Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Craxi al netto delle tangenti

New Twitter Gallery

Craxi al netto delle tangenti - Marco Travaglio
(40:10)
passaparola_18-1-10.jpg

Testo:

Buongiorno a tutti, siamo nel pieno delle celebrazioni di Bettino Craxi, mi sono un po’ stufato di ricordare le tangenti che prendeva, anche perché l’abbiamo già fatto in queste ultime settimane e poi ci viene autorevolmente raccomandato e stiamo aspettando tutti con ansia il messaggio del Capo dello Stato, per celebrare degnamente il decennale del latitante, che bisogna andare oltre le vicende giudiziarie e che bisogna dare un giudizio politico, perché naturalmente un uomo politico non può essere ridotto soltanto alle condanne e ai processi.



La scalata al Partito Socialista (espandi | comprimi)
E’ vero, Craxi non ha avuto soltanto condanne e processi, Craxi è stato anche altro: ha fatto politica, da questo punto di vista vale sempre la vecchia battuta di Grillo, che nella Prima Repubblica di solito prendevi un politico e, dopo un po’, diventava un ladro, mentre nella seconda di solito prendi un ladro e dopo un po’ diventa un politico.


Il presidente del debito (espandi | comprimi)
Vediamoli, dunque, questi grandi meriti politici che ha avuto Craxi al netto delle tangenti, perché è un po’ ricattatorio questo modo di giudicare e di dire che non bisogna pensare soltanto alle tangenti, ma anche alla politica: intanto, se uno prende tangenti è un tangentaro e poi è chiaro che anche il mostro di Firenze credo abbia offerto qualche brioches a qualche bambino povero, o abbia aiutato qualche vecchina a attraversare la strada, eppure rimane sempre il mostro di Firenze!


Craxi e le partecipazioni statali (espandi | comprimi)
Vediamo altri meriti dello statista Craxi: ricorderete, per esempio, le partecipazioni statali, erano le imprese dello Stato, ce ne era una in particolare che si chiamava Sme e perdeva migliaia di miliardi ogni anno per produrre panettoni e pomodori pelati di Stato.


Craxi e la politica esterea (espandi | comprimi)
Prendiamo la politica estera: per quanto riguarda la politica estera Craxi, che viene dipinto come un fedele atlantista, uno anticomunista, uno ancorato all’occidente e quindi quello che aveva fatto la scelta giusta tra l’est e l’ovest, mentre l’Unione Sovietica voleva colpire etc., gli euromissili e tutta la retorica che si fa sugli euromissili, Craxi è quello che fa entrare nel Parlamento italiano Yasser Arafat con la pistola nel cinturone, non lo disarmano neanche, non lo perquisiscono neanche prima di farlo entrare in Parlamento e, quando qualcuno protesta, lui dice che Arafat è come Mazzini e Garibaldi, Arafat come Mazzini e Garibaldi!




Precisazione di Marco Travaglio
"Grazie ad alcuni amici del blog, mi sono accorto di aver detto una sciocchezza: Abu Abbas, mandante del commando che sequestrò l'Achille Lauro e assassinò Leon Klinghoffer, fu spedito da Craxi a belgrado, e di lì all'Irak di Saddam Hussein, ma a Belgrado non c'era più il maresciallo Tito, morto da tempo. Me ne scuso con tutti."

***
Ps. Oggi, martedì 19 gennaio, alle ore 17,30 il Municipio 16 di Roma voterà la la proposta di delibera sull'acqua pubblica presentata il 1 ottobre 2009 dal consigliere Marco Giustini della Lista civica Amici di Beppe Grillo di Roma e dal consigliere Massimiliano Ortu. L'appuntamento è presso il Consiglio Municipale in Via Fabiola 14 a Roma.

 Iscriviti al MoVimento 5 Stelle
Nome: Cognome:

Copia il codice HTML e incollalo nel tuo sito web
lasettimanabanner.jpg

18 Gen 2010, 13:50 | Scrivi | Commenti (747) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

Commenti

 

Per quanto riguarda le isole Falklands gli argentini le hanno sempre chiamate Malvinas, anche adesso dopo che la dittatura miltare è finita e sempre le hanno considerate, a mio avviso giustamente (anche data la posizione geografica), un retaggio del passato coloniale britannico. È vero che i generali ‘erano andati a occupare per distrarre l’opinione pubblica dalla crisi economica dell’Argentina’, ma dire che la Thatcher ‘andò a riprendersi le Falklands’ come se fossero una loro legittima provincia un po' lontana, mi sembra fuorviante, soprattutto riguardo all’Argentina di oggi.

gianni ., Copenaghen Commentatore certificato 30.08.13 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo alla politica estera Marco Travaglio esula dalla critica di Craxi ma sembra diventare un semplice propagandista: cita l'omicidio di un passeggero della nave dirottata dal commando palestinese che Travaglio definisce più volte 'terroristi', si scorda però che lo stesso anno la CIA fece esplodere una bomba tra la folla in Libano (per uccidere un leader islamico) uccidendo 80 civili inermi... Allora dovrebbe magari limitarsi a parlare di Craxi lasciano perdere la politica estera di cui sembra che conosca solo il lato propagandistico...

gianni ., Copenaghen Commentatore certificato 30.08.13 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Travaglio e' un uomo di destra, culturalmente, anche se il simbolo del paradosso italiano del 'giustizialismo di sinistra', rimane un uomo di destra, un poliziotto dell'olio di ricino. E come uomo di destra non ha amore per la migliore sinistra che abbiamo avuto in Italia: Il PSI e, in parte, anche il PSI di Craxi.
Sara' un caso se nella sua bella lista si e' scordato il concordato? O se sembra non sapere che ormai ogni forza politica presente allora, da cossiga agli expci, ha rivalutato il fronte della fermezza come un errore politico, nel migliore dei casi, o, nel peggiore, un'inumana strategia self-serving di pc e una parte di dc che negavano l'autenticita' delle lettere e lo facevano sapendo di mentire?

Giulia 11.02.13 03:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe hai detto,come felice battuta,che vai in missione "in nome di Dio" ma guarda che è davvero così.E' davvero lo Spirito Santo che ci ispira le cose buone e sarà Lui a suggerirti come comportarti nel modo migliore. Grazie per quello che stai facendo.
Genova, 24 Gennaio 2010 Aldo

aldo cannavò, genova Commentatore certificato 24.01.10 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Travaglio,
Craxi era un grande statista, un modernizzatore, un idealista!
Ho qui un rapporto della Banda Bassotti che mi conferma i suoi meriti nell'utilizzo del denaro pubblico.
La sua moralità nel gestire i finanziamenti al partito mi è confermata da Macchia Nera e attendo da Bracco Baldo le stime di quanto contribuì a risolvere e risollevare il debito pubblico.
Vergognatevi voi del Partito dell'Odio che vi perdete in qualche quisquiglia storica, senza vedere la grandezza di un tale galantuomo.
Saluti.
Pietro Gambadilegno

Paolo Zaboi 24.01.10 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Rimaniamo meravigliati di cosa? andando indietro nel tempo vediamo che, il finanziamento ai partiti votato con referendum è rientrato dalla finestra con altro nome, vediamo la vendita delle nostre autostrade; si nostre in quanto pagate con i nostri sudori e vendute dai politici ai privati per due soldi perchè non produttive (ma ora PRIVATIZZATE fanno utili), vediamo pagare persino la liquidazione a certi personaggi che hanno mandato allo sfascio società pubbliche fiore all'occhiello dell'Italia; ed ora ci meravigliamo se vogliono riesumare un Craxi in fondo questa operazione è quasi a costo zero per il popolo.
Ora facendo una riflessione leggendo le varie fedi politiche perchè non ci chiediamo che dalla prima alla seconda repubblica i politicanti sono sempre gli stessi COSA POTRA ESSERE CAMBIATO MAI!!!!!!!!!

ennio olivi, chiaravalle Commentatore certificato 24.01.10 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Mentre qui la fame e l aridita' sociale e cosi palpabile che la si mangia quasi-ovunque guardi non ce' altro che immondizia e puzza di morte lenta.Mentre tutto questo ci corrode come una condensa acida lo stato che fa!? si mette a commemorare craxi dimenticandosi che egli prima di essere un uomo e' stato un ladro-ha rubato tanto di quei miliardi che se li avessero distribuiti personalmente alla gente oggi avremo meno fame in giro e il fatto che non sia stato il solo a rubare non significa niente e non lo giustifica anzi al contrario questo di per se dovrebbe determinare piu giustizia verso le persone che vivono onestamente in questa italia che come premio a quei misfatti si e' trovata come capo della repubblica un certo napolitano,un uomo che vive da sempre come un parassita sulle spalle della gente,un uomo con nessuna qualita'che giustifichi la sua disumana ricchezza se non quella di essere stato e di essere un divoratore di futuro altrui. Non vomitavo da quando avevo 18 anni ma quando lo sento adesso il mio organismo sputa fuori senza che io lo voglio,incosciamente tutta la merda e la vilta' che ci rifila ogni volta che apre la bocca sia per parlare sia per respirare.

andrea m. Commentatore certificato 24.01.10 08:04| 
 |
Rispondi al commento

La Signora Campo Innocenza di Ragusa ha 77 anni, seconda elementare, ha fatto la ricamatrice per tutta la sua vita, è una persona molto gentile e tenera.
Ha presentato diverse denunce alla Magistratura e diversi esposti al Ministero della Giustizia perchè un gruppo bene organizzato e molto pericoloso, attraverso il legale che curava il suo patrimonio, dei direttori postali e dei promotori finanziari, le ha rubato tutto il suo patrimonio, lasciandola completamente senza soldi.
Molte operazioni sono state fatte mentre si trovava in America.
Attualmente solo tre persone sono sotto processo, tra cui un direttore postale.
Alcune banche e Poste Italiane, nel rispondere alla Guardia di Finanza, hanno omesso delle pozizioni come conti correnti, Depositi Titoli ecc., e nonostante abbia depositato una quantità enorme di perizie calligrafiche le quali attestano che le firme apposte su molti assegni, prelievi agli sportelli bancari, investimenti e disinvestimenti ecc. siano apocrife, molte di queste cose non sono mai state oggetto di indagini.
Lo scorso mese di settembre, ha tentato il suicidio perchè delusa dalla giustizia.
Ha scritto ancora ai Ministri Tremonti, Alfano, al Governatore Draghi, all'Ispettorato Vigilanza della Banca D'Italia, alla Consob, Adusbef, Ispettorato del Ministero della Giustizia ecc.chiedendo loro di intervenire, ma ancora non ha avuto risposte.
Per favore, la situazione è grave, una banca americana non ha voluto dire al Legale se vi sono ancora dei depositi aperti negli Stati Uniti. Lei è molto, molto malata, e desidera avere giustizia. Damiano Nicastro.

Campo Innocenza Maria 24.01.10 01:47| 
 |
Rispondi al commento

SALVE.SONO DI LATINA E HO APPENA APPRESO DALLA CRONACA CHE L'EX VICEQUESTORE DI LATINA FABIO CICIMARRA E' STATO CONDANNATO A 2 ANNI E 8 MESI (A ME SEMBRANO POCHI ) PER SEQUESTRO DI PERSONA E MALTRATTAMENTI, COMPLIMENTI !!!!(G8 2001)
A LATINA HA FATTO SOLO DANNO ...FERMATELO

ROBERTO D'ETTORRE 23.01.10 22:17| 
 |
Rispondi al commento

La storia si ripete.
Cari italiani non preoccupatevi per il lavoro. Dopo che avremo sfruttato quello a basso costo nell’est Europa, Cina, India ed altri Paesi orientali, passeremo per ultimo in Africa.
Dopo di ciò, visto che saranno (loro) diventati ricchi toccherà a noi lavorare a basso costo. Evviva. Visto che è facile?

ANTONINO SCOLLO 23.01.10 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Caro Marco,

In primis voglio ringraziarti per le tue lucide analisi, che chiamerei "oro colato dell'informazione".

Nonostante sia un visitatore abituale è la prima volta che scrivo un commento.

In merito alla vicenda Craxi: Quando lorsignori erano al governo negli Anni 80 io ero poco più che un bambino della realtà napoletena che passava ore davanti alla TV per non vivere troppo la strada.

Crescendo mi sono salvato grazie alla curiosità per le vicende politiche internazionali, da li in poi sono andato all'università e via via master e stage ect...

In questi giorni mi stanno venendo i brividi ascoltando i commenti dei protagonisti in negativo di quegli anni, ci vuole una faccia tosta e tanto coraggio a sostenere certe cose, non mi ripeto perchè il tuo passaparola ha già delineato tutto lucidamente.

Tra pochi giorni partirò per Bruxelles per cercare di realizzare un sogno lavorativo, non scappo dall'Italia anzi vado in Europa per ribadire che l'Italia non è solo quello che stanno vedendo in questo monmento ma ci sono tante energie e soggettività che lavorano studiano in silinzio in attesa che tutto finirà, si perchè tutto ha una fine anche questo 15ennio terribile avrà una sua fine, li noi persone perbene dovremo ricoprire lo spazio che ci sarà.

Bisogna riscoprire la voglia di fare politica in modo genuino e insegnare alle nuove generazione che la solidarietà e il rispetto dell'Altro è fondamentale, Concludo non vorrei essere troppo retorico ma in questo momentaccio della vita sociale italiana anche l'ABC del rispetto deve essere ribadito.


fabio bellopede 23.01.10 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Travaglio, mi sorprendo che tu non sappia che Craxi ha patrocinato il referendum sul nucleare solo per prendere le tangenti per la riconversione delle centrali dalle compagnie petrolifere! Ci sono stati processi e condanne su questo, ovviamente nascoste tra tutte le altre tangenti. Craxi si e' approfittato della povera gente sul nucleare per il suo profitto; ci ha fatto aumentare la bolletta a dismisura. Se anche si volevano chiudere le centrali si doveva fare come in Svezia, cioe' dopo il referendum svedese hanno deciso di chiuderle solo a fine vita, senza buttare via 50 miliardi di euro come abbiamo fatto noi. Inoltre Craxi ha fatto si che lo stato pagasse milairdi all'enel di penali per non aver rispetatto i patti sul nucleare, tanto non erano certo soldi suoi!

c.dis 22.01.10 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, questo mio appello è diretto a te, ma anche a tutti i tuoi più stretti collaboratori.
Tutte le volte che ho postato un mio commento o che ti ho scritto una e-mail ti ho sempre incitato a non fermarti e a non arrenderti mai, per il nostro bene, e LO RIBADISCO ANCHE ADESSO. Ma ti prego, sempre per lo stesso motivo, di stare in guardia e di tutelarti il più possibile, soprattutto adesso che il Movimento è ai suoi primi, meravigliosi vagiti galvanizzanti.
NON TI VOGLIAMO MARTIRE COME FALCONE E BORSELLINO, TI VOGLIAMO VIVO E VEGETO FINO ALL'ULTRAGERIATRIA, nostro paladino ad libitum, se possibile e se te la senti.
E' vero che tutti noi ti amiamo e che tu, a differenza di quegli esseri inutili e deleteri che neanche nomino, non hai affatto bisogno di scorte "Anti-Duomo" e di transenne anti-popolo, però è anche vero che ti stai esponendo un sacco pestandogli giustamente i callacci luridi in quelle zampette da microfauni malefici che si ritrovano. E quella purtroppo è gentaglia senza scrupoli o dignità alcuna che non va mai per il sottile, se solo ne ha l'occasione, quindi non dargliela mai. Tieni gli occhi ben aperti e adotta delle piccole misure cautelative, se possibile. Nessuno di noi penserà male di te se ti tuteli un minimo. Sapremo perfettamente che è nel nostro stesso interesse.
MI OFFRO COME SCUDO UMANO! Sul serio.
(Ovviamente valgo poco in tal senso da solo e non qualificato, ma tutti insieme siamo una moltitudine che non lascerebbe passare neanche un capello se maleintenzionato)
Ed estendo questa mia offerta anche al mitico Marco e all'impagabile Antonio. Abbiamo assoluto bisogno di voi, non del vostro ricordo. Abbiate perciò somma cura e tutela di voi stessi, quantomeno per il bene che ci volete e che volete all'Italia.
P.S.: Ad AnnoZero sei stato semplicemente fantastico. Mi sono ritrovato a pensare che avrei tanto voluto averti come padre biologico. Sei incommensurabile. Grazie di cuore, Beppe. Grazie sempre. Non arrenderti mai. Nemmeno io lo farò.

Fabio Macaluso, Palermo Commentatore certificato 22.01.10 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo c'e'molta gente disinformata sulla TAV e se non si cerca in internet o non si fanno manifestazioni nessuno ne sa nulla.In Francia quando una categoria blocca strade e binari anche per settimane la gente dice:avranno le loro ragioni, sentiamole.Ma i Francesi son diversi:loro hanno fatto la Rivoluzione mentre noi abbiamo inventato il Fascismo.Chi vuol andare a Parigi oggi lo puo' fare anche con treni veloci.Se poi uno ha proprio fretta di arrivare 30 minuti prima, parta in anticipo invece di pagare 20 miliardi dei soldi di tutti.L'Europa se ne frega della Torino-Lione:il corridoio 5 doveva passare sopra le Alpi ma cosi'Lunardi e le coop rosse uscivano dal tunnel del "buco a tutti i costi":èbrutto esser drogati.Ai cittadini italiani la TAV non serve e costa come il Tunnel sotto la Manica.Che e' fallito.E la violenza, finora, l'ha usata solo la polizia, di notte, contro donne e vecchi inermi, svegliati mentre stavano al freddo a difendere la loro valle.
Svegliatevi anche voi.

Davide M 22.01.10 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Preferirei che il sig. Grillo si interessasse piu' dei suoi problemi tipo barche, spettacoli, pubblicita' ed altro che non dei problemi di interesse collettivo.
Personalmente sono favorevole alla TAV, ma non e' questo il motivo per il quale scrivo queste due righe.
Rispetto le idee di tutti, ma non certamente di quelli che in virtu' di professare la loro liberta' calpestano tranquillamente quella di coloro che la pensano diversamente.
Il fatto di fare blocchi stradali e ferroviari non credo appartenga alla cultura di persone educate, ma solamente a quei propotenti che non sapendo esprimersi a parole solo solamente capaci di " alzare le mani".
Se poi proprio nessuno dei valligiani vuole la TAV, ma parlando con persone li residenti non mi pare proprio, si potrebbe sempre trovare una alternativa del tipo di fare un parco chiuso sia in entrata che in uscita.
Forse qualcuno li dentro starebbe meglio, ma sicuramente staremmo meglio noi fuori che, una volta messaci l'anima in pace, potremmo dirigersi verso altre localita' magari piu' europee.

valter mirolli 22.01.10 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Renato Curcio il Carbonaro

Caro Travaglio, sono d'accordo che i politici corrotti vadano incarcerati e non esaltati.
Ma al netto delle tangenti, su alcuni dei fatti che citi bisognerebbe aggiungere qualcosa. Abbas andava incarcerato ma non era certo la prima volta che si liberavano terroristi "amici" in virtu' di innominabili patti segreti.Nel '73 l'aereo Argo 16 ne scortò uno in Tunisia e come ben sai esplose non molto tempo dopo.E' un mondo sotterraneo con regole mafiose, tollerate dalla politica ma dettate dai servizi.Secondo il senatore Pellegrino,si evitarono stragi grazie a tali patti.Difficile dirlo, ma anche arduo romperli se sei al governo.Salto le Falklands, un regolamento di conti fra fascisti e colonialisti,per ricordare su Moro quello che Pellegrino, De Lutiis, Fasanella e il senatore Flamigni ci dicono:che una trattativa ci fu, sebbene per altre questioni, su segreti, documenti, non certo sul povero Moro.Concludo dicendo che il paragone Mazzini-Arafat sarà inappropriato ma soggiace ad una triste verità:ben pochi paesi sono nati senza terrorismo, compresi i democratici Israele con l'Irgun di Begin o l'Irlanda con Collins.La storia la scrivono sempre i vincitori.E infine, giusto per ridere,a proposito di Mazzini,ricordi come De Andrè definì Curcio in una canzone?

Davide M 22.01.10 13:15| 
 |
Rispondi al commento

La petizione IMPEACHMENT-PER-SILVIO-BERLUSCONI xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

art. 93 della COSTITUZIONE

( Il Presidente del Consiglio dei ministri e i ministri, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica).

LEGGE 23 agosto 1988, n. 400 (indice)
(pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 12 settembre 1988 n. 214 - S.O. n.
86)
DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DI GOVERNO E ORDINAMENTO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI.
GLI ORGANI DEL GOVERNO
Articolo 1
Il Presidente del Consiglio dei ministri e i ministri, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica con la seguente formula:

«Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione»

...NELL'INTERESSE ESCLUSIVO DELLA NAZIONE!
(non si può, quindi, legiferare per interessi privati).
Così chiediamo:
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

IMPEACHMENT e DIMISSIONI del Presidente del Consiglio

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Firma
http://firmiamo.it/impeachment-persilvioberlusconi

Firmate, vi prego. Facciamo sentire le nostre voci. Per far rispettare i nostri diritti, ne occorrono 50.000.

enrico ponti 22.01.10 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Un epitaffio:

"Ha patito per la tangente".

andrea vagnoni milano, milano Commentatore certificato 22.01.10 02:57| 
 |
Rispondi al commento

Salve, ci tenevo a precisare che PC, inteso come Partito Comunista Italiano, si scrive PCI e non PC ("...PC di Berlinguer") come anche in un post di qualche giorno fa ho visto.

saluti

Massimiliano Rossi 21.01.10 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna l'Italia non è solo questo.
Io amo la mia Italia, ma non sono un patriota.
Amo la faccia positiva dell'Italia, quella che nel corso della storia ha saputo accettare ed integrare le culture più svariate, aprire le porte all'oppressore e al conquistaore per poi assorbirne ciò che di buono poteva portare. Quante culture si sono insediate in Italia nei millenni? Di tutte ne è presente ancora traccia. E queste tracce rendono il nostro Paese una delle più importanti attrazioni turistiche al mondo. L'Italia non è stata costruita solo dagli italiani, ma anche dai greci, dai Longobardi, dai Turchi, dagli arabi, dai Francesi, dagli austriaci ecc ecc
Ed oggi perchè vogliamo fare un passo indietro? Quando ben pensando siamo da sempre, dentro di noi una cosietà multi etnica e multi culturale.

La mia Italia non è quella che vedo in TV o sui giornali, ma quella che mi sforzo di promuovere nei miei siti:

http://ilove-italynews.blogspot.com
http://www.ilove-italy.net

Marco G. Commentatore certificato 21.01.10 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei una via intitolata a tutti quei cittadini che le pene le scontano fino in fondo dalle multe in poi...quelli che non scappano...quelli che pensano che non è giusto ma la legge è legge....
Altro che via Craxi, che stanchezza gente..
Barbara

Barbara Giorgis 21.01.10 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno risponde alla obiezione secondo la quale altri politici e segretari di partito NON hanno avuto affatto lo stesso trattamento giudiziario di Craxi (di cui non sono mai stato un fan; a quanti di loro hanno dato la galera? non la meritavano come Craxi?
Caro Travaglio, la mia luna di miele con te è compromessa, dimostri un astio particolare per quell'uomo quando non è stato certo peggio di tutti gli altri passati e presenti, inoltre dimentichi che i morti non possono difendersi e tanto inveire sa un poco di vigliaccheria.
Alla fine pur di demolirne la figura lo fai passare per "amico" di brigatisti e terroristi, peccato che allo stesso tempo era "amico" di Berlusconi.....
Una tua perla tra le tante: Klingoffer non fu ucciso (concordo, vigliaccamente)INQUANTO EBREO o INQUANTO AMERICANO, come scrivi, tranne che mi dimostri che era l'unico ebreo o unico americano a bordo; fu ucciso perché mandò affanculo un terrorista verbalmente.

victor deluso 20.01.10 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Cosa facciamo di concreto contro il processo breve con efficacia retroattiva (ad personam) imposto ai cittadini italiani a forza di maggioranza?

Lorenzo Puleo 20.01.10 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Grandissimo, grazie per il tempo che dedichi alla verità

Gianluca Garau Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 20.01.10 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma tutta questa faccenda di CRAXI mi fa venire in mente una cosa... ma non c'era un reato che all'establishment attuale piace così tanto perseguire... l'apologia di reato.
Non ci sono gli estremi per denunciare qualcuno dei loro per apologia di reato quando parlano di Craxi?
Sarebbe bene darci un'occhiata.
Loro non si arrendono (per ora) ma nemmeno noi!!!

Alessandro A., Milano Commentatore certificato 20.01.10 14:49| 
 |
Rispondi al commento

marco travaglio grazie d' esistere chi ha la memoria lunga non può che confermare che quello che dici è pura e sacrosanta verità io mi ricordo tutto!
amici meditate!!

sergio v 20.01.10 14:25| 
 |
Rispondi al commento

LO RIPORTO COSI' COME MI E' ARRIVATO

LO SCANDALO DEGLI INSEGNANTI DI RELIGIONE

Lo scandalo degli insegnanti di religione, ingigantito dalla decisione governativa di regalare ad essi un “tesoretto” tramite aumenti biennali, è in realtà un insieme intollerabile di scandali. Il primo di essi riguarda l’imposizione della religione come materia insostituibile nella scuola pubblica e strumento di propaganda clericale tra i giovani. La possibilità di rendere tale materia almeno davvero facoltativa è stata negli anni vanificata dalle enormi difficoltà imposte nei confronti della materia “alternativa”: fermo restando che, per i Cobas e per ogni laico/a, la religione è e dovrebbe essere questione privata da tenere estranea alla scuola pubblica. Ma non meno scandalosa è l’altra pietra miliare del “feudo” clericale nella scuola, e cioè le modalità di reclutamento degli insegnanti di religione, non assunti come tutti gli altri docenti in base a concorsi e titoli riconosciuti dallo Stato, ma tramite insindacabile giudizio della Curia cattolica, che fornisce e toglie il placet in base alla sua dottrina. In altri termini i docenti di religione sono dipendenti dello Stato vaticano e della gerarchia cattolica pagati dallo Stato italiano: grottesca anomalia inesistente in alcun altro paese europeo o “occidentale”. Ad aggravare ulteriormente i due già macroscopici scandali dell’Italia “giardino vaticano”, se ne è aggiunto un terzo durante il precedente governo Berlusconi e con la ministra Moratti, avallato poi dal successivo governo di centrosinistra, e cioè la non-licenziabilità degli insegnanti di religione. Mentre qualsiasi altro docente assunto dallo Stato può perdere il posto di lavoro, i ..................SEGUE SU http://scuolamagazine.it/tag/insegnanti-di-religione/

Antilla Dal Canto 20.01.10 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Come si è imbruttito questo blog.

Giulio Stevanato 20.01.10 09:30| 
 |
Rispondi al commento

E' inaudito, uno sputazzo in faccia agli onesti !
Fortunatamente ho ancora i neuroni a posto e ricordo perfettamente le parole di Bottino al processo:
"Si ho preso le tangenti, ma lo facevano tutti".
E' UN REO CONFESSO !
Toto' Riina, confessa anche tu che ti dedicheranno Piazza del Duomo !
Ma chi sono i veri coglioni, chi vota a sinistra o a destra?......o tutti e due.....

Gigetto Gigino 20.01.10 02:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Silvio ohh scusa e' vero ciao Bettino sacco di merda!!!!

Alessandro Leoni 20.01.10 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere al Presidente Napolitano cosa intenda con " durezza senza eguali" riferita a Bettino Craxi, forse l'essere indagato, o forse l'essere condannato, o forse nel fare il discorso si è distratto e non ricordava la storia?

Domenico Zannini 20.01.10 00:04| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei chiedere al Presidente Napolitano quale sia la "durezza senza eguali" a cui è stato sottoposto Bettino Craxi. Forse il fatto che sia stato indagato? o forse il fatto che sia stato condannato per reati, confessati alcuni,accertati altri? Forse il fatto che venne espulso dall'Italia e condannato all'esilio? Che delusione Presidente, pur di mantenere lo scranno vendersi così, ad una certa età un UOMO può anche rifiutarsi di fare il ..........
P.S. mi sono sbagliato non è stato espulso e condannato all'esilio, ma è fuggito come un LADRO ed è stato un LATITANTE.per cui non vedo dove sia la "DUREZZA SENZA EGUALI", Ma forse sono io che sono fuori dal tempo , oggi le parole non sono più pietre, oggi conta una bela cravatta , la tintura dei capelli, i gemelli ai polsini delle camice, avete notato che sono rimasti solo i nostri politici con i gemelli, che figaccioni!!!!

Domenico Zannini 19.01.10 23:26| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Borsellino oggi compie 70 anni, ma l'informazione è ancora bloccata in tangenziale.

http://italminitrue.blogspot.com/2010/01/paolo-borsellino-oggi-compie-70-anni.html

In Tv a reti unificate è in atto la riabilitazione di Bettino Craxi.
I telegiornali si sfidano a distanza.
Il Tg5 tempo fa riuscì a confezionare un servizio su tutta la vita di Craxi senza mai usare la parola "tangenti".
Il Tg1 sforna un editoriale degno della propaganda di altri tempi.
Grandi esempi di giornalismo.

Goebbels sarebbe in imbarazzo.

W. Smith 19.01.10 22:18| 
 |
Rispondi al commento

sono 15 anni che tentano di ribaltare la frittata e oggi con la commemorazione di craxi abbiamo raggiunto il fondo
l'italia con la memoria corta non ha interesse alla legalità
siamo veramente delle merde ad accettare anche questo.........

massimo giorgini 19.01.10 21:57| 
 |
Rispondi al commento

da una ricerca con google maps risulta che vi sono gia' diverse vie craxi in italia:

Via Bettino Craxi, 00038 Valmontone Roma, Lazio
Via Bettino Craxi, 71100 Foggia, Puglia
Via Bettino Craxi, 73100 Lecce, Puglia
Via Bettino Craxi, 73020 Botrugno Lecce, Puglia
Via Bettino Craxi, 87040 Marano Marchesato Cosenza, Calabria
Via Bettino Craxi, 87029 Scalea Cosenza, Calabria

tutto cio' e' vergognoso. non c'e'limite alla decenza.

stanco dell'italia 19.01.10 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è certo che un ricordo cosi drammaticamente floscio scateni rabbia verso quella politica, pero deve far riflettere sulla concretezza e la verità di quegli anni. erano tutti corrotti..... lui con la sua fuga salvo quel regime dal popolo.. e dunque normale un atteggiamento in questi termini.. anzi non solo le vie, ma chi ci governa a lui deve un monumento di maggior splendore, e il loro salvatore.. voi come vi comportereste con chi salva la vostra.. e poi rimproveri al presidente della repubblica, egli per le funzioni che svolge deve.. e ripeto deve comportarsi in questo modo.. non puo acclarare opinioni politiche.. se a quei tempi era un leader di partito... se a chi è andata peggio fa il primo ministro.. e per questo che sono poche le voci dissonanti. quel sistema, forse meno evidente, ci regge ancora.. anche se non so per quanto ancora data l'incapacità congenita di dare risposte al futuro, .... forse noi siamo un po passivi a tutto questo... forse la maggior parte di noi si accontenta delle loro offerte ... e un forse retorico data la situazione attuale.. e come cambiare se la possibilità si è avuta ma non sfruttata.. forse nel periodo di tangentopoli si doveva fare piazza pulita ... o forse con lo psiconano si tocca un fondo più lurido di quello craxiano .. intanto siamo comparse.. e a quando il protagonismo....... boo

gerlando colletto 19.01.10 21:03| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=iVY3YCw8VoI

da vedere e diffondere.

zio billy Commentatore certificato 19.01.10 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Siete dei grandissini scostumati prima di guardare cosa fanno gli altri pensate a voi stessi.Nonostante la mie proteste continuate ad invadere la mia posta con le vostre stronzate.
Dovete andare a fanculo banda di sapientoni del cazzo.

arnaldo gugliucciello 19.01.10 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io invece mi accontenterei di celebrarne il decennale, di Berlusconi, SUBITOOOOOOO!

Frank A. 19.01.10 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ho l'impressione che l'energia spesa in favore di Craxi o contro sia esagerata. Un politico deve sforzarsi per il bene del paese e se sbaglia verrà giudicato dagli elettori. Se delinque invece, lo sarà dalla magistratura. Tutto il bene fatto da Craxi, tolta la demagogia, non è rilevante. I suoi errori, tra cui il maggiore e cioè le malversazioni, lo stiamo ancora pagando e chissà se ne usciremo interi. Comunque, se ha fatto del bene non era altro che il suo dovere e non capisco la santificazione per aver fatto il proprio dovere, ci mancherebbe altro. Il politico invece va giustamente giudicato per ciò che in mala fede ha fatto e se condannato, come nel caso di Craxi, ogni suo ammiratore o chi invoca la sua riabilitazione (solo i vivi si riabilitano) è solo un complice, anche se non ha spartito bottini con lui.

Claudio Paccione 19.01.10 18:45| 
 |
Rispondi al commento

MA DI COSA CI MERAVIGLIAMO! AVETE VISTO LA FICTION "LO SCANDALO DELLA BANCA ROMANA"? L'HANNO TRASMESSA PROPRIO IN QUESTI GIORNI IN CUI SI COMMEMORA IL LESTOFANTE-LATITANTE. OGGI COME ALLORA: TUTTI COLPEVOLI, NESSUN COLPEVOLE. E'L'ITALIA, CARI MIEI.
IN QUESTO MERDOSO,SQUALLIDO PAESE PIU' SI E' DELINQUENTI PIU' SI E' BRAVI E PIU' SI E' PREMIATI. IL POPOLO ITALIANO, NELLA SUA STRAGRANDE MAGGIORANZA, E' COSI': UN POPOLO DI MERDA. OGNI POPOLO SI MERITA I GOVERNANTI CHE HA; IL POPOLO ITALIANO SI MERITAVA I CRAXI, I FORLANI, GLI ANDREOTTI (ALMENO GLI ULTIMI 2 NON SONO SCAPPATI). OGGI SI MERITA LA LORO MISERABILE E COMICA CONTINUAZIONE:BERLUSCONI.
AD MAIORA!!!

Desiano Pangallo 19.01.10 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non lo conoscesse, andate a vedere su YouTube i video con Benito Livigni, ex assistente personale di Enrico Mattei: illuminanti !

Roberto Vian 19.01.10 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Ora siamo alla celebrazione di Craxi che per me fu una grande delusione perché inizialmente avevo creduto alla sua politica.E' vero però che Craxi pagò per tutti ed è altrettanto vero che così salvò il "sistema".Tutti quelli che oggi si sgolano per "riabilitare" il leader/lader sanno benissimo che Craxi ha pagato (almeno nel giudizio della storia)anche per loro.Tutti si affannano a magnificare le doti da grande statista di Bettino,tranne uno,che si dimostra sempre il più furbo:Silvio tace.Dal 1993 a oggi cosa è cambiato?Si rubava allora e si ruba oggi ancora più impunemente,senza ritegno.La servile stampa italiana si inventò la Seconda Repubblica ma le facce al potere erano e in parte sono quelle della Prima.In effetti qualcosa da allora è cambiata;ad es. nella cd. Prima Repubblica i parlamentari si eleggevano oggi si nominano per fare prima.Se l' Italia oggi è questa lo dobbiamo certamente anche a Craxi.Anche.Peccato che tanti altri l' abbiano fatta franca.

Piero C., Irpinia Infelix Commentatore certificato 19.01.10 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Allora, i giudici che hanno condannato craxi in nome del Popolo Italiano erano... c'è lo dica caro presidente vogliamo sapere come e stato possibile che questi giudici prendessero un'abbaglio, siamo in attesa di riscrivere la storia in futuro mussolini sara paragonato a Ganghi.

Maurizio Giannattasio, Vado-Monzuno Commentatore certificato 19.01.10 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Sono allibita! hanno commemorato Craxi in parlamento alla presenza di tutti. Speravo che almeno l'opposizione e il presidente della Repubblica si dissociasse e invece ascolto dei commenti incredibili da parte di colui che dovrebbe ora più che mai dare credito alla magistratura. Lo Stato non esiste più, è pura illusione. Mi aspettavo anche le persone in piazza davanti al Parlamento . Ma siamo tutti adddormentati o il lavaggio del cervello fatto in tutti questi anni ha prodotto automi?
Lombardo Paola

LOMBARDO PAOLA 19.01.10 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Dott. de cuius B.C., sa perchè non è mai tornato in Italia?
semplice, una pallottola nel cranio appena sbarcato dall' aereo non gliela avrebbero risparmiata. Lei sapeva troppe cose sugli attuali morti viventi che sono ancora oggi al potere.
Non la spaventava il gabbio, bensì la morte certa.

STEFANO M., reggio emilia Commentatore certificato 19.01.10 16:32| 
 |
Rispondi al commento

Di sciocchezze ne hai dette tante. La storia non si riduce a quattro cazzate dette senza respirare. Ma vabbe', tra le tante:
Guerra della Falklands, 1982. Governo Craxi, 1983. L'accostamento Videla-Craxi e' semplicemente spassoso.
Buon tutto. Francesco Mari.


«Onore vergognoso. Bettino Craxi, un premier caduto, riconquista favore»:

con questo titolo e sommario l'Economist in edicola venerdì entra a piedi uniti sul progetto del sindaco di Milano, Letizia Moratti, di dedicare una strada a Bettino Craxi, che il settimanale definisce

«un latitante e il politico più caduto in disgrazia della storia moderna italiana», parlando poi di una sua più ampia «riabilitazione».

(...)

«Riabilitare Craxi - prosegue l'Economist - dissolverebbe la nebbia attorno al suo protegé politico, il primo ministro Silvio Berlusconi. Un decreto del governo Craxi nel 1984 assicurò a Berlusconi, allora semplice uomo d'affari, il suo virtuale monopolio sulla tv privata. Ma, come denunciano i pm che misero Craxi sotto processo, significa anche screditare loro e i giudici che lo condannarono. E tutto ciò giunge mentre Berlusconi si prepara a introdurre riforme che limiterebbero il potere della giustizia».

(....)

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2010/01/Craxi-Economist-Capezzone.shtml?uuid=72b40a00-fbbb-11de-b596-e16b767cd100&DocRulesView=Libero&correlato

Mi sbaglieró ma di titoli cosí credo di non averne letti nei quotidiani italiani...

Comfortably Numb Commentatore certificato 19.01.10 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dal Fatto Quotidiano di oggi,a cura di Gianni
Barbaceto: la procura di Milano manderà i suoi
medici a controllare l'effettivo danno del malato
eccellente:(il grande truffatore unto signore dei regni aggiungo io)silvio berlusconi,dovra sottoporsi a una visita medico legale.
in tanti conosciamo il video del finto attentato
che è frutto loro, delle loro telecamere,dove si
evidenziano le varie bugie di regime confezionate
ad arte dai vari attori della farsa.
io mi auguro che questo venga analizzato cosi come
lo hanno fatto delle persone normali senza sofisticati sistemi,per verificare la veridicità
del prima, durante,e dopo,compreso,microfonista.
perchè se per caso questo uomo falso e buggiardo
dovesse risutare ai controlli un illusionista,
dovremo avere i coraggio di far partire una causa contro chi ha voluto strumentalizzare l'evento
per tranne benefici.l'arma del delitto non è mai
stata trovata e fatta analizzare nei laboratori
specializzati della polizia,e come in una mischia
dei regbiani il pallone scivola nascosto nei loro
piedi.
non ultimo l'attentato alla magistratura in sicilia stiamo vicini a questi magistrati come a
tutta la magistratura onesta.


galletti claudio 19.01.10 14:54| 
 |
Rispondi al commento

. Tutto ciò, secondo la Corte, sebbene non giustifichi una violazione della garanzia di equo processo, tuttavia, fa sì che i limiti alla divulgazione di fatti ed opinioni vadano intesi in modo meno restrittivo. L'esperienza e la formazione personale dei singoli giudici erano tali da escludere che gli stessi subissero incondizionatamente le pressioni denunciate. Inoltre, quanto alla circostanza dedotta dal ricorrente in merito alle rivelazioni sistematiche e volontarie da parte di componenti dell'autorità giudiziaria di informazioni riservate, pur ribadendo la violazione della Convenzione sotto il profilo del contraddittorio, la Corte respinge ogni censura al riguardo, non avendo l'interessato prodotto alcun elemento a sostegno dei fatti allegati.
Infine, quanto al risarcimento dei danni materiali e morali richiesto dal ricorrente ai sensi dell'articolo 41 della Convenzione, la Corte conclude per la mancata prova della sussistenza dei primi, nonché affermando che la riconosciuta violazione dell'articolo 6 della Convenzione costituisce già di per sé un ristoro sufficiente dei secondi.

alberto anzalone, milano Commentatore certificato 19.01.10 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Le riabilitazioni, le trasmissioni tv ad hoc, etc... Per ostentare una riabilitazione del "sig" Craxi sono un'ottima cartina di tornasole di un paese che in gran parte ha perso il lume.
Le uscite della figlia del "sig" Craxi sfiorano la patologia: la politica si fà con l'etica, e dunque anche con la razionalità, e la lungimiranza, non con la bile e le predazioni...
Questo è un paese che DEVE collassare poi, forse, succederà qualcosa di positivo, anche solo per un breve periodo.
Forse.

Roberto Vian 19.01.10 14:43| 
 |
Rispondi al commento

intitolare una via al sig. B.C. è un abuso ed un plagio.
Via della Scrofa esiste già.

STEFANO M., reggio emilia Commentatore certificato 19.01.10 14:39| 
 |
Rispondi al commento

IL BOTTINO DI CRAXI

Egli prese il bottino, lo diede ai suoi discepoli, e disse:
prendete, e mangiatene tutti, questo è il bottino offerto in sacrificio per voi per la nuova ed eterna casta.
Fate questo in memoria di me e pace al vostro popolo della libertà e che il Dio Denaro sia sempre con voi.

ivan bugini, treviglio Commentatore certificato 19.01.10 14:37| 
 |
Rispondi al commento

IMOLA 19/01/2010
CARO MARCO TU CHE SEI SEMPRE BENE INFORMATO PERCHE' non publichi per questi vergognosi GNOMI della politica le ruberie fatte da BOTTINO e i suoi compari.
OGGI TUTTI COMPRESO MORFEO AD ADULARE IL POLITICO BOTTINO, AMMETTIAMO PURE CHE QUALCOSA DI BUONO ABBIA COMBINATO, ma questo non toglie che lui non solo a preso tangenti per il partito ,ma molti soldi li a deviati su conti personali (RAGGIO DOCET)LA FIGLIA ED IL FIGLIO LO SANNO perchè ne hanno beneficiato altrimenti dicano dove sono finiti.
LA VERITA' è che bottino è stato un ladro ed un latitante che solo nella republica delle BANANE ITALIANA VIENE COMMEMORATO, in ogni parte del mondo uno puo essere stato per un periodo della sua vita un buon politico però una volta che comincia a rubare poi di fronte alle sue responsabilità scappa,per la legge e per le persone oneste diventa un criminale,OPPURTE FACCIAMO DIVENTARE ONESTI ANCHE I MAFIOSI VISTO CHE MOLTI SONO DEVOTI ALLA CHIESA. LO SCHIF-ANI DEL SENATO la smetta di dire semenze, IL BOTTINO A PAGATO UNA MINIMA PARTE per ciò che a fatto,è morto senza saldare il suo debito questa è la verità e se lui è stato l'agnello sacrificale loro impresentabili lo sanno bene.
COMUNQUE VISTO che per decidere la lunghezza della coda dei cani il parlamento ha discusso un giorno senza conclusione anzi a nominato una commisione, VISTO CHE IN PARLAMENTO SIEDONO molti indagati e condannati, VISTO gli ultimi intralazzi tra TRANS E ESCORT e politici, VISTO il deplorevole comportamento della CASTA, VISTO QUELLO che ha combinato il vaticano con lo IOR
VISTO IL TRIO DI COMANDO: MORFEO, PAPI',SCHIF-ANI E QUESTI sono il meglio del panorama politico c'è solo da urlare POVERA REPUBLICA BANANERA, DOVE essere ladri è un onore, dove essere latitanti è essere perseguitati, dove avere fondi nei paradisi fiscali si diventa azionisti dello stato, DOVE ESSERE ONESTI SI E' DEI GRAND QUAGLIONI.
SALUTI GIUSEPPE TONNINI

GIUSEPPE TONNINI, IMOLA Commentatore certificato 19.01.10 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Dal quadro che emerge, pertanto, ben si comprende come la Corte non abbia potuto fare altro che respingere tale motivo di ricorso. Il collegio giudicante, infatti, non è stato posto nella condizione di valutare la violazione della Convenzione in relazione alle modalità temporali di svolgimento del procedimento Eni-sai.
La Corte, invece, ha riconosciuto una violazione dell'art. 6, paragrafi 1 e 3 d), della Convenzione sotto il profilo della intervenuta impossibilità da parte del ricorrente di interrogare o di fare interrogare i testimoni a suo carico. Ancorché durante un procedimento si possa verificare la necessità per le autorità giudiziarie di utilizzare talune dichiarazioni rese nel corso delle indagini preliminare - anteriormente alla fase del dibattimento - in ragione di elementi oggettivi quali la morte del loro autore o l'esercizio della facoltà del testimone di non rispondere, il diritto alla difesa - secondo la Corte - deve considerarsi compresso oltre misura ove la condanna si fondi unicamente, o in maniera preponderante, su deposizioni di persone non poste in contraddittorio con l'imputato. Infatti, in principio, gli elementi di prova devono essere prodotti in udienza pubblica, in funzione dello svolgimento di un effettivo contraddittorio tra le parti. Tale principio, dunque, esprime lo spirito sotteso alla norma violata, la quale impone che all'imputato sia garantita una opportunità adeguata e sufficiente per contestare tutto quanto prodotto a suo carico.
Né, tanto meno, il mancato sollevamento di relative eccezioni formali dinanzi al Tribunale di Milano può valere come rinuncia tacita al diritto al contro-interrogatorio. La Corte, uniformandosi alla propria costante giurisprudenza, ribadisce al riguardo che la Convenzione non vieta all'imputato di rinunciare alle garanzie in essa consacrate, purché tale rinuncia sia univoca e non contrasti con alcun rilevante interesse pubblico.

alberto anzalone, milano Commentatore certificato 19.01.10 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la sentenza Craxi c. Italie (REF00004024) del 5 dicembre 2002, la Corte europea dei diritti dell'uomo (XII° Sez.) si è pronunciata sulla richiesta n. 34896/97 presentata presso la Commissione europea dei diritti dell'uomo, ai sensi del vecchio articolo 25 della Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà fondamentali, da Benedetto Craxi contro lo Stato italiano.
Il richiedente, in particolare, deduceva la violazione dell'art. 6 della predetta Convenzione sotto tre diversi profili: a) la simultaneità delle udienze fissate per i cinque procedimenti a suo carico in corso, unitamente alla estrema celerità degli stessi; b) l'utilizzazione repressiva dei mezzi di prova; c) l'influenza esercitata dai mezzi di comunicazione di massa nei confronti delle autorità giudiziarie.
Quanto al primo motivo di doglianza, premettendo che il ricorso è ricevibile unicamente nella misura in cui esso attiene all'iniquità del procedimento Eni-sai, piuttosto che alle difficoltà incontrate dal ricorrente nella preparazione della difesa con riguardo agli altri procedimenti in corso (Banco Ambrosiano, Enimont, Cariplo e Metropolitana Milanese), la Corte ha ritenuto non sussistere alcuna violazione della norma richiamata. In proposito - sottolinea la decisione - non soltanto il calendario delle udienze fu approvato dal collegio dei difensori, ma nemmeno vennero formulate eccezioni relative alla presunta minore efficacia della difesa durante il corso delle udienze. Per di più, sebbene successivamente chiamati dalla Corte ad indicare le ragioni specifiche della predetta omissione, gli stessi avvocati non riuscirono a produrre alcuna spiegazione pertinente.

alberto anzalone, milano Commentatore certificato 19.01.10 14:25| 
 |
Rispondi al commento

ricorderei a Travaglio che la guerra delle Falkland è stata nel 1982, in Italia al governo c'era Spadolini e Craxi era solo segretario del PSI....sarebbe importante sapere come il segretario per altro da un solo anno di un partito minore abbia potuto influenzare in modo tanto determinante la politica estera del governo italiano di allora che aveva Lelio Lagorio come ministro della difesa...mai e poi mai noi ci siamo alleati con l'argentina....non avremmo neppure potuto....quindi...

roberta anguillesi 19.01.10 14:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io mi domando cosa sia saltato in mente quella mattina alla Moratti o a chi per lei per voler intitolare una via a Craxi.
Voglio dire perché adesso tutto questo interesse a riscrivere la storia in certo modo?

Comfortably Numb Commentatore certificato 19.01.10 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Craxi non e' stato affatto,una vittima sacrificale,come dice l'ex-autista di Toto' Cuffaro Schifani.Piccolo statista ma GRANDE LADRO,fu giustamente condannato dalla giustizia italiana,e non fu l'unico.Altri furono condannati e finirono in carcere.

LUI NO!LUI SCAPPO' in AFRICA!NEL SUO ESILIO DORATO(ovvero reso tale dalle tangenti intascate disonestamente).

Si fosse fatto processare,magari si sarebbe fatto un po' di carcere eppoi sarebbe uscito,senza dover cosi' recitare la parte dell'esule triste.

Ma,il suo EGO SMISURATO,LA SUA SUPERBIA glielo impedirono,lasciandogli solo la possibilita'dell'esilio.

E' vero che altri rubavano.Ricordo Primo Grecanti,dirigente dell ex-PCI,che si sciroppo'1 anno di carcere,ma che non apri' bocca sui finanziamenti illeciti alle Coop rosse,che pure esistevano.Non ammettendo niente,dopo un anno fu rilasciato.

CRAXI NO...CRAXI PARLO' DEI FINANZIAMENTI ILLECITI AL PSI e si difese dicendo che era una pratica comune a tutti i partiti.

E non parlo' perche' pentito,parlo'pensando che dicendo cosi'sarebbe valsa la regola:TUTTI COLPEVOLI;TUTTI INNOCENTI.

Ma le cose andarono diversamente,i suoi amici di partito e di tangenti lo scaricarono,RINNEGANDOLO.

Loro lo hanno tradito,e sono gli stessi che oggi lo celebrano.Di Pietro fece solo il suo dovere.
Gli zozzi politici dalle mille faccie invece,Cavaliere Squallido compreso LO RINNEGARONO ALLORA E ORA,PER MERA CONVENIENZA LO LODANO.
Fossi un figlio di Craxi a questi figuri,sputerei in faccia e rifiuterei quelle lacrime da coccodrillo.

sandro m., san vincenzo (li) Commentatore certificato 19.01.10 13:59| 
 |
Rispondi al commento

I carabinieri hanno stroncato un traffico di rifiuti tossici pericolosi che operava in Lombardia

amilcare rossi Commentatore certificato 19.01.10 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ignoranza e la scarsa memoria politica dell'italiano è ormai diventata famosa e conosciuta in tutto il mondo.

Credete che la sua manifestazione più importante sia permettere a delinquenti successori di delinquenti di commemorare un delinquente?

Per quanto grave io non credo.

Posso citarvi un esempio ancor più drammatico.

Pensate che su 100 siciliani intervistati alla domanda, lei è a conoscenza che nella regione c'è una crisi politica interna e che la coalizione che governava la sua regione si è dissolta?

Il 40% risponde di no, non ne sa nulla se si somma quel 10 15% che sicuramente ha mentito dicendo si per non fare la figura dell'ignorante si evince che un 50% dei cittadini in Sicilia non conoscono nemmeno per sentito dire la situazione politica della PROPRIA REGIONE!
Mi piacerebbe sapere quale percentuale conosce il nome dell'ultimo eliminato al grande fratello.

Saluti

Luca

Luca Gianantoni, Assisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 13:52| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO PER IL POPOLO VIOLA
IL NANO E’ TORNATO ALLA CARICA
INDOSSIAMO GLI ELMETTI E COMINCIAMO A DIFENDERCI
quando approderanno in aula leggi come il processo breve, il leggittimo impedimento e l’immunità parlamentare
OCCUPIAMO IL PARLAMENTO
certe porcherie nemmeno devono essere discusse … otterremo un doppio vantaggio : bloccheremo l’approvazione di leggi infami e li costringeremo ad occuparsi di noi …
Dopo tante parole è arrivato il momento DI AGIRE …

P.S. : tenete conto che se passano queste leggi non esisteranno più il diritto, la giustizia, la democrazia … perché dopo ci sarà un solo potere …
QUELLO MAFIOSO

P.S 2 : questa è l’ultima possibilità che ha il nano per potersi garantire l’impunità, e noi per impedirglielo. Dopo di lui di queste leggi ne beneficierà tutta la casta.

roberto p. Commentatore certificato 19.01.10 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma roba da chiodi... averlo saputo prima che basta imparare a rubare in Italia! e ti si aprono tutte le strade!

Comfortably Numb Commentatore certificato 19.01.10 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Schifani: "Craxi, una vittima"
E Di Pietro: "Un delinquente"

(la Repubblica)

ahahhahahahahahhahahahahah!!
L'ha detto perdavvero!!! Che paese di pazzi scatenati!

Comfortably Numb Commentatore certificato 19.01.10 13:48| 
 |
Rispondi al commento

QUANTOOO MANCAAAAAAA?????!!!!!!!!!!

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Io adoro quest'uomo!!! marco travaglio ovviamente

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Non si riesce a postare. Anche qui i cinesi?

Roland Eagle () Commentatore certificato 19.01.10 13:40| 
 |
Rispondi al commento

*****************
"Italia. La Dainese delocalizza in Tunisia e chiude a Vicenza. 120 operai in cassaintegrazione e poi licenziamento per 80

La Dainese, casa veneta realizza prodotti di alta gamma, con prezzi tutt'altro che da saldo, eppure ben presto tutta la produzione verrà trasferita in Tunisia, dove già l'azienda di Molvena ha attivi due stabilimenti con circa 250 operai. In Veneto rimarrà solo la produzione delle tute destinate ai piloti ed alcune di quelle di costo più elevato. Questa ipotesi, comporterà un anno di cassa integrazione straordinaria per 120 dipendenti, alla fine della quale seguirà il licenziamento per ottanta persone.
Dainese negli anni ha realizzato non solo tute e giubbotti di pelle, ma anche molti accessori innovativi riguardo alla sicurezza del motociclisti."
*******************

Niente in contrario, se i padroni vogliono delocalizzare nessuno glielo può impedire, a patto però che, imbarcatisi coi loro beauty case mollino il malloppo... le macchine e gli stabilimenti restino qui, sono le maestranze che lavorano e producono, quindi i beni frutto del sudore dei lavoratori devono rimanere a essi e utilizzati. Eppoi co' tutti i disoccupati in giro hai voglia a venditori...

Beh? Troppo "comunista" sta proposta?
Ecchecazzo, co' tutte ste toghe rosse in giro non ce n'è una che sollevi questo problema sigillandogli stabilimenti?
Eppure l'hanno fatto in Argentina, anche se lì le toghe non se le cagarono di pezza: si presesero le fabbriche e le fecero camminare... gli argentini!

Giorgio Sodo (sodogiorgio), Roma Commentatore certificato 19.01.10 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...schifani...craxi vittima sacrificale....in effetti ha ragione...non doveva toccare solo a craxi....ma tutta quella classe politica(che in buona parte è ancora sulle poltrone)...avrebbero dovuti fare tutti la fine di craxi...altrochè

purpus nero, brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Vogliamo gradire un piccolo intermezzo in scala richter?

http://www.youtube.com/watch?v=8TdPl9U0nTY

sancho . Commentatore certificato 19.01.10 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brunetta :«Sono arrivato a 30 anni che non ero capace di rifarmi il letto».

Caro Brunetta,
ma il suo non era un letto,
era solo un L E T T I N O !
Anzi, una C U L L A !

l ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta
«Bamboccioni? Ci vuole una legge che obblighi i figli ad uscire di casa a 18 anni»
«Sono arrivato a 30 anni che non ero capace di rifarmi il letto».
Calderoli: «Brunetta l'ha fatta fuori dal vaso»

MILANO - Anche il ministro dell'efficienza nella pubblica amministrazione, Renato Brunetta è stato un «bamboccione»: lo rivela lui stesso nella consueta intervista a Rtl ricordando di essere «arrivato a 30 anni che non ero capace di rifarmi il letto». E, ora, arriva a proporre la sua idea di una legge che «obblighi i figli ad uscire di casa a 18 anni». «Fino a quando non sono andato a vivere da solo era mia madre che la mattina mi rifaceva il letto. Di questo mi sono vergognato», ha detto, commentando la condanna di un padre costretto da un giudice a pagare gli alimenti ad una figlia trentaduenne ancora fuori corso all'università. Più in generale, i bamboccioni «sono le vittime di un sistema e organizzazione sociale di cui devono fare il «mea culpa» i genitori. Ho condiviso Padoa-Schioppa quando ha stigmatizzato questa figura che mancava però di analisi: i bamboccioni ci sono perché si danno garanzie solo ai padri, perché le università funzionano in un certo modo, perché i genitori si tengono i privilegi e scaricano i rischi sui figli. La colpa insomma è dei padri che - ha continuato il ministro - hanno costruito questa società». Ma Brunetta lancia la sua proposta: «Obbligherei per legge i figli ad uscire di casa a 18 anni».

http://www.corriere.it/politica/10_gennaio_17/brunetta-bamboccioni_3bee5814-0353-11df-a5a7-00144f02aabe.shtml


maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non se ne può più di sentire le interessate revisioni storiche su Craxi. Al coro si è ieri aggiunto Napolitano, in modo inopportuno visto che egli è anche presidente del Consiglio Superiore della Magistratura.
Ma forse vi è un intimo legame tra i due personaggi. Chiunque conosce la storia e la valuta per gli effetti concreti prodotti dai leader politici, sa benissimo che Craxi e Napolitano hanno una esperienza in comune: entrambi con il loro impegno politico, naturalmente da “grandi statisti”, hanno distrutto rispettivamente il partito socialista e quello comunista, lasciando alle loro spalle le macerie della “sinistra sparita”.
La marginalizzazione delle classi subalterne, la fine di ogni speranza rivoluzionaria, ma anche riformista, è coincisa con il lavoro di questi due personaggi che vanno considerati infiltrati nella sinistra, distruttori del progetto di fronte della sinistra. Sono coloro che, in sostanza, hanno creato il monopolista piduista Berlusconi, consegandogli un impero mediatico, la cosa più di destra che mai sia stata fatta in Italia.
Napolitano all’interno del suo partito ha lavorato splendidamente per annullarne l’identità di classe, e del suo “migliorismo” possiamo ben valutare i risultati vedendo che la classe operaia è sfiduciata al punto di votare per la Lega Nord.
Alla borghesia e alla Confindustria non sarebbe mai riuscito di fare alla sinistra i danni che hanno fatto Craxi e Napolitano.
Infatti tutta la destra, PD compreso, parla di grandi statisti.
Paolo De Gregorio


paolo de gregorio Commentatore certificato 19.01.10 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Non se ne può più di sentire le interessate revisioni storiche su Craxi. Al coro si è ieri aggiunto Napolitano, in modo inopportuno visto che egli è anche presidente del Consiglio Superiore della Magistratura.
Ma forse vi è un intimo legame tra i due personaggi. Chiunque conosce la storia e la valuta per gli effetti concreti prodotti dai leader politici, sa benissimo che Craxi e Napolitano hanno una esperienza in comune: entrambi con il loro impegno politico, naturalmente da “grandi statisti”, hanno distrutto rispettivamente il partito socialista e quello comunista, lasciando alle loro spalle le macerie della “sinistra sparita”.
La marginalizzazione delle classi subalterne, la fine di ogni speranza rivoluzionaria, ma anche riformista, è coincisa con il lavoro di questi due personaggi che vanno considerati infiltrati nella sinistra, distruttori del progetto di fronte della sinistra. Sono coloro che, in sostanza, hanno creato il monopolista piduista Berlusconi, consegandogli un impero mediatico, la cosa più di destra che mai sia stata fatta in Italia.
Napolitano all’interno del suo partito ha lavorato splendidamente per annullarne l’identità di classe, e del suo “migliorismo” possiamo ben valutare i risultati vedendo che la classe operaia è sfiduciata al punto di votare per la Lega Nord.
Alla borghesia e alla Confindustria non sarebbe mai riuscito di fare alla sinistra i danni che hanno fatto Craxi e Napolitano.
Infatti tutta la destra, PD compreso, parla di grandi statisti.
Paolo De Gregorio


paolo de gregorio Commentatore certificato 19.01.10 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi ha paura dell'uomo cattivo !!!
Perchè nessuno parla più del finto attentato al Berluscoioni ma cavolo un'occasione così ghiotta per sbugiardarlo ce la vogliamo lasciar scappare.
Beppe autotassiamoci creiamo uno studio legale e rompiamogli il culo.!!!!!

Arturo Fizzi 19.01.10 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Anche per Hitler bisogna distinguere il politico dall'uomo . In fondo anche lui era un buono : non ha mai bastonato nessuno,non diceva parolacce, non andava con troie,non beveva, era patriottico,non dissipava soldi altrui, alla sera andava a letto presto, amava molto i bambini tedeschi (quelli ebrei un pò meno)ed amava la natura e gli animali, fino all'ultima ora ha amato la Germania e anche l'Italia mandandovi tanti suoi collaboratori per difenderla con le armi. Dopo san Craxi sia fatto santo anche lui

Damian sandro 19.01.10 13:23| 
 |
Rispondi al commento

cari amici
ci sono i comunisti e i fascisti; non necessariamente pero' con il rischio di essere classificati tra gli ignavi, ci si deve collocare tra una di queste categorie. Io ad esempio sono convinto che la dirigenza attuale stia facendo scempio dell'Italia, ma non per questo mi sento comunista. Forse mi sento anti fascista, ma allora se ci fosse Bersani al Governo mi sentirei anticomunista? Non centra nulla.E' proprio la "Classe Dirigente" che non ci serve più, abbiamo bisogno di qualcuno che si prenda a cuore questo povero Paese e lo faccia con amore e statismo, senza paura di essere considerato fascista o comunista

pinuccio piaggi 19.01.10 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma che ambigui questi leghisti "de mierda"

sono tutti in parlamento a leccarle i piedi al piccolo massone nei festeggiamenti per bottino craxi.

Farabutti e ambigui

Oggi il mensaggio della destra è:

bettino Craxi un grande italiano
antonio Di pietro un delincuente giustizialista.

fanculo a questa italietta di destra

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo Craxi c'è anche il presente ...

Cul de sac di Antonio Bertinelli

http://www.culex.ilcannocchiale.it/

Circa due anni fa scrivevamo: “(...) A partire dalla riforma del codice di procedura penale del 1989, fino ad oggi il legislatore non ha fatto altro che offrire cavilli a iosa, per consentire tattiche dilatorie più che per difendersi durante il processo, per allontanare sine die la celebrazione dello stesso (...)”.

http://forum.panorama.it/f21/il-far-west-della-giustizia-t5526/

Abbiamo ripreso più volte l’argomento, ma non abbiano mai avuto modo di annoverare come la politica vi ponesse la dovuta attenzione nell’interesse generale. Ricordiamo inoltre una vecchia riflessione per chiedere conto dell’inspiegabile (?) cambio di rotta della Lega: “(...) Ma i leghisti, dieci anni orsono, non si chiedevano forse da quali tasche erano usciti, nel 1968, i tre miliardi per edificare Milano Due? (...)”

http://forum.panorama.it/f21/impunitas-semper-ad-deteriora-invitat-t6663/

I nostri ragionamenti sono stati successivamente ripresi ed ampliati sia dal web che dalla stampa sopravvissuta in maniera residuale all’appiattimento dell’informazione. (...)

http://www.culex.ilcannocchiale.it/

sandra m., roma Commentatore certificato 19.01.10 13:05| 
 |
Rispondi al commento

craxi si è sacrificato per tutti.
non per il sottoscritto questo è poco ma sicuro.

alfio trolese Commentatore certificato 19.01.10 13:03| 
 |
Rispondi al commento

UNICO COMMENTO UTILE OGGI:

JUAN MIRANDA E' UN IDIOTA CONCLAMATO!!

Dovrebbe essergli sequestrata la tastiera per abuso di imbecillita'.

Michele Bini Arezzo 19.01.10 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Beh? Ch'è tutta sta meraviglia per Travaglio filosionista?

Come se oggi fosse possibile, a prescindere dall'orientamento politico, scrivere a dritta e manca, apparire in TV, scrivere libri etc... senza aver leccato il culo a sion e i suoi accoliti, tutte le mattine, appena alzati, i pennivendoli devono chiedere l'autorizzazione in sinagoga prima di emettere qualsiasi scorreggia, e la sera orazione pre-sonno-dei-giusti, quel tanto per mondarsi la coscienza dei crimini militari e finanziari commessi durante il giorno.

Tutto colla Kippah in testa... ma vaffanculo.

Giorgio Sodo (sodogiorgio), Roma Commentatore certificato 19.01.10 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho lavorato onestamente per 40 anni. Ho sempre pagato le tasse. Non ho barche sotto bandiera ombra. Non ho conti cifrati su banche estere. Non ho immobili intestati a società fittizzie. Non ho estorto denaro o favori a nessuno. Non ho chiesto tangenti nè percentuali su lavoro affidati a terzi. Non ho ucciso nè rubato.
Ho preso qualche multa per divieto di sosta, non più di cinque in tutta la mia vita da automobilista. Nel mio piccolo sono stato un grande.
Per tutto quanto sopra, VOGLIO, PRETENDO, che quando sarò morto mi sia intitolata, una via, un viale, una circonvallazione, un parco o un giardino condominiale con il mio nome e come epigrafe: visse onestamente ma fu un coglione.

Roland Eagle () Commentatore certificato 19.01.10 13:02| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/politica/2010/01/19/news/previti_strasburgo-2003256/

Imi-Sir, la Corte europea di Strasburgo
"Inammissibile il ricorso di Previti"
STRASBURGO - La Corte europea dei diritti dell'uomo ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato nel 2006 da Cesare Previti in seguito alle vicende giudiziarie relative al processo Imi-Sir. Nel ricorso, Previti sosteneva che era stato violato il suo diritto a un equo processo e il suo diritto a non essere punito in assenza di legge. Secondo il ricorrente era stato inoltre violato il suo diritto al rispetto della vita privata.
------------------------------------
In tema di merda putrefatta non poteva mancare dopo il latitante craxi quest'altra bella munnezza putrefatta di Previti,come se non bastasse la merda nella quale siamo circondati da nord a sud con tutto il marciume politico a partire dalle istituzioni e dal finto parlamento

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 13:02| 
 |
Rispondi al commento

http://piemonte.indymedia.org/article/7132

Presidio No Tav sotto la RAI di Torino
piemonte | ambiente | notizie martedi 19 gennaio, 2010 13:24 by No Tav
Presidio No tav sotto la RAI di Torino in Via Verdi
Presidio No Tav sotto la RAI di Torino in via verdi per contestare come viene trattato l'argomento dai media uficiali.

L'appello è quello di andare in massa sotto la sede della RAI in Via Verdi a Torino !

Info: 3466673263

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Non ho capito: Arafat era la bandiera contro i brutti e cattivi di Israele, ed adesso è precipitato nei consensi?
E come mai?
E le kefiah che tanti esibivano anche recentemente quando si incendiavano le bandiere di USA ed Israele, dove sono finite?

Ma come siete volubili!

Avete cambiato idea perchè Craxi appoggiava i palestinesi, , e dunque la cosa risulta contraria a definirlo un "mostro?"

Tesifone 010 19.01.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CASO NICHI VENDOLA: CACCIAMO D'ALEMA NEMICO DEL POPOLO

Da quasi un anno Nichi Vendola presidente uscente della regione Puglia e' vittima di un vergognoso attacco da parte dalla casta del Pd guidata, attraverso il fantoccio Bersani, dallo sciagurato D'Alema. Unica colpa del presidente pugliese aver governato la regione in modo eccellente facendo gli interessi dei cittadini a discapito di quelli della casta. Oggi l'ultimo atto di questo attacco ha l'obbiettivo di...........http://citipunk.blogspot.com/

Citipunk elettroproletariato 19.01.10 12:57| 
 |
Rispondi al commento

"Ecco che cosa sta bollendo in poentola:il controllo delle tv via web.

Google ha espresso preoccupazione per il piano del governo italiano che
deve regolamentare le tv via internet. Teme infatti che siano poste
limitazioni all'accesso a siti come YouTube e che siano conferiti maggiori
poteri ai provider di
servizi internet. Il decreto è stato approvato dal governo il 17 dicembre
2009 e sarà convertito in legge il 27 gennaio, a meno che i partiti
d'opposizione non ricorrano al Consiglio di Stato.
(La Vanguardia, Spagna)
---------------------
...a meno che..."

Claudia - Ts 19.01.10 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Per quali oscuri motivi si celebra, si nobilita, si osanna Craxi?
Vogliono che rientrino in Italia gli ingenti capitali accumulati all'estero dalla buonanima!

M. Mazzini 19.01.10 12:52| 
 |
Rispondi al commento

La verità part-time è molto peggio di una bugia specialmente quando ci sono le vittime di mezzo.
La verità part-time aquieta le coscienze e diventa il pretesto per il peggior razzismo.Il razzismo dei buoni e dei giusti.La morale al servizio del crimine.

filippo l. Commentatore certificato 19.01.10 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tema in dialetto, genitori in rivolta

Il compito assegnato in terza elementare alla Frank di Noventana (Padova). L'istituto frequentato da tanti alunni stranieri. Il preside: "La nostra scuola è ad altissima integrazione, proteste ingiustificate"


Infatti, ingiustificata. Se un bambino cinese non solo non sa il dialetto, ma nemmeno ha dei nonni, non li ha mai visti perche' sono rimasti in cina, e non possono trasmettergli le loro tradizioni le loro filastrocche ecc., non c'e' nessuna giustificazione.

Quando sara' grande, questa INTEGRAZIONE portera' il bambino cinese a mandarvi tutti A FARE IN CULO in INGLESE.

Peccato che i vostri figli non lo capiranno. O saranno emigrati in Iran.


el picafior

Fabrizio G (el picafior) Commentatore certificato 19.01.10 12:50| 
 |
Rispondi al commento

cesaroneeeeeeeeeeee goooooooooooooooooaaaaaaaaaalllllllll!!!

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 12:49| 
 |
Rispondi al commento

CEAXI NAPOLITANO...

MA COSA CI SI POTEVA ASPETTARE DA UN SIGNORE DI 80 ANNI CHE STA ANCORA ATTACCATO ALLA POLTRONA CHE HA FIRMATO LO SCUDO FISCALE E QUINDI CHE STA CON QUELLA PARTE DI ITALIANI CHE FANNO U FURBI!?!?! PENSANO DI SALVARE IL PAESE CON 5 MILIARDI DI RIENTRO DEI SOLDI DELLO SCUDO!? CONTRO GLI 80 MILIARDI L'ANNO CHE PAGHIAMO DI DEBITO PUBBLICO?!? L'ITALIA E' FALLITA LORO LO SANNO MA FANNO FINTA DI NIENTE!

TEMPO FA LA MOGLIE DI CRAXI DISSE CHE NON ERA SUA INTENZIONE TORNARE IN ITALIA PERCHE' LEI NON RIESCE ANCORA A PERDONARE GLI ITALIANI!?!?

SAREBBE STATO BELLO CHE IL SIGNOR NAPOLITA CHIEDESSE ALLA SIGNORA CRAXI DI COSA DEVONO ESSERE PERDONATI GLI ITALIANI!?!? CARA SIGNORA MANTENUTA CON I SOLDI RUBATI AGLI ITALIANI.... RIMANGA PURE DOVE SI TROVA NON ABBIAMO BISOGNO DI ESSERE PERDONATI E TANTO MENO DI GENTE COME LEI... TALE MARITO TALE MOGLIE.... PER QUANTO RIGUARDA IL SIGNOR NAPOLITANO... E' EVIDENTE QUALE PARTE DI ITALIANI RAPPRESENTA! E POI VA IN GIRO A PARLARE AI GIOVANI ..PROCLAMANDO IL VALORE DELLE ISTITUZIONI... SE QUESTO E' IL VALORE CHE RAPPRESENTANO E' MEGLIO CHE I GIOVANI VALORI NON NE ABBIANO IN QUESTO CASO NON C'E NESSUNA DIFFERENZA!!

LA COSA DAVVERO SCONVOLGENTE CHE QUESTA GENTE FIRMA SULLA COSTITUZIONE!!!!!!!!!!!!

ivan attorami 19.01.10 12:49| 
 |
Rispondi al commento

In fatto di "bamboccioni", è più merda brunetta o padoa schioppa?:)

sancho . Commentatore certificato 19.01.10 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Siracusa, mentre nel centrodestra l'Udc minaccia di rompere sull'Uds
I Socialisti ed Italia dei Valori si fondono,
cambia la geografia politica della sinistra

[giornale di siracusa]

politica. I GIOVANI SOCIALISTI DI CANICATTINI CONFLUISCONO NELL'ITALIA DEI VALORI

[ IBLON.IT :.Testata Giornalistica Online ]

Non mi sembra che ci sia un atteggiamento antisocialista, anzi, ho scoperto
che sono tanti gli ex socialisti che militano nell’Idv, per esempio a Roma.
La mia militanza nell’Idv comincia dal territorio cioè dall’Emilia Romagna e
agli incontri con il gruppo dirigente regionale e bolognese sono stato
accolto molto bene, cosa di cui sono piuttosto contento.

-Alle politiche eri nelle stesse liste di De Michelis, ora ti
ritroviamo nelle fila del partito di Di Pietro. Ti definiresti ancora
un garantista?

Intervista a Grillini [Le Ragioni.it]

------------------------------------

Starnazzate da giorni sui socialisti ma comunque li votate se pur "riciclati" in altro partito.

carla laudini bo 19.01.10 12:37| 
 |
Rispondi al commento

AI PALESTINESI E' PROIBITO INTRAPRENDERE UNA QUALSIASI ATTIVITA' LAVORATIVA CHE NON SIANO DUE CAPRE E TRE GALLINE ?? I LORO LEADERS LADRONI VOGLIONO I PALESTINESI ALLA FAME, PER PAPPARSI I MILIARDI DEGLI AIUTI INTERNAZIONALi !!!

juan miranda 19.01.10 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Io ho una personale teoria per cui Craxi ando´volontariamente in esilio non per sottrarsi alla galera, che sarebbe sicuramente durata nela suo caso pochi mesi, ma alla morte.
Infatti aveva detto chiaramente che se fosse finito in galera avrebbe parlato e a mio parere avrebbe fatto la fine di Sindona.
Craxi sapeva troppo e Hammamet e´stata la sua salvezza.
Ovviamente ora si vuole ristabilire la sua memoria, perche´riabilitando Craxi tutti gli altri sono riabilitati e si pone la parola fine ad un dossier che e´ancora sconosciuto.
Dietro le tangenti c´e´una verita´ben piu´grossa e pericolosa.

Patrizia Broghammer 19.01.10 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Commemorare, inneggiare , lodare, dedicare tempo, studiare , analizzare la vita e le opere di Craxi da parte di tutto the Establishment , Presidente della Repubblica compreso, significa soltanto che il nostro Paese non ha nulla da invidiare alle dittature sudamericane o ai regimi ex totalitari dell'est ed dell'ovest europeo.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.01.10 12:31| 
 |
Rispondi al commento

LA VECCHIA DC ANDAVA A PERCENTUALE, CRAXI HA PENSATO : "PERCHE' SOLO IL 20% QUANDO POSSIAMO AVERE TUTTO??" CRAXI E' IL PADRE DELLO SFASCIO TOTALE E DELLA FINE DELLA PENISOLA ITAGLIANA !!!

UNO DEI PIU' GRANDI LADRI DELLA STORIA MONDIALE !!

juan miranda 19.01.10 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Arafat, come hamas e tutti i gruppi terroristi sono foraggiati dal potere, dallo stesso potere che li "combatte"!


Rappresentano l'alibi indispensabile per giustificare gli stermini di innocenti!

sancho . Commentatore certificato 19.01.10 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Sancho

Credo che, stringi stringi, le uniche due cose positive che personalmente riesco a intravedere in quei quasi venti anni di leadership nazionale Craxi le abbia fatte quando si è opposto al nucleare e ha patrocinato il referendum contro il nucleare e, in parte, quando ha dato un colpo all’inflazione stroncando, smantellando la scala mobile. Sul secondo punto il fine giustificava i mezzi forse, visto che avevamo un’inflazione più vicina al 20% che al 10%, ma non dimentichiamo che stroncare la scala mobile voleva dire sganciare lo stipendio, il salario dei lavoratori dipendenti dal costo del lavoro e quindi, naturalmente, hanno perso di potere d’acquisto gli stipendi dei lavoratori, tanto per cambiare si è deciso di far pagare ai più poveri i disastri della finanza pubblica, che non erano colpa loro, per dare uno scrollone ai sindacati, che sicuramente avevano delle grosse responsabilità.

===================

Non mi pare che Travaglio approvi lo sganciamento della sala mobile dai salari. Ammette soltanto che in quel preciso momento fu un toccasana per l'inflazione, ma asserisce anche la manovra penalizzò, come al solito, la classe più povera con il beneplacito dei sindacati.

Per quanto riguarda le privatizzazioni, lui conferma di essere contro, tranne nel caso della SME, poiché sostenuta da danaro pubblico.

Io lo leggo così.

cettina d., isola Commentatore certificato 19.01.10 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CRAXI:BORRELLI,UNA SPECULAZIONE SUA RIABILITAZIONE.ERA UN LATITANTE

(ASCA)-Roma,19 gen-L'ex procuratore capo di Milano Francesco Saverio Borrelli,capo del pool di 'Mani pulite' che nel '92 avvio le inchieste di Tangentopoli definisce''sconveniente'' l'intitolare una strada di Milano a Bettino Craxi e trova''offensivo''che''a breve distanza di tempo e per ragioni meramente speculative si voglia riabilitare un cittadino che si sottrasse alla giustizia del proprio Paese e si rese latitante''. Della sua personalita',''sicuramente piu' complessa e politicamente sfaccettata di cio' che raccontano gli atti giudiziari'',si potra' discutere,dice in un'intervista a La Stampa, solo ''quando la distanza sara' tale da garantire una prospettiva storica e non solo politica''.
Borrelli non crede poi che il Capo dello Stato Giorgio Napolitano abbia ieri,con la sua lettera alla vedova Craxi,''rivolto una bacchettata a noi''.In un passaggio della lettera,Napolitano ricordava come la Corte dei Diritti dell'Uomo di Strasburgo ritenne nel 2002 che in una delle sentenze di condanna dell'ex leader socialista,''pur nel rispetto delle norme italiane allora vigenti''fosse stato violato ''il diritto a un processo equo''.
Il magistrato ricorda che''vi furono tre(3) sentenze della Corte di Strasburgo sui processi a Craxi''e non tutte negative.

''La sentenza del 2002-prosegue-ritenne violata la convenzione dei diritti dell'uomo sul giusto processo, in relazione alla sentenza di condanna Eni-Sai.
Ma la Corte non entro' nel merito dell'imputazione-precisa Borrelli-bensi' della legge italiana che non si era conformata ai dettami europei'.(carenza della legge italiana e non di quella europea!Ma la CEDU ogni anno condanna l'INGIUSTIZIA Italiana con gravi multe, per i tempi lunghi!-Legge Pinto")
Quindi nessun ''dolo''da parte dei giudici,''del resto la Corte di Strasburgo scrisse anche che non era possibile pensare che i rappresentanti della Procura avessero abusato dei loro poteri''.

maria . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 12:24| 
 |
Rispondi al commento

"ARAFAT GRANDE LEADER DEL POPOLO PALESTINESE"

UN'ALTRA STRONZATA CHE VI HANNO INFILATO NEL CULO !!

ARAFAT ERA UN CRIMINALE LADRONE CHE INSIEME AL SUO CLAN DI BASTARDI PREDATORI SI E' MANGIATO UNA GROSSA PARTE DEGLI AIUTI IN MILIARDI DI DOLLARI CHE USA, UE, ISRAELE (SI' ISRAELE !!) E I PAESI DEL GOLFO PER 50ANNI E TUTTORA MANDAVANO E MANDANO IN AIUTO AL POPOLO PALESTINESE OPPRRESSO DALLA SUA LEADERSHIP DI LADRONI CRIMINALI !!

"PERSUASORI OCCULTI"
MARSHALL MCLUAN

juan miranda 19.01.10 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VORREI ANDARE CONTROCORRENTE

IO MI AUGURO DAVVERO CHE AL MASSIMO TRA UN PAIO DI ANNI

VENGA DEDICATA UNA PIAZZA A BERLUSCONI !!!!!

Antonello B., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 12:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa ci si poteva aspettare da uno che aveva firmato il lodo alfano in meno di 24 ore?
Dire che dorme si può accettare solo in termini di provocazione, perchè in verità è un membro della casta che sa benissimo cosa deve fare.

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 19.01.10 12:15| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
hanno mandato l'avviso di garanzia a Vendola,
certo che quando gli fa' comodo .... (domenica ci sono le primarie.......)

giovanni da penne 19.01.10 12:14| 
 |
Rispondi al commento

"A SIGONELLA CRAXI HA TENUTO TESTA AGLI AMERICANI"

L'ENNESIMA STRONZATA CHE VI HANNO SIRINGATO NEL CERVELLO !!!

SIGONELLA E' STATA SOLO L'ENNESIMA VERGOGNA ITAGLIANA !!!

juan miranda 19.01.10 12:10| 
 |
Rispondi al commento

E' qualche giorno che sento parlare, discutere su un politico che è stato protagonista della maggior parte del debito pubblico che ci ritroviamo, che è stato condannato in via definitiva per tangenti e che è scappato in Tunisia per non essere arrestato....

Per quale ragione discutere ancora ?


IO MI SONO ROTTOIL CAXXO !

Capisc'a me


PS L'unico cui è servita l'esperienza di Craxi è Berlusconi.
Infatti lui non verrà mai condannato perchè non si farà processare.....
E poi dicono l'esperienza non serve !

*Antonio Cataldi. (capisc'a me) Commentatore certificato 19.01.10 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ha detto Cicchitto! (cicchitto mica uno qualunque)
che Craxi è stata vittima sacrificale per tutti ghli altri, bene, non voglimo più neanche gli altri.
Non votiamoli più.....

giovanni da penne 19.01.10 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Discorso del Senatur :

Senza Bettino è nostro il bottino, Padania libera
cof cof colf sciopera fori dai bal , ma che cazzo dico jkòevlàevpj mfmvòlvkòvà àflòvlò+èl rlòvàò,lràòb lbklrgoèpqwertyqwertyqwerty ...
ROMA = POLTRONA kopkr4opkron PADANIA !

Francisco C., Milano Commentatore certificato 19.01.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Se le mie reminiscenze mitologiche non mi ingannano, tesifone aveva la testa di ca...ne.
Qualcuno mi può dire se sbaglio? Grazie.

valerio m. Commentatore certificato 19.01.10 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... non potevamo avere un presidente della repubblica diverso da quello che abbiamo ... una dichiarazione "grave, molto grave" quella fatta da Napolitano su Craxi ma purtroppo in linea con "tutta" la politica italiana ...
Qualcuno ha il governo che merita, qualcun'altro no!

Alessandra Rosati 19.01.10 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Vergognoso da parte delle nostre istituzioni ricordare un nemico della repubblica italiana e nemico del popolo italiano quale Craxi morto latitante...... Oggi ricorre il 70 compleanno di PAOLO BORSELLINO,queste sono le persone da ricordare veri esempi da seguire che hanno perso la loro vita per noi non quel basstardo morto e buono dove sta adesso di craxi. Italia Vergognati !!!!!!!!!


Saggezza dalla polinesia. Loro non avrebbero mai avuto un Bettino Craxi:

http://www.freaknet.org/martin/libri/Papalagi/papalagi.html

Luca L. 19.01.10 11:58| 
 |
Rispondi al commento

In questa epoca minore, essere razisti nei confronti dei razzisti è il minimo.

valerio m. Commentatore certificato 19.01.10 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano:
«Su Craxi è giunta l'ora
di un giudizio non acritico ma sereno»

sereno un CAZZO fino a che la sua famigghia non ci restituisce i trecento e passa miliardi che ci ha rubato!

davide lak (davlak) Commentatore certificato 19.01.10 11:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli ipocriti che accusano altri di ipocrisia; gli zombies che additano altri come plagiati; i razzisti che si scandalizzano per il razzismo degli altri; i silenziosi che accusano altri di silenzio.

Ci sono quelli che vendono l'anima per molto denaro, per molto potere, e quelli che la vendono per un pezzo di cadavere e qualche litro di sangue di un nano di merda!

Travaglio è un razzista dei peggiori!

sancho . Commentatore certificato 19.01.10 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'albagìa.

Gli animali e gli uomini politici non sanno di essere mortali. (E. Ionesco)

I politici infatti stanno cercando di rendere immortale craxi con qualche viuzza da intestargli e qualche discorsetto di circostanza.

Ingenui!!!

Molto più furbescamente b ha creato nel suo mausoleo un sistema di teletrasporto per andare dritto in paradiso a godersi la vita eterna.
Questo spiega la predisposizione di apparecchiature che richiedono una incredibile quantità di energia.
Il teletrasporto, si sa, consuma parecchio.

L'unica incognita consiste nel calcolo vettoriale direzionale, ossia, sbaglia l'incognita x e b si troverebbe a bruciare all'inferno.
Sarebbe comunque collocato in una dimensione eterna alla faccia nostra, nostra di comuni mortali cioè.

Che strana però quella assimilazione di politici ed animali fatta da Ionesco; ho pensato che potrebbe trattarsi del castoro castelli o di un cinghialone andato od ancora di occhietti di topo arcoriano, ma mi smarrisco e quindi chiudo qui.
Grazie per la vostra pazienza di leggermi.

valerio m. Commentatore certificato 19.01.10 11:47| 
 |
Rispondi al commento

"Bettino Craxi potrebbe dare una lezione di morale a tutti i politici della seconda Repubblica."

Il fatto e´che la lezione l´ha gia´data e dettagliata.
E i politici odierni hanno imparato in fretta...

Quando io ero piccola fare debiti era un disonore e l´idea che lo Stato potesse indebitarsi tanto era inconcepibile.
Craxi ha semplicemente cominciato a fare debiti astronomici per finanziare opere su cui TUTTI avevano la loro parte di tangente.
Se essere dei geni o dei bravi politici e´quello, io potrei essere anche meglio di lui.

Patrizia Broghammer 19.01.10 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Un anziano signore che abita vicino a me mi ha detto che secondo lui Craxi è stato fatto fuori dagli americani per via della storia di Sigonella, dove Craxi intendeva stabilire la sovranità italiana senza appecoronarsi agli americani.

Sempre il solito anziano signore mi ha fatto notare che Di Pietro probabilmente era il braccio degli americani (sotto copertura dei servizi segreti italiani), infatti proprio il Di Pietro (sul quale sta per spuntare un dossier che lo accumuna ai servizi segreti) fu il grande accusatore di Craxi.

Recentemente i servizi segreti rapirono (assieme agli americani) l'imam di non so dove, c'è stato anche un processo dove la decretazione del segreto di stato ha chiuso il discorso.

Io però non ci credo.

Oplà (il gioco si ferma quà) 19.01.10 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Bettino Craxi potrebbe dare una lezione di morale a tutti i politici della seconda Repubblica.
Potrebbe andare al papa e spigagli la morale, direbbe al papa:"non devi tacere sui lager libici, parla!!!".
Poi ai politici della seconda repubblica quelli fra denari, mafiosi, prostitute, minorenni, cocaina e trans, direbbe specchiatevi a noi per il bene del paese.

giovanni ciccio, corfinio Commentatore certificato 19.01.10 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Negozio vietato ai cinesi..."
Choc a Empoli, bufera sul titolare

Cartello choc in una vetrina del centro. Il titolare: se non parlano italiano non li faccio entrare

No no, il problema e' lui che non sa l'inglese. Come i poliziotti italiani, come gli impiegati dei comuni italiani, come ....


el picafior

Fabrizio G (el picafior) Commentatore certificato 19.01.10 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di “Eroi”…

Sono un “giovane” quarantenne, nella mia vita non ho mai conosciuto una persona “importante” o presunta tale, tranne una ed ancora oggi sono “fierissimo” di aver potuto stringere la mano ad uno dei più “Grandi” della nostra Storia Repubblicana, il “Magnifico”, il “Superlativo”, l’”Onestissimo”, il “Partigiano” SANDRO PERTINI.

Sigh… Sigh……

....invece l’attuale “capo!?!?! dello stato” mi fà vergognare di essere Italiano.

:-((((((((((((((((((((((((((((((

Apertis Verbis Commentatore certificato 19.01.10 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo scrivere quello che vogliamo. Io lo so: Craxi e la sua politica, il suo malaffare, sono stati la rovina dell'Italia. Ma finché 6 italiani su 10 continuano ad affermare che "a qui tempi i politici mangiavano, ma lasciavano mangiare anche agli altri" dove vogliamo andare. L'Italiano, ha partire dai suoi maggiori rappresentanti, è corrotto dentro.
Non c'è speranza.
Io non mi sono arreso, ma in tanti non ce l'hanno fatta.
L'Italia ha perso.


Craxi: la figlia Stefania ringrazia Berlusconi
19 Gennaio 2010 11:09 POLITICA

ROMA - Alla commemorazione alla biblioteca del Senato di Bettino Craxi, a dieci anni dalla morte, la figlia Stefania ha salutato l'arrivo del Presidente del Consiglio. "Berlusconi con la sua presenza ha voluto onorare un suo amico'' - ha detto il sottosegretario agli Esteri.(RCD)


Come quando si rifiutò di andarlo a trovare morente?
Cazzo, che amico don silvio!
Comunque a questo punto vorrei lasciare anch'io un messaggio di cordoglio per l'anniversario del signor craxi:

LADRO LADRO LADRO LADRO LADRO LADRO LADRO LADRO LADRO LADRO!!!

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Travaglio una cosa è positiva il referendum contro il nucleare.
La scala mobile fu un atto di viltà contro i lavoratori e lavoratrici del paese. Ma certo il tuo potere d'acquisto non è cambiato, mentre quello di milioni di lavoratori e pensionati SIIII! CAPITO. Inoltre ti rammento che la scala mobile è stata fatta dalle lotte operaie con sommo
sacrificio (scioperi manifestazioni etc) dei lavoratori.
Quindi la prossima volta prima di sparare c....e
INFORMATI.
Se allora c'era da eliminare qualcosa erano i "FIGURI" che hanno decantato come conquista sociale l'abolizione di quel meccanismo di CIVILTA' che si chiama SCALA MOBILE!
FIGURI=politici, sindacati, confindustria, banchieri e tutto il verminaio che ci soffoca.
aye aye captain

alfonso baroni (rrrbr) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 11:22| 
 |
Rispondi al commento

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Craxi-Idv-vergogna-sua-beatificazione/19-01-2010/1-A_000076365.shtml

Craxi: Idv, "una vergogna la sua beatificazione"
19 Gennaio 2010 10:43 POLITICA

ROMA - Per Felice Belisario, Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato: 'E' davvero una vergogna la beatificazione di un pregiudicato in una sede istituzionale''. Belisario fa riferimento alla cerimonia di commemorazione di Bettino Craxi al Senato e aggiunge: ''Sono davvero addolorato per quanto sta avvenendo in questi giorni e per il cattivo esempio che la classe politico-istituzionale sta dando ai nostri giovani esaltando la figura di un uomo controverso che la storia non ha ancora giudicato, mentre lo ha condannato la magistratura indipendente''. (RCD)

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Mio cugino, ai tempi commesso in un negozio di Milano Centro, ricorda ancora quando la Buonanima arrivava a far compere per le sue donnette e il portaborse apriva la valigetta piena di soldi. Pagavano sempre in contanti! Ma se per anni tutti a Milano hanno saputo dell'arricchimento personale di Craxi e dei suoi familiari! Cristianamente mi sento di suggerire ai voltagabbana di turno:" Lasciatelo riposare in pace! Dal Luogo dove si trova, quanto schifo deve provare per tutti voi!"
Nonamarcella

marcella milani 19.01.10 11:08| 
 |
Rispondi al commento

vendola indagato non te ne vai con le buone allora
proviamo con le cattive.

alfio trolese Commentatore certificato 19.01.10 10:58| 
 |
Rispondi al commento

In cambio di un cadavere morto

In cambio del sangue di un cadavere morto, quanti compromessi riusciamo a fare con noi stessi?
Compromessi? Di più!
Riusciamo a digerire bene il fatto che l'abolizione della scala mobile fu un fatto positivo!
Fu una cosa positiva l'abolizione della scala mobile? Da quando abbiamo iniziato a considerarlo un fatto positivo? Se ce lo dice Travaglio, allora ...
In cambio del sangue di un cadavere morto, siamo disposti a passare sopra al peggiore razzismo in assoluto; al razzismo sionista. Passiamo sopra sulle stragi degli innocenti; alla criminalizzazione del popolo arabo; allo sterminio del campo di concentramento di Gaza!
Quanti altri compromessi riusciamo a fare in cambio del sangue di un cadavere morto?
Eppure, siamo ancora così lontani dal potere! Se, un giorno, saremo sfiorati dal potere, a quali perversioni saremo dispoti a piegarci?

sancho . Commentatore certificato 19.01.10 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Craxi-Schifani-vittima-sacrificale/19-01-2010/1-A_000076363.shtml

Craxi: Schifani "fu vittima sacrificale"
19 Gennaio 2010 10:39 POLITICA

ROMA - Bettino Craxi fu una "vittima sacrificale offerta per risolvere una crisi morale e istituzionale che riguardo' l'intero sistema politico". Lo ha detto il presidente del Senato, Renato Schifani, durante un convegno sulla 'Attualita' del pensiero politico di Bettino Craxi', organizzato in occasione del decimo anniversario della morte del leader socialista.(RCD)
---------------------------------------
Continuano le vergognose dichiarazioni di persone delle istituzioni verso il latitante Craxi- Oggi è la volta del Sig. Schifani

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 10:54| 
 |
Rispondi al commento

"La petizione IMPEACHMENT-PER-SILVIO-BERLUSCONI xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

art. 93 della COSTITUZIONE

( Il Presidente del Consiglio e dei ministri, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica).

LEGGE 23 agosto 1988, n. 400 (indice)
(pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 12 settembre 1988 n. 214 - S.O. n.
86)
DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DI GOVERNO E ORDINAMENTO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI.
GLI ORGANI DEL GOVERNO
Articolo 1
Il Presidente del Consiglio dei ministri e i ministri, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica con la seguente formula:

«Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione»

...NELL'INTERESSE ESCLUSIVO DELLA NAZIONE!
(non si può, quindi, legiferare per interessi privati).
Così chiediamo:
xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

IMPEACHMENT e DIMISSIONI del Presidente del Consiglio

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
Firma
http://firmiamo.it/impeachment-persilvioberlusconi

Firmate, vi prego. Facciamo sentire le nostre voci. Per far rispettare i nostri diritti, ne occorrono 50.000.

enrico ponti 19.01.10 10:51| 
 |
Rispondi al commento

NON E' UN CASO

Il parlare di craxi,delle sue qualità e delle sue nefandezze non è ciò che mi colpisce di più in questo periodo.
E' italiano il modo di accentrare l'attenzione su un determinato argomento e schierarsi da una parte o dall'altra.
Non è un caso invece che l'Italia si ritrovi dopo 20 anni di politica al punto di partenza.
Non è il comunismo o l'anticomunismo,non è il socialismo o la democrazia cristiana.
E' l'appiattimento politico-partitico che imprime alla nostra nazione un deja vu delle condizioni economiche e sociali degli anni 90.
I punti comuni a 2 decenni sono gli stessi:debito pubblico elevato,uniformità di pensiero ed espressione tra maggioranza ed opposizione, aumento della disoccupazione,il dilatarsi della forbice tra ricchi e poveri,le nuove lotte operaie,scarsa meritocrazia negli apparati pubblici statali,un'informazione imbalsamata,una figura di spicco come premier che impone un modo di pensare a tutta la classe politica,subbuglio della magistratura, ritorno delle brigate rosse, scarsa fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nei suoi rappresentanti.
Sono tanti i punti che accomunano le due epoche a distanza di un ventennio,eppure c'è stata la caduta del muro di berlino,abbiamo una moneta unica,l'unione europea ha fatto passi da gigante, ci sono nuovi flussi migratori,ma da noi nulla è cambiato,come se il nostro stereotipo di classe politica fosse rimasto congelato e riattivato dopo un periodo di breve riflessione.
L'unica cosa su cui può far leva il popolo italiano è la maggiore conoscenza che si realizza attraverso nuovi mezzi di comunicazione quali la rete.
Riflettere su queste somiglianze epocali ci fa giungere alla conclusione che non è la crisi,non è l'euro,non è la sinistra,non è la destra ma è sempre e solo una cerchia di politici coalizzati che tiene in pugno un popolo intero che preferisce schierarsi da una parte o dall'altra, ma che dovrebbe unirsi ed affrontare una volta e per tutte gli scheletri nell'armadio.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 19.01.10 10:51| 
 |
Rispondi al commento

cos'e abbiamo finito di parlare del finto attentato all'uomo di mmerda ?????!?!?!??!

intitolate tutte le via a chi cazzo volete, se mi capitera di passarci l'unica mia commemorazione sara uno sputo per terra!
Questa storia non fa che dimostrare che razza di lecchini e politici inutili, senza midollo ci sono in italia!! vecchi rimbambiti che ormai sguazzano nell'oro grazie ai nostri sacrifici e sudori.. che parla di bamboccioni ma che loro per primi probabilmente non sanno neanche rompere due uova per farsi una frittata!!!!


ps FATTI PROCESSARE BUFFONE CODARDO!!!!

Hux WS Commentatore certificato 19.01.10 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO INIZIA IL PROCESSO DI BEATIFICAZIONE DI CRAXI?
E QUELLO DI MUSSOLINI?

SONO DISGUSTATO DAL NOSTRO PAESE E DA CHI HA UN RUOLO IMPORTANTE SIA NELL'INFORMAZIONE CHE NELLA POLITICA

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 19.01.10 10:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Craxi ha lasciato «un'impronta non cancellabile».
siamo tutti d'accordo, infatti oggi tutti lo copiabo o cercano di imitarlo, la categoria in questione si definisce casta e governa il Paese con in testa l'erede naturale di Craxi, quello che finora ha preso tutti i frutti della semina craxiana.
Tempo lungo e galantuono, aspettiamo.

cesare beccaria Commentatore certificato 19.01.10 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Dice bene Guy: nessuno denuncia più sui muri lo schifo che c'é in giro; almeno, una volta, si pasticcivano i manifesti pubblicitari CON INSULTI AI POLICI, adesso invece vengono imbrattati i monumenti con stronzate senza senso...
Io dico che la coscienza E' MORTA

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 19.01.10 10:26| 
 |
Rispondi al commento

[..]
Avrebbero dovuto processare e condannare i segretari di tutti i partiti e i segretari di tutti i sindacati.
[..]
Alfio Ghezzi Firenze

è per fortuna che i giacobini sono a sinistra!

Secondo la tua teoria non devono essere colpiti i responsabili materiali; ma indiscriminatamente tutti i partiti: insomma io rubo e tutta l'identità politica di milioni di uomini buttata al vento!

La fine di partiti storici venne per la propensione al "trasformismo" dei ladri che cercanrono nuove vesti(oltre a situazioni internazionali di rilievo); questo è il punto!

La logica che porti avanti è TUTTI LADRI, NESSUN COLPEVOLE!

...e sempre sti sindacati e sti sovietici colpevoli di tutte le disgrazie italiche!

Roob Zarathustra, Caput Mundi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 10:22| 
 |
Rispondi al commento

http://piemonte.indymedia.org/article/7126

NO TAV bloccano autostrada
provincia di torino | ambiente | notizie martedi 19 gennaio, 2010 11:13 by nomiS
presidianti di susa bloccano autostrada
in questo momento, dopo l'assemblea al presidio dell'autoporto di susa in cui si è discusso sul da fare, alcuni presidianti si sono mossi verso l'autostrada A32 torino-bardonecchia con l'intenzione di bloccarla, per rispondere alla mossa notturna con cui è stata impiantata una trivella.

l'appello è di recarsi al più presto in valle

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 10:21| 
 |
Rispondi al commento

http://piemonte.indymedia.org/article/7123

i no tav arrivati in corteo sul cantiere appena aperto
provincia di torino | ambiente | notizie martedi 19 gennaio, 2010 08:22 by Radio Blackout
cordone di polizia impedisce al corteo di entrare nel cantiere
ore 6.50 Gli amministratori comunali no tav hanno ottenuto il permesso di entrare nel cantiere dove questa notte e' comparsa una trivella per effettuare il primo carotaggio in val di Susa. Il resto del movimento e' tenuto lontano da un cordone di polizia.

http://www.radioblackout.org/wordpress/files/2010/01/susa6e56.mp3

ore 06.42 Il corteo dei no tav partito dal presidio di Susa e’ arrivato nelle immediate vicinanze della trivella, ad aspettarli un cordone di polizia in tenuta anti-sommossa. L’intenzione dei no tav e’ verificare lo stato della trivella ma la polizia impedisce l’accesso al cantiere.

http://www.radioblackout.org/wordpress/files/2010/01/susa6.42.mp3

ore 6.35 Dopo una assemblea, mantenendo sempre il presidio di Susa, i no tav decidono di incamminarsi lungo la ss24 in direzione della trivella.

http://www.radioblackout.org/wordpress/files/2010/01/susa6.35.mp3

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 10:16| 
 |
Rispondi al commento

c'è una notizia interessante nel blog di muzio pignalosa in data 6 giugno 2009 maw non passa neanche a forza se vi interessa andateci da voi

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 19.01.10 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Volete diventare FAMOSI? Volete andare in TV?? Volete essere ricordati quando sarete morti? Volete il "buoncompleanno" dalla Rai a 92 anni? VOLETE IL VOSTRO NOME SU UNA PIAZZA? Rubate, corrompete e, all'occorrenza per essere più sicuri, AMMAZZATE!!!
Andando a messa la domenica, naturalmente

Tiziana S., Milano Commentatore certificato 19.01.10 10:12| 
 |
Rispondi al commento

http://piemonte.indymedia.org/article/7124

susa: urgente! Polizia e trivella!
provincia di torino | ambiente | notizie martedi 19 gennaio, 2010 08:51 by http://notav.eu/ - http://notav.eu/
martedì 19 Gennaio 20'10
fate girare
emergenza! Polizia e trivella a Susa

Martedì 19 Gennaio 2010

ATTENZIONE!!! TRIVELLA E FORZE DI POLIZIA ALL'AUTOPORTO DI SUSA - FATE GIRARE E ANDIAMO IN MOLTI
Le statali sono aperte, meglio passare dalla 24.
Per chi arriva dalla bassa valle: uscite a Chianocco e fate la statale.
Radio Blackout è online. Chi non la riceve può usare lo streaming. -----> http://www.radioblackout.org/streaming/

Le dirette saranno inserite sulla loro pagina internet ---> http://www.radioblackout.org/category/informazione/no-tav/

Gennaro Giugliano, Napoli Commentatore certificato 19.01.10 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Rifiuti tossici, maxi blitz in Lombardia
contro un'organizzazione legata alla mafia

http://www.repubblica.it/cronaca/2010/01/19/news/rifiuti_tossici-2000696/

W la lega ladrona e mafiosa!!!

Giorgio Cigolotti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 10:11| 
 |
Rispondi al commento

Proposta...

Visto che la legge popolare non la discuteranno mai perche´non si organizza un V-Casta day con una bella raccolat di firme per un bel referendum per cambiare la legge elettorale attuale, un bel maggioritario uninominale. Magari cosi gli si rompe un po´piu le scatole.
Altrimenti questi resteranno sempre li, visto che non cé´possibilita´materiale per cacciarli.
E secondo referendum un parlamentere puo´guadagnare max 5 volte la paga base di un operaio.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Non abbiamo visto manifestazioni di cordolio di massa per lo 'sdoganamento' del Cinghialone . Tutto si è ridotto al solito teatrino televisivo di una destra corrotta e cialtrona . Zonbies a caccia di gratificazioni indifferenti alle problematiche del paese . Cortigiani indaffarati nel gioco di chi lecca meglio il culo . Un sensassantanove tra paludate croste del sottobosco politico e giornalistico .Un nulla servile che invita a cambiare canale.

va' pensiero, scorzè ve Commentatore certificato 19.01.10 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Che la maggior parte della classe politica solidarizzi con il "povero craxi" rivela il fine vero della maggior parte della classe politica che non ha la missione di lavorare per i cittadini.... ma principalmente per se stessi rimuovendo a tal fine tutti gli ostacoli compresa la giustizia quando vengono scoperti nell'azione illegale. Il debito pubblico a 1800 miliardi è il risultato del fatto che in Italia sono più quelli che prendono di quelli che danno e in questo la classe politica ha dato e dà il principale contributo negativo. Il minimo da fare sarebbe il controllo di tutti i patrimoni dei politici e vedere se sono compatibili con i loro redditi storici. Craxi ha preso miliardi e non li ha mai restituiti......se vogliono una riabilitazione parziale comincino a restituire quello che è stato accertato come denaro illecito...........moralmente è vergognoso prendere il consenso politico per vendersi personalmente i beni dello stato......in Cina condannano a morte!

mauro lancioni, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 10:02| 
 |
Rispondi al commento


Ieri sera, alla TV, RAI UNO è stato trasmesso il caso della Banca Romana, della fine Ottocento: imputati Giolitti, Crispi e la maggior parte dei senatori...
La morale ancor oggi in vigore è: - Se son pochi pagano, se son tanti sono assolti - .
La storia si ripete...
Aggiungo al resoconto di travaglio sulla “limpida politica” di Craxi: il mancato riferimento al nodo Natali, l'istituzione “legalizzata” della piramide o casta delle tangenti, ideata della mente fervida del latitante che oggi vogliono beatificare, o evidenzio anche il “mistero”
La non chiara storia giacente nel labirinto della giustizia italiana della morte della contessa Augusta Vacca, amica di Maurizio Raggio di cui si è insabbiato tutto?
Per finire in bellezza consiglio di leggere “Vaticano S. p. A”.
Per fortuna che non c'è solo Travaglio...
Grazie...
Lorenzo Pontiggia
il Poeta marylory

lorenzo pontiggia 19.01.10 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Sentite, questa storia di Craxi è un'altro diversivo con cui il nano vuole dimostrare di essere come il suo padrino-benefattore: un perseguitato per motivi poltici.
Sono daccordo però con il Presidente Napolitano: smettiamola di dividerci in opposte tifoserie e diamo un giudizio complessivo sul politico Craxi.
Per me è stato il becchino della Prima Repubblica (non credo ci sia più nessuno che la rimpianga, o no?) e l'ostetrico della Seconda (ha portato alla nascita di una nuova destra ed all'orgoglio di dimostrarlo)
Vi pare poco?

M. Mazzini 19.01.10 10:00| 
 |
Rispondi al commento

) Giovedì 14 gennaio, conclusa la trasmissione Annozero, la polizia ha fermato per mezz’ora tre ospiti che erano intervenuti in diretta. Non li hanno lasciati nemmeno uscire. Sono stati bloccati in un corridoio secondario, dentro gli studi della Rai. Non hanno fermato me (che sono imputato davanti al Tribunale di Agrigento per aver dichiarato di essere iracheno quando sono stato ripescato dal mare di Lampedusa). Non hanno nemmeno fermato l’onorevole del Pdl Alessandra Mussolini (è parlamentare, non si può) anche se potrebbe riconoscere chi si muove nella rete di estrema destra con cui è stata alleata fino a pochi mesi fa. Hanno fermato gli unici tre ospiti neri. Il funzionario di polizia voleva verificare che avessero davvero la ricevuta per aver chiesto il permesso di soggiorno. Deve essere l’originale (non una fotocopia).
Un abuso? No. Da quando l’essere irregolari è reato, i pubblici ufficiali per non finire a loro volta nei guai devono controllare.
I cedolini c’erano.
Se avessero dimenticato a casa gli originali o anche se avessero avuto con sé le fotocopie (per non perdere gli originali) i tre ragazzi sarebbero stati rinchiusi nel centro di identificazione di Ponte Galeria e avrebbero rischiato fino a duemila euro di multa e un anno di carcere.
Provate voi a immaginare un italiano condannato a un anno di carcere per aver dimenticato la carta di identità… Infatti la legge vale solo per gli stranieri.
L’episodio va letto anche in un altro modo: uno schiavo dell’agricoltura al Sud o dell’edilizia al Nord, se non ha il permesso di soggiorno, non può mai più denunciare pubblicamente o alle autorità le sue condizioni di schiavitù. Perché rischia l’arresto immediato e se non lascia l’Italia, una condanna fino a 4 anni di carcere. Più del suo caporale, che non rischia nulla, e del datore di lavoro, che spesso non si trova mai

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/01/18/annozero-i-nuovi-schiavi-e-il-primo-marzo-2010/#more-5938

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 19.01.10 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la sentenza Craxi c. Italie (REF00004024) del 5 dicembre 2002, la Corte europea dei diritti dell'uomo (XII° Sez.) si è pronunciata sulla richiesta n. 34896/97 presentata presso la Commissione europea dei diritti dell'uomo, ai sensi del vecchio articolo 25 della Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà fondamentali, da Benedetto Craxi contro lo Stato italiano.

Il richiedente, in particolare, deduceva la violazione dell'art. 6 della predetta Convenzione sotto tre diversi profili: a) la simultaneità delle udienze fissate per i cinque procedimenti a suo carico in corso, unitamente alla estrema celerità degli stessi; b) l'utilizzazione repressiva dei mezzi di prova; c) l'influenza esercitata dai mezzi di comunicazione di massa nei confronti delle autorità giudiziarie.

Quanto al primo motivo di doglianza, premettendo che il ricorso è ricevibile unicamente nella misura in cui esso attiene all'iniquità del procedimento Eni-sai, piuttosto che alle difficoltà incontrate dal ricorrente nella preparazione della difesa con riguardo agli altri procedimenti in corso (Banco Ambrosiano, Enimont, Cariplo e Metropolitana Milanese), la Corte ha ritenuto non sussistere alcuna violazione della norma richiamata. In proposito - sottolinea la decisione - non soltanto il calendario delle udienze fu approvato dal collegio dei difensori, ma nemmeno vennero formulate eccezioni relative alla presunta minore efficacia della difesa durante il corso delle udienze. Per di più, sebbene successivamente chiamati dalla Corte ad indicare le ragioni specifiche della predetta omissione, gli stessi avvocati non riuscirono a produrre alcuna spiegazione pertinente.

alberto anzalone 19.01.10 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Sano di mente e di corpo ricoverato a forza in Psichiatria muore in 24 ore (perdonate la lunghezza ma la vicenda merita)
Tutti sotto accusa per omicidio colposo. Sono sette medici ed un assessore del PD, nuovamente candidato alle comunali di Bergamo nella lista del sindaco uscente Roberto Bruni. La storia sembrerebbe inventata se non fosse che un uomo di 66 anni, sano di mente e di corpo, è finito al cimitero in seguito ad un ricovero forzato in Psichiatria.Il caso risale al settembre del 2005, ma a distanza di quattro anni la Procura generale di Brescia lo ha riaperto nonostante una duplice archiviazione voluta dai magistrati bergamaschi. Infatti lo stesso Procuratore Generale, Maria Grazia Omboni, ha avocato a se l'inchiesta ed ottenuto il trasferimento dell'intero fascicolo al suo ufficio.
IL FATTO
Bergamo piazza Matteotti mercoledì 21 settembre 2005. Roberto Bruni (da poco eletto sindaco) organizza un comizio. Ospite illustre: Romano Prodi. Sono le 17,30 e viene giù un'acqua che Dio la manda, la piazza è gremita ma il buon Prodi è clamorosamente in ritardo, forse non verrà. La gente è bagnata, infastidita dalla lunga attesa. Ad un certo punto esce dal mucchio l'imprenditore Luigi Salvi, noto per essere un fervente berlusconiano, si porta sotto i microfoni ed alzando il braccio urla al sindaco: "Dai sindaco vai sul palco e parla dei problemi della città".
Un attimo di smarrimento qualcuno annuisce, qualcun altro fra i fedelissimi del Professore si indigna: "E' una provocazione!"I testimoni raccontano dei carabinieri che piombano ed afferrano Luigi Salvi; due di essi lo caricano sulla "gazzella" ed a sirene spiegate lo portano in caserma a Bergamo Bassa. Qui il comandante chiama la guardia medica e per l'imprenditore bergamasco viene firmato il ricovero forzato (TSO) al Reparto Psichiatrico degli Ospedali Riuniti.

http://muziopignalosa.blogspot.com/2009/06/sano-di-mente-e-di-corpo-ricoverato.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 19.01.10 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHISSà COME VERRà DISTORTA LA STORIA DI OGGI…..

PROVATE AD IMMAGINARE L’ITALIA TRA 30 ANNI

FIOCCHERANNO PIAZZE SILVIO BERLUSCONI-STATISTA.

STAMPERANNO LIBRI DI SCUOLA DOVE BERLUSCONI è L’EROE PARAGONATO A MAZZINI E GARIBALDI.

MESSE DI COMMEMORAZIONE……..

STATUE……


…….FERMIAMO TUTTO QUESTO, E’ Già TARDI.

Guy_ Fawkes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 09:53| 
 |
Rispondi al commento

LA MAGISTRATURA CHE GOVERNA IL PAESE DA 15 ANNI HA FATTO UN ULTERIORE "DECRETO LEGGE".

Vendola, ottimo presidente di regione, e' indagato per concussione.

La mancata nomina di un ottimo primario, ha provocato la sua lamentela con l'assessore alla sanita' del Pd che ne aveva bloccato la nomina.

E questo e' sufficiente per iscriverlo sul registro degli indagati per concussione.

La verita' e' sempre quella:
che la magistratura, spronata dalla solita parte politica,( PCI-PDS-DS-PD) decide chi deve diventare presidente in Puglia.

Facilissimo per loro!
Basta il registro degli indagati o un avviso di garanzia e Vendola e' fuori dal gioco, come desidera il PD (D'Alema)

I magistrati non hanno necessita' di fare campagna elettorale o discutere di politica.

Gli basta un avviso di garanzia e il gioco e' fatto.

Mi chiedo come e' possibile che in Italia ci siano ancora moltissimi che difendono la Magistratura e si rifiutano di riformarla.

Masochisti?

Alfio Ghezzi Firenze 19.01.10 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perchè nn si parla mai di Signoraggio e di svendita dei beni pubblici fatti dopo il governo craxi, nei confronti delle banche private?? E' vero è stato un ladro ma nn più di altri...dopo alcuni battibbecchi con gli Usa sul conflitto palestinese-issraeliano e con la difesa della sovranità popolare italiana è stato fatto fuori proprio dalle stesse lobby che ancora oggi dominano sul ns paese...che guarda caso dopo aver sfruttato il ns psiconano adesso lo butteranno fuori portandoci in una vera e propria dittatura!!!
Spiacente ma sarà così!! :-(((
Quindi lottare lottare lottare!!!! Sempre uniti!!!

Ginger X 19.01.10 09:42| 
 |
Rispondi al commento

io non vedo gente per strada
io non sento folle inferocite
io non vedo urla fuori dal parlamento

l'evidenza parla chiaro: tutto ciò vi sta bene.

Guy_ Fawkes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 09:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto riguarda Arafat il paragone con Garibaldi appare audace o azzardato ma credo che Craxi volesse dire che Arafat rappresentava per i palestinesi quello che Garibaldi aveva rappresentato per gli italiani. D'altra parte, caro Travaglio, se Garibaldi fosse vivo oggi l'avresti già condannato per terrorismo o per furto e banda armata e forse sarebbe già dentro qualche carcere di massima sicurezza, con grande soddisfazione dello stato di diritto. O no?

GIORGIO Z., CIVITAVECCHIA Commentatore certificato 19.01.10 09:39| 
 |
Rispondi al commento

...dobbiamu tutti essere riconoscenti a craxi per quello che ha fatto...ha legalizzato le tangenti e ruberie varie dei politici nei confronti dei cittadini...vi sembra poco?....grande...un grande applauso.

purpus nero, brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Nella prima guerra mondiale un reggimento francese fu accusato di vilta' davanti al nemico e la decisione fu che si dovevano "scegliere" tre soldati, processarli per tradimento, condannarli e giustziarli.

I tre si difesero in tribunale dicendo che era il reggimento ad essere accusato e non loro.

Ma il tribunale condanno' i tre soldati e il resto del reggimento la fece franca.

La stessa cosa hanno fatto i tribunali con mani pulite.

Hanno scelto e condannato alcuni e "perdonato" gli altri.

A quei tempi il finanziamento illecito con conseguente ovvia corruzione era fatto da tutti i partiti.

Oggi, dopo che la politica approvo' la legge dei finanziamenti leciti statali, che tra l'altro, sono enormi, non sono piu' i partiti ad usare tangenti e corruzione, MA SONO I POLITICI PERSONALMENTE.

Infatti ora vediamo che si accusano e processano politici ma non piu' i partiti e i loro segretari.

Ne consegue che l'errore giudiziario commesso da mani pulite non e' stato commesso per false accuse, ma per aver fatto una scelta tra i colpevoli e lasciando innocenti centinaia di altri colpevoli.

Avrebbero dovuto processare e condannare i segretari di tutti i partiti e i segretari di tutti i sindacati.

Solo cosi' si sarebbe fatta giustizia.

Non prendere Craxi e pochissimi altri e basta.

Inoltre la corruzione e le tangenti non si sono mai interrotte, ma peggio ancora, i soldi, invece che andare ai partiti e quindi alla politica, oggi vanno direttamente nelle tasche personali di alcuni politici.

A cosa e' quindi servito mani pulite?


Alfio Ghezzi Firenze 19.01.10 09:33| 
 |
Rispondi al commento

CHI HA LE PALLE SCRIVA "LADRO" SUI MANIFESTI CHE TAPPEZZANO TUTTA ROMA. ALTRIMENTI NON PIAGNUCOLATE QUI SUL WEB.

VI RICORDO CHE MENO DELL 1% DEI CITTADINI ITALIANI FREQUENTANO QUESTO SITO E SE VOGLIAMO ONORARE LA VERITà BISOGNA USARE ANCHE ALTRI CANALI DI COMUNICAZIONE.

Guy_ Fawkes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ma guarda un po' che strano comportamento. Il Presidente della Repubblica dice alla vedova di Craxi che c'è accanimento nei confronti del marito, del quale non si considera la parte politica.
Mah! Forse Craxi è stato un capro espiatorio, è quello che ha pagato per tutti, non so. Fatto sta che nessuno dice che con il "finanziamento pubblico del partito socialista di allora", lo stesso Craxi ne ha tratto profitti personali.... in parole chiare si è arricchito.
Vi ricordate il "cassiere della DC"? Un certo Sig. Citaristi? Più di un centinaio di rinvii a giudizio per finanziamento illecito del partito (Di Pietro docet). Che fine ha fatto? E' vivo o è morto? Certamente non è in galera. Fatto sta che lui non ha pagato il "suo debito". Le solite cose all'Italiana.
Quando a Piazzale Loreto appesero qualcuno a testa in giù, dalle sue tasche non usci una sola lira !!! Eppure fu ucciso dal "compagno (?) Valerio e la sua banda" ed esposto alla pubblica gogna.
In Italia non esiste uno stesso metro !.....Purtroppo.
Un caro saluto

Aldo Succi 19.01.10 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo le dichiarazioni rese dal presidente della Repubblica Napolitano, io proporrei di inviargli un e-mail per chiedergli gentilmente di dimettersi.

Un presidente della Repubblica non puo´difendere chi ha rubato al popolo italiano.
Cio´implica che lui non rappresenta e difende il popolo italiano ma solo una classe dirigenziale.

Si deve dimettere per il rispetto della costituzioni, predecessori come Pertini si stanno rivoltando nella tomba.

Andrea Mo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 09:25| 
 |
Rispondi al commento

PER NON DIMENTICARE chi era Craxi basterebbe mandare in onda una volta al giorno su tutte le TV l'intervento di Grillo a Fantastico7

massimo orru (lianu), cagliari Commentatore certificato 19.01.10 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Ecco che dopo averlo messo all'indice e trattato come il peggiore dei politici,ora di corsa tutti a fare dietro-front tutti a riabilitarlo,tutti a dire che era uno statista, perfino i nemici più acerrimi:leghisti, ex-missini,ex-comunisti.Quale migliore rappresentazione che in Itaglia non esiste più la democrazia.Ieri sera,a proposito, ho visto l'ultima puntata sul caso della banca romana.Questa fiction è stata fatta con rara maestria,ci sono rappresentati tutti i mali presenti ancora nella nostra società,perfino la mafia.Ma quello che mi stupisce è che mia suocera,96 anni suonati,ha detto che la cosa non la stupisce più di tanto perchè è stato sempre così e così sarà sempre.A suo dire nessuno va a fare il deputato per il popolo ci vanno tutti per se stessi per rubare o con le buone o con le cattive,solo col fascismo,tale fenomeno era contenuto,ma si rubavava lo stesso,è insito,secondo lei,nella natura umana che potendo profittare di una cosa non si metta in atto un meccanismo che te ne può dare due,tre,ecc.Allora ho detto che la Magistratura fa il suo dovere nel perseguire i birbanti.Risposta.perchè non hanno ottenuto quello che vogliono quando l'otterranno anche loro si calmeranno.La cosa mi ha quasi sconvolto,se è questa la "ratio" che viene fuori dalla fiction allora contiene un messaggio subliminale:l'attività del rubare è del politico e quella del popolo quella di produrre quello che il politico deve rubare.Vuoi vedere che i mafiosi,di cultura rozza pastoral-contadina avevano capito tutto prima che una moderna cultura sociologica maturi un nuovo credo sociale e che non ruba, solo chi per motivi oggettivi non lo può fare?

IL SICILIANO 19.01.10 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito della redenzione di Bottino Craxi,"mi consentano" di richiamarmi al monologo di Benigni del 1994 in cui il comico diceva che, secondo molti, Mussolini (o Craxi fa lo stesso) aveva fatto anche cose buone. E'come quando l'idraulico viene a casa, ti tromba la moglie però...ti ha aggiustato il rubinetto!
Questo revisionismo storico di destra è davvero vomitevole!

Michela Orefice, Pesaro Commentatore certificato 19.01.10 09:15| 
 |
Rispondi al commento

trasmetto un post di De Magistris, all'attenzione del nostro presidente Morfeo, che si sveglia solo per cercare di riabilitare Craxi...( o forse per un inciucio colossale?)

"Per un uomo politico e un leader di governo non c'è colpa peggiore di quella che lo vede macchiarsi di corruzione e clientele, che lo vede approfittare della sua posizione per abusare della 'cosa pubblica', arrivando a sottrarsi al giudizio della magistratura per concludere la sua vita in latitanza. Bettino Craxi è stato questo ed è un aspetto che azzera tutto il resto, gettando un'ombra negativa sulla sua persona politica che nessuna riabilitazione a posteriori può cancellare, perché sarebbe uno sfregio alla storia del nostro Paese e a chi crede ancora oggi nella legalità e nella giustizia, oltre che nella Politica"

arrivederci alla beatificazione di Silvio!!!!

Paolo C., Manfredonia Commentatore certificato 19.01.10 09:07| 
 |
Rispondi al commento

l'italia e' uno dei pochi paesi nel mondo con un 'alta esportazione, il made in italy e' ricercato dappertutto ed d' sinonimo di classe e buoni prodotti (cibo, vestiti, gioielleria etcetc.). quindi non avevamo bisogno di usare la svalutazione della moneta per esportare se non per aiutare quelle aziende stracotte che facevano prodotti scadenti, ad es la fiat, o per arricchire ulteriormente chi gia' ricco era e faceva i suoi affari.
se si aggiunge l'eliminazione della scala mobile, che sanciva una regola comune a tutti i paesi civili, cioe' che il costo del lavoro deve essere legato al costo della vita, si ottiene una formula devastante per il mercato interno e che impoverisce sempre piu' il paese.
craxi quindi ha gettato le basi per l'impoverimento del paese. non mi sembra una mossa da statista a meno che non si considerino "cittadini" solo i ricchi che diventano sempre piu' ricchi con la speculazione, una "casta", e l'altra gente, i lavoratori, una sottorazza.

francesco pace (francesco pace 51), bologna Commentatore certificato 19.01.10 09:06| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BORSELLINO
ho letto oggi avrebbe fatto 70 anni

presidente di questi uomini abbiamo bisogno
non di corruttori e latitanti

umy 3000 19.01.10 09:02| 
 |
Rispondi al commento

preso dai cognati del vomito a causa del febbrile clima politico che si respira negli ultimi tempi mi sono perso un particolare.
ma i ministri ex socialiti sacconi frattini e brunetta sono andati in "visita personale" ad hammamet con mezzi propri o con un volo di stato?
spero fughiate il disgustoso sospetto ...

ray iperio 19.01.10 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Non mi sento rappresentato nè dal presidente del consiglio, nè tantomeno dal presidente della repubblica italiana.
Egregio Sig. Napolitano, a lei non glie ne fregherà niente dell' opinione personale di un modesto cittadino italiano, ma me lo lasci dire : "si vergogni !"
Non mi vengono in mente solo i nomi di suoi illustri lontani predecessori di cui ho solo letto e sentito parlare in termini positivi, ma penso ai piu' recenti Pertini, Scalfaro, Ciampi, Presidenti che, anche sbagliando, come è umano, hanno pur portato avanti i loro doveri costituzionali, nel rispetto non solo delle leggi, ma della gente. E la gente, come me, li ha amati e rispettati e si è sentita rappresentata da loro.
Loro non avrebbero mai avvallato leggi costruite ad-personam dal parlamento e non si sarebbero mai sognati di scrivere una lettera come quella che lei ha scritto alla figlia di Craxi.
Craxi non è andato in esilio : è scappato ed è morto in latitanza, per non farsi giudicare dal popolo italiano sovrano che lei oggi crede di rappresentare. In esilio ci vada lei.
Luca Brischetto

Luca Brischetto Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 08:45| 
 |
Rispondi al commento


OGGI BORSELLINO AVREBBE COMPIUTO 70 ANNI !

http://www.youtube.com/watch?v=k_RzX8Tab4Q&feature=player_embedded

P.S.
Questi sono gli UOMINI che potrei riconoscere
come EROI !

edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 08:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

per chi aveva detto che Marco Travaglio era di destra, la smentita sul Fatto Quotidiano!

infatti, da qualche giorno, la sua rubrica è passata nella colonna di sinistra, anzi, estrema sinistra!

benvenuto, compagno Marco!

BUONGIORNO, SBULLONATO POPOLO DI TANGENTISTI!

Mauro Medeot ( mandi) Commentatore certificato 19.01.10 08:37| 
 |
Rispondi al commento

stra sbaglio 19-01-10 01:32
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

STRA - QUOTO !!!
POST DEL GENERE ANDREBBERO INCORNICIATI !!
Rivolti a coloro pensano e scrivono che sia inutile i blog e che non vengano espresse idee per trovare la giusta via .

Aggiungo:
il Marco cita le ruberie sulla metropolitana di Milano che costo 192 miliardi a km mentre quella di Amburgo ne costò 45 miliardi a km . Diciamo anche che l'operaio italiano non è mai stato trattato allo stesso livello di quello tedesco. Oggi la diversificazione è diventata un abisso , grazie anche al craZZi !!!!


Craxi rubava perciò era un ladro... Che importanza ha se lo facevano tutti e lo fanno tuttora? Ci sono persone senza macchia che meritano di essere ricordate in una via o piazza non certo queste..

Eugenio Malaspina 19.01.10 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con le parole del Presidente della Repubblica quando afferma che Craxi è stato trattato con durezza. Infatti ha pagato per tutti, insieme a pochi altri fessi. Il concetto della politica di sempre è: tutti colpevoli, nessun colpevole. Italiani, al prossimo V-Day prendiamo i nostri politici a calci nel culo, in senso stretto e non in senso lato. Dopo le monetine, Craxi scappò. Vuoi vedere che riusciamo a fare lo stesso con questa classe dirigente corrotta e incapace? Buona fortuna a tutti.

luca t. 19.01.10 07:59| 
 |
Rispondi al commento

A questi (oggi senza epiteti) non basta più l'averci soffocato con le esalazioni che emana il loro REGIME di merda. No, loro vogliono anche il riconoscimento ETICO e magari essere ringraziati per i tanti cazzi amari che ci obbligano ad ingoiare. Questo sempre con la complicità di una sedicente Opposizione e della Chiesa che meglio di tutti applica la politica dei due (o duecento) forni.
E questo riconoscimento ETICO non può trovare applicazione se le figure dei progenitori del berlusconismo (Mussolini e Craxi) non vengono riabilitate e tra non molto santificate. Sempre con le complicità di cui sopra e da ieri anche con quella del presidente della repubblica.
Ieri Napolitano si è superato quando ha mandato una nota alla vedova in cui è scritto che su Craxi fu usata "una durezza senza eguali".
Personalmente, e lo dico anche da napoletano, di quest'uomo (Napolitano) non mi sono mai fidato. Capii di che pasta fosse fatto quando nel '98 da ministro degli interni lasciò desolatamente chiusi quegli "armadi" nei quali sono custoditi tutti i segreti relativi alle porcate politiche e mafiose del dopoguerra.
Ma ieri Napolitano si è superato ed ha voluto pubblicamente omaggiare il latitante di Hammamet.

Signor Napolitano, pur volendo ammettere che Craxi sia stato un capro espiatotorio, questo attenua in qualche misura i reati per i quali fu condannato?

Signor Napolitano, ancora non capisce che "tutti colpevoli" e dunque "nessun colpevole" è una mera idiozia??

Signor Napolitano, ci spiega quali sono stati i meriti politici di Craxi e per quale motivo dovremmo dargli la medaglietta dello statista?
Sigonella? Una storia più di propaganda che di sostanza che gli americani vollero lasciar correre...
L'abolizione della scala mobile? Una storia ignobile per la sinistra italiana visto che quello fu il passo per affossare ulteriormente i deboli di allora e quelli di oggi.

Dunque ci spiegate, Voi restauratori della Storia, di che cazzo parliamo???

PI.ERRE. 19.01.10 07:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No comment!

Haiti, il terremoto non ferma il turismo. Sull'isola devastazione e morte ma c'è chi si gode la vacanza


Port-au-Prince, 18 gen. - (Adnkronos) - Il devastante terremoto che ha colpito Haiti martedi' scorso non ha fermato l'industria del turismo. A pochi giorni dal sisma le navi da crociera di lusso sono tornate ad attraccare sulle spiagge dell'isola caraibica.

La Independence of the Seas, nave di proprietà della Royal Caribbean International con 4.370 persone a bordo, è sbarcata venerdì sulle spiagge private di un resort di Labadee, preso in affitto dal governo haitiano, a circa 130 km a nord della capitale Port-au-Prince, epicentro del sisma.

La Navigator of the Seas, che trasporta 3.100 passeggeri, sta per attraccare. I passeggeri dei due vascelli potranno scendere a terra per godersi il sole tropicale, acque cristalline e cocktails a base di rum, mentre nella parte meridionale dell'isola i soccorritori e i volontari provenienti da tutto il mondo lottano contro il tempo per recuperare i superstiti dalle macerie. La sicurezza dei turisti e' garantita da palizzate alte quattro metri e da guardie armate che sorvegliano tutto il perimetro del resort.

franco antonio perrone, verona Commentatore certificato 19.01.10 07:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me sembra che tu Travaglio sia troppo rindondante su Craxi..se tu fossi obbiettivo veramente andresti a fondo anche sugli illeciti finanziari di allora di tutti quelli che erano al Governo,non ti accaniresti solo su un unica persona.
Craxi chiese questo e non gli fu concesso perchè?
Perchè si è voluto lasciare passare del tempo sapendo che oggi sarebbe pressochè inutile riuscire a dimostrare che "ladro"non fu solo lui,ma anche tanti altri e molti tra i quali della sinistra che tu appartieni...la colpa maggiore di Craxi è stata quella di essere stato davvero l'unico uomo di sinistra in quegli anni e ancora oggi vi rode che nessun altro sia riuscito ad avere la sua lungimiranza su molte cose,ivi compreso il passaggio storico doloroso dell'uccisione di Moro,che poteva essere evitato espiasse anch'egli tutti i mali e i limiti di quella classe politica.
Inizia ad ampliare il tuo raggio di azione e sii davvero scientifico in questo quindi poni sotto attenzione anche altri benemeriti di allora che intascarono molti soldi,non si tratta di redimere Craxi,si tratta di essere obbiettivi ricercatori di verità e non solo urlanti venditori piazzisti di parte.

annamaria paoletti 19.01.10 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io voglio un presidente del consiglio vero.....

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 07:33| 
 |
Rispondi al commento


"Contro craxi durezza senza eguali "
dice il MorfPresidente.

Secondo me non avete ancora capito cosa
vuol dire la parola durezza,quanto meno fate fatica
ad associarla alla vostra CASTA .
Se la Latitanza Dorata vi sembra troppo dura ....
Chi muore in Galera metre sconta una Giusta Condanna come vogliamo chiamarlo ?
MARTIRE ?

VaffaVà Presidè ,dormi che è meglio !
Su una cosa devo darle ragione,
"Craxi ha lasciato un'impronta indelebile"
ma credo che per "Impronta indelebile"
intendiamo due cose diferse !

Per rimanere in tema
Io ora lascerei volentieri
un'Impronta Indelebile sui Vostri Deretani !

Buongiorno Bloggers !

\_/)


edy s., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 07:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentilini mette da parte le ronde:
«Voglio jeep e legionari per le strade»
«Occorrono uomini e mezzi preparati ed equipaggiati»
Poi lo Sceriffo rilancia l'idea dei "vespri trevigiani"

---------------------------------------------

Buon giorno Blog in tanto bottino craxi
è festeggiato,
ecco il altro che festeggiano nel "nord produttivo" (di stronzate però) in tanto non investono un soldo in nessuna scuola
ma ai farabutti piace .... oppsss

è vero non dovevo dirlo .... si offendono

Eduardo Dumas ( edu latino), milan Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 07:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NAPOLITANO:

UNO DI LORO.

CHARLES BUKOWSKI

HANCK BUKOW (hanck17) Commentatore certificato 19.01.10 07:21| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano presidente della Casta. Da questa persona non c'è nulla da aspettarsi. E' il garante di tutti i politici immondi che stanno in parlamento. Lo si era capito da moltissimo tempo.

aldo volpe, Bari Commentatore certificato 19.01.10 04:14| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera ho visto la seconda puntata della miniserie sullo scandalo della Banca Romana.
Mi ha molto colpito il finale, in cui l'onesto pagava per una colpa che non aveva e doveva ricominciare da zero mentre i responsabili della truffa, dopo solo qualche mese di galera, tornavano più forti e più potenti di prima.
E questa non è una storia inventata, è tutta realtà; riguarda personaggi di livello come Crispi, Giolitti, e altri, di oltre un secolo fa ma pur sempre politici italiani.
E' una cosa incredibilmente attuale; è passata una vita ma la nostra pochezza in fatto di etica politica resta sempre uguale! E lo stesso dicasi per il nostro concetto di impunita'!
Ho subito provato una rabbia e uno schifo indescrivibili, e il mio pensiero è corso immediatamente a Craxi,alla DC,a Tangentopoli.
Corsi e ricorsi storici.
Poi, come se non bastasse, mi sono arrivati i conati sentendo la presentazione di Porta A Porta, nella quale si preparava una difesa a spada tratta di Craxi da parte di Vespa, sulla falsariga minzoliniana.
La mia opinione in merito è molto semplice: Craxi sarà pure stato un grande statista, avrà grossi meriti politici, ma è comunque un ladro; l'unico modo per giudicarlo non è scagionarlo ma CONDANNARLO perchè colpevole, PERO' SOLAMENTE SE INSIEME A TUTTI GLI ALTRI.
Non è giusto che le colpe cadano solo su di lui, ma non è nemmeno giusto che le colpe svaniscano sempre nel nulla!...

Oscar Romano 19.01.10 03:28| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano: ''Su Craxi peso responsabilità cadde con una durezza senza eguali''
(ing)

=======================

Bene presidente, abbiamo preso atto della sua opinione, ma non siamo d'accordo con lei.

Lei, presidente, ha perso la sua ultima occasione per riscattarsi; ora sappiamo, e con assoluta certezza, che anche lei è colluso con il potere.

Lei, presidente, ha dimenticato il passato, vi ha messo una pietra sopra.

Per noi, presidente, lei non è diverso da Andreotti, l'altro inquietante vecchio della politica italiana.

Ora sappiamo di non aver nessuna difesa: il PD è morto, ha esalato l'ultimo respiro con la bocciatura della candidatura di Vendola per la direzione Puglia.

Ora sappiamo di essere in mano ad esseri immondi come Berlusconi e D'Alema.

Avevamo l'ultima speranza nella sua autorevolezza, ma lei ce l'ha negata!

cettina d., isola Commentatore certificato 19.01.10 03:12| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano mi fa venire il vomito

Elisa ., Siena Commentatore certificato 19.01.10 03:03| 
 |
Rispondi al commento

Ora vi racconto io due scoop prima che vengano pubblicati dai tre fenomeni del giornalismo di Arcore.
Marco Travaglio è un agente segreto Israeliano. Ogni lunedì pomeriggio vola a Tel Aviv per
Incontrarsi con gli agenti del Mossad per ricevere ordini e soldi.
Travaglio è l’agente segreto per il nord Italia e sud Francia,nome in codice Zorro.
Tra i colleghi agenti segreti è considerato il più velenoso.
La diretta del lunedì alle 14 viene fatta da Tel Aviv.
Io lo so,perché io piloto l’aereo, e da oggi anche Feltri,Belpietro e Facci lo sanno.
Facci è quel biondino con le mesc che si spaccia per giornalista ma in realtà di professione fa la velina .
L’ultimo scoop,tenetevi forte,riguarda Beppe Grillo.
BEPPE GRILLO è un terrorista di AL QAEDA è considerato la mente dei Talebani liguri.
Tutto quello che dice e fa nei suoi spettacoli è in codice,e sono ordini per tutti gli agenti di Al Qaeda residenti in Liguria,Valle d’Aosta e Barberino di Mugello.
E’stato un agente dormiente fino a che non fu cacciato
dalla RAI per le sue idee estremiste, per essere subito attivato e diffondere il credo talebano nei palazzetti
di tutta Italia.E’ un amico intimo di Bin Laden e tutti i lunedì pomeriggio si ritrovano a casa di Beppe per
seguire la diretta di Travaglio da Tel Aviv. Beppe non prende soldi è già ricco di suo. Beato lui.
Beppe è l’unico a non prendere l’aereo perché la Digos lo segue sempre.
Io queste cose le so,perché io sono un agente segreto italiano.
Ora tutti lo sanno,anche Feltri,Belpietro e Facci.
Facci è quel biondino con le mesc che si spaccia per giornalista ma in realtà di professione fa la velina .
Giuro,sulla testa di Berlusconi,Bondi,Brunetta, Feltri,Belpietro e Facci che tutto quello che ho scritto
è la sacrosanta verità. Facci per chi non lo sapesse è quel biondino con le mesc che si spaccia per giornalista ma in realtà di professione fa la velina .

cristina manfredi 19.01.10 03:02| 
 |
Rispondi al commento

IO c’ero.
Io so che Romano Prodi era ed è un agente del KGB.
Io c’ero quando Prodi tutte le domeniche pomeriggio volava a Mosca a prendere ordini e soldi.
Io c’ero,perché io pilotavo l’aereo. Lo sanno tutti
Lo sanno anche,Paolo Guzzanti e Mario Scaramella. Lo sanno anche Feltri,Belpietro e Facci.
Facci è quel biondino con le mesc che si spaccia per giornalista ma in realtà di professione fa la velina .
Io, sono la conturbante bionda che tutte le domeniche pomeriggio accompagna Antonio Di Pietro a Washington per incontrarsi con gli agenti della CIA per prendere ordini e soldi.
Sempre io sono la conturbante bionda che accompagnava Antonio Di Pietro alle Seychelles a caccia di
Latitanti e cozze. Lui va matto per le cozze. Lo sanno tutti, anche Feltri,Belpietro e Facci.
Facci è quel biondino con le mesc che si spaccia per giornalista ma in realtà di professione fa la velina .
Io c’ero,perché io pilotavo l’aereo.
Ma queste cose ormai sono di pubblico dominio grazie agli scoop di Feltri Belpietro e Facci.
Facci è quel biondino con le mesc che si spaccia per giornalista ma in realtà di professione fa la velina .
continua

cristina manfredi 19.01.10 02:59| 
 |
Rispondi al commento

Durante la perquisizione degli uffici di uno dei trafficanti d'armi, tale Michele Jasparro, arrestato il 16 giugno 1983, titolare di una fabbrica di giubbotti antiproiettile legato all'Agusta, il giudice Palermo venne in possesso di una lettera proveniente dall'Argentina. A scriverla era Gaio Gradenigo, amministratore della Comte srl di Buenos Aires. Il Gradenigo informava Jasparro che "Bettino Craxi è furibondo per il fallimento delle trattative per la costruzione della metropolitana di Buenos Aires" e parlava dell'interesse del Psi per la costruzione della fabbrica di elicotteri che l'Agusta avrebbe dovuto realizzare in Argentina, dopo la sconfitta nella guerra delle Falkland.
Sull'interesse del Psi nelle due operazioni esistono riscontri obiettivi: la metropolitana milanese (il cui presidente Natali, padrino del giovane Craxi nel Psi, è attualmente in carcere per tangenti) realizzò lo studio di progetti per il metrò di Buenos Aires. Per la realizzazione del metrò erano in gara la Fiat, l'Ansaldo e la Breda, ma il generale Gualtieri preferì destinare i fondi al potenziamento degli armamenti e alle autostrade, facendo arrabbiare Craxi. Per quanto riguarda la fabbrica di elicotteri Agusta, che fa capo all'Efim, presidente Fiaccavento di area Psdi, nel 1983 subì l'offensiva del ministro delle Pp.Ss. De Michelis. Il Psi nell'Agusta aveva già un'importante pedina, l'amministratore delegato Raffaele Teti, ma De Michelis propose di portare l'Agusta sotto il controllo dell'Iri, liquidando la quota rimasta al vecchio proprietario, il conte Agusta, scaricando contemporaneamente i debiti della società sull'Iri. Per l'acquisizione della quota del conte Agusta (20%), il Psi aveva già un'acquirente di fiducia, tale Pietro Fascione, al prezzo di 80 miliardi. In poche parole il Psi, per via pubblica e privata, puntò al controllo totale dell'Agusta, proprio nel periodo in cui si prospettava la costruzione della società di elicotteri in Argentina.

inna morato 19.01.10 02:27| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti per la censura che viene operata su questo "democratico" blog.

Giuliano CDG () Commentatore certificato 19.01.10 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Craxi, forse non molti lo sanno, era uno dei più importanti fornitori di armi per tutto il nord Africa. Probabilmente Yaser Arafat è entrato in parlamento armato perchè, se qualcuno lo avesse disarmato, si sarebbe scoperto che era armato di Beretta calibro 9 lungo, gentile dono di Craxi. Le mine anti uomo della Somalia? Fornitura Craxi. L'armamento della Tunisia? Fornitura Craxi. Geddafi? Fornitura Craxi. Devo continuare? Ora si vogliono riabilitare i ladri, ma allora apriamo le carceri e che s'intitolino piazze e stade a tutti i ladri d'Italia e si diano medaglie ai contrabbandieri d'armi e di cocaina! Sono orgoglioso di essere italiano, uno dei tanti "tosati" dalle varie bande di ladri di allora e di ora, ma mi vergogno di avere un presidente della repubblica come quello che abbiamo.

Babila C. Commentatore certificato 19.01.10 02:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Oh, c'è pure un intellettuale di sinistra che dà del cazzone a Travaglio e difende la scala mobile... ahahahahah fai bene, fagli vedere a sta cazzo di destra quanto sei chic!!

Ace Gentile, torino Commentatore certificato 19.01.10 02:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
ma dove stiamo andando a finire?Ma soparatutto di questo passo dove finiremo?Di cosa sto parlando?Beh te lo dico subito!sto parlando di tale Bettino Craxi, ufficialmente latitante, deceduto 10 anni fa in Tunisia.Staiamo parlando di un cittadino italiano giudicato da un tribunale italiano e condannato dallo stesso per un totale di anni 28!Stiamo parlando di un latitante, ovvero di un individuo che è sfuggito alla giustizia italiana rifugiandosi in Tunisia.Ora, a 10 anni dalla sua morte, qualcuno vuole a tutti i costi "riabilitare" questa persona quasi fosse un martire, un perseguitato politico, alla stregua di persone del calibro di Nelson Mandela, Benazir Buttho ecc.Francamente provo ribrezzo e sdegno di fronte a tutto ciò!Credo sia un oltraggio sacrilego nei confronti di chi, in tempi neanche troppo lontani, ha dovuto lasciare la propria patria e divenire esule in quanto perseguitato politicamente per le proprie idee.Lasciamelo dire Beppe ma sono veramente schifato e mi sento esplicitamente preso per il deretano!Anche perchè, a questo punto, mi aspetto la nomina di Cusani, il Padre di Tangentopoli, a Presidente del Consiglio....

gianluca fumagalli 19.01.10 02:10| 
 |
Rispondi al commento

prova invio messaggio

Giuliano CDG () Commentatore certificato 19.01.10 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Craxi era e rimarrà un ladro, lo si può dire senza tema d'accuse perché lo ha stabilito la magistratura, non più ladro di tanti che invece sono al loro posto oppure che hanno avuto accesso alla politica proprio grazie alle lora "marachelle". Quanti soldi ha intascato De Mita alla faccia dei terremotati? Quanto hanno incassato i sindacalisti, Prodi e compagni per la "razionalizzazione" dell'Eni? Quanto ha intescato Gronchi dalla vendita dei circuiti cinematografici di stato? Quanti soldi hanno preso i Leone dall'appalto delle insegne stradali, dall'affare lokeed, dalla Agusta? Quanti denari ha incassato la DC dalla mafia? Quanto ha lucrato il PCI percependo il 10% su tutto l'interscambio con l'Unione Sovietica oltre ai finaziamenti?

Babila C. Commentatore certificato 19.01.10 02:01| 
 |
Rispondi al commento

***
...Segnaliamo infine che le liberalità a favore della Fondazione Bettino Craxi, possono essere detratte o dedotte dal reddito, come stabilito dal D.P.R. 917/1986, artt.15 e 100.
***

Regolamento recante disposizioni concernenti la costituzione e la partecipazione a Fondazioni da parte del ministero per i Beni e le Attività culturali, a norma dell'art. 10 del d.lg. 20 ottobre 1998, n. 368:

Art. 2
1. Il Ministero può partecipare al patrimonio delle fondazioni anche con il conferimento in uso dei beni culturali che ha in consegna.
2. Il conferimento in uso di beni culturali è finalizzato a conseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:
1. acquisizione di risorse finanziarie sufficienti a garantire un'adeguata conservazione e fruizione pubblica dei beni culturali conferiti;
2. miglioramento della fruizione pubblica dei beni culturali conferiti, garantendone nel contempo l'adeguata conservazione;
3. integrazione delle attività di gestione e valorizzazione dei beni culturali conferiti con quelle riguardanti i beni conferiti dagli altri partecipanti alla fondazione, incrementando nel territorio di riferimento i servizi offerti al pubblico, migliorandone la qualità e realizzando economie di gestione.
3. In caso di estinzione della fondazione, i beni culturali concessi in uso dal Ministero ritornano nella disponibilità di quest'ultimo.
4. Fermo quanto disposto al comma 3, l'atto costitutivo o lo statuto indicano i criteri di devoluzione del patrimonio residuo dopo la liquidazione.
Art. 3
1. Il patrimonio della fondazione è costituito da:
1. i beni mobili ed immobili di cui è proprietaria;
2.i diritti d'uso sui beni mobili ed immobili concessi dal Ministero;
3. i lasciti, le donazioni e le erogazioni di qualsiasi genere, destinati dal disponente ad incremento del patrimonio stesso.
... segue sui siti ministeriali.
--------

Tutto ciò che lo STATO, cioè non NOI ma chi DONA I BENI PUBBLICI in NOSTRO NOME, tasse detratte incluse, va a finire in tasca a ladri figli di ladri.

Giorgio Sodo (sodogiorgio), Roma Commentatore certificato 19.01.10 01:49| 
 |
Rispondi al commento

da FIDUCIA IN SE STESSI
di Ralph Waldo Emerson.

Credere nel proprio pensiero, credere che ciò che è vero per voi, personalmente per voi, sia anche vero per tutti gli uomini, ecco, è questo il genio. Date voce alla convinzione latente in voi, ed essa prenderà significato universale; giacché ciò che è interno diventerà esterno, a tempo debito, e il primo nostro pensiero ci sarà restituito dalle trombe del Giudizio Finale. Familiare com'è una tale voce a ciascuno di noi, il merito maggiore che noi attribuiamo a Mosè, a Platone e a Milton è che essi non tennero in nessun conto libri e tradizioni, ed espressero non ciò che gli altri uomini pensavano, ma ciò che essi pensavano. Ognuno dovrebbe imparare a scoprire e a tener d'occhio quel barlume di luce che gli guizza dentro la mente più che lo scintillio del firmamento dei bardi e dei sapienti. E invece ognuno dismette, senza dargli importanza, il suo pensiero, proprio perché è il suo. E intanto, in ogni opera di genio riconosciamo i nostri propri pensieri rigettati; ritornano a noi ammantati di una maestà che altri hanno saputo dar loro. Grandi opere d'arte non ci offrono una lezione che sia per noi
più significativa. Esse ci insegnano ad affidarci alle nostre impressioni genuine con serena inflessibilità soprattutto allorché l'intero clamore di voci è dalla parte opposta.


Commento:
Noi italiani siamo quanto di più lontano da questa visione dell'essere umano.
Cinquant'anni di abominevole censura hanno reso un grande servigio a mali e malesseri... E noi italiani, quasi senza neanche accorgercene ne stiamo pagando il prezzo infernale.
I nostri governanti e politici sono la prova di questo prezzo.

e. b.

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 01:32| 
 |
Rispondi al commento


Ma che cazzo dici Travaglio!

Travaglio annovera tra i meriti di Craxi lo "aver dato un colpo all’inflazione stroncando, smantellando la scala mobile". Che " voleva dire (spiega poi bontà sua) sganciare lo stipendio, il salario dei lavoratori dipendenti dal costo del lavoro (della vita! Trava',attento ai lapsus) tanto per cambiare far pagare ai più poveri i disastri della finanza pubblica"
Alla faccia del 'merito'..

Purtroppo l'ascendenza montanelliana,padronal-liberista, si sente tutta, anche nel refrain delle responsabilità sindacali, che ci furono certo, ma di segno opposto. L'aver appoggiato in favore della losca concertazione lo affossamento della la scala mobile
Che resta il più nefasto misfatto e il più grande furto del mariuolo nazionale,altro che merito de sta minchia.
Perciò sull'argomento posto qui un commento del 2002 per confutare in primis 'questa' riabilitazione revisionista craxiana.
..........................

http://www.esternet.net/esternet_del_10__000002.htm (fonte e testo integrale)

Scala mobile, commemorazione

Il luogo comune 'scientifico' .
Circolo perverso aumento dei prezzi-aumento dei salari.Provocava inflazione. Sacrosanto chiuderlo.
Manco lo discutono. Lo danno per scontato.

Dunque, vediamo.
Saremo d’accordo,spero, che il salario che scambio col mio tempo-lavoro deve mantenere inalterato il suo potere di acquisto reale, altrimenti il contratto diventa iniquo.
Che se gli altri aumentano il loro anche io aumento il prezzo della merce che offro sul mercato, la mia forza lavoro.

Se poi autopromuovo la mia dignità non contrattando volta per volta il salario, ma prevedendo la applicazione di un meccanismo che adegua automaticamente il salario agli aumenti del costo della vita, io questa la chiamo acquisizione di civiltà irreversibile.
Scala “immobile“.

Se ci sono aumenti,giustificati o no,è giustificato l’adeguamento salariale. Semplice, no?

No! Sapete perchè? Ci soccorre l’esperto.

(segue sotto)

stra sbaglio 19.01.10 01:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dicono che il "cicchitto" l'infame sia stato "congelato" dal cinghialone perchè scoprì che il merdina era affiliato alla P2 !!!!

Bene!....anzi, male! perchè è presa per culo!
In quanto la scoperta fu palese , altrimenti nell'ombra accadeva ben altro.

Ci sono prove documentate e accertate che Gelli tentò un avvicinamento a Craxi, tramite l'affiliato piduista Giovanni Nisticò, portavoce craxiano.

All'epoca della vicenda Petronim, 1979, Nisticò procurò l'incontro tra Gelli e Craxi all' hotel Raphael, incontro del quale Gelli si mostrò particolarmente soddisfatto. Nisticò, in un interrogatorio di "mani pulite" dichiara di aver conosciuto Francesco Pazienza, avventuriero legato ai servizi segreti, consulente di Roberto Calvi.

Pazienza riferì a Nisticò di essere in contatto con esponenti socialisti come Fernando Mach di Palmestein, uno dei cassieri occulti di Craxi. Nisticò conobbe anche il generale Santovito (piduista), condotto a casa sua da Elia Valori, suo amico (piduista) e venne a conoscenza, dal segretario di Pazienza, del fatto che se i servizi segreti fossero stati unificati sotto la direzione di Santovito, ci sarebbe stata un'ingente somma di danaro per il Partito Socialista.

Suggerì a Pazienza di mettersi in contatto con Mach di Palmestein.

Santovito inoltre parlò con Nisticò dell'importanza degli interessi in Somalia e che Bettino era molto amico di Siad Barre. Questi interessi erano comuni a Pillitteri, Craxi e Berlusconi che voleva imporre la propri presenza industriale in Somalia.

Nel sottosuolo del potere craxiano, intrighi, carriere, affari, imbrogli e Berlusconi vi partecipa alla grande.

Tutto quanto sopra scritto è tratto dagli atti della commissione parlamentare di inchiesta sulla P2 e dall'interrogatorio di Nisticò nel processo "mani pulite".

- DOPPIOGIOCHISTA DI MERDA !
je ce vorrebbe la dedica di una "cloaca" !!!


Vedendo tutta quella brava gente riunita in contrito dolore ad Hammamet, gente del governo, i nostri rappresentanti mi sono sorti alcuni amletici dubbi.
Mentre guardavo esterrefatto il TG, da cui mi aspettavo ben altre notizie, mi chidevo tra me e me: ma quei ministri, sono lì a che titolo? Personale spero! Oppure rappresentano lo stato, lo stato in cui vivo? Eh, si! A parer mio, ma è solo il mio pensiero, un ministro, una persona che rappresenta il popolo italiano, è sempre un rappresentante del popolo, dal momento che ha sottoscritto e ratificato la sua carica, sia che si faccia i "casi" suoi, sia che svolga i suoi doveri!
Inoltre, con quali ca...o di soldi sono andati fino a là? Chi glielo ha pagato il viaggetto e il viaggio delle scorte che naturalmente si saranno portati al seguito? Ma perchè ca...o dobbiamo essere noi a pagare le ming...e dei nostri dipendenti? Mi fa specie poi da un tipo come Br...a!!!!
Ed ancora! Non se lo faranno mica pagare come giorno di trasferta??????
Scusate, ma veramente,c'è qualcuno che può dissipare questi dubbi?
Sono ... neanche posso dire arrabiato o sorpreso: sono basito e stanco di vedermi ed essere preso per il c..o da questa gente!
Grazie ancora a tutti
Continuate così

Alberto da Roma 19.01.10 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno commemora i suoi eroi...


il mio è PAOLO BORSELLINO !!

Oggi, 19 Gennaio, avrebbe compiuto 70anni, ma la mafia, i servizi e l'antistato ce lo hanno ammazzato!

manuela bellandi Commentatore certificato 19.01.10 00:59| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Feltri:

Nel 1992 sostituisce Ricardo Franco Levi alla direzione de l'Indipendente, in grave crisi di vendite. Feltri rilancia il giornale e ne fa un quotidiano di successo, cavalcando lo sdegno popolare a seguito dell'inchiesta Mani pulite:

« Ammesso e non concesso che un magistrato abbia sbagliato, ecceduto, ciò non deve autorizzare i ladri e i tifosi dei ladri... gli avvoltoi del garantismo... a gettare anche la più piccola ombra sulla lodevole e mai sufficientemente applaudita attività dei Borrelli e dei Di Pietro


concentrando più volte i suoi attacchi sulla figura dell'allora segretario socialista Bettino Craxi:

« Mai provvedimento giudiziario fu più popolare, più atteso, quasi liberatorio di questo firmato contro Craxi (il primo avviso di garanzia, nda) ... Di Pietro non si è lasciato intimidire dalle critiche, dalle minacce di mezzo mondo politico (diciamo pure del regime putrido di cui l'appesantito Bettino è campione suonato)... Ha colpito senza fretta, nessuna impazienza di finire sui giornali per raccogliere altra gloria. Craxi ha commesso l'errore... di spacciare i compagni suicidi (per la vergogna di essere stati colti con le mani nel sacco) come vittime di complotti antisocialisti... È una menzogna, onorevole!


Nell'aprile 1993 conosce Silvio Berlusconi; il Cavaliere gli propone di entrare in Fininvest, ma Feltri rifiuta. Nel corso dell'anno l'Indipendente sale oltre le 120.000 copie, superando anche il concorrente diretto Il Giornale.

Sante. Marafini. Commentatore certificato 19.01.10 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Dal Fatto quotidiano
Agca : "Sono Gesù"
Berlusconi : "mettiti in coda ciccio!"

nicola rindi, prato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 00:53| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Grazie!
senza "amore" ma con tanta Stima.

giuseppe messe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 00:53| 
 |
Rispondi al commento


Questo interessantissimo post riassume magistralmente la figura di Craxi, la storia degli ultimi 30 anni ed i suoi collegamenti con la situazione attuale.
Si dovrebbe prendere ogni affermazione, corredarla di tutta la documentazione che ne dimostra la verità e scolpirla nel marmo, diffonderla con ogni mezzo e, gradualmente, smontare tutto il castello di menzogne su cui si regge la politica attuale.

Ora stanno tentando di rileggere la sua figura in ogni trasmissione di approfondimento, cercando di farlo passare per un grande statista che ha commesso 'forse' qualche errore...

La mia impressione (e quella che si ricava da quest'ottima ricostruzione) è che possiamo invece trovare nel craxismo l'origine di molti dei mali attuali. Essi non sono certamente nati con lui, ma sono arrivati alla degenerazione attuale grazie al suo contributo determinante ed a quello del suo compare.

Obbie D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 00:50| 
 |
Rispondi al commento

solo in italia, un mese per questa cazzo di storia di questa cazzo di strada a quel cazzo di craxi.

cioè, solo in italia 19.01.10 00:49| 
 |
Rispondi al commento

Il tromba-Todini, Josi, ha presentato il suo FILM sul grande statista...

Prodotto da una società finanziata dalla FONDAZIONE CRAXI: soldi pubblici.

L'ultimo aneddoto: la cassetta della visita alla tomba di Allende SPARITA.

Che pagliacciata... sarebbe meglio spiegare come mai lui, il polacco e una folla di bombaroli made in Italy furono gli unici "antifascisti" a poter metter piede in Cile sotto Pinochet!

Hasta zozzoni... un film è un film, sempre.

Giorgio Sodo (sodogiorgio), Roma Commentatore certificato 19.01.10 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ci scherza pure sopra,(e forse non sbaglia visto che sti "popoli delle libertà" sono da prendere unicamente per il culo!)Ma quì stiamo arrivando veramente ad una rivisitazione farsesca di una democrazia!!

Loris Semprini Commentatore certificato 19.01.10 00:41| 
 |
Rispondi al commento

CHE COSA VOGLIAMO PER I NOSTRI FIGLI?
(Per un futuro… e non un furto)

(da “Pulcnio”: un racconto per “bambini”)
---

-Papà, come si scrive "pulcino"?
Massimiliano ha sei anni e qualche mese. A giorni comincerà la scuola.
Il papà ci pensa un po', poi...
-Dunque: pi... u... elle... ci... i... enne... o.
-Pi... u... elle... ci... enne... Va bene qua, la "i"?
-Come faccio a saperlo, se ci tieni la mano contro?
-Enne... i... o. Fatto!
-Fa' un po' vedere. Mmm... pulcnio... Secondo te qui c'è scritto "pulcino"?
La voce di papà è di quelle che non ci si può sbagliare: dolce.
-Dai, papà! C'è scritto...
-C'è scritto?..
-Pu... pul... pulcnio!
-Ah, non "pulcino"! Guarda. Per scrivere "pulcino" la i bisogna metterla tra... Massimiliano, ma mi stai ascoltando?

---
-Ciao pulcino.
-Pulcino? Quale pulcino! Io non sono un pulcino: sono un pulcnio!
-Un pulcnio?
-Sì, altrimenti non starei a parlare con te. Ma dimmi... come ti chiami?
-Massimiliano. E tu?
-Oh, beh... chiamami pure Pulcnio.

CHI FOSSE interessato a ricevere via mail copia gratuita del racconto, sarà mia cura inviargliela.
Per un assaggio e indirizzo mail andare su: www.webalice.it/barlow
E poi… Sempre nel sito, ci sono altri racconti e poesie con immagini.

Facciamo nascere una cultura nuova che si opponga a questo degrado e questa morte morali lunghi di decenni… Avremo meno assassini, meno depressi, meno mafiosi, criminali e corrotti domani. Aiutiamo i nostri figli a crescere mentalmente sani.
Grazie per l’attenzione.

(e. b.)

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.10 00:35| 
 |
Rispondi al commento

La storia sarebbe che il Berlusca era l'avatar di Craxi.
Solo che gli si è ristretto un attimo.
Senza coda pure.
Ora abbiamo l'avatar che gira tranquillo. Oddio tranquillo fino a lì.
Non si può addormentare. Altriemnti se ritrova nel corpo del secondo avatar.
Brugnetta!
Tutto ha il suo perchè.

Da schiantare dalle risate 19.01.10 00:33| 
 |
Rispondi al commento

...La riesumazione del "latitante" godrà diverse utilità e giovamenti. Quella che a me appare più evidente ed automatica: Delegittimare il più possibile Antonio Di Pietro e tutta l'IDV. Intravediamo (come sappiamo) un vero complotto
in tal senso. Che esagerazione!

Ma come mai un partitello del 4% metta tanta paura?
Questi signori rischiano un effetto "boomerang"!
Maurizio Tesei

maurizio tesei, catania Commentatore certificato 19.01.10 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di ripostare,(spero con il suo assenso..)lo scritto di Lalla M.,perchè molto preciso e coincidente con gli aneddoti della faccenda craxiana che stavo ricercando per postare a mia volta!«Mi trovo davanti a un mariuolo che getta un’ombra su tutta l’immagine di un partito».
(Bettino Craxi su Mario Chiesa, 3 marzo 1992).

Tra le varie balle storiche che ormai pare essersi bevuto anche il presidente Napolitano, c’è quella di una presunta “grandezza” di Craxi nell’essersi preso la corresponsabilità per il sistema di finanziamento illecito dei partiti, nell’incensatissimo ultimo discorso alla Camera.

A parte che quella di Craxi più che un’assunzione di responsabilità era una chiamata di correità, solo a chi è smemorato o in malafede può sfuggire che il discorso con cui Craxi parlò delle comuni responsabilità dei partiti nel finanziamento illecito era del 3 luglio 1992: quando cioè Tangentopoli ormai stava travolgendo il pentapartito e il Psi in particolare.

Quattro mesi prima, all’arresto di Mario Chiesa, Craxi aveva detto tutt’altro, cercando di fare passare il capo del Pio Albergo Trivulzio per un mariuolo isolato, diversissimo dal resto del Psi.

Poi quando Chiesa ha parlato e si è scoperto che tutto o quasi il Psi era corrotto, segretario compreso, ecco che improvvisamente Bettino ha cambiato rotta e strategia: chi ha preso i soldi non era più un mariuolo isolato, anzi il finanziamento illecito apparteneva a tutti.

Insomma, prima ha cercato di scaricare tutte le responsabilità su un suo dipendente, poi – quando ha capito che di non poter più negare le sue colpe – ha cercato di estenderle a tutto il mondo.

Un grand’uomo, davvero.
piovonorane

Loris Semprini Commentatore certificato 19.01.10 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Prendersi monetine in faccia è assai umiliante per un megalomane truffaldino al riparo del "mandato popolare".
Una schioppettata sarebbe quasi una santificazione, ma il vil danaro ricevuto a spregio ti toglie quaslisvoglia di ripresentarti in pubblico, come appunto il cinghiale.

All'epoca il Raphael era l'Arcore di oggi, o meglio PAlazzo Grazioli... sostituire madonnine con centesimi potrebbe significare l'umiliazione definitiva per lo gnomo dalla scopa cucita in testa, specialmente perché rimarrebbero appiccicate su quel cappello di sego... fratelli di sudore, lui e il suo vate!

Hasta zozzoni... strategie... nuovi siti da presidiare.

Giorgio Sodo (sodogiorgio), Roma Commentatore certificato 19.01.10 00:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori