Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il pedalatore volontario di Firenze


New_York_ricshaw.jpg
Il risciò si sta diffondendo nei centri storici di molte città europee. Non inquina, è silenzioso, è perfetto per il trasporto di cose e persone per brevi tratti. A Firenze i pedalatori volontari di risciò sono a rischio. Braccati come cinghiali da tassisti e vigili urbani. Se do un passaggio gratis a qualcuno sulla mia bicicletta non è reato. E allora perché è reato sul risciò?
"Sabato 7 novembre alle ore 22:30 in piazza Santa Maria Novella, si è verificato un nuovo episodio di intolleranza da parte di alcuni tassisti fiorentini nei confronti della attività di promozione della mobilità sostenibile svolta da alcuni giovani fiorentini. Un conduttore di risciò è stato fermato e trattenuto - di fatto “sequestrato” in strada - per circa un'ora da non meno di sei tassisti fino a che non è intervenuta una pattuglia dei vigili urbani – sezione polizia amministrativa - che, chiamata dai tassisti, ha contestato al pedalatore volontario di svolgere l'attività di "tassista abusivo" elevando una ingente sanzione amministrativa oltre la sanzione accessoria del sequestro del veicolo finalizzata alla successiva confisca! A nulla è servita la dichiarazione del pedalatore di aver noleggiato regolarmente il risciò che conduceva e di promuovere la mobilità a zero emissioni come volontario non chiedendo niente a coloro che salivano sul risciò, salvo eventuali mance solo se liberamente offerte. A Firenze dove la nuova amministrazione ha fra i suoi obiettivi una maggiore vivibilità del centro storico e un forte impegno per una città sempre più ciclabile, dove si è chiusa al traffico dei veicoli a motore una larga area del centro storico con la recente pedonalizzazione di piazza Duomo… proprio a Firenze è sequestrato un velocipede a tre ruote un cosiddetto risciò a pedali! Un mezzo che non inquina, non fa rumore. Mentre a Roma, in Parlamento, la Camera dei deputati ha varato una modifica al Codice della strada per lo svolgimento di servizi di N.C.C. con velocipedi, mentre a Roma in Comune si autorizza una cooperativa sociale a svolgere per 3 mesi rinnovabili un progetto pilota con i risciò a pedali, mentre in moltissime città europee ed estere la mobilità di persone e cose con velocipedi è considerata una preziosa risorsa per i centri storici congestionati e sommersi dallo smog e dalle polveri inquinanti…a Firenze, nonostante qualcuno a sue spese tenti in modo semplice e trasparente di proporre i risciò a pedali, viene punito ripetutamente dalla Polizia Municipale. I soggetti che promuovono l’uso dei risciò a Firenze non vogliono né svolgere una attività illegale né tantomeno porsi in alternativa agli indispensabili servizi di trasporto pubblico che ci sono, ma offrire una opportunità nuova alla città, un modo diverso per muoversi in libertà all’interno del centro storico senza inquinare e senza rumore, abbattere le emissioni inquinanti e sperare in un mondo migliore." Un fiorentino

11 Nov 2009, 13:56 | Scrivi | Commenti (91) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Sono un ex pedalatore, adesso a Singapore per motivi professionali. Ho anche io subito gli sguardi torvi, le mezzi frasi e le minaccie di questa massa di prepotenti che sono i tassiti. Sottolineo che non tutti sono così, ma la stragrande maggioranza. Una Lobby bella e buona a cui è asservita buona parte della polizia municipale, che multa un mezzo che dovrebbe tutelare. Ho letto di guadagni stratosferici...200!! 300 euro al giorno!! Roba da andare su Forbes come pedalatore piu potente del mondo!!! Mai visto nessuno ricevere mance per quella cifra!! Come facciamo ad avere una ricevuta se nessuno ci regolarizza e non intende farlo perchè senno la lobby si cui sopra si incazza e fa le barricate!!! Offriamo un servizio che non ha nulla a che vedere con i tassisti, siamo nel centro, raccontiamo della nostra Firenze, diamo consigli, lasciamo un ricordo originale ed indimenticabile! Chi entra su un taxi vuole andate in un posto o l'altro della città, senza tante chiecchere!!! Londra, Amsterdam, Barcellona, Amburgo, New York, sono le migliori risposte per chi ci vede ancora come una novità, mentre in queste città sono anni che il servizio c'è e funzione e non mi sembra che qualche tassita sia morto di fame!!! Renzi si dia una svegliata...perchè pedonalizzare il Duomo con tanti discorsi e fanfare e poi far accadere eventi simili è scandaloso. Siamo sempre la solita Italietta che rincorre il mondo che corre, incatentati a favoritismi ed alleanze sotto banco!!! Il futuro siamo noi, il futuro deve essere pulito e sostenibile, loro non molleranno mai!! ma noi neppure!! w i rivoulzionari su 3 ruote!!!
michele

michele agostini, firenze Commentatore certificato 16.11.09 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un pedalatore di risciò fin dal 2008 e devo dire che l'atteggiamento di alcuni tassisti è assolutamente ridicolo: un misto di arroganza e ottusità che davvero non rende onore a questa categoria immortalata anche da Alberto Sordi.
Quando eravamo impiegati come promoter durante i giorni del Genio Fiorentino (15-25 Maggio 2008) ricevemmo qualcosa come quattro o cinque controlli da parte della Polizia Municipale nei primi due pomeriggi di lavoro, nonostante fossimo regolarmente assunti, solo perché i tassisti si erano allarmati a causa della nostra presenza.
Quando abbiamo lavorato (sempre con regolare contratto) per Pitti uomo questa Primavera, ce la siamo dovuta vedere nuovamente con la Polizia Municipale, subito pronta a scattare al primo fischio dei tassinari.
Tutto questo mentre, ripeto, eravamo regolarmente pagati da terzi per svolgere un servizio di navetta gratuito verso le due manifestazioni.
Io stesso, mentre portavo alcuni turisti alla Fortezza da Basso sono stato avvicinato da un tassista che, mentre pedalavo, si è messo a vociare in mezzo alla strada "NON PUOI PORTARE GENTE! NON SEI AUTORIZZATO! NON MI RUBARE CLIENTI!", suscitando tra l'altro l'ilarità dei miei passeggeri (turisti stranieri).
La cosa che più mi amareggia è vedere l'asservimento della Municipale alla lobby dei tassisti: loro si lamentano e noi ci troviamo assediati da torme di elmetti bianchi; se fossi io a lamentarmi dei tassisti che sconfinano nelle aree pedonali o "bruciano" i semafori, dubito che i Vigili si metterebbero in moto con tanta solerzia.

Sul fatto dell'abusivismo, stenderei un velo pietoso. Qui qualcuno ha detto che lavoriamo al nero perché non paghiamo tasse. E' vero, ma è il reddito da lavoro che deve essere tassato, mentre le mance che ci danno sono semplici liberalità d'uso e come tali esentasse. Lo dice il codice civile.
Si dice che non siamo volontari e che quindi per forza di cose lucriamo sul risciò. E' sbagliato: abbiamo tutti un lavoro.
Quanta ignoranza...

Adriano Ziffer 15.11.09 05:33| 
 |
Rispondi al commento

Scusi sig. Sandro Petrini, ma forse non è il caso di generalizzare asserendo che i tassisti sono dei vigliacchi...
Le regole della jungla urbana del traffico sono spietate, e a volta basta un nulla per scatenare il lato peggiore di chi ne fa parte...
Considero che nel traffico odierno vivono masse intere di questa generazione frustrata, ed è doloroso accettarne la cruda realtà.
Credo che i tassisti, nel contesto di questo pericoloso habitat, debbano per forza di cose imparare a difendersi dai continui attacchi dei provocatori di turno.
In realtà di vigliacchi nel traffico se ne vedono parecchi, cacciatori e non, e non è certo l' assegnazione a tale categoria che gli da modo di distinguersi !

Raffaele Albanesi 15.11.09 01:27| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna fare chiarezza: Prima di tutto chi guida il risciò non può chiedere niente a chi ci monta sopra, proprio per il fatto che non esiste una regolamentazione in merito e non ce la possiamo inventare noi. Se il pedalatore chiedesse dei soldi infrangerebbe la legge e nessuno di noi se lo può permettere. Lo facciamo perchè crediamo di dare il buon esempio prendendo attivamente parte ad un movimento che promuove l'ecologia e la cultura. Vi assicuro che non è un lavoro e le mance che ci danno sono una soddisfazione ,perchè vuol dire che il giro è piaciuto, ma non sarebbero in grado di darci da mangiare.
Inoltre non potremo mai in nessun modo rubare lavoro ai tassisti perchè il risciò ha il limite dalle forza umana, il nostro raggio di azione è limitato al centro storico e comunque quello che facciamo è fare dei piccoli giri turistici con molte pause per illustrare le bellezze della nostra città e raramente facciamo degli spostamenti semplici.
Sono sicuro che quelli che hanno fermato il mio compagno fanno parte di una piccolissima minoranza del popolo dei tassisti che è una categoria onesta che compie un lavoro a rischio esaurimento nervoso per come è il traffico di firenze.
Invito tutti ad avere una prova di quello che dico andando in centro a Firenze e fare un giro su un risciò alla scoperta delle curiosità delle città più bella del mondo, ma non subito. Il servizio è sospeso in attesa di sapere se sia il caso o no di esporre i pedalatori ad un rischio così elevato, sperando di ricominciare subito per darla vinta a quei sei teppisti.

Enrico Pandolfini 14.11.09 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Il tassista del video conosce bene il judo e si è potuto permettere di provocare il ciclista fino ad arrivare alle mani. Il tassista voleva questo. Nel judo vi sono regole precise che ogni maestro fa impegnare all'allievo. Una di queste regole è che non bisogna provocare e agire solo in casi di estremo pericolo, solo per difesa. Il tassista non ha rispettato le regole del judo, sapeva di avere la meglio e ha provocato il ciclista. Il tassista è un vigliacco come tutti i vigliacchi che praticano la caccia. Infatti, molti tassisti vanno a caccia; si pensi che il presidente dei 3570 è un cacciatore veterano. Vigliacchi, sparano a tradimento infrattandosi ad animali inermi e stanchi della migrazione.

Sandro Petrini 14.11.09 14:13| 
 |
Rispondi al commento

A tal proposito pregherei ai signori che sono intervenuti, o interverranno di rendere noto la loro professione in modo da poter rispondere in modo adeguato.A questi signori che hanno tanto agitato la spada dell’angelo vendicatore contro la disgraziata categoria dei tassisti,vorrei dire a loro,il signore al quale gli avete messo anche l’aureola sulla testa,esercitando abusivamente un attivita’ illegalmente,come anche altre professioni fatte in questo modo incassa 200 -300 euro al giorno.La fregatura cosi e’ doppia, per i lavoratori del settore e per la comunita’,perche’queste persone non pagano un euro di tasse.Un tassista napoletano incassa ,dopo una giornata di stress soprusi e gas respirato se va bene circa 70-80 euro lordi,al netto fanno la miseria di 45-50 euro .
Sfido chiunque di voi a resistere alla tentazione di tirare il collo alle persone che abusivamente vengono a sottrarvi il lavoro.E’ per me motivo di nausea,sentire gente che mette la mia categoria tra l’elite delle professioni.Il primo a fare questo madornale errore e’ stato Bersani,questo gli e’costato molto caro ,perche per effetto domino ,anche altre categorie di lavoratori,spaventati dal comportamento fascista decisionale ,gli hanno voltato le spalle per sempre.Un’altra cosa che mi fa incazzare MOLTO,e’ quella di etichettare di destra la categoria dei tassisti ,non e’ vero!!!Tanti di noi siamo vecchi militanti di sinistra ,se mai tutto questo significa qualcosa .La destra ha avuto solo la cazzimma ,come si dice a Napoli di cavalcare il disaggio dei tassisti.La menata del mezzo ecologico,e’ un offesa a l’intelligenza di tutti ,perche il punto di discussione e’ un altro,ovvero se chiudere gli occhi ,come fanno i nostri attuali governanti,davanti all’illegalita’,o opporsi???CONCLUSIONE , ACCENDIAMO IL CERVELLO PRIMA DI PARLARE!!!!
(2 parte ultima)

luigi baselice c.p.2435 13.11.09 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di tariffe esorbitanti, mi trovavo a malpensa e per andare a bergamo, non dove abito ma all'uscita dell'autostrada poi si vedeva, un taxista mi ha chiesto 400€, è normale per 50 Km, dovranno pur lavorare ma perchè hanno paura della concorrenza?anche loro possono scegliere che macchina comprare........noi invece prendere o lasciare....
io ho preso un'auto a noleggio e con 50€+ autostrada 1,20€ e gasolio 10,00€ sono arrivato a casa....
altro che taxy
in bocca al lupo beppe

Mauro Gamba, Bergamo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.09 07:22| 
 |
Rispondi al commento

ACCENDIAMO IL CERVELLO PRIMA DI APRIRE LA BOCCA
Cari miei , devo dirvi che sono estremamente deluso di constatare su questo blog da me tanto tenuto in considerazione,una quantita’ a dosi industriali di estrema leggerezza tra gli intervenuti a commentare l’episodio del riscoo.Questo mi porta a cambiare la mia opinione ,essa era che L’IMBECILLE sta sia a destra che a sinistra,con questa che mi sono fatta adesso ;c’e’ ne sono in eguale numero in entrambi gli schieramenti.Sono decisamente irritanti quei signori che attaccano come tori a testa bassa categorie di lavoratori,pur non conoscendo neanche in lontananza le problematiche di questi lavoratori a prescindere di chi essi siano.Perche e’ tipico e sadicamente piacevole sputare sentenze su categorie di lavoratori ,eccetto pero’ che non sia la propia.VERO???? (1 parte)

luigi baselice 12.11.09 22:22| 
 |
Rispondi al commento

ma vogliamo cominciare a viaggare all'estero per vedere cosa succede in paesi più civili del nostro ? in tutte la grandi città del mondo il taxi è un servizio molto usato e di facile fruizione, in Italia perchè deve essere diverso, se ti azzardi a prendere un taxi per percorrere 2 km ti sparano tariffe da paura. l'iniziativa del risciò non solo è lodevole ma assume le caratteristiche di un salto di qualità della nostra società, tutte le grandi città dovrebbero avere un servizio di mobilità ad impatto zero non è assolutamente competitivo con il servizio taxi.
è ora che tutte queste battaglie di conservazione dei privilegi da parte delle tante categorie economiche finiscano ! occorre che ci adeguiamo agli altri paesi occidentali, occorre investire maggiormente nella mobilità condivisa, nel servizio che sia finalmente al passo con i tempi in termini di tariffe, quì nessuno deve essere più tutelato di altri. e soprattutto occorre una politica che favorisca le BUONE PRATICHE I COMPORTAMENTI VIRTUOSI E ALLORA 100, 1.000, 1 MILIONE DI RISCIO'

massimo manduchi 12.11.09 19:14| 
 |
Rispondi al commento

faccio il tassista da 15 anni , dal primo giorno di lavoro, fino ad oggi,non mi sono mai accorto di appartenere ad una lobby come qualsiasi giornalista dice di noi e/o persone che non sanno nemmeno come è fatto un taxi tanto da salire su auto che non solo non sono di colore bianco ma non hanno nemmeno la scritta esterna taxi, per poi essere "fregati" nel prezzo e che poi dicono che era un taxi, e/o persone che sanno nemmeno cosa deve affrontare ogni santo giorno una persona alla guida di un taxi . Mi sento di appartenere ad una categoria di poveretti,dove ogni giorno veniamo privati dei nostri diritti a causa di totale assenza di controlli da parte dello stato e da chi ha il dovere di controllare tutte quelle persone che fanno il nostro lavoro abusivamente, disonestamente (non mi riferisco ai riscio')e che creano danni alla nostra immagine senza che nessuno faccia qualcosa. siamo una categoria abbandonata sotto ogni punto di vista quindi siamo arrivati al punto tale di essere costretti ad intervenire da soli fino al limite per farci rispettare . sono contrario alla polizia municipale che ha multato il poveretto ma sappiate che gli organi di controllo non vanno a verificare ad esempio vedi servizio di "striscia la notizia" le mance da parte degli ncc agli albergatori creando danni gravissimi alla nostra categoria ed e cosi da 15 anni.......

gianluca favaro 12.11.09 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal blog odierno si deduce che la destra fa cose buone per l'Ambiente, mentre la sinistra no. A parte che credo che, seppur nn abbastanza, chi fa qualcosa per l'Ambiente è proprio la sinistra. Ma sopratutto penso che in questo sventurato paese, più di chiunque altro, abbiano potere le lobby. Non a caso il parlamento ne è pieno. Saluti

ivan IV Commentatore certificato 12.11.09 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Dal blog odierno si deduce che la destra fa cose buone cose per l'Ambiente, mentre la sinistra no. A parte che credo che, seppur nn abbastanza, chi fa qualcosa per l'Ambiente è proprio la sinistra. Ma sopratutto penso che in questo sventurato paese, più di chiunque altro, abbiano potere le lobby. Non a caso il parlamento ne è pieno. Saluti

ivan IV Commentatore certificato 12.11.09 15:49| 
 |
Rispondi al commento

ho sempre considerato i risciò come una forma di schiavitù moderna. Credo che non li utilizzerei mai personalmente (ovvero chiederei di condurlo io), ma ora che ci penso comprendo che anch'essi possono contribuire ad abbattere l'inquinamento. Peraltro, il servizio è retribuito e può competere forse con i costi di altri mezzi di trasporto. In verità ricordo che un'amico molti anni fà prese una multa perchè viaggiava sulla canna della bicicletta con un'altra persona. Non so quale sia l'articolo del codice della strada che gli fu contestato. Siamo in un paese "super normato" così che anche idee innovative come il risciò possono essere bloccate sul nascere. Ancora una volta la politica ha un ruolo determinante

massimo b. Commentatore certificato 12.11.09 15:49| 
 |
Rispondi al commento

i tassisti al pari dei tramvieri sono tutti fascisti ricordo quando è caduto il Governo Prodi che erano a festeggiare. Per fortuna che ogni tanto qualche "teppista" o "ultra" fa le nostre vendette e ne manda qualcuno in ospedale

giorgio sornicola 12.11.09 15:16| 
 |
Rispondi al commento

L'iniziativa è certamente lodevole e condivisibile.
MA,il sistema,le lobby,i potenti di turno sono sempre uniti nel bloccare cambiamenti che mettono in pericolo le loro caste ed i loro privilegi.
La soluzione?.Proporre ad aziede locali o attività commerciali del centro cittadino di attivare una campagna pubblicitaria sponsorizzando questo servizio che sarà offerto a titolo totalmente gratuito e su percorsi specifici che verranno comunicati alle autorità competenti.
Non costa nulla,anzi di solito la pubblicità costa.....serve un pò di tempo per attivare le formalità burocratiche che sono la parte più pallosa.Non è un servizio pubblico ma una campagna pubblicitaria limitata nel tempo e su percorsi strettamente ciclopedonali.L'obbiettivo di sensibilizare la cittadinanza ad una mobilità più sana lo si raggiunge ugualmente e se serve la lista 5 stelle di firenze ed il candidato sindaco potranno mobilitarsi per attivare azioni di sensibilizzazione,promozione o protesta nel caso che l'amministrazione tenti di far abortire il progetto.Non è difficile,non è impossibile.Se loro non si arrendono(ma gli conviene?)noi neppure.
G,Amiranda
Rozzano 5 stelle (MI)

gennaro amiranda, rozzano Commentatore certificato 12.11.09 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Scusate... avevo dimenticato il video!

http://www.youtube.com/watch?v=kCTGm-Zkkl0&feature=PlayList&p=354A5A1DA54B3A0D

Alfonso B., Firenze Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.11.09 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Il vero problema è il sistema fiscale, troppo oneroso e complesso da applicare a questi lavori di fortuna che sono spuntati in quest'epoca di recessione. Ci vorrebbe qualcosa di più semplice.

Wandel Thoreau Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.11.09 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Questa è una guerra tra poveri.
I tassisti difendono i proprio posto di lavoro, come gli operai che occupano le fabbriche e i precari che chiedono di tornare in classe.
Finiamola di prenderci in giro, chiunque di noi se qualcuno cerca di togliergli il lavoro reagisce.

Grace Slick, napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.11.09 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In qualità di candidato sindaco di Firenze, ho avuto modo di conoscere uno dei ragazzi che porta avanti l'idea del risciò come mezzo del futuro... abbiamo anche chiuso la campagna elettorale con loro... sono stupendi!
Qui trovate il video...è molto breve ma mi sembra interessante!

Alfonso Bonafede Commentatore in marcia al V2day 12.11.09 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la famosa "terra promessa" e' nient'altro che un espansione del livello di coscienza un allargamento, il che viene anche chiamato: chakra opening, samadi,satori, ascesa della kundalini, discesa dello spirito santo, il pianeta di krishna(krishnaloka)...every religion have a name for it,paradise is for the cristian....non esiste una "terra promessa"
FISICAMENTE...in realta''''e' solo un vecchio modo di dire quando si raggiunge l'apertura del "terzo occhio".
esiste una sola anima nell'universo,
una sola energia dietro tutto quello che esiste,
che si manifesta con forme differenti
la mia energia, anima, e' la stessa medesima di un cane, pianta, ebreo, marocchino.....
ecco perche' tutte le religioni (?) dicono che esiste un solo dio.....
MA ALLORA, CHE COSA INSEGNANO A SCUOLA??
PERCHE OMETTONO LE "FONDAMENTA"
COSA SONO QUESTE STUPIDE GUERRE??COME POSSO SPARARE, DERUBARE ME STESSO??LA MIA STESSA ANIMA..GRAZIE, SIGNORI, NON SO SE MI POTETE CAPIRE,MA POTREMMO RICOSTRUIRE IL PARADISO TERRESTRE IN 4-5 ANNI AL MASSIMO.PER VOI CHE AVETE FIGLI POTREBBE ESSERE IMPORTANTE....

paolo zancanella 12.11.09 14:07| 
 |
Rispondi al commento

TASSISTI D'ITALIA, STATE EMULANDO IL VOSTRO AGUZZINO!
Il popolo degli oppressi e dei truffati ha imparato dal padrone e si è fatto lui stesso oppressore e prevaricatore , adottando gli stessi metodi dell'oppressore.
Non c'è speranza ormai, dobbiamo aspettare qualche generazione perchè l'italiano si risvegli da questo colpevole torpore.

Roberto Piccini 12.11.09 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Pochi giorni fa dovevo andare a farmi una bisteccata in centro a Firenze. Gli amici aspettavano.
Io imbottigliato per 1 ora e mezza in un lungo serpentone attorno al centro pieno di macchine con 1 solo conducente.
Aria irrespirabile. Automobilisti aggressivi.
Parcheggi selvaggi zero disponibilità. Purtroppo vengo da Arezzo ed ero in zona per lavoro e non ho potuto fare a meno dell'auto.

Mi è passata la voglia della cena e sono tornato a casa.

Ciao Firenze! mi dispiace ma sto bene dove sto.

Stefano Thiella, San Giustino PG Commentatore certificato 12.11.09 13:23| 
 |
Rispondi al commento

E'inutile ammatarsi di buoni concetti,finche questa attivita non e'inquadrata come categoria e quindi perfettamente legale ,essi sono semplicemente degli A B U S I V I!!!! ESERCITANO A DANNO DI ALTRE CATEGORIE UN SERVIZIO SENZA PAGARE UN EURO DI TASSE.CREDETEMI IL BUON MOTIVO ECOLOCO NON ESISTE IN QUESTO CASO,QUESTI VOGLIONO SOLO SCROCCARE SOLDI ABUSIVAMENTE A DANNO DELLA COMUNITA'E DEI PSEUDO-ECOTURISTI.PER FAVORE NON PRENDIAMOCI IN GIRO!!!

luigi baselice 12.11.09 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Avendo vissuto a Firenze ed essendo toscano, mi chiedo se qualcuno ha ancora intenzione di considerare il nuovo sindaco di Firenze come l'Obama italiano. Spero proprio di no!

andrea . Commentatore certificato 12.11.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento

si rinnova la lobby dei tassisti,ma mandateli a VAFFA.

lorenzo sca 12.11.09 12:19| 
 |
Rispondi al commento

La sostenibilità è meravigliosa, umana e geniale..e in più non entra in conflitto con le categorie..io ho quasi 30 anni, ho girato l'italia ed il mondo, e avrò preso sì e no 5 volte taxi.Motivo? non sono interessato a spendere quesi soldi ma vado in bus e arrivo un pò dopo ed in economia. Quindi se chi è sensibile alla causa ecologica (o economica) e sceglie il risciò non è un utente di taxi che diserta il servizio, ma uno che il taxo comunque non lo avrebbe preso! In più offre un nuovo servizio alla comunità, una nuova opzione, che ha tempi di marcia e midi diversi sia da taxi che da bus. non vedo rischi se non quelli come sempre legati all'evoluzione che trova nuove strade per cambiare il presente obsolescente del trasporto urbano. Ne concludo quindi che i taxisti dovrebbero forse evolvere il loro modo di gestire la loro categoria, semmai, e non rompessero i - a chi guarda al futuro, anche per la loro salute, forse, un pò.

GIANCARLO SABATTI 12.11.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Lo vedi, Beppe, che sono bastardi? Prima ti dicono "Per uscire dalla crisi, inventati un futuro, inventati qualcosa, giovane bamboccione, pedala..". Poi tu lo fai, pedali, e quelli ti fanno nero. Lo vedi come sono?

maria m., sassari Commentatore certificato 12.11.09 11:06| 
 |
Rispondi al commento

io ne' ho fatto uso del riscio', è piacevole, tutte le volte che sono andata a l'estero soprattutto nei paesi asiatici ne ho fatto uso, non vedo di cosa si sentono privati e intimoriti i taxisti, hanno paura di perdere la loro clientela?chi sceglie di muovesi con l riscio' è un soggetto che sicuramente non scegli il taxi a priori. La cosa che piu' mi infastidisce è l'intolleranza e la mancanza di altruismo, per paura di essere privati di un ipotetico guadagno si scagliano verso "l'oggetto della paura", mi domando cosa siamo diventati, animali! Ma la ragione, nel senso di capacita' di elaborare concetti, pensare, esprimersi nel rispetto dell'altro a chi appartiene!?

alessandra bencini 12.11.09 10:45| 
 |
Rispondi al commento

nessuno si chiede come hanno avuto le licenze i tassisti nel dopoguerra ??????? rivendendole poi via via a prezzi altissimi perpetuando il gioco economico favorito dagli italiani,la speculazione!!!!!! invece di esser grati ad una comunita' che gli ha dato o gli dette la possibilita' di lavorare e di un futuro ,,di nuovo la speculazione che poi in altri campi fa salire gli affitti,i prezzi del vivere quotidiano etc specialmente nel centro scendere la qualita' della vita e peggiorare l'economia,,,,,,,pagere un taxi 21 euro alle dieci di sera per andare da san frediano ( dove lavoro ) allo stadio( dove vive la mia compagna ) per un tragitto di pochi chilometri e forse 8-10 minuti ( 80 % dei quali su corsia preferenziale ) mi sembra una vera sconfitta per la nostra comunita',rifarsela con il piu' debole e sintomatico di una societa' ottusa ed ignorante,,,gia' il fatto di non inquinare produce ricchezza perche' la gente non va negli ospedali e le strade non si spaccano e non vanno riparate continuamente si fa meno incidenti e le assicurazioni si pagano meno !!! ( questi sono solo degli esempi ) o forse questi servizi li pagano solo i tassisti e allor ahanno diritto di vita e di morte su tutti quelli che invadono il loro territori ?
perche' i tassiti che sono cosi' eroici non fermano anche tutti i pulman e pulmini e anche i tassisti livornesi che ogni giorno sbarcano dalle navi crociera decine di turisti propio davanti ai loro occhi !!!!?????
perche' purtroppo per loro sono autorizzati e tanti !!!
tutti stiamo perdendo un occasione di civilta' e prima o poi tutti ci rimetteremo compresi i nostri eroi della civile civile e autorizzata !!!!!

tesi massimiliano 12.11.09 09:47| 
 |
Rispondi al commento

nn che voglia difendere i vigili che di certo come figura istituzionale nn mi stanno certo simpatici...ma come ben sappiamo i vigili urbani son stati trasformati negli esattori del terzo millennio...i comuni devono fare cassa e i vigili sono i loro soldatini...

angius salvatore 12.11.09 09:21| 
 |
Rispondi al commento

L'uso dei Riscio' e' una grande idea ma ovviamente va regolamentata. Mi chiedo se, alla lunga il problema sussista veramente. I giovani pedalatori non possono certo viver d'aria! Alla lunga dovranno farsi pagare, e a quel punto la legge di mercato dovrebbe riequilibrare la situazione, no?
C'e' poi da dire che certe prerogative e certi atteggiamenti dei tassisti italiani sono un po' eccessivi: avete provato a chiedere ad un tassista a MALPENSA di farvi portare a GALLARATE? Se non gli chiedete di andare a BERGAMO o a MILANO (viaggio lungo, tanti baiocchi!) voltera' la faccia ignorandovi! Certe categorie di lavoratori in Italia semplicemente NON sono abituati alla concorrenza (e qui sarebbe bello chiedersi perche' o chi blocca tale concorrenza ... ma non ho spazio per speculare).

Michele Z. Commentatore certificato 12.11.09 08:34| 
 |
Rispondi al commento

C'è qualcosa di nuovo nell'aria, anzi d'antico; con sindaco Renzi ovviamente uno che è favorevole agli inceneritori. Governa gente di un'ignoranza spaventosa. Aggiungo un'altra cosa: ho scritto più volte nel blog di Beppe che la nostra Valle dell'Agno sarà distrutta dalla superstrada a pedaggio chiamata pedemontana veneta. Tutti i sindaci, e dico TUTTI, PDL, LEGA, PD hanno firmato sorridenti l'accettazione (a gennaio partiranno i lavori) di questa camera a gas. 35.000 veicoli al giorno che riverseranno su tutta questa strettissima valle, già molto inquinata, fumi, polveri e rumori senza fine. praticamente un'autostrada fra le case.
per vedere il tracciato cliccate sul mio nome oppure copiate il link:
http://difesasaluteterritorio.blogspot.com/
Beppe perchè non hai mai prestato attenzione a quanto ti sto scrivendo da anni?
Meglio discuterne dopo?


http://www.felicitaabassoconsumo.net/firenze_in_riscio_2009.htmhttp:

http://www.firenze.net/turismo/cm_dettaglio.wbs?id_contenuto=370250&id_categorie=92


http://www.google.it/search?q=RISCIO%27+A+FIRENZE&ie=utf-8&oe=utf-8&aq=t&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 12.11.09 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Una contesa sui risciò
Mercoledì 3 luglio 2002,

L'azienda dice di aver provato a chiedere una licenza, ma che non e' stata minimamente presa in considerazione, per cui, sponsor pubblicitari permettendo, ha optato per il trasporto gratuito. Qualche tempo fa chi aveva provato a lanciare un servizio di "mototaxi" per persone, si era visto negare ogni permesso, fino al sequestro dei mezzi pur trasportando gratuitamente le persone.

Ieri l'assessore allo sviluppo economico della citta'ha parlato di non meglio identificate autorizzazioni per far circolare questi mezzi, financo la necessita' dell'occupazione di suolo pubblico.


UN FILM GIA VISTO , MA ERA IL 2002 !!!!!!!!

http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=a2.07.03.12.37

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 12.11.09 00:58| 
 |
Rispondi al commento


Prendiamo aria: il 15 novembre la Domenica ecologica

Piazza della Repubblica e il Parco delle Cascine, con un momento alla Loggia del Porcellino. Saranno questi i luoghi principali (ma appuntamenti sono previsti anche in altre zone della città) che ospiteranno una serie di iniziative promosse dal Comune di Firenze in occasione della Domenica ecologica in programma il 15 novembre e che avrà come slogan “Prendiamo aria”.
La giornata è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore all’ambiente Cristina Scaletti assieme all’assessore allo sport Barbara Cavandoli, che ha illustrato una serie di iniziative sportive.
“Il Comune di Firenze – ha sottolineato l’assessore Scaletti – ha aderito con entusiasmo alla proposta della Regione Toscana che ha individuato nel 15 novembre la Domenica ecologica. Non sono previsti blocchi del traffico perché informazioni acquisite dalla Comunità Europea e recepite a livello nazionale e regionale, evidenziano come questi provvedimenti spot non incidano sulla concentrazione degli inquinanti. Abbiamo invece puntato a una serie di iniziative per sensibilizzazione alla mobilità sostenibile, alle energie rinnovabili, per ridurre l’inquinamento atmosferico e per promuovere comportamenti virtuosi. Sarà una festa per Firenze dove un ruolo da protagonisti lo avranno i bambini, ‘veicolo’ di informazioni etiche e virtuose in fatto di tematiche ambientali”.


http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=a9.11.10.23.06

PROMUOVERE COMPORTAMENTI VIRTUOSI

che diranno i TAXISTI ?

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 12.11.09 00:52| 
 |
Rispondi al commento

rivogliamo il decreto bersani sulle liberalizzazioni...
che i tassisti vadano a spazzare i cessi.

Marco P. Commentatore certificato 11.11.09 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Guardate, che l'amministrazione Renzi, tutto sta facendo meno che puntare sulla mobilità sostenibile... la pedonalizzazione dell'area accanto al Duomo, condivisibile come obbiettivo, è stata realizzata da incompetenti, creando un caos assurdo... manca totalmente una competenza tecnica.
E questo è solo un esempio.
Il progetto parcheggi prevede un ritorno ad una mobilità sempre più privata basata su auto e motorini.
Forse da lontano si capisce poco, ma Renzi è una persona vecchia: non anagraficamente, ma nella sua visione delle cose: vede il mondo come lo potrebbe vedere un vecchio democristiano.
Io mi chiedo se sia mai uscito dall'Italia...

Andres B. 11.11.09 23:21| 
 |
Rispondi al commento

E' morto il Re.
Non pensate che dovremmo occuparcene?
Ho perso tutto tranne la Poesia: sarà, ma l'impressione netta è di tramonto, d'attesa forzata come quando il treno su cui viaggi, caldo, neanche affollato, se non a tratti in prossimità delle stazioni della gente che va e che deve venire, all'improvviso, con una frenata urgente, ti ferma al centro di una campagna anonima, beige.Dopo un caliginoso silenzio di minuti molli e spessi, sai dallo sferragliare che stai facendo passare qualcuno, che sta lì, veloce, senza rumore, seduto comodo, neanche cattivo,proprio non sa che bisogna occuparsene, che ci sono treni lenti, che ti fanno arrivare tardi e stanco.
Aaahh, ma se ho fame ho il panino, e la banana.
Posso aspettare.
E' che questo ragazzo che è seduto davanti a me, dovrebbe essere già al lavoro, ma non è preoccupato, no, mi parla di mele, di gameti, che la Spagna, la Spagna sì che è un posto giusto, che poteva cambiare due stazioni fa, ma che sul treno veloce ci vuole la prenotazione onlain,e lui non ce l'ha il coso per fare, cioè il compiuter ce l'ha,ma non ha la lain, così, niente onlain. Dovrebbe già essere al lavoro, ma non si preoccupa più che tanto.
Io invece no che non sono tranquillo, io ce l'ho la prenotazione onlain, ma il blocco, la discarica,non sono arrivato in tempo. E adesso, adesso che si fa? Bè, prima o poi ripartirà, mica possono lasciarci quì, cioè, in effetti ci hanno già, lasciati quì...
Ma il ragazzo no, non si preoccupa: ecco, ha tirato fuori un giochino; ma avrà trent'anni!
Vabè, dice che lavora alla Provincia, a progetto.

Chiamo mio figlio, voglio sapere dov'è, dice che c'era una manifestazione, lui non sa, ma io sì.

E' tardi, molto tardi, bisogna mettersi a correre, subito.
Adesso.

Marco Pappalardo (innesco), Amalfi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Siete ridicoli !
Tutto ciò che non è legalmente autorizzato, si chiama '' ABUSIVISMO ''.
Tutti coloro che appoggiano attività prive di qualsiasi autorizzazione, sono solo degli anarchici a cui piace vivere al di fuori di qualsiasi regola...Regole indispensabili invece nel contesto di una società civile ed equilibrata.
E non venite a dirmi che il conducente del risciò era lì per fare beneficenza o per cambiare aria...
Doppiamente ricoli, oltre che ingenui...
Un '' Bravi ! '' invece ai tassisti che vogliono farsi rispettare intervenendo di persona in situazioni del genere che compromettono l' equilibrio della loro attività !

Raffaele Albanesi 11.11.09 23:05| 
 |
Rispondi al commento

vado spesso per lavoro a berlino ed in quella città sono molto diffusi i risciò. Convivono molto bene con i taxi ed il traffico. Ma berlino, rispetto a firenze, è un paesino di provincia. Eh eh.

marco trento 11.11.09 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Visto che Renzi è tanto amico dei cittadini, perché non inondarlo di mail affinché si impegni personalmente per far togliere la multa al povero ragazzo? Perché poi non rilanciare chiedendo che anche a firenze si copi il progetto pilota di Roma? Che un fiorentino si consideri inferiore a un romano è cosa da non pensare nemmeno, allora dimostriamogli la nostra superiorità non cadendo in questi errori grossolani.

Marco Catellacci 11.11.09 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Sono quelle mance volontarie che mi lasciano perplesso. In realtà sei obbligato a darla e allora perché non formalizzare il tutto, dare una licenza per i risciò e permettergli di iniziare un'attività economica. Finchè il tutto rimane con questa informalità credo sia comprensibile la contestazione (non l'uso della forza) di coloro che per svolgere un'attività devono pagare delle imposte.

Pasquale Totaro 11.11.09 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Un'ulteriore dimostrazione,se mai ce ne fosse ancora bisogno, che per fare tassisti bisogna essere mafiosi..e per fare i vigili teste di C....

vladina f. Commentatore certificato 11.11.09 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Al G. Sulmona:

forse si è perso qualcosa: l'autista affianca il risciò e lancia il classico bicchiere di caffè all'americana verso il risciò; lo si vede parlare ma dal gesto appena compiuto, penso che lei concordi, non credo stia chiedendogli delle opinioni sul tempo.
Il guidatore di risciò reagisce. Evidentemente non vuole porgere l'altra guancia.
La prego, inoltre, di leggere il titolo, non sembra essere dalla parte del taxista...
e infine, ci pensi bene a quello che ha scritto.
Ma davvero lei trova giusto fare a botte per un calcio ad un'auto? Non ci credo, dai, che lei è migliore di quanto vuol far credere!

Sofia Astori, Castelfranco Veneto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo le novità fanno paura!si può essere d'accordo o no sull'utilizzo dei riscio,ma arrivare a "sequestrare" un conducente di riscio è assurdo.è la prova che ai comuni non interessa liberare dallo smog i centri urbani...

devis q. Commentatore certificato 11.11.09 20:11| 
 |
Rispondi al commento

io vivo a Firenze, e i risciò non sono gratuiti e lo scopo e farsi pagare!l'inquinamento e le altre belle parole son solo chiacchiere...se vuol portar in giro gente basta farsi rilasciare l'autorizzazione....
ps: I VIGILI FIORENTINI SONO DELLE MERDE!!

Giuseppe Maggio 11.11.09 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto il tassista del video ha fatto benissimo a legnare quel deficiente che ha cominciato a colpire l'auto senza motivo, visto che stavano parlando.
Riguardo la questione del risciò, bisogna considerare il fatto che i tassisti non usano la macchina perchè vogliono inquinare, ma perchè è il loro lavoro, un semplice lavoro che non fa diventare ricchi (es. farmacie, notai, ecc) grazie ai favori di stato.
Quindi una persona che si offre di trasportare gratuitamente qualcuno per la città, ovviamente non può fare piacere. Se il risciò fosse regolamentato per legge e diventasse un lavoro con tassazione e tutto il resto, sarebbe sicuramente più caro di un taxi e non rappresenterebbe una concorrenza sleale, quindi diventerebbe solo un passatempo turistico. Quindi prima di intraprendere iniziative del genere, se pur condivisibili, sarebbe meglio valutarne la forma corretta.

Al G., Sulmona Commentatore certificato 11.11.09 19:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prossimo passo, menare i pedoni?!?

Hissa H. 11.11.09 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Firenze era anche la città della "carrozzella". C'era persino una famossima canzone. "Come è bello andar sulla carrozzzella..." E' vero che i cavalli "cacano" merda, ma le macchine "cacano" veleni?

andrea . Commentatore certificato 11.11.09 18:29| 
 |
Rispondi al commento

e allora RISCIòPERO

MICHELE MURA ( il corvo), CAGLIARI Commentatore certificato 11.11.09 18:25| 
 |
Rispondi al commento

MALEDETTI TASSISTI E SCHIFOSISSIMI VIGILACCI DEL MALAUGURIO!! Sempre odiati a morte...

Comfortably Numb Commentatore certificato 11.11.09 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente di male a inventare un lavoro nuovo anche per sbarcare il lunario; in questo caso l'attività era perfino ecologica. Altro che libertà di iniziativa e di impresa nel nostro paese, appena tocchi un interesse corporativo muori. Se vendi dei giornalini usati all'angolo della strada ti multano, se provi a vendere delle frittelle ti arrestano. Devi fare impresa alla grande e allora diventi CCavaliere.
francesco zaffuto www.lacrisi2009.com

francesco zaffuto 11.11.09 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma dimmi te se i tassisti si devono mettere a rompere gli zebedei ai risció!!! Ma roba da chiodi...

UN HO PAROLE...

Comfortably Numb Commentatore certificato 11.11.09 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe splendido che il Comune di Firenze incoraggiasse e regolamentasse la nuova attività "pedalatoria" dei risciò.
Anzichè sanzionare arbitrariamente e irragionevolmente (ma credo che la Polizia Municipale percepisca una percentuale sulle multe elevate), dovrebbe comprendere la situazione, guardando anche gli sviluppi futuri per le città e i cittadini.
Ah, già. Dimenticavo. Siamo in Italia. In "questa" Italia. Per il momento.

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 17:38| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
I TASSISTI ED I VIGILI URBANI, INVECE DI IPORTUNARE IL PROSSIMO POTREBBERO FARE ALMENO IN QUESTO MODO:
-I TASSISTI ALMENO CONVERTIRSI O PROVARE, INVECE DI IMPORTUNAARE COME CACCIATORI,
-I SECONDI, NON DARE CREDITO AI TASSOINARI CHE NON CAPISCONO NIENTE E METTERE DENTRO I TASSINARI CHE IMPORTUNANO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.11.09 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono anch'io fiorentina anche se trapiantata al nord. Seguo come posso le politiche che riguardano Firenze. Riconosco che siamo la città più faziosa che esista, insomma siamo rimasti sempre guelfi e ghibellini. Basta vedere la storia della tranvia e tanti anni fa la pavimentazione di piazza della Signoria.
Allora questa faziosità mettiamola al servizio dei cittadini, si formino comitati a favore del libero risciò, che non inquinano, fra l'altro.
E Renzi cosa fa? Difende la trippa e il gottino e non i risciò? Forza Matteo sarebbe una prova di democrazia contro i tassisti che fecero fallire una delle lenzuolate di Bersani.
Un saluto

Maia T., Como Commentatore certificato 11.11.09 17:07| 
 |
Rispondi al commento

non c'e' che dire... piu' di una volta si e' visto in molti casi che i tassisti sono dei mafiosi

Ivo G 11.11.09 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Quale sarà stato il motivo di tanta violenza, si spera verbale, forse perche' hanno chiuso la piazza del campanile di Giotto , visto che non può passarci più nessuno, o forse....e' la paura del diverso, che non appartiene alla loro casta , che li spinge a comportarsi così?
Perche' tutti i servizi ,devono essere a pagamento?
Se uno vuole farlo liberamente non può? e poi quanto può andare lontano un risciò?
E inoltre perche nel resto del mondo funziona , ma da noi ci sono sempre problemi?


Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 11.11.09 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sig. Sindaco,

sono un cittadino Fiorentino mi chiamo Leonardo Pandolfini e le scrivo questa mail per farle sapere che non condivido quello che è accaduto ieri nella nostra citta, cioè che alcune persone (tassisti), privilegiate, in quanto lavoratori privati che svolgono un servizio pubblico, abbiano potuto fermare e sequestrare in pieno centro un privato cittadino che, con un mezzo privato in quanto affittato a nolo, voleva sperimentare un modo diverso ed ecologico per spostarsi nella citta più bella del mondo, facendo vedere i monumenti e palazzi storici godendo per la lentezza dello spostamento del mezzo, di una sensazione dimenticata da tempo che potrebbe cambiare il modo di vedere le citta storiche come la nostra.

Non solo a coloro che hanno partecipato a questa azione non è stata data alcuna sanzione, ma il colmo è che allo "sperimentatore" è stata fatta una sanzione amministratva, gli è stato sequestrato il mezzo e a coloro che si sono posti al disopra della legge (i tassisti), fermandolo, non gli sia stata data alcuna sanzione, nè per sequestro di persona, nè per aver cessato il servizio per cui sono preposti (pubblico).

Ora, che i tassisti siano un problema da tempo sulla questione della liberalizzazione dei servizzi pubblici non è un segreto, ma che la passino liscia ancora una volta NO!

Pertanto le chiedo siano sanzionati a dovere, coloro che si sono resi partecipi di tale azione, almeno per i reati di sequestro e abbandono delle proprie funzioni pubbliche e che sia rilaciato il ciclista coraggioso, almeno per far vedere che Lei è dalla parte di chi non commette reato.
Se io fossi stato al suo posto, a quei signori avrei fatto di peggio, prima cosa toglievo la licenza e la davo a chi rispetta la legge ed ha a cuore il benessere della citta, poi mi sarei posto come parte civile ed avrei portato in tribunale questi signori per sequestro di persona a scopo intimidatorio,etc.
Questa mail l'ho inviata al sindaco e pubblicata su FB,inviatene altre.

Leonardo Pandolfini 11.11.09 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Egregio sig. Sindaco,

è l'inizio di una mail che mi sono sentito di dover scrivere al sindaco della mia citta per protestare il fatto accaduto ieri al risciò.
L'ho pubblicata su FB e spero che altri facciano come me.Ciao


Leonardo Pandolfini 11.11.09 16:16| 
 |
Rispondi al commento

e che dice il NUOVO SINDACO di Firenze ?

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 11.11.09 15:52| 
 |
Rispondi al commento

ich bin ein Fiorentino...

Mao M., Verona Commentatore certificato 11.11.09 15:51| 
 |
Rispondi al commento


davvero-davvero

"una cagata di società"

EdoHard Commentatore certificato 11.11.09 15:30| 
 |
Rispondi al commento

ammazza, oh!
Beppe! ma qui siamo al DELIRIO più totale!!
ma nessuno che si opponga? nessuno? e i TG trasmetteranno questa che è, veramente, una notizia importante per i cittadini fiorentini (e non solo)? molto più di quella dei lavavetri???
ma che SCHIFO!

Paul R., Padova Commentatore certificato 11.11.09 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Taxisti che sequestrano ciclisti, pseudo guardie del corpo che pestano lavoratori e chissà quanti altri casi simili salteranno fuori!?! Che bella Giustizia Fai Da Te! Complimenti Governo di Pagliacci! E chi l'ha detto che le ronde sono state un flop?

Ferdinando A. Commentatore certificato 11.11.09 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Tante bischerate leggo in questi commenti. Tutto bello tutto sostenibile, tutto meno inquinante, ma va regolamentato, chi usa questi mezzi ti deve rilasciare ricevuta, deve pagare le tasse, non prenderti i soldi a nero... e non mi venite a dire che campano di pubblicità, perchè non è vero. I tassisti hanno famiglia e diritto di lavorare. Cerchiamo di pensare che siamo sulla terra, non nel paese delle meraviglie.

Della violenza non parlo, quella fa schifo in qualsiasi caso.
Dei vigili nemmeno per ovvi motivi.

Francesco Vignozzi 11.11.09 15:05| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

è tipico dei tassinari ,per loro è stato inpensabile aprire nuove licenze per nuovi lavoratori,governo prodi se ricordate,fecero un gran casino ,alimentati dai mediaset vari,pompati a dovere .ora sequestrano la gente ,abbiamo o no i taxi più cari in europa??? perchè non aprire questo mercato?perchè non aprire il mercato delle farmacie ??? gli studi legali i notai ?
tutta gente che non permette un libero mercato ...

Panino A. 11.11.09 14:58| 
 |
Rispondi al commento

ecco qua il "libero mercato" quant'e' bello: somiglia un po' al farwest.
e' da parecchio che m'e' venuto in mente anche a me di fare tipo un pedalo' cittadino nella mia citta', magari con annesso servizio turistico e pensavo quali problemi burocratici ci potessero essere - ma non m'era mai venuta in mente la potente e ferocissima lobby dei tassisti...

fabrizio asteli, milano Commentatore certificato 11.11.09 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Se il tipo del riscio' fa ricorso al giudice di pace lo vince visto che i vigili non hanno le prove che lui si fa pagare per portare in giro a gente.
Se poi c'era qualcuno sul riscio' basta che dice che sono amici e hanno affittato il mezzo assieme che lo stravince.
Spero che il ragazzo abbia identificato i tassisti e li quereli per sequestro di persona e minacce.
da quando in qua i tassisti sono diventati sceriffi.
e come se io che guido l'autobus demolissi tutti i taxi perchè mi stanno sulle balle perchè sono concorrenti del trasporto pubblico.
CALASSERO un po le tariffe che lo vediamo a striscia la notizia i giochetti che spesso alcuni fanno alle spalle dei turisti.
DA OGGI PIUTTOSTO CHE PRENDERE UN TAXI VADO A PIEDI.Beppe una proposta compriamo 3000 riscio e a turno invadiamo le citta portando la gente gratis voglio vederli se riescono a fermarli tutti

piero benedetti 11.11.09 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi pare un po' al limite della legalità: non potrebbe chiedere una licenza come qualunque mezzo di trasporto deve richiedere per fare servizio taxi? Ovviamente non condivido assolutamente la violenza dei taxisti fiornentini, ma capisco che possa non apparire corretto il comportamento del pedalatore "volontario". Mha...

Michele Campana, Pontedera (PI) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 14:43| 
 |
Rispondi al commento

io vivo a dublino e il centro è pieno di risciò gratis che ti portano dove tu voglia. hanno la loro bella pubblicità, 7up in questo caso, e un gentilissimo conducente che ti descrive anche la città.

umberto pinoni 11.11.09 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Già, perché è reato sul risciò? Con che prove i vigili hanno elevato la contravvenzione? Mi sembra una battaglia persa sin dall'inizio. Da loro. Ci starei volentieri ad aiutare con qualche soldo questa persona, anche solo 1€ da ognuno di noi gli permetterebbe di sostenere qualche spesa per fare ricorso e risolvere la situazione. Non accadrà mai che sei pedalatori bloccano un tassista perché inquina?

Andrea Marchini 11.11.09 14:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Siamo tutti "fascisti dentro", non so se avremo il tempo per guarire

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 11.11.09 14:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Non avete un contatto (anche una mail), di questo povero disgraziato, da girarmi?

Edmond A., Zurich Commentatore certificato 11.11.09 14:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori