Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lasciate ogni speranza o voi che entrate...


Rosa_Martorana.jpg
Il film: "Fuga di Mezzanotte" sulle terribili carceri turche oggi sarebbe ambientato in Italia. Ogni giorno c'è un nuovo caso. Muoiono sempre poveri diavoli colpevoli di reati minori. E' il turno di Giuseppe Saladino di Parma. Stefano Cucchi rappresenta solo la punta dell'iceberg
.
"Giuseppe Saladino era ai domiciliari per avere razziato monetine dai parchimetri. Sorpreso fuori casa, era tornato nel carcere di Parma venerdì alle 17. Nella notte il decesso. La madre: "Mio figlio era sano, voglio sapere cosa è successo" ... Omicidio colposo contro ignoti. E’ con questa accusa che la Procura di Parma sta indagando sulla morte in carcere di Giuseppe Saladino, 32 anni, che ha perso la vita dietro le sbarre la notte del 6 novembre, poche ore dopo l’arresto. Il giovane era stato condannato a un anno e due mesi per aver razziato monetine lo scorso maggio nei parchimetri di via Pertini e stava scontando la pena agli arresti domiciliari. Venerdì pomeriggio le forze dell’ordine l’hanno ricondotto all’istituto penitenziario dopo averlo sorpreso fuori dal suo appartamento di via Einstein. Erano le 17. Alle 8 della mattina seguente la madre, Rosa Martorano, ha ricevuto una telefonata del direttore del carcere che le comunicava la morte del figlio." Ace Gentile

11 Nov 2009, 15:41 | Scrivi | Commenti (31) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Non era un ladro di polli, era un delinquente. E non è morto il 6 novembre ma il 6 di ottobre.
Mi stupisce vedere che anche questo blog abbia aderito alla "moda" del momento di denunciare morti sospette in carcere.
Non c'è un collegamento con il caso di Cucchi,Saladino è uscito il primo giorno di arresti domiciliari per farsi una dose, lui se l'è fatta non gli è stata iniettata da nessuno.
Scavate nel suo passato prima di dire semplicemente "non era uno stinco di santo".
Sono addolorata per la madre, ma l'unico responsabile di questo decesso è Saladino stesso che con la sua tossicodipendenza cronica e recidiva si era già condannato da solo, da tempo.
Basta con questo circo mediatico!!

Chiara P. 12.11.09 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

hanno ucciso anni fa un uomo in carcere. I familiari dopo l'autopsia hanno saputo che era stato malmenato ma sino a oggila magistratura non ha fatto nulla. Hanno cercato un legale per poter denunciare il caso al tribunale europeo ma gli hanno chiesto un casino di soldi. Se c'è un avvocato che può aiutare ad aver giustizia a qusta famiglia può scrivere alla mia email - cipeus20012007@yahoo.it grazie. balì antonio

antonio balì 12.11.09 13:58| 
 |
Rispondi al commento

30 morti solo nel 2008
dolore e tristezza

http://notizie.virgilio.it/cronaca/caso_cucchi_tutte_morti_misteriose_nelle_carceri_italiane.html,page=2.html

francesco ciavaglioli 12.11.09 13:16| 
 |
Rispondi al commento

E' un incubo, questo "vivere" in Italia.
Sono vicina anche alla famiglia di Giuseppe. Non se ne può più di queste storie.
Forse uno dei punti da chiarire, per fare davvero qualcosa, è che i pestaggi non sono eccezioni.
Sono abitudini, e direttive.
Un abbraccio alla famiglia, per quel che serve.

Hissa H. 12.11.09 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma fatemi capire, come fate a dire che è stato ucciso??? Vi rendete conto delle fesserie che dite? Possibile che ora stanno uccidendo tutti i detenuti in Italia? Fino a prova contraria, la carceri italiane sono fin troppo confortevoli, tant'è che i delinquenti entrano ed escono con totale disinvoltura e senza paura! Andate a vedere i sistemi giudiziari e penitenziari di altri paesi europei, Germania, Francia e vedrete quali sono i sistemi duri e repressivi senza andare in Turchia...Ma fatela finita con le ipocrisie...

max 75 12.11.09 01:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN Italia,rubi le monetine?Pena di morte!Ti fai una canna?Pena di morte!Fai schiamazzi di notte a Ferrara?Pena di morte!La globalizzazione è qui,stipendi come in cina,punizioni come in Cina!!E poi la polizia dice che ha bisogno di risorse economiche per poter difendere i cittadini????? Ma da chi?!Da polizziotti col manganello,o da guardie carcerarie sadiche?!SEcondo me Avete bisogno di una cosa che non si paga,più cuore e più cervello

stefano bonifazzi 12.11.09 00:15| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=174879172702&ref=ts

Questo è il collegamento ad un gruppo di persone che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo che verrà.
Perché verrà.

Marco Pappalardo (innesco), Amalfi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 23:21| 
 |
Rispondi al commento


cOMPLIMENTI !

Ace Gentile ^^

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 23:18| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/home.php?#/group.php?gid=174879172702&ref=ts

Questo è il link ad un gruppo di persone che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo che verrà.
Perchè verrà.

Marco Pappalardo (innesco), Amalfi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 23:16| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma che vi frega e perchè vi preoccupate? per caso passate la vita a saccheggiare le monetine dai parchimetri?

Gianugo Lamazza (berlusconianodoc) Commentatore certificato 11.11.09 21:23| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ma è polizia penitenziaria o sono Rottweiler i cani assassini?

I Rottweiler sono bestie modificati dall'uomo ad essere assassini..... chi ha ucciso quei poveri ragazzi da chi sono stati modificati?

mario l 11.11.09 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Ormai siamo diventati uno stato di polizia, abbiamo, in Europa, il numero più alto di "poliziotti" (P.S.,CC, P.P., G.F., P.F., P.P., P. M., ecc., ecc.) per abitante e continuiamo a sentici dire "la polizia è sotto organico", "lavorano con stipendi da fame", "rischiano la vita tutti i giorni", ecc. Gli stipendi da fame li hanno altri lavoratori: operari, muratori, precari. La vita la rischiano tutti i giorni gli edili, i metalmeccanici, gli agricoltori, ecc. Basta con questa santificazione degli uomini in divisa. Termino con una ulteriore riflessione: "In un paese civile è normale che un ragazzo che viene trovato in possesso di 20 gr di hashish debba finire in galera ed il magistrato che lo deve giudicare non gli dia gli arresti domicialiari come spesso fanno per strupratori, automobilisti ubriachi che uccidono, ecc. pertanto, secondo me, anche il magistrato ha una "responsabilità" in questa morte assurda".

Marco P. 11.11.09 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra doveroso a questo punto una proposta di legge di iniziativa popolare per introdurre maggiori garanzie per i cittadini al momento dell'arresto e sopratutto una ferrea responsabilità civile da parte delle forze di polizia che comporti nei casi accertati di abusi e lesioni la radiazione dai vari corpi di appartenenza e ulteriori aggravanti di pena oltre a quelle già contemplate dalle leggi vigenti. Di Pietro non credo che appoggerà una simile iniziativa, forse quel che resta della sinistra radicale insieme alla componente Marino del PD e radicali poterbbero essere gli interlocutori privilegiati per MLN in tal senso.
Grillo che ne pensi? Esiste ancora qualche giurista democratico che possa dare forma e sostanza a questa proposta?

Ulderico G 11.11.09 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Cari miei,
c'è un problema irrisolvibile: anche se un giorno Beppe dovesse diventare Presidente della Repubblica, Travaglio Ministro della Giustizia e Di Pietro Presidente del Consiglio, quelle bestie sarebbero ancora lì, nascoste tra le forze dell'ordine, a fare il loro sporco lavoro.
Quello che angoscia è che anche se cambiasse tutto e l'Italia diventasse il paese più vivibile del mondo, quei picchiatori sarebbero ancora lì, pronti ad uscire nuovamente allo scoperto a fare da spalla al prossimo dittatore.
Epurare! Epurare!

Nino Branzi 11.11.09 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa non riesco tuttavia a capire.

Queste vicende accadono solo a persone che hanno avuto problemi con droghe? O Beppe informa solo su questi casi specifici?

Comfortably Numb Commentatore certificato 11.11.09 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma io veramente non mi capacito che si possa andare in galera per aver scassinato qualche parchimetro.

Ma come funziona seriamente???

Cioè i peggio delinquenti a piede libero in eterno e questo in CARCERE per qualche spicciolo (immagino).

Comfortably Numb Commentatore certificato 11.11.09 18:16| 
 |
Rispondi al commento

Cominciamo dall'inizio. Come mai la gente con i quattrini in carcere non ci finisce mai? I giudici perchè hanno due pesi o forse tre o quattro e diverse misure? L'istituzione carcere deve essere riformato e bisogna investire in questo.Progetti alternativi ci sono.

andrea d. Commentatore certificato 11.11.09 18:06| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPE,
LA POLIZIA ASSISINA DELL'ANTISTATO E POI FANNO LE PROVE IN TV CHE NON SONO DROGATI, MA CHE VADA A FAN.... , LO SI VEDE UN MIGLIO ADLLE SCELTE CHE FANNO COME SONO FATTI!?!?!?
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 11.11.09 17:41| 
 |
Rispondi al commento

La polizia assassina dello stato fascista colpisce ancora.

Max N (max/9), Brescia Commentatore certificato 11.11.09 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho scritto un racconto tempo fa, dedicato ed ispirato alla vicenda di Aldo Bianzino.
Chiunque voglia leggerlo clicchi sul link diretto al blog:
http://blogs.myspace.com/index.cfm?fuseaction=blog.view&friendId=244474533&blogId=515395868

jacopo marocco, spoleto (pg) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.11.09 17:33| 
 |
Rispondi al commento

CUCCHI:
Ha rifiutato le cure perché voleva vedere il suo legale. Amnesty vuole aprire un'inchiesta.

..."Emerge come una moltitudine di operatori della polizia giudiziaria, del personale amministrativo e delle strutture sanitarie, abbiano assistito – inerti quando non complici – al declino fisico di Stefano Cucchi e fino alla morte. Ed emergono, con cruda evidenza, le contraddizioni, ma anche le vere e proprie manipolazioni ai danni di Stefano Cucchi e dell’accertamento della verità"...

..."Sono due le ipotesi di reato, nel fascicolo aperto dai Pm Vincenzo Barba e Maria Francesca Loy, sulla morte di Stefano Cucchi.
E si lavora quindi su due, diversi, fronti: omicidio preterintenzionale (che è quello più grave), volto a verificare se Stefano sia stato picchiato; e omicidio colposo, nei confronti dei medici del Pertini che hanno avuto in cura il giovane, per presunte negligenze nelle cure sanitarie."

http://lombardia.indymedia.org/node/23033

l'ARGENTINA É SEMPRE PIÚ VICINA....

Pippilotta Långstrump, Stoccolma Commentatore certificato 11.11.09 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Un abbraccio a quel povero ragazzo di cui ho saputo solo ora.
Comincio a non avere più parole (e questo è un male...) per descrivere il dolore, la costernazione e lo sdegno per queste tragedie, causate da vigliacchi criminali che, come sempre,al riparo di una divisa, sfogano le loro psicopatologie sui poveri cristi, nostri figli (perchè ricordiamoci: può capitare a noi tutti... nessuno, a meno che non sia un mafioso, piduista, corruttore potente di turno, è esente dal pericolo!)disonorando la stessa divisa che indossano e facendoci temere di essere già sprofondati in una dittatura di stampo cileno. Ma i colleghi onesti di questi criminali, se ci sono e voglio sperarlo, come possono anch'essi tollerare in silenzio omertoso tutto questo? Non hanno figli? Non pensano che l'ennesimo ragazzo massacrato in una caserma o in un carcere potrebbe essere, un giorno, il "loro" ragazzo? VERGOGNA a voi e vergogna per me che sono nata e vivo in una nazione che non conosce il diritto e la pietà: una nazione di carnefici (vigliacchi, per giunta)

Luciana C. Commentatore certificato 11.11.09 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Credo che sia un nostro diritto sentirsi protetti dalla Stato e soprattutto da chi lo rappresenta, o meglio, da chi "dovrebbe" rappresentarlo. Questi ultimi eventi però lasciano pensare che qualcosa non funziona, e che bisognerebe piuttosto difendersi da esso!

Giuseppe Marzullo 11.11.09 16:31| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori