Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Alcool batte cannabis


cannabis.jpg
Si muore in carcere per detenzione di cannabis. Ma è veramente necessario rinchiudere chi ne fa uso? In caso contrario perché non mettere in galera anche gli alcolizzati e i parlamentari che fanno uso di coca?
OT ma non troppo:
"Alcool e tabacco sono piu' pericolosi per la salute di cannabis, Lsd ed ecstasy. Lo afferma uno studio del principale consulente del governo britannico per gli stupefacenti, riportato oggi dal Times. Il professore David Nutt dell'Universita' di Bristol, presidente del comitato che svolge il ruolo di consulente governativo in materia di droghe, ha pubblicato oggi la sua ricerca: 'Estimating Drug Harms-A Risky Business?' per il centro crimine e giustizia del Kings College di Londra. Nella ricerca, il professore presenta una classificazione delle venti sostanze ' socialmente piu' pericolose' in cui alcolici e tabacco figurano rispettivamente al quinto e al nono posto. Nella graduatoria, l'alcool e' preceduto solo da cocaina, eroina, barbiturici e metadone, e anche il tabacco risulta piu' pericoloso di cannabis, Lsd ed Ecstasy.Nel rapporto, Nutt attacca anche la decisione presa dall'ex ministro dell'Interno Jaqui Smith, che ha riclassificato la cannabis come una droga di 'categoria B': secondo i suoi studi, l'esposizione dei consumatori di cannabis alle malattie psichiche e' proporzionalmente minore rispetto alle probabilita' dei consumatori di sigarette di essere affetti da un tumore ai polmoni." carlos delgado

30 Ott 2009, 16:53 | Scrivi | Commenti (27) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Questo documentario spiega tutto in modo preciso e ben argomentato:

http://youtu.be/hBLKh4mi0ok?t=18m10s

Alla base del proibizionismo, grandi interessi economici di petrolieri e industrie farmaceutiche.

Matteo Trevisan 01.01.13 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono molte contraddizioni legislative nel mondo.
E una di queste è senz'altro riguardante la cannabis e derivati.

Perchè vietarla, alimentandone l'uso illecito, quando si potrebbe liberalizzarne l'uso, abbattere il contrabbando ed usarla anche per scopi medici certificati ?

Infatti l'olio di cannabis funziona contro i tumori, ci sono prove scientifiche.
In Australia per questa ragione hanno aperto la prima farm in grado di coltivare cannabis, proprio per quanto detto sopra.

Non sono interessato alla cannabis, ma continuando a sentirne parlare, basta informarsi un pò per comprenderne l'utilità, al di là delle problematiche derivanti dall'abuso (come su tantissime altre cose del resto).

Grazie e alla prossima.

Alessandro Zamboni 06.05.10 15:34| 
 |
Rispondi al commento

mah.. la "dipendenza" che mi può dare la cannabis è allo stesso livello di quella che c'ho quando mangio nutella per una settimana ogni giorno... bisognerebbe proibire anche zucchero cacao e caffè... ogni cibo che introduciamo nell'organismo ci cambia chimicamente e perciò emotivamente (tant'è che si dice che NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO) parlo da pugile , quindi ho una certa dimistichezza in fatto di alimentazione, diete (anche diete forzate per la categoria di peso)ed effetti del cibo sul corpo e la mente (quando sei sottoalimentato ti accorgi dell'effetto anche di un pezzo di pane) e da persona che ha pure fumato...

elia nuoro 02.11.09 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Dio inventò la canapa indiana ben prima che l'uomo inventasse l'ufficio narcotici...

GIANLUCA BOAROLO 01.11.09 13:09| 
 |
Rispondi al commento

ma se la storia della sostanza che per grave ignoranza viene chiamata droga e non stupefacente,visto che praticamente tutto ciò che si usa per richiesta fisica a il fattore che si chiama dipendenza.la parola droga è stata messa in relazione alle famose sostanze che oggi rappresentano la più grande truffa che la nostra cultura basata sull'inganno e la menzogna e riuscita a subire senza nessun dubbio sul perchè si sia ancora incapaci di definire la funzione reale che queste piante devono avere per lanostra salute.un uomo che a cercato di capire la verità di questa storia è colui che diviene la chiave per il cambiamento del mondo intero.basterebbe uno che porti alla massa il motivo per cui la canapa sia stata vietata mettendo in chiaro che la verità è stata nascosta come se rappresentasse il punto debole di un castello di carte che cresce su questa bugia.la vera droga è solo quella che usi senza sapere che cosa significa per la verità che essa rappresenta.se si avesse il coraggio di dire tutta la verità bisognerebbe iniziare da quella che si porta dietro tutta la gente che usa quella ,che per molti è il male ,per altri è un gioco per alcuni una medicina ma per chi viveva nel passato precedente al 1900 è sempre stata la fonte della parola di dio.se si deve vedere e vivere la realtà di un grave sbaglio per raggiungere un sempre più alto livello oggi sembra che la causa della nostra dispersione sia stata nascosta nella perversa storia che dal primo arresto per uso di canapa a portato in 50 anni alla completa perdita di tutto ciò aveva mantenuto la terra sotto una vera coscenza morale che si univa attraverso principi non scritti ma chiari su cosa fosse il limite da non superare.da allora a oggi è scomparso ciò che si poteva scegliere di fare o non fare ma sapendo per quale motivo si continuava.

jerry manzolillo, san mauro pascoli Commentatore certificato 31.10.09 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni commenti qui presenti la dicono lunga su quanta disinformazione ci sia in Italia sull'argomento droghe. Già l'uso da parte di alcuni del termine "droga" al singolare (che, ricorderei, include vino, sigarette e caffé) dimostra una certa ignoranza.

Senza tirare in ballo LSD ed Ecstasy, che sono sì meno dannose di alcol e tabacco ma sono connesse ad altri problemi di ordine psicologico di difficile quantificazione, non c'è dubbio che la canapa debba essere legalizzata e tassata. I vantaggi sono evidenti:
- Enormi entrate fiscali per lo Stato.
- Riduzione dei guadagni delle mafie.
- Le forze dell'ordine potrebbero concentrare le loro risorse sulla lotta alle sostanze che sono davvero un pericolo, come eroina e cocaina.
- Si smetterebbe di criminalizzare e perseguire cittadini innocui (criminalizzazione che porta poi a casi come quello del Cucchi).
- Si aprirebbero nuove possibilità per i malati di sclerosi multipla e glaucoma, oltre che per le persone afflitte da nausea da chemioterapia, tutte situazioni nelle quali la canapa è un farmaco di comprovata efficacia.

Elena Cossu 31.10.09 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

solo per informazione :
le pastiglie "mortali" lo sono in quanto prodotte artigianalmente ; le sostanze "tagliate" insieme ai principi chimici allucinogeni e/o psicotropi sono indiscutibilmente mal gestite , pessimamente concentrate .
Questo è il pericolo vero . LA "caserecceità" di queste pastiglie .
Se al contrario , venissero prodotto sotto sorveglianza sanitaria , questo pericolo scomparirebbe
Un NON utilizzatore finale

stefano torino 31.10.09 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Il consigliere UK per gli stupefacenti è stato licenziato per i suoi studi.

UK drug adviser fired - FOX NEWS 30 Oct 2009
http://www.foxnews.com/story/0,2933,570563,00.html

Questo è il mondo libero globalizzato in cui viviamo. Se non dici cosa vogliono i politici o il mercato, ti licenziano.

Way to go UK! Back to medieval times!

Ma non vi preoccupate, alla fine Scientia vinces!

Rodrigo Teixeira Pinto 31.10.09 12:27| 
 |
Rispondi al commento

E' doverosa una precisazione.
Dire che l'alcool e il tabacco sono più periccolosi è assolutamente sbagliato. Una sigaretta o una birra non uccidono, una pastiglia può farlo.
La differenza la fa la dipendenza; uno che fuma una sigaretta quasi sempre diventa un fumatore mentre uno che prende un cartone quasi mai ne diventa dipendente. La stessa classifica era stata pubblicata su focus qualche tempo fa ed era relativa appunto alla dipendenza che può creare una data sostanza. A parte l'eroina, ovviamente, tutte le atre droghe "comuni" sono meno pericolose di quelle legalizzate.
E' altresì vero che uno che fuma 10 canne al giorno rispetto a uno che fuma 10 sigarette oltre ad avere la stessa possibilità di cancro ai polmoni vive anche una vita "in ritardo"...
p.s.: parole di uno che le ha provate tutte a parte l'eroina e non è mai diventato dipendente da nulla, a parte dalle sigarette per un breve periodo...


ideaa

PIANTIAMOLA NELLE AIUOLE DELLE ROTONDE

corrado f., torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 31.10.09 05:32| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non voglio mettere in dubbio la capacità di questo scenziato, ma LSD e l'Extasy credo siano mooolto più mortali del tabacco. Se ti va di sfiga ti basta 1 pastica di Extasy per restarci perchè dentro c'è di tutto tranne che lo stupefacente. LSD ancora. Non credo tu possa sapere mai per certo in cosa è stato immerso il cartone.
Io sono dell'idea che la droga non deve essere usata e deve essere punito chi ne fa uso, ma tutti, non solo quelli beccati al parco.


Ieri sera ad Annozero tutti zitti sull'argomento coca. L'unico che si è avvicinato il saggio trans. "Una montatura, per carità", "non parliamo di quello" etc. etc. A me pareva che non se ne parlasse perchè, anche in studio, ce n'è più di uno con la cod(c)a di paglia. O forse tutti? E poi si dice dei parlamentari che si mettono d'accordo quando gli scotta sotto ai loro scheletrini...

Beppe Mosca Commentatore certificato 30.10.09 23:05| 
 |
Rispondi al commento

Vi è mai capitato di ascoltare la Palombelli al mercoledi' verso le 13:00?

Luigi M. 30.10.09 20:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, il problema è l'ipocrisia degli italiani.
Si drogano tutti, molte persone che sono contrarie alla legalizzazione delle droghe usano delle confezioni per famiglie di psicofarmaci, sniffano come dei maiali ma poi la domenica vanno a messa e si riempiono la bocca di parole come "valori", "famiglia".
Fanno delle campagne contro la droga, campagne per la vita, ma poi sono favorevoli agli inceneritori, alle politiche neoliberiste che negano qualsiasi tutela ai lavoratori, alla caccia verso gli stranieri ed i diversi, infatti simpatizzano per i teppisti che pestano tutti coloro che non rientrano nel loro "parco valori".
Non hanno ancora capito che essere democratici significa anche saper distinguere le scelte e la sfera privata da quella pubblica.
Per loro vale solo la regola della "maggioranza", ovvero quella maggioranza che ci vuole tutti corrotti, mafiosi ed ipocriti.
Sono dei dinosauri alcolizzati e narcotizzati da un connubbio culturale costruito dal Vaticano e dalla televisione berlusconiana.

Alessio A. Commentatore certificato 30.10.09 20:06| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che questi studi sono di parte.Fu provato in laboratorio su topi che il fumo da solo non è in grado di far venire un cancro,tantomeno ai polmoni cosi come nessun'altra sostanza,quindi del resto non esistono sostanze cancerogene.Vedere in merito gli studi del Dottor Ryke Geerd Hamer.Dove il topo preso da sottoterra non ha subito nulla mentre l'altro topo di cittá morí di cancro ai polmoni.Il fatto era dovuto che solo il topo di cittá collegava FUMO-PERICOLO perché il topo di fogna del fumo biologicamente gli è indifferente.Quindi fú il conflitto di PAURA DI MORIRE che fece morire il topo.
Se queste notizie sembrano credibili lo dobbiamo ad una scienza che rifiuta li sapere antico per manipolare le masse che poi saremmo noi.

Marco Tonda 30.10.09 20:04| 
 |
Rispondi al commento

'Sti "studi" si fanno con un solo scopo... -.-

La droga uccide. Punto.

Tenshi Heiso (天国の 武器) Commentatore certificato 30.10.09 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PARTE L'USO DELLA DROGA E' VIETATA ADDIRITTURA LA COLTIVAZIONE DELLA PIANTA DA CUI SI RICAVA!!!!!!
UN DIVIETO QUASI MONDIALE DOVUTO ALLE PRESSIONI FATTE ANNI FA DAI PRODUTTORI DI PETROLIO DI TUTTO IL MONDO PERCHE' DALLA CANAPA SI RICAVANO TANTISSIME UTILI COSE TRA CUI UN OTTIMO BIOCOMBUSTIBILE CHE MINACCIAVA PROPRIO IL MONOPOLIO DEI PETROLIERI!
E' COME SE SI VIETASSE LA COLTIVAZIONE DELL'UVA CON LA SCUSA DEI BEVITORI DI VINO!
MA SICCOME IL PETROLIO SI STA ESAURENDO SPERIAMO CHE IL MONDO RICONSIDERI NON DI RICAVARE LA DROGA MA TUTTE LE ALTRE COSE TRA CUI PROPRIO IL FAMOSO BIOCOMBUSTIBILE.

TE LA DO IO L'ITALIA! Commentatore certificato 30.10.09 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Socialmente pericoloso è chi si imbottisce di sostanze farmacologiche, prescritte dal suo medico di fiducia che a tempo perso fa il sindaco( e i risultati si vedono..), e poi continua a sorridere ai suoi sudditi perchè ormai sono assuefatti (loro si, ahimè drogati), oppure si agita e inveisce dal pulpito dell'etere divenuto ormai un suo feudo.
Costui deve finire in carcere, non i cannaroli.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.10.09 17:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori