Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le banche non sono mai in crisi


banchevideo.jpg
Chi ha causato la crisi? Le banche. Chi guadagna dalla crisi? Le banche. Unicredit e Banca Intesa San Paolo hanno fatto delle semestrali fantastiche. Come avranno mai fatto con tutta questa crisi in giro? Il correntista che deposita i suoi risparmi sul conto ottiene di interesse dallo 0,1 allo 0,5% nei casi più fortunati. Se chiede di più, la risposta è sempre la stessa: "E' colpa dell'Euribor!". Se lo stesso correntista chiede un prestito il tasso di interesse diventa un numero a piacere tra l' 8 e il 10%. In questo caso l'Euribor non c'entra nulla. L'Italia è il Paese dei monopoli, quello bancario è forse il peggiore!

17 Ott 2009, 21:00 | Scrivi | Commenti (154) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Io vorrei cambiare la mia banca ma non riesco ad individuarne una (grazie anche alla mappa del potere) che non abbia interessi anche in assicurazioni o gruppi edilizi poco puliti...Mi piaceva la Fineco per i costi e per il fatto che è tutta via internet...ma fa parte del gruppo uncredit, che in questi anni è stato al centro di diverse inchieste e i cui amministratori sono anche in altre aziende e banche anche "concorrenti"...potete aiutarmi a trovare una banca "pulita"? GRAZIE

Andrea Lazzerini 15.09.10 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao beppe io vorrei fare parte del tuo movimento che prima o poi sono sicuro che governeremo l'italia e la puliremo dei piu' noti rifiuti di adesso..(fossero solo quelli di napoli sarebbe semplice)

marco cimetti 10.02.10 17:00| 
 |
Rispondi al commento

ANSA 16 NOV 09 ore 17.02- " E' complessivamente pari a poco meno di 9 mld di euro l'esposizione di Unicredit nei confronti delle banche centrali di Europa e Stati Uniti. Lo ha detto l'ad, Alessandro Profumo, rispondendo ad un azionista in assemblea. 'L'esposizione verso la Bce e' pari a 4,5 mld euro, quella verso la Federal Reserve e' pari a 6,6 mld dlr, circa 4,4 mld euro'."

...POCO MENO DI 9 MLD DI EURO....

CI DOBBIAMO PREOCCUPARE...???

Luke M. Commentatore certificato 17.11.09 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Buona giornata,

Sei in ogni tipo di difficoltà finanziarie? Il vostro aiuto arriva ora. Stai perdendo il sonno di notte preoccupante come ottenere un prestito? Non lasciare che i tuoi sogni di morire, alex_loanoffers@hotmail.com Contatto per il prestito facile e affidabile. seguenti dettagli:

Mutuatari INFORMAZIONE

I vostri nomi ..........
Importo necessario .........
Durata :.............
Il tuo paese .........
Numero di telefono ..........
Reddito mensile ........
Sex ...................
La tua età ..............

Mail: alex_loanoffers@hotmail.com
Sig. Alex Smith

Sig. Alex Smith 10.11.09 03:05| 
 |
Rispondi al commento

Non solo banche, promotori finanziari, consulenti senza arte nè parte...
Il SISTEMA è marcio dalle fondamenta.
Noi, professionisti di questo settore sull'orlo di una crisi di nervi, abbiamo creato una libera organizzazione per spezzare le catene che tengono il cittadino soggiogato dagli abusi del sistema e violentato dalla disinformazione dei media.
www.finanzalibera.eu


Per tutti i "risvegliati" che sono stanchi d'aspettare e che hanno capoto che la sovranità montaria al popolo non viene dall'altro visitate questo sito www.primit.it e se vi sentite pronti iscrivetevi(vi è un forum per aggiornarsi e per le iniziative intraprese e da portare avanti)e insieme facciamo conoscere la verità taciuta a tutti in modo da cambiare le cose,senza aspettare nessuno!Ciao

Luca Re 22.10.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già. IUl sistema bancario è responsabile dell’attuale crisi economica e di...... qualche decina di conflitti armati in giro per il pianeta. Con questo sistema produttivo di beni e servizi (compresi i geniali prodotti finanziari quali edge-fund, future, mutui subprime e altro ancora) la ricchezza creata non si ripartisce proporzionalmente tra i soggetti che l’hanno prodotta (pur con le sue diseguaglianze ovviamente) ma tende ad accentrarsi nelle “mani” di un numero sempre più ristretto di figure che vedono aumentare incredibilmente i propri patrimoni.
Semplicemente, aumentano i super-ricchi, sparisce la classe media (o media borghesia), aumenta il numero di persone che vive sotto la soglia della povertà. Il risultato è che il 2% della popolazione adulta possiede il 50% della ricchezza mondiale!lottiamo con Beppe per cambiare questo sistema. Piccolodrago
www.altraversione.org

Roberto M. Commentatore certificato 21.10.09 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo sapete che Intesa ha chiesto LA CASSA INTEGRAZIONE ????????? Per il momento rifiutata, visto e considerato che alcuni stabilimenti hanno personale che lavora 15 ore al giorno sabato e domenica compresi. E non sto parlando di situazioni di emergenza ma di normale attivita'? Per il momento è andata bene ma tenteranno ancora e allora chissà come andrà. Intanto un passerotto mi ha detto che il più pagato ha cercato di diventare santo raccogliendo danaro per il Malawi, visto che in Italia c'è solo posto in piedi. Dove saranno finiti quei saldi chiesti ai dippendenti? Il passerotto non lo sa...

laura mazzucato, torino Commentatore certificato 21.10.09 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Il denro creato dalle banche è debito. La nostra moneta non è altro che debito e finchè avremo un'economia basata sul debito non usciremo mai dal giogo dell'inflazione costruito dalle banche sulle nostre spalle.
Per uscire dalla crisi dovremmo reimpostare un'economia vicina a quella del baratto utilizzando la moneta come una semplice unità di misura, scambiando oggetti concreti per altri oggetti concreti secondo il loro valore monetario ma senza l'uso della moneta.

Antonia I 20.10.09 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le Banche non sono mai in crisi e' vero, ma non
solo in Italia, il problema bancario e' internazionale , Tutte le Banche Centrali sono
private e non permetteranno mai che nasca una Banca
Centrale di Stato sarebbe una cattivo esempio che si spargerebbe a macchia d'olio , loro si autofinanziano con questo sistema ,la sola speranza e' di unirsi internazionalmente

francesco guidone 20.10.09 12:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO SARETE PRONTI CAPOLGEREMO TUTTO E TUTTI FAREMO LA GUERRA CONTRO BANCHE E TUTTI I POLITICI

SAVERIO 19.10.09 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Marco Poletto, tronfio dei (forse) studi scolastici, studi che non concernono i meccanismi monetari se non con la spiegazione di che cosa è m1-m2-m3 o che cosa sono gli assets, o che cosa è l'euribor, o gli edge found ecc, viene a dirci che noi, "signoraggisti" ignoranti, stiamo raccontando balle perchè non abbiamo capito veramente come funziona la finanza.I libri di economia ed i professori stessi, se ne guardano e se ne sono ben guardati DALLO SPIEGARE LA GRANDE TRUFFA.Può darsi, comunque sappia che, potrei darle una interpretazione diversa da quella che lei ci darebbe, se ne avesse voglia, e le mie sarebbero argomentazioni coerenti quanto le sue.Ovviò che dirà che questo lo sta già dicendo, ma non è così, lei contesta soltanto, dice che siamo ignoranti.

Magari, ma non l'ha detto (è sì, non può resistere, prima o poi lo dirà, che i signoraggisti lo sono diventati solo dal giorno in cui hanno visto il video di grillo che denunciava il signoraggio) che ci affidiamo solo ai video di auriti o benetazzo, o bellia.NO EGREGIO POLETTO, IO NON MI APPOGGIO A FILMINI O ALTRO.Lei è l'ignorante, lo dimostra non argomentando le sue critiche, PERCHE' NON SA PROPRIO NULLA.Altrimenti ci illumini, ci dica da quale meccanismo è causata l'inflazione (la sento dire da 50 anni la parolina "inflazione programmata", che maghi sanno già che ci sarà inflazione) così ci faremo un pò di ridere.E sappia, altra ignoranza da parte sua, che grillo, stando a quanto lei etichetta, fa parte dei signoraggisti, dato che ne ha parlato per ore in più di uno spettacolo.Sa una cosa poletto?Mi sa che lei abbia parlato con quel buffoncello di Fotogian, quello che ripeteva come un pappagallo.

ps.come lei saprà, noi signoraggisti abbiamo una informazione del tutto errata sul meccanismo della creazione dell'inflazione (o il debito pubblico).

alvise s., Zena Commentatore certificato 19.10.09 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BANCA D'ITALIA PUBBLICA E NON PRIVATA.

Quando manca un organo di controllo autorevole e al di sopra delle parti non è possibile sperare in nulla di buono.

Nell'area Euro succede la stessa cosa,la BCE è un insieme di banche private che hanno a cuore solo i propri interessi!

Negli untimi vent'anni ho assistito alla nascita di una miriade di agenzie bancarie.

Una volta c'era il pizzicarolo,il meccanico,l'artigiano,il negoziante.

Oggi tutte quelle saracinesce sono diventate banche,assicurazioni diventate banche e supermercati!

Come mai gli brei che hanno un "loro" sistema economico hanno subìto di meno questo strapotere?

Siamo sempre appesi per le palle perchè non abbiamo nulla di "nostro",subiamo solamente tutte le variazioni del mercato,che sia di beni o di moneta!

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 19.10.09 17:41| 
 |
Rispondi al commento

IL SINDACO PdL DI SANREMO ZOCCARATO, CHIEDE 30MILA EURO DI CAUZIONE PER CONCEDERE IL PERMESSO DI ORGANIZZARE UNA MANIFESTAZIONE DI PIAZZA PER LA PACE. ANCHE AD ALESSANDRIA, IL SINDACO BROGLIUSCONIANO HA CHIESTO ALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI LA CAUZIONE DI 30 MILA EURO PER POTER MANIFESTARE IN PIAZZA. SI CONTINUI PURE A DISERTARE IL VOTO, A DIRE CHE SINISTRA E DESTRA SONO UGUALI E CHE TRA IL PROFESSOR PRODI E IL PREGIUDICATO, PIDUISTA, PERVERTITO NN C'E' DIFFERENZA, E VEDREMO COME FINISCE.... SALUTI

ivan IV Commentatore certificato 19.10.09 17:25| 
 |
Rispondi al commento

La prima cosa fatta dal governo per affrontare la crisi è stata aiutare economicamente le banche. Tutte tranne MEDIOLANUM??? Il "capoccione" della stessa non è un uomo moooolto vicino allo psiconano? Per affrontare la crisi, secondo voi, non poteva essere utile aumentare il potere d' acquisto degli italiani????
Più soldi, più spendi, economia più dinamica!! o no???

Pirrera Salvatore 19.10.09 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Giusto... cosa si può fare?

Una banca di cittadini? Una banca coperativa di cittadini? tasso credito e debito uguale?

non sarebbe male :-)

Riccardo Seri Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.09 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'analisi di Grillo, ma devo dire anche che con l'euribor basso la RATA DEL MUTUO è più bella!
SPERIAMO CHE DURI!!!

# # (ex principessa sissi) Commentatore certificato 19.10.09 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Il vivere quotidiano è il mio pane, io vivo in mezzo alla folla e godo quando la folla mi acclama. Per ricambiare tutto quest’affetto regalo il mio pane al popolo, che non è fatto con la farina, l’acqua e il lievito ma con un’ ingrediente innovativo che si chiama bugia. Raccontare palle è il mio vivere quotidiano le racconto così bene che ogni tanto ci credo anch’io e allora penso “sono proprio bravo, sono riuscito ad inculare anche il migliore degli italiani”.

Ecco questa è la mia vita, un’esistenza semplice come quella dell’uomo qualunque, fatta di piccole cose e se non fosse per la malattia tutto andrebbe per il meglio. Ma sono solo piccoli disturbi che passeranno presto.

Come ? mi chiedete di quale malattia soffro, non ve lo ho ancora detto, non è nulla di grave, il dottore dice che ho solo un piccolo sdoppiamento di personalità, c’è’ chi si crede Napoleone, chi Giulio Cesare, io non mi credo nessuno, io sono Berlusconi.

AHHH ci sono ricascato, l’ho nominato senza essere al grande fratello, per questo verrò mandato al lavoro alla fattoria e se darò dei buoni risultati andrò in ferie sull’isola dei famosi ………. Pensieri televisivi ma in linea con i tempi, dello stesso livello del editore: Falsi.

Adesso mi devo fermare: pubblicità

tratto dal blog:
http://blog.libero.it/ilcamagna

maurizio c., altavilla vicentina Commentatore certificato 19.10.09 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Il video per quanto ben fatto si basa sulle menzogne che dicono quelli del signoraggio, che - non capendo niente di finanza - non sanno che la produttività aumenta la ricchezza generale e quindi il debito si può pagare. Questo in linea teorica; il problema reale avviene quando si passa da banchieri a usurai sistemici, che è quello che sta succedendo adesso; ma quel video non fa altro che far casino, come fanno un sacco di confusione quelli del signoraggio... spero che almeno, questo serva a lenire gli attacchi di questi 4 esaltati contro Grillo, almeno questo perchè se no è proprio solo disinformazione pura

Marco Poletto 19.10.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento

In passato ci sono state molte polemiche sulla decisione che, usufruendo del fido, le commisioni non si sarebbero dovute pagare, perchè c'erano già gli interessi. Le commissioni in effetti sono state tolte ma che si sono inventate le banche? "corrispettivo per servizio di disponibilità immediata fondi ":percentuale trimestrale richiesta 0,50. Forse ora con questa nuova voce guadagneranno più di prima.
Lorenzo C.

lorenzo c. 19.10.09 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Le banche sono degli uomini, e sono questi a fare schifo. Saluti

ivan IV Commentatore certificato 19.10.09 15:19| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe...è importante parlare di tutto ma divulgare al massimo il problema dell'economia del debito a mio avviso è prioritario...in fondo TUTTI i mali sono figli di questo "cancro".

Massi Ricci 19.10.09 15:02| 
 |
Rispondi al commento

RIPETO
E' INUTELE FARE PIAGNISTEI O DIETROLOGIA
C'E' SOLO UN MODO PER I CITTADINI PICCOLI RISPARMIATORI DI LIBERARSI DALLE BANCHE
METTERE I PROPRI RISPARMI (SE SI HA LA FORTUNA DI AVERLI) IN UNA BANCA ETICA TIPO LA JAK
SAREBBE BELLO SE BEPPE RIUSCISSE A CREARNE UNA SIMILE ALMENO PER TUTTI I SOSTENITORI DEL MOVIMENTO A CINQUE STELLE

Via dall'italia mafiosi e leghisti Commentatore certificato 19.10.09 14:38| 
 |
Rispondi al commento

CMQ abbiamo tremari, è l'unico che ci difende, avete visto con la tessera di povertà? ha speso più di banca che di "elemosina". altre operazioni, che ne parliamo a fare, non è che l'altra parte è meglio, i poteri forti, sono tali e perciò intoccabili.
fintanto che hanno di spennarci, tutto bene, voglio vedere quando finiamo i soldi noi poveri che si fà?
come faranno a diventare più ricchi?
come faranno a farci elemosine?
non comprate più a rate, non fatevi prender4e dagli "occhi", non invidiate chi ha più di voi, ma chiedetevi come fà ad avere di più, con le risposte vi stupirete e non cadrete più nell'inganno dell'arrivismo.
dobbiamo far in modo che ci restituiranno fino all'ultimo cent che ci hanno derubato, non è impossibile, avete visto con le case? prima il prezzo lo faceva il costruttore, ora chi ha i soldi per comperare, chiedetevi il motivo, l'inversione di rotta è possibile!!!!!!!!!!!!!!
le automobili, ora costano meno, quasi tutto è diminuito, meno le banche, la corrente, il gas, e le tasse, faaciamo in modo di consumere in maniera più opulata e vedrete che tutto diminuirà.
scusate lo sfogo

valter p., roma Commentatore certificato 19.10.09 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Il fil si chiama El Concursante.

Film spagnolo del 2007, ad alto budget e con attori famosi (leonardo Sbaraglia è uno dei più famosi attori argentini).

è stato nelle sale spagnole per due settimane, poi ritirato in tutta fretta. Mai tradotto in altre lingue, mai distribuito all'estero.

Il film è bellissimo, ma dopo averlo visto appare chiaro a tutti il motivo di cotanta censura...

Antonio Basi 19.10.09 13:39| 
 |
Rispondi al commento

La crisi è stata causata dalle politiche scellerate della classe politica americana di destra: Da Reagan a Bush si è tollerata la deregulation in economia e nei servizi. Bush figlio poi, ha consentito ogni sorta di speculazione e agevolazione alla grande finanza e indotto alla concessione dell'erogazione di prestiti senza copertura. Con la provocazione al mondo islamico infine, ha prodotto le guerre e con esse le spese di riarmo, che hanno impoverito la società ma nn le industrie belliche. In Italia, dove la nostra inclinazione al risparmio e la troppa prudenza delle banche, ci ha protetto dalla grande crisi, ma un incapace governo di destra nn ce ne ha fatto ancora uscire, com'è capitato a tutta l'Europa. Io dico che la crisi deriva dalla politica della destra, e dove la destra è particolarmente parassita ed incapace, come l'Italia e gli USA di Bush la crisi è peggiore. Il Professor Prodi era meglio. Saluti

ivan IV Commentatore certificato 19.10.09 13:17| 
 |
Rispondi al commento

La crisi è stata causata dalla politica scellerata della classe politica americana di destra: Da Reagan a Bush si è tollerata la deregulation in economia e nei servizi. Bush figlio poi, ha consentito ogni sorta di speculazione e agevolazione alla grande finanza e indotto alla concessione dell'erogazione di prestiti senza copertura. Con la provocazione al mondo islamico infine, ha prodotto le guerre e con essa le spese di riarmo, che hanno impoverito la società ma nn le industrie belliche. In Italia, dove la nostra inclinazione al risparmio e la troppa prudenza delle banche, ci ha protetto dalla grande crisi, ma un incapace governo di destra nn ce ne ha fatto ancora uscire, com'è capitato a tutta l'Europa. Io dico che la crisi deriva dalla politica della destra, e dove la destra è particolarmente parassita ed incapace, come l'Italia e gli USA di Bush la crisi è peggiore. Il Professor Prodi era meglio. Saluti

ivan IV Commentatore certificato 19.10.09 13:12| 
 |
Rispondi al commento

come si chiama il film /documentario da cui è tratto questo video? qualcuno lo sa?

Cristian Fortunato, Cogoleto(GE) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.09 13:10| 
 |
Rispondi al commento

le banche non vanno in crisi
bella trovata
hanno i NOSTRI soldi gratis per legge
se le cose vanno male cambiano i piani di risparmio .. per recuperare i fondi A PROPRIO FAVORE (CONTRATTO UNILATERALE)

FACILE NO
SAREBBE COME SE UNA FABBRICA PER RISOLVERE I DEBITI
DECIDESSE DI NON PAGARE LE PAGHE AGLI OPERAI PER ... (DICIAMO TRE MESI)
E FACILE FARE AFFARI COSI
MA I DIRITTI ......LA LEGGE E UGUALE PER TUTTI.....
(DOVE IL GIUDICE ... LA MAGISTRATURA ... LA GIUSTIZIA DOVE????

stefano b., rovato Commentatore certificato 19.10.09 13:06| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE

IL BLOG E' IN GRADO DI METTER IN PIEDI UNA BANCA ETICA SUL MODELLO DELLA JAK BANK?

Via dall'italia mafiosi e leghisti Commentatore certificato 19.10.09 11:49| 
 |
Rispondi al commento

il punto è che le banche sono santuari inespugnabili. nei tribunali sono rare le cause promosse contro gli istituti di credito.
è difficilissimo chiedere i danni ad una banca, gli avvocati per esempio che si occupano di diritto bancario sono super specialisti e generalmente stanno proprio a difendere le banche, mica a fare le cause contro le banche.
mi piacerebbe che si creasse una cultura più rigorosa e più legalista proprio nei confronti delle banche.
vorrei che i tribunali iniziassero a condannare gli istituti non solo sulla base del danno accertato ma anche per i danni morali che causano ai clienti...

gabriella erbifori 19.10.09 11:47| 
 |
Rispondi al commento

per chi ancora crede nelle favole e che dice che berlusconi e peggio della sinistra ricordiamoci che le banche (specie quella di prodi (banca intesa di cui e il suo primo azionista ))hanno avuto tutti i diritti e pochi doveri da parte di quel governo di sinistra
LO SCOPERTO QUANDO HO AVUTO DOVUTO PER MODIFICA DEL CONTRATTO ... unilaterale (la peggior truffa del nostro tempo legalizzata )perche anche loro hanno firmato un contratto e ne sono tenuti a rispettarlo e romperlo ... siamo noi che dobbiamo esserne risarciti......
pero la giustizia in italia e sempre dalla parte giusta......( di chi a i soldi)
NON VOGLIO ne dire ne far CREDERE CHE DATO CHE LA SINIStRA E PEGGIO DELLA DESTRA SI DEVE SCEGLIERE LA DESTRA
E ORA DI FINIRLA DI DOVER SCEGLIERE DUE PIATTI FREDDI
SE NON POSSO SCEGLIERE .......NON SCELGO
e vediamo chi ci rimette o noi ( come si vuol fare credere) o loro che non avranno piu l appoggio popolare(senza di noi loro non possono esistere)
la sinistra a dimostrato la sua dittatura quando un .....grillo ha cercato di candidarsi nel partito democratico
(hano il coraggio di chiamarsi democratici e di pretendere che un gov di destra ,,,, facci le leggi che LORO SI SONO GUARDATI BENE DA FARE IN 2 ANNI

LE BANCHE SONO QUELLE CHE SONO PERCHE C'E LO PERMETTIAMO NOI
SAREBBE DA FARE ... TOGLIERE TUTTI I RISPARMI DI UNA VITA ( E FARLE FALLIRE)E INVESTIRLI IN BANCHE ETICHE ... CHE DANNO UN ...INTERESSE EQUO
ma nella patria del diritto romano gli italiani fanno di tutto per NON MERITARSI DI ESSERNE EREDI

stefano b., rovato Commentatore certificato 19.10.09 11:40| 
 |
Rispondi al commento


Mi piacerebbe fosse fatto un V-Day sull'argomento " Signoraggio Bancario ",
invitando sperti del settore.

La gente ha bisogno di essere istruita su un tema così cruciale !

ANDREA OLLARI, Parma Commentatore certificato 19.10.09 11:04| 
 |
Rispondi al commento

certo ke se il mondo continua ad andare avanti così, invece di progredire, regredisce e presto torniamo all'età della pietra

alessia ristuccia 19.10.09 10:45| 
 |
Rispondi al commento

S.C.E.C

è l'unica risposta

Beppe fai un post che spieghi bene che cos'è, e poi diamoci dentro

bisogna rifare banche tipo Zopa che hanno chiuso ( l'antistato )

Beppe fai tu una banca virtuale come per la raccolta fondi, agevolendo solo le aziende etiche.

corrado f., torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.10.09 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Un'alternativa. Serve una alternativa. A me e' stato consigliato il mercato dell'oro. Naturalmente mi viene in mente l'ipotesi di investire in case (ma per quello di soldi ne servono tanti).
Ma io non sono un'economista. Chi ci da' una dritta sicura?

Michele Z. Commentatore certificato 19.10.09 08:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scrivere in maiuscolo, per chi non lo sapesse, nei blog e/o nei forum, significa urlare.Adesso io urlero' nella speranza che mi sentiate e non facciate finta di non sentirmi, a meno che non siate dei vigliacchi.
TRE ANNI 1/2 FA, PRIMA DI CREDERE CHE QUELLO CHE VENNI A SAPERE SUL SIGNORAGGIO (non c'entra Grillo perchè io lo venni a sapere in un altro modo) FOSSE VERO, MI DOCUMENTAI SUI LIBRI DI DELLA LUNA, GALLONI, BENETTAZZO ECC, ED ANCHE SUI SITI, IN PRIMIS QUELLI SU AURITI.POI HO MESSO INSIEME I PEZZI DEL PUZZLE, HO ANALIZZATO DIECINE E DIECINE DI DATI, LI HO CONFRONTATI E SONO GIUNTO ALLA CONCLUSIONE CHE E' TUTTO VERO.OGGI LA MIA CONOSCENZA DELL'ECONOMIA LEGATA AL SIGNORAGGIO E' MOLTO CRESCIUTA (UN GRAZIE ANCHE ALLA TESI DI TAMBURRO), OSEREI DIRE CHE ORA SO "TUTTO".ALLORA HO FATTO UNA COSA DIVERSA CHE MUGUGNARE SUL BLOG, MI SONO SCRITTO E DISTRIBUITO AI CITTADINI DELLA MIA CITTA', GENOVA, VOLANTINI CHE METTONO AL CORRENTE DI CHE COSA E' LA B.ITALIA E LA BCE, HO FATTO CONFERENZE ALLO STARHOTEL, VADO NELLE PIAZZE AD URLARE LA VERITA', SONO STATO INVITATO A PRIMOCANALE PER SPIEGARE QUESTA PORCATA, ED HO CREATO UNA ASSOCIAZIONE DOVE SPERO SI UNISCANO MOLTE PERSONE, VOI COSA FATE?E' VERO, MI SENTO UN PO' SCEMO, IO, SIGNOR NESSUNO ANDARE IN GIRO A DARE VOLANTINI E PARLARE IN CONFERENZE, MA SE TUTTI FACESTE COSI', VI IMMAGINATE QUANTA GENTE IN ITALIA ORA SAPREBBE LA VERITA'?ECCO PERCHE' HO DETTO "A MENO CHE NON SIATE DEI VIGLIACCHI".L'ASSOCIAZIONE HA UN SITO SCRITTO DA ME, SE NE AVETE VOGLIA POTETE ACCEDERVI ED AL LIMITE DARMI CONSIGLI PER MIGLIORARLO.IO NON SONO GRILLO, DI PIU NON POSSO FARE.
http://lapalanca.altervista.org

alvise s., Zena Commentatore certificato 19.10.09 01:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E tre. Intesa Sanpaolo ha effettuato la terza cartolarizzazione delle ultime due settimane. Ieri ha infatti "trasformato" un pacchetto di 193mila mutui in 13 miliardi di euro di obbligazioni. Se si aggiungono le altre due operazioni concluse dal gruppo guidato da Corrado Passera negli ultimi 15 giorni, il conto sale a 20 miliardi. Ci si può chiedere: chi può aver mai comprato questa montagna di titoli, nell'anno in cui i mutui-bond non li vuole nessuno? La risposta è ovvia: li ha comprati la stessa Intesa Sanpaolo. Prima li ha emessi (attraverso la società-veicolo Adriano Finance 2) e poi li ha acquistati. Un girotondo che, ultimamente, hanno fatto un po' tutti: si pensi che solo negli ultimi due mesi le banche italiane hanno realizzato 13 cartolarizzazioni per un totale di circa 55 miliardi di euro. E quasi tutte hanno collocato questa montagna di bond a se stesse. Con un obiettivo: avere più titoli da consegnare alla Banca centrale europea nelle operazioni di rifinanziamento.
La moda delle cartolarizzazioni auto-comprate è figlia della crisi di liquidità che ha paralizzato per mesi il mondo finanziario. Da quando è scoppiata la bufera dei mutui subprime, la scarsa fiducia tra le banche ha infatti letteralmente congelato il settore interbancario: il mercato su cui da sempre gli istituti si sono prestati i soldi l'uno con l'altro è improvvisamente sparito. I tassi (il famoso Euribor) sono volati alle stelle e gli scambi di denaro si sono ridotti al lumicino. Per le banche europee, dunque, in questo contesto è restata una sola ancora di salvezza: la Banca centrale europea. È stato infatti l'istituto centrale di Francoforte a iniettare per mesi ammontari enormi di liquidità sul sistema. Insomma: da Francoforte le banche di tutta Europa hanno attinto per mesi i fondi necessari per andare avanti. E ancora lo fanno.

alvise s., Zena Commentatore certificato 19.10.09 01:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qual è l'alternativa ? Il materasso ?


Discuto con Mario Guercello e Luigi Vicenza sui prezzi degli immobili e dico che entrambe le coalizioni sono reponsabili: "Nessuna delle due coalizioni si è preoccupata perché il valore degli immobili aumentava progressivamente e notevolmente, giungendo, in pochi anni, fino a raddoppiare. Mentre, per lo più, gli stipendi e i redditi da lavoro autonomo non raddoppiavano. Con la conseguenza che la casa agognata dai cittadini che vivono, più o meno bene, del loro lavoro, non costa più otto o dieci annualità di stipendio o reddito, bensì quindici o venti. Entrambe, anzi, hanno perseguito questo risultato: con l’abrogazione dell’equo canone; non prevedendo sgravi fiscali per le rate di canone e prevedendone per le rate di mutuo; non vietando i mutui ultraventennali per la prima casa; consentendo addirittura i mutui “portabili agli eredi”; abrogando l’ICI; svendendo il patrimonio immobiliare pubblico; non pianificando e non finanziando l’edilizia cooperativa o popolare. Le due coalizioni hanno cominciato a preoccuparsi soltanto quando la bolla immobiliare ha dato segni di essere pronta a sgonfiarsi! Ed è naturale, visto che esse l’hanno volutamente gonfiata. Eppure, dice la nostra Costituzione, “La repubblica favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione”. Legiferare per elevare i prezzi degli immobili o comunque senza preoccuparsi se la legge introdotta ha come effetto economico la lievitazione dei prezzi degli immobili, da un lato, e consentire la validità di mutui quarantennali o addirittura portabili agli eredi, dall’altro, sono veramente un modo singolare per interpretare la norma costituzionale! Come se i costituenti avessero detto al legislatore: strozza il popolo" (La assoluta omogeneità delle due coalizioni...http://www.appelloalpopolo.it/?p=106). Reintrodurre l'equo canone e limitare a 15 anni e al 50% del prezzo i mutui per la casa sono i provvedimenti necessari

Stefano D., Roma Commentatore certificato 18.10.09 23:23| 
 |
Rispondi al commento

mentre aziende chiudono,le banche riescono a fare fatturati vertiginosi.come è possibile tutto questo?

devis q. Commentatore certificato 18.10.09 22:32| 
 |
Rispondi al commento

Pubblico il mio commento di discussione a Mario Guarcello.

Intanto grazie per aver risposto al mio commento. In fondo io scrivo sul blog per avere uno scambio di opinioni, per comunicare.
Mi hai chiarito le idee distinguendo fra mutui e prestiti.
Certo che non mi sembra giusto applicare tassi di interesse dell'8-10% ai prestiti, così come mi sembra troppa la differenza fra il 3% dell'acquisto del denaro da parte delle banche ed il 5% quando lo vendono, perchè quel 2% su un mutuo trentennale diventa che la coppia fa un figlio in meno...
Quindi direi che chiedere alle banche prestiti all'8-10% per vacanze, auto, elettronica di consumo e quant'altro è una cosa che spesso possiamo evitare, se vogliamo (ma molti non vogliono...), e questo sarebbe già un passo avanti nella nostra civiltà
Quanto al fatto che il mutuo per la casa sia una necessità, sono piuttosto d'accordo, però qui c'è una domanda di fondo, secondo me: perchè oggi la mensilità di un affitto costa come la rata di un mutuo?
Trent'anni fa uno se aveva i soldi si comprava la casa, sennò andava in affitto.
Oggi anche chi non ha i soldi "deve" comprarsi la casa lo stesso col mutuo.
Chi ha fatto la legge dei patti in deroga all'equo canone, tanti anni fa? E poi fior si "scienziati" strapagati nei talk show televisivi fanno infinite ed inconcludenti discussioni sul perchè la gente non fa figli...
Mi verrebbe da dire che sono le banche che mangiano i bambini, non i comunisti!

Luigi Vicenza, Vicenza Commentatore certificato 18.10.09 21:41| 
 |
Rispondi al commento

secondo te berlusconi si da tanto da fare per l'Aquila per gli aquilani o per la sua mania di protagonismo? dato che tante persone vittime di precedenti terremoti sono ancora nelle baracche.Non hanno diritto anche loro di essere aiutati?

valeria p., roma Commentatore certificato 18.10.09 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Di chi è l'oro di Bankitalia? Dov'è l'oro in questione? Banchieri, sbottonatevi! E tu, cittadino, non sei insospettito? Non sei preoccupato? Non sei nemmeno curioso? Firma la petizione: "Fatecelovéde!". Con un congruo numero di firme promuoveremo una interrogazione parlamentare per chiarire la questione dell'oro italiano in seno a Bankitalia S.p.A.
http://www.signoraggio.com/index_azioni.html

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 18.10.09 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Il video riesce, secondo me, a esprimere a livello macroeconomico il problema degli interessi applicati al debito. Se da un lato i rapporti tra privati (banche-creditori-debitori) è regolato secondo norme "relativamente" logiche (se non per casi di sperequazione di calcolo di interessi) dall'altro non penso che il rapporto tra stati sovrani e rispettive banche centrali sia cosi "fluido" e "intelligente". Nella sintesi (che può esser sbagliatissima, son qua per discutere) che mi sono fatto mi sembra assurdo che uno stato sovrano possa indebitarsi con un privato. Mi spiego meglio. Il debito pubblico è costituito da titoli che appartengono a privati o banche centrali (private pure quelle, seppur con funzione di governo). Questi comprano titoli per svariate ragioni, principalmente per non veder svalutati i propri risparmi nel lungo periodo, lo stato però si carica sulle sue spalle, e quindi su tutta la popolazione, l'onere non solo di pagare un debito ma anche i dovuti e necessari interessi a chi giustamente a visto una buona offerta su cui investire.

Il nocciolo, per me, è questo : perchè lo stato non si crea direttamente i soldi di cui ha bisogno, metendoli in negativo sul bilancio, SENZA aggiungerci il fardelllo degli interessi ?

alessandro moretti 18.10.09 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Il video è trasparente e chiaro.

Prendiamo forconi e bastoni e cacciamo questi criminali.

Dovere morale 18.10.09 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pubblico una risposta a
luigi di vicenza

posso darti ragione sul fatto che molti cerchino di vivere al di sopra delle proprie possibilità..
ma c'è una certa differenza tra un mutuo e un prestito.
le finanziarie che mettono volantini ovunque , che pubblicizzano prestiti a chiunque , protestati , anziani sopra i 90 anni etc. applicano tassi d'interesse al limite dell'usura(il famoso TAEG finale).
un mutuo serve per comprare una casa.
soddisfa una necessita e non un capriccio come l'audi A5 quando fai l'operaio e guadagni 1200 euro al mese.
sono a favore delle banche quando non hanno sottoscritto i tremonti bond..che avevano condizioni da furto..ma applicare la stessa regola ai clienti non è corretto.
le banche emettono obbligazioni quinquennali o più che pagano interessi massimi del 3% lordi(scarsi).
qunidi se la banca chiede soldi in prestito ai clienti paga il 3%scarso.
se il cliente chiede i soldi alla banca paga per un mutuo ventennale :
tasso fisso intorno al 5% ,
per un variabile il 3%(ma è destinato a crescere nei prossimi anni).
per i prestiti tra l'8 e il 10%.
ti sembra giusto?
ri-ciao.

mario guarcello (el_rubio_loco), Saturno Commentatore certificato 18.10.09 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se lunedì il 15% della popolazione si recasse in banca e ritirasse i suoi risparmi eserciterebbe un diritto, metterebbe in ginocchio un paese e le sue oligarchie, creerebbe un'esempio mondiale che verrebbe immediatamente imitato. Produrrebbe, in una mattina, più di qualsiasi rivoluzione e non richiederebbe nemmeno di capire chi sta dietro alla finanza perchè senza sapere chi è il mandante lo si colpirebbe a morte.

http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=97183437473&ref=mf

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 18.10.09 20:41| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da molti anni ormai alla TV le banche fanno la reclame dei mutui come una cosa bella, una cosa desiderabie, una cosa naturale, come la soluzione ai tuoi problemi, e come uno strumento che finalmente ti permette di realizzare i tuoi sogni (anche un'auto, una vacanza, l'acquisto di elettronica di consumo, eec. ecc. , povera Italia!).
Forse sta sfuggendo un pò alla nostra attenzione che contrarre un mutuo vuol dire FARE UN DEBITO.
AVERE DEBITI E' UNA COSA BRUTTISSIMA, CREDO CHE TUTTI NE CONVENIAMO!
Oltre ad interessarci al signoraggio e agli scec, forse dovremmo anche cercare di NON VIVERE SOPRA LE NOSTRE POSSIBILITA'.

Luigi Vicenza, Vicenza Commentatore certificato 18.10.09 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Mi sembra che sia stato Bertholt Brecht, ad affermare che il vero criminale, non è ci rapina una banca, ma chi fonda una banca, anche se oggi dobbiamo convenire che almeno un'eccezione c'è stata: il Nobel per Pace signor Juno.

Ma si sa, non è una rondine che fa primavera, però e comunque bello, che ce ne sia almeno una

Marcello Marani 18.10.09 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio il blog, per aver pubblicato questo video insieme all'articolo ...
Indirettamente avete risposto alla domanda, perchè Beppe Grillo non parla del ............
Magari indirettamente ma ne parla .....
Il che è un sollievo, perchè il nanetto è stato, è, e sarà un problema per i prossimi, quanti, 5 o 10 anni ....
Quello delle banche è il problema più grande che esista ed esiste da molto più tempo e continuerà ad esistere anche dopo la caduta della seconda, della terza e pure della quarta repubblica ...
E' in definita quel processo che rende schiavi i figli di coloro che hanno dato la vita per liberare questo paese dal nazi-fascismo ...
Grazie.

SIMONE BORDONARO (simone bordo), BRESCIA Commentatore certificato 18.10.09 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si parla di Banche, quando negli anni 80 calarono in Italia alcune banche tedesche io mi fregavo le mani dalla contentezza, nel loro paese le commissioni erano 5 volte inferiori a quelle che pagavamo in media noi, qui, nel bel paese, le banche in Germania finanziavano importi notevoli in pochi giorni (ho un conoscente che nel 1985 in 48 ore dopo aver fatto una relazione per l'acquisto ed il rilancio di un prestigioso albergo ha ottenuto in soli 3 giorni l'intero finanziamento per acquisto e ristrutturazione!)EVVIVA, panai, da ventenne sciocco.

Le banche tedesche sono ARRIVATE e si sono adeguate alle commissioni da furto delle nostre associazioni a delinquere chiamate banche.

Dieci giorni fa ero a colloquio con il dirett9re della banca con cui lavoro, gli chiedo come va...e lui "bene, mai stati con tanta liquidità come ora, abbiamo fatto fallire quella decina di imprese edili che avavano l'acqua alla gola e poco altro", l'avrei preso a calci....

Politici stramaledetti, aiutate chi affossa le aziende e sperate nella ripresa?

Arturo A., Muscoline Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Sentite questa bella Storiella sulle banche... qualche hanno fa ho comprato una macchina a rate e ho dato il compito a mio padre(per questioni di lavoro non potevo farlo) di pagare i bollettini postali. mio padre poveretto pagò tre bollettini oltre la scadenza. Alla fine mi accorsi del fatto e chiesi alla finanziaria come potevo riparare all'errore! mi fu risposto di aspettare un ulteriore avviso di pagamento delle more calcolate per il ritardo e pagarlo. Ok provvedetti subito e pensavo che tutto era sanato. qualche anno dopo chiesi un prestito alla Mia banca "Monte dei Paschi" e mi fu rifiutato (senza darmi spiegazioni) ed allora decisi di rivolgermi, pagando molti più interessi ad una finanziaria. Il consulente mi spiego il perchè del rifiuto (poichè ero considerato "pessimo pagatore" iscritto al CRIF per aver pagato in ritardo quelle rate!) e, quasi come se mi avesse fatto un favore a finanziarmi, mi fece sentire un disperato. Ma sapete qual'è il bello? sul contratto c'era scritto: FINAGEN powered by MPS!!!
ma come la monte dei Paschi mi ha rifiutato il prestito eed ora una sua finanziara sì??? ma non è che era una manovra per farmi pagare di più?

Don Vog 18.10.09 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siete tutti girati dall'altra parte su un gravissimo reato che le banche maggiori stanno consumando. Le banche si sono inpossessate dei fondi pensione dei dipendenti e li hanno scaricati sull'inps al maturare della pensione di vecchiaia (60 per le donne e 65 per gli uomini).La "class action" avrebbe il suo terreno d'elezione?Solo il GruppoIntesa si sbarazzerà di 12000 pensionati a scaglioni. C'è poi Unicredit ecc. Sono tre: uno al Nord, uno al Centro e uno Sud.
Mia moglie ex dipendente del Banco di Napoli
ha compito 60 anni,l'è arrivata una bella letterina:La pensione di vecchiaia te la darà l'Inps da questo momento non più il Banco di Napoli (ex Ente di diritto pubblico)inghiottito dal S. Paolo (alla comunista davvero, come hanno fatto gli ex sovietici con tutti i beni pubblici di "oltre cortina"). "Lei perderà poco,meno di cento euro al mese"."Posso rifiutare?". "No". Io l'accompagnavo, prendo netto 1200 euro al mese con 44anni di contributi utili e 39 di servizio effettivo. Lei con 22 anni di servizio e grado di capo ufficio 1000 netto. Ho risposto:" Come per i vagoni per Buchenvald in linea di principio?".
La giovane funzionario si è meravigliata del confronto.Diceva solo che lei non ci arriverà neppure. "E se andiamo da un magistrato, da un avvocato?La situazione preannuncia un assalto all'Inps che si sta reggendo con i contributi degli immigrati.Sul suo saldo attivo ora è stato per il momento in questo modo aperta solo una partita di giro a favore delle grandi banche, poi vedranno di trovare qualcos'altro per inghiottirsi l'Inps".
Tremonti ha inventato la Banca del Sud per fregare gli sportelli (la cassa) alla Posta.
Ho detto a mia moglie incatenati davanti alla sede del Banco."No". L'ho detto a qualche collega: datemi un aiuto e mi incateno al posto vostro (ho sempre fatto battaglie , quasi per tutta la vita, contro lo sfascismo ch'è il
fascismo odierno. Si può aprire una finestra e una denuncia su questa rapina dei fondi pensione?

ciro corsaro 18.10.09 17:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La gente non ha ancora capito che le banche
sono degli strozzini legalizzati.....

yuva gianni murgia 18.10.09 16:31| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

qui tocca svegliarsi armarsi di colla per topi e stuzzicadenti e cominciare ad attaccarli al culo di sti banchieri..non stanno mica in cielo?? stanno dentro case famiglia come banca ditaglia- che ha una via e un indirizzo..e alloraA Andiamo li e cantiamogliele quattro, attacchiamo volantini facciamo facciamo ..mica possiamo stare cosi con le mani in mano a discutere tra di noi..bisogna togliergli l'osso..ufff.quando si comincia???

simone d. 18.10.09 16:19| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE bisogna continuare su questa linea di conversazione , il SIGNORAGGIO BANCARIO deve essere argomento di discussione, tutti i giorni ,l'ITALIANO deve conoscere ,deve sapere, si deve informare ,deve curiosare, deve capire,, che sto cazzo di signoraggio ci hanno preso tutti i gioielli di famiglia si sono mangiato tutto sti banchieri bastardi,, bisogna martellarli a sti cazzi di ITALIANI addormentati che non capiscono un cazzo,,quando lo capiranno ? quando si troveranno con le pezza al culo? ( ci siamo quasi) sveglia porca puttana ,ho 50 anni ,non ho più voce per spiegare a questi ottusi cosè il sistema bancario ,possibile che tanti giovani sono all'oscuro di tutto questo? sveglia ,sveglia , WWWWWW l'ITALIA .. per non dimenticare GIUSEPPE GATI"

angelo c., milano Commentatore certificato 18.10.09 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Il debito pubblico ce lo abbiamo con la BCE, a cui dobbiamo gli interessi di questi soldi "prestati"..ma viaggia in lina con il PIL che è CALATO il -5.5% rispetto al 2008 stando agli ultimi dati ufficiali, e quindi ad un aumentare del debito pubblico perchè i lavoratori dipendenti non riescono più a pagare le tasse, le imprese non producono e non pagano tasse, nessuno compra i BOT anche se ci cambiano nome, abbiamo un'aumento di soldi prestati per far SOPRAVVIVERE il paese spaventoso, finchè non verremo tagliati come un ramo secco dalla comunità europea..che rivorrà quei soldi..e lì l'Argentina ce lo ha insegnato...attuale tasso di povertà oltre il 50%... riflettiamo..

Emanuel B. 18.10.09 15:23| 
 |
Rispondi al commento

abito a salsomaggiore terme(parma) da poco. desidero entrare in contatto con il gruppo beppe grillo piu' vicino ( fidenza, busseto, piacenza, parma). sono un insegnante in pensione, quindi ho parecchio tempo da dedicare ad un fronte ed una lotta che ritengo essenziale per far sopravvivere la nostra civilta'.
mio recapito: fbressanin.libero.it

ciao a tutti

franco bressanin 18.10.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
LA RISPOSTA E' SEMPLICE, CHI C'E' DIETRO ALL'EURIBOR, BANCA INTESA E SAN PAOLO, I NOSTRI CARI DIPENDENTI E I LORO CARI INTERESSI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 18.10.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

El pueblo embrutecido serà siempre sometido. E più non dimandare, barbùn.

Alberto Gramaccini 18.10.09 14:40| 
 |
Rispondi al commento

rimpiango il governo prodi,quando per bersani il probblema in italia erano i TASSISTI.

gigi boi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 14:21| 
 |
Rispondi al commento

I governi sono sempre piegati agli interessi di banche e grossi imprenditori. E' un dato di fatto che quando queste sono in difficoltà lo Stato le aiuta senza problemi facendo poi pagare a noi le spese. Quando invece queste fanno gli utili, questi rimangono nelle loro tasche private.

Basta vedere quello che sta succedendo ad Obama (il neo premio Nobel del nulla...). Quando ha aiutato le banche in crisi indebitando gli Stati Uniti, tutti i media lo osannavano come fosse una specie di Messia. Ora che sta cercando di fare una riforma sanitaria che finalmente estenda il diritto alla salute anche a chi non può permettersi l'assicurazione privata, viene attaccato dai media come la FOX.


http://ilparere.blogspot.com/

Giovanni Tonetti 18.10.09 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto prima di "convincere tutti che bisogna smettere di usare il prodotto interno lordo (il famigerato PIL)" bisognerà spiegare loro cosa è il PIL (prodotto interno lordo), perchè forse si è dimenticato che in I-TALIA la maggioranza dei Cittadini I-TALIANI l'estratto conto della propria banca non lo sa neanche leggere.
Per quanto riguarda la frase che ho letto sopra: "Abbiamo il dovere morale di liberarci da questi strozzini legalizzati".
Innanzitutto iniziamo ad avere il coraggio di incolpare i nostri PADRI e le NOSTRE MADRI per la INCREDIBILE STRAFOTTENZA che hanno dimostrato quando qualcosa si poteva fare, quando il paese si poteva cambiare, senza la rivoluzione, che perdonatemi... lasciamola ai Francesi. Perchè noi siamo I-TALIANI e in quanto tali armiamoci dei tanti PORTA a PORTA, ANNOZERO, STRISCIA LA NOTIZIA il sottoscritto BLOG Etc. Etc. Etc. Etc e fieri della nostra I-TALIANITA'..... Continueremo a succhiare....... fino alla fine dei nostri giorni... Evviva il Footbaaallsssss, La Pizza, il MADE in ITALYYYY ed evviva anche il nostro bel MINISTRO DELLA DIFESA LA RUSSA che come bravo I-TALIANO al Columbus Day ha fatto notare a tutto il mondo che non sa parlare nenanche una parola d'inglese. Good Sound... Belle parole, ma restano parole.... Fatti non ce ne sono... Meglio emigrare e lasciare il proprio paese arrendendosi avanti ad una evidenza troppo chiara, quella che il paese non si può cambiare con questo popolo prima e con questa classe politica poi. Noi siamo quelli che, di giorno vanno a lavorare e fanno finta di nulla dimenticandoci le responsabilità che abbiamo non tanto verso noi stessi perchè ce ne vorrà tanto di tempo per cambiare le cose, ma verso i nostri figli, e la sera gridano: "ALLA RIVOLUZIONE!!!"

gianluca russoto, napoli Commentatore certificato 18.10.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Siamo coscienti di essere presi per il collo dagli usurai legalizzati: le Banche, le Finanziarie e le Assicurazioni.
******ALLORA QUANDO CI METTIAMO MANO*************
il resto è noia!

Gaetano C., Roma Commentatore certificato 18.10.09 13:40| 
 |
Rispondi al commento

"Le banche ci chiedono soldi e fiducia ma poi legano con lo spago la penna al bancone"
(Beppe Grillo)

Franco F. Commentatore certificato 18.10.09 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Sovranità monetaria.
Abolizione delle banche tradizionali.
Leggi a salvaguardia dell'economia del lavoro.
Abolizione dei sindacati.
Sovranità del lavoratore e rappresentatività in tutti i settori dello Stato.
Annessione di tutti i beni dei politici e delle banche negli ultimi 20 anni da parte dello Stato.
Abbassamento dell'età pensionabile e gestione trasparente e oculata del sistema pensionistico.
Abolizione dei centri commerciali e incentivi a artigiani e agricoltori biologici.
Riforma energetica con investimenti nel solare, eolico, geotermico ecc...
Immediata esecuzione della legge Parlamento Pulito
Immediata chiusura di tutti i cantieri, revisione dei progetti e apertura di cantieri per opere che possano farci recuperare il gap con le altre nazioni europee.
Ergastolo e spoglio dei beni per i condannati per Mafia e criminalità organizzata in generale nonchè per la massoneria eversiva.
E tanto altro ancora...

Gabriele ., roma Commentatore certificato 18.10.09 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a quando la rivoluione, io sono già armato.

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 18.10.09 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Le alternative alle banche speculatrici esistono già!! si chiamano MAG Mutue Autogestite, oppore Banca Etica, oppure forme di finanziamento diretto in imprese "etiche" tramite prestiti o capitale di rischio.

Dipende solo da noi impiegare i nostri soldi in modo diverso.

Stefano Martini 18.10.09 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Ad oggi depositare soldi su un conto corrente a scopo di lucro, ossia di investimento è ovviamente sbagliato.
un conto corrente oggi puo servire solo a chi a grandi movimenti in entrata e in uscita ( un impresa )
che accende un fido in banca.
i correntisti semplici , diciamo quelli che mettono i loro risparmi in banca sperando in una crescita dei tassi sbagliano.
Ci sono molte altre soluzioni per far fruttare i propri soldi come:
pronti contro termine investimenti in borsa o piani di accumolo.
certo per i primi 2 si deve avere una certa disponibilita economica, altrimenti nn ne vale la pena, ma per il piano di accumolo bastano ancge poche 100 di euro.
dire che le banche sono un po ladre da una parte e vero ( faccio decine di perizie sull'anatocismo bancario)
ma e anche vero ke le banche italiane nn falliranno, mai come e capitato all'estero.
Dire che aver aiutato le banche e stato errarto da perte dei governi, e errato.
Se lebanche non avessero avuto degli aiuti chi ci rimetteva erano solo i correntisti semplici che perdevano il loro tesoretto.
Quindi se fatto bene a varare politiche che aiutasseo le banche in questo momento.
Resta il fatto che la finanza nell'ultimo periodo non e che e stata tanto lucida, e ne abbiamo visti i risultati.
Se cmq avete dei piccoli risparmi non aprite cc di corrispondenza ( quelli piu costosi) ma fate piani di accumolo, sono sicuri e danno buoni rendimenti dopo 15 20 anni.

Francesco Saverio di Donato (napoletano978), Napoli Commentatore certificato 18.10.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

E non bastano certo i tassi di interesse... in questi ultimi mesi le banche hanno caricato i Clienti di una marea di nuove commissioni... tra tutte brilla la famigerata CDF: Commissione Disponibilità Fondi, una commissione che arriva anche al 2% annuale per il fido che la banca mette " a disposizione" del Cliente e che si paga anche se il fido non viene utilizzato !
Altra "invenzione" delle banche è il tasso di supero sul fido: facciamo un esempio: se un Cliente ha un fido di 100 e paga sullo stesso il 5% ed ha un tasso del supero del 12% se, per caso utilizza 102 e quindi va 2 oltre il fido, il Cliente pagherà il 12% su tutti e i 102 e non solo sul 2 che supera il fido !!!
Le banche stanno contribuendo ad affossare sempre più la nostra già debole economia... e non facciamoci illusioni sulla ripresa: è evidente a molti che lavorano nel campo che si tratta solo di un fuoco di paglia !
P.S. Attenzione il debito pubblico è oramai fuori controllo.

Maurizio Monti 18.10.09 12:00| 
 |
Rispondi al commento

A me il tasso di interesse che mi ha applicato la mia banca è stato anche del 16 %.... Fatevi voi un'idea!!! Io lo predico da una vita che le banche ci stanno liberabente prosciugando le tasche. O ci salva l'europa con dei paletti a questi strozzini legalizzati oppure siamo nella m...a.

Andrea Bellomo 18.10.09 11:50| 
 |
Rispondi al commento

NON CAMBIERAI MAI LE COSE COMBATTENDO LA REALTA’ ESISTENTE.
PER CAMBIARE QUALCOSA COSTRUISCI UN MODELLO NUOVO CHE RENDA LA REALTA’ OBSOLETA.

FULLER

Cari amici e amiche, il signoraggio con molta
provabilità è il male di tutti i mali che affligge l’intera umanità, dalla perdità della sovranità monetaria, derivano tutti i mali sociali che ci distraggono sugli effetti e non sulle vere cause.

Io anni fa ho scoperto la piaga del signoreggio che qui di seguito
http://video.google.com/videoplay?docid=6561068664203649137&hl=it#
e ben spiegato e cercando su internet ho trovato la strada da percorre tutti quanti ASSIEME per riappropriaci della sovranità monetaria, la soluzione è lo SCEC.


- Cosa sono gli SCEC?

I Buoni locali della Solidarietà ChE Cammina, gli SCEC, sono delle “cartonote” (giocando sul termine banco-nota e sottolineando che è sempre e solo carta) molto semplici e si usano insieme agli Euro. Il funzionamento è intuitivo. I Buoni SCEC vengono stampati da ArcipelagoSCEC, gestiti dalle Associazioni locali aderenti ad Arcipelago SCEC e consegnati gratuitamente agli iscritti e alle famiglie. I Buoni Locali SCEC danno diritto a poter pagare con gli SCEC una parte dei prezzi delle merci e dei servizi offerti dalle imprese, professionisti, produttori, artigiani, aderenti al circuito.

- Perché usarli?

Negli ultimi anni abbiamo assistito dell’impoverimento delle economie locali ad un’accelerazione in atto ormai da decenni. Le piccole attività industriali, artigianali, commerciali e contadine, una volta il fulcro della vita economica del nostro territorio, si stanno inesorabilmente spengendo. Le cause vanno ricercate essenzialmente in due fattori:

CONTINUA...
http://www.facebook.com/search/?q=sicilia+stupor+mundi&init=quick#/group.php?gid=65176677760&ref=search&sid=1596035832.258317934..1

Roberto Di Giovanni 18.10.09 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non creare "UNA BANCA TUTTA NOSTRA"?

Jerry Spera, Molfetta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 11:44| 
 |
Rispondi al commento


Imperialismo bancario ......: i banchieri

i nuovi signori......merovingi , eletti , immortali....

Sopra tutto e tutti : sudditi , parlamenti e governi....che hanno a libro paga.

Tinazzi

PS
0,1, 0,5 .....magari .....0,01...0,05....è il tasso che applicano

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento

non a caso anno chiuso ZOPA.IT


Jonni Caseri, bottanuco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 10:58| 
 |
Rispondi al commento

signori l'antisemitismo che va difeso per legge, sia Italiana che Europea, serve solo per difendere i "veri" padroni delle banche, questi si aspettano una rivolta massiccia e organizzata e la vogliono rendere immorale con l'antisemitismo, infatti tutta l'élite bancaria è in mano a fanatici sionisti Goodman Sarch in capo a tutti, dove c'è una banca c'è un sionista a capo.

Considerando il fatto che, al giorno d'oggi per un qualsiasi cittadino del mondo, tenere aperto un conto corrente non serve altro che a far sapere a questi tomi quanto si guadagna in famiglia e se si ha possedimenti o meno, in base a questo, sanno se elargire un prestito o meno.

Per quanto riguarda le piccole aziende, questi sanno che hanno pagamenti a 60/90 giorni e che spesso, chi ha a pagare non mantiene la parola data, rimandando così i pagamenti a 120 giorni; l'imprenditore capace, per far fronte a questo ha bisogno dello scoperto bancario, la banca volpona non lo concede o se lo concede, l'imprenditore si trova costretto a sottoscrivere azioni che sovente sono a caduta libera (ovviamente al sottoscrittore questo non viene detto), così la banca si trova proprietaria di appartamenti e aziende, fallite non per incapacità impreditoriale, ma per mera famelicità di questi mostri che la politica non vuole fermare, essendo questi i loro primi finanziatori nelle campagne elettorali.

I politici non hanno ancora capito dove è che i banchieri mirano, dopo le aziende e gli appartamenti ci sono le città, le regioni e la Nazione, vera mira di chi senza un soldo di suo, ottiene ottimi vantaggi per appropriarsi di tutto col consenso dei nostri affamatori.

Memmo P., Rome Commentatore certificato 18.10.09 10:13| 
 |
Rispondi al commento

SOVRANITA' MONETARIA AL POPOLO!!!

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 10:09| 
 |
Rispondi al commento

SOVRANITA' MONETARIA!!!

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.10.09 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Amici, parlo con cognizione di causa, x 21 anni ho lavorato x un primario istituto bancario che ha effettuato più fusioni che un atomo di uranio in una reazione nucleare, x mascherare conti economici non in linea con le mirabolanti aspettative della direzione, quest'ultima regolarmente di tipo "tagliateste". Ho fatto il responsabile di servizi estero e l'analista finanziario, partendo da semplice centralinista, mentre c'erano persone che neppure parlavano l'italiano correttamente e che avevano un livello culturale da Burundi e facevano una promozione ogni 10 mesi con stipendi che quando ho mollato io 10 anni fa andavano dai 6 ai 17 milioni di lire al mese. Ma a parte che il merito, appunto, non viene mai riconosciuto nel sistema bancario ma si va avanti solo x conoscenze, spinte o inciuci, e quindi avanzano i peggiori, quelli disposti a qualunque cosa, anche a truffare i clienti pur di progredire, la cosa peggiore: sono i meccanismi perversi del SIGNORAGGIO e della RISERVA FRAZIONARIA, attraverso il quale una banca da 1000 euro versati da clientela può arrivare tranquillamente a guadagnarne 4000 in un anno (al posto degli 80/100 che ci si aspetterebbe da un tasso attuale dell'8/10%), che va portato a conoscenza di tutti e stroncato. E' troppo lungo da spiegarlo in un post di 2000 caratteri, ma se volete un consiglio da uno che ha lavorato 21 anni sia in filiale che negli uffici di direzione, fate come ho fatto io da 3 anni a questa parte (la crisi l'avevo prevista un anno prima che arrivasse): prendete i vostri risparmi, chiudete il conto corrente, mettete i soldi in contanti (anche Franchi svizzeri) in soffitta, sotto un albero, in una cassetta di sicurezza o dove vi pare, ma saranno più sicuri che in banca, e risparmierete, oltre a rodimenti di fegato, almeno 200 euro di costi annui mediamente, fregatevene dello 0,1% di tasso e state lontani da bot e cct e ne vedrete delle belle fra un po'. Fidatevi. o finirà male.
Saluti. Enrico l'analista - lista civ. a 5 stelle

enrico c. Commentatore certificato 18.10.09 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.... Ah le banche... sono solo degli strozzini legalizzati!!... rovinano la vita delle famiglie rifilandoti quei bei discorsetti che loro sono lì per aiutarti, sì ti aiutano ad infilarti un cappio al collo... che schifo mi vien la nausea...

nicoletta back 18.10.09 09:28| 
 |
Rispondi al commento

io sono con :Giacinto Auriti ;per il reddito di cittadinanza.perche' non si puo' pretendere tutto ma almeno un minimo garantito si,(il posto piu' sicuro dove mettere i soldi sono le braghe del popolo)ma per fare questo la moneta deve ritornare nostra. sovranita' monetaria.


Finalmente!! "L'Italia è il Paese dei Monopoli..." e si spalleggiano l'uno con l'altro. Come facciata ognuno parla male degli altri, nel concreto si spalleggiano. Occorre spezzare questo intreccio ed a catena cadranno tutti. Basta iniziare. Stare dentro una corporazione significa stare dentro il "sistema", significa lamentarsi ma...in fondo si va avanti. Stare fuori dalle corporazioni, è stare fuori dal Sistema e farsi un c..lo così dalla mattina alla sera, non sapendo come sarà domani e che legge ti capiterà contro, perchè? Perchè le corporazioni e quindi il Sistema Italia per stare bene si basa sul principio che ALTRI debbano stare fuori dal sistema. Se tutti entrassimo nel sistema questo imploderebbe perchè in realtà è PARASSITARIO. Vivere possedendo un monopolio è vivere sulle spalle di chi si fa un mazzo tanto ogni giorno senza certezza del domani. Grillo, tu dici che quello bancario è il peggiore? Bhè anche quelli che ti impediscono di lavorare perchè c'è da rispettare (non le capacità, non il merito) ma un ...numero chiuso....io dico che sono peggio e sono quelli che giustificano un sistema Bancario come quello che abbiamo che infondo non fa altro che adeguarsi ad una economia stagnante, bloccata, di professioni che passano da genitori a figli. Incominciamo dall'economia reale, alle Banche ci si arriva di conseguenza.

maurizio s. 18.10.09 09:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

CON LE BANCHE NON SI DEVE SCHERZARE,
MI RICORDO IL DECRETO DEL BERLUSCONETTO MASSIMO DALEMA(PEZZO DI MERDA, LUI E LA SUA FAMIGLIA, PERCHè QUESTE COSE SONO GENETICHE) CHE AVEVA FATTO IL DECRETO SALVA BANCHE,
E SI QUESTO STATO CONSENTE ALLE BANCHE DI FOTTERE MILIONI DI POVERI CITTADINI, MA NON CONSENTE A MILIONI DI CITTADINI DI DIFENDERSI DALLE BANCHE.

IO QUANDO SENTO DÌ UNA RAPINA IN BNANCA BEN RIUSCITA (NATURALMENTE SENZA MORTI O FERITI PERCHE' COSI’ DEVE ESSERE) SONO FELICISSIMO.

IO SONO PER LE RAPINE DEI COMUNI CITTADINI ALLE BANCHE E NON PER LE RAPINE AI DANNI DEI CITTADINI.
DIFFONDIAMO LA CULTURA DELLE RAPINE, IN QUESTO STATO DÌ MERDA NON POSSIAMO CHE GUADAGNARCI NOI POVERACI

aldo casula, cagliari Commentatore certificato 18.10.09 07:40| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Il problema non è il monopolio e non è soltanto italiano. I problemi sono: i) la sovranità popolare sulla moneta e sulla banca d'italia (cfr. il capoverso n 6 ddel Manifesto del fronte popolare italiano. "Non siamo contro la possibilità che esistano banche private. Ma ci battiamo perché il popolo italiano riconquisti la sovranità monetaria, ossia perché sia ristabilita la sovranità popolare sulla Banca d’Italia":http://www.appelloalpopolo.it/?p=22); ii) la separazione tra banche d'affari, che poi investono in titoli finanziari e dovrebbero essere chiamate finanziarie e disciplinate come tali e banche che svolgono soltanto due funzioni: raccogliere depositi e fare credito; iii) il ritorno della manofra sulla riserva frazionaria al governo e al Parlamento. In sintesi, il minimo che si debba fare è tornare alla legge bancaria del 1936, che fu lasciata intatta e non modificata nel cinquantennio di dominio democristiano e comunista.

Stefano D'Andrea 18.10.09 07:11| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Crisi/ Goldman Sachs controcorrente tra le banche: pagherà bonus record

La Goldman Sachs va controcorrente rispetto alla crisi finanziaria e pagherà i bonus più alti della sua storia, lunga ormai centoquaranta anni. L’istituto, brillando tra le banche che sono riuscite a resistere alla crisi del credito, ha fatto registrare una spettacolare prima parte del 2009.


David William, analista finanziario del Fox Pitt Kelton, spiega così il successo record di Goldman Sachs: «Il 2009 è stato e sarà la migliore annata possibile per le banche di investimento che sono riuscite e riusciranno a cogliere le occasioni giuste. Queste banche sono intermediari nei mercati dove governi e compagnie aumentano di miliardi di dollari la produzione di nuovo denaro e riescono ad accaparrarsi ingenti somme nelle operazioni di investimento nelle quali sono coinvolte».

Landru Forever Commentatore certificato 18.10.09 06:25| 
 |
Rispondi al commento

Gente preparatevi e tenetevi forte:
tra non molto inizierà la salita più terrificante del mondo: il tasso BCE x quello della FED c'è ancora un po più di tempo.

big bang (bigbang) Commentatore certificato 18.10.09 02:22| 
 |
Rispondi al commento

Beppe... non sono un grillino ma uno che cerca sempre un proprio punto di vista e, credo, non sia possibile parlare di banche ( e di banca intesa che ha il 34% di bankitalia spa ) senza parlare di Signoragggio (anche escludendo pascucci che c'ha una fissa). Il signoraggio è una guerra al di fuori di chiunque (anche dei grandi stati) ma almeno far capire alla gente in cosa consiste l'odierno capitalist-democrazia sarebbe da spiegare.
Inutile parlare di movimento 5 stelle senza parlare di signoraggio... le banche tagliarenno le gambe a chiunque parli di un sistema sostenibile visto che il 'loro sistema' deve crescere esponenzialmente.

Ciauz

Daniele Scarnicci 18.10.09 02:06| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/2009/07/ce-chi-guadagna-in-tempo-di-crisi-certo.html

Leopoldo Leopo Commentatore certificato 18.10.09 01:31| 
 |
Rispondi al commento

manca un pezzo:
...hai saltato e minimizzato il problema del Signoraggio...

big bang (bigbang) Commentatore certificato 18.10.09 00:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Curioso sai Beppe che nel programma hai esordito dicendo tra le tante cose si certo Beppe hai già preso la strada Giusta, bravo così... (minimizzare) non è il caso di iniziare a prendersela col cuore del Cancro...sennò qui non s' inizia nemmeno.
............... vedi Beppe una cosa te la devo dire:
sei entrato nel Sistema...così semplicemente... minimizzando il Nocciolo da cui trae vita l' intero Paradosso... però Beppe hai a cuore il problema si vede perchè una parte di Te si sta ancora ribellando Falla scature Ti prego Falla scaturire con tutta la Forza che Hai liberati e liberaci dal "Paradosso Economico" ma forse... hai ragione non è ancora il Momento siamo ancora troppo pochi troppo Fragili rispetto all' immensa Montagna che ci sovrasta... forse vuoi lasciare che sia Lei a denudarsi ed a scoprirsi per ciò che è...La madre di tutti i problemi La Speculazione Finanziaria. Qui non scendo nel dettaglio ma ricordatevi una sola cosa: cosa ha corrotto il discepolo di Cristo?

big bang (bigbang) Commentatore certificato 18.10.09 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Parliamo terra terra, per far capire all'italiano che guarda il grande fratello...
Ho 35 anni, faccio l'impiegato in un'azienda, mia moglie guadagna quanto me: 1400 euro e 1300 euro, abbiamo comprato casa... € 110 mila euro in un paese inculato fra le risaie piemontesi.
rata di 780 euro al mese, per 30 anni, perchè la casa con l'aiuto ai giovani per la prima casa, la banca ce la fa pagare 240mila euro ...
la casa è a due piani, il piano di sopra è da ristrutturare.... mi sono fatto due conti, e con il mutuo che pago la mia casa dovrebbe essere di TRE piani, e non di due....
unicredit banca, 7% compreso 2% di spread
l'aiuto ai giovani per la prima casa era questo, ovvero ti aiuto ora che sei giovane ma ti impicco per il resto della vita...

Angelo Mocci 18.10.09 00:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh beh beh ..mi sa che ci siamo..questo video lo conosco come le mie tasche..beppe e' la chiama alle armi?? io sono pronto!!

simone d. 18.10.09 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Faffanculo ai soldi e chi li ha creati.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.10.09 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Aime!! come è vero.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.10.09 23:33| 
 |
Rispondi al commento

e' inutile continuare ad aspettare..beppe dice che e' una cosa troppo grande e che bisogna partire dal basso piano piano..ma se aspettiamo ancora diventa l'everest..parlo della sovranita' monetaria..bisogna cominciare a muovere i primi passi..cominciare a farne una battaglia..perche' molta gente e' strozzata alla fame ..sotto un ponte..o no?

simone d. 17.10.09 23:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SERVE UN ALTERNATIVA ANCHE IN ITALIA!

JAK banca cooperativa

Da Wikipedia

La banca etica JAK (JAK Medlemsbank) è una banca cooperativa con sede a Skövde, Svezia. È una banca realmente posseduta dai suoi soci: ciascuno detiene 1 sola azione e ha lo stesso peso decisionale nell'annuale votazione del consiglio direttivo.

JAK è un acronimo che sta per Jord Arbete Kapital, in svedese Terra Lavoro Capitale. Per Terra si intendono le risorse della natura, per Lavoro la risorsa data dal lavoro umano, per Capitale le infrastrutture create dall'uomo che permettono di potenziarne l'efficienza. Sono i 3 principi chiave dell'economia reale. Su queste 3 fondamenta si basa JAK, una banca che cerca di proporre un'alternativa concreta, in alcuni segmenti di mercato, all'economia speculativa contemporanea. Per speculazione si intende una rendita parassitaria derivante dalla matematica moltiplicazione del denaro grazie al meccanismo dell'interesse, scollegando quindi l'arricchimento dai concetti di Terra-Lavoro-Capitale.

JAK propone in alternativa un modello finanziario e un servizio di risparmio e prestito libero dal concetto di interesse speculativo, raccogliendo 35.000 soci distribuiti su tutto il territorio svedese che si prestano denaro tra di loro bypassando il sistema bancario tradizionale. Attualmente i soci hanno risparmiato 97 milioni di euro dei quali 86 milioni sono dati in prestito a chi ne ha fatto richiesta (dati aggiornati al 2008). Obiettivo della banca è di non trarre profitto dal suo servizio.

Come le Banche Islamiche la banca JAK non carica o paga interessi sui suoi prestiti/rispami (considerati Usura nell'accezione primigenia del termine). Tutte le attività della banca avvengono fuori dal mercato finanziario poiché i suoi prestiti sono finanziati solamente dai risparmi dei soci. ....

segue

http://it.wikipedia.org/wiki/JAK_banca_cooperativa


[>]
qualcuno conosce qualcun altro che conosce una associazione pro-L'Aquila?

«RICOSTRUIRE L'AQUILA A COSTO ZERO»

ricostruirelaquila[.]primit[.]it

[^]

Fabio Filippetti 17.10.09 23:08| 
 |
Rispondi al commento

DEDICATO agli "intellettuali" radical chic(di sta cip_pa)che pontificano e dibattono di massimi sistemi e minimi(spesso NULLI)risultati unitariamente con i LORO amici "politici riformisti" da giardinetti e laghetto artificiale.

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2009/10/scudo-fiscale-29_mila-residenti-paradisi-fiscali.shtml?uuid=29d8b5f8-bb22-11de-9622-a1df850676d3&DocRulesView=Libero

Un italiano su quattro, tra coloro che hanno scelto di risiedere in un paradiso fiscale, è originario dell'Emilia Romagna. La regione conta il maggior numero di «emigranti» verso Paesi a fiscalità privilegiata, grazie alla vicinanza di San Marino, dove 6.263 emiliani hanno dichiarato di risiedere, e distacca con un certo margine la Lombardia e il Lazio, rispettivamente con 4.243 e 2.934 cittadini residenti in paradisi esteri. La «classifica» vede poi la Liguria e il Piemonte sopra la soglia dei 2.000 residenti all'estero. Una massiccia presenza in paradisi fiscali è anche quella dei marchigiani: ben 1.518, la maggior parte a San Marino, che piazza la regione al sesto posto, un soffio dopo il Veneto (1.659) e la Campania.

quant'è che lo diciamo(ed è RISAPUTO a livello NAZIONALE)che in Emilia Romagna ci sono più S-B*O_R.O;N°I che occhi per piangere .. ville, SUV e barche con l'effigge del Monte Titano ... fabbrichetta(quando NON è già venduta a multinazionale o fatta fallire dopo aver preso i fondi statali)e uffici su suolo emilianoromagnolo e conti a San Marino ... TRECONTI docet anche nella "rossa"(di vergogna?)Emilia Romagna?!

Marco B. 17.10.09 23:01| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito del Conto Arancio.... non è più sicuro di tante altre grossi gruppi bancari anzi, fa infatti parte del Gruppo Olandese ING Direct, e a tal proposito vi riporto alcune notizie che ho trovato sullo stesso:

Il 19 ottobre 2008 la banca Ing Group è stata ripatrimonializzata dallo stato olandese per 10 miliardi di Euro. Questa poderosa iniezione di capitali del governo olandese consente di riequilibrare e normalizzare i parametri finanziari del primo istituto finanziario olandese. In cambio la banca centrale olandese avrà azioni privilegiate e un interesse annuo pari all'8,5%.

Precedentemente le azioni Ing erano precipitate ai minimi degli ultimi 13 anni toccando quota 7,34 euro e chiudendo a -27,55% a 10,65 euro, maggiore flessione negativa giornaliera di tutti i tempi. Il crollo di Ing era stato innescato dalle voci di deterioramento del portafoglio di obbligazioni Alt-A, indice di una pericolosa esposizione al settore dei mutui, proprio come accaduto in america quando tutte le grandi banche d'affari americane sono collassate contagiando poi il sistema finanziario e azionario del vecchio continente.

Ing ha comunicato ai mercati una perdita di circa 500 milioni di euro nel terzo trimestre 2008, a causa delle turbolenze che affliggono da mesi i mercati finanziari e che hanno avuto conseguenze molto pesanti sul fair value.

Purtroppo l'emorragia di ING non si è arrestata con il subentro dello stato olandese. Anzi il trimestre successivo, il quarto trimestre del 2008, ha visto la maggiore perdita di tutti i tempi per il gruppo olandese. Per la precisione sono stati persi 3,7 miliardi di euro.

Certamente l'aiuto dello governo olandese ha ridato stabilità al titolo e una certa serenità agli investitori, tuttavia alcuni esperti sostengono che non sarà sufficiente a ripianare tutte le perdite generate dai gravi errori commessi e che saranno necessarie altre iniezioni di capitali altrimenti ING fallirà.

Giorgio P. Commentatore certificato 17.10.09 22:59| 
 |
Rispondi al commento


Chiudete i c/c.

Al massimo se vi serve per lavorare, apritelo con Banca Etica.

E' semplice... Che ci vuole?

Maurizio Longo 17.10.09 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe,
purtroppo le banche sanno fare molto bene il loro tornaconto ed i clienti sono visti solo come polli da spennare...

Prima ti rifilano bidoni immensi (vedi mutui subprime e derivati), poi ti dicono che non sono responsabili...
Mi chiedo come abbia fatto Unicredit a rimettersi in positivo così in fretta, in tempo di crisi, quando a fine 2007 dichiarava di essere esposta (ovvero in perdita) per 1 Miliardo di Euro con i derivati e per 277 Milioni di Euro con i mutui subprime...
La cosa mi fa molto riflettere...

Giorgio P. Commentatore certificato 17.10.09 22:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Paolo R

Il conto arancio dovrebbe essere più o meno una banca come le altre, o sbaglio?

Alla posta manco morto, un ente pubblico, che con soldi pubblici (i francobolli), si mette a fare la banca, CON I NOSTRI SOLDIIIIIIIII
Ma vaffanculo alle poste.

Beppe per cortesia, metti un tuo scagnozzo ad indagare in questa giungla di banche etiche, e dacci un consiglio sul blog, in finale non è che possiamo tenere i (pochi) soldi sotto il materasso.

Marco Ugolini 17.10.09 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi sono stato alle Poste (dove ho il conto corrente) ho chiesto un pretito perchè all'inizio dell'anno scorso ho aperto P.I. per iniziare un lavoro autonomo che di autonomo non aveva niente, ero vincolato dalle 8 di mattina alle 8 di sera come tecnico Lottomatica, per un compenso mensile fisso di 1150,00 € + iva, e spese a carico mio, una miseria. Alla fine mi sono accorto (stupido io che non mi sono fatto i conti prima, ma avevo bisogno di lavorare) che più di 500,00 € netti al mese non portavo a casa, quindi ho deciso di lasciare e per fortuna ho trovato un altro lavoro (una spa austriaca) ma le tasse a fine anno le dovrò pagare(forse!) e non i soldi per farlo, ho chiesto alle poste 5.000,00 € e il TAEG è del 9,8%, è una rapina, ma dovrò chiederlo(sempre che mi venga accettato, il mio contratto attuale è triemstrale con "promessa" di rinnovo)sono tentato di non pagare nulla o di fare fatture false (tanto non è più reato) ditemi se questa è vita!!!se organizzate una rapina o una rivoluzione io CI SONO, anche per uccidere, ormai non ho più nulla da perdere

Gianluca D., Ravenna Commentatore certificato 17.10.09 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ca@@o!
fate come me!!
togliete tutti i vostri soldi dalle banche e metteteli o sul conto arancio o in posta.
Fan cu@o le banche!

sarete, non contenti: di più!!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 17.10.09 22:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho un mutuo da 1200 euro alla banca intesa non c'e la faccio piu sono in cassa integrazioni fra un po mi pignorano la casa io ho due bambini ho li ammazzo o mi rilasso e vado sotto un ponte che devo fare?

francesco silenzio Commentatore certificato 17.10.09 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le banche sono una vergogna mondiale, basta guardare i paradisi fiscali, dove delinquenti vari, vanno a depositare il malloppo. Ma le banche italiane primeggiano. Costringono non di rado, un povero cristo, che ha un'attivita' in difficolta', a rivolgersi agli usurai, per avere credito, spesso con interessi del 10% mensile. il 120% annuale. Oggi una vittima dell'usura è stata intervistata da un TG, e questo ha detto. Dobbiamo restituire i soldi prestati dalle banche, ma per farlo non dobbiamo avere bisogno di rivolgerci all'usura, che poi ci strangola e ci toglie l'attivita'. Le banche e l'usura vanno di pari passo, sono la stessa faccia della stessa medaglia.

Marco Ghetti, Cesena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.10.09 22:02| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Abbiamo il dovere morale di liberarci da questi strozzini legalizzati.
Lo dobbiamo alla generazioni future.

Non aggiungo altro... ORA e subito!

Dovere morale 17.10.09 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Un primo passo é convincere tutti che bisogna smettere di usare il prodotto interno lordo (il famigerato PIL), perché non indica per niente l'economia del paese.
Siamo piú ricchi con 1 uovo che costa 1 euro o con 10 uova che costano 10 centesimi?

Ancora, ridurre quanto piú possibile l'influenza del FMI, il quale continuamente ci bombarda con "previsioni" sull'economia!!!

E infine i mercati azionari... quelli dove,
chi compra pensa che il prezzo sta per salire,
e chi ha appena venduto pensava che il prezzo
stava per scendere.. entrambi pensano di aver
fatto affari con un cretino dall'altra parte.
vanno trattati per ció che sono, un *gioco d'azzardo*.

Marco Paladini 17.10.09 21:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori