Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Rischio Italia


CIN550.jpg
"Gli investitori si sono assicurati maggiormente contro il default dell'Italia (attraverso il cosiddetto CDS (*) che per ogni altro Stato, secondo la società finanziaria DTCC " (**) che pone l'Italia al primo posto seguita a lunga distanza da Spagna, Germania, Brasile e Grecia. L'Italia è prima grazie al suo enorme debito pubblico. I titoli italiani all'estero si fanno sempre riconoscere...
(*) Il CDS, o Credit Default Swap, è una polizza assicurativa che si contrae contro il rischio di fallimento di uno Stato e quindi sulla possibile insolvenza dei suoi titoli.
(**) Da: "The Economist"

8 Dic 2009, 23:31 | Scrivi | Commenti (51) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

beppe mi mandi sul sito dell'economist ma se nn capisco l'inglese cm posso informarmi in maniera specifica? scusa luca

luca zappacosta 22.12.09 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma si ha un'idea di quello che sono i CDS? I credit deafault swap servono appunto ad assicurare contro il rischio di fallimento, come segnale di rischio default l'importante non è però l'ammontare ma il prezzo. Trovate ad esempio una lista chiara e relativamente aggiornata a questo link http://www.bespokeinvest.com/bespoke/2009/11/dubai-default-risk.html#comments, in cui si vede chiaramente che l'Italia non è certamente tra gli stati messi peggio.

Per rendere il concetto chiaro, pensare che un grosso ammontare di CDS segnali il rischio default è come dire che se una persone fa un'assicurazione contro i danni sei quello che ha più rischi di correre danni... Non è vero, è vero invece che se paghi un premio più alto (cioè prezzo più alto dei CDS) il rischio di default è valutato, nell'esempio dall'assicurazione, essere più alto.

Ciao e informatevi degli argomenti di cui parlate

stefano d 17.12.09 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Si è fatto il no-B day. Benissimo; ora vogliamo prolungarlo ? Facciamo finta che B. non esista, ignoriamolo, non parliamone più, cambiamo canale quando i TG ne parlano.
Vedrete che senso di pace e di liberazione.
Poi i media si accorgerebbero che B. non è più un argomento che tira e smetterebbero di proporcelo in prima pagina.
Pensate a un titolo di una sola colonna a pagina 8: Berlusconi annuncia che cambierà la Costituzione; nessuno lo prenderebbe sul serio.
E lui si sgonfierebbe come un soufflé.

Giorgio Soave 14.12.09 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, vorrei chiederti se puoi mettere nella homepage una finestra fissa dove mettere un contatore che registra in tempo reale il debito pubblico, come un conta chilometri, con la zona verde e quella rossa di pericolo, perchè così ci si rende conto per davvero di come siamo messi, e addirittura io lo vorrei vedere per le strade, in maniera che tutti gli italiani lo vedessero.
Chi ci governa, se non riesce a diminuirlo entro un lasso di temmpo se ne và a zappare.

Rocco.c 13.12.09 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me se non si fa niente per ovviare, andrà prima in defaultil sistema previdenziale e poi, subito dopo, lo stato che dovrà accollarsene i debiti. Può essere il efault del sistema previdenziale sia percepito a poco perchè i conti del sistema previdenziale non sono di facilissimo esame. La "cartolarizzazione" a basso prezzo degli immobili di proprietà degli enti previdenziali non comporta una svalutazione della credibilità di pagatore degli stessi enti pubblici?

Salvatore C. Commentatore certificato 11.12.09 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Chi gentilmente mi sa spiegare cosa succede in caso di default di un paese. Da quel che so il valore dei titoli di Stato va a zero. E cosa succede agli altri titoli ad esempio di Banche, Utility e imprese del Paese in oggetto?
grazie

fausto maurizio 11.12.09 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, fino adesso ti ho sempre seguito e ho sempre apprezzato molto i tuoi interventi e le tue battaglie, ma se cominci a dire le cavolate anche tu...o probabilmente cavolate non sono, ma solo male interpretazioni?
E' notizia di ieri il default finanziario della Grecia che può portare addirittura alla perdità di sovranità del paese stesso.
Che affinità ci sono con l'Italia? E quanto può essere imparziale l'Economist?

Riccardo Betti 10.12.09 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

forse vi è sfuggito qualcosa ma mi sembra che il rating per la Grecia sia stato passato da AA- a BBB- la stessasorte sembra avere la Spagna l'italia al momento è ancora valutata A - . Facciamo almeno attenzione a non dire cose inesatte Cordialmente Vostro ammiratore Gianfranco ZAGO

GIANFRANCO ZAGO 09.12.09 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono stufa di sentire parlare di Berlusconi , sembra che in Italia ci sia solo lui .
BASTA è ora di cambiare , cominciamo con una nuova corrente di pensiero politico che rispetti la persona , il lavoro , l'ambiente , diamoci tutti da fare e seguiamo l'esempio di Obama , se lo hanno votato gli americani (che certo non brillano per coscienza sociale) di certo possiamo cambiare anche noi questa nostra Italia .. quindi Caro Beppe, Cara Sinistra , Cari Intellettuali ,e' ora, è adesso, è subito,il momento di passare ai fatti .

rossella cassandro 09.12.09 23:21| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè siamo arrivati a questo punto? Noi cosa dobbiamo fare? Aiutateci a fare qualcosa.

Sabrina

Sabrina Messeri 09.12.09 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Italia pulita ribellatiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.
svegliatiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.

galletti claudio 09.12.09 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Più che un commento vorrei fare una proposta,anzi una serie di proposte:
Premesso che l'Italia è al collasso per colpa di quelli che se la stanno spolpando viva,e che ormai ci lasceranno nella merda con le mutande in mano,per scappare come ha già dato l'esempio qualcuno"se non lo hanno fatto ancora è solo perchè hanno valutato che gli italiani sono un popolo di resistenti anche alle avversità,per cui che fretta c'è?Visto che non reagiscono si continua,poi prendere un aereo all''ultimo momento.........e che ci vuole?Allora io dico:fermi tutti!
Basta privatizzazioni!Avete già rubato abbastanza,quindi la roba degli italiani ritorna agli italiani!Autostrade,compagnie telefoniche,ferrovie,Alitalia,Energia,fabbriche,e chi ne ha più ne metta? E l'amministrazione di questi beni?Abbiamo tanta brava e onesta gente disoccupata che sarebbe ben felice di lavorare per il popolo italiano per vivere decorosamente e non per arricchire questa accozzaglia di cialtroni che ci mungono e ci tosano come pecore.Quindi io direi che hanno gia' preso anche troppo,e che vadano fuori dai coglioni subito senza danni se non fanno resistenza!Dobbiamo imparare anche da Gheddafi?Basta spremere gli italiani! con tutto quello che hanno rubato,l'talia avrebbe vissuto di rendita per trent'anni ancora,invece se si continua così bisognerà chiedere l'obolo all'Europa!

Rocco A., pinerolo Commentatore certificato 09.12.09 21:46| 
 |
Rispondi al commento

questa cosa è preoccupantissima, pensate che l'anno scorso,operatori di borsa furbi e soprattutto onesti, hanno venduto e fatto vendere ai loro clienti, tutti i loro titoli Lehman-Brothers, perchè messi in guardia anticipatamente da questi grafici CDS, che davano L&B prossima allo scapicollo, cosa che purtroppo è avvenuta, mentre tutte le agenzie di Rating, fino al giorno stesso del crack, gli davano il punteggio massimo in quanto ad affidabilità.

giacomo leopardi 09.12.09 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non serve a nulla,con quella tabella..gli italiani capiranno che la linea é la lunghezza del pene media rispettivamente alle altre Nazioni.
Peccato che la tabella sia senza la Padania.

Brigante Alessandro, (Foreste della rete) 09.12.09 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Ora, finalmente, avete capito cosa vuol dire avere la crisi alle spalle?
Vuol dire averla dietro.
Si, proprio nel di dietro.
E senza vasellina!!!!!!!!!

antonio d., carrara Commentatore certificato 09.12.09 20:34| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Per quest'anno fanno cassa "fottendoci" il tfr senza che i partiti dell'opposizione facciano qualcosa o peggio ancora i sindacati.Ieri sera ho visto e sentito parlare quella faccia di culo di Angeletti,a parte la sviolinata pro berlusconi,a parte l'esprimersi in maniera sgrammaticata ed insulsa mi è sembrato uno che si è svenduto i lavoratori per niente o forse spera in qualche ministero che il nano previdente gli elargirà tra breve.Mi vergogno per lui,che parla ancora di difesa dei lavoratori e che ci sia gente nel suo sindacato che ancora gli paga la tessera o le trattenute sulla busta paga.Il potere è peggio di una puttana basta che si lasci un pò odorare la fi..a che ognuno pensa tra poco si tromba,senza capire che spesso si finisce per essere trombati.
Che pena,che vergogna,che gente insulsa ieri sera a ballarò,li porterei veramente in p/za del carmine a Palermo dove c'è il Ballarò reale.

IL SICILIANO 09.12.09 19:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Molto poco rassicurante.

Luigi Vicenza, Vicenza Commentatore certificato 09.12.09 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Riposto qui un eventuale scenario in caso di default..

Very good question. If Italy defaults, the world economy is in for a shock. And you're right, Italy cannot devalue its currency like Argentina, as the ECB will not let this happen. (Note that Greece now has a higher chance of defaulting.)

First, what won't happen:
Italy would not leave the Eurozone as the country will face, in addition to the default, a banking and a currency crisis. Bank customers would simply send their euros to a foreign bank to avoid a forced conversion into a new domestic currency.
ECB will not devalue the currency, as inflation is rising as a concern.

So if a default happens, the central banks and governments of the eurozone would be forced to co-ordinate their policies whether they liked it or not.

Under its statute, the ECB and national central banks are not allowed to monetise (i.e. buy) new sovereign debt or grant overdraft facilities. But, as you have already seen, the ECB is allowed to buy debt in the secondary market.All it would take is a decision by the ECB’s governing council.

What about a direct fiscal bail-out by other member states? The non-defaulting governments would be reluctant as a bail-out would carry the risk of moral hazard, as opposition was fierce even for domestic bail-outs. But remember the fear of a contagion, as a a sovereign default by a small country could wreak havoc on the markets for credit default swaps and might even destroy financial institutions in other eurozone countries. A default could also trigger a panic rise in bond yields elsewhere, which could turn the threat of contagion into a self-fulfilling prophecy. If confronted with this more realistic situation, governments would, I suspect, react similarly to the way they responded in the aftermath of the collapse of Lehman Brothers
Step 1: Anger and lectures on fiscal discipline
Step 2: An emergency meeting in Brussels in which the EU and the IMF would agree a package of credits to stabilise the d

sky eye Commentatore certificato 09.12.09 17:06| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=4UeelcNvasg&feature=player_embedded

Studente universitario Vs. Premi Nobel ;)
Bisogna essere come lui e non conigli!!!!

Silvano Mazzamurro 09.12.09 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Che bello, portano via anche il tfr dei lavoratori. Questo significa che non ci sarà più la pensione per nessuno, a parte per questi governanti mafiosi. Sono contenta di non essere dipendente di nessuno. A chi ha la fortuna di avere versato i soldi in azienda consiglio di prenderli tutti e portarli all'estero. Questi stanno mangiando sul sudore di milioni di persone e l'italiano cosa fa? Nulla, sta a guardare


banca.il direttore come va?tu rispondi male!e lui!bene!allora va bene a noi eeeeeeeee.

pasquale ., torino Commentatore certificato 09.12.09 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,

diciamo che in generale più il CDS è alto, più è alta la probabilità che l'oggetto sottostante al CDS (un governo in questo caso) vada in bancarotta (o altri eventi simili). Non si tratta di una probabilità reale, ma di quella percepita in media dagli investitori.
Il grafico è fuorviante nel senso che non è vero che l'Italia ha una probabilità (percepita) doppia di fallire della Spagna o della Grecia (in realtà è vero il contrario) solo che il volume di CDS sull'Italia è molto più grande di quello sulla Spagna, da cui il grafico (che mostra cioè il volume e non la probabilità). Come dice giustamente l'articolo, il volume è più grande anche perché abbiamo un debituccio sulle spalle non indifferente, ma ci sono altri motivi che possono spiegare questo fenomeno, tipo speculazione, volatilità, liquidità etc.
Spero di essere stato chiaro, altrimenti fatemi sapere!!
ciao, sei grande!

Massimo M., Bergamo Commentatore certificato 09.12.09 15:12| 
 |
Rispondi al commento

E' molto strano perche sul sole24 ore di oggi non un articolo di denuncia in merito a questo rischio. Molto spazio dedicatoal rischio grecai ma del debito italico nemmeno una riga....
Mi viene il dubbio che c'è chi mante: o a b. grillo piace fomentare panico o il sole 24ore omette informazioni che possono essere cruciali per eventuali decisioni di investimento in titoli di stato italiano

giovanni c., crotone Commentatore certificato 09.12.09 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la nuova Finanziaria, qualora passasse ma, passerà, di fatto si aumenta il debito pubblico. Non si era detto che non si poteva battere moneta come quando eravamo uno stato a sè stante?
Benigni diceva scherzando su Berlusconi: "...ma quanto costa questo cazzo di pianeta???.."
Quanto ci costa questo c...o di Berlusconi???
Mi pare di vedere uno di quei western da 4 bajocchi nei quali lo sceriffo non è mai presente quando i banditi assaltano una banca o scorazzano impunemente per il paese.
Lui se ne è andato a Panama, alla facciaccia nostra. Ma che c...o è andato a fare a Panama, visto che quel paese straniero ha ben poco da offrirci se non il paradiso fiscale???
E' andato forse ancora una volta a sistemare un pacco di c...acci suoi????
Agire miei cari concittadini, agire.
E' ora di prenderlo per il cravattino e portarlo dinanzi ai Tribunali ove è inquisito.
Se dovesse risultare innocente, non prescritto, non falso innocente perchè il reato non è più reato in quanto lo ha depenalizzato Lui, ebbene, continui pure a fare il politico, altrimenti venga giudicato in funzione di quanto egli ha commesso, penalmente e/o amministrativamente accertato come reato.
Nel frattempo, si faccia in modo che i processi nei quali è imputato, siano eseguibili fino a sentenza definitiva.

Maurizio Bonardo 09.12.09 13:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
E STA' ARRIVANDO LA MEZZANOTTE DEL DEFAULT, ANZI DELL'OLTRE DEFAULT (GRAZIE A TREMORTI,A CONFINDUSTRIA, AI PARTITI, ALLA DISINFORMAZIONE) COSA SPETTIAMO A DARGLI EXSTRAOMNES A QUESTI CO......, UN NO PARTITI DAY DA FARGLIELO RICORDARE PER SEMPRE!!!!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.12.09 13:36| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
E STO ARRIVANDO LA MEZZANOTTE DEL DEFAUL, ANZI DELL'OLTRE DEFAULT (GRAZIE A TREMORTI,A CONFINDUSTRIA, AI PARTITI, ALLA DISINFORMAZIONE) COSA SPETTIAMO A DARGLI EXSTRAOMNES A QUESTI CO......, UN NO PARTITI DAY DA FARGLIELO RICORDARE PER SEMPRE!!!!!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 09.12.09 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Tremorti ha deciso di fottersi il tfr degli italiani per 3 miliardi e rotti di euro, Na manovrona finanziaria peggio dello sceriffo di notthingam che sara' approvata con la fiducia oleee.
Continuate a votarli sti ladri..

Salvatore G. Commentatore certificato 09.12.09 12:25| 
 |
Rispondi al commento

che l'talia è un paese a rischio fallimento non è certo una novità,lo dimostra il fatto che il nostro debito pubblico non fa altro che aumentare(siamo quasi a 1800 mld,come previsto da beppe).Per fermare il debito pubblico cosa fà il nostro governo?vara manovre finanziarie che si rivelano inefficaci e spera come al solito in un miracolo...
ps:quand'è che berlusconi e co vanno a fare un giro a lourdes,così almeno accadrebbe un vero miracolo...

devis q. Commentatore certificato 09.12.09 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Un dato più significativo sarebbe secondo me il valore di CDS in pecentuale del debito pubblico, ossia la percentuale di questo che viene assicurata. Come osservato nell'articolo dell'Economist, quello italiano è tra i più alti in assoluto, quindi è da aspettarsi che sia tra i più alti anche l'ammontare di CDS. Con le statistiche corrette, probabilmente il dato dei CDS sulla Grecia risulterebbe in vetta alla classifica. Questo non per dire che il debito italiano non debba preoccupare, ma per poter dare una interpretazione della posizione italiana (rispetto agli altri paesi) occorre guardare al dato percentuale e non limitarsi a quello, ma (e soprattutto) guardare al costo di queste assicurazioni (ossia i rendimenti dei CDS).

Gio Calvo 09.12.09 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Non pretendono che il blog di Grillo sia una guida all'economia, ma visto che lancia questi allarmi (non metto in dubbio per niente l'attendibilita' anche perche' ci credo fermamente pure io) mi piacerebbe vedere anche possibili scenari in caso di default del paese. L'argentina l'ha affrontato con una grossa svalutazione della moneta e una conseguente stravolgente inflazione. Ma l'Italia ha l'euro: se si svaluta per l'Italia tira dentro tutti gli altri paesi oppure l'Europa ci puo' buttare fuori e il "nostro" euro sara' diverso da quello del resto dell'unione?

sky eye Commentatore certificato 09.12.09 10:18| 
 |
Rispondi al commento

ma come è possibile che siamo i primi????
Ma il governichiolo non ha fatto i seguenti tagli:
Ricerca
Precari
Artisti
Sanità
Non ha diminuito le tasse
Pubblica sicurezza
Ha aumentato le tariffe(autostrade,assicurazioni)
Sta privatizzando tutto(il che si prevede aumenti nei costi di sercizio)
Pubblica istruzione(aumento degli alunni e diminuzione degli insegnanti)
Ricerca(i giocani debbono andare all'estero)
Ecc...ecc....ecc........ce ne sarebbe ancora da elencare
Quindi se si eliminano queste spese da dove proviene il debito pubblico????
Forse dai costi del residence???
Forse dai costi del sottogoverno????
Forse dalla privatizzazione o meglio ladrocinio dei Privati?????
Dai debiti che i comuni ,regioni,e provincie aprono con gli istituti di credito degli onorevoli?????
Se le suonano e se le cantano!!!!
Via l'italia il Bel paese!!!!
Ma che morissero tutti conj i soldi in bocca!!!!!

oreste mori 09.12.09 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Il caso della Grecia é emblematico di come a) si truccano i conti pubblici b)la Commissione Europea non monitora e non si accorge di un deficit che passa dal 3.7 al 12.7% del PIL con un cambio di governo.
Certo potrebbe succedere anche all'Italia...
http://mgiannini.blogspot.com/2009/12/lies-damned-lies-and-statistics-or.html

Giannini Massimo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.12.09 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo ci sta affogando nella vasellina con un'esercito di cialtroni, ma quando ci risveglieremo sarà troppo tardi...LORO saranno già scappati!

Li m. Commentatore certificato 09.12.09 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma come? Ieri sera a Ballarò il dott Larussa Ignazio ha detto che lo stato non potrà mai fallire, e siamo pazzi se crediamo il contrario, praticamente un mondo di pazzi.

a prescindere (anche per gli atei) Commentatore certificato 09.12.09 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo a posto

stefano bonifazzi 09.12.09 03:19| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna mettere gente come Benetazzo, Calì, e pochi altri, al timone dell'economia non i economisti soliti.
Solisti economisti che ricoprono ancora gli stessi posti che ricoprivano due anni fa, quando NON SI ERANO ACCORTI CHE LA CRISI STAVA ARRIVANDO!

Calì, Benetazzo e pochi altri ci avevano avvisato, eccome se ci avevano avvisato.

http://sapienza-finanziaria.blogspot.com/2009/12/nuovo-articolo-di-eugenio-benetazzo.html

Giustina . Commentatore certificato 09.12.09 02:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La finanza creativa ...un bel nome per definire una truffa legalizzata?

Per me, più attaccata alla logica terra-terra, resta un mistero questa finanza creativa, ma soprattutto mi è difficile capire come una persona possa investirci i suoi risparmi se sa esattamente cosa sta facendo.

I valori in gioco sono i valori dei risparmiatori che valutiamo 100

con i 100 i risparmiatori comprano un pezzo di carta su cui è scritto che ogni anno riceveranno 0,50

il riparmiatore, però
chiede a chi gli dà il pezzo di carta in cui è scritto 100 + 0,50 la garanzia d'incassare il capitale, anche in caso di fallimento suo oppure di colui che gli deve i 100.

allora, colui che cede il pezzo di carta con sopra scritto 100 + 0'50 chiede ad una assicurazione di assicurargli il credito.

L'assicurazione dice, va bene, tu mi dai 1% l'anno della cifra che vuoi assicurare e nel caso tu fallissi l'80% del pezzo di carta che tu hai venduto a 100 al rispsrmiatore, lo pagherò io.

In cambio di questo non mi accontento dell'1%,
ma voglio anche lo swap

cioè

voglio che quell'80% che io ti riconosco come garanzia, diventi un titolo che mi viene consegnato e che io immetto sul mercato e che diventa un derivato, cioè è un titolo che non ha alcun valore in sè, ma tutto il suo valore sta nel suo "sottostante" cioè in ciò che egli rappresenta.

Se rappresenta merda, chi lo avrà in mano al momento della scadenza si ritroverà merda, altrimentri ciò che si verificherà alla scadenza.

il derivato scompare nel momento della scadenza del titolo...quindi

il derivato andrebbe bandito perchè non è un'operazione finanziaria, ma una SCOMMESSA su l'esito di un'operazione finanziaria... come se io scommettessi su due pugili che combattono ...ma i due contendenti NON sono pugili, parliamo di risparmiatori generalmente consigliati da impiegati bancari o similari e in più c'è l'aggravante che è una scommessa truccata nel 90% dei casi.

PS.

http://www.youtube.com/watch?v=JmNGVFAs4ok


manuela bellandi Commentatore certificato 09.12.09 01:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma deve durare ancora molto la menzogna globale del denaro creato dal nulla da banche private o devono arrivare a distruggere ogni rimasuglio di stato sociale?.
Questi non vogliono solo un governo globale (che in parte gia esiste) ma vogliono distruggere la democrazia e allontanare sempre di piu i cittadini dal potere politico.
Un mondo governato da criminali.

Marco P. Commentatore certificato 09.12.09 01:27| 
 |
Rispondi al commento

Molto indicativo...comincio a preoccuparmi.

Sign ora (ggio) Commentatore certificato 09.12.09 00:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori