Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Internet senza voce


Internet_senza_voce.jpg
L'Italia è ultima in qualunque classifica di diffusione della Rete. L'Italia è al 49simo posto per la libertà di informazione. Ci sarà una relazione? La Rete è un raggio di luce nel buio in cui è sprofondato il nostro Paese. Va spenta. Non passa giorno che non vi siano tentativi di chiudere la bocca a questo o a quel blogger. Insieme alle proposte di legge arrivano denunce e sequestri. L'ultimo per il sito www.aduc.it, l'Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori. Un giudice del Tribunale di Firenze ha oscurato il forum di Aduc a causa dell'anonimato dei commentatori. "Secondo il giudice civile, che ha accolto l'istanza di oscuramento cautelare, il forum non “meritava di esistere” perché sebbene il nostro ordinamento tuteli il diritto di libera espressione delle proprie opinioni, non tutela l'anonimato ... gli utenti del forum non possono discutere ne' in termini positivi ne' in termini negativi sull'operato di una azienda laddove scelgano di non inserire nel post i propri dati anagrafici. Un provvedimento a nostro avviso pericoloso, le cui conseguenze, se si diffondesse, potrebbero tacitare tutti quegli spazi Internet (blog, forum, bacheche, ecc.) in cui gli utenti si scambiano opinioni sui più svariati argomenti. Si pensi a quanti utilizzano la Rete per scegliere i servizi e i beni da acquistare, e che sulla Rete cercano e chiedono i commenti di chi l'ha già fatto."

5 Nov 2009, 11:30 | Scrivi | Commenti (89) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

La libertà di informazione attraverso Internet vede 2 realtà antagoniste: da un lato colossi dell'informatica che mettono a nostra disposizione gratuitamente una serie sempre più completa di strumenti e ci consentono di creare bolg sempre più vicini a siti web, favorendone il posizionamento sui motori di ricerca quindi la loro visibilità; dall'altro chi teme la potenza della comunicazione su internet. La cultura e lo scambio di idee da sempre favoriscono la crescita di un popolo. In Italia siamo rimasti bambini.

Luca - realizzazione siti web 26.06.10 19:08| 
 |
Rispondi al commento

E' impossibile non usare l'anonimato. Se io scrivo che 3 fa tariffe truffa o Vodafone ogni tanto mi dà irraggiungibile mentre sono in città con segnale a cinque tacche costringendomi a richiamare non voglio che qualcuno con un semplice search in Google sappia che ho il tal telefono, la tal machina, voto il tal partito... L'anonimato è essenziale al funzionamento della rete e della circolazione di libere opinioni. I vincoli, quali le registrazioni (come quella a questo sito che non ho mai fatto) sono inaccettabili restrizioni e un pericolo. Internet è extraterritoriale, la gente andrà a scrivere e discutere su siti esteri.

Peter Amico 01.12.09 14:10| 
 |
Rispondi al commento

L'anonimato della rete è fondamentale. Molte persone non si esprimerebbero e gli avvenimenti non verrebbero più a galla.

Davide Riva 28.11.09 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente l'ANVI L'associazione delle videoteche ha presentato all'antitrust una lettere per far capire lo scempio che si sta commettendo con la pirateria in internet che sta mettendo in ginocchio l'home video e la musica e distruggendo 250000 posti di lavoro solo in Italia. E' questo che volete con la linea veloce? RUBARE RUBARE RUBARE....

Resta Riccardo 26.11.09 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Digital Divide: soluzioni?

ho appena acquistato online un gadget che, utilizzando una piccola antenna UWB, permette di inviare i dati ad un altro apparecchio simile anche a grande distanza. Questa tecnologia può inviare dati fino a 100 MB/sec. ha un raggio di copertura che può arrivare anche a 5 km e funziona con normali batterie.

Inoltre su siti cinesi di elettronica e gadgets si trovano a pochi dollari: base e chiave usb che utilizzano la tecnologia UWB.

ORA

perchè non ci consorziamo e facciamo produrre delle semplici chiavi USB che utilizzino la trasmissione UWB?? all'interno della chiave, ci sarebbero 2 memorie distinte, una dedicata allo storaggio dei dati (come una normale chiavetta) e una (non accessibile) che fà da ponte e ripetitore del segnale condiviso da altri utenti.

I costi sono irrisori e comunque sarebbe un'azione di carattere "civile" senza fini di lucro, tutti noi potremmo acquistare una chiave (ne abbiamo già minimo 2 a testa..) e iniziare a diffondere gratis il segnale a tutti coloro che hanno un ricevitore UWB.
Io a Milano con la mia bella fibra ottica non ho problemi di banda, ma tutti gli altri che pagano le politiche di Telecom di affossare il Wimax e che sono ancora con la piattina????


diego c., milano Commentatore certificato 26.11.09 12:59| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
TI CONSIGLIO DI VISITARE IL SITO WWW.TOTOSPOT.IT.


CIAO

ros m. Commentatore certificato 10.11.09 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Sotto è riportata una lettera scritta da Dacia VALENT, una cittadina eritrea che ha militato nella sinistra e ha fatto esperienza politica in Italia. Le sue affermazioni sono dure e, in alcuni passaggi, generalizzanti: dietro a quelle parole c'è tutto il senso di impotenza e la rabbia che un immigrato prova vivendo in questo paese, dove se la destra è razzista e xenofoba, la sinistra è colpevolmente inerte , quindi complice. E' la schiavitù per volontà di scelta: non avere mai approvato certe leggi (quando la sinistra era al governo), avere emanato la legge Turco/Napolitano, madre della Bossi/Fini, permettere che il sistema televisivo privato e la RAI stiano in mano a Berlusconi e alla destra (che incide al 75% alla costruzione del consenso popolare), ecc. Voi non riuscite nemmeno a immaginare quanto sia difficile per me scrivere, tentando di non ferire le vostre povere sensibilità di piccoli bianchi, totalmente ignoranti del loro passato di carnefici di neri, ebrei e musulmani. Non conoscete nulla di quello che avete nella vostra cultura storica, vi riempite la bocca di ebraismo solo per salvarvi la coscienza, raccontando di come gente tipo Perlasca - un fascista che dovrebbe morire mille volte solo per esserlo stato ed aver sostenuto foss'anche per un solo minuto quel regime - ne ha salvato alcuni. Siete un popolo senza futuro perché siete un popolo senza memoria.
Me ne fotto degli italiani brava gente. Anzi, mi correggo, me ne fotto degli italiani bianchi e cristiani, naturalmente brava gente. Non lo siete. Siete ignoranti, stupidi, pavidi e vigliacchi. Siete il peggio che la razza bianca abbia mai prodotto. Brutti come la fame, privi di capacità e di ingegno se non nel business della malavita organizzata e nella volontà delle vostre donne (studentesse, casalinghe, madri di famiglie) di prostituirsi e di prostituire le proprie figlie. Anche quando dimostrate un barlume di intelligenza, questa si perde nei rivoli del guadagno facile e del tirare a fregare

ivan IV Commentatore certificato 09.11.09 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Aree industriali e banda larga. Con un obiettivo: difendere e creare, complessivamente, oltre 60.000 posti di lavoro, dando una risposta forte alla crisi. Il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, nel corso dell'ultimo Cipe, ha consegnato al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi un appunto per chiedere - secondo quanto risulta all'agenzia Ansa - l'avvio di alcuni progetti per i quali sono già state definite le risorse, "misure che attuate consentirebbero di dare risposta anticiclica a molte crisi in atto".

Tra gli interventi viene citata la banda larga, che era stata bloccata dal governo con un annuncio del sottosegretario alla presidenza del Consiglio: "I soldi li daremo quando usciremo dalla crisi", aveva detto Gianni Letta. Una dichiarazione che aveva sollevato critiche e proteste da Confindustria e dal web.

Con 800 milioni di investimenti da parte del governo, dice Scajola nel documento dato a Berlusconi, darebbe lavoro a 50.000 addetti e consentirebbe di aprire 33.000 cantieri, con un impatto positivo sul Pil pari a 0,2 punti percentuali. Ma, nell'elenco, sono indicati anche i progetti di riconversione di aree industriali e quelli per la creazione di zone franche, anche in Abruzzo. (il governo che vuole e' non vuole,ma poi dice e' non dice!!!)

giuseppe gagliardo 09.11.09 08:49| 
 |
Rispondi al commento

SANTA COERENZA DI certi'LIDER' della ns SINISTRA

24 set 2009
Massimo D’Alema ha ragione: in Italia c’è troppo “antiberlusconismo che sconfina in una sorta di sentimento antiitaliano”...“Questa concezione di una minoranza illuminata che vive in un paese disgraziato – spiega ancora D’Alema - è l’approccio peggiore che possiamo avere. Piuttosto bisogna sforzarsi di capire le ragioni della destra”. Sante parole

Segnaliamo dunque al Lìder Massimo che si aggira da anni per la politica italiana un noto esagitato che, del presidente del Consiglio in carica, è riuscito a dire in sequenza, con grave sprezzo del patriottismo: “Se perde le elezioni, Berlusconi dovrà rifugiarsi all’estero, in rovina” (5-3-94), “è una via di mezzo tra Marinho, il padrone della tv Globo brasiliana, e Giancarlo Cito (31-12-93), “ha una tipica mentalità totalitaria” (10-9-94), “è il compare di Craxi (24-6-94), “è come Ceausescu” (2-8-94), “è il capo di una banda che antepone i propri interessi a quelli dell’Italia” (4-3-95), “un pericolo per l’E u ro p a ” (5-3-95), “buffone, grandissimo bugiardo, squadrista della tv” (5-3-95), “un barbaro” (3-5-95), “si nasconde sotto due dita di cerone per non arrossire delle cose che dice e porta i tacchi alti alla Little Tony” (24-8-95), “non riconoscerei Berlusconi come premier legittimo nemmeno se vincesse le elezioni” (23-9-95), “fa appello agli istinti peggiori del Paese, a quell’Italietta dei pavidi e dei conformisti pronti ad accorrere intorno al vincitore ” (19-3-2001), “di questo passo lo vedremo con lo scolapasta in testa” (6-4-2001), “siamo preoccupati della salute mentale di Berlusconi” (7-4-2001), “estraneo alle regole della civiltà politica” (17-4-2001), “vuol fare dell’Italia la Thailandia d’E u ro p a ” (30-4-2001). E questo per citare soltanto le carinerie.

Ora però è venuto il momento di svelare il nome del pericoloso antiberlusconiano antiitaliano di cui sopra: Massimo D’Alema.

...

da dissociazione psichiatrica

Dino Colombo Commentatore certificato 07.11.09 23:32| 
 |
Rispondi al commento

l'anonimato è indispensabile in un paese non democratico e non libero come l'italia.
il discorso dei forum è spesso riconducibile alla questione della concorrenza sleale e dei finti commenti di finti consumatori che spesso abusano dei forum per screditare questa o quell'altra azienda a favore della propria. Mettere delle regole si, ma abolire l'anonimato assolutamente no.
In caso penale comunque i sistemi per rintracciare gli autori dei forum ci sono.

marco m. 07.11.09 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Domanda per il giudice civile di firenze:
E'piu'importante sapere l'identita'di chi fa un commento su un blog oppure sapere l'identita'di chi usufruisce dello scudo fiscale? Che prende legalmente per il culo tutti i contribuenti italiani che pagano le tasse? Forse sarebbe meglio
chiudere in galera chi pensa e fa certe leggi ,non crede?

PIER ANTONIO GIBELLINI (giblein), MARANO SUL PANARO (MO) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.11.09 08:57| 
 |
Rispondi al commento

L'anonimato in rete è sacro. La rete stessa dovrebbe essere tutelata come extraterritorio. Come è vero che non mi chiamo Peter Amico. D'altronde c'è un interesse sociale superiore e prevalente nel permettere critiche anonime su un sito di consumatori.

Peter Amico 06.11.09 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un colpo ai blog, un colpo alla banda larga: congelati dal Governo 800 milioni di euro che erano da destinare alle infrastrutture per internet (letto su Metro di oggi).

Italiano, viaggia a 56k col doppino telefonico e non rompere i coglioni !

Mauro Rinaldi 06.11.09 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Forse, come si sente dire troppo spesso, sinistra e destra sono uguali. Ma certo Ferrante, l'ex questore, candidato sindaco dal PD, una schifezza così nn l'avrebbe mai fatta. Come tante altre della Brichetto, Expo-cemento in testa. Saluti


Un pensiero; Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima. (Seneca) (unPensieroAlGiorno.com)

Un proverbio; Meglio un asino vivo che un dottore morto. (da UnProverbioAlGiorno.com)

ivan IV Commentatore certificato 06.11.09 11:42| 
 |
Rispondi al commento

non raccontiamo cavolate sul discorso anonimato, per favore. L'anonimato è INDISPENSABILE fino a che le leggi sono queste. Un esempio:
"sai che mister b. ha fatto una legge per il decoder digitale terrestre? sai che li vendeva suo fratello?" ..zac. querela da mr. b per MILIONI di E. Tutti lo sanno , ma io che lo dico devo poi dimostrarlo in tribunale, spendere soldi e FORSE alla fine ( ma anche no ) potrei vincere e FORSE ( ma anche no ) avrei le spese pagate.

Per il signore sopra che parlava di tripadvisor, vale la stessa cosa : prova a metterti contro un miliardario e poi vedi se la legge in tribunale è uguale per tutti. Per non parlare di quei paesi dove se non sei anonimo ci rimetti le penne ( cioè, anche qua se in un forum dici qualcosa che ha a che fare con qualcuno ...scomodo.)

Per quelli che vogliono firmarsi nome e cognome lo facciano ma che si sveglino e guardino come funziona il mondo e sopratutto sto paese.

stefano RNRN 06.11.09 11:27| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia non è possibile mantenere l'anonimato per esprimere un commento in un forum, ma è possibile farlo per "scudare" milioni di euro quasi esentasse...

Veramente buffo.

Manuel N. 06.11.09 11:26| 
 |
Rispondi al commento

E' curioso che si parli di censura dei blogger, proprio qui dove vengo censurato 8 volte su 10

ivan IV Commentatore certificato 06.11.09 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma non c'era una "legge sulla privacy"?
E poi che senso ha lasciare tutti questi dati, non è che se non so quando è nato qualcuno non posso parlare con lui.
Fra un po' non si potrà neanche più chiedere l'ora ad un passante incontrato per caso in strada senza prima scambiarsi le carte d'identità...

Marta T 06.11.09 11:14| 
 |
Rispondi al commento

a quanto pare, l'unico anonimato possibile e' quello di chi ha evaso le tasse per lustri!

gino knaus 06.11.09 11:00| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe bello che qualche medico che abbia il coraggio di esporsi dia in rete e su questo blog qualche informazione in più sulla questione del vaccino, dato che i media ufficiali stanno facendo una campagna devastante di informazione.

Non sono un medico ma seguo da anni il discorso vaccini, in quanto uno dei miei due figli da piccolino ha avuto un danno da vaccino, per fortuna non grave e che è rientrato col tempo.

Sarei veramente grata a qualcuno, che abbia la qualifica di medico, di raccontarci veramente come è la questione.
A partire dal discorso dello squalene, al quale qualcuno ha già fatto riferimento, e non solo.
Grazie a tutti
Pieranna

pieranna ., torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.11.09 08:54| 
 |
Rispondi al commento

L'importante e' garantire l'anonimato a chi deve far rientrare fondi neri , complimenti!!!!

Beppe Patella 06.11.09 07:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

###

L'Italia è ultima in qualunque classifica di diffusione della Rete.
L'Italia è al 49simo posto per la libertà di informazione.
#######################################
Beppe non siamo sempre "ultimi".
Siamo fra i primisssssimi nel consumo della droga.

Fatti coraggio,possiamo migliorare in tutto tranne che nel consumare "robaccia".In quel campo rimarremo "imbattibili" ancora per decenni.

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 06.11.09 07:14| 
 |
Rispondi al commento

Tra poco ci costringeranno ad andare in giro con il cartellino dei nostri dati anagrafici attaccato al petto e ben visibile affinchè ognuno di noi sia ben riconoscibile nel momento in cui formuli ed esprima qualunque pensiero, riflessione, affermazione, parere, opinione o idea... Che peccato! Espressioni impersonali come "si dice" o "si pensa" e anche espressioni indefinite come "qualcuno ha detto" o "uno ha dichiarato" cadranno purtroppo in disuso! Anche il nostro linguaggio diventa ogni giorno che passa sempre più povero! E poi la chiamano recessione economica... Questa è una vera e propria recessione culturale!
Inoltre scrivono leggi per tutelare la nostra privacy, ne istituiscono addirittura una figura come Il Garante e poi partoriscono sentenze che obbligano alla necessità di rilasciare i propri dati anagrafici anche per esprimere un'opinione? Oltre ad allenarsi a scrivere il proprio nome su carte e contratti, qualcuno è in grado di spiegarmi a cosa altro serva la legge sulla privacy, visto che oramai è necessario rilasciare i propri dati a chiunque e ovunque per fare qualunque cosa, compreso parlare e scrivere?
Chiamerò mio figlio "QUALCUNO"; sono proprio curioso di sapere se saranno in grado di riconoscerlo!

P.S.: Prima che cada in disuso fatemela usare un'ultima volta: Su Radio Futuro "SI DICE" che quelli dell' MLDA, Movimento Lotta Dura all'Anonimato stiano addirittura catalogando la frequenza vocale dell'intera popolazione mondiale, una sorta di impronta vocale, affinchè si possa risalire in qualunque momento all'autore di ogni dichiarazione. In possesso di una registrazione, tramite l'enorme database raccolto sarà dunque possibile identificare il legittimo proprietario della frase espressa. Passate parola e dite pure che ve l'ho detto io!

Arch Stanton 06.11.09 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

vietando l'iscrizione a un cittadino per bene come te, il PD ha infilato la testa nel cappio: aiutiamolo ad aprire la botola (lo dico io che poi ho partecipato comunque alle primarie, sono abituato a esprimere le mie opinioni, quando possibile).

Andiamo al sodo.
Investite quattro soldi in organizzazione e cercate di raccogliere le firme per più regioni possibile (tre sono poche). Le persone oneste voteranno in massa.

Poi passeremo alle politiche.

Prima che sia troppo tardi.

Aspetto una figlia, sto cercando un posticino dove scappare.

Bruno Anastasi 06.11.09 06:05| 
 |
Rispondi al commento

come gia detto altre volte io ci metterei pure la faccia affianco Al commento.. è una questione culturale,proteggere l'anonimato o fare il salto io penso questo e me ne assumo le responsabilita di cio che scrivo e dico? io metterei telecamere pure nei cessi.. e non solo quelli pubblici ma in tutto il mondo! e a dirla tutta bisognerebbe iniziare a spingere sempre di piu la gente a dire la propria su ogni argomento . con lo scambio di informazioni si cresce si esce dall'ignoranza,anche sparando cazzate prima o poi si capisce qualcosa in piu e si migliora.. l'istruzione i mezzi di comunicazione devono uscire dal mercato devono essere liberi da ogni costo deve essere normalita parlare con l'altro capo del mondo nel quotidiano . ma il problema è sempre lo stesso non si puo fare niente se non per piccole realta e per piccole non intendo 10.000 persone ma qualche centinaio di milioni di persone.. si! qualche centinaio di milioni sono piccole realta. IL MONDO STA MALE LA NORMALITA E' LA MISERIA LA NORMALITA DEL NUMERO MAGGIORE E' TRAGEDIA MILIARDI DI PERSONE STANNO MALE. io sto male ma in confronto alla maggioranza vivo in paradiso ho vinto una lotteria..non il primo premio ma quasi,sto scrivendo dal mio portatile..IL MIO PORTATILE!! la maggior parte del mondo non vedra neanche da lontano un portatile e altri non sapranno neanche che esiste un portatile!! cosè un portatile??? cosè?? moriranno nudi come son venuti al mondo come tutti veniamo al mondo. SONO IN PARADISO E A QUELLI CHE NON BASTA DA DI VOLTA IL CERVELLO E STRESSANO LA VITA AGLI ALTRI CHE PIU UMANI ED EVOLUTI HANNO PAZIENZA E MAI SI ABBASSEREBBERO A FAR DEL MALE AL PROSSIMO SONO CIVILI E SANNO CHE VIOLENZA PORTA VIOLENZA E CI PROVANO A VIVERE CIVILMENTE MA A LORO NON BASTA AVERE TUTTO SI ANNOIANO VOGLIONO DI PIU E FANNO MALE ALLA GENTE PER PASSARE IL TEMPO DELIRANO SU COSA è GIUSTO E COSA NO PER LA VITA ALTRUI SI SENTONO MEGLIO PER CHISSA QUALE FOLLIA . LE MANI CHE STANNO SCRIVENDO SONO DI DE SIMONE GABRIELE NAT

gabriele de simone Commentatore certificato 06.11.09 00:42| 
 |
Rispondi al commento

E le notizie sono sempre peggiori ......
Oggi apprendiamo che questo governo rimanda "alla fine della crisi" (cioè mai) gli interventi da 800 milioni di €uro per lo sviluppo della rete da tempo promessi.
Continuo a chiedermi come mai l'Italia svetta in Europa con l'introduzione del digitale terrestre, per il quale si sono spesi molti soldi dei contribuenti, mentre con la rete siamo agli ultimi posti.
C'entra per caso il fatto che abbiamo un primo ministro che ha forti interessi personali nel campo televisivo ?
C'entra il fatto che ora, grazie alla nuova piattaforma del digitale terrestre, Mediaset è entrata nel mercato della vendita di contenuti facendo concorrenza sleale a Sky ? (sleale perchè Sky deve pagare l'uso della piattaforma agli operatori satellitari mentre quella del digitale terrestre è sostanzialmente gratis).
C'entra il fatto che lo sviluppo della rete consentirebbe l'adozione della rete come altro veicolo per la vendita di contenuti che entrerebbe in concorrenza con il mercato di Mediaset ?
Queste sono domande da fare al sig. Berlusconi !

Elio Longo 06.11.09 00:13| 
 |
Rispondi al commento

"Anonimato in rete": sento l'incompetenza che parla ad alta voce.
Quello che si dice "utente medio" poco può fare: può sì "crearsi" un anonimato, ma che può essere aggirato.
Finché la gerontocrazia dotata di un tal livello di "competenza" non sarà completamente estinta, non avremo mai uno sviluppo del web nel nostro paese.

Certo però che a leggere alcuni commenti, verrebbe sì voglia di oscurare il web...

"La somma dell'intelligenza del web italiano è costante. Il numero degli utenti è in aumento"

Tiz. M. 06.11.09 00:10| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE TANTI NON CAPISCONO E' CHE SUL WEB NESSUNO E' ANONIMO.


Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.11.09 23:51| 
 |
Rispondi al commento

se tutti noi internauti non possiamo essere anonimi,x quale motivo i nostri dipendenti ladri e mafiosi nelle votazioni delle più svariate porcate alla camera e al senato,usano il voto a scrutinio segreto?!x non farci sapere chi è più o meno sporco!?

lorenzo z., roma Commentatore certificato 05.11.09 23:45| 
 |
Rispondi al commento

se l'anonimato non va bene , se mi presento con nome e cognome va meglio ?


GRB GPP 26L04 Z110 D

questo e' il mio vero nome, scopritelo-


Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.11.09 23:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo e niente aspettate che passi Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA).

Giuseppe Esposito 05.11.09 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Banda larga: arrivederci...al 2011 ...BALLE!!!

http://punto-informatico.it/2743741/PI/News/banda-larga-arrivederci-al-2011.aspx

Giuseppe Aresu () Commentatore certificato 05.11.09 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Nessun problema per me...

Io ci metto sempre nome e cognome !!

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Li mortacci vostri che avete votato questi fascisti che ci governano!

Nunzio D., Camerata Nuova Commentatore certificato 05.11.09 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Bloccati i fondi per la banda larga.


http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=133718

gal luc 05.11.09 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma soprattutto, non si può risalire facilmente all' IP di un utente che commette un reato?

Fabio Treviso 05.11.09 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Quale Sorpresa? Il Giudice difende il diritto di un "Poco di Buono" [ non so chi sia ] a non essere diffamato ... così che possa continuare indisturbato a essere quel "Poco di Buono"

Oggi c'è un altro sequestro
www.alkemico.it
vi prego di notare il lavoro sull immagine e la collaborazione tra le varie forze deol disordine

Italia == Merda

Matteo Filla 05.11.09 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Per evitare censure l' ADUC può registrare di nuovo il forum su un server all' estero con estensione che non sia "IT",ed andare così allegramente in culo agli oscurantisti di casa nostra......

Fab Four 05.11.09 18:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo sul fatto che l'anonimato non sia accettabile, pensiamo alla calunnia di Feltri a Boffo: era tale anche perché basata su una lettera anonima.
Ma penso che una persona abbia il diritto a non veder pubblicato il proprio nome per evitare possibili ritorsioni.
La soluzione secondo me è quella di firmarsi sempre e comunque e di chiedere l'anonimato a chi pubblica in tutti i casi in cui se ne faccia richiesta.
Saluti
Diego

Diego Carioli 05.11.09 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ennesimo provvedimento aberrante e privo di ogni senso razionale.
Ennesima goccia che accresce il livello del liquido nel celebre vaso...
E quando traboccherà, saranno guai (per loro).

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 18:04| 
 |
Rispondi al commento

oggi il governo ha congelato 800 milioni di euro di stanziamenti per la banda larga,bisogna protestare immediatamente,e annozero deve dedicare una trasmissione a questa porcata.NO AL PONTE SULLO STRETTO,SI AL PONTE SUL MONDO NUOVO

stefano bonifazzi 05.11.09 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo col Giudice di Firenze. Io quando scrivo commenti che trattano aspetti delicati o sono relativi a qualche persona o personaggio firmo sempre con il mio nome e cognome. Questo rende più facile per le autorità identificare chi usa gli spazi di confronto sulla rete in maniera illecita. Il problema è un altro, è che questa bandabassotti che abbiamo in parlamento non ha nulla a che vedere con la legalità e quindi rischia gravi ritorsioni proprio chi dice il vero in rete piuttosto che i cazzari.


Questa volta mi sento + vicino alla scelta del tribunale.
Io dico no all'anonimato quando si commenta il lavoro di altre persone.
Esempio: tripadvisor.com permette ad utenti anonimi
di commentare aziende delle quali raccondano con dettagli ogni infoamzioni (nome, indirizzo, qualita' del servizio, inpressioni)
in questo caso, il rapporto secondo me e' impari.
Perche' io - gestore di un Bed and brakfast - mi devo giustificare di fronte a commenti di un utente anonimo?

augusto fagioli 05.11.09 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pazzesco, lo scudo fiscale dei ladri da' l'anonimato e io non posso dire che la ditta pinco pallo è una caxata perchè rischio di violare la sua immagine?
ma sono fuori di testa questi qua?
ma chi sono i caproni che votano sti tronzi?
ma hanno i prosciutti sugli occhi?

giovanni da Penne 05.11.09 16:35| 
 |
Rispondi al commento

PORTIAMO LE NOSTRE PROPOSTE IN EUROPA,CON LA RETE!

10 DOMANDE PER GLI ITALIANI.

1)Cosa ne pensate di un livellamento europeo dei prezzi?

2)Cosa ne pensate di avere il costo del carburante "unico"?

3)Cosa ne pensate di bollette energetiche "allineate"?

4)Cosa ne pensate di farmaci a costo "fisso" europeo?

5)Cosa ne pensate di costi telefonici "uguali" in tutta europa e copertura dei territori con la banda larga?

6)Cosa ne pensate di un costo del denaro "unico"?

7)Cosa ne pensate di un obbligo europeo a mantenere l'acqua "unicamente" pubblica?

8)Cosa ne pensate di tasse "uniformate" in tutta Europa?

9)Cosa ne pensate di far si che la Comunità Europea sia "davvero"un bene per tutti i cittadini del vecchio continente?

10)Cosa ne pensate se dalle domande passiamo ai "fatti"???

DIECI(ragazze)DOMANDE PER ME POSSON BASTARE!

QUELLO CHE NON BASTA MAI SONO LE RISPOSTE,TROPPE,VERAMENTE TROPPE!

Nando.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 05.11.09 16:27| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

In Germania avranno la banda larghissima a 100mega e a noi tolgono pure quella a 20mega.

E' chiaro che hanno paura dell'informazione e che i cittadini lobotomizzati davanti la tv scoprano la verità...

http://www.sconfini.eu/Tecnologia/banda-larga-addio-in-italia-non-si-puo-fare.html

Luca Farisi Commentatore certificato 05.11.09 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog è, dunque, fuori legge e con esso lo sono i siti dei principali quotidiani italiani, lo è Youtube così come Facebook, il blog di Beppe grillo e milioni e milioni di altri spazi di discussione libera.
Fortunatamente si tratta solo di un provvedimento cautelare (già impugnato da ADUC) che sembra destinato ad essere ribaltato dai Giudici del reclamo ma, certo, è difficile dormire sonni tranquilli sapendo che leggi e giudici italiani, nel 2009, consentono la chiusura di un forum online per anonimato.

http://www.aduc.it/articolo/chiuso+anonimato+provvedimento+aberrante+che+ha_16624.php

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.11.09 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace apprendere la notizia del sequestro di www.aduc.it, perchè quando ancora residente in Italia GRAZIE a ADUC mi sono tolto da una grossa trufa nei miei confronti, grazie ai loro consigli ma sopratutto gratuitamente sono riuscito a non versare del denaro auna ditta che godeva un mondo truffare, gli ingenui come mè. Ma grazie a loro e sopratutto a internet, che da allora prima di comettere sciochezze mi informo in rete. GRAZIE INTERNET GRAZIE ADUC GRAZIE GRILLO.
Ora sono 5 anni che vivo all'estero ma ogni giorno seguo le ingiustizie di un governo Italiano in mano a dei...........
Non sento la nostalgia dei 40 passati in Italia e devo dire che una volta all'anno quando ci vado, non vedo l'ora di andarmene

Lino Rodigari 05.11.09 15:52| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/interstitial/interstitial1774054.html (che cosa si poteva sperare ? )

giuseppe gagliardo 05.11.09 15:51| 
 |
Rispondi al commento

osservato che e’ degno di tutela il diritto di opinione e di critica ma che nell’ordinamento non puo’ trovare protezione l’anonimato; che dalle notizie anonime e non controllate diffuse su internet puo’ derivare danno irreparabile alla reputazione del ricorrente Fabio Oreste, con conseguenze negative anche economiche; ritenuto quindi che il ricorso sia accoglibile
PQM
visto l’art. 700 c.p.c. inibisce all’Aduc la divulgazione in internet del sito “Fabio Oreste e la fantafinanza” e ne ordina la rimozione, assegna alle parti termine perentorio di 60 giorni per l’inizio della causa di merito.

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 05.11.09 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Fuori tema.
Amici oggi per la prima volta in Italia è uscita la notizia su di un quotidiano nazionale (Il fatto quotidiano 05 11 2009) un intera pagina sui 5 cubani illegalmente detenuti negli USA.
Si terra un incontro con vari giuristi avvocati giornalisti nonche rapresentanti politici di IDV,PRC,PCSP,per preparare un testo e una petizione da inviare a Obama e al congresso USA,per liberare i 5 prigionieri cubani.
Dal Fatto Quotidiano.
Le accuse contro i 5 sono totalmente infondate dal punto di vista giuridico.
Grazie hai 5 il governo cubano ha potuto evitare altre morti inutili per attentati che gia hanno fatto piu di 3000 morti compreso il cittadino italiano Fabio Di Celmo e meriterebbero il premio nobel per la pace e non il carcere.
Per ulteriori informazioni visitate il sito Antefatto.
Divulgate a tutti i conoscenti.
Chao a todos los hermanos y hermanas de cuba linda

simone cameli, grottammare Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 15:43| 
 |
Rispondi al commento

L'anonimato è garantito per decreto solo agli evasori che vogliano scudare i capitali all' estero...
Com' è che a loro viene riservato questo trattamento ?
Non siamo uguali di fronte alla Legge...
C'è Legge per mariuoli e Legge per onesti.
Che merda di posto.

Gian Pips (l'uomoqualunque), Asmara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Non mi stupisco più di nulla in questo paese; per adesso oscurano solo quello che gli da fastidio, poi oscureranno del tutto la rete così che l'italiota potrà solo vedere la tv o ascoltare la radio, tutto a pagamento comunque.
Un motivo in più per andarsene da questo paese, chi lavora su internet come farà? Andrà anche lui a mangiare alla Caritas?

Sabina M. 05.11.09 15:29| 
 |
Rispondi al commento

una domanda mi sorge spontanea, gradirei una risposta:
ma tutti sti casini sono solo ed esclusivamente per siti targati ".IT" ?

se si, basta migrare su un altro dominio residente fuori dalla italia (con la i minuscola)

Andrea B., Lonigo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe e tutti gli amici,

Non sono molto d'accordo con la sentenza del tribunale sulla chiusura di aduc.it o altri siti con commenti anonimi, perché penso che in ogni caso la libertà di espressione è LIBERTA' proprio per definizione stessa e comunque sia, se ogni individuo è libero di esprimere il proprio parere non può essere condannato, quindi non importa chi sia stato a scrivere un determinato giudizio (può essere stato Tizio a dirlo, o Caio, o Pippo, se è libero di esprimersi non importa chi sia).
Inoltre, ogni nome sulla rete (es: "Atena99") è direttamente associato ad una casella e-mail, che ha necessariamente un nome e cognome di riferimento, o quanto meno un indirizzo IP del computer che l'ha registrata. Pertanto, se un commento fosse lesivo per la libertà di un'altra persona, un tribunale ed una ricerca specifica potrebbero benissimo risalire a chi ha scritto tale commento.

Vi invito però ad una piccola riflessione, in quanto esperienza vissuta personalmente.
Sono il proprietario di un villaggio turistico e su alcuni forum, anche molto famosi, una persona che non ha gradito la vacanza per un motivo piccolissimo, da valutazioni e giudizi su tutti i servizi della struttura non veritieri e che possono compromettere l'immagine del Resort. Pertanto sarebbe giusto poter identificare immediatamente chi sia lo scrivente per capire da dove deriva tutta l'infamante descrizione.
Infatti, alcune persone "poco oneste e forse spinte anche dalla loro misera condizione economica" dopo aver goduto della vacanza cercano, una volta rientrate a casa, di indire azioni legali per il risarcimento della stessa, che comportano praticamente sempre una perdita di tempo e denaro da ambo le parti senza ottenere il risultato sperato dal cliente, in quanto l'azione legale è basata su fatti di poca rilevanza e non condannabili.

Comunque, se vuoi esprimere un'opinione dovresti anche avere il coraggio di firmarla, no?. Credo sia giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità.

Alessandro ., Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa è certa, senza l'anonimato moltissimi troll sparirebbero, o almeno modererebbero i toni provocatorii!

A parte le battute credo che un forum sia anche un luogo dove opinioni diverse e fronti opposti si possono confrontare civilmente. Produttori di beni e servizi Vs consumatori nel caso dell'ADUC. Se un consumatore vuole denunciare una "fregatura" allora non deve fare altro che presentare il caso e produrre le prove.

Forse, e ripeto forse, per certi siti sarei favorevole, almeno quelli che vogliono assomigliare di più ad una riunione più o meno grande tra persone civili. Tipo un dibattito in auditorium dove normalmente chi vuole intervenire alza la mano, si presenta e parla.
il sito del ADUC mi sembra fra questi.

Mi sembra ragionevole, no?

Maurizio G.C. Commentatore certificato 05.11.09 15:07| 
 |
Rispondi al commento

stessa cosa dicasi per i social networks(fb, flicker, ecc)come commenti un post o un gruppo o una petizione o un articolo on line ti passano ai raggi X e ti CENSURANO preventivamente(anche se NON hai mai dimostrato di essere un pericoloso EVERSIVO o TERRORISTA). Ecco perchè ho dismesso il mio account di fb dopo quasi 2 anni che postavo, commentavo e pubblicavo(ristretto al gruppo degli amici)le mie opinioni sui fatti riportati e gli articoli. Sono una manica di FARABUTTI, LORO e CHI gli permette di fare di queste censure .. hanno una PAURA FOTTUTA della rete, l'UNICA e ULTIMA fonte di INFORMAZIONE LIBERA rimasta a disposizione della gente, dei CITTADINI(quelli con l'ELMETTO come dice il Beppe). LORO non molleranno MAI, NOI NEMMENO!!

Marco B. 05.11.09 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono uno dei tanti...Ho avuto problemi di tossicodipendenza sino a qualche anno fa....Sono uno dei tanti preso per possesso di sostanze stupefacenti(due piccole dosi)....sono uno dei tanti picchiato,umiliato,legato al termosifone come una bestia anzi peggio di una bestia, mi hanno negato ogni diritto(testimone mio padre che mi ha visto,mentre cercava di portarmi un panino) ho implorato perchè se ne andasse perchè avevo paura che se faceva qualcosa poi..sarei stato solo io e loro.Mi hanno umiliato in tutti i modi fisici e morali...per due dosi...sono uno dei tanti..ho avuto la fortuna che Stefano Cucchi non ha avuto, forse si è ribellato o ha cercato di farlo..io no ..sono stato zitto piangendo e sperando che mi portassero al più presto davanti al giudice; certo Sig. Giudice non è successo niente..quei segni me li sono procurati da solo...sa Signor Giudice ...non ero in me..non ricordo...SONO uno dei tanti...Signor Giudice.

Augusto maiocchetti 05.11.09 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Senza parole

Ferdinando A. Commentatore certificato 05.11.09 14:55| 
 |
Rispondi al commento

La notizia è assurda !!
E' spaventosa ??
Chi è il giudice dr. Fiorenzo FANTONI ??
Un cattobabbo zombovecchio che sa di esistere perchè glielo hanno detto ?

ADUC.IT oscurato perchè ha commenti anonimi???
Si allora taglia tutta internet... questo blog... il mio... il corriere... google... facebook... email... TUTTO !!! Peggio che a cuba !!
Ormai è peggio che cuba....

aid 85 05.11.09 14:28| 
 |
Rispondi al commento

signori questa è censura,altrochè libertà d'informazione....

devis q. Commentatore certificato 05.11.09 14:16| 
 |
Rispondi al commento


Copio e incollo una riflessione che scrissi
qualche tempo fa su un newsgroup:

Avete presente quegli spazi simili a lavagne
che spiccano spesso in diverse citta' con su
scritto: "Spazio di libera espressione"?
Fano ironicamente ridere quando poi li vedi
pieni di volantini appiccicati e scritte come
"W la tal squadra di calcio", "W la fica" o "gino
ti amo" o "ginetta sei una stronza" ma ora
abbiamo Internet! Una enorme lavagna con totale
visibilita' e con l'informazione discretamente
indicizzata! E questo si che e' uno strumento
adeguato alla liberta' d'espressione e guarda caso
sembra che a qualcuno non sia gradito.

Trovo IMPORTANTISSIMO per la liberta' d'espressione
l'anonimato in Internet. Ci sono persone che hanno
la necessita' di restare anonime solo per poter
sopravvivere a quello che hanno da dire,
e quello che hanno da dire, puo' essere
importante per molta gente.

Purtroppo, spesso e in molti sono costretti a
dire la verita' da sotto un figurato "burka"
mentre la storia e' piena di bugiardi,
mistificatori, vendifumo e anche genocidi che
la loro verita' la gridano e gridavano a viso
scoperto dall'alto dei pulpiti.

Come mai nei paesi democratici il voto e' segreto?
A sentire i paladini della schedatura non dovrebbe
esserci motivo, o se ci fosse non saremmo in
democrazia...

Tutto questo con buona pace di chi tira fuori
il problema della diffamazione, che e' ben poca
cosa* rispetto alla liberta' di ognuno di dire
E FAR CONOSCERE la sua opinione senza
condizionamenti. Io mi sento piu' sicuro dove
ognuno puo' esprimersi liberamente e sono disposto
a correre il ben piu' modesto rischio di venir
diffamato rispetto a quello di espormi
a ritorsioni ogni qual volta apro bocca.

Insomma, per me e' giusto che chi vuol
essere anonimo lo possa restare e chi vuol
usare nome e cognome anche.

W il grande Pasquino!!!!
http://it.wikipedia.org/wiki/Pasquino

:-)

nomegenerico noname 05.11.09 14:02| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Mi pare strano che Ettore C. ancora non abbia detto che il forum dell'ADUC è stato oscurato SOLO e SOLTANTO per far tacere lui ...che vi ha pubblicato i suoi deliri sulla presunta censura presente qui.

Certamente lo pensa...

^_^


STALIN NON E' MAI MORTO !!!

Союз нерушимый республик свободных
Сплотила навеки Великая Русь.
Да здравствует созданный волей народов
Единый, могучий Советский Союз!
ПРИПЕВ:
Славься, Отечество наше свободное,
Дружбы народов надёжный оплот!
Партия Ленина — сила народная
Нас к торжеству коммунизма ведёт!
Сквозь грозы сияло нам солнце свободы,
И Ленин велик

Francisco C., Milano Commentatore certificato 05.11.09 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

W L'ADUC, W i RADICALI!

Giuseppe M. Commentatore certificato 05.11.09 13:18| 
 |
Rispondi al commento

non è vero che l'Italia è sempre all'ultimo posto dellle classifiche!!! leggete:
ANSA) - ROMA, 5 NOV - Oltre 13 milioni di europei adulti hanno provato cocaina nella loro vita. Di questi, 7,5 milioni sono giovani (15-34 anni). La 'neve', secondo l'Osservatorio europeo sulle droghe, si conferma lo stimolante illegale piu' popolare nel vecchio Continente, e il suo uso e' in costante aumento. L'Italia e' tra i primi cinque paesi consumatori. Anche la metamfetamina prende piede in misura significativa in questo ricco mercato, grazie anche alla facilita' con cui e' prodotta.

Simona Ligato 05.11.09 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Eggià, la conoscenza da parte di giudici e avvocati in campo informatico è esemplare....basti vedere cosa è successo con una mailing list della giunta della Regione Toscana per il solo aver inviato una mail per l'iscrizione ad un convegno, iscrizione che doveva essere confermata accedendo ad un sito web....a dir poco esilarante.

http://exedre.xed.it/?p=276

Alessandro Romani 05.11.09 12:43| 
 |
Rispondi al commento

E non e' finita, leggete qui:

Per il governo la banda larga può attendere.
Gianni Letta gela le speranze sugli 800 milioni. Ci siamo presi una pausa di riflessione

http://www.b2b24.ilsole24ore.com/articoli/0,1254,24_ART_103291,00.html?lw=24;2

Giuseppe Bottelli 05.11.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento

IGNORANZA O OSCURANTISMO ?

Se quel Giudice conoscesse minimamente la “RETE DI INTERNET” saprebbe che il modo migliore per difendersi in rete è quello di “USARE DEI NOMI FITTIZI”, per proteggere la propria Privacy, diversamente in poco tempo saresti Clonato e subiresti ogni tipo di vessazione, compreso il rischio alla propria incolumità personale.

In oltre se quel Giudice conoscesse la “RETE DI INTERNET” saprebbe che la Polizia Postale volendo e quando ne’esito gli estremi di legge può sempre risalire agli autori dei post o al computer da dove sono partiti, come si sta già facendo con i pedofili.

“VIVA LA RETE SENZA CENSURE”, “ABBASSO GLI OSCURANTISTI”.

Paolo R. Commentatore certificato 05.11.09 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Fabio Oreste......PPPPPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

I miei dati anagrafici.

Dichiaro la mia esistenza in vita e di essere celibe.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 05.11.09 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Perche invece coloro i quali scrivono nei blog non i firmano con il loro nome e cognome?????

che differenza fa??? vi cacate sotto???

io ad esempio metto il mio nome e voi?????

Francesco Saverio di Donato (napoletano978), Napoli Commentatore certificato 05.11.09 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come mai questo solerte giudice non si preoccupa di chiudere rete 4, per impedire a quell'ammasso di cenere di fido-fede di sparare cazzate a destra e a manca.

giuseppe Picchio, orvieto Commentatore certificato 05.11.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Alla faccia della libertà di informazione...

"La mossa del gambero"

INTANTO oggi Giannini su Repubblica ci ricorda che il governo si sta rimangiando anche quel POCO che era stato promesso per abbattere il §DIGITAL DIVIDE italiano... Quei soldi erano stati programmati dal governo Prodi, ma così a lungo termine che non si è ancora cominciato ad usarli
... ma ora c'è la crisi...
e l'onnipresente Letta annuncia il congelamento dei fondi.

guardiamo avanti e camminiamo all'indietro

edoardo a. Commentatore certificato 05.11.09 12:00| 
 |
Rispondi al commento

anonimi come i poliziotti infatti

Massimo Baldo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori