Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il vento che fermò il treno


Val_di_Susa_trailer.jpg
La notizia non data non esiste. I valsusini sono scomparsi. In migliaia si sono ritrovati sabato scorso contro la Tav del Regime Pdl - Pdmenoelle. Il traffico merci in Val di Susa sta diminuendo da decenni. In cambio delle merci vogliono farci passare treni semivuoti. E' questo il vero business.
"Sabato 31 ottobre 10.000 (diecimila) persone provenienti da molti paesi del torinese, hanno democraticamente sfilato con una fiaccolata di 3 ore in Valle di Susa per ribadire NO ad un opera inutile e dannosa per la comunita' intera....l'operazione: "zucche vuote" (riferimento chiaro ai politici di turno)...ha avuto un gran successo!!! la gente Notav al momento del bisogno risponde! grazie a tutti per la bellissima fiaccolata!!!....a sara' durà!!!..." s.pileggi

4 Nov 2009, 19:13 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

12.01.2010 [NoTav] In Val di Susa non partono i sondaggi!no tav
Autoporto, Susa - 500 persone hanno presidiato lungo tutta la notte il nuovo presidio NoTav sorto sabato scorso nei pressi del sito S68. Intorno alle 5.00 della mattina giungevano le prime voci di movimenti di mezzi blindati nei dintorni del presidio.
Alle 6.15 un drappello di poliziotti in borghese e Digos, accompagnati da capi e vice della Questura torinese si avvicinavano all'area presidiata annunciando la volontà di prendere possesso dei terreni. Di fronte alla ferma indisponibilità del movimento NoTav ad abbandonare i terreni, venivano minacciate azioni legali e rischi di denunce.
Ad "accogliere" le forze dell'ordine, tutto il presidio riversatosi in strada e aperto da una delegazione di donne NoTav (tra loro anche una sindaca) che reggevano lo striscione "NoTav No Sondaggi".
L'atteggiamento della questura si mostra in questi primi momenti molto timido e accondiscendente a causa del folto numero di partecipanti. Certamente numeri e qualità della risposta valsusina consigliano ai comandi di polizia e carabinieri un approccio "differenziale" tra città e valle.
Per la mattinata è previsto un momento di protesta pubblica nel comune di Susa contro l'atteggiamento collaborazionista dell'amministrazione comunale (unico comune della valle ad aver autorizzato i sondaggi) intorno alle 10. Domani pomeriggio alle h 18 un 'assemblea cittadina a Palazzo Nuovo(Torino) discuterà delle tattiche per tentare boicottaggi e blocchi anche in città e cintura.
Questa prima vittoria valligiana è stata dedicata a Raul e Alessio recentemente scomparsi ma sempre cari alla memoria del movimento.
Il resoconto della nottata nelle parole di Alberto Perino a Radio Blackout Ascolta l'intervista http://www.infoaut.org/articolo/notav-in-val-di-susa-non-partono-i-sondaggi/file/id/1287/
I siti occupati e dove sono in corso sondaggi geognostici sono tutti nella prima cintura o nel Comune di Torino
continua nei sottocommenti

Kitiara m Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.01.10 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tensione in Val Susa: i manifestanti bloccano il lavoro dei tecnici della Ltf
SUSA 12/01/2010
I tecnici della Ltf, la società incaricata di effettuare i sondaggi della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, si sono presentati, poco dopo le 6,30, all’autoporto di Susa, uno dei 91 siti scelti per effettuare i sondaggio geognostici.
Scortati dalle forze dell’ordine, hanno chiesto di potere accedere all’area prescelta che da sabato scorso è presidiata dai Not Tav. Il portavoce di quest’ultimi, Alberto Perino, ha risposto: «Non siamo disponibili a farvi entrare, non cederemo». Alcuni esponenti delle forze dell’ordine hanno fatto presente ai manifestanti le eventuali conseguenze, civili e penali, del loro comportamento ma i manifestanti non hanno fatto marcia indietro ed hanno rilanciato: «Ovunque andrete in Valle Susa noi saremo ad aspettarvi». Il confronto si è svolto in maniera civile.
I manifestanti, circa 2-300 persone, hanno successivamente intonato alcuni cori, tra cui il "Sarà dura", che da sempre contraddistingue la loro battaglia.
I tecnici, bloccati a Susa, sono invece operativi in altri siti: secondo quanto si apprende, nel momento in cui il presidio No tav di Susa impediva l’accesso alla zona dell’autoporto, a Collegno (Torino), allo scalo merci Orbassano ed in un altro terreno di Torino si sono presentati altri tecnici che hanno iniziato a fare i sondaggi. I lavori sono iniziati sotto la sorveglianza delle forze dell’ordine che presidiano i vari siti.

vedi anche http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?IDmsezione=14&IDalbum=23384&tipo=FOTOGALLERY

Kitiara m Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.01.10 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Raul è morto
Ieri mattina alle 7,30 il grande e generoso cuore di Raul,appena rimesso a nuovo,si è fermato per sempre.Nonostante i medici per circa un'ora abbiano cercato di rimetterlo in funzione.Così Raul se ne è andato in punta dei piedi.E' stato un destino davvero crudele.
Martedì aveva subito una delicata operazione per la sostituzione di una valvola cardiacacausa stenosi aortica)e un bypass coronarico.L'operazione era perfettamente riuscita.Raul si era ripreso bene.Venerdì quando siamo andati a trovarlo per fargli gli auguri di Natale l'abbiamo trovato seduto a tavola,di buon umore e con un buon appetito.Diceva"son an poc sbatu"ma dopo un'operazione simile,subita appena tre giorni prima chi non lo sarebbe stato?Anche ieri sera Marco e Clelia l'hanno trovato in piedi e di buon umore.Poi questa mattina il cuore in fibrillazione,l'arresto cardiaco,tutti i tentativi per riprenderlo,e la fine.
C'eravamo tutti illusi e avevamo sperato tutti che potesse farcela, che potesse essere ancora in mezzo a noi e con noi alle manifestazioni e alle serate.Tanti messaggi sono circolati in rete con un incitamento e un augurio per la salute di Raul!
Il destino crudele ce l'ha strappato.Abbiamo pianto tutti.Se n'è andato un fratello.Un pezzo di noi ci ha lasciato.Oggi siamo stati al presidio accanto a Biagio.E' dura.Ma il popolo NO TAV sa essere ancora più duro.
Ieri abbiamo seppellito Alessio, mercoledì sarà il giorno dei funerali di Raul. Ma loro, come gli altri NO TAV che ci hanno lasciati sono qui con noi e continuano a lottare con noi.
Raul sarà sepolto il 30/12 al cimitero di Meana(TO),ma sarà sempre in mezzo a noi,con il suo vocione,il suo sorriso,la sua battuta pronta e sempre approppriata.Ciao Raul,grazie per aver camminato con noi,per essere stato in mezzo a noi,per aver lottato con noi e per aver fatto tante volte festa insieme a noi.Ci mancherai tanto.Ma il tuo spirito non ci abbandonerà e sarà sempre qui tra le nostre montagne e la nostra terra.
Ciao da tutti i NOTAV

Kitiara m Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 28.12.09 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Depardieu contro la Tav "Rischiosa per la natura"
L'attore: sto con gli Asterix della Val Susa

"Le terre dei contadini devono restare a loro: non le si può espropriare nel nome del progresso"
di Guido Andruetto per La Repubblica.it

La Valle di Susa che nei giorni scorsi è tornata ad essere di nuovo teatro di confronto serrato e di contestazioni sul progetto di realizzazione della Tav e sull'avvio dei sondaggi, da oggi assomiglia ancora di più alla Gallia dove Asterix oppose resistenza all'assalto dei romani. In soccorso ai valligiani schierati sul fronte "NoTav", arriva un Obelix in carne ed ossa: il generoso e possente Gérard Depardieu, icona mondiale del cinema e personificazione della «grandeur» francese, ma anche uomo dotato di grande sensibilità alle tematiche ambientali, che ha lanciato proprio dall'Italia il suo atto di accusa contro il progetto dell'Alta Velocità che collegherà Torino a Lione. Dalle campagne di Petroio, nel cuore verde della Toscana, dove l'attore è giunto qualche giorno fa per partecipare alla raccolta delle olive nella cascina di Franco Bardi e per seguire di persona la produzione di un suo olio, Depardieu esprime la sua solidarietà ai «tanti Astérix che resistono», come un giornalista di Le Monde definì qualche anno fa il popolo dei «No Tav»,e una sincera preoccupazione di fronte alla prospettiva che il territorio del Valle di Susa, con le sue terre oggi coltivate e i suoi bei vigneti, venga stravolto dal passaggio del treno ad alta velocità.

«Ho la sensazione che questo progetto della Tav continui ad essere troppo rischioso per l'ambiente -dice Depardieu- non sono d'accordo sul fatto che si opti per certe scelte solo per fare passare il progresso.Mettersi contro la natura è sempre sbagliato.Le terre dei contadini in Valle di Susa, a mio giudizio, devono restare a loro e devono continuare a essere coltivate con amore, non le si può espropriare.Vanno difese, ed è inammissibile che si pensi di eliminarne...
continua nei sottocommenti...

Kitiara m Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.11.09 15:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i giornalai sono servi del potere....

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 05.11.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento

^_^ Si,si, siamo sempre qui, testa alta e piedi ben piantati per terra! Si rassegnino pure, il tunnel qui non lo faranno mai!
NO TAV - NO MAFIA
A sarà düra!

Kitiara m Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.11.09 12:21| 
 |
Rispondi al commento

w il no tav,
si fottesse la politica mafiosa e imprenditoriale fallimentare e sempre a senso unico: rovinare tutto ciò che è pubblico- sono peggio delle cavallette.

massimo pagante Commentatore certificato 05.11.09 12:03| 
 |
Rispondi al commento

scusate se invio un messaggio non inerente al post, quindi non pubblicabile, ma non so come inviarlo.

La giustizia è uguale per tutti? Perchè Pollari e Mancini non sono giudicabili? Se non giudicabili pubblicamente dovrebbero essere giudicabili in altro modo. O i servizi segreti sono un'altra casta?

saluti

Alessandro Molinari 05.11.09 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Ebbene si, è stato fantastico. Io c'ero, sono valsusino e posso dirvi una cosa, se vogliono fare il TAV devono fare i conti con tanta gente che si opone pacificamente ad uno scempio ambientale. Ma non solo, come potrete leggere ultimamente, ci sono infiltrazioni mafiose sugli appalti TAV, ma se alcuni mesi fa lo dicevamo noi, facevamo terrorismo informativo. Ci hanno attaccato, perchè abbiamo scritto sul monte " NO TAV - NO MAFIA", i politici locali e non solo. Tornando a sabato sera posso dirvi che c'è stata una inizione di fiducia e di democrazia partecipata che in Italia purtroppo manca. Noi valsusini non faremo un passo indietro e continueremo ad urlare NO TAV .... SARA' DURA !!!!

Alberto Lorusso 04.11.09 23:16| 
 |
Rispondi al commento

e ci siamo sempre stati anche noi del No Ponte! E ci saremo ancora il 19 dicembre a Villa S. Giovanni/Cannitello per dirlo ancora: NO AL PONTE!!!! FERMIAMOLI ORA PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!
Vogliamo la messa in sicurezza di Messina!
Non c'entra nulla l'abusivismo di Giampilieri, il problema era l'emergenza idrogeologica ignorata dalla classe dirigente!!

Giancarlo GV, messina no ponte 04.11.09 22:04| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori