Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Povero Cristo in mano a Berlusconi


Giovanni Paolo II contro la mafia
(0:41)
Giovanni_Paolo_II_Agrigento.jpg

Oggi, domenica 8 novembre, le parole, l'omelia, che vorrei ascoltare da un prete sono quelle di don Farinella. Il suo discorso sul crocifisso vale cento messe cantate. Il blog è diventato voce. Se cliccate la scritta: "Ascolta" alla fine del Post vi sembrerà di essere in Chiesa e di sentire un servitore di Cristo (con la recitazione di un giornalista radiofonico anni '50...).

Povero Cristo in mano a Berlusconi
di Paolo Farinella, prete

"I giornali del giorno 5 novembre 2009, riportano la foto di Berlusconi che tiene in mano un Crocifisso, abbastanza grande. Le cronache dicono che glielo abbia dato il prete di Fossa, nell’ambito della consegna delle case. Se c’è una immagine blasfema è appunto questa: colui che ha varato una legge incivile contro i "cristi immigrati", che parla di "difesa dei valori cristiani". Un prete che consegna il crocifisso a Berlusconi è uno spergiuro come e peggio di lui. Povero Cristo! Difeso da una massa di ladroni che non solo lo beffeggiano, ma lo crocifiggono di nuovo con la benedizione del Vaticano, che per bocca del suo esimio segretario di Stato, ringrazia il governo per il ricorso che presenterà alla Corte di appello di Strasburgo.
Possiamo dire che c’è una nuova "Compagnia di Gesù" fatta di corrotti, di corruttori, di ladri, di evasori, di mafiosi, di alti prelati còrrei di blasfemìa e di indecenza, di atei opportunisti, di cultori di valori e radic(ch)i(o) cristiani … chi prepara la croce, chi la fune, chi i chiodi, chi le spine, chi l’aceto … e i sommi sacerdoti a fare spettacolo ad applaudire. Intanto sul "povero Cristo" di nome Stefano Cucchi, morto per mancanza di "nutrizione e idratazione", da nessuno è venuta una parola di condanna verso i colpevoli di omicidio, nemmeno dai monsignori che hanno gridato "assassino" al papà di Eluana Englaro.
Povero Cristo, difeso dai preti come suppellettile e raccoglitore di polvere nei luoghi pubblici e da tutti dimenticato come Uomo-Dio che accoglie tutti e dichiara che sono beati i poveri, i miti, coloro che piangono, i costruttori di pace, i perseguitati, gli affamati! Povero Cristo, difeso dagli adoratori del dio Po e di Odino che ne fanno un segno di civiltà, mentre lasciano morire di fame e di freddo poveri sventurati in cerca di uno scampolo di vita.
Povero Cristo, difeso dalla “ministra” Gelmini che trasforma il Crocifisso in un pezzo di tradizione “de noantri”, esattamente come la pizza, il pecorino, i tortellini. Povero Cristo, difeso da Bertone che lo mette sullo stesso piano delle zucche traforate.
Povero Cristo! Gli tocca ringraziare la Corte di Strasburgo, l’unica che si sia alzata in piedi per difenderlo dagli insulti di chi fa finta di onorarlo. Signore, pietà!
Guardando a quel Cristo che è il senso della mia vita di uomo e di prete, ho la netta sensazione che dalla sua comoda posizione di inchiodato alla croce, dica: "Beati voi, difensori d’ufficio... beati voi che ho i piedi inchiodati, perché se fossi libero, un calcio ben assestato non ve lo leverebbe nessuno"."

8 Nov 2009, 13:02 | Scrivi | Commenti (469) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ogni religione è pura mitologia
la religione non dovrebbe assolutamente avere a che fare con la politica o con la società, ma anzi andrebbe cominciata una campagna di informazione seria su come si ingrassano gli ecclesiastici di ogni ordine e grado
i clericali sono buoni solo a raccattar grano sulle superstizioni e a violare i bambini e gli indifesi per le loro soddisfazioni sessuali
l'attuale papa nazista altri non è che palpatine, l'Imperatore di Guerre Stellari...

mara formica 04.04.10 21:42| 
 |
Rispondi al commento

La Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo ha stabilito:” Via il crocefisso dalle scuole“. Entrando nel merito di tale decisione, ecco la risposta della chiesa per mezzo del cardinale Bagnasco: ”Spero più ampiamente che sia l’Europa, nei suoi organismi, a fare una riflessione seria, perché questo è un segnale che va in una direzione sbagliata“.
Una riflessione seria?
La faccio io una riflessione seria, riflessione che, mi stupisce, mi lascia indignata e spaventata che ancora chi di dovere non l’abbia fatta. La mia opinione è che per tante ragioni, troppe ragioni è la chiesa che va nella direzione sbagliata. In questo post (ne seguiranno altri) voglio attraverso una semplice riflessione far notare che il sacramento della confessione, una pratica della chiesa, deve essere al più presto proibita nel confronto di minori. Ci preoccupiamo tanto dei diritti dei bambini e poi attraverso la confessione li affidiamo alle menti di uomini imperfetti e non di rado perversi. Com’è possibile che si permetta violenza alla privacy di bambini di otto o nove anni (è a questa età che secondo la chiesa i bambini devono avvicinarsi al sacramento della confessione). Bambini che molto facilmente possono essere manipolati, confusi e spaventati. Il buon senso, il mio buon senso, mi dice che quanto prima si impedisce alla chiesa di praticare una tale assurdità, la confessione in età minore, tanto prima eviteremo ad altri bambini violenza psicologica non escludendo quella fisica!
Per un bambino, il sacramento della confessione, è comunque una situazione di violenza e disagio psicologico.

Jessica M., Pordenone Commentatore certificato 30.11.09 01:21| 
 |
Rispondi al commento

non sarebbe forse male riflettere più a fondo sul rapporto tra il crocifisso come segno "trascendente" e il corpo di chi lo difende come segno "mondano" (religiosamente parlando).
Questo è un intervento in merito:
http://www.radiocage.it/blog/2009/11/12/sul-corpo-del-premier/
saluti
radio cage

radio cage 13.11.09 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Ormai è chiaro che la classe politica si autoalimenta con privilegi e stipendi d'oro. Cosa può fare il popolo? Questa è la domanda a cui bisogna dare una giusta risposta.Le parole non servono, ma bisogna trovare una soluzione che metta fine al grande banchetto.
Marbert

marino bertolino Commentatore certificato 13.11.09 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Si perde tempo,tutti noi siamo consapevoli del fatto che le religioni sono create da gente in carne e ossa,le varie polemiche servono per tenere vivo il fermento della discussione,qualsiasi sia,ma rimane il fatto che se stai fermo nessun dio ti salvera dalla fame e dalla morte,quindi di cosa parliamo,parliamo di persone che muovono eserciti che non chiamano più crociati,o parliamo di persone che si nascondono dietro al dio televisivo inscatolato che terrorizza schiere di fedeli con multe e regole oppressive,con terrorismo da effetti speciali cinematografici,con lidears politici mafiosi,con medicinali alla frutta buona,con........che discussione terrena vogliamo aprire?
Per esempio perché proffessionisti lavoratori metalmeccanici di vario genere non trovano da lavare neanche i piatti in stagione?

franco santoni, vergao Commentatore certificato 13.11.09 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
circolano voci catastrofiche sul 2012. Tu hai delle informazioni attendibili? Io non so a chi devo credere. Gli scienziati, quelli seri, cosa dicono al riguardo?

Grazie.

Cinzia

cinzia bascetta 13.11.09 00:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

posso commentare un post sul ritiro di patente dopo due birre...a me pare una storia non vera...poi soprattutto quello del cioccolatino...
se fosse vero tutti ubriachi dopo tre cioccolatini...secondome dovresti controllare meglio le fonti...te lo dico da estimatore del blog...
un saluto e scusa per la forma
claudio

claudio marinelli 12.11.09 22:28| 
 |
Rispondi al commento

IL VACCINO CONTRO LA SUINA AL MERCURIO ED ALLO SQUALENE...DUE PERICOLOSISSIME SOSTANZE PERSENTI NEI VACCINI... fate una semplice ricerca sui motori di ricerca e scrivete...... vaccino mercurio...
segnalazione giuntami via e-mail dagli USA...

alessandro godeas 12.11.09 21:42| 
 |
Rispondi al commento

http://cedrocampello.blogspot.com/

vogliono abbattere una pianta storica e legambiente visto i poteri forti che vogliono ciò si inchina e benedice

giorgio balgera 12.11.09 19:14| 
 |
Rispondi al commento

carao prete, ci mancava solo un pretucolo di sinitra molto molto superficiale. anziche' fare il politicante esplici la sua missione con serieta' tutti i giorni...e se prorpio deve parlare si occupi della sua chiesa. da comunista sono cresciuto dicendo che la chiesa deve farsi i c...i suoi.

gaetano colonnese 12.11.09 10:05| 
 |
Rispondi al commento

il fanatismo cattolico e cristiano non ha limiti ed è una realtà! Larussa andrebbe arrestato per oltraggio alla costituzionne italiana ed al popolo italiano!

la presenza di un crocefisso in una scuola Laica è fuoriluogo! La logica di sposini poi, (visto che c'era prima perchè toglierlo adesso) mi sembra in perfetto stile "leccaculo", stile rinomato e diffuso tra i giornalisti italiani e delle cosiddette società civili.

Perchè avere un SOLO simbolo di fede in un luogo pubblico? e chi stabilisce che quella cattolico-cristiana è l'identità predominante? e se c'è il simbolo di UNA fede ci dovrebbero essere anche i simboli delle altre! Perchè non ci sono gli altri simboli? e vogliamo che ii muri delle scuole diventino pieni di simboli?

il crocefisso nelle scuole è un oltraggio anche alla fede cattolica e cristiana!
Ed è addolorante vedere che molti uomini della chiesa non prendono le distanze da questo, anzi..

Le espressioni di fanatismo da parte della chiesa cattolica sono cosi innumerevoli ormai da chiamarsi azioni malefiche! E' una tragedia che la chiesa cattolica oggi sia fautrice del male in terra: sulla famiglia, sull'individuo, sulla politica, sulla speranza e sulla vita, sulla solidarietà, sull'essenza stessa della propria fede, su tutto questo, oggi la chiesa non rappresenta ne i cattolici ne i cristiani.
I fanatici che con cori da stadio affollano piazza del vaticano che con vanità cantano la loro gioia di essere bravi e puri e sorridono, sorridono e gettano veleno su chi è diverso da loro. A loro l'esempio gli arriva direttamente dal papa e dai tanti serpenti (con tutto il rispetto per l'animale) che si annidano all'interno della chiesa.

Michelangelo D. Commentatore certificato 11.11.09 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Farinella, prete, Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana.

Questa è la firma per esteso che io vorrei vedere quanto prima. Signori, signore, cittadini italiani e soprattutto tu, Beppe, che ce lo hai fatto conoscere, tutti noi abbiamo il dovere di chiedere a questo uomo che possa essere da noi candidato a governare l'Italia.

Io avrò sicuramente qualcosa da perdere (la disponibilità della mia auto...la "rottura" della raccolta differenziata spinta ect..), ma le cose vere che ci può dare quest'uomo sono di gran lunga superiori alle nostre mal-abitudini di vita, alle nostre piccolezze quotidiane, all'egoismo ed egocentrismo di chi, ovvio, continua a votare e continuerà a votare per chi gli garantirà impunità per le piccole cose che capitano (tutti hanno un "tetto mansardato da regolarizzare" e quindi sembra che se non voti per B. prima o poi qualcuno te lo farà buttare giù).
Don Farinella, accetta la candidatura, fai in modo che l'Italia corrotta diventi un luogo dove ogni singolo cittadino sia in pace con se stesso e con gli altri. Ti prego.

massimo Passarella 11.11.09 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro "Prete", io mi definisco "Ateo" ma, dinanzi a personalità come la tua (mi approprio del Tu familiare, anche se non dovrei), per poter avere (chissà se, chissà quando, chissà come) un qualunque approccio discorsivo, non certo per spudoratamente contestare (per il gusto di farlo) le tesi espresse ma, per poter finalmente avere un civile scambio di idee su fatti e circostanze apparentemente note e di fatto sconosciute.
Sono anche contrario a Berlusconi ma non perchè mi sia antipatico o perchè ideologicamente il mio pensiero ve da un'altra parte ma, perchè in ogni caso chiunque è oggetto di interesse giuridico (a ragione o a torto), a mio avviso DEVE per prima cosa sottoporsi al giudizio insindacabile della Magistratura poi, se dichiarato innocente, potrà fare quel che crede meglio. Per quanto attiene ai principi religiosi, non ci si deve scordare che le regole delle religioni non sono di natura divina, bensì umana e che quindi non basta dare una "romanella" di vernice sopra i propri peccati mortali per essere riconosciuti Cristiani ma il proprio comportamento deve essere sepre riferito ai principi religiosi in quanto tali. Il peccato di presunzione, se non mi sbaglio, è uno di quei peccati che non possono essere perdonati con nulla, vedi il cosiddetto peccato originale percui, costui che palesemente ogni giorno si macchia di tale infamità, è da considerarsi "Ateo" non perchè dice, ma perchè fa.
Grazie comunque per quanto Tu stai facendo in favore del Popolo Italiano tutto, che invece di essere appecoronato alle volte con gioia, aspettando la "berlusconiana fregatura", dovrebbe prendere le armi della saggezza e dimostrare ogni momento della sua vita di essere conscio delle propie idee sicuramente contrarie alle negatività che Berlusconi con la sua maggioranza ed in parte con la "complicità" dell'opposizione ci prospetta.

Maurizio Bonardo 11.11.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Don farinella Santo subito,per fortuna anche in ambito ecclesiale ci sono dei veri uomini nonchè esempi di cristiano da seguire.Io mi sento un cristiano molto vicino al Vangelo e molto lontano dalle gerarchie masso-ecclesiali.Continui cosi'Don Farinella,a lei e a tutti quelli che lottano ogni giorno per far si che questo paese resti democratico e diventi finalmente " normale " la mia piu'profonda gratidutine e ammirazione.

angelo m., castel madama Commentatore certificato 10.11.09 19:05| 
 |
Rispondi al commento

caro peppe ti mando una proposta inviata a nche al blog di di pietro, si tratta di questo: le banche attualmente guadagnano un sacco di soldi a spese dei pensionati che richiedono un prestito garantito dalla cessione del quinto della loro pensione.Si tratta di un prestito senza alcun rischio, in quanto la trattenuta relativa alla rata del prestito, viene effettuata direttamente sulla pensione da parte dell'inps e versata alle banche ,inoltre sempre a carico del pensionato, gli fanno stipulare un assicurazione sulla vita con una societa deloro stesso gruppo. Morale della favola con un tasso di sconto all'1% gli istituti finanziari erogano un prestito senza rischio al 11% gravando una delle categorie piu deboli d'italia.Proposta:l'inps attualmente ha una forte liquidita tenuta ad un tasso quasi zero presso gli ist.bancari,perchè non potrebbe essere la stessaINPS,in questo momento di crisi, ad erogare ai propri assistiti tali forme di prestiti? ad un tasso che comprensivo di assicurazione non dovrebbe raggiungere il 5%? Se tale proposta fosse opportunamente avnzata ci guadagnerebbero un po tutti: L'INPS ,i pensionati ed anche la forza lavoro perche per istruire tali pratiche L'INPS potrebbe assumere dei diplomati e laureati nelle materie economiche. Che ne pensi? personalmente ho lavorato in banca x 30 anni e sono disposto a mettermi a vs.disposizione. intanto ti saluto nicola continisio napoli tf 3283370601

nicola continisio 10.11.09 15:45| 
 |
Rispondi al commento

FACCIO L'INSEGNANTE DA 15 ANNI E FRANCAMENTE NON RICORDO DI AVERE VISTO MAI UN CROCIFISSO IN UNA SCUOLA; PROBABILMENTE NELLE SCUOLE PIU' MODERNE NON SONO MAI STATI MESSI, FORSE CE NE SARA' QUALCUNO IN QUELLE PIU' VECCHIE, GIA' SOLO PER QUESTO MOTIVO LA VICENDA MI SEMBRA PIU' CHE ALTRO PRETESTUOSA. DIRE POI CHE IL CROCIFISSO SI PUO' TENERE PERCHE' TANTO CHE MALE FA, ALLA BERSANI, FA RIDERE I POLLI, ALLORA METTIAMO UN BEL POSTER DI PAMELA ANDERSON CHE ALMENO FAREBBE DEL BENE. DIRE CHE FA PARTE DELLA NOSTRA CULTURA FA ALTRETTANTO RIDERE PERCHE' NON TUTTO CIO' CHE FA PARTE DI UNA CULTURA O TRADIZIONE DEVE PER FORZA ESSERE APPESO IN UN AULA. A MIO PARERE L'UNICA RAGIONE PER CUI TERREI IL CROCIFISO E' PER UNA MOTIVAZIONE LAICA, COME SIMBOLO DELL'UOMO CHE PER AMORE DELLA VERITA' SI PUO' OPPORRE AD OGNI POTERE FINO A DARE LA VITA PER ESSA E PER I SUOI SIMILI, L'UOMO CRISTO SIMBOLO DELL'UOMO NUOVO OCCIDENTALE CAPACE DI POSARE IL PROPRIO SGUARDO OLTRE I LIMITI DI UNA NATURA E DI UNA CONDIZIONE CHE SPESSO CI LIMITA, RICHIAMANDOCI AL SENSO VERO DEL NOSTRO OPERARE PER IL BENE DEI POVERI, DEGLI ULTIMI E DEI DISEREDATI DI QUESTO MONDO. PER QUESTO TERREI IL CROCIFISSO, MA FORSE QUALCUNO PREFERIREBBE UNA FOTO DEL PRESIDENTE O QUELLA DEL PAPA?

Pasquae Zuppala 10.11.09 14:34| 
 |
Rispondi al commento

CARO PRETE (PRESBITERO), SI RICORDI,LEI CHE TANTO GIUDICA,COSA A DETTO IL CRISTO" CHI NON HA COLPA SCAGLI LA PRIMA PIETRA".........E ANCORA "AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO"....... CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE, INTENDA!!!!!!
ALTRIMENTI LA CROCE DI CRISTO E' VANA!!!!!
SALUTI
F.S.

FABIO S. 10.11.09 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La posizioni spesso ripetute sono: “il crocifisso esprime la nostra identità culturale” – “vanno difesi i valori tradizionali e fondanti''. Ma queste posizioni sono contraddittorie sotto un duplice aspetto:
- il simbolo del crocefisso non può essere ridotto a simbolo di una cultura identitaria, è qualcosa di ben più elevato è il simbolo di una religione, di un culto, di Dio che si è fatto uomo;
- la scuola non è un luogo di culto e non è neanche il luogo dove si esprime una cultura identitaria, è il luogo dove si debbono esprimere conoscenza e ricerca in tutti i campi, nel rispetto della libertà di insegnamento.
La Corte di Strasburgo con la sua sentenza penso che abbia voluto evidenziare l’aspetto laico della scuola pubblica. Poteva la Corte di Strasburgo, interpellata su una questione di diritto, esprimersi in modo diverso?
Non mancano chiese nel nostro paese, piccole cappelle, Calvari, dove esporre una croce con tutta la pienezza del suo significato; l'esposizione del crocefisso nelle scuole e negli uffici riduce il simbolo ad una specie di atto burocratico di rispetto delle tradizioni.
francesco zaffuto www.lacrisi2009.com

francesco zaffuto 10.11.09 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono giorni che si sta parlando a tutti i livelli di crocefisso si/crocefisso no. Stabilito che sono cattolico praticante, credo comunque che tutte queste chiacchiere servano al governo per sviare le reali problematiche che investono il paese. La presenza del crocefisso negli ambienti pubblici non credo che offenda alcuno, come non credo che un ateo o un praticante di altra religione si faccia convincere a diventare cristiano dalla presenza dello stesso su una parete. Credo che il nostro paese sia ancora, se pur con difficoltà, a larga maggioranza abitato da cristiani e cattolici per cui, se è vero che il berlusca, sbandierando la sua presunta maggioranza elettiva si sente in dovere di compiere qualsiasi misfatto governativo, così credo che, democraticamente parlando, anche la maggioranza cattolica possa avere il diritto di vedere nei luoghi che frequenta il simbolo principale della propria confessione.
Mi sembra infine strano che questo problema diventi così importante ora, in Italia, quando in paesi meno cattolici del nostro, cito gli USA, nelle aule dei tribunali, dietro al giudice e nelle banconote compare la scritta "in God we trust" e non si sono sentite mai polemiche in merito, così come nessuno corre a buttare i dollari dalla finestra offeso per questa scritta chiaramente cristiana. Ipocriti e farisei

Lamberto Z ingarini 10.11.09 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Credere ancora oggi a sciocchezze come cristo, dio, i santi e la madonna, è segno di grande debolezza umana. Il messia è evidentemente l'affascinate specchio per le allodole, l'esca del vaticano. Saluti atei

ivan IV Commentatore certificato 10.11.09 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Bigotti fino alla fine!!!
Signor Farinella la Lega e il Carroccio sono cosa vostra cioe' cristiano-cattolica e della peggior risma per giunta.Non gettate fumo negli occhi lo avete fatto per 1500 anni e non vi siete ancora stancati!!!Quando la finirete di alimentare la miseria della coscienza che avete creato???

Giuseppe Mortati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.11.09 05:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE
MI AUGURO CHE L'AMICO LASSU' FULMINI LO PSICONANO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.11.09 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sembra di essere ritornato nell'era del basso medioevo!

Andrea B., Lonigo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.11.09 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Questo sì che è un vero discepolo di Cristo non i papponi vestiti d'oro! Grazie e se puoi chiedi al padrone lassù se può far qualcosa per aiutarci che sò qualche fulmine a chi sà lui.....

cristina sassi 09.11.09 20:37| 
 |
Rispondi al commento

A parte tutto, ma non è la stessa Bibbia che dice di adorare immagini? Dopo averli liberati dall’Egitto, Geova Dio diede agli israeliti istruzioni chiare circa il modo in cui voleva essere adorato. Il secondo dei Dieci Comandamenti dice: “Non devi farti immagine scolpita né forma simile ad alcuna cosa che è nei cieli di sopra o che è sulla terra di sotto o che è nelle acque sotto la terra. Non devi inchinarti davanti a loro né essere indotto a servirle, perché io, Geova tuo Dio, sono un Dio che esige esclusiva devozione”. — Esodo 20:4, 5.

Nino Marinelli 09.11.09 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho chiesto ad alcune persone che pensano il Crocifisso sia un valore (invece è un simbolo) se quando scelgono dove andare in ferie all'estero si interessino se sia possibile partecipare a una funzione cattolica o almeno cristiana: sembra che nessuno ad esempio fra i frequentatori di sharm-el-sheik sappia se fra i resort e i residence ci sia una chiesetta dove andare a messa, con un crocifisso ignorato probabilmente da tutti in terra d'infedeli.

emanuele penacchio, giussano Commentatore certificato 09.11.09 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Marco Travaglio

Dipendesse da me, il crocifisso resterebbe appeso nelle scuole. E non per le penose ragioni accampate da politici e tromboni di destra, centro, sinistra e persino dal Vaticano. Anzi, se fosse per quelle, lo leverei anch’io.
Fa ridere Feltri quando, con ignoranza sesquipedale, accusa i giudici di Strasburgo di “combattere il crocifisso anziché occuparsi di lotta alla droga e all’immigrazione selvaggia”: non sa che la Corte può occuparsi soltanto dei ricorsi degli Stati e dei cittadini per le presunte violazioni della Convenzione sui diritti dell’uomo. Fa tristezza Bersani che parla di “simbolo inoffensivo”, come dire: è una statuetta che non fa male a nessuno, lasciatela lì appesa, guardate altrove. Fa ribrezzo Berlusconi, il massone puttaniere che ieri pontificava di “radici cattoliche”. Fanno schifo i leghisti che a giorni alterni impugnano la spada delle Crociate e poi si dedicano ai riti pagani del Dio Po e ai matrimoni celtici con inni a Odino. Fa pena la cosiddetta ministra Gelmini che difende “il simbolo della nostra tradizione” contro i “genitori ideologizzati” e la “Corte europea ideologizzata” tirando in ballo “la Costituzione che riconosce valore particolare alla religione cattolica”. La racconti giusta: la Costituzione non dice un bel nulla sul crocifisso, che non è previsto da alcuna legge, ma solo dal regolamento ministeriale sugli “arredi scolastici”.
Alla stregua di cattedre, banchi, lavagne, gessetti, cancellini e ramazze. Se dobbiamo difendere il crocifisso come “arredo”, tanto vale staccarlo subito. Gesù in croce non è nemmeno il simbolo di una “tradizione” (come Santa Klaus o la zucca di Halloween) o della presunta “civiltà ebraico-cristiana” (furbesco gingillo dei Pera, dei Ferrara e altri ateoclericali che poi non dicono una parola sulle leggi razziali contro i bambini rom e sui profughi respinti in alto mare).
(segue)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.11.09 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe, quando una persona dice di essere cristiana, gli danno il crocifisso per premio e ha fatto quello che ha fatto, quando il vaticano tace non tanto per difendere quella persona, ma almeno il crocifisso (non dalle sentenze europee), vuol dire che quella persona, per il Vaticano tacente, e' esempio di cristianita' e rispetto della croce, altrimenti era suo dovere religioso e morale intervenire........

semo d., roma Commentatore certificato 09.11.09 14:50| 
 |
Rispondi al commento

quante volte ancora i cattolici devono crocefiggere ancora Gesù dopo che nei tempi hanno perseguitato torturato ecc....Forse essi dimenticano che il concordato è stato sancito tra un dittatore e un suo estimatore,con buona pace dell'insegnamento Cristiano

alessandro zambelli 09.11.09 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Scrive don Salvatore Resca:

Sono viceparroco a Catania (chiesa dei santi Pietro e Paolo) e al sovrintendente del Teatro Bellini (che vuole esporre il crocifisso sulla facciata) dico: ti prego, togli la croce! Non so cosa ne pensano preti e vescovi ma credo che anche Cristo, dall’alto dei cieli, vedendosi appeso fra Violetta e Norma stia sussurrando: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”. La croce non si appende; i cristiani sanno che si carica sulle proprie spalle per incamminarsi con essa dietro Gesù Cristo. Il Vangelo è una cosa seria. Un luogo come un teatro, a prescindere da ciò che accade all’interno delle sue mura, non è il più adatto per metterne in evidenza le esigenze. Il crocifisso è il simbolo della Fede. Non è un simbolo culturale o un collante di identità etniche e nazionali: abbiamo aule scolastiche piene di crocifissi appesi e vuote di cristiani, veri.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.11.09 13:31| 
 |
Rispondi al commento

...a cosa siamo arrivati.....
e per colpa di 4 stronzoni....(socialisti? nooooh!! in italia la sinistra ...non e' mai esistita...Al Capone)!!

Non cambia nulla , siamo in Italia....

Grazie , andate a votare, conservate cio' che avete rubato... a voi Dio fara'.... un trattamenro di favore....( che culo...!!)!!

antonio . Commentatore certificato 09.11.09 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Le certezze di Giovanardi
"Cucchi morto perchè drogato"

Il sottosegretario liquida così i misteri intorno alla morte del ragazzo romano
"Era uno spacciatore ed era anche anoressico".
Quale è il limite razionale di sopportazione di un paese ?
io penso siamo già andati molto oltre.
Giovanardi Mi fà davvero SCHIFO ! con tutti i suoi compari onorevoli del c....

Massimo B., Lucca Commentatore certificato 09.11.09 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Voglio Don Farinellla parroco del mio quartiere!
...ma il simulatore vocale non si può sentire!

Giulio Sicari, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.11.09 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Per Antonella:
grazie innanzitutto ! In estrema sintesi ( sarebbe un discorso ben piu' lungo ) il sentirsi cristiano e' una scelta di vita molto concreta che privilegia la giusta AZIONE che, a sua volta, deriva necessariamente da un giusto PENSIERO. Richiede lo sviluppo della COSCIENZA, che va intesa come la comprensione delle cause di un qualsiasi avvenimento e di tutte le possibili conseguenze.
Come vedi, e' un impegno molto complicato.
Un caro saluto da Umberto

Umberto Inzerillo 09.11.09 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Era ora che qualcuno della Chiesa alzasse i toni e dicesse le cose come stanno. Siamo tutti stanchi di omertà, parola che diciamo sempre essere del gergo mafioso, ma che continuamente ci circonda.

antonella c., brescia Commentatore certificato 09.11.09 11:32| 
 |
Rispondi al commento

@ eugenio b., genova
Anch'io a volte sono colto dallo sgomento della possibilità, o probabilità qualsivoglia, di non valere più di un animale, di un insetto, di un organismo monocellulare, che la mia autocoscienza, le mie emozioni, i miei ricordi, il mio "io" sia destinato un giorno a svanire nel nulla come se mai fosse esistito...Poi penso a Gesù, ma non tanto alla sua figura storica sulla cui grandezza dal punto di vista etico e civile penso nessuno di qualunque religione o ateo possa dubitare, ma penso al mistero della Sindone, questo pezzo di lino di duemila anni fa giunto miracolosamente a noi dopo innumerevoli peripezie e rischi di distruzione, su cui innegabilmente sono impressi i segni di qualcosa che trascende la scienza umana. I rilievi tridimensionali delle tracce di sangue sul telo a detta degli scienziati che l'hanno analizzato non sarebbero riproducibili artificialmente OGGI, con l'odierna tecnologia, figuriamoci duemila anni fa, e l'unica ipotesi formulabile sarebbe quella che il sangue da corpo sia stato "irradiato" sul telo. Se non è un pesante indizio della Resurrezione...

Agostino Bg 09.11.09 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Riporto qui 2 miei post:

A Marco Travaglio
A volte non riesco a non scrivere osservazioni:
Caso del crocefisso e tuo articolo sul Fatto.
Sono d’accordo con te, Marco, e condivido la necessita’ di avere un significato piu’ corretto.
Quando ero bambino mi e’ sempre stato spiegato, e mi e’ tutt’ora chiaro, che il simbolo del crocefisso rappresenta l’esempio del “calvario” che ognuno di noi DEVE necessariamente affrontare nella vita terrena, anzi, meglio, nel susseguirsi inesorabile delle tante vite.
Risorgiamo continuamente anche noi, la scienza - fisica quantistica - lo sta scoprendo.
E lo scopo e’ la nostra EVOLUZIONE verso un obiettivo cosi’ elevato che non posso qui dire perche’ lo so solo come ipotesi.
Una precisazione: il detto vero e’ “Perdona loro o Signore perche’ non sanno quello che si fanno”e quel “si” = a loro stessi, apre una direzione ben piu’ importante al significato in esso custodito.
Umberto Inzerillo


A IDV (Newsletter del 9/11/09)
Invio anche a Voi, visto che ne avete dibattuto, questo mio breve post gia' inviato a M. Travaglio a proposito del suo articolo sul crocifisso. Mi auguro che possa aggiungersi alle varie argomentazioni esposte. Devo dire con rammarico che non ho sentito alcuna voce uguale alla mia, che poi mia non e', ma e' parte dell'insegnamento sia religioso che laico ricevuto fin da bambino e confermato da tutti i miei studi e da tutta la mia esperienza di vita.
Il simbolo del crocifisso = calvario, vale per tutti !
Ma e' meglio non dirlo ?
Sicuramente, e' consapevolezza che da' fastidio ai piu' !
Preciso che non sono cattolico, ma profondamente laico-cristiano su basi scientifiche.
Cordialita' e Buon lavoro !
Umberto

Umberto Inzerillo 09.11.09 11:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

di "don Farinella" nella Chiesa ce ne son tanti,ma son pochissimi rispetto ai "mercanti"


(Dio salvaci)

EdoHard Commentatore certificato 09.11.09 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta, il povero Gesu' Cristo, simbolo di libertà e uguaglianza, viene deriso, umiliato, sbeffeggiato dagli stessi che duemila anni fa lo crocifissero. I ricchi, gli opulenti e coloro che paradossalmente lo dovrebbero rappresentare: ma si, proprio loro i Ratzinger, i Bertone e tutta quell'orrenda massa di carne putrida che risiede nel vero tempio di satana: il vaticano.
Per fortuna esistono i don Ciotti, i don Gallo, i padri Zanotelli e Frisulli e tanti altri preti bravi come don Farinella, naturalmente invisi e bollati dalle merdacce di cui sopra.
Ma finche' esisterà un popolo decerebrato che adora berlusconi e il papa ( le iniziali in minuscolo sono volute) per questi uomini veri sarà dura.

mario cacciani 09.11.09 10:30| 
 |
Rispondi al commento

(seguito e fine)
Chi vive laicamente la propria vita conosce codeste obiezioni, codeste argomentazioni, codeste condanne. Eppure ha un mezzo di replica: la "morale laica", che rende consapevoli, hic et nunc, qui ed ora, dell'intima felicità d'intendere "i limiti", piuttosto che le illimitatezze; la ragione "in re ipsa", in se stessa, delle cose, nella loro dignità e giudizio, piuttosto che un loro eterno dipender da altri; la forza dell'argomento pensato, piuttosto che di quello sperato. Queste alcune ragioni dell'etica laica che "giustifica" i fondamenti della laicità dello Stato di Diritto e illumina le menti di chi la sostiene, con dedizione totale, oltre ogni personale limite.
La intesero certo molti grandi, e anche non grandi uomini. Forse, talora, occorrerebbe che altri, oltre loro, la ricercassero e ne sperimentassero gli squisiti segni e effetti.

eugenio b., genova Commentatore certificato 09.11.09 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Quest'uomo, questo prete, per me è divenuto un tormento; scava nella mia laicità un dubbio atroce: che unitamente alla morale laica possa davvero convivere una morale religiosa, alla quale mai avevo assegnato pregi, se non quelli d'esser nata o dal terrore dell'ignoto, e quindi dall'ignoranza, o da bassi interessi di bottega, e quindi dalla fame e sete della "roba". Innanzi alla vera fede di quest'uomo non mi inchino, ma chino il capo innanzi all'uomo che la professa e che m'interroga. Eppure la mia "morale laica" la dovrò pur salvare ! In effetti, pochi sanno quanto sia complesso, ma luminoso e denso il cammino di chi, non riversando su alcuno responsabilità e speranze e ipotesi salvifiche, in quest'etica senza dei attinge forza e ragione. E' certo più facile rimettere sè a un dio e, avendone violato o meno le regole di umane convivenze e lo stesso amore pel lui, Padre, ottenerne perdono e, ottenendo perdono - sia pur in limine vitae -, aspirare alla visione della sua maestosità e possanza, entro millanta universi, anzi, infiniti universi di luce e gioia e ricompensa. Quanto è duro per taluno sapere che non ci attende ciò; che il nostro brevissimo cammino s'interromperà nel nulla; che di noi resterà appena il segno dei nostri pensieri, delle nostre carenze più che delle ricchezze, delle nostre relative certezze piuttosto che delle poche, illudenti, nostre, assolute incertezze.
E allora, di una vita siffatta cosa dire, che è un tormento senza fine? che si costutisce, essa, in un cammino infelice nell'attesa d'una liberazione ? che chi colto da quella "maledetta ragione", oltre che perder la fede, perde della ragione stessa i fondamenti, la sua genesi, la sua giustificazione vera ? E quant'altro perde ?
(segue)

eugenio b., genova Commentatore certificato 09.11.09 09:28| 
 |
Rispondi al commento

precisazioni:
1 cristo non è morto su una croce ma su un palo.
2 la croce è un simbolo pagano
3 la bibbia dice chiaramente di non fare immagine alcuna di Dio (non di Cristo che è suo figlio)perchè è idolatria.
4 la divina trinità è una menzogna e la bibbia (qualunque bibbia please informarsi) non ne parla.
5 cristiano non è sinonimo di cattolico ma vuol dire seguace di Cristo ovvero colui che segue le orme del Cristo.
6 L'italia è uno stato laico e il crocefisso non è un simbolo dello stato perciò nelle scuole e negli ambienti pubblici va rimosso.
7 il messaggio del Cristo è chiaro e non lascia dubbi interpretativi : ANDATE E FATE DISCEPOLI DA TUTTI I POPOLI DELLE NAZIONI (I GENTILI), ANDATE E PREDICATE LA BUONA NOVELLA DELLA VENUTA DEL REGNO DEI CIELI SULLA TERRA (LO DICE ANCHE IL PADRE NOSTRO se lo recitate con il cervello collegato e non come cantilena rosario- cattolica). padre nostro che sei nei cieli sia santificato il tuo mome QUALE NOME ?, venga il tuo regno QUALE REGNO ?, sia fatta la tua volontà QUALE VOLONTà ? così in cielo così in terra (ma allora è una palla che siamo tutti buoni e che andiamo tutti in cielo.)dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre in tentazione(con veline,escort,viados,trans etc)ma liberaci dal male (i politici corrotti e i governi infami che sfruttano la gente comune) amen (così sia) alleluja ovvero lodate Ja.
8 Ad armaghedon il giorno (tempo) del giudizio divino, saranno giudicate le nazioni corrotte e babilonia la grande meretrice ovvero l'impero mondiale della falsa religione overo in primis la chiesa cattolica e il papato con tutte le altre religioni idolatre e politicamente schierate.
Chi ha detto che ciò che la chiesa non vuole che si dica è MISTERO DELLA FEDE ? forse lo è per chi studia teologia alla cattolica dove viene imbrigliato per bene.GENTE SVEGLIATEVI BASTA PRENDERE UNA BIBBIA E LEGGERLA EDIZIONI PAOLINE CAPIRETE.TUTTO.

aragorn ramingo, sondrio Commentatore certificato 09.11.09 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene togliamo pure il crocefisso dalle scuole perché offende; allora io chiedo che dai luoghi pubblici siano tolte le immagini pornografiche. Ce ne sono un po' dappertutto (pubblicità, calendari, riviste). Quelle mi offendono molto di più e alimentano un universo di degrado, violenza e miserie umane.

Laura Daphne 09.11.09 09:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Don Farinella,
Lei ha chiuso il commento dicento s'è fosse libero!!!, invece d'infierire contro la Chiesa ( che poi è anche quella che le ha dato la formazione culturale e spirituale) la dica tutta, e la FINISCA di attaccare Preti, Vescovi ,Cardinali e il Papa, e si ricordi che il Diavolo si serve anche di Lei. Viva il suo Ministero in Preghiera, Silenzio e Sofferenza, come Cristo Comanda.
Saluti Affettuosi.

mauro rullo 09.11.09 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Al sondaggio sul crocefisso
http://temi.repubblica.it/repubblica-sondaggio/?pollId=1720
il 68% si è detto favorevole alla corte europea
e solo il 28 no!
Davvero questo paese è più democratico dei suoi governanti, e la chiesa e i suoi (pochi)seguaci lo sono meno di tutti.
Onorare il crocefisso non vuol dire metterlo dappertutto.
Metterlo per es. su una procace scollatura o usarlo in modo provocatorio come la cantante Madonna, farne un uso blasfemo o impugnarlo per ragioni elettorali o per odio razziale. Tali usi sviliscono un segno di fede in qualcosa di totalmente opposto.
Il cattolicesimo non è più religione di stato da 25 anni e non si può far finta che lo sia o confondere fede e tradizione come fa la Gelmini che altera le parole a casaccio. Se si dovesse appendere un simbolo della tradizione italiana, tanto varebbe attaccare al muro spaghetti e mandolino o il cornetto rosso napoletano. La fede è tutt'altra cosa e sfugge all'impagabile somara raccomandata dal giardiniere.
Invece di accapigliarci sull'uso 'arredativo' del crocefisso, meglio sarebbe fare a gara nel realizzarne il significato: la giustizia in 1° luogo, la pace, il rispetto altrui, la carità per chi soffre, la partecipazione con gli umili..
Ma immagino sia più facile brandire il cocefisso come un'arma, cosa che hanno fatto per duemila anni tutti coloro che se ne sono serviti per marcare la loro supremazia o darlo in testa ai nemici. Ma certo, a fil di logica e di fede, costoro sono da considerarsi tutt'altro che cristiani. Cristo ha predicato l'amore e l'accoglienza, non l'odio e il potere.
Il Cristo esplose varie volte nella sua vita: contro i mercanti del tempio, che fanno merce delle cose sacre, e contro gli scribi e i farisei, gente elitaria con la puzza al naso che si considera più degli altri, superiore e con legge a parte, che usa la religione come una clava sul popolo. E non credo che volesse che il simbolo del suo sacrificio fosse un arredo da parete, almeno non fuori delle sue chiese.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.11.09 06:52| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2009 già 61 suicidi, 300-400 tentati suicidi l'anno, molte morti sospette.


Stefano Cucchi, 31 anni, deceduto in carcere.

Riccardo Rasman, 34 anni, deceduto durante l'arresto.

Federico Aldrovandi, 18 anni, deceduto durante l'arresto.

Domenico Palumbo, 30 anni, deceduto durante l'arresto.

Manuel Eliantonio, 22 anni, deceduto in carcere.

Gabriele Sandri, 28 anni, ucciso da un'agente.

Niki Aprile Gatti, 26 anni, deceduto in carcere.

Marcello Lonzi, 29 anni, deceduto in carcere.

Sorin Calin, 24 anni, deceduto durante l'arresto.

Giuseppe Turrisi, 58 anni, deceduto durante l'arresto.

Aldo Bianzino, 44 anni, deceduto in carcere.

Stefano Frapporti, 48 anni, deceduto in carcere.

Francesco Mastrogiovanni, 58 anni, deceduto in reparto psichiatrico.

Dibe Rachid Salah, 35 anni, deceduto in carcere.

Antonio Virelli, 24 anni, deceduto in carcere.

Pippilotta Långstrump, Stoccolma Commentatore certificato 08.11.09 23:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo sono tanti quelli che si fanno impapocchià con la meglio vita nell' al di là
e intanto nel di qua sono liberi da polli
finché non comincia la libertà del cane

dal Chianti 08.11.09 22:26| 
 |
Rispondi al commento

Oggi o ieri la Santanchè dice, "Maometto era pedofilo, eh si.. aveva una moglie di 9 anni",io le ricordo che Gandhi il Mahatma, si era spostao con una ragazzina di 12 anni, matrimonio combinato, come si usava e si usa ancora in tante culture. Ma che ci tocchi essere governati da gente tanto ignorante??? Questi che difendono il crocefisso per paura, tutti anticlericali, quando si trattava di votare a favore del divorzio e dell'aborto. Come si può difendere un simbolo senza avere letto il vangelo, storia della vita dell'ebreo Joshua Ben Josef fatto Cristo dal mezzo romano Saulo di Tarso, conosciuto come S.Paolo, per ragioni politiche. Quando avranno fatto tanto per la pace e per il loro paese quanto ha fatto il Sig.Gandhi, allora, forse possono parlare.Joshua disse: "Nessuno di voi adori immagini o simboli, come i gentili (pagani), è ventuo il momento di adorare Dio in spirito e veità... nessuno di voi si faccia chiamare maestro o padre perchè solo uno è il padre vostro in cielo..."

Fabio R, 08.11.09 22:14| 
 |
Rispondi al commento

LA CONFESSIONE DI SILVIO BERLUSCONI

Berlusconi: Signor parroco, mi vorrei confessare
Parroco: Certo figliolo, qual'è il tuo nome?
Berlusconi: Silvio Berlusconi, padre.
Parroco: Ah! Ah! Il presidente del Consiglio!?
Berlusconi: Si, padre.
Parroco: Ascolta, figliolo, credo che il tuo caso richieda una competenza superiore. E' meglio che tu ti rechi dal Vescovo.
Così Berlusconi si presenta dal Vescovo, chiedendogli se può
confessarlo.

Vescovo: Certo, come ti chiami?
Berlusconi: Silvio Berlusconi
Vescovo: Il presidente del Consiglio? No, caro mio, non ti posso confessare: il tuo è un caso difficile. E' meglio che tu vada in Vaticano.
Berlusconi va dal Papa.

Berlusconi: Sua Santità, voglio confessarmi.
Papa: Caro figlio mio, come ti chiami?
Berlusconi: Silvio Berlusconi
Papa: Ahi! Ahi! Ahi! Figliolo! Il tuo caso è molto difficile per me. Guarda qui, sul lato del Vaticano c'è una cappella. Al suo interno troverai una croce. Il Signore ti potrà ascoltare.
Berlusconi, giunto nella cappella, si rivolge alla Croce:

Berlusconi: Signore, voglio confessarmi.
Gesù: Certo, figlio mio, come ti chiami?
Berlusconi: Silvio Berlusconi.
Gesù: Ma chi? Il Presidente del Consiglio?
Berlusconi: Si, signore.
Gesù: L'ex amico di Craxi ?
Berlusconi: Si, signore.
Gesù: L'inventore dello scudo fiscale per far rientrare dalle isole Cayman e da Montercarlo tutti i soldi che i tuoi amici hanno sottratto al
fisco?
Berlusconi: Si, signore.
Gesù: L'amico dei Neo-Fascisti e Neo-Nazisti, particolare che si è dimenticato di riferire al Congresso americano ?
Berlusconi: Ehm... si, Signore.
Gesù: Quello che ha abbassato dell'1% le tasse dirette e costretto comuni/province/regioni ad aumentare le tasse locali del 45% per
tenere aperti asili, trasporti, servizi sociali essenziali ?
Berlusconi: Si, signore.
Gesù: Quello che ha ricandidato 13 persone già condannate con
sentenza passata in giudicato?
Berlusconi: Si, signore.
CONTINUA

Alessio A. Commentatore certificato 08.11.09 22:00| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

DON FARINELLA SANTO SUBITO !!! Ecco le parole che vorrei ascoltare dai Sommi Prelati,altro che demagogia spicciola per coprire gli sporchi interessi dello STATO VATICANO !!!! Faccio mie le sue parole perchè ha detto esattamente quello che io dico parlando con i " difensori del crocifisso "... Grazie Don !!!!

Emma Repetto 08.11.09 21:57| 
 |
Rispondi al commento

...tutto bene, tranne che Cristo sia povero. "Povero Cristo" si dice. Ma che povero e povero! Cristo ha dato la Sua vita per noi, ma poi è risorto nella Gloria e nella Potenza del Padre Suo. Egli regna l'intero Universo, altro che povero!
Ce l'ha promesso, arriverà il giorno del Giudizio e nessun uomo rimarrà vivo, tranne coloro che hanno creduto in Lui.
Lo ha promesso e lo farà.
Spesso noi uomini abbiamo l'illusione di contare, ma non contiamo un cazzo.
Dalle parti di Dio mica si ragiona come ad arcore. Là, nel Regno di Dio, la logica è inversa a quella di arcore. Nel Regno di Dio contano proprio coloro che gente come berlsuconi crede non contino nulla. Allo stesso modo non conteranno nulla quelli che, come bersluconi, hanno creduto di contare qualcosa.
C'è lo dice Cristo, e c'è da crederci.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il Papa, nell'omelia pronunciata a brescia, ha detto che molti gli chiedono di usare toni forti contro le ingiustizie del mondo, ma egli ritiene che il suo dovere sia pregare, il dovere della Chiesa sia pregare, il resto lo farà Dio.
Eh no Santo Padre, la preghiera orfana di una quotidiana instancabile azione di difesa dei diritti dei più deboli, orfana del coraggio di scagliarsi contro gli scribi e i farisei ipocriti dei nostri tempi, è una cosa comoda ma, a mio parere, non coerente con la Parola di Dio, portata tra di noi da Gesù Cristo Figlio Suo.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due cose sono infinite: l'universo e la stupidita' umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.

Einstein

Guarda oltre quello che pensi di vedere.

Rizzuti Elia.

elia rizzuti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 21:01| 
 |
Rispondi al commento

FINI:

"Feltri è un direttore indipendente. Bisogna vedere se indipendente dalla sua volontà"

cazzo, non uno della sinistra che sia riuscito a dire una cosa più velenosa nei confronti del feltrino di regime!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 08.11.09 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' più importante il crocifisso o Cristo ?

per i legaioli xenofobi ed ignoranti sicuramente è molto più importante il
crocifisso che rappresenta il simbolo di tortura maxima su cui vorrebbero
ri-crocifiggere i "diversi-migranti"!!

Invece per il papa polacco passato che vide gli orrori del nazismo , con i
propri occhi e la severità antireligiosa dei sovietici , Cristo e il
crocifisso rappresentarono lo scudo dietro al quale si nascose per
abbattere un barlume di dignità umana. Chissà se il "bravo" capò.prete
abbia mai pensato che il Josif potesse essere una specie di "cristoarmato"
che liberò la sua Polonia dall'orrore nazista ???

Lessi su un giornale che rivalutò la figura di Ernesto Guevara quando andò
a Cuba a visitare il Fidel , rimasi colpito da questa dichiarazione.
Mai letto di simile per un boss del vaticANO!!!!
La sua metà polaccantinazista venne fuori in modo del tutto spontaneo,
intervista in aereo!

Vedere oggi un don Farinella nelle vesti di un pontefice maximo del
vaticANO sarebbe il risultato della componente cristiana sociale più
elevata. Giovanni Paolo era un bluff , che da falso profeta riuscì nel suo
intento: abbattere
il socialismo nell'uomo. Lo stesso socialismo nato
per inadepienza della dottrina cristiana.
Oggi il Farinella potrebbe coniugare quel socialismo di Cristo su di una
unica via .
Ricomninciare da capo , fondendo MARX & CRISTO *.
Erano o non erano della stessa razza ?
Erano o non erano contrari agli ipocriti e farisei

....meditate ...
il Bepin è molto furbo!!!!

ps.
*)non fraintediamo, i noti "cattocomunisti" non c'azzeccano, io scrivo di
"marx-cristo" che esulano da pensieri di "comunistitaliani-cattolici alla
binetti" ...tanto per precisare."

°°°
ho visto che avete cancellato!!
senza controbattere !!!solo sottocomemnti del solito zoccoladifogna
tirapiedi del sindaco !!!

mmmm! BRAVI ! il nano è quello che meritate !!!
insieme al "razinger "!! ovvio!

LENINDEMA GISTRIS 08.11.09 20:48| 
 |
Rispondi al commento

...grande!!

t. z. (duke fleed), vialattea Commentatore certificato 08.11.09 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Hi.

Come vorrei, certi giorni, che davvero i giornali raccontassero soltanto balle.

Tartarughe surrogate.

Bye.

Robert Allen Zimmerman Commentatore certificato 08.11.09 20:29| 
 |
Rispondi al commento

CHISSA' IL BERLUSKA COSA VOLEVA TRA' LE MANI AL POSTO DEL CROCEFISSO!
SARA' IN CRISI DI ASTINENZA IL TUO SUPER DOTATO PADRONE VERO GHEDI'?!!!

mario l 08.11.09 20:23| 
 |
Rispondi al commento

DI COSA VI MERAVIGLIATE.
IN 2000 ANNI, purtroppo, GESU' ne ha visti tanti!
IO NON PENSO CHE SIA SBAGLIATO APPORRE IL CROCIFISSO. PENSO CHE SIA GIUSTO CHE CHI LO VOGLIA POSSA AVERLO E PREGARE.
PENSO ANCHE CHE INVECE è INGIUSTO NON PERMETTERE AGLI ALTRI DI APPORRE ANCHE I LORO SIMBOLI.
OGNUNO HA DIRITTO A MANIFESTARE LA PROPRIA RELIGIONE, PURCHE' SIA RISPETTOSA DEGLI ALTRI.
TUTTE LE RELIGIONI CHE RISPETTINO LE ALTRE SONO IN REALTA' FIGLIE DELLO STESSO DIO.

mario piceli 08.11.09 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DI COSA VI MERAVIGLIATE.
IN 2000 ANNI, purtroppo, GESU' ne ha visti tanti!

mario piceli 08.11.09 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma che eroi vi scegliete?

Uno che stava per ammazzare una pattuglia di carabinieri (Giuliani) ed un altro che spacciava (Cucchi)?

Le reazioni sono state proporzionate all'aggressione, in un caso.
Nell'altro, ancora si indaga.

Ma io mi chiedo: i vostri eroi sono dunque terroristi, spacciatori, trans, viados, stupratori, aggressori?

Sembrerebbe di sì, visto che più che per le vittime, vi attivate per chi ha commesso reati.

Non è quello che la gente vorrebbe.
Mi chiedo anche perchè per altri non ci sia stata la stessa mobilitazione.

Forse non era il momento adatto?

Perchè tanta gtancassa su questo caso,quando anche in questo blog ne erano stati evidenziati altri?
Ragioni di opportunità politica?

Matilde di Canossa 08.11.09 19:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è' SCANDALOSO che MAIALI (copyright@ VERONICA) dotati di tale A-MORALITA' si erigano a numi tutelari del CRISTO.
sono ATEO e non riconosco al crocefisso alcun valore personale o oggettivo....ma...
è altrettanto OSCENO che nell'enclave di Strasburgo i camerieri dei poteri finanziari, bancari e industriali planetari, con l'unico scopo di rimpiazzare ogni ordine esistente con l’unico valore riconosciuto, un altro DIO, il loro ossia IL DENARO, bene è OSCENO che questi grigi portaborse degli affamatori del pianeta legiferino nella direzione del totale annullamento di qualsiasi tratto di distinzione dei POPOLI per quella omologazione necessaria ai loro scopi di dominio e soggiogazione GLOBALE

e riporto a sostegno un concetto ben espresso da matteo simonetti:

"Le civiltà religiose dotate di un senso del sacro forte ed integro non sono facilmente manipolabili. E’ per questo che, con la scusa del terrorismo, la stessa élite finanziaria che stipendia i politici pseudodemocratici muove guerra costantemente a quei popoli che presentano tali caratteristiche. Altro che Iran stato canaglia: è canaglia perché non è possibile convincere ogni suo cittadino che la maggiore felicità per se stesso sarebbe un automobile e la Cocacola al bar."

incredibile che in queta occasione debba ritrovarmi a esprimere delle idee assonanti con quelle di quello psicopatico la russa...ma tant'è...

davide lak (davlak) Commentatore certificato 08.11.09 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non lo avesse capito, e qui noto che sono in molti, il post di Beppe vuole mettere in evidenza che c'è una forte spinta del governo a sottomettere, con la scusa della religione, la parte della popolazione che è fuori dagli schemi e dagli stereotipi, quella che vuole la libertà di pensiero, di opinione e di informazione.

L'imposizione del crocifisso è una delle tante prove alle quali viene continuamente sottoposta la popolazione: prove tecniche di trasmissione.

Ci controllano, ci indirizzano e ci impongono le loro direttive.

Ci dicono

- quale religione professare;
- che non possiamo decidere in piena autonomia come e quando morire in caso di malattia o coma irreversibile;
- che è giusto che chi è stipendiato debba essere tartassato e chi evade il fisco venga premiato;
- che è giusto che chi si da da fare per il bene comune venga emarginato;
- che possedere un grammo di eroina "debba" comportare la morte e un assassino debba passarla liscia perchè una divisa rappresenta l'istituzione;
- che è giusto togliere linfa allo studio, alla cultura ed alla ricerca per foraggiare meglio chi la cultura se la mette sotto i piedi,
.........

Sono tutte prove di forza, tentativi di coercizione atti a tastare le nostre reazioni.

E reazioni io non ne vedo.

Ogni giorno ci fanno compiere passi indietro: hanno abolito lo "statuto dei lavoratori" rendendoci schiavi di lavori massacranti sottopagati e pericolosi.

Hanno varato leggi, la 626 che nessuno rispetta.

Ci hanno tolto il diritto di voto, riducendone il significato, riducendolo a mera farsa: eleggere un simbolo insignificante votando il quale ti trovi ad essere governato da gente che non conoscevi nemmeno o che avevi visto in tv.

Ci hanno preso e continuano a prenderci per i fondelli, è questo che il post vuole mettere in evidenza!

cettina. .., isola Commentatore certificato 08.11.09 19:46| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

aperto un nuovo post
comunicato politico nr 28
buona serata

anarchia s., cagliari Commentatore certificato 08.11.09 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Un rito celtico per le prime nozze padane.
L' ex sindaco Formentini in versione druido offre sidro agli sposi e il senatur al pianoforte intona " Va' pensiero "
Atmosfera d'altri tempi per il matrimonio del segretario della Lega lombarda Roberto Calderoli con Sabina Negri, sorella del suo predecessore]
Calderoli e Bossi cristiani.... di rito celtico.

maria
---------------------------------------

Fruttaro', co tutti sti riti celtichi ... se ce stavano ancora l'antichi romani avremo visto Calderolo ar Colosseo usato a mo' de bistecca pe stuzzicà l'appetito de le belve leonine.
Credi che je lo darebbero ancora lo stipendio da Roma?

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 19:43| 
 |
Rispondi al commento

APRITE LE MENTI COGLIONI

http://www.youtube.com/watch?v=jFRgSwkqjqk

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 19:37| 
 |
Rispondi al commento

MANIFESTAZIONE DEL 5/12 A ROMA

CORAGGIO, QUI NON SI PRENDONO VOTI
Qui ci si mette la faccia, NE A DESTRA NE A SINISTRA.....
E' una manifestazione contro il Governo...........
Dove siete grillini....pidietristi.....coraggio
travaglini, santorini,

AHH GRILLACCIO.....CHE DICI inseriamo anche il
tuo MLN.??? sU DA BRAVO DAI L'ESEMPIO!!

RAGAZZI SVEGLIAMOCI......tra poco comincio a
chiamarvi per nome, a raccolta, partendo dai più
VOTATI..... Andiamo CORAGGIO!!!!!!!
iL CROCIFISSO PUò ATTENDERE, SU CORAGGIO!!!

INSERITE I NOMI SUL COMMENTO A QUESTO POST!!!!

CORAGGIO !!!


Non c'è più RISPETTO per Cristo e la sua religione.

Ecco come viene strumentalizzata a fini politico-propagandistici la sentenza della Corte europea in merito al Crocefisso.... e proprio da un Calderoli che si è sposato con il "rito celtico"!

[Un rito celtico per le prime nozze padane
L' ex sindaco Formentini in versione druido offre sidro agli sposi e il senatur al pianoforte intona " Va' pensiero "
Atmosfera d'altri tempi per il matrimonio del segretario della Lega lombarda Roberto Calderoli con Sabina Negri, sorella del suo predecessore]
Calderoli e Bossi cristiani.... di rito celtico.
Il 17 settembre il deputato leghista Roberto Calderoli ritirerà il premio “Giovanni Paolo II”. La motivazione:«per aver nella sua azione politica tutelato e promosso la sacralità della vita in armonia con i principi cristiani e con i valori ereditati dalla dottrina sociale della Chiesa Cattolica».
Tale premio un affronto per i tanti Cristiani

6/11/2009 - Nel weekend del 14-15 novembre il presidente dei deputati della Lega Nord, Cota, sarà in piazza a raccogliere le firme a sostegno dell'esposizione del Crocifisso.
La Lega promuoverà una raccolta di firme contro la decisione della Corte europea di Strasburgo di togliere i crocifissi dalle scuole. Lo annuncia il ministro Roberto Calderoli in una nota.«Nessuno potrà mai privarci dei nostri simboli,della nostra storia, della nostra identità.Rimuovere i crocifissi significherebbe rinunciare ad una parte della nostra cultura, della nostra tradizione, di quello che oggi
siamo. Una rinuncia che nessuno di noi intende accettare». Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, Ministro per la Semplificazione Normativa e Coordinatore delle Segreterie
Nazionali della Lega Nord.
Il Consiglio dei ministri ha dato mandato al ministro degli Esteri, Frattini, di fare ricorso contro la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo sulla questione del crocifisso nelle aule scolastiche.

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTO Eì L ARGOMENTO DA TRATTARE SUBITO PER CAMBIARE GLI ITALIANI! LA RELIGIONE! POI POSSIAMO INIZIARE A CAMBIARE LA POLITICA E LE PERSONE.

ROBERTO GUADAGNI, carrara Commentatore certificato 08.11.09 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono stati tanti fatti negativi
in questo periodo, tra cui l'omicidio
poliziesco di Stefano Cucchi. Volevo
ricordare a tutti del blog degli arrestati
della ex 8 marzo occupata: attualmente 3 di loro sono ancora ai domiciliari da quasi 2 mesi con accuse
false ed infamanti, con la complicità
di giornalisti del tempo e
del messaggero e di politici del PDL di
Roma!! Oggi non c'è più garanzia
nemmeno più sulla libertà e sulla vita!
basta basta basta!! è ora di reagire!
occupa.noblogs.org

Ozaru M., roma Commentatore certificato 08.11.09 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Se avessi nella mia parrocchia un prete come Don Farinella andrei a messa tutti i santi giorni.
Forse se la chiesa vuole riacquistare un pò di credibilità deve ispirasi a Don Farinella.

Don Farinella continua io sono con te,

Ciao da Anagni

Marco Sigmundis 08.11.09 19:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ancora crocifisso: La Russa augura la morte a chi lo vorrebbe togliere dalle aule

Il consueto aplomb del ministro della difesa Ignazio La Russa ha animato la puntata di ieri

http://www.youtube.com/watch?v=oi-DdV0bOW4&feature=rec-LGOUT-exp_fresh+div-HM

della trasmissione televisiva La vita in diretta su Rai uno, dedicata al tema del crocifisso in classe, producendo una filippica dai toni violenti al’indirizzo dei laici e degli esponenti Uaar presenti in studio, conclusasi (testuali parole) così:

«Comunque non lo leveremo il crocefisso!
Possono morire!
Il crocefisso resterà in tutte le aule della scuola,
in tutte le aule pubbliche!
Possono morire!
Possono morire!
Loro e quei finti organismi internazionali che non contano nulla!»

L’Uaar ringrazia dell’augurio denso di pietà cristiana rivoltole dal ministro.
«Ma non possiamo fare a meno di notare – afferma Raffaele Carcano, segretario nazionale dell’Uaar – quanto sia indegno di un paese europeo che un ministro faccia affermazioni così gravi all’indirizzo di una minoranza».

Nel tentativo di aprire una discussione civile, l’Uaar vorrebbe rivolgersi serenamente ai sinceri cattolici, che, «se pensano di far sostenere le loro ragioni da personaggi del genere forse non hanno un gran futuro davanti».

http://www.uaar.it/news/2009/11/05/ancora-crocifisso-russa-augura-morte-chi-vorrebbe-togliere-dalle-aule/

Silvanetta P. Commentatore certificato 08.11.09 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo dire che c’è una nuova "Compagnia di Gesù" fatta di corrotti, di corruttori, di ladri, di evasori, di mafiosi, di alti prelati còrrei di blasfemìa e di indecenza, di atei opportunisti, di cultori di valori e radic(ch)i(o) cristiani … chi prepara la croce, chi la fune, chi i chiodi, chi le spine, chi l’aceto … e i sommi sacerdoti a fare spettacolo ad applaudire.
--------------------
Anche la "vecchia" Compagnia di Gesù era fatta così, niente di nuovo.
La storia è piena delle loro misfatte.
Già pubblicai in questo blog la "Profezia di Giorgio Bronsvel (Arcivescovo di Dublino anno 1558" redatta in calce ai "Processi contro li gesuiti" stampato in Parigi MDCCLX.
Profezia che così termina :
"tempus faciendi, Domine, dissipaverunt (i gesuiti ndr) Legem tuam. Salmo 119."

Kasap Aia, Eridu Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 19:14| 
 |
Rispondi al commento


Povero Cristo, trasformato in una ruota per criceti impazziti, che da giorni non fanno altro che girare, girare, girare...
Discutiamo da anni di condizionamenti, di libertà di pensiero, di potere mediatico, predicando la nostra presunta indipendenza e la nostra superiorità rispetto alla massa acritica, quando poi basta che ci costruiscano ad arte un falso problema - laici e cattolici, nello specifico rompicoglioni in egual misura -, che ci tuffiamo tutti, indistintamente, sull'osso.
Non esiste divieto, non esiste obbligo, non esiste un cazzo di niente, se non il riconoscimento e la quantificazione economica - guarda un po'! - in cinquemila euro, da parte della Corte Europea dei diritti umani, di un danno morale. Un Paese alla canna del gas, qual'è il nostro, nel momento in cui dimostra di avere così tanto tempo ed energie da spendere dietro a discussioni di tale portata, sta semplicemente decretando la propia GIUSTA fine. Abbiamo ragazzi che muoiono uccisi dalla violenza e dall'incuranza delle istituzioni, famiglie che agonizzano, stuprate da un sistema economico divenuto ormai insostenibile ed inaccettabile, una classe politica esclusivamente dedita alla difesa dei propri privilegi, gioventù allo sbando, diritti fondamentali quali quello alla salute, alla casa, all'istruzione, praticamente negati, ma noi si discute della pericolosità o della difesa di un crocifisso che è ormai scomparso da gran parte delle nostre scuole, senza che nessuno se ne sia nemmeno accorto.
Ci sarebbe tanto da discutere, ma in tema di socio-psico patologie!
Mi sorprende solo che Repubblica non abbia ancora lanciato una delle sue famose campagne. Ma non dispero...

Annamaria Farina 08.11.09 19:09| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Don Farinella è degno di portare la toga che indossa...quanti altri preti e vescovi lo sono? Pochissimi....purtroppo!Povero Cristo, in pochi hanno capito la sua novella!

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 08.11.09 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi anche per te verrà il giudizio di Dio e lì il Lodo non è contemplato.

Mauro Moretti 08.11.09 19:04| 
 |
Rispondi al commento

BENEDICI I BAMBINI

"Bless the child" dei Nightwish
("Benedici i bambini")
un video crudo, un grande brano,
per risvegliare le coscienze
su come stiamo tirando su
i nostri figli..."

dalla Home Page del mio sito:
www.webalice.it/barlow

Vi invito, chi non lo conoscesse ad andarselo a vedere. Anche se non tutti conosciamo l'inglese,
chedo che il video sia piuttosto esplicito.

NON E' NORMALE che in un paese
che pretende di essere democratico
nessuno (e dico nessuno!)
parli dei contenuti dell'educazione.

e. b. (barlow)

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 19:03| 
 |
Rispondi al commento

*
**
***

Beppe oggi sono stato a messa, dopo molto tempo, nella chiesa di San Benedetto a Genova.

A mezzogiorno, un po in ritardo visto le abitudini notturne, Andrea (Don Gallo) ha officiato una delle piu' toccanti funzioni che abbia mai sentito.

Andrea come Paolo, e come Dionigi, il cardinale di MIilano.

Andrea oggi ha letto l'ultima lettera di Dionigi, condividendone le espressioni, ormai cariche di disperazione e di speranza.

E' la speranza Beppe che la nostra democrazia, la nostra Repubblica, non venga ulteriormente infangata e vilipesa da questi falsi cattolici che esibiscono il Cristo in croce come un trofeo, o come un' arma di offesa.

Beppe bisogna riunire le forze, bisogna che la gente che ancora capisce la differenza tra cio' che e' bene e male, si faccia portatrice di un nuovo verbo, di un nuovo messaggio, etico e sociale, un messaggio di pace, di lavoro, di democrazia, di liberta', di speranza.

Sarebbe bello che una domenica venissi anche tu, senza claque, come sai fare tu, e ti unissi ad Andrea, a Paolo, a Dionigi, a Marco, a Michele, a Sara, a Giulia, a Giovanni.

Ciao Beppe.

***
**
*

guido _guida, zena Commentatore certificato 08.11.09 18:53| 
 |
Rispondi al commento


I cardinali Bertone e Bagnasco rispondono a don Farinella, don Farinella risponde ai cardinali
23-10-2009

Cardinale BERTONE: ” ACCUSE E INTERPRETAZIONI INFONDATE. NOI SACERDOTI DOBBIAMO LAVORARE SENZA PRECONCETTI IDEOLOGICI “

Cardinale BAGNASCO: ” OLTRE A NON PORTARE NULLA DI COSTRUTTIVO, SUSCITI IN MOLTI CRISTIANI STUPORE E DISAPPUNTO “

Don FARINELLA: ” NON RISPONDETE ALLE MIE DOMANDE CHE SONO LE DOMANDE DEL POPOLO DELLA CHIESA “

http://domani.arcoiris.tv/?p=2622

edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.................................................
se ci negano le piazze....buttiamo giu' le
chiese
..................................................

non eravamo qui' per questo....

per cazzeggiare....

io per primo

che stiamo facendo? NIENTE!

dibattiti da solotto buono borghese sul
crocefisso : è l'ora del te inglese con i
pasticcini...a proposito...volete?

valutazioni ancestrali....giornalistiche

Don Farinella , la sua benedizione ci voleva
prima di occupare le piazze ....

perdere cosi' no!

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 18:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedere le mani sporche del Cavaliere sul crocefisso
che vergogna!
Non sarà mai troppo presto che un simile individuo se ne andrà dalla scena di questo paese! Ormai l'unico senso che provo nel vederlo è il vomito. E non sarà il crocefisso a salvarlo dalla sua rovina. Ma prima che se ne vada fino all'ultimo minuto continuerà a fare sfracelli ignominiosi e brutali.

Scrive Rosario Amico Roxas
(Dal messaggero)

E' frastornato, incredulo, sgomento; la sua intangibilità mostra crepe da tutte le parti, la musica è finita e ...gli amici se ne vanno, ma gli avversari restano, perchè ormai adusi ad attendere sul greto del fiume.
Dice: vado avanti... e non si accorge di essere sull'orlo del precipizio e di trascinarsi appresso quel pochissimo che resta della nazione, ormai ridotta a raschiare il fondo del barile, svalutata a livello internazionale come mai era accaduto prima, con la sola robusta alleanza di...Gheddafi.
E' diventato un anti-re-Mida... tutto ciò che tocca, o anche solamente sfiora, va a finire a puttane; i fedelissimi si guardano intorno atterriti e immaginano movimenti nazional-popolari a sostegno dell'imprenditore sull'orlo del collasso, confondendo il privato con il pubblico, a dimostrazione che da 15 anni privato e pubblico sono stati amministrati dalla medesima persona, con il medesimo intento personalistico. Anche la sorte del Milan è stata trascinata nel baratro del fallimento, in attesa che l'amico-socio-alleato Gheddafi acquisti l'equipe di calcio...ma con i quattrini dei contribuenti italiani; le due storie, del Milan e dell'Italia si somigliano troppo per non evidenziarne l'infausta sorte comune.
I tempi delle smargiassate sono finiti per entrambi, ed entrambi sono avviati alla medesima sorte, mentre il cavaliere comunica: "vado avanti", ma dove crede di andare ?
Forse dal suo ex pupillo Kakà ?


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 18:49| 
 |
Rispondi al commento

LISTA AGGIORNATA DI ADESIONE ALLA MANIFASTAZIONE DEL 5 /12 A ROMA


LIBERI CITTADINI......Mariano Orrù,

PARTITI...............Pcl,IDV,Prc,

ASSOCIAZIONI.........


MOVIMENTI............


BLOGGER.............. Caneliberonline, informazionedalbasso,

Coraggio popolo di tastieristi da PC.
Questa iniziativa ci coinvolge tutti.
Tramutiamo in fatti quello che scriviamo.
NON E' PROTAGONISMO, è dare visibilità e
far sapere che siamo in tanti.

Basta scrivere il proprio nome sul commento
a questo post, e sarete inseriti. CORAGGIO!!!!!

HASTA SIEMPRE

cane libero ca 08.11.09 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno potrà seriamente pensare di vietare che una catenina con la croce circondi il collo di un alunno, o contestare un cartellone fatto dalla classe in cui campeggi un simbolo religioso, perché si tratta di scelte personali, private, e sacrosanto è il diritto di espressione. Eppure, un velo sul capo dell’alunna musulmana scatena talvolta fiumi di polemiche, anche quando sia possibile appurare la volontà dell’interessata (non della famiglia) di indossarlo. Un simbolo esposto all’attenzione di tutti su decisione dello Stato, invece, non può essere contestato, o suscitare polemiche, il che è paradossale, considerando la natura pubblica, non privata, di una scelta imposta per legge.


«Il Crocifisso», ha dichiarato commentando la sentenza della Corte europea padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana, «è stato sempre un segno di offerta di amore di Dio e di unione e accoglienza per tutta l’umanità». «Dispiace che venga considerato come un segno di divisione, di esclusione o di limitazione della libertà. Non è questo, e non lo è nel sentire comune della nostra gente». Ma se questo è vero, sarà allora innanzitutto interesse della Chiesa evitare che il crocifisso – simbolo di «unione e accoglienza» – sia interpretato come «segno di divisione». Forse, direttamente, quei brutti crocifissi prodotti in serie appesi sopra le lavagne non offendono nessuno, ma testimoniano di una scelta di campo da parte dello Stato e della scuola pubblica, che non possono e non devono essere percepiti come confessionali. La laicità, che non pregiudica in alcun modo la possibilità di credere, o di professare pubblicamente la propria fede, è un valore che va riscoperto come premessa per un sano esercizio della propria libertà, anche di culto.

Da http://mariobadino.noblogs.org/

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente, se solo un venti per cento dei preti fosse come don Farinella forse potrei riconsiderare una minima frequentazione della chiesa...
Ma di cosa stiamo parlando? Della nostra cultura e tradizione che sparirebbe con l'esilio del crocifisso dalle aule scolastiche?
Ma avete un'idea di quali siano i simboli e i valori che davvero mancano nella scuola?
Come insegnante sento che la vera perdita avviene quando siamo di fronte a uno studente a cui non riusciamo a infondere la voglia di sapere e di criticità, che valutiamo solo in base a "performance" e non come persona, che vogliamo riempire di nozioni inutili attraverso strumenti obsoleti, che teniamo lontano dalla conoscenza della realtà e anche da noi stessi.
Ieri con una classe 4 superiore abbiamo fatto un giro in rete per un progetto sulle carceri. Solo due di venti studenti sapevano chi fosse Stefano Cucchi. Gli altri ne sono venuti a conoscenza così. Hanno voluto vedere le foto. Hanno letto in inglese (la materia che insegno) gli articoli della stampa straniera. Non volava una mosca. Prendevano appunti. Discutevano di legalità, di espiazione della colpa, delle sue modalità, del fallimento di un sistema giudiziario in cui si muore.
Ecco, nel mio laboratorio linguistico non c'è il crocifisso, ma credo di avere reso più servizio così al Cristo in croce che non in un'aula tradizionale, con tanto di croce al muro e indifferenza, passività e noia sui banchi.

elisabetta c. Commentatore certificato 08.11.09 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Il Gesù del Corano

Il Corano descrive la nascita, l'identità e la missione di Gesù. Gli esprime profonda ammirazione. Egli è il più grande, è il più santo di tutti i profeti inviati da Allah-Dio prima di Maometto. Ma Gesù, afferma categorico il Corano, non è figlio di Dio, non è Dio. Gesù è un uomo, creato direttamente da Dio nel grembo verginale di Maria. Creato sull'esempio di Adamo che Dio ha tratto dall'argilla e poi disse: "Sii! ed egli fu". Il versetto 116 del capitolo 5 del Corano mette in bocca a Gesù l'affermazione che egli non è figlio di Dio, non è Dio. "E quando Dio gli domandò: o Gesù, figlio di Maria, sei tu che hai detto agli uomini: prendete me e mia madre come dei oltre a Dio? La risposta di Gesù: Gloria a te! Come potrei dire ciò che non ho diritto di dire?". Secondo il Corano, Gesù rigetta con forza l'idea di essere Dio. Ai suoi discepoli dice: "In verità, Dio è il mio Signore e vostro Signore: adorate lui, dunque! Questa è la diritta via".
Chi è dunque Gesù per il Corano? Gli sono riconosciuti molti attributi: egli è un profeta di Dio, è l'inviato di Dio che porta una legge nuova: la Scrittura, la Sapienza, la Torah, il Vangelo. Egli "è una grazia emanante da Dio. È proposto come modello esemplare ai pagani de La Mecca e ai figli di Israele, perché Gesù è un segno per gli uomini e per i mondi". Ancora: "Gesù è un fedele servitore di Dio, che chiama suo Signore. Certamente è puro, è nel numero dei santi, è illustre nella vita di quaggiù e nella vita futura". Gesù dice di se stesso: "Dio ha fatto di me un essere benedetto ovunque mi trovi, mi ha raccomandato la preghiera, la purezza di vita. Non ha fatto di me un essere violento votato all'infelicità".
........
segue...http://www.tanogabo.it/Gesucorano.htm
.....
Io trovo che sia la solita defrullata dei Poteri Politico/Culturali

Non sono religioso,mi piace peró informarmi di FATTI..non di INCANTESIMI!

Naturalmente le mie sono ricerche da "navigatore della rete".Non li ritengo"cazzi miei"!!

Brigante Alessandro, (Foreste della rete) 08.11.09 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

andate su questo video di youtube (http://www.youtube.com/watch?v=7KM1ukwBGv4&feature=related) e ditemi se quello che vedete non vi ricorda il viso di STEFANO CUCCHI ucciso dai carabinieri o dalle guardie carcerarie quelche giorno fa.

andrea a., torino Commentatore certificato 08.11.09 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 10 settembre 2004 il prof. Marcello Montagnana moriva improvvisamente; aveva appena terminato di scrivere “Come scrocifiggere lo Stato”, un’opera che l’UAAR ( Montagnana era socio) è felice di poter pubblicare sul proprio sito, rendendo così disponibile a tutti un documento unico sulle battaglie che si sono combattute, negli ultimi due decenni, per rimuovere il simbolo cattolico dagli edifici pubblici. Battaglie combattute per affermare compiutamente il supremo principio costituzionale della laicità dello Stato e che, altrimenti, rischierebbero di cadere nell’oblìo.

Illegittimo il «crocifisso di Stato»

Cap. 04, par. 01 - La Corte di Cassazione chiude il caso con una sentenza, della quale non si parla.Perchè non si dice?

Cap. 04, par. 02 - Ministri indifferenti al principio di laicità

http://www.uaar.it/uaar/campagne/scrocifiggiamo/44.html

Intervista alla moglie.
5 processi perchè non lo voleva nei seggi e a scuola.
Impegnato per la Laicità dello Stato:una lunga battaglia, ricorda la moglie, Mavi Migliano;la gente non capiva le nostre ragioni ma si è anche creata una rete di solidarietà.
"Ricordo,ad esempio, gli interventi di Daniele Capezzone,allora Radicale.L'altra sera l'ho visto in televisione commentare la sentenza della Corte Europea,mi sono cadute le braccia.
Quasi tutti i politici ci hanno deluso,tranne Oscar Luigi Scalfaro,allora Presidente della Repubblica, cattolico e praticante.
Nel suo discorso di insediamento al Quirinale ribadì che lo Stato è la casa di tutti, credenti e non credenti, nessuno ha il diritto di mettere il suo marchio, religioso o politico".
La sentenza della Corte Europea dà l'avvio ad una strada ancora lunga visti i ricorsi annunciati.Don Milani non aveva croci appese alle pareti della sua scuola di Barbiana".

PS
In molte aule scolastiche si risolve il problema sistemando il Crocefisso "di lato" e non di fronte: lo si nota di meno.
Nel Concordato non se ne fa cenno e non c'è alcuna legge che LO imponga.

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 18:35| 
 |
Rispondi al commento

poveri noi

acqui t. Commentatore certificato 08.11.09 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Non si perdano le tradizioni.
Prendete esempio da due nostri cari blogger.
Si sono già prenotati per il prossimo presepe vivente a Zagarolo :
Ed farà il PASTORE
Lenin-ndonio (è intuibile) farà la PECORA.

ciro settanni .capua 08.11.09 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che dire caro BEPPE ,hai detto tutto tu , io credo che loro SE TI POSSONO PRENDERE QUALCHE CHIODO LO RISERVEREBBERO ANCHE A TE non gli manca certo il coraggio poi toccherebbe a DIPIETRO e SANTORO ,LORO NE CROCIFIGGEREBBERO QUATTRO IMVECE CHE TRE ,IL QUARTO SAREBBE MARCO TRAVAGLIO ,ha più nemici il REUCCIO di PONZIO PILATO . NON MI VIENE IN MENTE NIENTE CHE POTRI DIRE PUBBLICAMENTE SENZA ESSERE CENSURATO . spero che al prossimo diluvio universale si salvi solo gli animali e non il genere umano ,forse la definizione genere umano è sbagliata e offensiva per gli animali ,la chiesa non è più la casa di cristo ,solo dei suoi vessilli ingiustamente tenuti lì ,forse il parlamento europeo ha avuto pietà anche di questo , considerandolo uno spregio per il crocifisso èssere appeso a un muro che non lo merita questo provvedimento non è contro la nostra non cultura ma ,è in difesa del crocifisso .

vezio f., montevarcehi Commentatore certificato 08.11.09 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma che mobilitazione!
Gesù ne sarebbe contento: almeno si parla ancora un po' di Lui, che è stato MOLTO dimenticato.

Tutti dicono la propria idea: ma già il fatto che si parli della sua immagine come è stata tramandata (crocifisso), dimostra che, se pur nel profondo, la sua figura è sempre rimasta nei cuori, anche se sommersa.

Ci voleva una demente finlandese, che la croce l'ha addirittura nella bandiera del suo Paese, per rinnovare l'attenzione di chi non aveva MAI fatto caso a quelle figurina appesa alla parete.

Matilde di Canossa 08.11.09 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

don paolo mi hai commosso con le tue parole.
grazie padre coraggio.

andrea grandi 08.11.09 18:19| 
 |
Rispondi al commento

UN’ABITUDINE

Il crocifisso è un simbolo religioso, non politico o sportivo. Secondo: questo simbolo identifica una precisa religione, una soltanto. Terzo: dunque la sua esposizione obbligatoria nelle scuole fa violenza a chi coltiva una diversa fede, o altrimenti a chi non ne ha nessuna. Quarto: la supremazia di una confessione religiosa sulle altre offende a propria volta la libertà di religione, nonché il principio di laicità delle istituzioni pubbliche che ne rappresenta il più immediato corollario. Significa che fin qui ci siamo messi sotto i tacchi una libertà fondamentale, quella conservata per l’appunto nell’art. 9 della Convenzione europea sui diritti dell’uomo? Non sarebbe, purtroppo, il primo caso. Ma si può subito osservare che nessuna legge della Repubblica italiana impone il crocifisso nelle scuole. Né, d’altronde, nei tribunali, negli ospedali, nei seggi elettorali, nei vari uffici pubblici. Quest’obbligo si conserva viceversa in regolamenti e circolari risalenti agli Anni Venti, quando l’Italia vestiva la camicia nera. Fu introdotto insomma dal Regime, ed è sopravvissuto al crollo del Regime.(giornalettismo.it)

Il crocifisso non lo vede nessuno. Siamo abituati a sapere che c’è e non ci chiediamo cosa ci faccia.

Se per ipotesi, all’interno di una classe o di un ufficio chiedete di getto – ad un vostro collega o ad un compagno – di che materiale è il crocifisso alla parete (di legno – di gesso – o solo figurato), in molti non saranno in grado di rispondervi.

Trovo giusto pensare ai credenti che lo vedono, e ne percepiscono le emozioni. In questi casi bisogna dare a Cesare quel che che è di Cesare e a tutti gli altri i loro Allah!.


Mo pare che tu non abbia capito sostanzialmente il messaggio di Francesco d'Assisi e il post di "questa".

Pippilotta Långstrump, Stoccolma
---------------------------------

Forse ti riferisci a quanto diceva Bossi alcuni anni fa a proposito di preti? Li voleva scalzi, col saio e molto probabilmente, se avesse avuto la possibilità di farlo, avrebbe preteso che fossero messi in vendita i monumenti della Basilica di San Pietro.
Ma i nostri politici dicono tantissime cose. A distanza di pochi anni sono capaci di rivoltare le proprie convinzioni (quelle poche, ma per loro sempre buone, che mirano sopratutto al proprio fagottino partitico) come un calzino.

Se uno di noi partisse per un viaggio verso marte e tornasse dopo 5 anni troverebbe le stesse facce ma i politici impiastricciati con la cipria con la quale i clown si mascherano per i loro spettacoli.
Non ci faccio piu' caso, ormai, a ste cose, pero' continuo a registrarle ed ogni tanto le tiro fuori, l'importante è tenere la memoria per non perdersi del tutto.
Ad ogni modo, io in quel simbolo della croce ci vedo il positivo. Forse un simbolo propagandato da persone non degne, ma sempre e comunque positivo.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 18:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I CROCEFESSI SIAMO NOI!!!

Due mesi ed è Natale e lo sarà anche in Abruzzo, nevica sui monti della conca aquilana ,
“il tempo tende a migliorare, ma resta forte la preoccupazione per le persone ancora in tenda, specie nei campi di accoglienza a quote più elevate, come quelle nelle tre frazioni di Ocre, San Felice, San Martino e San Panfilo dove restano una settantina di sfollati”.

Ma passa tutto come una scia chimica.

E allora come procedono le Grandi Opere?
Bene! Come le Grandi Notizie: ” a Natale riapriranno 71 chiese in Abruzzo” Ce ne sono anche delle altre…


E già me lo sento, lo sentivo da tempo, Natale dello scorso anno per l’esattezza, questo din don dan, che scandisce il tempo dell’ Informazione, sempre più sensibile alle pecore e agli intervalli, alle Cartoline dell’Italia, Sesta ricca nel mondo, seconda in Armi.
La musica dolce del Natale farà da sfondo a questo Paese di Don Bondi e Abbondi, abbondanze e radici cristiane.
Non è un caso che sia diventato, il giovin Marco Simeon , il nuovo direttore delle relazioni istituzionali e internazionali della Rai, 32enne dal passato strepitoso: “una laurea in diritto canonico, con una tesi sul ruolo della segreteria di Stato nella Citta del Vaticano;
segretario generale della Fondazione beni e attività artistiche della Chiesa; l’organizzazione, nella Genova di Bagnasco, dei “Cardinal dinners”;
referente della National Italian American Foundation per conto della Santa Sede;
priore della Fondazione Magistrato di Misericordia, un ente religioso presieduto dall’arcivescovo che amministra lasciti milionari; curatore dei rapporti tra Mediobanca, per cui lavorava, e il Vaticano.

Quale mediatore della compravendita del complesso di Viale Romania, appartentente al Vaticano e afferente alle suore dell’ Assunzione, pare abbia ottenuto una parcella di oltre un milione di euro”.


DORIANA GORACCI

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

per favore metti ordine e imponi regole per il movimento nascente 5 stelle, altrimenti non vedrà mai la luce. Siamo alle prime armi e non sappiamo come si fa politica, come si fa ad arrivarre in consiglio (regionale , per ora). Siamo MOLTO ALLO SBANDO. Le regole non sono chiare , anzi non ci sono affatto. Secondo molti sarebbe ora che tu dicessi "signori, la strategia è questa, le regole e lo statuto è questo. 1 settimana per discuterlo e poi è da accettare". Fallo presto prima che sia tardi.
Ciao.

Claudio M 08.11.09 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione!!!!

E' disponibile in rete un rimedio estremamente efficace semplice ed economico contro tutte le influenze virali e batteriche.

Vai all'indirizzo:

http://rescue.splinder.com/

Arcibaldo Sensi 08.11.09 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Crocifisso: nessuna legge lo prevede

[…] Ma si può subito osservare che nessuna legge della Repubblica italiana impone il crocifisso nelle scuole.

Né, d’altronde, nei tribunali, negli ospedali, nei seggi elettorali, nei vari uffici pubblici.

Quest’obbligo si conserva viceversa in regolamenti e circolari risalenti agli Anni Venti, quando l’Italia vestiva la camicia nera.

Fu introdotto insomma dal Regime, ed è sopravvissuto al crollo del Regime.
Non è, neppure questo, un caso solitario: basta pensare ai reati di vilipendio, agli ordini professionali, alle molte scorie normative del fascismo che impreziosiscono tutt’oggi il nostro ordinamento.

Ma quantomeno in relazione al crocifisso, la scelta normativa del Regime deve considerarsi in sintonia con la Costituzione all’epoca vigente.

E infatti lo Statuto albertino, fin dal suo primo articolo, dichiarava che «la religione cattolica, apostolica e romana è la sola religione dello Stato».

Da qui figli e figliastri, come sempre succede quando lo Stato indossa una tonaca in luogo degli abiti civili.

Ma adesso no, non è più questa la nostra divisa collettiva.
L’art. 8 della Carta stabilisce l’eguale libertà delle confessioni religiose, e stabilisce dunque la laicità del nostro Stato.

Curioso che debba ricordarcelo un giudice straniero.
Domanda: ma l’art. 7 non cita a sua volta il Concordato?
Certo, e infatti la Chiesa ha diritto a un’intesa normativa con lo Stato italiano, a differenza di altre religioni (come quella musulmana) che ancora ne risultano sprovviste.

Però senza privilegi, neanche in nome del seguito maggioritario del cattolicesimo.
D’altronde il principio di maggioranza vale in politica, non negli affari religiosi.

E d’altronde la stessa Chiesa venne fondata da Cristo alla presenza di non più di 12 discepoli. Se una religione è forte, se ha fede nella sua capacità di suscitare fede, non ha bisogno di speciali protezioni.

Silvanetta P. Commentatore certificato 08.11.09 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIRUS MEDIATICO


H1N1, capo Commissione vaccini pediatri: è virus mediatico

Per il presidente della Commissione vaccini della Società italiana pediatri l'influenza H1N1 è un virus mediatico e l'attenzione che gli dedicano i mezzi di informazione è del tutto ingiustificata.

"Basti pensare che l'influenza stagionale causa un numero di morti dieci volte superiore.
E anche tra i bambini la normale influenza causa ogni anno decine di decessi che però non fanno notizia".


"Anche le ipotesi di una mutazione del virus sono scontate e creano solo allarmismo", dice il dottor Ugazio.

"I pericoli qui sono altri: cominciamo a vedere medici che negli ospedali non riescono ad assistere malati gravi perché i servizi essenziali sono assaliti da presunti malati".

"Ai genitori ripeto: se il vostro bambino ha la febbre, tenetelo a casa", conclude il suo intervento alla radio il presidente della Commissione vaccini della Società italiana pediatri.

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo mesi riapro questo blog, sempre le stesse firme gli stessi falsi argomenti e gli stessi lamenti, anche il crocifisso tirato in ballo per cercare di fare battaglia politica, e neanche questo vi aiuta.
Come prevedevo non mi sono perso nulla, vado subito ad eliminarlo dai preferiti.

Marco Stravaglio Commentatore certificato 08.11.09 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Fruttaró..quando vengo a Roma..Vengo a rubarti nel negozio.

Brigante Alessandro, (Foreste della rete) 08.11.09 18:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il crocifisso non è nulla con quello che dovremo togliere!!!!!
Togliamo il concordato(sai come si incazza la gerarchia e gli affaristi della C.D.V.)
Applichiamo ICI agli immobili della C.D.V.
Togliamo l'ora di religione e di conseguenza togliamo stipendi e pensioni(se vogliono possono farlo in parrocchia)
Togliamo i contributi alle loro scuole private
Togliamo i viaggi gratis a carico dello stato Italiano
Togliamo il 5x1000 dalle nostre dichiarazioni (sai come si incazzano)
Io li voglio vedere incazzati come sono io e tutti i poveracci che tirano a campare con fatica!!!

oreste mori 08.11.09 18:00| 
 |
Rispondi al commento

SAREBBE INTERESSANTISSIMO SEGUIRE IN TV UNA DISCUSSIONE NELLA QUALE INTERVENGONO DON FARINELLA E UN'ALTRO PRETE, PER PARLARE DELLA QUESTIONE CROCIFISSO NELLE AULE.
Finora abbiamo assistito solo a noiosi e scontatissimi dibattiti tra preti ed opinionisti pro o contro crocefisso.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Mahometto come papi, pedofilo.

http://tv.repubblica.it/copertina/la-santanche-attacca-l-islam/38805?video

gennaro fu 08.11.09 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi è più religioso? Obama che apre la sanità ai poveri, o Bush che faceva catene di preghiere via internet per la vittoria degli americani sugli irakeni?
Don Gallo che ha passato tutta la sua vita ad aiutare poveri, tossici e ragazze di strada, o l'arcivescovo Biffi, ammantato della sua autorità, che chiedeva di chiudere i confini agli islamici e di vietare i luoghi di accoglienza per i barboni?
Dove sarà il Cristo? Sulla croce bandita da un puttaniere mafioso e in chi sventola nuovi Ku Klux Klan, o nei lavoratori silenziosi che piagano le mani per salvare le loro famiglie, nelle donne che curano i loro famigliari invalidi, nei volontari che danno aiuto alla miseria e al bisogno?
Dove cresce il cristianesimo? Nelle bidonville di Korogocho o nei grandi sinedri sfarzosi che giocano la politica del mondo?
Un simbolo è degno di rispetto e dovrebbe stare nei luoghi giusti e sulle persone giuste, nei luoghi di culto o nei cuori dei buoni.
Quel crocefisso brandito da un uomo malvagio è come quello imbrillantato al collo di certe puttane del potere.
Diventa un'arma di guerra là dove doveva essere un simbolo di unione. Diventa un'arma di odio quando era nato come segno di amore.
Se Cristo ha accettato di morire per amor nostro, cosa accettiamo di sacrificare noi per amore del nostro prossimo?
Quel Cristo in mano a un lestofante mi fa pensare solo al simbolo della croce deviato nella svastica del male sulle bandiere naziste.
Non saranno i simboli a salvarci, ma l'uso che ne faremo per il bene di tutti.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIA I LADRI DALLA POLITICA.
(se e' un politico il doppio della pena)

IN GALERA CORROTTI E CORRUTTORI.
(con l'interdizione perenne agli uffici pubblici)

DIMEZZARE I PARLAMENTARI.
(e cancellare il Senato per legiferare)

DIMEZZARE I LORO STIPENDI.
(e niente pensione dopo due anni e mezzo)

DIMEZZARE LE AUTO BLUE.
(e darle alle forze dell'ordine)

ELEZIONE DIRETTA DEI PARLAMENTARI E DEL PREMIER.
(che sia il popolo a decidere)

ELEZIONE DIRETTA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.
(decide il popolo senza giochini)

LIBERALIZZAZIONE DI TUTTE LE PROFESSIONI
(basta con le lobby)

CANCELLARE IL SEGRETO BANCARIO PER L'AGENZIA DELLE ENTRATE
(nessun ordine del giudice per controllare i conti da parte della Finanza)

GIUSTIFICARE I SOLDI E BENI CHE SI POSSIEDONO.
(se non sono "bianchi" pagarci le tasse)

VIA I BARONI DALLE UNIVERSITA' E DAGLI OSPEDALI.
(concorsi pubblici senza poter ereditare il posto)

SEPARAZIONE DELLE CARRIERE PER I PM
(che stiano lontani dai giudici in un altro edificio e che non siano piu' magistrati)

VIETATO ENTRARE IN POLITICA PER I MAGISTRATI DURANTE E DOPO
(i giudici devono essere e apparire imparziali. Proibito entrare in politica anche dopo per evitare tentazioni)

BASTA CON LE CARCERAZIONI FACILI E CON L'AFFOLLAMENTO DISUMANO.
( le condanne per reati non pericolosi per la societa' e non per corruzione, che si scontino ai domiciliari)

NESSUNA PENSIONE SOTTO I MILLE EURO
(lo Stato ha il dovere di garantire la sopravvivenza minima di tutti)

TEST OBBLIGATORIO PER L'USO DI DROGA PER POLITICI E TUTTI GLI AMMINISTRATORI PUBBLICI COMPRESI I MAGISTRATI.
(chi si occupa della vita del popolo non puo' drogarsi: o l'uno o l'altro)

ESPULSIONE IMMEDIATA DI TUTTI I CLANDESTINI ECCETTO I RIFUGIATI POLITICI
(e massima integrazione per chi lavora e non delinque)

BASTA CENSURA SUL BLOG!

QUAND’E’ CHE SI FA QUALCOSA?

DOV’E ‘ BEPPE?

DOV'E IL NUOVO MOVIMENTO?

DOVE CI SI ISCRIVE?

CHI SI VOTA?

ALLORA?

Delusione cocente 08.11.09 17:58| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

INCAPACI DI INTENDERE E DI VOLERE


Come può un MINORE essere iscritto ad una comunità religiosa?
Un minore non può votare, essere iscritto a partiti, compiere atti giuridici, sposarsi, etc etc in pratica fino a 16 anni di eta' è considerato INCAPACE DI INTENDERE E VOLERE!

Perche' viene fatta VIOLENZA PSICOLOGICA a tali giovani e deboli menti affinchè abbraccino una fede religiosa?

io proporrei un legge che vietasse in Europa qualsiasi INIZIAZIONE A RITI RELIGIOSI al di sotto dei 14 anni di eta'.

L’EVOLUZIONE PRENDE SEMPRE LE DISTANZE DAL PASSATO….

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 17:56| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ITALIA,terra di nani,bidet e crocifissi
potenza mondiale di aspiranti morti di fame
noi
piu' computers e meno crocifissi
buona sera mi bevo un vermentino alla salute di noi tutti

anarchia s., cagliari Commentatore certificato 08.11.09 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Crocifissi, giusto rimuoverli per don Farinella

«La croce è “scandalo”, non simbolo»

«Il crocifisso va tolto dalle scuole proprio per restituirlo al suo significato originale e sottrarlo alle strumentalizzazioni, dovrebbero essere gli stessi cattolici a volerlo»:
il parroco genovese don Paolo Farinella, noto per le sue posizioni polemiche con la destra ed anche con i vertici della Chiesa cattolica, è intervenuto stamani a margine di un seminario organizzato dall’associazione Libertà e Giustizia sulla questione sollevata dalla sentenza della Corte di Strasburgo.

«Il crocifisso è `scandalo´, metterlo sul muro di una classe vuol dire ridurlo a mero `simbolo´ di una cultura, vuol dire snaturarlo», ha spiegato Farinella.
«Oltretutto la decisione di mettere il crocifisso a scuola - ha proseguito - è figlia del Fascismo. Ed oggi un Governo indegno, che parla del crocifisso e non rispetta i diritti dei disperati che arrivano nel nostro paese chiedendo asilo, utilizza la questione per fini meramente mercantili: i veri cattolici dovrebbero ribellarsi».

Don Farinella non ha risparmiato critiche neanche ai vertici della Chiesa, contrari anche loro alla sentenza europea e vicini al Governo rispetto al ricorso che l’Italia presenterà a Strasburgo:

«Per fortuna Cei e Vaticano non sono la Chiesa e non la rappresentano, sono strutture di potere che si rapportano con il potere politico in modo `istituzionale´, tradendo la loro vera missione»

Segue
http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/italia/2009/11/05/AMqlJx4C-crocifissi_farinella_rimuoverli.shtml

Silvanetta P. Commentatore certificato 08.11.09 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nano che brandisce il Crocifisso...un devoto, uomo tutto casino e Chiesa...

harry haller Commentatore certificato 08.11.09 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Mo pare che tu non abbia capito sostanzialmente il messaggio di Francesco d'Assisi e il post di "questa".

Pippilotta Långstrump, Stoccolma
--------------------------------------

No, io ho capito benissimo il discorso di Don Farinella e lo condivido totalmente quando parla di politici che non realizzano quello che vanno predicando agli altri. Quando parla di moralità della politica che è andata perduta e quando parla di politiche che contrastano con il messaggio lasciato da Gesu' fatte da politici che si mascherano da crociati per convenienza.

Cio che non capisco è perchè egli vada a toccare l'argomento crocifisso. O meglio, mi va benissimo quando esterna il suo disappunto verso chi (a suo avviso) si preoccupa troppo dei simboli e non del contenuto del simbolo, ma non quando fa il gioco della finlandesina e di chi la pensa come lei.

E' un bel provocatore, Don Farinella, e questo tipo di provocazione mi puo' andare anche bene, ma in questo caso specifico egli si presta troppo facilmente a chi vorrebbe che il crocifisso fosse tolto dalle aule, senza tenere conto della volontà di tanti altri cittadini, cattolici e credenti (non sono mica tutti politici di destra, quelli che protestano per l'iniziativa della finlandesina).

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro don Farinella non sono assolutamente d'accordo con te. Ho sempre votato a sinistra e spero di ruscire ancora a farlo ma quello che dici è completamente sbagliato se detto da un sacerdote. Non si può strumentalizzare anche Cristo che secondo "te darebbe un calcio nel sedere...". Non dovrei ricordartelo io ma a fianco, in croce aveve due ladroni e li ha accolti tutti e due senza problemi (uno ha rifiutato).
Cristo è amore e accoglienza assoluti.
In te sento esclusivamente giudizi e acredine. Non mi sogno nemmeno per un secondo di difendere ciò che ha fatto Berlusconi, ma preferirei che tu facessi come Don Primo Mazzolari, Padre David Maria Turoldo, Theillard de Chardin, che pur non condividendo assolutamente la politica del loro tempo non si scagliavano contro le persone ma contro le loro azioni. C'è poi un'altra cosa che trovo grave, critichi un tuo superiore in maniera volgare. La condizione irrinunciabile per chi voglia percorrere una via spirituale è l'obbedienza anche a superiori che non ci piacciono perchè proprio essi diventano nostri maestri abituandoci ed esercitare la pazienza, la tolleranz ed il perdono. Provvidenzialmente e non a caso sei sottoposto a Tarcisio Bertone. Sono un laico che dedica la vita alla meditazione e chi mi ha insegnato emanava serenità e amore. Questo attira la gente e la sprona a cambiare, non l'acredine ed il giudizio.
Se vuoi cambiare il mondo inizia da te stesso, nel silenzio possibilmente.
Ettore Infanti

ettore infanti, soriso Commentatore certificato 08.11.09 17:40| 
 |
Rispondi al commento

«Pochi sanno quanto siano vicini Lenin e Gandhi», afferma Dolci, che spiega che il fondatore dell'Urss, poi tramutatasi in gigantesca macchina militare, «fu il primo al mondo ad istituire per legge l'obiezione di coscienza». Aggiunge il "Gandhi di Sicilia": «Lenin trovava violento che i contadini fossero poveri o disoccupati, la rivoluzione era dunque l'occasione per ristabilire degli equilibri». Cadute le ideologie, nel '95 Danilo Dolci scommette ancora sulla rivoluzione, naturalmente a modo suo: «Comunicare è creare le condizioni per cui tutti si possa collaborare a vivere. Questo è essere rivoluzionari. Con la violenza, invece, si è rivoluzionari solo a metà, perché per imporre la propria idea si uccide l'altro: e in questo c'è una menomazione, un'impotenza accertata». Non-violenza, dunque, ma senza trionfalismi

enrico w., novara Commentatore certificato 08.11.09 17:39| 
 |
Rispondi al commento

IL BIDET

Il bidet nel bagno viene precipuamente utilizzato dagli italiani.
Nei bagni degli altri paesi europei spesso manca quindi in questo siamo all’avanguardia!!!

:DD

Monica C. FRATTAMAGGIORE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono daccordo a togliere il crocefisso.
Ho anche firmato sul mio Testamento.Sulla mia lapide da morto vi sará scritto Vota Umberto al posto del crocefisso.

Rudy Triestina 08.11.09 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi con in mano il Crocefisso: l'antiCristo che si appropria del Cristo. Singolare che in Italia le persone che continuano a berciare sull'opportunità di lasciaree un simbolo di tortura con un uomo morente inchiodato ad esso, siano soprattutto persone che di Cristiano non hanno nulla. Se Cristo si palesasse loro, riterrebbero opportuno espellerlo e rimandarlo nelle sua terra, perchè ne difendono l'effige, ma non ne accetterebbero la vita rivoluzionaria che ha fatto combattendo contro tutto ciò che poteva essere tradizione e contro tutti coloro i quali hanno difeso le proprie credenze, arrivando a ucciderlo perchè non riuscivano a fermarlo. Trovo singolare che in prima linea per obbligare alla vista di un uomo torturato e morto perchè predicava l'uguaglianza tra gli uomini, ci siano persone che odino il diverso al punto di pretendere che venga umiliato e annichilito. Trovo singolare che persone che pretendono di difendere le tradizioni, lo facciano esibendo il cadavere di un rivoluzionario ante litteram. Per la cronaca, della vita di Cristo si sa quello che ci viene tramandato tramite il Vangelo. Viene descritto un uomo che non lavorava e passava tutto il suo tempo in compagnia di persone che oggi varrebbero definite poco taccomandabili. Ha rovesciato i banchi e mandato in mala maniera i Farisei da tempio. Ha preferito gli umili, i malfattori, le prostitute e i ladri alla cosidetta gente perbene. Viveva da nomade in compagnia di soli uomini, ai quali chiese di abbandonare la propria famiglia e i propri averi. Se arrivasse adesso in Italia verrebbe mandato in un CPT,possibilmente espulso e tacciato di terrorismo. Oppure verrebbe sfruttato come lavoratore in nero e maltrattato da qualcuno che pretende in maniera assolutamente anacronistica, di difendere la nostra identità Cristiana. Se non fosse tragico, ci sarebbe da ridere.

Monica Murgia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 17:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUi siete abituati al crocifisso nelle scuole o negli ospedali.

a me sinceramente mi fa senzo come si fosse un cimintero, mi da senso a soffrimento o a morte non sò descriverlo.

Poi ci meravigliamo con personaggi come la Franzoni una super paulotta che in una crisi isterica fece fuora un bambino inerme o vedere l' altro faccia di angelo il biondissimo alberto stasi o come si chiame falsi e sinistri personaggi della porta accanto.

Bha come dice mio amico Peppino garibaldi me ne vado a fumare mio sigaro!

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 17:32| 
 |
Rispondi al commento

Don Farinella non mi piace per nulla.
Posso condividere alcuni suoi giudizi su Berlusconi ma le sue idee no.
E' il classico prete cattosinistro, progressista, buonista, pro-immigrazione, pro-accoglienza sfrenata a discapito della tutela delle Tradizioni, delle Culture, dell'Identità Nazionale in nome di una utopica società mutietnica artificiale in armonia che invece nella realtà produce solo frizioni sociali, disagi, scontri tra diverse mentalità e culture, arroganza da parte dell'immigrato che non vuole integrarsi ma imporre i suoi usi.
Don Farinella i rom, gli islamici e gli immigrati se li porti a casa sua e si tolga immediatamente dalle pa%%e assieme a quella parte di chiesa catto-comunista.

Daniele B 08.11.09 17:25| 
 |
Rispondi al commento

QUUAAAANNTOOO MAAAANNCCAAAA?????????

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE UNA PERSONA NON DIVENTA UN TESTIMONE DIRETTO DELLA VERITA' SUPREMA, CONTINUERA' A PENSARE CHE BUDDHA STIA DICENDO UNA COSA, E GESU' L'ESATTO CONTRARIO, CHE IL BUDDHISMO SIA CONTRO L'INDUISMO, L'INDUISMO CONTRO IL GIAINISMO, IL GIAINISMO CONTRO L'ISLAMISMO. SE NON SEI UN TESTIMONE DEL VERO, CONTINUERAI A CREDERE IN QUESTE 300 RELIGIONI, E PARTECIPERAI AL LITIGIO COMUNE, AL CONFLITTO, ALL'ANTAGONISMO CHE SI PERPETUA CONTINUAMENTE TRA LE RELIGIONI. IL GIORNO IN CUI VEDRAI LA VERITA' DEL TUO STESSO ESSERE, TUTTE QUESTE RELIGIONI SEMPLICEMENTE SCOMPARIRANNO, EVAPORERANNO.

GESU'. BUDDHA, E ALTRI DICONO LA VERITA' LIBERA, NON LA FEDE, MA LA VERITA'!!!

CRISTIANESIMO,BUDDHISMO,INDUISMO,GIAINISMO SONO DIPESI TUTTI DALLA POLITICA.NON SONO PIU' RELIGIONI VERE,BENSI' GIOCHI POLITICI GIOCATI IN NOME DELLA RELIGIONE E DI DIO.

patrizia l. Commentatore certificato 08.11.09 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è alcuna legge che imponga i crocifissi nelle aule scolastiche, anche perchè sarebbe in palese contrasto con la nostra Costituzione!

Quindi nelle aule o si mettono tutti i simboli religiosi o non se ne mette alcuno.Meglio sarebbe che non ce ne fossero poiché sarebbe garantita la neutralità delle strutture scolastiche e formative.

Uno Stato non può imporre dall'alto "culture" o "tradizioni" religiose.

Come al solito quando i Parlamenti ignorano certi argomenti, c'è sempre qualche Corte di Giustizia da criticare perchè ha civilmente difeso i diritti civili dei cittadini, come l'ultimo caso della Corte di Strasburgo sui crocifissi nelle aule.Spesso queste sentenze non fanno altro che evidenziare basilari diritti civili.

Vorrei chiedere a molti parlamentari e giornalisti che ora si lamentano della sentenza della Corte di Giustizia di Strasburgo: ALLORA PERCHE' VI LAMENTATE SE ALCUNE STUDENTESSE ISLAMICHE NON VOGLIANO TOGLIERE IL VELO A SCUOLA?

alberto arnoldi 08.11.09 17:17| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'accostamento del crocifisso a berlusconi non solo è irriverente , ma blasfemo, infatti il Cristo fu ucciso perchè predicava la verità e la giustizia , Berlusconi viene messo sul trono perchè professa il male e l'ingiustizia.
Due opposti di vita e di religione, il bene ed il male. Il male si serve del Cristo per continuare a fare il male agli altri e il bene soilo se stesso, il bene materiale, avido, bugiardo, arrogante, rozzo, sporco.

cesare beccaria Commentatore certificato 08.11.09 17:13| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giustizia/ Feltri: Ultimatum ad alleati, Berlusconi vuole la conta
"tra martedì e mercoledì prossimo sottoporrà a tutti gli uomini del suo schieramento un documento sul quale sarà scritto", in sintesi, "'ti impegni o no a superare col tuo voto la grana giudiziaria che minaccia la sopravvivenza del governo e della presidenza del medesimo oppure no'? Se si firma la carta, se no tralascia di siglare ma sappi che ti assumi una grave responsabilità'. Infatti - prosegue Feltri -, al termine della raccolta degli autografi si procederà alla conta. Una sorta di referendum il cui risultato permetterà la conoscenza di chi è fedele a Berlusconi e chi non lo è". Due le strade, scrive ancora Feltri: "Se gli amici saranno tanti, i nemici saranno gentilmente accompagnati alla porta", viceversa "si appellerà agli elettori cui spetta l'ultima parola".

da
notizie.virgilio.it

Bene, stanno organizzando una riedizione moderna della "riunione del Gran Consiglio" che vide la caduta di Mussolini .. ?
Non so, forse non sarà stavolta ma ...

ps: Chissà se sono invitati anche quelli della Sicilia...
Dai che un po' questi, un po' quelli, lo mandano prima o poi dare via ...

--
Era evidente da tempo: gli estremisti stanno bene con gli estremisti, le persone per bene solo con le persone per bene.
Ok, persone per bene forse non su tutti si può mettere la mano sul fuoco: ma sugli estremisti è MOLTO PIU' FACILE RICONOSCERLI!

Fini aveva fatto miracoli per portare la destra Italiana ad un livello di decenza, di PRESENTABILITA' internazionale e poi ha passato la mano a chi ha DISTRUTTO IN POCHE SETTIMANE QUESTO LAVORO DI RICUCITURA, di "rifondazione" di una destra liberale e moderna e, arrivato B., ci si è subito gettati a capofitto nel "mito del più forte", della "razza" (stavolta, padarna), da finanziare con miseria diffusa dei più!

E stanno IMPEGNANDOCI a PAGARE PER INTERE GENERAZIONI ponti inutili, centrali nucleari supercostose e probabilmente inutili, imprenditori (e mafiosi) "protetti".

rosario v. Commentatore certificato 08.11.09 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Dedicato a Joseph Ratzinger detto Benedetto XVI, a tutti i suoi sottoposti e a coloro che lo seguono: TUTTI palesemente ANTICRISTIANI.

“Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”.

Qui Gesù Cristo da inizio ai suoi insegnamenti sulla preghiera. Se qualcuno vuole una reputazione di santità, può andare in un luogo pubblico e pregare (come il “santo padre” Benedetto XVI et sottoposti) dove ognuno può vederci e otterrà così la sua ricompensa. La preghiera pubblica riceve ricompense pubbliche: RICONOSCIMENTO, RICCHEZZA, SEGUACI E POTERE.
Ma la vera religione non è OSTENTAZIONE. E’ qualcosa di molto sacro, e perciò segreto. Per questo Cristo ci mette in guardia di non fare mostra di venerazione. La purezza e la spiritualità genuini non hanno bisogno di pubblicità. Se preghi Dio per amor suo, non per far di lui un mezzo per qualche altro fine, ma volendo lui solo, allora il mondo non ha più importanza, non importa se ti biasima o ti ammira.
Ritirati in un posto segreto e cercalo. Puoi esser certo che egli si darà a te. Ti ricompenserà con la sua presenza.

Il cataro 08.11.09 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Se fosse per Don Farinella avremmo agguerriti credenti erranti come Francesco d'Assisi e nessuna chiesa...

Pippilotta Långstrump Stoccolma
-----------------------------------------

Se, credenti erranti ed islamici ben fissi. Ma senti questa!
Questa pensa che basti far scorrazzare il credente.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

personalmente, non ne posso più!!

Cristian PALUSCI 08.11.09 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ricopio il post che mi sembra più sensato
di s.p.

s.p.
Mi permetto di suggerire che la corte europea non ha imposto la rimozione dei crocifissi nei luoghi pubblici.
Ha detto semplicemente che bisogna rispettare le minoranze presenti eventualmente nei luoghi pubblici, e raccogliere eventuali loro lamentele. Io aggiungerei che bisognerebbe chiedere loro se gradiscono o no la presenza del crocifisso.
Questo perchè non si dica che la buona educazione è segno di stupidità (come vorrebbe far credere qualcuno).
La temporanea stupidità comunque sia tollerata, in luogo di cose peggiori.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si, quella immagine di Berlusconi vista in tv, in cui il "premio" sembra portarsi distrattamente, con evidente scialbo utilitarismo, COME SE LO TENESSE LETTERALMENTE AL GUINZAGLIO brandendolo a mo' di gagliardetto, il più grande simbolo della nostra religione ha fatto, come minimo, angoscia se non un vero e proprio ribrezzo.

rosario v. Commentatore certificato 08.11.09 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sapete qual'è il problema?
Di imbecilli è pieno il Mondo.

Il guaio è che c'è chi è più imbecille,e dà retta agli imbecilli.

Matilde di Canossa 08.11.09 16:42| 
 |
Rispondi al commento

PREGHIAMO

Usiamo la corona del Rosario:

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
.................insieme
Gesu' , pensaci tu.
.................

Perchè Grillo trovi , la forza , il coraggio
per continuare la sua battaglia e non cadere preda delle facili sirene .....dai bellicapelli..

Gesu', pensaci tu

Perchè Grillo muova il culone e lanci questo benedetto MOVIMENTO NAZIONALE .....

Gesu' , pensaci tu

Perchè finalmente non solo la pensione , ma che si aprano i portafogli per finanziare chi si batte a spese sue.

Gesu' , pensaci tu


Che il blog si liberi del male , ritorni vivo , bello e pieno d'unità

Gesu' , pensaci tu

Che Cettina non si arrabbi e scopra il vero amore
prima che sia troppo tardi

Gesu' , pensaci tu

E soptratutto che incazzati come bestie , non si facciano gesti incolsulti e si bestemmi come turchi....

Gesu, pensaci tu.


Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 16:40| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTO SI CHE E' CRISTIANESIMO!BRAVO DON FARINELLA.SE CI FOSSERO PIU' PRETI COME LEI,QUESTO GOVERNO MAFIOSO SAREBBE GIA' CADUTO,LA GENTE SI SENTIREBBE PIU' AMATA DA DIO, E CAPIREBBE LA BELLEZZA DEL CRISTIANESIMO,CHE CON TUTTO IL RISPETTO,NON HA A CHE VEDERE NIENTE CON LE ALTRE RELIGIONI.
E SE AVETE DEI DUBBI VI CONSIGLIO UNA BELLA VACANZA NEI PAESI MUSULMANI O INDUISTI ECC. BUONA VACANZA A TUTTI!

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 08.11.09 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente..

Non sono religioso,reputo che Dio sia la Natura e non credo ipocritamente,come da sempre narrato che colui sia una figura umana che osserva tutti come davanti a una televisione da un'altra dimensione.
Trovo peró da vermi usare la figura della tristissima storia di un "essere umano"(?),che scelse di spogliare il SISTEMA da ogni ipocrisia per svegliare il "POPOLO"dei piú deboli,a costo di pagare tutto a caro prezzo...resistendo alla tortura,all'umiliazione,anche alla consapevolezza della morte.
Che sia esistito veramente o no,non importa...Basta la sua storia per farlo esistere.
Il Crocifisso in fondo é un avvertimento...anzi ...É una testimonianza che fa da esempio..quasi a comunicare:"..ecco cosa succede a chi si mette contro i potenti".
Lasciatelo il crocifisso...sta benissimo..nessuno dimenticherá mai quanto siete avvoltoi!

Brigante Alessandro, (Foreste della rete) 08.11.09 16:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=qR_F8FNZYIQ&feature=related

Il Cielo d'Irlanda (Fiorella Mannoia)

paolo piconi 08.11.09 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ISTERIA SENZA FEDE

da Il Fatto Quotidiano 6 novembre 2009

Marinella Perroni, presidente delle teologhe italiane e gli strali dei politici sul crocifisso
di Marco Politi

Nasce dalla fede la reazione isterica di tanti politici alla sentenza di Strasburgo?
Marinella Perroni, presidente del Coordinamento delle teologhe italiane e docente all’università pontificia S. Anselmo di Roma, dove insegna Nuovo Testamento, nutre forti dubbi.

“In questo succedersi di polemiche – spiega – si avverte che non è in gioco Gesù Cristo né il modo di vivere la fede, ma dai toni enfatici e retorici si capisce che la croce diventa pretesto per altri scopi”.

È sorpresa dalla virulenza del dibattito?

“Mi dispiace che sull’onda del conflitto manchi un discorso sereno sulla convivenza tra più religioni e opzioni.
Tra l’altro le discussioni odierne mi sembrano poco fondate sulla realtà.
In molte aule il crocifisso non c’è e se c’è, non sta nelle teste di tanti giovani.
Semmai servirebbe un discorso serio sullo stato della fede nel nostro paese”.

C’è qualcosa di rivoltante nell’esibirsi di esponenti politici.
La Russa che urla Possono morire!
Non lo toglieremo mai.
Berlusconi che si fa fotografare impugnando il crocifisso.

“Di fatto il richiamo alla croce rimanda ad altre questioni: il richiamo all’identità, la difesa dell’ ‘italianità’ e, più nel profondo, la paura dell’immigrazione e dell’Islam.
Ma se in paesi europei come la Germania, la Francia, l’Inghilterra, i crocifissi in classe non ci sono, forse sono nazioni che hanno perso le radici cristiane?
Oppure hanno un rapporto diverso con la fede?”.

Colpisce in questo clamore il rifiuto di accettare il confronto con l’Altro, con i diversamente credenti.
Perchè?

“Probabilmente perché in altre parti d’Europa si ha l’esperienza con più modalità di cristianesimo.
In Italia no.

segue sottocommenti

Silvanetta P. Commentatore certificato 08.11.09 16:19| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se fosse per Don Farinella avremmo moschee a ridosso di piazza San Pietro e chiese buttate giu' perchè infastidiscono chi cattolico non è.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dalla poesia "A un Papa" di P. P. Pasolini, gli ultimi versi

"Peccare non significa fare il male
non fare il bene, questo significa peccare.
Quanto bene tu potevi fare! E non lo hai fatto:
non c'è stato un peccatore piu grande di te"

Il riferimento è a Pio XII

maria rollo 08.11.09 16:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LENINantoDesani
mentre parla tramite skype
al suo amico edemente
spiato con una candycamera
http://www.youtube.com/watch?v=mwe1A6VGoBI

anarchia s., cagliari Commentatore certificato 08.11.09 16:15| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povero Cristo e poveri anche voi e noi!:)
Come ci siamo ridotti!

buon pomeriggio a tutti, nessuno escluso

sancho . Commentatore certificato 08.11.09 16:14| 
 |
Rispondi al commento


Io concordo con Tinazzi,
i poveri Cristi in tutta questa giostra
infernale impazzita siamo Noi !

Siamo noi i Poveri Cristri,
quotidianamente affannati a non soccombere sotto le angherie dei nostri dipendenti elevatisi a
massacratori di democrazia.

Poveri Cristi Noi
costretti all'eterno Slalom per la
sopravvivenza !


edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 16:12| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il senza vergogna Silvio Berlusconi P2ista amico dei MAFIOSI insiste con Fini e il BARBAROSSA padano per non finire sotto processo.
Vuole a tutti9 i costi un' altra legge VERGOGNA per il SENZAVERGOGNA che non lo faccia finire sotto processo con probabile se non sicura condanna per CORRUZIONE.
In pratica questo SENZAVERGOGNA son 15 anni che sta nelle Istituzioni o a capo di governi per farsi continuamente i CAZZI suoi e di FAMIGGHIA.

dr. Hause 08.11.09 16:11| 
 |
Rispondi al commento

SANCHO (PEDO IN ITERE)
sempre merdaccia sei...e per di piu' siciliano e questo mi spiace.....enzima di una defecata vaticana......sei nullita'
scemotto chierichetto e forse aspirante pederasta
o pedofilo di sicuro un caghino
ammiri troppo i preti e il vaticano sei sulla buona strada
noioso di un fasciocatto...va a cuccia
darti del miserabile sarebbe la cosa piu' bella del tuo vissuto 2009
e adesso come consiglia beppe
VAFFANCULO

anarchia s., cagliari Commentatore certificato 08.11.09 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Don Farinella ha ragione, penso che egli interpreti la religione come qualcosa che debba arrivare dal proprio interno e non vada imposta a nessuno.
Pero' quei cattolici che vogliono vedere la croce nelle aule dove li mettiamo? Sono persino in maggioranza.

Non farebbe prima (colui che è si sente a disagio ad avere il crocifisso nel muro) a scegliersi un'altra classe? Se poi arriva da fuori (metti dalla alcolizzata Finlandia) tornare da dove è arrivato sarebbe la cosa piu' semplice da fare.
Don Farinè, non lamentarti se poi la gente si allontana dalla religione. Vai fiero e contento del fatto che la gente vuole il crocifisso nelle aule dove si insegna.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ad avercene preti così .Ma temo che di questo
passo il bertone ti darà un calcione .
Tranquillo ti si apriranno altri orizzonti,De Magistris docet.

nettuno con il tridente Commentatore certificato 08.11.09 16:05| 
 |
Rispondi al commento


Si narra che in tempi non lontani....

un povero di nome Cristo , bisognoso di aiutare i poveri , si reco presso lo IOR.

" Buon giorno , sono Cristo e vorrei fare un
prelevamento in favore dei poveri "

Prego Signore , mi dia i documenti e possibilmente il numero di conto . Disse guardando questo vecchio e scalzo personaggio.

Sono quello li' dietro e indicò un crocefisso.

Mi scusi non capisco .

Questa è la banca del papa ?

Si fratello

Allora se io sono Cristo dovrei ritirare i
soldi.

D'accordo . E si allontano' chiamando la
sicurezza.

Al ritorno con i gendarmi trovo' solo un vecchio rosario fatto di sassi e corda ed in legno povero con in cima un piccolo crocefisso ma senza testa.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 16:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Poveri" voi, come siete stati ingannati.
Tutto è sotto i vostri occhi, ma non lo potete vedere perchè chi sapeva ha taciuto
- "avevate le chiavi e non le avete insegnate" - dirà il rabbi Gesù ai Farisei.
La chiesa, il tempio, è il vostro stesso corpo, sono le vostre qualità, le virtù del cuore, i
vostri buoni sentimenti.
È con voi stessi e nessun altro che dovrete fare i
conti. Il giudizio è dell'uomo non è di Dio. Dovere ritrovare voi stessi, dovete cercare il Padre Vostro che è nei Cieli Interni.
Gesù cacciò i mercanti dal tempio di suo Padre. Ma questo è simbolico.
I mercanti sono il chiacchiericcio, sono il disordine, sono il rumore mentale.
Il tempio siete voi stessi, il tempio dove il
Padre attende di discendere.
È urgente ripulire la mente dal caos delle chiacchiere inutile, dalle paranoie e dal disordine energetico.
È la mente, ovvero Pilato che manda il Cristo alla croce. Pilato è l'ego che si annida nella mente, che giustifica le vostre azioni e mette in croce il vostro Cristo interiore.
La Chiesa è l'uomo stesso. Il vostro corpo è un tempio, è stato scritto
- "Quello che vedi, scrivilo in un libro e mandalo alle sette Chiese: a Efeso, a Smirne, a Pergamo, a Tiatira, a Sardi a Filadelfia e a Laodicea" (Giovanni Apocalisse 1.11).
Nessun tempio, nessuna chiesa nel mondo fisico, ma
semplicemente i sette principali centri nervosi del midollo spinale dell'uomo, 7 gangli, le 7 ghiandole endocrine, i 7 chackra.
Ci potete credere?
Il figlio dell'uomo nacque nella stalla tra il bue e l'asino che sono simbolici dell'ego e della mente.
L'asino é proprio la mente ottusa.
È indispensabile ed urgente montare sul simbolico asino (la mente), domarlo, controllarlo; solo così é possibile liberarvi di esso per entrare
nei mondi dello Spirito, ovvero la Gerusalemme celeste.

Annunaki, Nibiru Commentatore certificato 08.11.09 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

premetto che non sono un credente, però vorrei dire a don farinella, che parole più appropriate, più corrette, e piu azzeccate, non poteva trovarle, sono costoro che mancano alla chiesa per riuscire ad avvicinare i fedeli a se, devo dire un grazie dal profondo del cuore a don farinella, prete con P maiuscola. E a tutti quegli ipocriti che vanno in chiesa solo per non essere criticati e mostrare il loro lusso, solo una parola, un giorno dovrete rendere conto a colui che pregate o semplicemente fate finta di pregare!!

salvatore maiorano 08.11.09 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi piace farvelo notare: nella bandiera della Finlandia, patria di quella cretina che ha sollevato tanto casino sul crocifisso, CAMPEGGIA UNA CROCE.

Perchè questa stupida che fa questione per il simbolo della croce contro l'Italia non la fa anche contro il SUO Paese, che l'ha addirittura nella bandiera?

Matilde di Canossa 08.11.09 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma va a defecare prete di cacca
anarchia s., cagliari

---------------
Gli imbecilli sono stitici? Non cagano mai e vorrebbero cagare col culo degli altri?:)

Prenditi una purga che stai vomitando merda dalla bocca! Non te ne accorgi?:)

sancho . Commentatore certificato 08.11.09 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In una cittadina del Veronese,dove la Lega ha vinto a man bassa con percentuali bulgare,sapete qual'e' uno dei primi provvedimenti che la giunta ha preso ?
Non ci credereste : si sono aumentati lo stipendio dal 25 al 75%

made in italy
------------------------------------

Quella è stata una scelta dolorosa ma andava fatta.
In quella cittadina la Lega non ha mai governato e per paura che i cittadini pensassero che le cose sarebbero state stravolte (la Lega parla sempre di secessiun, secessiun, federalism, federalism che mai arriv perch lo stipend di Rom ladron non l'è mica mal) hanno pensato bene di far intendere che nulla sarebbe cambiato.
I cittadini appena si sono resi conto che l'andazzo politico era quello solito, si sono immediatamente tranquillizzati.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 15:57| 
 |
Rispondi al commento

ALDO F.SCRIVE
Non ce l'ho particolarmente con chi litiga.
Ce l'ho pricipalmente con chi innesca la lite e ancora non sono riuscito a capire chi azzzo è che incomincia.
IERI ALLE ORE 17:47
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
NEL sottocommento una risposta del signor ED-DEMENTE
Esotico fuggitivo dall'America Latina, e SOUBRETTE per Movide ed Ovuli (ed altro)
Nella Troupe di BUFFONI a cui appartieni (sei lo scimpanze'...il tuo ruolo), non c'e' futuro..
Beppe vede..annota..fa strategie...
E tornerai nel MATO GROSSO a sbucciare lo SBUCCIABILE...se capisci..se non capisci, chiedi ad un GURU del KAKKIO qualunque...
la CACIARA e' finita, buffone dal passato TORBIDO
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
MA CAZZO....possibile che questo illustre nonnulla possa scrivere ste cazzate ?
si capisce un cazzo ma le offese si capiscono
e mi spiace per ALDO
MANDARTI VAFFANCULO E' UN ONORE PER TE ED-MENTE
meriti..............(censura)

anarchia s., cagliari Commentatore certificato 08.11.09 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stiamo in una società così ipocrita che non sò che cosa rimane di pulito in questo mondo.

I pretti partecipavano alle torture nella argentina fascista degli anni 70 raccogliendo informazioni che non prendevano alle cattive con i detenuti politici.

I vaticano è per la vitta, negando il profilatico nella africa dal AIDS ma quando c'e una guerra benedicono le armi e sempre ricordo questa stirpe filo governativa ai militari golpisti della cattolicissima argentina nella guerra delle malvine con sua acqua puttrida sopra gli armi.

Poi un grandissimo vaffanculo a tutti i pretti che affiancano la mafia nel sud de italia quelli che sanno tutto è tacciono per me complici di un ambiente omertoso.

Certo che ci sono pretti o religiosi che si salvano tipo monsignore ROMEO vescovo dal Salvador che affronto da solo i paramilitari fascisti e fù asessinato e come tanti altri che se il cielo essiste meritano un posto di santi.

Razzingher e tutti il altri pedofili già sapete cosa penso di voi ma per non ferire la suscetibilità di onesti credenti mi tratengo.

Ma moltissima gente detenuta e torturata dentro delle carceri segrete in latino america al vedere un prette dentro dal inferno credendolo puro ma in realtà era uno di loro senza uniforme verde.

Poi potete pensare lo che volete ma ci stanno anche questi dentro al clero.

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 15:52| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giovanni Paolo (hi hi) ?
questi programmi di traduzione vocale sono proprio scemi.

vito. farina Commentatore certificato 08.11.09 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli
(malgrado la scarsa osservanza) la nostra classe dirigente è sempre saldamente legata alla chiesa e scodinzola davanti ad essa, come fanno i cani con i loro padroni.
Oggi, a causa dell’incredulità diffusa, si fa meglio a parlare di cittadini abitanti in territori di tradizioni cristiane che di veri cristiani o di cattolici, anche tra i cristiani della domenica esistono gli increduli; in Italia, appena si ebbe la tendenza degli italiani a definirsi atei, l’Istat, per secretarne il numero, ha smesso di censire la religione degli italiani.
In Italia i crocefissi sono imposti nelle scuole, negli edifici pubblici e nei seggi elettorali; gli studenti che non frequentano l’ora di religione sono schedati dall’ufficio catechistico nazionale e perciò hanno meno possibilità nel lavoro; l’insegnamento della religione concorre nel credito scolastico. Per ostacolare la scelta della non frequenza, l’ora di religione è stata inserita in mezzo alle altre ore d’insegnamento; gli insegnanti di religione sono assunti con raccomandazione del vescovo e non per concorso, non possono essere licenziati e, se sono revocati dal vescovo, cambiano di ruolo, cioè materia, scavalcando i colleghi che devono fare concorsi.
Per la chiesa, i vescovi indegni non possono essere destituiti, i preti pedofili continuano a dire messa, al massimo sono trasferiti, quelli adulteri sono tollerati e sono trasferiti se scoperti.
Nel XX secolo la chiesa ha sostenuto le dittature in Europa e America Latrina, con le quali ha stipulato concordati, speciali trattati internazionali disuguali, che mettono lo stato in posizione subalterna rispetto alla chiesa; quello con l’Italia prevedeva come unico obbligo della chiesa una preghiera per il re.
Il Vaticano non ha ratificato la convenzione dei diritti dell’uomo del 1950, è una monarchia elettiva assoluta e autoritaria.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 15:48| 
 |
Rispondi al commento

http://it.notizie.yahoo.com/10/20091108/video/vts-edizione-di-domenica-ore-1500-c20bbc0.html


ANSA.

paolo piconi 08.11.09 15:47| 
 |
Rispondi al commento

I vescovi, il premier e la partita del timer

SILENZI DOPO L’ALT AL LODO ALFANO MA IL FEELING CON B. È A TEMPO
di Marco Politi

da Il Fatto Quotidiano di oggi

Per la Chiesa italiana la battaglia sul crocifisso è giunta come un’occasione insperata per cavalcare l’onda dell’“identità” e delle tradizioni popolari cattoliche.

Per presentarsi quale interprete nazionale di un simbolo, intorno al quale con maggiore o minore intensità si schiera gran parte del mondo politico.

Se il cardinale Bertone ha irriso all’Europa delle zucche di Halloween, il cardinale Bagnasco ha definito la sentenza di Strasburgo come lontana dal “sentire del popolo”, mentre vescovi come mons. Marcianò in Calabria dichiarano perentoriamente che togliere la croce dalle aule significa “eliminare non solo Dio, ma l’uomo” tout court.

Eppure alla prossima assemblea generale dell’episcopato, che si apre lunedì ad Assisi, il presidente della Cei Bagnasco non potrà esimersi dal dare un giudizio sulla crisi italiana e sul suo incancrenirsi dovuto all’ansia di Berlusconi di fuggire dai suoi processi e al suo delirio di controllo di ogni istanza: dal Parlamento alla televisione pubblica.

Due mesi dopo l’attacco del Giornale berlusconiano al direttore dell’Avvenire Boffo, il bilancio della campagna è apparentemente favorevole al premier.

Il giornale dei vescovi si è zittito nelle sue pur timide critiche al berlusconismo. All’indomani della sentenza sul lodo Alfano l’Avvenire non ha degnato la Corte Costituzionale del minimo riconoscimento positivo per la difesa del principio che in Italia la legge (come nei paesi d’occidente) deve valere anche per i capi di governo e intanto il Vaticano coglie ogni occasione per far sapere che i rapporti con il governo sono “stabili e cordiali” e l’Osservatore Romano pubblica con grande rilievo un articolo di Gianni Letta, che esalta la “feconda osmosi” tra Santa Sede e Stato italiano.

segue sottocommenti

Silvanetta P. Commentatore certificato 08.11.09 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe sono un tuo ammiratore da quando ero bambino.Per le prossime elezioni in Sicilia si é finalmente candidato un volto nuovo,una persona onesta.
Perfavore dagli una mano,ci sono giá dei video su youtube.
Dai un occhiata se hai tempo:

http://www.youtube.com/watch?v=lWMkbGDr140&feature=related

Ugo Castroperla 08.11.09 15:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANIFESTAZIONE 5 DICEMBRE ROMA

QUALCOSA SI MUOVE
Da alcune notizie, si sa per certo che, molte ass.di categorie,partiti della cosidetta
sinistra estrema, associazioni libere, liberi cittadini, organizzazioni online, movimenti
etc.....aderiranno a questa grande manifestazione antigovernativa.
Ognuno, a quanto pare, in modo indipendente ma uniti in questa lotta.
Nonostante appunto, le varie divergenze, si sta...

>>segue su http://caneliberonline.blogspot.com/

PS chi vuole può lasciare la propria adesione
a questa manifestazione nei commenti che verrà
trasferita nel Blog di Caneliberonline, dove
si terrà una lista aggiornata di tutti gli
aderenti, singoli o organizzati.

HASTA SIEMPRE


Mi permetto di suggerire che la corte europea non ha imposto la rimozione dei crocifissi nei luoghi pubblici.

Ha detto semplicemente che bisogna rispettare le minoranze presenti eventualmente nei luoghi pubblici, e raccogliere eventuali loro lamentele. Io aggiungerei che bisognerebbe chiedere loro se gradiscono o no la presenza del crocifisso.

Questo perchè non si dica che la buona educazione è segno di stupidità (come vorrebbe far credere qualcuno).

La temporanea stupidità comunque sia tollerata, in luogo di cose peggiori.

s p 08.11.09 15:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=Za42hyaQH8A

Fiorella Mannoia - Dio è morto

paolo piconi 08.11.09 15:35| 
 |
Rispondi al commento

«Yo no sé si Dios existe, pero si existe sé que no le va a molestar mi duda»

Mario Benedetti

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


MANIFESTAZIONE 5 DICEMBRE ROMA

QUALCOSA SI MUOVE
Da alcune notizie, si sa per certo che, molte ass.di categorie,partiti della cosidetta
sinistra estrema, associazioni libere, liberi cittadini, organizzazioni online, movimenti
etc.....aderiranno a questa grande manifestazione antigovernativa.
Ognuno, a quanto pare, in modo indipendente ma uniti in questa lotta.
Nonostante appunto, le varie divergenze, si sta...

>>segue su http://caneliberonline.blogspot.com/

PS chi vuole può lasciare la propria adesione
a questa manifestazione nei commenti che verrà
trasferita nel Blog di Caneliberonline, dove
si terrà una lista aggiornata di tutti gli
aderenti, singoli o organizzati.

HASTA SIEMPRE

cane libero ca 08.11.09 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci crede,
lo porti al collo, lo appenda in casa, non vada a a prostitute o a trans, non rubi, e dica la verità.
e non lo imponga agli altri.
soprattutto non lo imponga a chi rispetta il prossimo.

fabio mazzoli, vicarello (li) Commentatore certificato 08.11.09 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah. Io dico solo una cosa: bisogna essere proprio poveri dentro per attaccarsi in questo modo ad un pezzo di legno.

Comfortably Numb Commentatore certificato 08.11.09 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bon.

paolo piconi 08.11.09 15:21| 
 |
Rispondi al commento

5 DOMANDE AL VICEMINISTRO DI SE STESSO ALLA SANITà FAZIO.

IL VACCINO PER L'INFLUENZA A ITALIANO, CONTIENE ADIUVANTI: MERCURIO E SQUALENE.

PERCHè I VACCINI DESTINATI ALLA BUNDESWEHR (ESERCITO) E AL GOVERNO TEDESCO NE SONO TOTALMENTE PRIVI MENTRE PER LA POPOLAZIONE è ...COMPLETO?

PERCHè LA FDA AMERICANA HA VIETATO LO SQUALENE NEI VACCINI DELL'INFLUENZA A?

