Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Banana Republic

Banana_republic.jpg
La democrazia è un modo di dire. Una parola che usiamo per sentirci liberi mentre siamo in dittatura.
"Allora, proviamo a ragionare: io vado a votare - sulla scheda hanno già messo per chi "devo" votare - vince, salvo brogli, chi prende più voti - poi "loro" eleggono il presidente della repubblica - il presidente della repubblica, solo lui, "" il mandato al presidente del consiglio - il presidente del consiglio "nomina" i ministri - i ministri legiferano - il parlamento vota le leggi. Insomma, fanno tutto tra di loro. Allora io che cazzo ci vado a fare a votare? Il primo di loro che mi viene a dire che mi rappresenta, lo appendo per le palle al lampione più vicino!" Mauro Medeot (mandi)

28 Nov 2009, 19:48 | Scrivi | Commenti (42) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa
Tags: commento, Mauro Medeot, Parlamento, voto elettorale

Commenti

 

ho scovato un articolo del corsera in relazione alla situazione finanziaria del gruppo di berlusconi nel 1994, effettuate un controllo

antonio ditrani 30.11.09 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Porcellum o non porcellum non cambia niente..chi non e' sufficientemente informato e preparato (a questo deve provvedere un'informazione SANA!) non puo' votare..sarebbe come mandare in sala operatoria il primo passante.
Uno stato che non prepara e mette i propri cittadini nelle condizioni di scegliere al meglio non e' rispettoso degli stessi.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.11.09 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Massimiliano, spero tu abbia meno di 13 anni.
Certo che sono i segretari che decidono i deputati, lo prevede la legge Porcellum.

La questione è: chi approvò la legge Porcellum?

I grillini dicono che l'haanno approvata tutti insieme, insomma il solito inciucio, sono tutti uguali, ecc.
La verità invece è un'altra: la Porcellum venne imposta dalla destra CONTRO il centrosinistra, che protestò duramente e organizzò una manifestazione contro la Porcellum alla quale nè Grillo nè i grillini parteciparono.

Le vostre bugie hanno le gambe corte, amici grillini.

Delissi, Modena 29.11.09 18:20| 
 |
Rispondi al commento

I parlamentari tutti ORA sono eletti dai segretari di partito. I padri fondatori non l'avevano pensata cosi'.

Quel pirla di Casini che era nella maggioranza quando votarono il PORCELLUM (nome dato da caldelori a questa legge elettorale), ora dice che i cittadini non sono rappresentati in parlamento...BUONGIORNO CASINI!!!!

Io non so cosa ci sia da capire: Se un parlametare e' designato dal "Partito" rispondera' sempre al partito e non agli elettori!
Pena il licenziamento. Se dipendesse dagli elettori, potrebbe ribellarsi al volere del partito e seguire la propria coscenza.

Parlare con chi vota PDL o Lega e' come parlare con un muro...ceco e sordo....e senza cervello....un muro a cui prenderlo nel culo piace.

A mè prenderlo nel culo non piace! E mi incazzo ogni giorni di più.

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 29.11.09 17:11| 
 |
Rispondi al commento

INFATTI , IL NANO DICENDO : "IO SONO STATO ELETTO DAL POPOLO", HA INTORTATO LA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI, ANCHE QUELLI CHE NON HANNO VOTATO PER IL SUO PARTITO E RACCONTA UNA BALLA ASTRONOMICA.................

SE IO POTESSI ESSERE PRESENTE AD UNO DEI MOMENTI IN CUI LUI O CHI PER LUI DICE UNA FREGNACCIA DEL GENERE, URLEREI CHE SPUDORATAMENTE MENTENDO......... PERCHE' NON LO FA MAI NESSUNO?

patrizia l. Commentatore certificato 29.11.09 17:07| 
 |
Rispondi al commento

1) La legge elettorale fu votata dal centrodestra a colpi di maggioranza.
Il centrosinistra fece ostruzionismo e organizzò una manifestazione a Roma per bloccare la Porcellum.
Non si videro nè Grillo nè i grillini, troppo impegnati a dire che "Prodi e Berlusconi sono uguali".

Invece Prodi si oppose con tutte le sue forze alla porcellum, con buona pace dei grillini e delle loro balle, buon per caproni ignoranti e disinformati.

2) E' la Costituzione a prevedere i meccanismi di nomina dei ministri. Dunque viene criticata la Costituzione italiana, che invece ha funzionato benissimo.
Personalmente mi fido di più dei costituenti del 1946 rispetto a un comico che urla le sue Verità assolute da un balcone, senza contraddittorio.

3) I meccanismi di selezione dal basso di Beppe Grillo: lo stesso Beppe Grillo decide dall'alto chi siano i candidati, e il popolo dei grillini acclama l santone.
Fine della democrazia dal basso.

Delissi, Modena 29.11.09 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per fortuna abbiamo assistito ad un cambiamento. Abbiamo visto gente entusiasta che aspettava pazientemente in lunghe file il proprio turno ed altrettanto entusiasta donava anche 1 euro per poter votare finalmente il leader del proprio schieramenteo da scegliere tra 3 candidati: 2 rappresentanti dell'apparato e 1 outsider.
Chi non hanno voluto votare? L'Outsider.Logico.

lallo forya 29.11.09 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo col post.
Avete notato che in molte interviste mainstream in tv i zerbini giornalisti (!) introducono spesso il politico di turno con la parola "rappresentante" ?
Ad ogni pie' sospinto devono inculcarci, negli spettatori meno attenti, il mantra della "rappresentazione" della politica.
La demo - crazia (potere al popolo) e' ridotta a burletta, a una pleonastica rappresentazione teatrale, appunto.
L'esatto opposto della partecipazione DIRETTA di tutti, resa piu' possibile dalle nuove tecnologie.
Sfuma sempre piu' la differenza tra lo stile attoriale e lo stile politico nel discorrere e persino nella retorica.
Per non voler parlare poi della rabbia come modo di comunicare..
--------------------
La strada piu' plausibile e molto probabile e' che falliscano, in quanto stato.
Gli esempi italioti nel passato anche recente non mancano - 1992, 1943, 1922, 1917, eccetera.
Se continuano cosi' sara' probabile un default.

Andare a mettere una X nelle schede elettorali e' immorale, inutile e da analfabeti, nel senso di non sapere ne' leggere ne' scrivere.

fabrizio c. Commentatore certificato 29.11.09 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Dove cazzo siete!Non dico solo Dalle e DeGregori.Dove cazzo siete voi pseudo artisti che non esprimete pareri e non date giudizi se non avete un album da promuovere.Dove cazzo siete pseudo intellettualotti di provincia dei miei coglioni.Andate a lavorare e non cercate piu' di venderci la vostra immonda musica ipocrita!

Daniele C., Avezzano Commentatore certificato 29.11.09 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Nonostante le cazzate che sono riportate in questo post, che alla fine parla solo di aria fritta, come diceva Churcill: la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle altre forme che si sono sperimentate finora.

Giuliano DG 29.11.09 11:58| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione è una sola. Inutile rinnegarla.

Francesco De feudis Commentatore certificato 29.11.09 11:14| 
 |
Rispondi al commento

questa mi e piaciuta
sono anni che rifiuto di andare a votare nonostante gli inviti
le minacce
le accuse di ...se va male e per colpa mia
di non volere partecipare al bene comune....
di essere un coglione perche se non vado a votare c'e il rischio di dittatura
che sono un apolitico
che faccio male
etc
POI SCOPRI CHE CHI HA VOTATO E A VOTATO PRODI ...BERLUSCONI ...PRODI ...BERLUSCONI
poi si scopre che nessuno di loro lo havevano votato......(dopo )
e che la colpa era di chi non era andato a votarli
SONO ANNI CHE MI RIFIUTO PERCHE VOTAREI UN ALTRO BERLUSCONI....
CAMBIANO NOME AL PARTITO SOLO PER NON ESSERE RICONOSCIUTI
COME SE VOTARE FORZA ITALIA INVECE DI PDL E DIVERSO OPPURE VOTARE PC OPPURE PD OPPURE LA QUERCIA OPPURE ........
E DIVERSO
la solo la gente demente crederebbe che cambiando il nome ma mantenendo gli stessi dirigenti TUTTO CAMBIA....

stefano b., rovato Commentatore certificato 29.11.09 10:56| 
 |
Rispondi al commento

sono perfettamente daccordo con Mauro Medeot...mio padre lo diceva gia' piu' di 50 anni fa , prima in guerra, poi poliziotto messo contro i suoi stessi concittadini e poi responsabile della mensa ufficiali della polizia, ha visto ruberie da parte dei graduati fatte alla luce del sole (si facevano passare prima da casa i camion delle merci comprate x la mensa cioe' carne, verdure,tovagliato..anche carbone in quegli anni..di tutto insomma,e casa a gratis! ), impuniti naturalmente , poi da impiegato statale in questura negli uffici di rapporti coi cittadini..uno schifo di intrallazzi.
Infine lo hanno messo a fare il centralinista per togliersi dalle palle un elemento scomodo che sapeva e parlava.
Ora siamo tanti che vogliamo cambiare e cosi' sara'..cosi' e'.
MANDI*

claudia c., trieste Commentatore certificato 29.11.09 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pienamente daccordo e se tutti non adassimo a votare che succederebbe?se qualcuno lo sa mi può rispondere grazie

Antonio2 R., Andorno Micca Commentatore certificato 29.11.09 10:49| 
 |
Rispondi al commento

stralcio da:Lettera al Presidente - 26.ago.2009 -
La Costituzione di questo Paese (termine a Lei tanto caro) è stata, ed è, continuamente disattesa, bistrattata, vilipesa ed asservita. (Per tutti,uno: I Referendum Popolari: - Nati ed indetti per chiedere ed “obbedire” alla “volontà del popolo” (sovrano solo sulla carta).- Disattesi, asserviti e/o applicati, (nei modi, nei tempi e nelle forme) nell’interesse e per le convenienze dei “poteri forti”.- (Leggere: Nucleare, Finanziamento pubblico ai partiti, ecc.ecc.).
--- Fatta la Legge, trovato l’inganno. –--
La nostra REPUBBLICA (suo malgrado ed a nostro danno morale e materiale) assume giorno dopo giorno sempre più i connotati di una: Repubblica delle Banane.
Ma, aggravante e danno ulteriore, ed a differenza di quelle centroamericane e/o di altri siti geografici, alla NOSTRA non è consentita, per cause climatiche, la coltivazione del Banano,e di conseguenza la produzione di Banane con le quali……… “sfamare la popolazione”.-
--- Al danno la beffa. ---
Pertanto, Sig.Presidente, Le rinnovo supplicandoLa il mio personale…..BASTA.
Nella convinzione, purtroppo nefasta, che oggi come oggi, non si vedono all’orizzonte comportamenti ed atti concreti che possano inficiare e/o rendere anacronistico il nostro: “Piazzale Loreto” ----

michele p., battipaglia Commentatore certificato 29.11.09 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Votare serve a salvare almeno quel poco di buono che c'è in politica.
A meno che qualcuno non abbia il coraggio di fare una rivoluzione e la competenza e la genialità per gestire la situazione che se ne crea resistendo alla tentazione di abusare del proprio potere.
Finora neanche Gesù c'è riuscito, ma se ce la fa Beppe Grillo mi feliciterò con lui scrivendo un commento di approvazione sul suo blog...

Daniele Turchetti 29.11.09 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Infatti la "Rebubblica", a mio avviso, è una piccola libertà che abbiamo, forse l'unica (dato che più passano gli anni più si fanno leggi restrittive nei confronti delle persone).
Io dico sempre: "Ma tra l'erede al trono di casa Savoia ed il presidente del consiglio, di qualsiasi partito sia, che differenza c'è?", sia l'uno che l'altro, se stanno al potere, fanno sempre i loro porci comodi.

Valerio Palmeroni 29.11.09 08:22| 
 |
Rispondi al commento

E si va a votare anche per mettere in Parlamento
Cosentino,Schifani,Dell'Utri,etc,oltre alle varie
prostitute politiche(Casini,Rutelli,Mastella,etc..)

basilio grabotti 29.11.09 07:01| 
 |
Rispondi al commento

siamo realisti,questa è una DITTATURA a tutti gli effetti.lo si capisce perchè il cittadino conta solo quando è chiamato alle urne per dare il suo voto.dopo di che esistono solamente loro e il cittadino scompare nel nulla come se non fosse mai esistito.ma la cosa che mi fa incazzare è che ipocritamente dicono sempre"lo facciamo per il bene dei cittadini",ma alla fine dei conti a loro della nostra opinione non gliene frega nulla.

devis q. Commentatore certificato 29.11.09 02:25| 
 |
Rispondi al commento

e te perchè li voti ? poi non ti puoi lamentare se fanno così. io ormai voto solo chi non è mai stato al governo e ha nel programma politico il ripristino delle preferenze o meglio il maggioritario secco.

s p 29.11.09 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Non rispondo per non essere volgare ,però un commento alla beppe grillo ho voglia proprio di mandarglielo e quindi gli dico a questi figi di escort,andate a fare in ........

Rocco A., pinerolo Commentatore certificato 29.11.09 00:41| 
 |
Rispondi al commento

Mauro tu come elettore servi per dare una parvenza di democrazia alla loro truffa.
Ripiglio un concetto espresso in un post precedente il mio .

"L'obiezione più idiota che ti fanno se non voti è: bravo, così lasci decidere agli altri ."

Bene questa obiezione idiota la faccio mia,
giacchè l'idea di non andare a votare non è che sia tanto intelligente...a me sembra diciamo così...
un pò più idiota.
E qui il discorso potrebbe diventare lungo.


Aldo F., napoli Commentatore certificato 28.11.09 23:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

più che la repubblica delle banane miare la repubblica degli spot.

intressanti sono i capelli dipinti stile diabolik...

evidentemente ha poco tempo per farsi il trapianto e ha pensato bene di farseli pitturare perché tanto in TV fa lo stesso.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 28.11.09 23:25| 
 |
Rispondi al commento

hahhaha! fantastico! ... altro che diritto pubblico! ... veramente un 10 righe illuminanti

francesco c., emigrato all'estero Commentatore certificato 28.11.09 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Medeot,
da parecchi anni sostengo l'inutilità e la dannosità del voto- visto a chi vanno a finire i voti...
Da anni, nelle discussioni con gli amici, cerco di raccontare o ricordare le tante, troppe malefatte dei nostri oligarchi, le leggi vergognose che arricchiscono una piccolissima èlite a danno della collettività intera, le vane promesse che costoro vomitano addosso agli elettori durante la campagna elettorale, il declino inesorabile e il baratro entro il quale ci stanno spingendo...
Tempo sprecato, così almeno mi sembra.
L'obiezione ricorrente: MA TU COSA RISOLVI A NON VOTARE?!! ( La più idiota: BRAVO, COSÌ LASCI DECIDERE AGLI ALTRI!!!)
É vero,la mia scelta di non votare non cambia praticamente nulla... ma chi, tramite il voto, continua a legittimare questa oligarchia di farabutti È RESPONSABILE del collasso del nostro Paese, poichè COMPLICE di costoro.
Cordialmente

cristiano g. 28.11.09 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine ci chiediamo: che razza di democrazia fondata sul diritto è questa? Gli elettori a che servono se non a legittimare le caxxate che decidono loro in parlamento? Perché non esiste il referendum costruttivo al posto di quello abrogativo? Secondo me non ci serve un Superpremier, ma un sistema democratico che dia più possibilità di espressioni all'elettorato. Allora sì che si potrebbe rivoluzionare l'Italia! E Napolitano non potrebbe più dire che "nulla può abbattere questo governo".

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 28.11.09 22:37| 
 |
Rispondi al commento

La prima volta che andai a votare avevo 18 anni, tanto per vedere com'era.
Ci tornai anche l'anno seguente, ma avevo già la sensazione che il mio voto non servisse proprio a nulla.
Decisi di non votare più. Era il 1984.
Quest'anno sono tornato alle urne, per votare i potenziali rappresentanti che poi sarebbero stati eletti nel Parlamento Europeo.
Sono contento di averli votati, perchè ora siedono proprio là.
Si tratta di un uomo e di una donna.
Luigi e Sonia.
Sono pronto a votare ancora gente come loro.
Gente come noi.

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.11.09 22:06| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
E' INUTILE ANDARE A VOTARE SE LORO SI FANNO CA... LORO SULLA NOSTRA PELLE, PER CUI E' PIU' LOGICO NON VOTARE,PER INTERESSI ALTRUI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 28.11.09 21:43| 
 |
Rispondi al commento

caz......non ci avevo proprio pensato fanno tutto fra di loro ..si aumentano gli stipendi...decidono chi deve essere eletto ....
il " capo dello stato è eletto dalla maggioranza dei deputati che le segreterie avevano deciso di fare eleggere...ma poi senza regoleeeeeeeeeee puoi essere un pregiudicato o un delinquente non c'è problema...sono le segreterie che decidono.....quando poi si trovano, come è inevitabile, inguaiati con la giustizia ecco il BABBO che pensa :::::::
"Nessun governo legittimamente elette e che rappresenta il volere dei cittadini può cadere".....Come, anche se i suoi dirigenti fossero dei mafiosi o avessero ucciso o evaso le tasse, portati fondi neri all'estero ecc ... ecc..?????? Ecco a questa ipotetica domanda....Il Nostro Capo...rimane sul vago invece dove è preciso unico caso fra i nostri capi di stato,sul monito alla magistratura a fare diciamo un passo indietro casomai a qualcuno venisse in mente di indagare sul presidente del consiglio.....li è veramente preciso......ma io cittadino...non mi sento rappresentato ne da un parlamento eletto in questo modo...senza regole..pieno di indagati e condannati!!! e non mi sento neppure tutelato da un capo di stato che invece di essere garante della costituzione....vedi referendum sul nucleare....vedi finanziamento pubblico dei partiti...non perde occasione per baccattare la magistratura....

renato giannelli 28.11.09 21:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1953
Marzo

La DC fa approvare la cosiddetta "legge truffa", ideata da Mario Scelba e Alcide De Gasperi in vista delle elezioni del 7 giugno. Essa equivale a un colpo di stato legalizzato, doveva infatti portare, con un vistoso premio di maggioranza, la coalizione di centro al potere incondizionato. In pratica l'alleanza di partiti che riuscirà ad ottenere il 50 % dei voti si aggiudicherà il 65 % dei seggi alla Camera

7 Giugno

Alle elezioni, grazie anche a una grossa mobilitazione popolare, i partiti di centro coalizzati non raggiungono il 50,01 % (mancano soltanto 50.000 voti), che con il meccanismo derivante dalla "legge truffa", avrebbe garantito la concentrazione e la continuità nel potere alla DC . Il conteggio dei voti si protrae tanto a lungo da far pensare che qualcuno abbia premuto per far scattare la legge a tutti i costi. La DC perde 2 milioni di voti.

**************************************************
LA COSCIENZA P.O.L.I.T.I.C.A.
DOVREBBE ELEVARE IL POPOLO AL RISPETTO DI SE STESSO , E NEL CASO SI TROVI DI FRONTE A GOVERNANTI/POLITICI INCAPACI O CORROTTI DOVREBBE RICORRERE ALL'USO DELLA MATITA PER ABBATTERLI .

- SE NON BASTA ....MATITE DI PIOMBO !!!!!

altro modo RIMANGONO SEGHE MENTALI !!!!!

.buona sega ...HASTA generale finto!!!

MagicLenin RedArmy (p.a.c.) Commentatore certificato 28.11.09 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' proprio una bella democrazia, la nostra: forte con i deboli e debole con i forti.
Leggo sul Corriere che il governicchio in carica ha dato mandato alll'Inps affinché recuperi nel corso del 2010 50 milioni di euro, sottoponendo a revisione 100.000 invalidi civili e in più intende recuperare 100 milioni di euro dal Fondo sociale per l'occupazione e la formazione. Non c'è che dire, è davvero un governo attento alle fasce più deboli, come continuamente si riempiono la boccuccia loro.

Silvano De Lazzari Commentatore certificato 28.11.09 20:12| 
 |
Rispondi al commento

E due ,allora 6 uno che ce coji .

Bravo.
-------------
Riguardo al mio pensiero nei riguardi del tuo post
dico che: Quoto.

http://www.youtube.com/watch?v=8oRhYOMp8_c

micki nimm (castagne), Parigi Commentatore certificato 28.11.09 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori