Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La mafia non esiste, Berlusconi e Dell'Utri invece si

New Twitter Gallery

La mafia non esiste, Berlusconi e Dell'Utri invece si - Marco Travaglio
(40:21)
passaparola_30-11-09.jpg

Sommario della puntata:
Chi sono i "pentiti"
Tante balle, poche risposte
Berlusconi, Dell'Utri, Spatuzza e i Graviano
Cosa spaventa davvero Berlusconi

Testo:
Buongiorno a tutti. Sembra di essere ritornati a dieci o quindici anni fa, quando partirono le prime indagini sui rapporti mafia /politica a proposito degli ambienti berlusconiani. La caratteristica che accomuna quei tempi ai tempi di oggi, ai giorni di oggi, è che nessuno risponde mai sul merito delle questioni e si alzano sempre dei grandi polveroni, delle grandi parole d’ordine.

Chi sono i "pentiti"

Vi faccio qualche esempio: in questi giorni si sta cercando di rispondere alle nuove rivelazioni che, tra un attimo, vi riassumerò, con argomenti del tipo “ ma questi pentiti sono gente che ha sciolto i bambini nell’acido, sono gente con venti ergastoli, sono gente che ha ammazzato per tutta la vita, sono dei mafiosi: come facciamo a fidarci di loro?”, in realtà non c’è nessun rapporto tra il fatto che uno abbia commesso dei gravissimi delitti e il fatto che racconti bugie. Possono esserci persone che raccontano bugie e non hanno commesso mai alcun delitto e persone che dicono la verità e che hanno passato la vita a delinquere: del resto, il fatto che il pentito dica la verità lo si verifica quando parla dei propri delitti, prima di fare i nomi dei suoi complici e dei suoi mandanti; di solito il pentito è uno che ha confessato i delitti di cui stiamo parlando e quindi sappiamo che ha commesso i delitti di cui stiamo parlando proprio perché l’ha detto lui e, grazie a quelle confessioni, è stato poi condannato a più ergastoli, anche se la legge consente ormai dei modici, prima erano molto più abbondanti, quando la legge la ispirò Falcone erano molto più abbondanti, sconti di pena e benefici carcerari. 
Naturalmente a qualcuno potrà anche ripugnare il fatto che si vadano a sentire dei pentiti di mafia per sapere le cose di mafia: purtroppo non si è  mai trovato nessun altro, se non i mafiosi, che fosse in grado di raccontare che cosa succede nella mafia, perché? Perché la mafia è una società segreta, gli affiliati hanno il vincolo della riservatezza assoluta, non possono neanche dire, ovviamente, in giro di essere mafiosi, non possono dirselo neanche tra loro, salvo alcune circostanze molto normate dalle regole mafiose e conseguentemente, per sapere qualcosa della mafia, bisogna sentire i mafiosi. Poi, naturalmente, bisogna verificare che dicano la verità, ma non è che uno, perché è mafioso, sia di per sé bugiardo e dopodiché in questi anni abbiamo visto centinaia, centinaia e centinaia di pentiti: di pentiti che hanno raccontato bugie ce ne sono pochissimi, quando leggete sui giornali “ non dimentichiamo che i pentiti sono quelli che avevano detto che Andreotti aveva baciato Riina”, intanto è una truffa, perché Balduccio Di Maggio non disse che Andreotti aveva baciato Riina, aveva detto un’altra cosa, ossia che quando Andreotti entrò nella casa di Nino Salvo e incontro Riina, quest’ultimo gli si fece incontro e lo baciò sulla guancia, per cui è Riina che saluta con il bacio rituale Andreotti e non viceversa, ma in ogni caso non c’è scritto da nessuna parte che quella sia una bugia, non c’è nessuna delle sentenze Andreotti che dica che Balduccio Di Maggio mentiva, c’è semplicemente scritto che non sono stati trovati riscontri sufficienti per ritenere che quell’incontro, raccontato da Di Maggio, ci sia stato, ma non c’è scritto che ci sono le prove che non c’è stato, tant’è che nessuno, neanche uno dei 38 pentiti che accusavano Andreotti è mai stato incriminato per calunnia, cosa che sarebbe stata obbligatoria nel caso in cui i giudici avessero riscontrato che anche solo uno di quei 38 aveva mentito e del resto, come sapete e come purtroppo non sa Eugenio Scalfari, il quale ieri ha parlato di un processo che è finito in assoluzione in parte con formula piena e in parte con formula dubitativa. Non c’è nessuna assoluzione con formula piena nel processo Andreotti, Andreotti fu assolto con la vecchia insufficienza di prove in primo grado, in appello gli fu peggiorata la sentenza di primo grado, ribaltandone la parte del periodo fino al 1980 e lì fu dichiarato colpevole, ma prescritto per il reato commesso di associazione a delinquere con la mafia fino alla primavera del 1980. Dopo il 1980 fu confermata l’assoluzione per insufficienza di prove, che era stata data in primo grado. La Cassazione confermò la sentenza d’appello, per cui so che è suggestivo dire “ beh, ma quelli sono dei mafiosi che hanno sciolto i bambini nell’acido”: è vero, infatti è proprio per quello che sono dei testimoni privilegiati per raccontare quello che succede dentro la mafia, perché loro ne hanno fatto parte; certo, sarebbe bellissimo poter avere dei testimoni di mafia che hanno sempre fatto, nella loro vita, i frati francescani o le suore clarisse, ma purtroppo i frati francescani e le suore clarisse della mafia non sanno una mazza, perché non ne hanno mai fatto parte e conseguentemente è ovvio che, per sapere quello che succede in un’organizzazione criminale, bisogna sperare che qualcuno all’interno di quell’organizzazione criminale ce lo racconti. Del resto lo vedete, per qualunque delitto venga a essere commesso si vanno a cercare le persone più vicine alla vittima e, quando si scopre che c’è un’organizzazione criminale, si vanno a cercare tutte le persone che fanno parte di quell’organizzazione criminale, nella speranza che una di queste collabori con la giustizia. Se ci state attenti, la figura del pentito in realtà non esiste: chi è il pentito? Il pentito è un delinquente che, quando viene preso, ha due possibile strade, quando viene scoperto: la prima è negare tutto e tenere per sé i suoi segreti e coprire i suoi complici, i suoi capi e i suoi mandanti; l’altra è quella di rispondere alle domande dei magistrati e dire la verità, in tutti i Paesi del mondo chi risponde ai magistrati e dice la verità, ma non soltanto mafioso, anche membro di un’organizzazione dedita alle rapine, ai furti, all’immigrazione clandestina, al terrorismo etc., chi risponde e dice la verità ha delle attenuanti, dei premi, perché? Perché tutti gli Stati seri hanno tutto l’interesse a fare in modo che sempre più gente collabori con i giudici e con le forze dell’ordine, aiutando a scoprire anche gli altri personaggi o a scoprire gli altri reati che hai commesso, ma che i magistrati non sanno ancora che tu hai commesso. Per cui il pentito di mafia, come di terrorismo, non è una figura particolare: esiste in tutti i tipi di reati e in tutti i Paesi, c’è semplicemente, quando ti prendono, la possibilità o di mentire, di tacere e tenerti tutto dentro coprendo i tuoi complici, oppure collaborare. Se collabori è ovvio che lo Stato ti tratta meglio, dopo aver verificato che la tua collaborazione, ovviamente, è genuina: genuina non perché sei diventato buono, ma genuina perché hai detto la verità, poi se sei sempre stronzo come prima, oppure se sei diventato buono, quello allo Stato non deve interessare, allo Stato deve interessare se quello che hai detto è vero e per questo si vanno a fare i controlli.

Tante balle, poche risposte

Sentite dire tante stupidate in questi giorni: sentite dire, per esempio, che questa storia del concorso esterno in associazione mafiosa ce l’abbiamo solo noi etc., intanto abbiamo la mafia, abbiamo Cosa Nostra e gli altri Paesi non ce l’hanno, abbiamo la camorra e gli altri Paesi non ce l’hanno, abbiamo la ‘ndrangheta e gli altri Paesi non ce l’hanno, per cui è ovvio che ciascuno si occupa dei reati tipici del suo Paese. Certo in Danimarca non c’è il concorso esterno in associazione mafiosa, perché non c’è l’associazione mafiosa e conseguentemente non c’è nessuno che può concorrere, ma il concorso esterno in associazione mafiosa è un reato che la Corte di Cassazione ha già definito molto precisamente come il reato che viene commesso da quelle persone che non fanno parte permanentemente degli organici della mafia, della camorra e della ‘ndrangheta ma che, pur facendo un altro mestiere, sono a disposizione non per fare una volta un favore, in quanto quello si chiama favoreggiamento, ma per essere sempre a disposizione dell’organizzazione per ogni evenienza e in qualunque momento. Questo è il concorso esterno in associazione mafiosa. E’ evidente che il buonsenso ci spiega e ci dice che è giusto che esista questo reato, perché altrimenti come viene punito il medico che, pur non essendo affiliato con il rito della punciuta, della santina, della scorza d’arancio etc., ogni volta che gli portano un latitante o un killer ferito lo cura, senza dire di averlo curato? Come definire il prete che celebra matrimoni, funerali, sacramenti vari alle famiglie dei latitanti? Come definire il poliziotto che avverte i mafiosi dei blitz, come faceva Bruno Contrada quando era a Palermo? Infatti è stato condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Che dire del politico che, pur non essendo mafioso di suo, è al servizio della mafia, nel senso che ogni volta che la mafia ha bisogno di un appalto, di un favore, di un’agevolazione, di un certificato etc...? Pensate all’impiegato dell’anagrafe che fa i documenti e rilascia i certificati ai mafiosi latitanti, pensate all’imprenditore che dà i subappalti regolarmente: non sono mica organici alla mafia, stanno ciascuno a casa propria, fanno ciascuno il proprio lavoro e, quando Mamma Santissima chiama, picciotto risponde, ma non sono affiliati e quindi sarebbe assurdo condannarli per associazione, partecipazione all’associazione, questo è il concorso esterno: è una cosa normalissima. E’ ovvio che a nessuno verrebbe mai in mente di fare il processo a qualcuno perché ha incontrato un altro: adesso leggete sui giornali che per il concorso esterno, basta incontrare uno al bar, ma sono tutte stupidaggini; la Corte di Cassazione ha stabilito che il concorso esterno regge, fino alla Corte di Cassazione appunto, soltanto quando si dimostra che c’è un asservimento della persona che sta fuori dalla mafia della mafia, che c’è una serie di condotte protratte negli anni, non un solo episodio o due episodi, che sarebbero singoli favoreggiamenti e che c’è uno scambio, un do ut des: io politico, poliziotto, prete, magistrato colluso, imprenditore, impiegato etc., ti faccio quello che tu mi chiedi e tu, in cambio, mi dai quello che voglio io, come i voti nel caso del politico, dei soldi nel caso del medico a libro paga, o cose di questo genere. Questa è protezione dagli attentati che ti faccio io stesso, nel caso dell’impresario o dell’imprenditore, questo è il concorso esterno, che naturalmente era considerato fondamentale da Falcone e Borsellino, che infatti furono i padri del reato di concorso esterno, visto che ne definirono i contorni per la prima volta, a proposito della mafia, nella sentenza /ordinanza del processo Maxi Ter a  Cosa Nostra nel luglio del 1987, per cui quando sentite che Falcone e Borsellino non avrebbero mai usato il concorso esterno, sono tutte stupidaggini, in quanto l’hanno teorizzato loro, anche se l’idea che una grande associazione criminale si serva di personaggi esterni a sua disposizione non è nuova, ci sono già sentenze della Corte di Cassazione addirittura nell’800, quando la Corte di Cassazione aveva sede a Palermo, che configurano il concorso esterno in brigantaggio, perché all’epoca c’era o lo chiamavano brigantaggio, anche se somigliava molto alla mafia.
Soprattutto in questi giorni sentite dire che c’è una giustizia a orologeria, cioè che ci sono questi pentiti e questi magistrati che, a un certo punto, si mettono d’accordo tutti nazionale per spodestare Berlusconi. Chi dice questo, oltre a essere totalmente in malafede - infatti chi è che lo dice? Berlusconi - non sa come avvengono gli interrogatori e come iniziano le collaborazioni con la giustizia dei mafiosi. Il mafioso, come tutti gli imputati di reati gravi, ovviamente all’inizio centellina le cose: perché? Perché sta iniziando a collaborare con quello che è stato il suo nemico storico, il mafioso viene allevato fin da piccolo a odiare lo Stato, essendo lui un affiliato all’Antistato e quindi, l’idea di collaborare con i cosiddetti sbirri anche psicologicamente è un trauma, per cui all’inizio è faticosissima la collaborazione, è faticosissimo confessare le proprie colpe, è superfaticosissimo fare i nomi dei propri capi, con i quali si è legati o da parentela di sangue, o da una sorta di osmosi, dopo aver fatto tutto ciò che si è fatto (omicidi, paura, terrore anche per sé, perché certamente chi fa la vita del latitante può essere scoperto da un momento all’altro) tutto in osmosi con la propria famiglia, cioè con il proprio clan mafioso. L’idea di dover fare i nomi di tutti i tuoi amici, di tutti i tuoi capi che ti hanno dato soldi, prestigio, uno status sociale etc. è molto traumatico, conseguentemente ci si arriva per gradi. A volte bisogna proprio cavargliele con le pinze, certe cose ai pentiti: perché? Perché comunque distaccarsi dal proprio ambiente è un po’ come per il pesce che, a un certo punto, esce dall’acqua: non è facile e, a un certo punto, si pone il problema dei livelli superiori, ossia delle coperture politiche. Ora immaginate quale pazzo suicida mafioso decide spontaneamente, mettendosi d’accordo con il magistrato, dice “ adesso facciamo il nome di Berlusconi di Dell’Utri, così li buttiamo giù”, ma pensare che le cose vadano così significa non capire niente; il mafioso, prima di fare il nome di un uomo potente della politica o dell’economia, ci pensa milioni di volte e infatti da sempre abbiamo questa reticenza a parlare dei politici: perché? Perché il passato è maestro, la storia è maestra, almeno per i mafiosi: Buscetta, quando Falcone gli chiede dei politici, dice “ non apriamo questa porta, perché altrimenti prenderanno per matto lei e ammazzeranno me, oppure prenderanno per matto me e ammazzeranno lei, perché finché faccio i nomi di tutti i miei pari grado e di tutti i miei sottoposti non fregherà niente a nessuno, arresterete qualche vecchio mafioso, qualche pecoraio, qualche killer, il giorno dopo verranno immediatamente sostituiti e nessuno ci farà caso, ma se mi metto a fare certi nomi cominceranno a dire che lei è politicizzato, che lei strumentalizza i pentiti, che lei fa giustizia a orologeria” e Falcone, con un concetto un po’ elastico dell’obbligatorietà dell’azione penale, accetta che Buscetta non faccia i nomi dei politici. Per altro, nello stesso periodo, interrogato da un giudice americano che non aveva l’obbligatorietà dell’azione penale, perché in America l’azione penale è discrezionale, Buscetta fece il nome di Andreotti già nell’83, cioè dieci anni prima che venisse fuori il nome di Andreotti nelle inchieste di Palermo, vivo Falcone. In ogni caso è sempre successo così: il pentito, prima di fare i nomi di politici ci pensa duemila volte, deve capire se il giudice è affidabile e deve capire, soprattutto, se il giudice è un pazzo scatenato che prende delle iniziative, o se ha un potere reale alle spalle, cioè lo Stato vuole veramente che io, mafioso, faccia quei nomi, oppure appena li faccio lo Stato mi viene addosso? Perché il mafioso i rapporti di potere li annusa molto bene e quindi, se di fronte a lui c’è un interlocutore forte, autorevole, prestigioso, anche mediaticamente importante come era Falcone quando interrogava Buscetta, Falcone era una star giustamente, per fortuna, Buscetta parlava e voleva parlare solo con Falcone e tutti volevano parlare solo con Falcone o con Borsellino poi, esattamente come a Milano i “ pentiti” della politica e dell’economia ai tempi di tangentopoli volevano parlare con Di Pietro. Perché? Perché il criminale, colletto bianco o mafioso, avverte la calamita del potere e quindi dice, “ se parlo con un giudice abbastanza intoccabile non mi succede niente, se parlo con un pivellino che viene qua, mi fa fare tutti i nomi e dopodiché il giorno dopo lo trasferiscono in Sardegna io cosa ci faccio? Rimango con il cerino in mano”.

Berlusconi, Dell'Utri, Spatuzza e i Graviano

Quindi figuratevi se Spatuzza o gli altri della cosca di Brancaccio, cioè del clan Graviano, sono andati così a cuor leggero davanti ai magistrati di Firenze, di Milano, di Palermo, di Caltanissetta a.. “ sapete che c’è oggi? Oggi parliamo di Dell’Utri e di Berlusconi”, cioè del capo del governo e del suo braccio destro, ma non avviene così, avviene per gradi. Ecco perché il mafioso che collabora con la giustizia ha bisogno di un congruo periodo di tempo, perché è una nuova vita, è un nuovo modo di pensare, di porsi, sta facendo una cosa che mai avrebbe pensato di fare prima e quindi la stessa memoria non è che ti venga di colpo, hai lavorato 40 /50 anni per la mafia e come fai a ricordarti tutto subito? E’ chiaro che da cosa nasce cosa, da domanda nasce risposta: basta un qualcosa per farti ricordare e riportare alla mente un episodio, per cui stiamo parlando di un lavorio che dura da qualche mese, dove i magistrati, come abbiamo visto, registrano gli interrogatori, non è che facciano le cose.. fanno le domande che tutti farebbero in quel momento, per sapere chi diavolo suggerì a Riina l’omicidio di Borsellino e chi diavolo indicò a Bagarella e ai Graviano gli obiettivi strani, eccentrici all’apparenza di Maurizio Costanzo in Via Fauro, del padiglione di arte moderna e contemporanea in Via Palestro a Milano, delle basiliche di San Giorgio al Velabro e San Giovanni Laterano a Roma e, prima, della Torre dei Pulci vicina agli Uffizi, in Via dei Georgofili a Firenze. Questi sono gli argomenti, dopodiché Spatuzza che cosa fa? Quest’estate parla inizialmente di entità politiche, poi a furia di insistere dice anche chi erano e poi, ancora, dettaglia meglio ciò che gli dicevano i Graviano, perché lui personalmente non ha mai visto Berlusconi e Dell’Utri incontrare i Graviano, mentre dice di aver visto Schifani incontrare Graviano in un capannone di una fabbrica dove lui lavorava, era un lavoro di copertura. Allora racconta quello che gli dicevano Filippo e Giuseppe Graviano nei mesi delle stragi: se Spatuzza fosse uno mandato dalla sinistra - figuratevi se la sinistra è in grado di mandare qualcuno, tra l’altro! La sinistra non è in grado neanche di esistere! Ma- se fosse mandato da qualche potere occulto per fulminare Dell’Utri e Berlusconi, certamente racconterebbe di averli visti o di aver visto uno dei due, o di aver accompagnato i Graviano a incontrare Dell’Utri e Berlusconi, insomma fornirebbe degli elementi robusti che paff, ti danno la prova di un qualche incontro, tanto inventare per inventare inventatele bene le cose, se vuoi complottare. Invece no, Spatuzza non racconta niente di cose viste da lui: Spatuzza si ferma a quello che ha sentito dire da Graviano e dopodiché che cosa fanno i giudici? Vanno da altre persone che frequentavano Spatuzza per dire loro “ ma a voi Spatuzza ha mai detto prima queste cose qua etc.?” e molte di queste dicono “ sì, certo”, è così che stanno andando avanti le indagini, non c’è nessuna ombra di complotto, proprio perché ci sono magistrati che stanno indagando da 16 anni, 17 anni sulle stragi che continuano imperterriti a indagare sulle stragi, ben sapendo che c’è un lato B delle stragi che non è mai stato esplorato, perché nessuno ha mai voluto inoltrarvisi, o perché quei pochi collaboratori di giustizia che ci si erano inoltrati non bastavano, in quanto parlavano tutti de relata refero, cioè avevano sentito parlare i loro capi o i loro colleghi di certi ambienti, ma non erano in grado di portare degli elementi probanti sufficienti a giustificare un giudizio, ma molto lavoro era già stato fatto prima. Chi di voi ha letto “ L’Odore dei Soldi” trova le requisitorie del giudice Tescaroli, ci sono le confessioni di Salvatore Cancemi, che tira in ballo per primo Berlusconi e Dell’Utri nelle stragi, ci sono molti altri collaboratori di giustizia che corroborano, c’è la sentenza Dell’Utri, dove si parla anche del suo ruolo nel periodo delle stragi; c’è Giovanni Brusca che racconta molte cose delle trattative delle stragi, anche se a mio avviso non ha detto tutto, c’è molto di più nella testa di Brusca e questo dimostra ancora una volta la paura con cui i pentiti affrontano gli argomenti della politica, altro che buttare lì il cuore oltre l’ostacolo per cacciare via un governo! Semmai mentono per difetto, perché dicono molto meno di quello che sanno, anche perché se dici una cosa che sai e poi non si trovano i riscontri magari qualcuno potrebbe anche pensare che sei un calunniatore, mentre semplicemente sei una persona che ha detto una cosa che poi, anni dopo, non si è riusciti a dimostrare. Uno ha visto un tizio e come fa a dimostrare di averlo visto anni dopo? 
Tenete presente che molto spesso il pentito, che viene dipinto come un fanfarone, un chiacchierone etc., in realtà dice molto meno sul tema mafia e politica di quello che sa, non molto di più, molto di meno, perché  ha paura, giustamente ha paura: già solo per il fatto che, se mente, gli sterminano l’intera famiglia fino al terzo grado e poi vedete le campagne di stampa che si fanno contro i pentiti, non appena fanno certi nomi e questi non sono mica scemi, se non capiscono proprio che lo Stato vuole fare sul serio in certe indagini, col cavolo che fanno certi nomi! 
Spatuzza che cosa dice? Spatuzza, in estrema sintesi, dice questo: dice che nel gennaio del 1994 i fratelli Graviano - che sono quelli che vengono incaricati di fare, nella primavera /estate del 93.. scusate, che sono stati incaricati di fare le stragi della primavera /estate del 93, stragi che quindi c’erano state sei mesi prima, perché qui siamo nel gennaio del 94, ebbene i fratelli Graviano - in un bar di Roma vicino al Parlamento gli dissero “ tutto si è chiuso bene, abbiamo ottenuto quello che cercavamo, ci siamo messi l’Italia nelle nostre mani”, dice Spatuzza, “ mi fa il nome di Berlusconi, gli domando “ ma quello di Canale Cinque?” e lui mi dà conferma, poi mi dice che c’è anche un paesano nostro e mi fa il nome di Dell’Utri”. Quando poi - guardate, siamo nel gennaio del 1994- il 26 gennaio del 1994 Berlusconi va in onda con il messaggio videoregistrato, dove annuncia la sua discesa in campo, “ quando li vedo scendere in politica partecipando alle elezioni e vincendole, capisco che sono loro direttamente quelli su cui abbiamo puntato tutto” e allora Giuseppe Graviano gli dice “ l’accordo è definitivamente preso, ritengo di poter escludere - dice Spatuzza - categoricamente, conoscendoli assai bene, che i Graviano si siano mossi nei confronti di Berlusconi e Dell’Utri attraverso altre persone. Non prendo in considerazione la possibilità che Graviano abbia stretto un patto politico con costoro senza averci personalmente parlato”, questo è quello che dice Spatuzza, aggiungendo due cose. La prima cosa riguarda i soldi di Berlusconi: “ i soldi di Berlusconi”, dice Spatuzza, “ provenivano anche da Cosa Nostra” e lui si riferisce a investimenti piuttosto recenti rispetto alle stragi, cioè dei primi anni 90, che i Graviano avrebbero fatto a Milano e in Sardegna, infatti i Graviano nel 1993 spariscono da Palermo, nessuno sa più dove sono andati e poi si scopre che stanno stabilmente a Milano e d’estate, mentre scoppiano le bombe, stanno Costa Smeralda, a poche centinaia di metri da una certa villa di un certo attuale Presidente del Consiglio. In quel periodo Spatuzza sostiene che i Graviano avevano investito dei soldi dentro le aziende del Cavaliere, tant’è che dice “ seguivano la borsa, parlavano della Fininvest come fosse roba loro, come se fossero soldi loro”, questo dice Spatuzza. E poi dice un’altra cosa: dice che tre anni fa.. anzi, scusate, due anni fa i Graviano, con i quali lui parlò in carcere, perché erano tutti in galera in quanto furono arrestati il giorno dopo della discesa in campo di Berlusconi, il 27 gennaio a Milano, rimangono in galera quindici anni e, dopo quattordici anni di galera, dicono a Gaspare Spatuzza “ qui o cambiano le cose, o arriva qualcosa per noi, oppure dobbiamo andare a parlare con i magistrati”. Capite che questa è una frase abbastanza interessante: perché? Perché in quella frase ci si dice che i Graviano stavano aspettando un qualche favore per alleviare le loro condizioni di carcerati in isolamento al 41 bis e che, se non si fossero risolte le loro faccende, avrebbero dovuto andare a parlare con i magistrati. Poi quello che succede lo sappiamo: a parlare con i magistrati ci va Spatuzza e, dietro di lui, arrivano altri tre membri della famiglia Graviano, cioè oggi abbiamo tutto il vertice del clan Graviano che collabora con i magistrati, tranne i capi supremi, cioè i fratelli Graviano, Filippo e Giuseppe Graviano. Abbiamo Gaspare Spatuzza, il quale dice appunto che, nel gennaio del 94, c’era stato l’accordo con Berlusconi e Dell’Utri e quindi non c’era più bisogno di fare il famoso attentato allo Stadio Olimpico, che avrebbe dovuto uccidere almeno cento Carabinieri, c’è Pietro Romeo, il quale dice “ sì, è vero, risulta anche a me quello che dice Spatuzza, perché quando un giorno stavamo parlando di armi e altri argomenti seri e fu chiesto a Spatuzza se il politico dietro le stragi fosse Andreotti o Berlusconi, Spatuzza rispose Berlusconi. La motivazione stragista di Cosa Nostra era quella di far togliere il 41 bis”, poi c’è Salvatore Grigoli, l’assassino di Don Puglisi, uno dei killer prediletti della cosca dei Graviano, il quale dice “ dalle informazioni datemi, le stragi erano fatte per costringere lo Stato a scendere a patti, Dell’Utri è il nome da me conosciuto quale contatto politico dei Graviano. Quello di Dell’Utri per me in quel momento era un nome conosciuto, ma neanche particolarmente importante. Quello che è certo è che me ne parlarono come del nostro contatto politico”. E poi l’ultimo membro dei Graviano che parla è Giuseppe Ciarramitaro: anzi, aveva già parlato prima di tutti gli altri, nel 96 e aveva detto più genericamente che “l’attacco allo Stato aveva degli obiettivi che venivano indicati da un politico e che, quando questo politico avrebbe vinto le elezioni, si sarebbe interessato a fare abolire il 41 bis. Quando Berlusconi divenne Presidente del Consiglio per la prima volta nell’organizzazione erano tutti contenti, perché si stava muovendo nel senso desiderato e si disse, in ambito di Cosa Nostra, che la proroga del 41 bis era una finta, in modo da eliminarlo definitivamente”. 
Guardate, ci sono addirittura i boss irriducibili del clan Graviano che accettano di parlare con i giudici, anche se non sono pentiti: il mafioso non accetta, oppure non parla, invece questi accettano di parlare, come un certo Tutino e un certo.. anzi, il famoso, famigerato Lo Nigro. Quando Spatuzza viene messo a confronto con Lo Nigro quest’ultimo, invece di dirgli “ infame, crasto”, come dicono i mafiosi ai pentiti, invece di fargli sparare alla famiglia gli dice “ io ti rispetto” e è la stessa cosa che dicono Filippo e Giuseppe Graviano, che non smentiscono mai recisamente quello che dice Spatuzza, anzi gli dicono che lo rispettano. Sembra quasi che i Graviano abbiano mandato avanti i picciotti, Spatuzza e gli altri picciotti della cosca, per raccontare le prime cose e che loro si tengano defilati perché stanno ancora sperando che questo governo faccia qualcosa per loro, visto che da anni stanno dicendo “ o fanno qualcosa per noi, o andiamo anche noi a parlare” e naturalmente, se andassero anche loro a parlare con i magistrati, evidentemente non si tratterebbe più di cose che hanno appreso da altri, de relata, ma si tratterebbe di cose che hanno fatto personalmente e potrebbero anche avere in mano qualche cartuccia, qualche carta, tant’è che Spatuzza dice che i Graviano “ hanno il jolly in mano”, perché il jolly sarebbero quei famosi investimenti nelle società di Berlusconi. Naturalmente questo aspetto dei soldi e delle capitalizzazioni e dei finanziamenti alle società berlusconiane è un aspetto avevamo già affrontato, ovviamente avevamo fatto il libro, “ L’Odore dei Soldi”, che è stato anche ripubblicato recentemente e quindi troverete molti passaggi che qualche giornalista dell’ultima ora copia, senza neanche citare la fonte, insomma molte cose le sapevamo e le avevamo già dette in tempi non sospetti.

Cosa spaventa davvero Berlusconi

La cosa è interessante è quello che sta succedendo a Palermo e che ha raccontato Peter Gomez su Il Fatto Quotidiano: Don Vito e il consulente; io credo che, più che Spatuzza, a preoccupare il Cavaliere sia questo fronte, perché? Perché il figlio di Ciancimino sta portando in Italia le carte del padre, che erano nascoste in cassette di sicurezza in qualche paradiso fiscale e, nelle carte del padre, ci sono anche le bozze di un libro che il padre, quando è morto, stava scrivendo e lì, scrive Gomez - e mi fido di Peter Gomez- insieme a Marco Lillo “ ci sarebbero elementi documentali sul ruolo che svolse negli anni 70 e 80 Ciancimino per portare capitali mafiosi dentro queste società di Milano o di Milano 2, Pancarasini, famiglie Buscemi, Bonura, Teresi, Bontate” e stiamo parlando dei famosi capitali di misteriosa origine, le famose valigie di contanti che andavano a ricapitalizzare certe società della finanziaria d’investimento Fininvest Srl. Se fosse vero che arrivano carte su quei soldi, è evidente che verrebbe riaperta a Palermo l’indagine per mafia e riciclaggio che era stata aperta a suo tempo non solo su Dell’Utri, ma anche su Berlusconi, che poi era stata archiviata, cioè congelata in attesa di elementi nuovi. 
Sono elementi nuovi diretti documentali, quelli che può portare il figlio di Ciancimino, che sono in grado di fare riaprire quell’indagine e, se gli elementi fossero sostanziosi, potrebbero portare anche a un processo per quell’origine dei capitali, se quell’origine fosse finalmente nota, carte alla mano. Mentre invece per il momento Berlusconi, è chiaro, sarà probabilmente iscritto nel registro degli indagati anche per le indagini sulle stragi, se già non lo è, a Firenze come a Caltanissetta, ma non è quello il fronte dal quale gli possono derivare dei guai giudiziari seri, perché finora abbiamo molti mafiosi che parlano, ma tutti de relata: finché non collaborano i fratelli Graviano e non danno eventualmente qualche elemento oggettivo diretto o personale, su quel fronte lì il Cavaliere processi non ne avrà, riapriranno le indagini e poi i magistrati saranno costretti a archiviarle un’altra volta, mentre invece il fronte caldo è quello delle origini delle fortune di Berlusconi. Sono quei famosi capitali che il Cavaliere è talmente sicuro di aver messo lui che, quando i magistrati gli hanno chiesto chi gli avesse dato quei soldi, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Passate parola, continuate a leggere Il Fatto Quotidiano perché, anche questa settimana, ci saranno grosse novità su questi fronti e sabato non dimenticatevi la manifestazione a Roma, il No B. Day. Buona settimana, grazie.  

30 Nov 2009, 13:43 | Scrivi | Commenti (783) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

Commenti

 

a beppe per me fai politica, il comico nnon la fai più da un pezzo, e anche travaglio è un politico e non un giornalista. allora dico invece di continuare a sputare sentenze su tutti candidatevi, e se tutti la pensano come voi sarete al governo date un segno che accettate le regole della democrazia invece di lucrarci sopra col dvd, ma non pensando neanche a partecioparcivi provando a essere eletti. forse vi fa più comodo apparire come santoni in tv?

alessandro milani 23.01.10 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Dodiscesimo punto del famoso pappello che veniva riferito
"forse" al solo
territorio siciliano: "trattare i prodotti petroliferi come ad
Aosta".
Vi risuta che, nella sola Sicilia, vengano trattati i prodotti
petroliferi
senza le accise?
NO! Non risulta a nessuno, però, in compenso tutti sanno che, nel 1994,
in
tutto il territorio nazionale, i prodotti petroliferi sono stati
liberalizzati.
Liberarilazzare un prodotto assoggetato ad un monopolio statale
significa
levare il monopolio in questione, perciò: se non c'è il monopolio
non
esitono nemmeno reati contro il monopolio, se non ci sono reati contro
il
monopolio non esiste il contrabbando.
Per rendersi conto di quanto sia stato catastrofico quest'assioma
basta
pendersi la briga di guardare le vicende Eni / Jacorossi / Maxom - Kero
Sud
/ Atriplex e, sempre che qualcuno ne avesse la voglia e il tempo, tutte
le
aziende collegate all'Atriplex che ora opera con il nome di Agip
Fuel.
Per ora mi fermo qui, ma se qualcuno volesse sapere perchè secondo me
non
scoppiano più bombe e non si uccidono più magistrati sarò ben felice di
dialogare con lui e di dargli tutti i documenti che vuole.
Marchetti Stefano

Niccolò Sgaravatti 16.12.09 19:32| 
 |
Rispondi al commento

All’indomani delle dichiarazioni di Filippo Graviano, non mi risulta che alcun commentatore abbia rilevato che la sua testimonianza (“non ho mai avuto a che fare con Berlusconi”) smentisce in modo categorico che le accuse di Spatuzza rientrino in un piano ordito dalla mafia per vendicarsi della pretesa politica antimafia del governo Berlusconi. E’ evidente, infatti, che, se un piano mafioso ci fosse, non potrebbe essere ideato e diretto che dai capi della mafia, i fratelli Graviano appunto, di cui Spatuzza era, e ancora sarebbe, un gregario. Ma se le cose stessero davvero così, Graviano avrebbe dovuto confermare le dichiarazioni di Spatuzza. Avendolo invece contraddetto, Graviano ha smentito in modo certo solo il teorema del piano della mafia contro il governo. Conclusione: le affermazioni di Spatuzza non solo non sono state confutate ma anzi sono state avvalorate dalla testimonianza di Filippo Graviano.

Saverio Mauro Tassi 14.12.09 22:47| 
 |
Rispondi al commento

A proposito delle figure mafiose arrestate.

Se non appartengono al ramo mafioso di chi sta accusando il Berlusconi, ci sono altre verosimile ipotesi:

* quegli arresti sono un voto di scambio con quelli che l'avrebbero favorito;

* favoriscono l'espansione territoriale - delinquenziale - politica - terroristica - di quelli che l'avrebbero favorito;

* pertanto, sedano ogni futura rivalsa del ramo mafioso che lo sta accusando;

* la sedazione permetterà di bruciare le accuse del pentito;

* il pentito bruciato, gli permetterà di dire: avete visto? Sono i soliti magistrati comunisti!

vitaliano gazzabin 05.12.09 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Travaglio Marco,anche se non si capiva nulla di quello che dicevi ad Annozero,le persone senza lavoro che protestano e che anno fame non hanno capito nulla… e ti dirò di più ,la colpa è solo tua che porti dei fatti incontestabili in tv e ricordadi che se mister b. va in galera tu non avrai più nulla da fare,sembra di essere a forum ma manca rita DALLA CHIESA..
P.S. GARAZIE MARCO TRAVAGLIO.

Roberto Fornara, vercelli Commentatore certificato 04.12.09 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi piacerebbe poter pensare che Silvio Berlusconi rappresenti un incidente di percorso della politica italiana,ma nella realtà le sue vicende sono il termometro di questo paese e testimoniano come corruzione, mafia e malaffare siano una realtà ineludibile che chiama in causa tutti. Le vicende di Silvio Berlusconi sono lo specchio e il paradosso di questa Italia, un paese che ha buttato nel water qualsiasi principio di onestà e giustizia. Nessuno è esente da colpe, compreso il popolo che va a votare e vota male perchè disinformato è vero, ma anche perchè non ha VOGLIA di sapere, di conoscere, di indagare.
Ci basta una promessa da marinaio fatta a tutela dei nostri interessi durante una campagna elettorale colma di slogan urlati che subito ci rechiamo ai seggi come pecore catatoniche pronte a votare chi la spara più grossa.
Giorgio Gaber diceva "che cos'è la destra? Cos'è la sinistra?" Era un genio e aveva capito che una risposta non c'era, perchè è evidente a tutti che oggi i due schieramenti non hanno un identità politica fatta di valori e di ideali (ideali? Che termine ancestrale!!!!!), ma sono semplicemente una grottesca accozzaglia di individui privi di qualsiasi senso di appartenenza. Sono i primi a non poter dire "sono fiero di essere italiano" ma, nello stesso tempo e sciaguratamente, non sono i soli. Infatti non si può pensare che la classe politica sia un corpo estraneo alla società, mentre è fuori discussione che la rapresentino in tutto, non solo per i voti che prendono ma anche per i comportamenti e le azioni che compiono.
Il quadro che emerge è quello di una buona parte d'Italia che ha perso la speranza, che soffre in tutti i suoi strati sociali, che protesta, che si incazza. Ma questa è anche l'Italia delle caste, dei circuiti chiusi, di quelli che non vogliono cambiare e non rinunciare ad alcun privilegio. Ma le parole onestà,solidarietà,giustizia saranno cancellate dal dizionario italiano nei prox. anni oppure verranno riesumate? Bella domanda..

stefano m., Torino Commentatore certificato 04.12.09 12:56| 
 |
Rispondi al commento

PER CHI NON CONOSCE "GIORGIO PREZIOSO DJ"
GUARDATE QUESTO VIDEO:

http://www.youtube.com/watch?v=i3me6Koz3Wg

TRAVAGLIO IL CALZINO TURCHESE REMIX.

fabrizio corona (fabrixius), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 04.12.09 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Un pensiero; Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella di isolamento.
(Karl Kraus) (da UnPensieroAlGiorno.com)

Un proverbio; Né donna, né tela a lume di candela.
(da UnProverbioAlGiorno.com)

Ilic . Commentatore certificato 03.12.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda mi sorge spontanea...ma se buona parte dell'italia si indigna di fronte allo strapotere mediatico del nostro spensierato presidente del consiglio e di conseguenza di tutta l'eccelsa cricca governante il nostro paese...come mai questo potere rimane così forte?non sarà che molti dei ben pensanti politicamente corretti che propinano quotidianamente pareri contrastanti alla casta, si rivelino poi essere i primi a sintonizzare il proprio magico digitale terrestre alle ore 18.30 su italia uno per scoprire se il calciatore si è sposato con la velina??magro esempio...utile a porsi un ulteriore domanda...come fare a migliorare la vita di chi, realmente, merita una vita migliore, dignitosa, normale?chi realmente può rappresentare il nostro popolo senza farsi trascinare dalla solita sete di potere e da fame di denaro?non credo di avere delle risposte...ma ho sicuramente molti dubbi..ed è già un buon punto di partenza..vuol dire che ho ancora voglia di pensare..e che quindi non mi sono assopito.
A molti altri invece è successo, e come fare a squotere quelle persone? come riuscire a far ricominciare una persona a riflettere? quisiti difficili ma non irrisolvibili...
o forse si?

alexander supertramp, torino Commentatore certificato 03.12.09 05:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b ugiardo
e vasore
r icattatore
l adro
u suraio
s imulatore
c orruttore
o sceno
n ano
i ndecente

John B. 02.12.09 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berluscuus potrebbe anche nn esserci, che nn cambierebbe granchè. Quello che in Italia è veramente pericoloso è il popolo italiano, che se nn vota il nano piduista, vota la DC, oppure vota la Lega, o vota Mussolini, o vota il clero o ogni altra schifezza. Saluti

Ilic . Commentatore certificato 02.12.09 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Chiamatemi pazzo, ma io sono x l'eliminazione "FISICA" della MERDA DI QUESTO MONDO....Il 5 dicembre tutti a R O M A !!!!!!!

simo g., perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.12.09 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Nano schifoso, Il popolo tunisino di Hammameth ti sta aspettando a braccia aperte....

simo g., perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.12.09 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Che il 5 dicembre 2009 sia ricordato come la festa della seconda liberazione d'ITALIA dai fascisti e dai mafiosi!!!!!!

simo g., perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.12.09 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Significato del nome SILVIO: abitante del bosco
Origine: latina
Onomastico: 3 Novembre
Corrispondenze: Segno Zodiacale dell'Acquario
Numero portafortuna: 8
Colore: bianco
Pietra: diamante
Metallo: oro

Il nome è di ampia diffusione in tutta Italia anche nelle varianti Silvo, tipica della Toscana, Silviano, Selvo, Silva, accentrata in Friuli Venezia Giulia, Sylvia e Sylva.
Riflessivo, pacato, tranquillo, amante della natura, Silvio passa la sua vita a prendersi cura del suo giardino, oppure del suo boschetto, tra il cinguettio degli uccellini e seguendo il ritmo delle stagioni. Meditativo, è portato per gli studi filosofici, ma anche per i piccoli lavori manuali. Amante tenero, Silvio è sempre attento a non offendere e a non ferire la sua donna alla quale resterà legato per tutta la vita.

Significato del nome BERLUSCONI:

Ha origine probabilmente dal vocabolo del dialetto milanese berlusch (strabico, storto) ed è situato nelle provincie settentrionali della Lombardia.

SILVIO BERLUSCONI = abitante del bosco strabico

Gip Otto Commentatore certificato 02.12.09 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Grande Travaglio!

Emiliano R., Arezzo Commentatore certificato 02.12.09 08:44| 
 |
Rispondi al commento

beppe è nato un alto blog che sostiene te e in special modo marco travaglio. si propone di catalogare i video di travaglio, mi pareva giusto citarlo www.forzatravaglio.com

fabrizio bergamo, Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.12.09 05:17| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei solo dire che noi di European Alternatives abbiamo scritto articoli sull'argomento, che potete trovare sul sito internet. Non metto il link perchè non mi sembra elegante.
Scrivere e dire certe cose non è facile al giorno d'oggi, ma la voglia di dir la verità è tanta. Speriamo che un giorno il popolo non venga più considerato come il primo nemico (per questo, da mantenere ignorante) dallo Stato.

Fed Guerri 02.12.09 02:59| 
 |
Rispondi al commento

CAPORETTO 2008+1
Tramonti a Nordest


Ob'ama, non S'ama, O sama, non B'ama, OS b'ama.


Fra qualche ora il CAPOTRIBUASTELLESTRISCE

indicherà al PIANETA TERRA la strada GIUSTA per

DIFENDERE tutti i POPOLI dall'ARROGANZA delle

GUERRE PUNITIVE. FINALMENTE un Presidente votato

al CAMBIAMENTO.

PECCATO che, ANCORA UNA VOLTA, si eviti di

SVELARE LA VERITA' sull'ATTACCO agli IENCHIIS

l'11 SETTEMBRE 2001.


epe pepe 02.12.09 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Volete spiegarmi cosè questa storia del fuori onda di Fini?hò guardato il tg4(non volevo perdermi la faccia di fede quando dava la notizia)e lui non sapeva un cazzo.Non so più a cosa credere.Non portreste aiutarlo,informarlo che non dare la notizia che hà aperto tutti i tg (zerbini)Italiani è un reato di"FEDE".

Roberto Fornara, vercelli Commentatore certificato 01.12.09 20:24| 
 |
Rispondi al commento

IL NUOVO PD

cari militanti del pd, ecco a voi il nuovo pd: ammette che berluscOni sia
al di sopra dela legge!

infatti il nuovo pd è quello di sempre. vecchietti con scheletri
nell'armadio che salvando berlusconi salvano se stessi!

è durata il tempo delle primarie la vostra illusione. alle prossime
elezioni il pd sparirà! me ne darete atto.

gennaro esposito 01.12.09 18:52| 
 |
Rispondi al commento

solo un appunto sul video...
i briganti nel sud italia erano un qualcosa di diverso dalla mafia
ricordiamoci che il sud italia è stato conquistato e mentre la mafia aiutava a governare queste regioni dal basso
i briganti altro non erano che ribelli che non volevano che le loro terre fossero occupate dallo "straniero" se avessero vinto magari venivano considerati partigiani...
poi quel che è successo dopo che certe frangie siano deviate verso un "percorso comune" con le mafie del luogo questo è un altro discorso

sergio cinà 01.12.09 17:35| 
 |
Rispondi al commento

caro Peppe ribadisci per cortesia ora, luogo di Roma del raduno di sabato 5 dicembre.

enrico semproni 01.12.09 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Un breve FUORI TEMA, prima di un intervento MOLTO in TEMA

*****
Esempio di sottocommento e comunicazione tra PIRATI VIRTUALI, inviati sui Blogs per OSCURARE

Chi accusa la S.t.a.f.f. di SCEMENZE (e FURTI) simili, accusa appunto la S.t.a.f.f. di SCEMENZE (e FURTI) simili

Un Reato, indi

Ecco la comunicazione tra quaquaraqqua, del Drappello Virtuale KoSSiga-Sfascio-Tutto-Infiltro-Tutto

************
Senti un pó, tu che sei pratico.

Come mai spariscono regolarmente tutti i post del

fantasma del blog ?

Troppo amato ?

Peró rimnagono quasi sempre quelli dell'etilista !

Che mistero !
*************

Bravo il B.A.U.C.O.C.C.O...ottima richiesta per PIzzino..ed un Tie' a te e BRANCO

Il Commento ora

Quelle COSONE NOSTRONE tenute fuori dai Grandi Riflettori

Arriva in Italia Rosario Gambino, il boss di Pizza Connection incastrato da Falcone

E' stato a lungo considerato il referente di Cosa Nostra negli Usa, per il traffico di droga
Notificato al capomafia espulso dagli Usa e arrivato a Roma il mandato di cattura che firmò il giudice ucciso (mandato di cattura emesso nel 1980 dal giudice Giovanni Falcone...NDR)

L'articolo completo ed il Video, sono alla pagina del Corriere della Sera del 23 Maggio 2009

http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_23/gambino_rientrato_in_italia_c71c9304-4780-11de-ac74-00144f02aabc.shtml

Il tempismo del RIMPATRIO venne percepito in molti ambienti di analisti del GRANDE CRIMINE, ora una HOLDING GLOBALE, oltre che TRANSNAZIONALE, con molta SORPRESA ed inquietudine,

La HOLDING GLOBALE: del tutto POTENTE ed estremamente inserita in Gestioni di Governi di molti Paesi

Una Buona Lettura e visione del Video

In sottocommento, il Video del sopracitato B.A.U.C.O.C.C.O. che digita da Ambienti **ZAGAROLO**, e cioe' ciociari, burini, STUDENTI ERASMUMS del KAKKIO, ed Ex Comparse Pezze al Culo del Virtual Cinecitta' (salario pagato dal Contribuente..ndr)

Macci ElloIV 01.12.09 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Dagli Archivi de La Repubblica, Luglio 1999

Gestiva gli affari dei mandanti della strage di via D'Amelio

Arrestata anche Nunzia Graviano, sorella dei boss

Palermo, in manette l'avvocato di Cosa Nostra


PALERMO -

Gestiva gli affari della famiglia mafiosa dei Graviano, i cui boss erano
sottoposti al regime di carcere duro.

E stava curando il trasferimento dei capitali del clan che controlla il
quartiere Brancaccio di Palermo in Francia e Lussemburgo.

Ma oggi per l'avvocato Domenico Salvo detto Memi è arrivata la resa dei
conti.

Stamattina all'alba la Direzione investigativa antimafia di Palermo ha
raggiunto il legale nella sua abitazione palermitana, presentandogli
un'ordinanza di custodia cautelare.

Contemporaneamente, nel lussuoso residence "Port Azur" di Nizza, le manette
sono scattate ai polsi di Nunzia Graviano, sorella dei boss Giuseppe e
Filippo, e reggente della cosca accusata di aver organizato l'omicidio del
giudice Paolo Borsellino e le stragi romane del '93.

L'accusa per la donna è di associazione mafiosa, mentre il legale dovrà
rispondere di consorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di
denaro sporco.

Al Link copiato qui sotto, l'articolo completo

http://www.repubblica.it/online/fatti/avvocati/avvocati/avvocati.html

Luglio 1999

Macci ElloIV 01.12.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://tv.repubblica.it/copertina/fini-fuorionda-su-berlusconi-integrale/39739?video

PROVATE A VEDERE LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA CAMERA GIANFRANCO FINI CLICCANDO SU QUESTO LINK, VEDETE CHE RAZZA DI GENET ABBIAMO A CHE FARE, SENTITE CHI CI GOVERNA, SENTITE CHI E' IL VICEPRESIDENTE DEL CSM. ECCO CHI SONO I CAPI MAFIA A DIRE DALLE DICHIARAZIONI SPATUZZA IL PENTITO DI MAFIA. SIAMO ALLA FRUTTA, SE NE DEVONO ANDARE A CASA.
CARISSIMO PRESIDENTE GIANFRANCO FINI MI APPELLO A LEI CHE E' IL PRESIDENTE DELLA CAMERA. STACCHI LAL SPINA A QUESTO MALE TERMINALE, GLI ITALIANI SON OSUL LASTRICO E LUI CONTINUA AD AIUTARE GLI AMICI SUOI POTENTI CON LEGGI E LEGGINE VARIE. AI MIEI NIPOTI QUANDO CRESCERANNO DIRO' CHE NEL 2010 IN ITALIA REGNAVA LA MONARCHIA E CHE NESSU NITLIANO SI ERA ACCORTO CHE ESISTEVA IN QUANTO SI PENSAVA CHE VIVESSIMO IN UNA REPUBLICA. SI STANNO ARRICCHENDO CON EL TASSE DEGLI ITALIANI CHE ORMAI SONO SOFFOCATI DAL CAPPIO AL COLLO CHE IL CAPO DEL GOVERNO STRINGE SEMPRE DI PIU'. FACCIA UNA COSA BUONA E LA GENTE LO PREMIERA', PASSERA' ALLA STORIA PER IL GESTO CHE STA FACENDO, STACCHI LA LUCE AL GOVERNO, LA GENTE VI PREMIERA' E APPREZZERA' QUESTO GESTO.

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Non esiste cosa più bella di una donna innamorata.
Per il suo amore è disposta a cose inenarrabili salvo farsi mettere le corna.

Non esiste cosa peggiore di una donna tradita

Questo vale anche per la mafia che dopo anni di "dedizione" si vede soppiantata dalla camorra.

Ho il sospetto che "certe frequentazioni" "oltre cortina" siano gli inizi di un nuovo tradimento passionale, come risulta dalla natura del "nostro principe"

Forse pensa che un' ammucchiata sia possibile e tutta a suo vantaggio...forse ma una volta spenta la luce chi da e a chi ? e prenderlo nel lato B è un attimo.
Sic TRANS eat gloria IMMUNDI ( si avete letto bene IMMUNDI)

Paolo_R 01.12.09 15:50| 
 |
Rispondi al commento

UN FIOCCO VIOLA
Ho appeso al balcone un fiocco viola per il NO BERLUSCONI DAY. invito tutti ad attaccare alle finestre, ai balconi, alle porte e portoni un fiocco viola per manifestare a favore del 5 dicembre.

UN FIOCCO VIOLA
Ho appeso al balcone un fiocco viola per il NO BERLUSCONI DAY. invito tutti ad attaccare alle finestre, ai balconi, alle porte e portoni un fiocco viola per manifestare a favore del 5 dicembre.

UN FIOCCO VIOLA
Ho appeso al balcone un fiocco viola per il NO BERLUSCONI DAY. invito tutti ad attaccare alle finestre, ai balconi, alle porte e portoni un fiocco viola per manifestare a favore del 5 dicembre.

Gigi Zurlo Commentatore certificato 01.12.09 15:44| 
 |
Rispondi al commento

..MAGARI..sempre incalzando...
?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!
Magari sempre incalzando sul merito delle cose.
===============================================
Forse non del tutto naif[risibile] esempio:
1.2 BarbaraDAD - se mal no ho letto o non ricordo - ha detto alcunché in favore del cosiddetto "Stalliere di Arcore"?!?
..................................................
2.2 "Stalliere di Arcore".. se non al premio già avuto dall'Emerito AuTorE - fra l'altro - del
"mistero buffo" - ..è candidabile a un premio tipo
..mi si passi la volonterosa paraPaoloHendeliana battuta..all'Ambrogino d'Oro o..sImIlIaAa?..!...?

CordialSaluto da
Sergio Conegliano
(p.i.elettronico/g.pubblicista, concordante..cribbio..con quanto
detto alla Luiss da Dr.Celli ad
YoungSomewhatNluchyPEOPLE)

Sergio Conegliano 01.12.09 15:33| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI!!! I comunisti mangiano i bambini? bhè... voi li sciogliete nell'acido...

DANNY D 01.12.09 15:10| 
 |
Rispondi al commento

La lotta alla mafia di 1816.
Interesse privato in atto pubblico.

antonio d., carrara Commentatore certificato 01.12.09 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Bari, onorevole Savino indagata nell’inchiesta su clan Parisi

La parlamentare pugliese del Pdl sarebbe coinvolta nell'operazione che ha smantellato il clan mafioso Parisi e ha consentito il sequestro del patrimonio dell'organizzazione criminale;

secondo l'accusa, Savino ha agevolato l'attività illecita consentendo la fittizia intestazione di un conto corrente bancario: in cambio avrebbe ottenuto "favori e regali"


Elvira Savino è indagata dalla procura antimafia di Bari: la parlamentare pugliese del Pdl, 32 anni, sarebbe coinvolta nell’operazione che ha smantellato il clan mafioso Parisi e che ha consentito il sequestro del patrimonio dell’organizzazione criminale, stimato in 220 milioni di euro.

La parlamentare, originaria di Castellana Grotte, è indagata per aver agevolato l’attività di riciclaggio del denaro proveniente dalla bancarotta della società “New Memotech srl” per la quale l’imprenditore barese Michele Labellarte era stato condannato per bancarotta fraudolenta.

Secondo l’accusa, Savino ha agevolato l’attività illecita consentendo la fittizia intestazione di un conto corrente bancario.

In cambio avrebbe ottenuto – sempre secondo l’accusa «numerosi favori e regali»: la concessione di una carta di credito collegata alla promozione di un vettore aereo con addebito sul conto di Labellarte (giugno 2007); il cambio di un assegno di 3.000 euro datole dal fratello Gianni (ottobre 2007); tre aiuti finanziari per complessivi 3.500 euro (nel 2008); il pagamento di un biglietto aereo Roma-Bari nel 2008; due ricariche telefoniche (nel 2008).

indagata nell'operazione anti-mafia di Bari ...l'on.Elvira Savino pdl... per riciclaggio...

chi è l'on.Savino...

L’ ape regina la Began, figura chiave nei rapporti Tarantini-Berlusconi
Elvira Savino, parlamentare Pdl, è il legame tra l’attrice e l’imprenditore
Escort, l’inchiesta punta sulla Began
indagini anche su feste a Montecarlo


L’amicizia con Tarantini è invece più antica......

ENZO D., BARI Commentatore certificato 01.12.09 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CAPORETTO 2008+1
Tramonti a Nordest

Bene. Ci siamo.

Con il 'fuorionda' Repubblica ha aperto le danze.

Qualcuno ha dato l'ok, si calano gli assi..

..ne vedremo delle belle..

---------------------------------------------

...Spatuzza.. è una bomba atomica... (G. Fini)


epe pepe 01.12.09 14:44| 
 |
Rispondi al commento

VIVA L'ITALIA, VIVA LA LIBERTA', VIVA LA VERA GIUSTIZIA!

A FANCULO I FAZIOSI TRADITORI DELLA PATRIA, ASSIEME TUTTI I MINARETI.

Si puo' cancellare un post.

NON SI PUO CANCELLARE LA VERITA'
Sono sempre io

============================================

Minareti a parte, condivido il tuo post.
La verita' verra' fuori, come sempre. E, come sempre, sarà la storia che riequilibrerà tutto a favore dei deboli e a discapito degli avidi schifosi. Appuntamento a piazzale Loreto, dunque, dove la verità si è già pronunciata qualche decennio fa. Siediti e goditi tranquillo lo spettacolo: è già incominciato.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 01.12.09 14:40| 
 |
Rispondi al commento

LA MAGISTRATURA SANA ITALIANA SI STA MUOVENDO, ESSENDOSI ROTTA I COGLIONI DEI COLLEGHI ULTRAROSSI E BUGIARDI.

Sono sempre io
--------------------------------------------------

Aohhhh...Sarettuzza Sacchi!!!!

Meno male ehh!!!!!

Stalin non voglia che la "terrificante Magistratura rossa" non riesca a fargli mettere piede in tribunale per la terza volta in vent'anni...

maurizio spina Commentatore certificato 01.12.09 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA MAFIA NON ESISTE NON L'HA DETTO BERLUSCONI!

L'HA DETTO TRAVAGLIO!

BARI.
ALTRI 100 MAFIOSI ARRESTATI E 220 MILIONI DI EURO RECUPERATI!!!!

ALTRI 14 MAFIOSI ARRESTATI A PALERMO!!

CONTINUA LO STERMINIO DELLE MAFIE IN ITALIA!!

LASCIATE STARE MARONI!!!!

LASCIATELI LAVORARE!!!!!

Per gli sprovveduti:

LA MAGISTRATURA E LE FORZE DI POLIZIA SONO LE STESSE DI PRIMA DI QUESTO GOVERNO E MARONI.

SOLO CHE PRIMA NON SUCCEDEVA UN CAZZO!

FORZA MARONI!!!!!!!!!!

Sono sempre io 01.12.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento

e dai che ci siamo!
La mafia non esiste, quindi lui non può essere colluso con chi non esiste.
Il padrino, la piovra, Comorra, e tutti quelli che hanno scritto e scrivono di mafia, fanno marketing negativo per l'Italia.
Meglio lui che racconta barzellette a piè sospinto.
Quindi i morti di mafia non esistono.
Sai come saranno contenti le vedove, i vedovi e gli orfani di chi, per servire lo stato (la parte buona dello stato) ha perso la vita.
I pentito sono "bugiardi”.. lui no?

marilena m., milano Commentatore certificato 01.12.09 14:11| 
 |
Rispondi al commento

LA MAGISTRATURA SANA ITALIANA SI STA MUOVENDO, ESSENDOSI ROTTA I COGLIONI DEI COLLEGHI ULTRAROSSI E BUGIARDI.

Il giudice di Milano ha sospeso definitamente il pagamento del furto legalizzato di De Benedetti con l'amico "calze turchese"

Tra pochi giorni vedremo altri interventi della magistratura SANA!

Cara Gandus, sta per arrivare il conto da pagare!

Di Pietro, attento a come ti muovi!

Alla prima cazzata che spari vai diretto sul registro degli indagati.

Travaglio tra non molto avra' l'ingresso vietato nelle Procure.

ERA ORA!!!

FORZA MAGISTRATI SANI!

TOGLIETEVI DALLE PALLE I GOLPISTI ROSSI!!!!

VIVA L'ITALIA, VIVA LA LIBERTA', VIVA LA VERA GIUSTIZIA!

A FANCULO I FAZIOSI TRADITORI DELLA PATRIA, ASSIEME TUTTI I MINARETI.

Si puo' cancellare un post.

NON SI PUO CANCELLARE LA VERITA'

Sono sempre io 01.12.09 14:10| 
 |
Rispondi al commento

POPOLO DI CAZZONI PANATI CHE SEGUITE IL FURBISSIMO MARCO CHE CON QUESTE CAZZATE SI STA FACENDO L'ANIMA DEI SOLDI ALLA FACCIA NOSTRA.

VI DICO SOLO UNA COSA CHE SE VOGLIAMO RISOLVERE LA SITUAZIONE BISOGNAMO DEI FATTI E NON DELLE STRIMPELLATE DI UN ADORATORE DI BERLUSCONI(ANCHE PERCHE' SENZA DI LUI MARCO ERA UN ANONIMO), MA VENIAMO A NOI:
SECONDO ME L'ATTIVITA' DA FARE E' UNA E PER ATTIVARE IL MECCANISMO CI PUò AIUTARE SOLO BEPPE E CIOè FAR SI CHE OGNUNO DI NOI POSSA IMBUCARE UNA LETTERA ANONIMA CON SU SCRITTO "CARABINIERI" O "POLIZIA" O "VIGILI" E METTERLA NELLA BUCA QUALSIASI DELLE POSTE ITALIANE E ORDINARE(IN QUESTO CASO IL GOVERNO) ALLE POSTE DI CONSEGNARE LE SUDDETTE LETTERE AL COMMISSARIATO O COMANDO PIù VICINO, PER CUI SI POTREBBE EFFETTUARE LA DENUNCIA ANCHE IN POSTI DIVERSI(MEDITATE GENTE MEDITATE).

VI SEMBRANO CAZZATE O SEMBRA UN OTTIMO STRUMENTO DI DENUNCIA SENZA ESSERE SOSPETTATI?

DIAMOCI DA FARE E GRAZIE BERLUSCA CHE FAI CAMPARE QUESTI GIORNALISTI ALTRIMENTI INUTILI.

Enrico Russo 01.12.09 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Un minareto non è nient'altro che un trespolo dal

quale si levano i guaiti di qualche cane che ha

fermato le proprie lancette al medioevo e che

indica ai musulmani che è arrivata l'ora di

mettersi a culo in su per pregare il loro

dio..........


vito. farina
--------------------------------------------------

C'hai raggggione Farì...
Non è nella nostra tradizione architettonica...
I mangiapizza, di solito, preferiscono le cupole...

N'meriggio scellerati...

maurizio spina Commentatore certificato 01.12.09 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe. Oggi leggendo su Repubblica la lettera di Pier Luigi Celli ho deciso di inviare un mio commento con il nick operaioing . Premetto che il commento non conteneva nessun turpiloquio e nessun riferimento razzista. In esso consigliavo il dott. Celli , il figlio e tutti i figli di papa, nel caso lo volessero, di lasciare l'italia e a nostra garanzia di togliersi la cittadinanza italiana.
Nel malaugurato caso in cui il figlio del dott. Celli, dopo un periodo all' estero sovvenzionato. dal padre, vorrà ritornare in italia auspicavo l'intervento della Bossi-Fini-Marroni sicuro che la sua applicazione avrebbero rimandato padre e figlio Celli a qual paese ... ops al paese estero dovre avrebbero deciso di dimorare.Il commento non è stato pubblicato. Non contento di ciò riscrivevo alla redazione di repubblica appellandomi al loro senso civico nei riguardi della libertà di espressione. Anche questa seconda volta il mio commento non è stato pubblicato. Prego quindi te , caro Beppe e tutti gli amici del blog di inviare quanto pensate a riguardo del dottor Celli a Repubblica e a verificare se ciò che scrivete viene pubblicato.

tecno fab 01.12.09 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi
scriviamo tutti al Ministero per far dare l'autorizzazione a trasmettere a Cielo TV!!! Non capisco perche' a Rete 4 gli danno tutti i permessi e a Cielo TV no!!!
Scrivete in tanti!!!

http://www.cielotv.it/

Michele A. 01.12.09 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Il mafioso?

Per certi aspetti, il mafioso è il più umile dei servitori dello stato che deve sobbarcarsi anche l'antipatico e scomodo ruolo di cattivo!:)

sancho . Commentatore certificato 01.12.09 14:06| 
 |
Rispondi al commento

......ci sono anche le bozze di un libro che il padre, quando è morto, stava scrivendo.....
-----------------------------------------------
Sig. Travaglio, io non sono molto ferrato in italiano ma a me sembra che questa frase faccia a pugni con se stessa. Come può, uno ch'è morto scrivere un libro? So che la trascendenza può fare miracoli, ma questo mi sembra impossibile.

Roland Eagle () Commentatore certificato 01.12.09 14:01| 
 |
Rispondi al commento

L'agguerrita Mussolini in una trasmissione di Sposini.ini ini:

http://www.adnkronos.com/IGN/Mediacenter/Video_News/La-Mussolini-Se-ci-fosse-un-filmato-hard-con-Fiore-avrebbero-ricattato-me-VIDEO_4054598372.html

cettina. .., isola Commentatore certificato 01.12.09 14:01| 
 |
Rispondi al commento

l'Andrangheta pare che fatturi circa 45 miliardi di euro all'anno.
Qualcosa come il 3 percento del nostro Pil.
Non conosce crisi.
La Mafia fatturerà di piu', sicuramente.
Poi c'è la Camorra, la Sacra Corona Unita.

Sono cifre enormi!! E' lavoro sicuro, senza crisi e con possibilità di avanzamenti professionali. Troppo ghiotto!
Ehmm ... se ci fosse qualche mafioso che legge, vorrei che notasse le maiuscole da me usate per nominare queste onorabili organizzazioni. Per rispetto.
Se ci fosse un posticino vacante da occupare... baciamo le mani!

vito. farina Commentatore certificato 01.12.09 13:55| 
 |
Rispondi al commento


Ragazzi, non sò se potrò esserci a Roma il 5 dicembre, io spero di sì, comunque, armatevi di telefononi con telecamere o telecamere per riprendere tutto.
Ho già postato l' intervista di KoSSiga ad Andrea Cangini il 23.10.2008, ma la riposto quì.
Leggete e stae attenti:
"...Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perchè pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito… Lasciarli fare (gli universitari, ndr). Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì… questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l’incendio...”.

antonio d., carrara Commentatore certificato 01.12.09 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il, "nanocapo" ha paura del 5 dicembre.
lui che vive di sondaggi, lui che vive di estetica, lui che vive (sulle nostre spalle) di gossip, non vuole vedere nulla che gli sia contro, credo che già sta preparando le contromosse.
come dice nando meliconi, innanzitutto non bisogna cadere nelle "bande" che ci manderanno per far credere che siamo violenti, perciò, munirsi tutti di TELECAMERE, controllare che il vicino sia sempre lo stesso e affidarsi al servizio d'ordine.
NON SI SA MAI, ma è meglio far vedere che siamo spontanei, ma organizzati.
le vicende giuridiche del "nanocapo" anche se "alleggerite" dai suoi scagnozzi, non si affievoliranno, anzi si rafforzeranno, dopo che l'affare milles, prenderà "piede", quindi tranquilli, che questa volta è incastrato.
democraticamente, parola che lui non conosce, gli faremo capire cosa vuol dire governare e se è giusto, sempre democraticamente, gli faremo capire cosa è la giustizia e se dovuto, gli faremo capire cosa vuol dire la parola "PATRIE GALERE".

valter p., roma Commentatore certificato 01.12.09 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Tutto fa brodo

Tutto fa brodo per alimentare guerre di religione, guerre di gruppi o branchi contro altri gruppi o branchi, guerre di poveri contro altri poveri. I sabotatori dell’umanità aprono indisturbati le falle, ma le vittime, prese dal panico, non pensano affatto di fermare i sabotatori e non cercano di tappare le falle, pensano di salvarsi buttando a mare la zavorra, considerando zavorra gli altri esseri umani. Non occorre la profezia per intuire come andrà a finire!

sancho . Commentatore certificato 01.12.09 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Bella premessa:
"in realtà non c’è nessun rapporto tra il fatto che uno abbia commesso dei gravissimi delitti e il fatto che racconti bugie."

Ragazzi, non diciamo cavolate, è vero che un pluriassassino "può" dire la verità e "può" dire bugie, ma non venitemi a raccontare che io mi dovrei fidare ciecamente di uno che ammazza gente o che d'abitudine commette crimini.
Prima di scrivere queste cavolate pensate se un pregiudicato viene a suonare a casa vostra e vi comincia a raccontare la favola dell'orso, voi gli credete perchè non c'è relazione criminale - bugiardo, ma c'è invece vale la relazione criminale - sincero ?

aaa aaa 01.12.09 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Processo Breve, Guerra Civile, Riduzione della cassa agli immigrati, ecco come ti invasellino il cervelletto degli italiani, il risultato era ovvio INCIUCIO..fra PDL e PD-L!!! Il bersani di turno con il suo vice, non solo non avranno il mio voto, per mille e mille motivi, ma mi auguro che il fumo negli occhi creato con la nomina di un rappresentante delle comunità GLBT non induca le stesse un domani a dargli il voto, oltre alle prese in giro di tutto un'anno sui DICO metamorfosatosi in altri mille acronimi, tanto per prendere tempo e continuare bellamente a prenderci per i fondelli, e se qualcuno ha la memoria corta si guardi lo splendido film "Improvvisamente L'inverno Scorso" per assaporare da vicino alla sincera ironia di questa classe politica che ci ha trattato come dei figli imbecilli!!! A cui chiede però il voto, per poi aggirare l'obblighi presi sotto una cappa di ironia paternalistica ed ipocrita! A cominciare da Rosy Bindi e la sua altura di ex democristiana, se qualcuno avesse avuto ancora qualche dubbio ora con questo ennesimo INCIUCIO spero possa aprire gli occhi e cancellare dalla mente che mai e poi mai questo PD dara voce con atti concreti alla comunità GLBT nonostante il suo vice! Ricodate, ricordate!!!!!!!

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 01.12.09 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Io sono xenofobo e razzista: non tollero il plutonio. Credo che faccia molto piu' danno dei minareti.

Luca Popper
-----------------------------------

Un minareto non è nient'altro che un trespolo dal quale si levano i guaiti di qualche cane che ha fermato le proprie lancette al medioevo e che indica ai musulmani che è arrivata l'ora di mettersi a culo in su per pregare il loro dio.

In alternativa potrebbero comprarsi un bell'orologio con 5 allarmi giornalieri e andare a mettesi a culo in su da altre parti, meglio se a casa loro.

Ci vuole poi tanto a pretendere che la loro religione, se professata in Italia, sia meno istigatrice e parli di dialogo?
Ma vi rendete conto che questa gente non ammette che altri musulmani si convertano ad altre fedi perchè odiano le "mescolanze" e le "contaminazioni"?

Imparino la tolleranza... non siamo noi che dobbiamo imparare a tollerare, ma loro.
Non è uno scontro tra civiltà o tra religioni questo, ma uno scontro tra la modernità e il medioevo.

vito. farina Commentatore certificato 01.12.09 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se continua così...

mi cade il berlusca,grazie ai magistrati ...

mi arriva il trio bersani-casini-fini vicinissimi alla chiesa a confindustria, mafia e camorra...

sai che sballo...

casini...caltagirone-mafia-cuffaro-sicilia..
bersani...coop-banche-camorra-bassolino..
fini...confindustria-fascio...

cribbio,mi consenta....sempre nel culo lo prenderemo ....

Beppe sto' cazzo di PARTITO NAZIONALE...questi mi isolano Di Pietro e siamo fritti...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 01.12.09 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Non sarà che questi cialtroni hanno bloccato la pertenza di "Cielo" il nuovo canale Sky sulllo schifoso DTT, non inviando l'autorizzazione a trasmettere perchè probabilmente questi sarebbero stati gli unici a parlare del No B-Day?
Ma cosa vado a pensare?

Quintino Taranto 01.12.09 13:36| 
 |
Rispondi al commento

MAFIA: BONDI, ABERRANTE 'ROMANZO CRIMINALE' REPUBBLICA SU FI
"La nuova puntata di oggi del romanzo criminale scritto da 'Repubblica' insinua l'esistenza di un rapporto causale tra la nascita di Forza Italia e gli attentati mafiosi del '93". E' Sandro Bondi, coordinatore nazionale Pdl, che prosegue, a proposito dell'articolo di Giuseppe D'Avanzo pubblicato oggi dal quotidiano romano, dicendo: "Si tratta semplicemente del frutto di una mentalita' aberrante, che offende non solo la realta' storica ma anche milioni di italiani che hanno affidato a Forza Italia la speranza del rinnovamento del nostro Paese".

Notare il continuo mischiare fatti veri con fiction sulla mafia da parte degli INFAMI di fozza italia per mischiare le carte e confondere i boccaloni... grazie ai corsi di marketing fininvest

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 13:32| 
 |
Rispondi al commento

rispettare la sovranità popolare!
signor ministro maroni lei ha ragione,bisogna
rispettare la volontà popolare.
il popolo italiano si è espresso mediante referendum sul finanziamento pubblico ai partiti
e sulla costruzione di centrali nucleari, sono
sicuro che lei, fulgido esempio di coerenza,rispetterà la volonta del popolo italiano.

alfio trolese Commentatore certificato 01.12.09 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Anche berlusconi sta per essere "posato"!

Nel nuovo organigramma, non c'è più posto per lui!

Probabilmente, lui aveva aperto due tavoli di trattativa, ma anche quelli del secondo tavolo ne avevano già aperto un altro!:)
Credeva di essere lui il gestore del gioco!:)

sancho . Commentatore certificato 01.12.09 13:14| 
 |
Rispondi al commento

@ luca popper

sono considerazioni valide nella sostanza quindi e' bene ribadirle almeno una volta al giorno.
never read

--------------------------------------

Se lo dici tu, eccoti accontentato:
======================================

Pensa, noi abbiamo votato anni fa contro il nucleare. Eppure questo democraticissimo governo ci piazza una serie di centrali sparse qua e la lungo tutto il territorio.
Io sono xenofobo e razzista: non tollero il plutonio. Credo che faccia molto piu' danno dei minareti.

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 01.12.09 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Non possiamo più rimanere inerti di fronte alle iniziative di un uomo che tiene il Paese in ostaggio da oltre15 anni e la cui concezione proprietaria dello Stato lo rende ostile verso ogni forma di libera espressione come testimoniano gli attacchi selvaggi alla stampa libera, alla satira, alla Rete degli ultimi mesi. Non possiamo più rimanere inerti di fronte alla spregiudicatezza di un uomo su cui gravano le pesanti ombre di un recente passato legato alla ferocia mafiosa, dei suoi rapporti con mafiosi del calibro di Vittorio Mangano o di condannati per concorso esterno in associazione mafiosa come Marcello Dell’Utri.
IL 5 DICEMBRE AL GRIDO VIA BERLUSCONI
FATTI PROCESSARE BUFFONE
VIA I MAFIOSI DALLE ISTITUZIONI
IN GALERA

mario l 01.12.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento

la mafia è più forte che mai

Verosimilmente, stanno arrestando tutti quelli che non si adeguano alla nuova leadership o ritenuti poco adattabili!
E' un'alternativa meno cruenta alle faide sanguinose, in cui anche lo stato fa bella figura!
Come si dice? "Due piccioni con una fava"!:)

sancho . Commentatore certificato 01.12.09 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Sul fronte della lotta alla mafia non si sono mai viste tante retate ed arresti, anche di colletti bianchi, come adesso.
E' difficile che la gente non pensi che:
1) se pentiti di mafia fanno il nome di Berlusconi è perchè questi dà fastidio alla mafia;
2) i pentiti di mafia non hanno nulla da perdere perchè hanno già perso quando sono stati arrestati;
3) "pecunia non olet", il Berlusca non sapeva di investire soldi di mafia.
Temo che i fatti raccontati da Marco vengano letti alla rovescia, cioè che è la mafia che perseguita il Presidente del Consiglio.


M. Mazzini 01.12.09 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Sulla mafia

Avete notato come continuano a parlare di Riina e Provenzano e non facciano cenno sulla nuova leadership?

sancho . Commentatore certificato 01.12.09 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MENO 4 GIORNI.

O.T. 5 Dicembre 2009.

E' cosa buona e giusta ricordare a tutti che sabato prossimo al No B.Day,è essenziale preservare l'incolumità di tutti i partecipanti.

Ricordiamoci sempre che la nostra forza è grande e,non dobbiamo cadere in nessuna provocazione.

Saranno in molti quelli che vorrebbero un gran casino,ma noi il casino dobbiamo farglielo sul serio!

Il nostro obbiettivo è quello di divulgare il più possibile il nostro malumore e le difficolta del Paese.

Dobbiamo raggiungere più gente possibile con la nostra iniziativa.

Ci sono un mucchio di stronzi pronti a innescare la scintilla,vediamo di essere tutti pronti a sedare ogni sciocchezza da parte nostra!

Dobbiamo già guardarci le spalle per altri mille motivi che servire su un piatto d'argento il nostro fianco,mi sembra proprio una stronzata!

5 DICEMBRE,ROMA,NO B DAY!

PARTECIPARE E' UN DOVERE,OLTRE CHE UN PIACERE!!!
--------------------------------------------------
Vorrei che il blog si materializzasse in piazza!

Anzichè rompere i coglioni mettetevi d'accordo come venire!

Prima mandiamoci affanculo di persona,poi tutti insieme mandiamo affanculo il nano!
--------------------------------------------------
Fine O.T.

Nando.

p.s.

Fate più volantini possibili dell'evento.

Nando. Meliconi (in arte l'americano) Commentatore certificato 01.12.09 12:49| 
 |
Rispondi al commento

a proposito, in uno spettacolo Beppe faceva vedere uno spot americano pluripremiato che diceva sostanzialmente "chi pagerà il debito creato da Bush" CON TANTI BAMBINI CHE LAVORAVANO NEI VARI TIPI DI PROFESSIONI E soprattutto sottotitolato. qualcuno mi può aiutare?

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 01.12.09 12:45| 
 |
Rispondi al commento

"il figlio di Ciancimino sta portando in Italia le carte del padre, che erano nascoste in cassette di sicurezza in qualche paradiso fiscale e, nelle carte del padre, ci sono anche le bozze di un libro che il padre, quando è morto, stava scrivendo e lì, scrive Gomez - e mi fido di Peter Gomez- insieme a Marco Lillo “ ci sarebbero elementi documentali sul ruolo che svolse negli anni 70 e 80 Ciancimino per portare capitali mafiosi dentro queste società di Milano o di Milano 2, Pancarasini, famiglie Buscemi, Bonura, Teresi, Bontate” e stiamo parlando dei famosi capitali di misteriosa origine, le famose valigie di contanti che andavano a ricapitalizzare certe società della finanziaria d’investimento Fininvest Srl"
****
Secondo Dell'Utri il concorso esterno in associazione mafiosa non è un reato.

E da quest'anno sarà abbinato alla Lotteria Italia.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 01.12.09 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Sto finendo di leggere "Guerra civile fredda" di Daniele Luttazzi.Beppe,come ti poni di fronte alle critiche di Luttazzi nei tuoi confronti?Pensi che sei prigioniero dell'ambiguità satirico e politico insieme?

salvatore lai 01.12.09 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Chi decide della nostra vita?

Non sono più i governi nazionali e neppure la capacità produttiva! E' la politica monetaria che decide il destino dei popoli! Ieri sera, per esempio, a "porta a porta", bertinotti proponeva di svalutare l'euro del 20%, cosa che indubbiamente darebbe tanto ossigeno all'economia reale con sollievo per la disoccupazione, ma è stato subito stoppato, perché queste decisioni non competono più ai governi nazionali. E questo è solo un esempio, e neppure il più incisivo.
Ai governi nazionali viene dato il numero di persone da eliminare, e questi hanno solo il compito di decidere la graduatoria, le priorità, perché le operazioni di eliminazione avvengano nel modo più continuo ed ordinato possibile!
Anche noi ci siamo abituati all'idea e stiamo tranquilli in attesa del nostro turno. I leghisti sono diversi da noi solo sul fatto che vogliono fare i furbi nella fila, cercando di procurarsi un posto un po' più in fondo.

sancho . Commentatore certificato 01.12.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento

ot: combustione e ambiente.
L'ozono è un composto molto labile ad alte temperature.

per il commento on-topic,
ctrl+f
cercare petix

Luigi Petix 01.12.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento

vabbè!

io a roma ci sono,
il 5 dicembre!

voi fate come volete,
o potete!
ma se potete,
e non volete,
allora andate!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 01.12.09 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Blitz contro mafia. Colpiti clan in Puglia
Eseguiti oltre 80 arresti, sequestrati beni per oltre 220 milioni.

"Nell'inchiesta sono coinvolti direttori di banca, professionisti, amministratori pubblici e avvocati. Per la prima volta - viene fatto rilevare - l'indagine "fotografa" il coinvolgimento di persone della Bari bene in indagini sulla criminalità organizzata. A sostegno di questa ipotesi accusatoria vi sarebbero non solo intercettazioni telefoniche e ambientali, ma anche filmati video ritenuti dagli inquirenti particolarmente significativi."
(ansa)

=========================

Attentato!

Attentato!

Come? Gli inquirenti?

Che delusione!

E io che pensavo fosse stato Berlusconi con il suo ufo robot d'acciaio ad intercettarli.......

Adesso ho capito perchè vuole eliminare dalle indagini le intercettazioni telefoniche!
(peccato, s'è scordato i filmati, o no?).

Vuole essere solo lui l'"intercettatore"!

Questi magistrati "comunisti" gli tolgono anche il piacere di indagare, arrestare e imprigionare i mafiosi (che non esistono!).


cettina. .., isola Commentatore certificato 01.12.09 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni volta che catturano qualche rappresentante della sacra corona unita, della camorra e della ndrangheta i media parlano impropriamente di lotta alla mafia e i cittadini finiscono col crederci.
Ma tutti sanno che quando si chiede di sconfiggere la mafia si parla delle associazioni criminali della Sicilia.

THE SPIRIT OF THE EARTH Commentatore certificato 01.12.09 12:33| 
 |
Rispondi al commento

I governanti leghisti hanno grossi problemi esistenziali, i minareti, gli emigrati, i musulmani, la bandiera con la croce,le tasse, i soldi facili, la religione, gli egoismi, i razzismi, i banditi, ecc. poveretti non sanno che finiranno sui fumetti.

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MAFIA - LA PUNTA DELL'ICEBERG !

*********************************

Mafia, 83 arresti e 220 milioni sequestrati
convolti direttori di banca e professionisti

BRAVI BRAVI I DIRETTORI DI BANCA !


BARI - Un tesoro da 220 milioni di euro. Società che riciclavano capitali sporchi, e poi tanti nomi di insospettabili: avvocati, bancari, amministratori pubblici.

IN GALERA E BUTTATE VIA LE CHIAVI !


.


Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 01.12.09 12:31| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI A LUKASHENKO: IL POPOLO TI AMA .
Soffre sempre la sindrome del dittatore il nostro nanetto cretino e mafioso ridens.

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel titolo del post c'è un errore: sì come affermazione si scrive con l'accento

Federico Mangiantini, Ponte Buggianese (PT) Commentatore certificato 01.12.09 12:26| 
 |
Rispondi al commento

DISOCCUPATI, A OTTOBRE OLTRE 2 MILIONI, ma la crisi è superata o no?
Che dice minzolini, Feltri, ecc.

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

------------ANNO NUOVO VITA NUOVA!------------------

IL BERLUSKA IN GALERA.....SE VOLETE BUTTATE PURE LA CHIAVE!
I SUOI MINISTRI TUTTI A CASA ,O QUASI, SENZA UNA LIRA!
LE LEGGI BERLUSCONIANE ,,,TUTTE CANCELLATE.
TUTTI I BENI REQUISITI NELLE CASSE DELLO STATO PER TAMPONARE IL DEFICIT PUBBLICO.
MEDIASET DI PROPRIETA' DELLO STATO.
LA BRUNA VESPA A CASA MINCHIOLIN A CASA COSì TUTTI I LECCACULO.
ECC ECC CHI VUOLE AGGIUNGA NEL SOTTOCOMMENTO.
DATEMI PURE UNO SCHIAFFONE FORSE STO' SOGNANDO!
P.S.
FARE ATTENZIONE AL 5 DICEMBRE A ROMA QUALCUNO TENTERA' DISORDINI PER ADDOSSARCI LA COLPA RIPRENDETE TUTTO CON TELECAMERE TELEFONINI TUTTTO INSOMMA.

mario l 01.12.09 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Aristotele, la mafia in Sicilia, il ponte sullo stretto di Messina, la cultura della legalità.

1) Si attribuisce ad Aristotele un pensiero illuminante: gli uomini differirebbero dagli altri animali solo per la capacità di parlare e di usare le mani. (in realtà anche per altre cose, ma sta a voi scoprirle..)

2) La Sicilia è un'isola, a cultura prevalentemente contadina. Da millenni. Fino anche agli anni '50 e oltre, i contadini vivevano in comunione con gli animali, in case di paglia e fango ("L'Espresso"), mentre le uniche costruzioni in pietra erano le masserie sottoposte a corvée dai feudatari nonchè le stesse abitazioni dei "possidenti". I minatori scendevano spesso nudi nei cunicoli, per poi morire in media a 40 anni per distruzione polmonare. I trasporti ("Il Gattopardo") e le comunicazioni erano scarsi, il che favoriva l'insorgere di certe categorie di uomini (prima metà del '700, secondo la breve "Storia della mafia" del Marino) che si spostavano sull'isola prendendo in affitto appezzamenti di terra e subaffittandoli ai contadini a prezzi maggiori. E' evidente che questo faceva aguzzare l'ingegno degli altri "meno fortunati".
Una tipica minaccia mafiosa è quella di far trovare al minacciato una testa di animale mozzata (tanto per fargli vedere "come si fa").

3) La Sicilia è base di scambi. Più che di merci, di uomini, a causa dello scarso sviluppo delle "infrastrutture". L'idea del ponte è quella di rendere i trasporti talmente rapidi da rendere superata quella classe di uomini che si sostenta con le minacce per accaparrarsi le finanze dell'isola.
Messina è zona sismica, ma anche San Francisco lo è, e hanno il golden gate bridge, lì.

note sul piano culturale: assassinare un padre Puglisi è facile, ma ammazzare tutti i partecipanti a un centro sociale non lo è (scassarlo a suon di manganelli e senza nemmeno l'ordinanza del Tribunale invece è semplicemente stupido). La lotta sul piano culturale va fatta in gruppo, un eroe morto non serve a nessuno

Luigi Petix 01.12.09 12:22| 
 |
Rispondi al commento

I divrsamenti intelligenti onorevoli lighisti , con le loro stupidaggini, rischiano di farci ricredere sull'intelligenza di Berlusconi.
Castelli borderline, ma solo lui?

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Banca luganese nei guai
per l’eredità di un vip italiano
si è cercato, di regolarizzare il capitale con lo scudo fiscale del ministro Tremonti uno degli eredi, il figlio maggiore, del famoso anchorman taglia corto:“Noi non abbiamo soldi in Svizzera”
ma l' agguerrito studio legale milanese,che cura gli interessi del defunto buongiorno mike:
“Ci sono delle cose che stanno emergendo”
ERA FRA L'ALTRO UN EVASORE
e giustamente lo "stato" lo ha premiato coi funerali di stato
Mario Cuccu, 50 anni stava lavorando su un ponteggio per cause ancora da chiarire è precipitato al suolo dall'altezza di 9 metri. Cuccu è morto poco dopo il ricovero
nessun funerale di stato,forse una misera pensione
per la moglie e per i tre figli piccoli
FUNERALE ITALIA

piccoloflybastardo cagliari, portorotondo Commentatore certificato 01.12.09 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Due milioni di disoccupati.... Ma il milione di posti di lavoro promessi da Berlusconi? Sono tra questi?
Cioè, diventera' di un solo milione il numero di persone senza lavoro o salira' a tre?
Quanta gente ci sarà in piazza il 5 dicembre? No, perchè, da quel che risulta, molti non hanno altri impegni, quel giorno....

Pace e Bene

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 01.12.09 12:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ben strana mafia quella di Berlusconi vero? e questo dimostra semmai che la mafia sta andando a pezzi mentre voi spaventate la gente dicendo che la mafia domina lo stato.

Fiat Lux 11:28
°°°°°°°°°°°°°

esempio classico di
ITALIANO MEDIO con INTELLIGENZA LIMITATA...

nel gergo "criminale" si chiama " scambio di culi"
...o meglio precisare : " culi nuovi " !!!!

dopo che le cosche hanno contribuito al potere nello Stato vengono "SFOLTITE" della manovalanza
non più necessaria !!!

LA NAZI-MAFIA o associazioni criminali simili operano in questo modo da anni nel paese !!!!

potrebbero restarne FUORI solo criminali alla
" DIABOLIK" ..ossia i SOLITARI !!!!
ma è molto difficile che ciò avvenga !!!!
piccoli esempi sono le bande degli "stranieri" che tanto fanno "PAURA" ai leghisti o agli italiani medi supercoglioni come l'esempio su citato !!!

ripeto:
ieri sera su raidue tutta la storia della
"banda della Magliana"....cercatela su rai.it
e vedetela ...forse qualcosa ci si accende nel
cranio....FORSE !!!!
- LA STORIA SIAMO NOI di Minoli

MagicLenin RedArmy (p.a.c.) Commentatore certificato 01.12.09 12:10| 
 |
Rispondi al commento

I dati Istat: il tasso salito all'8%, +0,2% rispetto al mese precedente
Disoccupati, a ottobre oltre 2 milioni
Il dato mai così alto da marzo 2004. Il tasso di disoccupazione giovanile sfiora il 27%

MA IL NANO MAFIOSOMERDACCIA NON ERA QUELLA CHE UNA VOLTA A PORTA A PORTA FIRMO' UN CONTRATTO CHE AVREBBE CREATO UN MILIONE DI POSTI DI LAVORO?

mario l 01.12.09 12:09| 
 |
Rispondi al commento

ot

giorgio napolitano s'inguatta il grano!!

http://www.pieroricca.org/2009/11/30/giorgio-napolitano-2/

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Reintegrati i tre medici responsabili del reparto ospedaliero del carcere.

Ora anche gli agenti responsabili del pestaggio- ovviamente verranno promossi e trasferiti.

Quando c'entrano le istituzioni direttamente, non c'è equità né giustizia.

Non parliamo poi della corporazione dei medici....
Chissà che cosa si è mosso per decisioni del genere...
Al di là di ogni accertamento di responsabilità effettiva, la sospensione cautelativa era quantomeno opportuna.

E' proprio vero che ad un certo livello sono tutti CONNIVENTI!

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 01.12.09 11:59| 
 |
Rispondi al commento

...
LA CIVILISSIMA SVIZZERA (E’ VERO CI HO VISSUTO) HA VOTATO IN UN REFERENDUM (VI PIACCIONO NO ?) CONTRO IL PROLIFERARE DEI MINARETI SUL SUO TERRITORIO, X METTERE UN FRENO ALL’ISLAMIZZAZIONE.
ORA SONO RAZZISTI E XENOFOBI O RIMANGONO CIVILISSIMI (TANTO MALE NON SARA’ SE BEPPE CI HA PORTATO LA RESIDENZA !)
never read

=========================================

Ti è gia' stato risposto ieri a questo commento, pirlotto. Devo riproportelo a mo' di copiaincolla come fai tu o ce la fai da solo?

Buongiorno blog

Luca Popper, Milano Commentatore certificato 01.12.09 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'ero alla manifestazione dei Girotondi del 2002 in piazza San Giovanni e ci sarò a Roma il 5 Dicembre. Nonostante le varie iniziative di protesta, i libri, gli articoli sui giornali, le trasmissioni televisive, i documentari, i Blog non si è riusciti minimamente a scalfire il regime berlusconiano. Anzi, il nano, è riuscito comunque ad incrementare e a consolidare il suo consenso elettorale. Vi chiedo: PERCHE' NON CAMBIAMO TATTICA? Secondo me dobbiamo BOICOTTARE DEMOCRATICAMENTE L'IMPERO ECONOMICO di BERLUSCONI. L'idea non è poi tanto originale, è stata già realizzata da altri. Ginfranco Mascia è stato il primo a considerare il fatto che Berlusconi va combattuto anchè così e ha avuto un discreto successo (far calare l’audience di 2.800.000 spettatori in meno in occasione del primo grande sciopero dei telespettatori a Canale 5, la rete ammiraglia del gruppo Fininvest e di meno 3% di fatturato nella catena di supermercati STANDA nel 1994, allora nel portafoglio di Fininvest). Adesso abbiamo "un'arma" in più che prima non c'era o era poco diffusa: INTERNET

Con la manifestazione del NO B DAY chiederemo le dimissioni di Berlusconi ma sappiamo già che non le darà mai perchè senza immunità parlamentare rischia la galera. Quindi, dal 6 Dicembre, perchè, tutti insieme, non BOICOTTIAMO il NANO?

ledicolante pazzo 01.12.09 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera l'ennesima conferma ....rapimento MORO e omicidio PECORELLI ...strettamente legati ai NAR + SERVIZI + BANDA DELLA MAGLIANA + CAMORRA!!!!
(la storia siamo noi di Minoli)

che volete di più cari ITALIANIIIIIIIIIII !!!!!

per capire che qualcuno CI sta prendendo per culo
DA ANNI !!!!??????

ma chi sarà MAIIIIII ????

MagicLenin RedArmy (p.a.c.) Commentatore certificato 01.12.09 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disoccupati sopra i due milioni
E' il dato peggiore dal 2004
Il tasso di disoccupazione è salito all'8% (più 0,1% rispetto al mese scorso). In un mese si sono persi altri 39mila posti di lavoro (236 mila su base annua). Per quanto riguarda i giovani siamo al 26,9% .

Secondo me è tutta colpa delle moschee e di non avere un papà con la Barba Verde capace di fare assumere i figli down nella pubblica amministrazione.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 01.12.09 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma...se le regole sono ingiuste perchè giocare?

mark kaps Commentatore certificato 01.12.09 11:46| 
 |
Rispondi al commento

SONO ORGOGLIOSO DI FAR PARTE DEL PRIMO BLOG AL MONDO.
IL BLOG CHE CAMBIERA' LA STORIA DEL NOSTRO PAESE!
GRAZIE BEPPE!

VIVA CHI HA SCRITTO LA PIOVRA!

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 01.12.09 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Enrico Letta ha scoperto, e ne siamo venuti a conoscenza tramite le sue ambigue dichiarazioni, che Berlusconi non è uno statista. A questa presa di coscienza io arrivai durante gli anni di tangentopoli. Ora sono alla fase due: Berlusconi non solo non è uno statista, ma è anche un poco di buono. Ci troviamo di fronte ad una persona coinvolta in diversi reati, dalla corruzione all’evasione fiscale, al falso in bilancio e, forse, anche qualcosa di più.

Se l’incipit del discorso di Letta è ambiguo, il resto è imbarazzante e merita una rettifica per sgombrare il campo da messaggi ambigui e lapsus freudiani.

Letta, nella sua intervista pubblicata oggi dal Corriere della sera, afferma che “il Pd non cercherà scorciatoie" per far cadere il governo, ma seguirà “la strada maestra delle urne” e - aggiunge - “il Pd considera legittimo che, come ogni imputato, Berlusconi si difenda nel processo”, e fin qui lo seguo, e “dal processo”, e qui mi perdo. E si perdono anche gli elettori. Difendersi “dai processi”, infatti, è quello che sta facendo senza tregua dal primo giorno di legislatura questo presidente del Consiglio, e lo sta facendo a spese degli italiani. Il fatto che il 5 dicembre migliaia e migliaia di cittadini manifestino in tutta Italia e in molte città del mondo contro Berlusconi, ad esempio, cos’è, una “scorciatoia?”.

www.antoniodipietro.com

non limitarsi alla "cacciata" del
berlusca ma all' estirpamento del pensiero berlusconista che è radicato anche nella sinistra italiana, in modo profondo nel PD.

Non citerei cosi' giulivamente, ma forse sarebbe opportuno, oltre che NECESSARIO farlo, quel che un certo tipo di fare Blog sta creando
Ma mi limito ad una piccola indicazione in criptica forma

MaraMAO perche' sei morto..pane e vin non ti mancava etc.. etc
Nessuna insinuazione, naturalmente sulla Mara nazionale...e dicasi della Carfagna e Calendari (bellissimi TUTTI e popolari anche all'estero, in giusta misura..peccato che abbia lasciato quella
professione )

MagicLenin RedArmy (p.a.c.) Commentatore certificato 01.12.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CAPORETTO 2008+1
Tramonti a Nordest

L'uomo che rubò 4 milioni al Quirinale...

Ma non solo. Il tesoriere ha anche indicato i nomi dei suoi presunti complici.

Il sistema di ruberie ai danni delle casse del Quirinale, infatti, SAREBBE ANDATO AVANTI PER MOLTI ANNI.

Per questa ragione le indagini stanno andando indietro nel tempo. L'ex direttore del servizio Giardini e Tenute ha ricoperto l'importante incarico da oltre vent'anni. L'importo delle razzie potrebbe essere molto più consistente, superiore ai 4 milioni di euro finora scoperti. Le indagini si sono concentrate anche sugli aspetti patrimoniali del funzionario che risulta proprietario di molti appartamenti di pregio, tra cui un immobile del valore di un milione di euro, nella zona di Axa, quartiere residenziale di artisti e calciatori, a pochi chilometri della tenuta del capo dello Stato.

------------------------------------------------

Ma guarda tu! Ma come può esser successo? Incredibile!!

E in tanti anni, NESSUNO, s'è accorto di nulla.

Vabbè, pazienza, tanto è successo solo al Quirinale.

Sono sicuro che nelle altre istituzioni tutti rigano dritto.

epe pepe 01.12.09 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La busta paga dei nostri parlamentari e dirigenti di stato e' la piu' alta del mondo.
Lo sanno tutti!
Non ho sentito nessuno di questi dire:
-Prendiamo troppi soldi-

Ne a destra ne a sinistra!
Ne Di Pietro ne Bersani, ne Bossi ne mavala'.
Eppure dicono che tagliano.
Capisco che le puttane,i trans,la coca costano...ma cazzo tutto noi dobbiamo pagare ?

Charles Bukowski


...

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 01.12.09 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I pentiti sono merda umana.
Il programma protezione infami sdogana i boss.
Anzitutto si pentono sempre dopo l'arresto...
...troppo comodo brutti porci!
Ma c'è bisogno di un infame per sapere che chi governa lo stivale è mafioso?
Se governi in Italia sei mafioso,perchè se non lo sei non governi: sei trombato o morto.

Winston Wolf, Los Angeles Commentatore certificato 01.12.09 11:33| 
 |
Rispondi al commento

La mafia non esiste.

Provenzano, Riina e Mangano erano correntisti di Banca Rasini, quindi, amici di papà Luigi Berlusconi......

Dell'Utri è amico di Silvio Berlusconi, il "miglior presidente" del consiglio a livello universale e temporale, vi ricordo che ha anche ottenuto il premio come miglior personaggio "rock 'n roll" e sfiorato il premio Nobel per la pace!

E' come voler dire che gli zii di Silvio, braccio destro ed unto dal "Signore degli anelli" siano mafiosi e che il suo miglior amico ha origini dubbie........ma valà, valà, valà!

Sono i "giudici comunisti" che si sono inventati il reato di "associazione mafiosa", che non esiste, per colpire la famiglia Berlusconi!

cettina. .., isola Commentatore certificato 01.12.09 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VERY CHRISTMAS, FINALMENTE STA NASCENDO IL “BERSANUSCONI”

Per chi non se ne fosse accorto, in questi giorni dopo un lungo pellegrinare finalmente sta nascendo il nuovo governo Italiano il “BERSANUSCONI”.

Come in tutte le cose che riguardano il “PARTITO DEMOCRATICO” è preceduto da un lungo e doloroso travaglio, ma le acque ormai si sono rotte e il nascituro sta per venire alla luce.

Dopo “LA PREMATURA SCOMPARSA DEL GOVERNO VELTRUSCONI” e i lunghi mesi “DELL’INTERREGNO SOLITARIO” del “POLITICO INCOMPRESO”, finalmente la politica Italiana ha ritrovato la retta via e si è deciso di salvare “L’INNOMINABILE” e con lui l’ampia schiera di “PECCATORI DEL PARLAMENTO NOSTRUM”.

Il governo nasce con una maggioranza bulgara al grido:

“IN PARLAMENTO TUTTI SANTI E IN ITALIA COI BRIGANTI”.

Gli Italiani ringraziano, se ne sentiva proprio la mancanza.

LUNGA VITA, A SILVIO E BERSANI e al governo “B&B” (Diminutivo della Banda Bassotti).

Paolo R. Commentatore certificato 01.12.09 11:31| 
 |
Rispondi al commento

SIGNORA MARA CARFAGNA;

PERCHE' NON AMMETTE DAVANTI AL POPOLO ITALIANO, DI ESSERE DIVENTATA MINISTRO SOPRATUTTO PER LA SUA BELLEZZA (e qualche 'cosina' d'altro....) E NON SI DIMETTE?

SAREBBE APPREZZATA DAI POSTERI PER QUESTO BEL GESTO...RIMARREBBE ALLA STORIA COME UNA DELLE POCHE DONNE DI 'POTERE' IN ITALIA AD AVER AMMESSO I PROPRI ERRORI...ED ESSERSI, PER ESSI, DIMESSA.

LA GENTE CAPIREBBE, E SAREBBE RICORDATA CON STIMA....INVECE CHE COME QUELLA CHE HA FATTO UNA RAPIDISSIMA CARRIERA PER....LEI SA PER COSA...

La saluto

Dino Colombo Commentatore certificato 01.12.09 11:30| 
 |
Rispondi al commento

stamane su LA7 ad Omnibus c'era un rappresentante della commissione che valuta se un pentito deve essere o no ammesso al programma di protezione.
Ebbene, costui dice che Spatuzza decise di pentirsi nella primavera del 2008. Due mesi dopo la procura di Firenze comunicò alla commissione che Spatuzza cominciava a parlare (senza dire nulla su Berlusconi, badate bene) e la commissione ammise Spatuzza ad una specie di periodo di prova della durata di 6 mesi che scadeva a gennaio 2009, periodo di prova necessario per capire se il pentito vuole davvero collaborare.
il 28 giugno 2009 Spatuzza tirò fuori la faccenda dell'incontro a roma nel gennaio 94 fra i Graviano e Berlusconi sulla faccenda del 41bis, quindi 5 MESI DOPO CHE SPATUZZA NON RIENTRAVA PIU' NEL PROGRAMMA DI PROTEZIONE TEMPORANEA. Pertanto per il suddetto rappresentante le sue dichiarazioni, accolte come oro colato dalle procure di Palermo e Firenze non possono essere accettate come prova della sua collaborazione perchè non sono comprovabili dalla appòosita commissione: solo se le dice davanti alla suddetta commissione si potrà verificare se quel che dice è vero.
Pertanto per ora le suddette procure si appoggiano solo a voci non provate di un pentito.

Senza contare che io ripeto: se nel gennaio 94 Berlusconi si mise d'accordo coi Graviano per l'ammorbidimento del 41bis, perhcè dopo 15 anni non lo ha ancora fatto? se fossi uno della cosca dei Graviano gliela avrei fatta pagare cara al Berlusca. Se non è vero quel che ha detto Spatuzza in ogni caso tirerei in ballo i nomi di chiunque pur di minacciare l'establishment attuale e di trattare: a questo ci avete mai pensato? è notizia odierna che sono stati arrestati 11 fedelissimi di Porvenzano, non passa giorno senza che venga catturato qualche mafioso. Ben strana mafia quella di Berlusconi vero? e questo dimostra semmai che la mafia sta andando a pezzi mentre voi spaventate la gente dicendo che la mafia domina lo stato.

Stirner mi raccomando cancella stò post eh?

Fiat Lux 01.12.09 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Re Mida il "breve" come tocca fa merda..nella migliore delle ipotesi catastrofi..toccatevi gli italiani appena lo vedete..è un consiglio..

mark kaps Commentatore certificato 01.12.09 11:22| 
 |
Rispondi al commento

MY MAN IS A...

Svizzeri? No?! Son nuovi?!

Dopo afere concessen foto a dame in 1971 e dopo aferlo bocciato referendariamenten diferse folte ci inzegnano lipertà di exprimere credenzia reliciosa? E' troppo presten per kuesto. Forze kuando parlamento italianen ridurrà suo stipendio kuesto sarà possibile. Hora no. troppo precoce tempo.

Meglio fare noi kose più feloci: inmettere croce su pandierina italiana come si fa per analfabeti und fenire incontro exigenze di paeze.

Noi kosì più ficini a imbecillengovernant.

Difficile dare ragione a La Russa ma lui hora ragione merita: pandiera italiana senza croce restare deve. Fermo und katekoriko come eins dormito fermo.

Mentre io penza che relicione ezere una faccendina prifata und personalen e ke la relicione non defe essere strumentalizzata at uso und consumo politico... questo mio penziero è stato teluso. Tutto contrario è. Iteale bocciaten sul partire di neuronen.

Il nostro antidiodeglialtri è il krande profeta chiamato "Pianoregolatore" lui fa piano ma fa lontano, esce poco ma quando serve. I tettinen non defono superare inglinazionen

prefede la costrutzionen di tettinen per il 70% a falden inclinaten, komignolini in materialen und forme tradiczionalen ti sezionen quadraten o rettankolare, arki in stile tradizionalen urbanistika lokalen, è vietaten altren stile kompreso il moresco... Baila, baila morena sotto questa luna piena Under the moonlight Under the moonlight... Ciò rende impozibile edifikare pikkolo minareto in komune territorio. Tutte altre porkerie è possibile fare. Pasta autocertifikazionen o und procetto firmato da tekniko di piacere.

MEAN MAN.

By Gian Franco Dominijanni


"Mafia, operazione delle Fiamme Gialle a Bari: oltre cento arresti." (ing)

=================

Altro colpo messo a segno dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il miglior presidente che si possa avere.........a livello globale, anzi spaziale, che dico, universale!

Avvistato ufo-interceptor-berlusconiano alla ricerca di mafiosi "inesistenti", "eroi" creati da scrittori da "strozzare".

cettina. .., isola Commentatore certificato 01.12.09 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Disoccupazione record a ottobre, oltre due milioni senza lavoro.

Roma (Ign) - Lo comunica l'Istat. Il tasso di disoccupazione è salito all'8% dal 7,8% di settembre (+1% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso). Si tratta del valore massimo dal novembre del 2004. Per quanto riguarda i giovani dal 26,2% di settembre si è passati al 26,9% , con una crescita del 4,5% rispetto a ottobre dell'anno scorso.

======================

Ma a questi ex lavoratori qualcuno ha detto che la crisi è passata?
Anzi non ci ha mai sfiorato........noi abbiamo il miglior presidente del consiglio mai avuto negli ultimi 150 "ani"!

cettina. .., isola Commentatore certificato 01.12.09 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non so di chi sia
ma sta surreale battuta mi ha fatto ridere
........ma so chi l'ha riportata!!
""""" Piuttosto, avete sentito che i fratelli Graviano hanno deciso di querelare Berlusconi perché il loro buon nome è stato infangato."""

piccoloflybastardo cagliari, portorotondo Commentatore certificato 01.12.09 11:05| 
 |
Rispondi al commento

In poco più di un decennio hanno fatto diventare la città di Milano uno squallido paesone di provincia. Piazze e vie alla moda piene di vetrine scintillanti che saziano solamente le tasche dei marchi internazionali e una miriade di pseudo-avventori che girano tra capi di abbigliamento iperfirmati e prezzi sconvolgenti, sazi e rassicurati, tutti, da questa falsa opulenza che altro non è che miseria dell'animo.
Altro che città europea.
Vent'anni fa ho vissuto per otto mesi a Parigi e già allora era evidente una società multirazziale quasi del tutto integrata nel tessuto sociale francese; nel contemporaneo la 'nostra' Milano presenta molteplici gruppi etnici perfettamente NON-integrati: marocchini che lavorano come scaricatori o spacciatori, orde di cinesi relegati alla vendita sulle bancarelle, indiani dedicati alla servitù alberghiera, napoletani assoldati nelle imprese edili, tutti insomma, ben ghettizzati nel proprio scatolone da cui è impossibile uscire, impossibile distaccarsi. E poi una provincia lugubre, a volte zozza e malfamata, per il resto il nulla; culturalmente, al di là di qualche proposta viva e sostanziale, un riciclarsi di pattume continuo e insignificante.
Milano è divenuta, forse, la città più provinciale d'Italia..., una volta rappresentava tanto di positivo in più, oggi è forse meglio vivere ovunque ma non lì.

Sereno Despero, Nuova Città Commentatore certificato 01.12.09 11:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che dovremmo sforzarci a fare e poter mostrare che il giudice, almeno la stragrande maggioranza, fa soltanto il proprio lavoro che non é meglio e ne peggio dell'imbianchino, ma da il suo contributo alla società. Nel frattempo che una buona parte degli italiani pensa che il magistrato aziona la bilancia della giustizia applicando le leggi vigenti, alcuni giudici a Parma hanno in qualche modo accettato parzialmente le richieste dei legali di Stefano Tanzi e Fauso Tonna rispettivamente figlio del cavaliere Tanzi e direttore finanziario di parmalat, consendendo loro per stipendi arretrati ferie non godute e t.f.r. le somme di euro 184.000 al primo e 250.000 al secondo. C'é qualcuno che si indigna per questo?

Angelo Evitamina 01.12.09 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Pier Luigi Tersani altro non è che una faccia della stessa medaglia.Mangiafuoco il banchiere muove anche lui.

mark kaps Commentatore certificato 01.12.09 11:00| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi:

spero che pure voi,
voliamo un'italia PULITA e democratica, dove tutti hanno un dovere e delle regole da rispettare, se un candidato si propone come rappresentante anche di se stesso, DEVE essere onesto, PULITO, senza AVERE SCHELETRI negli Armadi,
attualmente sono poche persone che mi risultano

ESSERE AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO

io ho letto il progamma di Questo BLOG e condivido in TUTTO
Facciamo in modo che anche gli ITALIANI ne vengano a Conoscenza e sono certo che ci crederanno ( vedi OBAMA)

max c. Commentatore certificato 01.12.09 10:50| 
 |
Rispondi al commento

CASO VIDEO HARD MUSSOLINI-FIORE.

Certo che deve avere un bello stomaco sto Fiore SE è vero che ha fatto cose...'monelle' co a Mussolini!

Io, su un'isola deserta solo con la Mussolini....piuttosto farei un BUCO in una palma!

Il solo pensiero di scopare la nipote di un fascista mi darebbe la nausea.

Dino Colombo Commentatore certificato 01.12.09 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

\_/) NGIORNO A TUTTI
a dirla in breve
a sentire fini
a sentire letta,quello del PD meno ELLE
sembra che
in italia dopo di pietro la vera opposizione a sto governo di buffoni e ladri
la stia facengo solo fini.
roba da matti


Avete letto la lettera del Sig. Celli inviata a Repubblica? Ha proprio ragione, oramai il nostro futuro e' all'estero. La scelta non e' assolutamente facile e ci vuole tanto coraggio. Uniamoci e aiutiamoci a vicenda. Mi sono stancato dei contratti di 6 mesi, senza disoccupazione, ferie e malattia.

Grazie


http://www.viviallestero.com

Stefano Irish 01.12.09 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a te, Marco.

Brunero Cortonicchi, Roma Commentatore certificato 01.12.09 10:22| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di pentiti (che sarebbe meglio chiamare collaboratori di giustizia)
Tortora fu accusato da 17 persone, alcune de relato, per sentito dire, altre di fatti ai quali avevano personalmente partecipato.
Tutte menzogne.
Giorgio Bocca scrisse che le dichiarazioni valevano "Zero", quindi la somma di tutte dava sempre zero.
Ci vogliono i riscontri.
Quindi ciò che dice Spattuzza non vale nulla e se anche i Graviano dichiarassero d'aver avuto rapporti diretti con Berlusconi, senza fornire una prova dei contatti, il valore rimane uguale: zero.
Così dovrebbe essere anche se a parlare fossero i capi delle varie mafie.
Parlare in anticipo, svelare dichiarazioni che dovrebbero restare segrete finchè non ci sono riscontri oggettivi che le provino, è, a mio avviso, un errore(o, forse, qualcosa di più grave).
Se si troveranno prove documentate di investimenti mafiosi nelle aziende di Berlusconi, come si continua ad insinuare, avremo una prova certa del concorso esterno in associazione mafiosa, ma, fino ad allora, sono e rimangono parole in libertà che non provano nulla e incitano soltanto all'odio.
Tutti i ragionamenti che si basano soltanto sui sospetti che scaturiscono da dichiarazioni che sono tutte da verificare valgono zero.
Anche le verifiche dovrebbero essere inappuntabili.
Ricordo, sempre nel caso Tortora, che uno disse che l'imputato si vedeva, a Milano, con lui per acquistare partite di droga. Come riscontro disse il nome d'una via e anche quello di un ristorante, dove s'incontravano.
Nessuno dei camerieri o titolari del ristorante confermò il fatto. Nessun altro lo fece,
Nonostante ciò il giudice sentenziò che i riscontri erano sufficienti perché fu appurato che sia la via sia il nome del ristorante erano esatti!
Vi sembra normale tutto ciò?
La speranza di molti, che Berlusconi vada e marcisca in galera, sulla base di prove che, per ora, non esistono, non è altro che odio e ridicola impotenza.
Vito Pallotti

Pallotti.Vito 01.12.09 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Bersani. "Il piu' antiberlusconiano e' quello che riesce a mandare a casa il premier".

Ricordo a Bersani che dall'ultima volta che ha pronunciato quella frase (17 Novembre ore 11.00)sono passati:

13 giorni

23 ore

10 minuti

40 secondi

E 'quello' è ancora là!

Avverto l'On. Bersani che continuerò a torturargli le palle con questo count down fino a quando nn avrà realizzato quella frase.
Quindi datti na regolata Pier Luigi.

Dino Colombo Commentatore certificato 01.12.09 10:14| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI..!!!!IL 5 DICEMBRE TUTTI A ROMAAAAAAAAAAAA
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA....
............!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! AL GRIDO "LADRO, MAFIOSO, VAFFANCULO...!!" "LADRO, MAFIOSO... VAFFANCULO..!!!" "LADRO, MAFIOSO, VAFFANCULO..!!"
SPERIAMO BENE..!!

Alto Biondo 01.12.09 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Su youtube ci sono tanti filmati, ma alcuni NON SI DEVONO PROPRIO PERDERE!

Uno è questo:

Mara Carfregna in : "Voglio fare la ministra"

http://www.youtube.com/watch?v=DQ-aeN-rRbU&feature=related

Dino Colombo Commentatore certificato 01.12.09 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La giornalista Petra Reski può dire oggi, in Santa Mafia, che le cosche, con i loro traffici e la forza del contante, sono capaci di ingoiare la nazione tedesca.
Ed è sorto il movimento Mafia nein danke, cui hanno aderito centinaia di attività economiche.
La Germania, che nei decenni del dopoguerra era stata priva di serie emergenze criminali, è venuta a occupare un ruolo centrale nell’Europa dell’Unione, della moneta unica, dei finanziamenti a pioggia da nord a sud, e tanto più in quella del grande riciclaggio. Circondata da stati che hanno fissato regole assai duttili sulla circolazione di capitali, dall’Austria alla Svizzera, dal Belgio al Lussemburgo, pure dalla prospettiva delle economie illegali occupa in realtà una posizione strategica per poter interloquire con le grandi banche, le sedi dell’UE, le maggiori borse continentali. D’altronde, come i paesi anzidetti, manca di leggi assimilabili a quella, italiana, che prende il nome da Pio La Torre. Lo stato tedesco non consente di operare confische sulla base di indizi e sospetti, né considera reato l’associazione mafiosa, mentre giudica di poco conto l’associazione a delinquere. Si può dire allora che se per i narcotrafficanti italiani la Spagna ha costituito una postazione chiave sul piano della logistica, la Germania è andata configurandosi come una porta spalancata sui “paradisi” d’Europa, oltre che un “paradiso” essa stessa, per la custodia e l’impiego di ingenti patrimoni.
Interi pezzi di città, a Duisburg, a Berlino, a Dresda, a Francoforte, sono stati acquisiti da società ombra, impenetrabili, intangibili, dietro cui c’è l’ombra del narcotraffico.

http://domani.arcoiris.tv/?p=2599#more-2599

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Droga
Hanno peso e non solo in Italia le organizzazioni campane, pugliesi e calabresi.
C’è poi la rotta atlantica della cocaina, che dal Sudamerica si versa in Europa attraverso i porti di Lisbona, Malaga, Marsiglia, Genova e Sicilia, oltre che dagli scali aeroportuali delle maggiori città del continente.
Infine le porte di accesso mediterranee, lungo una linea che dalla Spagna si estende fino alla Grecia.
La cannabis viene dal Marocco, con un pulviscolo di piccoli spacciatori.
L’Africa, largamente conquistata dai narcos sudamericani, è uno snodo essenziale per rifornire il mercato europeo di cocaina al minimo di rischi, mentre i signori dell’oppio orientale hanno sperimentato con buoni esiti percorsi speculari, che dal Corno d’Africa risalgono verso il Mediterraneo.
Dalle correzioni del narcotraffico hanno continuato a beneficiare peraltro le mafie italiane, soprattutto campane e calabresi, che anno assunto quasi per intero la guida del business europeo.
La Spagna resta un importante terreno di contatto fra i narcos sudamericani, che vi possiedono basi e agganci logistici, e le mafie italiane, che hanno potuto servirsene fra l’altro per garantire ai capi più esposti lussuose latitanze.
La Spagna ha registrato nell’ultimo decennio il maggiore consumo di hashish in Europa e risulta ai primissimi posti, con l’Italia, riguardo ai consumi di cocaina. I guadagni sono da capogiro. Già nel 2004 i narcotici erano in grado di muovere annualmente oltre 7 miliardi di euro e oggi possono essere di più.
I narcos hanno potuto utilizzare un certo terreno sociale e politico.
La Spagna è una specie di terreno franco, un punto di cucitura del business fra tre continenti, un passaggio essenziale nel predominio che camorra campana e ‘ndragneta calabrese in Europa.
La strage di Duisburg in Germania nel 2007 in una pizzeria gestita da calabresi ha rivelato il livello di penetrazione, per nulla indifferente

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Dalle statistiche di 10 anni risulta che nei paesi più ricchi, Europa e USA la domanda di droga si è stabilizzata. Ed è preoccupante visto che sono il 1°e il 2° mercato delle droghe del mondo.
La crisi economica alza i consumi di narcotici come di alcolici, soprattutto nelle aree sociali più colpite dal disagio, dallo stress, dal deficit di futuro. E sarà peggio nel 2010.
In Abruzzo i morti di overdose sono raddoppiati.
Gli elettrocardiogramma sospetti in grado di segnalare l’uso di sostanze stupefacenti, negli ultimi 2 anni sono cresciuti del 50%, con un forte rialzo proprio nel 2008, parallelamente al crollo delle borse. Lo stesso i sequestri di narcotici.
A Milano i sequestri di hashish sono raddoppiati e quelli di cocaina decuplicati. Segnali analoghi in altri paesi.
In Francia, il giro d’affari presunto del narcotraffico ha raggiunto la cifra record di 2 miliardi di €, soprattutto hashish. E anche qui i sequestri sono aumentati.
Riprende quota l’eroina, dopo un declino di decenni.
In Inghilterra c’è un’emergenza che evoca gli anni 30 americani. La crisi economica porta a una esplosione di traffici clandestini retti da gruppi britannici e internazionali, con un giro d’affari record di 30 miliardi di sterline, di cui 17,5 legati al mercato delle droghe. E una situazione ancora peggiore in Spagna. I narcotrafficanti stanno introducendo pratiche inedite, come la vendita a domicilio. L’aria stessa di Madrid e Barcellona porta tracce di cocaina, anfetamine, oppiacei, cannabis e acido lisergico. I sequestri di droga toccato un record continentale, con le 9 tonnellate di cocaina colombiana recuperate in pieno Atlantico.
Si stanno giocando partite importanti, tali da poter condizionare o perfino ridefinire gli assetti dell’intero traffico nei prossimi decenni.
Le rotte fondamentali sono la balcanica e quella della Mezzaluna d’Oro che, negli ultimi due decenni, dopo il crollo dei regimi socialisti, hanno fatto la fortuna dei narcotrafficanti russi, ucraini, turc

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:57| 
 |
Rispondi al commento

L'unico che aiuta: Attraverso una sua bella canzone è Franco battiato, il suo SINGOLO è ((((INERES AUGE.))))INVITALO !! E FALLO CANTARE!!
LA SUA PERFORMANS, SARà STRABILIANTE PER IL NOSTRO MOVIMENTO DEL 5 DICEMBRE,
FAREBBE FARE UNA BRUTTA FIGURACCIA, A TUTTI GLI ALTRI ARTISTI CHE NON PARTECIPERANNO AL MOVIMENTO.
(BUONA GIORNATA A TUTTI MI RACCOMANDO SENZA BANDIERE.)

Pablo S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Dino Colombo:

Il Procuratore di Firenze 'smentisce'che ci siano avvisi di garanzia PER MAFIA in arrivo per B e Dell'Utri.
I media sparano cubitali che chi l'aveva detto si era sbagliato.
Ma nessuno ha spiegato che “Se c’è di mezzo un reato di mafia l’indagato NON PUO' SAPERE di essere indagato per tutelare la segretezza delle indagini...».
E’ la logica del `doppio binario, spiega Vigna, che nel 93´, l’anno degli attentati mafiosi a Roma, Firenze, e Milano, era capo della procura di Firenze e coordinò l’inchiesta sui `mandanti occulti´ (poi archiviata nel `98) criptati all’epoca con i nomi di ´AutoreUno’ e `AutoreDue´. Vigna ebbe due colloqui investigativi con il futuro collaboratore Gaspare Spatuzza.
E’ inutile che il presunto indagato chieda qual’è la sua posizione. Riceverà una risposta IN OGNI CASO NEGATIVA se si tratta di REATI DI MAFIA. E’ stabilito dal codice di procedura penale. E’ l’applicazione del cosiddetto `doppio binario´.
Se io, per esempio, sono indagato per truffa e faccio un’istanza alla Procura per sapere se sono indagato, mi devono rispondere dicendomi come stanno le cose. Per i reati di mafia, invece la legge prevede che LA RISPOSTA SIA COMUNQUE NEGATIVA per mantenere la riservatezza sulle indagini. E nemmeno la proroga delle indagini non viene notificata all’indagato». Il Procuratore di Firenze non poteva che dire: `Berlusconi e Dell’Utri non sono indagati´. E’ la legge a imporglielo.
Questa è l’informazione!

Cosa rimarrà nella testa degli Italiani? Che B è innocente. Niente di più falso

(E' così che si gioca la verità in Italia.
Truffe, disinformazione, imbrogli, flash su falsità e silenzio sui fatti)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.....dopo questa precisa e minuziosa analisi......adesso...ora togliamocelo dai coglioni!!!

sergio barone, napoli Commentatore certificato 01.12.09 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Formamentis

Things have changed
Dice il Papa: anche Giesù era un migrante, sì, ma non ha mai preteso la cassa integrazione. Lo volevo vedere Giesù con un mutuo da pagare che scacciava le rate dal tempio, in Palestina, con il debito pubblico alle stelle dopo la sciagurata gestione Erode, a chiedere soldi a Ponzio Pilato, al governo centrale, a nome del partito della spesa. Chiediamocelo, come reagiremmo oggi se un palestinese venisse a proclamare il Regno dei Cieli? Io non sono molto pratico di regole d'ingaggio, ma lo scambierebbero per un kamikaze e gli sparerebbero a vista.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Formamentis

Who let the dogs out?
Ecco, avete fatto una cagnara per Bondi che si è portato il cane in treno e adesso Bondi, che è una persona buona e ragionevole, umilmente si scusa adducendo motivazioni implausibili: il cane non era suo, era della sua compagna, e comunque è disposto a sposarlo. Ma dico io, sali sul treno col cane, e non si può fare, vieni colto in castagna e per tua discolpa dichiari primo che non è tuo, secondo che è della tua compagna (colpa sua), terzo che presto convolerete a giuste nozze. Ma che carini, però, se proprio vogliamo essere pignoli, che cazzo c'entra? Ma sì, chissene, hai vinto tu: portati er cane, er gatto, chi ha scritto la piovra, la mucca e il barbagianni, fai quello che ti pare. Piuttosto, avete sentito che i fratelli Graviano hanno deciso di querelare Berlusconi perché il loro buon nome è stato infangato. E' ovvio che quando si è agli inizi fatalmente si va a collidere con imprenditorucoli da quattro soldi disposti a tutto pur di emergere dalla malta, e dunque a me non mi pare proprio il caso di fare tutte queste mosse per il segreto di pulcinella. (un saluto a devotchka che almeno capisce il mio sarcasmo, resisti, non mollare).


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Dott. Travaglio,
considero tutto quanto descritto valido salvo alcune eccezioni:
nessuno può garantire che il pentito non si comporti come Sansone (muoia Sansone e tutti i Filistei), quindi muoia un ramo della mafia ma anche il ramo avverso.
Altro aspetto che lascia spazio a molti dubbi è quando il pentito riferisce cose “sentite dire”, in questo caso la credibilità dei fatti riferiti è molto discutibile.
Da non dimenticare che i pentiti e i suoi famigliari sono lautamente ricompensati dallo Stato (riduzione della pena, compenso mensile, cambio di nome, cambio di località, ecc.); ciò può favorire confessioni false o anche solo parzialmente vere.
Non da ultimo, la logica della mancanza di nesso tra “il fatto che uno abbia commesso dei gravissimi delitti e il fatto che racconti bugie”, si applica anche al fatto di aver confessato delitti commessi, per i quali il reo è stato condannato, e il raccontare ora ciò che sa o che vuole dire. Non si può presumere che se un reo confesso ha detto la verità una volta, questi dica la verità anche successivamente e per casi diversi, quindi non regge “ il fatto che il pentito dica la verità lo si verifica quando parla dei propri delitti, prima di fare i nomi dei suoi complici e dei suoi mandanti; di solito il pentito è uno che ha confessato i delitti di cui stiamo parlando e quindi sappiamo che ha commesso i delitti di cui stiamo parlando proprio perché l’ha detto lui e, grazie a quelle confessioni, è stato poi condannato a più ergastoli”

Ezio P. Commentatore certificato 01.12.09 09:45| 
 |
Rispondi al commento

intervista al nostro miglior presidende della repubblica di sempre.
intervista tedesca MAI ANDATA IN ONDA IN ITALIA.
CHISSA PERCHè ????!!!!!!!!!
http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ

alan b., bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Formamentis
Piovono croci
«Credo che la Lega Nord possa e debba nel prossimo disegno di legge di riforma costituzionale chiedere l'inserimento della croce nella bandiera italiana», Roberto Castelli. Oh Gesù, manco fai più in tempo a voltare l'occhio. Ma di grazia, cosa c'entra la bandiera italiana coi padani, ma si facessero i cazzi loro, se la mettessero sulla loro di bandiere, se la vogliono, al posto del Sole delle Alpi. Cos'è questo improvviso interessamento al tricolore italiano quando già Bossi ci si voleva pulire il culo? Perché mancava della croce, si capisce, con la croce non avrebbe osato. Ma a chi la vuoi raccontare... e ci cuciono i santini sui cappotti, e sullo scudetto delle squadre di calcio un'immagine votiva di Santa Clotilde, protettrice delle gambe. Nemmeno ho voglia di farci del sarcasmo su questo paese dei cachi.


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Dell'Utri ribadisce: "Mangano è un eroe". Vivere tutto quel tempo con Berlusconi non dev'essere facile.

(Berlusconi e Dell'Utri concordi nel definire Mangano "un eroe". L'eroe dei due immondi)
Dell'Utri: "La mia difesa è che le accuse su di me non esistono". A tenere l'arringa chiamerà Schopenhauer.

Secondo Dell'Utri il concorso esterno in associazione mafiosa non è un reato. E da quest'anno sarà abbinato alla Lotteria Italia.

(Ok, non è un reato. Dunque lui non è innocente)


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:37| 
 |
Rispondi al commento

spinoza.it
Secondo Repubblica il 20% di Mediaset sarebbe in mano alla mafia. Ed è la parte sana!
(Il 20% di Mediaset in mano alla mafia. Del resto le scalate azionarie richiedono tempo). Pronta la replica dell'azienda: "Il 20% di Mediaset non esiste".
Berlusconi: "Strozzerei chi ha scritto La piovra". Non gli ha fatto fare la prefazione.
"Strozzerei con le mie mani chi scrive di mafia". Rispetto a Putin, lui almeno avvisa.
"Il mio governo si è distinto nella guerra alla mafia". Specie nell'accoglienza dei rifugiati.
(Scoperta la verità su Mangano: era un ostaggio)
In effetti questo governo sta facendo molto per combattere la mafia. Apprezzabili soprattutto le tecniche di mimetismo.
(Da quando Berlusconi è al governo, la mafia non ha più compiuto stragi. Hanno usato tutto l'esplosivo per festeggiare)
Il premier: "Sono quello che ha fatto di più contro la mafia". È indegno che si dimentichi di Andreotti.
Certo Berlusconi ha fatto molto contro la mafia. Ad esempio, scalzarla dal primo posto delle cose per cui ci sfottono all'estero.


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:36| 
 |
Rispondi al commento


Ellekappa
Pedaggio vaticano
Stop alla RU486: dopo il parere dell'AIFA ci vuole il parere del Ministero poi il parere di Bagnasco, la firma in calce della Binetti, la controfirma del gatto di Volontè e l'indulgenza del Papa. Forse anche un referendum da cui però saranno esclusi tutti i cittadini favorevoli alla pillola.
Il succo del provvedimento è così riassumibile: "Se queste zoccole vogliono abortire almeno che soffrano il più possibile."
In cambio il Vaticano chiuderà entrambi gli occhi sui futuri festini con escort e/o trans di qualunque esponente politico del centrodestra.
Do ut des.

masada 1042. Attacco a Berlusconi
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 01.12.09 09:34| 
 |
Rispondi al commento

..una bella rivoluzione per cambiare questo sistema di merda che hanno creato i politici,le banche,i ricchi...sarebbe se tutto d'un colpo tutti quanti noi smettessimo di pagare piu nessuna bolletta...gas ,luce,mutuo..etc etc...stop..basta...finito...se tutti quanti non pagasero piu niente si romperebbe il sistema...che ci stritola fino all'osso..che bello che sarebbe...dovremmo imparare dai politici..la loro filosofia è che tanto cosi fan tutti...allora anche noi

purpus nero, brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Assicurazioni - 30 istituzioni finanziarie a rischio grave...?
Sono state messe sotto "super osservazione" 30 grandi istituzioni finanziarie e compagnie assicurative dal Financial Stability Board. In particolare, le compagnie assicurative presentano le principali criticità per una serie di motivazioni, in quanto rivestono un ruolo importante nel complesso mondo finanziario, soprattutto per il processo di diversificazioni e la struttura rigidamente verticale e sovranazionale che le porta ad occupare ruoli di primo piano nel mondo del credito bancario.

Propio pochi giorni fa, dalla consulenza indipendente era stato sollevato l'allarme, anche nei confronti del FSB, del rischio presentato dalle assicurazioni nella società e nell'economia contemporanea.

In particolare, era stato denunciata la cooptazione della consulenza indipendente da parte delle società di assicurazioni. Molte sedicenti organizzazioni ed enti "di consuelenza indipendente" avevano sostenuto questa cooptazione in sede di discussione preparatoria presso le autorità di borsa.

Segnale questo che conferma come per i consulenti venditori, per quelli non realmente indipendenti o che lavorano comunque per le assicurazioni, la strada per conservare il posto si conferma sempre più in salita.

http://www.swissinfo.ch/ita/rubriche/notizie_d_agenzia/Quattro_gruppi_svizzeri_su_lista_Financial_Stability_Board_FT.html?siteSect=146&sid=11559849&ty=ti&positionT=1

Liberty Stands Still

Liberty Stands Still Commentatore certificato 01.12.09 09:31| 
 |
Rispondi al commento

DELLA SERIE: "SE NON SONO COSI' NON LI VOGLIAMO"

Enrico Letta: dice in un'intervista al 'Corrierè: "Consideriamo legittimo che, come ogni imputato, Berlusconi si difenda nel processo e DAL(!!!) processo".


Quando ero ragazzino i miei saggi anziani nonni ogni tanto dicevano"

"e cu sta gente 'U Re' vulev vincere a guerra!....Mah!"

Dino Colombo Commentatore certificato 01.12.09 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Perchè lo stato del vaticano non ha sottoscritto la dichiarazione universale dei diritti umani?

La chiesa ha una strana concezione di diritti umani. A fare la VERA beneficienza e a dare i veri aiuti nella chiesa sono preti e suore pronti a morire per aiutare gli altri, non ho mai visto andare in un villaggio africano minacciato dalla guerra civile un vescovo o un cardinale. Sono bellissime le parole del papa che incita a non usare il profilattico in un paese dove si muore facilmente per AIDS, perchè tanto secondo lui così non si risolve nulla, parere che va contro ciò che dicono i medici e persino i preti che stanno li. Il papa non fa altro che parlare di aiuti ma quand'è che anche lui aiuterà? Bah tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, coi soldi della chiesa non esisterebbe più la fame nel mondo e verrebbero risanati tutti i debiti pubblici.

Liberty Stands Still

Liberty Stands Still Commentatore certificato 01.12.09 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mettete anche voi una centrale nucleare nel vostro giardino di casa!

Le Regioni e i Comuni puntano i piedi: le popolazioni interessate le centrali proprio non le vogliono! C'è, invece, chi - sottratto al giardinaggio per incarichi di governo - dimostra di possedere oltre ad un "pollice-verde", pure un "pollice-radioattivo": ''Io se potessi scegliere dove mettere una centrale, me la metterei nel giardino di casa, per un semplice motivo: che tutto il mondo dove è stata costruita una centrale nucleare, è cresciuta l'economia del territorio e c'è stata una grande salvaguardia dell'ambiente, perché non ci sono emissioni''! Ad affermarlo il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola. ''Lo vediamo in Giappone - ha proseguito - ma lo vediamo in tante altre realtà del mondo. Recentemente in Francia a Flamalville il territorio è cresciuto, si è sviluppato economicamente, ci sono tanti giovani, perché il nucleare significa ricerca, significa quindi il futuro, significa università giovani e quindi crescita''. Sull'energia per Scajola è necessario ''avere un mix di fonti. Vogliamo diminuire il gas, il carbone e il gasolio; vogliamo aumentare - ha precisato - le rinnovabili, compreso l'idroelettrico, ma ci vuole qualcosa in più che dia stabilità, il nucleare. Io ritengo che sia giusto il controllo dei conti pubblici, ma ritengo che in questo momento in cui si avvicina la ripresa, sia necessario stimolare la crescita del paese'', dice ancora Scajola. Punti di vista. Per il governo il nucleare stimola la crescita, per noi che abbiamo detto "NO" alle centrali atomiche nel referendum del 1987,il nucleare stimola solo morte e distruzione! E poi... un paese che ha serie difficoltà a smaltire i propri rifiuti urbani, come potrebbe risolvere il problema dello smaltimento di "scorie" radioattive? Siamo sicuri che il "giardino di casa Scajola" sia poi così capiente?


L'ultima di Bersani:
"Il cittadino ha il diritto di difendersi NEI processi e DAI processi."
Con queste parole nasce ufficialmente l'ULTIMA REPUBBLICA ITALIANA prima del nuovo regime.
In essa le classi sono così suddivise: POLITICI, CLERO E TERZO STATO, ben distinte sia sul piano fiscale (solo il terzo Stato è tenuto a pagare le tasse) che su quello dei diritti (solo il Terzo Stato deve temere condanne in caso di reati, gli altri non sono di fatto processabili).
La religione DI STATO è, ovviamente, il Cattolicesimo. Il controllo della stabilità dello Stato è affidato a poteri consolidati e non ufficialmente organizzati, anzi a parole combattuti, che però si rivelano la strada più comoda per chi, dal Terzo Stato, voglia passare con successo alla casta dirigente, anche per ovviare a problemi con Giustizia, Fisco o altro. Garante degi equilibri e del rispetto della NUOVA COSTITUZIONE il Presidente della Repubblica. All'interno del Parlamento, la cui funzione principale è il mantenimento fittizio del gioco delle parti, cruciale il ruolo dell'opposizione, proprio perché ad essa e alla sua abilità istrionica è affidato il compito di divertire, con qualche uscita ad effetto ogni tanto, il pubblico, naturalmente pagante.
Nella NUOVA REPUBBLICA cambiano anche le libertà tradizionali, sostituite di fatto da un unico principio, che definiremo genericamente e onnicomprensivamente "LIBERTA' DI FOTTERE".
E' curioso che, nei primi passi della nuova forma di governo della Nazione italiana si registri un fenomeno noto come "FUGA DEI CERVELLI", particolarmente accentuato e diffuso, ma con due sostanziali varianti: nei casi meno gravi, fuggono anche i corpi e i cittadini lasciano il Paese. Nella regione padana invece prevale il fenomeno della fuga dell'organo, mentre il corpo resta e svolge le sue normali funzioni, senza conseguenze apparenti. Questo è ritenuto dai più un chiaro segno della SUPERIORITA' DELLA RAZZA PADANA,pertanto protetta. I turisti ne tengano conto.

maria m., sassari Commentatore certificato 01.12.09 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Io sono italiano, e lo sono come tutti quelli che si battono per portare a casa il pane onestamente. come tutti quelli che non evadono le tasse perchè guardando gli altri evadere non sono felici per loro.
io sono come tutti quelli a cui fa male vedere che i propri figli non avranno futuro e i propri coetanei che hanno smesso di sognare.
io sono italiano come quattro milioni di extracomunitari provenienti da ogni dove che si mescolano a noi ed hanno ancora il coraggio di sorridere e lottare per un lavoro onesto, che non perdono la dignità nonostante tutto.
io sono italiano come Beppe Grillo che si indigna e Travaglio che persevera nella sua battaglia.
Ma io non mi sento italiano come Bossi, Calderoli, Fini, Schifani Berlusconi e tutta la pletora di politicanti di destra e sinistra, leccapiedi, servi e lacchè.
Poi ci rifletto sopra e arrivo alla conclusione che sono loro a non essere italiani, che sono loro a doversene andare via.
mandiamoli via.

pierangelo barale 01.12.09 09:08| 
 |
Rispondi al commento


Berlusconi è un uomo politico che rassomiglia a Lukashenko. Viene in Bielorussia come un uomo d’affari. Per lui tutto è una merce che ha un prezzo, anche se bisogna sacrificare i valori europei.
Anatoli Lebedko, leader dell’opposizione bielorussa, 30 novembre

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera su L'infedele di Gad Lerner, la Bindi ha espresso bene un concetto: Berlusconi ha sempre fatto le sue campagne politiche contro i comunisti italiani chenon ci sono più ( quelli veri purtroppo ), poi lui va a visitare i capi comunisti nei paesi ex sovietici criminali di guerra da Putin in giù.

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 08:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cosa vuol dire "sono innocente", dicono tutti così, direbbe un giudice, però se lo dice il "nanocapo", dobbiamo crederci?, manco po caxxo dicono a Napoli, l'imputato, dovrebbe stare zitto, come hanno l'obbligo di stare zitti tutti gli imputati.
Non sa fare neanche quello, non sà parlare, non sà stare zitto, ma che ce lo teniamo a fare?
bene fà grillo, bene fà marco, bene facciamo noi, a "sputtanare" chiunque ci prva.

valter p., roma Commentatore certificato 01.12.09 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Il reato di concorso esterno con associazioni mafiose va mantenuto intatto , ma chi lo dice non è la c,d, sinistra,purtroppo è Fini.

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 08:55| 
 |
Rispondi al commento

Nel blog di Andrea D'Ambra c'è un video di qualche anno fa di una tv tedesca su Napolitano che la tv italiana non ha fatto mai vedere.Sono sempre più mortificata di essere italiana!

betta r., savona Commentatore certificato 01.12.09 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO SENTITO DELL’UTRI IN TV, ORMAI NON C’E’ Più SPERANZA. SE VOGLIAMO USCIRE DA QUESTO INCUBO DOBBIAMO DIFFONDERE L’INCUBO.
SAPPIAMO CHI SONO I BERSAGLI, E ORA DI USCIRE COME SCHEGGIE CON UNA ACCETA IN MANO IN OGNI ANGOLO DELLA STRADA E REGALARE A QUESTI MAIALI,CORRUTORI COMUNISTELLI-FASCISTOIDI-DEMOMERDA 30 GIORNI DI BUIO.
IL NOSTRO PRODE PRESIDENTE DELLO STATO CHE AVEVA RIMBORSI ILLEGALI COME APPURATO DALLA TV TEDESCA (http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ&feature=player_embedded) SIAMO E SIAMO SEMPRE STATI NELLA MERDA DOPO I PRIMI ANNI DEL DOPOGUERRA. E SI QUESTI BERLUSCOMUNISTI VANNO APPESI AD UN ALBERO CON APPLAUSO DEL POPOLO.

aldo casula, cagliari Commentatore certificato 01.12.09 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi non si vuol fare processare perchè è innocente, pensate se fosse colpevole che cosa farebbe,ucciderebbe ogni procuratore che lo indaga?
Ucciderebbe, farebbe uccidere ovviamente.

cesare beccaria Commentatore certificato 01.12.09 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Il mafioso del sud non è altro che l'agente di zona della casa mandante di Roma denominata Parlamento

mark kaps Commentatore certificato 01.12.09 08:47| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCPORK LA SETTIMANA SCORSA è ANDATO IN VIAGGIO NEGLI EMIRATI ARABI , OGGI LA BORSA DI DUBAI AFFONDA, C'E' UNA FORTE CRISI FINANZIARIA ANCHE NEGLI EMIRATI,,
IL SOLITO PORTA IELLA, DOVE C'E' BERLUSKPORK C'E' IELLA,
NON NOMINATE PIù COL SUO NOME IL PORCOMUNISTA, TOCCATEVI, TENETE UN AMULETO ANTIPORCK SEMPRE A PORTATA DI MANO.
PORK NON PERDONA.

APPELLO A TUTTI I SARDI, E’ ARRIVATO BERLUSPORK, A TUTTI E’ NOTO CHE PORTA IELLA ,

TOCCATEVI I COGLIONI OGGI ARRIVA BERLUSCONI.

aldo casula, cagliari Commentatore certificato 01.12.09 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno a tutti meno che a: "nanocapo", suoi scagnozzi, tirapiedi, lacchè, depistatori e ruffiani.
anche oggi assisteremo alle varie rappresentazioni politiche;
finalmente il 5 si avvicina e credo proprio che noi (10,000, per la questura, 5.000 per il pdl) che "scenderemo" a Roma, riusciremo a far cambiare "rotta" a questi quattro briganti che ci governano.
o perlomeno, faremo "paura" a questi "lacchè" che come ai vecchi tempi dc, nessuno avrà il coraggio di dire l'ho votato.
(almeno per un pò di tempo, staremo in pace).
per il resto, mi sembra che nel pensiero della gente, si stia insinuando un tarlo, che con l'arrivo dei processi, anche se guidati e seguendo un minimo di logica, diventerà una certezza, di come la "bend" sia arrivata al potere.
al "grido" di MAI PIU', auguro a tutto il popolo meno che a... una buonissima giornata

valter p., roma Commentatore certificato 01.12.09 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Aumentano le insolvenze in Italia:
quasi 50 mld di prestiti non restituiti per imprese e famiglie

questo scrive l'ADNkronos.

se uno leggesse solo il titolo, penserebbe, giustamente, che la crisi è lontana dalla fine del tunnel.

andando però ad analizzare meglio i dati, si nota che in realtà che l'85% delle insolvenze sono di coloro che hanno "prestiti" sotto i 75.000/120.000 euro, praticamente privati che devono pagarsi la casa, e questa fascia anzi ha avuto una diminuzione del 5% circa.

oltre questa cifra, dai 500.000 euro fino ai 25.000.000 di euro, l'incremento di insolvenza và dal 11% fino al 25%!

conclusione?

le banche prestano i soldi alle grosse imprese, sapendo che non li vedranno mai, ma poi si rifanno sui poveri diavoli, che invece, nonostante tutto, sono quelli che invece restituiscono.

mi ricordo i tempi di quando facevo il cameriere saltuariamente (per arrotondare).
le mance più consistenti me le lasciavano gli operai, perchè sapevano cosa voleva dire guadagnarseli, i soldi.
dalle tavolate dei ricconi, invece, solo insulti e rotture di palle.

cambiano i tempi, ma gli stronzi sono sempre gli stessi!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 01.12.09 08:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Si parla di deriva xenofoba quando non c'è un progetto alternativo al declino economico e culturale . Quando non c'è prospettiva e il mondo si riduce a un orticello . Una siepe ,che da tanto orizzonte lo sguardo esclude.

Da ,Un viaggio attraverso un Cervello Elettronico. (1972)

Wallace, il razzista
pesca voti tra gli edili e gli operai
di Chicago
in prima linea contro i nuovi poveri.
... Michigan di città
con le strade insicure ...
paura di una nuova ondata di miseria.

Sfruttare la paura del 'diverso' è una storia vecchia come il mondo . Quello che non accettiamo è che una minoranza venga trasformata in maggioranza , in tutto il popolo , in tutti gli svizzeri, che se perdono i petrodollari dovranno emigrare ,come nel '500 e nel '600 .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 01.12.09 08:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

udiozie sinistre acculturate !!!

«Figlio mio, lascia questo Paese»: saggio di qualunquismo somministrato al Paese su La Repubblica da un privilegiato di regime come Pier Luigi Celli con la scusa di scrivere una lettera al figlio Mattia che si sta per laureare.

L’ex direttore generale della Rai (1998-2001 in piena orgia di sinistra), un miracolato che ha scalato mille incarichi senza un vero perché, se non quello della militanza politica, se la prende con questo mondo cinico e baro, «una società divisa, rissosa, fortemente individualista», in cui conta solo il «riconoscimento degli interessi personali, di prebende discutibili, di carriere feroci fatte su meriti inesistenti». A meno che «non sia un merito l’affiliazione, politica, di clan, familistica».
Stupiscono queste parole nella penna di uno come Celli che, laureatosi in sociologia a Trento ai tempi di Renato Curcio e del dissenso per il dissenso, ha un cursus honorum, che se fa onore a lui non lo fa certo al Paese che suggerisce al figlio di abbandonare con la velocità della luce.

Risorse per mantenerlo all’estero o comunque per dargli una mano a trovare una sistemazione certo non gliene mancano.


Eppure la sua carriera è lo specchio fedele del Paese che aborrisce. Il Paese che gli ha consentito di coltivare la sua religione, il generalismo, quello che gli ha consentito di saltare da un incarico all’altro con la disinvoltura di uno che sa per certo che cadrà sempre in piedi: direttore delle Risorse umane dell’Eni, è passato, oltre che dalla Rai, da Omnitel e Wind a Unicredit, all’Enel fino alla direzione generale della Luiss con buona pace di Guido Carli, il fondatore della Libera università romana senza disdegnare numerosi consigli di amministrazione di cui ha fatto o fa ancora parte: Lottomatica, Hera, Messaggerie Libri.

segue nei sottocommenti la storia di questo rosso arricchito e antiitaliano che sputa nel piatto miliardario dove mangia!!

Santina Gargiulo Commentatore certificato 01.12.09 08:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono due le cose che più di tutte mi fanno incazzare maleddattamente con questi Nuovi Lanzichenecchi.
La prima è quando parlano di "popolo" e di "democrazia"... loro che non sanno un cazzo di democrazia e che del popolo se ne sbattono se non quando gli serve come cliente o per avallare nella "gabina" le loro nefandezze.
La seconda cosa che fi fa veramente schifo è quando per dare forza ai loro ragionamenti (per dire) arruolano i morti. Una volta tocca a De Gasperi quando al nano vogliono fargli indossare l'abito dello statista e in ultimo a Sciascia per estrapolare qualche frasetta dello scrittore siciliano sulla Mafia e sull'Anitmafia. Loro che Sciascia non hanno mai letto.
Ma se proprio gli piace evocare i morti si limitassero ai loro eroi preferiti. Sognino di riavere Craxi, o chessò continuino a venerare Mangano.... il loro eroe preferito.
Ma, ripeto, che la colpa maggiore non è del nano, ma di chi, per cretineria pura o per interesse, lo sostiene, lo vota e lo difende come se si trattasse di un figlio.
Perciò sono portato a credere che o siamo un popolo mediamente mafiosoide o che l'intelligenza media degli italiani non supera il 100 di q.i.

PI.ERRE. 01.12.09 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Basta accendere la televisione: la stragrande maggioranza delle trasmissioni, di riffa o di raffa, cerca di far nascere sensi di colpa negli spettatori per il solo fatto di essere italiani ed occidentali.

Santina Gargiulo
------------------------------


Evidentemente le tante campagne a favore della tolleranza ed accoglienza non vengono recepite dai cittadini.
Quello che è penoso è vedere come questi emeriti imbecilli non si chiedano nemmeno il perchè le loro campagne non funzionano, ed ancor piu' penosa è la loro reazione a queste "derive xenofobe" ... reazione fatta di lancio di dardi accusatori verso i "cittadini xenofobi e razzisti".

Sono talmente e comodamente distanti dalla vita quotidiana che non si rendono conto che il cittadino vive sulla propria pelle certe situazioni.
Se davvero vogliono stroncare questa "deriva xenofoba" è meglio che la smettano coi loro sermoni che non incantano nessuno e si mettano davvero a guardare la realtà.

vito. farina Commentatore certificato 01.12.09 08:06| 
 |
Rispondi al commento

Mangano è un vero eroe.
Ma si sapeva già!

Dell'Utri un vero uomo (d'onore).
Ma si sapeva già.

Berlusconi un vero premier.
Ma si sapeva gia!

Noi un vero popolo di coglioni.
Ma questo lo sapevano già!

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO!
Ma questo lo spevo già!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 01.12.09 07:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'ngiorno...quanto manca?

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mafia non esiste.
Siamo camorristi.

mark kaps Commentatore certificato 01.12.09 07:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il voto sui minareti in Svizzera e le "voci scandalizzate" sollevate dall'Europa politica a seguito del risultato ottenuto non fanno altro che evidenziare il distacco di questa Europa dal popolo.
Quasi il 70 percento dei votanti ha espresso democraticamente un'opinione che le elites europee si ostinano a definire come frutto di campagne xenofobe e razziste.
Questa Europa costruita su misura per gli operatori del mercato e non sulle reali esigenze ed aspettative della popolazione.

Volevate una prova di quanto fosse distante questa Europa dai cittadini? L'avete avuta dai commenti politici che sono seguiti al referendum svizzero.
Ma non ci avevano insegnato che è il popolo ad essere sovrano? Evidentemente questi politici hanno il culo talmente ammorbidito dalle comode poltrone in cui siedono da aver dimenticato le regole fondamentali della democrazia.

E se dovessimo continuare democraticamente a far esprimere il popolo con un'altro referendum per chiedere al popolo se è contento di questa Europa, sicuramente assisteremo ad un "no a questa Europa" troppo distante dai cittadini.

Ecco perchè temono di far esprimere il popolo con un referendum che dia la misura di quanto gradita sia questa Europa. E difatti il referendum non lo autorizzeranno mai.
Ecco perchè stanno demonizzando il referendum svizzero, perchè temono che il popolo tolga loro il potere di legiferare come fino ad ora hanno fatto... cioè a favore degli operatori di mercato e delle multinazionali... una Europa di mercato... una Europa di potenziali acquirenti... non di cittadini.

Referendum anche in Italia, sulla scia di quello svizzero. Subito.

vito. farina Commentatore certificato 01.12.09 07:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Enrico Letta ha scoperto, e ne siamo venuti a conoscenza tramite le sue ambigue dichiarazioni, che Berlusconi non è uno statista. A questa presa di coscienza io arrivai durante gli anni di tangentopoli. Ora sono alla fase due: Berlusconi non solo non è uno statista, ma è anche un poco di buono. Ci troviamo di fronte ad una persona coinvolta in diversi reati, dalla corruzione all’evasione fiscale, al falso in bilancio e, forse, anche qualcosa di più.

STATISTA???? è SOLO UN'ARRANCA POPOLO PER SUO TORNACONTO PERSONALE!

mario l 01.12.09 07:40| 
 |
Rispondi al commento

AAA : vendesi a buon prezzo il manuale delle 12 regole del bon ton linguistico .

per il va pensiero veneto e qualche grillino simile : sconto 50 % e merce franco destino,

Santina Gargiulo Commentatore certificato 01.12.09 07:27| 
 |
Rispondi al commento

Evidentemente per la rotta in culo di Santina la Scrofa , il 30% degli svizzeri rappresenta il 70% che non approva .
Buona mangiata di merda in quel di Pontida mentre lo succhi a Eridano il Bifolco delle Barbe verdi e dei parassiti di regime.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 01.12.09 07:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il popolo svizzero non ha fatto altro che certificare ufficialmente il pensiero comune di tutti i popoli europei nonostante vengano sottoposti a quotidiani lavaggi di cervello dai compagni e dalla Chiesa.

Basta accendere la televisione: la stragrande maggioranza delle trasmissioni, di riffa o di raffa, cerca di far nascere sensi di colpa negli spettatori per il solo fatto di essere italiani ed occidentali.

Dal mattino alla sera siamo invitati a fare qualcosa per gli "altri", a donare soldi per gli "altri", ad accogliere gli "altri", a privarci dei nostri sevizi sociali per cederli agli "altri" (basta entrare in un ospedale o leggere le graduatorie per le case popolari), ecc.

Ma gli "altri", almeno, mostrano riconoscenza e rispetto? In certe trasmissioni gli "altri", intervistati e vezzeggiati dai Santoro o dai Floris di turno, esprimono solo arroganza e pretese senza vergogna.

Santina Gargiulo Commentatore certificato 01.12.09 07:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finanziaria, nuovi tagli agli enti locali
aboliti le circoscrizioni e i difensori civici

Le altre novità contenute nei 14 emendamenti presentati dal governo. Salvi gli organici di polizia e vigili del fuoco, 470 milioni al Ponte di Messina .

A difendere il cittano ,adesso ci penserà, quel galantuomo di Silvio Provenzano , in Spatuzza .
Che ha detto basta con le persone per bene .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 01.12.09 06:28| 
 |
Rispondi al commento

DEMOCRAZIA E TOTALITARISMO.
La democrazia diretta si identifica con il populismo , ossia il rapporto diretto tra un leader e il suo popolo, senza mediazioni . Si distingue dalla democrazia liberale basata su una Costituzione ,dove i poteri sono bilanciati , per evitare quello che Hannah Arendt chiama totalitarismo . Il quale per affermarsi ha bisogno a) di una ideologia ufficiale improntata su una filosofia assolutista , che identifica l’individuo con lo stato o con le direttive politiche . In questo contesto il cittadino diventa strumento della politica e perde il suo ruolo di attore .Non solo ma il suo agire autonomo viene interpretato come opposizione ,pertanto è oggetto di persecuzione e di esclusione . b) il pluralismo politico viene sostituito dal partito unico i cui vertici si identificano con le massime cariche istituzionali , sia del legislativo che dell’ esecutivo. I capi emergono dall’ interno del partito al di fuori di ogni influenza del cittadino . c) il sistema economico , produzione di beni e servizi, viene controllato dal centro e si applicano forme più o meno rigide di pianificazione. d) uso capillare delle forze di polizia e controllo della vita privata . e) controllo di ogni mezzo di informazione e di propaganda . f) designazione permanente , a seconda della situazione politica, economica e militare, di un ‘nemico’ assoluto , che occorre combattere e distruggere a qualsiasi costo e con qualsiasi mezzo . Un mondo totalmente diverso da quello che proponevano i Muckrakers statunitensi che mettevano al centro della loro politica il cittadino e le sue aspettative di una società più equilibrata ed efficiente .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 01.12.09 06:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono musulmano". Questo avrebbe detto Giuseppe 'Pippo' Piccolomo, il 58enne imbianchino di Ispra in carcere per l'orrendo delitto di Cocquio Trevisago, agli agenti della Polizia penitenziaria alla domanda prima di servire il suo primo pasto da detenuto.

Poi passerò in via Bellerio della P2 e delle tangenti a incassare la mazzetta dall'on. Cosentino Merdaroli delle Barbeverdi.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 01.12.09 06:00| 
 |
Rispondi al commento

La domanda da porsi per comprendere tutti questi fenomeni legati all'economia,giustizia,politica morale etc... credo sia la seguente.
Qual'è l'origine di tutti i problemi?
La gestione delle risorse.Le risorse sono di tutti nessuno escluso. La mafia è un prodotto indiretto dello stato di diritto di propietà.
Faccio un parallelismo con il mondo virtuale.
Come farebbe la mafia a svilupparsi intorno a Linux? All'open source? Come può svilupparsi il concetto di accumulo e privazione se esiste il concetto solo di valore e di strumento e non quello di prezzo e propietà?
E' evidente che l'origine del male sta nella propietà privata dei mezzi ( dei mezzi ripeto e non degli oggetti ) di produzione, come l'uomo non ha necessità di accumulare tutto ciò che è in streaming, così per la vita reale il mafioso il ladro non avrebbe motivo di accumulare ciò che è disponibile per tutti.
Il punto è che l'organizzazione mondiale del capitalismo è stata un'enorme progresso per un periodo storico, ora è anacronistica, inumana, pesante.
Oggi la logica del capitalismo equivale a dire che la condivisione in internet dell'infomazione e dei mezzi virtuali non esiste. Pensate se fossero disponibili le risorse senza che avessero un prezzo, esisterebbe il ladro? avrebbe senso la mafia? esisterebbero le guerre per l'appropiazione dei beni, e la distruzione dei prodotti che la società a bisogno di riprodurre per riavviare il ciclo? Evidentemente no, la mafia è un sottoprodotto del concetto di propietà privata dei mezzi di produzione.
Pensate un'attimo, sarebbe logico fare una cosca mafiosa per rubare un mp3 registrato all'open source? Rispetto al progresso, privatizzazione è un termine che non è esiste oggi nel 2009 con tutta la storia che abbiamo alle spalle. Oggi più che mai il concetto pubblico, rete, condivisione, e soprattutto il concetto di utilizzo di un mezzo e non di propietà di un mezzo sono i pilastri fondamentali di una cosa inesorabile che è sicura come i secondi che passano: futuro.

Eric Felli 01.12.09 05:57| 
 |
Rispondi al commento

Pepe Mujica, l’ex guerrigliero Tupamaro, per 13 anni prigioniero della dittatura fondomonetarista, per nove anni rinchiuso in un pozzo e torturato continuamente, è il nuovo presidente della Repubblica in Uruguay. Ha ottenuto il 51,9% dei voti, superando il 50.4% con il quale Tabaré Vázquez era stato eletto cinque anni fa. Il suo rivale, Luís Alberto “Cuqui” Lacalle, del Partito Nazionale, si è fermato al 42.9% dei voti.
Mujica, nonostante la militanza politica di più di mezzo secolo, è un venditore di fiori recisi nei mercati rionali. E’ uno che quando è diventato deputato per la prima volta e fino a che non ha avuto responsabilità di governo ha accettato dallo Stato solo il salario minimo di un operaio e, siccome questo non è sufficiente per vivere, ha continuato a vendere fiori nei mercati rionali. Per campare. Indecoroso per un parlamentare, ma solo così, solo dal basso, oggi Mujica può permettersi a testa alta di rappresentare il popolo e proporre a questo “un governo onesto”.

Non è un medico, come Tabaré Vázquez o Salvador Allende o Ernesto Guevara, né ha un dottorato in Belgio come l’ecuadoriano Rafael Correa. Non ha studiato dai gesuiti come Fidel Castro né proviene dalla classe dirigente illuminata come Michelle Bachelet in Cile o i coniugi Kirchner in Argentina. Non è, soprattutto, un pollo di batteria, allevato per star bene in società come tanti burocratini dei partiti politici della sinistra europea, che infatti passa di sconfitta in sconfitta e di frammentazione in frammentazione mentre invece in America l’unità delle sinistre è un fatto.


http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o16374

gatta in calore Commentatore certificato 01.12.09 05:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tgnet - Il sindaco di Salerno Vincenzo De luca si candida a governatore della Campania
http://www.youtube.com/watch?v=dpUXkACOvqw

tg net 01.12.09 03:23| 
 |
Rispondi al commento

«No B. Day», flashmob a Roma Lettera ai tg: «Parlate di noi»
di Francesco Costatutti

I turisti in giro per il centro di Roma probabilmente hanno preso uno spavento, quando questo pomeriggio una ventina di persone - radunatesi in via del Corso, all'incrocio con via dei Condotti - ha cominciato a saltare e gridare «Chi non salta Berlusconi è».

Si è trattato di un anticipo del «No-B-Day» di sabato prossimo, una manifestazione lampo organizzata dagli stessi promotori della manifestazione che chiede le dimissioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Tra un saltello e un altro, esibendo tra le mani cartelli con su scritto «Fai un salto anche tu il 5 dicembre al No-B-Day», un gruppo di ragazzi ha cercato di coinvolgere i passanti nell'azione dimostrativa che è durata in tutto circa una decina di minuti e che ha suscitato la curiosità dei passanti.

Oltre all'appello a partecipare alla manifestazione del 5 dicembre, i promotori hanno diffuso anche una lettera aperta ai direttori dei telegiornali della Rai e al garante per le telecomunicazioni. «Cari direttori», si legge nella lettera, «perché non raccontate agli italiani la storia di quella rete di perfetti sconosciuti capaci di mettere in piedi in meno di due mesi un evento di rilevanza nazionale? Perché non spiegate che il No Berlusconi Day rappresenta una prima mondiale in fatto di partecipazione democratica nell’era del web 2.0? Non vi sembra che chi paga il canone abbia diritto ad un’informazione equilibrata e in nessun modo vincolata alle convenienze dei partiti? Perchè per voi ha più importanza un convegno di partito al quale partecipano 20 persone (capita continuamente) che una manifestazione autorganizzata con già più di 300.000 aderenti?».

continua...


http://www.unita.it/news/italia/91998/no_b_day_flashmob_a_roma_lettera_ai_tg_parlate_di_noi

manuela bellandi Commentatore certificato 01.12.09 02:59| 
 |
Rispondi al commento

IL NUOVO PD

cari militanti del pd, ecco a voi il nuovo pd: ammette che berluscOni sia al di sopra dela legge!

infatti il nuovo pd è quello di sempre. vecchietti con scheletri nell'armadio che salvando berlusconi salvano se stessi!

è durata il tempo delle primarie la vostra illusione. alle prossime elezioni il pd sparirà! me ne darete atto.

gennaro esposito 01.12.09 02:30| 
 |
Rispondi al commento

mafia news: L'asso nella manica del Cavaliere si chiama Cuffaro.

- L'asso nella manica del Cavaliere per far passare le nuove norme sul "concorso esterno"? PierFuby Casini.

Eh si, avete capito bene; provate a chiedere a Totò Cuffaro se non è interessato.

E senza i voti di Cuffaro, senza il granaio siciliano, il partito di Casini fa ben poca strada (ditelo a Rutelli, please).

http://www.dagospia.com/rubrica-1/varie/articolo-11295.htm

ENZO D., BARI Commentatore certificato 01.12.09 02:01| 
 |
Rispondi al commento

MA BEPPE CI VA AL NO B DAY?

Sono Sempre Io 01.12.09 01:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bonino: misteriosi i viaggi all'estero del premier

«A me sembrano abbastanza misteriose tutte queste trasferte all'estero del nostro presidente del Consiglio.

A parte i famosi tre giorni con Putin dei quali ancora non si sa molto e già questo non è normale, poi abbiamo avuto la visita in Arabia Saudita con il suo socio Tarak Ben Ammar, in seguito la visita in Turkmenistan e poi quella in Bielorussia».

Lo dichiara la vicepresidente del Senato, Emma Bonino, a Radio Radicale.

«L'insieme non è chiarissimo - aggiunge Bonino - anche perchè la politica estera di cui si occupano gli altri Paesi vede al centro due dossier come l'Afghanistan e l'Iran.

Noi invece, come nota giustamente Matteo Mecacci, abbiamo una linea di politica estera che oltre ad avere come minimo comune denominatore lo sdoganamento dei dittatori, è poco chiara.

A meno che non si tratti di una politica estera-energetica -conclude - ma anche questo spiegherebbe solo parzialmente questi viaggi».

30 novembre 2009

si tratta di AFFARI PRIVATI di Berlusconi con il Petrolio....

e non escludo l'utilizzo di Nostri soldi...

anche il figlio di Ciancimino aveva affari con il gas Russo, se non ricordo male..

lo sto dicendo da un po' di tempo,finalmente qualcuno comincia a chiederselo...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 01.12.09 01:52| 
 |
Rispondi al commento

Beppe continuiamo a nascondere la verità,tu sai qual è la soluzione della maggior parte dei problemi del nostro paese ma non vuoi dirla perchè

sebastiano corvo 01.12.09 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Ai 1000 Garibaldini del blog..................... il 5 Dicembre abbiamo il dovere di manifestare contro il sistema politico ormai alla frutta,e' giusto rispettare la volonta'popolare ma ce' un ma.............................e'stata una scelta veramente popolare?o una scelta dei partiti?..... Possiamo comunque criticare il governo nessuno ce lo impedisce...................................il movimento non deve perdere quest'occasione,che va' sfruttata al massimo................avere subito obiettivi raggiungibili nell'immediato, ritirare la legge sulla privatizzazzione (acqua) Occupando la piazza ad oltranza................. fino l'obiettivo................................ Vi chiedo di essere determinati e coraggiosi,La politica sta'facendo di tutto per non cambiare niente........................................Il nostro movimento ha necessita'di cambiare tutto, sei tu il protagonista,agisci per il tuo futuro e quello quello dei tuoi figli.....tutti in piazza e senza provocazioni,anche giorni se necessario. Applicare la non violenza,la teoria del grande maestro Ghandi risulta sempre vincente.forza 1000

gaeta carinucci roberto, roberto Commentatore certificato 01.12.09 01:39| 
 |
Rispondi al commento

30 novembre 2009

Sfogo dell'ex Presidente della Regione Puglia dopo la conclusione dell'udienza preliminareFitto contro i pm della Procura:

"In atto una caccia all'uomo"

Il ministro per gli Affari Regionali: "Si sta conducendo un processo cucito addosso ad una sola persona"

di Antonio Scotti...Barilive


“Per i pubblici ministeri Fitto è colpevole a prescindere”. Raffaele Fitto ne ha per tutti.

In particolare per i magistrati della Procura di Bari che stanno lavorando nell’ambito dell’inchiesta La Fiorita.

Le sue dichiarazioni le fa al termine dell'ultima udienza dinanzi al gup del Tribunale di Bari, nel processo in cui viene accusato, tra le altre cose, di peculato, concussione, associazione per delinquere, corruzione e illecito finanziamento ai partiti.

L’ex Presidente della Regione Puglia è imputato in due procedimenti, in uno dei quali si parla di una presunta tangente fatta pagare dall’imprenditore romano Gianpaolo Angelucci nel conto de “La Puglia prima di tutto” al fine di ottenere un appalto settennale da 198 milioni di euro per la gestione di undici Residenze sanitarie assistite (Rsa).

Ciò sarebbe accaduto nel periodo tra il 1999 e il 2005, allorquando Fitto stava per concludere la legislatura regionale.

Tutti i reati a lui imputati saranno prescritti a partire dal 2012.


Oggi, al termine dell’udienza, l’attuale ministro agli Affari regionali ha parlato di vera e propria caccia all’uomo portati avanti “dal 2001 da tre magistrati della Procura”.

tale padre-nano, tale figlio...

si sentono tutti perseguitati,quando invece sono semplicemente ladri-mafiosi-camorristi-tangentisti....

tutto qui,molto semplice....

ENZO D., BARI Commentatore certificato 01.12.09 01:36| 
 |
Rispondi al commento

stasera Minoli alla Storia siamo Noi,trattava l'argomento Banda della Magliana...

ricostruzione storica con interviste ai pentiti della banda...

riassunto..

strage di Bologna...
omicidio Moro...
omicidio Pecorelli...
attentato al vice di Calvi..

un intreccio tra...

Banda della Magliana,P2,N.A.R,Servizi deviati,Mafia,Camorra,Politica....

sia Cutolo che un pentito hanno dichiarato pubblicamente che avevano riferito ai Servizi il luogo dove Moro era detenuto e gli fu' risposto che non interessava piu'...

DICHIARAZIONI PUBBLICHE dei pentiti...

ormai è inutile parlare piu' di manifestazione, elezioni, democrazia...

bisogna farli fuori Tutti...Vi consiglio la visione della puntata...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 01.12.09 01:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bossi stai male cerca di rendertene conto..come i Tuoi ministri!!!!
State tenendo in piedi un Governo mafioso..

PADANI Sveglia. la Lega Vi ha tradito..

Ricordate " ROMA LADRONA"...cosa è cambiato....ditemelo Voi votanti Lega , Veneti e Lombardi Padani vari che usufruite a mani basse della bassa manodopera che ci viene dagli extracomunitari..dignità cari PADANI del cavolo...o vi tradirete con le vostre mani..... intanto sostenete la mafia....poi vedremo che qualità altre avete!!!!

Camillo B. Commentatore certificato 01.12.09 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Di questo passo la Lega porterà nel veneto e nella Padania indovinate che cosa??!! LA MAFIA...

La Lega stessa stà diventando mafiosa..con intolleranze e cazzaze insulse ...senza ottenere niente di quello che aveva promesso ( vedi Alitalia) non ha altyra strada che salvrsi il collo con delle monade che non esistono nenache in Vaticano....Bravi, bravi a votare questa Lega che si è ben insediata a ROMA PUTANA ( per tutti)..

ci stà troppo bene per ripercorrere le sue vecchie storie..lega ti ricordi 2 ROMA LADRONA".. ORA SEI TU!!!!!

Camillo B. Commentatore certificato 01.12.09 01:14| 
 |
Rispondi al commento

galli della loggia UOMO DI MERDA

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 00:49| 
 |
Rispondi al commento

...semplicemente GRAZIE Marco per l'illuminante "Passaparola" di oggi!

...Al 5 dicembre!

Gianni G. 01.12.09 00:49| 
 |
Rispondi al commento

* * * GIOCO IL JOLLY * * *

Sembra quasi che i Graviano abbiano mandato avanti i picciotti, Spatuzza e gli altri picciotti della cosca, per raccontare le prime cose e che loro si tengano defilati perché stanno ancora sperando che questo governo faccia qualcosa per loro, visto che da anni stanno dicendo “ o fanno qualcosa per noi, o andiamo anche noi a parlare” e naturalmente, se andassero anche loro a parlare con i magistrati, evidentemente non si tratterebbe più di cose che hanno appreso da altri, de relata, ma si tratterebbe di cose che hanno fatto personalmente e potrebbero anche avere in mano qualche cartuccia, qualche carta, tant’è che Spatuzza dice che i Graviano “ hanno il jolly in mano”, perché il jolly sarebbero quei famosi investimenti nelle società di Berlusconi.

Paolo Rivera Commentatore certificato 01.12.09 00:39| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

GLI AMICI DI SILVIO

DAL CORRIERE DELLA SERA

ROMA - L’amore del popolo bielorusso per il presidente Aleksandr Lukashenko si vede «dai risultati elettorali che sono sotto gli occhi di tutti». Così il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, primo leader occidentale da quindici anni a questa parte a mettere piede a Minsk, ha ringraziato il Capo di Stato bielorusso per anni isolato dalla comunità internazionale anche per il sospetto di brogli nelle elezioni. «Grazie anche alla sua gente, che so che la ama: e questo è dimostrato dai risultati delle elezioni che sono sotto gli occhi di tutti» ha detto il premier italiano rivolgendosi al leader bielorusso in conferenza stampa.

Lukashenko ha a sua volta ringraziato Berlusconi: «Aveva promesso di venire ed è venuto. Noi - ha proseguito Lukashenko - comprendiamo bene il significato di ciò e ce lo ricorderemo».

IL PRESIDENTE BIELORUSSO, QUELLO CHE LA PASSATA AMMINISTRAZIONE AMERICANA DEFINÌ «L'ULTIMO DITTATORE» EUROPEO, ha anche aperto gli archivi del Kgb al premier italiano: parlando di un regalo degno degli «amici importanti» il presidente bielorusso ha consegnato pubblicamente al Cavaliere fascicoli che vengono direttamente dagli archivi dei servizi segreti russi e bielorussi e sono il frutto «di un lavoro certosino». Un privilegio tributato a Berlusconi che permetterà di stabilire «le sorti dei cittadini italiani prigionieri durante la seconda guerra mondiale in Russia e in Bielorussia». I fascicoli consegnati al premier riguardano le informazioni sugli scomparsi in Bielorussia durante la Seconda Guerra Mondiale e su quelli rimasti vittime delle «persecuzioni nell’Unione sovietica degli anni ’30» ha spiegato Lukashenko.

PER CHI AVESSE ANCORA QUALCHE DUBBIO, QUESTA E’ LA DIMOSTRAZIONE DI DOVE VUOLE ARRIVARE IL “NANO INCOMPRESO”, TUTTI SUOI AMICI GLI EX DITTATORELLI, NATI DALLE CENERI DELL’UNIONE SOVIETICA. GLI MANCA KIM YONG-SAN DELLA COREA DEL NORD POI LI’HA TUTTI.

Paolo R. Commentatore certificato 01.12.09 00:26| 
 |
Rispondi al commento

giusto. Le sue idee non sono Macchiavelliche,sono solo un palese insulto alla nostra intelligenza.P.S.silvio ti vedo sempre più nervoso.Il tuo sorriso non è più quello di prima,le tue gambe sono traballanti,cosa c'e che non và?.

Roberto Fornara, vercelli Commentatore certificato 01.12.09 00:26| 
 |
Rispondi al commento

raidue ...Minoli sta raccontando Roma-Nera !!!
banda della magliana + nar !!!


“DAN DURYEA, IL BIONDO CATTIVO”

Io vengo dal paese dei morti,
il paese dei tasti “meno” schiacciati…
quelli e sempre quelli !
delle ali di farfalla inchiodate,
delle male parole ai buoni
e gli osanna ai malvagi.
Dan Duryea, il biondo cattivo
dei film western con James Stewart,
nella realtà era un uomo molto buono.

Io vengo dal paese dei morti
dove il maledetto è amato
e al criminale vien dato il premio,
mentre nella corsa sul chilometro
il male ha sempre almeno
trecento metri di vantaggio
e il bene viene preventivamente azzoppato.
Dan Duryea, il biondo cattivo
dei film western con James Stewart,
nella realtà era un uomo molto buono…
Io vengo dal paese dei morti, fratello,
tu da quale paese vieni?


UNA NOTA SUI MAFIOSI...
I mafiosi si ritengono intelligenti e furbi,
ma se fossero intelligenti e furbi non sarebbero mafiosi.
A parte che chi ammazza (se non per difesa) già di per sé è un coglione... Non è intelligente né furbo uno che rischia la pelle ogni giorno a quel modo per cifre che non ripagano affatto il rischio (che assai spesso si avvera).

e. b.

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.12.09 00:03| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/cronaca/mummie-chiesa/1.html

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 30.11.09 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Ma di chi dobbiamo fidarci in questo governo? Di Tremonti che dice che la crisi sta finendo e collegati ci sono 10000 lavoratori in piazza in cassa integrazione? Di Berlusconi che dice che la magistratura ha troppo potere e propone leggi per non essere punibile dei suoi crimini? Della sinistra che quando Grillo incontro' Prodi e gli propose skype per telefonare da un ministero all' altro invece di spender soldi di bolletta(i nostri soldi) gli rispose che che loro sky(pe) lo usano solo per vedere le partite di calcio? Questo stato non esiste e' un incantesimo il futuro siamo noi, forza blogger

Giorgio Trevisan 30.11.09 23:54| 
 |
Rispondi al commento

La mafia è nella mente di un popolaccio inzombito culturalmente abbrutito.
El pueblo embrutecido serà siempre sometido.

Alberto Gramaccini 30.11.09 23:52| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/finanziaria-2009/emendamenti-governo/emendamenti-governo.html

Stipendi ridotti in Regione In uno degli emedamenti è previsto un tetto agli stipendi dei consiglieri regionali che non potranno comunque guadagnare più di un parlamentare.

potete ridurre pure la mia pensione così? io non voglio più di un parlamentare, mi basterebbe anche la metà
grazie

liliana g., roma Commentatore certificato 30.11.09 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Io immagino l'impatto sull'immaginario delle persone con tutte ste storie di mr. b e delle sue reazioni.
Mi sono scocciato perchè non mi piacciono le telenovelas e invece sti quattro cosi buffi ci fanno vivere dentro a una cacanovelas quotidiana.
Se parlando di mafia non ci fossero di mezzo morti ammazzati, ci sarebbe quasi da ridere....de sta situazione paradossale e squinternata.
Vabbè. Buonanotte a todos....

P.S.: cado dalle nubi....... uh uh uh uh... la risata la comprende chi ha visto il film.

francesco folchi, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.11.09 23:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL 416 BIS

**************

Rivolgo queste domande a chi le sa...:

1- I mafiosi in 416 BIS la TV possono vederla ?
Se si , perchè ?

2- I mafiosi in 416 BIS dispongono di PC ?
Se si perchè ?

3- I mafiosi in 416 BIS dispongono di ADSL o possono accedere tramite terzi ?

4- I mafiosi in 416 BIS dispongono di GSM ?

Di cosa dispongno ?

Di cosa non dispongono ?


.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 30.11.09 23:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori