vorrei dare un contributo al tuo programma per l'economia. Mio padre (un magistrato con la passione per l'economia e la sociologia) ha studiato per anni e anni la crescente disoccupazione, la sottoccupazione e la concentrazione della ricchezza e del potere in mano di pochi, ed è giunto alla conclusione, da me pienamente condivisa, che presto o tardi sarà necessario introdurre un reddito minimo garantito per tutti. Infatti, oggi la disoccupazione e sottoccupazione non è più congiunturale ma strutturale: la tecnologia distrugge posti di lavoro, e non è possibile inventare sufficienti prodotti e servizi nuovi per impiegare la gente licenziata, anche perchè i nuovi prodotti (spesso inutili) nascono già high tech.

Ti allego un link al libro che mio padre ha scritto in proposito, che ho voluto pubblicare io dopo la sua morte. Spero sia di tuo interesse e possa portare un contributo al dibattito.

http://www.cipparone.it/libro/index.htm

mauro cipparone 28.09.09 20:57| 
 |
Rispondi al commento

economia
1. Spiegare il Signoraggio. Banca d’Italia a capitale pubblico. L’emissione di moneta la fa lo stato con la firma del Presidente della Repubblica. Abolizione della pryvaci in materie fiscali. Prevedere delle sanzioni pesantissime per i media che li rendono pubblici.
2. Eliminazioni dei paradisi fiscali. Le banche non devono fare da trade Union con i paradisi fiscali.
3. Sanità, trasporti, telecomunicazioni, energia, beni demaniali, acque non devono essere privatizzate. Lo stato non deve finanziare il privato ne concedere concessioni.
4. Abolire gli studi di settori.
5. Giustificare il possesso di beni di lusso. Qualora non si possa giustificare il possesso, da parte dell’autorità giudiziaria, procedere alla confisca dei beni come per i beni mafiosi.
6. Fare una diversa scala gerarchica delle evasioni.(prima controllare professionisti e commercianti, poi quelli a reddito fisso).
7. Qualora provato in fase dibattimentale la corruzione della GdF prevederne il licenziamento. Perchè cosi facendo si introduce un sistema premiale per i tanti funzionari onesti.
8. Avere la stessa aliquota di trattenuta anche da rendita di capitale.
9. Eliminare tutte le accise sui carburanti. Immediato adeguamento del prezzo al costo del greggio. Le società petrolifera che non adegua il prezzo del carburante al costo del greggio il giorno dopo perde la concessione di distribuzione a livello nazionale.
10. Abolizioni delle auto blu nazionali, regionali, provinciali, comunali, limitandone il possesso solo alle cariche istituzionali a livello nazionali.
11. Abolire i privilegi fiscali agli enti religiosi.
Ciao Mario.

Mario Mallamaci 28.09.09 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Chi cerca un lavoro non dovrebbe essere più chiamato disoccupato, ma “lavoratore disponibile al lavoro”, una ricchezza umana in potenza per la stessa società che può essere utilizzata in modi diversi.
La disponibilità al lavoro fa parte del “valore lavoro” e va riconosciuta dalla società.
L’affermazione di un riconoscimento della “disponibilità al lavoro” necessità la fondazione di istituti atti a recepirla. La retribuzione della “disponibilità al lavoro” dovrebbe essere ancorata ad una effettiva dimostrazione di disponibilità attraverso l’iscrizione a più liste pubbliche di collocamento.
Il costo complessivo di una retribuzione della disponibilità al lavoro, perseguendo insieme tutti gli altri modi di contenimento della disoccupazione, viene ad essere molto limitato.
Una retribuzione alla disponibilità al lavoro che viene sospesa nei periodi di occupazione, ancorata alla effettiva reperibilità, con delle buone regole applicative e supportata da controlli per fare emergere il lavoro nero, non ha costi elevati e la società ne può trarre un beneficio economico e sociale.
Il beneficio che ne può trarre la società è notevole: stabilizzazione della domanda interna di beni di consumo; diminuzione delle sacche sociali di illegalità; possibilità di fare emergere il lavoro nero con relativo aumento delle entrate fiscali.
I fondi per la retribuzione della “disponibilità al lavoro” debbono provenire dalle imprese, dai lavoratori, e dallo Stato con la sua fiscalità complessiva; poiché vengono a beneficiare di questo istituto imprese, lavoratori e società nel suo complesso.
francesco zaffuto www.lacrisi2009.com

francesco zaffuto 28.09.09 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo quasi su tutto: Le stock option sono pero strumenti importanti, specialmente per i manager di medio livello e laddove il management non e' proprietario per responsabilizzare.
Il sostegno alle societa' no profit non vuole dire nulla: io anzi penso peggio dove c'e' il no profit. se si intendono societa' a scopo sociale e' diverso. Ma il profitto di per se non e' male,altrimenti si rischian la fine dei paesi scandinavi negli anni ottanta. Infine piu che un sussidio di disoccupazione, vorrei un modello alla danese con incentivi alla riqualificazione e fondi per il lancio di attivita in proprio(attraverso anche la pressione sulle banche).La legge Biagi va abolita, ma l introduzione della flessibilita premiata (con stipendio piu alto anche del 20%/30%) e' necessaria.

Marcello Graziano 28.09.09 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Tante volte mi spavento a constatare che ci sono
persone, qui e altrove, e nel nostro caso il Tinazzi, che "hanno cosi' ragione", e con le quali si riesce a condividere in pieno quasi tutto.

Penso dovremmo portare un distintivo, un segno di
riconoscimenti con sotto un motto quale:

So tutto quello che va male, so il modo con il quale
potrei ridurre questo male, ma sono in condizioni
cosi' sfavorevoli da non poter far niente se non subire questo male.

Circondato, con quelli come me, dall'ignoranza completa, compatta come un muro alto 20 metri.

Temo l'uomo che ha letto un solo libro

diceva san Tommaso d'Aquino, e beato lui che ne
aveva trovati alcuni che almeno uno lo avevano letto.

Noi combattiamo contro gente che mette mano alla fondina se hai un libro in mano.

Ciao Tinazzi.

Frank

Frank A. 28.09.09 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente! Finalmente! Finalmente! 35 milioni di finalmente.
Grazie Beppe, non risco a trovare altre parole per ringraziarti di tutto ciò che fai.

silvana l., bologna Commentatore certificato 28.09.09 18:52| 
 |
Rispondi al commento

UNA PROVOCAZIONE MOLTO INTERESSANTE DA PARTE DEL POPOLO RAZIONALE CHE NAVIGA IN RETE, POTREBBE ESSERE QUESTO:
La Libera Repubblica di Alcatraz
OVVERO

http://www.jacopofo.com/festa-secessione-italia-libera-repubblica-alcatraz#comment-11641http://www.jacopofo.com/festa-secessione-italia-libera-repubblica-alcatraz#comment-11641

Invito chi legge a dare un'occhiata.

Fatti non p...

ho sonno, frosinone Commentatore certificato 28.09.09 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo su quasi tutto, e i punti di disaccordo non sono essenziali. Sulle stock options per esempio, penso che siano molto utili se estese ai dipendenti di tutti i livelli e graduate secondo il criterio che correla l'entità della stock option al contributo dato all'azienda. Ho lavorato in aziende americane come dirigente e le ho viste funzionare molto bene nell'interesse di tutti.
Suggerisco però di mettere in una scala di priorità i vari punti che compaiono nel programma. Non è realistico proporsi di affrontare tutto e subito.

Luigi Rispoli 28.09.09 18:41| 
 |
Rispondi al commento

@ Paolo Rivera - 28/09
Veramente non ho capito niente di quello che hai voluto dire in questo post. Molto ermetico e poco efficace. Ciao

Pieri Giovanni 28.09.09 18:37| 
 |
Rispondi al commento

magari....

Carlo Braida 28.09.09 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Continuano i post sul programma del movimento prossimo nascituro e continua ad aumentare l'eccitazione per un passo così importante.
Come per i precedenti post,condivido ogni singolo punto. Riflettevo solo sulla paradossale situazione delle società preposte ad emettere i rating sulle aziende (Standard & Poor's, Morgan Stanley etc).
Bene, trovo pazzesco che a "dirci" se un'azienda è meritevole di fiducia e quindi se investire o meno i nostri soldi (x i pochi fortunati che ancora hanno due "lire" da investire) siano..... I LORO FORNITORI !!!! E sì, perché le aziende quotate in borsa pagano fior di quattrini questi "consulenti" per la revisione dei conti etc. Ovvero il controllore è pagato dal controllato.
Ma come si fa' ?!?!!? In questi giorni nei vari G20,G8 (ma quanti ne fanno?!?!?Sono sempre in giro a cazzeggiare?) parlano di tetti agli stipendi dei manager come se fosse la soluzione ai problemi di questo sistema malato. Come sempre agiscono sull'estetica che è anche tanto demagogica ma non risolve niente!!!
In chiusura, per essere propositivi, si potrebbe pensare alla creazione di un ente per l'emissione dei rating completamente indipendente.
un caro saluto al blog con la speranza a breve di poter far tutti parte di un grande movimento di cittadini consapevoli

eva cassandra 28.09.09 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,

E I GIOVANI???

IL PUNTO CHE NON TOCCHI, è che un giovane di 28 anni come me, se anche ha delle idee imprenditoriali che potrebbero servire domani e con le quali risvegliare sia la ricerca che l'impresa, non ha alcuna possibilità di intraprendere in proprio.
ORA COME ORA I PSEUDO-FINANZIAMENTI DELLA REGIONE PER L'IMPRENDITORIA GIOVANILE SONO FANTASMI A MENO DI NON RAPPRESENTARE FAVORI A CLIENTELE VARIE.

Ti propongo una collaborazione del comune con il cittadino in modo che, a partire da ciò che realmente può servire secondo dei programmi pluriennali su base econometrica, si crei prima di tutto qualcosa di utile per i cittadini, e quindi qualcosa di locale. Il comune lo partecipa da azionista minoritario e lo controlla in modo che non avvengano porcherie. E in tutto questo c'è un vantaggio per tutti, compresa la certezza che quell'azienda non fallisca perché lasciata in preda alle BANCHE.

Infatti, con una gestione intelligente il comune e/o la regione potrebbe legare il finanziamento di nuove iniziative imprenditoriali private non tanto al modello del "fondo perduto" o a quello del "prestito agevolato", bensì a veri e propri investimenti comunali e/o regionali. In questo modo, ciò che i cittadini investirebbero tramite i comuni a favore di tali iniziative ritornerebbe nelle loro tasche sottoforma innanzitutto di prodotti a prezzo contenuto, frutto delle loro scelte, locali, per non parlare dei ritorni sull'occupazione locale e il benessere anche tecnologico e ambientale locale.

E poi occorre informare massicciamente e svolgere un'azione di tutoraggio e affiancamento dall'idea, alla stesura del progetto fino all'avviamento vero e proprio...
...Orientamento e Lancio delle Iniziative.
Supporto nei vari passaggi burocratici giuridici e fiscali.
Centro di Adesione alle Iniziative, a cui chiunque altro possa fare riferimento per cercare le iniziative già in corso e aggregarsi ad un progetto imprenditoriale affine alle proprie idee.
Raccolta Fondi.

Simone A 28.09.09 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei aggiungere il divieto di sub appalto.

Questo per evitare che le grosse ditte i cui proprietari sono ammanicati con i politici e la P2 si aggiudichino tutti gli appalti (che non sono in condizione nè hanno la volontà di effetuare dirrettamente) e li girino a piccole imprese costrette a lavorare quasi sottocosto.
In pratica gli aggiudicatari che subappaltano, guadagnano senza fare niente, solo per il fatto che hanno le conoscenze "giuste".

Seconda cosa - ma forse riguarda il capitolo "fisco" e non "economia" - la detrazione di qualunque scontrino o fattura o ricevuta, in modo da rendere conveniente chiedere sempre l'emissione del documento.

Saluti.

Giorgio Barella 28.09.09 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo come mai due personaggi apparentemente tanto diversi, Beppe Grillo e nano brogliusconi, abbiano entrambi come obiettivo primario l'abbattimento della RAI. Chi mi sa rispondere? Ringrazio anticipatamente e saluto

Non ci ritroviamo tra le palle un primo ministro mafioso, gretto e fascista solo a causa di 18 milioni di coglioni che lo hanno votato. Da soli nn sarebbero bastati. Ha la stessa identica responsabilità quella pletora di persone, che senza aver le idee molto chiare, secondo me più per capriccio che per un motivo valido, ha ritenuto paragonabili un pretigioso professore di economia ad un malavitoso, iscritto alla P2 e legato alla mafia. E per questa risibile ragione ha deciso di puntare i piedi e nn andare a votare, causando così la vittoria del governo del fascio e della mafia. Gli astenuti sono tanto responsabili quanto i votanti, e anche se loro se ne assolvono, la Storia gli chiederà conto. Ciao

ivan IV Commentatore certificato 28.09.09 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Condivido quanto indicatro nel programma, con dei dubbi di fattibilità e legittimità di alcuni punti.
(- impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno.) Il fatto che le aziende tengano o no dipende dal mercato che è, se non globale, almeno europeo.
(- allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei) Alcune aziende non sono pubbliche, su che base quindi si controllano le tariffe che dovrebbero essere determinate dal mercato e dalla libera concorrenza (aimè).
(- vietare la nomina di persone condannate in via definitiva (es. Scaroni all’Eni) come amministratori in aziende aventi come azionista lo Stato o quotate in Borsa) Una volta che una persona ha scontatato la sua pena deve essere riabilitata. Certo la condanna è pubblica e gli errori del passato devono essere considerati nei ruoli che ricopriranno in futuro (prima di assumermi mi chiedono il certificato del casellario giodiziario). Ma vietarlo in assoluto mi sembra di dubbia legettimità.
(- impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se questa si è resa responsabile di gravi reati) poco chiaro.
I punti devono essere chiari, realizzabili e sopratutto adeguati rispetto alla nostra costituzione e al fatto che l'Italia è un paese della EU.
cordiali saluti a tutti

Giorgio Raza 28.09.09 17:08| 
 |
Rispondi al commento

SESTO INVIO DI QUESTO MESSAGGIO.
BEPPEGRILLO O CHI PER TE, NON HAI ANCORA RISPOSTO.
IO POSSO ANCHE CONTINUARE, HO TEMPO.
TU PERO' PERDI LA FACCIA (E LA STIMA DI QUALCUNO).
Caro Beppe, ti seguo e ti leggo da molto tempo.
Ho recentemente apprezzato la tua promessa di venire nella bassa modenese
per l'affare GAS a Rivara.
Ma vorrei chiederti perchè non hai ancora detto una parola sulla spudorata
vicenda in corso ai danni del Dr. STEFANO MONTANARI e del suo microscopio
che proprio grazie al tuo interessamento è stato possibile acquistare e far
funzionare grazie all'attività dei ricercatori, coniugi Montanari e Gatti,
nel laboratorio di Modena.
Adesso stanno per toglierglielo, il Dr. Montanari ha fatto una conferenza
stampa martedì 22/9 e da te il più assoluto silenzio.
Anzi, sembra addirittura che tu ti sia dichiarato favorevole allo scippo
perpetrato da questa Onlus Bortolani o come si chiama che, per un errore in
buona fede di Montanari, si è potuta intestare nella proprietà dello
strumento che, a quanto pare, da fastidio a moltissima gente, proprio quella
che tu e tutti i tuoi sostenitori stai combattendo da anni.
Ti chiedo quindi di prendere una posizione precisa su questo argomento e di
renderla pubblica in uno dei tuoi prossimi post.
Non è vero, come sostiene Montanari, che tu - dopo aver promosso la
sottoscrizione - adesso non c'entri più in questa faccenda.
Lui lo dice ma non lo pensa di sicuro, anzi credo sia molto deluso da questo
tuo comportamento, dopo le tante apparizioni al tuo fianco a giusto sostegno
delle tue (come le sue del resto) tesi su inquinamento, malattie, ecc.
Ma fai presto, perchè la cosa è grossa e si andrà dritti in tribunale per
ottenere giustizia, anche da parte di tutti quelli che hanno contribuito ad
acquistarlo.
In attesa di leggerti ti saluto e ti rinnovo la stima mia e di tanta gente
che ti segue, ma vogliamo sapere urgentemente come la pensi su questo tema.
Gil
VOGLIAMO LEGGERE UN TUO POST SU QUESTO.

Gilberto S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 17:08| 
 |
Rispondi al commento

QUINTO INVIO DI QUESTO MESSAGGIO.
BEPPEGRILLO O CHI PER TE, NON HAI ANCORA RISPOSTO.
IO POSSO ANCHE CONTINUARE, HO TEMPO.
TU PERO' PERDI LA FACCIA (E LA STIMA DI QUALCUNO).
Caro Beppe, ti seguo e ti leggo da molto tempo.
Ho recentemente apprezzato la tua promessa di venire nella bassa modenese
per l'affare GAS a Rivara.
Ma vorrei chiederti perchè non hai ancora detto una parola sulla spudorata
vicenda in corso ai danni del Dr. STEFANO MONTANARI e del suo microscopio
che proprio grazie al tuo interessamento è stato possibile acquistare e far
funzionare grazie all'attività dei ricercatori, coniugi Montanari e Gatti,
nel laboratorio di Modena.
Adesso stanno per toglierglielo, il Dr. Montanari ha fatto una conferenza
stampa martedì 22/9 e da te il più assoluto silenzio.
Anzi, sembra addirittura che tu ti sia dichiarato favorevole allo scippo
perpetrato da questa Onlus Bortolani o come si chiama che, per un errore in
buona fede di Montanari, si è potuta intestare nella proprietà dello
strumento che, a quanto pare, da fastidio a moltissima gente, proprio quella
che tu e tutti i tuoi sostenitori stai combattendo da anni.
Ti chiedo quindi di prendere una posizione precisa su questo argomento e di
renderla pubblica in uno dei tuoi prossimi post.
Non è vero, come sostiene Montanari, che tu - dopo aver promosso la
sottoscrizione - adesso non c'entri più in questa faccenda.
Lui lo dice ma non lo pensa di sicuro, anzi credo sia molto deluso da questo
tuo comportamento, dopo le tante apparizioni al tuo fianco a giusto sostegno
delle tue (come le sue del resto) tesi su inquinamento, malattie, ecc.
Ma fai presto, perchè la cosa è grossa e si andrà dritti in tribunale per
ottenere giustizia, anche da parte di tutti quelli che hanno contribuito ad
acquistarlo.
In attesa di leggerti ti saluto e ti rinnovo la stima mia e di tanta gente
che ti segue, ma vogliamo sapere urgentemente come la pensi su questo tema.
Gil


Gilberto S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 17:06| 
 |
Rispondi al commento

QUARTO INVIO DI QUESTO MESSAGGIO.
BEPPEGRILLO O CHI PER TE, NON HAI ANCORA RISPOSTO.
IO POSSO ANCHE CONTINUARE, HO TEMPO.
TU PERO' PERDI LA FACCIA (E LA STIMA DI QUALCUNO).
Caro Beppe, ti seguo e ti leggo da molto tempo.
Ho recentemente apprezzato la tua promessa di venire nella bassa modenese
per l'affare GAS a Rivara.
Ma vorrei chiederti perchè non hai ancora detto una parola sulla spudorata
vicenda in corso ai danni del Dr. STEFANO MONTANARI e del suo microscopio
che proprio grazie al tuo interessamento è stato possibile acquistare e far
funzionare grazie all'attività dei ricercatori, coniugi Montanari e Gatti,
nel laboratorio di Modena.
Adesso stanno per toglierglielo, il Dr. Montanari ha fatto una conferenza
stampa martedì 22/9 e da te il più assoluto silenzio.
Anzi, sembra addirittura che tu ti sia dichiarato favorevole allo scippo
perpetrato da questa Onlus Bortolani o come si chiama che, per un errore in
buona fede di Montanari, si è potuta intestare nella proprietà dello
strumento che, a quanto pare, da fastidio a moltissima gente, proprio quella
che tu e tutti i tuoi sostenitori stai combattendo da anni.
Ti chiedo quindi di prendere una posizione precisa su questo argomento e di
renderla pubblica in uno dei tuoi prossimi post.
Non è vero, come sostiene Montanari, che tu - dopo aver promosso la
sottoscrizione - adesso non c'entri più in questa faccenda.
Lui lo dice ma non lo pensa di sicuro, anzi credo sia molto deluso da questo
tuo comportamento, dopo le tante apparizioni al tuo fianco a giusto sostegno
delle tue (come le sue del resto) tesi su inquinamento, malattie, ecc.
Ma fai presto, perchè la cosa è grossa e si andrà dritti in tribunale per
ottenere giustizia, anche da parte di tutti quelli che hanno contribuito ad
acquistarlo.
In attesa di leggerti ti saluto e ti rinnovo la stima mia e di tanta gente
che ti segue, ma vogliamo sapere urgentemente come la pensi su questo tema.
Gil

Gilberto S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 17:02| 
 |
Rispondi al commento

grande Grillo io sono con te......sei un grande continua così

Edoardo M., Catania Commentatore certificato 28.09.09 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte ottime proposte,ma inserirei anche un'altra cosetta:globalizzazione dei mercati del lavoro,stesse regole e stessi diritti x tutti i lavoratori,dalla cina agli stati più evoluti.così forse vedremo diminuire drasticamente la disoccupazione!

lorenzo z., roma Commentatore certificato 28.09.09 16:42| 
 |
Rispondi al commento

ti prego Beppe, contatta il giornalista Udo Gumpel di Zap News su Libera canale 924 di Sky :manda spesso in onda i tuoi video e quelli di Travaglio,come tu certo saprai.Mi ha detto che stanno cercando agganci forti per fare un telegiornale indipendente e credo che la cosa potrebbe essere davvero una enorme novità nel mondo dell'informazione libera

emi_cori 28.09.09 16:35| 
 |
Rispondi al commento

FARE MEMORIA

condivido il programma e attendo con ansia che I DESPOTI DOPO ESSER STATI POSTI DI FRONTE ALLE LORO RESPONSABILITà SIANO IMPICCATI IN PUBBLICA PIAZZA ASSIEME AI LORO FAMIGLIARI E AI LORO VENALI PROSSENETI, appesi per rendere MEMORIA DELL'EVENTO E MONITO PER LE GENERAZIONI FUTURE.

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 28.09.09 16:14| 
 |
Rispondi al commento

#############################################
CONTROLLIAMO I NOSTRI AMMINISTRATORI!!!!!!
#############################################

ORA LA DIRETTA WEB DEL CONSIGLIO COMUNALE DI BOLOGNA.
http://www.livestream.com/grillibologna

#############################################

serena s., Casalecchio di reno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Queste iniziative sono solo dei palliativi, rimuoviamo le CAUSE prima... eliminiamo il signoraggio altrimenti i politici rimarranno ancora per molto i camerieri delle banche.
...e propongo anche un altro punto sul programma economia: l'utilizzo dello Scec (http://veneto.arcipelagoscec.net) e simili per ogni regione

Nicola Favaro 28.09.09 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Ci ho pensato solo adesso, ma parte importante dell'economia sono i TRASPORTI.
La mobilità sul territorio, richiesta dalle aziende, deve essere regolamentata in modo che:

- sia il più verde possibile (sostenibile)
- non ricada tutta sui lavoratori (c'è chi viaggia 8 ore al giorno per farne 8 di lavoro, e prende soldi per 8 ore!!!)
- sia utilizzata solo se necessaria, specie quella pendolare.

Quindi RISTRUTTURAZIONE del sistema ferroviario per come è organizzato, e REVOCA della concessione ai vettori che non rispettano un giusto contratto - con elevata affidabilità, rimborsi e penali sui ritardi, standard di pulizia tipo ristorazione, limiti di affollamento etc.. -.
TETTO sul costo del trasporto lavoratori, con eventuali tessere rilasciate dalla motorizzazione (incentivo "usa il treno anzichè l'auto").
OBBLIGHI del trasporto regionale derivanti dalla concessione e non dal finanziamento pubblico.

I dettagli di questi punti vanno calibrati sulle reali possibilità del mercato internazionale. Se Trenitalia non regge il confronto con, per dire, una compagnia tedesca, la concessione va a quella tedesca. Se invece le regole sono impossibili, nessuno si presenterà alla gara.

RESPONSABILITA' CIVILE E PENALE per i produttori e gli erogatori (diretti) del servizio. Uno scandalo come Viareggio, dove tutti si rimpallano la responsabilità, non deve essere possibile.
Vale anche per tutti gli altri: auto, utensili, telefonia. E' truffa vendere (e far pagare) 7MB di banda quando al massimo puoi dare 800KB. Se fai un'auto che provoca incidenti li paghi tutti. Se metti amianto nei materiali poi lo togli a tue spese. Sei responsabile di quello che commercializzi anche decine di anni dopo.

Questa è un'economia socialmente responsabile.

Marco G., Torino Commentatore certificato 28.09.09 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Il canone rai?
lascimo liberi i contribuenti, di devolverlo tutto o in parte alle reti pubbliche:
Io, dò i 10% a rai 1, il 10% a rai 2, l'80% a rai 3.
E vediamo chi dà un servizio migliore.

antonio d., carrara Commentatore certificato 28.09.09 15:27| 
 |
Rispondi al commento

perche' 0BAMA n0 spari un missile nel cul0 di berlusc0ni!!!! mettil0 a 90 gradi c0n la scusa di allacciarsi la scarpa e sparagliel0 nel cul0

giuseppe persica 28.09.09 15:26| 
 |
Rispondi al commento

il voto non è lo specchio reale della democrazia.
la volonta del popolo è democrazia e se il popolo unito è per la ghigliottina è democrazia. pertanto sta solo al popolo decidere come e quando.......?
ora e sempre rivoluzione per il popolo e con il popolo.
l'anno zero stà per arrivare e finalmente potremo espropriare, cio che ci hanno preso, senza se e senza ma. nuovi giudici per una giustizia popolare. il sistema deve essere cambiato e tutto il vecchio sistema deve essere processato,per crimini contro l'umanita con requisizione di tutti i beni, delle lobbi e delle corporazioni dei sindacati e delle banche, e personali dei giudici dei politici degli alti funzionari dei prefetti degl'ambasciatori dei sindacalisti degl'industriali di tutti i passaggi ereditari e dei mafiosi dal 1948 alla rivoluzione i processi e le carceri devono essere in afganistan per dare lavoro ad una popolazione che ne ha bisogno, e pesare meno sul bilancio italiano.
è nelle mani del popolo il compito di attuarlo per i nostri figli per la nostra dignita per un italia piu umile ma piu uguale.
orae sempre rivoluzione
veniteci ad arrestare i martiri fanno muovere prima la rivuluzione.
p

www.sanculotti.com 28.09.09 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembri un po fuor. ma tu pensi che tutto questo e' possibile.Stai attento perche quelli ti fanno passare per pazzo a te e a tutti noi messi insieme.La mafia esiste anche a casa dei leghisti solo che danno la colpa ai negri.La mafia sta nei palazzi e comanda, solo che fanno parlare il cornuto di turno,il puttaniere diturno e lo fanno parlare di corna e di puttane .IL PROBLEMA NON ESISTE TUTTO VA BENE.CIAO

vito sgobio 28.09.09 15:00| 
 |
Rispondi al commento

La Banca d'Italia deve essere in mano pubblica al 100%, eliminando quindi i profitti da signoraggio del sistema bancario, che arricchisce a dismisura una ristretta cerchia con il sudore della fronte di tutti gli altri, non del proprio. Una simile riforma produrrebbe un gigantesco volano positivo per l'economia.
Visto che la sovranità appartiene al popolo, che cosa stiamo ancora aspettando...

Michele P. 28.09.09 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto tutti e 4 i punti del programma del nuovo movimento popolare e devo dire k concordo appieno su tutti.
Spero k almeno la metà delle proposte diventino esecutive in un vicinissimo futuro.
Dimostriamo tutti insieme di essere intelligenti e coraggiosi soprattutto...cambiamo una volta x tutte il nostro modo di vivere, rispettiamo tutti e tutto!!!

Alessandro P. 28.09.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
per quanto riguarda l'economia la proposta più importante (la quale crea le condizioni per realizzare tutte le altre)consiste nel realizzare un prototipo d'impresa del Mutualismo (denominata Yin dall'associazione di economisti Eur-Lab di Bruxelles che l'ha concepita e la promuove).
La diffusione di imprese analoghe sul territorio (la cui conseguenza è il libero lavoro per tutti e la rilocalizzazione di moltissime attività economiche) va da sola.
Per ulteriori informazioni contattare l'On. de Magistris.
Cordiali saluti
Dino Gerardi
Presidente di Eur-Lab Bruxelles.

Dino Gerardi, Bruxelles Commentatore certificato 28.09.09 14:49| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della lettera di Anonimo (il Quale invece, si sta facendo un 'mazzo' cosi'...insieme ai suoi compagni del Rgt " ACQUI "), devo dire che , come al solito, i meriti se li prendono coloro che non hanno nessun diritto di farlo, che non hanno fatto niente , se non a chiacchere. La protezione civile italiana...a me sembra non solo para...governativa ma una combriccola di privilegiati, che pare sappiano risolvere tutto loro.Che pregano che capiti qualcosa di grosso, di grave, affinche' la gente veda "come sono bravi" ad aiutare la gente colpita' dalle calamita' naturali e non (in quanto avvenute per assenza di prevenzione e di trascuratezza del territorio).
Anche se è poca cosa, al Rgt "Acqui " invio i miei saluti e faccio a tutti i militari le mie congratulazioni per la dedizione che mettono nell'aiutare la popolazione dell'Aquila e zone limitrofe. Se poi, vi sono altri che si prendono meriti ...immeritatamente (!) pazienza, tanto , la gente non è stupida e sa valutare.Ciao.

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 28.09.09 14:48| 
 |
Rispondi al commento

OT - Proposta per Appello a Presidente Napolitano

Ho messo le scarpe di un parlamentare di maggioranza. Se propone una legge, questa prende la strada del dimenticatoio.
In compenso arrivano leggi dal Governo, con l'apposizione della questione di fiducia. Come dire: "Se non voti il provvedimento così com'è Berlusconi cade, e siccome era fin da subito chiaro che fosse il candiato Premier, si va tutti a casa perchè otterremo lo scioglimento delle camere".

Questo a mio avviso è un voto sotto minaccia, dunque illegale.

Mi appello al Presidente della Repubblica, e consiglio di appellarsi, perchè dichiari pubblicamente che non scioglierà le camere se il Governo Berlusconi dovesse cadere.

Ciò favorirebbe la libertà di coscienza, il ripristino dello spirito della Costituzione (il Governo è Esecutivo e non legislativo, salvo casi particolarissimi e di eccezionale urgenza.

Bisognerà poi vedere se un consenso su un governo di diverso verrà trovato, ma io credo il semplice sapere che "non si va a casa" liberi le mani a parecchi parlamentari.

Il Presidente della Repubblica difenda il parlamento disinnescano l'arma di Berlusconi.
A mio sommesso parere noi lo paghiamo (anche) per questo.

Saluti,
M.

Marco G., Torino Commentatore certificato 28.09.09 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Leggi nel programma che in grande parte condivido: "allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei"

Allineare le tariffe non è sufficiente, bisogna si allineare le tariffe, ma bisogna sopratutto allineare i servizi ai migliori presenti in Europa.

Vuole dire in pratica, rifare, ripensare una buona parte dei servizi dal momento in cui abbiamo attualmente i peggiori d'Europa con le tariffe le più alte !!!

ulderico ranieri (ulran2009), roma Commentatore certificato 28.09.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei anche:
abolizione di tutti gli Ordini Professionali, che oltre a ritardare l'ingresso nel mondo del lavoro costringendo gran parte delle categorie a fare tirocini NON PAGATI (=lavoro gratuito di un anno con annesso sfruttamento) - neppure un rimborso spese e nemmeno un buono pasto - vengono meno da anni alla loro funzione di vigilanza sui professionisti.

Emiliano Perulli 28.09.09 14:35| 
 |
Rispondi al commento

sul post dell'economia ci aggiungerei:
per le decisioni economiche interpellare i dipendenti, che dovranno votare la decisione.
Così, oltre ad essere democratico, si evita che la decisione vada a scapito dei dipendenti

Carlo Catalano 28.09.09 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Cettina, quando è stato Grillo a fare la campagna contro il "canone RAI", mi sono sgolata per dire che si trattava di una tassa di possesso, cosa che faccio anche adesso che a promuovere la campagna "contro" sono Il Giornale e Libero.

L'unica cosa che ho aggiunto è che, essendo una tassa di possesso, che ne usufruisca SOLO la Rai non va bene.

Si equiparino le emittenti: RAI, Mediaset, le altre private, le regionali, le comuinali, vivano tutte SOLO con la pubblicità.

Il "canone" lo incameri lo Stato, per potenziare la rete ed i servizi.

Perchè deve essere destinato SOLO alla Rai?
Meglio a nessuno.

Del resto, voi dite che certe trasmissioni si finanziano da sole, e dunque, dov'è il problema?

insistente-01 28.09.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio per Feltri(non pubblicato su www.ilgiornale.it): vorrei anche non pagare il tuo stipendio di giornalista pensionato-baby (15000 euro/mese) grazie ai finanziamenti pubblici al tuo giornale (TASSA Feltri occulta) e non vorrei pagare la pubblicità delle reti commerciali (TASSA occulta ind...iretta che pago sempre al supermercato)........perchè non sei chiaro fino in fondo ??Visualizza altro

davide parisio 28.09.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
innanzitutto mi sento di ringraziarti per l'impegno profuso nella "causa Italiana", grazie, veramente.
Io sono a favore del tuo programma, ma ti chiederei di essere più chiaro a riguardo il "sussidio di disoccupazione garantito". Chi ne sarebbe il beneficiario, chi perde il lavoro? O chi il lavoro non lo ha mai cercato (non sarei molto felice in tal caso)? I fondi poi, da dove li prendiamo, ce li stampiamo come Lincoln?! Magari!!!

Amedeo Viscido 28.09.09 14:12| 
 |
Rispondi al commento

- Ricerca e riutilizzo di edifici esistenti prima di costruirne di nuovi.

Ci sono carceri nuove mai avviate, centri polisportivi inattivi...basta costruire! La campagna si sta azzerando e le città si svuotano per riempirsi solo di pendolari che non possono più permettersi di viverci!! obbligati a code estenuanti perchè le strade non li assorbono!!

- interventi più incisivi su chi sperpera denaro pubblico.

Non è possibile che nessuno mai risponda delle proprie azioni/decisioni...
Non è possibile che i preventivi non vengano mai rispettati, che in corso d'opera si caschi sempre dalle nuvole e siccome paga pantalon chissenefreha!
Basta! chi utilizza soldi pubblici lo deve fare con la massima attenzione! e deve rispondere delle scelte fatte, se non altro per non continuare a sperperare i soldi della collettività!

Elisabetta Pastrello Commentatore certificato 28.09.09 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe,
è un programma economico molto importante (e necessario) vorrei solo aggiungere alcune cosucce..
1. è importantissimo che Bankitalia torni ad esser pubblica (come ha scritto Vittorio Merlin)
2. drastica riduzione delle spese militari (già detto da Enzo D.)
3. eliminare qualunque incentivazione agli inceneritori e viceversa incentivare realmente le energie rinnovabili
4. obbligare tutte le pubbliche amministrazione ad utilizzare solamente Software Libero (o a codice sorgente aperto) senza spese per licenze ed Utilizzo di OpenDocument Format (ODF e ad esempio OpenOffice come programma) come standard documentale per le pubbliche amministrazioni.
Sono direttore informatico in una PA e so che utilizzando formati standard liberi e aperti si possono risparmiare un mucchio di soldi. Solo con l'utilizzo di Software Libero si possono garantire le libertà fondamentali che sono negate utilizzando software proprietari!
5. obbligare tutte le PA (Regioni, Province, Comuni, Ministeri, ecc..) a pubblicare periodicamente i propri bilanci specificando chiaramente entrate ed uscite: avendo cura di pubblicarle in maniera da essere facilmente leggibili da tutti i cittadini.
6. incentivare economicamente i Comuni che raggiungono un'alta percentuale di raccolta differenziata (> 90% ?)
7. obbligare le industrie alla raccolta differenziata di tutti i prodotti (> 90%)- è impensabile che il cittadino debba fare la raccolta differenziata quando l'industria, che conosce perfettamente il proprio ciclo produttivo possa smaltire in discariche o in inceneritori i propri tifiuti!
8. tassare decisamente la costruzione di nuovi immobili e detassare (e magari incentivare) il recupero edilizio ed il restauro di immobili degradati (un edificio degradato e abbandonato procura degrado sociale);
Ferdinando Rizzardo lista civica 5 stelle di Mogliano Veneto

Ferdinando Rizzardo, Mogliano Veneto Commentatore certificato 28.09.09 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Circa un paio di mesi fa, a piazza Venezia, alcuni operai stavano
togliendo le impalcature dalla chiesa di Santa Maria di Loreto per fine
restauro, fin qui tutto regolare. La cosa strana è che 10 giorni fa,
altri operai (forse gli stessi) hanno rimontato di nuovo le
impalcature, a questo punto incuriosito ho chiesto a questi operai per
quale motivo stavano facendo un lavoro stranamente inutile, perchè era
evidente che la chiesa in questione non aveva affatto bisogno di
restauri o ripulite, a questo punto gli operai mi dicono che il
restauro non c'entra nulla le impalcature servono per montare la
pubblicità che sembra rendere qualcosa come 10.000 euro al mese.
Non ho parole, un antichissima chiesa del 1400 al centro di Roma usata
per fare cassa, alla faccia nostra e di tutti i turisti che vengono a
Roma. La cosa è incredibile, sembra che non è limitata solo alla
chiesa di Santa Maria di Loreto, immagino che giro di soldi ci sia
dietro.

Agostino Cascelli 28.09.09 14:05| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di economia, nella difficile economia domestica di tanti italiani, pesa tra le tante tasse una che odio in particolare: la tassa di possesso AUTOVETTURA! Io propongo l'elargimento di una ricompensa al cittadino che usa la bicigletta o va a piedi o usa i mezzi pubblici (spero ecologici).
Sarebbe interessante quantizzare anche in termini monetari il risparmio che deriverebbe da questa tassa al contrario... cioè a fronte di una tassa di possesso di 100€ con conseguente impatto ambientale di 10.000€, non si fa prima a pagare le persone per andare a piedi?

renato vaccaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Un consigliere comunale
di Roma si oppone e una
decisione già presa viene
revocata. Il consigliere è
Federico Guidi (Pdl). La decisione
è invece quella di intitolare alla
memoria di Enzo Biagi una
scuola romana. Una scelta “scia -
g u ra t a ”, secondo Guidi. I seguaci
di Alemanno accolgono l’indi -
cazione e la cerimonia prevista
per il 5 ottobre salta. Mentre Roma
fa retromarcia, nel resto d’Ita -
lia si moltiplicano gli omaggi al
giornalista scomparso. Lo testimoniano
le figlie, Bice e Carla,
chiamate in molte città a inaugurare
monumenti e biblioteche
dedicate a Enzo. Come quella di
Candiolo, un piccolo centro del
torinese dove il sindaco è fiero di
dire che la sua comunità si sente
ben rappresentata dalla libertà e
dall’indipendenza di Biagi.

Continua a pag 6 de "il Fatto Quotidiano" n. 5

cettina. .., isola Commentatore certificato 28.09.09 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Niente da fare: quando si vuole fraintendere, si fraintende.

Io ho stima di Borsellino, come di tutti coloro che sono morti per contrastare la mafia.

Dire che sono stati un po' ingenui non sminuisce la portata del loro sacrificio.

Io dico solo che se fossi un magistrato che indaga su cose scottanti, di quello che vengo a sapere farei non una, ma mille copie, e le distribuirei nel mondo.

Così almeno qualcuna potrebbe salvarsi, anche in caso di mia morte prematura.

Quante vicende si sarebbero potute chiarire, con questo sistema!

insistente-01 28.09.09 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CI SONO AL MONDO I "VUOTI", I SUPERFLUI, GLI AGGIUNTI,I NON REGISTRATI,I PRESI A SPINTONI E PER IL CULO.... QUESTI VOTANO LEGA -PDL

aniello r., milano Commentatore certificato 28.09.09 13:58| 
 |
Rispondi al commento

alò nuovo "post"

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.09.09 13:54| 
 |
Rispondi al commento

LA DITTATURA METTE RADICI QUANDO UN NANO COMINCIA A PENSARE DI ESSERE IL PIU "GRANDE"

aniello r., milano Commentatore certificato 28.09.09 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Il servizio pubblico NON PUO’ e NON DEVE essere sostenuto solo con i soldi dei privati, derivanti dalla pubblicità . Questi potrebbero, giustamente, imporre determinate scelte editoriali. Ma scherziamo? NON SAREBBE PIÙ SERVIZIO PUBBLICO !!!

Viva la RAI
Ci fa crescere sani…viva la RAI
Viva la RAI
Quanti geni lavorano solo per noi…
Viva la RAI
Con il suo impero
Dice la RAI
Soltanto il vero
Viva la RAI
Dimmi da quale parte stai
Viva la RAI
Se sarai buono il tuo Mazinga vedrai
Oppure no…
Dipende dal funzionario RAI
Viva la RAI
Che cosa giusta
E con la RAI
È sempre festa
Viva la RAI
Coi capoccioni e gli operai
In Viale Mazzini
Ci giocano i bambini
Mentre tu, vivi grazie alla RAI/TV
In fondo è la tua mamma
Ti allatta dall'antenna
Mamma RAI, non ti abbandona mai…se no guai!
Viva la RAI
Quante battaglie nei corridoi…
Poveri noi…
Se non si mettessero d'accordo alla RAI
Paghiamo allora questo abbonamento
Per mantenerli in salute e in sentimento…
Perché oramai
Questo cervello
Avrà un padrone lo sai ?
Viva la RAI
Con il suo impero
Dice la RAI
Soltanto il vero
Viva la RAI
Coi capoccioni e gli operai

meri c Commentatore certificato 28.09.09 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Perchè tra le battaglie è scomparso l'abolizione del canone RAI?
Fino a poco tempo fa Beppe Grillo era uno dei sostenitori. Cos'è cambiato?

Antonio I 28.09.09 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Fuori tema:
Morfeo si è di nuovo svegliato!!!
Ha dato del becero a berlusconi!!!!a seguito del -6
e della vergogna!!!(che dovrebbe avere lui)
Perchè gli italiani tutti sono, secondo morfeo,d'accordo che i ns soldati sono andati in Afganistan in azione di pace!!!
Allora per chiarire il concetto definitivamente,perchè mi sono rotto di sentire certe cretinate direi:

1°Per azioni di pace non ci si va armati!
2°Per azioni di pace si va dopo che la guerra è finita con civili!
3°Per azioni di pace si invia ospedali da campo,dottori,imprese per la ricostruzione!
4° Perchè gli usa con i cugini Inglesi non fanno opera di pace con politica e diplomazia,come stanno facendo con L'Iran,invece di andarci con armamenti e bombardieri???
Cittadini i nostri governati ci prendono per il culo!!!
Berlusconi mandaci i tuoi figli !!!
Continuate a votarlo compresi i suoi amici di merenda!!!

oreste mori 28.09.09 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Gelmini: "La Rai "ha tradito la sua missione" di servizio pubblico

Ora ditemi se vuole somigliare sempre più ad una Walkiria vendicativa o meno.

Di chi e di cosa si vuole vendicare?
Di quelli che hanno fatto sapere del "brillante" percorso personale prima di fare quello che sta facendo?

La Rai, al massimo, "tradisce" il ruolo di "servizio pubblico" quando permette che VESPA faccia un "servizio privato" di stuoino al suo personalissimo fonte di godimento e di sottopotere, realizzando un indice di appena il 13 %, mentre SANTORO ne fa quasi il doppio!
Ecco perchè si inc... no!

E poi, mettere in piazza quello che IN TUTTO IL MONDO SANNO o HANNO VISTO da tempo!
Non sta bene... al potere !
Siamo come il "contadino a cui NON DEVI FARE SAPERE" ...

Ovviamente, e come sempre, la buttano in rissa, approfittando che dall'altra parte qualcuno ha le polveri bagnate, gli scheletri nell'armadio a gogò, quindi non può neanche alzare tropo la voce..

Se già un Boffo è stato messo in croce per una mezza caz...a, figurarsi se mettono in piazza le magagne VERE e SOSTANZIOSE come la sanità, i patti bipartisan con chissà chi!

Fa bene chi dice che sono comportamenti da intimidazione mafiosa.

Considerazione circa i "dossier":
se UN CITTADINO è A CONOSCENZA DI UN REATO HA L'OBBLIGO DI DENUNCIARLO,
se non lo fa si fa COMPLICE !

Quindi questo bailamme di DOSSIER o presunti tali non è un metodo "giornalistico": è un metodo altamente mafioso, per di più se appoggiato da chi PER L'ISTITUZIONE CHE RAPPRESENTA dovrebbe PERSEGUIRE i comportamenti mafiosi !

Occorre capire:
FINO A CHE PUNTO la sinistra e la Chiesa si faranno ricattare.
Stanno forse aspettando che si arrivi ad un PUNTO DI NON RITORNO ?

Al Paese non conviene.
Ed é IMMORALE!

SE qualcuno ha scheletri negli armadi, se ne privino e lascino che il Paese SI RIPRENDA !
SE IL TUO PIEDE TI E' MOTIVO DI SCANDALO, TAGLIALO !
Lo ha detto qualcuno di IMPORTANTE! [cfr. Vangelo di Marco 9,38-43.45.47-48 ]

rosario v. Commentatore certificato 28.09.09 13:43| 
 |
Rispondi al commento

non è vero cheuna azienda privatizzata funziona meglio di una azienda pubblica.

A) la dirigenza pubblica o privata che sia determina la funzionalità della azienda perciò se la dirigenza è ok in una azienda pubblica allora funzionerà bene mentre una azienda privata con la dirigenza incapace funionerà male.

B) le aziende pubbliche con buona dirigenza e buona organzizzazione del lavoro funzionano male se la politica ci mangia troppo sopra e ci si "ruba" troppo dentro.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 28.09.09 13:42| 
 |
Rispondi al commento

introddurrei anche il divieto assoluto per le banche di essere soci della Banca d'Italia

giuseppe d.m. 28.09.09 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Ricerca! Beppe la ricerca! Sviluppo e ricerca. Applicazione della ricerca allo sviluppo. Ricerca pura (o di base) finanziata dallo stato attraverso centri specializzati (pochi ma buoni) e trasparenti economicamente e come risultati nel tempo. La ricerca pura non porta risultati come intendiamo noi, ma se si pubblicano le ricerche effettuate allo scadere di ogni anno, tutti possono controllare se ci sono progressi o meno. Aiutare le industrie e i privati a fare ricerca a fini previssati. Tipo defiscalizzazione e non far pagare iva etc...ma solo se vengono rispettate regole fondamentali quali trasparenza sui costi e sugli scopi della ricerca e della struttura, con pubblicazione dei risultati della ricerca dopo 2/3 anni per aiutarli con il segreto industriale. Facilitazione della richiesta dei brevetti e controllo rapido in caso di denuncia. Ricerca, ricerca, ricerca.

Neomeo s Commentatore certificato 28.09.09 13:38| 
 |
Rispondi al commento

secondo me bisogna riappropiarsi della banca d'italia,(oggni in mano a banche private) solo impossessandosi del potere
dell'emissione monetaria diretta, in nome e per
conto dei cittadini, lo Stato evita di regalare i
proventi del signoraggio al sistema bancario e di
spremere i cittadini mediante tasse inevitabilmente crescenti. Lo Stato Italiano SOVRANO potrebbe così finalmente riappropriarsi della possibilità di poter svolgere un' autonoma politica economica,proprio per il fatto di poter rilanciare l'economia senza accrescere l'indebitamento pubblico,invece di lasciare che tale patrimonio venga tacitamente sequestrato da una ristretta cerchia di banchieri.

marecllo mazzotti 28.09.09 13:36| 
 |
Rispondi al commento

"Scajola, decisione ineccepibile". Il ministro Sandro Bondi dice che "la decisione assunta dal ministro Claudio Scajola su Annozero (la convocazione dei vertici Rai, ndr) è ineccepibile e sacrosanta". la convocazione per i vertici di viale Mazzini potrebbe avvenire il 7 o l'8 ottobre.

Zavoli: "No ad atti di censura". Il presidente della commissione di Vigilanza Rai Sergio Zavoli, spiega che "NON SAREBBE LEGITTIMO trasformare una facoltà, di cui il governo ha il pieno diritto, in qualcosa che configurasse atteggiamenti censori, specie quando dovessero corrispondervi indebite richieste di sanzioni soppressione di programmi, licenziamenti".

.....

In Sicilia dicono: "a un cornuto un cornuto e mezzo"

Cosa succederebbe se la Commissione di Vigilanza NON SI PRESENTASSE ALLA CONVOCAZIONE DEL MINISTRO SCAJOLA?...Se il Presidente Zavoli non si presentasse adducendo un qualsiasi pretesto?

D'altra parte il nano quante volte ha eluso le convocazioni dei giudici che lo stavano processando?...per non parlare di Previti...

Presidente Zavoli...se come Lei stesso dice, si potrebbe trattare di richieste NON LEGITTIME...LI LASCI SBATTERE!....cosa potrebbero farle?...Niente! Lei rappresenta un Organismo di nomina PARLAMENTARE e NON Governativa.

LI LASCI SBATTERE AMPIAMENTE NEL LORO BRODO E NEL LORO LIVORE SIMIL-GOLPISTA.

I miei più sinceri rispetti Pres.Zavoli.

Dino Colombo Commentatore certificato 28.09.09 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Avete letto il mini-post a lato?

Borsellino: vittima sacrificale che sapeva di dover morire, si dice.

Ecco, io mi chiedo: ma se sapeva di essere nel mirino di qualcuno, perchè Borsellino non ha depositato i suoi scritti, i suoi dubbi, le sue inchieste, le sue conclusioni, presso una persona fidata?

Molto spesso si sente: documentazione sparita.

Ma chi viene a conoscenza di certe cose, perchè non le mette al sicuro, magari all'estero?

Ma forse Borsellino è stato colto di sorpresa: l'attacco gli è venuto da chi non si aspettava.

Solo ipotesi, chiaramente.

insistente-01 28.09.09 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Francia , un conoscente che lavora nel marketing mi ha confidato che berlusconi a Pargi è considerato un pagliaccio, ma che l'opposizione non esiste o lascia fare.

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento di dire che aggiungerei un punto ai 7 già identificati, quello relativo alla Giustiizia,
Inoltre alla sezione Economia aggiungerei
- aggiungerei una sottovoce riguardante l'evasione e l'elusione fiscale (i cui dettagli sono da pensare attentamente);
- aggiungerei l'obbligo di redigere un'informativa sulla Responsabilità e sostenibilità delle aziende seguendo linee guida riconosciute.

Visto che sono in ufficio....durante questi 5 minuti di pausa ho potuto scrivere solo questo. A breve aggiungerò ciò che ho ancora in testa. Attendo commenti. Grazie. Al 4 ottobre!

Silvana Carcano 28.09.09 13:27| 
 |
Rispondi al commento

1) Non pago il canone RAI nemmeno se mi ammazzano.
Il motivo è che non pago una mazza per un "servizio" che interessa solo a chi lo produce ovvero alla casta regnante qualunque essa sia.
2) Non c'è Santoro che tenga. Lui è in grado di autoprodursi quando saremo liberi.
3) Se il nano incita al non pagamento non me ne fotte un cazzo, diventerà solo più evidente il regime monopolistico a cui è sottoposto il paese.
E renderà più legittimo fargli saltare i ripetitori.

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Il "canone RAI" non è altro che una tassa di possesso.

Si pagano 100 e qualcosa euro l'anno per il possesso di apparecchi televisivi e radio.

Non è per la diffusione dei programmi che si paga, ma perchè si ha un apparecchio che li riceve.

Le campagne contro il "canone RAI" sono dunque pretestuose, perchè partono da una base sbagliata.

Però è sbagliato che l'introito vada alla RAI.

Vada al Ministero delle Finanze, che potrà usarlo per potenziare la rete di servizio.

La RAI faccia come Mediaset: viva SOLO sulla pubblicità.

insistente-01 28.09.09 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che inquietudine impressionante vedere quella folla cieca e osannante che sovrastava quasi la voce di Berlusconi per manifestare il suo odio contro qualche cosa!
Ma non era contro il golpe odioso della P2, né contro il giogo turpe della mafia, o contro la corruzione pubblica che si allarga come un idra, o contro lo sfascio della Costituzione e l'impoverimento del popolo italiano di diritti e valori.
No, quella folla sbraitava il proprio consenso a un 'vergogna' gridato con tutte le forze dal premier contro una scritta apparsa su un muro di Milano e di Livorno e ne faceva lo slogan intero dell'opposizione, tradendo verità e fatti.
E quel 'vergogna' urlato così a sproposito da una folla cieca e fanatizzata contro scritte murali mentre incombono ben altre forze del male risuonava cupo e malefico come le urla di Hitler contro gli ebrei.
E similmente il boato della folla gli corrispondeva.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 28.09.09 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.facebook.com/note.php?note_id=144737882379&comments

Luigi de Magistris: Annozero, noi siamo con Voltaire

Note di Luigi de Magistris

Oggi alle 12.00

Colpirne uno per educarne cento. Per farlo, il braccio operativo della burocrazia, sfruttata come un’arma per aggredire le voci critiche o semplicemente libere dell’informazione. Prima lo stop and go sul contratto di Travaglio (che ancora oggi non ha trovato il via libera e fluttua nell’etere dell’attesa messianica), per cui la dirigenza Rai -imboccata da Palazzo Chigi- invoca una censura preventiva, appellandosi ad una decisione dell’Agcom che niente ha a che fare con il programma di Annozero. Poi la vicenda degli spot mai andati in onda. Infine l’entrata in scena del ministro dello Sviluppo Scajola in tandem con il viceministro alla Comunicazione Romani, che annunciano di voler aprire un’istruttoria sull’ultima puntata della trasmissione di Santoro, rea di aver trasmesso un’intervista a Patrizia D’Addario. Annozero va contrastato e se la sua scomparsa dallo schermo della tv pubblica non è possibile, almeno si deve tentare di ostacolarlo con qualsiasi mezzo, compreso quello burocratico-formale. Ovviamente senza preoccuparsi che questo stesso mezzo sia legittimo o meno, ovviamente senza contare il successo del ‘prodotto televisivo’ premiato dagli ascolti e quindi fonte di reddito per l’azienda Rai. Del resto, se il sistema pubblico affonda è –paradosso dei paradossi- un guadagno per il premier, se il premier è imprenditore dello stesso settore. Con buona pace della res pubblica e di Platone.

(continua al link)

Genny Giugliano (pierecall), Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 13:17| 
 |
Rispondi al commento

tutto questo dovrebbe essere la normalità...

Carlo T., Ravenna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Diffondete ai berlusconian-leghisti che annozero è una trasmissione economicamente autosufficiente grazie agli introiti pubblicitari, e che oltre le spese parte del ricavo va alla Rai, quindi se proprio si vuole disdire il canone, lo si faccia con una motivazione più logica, ditemi che bisognerebbe non pagarlo per il TG1 di minzolini, per Vespa e molte amenità importate dalle tv commerciali!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 13:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento

A Roma 3 ottobre 2009
Manifestazione per la libertà di stampa .
I farabutti in piazza contro il nano malato di onnipotenza mafiosa

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei un'altro punto:
- tassazione delle rendite patrimoniali (azioni, obbligazioni, bot ecc.) in linea con gli altri paesi europei (20, 22 per cento);
E' un principio di equità e giustizia tra le varie fonti di reddito ma , soprattutto, con chi il reddito se lo guadagna con il sudore e la fatica quotidiana.

Gio di Assisi 28.09.09 13:02| 
 |
Rispondi al commento

vittorio feltri!..un genio allo stato brado.
la campagna di vittorio feltri contro il canone rai è sicuramente bipartisan,anche se per opposti motivi...il mastino del nano,però,anche questa volta lancia una campagna che,se andasse a buon fne (speriamo!),non farebbe che danneggiare il suo committente.Infatti la rai,senza canone,non sarebbe più tenuta a rispettare i tetti imposti sulla pubblicità,e questo andrebbe a danneggiare in modo devastante la raccolta pubblicitaria di mediaset!10-100-1000 feltri!..con le sue trovate geniali ci libererà dal tappo.

balbo y. 28.09.09 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo sulle richieste, ma attenti a non cadere dal CAPITALISMO SPECULATIVO al COMUNISMO PADRE, PADRONE.

libertà di espressione, meritocrazia, proprietà privata, ma TASSAZIONE per redditi ed utili oltre i 500.000,00 € al 50% per una EQUITA'SOCIALE.

Questo deve fare ed assicurarci chiunque Governi.

L'attacco alla RAI : INCIVILE E VERGOGNOSO !

Il Premier, Padrone di Mediaset, dovrebbe dimettersi !

POPOLO di pecore,di gossipari e di piagnoni; SVEGLIA !

No Drug 28.09.09 13:00| 
 |
Rispondi al commento


La maggior parte degli italiani pensa che Berlusconi goda di grande prestigio fuori dell’Italia, quando invece è universalmente considerato un pagliaccio.
Alexander Stille,

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 12:59| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento

"Se non sopporti chi è diverso da te, clonati."

ROMA - Grande partecipazione alla fiaccolata contro l'intolleranza svoltasi a Roma su iniziativa del presidente della provincia, Nicola Zingaretti. In corteo per manifestare la loro protesta dopo gli episodi di omofobia e razzismo, esponenti politici di entrambi gli schieramenti dal sindaco Gianni Alemanno all'ex primo cittadino Walter Veltroni. "Se non sopporti chi è diverso da te: clonati", lo slogan della Provincia.

Alemanno in prima fila. Alla fiaccolata, secondo gli organizzatori, ci sono 30 mila persone. Dietro lo striscione di apertura, ha sfilato in corteo da piazza Santi Apostoli al Colosseo, anche il sindaco della capitale, Gianni Alemanno. "Questa fiaccolata è il tentativo del 99 per cento della città di dire 'no' ad ogni forma di intolleranza, di violenza e di discriminazione - ha dichiarato il primo cittadino - la stragrande maggioranza dei romani al di là del colore politico, degli orientamenti religiosi e culturali rifiuta la violenza e con questa manifestazione lo dimostra molto semplicemente insieme alle istituzioni"

L'Arcigay. Soddisfatto della partecipazione di Alemanno il presidente onorario dell'Arcigay, Franco Grillini: "Il fatto che questa sia una manifestazione nazionale alla quale hanno partecipato anche esponenti di rilievo della destra italiana, come Alemanno, è importante perché dimostra ai gruppetti di estrema destra che non hanno alcuna copertura da parte dei politici"....


Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 28.09.09 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Argomento Fallimenti:
quando un piccolo imprenditore fallisce, non dovrebbe essere trattato come un delinquente. Nella maggior parte dei casi si tratta di persone che hanno perso tutto. Questi poveretti non possono più avere una vita privata, non possono avere un conto corrente, non possono votare nelle elezioni. Il fallimento molte volte si protrae per più di dieci anni con una spesa in curatori fallimentari e procedure legate al fallimento che spolpano l'azienda di quei pochi soldi che sarebbero dovuti andare ai creditori.

Umberto Valle 28.09.09 12:58| 
 |
Rispondi al commento


Come la stampa. Che in realtà, più che forte, appare vulnerabile.
«La stampa oggi è in pericolo non solo a causa di Berlusconi; è in pericolo se non fa il suo mestiere, se vive nel sentimento del pericolo. Spesso si ha l’impressione che i giornali italiani si censurino in anticipo, temendo chissà quali ritorsioni. I tedeschi chiamano questo atteggiamento, fortissimo durante il periodo nazista, vorauseilende Gehorsamkeit: l’obbedienza che corre con la fretta di arrivare prima ancora che giunga l’ordine. I giornali tuttavia sono in pericolo comunque, con o senza Berlusconi: ovunque siamo in crisi e perdiamo lettori perché non sappiamo più dare un’informazione diversa qualitativamente da internet e televisione. Non opponendoci ci rendiamo non solo vulnerabili, ma alla lunga anche poco credibili verso i lettori»

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 12:58| 
 |
Rispondi al commento


«Ricordando Montesquieu: il potere necessariamente tende a dilatarsi abusivamente e per questo sono necessari contropoteri forti, autonomi, che lo frenino. Tende a dilatarsi abusivamente anche il potere della maggioranza e dell’opinione pubblica maggioritaria, che pure fondano la democrazia. Quando Berlusconi denuncia i poteri forti, denuncia in realtà la forza dei contropoteri».

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 12:56| 
 |
Rispondi al commento


Santoro,Floris,Bignardi e RAI3


TRE BUONI E SOLI MOTIVI PER PAGARE ANCORA IL CANONE RAI!

EdoHard Commentatore certificato 28.09.09 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


«Più che di disincanto, parlerei di incantamento, di narcosi. E dalle bolle dell’ultimo ventennio - non solo finanziarie ma soprattutto mentali, compresa quella di Berlusconi e della politica spettacolo - solo il disincanto ci salverà, solo se la bolla scoppia apriremo gli occhi a quel che succede. La fedeltà alla Costituzione non produce incanto. È qualcosa di asciutto, di secco, ed è anche una passione, che tanti servitori dello Stato hanno pagato con la vita».

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 12:53| 
 |
Rispondi al commento

di Elisabetta Ambrositutti gli articoli dell'autore

"Un sogno sciagurato di unanimismo e di abolizione del conflitto, della diversità, delle opposizioni": è l’Italia di Berlusconi, secondo Barbara Spinelli, scrittrice e autorevole voce del giornalismo italiano. Un’Italia che appare assai più vicina al suo vecchio avversario “comunista” di quanto il suo premier non voglia far credere. «La sinistra extraparlamentare era caratterizzata da sprezzo dello Stato, delle istituzioni, della maestà della legge, della costituzione. Bene, da questa atrofizzazione del pensiero non siamo ancora usciti, l’opera di distruzione continua pur essendosi spostata a destra. Ci vorrebbe una rottura di continuità, sia rispetto agli anni ‘70 sia rispetto agli anni Berlusconi, due fenomeni che sono facce apparentemente diverse della stessa
da Barbara Spinelli

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Caro sig. grillo,
le scrivo per comunicarle che ultimamente ho seguito con disgusto le vicende politiche del paese e mi son deciso ad entrare in azione.
Non sono mai stato un attivista politico per via della mia indole abbastanza timida e ritirata, ma ultimamente vedendo un documentario sul nostro primo ministro, (che più in là chiamerò piccolo monarca),creato dal canale statunitense Wide Angles, il disgusto e la consapevolezza dello stato di cose attuali del nostro amato paese ha creato in me un impellente bisogno viscerale di fare qualcosa.

Sappiamo ormai senza ombra di dubbio che i mezzi d'informazione sono quasi tutti in mano del piccolo monarca e i partiti dell'opposizione sono molto probabilmente in vacanza, assenti, poveri di iniziative. Riconosco che i partiti dell'opposizione non hanno molta possibilità di replica, dato il golp mediatico creato dal piccolo monarca, ma la storia ci insegna che certi partiti politici hanno sempre operato dal basso e creato i propri mezzi di comunicazione di massa. Partendo da questo assunto vorrei proporre a lei e ai suoi gruppi di far circolare questo documentario, menzionato sopra (dato che il documentario è stato censurato totalmente nel nostro paese, credo fino ad ora), come le famose lettere di S. Antonio dove ognuno masterizza dieci CD e li lascia in posti pubblici per essere trovato da altri. Ovviamente il CD dev'essere corredato da un depliant informativo fotocopiato che spieghi il meccanismo di replicazione e diffusione, oltre a poche righe di introduzione e motivazione dell'iniziativa.
Spero che questa idea, un po anomala rispetto ai mezzi disponibili oggi (internet), possa attirare la sua attenzione e approvazione, e creare nella gente la voglia di fare qualcosa perchè questo stato di cose possa cambiare.
Gringraziando per la sua disponibilità e pazienza nel leggere questa mia mail, e nella speranza che abbia seguito l'iniziativa, la saluto cordialmente.

La primula rossa

marco mascia 28.09.09 12:50| 
 |
Rispondi al commento

"L'obiettivo di imbavagliare la stampa d'opposizione viene perseguito con questi metodi frettolosamente sgangherati, quasi provocatori, da servitù affannata per esaudire, in un modo o nell'altro, i desideri del capo. L'urgenza di Berlusconi di nascondere la sua vera "storia di un italiano" è tale che non c'è più tempo per mediazioni, per i ricami diplomatici di un Letta o i cavilli giuridici di un Ghedini. Il potere berlusconiano va avanti di spada per tagliare l'ultimo nodo democratico, la stampa d'opposizione, che lo separa dall'egemonia assoluta. Si tratta di un disegno tanto chiaro che potrebbe capirlo perfino l'opposizione politica, pur nel suo marasma ideologico. Un'opposizione cui ormai il premier, nel delirio polemico, attribuisce finanche le scritte sui muri di Milano contro i parà uccisi. Se passano questi sistemi, non ci sarà più margine di trattativa, ma una disonorevole resa. Si gioca molto o tutto in pochi giorni, da qui a sabato. Poi rimane solo il cartello di fine trasmissioni.

Curzio Maltese su La Repubblica.

(28 settembre 2009)

http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/rai-3/maltese-resa-conti/maltese-resa-conti.html

Dino Colombo Commentatore certificato 28.09.09 12:49| 
 |
Rispondi al commento

Papa: «Occorrono politici credenti
e credibili»

...non si è lasciata attendere la posizione vaticana alla tentata manipolazione del nano che lo ha atteso a fiumicino...è solo l'inizio...sono curioso di vedere come sarà dilaniato dalla chiesa. sentite le pale dell'elicottero come disse beppe?

interessante la posizione più marginale che ne da la repubblica rispetto al corriere...ma come dopo mesi di strepitio sugli scandaletti sessuali, che non portano a nulla...o forse proprio perchè non portano a nulla...

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


"Vergogna, vergogna, vergogna
che Berlusconi governi ancora
che sia ancora in libertà con tutti i reati compiuti in vita
che ci rappresenti all'estero
che sia un clown
un mascalzone provato
un corruttore
un socio in affari con i peggiori delinquenti del mondo
un avsore
un bugiardo
un trombone
farebbe affare anche con Hitler non solo con la mafia.
Mi vergogno di essere italiano, sono antitaliano finchè c'è Berlusconi.
bisogna reagire
reagire reagire

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 12:48| 
 |
Rispondi al commento

QUANTE BELLE COSE CARO GRILLO. MA NON DICI NIENTE PER AUMENTARE GLI STIPENDI, FARE QUALCOSA PER I PENSIONATI E PER LE FAMIGLIE POVERE

giacomo c 28.09.09 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente d'accordo, specialmente sulla parte che propone di fissare un limite massimo degli stipendi! So che potrei sembrare una mitomane a dire quel che sto per dire, ma è da quando ero bambina (facevo le scuole medie all'inizio degli anni '80) che mi domando come mai nessun governo del mondo ci abbia ancora pensato! Ricordo perfettamente di aver visto alla tv in una trasmissione di Piero Angela una animazione tipo cartone animato dove un tizio ben vestito stava stravaccato sulla poltrona da ufficio con i piedi sulla scrivania e uno "stormo" di banconote in fila entrava dalla finestra e gli si infilava nelle tasche, gonfiandole ben bene! Intanto, altrove, un tale faticava sempre di più, facendo lavori pesanti (forse zappava la terra, o lavorava in miniera, non ricordo bene...) sempre più a lungo e producendo sempre di più e sempre più in fretta, ma... ecco che dalle tasche di questo poveraccio stremato prendeva il volo proprio quel codazzo di banconote che andava a infilarsi nelle tasche del "fannullone" appisolato alla scrivania! E la voce fuori campo spiegava che il denaro esiste in quantità limitata: se da una parte aumenta, altrove diminuisce! Fin da allora sono diventata molto attenta "agli sprechi" e continuo a dire che basterebbe mettere un limite alla ricchezza individuale di ognuno di noi per ridurre enormemente il problema della povertà e dell'ingiustizia. Invece provo profonda tristezza vedendo che gran parte delle persone di questo pianeta sono disposte a qualsiasi cosa pur di CONTINUARE AD AUMENTARE SENZA FATICA il proprio gruzzolo. E se ne fanno un vanto!
Grazie infinite Sig. Grillo.
Tiziana

Tiziana Pastore 28.09.09 12:42| 
 |
Rispondi al commento

" - vietare la nomina di persone condannate in via definitiva (es. Scaroni all’Eni) come amministratori in aziende aventi come azionista lo Stato o quotate in Borsa"
Istituiamo una pena accessoria, per reati di particolare importanza sociale, tale da escludere il condannato in giudicato anche dalle aziende private. Si veda il caso di Eutelia.

- tetto agli stipendi: si, ma concertati con il resto del mondo. Non vorrei che ci giocassimo i manager

- abolizione dell'indigenza: la spesa sociale deve avere priorità su ogni altra pubblica spesa. Mi importa una sega di comprare armi se ci sono cittadini italiani che mangiano il cibo dei gatti! Basta tagli alla sanità per aumentare il budget dell'esercito.

- la Ricerca e lo Sviluppo facciano parte del piano per l'economia, o non ne usciamo.

LA LEGGE BIAGI NON VA ABOLITA, VA APPLICATA PER BENE
Non si applica a lavori che non prevedano alto contenuto professionale. Call Center, pulizie, raccolta rifiuti: tutte truffe ai danni dello Stato.
Si possono applicare ai professionisti (ing. informatici, architetti, geometri...) come alternativa alla P.IVA. La retribuzione va fissata come da legge (media della tariffa di un professionista). La ASL 9 aveva ottenuto risultati in merito. Responsabilità penale (e diritti ispettivi) dei sindacalisti (RSU) su quanto fa l'azienda e i di lei fornitori.

- RETRIBUZIONI e COSTO DEL LAVORO: troppo basse le prime, troppo alto il secondo. Entrambe le entità vanno portate a livelli europei.

- GIUSTA CAUSA: i dipendenti che rubano vanno licenziati, se un'azienda non ha lavoro ha facoltà di spendersi per ricollocare la risorsa in altre aziende.

- FORMAZIONE: in settori ad alto contenuto tecnico, imporre formazione del personale (multe a chi non lo fa).
Questo previene la disoccupazione. E' parte della responsabilità sociale d'impresa.

- SOSTEGNO: se la Fiat non ce la fa, che chiuda. Avanti un altro.

Marco G., Torino Commentatore certificato 28.09.09 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Accadono anche cose positive. Grazie anche a chi ha testimoniato. Bisogna aiutare le persone che subiscono ingiustizie. Non far finta di non vedere.


«Gli immigrati si difesero dai vigili violenti dell’Eur»

Approfittarono del potere concesso loro dalla divisa commettendo «gravi scorrettezze e gratuiti atti di violenza», perciò quella dei due senegalesi fu una «legittima reazione a comportamenti illegittimi, vessatori e brutali». Sono queste le motivazioni della sentenza con cui la quinta sezione del tribunale ha assolto lo scorso 20 aprile Alioune Badara Fall e Insa Ndiaye, i due immigrati protagonisti della rissa con i vigili urbani del XII gruppo in viale Europa, all'Eur, nel febbraio dello scorso anno. Gli extracomunitari, secondo l'accusa, avevano aggredito con calci, pugni e morsi le guardie municipali che li avevano fermati per un controllo contro l'abusivismo.

Per gli ambulanti e diversi cittadini intervenuti in loro soccorso l’aggressione era invece partita dai vigili urbani. Uno dei due senegalesi, colpito al volto con un pugno e al ventre con una ginocchiata, era rimasto svenuto in terra per mezz'ora, con il tubo di scappamento dell'auto della polizia municipale accesa a pochi centimetri dalla bocca. Il giudice Antonio Bevere ha accolto la tesi dei due imputati giudicando «pienamente affidabili» i testimoni portati in aula dalla difesa e, al contrario, ha espresso un giudizio negativo sulla credibilità dei testi dell'accusa, «sia per l'evidente interesse, sia per l'irrazionalità e la clamorosa non veridicità della loro versione». Il magistrato ha trasmesso gli atti alla procura affinchè indaghi sugli eventuali reati commessi dalle guardie municipali, che «violarono la legge» ispirandosi «a un chiaro proposito di sopraffazione».

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 28.09.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Migliaia di adesioni alla nostra iniziativa (de "Il Giornale", ndr) per non pagare la tassa Santoro (il canone Rai, ndr). Con noi anche molti vip: da Moser a Zeffirelli. La Gelmini: "Soldi solo a chi fa servizio pubblico". Castelli: "Lo diciamo da 20 anni". Viale Mazzini trema. Se volete aderire alla campagna contro il canone Rai scrivete al direttore Vittorio Feltri: nocanone@ilgiornale.it. Scaricate e stampate il modulo da spedire alla Rai per la disdetta dell'abbonamento.

AhAhAhAhAhahAhAhAhAhAh..............................

off topic 28.09.09 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, qui sotto vi alleghiamo l?intervento dell?Avvocato Domenico D?Amati sulla volontà di di intervenire contro Annozero manifestata dai ministri Scajola e Romani. Come leggerete le intenzioni del Governo non solo si collocano al di fuori di ogni prassi istituzionale, ma sono in aperta violazione dei dettami costituzionali, così come già stabilito dalla Consulta. Vi chiediamo quindi, come già in passato abbiamo fatto, di amplificare questo messaggio in modo che più gente possibile conosca la verità su questa storia. Grazie a tutti La redazione di Annozero Annozero: il minculpop di Scajola e Romani contro la Corte Costituzionale di Domenico d'Amati Il contratto di servizio della RAI non consente affatto al Governo di svolgere istruttorie sui contenuti di una trasmissione di informazione, né di chiederne ragione ai vertici della RAI, né di promuovere l?intervento dell?AGCOM. L?art. 39 del contratto fa salve le competenze delle altre istituzioni. Anche di recente, con la sentenza n. 69 del 13 marzo 2009, relativa al caso Petroni, la Corte Costituzionale ha escluso qualsiasi possibilità di interferenza governativa sulla gestione editoriale della RAI ed ha affermato che la Commissione parlamentare di vigilanza ha il compito di mantenere gli amministratori della concessionaria al riparo da pressioni e condizionamenti. Fermo restando che Santoro ha aperto la sua trasmissione a tutte le voci, va ricordato che nella stessa sentenza della Corte Costituzionale si legge: ?l?imparzialità e l?obiettività dell?informazione possono essere garantite solo dal pluralismo delle fonti e degli orientamenti ideali, culturali e politici, nella difficoltà che le notizie ed i contenuti dei programmi siano, in sé e per sé, sempre e comunque obiettivi?. Quanto alla possibilità di intervento dell?AGCOM in materia, la stessa RAI l?ha negata, ricorrendo al Tribunale Amministrativo Regionale nel marzo 2009 contro le misure sanzionatorie applicate dall?Autorità per i programmi di Fazio e di

Sabina M. 28.09.09 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Sulla cittadinanza agli extracomunitari io andrei molto cauta.

Perchè, come purtroppo si è visto in casi anche recenti, non basta risiedere per cinque, o anche dieci anni in un Paese per assimilarne i DOVERI.

Infatti, mentre è assai veloce ad approfittare dei DIRITTI, questa gente sui DOVERI fa un po' orecchio da mercante.

Ci vorrebbero poi regole serie, per dare validità ad una cosa così importante: conoscenza (quasi) perfetta della lingua italiana, della Costituzione Italiana, delle leggi italiane (anche in materia di burqa), rifiuto delle pratiche non consentite in Italia, tipo la poligamia, l'infibulazione, o l'assassinio delle figlie solo perchè frequentano un cristiano.

Insomma, un bell'esame, svolto da una struttura ad hoc.

Un'agenzia che vigili anche sui matrimoni fasulli, sulle colf e badanti che una volta avuto il permesso di soggiorno si fanno "datori di lavoro" per altri del loro gruppo, sui permessi di soggiorno venduti, sui cinesi che si passano l'identità, e così via.

Che bisognerà creare, aggiungendo costi a costi, ma che almeno metterà un po' d'ordine nel marasma dell'immigrazione.

insistente-01 28.09.09 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Programma sull'economia.
Dovremmo aggiungere a mio parere altri 2 punti al programma:
- la cosidetta carbon tax, di cui si dibatte da 20 anni, vale a dire la tassa sulle esternelizzazioni: perché chi vive a roma zona ovest deve beccarsi tutto il puzzo della discarica di malagrotta (che tra parentesi se puzza non è a norma con le coperture di terra...) gratis? Il proprietario della discarica, che ci guadagna e molto, deve pagare per il danno che ricevono i cittadini della zona, e questo è solo un esempio. Il bene pubblico è appunto di tutti, non di nessuno, perciò se anche talvolta è "necessario" inquinare, questo diritto va comprato per risarcire la collettività (una sorta di Bucalossi dell'inquinamento).
- le tasse: inutile raccontarcela: c'è una sperequazione fra quanto pagano imprese e autonomi e quanto i dipendenti. Però è vero che il rischio va remunerato, se no chi te lo fa fare, solo la necessità perché non trovi un altro lavoro? Perciò a mio parere va fatto un "annozero" delle tasse: chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto, si portano le aliquote massime al 30% ma se becco ancora uno che evade gli porto via tutto senza appello, con revocatoria per le intestazioni di comodo a prestanome o a società. Magari entro 10 anni, ma un controllo arriva, e quando arriva se hai evaso anche uno spillo ti lascia in mutande. Poi c'è il problema di come controllare i controllori, perché chi lavora in proprio sa benissimo che tangentopoli non è mai neppure stata sfiorata, è ben viva e vegeta a tutti i livelli.

Francesca Severi 28.09.09 12:35| 
 |
Rispondi al commento


Ricordi, Grillo?

"Stampano i soldi e ce li prestano!":)

E, aggiungo, comandano e stracomandano, naturalmente! Fanno governi,ne abbattono, fanno guerre,fanno paci, fanno le crisi! Questa crisi è il loro capolavoro, sommata alla guerra permanente ed infinita al "terrorismo".
Siamo già ad INGSOC!

Cosa vogliamo incidere con le tue proposte?
Vogliamo giocare a combattere per finta?

Fino a quando stamperanno i soldi, li prestano agli stati, i quali glieli tornano a loro stessi (alle banche), in un corto circuito che serve solo ad aumentare il debito pubblico a vuoto, facendo finta di combattere la crisi, salvo poi lamentarsi per finta con le banche medesime, nel frattempo che indebitano gli stati con guerre, catastrofi annunciate e terrorismi, il loro potere non potrà che continuare a crescere su scala logaritma.

Sancho

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Caro fratello, in itaglia il 99% a questa storia non ci crede !!

tempo perso, fai le valigie !!

juan miranda 28.09.09 12:27| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Adozione del software libero in tutta la Pubblica Amministrazione!!!

Cristiano C., Dublino Commentatore certificato 28.09.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia del 2009, una nazione che è tornata indietro di 70 anni, al fascismo europeo e al razzismo statunitense. fuori dal tempo.
inquietante che siano due adolescenti, figlie del loro tempo e ancora più inquietante la polizia.
l'Italia è in una posizione drammatica, fuori da ogni contesto reale mondiale, dove il dialogo, l'apertura e il dialogo sono la quotidianità.

Roma, chiede di non fumare sul bus
presa a schiaffi e insultata: "Brutta negra"
L'episodio nel quartiere di Tor Bella Monaca, estrema periferia. La donna è stata picchiata davanti alle sue bambine da due adolescenti italiane. "Mandate via dagli agenti senza essere identificate"

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 12:23| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie beppe,

però accelleriamo dobbiamo essere pronti a scaricare questa gentaglia...

non sara una passeggiata ci sara da lottare in tutti i campi: tv, giornali piazza botte ...

w beppe grillo

KOBA KOBA Commentatore certificato 28.09.09 12:23| 
 |
Rispondi al commento

gli italiani pensano

che psiconano (scopaduce)

e amato nell mondo

ma non e cosi

tutti lo vedono come

un idiota come

un clown come

un NIENTE

hahahahahahahahahaha

marco k. Commentatore certificato 28.09.09 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Giro di vite sulle garanzie costituzionali e i media: il governo ha limitato i diritti sanciti dalla Costituzione per un periodo di 45 giorni, prevedendo anche la possibilità di chiudere i mezzi di comunicazione ostili e dando più poteri alle forze armate per il rispetto "dell'ordine pubblico".

Nelle ultime settimane c'erano state, d'altra parte, diverse trasmissioni contro il Governo golpista e a favore dell'opposizione che ieri aveva lanciato un appello a marciare sulla capitale, come "offensiva finale" contro il governo golpista. ....aveva poi definito, in serata, "una barbarie" le restrizioni alla libertà di stampa.

Il decreto governativo proibisce (...)le dichiarazioni dei media che vadano contro "le risoluzioni del governo" o possano alterare "il rispetto della pace e l'ordine pubblico". Nel precisare che le forze armate sono autorizzate a sostenere la polizia "per garantire l'ordine".

Alcune reti radio e tv, prosegue il decreto, "stanno diffondendo odio e violenza contro il Governo, lanciando appelli all'insurrezione popolare. La Commissione per le telecomunicazioni è quindi autorizzata, tramite la polizia e le forze armate, a sospendere ogni radio, tv o via cavo che non rispetti i programmi dettati dalle presenti disposizioni".

Nel mirino... sono già finiti alcuni programmi e televisioni che più volte in queste ultime settimane si è cercato di oscurate con l'accusa di diffondere le notizie non gradite al Governo .

....

Tranquilli...qui sopra si parla 'solo' dell'Honduras (per ora...)

(Libero adattamento da un articolo di oggi di Repubblica.it)

Dino Colombo Commentatore certificato 28.09.09 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono assolutamente d'accordo, specialmente sulla parte che propone di fissare un limite massimo degli stipendi! So che potrei sembrare una mitomane ha dire quel che sto per dire, ma è da quando ero bambina (facevo le scuole medie all'inizio degli anni '80) che mi domando come mai nessun governo del mondo ci abbia ancora pensato! Ricordo perfettamente di aver visto alla tv in una trasmissione di Piero Angela una animazione tipo cartone animato dove un tizio ben vestito stava stravaccato sulla poltrona da ufficio con i piedi sulla scrivania e uno "stormo" di banconote in fila entrava dalla finestra e gli si infilava nelle tasche, gonfiandole ben bene! Intanto, altrove, un tale faticava sempre di più, facendo lavori pesanti (forse zappava la terra, o lavorava in miniera, non ricordo bene...) sempre più a lungo e producendo sempre di più e sempre più in fretta, ma... ecco che dalle tasche di questo poveraccio stremato prendeva il volo proprio quel codazzo di banconote che andava a infilarsi nelle tasche del "fannullone" appisolato alla scrivania! E la voce fuori campo spiegava che il denaro esiste in quantità limitata: se da una parte aumenta, altrove diminuisce! Fin da allora sono diventata molto attenta "agli sprechi" e continuo a dire che basterebbe mettere un limite alla ricchezza individuale di ognuno di noi per ridurre enormemente il problema della povertà e dell'ingiustizia. Invece provo profonda tristezza vedendo che gran parte delle persone di questo pianeta sono disposte a qualsiasi cosa pur di CONTINUARE AD AUMENTARE SENZA FATICA il proprio gruzzolo. E se ne fanno un vanto!
Grazie infinite Sig. Grillo.
Tiziana

Tiziana Pastore 28.09.09 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ho 67 anni e quanto lamentavano i vecchietti, quando ero bambino è, sotto l'aspetto sociale ancora attuale.
Non c'è piu' niente che possa meravigliarmi, nè che il capitalismo seguita a manovrare i politici né che, adesso, i politici riescano a manovrare i Sindacati, la Stampa, la Magistratura ecc..ecc..
Se non si scuote la gente dal torpore, in cui è stata trascinata e si torna alle grandi manifestazioni di piazza, penso che le sole chiacchiere non riescono, aimè, a cambiare una situazione politica ed economica che è stata creata proprio con le "chiacchiere".
Comunque da buon ITALIANO non mi rassegno e combatterò, con ogni mezzo legale, per cambiare questo schifoso modo di governare, dove tutto è lecito e non esistono piu' corretti punti di riferimento.

Francesco Sabatini 28.09.09 12:13| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe necessario introdurre un prezziario per le aziende- in italia esistono srl a perdere ovvero aziende che lavorano conto terzi sottocosto sapendo preventivamente di fallire- queste aziende generano a favore delle committenti una corsa al ribasso , costringendo le aziende virtuose e regolari al suicidio- l'obbligo di lavorare a dei tariffari minimi fissati dalla CCIA identici su tutto il territorio nazionale impedirebbe 1 la creazione di queste ditte fantasma 2 l'illecita concorrenza e la forzatura dei prezzi da parte delle committenze 3 la chiusura di ditte sane che rispettano le regole 4 un cospicuo danno all'erario a livello di gettito fiscale 5 una migliore distribuzione del reddito (una grande industria sarebbe obbligata a pagare il giusto i piccoli fornitori e non sarebbe piu' in grado di obbligarli a lavorare in perdita per acquisire le commesse).

cristiano marchesini (magnum pc), piacenza Commentatore certificato 28.09.09 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Gianfranco Fini aveva da dire qualcosa dieci giorni fà, ammetteva che c'erano problemi nel PDL.


Lunedi scorso, una settimana fà, ha incontrato Bel-Loscone a Roma.

Da allora non una sola parola su i problemi della PDL....

Fini parla della cittadinanza per gli extracomunitari, cosa che non interessa a nessuno.

E si incazza pure !


VUOI VEDERE CHE BEL-LOSCONE LUNEDI SCORSO A FINE GLI HA STACCATO UN BEL ASSEGNONE ?

MA ALLORA I PROBLEMI DELLA PDL ERANO SOLO DI CARATTERE ECONOMICO ?


FINI, dopo AN, SI E' FATTO COMPRARE DI NUOVO !


GIANFRANCO FINI, MA QUANTO COSTI AL CHILO !!??!!!!??????????!!!!!!!!


Azzzzzzzz!


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 28.09.09 12:10| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ieri sera, a presa diretta, hanno fatto vedere, dove e anche un pò in che modo, si dovrebbero(devono) investire i soldi; perchè tutti i cash recuperati dai bonus milionari, dei manager, e dai tagli come dai tetti per i loro stipendi non possiamo investirli nel nostro patrimonio artistico?
Beppe chiedo ufficialmente, che questa mia semplicissima considerazione, venga coinvolta tramutandola in un punto del programma per l'economia. E sia attuata, come gli altri.
grazie

michele c. Commentatore certificato 28.09.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

TROVO QUASI STRANO CHE, DOPO circa un anno che ti leggo, SIA SEMPRE STATO D'ACCORDO CON TE E CON TUTTO QUELLO CHE DICI.
Senza eccezioni, mai una cosa fuori posto o fuori dalle righe.
E allora mi chiedo, ma come si fa ad ignorare, in Italia, una persona come Grillo, che dice solo cose giuste, condivisibili, trasparenti, comprensibili e financo intelligenti? Quegli organismi che si chiamano partiti, dovrebbero fare lotte per accaparrarsi cotanta persona. Sicuramente avrebbe vinto le elezioni il PD, ma, se hanno preferito così, vuol dire che il loro tornaconto ce l'hanno di sicuro e intanto noi, grazie a loro, continuiamo a sorbirci mr. Bagonghì (et ses femmes).

benedetti enrico 28.09.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

mah, ho la sensazione che non stiamo vincendo.
d'altro canto, i jolly ce li hanno tutti loro.
certo è che sicuramente rompiano i coglxoni un bel po'.

ormai pensano a noi almeno tanto quanto pensiamo a loro.

non gratifica ma è una bella conquista.

adesso effettivamente si tratta di vedere chi cede per primo o si cimenta in una giocata da genio ...

niamo suppo 28.09.09 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Qualcosa che aggiungerei al programma di economia:
- in contemporanea con la riduzione della spesa pubblica (eliminazione delle provincie e di altre migliaia di enti inutili ed inefficienti e di tutti i privilegi) rivedrei le aliquote fiscali per i redditi piú bassi, che sono i redditi della maggioranza degli italiani. L’aliquota piú bassa per redditi fino ai 20.000 euro dovrebbe essere intorno al 12/15%. Poi per redditi tra i 20.000 e i 30.000 un’aliquota del 22/25%. Oltre i trentamila rimarrei con le aliquote attuali. In questo modo molte famiglie italiane tornerebbero ad avere una vita dignitosa e non dover effettuare salti mortali per arrivare alla fine del mese. Ovviamente tale modifica deve essere effettuata con una base di fattibilitá, nel senso che ció porterá ad una notevole diminuizione delle entrate statali a cui deve corrispondere una pari diminuizione di spese. Ma sotto questo punto di vista credo che di migliorie ce sono da impazzire.
- riforma pensionistica: il sistema pensionistico italiano non é piú sostenibile anche perché nel frattempo le aspettative di vita si sono allungate notevolmente. E se vogliamo che gli attuali giovani lavoratori avranno una pensione un domani, bisogna riformare. Siamo uno dei pochi paesi in Europa dove si va in pensione a 60 anni e anche meno. Dovrebbe essere aumentato a 65. Peró se in Italia parli di scaglioni li senti te i sindacati!

Cristiano C., Dublino Commentatore certificato 28.09.09 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Ricordi, Grillo?

"Stampano i soldi e ce li prestano!":)

E, aggiungo, comandano e stracomandano, naturalmente! Fanno governi,ne abbattono, fanno guerre,fanno paci, fanno le crisi! Questa crisi è il loro capolavoro, sommata alla guerra permanente ed infinita al "terrorismo".
Siamo già ad INGSOC!

Cosa vogliamo incidere con le tue proposte?
Vogliamo giocare a combattere per finta?

Fino a quando stamperanno i soldi, li prestano agli stati, i quali glieli tornano a loro stessi (alle banche), in un corto circuito che serve solo ad aumentare il debito pubblico a vuoto, facendo finta di combattere la crisi, salvo poi lamentarsi per finta con le banche medesime, nel frattempo che indebitano gli stati con guerre, catastrofi annunciate e terrorismi, il loro potere non potrà che continuare a crescere su scala logaritma.

sancho . Commentatore certificato 28.09.09 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNITA'
================================================
PER MANDARE b IN GALERA DOBBIAMO ESSERE UNITI.

PER FARLO DOBBIAMO ESSERE UNITI.

QUINDI:

VIA I VARI dalema,fassini,veltroni,e compagnia bella CHE NON SOLO DANNEGGIANO MA ANCHE SONO CONTRO A UNA REALE VISIONE DI COME FARE POLITICA.

SCENDERE IN PIAZZA COMPATTI,L'ITALIANO SEMBRA MA NON E' SCEMO:FAR VALERE I NOSTRI DIRITTI DI DEMOCRAZIA E DI INFORMAZIONE.

FAR ENTRARE NELLE TESTINE DI CHI VEDE RETE 4 CHE LA REALTA' E' BEN DIVERSA.

FAR PAGARE LE TASSE ANCHE ALLA CHIESA ROMANA.

UN NOME = UNA SCELTA.

COINVOLGERE NON SOLO CHI ATTUALMENTE COMBATTE MA ANCHE CHI NON VUOLE SCHIERARSI DATA L'ATTUALE SITUAZIONE.

BANCHE CHE SIANO BANCHE E NON RICICLATORI.

GIORNALISTI.(SONO ESLUSI QUELLI CHE ,PUR SAPENDO CHE SBAGLIANO,CONTINUANO A SCRIVERE CON LA SCUSA CHE ANCHE LORO DEVONO MANGIARE)

SENZA UNITA' COL CAZZO CHE b E COMPAGNIA BELLA FINISCE AL PATIBOLO.

CHARLES BUKOWSKI


HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 28.09.09 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Due punti da proporre a Beppe molto importanti sul piano sociale e soprattutto necessari per far risparmiare allo Stato un bel gruzzolo di danaro.

PRIMO PUNTO:
per quanto riguarda il sitema assistenziale, proporrei l'abolizione degli assegni familiari per i redditi superiori a 2000 euro (vi garantisco che ce ne sono a bizzeffe nel nostro paese);

SECONDO PUNTO:
in una ipotetica, ma forse ineludibile, riforma del sistema previdenziale, invece, proporrei un vitalizio unico per tutti i cittadini italiani, corrispondente ad un importo sufficientemente opportuno per campare adeguatamente (esempio 1500 euro). A tutta quella massa di merda che lamenterà di aver contribuito al sistema previdenziale versando quote maggiori e che il tenore di vita tenuto durante la vita lavorativa non consente un reddito minore, si potrà proporre una pensione integrativa a loro totale carico, mentre per il tenore di vita son cazzi loro.

Antonio Scherillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 12:05| 
 |
Rispondi al commento

1-Creazioni di aree industriali pubbliche dove un imprenditore possa affittare i servizi e investire nell'attività concentrando gli sforzi sul prodotto e non sul mattone. Gli enti pubblici potranno quindi investire in energie alternative e offrire questi servizi.
2-Versamento dell'IVA all'incasso
3-Contributi statali direttamente alle imprese e non alle banche....
4-Tassazione alle imprese anche in funzione del loro bilancio energetico I/O
5-Contratti di lavoro detassati per le imprese solo se fanno parte di un progetto in cui collaborano istituti scolastci di qualsiasi livello.
6-Abolizione delle province
7-Abolizione dei preti operai
8-Obbligo per le imprese e i dipendenti a frequentare almeno una settimana all'anno di corsi di formazione senza costi aggiuntivi per l'impresa.
9-Equiparazione dei benefit nei vari contratti di lavoro (produttivo,commerciale,statale,bancario..)
10-Obbligo di maggiore pubblicità per le gare di appalto pubblico (vedi caso NTV).
11-Ristrutturazione completa delle FS e dei rapporti con il territorio e le istituzioni regionali. Facilitazioni al trasporto intermodale e alle bretelle private per servire gli stabilimenti.
12-Liberalizzazione dei porti e delle dogane e limiti alle compagnie marittime.
13-Per il loro bene, fine delle agevolazioni alle aziende agricole e equiparazione dell'azienda agricola ad una manifatturiera. Eliminazione della casta Coldiretti.
14-Abolizione dei dazi doganali sulle materie prime.
15-Abolizione o completa riorganizzazione del CONAI e del MUD.
16-Obbligo all'archiviazione documentale elettronica.
17-Campagna di informazione all'uso dei brevetti per allinearci allo stile anglosassone. Abbassamento dei costi e velocizzazione delle pratiche per l'ottenimento. Controllo e intervento repentino in caso di violazione.
18-Informazione sulle RIBA in pochi giorni e non in 10.
19-"Limitare" la responsabilità nelle società a responsabilità limitata in caso di dolo o colpa grave.
20....

Paolo R 28.09.09 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Presa a schiaffi davanti alla sua bambina e insultata con epiteti razzisti da due ragazzine italiane a cui la donna, di origini nigeriane, aveva chiesto di spegnere la sigaretta che le due fumavano tranquillamente a bordo di autobus.

E' accaduto a Tor Bella Monaca sulla linea 059 intorno alle 7.40 e a raccontare la vicenda è un'amica della donna e testimone del fatto. "Stavamo sull'autobus per portare a scuola i nostri bambini che frequentano il nostro istituto - ha detto la testimone, Maria Edima Venancio Rocha, di origine brasiliana - la mia amica ha visto queste due quindicenni che avevano acceso una sigaretta all'interno della vettura e ha chiesto loro di spegnerla perché dava fastidio alla sua bambina. Per tutta risposta, le due hanno cominciato a insultarla con frasi come 'Brutta negra, stai zitta, tornatene al paese tuo'. Quando siamo scese alla fermata le due ci hanno seguito e hanno preso a schiaffi la mia amica".

In quel momento, continua il racconto, è passato un camper della polizia. Secondo quanto sostiene Venancio Rocha, "la roulotte si è fermata e quello che è accaduto è incredibile. Le due ragazze, che stavano ancora lì sul posto, sono state mandate via dagli agenti senza essere identificate. E' stata, invece, identificata la mia amica a cui hanno comminato pure una multa di 3mila euro, non abbiamo capito perché. Ora andremo a fare immediatamente la denuncia. E' assurdo, la mia amica è una persona per bene, che lavora e queste cose non devono succedere".
repubblica.it

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.09.09 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Loro cercano di far avere il nobel alla pace per silvio,noi che facciamo?
Deridiamolo!!
Andate su aiutiamosilvio.blogspot.com è un blog pieno di barzellette su silvio, e si può inviare anche la propria!Basta inviarla a aiutiamosilvio@gmail.com

Diffondetelo, non facciamoci sopraffare da chi vuole il nobel!
Noi lo vogliamo ricordare con una barzelletta non con il nobel alla pace!

andrea b., milano Commentatore certificato 28.09.09 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Tra il dire ed il fare c'è di mezzo il "dio quattrino" dal cui potere nessun politico riesce a sottrarsi, nonostante continuino a dichiararsi favorevoli all'abolizione dei privilegi enormi dei quali godono -caste e castine-, dalla presidenza della Repubblica fino all'ultimo dei consiglieri comunali !
Se in Italia tali privilegi venissero aboliti e si provvedesse contemporaneamente ad attuare una seria lotta agli evasori fiscali, il debito pubblico potrebbe essere azzerato in pochi anni, senza chiedere sacrifici ai soliti noti..

TESI VS ANTITESI= (sin.tesi), Atlantide Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 11:57| 
 |
Rispondi al commento

E' SOVRANITA' POPOLARE!

- Referendum sia abrogativi che propositivi senza quorum!

GRAZIE BEPPE GRILLO,COSI' SI ACQUISTA LA DIGNITA' DI PERSONA!

GRANDE BEPPEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!

Capisc' a mme!

Rino Napoli Doc Commentatore certificato 28.09.09 11:54| 
 |
Rispondi al commento

_ ABOLIZIONE DELLA LEGGE BIAGI

-DISTRIBUZIONE EQUA DELLE RISORSE

-LIBERALIZZAZIONE DROGHE LEGGERE PER LA COSTRUZIONE DI INFRASTRUTTURE E PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO.

-CHIUSURA TOTALE DEGLI ISTITUTI DI CREDITO (BANCHE) A FAVORE DI ISTITUTI GOVERNATIVI DI MUTUO SOCCORSO E INCENTIVI A PRIVATI CHE INVESTONO IL CAPITALE PER INVESTIMENTI PUBBLICI.

CONTROLLO PER APPALTI NELL'ECONOMIA FARMACEUTICA E DEGLI OSPEDALI PUBBLICI E PRIVATI

IN PRATICA PRIMA SI DISTRUGGE LA MAFIA E LE SUE CORPORAZIONI E POI SI RICOSTRUISCE UNO STATO MODERNO E EFFICENTE.

IN ULTIMO MA PRIORITARIO APPLICAZIONE DI TASSAZIONE AI BENI DEL VATICANO

Gabriele ., roma Commentatore certificato 28.09.09 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Beppe
prendi in considerazione la questione signoraggio!!
"Dire che uno Stato non può fare un'opera pubblica o non può creare posti di lavoro per mancanza di soldi è come dire che un ingegnere non può fare un'autostrada per mancanza di chilometri!!!"
Avete visto Presa Diretta ieri sera???
L'Italia potrebbe e a mio pare dovrebbe vivere solo di turismo!

luca pantò, trieste Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 11:51| 
 |
Rispondi al commento

sono a dir poco esterefatto da tutto quello che ci circonda....vorrei fare molto di più per me x mio figlio e x tutta la brava gente ( ke x fortuna è la maggioranza in italia ).
come posso fare x essere un "attivista"?

Salvatore Cotugno 28.09.09 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ok nelle cose importanti salvo qualche dubbio filosofico di base. La nostra società è disordinata per natura, un fiume che può essere indirizzato nel suo scorrere ma non domato. Per questo ogni ordine sociale è andato in declino quando si è avvicinato troppo alla sua meta. Qualcuno guadagnerà sempre di più degli altri in cambio di più rischi e responsabilità. Un dirigente che non dirigesse e non avesse responsabilità non deve essere pagato di meno: non deve esistere! Le storture negli stipendi stanno nel mercato fasullo fatto di aziende para-statali, monopolistiche, mafiose e speculative. Se da noi non ci sono i Bill Gates o i Page-Brin e siamo alla mercé delle cazzate politico-senili dell'unico imprenditore un po' più innovativo degli dei primi Anni '80 un motivo c'è. Prendiamo le regole di altri Paesi e apriamo con la dovuta attenzione i mercati. Guai a chi oggi, con il ricatto del lavoro, vuole usare il credito e le nostre tasse per conservare privilegi e tirare avanti realtà già decotte. L'ecologia va conciliata con il mercato, e il mercato con la realtà della globalizzazione. Senza questo anche i virtuosi soffocheranno a causa dei fumi delle auto cinesi.

Peter Amico 28.09.09 11:49| 
 |
Rispondi al commento

iscrivetevi su http://www.bigmatch.ilbello.com/

giocate la schedina per la settima giornata di campionato :D

Oggi infatti si può già visualizzare la classifica aggiornata dopo i risultati delle partite di ieri!

Grazie per il vostro supporto!

Lorenzo G., Busto Arsizio Commentatore certificato 28.09.09 11:45| 
 |
Rispondi al commento

- abolizione della legge Biagi
1. abolire la legge Biagi farà perdere posti di lavoro. La flessibilità è una risorsa, il precariato economico è un'aberrazione del sistema che va eliminato.

GIAN MARCO COCCHI, FERRARA 10:59
********************************

- GLI SCHIAVI MODERNI NON SARANNO MAI BUONI CONSUMATORI DEI PRODOTTI DEI " PRENDITORI "
alcune nozioni elementari:


Risulta che il capitalismo si regge sul ciclo D.M.D., caratterizzandosi come un tipo di società retta dalla logica del profitto privato, anziché sulla logica dell’interesse collettivo. Ma non potendo aumentare le ore lavorative più di tanto, aumenteranno quelle del pluslavoro tramite riforme strutturali dei mezzi di produzione.

Questo provoca il fenomeno delle crisi cicliche di sovrapproduzione proprie del capitalismo, in cui i capitalisti investono a capofitto in settori con grandi profitti provocando una sovrapproduzione rispetto alla richiesta.

Il continuo rinnovamento tecnologico, necessario per il capitalismo provoca la caduta tendenziale del saggio del profitto visto che il capitale costante aumenta ed il plusvalore rimane costante (quindi il profitto si abbasserà).

In conclusione la caduta tendenziale del saggio del profitto assieme alle crisi cicliche di sovrapproduzione alla concorrenza finiranno per produrre la scissione della società capitalista in due sole classi antagonistiche.

In altre parole la situazione finale del capitalismo sarà: da un lato una minoranza industriale, dalla gigantesca ricchezza e dall’immenso potere, dall’altra una maggioranza proletaria sfruttata.

Tutto questo va visto in scala mondiale, venendo a sottolineare la contraddizione di base del capitalismo: il contrasto tra forze produttive sempre più sociali e il carattere privatistico dei rapporti di produzione e proprietà.

Vasily Cujkov & Nikolaj Voronov, U.S. Commentatore certificato 28.09.09 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL FATTO CHE BEL-LOSCONE SIA STATO VOTATO CON LARGA MAGGIORNAZA DAGLI ITALIANI PER LA TERZA VOLTA, CI DEVE FAR PENSARE, ANCHE PERCHE' SE GIRI PER STRADA IN MOLTI SONO PURE CONTENTI E LO RIFAREBBERO !

Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 28.09.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza Beppe con questo Movimento di Liberazione,ne abbiamo proprio bisogno el al piu presto.
Buona fortuna amico siamo tantissimi con te piu di quanti tu immagini

simone cameli, grottammare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Io aggiungerei:

- Introduzione di una aliquota fiscale unica per redditi da lavoro, utili di impresa e redditi di capitale (sono tutti e 3 importanti alla stessa maniera).

- Introduzione di una tassa sulla materia (es 100 eur a tonnellata di acciaio) il cui incasso vada a ridurre l'aliquota fiscale unica....scommetto che non esisterebbero piu' rifiuti:-)

- Deducibilita' o rimborso di tutte le spese effettuare nell'anno es medico/dentista/ristrutturazioni ecc.

Stefano A., Lussemburgo Commentatore certificato 28.09.09 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Illusi, potete bannare le nostre idee scritte in un post come questo, NON L'IDEA E IL PROCESSO ORMAI IN MOVIMENTO PER COMBATTERE E BATTERE IL SISTEMA POLITICO DI MERDA ITALIANO!

Un GRANDE A BEPPE GRILLO, SE LO MERITA!

Capisc' a mme!

Rino Napoli Doc Commentatore certificato 28.09.09 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Felice Belisario
Italia dei Valori

Le intimidazioni del governo a Santoro puzzano di regime.

Annozero ha avuto il merito, prima trasmissione in Italia, di parlare di cose che fanno il giro, da mesi, di tutte le televisioni del mondo. Ora arriva l’ennesima intimidazione di Berlusconi, palesemente illegittima, che ha incaricato Scajola di convocare i vertici della Rai.

Scajola si occupi piuttosto delle aziende in difficoltà visto che non si ricorda un suo solo provvedimento per fronteggiare la crisi.

C’è una differenza sostanziale tra chi come noi rispetta l’autonomia dei giornalisti e chi vuole mettergli il bavaglio. Nonostante le aspre critiche e nonostante la minaccia di Vespa di non invitare più esponenti dell’Idv, non abbiamo mai pensato di chiedere la chiusura di Porta a porta. E’ questa la differenza tra noi e Berlusconi.

La libertà di stampa e l’indipendenza dei giornalisti sono in pericolo.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 28.09.09 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Quando un giornalista di annozero chiede al calunniatore Feltri perchè ha pubblicato un documento falso ,dove si parla della omossessualità di mons. Boffo, non fa della propaganda , ma della controinformazione . Non solo , ma quando il Nettoayeur , dice che il mons. Boffo ha ricevuto una condanna ,un' ammenda di 516 euro, dovrebbe specificare che questa è stata comminata per l'uso improprio del suo telefono da parte di persona non identificata .
La querelante non ha riconosciuto la voce .
Se poi si vuole fare di tutte le erba un fascio tanto per fingere di essere scafati e uomini di mondo, in questo caso si fasolo il gioco dei disinformatori e dei calunniatori.

va pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 28.09.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Delle Banche ce ne siamo dimenticati è Beppe?
E poi avrei anche altre osservazioni:
- introduzione di strutture di reale rappresentanza dei piccoli azionisti nelle società quotate--> il problema non è la struttura ma quanto conterà.
- abolizione della legge Biagi --> io non la abolirei completamente il posto fisso non esiste più già da prima, abolirei gli aspetti che creano precariato
- introduzione di un tetto per gli stipendi del management delle aziende quotate in Borsa e delle aziende con partecipazione rilevante o maggioritaria dello Stato --> Prima dovresti impedirgli di fare le sedi all'estero altrimenti (come già stanno facendo) abbandoneranno tutti l'Italia e gli operai dove lì metti a quel punto?
- abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, ENI, ENEL, Mediaset, Ferrovie dello Stato --> Se ci metti dentro Mediaset allora anche RAI va posta in questo elenco è Pubblica SOLO quando tocca sborsare il canone
- riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato con il taglio degli sprechi e con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai servizi senza bisogno di intermediari --> La vedo dura la macchina assistenzialista Statale resiste ad ogni iniziativa di Governo perchè porta un sacco di voti
- sostenere le società no profit --> Dipende dalla Società io di VERE società no profit non ne conosco. Vedi dei grossi varchi per infilarci dentro un pò di tutto e per "mangiare" aiuti di stato ed europei
- sussidio di disoccupazione garantito --> in un Paese dove l'assinstezialismo ha fatto scempi, dove la maggioranza di chi percepisce un sussidio Statale ha almeno un altro lavoro IN NERO, proporre una misura così è UN SUICIDIO!
- disincentivi alle aziende che generano un danno sociale (es.distributori di acqua in bottiglia)--> ma chi lo stabilisce che l'acqua in bottiglia è un danno Sociale? Se vuoi GOVERNARE le vendette le devi mettere da parte...

Donato Tobi () Commentatore certificato 28.09.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

vorrei aggiungere un punto strategico:
Reddito di cittadinanza!!!
Non sussidio di disoccupazione,
la vita è un diritto acquisito alla nascita,
un essere umano non è una merce.
grazie

riccardo benke calabresi, bracciano Commentatore certificato 28.09.09 11:29| 
 |
Rispondi al commento

@ BEPPE GRILLO!
=================

- Referendum sia abrogativi che propositivi senza quorum


QUANTO SOPRA LI HO LETTI INSERITI NEL TUO PROGRAMMA A 5 STELLE!

OTTIMA IDEA,ADESSO TI MERITI 1000 E LODE,UN ABBRACCIO FRATERNO DAL TUO ACERRIMO AMICONE
RINO NAPOLI DOC!

Capisc' a mme!

di pietrini bannatemi pure adesso!

Rino Napoli Doc Commentatore certificato 28.09.09 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Honduras, sospesa la Costituzione
giornali e tv minacciati di chiusura

Il regime di Micheletti vara misure straordinarie per limitare la libertà di espressione e circolazione. "I media seminano odio".


Quel Micheletti e' un ITALIANO.

Un IMPRENDITORE* ITALIANO.

Buon SANGUE non MENTE.


El picafior

*) La parola IMPRENDITORE in ITALIA e' tutta particolare, non significa "uno che fa impresa" piuttosto il suo significato e' cambiato in "uno che fa i soldi a spese degli altri, e ti dice pure che lo fa per il tuo bene, specie se ha 3 televisioni e tanti leccaculo ai suoi piedi".


Fabrizio G. Commentatore certificato 28.09.09 11:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma di che stava delirando Berlusconi davanti a quella platea di folli che applaudiva e urlava in un delirio di mentecatti?
Sembrava di vedere le folle oceaniche e fanatizzate di MussolinI!
Ma dov'è questa opposizione che inneggia con sagome di cartone ai sei militari uccisi?
Ma se Franceschini si è perfino rivoltato a Bossi che chiedeva di ritirare le truppe dicendogli che dobbiamo restare in Afghanistan a portare la democrazia?!?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 28.09.09 11:21| 
 |
Rispondi al commento

@ Sara Sacchi:

"Santoro dovrebbe cercare di rivolgersi a tutto il pubblico e non solo ai suoi fans.

Altrimenti che differenza c'e tra Santoro e Fede?
Dal punto di vista della propaganda nessuna.

Uno fa propaganda a favore di Berlusconi e l'altro fa propaganda contro Berlusconi.

MA SEMPRE PROPAGANDA E'!"

...

Quello che dimentichi di dire (FORSE IN MALAFEDE) è che a propaganda si deve rispondere con propaganda(altrimenti nessuno la farebbe se nn sperasse in un ritorno di consenso).

Quello che ti dimentichi(???) di dire è che la destra per la sua propaganda ha ben -7 televisioni nazionali 7- più tanti altri media e giornali, con tutto il loro potere di influenzare le menti, mentre quella che chiamiamo sinistra per la sua propaganda ne ha una sola (forse) di TV...e pochissimi altri giornali.

Ma di che parli?
Voi destronzi siete tutti come il vostro padrone...manipolatori incalliti della realtà.

Dino Colombo Commentatore certificato 28.09.09 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei aggiungere una proposta semplice,ma
molto strategica:
Reddito di cittadinanza!!!
Non sussidio di disoccupazione, siamo cittadini
dobbiamo avere il diritto a esistere indipendentemente dal mercato.
Un essere umano non è una merce!

riccardo benke 28.09.09 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
non sto a dirti quanto sono vicino al tuo progetto, perchè è talmente tanto che non ci crederesti.
Restiamo sul pezzo. Alcuni punti del programma Economia non li condivido:
1. eliminare incroci tra banche e industria è sbagliato, a mio parere. Banalmente, un esempio su tutti: oggi le banche prestano servizi di sottoscrizione residuale delle azioni delle società che si quotano. E la quotazione è una grande leva di finanziamento per l'impresa
2. Parimenti non condivido l'abolizione senza se e senza ma delle stock option, poichè significa negare un principio di partecipatività. Cambierei sicuramente modi e misure, ma sarei contro l'abolizione.
Sono d'accordo con il resto, soprattutto quando parli di danno sociale. In merito a quest'ultimo punto, è talmente evidente l'inconsistenza alla base della logica di profitto misurata dal solo denaro, che proprio a livello ragioneristico, nella costruzione dei libri contabili, sarebbe da inserire un Utile/Perdita di Esercizio "immateriale", ovvero declinata secondo quelle che sono le conseguenza (sociali, ambientali, sistemiche) di una iniziativa imprenditoriale (esempio banale:se costruisco un parcheggio in riva al mare, siamo sicuri che genero un profitto? Altre alternative negate da questa iniziativa che profilo di profitto avrebbero potuto generare?).

Marco Burattino 28.09.09 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Berluscono è come Sindona, il quale fu "il salvatore della lira". Analogamente, Berlusconi sta tentando di salvare l'Italia (e l'euro) ma spero che non faccia la stessa fine di Sindona (e di Craxi). Ci sta provando con metodi discutibili e contestatissimi (come la propaganda) ma... in parte ci sta riuscendo. E da fastidio a molti, specialmente a quelli che parlano in nome del popolo e continuano a fare affari colossali (vedi p.es. i "poteri" che stanno dietro Repubblica). I suoi alleati sono scomodi (Bossi) ed a volte farneticanti ma è disposto a tutto. Il governo DEVE finire questa legislatura ed anche la prossima senza tentennamenti, solo dopo potremo tirare le somme.

Giulio Cesare Calcagni 28.09.09 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA SEMPRE PROPAGANDA E'!
Sara Sacchi, Genova

Se mi dicessero che un giorno ci saranno solo giornalisti imparziali, non partigiani, io non vorrei neanche viverci in un posto del genere! Quel che tu cerchi è l'ignavia delle persone, robottini giornalistici che mistano veline d'agenzia; il problema dell'informazione italiana non è la "partigianeria" per questo ideale o l'altro, ma da dove nasce un'opinione, poi diffusa alle masse, del giornalista/conduttore

Esempio pratico: se un giornalista mi dicesse "il cielo è azzurro e non mi piace per nulla il suo colore", personalmente non condannerei il fatto che abbia espresso un suo apprezzamento o meno riguardo il colore del cielo! Se invece, sento un conduttore dire: "Il cielo è rosso" senza sue opinioni, be' questo non è un giornalista solo perchè non abbia espresso la sua opinione riguardo al colore del cielo! Il problema dell'informazione italiana che spesso opinioni giornalistiche, o la propaganda, sono frutto di menzogne o clamorose omissioni dei fatti!

Che ben vengano i giornalisti schierati, ma voglio che si parti dal fatto reale


Esempio pratico più importante: un giornalista può anche essere filoberlusconiano, ma che almeno dopo 15 anni di menzogne mi dica anche : "...nonostante sia stato aiutato da piduisti e mafiosi"

buonagiornata partigiana

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 11:13| 
 |
Rispondi al commento

manca un punto---------

no alle guerre (anche se missioni di pace)

paolo rinaudo 28.09.09 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Valanga di firme contro il canone Rai Perché dire no alla "tassa Santoro".

Avete letto la prima pagina de Il gionale? hahahahahah a volte bisogna riderci sopra...altrimenti poi finisce che ci incazziamo proprio...

Alessandro A., forli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vi segnalo questo

http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=68830&Itemid=2

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.09.09 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Aiutooooooo
Come fare a migliorare le teste,che intimorite da
questo andamento negativo,non reagiscono e si uniscono stranamente al nemico,sostenendo chi li bastona; stessa cosa per le minoranze che votano costantemente coloro che politicamente non li appoggia.
Cosa spinge la gente a segure Beppe Grillo sulle piazze e apprezzare i suoi comizi,ma quando lo proponi come punta di diamante di una futura classe politica,scatta al 90% la frase:Ma lui è un comico".
Grazie Andrea

Andrea ferri 28.09.09 11:03| 
 |
Rispondi al commento

E' necessario imporre alle banche dei limiti sugli interessi passivi dei mutui ipotecari!! non devono più esistere interessi del 5% che sommati a spread fino al 2% portano la gente ad insolvenze sempre più gravi. Gli spread inoltre devono essere oggetto di revisione al ribasso con nuovi limiti all'1%. Non deve più esitere la legge che "chi ha soldi ha sempre più soldi"!!!

diego mita 28.09.09 11:02| 
 |
Rispondi al commento

ECONOMIA

- abolizione della legge Biagi
1. abolire la legge Biagi farà perdere posti di lavoro. La flessibilità è una risorsa, il precariato economico è un'aberrazione del sistema che va eliminato.

...

- sostenere le società no profit
2. Non è chiaro cosa si intenda per scocietà no profit. Dovono comunque essere realtà virtuose o quantomeno utili.

- sussidio di disoccupazione garantito (per tutti?)
3. Populismo puro. Guardate in Francia, che è una realtà più organizzata dell'Italia, cosa ha prodotto. Un esercito di mantenuti...

GIAN MARCO COCCHI, FERRARA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Terra non ha bisogno di noi, esiste da 4,5 miliardi di anni.
I dinosauri sono stati sul pianeta per 100 milioni di anni, nell'arco delle 24 ore di vita del pianeta rappresentano una mezzora.
Noi siamo qui dal giorno che homo sapiens si è alzato in piedi, circa 200.000 anni fa.
Ovvero nemmeno 4 secondi...
Eppure ci sentiamo di chiamare l'ultima era geologica ANTROPOCENE...
La Terra sghignazzando sa che le basta poco per scrollarsi le pulci (noi) di dosso, e intanto continuamo a vivere in maniera non sostenibile.
Quando ci saremo estinti gattoni e scarabei staranno ancora meglio, e le nostre superbe opere d'arte saranno mangiate dagli alberi e dagli arbusti.
Quindi o cerchiamo TUTTI di vivere in modo sostenibile, oppure ci estingueremo e nessuno soffrirà della nostra mancanza.

# # (ex principessa sissi) Commentatore certificato 28.09.09 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LETTERA DAL FRONTE:
salve a tutti, sono un quarantenne vicino alla disperazione totale, sono qui in provincia di Napoli nel mio vecchio paese, che purtroppo non riesco a lasciare, nelle aree di confine tra la camorra spregiudicata del quartiere di secondigliano e quella autorità del casertano.
Sono un geometra o per meglio dire ero un geometra ora non piu, ormai non sono piu niente, avevo una piccola ditta edile, ora non ho piu nienete: qui tutto quello che riguarda l'edilizia è nelle mani della criminalità organizzata. Questi signori giorno dopo giorno diventano sempre piu ricchi, sempre piu forti, tutto è controllato da loro, e poi dobbiamo ascoltare in tv che combattano la "camorra", e sentire l'uomo che ha fatto tanti soldi piu di ogni altro, grazie agli accordi con criminalità organitata, è assurdo. I tecnici che lavorano presso l'ufficio tecnico del Comune o sono delle persone che sono state assunte grazie alla camorra o comunque sono delle persone che nel 99% dei casi lavorano con loro. I tecnici esterni lavorano solo grazie alla camorra, se non hai un amico camorrista o pseudo-camorrista, non lavori. Oggi tra Napoli e provincia il 50% delle imprese edili è in mano alla camorra, mentre l'altro 50% paga regolarmente una quota cospicua di tangente. Niente sfugge, tutta, ma dico "tutta" l'attività edilizia è nelle mani della camorra. Negli appalti pubblici, il 90% delle ditte che assume subappalti in modo diretto o indiretto è gestita dalla camorra. Il 70% delle forze dell'ordine, sopratutto i vertici, sono allineati alla politica gestionale della camorra, sopratutto i vigili urbani, ma anche gli altri. Sono circondato da persone "schifose" cha anche quando non sono dei veri camorristi, sono allo stesso identico modo delle persone con mentalità "camorrista", che approfitta dell'amicizia o del consenso ddei camorristi per arricchirsi o comunque per prevalere sugli altri.
VI PREGO - FACCIAMO QUALCOSA AIUTATEMI.

francesco. aver 28.09.09 10:55| 
 |
Rispondi al commento

fabbriche che chiudono
famiglie sfrattate
insegnanti cacciati
scuola pubblica disintegrata
bambini fuori dagli asili
operai sulle gru
impiegati sui tetti
liquami che impestano il mare
ladri milionari condonati
padri di famiglia suicidi
banche strozzine
banche rapinatrici
ferrovie svendute
autostrade usurpate
aziende smunicipalizzate strangolatrici
aziende smunicipalizzate taccheggiatrici
aziende smunicipalizzate profittatrici
Emilio Fede e il TG4
Minzolini e il TG1
..e non si vedono ancora i Kamikaze
.

cimbro mancino Commentatore certificato 28.09.09 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ricchezza e opportunita per l'italia secondo i dementi rossi e buonisti

«Allah akhbar (Allah è grande)», e giù calci e pugni e poi una bottigliata. Una scena di «una ferocia inaudita», a detta dei testimoni, che ha visto un frate vittima di un tunisino nelle strade di Sanremo. Padre Riccardo è ora ricoverato in ospedale e rischia di perdere un occhio. L’aggressore è un clandestino di vent’anni, con precedenti penali, già espulso dal nostro Paese.

e diamogliela sta cittadinanzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

lina volonghi Commentatore certificato 28.09.09 10:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'italiano medio ha paura di due cose :

1. il comunismo alias il vero socialismo
2. unirsi con lo "straniero"

- è profondamente " regionale" , nemmeno "nazionale"
è rimasto alle repubbliche marinare !

- ecco spiegato il motivo del default Italia !
come disse quel politico :
"per noi la globalizzazione è arrivata troppo presto"...io aggiungo :" infatti stavamo ancora a litigare fra nordisti e sudisti e a rinnegare Garibaldi, inneggiando al regno delle due Sicilie"

@_@ !!

leghisti e berluschini...anche se non rappresentano la vera maggioranza, visto che mancano all'appello una ventina di milioni di elettori ...rappresentano la nostra anima merdognola !!!

- chi si astiene è marrone dentro ...
- chi si dissocia è marrone dentro
- chi ama il proprio orticello è marrone dentro

l'unica salvezza saranno gli STATI UNITI d'EUROPA

altrimenti l'Argentina è vicina...
----------------------------------------------
cartoneee...stracciiii,..fe(r)oooo...alluminioooo!
----------------------------------------------

Vasily Cujkov & Nikolaj Voronov, U.S. Commentatore certificato 28.09.09 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

............

Alcune reti radio e tv, prosegue il decreto, "stanno diffondendo odio e violenza contro lo Stato, lanciando appelli all'insurrezione popolare. La Commissione per le telecomunicazioni è quindi autorizzata, tramite la polizia e le forze armate, a sospendere ogni radio, tv o via cavo che non rispetti i programmi dettati dalle presenti disposizioni".


.................


Honduras, sospesa la costituzione
giornali minacciati di chiusura


Silvio, guarda e impara da Micheletti!
Questo si che è un dittatore con le palle!


G.d.B

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 28.09.09 10:49| 
 |
Rispondi al commento

ora grill0 si è schierato.
CONTRO il popolo.
nel suo programma UFFICIALE manca clamorosamente il SIGNORAGGIO.

aveva ragione chi lo additava come AMICO INTIMO DEI BANCHIERI.

grillini schiavi di grillo e del sistemaIGB

Oliviero Facchini 28.09.09 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quasi tutti punti che condivido, però in generale il programma mi sembra troppo eterogeneo, nel senso che mescola obiettivi generali e strategici con altri particolari e ciscostanziati. bisognerebbe concentrarsi sulla definizione della strategia generale ed indicare gli obiettivi più particolari come esempi. io comunque sono convinto che i grandi cambiamenti si fanno a partire dalle piccole cose.

s b 28.09.09 10:46| 
 |
Rispondi al commento

anche se il tema e economico
le esternazioni del piccolo uomo inceronato meritano una riflessione.
non voto da anni ma ho il dna di sinistra.
ho 56 anni sono nato nella rossa livorno, sono cresciuto in una zona popolare, quindi rossa, ho lavorato al cantiere navale, fabbrica storica.
MAI ho sentito da parte di chi fa e a fatto politica, esaltare la violenza e gioire perchè, poliziotti, militari, giudici, operai, sindacalisti e politici sono stati assassinati.
mi ricordo che ero in un circolo arci quando la tele annunciò il ritrovamento del cadavere di moro, alcuni giovani si provarono a brindare.
furono immediatamente cacciati.
credo che la sinistra mi ha tradito partecipando al potere, mangiando alle nostre spalle ma, devo dare atto che non ha mai fomentato l'odio e la violenza.
di questo si deve dare atto.
come si permette il piccolo uomo di affermare che la sinistra ha detto: meno 6.
la storia della sinistra comprende anche guido rossa.
qualche scemo c'è sempre, d'altra parte ci sono razzisti, antiebrei, naziskin ma nessuno dice che sono la destra parlamentare.
come si permette!!
quello che mi fa rabbia è che m'incavolo io che sono al di fuori e sta zitto uno come il presidente della repubblica che viene dalla sinistra, si commuove, piange alle cerimonie e tollera in silenzio tali affermazioni che lo ingiuriano.
non si sente offeso?
in che mani siamo!!

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 28.09.09 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai dimenticato di dire che se le banche continueranno a creare moneta a debito non se ne fa niente delle altre tue proposte. E' inutile confondere la gente con proposte che mancheranno di incisività fin quando le banche non creeranno moneta a credito, tu sai cosa voglio dire, lo sai benissimo, mi dispiace allora che tieni l'argomento in ombra, perchè?

lanna a. Commentatore certificato 28.09.09 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Hai dimenticato di dire la cosa primaria e cioè che i se i soldi li creano le banche a debito col cavolo che le cose cambieranno. Salti sempre intorno al problema volutamente?... ma a che serve se la cosa più importante e determinante non cambia.

Assunta Licenziata 28.09.09 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Circa l’incidente coi 4 morti e la Ferrari…..

Ho sentito che alla guida c’era un Informatore farmaceutico….

Sarebbe interessante sapere come faceva a
-possedere e mantenere una Ferrari (a meno che fosse figlio di papà)
-di quali aziende (nomi) promuoveva i prodotti
perché
-se non è figlio di papà e si mantiene da solo

bisognerebbe dare un’occhiata all’organizzazione di promozione di quella/e azienda/e.

A pensar male si fa peccato. Speriamo di avere notizie ulteriori da qualche medico o da qualche collega della zona.

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 28.09.09 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sto!! E soprattutto rimetterei il falso in bilancio.

marco sannibale 28.09.09 10:31| 
 |
Rispondi al commento

FInchè il PD non avrà fatto il suo catzo di congresso tra un mese, a sinistra non si muoverà niente.

A destra continuerà invece l'ammassamento di merda a tutti i livelli.

Sopratutto per coprire le ultime voci di dissenso.

Ma in un mese il Nano-Mafioso-Piduista sarà capace di tutto.

Arriveremo vivi a quella data?

Dino Colombo Commentatore certificato 28.09.09 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto attentamente il presente comunicato sull'economia del nuovo partito che Grillo andrà a fondare. Vorrei informare tutti i lettori che l'economia capitalista e quindi anche la nostra economia, si regge in piedi per miracolo sulla lama di un rasoio. Secondo l'economia capitalista il denaro deve girare sempre il più possibile SENZA IMPEDIMENTI. Qualsiasi impedimento di qualunque natura potrebbe incrinare il delicatissimo equilibrio con danni CATASTROFICI sopratutto per i SOLITI più deboli. Insomma scppierebbe una recessione pazzesca che pagherebbero in gran parte i più deboli ma che attaccherebbe pesantemente anche tutta la gran massa del ceto medio. Una soluzione al proseguimento del cammino dell'umanità è quella di convincere chi comanda da sempre e cioè i potenti di SALVARE IL MONDO. Altrimenti potrebbero fare come Sansone....!!?!

Giulio Cesare Calcagni 28.09.09 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Regole vuol dire un mercato non selvaggio .Ci si confronta dentro le regole .Roosevelt . Se per liberismo si intendono i titoli tossici e i derivati di nessuna solvibilità allora siamo al far west . Un falso mercato del quale è meglio farne a meno . La socialdemocrazia tende a redistribuire un reddito reale, non un sogno fatto di debiti .

va pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 28.09.09 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo avete visto Bel-Loscone al comizio ?

Ma che si era preso un aperitivo fatto di viagra e cocaina, lo hanno chiamato il nuovo angelo azzurro, infatti era l'angioletto arrapato azzurro....


BASTA CON QUESTI PAZZI CHE TENGONO COMIZI A LECCACULI CHE LI APPLAUDONO !

E MICA E' IL PRIMO BEL-LOSCONE, vi ricordate mussolini e hitler ???

Per questo è molto grave !


Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 28.09.09 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel campo ECONOMIA è necessario promuovere l'altraeconomia se vogliamo davvero cambiare le cose:

www.sbilanciamoci.org: la controfinanziaria dei diritti!!!

www.cittadellaltraeconomia.org : la prima città dove si sperimenta un'economia diversa: l'altra economia.

www.finansol.it: la finanza solidale

Grazie,
Giorgia

Giorgia V. 28.09.09 10:20| 
 |
Rispondi al commento

impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno
?? come?? nazionalizzandole??
puntare sul turismo ..hai visto ieri sera il degrado di pomepi uno die posti piu visti al mondo
che sta per morire, pochi investimenti da parte dello stato, i biglietti costano pochissimo
11 euro intero e 5.50 ridotto , sembra che i ragazzi sotto i 18 anni non pagano e secondo me un minimo dovrebbero pagare, lo stesso vale per gli over 65 che sono sempre di piu'
..basterebbe rimodulare i prezzi e in un attimo triplicare gli incassi e usare i soldi per restaurare..ecc ecc ecc..
....e la lotta all'economia sommersa la hai dimenticata?? basta quella e ti garantisco da economista
che basterebbero 2 3 provvedimenti per ridurra drasticamente
a disposizione per ogni iniziativa/studio e candidatura a proposito
ma come si fa a far parte del movimento che nasce il 4/10/2009??

francesco boscotrecase 28.09.09 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Ormai la politica e' diventata pura propaganda.

I giornali, diciamo di riferimento, fanno solo propaganda.

Da una parte Il Giornale e Libero
Dall'altra Repubblica, l'Unita' ed ora il Fatto.
(ignoro La Padania poiche' non mi sembra neppure un giornale)
Questi cinque giornali fanno solo propaganda premeditata e scentifica.

Tutti gli altri giornali si barcamenano cercando di dare le notizie il piu' obiettivamente possibile, ma almeno non fanno propaganda.

Nelle televisioni accade la stessa cosa.
Ci sono programmi che fano pura propaganda ed altri che cercano di barcamenarsi anche se si nota l'indole politica del conduttore.

Nei blogs idem. Ci sono blog che fanno solo propaganda ed altri che sono piu' obiettivi.

Qual'e' la conclusione?

La conclusione e' l'ipocrisia che impera nell'informazione politica.

Si pretende di fare propaganda difendendosi dietro la liberta' di stampa e negando che la propaganda si stia facendo.

Purtroppo dobbiamo accettare questa situazione e tutti noi, a seconda della propria idea politica, si associa a questa o quella propaganda.

Bisognerebbe essere agnostici anche in politica.

Un agnostico puo' discutere con un ateo ed un credente con grande obiettivita', non riconoscendosi in nessuna delle due posizioni e quindi trattando ambedue equamente.

Ecco, io sono una agnostica della politica:

cerco di capire chi ha torto o ragione, a seconda di ciascun argomento, e a prescindere da quale parte politica lo difende o attacca.

Per spiegare meglio il significato della mia posizione, riguarda a Santoro dico che:

Nessuno dovrebbe permettersi di censurare in alcun modo Anno Zero, a meno che non commetta reati.

Santoro dovrebbe cercare di rivolgersi a tutto il pubblico e non solo ai suoi fans.

Altrimenti che differenza c'e tra Santoro e Fede?
Dal punto di vista della propaganda nessuna.

Uno fa propaganda a favore di Berlusconi e l'altro fa propaganda contro Berlusconi.

MA SEMPRE PROPAGANDA E'!

Sara Sacchi, Genova Commentatore certificato 28.09.09 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sentirlo urlare Vegogna tre volte di seguito ed ascoltare le conseguenti ovazioni, ho un atto di ribellione, di disgusto, di rabbia, siamo tornati al fascismo, al nazifascismo, ai filamti di guerra di Mussolini.

Quando finirà questa aberrazione .

cesare beccaria Commentatore certificato 28.09.09 10:16| 
 |
Rispondi al commento

iscrivetevi su http://www.bigmatch.ilbello.com/
e giocate la schedina per la settima giornata di campionato :D
Oggi infatti si può già visualizzare la classifica aggiornata dopo i risultati delle partite di ieri!

Lorenzo G., Busto Arsizio Commentatore certificato 28.09.09 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Più c'inazziamo e più, glialtri se la ridono, oggi leggo su un girnale in prima pagina Berluscoi che dice " io governerò sempre!" l'altro giorno ha detto" noi rifiutamo l'accoglienza agli immigrati che fuggono dal loro paese, per evitare l'iimigrazione aiuteremo economicamente quei paesi che però devono avere un governo democratico e civile"... Ma pirla se scappano è perchè il loro governo non è proprio democratico non sei nemmeno a livello di Bossi a dire pirlate sei peggio...o sbaglio? Altra chicca dopo questa affermazione ho rivisto il nostro buffoncello che baciava in bocca il grande democratico Gheddafi... non so se sto vivendo in incubo o la realtà.

attilio rossi 28.09.09 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro La Russa ha rilanciato, con qualche sostanziale distinguo, la proposta di Fini circa la possibilità di concedere la cittadinanza italiana agli stranieri e, puntuale, è arrivata la repilica della lega la quele, per bocca di quel maiale di Calderoli, e non me ne voglia il caro ministro per la semplificazione normativa se lo apostrofo come maiale perchè trattasi di definizione datasi da esso stesso, grida allo scandalo e definisce come attentato alla democrazia dare la cittadinanza agli immigrati e quindi concedergli la possibilita di votare.

Ritornando al maiale Calderoli ed alla sua legge elettorale, definita legge porcata appunto, il ministro non ha ben donde che i primi ad essere espropriati del voto, e quindi dall'esercitare il primo diritto democratico, sono proprio i cittadini italiani che, in questo sistema drogato, sono costretti a votare elementi individuati da tre, quattro segretari di partiti.

Antonio Scherillo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa credete che sia la "socialdemocrazia"? E' ciò che abbiamo oggi, è il Berlusconismo di cui si parla, perchè la socialdemocrazia può essere spinta a sinistra o a destra, ma di sicuro rimane un sistema ibrido che fa pagare sempre agli stessi e dove si arricchiscono sempre gli stessi. Basta! Per me esiste o il comunismo o la libertà (chiamatelo liberismo o come volete) l'importante è che ci metta tutti nelle stesse condizioni di competere e di lavorare. Altrimenti PAGATEMI per non farmi lavorare, mi va bene anche così,ma un sistema che IMPEDISCE DI LAVORARE e per di più ti lascia in mezzo a una strada ... NO!!!

mauro s., Cagliari Commentatore certificato 28.09.09 10:08| 
 |
Rispondi al commento

SCIE CHIMICHE - GUARDATE IL CIELO - INFORMATEVI
CAMBIAMENTI CLIMATICI
SCIE CHIMICHE - GUARDATE IL CIELO - INFORMATEVI
CAMBIAMENTI CLIMATICI
SCIE CHIMICHE - GUARDATE IL CIELO - INFORMATEVI
CAMBIAMENTI CLIMATICI
SCIE CHIMICHE - GUARDATE IL CIELO - INFORMATEVI
CAMBIAMENTI CLIMATICI

Anche stamani sopra la mia testa...

http://www.tankerenemy.com/
http://www.sciechimiche.org/
http://scie-chimiche.blogspot.com/
http://www.sciesardegna.it/

Marco Viani, Lucca Commentatore certificato 28.09.09 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Sapevate che la RAI è una delle più grandi aziende di comunicazione d'Europa? Il 5° gruppo televisivo del continente è una società per azioni sotto partecipazione del Ministro delle Finanze che possiede il 99,56%. Il restante 0,44 è proprietà di SIAE.
Delle tv pubbliche europee, è quella con lo share maggiore (43%), mentre Mediaset raggiunge il 40% di ascolto.
Qualcuno si ricorda che ci fu un referendum nel 1995 che abrogò la legge che riservava esclusivamente alla mano pubblica il possesso delle azioni RAI, tuttavia questa privatizzazione non è mai stata fatta?
Altre cose che forse non sapete: La Rai è governata da 9 membri del Consiglio d'Amministrazione: 7 consiglieri vengono eletti dalla Commissione parlamentare di vigilanza, 2 sono indicati dal Ministro delle Finanze che è il maggiore azionista della RAI e indica anche il Presidente del Consiglio d'Amministrazione, che nomina poi i direttori delle reti e delle testate giornalistiche.
La RAI dovrebbe assicurare il pluralismo politico, in effetti è in massima parte sotto il controllo di Berlusconi che vuole affossarla e annientare la parte residua.
L'accusa fatta alla RAI dai radicali come da qualsiasi persona di buon senso è di mancare di pluralismo e di operare censura verso professionisti di indubbio valore e competenza ma sgraditi agli uomini politici (oggi sgraditi a B, vedi Biagi, Luttazzi, Santoro, Travaglio, Vauro, Guzzanti, Massimo Fini ecc. ).
In molti altri paesi europei sono in atto leggi che svincolano almeno parzialmente le tv pubbliche dal controllo dei politici. Anche in Italia si propone di lasciare la Rai totalmente in mano a professionisti del settore e fare le nomine attraverso concorsi pubblici, mezzo che anche la Costituzione vede come garanzia di indipendenza nel caso ad esempio della magistratura.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 28.09.09 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi:
«CON NOI NUOVA MORALITA'»
--------------------------------------------------

Tranquillo Gnomo. Qui non hai inventato nulla.
Non c'è nessuna nuova moralità a Pizzaland.
Tu hai solo istituzionalizzato la vecchia.
La moralità del diversamente onesto.......

Scelleratezza morale.....

maurizio spina Commentatore certificato 28.09.09 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Quest'Economia si chiama "Economia SOSTENIBILE" Grillo, non l'hai inventata tu. Mi sembra tutto bene anzi BENISSIMO, concordo con tutti i punti, soprattutto: "- abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, ENI, ENEL, Mediaset, Ferrovie dello Stato" che assieme alla class action finalmente, farebbero di me e tanti altri degli uomini ricchi. Grazie Grillo, Vai avanti così che adesso siamo nuovamente in sintonia.

mauro s., Cagliari Commentatore certificato 28.09.09 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi di qua Berlusconi di la...Tutte perdite di tempo! Parliamo di più del 4 OTTOBRE
cosa dobbiamo fare il 4 ottobre?
cosa posso fare di concreto?
dove devo firmare per i comuni a 5 stelle?
Come posso partecipare?
................AZIONE...AZIONE ....AZIONE..........
w IL 4 OTTOBRE W GRILLO

renato vaccaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.09.09 09:56| 
 |
Rispondi al commento

bbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbbb

La "b" e' una sillaba da eliminare anche dall'alfabeto.

CHARLES BUKOWSKI

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 28.09.09 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Il comunismo è stato un fallimento proprio sul piano economico , per il semplice motivo che nessuno si da daffare se non c'è uno stimolo o una ricompensa . Neppure il cane mena la coda per niente, recita una massima assai nota. Semmai è la socildemocrazia quella più attenta alla redistribuzione della ricchezza e al rispetto delle regole . Il resto è un menare il can per l'aia .Un appropriarsi della ricchezza comune chiamandola liberalismo .

va pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 28.09.09 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con FORGIONE anche un po' di GRILLO nel PD


http://irpinianelmondo.wordpress.com/2009/09/28/paternopoli-av-al-congresso-pd-con-la-mozione-marino-anche-un-po-di-grillo-intervista-al-segretario-forgione/

antonio apucam 28.09.09 09:54| 
 |
Rispondi al commento

tosto il filmato di bg.