PERCHè IN ITALIA I VACCINI PER LA INFLUENZA MAIALA SONO PIENI DI QUESTE SCHIFEZZE?

QUANTI SOLDI DELLE BIGFARM HANNO SOTTOBANCO PRESO : CONSIGLIO SUPERIORE DELLA SANITà , AIFA, MEDICI, GIORNALISTI DIVULGATORI E CENSORI VARI (DISINFORMATORI)?

GRAZIE ALLO SQUALENE A AL MERCURIO, AVETE GIà PREVISTO LA RICADUTA IN TERMINI NUMERICI NEI PROSSIMI ANNI, DEI NUOVI AMMALATI DI MALATTIE AUTOIMMUNI?

AVETE PREPARATO IL BUSINESS PLAN AD HOC?

Anton Tchutcerthaler (maia bassa) Commentatore certificato 08.11.09 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I SERVITORI DELLO STATO e GESù.

i poliziotti manganellano lo stato/comunità....


Secondo la costituzione

la sovranità appartiene al popolo che esercita il potere legislativo tramite 2incaricati"


gli attuali puttanieri cocainomani assisi al parlamento (la vera cosa nostra): il parlamento è cosa nostra.

è cosa nostra perchè appartiene al popolo


ed è anche

cosa nostra perchè è mafia istituzionalizzata:

La domanda è: perchè i poliziotti che giurano per lo stato usano il manganello contro lo STATO? Chi servono in realtà i servitori dello stato?

GESù CRISTO....

gesù di nazaret ha dimostrato agli uomini di cosa sarebbero capaci se nel libero arbitrio anzichè l'egoismo avessero fiducia ed intelligenza nell'amarsi.... ci ha dimostrato che nel servizio nonostante esso presupponga sacrificio, si può avere soddisfazione di sè, che nell'umiltà risiede la premessa dell'intelligenza, e che si può essere felice benchè la felicità non sempre corrisponda con convenienza e piaceri materialistici. Dopo aver rivelato all'uomo la sua mediocre realtà, gli ha anche rivelato che può risollevarsi e camminare...

dopo aver dimostrato ciò, ci ha lasciati con questa domanda...

chi vuoi essere o cosa vuoi essere?

L'errore degli uomini è che essi attendono ancora un prestigiatore che gli togli la croce ed è PER QUESTO CHE SI SVENDONO AL MIGLIOR CIARLATANO...
gesù non rappresenta la divinità magica che illude e vende blandizie, è quello che ti sprona ad affrontare la vita, nonostante le sue crudezze. Questa è la principale differenza tra gli idoli immanenti in cui ponevano in modo fideistico le proprie vite gli uomini e la divinità espressa da gesù, rappresenta la differenza tra ciò che è magico e fantastico, da ciò che è spirituale.

Se vogliamo la democrazia, dobbiamo RESPONSABILIZZARCI VERSO IL OTERE... altrimenti..... wanna marchi ci aspetta per venderci i suoi intrugli magici....

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 08.11.09 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Droga illegale:
La mafia guadagna miliardi di euro con il traffico di stupefacenti, soldi che vengono poi investiti per altre attivita illecite, e per corrompere politici e polizia (si sa e si sapeva ancor prima del "papello").
Le carceri italiane sono strapiene di tossicodipendenti che, visto il costo della droga, sono "costretti" a rubare per procurarsela.
3/4 delle forze dell'ordine, e delle guardie carcerarie, sono necessarie proprio per correre dietro ai tossicodipendenti e ai piccoli spacciatori, mentre la maggior parte di quelli che restano servono a correre dietro ai grandi spacciatori.
Se fosse legale:
I tossicodipendenti non ruberebbero più (visto che la droga avrebbe lo stesso valore del prezzemolo).
La mafia perderebbe l'attività più redditizia, e probabilmente cesserebbe di esistere.
Le carceri sarebbero vuote, con notevole risparmio per tutti, e la polizia potrebbe occuparsi del resto; che in effetti sarebbe davvero poco, visto che quasi tutti i reati sono legati, direttamente e indirettamente, alla droga.
I soldi risparmiati (CHE SAREBBERO DAVVERO TANTI) potrebbero essere usati per migliorare la qualità della vita, il che darebbe ai giovani meno voglia di "fuggire" da questo schifo di realtà (e nemmeno tutta l'ipocrisia del mondo può rendere meno vera questa verità: così com'è fa schifo).
L'enorme quantità di giovani che usano abitualmente o meno la droga, rende ridicole le leggi attuali e il proibizionismo in generale, e anzi, credo addirittura che sia controproducente.
Limitare la libertà è un errore, e gli errori, come dimostra lo stato attuale delle cose, in un modo o in un altro si pagano.
Siete sicuri che chi si occupa di certe leggi lo faccia pensando al bene della comunità?

Il Giusto 08.11.09 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Voglio riportare le parole di un Prete svizzero tedesco che ho sentito alla radio svizzera diceva così:se Cristo oggi tornerebbe a nascere sulla terra l'unico posto dove non vorrebbe nascere è al Vaticano.

Vito Liberto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO HANNO ARRESTATO PROVENZANO GLI HANNO TROVATO UNA BIBBIA E DEI SANTINI.....


RATZY HA DETTO QUALCOSA ?
HA MAI DETTO CHE TUTTI I MAFIOSI LI VUOLE FUORI DALLA CHIESA CATTOLICA, CHE E' MEGLIO CHE CAMBINO RELIGIONE ?

NON LO HA MAI DETTO !


RATZY, QUESTA MATTINA ERA SULLO STESSO AEREO CON GIANNI LETTA, IN VIAGGIO PER BRESCIA, PER METTERSI D'ACCORDO....


LO STATO ITALIANO HA FATTO IL CONCORDATO CON LA CHIESA, E POI HA FATTO IL CONCORDATO CON LA MAFIA....


ORMAI SIAMO AL BARATTO MERDA PER ANIME !


SPERIAMO CHE DIO CI AIUTI.....

Capisc'a me

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 08.11.09 15:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari bloggers vi devo confessare una cosa!
Si lo ammetto c'è una cosa sola, ma solo una cosa sola....permettetemelo please...ebbene si confesso c'è una cosa che ammiro di Berlusconi mi spiace ammetterlo ma è cosi! Mi dispiace molto ma l'unica cosa che ammiro in lui è la sua "MORTALITA'"!
Come vorrei che fosse subito!
Scusate ma mi fare star male l'idea di ammirare qualcosa in quella merda di uomo!
Dovevo confessarlo a qualcuno!!!

fulgy f., torino Commentatore certificato 08.11.09 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MILANO - "Obama prova compassione per persone che non sono abbastanza intelligenti e dicono stupidaggini". Cosi' il regista americano Michael Moore, intervistato da Lucia Annunziata alla trasmissione di Rai 3 'In mezz'ora', commenta le battute del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sull'abbronzatura del presidente Usa, Barack Obama. (RCD)


Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 15:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

E con la pioggia e col sereno anche oggi è un giorno in meno!

Vanita delle vanità, tutto è vanità.

Colui che esalta la vanità si copre pure di ridicolo. Ma egli era già ridicolo.

In realtà pochi capiscono quanto sia inutile un vantaggio in più.

E poi, una somma di vantaggi, come può portare
al paradiso?

Colui che ha anche delle capacità, se continua a gareggiare con il prossimo, invece di aiutare i più deboli, recita la parte del demonio e ne diventa il manovale.

Chi ha coscienza del male e lo commette, perciò è il male che magari lui mostra di combattere.


s p 08.11.09 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Capirei l'apprezzamento al commento di questo presunto "don", se "don" fosse riferito ad un civile.
Ad esempio al Sud ci sono molti "don".

Che un prete si esprima in questo modo lo trovo un po' fuori dalla sua missione.
Che sarebbe la pace, la fratellanza, il rigetto della violenza, anche verbale.

Cose che questo presunto prete ha buttato alle ortiche, in nome di ideologie piuttosto radicate, che lo vedrebbero meglio nelle liste della sinistra antagonista piuttosto che in quelle della Chiesta Cattolica Apostolica Romana.

E così per un altro gruppuscolo di cosiddetti "preti", che fanno propaganda ed istigazione e che sarebbe meglio che venissero buttati fuori da dove stanno ben pasciuti.

Matilde di Canossa 08.11.09 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Il vero costo dei crocifissi

La Chiesa costa ogni anno ai contribuenti italiani circa 4 miliardi e mezzo di euro. Più del costo del sistema politico. Mezza finanziaria. Quella che presentiamo qui non è che la stima ottimistica. Ce ne sono alcune che arrivano anche a 9 miliardi di euro all’anno.

L'otto per mille, grazie ad un meccanismo messo a punto a metà degli anni 80 da un consulente del governo Craxi di nome Giulio Tremonti, assegna alla Chiesa Cattolica anche le quote di chi non ha espresso alcuna preferenza. Per fare un esempio, fatta 100 la base dei contribuenti, se ce ne sono 40 che mettono una croce su uno dei destinatari possibili dell’8 per mille, e 30 di questi scelgono la Chiesa Cattolica, i tre quarti degli altri 60 contribuenti che non hanno espresso alcuna preferenza – ben 45 persone - si troveranno a devolvere il loro 8 per mille al Vaticano. Da 30 preferenze reali a 75 con un colpo di bacchetta magica degno di Harry Potter. Un giochetto che porta nelle casse della Chiesa Cattolica circa un miliardo di euro ogni anno. Nel resto dell’Europa diversamente religiosa, naturalmente, la contribuzione è non solo volontaria, ma le quote derivanti dalle preferenze non espresse restano allo Stato.

L'articolo completo
http://www.byoblu.com/post/2009/11/04/Il-vero-costo-dei-crocifissi.aspx#continue

Davide C. Commentatore certificato 08.11.09 14:58| 
 |
Rispondi al commento

assistiamo quotidianamente, ai buoni propositi del "nanocapo", buoni propositi a parole, poi a fatti...............................

assistiamo quotidianamente, ai buoni pensieri del "nanocapo", pensieri che non si trasformano mai in opere.

assistiamo sempre quotidianamente, a grossi misfatti del "nanocapo" che non si trasformano mai a suo sfavore, anzi.....................

mai possibile, mai possibile, mai possibile, che non riusciamo a far pagare chi bestemmia il "povero cristo?. (in questo il "nanocapo" è il primo della lista) bestemmiare non voule dire trattare a maloparole il cristo, ma trattare in malomodo chi adora il cristo. o chi anche se non conosce religioni, o di religione diversa, viene bisfrattato e relegato al ruolo di "schiavo"!!!!!!

valter p., roma Commentatore certificato 08.11.09 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Il piduista psicopatico di Arcore non sa più che frottole inventare per saldarsi la sedia al culo. La sua indignazione contro la sentenza sul crocifisso nelle aule scolastiche era solamente una reazione strumentale per ripristinare il legame con il Vaticano e la macchina di voti mafiosa. A quell'età ha paura di ciò che lo aspetta nell'altro mondo. Infatti, Scilbio non tollererebbe mai di essere il numero due dopo il Padreterno. Perciò è meglio essere il numero uno in Italia il più a lungo possibile con la benedizione della Santa Sede...

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 08.11.09 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli
Lo stato paga gli insegnanti di religione, asili, giubilei, manutenzione di chiese, scuole private e pubblicazioni cattoliche; la chiesa ha esenzioni fiscali, controlla la maggior parte di scuole private e cliniche private, controlla la maggior parte delle banche italiane, è proprietaria d’immobili e azioni in tutto il mondo.
Tramite Acli-Enaip, la chiesa amministra miliardi di euro dell’Unione Europea e delle regioni per la formazione professionale, alcune regioni finanziano gli oratori cattolici e gli assistenti religiosi agli ospedali; la chiesa cattolica usa il volontariato ed il lavoro a costo zero del basso clero, massimizzando i profitti; alcune banche cattoliche, come la banca Intesa, hanno fatto transitare miliardi di euro per l’esportazione d’armi, il Vaticano, tramite finanziarie, ha fabbriche d’armi.
Dal 1929, con l’indennizzo ricevuto da Mussolini, la chiesa cattolica ha sviluppato una ricchezza enorme che, anche grazie a lasciti ed esenzioni fiscali, cresce più rapidamente del reddito italiano e mondiale, di questo passo, la chiesa può impossessarsi di quasi tutta la ricchezza nazionale.
Oggi in Italia le leggi malviste dal Vaticano non passano, i veti vaticani alla sfera scientifica non sono cessati; il Vaticano vuole che la morale cattolica valga per tutti, perché afferma che in Italia i cattolici sono la maggioranza, ma nessuno e nemmeno l’Istat vuole verificare con un referendum se sia vero.
Gli italiani battezzati sono il 90%, quelli che si confessano e pagano l’8%° Irpef il 40%, i praticanti sono il 20%, quelli che credono a tutti i dogmi del cattolicesimo forse sono solo il 10%; perciò il vescovo di Como, Maggiolini, ha affermato che il cattolicesimo è destinato ad estinguersi, per la poca fede nei principi dogmatici, per la mancanza d’obbedienza alla gerarchia e per la propensione alla libera circolazione delle idee; questo vescovo ammette che la nostra società è secolarizzata.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli
Anche in Slovenia i beni nazionalizzati da Tito sono tornati in proprietà della chiesa, che controlla la televisione e vuole il ritorno dell’insegnamento religioso nelle scuole. In Serbia la devozione alla chiesa ortodossa favorisce la carriera, come accadeva per la fede comunista nei paesi comunisti e com’è accaduta in Italia sotto la democrazia cristiana per la fede cattolica; la democrazia cristiana fu una grande agenzia di collocamento.
Nel 2001, dissoltasi la Jugoslavia, il clero macedone ortodosso si è opposto alla parificazione dei culti religiosi, ha chiesto l’insegnamento religioso nelle scuole e vuole esercitare il massimo potere sulla società.
In Grecia, il presidente della repubblica giura in nome della santissima trinità, lì non è possibile fare proselitismo a favore d’altre religioni, nelle scuole esiste l’insegnamento religioso ed i preti sono stipendiati dallo stato; la costituzione irlandese è stata emanata nel nome della santissima trinità e nel paese l’aborto è vietato.
Però i paesi europei non si muovono all’unisono; in Francia è vietata l’esposizione dei simboli religiosi nei luoghi pubblici; in Germania l’unico matrimonio ammesso è quello civile; la Gran Bretagna punisce la bestemmia solo nei confronti della religione cristiana, nel paese non esiste separazione tra stato e chiesa, la religione dipende dalla regina ed i vescovi sono nominati dal governo.
In Spagna Zapatero vuole uno stato veramente laico.
Dal 2000 in Svezia si è passati al regime di separazione tra chiesa e stato, i vescovi non sono più nominati dal governo, la chiesa non riceve più finanziamenti statali e le coppie gay sono riconosciute; oggi la Svezia ha le leggi sulla religione più avanzate in Europa.
In Italia dell’8%° dell’Irpef ricevuto dalla chiesa, solo la metà è destinato al sostentamento del clero, la chiesa non vuole preti sposati perché costerebbero di più e li può sfruttare meglio, però tollera adulterio, pedofilia, pederastia ed omosessualità

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Se guardate bene Gesù crocifisso che stava nelle mani del nano maiale si turava il naso per non sentire l' odore di delinquente.

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli
Nel 1962 il concilio Vaticano II si era aperto al pensiero laico ed alle altre religioni, oggi il Vaticano è tornato indietro, strizza l’occhio alla teocrazia musulmana e all’ONU il rappresentante Vaticano vota spesso assieme ai paesi musulmani, in materia sessuale, controllo delle nascite, vertenze con Israele, ecc.; i dirigenti della chiesa guardano sempre con nostalgia al medioevo, che era teocrazia più fascismo o autoritarismo, oggi la chiesa di Roma ha rinunciato all’ecumenismo e pare puntare al fondamentalismo.
Dal 1929 la religione tornò nelle scuole ed oggi la Rai dedica sempre almeno un servizio giornaliero al papa, nelle commissioni Rai sono presenti sacerdoti cattolici ed è evidente l’influenza del Vaticano su tutti i canali televisivi; In Italia, una parte consistente del parlamento non risponde al popolo ma alla chiesa. Ruini, come presidente della conferenza episcopale italiana, ha controllato il parlamento; presidenti della repubblica e primi ministri, appena eletti, fanno atto di sottomissione alla chiesa, facendosi per prima cosa ricevere dal papa; nel corso di una crisi politica italiana, il segretario di stato Sodano ha fatto consultazioni tra i partiti, al posto del presidente della repubblica e si sono fatti presidenti della repubblica con il sostegno determinante della chiesa.
Però la chiesa governa anche attraverso laici suoi fiduciari, che sono nei consigli d’amministrazione delle banche controllate dalla chiesa. Mentre negli edifici pubblici troneggia il crocefisso, i comuni si rifiutano di allestire nei cimiteri una sala per onoranze funebri per i non credenti, già prevista dalla legge.
Quasi tutti i mass media sono succubi del Vaticano, all’ingresso dell’Enea, il più importante ente scientifico italiano, è stata posta una statua della madonna.
Il concordato con la Croazia postcomunista prevede il finanziamento della chiesa cattolica da parte dello stato, la restituzione dei beni della chiesa e l’insegnamento della religione

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli
Con sentenza 508/2000, la corte costituzionale ha abolito il reato di vilipendio della sola religione cattolica, estendendo la tutela alle altre religioni; con sentenza 327/2002 ha abolito la norma che puniva più gravemente il turbamento delle funzioni cattoliche, rispetto a quelle delle altre religioni; per sudditanza verso la chiesa, la corte costituzionale ha rinunciato ad intervenire in altre questioni ed è intervenuta in ritardo in altre; in fondo, anche Togliatti aveva accettato il concordato.
In Italia sembra che il parlamento, prima di fare certe leggi, debba chiedere il permesso alla conferenza episcopale italiana, destra e sinistra sono ai piedi del Vaticano e delle banche della chiesa; oggi l’Italia è il giardino del Vaticano e uno stato a sovranità limitata, il Vaticano straripa in tutta la vita pubblica e privata italiana e nell’economia italiana.
Tutte le legislazioni moderne, per concedere alle religioni i benefici di legge, hanno difficoltà a definire cosa sia una religione; la religione ha rappresentanti, ma possono essere divisi, ha un rituale, divide il sacro dal profano; alcune religioni, come il buddismo, sono senza Dio, altre religioni adorano gli extraterrestri; non tutte le religioni hanno libri sacri, alcune adorano solo la natura. Anche se il reato di plagio è stato eliminato dal nostro ordinamento, le religioni paiono plagiare i loro aderenti, manipolano le loro menti ed abusano della credulità popolare, che è reato per lo stato, ma è un costume normale della religione e la giurisprudenza non ha niente da dire; normalmente la gente crede alla bugie ripetute di religione, informazione, politica e commercio
La chiesa non è influente solo in Italia, due curiosità, in Germania, in forza del concordato stipulato da Hitler, le tasse ecclesiastiche le pagano anche i disoccupati senza convinzione religiosa e negli asili comunali tedeschi i bambini sono costretti alla preghiera.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Don Farinella for PRESIDENT!

fulgy f., torino Commentatore certificato 08.11.09 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli

Secondo la legge italiana, un prete cattolico, un rabbino ed un pastore valdese sono ministri di culto e perciò non sono tenuti a testimoniare davanti all’autorità giudiziaria, mentre un pope ortodosso, un lama buddista ed un Imam sono privati cittadini e perciò, se nella stessa circostanza, mantengono il silenzio, possono essere incriminati per favoreggiamento
In ossequio alla religione dominante, la magistratura “indipendente” della corte costituzionale è raramente è intervenuta per correggere le discriminazioni religiose, rinunciando con ciò a difendere l’articolo 3 della costituzione. Per la nostra costituzione e per il concordato, stato e chiesa sono reciprocamente indipendenti e sovrani, mentre i rapporti con le altre religioni sono regolati unilateralmente dalla legge dello stato; tutto ciò in contrasto con l’art. 21 che garantisce la libertà di pensiero, l’art. 3 che garantisce l’eguaglianza e l’art. 8 che garantisce la libertà di religione
Per la corte costituzionale, gli atei hanno meno tutele dei credenti, non meritano un concordato; in caso di separazione dei coniugi, dai giudici sono stati discriminati nell’affidamento dei figli; in epoca repubblicana, la polizia, sollecitata dal Vaticano, ha ostacolato i Testimoni di Geova e gli evangelici nell’esercizio del loro apostolato; nel 1964 a Roma fu impedita la rappresentazione dell’opera teatrale: “Il Vicario”, che criticava il comportamento di Pio XII di fronte all’olocausto ebraico
In Italia il diritto al riposo nei giorni festivi del proprio culto trova applicazione solo per le confessioni che hanno stipulato intese con lo stato; il DPR 487 del 1994 dispone che le prove di concorso non possono avere luogo nei giorni festivi, civili o religiosi, ma riguarda solo i culti cattolico, ebraico e valdese

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:52| 
 |
Rispondi al commento

ma non è che Don Farinella in Vaticano lo chiamano IL COMUNISTA?

roberto brianza

rob m., como Commentatore certificato 08.11.09 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Nunzio Miccoli

Imporre il crocefisso agli uffici significa attestare ancora la confessionalità dello stato, come al tempo dello statuto albertino del 1848 e del concordato del 1929. Lo statuto albertino del 1848 dichiarava che la religione cattolica era la sola religione dello stato, mentre le altre religioni erano tollerate, anche se avevano diritti civili; nel 1867 la legge Coppino cancellò l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole e nel 1889 il codice Zanardelli garantì libertà ed eguaglianza a tutti i culti, i patti lateranensi del 1929 reintrodussero il cattolicesimo come religione di stato e l’insegnamento della religione nelle scuole, con il relativo crocefisso; erano un debito di riconoscenza del fascismo verso la chiesa che aveva appoggiato l’avvento di Mussolini.
Con la costituzione italiana del 1929, lo stato era dichiaratamente confessionale, con quella del 1984 lo rimaneva anche se non dichiaratamente, perché privilegiava una religione e sulle altre; infatti, l’art. 8 della costituzione, in barba all’articolo3, non afferma che tutte le religioni sono uguali avanti alla legge, ma che tutte sono ugualmente libere, anche se disuguali. Con la costituzione del 1984, i cittadini furono divisi in quattro categorie, quelli che professavano religioni riconosciute dallo stato e regolate dal concordato, quelli che professavano religioni che avevano fatto delle intese con lo stato, quelli che professano altre religioni e gli atei nel senso più ampio.
Oggi in Italia, se un cattolico è studente, detenuto, spedalizzato o militare, ha diritto all’assistenza religiosa e ad un luogo di sepoltura conforme alla sua religione, agli altri è negato questo diritto automatico, ma può essere concesso per favore. Nelle scuole s’insegna solo religione cattolica, cittadini di classe A, grazie ad un concordato, hanno diritto a prendere l’8%° dell’Irpef a favore della loro burocrazia religiosa, mentre le religioni senza concordato o senza intesa non possono.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Don Farinella è un santo! E' un sacerdote che dà da bere agli assetati, dà da mangiare agli affamati, consola gli ultimi (8 milioni di poveri), attacca il potere attuale che, dopo il fascismo non ha mai visto di peggio.
Gridano, urlano, si scalmanano quelli che fanno l'opposto dei dieci comandamenti. Leggeteli al contrario di quello che è scritto sulle tavole ed avrete chiara l'idea di questi politici ed affaristi.
W. Don Farinella, W. Don giorgio, W. Don Sandro Artioli e tutti quelli che non hanno nulla a che vedere con le gerarchie ecclesiastiche berlusconiane dal papa in giù.


il più bel post degli ultimi mesi.. e che sia arrivato da un prete lo rende ancor più bello.. grazie Don Farinella

roberto brianza

rob m., como Commentatore certificato 08.11.09 14:49| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento

Non ho sentito nessuna voce riguardo alla manifestazione de 5 dicembre, no berlusconi day......................................................

giovanni Pascoli Commentatore certificato 08.11.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Uno degli eccelsi commentatori che legge e scrive in questo blog dice: "non capisco di cosa parli", quando dico che Gesù è una figura universale per ciò che ha fatto, e cioè cambiare il sistema.

Non più schiavi e padroni, ma tutti uguali, di fronte a Dio (lo doveva dire per le genti umili), ma soprattutto nella società.

Questo è il messaggio del crocifisso: l'azione che Gesù ha fatto e che ha sovvertito il mondo.

PROPOSTA: se la croce non piace, mettiamo alle pareti una riproduzione della Pietà di Michelangelo.

Niente più croce, ma l'emblema del dolore, e della pietà, per un'umanità sempre più squallida.

P.S.- Come si può apprezzare chi rinnega la sua missione?

Matilde di Canossa 08.11.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la mente vaga e alle volte si ferma e trova il nesso.

il "nanocapo", vaga e basta, ma nello spazio di tempo, che interpone tra l'inizio del vagare e la fine del "VIAGGIO", trova il tempo di fregare tante persone.

se il nostro pensiero, invece di seguire il vagare, seguisse l'istinto, sarebbe in grado di capire la differenza che cè tra il vagare e il viaggiare.

infine se noi capissimo che il "povero cristo" è colui che porge l'altra guancia, non esisterebbero "nanicapi" e seguaci.

valter p., roma Commentatore certificato 08.11.09 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Don Aldo Antonelli

Nel presentare Alberto Maggi ho voluto rifarmi ad una mia cara e preziosa distinzione tra Fede e Religione citando da un suo intervento a un Convegno a Cefalù del 2004 dal titolo: "E se Dio rifiuta la religione?".
Diceva Alberto:
"La differenza tra religione e spiritualità (o fede) è che mentre la prima nasce dagli uomini ed è diretta verso la divinità, la seconda nasce da Dio ed è rivolta agli uomini. Mentre nella religione conta ciò che l'uomo fa per Dio, la spiritualità nasce da ciò che Dio fa per gli uomini.
Nella religione è sacro il Libro.
Nella spiritualità è sacro l'uomo.
Nella religione è importante il sacrificio, nella spiritualità l'amore.
Le crociate e le guerre sante non nascono dalla spiritualità, ma dalla religione.
Per questo è illusorio pensare che le religioni possano portare la pace nell'umanità.
Le religioni sono per loro natura violente".
(Dal libro "E se Dio rifiuta la religione?" - Pagina 57 - Cittadella Editrice

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Don Aldo Antonelli

"L'atteggiamento laico del credente sta nel fatto che egli sceglie e agisce nel concreto dell'esistenza non deducendo dalla fede le soluzioni, ma elaborandole lui queste soluzioni, attivando al meglio la ragione, impegnando la propria persona le responsabilità, in un contesto di pluralismo dialettico, ispirandosi agli imperativi fondamentali del Vangelo"
(Romolo Menighetti: Rocca 21/05)

"Chi confonde i piani del temporale e dell'eterno, e pretende di imporre alla politica i modi della religione o viceversa, prepara il decadimento dell'una e dell'altra"
( don Primo Mazzolari: Adesso 1.8.50)

"Uno stato che si serva della religione per fini politici rinnega la propria laicità e rinuncia alla propria autonomia, mentre una Chiesa che si serva della politica per rafforzare il potere temporale si opacizza e opacizza il messaggio evangelico, mentre riduce la religione a fenomeno culturale"
(Romolo Menighetti - Rocca1/6)

"Laico non è colui che rifiuta o peggio deride il sacro, ma letteralmente colui che vi sta di fronte... Laico è ogni credente non superstizioso, capace cioè, anzi desideroso di discutere faccia a faccia col proprio Dio....E così è laico ogni non credente che sviluppi senza mai assolutizzare o idolatrare il proprio relativo punto di vista"
(Massimo Cacciari su Repubblica)

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Don Aldo Antonelli

Dio è laico perché strettamente legato all’uomo e non alle leggi.
Dio è laico perché abita il cuore della realtà e non gli slogans delle etichette.
Dio è laico perché fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti.
Su queste linee si snoderà la conferenza che il biblista Alberto Maggi, direttore del Centro Studi Biblici “G. Vannucci” terrà ad Antrosano
E' questo il comunicato stampa che ho inviato ai giornali locali.

"La laicità è la caratteristica dei Vangeli. Non esiste nei Vangeli un profeta, un unviato da Dio, che appartenga alla gerarchia religiosa. Dio, quando deve inter- venire nell'umanità, evita accuratamente luoghi sacri e persone religiose. L'unica volta che ci prova è un fiasco completo: ci ha provato con il prete Zaccaria e questi non gli ha creduto. Dio evita accuratamente queste categorie di persone e sceglie gente qualundue" (Alberto Maggi: Prologo al Vangelo Giovanni - Assisi 1993)

"In una laicità che non dubita c'è sempre qualcosa di sospetto. In una laicità che indossa il mantello di arlecchino dei 'neocons', dei sedicenti 'atei devoti' c'è anche di peggio, un affrettarsi al bacio dei sacri anelli per consolidare la servitù della Chiesa e mettere le mani sul principio spirituale nella storia.C'è il vecchio tentativo di far coincidere ed esaurire il Cristianesimo con una civiltà, la fede con una cultura, di ridurre la Chiesa a cappellana militare dell'Occidente"
(Giancarlo Zizola)

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Copio una bellissima poesia di Ermanno Bartoli

SONO TRA NOI

Gli assassini
sono tra noi...
Siedono nelle nostre scuole,
nelle nostre chiese
e case.
Fanno le nostre comunioni
le nostre lezioni,
le nostre cattedriate.
Poi...
Salvo poi
trasformarsi in manganelli,
pugni di ferro
e ammazzagente.
Spesso si confessano e si dicono timorati di Dio
e così sono a posto.
Uccidono a cuor leggero perchè lo fanno
per salvare "patria" e "libertà".
E così sono a posto
e tutto
è a posto.


viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Raniero la Valle

Questa posizione è infatti atea, ma è devota, e tende a lucrare i benefici della religione come religione civile. E io dico la verità: se il Crocefisso diventasse la bandiera di un’identità, di un nazionalismo, di un razzismo, di una lotta religiosa, e se la sua difesa dovesse essere messa nelle mani di Gasparri, di Calderoli o di Pera, della Lega o di Villa Certosa, e cessasse di essere la memoria di un Dio che si è fatto uomo, per rendere gli uomini divini, e che “avendo amato i suoi fino alla fine” ha accettato dai suoi carnefici la sorte delle vittime, e continua a salire su tutti i patiboli innalzati dal potere, dal danaro e dalla guerra, allora io non vorrei più vedere un crocefisso in vita mia.

Non credo che quello che oggi manca in Italia sia il riaccendersi di un conflitto religioso, di una guerra ideologica. Certo al governo piacerebbe, perché sarebbe ancora un altro modo per dirottare l’attenzione, per restare esente dal giudizio sul disastro prodotto dalle sue politiche reali.
Se dovessi dire come procedere, direi che lo Stato smetta di imporre alle scuole il crocefisso, e non impugni Strasburgo; che la Chiesa non ne rivendichi l’obbligo, tanto meno come simbolo d’identità e di radici, piuttosto che come simbolo di salvezza, e per ottenerlo non corra nelle braccia del governo; e che con buon senso, secondo le tradizioni e le esigenze dei luoghi, si trovi un consenso tra genitori, alunni e maestri, sul lasciare o togliere la croce. L’ultima cosa che vorrebbe quel Dio schiavo che vi si trova appeso, è di portare l’inquietudine, l’inimicizia e lo scontro nei luoghi dove una generazione sta scegliendo, e forse solo subendo, il suo futuro.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Don FARINELLA,
mi ritengo un ateo, ma davanti ad uomini come LEI mi tolgo tanto di cappello.

franco Diba 08.11.09 14:24| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

scritto per Masada

Rosario Amico Roxas

In una società che sta diventando sempre più multietnica, con culture diverse che già trovano difficoltà di integrazione, il simbolo massimo di una religione ostacolerebbe ulteriormente il processo di assimilazione culturale.
Peraltro escludere il Crocifisso dalle aule non significa cancellarlo dai cuori. Anche in questo caso questa democrazia malata, privilegia l'apparenza di una icona alla sostanza di un sentimento di Fede e di Amore.
Ho visto troppi crocifissi al collo di scollacciate escort di turno, che esibivano una croce tempestata di brillanti, sballottolata tra i seni generosamente esposti ma si è sempre trattato di un crocifisso senza Cristo, sostituito dal simbolo dell'opulenza e del possesso materiale.
Cristo non può essere ridotto ad una occasionale icona da esibire per privata convenienza.
Ora il governo italiano si leva a paladino di ciò in cui non crede; il ministro che fa spettacolo per incrementare il turismo, M.V. Brambilla, esibisce senza pudore una croce tempestata di brillanti, simbolo di opulenza e generosa donazione, ma nulla a che vedere con il Crocifisso di Cristo; alla ricerca di consensi questo remoto palliativo di governo non teme nemmeno di offendere la sensibilità del vero “cattolicesimo dei cristiani”, pur di esibirsi di fronte al “cattolicesimo di Ratzinger”.
..

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Mai visto di niente di più sgradevole.

Dato che ultimamente non si può attaccare Berlusconi e il suo Governo, perchè anzi dalle opinioni di esperti INTERNAZIONALI l'Italia è riuscita meglio di altri ad affrontare la crisi, e il suo posto in Europa e nel Mondo è salito di un gradino, allora ci si appiglia a ciò che è tanta parte del nostro quotidiano che non ci abbiamo MAI fatto caso.

In qualche modo questa polemica serve: a far capire quanto dobbiamo a quest'Uomo che ha sovvertito il concetto di società, e che è morto per questo, osteggiato dalla religione allora vigente ed anche da un certo tipo di popolo.

Quello stesso che ora lo vuole rinnegare, per miopia, per stupidità.

P.S. - La signora finlandese che ha innescato tutto questo, dovrebbe chiedere al suo governo di togliere il simbolo della croce dalla bandiera della sua nazione.

Matilde di Canossa 08.11.09 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Antonelli

Non nelle aule del tribunale, là dove spesso vengono condannati gli innocenti ed assolti i delinquenti; né sulle vette dei monti e delle colline, deturpate dalla bulimia vorace di impresari senza scrupoli e amministratori conniventi; e nemmeno nelle aule scolastiche, là dove spesso si ricicla una cultura intrisa di violenza e di soprusi. No! L’unico luogo in cui degnamente può stare una croce è un non luogo: è la coscienza del credente, là dove nascono e maturano quei comportamenti che fanno del cristiano, questo sì, il vero segno della di Lui presenza. Lamentiamo e protestiamo contro quello che nei secoli è stato un vero e proprio trasloco abusivo da una testimonianza esistenziale interiore ad una invadenza superficiale esteriore. Una croce ridotta a simbolo culturale costituisce, per la sensibilità del credente, una profanazione di svuotamento; mentre per molti politici ed altrettanti ecclesiastici diventa moneta di scambio per il consolidamento del loro potere. Simbolo equivoco è diventata questa croce trasformata in spada, che invece di unire divide e che invece di proporsi si impone.


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 08.11.09 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Meno male che esistono ancora preti come Don Farinella, o come Don Gallo o padre Zanotelli...
Sono ormai l'ultima testimonianza della vera Chiesa.

franco a., genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Non si può non essere d'accordo con il messaggio coerente al cristianesimo di don Farinella. Comunque vorrei ricordare che probabilmente il Gesù che conosciamo non è mai esistito, non essendoci prove storiche della sua esistenza, mentre sembra che la religione cristiana sia un miscuglio derivato da miti e religioni precedenti, ulteriormente poi rielaborate.

Chicco Uggè 08.11.09 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'unica pecca di questo sermone, è nel voler rilegare l'accusa al discorso politico. Così il popolino, fà numero nel sentirsi distante da tali peccati!

Che errore grossolano! Abbiamo tutti gli stessi obblighi, ognuno nel ruolo che riveste all'interno della società.

Credo che il cristianesimo di oggi abbia la necssità di liberarsi della superstizione, che trasforma il crocifisso in un amuleto portafortuna, se non in un oggetto alla moda da secoli.

Se la croce fosse un problema politico, non ci verrebbe proposto dai media, ma lo ritroveremmo sui media. Da qui dovrebbero partire le riflessioni su quell'uomo crocifisso, che da 2000 anni turba le coscienze, ed offre speranza a chi la chiede.

Maurizio Caudana 08.11.09 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Il cristo non poteva che capitare in mani migliori!!!!
D'altra parte la chiesa ha sempre avuto buon occhio riguardo ai mafiosi,ai
fascisti(vedi concordato)
agli affaristi(vedi Calvi,sindona,gelli,Marcinhus,IOR),ai pedofili(vedi noemi)
Ed oggi il segno del cristianesimo in mano a quello che ne rappresenta il
tutto e il peggio!!!Vergogna per quei cattolici che lo votano!!!!

oreste mori 08.11.09 14:09| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"I giornali del giorno 5 novembre 2009, riportano la foto di Berlusconi che tiene in mano un Crocifisso, abbastanza grande."
ma no, e' che essendo nano lui sembra grande il
crocefisso.
Comunque nessuno ha fatto ancora notare che sti poveretti di cattolici si son venduti a un massone, e notoriamente sappiamo bene che ogni massoneria che si rispetti nasce principalmente per farsi pippe e ridere della Chiesa...

fabrizio asteli, milano Commentatore certificato 08.11.09 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Il discorso del papa ad Agrigento: la voce della Chiesa!
E' questa voce che si vuole zittire!
E' come un grillo parlante troppo fastidioso che, come pinocchio, tutti vogliono eliminare.

Questo post è un grande esempio di raffinata manipolazione delle menti!:)

sancho . Commentatore certificato 08.11.09 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MANIFESTAZIONE 5 DICEMBRE ROMA

QUALCOSA SI MUOVE
Da alcune notizie, si sa per certo che, molte ass.di categorie,partiti della cosidetta
sinistra estrema, associazioni libere, liberi cittadini, organizzazioni online, movimenti
etc.....aderiranno a questa grande manifestazione antigovernativa.
Ognuno, a quanto pare, in modo indipendente ma uniti in questa lotta.
Nonostante appunto, le varie divergenze, si sta...

>>segue su http://caneliberonline.blogspot.com/

PS chi vuole può lasciare la propria adesione
a questa manifestazione nei commenti che verrà
trasferita nel Blog di Caneliberonline, dove
si terrà una lista aggiornata di tutti gli
aderenti, singoli o organizzati.

HASTA SIEMPRE

cane libero ca 08.11.09 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Domani cade il muro di Berlino, che fa cadere la DDR che fa cadere L'URSS che fa cadere il comunismo.

In Italia resiste ancora un muro mentale, ma presto crollerà pure quello, si chiama 25 aprile.

a volte (ritornano) Commentatore certificato 08.11.09 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il cristo non poteva che capitare in mani migliori!!!!
D'altra parte la chiesa ha sempre avuto buon riguardo ai mafiosi,ai
fascisti(vedi concordato)
agli affaristi(vedi Calvi,sindona,gelli,Marcinhus,IOR),ai pedofili(vedi noemi)
Ed oggi il segno del cristianesimo in mano a quello che ne rappresenta il tutto del peggio!!!Vergogna per quei cattolici che lo votano!!!!

oreste mori 08.11.09 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Per mettere tutti in pace propongo di affiggere nelle aule un quadro raffigurante:
crocifisso
stella di david
mezzaluna
budda
il tutto sovrastato da un bel tortino di merda.

Winston Wolf, Los Angeles Commentatore certificato 08.11.09 13:59| 
 |
Rispondi al commento

IMPORTANTISSIMO PER TUTTI NOI
http://www.facebook.com/group.php?gid=154342261940&v=wall#/group.php?gid=179697630247&ref=nf

Antonella Cusan Commentatore certificato 08.11.09 13:58| 
 |
Rispondi al commento

chiedo al governo:
- è ora di lavorare a qualcosa di diverso dal salvataggio del culo di Berlu!
svuotare le carceri dai clandestini e piccoli consumatori di sostanze leggere.
- Depenalizzare, non il falso in bilancio e l'evasione fiscale, ma la detenzione per uso personale e la clandestinità!!!!
- controllare la polizia, perchè i malmenati sono moltissimi, ma spesso hanno paura di denunciare!
Perchè il governo non ha lavorato per 7 giorni?
epidemia di fancazzismo?
come mai per la finanziaria sono state scritte solo tre pagine?
i deputati avevano i loro affari da curare?
e i nostri?
questa è istigazione alla guerra civile!!!

ilaria contro 08.11.09 13:49| 
 |
Rispondi al commento

A Sara Sacchi e a coloro che discutono sulla raltà del blog di Grillo e su Casaleggio.
Non so se ci sia una colpa e di chi sia. DIciamo che in generale é molto piu semplice fare presa sulla gente con argomenti populistici piuttosto che con lunghe argomentaioni magari noiose o di difficile lettura. Io penso che Grillo con il blog e con i movimenti abbia fatto una cosa eccezionale che sarebbe spettata a dei politici che non esistono. In accordo con Grillo vorrei anche dire che alla fine spetta a noi singoli partecipare in primo piano nei nostri limiti e nelle possibilità che la vita ci da alla vita politica sociale del nostro paese e delle nostre città. Il blog e grillo stesso non sono altro che uno spunto, un mezzo di aggregazione, ma non sono la soluzione al problema, la soluzione al problema siamo noi! E il posto dove agire é sul territorio, in mezzo alla gente, non sul blog davanti al computer!
L'unica cosa che chiedo a Grillo é la corretteza delle sue informazioni e delle cose che scrive. DIciamo se le cose che scrive su argomenti che io conosco bene mi fanno a volte dubitarre allora la domanda che mi sorge spontanea é se anche su altri argomenti si debba dubitare.
E per finire ..a chi riporta l'intervista di Luttazzi....incompleta...e se andate a leggere quella completa ne esce fuori un Luttazzi che alla fine fa il suo lavoro di satirico é basta.
Io mi chiedo il fascimo di mussolini é stato vinto forse solo con la satira?
Grazie a grillo sono nati imeet up i movimenti fatti di persone e cittadini. Grillo e il blog sono un mezzo e non un fine. E sinceramente non rieso tra le alternative a vedere nulla di valido.
- Il pd? ha ha ha
-Luttazzi che vuole solo fare satira? umh
- L'IDV? (partito alla fine di "grillini" il cerchio si chiude!)
- Berluscon & C.? (allora non venite a scrivere su questo blog!)
- la lotta armata? (ne farei volentieri a meno
- un colpo di Stato? (ho paura che chi avrebbe i mezzi per farlo sarebbe peggio dello psiconano.

giovanni Pascoli Commentatore certificato 08.11.09 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io direi: "Povero Cristo in mano a gente che vede le cose solo da un punto di vista (religioso), e non vede quanto quest'UOmo (perchè tale era) meriti di essere ricordato".

Dà fastidio la croce, che era lo strumento di morte di allora come ora possono essere la sedia elettrica o l'iniezione letale?

Si metta alle pareti solo la sua effigie.

Per ricordare a tutti i tromboni di adesso, compreso il tanto osannato don (?) di cui sopra, che lui è arrivato fino all'estrema conseguenza, per dar forza alle sue idee.

Lo farebbe, il don (?) di cui sopra?

Matilde di Canossa 08.11.09 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo anche noi "poveri cristi", che giornalmente ci facciamo prendere per il culo dai nostri politici;

siamo anche noi, "poveri cristi", che per politiche ad personam, ci rimettiamo quotidianamente di salute e di futuro;

siamo anche noi, "poveri cristi", che assistiamo giornalmente a spartizioni di "potere" alle nostre spalle;

e siamo sempre anche noi, "poveri cristi", ma con le palle piene, ma attenti a non ribellarci, per non farsi chiamare "COMUNISTI";

ed infine siamo sempre noi, "poveri cristi", che prima o poi, ci rompiamo le palle e ribellandoci a queste imposizioni, riusciremo a chiamere con i loro veri nomi, chi ci tratta da "poveri cristi"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

valter p., roma Commentatore certificato 08.11.09 13:45| 
 |
Rispondi al commento

- Chi è Dio?
- Chi è Dio? Hai presente quando chiudi gli occhi e vorresti tanto che si avverasse un tuo desiderio? Ecco, Dio è quello che ti ignora

settore 7 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 13:43| 
 |
Rispondi al commento


POVERI CRISTI NOI

Poveri cristi noi senza divisa , pulpito O altare

Poveri cristi noi perchè non cambia un xazzo

Poveri cristi noi crociati del maligno

Poveri cristi noi soli e sempre osteggiati

Poveri cristi noi che ci flaggelliamo inxazzati

Poveri cristi noi senza futuro

Poveri cristi noi con poche speranze

Poveri scristi noi non cagati DA NESSUNO

Poveri cristi noi senza parrochhia e partito

Poveri cristi noi vomitati da tutti

Poveri cristi noi a volte osteggiati ANCHE QUI'

SEmpre piu' poveri...SENZA CRISTO...

Sempre piu' soli , SENZA CROCEFISSO

e armati di solo VAFFANCULO.

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 13:42| 
 
  • Currently 2.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

infatti non c'è nessuno scassacazzi superiore ad un prete spretato.

chi al cospetto di Dio porta la crapula, chi dell'orge ha sete, non ha da dirsi sacerdote...è un prete.

Mario Scarponi 08.11.09 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa che farebbe Cristo se fosse fra di noi oggi sarebbe sicuramene quella di NON entrare mai e poi mai in nessuna chiesa essendo questa rappresentanza del Watercano, la più grande e potente associazione mafiosa, criminale, razzista, affarista ed omofoba di tutti i tempi.

Farinella è un grande perchè prima di essere prete è un Grande Uomo. Come lui anche Zanotelli.

H:a:r:a:n__B:a:n:j:o__74 08.11.09 13:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 25)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La società civile si mobilita. se riusciamo, sarà un evento storico. chiedo a tutti di aderire e di partecipare. A Roma il 5 dicembre. NBD.

http://www.facebook.com/no.berlusconi.day?ref=sgm

Gianni Rosa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.11.09 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Questo Post é proprio azzeccato con la mia ricerca,ho trovato una persona in grado di guarire ED dalla possessione:

http://www.youtube.com/watch?v=5oABHbhNfLc

'Ntunucciu Metruzoppu 08.11.09 13:33| 
 |
Rispondi al commento

SCV Se Crist0 vedesse
Sarebber0 cazzi v0stri

Lulu' er frocio