Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

No al Parmigiano alla dossina


Parma_no_inceneritore.jpg
A Parma i cittadini con l'elmetto sono scesi in piazza, nel solito silenzio dei media, contro l'inceneritore e per dire SI' ALLA SALUTE. Un inceneritore a due passi dalla Barilla è una follia. In Emilia Romagna grazie alla cultura dei diessini/diossini ci sono OTTO inceneritori. Bersanetor è il loro grande sponsor. Eppure gli inceneritori provocano tumori gravissimi, tolgono posti di lavoro (con la raccolta differenziata si producono tre posti di lavoro ogni 1.000 abitanti) e distruggono l'economia basata sui prodotti alimentari (chi comprerebbe il Parmigiano o un litro di latte alla diossina?). Il MoVimento 5 Stelle vuole impedire la costruzione di ogni nuovo inceneritore e spegnere a uno a uno tutti quelli esistenti in tutta Italia. Spegni i partiti, spegni gli inceneritori, accendi la vita!

6 Gen 2010, 19:10 | Scrivi | Commenti (73) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ripropongo il THOR per la raccolta indifferenziata.....che peraltro è già in funzione,pensate dove in Sicilia!!!

http://www.cnr.it/cnr/news/CnrNews?IDn=1758


http://gendusosindaco.wordpress.com/2008/06/29/impianto-thor-una-nuova-tecnologia-che-merita-di-essere-approfondita/

Sandro Miragliotta 25.10.10 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Siamo immensamente fortunati noi Sardi del centro,
pensate che mangiamo ancora Latte e formaggi di pecore che si nutrono di erba di pascolo brado e fieno proveniente da quell'erba in una zona dove non esistono industrie.

andrea motzo 14.07.10 16:44| 
 |
Rispondi al commento

LA SPESA ECOLOGICA e TRATTAMENTO DEI RIFIUTI

Occorrente: una borsa della spesa (non di pelle); un piccolo cestino; Un secchio per i rifiuti; buste di carta.

Provate a rifiutare le buste o confezionamenti e gli esercenti (specialmente grandi magazzini) insisteranno nel farli confezionare o nell'imbustarli, comunque vi guarderanno in modo strano o sospetto (quasi come un ladro).
Oggi per ogni acquisto alimentare sfuso quasi sempre si adopera per ogni alimento una busta di plastica o di cartone pesarlo. Comunque nessuno travasa ogni volta che si è pesato sulla busta principale per recuperare la stesa busta per altri alimenti da pesare e così accumula buste che poi butterà via. Invece, portando con se un cestino o un'ulteriore busta (che potrà essere trasportata della la busta principale) si potranno raccogliere gli alimenti per pesarli ognuno sempre con lo steso contenitore e raccogliere tutti gli scontrini per presentarli alla cassa indipendentemente dalla ogni singola busta (ciò non impedisce gli eventuali controlli sulla merce corrispondente nella borsa principale.
Quando si gettano i rifiuti nei secchi dell'immondizia non è necessaria la busta: il secchio in plastica dei rifiuti alimentari dopo svuotato direttamente sul cassonetto verrà lavato con un po di ammoniaca (non impegna più di qualche minuto); quelli della carta rimangono puliti dopo il loro svuotamento diretto sul cassonetto. Per facilitare tali operazioni occorre che i condomini diano la possibilità di far sostare almeno quest'ultimi due negli atri del palazzo per evitare di ritornare a depositarli nel proprio appartamento se si vuole continuare l'uscita di casa dopo lo svuotamento. Del resto, prima dei cassonetti, fino agli inizi degli anni 90, vi erano i recipienti dell'immondizia propria negli atrii delle abitazioni.
Gli inceneritori arricchiscono le tasche di chi specula sulle malattie incurabili: il potente corporativismo medico-ospedaliero, e le lobby medico biochimico farmaceutich

sandro petrini 27.05.10 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Salve. Solo per segmalare che l'esempio dell'Emilia Romagna con i suoi 8 inceneritori sarà ben presto seguito dal Veneto la cui Giunta regionale uscente, come regalino personale agli industriali di Unindustria Treviso, sta per dare il via a quelli che si dice siano i più grandi inceneritori di rifiuti industriali d'Europa. Saranno localizzati a Silea (TV) e Mogliano Veneto (TV) entrambi posti sul confine con la Provincia di Venezia. Quel che sconcerta è che gli impianti sono iniziativa privata ed assolutamente sovradimensionati per le esigenze di un territorio che si sta distinguendo per la raccolta differenziata, porta a porta, dei rifiuti. Il premio? Due belli inceneritori che bruciano il pattume di chi, come gli industriali, non differenzia proprio nulla. Ovviamente anche su questi c'è il silenzio assoluto, si pensi che il porgeto risale al 2005 ma solo ora, a cose quasi fatte, se ne comincia a parlare...
Maggiori informazioni sono disponibili a questo link:
http://www.youtube.com/watch?v=DYrvXBrzlFQ&feature=related
Grazie per l'attenzione

Grazie

Gesti Carmelo 27.01.10 01:06| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi, sono sconcertato dalla faciloneria con cui si scrivono queste cose sugli inceneritori che producono diossina. Ma lo sapete che, ormai da diversi lustri, ogni forno inceneritore è dotato di un dispositivo di postcombustione progettato (e obbligatorio per legge) di abbattimento della diossina e di tutti i furani. Si chiama postcombustore: porta i fumi per un certo tempo a 1250 °C temperatura alla quale la diossina si scinde. E' ovvio che il valore zero in chimica non esiste (tracce di qualsiasi sostanza si possono trovare ovunque - sono sicuro che con uno strumento sensibile potrei trovare del plutonio nel giardino di beppe grillo) per cui fate il piacere a me e a tutti i cittadini di Parma, quando parlate di diossina di completare l'informazione con due dati mancanti: l'unità di misura e la quantità, così finalmente si potrà discutere di qualcosa di sensato.
Inoltre, mi hanno detto, non so se è vero, che è stato detto che la combustione dei rifiuti nel forno non sarebbe in grado di erogare una quantità significativa di energia sia termica che elettrica. Una cavolata del genere non la sentivo da tempo: la combustione si autoalimenta ed è in grado di erogare, a quanto mi risulta, 40 MW elettrici e altrettanti termici ... in grado di fornire tanto calore ai condomini di Parma (tramite teleriscaldamento)da spegnere una enormità di malcontrollate (dal punto di vista delle emissioni) e pericolose caldaie domestiche.

Prossime puntate: metalli pesanti, discariche, impianti di riciclaggio e piano rifiuti zero. Attendo risposte.


Ing. Giuseppe Sicuri


PS. non sono un particolare fan degli inceneritori ma non mi piacciono le stupidaggini a buon mercato.

giuseppe sicuri 24.01.10 00:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi è inutile fare sofismi, questa gente è da un pezzo che non ci considera più come cittadini con diritti......ma semplici e stupidi clienti, utenti, consumatori ecc.. cioè gente che vale per quello che paga.
Allora tutti insieme appassionatamente dovremmo fare delle (Class not consumer ) spero si scriva cosi......comunque per dirla nella nostra crusca delle classi di non compratori.
Raccogliamo l'adesione di tante firme e le spediamo alle varie industrie: vedi Barilla, in cui scriviamo occhio a quello che fate perchè se no tutti questi consumatori non compreranno più i tuoi prodotti.
Meglio ancora se colpiamo direttamente al cuore la grande distribuzione, esempio una bella epistola con allegate le firme in cui si scrive: cara Coop, Conad, Esselunga ecc. attenta a prendere troppi prodotti di quella ditta perchè rischi di non venderli visto che gli aderenti di questa lunga lista hanno dichiarato di non comprarli.
Insomma va fatta una opposizione strutturale, pragmatica decisiva, se no non ci ascolta nessuno.
Perchè secondo voi è sempre più importante detenere il controllo dei mezzi di informazione; semplice, per manipolare sempre meglio il consenso perchè signori nonostante la tecnologia, la scienza, il futuro ecc... solo una cosa hai regnanti continua a far paura......la forza dell'unione.

stefano zerbini 11.01.10 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Claudio, intanto, scusami il ritardo con cui ti rispondo, ma sono tante le cose da approntare per chi, come me, decide di tuffarsi in questo oceano di squali che è la politica attuale:-)
Grazie per esserti offerto di aiutarmi. Mi piacerebbe conoscerti e, siccome, sto organizzando un incontro per metà gennaio con chi ha promosso proposte concrete al mio
blog o ha mostrato disponibiltà, mi farebbe piacere partecipassi.
Ti manderò l'invito, non appena definiti i dettagli. Nel frattempo, ti auguro un meraviglioso 2010. Serenetta Monti

questo ancora a pocissimi Serenetta Monti
si presenta alle regionali del lazio come indipendente nel IDV, come De Magistrisa,e la nostra Sonia,speriamo che chi vota alle regionali
si ricordi di questo nome ha pochi fondi non è
come le signore Bonino,o Polverini, parte in svantaggio, nei limiti cercheremo di dargli una mano.tutto quello che avete visto postato da me sta a significare che la rete è questa non ci si conosce ma si interaggisce,ci si da da fare o
sui vari blog o di persona.

galletti claudio 08.01.10 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Claudio,

grazie per i complimenti!

Naturalmente il canale del blog di Beppe Grillo ci sarebbe sicuramente utile per divulgare le nostre iniziative, ma, se tu vuoi, potremmo inserire il tuo indirizzo nella nostra lista dei contatti in modo da tenerti aggiornato.

Facci sapere se potresti essere interessato.

Cordiali saluti,

vi ringrazio; se volete potete mettervi nelle vostre liste, in tal modo sempre se
non lo abbiate fatto prima voi, col vostro permesso metterò io sul blog di Beppe le
vostre iniziative, però vorrei prima presentarmi ho 62 anni.sono in pensione,e potrei
starmene sereno e tranquillo,non perchè sono uno sciacallo ma un deluso schifato.
ho fatto il sessantotto,sono di estrazione di sinistra,e fino a quando qualcuno con
lo scandalo mani pulite disse: rubano tutti,sono morto come cittadino, da quel giorno
il mio voto che ritengo un diritto dovere,è stato o insulti a tutti i politici di qualsiasi
colore, ,un giorno dissi a mia moglie ma fammi andare a sentire cosa dicono in piazza Farnese,be devo dirvi che ne vari interventi ho visto persono vere ma una in particolare mi ha lasciato attonito; resistere,resistere,resitere,il Sig.Salvatore Borsellino, contro questo sitema
politico,industrial mafioso, da quel giorno ho ricominciato a interessarmi della politica perchè ho immaginato che ancora cè un paese pulito chiamato italia e devo dire che sta aumentando la presa di coscenza i vari blog,le agende rosse,il popolo viola,il movimento a 5 stelle,paolo papillo, pietro ricca,i giornalisti puliti,i magistrati onesti, come dire l'italia pulita che non ci sta, e io non ci sto ad essere sequestrato da questi ladri delinquenti legalizzati, io non conosco i problemi di Milano ma come immagino sono identici in tutto il paese,"ostaggi"mi sono presentato se volete sono con voi.
inviato al movimento di elena G.A.S
questo lo abbiamo ricevuto in pochi


galletti claudio 08.01.10 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Oggi 31 dicembre si sta per chiudere un anno molto importante per me sul
piano personale.
Ci sono stati dei cambiamenti assai determinanti nella mia vita: sono
stato costretto a lasciare la magistratura, il mestiere che ho fatto per
tanti anni, che ho profondamente amato e ho esercitato con grande passione.
Ed ho iniziato questa esperienza politica in modo per certi aspetti impensabile,con un risultato elettorale straordinario,circa mezzo milione di voti. Insieme ai miei collaboratori stiamo portando avanti un discorso di grandi ambizioni politiche, di cambiamento della politica.
Per vincere una sfida: che si possa fare politica in modo diverso nel nostro Paese rispetto a come è stata fatta in questi anni. Il 2010
diventa un anno importante, per consolidare questo progetto politico,per rilanciarlo ancora maggiormente.
Faccio un appello per 2010 a tutti voi - a quelli che soprattutto mi hanno seguito con grande interesse a darmi un contributo di idee, di
percorsi, di iniziative. Un appello a partecipare. Io credo che se vogliamo cambiare questo Paese dobbiamo essere in tanti. Non è pensabile delegare a poche persone un cambiamento epocale.Quindi vi invito a partecipare, a credere in questa grande rivoluzione di idee, di cuori, di coscienze, di emozioni.Vi invito a mettervi in gioco, lasciando da parte la comoda vita quotidiana,o anche il fatto-che è pure importante e straordinario di limitarsi a fare il proprio dovere con coscienza,con dignità e con coraggio.
In un momento così grave di crisi morale, di crisi etica, di degrado complessivo del nostro Paese, bisogna impegnarsi tutti per cambiarlo.
Quindi nel 2010 dobbiamo fare squadra.
Io credo che se siamo in tanti, se ci muoviamo tutti nella stessa direzione, se troviamo le sinergie e gli equilibri giusti cresceremo
buon anno a tutti.

Luigi
questo è in parte l'augurio che in tanti di noi
abbiamo ricevuto da De Magistris sarà bene ricordarlo.

Luigi

galletti claudio 08.01.10 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che prima di dire qualcosa in merito bisognerebbe indagare su un'altra alternativa, che Sembrerebbe altrettanto interessante, ed è il sistema THOR. Quanto sia oneroso e problematico il trattamento dei rifiuti, lo dimostra la “tragedia” della Campania, e non ultima quella di Palermo. Ma i rifiuti solidi urbani, com’è noto, possono rappresentare anche una risorsa. In questa direzione va Thor, un sistema sviluppato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche insieme alla Società ASSING SpA di Roma, che permette di recuperare e raffinare tutti i rifiuti e trasformarli in materiali da riutilizzare e in combustibile dall’elevato potere calorico, senza passare per i cassonetti separati della raccolta differenziata. Un passo oltre la raccolta differenziata e il semplice incenerimento, con cui i rifiuti diventano una risorsa e che comporta un costo decisamente inferiore a quello di un inceneritore. Thor (Total house waste recycling - riciclaggio completo dei rifiuti domestici) è una tecnologia ideata e sviluppata interamente in Italia dalla ricerca congiunta pubblica e privata, che si basa su un processo di raffinazione meccanica (meccano-raffinazione) dei materiali di scarto, i quali vengono trattati in modo da separare tutte le componenti utili dalle sostanze dannose o inservibili. Come un ‘mulino’ di nuova generazione, l’impianto Thor riduce i rifiuti a dimensioni microscopiche, inferiori a dieci millesimi di millimetro. Il risultato dell’intero processo è una materia omogenea, purificata dalle parti dannose e dal contenuto calorifico, utilizzabile come combustibile e paragonabile ad un carbone di buona qualità. E' già in uso nella provincia di Messina, la quale prova è stata terminata già l'anno scorso. Non si capisce come ancora sia tenuta nascosta alla maggioranza degli Italiani. Che problemi nasconde ?.... Va oltre tutto detto , che per le piccole dimensioni di questi, possono essere collocate in un container, sarebbero molto utili alle nostre piccole isole.

emanuele lo vato 08.01.10 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Io abito a Rimini, e a RAIBANO zona sotto il comune di CORIANO (RN) c'è un INCENERITOTRE!!!! E' IMPRESSIONANTE!!!!! e, nel frattemp a Rimini, HANNO AMPLIATO L'OSPEDALE, costruendo un nuovo reparto per il DAY-HOSPITAL ONCOLOGICO!
QUESTE FABBRICHE DEI TUMORI (INCENERITORI) VANNO DEMOLITE!!!! SVEGLIATEVI!!! E' PER IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI!!!
Solidarietà a tutti icittadini CON L'ELMETTO DI PARMA!!!

maurizio furno, rimini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.01.10 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna cominciare a sganciarsi dalla logica "guelfi contro ghibellini", Parma non deve essere lasciata sola. Stanno avvelenando tutta l'Italia, in un modo o nell'altro: il cibo e le menti. Ognuno di noi deve fare la propria parte e cominciare a DIRE DI NO a certe logiche, ognuno trovi la sua strada: scrivere alla Barilla e alle varie aziende in Italia "a rischio", pretendere una maggiore e migliore informazione, LA TV ORMAI E' AVVELENATA tranne poche eccezioni, davvero vi aspettate le risposte lì? Bisogna informarsi in rete, cominciare a leggere l'informazione estera (segnalo per es. la rivista Internazionale www.internazionale.it per coloro che non hanno studiato lingue), perchè all'estero gli interessi di Berlusconi sono NIENTE. Bisogna attivare il cervello e accendere il senso critico e non aspettare sempre che sia qualcun altro a trovare le risposte per noi.

Monica Tedde 08.01.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Alle elezioni provinciali 2009 gli elettori di Parma e provincia si sono espressi in favore dell'inceneritore.I fautori dell'incenerimento dei rifiuti,Bernazzoli PD, Lavagetto PDL ed i loro alleati,hanno ottenuto la totalità dei consensi. Con buona pace degli oppositori all'impianto,che evidentemente li hanno votati anche loro.


21 Aprile 2009: Il sindaco di S.Francisco scrive al sindaco di Parma. Allego qui di seguito la traduzione della lettera:

Caro sindaco di Parma
sono profondamente preoccupato nell'apprendere che Parma sta valutando di incenerire gli scarti dei suoi concittadini, come sistema per la gestione dei materiali post consumo.
Come sindaco di una grande città, complessa...
dal punto di vista geografico e difficile dal punto di vista fisico, desidero portare alla Sua attenzione il successo raggiunto da San Francisco: noi ricicliamo e compostiamo il 70% dei materiali post consumo che produciamo.
Dai nostri scarti vegetali e dai nostri scarti di cibo produciamo un compost organico che ha una grande richiesta. Questo compost arricchisce i nostri terreni, ci fa risparmiare acqua per l'irrigazione, riduce l'uso di pesticidi e fertilizzanti e nel contempo sottrae carbonio dall'atmosfera e fa crescere grandi raccolti! Tutto questo è ottenuto con scarti che in precedenza erano mandati a discarica.
Mentre l'incenerimento ha un grave impatto negativo sull'atmosfera.
Parma è il centro della Emilia Romagna, una importante regione italiana, patria di cibi deliziosi, famosi in tutto il mondo. Questo ben di Dio, prodotto dai vostri agricoltori è un patrimonio per i vostri campi e le vostre aziende agricole.
Analogamente, San Francisco è il centro della produzione agricola ed alimentare degli USA. E proprio qui, i nostri scarti organici, oggi producono uno dei più ricchi compost biologici, utilizzato per i nostri ortaggi, la nostra frutta, i nostri vini, tutti prodotti della più alta qualità biologica.
Sollecito il sindaco di Parma a venire a visitare San Francisco, come più di 100 altri sindaci hanno già fatto nel 2005, in occasione della Giornata Mondiale per l'Ambiente. Gli mostrerò personalmente in che modo recuperiamo, per fini utili, il 70% dei nostri materiali post consumo.
Ciao
Gavin Newsom"

Giuseppe Re 07.01.10 22:53| 
 |
Rispondi al commento

Demagogia, solo demagogia. affermazioni non supportate da dati scientifici fatte da ignoranti megagalattici malati di protagonismo a tutti costi. Andee a ciapà i ratt!

Babila C. Commentatore certificato 07.01.10 22:44| 
 |
Rispondi al commento

CAro Beppe, ti scrive l'operaio che ha deciso di sfidare la poltica tutta candidandosi per la Regione LAzio.
Per ora solo in rete, poichè le mie possbilità sono limitate!
Vorrei che ne parlassi tu visto che nessuno dei giornali nazionali lo vuole fare!
Io sono un operaio Metalmeccanico, che non ne può più di tutta questa politica, ed ho deciso di sfidare tutti , senza nessuno alla spalle(partiti vari).
TI ringrazio per tutto quello che potrai fare!
IL gruppo si chiamma:Per la Presidenza della Regione LAzio!

Irimia Nicola 07.01.10 20:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"La speranza è una cosa orrenda, che serve ai partiti per tenere buoni i loro elettori." P. P. Pasolini.
La vedo molto brutta, ma forse siamo ancora in tempo a salvare questa Italia che puzza di merda.
Contro la violenza del potere costituito, contro l'arroganza e l'ipocrisia dei politici,RIBELLIONE!
Mario Murru Nuoro

Mario Murru 07.01.10 19:37| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe quando si parla di un argomento cosi'delicato bisogna capire di cosa si stà parlando.la raccolta differenziata lo dice la parola stessa serve a differenziare il rifiuto ma come tu ben sai non tutto si può recuperare.il residuo non riciclabile lo si deve pur buttare da qualche parte e qui subentra il termovalorizzatore o la discarica.tutti vorrebbero che tali impianti non fossero costruiti ma penso che nessuno di noi abbia la bacchetta magica per far sparire tonnellate di rifiuto non recuperabile.basta dare una occhiata a quello che stanno facendo gli altri paesi europei.per quanto riguarda i tumori nella provincia dove risiedo è stata fatta un indagine per quanto riguarda la pericolosità di tali impianti.l'indagine è stata eseguita con forti pressione politiche affinchè l'inceneritore in questione chiudesse ma nonostante ciò non risultò niente di anomalo.e sto parlando di un impianto che ha lavorato per ben 30 anni filati.il risultato fu lo stesso(cioè la chiusura) con grandissima soddisfazione dei contribuenti i quali videro raddoppiare la tassa sui rifiuti in pochissimo tempo dato che il termovalizzatore piu' vicino dista 60 km.fate voi i conti....tutto questo per dire che bisogna informare in maniera corretta la gente che legge il blog.lo so che mi creerò molto nemici ma dico tutto questo perchè ho lavorato 10 anni in un inceneritore e mi sono fatto una idea.non sto difendendo ne persone e ne tantomeno aziende del settore.

adriano franco 07.01.10 19:21| 
 |
Rispondi al commento

vorrei condividere con voi una delle tante schifezzze che l'attuale governo ha attuato.Non sò se conoscete il p.m.Laura Vaccaro, lavora presso tribunale di Palermo, da anni impegnata contro i grandi boss mafiosi, tantissimi arrestati grazie al suo lavoro, da anni sotto scorta da luglio, dopo aver ricevuto diversi atti intimidatori, le revocano la scorta.credo che si tenti di evitare che il connubbio mafia e politica non sia svelato mai.Vorrei tanto che ci reagissimo per non rimanere annegati da tutta qesta melma che questo governo ci riversa sopra.grazie Paola dalla sicilia

paola salvaggio 07.01.10 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Ho cercato informazioni anche sull'inceneritore del Gerbido, che dovrebbe nascere vicino a casa mia. Non trovo nulla in rete. Non se ne parla più? E' vero che Torino è in declino totale da anni ma anche la salute dei torinesi è importante... Solo che noi torinesi siamo più fessi, qui fanno di tutto e nessuno si lamenta mai. La mia zona sta diventando sempre più degradata ed invivibile ma sembra quasi una scelta politica. Come possiamo svegliare la coscienza delle persone senza la cassa di risonanza della tv? :(

Torinese Stanco 07.01.10 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Inceneritore? Quale è il problema? Il prosciutto di Parma famoso in tutto il mondo esporterà il prodotto migliore che l' Italia è riuscita a produrre negli ultimi anni e di cui Napoli si è fatta promotrice con l' emergenza rifiuti: la diossina.
Che dire di tutti gli altri affettati? Salame di Felino, la coppa, il culatello di Zibello, saranno tutti "perfettamente infetti".
A Parma ci sono problemi molto più importanti per i cittadini e il super-sindaco, sempre alla richiesta di nuovi super poteri, Pietro Vignali, che l' inceneritore; per esempio picchiare ragazzi di colore innocenti durante una operazione antidroga al grido di "tolleranza zero contro lo spaccio" (in seguito a questo episodio l' assessore alla sicurezza si è dovuto dimettere); oppure la nuova ordinanza antiprostituzione con multe fino a 500 euro per clienti e luccciole troppo rumorosi tra le mura domiciliari (farà la stessa fine il nuovo assessore alla sicurezza in seguito alla denuncia di qualche probabile rinomato cliente?).
E' così che a Parma si mira a saldare il rapporto tra tra i cittadini; sputtanando il proprio vicino e pestando cittadini di colore casualmente nei pressi di una retata antidroga.
Presto body scanner agli ingressi nelle chiese, installazioni missilistiche NATO sotto il Duomo e il Battistero, ripristino della santa inquisizione e della caccia alle streghe.
Avanti così Vignali!
"Chi sacrifica la libertà per la sicurezza finirà per perderle entrambe"

Giorgio Gatti 07.01.10 15:42| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E questi poi, dovrebbero essere quelli che gestiranno le centrali nucleari e relative scorie?
Ma mi faccia il piacere, mi faccia.

antonio d., carrara Commentatore certificato 07.01.10 14:35| 
 |
Rispondi al commento

siamo davvero governati da una banda di assissini criminali...non hanno più un colore per distinguerli.

mitia dedoni, torre del lago puccini Commentatore certificato 07.01.10 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti,
purtroppo e dico purtroppo non acquisto più alimenti che vengono dal sud che non siano controllati (e ho anche qualche dubbio su quelli), perchè ci hanno dimostrato che non ci sono controlli adeguati, che coltivano le fragole accanto alle discariche abusive, che fanno la mozzarella di bufala accanto agli inceneritori, e francamente non me la sento di dare ai miei figli alimenti provenienti da luoghi non sicuri. Spero che altri facciano come me così che la gente che ci lavora si ribelli e allontani chi specula sulle persone per bene che lavorano per pochi soldi.

mauro casalicchio 07.01.10 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una buona notizia finalmente, cittadini ribellatevi!
Peccato per la barilla, di cui non compro più un prodotto, da quando ho saputo che finanziava la campagna elettorale di bisluscus, avuto argomenti anche scientifici, la diossina, a mio favore, uffi!
Se il resto d'europa sapesse che sono a rischio le mozzarelle, i pomodori e l'insalate e la frutta del meridione e non solo! Io che adoro la mozzarella, non riesco più a comprarla, chi mi dice che accanto a pochi passi dal produttore magari "biologico", nel campo del suo vicino ci siano sotterrati bidoni di rifiuti tossici? I pachino in Sicilia? Ma insomma se gli stessi partenopei hanno disseminato il loro territorio di porcherie, senza mai pensare, che i prodotti dei campi vicini sarebbero potuti finire sulla tavola dei loro figli? Boh boh! Se venisse a saperlo l'europa e nel mondo, addio alle esportazioni, di olio, vino, latticini... dovrebbero dire addio a tutto uno scomparto di esportazione e mi spiace dirlo sarebbe ora! Se penso che i nostri "adorati prodotti" alla diossina, ai rifiuti tossici, possano finire nello stomaco di bimbi europei inconsapevoli, mi si ribbolle il sangue! Questa è la vera povertà e miseria di un popolo che da una parte fa grandi sceneggiate sulla famiglia e allo stesso tempo cibano i loro figli con piatti avvelenati! Ma cosa pensa questa gente, questo pease é piccolissimo un budello nel mare e non si estende in verticale, come sembra sulle mappe, le correnti d'aria che passano su napoli finiscono su bari e dintorni. Stupidi morti di fame, le vostre ecoballe all'aria, ora stanno rilasciando, micro particelle, batteri che si diffondono per tutta la penisola, e vanno a finire nei vostri tanto cari prodotti alimentari, continuate a tenerle all'aria aperta, una bomba ecologica che ci riguarda tutti! Meditate genti meditate! Per non avvelenarci ci ritroveremo a dover mangiare solo prodotti esteri? bravi bravi coglio...i

Janek N., Gallarate Commentatore certificato 07.01.10 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Boicottiamo il 'Parmigiano Reggiano' non compriamolo !!! Gli alimenti alla "diossina" NON LI VOGLIAMO !!!!

roberto Milano 07.01.10 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si potrebbero scrivere 2 righe alla Barilla:

Se arriva l'inceneritore non comprerò prodotti Barilla.

Adriano D. Commentatore certificato 07.01.10 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti,
io sono di parma vorrei partecipare alle prossime manifestazioni è possibile essere avvisato tramite mail o avere il recapito di qualcuno del movimento 5 stelle di parma.
Grazie

marco negri 07.01.10 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il video non viene caricato, spero non sia censura!

cristina tortella 07.01.10 10:42| 
 |
Rispondi al commento

GLI INCENERITORI NON LI VOGLIAMO, LE CENTRALI NON LE VOGLIAMO, VOGLIAMO LE SPIAGGE PULITE, LA NATURA INCONTAMINATA, IO ODIO QUESTO GOVERNO E IL SUO CAPOBASTONE, MA MI DITE COME CAZZO FACCIAMO A MANGIARE, SCALDARCI D'INVERNO E RINFRASCARCI D' ESTATE, ANDARE IN MACCHINA ANCHE PER LAVORO, FARE VIAGGI IN TRENO AEREO, PER FAVORE, DIAMOCI UNA REGOLATA:NON SENTO NESSUNO CHE DICA: INIZIAMO A VIVERE COME LA SETTA DEI MORMONI O QUAQQUERI(NON RICORDO)SENZA CORRENTE ELETTRICA, TELRFONO E ALTRE COMODITA' I BERLUSCONINI SONO GIA DEI VUOTI A PERDERE, MA QUELLI CHE HANNO UNA COSCIENZA DEVONO DIRE CHE CAZZO DOBBIAMO FARE SENO E PARI

FRANCO B., rivoli Commentatore certificato 07.01.10 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo che vi allego è un rapporto che evidenzia i danni di immagine che riceverebbe il territorio di Parma se costruisse l'inceneritore. Dall'altra parte se si adottasse la strategia Rifiuti Zero si otterrebbe una spinta enorme in avanti per prodotti come il parmigiano-reggiano, il prosciutto di Parma e le altre eccellenza alimentari del territorio...
http://issuu.com/rifiutizeroparma/docs/parmalbivio

Gabriele Folli Commentatore certificato 07.01.10 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Questo il link del comitato Gestione Corretta Rifiuti di Parma che ha organizzato la Fiaccolata del 12 dicembre e la serie di presentazioni con Paul Connett dal 11 al 14 dicembre. http://www.gestionecorrettarifiuti.it/no-inceneritore/
Link a filmati della serata con Connett al Teatro Due di Parma alla quale hanno partecipato 550 cittadini:
http://www.youtube.com/watch?v=2kk1kjjGMOk
Diffondeteli..grazie a tutti per il vostro appoggio!!

Chris Townsend 07.01.10 09:05| 
 |
Rispondi al commento

A Reggio emilia hanno cambiato scelta dall'inceneritore al " trattamento Biomeccanico dei rifiuti" ma dopo molte pressioni da parte dei comitati civici compreso il MeetUp di reggio e il suo eletto in comune. E' stata una bella conquista e ne sono molto contento. La raccolta differenziata in città prosegue a zone.. l'ultima immessa ha già raggiunto il 65% di raccolta corretta.

stefano s., reggio emilia Commentatore certificato 07.01.10 08:19| 
 |
Rispondi al commento

FACCIAMOLA FINITA CON IL LASCIARE ANDARE TUTTO IN MERDA, SANTA MADONNA!!!


Che bello... un paese senza inceneritori, senza centrali nucleari, senza rigassifigatori, senza discariche abusive, piene di centri di riciclaggio, di pannelli solari, di microgeneratori di energia, di case coibentate... chissà se vivrò abbastanza per vederlo.

Patrick D. Commentatore certificato 07.01.10 07:23| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe bello sapere quante persone si sono iscritte al movimento a 5 stelle!

Vincenzo S. Commentatore certificato 07.01.10 01:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti a tutti gli organizzatori! e' stata una giornata splendida e la manifestazione era organizzata veramente bene, pacifica e carica di idee innovative e contenuti!

Giovanni ., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.01.10 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Gli inceneritori sono pura follia, ma farlo nella zona di parma è veramente il colmo!! la diossina va nell'adipe degli animali, quanto tempo ci metteranno gli stati importatori di salumi e formaggi prodotti da quelle parti a fare analisi e rendersi conto che importano veleno? ma sono pazzi a parma???

Marco Oliva (freccia), Taggia Commentatore certificato 06.01.10 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Parmensi ribellatevi l'incenitore a parma non deve esistere, si l'incenitore ad arcore dentro la villa del psiconano.

lorenzo tomasello 06.01.10 23:44| 
 |
Rispondi al commento

VAI BELLI PARMIGIANINI,SIETE FANTASTICI!!!SIETE TANTI,MISTI,ORGOGLIOSI DI ESSERE ITALIANI,1ONDA KE RIPULIRà IL MARCIO KE çé NEL NOSTRO PAESE E ANKE IL MARCIO INIZIA A KAPIRLO!FINALMENTE GENTE IN GAMBA,KOMPRENSIBILE,BATTAGLIERA LO SI CAPISCE DALLE FACCE,DAI DISKORSI,DALLE COMPETENZE.VAI FAVIA COMPLIMENTI,SEI IL MIO UOMO PER LE REGIONALI,FATTI VEDERE+SPESSO ANKE CON "MITIK OLIO"IT'S FANTASTYK!

mauro prioretti 06.01.10 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Proviamoci a proporre un bel "termovalorizzatore" ad Arcore, con adiacente una bella centrale termonucleare di settima od ottava generazione (tanto per farli stare più tranquilli).
Da padre di famiglia mi chiedo: ma Scajola ha dei figli? Non credo. Ed allora: una bella centrale nucleare io glielà piazzerei sotto il letto con accluso sito di smaltimento nel garage.
Mentre nel resto del mondo la costruzione di centrali nucleari è pressocchè bloccata e quelle già esistenti hanno già da tempo dei bei progetti di smantellamento, in Italia, il PDL, si appresta a varare l'ASN. Deduzione: questi che ci stanno governando sono un manipolo allargato di teste di cazzo incompetenti ed autodegeneranti la cui aberrazione esistenziale non trova paragoni se non forse negli inizi del medioveno etiopico.
Messi come siamo messi (a pecorina) mi auguro nella repentina rinascita della "ragione" del popolo italico. In alternativa ci rimane solo il Padreterno... ci pensasse lui in modo definitivo!

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.10 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ok, il MoVimento si impegna su temi concreti. Si può discuterne, ma questa almeno è POLITICA, non le solite menate Berlusconi sì - Berlusconi no. Nella fattispecie io credo che prima di tutto - e nonostante l'inceneritore - bisogna spingere sulla raccolta differenziata, riciclare, contrastare la cultura dell'usa e getta.

Claudio Genoria, Belluno Commentatore certificato 06.01.10 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Conoscere i ragazzi di Parma per me è stato un onore. Francesco Barbieri(il ragazzo col megafono) è semplicemente mitico....vedere tutta quella gente in corteo è stato veramente emozionante.

La politica dell'incenerimento è folle così come i politici che la portano avanti per puro interesse economico.

B A S T A !!!!!!!!

Emilia Romagna in Movimento contro tutti gli inceneritori e per salvaguardare la salute dei cittadini.

Serena Saetti 06.01.10 22:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

si questa è la strada del futuro....v.briscioli

vincenza briscioli, pisogne Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.01.10 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Dove c'è Barilla c'è casa e non un inceneritore!!!

Marco Vagnozzi 06.01.10 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Un cittadino che ha deciso di mettersi l' elmetto.......non abbandonatemi ........
www.rotaiakiller.splinder.com

Gino De Pauli 06.01.10 21:36| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
AVANTI COSI' MOVIMENTO A 5 STELLE DI PARMA,AVANTI COSI',NON FERMIAMOCI
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 06.01.10 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi: riforme nel 2010 «Mai parlato di taglio tasse»

MISTER "B" DICE CHE IN 127 % DEGLI ITALIANI(SECONDO LE SUE STATISTICHE) NON GLI CHIEDE PANE ACQUA E LAVORO MA BENSÌ GIUSTIZIA PER LUI E RIFORME, AFFINCHÉ CORROTTI, CORRUTTORI, MAFIOSI PIDUISTI, FASCISTI VENDUTI, LADRI, STUPRATORI,IMMIGRATI ESCLUSI POSSANO GODERE DEI FRUTTI FATICATI DEL CONDONO FISCALE.

Uno dei tanti 06.01.10 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Questo è quello che si dice:

"mangiare moderno".

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 06.01.10 20:37| 
 |
Rispondi al commento

PARMIGIANO REGGIANO ALLA DIOSSINA

************************************

E GLI SPAGHETTI BARILLA ?

FANCULO A TUTTI I DELINQUENTI ISTITUZIONALI

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 06.01.10 20:23| 
 |
Rispondi al commento

A caserta invece si mangia di tutto con la diossina, carne, verdure, mozzarella di bufala ( esportata per lo più in giappone ), gran parte del panorama alimentare della zona del casertano è inquinato. Ma nessuno si mette l'elmetto. Non se lo possono permettere, io sono nato a Caserta e vi giuro, girando tutta l'Italia e piccola parte del mondo, non ho ancora trovato una città così devastata dal malcostume e dalla cultura mafiosa che insidia l'etica e la dignità di quasi tutti i suoi residenti. Se non sei allineato con la loro cultura mafiosa ( che pervade la mente di tanti in italia come quella di evadere fiscalmente, corrompere, minacciare ),come mi è capitato personalmente in adolescenza con amici coetanei, sei fuori, dissociato, debole, emarginato. Onore a quelli di Parma, almeno loro non hanno la camorra, o la polizia che gli chiude la bocca se parlano di cose scomode specialmente in piazza manifestando pacificamente..... aiutati magari dai figli di "gente di merda" che ha fatto entrare con varie raccomandazioni i loro figli nei corpi come polizia, carabinieri, finanza, e vi assicuro che queste cose in campania accadono da sempre. L'Italia è troppo, troppo corrotta per ritornare limpida e pulita come si spera così in un battibaleno, ci vuole un ricambio generazionale, anzi un paio perchè le coscienze degli "itagliani" aprino la loro mente all'etica e la dignità che dovrebbero prevalere in un qualsiasi individuo a maggior ragione se ha sul groppone le sorti di un paese.

Che schifo di gente ( non che schifo di paese )....

Cosa Vostra 06.01.10 20:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io vivo a Palermo in Sicilia una delle poche regioni dove ancora non esistono termovalorizzatori (inceneritori),vi invito a notare la campagna pro inceneritori portata avanti dai mezzi d'informazione siciliana vedi giornale di sicilia ecc..

Giuseppe Di Janni 06.01.10 20:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 



Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori