Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli evasori anonimi


Scudo_fiscale_e_Irpef.jpg
Gli evasori anonimi e la criminalità organizzata pagano solo il 5% di tasse per ripulire i capitali con lo Scudo Fiscale. I dipendenti pagano le tasse alla fonte anche per loro.
"TUTTI I SOLDI IN BUSTA PAGA. E’ il movimento nato a seguito della battaglia di Giorgio Fidenato contro il sostituto d’imposta. www.movimentolibertario.it Lavoratori del settore privato chiedono ai loro datori di lavoro di non praticare più le ritenute ma mettere in busta paga tutto il lordo loro spettante: tasse e contributi a carico del datore di lavoro, contribuzione e imposizione a loro carico, stipendio netto. Somma totale: stipendio più che raddoppiato. Altro che non arrivare alla quarta settimana; se non ci fossero da mantenere parassiti e privilegiati." gente produttiva

13 Dic 2009, 22:37 | Scrivi | Commenti (19) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

caro grillo ho letto il programma del movimento e per grandi linee mi trovo d'accordo. manca una cosa importante. l'approvazione del reato di evasione fiscale:
1. l'evasione è un reato contro l'Italia
2. non ci sarebbe più bisogno di scudi
3. l'aumento di gettito monetario nelle casse dello Stato favorirebbe l'abbasamento delle tasse.
pensaci!!! tremerebbero in tanti!!

elena d., brescia Commentatore certificato 24.01.10 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo,

come Lei stesso puo' leggere in questo articolo di Repubblica 18 aprile 2002 pagina 6 sezione: ECONOMIA
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2002/04/18/sommerso-scudo-la-fiducia.html

le passate "tangenti di stato" erano addirittura inferiori.

L'articolo infatti dice:
Il decreto proroga il termine dal 28 febbraio al 15 maggio entro il quale pagando il 2,5 per cento si possono far rientrare capitali in Italia ed ottenere garanzie sugli accertamenti fiscali.

Secondo me la gravita' di questi provvedimenti viene evidenziata meglio se vengono ricordati anche gli analoghi scudi fiscali del passato.

Cordialmente
Roberto Del Balzi

Roberto Del Balzi 30.12.09 11:11| 
 |
Rispondi al commento

MI SPIEGATE PERCHE' IL SIG. GRILLO QUANDO TIRA FUORI CERTE BATTAGLIE, SI SCORDA SEMPRE DI RICORDARE O CITARE (ALMENO PER ONESTA' POLITICA) QUELLE RAPPRESENTANZE POLITICHE CHE DA DECENNI PRIMA DI LUI AVEVANO SPOSATO QUELLA BATTAGLIA E L'AVEVANO PORTATA AVANTI?...

...COME QUESTA, VISTO CH I RADICALI ITALIANI NEL 2000 PORVARONO A CANCELLARE IL SOSTITUTO D'IMPOSTA CON UN REFERENDUM.

Stefano Pagliarini 24.12.09 21:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo sentirci dire che noi libertari pensiamo solo alla riforma fiscale e al nostro modello di sanità. Quante stupidaggini. In Italia, ma anche nel resto d’Europa, il super ricco può cercarsi nel mondo lo Stato dove più gli conviene abitare, dove paga meno tasse; chi è veramente ricco non è confrontato con la catastrofica situazione del sistema sanitario, può garantirsi le migliori prestazioni mediche in assoluto nel mondo. Per il povero, che nulla ha, certo che lo stato alla fine in qualche maniera interviene. Ma cosa succede ai cittadini che hanno un po’ meno di tutto e più di niente? Per queste persone si ingaggiano solo i libertari. 47% dei cittadini italiani produce il 94% delle entrate fiscali dello Stato. Queste sono dinamiche che non possono funzionare. Non possiamo continuare ad aumentare il carico di chi tira il carretto. Questa è la base del nostro ragionamento e per cui è indispensabile, urgente e irrimandabile una riforma fiscale: deve tornare ad essere conveniente lavorare. Prestazioni devono convenire e chi lavora deve permettersi di più di chi non lavora, altrimenti non vi è giustizia sociale.
Questa nazione deve decidere per cosa vengono spesi i soldi pubblici: si sta sempre più parlando di un minimo sociale, oltre a questo alle gabbie salariali con liberà impositiva regionale. Cosa interessa ad un prestatore d’opera vedere sulla busta paga un importo lordo più alto e ricevere un netto appena appena maggiore in quanto buona parte dell’aumento è stato sottratto per le addizionali regionali? Non possiamo accettare che i partiti al governo giurino e spergiurino su una riduzione del cuneo fiscale e poi effettivamente i lavoratori ricevano meno salario. Noi libertari siamo i veri difensori dei lavoratori.
Per noi libertari è più di buon senso economico, tenuta sociale, il principio della libertà, libertà di essere responsabili. Quello che chiediamo è libertà di essere responsabili per se stessi e per il prossimo.

mauro meneghini 16.12.09 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Sig. Grillo,

a proposito della battaglia sostenuta dal Sig. Fidenato e da lei appoggiata, tengo a precisare che i precursori di tale proposta, nata già diversi anni addietro, sono i Radicali Italiani, come possono testimoniare le loro numerose attività parlamentari e gli atti depositati.

E' molto positivo criticare le forze politiche quando necessario; ma lo è altrettanto elogiarle pubblicamente quando svolgovo un servizio che condividiamo.

Non sempre è necessario creare nuovi movimenti; a volte i politici onesti e competenti esistono, è sufficiente dar loro il giusto risalto.

Sarebbe interessante, per completezza di informazione nei confornti dei suoi lettori, che lei, se lo ritiene opportuno, li informasse di questo.

Molte grazie.

Cordialmente.

Michele Marchi 14.12.09 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici
sono una restauratrice e vi scrivo per un problema gravissimo che sta investendo il nostro settore e che sarebbe il caso di portare a conoscenza oltre che dell'opinione pubblica anche in sede europea. Parlo della reiterata mancanza di legalità contrattuale che sempre ha caratterizzato i rapporti di lavoro (contratti da commesse o da parrucchiere applicati nei cantieri edili), mi riferisco a lavoratrici messe a lavorare con le sabbiatrici al settimo mese di gravidanza senza strumenti di protezione , ma mi riferisco anche ad uno stato come il nostro che di fronte ad una crisi occupazionale come quella che stiamo vivendo avalla un decreto ministeriale che non tenendo conto dell'alto livello dei restauratori italiani, rischia di fatto di tagliare fuori dal mondo del lavoro circa l'80% di noi operatori.
Un decreto fatto e voluto dal ministero e dai restauratori diplomati presso gli istituti statali il cui accesso è riservato a pochi eletti.
Noi al momento ci stiamo battendo, stiamo ricorrendo legalmente ma nessuno sembra capire, sapere o voler parlare della situazione e noi, in silenzio e con il ben volere dei nostri amici del colle stiamo andando dritti verso una mattanza preannunciata che troverà il culmine in un'esame che pochissimi supereranno.
Inoltre il ministero ha attivato un sito che per un buco del sistema mette in rete i documenti di chiunque si connette, alla faccia delle leggi sulla privacy.
Vi scrivo con la speranza di trovare in voi un partner in questa lotta, vi assicuro che la situazione è molto più triste, deprimente e grave di quanto, forse, queste mie righe possono suggerire......
Spero di poter essere contatta da voi per iniziare insieme a lavorare in tal senso......
Distinti saluti
Una restauretrice disperata

francesca cavallo 14.12.09 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Per educazione e per gli studi fatti, sono sempre stata molto rigida sull'argomento: ogni cittadino che produce reddito DEVE pagare le tasse.
Ho lavorato per otto anni in un'azienda privata dove era usanza pagare gli straordinari in nero; io su venti dipendenti ero l'unica che si faceva mettere tutto in busta paga.
Come libero professionista ho SEMPRE fatto fattura e quindi sempre dichiarato tutto.
Oggi mi sento una cretina!!!
Spero che in tuttti aderiscano a questa protesta, i soldi li prendessero dal loro mega stipendio e dalle pensioni che gli ex parlamentari prendono anche solo dopo aver fatto due anni di legislatura.

Monica Mancini 14.12.09 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra proprio una bella idea..

Hissa H. 14.12.09 13:14| 
 |
Rispondi al commento

FORSE FUORITEMA....SE BLOCCASSIMO OGGI LA FUGA DELLE AZIENDE ALL'ESTERO, SE IN OGNI POSTO DI LAVORO PRIMA NOI DELLO STRANIERO, SE LA CASSA INTEGRAZIONE O PER TUTTI O PER NESSUNO, SE OBBLIGATI A COMPERARE PRIMA I PRODOTTI NAZIONALI, LA CRISI SAREBBE ALLE SPALLE....SAPPIAMO TUTTI CHE IL 99,99999% DEI PROBLEMI SOCIALI E' DOVUTO ALLA CRISI OCCUPAZIONALE....LA GENTE NON ARRIVA PIU' A FINE MESE MA PARLANO SEMPRE DI ALTRO, QUESTO LO SAPPIAMO....CHIUNQUE AFFRONTI QUESTO ARGOMENTO VINCEREBBE DOMANI!!! BASTA GUARDARSI IN GIRO....IL RESTO E' SOLO SPAZZATURA DI PROPAGANDA...MI VIENE IN MENTE L'EX UNIONE SOVIETICA...MORIVANO DI FAME MA IL GOVERNO PENSAVA ALLE CONQUISTE SPAZIALI E AI MISSILI DA PUNTARE AL RESTO DEL MONDO...QUI' E' LA STESSA COSA, CERCHIAMO DI VINCERE UNA MARATONA SENZA PREOCCUPARCI PRIMA DI NUTRIRCI (GRAZIE PER LO SPAZIO)

emanuele aliotta, genova Commentatore certificato 14.12.09 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' ANNI CHE LO DICO!!! LO STIPENDIO ME LO DAI INTERO,POI A FINE ANNO MI DICI QUANTO DEVO EVENTUALMENTE DARTI....VEDIAMO SE ME NE RIMANE ABBASTANZA!!!RECUPERO CREDITI UN CAZZO!!! NON POSSONO VENDERE ALL'ASTA TUTTI !!!....UNA PICCOLA RIVOLUZIONE OGNI TANTO SERVE DA SFOGO A PERICOLI MAGGIORI,PRIMA CHE FINIAMO COME L'ARGENTINA E CI AMMAZZIAMO TRA NOI.( GRAZIE PER LO SPAZIO)

emanuele aliotta, genova Commentatore certificato 14.12.09 10:21| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO E 5 ANNI CHE TE LO GRIDO

mi sento il papà dell'idea

F I N A L M E N T E

corrado f., torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.12.09 09:37| 
 |
Rispondi al commento

in base a quale dettato costituzionale che dice che ogni cittadino e' uguale ecc, un consigliere regionale, un parlamentare dopo appena tre anni di mandato ha diritto alla pensione?perche' questi parassiti di stato e ce ne sono a migliaia non sono stati sottoposti nel merito alla corte costituzionale?perche' devono avere delle prebende mensili pari a dieci volte lo stipendio di un lavoratore produttivo?bisogna sfatare queste situazioni e tornare al normale,altrimenti la bancarotta e' vicinissima e la legge dell'economia e' spietata non condona pero' frega sempre i piu' deboli

aldo abbazia 14.12.09 09:06| 
 |
Rispondi al commento

con questa manovra,il nostro governo diventa complice degli evasori e commette il reato di riciclaggio di denaro sporco.si è mai visto un governo che accetta una tangente del 5% dagli evasori per sistemare il cratere del deficit?si è mai visto un paese che vuole combattere un reato con un'altro reato?sinceramente è la prima volta.
ps:come al solito l'italia deve sempre farsi riconoscere in tutti i suoi lati negativi.....

devis q. Commentatore certificato 14.12.09 01:47| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SANNO COME SPILLALERCI BENE, MA NON PER LUNGO, E LO PSICONANO NE HA PAGATO LA CONSEGUENZA, MA LUI E' L'EFFETTO, QUESTI CHE CI FANNO PAGARE TUTTO TROMITE LO SCUDO FISCALE SONO I PARTITI E LA CONFINDUSTRIA, NON DIMENTICHIAMOCELO, SANTA LUCIA APRI GLI OCCHI AGLI ITALIANI, TARTAGLIA HA COLPITO L'EFFETTO MA NON AL FONTE,NON DIMENTICHIAMOCELO
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 13.12.09 23:37| 
 |
Rispondi al commento

porca miseria Silvio!
neanche il tempo di parare il colpo
con lo scudo "fiscale"
che sfortuna...

jan magnis 13.12.09 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Volevo solo ringraziare massimo Tartaglia per aver ridato una speranza agli italiani onesti.
oggi a Milano è stato ferito lo psiconano, dopo continui attacchi ed offese a chi lo contestava , qualcuno spazientito a agito di conseguenza .
solo per poco è andata male ,ma comunque se lo vuole capire c'è sempre un'altra possibilità Grazie di cuore , è il più bel dono che poteva portarci,santa lucia

Doriano C., Castiglione delle Stiviere Commentatore certificato 13.12.09 23:24| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori