Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Morire di carcere


La_Russa_Cucchi.jpg
La morte di Stefano Cucchi è solo un episodio di una lunga catena di sangue all'interno delle carceri che questo blog denuncia da anni. Qualcuno se ne sta finalmente rendendo conto, anche nelle Forze dell'ordine.
"Caro Beppe, sono un maresciallo della Guardia di Finanza che svolge attività antidroga da circa 20 anni. Voglio spendere poche parole in merito al triste e squallido caso della morte di Stefano Cucchi. Se è vero che per strada abbiamo potenziali criminali socialmente pericolosi appartenenti alle forze di polizia, allora abbiamo un PROBLEMA UN GROSSO PROBLEMA. Stavolta penso che Berlusconi non c'entra. Questo problema credo che c'è sempre stato ed è piu' vecchio di me sicuramente. Ma, mai nessuno ha provato a far qualcosa. A parte il ministro La Russa che ancora una volta tenta di giustificare l'Arma senza neanche conoscere minimamente le indagini o i fatti. Uno STATO serio non dovrebbe mai giustificarsi. Un'ultima cosa: """DESIDERO CON TUTTO ME STESSO PER POTER CONTINUARE CON SERENITA' A FARE IL MIO LAVORO PER STRADA CHE SALTINO FUORI I COLPEVOLI DI QUESTA ORRENDA MORTE IN ORDINE DI APPARIZIONE... PRIMI I CARABINIERI CHE L'HANNO ARRESTATO, POI I GIUDICI CHE L'HANNO MALAMENTE GIUDICATO ED AFFIDATO AD UNA STRUTTURA CARCERARIA PER 20 GRAMMI DI FUMO, POI I CCDD. SECONDINI, INFINE I MEDICI DEL CARCERE CHE NON HANNO, TRA L'ALTRO, VOLUTAMENTE RICEVERE I FAMILIARI E POI TUTTI COLORO CHE HANNO TACIUTO. UN CARO SALUTO DA UN TRISTE MARESCIALLO DELLA GDF". Salvatore G.

31 Ott 2009, 10:55 | Scrivi | Commenti (48) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

QUELLI CHE TRAFFICANO VENTI CHILI (COME LA SEGRETARIA DEL GRUPPO PARLAMENTARE DELLA LEGA NORD) NON FANNO MAI LA FINE DI STEFANO CUCCHI. PAGA SEMPRE PANTALON.

ORFEO NITREBLA 20.09.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento

salve volevo raccontare la mia esperienza,sono uscito venerdi dal carcere di rimini e sono si domiciliari,nel carcere di rimini la situazione e critica e ci sono degli abusi da non credere,io ad esempio sono invalido ed ho un problema al cuore una sera stavo male ho chiamato la guardia dicendogli che il cuore mi batteva forte e che mi sentivo male e se poteva chiamare il medico la sua risposta e stata QUI SEI IN CARCERE NON AL GRANDHOTEL E POI QUI DOPO LE 21.00 NON C'è NESSUNO QUINDI NON DARE FASTIDIO.per non parlare ti un ragazzo che e stato picchiato con un estintore lo hanno massacrato e poi chiuso per un mese in una statnz senza bagno acqua e tv niente.nella mia cella eravamo in 12 ma la cella era da quattro tre dormivano a terra ed e ancora cosi un giorno ci siamo lamentati ci hanno detto di non lamentarci perche avevamo tutto da perdere e niente da guadagnarci,e non vi dico altro faccio fatica a scrivere ed ho anche un pò paura perche sò che prima o poi ci devo tornare quando andrò in definitivo ma io prego il dio per quei ragazzi che la maggior parte sono in attesa di giudizio ed un giorno magari saranno anche assolti e nessuno li ripagherà dei danni subiti.GRAZIE PER AVERMI ASCOLTATO.

francesco rossi 09.11.09 12:36| 
 |
Rispondi al commento

perchè non si parla più di stefano cucchi?anzi riformulo..perchè non si hanno più notizie circa il suo caso?che cosa sta venendo fuori dalle indagini?proseguono o resteranno ferme all'inifinito?e la russa la passerà liscia senza rispondere alla famiglia di stefano e alla legge?
Non posso credere che questo fatto venga ancora impunito perchè a questo punto sono io la prima a incitare una rivolta contro lo stato e le forze dell'ordine. NON DIMENTICHIAMO STEFANO! RENDIAMO UNA BUONA VOLTA GIUSTIZIA A LUI E A TUTTE LE PERSONE MORTE COME LUI, FACCIAMO DAVVERO QUALCOSA DI CONCRETO, ANDIAMO NELLE STRADE E GRIDIAMO IL NOSTRO DOLORE NEI CONFRONTI DI UN'ITALIA CHE VIVE NELL'OMERTA'...E' ORA DI DIRE BASTA A TUTTO PERCHE' SIAMO STANCHI DI VIVERE COSì E DI ESSERE SEMPRE PRESI IN GIRO COME SE FOSSIMO IDIOTI!

valeria milazzo 05.11.09 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Io lo sapevo che finiva così, cioé ne hanno parlato pochissimo dell'omicidio di Stefano e adesso nulla.
Apparte che i tg non hanno incentrato i servizi su il pestaggio che ha subito Stefano, ma sul fatto che non voleva mangiare, bere, non voleva curarsi. Ci stanno prendendo in giro come sempre!
Perché un cittadino qualunque come Alberto Stasi, presunto assassino, è stato sputtanato per tutta Italia negli ultimi 2 anni, (idem per la Franzoni ancora prima di essere processata, le maestre di Rignano), e gli ASSASSINI in divisa se la cavano?
I giornalisti hanno paura di loro? Ohh poverini!!
Finchè esisterà la NON informazione, l'Italia è destinata a sparire.
P.S.: chissà quanti soldi si sarà fatto Vespa grazie alla Franzoni, Stasi, Onofri, Rignano ecc..
Fossi in loro gli chiederei i danni per tutte le puntante in cui ha insinuato la loro colpevolezza!!!

Valentina C., Genova Commentatore certificato 05.11.09 11:49| 
 |
Rispondi al commento

lo scorso martedì 3/11/09 alle Iene hanno trasmesso un servizio su un altro caso di "misteriosa morte in carcere". il caso riguarda un padre di famiglia che viveva insieme alla moglie, alla madre ed il figlio (ai tempi 14enne, ora 16enne). marito e moglie furono arrestati per poche piante di marjuana. ci tengo a sottolineare che la famiglia (bellissimi!) viveva a 5 km di distanza da tutto, in pieno appennino tra abbruzzo e marche (??). in 2 gg il padre è morto in carcere e non si è mai avuto un colpevole per tale morte. la moglie è deceduta lo scorso luglio 2009 senza essere riuscita a spiegarsi perchè la sua famiglia sia stata spezzata in questo modo.
...mentre il caro marrazzo può permettersi di dichiarare di fare uso di coca (come la maggior parte dei suoi colleghi) e continuare ad essere considerato dalla casta-giornalisti quale "vittima"....
qualcuno ha aggiornamenti sul caso? mi ha ferito da morire vedere quel ragazzetto di 16 anni, figlio di una coppia felice e innamorata, rimasto solo... per poche piante di maria!
vorrei che lo stato la liberalizzasse, si prendesse gli introiti per la vendita togliendoli ai trafficanti e la smettesse di rompere le OO su ste bazzecole...co tutti i problemi che abbiamo...

arianna m. 05.11.09 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti maresciallo
Sarà uno dei motivi per cui lo psiconano teme tanto la Giustizia?

Piero B., Valdagno (VI) Commentatore certificato 04.11.09 16:44| 
 |
Rispondi al commento

e pensare che la cannabis sativa potrebbe risanare questo mondo alla deriva,potrebbe soppiantare petrolio e derivati,la plastica ed i farmaci a cui siamo abituati.E una pianta ragazzi
basta con la violenza,crediamo di essere migliori delle bestie,ma gli animali non uccidono per il piacere di farlo,ucciono per sopravvivere

morris boscarato 03.11.09 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Ci tengo per ora a farvi sapere che come Stefano Cucchi, tante persone che vengono arrestate per uso o possesso anche di mezzo grammo di hashis vengono poi picchiate all'interno delle caserme, a me è successo nel lontano '91 e quando mi hanno dato pugni e schiaffi, l'ha fatto uno davanti a tutti i colleghi che ha chiamato poco prima di picchiarmi, nessuno ha mosso un dito, e addirittura il carabiniere disse che lo faceva per il mio bene così avrei smesso di fumare, al processo al giudice non interessava tutto ciò, ma solo inchiodare lo spacciatore, LA MIA PROPOSTA E' METTERE TELECAMERE ALL'INTERNO DELLE CASERME E FARLE CONTROLLARE DA UN REPARTO SUPERPARTIS COSI' DA TORNARE AL RISPETTO DELLE LEGGI ANCHE PER CHI DOVREBBE FARE DA ESEMPIO E INVECE FA PEGGIO. TELECAMERE IN CASERMA grazie

Gabriele Gabrieli 02.11.09 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei porre a lei,che tutti i giorni ha a che fare con il vizio,distruzione di miriadi di giovani,una domanda che mi attanaglia da tempo riguardo al problema delle morti misteriose,probabilmente dovute a negligenze,ma anche a complicità e connivenze tra gli autori materiali di questi che sono,alla fine veri e propri delitti:Ma perchè nessuno di voi,dall'interno delle forze dell'ordine,esce allo scoperto e denuncia questi criminali incalliti protetti dalla divisa? Perchè nessuno di voi si ribella al fatto che voi stessi rischiate la vita quotidianamente per catturare criminali "veri"e questi vi ridono in faccia,sapendo benissimo che ne usciranno impuniti,mentre alcuni di voi approfittano di poveretti che hanno fatto una cazzatina per sfogare la loro idiozia e virilità da castrati?PERCHE' NESSUNO DI VOI SI INCAZZA? Continuando così noi,che vi paghiamo,non avremo più nessuna fiducia in voi.....e lei sa quanto questo sia pericoloso....mi risponda,la prego!

Carlo Botteon 01.11.09 13:05| 
 |
Rispondi al commento

le parole di questo funzionario pubblico,
sono veramente dei macigni,scagliati contro chi
dovrebbe tutelarci,
l'espressione massima della democrazia è una forza di polizia che collabora con i cittadini,che pagano
i loro stipendi!
(la frustrazione di alcuni di essi è palese,
basta pensare a spaccarotella che ha sparato 2 volte tra 2 carreggiate di autostrada,a mani tese verso l'auto,cercando di beccare il conducente per fermare l'auto!....immagina se beccava davvero chi era alla guida, una macchina senza autista in mezzo all'A 1 ?cosa avrebbe potuto causare,tamponamenti a catena e salti di corsie di altri veicoli?probabilmente no,ma probabilmente si!...............
dico questo perchè ho un'esperienza,fatta per 3 anni a rio de janeiro,dove chi è così stupido da sparare da una parte a l'altra della strada è il bandito non il poliziotto...................)
è DAL G 8 DI GENOVA CHE IO NON HO + ALCUNA FIDUCIA,NELLE FORZE DELL'ORDINE!
POI VENIAMO A SAPERE CHE ALCUNI DI QUESTI POLIZIOTTI SI FANNO BECCARE CON QUALCHE KG DI COCA IN MACCHINA!
......VEDERE COME è STATO RIDOTTO QUEL POVERO RAGAZZO MI INTRISTISCE,PER 20 GRAMMI D'ERBA O FUMO!..........DENTRO DI Mè SENTO UN CORO DI VOCI CHE Fà ALL'UNISONO: VERGOGNATEVI,VERGOGNATEVI,VERGOGNATEVI,VERGOGNATEVI,COSì ALL'INFINITO COME UN MANTRA!
BENE QUESTO è NIENTE,IN CONFRONTO ALL'IPOCRISIA DEI MIEI!
QUASI QUASI GIOISCONO,PERCHè HANNO AMMAZZATO UN "DROGATO"...MI SI CHIUDE LO STOMACO ,PENSO CHE QUELLO Lì POTREI ESSERE IO.....
MI ALZO DA TAVOLA SENZA FAME ALCUNA,
IL DISGUSTO MI HA SFAMATO ANCHE PER OGGI

SIMONE ., prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.11.09 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Siamo già al verdeto finale senza sapere NULLA, ma solo per sentito dire, ho addiritura letto sui giornali, quelli che QUI, VENGO CONDANNATI COME SERVI DELLO STATO, tutti sono colpevoli. Sarà la Giustizia a stabilire le COLPE. Poi rido, per non piangere, sentire un Maresciallo della Finanza, della antidroga!!!!! Dichiarare che una persona è stata arrestata per 20 GRAMMI di DROGA....Forse spacciava?? Forse la fumava? Forse l'aveva trovata per terra? Sarà la Giustizia a stabilire le COLPE. Sarei curioso di sapere lui (MARESCIALLO ANTIDROGA) in quel caso cosa avrebbe fatto..... GRAZIE
DEPPERU GIuseppe

Giuseppe depperu 01.11.09 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Grazie

stefano s., reggio emilia Commentatore certificato 01.11.09 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Onore al marescaillo Salvatore G.
LIberalizzazione della Marijuana e legalizzazzione di tutte le droghe ORA!

Gabriele ., roma Commentatore certificato 01.11.09 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io come cittadina italiana non posso accettare la morte di un ragazzo per 20 grammi di droga. Se questa è giustizia allora pretendo che anche tutti i politici che ne fanno uso facciano la stessa fine. Dobbiamo pretendere che tutti vengano trattati allo stesso modo.
Ma di che parlo? Se il capo del governo dichiara che il suo amico Mangano è un eroe, se in parlamento siedono condannati,truffatori, ruffiani, zoccole e drogati possiamo aspettarci giustizia? E' chiaro che no. Per quella parte dei miei connazionali che pur sapendo chi erano, li hanno votati, sarebbe sacrosantamente giusto che venissero trattati come Stefano, purtroppo però di mezzo non ci vanno mai i colpevoli ma solo i poveri cristi. Voglio rivolgermi a quella parte di parlamentari onesti, che sicuramente superano i disonesti, di fare qualcosa, di adoperarsi per consolare e far proprio il grido di dolore di questo paese che è anche il loro!

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 01.11.09 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Maresciallo.
Sono le persone oneste come Lei che garantiscono dignità e onore a questa povera Italia...

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.11.09 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Nel ringraziare il maresciallo pongo una questione.

Avere un contratto statale,
oggi, con Papele in mano.

Non e' allo stesso tempo:

ESSERE MAFIOSO!?

Emanuele Cerri (), Patong Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.11.09 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Maresciallo, Grazie di cuore per il Suo impegno in un paese come questo.
Un paese allo sbando nel quale gli inutili e dannosi vengono premiati, un paese nel quale chi fa il proprio dovere viene allontanato.

GIUSEPPE F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.11.09 05:35| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Maresciallo, abbiamo bisogno di Uomini come lei!

Marta Virgili 01.11.09 01:09| 
 |
Rispondi al commento

La Russa mi fa veramente schifo ha sempre un atteggiamento di parte, poi si erege a paladino di questa o quella categoria solo a fini politici con chi sa quale storpio ragionamento.
Ha detto bene Curzio Maltese ad Annozero qualche settimana fa; in questo paese non si riesce ad uscire dallo schema delle parti.

Simone ., Sassari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.09 22:35| 
 |
Rispondi al commento

Tuppe, tuppe, marescia'....

Fante Busacca Giovanni di n.n. () Commentatore certificato 31.10.09 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Come appartenente alle F.O., anche se locali, non posso che essere d'accordo con te,
Anzi, la tua affermazione deve diventare lo SLOGAN per tutti i poliziotti, carabinieri, finanzieri, vigili,ecc. ONESTI!
Vogliamo svolgere il nostro lavoro serenamente!

anna i., alessandria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.09 21:57| 
 |
Rispondi al commento

Un raggio di luce in una notte buia, un faro che illumina la rotta.
Grazie maresciallo, mi ha infuso un pò di fiducia.
Continui così perchè la grande dignità fà l'uomo grande.

Marco masini

marco masini 31.10.09 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Signor maresciallo grazie per aver acceso una piccola luce che dentro di me si era spenta completamente. Lei ha detto ciò che tutte le persone oneste di questo paese pensano e urlano al vento. Uniamoci per favore, fondiamo un'associazione,un gruppo, un ufficio di avvocati veri che lavorino per difendere i poveri cristi massacrati da questi fascisti. Non mi dica cattiva ma le giuro vorrei che nelle mani di questi assassini finisse anche il figlio di uno di questi signori che scrivono le leggi dalle quali essi sono immuni e che finisca allo stesso modo del povero Stefano.Vorrei vedere se riuscirebbero a trovare e condannare all'ergastolo gli assassini e stroncare questa spirale nella quale stanno strangolando questo nostro povero paese.

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 31.10.09 18:59| 
 |
Rispondi al commento

CARO MARESCIALLO MI FA PIACERE CHE NELLE ARMI CI SIA GENTE COME LEI!GRAZIE.
QUALCUNO IN QUESTO POST DICE CHE IL MINISTRO LARUSSA ........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................SCUSATE IL VOMITO......DICEVO CHE IL NOSTRO MINISTRO O I NOSTRI MINISTRI NON SI DIMETTERANNNO MAIIIIIIII ALTRIMENTI L'ATTAK NON è PIU' UN'ADESIVO!

mario l 31.10.09 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Signor..Maresciallo.

Oggi una coppia diconoscenti mi hanno messo a conoscenza di 3 casi avvenuti a dei loro conoscenti.
Il fatto si svolge x tutti e tre nella medesima zona (SALARIA) vengono fermati da Carabinieri in divisa (non sò è una falsa divisa) e con la minaccia di aver trovato della droga (in effetti non esistente) gli sottraggono i soldi.

Piconi Paolo (madreitaliana), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.09 18:06| 
 |
Rispondi al commento

L'italiano deve imparare a difendersi da solo ormai, la pubblica sicurezza serve il potere per la maggior parte dei casi. Questo è un paese del terzo mondo, a quando la rivoluzione per avere di nuovo i diritti e seguire doveri di un paese civile?

Sabina M. 31.10.09 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma se i radicali hanno sempre denunciato queste condizioni...
Dov'eravate quando si è svolto il Ferratogosto 2009 in carcere?
http://www.radicali.it/italia_carceri.php

Francesco D., Bologna Commentatore certificato 31.10.09 16:42| 
 |
Rispondi al commento

vorrei che gli ex radicali che sono con la destra si esprimessero su questi omicidi dello stato, loro che una volta erano cosi' sensibili all'infamia della pena di morte,da la russa buon "ex" fascistaccio non potevamo aspettarci altro

pier luigi corti 31.10.09 15:57| 
 |
Rispondi al commento

riferisco ciò che mi è stato raccontato da un amico, che per dopo un'allucinante storia personale, si trovò a trascorrere nel carcere di poggioreale qualche mese, insieme a camorristi, assassini e spacciatorianche essendo incensurato.
ebbene, mi disse che è consuetudine da parte dei secondini presentarsi a tarda sera, o di notte in una cella a caso, incappucciati, e prelevare sempre a caso uno qualsiasi dei detenuti, oppure uno che non "porta rispetto" e condurlo in una "stanza delle torture" incappucciarlo a sua volta, e massacrarlo di botte fino a fargli perdere i sensi. nessuno denuncia per paura.

atus beck (streetbike) Commentatore certificato 31.10.09 15:30| 
 |
Rispondi al commento

La Russa ha un fratello generale dei carabinieri.
le sue affermazioni sono tendenzione.
la russa si dovrebbe dimettere.
i carabinieri sono esercito.
lui è il ministro della difesa, da cui dipendono i carabinieri!
questa "qualità" delle forze dell'ordine, in questo caso armate - i carabinieri sono esercito - lo dobbiamo al voto di scambio, al posto fisso, utilizzato per decenni dalla politica per garantirsi i voti, soprattutto nelle zone depresse del paese.
tu mi dai i voti, io faccio entrare tuo figlio nelle forze armate, di sicurezza, garantendogli il posto fisso.
MA LE FORZE ARMATE E DELL'ORDINE DOVREBBERO ESSERE UN'ELITE!
RAPPRESENTANTI DELLO STATO!
PER PORTARE LA "DIVISA" CI VUOLE VOCAZIONE!

morgan n., düsseldorf Commentatore certificato 31.10.09 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Memento audere semper,Ricorda di osare sempre
grazie maresciallo

Panino A. 31.10.09 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Questa lettera fa onore a chi l'ha scritta. Purtroppo, ed é triste da dire, pare che più che poche mele marce nell'arma ci siano poche mele sane.

In ogni caso tante o poche i poliziotti penitenziari e carabinieri onesti dovrebbero dir tutto quello che sanno per pulire se stessi e il loro lavoro.

Ma non era la polizia penitenziaria anche a Bolzaneto?
Forse tutta l'arma andrebbe messa sotto osservazione.

Pietro Speroni di Fenizio, Roma Commentatore certificato 31.10.09 14:38| 
 |
Rispondi al commento

In questo paese per chi fa uso di stupefacenti(alcool compreso)ci sono due pesi e due misure,quando il rampollo Elcan collasso' in un festino per abuso di coca e ero fu dichiarato vittima della droga( non ebbe lo stesso trattamento di Stefano)mentre se una persona del "popolino" viene preso con qualche grammo di erba viene defenito anche da tutti i media non una vittima ma un DROGATO,queste cose per noi poveri menbri del popolino italiota succederanno sempre,finchè non ci sara' una legge UGUALE PER TUTTI....

Gino U., Foligno Commentatore certificato 31.10.09 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Anche io sono appartenente alle forze dell'ordine....concordo su quanto dice il maresciallo chi sbaglia è giusto che paghi...ma dare giudizi su cose che non si conoscono è sempre affrettato a partire dal ministro della difesa, come da lui citato.... giusto far pagare chi a sbagliato errato proteggerli... spesso vedo gente che nè fa di tutti i colori e vengono sempre liberati senza fare un solo giorno di galera (spacciatori compresi)...allora mi chiedo se la legge è uguale per tutti... (pultroppo no) qualcuno al governo insegna... cambiare si può e si deve allora giusto partire dal basso visto che lassù nessuno ci sente....

P.L. 31.10.09 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo Salvatore sei una mosca bianca e lo sai vero?

carlos delgado Commentatore certificato 31.10.09 13:55| 
 |
Rispondi al commento

MI FA PIACere che un maresciallo si scusi, anche in anonimato(per me il nome non conta, contano i fatti), almeno posso sperare che tra tanta merda, ci sia ancora gente onesta a cui poter dar rispetto.

Spero vivamente che chi ha commesso questo omicidio e chi lo ha spalleggiato, venga fuori e LINCIATO in pubblica piazza come si usava nel medioevo!!

Andrea B., Lonigo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.09 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono padre di un 18enne, ed avendo avuto negli anni 80 qualche problema di droga (dopo la morte dei miei mi trovai letteralmente in mezzo ad una strada) conosco molto bene l'ambiente.
Non mi spaventa tanto che mio figlio possa farsi una canna quanto il fatto che possa essere fermato dalle forze dell'ordine.
Ricordo ancora di quel ragazzo reggiano morto in zona mercati a Parma perchè investito al buio di una strada periferica e nebbiosa.
Quel che non uscì nelle 2 righe d'articolo sul quotidiano locale (la pessima gazzetta di Parma) fu che era stato portato li da 2 poliziotti che l'avevano trovato che dormiva in sala d'aspetto della stazione (essendo alticcio li aveva probabilmente sbertucciati) massacrato di botte ed abbandonato semi-incoscente in mezzo alla strada.
Svenne e fu investito.
Io lo seppi il giorno dopo dal suo compagno di sventura che abitava accanto a me.
Aveva tutto il corpo devastato di lividi, ma ancora vivo.
Coraggiosamente andò per far denuncia in questura ma prese un'altra razione di legnate.
Storie normali in un paese di merda.

Domenica d. Commentatore certificato 31.10.09 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Maresciallo. Buona strada!

roberta petraroli 31.10.09 12:45| 
 |
Rispondi al commento

caro salvatore g.
1)che grossa dignità! aprire bocca in anonimo. ricordo un medico ne "la mafia e bianca" denunciare collusioni mafiose dell'ospedale dove lavora a viso scoparto e tu hai piu paura? vergognati.

2) abbiamo capito. ormai il vaso è pieno e bisogna fare qualcosa credo proprio che stavolta ci siamo, avremo delle condanne decenti per i due o tre secondini (non carabinieri) che verranno
arrestati ma certo nessuno resuscita e gli assassini di federico se la ridono bellamente.

3)ma come fate a pubblicare un anonimo che ne sapete chi è? questa è solo la solita spazzatura del "guadambio mille euri" c'è del marcio in danimarca ma la maggior parte sono abbbbuoni

diego bartoli 31.10.09 12:45| 
 |
Rispondi al commento

grazie maresciallo.

massimo pagante Commentatore certificato 31.10.09 12:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Fa sempre piacere vedere che, chi occupa gli scranni del potere, non ha nemmeno le palle di ammettere una propria colpa e chi invece, opera, rischia la vita e si dedica a quei mestieri pericolosi che sono l'ordine pubblico, ha invece le palle di venire qui o in qualsiasi luogo di discussione comunque, ed ammettere in effetti ciò che è alquanto evidente. Meno male che qualcuno ha le "palle" per farlo, davvero.

Raimondo Pedini Commentatore in marcia al V2day 31.10.09 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Maresciallo,
da lei e dai suoi colleghi mi rasserenerebbe un iniziativa un pò meno fine a se stessa di un post nel blog di Beppe. Secondo me è ingenuo pensare che questa trafila di morti, che in comune hanno le canne, siano il frutto di qualche criminale interno alle forze dell'ordine. L'ho capito ieri sera:

stavo tornando dal lavoro verso casa della mia ragazza quando una prima macchina mi ha fatto i fanali. Li per li la mia mente ha pensato chissenefrega, poi che è buio e col buio le forze dell'ordine sono più dure, poi ho pensato ad un episodio poco piacevole che mi è successo in novembre. Poi un' altra macchina mi fa i fanali, e penso a Federico Aldovrandi, a Stefano Cucchi, al padre di Rudra Bianzino. Quando un'altra macchina mi fa i fanali m'accorgo d'avere paura. Mi son fermato ad un varco, ho fatto inversione ed ho preso un'altra strada. Non avevo nè canne nè altro con me. Ma chi mi garantisce che gente che è capace di ammazzare qualcuno non sia capace di dichiarare che tu avevi in macchina ciò che loro hanno sequestrato il giorno prima? Questo episodio mi ha fatto pensare moltissimo. Il prodotto di queste morti è la paura. Ed anche se non è possibile dichiarare con prove che queste morti abbiano un architetto comune dietro ai ranghi manifesti od occulti dello Stato, gli atteggiamenti finali di quest'ultimo si comportano come se il prodotto finale fosse voluto. Ecco perchè lo Stato si giustifica; giustifica la sua mano armata. "Il fine giustifica i mezzi".
I nomi dei responsabili della morte di Aldovrandi ci sono: chi si è rifiutato di lavorare con loro? Che tipo di solidarietà esiste tra le forze dell'ordine?

Alessandro Barison 31.10.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE MARESCIA'!

Dario Scopesi 31.10.09 11:40| 
 |
Rispondi al commento

In bocca al Lupo per il suo Lavoro Maresciallo.e....Buona Vita.

luigi(na) 31.10.09 11:06| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori