Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Incendi mafiosi in Val di Susa


No_Tav_-40.000.jpg
In Val di Susa continuano i roghi mafiosi dei presidi NO TAV. Dopo il primo a Bruzolo, il secondo a Borgone. Chi appicca gli incendi e chi è il mandante? Se pensano di intimidire i valsusini sprecano il loro tempo. Sarà dura!
"Volevo segnalare a Beppe che, a seguito della marcia NO TAV di sabato 23/1 a Susa (40.000 persone che hanno sfilato a -1° per ore), nella notte è stato incendiato un altro presidio storico, quello di Borgone. Hanno lasciato una firma: "Sì Tav". E dalla montagna, dove campeggiava da anni la grande scritta NO TAV - NO MAFIA" hanno fatto sparire dalla montagna le scritte "NO". Inutile dire che il TG3 è stato ancora più scandaloso del solito, non dicendo una parola del rogo notturno del presidio, chiaro segnale mafioso di fronte a quelle 40.000 persone che hanno esclamato senza paura "Fuori le mafie dalla Valsusa". Attualmente non risulta che Chiamparino, la Bresso, Saitta, eccetera abbiano preso le distanze dal gesto. Chi tace acconsente?" Claudio Antani, Torino

26 Gen 2010, 17:32 | Scrivi | Commenti (35) | listen_it_it.gifAscolta
| Invia ad un amico | Stampa

Commenti

 

Ho visto qualche giorno fa "Exit" su La 7, dove si parlava del problema Val di Susa.
Una domanda:
come mai il Pd, in Sicilia, dove i "No al ponte" sono quattro gatti, dice NO e, nella Val di Susa, dove i "NO" sono molti e ben agguerriti, dice "SI'"?
Sono passati i tempi della vera e reale opposizione.
Concludo:
meglio il Pdl da cui ti guardi che il Pd da cui non ti guardi e poi........

gino petrina 17.04.10 15:32| 
 |
Rispondi al commento

Il TAV in Val di Susa ha perso la prima battaglia

- di Marco Cedolin -

Sono andati per bastonare e sono finiti bastonati, verrebbe da dire metaforicamente parlando, tirando le somme della grande offensiva portata in Valsusa dai fautori del TAV nel corso di questo mese di gennaio. Offensiva studiata a tavolino negli ultimi 4 anni con cura certosina da Mario Virano e dalla classe politica che gli fa da contorno, ma valutata evidentemente con troppo ottimismo, sulla base d’informazioni e “sensazioni” assai disancorate dalla realtà.

Tutto è iniziato all’alba di martedì 12 gennaio, quando una delegazione delle forze dell’ordine si è presentata dinanzi al presidio dell’autoporto di Susa per prendere possesso dei terreni oggetto dei carotaggi. In quell’occasione circa 300 presidianti che avevano passato l’intera notte al gelo si sono rifiutati di lasciare il passo, ricevendo in cambio minacce di future denunce.

continua....

http://ilcorrosivo.blogspot.com/2010/01/il-tav-in-val-di-susa-ha-perso-la-prima.html

manuela bellandi Commentatore certificato 27.01.10 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Suppongo che questa bravata è stata effettuata da gente prezzolata al soldo di chi ha interesse nel"business"è un avvertimento.Dopo,seguiranno le intimidazioni "ad personam" con possibili manganellature per i più esposti.Sarebe il caso di preparare un piano popolare di difesa <tipo non lasciare mai soli i più esposti,tenersi sempre pronti ad intervenire,costituendo una vera e propria squadra di dissuasione,se il caso cercare notizie sui sospettati ed eventualmente seguirli,vedere i luoghi dove si riuniscono e chi sono filmando e mettendo in rete,smascherando, i probabili responsabili.E' molto probabile che siano gente di fuori sconosciuti ai residenti e quindi occorre filmare e conservare ed eventualmente se qualcuno"interrogato" non sa fornire ragioni plausibili,legnarlo a dovere con 6 mesi di ricovero ospedaliero.Insomma prepararsi al peggio i soldi sono tanti e questi non ci rinunceranno facilmente.

IL SICILIANO 27.01.10 22:14| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=aV6ZexcA_tA&feature=related

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 27.01.10 19:47| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=Lh7owAMdrYA&feature=related

Il Piave mormorò....

macome ceprovi (focalizzerei l'attenzione (*)), Roma Commentatore certificato 27.01.10 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao grande Beppe!
Tutti quei molluschi mafiosetti pro TAV non hanno ancora capito (beh, in fondo sono limitati anche nella testa) che i valsusini non hanno bisogno di usare armi o minacciare. Sono duri come la pietra, quindi non si snervano o si piegano al freddo. Se stabiliscono che il trenino da li non deve passare..... NON PASSERA' M A I !! ! ! !
Ma quando lo capiranno??? ? ?

pietra dura 27.01.10 19:04| 
 |
Rispondi al commento

volevo dire a Giulio Gibello, che a sputar sentenze è un drago! se pensi che la rete da cantiere dipinta di bianco sia antiecologica potresti pure aver in parte ragione....ma non ti curare della pagliuzza nell'occhio quando se guardi bene c'è un grosso palo che metaforicamente parlando, nella migliore delle ipotesi, è conficcato nell'occhio ma nella più realistica ce lo abbiamo nel........saluti NO TAV

enzo messomale 27.01.10 17:39| 
 |
Rispondi al commento

sig. grillo,o chi per lui.chi sono,vedi sito.mando,più dettagliato,se vi fate vivi.siamo in 5oo.000 italiani,che,quando si trasferì i contributi,dalla svizzera all'italia,l'inps taglieggiò.esempio:invece che conteggiare,come da lgge 1968,su 90,l'hanno fatto su 3o.c'è stata la denuncia,la cassazione condanna l'imps a riconteggiare.segue,un fuggi fuggi generale,poi la corte costituzionale,con sentenza vaga,ribalta.insomma,ci han fregato.accordo,bipatisan:destra sinistra,sinistra destra.ho beppe,non sarebbe da impugnare e denunciare con forza?sò che a strasurgo i nostri psudo parlamentari furono additati.saluti tarabella

paolo tarabella 27.01.10 17:01| 
 |
Rispondi al commento

LA COMPRO IO LA FIAT A TERMINI IMERESE

Ve lo dico in anteprima.Io ghno-pin-92110 comprero' la fiat a termini. Per questo presentero' un' offerta e un piano industriale, tale per cui la produzione industriale ripartira' su due innovativi progetti differenziati e alternativi.Se volete sapere come, seguite i miei piani economici, di cui troverete ogni giorno esposizione su commenti del blog

maurizio vuturo (ghno-pin-92110), vigevano Commentatore certificato 27.01.10 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quoto

sss sss 27.01.10 15:45| 
 |
Rispondi al commento

GOMME TAGLIATE ALLE AUTO DEI NO TAV DURANTE LA MANIFESTAZIONE!! ULTERIORE INTIMIDAZIONE DOVUTA, POTREMMO DIRE, AL CLIMA DI ODIO CREATO INTORNO A NOI DAI VARI BRESSO SAITTA NAPOLI ESPOSITO MERLO GIACHINO CHIAMPARINO, PERO' NOI NON LO DICIAMO!!! ANZI, CI GUARDIAMO BENE ANCHE SOLO DAL PENSARLO!!

http://www.facebook.com/?ref=home#/photo.php?pid=130311&id=100000300167316

manuela bellandi Commentatore certificato 27.01.10 15:39| 
 |
Rispondi al commento

incominciare a non dare il voto ai partiti con dipendenti/eletti condannati o indagati per associazione mafiosa è cosa buona e giusta, come il Presidente del consiglio

paolo c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.01.10 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Solidarietà ai No-Tav dai banchi del Parlamento Europeo


Gianni Vattimo e Sonia Alfano segnalano al Parlamento e alla Commissione Europea violazioni dei diritti democratici da parte del governo italiano e degli enti locali piemontesi
Il Deputato europeo Gianni Vattimo - Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa, ha pronunciato il 18 gennaio alle ore 18 nell'Aula del Parlamento europeo riunito a Strasburgo la seguente dichiarazione:[...]

"Come deputato eletto nella circoscrizione Nord Ovest dell'Italia, segnalo al Parlamento e alla Commissione Europea alcune vere e proprie violazioni di trattati esistenti e di diritti democratici che si stanno perpetrando da parte del governo italiano e degli enti locali piemontesi in relazione al progetto di nuova linea ferroviaria Lione-Torino.

Gli ingenti finanziamenti dell'Unione Europea erano condizionati, negli accordi finora vigenti, alla condivisione del progetto da parte delle popolazioni locali.
Un'altra condizione del finanziamento
europeo era l'esistenza di investimenti privati nell'impresa.

Questi ultimi non ci sono; e le comunità locali che si oppongono al progetto sono state ridotte al silenzio d'autorità da un decreto del governo. Mancando queste due condizioni, ci si domanda se il comportamento della parte italiana non rischi di configurarsi come una vera e propria truffa nei confronti dell'Unione Europea."

continua...

http://www.aamterranuova.it/article4178.htm

manuela bellandi Commentatore certificato 27.01.10 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Ora è il nord ad entrare in rotta di collisione con le mafie del sud. Tutte le mafie sono interessate in prima persona ai lavori del TAV ( attenzione, non a caso ho detto "interessati ai lavori" e non "interessati alla realizzazione" ) LE MAFIE SONO DIVENTATE IL BRACCIO ARMATO DEI GRANDI INTERESSI ECONOMICI DEL SISTEMA CEMENTOCENTRICO.
LO SI E' SEMPRE DETTO, IL MIGLIORI BUSINESS SONO QUELLI FATTI A SCAPITO DI MILIONI DI CITTADINI IGNARI : QUELLI DELLA VAL DI SUSA NON LO SONO AFFATTO: TENETE DURO !!

Massimo esposito 27.01.10 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi raccomando resistete... anche se lontani molti italiani sono con voi!!!!

Manuela Garufi 27.01.10 09:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE
NO TAV RESISTETE,RESISTETE A QUESTI CANI MAFIOSI DEL CEMENTO,RESISTETE!!!!!!!!
ALVISE

alvisea fossa, nervesa della battaglia Commentatore certificato 27.01.10 09:31| 
 |
Rispondi al commento

CONTRO LA CALCIO-CRAZIA
unica soluzione al problema e' boycottare il
calcio diventato religione ufficiale italiana.
Boycottare quei giocatori che lavorano e prendono stpendi da berlusconi i giocatori del milan che fanno parte finale di quella mafia sporca che rovina l'etica e la morale.
Pensate ,dopo un gol una maglietta di un giocatore con la scritta NO TAV parla per se stesso.
Il calcio e' il prodotto mediatico piu forte che ce in italia dopo i canali pornografici( viviamo in una calciocrazia or pornocrazia.)
Fermate il calcio

ross delve 27.01.10 04:14| 
 |
Rispondi al commento

Son 40anni che si "vocifera" di mafia al governo e nell'economia e oggi, sull'orlo del fallimento, se ne parla apertamente anche in parlamento senza destare nessuno scandalo.

Quando si dice il porgresso: dobbiamo aspettarci una nuova Portella della Ginestra in Piemonte?

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.01.10 00:21| 
 |
Rispondi al commento

CONTRO LA CALCIO-CRAZIA
unica soluzione al problema e' boycottare il
calcio diventato religione ufficiale italiana.
Boycottare quei giocatori che lavorano e prendono stpendi da berlusconi i giocatori del milan che fanno parte finale di quella mafia sporca che rovina l'etica e la morale.
Pensate ,dopo un gol una maglietta di un giocatore con la scritta NO TAV parla per se stesso.
Il calcio e' il prodotto mediatico piu forte che ce in italia dopo i canali pornografici( viviamo in una caliocrazia or pornocrazia.)
Fermate il calcio invita a pensare. Pensare invita ad agire.

ross delvecchio 26.01.10 23:54| 
 |
Rispondi al commento

a torino
NO TAV - Valle di Susa

Prossimi appuntamenti:

Mercoledì 27 gennaio dalle 17 sino a sera inoltrata
Presidio informativo e assemblea popolare in via Eritrea angolo corso
Francia (davanti al palazzo degli oblò). Qui è previsto uno dei pochi
sondaggi programmati in un area densamente popolata.

PER FAVORE SE NON POTETE VENIRE INOLTRATE QUESTO MESSAGGIO AI VS AMICI POTENZIALMENTE INTERESSATI,GRAZIE!

manuela bellandi Commentatore certificato 26.01.10 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Indubitabilmente questo è un paese malato e selvaggio per la presenza SOVERCHIANTE di gruppi di potere voraci collegati alla politica e ai cani mass media -e riflessi nell'uso antidemocratico della forza pubblica ove si ledono gli interessi particolari di detti gruppi- che cancellano il territorio con la sua inestimabile cultura e la nostra memoria, e nella speculazione esclusiva che attuano si portano via tutto come un aspirapolvere...INCENERISCONO poco a poco il patrimonio culturale anche figurale, la coscienza e la morale pubblica collettiva che perde consistenza e va sbiadendo alla vista.
Una comunità o un gruppo sociale che non difendono i propri diritti i sacrosanti diritti di vivere respirare aria dal cielo camminare sulla propria terra genuina, schietta, è morta...e questa è una battaglia per la sopravvivenza, unicamente- VIVI,terra di Val di Susa!

gianluca ., Manziana(RM) Commentatore certificato 26.01.10 22:36| 
 |
Rispondi al commento

CHE SCHIFO! SONO INCAZZATO NERO E NON LO VOGLIO PIU TOLLERARE QUESTO ORRORE!!!!

Claudio Conti (iscritto dal 2005) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.01.10 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Incendio Presidio No Tav Borgone di Susa
Nella notte tra il 23 e 24 Gennaio hanno incendiato il Presidio No Tav di Borgone di Susa. Nel pomeriggio è iniziata la ricostruzione di un nuovo presidio

guardate il video:

http://www.youtube.com/watch?v=MJwGKQNAeXo

************************

Ora manca solo che le aziende incaricate dei carotaggi arrivino al presidio con le GUARDIE GIURATE travestite da poliziotti ...e avremo fatto l' en plein !!!!


****************


A SARà DURA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

manuela bellandi Commentatore certificato 26.01.10 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Mafiosi affaristi ladri! Non gli permetteremo questa ennesima ferita a questa valle già cosi martoriata! A SARA' DURA!!!!!

silvana g. Commentatore certificato 26.01.10 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Volevo farvi i "complimenti" per l'ecologia, per difendere le Vs. idee andate a scrivere No Tav e No Mafia sul monte Musinè con sacchetti di plastica e vernice!! Bravi W coloro che difendono la natura.

Giulio Gibello 26.01.10 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo,

perchè non vai a vedere a Bologna dove alla fine dello scorso anno a Striscia la Notizia hanno fatto vedere i proprietari di appartamenti in condomini che si affacciano sui lavori per la TAV che si lamentano del fatto che le vibrazioni continue hanno lesionati gli edifici al punto che devono essere puntellati per non crollare? hai paura forse di disturbare le COOP ROSSE che ci lavorano? quelli di Bologna che rischiano di vedersi crollare addosso le loro case valgono meno di quelli della Val di Susa dove tutto deve ancora cominciare?

Bannatus Sum 26.01.10 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiamparino è il sindaco più amato.
Sì, dai piciu e dalla 'ndrangheta.

elettore ombra, Torino Commentatore certificato 26.01.10 19:05| 
 |
Rispondi al commento

In un paese normale si aprirebbe un'inchiesta. I colpevoli condannati. In italia, paese mafioso di cultura e di fatto, si manganellano i manifestanti, si incendiano i presidi, si terrorizza il cittadino, col consenso silensioso di tutte le istituzioni, polizia inclusa. Vedo che nessuno prende posizioni innanzi a tutto ciò e questo mi indigna! Non c'è nessuno che si indigna? Neanche nella polizia? Cosa devo pensare? Che sono tutti collusi?

Fabio D., Caserta Commentatore certificato 26.01.10 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma in che paese vivo???!?!? Ma cosa succede?!?!?

Marco P. Commentatore certificato 26.01.10 18:06| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori