Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il nucleare è una pazzia, ma qualcuno ci guadagna


Greenpeace_Chernobyl.jpg
Il nucleare avanza senza incontrare resistenza. Le regioni interessate stanno a guardare. Pdl, Pdmenoelle e Confindustria si sono messi d'accordo fregandosene del risultato del referendum del 1987. Le nuove centrali saranno in funzione tra 20/25 anni . Per allora gli irresponsabili che le hanno decise saranno quasi tutti morti di vecchiaia. Ad essere contaminate saranno solo le loro ossa. Le decisioni di questi politici hanno, quasi sempre, due caratteristiche: sono a lungo termine, e quindi ingiudicabili qui e ora e, inoltre, nessuno si ricorderà più chi erano i responsabili. Il nucleare è un'assurdità per un numero così elevato di ragioni che confutarlo è come mettersi a discutere con un idiota. Chi segue la discussione dall'esterno vedrebbe solo due idioti, la stessa sensazione di quando parlano i politici nei talk show. L'uranio, necessario per il nucleare, finirà entro 50 anni e il suo prezzo sta aumentando. Dovremo importarlo, esattamente come il gas e il petrolio e nel mondo vi sono pochissimi Stati esportatori. Quanto ci costerà? Il problema delle scorie è irrisolto, nessuno sa ancora come liberarsene, eccetera. eccetera. Il MoVimento 5 Stelle si opporrà al nucleare con ogni mezzo, nei consigli comunali, regionali, aderendo a referendum per la sua abolizione e con un'informazione capillare anche attraverso le scuole che possono richiedere gratis il documentario: "Terra reloaded" (già 250 lo hanno fatto e riceveranno il dvd dopo le feste). Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

29 Dic 2009, 23:11 | Scrivi | Commenti (130) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

ragazzi buona sera......ho preso conoscenza di un progetto x l'energia nato in germania che si chiama DESERTEC....informatevi e poi discutiamo....dite che l'Italia dovrebbe essere presente in questo progetto?!....

marco pasini, bagnolo mella (bs) Commentatore certificato 28.04.10 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Io metterei la centrale nucleare davanti a casa dei politici che la vogliono cosi' vediamo, forza blogger


Sul nucleare sarebbe giusto far parlare coloro che ne sanno.Ho votato no al nucleare e per fortuna quel referendum un po resiste ancora ma,era trascorso poco tempo allora dal disastro di Chernobil, ed eravamo tutti scossi. A distanza di anni le prospettive sulla sicurezza stanno cambiando. Per cui non abbracciamo il no al nucleare con valenza esclusivamente ideologica. Facciamo crescere il dibattito sull'argomento scucendo le bocche ai nostri valenti ricercatori italiani. Che ci dicano la loro in modo asettico, senza retaggi politici.Saluti a tutti.

stefano collica, Villanova Mondovì Commentatore certificato 01.04.10 01:35| 
 |
Rispondi al commento

Gli USA, la GB,la Cina, l'India, la Russia, la Finlandia e la Svezia tornano a guardare al nucleare.In 15 diversi Paesi sono in costruzione 35 nuove centrali, un'altra in Germania, Francia e Finlandia.I 436 reattori operativi in 31 diversi Paesi hanno accumulato ore di esercizio pari a oltre 13 mila anni senza incidenti di rilievo, generando il 15% dell'elettricità del mondo. L'Italia è già un Paese nuclearizzato perchè a meno di 200 km. dai nostri confini operano 27 reattori nucleari e il 12% dell'elettricità che consumiamo è importata dalle centrali nucleari francesi,svizzere e slovene. A breve si diffonderanno le "ecologiche" auto elettriche che avranno bisogno di prese per ricaricarsi, quindi il consumo di elettricità sarà raddoppiato. Con l'eolico, per rifornire solo la città di Milano, occorrerebbero 3 mila chilometri di piloni con pale; con il fotovoltaico, migliaia di km.quadrati! Entrambe queste fonti, per ora, sono molto più costose del nucleare e molte Regioni non le istallano anche perchè, occupando molto spazio, deturpano l'ambiente. L'ultima generazione di centrali nucleari sono più che sicure, producono poche scorie facilmente smaltibili.Per concludere,oggi il petrolio ci costringe persino a tenerci buono Gheddafi e tutti gli altri fornitori arabi che, se ci chiudessero i rubinetti e ritirassero i capitali che hanno investito in Italia, ci metterebbero col culo per terra! Concludo veramente pregando tutti a non credere ai soloni della scienza antinucleare: proteggono solo i loro investimenti in petroldollari sia nei Paesi produttori che in quelli consumatori!!Meditate,gente,meditate!

Volatile pn 24.02.10 19:05| 
 |
Rispondi al commento

per favore, almeno voi
DATE LA MASSIMA VISIBILITA'
a questo incredibile reportage sulla storia
di Chernobyl e delle sue conseguenze

www.elenafilatova.com

per non dimenticare a cosa portano le
tecnologie di fissione nucleare.
grazie.

Jan Palak 21.02.10 01:13| 
 |
Rispondi al commento

Mentre noi in italia abbiamo purtroppo imboccato la strada del nucleare per assicurarci dal 2020 un 5% in più di energia, un gruppo di aziende europee (Siemens, Abb, E.on,Deutsche Bank, etc.), partendo dalla coniderazione che in sole 6 ore i deserti ricevono più energia solare di tutta quella consumata in un anno da tutta l'umanità, ha dato il via al progetto desertec nel nord Africa (100 Gigawatt!!)che nel 2050 soddisferà il 15% del bisogno energetico di TUTTA L'EUROPA. Ironia della sorte è che l'idea di desertec è di Rubbia, ormai esiliato all'estero, il tubo convertitore di questo sistema solare termodinamico è brevetto del CNR Italia e la costruzione del tubo è affidata da Cnr alla società italiana Angelantoni, delle cui azioni Siemens ha già acquistato buona scorta. Non vorrei infierire, ma anche la soluzione di sali circolante nel sistema per stoccare l'accumulo di energia termica a 550 gradi(per molte ore dopo il tramonto del sole) è idea di Rubbia. Certo che i nostri governanti sono proprio ciechi o lo vogliono essere per altri motivi, che scopriremo negli anni a venire

augusto moiola 12.02.10 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno può spiegarmi perchè i Grulli sono contrari al nucleare in Italia, mentre sono favorevoli per il nucleare dell'IRAN?

Forse perchè l'Iran lo usa per la salute dell'umanità????

Egidio Sorano 09.02.10 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Questa idea del ritorno al nucleare è una stronzata pazzesca che si inscrive perfettamente in quel filone di altre idee balzane che vengono a certi signoroni del potere ( sia di destra che di centro o di sinistra). Ma come si fa ancora, a pensare di ritornare a produrre energia con strumenti di morte come l'uranio? Abbiamo ancora una miriade di posti di stoccaggio di materiale radioattivo (delle vecchie centrali), che stanno provocando inquinamento costante dei terreni e delle falde acquifere (ce ne sono alcuni dislocati in prossimità di fiumi che vengono, in periodi di piena, allagati e che rilasciano il loro contenuto di morte nelle acque con effetti che possiamo immaginare) e ancora parliamo del nucleare? Mah! è proprio vero che c'è un organo del nostro corpo ormai che serve solo per un soffritto con la cipolla; qualcuno avrebbe risposto: Che te lo dico a fare!!

Cosimo C., Corigliano Calabro Commentatore certificato 25.01.10 12:00| 
 |
Rispondi al commento

http://www.comuneditorraca.it/pagine_innovazione/led.html

leggete questo link .
ciao

gianmario s., BS Commentatore certificato 21.01.10 00:06| 
 |
Rispondi al commento

http://www.comuneditorraca.it/pagine_innovazione/led.html

leggete questo link per risparmiare energia

mario scarabelli 21.01.10 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe,
Ti faccio sapere che e' stato riaperto il caso FUSIONE FREDDA (noto come RAPPORTO 41)e che esistono diversi sistemi per ricavare energia dal Nucleo senza usare materiale radioattivo.
Difatti alcuni ricercatori italiani hanno anche sviluppato la Reazione Piezonucleare e la Sonofusione cioe' utilizzando vibrazioni sonore.
Per quel che concerne la fusione fredda la si puo'
addirittura fare A CASA ! a bassissimo costo.
Per maggiori dettagli ti informo che c'e' un sito ed e' WWW.ONNE.IT diretto da Andrea Rosetti.
Un'altra cosa che vorrei dirti e' che il 20 Novembre 2009 e' stata tenuta una conferenza a Milano riguardante appunto queste tecnologie.
Un messaggio che vorrei dire ai ragazzi del Blog:
L'URANIO NON SERVE PIU' A NULLA CI SONO ALTRE TECNICHE..........................
Per ultimo ti allego il link di un video di questa conferenza http://www.youtube.com/watch?v=eBgCsc00NTs
Vorrei sapere cosa ne pensi. Ciao

Giuseppe Lacagnina 11.01.10 23:25| 
 |
Rispondi al commento

fate tanto casino per il nucleare, per le energie alternative e non ho mai ricevuto un commento riguardante il mio sito: www.powersave.it
a giorni vi sarà una integrazione del sito in oggetto in cui riporterò come costruire una centrale ibrida ( 50% a funzionamento solare e 50%
a funzionamento CH4 ). La parte solare avrà un rendimento del 39,75% mentre, l'accoppiata del 43%. Funzionerà 24h su 24h perche' la parte solare avrà un buffer di 24h ed inoltre, 365 giorni in un anno. la centrale del Rubbia, Enea, Enel in confronto a questa fa ridere. saluti peppe

giuseppe pinnavaia 05.01.10 09:15| 
 |
Rispondi al commento

l'ingegnere è un luminare sul nucleare di ben 22 anni da compiere....

simone d 03.01.10 20:15| 
 |
Rispondi al commento

L'ingegnere quì sotto sa bene che se in Italia non ci sarà la svolta nucleare, le sue probabilità lavorative sono ridotte al lumicino, almeno nel nostro paese. Quindi prima di avere la presunzione di insultare chi dibatte dandogli dell'ignorante, sarebbe meglio farsi un esame di coscienza. Io studio ingegneria chimica e molti miei prof sono d'accordo col fatto che il nucleare in Italia è una porcata da mettere nella top 3 delle porcate italiane! Le energie alternative non sono un'utopia dei più romantici, ma una realtà più che consolidata. In Italia la ricerca in questa direzione è molto avanzata, nonostante gli innumerevoli tagli dei vari governi, e ci fornisce una vasta gamma di possibilità per ricavare energia dal nostro pianeta (eolica, geotermica) e dalla stella che lo irraggia (solare). In più si sta cercando di trovare tecnologie e materiali a basso costo per la costruzione di impianti a impatto ambientale ZERO. Vogliamo credere che le scorie nucleari non saranno un problema in un paese in cui nemmeno la spazzatura si riesce a gestire?

Andrea A., Carbognano (VT) Commentatore certificato 02.01.10 12:02| 
 |
Rispondi al commento

credo che l'ingegnere ci vuole dire che di riserve di uranio ce ne sono, vorrei sapere come fa a saperlo!
Lavora per qualche organizzazione internazionale che Le fornisce dati sulle riserve di uranio che noi ignoranti non sappiamo?
Il mondo ha solo bisogno di efficienza nel produrre prodotti a basso consumo energetico e del sole per produrre tutta l'elettricita necessaria per il pianeta, senza inquinale.
Ora il PV lo si puo verniciare sulle case o semplicemente usare pannelli che scendono di costo e aumentano di efficienza ogni anno.

Qui una ditta che usa il sole per produrre l'80% di elettricità necessaria per far funzionare gli impianti.
http://www.youtube.com/watch?v=lGt1O6Rv5D0&feature=PlayList&p=27B59C6A312DB397&index=0

Qui una bici elettrica fatta con un kit da 350 dollariUS che fa sui 70kmh o 120kmh con doppio motore da 1000w.
http://www.youtube.com/watch?v=Y6o-g7YeC4Q
http://www.youtube.com/watch?v=Clw6xSjNa-c

Qui un esempio di moto elettrica artigianale

http://www.youtube.com/watch?v=tF4IqRsJPj8&feature=PlayList&p=CB83FAD9EC996CA7&index=11

Qui una da corsa elettrica
http://www.youtube.com/watch?v=GsoF1XAaHsY
http://www.youtube.com/watch?v=GDHJNG2PngQ


Sono alcuni esempi per muoversi senza inquinare o inquinare molto meno.Con un euro di ricarica corrente di casa ci fai circa 40 km con bici elettrica.
La batteria Lifepo4 ci permetterà lunghe e ricariche veloci e vita della batteria fino a 3000 ricariche contro circa 500 di una batteria convenzionale..e pesano la meta'! Per ora costano il doppio ma danno piu del doppio in prestazioni.


John B. Commentatore certificato 01.01.10 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Per chi l'inglese lo mastica suggerisco questo documentario, molto illuminante su fatti non riportati dall'informazione che conosciamo. da 1 a 8

http://www.youtube.com/watch?v=bSRC1_OZPIg
http://www.youtube.com/watch?v=zByDY-nPNJc
http://www.youtube.com/watch?v=Xd9DX_QXU_c
http://www.youtube.com/watch?v=6DFcFRxiTFs
http://www.youtube.com/watch?v=2VVx9gRS3ug
http://www.youtube.com/watch?v=iQdCU2vqNUs
http://www.youtube.com/watch?v=omyOnaKxbas
http://www.youtube.com/watch?v=pwWID6WjeEU

John B. Commentatore certificato 31.12.09 17:10| 
 |
Rispondi al commento

....QUEI 6, 7, 8, PAZZI CHE COMANDANO E DECIDONO
IL DESTINO DEL MONDO,VECCHI E PROSSIMI ALLA
MORTE A LORO NON IMPORTA NULLA, SOLO IL POTERE,
E IL DENARO.....!
BASTARDI!

carmine dacorsi 31.12.09 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Altra cosa,
se si vuol credere che il sole si spegnera' fra 50 anni dando ragione all'ingegnere qui sotto, ricordo che non ci sara' piu il problema di dover produrre energia visto che la natura morira'!

John B. Commentatore certificato 31.12.09 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi vuole far credere che essendo ignorante in materia di nucleare ci esclude dal dibattere il soggetto?
Ci si vuole vietare di credere ad enti internazionali che dicono che che il nucleare non e' economico visto che si deve arricchirlo prima di usarlo e che le scorie e' un problema risolto?

In germania i depositi di scorie radioattive sono state allagate ed ha contaminato tutta la zona, guardate Report se non credete.

Mi si vuole dire perche il sole si sta esaurendo non lo posso usare?
In quanti anni si spegnera' il sole?
Credo che anche un ignorante come me capisce che passeranno migliaia di anni prima che si spengnera percio muniamoci di pannelli solari e produciamo energia fino al quel giorno, poi se non avremo altra scelta useremo il nucleare.
Per gli ingegneri ricordo che abbiamo gia il piu grande reattore in funzione..il sole!
saluti

John B. Commentatore certificato 31.12.09 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè si scrivono articoli per infervorare la gente contro qualcosa che non si conosce ?
In Italia ormai siamo tutti esperti di tutto...quando si parla di leggi incostituzionali sono tutti esperti costituzionalisti e ora tutti esperti di nucleari...povera italia..
se le cose non le sapete abbiate il buon gusto di non scriverne..
Tra 50 anni c'è la stessa probabilità che le riserve di uranio saranno finite e che il sole smetta di illuminare la terra...
Ci sono riserve di uranio certe per centinaia di anni e riserve di uranio probabili per migliaia di anni, senza tener conto che con lo sviluppo dei nuovi reattori il combustibile richiesto è sempre meno.
Però capisco che discutere di questi argomenti molto tecnici con gente ignorante in materia è del tutto inutile perchè la parola di un giornalista è sicuramente più affidabile di quella di un Ingegnere Nucleare.
Quindi continuate a fare gli "ecologisti" e a preferire centrali a gas e carbone rispetto alle centrali nucleari.

Andrea Santopaolo 31.12.09 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono molto contrario al nucleare , è una pazzia,

Gianluca S. Commentatore certificato 31.12.09 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, ma perchè non organizzate con il movimento un bel referendum? Il milione di firme lo si raggiunge in un niente, e questa volta ci si tiene una fotocopia di ogni foglio firmato, così da bloccare eventuali "carnevalate" in cassazione.

max hki Commentatore certificato 31.12.09 09:09| 
 |
Rispondi al commento

Chernobyl,
Nel 1982 cioe' quasi 28 anni fa il reattore numero 1 dello stesso impianto, sempre a causa di manovre errate effettuate dal personale tecnico, aveva subìto la distruzione dell'elemento centrale del reattore. L'esplosione, seppur infinitamente più piccola di quella del 26 aprile 1986, aveva causato rilascio di radioattività nell'atmosfera. Il fatto non era stato reso pubblico prima dell'incidente del 1986.

John B. Commentatore certificato 31.12.09 06:08| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono cose che l'Uomo non deve fare e non ha il diritto di fare, anche se crede d'esserne "degno" o capace. L'Energia Nucleare non va usata. Esiste, ma non va usata. E' qualcosa che è piu' grande dell' Uomo stesso.

Abbiamo avuto 37 incidenti con il Nucleare negli ultimi 10 anni in Italia MA le centrali spente - pensa se fossero accese !!!! Si registrano continuamente incidenti nel mondo, molti altri non vengono registrati perchè coperti da segreto militare.

Le Monde nota alcuni “fatti” misteriosi: secondo uno studio tedesco, nei pressi dei siti dove sorgono le centrali nucleari si verificano più leucemie infantili rispetto alla media nazionale. Per l’esattezza i tumori del sangue nei bambini hanno una frequenza più che doppia (2,2 volte) rispetto alla media in un raggio di 5 km dalle centrali nucleari e la frequenza di tali tumori rimane più elevata in un raggio di 50 km intorno alle centrali. Le Monde nota anche che altri studi hanno invece contraddetto queste ipotesi tedesche, ma non per quanto riguarda almeno 3 siti nucleari europei: Sellafield e Dounreay in Gran Bretagna e Krummel in Germania.

Un errore, un incidente possono inquinare UN CONTINENTE per 8000 [ottomila] anni ...

Non è possibile dare uno strumento tale in mano a burocrati, politici, scienziati ... No ... La risposta è la Natura, la risposta è Gaia, è Terra, è il nostro pianeta con le energie rinnovabili ...

Vi immaginate che persino il PO potrebbe venire contaminato da liquidi radioattivi? NO? Bene, è già successo e non molto tempo fa . . .VI sono zone in Italia dove non è possibile usare l'acqua e non sarà mai piu' possibile farlo per via delle radiazioni del materiale filtrato nelle falde acquifere !!!!!! Possibile? Sì !!!!

Chernobyl sta ancora inquinando l'Ucraina. Incredibile no, dopo aver sparso polveri radioattive su tutta l'Europa 23 anni fa.

http://www.youtube.com/watch?v=bSRC1_OZPIg&feature=PlayList&p=EDB40C49BECAD890&index=9

Questo è il bellissimo documentario su Chernobyl

Andrea Z., Vicenza Commentatore certificato 31.12.09 03:54| 
 |
Rispondi al commento

Credo che sia vergognoso investire adesso sul nucleare dove ormai più nessuno ci crede.questo piano ci costerà 18 miliardi di euro.Possibile che si decidano queste cose senza aprire un tavolo di dibattito nel paese. Decide per noi lo psico-nano! Ma stiamo scherzando!Rubbia è si favorevole al nucleare ma di quarta generazione,che non esiste ancora,dove si risolverebbero lo smaltimento delle scorie e altro.E poi dovresti costruirne almeno 15 di centrali per essere economicamente vantaggioso il tutto..20 anni per costruire un centrale?! Ma in 20 anni puoi fare 100 milioni di cose più utili. E poi la Russia..che cazzo c'entra? Armamenti..

matteo g. Commentatore certificato 31.12.09 01:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe purtroppo tutti noi sappiamo che in questo stato ANTIDEMOCRATICO il referendum non servirebbe a nulla, basta pensare alle firme raccolte nei V days. A ogni modo se ci fosse stata democrazia in Italia si sarebbe rispettata la volontà degli italiani espressa nel 1987.
Credo che per bloccare questa situazione bisgnerebbe rivolgersi davvero all'Unione Europea nella speranza che prendano provvedimenti..... chissà...

Simone B 31.12.09 01:13| 
 |
Rispondi al commento

Proporre iniziative per bloccare immediatamente il nucleare in italia non basta, bisogna anche spingere per far sviluppare la ricerca sulla fusione fredda (vedi anche su YOU tube ).
Capisco che questa soluzione non viene portata avanti dai potenti perchè è una soluzione troppo economica ma non capisco perchè il popolo della rete non porta avanti questa proposta come ha fatto per il NO v-day soprattutto ora che i prezzi dei combustibili saliranno alle stelle.

MICHELE VISONE 30.12.09 23:28| 
 |
Rispondi al commento

E' un'indecenza!!! Nemmeno di fronte al parere,
fral'altro molto chiaro, dei referendum del 1987
che questo governo si ferma. Non penso sia un problema della parte che ci sta governando,
destra e sinistra oggi si incontrano nelle larghe intese. Il problema vero sta nelle persone che si trovano sedute sulle poltrone.
Mi domando se sia possibile fare un referendum sugli stipendi dei politici.
Di certo capisco la responsabilità di certe scelte ma talvolta l'irresponsabilità prende il sopravvento.
Si passa da un tipo di irresponsabilità culturale (opinare sempre e su tutto senza conoscere la materia) ad un'irresponsabilità che tocca vertiginosamente interessi personali e privati.
Prendo una posizione ferma contro il nucleare.
Spero che anche chi ci governa pensi alla propria famiglia che rimarrà in Italia dopo di loro.
Con Massimo dispiacere.

Massimo Dolfi 30.12.09 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma io mi chiedo come cazzo fanno sti decerebrati di merda a sostenere ancora una tecnologia vecchia ormai di sessant'anni che tra costi di realizzazione,costi di manutenzione,costi per la sicurezza,impatto ambientale e fluttuazioni del mercato dell'uranio può solo risultare antieconomica oltre che pericolosa!!!
La realtà è che a loro risulta economica perchè il partito del cemento la vuole e di soldi ne tirano fuori per finanziare le loro campagne elettorali!!!
Se non si bloccano i finanziamenti privati ai partiti di ste schifezze ne vedremo ancora e sempre di più!!

Simone Milici 30.12.09 21:40| 
 |
Rispondi al commento

RIUSCIAMO A DIRE UNA PAROLA:

RISPARMIARE
parliamo sempre di consumi, basta , adesso insegnamo ai nostri figli a risparmiare energia, perche' non si incentiva l'uso dei led , come finalmente sta accadendo alle lampadine a risparmio energetico.
io ho anche una lavatrice che non produce acqua calda , ma la attinge direttamente dalla caldaia
inoltre mon posseggo lavastoviglie ( vi assicuro che si sopravvive ugualmente).
cuciniamo con piastre ad induzione , che sono magnifiche , la loro resa è indescrivibile oltre alla sicurezza di non avere fiamme libere in casa.
Diffondiamo informazioni a tutti coloro che sprecano energia .....

Vincenzo ., andora Commentatore certificato 30.12.09 21:24| 
 |
Rispondi al commento

DEMOCRAZIA NUCLEARIA
▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼ ▼

Il fallimento di Copenhagen e la valenza immanente dell'unico punto fermo.

==================

Fallita Copenhagen... la Risoluzione approvata dal Parlamento Europeo a larghissima maggioranza in vista del summit si lascia dietro tutte le pseudo conquiste in materia di Clima.... uno dopo l'altro cascano tutti gli eloquenti punti sulla catastrofe ambientale derivante dall'attività umana.

Ne resta in piedi uno solo. L'unico vincente.

L'unico accettato come compromesso vigliacco in cambio del NULLA.

Il punto 36:

36. Il Parlamento Europeo sottolinea che una transizione internazionale verso un'economia a basse emissioni di carbonio porterà a considerare l'energia nucleare come un elemento importante del mix energetico nel medio termine; precisa tuttavia che la questione della sicurezza del ciclo del combustibile nucleare va affrontata in modo adeguato a livello internazionale al fine di garantire il massimo livello possibile di sicurezza;

"C'est un choix de compromis politique évidemment qu'on nous reproche du côté des antinucléaires obsessionnels."

"Un compromesso necessario"... e corbellerie varie...

E' sostanzialmente la giustificazione di quei Verdi francesi.... che hanno votato A FAVORE.

Così come gli italiani dalla Borsellino, alla Serracchiani passando per Mastella e De Magistris (a scanso di equivoci).

Il pericolo piu' grosso era uno e soltanto uno...

Che passasse la "soluzione" Nucleare come risposta ai problemi del clima.

L'hanno fatto.

Ora che Copenhagen è fallita

ASSISTEREMO A TUTTE LE CONSEGUENZE DELLA VIGLIACCATA DI STRASBURGO.

E l'attuale "Ministro per l'ambiente"... è già partito alla grande...

======== ADERITE AI CHERNOBYL DAY 2010 =========

Per NON restare a guardare.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.12.09 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Ma il referendum in cui l'Italia disse No al nucleare non conta piu niente?

John B. Commentatore certificato 30.12.09 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma io mi kiedo,possibile ke non esisti 1ente ke tuteli il vekkio referendum!Non mi sembra di kiedere molto al massimo il giusto!Speriamo CAROBEPPE ke londaviola la prossima volta ke si vota sia unita e kompatta sotto 1uniko skieramento almeno da formare 1opposizione decente non kome questo"ciarpame"dinciuci!Tutto kvesto skifio non dovrà+akkadere i referendum popolari dovranno essere santifikati!

mauro prioretti 30.12.09 20:27| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i viaggi in Russia del Nano e il fatto che la Russia ha migliaia di detonatori nucleari e bombe da smaltire per un guadagno mi fa pensare ad un commercio illecito multi miliardario dove il Nano gioca un ruolo principale, poi se mettiamo il fatto che ha firmato in francia per nuove centrali per l'italia mi conferma questi giri anomali..privati!
http://www.youtube.com/watch?v=GIM2bRGS4CU

John B. Commentatore certificato 30.12.09 20:23| 
 |
Rispondi al commento

Come la vedo io, in Italia investire sul nucleare per 25 anni significa scariche diarroiche infinite di denaro con buone probabilità che non termineranno mai e che non funzioneranno mai.
Io non voglio, e come me migliaia di cittadini?
come cazzo è che non lo capiscono?
L'indifferenza dei nostri perfidi politici è peggio del repressivo Ahmadinejad

Francy V. 30.12.09 20:16| 
 |
Rispondi al commento

certo le centrali saranno funzionanti fra una ventina di anni,ma i finanziamenti sono immediati.
per me questo e un modo come gli altri che questa classe politica utilizza per rubare a piene mani.

dudek p., bergamo Commentatore certificato 30.12.09 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Zuane. il link (molto interessante) esatto è: http://www.learningaboutenergy.com/

La Mafia (e lo sta gia facendo) preferisce investire su Eolico e Solare. Minori costi e ritorni veloci (Riciclaggio lampo). Investire sul nucleare probabilmente lo farà ma è meno conveniente per loro in quanto i tempi di ritorno sono lunghi...per questo (purtroppo) normalmente il governo incomincia l'impresa e quando questa è in piedi e comincia a fruttare viene venduta alla Mafia (Telecom docet?) Oggi la Mafia ha interesse a pompare Eolico e Solare ovviamente. Il prezzo dell'Uranio è sceso notevolmente e comunque l'influenza del costo delle Unita di Uranio arricchito (SWU) influenzano il costo dell'energia prodotta di non oltre il 5%!!! Il Nucleare OGGI è l'unica valida alternativa...come riportato da molti testi indipendenti. La stessa Università di Padova lo ha dimostrato. Ho mostrato la ricerca anche sul blog ma ovviamente...le lobbies sono più forti. Se 20 anni fa noi avessimo investito nel Nucleare oggi saremmo come la Francia e VENDEREMMO energia invece di strapagarla...Invece di soffermarci sulla pericolosità del Nucleare...analizziamom l'aria che si respira in Francia e quella che si respira in Italia. Essere sommersi dall'immondizia nel meridione è ben peggio! In 30 anni di Energia nucleare in Francia praticamente non hanno mai avuto incidenti e...sembrerebbe che le morti di cancro nel nord d'Italia siano superiori a quelle della Francia...!!!

Giacomo M 30.12.09 19:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nucleare è una fonte energetica poco elastica, quando e se superasse il 20% del fabbisogno nazionale creerebbe grossi problemi in quanto l'impossibilità di fatto di modulare la produzione costringerebbe a vendere nottetempo l'anergia (anzi di fatto a regalarla) ne più nè meno come stiamo facendo ora grazie alle nostre centrali termoelettriche (la Svizzera ci ringrazia, la notte usa la nostra energia pressoche gratis per ripompare nei bacini a monte l'acqua delle proprie centrali idroelettriche dai bacini a valle..).

Io capisco che a qualcuno piaccia l'idea del nucleare, ma dal punto di vista energetico grazie al continuo aumento del costo dell'uranio arricchito (fra parentesi noi non avendo in programma la costruzione di impianti per l' arricchimento saremo in totale dipendenza dal mercato) http://www.archivionucleare.com/files/prezzo-uranio-cameco.JPG il costo del kWh non sarà certamente più conveniente di quello prodotto grazie alle moderne centrali turbogas (a metano) che oltretutto possiedono un rendimento ragguardevole (55%) e che sfruttando il teleriscaldamento salirebbe ad oltre il 90%.

L'avventura nucleare non ha senso, chiediamoci invece perchè la linea energetica nazionale continui ad essere impostata sul petrolio quando il metano ha un prezzo nettamente migliore, AH già, il costo del metano in Italia è SEGRETO DI STATO (non sto scherzando) ma sappiate che all'arrivo del condotto che passa sotto il mar nero (blue stream) dovrebbe avere un costo inferiore al centesimo di Euro al metro cubo da cui una centrale di nuova concezione potrebbe produrre non meno di 4-5 kWh mentre con un kg di petrolio (AL COSTO ATTUALE DI CIRCA 24 CENTESIMI DI EURO) SE NE PRODURREBBERO MENO DI 4.

Ci sarebbero un po' di domande da fare ai nostri cari politici...

1) è lecito un simile ricarico sul metano?
2) perchè si spinge il petrolio terribilmente più inquinante del metano?

A pensar male si sbaglia sempre ma ho l'impressione che su questo tema sia d'obbligo.

Arturo A., Muscoline Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.12.09 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma dove prendete le notizie :o)
Il 75% (oggi 80%) del fabbisogno energetico della Francia viene dal Nucleare http://en.wikipedia.org/wiki/%C3%89lectricit%C3%A9_de_France
Areva sta vincendo tantissimi contratti negli Emirati e in Asia.
La Francia sta privatizzando le risorse nucleari perchè ad oggi c'è chi comincia a offrire un bel po' di soldi per il business del nucleare ....

Immaginare un paese cosparso di mulini a vento e pannelli solari sarebbe terribile...dove andrebbero a giocare i nostri figli? Investire sulla ricerca per lo smaltimento delle scorie... Anche Rubbia (prima di far parte della lobby degli anti nuclearisti che hanno investito in azioni di aziende che producono solare) diceva che è estremamente possibile convertire le scorie nucleari.

Giacomo M 30.12.09 18:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La tanto vantata indipendenza energetica francese non è poi così reale, visto che il contributo del nucleare in Francia è dell'ordine del 14%, cioè più modesto di quanto si pensi, e che i reattori non sono sufficienti per il fabbisogno francese. Invece, la Germania che è passata ad investire pesantemente sulle rinnovabili, riesce a superare
abbondantemente il fabbisogno interno, e adesso vende energia alla Francia.
Infatti, nel 2006 la Francia ha deciso di
rimettere in servizio vecchie centrali a petrolio, nonostante il petrolio sia inquinante, e all'epoca il suo prezzo fosse alle stelle.
Non è che forse questo nucleare non conviene poi così tanto?


Pensiamo che spesso per calcolare quanta energia produce una centrale nucleare, si calcola il calore prodotto, ma il calcolo fatto in questo modo è errato.
Una centrale nucleare produce calore che poi viene convertito in energia elettrica,
ma solo una parte, circa un terzo, del calore diventa energia elettrica.
Se nel calcolo del rendimento della centrale
nucleare si considera il calore prodotto, il calcolo sopravvaluta enormemente il reattore.

gna omo Commentatore certificato 30.12.09 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Il nucleare francese è in netto declino, Sarkozy di fatto non ha venduto nemmeno un reattore all'estero, e la società francese Areva (per l'87% a partecipazione pubblica), quella che dovrebbe costruire da noi le centrali
nucleari, è in perdita del 20% sul risultato netto (dati 2008), con soli due cantieri aperti, appunto Francia e Finlandia.
L'accordo italo-francese potrebbe avere il sapore di un salvataggio della suddetta società (o semplicemente una
fregatura da parte dei francesi!), se non fosse che non esiste nessun accordo per costruire centrali nucleari in Italia.
Il punto è che, mentre l'eolico va col vento in poppa e cresce del 26% nel 2008, al
punto che negli USA ha già superato il nucleare, il nucleare di fatto è fermo da anni. Non c'è nessun incremento
nell'uso del nucleare, anzi il nucleare è in declino. Perché accade ciò se, come dicono in molti, sarebbe molto più
conveniente, pulito, interessante ?
Negli USA di fatto non si costruiscono nuove centrali da anni. In Germania Schröder nel 2006 ha promulgato una legge in
base alla quale le centrali nucleari che giungono a fine vita non saranno sostituite da altre centrali nucleari, e il
successore, la Merkel, decide di vederci chiaro. Quindi realizza uno studio sanitario sulle condizioni di vita nei pressi
delle centrali nucleari. Questo studio (Background radiation and cancer mortality in Bavaria: an ecological analysis) è
molto interessante.
Ci sono stati in passato altri studi di notevole interesse sugli effetti del nucleare, in particolare uno è significativo,
realizzato dopo l'incidente di Cernobyl dall'OMS, fu però secretato dall'AIEA. Si trattava di uno
studio sui danni al genoma umano.

gna omo Commentatore certificato 30.12.09 17:12| 
 |
Rispondi al commento

A Roma, per il No B. Day, eravamo 500.000?
Vuol dire che almeno altri 500.000 avrebbero voluto esserci, ma non hanno potuto.
E fà un milione.
Se ognuno informa 30 persone sui pericoli del nucleare, sui siti ove sorgeranno le centralie dove saranno stoccate le scorie radioattive, saranno 30 i milioni di gente informata, di cui, molti incazzati perchè vedono minacciata la salute dei propri figli e nipoti.
Qui, non si tratta più di PDL o PD-L.
Entrambe le nomenclature e le loro proli, andranno ad abitare nei paradisi tropicali, e lasceranno i nostri figli, a morire di tumore.
Forza ragazzi, diamo ci da fare.

antonio d., carrara Commentatore certificato 30.12.09 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Io la considero una persona molto informata ed intelligente,capace anche di cambiare idea se pensa che sia giusto (vedi cambio oppinione sui computer).Siccome lei ha la possibilità di verifica sui fatti e non su l'emotività,la prego di andare a dare un'occhiata a questo sito e magari tradurlo in italiano,e poi se questo signore dice un mucchio di stupidaggini smentirlo punto per punto con dei dati provati e verificati da professionisti (e non da opinionisti)del settore.Sa perche le chiedo questo? se per caso quello che dice fosse vero,quello che si sta dicendo sul vento/sole/biomasse sarebbe una grossa fregatura.Buone Feste

zuane deprai 30.12.09 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo come ogni fonte di energia,finora scelta,tipo il gas,il petrolio,il nucleare che appartengono alle fonti controllabili, sia nella fase di estrazione che in quella di utilizzo,sosa che consente un intero processo politico-economico il cui unico scopo è quello di controllare tuto il processo, dando la possibilità ai custodi dei rubinetti di arricchirsi in maniera vergognosa.Tant'è che per quanto riguarda il fotovoltaico,essendo una energia altamente domocratica e quindi alla portata di tutti,in Sicilia,regione privilegiata dalla natura ma non dagli uomini,gli impedimenti sono esclusivamente di natura politico amministrativa,in queanto non essendoci alcun rubinetto da controllare,la dirigenza politica non ha stabilito dove intervenire per frapporsi in mezzo ed avere così il proprio tornaconto.Solamente una nuova compagine politica non più al soldo dei petrolieri e di altri loschi figuri,potrebbe iniziare un processo del tutto nuovo ed altemente democratico.

IL SICILIANO 30.12.09 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Due ipotesi:

1) ricorderemo ai nostri figli e nipoti chi sono i figli e nipoti dei costruttori di morte, che se la rifacciano con loro.

2) Con questo ritmo di danno ambientale pensi che l'umanità arriverà indenne per quella data?

Così sia 30.12.09 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Il nucleare utilizza l'URANIO per produrre energia elettrica. Il problema è che l'URANIO è quasi finito. Finirà prima del petrolio. Se è vero che le centrali nucleari di nuova generazione hanno un rendimento molto alto e per questo motivo consumano poco URANIO , è anche vero che quelle di vecchia generazione che ci sono in giro per il mondo consumeranno l'URANIO prima del previsto. Che senso ha impiegare 10 anni per costruire una centrale nucleare se poi smetterà di funzionare? La soluzione si chiama PLUTONIO che verrà utilizzato al posto dell'URANIO. C'è solo un piccolo problema che riguarda la sicurezza in quanto si stima in 100 volte in più la sua pericolosità. Quindi ci stiamo facendo del male da soli e spendiamo soldi per una cosa inutile. Senza parlare dei costi.. Se dobbiamo pagare dei militari che sorveglino le scorie per 100 mila anni , siamo sicuri che un KW di corrente sia più conveniente? In un primo momento si , ma poi chi e come vengono pagati i militari che sorvegliano le scorie? Senza tener conto dei rischi che si corrono ad avere una centrale nucleare funzionante. Se qualcuno vuole fare un attentato missilistico , sceglierà come obbiettivo una "inerme" centrale nucleare così il danno sarà assoluto per tutto il territorio circostante. Chi la difende la centrale nucleare da questi attacchi? Lo scudo spaziale? La soluzione si chiama eco-blue.
Magari possiamo salvare anche la FIAT di termini imerese sostituendo la produzione di autovetture proprio alla produzione di eco-blue.

ECO-BLUE :
La compagnia energetica Lichtblick ha fatto squadra con i produttori di autoveicoli Volkswagen per realizzare una rete di impianti termoelettrici a gas destinare a misura di cittadino. Si tratta di mini-centrali domestiche col motore della Golf. La corrente in esubero andrà in un accumulatore e sarà ridistribuita tra i clienti.

FONTE :
http://www.ok-ambiente.com/2009/09/10/volkswagen-lancia-ecoblue-le-mini-centrali-elettriche-a-metano/

Giampaolo S., Belluno Commentatore certificato 30.12.09 16:23| 
 |
Rispondi al commento

In pieno sprezzo anche del suo stesso elettorato, Berlusconi ed il suo governo hanno rimandato a dopo le lezioni regionali di Marzo la pubblicazione dei siti in cui dovrebbero sorgere le nuove centrali nucleari.

Ma già si sa che sicuramente una dovrebbe essere costruita in Sardegna (cari sardi che avete votato il fantoccio berlusconiano Cappellacci, non vi pentite di aver cacciato Soru?), una in Veneto (leghisti tutti zitti?) ed una nel Lazio (tutti dormienti).

Speriamo che si possano eleggere consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle che, insieme all'Idv, possano coinvolgere maggiormente la popolazione anche in questi argomenti cruciali per il futuro dell'Italia.

L'energia nucleare oggi costa troppo (si pensi anche solo allo smaltimento delle scorie), molto meglio le energie rinnovabili; quindi facciamo sentire la nostra voce!

alberto arnoldi 30.12.09 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Tutto giusto Beppe, ma quando dici combatteremo con tutti i mezzi, ci si aspetterebbe una pur minima adesione del blog a una manifestazione di piazza contro il nucleare. Questo a Termoli non è successo. Perchè?

Stefano Di Leonardo 30.12.09 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera,
non c'è da sorprendersi se le decisioni prese sono tutte a lungo termine. Questo è il segreto del successo. In Russia, con la rivoluzione d'ottobre, si era promesso il Paradiso in terra. Subito. E' finita com'è finita. Tutte le religioni invece promettono il Paradiso, ma post mortem. Quindi i risultati della promessa sono inverificabili. I nostri politici hanno imparato. E bene. Riforme della previdenza, della sanità, della scuola, sull'energia. Tutto a lungo termine o quasi. Il riscontro non è immediato e nessuno contesta. Chi lo fa sono solamente i quattro gatti che non riescono a farsi sentire dal resto della nazione ipnotizzata dalle TV. L'importante è superare la legislatura ed arrivare al momento delle elezioni dove saranno fatte altre mille promesse. E chi se ne frega se poi, una volta contati i voti, le promesse saranno disattese. Semplice come bere un bicchier d'acqua. Privatizzata ovviamente.
Attenzione, con questo non significa che coloro che eleggiamo per amministrarci non debbano pianificare. Tutt'altro, devono! Col nucleare siamo di fronte ad una errata soluzione a decenni di mancata pianificazione energetica. Basterebbe che i politici si affidassero agli esperti per le cose tecniche. Di esperti validi e capaci nei ministeri ce ne sono. E molti. Ma sono consultati con quale criterio? Differentemente non si capisce questa mania di spendere per appalti faraonici (ponte sullo stretto, nucleare, TAV, ecc) e tagliare invece sulle spese correnti (manutenzioni, prevenzione, interventi per il risparmio energetico, ecc). I disastri che colpiscono con puntuale regolarità l'Italia(terremoti, alluvioni, frane, incendi, esplosioni di treni, ecc) col relativo elenco di morti sono li a ricordacelo.

Nino G. 30.12.09 15:40| 
 |
Rispondi al commento

I solerti funzionari delle imposte stanno recapitando a molti italiani nuove cartelle esattoriali frutto delle verifiche dell'anno d'imposta 2006 ( l'acua è poca e la papera non galleggia....).
Vi sembra giusto che gli evasori totali se la cavino con solo il 5% mentre noi piccoli contribuenti per 1000 € dichirati in meno si paghi una sanzione che può arrivare al 30% di quanto dovuto (nel mio caso per errore del commercialista). Grazie per lo spazio offerto Sig. Grillo. Noi non molleremo mai.

Mauro Romano 30.12.09 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre le centrali nucleari ENEL si occupa anche di centrali ibride FOTOVOLTAICO-IDROGENO, una tecnologia innovativa che davvero potrebbe distinguere gli italiani nel mondo.. non facciamoci trattare da babbioni!

Qui sotto dei link che mostrano la centrale da 11kw a IMPATTO ZERO, un esempio su cui dovrebbe investire tutto il mondo... buon anno a tutti.

http://www.provincia.fi.it/pratolino/risorse-correlate/archivio-notizie/leggi/?tx_ttnews[tt_news]=1148&cHash=123c483996

http://www.adnkronos.com/IGN/Sostenibilita/Risorse/A-Firenze-una-centrale-solare-a-idrogeno-vetro-e-acciaio-per-il-Parco-di-Villa-Demidoff_3893762160.html

Piero R. 30.12.09 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Ancora con la storia del referendum

Ma è possibile che nessuno sa ke un referendum abogativo ha una valenza temporale?
Cioè, una legge che un referendum abrogativo ha abrogato 20 anni fa, può essere riproposta.
daltronde è anche una cosa logica, nel senso ke non avrebbe senso democratico abrogare per sempre un qualkosa, dopo 20 anni appunto, le coscienze, delle persone potrebbero essere cambiate, e quello che 20 anni prima si riteneva inaccettabile, può dopo 20 anni essere accettato.

Consideriamo poi il fatto che lo stesso referendum proposto nel 1987, veniva fatto sull'onda emotiva dei tragici eventi di Černobyl', avvenuto un anno prima.

Francesco Saverio di Donato (napoletano978), Napoli Commentatore certificato 30.12.09 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i siti......
così ad occhio 3 siti sicuri sono già disponibili
1° arcore (magari con i nipoti di mangano che fungono da direttori)
2 villa certosa(è già disponibile un finto vulcano dove gettare le scorie)
3°palazzo grazioli (la sicurezza è garantita.....neanche i servizi sapevano delle bagascie che andavano e "venivano")

credo sia meglio buttarla sul ridere.....almeno in questo periodo natalizio .......

il becchino 30.12.09 14:00| 
 |
Rispondi al commento

...Non so perchè Grillo ce l'abbia così a morte con le centrali nucleari. Non esiste ad oggi energia totalmente. Immaginate le batterie della solare dove andranno dopo l'uso!...ANALISI
1) Tutti nel mondo stanno passando al nucleare quindi dire che non sia ben vista è falso

IL VERO PROBLEMA:
Parliamo del problema che OGGI sta affamando e uccidendo milioni di persone...il BIO FUEL!!! Gia...il carburante fatto col CIBO!!! Popoli del terzo mondo che si vedono espropriare le terre per fare "BIO FUEL" e poi costretti ad IMPORTARE il grano che ogni anno aumenta sempre di più!
GRILLO...perchè non parli di questo? Non hai mai detto una sola parola contro i "BIO COMBUSTIBILI"...

Il nucleare (OGGI) è l'unica alternativa se non vuoi immaginare i parchi nazionali ricoperti di ventilatori e pannelli solari...Sproniamo piùttosto i centri di ricerca a trovare nei prossimi 20 anni metodi validi di riciclo delle scorie nucleari (che sarebbe possibile)...Investiamo sulla ricerca VERA nucleare

Giacomo M 30.12.09 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sa che nessuno è disposto a discutere che cosa bisogna fare per risolvere il problema energetico.Mi sembra che tutti tirino l'acqua sul proprio mulino,e per interesse e per non sapere e gran parte per emotività.Essendo anch'io fra questi,sono andato a farmi un giro sul web (ce n'è per tutti i punti di vista),un'articolo che ho trovato interessante perche spiega un pò più in dettaglio la situazione energia.Se siete interessati,digitate il nome Theodore Rockwell poi cliccate su Home- Thedore Rockwell e poi cliccate su learning about energy ( è in inglese )a me sembra che parli di fatti e non di oppinioni, dice anche che è disposto ad essere smentito su quello che dice (ma da persone qualificate)

zuane deprai 30.12.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento

...ma se democraticamente è stato fatto un referendum che bocciava le centrali nucleari, A CHE SERVE E CHE TIPO DI DEMOCRAZIA ESISTE IN ITALIA?
O ci sono o ci fanno....

renato farina 30.12.09 12:56| 
 |
Rispondi al commento

VOTAZIONE 2010


La dove il movimento a 5 stelle non è pronto, passiamo almeno parola di sostenere l' IDV


Chi è d'accordo quoti e divulghi.

Uno dei tanti 30.12.09 12:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

"abbiamo 3 vulcani attivi e uno semi dormiente..
Immaginate quanta energia gratis è disponibile nel sottosuolo? In una centrale nucleare, tolto il reattore vero e proprio, rimane un generatore a vapore comune a tutte le centrali termoelettriche..
E' da idioti comprare il carburante all'estero quando ci siamo seduti sopra.. è come se l'Arabia Saudita comprasse il petrolio per le proprie necessità.. (anzi mi risulta che stiano massicciamente investendo sulla fonte solare )
Il bello delle fonti rinnovabili è che sono varie e si compensano a vicenda!
Teniamo duro!!!
Sono fermamente convinto che ce la faremo!!!

Giorgio Chiesa 30.12.09 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I politici PARASSITI e NULLAFACENTI che in questo CESSO DI NAZIONE,vivono e prosperano da tempi ormai immemorabili,hanno trovato nel POPOLINO abituato a stare con la SCHIENA CURVA in perenne RIVERENZA e PROSTRAZIONE,il modo per guadagnare,guadagnare,guadagnare.Dai Leghisti di ROMALADRONA che,con questo grido di battaglia si sono riempiti le tasche,alla faccia degli stessi romani additati come razziatori,fannulloni,parassiti,alle più remote giunte comunali,il VERBO è sempre lo stesso.ARRAFFARE ARRICCHIRSI e via dicendo.Nella città dove ho la SFORTUNA DI RISIEDERE (39.000 abitanti,ma penso non sia molto diverso anche per altre realtà)si sono consumati in dieci anni di governo della PREMIATA ARRAFFERIA,uno sperpero (da intendere come........)per diverse decine di milioni di EURI per costruire una centrale a gas che in 5 anni di presenza,non ha prodotto ancora NESSUN UTILE anche perchè intelligentemente,ne è stata costruita una a 20 km,di DOPPIA POTENZA così questa non può fornire energia a prezzi competitivi,l'unica energia che ha prodotto è un doppio mandato per sindico-podestà (un medico-fascista emerito,incapace con giunta,sempre gli stessi) che,non contenti e per RIBADIRE la necessità di tenere alto il profilo della PREMIATA ARRAFFERIA hanno pensato di SPENDERE(sempre col dubbio della voce del verbo)altri milioni di EURI per un palazzetto per lo sport,ora VUOTO,INUTILIZZATO che sta li come un monumento simbolo del potere delle vecchie repubbliche SOVIETICHE tipo CEAUSESKU(e pensare che sono FEROCEMENTE ANTICOMUNISTI MAH!!!)Tutto questo dimostra quanto sia ormai intaccato il sistema politico,mediatico,affaristico e quello della società civile che si è autolesionata fino alle conseguenze ESTREME.Quando c'erano al governo cittadino,i vecchi politici che si SPARTIVANO le FETTE DI TORTA,si respirava un PROFUMO DI ONESTA' ora,un lezzo di decomposizione umana circola nell'aria e la rende IRRESPIRABILE,questo è il CESSO DI NAZIONE che ci regalano quotidianamente.

Emilio F., voghera Commentatore certificato 30.12.09 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna iniziare ad essere un pò pragmatici, perchè alle parole seguano i fatti, o perlomeno si provi a farlo.
Ci saranno decine di Blogs, Siti, migliaia di commenti di attivisti e non, ho scorto alcune interessanti proposte in alcuni gruppi su Facebook, ma troppe voci che si perdono nella Rete e che si concludono con un nulla di fatto, troppa "caciara", poche proposte concrete.

Mi sono fatto un'idea, ho una proposta e la giro a tutti.
Bisogna cercare di creare una sorta di "cordata" per l'energia, una iniziativa di cittadini, imprese, enti e ricercatori che facciano una PROPOSTA alternativa e coerente, con basi solide e che sappia guardare al di là del solo "moralismo" ma che sappia anche sconfinare nell'economia applicata, nella attuabilità dei progetti a medio e lungo termine, che sia realmente un'alternativa praticabile da oggi, che ponga un serio interrogativo all'opinione pubblica nazionale ed internazionale e che possa, in definitiva, portare anche una rivoluzione economica/culturale che dia un grosso impeto all'economia.

A mio avviso bisogna istituire un punto di raccolta generale di tutto questo, può essere racchiuso in un sito, ed essenzialmente raccogliere non solo idee concrete ed operative, dando spazio sia a ricercatori che enti vari, ma anche ad economisti che siano in grado di sviluppare un piano operativo realmente praticabile e che aiutino a completare un piano di proposte ed interventi strutturali.
Bisogna poi cercare di allargare la proposta ai mass media, coinvolgere tutti coloro che possono usufruire dei canali giusti affinchè questa "cordata" abbia voce nell'opinione pubblica e sia presa in considerazione come l'unica vera alternativa praticabile per il futuro.

Loro vogliono il nucleare, il petrolio, il gas per i loro sporchi interessi, allora diamola davvero questa alternativa e facciamo in modo di renderli inermi davanti al potere delle idee, delle proposte e della verità...ma facciamolo !!!

Andrea Marco Pollice 30.12.09 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Il nucleare è la scelta più costosa, serve per fare soldi alle spalle della collettività. Nel nostro paese non si fanno mai scelte sagge, ma solo quelle che arricchiscono pochi, dagli altri stati europei copiamo solo le cose che fanno comodo: non si parla mai dei salari italiani che sono i più bassi d'europa ne' del risparmio energetico che è prassi diffusa nei paesi stranieri ne' del solare e dell'eolico che in Italia sono quasi assenti e di cui non si incentiva la ricerca per renderli più pratici ed economici. Sul mancato rispetto del referendum sono state assenti tutte quelle istituzioni che in Italia dovevano garantire la legalità.
Su questi argomenti dobbiamo puntare per una coscienza antinucleare.

laura latini 30.12.09 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Il bello di questa manovra che stanno facendo é che i siti dove verranno realizzati gli impianti,verranno resi noti solo dopo le elezioni regionali del 2010.
Non hanno neppure il coraggio delle proprie azioni.
L'informazione rimane l'arma più efficace,quindi cerchiamo di fare più rumore possibile.
Ciao a tutti.

DAVIDE GORINI 30.12.09 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il nucleare è l'ennesima insulto al buonsenso e alla democrazia. Il tutto SOLO e SEMPRE per ingrassare il portafolglio di politici/amministratori/industriali corrotti e ignoranti a scapito della salute e del futuro delle prossime generazioni. Non ci arrenderemo MAI . . .

Giovanni Barotto 30.12.09 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è culturale.
La gente si comporta non come abitanti di un luogo ma come pirati di passaggio.
La questione della semsibilità ambientale viene dalla cultura. In Italia c'è la cultura delle tette e del gossip in tv. Cosa gliene frega di un problema che verrà fuori tra 30 anni?
IDIOTI TUTTI, allora.
Ma è bene non arrendersi, anzi, tutto ciò e motivo di darsi una mossa.
Mi rassicura solo che tra 30 anni le centrali potranno lavorare per massimo altri 20, poi picco dell'uranio e forse, finalmente, tornerà il senno e anche l'armonia con la Natura!
Un contadiono mi ha detto:
la Terra si comporta coi parassiti in un solo modo: li elimina.
Noi siamo parassiti, nevvero?

ho sonno, frosinone Commentatore certificato 30.12.09 10:32| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Condivdo pienamente il tuo pensiero espresso in questo post! anche io sono contrario al nucleare è troppo pericoloso e metterà a repentaglio la salute e la sicurezza delle future generazioni! bisogna opporsi a questa ideaa...


beghellli, col progetto "tetto d'oro", propone pannelli fotovoltaici a 4.800 euro al kw/h.
dopo 6 anni si riprende il denaro investito e per altri 14 si guadagna.
ottimo investimento.
p.s. se sul fotovoltaico si insvetisse un quinto di quello che si vuole investire col nucleare, i prezzi crollerebbero e diventerebbe una tecnologia alla portata di tutti e pulita.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 30.12.09 10:11| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Considerata la mafiocrazia imperante, a meno che non servano celatamente per scopi militari, le centrali nucleari, similmente al Ponte sullo Stretto e ad altre opere faraoniche (inutili, dannose e/o mai terminate), più che alla presunta utilità specifica a cui sono apparentemente destinate, serviranno sicuramente per l'investimento di denaro sporco riciclato e/o sottratto ai cittadini.

Carlo Giordano 30.12.09 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, su youtube ci sono molti filmati. reportage, testimonianze, sulle conseguenze catastrofiche del disastro di Chernobyl. Ci sono filmati TOCCANTI sui feti, bambini nati contaminati: sono fotografie alla cui vista, qualsiasi essere umano, capirebbe l'enorme, abnorme, imbroglio dietro la volontà di investire sul nucleare.
E' allucinante la disinformatjia che impera tra il popolo italiano, la cui responsabilità prima è del governo (sia l'attuale, che i precedenti).
Per far capire alla gente cos'è il nucleare, basta informarla come è abituata:
con la TV.
Se TV non dice, gente non crede.
Ci vuole questa benedetta TELEVISIONE, BEPPE!!!!
Comunque, i tuoi post (e i nostri commenti) non sono sufficienti a smuovere le coscienze:
comincia a mettere i link ai video su youtube.

Paul R., Padova Commentatore certificato 30.12.09 09:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Buon Anno ha tutti voi,
buon anno,ha chi ha ricevuto schiaffi da questo governo,
buon anno,ha chi e stato lasciato solo come noi,
buon anno,per chi è ammalato,
buon anno,ha tutti i detenuti,
Buon anno,x un'Italia piu' migliore e non ladra,Buo anno x chi ha figli,e non sa dargli niente come noi,
Buon anno,per chi non ha un lavoro,
Buon anno,di riflessione.
BUON ANNO PER CHI NON HA NIENTE DA MANGIARE
BUON ANNO
INGUSCIO GIORGIO CANNAREGIO 2572 Venezia
AQUARIUS313@HOTMAIL.it
BUON 2010

inguscio giorgio 30.12.09 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Il 10 dicembre su La7, a Omnibus, c'erano tra gli altri la Ravetto, Garavaglia e Baldassarri, i primi tre esempi di scorie nucleari a priori, tre scorie talmente maleodoranti che avrebbero messo in crisi la stessa filosofia critica kantiana. Sono stati mandati lì a parlare di nucleare dai loro padroni (ENEL, EDF, AIEA) da quelli che gli allungano lo stipendio, quello vero, quello che li fa ridere il sabato sera.
Fra l'altro si è parlato di energia nucleare e energia alternativa. Si sono raggiunte vette di puro lirismo, ad esempio quando Baldassarri ha declamato il suo ultimo verso memorabile: "L'energia alternativa è una balla". Niente da dire, proprio un bel verso da cagnolino al guinzaglio.
Ma la summa del pensiero dei tre è stato: "l'energia nucleare ci farà pagare l'energia molto meno!". Che c'entra, anche la Punto ti fa pagare una cosa che sembra una macchina molto meno, ma poi ti si stacca lo sterzo. Summa molto ben argomentata e a 360 gradi, che neanche il ministro Rotondi avrebbe fatto meglio, che ha lasciato fuori dal suo cerchio perfetto soltanto alcuni argomenti secondari e di scarso interesse pubblico: le scorie che produce una centrale nucleare (qui c'era un conflitto d'interesse tra scorie a priori e scorie a posteriori); la radioatività e le malattie gravi che aumentano a dismisura nelle vicinanze delle centrali nucleari (tanto loro non ci abitano vicini); l'inquinamento delle falde acquifere (ma sembra che l'uomo non berrà più acqua, quindi siamo a posto); il riscaldamento globale (è stato dimostrato che i paesi che hanno maggiore produzione di energia nucleare sono gli stessi che hanno maggiori emissioni di gas serra); mafia e traffico di scorie; volontà popolare espressa a maggioranza bulgara nel referendum sul nucleare nel 1987.

Ma tutto questo è normale, quando si deve vendere il nucleare.

Questo è il primo post di una serie, tesa ad istituire un osservatorio sul nucleare, al quale tutti possono partecipare.
www.emilianosabadello.com

Emiliano Sabadello Commentatore certificato 30.12.09 09:20| 
 |
Rispondi al commento

appunto, la madre degli imbecilli è sempre gravida.. ma forse questi non sono solo imbecilli, anche irresponsabili e ladri come nelle migliori vicende italiane

marco menichelli 30.12.09 08:57| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna investire sulla ricerca in campo fotovoltaico... quello è il futuro... Gli impianti fotovoltaici attuali hanno un rendimento ridicolo (credo 15%) e la restante energia viene dispersa. Ovviamente con il nucleare NON facciamo altro che aggiugere ulteriori problemi.

Gianluca Floris 30.12.09 08:56| 
 |
Rispondi al commento

Scrivete e fate scrivere a tutti... NO NUKE!

Giovanni PASCOLO, Tolmezzo (UD) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.12.09 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno a tutti
Dopo aver riletto i quesiti referendari, non ho trovato niente che dicesse: "È vietata la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano indipendentemente dal nome della società che le gestirebbe".A questo punto devo ammettere che siamo stati tutti presi per il culo.Sono solo io che li interpreto così oppure no ?

Cardone Giovanni 30.12.09 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Quanti impianti fotovoltaici si possono impiantare con i 30mld di euro stimati per la costruzione delle centrali nucleari ?
In effetti se i nostri governanti si ostinano a proporre questa energia obsoleta e pericolosa un certo tipo di guadagno deve anche esserci.

Ernesto Russolillo 30.12.09 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Il nucleare evidentemente è una follia per tutte le ragioni che conosciamo e per quelle espresse in questo blog. Il futuro è la fusione fredda che possa utilizzare materiali non contaminanti. Ci vorranno forse 10/15 anni di ricerca ma ci si arriverà. Nel frattempo gli stessi soldi previsti per le centrali nucleari, potrebbero essere investiti nella ricerca, in impianti fotovoltaici, idroelettrici, eolici avendo così energia subito ovvero in due o tre anni. Ma a chi conviene se non ai cittadini?

JF d'Alessandro 30.12.09 08:24| 
 |
Rispondi al commento

questa e'la democrazia degli imbecilli guidati da deficenti.

giovanni trincavelli 30.12.09 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in italia stiamo assistendo alla distruzione sistematica di tutto ciò che è bello e di tutto ciò che è sano.

E poi non si vive neppure così tanto bene perché in alcuni paesi che a noi sembrano arretrati, e forse lo erano 10 anni fa, si tanno facendo il benessere a spese del nostro buonismo e lassismo del caxxo.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 30.12.09 07:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

occorrera' fare richiesta di nuovo referendum.
Ho gia' la penna pronta.

Pasquale P. Commentatore certificato 30.12.09 07:08| 
 |
Rispondi al commento

Tanto per completare: è vero che siamo in ritardo con la tecnologia avendo perso il treno vent'anni fa, ed ora ci dovremo accontentare di centrali di seconda generazione mentre nel mondo già funzionano di terza generazione e stanno progettando la quarta. Poi ci sarà (si spera) la fusione, riuscendo ad imbrigliare tutta l'energia scatenata dalla fusione degli atomi, un sole in miniatura insomma, energia pulita, potente, priva di scorie. In Italia c'è la mafia, alla quale probabilmente daranno l'appalto per la costruzione delle centrali nucleari e quindi ci sarà un piccolo problema per quanto riguarda i materiali di costruzione e lo stoccaggio delle scorie radiattive ma io non mi preoccuperei di questo perchè ogni anno milioni di italiani vanno in ferie in alberghi gestiti dalla mafia costruiti distruggendo km di meravigliose coste,o continuano a votare politici mafiosi o sospetti mafiosi o amici di mafiosi alle elezioni,così poi avranno in cambio qualcosa ( per esempio il posto da dirigente per il loro figliolo deficiente) o si rendono colti guardando il Grande Fratello o continuando a seguire quello schifo di calcio...E parliamo di nucleare? di atomo?di Sindrome Cinese? In un paese dove il "Grande Fratello" o "Amici" è guardato da milioni di persone e dove si muore per undici idioti che dando calci a una palla guadagnano milioni di euro, vogliamo parlare di fissione atomica, di reattori VHTR, di acqua pesante? Il paese è questo, Silvio e i 945 Signori dei quali siamo vassalli, valvassori, ecc. ecc. non sono il problema perchè rispecchiano esattamente l'Italia, da chi è abitato e quali sono i desideri e i bisogni degli italiani. Voglio dire: se la mafia è lo Stato e lo Stato è la mafia, lo Stato siamo tutti noi italiani e quindi la mafia siamo noi. Se A = B e B = C allora A = C. Quindi si parla di mafia solo quando fa comodo e soprattutto da lontano, come una entità astratta ed estranea. "L'ignoranza è forza; La guerra è pace; La libertà è schiavitù". "1984" Orwell

Alessandro Iacovone, Roma Commentatore certificato 30.12.09 05:49| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 4 gennaio prossimo, presso il dipartimento di Fisica dell'Università di Stanford, dove lavoro, si terrà un seminario sul CSP (concentrating solar power), una tecnologia per sfruttare l'energia solare in modo continuativo 24 ore su 24.
Tale progetto è stato ideato dal nostro Nobel Rubbia, ma quando anni fa lui stesso lo ha proposto all'ENEA questa ha nicchiato, un po' snobbando il progetto un po' per l'eterno problema di reperire fondi sufficienti.
Rubbia si è quindi rivolto alla Spagna e a Siviglia è stata rapidamente costruita una centrale in funzione dal 2007 che produce una potenza di 11 MW sufficiente per il fabbisogno di 10.000 persone. Progetto pilota per una tecnologia che sembra promettere molto.
A questo punto anche l'Italia si è scrollata un pochino attraverso il progetto Archimede (a Priolo Gargallo, Sicilia) con cui, entro l'anno prossimo, dovrebbe essere terminata una centrale capace di produrre 40 MW di potenza.
In California, nell'abstract del seminario, si prevede di costruire in zone desertiche, impianti sufficienti a coprire il fabbisogno energetico di città come Los Angeles.
Tecnologia alternative al nucleare esistono FUNZIONANTI E ORA! Bisogna solo che ci sia la volontà politica per attuarle.


Il referendum post Chernobyl fu un disastro per l'Italia, votato e pensato con la pancia invece che con la testa; in un paese dove milioni di persone credono che le madonne piangono sangue, si è detto no al nucleare mentre gli altri stati europei ci circondavano di centrali nucleari. Le radiazioni della fissione dell'atomo si propagano orizzontalmente e se la fonte è molto forte, come una centrale nucleare appunto, e se non c'è una adeguata schermatura piombata, è molto probabile che un grave incidente in Inghilterra o in Spagna si ripercuota completamente anche nel nostro paese merdoso. Vedasi Chernobyl appunto. Vorrei far presente a tutti i benpensanti, ai finti ecologisti, ai sinistroidi radical-chic e agli ipocriti che, appurato che il governo di ora è un delirio anche per la mediocre intelligenza degli italiani,un governo Prodi fece scappare il premio Nobel Carlo Rubbia in Spagna a costruire una centrale ad energia solare ( progetto Archimede) e contribuì ad affossare in Europa un progetto di motore a ioni per arrivare su Marte in un mese (sempre del suddetto scienziato). Inoltre non si può dire sempre di No a tutto: No al nucleare, No alla TAV, No al Ponte sullo Stretto, No agli inceneritori, No all'eolico ("le turbine per l'energia eolica uccidono gli uccelli migratori" fu detto da un ministro dell'ambiente Verde di un governo Prodi, lo stesso ministro che disse che in tutta europa la temperatura si stava alzando di un grado mentre in Italia si alzava di 4 gradi a causa dell'effetto serra, un pianeta Venere in miniatura insomma...!!!). Il No a tutto non va bene cari signori che magari girate con i SUV per il centro delle vostre città inquinando come una centrale nucleare o avendo la vostra TAV sulle strade a 150 orari...Il problema non è l'atomo bensì l'uomo! Il futuro sono le centrali a fusione nucleare e in attesa di avere la tecnologia dovremmo tappezzare il paese di eolico, solare e idroelettrico: vento, sole e mare, "tengo o core italiano...

Alessandro Iacovone, Roma Commentatore certificato 30.12.09 05:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

alle multinazionali e ai lobbysti non importa tanto ocme si fa l'energia ma quanto sia impossibile farla in proprio perché ci devono lucrare.

In definitiva devono manternere il monopolio sia della produzione che della distribuzione che dello smaltimento.

Ecco perché hanno messo l'occhio sul nucleare.

Il nucleare non è alla portata di un piccolo villaggio o di un municipio di medie dimensioni come invece sono le nuove pale a vento a basso rumore della Ropatec ( ma ne esistono anche altre marche )

a differenza delle normali pale eoliche che tutti ben conoscete, questo nuovo modo di catturare il vento permette il movimento già con basse velocità... in pratica basta una normale brezza per dar il via alla danza.. cosa impossibile con le megapale eoliche che necessitano, se non sbaglio, di vento ad almeno 3 m/s .. qui mi sembra di ricordare ne basta solo uno..

PRaticamente ci vogliono schiavizzare noncome individui ma addirittura come piccole e medie comunità municipali

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 30.12.09 04:29| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

le primari e del PD-L sono la cosa piu squallida che può esistere.

Primo perchè "tu voi fa l'aemricano ma sei nato in italy e secondo perchè la preselezione è talmente orribile che alla fine ti costringono a scegliere tra la padella e la brace.

Certo che il popolo è veramente fesso!!!!

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 30.12.09 04:04| 
 |
Rispondi al commento

Si vede che siete poco informati... il nucleare è l'unica energia pulita disponibile a breve termine che può soddisfare le richieste energetiche del pianeta! Mi spiegate come sostituirete i combustibili fossili quando finiranno tra 40 anni?
Le rinnovabili da sole non ce la fanno!
inoltre le scorie sono UN FALSO PROBLEMA, forse non lo sapete ma la radioattivià è ovunque in natura! Basta monitorarla e non c'è alcun problema.

Ernesto m 30.12.09 03:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ce la faremo! Sento già lo scricchiolio delle loro ossa decrepite.

Edmond A., Zurich Commentatore certificato 30.12.09 02:42| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo il seguente link - E' in Inglese (pero con goole translate dovrebbe essere ok), si tratta di un articolo dove un esperto di energia alla Oxford University descrive i costi/benefici del nucleare - in breve:

Il nucleare diventa economico a seconda dalle fluttuazioni del mercato dell'energia, ed in particolare diventerebbe conveniente solo nel caso ci sia una Carbon tax sulle emissioni di almeno 50 Euro a tonnellata. Al momento la carbon tax a livello europeo e sui 14 Euro.

L'articolo fa menzione anche dei progetti in costruzione in Francia e Finlandia con costi di realizzazione che superano abbondantemente quelli preventivati.

Interessanti anche i link postati dagli utenti..

http://www.economist.com/world/britain/displaystory.cfm?story_id=14859289

Daniele B., Londra Commentatore certificato 30.12.09 01:59| 
 |
Rispondi al commento

a quando gli omini verdi?

Mr SPOCK, VG Commentatore certificato 30.12.09 01:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
qui c'è da andare giù pesante con questi criminali legalizzati. Spero voi non abbiate pietà nel combattere questi stronzi fascisti...con l'opposizione che esiste oggi che fa cagare mi viene in mente un pensiero: grazie BEPPE GRILLO!! di essere nato ed essere sceso in campo. Tu ci dai l'unica speranza per un mondo migliore. Grazie davvero che ci fai sperare ancora in un mondo migliore. Ezio

Vincenzo S. Commentatore certificato 30.12.09 01:29| 
 |
Rispondi al commento

GLI ITALIANI LO MERITANO. PECHE' ACCETTANO
PASSIVAMENTE TUTTO.
VORREI UNA CENTRALE NUCLEARE PER OGNI PROVINCIA,
E SUBITO DOPO TANTI TERREMOTI,DA MESSINA FINO
AL FRIULI. (PERO' FARE ( ROMA CITTA' APERTA)
NIENTE CENTRALI NEL RAGGIO DI 100 KM.
CIAO A TUTTI. ORFEO

orfeo nitrebla Commentatore certificato 30.12.09 00:56| 
 |
Rispondi al commento

il nucleare in italia dopo 20 anni?una folia partorita da persone che si sono dimenticate del perchè lo abbiamo abolito.20 anni fa dopo l'incidente chernobyl,in italia ci fu un referendum che decretò la messa al bando del nucleare.adesso ci troviamo che questo governo con una decisione unilaterale(scavalcando di fatto noi cittadini)ha deciso che l'italia deve avere le sue centrali.se poi ci aggiungiamo il dettaglio che le regioni che ospiteranno le centrali NON HANNO VOCE in capitolo,della serie:io governo costruisco una centrale a casa tua e tu regione la accetti.discorso chiuso.di fatto il nucleare porterà benefici solamente ai privati e alle lobby.
domanda:cosa fa l'opposizione(escluso di l'idv)per fermare questa follia?assolutamente nulla......

devis q. Commentatore certificato 30.12.09 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Ecco qua, fresco fresco una bella delibera del nostro simpatico governo. Le poche volte in cui "lavorano" fanno pure cazzate!

22 dicembre,
http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=53961

Via libera alla ricerca dei siti adatti alla realizzazione delle centrali nucleari e dei siti di stoccaggio.

Personalmente impediro' con ogni mezzo, anche fisicamente, qualsiasi tentativo di realizzazione di queste scemenze nella mia terra.

Alex Bassi, Monfalcone Commentatore certificato 30.12.09 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Se, percaso, qualcuno ancora pensasse alla TV come cosa seria, si dovrebbe ricredere almeno per questo motivo: sapete chi hanno intervistato in merito alle centrali nucleari? il prof. Umberto Veronesi!
Chi sa perchè non hanno intervistato invece RUBBIA?

Rocco Papaleo 30.12.09 00:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate se mi ripeto:

LE REGIONI INTERESSATE DALLE PROSSIME ELEZIONI SONO TRA LE CANDIDATE AI SITI NUCLEARI, SE LA DESTRA VINCE NON AVRANNO PIÙ OSTACOLI.

PASSATE PAROLA A TUTTI E SE POTETE FATEGLI VEDERE QUESTI FILMATI:

«Il Governo ha già in mano l'elenco dei siti, già individuati dall'Enel, dove costruire le centrali nucleari, ma non li rende noti per paura di un boomerang elettorale alle prossime elezioni»

http://www.youtube.com/watch?v=_LA_PnAQONo&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=rvAJ_u3Q0Hw&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=OleNI-vDTw8&feature=related


DOPO NESSUNO SI LAMENTI SE LE COSTRUISCONO SOTTO CASA

Uno dei tanti 30.12.09 00:04| 
 |
Rispondi al commento

cosa si può aggiungere a quello che è stato già detto? sul nucleare si sà tutto e di più, è stato solo un caso che a causa della seconda guerra mondiale si sono approfonditi gli studi su come alzare la temperatura dell'atome per fare bombe, lo stesso studio in condizioni di pace lo si poteva fare sulla fusione fredda ma da lì non sortisce niente neanche una bombetta solo energia "nucleare" pulita e senza bisogno di spendere uno scatafascio di soldi, chi non lo ha ancora visto vada su rainews 24 e veda "rapporto 41" li c'è tutta la verità.
siamo in mano alle lobby, ai costruttori agli avvelenatori, ai distruttori e non c'è verso di farli ragionare perchè hanno la testa vuota di materia grigia e piena di soldi,non voglio essere troppo pessimista ma non credo che i movimenti a 5 stelle possano fare granchè contro questi assassini, dietro di loro ci sono i manovratori che sono le banche mondiali le lobby dei costruttori e interessi internazionali, l'uomo deficente che sta al governo e che sta per diventare per la 3 volta nonno è un povero pupazzo rimbecillito, in un servizio del tg di 2 anni fà parlando del nucleare disse "le cellule dell'uranio..." sono rimasto basito le cellule dell'uranio questo non sà neanche di cosa si tratta, ma vi rendete conto a chi hanno dato in mano il paese? dio mio non so cosa fare mi sento impotente e a volte mi viene voglia di piangere come è possibile che stanno facendo tutto contro natura come è possibile...? non c'è uno spazio di ragionamento in tutto quello che fanno e dicono, come è possibile tenercelo ancora come è possibile...sta rovinando tutto quel poco che era rimasto di buono ed era già poco, questo essere immondo capace solo di macinare soldi e interessi ha stregato tutti, ma come è possibile non me lo spiego come è possibile..?

arianna palestri 30.12.09 00:00| 
 |
Rispondi al commento

-Dell’Utri Marcello (PDL): condannato a Torino a 2 anni e 3 mesi x false fatture e frodi fiscali
-Ciarrapico Giuseppe (PDL): condannato a 3 anni per il crack da 70 miliardi della Casina Valadier (ricettazione fallimentare) e ad altri 4 e mezzo x il crack Ambrosiano (bancarotta fraudolenta).
-Bossi Umberto (Lega Nord): condannato a 8 mesi per 200 milioni di finanziamento illecito
-Mario Borghezio (europarlamentare Lega Nord): condannato per incendio aggravato da "finalità di discriminazione", per aver dato fuoco ai pagliericci di alcuni immigrati che dormivano sotto un ponte di Torino, a 2 mesi e 20 giorni di reclusione commutati in 3.040 euro di multa.
-Maroni Roberto (Lega Nord): condannato a 4 mesi e 20 giorni per resistenza e oltraggio
-Bonsignore Vito (europarlamentare PDL): condannato a 2 anni per tentata concussione
-Berruti Massimo Maria (PDL): condannato a 8 mesi per favoreggiamento.
-Cantoni Giampiero (PDL): ha patteggiato 2 anni di reclusione per corruzione e concorso in bancarotta.
-Carra Enzo (PD): una condanna per false dichiarazioni. Per i giudici, Carra è un falso testimone che, con il suo «comportamento omertoso» e la sua «grave condotta antigiuridica», ha tentato di «assicurare l’impunità a colpevoli di corruzione, falso in bilancio e finanziamento illecito»
-De Angelis Marcello (PDL): condannato a 5 anni per banda armata e associazione sovversiva
-Farina Renato (PDL): patteggia 6 mesi di reclusione per favoreggiamento
-La Malfa Giorgio (PDL): condannato a 6 mesi per il finanziamento illecito
-Nania Domenico (PDL): arrestato x 10 giorni e poi condannato a 7 mesi per lesioni personali
-Naro Giuseppe (UDC): condannato a 6 mesi di reclusione (erano 3 anni in primo grado) per abuso d’ufficio
-Papania Antonio (PD): ha patteggiato 2 mesi e 20 giorni di reclusione per abuso d’ufficio.
-Sciascia Salvatore (PDL): condannato a 2 anni e 6 mesi per aver corrotto.
-Tomassini Antonio (PDL): medico chirurgo, condannatoa 3 anni di reclusione per falso.

Rocco Papaleo 29.12.09 23:56| 
 |
Rispondi al commento

chi, giovane, non si opporra' alle scelte scellerate sul nucleare avra' il piacere di condividere magari in parte il bel mondo destinato ai figli di tutti, e' questa l'unica magra consolazione

pier luigi corti 29.12.09 23:45| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
OPPNIAMOCI CON IL MOVIMENTO A QUESTA PAZZIA!!!!!, OPPONIAMOCI PIU' CHE POSSIAMO E CHISSA0' CHE CON QUESTA CRISI DESISTANO A COSTRUIRE CENTRALI NUCLEARI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 29.12.09 23:44| 
 |
Rispondi al commento

sì, ci guadagnano i soliti noti stronzi...

dobbiamo diventare ENERGICAMENTE AUTONOMI... dobbiamo fotterli questi stronzi.

Iniziamo con il fotovoltaico e poi proseguiamo con il biocarburante...

Falliranno aziende!? CHI SE NE FOTTE! Almeno i boss dovranno sopravvivere alla propria INETTITUDINE. A loro non interessa nulla degli altri, ci vedono come STRUMENTI DA SFRUTTARE,...

FACCIAMOCI LA TERRA COLTIVIAMOLA, APPLICHIAMO I PANNELLI solari e fotovoltaici E POI SEMINIAMO CAMPI x il biocarburante....

"Moratti & C. andate a farvi fottere!!!"

La vita è una guerra, bisogna combatterla se vogliamo realizzare il bene perseguendo la giustizia.

NB: x il fotovoltaico è consigliabile il materiale in polimeri... il silicio (venduto dalla Merdagaglia è già superato e sorattutto ineficiente).

Morris Fleed (goblin) Commentatore certificato 29.12.09 23:44| 
 |
Rispondi al commento

ormai i politici fanno quello che vogliono LORO. quando sento qualcuno dire: "devo rendere conto solo ai miei elettori", soprattutto per rispondere ad una domanda scomoda, mi viene il voltastomaco. come se chi vota o chi a votato questi cialtroni possa essere accomunato a complice di queste azioni da scellerati.
in + tutto cio' calpestando bellamente il volere del popolo che aveva decretato il NO al nucleare, o meglio cio' che la classe politica, pilotando con maestria il popolino, aveva deciso fosse conveniente nel 1987. ora forse gli conviene di + il nucleare. forse essendo un territorio vergine ed inesplorato (almeno qui da noi) puo' ancora dare un margine di "guadagno", che altre "fonti" ormai dissanguate non possono + garantire.

ivan m. Commentatore certificato 29.12.09 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Non c'e' pezza.

Il nucleare ci tocca.

E allora tanto vale averlo in casa, almeno il comune che ospitera' le centrali avra' dei bei vantaggi....

E poi se ci mettono 20 anni a costruirle quando saranno finite l'uranio lo sara' pure, visto che i cinesi e gli indiani ne hanno in costruzione un bel po' e si stanno accaparrando l'africa (a suon di yen) e le relative risorse....

Mentre noi stiamo qua a fare "chiacchiere e distintivo" quelli ce lo mettono in quel posto e non a 90, ma a trecentosessanta gradi...

E quindi lasciamo che facciano le centrali. L'uranio lo vedremo solo in fotografia...

Ennio Alfani 29.12.09 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori