Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'insostenibile leggerezza della pensione


la_truffa_del_TFR.jpg
Il 2010 renderà i pensionati più leggeri, dopo l'abbuffata della social card, un 4% in meno sulla pensione.
"Ma Beppe non li leggi i giornali? - "Pensioni, da gennaio più leggere, sono in vigore i nuovi coefficienti. Per il calcolo dell'indennità dall'inizio dell'anno prossimo verranno applicati i nuovi parametri ribassati tra il 6,38 e l'8,41 per cento. Per Cgil perdite di almeno del 3-4% / CALCOLA LA TUA PENSIONE". Anche le pensioni sta ritoccando! Nemmeno un mese fa avevano spergiurato che non le avrebbero MAI toccate!!!" Homo Sapiens, Genova

14 Dic 2009, 16:27 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

caro prof
le darò qualche altro dato:
usa dj
1963 700 b.ps
1983 1050 b.ps
+50%

italy
1963 300 bps
1983 120 bps
-75%

secondo Lei un gestore dove li mette i soldini per farli rendere di + ?

alessandro guaglio 16.12.09 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Dopo mezza legislatura hanno diritto già ad una buona pensione. Ogni legislatura in più aumenta la pensione. E' inutile dire che è quanto mai vergognoso. Il tutto si dovrebbe trasformare in versamento di contributi anche retroattivamente. Che banda di farabutti.

aldo volpe, Bari Commentatore certificato 15.12.09 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Pensatela come vi pare, che sia giusto o ingusto, ci vorrebbero molte tempo e parole per analizzarlo.
Una cosa è certa: Il calcolo che entra in vigore il 1 gennaio era stato deciso dal governo Dini e perfezionato dal governo Prodi.
Lo scopo principale è di dare un freno all'iperbolica spesa per le pensioni, in coniderazione del fatto che i nuovi stipendi sono proporzionamente più leggeri di quelli di anni fa e che la vita media si è allungata.
Se ora al governo c'era la sinistra o l'ultra destra questa norma usciva ugualmente.
Discuterne é più che giusto, farne un'arma per accusare il governo attuale è ridicolo e sopratutto un boomerang.

Pietro Nocchi, Trevi (pg) Commentatore certificato 15.12.09 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sei il piu' migliore assai di questi.

marco caronte 15.12.09 09:01| 
 |
Rispondi al commento

certo sono bravi i Tremonti,i maroni il piccolo ministro e gli altri a fottere i pensionati, ci vuole poco perche' come diceva Nenni sono forti con i deboli e deboli coi forti. Divevano eliminare le Provincie e nulla, i comitati vari di gestione, le comunita montane... tutte le prebende dei politici che non fanno un c.....o ed invece si aumentano le loro entrate, vanno in pensione con meno di tre anni e chi fottono.... i pensionati.... e le stelle stanno a guardare.....San Mangione e' nato prima di gesu'..

aldo abbazia 15.12.09 08:58| 
 |
Rispondi al commento

il problema delle pensioni in italia e' che sono basate su uno schema di ponzi
http://it.wikipedia.org/wiki/Schema_Ponzi

quando lo capirete realizzerete che e' completamente inutile per una persona giovane versare contributi perche' nel lungo periodo lo schema di ponzi porta ad un crack finanziario a meno di non usare coefficienti che progressivamente riducono l'importo delle pensioni fino a ritrovarsi in busta molto meno di quanto si e' versato al lordo (quello che sta succedendo).

vicolo stretto, europa Commentatore certificato 15.12.09 08:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per la decurtazione della pensione ringraziate MORTADELLA PRODI,
è stato lui a volerla ed ora, come aveva disposto, entra in vigore.
Ringraziate anche di vivere in Italia, dove una solida maggioranza ha cacciato quei cazzoni del precedente governo e consente al Paese di superare la crisi economica mondiale nel migliore dei modi: supermercati strapieni, piste da sci esaurite, vacanze alla grande... solo pochi sfigati e diversi fannulloni sono esclusi da questo generale benessere. Alcuni, come detto sopra, ringrazino il Mortadella Prodi per la tradiva fregatura che aveva preparato. Diabolico, era quasi più intelligente di Fantozzi!!!

Giulio Carli 15.12.09 06:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

speriamo almeno che questa agonia finisca presto così almeno potrò vivere in un veneto libero ed indipendente da questa pseudo patria da operetta me lo dicevano sempre i vecchi che lavoravano con me in fabbrica, ricordati che si stava meglio quando si stava peggio. mi sa che avevano ragione.
se proprio andrà male, me ne vado al paese di mia moglie in nigeria almeno li con poco vivo, mi dispiace solo per i 33 anni di contributi che mi hanno rubato.

gianfranco braido 15.12.09 04:36| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
L'IMPORTANTE E' ALLEGGERIRE GLI ITALIANI NON LORO STESSI, NON E' VERO TREMORTI?!......CHE I CONTI STANNO ANDANDO A ROTOLI?!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 14.12.09 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Questo metodo di calcolo vare pure per presidenti della Repubblica, parlamentari, senatori e ministri?

Carmelo Di Stefano Commentatore certificato 14.12.09 22:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me la pensione non me la toccano, ho già trasferito tutto all'estero. Niente beni mobili o immobili in questo paese ma solo un pc con internet per guadagnare in tutto il mondo e versare all'estero. Vaffanculo ai governanti italiani con tutto il cuore

Sabina M. 14.12.09 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SI CAMBIANO CONTINUAMENTE LE REGOLE DEL GIOCO MENTRE SI GIOCA.
IL GIOCO E' TRUCCATO DOBBIAMO CAMBIARE CHI DETTA LE REGOLE....DOBBIAMO FARLO PRESTO

cittadino onesto (cittadinonesto) Commentatore certificato 14.12.09 17:41| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

QUANDO SI CAMBIANO CONTINUAMENTE LE REGOLE QUANDO SI GIOCA ..IL GIOCO SI FA SPORCO ED A ESSERE CAMBIATE NON DEVONO ESSERE LE REGOLE MA CHI LE DETTA

marco bettini 14.12.09 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Ed i precari, che pensione avranno?

Alberto G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.12.09 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori