Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli Spartacus neri di Rosarno


Le docce di Rosarno
(0:52)
Rosarno_docce.jpg

Cosa ci fanno più di diecimila immigrati irregolari nelle campagne calabresi? E' ovvio, portano benessere a chi li sfrutta. Per farlo vivono in condizioni igieniche da porcile, sono pagati poco e in nero, non hanno nessun tipo di assistenza. La risposta cieca pronta e assoluta del solito coglione terzomondista è sempre la stessa: "Sono qui da noi perché fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare!". Tutto il contrario, pagate gli italiani il giusto e ci sarebbe la fila di calabresi disoccupati per prendere il loro posto.
Gli immigrati lavorano in condizioni disumane che gli italiani non possono più tollerare, per questo sono qui. E allora, ancora, chi ci guadagna? I nuovi latifondisti, la criminalità in cerca di mano d'opera a basso costo, chi affitta dei tuguri a peso d'oro? Questa è solo la prima fascia, quella più visibile. Gli immigrati sono un bacino elettorale, portano voti sia a destra che a sinistra. Sono uno strumento di distrazione di massa usato dai partiti. La Lega e il Pdl vivono dell'uomo nero, del babau. Il Pdmenoelle e dintorni del buonismo a spese delle fasce più deboli della popolazione che vivono a diretto contatto con gli emigrati e si disputano le risorse. Voti a destra, voti a sinistra. In uno Stato dove migliaia di irregolari sfilano esasperati in una cittadina, Rosarno, e la mettono a ferro e a fuoco è evidente che lo Stato non c'è più. Africani contro calabresi, in mezzo il nulla di chi non si è mai fatto carico dei flussi migratori, dell'accoglienza, dell'integrazione.
Voglio l'immigrato a chilometro zero o l'immigrato integrato. Non abbiamo bisogno di nuovi schiavi, ne abbiamo a sufficienza di autoctoni. E così, una rivolta di Spartacus neri, diventa SOLO un problema di ordine pubblico, di controllo del territorio. Maroni, dico a lei anche in rappresentanza dei ministri degli Interni precedenti: "Dove erano, dove sono, le Forze dell'Ordine in Calabria, le stesse che riescono a sequestrare con occhiuta precisione un cartello 30 x 50 cm contro Schifani a un cittadino, ieri a Reggio Emilia?".
Gli africani irregolari sono sempre stati lì, splendenti nel sole dei campi del Sud e a marcire nelle topaie. E dov'erano, dove sono le varie istituzioni che fracassanno i coglioni all'ultima bancarella del mercato per l'igiene, lo scontrino, la licenza, la tassa di occupazione, dove sono? E soprattutto perché le paghiamo se vedono sempre e solo il fuscello e non la trave? L'Italia è un piccolo Paese, con poche risorse e un tasso di disoccupazione da far paura. Dobbiamo avere il coraggio di dirci che gli immigrati sono in prevalenza forza lavoro sfruttata, merce per imprenditori senza scrupoli e per politici e giornalisti con la erre moscia che cianciano di pozzi avvelenati. Una risorsa preziosa per i politici che li lasciano al loro destino. E' in corso una guerra, che qualche volta esplode, tra poveri: immigrati e cittadini italiani, entrambi presi per i fondelli. Lo Stato si è fermato a Rosarno.

MoVimento 5 Stelle LOMBARDIA: Sabato 9 gennaio sarò a Milano per presentare la lista del MoVimento 5 Stelle che correrà per le regionali in Lombardia con Vito Crimi come candidato presidente. L'appuntamento è per le ore 15 presso lo "SPAZIO TADINI" di via Jommelli 24 (MM1 Loreto, MM2 PIOLA, Tram 33, Bus 62 - www.spaziotadini.it).

MoVimento 5 Stelle PIEMONTE: Primo firma-day in Piemonte. Siete tutti invitati a porre una semplice e GRATUITA firma, per dare la possibilità alla Lista Civica Regionale del Piemonte "MoVimento 5 Stelle" di candidarsi alle prossime Elezioni Regionali di marzo 2010, sabato 9 gennaio 2010 nelle seguenti città:
ALBA, ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, BRA, NOVARA, TORINO, VERCELLI. Consulta orari e luoghi


 Iscriviti al MoVimento 5 Stelle
Nome: Cognome:

Copia il codice HTML e incollalo nel tuo sito web
E' disponibile DemoCRAZYa2009, diario politico di un anno italiano, di Marco Travaglio. Acquista la tua copia.

8 Gen 2010, 19:00 | Scrivi | Commenti (1132) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Segnalo questo interessante articolo sull'argomento:

http://francescocapalbo.blogspot.com/search/label/Grazia%20La%20Cava

Domenico Calabria 13.01.10 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

>
A me pare invece che i coglioni alle bancarelle del mercato perchè facciano lo scontrino (e non solo a loro) andrebbero fracassati molto di più. Visto che in Italia lo scontrino (e la fattura) li fanno troppo pochi, ed ogni scontrino non fatto sono tasse in più per i lavoratori a reddito fisso.
Quindi > sprizza populismo e per di più populismo mal calibrato: che cioè si dimentica di tutta quella parte della popolazione (maggioritaria) che dall'emissione dello scontrino trarrebbe vantaggio.

Massimo Masone 12.01.10 19:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi ho incontrato il primo immigrato che da Rosarno è migrato in un altro pentolone d'Italia: Castel Volturno; ha dormito a terra fuori alla sede della Caritas perchè per lui non c'era posto dentro e per di più i suoi connazionali gli hanno fregato pure i documenti. Il problema degli Immigrati esiste ma non si vuole risolverlo, tutti i nostri politici si nascondono dietro una facciata di perbenismo e altruismo, fregandosene dei reali problemi, intervengono con leggi che non servono a nulla (ve lo dice uno del settore)gettando fumo negli occhi a noi beoni italiani.

Francesco Dinaro 12.01.10 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Parole sacrosante Beppe :"gli immigrati sono qui da noi perché fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare!.Tutto il contrario, pagate gli italiani il giusto e ci sarebbe la fila x fare quei lavori".
Quindi cari perbenisti della minchia piantatela di dire puttanate. L'extracom che viene x lavorare e vivere dignitosamente non sta sulle palle a "quasi nessuno"(dico quasi xchè di idioti ce ne sono in ogni campo e scala sociale).Viceversa , x quelli che vivono come bestie ,qui non c'è spazio.
X quanto poveri siano ,vivere nella sporcizia è una loro scelta: l'igiene e la pulizia costano meno di sigarette ,birra e cellulari.
A mio avviso dovevano sbatterli fuori dall'ITALIA tutti quanti e spero che questa situazione si ripeta in altre parti d'ITALIA cosicchè possiamo cacciare queste bestie clandestine a fucilate e sprangate.E già che ci siamo speriamo passi la legge sul diritto a difendere la proprietà privata.

roberto malpassi 12.01.10 13:40| 
 |
Rispondi al commento

come al solito ho letto i commenti politicamente corretti di uin branco di imbecilli
come al solito la colpa è dell'uomo bianco schiavista e cattivo mentre i buoni sono sempre i negri
allora i fatti dicono che i neri sono sfruttati, che sono oppressi dalla 'ndrangheta, è vero, ma questo è notorio da anni
ma dove sono stati finora le organizzazioni sindacali, le associazioni umanitarie e tutti gli antirazzisti del cazzo che ora si scagliano contro chi ha aggredito i neri ?
dove sei stato tu grillo ? nei teatri dove hai incassato un sacco di soldi ?
ma i fatti dicono anche che i neri non si sono scagliati contro chi li sfruttava, non sono andati a casa dei mafiosi, non hanno distrutto le automobili dei caporali, non hanno picchiato i proprietari terrieri
no questi vigliacchetti di neri se la sono presa con le macchine parcheggiate sulla pubblica via di proprietà di gente che non c'entrava niente, hanno aggredito donne e bambini che passavano per caso, hanno sfasciato vetri di case in cui c'erano persone che non c'entravano niente con i loro problemi,
allora sapete mche vi dicoi che i rosarnesi sono stati fin troppo miti perchè se uno sfascia la mia macchina senza che gli ho fatto niente e aggredisce mia moglie io gli sparo in bocca che sia nero, bianco o giallo

sergio ravo 12.01.10 11:06| 
 |
Rispondi al commento

avete tutti dico tutti scoperto l'acqua calda.....

giseppino gambino 11.01.10 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco bene cos'è più assurdo in questa storia:
il fatto che questi poveri ESSERI UMANI si sono ribellati solo ora o che uno stato cieco permetta che vengano sfruttati alla luce del sole!

Giorgio Incerti, Reggio Emilia Commentatore certificato 11.01.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra di poter dire, adesso, a bocce ferme, che i poveri bianchi di Rosarno sono stati usati contro i miserabili neri di Rosarno per ottenere un risultato che non dà ai cittadini calabresi nessun risultato positivo.
A prescindere, peer un momento, dalla gisutizia e dall'etica, perchè ad un certo momento qualcuno ha deciso di sfruttare la disperazione e l'esasperazione degli immigrati per ottenere il risultato finale che abbiamo visto?
A chi è giovato o gioverà?
E' possibile che la criminalità organizzata stia dicendo al governicchio: attenti, non solo noi sappiamo mettere le bombe, ma possiamo anche anche creare la guerra civile?
Siamo di fronte ad un ricatto allo Stato da pèarte della 'ndrangheta? Io credo di si; e credo anche che i cittadini di Rosarno siano stati sfruttati nella loro ignoranza e usati come dei burattini.
Sarebbe bene che ci facessero un pensiero e traessero delle conclusioni.

fernando pino 11.01.10 14:10| 
 |
Rispondi al commento

E' facile adesso chiamare gli italiani "schiavisti", e schierarsi dalla parte degli immigrati. Ma non si tratta nè di sfruttamento, nè di razzismo e ancora meno di xenofobia. forse non tutti sanno che vi sono dei calabresi e soprattutto dei rosarnesi che lavorano nei supemercati per 10 ore al giorno con un mensile di 300,00 €, e a "nero". Costretti a lavorare a quelle condizioni piuttosto che rimanersene a casa. Anche in questo caso si tratta di razzismo?

Rebecca F. 11.01.10 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi associo a quanto detto in questo articolo perchè vivo in Calabria e l'altro giorno per strada ascoltavo un imprenditore agricolo della Sila Cosentina che parlava con un suo amico dicendo che gli operai che raccoglievano le famose patate della sila nella sua azienda erano degli indiani e che percepivano uno stipendio di 200,00€ a mese. l'amico a fianco aveva risposto dicendo che nella sua azienda il padre si era pattuito per un compenso di 500€ ma quando lui gli andava a portare i soldi 100€ per operaio se li intascava lui e di conseguenza lo stipendio finale di ciascun operaio era di 400€ a mese per un lavoro di 14-16 ore al giorno. E' ovvio che un calabrese o un italiano per dignità personale non si mette mai a fare un lavoro con questo tipo di trattamento,...ma questi poveri extra-comunitari sono costretti

Valerio Giampà 11.01.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Rosarno: un posto abbandonato da Dio e dagli uomini.
Meno male che Silvio c'è.

M. Mazzini 11.01.10 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Ogni volta che leggo queste cose(vedi Rosarno), mi interrogo su come si permetta il rozzo leghista Castelli(come si è giustamente autodefinito da Santoro nella scorsa puntata)a dire in trasmissione che Beppe Grillo racconta balle...ma nemmeno Travaglio lo ha potuto umiliare come ha fatto in modo esemplare per la correzione alla citazione di Lupi?

Emanuela Denaro 11.01.10 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Certi bei panorami si ammirano meglio da lontano, questa è l'Italia vista dal New York Times:

http://www.nytimes.com/2010/01/11/world/europe/11italy.html?hp

Non credo che sia il massimo per tutti noi, per una nazione in cui il turismo rappresenta un'importante industria. Da notare il passaggio nel quale viene sottolineato che certi comportamenti avvengono lontano dagli abituali circuiti turistici, come a dire che Venezia, Firenze, Roma, i nostri mari siano ormai delle scenografie ereditate dietro alle quali si nasconde una realtà ben diversa... greetings from Italy!

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 11.01.10 04:26| 
 |
Rispondi al commento

Sogno un'Italia anzi un'Europa SENZA più Africani. Via via tutti a riprendersi le loro terre ricche, bellissime a riappropriarsi di ciò che è loro. Via, via tutti a lavorare nelle miniere di diamanti e di ogni genere di minerale sfruttate da multinazionali assassine. I proventi di un sottosuolo ricco di ogni genere di bene devono rimanere lì. Via, via tutti. Il marito africano che ho me lo tengo stretto perchè è l'unica cosa preziosa che mi sia capitata nella vita. Da otto anni lavora qui come uno schiavo senza averci mai fatto mancare niente a me e alla figlia... scappato da un paese dove dopo la laurea aveva un lavoro da signore... scappato perchè ha il difetto di non essere musulmano e rischiava come rischiano i suoi parenti ancora oggi di essere ammazzato solo perchè esce da una chiesa dopo la messa di natale. A proposito di natale: quando ci va un mandarino a noi italiani andiamo a raccogliercelo da soli magari a Rosarno.

Valentina D., roma Commentatore certificato 10.01.10 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Ancora un'altro motivo per vergognarsi di vivere in questo paese.A Rosarno è stata messa in atto l'ennesima azione di depistaggio per coprire gli affari,ed i rapporti incancreniti tra i mafiosi che appartengono alla cupola ed i mafiosi di stato.
Mafiosi,sfruttatori che hanno messo a disposizione dei mafiosi di stato la forza lavoro che sfruttano da anni.Ma questa volta credo che i conti non torneranno,quanto accaduto non sarà dimenticato ne da noi ne tantomeno da quanti arrivano nel nostro paese con la speranza di una vita migliore.
La prossima stagione a lavorare nei campi a raccogliere arance,pomodori ecc. ci dovranno andare i calabresi altrimenti resterà tutto li a marcire.Li voglio vedere come saranno grati ai loro concittadini mafiosi/sfruttatori per i 20 euro al giorno per 15 ore di lavoro!
Allora saranno veramente cazzi.

gennaro amiranda 10.01.10 21:58| 
 |
Rispondi al commento

Il post fotografa esattamente come stanno le cose.
C'è però ancora chi non se ne accorge

alex alex 10.01.10 21:46| 
 |
Rispondi al commento


E' arrivato lo sciopero anche in casa Mediaset che vuole cedere parte del settore ad un'altra azienda.
Da tempo l'attivita' del Nano rincorre Sky e la Rai con gli ascolti nonostante che il Nano abbia aumentato le tasse a Sky e fatto inganni come la vendita dei decoder.
Se invece di rubare o di fare leggi per stare fuori dalla galera e collassare la famiglia italiana avesse fatto qualcosa per gli italiani ora non si troverebbe a licenziare i suoi dipendenti che ama tanto.

John B. Commentatore certificato 10.01.10 21:00| 
 |
Rispondi al commento

l'eccellente burocrate ha scritto
"Il "povero negro" clandestino che vien dall'Africa il più delle volte è anche privo di cultura ...per fortuna dei rosarnesi!
Forse qualcuno di loro sarà al massimo mussulmano."
Il mite SANCHO ha risposto
"Non è affatto vero che sono privi di cultura!
Se per cultura si vuole intendere l'istruzione, ebbene, molti di quelli che giungono qui conoscono almeno tre lingue, per non parlare di altre conoscenze!
In più, prima di contaminarsi con gli italiani, sono portatori di grande umanità e di valori che noi abbiamo buttato via, per sposare la barbarie!"
IN CONCLUSIONE
E' plateale l'effetto che fa il vino in cartone nella mente umana
p.s.
Peccato SANCHO che certi tuoi commenti non li metti in chiaro
avresti beccato 5 MANINE VERDI DAL SOTTOSCRITTO

fly_on_line -, portorotondo Commentatore certificato 10.01.10 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Salve, sono calabrese!! La calabria è una terra amara resa ancora più aspra
non solo dai pistoleri ma dai falsi colti perbenisti signori illuminati di
calabria!!
Una regione scarsamente popolata, ma con tre università distanti circa 150
km una dall'altra!! mi chiedo e vi chiedo cosa è che non funziona!!??
La cultura dovrebbe essere il ponte per una società nuova!! Non sullo
stretto!!la cultura ed il sapere dovrebbe essere il futuro!! ed invece no
tutto questo invece non succede!!
Detto fatto!! le università ed il sapere sono amministrati e controllati pal
potentato baronale che in passato vessava i nostri nonni e padri nel
latifondo. Oggi a noi figli e nipoti vendono il falso, vendono
l'illusione della cultura, una cultura costruita ad ok nelle università
solamente per ribadire ed esercitare il loro vecchio potere e lascire ai
propri figli il ruolo che secondo loro gli spetta. Quanti ragazzi si sono
laureati e sono tornati a rosarno!!?? quanti!!?? la maggior parte, con la
laurea appesa nel soggiorno di casa, pensa che il nero debba essere
sparato, gettato via quando non serve più!! che cosa è cambiato dal tempo
del vecchio latifondo baronale quando i contadini venivano scelti nella
piazza del paese e il livello di alfabetizzazione era sotto la suola delle
scarpe!! La cultura in calabria viene amministrata ed esercitata per
formare menti sottomesse e conniventi al sitema!! questo è il vero problema
di fondo!! la calabria non cambierà mai! perchè mai nessuno avrà la coscenza di capire di trovarsi nel falso!!

giocondo lido Commentatore certificato 10.01.10 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato in visita a Firenze con la mia ragazza, non venivo in Italia da diversi anni e ho assistito allibito a scene seriali di venditori ambulanti di ombrelli o anche persone di colore, semplicemente sedute su una panchina, prelevate dalla polizia e portati via come dei criminali davanti a turisti sconcertati. Ma cosa sta succedendo in Italia?Cose'e' questo clima di odio verso gli stanierir? partiti come la lega sono pericolosissimi, fomentano l'odio e l'intolleranza in un paese che non e' mai stato particolarmente razzista.

stefano p 10.01.10 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@@ AnSia newSSS:Che marone quel Maroni @@

Roberto Maroni,parlando della rivolta di Rosarno,ha precisato:"Ci sono responsabilità diffuse che non intendiamo più tollerare.Gli immigrati di Rosarno,che le forze di polizia hanno trasferito nei centri di Crotone e Bari,se risulteranno essere clandestini verranno espulsi.Verranno espulsi perché la legge...si deve applicare".
Minchia quant'è preciso e puntuale coi poveri il nostro ministrello dell'intera padaGnia.Quando la legge tocca berlusKazz o altri componenti del governo lor signori "le leggi le cambia,mica le fa rispettare".
Cam.

Camillo Sesmoulin Commentatore certificato 10.01.10 18:57| 
 |
Rispondi al commento

> La risposta cieca pronta e assoluta del solito coglione terzomondista è sempre la stessa: "Sono qui da noi perché fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare!". Tutto il contrario, pagate gli italiani il giusto e ci sarebbe la fila di calabresi disoccupati per prendere il loro posto.
----------
E' lo stesso discorso, gli italiani non lo vogliono più fare perchè è sottopagato ed è un lavoro umile. I "Terzomomondisti coglioni" pensano che fino a che ci sia una disparità come quella attuale al mondo non possano che esistere queste situazioni di rivolta

Batt B 10.01.10 17:31| 
 |
Rispondi al commento

SOLIDARIETA' CON I RAGAZZI NERI DI ROSARNO, SPERIAMO CHE IL LORO SACRIFICIO SERVA AL RISVEGLIO DELLE NOSTRE COSCIENZE E CI AIUTI A REAGIRE.
SABRINA

Sabrina M., Agliana Commentatore certificato 10.01.10 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Come ha detto Roberto Saviano qualche tempo fa, al Sud la rivolta contro i soprusi e la criminalità organizzata l'hanno fatta e la faranno solo gli extracomunitari privi di tutto, ma non della loro dignità.
Non di certo gli italiani, specie del Sud, capaci solo di lamentarsi e piangersi addosso (almeno parecchi di loro), ma sempre perennemente immersi nella loro mentalità paesana, provinciale, omertosa e ben attenti a non infastidire i capi-bastone di turno!
Italiani (tutti) smidollati e lobotomizzati dalla Televisione e dalla Pubblicità, cos'altro deve succedere in questo Paese per ridestarvi dal vostro stato alterato di incoscenza e di strabismo collettivo?
Allora ben vengano gli Africaners di Castelvolturno, di Rosarno, Gioia Tauro, della Piana del Sele, dei latifondi di Foggia e Latina, delle campagne siciliane, etc; se in questo Paese ci sarà ancora una speranza di cambiamento, forse un giorno lo dovremo anche a Loro!
A tutti gli Italiani benpensanti, invece, vorrei dire: Adesso capite perchè i grossisti e i commercianti possono permettersi di pagare pochi centesimi al chilo i prodotti agricoli ai produttori, con tutti i rincari e i massimi guadagni della filiera nelle tasche degli intermediari e "faccendieri" del settore?!! Ora capite a discapito di chi, tutto ciò!!
E' un motivo in più per esigere ed incentivare prodotti a Kilometro Zero.

Sole del Mezzogiorno 10.01.10 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' inutile che Maroni & Co. di Lega e Pdl vogliano fare la guerra agli immigrati cacciandoli dai nostri territori perchè troppo li tolleriamo mentre loro ci portano via il lavoro (nessuno si preoccupa invece dei madrelingua richiestissimi, ad esempio, nelle scuole che lasciano a casa i laureati in Lingue italiani; tanto bilancia tutto la Gelmini che mette il tetto del 30% agli alunni stranieri!). Purtroppo gli immigrati vedono nel nostro Paese un posto migliore del loro dove poter trovare un lavoro onesto e sfamare le loro famiglie nei paesi d'origine. Lo abbiamo fatto anche noi nel secolo scorso migrando in America per non morire di fame in casa, molti lo fanno ancora oggi e questo governo cieco non lo ricorda! Brunettappolo tempo fa disse che requisito fondamentale degli statali dovrebbe essere la cortesia verso l'utente. Credo allora che requisiti fondamentali dei politici dovrebbero essere la conoscenza della nostra storia in quanto popolo e tolleranza e rispetto per gli onesti immigranti nel nostro Paese. Le culture sono fatte per incontrarsi e questa è una delle cose che rende la nostra vita degna di essere vissuta. Solidarietà ai migranti, non mollate!

emme elle 10.01.10 14:56| 
 |
Rispondi al commento

e mo! chi cazzo gli taglia i pomodori?

gigi boi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.01.10 14:33| 
 |
Rispondi al commento

avete visto quelle m... di canale cinque che durante un servizio hanno mostrato quello che davanti alle telecamere è andato a pagare gli ultimi giorni di lavoro ai poveracci che stavano partendo. oltre a essere completamente illegale, stava pagando lavoro in nero, è anche ridicolo, sia lo schifoso che tira fuori i soldi davanti alle telecamere che chi trasmette il gesto.
un altra dmanda: le forze dell'ordine molto sollecite a manganellare i disgraziati che si ribellano dove erano quando questi erano nei campi a lavorare in nero o stipati come bestie in un capannone senza le più elementari norme igeniche??? TUTTI sono collusi con questo schifo!!
TUTTI dico, dai paesani che si riempiono la bocca di parole di falso buonismo, fino alle autorità che sanno ma girano la testa da un altra parte.
e poi ad un padre di famiglia gli ritirano la patente lasciandolo senza lavoro per due bicchieri di prosecco.
BAAAASTAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

angelo t. 10.01.10 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Assurdo,
ieri al tg3 si è visto benissimo nel servizio che mostrava l'esodo dei migranti di Rosarno verso lidi più accoglienti, un signore pagare cash un negretto.
Soldi in nero per attività di sfruttamento, senza versamento dei corrispettivi contributi, delle rispettive tasse. La corruzione in diretta, l'oltraggio all'onestà mostrato al Paese intero e nessuno che si sia scandalizzato per questo, nessun organo di Polizia che sia intervenuto arrestando il corruttore - evasore.
E' LA FINE AMEN

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 10.01.10 12:54| 
 |
Rispondi al commento

leggendo la demenza di un sacco di questi post capisco sempre di piu come il nano possa governare facilmente.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 10.01.10 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Anzitutto devo dire che sono contrario all'immigrazione clandestina perchè penso che questa povera gente deve poi adattarsi a delinquere. Per quello che è successo a Rosarno,sono daccordo con quelle persone di colore che si sono ribellate:forse hanno agito prendendosela magari con persone che non centravano niente con i loro grossi problemi.Li abbiamo ghettizzati!! Di giorno fanno comodo perchè lavorano (come schiavi) per 25€ al giorno e poi neanche pagati e di notte vengono presi a fucilate. E' una vergogna di questo stato che ha creato odio solo odio fra le classi più povere sule quali si può usare il banganello della polizia. Colpiamo anche coloro che li SFRUTTANO! Capisco che vivere nel sud non sarà vita facile per nessuno (italiani e migranti) ma lo stato dov'è? Sono anch'io stufo di dover votare chi mi viene imposto,vedo il sito sempre più pieno di persone che capiscono e maggiormente non comprendo la percentuale così alta di popolarietà di questo
governo, questi signori che al mese ci rubano 23.000 € facendo anche altri lucrosi lavori. Un giorno ci troveremo davvero uno Spartacus (lo spero) che farà c...re sotto i vari omuncoli che ci governano.

Alberto Gherardi 10.01.10 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Grillo, la verità è tanto semplice!
Bianco

l.bianco 10.01.10 07:59| 
 |
Rispondi al commento

Negli anni 60 sono potenti 3 cosche: i Piromalli di Gioia Tauro, i Tripodo di Reggio Calabria e i Macrì della Locride. La 'ndrangheta inizia i sequestri di persona per tirare su soldi da investire nel narcotraffico. Tra gli anni 70 e 80 scoppiano due guerre di mafia tra le nuove generazioni nel narcotraffico e le vecchie famiglie dell’ "onorata società". E’ allora che nasce la sovrastuttura per i rapporti politici, la P2, le cariche delle stato, le forze dell'ordine e della magistratura.
Seguono i maxiprocessi. Nel 1991 viene assassinato il magistrato Antonino Scopelliti che lavorava al maxiprocesso di Palermo. Intanto le cosche si affratellano ai narcotraffici colombiani (gli stessi per cui B riciclava il denaro sporco con la banca Rasini) e le organizzazioni paramilitari sudamericane per un controllo internazionale del traffico di cocaina.
Quando Bossi era contro B, fece fare una ricerca sui suoi rapporti col narcotraffico colombiano dunque non può dire di non sapere che B ci stava dentro. Oggi il suo ministro Maroni protegge di fatto le cosche, sguarnendo la polizia e impedendo la protezione delle vittime. Riversare nei tg l’opinione pubblica contro i migranti fingendo di ignorare la ‘ndrangheta è particolarmente ripugnante. Perché nessuno fa uno speciale tg su questa associazione criminale?
Nel 2000 la ‘ndrangheta diventa di fatto la prima azienda criminale italiana col monopolio del traffico di cocaina in Europa.
Nel 2004 si arresta Giuseppe Morabito e si ammazza davanti al seggio elettorale il vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Fortugno. Nell'agosto 2007 la faida di San Luca tra due cosche porta alla strage di Ferragosto a Duisburg in Germania con 6 morti
Ed è in questa situazione che Tremonti decide di tagliare le forze di polizia e B impone di smontare i processi??!! E si ha anche la faccia di criminalizzare i migranti!!??
Non c'è proprio vergogna in alcuni?
E ci si meraviglia ancora se parlo di belve leghiste?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 10.01.10 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Per la commissione antimafia la ‘ndrangheta è la più robusta e radicata organizzazione, diffusa in tutta la Calabria e nel Centro-Nord, in Europa e in altri Paesi stranieri importanti per il narcotraffico
Nasce a metà 1800 da organizzazioni criminali in provincia di Reggio Calabria, dove ha il suo regno anche se si sta diffondendo ovunque
E’ la più forte e pericolosa organizzazione criminale italiana. In Calabria ha 155 clan (cosche o 'ndrine), con 6.000 persone dedite al crimine. Condiziona la società con la forza delle armi, controlla l’economia e ricicla denaro sporco, quello che lo scudo fiscale oggi ha ripulito e il processo breve domani renderà impunibile; ma questo Maroni non l’ha detto
Le cosche controllano impresa, commercio e agricoltura, e comprano i politici locali e regionali
Il giro di affari è di 44 miliardi di euro (Eurispes), il triplo di una finanziaria
Malgrado ciò, nel territorio di Rosarno (160.000 abitanti) non c’è nemmeno una sede di polizia ed è ovvio che il crimine si realizza molto meglio se lo Stato è assente. Con meno controlli, pattugliamenti e perquisizioni, è molto più facile intraprendere atti e traffici illeciti, eliminare cosche rivali, comprare o intimidire funzionari e creare una rete di potere assoluta
Qualunque problema ci sia, il cittadino deve capire che può rivolgersi solo alle cosche.
La struttura della ‘ndrangheta è stata paragonata a quella di Al Qaeda.
E’ difficile trovare pentiti nella ‘drangheta, perché sono tutti parenti. Ogni famiglia ha pieni poteri oltre che controllo sulla zona e sul territorio che le appartiene, in cui opera con la massima tranquillità.
I tagli alla Finanziaria di Tremonti che ha stroncato le forze di polizia per 3 miliardi fanno il gioco della ‘ndrangheta
Perché nei tg non si è detto questo? Perché nemmeno una parola sull'Italia consegnata al crimine? Perché tutti tacciono sull'assenza inquietante dello Stato?

viviana v., Bologna Commentatore certificato 10.01.10 06:46| 
 |
Rispondi al commento

A Rosarno criminalità e subcultura vanno avanti da anni, da molto prima dell’arrivo dei migranti 10 anni fa, e la rivolta era inevitabile. Che questo avrebbe fatto il gioco dei peggiori era anch’esso fisiologico. Lo stesso sono rimasta disgustata da come certi abbiano preso pretesto per accanirsi sulle vittime, in particolare come questo sia stato fatto dal Min. degli Interni Maroni e da Napolitano, che non ha avuto una parola per chi è stato trattato da schiavo, sfruttato, trattato come una bestia, insultato, pestato, sparato persino. Non una parola sulle vittime. Napolitano ha deplorato la rivolta, quella che può sciupare l’auto di qualche borghese o disturbare qualche negoziante. Maroni ha detto che i migranti erano stati tollerati abbastanza, come se lo sfruttamento fosse qualcosa su cui infierire ancora e non qualcosa da cui uno stato sano si deve guardare.
Nessuno dei tg ha detto che la ‘ndrangheta che domina Rosarno è una delle associazioni criminali più forti del mondo o che lo Stato qui non ha messo nemmeno una sede di polizia o che è la ‘ndrangheta che tiene ferma qui la Salerno-Reggio Calabria, che ha introdotto lo schiavismo con grave danno per l’agricoltura sana, e che in essa c’è tutto: dagli scafisti, al commercio vile sui migranti, alla droga, alla corruzione politica (Comune sciolto per infiltrazione mafiosa). Nessuno ha parlato del sindaco Valarioti che fu ucciso appena eletto o dice che i rosarnesi sono gli stessi che hanno votato famiglie mafiose e che i loro giovani partecipano indisturbati al pestaggio del nero o che qui 6 migranti sono stati uccisi e il numero di gente ammazzata è enorme e tuttavia lo Stato latita, o. L’attenzione dei media ha colpito ancora una volta i più miseri, ha colpevolizzato le vittime.
Nessuno per Rosarno ha ricordato di quanto le leggi di B favoriscano i mafiosi, dallo scudo fiscale al processo breve, dal veto alle intercettazioni all’attacco ai giornalisti.
Il nero dei neri ha coperto tutto.

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 10.01.10 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Tra la fine degli anni sessanta e l’inizio degli anni settanta il fratello di mio padre e il fratello e la sorella di mia madre con il loro carico familiare lasciarono San Giorgio a Cremano per cercar miglior fortuna.
I più fortunati, almeno all’apparenza, trovarono la loro stabilità ai margini della città eterna in quel quartiere Alessandrino, zona Casilina, dove si parlava calabrese, napoletano, siciliano e altri idiomi dell’Italia disotto.
Gli altri vissero le difficoltà di chi deve abituarsi a vivere in un posto dove la tua lingua è pressoché sconosciuta: Lancaster Pennsylvania terra di Amish e Mormoni.
Le loro sono storie d’immigrati di lusso. Tutti i miei cugini americani hanno frequentato l’università e in funzione delle loro capacità e determinazione si sono brillantemente inseriti nella realtà sociale statunitense.
Eppure nei loro ricordi, di quando erano bambini, affiora talvolta il disagio di essere stati dei diversi, soli, sperduti in un paese che comunque ha fatto della diversità, dopo un lungo cammino di sofferenze, un valore, un fattore competitivo.

Pensate alla sofferenza, al senso di smarrimento, alla solitudine di questa moltitudine di senza speranza che dal loro paese giungono nel “Bel Paese” per essere umiliati come o peggio degli animali con cui dividono spesso la stessa infame sorte.

Sono le storie che ci sfiorano di Castelvolturno o quelle ancora più tristi del canale di Sicilia e quelle di Rosarno con la caccia all’immigrato.,
Penso a questi giovani come a dei miei cugini molto meno fortunati e il senso d’impotenza mi da inquietudine, non mi fa dormire e lo stesso scrivere qui seduto nel tepore di casa mi porta una cupa sensazione di tormentosa, sconfinata solitudine e di distacco da ogni cosa.

Ho lasciato poco fa un libro che mi ha “forzatamente e opportunamente” richiamato ad una nuova lettura:

“Dove mai ho letto che un condannato a morte, un'ora prima di morire, diceva o pensava che, se gli fosse toccato vivere in qualche

cesare ceraso 10.01.10 02:48| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che quello che hanno fatto gli immigrati non lo giustifico (anche se qualunque schiavo prima o poi si ribella) perchè magari ci saranno andate di mezzo persone che non c'entravano niente e da un punto di vista logico non mi pare che si potranno attirare le simpatie della popolazione. I fatti lo dimostrano: SE NE SONO DOVUTI ANDARE. Tuttavia, qualche tempo fa il tg 3 Regione si era occupato delle condizioni disumane degli immigrati (la polveriera). Qualche giorno fa sul tg 3 regionale hanno mandato in onda un servizio sulla crisi degli agrumi nella piana di Gioia T. (l'innesco). Quindi qualche giorno dopo sparano a due immigrati (la miccia) cui segue la rivolta (l'esplosione). Il min. Interno dice "troppa tolleranza" (ovviamente verso gli immigrati schiavi e non verso gli sfruttatori) quindi situazione d'emergenza che giustifica interventi d'emergenza (arrivano i nostri artificieri). Ecco un bel modo per liberarsi di una manodopera che non serve più e che finora nessuno aveva notato. Adesso sono clandestini e prima????? quando raccoglievano agrumi olive e pomodori. Nessuno li vedeva???????? Lo Stato in divisa pulisce tutto. Un perfetto schema da "strategia della tensione" da applicare quando ad ogni tensione sociale si vuole rispondere con le ragioni della forza piuttosto che intervenire alla radice. Però, bisogna riconoscere che questi conterranei 'ndranghetisti non hanno dimenticato i begli anni '70.

carlo s. 10.01.10 01:51| 
 |
Rispondi al commento

PROBABILMENTE NESSUNO (OVVIAMENTE PERCHE' FA COMODO) RICORDA IL REPORTAGE DI FABRIZIO GATTI SUI RACCOGLITORI DI POMODORI NEL SALENTO...
IL PROBLEMA NON E' NUOVO.
PERO' LA COSA NON RIGUARDA CERTO I MINISTRI LEGHISTI (CHE, ROMA LADRONA PER ROMA LADRONA MAGNANO 20.000 € AL MESE)PERCHE' COME TUTTI GLI ALTRI NOSTRI POLITICI, MENTRE VI SCRIVO SARANNO A GOZZOVIGLIARE NEI RISTORANTI PIU' "IN" GRAZIE AI SOLDI CHE HANNO PRESO DALLE NOSTRE CASSE...
EH, TROPPA TOLLERANZA VERSO GLI IMMIGRATI!
E QUANTA TOLLERANZA VERSO I POLITICI TESTE DI CAZZO!

Michele Lucchini 10.01.10 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La ' nostra ' Italia, se ne è andata da un pezzo. Che vogliamo difendere più, specialmente dal momento che i principali nemici stanno a Roma e non all' estero? La nostra situazione nazionale, non è arrivata a questo degrado per puro caso: la casta, ha voluto venderci al miglior offerente estero , quindi: Lasciate ogni speranza, o voi che sperate ancora di salvare il salvabile. A parte il fatto che non ho capito bene, se dobbiamo integrarci noi o chi è venuto senza essere chiamato ...e fa lo strafottente con chi , in questa nazione ci è nato.
Ah, a proposito, ho letto un editoriale di Prodi.
A sentir costui, l'immigrazione è stata ed è una benedizione, in quanto gli Italiani, non fanno più tanti figli come una volta. In compenso, una donna musulmana , trattata con tutti i riguardi, entro 5 , 6 anni, aumentera' di 5 -6 figli, la numerosa popolazione di questo Paese.
Un 'altra cosa: i musulmani, non si integreranno mai,del tutto con noi per il semplice fatto che, a loro avviso, gli infedeli, saremmo noi

Ireneo G., Fermo Commentatore certificato 10.01.10 00:21| 
 |
Rispondi al commento

i nostri commenti sono tutti degni di considerazione, sono felice di leggerli ma restano li senza nessun seguito.La mia non vuole essere un'istigazione, è solo che c'è tanta rabbia perchè vuol dire che non sono da sola a pensare che si specula sulla povera gente e si continuerà a farlo; fossi sola pazienza penserei alla fine di avere un disturbo mentale, ma siamo tanti e allora coraggio, io ci sono potete contare su di me,forse tutti insieme possiamo fermare questa massa di farabbutti che ci manipola e pensa che il popolo italiano è una massa di "coglioni". Forza gente, forza, siamo noi i primi che ci dobbiamo credere.

barbara sabatini 10.01.10 00:03| 
 |
Rispondi al commento

Hei hei cuante belle parole è fin troppo facile dire e fare che gli italiani sono razisti, ma cuesti africani irregolari che pagano la mafia per arrivare in Italia a suon di dollari che si prostituiscono agli imprenditori italiani per pochi centesimi sta minando il mio stato socio economico lavorativo dalle fondamenta, e non sono solo loro sono una variegata fascia di etnie mondiali che si concentrano in alcune regioni d'Italia ed e ovio che scoppia la rissa, ed i media non fanno altro che stizzare il fuoco lasciando parlare solo i borghesi benestanti che danno chicche di moralita, e allora che diano un esemppio tangibile che se li prendano a casa loro, vaticano intesta dato che è facile dire di aiutare tutti, ma è solo utopia allo stato puro.

Roberto S 09.01.10 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Prima Castelvolturno adesso Rosarno, grazie emigrati! Salvateci Voi da questa feccia. A malincuore constato che i miei connazionali del sud (Calabria) insorgono contro dei poveracci , sfruttati e schiavizzati e si dimenticano che i loro avi hanno subito la stessa sorte non solo in un Paese straniero, ma soprattutto nel loro Paese, nel Nord Italia, vergogna!Anziché mobilitarsi contro la ndrangheta sparano a della povera gente. Uniamoci agli emigrati é ora di fare una vera e propria rivoluzione, non ne possimao piú ! Buonanotte a tutti Luigi da Praga

Luigi P., Praga Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 23:47| 
 |
Rispondi al commento

beppe,
ho conosciuto l'iniziativa dello sciopero degli immigrati del 1 marzo 2010 http://primomarzo2010.blogspot.com . io dico che bisogna appoggiarla al 100%, unire a loro tutto il nostro popolo, chissa forse noi non abbiamo più le palle per andare a trovare con i forconi tutta la cricca che ci governa, ma sotto la spinta propulsiva di questi nuovi italiani possiamo trovare il coraggio.

Beschia Blu Commentatore certificato 09.01.10 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Boicottare gli aranci della ndrangheta ....non comprate le arance calabresi..
Comprate agrumi spagnoli, tunisini...quello che volete.....fatela pagare a questa regione di ingordi schiavisti e briganti...

Verogna vergogna 09.01.10 23:30| 
 |
Rispondi al commento

PER LA MISERIA !!!
quand'è che il governo e la polizia si decide a fare il suo lavoro, invece di rompere i "ciglioni" ai poveracci, colpisca i grandi e principali (forse unici) colpevoli.
Il lavoro nero è SCHIAVISMO e come tale va perseguito: 10 anni di carcere.

INNAZIU Z. Commentatore certificato 09.01.10 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Il tuo commento:
"Non c'è mai un cz da dire, hai sempre ragione, beppe.
Sei il migliore.
Le tue parole sono improntate a pp. immortali, sembri un illuminato in un
clima da novissimi.
Spero soltanto che tali parole corrispondano,in questo mondo di egoisti e
ipocriti, a cio' che realmente pensi.
Avresti potuto seguire la strada dell'allineamento, della piaggeria à la
Fede o à la Sgarbi, ma ti sei inimicato l'establishment,da Snremo in poi, in nome delle tue idee.
Questo ti fa onore.
Dall'altra sponda politica, pero', si insinua che il tuo schierarti sempre
dalla parte di chi è piu' debole sia puramente strumentale e che anche tu,
come Berlusconi (che secondo molti ha almeno il "pregio" di avvisarti
preventinamente che sta per mettertelo nel culo) finisci x prenerci x i fondelli e x marciare sopra alle disgrazie
di extracomunitari, precari, disoccupati,sottoscrittori di fondi pensione ed ex azionisti Parmalat, lav morti di tumore per colpa
degli inceneritori e pvc.
In effetti, oggidi', credere in ql.no o ql.sa significa essere dei novelli
Jacques Bonhommes, degli inguaribili sognatori, meglio dire dei gran c..
A me "Nanocurie" Berlusconi, Schifani, Sgarbi,Brunettolo, Fede, Liguori e
Feltri (il braccio violento della non-legge), come del resto il Tronchetto,
Tanzi, Al Fano e Maroon Five fanno venire il vomito.
Ma come mai hanno la maggioranza?
Spero vivamente che tu e Kriptonite siate diversi. Altrimenti, ognuno x se'
e dio x tutti.
PS- anche di pietro si sta dimostrando antropologicamente affine ai destrorsi piu' conservatori: in economia (e forse anche in tema di ordine pp) le sue idee sono molto vicine a qulee della destra. come fa ad applaudire alla semplificazione del fisco? Una tal misura va a beneficio soprattutto a chi possiede redditi da capogiro (33% di aliquota IRPEF, ovvero il paese della cuccagna per i vari Valentino Rossi, Briator, Berlusca etc); risultato: servizipp. essenziali ridotti aiminimi termini.
Ciao.
Riccardo - Savona"

riccardo ivani, savona Commentatore certificato 09.01.10 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Io capisco le loro sofferenze di questi neri, e lo sfruttamento non lo trovo giusto neanche io ne per noi italiani ne per loro, capisco che anno bisogno di guadagnarsi un pezzo di pane per lo e per i loro figli allo stesso modo come noi. La verità è che in tutta italia succede questo, non solo in Calabria dove i datori di lavoro sono immischiati con la camorra o la ndrangheta o altro che sia, queste cose succedono anche dove la ndrangheta o la camorra o la mafia non c'entra nulla, il vero motivo è perchè per una grossa percentuale di datori di lavoro, fa comodo trovare un fesso disposto a stare zitto e chiotto e non ribellarsi e che lavora (non come un essere umano) ma come un somaro bastonato o come uno schiavo PER 1 EURO ALL'ORA O POCO PIU', siccome gli italiani conoscendo il vizio della bestia; 1) non si fa maltrattare come i neri; 2) secondo voi si può accettare di lavorare per 1 euro l'ora o poco più quando non si riesce ad andare avanti neanche dove si guadagna 6 euro l'ora (tariffa oraria che + o meno anno le cooperative di pulizie? Invece di ricevere gli aumenti di stipendio gli italiani che il costo della vita aumenta tutti i gioni come famo noi a guadagnarci un pezzo di pane affinchè queste aziende, italiane, trovano dei cretini disposti a lavorare per 2 soldi? Affinche questi neri non si sciacquano dalle palle noi invece che chiedere un piccolo aumento, peggio ancora rimarremo disoccupati
E come se non bastasse sia al datore di lavoro e sia l'operaio nero fa comodo a tutti e due Il nero (clandestino) accetta di lavorare per 2 euro l'ora perchè sennò il padrone lo denuncia e il clandestino affinche non ha il permesso di soggiorno gli conviene stare zitto, il datore di lavoro gli conviene lo stesso perchè facendolo lavorare a nero risparmia i soldi dei contributi, d'accordo zitto tu e zitto anch'io e cosi andamo avanti. Adesso che anno trovato i fessi che lavorano per 2 lire, vaglieli a togliere i neri ai datori di lavoro se siete capaci si rivoltano...

Silvana Bighi 09.01.10 22:48| 
 |
Rispondi al commento

La scelta più giusta non è quella di lasciare da soli i lavoratori immigrati alle loro lotte, pensando che la richiesta dei loro diritti sia solo loro: molto spesso ci si chiede che cosa è un partito; la risposta è un'organizzazione, dove chi è iscritto si organizza, appunto, secondo il suo statuto e vigila sui dirigenti di quell'organizzazione. Perchè in Italia siamo arrivati a questo punto? Il PCI era un partito in cui si organizzavano i lavoratori, chi più, chi meno coscienti, ma prendevano delle decisioni, discutendo insieme; la bolognina è avvenuta per non permettere alla base di riuscire ad organizzarsi, visto che il PCI era diventato ingestibile per i dirigenti che cogliendo la palla al balzo della fine del "COMUNISMO REALE" in Russia come lo autodefinivano e lo definiscono tutt'oggi vari "illuminati" borghesi. Il sistema dello sfruttatore e dello sfruttato non va bene a nessun lavoratore, ma per opporsi allo status quo bisogna lottare insieme, con delle rivendicazioni che siano la sintesi della messa in discussione del capitale privato. Lottare ogni giorno è faticoso, ma se si è da soli... Lottare in 2 diventa già la metà del lavoro... Lottare solo gli italiani è meno faticoso... Lottare tutti gli sfruttati nel mondo non è più faticoso.
Quella di Rosarno è diventata una situazione insostenibile perchè non si è guardato al di fuori del colore della pelle, se fosse stato diverso si sarebbe incominciata la vera lotta alla mafia. Questa non è carità pelosa, ma il mio punto di vista, lavoratore che lotta tutti i giorni su più fronti insieme ai suoi compagni e a chiunque voglia la vera giustizia e creda ad una realtà diversa

Matteo Parlati 09.01.10 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Non so da dove sia cominciata questa rivolta, ma se io parcheggio la mia auto per strada e qualcuno me la brucia con chi me la devo prendere? Di certo questi immigrati al loro paese stanno ben peggio di come stanno qui, altrimenti ci tornerebbero subito, con la differenza è che se al loro paese si azzardano a fare le barricate in mezzo alla strada li sparano in fronte. Quindi? dobbiamo considerarli degli eroi perchè nel paese del bengodi si ribellano? se tra tutti quelli che vengono sfruttati si ribellassero in questo modo, forse ci sarebbero meno sfruttati certo, ma gli incolpevoli cittadini che si troverebbero con dei danni incolpevolmente come dovrebbero reagire? Inoltre è inutile che insistiamo: NON C'E' PIU' TRIPPA PER GATTI, non possiamo ospitare tutti, tranne quelli che vengono sfruttati a questo modo. Basta con gli appelli dei buonisti, se li prendano a casa loro gli immigrati, sono troppi. La crisi c'è anche per loro.

andrea mainardi 09.01.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento


BOICOTTIAMO LE ARANCE INSANGUINATE DELLA 'NDRANGHETA.

CAMPAGNA "NO AGLI AGRUMI DI ROSARNO"

Marina G. 09.01.10 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Oggi gli immigrati sono scappati o sono stati portati via da Rosarno
Le arance sono rimaste sugli alberi e nessuno le raccoglierà
finché cadranno a marciranno
Chi è lo stolto che aveva detto che era colpa dei neri se le paghe erano calate a 20 euro al giorno meno i 7 per il caporale, rovinando le paghe degli italiani, come se non si sapesse che è sempre la 'ndrangheta che guadagna sui barconi
Ora i migranti non ci sono più
E nessun italiano si è è offerto a raccogliere le arance
Un intero raccolto è andato perduto
Finché il prossimo anno non arriveranno disgraziati nuovi

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Saviano
Se tutti gli immigrati diventano criminali, le bande criminali riusciranno a sentirsi come i loro rappresentanti e non ci sarà documento o arrivo che non sia gestito da loro. La mafia ucraina monopolizza il mercato delle badanti e degli operai edili, i nigeriani della prostituzione e della distribuzione della coca, i bulgari dell'eroina, i furti di auto di romeni e moldavi. Ma questi sono una parte minuscola delle loro comunità e sono allevate dalla criminalità italiana. Nessuna di queste organizzazioni vive senza il consenso e l'alleanza delle mafie italiane. Nessuna di queste organizzazioni vivrebbe una sola ora senza l'alleanza con i gruppi italiani. Avere un atteggiamento di chiusura e criminalizzazione aiuta le organizzazioni mafiose perché si costringe ogni migrante a relazionarsi alle mafie se da loro soltanto dipendono i documenti, le abitazioni, persino gli annunci sui giornali e l'assistenza legale. E non si tratta di interpretare il ruolo delle "anime belle", come direbbe qualcuno, ma di analizzare come le mafie italiane sfruttino ogni debolezza delle comunità migranti. Meno queste vengono protette dallo Stato, più divengono a loro disposizione. Il paese in cui è bello riconoscersi - insegna Altiero Spinelli padre del pensiero europeo - è quello fatto di comportamenti non di monumenti. Io so che quella parte d'Italia che si è in questi anni comportata capendo e accogliendo, è quella parte che vede nei migranti nuove speranze e nuove forze per cambiare ciò che qui non siamo riusciti a mutare. L'Italia in cui è bello riconoscersi e che porta in se la memoria delle persecuzioni dei propri migranti e non permetterà che questo riaccada sulla propria terra.

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Dice Saviano: La popolazione africana ha immesso nel tessuto quotidiano del sud Italia degli anticorpi fondamentali per fronteggiare la mafia, anticorpi che agli italiani sembrano mancare. L'omertà non gli appartiene e neanche la percezione che tutto è sempre stato così e sempre lo sarà. La necessità di aprirsi nuovi spazi di vita non li costringe solo alla sopravvivenza ma anche alla difesa del diritto. E questo è l'inizio per ogni vera battaglia contro le cosche. Per il pubblico internazionale risulta davvero difficile spiegarsi questo generale senso di criminalizzazione verso i migranti. Fatto poi da un paese, l'Italia, che ha esportato mafia in ogni angolo della terra, le cui organizzazioni criminali hanno insegnato al mondo come strutturare organizzazioni militari e politiche mafiose. Che hanno fatto sviluppare il commercio della coca in Sudamerica con i loro investimenti, che hanno messo a punto, con le 5 famiglie mafiose italiane newyorkesi, una sorta di educazione mafiosa all'estero. Oggi, come le indagini dell'FBI e della DEA dimostrano, chiunque voglia fare attività economico-criminali a New York che siano kosovari o giamaicani, georgiani o indiani devono necessariamente mediare con le famiglie italiane, che hanno perso prestigio ma non rispetto. Altro esempio eclatante è Vito Roberto Palazzolo che ha colonizzato persino il Sudafrica rendendolo per anni un posto sicuro per latitanti, come le famiglie italiane sono riuscite a trasformare paesi dell'est in loro colonie d'investimento e come dimostra l'ultimo dossier di Legambiente le mafie italiane usano le sponde africane per intombare rifiuti tossici (in una sola operazione in Costa D'Avorio, dall'Europa, furono scaricati 851 tonnellate di rifiuti tossici). E questo paese dice che gli immigrati portano criminalità?

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Saviano dice che chi racconta che l'arrivo dei migranti sui barconi porta valanghe di criminali, chi racconta che incrementa violenza e degrado, dimentica che le 2 più importanti rivolte spontanee contro le mafie, in 10 anni, in Italia, non sono partite da italiani ma da africani. Sono loro che hanno insegnati agli italiani la dignità dimenticata. La camorra ha ucciso un numero impressionante di italiani. Ma nessuna protesta. Nessun italiano scende in strada. Finché centinaia e centinaia di immigrati occupano le strade e gridano italiani la loro indignazione. Ci sonoo incidenti. Il giorno dopo riparano loro stessi i danni arrecati.
Rosarno è uno di quei paesi del sud in mano alle cosche con un sottosviluppo cronico, ma qui le 'ndrine, fatturano cifre paragonabili al PIL
La cosca Pesce-Bellocco di Rosarno ricicla il danaro della coca nell'edilizia a Bruxelles, ci mette 30 milioni di € a settimana. Nel dicembre 2008, due lavoratori ivoriani vengono feriti, uno dei due è in gravissime condizioni. La sera stessa, centinaia di migranti si radunano per protestare. I politici intervengono, fanno promesse vane. Ma due giorni dopo il colpevole viene arrestato e il movente è violenza a scopo estorsivo alla comunità degli africani. Prima si era ribellato solo Peppe Valarioti, che in piazza disse: "Non ci piegheremo", e come vinse le elezioni comunali lo ammazzarono. Nessuno qui si ribella. Solo gli africani lo fanno. E facendolo difendono la cittadinanza per tutti i calabresi, per tutti gli italiani. Difendono il diritto di lavorare e di vivere dignitosamente e difendono il diritto della terra.
L'agricoltura era una risorsa fondamentale che i meccanismi mafiosi hanno lentamente disgregato facendola diventare ambito di speculazioni criminali. Gli africani che si sono rivoltati erano tutti venuti in Italia su barconi. E si sono ribellati tutti, clandestini e regolari. Sulla rivolta di Rosarno dal titolo “Gli africani salveranno Rosarno. E, probabilmente, anche l'Italia"

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 21:33| 
 |
Rispondi al commento

W LA RIVOLUZIONE DEI LAVORATORI CLANDESTINI DI ROSARNO

Stavo andando al lavoro quando a un certo punto il mio capo mi chiama per dirmi di passare prima da casa sua. Così sono passato da lui e mi sono preso una bicicletta. Ero sulla strada per andare al lavoro quando sono stato raggiunto da due persone in motocicletta mi hanno picchiato con un grosso bastone. Allora sono caduto. Nel frattempo la persona per cui lavoro ha chiamato l’ambulanza e poi mi ha accompagnato qui all’ospedale. Io non ho fatto niente.

http://citipunk.blogspot.com/


citipunk elettroproletariato 09.01.10 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe vedere da parte degli abitanti di Rosarno e della Calabria intera prendere a fucilate tutti i mafiosi locali. Strano ma la n'drangheta (nomi persino impronunciabili in un paese italiano)vive in ognuno di loro tramite parenti amici che hanno sempre gestito il potere a fronte di connivenze secolari.
io a fucilate prenderei i Calabresi e sicuramente manderei a casa ed in galera ch non rispetta le leggi tra cui anche coloro che sfruttano il lavoro nero.

enrico grassi 09.01.10 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, bellissimo post, come da tempo non ne leggevo.
Ci aggiungo uno stralcio dal libro "Servi“ di Marco Rovelli, che parla proprio dell'immigrazione a Rosarno:

Il lunedì mattina, sugli autobus che portano a scuola, i ragazzi si fanno il reportage dei rispettivi pestaggi, sono motivi di vanto, di onore; a misurare il numero delle croci sul petto. Ci sono tecniche per linciare un nero. Anzitutto, evidentemente, essere in gruppo. Poi appostarsi nei luoghi strategici, dove sei obbligato a passare se vuoi andare da un punto all’altro del paese”.
Italia 2010...l'anno della vergogna!

franco a., genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 21:02| 
 |
Rispondi al commento

http://www.guardian.co.uk/world/2006/dec/19/italy.ethicalliving

Un articolo, in inglese, pubblicato in prima pagina sul Guardian il 19/12/2006 che gia' allora denunciava la situazione disperata di questi poveri sfruttati di Rosarno la cui condizione veniva gia' allora definita come peggiore di quella di un campo profughi.

Il seguente brano dell'articolo (tradotto dall'originale) e' molto interessante:

L'appena eletto sindaco di Rosarno, Carlo Martelli di Forza Italia, partito di Silvio Berlusconi, ammette che i migranti "vivono in condizioni disumane" ma dice che le istituzioni nazionali preferiscono chiudere un occhio perche' l'economia agricola crollerebbe senza di loro. "Ufficialmente non potrei aiutarli, sono qui illegalmente e dovrei chiamare la polizia per farli rispedire nei loro paesi. Questo e' un problema europeo, noi siamo la nuova frontiera". Il sindaco ha comunque promesso la ONG Medici Senza Frontiere che rimuovera' l'immondizia dalle fabbriche e dice che intende comprare la vecchia cartiera e trasformarla in un hotel per migranti. "Sara'completamente illegale ma sono disposto a farlo per aiutare"

The newly-elected mayor of Rosarno, Carlo Martelli from Berlusconi's Forza Italia party, admits the migrants are "living in inhuman conditions" but says the national institutions prefer to turn a blind eye because the agricultural economy would collapse without them. "Officially I can't help them, they are here illegally and I should call the police and get them sent home. This is a European problem, we are just the new frontier." He has, however, promised MSF he will clean the rubbish from the factories and says he is considering buying the old paper factory to turn it into a hotel for migrants. "It will be completely illegal but I am prepared to do this to help."

Forse lo Stato e' morto davvero.


pasquale 2. Commentatore certificato 09.01.10 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Io sono di Gioia Tauro, città a soli 8 km da Rosarno e ne ho davvero le palle piene di tutto questo schifo. Voglio esprimere la mia piena solidarietà ai migranti, così come voglio esprimerla ai cittadini rosarnesi, alla parte buona di Rosarno che si è ritrovata in mezzo ad una guerra alimentata palesemente dalle organizzazioni mafiose. Condanno la violenza da ambo le parti e mi metto nei panni di gente comune come me che si è magari ritrovata l'auto distrutta o i figli scioccati da scene in stile Beirut. Però non possiamo non immedesimarci in quella povera gente che arriva da un altro mondo, credendo di trovare il paradiso, un posto dove lavorare e guadagnare qualche soldo da mandare alle famiglie. Invece trovano un inferno peggiore di quanto io possa descrivere, fatto di fame, freddo, umiliazioni e maltrattamenti. Questa gente è arrivata davvero al limite!!! BASTA BASTA BASTA, Lo stato deve dare una risposta, seria, concreta e democratica.....ah già dimenticavo.... siamo in Italia!

Antonio R. 09.01.10 20:46| 
 |
Rispondi al commento

GIUSY FERRERI - MA IL CIELO E' SEMPRE PIU' BLU (NUOVO SINGOLO)


http://www.youtube.com/watch?v=397AsM-JVzE

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 20:23| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=BUa_c1C4NKY&feature=related

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 20:16| 
 |
Rispondi al commento

http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna¤tArticle=P7LB3

Intervista di Angela Napoli ( ex dda reggio calabria) sui fatti di rosarno

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 09.01.10 20:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=V6P4n5dxNs0


Banlieues i giorni di Parigi

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Ha detto giustissimo Signor Beppe! Ripeto giustissimo!
E' verissimo, e non solo per quanto riguarda la Calabria, ma in tutte le regioni d'Italia, è cosi, è verità santissima!
Lei ha capito che qui non è una questione di razzismo o il colore della pelle, ma purtroppo ci sono degli Italiani che non arrivano a capire il vero problema di fondo tra italiani e immigrazione e quindi questa gente che purtroppo il cervello non gli permette di arrivare a capire certe cose? Ci danno esclusivamente dei razzisti e nient'altro.

Silvana Bighi 09.01.10 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Non solo le mafie:

Non solo le mafie ITALIANE approfittano di "manodopera a basso costo"

Infatti la Cina produce merci a basso costo(come fà lo si sà)e le distribuisce nel nostro paese con migliaia di immigrati senza pagare il dovuto al paese(territorio) dove esercitano.

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 19:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mha !

Tanto lunedì ci sarà travaglio...........................

giovanni m., Speranza Commentatore certificato 09.01.10 19:50| 
 |
Rispondi al commento

qualsiasi persona di questo mondo nella DISPERAZIONE HA TUTTO IL DIRITTO DI INCAZZARZI E DI REAGIRE COME MEGLIO CREDE...........è la STORIA che ce lo insegna non io.....AUGURI A tutti...
fabio n., lecce
--------------------------------------------------
hahahahahahahahahah Quasiasi persona ha il diritto di reagire come meglio crede in casi di disperazione? Questo ce lo insegna la storia? Quale storia? La storia di un'umanità giunta sull'orlo del fallimento vorrai dire. Adesso, solo perchè c'è gente che prima ha appoggiato i fautori del loro disastro e poi, trovandosi nel disastro finiscono in disperazione, singifica che hanno il diritto di usare la violenza nei confronti di poveri esseri umani che si accontentano di pochi euro pur di portare un tozzo di pane a casa? Esseri umani che hanno molta più dignità di tanti italiani. Esseri umani che si accontentano di poco pur di vivere nell'onestà e pur di guadagnarsi la giornata. Esseri umani che hanno il coraggio di ribellarsi a chi cerca di limitare i loro più elementari diritti. Hanno il coraggio persino di ribellarsi in una terra dominata dalle organizzazioni criminali, cosa che gli stessi cittadini di quella terra non fanno. Perchè i calabresi non reclamano contro coloro dai quali vengono oppressi da una vita? Se la prendono con della poverà gente in cerca di un briciolo di vita migliore. Gente che vive nelle condizioni più degradanti, cosa che molti italiani non farebbero mai! ABBIATE RISPETTO PER CERTA GENTE E CHIUDETTE IL BECCO, ALMENO CI FATE PIU' BELLA FIGURA...!

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 19:49| 
 |
Rispondi al commento

grazie beppe ancora una volta esprimi in modo completo quello che da anni penso.

dario laurenti 09.01.10 19:41| 
 |
Rispondi al commento

I "NERI" d'AFRICA non li vinci con questa facilità:

Visto, cosa hanno fatto in Francia?

E che da millenni vengono schiavizzati.....!

E visto che ormai sono un Popolo destinato (se non si ribellano) a sparire tra malattie ;povertà,...ecc ecc..

Cari ragazzi i Popoli che hanno più bisogno hanno anche meno voglia di vivere...quindi meno paura di perdere ciò che hanno in questa vita (cioè nulla)...gli rimane la rabbia e il coraggio di sfidare la "MORTE"...quindi chi pensa di poter manovrare la rivolta x altri fini ,si ritroverà con un Popolo compatto che vorrà combattere "HASTA" la morte.

X quanto mi riguarda "MI" tolgono lavoro x me e i miei Figli.

Mah!!!(c'è sempre un mah!!).....

Anche loro hanno FIGLI, e che devono fare ??????

é la comunità mondiale che non è all'altezza dei tempi....con tutto il sapere scientifico...dovremmo vivere TUTTI con "AGIO" sereni ,"felici",


MAVAFFANCULO MONDO.

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualsiasi persona di questo mondo nella DISPERAZIONE HA TUTTO IL DIRITTO DI INCAZZARZI E DI REAGIRE COME MEGLIO CREDE...........è la STORIA che ce lo insegna non io.....AUGURI A tutti...

fabio n., lecce Commentatore certificato 09.01.10 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusate un attimo! Ma qui c'è chi si fa problemi su dei cittadini provenienti da paesi del terzo mondo in cerca di fortuna, che si adattano ai peggiori lavori e alle peggiori condizioni di vita per pochi euro, e non andiamo a guardare a fior di aziende italiane che assumono in perfetta regola dei cittadini stranieri in qualità di lavoratori interinali al posto di occupare tanti italiani senza lavoro?
E ce ne sono...! Ce ne sono...............!

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Anche la puerpera Maria Stalla Germini vuole dare il suo contributo contro l'uomo nero:
Fissato tetto massimo del 30% di immigrati nelle classi scolastiche italiane, gli altri a mare!

A breve, 10, 100, 1000 e più Rosarno...

elisabetta c. Commentatore certificato 09.01.10 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque stà isola felice nordista non la vedo.
Qui c'è gente che ha trasformato l'appartamento in un carcere.
C'è sicuramente più lavoro qui.
MA E' UN FATTO INNEGABILE.
CHE C'E' UNA SPECULAZIONE MASSICCIA DELLE IMPRESE SUL LAVORO TERZISTA DEGLI EXTRACOMUNITARI.
I CINESI FANNO TUTTO "IN CASA".
I RUMENI SONO QUELLI ORA CHE ORA VANNO DI MODA.

L'Italiano è casomai l'utilizzatore finale.
Imprenditore e non consumatore.
Perchè nella filiera di questo caporalato moderno si sono inseriti gli extracomunitari regolari.

Visto che si invoca la realtà
Questa è una realtà "nordista".
E il lavoro stagionale agricolo ESISTE.
I problemi nascono a stagione finita.

Gli agricoltori OLTRE CHE ESSERE EVASORI TOTALI SONO ANCHE CORRESPONSABILI DELLA SITUAZIONE.

E' il caso di ripetere che:
I PREZZI AL CONSUMO NON SONO CALATI!

La marmellata costa sempre uguale.
Attenuanti si fà fatica a trovarne.

Saluti

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 09.01.10 19:15| 
 |
Rispondi al commento

LA FILIERA AGROALIMENTARE e la specifica dei costi singoli di un prodotto sono, senza ombra di dubbio, una delle cause principali della situazione che si è venuta a creare a Rosarno ma chè in procinto di esplodere in centinaia di realtà di produzione ortofrutticola in Italia.
Tralasciamo per un attimo il discorso mafia, caporalato ecc.. di cui si è già detto. Il produttore, in questo caso il contadino, viene sottoposto al ricatto dei bassi costi dei prodotti da parte dell'industria che fanno dei veri e propri cartelli imponendo i prezzi bassi alla materia prima. Il prezzo è questo, se non ti sta bene lascia il prodotto a marcire sul campo. Su 1 Kg di pomodori che paghiamo al dettaglio 2-3 euro il produttore percepisce 10-20 cent il che significa il 5-6% del costo della materia prima. Prima di arrivare sul banco del fruttivendolo, a volte, subisce otto passaggi di mano. Quindi, se vogliamo ridare dignità al produttore ed alla manodopera che opera sui campi è necessario intervenire sui costi della filiera con delle regole ferree.
-Il costo sui banchi della distribuzione non può superare un tot percento rispetto a ciò che percepisce il produttore.
-Fatto cento il costo del prodotto i profitti andranno così distribuiti: x per il produttore, y per i rimanenti costi della filiera.
-Chi non rispetta le regole sanzioni pecuniarie e nei casi gravi sanzioni penali.
Tre regole molto semplici che permetteranno ai produttori di poter e dover regolarizzare la manodopera. La conseguenza sarà immediata; si darà dignità al produttore e si eliminerà lo schiavismo dei prestatori d'opera.
Se c'è un partito o un movimento che vuol far propria questa proposta...che si faccia avanti.

pat tanica Commentatore certificato 09.01.10 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Basta basta con tutte queste chiacchiere.

La fabbrica abbandonata;o fallita; o dioslocata, va IMMEDIATAMENTE OCCOPATA REQUISITA ,rimettendola in moto,con prodotti ITALIANI AL 100%...ECOCOMPATIBILI.

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 19:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=d3dGqIzPjxw

Movimento 5 stelle Lombardia,presentazione candidati regionali 2010 part 1 con la presenza di Beppe ( come poche settimane fa a Napoli). Abbiate pazienza perchè sto editando man mano tutti e 5 i video per poterli mettere su youtube


IN UNO STATO NORMALE :
1)Italiani o Extracomunitari non importa, si lavora alle stesse Regole.
2)Si prendevano quei 2 ragazzi e si punivano.
3)Non si permetteva una rivolta di cittadini extracomunitari o ITALIANI.
4) In uno stato normale se non hai lavoro, non ci rimani se sei straniero.

Detto questo dico ai signori "Nordisti" che fanno a gara per chiamarci razzisti e mafiosi, vantandosi che al NORD c'è integrazione :
Sono stato 6 mesi in Veneto da precario, se per voi integrazione vuol dire lasciare che spaccino DROGA e siano i PADRONI di determinate zone urbane dalle 8 di sera fino alle 4 di mattina, se per voi un vigile urbano deve tremare a fare una multa ad un extracomunitario, salvo poi votare LEGA NORD e fare i DURI solo a parole...

CARI SIGNORI
SI NOI SIAMO RAZZISTI SOLO PERCHE' VOGLIAMO NORMALITA' NEI FATTI E NON IN TV O NELLE PAROLE VUOTE DI UN PARTITO.

Ci tengo a precisare che non ho nessuna connotazione politica, non ci credo più anche perchè sento dall'una e dall'altra parte solo parole vuote fuori da una cosa che si chiama :
REALTA'.

Walter De Maria
-------------------------------------

Condivido quanto hai scritto, sopratutto i 4 punti che hai elencato all'inizio. Io aggiungo che non si puo' dare addosso alla gente di Rosarno solo perchè le istituzioni hanno latitato per decenni lasciando che certe polveriere prendessero forma.
Al sud non c'è solo malavita, c'è sopratutto gente onesta che lavora sodo ed è costretta a vivere accanto a situazioni anomale che si ingigantiscono piu' che in altre parti d'Italia, per via della presenza di malavita organizzata e da una cronica assenza dello Stato.

vito. farina Commentatore certificato 09.01.10 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Domanda: Cosa ci fanno più di diecimila immigrati irregolari nelle campagne calabresi?

Risposta: come è possibile che in Italia siano diventati quasi tutti regolari?


lo chiedo a Bossi e a Fini!

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:56| 
 |
Rispondi al commento

I tg hanno fatto del terrorismo. Come in America quando doveva passare la tesi delle armi di sterminio d imassa peraltro inesistenti ma si doveva diffondere la paura. La cosa terribile è che la disinformazione che hanno mandato sul video è stata talmente falsa che ora non fanno che mandare sondaggi per dimostrare che la maggioranza degli italiani plaude alle ignobili frasi di Napolitano o di Maroni
Orami basta poco per passare apertamente al Ku KLux Klan

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi immigrati vengono qui a guadagnarsi un pezzo di pane per loro e per le loro famiglie. Se poi, per arrivare qui incappano in traffici internazionali di clandestini gestiti dalle organizzazioni criminali, non è colpa loro. Sono esseri umani che si spostano in altri paesi per cercare fortuna. Qual'è adesso il problema degli italiani? Non sapendo come risolvere i problemi che si sono creati con le loro mani, se la prendono con gli immigrati? Sono invidiosi se gli immigrati lavorano e loro no? Cosa c'entrano gli immigrati se nel corso dello svolgimento del loro lavoro mal pagato, ci sono stati dei licenziamenti nei confronti degli italiani? Adesso dovrebbero abbandonare le loro occupazioni e morire di fame per far posto a qualche italiano che ha perso il lavoro? Quelli che hanno perso il lavoro, invece di continuare a farsi strumentalizzare come dei pupazzi da politici, sindacati e organizzazioni criminali, che si rimboccassero le maniche e che andassero a cercarsi un'occupazione altrove. Prima non gli è stato bene di fare certi lavori perchè degradanti o mal pagati, e adesso vanno bene? Ora, non sapendo come passare il tempo, si mettono a sparare, pestare, gambizzare degli immigrati che lavorano per 23 euro al giorno e vivono nelle condizioni più disumane. Hanno Berlusconi, il quale ha promesso incentivi per i disoccupati a tutti, perchè non fanno delle domande di disoccupazione? No! Neanche questo va bene! Devono per forza dar noie a degli esseri umani che già hanno i loro casini e che fanno solamente il loro lavoro, mal pagato...

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Le cosche potrebbero aver deciso di "cavalcare" la protesta
"Ipotesi presa in considerazione a livello investigativo"
Spunta l'ipotesi 'ndrangheta
dietro le violenze di Rosarno

Controlli della polizia a Rosarno
ROSARNO - Le cosche della 'ndrangheta potrebbero avere deciso di "cavalcare" la protesta scoppiata a Rosarno, prima da parte degli immigrati, poi degli abitanti, per fini che sono ancora tutti da chiarire. Al momento, dalle indagini non sono emersi elementi tali per affermare con certezza che sia così, ma di sicuro l'ipotesi è al vaglio degli investigatori che intendono chiarire perché un fatto apparentemente casuale e privo di gravi conseguenze, come i due immigrati feriti da un fucile a pallini per un "motivo banale", possa avere provocato una reazione tanto violenta, alimentata, poi, dalla contro-reazione di alcuni abitanti di Rosarno. Una violenza, poi, scoppiata proprio nel giorno in cui, a Reggio Calabria, i ministri Roberto Maroni ed Angelino Alfano, annunciavano nuove misure contro la 'ndrangheta dopo la bomba esplosa alla Procura generale.

L'inchiesta sui fatti di Rosarno è coordinata dal procuratore della Repubblica di Palmi, Giuseppe Creazzo, lo stesso che per primo indagò, come pm della Dda di Reggio Calabria, sull'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale della Calabria Franco Fortugno. Sull'ipotesi di un coinvolgimento della 'ndrangheta, Creazzo ci va cauto, pero' non può non rilevare che "allo stato ogni ipotesi è plausibile. Dobbiamo condurre indagini accurate per stabilire le responsabilità".

Che la 'ndrangheta possa avere avuto un qualche ruolo nella vicenda, non lo esclude neanche il prefetto di Reggio Calabria, Luigi Varratta. Non lo posso escludere - spiega - ma al momento è una valutazione che non posso fare. Certo è che è una ipotesi che sicuramente è stata presa in considerazione a livello investigativo ma adesso non possiamo dire se è stata concreta e realizzata".

In merito agli incidenti ed alla reazione violenta di

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 18:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come al solito lo Stato e i suoi rappresentanti hanno dato un'ulteriore dimostrazione di vilta'. Invece di prendersela col piu' forte, ovvero le organizzazioni mafiose che da anni controllano il Sud, se la prendono coi piu' deboli.
Inoltre, e' nauseante vedere gente piu' o meno al governo o con responsabilita' di governo da almeno 10 anni fare finta di niente e prendersela quasi con la sorte del "c'e' stata troppa tolleranza". E che cosa hanno fatto in tutti questi anni, soprattutto sul fronte criminalita' ? Non si erano forse il nostro Ministro degli Interni vantato di avere arrestato una valangata di camorristi & Co? Evidentemente, hanno preso la bassa manovalanza. Penso che non si sognino neppure di disturbare i veri manovratori.

Mario Caporali Commentatore certificato 09.01.10 18:53| 
 |
Rispondi al commento

"""Un po' di realismo non puo' che fare bene alla comprensione dei problemi. Realismo non significa cinismo."""
Vito farina 9*1*10 – 17:51

*******

Farina,
quello che NON hai scritto ovviamente non è in discussione.
Quello che hai scritto e che non vedo più invece si.

Adesso hai solamente abbassato il tiro.
Sei passato da un cinismo allo stato puro ad un realismo più condivisibile.

Ti rammento che hai parlato di colonie penali e lavoro duro riservate agli extracomunitari condannando e discriminando senza appello persone
che in qualche modo hanno creduto di porre un miglioramento alla loro qualità di vita.

Secondo te la vita di questi poveri immigrati, resi schiavi dai tuoi connazionali privi di scrupoli credi che sia fatta di paillettes e lustrini o viceversa di una prigione senza
sbarre e a cielo aperto?

Come mai gli schiavisti ricattatori hanno potuto perseguitare nei loro intenti?

Come mai non è mai stata fatta un’indagine parlamentare seria in proposito?

Eppure siete al governo da 7 anni!

Avete volutamente ignorato delle realtà che avete avuto sotto il naso per tutto questo tempo, o non sapevate che in calabria esiste la malavita organizzata?

Dove siete stati finora?

Avete preso coscienza del “problema” solo perché gli schiavi invisibili hanno perso la pazienza costringendovi vostro malgrado a farlo, sennò ve ne stareste ancora comodi comodi a girarvela con le strade dedicate ad un ladro latitante ed altre ridicole quisquilie.

Adesso sono cavoli vostri e sotto gli occhi di tutto il mondo.

Bravi!

silvanetta* . Commentatore certificato 09.01.10 18:48| 
 |
Rispondi al commento

nell'antica Roma...

L'ottenimento della cittadinanza avveniva ovviamente soprattutto per condizione di nascita, evento per il quale tuttavia sono necessarie alcune condizioni. La situazione meno problematica è per il figlio di cittadini romani legati in matrimonio legittimo (conubium): sarà senza dubbio un civis. Normalmente gli stranieri non possono contrarre un negozio di ius civile, qual è il conubium, e pertanto teoricamente il problema non si pone, nemmeno qualora uno dei due genitori fosse cittadino. In realtà tuttavia il conubium, cioè il diritto di contrarre un matrimonio legittimo, poteva venire concesso ai singoli o a particolari condizioni di cittadinanza, come quella di latino. La soluzione per le varie possibilità esistenti si può trovare nella variegata casistica presente nelle Istituzioni di Gaio:

* In caso di conubium (matrimonio legittimo):

1. Cittadino + straniera = figlio romano
2. Straniero + cittadina = figlio straniero

* In caso di unione non legittima:

1. Cittadino + straniera = figlio straniero
2. Straniero + cittadina = figlio romano

In pratica in un matrimonio legittimo il figlio segue la condizione del padre al momento del concepimento, nel caso di unione non legittima segue la condizione della madre al momento del parto. Tuttavia una lex Minicia stabilì che qualora non vi fosse un'unione legittima il figlio di un qualsiasi genitore straniero fosse sempre straniero

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Diritti riconosciuti al Cittadino dell'UE

Copertina di un passaporto italiano nella grafica comune a tutti i Paesi UE: colore bordeaux e dicitura "Unione Europea" nella lingua nazionale

I diritti ad essa connessi non arricchiscono il patrimonio giuridico soggettivo all'interno dell'ordinamento nazionale ma:

Entro l'ordinamento di altri Stati membri UE:

* Libertà di circolazione e di soggiorno di ogni cittadino europeo nel territorio di uno Stato membro (art. 18).
* Diritto di voto attivo e passivo nelle elezioni comunali nello Stato membro in cui risiede, alla pari dei cittadini di tale Stato (art. 19), e nelle elezioni europee.

Entro l'ordinamento internazionale:

* Tutela diplomatica e consolare nei paesi extra-europei nei quali il suo Stato non è rappresentato da parte delle autorità degli altri Stati membri (art. 20).

Entro la sfera dell'ordinamento comunitario:

* Diritto di petizione al Parlamento europeo (art. 21.1).
* Diritto di rivolgersi al mediatore europeo (art. 21.2).
* Diritto di scrivere alle istituzioni e ad alcuni organi comunitari in una delle lingue ufficiali della stessa e di ricevere risposta nella stessa lingua (art. 21.3).

Gli Stati membri dell'Unione europea usano anche un passaporto comune, di color rosso bordeaux con impresso il nome dello Stato membro, timbro e il titolo "Unione Europea" debitamente tradotto.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Va notato che lo stato può riconoscere i suddetti diritti, almeno in parte, anche a non cittadini, sulla scorta di impegni internazionali multilaterali (derivanti, ad esempio, dall'appartenenza all'ONU o all'Unione europea) o bilaterali (a seguito di trattati che prevedono un reciproco trattamento di favore per i cittadini di uno stato da parte dell'altro) o anche di una scelta unilaterale (ad esempio, nell'ambito delle politiche d'integrazione degli immigrati presenti sul territorio nazionale). Tali fattori hanno fatto sì che negli stati odierni i diritti civili siano ormai riconosciuti anche ai non cittadini, e tale riconoscimento è di solito sancito a livello costituzionale, mentre i diritti sociali e soprattutto quelli politici tendono ancora ad essere legati alla cittadinanza.

Accanto ai diritti, la cittadinanza può comportare doveri sebbene, di solito, gli ordinamenti, se tendono a riservare i diritti ai cittadini, estendendoli eventualmente ai non cittadini, tendono invece ad imporre i doveri a tutti coloro che sono presenti sul loro territorio, a prescindere dalla cittadinanza. Un dovere tradizionalmente associato alla cittadinanza, fin dai tempi più antichi, è quello della difesa dello stato (o, come si usa dire, della patria) che, in certi paesi, può tradursi nel servizio militare obbligatorio. Correlativamente tutti gli ordinamenti vietano e puniscono severamente il servizio militare del cittadino in forze armate straniere. Tra gli altri doveri dei cittadini si possono ricordare, in alcuni ordinamenti, il voto (che nella costituzione italiana è invece ambiguamente qualificato come "dovere civico") e, in molti ordinamenti, la svolgimento delle funzioni di giudice laico (ad esempio, di giurato o di giudice popolare nella corte d'assise italiana).

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Come si è detto, il concetto di cittadinanza si ricollega alla titolarità di determinati diritti, detti appunto diritti di cittadinanza, enunciati nelle costituzioni e nelle dichiarazioni dei diritti. Nell'ambito dei diritti di cittadinanza si distinguono:

* i diritti civili, cui corrispondono obblighi di non fare da parte dello stato e, in generale, dei pubblici poteri e che rappresentano, quindi, una limitazione del loro potere; comprendono la libertà personale, di movimento, di associazione, di riunione, di coscienza e di religione, l'uguaglianza di fronte alla legge, il diritto alla presunzione d'innocenza e altri diritti limitativi delle potestà punitive dello stato, il diritto a non essere privati arbitrariamente della proprietà, il diritto alla cittadinanza e così via;
* i diritti politici, relativi alla partecipazione dei cittadini al governo dello stato (inteso in senso lato, comprensivo anche, ad esempio, degli enti territoriali), sia direttamente (attraverso istituti quali il referendum, la petizione ecc.) sia indirettamente, eleggendo i propri rappresentanti (elettorato attivo) e candidandosi alle relative elezioni (elettorato passivo);
* i diritti sociali, cui corrispondono obblighi di fare, di erogare prestazioni, da parte dello stato e dei pubblici poteri; comprendono i diritti alla protezione sociale contro la malattia, la vecchiaia, la disoccupazione ecc., il diritto alla salute, il diritto al lavoro, il diritto all'istruzione e così via. Mentre i diritti civili e politici erano già presenti nelle costituzioni ottocentesche, i diritti sociali fanno il loro ingresso solo nel XX secolo con la realizzazione di quella particolare forma di stato nota come stato sociale.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Attualmente la maggior parte degli stati europei adotta lo ius sanguinis, con la rilevante eccezione della Francia, dove vige lo ius soli fin dal 1515.

L'adozione dell'una piuttosto che dell'altra opzione ha rilevanti conseguenze negli stati interessati da forti movimenti migratori. Infatti, lo ius soli determina l'allargamento della cittadinanza ai figli degli immigrati nati sul territorio dello stato: ciò spiega perché sia stato adottato da paesi (Stati Uniti, Argentina, Brasile, Canada ecc.) con una forte immigrazione e, al contempo, un territorio in grado di ospitare una popolazione maggiore di quella residente. Al contrario, lo ius sanguinis tutela i diritti dei discendenti degli emigrati, ed è dunque spesso adottato dai paesi interessati da una forte emigrazione, anche storica (diaspora: Armenia, Irlanda, Italia, Israele), o da ridelimitazioni dei confini (Bulgaria, Croazia, Finlandia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Serbia, Turchia, Ucraina, Ungheria).

Può accadere che una persona acquisti la cittadinanza dello stato di origine dei genitori, dove vige lo ius sanguinis, e nel contempo quello dello stato sul cui territorio è nata, dove invece vige lo ius soli. Queste situazioni di doppia cittadinanza possono causare inconvenienti (si pensi al caso di chi è obbligato a prestare servizio militare in entrambi gli stati di cui è cittadino), sicché gli stati tendono ad adottare norme per prevenirla, anche sulla base di trattati internazionali.

La perdita della cittadinanza può essere prevista a seguito di rinuncia, di acquisto della cittadinanza di altro stato o di privazione per atto della pubblica autorità in conseguenza di gravissime violazioni.

La cittadinanza si può acquistare o perdere anche a seguito di trattati internazionali che trasferiscono una parte del territorio e la popolazione ivi residente da uno stato all'altro.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo questi commenti come altri non si può che giungere alla medesima conclusione quando accadono fatti a carattere locale e cioè :

Chi non vive in quelle zone specifiche è meglio che stia ZITTO, abbia l'umanità di commentare in maniera generica senza giudizio alcuno ne dall'una ne dall'altra parte.
Vivo a 1.5 km da Rosarno, volendo ci arrivo anche adesso con le mie gambine, è successo che episodio stupido è scaturito l'inferno.
Non ci sono giustificazioni, non c'è nessun razzismo e nessuna xenofobia, qui semplicemente lo stato non c'è o funziona in maniera anomala.
Tirare in ballo la ndrangheta o le varie mafie in questo caso è voler spostare furbescamente l'attenzione dal vero problema :

IL LAVORO

Il lavoro di raccolta NON ESISTE, esiste in misura del fatto che si possa sfruttare questa povera gente.
Nel momento in cui tutto dovrà essere messo in regola le coltivazioni rimarranno li a marcire.

IN UNO STATO NORMALE :
1)Italiani o Extracomunitari non importa, si lavora alle stesse Regole.
2)Si prendevano quei 2 ragazzi e si punivano.
3)Non si permetteva una rivolta di cittadini extracomunitari o ITALIANI.
4) In uno stato normale se non hai lavoro, non ci rimani se sei straniero.

Detto questo dico ai signori "Nordisti" che fanno a gara per chiamarci razzisti e mafiosi, vantandosi che al NORD c'è integrazione :
Sono stato 6 mesi in Veneto da precario, se per voi integrazione vuol dire lasciare che spaccino DROGA e siano i PADRONI di determinate zone urbane dalle 8 di sera fino alle 4 di mattina, se per voi un vigile urbano deve tremare a fare una multa ad un extracomunitario, salvo poi votare LEGA NORD e fare i DURI solo a parole...

CARI SIGNORI
SI NOI SIAMO RAZZISTI SOLO PERCHE' VOGLIAMO NORMALITA' NEI FATTI E NON IN TV O NELLE PAROLE VUOTE DI UN PARTITO.

Ci tengo a precisare che non ho nessuna connotazione politica, non ci credo più anche perchè sento dall'una e dall'altra parte solo parole vuote fuori da una cosa che si chiama :
REALTA'.

Walter De Maria 09.01.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Esattamente un anno fa a ROSARNO ci fu di nuovo una rivolta di 2000 extracomunitari,perche' aggrediti dai locali;essendo il periodo lo stesso, cioe' la raccolta degli agrumi e' evidente che c'e' qualche lotta, che fanno scontare a quei poveracci che vanno li' a spaccarsi la schiena e a vivere in letamai per pochi euro.E non sono neanche clandestini infatti nelle interviste hanno dichiarato di avere il permesso di soggiorno e di tornare a casa a Napoli.Se un anno fa e' successo lo stesso, perche' in un anno non hanno fatto nulla per dare un po di regolarita' a questi lavoratori.Non si vogliono convincere che una buona regolarizzazione eviterebbe di mettere tanta brava gente nelle mani dei delinquenti.
LUCIANA

LUCIANA LAFRATTA 09.01.10 18:27| 
 |
Rispondi al commento

In antichità il termine cittadinanza indicava un tratto giuridicamente rilevante del soggetto: lo status civitatis. Nel 1950, il sociologo inglese Thomas Marshall usava il termine in un'analisi sulla disuguaglianza di classe e sosteneva che divenire eguali significa divenire cittadini[1].

Nel corso della storia il termine cittadinanza ha trovato diversi impieghi[2]:

* indicatore del modo in cui sono ripartiti i poteri e le risorse nell'ambito di un ordinamento politico-sociale;
* rapporto tra individuo e ordine politico, inteso come partecipazione attiva del soggetto alla sfera pubblica;
* intersezione tra individuo e collettività.

Nel suo significato attuale, la cittadinanza è il collettore di una molteplicità di diritti e doveri riferibili ad un individuo in quanto parte di un determinato assetto politico.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Il figlio Bobo da Hammamet: «Patetici»

AH!AH!AH!AH!DA CHE PULPITO!!!!

mark kaps Commentatore certificato 09.01.10 18:26| 
 |
Rispondi al commento

in termini giuridici la cittadinanza è la condizione della persona fisica (detta cittadino) alla quale l'ordinamento giuridico di uno stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici. La cittadinanza, quindi, può essere vista come uno status del cittadino ma anche come un rapporto giuridico tra cittadino e stato. Le persone che non hanno la cittadinanza di uno stato sono stranieri se hanno quella di un altro stato, apolidi se, invece, non hanno alcuna cittadinanza.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Una proposta educativa per la rassegna di omuncoli che giocano all'uomo più virile del paese:
Viaggio aereo sino a khartoum (SUDAN)e ritorno con trekking organizzato dalle 'ndrine di Crotone.
Soggiorno presso i campi e le carceri libiche per la durata della legislatura.
Gara di nuoto da Tripoli a Taormina.
Corso di agricoltura biologica a cura del caporalato mafioso delle regioni Pugli, Calabria, Basilicata e Sicilia.
Cena di fine corso per i sopravvissuti a base di social cards al sugo di escort, il tutto innaffiato con scarti della lavorazione del petrolio.
Per dessert: stemmi IVECO in scoria nucleare arricchita.
VINCA IL MIGLIOR POLITICO DEGLI ULTIMI DUE GIORNI.

Giorgio Bosoni, caravate Commentatore certificato 09.01.10 18:23| 
 |
Rispondi al commento

la tecnica più usata è di dire in TV una cosa e poi scirvere sulle gazetta uffciale un altra cosa e gli imbecilli (qui ce ne sono tanti come altrove) credono alla TV e non leggono mai la gazzetta ufficiale.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Il partito democratico(?) chiede a gran voce al nano piduista tessera 1816,di eliminare gli studi di settore ,e sarebbe anche una cosa giusta, se non fosse che , trattasi di COGLIONATA inventata dagli stessi STRONZI che oggi ne chiedono l'abrogazione.

Che ci stessero prendendo per il culo?

Andrea C., Cagliari Commentatore certificato 09.01.10 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che figura:

Ho lasciato aperto il video e si leggeva questo:

"Strano che la "checca" italo-elvetica, ancora non si affaccia....si vede che è rimasto(a) bloccat a viale Druso 110 a Bolzano...in questo momento si ha una temperatura di zero gradi con pioggia mista a neve......la "poverina" non puo' tornare a casa a Treviso....quanti km. sono?"

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara

--------------------------------------------------

I miei hanno letto e di conseguenza (avranno dedotto) che passo il tempo in un blog di........(ditemelo voi!!!!!!)

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALTRA PICCOLA DIVAGAZIONE...

Un'altra piccola "DIVAGAZIONE", così, tanto per "ADEGUARCI" pure noi ogni tanto alle migliaia di "DIVAGAZIONI" che i signori politicanti "PARTITICIZZATI" e i loro "COLLEGHI" di ogni "CASTA" ci sciorinano quotidianamente nel loro efficacissimo "DIVIDE ET IMPERA".

Andate su un motore di ricerca qualsiasi e digitate insieme in successione le tre parole, così come le abbiamo scritte qui di seguito:
"TROPPI SOLDI"
"PRE-POTENTI"
"MALAFEDE"

Fatto? Cosa vi è uscito fuori?
Avrete constatato che "NESSUN" altro, in "NESSUN" post e/o commento di "NESSUN" blog o sito ha scritto o scrive "MAI" queste tre parole "INSIEME", come invece facciamo spessissimo noi nel nostro blog.
Cosa vogliamo dire con ciò?
Che queste tre parole significano "STRATEGIA" e, se "USATE" come spereremmo noi nelle piazze da centinaia di migliaia di cittadini "NORMALI", senza "BANDIERE" e/o "PARTITI", secondo il nostro modesto parere avrebbero il "POTERE" di mettere "PAURA", ma "PAURA" sul serio, ai signori "PRE-POTENTI" di "TUTTE" le "CASTE"...

EMERGENZA DEMOCRATICA 09.01.10 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Medici Senza Frontiere a Rosarno. In Calabria,come in Sierra Leone o in Somalia.
-----------------------
E'sufficiente o bisogna aggiungere ancora qualcosa?

mark kaps Commentatore certificato 09.01.10 18:16| 
 |
Rispondi al commento

ma quanti di voi hanno letto la legge bossi fini?

e quanti la turco natpolitano?


io le ho lette entrambe e vi posso assicurare che nonostante tutto il polverone mediatico fatto a suo tempo e finalizzato a prendere per il culo il popolo italiano....... sono pressoché identiche e le sole differenze sono assimilabili alle differenze che ci possono essere essetre tra una fiat punto della seconda seriee quella della terza serie cioè solo piccoli e insignificanti cambiamenti estetici.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ultime informazioni per il VIOLA FLASH MOB P.zza San Pietro


Articolo su Repubblica:
L'Onda Viola arriva a San Pietro
http://www.facebook.com/photo.php?pid=958054&o=all&op=1&view=all&subj=160136173788&aid=-1&id=1259932559

Il Comunicato Stampa è nella descrizione dell'evento

L'appuntamento è alle 10 a piazza Risorgimento, al centro dell'isola pedonale, così che possiamo organizzarci ed arrivare pronti all'evento!

Portate fotocamere e videocamere !!

Venite il più viola possibile !

http://www.facebook.com/?ref=home#/inbox/?folder=[fb]messages&page=1&tid=1251973512426


CRAXI: CAPEZZONE, FLOP MANIFESTAZIONE DI PIETRO E GRILLO
"Sullo squallore politico e civile di una manifestazione nata nell'odio e per odio contro un grande leader scomparso come Craxi c'e' poco da dire. Semmai, e' l`ennesima conferma della differente statura tra un gigante politico come Craxi e due gnomi come Grillo e Di Pietro. Ma quello che conta, oggi, e' il clamoroso flop di una manifestazione convocata da giorni, e che ha usufruito di un grande "lancio" televisivo e giornalistico. Eppure, con Grillo e Di Pietro, c'erano solo pochi, pochissimi loro estimatori e seguaci. Rifletteranno i due su questo insuccesso e su questa figuraccia? E questo esito sara' sottolineato da giornali e tv?". Lo afferma il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone.

Cazzo io oggi c'ero, orgoglioso di aver dato così fastidio al travestito capezzone!!!

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rai News 24 -Intervista
Il giudice dopo aver visto l'evidenza scientifica Americana e Russa ha deciso di far cadere la denuncia esposta dalla protezione civile contro Gianpaolo Giuliani il mitico scienziato fai da te, che dopo l'umiliazione dopo aver cercato di avvertire la gente dell'imminenza del terremoto ora gli e' stato offerto l'uso di un satellite della NASA DALLA NASA per 1 anno per continuare le sue ricerche.

Bertolaso sei un verme che cerchi di mantenere la tua casta di scienziati che cerca di ridicolizzare chi veramente vuole fare ricerca e salvare vite! Vai a fanculo e fai posto a chi ci capisce!!

John B. Commentatore certificato 09.01.10 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Grillo,Di Pietro,Ferrero,Vendola......UNITEVI nella BATTAGLIA che ci aspetta...

V Day...
Referendum...
Sciopri ad oltranza...
Class Action...
Elezioni Regionali e Politiche...

insieme, si puo'raggiungere il 20% dei voti e fare una DURISSIMA OPPOSIZIONE parlamentare ed extra-Parlamento...

la Sinistra e vicina al Sindacato...

l'IDV è vicina alla Magistratura...

il MLN ha le idee Innovative, la Rete e BEPPE...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 18:10| 
 |
Rispondi al commento

la storia va riiscritta
teoria desaniana
----I PAUROSI TETESCHI PERMISERO A HITLER DI PRENDERE IL POTERE PERCHE' TEMEVANO L'URSS!!!
----
montanelli nei confronti del nostro sesani e' un quacquaracqua'

fly_on_line -, portorotondo Commentatore certificato 09.01.10 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riposto un commento del caro Desani (Magic)

*************************************************
ECCO !
come volevasi dimostrare !!!!
attacchi un leghista e lecchi il culo a simile

MERDA CHE RESPIRA ....E APPESTA L'ARIA !!!

NANARCHICI DEMMERDA LA LEGA L'AVETE INVENTATA
NEI VOSTRI CUORI DI MERDA !
è solo questa la verità....
RICORDATE GLI STRONZI CHE PERMISERO A HITLER DI PRENDERE IL POTERE PERCHE' TEMEVANO L'URSS!!!

************************************************
aggiungo:

Non ho documentazione su altri impegni a Roma dell'Heinz che, REPUTAZIONALMENTE, non visita Paesi per scattare foto alla Fontana di Trevi od altro (molto innamorato, l'Heinz, dell'Italia..sua..vedasi intimi rapporti col Fu Gianni Agnelli...**L'Avvocato**)

Ed ha tutt'ora molto peso, l'Heinz, assieme al Hoolbrok, sulla politica estera degli Stati Uniti

All'Obama e' stato permesso di diffondere l'idea che occorre ricostruire l'immagine del Paese: qualcosa l'Obama fa..come il blocco del progetto di installazione dello scudo difensivo a base di missili nell'Europa dell'Est

In Italia POSSIAMO vedere Obama solo dall'esterno: e' Afro-Americano e da li' occorre sviluppare un discorso di approfondimento su quel Paese, non certo alla maccheronica dei vari Teodori, Guzzanti Vecchio ed ESTEROFILI PIAZZISTI..che nulla a che fare con l'interesse per un Paese, ma piuttosto con l'IMPORTAZIONE a scatola chiusa di sensazionalismi e MEZZE VERITA' da mondo dello spettacolo che poi trasforma il discorso gestionale (o politico) di un Paese, in un perenne TALK SHOW e SPETTACOLO

Pura PROPAGANDA a carattere Goebbelsiano aggiornato ai tempi e mezzi disponibili, venduta alla DRIVE IN..e simili zozzerie


L' Ingegnere Ignorante e Fannullone dopo essersi fatto rompere il culo da Eridano il Bifolco e da Papi Graviano, ha detto ,insegnerò io ai negri come si 'lavora' per 200mila euro all'anno.
Diventa razzista figlio mio per farti mantenere da Roma Ladrona .
Intanto il Sindaco del Cesso ,Toso delle arene di cartapesta, ha promosso a 'dirigente' la moglie più ignorante della merda.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 09.01.10 18:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perchè non titolare una via ai ladri famosi?

cesare beccaria Commentatore certificato 09.01.10 18:04| 
 |
Rispondi al commento

I leghisti i migliori amici delle mafie, con quello più puzzolente c'hanno pure fatto una santa alleanza.

Paolo R. Commentatore certificato 09.01.10 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre sentito dire ai leghisti: L'Italia agli italiani.
Ora con quello che è successo a Rosarno, colpa della becera legge Bossi-Fini, finalmente mi trovo d'accordo con loro; l'Italia agli italiani, la Germania ai tedeschi,il Belgi ai belgi la Svizzera ai svizzeri la Francia ai francesi, gli Stati Uniti agli americani, il Brasile ai brasiliani, l'Argentina agli argentini, insomma tutti gli immigrati schiavi italiani all'estero tutti a casa, che bellezza, avanti con il cannibalismo.

Sebastiano O. Commentatore certificato 09.01.10 18:00| 
 |
Rispondi al commento

ROSARNO

UNO
Un paio di giorni fa su "La Repubblica" è uscito un articolo sulla rivolta di Rosarno:con caratteri illeggibili si parlava del ferimento di due migranti, in grande evidenza le "centinaia di auto danneggiate",Questo su "La Repubblica",non su "Il Giornale"o "la Padania". L'Italia è un paese capovolto,la lobotomizzazione parte dallo stravolgimento lessicale ...

DUE
Medici Senza Frontiere a Rosarno. In Calabria,come in Sierra Leone o in Somalia. Basterebbe questo fredda constatazione per giustificare lo sterminio dell'intera classe politica italiana...

TRE
Secondo quel mentecatto di Maroni i migranti sono i veri colpevoli:hanno adescato i caporali inducendoli a praticare lo sfruttamento. Quindi la genesi della 'ndrangheta è da collocare nell'Africa subsahariana. Sono i negri che hanno inventato la criminalità organizzata. Da buonisti. al massimo si può parlare di sadomasochismo..

Mauro Maggiora, Genova Commentatore certificato 09.01.10 17:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono iscritto sin dal primo giorno al Movimento 5 stelle, ma ora non so come né dove comunicare e avere informazioni.
Chi sa qualcosa al riguardo?

Grillo, se ci sei batti un colpo e dì qualcosa!

Richiesta ripetuta per il 6° giorno.

robert verri (la nuova italia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 17:57| 
 |
Rispondi al commento

ora che vanno via gli sporchi "negri"...chi va' a raccogliere le arance i pomodori per una schifezza al giorno????...

la 'Ndrangheta ha deciso...

deportera' qualche migliaio di Leghisti cocainomani Suoi clienti, da far lavorare nei campi,retribuendoli con una dose di cocaina...

così faranno festa nei campi....

PADANIA LADRONA e MAFIOSA!!!

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Dunque prendete questi signori che odiano altri uomini, che non capiscono le loro sofferenze, che dimostrano di non avere un'anima, come robot disumanizzati e cattivi: i Vito Farina, Medioevo 2 (ma poteva anche scrivere Paleolitico 1), Tesifone (non a caso uno dei tre mostri Erinni), Antonino Navarro, Silvio Sbadato, Marco STRAVAGLIO (Non vi sembra che certi nomi si somiglino persino o siano una persona sola?)
Prendete i loro commenti, guardate quanto sono idioti e meschini, quanta poca intelligenza manifestano, quanta bestialità, quale misero livello umano, davvero dei sottosviluppati
...e poi ditemi se la parola belve non vi pare apppropriata?
ma costoro non si rendono nemmeno conto dell'abisso in cui sono impaludati e da cui non riescono a rialzarsi e credono che gli esseri inferiori siano gli altri
Sono grotteschi, veri esemplari di una razza inferiore! Da esporre allo zoo veramente. Qualcosa che fa solo schifo e ribrezzo
Eppure sono così idioti che credono che la loro bassezza intellettiva e morale sia da esibire. Non si rendono nemmeno conto dell'effetto miserevole che fanno
Ma voi uno come questi lo fareste sposare a vostra figlia? Ci fareste giocare i vostri bambini? Lo terreste come vostro amico?
No, mandarli nella foresta con le scimmie sarebbe meglio e vincerebbero le scimmie. Sono trogloditi!
Di queste bestie sono fatti i partiti di governo
E' questa la regressione della peggiore razza italiana!
Qualcosa che fa venire voglia di vomitare
Subuomini!
Sottospecie di decerebrati!

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oltre naturalmente scrivere sui blog le solite teorie nanzifasciste, razziste e xenofobe?

silvanetta*
--------------------------------

Un po' di realismo non puo' che fare bene alla comprensione dei problemi. Realismo non significa cinismo.
Innanzitutto io non ho detto che la manodopera degli immigrati non contribuisce allo sviluppo della nazione. E' sicuramente un contributo positivo laddove il lavoro è ben regolamentato e l'extracomunitario si trova in condizioni di non ricattabilità da parte di chi gli offre da lavorare, come invece avviene quando tutto si svolge in clandestinità.

Tutto il lavoro che offrono le aziende agricole come quelle attorno a Rosarno e nel resto dell'Italia in generale, quando si presenta il periodo della raccolta frutti, è lavoro che, salvo qualche eccezzione, si svolge in nero. Avviene al sud come al nord.
Percio' non c'è mica da criminalizzare il sud per cio' che avviene sotto il comando dei cosidetti "caporali".
E' solo perchè al sud la malavita organizzata riesce ad impadronirsi della situazione, e molto probabilmente ha capito che organizzare squadre di raccolta composte da clandestini è piu' conveniente per via della ricattabilità di questi ultimi, arrivando quasi a schiavizzarli.

La prova di cio' che dico è che spesso, alla vista delle forze dell'ordine mobilitate contro il lavoro nero, i primi a scappare sono proprio i clandestini. Percio' da parte loro non c'è da aspettarsi nessuna denuncia delle loro condizioni di sottopagati.

Il protrarsi di questa situazione attira altri disperati disposti anche a farsi schiavizzare.
Se non spezzi questa catena continui a fare il gioco degli schiavisti, abbassi il costo del lavoro, incentivi la clandestinità.

vito. farina Commentatore certificato 09.01.10 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Castelli si offrirà di mostrare a Negri e calabresi cosa vuol dire lavorare da vero.

gennaro fu 09.01.10 17:48| 
 |
Rispondi al commento

IN UN CENTINAIO AL CORTEO INDETTO CONTRO LA DECISIONE DEL SINDACO MORATTI

"No a Via Craxi", manifestazione a Milano
Di Pietro e Grillo in piazza: «È una violenza alla storia».

Il figlio Bobo da Hammamet: «Patetici»


MILANO - Oltre un centinaio di persone ha manifestato nel pomeriggio, sotto un'intensa pioggia, contro l'intenzione dell' amministrazione Moratti di intitolare una via a Bettino Craxi.

Al presidio, organizzato da Piero Ricca e dall'associazione "Qui Milano Libera" in piazza Cordusio hanno partecipato tra gli altri anche

il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro e il blogger Beppe Grillo

che hanno parlato da un piccolo palco allestito nel piazzale, sotto un grande striscione con la scritta

"No alla via a Craxi".

GRILLO IN PIAZZA - «Riteniamo - ha detto Di Pietro - che si stia facendo una violenza alla storia nel far credere che deve essere riabilitata una persona senza informare i cittadini che questa sul piano politico ha indebitato il Paese, su quello giudiziario ha fatto il latitante, e che ha usato le istituzioni per fregare i soldi ai cittadini».

«Utilizzare questa persona come punto di riferimento per il riscatto del Paese - ha concluso Di Pietro - è come usare Lucifero per inneggiare a Dio».

Caustico Grillo: «Non sono contrario ad una targa, un vicoletto dedicato a Craxi purché siano intitolate vie anche ad altri: ci potrebbe essere, ad esempio, Buenos Dell'Utri al posto di corso Buenos Aires a Milano, o Largo Mangano».

«La verità - prosegue Grillo - è che chi ci amministra non sa nulla di quel che pensano i cittadini. Se avessero fatto Dario Fo sindaco di Milano a quest'ora avremmo una cittá capitale della cultura in Europa e non una m...».

SIPARIETTO -mentre di Pietro parlava..il comico genovese gli è arrivato alle spalle lanciandogli al volto un foglio di carta appallottolato.

«Ecco - ha scherzato Grillo abbracciando Di Pietro - vedi che ti ho tirato anch'io qualcosa».....

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 17:48| 
 |
Rispondi al commento

eh poi ancora al leghista!

Te piace lavorare?

Lavora schiavo e zitto, noi sinistri rossi chic dobbiamo conquistare la libertà dal capitale e se possibile non fare un ca55o, perchè il nostro tempo dobbiamo spenderlo per leggere, studiare, divertirci, rilassare e trombare! Tu rimani sotto il tavolo a raccogliere le briciole!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 17:43| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

FLUORO CRAZIA

******************

I NERI DI SARNO

I DENTI NON SE LI LAVANO CON FLUORO

PER QUESTO FANNO PAURA QUANDO SI INCAZZANO

SE POI GLI SI SPARA ADDOSSO COME ANIMALI

DIVENTANO BELVE

NOI INVECE CHE I DENTI CE LI LAVIAMO CON IL FLUORO

BEVIAMO ACQUA FLUORURATA

SIAMO AGNELLI

E SI DICE... UN POPOLO.. DI COJONES

E ALCUNI BIANCHI NON COMBATTONO CORPO A CORPO

MA SPARANO...

PERCHE'?

IO, NON OSTANTE MI LAVI I DENTI CON FLUORO

LE CARIE LE HO UGUALMENTE...

PERCHE' LO ASSUMO ?

****

# Harley Rivers Dickinson, ufficiale della polizia militare australiana:"Nazisti e russi aggiungevano il fluoro all'acqua destinata ai prigionieri di guerra per renderli incapaci di reazione e docili ai loro voleri"

# Peter Robinson, parlamentare irlandese, ha promosso un'interrogazione parlamentare anni fa per chiedere lumi sull' effettiva azione del fluoro sul corpo umano, dato che:"Il Parlamento è al corrente dell' esistenza di una ricerca esaustiva che dimostra la pericolosità e l'inefficacia dell' acqua con il fluoro". Fino ai primi anni del 2000, gli inglesi che bevevano acqua addizionata di fluoro erano 5 milioni, soprattutto in Irlanda del Nord (caso strano, no?)

FLUORO COME STRUMENTO DI CONTROLLO...

http://www.ditadifulmine.com/2009/07/il-fluoro-come-strumento-di-controllo.html


.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 09.01.10 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Naturalmente il solito leghista dalla logica merdico padana , dopo essere andato in 'culo' alla mammina per soddisfare il proprio complesso di Edipo. Pensa di poter trasbordare le proprie cacche confuse sui blog che col razzismo parassita hanno ben poco da spartire.
Complesso di Edipo, il localismo , quello del nostro razi-merdoso che ha ben poco da spartire con una visione più ampia del concetto di società . D'altra per chi è ammaliato dal fare del Sindaco del Cesso , in arte Toso delle costose arene di cartone a carico del contribuente e che ha una moglie più ignorante della merda ,c'è poco da sperare.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 09.01.10 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Gli abitanti di Rosarno dicono: "Non siamo razzisti, è che i neri non li vogliamo!".
Noooo, non siete razzisti.
Ma di chi cazzo sono sti campi di pomodoro?
Mi piacerebbe tanto sapere per chi questi ragazzi africani hanno raccolto i pomodori, i mandarini, le arance.Per chi? Per chi?Per chi?
FUORI I NOMI
I GALERA GLI SFRUTTATORI

silvia f., sesto san giovanni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Quegli schiavi-fantasma in mano alle mafie

Rosarno è esplosa.

Può succedere il peggio, la rivolta dei neri rischia di finire con un morto ora che la protesta è già guerriglia.

Sono tutti contro tutti.
I neri contro i bianchi.
Chi fino a ieri, ma per meri interessi economici, "tollerava" la presenza di quei ragazzoni alti dalla pelle scura che vagavano per gli agrumeti della Piana, ora è in piazza a fare ronde.

Chi era "tollerante" e solidale perché questo gli imponevano formazione e cultura, ora ha paura.

E poi c'è chi soffia sul fuoco, perché ha già deciso che la rivolta dei neri può tornare utile.

Leggi tutto
http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2414962&title=2414962


Link Video: Rosarno, prima della cacciata degli schiavi

http://www.youtube.com/watch?v=Jcl_fC3-P3Q&feature=player_embedded


Link Video/2: Rosarno, scontri in strada nella notte

http://www.youtube.com/watch?v=pXcr_RG3eFM


Link Video/3: Volti e voci di cittadini e immigrati a Rosarno

http://www.youtube.com/watch?v=arUYiBwbNOk

silvanetta* . Commentatore certificato 09.01.10 17:42| 
 |
Rispondi al commento

a tutti i bloghers che hanno usato e usano la parola "NEGRI"....IL MIO SENTITO
vaffanculo:(((((((((((((

fly_on_line -, portorotondo Commentatore certificato 09.01.10 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI I LEGAIOLI PRESENTI E NON SUL BLOG.
Se vi fanno tanto schifo gli immigrati, perché non ve la prendete con i vostri ricchi compaesani che li tengono in nero nelle loro fabbriche, li sfruttano e li sottopagano.
Sarei curioso di sapere come se la caverebbero senza questi poveri cristi, a chi affiderebbero i lavori più umili e degradanti.
In realtà a voi fighetti, figli di industrialotti padani, questi schiavi moderni vi fanno molto comodo perché contribuiscono a mandare avanti la fabbrichetta del papà, a permettervi di andare in giro con il Suv, con il jeans firmato e accompagnarvi il sabato sera con puttanelle padane a strafarvi nelle discoteche.
Ogni tanto, per ostentare la vostra appartenenza di stronzi padani doc al partito razzista, sparate odio contro chi con il proprio sacrificio vi permette di vivere al di sopra delle vostre possibilità.
Vergognatevi gentaglia e andateci voi nei vostri tumorifici a fare il lavoro degli immigrati, guadagnandovi onestamente da vivere.

Franco F. Commentatore certificato 09.01.10 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL PIù PULITO HA LA ROGNA -

Parte dal bar Doney, via veneto, la Tangentopoli del Carrocio, quando Alessandro Patelli, tesoriere leghista, nel marzo del 1992, ricevette una “bustarella” di 200 milioni per il partito dALLA Montedison -

MA, A DIFFERENZA DI QUELLA DI CRAXI, LA CARRIERA POLITICA Di bossi NON DAVA FASTIDIO A LOR SIGNORI E NON SUBì CONSEGUENZE -

OGGI LUI TACE, E CON LUI TUTTI I VERTICI DEL CARROCCIO...

bar Doney di via Veneto a Roma non passerà alla storia solo per Giuseppe Graviano e Gaspare Spatuzza, che lì si incontrarono per discutere di attentati e presunti accordi politici con Silvio Berlusconi. Quello che fu uno dei locali storici della Dolce Vita di Fellini, compare anche nelle cronache tutte lombarde della Lega Nord di Umberto Bossi.

Partono da qui, infatti, dal Doney, i problemi giudiziari sotto Tangentopoli del Carrocio, quando il grande e grosso Alessandro Patelli, idraulico da Bergamo, ex tesoriere leghista, nel marzo del 1992, ricevette una "bustarella" di 200 milioni per il partito dal gruppo Montedison.

Stiamo parlando dell'ormai nota tangente Enimont e di quella "sindrome Patelli" che quattro anni fa, nei giorni del processo ad Antonveneta, tornò a spaventare i corridoi di via Bellerio....

PADANIA LADRONA!!!!!!

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Questo e lo schifo della sinistra italiana che vuol fare l'altruista coi soldi degli altri e che poi pensa solo a se stessa , ora prenderei tutti quelli che in passato ma anche oggi ancora pensano che l'immigrazione e indispensabile , che non ne possiamo fare a meno, che senza gli immigrati l'italia morirebbe ecc ecc e a calci nel sedere ..semplicemente, li farei lavorare : per rossi grillini buonisti chic finti acculturati , la parola lavoro e' peggio del carcere!!!..
antonino navarro

c'è chi ti cestina, io no!

a)la sinistra non siede in Parlamento e la legge che regola i flussi migratori è chiamata Bossi-Fini
b)finchè dall'altra parte ci sono stati i mangiabambini nemmeno un rumeno, albanese vedevi
c)se l'immigrazione la vuoi trattare come ORDINE PUBBLICO confermi la mancanza di pensiero critico dei leghisti
d)purtroppo è indispensabile nell'ottica che oggi i precari devono pagare le pensioni dei nonni, che la società italiana non fa figli e si avvia ad essere un paese vecchissimo in futuro, nessuno pagherà le nostre pensioni se non riusciamo a "sfruttare" manodpera a basso costo
e)L'immigrazione si risolve non esportando:
-guerre
-finanziamenti a dittatori
-sfruttamento delle terre

Siccome penso che voi stronzi leghisti in Italia abbiate la stessa funzione degli imam integralisti per i mussulmani, godo a vedere come un gruppo di africani vi faccia cagare sotto! Come passiate la vostra infelice esistenza a subire la propaganda della paura!
STRONZI! Ve piace esportare 20000 aziende in Romania? e allora temete questi sottoproletari che fanno vedere come si scaglia la rabbia:la rabbia, nel mondo economicista, si scaglia sulle merci, sui beni, sulle figure pagane del capitalismo e contro le autorità, simbolo della nuova politica totalitaria!
Stanco dell'immigrazione? Vai ad assaltare confidustria!

Sinistro buono chic????
La rieducazione per gli imbecilli rimetterei io!

Finito il sogno federalista/secessionista le vostre elite vi hanno buttato contro il "negro"

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prendete sti fantocci leghisti..uno ad uno..a mente..dei deficienti così li vorreste per amici?Pensateci..

mark kaps Commentatore certificato 09.01.10 17:35| 
 |
Rispondi al commento

ricordo quando andavo a scuola, alle elementari ed alle medie.
c'èra il solito stra-ripetente che se la prendeva con i più bravi (ma solo se erano piccoli di statura, altrimenti faceva finta di non vederli).
poverino, li odiava perchè più intelligenti, e l'unico modo di vendicarsi era quello di menarli.

mi ricorda molto i leghisti, che consapevoli dei loro limiti, se la prendono con chi lavora sottopagato in terra straniera, magari da un datore di lavoro con la terza media, invidioso del diploma o laurea del "dipendente".

il leghismo ha un solo difetto,
non ha pregi!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 09.01.10 17:35| 
 |
Rispondi al commento

QUANTO SIAMO LONTANI DAL VERO

Colui che formula questo pensiero (che viene da una concezione tipicamente idealistico-borghese consolidatasi nel tempo, ma mai effettivamente vera) deve essere per forza un gran… “drago”:

“ L'Italia è un piccolo Paese, con poche risorse e un tasso di disoccupazione da far paura. Dobbiamo avere il coraggio di dirci che gli immigrati sono in prevalenza forza lavoro sfruttata, merce per imprenditori senza scrupoli e per politici e giornalisti con la erre moscia che cianciano di pozzi avvelenati”.

Che l’Italia sia un piccolo Paese è fuori discussione (mentre potrebbe essere grande se si fosse consapevolizzata della condizione storico-politica che soddisfa assieme ad altre nazioni), ma che si affermi che “Dobbiamo avere il coraggio di dirci che gli immigrati sono in prevalenza forza lavoro sfruttata, merce per imprenditori senza scrupoli e per politici e giornalisti con…” – ci vuole una bella faccia tosta e, con essa, una bella disconoscenza del problema (come si forma il Capitale grazie allo sfruttamento che pratica da secoli).
Non solo… “gli immigrati sono in prevalenza forza lavoro sfruttata, merce per imprenditori senza scrupoli e per politici e giornalisti” – ma anche i lavoratori con tanto di cittadinanza italiana, con tanto di… “normale” contratto sindacale. Gli immigrati e tutti coloro che lavorano in nero o nel precariato semmai appartengono a quella grossa fetta di lavoratori che una volta – quando esisteva ancora una certa libertà di pensiero – venivano definiti supersfruttati: categoria ormai scomparsa da qualsiasi classificazione storica, politica, sindacal-rivoluzionaria.
Certo è sempre meglio essere sfruttati (o supersfruttati/Lumpenproletariat) piuttosto che morire di fame, naturalmente… sempre se non si è capaci-di-delinquere!
Per cui – se osserviamo con avvedutezza e determinazione – non corre una grande differenza fra gli imprenditori, i politici, certi intellettuali consenzienti e i malavitosi.

Plinio Il VECCHIO Commentatore certificato 09.01.10 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Rosarno non è nella PADANIA , pertanto non si capisce perchè il merdaio nazileghista abbia tanto da soffiare sul fuoco . Questi nei schiavisti corrotti e parassiti che hanno perfino scippato il Tfr ai lavoratori dipendenti per pagare le puttane di Papi e lo stipendio furto della moglie più ignorante della merda del Sindaco del Cesso , in arte Toso delle arene di cartapesta.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 09.01.10 17:22| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@antonino navarro

è sempre un piacere cestinarti

gatta in calore Commentatore certificato 09.01.10 17:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROSARNO ITALY.
Il linciaggio degli italiani 1892.
Il 20 ottobre 1890 il commissario Hennessey della polizia di New Orleans fu assassinato da un clan che lo sospettava di essere colluso con il clan rivale . Soccorso dal capit. O’ Connor ,le sue ultime parole furono : Dagoes (dispregiativo di italiani ).Un’occasione ghiotta per i razzisti e 19 italiani furono accusati di aver partecipato all’assassinio del comm. Tra i quali un ragazzo di 14anni Aspero Marchese. Il verdetto fu, non colpevoli. Subito dopo un certo Thomas Duffy si recò alla prigione e chiese di tale Scaffidi e gli sparò ,ferendolo. Questo non era che il prologo. Subito fu indetta una riunione di cittadini per “provvedere alla mancanza di giustizia”. Si riunirono sotto la statua di H. Clay ,dove furono arringati dall’ avv. W. S. Parkerson “Cittadini, mi sono presentato davanti a voi, non per la gloria e il potere. Ma per dirvi che noi abbiamo delle leggi che non ci difendono , quando le corti di giustizia non possono far niente, tocca al popolo farsi giustizia” La folla in armi non aspettava altro e in massa si recò verso la prigione dove erano rinchiusi i 19italiani. Al grido di, dateci gli italiani. La resistenza dello sceriffo fu vana e i prigionieri liberati perché tentassero la fuga. Marchese il quattordicenne fu il primo a cadere nelle loro mani, ma fu lasciato libero. Il secondo fu Polizzi impiccato a un lampione. Il terzo un uomo minuscolo falciato dai colpi di un Winchester . Alla fine tra impiccati e fucilati furono 11 i morti . Il console italiano protestò. Il ministro degli esteri pure. E alla fine tutto fu messo a tacere . Bell ’esempio di civiltà .

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 09.01.10 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Funziona cosi':

Si possiede un terreno agricolo, si iscrivono TOT braccianti stagionali, ma si mandano lavorare sottopagati i "NEGRI" (cosi' li hanno chiamati a alosarno).

Risultato:

Il proprietario del terreno paga a cifre ridicole i braccianti e un tot di suoi "AMICI" o "AMICI degli AMICI" prendono il sussidio di braccianti stagionali...anche se magari non hanno mai toccato una rancio o un pomodoro se non al supermercato!

Ma non importa ...come dice maroni:

"Il problema e' l'immigrazione clandestina"

nessuno ha spiegato a Maroni che l'immigrazione clandestina e' una risorsa delle mafie e che il suo governo ha governato 7 degli ultimi nove anni?

Mi pare sempre piu' dura dare la colpa ad un'inesistente sinistra.

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 17:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invio l'appello di Ferrero al popolo viola del 5 dicembre con l'invito a raccordare le forze dell'opposizione sociale contro privatizzazione dell'acqua, precarietà,nucleare. Credo che il movimento di Grillo possa essere interessato e coinvolto.
APPELLO AL POPOLO VIOLA CONTRO GLI INCIUCI PER UNA PRIMAVERA REFERENDARIA CONTRO PRECARIETA’, NUCLEARE E PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA
8 Gennaio 2010

Cari amici del popolo Viola, salutiamo positivamente la vostra iniziativa e i vostri lavori che terrete a Napoli domani. La manifestazione che avete convocato, alla quale abbiamo aderito, il 5 dicembre è stata senza dubbio un successo perché ha rimesso in piedi un movimento d’opposizione di massa al Governo a difesa della nostra democrazia. Abbiamo sfilato in un reciproco riconoscimento, che ha fatto aumentare la partecipazione di tanti e tante che vogliono un paese diverso. Un modo di lavorare nel quale ognuno si è impegnato con le proprie forze riconoscendo la reciproca autonomia, riempiendo un vuoto che i partiti non riuscivano a colmare. Per quanto ci riguarda noi continueremo ad impegnarci per la cacciata del Governo Berlusconi, contro ogni inciucio, e per la sconfitta del berlusconismo. Questo elemento per noi vale ovunque, nelle piazze, sopra i tetti, davanti le fabbriche. In particolare riteniamo completamente sbagliata la strada intrapresa dal PD di aprire il dialogo con il governo sulle riforme. E’ una strada che favorisce unicamente Berlusconi e i propositi di manomissione costituzionale. Per questo riteniamo necessario riprendere l’iniziativa di opposizione dal basso, fuori dal Parlamento.Nelle prossime settimane insieme ad altre forze lanceremo 3 referendum, contro il nucleare, contro la privatizzazione dell’acqua, contro la legge 30 e la precarietà. Vi proponiamo di essere tra i promotori dei referendum per proseguire nel percorso cominciato il 5 dicembre.

Ancora buon lavoro amici Viola, a rivederci in tutti i luoghi dell’opposizione.

Paolo Ferrero,

enzo bardo 09.01.10 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Francamente non capisco perchè dobbiamo accettare che ci siano dei clandestini sul nostro territorio.
Il buonismo sull'argomento, che ha sempre contraddistinto quella parte dell'opinione pubblica spostata a sinistra, ha prodotto e sta producendo la nuova schiavitù per questi poveri ragazzi che sono giunti nel nostro paese da ogni angolo d'Africa proprio perchè sapevano che da noi c'era una sorte di tolleranza ed era possibile arrangiarsi lavorando in nero.
Se tutti i clandestini venissero rimpatriati immediatamente e non si consentisse a nessuno privo di permesso di soggiorno o di un lavoro regolarmente dichiarato, di circolare indisturbato, lo sfruttamento e la schiavitù cesserebbero di colpo.

Coloro che determinano questa triste situazione sono proprio quelli che parlano di accoglienza, di aiutare tutti, e che storcono il naso quando qualcuno parla di rispedire a casa loro gli irregolari.

Faccio notare che il prezzo basso di molti lavori è determinato proprio dalla presenza di questa manodopera a basso costo.

Non si può ignorare che economicamente per il nostro paese è impossibile accogliere e dare assistenza a tutti i clandestini presenti sul territorio.

Nella situazione economica che stiamo attraversando, sentire che ci sono lavori che gli italiani non vogliono più fare, e al contempo vedere gente manifestare sui tetti e fuori dalle fabbriche senza commesse e senza lavoro, mi fa pensare che forse se c'è qualcosa che non va, bisogna ricercarlo anche nella testa dell'italiano medio.

Marco Stravaglio Commentatore certificato 09.01.10 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER TUTTI I PALERMITANI PRESENTI SUL BLOG


SPAZZATURA NEL CASSONETTO DI CAMMARATA.

Data:
domenica 10 gennaio 2010
Ora:
18.00 - 23.00
Luogo:
VIA LA LUMIA 7 PALERMO

Non mancate dopo le ore 18,00 di domenica 10 gennaio in via La Lumia 7 con il vostro sacchetto di spazzatura con annesso bigliettino. vi aspetto aderite in massa.


http://www.facebook.com/?ref=home#/event.php?eid=156670669966&ref=mf

manuela bellandi Commentatore certificato 09.01.10 17:09| 
 |
Rispondi al commento

In uno sei tanti telegiornali di disinformazione, ha mostrato, in una ripresa, uno dei tanti immigrati, partecipanti alla manifestazione con un cartello in inglese "after work no payment", ovvero dopo il lavoro nessun pagamento. La rivolta viene commentata dai politici italiani come un fatto di sicurezza, quasi di terrosmo, addirittura "tolleranza zero", verso l'infrazione della santa legalità nel nostro paese. VERGONA!! Che vergogna Beppe! Nemmeno un minimo di approfondimento al perchè di quella manifestazione. Ma come è possibile permettere tutto questo?

Raoul Blasi 09.01.10 17:08| 
 |
Rispondi al commento

IL PARTITO DELL’AMORE INIZIA IL PROGAMMA POLITICO DEL 2010 CON UNA GRANDE INIZIATIVA “CACCIA AL NEGRO IN CALABRIA”GRANDE ADESIONE ED ECCITAMENTO DA PARTE DI TUTTI I COMPONENTI DELLA MAGGIORANZA. LA COERENZA ABITA QUI NEL PARTITO DELL’AMORE ALIA POPOLO DELLA LIBERTA’CONDIZIONATA

may way, villaricca Commentatore certificato 09.01.10 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Migliaia di Migliaia di Contadini Nazionali mantenuti dal grande imbroglio delle pensioni sociali e da indennità-TRUFFA protetti dalla mafia... per fare spazio allo sfruttamento degli schiavi.

Tanto paga Pantalone...

Nessuna solidarietà alla cittadinanza razzista ed usuraia ed alla loro fottutissima "tranquillità TROIA E SGUALDRINA".

Solidarietà TOTALE ed incondizionata alla Ribellione degli Schiavi: esempio da elevare a modello.

Massimo Greco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 17:05| 
 |
Rispondi al commento

ma in italia non è previsto il reato di "riduzione in schiavitu'" o mi sbaglio? dove erano le istituzioni/magistrati/forze dell'ordine mentre nelle campagne calabresi, pugliesi e siciliane venivano ridotti in schiavitù migliaia di esseri umani???? se possibile rassegnerei le dimissioni da italiano...mi vergogno di qs paese che gira la testa dall'altra parte e fa finta di non vedere cià che accade da anni nel sud italia--non ci credo che la polizia non sapeva..non ci credo che finanzieri e carabinieri non si accorgevano di nulla..idem dicasi per le magistrature locali..mi vergogno..vorrei che qualcuno chiedesse scusa a qs povera gente per tutto qs.. ma già so che non succederà...

gianluca catanese 09.01.10 17:03| 
 |
Rispondi al commento

SIAMO SEMPRE MERIDIONALI DI QUALCUNO.

mark kaps Commentatore certificato 09.01.10 16:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La gestione dell'immigrazione verrà sempre più esplosiva. un rapporto delle Nazioni Unite di Ginevra che parla potenzialmente di 150milioni di emigranti pronti già col loro fagottello(in gran parte proveniente dal Continente nero)

Cosa si fa quando saremo totalmente invasi? Per fortuna se li troveranno sdraiati sulla porta e nei parchi (delle belle anime buoniste) anche delle sue Super Ville.
La questione non è razzistica ne tantomeno xsenofoba. Quando sarà scoppiata "una guerra civile armata" tutti questi eloqui di ciarlieri del pacifismo da scaricare a terzi scomparirà tra le urla e gli squittimenti di tutti.

antonino navarro Commentatore certificato 09.01.10 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il governo fantoccio

Il collaborazionismo è un fenomeno sociale e politico connesso alle vicende di governo di un paese occupato militarmente da una potenza straniera, che vi organizza una classe dirigente totalmente asservita ai propri interessi.

Esso consiste nell’organizzazione di una struttura di controllo sociale, in modo da creare un collegamento tra la potenza occupante e la popolazione assoggettata. Tale struttura di controllo sociale è composta da elementi etnici locali, e si articola secondo uno schema piramidale che riproduce quello tipico di un normale apparato statale, dotato quindi di propria burocrazia e autonome regole di funzionamento, e che va da un vertice, spesso militare, ma non necessariamente tale, fino ad una base operativa costituita da elementi inseriti nelle varie classi sociali con funzione spionistica e delatoria, che assicurano il controllo e la repressione dei moti eversivi che possono turbare l’ordine imposto dagli occupanti.

Dunque il collaborazionismo è una vera e propria forma di governo, nella quale vertici istituzionali ed apparato burocratico sono fortemente caratterizzati dall’essere proni ai voleri ed agli ordini di un paese straniero, che ha necessità di controllare ad ogni livello il territorio invaso, e che realizza in tal modo una dominazione politica senza bisogno di dovere impegnare un numero ingente di risorse militari, immobilizzando forze altrimenti utilizzabili.

Un governo così caratterizzato viene definito con l’espressione di “governo fantoccio”.

La definizione qui sopra è stata presa, senza apportare alcuna modifica, dawikipedia. Ma, se in essa sostituite la parola “straniero” con “maggioranza”, si capisce chiaramente che stiamo parlando dell’Italia.


La Lotta Alternativa viene derubricata a forma di PROTESTA se non c'è un filo conduttore comune SUI METODI DI SELEZIONE E DECISIONALI.
Verranno tutti assorbiti dal sistema se non COMBATTIAMO il sistema nei suoi metodi.
Non solo i programmi, i metodi.
E non parlo solo di preferenze. Come noto.
Mettere le preferenze non serve a nulla senza una selezione popolare preventiva.
Mettendo in pratica le alternative non solo sognandole.
Perchè trovare due persone che la pensino ESATTAMENTE allo stesso modo è impossibile.
Serve un punto di mediazione SUI METODI.
Poi dopo viene la mediazione democratica sui punti di vista.
Il Pensiero Unico è un Nemico.
Saluto.

ps: nel Lazio alcuni POCHI "illuminati" nel PD osteggiano la Bonino anche se lei potrebbe andare bene.
Ma deve essere votata nelle primarie.
Altrimenti CI RISIAMO.
Si era detto infatti che le primarie del PD rischiavano di essere uno SPECCHIETTO PER LE ALLODOLE.
Guarda caso Marino appoggia la Bonino e neppure accenna più a fare prima le Primarie.
Sai com'è. Quando si perde anche le Primarie diventano meno interessanti.
Meglio tornare ai sani Salotti di una volta.

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 09.01.10 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Il Maroni, non molti mesi fa' si reco' a New York per **studiare** come quella citta' gestisce l'ordine pubblico: si lesse poco, ma incontro' anche il Patacca Giuliani il cui padre passo' anni in galera per Loan Sharking activity..
che e' poi un classico del CRIMINE..presta soldi e recupero soldi..o sciogliere in acido e simili TRATTAMENTI..

ed e' una associazione che vede, almeno agli inizi, l'elemento criminale italiano che manda avanti in quel Paese il PIZZINO..che lavora spalla a spalla con l'elemento criminale del mondo finanziario o Banca..

Cio' che venne STROMBAZZATO a proposito di Giuliani (ha sconfitto la Mafia), altro non e' che un BLITZ MEDIATICO..prima con il Padrino CREANO il **nemico**..poi con attori come Giuliani
(pessimo sindaco fortemente criticato l'11 settembre 2001 in quanto ai Pompieri e squadre di soccorso, VENNERO NEGATE in passato urgenti richieste per sistemi portatili di comunicazione di emergenza)..

ed il Giuliani ha una sua compagnia di SECURITY da quel giorno...si e' arricchito..e fa consulenza nel GESTIRE le ZOZZERIE alla Hollywood..

(e Maroni e quella generazione di Lombardi..SONO NELLE MANI delle esterofilia scema...odiano l'Italia ed amano gli aspetti ZOZZI di ogni Paese, purche' non sia l'Italia... )

la sceneggiata prevede di creare l'Eroe...mentre dietro le quinte, la GRANDE HOLDING agisce cosi' indisturbata con nuovi tipi di crimini....succede lo stesso da noi...



ma "la settimana n. 5"?

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.01.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento

IL TERZO MONDO SIAMO NOI

mark kaps Commentatore certificato 09.01.10 16:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Salve, sono calabrese!! La calabria è una terra amara resa ancora più aspra non solo dai pistoleri ma dai falsi colti perbenisti signori illuminati di calabria!!
Una regione scarsamente popolata, ma con tre università distanti circa 150 km una dall'altra!! mi chiedo e vi chiedo cosa è che non funziona!!??
La cultura dovrebbe essere il ponte per una società nuova!! Non sullo stretto!!la cultura ed il sapere dovrebbe essere il futuro!! ed invece no tutto questo invece non succede!! perchè mi chiedo!!??
Detto fatto!! le università ed il sapere è amministrato e controllato pal potentato baronale che in passato vessava i nostri nonni e padri nel latifondo!! ed aggi a noi figli e nipoti vendono il falso, vendono l'illusione della cultura!! una cultura costruita ad ok nelle università solamente per ribadire ed esercitare il loro vecchio potere e lascire ai propri figli il ruolo che secondo loro gli spetta!! quanti ragazzi si sono laureati e sono tornati a rosarno!!?? quanti!! la maggior parte, con la laurea appesa nel soggiorno di casa, pensa che il nero debba essere sparato, gettato via quando non serve più!! che cosa è cambiato dal tempo del vecchio latifondo baronale quando i contadini venivano scelti nella piazza del paese e il livello di alfabetizzazione era sotto la suola delle scarpe!! La cultura in calabria viene amministrata ed esercitata per formare menti sottomesse e conniventi al sitema!! questo è il vero problema di fondo!! la calabria non cambierà mai! perchè mai nessuno avrà la coscenza di capire di trovarsi nel falso!!
buona sera

xbull xbull 09.01.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Intervista a Sir Oliver Skardy , da guardare fino alla fine!


http://www.youtube.com/watch?v=Kwxh0ylPZg0

K.i. 09.01.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento

E’ Pronto per noi il LODO all’ANO!

Ecco come (la)Compagna-”Chiaromonte”(figlia del sen.PCI)aiuta Berlusconi a“farla Franca”per non difendersi dai processi e dalle accuse per ipotesi di reato non inerenti motivi ideologici ed idee politiche espresse,ma per corruzione, falso in bilancio,concessioni dello stato e conflitto d’interesse,evasione fiscale, violazioni ed assunzioni Rai,Editto bulgaro a Biagi,Santoro e Luttazzi,degrado etico-morale, ecc. ecc.
Eppure ….
Dice la Franca che vorrebbe"affrancare Silvio":-"Siamo disposti a discutere e a confrontarci-anche con Di Pietro-ma senza gridare.Una cosa è la polemica politica per prendere voti,un'altra è il bene del Paese",osserva la senatrice.
Parlare di immunità parlamentare può sembrare"scomodo"in questo momento,ma si tratta di"tornare ai sani principi della Costituzione e dei costituenti",insiste la senatrice Franca Chiaromonte.
Riguardo l'orientamento dei vertici del suo partito,e del segretario,nei confronti della sua proposta di legge,la senatrice Chiaromonte si dice "fiduciosa".Si tratta di una modifica costituzionale che certamente un"percorso a sé non lo può avere",ma che è"ispirata a rendere chiaro un contesto politico".
Scrive Marco Travaglio:-La senatrice migliorista, anzi peggiorista Franca Chiaromonte(Pd)che, assieme a un altro figlio d’arte,Luigi Compagna (Pdl),ha appena depositato un ddl per ripristinare l’autorizzazione a procedere per le indagini sui parlamentari,abrogata nel‘93.
Incontenibile l’entusiasmo del sen. Quagliariello,che da mesi si arrabatta intorno a un lodo Alfano-bis a turboelica costituzionale e per di più deve pure tentare di spiegarlo a Gasparri:dice che il Pdl potrebbe fare propria la Compagna-Chiaromonte al posto del turbolodo.
Se la legge è targata Pd,nessuno potrà più chiamarla ad personam.Secondo la senatrice Franca,se è "normale che la magistratura faccia il suo corso,è anche normale garantire agli"eletti"(?)di continuare a fare il loro lavoro e poi farsi giudicare".

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 16:51| 
 |
Rispondi al commento

speriamo che alle Regionali....

Idv, Sinistra e Liberta', Rifondazione e il Movimento di Liberazione nazionale,facciano coalizione sul candidato Presidente di Regione...

nel nostro caso Vendola...

meglio um'ottima opposizione, che governare con ladri e mafiosi...

Beppe, incontratevi con Di Pietro,Ferrero e Vendola per coalizzarvi alle Regionali...

potrebbero aggregarsi,in un secondo momento, la parte buona del PD...

Marino,Serracchiani,Concia,Bindi e anche Franceschini....

per arrivare al 30%...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 16:49| 
 |
Rispondi al commento

RIMANDARE AL LORO PAESE GLI EMIGRANTI E SOSTITUIRLI CON I GRILLINI RIVOLUZIONARI : SOLO IL LAVORO GLI FAREBBE ENTRARE UN PO' SALE IN ZUCCA

--------------------

e così i grillini presero i barconi ed emigrarono in Tunisia . Parlare di lavoro a chi digita tutto il giorno nei blog ?

zitella sposata caserta 09.01.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Marroni "troppo morbidi con i clandestini"

ma della altra parte caro marroni ...


"Mafia, addio al carcere duro
così i boss si liberano del 41 bis
Il 6% dei padrini fuori dalla lista: dal killer di Dalla Chiesa agli uomini delle stragi"

cade il mito italiani brava gente, ma voi leghisti non siete italiani ne anche i bastardi che nel meridione stanno facendo "la caccia al negro" con il silenzio complice di tanti.

Ma tutte le domeniche in chiesa siete angioletti anche a natale e pasqua poi meglio perdervi di vista

E il papino buono dove è? guardando lo bello che è su anellino d'oro di mezzo kilo nel mignolo?

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quella scellerata idea rossa sinistra buonista di importare tutti i disperati del mondo per poi giustificare, qualsiasi cosa questi facciano, rubare,spacciare,violentare,ecc..ecc.e dire tanto devono vivere.

antonino navarro Commentatore certificato 09.01.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento


Nei secoli diciassettesimo, diciottesimo e diciannovesimo, noi "cristiani", gli schiavi, li andavamo a prendere in africa.
Adesso, nel ventesimo e ventunesimo secolo, vengono da soli, con i loro mezzi.
Quando si parla di evoluzione!

antonio d., carrara Commentatore certificato 09.01.10 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Ci sarebbe da ridere se nel 2012 accadesse veramente qualcosa di catastrofico....tutti liberi e in condizioni identiche :)))
La paura dell 'uomo mascherata dal finto buonismo è la catastrofe più distruttiva,duratura e nauseante che continua a flagellare la storia dell'umanità.
w gli animali ...si rispettano di più

daniele cugniforo 09.01.10 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Licenza di uccidere per la ndrangheta calabrese.
Il governo dichiara aperta la stagione di caccia al “negro “in Calabria,tutte le associazioni malavitose sono stata invitate a partecipare.ricchi premi per i vincitori.

may way, villaricca Commentatore certificato 09.01.10 16:39| 
 |
Rispondi al commento

bello l'incontro di Beppe a Milano...

una persona molto tranquilla ha detto..."fate quacosa,tagliate i fili delle corrente. ma' fate qualcosa"....

giustissmo....

facciamo qualcosa di diverso,oltre al MoVimento il Blog e a tutte le varie proposte postate precedentemente...

esistono tante forme di LOTTA ALTERNATIVA...

a Noi la scelta...

ma' FACCIAMO QUALCOSA...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete sentito che cazzate ha sparato Castelli ad Annozero? Per far vedere che lui merita di guadagnare lo stipendio di un parlamentare ha detto (si può vedere anche su blob del 8.1.2010) che da giovane si alzava alle 4, si faceva 4 ore di macchina per andare a lavorare e finiva alle 10 di sera per tornare a casa alle 2 di notte. Che superuomo! Dormiva solo 2 ore per notte! Ma mi faccia il piacere! Se fossi stato in studio gli avrei detto: le cose sono due o eri un cocainomane o le spari veramente grosse!

franco icci 09.01.10 16:32| 
 |
Rispondi al commento

domani e dopodomani sciopero dei lavoratori Mediaset! A rischio il Grande Fratello e Controcampo!!!!!!
Mamma mia che disastro, cosa faranno mai domani quella parte di italiani stupidotti che votano Pdl e Lega?????? Forza ignorantotti non disperate!! Forse ci sono gli outlet aperti anche di domenica per i saldi. Mi raccomando, pero': comprate tutto a rate, altrimenti a fine mese non arrivate neanche questa volta!!!

michele d, Como 09.01.10 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i Nostri Dipendenti sono una massa di mangia pagnotta a tradimento...andrebbero eliminati...

purtroppo, anche alle prossime Regionali vedremo la stessa canzone...che fare????....

gli Italians sono impegnati con Ballando sotto il cesso, con Caz de Can,Rigge e la Carlona...

Noi, possiamo solo creare delle condizioni favorevoli a Noi stessi e a chi si associa queste opportunita'...

il Movimento di Liberazioe Nazionale...

una Nostra Banca-assicurazioni Etica...

una Onlus...

un Nostro Sindacato...

un Gruppo d'acquisto eco-solidale...

una Civic Company...

uno Studio Legale del MLN..

associandoci in qualche milione di persone, che la pensano nella stessa maniera,allora si che cambiera' qualcosa...

il Potere maligno, si combatte con il Potere contrapposto...

toccategli i Soldi e moriranno...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma SGARBI non è il sindaco di SALEMI? Cosa ci fa tutti i giorni in televisione a dire stronzate, litigare ed offendere gli altri? Lavora solo al mattino? BRUNETTAAAAAAAAAA cxxxo, questa mente fine lavora solo al mattino. CONTROLLARE.

REGGIANO VERO, REGGIO E. Commentatore certificato 09.01.10 16:10| 
 |
Rispondi al commento

MEDIASET:10 E 11 SCIOPERO. A RISCHIO CAMPIONATO CALCIO E GRANDE FRATELLO

http://www.asca.it/news-MEDIASET_10_E_11_SCIOPERO__A_RISCHIO_CAMPIONATO_CALCIO_E_GRANDE_FRATELLO-886041-BRK-.html

Un'altra rivolta si prospetta all'orizzonte..ma stavolta dei lobotomizzati hahah

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 16:09| 
 |
Rispondi al commento

http://www.livestream.com/5stellelombardia

C'è anche i grande Paolo Cicerone,l'uomo con la coda eheheheheeh.

Vai Cicero!!!

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Usa: dal web arriva l'invito ai correntisti
a boicottare le grandi banche americane
Si chiama «Move your money» il movimento promosso da blog e siti per far spostare il denaro ai risparmiatori.

Questo invece e' una cosa fattibile per tutti (per chi ha ancora qualcosa!)

Togliere dalle banche succhiasangue che tanto fan solo pagare tasse e commissioni.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se un proprietario di un appartamento in una zona del centro storico si permette di tenere la sua abitazione sfitta o vuota per oltre 35 anni che cosa dovrebbe fare il comune o la legge ?

cesare beccaria Commentatore certificato 09.01.10 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Troppa tolleranza per l'immigrazione clandestina", ha detto il ministro Maroni. E quanta tolleranza ha avuto il governo per quelli che li hanno sfruttati?

Alessandro L 09.01.10 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spostarsi costa sempre di più, 300 euro a famiglia tra caro benzina e nuove tariffe

non metteremo le mani in tasca degli italiani, qualcuno narrava!

sì, basta che non esca di casa....

BUONPOMERIGGIO, SBULLONATO POPOLO DI NAVIGATORI

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 09.01.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL POPOLO "DEI QUASI SUFFICIENTE" E' IL PIU INCULATO E IGNORATO DI TUTTI!!!!!

ANNUNCIO DEI GIOVANI "SENZA":

AAA CERCASI LAVORO PER POVERO RAGAZZO ADULTO DEPRESSO E POCO SVEGLIO, SENZA SUFFICIENTE FORZA, SENZA UNA BUONA SALUTE, SENZA DIPLOMA, SENZA SUFFICIENTE ESPERIENZA, SENZA NESSUNA RACCOMANDAZIONE, SENZA SOSTENTAMENTO ECONOMICO, SENZA CASA POPOLARE, SENZA ESSERE AUTOMUNITO, SENZA ESSERE PADRONCINO, SENZA ESSERE UMILIATO, SENZA ESSERE SFRUTTATO, SENZA ESSERE SOTTOPAGATO, SENZA ESSERE PRECARIO...

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 15:59| 
 |
Rispondi al commento

IL POPOLO "DEI QUASI SUFFICIENTE" SONO I PIU INCULATI E IGNORATI DI TUTTI!!!!!

ANNUNCIO DEI GIOVANI "SENZA":

AAA CERCASI LAVORO PER POVERO RAGAZZO ADULTO DEPRESSO E POCO SVEGLIO, SENZA SUFFICIENTE FORZA, SENZA UNA BUONA SALUTE, SENZA DIPLOMA, SENZA SUFFICIENTE ESPERIENZA, SENZA NESSUNA RACCOMANDAZIONE, SENZA SOSTENTAMENTO ECONOMICO, SENZA CASA POPOLARE, SENZA ESSERE AUTOMUNITO, SENZA ESSERE PADRONCINO, SENZA ESSERE UMILIATO, SENZA ESSERE SFRUTTATO, SENZA ESSERE SOTTOPAGATO, SENZA ESSERE PRECARIO...

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 15:56| 
 |
Rispondi al commento

ANNUNCIO DEI GIOVANI "SENZA":

AAA CERCASI LAVORO PER POVERO RAGAZZO ADULTO DEPRESSO E POCO SVEGLIO, SENZA SUFFICIENTE FORZA, SENZA UNA BUONA SALUTE, SENZA DIPLOMA, SENZA SUFFICIENTE ESPERIENZA, SENZA NESSUNA RACCOMANDAZIONE, SENZA SOSTENTAMENTO ECONOMICO, SENZA CASA POPOLARE, SENZA ESSERE AUTOMUNITO, SENZA ESSERE PADRONCINO, SENZA ESSERE UMILIATO, SENZA ESSERE SFRUTTATO, SENZA ESSERE SOTTOPAGATO, SENZA ESSERE PRECARIO...

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 15:52| 
 |
Rispondi al commento

QUI!

http://www.livestream.com/5stellelombardia

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma va'?
Che si venga dai primati, ormai lo sappiamo tutti.

Qualcuno si è evoluto, altri non sono ancora riusciti a farlo.

Come i negri di Rosarno.

Tesifone 010 09*.01.*10 14*:46*

********************************


Forse volevi dire che altri non sono ancora stati ADDOMESTICATI...

Per questo vi fanno paura!


Non tutti sono alienati e lobotomizzati dal business system...potete sfruttarli, ma non potete controllarli, questo sta alla base del vostro sudicio razzismo: LA VIGLIACCHERIA!


Meglio primate che coniglio


aLLO STAFF
PREGO SEGNALARE INTERRUZIONI FREQUENTI SU DIRETTA C6.TV

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 09.01.10 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho ascoltato questa affermazione durante una discussione sui fatti di Rosarno:
"Non siamo noi i razzisti, sono loro che sono negri".
Di mio affermo: leghisti vil razza dannata.

Roland Eagle () Commentatore certificato 09.01.10 15:45| 
 |
Rispondi al commento

in un italia dove pure le statistiche sono opinioni bisogna affidarsi solo al proprio istinto.

l'ansa di oggi vuole affermare che gli immigrati hanno lo stesso tasso di criminalità degli italiani nascondendo che le carceri sono stracolme di non italiani.

"- IMMIGRATO NON E' CRIMINALE: Il tasso di criminalità degli immigrati regolari, in Italia, è "solo leggermente più alto" di quello degli italiani (tra l'1,23% e l'1,4%, contro lo 0,75%) e addirittura è inferiore tra le persone oltre i 40 anni. Di fatto, sono dati "equiparabili"."


non c'è niente di più falso anche perché molti che erano extracomunitari ultimamente sono diventati comunitari se non addirittura cittadini italiani grazie ai matrimoni di comodo.

e poi parlano di PIL aumentato del 10% quando sappiamo benissimo che pure il terremoto fa aumentare il PIL.

Bruno BASSI, Ronchi di Massa Commentatore certificato 09.01.10 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCANDALO MONNEZZA di Vincenzo Iurillo

IMPREGILO INCASSA ALTRI MILIONI DI EURO
La chiusura dell’emergenza rifiuti in Campania porta in dote un bel po’di soldi a una protagonista della stagione del disastro monnezza.
Secondo la relazione tecnica allegata al decreto che conclude la fase commissariale, rivelata sul sito de Il Velino, Impregilo riceverà per il termovalorizzatore di Acerra una somma decurtata “del canone di affitto corrisposto nei 12 mesi antecedenti all’atto del trasferimento (previsto entro il 31 dicembre 2011, dovrebbe essere la regione Campania a comprare, ndr), pari a 30 milioni di euro, delle somme anticipate dalla struttura del sottosegretario, nonché delle somme relative a interventi effettuati sull’impianto funzionali all’esercizio del termovalorizzatore pari a 90 milioni”.
E se l’impianto supererà la fase di collaudo, Impregilo otterrà 2,5 milioni al mese fino al 2024.
Tommaso Esposito, avvocato dei comitati antinceneritore, protesta: “A pagare saranno i cittadini con gli incrementi sulla Tarsu e la voce Cip 6 delle bollette, mentre una società privata alla quale venne rescisso il contratto e sotto processo per truffa allo Stato, otterrà un guadagno da un’operazione che in partenza venne presentata come priva di costo per il pubblico”.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 09.01.10 15:40| 
 |
Rispondi al commento

e che dire del titolare del Viminale quando dice "le leggi bisogna farle rispettare" aggiungendo "con tolleranza zero". Ma non si tratta di quel Maroni Roberto condannato per resistenza a pubblico ufficiale per aver addentato alla gamba un poliziotto durante una perquisizione di una sede della lega Nord? Siamo alla sagra dell'ipocrisia.

Giorgio Torboli, rovereto Commentatore certificato 09.01.10 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Certo una guerra tra poveri, l'uomo affamato diventa cannibale, si dovrebbe fare una conta di quanti sono li stranieri in Italia, quali sono le aree in grado di accogliere e offrire lavoro, ed effettivamente evitare che si creino ghetti della disperazione senza leggi e morale, nonostante ci siano persone stipendiate per farlo abbiamo la solita sorpresina all'italiana, e che' ce ne accorgiamo adesso che li stranieri son troppi, basta camminare per la strada, ma li italiani noon sono razzisti

ravelli andrea 09.01.10 15:36| 
 |
Rispondi al commento

per ogni "Nero " picchiato,bisogna picchiare un Leghista e un Nostro Dipendente...

anche un Banchiere e un Confindustriale...non facciamoci mancare niente...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fini ha messo in piedi una fondazione culturale chiamata FARE FUTURO.

Anche Bersani e si chiamerà FARE PASSATO!!!

Anton Tchutcerthaler (maia bassa) Commentatore certificato 09.01.10 15:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

So cuggini e fra parenti
nun se fanno comprimenti:
torneranno più cordiali
li rapporti personali.

E riuniti fra de loro
senza l'ombra d'un rimorso,
ce faranno un ber discorso
su la Pace e sul Lavoro
pe quer popolo cojone
risparmiato dar cannone!

Trilussa

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 15:29| 
 |
Rispondi al commento

VORREI INSISTERE NEL DIRE(PERCHè SU STO PUNTO CI TENGO MOLTO):...non sono ancora sotto un ponte , ma da ragazzo 25 euro al giorno li prendevo come tutto fare in un bar trattoria...ADESSO SONO PRECARIO E IL CAPO MI SFRUTTA E MI UMILIA E NON POSSO COMPRARE NE CASE NE AUTO NE FARMI UNA FAMIGLIA ...dimenticavo: piccolo particolare, sono nato in Italia, potrò quindi avere qualche diritto in più? o a questo punto spiegatemi voi, a CHE cosa serve avere una cittadinanza, una nazionalità...booo.... possibile che a godere di diritti e vantaggi siano solo ricchi i industriali, i berlusconi e simili????

...SE MI RIBELLO E SPACCO TUTTO ANCHE IO GIUSTIFICATE ANCHE ME CHE SONO PRECARIO E INSTABILE DA UNA VITA??? O PER AVERE LA VOSTRA COMPRENSIONE DEVO FINIRE SOTTO UN PONTE ???
O FORSE FORSE BISOGNA TUTTI INSIEME PUNTARE IL DITO SU QUESTO SISTEMA CREATO DAI RICCHI IMPRENDITORI INDUSTRIALI E BANCHIERI...

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 15:28| 
 |
Rispondi al commento

I clandestini sono in minoranza rispetto a quelli che lavorano regolarmente e molto volte sono in attesa che si regolarizzi la loro situazione

Riccardo G

SI, E' POSSIBILE CHE IL NUMERO DI CLANDESTINI SIA INFERIORE A QUELLO DEI REGOLARI.
PERO' IN ALCUNE ZONE D'ITALIA E' VERO IL CONTRARIO. SONO PROPRIO QUELLE LE ZONE PIU' CALDE.

Guarda che non sto dicendo mica cose straordinarie. Gli italiani sono sempre stati un popolo di emigranti, perchè in questo caso non va più bene questa soluzione? Quando non si hanno più alternative nel proprio paese, ci si sposta. Mica si può aspettare che funzioni immediatamente un sistema che non ha mai funzionato. Quanti italiani sono emigrati in altri paesi nel corso degli anni? Perchè prendersela con gli è andato via dai propri paesi ed è venuto nel nostro a fare i lavori più pesanti?.... CUT...
CUT... Stop! Cerchi altre alternative dove ci sono.

Riccardo G
--------------------------------

MA INFATTI L'ITALIANO HA COMINCIATO AD EMIGRARE MOLTO TEMPO PRIMA CHE TU NASCESSI. PER FORTUNA NON HA AVUTO IL BISOGNO DEL TUO "PREZIOSO" CONSIGLIO. PROVA CHE SA ABBASSARE LA SCHIENA SE NECESSARIO.

E PENSARE CHE FINO A QUALCHE ANNO FA LA SINISTRA ITALIANA (credo all'epoca di Ochetto) SI BATTEVA PER LE 35 ORE SETTIMANALI.
SE NE PARLAVA. OGGI E' IMPENSABILE ANCHE PENSARLO.
IL VALORE DEL LAVORO NON VALE PIU' UNA CICCA PERCHE' L'ITALIANO TROVA SUBITO UN CONCORRENTE CHE NON SI LAMENTA ANCHE SE LO SOTTOPAGHI E LO FAI LAVORARE DI PIU'.
I CINESI (clandestini o non clandestini) CHE LAVORANO NOTTE E GIORNO, DA SCHIAVI, NON FANNO ALTRO CHE ABBASSARE ANCOR DI PIU' IL COSTO DEL LAVORO.

GIUSTAMENTE TU PROPONI DI EMIGRARE ALL'ESTERO.
HAI RAGIONE, IL LAVORO DEGLI ITALIANI NON VALE PIU' UN CAZZO. EPPURE NON ERA TROPPO TEMPO FA CHE SI PARLAVA DI 35 ORE SETTIMANALI.
FORSE ERANO CONVINTI CHE FOSSE UNA BATTAGLIA GIUSTA. UN GIUSTO RICONOSCIMENTO AL SUDORE VERSATO SUL LAVORO.

COMUNQUE, E' LA CLANDESTINITA' IL VERO MALE.

vito. farina Commentatore certificato 09.01.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Caso per prossime elezioni, facendo tesoro della monnezza di Napoli: Rosarno e gli immigrati.

Volete che la vostra città diventa una Rosarno? No! allora votate il partito dell'amore e lega.

Rosarno- Secondo forze dell’ordine chi ha sparato colpi e usato spranghe è «gente che viene da fuori». Forse cani sciolti della criminalità organizzata. Per il prefetto rivolta non completamente spontanea.

Clara Silvestre 09.01.10 15:27| 
 |
Rispondi al commento

the Babilon system

Ci rifiutiamo di essere
Quel che vorreste fossimo

Siamo quel che siamo
È così che andrà

Non potete addestrarmi
Alla disuguaglianza
Parlando della mia libertà
Della piena libertà del popolo

Sì, siamo stati aggiogati
Troppo a lungo
Ribelliamoci, ribelliamoci

Siamo stati aggiogati
Troppo a lungo, ribelliamoci

Il sistema di Babilonia è il vampiro
Che giorno per giorno succhia il sangue ai figli

Il sistema di Babilonia è il vampiro
Che succhia il sangue ai sofferenti

Edificando chiese e università
Imbrogliando costantemente il popolo

Io li definisco ladri patentati
E assassini, ora fate attenzione
A succhiare il sangue ai sofferenti
Dite ai figli la verità
Dite ai figli la verità
Dite subito ai figli la verità

Avanti, e dite ai figli la verità
Perché siamo stati aggiogati
Troppo a lungo

Dobbiamo ribellarci, dobbiamo ribellarci ora

Siamo stati dati per scontati
Troppo a lungo. Ribelliamoci
Perché siamo stati aggiogati
Troppo a lungo

Dobbiamo ribellarci, dobbiamo ribellarci ora
Siamo stati dati per scontati
Troppo a lungo. Ribelliamoci

Dal giorno stesso in cui abbiamo lasciato i lidi
Della terra paterna
I nostri sentimenti sono stati calpestati, oh e ora

Ora che sappiamo ogni cosa dobbiamo ribellarci

Qualcuno deve pagare per il lavoro
Che noi abbiamo fatto, ribelliamoci


Bob Marley

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 15:25| 
 |
Rispondi al commento

VORREI RIBADIRE:...non sono ancora sotto un ponte , ma da ragazzo 25 euro al giorno li prendevo come tutto fare in un bar trattoria...ADESSO SONO PRECARIO E IL CAPO MI SFRUTTA E MI UMILIA E NON POSSO COMPRARE NE CASE NE AUTO NE FARMI UNA FAMIGLIA ...dimenticavo: piccolo particolare, sono nato in Italia, potrò quindi avere qualche diritto in più? o a questo punto spiegatemi voi, a CHE cosa serve avere una cittadinanza, una nazionalità...booo.... possibile che a godere di diritti e vantaggi siano solo ricchi i industriali, i berlusconi e simili????

...SE MI RIBELLO E SPACCO TUTTO ANCHE IO GIUSTIFICATE ANCHE ME CHE SONO PRECARIO E INSTABILE DA UNA VITA??? O PER AVERE LA VOSTRA COMPRENSIONE DEVO FINIRE SOTTO UN PONTE ???
O FORSE FORSE BISOGNA TUTTI INSIEME PUNTARE IL DITO SU QUESTO SISTEMA CREATO DAI RICCHI IMPRENDITORI INDUSTRIALI E BANCHIERI...

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MARONI dice che a Rosarno c'è stata troppa tolleranza. E' quello che diremo noi quando prenderemo a calci nel culo i leghisti. O no.

REGGIANO VERO, REGGIO E. Commentatore certificato 09.01.10 15:22| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

volete sapere qual'è la priorita' qui a Bari?????...

la disoccupazione,la corruzione,la malavita,le Regionali....

la priorita' è....BARI-INTER....

code interminabili alle rivendite dei biglietti,con presidi notturni...


VA' TUTTO BENE...VA' TUTTO BENE...


p.s

chiaramente dopo la partita si torna seri...coca e orgie...

the Babilon System...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Berlusca dice che vuole fare solo due aliquote
23% e 33%
coloro che hanno un reddito basso pagheranno ancora tanto, mentre quelli che hanno un reddito alto pagheranno meno.
ma bravo Presidente. . . te possino . . . .

lucia vincenzi, malalbergo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 15:20| 
 |
Rispondi al commento

se non è oggi nei prossimi giorni il TEVERE strariperà, ve lo posso garantire perchè me lo trovo a due passi da casa.
sappiate tutti che non è colpa della NATURA, non è colpa della PIOGGIA o della SFIGA.

da ANNI il letto del fiume in prossimità della foce si va alzando successivamente a ogni fisiologica piena invernale.
nessuno ha fatto NIENTE.
vi ricordo che in antichità i ROMANI ogni anno dragavano il letto del fiume ben sapendo che una piena susseguente a piogge porta,oltre all'acqua detriti che sedimentano e alzano il letto del fiume.
non è stato mai fatto niente a riguardo negli ultimi 15 anni, in quanto amministratori locali e regione hanno PENSATO UNICAMENTE A GONFIARSI LE TASCHE CON LE MAZZETTE PER LE CONCESSIONI EDILIZIE.
sono fioriti CENTRI COMMERCIALI SMISURATI (PARCO Leonardo etc.), NUOVE FIERE DI ROMA, PALAZZI e CEMENTO A PROFUSIONE, UNA SPECULAZIONE EDILIZIA DA FARE IMPALLIDIRE IL SACCO DI PALERMO DI CIANCIMINO.

intanto il letto del TEVERE si è alzato, alla foce, tra 1,5 e 3 metri, creando un vero e proprio tappo alla confluenza delle acque in mare.
e nessuno, nè canapini, nè veltroni, nè marrazzo nè tanto meno alemanno...e MENO CHE MAI BERTOLASO, ha fatto NIENTE DI NIENTE DI NIENTE.

Perciò, quando il TEVERE ESONDERA', qui dichiaro che le responsabilità non sono della natura ma dei CRIMINALI che non hanno GOVERNATO e VEGLIATO sull'incolumità dei cittadini e la sicurezza del territorio ma unicamente RUBATO, RUBATO, RUBATO.
sono tutti RICCHI SFONDATI, mentre la gente rischia di perdere TUTTO per qualche giorno di PIOGGIA.

questa è la VERITA' sul TEVERE CHE STA STRARIPANDO.
e ancora una volta appare VERISSIMO il detto popolare:
"PIOVE, GOVERNO LADRO!".

davide lak (davlak) Commentatore certificato 09.01.10 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando questo governo/regime arriverà al capolinea (portando tutti noi che NON lo abbiamo votato alla rovina,come farà con quelli che LO hanno votato),IO ESIGO CHE I CONTI LI PAGHINO GLI ELETTORI DEL pdl.
Forse pensano che votare sia come assistere ad una partita di calcio,dove fa onore non tradire i propri colori,quindi non fanno il minimo sforzo per mettere in dubbio le proprie legittime idee,non un cenno di autocritica,solo apparenza,solo lodi sperticate per il loro leader (qualcosa di ridicolo che somiglia alle peggiori dittature terzomondiste).....non capiscono che votare mafiosi,corruttori,P2isti,servi,razzisti ignoranti,rovinerà non solo la loro vita e quella dei loro figli,ma rovinerà anche la vita a tutta quella Italia che ha aperto gli occhi da tempo,e che si è stufata di pagare per gli altri.
IL PROSSIMO GIRO,SIGNORI,IL CONTO LO PAGATE VOI!!
a.

andrea h., verona Commentatore certificato 09.01.10 15:16| 
 |
Rispondi al commento

...non sono ancora sotto un ponte , ma da ragazzo 25 euro al giorno li prendevo come tutto fare in un bar trattoria...ADESSO SONO PRECARIO E IL CAPO MI SFRUTTA E MI UMILIA E NON POSSO COMPRARE NE CASE NE AUTO NE FARMI UNA FAMIGLIA piccola particolare sono nato in Italia, potrò avere qualche diritto in più o a questo punto spiegami tu a cosa serve avere una cittadinanza, una nazionalità...booo.... possibile che a godere di diritti e vantaggi siano solo ricchi industriali, berlusconi e simili????

...SE MI RIBELLO E SPACCO TUTTO ANCHE IO GIUSTIFICATE ANCHE ME CHE SONO PRECARIO E INSTABILE DA UNA VITA???
O FORSE FORSE BISOGNA TUTTI INSIEME PUNTARE IL DITO SU QUESTO SISTEMA CREATO DAI RICCHI IMPRENDITORI INDUSTRIALI E BANCHIERI...

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho visto il video dell'impappinamento di Cota, video che si blocca peraltro.
questo il mio commento su youtube:
cota vaffanculo, non riesco a sentire le cazzate che dici, ma non mi perdo niente.
In compenso ho sentito la prima: "il reato di clandestinità non prevede il carcere".
BUGIARDO! BUGIARDO!
i CIE (centri di identificazione ed espulsione) come ca@@o li definisci tu??
uomini, donne, madri e padri sono segregati in condizioni DISUMANE e bestiali, per mesi e mesi!! separati improvvisamente dai propri figli e familiari!
CRIMINALI! VERGOGNA!
quando uno è segregato in un edificio, è in CARCERE!

Paolo R., Padova Commentatore certificato 09.01.10 15:13| 
 |
Rispondi al commento

in diretta da milano su

www.c6.tv

Jonni Caseri, bottanuco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma intanto cacciamo questi clandestini, che non hanno alcun diritto di infognare il nostro Paese.
Nessuno li ha chiamati.
Anche perchè ne abbiamo già abbastanza.

Tesifone 010 090110 14:21
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


- RISPOSTA ALLA GALLINELLA aspirante prima troia del magnaccia di Treviso

E' opinione comune che con i governi rossi buonisti aumentano il numero di immigrati.
Sara' vero? vediamo..
(dati istat di stranieri che sono regolarmente iscritti all'anagrafe, o grazie attraverso il permesso di soggiorno, o perchè sono nati proprio nel nostro Stato)

2003: 1.549.373
2004: 1.990.159
2005: 2.402.157
2006: 2.670.514
2007: 2.938.922
2008: 3.432.651
2009: 3.891.295

Sembra proprio di no.
Ma lo dico sempre..per ogni immigrato che entra nel nostro paese..la lega si frega le mani..perche' sa di ricevere qualche voto in piu' conoscendo il suo bacino d'utenza

Beppe A. 080110 20:58


La vera chiave di lettura è che ai datori di lavoro fa comodo la manodopera di questi immigrati perché, come è stato detto più volte, se dovessero assumere e mettere in regola solo gli italiani, col basso fatturato che hanno alcune aziende e con l’alta pressione fiscale, dovrebbero chiudere il giorno dopo. Non veniamo qui a far chiacchiere. Diciamola tutta. Quanti italiani sarebbero disposti ad andare a cogliere gli ortaggi nelle piccole aziende del sud?
***************************************
Tutto questo è vero, prendiamo però il caso ad degli operatori ecologici, molti ultimamente ho visto sono extracomunitari, questo secondo me non è dovuto al fatto che gli italiani non vogliono fare gli spazzini, ma è dovuto al fatto che le aziende come Hera affidano il servizio di pulizia a cooperative che trattano i lavoratori da cavolo, facendogli contratti per pochi mesi, è chiaro che a queste condizioni non si è invogliati a lavorare!

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 09.01.10 15:07| 
 |
Rispondi al commento

PIZZI HA FOTOGRAFATO COSE CHE VOI UMANI NON POTETE NEPPURE IMMAGINARE -

LO STRUSCIO DI CORTINA INZEPPATO DI TIPINI CONCIATI TRASH-DELUXE CHE POTREBBE TRASFORMARE IN DUE ORE PAOLA BINETTI IN UNA TERRORISTA DELLE BRIGATE ROSSE -

UN DELIRIO MOBILE DI VISONI SELVAGGI, VOLPI IN COMA, ERMELLINI SVENUTI, CANI SVIPPATI -

MOLTI INCONTRI AUMMA-AUMMA IN CASE ED ALBERGHI, STARRING ALEMANNO E GERONZI -

DISCOTECA DOMINATA DA LELE MORA, FABRIZIO CORONA CON BELEN AL GUINZAGLIO E IL TRONISTA COSTANTINO ALLO STATO BRADO, PIÙ UCRAINE CON LA MUTANDA IN MANO -

PIZZI REPORT: È COME STARE IN UN FILM DEI VANZINA, MA DAL VIVO.

ORA PER DISINTOSSICARMI VADO DIRETTO A LOURDES A FARMI QUATTRO VASCHE PURIFICATRICI. SE VEDEMO -

Foto e testo di Umberto Pizzi da Zagarolo

Caro Dago, grazie a Dio la mia settimana in bianco a Cortina d'Ampezzo è finita.

Per 7 giorni mi son dovuto sorbire molti personaggi vari ed avariati.

Soprattutto ho visto una pletora di grembiuli, compassi e cazzuole dediti al Grande Inciucio.

Molti erano gli incontri aumma-aumma in varie case ed alberghi con Alemanno special guest e Cesarone Geronzi Pontefice Massimo.

Il tutto blindato e a me proibito come la cena da Maria Criscuolo e soprattutto quella dalla Santadeché che per due giorni mi ha quasi pregato per avermi alla sua cena per poi rimangiarsi la promessa davanti a Paolo Scaroni e Vittorio Feltri ospiti d'onore della serata.


Ma noi, caro Dago, siamo tipi duri e ce ne facciamo una ragione.

Ma che angoscia, ma che delirio, però lo struscio davanti al Posta.

Passava di tutto: dalle signore impellicciate con cagnetto in carrozzina a vecchie dame strapiene di botox coperte da branchi di visoni selvaggi, volpi in coma ed ermellini svenuti tanto da camminare a fatica sotto il peso delle povere bestioline che avevano addosso.

http://www.dagospia.com/rubrica-5/cafonal/articolo-12198.htm

grande Dago....

cliccate sule foto e guardatele bene....ORRORE!!!

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 15:05| 
 |
Rispondi al commento

http://toghe.blogspot.com/2010/01/un-abito-laico-per-lautorizzazione.html

GIOVEDÌ 7 GENNAIO 2010

di Nicola Saracino
(Magistrato)

E’ d’attualità il dibattito sulla reintroduzione dell’autorizzazione a procedere, abrogata nel 1993.

Alla base del ripensamento campeggia l’idea secondo cui l’eliminazione dello sbarramento all’azione giudiziaria nei confronti dei parlamentari irrompeva in un momento storico di estrema debolezza della politica posta in una condizione di “minorata difesa” dall’onda emozionale collegata alla tangentopoli dei primi anni ‘90.

L’abbandono di quello scudo avrebbe alterato l’equilibrio costituzionale tra diversi poteri ed ordini con la conseguenza che la politica risulta costantemente condizionata dalle inchieste giudiziarie.

In contrario si obietta che l’istituto nacque in un contesto storico particolare come quello post fascista, assolvendo al compito di tutelare le minoranze parlamentari da intenti persecutori; in questo solco s’inserisce la tesi estrema che ipotizza l’incostituzionalità del ripristino del testo originario dell’art. 68 Cost.

Quest’ultimo orientamento sembra porre sullo stesso piano istituti diversi.

Infatti la tutela delle minoranze, la cui libertà d’azione politica sarebbe frustrata se fosse ammessa la persecuzione dei “dissidenti”, si realizza attraverso il diverso istituto dell’immunità che esclude in radice la punibilità del parlamentare per i voti dati o per le opinioni espresse nell’esercizio delle proprie funzioni.

L’immunità non ha subito alcuna modifica e vive nella Costituzione così com’era nata nel 1948.

L’autorizzazione a procedere, invece, realizza una condizione di procedibilità subordinando l’accertamento giudiziario nei confronti di un parlamentare al benestare della maggioranza dei componenti della camera di appartenenza.

(continua nei sottocommenti)


VEDIAMO SE HO CAPITO BENE.

Secondo il blog quello che succede a Rosarno e' colpa del governo perche' non avendo ancora sterminato la ndrangheta permette cosi' lo sfruttamento di immigrati clandestini.

Con questo principio non avendo ancora il governo sterminato il reato dello stupro, del furto con massacro nelle case, del taglio della gola a figlie mussulmane, gli immigrati clandestini che commettono questi reati sono giustificati.

Non solo a commetterli ma anche a mettere a ferro e fuoco una citta' i cui abitanti non siano d'accordo.

Quindi, piu' in generale, un qualunque reato che viene commesso contro gli immigrati clandestini, autorizza gli stessi, essendone le vittime, a
ribellarsi e a sfasciare tutto.

Ed unica soluzione che vede il blog e' quella di fare in modo che i reati contro gli immigrati clandestini non vengano commessi, altrimenti la colpa e' del governo.

A me invece pare che le soluzioni siano solo due:

o dare a tutti gli immigrati all'atto stesso dell'arrivo in Italia clandestinamente o no, il permesso di lavoro e un sussidio fino a che non
trovano lavoro,

oppure fare in modo che non ci siano immigrati clandestini, espellendo gli stessi senza procedure difficili, senza necessita' di ricorrere al giudice, con solo una semplice ordinanza di espulsione coatta del questore con
attuazione immediata.

Sino a che ci saranno immigrati clandestini ci sara' sia lo sfruttamento degli stessi che la loro ovvia ribellione violenta.

Allora ne consegue che i nostri politici, invece che cavalcare una o l'altra posizione sia buonista che repressiva, solo per il calcolo dei voti che possono perdere o acquisire,

DOVREBBERO DECIDERE UNA VOLTA PER TUTTE LA SOLUZIONE DEFINITIVA TUTTI D'ACCORDO.

USANDO NON IL POLITICHESE MA IL BUON SENSO E LA LOGICA.

Altrimenti molto presto scorrera' il sangue nelle strade, tra gli italianie tutti gli immigrati, clandestini o no!

E NON ESISTE POLIZIA O CARABINIERI CHE LI POSSANO FERMARE!

Mario Rubini - Roma 09.01.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E lo Stato fantoccio da che parte sta a Rosarno?

Ma dalla parte della mafia, naturalmente, come sempre!

sancho . Commentatore certificato 09.01.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Ma finiamola! Quelli che hanno perso il lavoro, potrebbero anche loro spostarsi per cercarsene un altro, proprio come fanno gli immigrati.
Riccardo G
--------------------------------
Perche non intervieni ad Annozero e vai a spiegarlo direttamente a quegli operai che protestano arrampicati sulle ciminiere e che spesso e volentieri sono oggetto di interessamento da parte della trasmissione di Santoro il quale li intervista in diretta?
Ti piazzi sul loggione dove parlano gli ospiti e ripeti le stesse cose che hai scritto qua al calduccio, dopo aver ben mangiato.
E comunque io non sto dicendo che tutti gli immigrati devono andare via.
vito. farina
--------------------------
Non c'è biusogno di andare ad Annozero per dirlo, perchè di disoccupati ci sono ovunque, anche dalle mie parti. I clandestini sono in minoranza rispetto a quelli che lavorano regolarmente e molto volte sono in attesa che si regolarizzi la loro situazione, cioè, di trovare un lavoro dove vengono messi in regola o in attesa di spostarsi in altri luoghi d'Europa. Guarda che non sto dicendo mica cose straordinarie. Gli italiani sono sempre stati un popolo di emigranti, perchè in questo caso non va più bene questa soluzione? Quando non si hanno più alternative nel proprio paese, ci si sposta. Mica si può aspettare che funzioni immediatamente un sistema che non ha mai funzionato. Quanti italiani sono emigrati in altri paesi nel corso degli anni? Perchè prendersela con gli è andato via dai propri paesi ed è venuto nel nostro a fare i lavori più pesanti? Adesso dovrebbero andare via loro, morire di fame loro perchè ci sono degli italiani che nel corso del tempo hanno perso i loro posti di lavoro? Ceh se la prendesseroc on quellic he hanno votato fino ad oggi. Che se la prendessero con chi ha ridotto questo paese a queste condizioni. Se un'azienda ha chiuso perchè non poteva più permettersi di restare aperta per via dei bilanci, ha chiuso! Stop! Cerchi altre alternative dove ci sono.

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento

ROSARNO: IL GOVERNO DA CHE PARTE STA?
Da Articolo 21 di Paolo Pollichieni*

Stai a vedere che alla fine la più grossa manifestazione per la legalità e contro lo strapotere mafioso, tenutasi a Rosarno, è proprio quella che in queste ore ha costretto gli extracomunitari che vivono e lavorano, nella Piana a scendere in strada, invocare legalità e punizione per chi li fa bersaglio di quotidiane vessazioni, come al luna park.
Ci sono voluti loro a costringere patriarchi e rampolli del “clan” Pesce a restarsene tappati in casa in attesa che i carabinieri venissero a salvargli il fondoschiena.
La paura stampata in faccia, quel casato non è mai stato abituato ad averla. Pensavano andasse così anche per i “negri” ammassati nella periferia di Rosarno, privati di ogni umana dignità e ridotti in schiavitù per eternare l'antico caporalato della mafia agraria che precedette quella dei camion, degli sbancamenti e del narcotraffico.
Arrampicato sul tetto il vecchio Patriarca è stato costretto a sparare col fucile da caccia per disperdente gli assedianti. Ma badava bene a sparare in aria, temendo che un colpo sbagliato potesse scatenare il definitivo attacco e l'inevitabile linciaggio.
COSÌ ADESSO A ROSARNO CIRCOLANO LE BATTUTE PIÙ CINICHE SULLA BOCCA DI CHI SI È VISTO REGALARE, DAGLI “AFRICANI”, L'EMOZIONE DEI MAFIOSI ASSEDIATI IN CASA E PRIVATI DEL “LORO” TERRITORIO: “AFFIDIAMO LA REPRESSIONE MAFIOSA ALLE BRIGATE SENEGALESI”.
Non vogliamo certo qui inneggiare alla violenza ma è singolare che in un territorio da decenni sotto il giogo mafioso; in una realtà istituzionale che vede sciolte le tre amministrazioni del circondario per infiltrazioni mafiose, proprio qui si tenti di sostenere che il problema per la civile convivenza è rappresentato dagli immigrati che non vogliono restare ridotti in schiavitù.

A ROSARNO LO SCONTRO È TRA QUESTI NUOVI SCHIAVI E IL CAPORALATO MAFIOSO. IL GOVERNO NAZIONALE DA QUALE PARTE STA?

PURTROPPO TEMIAMO DI AVERLO CAPITO.

Paolo R. Commentatore certificato 09.01.10 14:57| 
 |
Rispondi al commento

"La reazi0ne vi0lenta degli immigrati di gi0vedì sera a R0sarn0 è stata pr0v0cata da una v0ce diffusa tra di l0r0 sec0nd0 cui quattr0 l0r0 c0nnazi0nali eran0 stati uccisi. La v0ce che si era sparsa ha scatenat0 il panic0 tra gli immigrati e una reazi0ne c0nsequenziale.

viviana v
---------------------------------

eh eh eh c0me le bestie, infatti.
Sei mai andata a cavall0? Il cavall0 è un'animale splendid0 e n0bile, ma è peric0l0sissim0 perchè pu0' capitare che si spaventi per via di un sass0lin0 in mezz0 al sentier0 che disegna anche s0l0 un'0mbra strana, impennand0si e disarci0nand0ti.

Per t0rnare ai neri, hann0 f0rse scambiat0 l'Italia per qualche l0r0 s0bb0rg0 african0?
Se li lasciam0 fare questi fra un p0' usan0 il machete, c0me fann0 dalle l0r0 parti.
H0 vist0 certi vide0 su yu0tube di linciaggi ad 0pera dei neri, bestialità mai viste.
Ne hann0 dat0 un assaggi0 a R0sarn0. Per f0rtuna hann0 tr0vat0 pane per i l0r0 denti.

vito. farina Commentatore certificato 09.01.10 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno mi sa dire a che punto siamo con le iscrizioni al moVimento? E' possibile mettere un contatore visibile nel sito, magari in alto nei titoli? (poi la pulizia dei dummies iscritti si fara' in seguito).

Siamo 500, 500.000 o 5.000.000 ?

Cossi possiamo sapere gia' da ora se continuare o comprare una bella scorta di vasellina ad uso anale per gli anni futuri.

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nano che ci siano 1 2 5 9 aliquote non è che cambia molto!!! riducete i costi della politica e le tasse questo si aspetta la gente, ma mi sa che continueremo ad aspettare a lungo!!!

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 09.01.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma finiamola! Quelli che hanno perso il lavoro, potrebbero anche loro spostarsi per cercarsene un altro, proprio come fanno gli immigrati.

Riccardo G
--------------------------------

Perche non intervieni ad Annozero e vai a spiegarlo direttamente a quegli operai che protestano arrampicati sulle ciminiere e che spesso e volentieri sono oggetto di interessamento da parte della trasmissione di Santoro il quale li intervista in diretta?
Ti piazzi sul loggione dove parlano gli ospiti e ripeti le stesse cose che hai scritto qua al calduccio, dopo aver ben mangiato.

E comunque io non sto dicendo che tutti gli immigrati devono andare via.
Parlo principalmente di clandestini, gente che invade il territorio perchè viviamo in uno stato incapace di imporre regole. Incapace persino di controllare il proprio territorio.

vito. farina Commentatore certificato 09.01.10 14:45| 
 |
Rispondi al commento

"La reazione violenta degli immigrati di giovedì sera a Rosarno è stata provocata da una voce diffusa tra di loro secondo cui quattro loro connazionali erano stati uccisi". Lo ha detto, parlando con i giornalisti, il referente di Libera della Piana di Gioia Tauro, don Pino Demasi, che sta collaborando alle operazioni di sgombero della struttura di ricovero dell'ex Opera Sila. "La voce che si era sparsa - ha detto don Pino - ha scatenato il panico tra gli immigrati e una reazione consequenziale. Non so dire chi e perché abbia sparso questa voce. Fatto sta che da lì si è scatenato l'inferno". Secondo don Pino "adesso l'unica cosa che gli immigrati possono fare è andarsene. A Rosarno, ormai, c'é una situazione tesa che determina per loro un pericolo concreto. Ed è triste perché qui gli immigrati hanno anche ricevuto tanta solidarietà e accoglienza. Bisogna ristabilire la calma".

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 14:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'e' un team di "medici senza frontiere", l'associazione che si occupa di assistenza sanitaria agli extracomunitari, nel campo per immigrati in localita' "Bosco" a Rosarno. Si tratta di otto operatori, tra cui alcuni medici, che stanno verificando la situazione sanitaria della struttura, di cui proprio in queste ore si sta predisponendo lo sgombro. "Siamo qui - spiega l'addetto stampa Giorgio Contessi - nell'ambito di un progetto di assistenza ai lavoratori stagionali. Nel mese di dicembre abbiamo distribuito kit di medicinali e vestiario fra gli ospiti della struttura. Siamo pronti a fornire l'assistenza necessaria per quanti ne avessero bisogno". Intanto stanno per partire i primi tre bus di immigrati che hanno deciso di lasciare spontaneamente l'ex oleificio tra Rosarno e Gioia Tauro in cui si erano raccolti in almeno 500 per prestare la loro opera negli agrumeti e negli oliveti della zona. (AGI) Adv/Zeb

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe,lo sai anche tu che la questine qui sarebbe molto più complessa di quanto appare.
Io andrei più alla radice del problema e penso che le vere cause di questa ecatombe siano da ricercare nella globalizazione scellerata e nelle politiche europee da 20 anni a questa parte.
Sembra paradossale ma se come dici tu i calabresi o chi per loro venissero retribuiti con paga regolare un chilo di pomodori costerebbe non meno di 5 euro al chilo...!Si intenda che non sono per il lavoro in nero;ma basterebbe una leggina piccola piccola presso la comunità europea che vietasse l'importazione di merci provenienti da paesi dove non si rispettano i diritti dei lavoratori,Naturalmente la certificazione la dovrebbe fare un'ente non governativo es.amnesty.

ciao...nik

nicola pede 09.01.10 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Lampedusa
Armando Di Napoli

Migliaia di corpi chiusi
nei lager infami di lampedusa
trattati come bestie all'ingrasso
per non essere trasferiti nella miseria
qualcuno tenta di impiccarsi
con lenzuola sporche di apaticita’
altri inghiottendo lamette taglienti
o bulloni sbullonati
che sbudellano le viscere
perle drogate appese
ai ganci di un macello in putrefazione
milioni di anime
di migranti affogati
cavalcano su dorsi
di meduse pronte a distruggere
allevamenti di salmoni e tonni
la miseria spunta in un mare sudato
di una splendente ribellione
come le teste di spighe dorate
e si perde nelle onde marce
di un commercio di esseri umani
senza nessuna regola inghiottito
da ostriche albergate nel cielo
degli abissi di un mare incolore
piovono stelle marine e fulmini maligni
spaccando le vostre teste serrate
da un razzismo ignorante
il miasmo dei vostri
cervelli bruciati trasformati
in concime alimentera’
le terre aride dei vostri infami cuori
nella speranza che
sboccera’ un frammento di vita
imbottito di salsedine e misericordia
l'indulgenza dura un attimo
donandovi l'ultima occasione
prima di essere incatenati
nei cessi dell'inferno..

Cristo si è fermato a Rosarno
Masada 1066
clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Scrive Marco Rovelli nel suo libro:

"A giugno sono entrati nella cartiera, hanno bruciato le baracche, le fiamme sono arrivate fino al tetto. Un’altra volta dei ragazzini, bad guys, sono entrati in auto nel cortile. “Ve ne dovete andare,” hanno gridato, agitando le pistole ad altezza d’uomo, nessuno però stavolta è caduto sui detriti. E se qualcuno fosse caduto, si sarebbe trattato di un regolamento di conti tra questa gente clandestina, e dunque portatrice di colpa, gente che la propria innocenza deve sempre e solo dimostrarla. Come è successo quando hanno fatto in piazza la festa per la fine del Ramadan, un vero e proprio gesto politico, una manifestazione d’esistenza. A notte se ne sono andati a gruppetti, per non restare soli, ma qualcuno è stato costretto a fare un tratto di strada da solo, gli pareva che non ci fosse nessuno alle spalle, e invece sono sbucati all’improvviso, loro sì davvero uomini neri, gli si sono parati davanti e gli hanno detto: “Negro di merda devi andartene di qua,” e giù botte, il ragazzo (anche lui un nero di quelli chiari) è rimasto a terra, il viso coperto di sangue, qualcuno ha chiamato la polizia, e la polizia al nero chiaro gli ha detto: “Ma tu che ci facevi in giro a quest’ora?”
Il 3° giorno d’ospedale, appena ha avuto un po’ di forze per alzarsi dal letto, il ragazzo è scappato. Perché il clandestino, per la legge, è lui

Sono clandestini, senza di loro le arance resterebbero sugli alberi. Di loro hanno bisogno i padri nei campi, ma di loro hanno bisogno anche i figli per prenderli a sassate, che nelle loro figure espiatorie trovano il bersaglio ideale della loro cultura modellata dalla mafiosità, che di sacrifici si nutre, quella mafiosità che fa cultura, che sempre più spesso fa rispondere ai ragazzini, alla domanda "Cosa vuoi fare da grande" "Il boss".
..
(Qualcuno qui chiede perché attacchiamo i leghisti chiamandoli belve. E' la domanda della tigre che ha ancora il sangue che le cola tra i denti).

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La razza Umana è nata in Africa

ricordatevelo ignoranti di legaioli

gatta in calore Commentatore certificato 09.01.10 14:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

cacciamo i Padani dall'Italia e mettiamoci gli immigrati,possibilmente Mussulmani....

almeno non sentiremo piu' le strozate di...Bossoli,Maroni,Castelli,Borghezio,Cota...

e dei loro servi della gleba..Feltri,Giordano,Belpietro & co......

così, togliamo anche la manodopera all'Ndrangheta...

ci togliamo dai coglioni due problemi...i leghisti e la manodopera in " NERO"...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.01.10 14:37| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento


---

(da corriere.it)
MARONI - Non ha dubbi invece il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, intervistato da Canale 5. Sui bodyscanner «c'è stata la solita inutile polemica, ma sono strumenti sicuri». Per Maroni questi apparecchi «sono molto utili per contrastare forme di terrorismo che sono difficili da intercettare se non con la tecnologia. Proprio per risolvere ogni dubbio abbiamo costituito con il ministero delle Infrastrutture una commissione tecnica che deve valutare le conseguenze sul piano della salute e della privacy...».

---

Non nego che i body scanners possano avere la loro utilità, ma come è possibile fidarsi di gente che è al potere per interessi personali e lobbistici se non per rubare quando si tratta di decidere sulla nostra salute?
La gente ha paura, accoglie questi strumenti come la panacea al terrorismo e la casta non deve fare altro che distribuire al popolo le brioches del terzo millennio.
Abbiamo già un Ministero del Welfare, che dopo un anno e mezzo ha dovuto scorporare la gestione della Sanità e creare un Ministero della Salute per far mantenere la poltrona di ministro a Sacconi che era in leggero conflitto di interessi essendo sposato con la Diretrice Generale di Farmindustria (p.s. 24 milioni di vaccini pagati alle BigPharma, più di 23 milioni invenduti...)

E per tutelare la salute e la privacy dei cittadini istituiscono una nuova commissione tecnica tra Ministero degli Interni e Ministero delle Infrastrutture ???
Ma che c'azzecca.

Jacopo della Quercia (jdq) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 14:36| 
 |
Rispondi al commento

RIBADISCO:
...anche il mio capo mi prende in giro e mi sfrutta umiliandomi tutti i giorni, se mi ribello e spacco tutto giustificate anche me? ...O FORSE FORSE DOBBIAMO TUTTI INSIEME PUNTARE IL DITO SU QUESTO SISTEMA CREATO DAI POTENTI INDUSTRIALI E BANCHIERI?

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FINITA LA GUERRA TRA REPUBBLICA E BERLUSCONI!

Come previsto:

http://www.repubblica.it/politica/2010/01/09/news/ritorno-berlusconi-1885954/

Intervista di Repubblica a Berlusconi.

Sembra QUASI un intervista del Giornale.

La guerra e' finita.

Prosegue con Il Fatto Quotidiano.

De Benedetti ha "benedetto" il denaro!

Mario Rubini - Roma 09.01.10 14:34| 
 |
Rispondi al commento

*
**
***

Rifiuti: un arresto e 168 indagati per traffici illeciti tra Puglia, Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia.

07 gennaio, 10:49

(ANSA) - CATANZARO, 7 GEN - Operazione dei carabinieri del Noe di Catanzaro e della Compagnia di Lamezia Terme contro le ecomafie che si arricchiscono sui rifiuti. E'stato eseguito un arresto (domiciliari) e sono stati sequestrati una quarantina di camion per 15 milioni. L'indagine riguarda traffici illeciti di rifiuti tra Puglia, Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia. In tutto gli indagati sono 168 tra cui rappresentanti di sette enti pubblici, 21 soggetti privati e 96 aziende.

***
**
*

Quindi il sistema funziona ed è attivo sul territorio per le sue possibilità, volutamente tenute ai minimi di qualunque altro Paese Democratico al mondo.

Il problema, o la chiave di lettura se vogliamo, è che per salvare un vecchio sacco di merda secca, i suoi capomandamento, gli amici degli amici il sistema deve essere Riformato. Ovviamente per "il bene di tutti!".

Voglio qui sincerare tutta la mia gratitudine a quegli uomini e donne dello Stato che sacrificando famiglia, tempo libero, risorse economiche, in sintesi la loro vita e a volte purtroppo anche quella, danno ancora un senso alla parola "Giustizia" in Italia. Grazie!

***
**
*

Carlo L., Ravenna Commentatore certificato 09.01.10 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Per par condicio vorrei far notare che negli ultimi secoli non ci sia mai stata nessuna invasione dei paesi cosidetti poveri verso il mondo occidentale..cosi' come nessuna guerra.
AL contrario invasioni, colonizzazioni guerre dai tempi di cristoforo colombo - basti pensare a come abbiamo ridotto civilita' come maya, aztechi e indiani. noi cosidetti popoli civili!
E si continua ancora adesso sfruttando africa medio oriente e sudamerica vuoi con impianti petroliferi, miniere, abbattimento di foreste ecc..
Percio' prima di infamare popolazioni che hanno avuto solo il torto di essere sfruttati o comunque non aiutati..pensiamo a come siamo stati teste di c...noi di fronte all'umanita'
(anche se e' vero che per taluni gli africani non sono esseri umani).

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 14:33| 
 |
Rispondi al commento

pensierino fuori tema:

Non è un caso se poter trasmettere(UPLOAD) è una operazione decisamente più lenta di poter ricevere(DOWNLOAD)....

Acul utopiA (cittadino qualunque), genova Commentatore certificato 09.01.10 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Mariapia Folli scrive per Masada

Più conosco e più capisco, e così aumenta il dolore, la compassione e una indignazione senza limiti
In alto accade che i tanti grandi e buoni saperi scoperti dagli esseri umani vengano utilizzati intenzionalmente per distruggere lo spirito umano, nato da poche migliaia di anni; circa diecimila, quindi uno spirito quasi neonato rispetto alla vita della nostra specie.
Nessuna specie vivente uccide senza scopo, ma sempre secondo le regole della "selezione del più adatto", e spesso, alla resa di uno dei combattenti, il vincente si allontana, lasciando in vita il perdente. Abusare intenzionalmente dei membri della propria specie per sfruttare, apparire, per spaventare, per ammazzare per il piacere di uccidere: questa è la nostra storia attuale.
Pare che la specie umana sia impazzita.
I dominanti, oggi, con tutti i mezzi scoperti dalla buona scienza-cioè dall'intelligenza che inventa per migliorare la vita umana- possono permettersi brutalità, bestialità, orrori che mai l'uomo aveva commesso con i soli strumenti di cui la Natura l'aveva dotato per la sopravvivenza.
Questa dominanza brutale, folle, feroce fa sì che tutta la famiglia umana stia impazzendo.
L'Italia, sotto l'aspetto psichiatrico e psicologico, ha un vantaggio in questo percorso, e pare che affronti la strada della follia a passi da gigante, quasi volesse migliorare vari record che la nostra specie ha già conseguito nel campo del cosiddetto male.
Già si osserva che la peste della follia italiana ha contagiato tanta popolazione e, a volte, la mia speranza di una guarigione diventa piccola come la fiamma di un cerino. Spero di trovarne almeno una scatola, di questi cerini, nella consapevolezza che basta un cerino per dare fuoco a un enorme pagliaio.
Se almeno un terzo della popolazione italiana ha un cerino, è possibile che venga presto, subito, una speranza grande dove possa rinascere una vita civile nella nostra casa. Tiriamoci su.

clicca il mio nome

viviana v., Bologna Commentatore certificato 09.01.10 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Quanti italiani sarebbero disposti ad andare a cogliere ortaggi, dici? Tanti.
Studenti che si pagano i libri o le lezioni di ripetizione. Operai che hanno perso il posto di lavoro e si trovano con delle bocche da sfamare e che in questa maniera campano per qualche mese.
Io li ho visti dalle mie parti.
Ma dalle mie parti non esistono organizzazioni mafiose. Trovi anche extracomunitari che lavorano stagionalmente, rumeni (quelli ormai stanno dappertutto, Italia cogliona che non firmo' la moratoria sulla Romania) ma non c'è quella invasione che ho visto in altre zone d'Italia.
Ma tu li hai mai visti gli operai che salgono sulle ciminiere per difendere il proprio posto di lavoro? Sai quanta gente c'è che ha perso il posto di lavoro?
Se a questi togli la prospettiva anche di un lavoro stagionale, allora hanno ragione di incazzarsi.
Lo stomaco è piu' forte del cuore perchè a differenza del cuore se gli fai mancare l'alimento stai davvero male.
vito. farina
--------------------
Ma finiamola! Non farmi ridere! Tanti?? ahhahahahaahhaha Tanti quanti? l'1%? Bè, su 60 milioni di abitanti sono anche un bel pò! Tanti studenti? Forse qualche studente del sud con una mentalità vecchio stampo sarebbe disposto a farlo, ma non parlarmi di tutti gli studenti italiani. Vallo a chiedere ad uno studente di Roma o del nord se andrebbe a fare il pastore, il manovale o il contadino... Ma finiamola! Quelli che hanno perso il lavoro, potrebbero anche loro spostarsi per cercarsene un altro, proprio come fanno gli immigrati. Ci sono i paesi asiatici che sono in notevole via di sviluppo, quindi, ci sono anche molte opportunità e pagano anche molto bene la gente specializzata. Per il resto ho risposto nei miei commenti precedenti.

Riccardo G. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.01.10 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Se Feltri titola "cacciamoli tutti" mi viene da chiedere perchè non ci va lui a cacciarli, visto che è così coraggioso. e poi cacciare chi? Ci rendiamo conto che questa gente si rivolta contro lo sfruttamento che i mafiosi operano su di loro e che poi sono i mafiosi e quella parte ampia della popolazione di Rosarno che sta con loro ad organizzare la caccia all'uomo? Basterebbe vedere i nomi dei rosarnesi coinvolti negli scontri e farne un minimo pedigree criminale. Tra le varie cose giuste Grillo dice una sonora cazzata quando riduce lo scontro di Rosarno a una guerra tra poveri e pecca di indulgenza populista verso questa terra povera umanamente che la Calabria sta diventando da anni, dimenticata com'è dalle istituzioni, divenuta marca di frontiera per gli accordi tra mafia e politica e soprattutto abbandonata dai suoi stessi abitanti che non sopportano più lo schifo quotidiano che comporta viverci.

Gregorio Sorgonà 09.01.10 14:28| 
 |
Rispondi al commento

A!!!

Buona sera blog.

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 14:28| 
 |
Rispondi al commento

E dopo aver fatto la banca etica:

Conparticipazione alle fabbriche di auto ad aria..................................................................O,NO????????????

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 09.01.10 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena terminato l'ultimo libro di Isabel Allende "L'isola sotto il mare" nel quale è descritta la vita degli schiavi nelle piantagioni di canna da zucchero alle Antille alla fine del 1700...dopo la rivolta di Rosarno sono più che mai convinta che stiamo tornando indietro! E' la stessa situazione! Non mi schiero dalla parte di nessuno...tutti stiamo sbagliando, anche noi semplici cittadini: sbagliamo con le opinioni, con le certezze, con i dubbi, con i voti, con la fiducia, con la disonestà...e mi chiedo come abbiamo potuto ridurci in questo modo! Crediamo alle apparenze, senza grattare sotto la notizia da media, senza farci una nostra opinione, beviamo tutte le notizie che ci passano sperando che altri facciano qualcosa senza assumerci le nostre responsabilità. E nel silenzio della cabina elettorale facciamo sempre la stessa cosa: VOTIAMO! Nascondendoci dietro la nostra lealtà e il nostro dovere, aspettandoci sempre che qualcuno cambi le cose. Possibile che non abbiamo ancora capito che SOLO NOI possiamo cambiarle veramente? Non è la sinistra, non è la destra, non è il centro, non sono le persone, MA IL SISTEMA!!!! Svegliamoci! Stiamo andando alla deriva, il nostro Stato Italiano non esiste più, quello Stato per cui i nostri trisnonni hanno combattuto e perso la vita...possibile che siamo così pieni di consumismo e comodità da non riuscire più a pensare con la nostra testa? La sanità è uno schifo, la giustizia una pena, la scuola un disastro...ma tutti siamo felici del nostro decoder, dell'ultimo modello di telefonino, di Grande Fratello, di Amici e del Festival di Sanremo!Non riesco più nemmeno ad augurare Buon Anno...tanto è sempre la stessa cosa! Che squadra di gran coglioni!!!
Mi scuso per il tono, ma non per il contenuto!
Rosanna

Rosanna Usardi 09.01.10 14:26|