Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Acqua pubblica


Intervista a Paolo Carsetti, Forum italiano dei movimenti per l’acqua
(9:14)
Strzelecki_Desert.jpg

foto di Garry da Flickr

L'acqua deve tornare pubblica. Quotare la pioggia in Borsa equivale ad affidare la sopravvivenza delle persone a degli squali. Il prossimo V3day sarà per l'acqua pubblica, l'8 maggio 2010. In Italia manca una cultura diffusa dell'acqua, i fiumi e i torrenti sono inquinati nell'indifferenza di quasi tutti, le sorgenti non sono protette, l'acqua viene sprecata come se fosse un bene inesauribile. L'acqua è il petrolio di questo secolo, l'oggetto di desiderio delle multinazionali, dobbiamo difenderla In Italia esistono movimenti e testimonianze a favore dell'acqua pubblica come il: "Forum italiano dei movimenti per l’acqua".

"Sono Paolo Carsetti, il segretario del Forum italiano dei movimenti per l’acqua, una rete di associazioni, comitati territoriali, organizzazioni sindacali, sta insieme dal 2006, perché conduce una battaglia rispetto alla gestione pubblica dell’acqua e intende far riconoscere un diritto umano universale.
Abbiamo iniziato redigendo una legge di iniziativa popolare, a fine 2006 e raccogliendo più di 400 mila firme. Ora la legge è in discussione in Parlamento e. visto il quadro parlamentare – istituzionale, non gode di grande sostegno da parte dei partiti presenti in Parlamento e giace in un cassetto. Abbiamo promosso la prima manifestazione per l’acqua pubblica in Italia, il primo dicembre 2007, a cui hanno partecipato più di 40 mila persone, ora stiamo conducendo campagne a livello nazionale tramite tutti i comitati territoriali, realtà associative e sociali, perché crediamo che questo sia l’unico modo per garantire un diritto e un servizio a tutta la popolazione.
In Italia il processo di privatizzazione del servizio idrico è iniziato da metà degli anni 90. Attraverso diversi provvedimenti legislativi si è andata affermando la gestione privata. Questo ha comportato diverse conseguenze sui cittadini, in primis c’è stato un aumento costante negli anni delle tariffe perché, oltre ai costi di gestione, il soggetto privato deve prevedere all’interno della tariffa, così come dice la legge, un profitto che noi come cittadini e utenti paghiamo al gestore. Quello che ci era stato raccontato, nel momento in cui si era avviato il processo di privatizzazione, era che lo Stato non poteva fare più fronte ai costi di gestione del servizio idrico, agli investimenti necessari per ristrutturare la rete idrica che ormai è vetusta e è definita un colabrodo e che dovevano intervenire soggetti privati perché solo loro potevano apportare i capitali necessari.
Quello che si sta registrando, e tutti i dati sono concordi sul fatto che all’inizio degli anni 90, gli investimenti annui erano pari a circa 2 miliardi di euro l’anno, oggi si registrano investimenti pari a circa 700 milioni di euro l’anno, ora abbiamo da una parte un innalzamento delle tariffe per garantire il profitto ai soggetti e ai gestori privati e dall’altra una diminuzione degli investimenti e anche della qualità del servizio.
C’è un altro fatto fondamentale rispetto al processo di privatizzazione, se io sono un soggetto privato e devo gestire un servizio, e quindi anche distribuire una risorsa, l’obiettivo che mi pongo sarà quello di aumentare la quantità di prodotto che vendo anno dopo anno, tant’è vero che in Italia i "piani di ambito" che sono i piani attraverso i quali si gestisce la risorsa idrica, prevedono nei prossimi anni un aumento dei consumi pari al 18% circa, ossia i gestori privati prevedono un aumento di quella che è la vendita del proprio prodotto. Questo credo sia assolutamente da scongiurare, anche perché i cambiamenti climatici, quello che è il riscaldamento globale ha come primo effetto e come prima conseguenza, proprio un aumento della scarsità della risorsa. Allora bisognerebbe approntare politiche di risparmio idrico, politiche di uso sostenibile della risorsa, questo, i soggetti privati, anche legittimamente rispetto a quella che è la propria "mission" imprenditoriale non lo possono garantire, lo può garantire esclusivamente una gestione attraverso enti pubblici, proprio perché il suo primo obiettivo è di garantire un servizio e un diritto a tutti, anche per le generazioni future, e di poter usufruire di identico patrimonio naturale.

Cosa può fare il cittadino per contrastare il processo di privatizzazione dell’acqua in Italia? Noi abbiamo messo in campo diverse campagne: una è quella di modifica degli statuti comunali e provinciali, proprio perché l’ultimo provvedimento approvato dal Governo a novembre 2009, fa riferimento alla privatizzazione dell’acqua, perché riconosce nel servizio idrico un servizio a rilevanza economica e quindi deve essere messo necessariamente sul mercato e sottostare alle leggi del mercato e della libera concorrenza. Noi riteniamo che il servizio idrico e quindi l’acqua non sia un bene di rilevanza economica, non sia un bene che debba sottostare alle leggi del mercato, ma vada garantito come un diritto di tutti, per questo i cittadini possono promuovere delle raccolte firme all’interno del territorio della propria Provincia e comune, per stimolare il Consiglio Comunale o il Consiglio Provinciale a approvare delle deliberazioni che modifichino lo Statuto comunale tramite l’inserite del riconoscimento del diritto umano all’acqua e tramite l’inserimento del riconoscimento del servizio idrico come servizio pubblico – locale privo di rilevanza economica. In questo modo l’ente locale, il Comune o Provincia può riappropriarsi della podestà decisionale, di come gestire il servizio idrico e quindi fuoriuscire dalla legislazione nazionale e questo è fondamentale proprio per mettere uno stop al processo di privatizzazione in Italia.
Abbiamo già lanciato e lo faremo anche nei prossimi giorni una manifestazione nazionale proprio in occasione della giornata mondiale dell’acqua che ogni anno cade il 22 marzo, il 20 marzo, il sabato precedente lanciamo una grande manifestazione per l’acqua pubblica e per la difesa dei beni comuni a Roma, cui chiamiamo anche a partecipare tutti quei movimenti, quelle realtà un po’ disilluse anche dal fallimento della Conferenza di Copenaghen, si stanno battendo rispetto al tema della giustizia climatica.
Contemporaneamente è stato lanciato da diverse forze politiche e anche il forum italiano dei movimenti per l’acqua crede di dover partecipare alla battaglia referendaria per abrogare tutte quelle norme che hanno consentito e garantiscono la privatizzazione dell’acqua in Italia, in primis l’ultimo Art. 15 del Decreto Ronchi approvato a novembre, ma anche tutte quelle leggi che hanno permesso l’ingresso dei privati e anche delle multinazionali nella gestione del servizio idrico in Italia in tutti questi anni.
Tutte le iniziative che il forum italiano movimenti per l’acqua mette in campo e ha messo in campo, potete trovarle sul sito del forum: www.acquabenecomune.org quotidianamente aggiornato, con la possibilità di raccolta firme rispetto agli Statuti comunali, insieme a quello che verrà da qui alla raccolta firme del referendum e alle iniziative per la manifestazione nazionale del 20 marzo."

 Iscriviti al MoVimento 5 Stelle
Nome: Cognome:

Copia il codice HTML e incollalo nel tuo sito web
E' disponibile DemoCRAZYa2009, diario politico di un anno italiano, di Marco Travaglio. Acquista la tua copia.
lasettimanabanner.jpg

16 Gen 2010, 16:01 | Scrivi | Commenti (566) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

A due anni dal referendum non sono tutte rose e fiori. Questa è una storia di degrado che offre uno spunto di riflessione:

http://laclessidrademocratica.altervista.org/blog/calabria-liquida/

Alessio Brancaccio, Milano Commentatore certificato 02.04.13 11:28| 
 |
Rispondi al commento

La privatizzazione dell’acqua ha portato al referendum che con grande participazione ha stabilito: gestione pubblica. Certo è che la gestione in mano ai privati ha fatto nascere parecchi malumori innanzitutto per l’aumento delle tariffe, per il ricevimento di cartelle poco trasparenti per consumi e prezzi praticati, e poi per la mancanza un garante per l’acqua potabile. Al contrario di luce e gas, inoltre, il cittadino non può scegliere tra diversi operatori e quindi le nuove società che sono state create hanno dato vita ad una variabilità di prezzi praticati e norme più o meno arbitrarie sulle condizioni di nuovo allacciamento, subentro o cessazione dell’utenza e trovano il consumatore senza nè garanzie nè una valida alternativa di gestore: vige il più iniquo monopolio. Cosa curiosa, anche per esperienza personale, sono i casi di subentro, in tali casi la società erogante pretende dal subentrante il pagamento delle bollette insolute dal precedente intestatario senza aver nessun titolo legale per tale richiesta. In pratica un proprietario di immobile che ha affittato l’appartamento ad un inquilino che dopo un breve periodo di permanenza risulta moroso e per tale motivo sfrattato si trova a dover anche far fronte, a detta delle società erogante, al pagamento degli insoluti nonostante non abbia mai firmato alcun contratto e che sia l’inqulino l’ intestatario dell’utenza. E’ come se l’inquilino sottoscrivesse un abbonamento ad una pay-tv e il locatore in caso di sfratto dovesse sobbarcarsi anche le quote di tale abbonamento non pagate. Furbata: “noo” rispondono i nuovi gestori acque ma se ne vuoi il subentro ti devi far carico dell’insoluto altrimenti paghi un nuovo allaccio a prezzi tali da scoraggiare qualsiasi padre di famiglia. Un ricatto in grande stile viste le leggi attuali e i tempi della giustizia ordinaria. Il risultato è prevedibile: se non stai attento all’acqua rischi di essere azzazzato d

il potatore 25.06.11 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma fino a oggi... voi tutti che amate appoggiare le mafie e la lottizzazione delle municipalizzate pubbliche, dove eravate?

Vi piace bere l'acqua in bottiglia? Quella che acqua è? Diversa da quella che vi scorre in casa?

Acqua pubblica, presa dal pubblico demanio, imbottigliata e venduta.

Svegliatevi. La privatizzazione dell'acqua esiste da Regio Decreto del 1927. Non dagli anni '80 come dice sto ciarlatano o dal post referendum.

Ivano Silvi 05.06.11 20:22| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=I9u01v6Zwlc
mi permetto di segnalarvi un montaggio fatto da me sulla base della canzone di caparezza - nell'acqua con una breve introduzione di padre Zanotelli.

Luca T 02.06.11 10:16| 
 |
Rispondi al commento

http://lamacula-blog.blogspot.com/2011/05/ragionevolezza-no-grazie.html La scelta di privatizzare l'acqua va contro la logica ed il buon senso. Oltre ad essere eticamente sbagliata è assolutamente senza senso e addirittura controproducente!

Federico Contin 04.05.11 10:40| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua minerale, dopo l'imbottigliamento, inizia un lungo percorso prima di arrivare sulle nostre tavole. Le bottiglie spesso vengono tenute sotto il sole a scapito della qualità dell'acqua che beviamo. Se a questo aggiungiamo il consumo dei camion che le trasportano, la difficoltà di smaltire le bottiglie ed il costo sostenuto, non potremo non scegliere, ogni giorno, l'acqua del rubinetto

Elisa Maria Carletti, Ancona Commentatore certificato 28.10.10 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, mi permetto di segnalare il documento sull'acqua pubblicato dal sito quattrogatti.info. Spero possa essere d'aiuto per la campagna!

http://www.quattrogatti.info/index.php?option=com_content&view=article&id=138:acqua-quale-gestione-per-un-bene-comune&catid=28:cambiamentoclimatico&Itemid=87

Quattrogatti.info 10.07.10 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Scusa Beppe,
conosci un amministratore di condominio onesto che opera su Milano?
Con stima,

Piera

Piera Tota 22.01.10 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo:
Questo messaggio non è riferito a nessuno degli argomenti trattati da te nel tuo blog, ma è piuttosto un messaggio di SOS...
Io sono un cittadino cubano, e ho appena saputo una terribile notizia: la dogana cubana ha approvato una legge che ci costringe a pagare tutto ciò che portiamo al nostro paese per aiutare i nostri cari contro "i soprusi dell'embargo imperialista americano". Quindi, dobbiamo pagare peggio che ai capitalisti sfruttatori, dato che dobbiamo pagare per portare nel nostro paese le cose che là servono. Scrivo a te perchè sei l'unico "rivoluzionario" vero che conosco, anche se di te non si parlerà sui libri di storia come si parla della grande rivoluzione cubana. di seguito ti allego il messaggio, in spagnolo. Ma non divulgate vi prego la mia identità, indirizzo e-mail, etc. Potrei essere punito. Confido nella vostra discrezione. Fate tradurre il testo, sbalordiciti, e fai qualcosa! Parla, urla. Io tremo di spavento, e di rabbia... A voi il messaggio ufficiale:



Regulación de la aduana cubana a partir de enero 2010
Fecha: martes 1 de septiembre de 2009,
9:00 ADUANA GENERAL DE LA REPÚBLICA

La Instrucción No. 9, de 20 de abril de 2005, emitida por el Jefe de la Aduana General de la República dispuso el Listado de Valoración Interno para determinar el valor adeudable a tomar por la Aduana, cuando se utilice este medio de valoración.
La Instrucción No. 21, de 10 de julio 2007, emitida por el Jefe de la Aduana General de la República dispuso modificar los Capítulos 03, 10, 14 y 15 correspondientes a Productos Fotográficos y Cinematográficos; Efectos Electrodomésticos; Informática y Comunicaciones; Partes y Accesorios para Vehículos; y Juguetes y Artículos Deportivos y de Recreo que forman parte de la Instrucción No. 9, de 20 de abril de 2005, del Jefe de la Aduana General de la República. Con el objetivo de uniformar y agilizar la actuación de la Aduana durante el despacho del tráfico no comercial en relación con la determ

Juan Sanchez 22.01.10 08:28| 
 |
Rispondi al commento

*Cose a CorrettoNome-OggettiviFatti/EspertiParere°
+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+

Accanto a Cose a Corretto Nome [con “Non Fattoidi”, *v.Potere delle Parole -a.S.Chase,ed.BompianiMi'66] funzionalpercorso suffragar tesi con °inclitoPointOfVIEW.
Come nel caso nucleare, tipic.quello – fra gli altri - del prof.Rubbia..[complementato, WhyNOT, con LibroBiancoUSA al riguardo..] su giuridico versante fra nomi di comune conoscenza..con citaz.semiacaso: CarloFedericoGrosso, GustavoZagrebelsky, ValerioOnida, FrancoCordero,PieroSchlesinger, StefanoRodotà; & in quello editorialistico: GiovanniSartori/Tullio DeMauro/MarioMonti/SergioRomano/BartolomeoSorge,etc.
Con i migliori saluti, Sergio Conegliano (p.i.elettronico/g.pubblicista)
''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''
http://sites.google.com/site/tecnologiacultura/lavorifatti-docum-arch-humour-varie
http://www.youtube.com/user/sc1942

Sergio Conegliano 21.01.10 09:18| 
 |
Rispondi al commento

*Cose a CorrettoNome-OggettiviFatti/EspertiParere°
+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-+-

Accanto a Cose a Corretto Nome [con “Non Fattoidi”, *v.Potere delle Parole -a.S.Chase,ed.BompianiMi'66] funzionalpercorso suffragar tesi con °inclitoPointOfVIEW.
Come nel caso nucleare, tipic.quello – fra gli altri - del prof.Rubbia..[complementato, WhyNOT, con LibroBiancoUSA al riguardo..] su giuridico versante fra nomi di comune conoscenza..con citaz.semiacaso: CarloFedericoGrosso, GustavoZagrebelsky, ValerioOnida, FrancoCordero,PieroSchlesinger, StefanoRodotà; & in quello editorialistico: GiovanniSartori/Tullio DeMauro/MarioMonti/SergioRomano/BartolomeoSorge,etc.
Con i migliori saluti, Sergio Conegliano (p.i.elettronico/g.pubblicista)
''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''''
http://sites.google.com/site/tecnologiacultura/lavorifatti-docum-arch-humour-varie
http://www.youtube.com/user/sc1942

Sergio Conegliano 21.01.10 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Libro illustrato che parla della privatizzazione dell'acqua, da vedere!

http://www.youtube.com/watch?v=OdD73aGrdK8

Gianni T. 18.01.10 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Il Consiglio d'Europa lancia l'accusa: l'Organizzazione mondiale della sanità si è lasciata influenzare dall'industria farmaceutica nella gestione della pandemia legata al virus A/H1N1. In Italia il contratto per la fornitura di vaccini tra ministero della Salute e Novartis, pieno di lati oscuri e inspiegabilmente squilibrato, è coperto dal segreto di Stato.

Un'epidemia creata per vendere farmaci e vaccini
La annunciata pandemia non ha fatto i danni temuti: quello che resta sono milioni di dosi di vaccino inutilizzate.

* Il presidente della Commissione sanità del Consiglio d'Europa Wolfgang Wodarg ha lanciato un'accusa: sarebbero state le aziende farmaceutiche, per spingere le vendite di farmaci e vaccini, a influenzare la decisione dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) di dichiarare lo stato di pandemia per il virus A/H1N1.
* Il Consiglio di Strasburgo ha già approvato una risoluzione con cui si avvia un'inchiesta sul ruolo delle aziende del farmaco nella vicenda. Un primo dibattito urgente è in programma nella prossima sessione plenaria dell'assemblea, fissata per fine gennaio.
* L'Oms ha annunciato a sua volta l'apertura di un'indagine interna, affidata ad esperti indipendenti, per verificare tutti i passaggi che hanno portato ad innalzare il livello di allarme e decretare l'emergenza pandemia nell'aprile del 2009.

Un contratto oscuro e squilibrato
Già da novembre Altroconsumo ha scritto al ministero della Salute, chiedendo tra l'altro conto dei costi sostenuti dalla collettività per le 24 milioni di dosi di vaccino ordinate all'azienda farmaceutica Novartis e chiarimenti sui termini del contratto tra governo e azienda farmaceutica. Non abbiamo ricevuto alcuna risposta, ma sono comunque emersi molti punti oscuri.

* Squilibrio di oneri a favore di Novartis: è la Corte dei conti stessa, che lo ha esaminato, ad avere affermato che il contratto contiene condizioni che vanificano a favore della Novartis tutti i vincoli contrattuali. Tra i

Giuseppe Pasquino 18.01.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma mi vorreste spiegare che senso ha questa strenua difesa della cosiddetta "acqua pubblica" ? Quali sono i vantaggi della difesa dello status quo in ambito della distribuzione idrica? Tanto per cominciare, l'acqua in Italia ha le tariffe più basse d'Europa, ma abbiamo anche una rete di distribuzione che è una vergogna, in cui si disperdono ogni anno litri e litri di acqua e che causano periodicamente i disagi che noi tutti conosciamo, specialmente al Sud. Inoltre, la gestione delle reti idriche è attualmente in mano agli ATO, organismi politicizzati i cui consigli di amministrazione servono a piazzare in posizioni di rilievo i soliti noti!
Se devo essere sincero, preferisco pagare un po' di più l'acqua ma avere un servizio degno di questo nome, servizio che allo stato attuale gli enti pubblici non mi garantiscono.

P.S. tra l'altro il decreto Ronchi prevede la privatizzazione delle reti idriche, non del "bene acqua" in sè.

B.C.

Bastian Contrario Commentatore certificato 18.01.10 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo che l'acqua sia un bene pubblico la cui ampia spettanza base personale sia pagata con le tasse ordinarie. Se temiamo che i costi lievitino troppo per motivi politici, facciamo dipendere il controllo da comitati cittadini temporanei estratti a sorte. Vorrei introdurre il meccanismo del sorteggio ove si voglia evitare un troppo forte e irricambiabile potere politico. Abbiamo quantità immense di ottime e valide persone, non ci servono leaders di lungo corso.

enrico averame 18.01.10 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di dire la mia, visto che sono un operatore del settore depurazione;

di acqua c'è n'è quanta si vuole, il problema sono gli acquedotti che inquinano il territorio in una maniera che probabilmente nemmeno avete mai pensato:

prelevano l'acqua in un posto e la distribuiscono e scaricano in un altro.

Dovrebbero esistere dei mini acquedotti di zona, collegati ad altri SOLO per emergenza, ed invece qui si va sempre di più a maxi acquedotti che portano l'acqua a 25 km in zone dove C'E' l'acqua solamente perchè così gli costa meno che depurare quella di zona!

NON SI DOVREBBE COSTRUIRE DOVE NON C'E' ACQUA! E LIMITARE LA COSTRUZIONE ALL'EFFETTIVA DISPONIBILITA' D'ACQUA NEI LUOGHI

Capite bene il problema! Forse non ci avete pensato ma ogni giorno milioni di metri cubi d'acqua, ogni metro cubo è un metro per un metro per un metro, 1000 kg! Viene spostato da una zona all'altra del paese causando in certi casi un dissesto geologico che in molti sanno e in molti tacciono.

Se gli acquedotti perdono, perdono dove l'acqua normalmente viene, ovvero sottoterra e verrà recuperata! il problema è che viene probabilmente recuperata a km di distanza a causa di questo scellerato uso della tecnologia.

L'acqua è dappertutto e dove non c'è non ci dovrebbero essere costruzioni; costa poco agli acquedotti sia se la sprecano o meno, l'acqua è e deve essere pubblica e deve essere data cmq anche a chi non riesce a pagare le bollette è incivile che una persona non abbia da lavare e lavarsi l'acquedotto la paga in termini di costi comunque!

Saluti

Sono solo riflessioni

Massimo Risaliti, Prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.01.10 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Non lasciamo passare questa porcata della privatizzazione dell'acqua, anche perché la prossima potrebbe essere quella dell'aria, e non è una butade,30 anni fa lo sarebbe sembrata anche quella dell'acqua ... poi ....

Antonio antonio.zaimbri@tiscali.it

antonio zaimbri 18.01.10 03:08| 
 |
Rispondi al commento

Dall'acqua si può iniziare a :
-Riappropiarsi dei beni comuni
-Pretendere il rispetto dei diritti
-Pretendere e non elemosinare il diritto alla vita
-Pretendere la trasparenza nella "cosa" pubblica
-Ottenere la partecipazione della cittadinanza
Dall'acqua si comincia e ci si forma nelle menti e nelle coscienze. Il concetto di acqua pubblica lo possono comprendere tutti, dagli scienziati alle massaie.
Vai Beppe, la battaglia è appena iniziata e al Vday3 saremo con te!!!

Giovanni V., Taranto Commentatore certificato 18.01.10 02:04| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi quando è che andiamo tutti a roma a prendere per le palle sta banda di adoratori di bottino craxi il grande statista LADRONE per fargli capire che è l'ora che si tolgano tutti dai coglioni PDL PD UDC etc. etc. etc e mettendo TONINO a capo di un vero governo?beppe dacci il la.

loriano bianchi 18.01.10 01:18| 
 |
Rispondi al commento

E' arrivata una bolletta d'acqua a mio padre il quale non la può pagare. La Caltacqua (società privata che gestisce l'acqua pubblica di Caltanissetta)gli ha mandato un avviso che se non paga entro 30 giorni gli tagliano l'acqua, cioè lo lasciano senza il bene primario più essenziale per un essere umano.
Quando l'acqua era pubblica questo non poteva accadere, se non con una serie interminabile di avvisi e iscrizione a ruolo che avrebbero dato il tempo a mio padre di mettere da parte i soldi per pagare la bolletta.
Se taglieranno l'acqua a mio padre ( 77 anni con due disabili da gestire in casa) io li porterò in tribunale, come è vero Iddio.
Enjoy the private water...!

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe.
Finalmente! Un nuovo VDAY, il terzo.
Io spero di farne di più.
Visto che ci siamo, estendi il V3DAy anche ad altri argomenti.
Magari facendo le primarie.

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Brembo acquista fonderia a Nanchino per costituire nuovo polo industriale integrato
Oggi è stata data esecuzione definitiva ai contratti tra la società Brembo Nanjing Foundry Co. Ltd. e Donghua Automotive Industral Co. Ltd, società del gruppo Saic – il primo produttore cinese di auto e veicoli commerciali – per l'acquisto di impianti e macchinari di fonderia.
L'operazione oggi perfezionata consolida la presenza del Gruppo Brembo in Cina attraverso la progressiva realizzazione di un polo produttivo integrato a Nanchino, comprensivo di fonderia e stabilimento di lavorazione per pinze e dischi freno ‐ per auto e veicoli commerciali ‐ in grado di offrire al mercato cinese sistemi frenanti realizzati secondo gli standard di performance, stile e comfort Brembo (Milano: BRE.MI - notizie) .
“La costituzione del nuovo polo industriale in Cina ha affermato Alberto Bombassei, Presidente e CEO di Brembo rappresenta la terza importante fase del nostro sviluppo, dopo un decennio di presenza produttiva nel Paese. Con la progressiva costituzione del nuovo polo industriale a Nanchino, Brembo potrà affrontare in modo strutturato e servire efficacemente il mercato cinese di auto e veicoli commerciali, che già nel 2009 è diventato il più grande al mondo, con circa 13,5 milioni di veicoli. Continueremo a investire in Cina...
------------------
Ecco dove investono le nostre industrie.

Claudia - Ts 17.01.10 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Però,dobbiamo prendere in considerazione che, l'acqua da qualcuno è stata più o meno REGALATA già da quando i "PRODUTTORI-SFRUTTATORI di marchi più o meno noti,hanno avuto accesso allo SFRUTTAMENTO del filone. Giunti a questo punto rimane anche un altra via da seguire, NON CONSUMARE PIU' acqua minerale di qualsiasi marca così come non si devono più consumare prodotti cinesi,così come non si devono utilizzare prodotti di altri che vivono sullo sfruttamento. potrebbe essere difficile arrivare a questo nuovo ma già sperimentato modo per scoraggiare gli AVVOLTOI comunque,sarebbe un risultato non indifferente e significativo per la società civile degli SFRUTTATI,sempre proni a mettere del proprio per farsi INCHIAPPETTARE.

Emilio F., voghera Commentatore certificato 17.01.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Sig.Grillo,Serve far fare un REFERENDUM e TROVARE le Firme per farlo,poi si metta Un avviso INFORMATIVO su tutte le TV e GIORNALI affinché siano FATTI sapere da tutti e costringere i Governati a FARLI FARE con URGENZA e che siano rispettati nel tempo per sempre,soprattuto da chi è al Governo e da tutti i Politici indistintamente,pena severissima per chi non rispetta la Legge referendari.Altro Referendum da FARE e PER PRIMO,affinché anche gli altri che seguiranno abbiano lo stesso risultato,è di far aggiungere in Costituzione il DIRITTO dei Cittadini di Svolgere e far svolgere Referendum ma che Il Risultato RESTI SEMPRE VALIDI nel tempo,anche che il Risultato ottenuto da questi Referendum POSSONO essere modificati SOLO DAI Cittadini,e nessun altro e SOLO CON UN'Altro Referendum,altra cosa importante e di ritenere valido ogni risultato,affinché chi vuole ottenere il proprio volere vada a votare,cioè di ritenere vinto chi avrà più Voti,indipendentemente se il quorum ci sia o no,perchè è giusto che chi si impegna ad andare a votare trovi un risultato sul voto espresso,o vince il SI o Vince il NO,Come per il Voto nei Ballottaggi.Punto.MAI DEVE RITENERSI NULLO.Ecco Sig.Grillo cosa dobbiamo fare Subito,affinché i Voti ottenuti con i Referendum restino e siano validi SEMPRE e che solo i Cittadini ma con un'altro Referendum possono cancellare o modificarne il Significato,LO FACCIA FARE questo Referendum,che diventi Legge di Stati Costituzionale,che dica che i Referendum hanno tale regola e valore.Non come i Referendum sul Nucleare,che abbiamo votato NO,e che lo vogliono cancellare,non come la Legge Elettorale che ce l'hanno rubata espropriandoci del nostro Voto Democraticamente espresso,frase che tanto piace dire ai mafiosi al sgoverno,ma che NON RISPETTANO nella Realtà,VEDRA' Sig.Grillo,CHE FIRMERANNO TUTTI, e che finalmente i Politici saranno Obbligati a INDIRLI!!.

Aqmazz 17.01.10 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Quando nel post di grilli Agrigento feci notare l’intervento adottato dal comune di Agrigento che consentiva, un aumento strano, molto strano, che sfiorava il 240% prima dell'insediamento della girgenti acque, nessuno avrebbe pensato che fossero di tali dimensioni. Ad essere maggiormente penalizzate sono le fasce che consumano meno, e che di solito sono anche quelli che risparmiano per contenere i costi, ma purtroppo non è stato cosi, oggi si deve ringraziare i 17 sindaci di estrazione politica anche diversa, ma insieme stanno facendo una lotta per riportare l'acqua ad un prezzo accettabile, e pubblica. Ad Agrigento si paga l'acqua più cara d'Italia ma viene data se tutto va bene ogni 7-8 giorni, e siamo in un periodo di piogge, in estate viene data ogni 15 giorni, cose del terzo mondo, non di un paese progredito come il nostro. Ma non finisce qui, ci viene fornita in tecnicolor, e la dichiarano pure “POTABILE” in provincia di Agrigento viene venduta l’acqua alla NESLE’ a costo irrisorio, e agli Agrigentini gli viene fornita da due dissalatori, con l’evidente costo superiore di almeno 8 volte. Sperando sempre che non vi siano mareggiate, altrimenti anche questa viene annullata. Il sindaco di Agrigento non fa parte di questi valorosi sindaci e questo mi dispiace, ma credo che gli Agrigentini, almeno adesso sappiano valutare, e capire che, se non si piglia una posizione, girgenti acque cercherà, come ha gia tentato con la bolletta a conguaglio, non pagata da molti, di aumentare ancora il prezzo dell'acqua. ABBASSO LA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA

emanuele lo vato 17.01.10 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Grazie.
L'8 maggio e il compleanno del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca.
Questo è il regalo voluto nel pensiero,che pensiero si e prodotto in energia,e l'energia si e prodotto in realtà.
Questo è un regalo per il suo compleanno.

Il nostro è il più bel sindaco D'Italia va in giro dicendo che a Salerno la crisi non c'è!
Si non c'è per lui e i suoi compagni persone perbene.

Lui dice,qui la camorra non c'è,non ci sono i casalesi!
Proprio la notte di Capodanno nella costruenda Piazza della libertà.Salerno

Bene! Anzi male.
Semplici parole,nette ed inequivoche,sono state occultate nel dibattito relativo alle elezioni regionali.
Nel minuetto politicante fatto di acordi di scenario e partiti in cerca d'autore,la camorra sembra scomparsa.
Qualcuno pensa di vivere in Alto Adige.
E invece c'è! Pervasiva,opprimente nelle dinamiche,decisiva nelle scelte.
Trasversale.Nessuno parla di programmi (giusto ... chissenefrega)e tutti ragionano di coalizioni.
Manca però la constatazione del dato che desertifica la politica,rende schiave contesti e comunità,ammorba amministrzioni,corrompe uomini e psicologie.Quel grido emozionato e liberatorio non sarà discriminante.Non lo è in una Campania "normalizzata"da colletti bianchi e anime morte. Non è in cima all'agenda politica proprio perchè non c'è neanche la politica.
Allora anno nuovo,vita vecchia,la crisi a Salerno non c'è. Però per loro che sono compagni persone perbene,non solo hanno creato cooperative,acqua,energia,rifiuti,tutto serve per mantenere il potere,il potere dei voti.
Qui non c'è la camorra,non ci sono i casalesi ci sono i compagni persone perbene,nessuno parla,qua la crisi non c'è,noi abbiamo il sindaco più bello d'Italia,il più onesto,il più amato e se la magistratura accende una luce lui la spegne,minaccia pubblicamente che se un magistrato sbaglia per la terza volta paga.
Apre una parentesi in linguaggio criptato ricordanto il Giudice Apicella,Nuzzi e company.
Qui siamo a Salerno mica a Napoli?


Sono convinto che ognuno di noi puo' fare molto per ridurre gli sprechi ed inquinare meno.
Io e' piu' di 1 anno che ho preso la cosa sul serio, e sono riuscito a risparmiare circa il 50% di acqua (e considerate anche l'energia che si usa per riscarldarla).Per fare cio' ho utilizzato prima il mio ingegno(ad esempio nello sciacquone potete mettere una bottiglia d'acqua piena) ma soprattutto prodotti per il risparmio idrico.Ad esempio ho installato una Ecodoccia Irisana, che oltre a risparmiare acqua, pulisce e ionizza l'acqua, non uso piu' bagnoschiuma!!!

Andrea Cheli 17.01.10 15:51| 
 |
Rispondi al commento

O.T.


Appello dalla Valle:
Ieri sera, forti del clima disgustoso creato dai media, dai
politici e dalle istituzioni contro il popolo NO TAV (reo di
difendere la legalità e la propria terra (oltre che
difendere le finanze dello Stato e dell'Europa dalle grinfie
voraci di politici, affaristi & mafiosi) i "soliti ignoti"
hanno incendiato il presidio NO TAV di Bruzolo. Il pronto
intervento di cittadini e vigili del fuoco hanno potuto
limitare i danni che, al di là dell'odioso gesto di chi fa
della violenza le sue ragioni (d'altronde non ne ha altre),
restano comunque ingenti.

Adesso il presidio è stato "sequestrato" dalla
magistratura
per le indagini. Questo "sequestro" deve durare al massimo
due o tre giorni. Il presidio deve essere immediatamente
ricostruito.

Per dare una risposta FORTE ed IMMEDIATA alle MAFIE che
stanno dietro a questo gesto, l'assemblea popolare tenutasi
ieri sera al presidio di Susa ha fatto queste proposte:

1.. Questa sera, domenica 17 gennaio, alle ore 21 ritrovo
al presidio di Bruzolo con fiaccole, pile, candele, lumini e
luminarie varie per una marcia contro il clima di violenza,
quanto meno verbale, e di intolleranza alla dissidenza nei
confronti delle ISTITUZIONI LOCALI REGOLARMENTE E
DEMOCRATICAMENTE ELETTE, i COMITATI ed il MOVIMENTO NO TAV,
e dei CITTADINI RESISTENTI che non accettano il pensiero
unico PRO TAV del Governo, di madama Bresso e di Saitta.
Questa campagna istituzionale è stata amplificata e
ingigantita oltre ogni decenza da tutti i media, e questo
gesto incendiario e sconsiderato è il frutto di questo
clima. Si partirà dal presidio di Bruzolo e si salirà in
piazza del municipio.
Fate girare con ogni mezzo: web, sms e passaparola.
Nessuno dovrà dire: non lo sapevo.


2.. Sabato prossimo nel pomeriggio manifestazione NO TAV e
CONTRO TUTTE LE MAFIE dal presidio di Susa al municipio di
Susa passando per tutti i siti dove, nel comune di Susa
dovrebbero venire impiantati i cantieri delle trivelle.


NO-TAV

manuela bellandi Commentatore certificato 17.01.10 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e tutti,
spero vi siate accorti che la volontà di TUTTO quello che succede in Italia non ha sede nel nostro paese.Anche ora, come in passato,la regia è un altra. Alcuni lo hanno anche scritto: chiedersi perchè succede , chi ne ricava qualcosa, a che pro,...
Ma anche ora , come in passato, è sufficiente la coscienza di questo per fermare la capitolazione di queste cose?
Inoltre credo che i servizi segreti abbiano con questi commenti molto lavoro.
Mandi

Laura Roiatti, Klagnfurt Commentatore certificato 17.01.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti coloro che hanno a cuore l'acqua quale bene pubblico devono rendersi conto che in Italia gli attuali partiti che sono in parlamento, tranne settori dell' Idv,considerano l'acqua un affare. Assieme a questi settori dell'Idv le uniche formazioni politiche che considerano l'accesso all'acqua un diritto sono i comunisti. Credo che se vogliamo avere una speranza per la nostra acqua dobbiamo dare forza all' Idv ed ai comunisti.

franco romano 17.01.10 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma tutti quelli che lavorano nel comparto agricolo e hanno bisogno di tanta acqua ci pensano a come faranno?
I coltivatori di riso
I proprietari di frutteti
Credono che i dividendi delle società per azioni rispetteranno le loro tariffe convenzionate?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 15:04| 
 |
Rispondi al commento

non capisco perché per avvalorare le proprie tesi bisogna prendere ad esempio di volta in volta questo o quel paese super-sinistrato del centro-sud-america.

così diventiamo poco credibili

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 17.01.10 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non pagheremo solamente l'acqua a società intermediatrici benedette dagli animali politici di turno, presto pagheremo anche l'aria, forse in funzione dei decimetri cubi di torace di ognuno, gli aumenti di stipendio agli insegnanti di religione sono solamente un dono sporco che una classe politica sporca offre ai tanti cristiani che portano l'acqua al loro sporco mulino; le visite "personali" dei politicanti del governo alla memoria di bettino sono state predisposti con i loro "personali" soldi o le paghiamo anche noi?
Ritengo che il periodo del duce possa esser definito "meno sporco"! Quantunque...

mauro cheynet 17.01.10 14:48| 
 |
Rispondi al commento

non che mi sia di interesse ma mi pare di aver notato che nessun post è stato votato
Avete eliminato ogni votazione?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 14:19| 
 |
Rispondi al commento

COME SONO RIDOTTI.... FLORIS, BAUDO, LA VENTURA VANNO A CASA DEGLI "ITALIANI" A ELEMOSINARE IL CANONE...PER CONTINUARE A PRENDERE MILIARDI..E TENERCI BUONI...CON IMMAGINI E SUONI... FIGLI DI PUTTANAAAAAAAAAAA

aniello r., milano Commentatore certificato 17.01.10 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un'idea su come fottere il sistema che si basa sulla speculazione e il monopolio (e se non c'e' il monopolio fanno dei cartelli, ottenendo sempre lo stesso risultato):
mando un link (non e' il solo che ira su internet, specialmente su youtube si possono trovare conferenze, interviste, programmi rai di inhciesta tipo quelli della gabanelli) dove emilio del giudice (scienziato enea) parla della fusione fredda e dice che ormai e' appurato che produce energia piu' di quella che si manda per iniziare il processo (un litro di acqua pesante con deuterio, costo 500 euro in tutto, darebbe energia in esubero per 10 kw/h di corrente per 400 anni) e il solo problema e' come estrarre l'enrgia, come sfruttarla, cioe' non piu' un problema scientifico, si sa ormai tutto sulla fusione fredda, ma ingegneristico. e dice che basterebbero pochi milioni di euro e un paio di anni di studi per arrivare a soluzione.

http://www.progettomeg.it/ffreddadelgiudice.htm

propongo quindi, con la regìa di beppe, di collegarsi con associazioni, movimenti, wwf, greenpeace, associazione consummatori, tutti coloro che si riescono a coinvolgere, fare una colletta, mettere a studiare la soluzione del problema bravi, seri, onesti e pereparati ingegneri e risolvere una volta per tutte la questione-energia, che e' poi la madre di tutte le iette che succedono nel mondo, insieme alle speculazioni finazniarie.
sarebbe un'autentica rivoluzione e nessuno, essendo noi in tanti, avrebbe il coraggio di fermarla. si bypasserebbero in un sol colpo decenni di bieco mercato basato sulle fonti fossili con benefici a livello mondiale.
p.s. gia' adesso si ha produzione di acqua calda, gia' quella basterebbe per dare il riscaldamento nelle case etcetc. praticamente gratis.
p.p.s. sembra che la fusione fredda la stiano usando ora nel militare come innesco per le bombe all'uranio impoverito.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 17.01.10 13:59| 
 |
Rispondi al commento

l'acqua e' un bene inesauribile dato che quella che c'e' oggi cera 5000 anni fa e ci sara' domani e' sempre la stessa a meno che non vengano innescate delle reazioni nucleari......
Che l'acqua non diventi privata sono d'accordo, che l'acqua sorgiva sia tutelata, sono d'accordo, che l'acqua sia condivisa sul nostro territorio, ma che vada centellinata risparmiata e fatta oggetto di culto no. Esistono molti modi per soddisfare i nostri bisogni: basta volerlo.

salvatore cerone 17.01.10 13:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.facebook.com/note.php?note_id=279950048383&id=1544605287&ref=nf

Il BAVAGLIO alla RETE è pronto. Per DECRETO!
Oggi alle 12.33

Decreto 169, ovvero “Decreto Romani”. Tenete bene in mente questo nome perché ne sentirete parlare molto nelle prossime settimane come L’ENNESIMO TENTATIVO DI ASSALTO ALLA LIBERTA’ DELL’INFORMAZIONE IN RETE.
Si dovrebbe trattare in realtà di un semplice decreto legislativo in attuazione di una direttiva europea, la cosiddetta della “Direttiva Audiovisual Media Service”. Nulla di strano in apparenza, anche perché - come immagino ben saprete - si tratta di un atto di legge che il Governo emana in forza di un’apposita e circoscritta legge delega da parte del Parlamento, il cui contenuto, in questo caso, è determinato dalla direttiva oggetto di recepimento. E, invece, totalmente al di fuori della previsione della direttiva e del tutto al di fuori della delega da parte del Parlamento, sta per essere partorito un pacchetto legislativo che, oltre ad introdurre una serie di norme che tutelano fortemente gli intersessi di Mediaset a discapito della concorrenza, introduce in maniera del tutto surrettizia un vero e proprio BAVAGLIO ALLA RETE.
Nel decreto, sono infatti contenute norme che:
a)obbligano chiunque voglia fornire delle immagini in movimento tramite la rete a chiedere la preventiva autorizzazione la Ministero delle Telecomunicazioni;
b)estende automaticamente le norme sul diritto d’autore anche a Internet;
c)estende i’obbligo del c.d. “diritto di rettifica” anche ai telegiornali via web o a forme di trasmissione analoghe. ( cont al link)
-----------------
Chi vuole imbavagliare la rete e limitare la libertà dei cittadini deve essere considerato un nemico della Repubblica italiana e trattato coome un "Criminale di Guerra" con le dovute conseguenze

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 17.01.10 13:36| 
 |
Rispondi al commento

ne devono sparare una al giorno,per togliere il pensiero di torno!
Se gli diamo peso, facciamo il loro gioco!


Su queste cose, l'arma migliore è l'indifferenza!
sancho

ho una voglia irrefrenabile di sottolineare la tua pochezza argomentativa!

vedi che dici un mucchio di stronzate: il capitalismo finanziario tra le altre cose trae forza proprio dalla passività ed indifferenza delle masse, e tu cosa proponi? Mica divulgazione di controinformazione, scioperi ad oltranza o quello che ognuno può considerare più valido, tu consigli l'indiferrenza!

E per fortuna che dovrebbero essere i comunistacci i migliori alleati dei capitalisti secondo il tuo profondissimo pensiero linearissimo!

P.S.: aspetto ancora la risposta che devi darmi su presunti aiuti capitalisti dati a Lenin!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@@ AnSia newSSS;Non ne posso più @@

1)La richiesta di solidarietà ai terremotati haitiani,da parte dei ricchissimi uomini della terra,la trovo davvero "cosa buffa e rivoltante".

Queste tristi occasioni "dovrebbere servire" per rivoluzionare il mondo attualmente gestito dal solito "Ali babà -presidente USA- e dai suoi 40 ladroni.
I ricchi non possono diventare sempre più ricchi impoverendo sempre più i popoli e poi,quando é ora di sborsare qualcosa per aiutare "quei popoli affamati",richiedere solidarietà agli ultimi di tutto il mondo.Non date nulla.
E' ora di guardarci in faccia e dire "BASTA".
Non ne posso più della solidarietà "alla Thelethon",quella solidarietà detta "cristiana".
Non ne posso più di sentire dire:"Fate un' offerta ..... dimostrate la vostra bontà".
(Quanto vorrei prendere per il collo tutti coloro che continuano a ripeterci di donare,donare...)

Non mi priverò di un euro e neppure di un centesimo.Se farete come me vedremo se quei ricconi,che tanto amano esibire le loro ricchezze,sì priveranno davvero di qualcosa per aiutare coloro che quotidianamente "sfruttano".
####

2) (BerlusKazz:"Ne D.N.A ne D.E.A.")
Agenzie di stampa governative ci hanno informato che la "compagna" di P.Silvio berlusOne,è incinta.
##
Persone,a cui é nota la vera tendenza sessuale di Piersilvio berlusOne,dubitano veramente che il figlio in arrivo sia suo e pare (pare) che richiederanno il test del D.N.A.per la paura che anche questo figlio "venga addebitato" allo spirito santo.
Non appena saputo ciò berlusKazz (dio dell'amore nuovo) s'é incazzato davvero ed ha fatto sapere "niente D.N.A. e,soprattutto,niente "DEA" in casa mia.
##
Preciso,per dovere di cronaca,che berlusKazz per "DEA" non intendeva la mitica DEA dell'amore e della bellezza "Afrodite" ma la "Drug Enforcement Administration" che é l'agenzia federale "antidroga" statunitense.
Cam.

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 17.01.10 13:34| 
 |
Rispondi al commento

ACQUAZZONE!!!!!

angelo c., Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 13:33| 
 |
Rispondi al commento

io sono favorevole alla dedica di una via a craxi:

VIA craxi!

Fabrizio Castellana, SP Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 13:31| 
 |
Rispondi al commento

@ barbara------ io capisco che bisogna pensare a piccoli passi, ma bisogna tenere anche conto qual'e' l'obiettivo se no si fanno piccole rivoluzioni ma restano fine a se stesse, guarda io fino a due mesi fa non sapevo niente di come vanno le cose , ma se cominci ad informarti torna tutto, comincia ad analizzare perche Obama? chi c'e dietro di lui? non la rete come ti raccontano, ma altro guarda il video on you tube men behind Obama http://www.youtube.com/watch?v=MouUJNG8f2k&feature=related poi dimmi che e' tutto e' solo una teoria

......ma non i coperchi 17.01.10 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa aspettano a discutere la legge? Non c'è un limite di tempo? E anche per quella del Parlamento pulito.

Alessandro L 17.01.10 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Aumenti ai prof di religione È la "sorpresa" di Tremonti

http://www.repubblica.it/scuola/2010/01/16/news/aumenti_prof_religione-1971395/

SCATTI stipendiali per gli insegnanti, ma solo per quelli di religione. Lo ha stabilito il ministero dell'Economia lo scorso 28 dicembre. Mentre i sindacati della scuola sono alle prese con un complicato rinnovo del contratto in favore di tutti i docenti e gli Ata (amministrativi, tecnici e ausiliari) della scuola, alla chetichella quelli di religione nella busta paga del mese di maggio troveranno una gradita sorpresa: il "recupero" degli scatti (del 2,5 per cento per ogni biennio, a partire dal 2003) sulla quota di retribuzione esclusa in questi anni dal computo. Supplenti compresi

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Stavo pensando:

questi EURI di aumento li prenderanno dalla BCE
dai "banchieri occulti" , dallo IOR , o direttamente dalla MAFIA ?

MMMMMM! na na na !!!...non credo!
saranno i soliti italioti e italiani a pagare !!!

PER FORTUNA CHE NON C'è PRODI !!!
PER FORTUNA CHE NON C'è UN COMUNISTA SERIO !!
PER FORTUNA CHE NON C'è UN GARIBALDI o simile !!!

abbiamo solo UN NANO UN IPODNANO E UN TRE-MORTI

sarà sempre colpa della BCE ?
della Merkel
di Sarkosy
di Zapatero

☭★...hasta - italioti & italiani


Se tutto va bene siamo rovinati. A Parma la multiutility,sponsorizzata da sinistra,centro e destra,dopo l'inceneritore,sta mettendo le mani sull'acqua. A Salsomaggiore Terme,i soci pubblici (comune,provincia,regione)di Terme spa,i cui boiardi hanno portato la società alla bancarotta,stanno procedendo mediante advisor,alla sua privatizzazione. Prima che questo avvenga,sto lottando per trasferire al Comune le concessioni della miniera dell'acqua salata,che come quella dolce,deve appartenere alla comunità.Aiutatemi.


le cazzate di brunetta?


ne devono sparare una al giorno,per togliere il pensiero di torno!
Se gli diamo peso, facciamo il loro gioco!


Su queste cose, l'arma migliore è l'indifferenza!

sancho . Commentatore certificato 17.01.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA QUESTO PICCOLO GNOMO NONCHE GRANDE MERDA DA DOVE LE TIRA FUORI? SIAMO PASSATI DALLA FOLLIA AL DELIRIO....

aniello r., milano Commentatore certificato 17.01.10 12:53| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua ridotta a semplice merce comporta una serie di conseguenze!

Il prezzo della merce lo stabilisce il mercato!
Guardando, per ora, solo l'effetto dovuto al rapporto domanda/offerta e, al momento, trascurando monopoli, trust e cartelli.
E' interesse di chi la vende che non ce ne sia molta in circolazione!
Potremo assistere anche alla distruzione sistematica di fonti e falde in esubero (in esubero rispetto agli interessi del venditore,naturalmente)!

sancho . Commentatore certificato 17.01.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento

L'ECONOMIA "DI MERCATO" ITALIANA

Il 10/1 su Milano Finanza è uscita questa notizia/informazione:

"Su 71 societa' blue chip (le maggiori società quotate in borsa), ben 67 hanno almeno un amministratore in comune."
Lo stesso vale per i Collegi sindacali.

Siamo sempre in tema di Monopoli o Olipoli DI FATTO.
Quel dato sopra vi sembra che fotografi una economia di mercato come invece ci vorrebbero vendere?
Se allora uno scrive che:
GLI STALINISTI SONO LORO!
E che nei Collegi Sindacali delle società quotate e degli Enti Locali I REVISORI DEVONO ANDARE A ROTAZIONE AUTOMATICA tra aventi titolo.
Scrive cazzate?
Quanto RISPARMIO SI FREGANO QUESTI?
Quale INSIDER TRADING sono in grado di fare? Visto che sono a reciproca conoscenza di fatti societari riservati.
Ma allora la Borsa Italiana è una truffa?
Per non parlare degli Enti Locali dove i controllori/revisori sono sempre i soliti che si girano gli incarichi tra di loro quattro gatti.
Ecco quà:

http://it.advfn.com/notizie/Finanza-troppi-incarichi-incrociati-nei-cda-Mi-Fi_41043135.html

Da schiantare dalle risate 17.01.10 12:42| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATEMI UN ATTIMO SE ESCO FUORI DISCORSO.
AVETE SENTITO L'ULTIMA MICHIATA SPARATA DAL NANO MINISTRO BRUNETTA? STA PREPARANDO UNA LEGGE PER ANDARE VIA DI CASA I BAMBOCCIONI DOPO I 18 ANNI DI ETA', VUOL DIRE CHE MANDERO' I MIEI FIGLI A CASA SUA DI QUESTO UOMO RIDICOLO DELLA NATURA CONVINTO CHE IN ITALIA SE NON CI FOSSE STATO LUI SAREMO ANDATI A FONDO. MA LA SMETTA DI DIRE MINCHIATE DALLA MATTINA ALLA SERA. E' TROPPO FACILE PARLARE QUANDO SI HA LO STOMACO E IL CONTO CORRENTE BELLO PIENO'. MA DOVE CAZZO DEVE ANDARE MIO FIGLIO A 18 ANNI? IN UN PAESE COME L'ITALIA DOVE NON C'E' LAVORO NEMMENO PER I PADRI DI FAMIGLIA PENSATE CHE CI SIA LAVORO PER UN 18ENNE? LEI E' UN COGLIONE, E SE LO DICE BERLUSCONI VUOL DIRE CHE NON E' OFFENSIVO, DEL RESTO IL PRESIDENTE BERLUSCNOI LO HA DETTO IN CAMPAGNA ELETTORALE CHE CHI VOTAVA A SINISTRA ERA UN COGLIONE. QUINDI NON SI OFFENDA.

LUIGI L., MAZARA DEL VALLO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(ANSA) - ROMA,17 gennaio 2010 - Il ministro Brunetta lancia una proposta: una legge che 'obblighi i figli ad uscire di casa a 18 anni'.

Et voilà e che ci voleva, ecco risolto finalmente il problema della mancanza di lavoro con quest’ultima cagata partorita dalla mente sempre più fertile di Pipino il Breve.

Franco F. Commentatore certificato 17.01.10 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Qui da noi, in provincia di Belluno, dopo una sostanziosa raccolta firme negli ultimi mesi del 2009, si è lavorato sulle delibere comunali(come detto nel post) e già parecchi Comuni hanno aderito facendo proprio il comunicato di Acqua bene comune che sostanzialmente dichiara che l'acqua non può essere considerata un bene di rilevanza economica(leggetelo nel dettaglio sul sito
http://www.acquabenecomune.org/
Ci sono un'infinità di sottocomitati territoriali, trovate il vostro e vedete cosa potete fare di concreto. Io ho raccolto firme porta a porta da semplice cittadina nel mio paese e adesso il ns consiglio comunale ha aderito alla protesta. Adesso, sempre come semplici cittadini abbiamo formato un piccolissimo gruppo di lavoro per avviare iniziative atte a tenere alto l'interesse sull'argomento e a sensibilizzare soprattutto i ragazzi attraverso progetti scolastici.
NON ASPETTATE CHE SIA QUALCUNO A RISOLVERE IL PROBLEMA, IN QUESTO CASO OGNUNO DI NOI PUO' FARE MOLTO E SUBITO!
PRENDETE COME ESEMPIO LA BOLIVIA (LA RIVOLUZIONE DELL'ACQUA), 10 ANNI FA LA POPOLAZIONE E' RIUSCITA
A SCACCIARE UNA MULTINAZIONALE AMERICANA E RIAPPROPRIARSI COMPLETAMENTE(!!!) DELLE PROPRIE RISORSE IDRICHE.
http://www.yaku.eu/
NOI POSSIAMO FARE COME LORO.

Barbara Lando 17.01.10 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il premier sbarca a Venezia con Marina
per comprare palazzo Pisani Moretta
Berlusconi visita la dimora sul Canal Grande e poi pranza nella villa di Ghedini con Galan. Il governatore: «Il Palazzo gli piace ma è tanto grande» Poverino, si sente solo, attento all'acqua alta, tu che sei tanto basso, potresti affogarti insieme a Ghedini che non sa nuotare.
Gondolieri , se lo vedete , dategli un remo in testa, ma forte forte come il vostre amore.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.01.10 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Acqua, aria, terra , tutti è stato rovinato dall'uomo per ingordigia, per egoismo, per individualismo esasperato, per amore della ricchezza personale, in disprezzo alle leggi ed alle regole del convivere civile. La prepotenza e la forza muscolare contro la civiltà e la democrazia,, contro il rtispetto del prossimo, poi la natura , all'improvviso si vendica, ed esplode uccidendo coloro che hanno meno colpe, i poveri.
La casta dei politici , oggi, rappresentano il poeggio della società, una situazione di privilegio insostenibile sia per l'economia che per il convivere democratico.
La casta attuale non potrà durare all'infinito per questione del venire meno delle risorse che la foraggia incessamente e ciecamente.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.01.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno preso tutto, tutte le cose più belle:
Le Ferrovie dello Stato e L'Aliatlia due gioielli degli italiani, realizzati con denaro pubblico.
L'Italia è il paese della Comunità,che estrae la quantità maggiore di petrolio dal sottosuolo italiano, ma vantiamo anche un'altri primati la benziana più cara della Comunità Europea, e il livello di tassazione più alto del mondo.
Le fabbriche continuano a chiudere i battenti, dalle Alpi alla Sicilia, i disoccupati aumentano in modo sproporzionato,ed i suicidi degli operai disperati,sono un elemento di grande preoccupazione.
Ci vogliono togliere l'acqua, Privatizzondola?
Sta a noi difenderla, l'acqua è un bene comune, è di tutti, difendiamolola a tutti i costi.

Santo Valente 17.01.10 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Propongo al MLN di aprire un conto corrente, per aiutare gli operai buttati sul lastrico, che sono oramai milioni e che saranno sempre di più.
Se siamo veramente, come ha detto Beppe, decine di migliaia, potremmo aiutarne un bel pò e compiere nello stesso tempo un gesto che ci darebbe una certa visibilità.
Chi è d'accordo?

alessandro c., lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarò Breve:
Politici italiani, andate tutti a fanculo...

Franco F. Commentatore certificato 17.01.10 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Prova a fare qualche RIFERIMENTO
STORICO che insegni dove sta il BANDOLO della MATASSA !!!....PROVACI!!!

MagicLenin RedArmy
----------------------------------

7000 o 8000 anni fa, quando Skifferzvergluk (figlio di Pdor della tribu' degli Sptuferglinnx) trovo' una strana pallina lucente all'interno di un'ostrica perlifera e la porto' al villaggio di palafitte. La strana pallina lucente piaqque da subito e tutti cominciarono a volerne una. La palafitta di Skifferzvergluk divenne meta di pellegrini che offrivano ogni ben di dio in cambio della strana ed affascinante sfera. Skifferzvergluk divenne ricco e la sua umile palafitta si riempi' ben presto di ogni ben di dio. Un giorno Skifferzvergluk compro' un televisore al plasma suscitando l'invidia dei suoi vicini di palafitta i quali cominciarono a cercare le strane conchiglie nella speranza di trovare altre palline lucenti onde portarle al primo Euronics nei paraggi per ritirare un plasma tv o un buon lcd con tecnologia led local dimming.

vito. farina Commentatore certificato 17.01.10 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La domanda dovrebbe essere:

oggi, sono più forti le grandi multinazionali o i governi?
Esitono ministri e governi in grado, volendo, di potersi opporre ai desideri delle multinazionali?

sancho . Commentatore certificato 17.01.10 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, Ecco quel che ho scritto al psi di Catania: "Gentile redazione, sono un cittadino catanese che per anni, fino al 1994, ha votato per il glorioso partito socialista.
A proposito della proposta della federazione catanese, di intitolare una strada al beneamato buonanima Bettino Craxi, volevo semplicemente comunicare il mio assenso in proposito, affinchè ogni cittadino che transiti dalla via, attraverso la targa titolata a Bettino, abbia perenne memoria che egli è stato un grande statista, un grande ladro, un grande corrotto e, infine, un ricco latitante pluricondannato.
Grazie anticipatamente per l'iniziativa, che permetterà di raccontare ai figli e nipoti il saccheggio Italiano della politica della I^ Repubblica, di cui il grande statista- ladro Craxi si è reso protagonista insieme agli esponenti di quasi tutti i partiti di allora.

Con rinnovato disgusto e disistima, spero che politicamente non arriviate lontano."


toni leonardi, catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 12:08| 
 |
Rispondi al commento

e vai con la manifestazione per l'acqua pubblica!

Spero che dove abito (firenze) venga promossa una raccolta di firme per chiedere all'amministrazione di non privatizzare.

La privatizzazione è obbligatoria, a meno che non ci siano condizioni peculiari che la sconsiglino...

Quale motivazione migliore che la privatizzazione crea preoccupazione nella società?!?

---------------------------------OT
Dal canone alla Rai

http://www.youtube.com/watch?v=ZzgRWsfnnKI

Video animato per raccontare la storia (e le assurdità) del canone radiotelelvisivo. E' il secondo di una serie di tre video dedicati alla Rai (il terzo è in completamento)


Gentile redazione, sono un cittadino catanese che per anni, fino al 1994, ha votato per il glorioso partito socialista.
A proposito della proposta della federazione catanese, di intitolare una strada al beneamato buonanima Bettino Craxi, volevo semplicemente comunicare il mio assenso in proposito, affinchè ogni cittadino che transiti dalla via, attraverso la targa titolata a Bettino, abbia perenne memoria che egli è stato un grande statista, un grande ladro, un grande corrotto e, infine, un ricco latitante pluricondannato.
Grazie anticipatamente per l'iniziativa, che permetterà di raccontare ai figli e nipoti il saccheggio Italiano della politica della I^ Repubblica, di cui il grande statista- ladro Craxi si è reso protagonista insieme agli esponenti di quasi tutti i partiti di allora.

Con rinnovato disgusto e disistima, spero che politicamente non arriviate lontano.


toni leonardi, catania Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si fa a diventare Agente della C.I.A.? A chi ci si deve rivolgere? Scrivere, telefonare, andare di persona, o cosa?

Postato da: Armando

Carotenuto Cav.Ciro, Frattamaggiore (Na) () Commentatore certificato 17.01.10 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quando i 34 comuni della provincia di La Spezia hanni affidato ad un consorzio Ato la gestione dell'acqua, il costo per l'utente non residente si è moltiplicato per 10. Ora pago 6 euro al metro cubo (comprensivo di un contributo di depurazione per un depuratore che non esiste) contro 0,60 di prima. Ringrazio il DP Burlando, mente occulta dell'operazione, ma so che anche la Lega in alcune zone della Padania ha applicato la stessa logica. Privatizzare l'acqua significa far pagaree ai cittadini una imposta patrimoniale occulta alla quale non ci si può sottrarre. Va bene per gli evasori, ma per chi paga le tasse fino all'ultimo centesimo?

Franco

franco P., milano Commentatore certificato 17.01.10 11:58| 
 |
Rispondi al commento

URGENTE A LODI:
serve qualcuno che oggi dia una mano al banchetto della raccolta firme per il Movimento 5 stelle Lombardia.

chi può si presenti in Piazza della Vittoria a dare una mano

il banchetto è aperto dalle 09:00 alle 18:00

luca c., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piersanti Mattarella
http://www.youtube.com/watch?v=fo__fGXLtyI

Scusate l'o.t.
Questo è un buon motivo per andarsene dall'Italia.
Politici omertosi.
Beppe, fai qualcosa tu!

Alessandro L 17.01.10 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Il Cittadino dovrebbe ribellarsi ai Monopoli e agli Oligopoli.
Privati e pubblici. L'acqua entra in questo girone perchè i tubi sono pubblici. Il Telefono ERA pubblico ma una certa scelta c'è. Diciamo PERO' oligopolio. Abbiamo l'Antitrust che dovrebbe vigilare proprio su queste cose.
Ma vigila? Bella domanda...
Il resto si sistema da sè perchè PUOI SCEGLIERE.
Se l'Antitrust facesse il suo lavoro non avrebbe dovuto FARE UNA BATTAGLIA contro il Monopolio DI FATTO televisivo?
Invece nulla. Una battaglia persa in partenza.
SE TI BATTI CONTRO I MONOPOLI E GLI OLIGOPOLI IN ITALIA TI DANNO DEL COMUNISTA!
Questa è buona...

Agip SPA 17.01.10 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco dove si raccolgono le firme in Lombardia oggi per il Movimento 5 stelle:

Domenica 17 gennaio 2010

Bergamo - via XX settembre - ore 9.30 / 18.30
Busto Arsizio - via Milano - ore 10.00/18.00
Legnano - piazza san Magno - ore 14.00 / 18.00
Lodi - piazza della Vittoria (piazza Duomo) - ore 9.00 / 18.00
Pavia - piazza Vittoria - ore 14.30 / 18:00
Milano - piazza Cordusio angolo via Mercanti - ore 10.00 / 18.00
Seregno (MB) - piazza Italia - ore 9.00 / 19.00

luca c., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento

@Viviana V. - Bologna

Gent.ma Sig.ra o Sig.na, vedo che inserite commenti con produzione a livello industriale. Complimenti....Non sto scherzando....Avete mai pensato a chiedere l'iscrizione all'Ordine dei Giornalisti? Avreste il vantaggio di godere degli infiniti previlegi riservati a quella Casta....Mi sembra che siano sufficienti 70 pubblicazioni, ovviamente su importanti network e questo blog rientra, penso, a quella categoria...

Carotenuto Cav.Ciro, Frattamaggiore (Na) () Commentatore certificato 17.01.10 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che ognuno sia nato per qualcosa nella vita. Credo che tu sia nato per questo. Per credere nel servizio di chi vuol vedere un mondo migliore. Le persone non ti saranno mai grate abbatanza. Grazie Beppe un abbraccio
Marco

marco gambella 17.01.10 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per "A prescindere": hai ragione e torto allo stesso tempo. E' vero che per sistemare tutte le cose che non vanno in Italia ci vorrebbero centinaia di V-day, ammesso che poi smuovessero di un cm. chi ha il potere di decidere, e che quindi nessuno di noi ha tutti quegli anni a disposizione. Ma è anche vero che con il voto non risolveremo tutto, anche perché la maggioranza degli italiani è rimasta col cervello a Mussolini (nel migliore dei casi).

Alessandro Tartoni Commentatore certificato 17.01.10 11:30| 
 |
Rispondi al commento

La solita storia, potevamo pensare che il profitto capitalistico non cercasse dopo il petrolio di lucrare con l'acqua. Voglio essere propositivo verso quelle amministrazioni non corrotte, se avete problemi con la rete idrica avviate i lavori di ristrutturazione, informate di questo la popolazione, aumentate le tasse sull'acqua per un periodo tale da rientrare con le spese sostenute, finito il periodo fate tornare la tariffa al prezzo adeguato, poi ogni anno chiudete il bilancio acqua in pari, se non c'è profitto si spende tutti meno.
Per finire dobbiamo risparmiare l'acqua, io sono arrivato alle docce da 3 minuti è stata dura ma si riesce, la mia macchina esternamente si lava quando piove. Cosa direbbero le popolazioni che patiscono la sete del nostro settimanale lavaggio delle auto.
CIAO A TUTTI, SONO COMUNQUE POCO OTTIMISTA, PERO' SONO CON VOI.

Valter Sottile (valter63), Alba Commentatore certificato 17.01.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mafia?

la mafia è solo una parte del sistema!
Oggi, è il nuovo ceto medio, insieme alla classe dirigente! E' la parte a cui è stata delegata la gestione dell'economia reale!

sancho . Commentatore certificato 17.01.10 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi come 15 anni fa , privatizzare in ITALIA è sinonimo di INFILTRAZIONE DELLA CRIMINALITA' !!!!

Parliamoci chiaro. Sono LORO che hanno in mano i capitali per accedere agli acquisti dei beni e servizi . Il resto è muffa e ragnatele nei cervelli degli italioti.

- Se vogliamo parlare di ONESTA' & MORALE , allora
sprofonderemo nel ridicolo. Come potremmo citare
queste due virtù OGGI in ITALIA del NANO MAFIOSO?

Chissà cosa uscirà dai rubinetti prossimamente ,
e costerà anche SALATO !!!!

Però ci sarà sempre "qualcuno" che incolperà quelli di fuori che ne hanno inviati di capitali
in ITALIA , e sono finiti nelle tasche dei BOSS !
- è colpa della BCE !!! ah ah ah ah !!!!!

[ se non ci fosse la U.E. staremmo come la exJugoslavia , a scannarci gli uni contro gli altri. Comunque il NANO non sarebbe premier. Gli
italioti sperano nell'aiuto della U.E. sia per
sopravvivere con il NANO, sia per TOGLIERCELO dalle palle. Divisi a metà.] !

☭★ hasta : italioti + italiani


l'acqua e' il nuovo business della mafia...e d'altronde e' evidente: se la mafia è dentro l'amministrazione pubblica e se ha propri uomini dentro lo Stato, non potrà che continuare a gestire le cose a proprio favore.

Ma se la mafia ha messo le mani sull'acqua allora c'è veramente da tremare...ciò significa che il suo controllo è pressoché totale...

(Avete mai comprato una bottiglia di acqua in autogrill? In certi casi costa persino il doppio di un litro di benzina!!!)

Quindi l'unica cosa da fare è buttare fuori la mafia dallo Stato!

giliola r. Commentatore certificato 17.01.10 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Mother Earth is death

Tȟatȟaŋka Iyotȟaŋka 17.01.10 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si deve tener conto anche del fatto che il progetto criminale è quello di voler costruire centrali nucleari.

Per il loro funzionamento è necessaria una quantità enorme di acqua(esempio riferito ad un reattore in grado di generare 1000 Megawatt servono 2.596.792 metri cubi di acqua al giorno. Cioè 108.199 metri cubi d’acqua all’ora, 1.803 metri cubi d’acqua al minuto, 30,05 metri cubi di acqua al secondo. Quasi un terzo della portata del Po a Torino) tanto che la situazione della Francia nucleare, molto più ricca di acqua rispetto all’Italia ha dovuto più volte rallentare la produzione di energia elettrica delle proprie centrali per mancanza d’acqua.
Stime indicano che in Francia il 40% di tutta l’acqua consumata è usata nelle centrali atomiche( lo aveva detto Jeremy Rifkin in un’intervista al blog di Beppe ).

Ciao ciao


Alina F., Varese Commentatore certificato 17.01.10 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe 6 un mito! ma lo saresti ankora di piu' se mi illumini sulle lettere del tonnino alla moglie di contrada...perke?? perche' diceva di non conoscerla...il tonnino nazionale...
sara' mica lei la donna misteriosa che lo accompagnava alle seychellles? sono sicuro che se indaghi tu scopri la verita'...se indaghi...
ansioso aspetto un post sulla vicenda..grz

claudio u., genova Commentatore certificato 17.01.10 11:11| 
 |
Rispondi al commento

L'APPARTENENZA

E' alla base della vita dell'uomo.
Fin dai primi tempi l'uomo apparteneva a una tribù, condivideva comportamenti, modi di pensare e atteggiamenti.
Lo schierarsi, appartenere a un gruppo è la base del nostro processo di identificazione, l'io si identifica con il noi.
Ma la maggior parte delle volte l'appartenenza è un male.
Appartenenre a una razza, a una religione, a un credo politico, a un ceto è l'origine dei nostri mali.
A volte anche il forte senso di appartenenza familiare, per difendere ad ogni costo l'onore della famiglia, ci porta a compiere errori.
Lo vediamo ogni giorno con lo schieramento dei partiti che impongono ai loro affiliati un modo di pensare che altro non è che l'accettazione incondizionata di una dottrina politica di gruppo che annulla ogni coscienza del singolo.
E non è così anche per l'appartenenza ad una razza o ad un popolo?
Non è da questa appartenenza che scaturiscono sentimenti di nazionalismo ed atteggiamenti di chiusura nei confronti degli altri gruppi?
Per non parlare delle appartenenze religiose.
Cristiani, musulmani, ortodossi, protestanti, evangelisti e che più ne ha più ne metta.
I cristiani con le loro chiese, i musulmani con le loro moschee, dio e allah, il papa e maometto.
Quanta stupidità, i riti da seguire, i modi di professare la fede.
Ma a che serve e sopratutto a chi serve?
Non siamo figli di un unico Dio e non apparteniamo tutti ad unica razza?
Posso essere identificato come anarchico od ateo se dico tutto questo?
Neanche, non mi sento di appartenere ad essi.
L'appartenenza è un male, posso condividere delle cose con gli uni o con gli altri, ma dallo schierarsi incondizionatamente per un gruppo ne consegue la perdita della propria libertà e della propria identità.
L'appartenenza, il tesseramento, l'identificazione di gruppo è l'arma dei potenti e di governi per offuscare il significato dell'uomo.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 17.01.10 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@Carlo Lia

Bene! Per voi. E male per noi.
Non siamo ANCORA riusciti a convertire il meridione ad un sistema di efficienza paracadutata.
Stanno arrivando ma lenti, lenti. Ci sono troppe resistenze. Il miraggio del posto fisso e della RACCOMANDAZIONE è troppo forte.
LA SPERANZA DELLA RACCOMANDAZIONE E' L'ULTIMA A MORIRE.
I nostri politici LA COLTIVANO perchè è la base del loro CONSENSO. E permette loro di RUBARE DENARO PUBBLICO.
Fine della chiosa.
Saluti

Da schiantare dalle risate 17.01.10 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Il Nano Mafioso tace.......


Dove sorgeranno le 5 centrali nucleari????

Da l’Unità.it

In gran segreto sono stati individuati i siti per la localizzazione delle centrali nucleari: Ostuni, Chioggia, Leri Cavour, Caorso, Montalto di Castro, dalla Puglia al Veneto, le scorie si è pensato di spedirle in Sardegna.

Ne a parlato Minchiolini al “tg1”???

…a proposito, sul blog de “il fatto quotidiano”
c’è un” pezzo” del Grande Travaglio che parla dello stronzo in questione.

Facta non verba (berluskoni mi dà il vomito), Viareggio Commentatore certificato 17.01.10 10:54| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe sei grande,pero secondo me ci vuole la rivoluzione in italia.io sono pronto

alex s. Commentatore certificato 17.01.10 10:46| 
 |
Rispondi al commento

L’Inghilterra per molte cose non è affatto un paese da portare a modello. La sanità pubblica per es. è uno schifo. L’istruzione ha costi eccessivi. Un asilo medio costa 80 euro al giorno e un anno medio universitario costa 10.000 euro. Non ci sono garanzie sul lavoro e si può essere licenziati da un momento all’altro, perché si aspetta un figlio o si chiedono tre giorni per sposarsi o anche senza motivo.
Viviana Bologna

DEVO CONTESTARE TOTALMENTE LE SUE AFFERMAZIONI

Vivo in Inghilterra da 30 anni. Vengo dalla Sicilia. Ho iniziato come cameriere ed ora ho 4 ristoranti italiani a Londra, Bristol, Manchester e Birmingham.

L'acqua in Inghilterra e' ottima e il Water Authority e' molto efficiente. Tutti bevono l'acqua corrente e noi la serviamo nei ristoranti dove nessuno ordina acqua minerale se non per la Perrier poiche' frizzante e famosa. Il water rate, quanto si paga, e' una cifra non criticabile.

Lei sbaglia anche per le scuole.
Lei ha indicato i costi delle scuole private, ma quelle pubbliche sono totalmente gratis comprese le universita' e gli asili. Gli studenti hanno anche un piccolo wage ogni mese dallo Stato, una specie di paghetta.

Lei sbaglia anche per il sistema lavoro.
E' vero che si puo' licenziare e assumere quando e chi si vuole, ma in caso di licenziamento lo Stato versa al lavoratore l'80% dell'ultimo stipendio mantenendo pagate le ferie, contributi e tredicesima.
Tutto questo viene pagato fino a nuovo lavoro.
Infatti nessuno si lamenta se viene licenziato.

Voi in Italia vi lamentate dei precari:
In Inghilterra sono tutti precari.

Per fortuna non esiste la proibizione di licenziare, perche' in questo modo i datori di lavoro assumono molto di piu' senza il pericolo di doversi sposare il dipendente a vita.

E questo porta i lavoratori a dare il meglio anche perche'gli stipendi oltre al minimo di base di legge possono essere aumentati singolarmente a seconda dell'efficienza.

Siete ancora troppo indietro.

Carlo Lia 17.01.10 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Mercal e'uno dei programmi posti in essere dal presidente venezuelano Hugo Chavez che garantiscono,ogni giorno,alimenti gratuiti o a prezzi ridotti,per 15 milioni di venezuelani.
Si stima che 10 dei 28 milioni di venezuelani ricevono prodotti da Mercal,che nel 2009 ha distribuito un milione e 273 mila tonnellate di alimenti.
Piu' di 900.000 persone ricevono alimenti gratuiti nelle 6000 case di "alimentazione" e 4 milioni tra bambini e adolescenti,fanno colazione e pranzo gratuitamente nelle loro scuole.
Inoltre il programma PDVAL,gestito da petroleos de Venezuela,vende alimenti a 4 milioni di venezuelani a prezzi regolati"

da "GRANMA DIARIO"del 17 gennaio 2010

CHISSA'PERCHE' IL POPOLO VENEZUELANO VUOLE CHAVEZ PRESIDENTE?
SARANNO INFATUATI DALLE TELEVISIONI O DAI MASS-MEDIA IN GENERALE?

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 17.01.10 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando privatizzeranno l'aria?

cesare beccaria Commentatore certificato 17.01.10 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La prospettiva politica di Cicchitto
L'impressione è che il Pdl si serva di Craxi per parlare di Berlusconi. «Purtroppo c'è continuità tra le due storie. Il grumo di forze e interessi che si accanì su Craxi è lo stesso che nel 2009 ha scatenato la campagna personale contro Berlusconi, intensificando una caccia cominciata nel '94. Allora Berlusconi, con una dose notevole di "follia", interviene a coprire il vuoto politico, sociale, culturale lasciato da Dc e Psi. Sempre allora comincia la persecuzione giudiziaria».
Il sistema di tangenti e di corruzione diffusa. di impunità e illegalità ora si definisce " vuoto politico , sociale , culturale lasciato dalla DC e PSI ".
Un P2 ista non cambia mai, ha sempre un padrone da servire o ungere per ricavarne favori, benessere fisico e anche psichico.

cesare beccaria Commentatore certificato 17.01.10 10:38| 
 |
Rispondi al commento

FUORI GLI SQUALI DALL'ACQUA!
Sorella acqua è divenuta una puttana in mano ai magnaccia delle multinazionali che la sfruttano per fare soldi, a danno dei dei più deboli.
Contro gli squali INSAZIABILI e i loro protettori "cristiani" alla Calderoli c'è una sola strada; REFERENDUM ABROGATIVO.
Con tutto il rispetto per il signor Carsetti non penso che l'escamotage delle modifiche agli statuti comunali sia un percorso conducente.
Intanto si fa una fatica enorme a smuovere i consiglieri in buona parte foraggiati dai partiti privatizzatori, poi si rchiede una capacità mobilitativa al di sopra delle poche forze disponibili.
Tagliamo la testa al toro: REFERENDUM
Beppe, torna sul tema anche perchè nel tuo programma è prevista la ripubblicizzazione dell'acqua.

enzo lombardo 17.01.10 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Questo Test non serve ad altro che dare conferma in coloro che già sono interessate dal fenomeno.

NON INCUTERE PAURE PERCHE' NON C'E' MOTIVO D'AVERNE.

Rendere consapevole che non accade solo a te.

Non beartene e' solo una sorta di sveglia al pari di quelle d'uso comune per alzarsi al mattino.

11:11 si ritiene indicare il 23.3.2010 direi ci siamo! Non c'e' da spaventarsi o paventare chissa' cosa, solo porre attenzione. Grazie.

-----------------------
(convertendo in secondi le 11 ore e 11 primi per poi usare excel e convertire in data il valore 40260 ottenuto)


Caro Beppe,

La sinistra ci ha rovinati: è passata co la maggioranza, e un giorno sapremo quanto ha incassato. INtanto possiamo fare qualche ritratto dei traditori, da appendere in galleria. Per esempio, ecco una poesiola ritrattino:

Macca l’uso?
Macca, macca: oh, se macca…

‘A maccalusa è donna de passione
ragiona co la forza de lu sticchio
ama d’esse ingroppata dal padrone
adora la lupara e il mazzapicchio.

La prepotenza la fa ‘ncraxa di brutto:
si bagna e sgronda in tutte le pudenda
chè lei all’ommo forte vuol dar tutto,
vuole che il corpo e l’anima le prenda.

E’ la passione a farla traditora
E un poco infame, collusa, migliorista
del proprio stato, che dal batter fuora

l’ha portata ben dentro. E’ in menopausa,
non gode più, ma sempre fa i servizi
con la bocca mendace e ‘a figa scrausa

ai fascisti, ai ladroni e ai loro vizi.

Lina Patruno 17.01.10 10:29| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE,
IO DICO CHE CI SONO ATTI PRIVATI NELLA CAMPAGNA ELETTORALE DI WUOLTER.

gino saggese 17.01.10 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Compratevi un tetrabyte di supporti di memoria prima che passi la tassa siae.
Andrà in proporzione alla capacità di memoria.


http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2010/01/diritto-autore-copia-privata.shtml?uuid=0eb7f00a-02c0-11df-83c5-dc3258a5fde1&DocRulesView=Libero

Agip SPA 17.01.10 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L" ACQUA VA TRASPORTATA E PULITA PRIMA DI ARRIVARE NELLE NOSTRA CASE, SE QUALCUNO SI OFFRE DI FARLO GRATIS SI FACCIA AVANTI. ALTRIMENTI QUALCOSA E QUALCUNO BISOGNA PAGARE. RITENGO CHE SI SI DOVREBBE PAGARE SOLO ALLO STATO , MA POI LO STATO APPALTA , E LI COMINCIA IL MAGNA MAGNA COMUNQUE....NON C'E' VIA DI SCAMPO

il diavolo fa le pentole ma non i coperchi 17.01.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

La privatizzazione del servizio idrico ha portato ovunque anche gravi conseguenze sull’ambiente.
In Inghilterra, le maggiori multinazionali dell’acqua, Vivendi, Suez-Lyonnaise ed Enron, sono state classificate come le società più inquinanti del paese. E le multe sono sempre state ridicole rispetto ai loro spettacolari ricavi. Scarichi di liquami fognari, contaminazione di porti e fiumi, c’è stato di tutto…
E in Italia si pensi che B ha anche depenalizzato l’inquinamento dei corsi d’acqua! E suo fratello è stato condannato per la discarica di Cerro!
E’ risultato che tutte le aziende idriche violano sistematicamente le leggi ambientali e che lo Stato non può farci nulla, tanto più che le maggiori di esse figurano come società straniere, non soggette alla leggi del paese dove vendono l’acqua.
In totale in Inghilterra le conseguenze della privatizzazione dell’acqua sono state tutte negative. E così negli altri paesi. Per cui questa è una strada che è già stata praticata e si è rivelata fallimentare, come le centrali nucleari.
L’Inghilterra per molte cose non è affatto un paese da portare a modello. La sanità pubblica per es. è uno schifo. L’istruzione ha costi eccessivi. Un asilo medio costa 80 euro al giorno e un anno medio universitario costa 10.000 euro. Non ci sono garanzie sul lavoro e si può essere licenziati da un momento all’altro, perché si aspetta un figlio o si chiedono tre giorni per sposarsi o anche senza motivo.
Non mi pare il caso di copiare modelli falliti. Bisogna andare aventi, non peggiorare. E occorre che anche il Pd lo capisca!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Si noti che concettualmente si ha anche una contraddizione in termini.
Il liberismo infatti non fa che decantare la concorrenza come unica legge del mercato che abbasserebbe i prezzi e migliorerebbe la qualità, ma nei fatti, come per le privatizzazioni, non fa che creare posizioni monopolistiche in cui il prezzo o l’efficienza non vengono affatto regolati da leggi di mercato ma sono rilasciati ad un arbitrio privato per cui la concorrenza non esiste e ci sono solo posizioni di potere garantite da uno Stato assolutista che se ne frega del benessere collettivo e crea intollerabili situazioni di privilegio (e lo abbiamo visto abbastanza in Telecom).
Ovvio che nelle società private di questo tipo, in cui il rischio è zero e il profitto è massimo, i dirigenti hanno stipendi altissimi, che si danno da soli, come i vertici bancari che anche in periodi di crisi si danno emolumenti straordinari da se stessi , senza alcun pudore. Di converso diminuisce il numero di persone impiegate, queste vengono precarizzate e con salari al minimo. In Inghilterra si ebbe in 7 anni un aumento fino al 200% degli stipendi alti e una riduzione del numero dei dipendenti del 21%.
Grazie alla privatizzazione dell’acqua, in Inghilterra dal 92 si ebbe un grave aumento della dissenteria e un impoverimento della famiglia già povere che ora dovevano comprare anche l’acqua.
Per aumentare i profitti gli investimenti furono ridotti al minimo e tutta la rete idrica si deteriorò. In 5 anni le tubature in crisi crebbero del 10%. L’acqua peggiorò e aumentarono
nitrato, ferro, piombo e antiparassitari. Nel 97 scoppiò una infezione di cilotosporidiosis a Londra, che fu un vero avvelenamento.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato gestore per 25 anni di un albergo stagionale in Val d'Ossola, uno dei luoghi con più acqua d'Italia, acqua ovunque, fonti, Crodo, Bognanco, etc.....cascate fiumi torrenti....
Per anni l'acqua era gestita dal comune ed il costo era accessibile....Poi inopinatamente è stata privatizzata con delibera comunale senza neppure interpellare i residenti, bene!...anzi male! da quel giorno sono iniziati grossi problemi, mi arrivarono migliaia di euro di arretrati da pagare, ogni anno centinaia di metri cubi di acqua, senza garanzia degli effettivi consumi, e ogni anno migliaia di euro di bollette.....Avvocati, cause, lotte per anni, fontaniere che veniva ogni volta per chiudermi l'acqua e che ogni volta io minacciavo di denuncia per interruzione di pubblico servizio in stagione e con i turisti in albergo.
Da notare che le tasse al comune io le pagavo regolarmente ed esigevo che mi fosse fornita l'acqua (un bene essenziale) dal comune stesso.
Miripeto in uno dei luoghi più soggetto ad alluvioni per troppa piovosità.....i prezzi dell'acquedotto privato che non aggiustò neppure le fatiscenti condutture, potevano essere applicati forse se fossimo stati in mezzo al deserto. Vigilate popolo! vigilate! La stangata è pronta per essere servita.....e tutti zitti!!!! Codari Antonio

antonio codari 17.01.10 10:16| 
 |
Rispondi al commento

CARO DAVIDE CALI,
NELLA TUA CONCLUSIONE SUI PEDAGGI AUTOSTRADALI C'E UNA PICCOLA IMPRECISIONE!!
NON SONO LE STATISTICHE A DIRE CHE NON VI E AUMENTO, E A BUONAIUTI O BONAIUTO CHE SI E INCEPPATO IN BOCCA IL MESSAGGIO ELETTORALE: NON METTIAMO LE MANI IN TASCA AGL'ITALIANI. FESSI.

gino saggese 17.01.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua?


Abbiamo consegnato l'Europa alla BCE! Adesso è una grande S.P.A.
Sappiamo quali sono le priorità di questo tipo di società!


Dovevamo pensarci prima! Tutti i nostri politici, all'unanimità, hanno votato prima il trattato di Maastricht e poi il trattato di Lisbona che conferisce definitivamente il potere assoluto alla BCE!
Anche allora c'era chi metteva in guardia, ma i soliti leccaculo di partiti e del sistema facevano muro e bollavano di complottismo chiunque osasse mettere in discussione questa europa delle banche!
Adesso cosa volete? I buoi sono già scappati, inutile chiudere i cancelli adesso! Non c'è rimasto più nulla!

sancho . Commentatore certificato 17.01.10 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi sto facendo l'autoclave e mi staccherò dall'acquedotto..non voglio più pagare l'acqua! mi dicono che non si può perchè per avere l'abitabilità bisogna avere l'allacciamento idrico.Mi sto facendo il pane in casa da vent'anni...speriamo,a questo punto, che i panettieri non mi portino davanti ad un tribunale perchè non compro il pane da loro,come logica potrebbe funzionare!!

nereo mazzuchin 17.01.10 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel caso, come l’Italia, di una concessione dell’acqua in cui lo Stato mantiene la proprietà, possono accadere due cose:

la prima è che la manutenzione e l’ammodernamento siano completamente abbandonati, perché chi cerca utili evita le spese, ed è quello che è successo con la rete elettrica statunitense che alla fine era completamente fatiscente (i grandi black aut),

La seconda è che le aziende si facciano pagare le spese dallo Stato ma tarocchino a dismisura i costi denunciati per guadagnarci e incrementare anche così gli utili.

Proviamo ora ad allargare il discorso a tutte le cose che si potrebbero privatizzare. In Italia hanno già privatizzato telefoni e autostrade. Berlusconi quatto quatto ha privatizzato esercito e protezione civile e punta alle ferrovie, la sanità e le scuole..
Allargate lo stesso discorso ad ogni bene o servizio pubblico ed esce un quadro terrificante, dove il cittadino non avrà diritto a nulla e sarà torchiato su tutto, fino all’impossibilità a sopravvivere.

In Inghilterra è accaduto che molte aziende private hanno tagliato gli investimenti per mantenere alti i dividendi e hanno continuato ad alzare le tariffe anche se il servizio diventava sempre più scadente.
Vedi la Southern Water che ha presentato un programma di investimenti per una serie di impianti di depurazione che non sono mai stati installati. O la Yorkshire Water che ha pensato evitare la spesa di 50 miliardi di sterline per il trattamento delle acque reflue ottenendo un abile cambio di legge per cui le acque costiere vicino alla costa sono state definite 'mare aperto', così come da noi la Prestigiacomo, per non prendersi in carico l'aria cancerogena di Taranto ridefinisce le soglie di tollerabilità delle sostanze inquinanti, o Berlusconi, per non prendersi carico dell'inquinamento delle discariche, le definisce zone militari top secret
Ma non è con questi trucchi che si avrà civiltà!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 09:50| 
 |
Rispondi al commento

ecco dove si firma oggi in Lombardia per il Movimento 5 stelle:

Domenica 17 gennaio 2010

Bergamo - via XX settembre - ore 9.30 / 18.30
Busto Arsizio - via Milano - ore 10.00/18.00
Legnano - piazza san Magno - ore 14.00 / 18.00
Lodi - piazza della Vittoria (piazza Duomo) - ore 9.00 / 18.00
Pavia - piazza Vittoria - ore ...14.30 / 18:00
Milano - piazza Cordusio angolo Via dei Mercanti - ore 10.00 / 18.00
Seregno (MB) - piazza Italia - ore 9.00 / 19.00

luca c., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 09:49| 
 |
Rispondi al commento

RUBARE CON IL PRIVATO...

Il menefreghismo del pubblico è causato dalle ingerenze politiche. Sono loro l'unica causa.

Chi è "autorizzato" a non svolgere il proprio lavoro nel pubblico è perchè ha una copertura politica. Esattamente come nel privato: schiavi e ladroni!

Se il privato, in certi casi, illude i cittadini di rendere un servizio migliore è perchè alimenta il movimento di interessi economici, ma non solo, tra politici e imprenditori.

Molte persone come te caro Rubini non fanno altro che sostenere questo stato di cose... molti non lo sanno ma parecchi lo vogliono.

La fuga di cervelli all'estero in Italia non è un reato. I problemi sussistono quando questi cervelli tornano in Italia a occuparsi di fatti che non conoscono.

CONVIENE!

By Gian Franco Dominijanni


Intanto,

si susseguono i "suicidi" e gli "arresti cardiaci" nelle carceri italiane!
Forse, ci siamo! Forse, siamo, ormai, ad un passo dalla grande conquista civile dell'eutanasia obbligatoria per gli "inutili" al sistema!

sancho . Commentatore certificato 17.01.10 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

scandalo H1N1.

andrei cauto a denunciare che la pandemia era una influenzina.
come tutte le cose ovvie anche questo è vero.

però non bisogna dimenticarsi che quelli là sono bastardi permalosi e armati bene.

faccio una scommessa: vuoi vedere che tra qualche settimana ci sarà un ulteriore focolaio?

quando è che li andiamo a prendere uno per uno a casa preavvisando la scorta di stare a casa quella mattina li?

niamo suppo 17.01.10 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2003, la commissione della camera dei Comuni sull’ambiente, il cibo e gli affari agricoli disse che: " Mentre i profitti operativi e i dividendi del settore idrico sono in discesa in tutto il mondo, a partire dagli anni 90, i dividendi delle imprese inglesi continuano a crescere fino a un 58%. In Gran-Bretagna i margini di profitto delle imprese di gestione dell’acqua sono persino 4 volte più grandi dei margini delle stesse imprese in Francia, in Spagna, in Svezia, o in Ungheria.”
Ecco chi ha interesse alle privatizzazioni: i grandi capitalisti, i Berlusconi, gli Impregilo, i Colaninno, i grossi gestori dei capitali della criminalità organizzata, i grossi evasori, che dai dividendi delle società private sui servizi pubblici possono trarre grossi utili. E con la pulizia legalizzata dei grossi capitali sporchi oggi ce ne sono parecchi in giro di questi capitali in cerca di investimenti.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E rispondo a Mario Rubini che scrive che in Uk la privatizzazione è OKEI. (ma quante balle scrivi, Rubini, non ti vergogni di stesso? Ma dove le leggi questa balle megagalattiche con cui impesti il blog?)

In Inghilterra il servizio idrico e quello fognario sono stati privatizzati nel 1989. Furono il fiore all’occhiello del programma neoliberista della Thacher, quello che ha quasi ammazzato il paese, aumentando disoccupazione e miseria e a cui si ispira quel bellimbusto di Berlisconi, imitato da quell'alytro bellimbusto di D'Alema.
La famigerata Thatcher non privatizzò solo le concessioni dell'acqua tenendone la proprietà ma proprio tutto tanto per fare le cose a fondo.
La Legge sull’acqua (Water Act) prima trasformò le sedi pubbliche per l’acqua RWA in aziende private, poi le mise in vendita, dandole interamente per 25 anni e difendendole da qualunque concorrente, creando vari monopoli privati. Il governo ammortizzò anche tutti i debiti precedenti per 5 miliardi di sterline e regalò loro 1.6 miliardi. Cedette le aziende persino al 22% in meno rispetto al reale valore di mercato, lasciò ogni arbitrio sulle tariffe e diede anche una esenzione speciale dal pagamento delle tasse sui profitti e persino l’autorizzazione virtuale a stampare moneta. Furono abusi tali che persino il quotidiano dei Tories disse che era stato “il più grande furto legalizzato nella nostra storia".
I prezzi aumentarono di botto, nei primi 4 anni addirittura del 50%, in seguito del 18%, tanto che una famiglia inglese su 5 non poté pagare.
I profitti degli azionisti raddoppiati nel primo anno di privatizzazione e aumentarono del 142% in termini reali in 8 anni. E i prezzi dell’acqua e del servizio fognatura aumentarono rispettivamente del 42 e del 36 %.
Il furto continuò con Blair, il finto laburista. E posso dirti, visto che in Uk ci vado spesso, che non ho mai visto delle tubature idriche e delle fogne che fanno tanto schifo in nessuna parte d’Italia. E sto parlando di Londra non di Wells!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 09:28| 
 |
Rispondi al commento

l'acqua deve rimanere pubblica
confermo in pieno.
Chiedo ai gruppi nazionali "grillo"
e l'aria?
Chi mi aiuta?
L'aria con i sistemi di telefonia senza fili, con i sistemi wi fi stanno creando timori sanitari
fondati ma... l'aria non può essere privatizzata non pensate?

Maria D., Torino Commentatore certificato 17.01.10 09:21| 
 |
Rispondi al commento

I politici hanno svenduto quasi tutte le risorse dello stato, e stanno andando avanti a svenderl, c'era una volta ; i comuni province stato incassavano gli introiti con l'acqua luce gas, imprese funebri autostrade ex Iri, affitti da dalle case di proprieta, ora più niente negli anni hanno svenduto tutto, ora non avendo più profitti l'unico sistema è quello delle tasse, oltre all'acqua bisognerebbe che le cose essenziali per vivere acqua luce e gas tornassero a essere pubbliche, ci sarebbero più occupati miglior e manutenzione, e i soldiguadagnati ritornerebbero a essere usufruiti per noi cittadini, purtroppo abbiamo un popolo a cui non interessa niente del sociale, e si lascia fregare, siamo un popolo di c.....

sergio zerial 17.01.10 09:17| 
 |
Rispondi al commento

L'ACQUA, COME L'ARIA, E COME IL CIBO E' UN ELEMENTO DI CUI TUTTI GLI ESSERI VIVENTI,
ANIMALI DI OGNI FAMIGLIA E VEGETALI, HANNO BISOGNO PER VIVERE.
PERCIO' DEVE RESTARE ASSOLUTAMENTE LIBERA, ANZI DEVE ESSERE GARANTITA A TUTTI
LA GIUSTA QUANTITA' E SENZA ALCUN COSTO, NATURALMENTE DEVE, ANCHE, ESSERE
CONTROLLATO IL SUO CORRETTO CONSUMO, PER EVITARE, ANCHE CON SANZIONI, OGNI SPRECO!!
CREDO CHE IL NS FUTURO, ANCHE MOLTO PROSSIMO, DIPENDERA' PROPRIO DALLA CORRETTAGESTIONE DELL'ACQUA ED IL "PROGRESSO" E LA "CIVILTA'" DELLE NAZIONI SI MISURERANNO PROPRIO IN BASE ALL'UTILIZZO DI QUESTO ELEMENTO DI CUI, OGGI, NON ABBIAMO, PURTROPPO,COMPRESO IL REALE VALORE, POICHE' NE FACCIAMO GRANDE SPRECO CON PESSIMO UTILIZZO !!
E, GUARDA CASO, LE NAZIONI CHE PIU' NE SPRECANO
SONO QUELLE CHE..... FANNO FINTA DI PREOCCUPARSI
DEL CORRETTO UTILIZZO E DI COMBATTERE L'INQUINAMENTO.
SE RIESCO A RECUPERARLO, PUBBLICHERO' SU QUESTO BLOG, UN DOCUMENTO SULLO SPRECO, ANCHE, PER COSI' DIRE, "NORMALE", DELL'ACQUA DOVUTO AL CORRETTO
USO, MA......PER FINALITA' SBAGLIATE CHE NON VENGONO RICONOSCIUTE COME TALI.
IN QUESTO DOCUMENTO, AD ESEMPIO, VENIVA FATTO IL CALCOLO DI QUANTI MC DI ACQUA VENIVANO "CONSUMATI" NELLA FILIERA DI PRODUZIONE DI UN SOLO KG DI CARNE BOVINA: UNA QUANTITA' IMPRESSIONANTE!!!
E COSI' AVVIENE IN ALTRE MIGLIAIA DI "FILIERE" PRODUTTIVE, SENZA CHE NESSUNO CE LO FACCIA NOTARE
E, CHI DI DOVERE, PONGA UN FRENO A TUTTI GLI USI
SBAGLIATI.

nicola conocchiella 17.01.10 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Dire "ciò che è pubblico non funziona e ciò che è privato sì" è una emerita balla.
Dice Molinari: “E’ stato il privato a fare il vino al metanolo, il pollo alla diossina e la mucca pazza, a mandare le scorie tossiche in discariche abusive, a inquinare le acque evitando le depurazioni, a spremere fin che può un’impresa per poi lascia le perdite al pubblico. Il privato è Parmalat, Cirio, è Telecom privatizzata. E’ il privato che ha sommerso il mondo con i titoli spazzatura che il pubblico dovrà ripianare e sarà il privato che eviterà i controlli e nasconderà la non potabilità dell’acqua, non farà le manutenzioni".
Il privato è la mafia, l’imprenditoria assassina e schiavista, il capitale criminale.
Il privato non ha più etica collettiva e non garantisce nulla di collettivo. Guarda Marchionne cosa garantisce? O Impregilo? O Colaninno? O Angelucci? O cosa garantiscono i grossi capitali mafiosi che ormai sono dappertutto?
Il profitto oggi non è nemmeno più nell’impresa. Tanzi ci mostra chiaramente che è nel gioco in Borsa e Marchionne che è nella ricerca di schiavi a minor prezzo e il Governo che è nei patti con la mafia.
Qui non è in gioco una miglior resa del settore idrico, sono in gioco grossi capitali che, col rientro facilitato dello scudo fiscale, saranno certamente capitali mafiosi che cercano nuovi settori in cui investire. E la politica dissennata di Berlusconi appoggiata da D’Alema gli sta offrendo su un vassoio d’argento nuove ricchezze, a scapito nostro.
“Viviamo un tempo in cui il privato ha perso ogni etica dell’azienda, e il profitto oggi non sta più nemmeno in quanto e come si produce, ma nel gioco finanziario. Ma poi di che mercato parliamo? L’acqua è un monopolio naturale e concorrenza e competitività sono termini privi di significato. I privatizzatori negano il diritto umano all’acqua, questa è la realtà. “ (Molinari)


clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Emilio Molinari, presidente del Comitato italiano per un Contratto Mondiale sull’acqua, dal 2002 si batte per il diritto all’acqua come bene pubblico

“Col decreto Ronchi cade l’ultimo bastione di resistenza pubblica rappresentato dalle società per azioni in house, cioè con il 100% del pacchetto azionario in mano ai comuni. Questo è ancora in atto in 64 ambiti territoriali italiani. Dal 2011 le società in house saranno costrette a mettere sul mercato e quotare in borsa il 40% del loro pacchetto azionario. Il decreto prevede che il punto di riferimento del privato diventi determinante all’interno del consiglio di amministrazione. Questo non è un fatto da poco: insisto a dire che l’acqua non è un servizio, ma un diritto umano, e i cittadini non sono né consumatori né utenti. L’acqua italiana è in mano ai privati. Con il decreto si attuerà e si concluderà una lunga battaglia che dura da 10 anni in Italia. Noi abbiamo anche presentato una legge di iniziativa popolare con 400.000 firme consegnate al Parlamento. Ma tutto ciò viene vanificato dal decreto.
Non è affatto l’Europa a volere questa privatizzazione. Tant’è che la Francia, prima nazione a privatizzare il proprio servizio idrico, lo sta rendendo di nuovo totalmente pubblico. Il Belgio ha fatto una legge per non privatizzare l’acqua. La Germania ha bloccato la privatizzazione, nonostante sia il paese dove ha sede una delle principali multinazionali dell’acqua. Anche la Spagna e l’Austria hanno detto no alla privatizzazione. Per non parlare dell’America latina, dove addirittura sulla questione dell’acqua vengono cambiate le costituzioni. Anche negli Usa l’acqua è in mano alle municipalità.

Masada 1071. Signore, dacci l'acqua quotidiana

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 08:47| 
 |
Rispondi al commento

La Francia torna a rendere pubblica l’acqua che aveva privatizzato. La Germania boccia ogni forma di privatizzazione. E non mi si dica che ciò accade perché Sarcozy o la Merkel sono di estrema sx!
In Italia nessuno si oppone al decreto Ronchi che liberalizza i servizi pubblici locali, che farà passare progressivamente la gestione dell’acqua e dei rifiuti nelle mani dei privati, mentre la proprietà della rete idrica resterà agli enti locali, il che vuol dire che a spendere saranno gli enti locali ma a guadagnare saranno i privati. E, pensando a che tipo di imprenditori alla Impregilo abbiamo in Italia e alla rampante impenditoria a base mafiosa, inesistente per es. in Inghilterra o in Germania, ci vengono i brividi.
E il Pd, che dovrebbe essere il partito di opposizione, sceglie addirittura candidati come Boccia favorevoli alla privatizzazione dell’acqua e, si immagina anche ad altro, e non recrimina sulle privatizzazioni già fatte da amministratori di sx.
Ronchi, e quindi B, giustifica la privatizzazione dell’acqua dicendo che ce lo comanda l’Europa, tant’è che il decreto si chiama “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee”, ma è un falso plateale. Nessun diktat europeo impone la privatizzazione dell’acqua, anzi...
La risoluzione europea 11 marzo 2004, “Strategia per il mercato interno, priorità 2003-2006”, dice: “Essendo l’acqua un bene comune dell’umanità, la gestione delle risorse idriche non deve essere assoggettata alle norme del mercato interno”.
Lo ribadisce la Risoluzione europea del 15 marzo 2006, che dichiara: “L’acqua è un bene comune dell’umanità e come tale l’accesso all’acqua costituisce un diritto fondamentale della persona umana; chiede che siano esplicati tutti gli sforzi necessari a garantire l’accesso all’acqua alle popolazioni più povere entro il 2015”.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 08:43| 
 |
Rispondi al commento

"CONSUMIAMO PIU' DI QUANTO LA NATURA RIESCE A PRODURRE, CIOE' STIAMO
DISTRUGGENDO LE RISERVE VITALI PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO:
POSSIBILE CHE SIAMO TUTTI INCOSCIENTI ED EGOISTI E NON RIUSCIAMO A RAGIONARE
NON VEDENDO OLTRE IL NS NASO !?
NESSUNO DI NOI PREVEDE CHE, QUANDO LE RISORSE NATURALI SCARSEGGERANNO O,
MEGLIO, QUANDO SI AVRA' QUESTA SENSAZIONE, SI SCATENERANNO CONFLITTI SENZA
POSSIBILITA' DI CONTROLLO PER IL TERRORE DI NON POTERNE PIU' DISPORRE A SUFFICIENZA !?
OGGI FACCIAMO LE GUERRE "MIMETIZZATE" PER LE RISORSE ENERGETICHE E LA RICCHEZZA,
UN DOMANI MOLTO VICINO, INCOMINCEREMO A FARLE PER IL CIBO, POI PER L'ACQUA E,
INFINE, LE FAREMO, PURTROPPO, ANCHE PER L'ARIA: NON E' SOLTANTO UN LUGUBRE PRESAGIO !!
QUALCUNO RIUSCIRA' A CONSTATARE I RISULTATI DELLA FRENETICA RICERCA, NO, NON DEL
BENESSERE, MA DEL COSIDDETTO "PROGRESSO" E DELLA SUPREMAZIA: LA SCOMPARSA DELL'UOMO!"
pubblicato tra gli argomenti di "Salute e benessere" del mio blog, il 27 settembre 2009.

nicola conocchiella 17.01.10 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Michele (o caro bloggher che a Michele somigli)

capisco la tua posizione e non vorrei essere nei
tuoi panni.
Tu consideri incomprensibile quello che dico quando parlo di democrazia partecipata o di diritti dei popoli o di difesa dei beni pubblici o dell'amore per la Costituzione.
Ti sembra tutta una grande manfrina che nasconde solo un odio a Berlusconi.
Non vedi nemmeno che qui vengono attaccati tutti i partiti indifferentemente o per aver fatto troppo poco o per aver difeso quella stessa casta oligarchica a cui appartiene Berlusconi, casta bypartisan che fa solo interessi ristretti e illeciti, ignobili sul piano della giustizia civile.
Non sono temi che ti attirano, è ovvio.
L'etica sociale e politica proprio non ti riguarda, non la capisci,
è una cosa che ti fa sbadigliare,
ti riempie di noia,
ti sembra un solo un polpettone indigeribile.
Una mia amica direbbe che "Ti manca il pezzo!" e avrebbe ragione.
Lo capisco che è un tuo problema ma non so che farci.
Sei come un sordo che sente la musica di Bach o Beethoven come un monotono frasfuglio.
O come un cieco che sente un quadro di Van Gogh con le mani e dice: sono solo bozzoli.
Immagino la tua sofferenza a cercare di capire su questo blog una musica che non senti e una pittura che non vedi. Deve essere una noia indicibile. Ma non puoi pretendere che per farti piacere ci mettiamo i tappi nelle orecchie o la benda sugli occhi, per non ascoltare e non vedere come te.
Ci sono altri blog per sordo-ciechi e ci potresti anche andare.
Su questo blog, per fortuna, sia Beppe Grillo che i suoi collaboratori che decine di migliaia di italiani (almeno 30.000 ogni giorno e non gli stessi) ci vedono e ci sentono benissimo ed è per questo che il blog di Grillo è uno dei primi del mondo. Ed è per questo che centinaia di milioni di persone nel mondo portano avanti lo stesso progetto di liberazione e di diritti.
Ma non ti viene il pallido dubbio che nel tuo non vedere e non capire ci sia qualcosa che non va?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Rete sotto assedio: et voilà la tassa per la SIAE

http://news.google.com/news/story?ncl=d7Pirfya09MqV-M45saMrXlpZjp1M&hl=it&topic=t&ned=it


Lo avevano annunciato e hanno mantenuto la promessa(Il gonerno ke "nn mettera' le mani nelle tasche degli italiani"). La nuova tassa per fare un regalo alla SIAE è cosa fatta. Al danno si aggiunge la beffa: si chiama equo compenso, "Per remunerare, cioè, gli autori per il presupposto mancato compenso dovuto alla copie dei contenuti , musicali, audio, video , che i consumatori faranno per uso privato" E’ un aiuto di Stato, scrive il giurista Guido Scorza. E’ un compenso per il lavoro, non una tassa, si difende la SIAE. Costerà cento euro a famiglia, ci fa sapere AltroConsumo, che sottolinea: "è una misura contraria allo sviluppo della tecnologia e del mercato digitale"…

Riflessione: nello scorso marzo la SIAE annunciò la sua partecipazione alla Class Action intentata negli Stati Uniti da autori ed editori nei confronti di Google Book Search, per violazione di copyright.

C’è da chiedere agli esperti di diritto. Non potrebbe la SIAE essere ripagata con la stessa moneta? Ci sono i presupposti?

Intanto non ci resta che comprare tecnologia all’estero, con buona pace per l’imprenditoria italiana.

Toni Alamo 17.01.10 08:22| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, uno dei primi temi che mi appassionaro quando cominciai a seguirti fu proprio il quello che riguardava la rapina che questa inetta e in in mala fede classe politica (trasversalmente) si appresta a compiere con la cosiddetta privatizzazione dell'acqua.
Purtroppo temo che questa sia una battaglia persa al pari di tutte le battaglie di civiltà perchè chi ci governa (con la complicità di una Opposizione che al massimo è cretina) così ha deciso. ---- Questa è gente che non ha COSCIENZA e dunque è senza ETICA... basta vedere l'ardore che mettono per difendere il loro nano-padrone da ogni tipo di accusa che gli viene rivolta per capire conn quale razza di spietati "dobermann" si ha a che fare. Aggiungo che tutto questo è possibile grazie anche ad una asservitissima classe mediatica ma anche grazie al silenzio della CHIESA che essendo troppo compromessa con questo REGIME (per il potere e per il danaro che riceve) non può intervenire sfidando essa stessa quello Inferno che probabilmente è solo una delle tante favole che ci raccontano. ---
Queste sono persone dalle quali non ci libereremo facilmente a meno che la gente per bene non cominci ad avere contezza che non è più possibile essere presi per il culo da costoro. ----
Sì, caro Beppe, risolto questo nodo (cioè l'abbattimento di questa classe dirigente italiana) si risolverà ogni altro problema. Come per incanto...

PI.ERRE. 17.01.10 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Il governo boliviano non aveva privatizzato solo l’acqua ma anche le scuole, la sanità e le telecomunicazioni, tutto in perfetto stile neoliberista e imponendo prezzi e livello statunitense
La gente scese per le strade e fece blocchi stradali, sostenne l’urto della polizia che sparava, sfidò il carcere e la morte. Alla fine il governo dovette cedere ai regantes, i contadini che gestiscono autonomamente e secondo le millenarie tradizioni andine le fonti di acqua dei loro territori. Poi dovette cedere alle richieste del Coordinamento per la difesa dell’acqua e della vita, costituita da sindacati, contadini, ecologisti, operai, studenti e gente comune, che assumeva l'impegno di impedire la privatizzazione dell’acqua a Cochabamba. Alle assemblee popolari partecipavano migliaia di cittadini e le proposte venivano votate con larga democrazia. Quando videro che il governo cercava delle scappatoie, scesero in strada in 600.000. Tutta la Bolivia era con Cochabamba. Il primo a morire sotto la repressione fu un giovane di 17 anni. I dirigenti della Coordinadora furono arrestati e accusati dal ministro dell’interno di finanziarsi con il narcotraffico. Ma la sollevazione continuò e costrinse il governo a cedere. Oggi Cochabamba ha una struttura amministrativa composta da rappresentanti del comune, dei sindacati e delle associazioni di quartiere.
Questa è gente che la Lega chiamerebbe Baluba, ma che ama la propria terra, mentre loro la svendono vergognosamente
E gli organismi internazionali? La banca Mondiale citò la Bolivia per aver arrecato un mancato guadagno alle compagnie ordinandole un risarcimento di 25 milioni di dollari. La Bolivia rifiutò

Sapete cosa accade quando il debito di un paese è eccessivo? Ricorre alla Banca Mondiale. E sapete cosa fa la Banca Mondiale per sostenere il governo del paese indebitato? Lo obbliga a privatizzare beni e servizi fondamentali.
Ogni volta che Tremonti ha avuto le redini dell’economia, il debito è spaventosamente aumentato. Pensateci

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 08:00| 
 |
Rispondi al commento

GESTIONE DELL'ACQUA.

INGHILTERRA,
REGIONE WEST MIDLANDS
CAPOLUOGO BIRMINGHAM

Fino a 12 anni fa l'acqua era a gestione pubblica.

L'acqua non era depurata bene, la dispersione era il 30%

I prezzi erano piu' alti di ora.

Moltissimi cittadini erano affetti da disfunzioni alle vie urinarie.

Da quando e' stata privatizzata, l'acqua e' diventata perfettamente potabile, la dispersione e' al 5%, i prezzi sono diminuiti del 35%.

E TUTTI NEL WEST MIDLANDS BEVONO ACQUA DEL RUBINETTO.

NESSUNO COMPRA ACQUA MINERALE.

Chi ha privatizzato l'acqua?

Il governo di Blair, di sinistra si', ma non cretini.

In Italia quelli di sinistra sono di sinistra ma anche.......

Mario Rubini - Roma 17.01.10 07:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luca Fossati cita Cochabamba

Cochabamba è la terza città della Bolivia, ha mezzo milione di abitanti, quasi tutti poverissimi.
Nel 1999 il dittatore Banzar decide di privatizzare l'acqua e ne vende la concessione alla multinazionale statunitense Bechtel insieme all'italiana Edison, monopolio assoluto per 30 anni.
Il prezzo dell’acqua aumenta del 300%, gente che guadagna 60 dolalri al mese paga ora 12 dollari per l'acqua, la qualità scade orrendamente e dal rubinetto esce materiale fecale, si impongono permessi obbligatori per accedere alle sorgenti, si vietano i pozzi privati e persino la raccolta dell’acqua piovana, scadono rete idrica e fognaria.
Dopo un anno di gestione il 55% degli abitanti continua a non avere accesso all’acqua. Nell’aprile del 2000 centinaia di migliaia di persone scendono in piazza e marciano a Cochabamba contro il governo e lo costringono a fare marcia indietro e a revocare la legislazione sulla privatizzazione dell’acqua. Il contratto con la multinazionale Bechtel viene interrotto e il servizio idrico ripubblicizzato. La vicenda, conosciuta come “Guerra dell’Acqua di Cochabamba”, ha assunto un alto valore simbolico nell’ambito delle lotte per la difesa dei beni comuni, dimostrando che la partecipazione popolare può portare a una reale influenza sulle decisioni che riguardano beni pubblici.
A Cochabamba gli abitanti erano poverissimi e per lo più analfabeti ma avevano coraggio e dignità e un vivo senso dei loro diritti fondamentali.
Fecero subito un comitato chiamato "coordinadora de defensa del agua y la vida", per protestare contro la privatizzazione dell'acqua. Iniziarono subito una vera e propria battaglia, che la polizia contrastò duramente facendo 6 morti e molti feriti, ma la battaglia per l'acqua terminò il 10 aprile 2000 con la vittoria del popolo boliviano, la cancellazione della vergognosa legge della privatizzazione e l'espulsione della Bechtel dalla Bolivia.
E noi? Noi votiamo i partiti che privatizzano?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 07:45| 
 |
Rispondi al commento

L' ACQUA COME IL PETROLIO ?????
PEGGIO... COSTA DI PIU'.. 0 PERLOMENO CE LA FANNO PAGARE DI PIU'.. COME LA DIFFERENZIATA,LA LUCE, IL GAS ecc..ecc..
QUEST' ANNO NON HO PAGATO ANCORA NIENTE(a parte la luce!! ) E NON AVRO' LE POSSIBILITA' FIN QUANDO NON LAVORERO' STABILMENTE.
POI AVREI BISOGNO DI SPIEGAZIONI IN MERITO
ALL' ACQUA E ALLA DIFFERENZIATA VISTO CHE DUE ANNI FA L'ACQUA MI COSTAVA 100 EURO (ora 300),
E LA SPAZZATURA 80, MA AVEVO IL BIDONE FUORI CASA E POTEVO BUTTARE TUTTO LI...ORA CON LA DIFFERENZIATA MI COSTA 400 EURO (e la devo dividere!! )....

adriano s., Verrua Savoia Torino Commentatore certificato 17.01.10 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Scusi sig.ra Viviana,
ma lei lavora per il blog?
Tutti i giorni da mesi al mattino leggo il blog e ci sono sempre decine di suoi lunghi commenti, a volte per me indecifrabili.

Non potrebbe accorciare e semplificare?
Non vedo mai nulla di nuovo nei suoi scritti,
Mi perdoni, ma lei scrive sempre le stesse cose con metodi diversi.

Non fa piu' presto a dire che qualunque cosa che riguardi il centrodestra e Berlusconi e' marcio, corrotto, mafioso.
Quello che riguarda il Pd e' al 50% marcio, corrotto, mafioso.
Quello che riguarda Grillo, Di Pietro e De Magistris e' sano, giusto, impeccabile.

Cosi' si e ci risparmia centinaia di migliaia di parole che dicono comunque sempre le stesse cose.

Michele Bini Arezzo 17.01.10 07:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ACQUA PUBBLICA ???
GLI ITALIANI SE NE SBATTONO.
FORSE SI SVEGLIERANNO QUANDO DOVRANNO MANGIARSI IL CEMENTO DEI MARCIAPIEDI, COME DICEVA IL GRANDE MASSIMO FINI...
SHEEPLE...

Roberto Vian 17.01.10 07:11| 
 |
Rispondi al commento

Se Vendola si oppone alle privatizzazioni e porta avanti energie alternative e controllo pubblico dei beni pubblici, ecco che D’Alema cerca di fargli le scarpe, opponendogli un economista, Boccia, che evidentemente segue la pessima scuola del neoliberismo perché la prima cosa che propone sono le privatizzazioni. E Bersani non apre bocca? Non entra nel merito? Ma sono tutti dipendenti uno dell’altro? Tutti ricattati da qualcuno e da qualcosa?
Persino Rienzi che a Firenze sembrava una testa a sé, deve chinarla con l'imposizione di due tunnel sotto la città e chissà cos'altro. Ordini che vengono dall'alto, in un mondo dove non è libero nessuno e il denaro comanda su tutto.
In Francia due delle maggiori multinazionali mondiali (Veolia e Suez) misero le mani sull’acqua 25 anni fa e le cose sono state così rovinose che ora si torna a privatizzare. Perché non dobbiamo imparare dagli errori altrui ed evitarli? Perché non ci si deve opporre alle intimidazioni neoliberiste dell'Europa? La Francia lo fa. Il Pd no?
L’acqua è un bene vitale, non è come il caviale che posso non comprarlo. E’ un diritto umano inalienabile, un sacrosanto diritto di noi tutti e noi tutti abbiamo la piena potestà ‘inalienabile’ di decidere la sua gestione, per il nostro bene e quello dei nostri figli, e non possiamo accettare di assogettarla ai privati inciuci economici di qualche politico e alle mazzette che può prendere dalle multinazionali.
Come dice l’economista indiana no global Vandana Shiva : "La democrazia non è semplicemente un rituale elettorale, è il potere delle persone di forgiare il proprio destino, di dire in che modo le risorse naturali debbono essere possedute e utilizzate, come la sete vada placata, e il cibo prodotto e distribuito, quali sistemi sanitari e di istruzione vogliamo avere"
Con la privatizzazione dei beni e servizi essenziali noi non avremo più diritto su nulla.
Noi non avremo più nemmeno il diritto di vivere o morire.

Masada 1071. Signore, dacci l'acqua quotidian

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 07:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo scopo di B è la privatizzazione progressiva di tutti i comparti dello Stato, ma che su questa strada ci si debba trovare anche il Pd ci pare troppo. Alla fine a difendere i cittadini non resta nessuno.
A questo aggiungiamoci lo scandalo dei depuratori che nel sud ha fatto anche troppi danni, oltre allo scandalo delle discariche e degli inceneritori. Nella truffa sui 20 mld di fondi europei su cui indagava De Magistris, che si è visto avocare le indagini, c’erano dentro anche i depuratori.
In Italia ci sono regioni ricche d’acqua come la Lombardia e il Lazio, altre poverissime come la Puglia, che, non avendo sorgenti proprie, deve far arrivare l’acqua dalla Basilicata o dalla Campania, con aumento dei costi (+ 70 milioni di € nel 2007). Questo in un sistema nazionale si può parificare, e in un sistema regionale? O addirittura federativo, come vorrebbe la Lega? Che cosa facciamo? In Lombardia si dà l’acqua gratis e in Puglia la facciamo pagare di più?
In molte parti del mondo, dove la privatizzazione dell’acqua è stata fatta, le cose sono andate tanto male da portare la popolazione alla rivolta, finché si è deciso di ripubblicizzare l’acqua. Questo è avvenuto anche in Francia. Per la stessa Parigi! Perché l’Europa finge di non vederlo? Perché i partiti italiani sono presi da fregole neoliberiste?
Siamo in un mondo globalizzato dove se si vuole si sa tutto. Non li conoscono gli esiti perversi della privatizzazione? O fanno finta di non conoscerli? Si deve vedere un capo di governo che per sapere come vanno le cose dice di contare le auto di lusso per strada! O un Fassino che va tra le bancarelle.
Quanto forti sono gli interessi privati in gioco? Perché nella Comunità europea continuano a prevalere sull’interesse pubblico? Perché dobbiamo vedere il Pd mettersi sulla stessa linea? E soprattutto D’Alema con tutti i suoi inciuci ormai intollerabili con B, Confindustria, Opus dei o i peggiori banchieri e industriali italiani. Chi lo difende il bene di tutti?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Una società di diritto privato come una Spa anche se a capitale pubblico, massimerà i profitti e a ridurrà i costi. Dunque lascerà scadere gli impianti, non investirà in migliorie, licenzierà personale, alzerà i prezzi, farà scadere la qualità.
Ovunque nel mondo c'è stata la privatizzazione dell’acqua, si è avuto, senza eccezioni, il peggioramento degli impianti di purificazione, smaltimento, erogazione, l’aumento fino al 300% del prezzo dell’acqua e il peggioramento della qualità finché l'acqua non era più potabile e conteneva colibatteri, tanto da spingere i consumatori a usare 'solo' acque minerali in bottiglia, cosa che in Italia alimenta anche un florido monopolio della mafia o di imprenditori già presenti nelle aule giudiziarie per vari reati.
Senza contare che, se l’acqua è pubblica, possiamo sperare in una politica di contenimento degli sprechi, stante un governo giudizioso, ma se l’acqua è privata, il gestore privato tenderà per sua natura a fregarsene, in quanto più acqua si consuma più lui ci guadagna, andando contro corrente in un mondo dove l’acqua diventerà sempre più rara e se ne dovrà fare un uso controllato. Ed è proprio il fatto che l’acqua nel mondo mancherà sempre più a consigliarne un regime pubblico e non privato, perché quando arriveranno stagioni di estrema siccità dove non pioverà per troppi mesi di fila, il privato prezzo dell’acqua sarà soggetto a rincari speculativi, proprio in base alle leggi del mercato, mentre l’acqua pubblica darebbe maggiori garanzie di contenimento dei prezzi a fini sociali. La logica privatistica di un bene è proprio l’opposto di una logica pubblica improntata a buon senso e volta al bene di tutti, e questo vale per l'acqua come per gli incineritori. Là abbiamo il profitto privato come unica meta, qua il bene di tutti.
Tanto più che le spa a capitale pubblico sono una doppia truffa, perché tengono per sé gli utili e scaricano i costi sullo Stato cioè su di noi. Per cui avremmo più spese e meno vantaggi.

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 06:52| 
 |
Rispondi al commento

Tanto per ricordarlo, il governatore della Puglia Vendola ha fatto di tutto per favorire le energie alternative e la difesa dei beni pubblici, come l’acqua. Ma Vendola è stato scelto dalla gente e non dal piccolo ras D’Alema, e dunque D’Alema tenta di fargli le scarpe, per associarsi all’Udc, e prevarica la democrazia, prima spingendo il neosindaco di Bari Emiliano a candidarsi, poi riproponendo l’economista Boccia, già sconfitto contro Vendola.
In questo mandato Vendola ha triplicato il proprio consenso perché ha governato bene (si pensi al pessimo governo di Fitto), ma per D’Alema la democrazia è un optional fastidioso e Bersani ha permesso questo casino che scredita tutto il partito per mancanza di polso e perché, anche se formalmente il segretario è lui, a comandare è il sempiterno Massimino, la vergogna d’Italia, che invece di far bene pensa solo con chi inciuciarsi, fosse pure Berlusconi.
Ora ci chiediamo: che razza di economista antiliberista è questo Boccia, se è favorevole alla privatizzazione dell’acqua pubblica e a chissà a che altro? Cos’ha questo a che vedere con una posizione di sx o almeno opposta a quel liberismo esasperato di B che ai privati svenderò anche le istituzioni?
Vogliamo ricordare la delibera regionale di Vendola del 20 ottobre che dice chiaramente che l’acqua è un diritto umano universale non assoggettabile non mercificabile e il servizio idrico è un servizio di interesse generale, privo di rilevanza economica, per cui l'acquedotto sarà trasformato da SpA in soggetto di diritto pubblico con partecipazione sociale?
Vogliamo ricordare che fu proprio D’Alema nel 99 a trasformare l’acquedotto pugliese in una azienda commerciale privata a lucro privato? E che con D’Alema che riprende i suoi giochetti la direzione sarebbe quella?
C'è qui qualche elettore pugliese che legge?
Posso ricordargli che quando una società diventa privata il suo primo scopo è il profitto e l'ultimo il bene collettivo?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 06:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono stupito dalla lettura dei commenti, quasi nessuno parla di acqua. L'argomento non viene percepito come un'emergenza, e vai, che ognuno sfoghi il suo velleitario libero pensiero! Ma qui stà la malattia dell'uomo contemporaneo, il non saper più pensare agli uomini che verranno, ai nostri figli e nipoti, anche quelli che non conosceremo mai di persona, così come non abbiamo mai conosciuto tanti antenati che però si sono sforzati di lasciarci un mondo migliore, anche sbagliando o sbandando dal sentiero della logica e della verità.

Questo post di Beppe è invece MOLTO IMPORTANTE!!! Anche se non parla della solita pirlata di qualche nostro dipendente - padrone. E' anche scritto bene (a parte la locuzione "un aumento della diminuzione della risorsa").
Vabbè che dopo un po' uno si abitua a prenderselo nel bottom, ma alcuni danno per scontato che poi si passi altrettanto automaticamente al double , al triple, al multiple AAAAOOOOOO!!!!
Fermiamoli, loro non si fermeranno mai (non sarebbe loro conveniente) ma noi non ci lasceremo squartare. Non ci conviene, almeno.

Comunque complimenti a Beppe e agli altri pochi che si rendono conto che questo argomento è molto più importante dell'ultima stronzata detta in tv.

Io spero che attorno ai fiumi, nelle valli, ci si riconosca in valori comuni di condivisione di un bene fondamentale per la vita, anche quella "umana", e che dalla concorrenza in positivo sorga un nuovo rinascimento.

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 17.01.10 05:45| 
 |
Rispondi al commento

copio un post da bellaciao.org su cui sono completamente d'accordo

Ma possibile che un tizio, Silvio Berlusconi e la sua squadra di ingobbiti, rancidi, scheletrici, rosiconi, camuffatori della realtà, possano fare questo senza subire la reazione del popolo??! Possibile che la volontà distorta, becera e corrotta di 600 persone valga più della voglia di libertà e di confronto di 65.000.000 di persone che esprimono le loro opinioni in maniera disinteressata??! Ma la democrazia, la libertà di espressione, il dibattito, il libero confronto dove andranno a finire con queste menti malate che ci governano??! Non credete che sia ora di "oscurare il cielo" con le nostre pietre??!
Il lavoro fisso è diventato un sogno, il debito pubblico è alle stelle, l’inflazione non ha mai smesso di salire, fa più morti il lavoro che la striscia di Gaza.. 600 persone tengono in scacco una nazione!! Ma siamo proprio rincoglioniti!! Gente di 70-80 anni obbliga i 20enni a sottostare alle loro decisioni medievali, poi quando si tratta di rubare dicono che la costituzione è vecchia! Siete voi i vecchi che devono morire!! Questi ci stanno spolpando e noi che ancora facciamo i girotondi, le manifestazioni pacifiche, bla bla bla ... questi circa un mese fa si sono aumentati lo stipendio di altri 1000 euro, ora saranno arrivati a 30.000 euro al mese!! E’ proprio ora che basta!! E’ ora che andiamo lì e li facciamo smaltire un po', prima che ci ritroviamo le squadracce sulla porta di casa! Svegliatevi, svegliamoci, ne va del nostro benessere!!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 05:40| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo ricordare che è stata la tanto decantata Unione Europea a insistere 'fortemente' sulla vendita non solo dell'acqua pubblica ma anche di 'tutti' i servizi ancora pubblici, e che tra essi c'è la sanità? E che, se passa una sanità tutta privata, cadremo in mano alle assicurazioni (e B ci guadagna anche qui) come o peggio che in USA, con milioni di italiani che resterebbero privi di qualsiasi assistenza sulla salute e si dovrebbero indebitare anche per una tonsille?

Vogliamo ricordare che Prodi, tanto entusiasta dell'UE, si è guardato bene dal dirci che avrebbe fatto principalmente il vantaggio delle banche e delle grosse corporazioni (vd le grandi compagnie dell'acqua) contro il bene dei cittadini in nome di un neoliberismo efferato che non ha fatto la minima autocritica nemmeno davanti a una crisi che ha aumentato miseria e sfruttamento in tutto il mondo e lo sta distruggendo per il cambio climatico?

Vogliamo ricordare che è per un neoliberismo cinico e inumano che aumenterà la disoccupazione in Italia e quando si parla di peggio nessuno batte B. E che solo pochi giorni fa la Renault voleva spostare la produzione della Twingo in Turchia e Sarkò ha chiamato all’Eliseo il direttore generale e il progetto è stato cancellato in fretta e furia nonostante le proteste del governo turco? E che invece quando Marchionne ha annunciato la chiusura di Termini Imerese l'unica cosa di cui si è occupato B è di comprare un Palazzo in Canal Grande e quante leggi far passare nei due rami del parlamento per salvarsi il culo?
E non solo non ha detto parola dinanzi a 3000 famiglie rimaste senza lavoro, ma ha dato un miliardo alla Marcegaglia a fondo perduto e ha riabilitato Craxi, che era uno che sul privato ci marciava.

Vogliamo ricordare che non solo Prodi e company non hanno mai obiettato alle privatizzazioni volute dall'UE, ma sindaci e governatori Ds sono stati in prima fila a privatizzare l'acqua (vd Martini o Dominici o Bassolino o Loiero o Burlando)?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 17.01.10 05:36| 
 |
Rispondi al commento

cochabamba

Luisa Fossati 17.01.10 05:28| 
 |
Rispondi al commento

MAVAFFANCULO!
Mi sembra che sul blog ormai ci siano solo due tipi di linguaggio,
che non é tanto quello di scrivere cose interessanti o costruttive,
ma di scrivere commenti a senso unico a volte un po monotoni e monotematici,cose volgari o contro Berlusconi,
se poi sono volgari e contro Berlusconi vieni votato e commentato!
MA CHE CAZZO STA DIVENTANDO STO BLOG!?
Rifugio per rivoluzionari virtuali e teorici del CAZZO che sperano di cambiare qualcosa stando seduti davanti al pc?
O un excusive club per finti intellettuali che scrivono i loro articoletti pieni di belle parole e di temi interessanti solo per chi é degno di essere alla loro altezza morale ed itellettuale?!
O forse solo per puro narcisismo nel vedere i propri commenti editi da qualche parte?!
In passato scriveva molta piu´gente sul blog con argomenti a volte un po banali ma sicuramente piu vicini alla gente e con molto piu´senso costruttivo.
Ogni giorno se ci fate caso il numero dei commenti ai post varia da cca 400 fino a cca 1000,
non é una gran cosa a mio avviso in un paese di cca 80.000.000 di persone!
Se permettete sono un po deluso,
il giorno 13 sul post˝il mausoleo di arcore˝ha scritto una persona alle prese con un problema di esproprio che ha chiesto palesemente ľaiuto del blog e il giorno dopo sul post successivo ho cercato di dare un po di eco a questo appello,
RISPOSTE ZERO!
Allora,a me di scrivere sul blog per essere votato o commentato non me ne frega un emerito CAZZO e tantomeno di alcuni discorsi di alta politica,
a me come a molta gente interessano i fatti e se questi sono i fatti allora permetterete che mi girino un po i COGLIONI!
La persona che ha scritto per chiedere il nostro aiuto si chiama Carmen Annalisa Sacilotto,
se questo é un blog di gente seria e concreta che qualcuno le risponda anche solo per solidarietá,atrimenti VAFFANCULO!
Spero di averci messo abbastanza parolacce per essere preso in considerazione!
Comunque buona notte a tutti.
CIAO

Donato S., Vienna Commentatore certificato 17.01.10 03:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

regime fascista 2

D'Alema al Copasir è il tappo e il sigillo di garanzia su tutte le porcate prossime venture

il capo del governo più imputato e inquisito del mondo e della storia dice che il controllore e custode più fidato dei suoi segreti è il capo dell'opposizione

La stampa? dà la notizia,cazzo dovrebbe fare!

Tutto regolare

Ce lo dicono sulla faccia ormai
- Siamo compari

regime fascista 2 17.01.10 02:37| 
 |
Rispondi al commento

Piccolo per dimensioni, ma grande come Stato, il Costa Rica, presieduto da un premio nobel per la pace che ha eliminato l'esercito e dato impulso alla cultura ed alla ricerca sanitaria, è stato uno dei primi a portare soccorsi ad Haiti.........ma stiamo parlando di un mondo che, ormai, non ci appartiene piu.

Noi abbiamo ben altro al governo, un tipo che farebbe giustiziare tutti quelli che non lo "venerano".

Primi fra tutti i magistrati.

cettina d., isola Commentatore certificato 17.01.10 02:21| 
 |
Rispondi al commento

Soluzione plausibile??!!

Un terremoto tipo Haiti con epicentro ROMA..

Avremmo risolto in un sol botto tutti i nostri problemi!!
ensate quanto siamo lontani dall'utopia di cambiare qualche cosa..Le cose si cambiranno (per fortuna)con mano di madre natura che ci ha capito e ci bastona alternativamente quà e là sino alla fine.
TYranne Berlusconi che si compra un palazzo ( affondante) a Vesnezia..Lui si che ha capito tutto.

Camillo B. Commentatore certificato 17.01.10 02:10| 
 |
Rispondi al commento

E' così grossa la fandonia, che non la bevono nemmeno loro.
Ma è egregiamente funzionale a dare nuova linfa e formidabile impulso al loro inesaurible, parossistico e morboso astio anticomunista.
Sindrome caratteristica, è la coazione a convertir la causa con l’effetto e a disconoscre il principio logico di identità e di non contraddizione.
Così il male è Mani Pulite non la dazione ambientale. E criminali sono i magistrati non i politici ladri e malfattori.
I capi di governo banditi e latitanti sono esuli perseguitati e martiri.. E proclamati grandi statisti ed eroi della patria. Come quelli in carica, del resto.
E il pericolo è il “rischio“ di un futuro robespierrano illuminismo della Ragione, non la “realtà“ del presente oscurantismo integralista, di cui il Risentitismo è componente squallida ed essenziale..

mali antichi 2 17.01.10 02:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


mica vero come diceva qualcuno che la riabilitazione di craxi viene dopo 10 anni di silenzio
mali antichi
l'analisi seguente è del 30 ottobre 2003


risentitismo craxiano

In questi paraggi si è ambientata una strana specie socio-politica i cui istinti umorali, viscerali si sono evoluti sino alla dignità di ideologia e forma mentis.
Una strana ideologia.Va sotto il nome di Risentitismo craxiano, perchè è triste lascito, fra gli altri, dell’esule di Hammameth, icona della specie.
Nn morbo endemico in (forza)Italia, persino più fetente dell'anticomunismo viscerale
si chiama risentitismo craxiano
Provoca bubboni come cicchitto, brunetta, sacconi e stefania craxi
l'appestata nazionale
La weltanshaung consta tutta di un fantomatico complotto di poteri giacobino-bolscevichi forti nelle aule di giustizia, che avrebbe manovrato la Magistratura tutta nell'opera di costruzione di una colossale montatura e nella distruzione di gloriosi partiti ,come il Partito Socialista e la Democrazia Cristiana, cardini di legalità e democrazia.
Segnando il de profundis per la Prima Repubblica e condizionando così tragicamente addirittura la storia nazionale.
Unico ispiratore occulto e beneficiario di questo piano il Partito Comunista, del tutto risparmiato da questa furia giustizialista e immune da processie e condanne.

Ed è questo il rospo vero che non riescono ad ingoiare, che gli fa venire le fantigliole. La ferita sanguinante Che grida vendetta. Che alimenta la faida e il rancore.
Così la discesa in campo di un mariuolo che, a detta del suo entourage, doveva servire a risparmiargli la galera, che su quel repulisti aveva biecamente speculato, viene da costoro inscritta nella nobile etica istanza di riscrivere la storia, di denunciare all'opinione pubblica lo scandalo, il torbido misfatto che magistrati forcaioli ed assassini, con l'uso cinico e spudorato di manette e prigioni, avrebbero perpetrato ai danni della repubblica e dello stato di diritto

-continua sotto-

mali antichi 17.01.10 02:07| 
 |
Rispondi al commento

Frattini, che passerà alla storia per essere stato il ministro degli esteri più stupido che l'Italia abbia mai avuto, si preoccupa solo di riportare in patria gli italiani scampati alla catastrofe di Haiti.

Per lui il suo compito, nel caso in questione, si ferma qui.

Il suo compito primario è quello concludere "affari" che favoriscano i "padroncini" che "controllano" il governo attuale.

cettina d., isola Commentatore certificato 17.01.10 02:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma semai fosse????!!!!!!!!
Il dossier che riguarderebbe on. Di Pietro ritratto con esponenti CIA.................
Embe''!!!
Al governo abbiamo i capi mafia, spero prorpio che la CIA intervenga!!!!!
Non siamo un popolo con congnizione di autodeterminazione...purtroppo!!

Camillo B. Commentatore certificato 17.01.10 01:44| 
 |
Rispondi al commento

La Binetti (fonte il fatto quotidiano), ha detto testualmente : "Me ne vado dal PD se la Bonino vince le elezioni".
Insomma, si darà da fare attivamente.... per perdere!!!!
Questo è il PD, una parte almeno.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 01:43| 
 |
Rispondi al commento

.......Con l'Acqua sarà come come Dio, che
invochiamo solo quando patiamo disgrazie
o stiamo per morire!

Senza Acqua, Dio (forse) non esisterebbe,
ma certamente non esisteremmo Noi, senza!
Siamo fatti d'Acqua, l'Acqua siamo Noi!

Morire per l'Acqua è come morire per tutto!

Quanto vale Gerusalemme? Niente!........Tutto!
Quanto vale l'Acqua? Niente!.........TUTTO!
Maurizio Tesei

maurizio tesei, catania Commentatore certificato 17.01.10 01:42| 
 |
Rispondi al commento

Una volta si chiamavano "repliche", andavano in onda in agosto e non le guardava nessuno.
Ora la rai ha pensato bene di dargli un nome inglese (rewind) e le manda in onda in ogni mese.

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 01:40| 
 |
Rispondi al commento

La chisa cattolica è fuori i testa.....titolo del Film...
Berlusconi ha capito anche questo e cerca di insinuarsi/prendere il posto Papale..Evviva Supermann!!!
Siamo nella merda se non ci svegliamo..

Camillo B. Commentatore certificato 17.01.10 01:38| 
 |
Rispondi al commento

La sinistra, capitanata da D'Alema, vuole perdere anche alle regionali.

Il baffetto ha ottenuo la direzione del "Copasir" ed ha venduto l'Italia alla destra.

Abbiamo un'unica speranza: MLN e Idv.

Berlusconi - Obama, 0 a 1 anche per Haiti.

Mentre Obama, coadiuvato da Clinton e Bush, pensa ad Haiti, il nostro "costosissimo" premier, pensa a comprare un palazzo a Venezia.

Buona notte.


cettina d., isola Commentatore certificato 17.01.10 01:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA PREGHIERA A TUTTI I BLOGGERS E A BEPPE GLILLO.

GUARDATE QUESTI LINK NELL'ORDINE ESPOSTO.

SONO LE RIVELAZIONI/DENUNCIA DI BENITO LIVIGNI, COLLABORATORE DI ENRICO MATTEI.

HA DENUNCIATO LA STORIA DEGLI EVENTI ITALIANI DA MATTEI AD OGGI.
sONO DENUNCE SCONCERTANTI.

INVIATE I LINK A TUTTA LA VOSTRA RUBRICA, PREGANDO DI FARE ALTRETTANTO.


http://www.youtube.com/watch?v=81gNtkDuZEs
http://www.youtube.com/watch?v=lIndCGveQDc
http://www.youtube.com/watch?v=R9BDpRWrfIw
http://www.youtube.com/watch?v=PWvbw6rfu7g
http://www.youtube.com/watch?v=xkmW_tlx3B4


Max Stirner

Max Stirner , Commentatore certificato 17.01.10 01:34| 
 |
Rispondi al commento

quelli di libero conoscono così bene la lingua italiana che mettono una cacofonia sul titolo riguardante di pietro.

avranno imparato la grammatica qui sul blog hehehehhehe

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 17.01.10 01:18| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO PER IL POPOLO VIOLA
IL NANO E’ TORNATO ALLA CARICA
INDOSSIAMO GLI ELMETTI E COMINCIAMO A DIFENDERCI
quando approderanno in aula leggi come il processo breve, il leggittimo impedimento e l’immunità parlamentare
OCCUPIAMO IL PARLAMENTO
certe porcherie nemmeno devono essere discusse … otterremo un doppio vantaggio : bloccheremo l’approvazione di leggi infami e li costringeremo ad occuparsi di noi …
Dopo tante parole è arrivato il momento DI AGIRE …

P.S. : tenete conto che se passano queste leggi non esisteranno più il diritto, la giustizia, la democrazia … perché dopo ci sarà un solo potere …
QUELLO MAFIOSO

P.S 2 : questa è l’ultima possibilità che ha il nano per potersi garantire l’impunità, e noi per impedirglielo. Dopo di lui di queste leggi ne beneficierà tutta la casta.

roberto p. Commentatore certificato 17.01.10 01:16| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua in Sicilia e' sempre stata sotto il controllo mafioso. Adesso questo governo di merda vuole dare il controllo nazionale dell'acqua alla mafia.

sandro carlucci 17.01.10 01:16| 
 |
Rispondi al commento

tam tam
SCIOPERO CIVILE GENERALE
DISOBBEDIENZA
BOICOTTAGGIO
Sono mafiosi e delinquenti
Basta manfrine e chiacchiere
tam tam

tam tam 17.01.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prova a fare questo test 11:11, interrompi quando vuoi e guarda il risultato.

Clicca sul mio nome.

http://undiciundici.xoom.it


l'acqua manca ad haiti

ci vorrebbero diq uegli impiantiche producono l'acqua potabile prendendola da quella del mare.

In italia ci sono fabbriche che li producono ma .....


BO!!!!


http://www.abcelettromeccanica.it

PS: chiaro è che non è per fare pubblicità

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 17.01.10 00:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PREPARIAMOCI CON I FORCONI,DOBBIAMO ESSERE IN TANTI,MILIONI.
PREPARIAMOCI A PARTIRE SENZA TRADIRE,VOI CHE VIVETE NELLE CITTà,SAPETE COME SI Fà.
LA RIVOLUZIONE CREA: MISERIA,MORTE,PAURA,BISOGNA CONTARSI è ESSERE TANTI,PERCHè LORO SONO UN PLOTONE BEN AFFIATATO,NON ASPETTANO ALTRO PER PUNIRCI.
DIAMO PIù VALORE A CIò CHE ABBIAMO;LORO LA FORZA NOI LA RAGIONE.
SE SAREMO VINTI CI SPETTA LA PRIGIONE,MA L'ITALIA S'HA DA FARE,UN Pò DEI SANGUE è DA VERSARE;NON QUELLO FINTO DI BERLUSCONI MA QUELLO VERO DEGLI EROI.

Pablo S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.01.10 00:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domanda:


Ma perchè nelle zone d'Italia dove di acqua ce n'è anche troppa e anche buona fin che da troppa che ce n'è rompe i santissimi le varie ditte di gestione dell'acqua pubblica applicano le stesse tariffe delle zone disastrate?

Perchè mi pare che al TG ti parnalo delle zone aride del sud Italia e poi alcuni "luridi" prendono la palla al balso per farti pagare come oro anceh in qulle zone dove ce n'è troppa.

la magistratura non potrebbe inntervenire?

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 17.01.10 00:20| 
 |
Rispondi al commento

by altri blog...

giorgio60:

e se l'obbiettivo non e' craxi ma di pietro?
e' quello che mi sono chiesto interloquendo con alcuni di voi...
e se l'obbiettivo non e' craxi ma di pietro ed il team mani pulite?
si parla di dossier contro di pietro...
quando si proclama che craxi va riabilitato in quanto parte del "sistema" a me personalmente suona come un attacco diretto all'attivita' che rese famoso,a suo tempo,antonio di pietro...
l'equazione e' facile...
se craxi torna in paradiso...
di pietro va all'inferno...

perche' queste prese di posizione oggi e non dieci anni addietro?
se il centrodestra benedice il centrosinistra non maledice...

e se passa via craxi e la sua riabilitazione...passa il suo discorso alla camera...

chi ha vinto e chi ha perso allora?
io proporrei di fare all'italiana...
azzeriamo tutto,rimettiamo la palla al centro e cominciamo a giocare di nuovo...

--------------------------------------------------

MagicLeninRedArmy:
°°°°°°°°°°°°°°°°°°

NON SAREBBE LA PRIMA VOLTA.

Anche negli anni di piombo , con le famose B.R. chiamate rosse ad hoc, l'obiettivo NON ERA ALDO MORO !!!!!!

Ma questi dettagli NON SI DEVONO CONOSCERE !!!!!!!!!!

...è SEMPRE LA STESSA CACCA CHE MANOVRA IL TUTTO !!!!

poi ..il popolo bue...interpreta come "l'oscuro" desidera !

Ci ritroviamo nella fogna , democraticamente !!!!

evviva la democrazia!


x HAITI:

Croce Rossa
N. verde: 800.166.666
Donazione online: Causale “Pro emergenza Haiti “ www.cri.it
Bonifico bancario: causale “ Pro emergenza Haiti” IBAN IT66-C0100503 3820 0000 0218020

Programma alimentare mondiale Onu
Posta : c/c 61559688 intestato a: Comitato Italiano per il PAM
IBAN IT45TO76 0103 200 0000 6155 9688
Banca: IBAN IT39 S030 6905 1966 2501 5678 383
Donazioni online: www.wfp.org/it

Caritas Italiana:
C/C POSTALE N. 347013 - Causale: "Emergenza terremoto Haiti"
Oppure bonifico:
Iban: IT50 H030 0205 2060 0001 1063 119

CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)
Donazioni online: Caritas international http://www.caritas.org/activities/emergencies/HaitiAppeal.html

Save the Children:
Donazioni online con carta di credito (nessuna commissione): http://www.savethechildren.it/2003/donazioni/donazioni.asp?ERH=y
Oppure: C/C POSTALE n.43019207

Medici senza Frontiere
Con carta di credito al numero verde 800.99.66.55 oppure allo 06.44.86.92.25
Con bonifico bancario:
IBAN IT58D0501803200000000115000
Online: http://www.medicisenzafrontiere.it/

Unicef
Donazioni online:
https://www.unicef.it/web/donazioni/index.php?c=OEHA&l=0001
Oppure: C/C postale 745.000 IBAN IT55 O050 1803 2000 0000 0505 010

Actionaid: Nelle prossime ore sarà attivato un servizio di SMS solidale
Donazioni con carta di credito al numero verde 800.13287
Versamento sul conto corrente postale n. 85593614, intestato ad AGIRE onlus, via Nizza 154, 00198 Roma, causale Emergenza Haiti

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 17.01.10 00:00| 
 |
Rispondi al commento

..................................................

FINANZA, BANCHE E MULTINAZIONALI: MOSTRI GIURIDICI

la persona giuridica sta cannabilizzando quella di carne. La persona di
carne sta diventando guano per quella giuridica.

almeno in italia - il resto del mondo faccia quel che vuole - una leggina
ad "collettivam" (!) alla volta, quatti quatti, sviando l'attenzione,
magari strumentalizzando souvenir della torre di pisa o di venezia, alla
berlusconi insomma, zitti zitti, mimetizzati in provvedimenti mille
proroghe, nascostamente, cercando di schivare le pallottole della CIA, con
sorrisi e disponibilità all'amico-nemico USA, l'Italia alternativa di
governo dovebbe togliere ossigeno, arti ed artigli alle multinazionali e
alle banche!

dare del comunista a qualcuno oggi berluscunescamente significa
accusarlo di combattere il nazismo insito nell'economia liberista,
nominalmente camuffata con l'appellativo di globalizzazione.
c'erano mille globalizzazioni alternative da fare non solo quella che
scanna le popolazioni!

occorrerà schivare l'accusa d'essere comunisti reali (!) di derivazione
sovietica - che in effetti non è neanche vero - occorrerà prudenza con i
reazionari imperialisti che hanno il grilletto della CIA facile, quando si
cerca di limitare le multinazionali dell'acqua e delle altre risorse vitali
sfruttate secondo il principio astratto della massimizzazione dei profitti
a discapito della vita umana e del pianeta!

occorrerà farlo prima o poi se si vuole scansare l'autodistruzione e
l'estinzione. occorrerà sciogliere questi mostri giuridici che pur non
essendo organi rappresentativi delle collettività ne decidono il destino in
modo perverso.

grillo, se l'argomento non ti ha nauseato, dico a ripeterlo, e ti sembra
valga la pena ancora riproporlo in modo più fresco e "potabile", mettiti a
capo - certo certo!, con calma! - di una crociata finalmente la prima che
più giusta non si può!

..................................................

gennaro esposito 16.01.10 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Dove sorgeranno le 5 centrali nucleari????

Da l’Unità.it

In gran segreto sono stati individuati i siti per la localizzazione delle centrali nucleari: Ostuni, Chioggia, Leri Cavour, Caorso, Montalto di Castro, dalla Puglia al Veneto, le scorie si è pensato di spedirle in Sardegna.

Ne a parlato Minchiolini al “tg1”???

…a proposito, sul blog de “il fatto quotidiano”
c’è un” pezzo” del Grande Travaglio che parla dello stronzo in questione.

Facta non verba (berluskoni mi dà il vomito), Viareggio Commentatore certificato 16.01.10 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Ventiquattro milioni di dosi acquistate dall'Italia contro il virus H1N1 al prezzo di 184 milioni di euro, saranno versati in toto anche se i vaccini consegnati sono meno della metà di quelli concordati. Nel contratto non esiste una clausola di riduzione a favore del ministero.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 16.01.10 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Avevo previsto di non morire di influenza A (EX SUINA, più suggestivo) e dovrei avercela fatta, insieme a qualche miliardo di miei simili.

Per sopravvivere non abbiamo dovuto fare sforzi particolari.

^_^

Michele Serra
pag. 34 di repubblica
....

Per il prossimo anno, dopo le ottime performance di aviaria e suina, suggirirei l'equina.

'notte al BLOG


Bazzicando su youtube....
Da cosa guadagnano le banche finanziando i conflitti?.
Erroneamente pensavo sintetizzando, che, dal momento che qualunque movimento di capitali interessa, direttamente o indirettamente, le banche, diventano intuitive le ragioni della loro attenzione ai conflitti.
Aggiungevo che, le armi e le materie prime pronte da depredare potevano essere altre possibilità;
ma.......dal debito che il conflitto causerà?.

Robert Allen Zimmerman

Bye.


# poldo????????????????

zzzzzzzzzzzzzzzzz

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Questa storia dell'HARRP e' verificabile,o solo ipotetica?Futuribile o gia' messa in atto?E voi pensate che se avessero la tecnologia per far accadere un terremoto,diciamo in una terra di straccioni,in qualche povera Repubblica(democratica,per giunta)delle banane,per testare le "nuove tecnologie",avrebbero lo stomaco per farlo?

Capisco dalle vostre faccie che pensate di sì.

Te lo do ìo,il progresso!

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 16.01.10 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PROCESSO TALPE, TAPPI, NANI E BALLERINE

Potrebbe arrivare già venerdì o sabato della prossima settimana, la sentenza di appello nei confronti dell'ex presidente della Regione Sicilia Totò Cuffaro, imputato di favoreggiamento e rivelazione di segreti delle indagini, nel processo "Talpe".

In primo grado Cuffaro ha avuto cinque anni, anche per avere agevolato la scoperta di una microspia in casa del boss di Brancaccio Giuseppe Guttadauro. I procuratori generali Daniela Giglio e Enza Sabatino hanno chiesto di aumentargli la pena a otto anni, applicando l'aggravante di avere agevolato l'intera Cosa nostra, esclusa dai giudici di primo grado. Aiello ha avuto invece 14 anni, Riolo 7 e Ciuro, giudicato a parte col rito abbreviato, 4 anni e 8 mesi, già confermati in appello.

La camera di consiglio si terrà nell'aula bunker del carcere di Pagliarelli, in cui già si riunì il tribunale che pronunciò la sua sentenza il 18 gennaio 2008.

Cuffaro oggi era presente all'udienza, in compagnia del fratello Silvio e di una ventina di amici e simpatizzanti dell'Udc.


Perugia:
Nutella
ior
processi truccati
andreotti
pecorelli

ecc--eccc...
!!!!!!!!!!

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 23:23| 
 |
Rispondi al commento

DELL'UTRI non legge IL FATTO
(ad aprile la sentenza)

Processo Dell'Utri: il senatore prova a far saltare il banco, la Corte non ci casca

http://www.youtube.com/watch?v=mpe6g9eG-lc
dal sito di A. Di Pietro

A pag.7 IL FATTO del 16/01/2010
parte dell'articolo di Andrea Cottone

Quando i giudici entrano in camera di consiglio per decidere, Marcello Dell'Utri, presente all'udienza, si lascia andare ad alcune battute coi giornalisti. “Senatore, queste dichiarazioni di Ciancimino?” gli viene chiesto. “Non leggo Il Fatto risponde l'imputato. “Ma se il processo si blocca grazie al video de Il Fatto?” gli viene nuovamente chiesto. A quel punto, sorridendo, Dell'Utri risponde: “Allora non solo lo leggo, gli faccio anche una statua... se riusciamo a dimostrarlo, grazie al Fatto, non posso che pensare che questo giornale è un eroe”. Ma non andrà così.

“Non risulta di alcuna utilità” la prova che la difesa ha chiesto di ammettere, come non sono state giudicate “irrilevanti” le discrasie fra l'intervista audio depositata al processo di primo grado e quella video pubblicata dal Fatto. La difesa, secondo la Corte, ha avuto diverso tempo per obiettare una eventuale incompatibilità del giudice Leonardo Guarnotta. Dell'Utri non era indagato nel 1992 e questo è dimostrato dal semplice fatto che non ha mai ricevuto alcuna notifica in merito a un fascicolo aperto a suo nome. Guarnotta si è occupato del “maxi-quater”, le cui indagini sono iniziate nel biennio 1982-84. Dell'Utri non sarebbe mai finito in questo fascicolo mentre, con ogni probabilità, c'è finito Vittorio Mangano per il suo ruolo di capomandamento della famiglia mafiosa di Porta Nuova, a Palermo. Secondo lo stesso principio la Corte ha rigettato anche la richiesta dell'accusa di acquisire i verbali di interrogatorio del pentito Antonio Scarano, morto nel 2004. Quei documenti non servono a riscontrare il colloquio fra Spatuzza e Graviano perché Scarano non era presente, sostengono i giudici.


o.t. (COLLOQUI?!?!)

http://www.iltaccoditalia.info/sito/index-a.asp?id=9239#commenti_articolo

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 16.01.10 23:08| 
 |
Rispondi al commento

Il PD boccia Vendola

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Lette pagine hard dal Diario di Anna Frank"
E la Lega denuncia una scuola al ministro
Un deputato accusa le insegnanti di un'elementare in Brianza: "Quelle descrizioni che la ragazza faceva delle sue parti intime turbano i bambini"
*******************************************
Leghisti, ecco a chi avete dato l'assegno in bianco.
E questi dovrebbero rappresentarci? Si impicchino.

Roland Eagle () Commentatore certificato 16.01.10 23:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=5F6mj5sIM84&NR=1


Giobbe Covatta - Dio li fa... - ma la mamma è peggio!

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ poldo???????????? chi?????

tiè!!


http://www.youtube.com/watch?v=psiaZzp19HU&feature=related

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Anche l'Alcoa di Portoscuso (Sardegna) ha messo in cassa integrazione 585 dipendenti (un migliaio, con l'indotto); invece di mettere a ferro e fuoco lo stabilimento e prendere a calci nel culo politici, dirigenti e sindacalisti venduti, i nuovi coglionati bloccano le ferrovie per un paio d'ore esasperando lavoratori pendolari e studenti, salvo poi riprendere nuovamente il lavoro fidandosi delle continue false promesse di Cappellacci & C..........

harry haller Commentatore certificato 16.01.10 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=MuMoukfDLPo&feature=related


Giobbe Covatta - Dio li fa... - non t'irare


(BOSSI::::::))

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:50| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=P_Tyvi7PDCM&feature=related

@ Sancho???????

vuoi due sarde?

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Anche Mara Carfagna, ministro senza portafoglio alle Pari opportunità, si dà molto da fare per incrementare l'abbuffata degli incarichi. Lei recluta esperti e consulenti con occhio attento a tutti i fronti aperti. Alle giuste amicizie di partito, per cominciare. Ed ecco spuntare a capo dipartimento del suo ministero Isabella Rauti (165 mila euro), moglie del sindaco di Roma Gianni Alemanno.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/silvio-quanto-ci-costi/2119170//3

Carlo Carli - Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=P_Tyvi7PDCM&feature=related

Monologo Giobbe Covatta. Tratto da - Muzungu - di Massimo Martelli

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=bws3LWmkqWY


Andare a scuola in Africa

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:32| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=BnQbHp8UvH4

Loredana Bertè Acqua Video Originale

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:29| 
 |
Rispondi al commento

MILANO - Un artigiano trentino è stato condannato dal Tribunale di Bergamo (dove ora vive con una nuova famiglia) a pagare gli alimenti alla figlia 32enne (iscritta fuoricorso da 8 anni alla facoltà di Filosofia) avuta da una moglie dalla quale aveva divorziato. Il papà aveva smesso di pagarle il mantenimento quando lei aveva 29 anni, poiché non si decideva a laurearsi.

http://www.corriere.it/cronache/10_gennaio_16/padre-obbligato-a-mantenere-figlia-fuori-corso_4f480848-0276-11df-8bfd-00144f02aabe.shtml

*******

E il suo voto dovrebbe anche valere zero, tra i limoni da spremere ve ne sono che vanno spremuti di più.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 16.01.10 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei spendere due parole per riabilitare Arsenio Lupin, Diabolik, Kriminal, la Banda Bassotti, Superciuk ed altri, ingiustamente trascurati dalla toponomastica nazionale (inflazionata però dalle varie teste di minchia coronate Savoiarde); se in questo assurdo Paese delinquenti contumaci i e dei vigliacchi codardi in carne ed ossa vengono omaggiati di strade e piazze, perchè negarlo a degli innocui fumetti? Forza Sindaci, non abbiate paura, chè il fondo è già stato toccato: fateci vedere Largo Arsenio Lupin, Piazza Kriminal, Via Superciuk......

harry haller Commentatore certificato 16.01.10 22:26| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=cqeuE6hW6UM

Lucio Battisti - Acqua azzurra acqua chiara

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Governatore/19

19. Il regalo dell’Acquedotto pugliese

di LINO DE MATTEIS

Ottobre 2004

Quel giocattolo il governatore proprio non voleva perderlo. Un giocattolo che valeva un bel po’ di miliardi di lire e che Raffaele Fitto non intendeva vederselo passare sotto il naso, senza averci messo sopra le mani. Era troppo forte il profumo di soldi e di potere che emanva la vendita ai privati dell’Acquedotto pugliese, con sede in via Cognetti a Bari, il più grande d’Europa, con 20 mila chilometri di gallerie e di tubi e circa cinque milioni di utenti. Un acquedotto che, nei decenni di gestione democristiana aveva dato “più da mangiare che da bere”, come si diceva con un eloquente eufemismo.

Tutto era iniziato il 3 settembre del 1999, quando il ministero del Tesoro decise di vendere l’Aqp all’Ente nazionale per l’energia elettrica, decisione presa con decreto del presidente del Consiglio dell’epoca, Massimo D’Alema. Il Tesoro, guidato dal ministro Giuliano Amato, e l’Enel, ai cui vertici c’erano l’amministratore delegato Franco Tatò e il presidente Chicco Testa, avevano raggiunto l’accordo per la cessione. Il Tesoro, proprietario sia dell’Enel che dell’Aqp, cedeva quest’ultimo al primo. La vendita veniva fissata in 3.100 miliardi di lire, che rientravano in un pacchetto più ampio chiesto dal Tesoro per il via libera alla prima trance di privatizzazione dell’Enel.

(leggi tutto....)

http://www.glocaleditrice.it/record/dettagli.php?id_elemento=416

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 16.01.10 22:22| 
 |
Rispondi al commento

concilio vaticano secondo?????????????????

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:21| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=0q8JnP8zAHQ&NR=1


Che cosa fa l'Opus Dei a Perugia?
----------------------------------------------

Perugia:

Nutella...
processi insabbiati.....

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:20| 
 |
Rispondi al commento

@ Sancho..

se ci 6 ? batti la tastiera!

http://www.youtube.com/watch?v=IbFhfWjgY4g&feature=related

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che spasso...quì è sempre e solo un lamento verso tutto e tutti....

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:10| 
 |
Rispondi al commento

L'Islanda (IPA: [ˈislant]) è una nazione insulare dell'Europa settentrionale, nell'Oceano Atlantico settentrionale, situata tra la Groenlandia (200km) e la Gran Bretagna, a nordovest delle Isole Fær Øer. Nell'aprile 2008 la sua popolazione era di 320.169 abitanti, ciò la rende (escludendo i microstati), il paese europeo meno popolato; la capitale è la città di Reykjavík.

Collocata sulla dorsale medio atlantica, l'Islanda presenta una forte attività vulcanica e geotermica, che ne caratterizza il paesaggio. L'interno consiste principalmente di un altopiano sabbioso desertico, montagne e ghiacciai, da cui molti fiumi glaciali scorrono verso il mare attraverso le pianure. Grazie alla corrente del Golfo, l'Islanda ha un clima temperato, relativamente alla sua latitudine, che ne consente l'abitabilità.

Per evitare la perdita dell'isola, questo fu immediatamente rimpiazzato da una seconda spedizione, inviata dagli Stati Uniti d'America, nazione formalmente ancora neutrale nella guerra in corso, ma decisamente schierata dalla parte della Gran Bretagna. La spedizione americana era composta da alcuni reparti del Corpo dei Marines, che per l'occasione introdussero nell'inno del corpo una strofa che ricorda l'evento. "L'occupazione" militare si protrasse per tutta la Seconda Guerra Mondiale, durante la quale i militari americani installarono sull'isola diverse basi militari, ma nel 1944, in accordo con Washington, gli islandesi decisero per l'indipendenza dalla Danimarca, allora ancora sotto il dominio nazista, divenendo una repubblica. Pur con la conquista dell'indipendenza, il neonato governo islandese concesse alle forze americane di rimanere sull'isola.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

QUANDO SI POSTA QUALCOSA IN MERITO A TERRITORI
QUASI SCONOSCIUTI sarebbe opportuno cenni storici
e geografici !

Altrimenti si rischia figure da capra !!!
Possiamo anche fare RICERCHE ambientali che mettano in risalto la pseudoricchezza dell'isola.

- l'H.A.R.R.P. fà paura o no!


E....... la vita ,VA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Una prima assoluta per il partito di Di Pietro: dal 5 al 7 febbraio prossimo a Roma si terra' il primo congresso dell'Idv. Fino ad oggi si erano svolte solo Assemblee programmatiche nelle quali il presidente, l'ex pm, veniva sempre confermato per acclamazione. Dal 2010 si cambia. Al congresso si sfideranno Antonio Di Pietro e Francesco Barbato che oggi ha ufficializzato la sua candidatura. Da eleggere i coordinatori nazionale delle donne e dei giovani.

@@@@@@@@@@@@@####################@@@@@@@@@@@@@@

Mano al portafoglio.........

Quanto ??

2 euri ?

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 16.01.10 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah! i rinco italioti non recepiscono questo discorso. provate a parlarne con qualcuno a caso.
sapete qual'è la risposta? ma perchè, fino ad ora non l'abbiamo pagata l'acqua?
non vedono più in là del loro portafoglio, nè fannp molta differenza in quali tasche finiscono i soldi delle loro bollette.
sul semplice piano pratico non è che abbiano tutti i torti, tantissimi comuni hanno tariffe da strozzini, a volte per servizi pessimi.
quanti cittadini taglieggiati pensate siano in grado di mettersi a fare elucubrazioni filosofiche sull' universalità e imprescindibilità del diritto all'acqua?

liliana g., roma Commentatore certificato 16.01.10 21:53| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=k2uXN6sCf58&NR=1

???????????????????????????????????

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 16.01.10 21:52| 
 |
Rispondi al commento

I troll o i nazisti-dentro di solito confondono
la socializzazione con l'oppressione !!!

HANNO INTERESSE CHE IL MONDO SI MANTENGA IN GUERRA!

"finchè c'è guerra c'è speranza" film vecchio...
con A. Sordi (ci sono anche gli africani dentro)


Mi viene lo sconforto ogni giorno che passa. Passano leggi idiote, un coglione al governo che sa fare solo cazzate per il suo tornaconto e crea le basi di un paese che ormai disconosco. A volte leggendo questo blog mi sale il coraggio di dire "se amo il mio paese devo unirmi e fare qualcosa per farlo tornare più sano, non si abbandona la nave" ma, poi mi rendo conto che anche chi sta male, chi è nella merda, continua ad appoggiare questi essere che andrebbero fatti arrestare tutti. Allora penso "Meglio pensare a un piano di evasione, il prima possibile".
Un cittadino di un paese che fu...

Raimondo P., Modena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 21:47| 
 |
Rispondi al commento

OCCUPARE,PRODURRE,VENDERE

LE TANTE SITUAZIONI DI CHIUSURA DI FABBRICHE E RELATIVO LICENZIAMENTO DEI DIPENDENTI DEVE FINIRE.

COME:

QUANDO SI OCCUPA UNA FABBRICA PUO' CONTINUARE LA PRODUZIONE,VENDERE I PRODOTTI ATTRAVERSO LA RETE COMMERCIALE AZIENDALE O CREARNE UNA NUOVA, A PREZZI PIU' COMPETITIVI LOGICAMENTE.
SE NEGLI ANNI PASSATI IL/I PROPIETERIO/I DELLA FABBRICA POTEVANO PERMETTERSI DI FARSI LA BARCHETTA ,IL FERRARINO E CAMBIARE TRANS A OGNI PILLOLA DI VIAGRA INGERITA ,VOLETE VEDERE CHE NON SI RIESCE A FARE LO STIPENDIO PER IL PERSONALE LAVORANTE ?
PER LE MATERIE PRIME ACCORDI CON SERI FORNITORI,ANCHE LORO NON SGUAZZANO NELL'ORO CON LA CRISI E DEVONO VENDERE PER POTER MANGIARE.

CHARLES BUKOWSKI
PS.MAGARI SI POTESSE FARLO ANCHE NELLA RISTORAZIONE !!!!!!!!!!!


HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 16.01.10 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN PO’ DI BUON UMORE

- Dopo lo strepitoso successo della fiction “TERREMOTO ALL’AQUILA”, “L’ABBRONZATO DI WASHINGTON” ha voluto imitare il “NANO INCOMPRESO” e ha dato mandato ai Marines di organizzare la fiction “TERREMOTO AI TROPICI”, “PAPI SILVIO” chiede milioni d’euro per i diritti di copyright. “La CIA” per ritorsione diffonde foto invecchiate di “PAPI SILVIO”. Per demoralizzarlo.

- “PAPI SILVIO” per non smentire il suo innato ottimismo, ha ricordato che così finalmente anche HAITIANI i potranno incontrare Bettino Craxi e l’eroe Mangano.

- Ma la notizia del giorno è che deputato leghista giudicato "hard" il Diario d’Anna Frank. Incredibile dopo Renzo Bossi, un altro leghista sa leggere, per trovare uno che sappia anche scrivere, “PAPA RATZINGER” ha invitato i leghisti di pregare rivolti verso la Mecca.

- In questo periodo di crisi economica, sembra che la vendita del “GIORNALE DEI FAMIGLI” sia schizzato alle stelle, avendo sostituito la carta igienica per l’adempimento delle funzioni corporali.

Paolo R. Commentatore certificato 16.01.10 21:33| 
 |
Rispondi al commento

MARTEDì 19 ORE 10: NO CRAXI DAY a PIAZZA NAVONA! Alla stessa ora di fronte, al Senato si terrà il convegno organizzato da Schifani per riabilitare la figura politica di Bettino Craxi.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 16.01.10 21:21| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

italianen kaputt... dicevano i tedeschi durante la guerra, mi secca ammetterlo ma avevano ragione i tedeschi, siamo un popolo di smidollati, anzi... siete un popolo di smidollati,(PERCHè STO ANDANDO VIA IN AUSTRALIA CHE è UN PAESE CIVILE) AVETE un budino al posto della colonna vertebrale, CEFALOPODI, INVERTEBRATI MOLLUSCHI, COZZE, MITILI, RIMBAMBIIIITI DALLE TELEVISIONI, CHE CAXXO ASPETTATE AD ANDARVELI A MANGIARE VIVI??? AVETE UN PAIO DI BALLE SOTTO COME QUELLE DI UNA VACCA, RUFFIANIIIII, GHEI, PUTTANIERI, MINCHIEMOSCIEEEEEE, CAPPONI, QUAQQUARAQUà

roberto scuro (uccello scalciante) Commentatore certificato 16.01.10 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.

Un elementare programmino add-on di firefox permette di ricaricare la pagina ogni tot secondi.
Gli lasciamo il browser aperto tutto il giorno sui siti istituzionali (RAI,ministero ambiente,etc). E' legale.
Basta darci ragione fra di noi! Agiamo!

INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.
INTASIAMOGLI I SERVER PER PROTESTA.

Giorgio Nestlè 16.01.10 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dopo le cose che ha detto oggi de bortoli a "che tempo che fa", non c'è più quello che travaglio chiama il "pompiere della sera" bensì il "pompino della sera".

davide lak (davlak) Commentatore certificato 16.01.10 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Per un 2010 informato
Regala un abbonamento a Il Fatto Quotidiano

@@@@@@@@@@@@############@@@@@@@@@@@@@##########

Perchè ??


Non bastano i finanziamenti dello stato ??

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 16.01.10 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Obama, Bush e Clinton insieme per Haiti

---------------------------

L'inciucio è una moda globale?:)

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe,
lancia una raccolta fondi per Haiti.
grazie
pasquino

Nico F. Commentatore certificato 16.01.10 21:11| 
 |
Rispondi al commento

la verità su ROSARNO?
è un paese della CALABRIA SAUDITA.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 16.01.10 21:07| 
 |
Rispondi al commento

L'angolo del pernacchio.

Mentre i problemi aumentano di numero e intensità qualcuno è andato a Venezia a comprarsi una nuova dimora principesca.

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 16.01.10 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se privatizzano l'acqua dovranno arrivare le fatture a casa;se le fatture non verranno pagate,chiuderanno l'erogazione e se i cittadini incazzati andranno dall'ente privato a prendere a calci nel culo i dirigenti???
Non la erogheranno??? allora dovremo andarci con i forconi!
Ci sarà allora da ridere!!!!
Attenti al culo ladroni!!!!

oreste SP 16.01.10 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno venduti!

Ma c'è una cosa che non possono prenderci senza il nostro consenso, senza che ciascuno non dia il suo personale consenso!
Ma vediamo che c'è già una folla sterminata che si accalca nella fila, per svendere l'anima!

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/results?search_query=l%27inganno+di+obama&search_type=&aq=0&oq=L%27INGANNO


BUONA vISIONE A TUTTI I cERcATORI DI OPINIONE DIvERSA

POI ANDATE SU GOOGLE E mETTETE "Top contributors obama"

massimo P 16.01.10 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Molto squallido, davvero, che l'unica reazione di questo sito alla tragedia di Haiti finora sia stata quella di approfittare per per criticare i mezzi di informazione italiani con il commento su "La Settimana" qui di fianco.
Niente di nuovo sotto il sole, la solita cosa giusta al momento sbagliato.
Meglio passare al sito di Medici Senza Frontiere e vedere cosa possiamo fare in concreto.
E' senz'altro più concreto aiutare chi ha bisogno che lamentarsi sperando che l'informazione cambi.

Cristina M., Leifers Commentatore certificato 16.01.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento

DAL MINIPOST A LATO DEL POST PRINCIPALE

Disoccupazione verso l'infinito e oltre...

[..]

"Siamo un gruppo di operatori di Phonemedia della sede di Trino Vercellese.Vi stiamo scrivendo in seguito alla nostra vicenda legata ad Omega. Non stiamo percependo lo stipendio da 4 mesi ed ora siamo in sciopero ad oltranza, in forma di protesta, vivendo da 38 giorni in una tenda della Protezione Civile e occupando l'azienda.

[...]

..............................

"ed ora siamo in sciopero ad oltranza"

Farlo prima di trovarsi nella merda, no vero?

Anche un bambino capirebbe che, piuttosto che essere disoccupati perché chi comanda ti non ti paga e ti licenzia, è meglio decidere noi di "fermare" gli altri quando ancora vi sono delle possibilità; un bambino lo farebbe, ma purtroppo che sciopera ad oltranza ora sono degli adulti che hanno perduto le capacità di un bambino.

Sono almeno 4 anni che cerco di spendere inutilmente questa carta sul blog; ora qualcuno comincia a capire il gioco, anche se spesso lo capisce troppo terdi.

Questa gente, spesso suscita più irritazione che comprensione e dovrebbero riflettere sulle loro responsabilità.

Comunque auguri...

Max Stirner

Max Stirner , Commentatore certificato 16.01.10 20:43| 
 |
Rispondi al commento

sarò breve:

se tolgono la possibilità di disporre liberamente dell'acqua a me e ai miei cari, parenti e amici, io sono pronto e disponibile alla LOTTA ARMATA.
senza se e senza ma e senza tanti cazzi aggiuntivi.
si tratta di SOPRAVVIVENZA: il DIRITTO FONDAMENTALE PER ANTONOMASIA.
le chiacchiere stanno a ZERO.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 16.01.10 20:42| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://liguria.indymedia.org/node/4905

Veleni di Stato: l'ACNA di Cengio, fabbrica di armi chimiche proibite

Inserito da Anonimo il 15 Gennaio, 2010

autore:
mk

L’ACNA di Cengio era una fabbrica di armi chimiche: occorre rivedere bonifica e danno ambientale
Inquinamento | Comunicato stampa | gennaio 13, 2010

Una fabbrica di armi chimiche proibite – perché disumane – dalle convenzioni internazionali: semplicemente questa l’ essenza prima dell’ ACNA. Ecco l’ ultima, per ora, verità come emerge anche dal libro “Veleni di stato” di Gianluca de Feo (BUR Rizzoli) che ha esaminato documenti dei Servizi Segreti inglesi, contenuti nei National Archives, desecretati dopo la fine della guerra fredda, che si riferiscono al periodo che va dagli anni ’20 alla fine della seconda guerra mondiale.Nel testo sono descritte le strutture, le attività sperimentali e quelle dirette in campo del servizio chimico militare centrale, che aveva come basi primarie ovviamente le fabbriche di armi chimiche. Tra questi stabilimenti “alcuni nomi che fanno correre un brivido lungo la schiena solo a pronunciarli. Una su tutte, l’ ACNA di Cengio, che è un luogo simbolo dell’ inquinamento del nostro Paese anche se pochi sono a conoscenza della quantità di gas bellici confezionati nei suoi capannoni”.

Tutti gli stabilimenti dell’ ACNA sono volti nel periodo antecedente alla seconda guerra mondiale e durante la stessa, alla produzione di armi chimiche: Cesano Maderno:”distilla iprite e fumogeni”; Rho:”produce iprite in una grande fabbrica; Cengio:”polo dell’ acido cloro solforico, fondamentale per tutti gli agressivi più feroci: le foto aeree lo confermano. C’è un deposito. Produzione 50-60 mila tonnellate l’ anno . . Il dossier finale dell’ intelligence britannica ritiene che dal1940 in poi si occupasse solo di forniture militari.”

(continua al link)

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 16.01.10 20:42| 
 |
Rispondi al commento

chissà se un giorno riusciremo ad alzare la testa e ad avere un impeto di orgoglio ed amor proprio in modo da dire davvero BASTA alle angherie alle quali ci sottopongono giornalmente i grassi maiali che sono nelle stanze del potere!

Mai Più Commentatore certificato 16.01.10 20:40| 
 |
Rispondi al commento

il giornalismo italiano ha soppiantato la veridicità e professionalità delle notizie con fantastici schermi touch-screen multimediali di duecento pollici (che usano maldestramente comunque), confidando che la maggioranza di chi guarda sia sufficientemente ignorante & babbeo da restare impressionato & non notare che c'è qualcosa che non va (azzeccandoci)

ciccio c. Commentatore certificato 16.01.10 20:39| 
 |
Rispondi al commento

IMOLA 16/01/2010
FORZA BERLUSCUNES IL RE DELLA MOVIDA vuole comprare casa a VENEZIA, non importa se gli ITALIANI SONO IN MISERIA lui i soldi li a, come potete credere ancora in un piazzaiolo di balle, lui e suoi tirapiedi con inciuci permanenti della opposizione si preoccupano solo dei loro previlegi, derivategli dalla corruzione evasione, mafiosita,mazzette, tangenti ecc, la chiesa che dovrebbe essere pulita, a avuto nello IOR la banca del lavaggio tangenti ed affini, travagliata nelle sue emminenze deviate di pedofili, conclusione ITALIANI svegliamoci e mettiamo in funzione la più grande lavanderia del mondo immergendo tutta la CASTA NELLA CANDEGGINA SPERANDO CHE NON TERMINANO LE SCORTE perchè questi sono talmente sozzi che al primo colpo proabilmente non usciranno puliti.
saluti giuseppe tonnini

GIUSEPPE TONNINI, IMOLA Commentatore certificato 16.01.10 20:35| 
 |
Rispondi al commento

bla bla bla bla bla, commenti piu' votati, commenti meno votati

quando non potremo permetterci piu', noi ricchi, anzi, ricchissimi, di fare gli intellettuali internettiani, allora cambiera' qualche cosa,
nel frattempo, il mio e' un bla bla bla votatissimo e sicuramente odiatissimo.
speriamo che cambi, in peggio, prestissimo

roby c Commentatore certificato 16.01.10 20:33| 
 |
Rispondi al commento

IN QUESTO PERIODO DI CRISI ECONOMICA, SEMBRA CHE LA VENDITA DEL “GIORNALE DEI FAMIGLI” SIANO SCHIZZATE ALLE STELLE, AVENDO SOSTITUITO LA CARTA IGIENICA PER L’ADEMPIMENTO DELLE FUNZIONI CORPORALI.

Paolo R. Commentatore certificato 16.01.10 20:30| 
 |
Rispondi al commento

O.T. dal NO-TAV


FUOCO AL PRESIDO DI BRUZOLO!

Andrea Dso 16 gennaio alle ore 20.17


In perfetto stile mafioso ignoti hanno dato fuoco al presidio di Borgone. ecco la provocazione!

NO TAV - NO MAFIA


San Giorgio a Cremano (Na): Martedi 19 gennaio alle ore 11.00 il comitato cittadino consegnerà le firme per la convocazione del consiglio comunale sull'acqua come scritto nel post. Invito tutti coloro che sono dei dintorni a partecipare alla consegna e a firmare c'è tempo fino a lunedi.

Per info: www.comitatocittadinosangiorgioacremano.it

giovanni soria 16.01.10 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Chi vuole privatizzare l'acqua sul ns territorio deve essere considerato come un criminale di guerra e va e come tale deve essere trattato ,ne va della sopravvivenza dell'essere umano......Non esistono ne se e ne ma !!!!!!!!!


Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 16.01.10 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Attenti a questa data.
20 FEBBRAIO 2010.
Può essere l'inizio della nostra salvezza.
Quel giorno gli islandesi decideranno con un referendum se farsi tassare o meno dal governo per rimediare agli errri commessi dalle Banche.
Se la risposta, come appare scontata, sarà NO, l'Islanda uscirà dall'Unione Europea e si riprenderà la sovranità monetaria che le era stata scippata.
A quel punto gli altri Paesi membri chiederanno ai loro cittadini di esprimere la loro idea su questo punto.
Dopo il 20 FEBBRAIO 2010 anche noi potremo chiedere un referendum per rivendicare la sovranità monetaria di cui ci hanno privato.
Questo è il tema sul quale dobbiamo mobilitarci. Non ci facciamo sfuggire questa occasione. Cominciamo a discuterne sul blog.

alessandro c., lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


OT

Sui media tgradizionali è una corsa alla riabilitazione di Craxi.

Tutte le "corazzate mediatiche" sono concentrate a far fuoco da Hammamet.

Già i ce3lebrolesi che pasteggiano davanti alla tv ne parlano in famiglia come di un grande statista vittima dei giudici.

Per fare da similitudine a chi..?

Che schifo.

A casa mia i tg ed i programmi di intrattenimento non si vedono da anni.

Siamo veramente in guerra.

Maurizio Longo 16.01.10 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo tutti assieme, creare una Banca Solidale Cooperativa (dopo relativa autorizzazione da Banca d'Italia).

Essere informati è il primo passo, il secondo è agire uniti.

Un socio=un'azione=un voto.
Esclusivamente persone fisiche.
Attraverso la riserva (legale) frazionaria ci prestiamo i soldi da soli con interessimi prossimi allo zero.

Finanziamo poi Progetti veramente utili alla società.

Su modello di Banca Etica.
Jak Bank svedese insegna.
Grameen Bank del premio nobel Yunus fa scuola.

Se siamo in molti ci riusciamo.

costantino.marco gmail.com

Marco Costantino Commentatore certificato 16.01.10 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, è possibile mettere un Web camera in Parlamento per sentire le stronzate dei nostri governanti???
Perchè francamente sentire le briciole manipolate ai TG,per loro opportunità,non mi piace.
E' Possibile o c'è una disposizione che lo vieta?
Sarebbe bello poter seguire tutti i lavori sia alla camera e al senato sarebbe un modo democratico di far sentire il raglio dei nostri rappresentanti in una sezione del Blog!!!

oreste SP 16.01.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento

ormai se lo sono messi in testa, che ovunque non viga una piena e completa democrazia, possono fottersi il petrolio del futuro; in questi luoghi sfortunati (prevalentemente nel terzo mondo), sarà necessario utilizzare mezzi coercitivi per riprendere il controllo del bene più prezioso al mondo (insieme all'aria)

ciccio c. Commentatore certificato 16.01.10 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Sul terremoto c'è anche chi dice questo:

http://www.youtube.com/watch?v=kmLEnf3Q4dM


Lo posto senza dare alcun giudizio!

sancho . Commentatore certificato 16.01.10 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe, ciao a tutti.
Da qualche giorno ad Orvieto, in Umbria, non è possibile bere nè utilizzare l'acqua dell'acquedotto comunale perchè risulta inquinata da metalli pesanti. Ufficialmente è dipeso dallo straripamento del fiume Paglia, ma in molti non sono convinti della versione ufficiale.
Cosa succederebbe se un privato si trovasse ad affrontare questi problemi?

Francesco Fausto 16.01.10 19:56| 
 |
Rispondi al commento

..vedo dei tg che dovrebbero informare ed essere al servizio dei cittadini...che sono delle vere e proprie offese all'intelligenza degli italiani...ma davvero credono che siamo cosi idioti?...purtroppo se un emilio fido fa ancora ascolti....credo che hanno ragione...l'italiano è idiota

purpus nero, brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.10 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe.
Spero che tutti sappiano anche il fatto che se gli scavi per la TAV in val di Susa procederanno secondo il progetto, molte falde acquifere (dal Moncenisio) saranno distrutte con conseguente mancanza d'acqua in molti paesi della valle. (vedi cosa è già successo per gli scavi della centrale AEM). OKKIO!!!

Lupo Nordico 16.01.10 19:50|