Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Ordine & Cemento


No_Gronda.jpg
Fare una nuova bretella autostradale, chiamata la "Gronda", in Liguria è come importare ghiaccio in Antartide. A Genova il cemento è ormai a strati sovrapposti, come quelli geologici. Ho partecipato a una manifestazione. Erano più i poliziotti dei cittadini che sfilavano. Ordine e Cemento sono diventate le nuove parole d'ordine. In effetti, cosa c'è di più ordinato del cemento? Dove lo metti sta, e sopra non cresce più niente. E' il ritratto preciso del duopolio Pdl & Pdmenoelle.

19 Nov 2009, 17:33 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

GRONDA. ATTENZIONE ATTENZIONE!!! Hanno già deciso. Hanno già il piano di espropri in un cassetto chiuso a chiave.Stanno solo valutando chi è più vulnerabile per colpire senza troppi "fastidi". Hanno già scatenato gli 007 dell'amministrazione per censire le aree necessarie alla ricollocazione di chi perderà casa, azienda, lavoro..
Stiamo vigili perché non hanno intenzione di recedere.
I liguri sono un popolo particolare..silenziosi, introversi, musoni, fatalisti..ma molto molto caparbi!!! Diamo lo STOP ai dipendenti Burlando, Vincenzi e all'apprendista dipendente Biasotti che ci ha invaso la regione con suo bel faccione (ma quanto starà spendendo per la campagna regionale..?). Non permettiamo altri scempi. BASTA!! Ora per avere l'onore di governarci dovete cambiare linguaggio..altrimenti questa volata ci arrabbiamo davvero!!!! See you soon.

Ale Genova 21.11.09 09:21| 
 |
Rispondi al commento

Innanzitutto, un grazie sentito per la tua partecipazione alla nostra manifestazione dei sabato 14 novembre.
La manifestazione è andata molto bene!
In quanto membro del Coordinamento Comitati NO-GRONDA, ho molto apprezzato la solidarietà dei Comitati dell'Acquasola, di Scarpino... Tutti noi cittadini che scendiamo in piazza lottiamo UNITI per difendere il nostro territorio, che tanto amiamo. A differenza di chi ci governa, crediamo in ciò che sosteniamo e in ciò che facciamo. Finalmente è giunto il momento di dire BASTA a una politica incapace di proporre qualcosa di concreto e soddisfacente per i cittadini.
Il debat public è stato una farsa! Questo è dimostrato dal fatto che l'opzione zero non è minimamente stata presa in considerazione. I nostri "cari" amministratori avevano già deciso a priori il tracciato della Gronda. Dal dibattito pubblico è emersa l'inutilità di tale opera faraonica per risolvere il problema del traffico; tutti i tecnici intervenuti lo hanno ampiamente dimostrato con studi precisi e approfonditi. Ma la Sindaco e il suo entourage continuano a sostenere l'utilità della Gronda e addirittura parlano di riqualificazione della ValPolcevera. In quale modo? Continuando a cementificare e a inquinare? L'utilità è una sola: gli immensi profitti che arriveranno nelle tasche dei nostri politici. Noi non ci arrenderemo mai! Noi lottiamo per un futuro sostenibile e per realizzare ciò, che non è un'utopia, bensì un diritto sacrosanto in una democrazia, non possiamo più fare affidamento su nessun partito tradizionale, che rappresenta un ingranaggio distorto di un meccanismo ormai logoro da tempo. Noi NO-GRONDA non siamo quelli del NO a tutto: chiediamo a gran voce che si rafforzi il trasporto pubblico (ad es. la metropolitana). Non vogliamo un'altra autostrada in mezzo alla nostra città, alle nostre case. Non vogliamo TIR, nè cantieri decennali. Lottiamo per difendere l'ambiente, la salute, la VITA!
"Chi lotta può perdere,chi non lotta ha già perso"

Ludovica Bavastro 20.11.09 13:36| 
 |
Rispondi al commento

ma perchè tutti si sveglianoj e iniziano a rompere i coglioni quando una strada passa davanti a casa propria o ti voglionio fare il rigassificatore o la centrale, perchè la val di susa deve valere più di casa mia dove , molto probabilmente un valsusino è passato almeno una volta in vita sua con l'autostrada o ha acceso una luce o è stato operato in ospedale grazie all'elettricità fornita dalla centrale di caorso che io (non lui ) ho avuto dietro casa????
oppure quando un genovese , quindi anche tu caro Beppe,apre il rubinetto sa che sta togliendo l'acqua dal "mio" Trebbia e tanti altri esempi si potrebbero fare .....
la gente si sveglia solo quando la toccano e gli ambientalisti di "casa propria" mi fanno veramente schifo .Riflettano bene sui loro comportamenti di tutti i giorni per vedere quanto sono "ecocompatibili" ed imparino un valore fondamentale quale la coerenza.Con questo non voglio dire che sono d'accordo con la cementificazione però ,se ai liguri fanno comodo le palanche dei milanesi,(ed in liguria il turista e come un donatore di sangue ) ne dovranno pur sopportare le conseguenze .Non mi sembra che i liguri per primi siano così rispettosi del loro ambiente naturale .

filippo pagliarini 20.11.09 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La cosa più impressionante in Liguria è la dipendenza economica da un settore come l'edilizia. Meno agricoltura, meno ristorazione, meno alberghi e tantissima gente che lavora nel mercato e nell'indotto del cemento. Questa distorsione è evidente e distruttiva. Non so a Genova, ma tanti piccoli comuni stanno in piedi solo urbanizzando sempre nuove porzioni di territorio. Basterebbe lavorare per rendere più mobile il mercato delle case e degli affitti o anche la famosa 'cedolare secca' e di colpo si aprirebbero tante finestre che oggi sono chiuse senza bisogno di cementare oltre. Ma questo è un governo di ex-immobiliaristi: non lo farà mai.

Peter Amico 20.11.09 08:30| 
 |
Rispondi al commento

siamo in mano a dei delinquenti e dobbiamo fare qualche cosa,dobbiamo ribellarci da questi ditatori.
Stanno monopolizzando, per i propri interessi, noi e tutto il sistema che avrebbe dovuto evitare ciò. Siamo al punto di dover riscrevere la costituzione e forse ci accorgeremmo che non è iù necessaria, avremmo bisogno solamente di un servizio d'ordine bene pagato e affidabile e non genete che si fa sparare o è capace di arrestare ladri di caramelle. E' UNO SCHIFO MI VERGOGNO DI ESSERE ITALIANO. Siamo 3 mondo....c'è gente che va a prendere acqua nelle sorgenti, dorme sotto i ponti, ruba da mangiare..............RAGAZZI SIAMO AGLI SGOCCIOLI....LA PACCHIA PRESTO FINIRAì'.Possibile che non ci sia nessuno capace di fare fuori sto branco di MANIGOLDI

luca marcuzzi 20.11.09 08:08| 
 |
Rispondi al commento

in italia l'unica cosa che si sa fare bene è distruggere l'ambiente cementificando ovunque sia possibile.lo dimostra il proliferare di nuovi alloggi,che se va bene resteranno invenduti.......

devis q. Commentatore certificato 20.11.09 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Per una volta, caro Beppe, non sono d'accordo con te. Sta belin di gronda ci vuole, da anni. Le auostrade di Genova sono intasate, da anni, soprattutto in estate. Le macchine - a benzina, elettriche, a idrogeno - esisteranno SEMPRE. Bisogna prenderne atto e agire. Adesso pare che, dopo 40 anni passati a sparare belinate, si possa passare all'azione. Ci sarà qualche scontento, lo so e umanamente lo capisco. Pazienza. Io mi auguro che la gronda si faccia e in fretta.

Stefano Olcesea 20.11.09 00:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grazie Beppe per il sostegno che ci hai dato sabato.E' vero,inizialmente noi manifestanti sembravamo in numero inferiore ai poliziotti,però,non so se hai notato,c'erano mamme e bambini nei passeggini,che come è noto,sono molto temuti dalle forze dell'ordine,in quanto pericolosamente inclini al disordine e alla ribellione.importante sarebbe che passasse il messaggio che noi no-gronda teniamo a sottolineare,che è:si a una mobilità sostenibile,si ad un trasporto pubblico efficiente,a una metropolitana leggera da Voltri a Nervi,al trasporto delle merci su rotaia,come avviene nel resto dell'Europa civilizzata.diciamo invece basta ai viadotti,al cemento, allo smarino carico d'amianto proveniente dai monti bucati dalle gallerie,al disagio che la costruzione di quest'"opera"tanto faraonica quanto inutile,provocherebbe nella maggior parte della popolazione.durante il dibattito pubblico molte persone si sono applicate,con serietà e intenzione,allo studio dei dati forniti da autostrade,sono riusciti a dimostrare la strumentalizzazione degli stessi dati,ma tutto questo non è mai emerso attraverso i media.un autorevole interlocutore di autostrade è stato il POLITECNICO DI MILANO,dove fior di professionisti hanno dimostrato a loro volta,dati alla mano,in maniera incontrovertibile,l'inefficacia di questa nuova autostrada,ma tutto inutile,il debat public,alla francese,come ha voluto l'inneffabile Vincenzi,che avrebbe dovuto fugare dubbi e tentennamenti,non ha fatto che aggiungerne nuovi,con buona pace di chi ha partecipato,credendolo un confronto democratico.non importa,finisco come finisci tu i tuoi post:loro non si arrenderanno mai,(ma gli conviene?)noi nemmeno.

rosa tassara 19.11.09 21:17| 
 |
Rispondi al commento

manifestare contro "questo"cemento si puo',si deve fermare lo scempio.crediamoci,uniti non ci fermerà nessuno...

roberto ., milano Commentatore certificato 19.11.09 19:56| 
 |
Rispondi al commento

attenzione: tra gli indirizzi per inviare le mail riguardo a D'Alema, due indirizzi non sono corretti:
participacion"@elpais.es - bisogna togliere le " virgolette
l'altro: letters.editor@ft.com ha qualcosa che proprio non va ma non so cos'è

maria mombelli 19.11.09 19:55| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE BEPPE BEPPE QUANTO ANCORA DOVRO' CHIAMARTI PERCHE' TU RISPONDA A QUESTO GRIDO DI DISPERAZIONE DEL GRUPPO CONTRO LA PEDEMONTANA VENETA! INTERI TERRITORI DISTRUTTI DA QUESTA INUTILE SUPERSTRADA A PAGAMENTO CHE PERCORRERA' COME UN SERPENTE DA MONTECCHIO MAGGIORE (VICENZA) A SPRESIANO (TREVISO), PASSANDO FRA CASE E CAPANNONI, DEVASTANDO TERRITORI E SALUTE.
IN PARTICOLARE LA VALLE DELL'AGNO SARA' MARTORIATA SENZA FINE STRANGOLATA DAI FUMI, DAI RUMORI E DALLE POLVERI DI CIRCA 40.000 VEICOLI AL GIORNO, LA MAGGIOR PARTE DEI QUALI SARANNO VEICOLI PESANTI. pER CHI VUOLE INFORMARSI UN PO' DI PIU' ECCO IL LINK: http://difesasaluteterritorio.blogspot.com/

SCUSATEMI 1000 VOLTE SE HO SCRITTO GRIDANDO, MA NESSUNO, E DICO NESSUNO, STA RISPONDENDO AI NOSTRI APPELLI.

Leonardo Stella 19.11.09 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma com'è che per i treni dei pendolari non ci sono mai soldi? mah...

Roberto Zedda 19.11.09 18:36| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
ESATTO ORDINE E CEMENTO IL RITRATTO PERFETTO DI PD E PD MENO ELLE
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 19.11.09 18:35| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori