L'Aquila si poteva salvare

Intervista a Gaetano De Luca, fisico: L'Aquila si poteva salvare
(17:32)
deluca.jpg

banner_post_JT.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

Un tempo gli eretici li mettevano al rogo, come avvenne per Giordano Bruno e Girolamo Savonarola. Nell'Italia di oggi gli eretici sono coloro che denunciano la verità. Non sono bruciati in piazza, ma denunciati, privati degli strumenti di indagine, intimiditi. Non avviene solo per la magistratura, ma per chiunque metta in discussione le versioni ufficiali. Il fisico Gaetano Di Luca, grazie a una rete di monitoraggio sismico, denunciò l'estrema pericolosità di un terremoto per gli edifici della città de L'Aquila. Chiese di mettere in sicurezza le scuole e la Casa dello Studente. Prima fu contestato ufficialmente, quindi allontanato e la rete di rilevazione venne smantellata.

Sommario:
1996, il primo allarme
Magnitudo amplificata sotto il centro de L'Aquila
10 anni perduti

1996, il primo allarme

De Luca: "Mi chiamo Gaetano De Luca, sono un fisico laureato nel 91, subito dopo la laurea mi sono occupato di sismologia sperimentale. Ho cominciato a progettare, a realizzare reti di monitoraggio sismico a scala locale, ho iniziato nel 91. La prima stazione sismica è stata installata alla fine del 91, sempre a scala regionale.
La mia storia inizia nel 96 dopo un terremoto di magnitudo 4 nella zona di Amatrice, Montereale, nel 20 ottobre 1996. Dopo questo terremoto ci fu una registrazione nel centro storico dell’Aquila, vi era della strumentazione: gli accelerometri; sono stazioni che registravano le accelerazioni del terreno e qua nasce una cosa strana, ossia la registrazione presentava un effetto di coda. Non è difficile commentare l'immagine (vedi video), praticamente questo è il terremoto. Si vede l’arrivo del terremoto, l’onda più ampia, che è l’onda "S", quello che non doveva esserci è l'effetto di coda, una specie di risonanza a bassa frequenza, che continua per decine e decine di secondi.
Il mio primo impulso è stato: “Oddio, questo strumento è rotto non ha una resistenza tale da permettergli lo smorzamento dell’oscillazione libera”. Ero convinto, vi giuro che ero convinto che lo strumento andasse rivisto e ricalibrato, che andasse corretto, in realtà mi sbagliavo. Mi sbagliavo, perché lo strumento funzionava benissimo e l'effetto di coda che faceva risuonare il centro storico dell’Aquila per decine di secondi, era un effetto reale: chiaramente le misure sono continuate, abbiamo una trentina abbondante di chilometri. Stiamo parlando di fine 96: allarmati - all’epoca collaboravo con alcuni colleghi dell'ex Servizio Sismico Nazionale - abbiamo deciso di migliorare la misura, mettendo altra strumentazione..."
Blog: "Quindi tu hai scoperto una reazione del territorio dell’Aquila.."

Magnitudo amplificata sotto il centro de L'Aquila

De Luca: "Il centro storico. "
Blog: "Del centro storico dell’Aquila, di cui non ci si è resi conto?"
De Luca: "Tecnicamente questa è un’evidenza di un’amplificazione di sito, non è bastato solo questo terremoto, abbiamo lavorato nel 97, 98 e 99, quindi anni di lavoro con misure di vario tipo alcune sul rumore di fondo sempre concentrate nel centro storico, e si è arrivati a una conclusione scientifica: c’era un’amplificazione di fattore che raggiungeva quasi un fattore 10."
Blog: "Questo significa che il centro storico dell’Aquila, a una stessa sollecitazione sismica, rispondeva in maniera completamente diversa da un territorio che si trovava a pochi chilometri di distanza?"
De Luca: "Sì, per dire una cittadina su roccia, registrava un terremoto 6.3, il centro storico dell’Aquila con un fattore 10 è come se avesse registrato un 6.7."
Blog: "Quindi i danni si registrano in maniera esponenziale, rispetto al dato della magnitudo, che è un dato.."
De Luca: "No, la magnitudo è una scala logaritmica, per cui bisogna fare attenzione. Moltiplicare per dieci non vuole dire che è magnitudo 6, non può diventare 60, chiaramente, di magnitudo. E' una scala logaritmica e poi il conto è più complesso."
Blog: "Questo significa che a San Giuliano il terremoto del 6 aprile aveva avuto una reazione diversa, rispetto al centro storico dell’Aquila?"
De Luca: "Sicuramente molti sanno che i danneggiamenti, i grossi danneggiamenti, sono molto legati all’amplificazione di sito: pensate a Onna, Onna è stata praticamente polverizzata, ma Onna sta su sedimento, mentre molto vicino a Onna, veramente a centinaia di metri di distanza da Onna, c’è un paesino che si chiama Monticchio, che sta su roccia e che ha avuto danni importanti, ma non è stato polverizzato come Onna e stanno a distanza di centinaia di metri di distanza, quindi molto vicini, solo che Onna sta sulla piana e Monticchio è su roccia. Questo è un tipico effetto non causato dal terremoto, ma dal terreno. Nel 99, dopo anni di lavoro - avevamo già pubblicato qualcosa - decisi di rendere a livello di conferenza stampa, questa scoperta, però quello che a me interessava dire è che non volevo allarmare: quello che volevo fare era sì lanciare un sasso, ma non volevo nascondere la mano, nel senso che c’era una soluzione. Abbiamo la rassegna stampa che abbiamo visto dell’epoca, il 25.."
Blog: "Questi sono gli articoli scritti secondo la vostra..?"
De Luca: "Sì, il 24 c’è stata la conferenza. Avevamo un grosso problema, ossia il rischio sismico era elevato, ma questo ormai si sapeva, che l’Appennino centrale aquilano era a elevato rischio sismico, a quello si andava a sovrapporre un problema di amplificazione, attenzione: l’idea era: "Cominciamo a mettere in sicurezza quello che si può, un edificio all’anno, due, non so, quello che si può, prima si inizia e prima si finisce", perché non potevo sapere che, dopo dieci anni, ci sarebbe stata una scossa così violenta, avrebbe anche potuto avvenire tra altri dieci anni."
Blog: "La città a fortissimo rischio sismico non era una scoperta?"
De Luca: "No, era una banalità, solo che questa banalità veniva amplificata a impatto 10 ... esatto. Quindi era ancora più a rischio."
Blog: "Non è piaciuta questa tua iniziativa?"
De Luca: "No, perché il giorno stesso - poi faccio vedere l’intestazione della lettera- la data è il 25 novembre, vedete? Il giorno stesso dell’uscita dei giornali a Roma già preparano la lettera e, ripeto, è cronaca locale all’Aquila, quindi nel 99.."
Blog: "L’oggetto della lettera è contestazione?"
De Luca: "Contestazione sì."
Blog: "Contestazione al Dott.Gaetano De Luca."
De Luca: "Esatto. Il direttore non conosceva affatto quello che veramente avevo detto, perché lui addirittura parla di dichiarazioni riguardanti la sismicità del territorio, ma non ho mai parlato di sismicità del territorio, ho parlato di una cosa completamente diversa, quindi c’era anche molta ...esatto, è una cosa.. un direttore del servizio sismico che già si presenta con una lettera del genere, vuole dire che aveva un’ignoranza abissale o non aveva letto, sicuramente, la.. "
Blog: "La sostanza di questa lettera era che il Dott.Gaetano De Luca non era autorizzato a rilasciare dichiarazioni. "
De Luca: "Io invece ero autorizzato e, soprattutto, stavo dicendo cose già pubblicate, ma la cosa ancora più assurda è che lui mi dice che dovevo operare una precisa smentita: come faccio a smentire delle cose che avevo già pubblicato a livello scientifico? Questa è proprio un’aberrazione! Chiaramente a questa lettera ho risposto, però non ho mai avuto una soddisfazione alla mia risposta e a questa contestazione in cui, punto per punto, ho contestato la sua contestazione. Di fatto però sono stato.."
Blog: "Quindi non c'è contestazione nel merito, non è stato detto che la teoria dell'amplificazione fosse una stupidata"
De Luca: "No, assolutamente, ci fu solo questa lettera e la mia risposta dettagliata a cui non ho mai avuto soddisfazione, però sta di fatto che sono dovuto andare via, ho subito problemi fino a arrivare al 2002, dopo il terremoto del Molise, in cui la rete regionale d’Abruzzo fu completamente smantellata e di fatto fu un dispetto."
Blog: "Smantellata che significa?"
De Luca: "Presi gli strumenti e messi in magazzino."
Blog: "Dal 2002?"
De Luca: "Sì. Infatti nella zona abruzzese c’è stato un buco di dati, se vogliamo, perché dalla fine del 2002 fino al 2005 - quindi stiamo parlando del 2003, 2004, diciamo - due anni e mezzo in cui non c’era un monitoraggio a scala locale."
Blog: "Chi decise di smantellare la rete regionale? "
De Luca: "Il Servizio Sismico Nazionale."

10 anni perduti

Blog: "La domanda è, a distanza di dieci anni gli studi sull’amplificazione sono stati confutati nel merito?"
De Luca: "No, io ho continuato a lavorarci su questi dati, fino a arrivare, nell’agosto del 2005, a pubblicare su una rivista, la maggiore rivista mondiale del settore, il Bollettino della Società Sismologica Americana, proprio l’evidenza, anche se è in inglese è molto semplice tradurlo, perché è un’evidenza di questa amplificazione a bassa frequenza nel centro storico della città dell’Aquila, attraverso degli approcci multidisciplinari. Il lavoro che è stato fatto è molto complesso, perché abbiamo usato dati diversi, terremoti diversi, vicini e lontani, strumentazione diversa, terremoti diversi, come ho detto prima, utilizzando anche rumori di fondo e per cui con tecnologie diverse abbiamo anche modellato e, alla fine, quello che succedeva, quello che veniva fuori era che l’amplificazione a frequenza, in quella banda di frequenza ben precisa era confermata, c’era un’amplificazione che raggiungeva quasi un fattore 10."
Blog: "Delle scoperte talmente clamorose che siete stati ignorati."
De Luca: "No, ancora peggio: non c’è stata.. il fatto è che sono stato accantonato per questa piccola conferenza stampa, letteralmente accantonato."
Blog: "Ma cozzava con.. "
De Luca: "Non lo so, non lo so con cosa cozzava: francamente ancora adesso mi chiedo perché sono stato contestato così pesantemente."
Blog: "I terremoti non si possono prevedere.. "
De Luca: "Assolutamente."
Blog: "Però si possono mettere in sicurezza gli edifici."
De Luca: "L’idea era quella, accidenti, stiamo in questa situazione, il centro storico risuona, ha questa peculiarità, che è un’aggravante micidiale, cominciamo a mettere in sicurezza quello che possiamo, come le scuole. All’epoca del 99 c’erano un paio di scuole, qualche edificio pubblico, la Casa dello Studente: stiamo parlando di piccoli interventi, magari anche di importanza a livello di finanziamento, però uno non chiedeva tanti soldi subito, bastava cominciare un edificio l’anno e, in dieci anni, se ne facevano almeno dieci."
Blog: "Le normative in vigore già nel 1999, ma anche nel 2005, anno in cui avete pubblicato e nel 2009, anno in cui c’è stato il terremoto, prevedono dei limiti che non tengono conto del fattore amplificazione?"
De Luca: "No, assolutamente no, questo ne è un esempio: vi faccio vedere questa figura (vedi video), l’ha fatta il mio carissimo amico ingegner Giovanni Bongiovanni, non entriamo nei dettagli tecnici, però vorrei fare capire una cosa, queste curve molto semplici, questa verde e questa viola, sono fondamentalmente la normativa. La normativa dove sta l’Aquila è in classe 2, è una normativa che prevede la costruzione su suolo rigido e la costruzione su suolo chiamato Su, questo viola, quindi diciamo su sedimento. E queste erano le regole per progettare gli edifici, quello che vedete qua è il terremoto del 6 aprile, qua c’è l’amplificazione del fattore 10, quindi l’amplificazione fondamentalmente è andata completamente fuori scala, in questi periodi."
Blog: "Cosa significa: che la normativa prevede un coefficiente di resistenza per le case che è più della metà inferiore.."
De Luca: "A quello che è realmente successo."
Blog: "E non sembrano intenzionati a mettercelo, questo parametro."
De Luca: "Non lo so. Non sono un ingegnere sismico e non lo so, ma soprattutto non conosco bene la normativa, perché non è che mi interessi della normativa, però so di sicuro che fare misure di microzonazione sismica prima di fare case non è obbligatorio, cioè si fanno, se non erro, solo delle indagini.. è obbligatorio, se non erro, la relazione geologica, però è fine a sé stessa, bisogna fare misure. Se uno tiene conto di questo, sia la normativa in seconda classe.. ma anche se vai in prima classe non ci rientri qua, conseguentemente avendo questo spettro realistico di un terremoto 6. 3 nel centro storico, se vuoi costruire qualcosa nel centro storico devi andare fuori norma."
Blog: "Chi ci segue potrebbe non capirlo, ma è impressionante la differenza, l’ostacolo che c’è tra il limite della normativa e gli effetti terremoto."
De Luca: "Esatto, questo - attenzione - è in spostamento, è in centimetri questa scala (vedi video), eh, quindi sono gli spostamenti previsti in funzione al periodo dalla normativa."
Blog: "Per concludere, la domanda che ti faccio è questa: da aquilano, perché tu vivi all’Aquila e sei uno studioso dei terremoti, che cosa provi nel vedere che un fattore così devastante non viene preso in considerazione, viene ignorato?"
De Luca: "Tanta amarezza e basta. Continuo a non trovare risposte alle mie domande, del perché mi è successo questo o del perché sono stato contestato, non lo so."
Blog: "A questo punto, anche se fosse un altro ricercatore, l’importante è che si tenga conto di questo fattore."
De Luca: "Sì, ma questa credo sia una storia che si ripeterà in tante altre città, al prossimo terremoto credo che avremo la stessa storia."

Postato il 7 Novembre 2009 alle 18:55 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (526) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Gaetano De Luca, Ju tarramutu, L'Aquila, Monticchio, Onna, Samanta Di Persio, San Giuliano, Servizio Sismico Nazionaleo, terremoto

Commenti piu' votati


LA LEGA

In una cittadina del Veronese,dove la Lega ha vinto a man bassa con percentuali bulgare,sapete qual'e' uno dei primi provvedimenti che la giunta ha preso ?
Non ci credereste : si sono aumentati lo stipendio dal 25 al 75% .In piena crisi,con la maggioranza dei cittadini che li hanno votati che faticano a tirare avanti.
All'insorgere dell'opposizione,applaudita dal pubblico presente, i leghisti hanno fatto spallucce e hanno tirato avanti per la loro strada,fregandosene del popolo,da veri appartenenti alla casta padrona.
Il consiglio comunale e' stato una bufera,ma i leghisti si sono uniti e non hanno ceduto al loro interesse,che non e' il federalismo (da 15 anni sbandierato e mai realizzato),bensi' il portafoglio.La delibera e' retroattiva.
In campagna elettorale avevano promesso tagli agli sprechi...

Per chi li ha votati,e a molti e' stato tagliato luce e gas + emergenza abitativa per mutuo,ben gli sta.SVEGLIA

made in italy Commentatore certificato 07.11.09 20:01| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 47)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francamente non capisco, per quanto mi sforzi, quelli che abbandonano questo blog dicendo che è diventato così o colì.
Su questo blog ci sto per rilasciare qualche mia opinione e se non viene condivisa non me ne faccio un cruccio, capita di dire qualche fesseria.
Mi piace leggere quelle degli altri, scartando quelle che non condivido ed assimilando le altre, pensando di aumentare il mio bagaglio culturale.
Non sto qui per avere un mio seguito, che se mi manca me ne vado.
In ogni blog c’è il bello ed il brutto e ciò non deve condizionare chicchessia.
E se ritengo che il mio contributo possa migliorarlo, sempre cha mi interessi migliorarlo, a maggior ragione devo restare.
Ma se lo faccio per puro protagonismo allora si che è meglio che me ne vada.

Aldo F., napoli Commentatore certificato 07.11.09 20:12| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 39)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I POMPINI A VICENDA DI TREMONTI E BERLUSCONI
Beh, non è ancora il momento di cominciare a farci i pompini a vicenda. (Winston Wolf a Vincent Vega e Jules Winnfield, PULP FICTION)


Questi è da tempo che si fanno i pompini a vicenda.
"La crisi è finita"
"E' andata meglio di quanto si potesse pensare"
"Ne siamo usciti meglio degli altri"

I due cialtroni si congratulano , si danno le pacche sulle spalle, se le cantano e se le suonano.
Vivono in una fiaba dorata.
Noi,spettatori impotenti.
La crisi si è estinta , come il virus suino.
Vivono in un mondo a parte, la crisi per loro è arrivata all'improvviso, una mattina e all'improvviso se n'è andata,SENZA POSTUMI.
Tutto come prima, la locomotiva Italia viaggia a tutto spiano.
Le aziende assumono,i fatturati volano, il made in Italy (fatto a Napoli da cinesi e camorristi in nero) trionfa ammirato in tutto il globo terracqueo:"Magic Italy, ospedali che crollano, città che affondano nel fango o franano nell'argine, sindaci che delinquono e governatori che sniffano.
Francamente, mai incontrato una coppia di cerebrolesi , idioti, superficiali, ignoranti, incompetenti, in malafede come questi due sacchi di merda.
Questi sono da rinchiudere in manicomio criminale,insieme a chi li ha votati..

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 07.11.09 19:39| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 32)
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN SABATO QUALUNQUE.
7 NOVEMBRE
sto in bianco come dash, non ho un euro, nonostante tutto, sono felice.
da tanto tempo amo una donna, forse per gli altri non è bella, per me è bellissima.
sono innamorato pazzo di una donna di colore.
PS UN VAFFANCULO ALLA LEGA E A CHI LA VOTA!!!

ermanno m, roma Commentatore certificato 08.11.09 00:20| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 29)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SI POTEVA EVITARE


Dobbiamo assolutamente impegnarci per evitare di dire per l'ennesima volta questa frase ASSURDA.

Stanno "gia'" costruendo le CENTRALI NUCLEARI ma
facciamo tutti come se niente fosse.

Aspetteremo l'incidente per dire nuovamente SI POTEVA EVITARE???

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.11.09 22:10| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento

7 novembre 2009
“Un maiale”. Sarebbe questa l’espressione che c’era nell’e-mail inviata da Veronica Berlusconi all’Ansa. Espressione poi non comparsa nel lancio d’agenzia andato in rete alle 22 e 31 minuti del 28 aprile 2009, tutto dedicato al marito premier, alle sue frequentazioni femminili e all’utilizzo di queste per la composizione delle liste elettorali.

Poveri maiali che non possono offendersi per il paragone.
Del maiale non si butta niente, del personaggio TUTTO.

Sante. Marafini. Commentatore certificato 07.11.09 23:06| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Terremoti? Il problema vero è Crocifisso si o no?

Spinoza risponde così:
Via i crocifissi dalle aule. Suggerivano la risposta.

Via il crocifisso dalle scuole italiane. Questo sì che sarebbe un miracolo.


Via il crocifisso dalle scuole italiane. Secondo l'Europa sarebbero più rappresentativi i due ladroni.

(La Corte Europea è stata inflessibile: il crocifisso andrà sul satellite)

Niente più crocifissi nelle aule. Speriamo che ora gli alunni non diventino irrispettosi.

Che tempismo per lo stop ai crocifissi: è appena arrivato qualcuno che non vede l'ora di bruciarli.

Calderoli: "La Corte Europea ha calpestato i nostri diritti, la nostra cultura, la nostra storia, le nostre tradizioni e i nostri valori". Dicono porti fortuna.

Quando ha appreso la notizia, la Binetti è esplosa.

Gelmini: "Il crocifisso rappresenta l’Italia". Pensandoci bene, non le si puo' dare torto.

"La croce non è un simbolo religioso". Allora toglietelo anche dalle chiese.

Bersani: "Il crocifisso nelle aule è una tradizione inoffensiva". Esattamente come le primarie.

Il cardinal Bertone: "Dobbiamo cercare con tutte le forze di conservare i simboli della nostra fede". È tutto ciò che ci rimane.

La replica di Gesù: "Non mi dimetto"

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 07.11.09 19:06| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

poteri forti ci vogliono vaccinati


La cosa comincia davvero a farsi seria: il Council on Foreign Relations è di nuovo sceso in guerra, come nel 1939. Stavolta, contro coloro che mettono in guardia dai vaccini. Difatti manca il consenso popolare alla vaccinazione di massa: 60 americani su cento rifiutano il vaccino, sostenendo che non è stato testato ed è pericoloso. Che cosa c’è dentro quei vaccini? Quale ingrediente il CFR è così interessato a inocularci? Perchè i sintomi dell'influenza ucraina assomigliano tanto a quelli della spagnola? Forse la IBM ne è a conoscenza

Mamme italiane, siete debitamente angosciate per il vostro bambino a rischio d’influenza «letale»? State già affollando le guardie mediche? State già invocando ad alta voce il vaccino anti-influenzale, che – come vi dicono i media – non è in quantità sufficiente per tutti?

E’ esattamente la reazione che hanno pianificato per voi i poteri forti.

«La cosa migliore sarebbe di mettere in giro la voce di una scarsità (del vaccino), perchè la gente tende comprare di più (di qualunque cosa ci sia penuria)... La gente farà la fila per farsi fare l’iniezione antinfluenzale».

Questa frase è stata pronunciata nel corso di un simposio del Council on Foreign Relations, tenutosi a New York il 16 ottobre, i cui membri hanno discusso come indurre il pubblico a farsi somministrare il vaccini anti-H1N1, nonostante la resistenza che sta montando fra il pubblico e i medici.

Il Council on Foreign Relations (CFR) è la «cupola» dei poteri forti: fondato dalla famiglia Rockefeller nel 1917 come fondazione con lo scopo di suggerire ai governi americani la politica estera in senso mondialista e filo-capitalista, ha avuto una parte decisiva nel far entrare Roosevelt in guerra contro la Germania.

continua....

http://pinkveritas.splinder.com/post/21653520


Il gran visir dei mafiosi, il meneghino nano è sparito.

Dopo dei tre giorni di festa con suo amico Putin
orgie, coca, puttane (non escorts puttane di stato) che in trasferta con sue 40 guardie dal corpo ,non in vano suo partito è il partito della libertà.

Libertà di fare lo che cazzo vuole.

E adesso dove è? sicuramente facendosi una manutenzione straordinaria lui vuole vivere fino a 120 anni ma le manutenzioni saranno più frequenti e suo popolo lo applaude lo vivacchia!

Viva il nano! viva suoi capelli finti! per che suoi lifting rimangano piu a lungo ! vogliamo nostro leader plastificato bello !!! Lottando contro il malvivente comunista!

In tanto nella berluscolandia i bambini continuano a morire di influenza A, perche i vaccini non arrivano, perche non c'è un ministro della sanita perche tutto è improvvisato poi suo
sistema di desinformazione sistemara tutto e farà diventare verità la cosa piu assurda.

In tanto suo popolo lo applaudirà nuovamente.

Buon giramento terrestre e buon giorno a la gente di buona volontà dal blog, ancora ci sono per fortuna.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 08:42| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
va bene il terremoto,e le altre cose,tutte sacrosante,e che bisogna informare su tutto,per questo hai la mia più profonda stima........

ma la facciamo qualcosa di concreto??????????????

qui si stanno tutti a organizzà!!!!(pure il PD che è il colmo!!!)

una breve listina x aiutarti+qualche domandina...(riassumo "un pò" di idee del blog degli ultimi tempi,giusto x non esagerare con la lunghezza del commento,molte cose le hai dette pure tu,ma bisogna passare ai fatti,se no si fa come il nano maledetto che fa solo spot...):

-CIVIC COMPANY(magari partendo dal coinvolgere oltre che noi comuni mortali anche aziende ed esperti,se no cosa li intervisti a fare CASACLIMA,ENERPOINT,RIFKIN,STIGLITZ,LESTER BROWN e compagnia bella??)

-STUDIO LEGALE

-V-DAY3

-MLN

-PARTECIPIAMO O NO IN MASSA AL NO-BERLUSCONI-DAY IL 5 DICEMBRE 2009 ?????????????????????

-LE FIRME DEL 1° V-DAY,SE NE SA PIU' NULLA???????UNA MANIFESTAZIONE PER RECLAMARE QUEL NOSTRO DIRITTO???????????

-MANIFESTAZIONE CONTRO IL NUCLEARE??????????????

-COME DOBBIAMO ORGANIZZARCI PER IL MLN IN VISTA DELLE REGIONALI????DOVE NON C'E' SI VOTA IDV?????E PERCHE' NON INSERIRE CANDIDATI INDIPENDENTI IN IDV COME GIA' FATTO X LE EUROPEE(De Magistris e Sonia Alfano)????????

-PERCHE' NON VAI IN TV A FARE UN PO' DI PUBBLICITA' AL MLN,AL BLOG,E ALLE NOSTRE IDEE????MAGARI SE NON VUOI ANDARCI PERSONALMENTE PUOI INVIARE UN VIDEO REGISTRATO ABBASTANZA LUNGO CHE SPIEGHI TUTTO CON CALMA(un pò come in V-per vendetta...)

-PERCHE' SUL BLOG E' ANCORA PERMESSO FAR CIRCOLARE PERSONAGGI CHE SONO PALESEMENTE TROLL e INFILTRATI???????????CAPISCO LA LIBERTA',MA ALCUNI SONO DAVVERO PALESI!!!ALMENO I CASI ESTREMI ANDREBBERO AVVERTITI CON UN "RICHIAMO"!!!

-PERCHE' NEI PERIODI "MORTI"DELLA POLITICA(nel senso: quando non sparano cazzate eclatanti o ci sono leggi per cui c'è un casino bestiale a cui bisogna far fronte subito)NON CI PROPONIAMO NOI????poi ci accusano solo di criticare senza proporre...

chi condivide..beh..sa che fare

Mak 89 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.11.09 20:10| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Da Il Fatto Quotidiano di oggi

Soluzione finale
di Marco Travaglio (Editoriale)

In questi quindici anni la parola “dialogo”, peggio se associata alla parole “riforme” e “giustizia”, ha mietuto più vittime dell’influenza suina.

Di chiunque abbia abboccato al dialogo con Berlusconi, non è rimasta traccia vitale.
Infatti Pier Luigi Bersani, pur essendo un D’Alema travestito e rivestito, continua a ripetere che “dialogo” è un termine malato, jettatorio, e lui non lo vuole nemmeno pronunciare.
Preferisce vivere.

E’ già qualcosa, ma non basta.
Perché il guaio non è la parola: è la sostanza. Per sapere che cosa intenda Berlusconi per dialogo, basta leggere i suoi house organ.

L’altroieri Il Foglio spiegava che “il Cav. prepara il Gran Consiglio di maggioranza sulla giustizia” e ha pronto “un documento politico per chiudere con l’assedio di Milano e una legge esplicitamente ad personam”, determinato com’è a “porre la propria messa in sicurezza dal Tribunale di Milano come primo punto nell’agenda del Pdl e della maggioranza”, anche a costo di “rischiare la crisi di governo e ad azzardare nei rapporti con Fini e la presidenza della Repubblica”. Siamo alla soluzione finale.

L’impunito, come scrive Francesco Verderami sul Corriere della Sera, l’ha già annunciato ai suoi: “Stavolta avverrà tutto alla luce del sole, spiegherò personalmente al Parlamento e al paese”.

Che cosa spiegherà?
Che il punto primo e unico del suo programma di governo è una legge che cancelli i suoi processi o, meglio ancora, i suoi reati.

Ci sono addirittura trenta bozze di legge pronte al varo, che passano per la prescrizione dei processi o dei reati, oppure per il trasloco dei dibattimenti da Milano a Roma, dove tradizionalmente riposano in pace per sempre, con l’aggiunta di una maialata che cancellerebbe pure i procedimenti tributari.

Prendere o lasciare.

segue sottocommenti

Silvanetta P. Commentatore certificato 08.11.09 10:06| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

INTERVISTA A LUTTAZZI (Completa stavolta)

Questa notte alle ore 06.00 e 06.04 è stata postata l'intervista a Luttazzi: intervista molto bella in cui Luttazzi come sempre bastona giustamente governo, opposizione e anche Grillo...

Chi ha postato l'intervista però ha "sbadatamente" omesso i passaggi in cui si parla di Beppe e di chi gestisce il suo bloggo.

Per correttezza di informazione incollo alcuni passaggi e il link all'intervista completa (che fra l'altro avevo già postato giorni fa).


"Berlusconi è finito: do questa bella notizia ai lettori. Ora bisogna occuparsi di chi Berlusconi ce l’ha messo. Ovvero gli italiani. Berlusconi è l’ennesima espressione dell’eterno fascismo italico, che come un fiume carsico viene ciclicamente in superficie e provoca danni."

"E’ molto più grave che Tremonti e Berlusconi, da un punto di vista economico, non abbiano fatto nulla per uscire dalla crisi economica. Assolutamente nulla, anche se il Tg1 di Minzolini non lo dice”.

"Stavano tirando la volata a Veltroni e mi chiesero cosa pensassi del Pd. Io risposi che il Pd era un’inevitabile stronzata. Tagliarono domanda e risposta."

"Inoltre, in Italia, la voce libera da appartenenze non ha accesso. Esistono clan di sinistra, clan di destra, chiesa, massonerie. Ciascuno difende interessi particolari."

"Inoltre il web favorisce il populismo, come dimostra il caso Grillo. Fra l’altro, la sua “democrazia dal basso” non è che marketing partitico in cui sono esperti quelli della Casaleggio Associati, la società che ne segue le mosse. Il modello è la guerrilla advertising del Bivings Group".

"Grillo ha creato un partito. Da quel momento, ogni suo punto di vista è pregiudiziale. Fine della satira. Adesso i suoi sono comizi. A pagamento. La satira è politica, ma l’attività partitica è un’altra cosa."

Intervista completa:
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=241&ID_articolo=200&ID_sezione=519&sezione=

H:a:r:a:n__B:a:n:j:o__74 08.11.09 11:54| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno per caso ci punta una pistola alle tempie per acquistare libri e dvd? Non siamo noi un “PUBBLICO” che ha AUTONOMIA DI DISCERNIMENTO?

Sabrina
................................

Guarda che nemmeno berlusconi punta la pistola alla tempia degli elettori per farsi votare!
...ma sono 15 anni che li frega...e loro sono pure contenti:
Non hanno questi elettori (milioni) capacita' di discernimento?
Il problema e' cercare di capire il "percorso" che uno intende fare e quindi le finalita' e lo "scopo" che uno si prefigge!
In questo senso tutte le posizioni sono opinabili:
E' la fiducia che attribuisci al tuo interlocutore che ti "convince" della bonta' del suo operato!
...gli scettici ci vedono un'operazione di marketing...li vogliamo fucilare?

Se ti dicessi che penso, che si stanno spostando in rete (fb) interessi pubblicitari (milionari) e molti si stanno attivando e prodigando per formarsi un seguito mi potresti dare del pazzo...
ma potrei anche non esserlo e averci "azzeccato"
...come dice una della banda dei 4!

Intanto grillo continua a "fucilare" la sinistra:
ma per scacciare berlusconi ti ci DOVRAI ALLEARE!
Intanto grillo non chiarisce la sua posizione con di pietro!
Intanto i grillini vogliono grillo in TV:
Santoro e' li'!...prima non c'era...adesso C'E'!!
Intanto grillo non parla piu' di manifestazioni!
Intanto grillo non ha MAI risposto a nessun problema posto sul SUO blog!
Grillo pretende risposte da altri...e lui?

...e se poi a qualcuno viene un "sospetto" e' pure in malafede?

Anthony, C. 08.11.09 13:36| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono stufata di dire ‘poveretti’ agli aquilani
Il terremoto non è stato prevenuto in nessun modo. Si potevano evitare morti e feriti se solo ci fosse stato un governo decente, ma loro lo hanno ringraziato col voto
Hanno sofferto moltissimo nelle tende. La ricostruzione è stata più lenta che negli altri terremoti. Eppure hanno creduto alle favole di B e dei suoi record fasulli
Il centro dell’Aquila non ha visto nessun intervento. Sono rimasti a soffrire nelle tende quando nessuno faceva niente per le loro case con piccoli danni. Eppure credono a quello che dice la tv. Se la tv dice che la ricostruzione è un record, loro ci credono. Credono più alla tv che ai loro occhi.
Sono stati esposti alle curiosità dei capi del G8 come bestie allo zoo per la gloria di B, che li ha usati e li usa come spot per guadagnare consenso.
I tg di Rai e Mediaset hanno evitato con cura di riprendere il loro scontento e le loro manifestazioni di protesta e si sono sperticati in elogi a B.
Ma loro come hanno votato?
B vince all’Aquila addirittura col 52,37%
Il Pd ha preso solo il 22,12%
L’IdV il 10,10%
Se sono tanto idioti da rivotarlo, si meritano una prevenzione nulla e una scarsa e lenta ricostruzione. Chi vota il peggio, si merita il peggio.

In Abruzzo ci sono 1.162.845 elettori
Ha votato il 61,99 %
Schede bianche 37.792 - 5,24 %
Schede nulle 32.714 - 4,53 %

Il Pdl ha preso il 44 %
Il Pd 22
l’IdV 13

Hanno voluto B e lo rivogliono. E noi ci dobbiamo anche preoccupare per loro?
Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 08:15| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate l'OT:

EDEMENTE, vai a prenderla nel culo!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 07.11.09 19:11| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povero Cristo in mano a Berlusconi
di Paolo Farinella, prete

I giornali del giorno 5 novembre 2009, riportano la foto di Berlusconi che tiene in mano un Crocifisso, abbastanza grande. Le cronache dicono che glielo abbia dato il prete di Fossa, nell’ambito della consegna delle case. Se c’è una immagine blasfema è appunto questa: colui che ha varato una legge incivile contro i «cristi immigrati», che parla di «difesa dei valori cristiani». Un prete che consegna il crocifisso a Berlusconi è uno spergiuro come e peggio di lui. Povero Cristo! Difeso da una massa di ladroni che non solo lo beffeggiano, ma lo crocifiggono di nuovo con la benedizione del Vaticano, che per bocca del suo esimio segretario di Stato, ringrazia il governo per il ricorso che presenterà alla Corte di appello di Strasburgo.

Possiamo dire che c’è una nuova «Compagnia di Gesù» fatta di corrotti, di corruttori, di ladri, di evasori, di mafiosi, di alti prelati còrrei di blasfemìa e di indecenza, di atei opportunisti, di cultori di valori e radic(ch)i(o) cristiani … chi prepara la croce, chi le fune, chi i chiodi, chi le spine, chi l’aceto … e i sommi sacerdoti a fare spettacolo ad applaudire. Intanto sul «povero Cristo» di nome Stefano Cucchi, morto per mancanza di «nutrizione e idratazione», da nessuno è venuta una parola di condanna verso i colpevoli di omicidio, nemmeno dai monsignori che hanno gridato «assassino» al papà di Eluana Englaro.
Povero Cristo, difeso dai preti come suppellettile e raccoglitore di polvere nei luoghi pubblici e da tutti dimenticato come Uomo-Dio che accoglie tutti e dichiara che sono beati i poveri, i miti, coloro che piangono, i costruttori di pace, i perseguitati, gli affamati! Povero Cristo, difeso dagli adoratori del dio Po e di Odino che ne fanno un segno di civiltà, mentre lasciano morire di fame e di freddo poveri sventurati in cerca di uno scampolo di vita.
.........continua nel sottocommento

Estrellita *. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.11.09 21:58| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tante tragedie si sarebbero potute evitare...... ma sempre dopo!
Prima vengono gli interessi, poi il lavoro, poi l'ordine pubblico, poi la chiesa, poi i sindaci, poi la maiala di quello che se lo porterà via!

Ma sempre dopo!

Goffredo di Buglione Commentatore certificato 07.11.09 18:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

ed..ed..eeeedddddd.... dal buco del cul..
vaffancul!
vaffancul!
vaffancul!

ed vaffancul 08.11.09 04:34| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francamente non capisco, per quanto mi sforzi, quelli che abbandonano questo blog dicendo che è diventato così o colì.
Su questo blog ci sto per rilasciare qualche mia opinione e se non viene condivisa non me ne faccio un cruccio, capita di dire qualche fesseria.
Mi piace leggere quelle degli altri, scartando quelle che non condivido ed assimilando le altre, pensando di aumentare il mio bagaglio culturale.
Non sto qui per avere un mio seguito, che se mi manca me ne vado.
In ogni blog c’è il bello ed il brutto e ciò non deve condizionare chicchessia.
E se ritengo che il mio contributo possa migliorarlo, sempre cha mi interessi migliorarlo, a maggior ragione devo restare.
Ma se lo faccio per puro protagonismo allora si che è meglio che me ne vada.


Aldo F., napoli
=============================================
T'aiuto volentieri a capire, Aldo.
Vedi, con questo tuo post molto moderato ti sei conquistato anche tu un "seguito", volente o nolente.
C'è chi approva quello che scrivi, è in linea con i principi di base di questo spazio, quindi benissimo.
E il tuo commento infatti non è sparito.
E quando riscriverai, qualcuno per stima e condivisione ti voterà.
Tutto normale.

Poi capita che invece qualcuno ti entri in sottocomento e ti provochi.
Tu rispondi per le rime, e vieni bannato.
Fa niente.
Una volta. Due volte, tre volte, quattro volte.
Il tuo seguito o non ti caga, perchè farsi i cazzi propri conviene sempre, o comincia a chiedersi perchè i tuoi commenti spariscono e altri ben peggiori rimangono.
Il fenomeno si ripete più volte, e allora a quel punto non è che il gestore ti ha estromesso, sei tu che mandi affanculo il blog.
Ergo:
chi fa commenti perfettamente allineati con gli interessi del gestore e "non vede" i fenomeni strani che avvengono qui, ha vita facile e non capisce un emerito cazzo delle polemiche che si sono create.
Ci sono mille tipi di manganelli per soffocare il dissenso.
E alcuni sono a forma di mouse.

Tutto ok?
Bene.

Exidor . Commentatore certificato 08.11.09 11:49| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

il nord è infestato dalla LEGA
il sud da camorra, ndrangheta, cosa nostra e sacra corona unita, roma dintorni devastati dal PDL...
cazzo ci resta? pianosa e ventotene?

davide lak (davlak) Commentatore certificato 07.11.09 23:28| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Le forze del male e il cavaliere
Rosario Amico Roxas

porta una jella maledetta; le coincidenze sono troppe
quando emersero le escort, le feste a luci rosse, le foto compromettenti, i matrimoni per farsa.. e la stessa moglie lo identificò come un maniaco assatanato (maiale) che va con le minorenni, che candida il ciarpame politico elevando le più attive al rango di ministro, quando il suo maggior alleato Fini si ribellò alle candidature pornografiche alle europee, utilizzate per piazzare in ruoli parlamentari il suo harem, illudendosi di avere conquistato con il suo 73enne fascino ricucito, stiracchiato chirurgicamente, e delegarne i compensi pattuiti per le prestazioni da “fruitore ultimo”, ai contribuenti italiani, ecco che la natura sconvolse l’Abruzzo con un terremoto
Come uno sciacallo, il cavaliere si precipito sui morti, sulle distruzioni, sullo sfacelo per esibirsi come il salvatore, svendendo anche il più doveroso degli atti come un eccezionale intervento di un grande statista.
…e ora è in balia di una tempesta che rischia di affogarlo.
Ma anche stavolta la natura gli viene incontro col nubifragio a Messina.. e lo sciacallo che alberga in lui si risveglia e si precipita sui morti, chiedendo loro visibilità, credibilità, consensi .. sembra proprio che le forze del male siano all’erta per correre in soccorso del loro beniamino, altro che jella, altro che scaramanzia!
Cos’altro accadrà quando la Consulta consegnerà all’incostituzionalità il Lodo Alfano? Cos’altro dovrà succedere in questa martoriata italietta gestita da un governicchio di ominicchi, nani, ballerine, truffatori, mafiosi, inquisiti, ora che dovrà pagare anche 750 milioni alla CIR?
Se i due fatti dovessero sommare la loro potenzialità distruttiva, c’è da attendersi un cataclisma per poter distrarre l’attenzione degli italiani.


masada 1027. Distrazioni
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 06:13| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

IL RITORNO DEL FIGLIOL PRODIGO

Marrazzo verso il ritorno in RAI.
Ha diritto ad un posto da conduttore e ad una trasmissione tutta per lui:
"Mi manda Natalie"!


il link:

http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_08/marrazzo-verso-ritorno-rai_213505aa-cc20-11de-b450-00144f02aabc.shtml

nonno arzillo Commentatore certificato 08.11.09 11:35| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUELLO CHE C’È DI INCREDIBILE

“La scienza è conoscenza organizzata.”
Herbert Spencer

Diceva Confucio: “Imparare senza pensare è fatica perduta; pensare senza imparare è pericoloso.”
Di nuovo ieri ha cercato di entrare in discussione con me un blogger che si ostina a imparare senza pensare e quindi, stando a Confucio, per lui è fatica sprecata, ma il “bello” è (il “dulcis in fundo”) che pretende di pensare senza aver imparato e perciò diventa… pericoloso.
Viviamo in una fogna – scriveva Wilde – ma alcuni di noi guardano le stelle.
L’innominabile blogger in riferimento al sogno dell’umanità (e per chi non l’avesse capito sto riferendomi all’umanesimo-comunismo) nel mio commento precedente che ha dato stura al suo sottocommento, nemmeno per sogno ha capito l’aforisma di Wilde. Eppure – da fan-qualcosa-che-crede-di-essere – sentenzia:

“Il comunismo come metodo di produzione allo stato attuale delle cose è irrealizzabile, anzi è difficile anche solo parlarne. Forse tra qualche anno”.

Si possono scrivere stupidate più grosse di così? E nel mio commento il cui titolo era: “DELLA SUPERFICIALITÀ E DELLA VIOLENZA”. C’è una parola che ingloba tutto il suo totale smarrimento e presunzione: ignoranza. E siamo di nuovo all’utopia. Ma come si fa ad essere così superficiali… pericolosi per sé e per gli altri? Allora, seppur a fasi alterne, continuiamo a “vivere” così, ma che almeno si abbia la decenza di stare zitti, in silenzio!

La scienza è conoscenza organizzata, scriveva H. Spencer. Parafrasandolo, il comunismo è scienza organizzata, non è utopia, solo che c’è un “piccolo” (eufemismo) problema: bisogna conoscerlo! E tutti quei… “comunisti” che circolano in questo luogo si sono mai posti il problema di conoscerlo? Di organizzarsi per avere un progetto comune? … appunto! No, si crogiolano beati nella loro anarchia e allora sono costretti a soccombere! Osservo che la “kultura” borghese ha lavorato bene nel profondo!

DOMENICO COLITTA 07.11.09 20:58| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

trovo , guardo , vedo....apro...risatissime blog

gratis , costa niente , rido , rido , sorrido ,
vita amara.

Bambini , teneri , MONELLI fanno dispetti con video dell'uomo piu' SCEMO! , SCEMO! B.A.U.C.C.O
....gioco , UNA monta LUNA ....pam pam ! COLPITO ! ,tana ...TANA.....

KKKKK , kachio divertente , la fine del mondo , autodistruzione , guerra blog , GURU supereroe....contro IL TOPO che vive nelle fogne di NEW YORK ...ED**** fiancheggiatori......caffè all'aperto ....offerti , amici , nulla ....

Giro giro tondo vince C4 ......canta il mondo , canta la terra.....

Sara coltiva francobolli .....donne belle virtual sexi.....

Ma adulti , adulti.....SEGUIRE BIMBI, LA RUSSA incombe.......TELEFONO azzurro pronto

centri sociali vigili ....ma antenne PARLANTI !!!!

il Grillo MUTO , forse in pinocchio parla.

Gioco , lizzo , lazzo , no.....ARTE , MUSICA .....museo d'avanguardia ...

FUTURISMO o metereorismo ?????


D'avanguardia pero',piu' borghese che operaia....

piccolo...borghese

Giardinetti senza cani , solo bimbi.....ragazzi .....le ragazzine hanno già il fidanzatino ; i ciondoloni ancora giocano...

VAFFANCULO , chi ha fregato il pallone? sempre lui .....poi lo vende a la banda ....

tel.fonare centri sociali , meglio della
CARITAS....

buondi' blogger , sti xazzi....

uno , nessuno , un milione di stronzi....

rivoluzione..oggi caffè non macchiato.

PUM ! ...sparito.....


tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 10:58| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'inchiesta per i crolli nella sede di Ingegneria, a Monteluco di Roio

7 novembre 2009

L'AQUILA - Si sono presentati in due e soltanto uno ha accettato di rispondere alle domande del sostituto procuratore della repubblica Fabio Picuti.

Sono cominciati ieri mattina gli interrogatori per i crolli alla facoltà di Ingegneria a Monteluco di Roio. Unico a confrontarsi è Mauro Irti, 43 anni, famiglia di imprenditori di spicco, assistito dall'avvocato Massimo Carosi.

L'accusa nei confronti di Irti è di disastro colposo, per aver consentito in qualità di direttore del cantiere la realizzazione di un muro inidoneo al quale sono poi state applicate le coperture.

Attraverso un'ampissima produzione documentale e nel corso di un interrogatorio durato poco meno di tre ore, Irti ha puntato soprattutto a dimostrare di non avere nei fatti avuto contatto diretto con il cantiere della facoltà di Ingegneria, all'epoca affidato ad un'associazione temporanea di imprese.

In particolare, ed è questo lo snodo fondamentale, di non aver ricoperto mai il ruolo di direttore di cantiere, anche per non essere in possesso dei requisiti specificamente richiesti dal contratto d'appalto.

Il difensore di Mauro Irti ha ricostruito documentalmente tutti i passaggi che hanno portato all'alternarsi di vari personaggi in quel ruolo:
«Noi - ha detto l'avvocato Massimo Carosi - crediamo di aver chiarito in maniera definitiva e concreta la posizione di Irti tant'è vero che abbiamo richiesto l'archiviazione e addirittura siamo stati in grado di fornire documentazione che a nostro avviso esclude completamente il signor Mauro Irti da qualunque responsabilità.

Successivamente e' stato interrogato Carmine Benedetto, direttore tecnico di cantiere, che si è avvalso della facolta' di non rispondere.
Prima di Irti erano stati convocati negli uffici della polizia giudiziaria altri tre indagati: Gian Ludovico Rolli, Giulio Fioravanti, Massimo Calda e Alessandro Fracassi che però non si sono presentati.

Silvanetta P. Commentatore certificato 07.11.09 22:40| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori