Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Carri bestiame d'Italia


Ferrovie_Vigevano.jpg
In questi giorni sembra di essere tornati indietro di secoli, con i carri bestiame e gli assalti alla diligenza come è accaduto per il treno diretto a Lecce dalla Stazione Centrale di Milano. Le linee ferroviarie sono paralizzate da una nevicata, le informazioni ai passeggeri, lasciati a ghiacciare sulle banchine, sono inesistenti, così come i rimborsi. Il ministro Matteoli ci ha però rassicurato: "Nella vita si può sempre fare meglio e ne sono consapevole, ma se faccio un paragone con gli altri Paesi devo dire che l'Italia ha sufficientemente retto".

23 Dic 2009, 19:27 | Scrivi | Commenti (61) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

A parziale consolazione della miseria che attanaglia l'amministrazione del nostro povero e bistrattato paese, comprese le misere e schifose ferrovie di stato, c'è la notizia che le FS del grande Moretti hanno deciso di ABBANDONARE LA TRATTA DEL BRENNERO. Non è una bufala: FS non fa più girare treni da e per la Germania. Prontamente è stata sostituita da Deutsche Bahn. Servizio impeccabile, treni puliti, personale cortese e possibilità di acquistare il biglietto a bordo anche con la carta di credito, con biglietti che possoo arrivare anche alla metà del prezzo di FS! Il nuovo servizio è operativo dal 13 dicembre, nonostante FS remi contro e nelle sue biglietterie non dia alcun tipo di informazioni su questi treni. Visto l'eccellente risultato - senza dubbio la migliore operazione di marketing dell'AD Moretti - perchè FS non abbandona l'intera rete nazionale?

Claudio Olivetti 28.12.09 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Ha "retto" nel senso che la classe polita ha "culo" che gli italiani non si sono ancora incazzati o che noi italiani lo abbiamo così grande, il retto, che i politici ci fanno entrare di tutto?

Loris C. Commentatore certificato 28.12.09 10:53| 
 |
Rispondi al commento

ma che gliene frega al buon Matteoli, tanto erano terroni che scendevano giù per Natale. Magari la prossima volta manda pure gli sbirri con i pastori tedeschi e cambia la destinazione del treno:
Mauthausen

enzo di salvo 25.12.09 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Stasera a rovinarmi la vigilia di natale è stato un msg che sarà arrivato a molti di voi , ovvero quello di auspicio che di tanti morti del 2009 ne mancasse uno, "di Pietro", la sensazione d’ impotenza che mi assale valutando l' imbecillità del medio testa di cazzo italiano , pilotato , ignorante, predisposto a negare l' ovvio, cieco di fronte all’ evidenza, continui imperterrito a condurre la battaglia dell' ignoranza, corpo senza spina dorsale, uomo senza palle, che si atteggia a saccente per difendere il nulla, pensando che il nulla faccia di lui persona migliore, egoismo, ipocrisia, qualunquismo, deridere chi lotta ed a lottato anche a spese della propria vita per un mondo migliore, Vaffanculo testa di cazzo italiano, tu puoi far finta che non abbiamo un parlamento di condannati, puoi far finta che i tabulati di Genchi, confermano senza un minimo dubbio i rapporti stato mafia e particolarmente il tuo leader, ma non ti fai schifo pensando che quest' uomo ha lavorato per la giustizia, contro il crimine, con Falcone , con Borsellino, nei più grandi processi antimafia producendo prove decisive e schiaccianti per la condanna di delinquenti, un uomo a favore della giustizia. ma come fai, testa di cazzo Italiano a non vedere, a non capire , rimanere incantato e suddito di un saltimbanco da 2 lire con tutta la sua congrega di delinquenti, gente indifendibile dal passato losco, spesso piduista, spesso mafioso, ho faccia di merda, parlo a te italiano medio del cazzo, dell' Utri è stato condannato in primo grado a 8 anni con tanti di quei riscontri che quasi non servono i già 32 pentiti che hanno deposto, MA TU TESTA DI CAZZO ITALIANO come fai a difendere questa gente... Chi non vorrà essere il solito testa di cazzo Italiano , cerchi oltre l' informazione di regime , leggere, cercare nel web , il mio migliore auspicio è che cominciaste a lavorare attivamente per un mondo migliore, dove i ladri ed i disonesti occupino il posto che gli compete, ovvero il carcere.

gianni trilli 25.12.09 09:30| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Scusatemi, sono stato assente per un po' di tempo e poi non me la cavo tanto con il pc, vorrei sapere se la camapgna iniziata da Beppe con il versamento della sua pensione per il fondo abusi della polizia o altro . non ricordo, e' attivo e su quale cc si puo' inviare un piccolo contributo sono pensionato. Grazie. No pasaran

Mario Pellerey, Mozzo Commentatore certificato 24.12.09 23:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao beppe, stavo pensando a come si possa dimostrare ai nostri politici, che si puo vivere serenamente in italia... e mi è venuto in mente un modo..fosse possibile utilizzare una delle tante caserme abbandonate, e crearci dentro una piccola comunita auto gestita, con serre per il raccolto stalle x il bestiame,idraulici mujratori ... etc. pensi che sia possibile mettere insieme 200 persone che si regolino pacificamente... qua in italia? io trovo che ci sia ora un clima ostile e malfidente nel prossimo. credo fermamente nel rispetto dell essere umano. e che si possa vivere in modo pacifico tra noi! l italia è un paese dalla storia importante,ma ngl ultimi 50 anni è stato tutto mandato a put... . mi piacerebbe rivedere l itaia d arte e intrapendente che c era ,e che ,penso, sia nel nostro dna. tornando al discorso della comunita,trovo che se si dimostri che si possa vivere bene aiutandoci fra noi e non litigando,si potrebbe far capire qualcosa ai politici e ai malfidenti... non sono una persona colta, mi sono fermato alla 3a media, volevo imparare qualcosa sul campo nella vita reale.. ma mi piacerebbe veramente che ci fosse un clima diverso qui in italia... sarebbbe bello nel mondo ma... un passo alla volta, cominciamo a far qualcosa! grazie per la tua attenzione claudio

claudio grossi 24.12.09 17:56| 
 |
Rispondi al commento

mi viene da vomitare... sempre a guardare rispetto agli altri...
Siamo destinati forse a dover scegliere SEMPRE il miglior compromesso? Ma MIGLIORE per chi?

basta.. davvero..

Adesso si parte, e vediamo, quando si comincerà sul serio a confrontarsi come si deve, quanto REGGERANNO..

Vedremo chi avrà il coraggio di ripetere ancora idiozie,
di finanziare l'alta velocità e sputare sui pendolari,
di fare un ponte per una regione che deve essere aiutata con i fatti, non con le favole,
di rispondere delle proprie azioni...

Siete convinti che quello che fate sia giusto? Bene, mettete in gioco la vostra famiglia, il futuro dei vostri figli, metteteci VOI una caparra, visto che i soldi li avete, a fine lavoro, se mai si arriverà, e se fatto come si deve, vi riprendete i soldi, altrimenti mandate sul lascrico la vostra famiglia,

basta...

lasciate in pace il popolo che lavora.. (lavorava..)

come diceva quel Bresciano in televisione,

"ci avete preso tutto,
se volete anche le mutande, ve le daremo,
ma piene."

ciao e buon Natale a tutti.
MarcoT

Marco T., Biella Commentatore certificato 24.12.09 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei porre all'attenzione di tutti un fatto successo ieri sulla linea ferroviaria tirrenica,notizia apparsa sul quotidiano nazionale IL TIRRENO
http://iltirreno.gelocal.it/dettaglio/fiamme-sotto-un-convoglio-carico-di-gpl/1811941?edizione=Grosseto
ovviamente la stessa è stata citata anche dal TG3 regionale, ma non credo sia andata oltre,non ne sono certo in quanto non seguo più i vari TG.
Fattostà che, nonostante quello che è successo a Viareggio,questo governo e chi dirige (peraltro profumatamente remunerato) le FS sembra fregarsene altamente della sicurezza dei cittadini.
A quanto pare 32 MORTI sono ancora pochi per loro.

Nonsene puòpiù, Grosseto Commentatore certificato 24.12.09 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho vissuto sulla mia pelle e sulle mie tasche (€ 89 il biglietto di andata per Roma con Alta Velocità Fast occhio ai termini) e ho passato quasi 4 ore al freddo e al gelo. Di una stazione centrale di Milano degna del paese del settimoondo che è l'Italia. Il motivo dell'odissea è stata la formazione di ghiaccio definito anomalo (?!). A dicembre dopo una discreta nevicata anche un rimbambito prevede che di notte la neve possa diventare ghiaccio e si organizza. Certo dovrebbe essere un buon manager (buono mica eccezionale) ma dopo tutto il Sig. AD delle ferrovie dello stato e il Sig. Ministro in un altro paese pulirebbero cessi e laverebbero piatti (con rispetto per chi lava piatti e pulisce bagni). Naturalmente nessuno ci informava e le signorine con la coccarda assistenza clienti si litavano a ricordare che non sapevano nulla di quanto accadeva. Buon Natale a tutti i passeggeri e al blog.

Giovanni Riefolo 24.12.09 17:40| 
 |
Rispondi al commento

... e siamo in italia!
se fossimo stati a vladivostok...?

carlo c., grosseto Commentatore certificato 24.12.09 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei mandare a fare in culo MATTEOLI ma sicuramente verrei condannato per istigazione alla violenza...Quindi non mi resta che inviargli i miei migliori auguri e augurargli di poter incontrare tutti quei pendolari che sono rimasti abbandonati lungo le ferrovie che vengono definite "dello Stato".
Sono sicuro che riusciranno a dimostrargli tutto il loro affetto e il loro amore.
AUGURI A TUTTI QUELLI CHE STANNO PASSANDO UN DIFFICILE NATALE MA CHE NON SI DEVONO ARRENDERE.........MAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

gianni f. Commentatore certificato 24.12.09 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma che sarà mai qualche treno in ritardo per un pò di freddo, Papi ha detto che siete soltanto catastrofisti.
Quando entreranno in funzione le centrali nucleari in questo Paese pazzo, allora sì che potrete parlare di catastrofe..... , se qualcuno rimarrà vivo.
Buon Natale.

Marco Cad 24.12.09 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bene, bene, benissimo,,,,,,
lui (matteoli) ha omesso di dire che viaggia con la scorta, in treno ci viaggino le bestie, non siete attrezzati? caxxi vostri.........

giovanni da penne 24.12.09 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non ti sembra paradossale che un Presidente del Consiglio a capo di una coalizione di governo che ha fatto della sicurezza il suo cavallo di battaglia in termini di propaganda alle precedenti elezioni politiche (riferendosi soprattutto alla criminalità straniera) sia stato esso stesso vittima di un attentato in pubblico e per di più da parte di un Italiano. Un gesto pazzo, da condannare certamente, ma possiamo riflettere su questo.
Auguri a tutti, Michele.

michele p., siracusa Commentatore certificato 24.12.09 16:15| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Salve Beppe,

il video linkato è stato girato alla stazione di Vigevano, ieri, 23 dicembre 2009; Sono pendolare da tanto tempo sulla "Milano-Mortara", come testimone di disservizi sono stufo marcio delle condizioni indecenti dei treni e della linea.

In questi ultimi giorni situazioni simili al video si sono ripetute parecchie volte, sia all'andata che al ritorno; viaggi di 1 ora in piedi, accalcati tra la massa, nessuna spiegazione da parte degli operatori, nessuna possibilità di rimborso.

Vorrei tanto esprimere il mio disprezzo e il mio odio più profondo per i responsabili e i dirigenti che hanno creato questo ed altri disagi, che si ripetono quotidianamente e rubano tempo alle vite di noi pendolari, costretti a stare fuori da casa anche 12-13 ore per lavorarne 8.

Auguro a tutti loro con tutto il cuore di passare le stesse cose, in modo che capiscano cosa proviamo ogni volta che dobbiamo muoverci con i loro mezzi.

Il comune di Vigevano ha "tentato" di unire le forze di 8 avvocati, per fornire assistenza legale ai pendolari, ma per ora ancora non si sa nulla ( http://www.facebook.com/topic.php?uid=27221429315&topic=11402 )

Sono stati creati diversi gruppi facebook per manifestare il nostro odio, ( http://www.facebook.com/group.php?gid=35707479565 , http://www.facebook.com/group.php?gid=27221429315 ) e naturalmente il sito "ufficioso" http://comitatomimortara.blogspot.com/; immagino ci siano iniziative simili per le altre linee disastrate.

Dobbiamo u6nirci, lottare, farci sentire, protestare e impegnarci per fare capire ai responsabili che siamo determinati ad ottenere un servizio DECENTE, che ci permetta di andare a lavoro (e non a divertirci...)

Il problema più grosso è che noi, pendolari, spesso alziamo le spalle, dopo una giornata di lavoro e ci addormentiamo sperando di arrivare a casa, innevositi ma rassegnati..

Non demordiamo, è un nostro diritto andare a lavoro (!)

Dott. Ing. Marco Rossi
http://www.facebook.com/marco.rossi
http://cvmr.appspot.com/

Marco Rossi 24.12.09 15:25| 
 |
Rispondi al commento

In realtà Matteoli voleva dire: "l'Italia ha sufficientemente rotto"

Giancarlo gv, messina NO PONTE 24.12.09 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono salentino e viaggio spesso sulla tratta adriatica, da Lece a Milano per ragioni di famiglia.
La condizione dei treni su questa tratta e' pessima. Infatti non vi sono treni decenti. La prima classe costa piu' di un biglietto aereo e si viaggia per dieci ore su vagoni ristrutturati
-li chiamano eurostar city ma sono dei vecchi intercity riammodernati- che hanno una insonorizzazione molto povera, con porte che non si chiudono regolarmente, con un rumore che viene dalla zona di connessione tra una carrozza e l'altra continuo ed in alcune carrozze assordante. Mi fa rabbia che chi viaggia da Roma a Bologna a Milano possa usare gli eurostar che prima avevamo su questa tratta, per viaggi che, dopotutto, sono di modesta durata, mentre milioni di meridionali debbano usare su tratte di 10 ore dei vagoni consunti e rumorosi. Se le tsse le paghiamo tutti perche' la gente della dorsale adratica dovrebbe pagare tanto caro il prezzo dell;alta velocita'? Perche deve esistere un servizio di serie A per certe aree ed uno di serie B per altre? Questo non viola uno dei diritti fondamentali degli italiani, cioe' quello di essere trattati allo stesso modo nei servizi per i quali paghiamo, dopotutto dei costi molto alti?

Giuseppe Soros-Costantini 24.12.09 14:37| 
 |
Rispondi al commento


TRENI DIPINTI DI ROSSO MA SENZA PUNTA
Mio figlio è partito da Torino alle ore 6,50 del 22/12 con un freccia rossa,la locomotiva si è guastata in una galleria tra Bologna e Firenze,dopo 40 minuti di sosta forzata si è tornati indietro,in una stazioncina i passeggeri del ex Freccia Rossa hanno preso un trenino locale per raggiungere Firenze,da dove con un altro Freccia Rossa,pigiati come sardine sono arrivati a Roma alle 17,10,da dove mio figlio con altri sono ripartiti per Bari alle 19,45 ove sono arrivato allo ore 24.L'Orario di arrivo era previsto per le 15,30,oltre 8 ore di ritardo.Le condizioni climatiche non centrano nulla,questa è la nuova tecnologia.Quanto costa a noi questo disservizio?Il nuovo locomotore non dovrebbe guastarsi per quanto ci è costato.credo che non sapremo mai
cosa è che non va in questi nuovi mostri che abbiamo creato.Auguri

lorenzo sca 24.12.09 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro beppe, con il pd è perfino bello fargli critica. e quando il pd non è al potere è comunque piu' conveniente scagliarsi contro il partito piuttosto che prendere posizione contro questo governo. che fine hanno fatto i tuoi fantastici day ? hai paura dell'apparato o delle corazzate mediatiche di berlusconi che ti farebbero passare come un povero nostalgico o peggio ancora terrorista magari pubblicando ancora il tuo 730 ? beppe, sveglia ! non è contro il pd che devi concentrare le tue energie ! guarda quello che siamo costretti a subire dal berlusconismo, là troverai certamente argomenti e spunti per la tua vena critica. con affetto

franco corbetta 24.12.09 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


quand'è che finirà questo scempio?

EdoHard Commentatore certificato 24.12.09 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

sono Vittorio Bertola di Torino a 5 Stelle e vorrei segnalarti che, insieme ad altri pendolari e appassionati di ferrovie, abbiamo istituito il "Trofeo Frecciarotta" per premiare il primo treno alta velocità Torino-Roma o Roma-Torino che riuscirà ad arrivare in orario.

Infatti a partire dal 14/12, dopo l'introduzione del nuovo orario, con il sole o con la neve, con la pioggia o con il sereno nessun treno è mai arrivato puntuale: il ritardo minimo è stato di sei minuti, il massimo di 4 ore e 21, con un ritardo medio di un'ora e 12 minuti.

Per questo motivo siamo intenzionati a riconoscere l'impresa del primo treno AV che arriverà in orario tra Torino e Roma, consegnando personalmente un premio all'ing. Moretti, al sindaco Chiamparino o alla presidente Bresso, o magari a tutti e tre insieme.

Secondo te quanto dovremo aspettare?

Ciao,

Vittorio Bertola, Torino Commentatore certificato 24.12.09 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere una cosa... a prezzi quelli delle ferrovie si son impazziti, io e mio fratello volevamo fare un viaggio a Milano, da Roma ma quando abbiamo visto il costo... i biglietti partono da 89 euro per la seconda classe e 110 euro per la prima ma siamo pazzi...
Alla fine abbiamo risolto col solito pandino guidando per 8 ore, e abbiamo pure risparmiato rispetto al treno. Chi vi scrive si reca frequentemente a Londra, ebbene vorrei aggiungere che costa meno raggiungere Londra che Milano in quanto: treno x Milano a/r x 2 persone=356 euro, in aereo x Londra e vi prendo l'Alitalia che è quella che ha le tariffe più alte ultimamente sono riuscito a volare diverse volte in classe economy sempre a/r per 2 persone spendendo circa 315 euro compreso di tutto (anche il Corriere della sera, 1 pacchetto di salatini, e un bicchiere di aranciata o Whisky con ghiaccio). Una vera e propria vergogna il treno è elettrico e non consuma carburante e Milano dista da Roma 600 km, Londra invece dista quasi 2000 km, inoltre considerate l'alto costo del carburante avionico. Infine non ho considerato, le compagnie Low Cost tipo la solita Ryanair, che con un pò di fortuna, e prenotando con anticipo sono riuscito a volare con 2 soldi...

Marco Rossi 24.12.09 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Salve, qui si tira in ballo sempre la solita faccenda pubblico e privato. Tutto sbagliato caro Beppe e blogghisti io conosco ben tre forme di gestione delle cose:
---- Statale, regionale, provinciale, comunale, queste a volte funzionano bene a volte male, però abbiamo la capacità con il voto di mandare a casa i nostri dipendenti.
---- Privato di solito funziona bene e se funziona male per incapacità fallisce e chiude.
----- ????????????? non ho un nome per questa categoria ma se funziona bene è bene ma se va male a pagare siamo noi, non i responsabili. Noi paghiamo incosapevolmente con il deposito dei nostri soldi con fondi bond e non c'è nessuna possibilità di difenderci da chi gestisce queste ovvero i MANAGER.

In Italia quando si parla di privatizzazione è una grossa balla mediatica in realtà si affidano le aziende italiane a Manager a volte capaci a volte disastrose.
Forse l'unico manager che sta pagando è Tanzi perchè i magistrati hanno scoperto i furti commessi nell'azienda.
Il vero problema della crisi è l'affidamento delle aziende ai manager che non sono responsabili delle ore azioni.
L'azienda per cui lavoro se c'era un problema parlavo col "paron" e si risolveva la cosa assieme, adesso l'azienda è stata acquistata da un "fondo di investimento" inglese.
Questo comporta una stagnazione degli utili reinvestiti nell'azienda per liquidare i titolari del fondo d'investimento.
Con questo auguro un Felice Natale a Tutti

AUGUSTO

augusto saccon 24.12.09 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
io il 23 dicembre sono partito dalla stazione di MIlano centrale alle 15,00 circa per raggiungere Bari dopo 11 ore... Credo che quello che i dirigenti Trenitalia siano riusciti a combinare abbia dell'incredibile, ho assistito a scene allucinanti... viaggio da molti anni e devo dire che non è la prima volta che accadono cose del genere e francamente comincio ad essere davvero stufo, tra l'altro i costi dei biglietti continuano a salire vertiginosamente offrendo gli stessi disservizi di sempre. Pensavo ad un giorno di "sciopero dei viaggiatori": un giorno di protesta in cui tutti possano utilizzare i propri treni senza pagare, o qualcosa del genere...Non so voi ma non ho intenzione di continuare in questo modo

Francesco Tritto 24.12.09 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Bè i treni per i pendolari sono così quasi ogni giorno...
La gente che non viaggia spesso con i treni si sorprende perchè non conosce la situazione. Ma siamo messi così da anni...
Invece di investire sui treni a breve percorrenza per i pendolari (che sono il midollo della clientela), pensano a fare business con guadagni milionari facendo le frecce rosse verdi e blu.
Personalmente ho sempre boicottato sia l'alta velocità che gli eurostar, prendendo gli intercity. Se facessimo tutti così forse otterremmo qualcosa...

Paky M. 24.12.09 10:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Questo Stato fa schifo.
Chi ci governa non ha la più pallida idea di cosa è uno stato moderno e civile.
Auguri Italia!

Renzo Stefanini 24.12.09 08:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
infrazioni al codice della strada, punti tolti dalla patente, patenti ritirate, ma la maggior parte continua a guidare: le cronache sono piene di queste notizie , dei morti sulla strada per delinquenti che , pur essendo stati condannati, continuano a delinquere, guidando magari l'auto di un amico consenziente.
Come fare? vedendo il film di Luc Besson "Quinto elemento" nella scena del tassista Bruce Willis, si nota che per fare partire l'autoveicolo è necessario inserire in un'apposita fessura , la propria patente elettronica. Una voce informa quanti punti rimangono ancora e , se sono finiti, l'auto non si avvia. Soluzione che consentirebbe a chi ha la patente sospesa di non guidare e di non far danni agli altri ed a sè stesso.
Un piccolo device da collegare al sistema di avviamento dell'auto, dove inserire la patente, potrebbe essere al soluzione, senza dover intervenire strutturalmente su ogni auto.
Sei pronto a questa nuova battaglia?

paolo limoni 24.12.09 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Il refrain degli "altri paesi" è ormai insopportabile.

nonsenepuo piu 24.12.09 02:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono dell'opinione che:si facciano gli affari loro,che guadagnino quanto piú é possibile.Ma piú contenuti e attenti a dare dei servizi soddisfacenti ai loro clienti,che siamo noi stessi.

Tutte le grane le hanno soltanto perché sono troppo ingordi e ritengono sia un loro diritto incassare il prezzo del biglietto di un viaggiatore.
Non é cosí..se ne vadano a casa se non hanno le competenze..Perché é giusto cosí.
Se guadagnano sulle disperazioni altrui non sono altro che dei luridi,sazi e putridi scrocconi morti di fame !

'Migrante Alessandro, (foreste della rete) 24.12.09 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Sono appena arrivato da un viagglio in treno Milano S. Severo, avevo la data prevista per il rientro a domenica 20/12 da Genova.

Alle 12:30 del 23/12 in centrale a Milano dal tabellone vedevo i treni dalle ore 06:57 in poi che non erano ancora partiti per ritardi superiori a 400 min. Poi ad un certo punto la voce annuncia che i tabelloni sono fuori servizio e smettono di dare informazioni plausibili.
All'ufficio informazioni c'era il panico. I pochi ferrovieri liberi in giro ci dicono che con qualunque biglietto di viaggio in possesso, con posto assegnato o no, conviene prendere un qualunque treno diretto verso destinazione. Panico. Il treno delle 1545 delle 10:15 per Lecce che stava per partire che erano le 14:00 circa al binario 15 viene preso d'assalto sotto ai miei occhi, vedo in lontananza l'accendersi di risse. Con la scaltrezza di mia sorella saltiamo su un treno in partenza per Crotone al binario 17 che sarebbe partito senza alcun preannuncio e senza un tabellone o monitor scritto. Una volta su scopriamo che era praticamente vuoto e che aveva come orario di partenza prevista 09:50.. Erano le 14:20. Il treno parte e procede il viaggio mantenendo una quasi regolare tabella di marcia..ha tenuto le sue quasi 5 ore di ritardo per tutto il viaggio. Dopo Bologna salgono due integerrimi controllori che nominando un certo amministratore delegato delle ferovie dissero che ai viaggiatori che non erano in possesso del documento di viaggio relativo a quel treno loro non erano responsabili se l'arrivo non fosse garantito e che avremmo dovuto portarci acqua e coperte intanto che stavano a far polemica sui dettagli dei biglietti di tutti e volevano minacciare a multe per irregolarità e arroganze varie.. Mi sono defilato per non spaccargli la faccia. A Bologna il treno diventa sovraffollato. Valige e gente di tutte le età rannicchiata nei corridoi e i bagni o fuori servizio o dei laghi di piscio.. Segue mia cronaca reale sul giorno prima a Malpensa nel prossimo commento.

Matteo Salerno 24.12.09 01:27| 
 |
Rispondi al commento

....io sono figlio e fratello di ferrovieri..quando le ferrovie erano FS.ferrovie di stato..e sicuro le ferrovie in Italia funzionavano molto meglio!! ..questa maladetta mania di privatizzare tutto porterà l'umanità intera alla rovina!! si privatizza tutto oramai, l'acqua, le TV i servizi pessimi ..sono tutte puttanate che ci raccontano.quando per tenerci buoni ci dicono che si migliora in qualità!Si fanno solo gli interessi dei pochi,ovvero dei manegers incapaci ed avidi a discapito della collettività!....Poi il colmo..essere presi in giro...da Moretti responsabile trenitalia...con frasi tipo"portatevi da casa" un panino..una maglietta...e magari un lettino ed un cuscino!......ma almeno non dite stronzate del genere ed investite in qualità tecnologia e professionalità!!...poi certo che l'imprevisto è difficile da prevedere..."ma io avevo già previsto che l'Italia finiva in mano ad un manipolo di coglioni!!

sergio barone, napoli Commentatore certificato 24.12.09 01:13| 
 |
Rispondi al commento

in finlandia i treni viaggiano regolarmente anche con -30°,inveve da noi basta un pò di neve per paralizzare il servizio.all'estero i passeggeri vengono avvisati per tempo di eventuali disagi,mentre da noi facciamo aspettare la gente al freddo con pochissime informazioni.per matteoli è normale vedere persone assaltare le carrozze per trovare un posto.
ps:matteoli la fa semplice,troppo semplice....

devis q. Commentatore certificato 24.12.09 00:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rimodernizzate le linee Lecce/ROMA/Bologna/Milano/Torino/Bolzano!!

ANIMALI!!!!!

Sono decenni che ci fate viaggiare come dei deportati!

BASTARDI!!!

'Migrante Alessandro, (foreste della rete) 24.12.09 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Gino de Pauli@

Ma alla fine,dopo tutti quei scarabocchi di Articoli che vanno da destra a nord ovest.

Ma a me che cazzo me ne frega?

Io non sono un tecnico!Se io pago e faccio il passeggero in Italia..Mi interessa che tutto funzioni e tutto abbia un efficienza di competenza.

Per me il treno deve essere puntuale,ordinato,esigo di fare un viaggio tranquillo.

Quelli sono cazzi loro!!sono pagati per fare quel lavoro.Non puoi pretendere di esporre documenti Politici e che gli altri "abbiano pazienza".

sai a come stimo i treni Italiani?

Il biglietto non lo pagherei..Dovrebbero essere Gratis.Perché non valgono un cazzo.

Ho provato anche con la prima classe..Sai cosa é successo?Le finestre non si aprivano..L'aria condizionata non funzionava,40 gradi a Bari.
Di nuovo vicino al cesso (la finestra era apribile almeno),non c'era il servizio ristorante (neanche il carrettaro a nero).
Ma vaffanculo..Le Fs sono una chiavica.Direi le peggiori del MONDO!!

'Migrante Alessandro, (foreste della rete) 23.12.09 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Certo che il paese ha retto eh si!!!!!!!! Come per gli aeroporti la panzana che hanno retto!!!!! Ma se funzionassero così in Scandinavia ed in Norvegia pensate che potrebbero fare dei fatturati????? Sarebbero inagibili per 3/4 dell'anno e così anche le ferrovie!!! Vi prendono per fessi e continuate a prenderla nel culo, per altri 60 anni quelli della terza repubblica, delle banane con il popolo anello al naso all inclusive.....che vergogna!!!!

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 23.12.09 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Da noi a Siracusa il treno non arriva quasi più, hanno deciso che ne possiamo fare a meno, non ci resta che goderci queste giornate di Sole invernali, almeno quello non ce lo può levare nessuno.

Biagio B 23.12.09 23:14| 
 |
Rispondi al commento

La risposta del Ministro all' Interrogazione...E' FUORI TEMA !!!! IL METROBUS DI PADOVA N O N E' U N T R A M !!!!! FORSE E' UN TRANS ?........

Gino De Pauli 23.12.09 23:01| 
 |
Rispondi al commento

La commissione di sicurezza ha espletato pertanto una serie di attività che, in alcuni casi, hanno condotto a implementazioni/modifiche del sistema proposto, fino ad arrivare ad esprimere un parere favorevole all'approvazione, che, condiviso dalla commissione interministeriale di cui alla legge 1042 del 1969, come integrata dall'articolo 5 della legge 211 del 1992, ha permesso alla struttura ministeriale competente di rilasciare il nullaosta alla sicurezza di cui al punto a).
La stessa «commissione di sicurezza» è stata investita inoltre dei compiti di «commissione di agibilità» e, come tale, effettuate tutte le prove previste dagli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 753 del 1980, ed altre, ritenute indispensabili in relazione alla particolarità del sistema, ha espresso parere favorevole al rilascio del nullaosta ai fini dell'apertura all'esercizio di cui al punto b) per la tratta stazione - Guizza (capolinea sud), in esercizio ormai dal marzo 2007.
Alla data odierna, la commissione di sicurezza sta continuando il suo lavoro, sia seguendo e studiando le varianti di componenti o sottosistemi che, con l'esercizio, si sono rivelate opportune ai fini di una sua sempre più spinta ottimizzazione, sia seguendo le prove finalizzate all'immissione in servizio di nuovi veicoli e all'agibilità della seconda tratta progettuale che prolunga la linea verso nord.
Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti: Altero Matteoli.

Gino De Pauli 23.12.09 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Atto Camera
Risposta scritta pubblicata lunedì 23 marzo 2009
nell'allegato B della seduta n. 150
All'Interrogazione 4-01962 presentata da
ANTONIO BORGHESI
Risposta. - In riferimento all'interrogazione in esame, si forniscono i seguenti elementi di risposta.
Per quanto riguarda le notizie generali relative alla presunta pericolosità del sistema o il disagio che esso arrecherebbe ai cittadini, si rimanda a quanto precedentemente comunicato in data 4 agosto 2008 in risposta ad analoga interrogazione n. 4-00276 presentata dall'interrogante e relativa al medesimo oggetto.

Quanto alle «omologazioni», citate nella interrogazione, si fa presente che per i sistemi tranviari non sono previste dalle norme procedure di omologazione.
Più specificatamente per i sistemi tranviari, intesi come veicolo, sede, alimentazione elettrica ed impianti tecnologici connessi, le norme prevedono:

a) che il progetto completo venga esaminato dai competenti uffici ministeriali per il rilascio del nullaosta tecnico per la sicurezza ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 753 del 1980, articolo 3;
b) che il sistema nel suo complesso ed ogni sua sottoparte vengano sottoposti a prove alcune in fase di costruzione, altre direttamente in sito ai fini del rilascio del nullaosta all'esercizio, ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 753 del 1980; dette prove vengono seguite sempre dagli uffici territorialmente competenti, con il supporto, nel caso di tecnologie innovative o di particolare complessità, di una «commissione di agibilità» appositamente istituita.
Nel caso della tramvia padovana, dato il suo carattere fortemente innovativo, si è ritenuto, all'atto dell'approvazione del progetto, di rilasciare solo un nullaosta preliminare, subordinando quello definitivo agli esiti dei lavori di una commissione di sicurezza appositamente istituita per l'approfondimento degli aspetti tecnologicamente innovativi.

Gino De Pauli 23.12.09 22:58| 
 |
Rispondi al commento

le norme di sicurezza non ne parla nessuno mi
mi sembra che quei treni siano un po tro
affollati nessuno interviene !!

Vincenzo lombardo 23.12.09 22:57| 
 |
Rispondi al commento

A furia di abusarne, il retto non reggerà più e ci/vi inonderà di merda.

antonio d., carrara Commentatore certificato 23.12.09 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Ieri mattina 22-12-2009 alle ore 08.00 a Padova di fronte all' Hotel Grand' Italia il " glorioso metrobus " denominato erroneamente " TRAM " e MISEREVOLMENTE deragliato per l' ennesima volta ( diranno colpa del ghiaccio della neve ..o di che cosa ? )la monorotaia su cui viaggia e sulla quale i cittadini che viaggiano a bordo del mezzo affidano le loro vite ..ha gia' ucciso una volta il 5-6-2008 era un motociclista ,..a quando tocchera' ad un passante o ad un passeggero ? meditate gente meditate .....visitate il sito www.rotaiakiller.splinder.com

Gino De Pauli 23.12.09 22:52| 
 |
Rispondi al commento

E' vero, l'Itaglia, anziché sufficiente cervello, a sufficente retto.
E' per questo, che la crisi, l'abbiamo di dietro.

antonio d., carrara Commentatore certificato 23.12.09 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro improvvisato ministro, se gli ultimi saranno i primi, possiamo ritenerci proprio bravi...

Giovanni Galbusera 23.12.09 22:24| 
 |
Rispondi al commento

La situazione non é nuova.L'unica cosa che di nuovo c'é:é che almeno qualche Giornalista si degna almeno di riportare i catastrofici disagi delle Ferrovie dello Stato/Frenitalia.
La piú drammatica vissuta sulle mie ossa fu un viaggio Belgio(Charleroi)/Lecce.Allora avevo 16 anni.
Arrivai a Lecce dopo quasi 48 ore..Fino a Milano andó tutto liscio.
Le condizioni meteorologiche erano buonissime..Soltanto che il Treno Bologna-Lecce scomparve completamente e fui costretto ad aspettare per il treno della sera (dopo 8 ore).
Un controllore mi buttó fuori dal treno a Pescara perché non avevo abbastanza soldi per il supplemento (a 16 anni)..Credevo di non farcela..Ma alla fine almeno finí tutto per il meglio (fui costretto ad arrivarci in nero (seppure con un biglietto pagato).
Ho mille altre storie vissute sui treni (viaggi vicino ai cessi per eccesso di passeggeri,12 ore in piedi perché non ci si poteva muovere(neppure le mamme con i bambini potevano passare per portare i propri figli al bagno).
Si dovrebbero vergognare..Qui in Germania con la neve ci sono pure alcuni disagi.I treni diretti per le grandi Cittá..al posto di partire ogni ora..partono ogni due ore.Non ogni 8.

'Migrante Alessandro, (foreste della rete) 23.12.09 22:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Matteoli, " l'Italia ha sufficientemente ROTTO".

Edmond A., Zurich Commentatore certificato 23.12.09 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Beppe
occorre mettere un'iniziativa sul blog da mandare contro a trenitalia che prende in giro migliaia di cittadini che cercano di utilizzare il treno, oltre che non dare un servizio necessario allo sviluppo del paese in termini di inquinamento e mobilità sostenibili.
Peraltro prova ad andare sul sito di trenitalia per mettere un commento ti fanno scrivere tantissime cose inutili
è ora che finiscano di prenderci in giro!!!
venerdì a Genova per un dito di neve i treni erano in tilt, mi sembrava di essere in un carro con cui deportavano la gente nei campi di concentramento

BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Marcello Peri

marcello peri 23.12.09 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Beppe qua ormai è tutto fuori controllo!
ieri i treni,il ghiaccio, oggi, e puoi controllare, qua a Genova tutte le strade sono bloccate da ore ed in tutte le direzioni, purtroppo, e sempre a causa dello sfacelo generale, un giovane lavoratore del porto è stato schiacciato da un tir nella stiva di un traghetto, più che logico i portuali manifestano chiudendo i terminal, ed è il caos! le autostrade rimangono aperte e le persone nelle loro auto rimangono imbottigliate per ore, informati, parlane, ti prego! mia figlia, infermiera pediatrica dell'Istituto Gaslini, reparto oncologia, ha il turno di notte, abita a Pontedecimo, si mette in marcia verso il lavoro prima del solito, causa traffico e maltempo per poter essere al suo posto puntuale, alle 20, partendo dalla Valpolcevera alle 18 è arrivata adesso, ore 21 in ospedale sotto un diluvio apocalittico, tutto questo perchè i lavoratori ce la mettono tutta anche mettendo a repentaglio la propria incolumità in un'italia che li stritola, li umilia, li imbroglia!!!!!!!!!!!!!!!! Fai girare!!!!!!!!!!!!!!!!

gabriella baiesi 23.12.09 21:06| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
LE FS NON ESITONO, NON CI SONO NEANCHE SE' C'E' UNA NEVICATA IMPORTANTE COME QUELLA DEGLI ALTRI GIORNI, VERREBBE DA FARGLI PROVARE LA STESSA EBBREZZA DEL VIAGGIO IN TRENO CON LA NEVE ANCHE A MATTEOLI..........
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 23.12.09 20:34| 
 |
Rispondi al commento

...si, come intestino retto!

massimo b. Commentatore certificato 23.12.09 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale maltempo!!!! Qui in Italia c'è sempre una causa per giustificare l'incapacità di chi dirige le aziende (pagate dai contribuenti), e mai nessuno che si prenda la responsabilità. Il casino che c'è stato nei trasporti ferroviari ci sarebbe stato comunque, neve o non neve. Hanno messo tutti questi treni veloci,le FECCE rosse e argento, smontando un apparato che stava su per miracolo, proprio nel periodo natalizio in cui masse di persone si spostano per tornare ai luoghi di origine. Trenitalia è un morto che cammina, e loro ci vogliono far credere che sia stato, così come recita la scritta sul sito dell'azienda, un evento eccezionale di maltempo. CIOE'?? due giorni di neve e poi la pioggia che la lava via sarebbe un evento eccezionale? Ma fatemi il piacere...adesso è chiaro a tutti perchè in Italia non è passata la legge sulla class action? Ce ne sarebbero da fare, ma i manager non vogliono avere interruzioni nello svolgimento della loro vita da nababbi, alla facciaccia nostra (come direbbe Totò), vogliono solo ricevere stipendi da capogiro e buonuscite faraoniche. Questi problemucci di qualche viaggiatorucolo sono solo un disturbo inutile che non è degno neanche di venire preso in considerazione.

lia courrier 23.12.09 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Esperienza diretta: Mia moglie ha preso l'unico treno partito da Milano da Bologna. Biglietto pagato €104!!!!! per viaggiare in piedi nel corridoio. E dire che qualcuno con il biglietto è rimasto a terra.


Gianluca R., Lecce Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 23.12.09 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Forse l'altero matteoli intendeva "retto" nel senso anatomico del termine...se fosse stato alla stazione di milano probabilmente i cittadini utenti glielo avrebbero fatto il "retto". Bravo l'altero, complimenti, anche stavolta avete fatto una bella figura di m....a!!!

Marco Oliva (freccia), Taggia Commentatore certificato 23.12.09 19:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori